Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 9 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:36 DI SABATO 14 DICEMBRE 2019

ALLE 09:18 DI DOMENICA 15 DICEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Pop Bari: Cdm, tuteleremo risparmiatori
‘Ampia discussione in Consiglio, rafforzare sistema credito’

14 dicembre 201904:36

– “Dopo ampia discussione, il Consiglio dei ministri ha espresso la determinazione ad assumere tutte le iniziative necessarie a garantire la piena tutela degli interessi dei risparmiatori e a rafforzare il sistema creditizio a beneficio del sistema produttivo del Sud, in maniera pienamente compatibile con le azioni di responsabilità volte ad accertare le ragioni che hanno condotto al commissariamento della Banca” (Popolare di Bari, ndr). Lo si legge nella nota del Consiglio dei ministri. Italia Viva non ha partecipato alla riunione e non è stato approvato alcun decreto. Ogni decisione è rinviata a lunedì.

Pop Bari: bELLANOVA, iV C’èCdm non condiviso. Ok salvare risparmi,accertare responsabili

14 dicembre 201910:52

– “No, Italia Viva non è diventata irresponsabile: siamo pronti a salvare gli istituti di credito insieme ai risparmiatori e ai posti di lavoro, ma non senza avere accertato le responsabilità che li hanno portati a quella situazione e non senza aver condiviso una strategia complessiva, che eviti misure tampone ed emergenziali. Non si convocano i ministri per un Consiglio last minute e con urgenza dopo che nel pomeriggio si erano lette dichiarazioni di tutt’altro segno. Iv c’è. Ma non ad occhi bendati”. Lo scrive su Twitter il ministro Teresa Bellanova.

Mattarella, Lampada pace è per l’Italia”Repubblica ha sempre ricercato la pace”

ASSISI (PERUGIA)14 dicembre 201910:55

– “Interpreto la consegna della Lampada della pace come un riconoscimento all’Italia”: lo ha detto ad Assisi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Una Repubblica che ha sempre ricercato la pace, anche nei Paesi vicini” ha aggiunto il Capo dello Stato.
“Da anni l’Italia svolge una politica attiva per la pace nel mondo” ha sottolineato Mattarella. VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

 

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Kompatscher, Alto Adige pioniere clima
“Dobbiamo e vogliamo agire in modo coraggioso”

BOLZANO14 dicembre 201916:25

– Quando si parla di politiche attive contro il cambiamento climatico, l’Alto Adige non vuole solo “fare i compiti a casa” ma anche essere un pioniere coraggioso. Con questo obiettivo la giunta si è riunita in clausura a Termeno. Insieme ai dirigenti della pubblica amministrazione ed esperti nella tematica del cambiamento climatico, la giunta si è confrontata sulle misure da adottare per rendere al più presto l’Alto Adige un vero e proprio KlimaLand, ossia un territorio neutrale dal punto di vista delle emissioni di CO2 nel più breve tempo possibile.
Il presidente Arno Kompatscher ha tracciato gli obiettivi: “Sin dal 2011 siamo stati pionieri con il nostro primo Piano clima. Da quel momento molti drastici cambiamenti sono sopravvenuti”. “Dobbiamo e vogliamo agire in modo coraggioso, adeguando il nostro piano a quelle prescrizioni. L’Alto Adige si trova con questo proposito in buona compagnia, come dimostra il green new deal della presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen”, ha detto.

In tanti a Milano in ricordo di PinelliCanti e musica per ricordare morte anarchico a Milano

MILANO14 dicembre 201918:24

– Sono stati in tanti oggi a Milano a formare una catena umana e musicale per ricordare Giuseppe Pinelli, il ferroviere anarchico morto precipitando dal quarto piano della questura dove era trattenuto in quanto ingiustamente sospettato della strage di piazza Fontana (17 morti e oltre 80 feriti il 12 dicembre del ’69). La catena umana si è sviluppata da piazza Fontana per tutto il centro storico fino a raggiungere piazza Cavour. Durante il tragitto gruppi musicali hanno eseguito le canzoni dell’anarchia, da Addio Lugano bella a Il galeone, fino a La ballata del Pinelli. Il sindaco della città, Giuseppe Sala, nei giorni scorsi aveva chiesto scusa a nome della città alla famiglia del ferroviere.

La manifestazione delle Sardine a Roma, in piazza San Giovanni, in direttaGli organizzatori «Siamo 100mila, abbiamo riempito la piazza». Il leader Santori: «Qui ci sono persone, che sanno distinguere tra politica e marketing». Ecco chi è intervenuto

Le sardine hanno invaso piazza San Giovanni, a Roma, per la loro manifestazione

Quello iniziato alle 15 di oggi è stato il primo meeting nazionale del movimento nato a Bologna lo scorso 14 novembre. L’unico simbolo ammesso è stato quello della sardina.Il cielo di Roma si è fatto prima rosa e poi scuro, ma le Sardine sono rimaste a lungo in piazza San Giovanni. Gioiose e incredule dell’alta e variegata partecipazione: oltre centomila persone per gli organizzatori, circa 35mila secondo la Questura. A scattarsi selfie con i pesci multicolor che ornavano striscioni, cerchietti per capelli, magliette, collari per cani. Un mese dopo Bologna, che ha segnato la nascita di questo movimento-non movimento, Roma ha tributato la celebrazione definitiva del nuovo soggetto politico, che ingolosisce la sinistra. «Non c’erano bandiere, solo persone», ha precisato dal palco Mattia Santori, iniziatore dei mega flash mob che ieri hanno coinvolto altre piazze italiane e internazionali. E del resto la politica è stata criticata molto e senza eccezioni, anche se le frecciate più appuntite sono state scagliate contro Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Così nessun leader è sceso fra i manifestanti. Anche se c’erano diversi esponenti di sinistra, da Niki Vendola al dem Massimiliano Smeriglio. Quando tutto è finito, mentre le Sardine risalivano via Merulana verso la stazione Termini, è spuntato Nicola Zingaretti. Ma allora c’era anche Lei in piazza? «Io? Noo. Beh, non era il caso. L’ho vista di sguincio. Ma era una piazza bella, bella».

La cronaca minuto per minuto della manifestazione:Ore 17:40
«Domani lavoriamo di nuovo perché abbiamo tutti i referenti nazionali, per spiegare e farci spiegare qual è il modo migliore per ripartire a gennaio con una nuova ondata di partecipazione»: lo ha detto Mattia Santori rispondendo

sulla prima convention dei responsabili territoriali delle Sardine domani a Roma, dopo la manifestazione di oggi.

Ore 17:20
«Grazie per aver reso #Roma così bella, per la passione, per chiedere una politica sana. Belle le proposte che avete lanciato, faremo di tutto per metterle in atto ed essere all’altezza del vostro impegno. Cambiamola insieme, la nostra bella Italia»: così su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti alle Sardine oggi in piazza a Roma. «Le sardine hanno ottenuto un risultato politico potente: hanno mostrato che le piazze non sono solo di Salvini. Ora la sfida è passare dalla protesta alla proposta. Per adesso: complimenti agli organizzatori. Non c’è cosa più bella di un futuro da scrivere», ha twittato invece Matteo Renzi. Anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha commentato su Twitter la manifestazione odierna: «È bello vedere tanta partecipazione di cittadini a San Giovanni. Grazie alle #Sardine per l’energia che hanno portato nella nostra città e aver reso questa giornata una ‘festa’ di popolo #RomaNonsiLega».Ore 16:45
Osannato l’organizzatore dell’evento di Roma, Ogongo. «Siamo le sardine nere», ha detto il giornalista keniota, protestando per chi lavora e vive in questa nazione ma non ha cittadinanza. «Siamo stufi a essere fermati nelle stazioni», ha detto fra gli applausi, contestando politiche dell’odio che «partono dall’alto». «Ma noi dobbiamo riprenderci il sentimento dell’indignazione», ha aggiunto Ogongo, «il decreto sicurezza va abrogato. Basta con la clandestinità».

14 DICEMBRE 2019

EMBEDSHAREEMAILOre 16.40
«Li-be-rtà»: Si è chiuso con questo grido, scandito, l’intervento del portavoce delle Sardine dal palco di fronte a una folla che sembra non aver tradito le aspettative di centomila persone. «La piazza di oggi è partecipazione quindi è politica. Voi avete fatto politica», ha detto Santori, galvanizzando i partecipanti. «Un mese fa», ha aggiunto Santori, «la piazza di Bologna lanciava un segnale, che era un allarme ma anche una voce di speranza. Quando la bestia del populismo arriva nel tuo territorio hai due scelte: o perderti o stringerti. La piazza di Bologna ha scelto di stringersi. Oggi siamo a 113 piazze, il segnale si è amplificato e ha preso altre forme, quelle della Costituzione, dell’antifascismo, della lotta contro la discriminazione. Ma qualcuno non ha capito e da allora ci chiedono in molti: e quindi? Continuano a non capire. Le sardine non sono mai esistite, in piazza ci sono persone, che sanno distinguere tra politica e marketing. È lì che diventiamo persone scomode, perché non abbocchiamo».Ore 16.31
«Non vogliamo rubare le piazze a nessuno», assicura Santori, enunciando le prime proposte. Pretendiamo che «chi sia eletto non vada a fare campagna elettorale, trasparenza nell’uso dei social network. Che il mondo dell’informazione traduca tutto questo sforzo in messaggi fedeli ai fatti. Che la violenza venga esclusa dai toni e dai contenuti della politica e che la violenza verbale sia equiparata a quella fisica. E chiediamo di ripensare il decreto sicurezza». Abrogare, gridano. Santori: «Abrogare, ok».Ore 16.25
«Apprezziamo l’attenzione delle istituzioni ma è ancora presto per un incontro. Ora siamo concentrati sulla Calabria e sull’Emilia. Poi si vedrà. L’idea era riempire la piazza e cambiare un po’ la percezione della politica in questi anni. Direi che l’obiettivo è stato raggiunto. Noi avevamo chiesto piazza del popolo. Il questore ci ha chiesto di venire qua perché sapevano loro che ci sarebbe stata un’affluenza molto alta», ha detto aggiunto Mattia Santori. E poi: «Abbiamo registrato il marchio delle sardine di Bologna per evitare che sia strumentalizzato non per fare politica. È chiaro che nessuno può usare il marchio delle sardine per fare politica».Ore 16.22
Santori esulta dal palco: «Siamo tantissimi!!!». Applausi e grida gioiose. «Volevamo solo ricordarvi che sono scese in piazza 25 città d’Europa: Roma, Berlino, Parigi….». «È un onda che non si ferma. Quando la bestia del populismo arriva a fare campagna elettorale nel tuo territorio non hai alternative stringerti», continua Sartori. Enumerando le 113 piazze. «Quelle che gli altri fanno finta di non vedere». «Abbiamo cominciate a Cantare, scambiarsi libri, ma ancora non capivano. Continuavano a chiederci: e adesso? Allora abbiamo deciso di svelare la verità: le sardine non sono mai esistite. Nelle piazze c’erano persone capaci di distinguere la politica dal marketing». E allora, prosegue: «Hanno iniziato a insultarci. A mangiare sardine in piazza. Ma noi abbiamo continuato. E allora Abbiamo vinto 113 piazze a zero”Ore 16.11
Si è persa una bambina di otto anni. Lo dicono al microfono. «L’hanno trovata, questa e’ la forza delle sardine», esultano dal palco.Ore 16.07
Applausi alle attiviste di Sea Watch sul palco. «Sei mesi fa eravamo in mare con persone che avrebbero atteso settimane per essere portati a terra. A bordo la convivenza era un miracolo. Come è possibile che non sia possibile realizzare a terra quello che era stato realizzato a bordo? Ancora non mi spiego l’odio contro la nostra capitana Carola Rackete».Ore 15.54
«Noi siamo l’Italia bella, contro le diseguaglianze, le discriminazioni, l’Italia che ha come motto restiamo umani». Ad affermarlo in piazza San Giovanni a Roma al raduno delle sardine Pietro Bartolo, medico lampedusano ed europedutato del Pd. «Noi siamo i partigiani del 2020, dobbiamo resistere per difendere la Costituzione, così come non si può toccare l’Europa che dobbiamo difendere. L’Europa che deve essere unita e mettere al centro la persona. Il fenomeno delle migrazioni l’abbiamo fatto diventare un problema nascondendo gli altri problemi. Il vero problema è l’emigrazione dei nostri giovani, che non vanno via per colpa dei migranti ma per colpa nostra». «Insieme dobbiamo resistere e ritrovare la strada maestra, che è quella dell’umanità», ha aggiunto.Ore 15.47
Un gruppo di ragazzi del quartiere di Roma Quadraro hanno preparato un pesce-cartello con su scritto: «No agli sgombri, meno le sardine». «In tante periferie di Roma ancora c’è il problema della casa, speriamo che qualcuno se lo ricordi».Ore 15.40
Gli attivisti leggono gli articoli della Costituzione.Ore 15.33
Ora l’inno d’Italia unisce tutto il piazzale di fronte alla basilica di San Giovanni.Ore 15.23
Inizia Bella Ciao.Ore 15.22
Anche “sardone” attempate tra i manifestanti. Franco Trani 78 anni, prima iscritto al Pci fino alla morte di Enrico Berlinguer, poi nei girotondi e poi basta, dice: «Finalmente. Serve una piattaforma di riforme ecologiche, sociali e politiche. E’ tutto collegato. Salviamo il pianeta e l’umanità».Ore 15.20
C’è anche il cane sardina in piazza. Si chiama Bianca e la sua padrona spiega: «È un meticcio non poteva non venire».Ore 14.55
Circondato da cronisti Santori definisce «apprezzabile» l’apertura del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ma aggiunge: «Non c’è bisogno in questo momento di un incontro fisico».Ore 14.53
Alla spicciolata defluiscono nella piazza i primi manifestanti con i cartelli. Niente bandiere di partito hanno raccomandato gli organizzatori. E negli striscioni si legge «Sardine di tutti i mari unitevi». «Le sardine fanno bene». «Siamo sardine ma non sordine: basta grida e insulti».Ore 13.17
Ely si appunta una sardina di carta sul maglione di lana grossa. Luca ne ha già una disegnata sul cappello da baseball. Chantal respinge l’offerta del pesce simbolo della manifestazione: «Finisco prima la pizza». Sono loro, assieme a gruppetti ancora sparuti, alle 13, il primo avamposto dei «sardinisti» romani, convocati per le 15 in piazza San Giovanni a Roma, sotto un cielo azzurro pieno e un sole caldo che invita alla festa. Tale vorrebbe essere la manifestazione nelle intenzioni degli organizzatori che stimano centomila simpatizzanti in arrivo, ma non considereranno una sconfitta se ne arriveranno 10mila come ipotizza la questura, o meno. «L’importante è il messaggio: niente odio, né discriminazione», ha ribadito l’iniziatore del movimento Mattia Santori, che con un post su Facebook un mese fa riempì piazza Maggiore a Bologna. E Stephen Ogongo, giornalista keniota da 25 anni in Italia, che ha lanciato la manifestazione di Roma ha dichiarato:

«Sarà la festa nazionale delle sardine. Una festa di gente felice che vuole vivere in armonia, stanca della politica dell’odio, innamorata della Costituzione». Altri flash mob si svolgeranno contemporaneamente in 9 città italiane e 24 città straniere, tra cui Parigi, Berlino, Londra, Bruxelles e New York.

Casapound: «Non ci saremo»Quindici-venti pullman in arrivo solo dalla Campania, dall’Emilia Romagna, dalla Toscana, dalla Puglia e dall’Umbria. «Ma la maggior parte delle persone raggiungerà Roma in maniera autonoma, in auto, in treno» ha assicurato Santori, che ha più volte smentito le voci che dietro il Movimento ci sia Romano Prodi. Hanno annunciato la propria presenza in piazza alcuni esponenti Pd, il cui leader, Nicola Zingaretti, ha twittato: «Grazie sardine. Renderete Roma più bella». Ci sarà l’Anpi e la Fiom a fare da servizio d’ordine. Anche se il temuto arrivo in piazza dei simpatizzanti di Casapound è stato escluso dallo stesso leader, Simone Di Stefano: «Mica ci avrete creduto? Quello delle sardine è un vuoto pneumatico che non può essere riempito con nessuna buona idea. Pappagalli del Bella Ciao, state bene così!», ha twittato ritraendosi mentre mangiava pesce fritto in piazza Venezia. Attesi anche artisti come Paola Turci.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.