Cronaca tutte le notizie in tempo reale. Tutti gli avvenimenti di Cronaca sempre approfonditi ed aggiornati. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 31 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:31 ALLE 22:49 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

BpB: arrestati Marco e Gianluca Jacobini
Ai domiciliari anche altro dirigente. Interdetto De Bustis

BARI31 gennaio 2020 08:31

– La Gdf di Bari ha notificato un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a Marco e Gianluca Jacobini, padre e figlio, il primo ex presidente del Cda e amministratore di fatto della Banca Popolare di Bari e il secondo vice direttore generale e direttore generale di fatto dell’istituto di credito barese.
Agli indagati sono contestati a vario titolo i reati di falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo alla vigilanza. Per 12 mesi è stato interdetto dall’esercizio di dirigente di istituti bancari e di uffici direttivi di imprese l’ex ad della BpB Vincenzo De Bustis Figarola. Questi è stato Dg della banca dal 2011 al 2015 e dal dicembre 2018 fino al commissariamento.
Risponde di un episodio di falso in bilancio e di falso in prospetto. Agli arresti domiciliari è finito anche Elia Circelli, accusato di un episodio di falso in bilancio e falso in prospetto. Circelli è tuttora responsabile della Funzione Bilancio e Amministrazione della Direzione Operations della Popolare di Bari.

a Guardia di Finanza di Bari ha notificato un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di Marco e Gianluca Jacobini, padre e figlio, il primo ex presidente del Cda e amministratore di fatto della Banca Popolare di Bari e il secondo vice direttore generale e direttore generale di fatto dell’istituto di credito barese. Agli indagati sono contestati a vario titolo i reati di falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo alla vigilanza.L’inchiesta della Procura di Bari riguarda la presunta malagestione della banca, commissariata il 13 dicembre scorso. L’indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Roberto Rossi e dai pm Federico Perrone Capano e Savina Toscani. Agli arresti domiciliari è finito anche Elia Circelli, accusato di un episodio di falso in bilancio e falso in prospetto, tuttora responsabile della Funzione Bilancio e Amministrazione della Direzione Operations della Popolare di Bari, “pertanto è presumibile – ritiene il gip Francesco Pellecchia, che ha firmato il provvedimento cautelare – che cercherà di nascondere i dati contabili al fine di evitare che emerga la falsità dei precedenti bilanci”.L’interdizione ad esercitare per 12 mesi l’attività di dirigente di istituti bancari e di uffici direttivi di imprese è stata disposta per l’ex amministratore delegato della Banca Popolare di Bari Vincenzo De Bustis Figarola. Questi è stato Dg della banca dal 2011 al 2015 e dal dicembre 2018 fino al commissariamento. La misura è stata disposta nell’inchiesta della Procura di Bari che ha portato all’arresto di Marco e Gianluca Jacobini. De Bustis risponde di un episodio di falso in bilancio e di falso in prospetto.Nell’inchiesta sulla Banca Popolare di Bari sono indagate complessivamente nove persone. Oltre ai quattro destinatari delle misure cautelari – Marco e Gianluca Jacobini, Elia Circelli (tutti e tre agli arresti domiciliari) e Vincenzo De Bustis Figarola (interdetto per 12 mesi) – ci sono Luigi Jacobini, altro figlio di Marco Jacobini, vice direttore generale dell’istituto di credito; Giorgio Papa, amministratore delegato dal 2015 al 2018, prima di De Bustis Figarola; Roberto Pirola e Alberto Longo, presidenti del collegio sindacale della banca: il primo dal 2011 al 2018 e il secondo dal 2018 al commissariamento; e Giuseppe Marella, responsabile dell’Internal Audit della BpB dal 2013. Contestualmente alla notifica della misura, sono in corso 17 perquisizioni presso le abitazioni e gli uffici di Bari, Roma, Milano e Bergamo dei quattro destinatari della misura e di altri sei responsabili dell’Istituto di credito, di cui quattro indagati nello stesso procedimento. La Gdf sta perquisendo anche la direzione della Banca Popolare di Bari dove risultano alcune cassette di sicurezza nella disponibilità dell’ex presidente Marco Jacobini.Marco e Gianluca Jacobini poche ore prima il commissariamento della banca avrebbero messo “in atto condotte di occultamento dei profitti illeciti” trasferendo dai loro conti correnti, cointestati alle rispettive mogli, somme per complessivi 5,6 milioni. E’ uno dei particolari che motivano le esigenze cautelari per i due ex amministratori della Banca Popolare di Bari, oggi arrestati. Il trasferimento dei fondi sarebbe avvenuto il 12 e il 13 dicembre scorsi. BpB è stata commissariata dal Governo il 13 dicembre.

Scarica elettrica mentre lavora, graveÈ successo su un binario morto galleria ferroviaria Sant’Anna

GENOVA31 gennaio 202009:35

– Un operaio di 35 anni versa in condizioni disperate dopo esser stato folgorato da una potente scarica elettrica mentre lavorava, la scorsa notte, su un binario interrotto della galleria ferroviaria Sant’Anna, tra Sestri Levante e Cavi di Lavagna. L’uomo è stato trasferito all’ospedale di Lavagna in condizioni critiche. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia ferroviaria.

Raid con 15 colpi pistola, tre arrestiCarabinieri fanno luce su agguato ai danni di un pregiudicato

NAPOLI31 gennaio 202009:41

– Tre persone sono state arrestate dai carabinieri che hanno fatto luce sulla sparatoria del 14 aprile dell’anno scorso a Brusciano (Napoli) nella quale rimase ferito un pregiudicato del posto. Nell’agguato furono esplosi oltre 15 colpi di arma da fuoco lungo la strada, tanto da mettere a repentaglio l’incolumità anche di inconsapevoli passanti. Secondo i militari ad aprire il fuoco furono due appartenenti al clan Palermo, destinatari dell’odierna misura, e a identificare un ulteriore responsabile, appartenente al clan Rega, intervenuto a difesa della vittima dell’agguato. Movente del raid i contrasti tra i due contrapposti clan nella gestione dei traffici illeciti dello spaccio di sostanze stupefacenti.

False assicurazioni, denunciata agenteGuardia finanza scopre nel Torinese truffa da 150mila euro

TORINO31 gennaio 202009:58

– Polizze assicurative false. Parla di questo un’indagine della guardia di finanza di Bardonecchia (Torino), che ha denunciato l’agente di una nota compagnia assicurativa – del tutto estranea alla vicenda – per truffa e appropriazione indebita. Rischia sino a cinque anni di carcere.
Brutta la sorpresa dei clienti truffati, una decina: presentatesi in agenzia a Susa per riscuotere il premio assicurativo, hanno dovuto fare i conti con contratti inesistenti e polizze fasulle. Del denaro versato nessuna traccia, perché nel frattempo era finito nelle tasche dell’agente assicurativo infedele.
Per le fiamme gialle, l’ammontare della truffa ideata dalla donna, sessantenne originaria del cosentino ma residente da alcuni anni in Valle di Susa, è di circa 150mila euro.

Estorcono terreno a imprenditore,arrestiPadre e figlio ci hanno costruito un manufatto, bloccati da Ps

CATANZARO31 gennaio 202010:11

– Personale della Squadra mobile di Catanzaro ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di Aurelio Maurizio Notarianni, di 57 anni, e agli arresti domiciliari nei confronti del figlio Luigi, di 29, per estorsione e tentata estorsione aggravati dal metodo mafioso. Aurelio Maurizio Notarianni è stato già condannato, nel processo ‘Medusa’, quale elemento di vertice della cosca “Giampà” di Lamezia Terme. Dalle indagini coordinate dalla Dda, è emerso è emerso che gli indagati, con minacce esplicite, hanno costretto la vittima a realizzare una vendita fittizia di un appezzamento di terreno a destinazione agricola, con l’intento, poi realizzato, di costruirvi un manufatto da destinare ad abitazione. La vicenda è andata avanti per anni. Già nel 2008, infatti, Aurelio Maurizio Notarianni, in prossimità dell’acquisto del terreno da parte di un imprenditore lametino, si era fatto consegnare 10mila euro a titolo estorsivo, per consentirgli un tranquillo godimento del bene.

A 16 anni in nero,denunciati i genitoriGuerra a lavoro nero dei Cc. In 4 avevano reddito cittadinanza

NAPOLI31 gennaio 202010:30

– Ha appena 16 anni una dei 20 dipendenti in nero individuati dai carabinieri della tenenza di Arzano (Napoli) in una ditta tessile del posto durante controlli disposti dal comando provinciale dei carabinieri e svolto dai militari delle stazioni territoriali insieme a quelli del Nucleo ispettivo del lavoro. Dei 30 impiegati 20 erano senza contratto e senza copertura assicurativa e previdenziale. 4 dei lavoratori irregolari – hanno scoperto i militari – percepivano anche il reddito di cittadinanza. 21 le sanzioni amministrative applicate e 3 le prescrizioni penali per complessivi 116.420 euro.
Denunciati anche i genitori della minore per violazione delle norme a tutela del lavoro degli adolescenti.

Pil quarto trimestre -0,3%, fermo sull’annoLa stima dell’Istat, calo congiunturale più forte dal 2013

31 gennaio 202012:03

Il Prodotto interno lordo nel quarto trimestre del 2019 scende dello 0,3% rispetto al terzo trimestre mentre rimane fermo, invariato, su base annua. Lo rileva l’Istat diffondendo la stima preliminare del Pil (espresso in valori concatenati e corretto per il calendario e la stagionalità). Il trimestre precedente aveva invece registrato un aumento dello 0,1% congiunturale e dello 0,5% tendenziale. In particolare il calo trimestrale dello 0,3% è il più forte dal primo trimestre del 2013, ovvero da quasi sette anni.Nel 2019 il Pil italiano ha registrato un aumento dello 0,2% sia in base a dati corretti per gli effetti di calendario che in base a dati trimestrali grezzi, in netta frenata rispetto al +0,8% del 2018. Lo comunica l’Istat, specificando che si tratta di una prima indicazione sulla media annua. Il risultato completo sarà invece quello che l’Istat renderà noto il prossimo 2 marzo, dato calcolato in modo più approfondito e con una diversa metodologia. Le previsioni del governo contenute nella nota di aggiornamento al Def per il 2019 si attestano al +0,1%.Nel quarto trimestre del 2019, secondo la stima preliminare, la dinamica del Pil ha subito una battuta di arresto”. Lo scrive l’Istat nel commento ai dati. Il calo congiunturale dello 0,3%, spiega, “ha interrotto la debole tendenza positiva prevalsa nell’arco dei quattro trimestri precedenti”. La contrazione trimestre su trimestre, prosegue l’Istituto, “determina un abbassamento del tasso di crescita tendenziale del Pil, che scende a zero dallo 0,5% del trimestre precedente”.Nel quarto trimestre del 2019 il valore aggiunto in termini congiunturali “segna un calo marcato nell’industria e in agricoltura, a fronte di un sostanziale ristagno per l’insieme del terziario”. Lo scrive l’Istat nel commento ai dati sulla stima preliminare del Pil. ECONOMIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Passeggero nave, è stato uno stress
“Mancate comunicazioni equipaggio, aggiornati con Internet”

TERNI31 gennaio 202010:42

– “Finalmente abbiamo messo i piedi sulla terraferma, dopo 24 ore di attesa. La cosa più importante è che sia stato escluso il pericolo di contagio, ma è stata un’esperienza molto stressante soprattutto per la mancanza di comunicazioni da parte dei vertici dell’equipaggio della nave”: a parlare è il turista di Terni che, con la moglie, è rimasto bloccato a bordo della nave da crociera Costa Smeralda, nel porto di Civitavecchia, dopo un caso sospetto di coronavirus per una passeggera, poi escluso.
La coppia si è poi subito messa in viaggio verso casa.
“Saremmo potuti scendere già giovedì sera, quando hanno dato l’ok allo sbarco, ma eravamo stremati e abbiamo preferito riposare in una cabina che ci è stata messa a disposizione” spiega ancora l’uomo. “Lo stress maggiore – aggiunge – è stata la mancanza di comunicazioni dirette da parte dell’equipaggio.
Fino all’ultimo ci tenevamo aggiornati tramite internet e i social. Ma finalmente questa brutta avventura si è conclusa”.

Risolto cold case ’88 grazie a DnaCc arrestato autore omicidio commesso durante guerra tra cosche

REGGIO CALABRIA31 gennaio 202011:07

– Sono state le nuove tecniche di esame sul Dna, sconosciute all’epoca, a portare all’arresto del secondo componente del commando che il 22 aprile 1988 uccise il 21enne Giuseppe Cartisano nell’ambito della seconda guerra di ‘ndrangheta che tra il 1985 ed il 1991 provocò oltre 700 morti a Reggio Calabria. Si tratta di Vincenzino Zappia, di 52 anni, già detenuto per altro, accusato di omicidio premeditato ed aggravato da motivi abietti. Cartisano fu ucciso da due persone in un bar gelateria in piazza De Nava. Durante la fuga, inseguiti da una pattuglia dei carabinieri, spararono contro i militari che risposero al fuoco uccidendo uno dei sicari, Luciano Pellicanò (22). L’altro, benché gravemente ferito, riuscì a fuggire aiutato da complici rimasti ignoti. Gli esami sulle tracce di sangue repertate non aiutarono ad individuare il fuggitivo. Ma nel 2019, la Dda, dopo le dichiarazioni di collaboratori di giustizia, ha disposto nuove perizie che hanno portato all’identificazione di Zappia.

Donna scomparsa, ritrovato un cadavereSi infittisce giallo, verso svolta nelle indagini?

ALGHERO31 gennaio 202011:08

– Si infittisce il giallo della donna scomparsa ad Alghero da metà dicembre. Nonostante lo strettissimo riserbo degli investigatori e della Procura di Sassari, che coordina le indagini, secondo quanto si apprende i carabinieri della compagnia di Alghero hanno individuato il cadavere di una donna nell’area del “Resort Vista Blu”, una vasta zona di lussuose villette a schiera adeguate a esigenze ricettive a Monte Carru, l’area delle campagne di Carrabufas più vicina al centro abitato. Al momento l’area è presidiata dagli uomini del capitano Pietro Barrel, comandante della compagnia, in attesa che arrivino da Cagliari gli specialisti del Ris. Il timore è che possa trattarsi proprio del corpo di Speranza Ponti, la 50enne originaria di Uri che, dopo diversi anni trascorsi a Genova, da alcuni mesi si era trasferita ad Alghero per amore. Il mese scorso la donna, la cui disponibilità economica era aumentata di recente grazie a un’operazione immobiliare, è svanita nel nulla.

Assalto a furgone portavaloriGuardie giurate aggredite e disarmate, indagii dei Carabinieri

NAPOLI31 gennaio 202011:17

– Assalto a furgone portavalori nel Napoletano. Quattro o cinque banditi hanno bloccato un mezzo a Giugliano (Napoli) aggredendo e disarmando le guardie giurate che si trovavano a bordo. Poi sono scappati con le auto con le quali erano giunti sul posto. Il bottino della rapina è ancora in corso di quantificazione. Sul posto i Carabinieri che hanno avviato le indagini.

Scoperti panetti hashish con logo JuveAgente immobiliare di 33 anni arrestato nel Milanese

COLOGNO MONZESE (MILANO)31 gennaio 202011:18

– Un agente immobiliare di Lecco di 33 anni è stato arrestato dai carabinieri con mezzo chilo di hashish, suddiviso in panetti con il logo della Juventus, dopo essere stato fermato per un controllo stradale a Cologno Monzese (Milano). L’uomo aveva nascosto la droga nel bagagliaio e non ha fornito spiegazioni circa la provenienza o la destinazione.

Virus, Sala: no psicosi ma attenzioneTurismo cinese a Milano porta 300 mln al mese, si è dimezzato

MILANO31 gennaio 202011:25

“Evitiamo la psicosi, oggettivamente queste pandemie quando si sviluppano non vanno sottovalutate ma certamente ci sono anche i mezzi per fronteggiarli”. E’ quanto ha dichiarato stamani il sindaco di Milano, Giuseppe Sala.
“Niente psicosi però grande attenzione e devo dire che, dovendo essere molto concreti, a Milano già stiamo vedendo degli effetti anche sul funzionamento della città e dell’economia – ha proseguito il sindaco di Milano -. Ad esempio: il turismo cinese a Milano porta 300 milioni al mese, si è già dimezzato. E’ chiaro che delle ragioni ci sono ed è chiaro che c’è molta paura. C’è chi consiglia di vaccinarsi perché l’influenza associata ad un potenziale coronavirus sarebbe molto peggio.
Quello che dico è: attenzione ma niente psicosi. Sospensione del Capodanno cinese? Queste sono misure di prudenza che vanno prese”.

Maxi truffa su prodotti petroliferiScoperta da Guardia di finanza,evase accise e imposte per 23 mln

MONTEGIORDANO (COSENZA)31 gennaio 202011:48

– Una maxi truffa sulla commercializzazione del gasolio agricolo con un’evasione di 23 milioni di euro tra accise, Iva e imposte dirette, è stata scoperta dai finanzieri della Tenenza di Montegiordano che hanno denunciato 18 persone per sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa dei prodotti petroliferi, falso e truffa aggravata nei confronti dello Stato. L’indagine, coordinata dalla Procura di Castrovillari, ha messo in luce un vasto e articolato sistema di frode facente capo a un imprenditore calabrese, V.A., di 48 anni, operante nel settore della compravendita di prodotti petroliferi che, avvalendosi sia di prestanome (persone e società) che di false licenze fiscali, riusciva ad acquistare gasolio agevolato e a rivenderlo a clienti sprovvisti dei requisiti di legge. L’indagine è iniziata nel 2015 dopo un controllo su strada ed il successivo sequestro di un’autobotte che trasportava, con documentazione falsa, circa 18.000 litri di gasolio agevolato a uso agricolo.

Alice Franco dal mare aperto alle AlpiLa campionessa di nuoto in forza agli Alpini

BOLZANO31 gennaio 202012:00

– Dai laghi e dal mare aperto alle cime della Val Pusteria: messe alle spalle, lo scorso mese di novembre, le competizioni ad alto livello nel nuoto in acque libere, Alice Franco, caporalmaggiore scelto, ha lasciato il Centro sportivo dell’Esercito per prendere servizio al 6° reggimento alpini di Brunico.
Un cambiamento importante per l’atleta astigiana, nel cui palmares spiccano una medaglia mondiale, quattro europee (di cui due d’oro), un bronzo alle Universiadi del 2011 e 13 medaglie ai campionati nazionali. A 30 anni, Alice Franco, fondista del nuoto abituata alle lunghe distanze in mare aperto ma cresciuta ai piedi delle Alpi piemontesi, ha scelto gli Alpini per la sua nuova vita militare. Novità a cui, come sottolineano al 6° reggimento alpini, l’atleta si appresta con la “stessa grande voglia di mettersi in gioco e di affrontare con determinazione le sfide e gli impegni di un’unità militare di élite per l’organizzazione e la condotta di attività in montagna ed in contesti estremi”.

Coronavirus, test su bomba 3 anni in VdaIn isolamento a Champoluc. Atteso esito test

AOSTA31 gennaio 202012:02

– Una bambina di tre anni con febbre, proveniente da Hong Kong, in soggiorno in questi giorni a Champoluc, in Valle d’Aosta, è stata sottoposta al test del coronavirus. La bimba è stata messa in isolamento nella camera dell’albergo in cui è ospitata. L’esito del tampone è atteso nelle prossime ore.

Sventato omicidio nel vibonese, arrestiPer accusa avevano in progetto uccidere appartenenti clan rivale

VIBO VALENTIA31 gennaio 202012:18

– Un progetto di omicidio è stato sventato dalla squadra mobile di Vibo Valentia che ha arrestato due persone per tentato omicidio e detenzione di armi con l’aggravante delle modalità mafiose. Si tratta di Antonio Campisi, di 29 anni, e del cugino Giuseppe Muzzupappa (36), entrambi residenti a Nicotera Marina. I due erano stati sorpresi, nel novembre dello scorso anno, mentre lanciavano nel fiume, da un’abitazione di Gerocarne, una pistola con matricola abrasa calibro 7.65, con relativo munizionamento e colpo in canna. Nel corso dei successivi controlli erano stati sequestrati un giubbotto antiproiettile, un passamontagna, oltre 30.000 euro e un’autovettura blindata munita di sirena. Campisi era stato trovato anche in possesso di un documento falso.
Secondo le indagini, i due si sarebbero spostati a Gerocarne per commettere un omicidio ai danni di appartenenti al sodalizio mafioso dei Loielo. Antonio Campisi è figlio di Domenico Campisi, presunto broker della droga ucciso nel 2011 vicino Nicotera.

Trovato corpo scomparsa,fermato compagnoInterrogato da carabinieri e trasferito in carcere a Sassari

ALGHERO31 gennaio 202012:25

– E’ di Speranza Ponti, la 50enne originaria di Uri scomparsa da metà dicembre, il corpo ritrovato dai carabinieri della compagnia di Alghero nell’area residenziale che comprende il Resort Vista Blu. L’indicazione del luogo del ritrovamento è arrivata dall’interrogatorio del fidanzato della donna, Massimiliano Farci, 53 anni, ora in stato di fermo nel carcere di Bancali, a Sassari. Sentito alla presenza del suo legale, Daniele Solinas, Farci ha respinto ogni responsabilità.

Sanità: pm, “rinvio a giudizio per 32″Anche per l’ex governatore lucano, Marcello Pittella (Pd)

MATERA31 gennaio 202012:26

– Al termine di una requisitoria durata circa tre ore, il pm di Matera Salvatore Colella ha chiesto il rinvio a giudizio per due società e 32 persone – tra le quali l’ex Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, attualmente consigliere regionale del Pd – coinvolte nell’inchiesta della Guardia di Finanza sulla sanità lucana che nel luglio 2018 portò a 22 arresti. Dopo la requisitoria del pm, sono cominciate le arringhe dei difensori che continueranno nella prossima udienza davanti al Gup Angelo Onorati, in programma il prossimo 10 febbraio.

Non si fermano i femminicidi Quattro nuovi casi in poche oreDopo Mazara, uccise madre e figlia ancora in Sicilia e altre due donne in Alto Adige e a Genova. Trovato il corpo della donna scomparsa a dicembre in Sardegna

31 gennaio 202021:43

Dopo quello di Mazara del Vallo, nel Trapanese, dove un uomo ha massacrato di botte per tre giorni la moglie fino ad ucciderla, arrivano le notizie di altri quattro casi di femminicidio: due ancora in Sicilia, uno in Alto Adige e uno in Liguria. In tutti, i principali sospettati sono i compagni o i mariti delle vittime. In Sicilia, a Mussomeli, un uomo ha sparato alla donna, più grande di lui di vent’anni, con la quale aveva avuto una breve relazione perché non voleva rassegnarsi alla fine della storia, prima di uccidere anche la figlia di lei e suicidarsi. L’omicida è Michele Noto, 27 anni, che deteneva regolarmente la pistola con cui ha sparato grazie ad un porto d’armi sportivo; le due vittime sono Rosalia Mifsud, di 48 anni, e la figlia di lei Monica Di Liberto, di 27, avuta da un precedente matrimonio.In Alto Adige gli inquirenti hanno fatto luce sul caso di Fatima Zeeshan, 28enne pakistana incinta all’ottavo mese, trovata morta ieri in un appartamento a Versciaco. Con lei, è morto anche il bimbo che portava in grembo. Dopo una notte in caserma, è stato disposto il fermo del marito, Mustafa Zeeshan, di dieci anni più grande di lei. E’ stato lui a chiamare i soccorsi, ma solo molte ore dopo la morte della moglie. Giovedì mattina l’uomo non si era presentato al lavoro e i colleghi si erano preoccupati. Al telefono aveva raccontato che sua moglie era morta e alcuni colleghi si erano precipitati sul posto, dove nel frattempo era arrivata anche un’ambulanza. Ma Fatima era già morta da molte ore. Il medico necroscopo ha poi stabilito la morte violenta a seguito di percosse, soffocamento e probabili lesioni interne cerebrali.A Genova, nel quartiere di Marassi, in via Furlani, una donna è stata uccisa con un coltello da un uomo che, secondo i primi riscontri, sarebbe l’ex marito. L’uomo ha poi tentato il suicidio. La donna si trovava in un appartamento in cui lavorava come colf. A trovarla morta, accanto a un uomo ferito, è stato il datore di lavoro. Sul posto sono poi intervenuti i medici del 118, che hanno trasferito l’uomo in codice rosso all’ospedale San Martino, e la polizia che lo ha messo in stato di fermo per omicidio.Da segnalare, infine, anche il caso di Speranza Ponti, la 50enne originaria di Uri scomparsa da metà dicembre, il cui corpo è stato ritrovato dai carabinieri della compagnia di Alghero nell’area residenziale che comprende il Resort Vista Blu, una vasta zona di lussuose villette a schiera adeguate a esigenze ricettive a Monte Carru, l’area delle campagne di Carrabufas più vicina al centro abitato. Il mese scorso la donna, la cui disponibilità economica era aumentata di recente grazie a un’operazione immobiliare, era svanita nel nulla. I familiari, preoccupati per il prolungato silenzio, si erano rivolti ai carabinieri. L’indicazione del luogo del ritrovamento è arrivata dall’interrogatorio del fidanzato della donna, M. F., 53 anni, ora in stato di fermo nel carcere di Bancali, a Sassari. Sentito alla presenza del suo legale, Daniele Solians, Farci ha respinto ogni responsabilità.Le parole del presidente della Cassazione Mammone e del pg SalviIl ‘Codice rosso’ – l’insieme di norme introdotte lo scorso luglio per dare maggiore tutela alle donne vittime della violenza di genere – ha messo in campo “nuove fattispecie di reato con l’obiettivo di incrementare la tutela dei soggetti deboli colpiti dagli atti violenti”. Lo ha sottolineato il primo presidente della Cassazione Giovanni Mammone nella sua relazione per la cerimonia d’apertura dell’anno giudiziario presso la Suprema Corte, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Mammone ha poi rilevato che “l’intervento in favore delle vittime deve interessare non solo le strutture giudiziarie, ma anche quelle pubbliche (servizi sociali), private (associazioni di volontariato) e sanitarie, sulla base di un modello di intervento di cui dovrà necessariamente essere individuato un credibile soggetto di coordinamento”.Nel “contesto positivo” del calo degli omicidi con uomini come vittime – 297 nel 2019, dato inferiore alla media Ue – “è ancora più drammatico il fatto che permangono pressoché stabili, pur in diminuzione, i cosiddetti femminicidi. Le donne uccise sono state 131 nel 2017, 135 nel 2018 e 103 nel 2019. Aumenta di conseguenza il dato percentuale, rispetto agli omicidi di uomini, in maniera davvero impressionante”. Lo ha rilevato il pg Giovanni Salvi nel suo intervento.

A Chinatown meno gente ma niente psicosiA passeggio anche una signora con un cartello: ‘Viva la Cina’

MILANO31 gennaio 202012:39

– Che in giro ci sia meno gente del solito lo dicono un po’ tutti, ma il coronavirus non ha spento la Chinatown di Milano, dove comunque in questo venerdì dalle temperature primaverili non sono pochi gli italiani e cinesi che bevono un caffè all’aperto e vanno a fare acquisti anche alimentari. “Certo c’è meno passaggio di gente in questi giorni e anche gli affari vanno un po’ a rilento ma non c’è allarme” dicono due signore che gestiscono un negozio di calzature.
Rilassati anche i due giovani gestori di un negozio di parrucchieri: “Nessun allarme i clienti sono quelli di prima”.
Va decisamente peggio sul fronte ristoranti che accusano un calo massiccio di clientela. A passeggio per via Paolo Sarpi anche una signora di una certa età con un cartello con scritto “Viva la Cina”. “Ieri sono andata in un ristorante cinese a portare la mia solidarietà ed era deserto, vedevo i camerieri quasi in lacrime e – ha spiegato Lorenza – ho sentito il bisogno di fare qualcosa …forza Cina”.

Si insedia Loreto, non posso fallireCerimonia di immissione per neo procuratore di Torino

TORINO31 gennaio 202013:14

– Più di 300 persone tra magistrati, impiegati del Palazzo di Giustizia e rappresentanti delle forze dell’ordine si sono radunate oggi in una delle maxi aule del Tribunale per la cerimonia di insediamento di Anna Maria Loreto a capo della procura di Torino.
“Sono consapevole – ha detto, visibilmente emozionata, dopo la dichiarazione di ‘immissione in possesso’ da parte del giudice Silvia Bersano Begey – del compito che mi aspetta. La mia è una posizione difficilissima perché non posso fallire: ho con me una squadra formidabile, e se fallirò sarà solo per colpa mia. Non avrò alibi”.
“Sono certo – affermato il procuratore generale Francesco Saluzzo – che la dottoressa Loreto saprà interpretare al meglio il ruolo di capo della procura nel solco dei suoi grandi predecessori. Ha una esperienza solidissima, ha capacità riconosciute da tutti, è apprezzata, è stimata. Sa fare squadra, sa come un pm deve rivolgersi a un giudice. E non sono doti scontate”.

Bimbo 3 anni cade da ballatoio a MilanoMadre si era allontanata e piccolo si è arrampicato su ringhiera

MILANO31 gennaio 202013:16

– Un bambino di 3 anni è stato ricoverato in ospedale dopo essere precipitato da un ballatoio al primo piano in un palazzo a Milano. E’ accaduto in via De Stael alle 20.50 di ieri ma la polizia lo ha comunicato solo questa mattina. Il piccolo ha riportato un trauma cranico e facciale ma non è in pericolo di vita. Secondo quanto raccontato agli agenti dalla madre, una marocchina di 45 anni, si era allontanata dal figlio per andare al bagno e una volta uscita non lo ha trovato più al suo posto. Ha però udito il suo pianto e ha scoperto che era caduto al piano inferiore, probabilmente arrampicandosi sulla ringhiera. Al momento non sono stati presi provvedimenti giudiziari nei confronti della madre.

A Milano pranzo contro psicosi del virusIncontro in ristorante cinese per assessore e Confcommercio

MILANO31 gennaio 202013:36

– Ramen e costine: la psicosi da coronavirus si combatte anche a tavola, in un ristorante cinese a Chinatown, con un pranzo cui hanno preso parte Confcommercio e l’assessora alle attività produttive del Comune di Milano Cristina Tajani. “Sono qui per portare un messaggio di vicinanza e solidarietà alla comunità cinese e di rassicurazione ai cittadini sulla diffusione del rischio” ha detto Tajani, spiegando che l’invito è “a non lasciarsi prendere da preoccupazioni immotivate e irrazionali che penalizzano il tessuto economico di una parte della nostra città: non c’è nessun rischio nel frequentare i ristoranti cinesi e non c’è nessun rischio per i bambini che frequentano scuole in classi miste”. Da parte sua Francesco Wu, consigliere di Confcommercio e referente per l’imprenditoria straniera, a tavola ha raccontato diversi episodi di discriminazione che gli sono stati riferiti, ad esempio da un’amica cui è stato negato di salire su un taxi.
“Informare e informarsi va bene, la psicosi no” ha detto Wu.

Bufera procure: Ermini,Csm si è rialzatoRisultati importanti dopo colpo a prestigio, grazie a Mattarella

31 gennaio 202013:48

– Il Csm si è rialzato dopo il colpo “durissimo” al suo “prestigio” venuto dall’inchiesta di Perugia che ha “disvelato un agire prepotente, arrogante e occulto tendente ad orientare inchieste, influenzare le decisioni del Csm e screditare altri magistrati”. “Non solo ha trovato la forza per continuare a svolgere le sue funzioni con assoluta regolarità, ma è riuscito a conseguire risultati importanti sia nel dialogo virtuoso con le altre figure istituzionali sia nella amministrazione della giurisdizione”. Lo ha sottolineato, intervenendo alla cerimonia dell’Anno Giudiziario in Cassazione, il vice presidente del Csm David Ermini, ringraziando il capo dello Stato per la sua “guida illuminata” del Consiglio superiore. VAI ALL’ECONOMIA VAI A TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

A Fontana di Trevi cartello in cinese, ‘non entrate’
Scritto anche in inglese davanti ad un bar

31 gennaio 202018:12

Un cartello scritto in cinese e in inglese per invitare chi arriva dalla Cina a non entrare è stato affisso questa mattina davanti ad un bar davanti a fontana di Trevi, in via del Lavatore, accanto ad un hotel. “A causa delle disposizioni internazionali di sicurezza, a tutte le persone provenienti dalla Cina non è permesso di entrare in questo posto. Ci scusiamo per il problema”, dice il cartello.

In Tribunale truffa a discendente MameliUno dei 5 indagati chiede di deporre,Gup Sassari decide 20 marzo

SASSARI31 gennaio 202014:11

– Un patrimonio da tre milioni di euro fatto di immobili, terreni e altri beni transitato dalla disponibilità della marchesa 96enne Ernestina Tacchino Zoagli, discendente di Adeilaide Zoagli, madre di Goffredo Mameli, ad una fondazione che porta il suo nome: non è però l’opera di un moderno mecenate, ma una presunta truffa ordita, secondo la Procura di Sassari, dal commercialista Rodolfo Gosmino, ex preside dell’Istituto alberghiero cittadino.
La vicenda, nella quale sono indagate altre 4 persone, tra cui la figlia 28enne di Gosmino, è arrivata oggi davanti al Gup che deve ancora decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla pm Maria Paola Asara. Il commercialista, assistito dall’avvocato Nicola Lucchi, ha infatti chiesto e ottenuto dal giudice Antonello Spanu di poter essere interrogato e di depositare delle memorie difensive. L’udienza è stata quindi aggiornata al 20 marzo. Gosmino è accusato di truffa aggravata, gli altri di falso.

Coppia cinesi non si è fermata a MilanoLo precisa l’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera

MILANO31 gennaio 202014:38

– I due cinesi affetti dal coronavirus e ora ricoverati allo Spallanzani di Roma non si sono fermati a Milano dopo essere atterrati a Malpensa il 23 gennaio scorso. Lo precisa l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. L’assessore ha precisato che i controlli a Malpensa sono gestiti direttamente dal Ministero.

Coronavirus: fake news su festa S. AgataGira su WhattsApp. Sindaco, nessuna allerta, denuncia a Polposta

CATANIA31 gennaio 202014:55

– Il Comune di Catania ha inviato una segnalazione alla Polizia postale su un’inesistente allerta Corona virus che il sindaco Salvo Pogliese stava per diramare in occasione dei festeggiamenti per Sant’Agata, Patrona della città. In una nota l’Amministrazione “smentisce categoricamente” quelle che definisce le “presunte determinazioni di contrasto e prevenzione alla diffusione del Corona virus, riferite alle prossime festività Agatine”. Il Comune parla di messaggio “infondato” dai contenuti “arbitrari e falsi” e aggiunge che “della fake news che sta circolando è stata anche inviata una segnalazione alla Polizia Postale”.
Questo il testo della fake news che gira su social media: “Avviso per i vari amici e parenti il coronavirus é arrivato in Italia , sarebbe opportuno non andare nei negozi cinesi o centri commerciali affollati. Il sindaco Pogliese – prosegue il falso messaggio – nelle prossime ore diramerà l’allerta per le festività Agatine. Grazie. Fate girare urgentemente”.

A ruba mascherine in Chinatown RomaA Fontana di Trevi cartello in cinese davanti bar, “non entrate”

ROMA31 gennaio 202015:11

– In giro, con la mascherina. All’indomani dell’accertamento dei primi due casi di Coronavirus in Italia, e precisamente a Roma, nel quartiere Esquilino – la ‘Chinatown’ della Capitale – si iniziano ad incontrare persone che camminano indossando mascherine. Nel quartiere che si dipana attorno a piazza Vittorio in molte farmacie, inoltre, si registra il tutto esaurito di mascherine. “Finite da alcuni giorni – riferisce una farmacista -. Se prima venivano solo cinesi, da questa mattina si è creato il ‘panico’ anche tra gli italiani, tanti sono venuti a chiedercele. E’ finita anche l’Amuchina”. A Roma comincia a serpeggiare la psicosi. E così davanti ad un bar davanti a fontana di Trevi è anche comparso un cartello scritto in cinese e in inglese per invitare chi arriva dalla Cina a non entrare. “A causa delle disposizioni internazionali di sicurezza, a tutte le persone provenienti dalla Cina non è permesso di entrare in questo posto. Ci scusiamo per il problema”, dice il cartello.

Ucciso nel Nuorese, 24 anni ai parentiCorte appello Sassari ribalta sentenza assoluzione per coniugi

SASSARI31 gennaio 202015:20

– Colpo di scena nel processo di secondo grado per l’omicidio di Angelo Maria Piras, ucciso a Lula (Nuoro) il 25 gennaio del 2015 con diversi colpi di fucile.
La Corte d’appello di Sassari ha ribaltato la sentenza di assoluzione emessa dalla Corte d’Assise di Nuoro, condannando per omicidio a 24 anni di carcere Nico Piras, fratello della vittima, e la moglie Alice Flore.
Il procuratore generale Paolo De Falco aveva chiesto l’ergastolo per entrambi gli imputati. La Corte, presieduta dalla giudice Plinia Azzena, ha emesso il verdetto dopo oltre tre ore di camera di consiglio. “Le sentenze si rispettano, ma davanti a un’assoluzione in primo grado questa di oggi è una decisione che ci sorprende e contro la quale presenteremo ricorso in Cassazione”, annuncia l’avvocato Francesco Lai, difensore di Alice Flore.

Coronavirus: task force in SardegnaAssessore Nieddu, siamo pronti e operativi anche sul territorio

CAGLIARI31 gennaio 202015:25

– Sale anche in Sardegna il livello di allerta per l’epidemia di Coronavirus, dopo i primi contagi in Italia e la dichiarazione di emergenza internazionale dell’Oms. Nessuna prescrizione particolare nell’Isola, dove sono state costituite un’Unità di crisi e una task force, se non quelle già emanate dal ministero della Salute. “Siamo perfettamente pronti e operativi – dice l’assessore della Sanità Mario Nieddu – Nei giorni scorsi abbiamo costituito l’Unità di crisi regionale, guidata dal direttore generale dell’assessorato, ed è operativa la task force dell’Ats (l’azienda unica sanitaria regionale, ndr) che ha diviso la Sardegna in due zone, nord e sud”. Conseguentemente il sistema sanitario territoriale è allertato in maniera capillare.

Medici aggrediti in sala operatoriaBloccano intervento, pretendono consulto per un altro paziente

BRINDISI31 gennaio 202016:00

– Un’equipe medica è stata bruscamente interrotta e aggredita verbalmente mentre era in sala operatoria per un intervento su un aneurisma dell’aorta. E’ accaduto ieri sera. Autori dell’aggressione i parenti di un altro paziente, ricoverato, che pretendevano un consulto. Gli aggressori, dopo aver strattonato il medico della Chirurgia vascolare del Perrino di Brindisi e aver preteso la presenza del primario, sono andati in sala operatoria, hanno forzato l’ingresso e interrotto per alcuni minuti l’intervento. Gli specialisti sono riusciti a mantenere la calma e a proseguire nel proprio lavoro evitando conseguenze gravi.

Pm arrestati:chiesti 10 anni per SavastaPena di 4 anni per pm Scimé e per imprenditore D’Agostino

LECCE31 gennaio 202016:14

– La Procura di Lecce ha chiesto la condanna a 10 anni e otto mesi di reclusione per l’ex pm tranese Antonio Savasta nel corso del processo con rito abbreviato in corso dinanzi al gup del Tribunale salentino. Savasta fu arrestato nel gennaio 2019 assieme al collega Michele Nardi con le accuse di associazione per delinquere, corruzione in atti giudiziari, falso ideologico e materiale. La pubblica accusa ha chiesto anche la condanna dell’altro ex pm tranese Luigi Scimé (4 anni e 4 mesi), dell’imprenditore Luigi D’Agostino (4 anni), 4 anni e mesi 4 per l’avvocato Ruggiero Sfrecola e 2 anni e 8 mesi per l’avvocato Giacomo Ragno. I due magistrati (Nardi è a giudizio con rito ordinario) sono accusati di aver garantito esiti processuali favorevoli in diverse vicende giudiziarie e tributarie in favore degli imprenditori coinvolti nelle indagini in cambio di ingenti somme di danaro e, in alcuni casi, di gioielli e diamanti.

Coronavirus, verifiche su coppia a ParmaNella provincia emiliana non risultano casi sospetti

PARMA31 gennaio 202016:16

– La Prefettura di Parma assieme all’Azienda Usl della città emiliana stanno in queste ore verificando i movimenti della coppia cinese ricoverata a Roma e risultata positiva al coronavirus, che ha effettuato una tappa del suo viaggio nel nostro Paese nella città emiliana.
Per ora, sottolineano fonti sanitarie, non ci sono in provincia di Parma casi sospetti né persone trattate per patologie che potrebbero ricondurre al coronavirus. Un primo summit sulla situazione si è svolto in tarda mattinata in Prefettura a Parma. A questo incontro farà seguito una nuova riunione fra le aziende sanitarie del territorio.

Ippolito,contagio solo da chi ha sintomiEvitare discriminazioni.Tre possibili contatti con coppia cinese

31 gennaio 202016:22

– “Il Centro europeo ha pubblicato nuove stime confermando che la trasmissione è possibile solo quando si hanno sintomi”. Lo ha affermato Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’ospedale Spallanzani di Roma, nel corso di una conferenza stampa parlando del contagio da coronavirus. “Se i casi importanti, quelli positivi, sono identificati in stato precoce allora c’è un rischio da basso a molto basso”, ha aggiunto Ippolito, spiegando che “la dimensione dell’epidemia non è valutata su scala nazionale”. “Bisogna evitare le discriminazioni: in Italia ci sono tanti cinesi”, ha aggiunto spiegando che sono “un numero limitato” i cinesi provenienti dalla zona dove è avuto il massimo contagio. “Bisogna evitare allarmismi – prosegue – ma dire che non ci saranno altri casi di coronavirus, significa non guardare alla realtà”. E’ stato specificato anche che “sono stati individuati tre possibili contatti” con la coppia cinese positiva ai test che sono stati “posti in sorveglianza domiciliare”.

Per Anastasia misura appena sufficienteRiesame Roma, Princi ebbe un ruolo chiave in affare droga

ROMA31 gennaio 202016:33

– Per Anastasia Kylemnyk il tribunale del Riesame di Roma “prende atto della misura applicata dal gip su richiesta del pm (motivata con l’assenza di pregressi coinvolgimenti in episodi inerenti stupefacenti), allo stato appena sufficiente a mantenere un controllo su di lei per prevenire il pericolo di reiterazione del reato”. E’ quanto scrivono i giudici della Libertà nelle motivazioni con cui il 19 dicembre scorso ha ribadito l’obbligo di firma per la fidanzata di Luca Sacchi, accusata del tentativo di acquisto di un ingente quantitativo di droga. Secondo i giudici del Riesame, l’attività di spaccio di Giovanni Princi è svolta “in maniera professionale da molto tempo e con ampia disponibilità” ritenendo plausibile che l’indagato “abbia avuto un ruolo se non di leader, di certo di promotore della trattativa e della conclusione dell’affare”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Marchi moda si contendono spazi a Milano
Da Tod’s a Fendi Italia, da Bottega Veneta a Damiani e Prada

MILANO31 gennaio 202016:35

– Tredici offerte per due negozi in Galleria Vittorio Emanuele II, nel cuore di Milano, da Tod’s, a Fendi, fino a Bottega Veneta, Hermes e Dior. Le griffe della moda si daranno battaglia a colpi di rialzi per la prossima asta all’incanto, con cui il Comune assegnerà i due spazi nel ‘Salotto della città’ e che si dovrebbe tenere verso la fine di febbraio. Questa mattina si è svolta la prima fase dell’asta, con la presentazione delle offerte che sono state ritenute tutte valide.
Sono due gli spazi che andranno all’asta: il primo lotto è relativo al negozio attualmente occupato da Armani e a partecipare saranno Tod’s, Fendi Italia, Bottega Veneta, Damiani, Prada, Salmoiraghi e Viganò. Il secondo spazio che andrà all’asta è relativo al negozio attualmente occupato da Versace e a contenderselo saranno Hermes, Luxury Retail Srl, Maxima Srl (Max Mara), Christian Dior, Versace, Damiani, Prada.

Coronavirus: coppia cinesi a VeronaIndagini Ulss, sorveglianza attiva per un addetto hotel

VERONA31 gennaio 202017:01

– Ha soggiornato per una sola notte a Verona la coppia di turisti cinesi ora ricoverati allo Spallanzani di Roma per il Coronavirus. Lo rende noto la Direzione regionale Prevenzione del Veneto. Sono stati inviati nell’albergo i sanitari del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 9 Scaligera “per effettuare le necessarie indagini”. La coppia ha avuto contatti solo con un addetto dell’hotel.
“La persona in questione, che ha avuto un contatto, per quanto breve e a una certa distanza, per precauzione – si sottolinea – è stata sottoposta alle procedure della sorveglianza attiva, che prevedono la verifica costante delle condizioni di salute e della temperatura corporea”.

Virus, in Lombardia 5 casi sotto esameAssessore Gallera, risultati in 3-5 ore

MILANO31 gennaio 202017:08

– Finora in Lombardia per il coronavirus sono stati effettuati “33 controlli, di cui 28 sono certamente negativi e 5 in via di valutazione”. Lo ha detto L’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, sottolineando che “le valutazioni hanno un tempo abbastanza rapido, con test particolari che sono disponibili nei centri di riferimento: abbiamo tre laboratori, l’Università statale, quella di Pavia e il Sacco, nell’arco di 3-5 ore fanno test e ce li comunicano”.

Iscrizioni:più licei, meno professionaliCresce l’interesse per gli indirizzi del Liceo scientifico 26,2%

31 gennaio 202017:58

– Iscrizioni on line verso la chiusura: il temine finale è previsto per stasera alle ore 20 ma un dato sembra consolidato: i licei sono sempre in crescita, i tecnici sono scelti da un terzo dei ragazzi, con i professionali in lieve calo. Sono questi i dati preliminari del ministero dell’Istruzione: le famiglie e gli studenti hanno effettuato le loro scelte a partire dal 7 gennaio attraverso la piattaforma messa a disposizione da viale Trastevere. Secondo i primissimi dati elaborati i Licei si confermano in testa alle preferenze.
Il 56,3% delle domande presentate per le classi prime della Secondaria di II grado ha riguardato, infatti, un indirizzo liceale. Un dato in crescita rispetto al 55,4% dell’anno scorso.
Gli Istituti tecnici passano al 30,8% dal 31% del 2019/2020.
Calano leggermente i Professionali, dal 13,6% al 12,9%.

Dal referendum al divorzio, tappe della BrexitOltre 3 anni e mezzo tra crisi politiche, lacrime e incertezze

31 gennaio 202018:10

Oltre tre anni e mezzo: una strada lunga e punteggiata da incognite quella che ha portato dal referendum del giugno 2016 all’uscita del Regno Unito dall’Ue il 31 gennaio 2020. Di seguito le tappe più significative: – 23 giugno 2016. Nel Regno Unito si tiene il referendum per scegliere se lasciare o meno l’Ue: prevalgono i favorevoli all’uscita, i ‘Leave’, con il 52%, rispetto al 48% dei ‘Remainer’. Il premier conservatore David Cameron, che aveva indetto il referendum e guidato la campagna per il ‘Remain’, annuncia le sue dimissioni.
– 11 luglio 2016. Theresa May conquista la leadership Tory, è nuovo primo ministro. L’euroscettico Johnson è ministro degli Esteri.
– 29 marzo 2017. May invia al presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk la lettera che fa scattare l’Articolo 50. Si fissa inoltre al 29 marzo 2019 la data per l’uscita dall’Ue.
– 18 aprile 2017. May annuncia elezioni anticipate.
– 8 giugno 2017. Alle elezioni il Partito Conservatore perde la maggioranza: per rimanere alla guida del governo May è costretta a trovare un accordo con gli unionisti nordirlandesi.
– 8 luglio 2018. Dopo mesi in cui May tenta di delineare un accordo, arrivano le dimissioni del ministro per la Brexit David Davis, il giorno dopo quelle di Johnson seguito da altri. In totale in 18 lasciano entro l’anno.
– 25 novembre 2018. Regno Unito e Ue raggiungono un accordo sui termini per l’uscita di Londra dall’Ue, che deve essere approvato da Westminster e dal Parlamento europeo.
– 13 dicembre 2018. Criticata per il suo accordo sulla Brexit, May è costretta a promettere le dimissioni prima delle elezioni.
– 15 gennaio 2019. Il governo perde il primo voto a Westminster sulla Brexit, è la peggiore sconfitta parlamentare nella storia.
– 20 marzo 2019. Obbligata dal parlamento, May chiede all’Ue una proroga fino al 30 giugno. L’Ue offre due date: il 22 maggio se l’accordo è approvato, altrimenti il 12 aprile.
– 11 aprile 2019. May chiede un altro rinvio, i leader Ue ne accordano uno “flessibile”, fino al 31 ottobre, ma se l’accordo viene approvato Londra può decidere di lasciare prima.
– 23 maggio 2019. Si tengono anche nel Regno Unito le elezioni europee, il giorno successivo May annuncia fra le lacrime le sue dimissioni da Downing Street.
– 23 luglio 2019. Boris Johnson diventa leader del partito Conservatore, entra a Downing Street da primo ministro.
– 28 agosto 2019. Il parlamento britannico è ‘sospeso’ per cinque settimane. Ma un mese dopo la Corte Suprema dichiara la decisione illegittima e i deputati tornano a Westminster.
– 19 ottobre 2019. Johnson è costretto a chiedere a Bruxelles un altro rinvio. L’Ue lo concede, fino al 31 gennaio.
– 29 ottobre 2019. La House of Commons approva la data del 12 dicembre per le nuove elezioni.
– 12 dicembre 2019. Dalle urne esce una netta maggioranza per i conservatori di Boris Johnson.
– 23 gennaio 2020. Il testo di legge per il divorzio di Londra dall’Ue diventa legge.
– 29 gennaio 2020. Il parlamento europeo approva l’accordo sulla Brexit.
– 31 gennaio 2020: il Regno Unito lascia ufficialmente la Ue alle 23 di Londra, la mezzanotte nell’Europa centrale.

Coronavirus,negativo primo caso SardegnaAnalisi su un sardo rientrato dalla Cina escludono infezione

CAGLIARI31 gennaio 202018:25

– E’ negativo il primo caso sospetto di coronavirus segnalato in Sardegna. Si tratta di un cittadino sardo appena rientrato da un viaggio in Cina. Le analisi subito effettuate – spiega l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu – hanno portato ad escludere la presenza del virus.
“Abbiamo attivato l’unità di crisi in seguito alla segnalazione del caso di una persona che ha manifestato sintomi compatibili con uno stato influenzale al rientro da un viaggio in Cina – afferma l’assessore – un sospetto che sin dai primi accertamenti si è presentato debole, ma su cui siamo intervenuti subito per escludere ogni rischio. La risposta è stata immediata e sono state applicate tutte le procedure indicate dal Ministero, così come abbiamo previsto nei giorni scorsi. In Sardegna sono presenti i test specifici e questo ci ha consentito in tempi rapidi di escludere in modo scientifico la presenza di un’infezione da coronavirus. La macchina dell’emergenza funziona e siamo pronti a ogni evenienza”.

Asl Parma: rischio contagio inesistenteNessun caso sospetto, coppia non ha manifestato sintomi

PARMA31 gennaio 202018:51

– Nessuna segnalazione e nessun caso sospetto di coronavirus ė stato registrato a Parma, con rischio contagio “praticamente inesistente”. Lo dicono in una nota congiunta le Aziende sanitarie di Parma che hanno definito le procedure per gestire tempestivamente eventuali segnalazioni, come da disposizioni regionali e ministeriali.
Dopo la conferma da parte dell’Istituto Spallanzani che la coppia prima di ammalarsi ha soggiornato brevemente a Parma, “è stata avviata un’indagine epidemiologica presso le due strutture alberghiere della città dove hanno soggiornato i due casi confermati. Durante la loro breve permanenza a Parma, le due persone di nazionalità cinese non hanno manifestato sintomi: la probabilità di contagio durante il loro soggiorno a Parma – secondo le aziende sanitarie – è dunque praticamente inesistente.

Coronavirus: stati Firenze 2 ricoveratiPer un giorno, indagine epidemiologica su possibili contatti

FIRENZE31 gennaio 202019:14

– I due cittadini cinesi ricoverati allo Spallanzani di Roma sono passati anche da Firenze. Lo rende noto la Regione Toscana spiegando di aver ricevuto la “notizia ufficiale che i due cittadini cinesi ricoverati allo Spallanzani di Roma con positività al coronavirus sono passati da Firenze, dove, ha precisato la Asl Toscana centro, hanno trascorso 24 ore. La Regione “ha immediatamente attivato l’indagine epidemiologica, per individuare i possibili contatti a rischio (contatto stretto, ravvicinato e continuo)”.

Costa Smeralda lascia CivitavecchiaEra rimasta bloccata per 24 ore a causa dell’allarme virus

ROMA31 gennaio 202019:27

– E’ ripartita poco dopo le 18.30 la Costa Smeralda, rimasta bloccata per 24 ore a Civitavecchia per il sospetto caso di Coronavirus, poi rientrato. Dalla nave sono scesi tutti i 1.143 passeggeri che sarebbero dovuti scendere ieri e al loro posto sono saliti i circa mille che dovevano iniziare la crociera proprio da Civitavecchia. La nave ora farà rotta per Savona, saltando la tappa di La Spezia.

Donna uccisa, prima è stata violentataLo ha stabilito l’autopsia eseguita dai medici a Brescia

BRESCIA31 gennaio 202019:37

– Francesca Fantoni, la donna di 39 anni trovata senza vita lunedì mattina in un parco pubblico a Bedizzole, nel Bresciano è stata violentata prima di essere ammazzata. Lo ha stabilito l’autopsia eseguita dai medici di Medicina legale degli Spedali civili di Brescia sul corpo della 39enne che era affetta da un ritardo cognitivo.
Andrea Pavarini, il suo assassino, ha abusato di lei e poi, probabilmente per non farla scappare e per impedirle di raccontare tutto, l’ha colpita al volto violentemente a mani nude e l’ha strangolata fino ad ucciderla.
Poi è tornato a casa passando prima da un bar dove è stato visto con la felpa sporca di sangue. Elemento notato dalla barista che ha fatto scattare l’indagine sul 32enne che fine all’interrogatorio in carcere aveva negato di aver ucciso Francesca.

Suora accoltellata davanti a chiesaL’aggressore è stato fermato

GENOVA31 gennaio 202020:09

– Una suora di circa 30 anni è stata accoltellata nel tardo pomeriggio nei pressi di una chiesa a Genova, nella delegazione di Sestri Ponente. La donna è stata soccorsa dal personale del 118 e ricoverata in ospedale. Sul posto sono intervenute le volanti della polizia e la squadra mobile. L’aggressore, a quanto si apprende, è stato fermato. La suora è vigile e cosciente hanno riferito i soccorritori. E’ stata ricoverata in codice rosso all’ Ospedale S. Martino e sottoposta ai primi accertamenti per verificare l’entità delle ferite. L’aggressore, da quanto si apprende, dava in escandescenza, forse anche a seguito di un recente lutto. Emergono altri dettagli: APPROFONDIMENTO

Una suora di circa 30 anni, di origini indiane, è stata accoltellata nel tardo pomeriggio di oggi dentro una chiesa a Sestri Ponente (Genova). La donna, che è rimasta sempre vigile e cosciente, è stata soccorsa dal personale del 118 e ricoverata in codice rosso all’ospedale S. Martino: ha riportato diverse ferite al collo fatte da un coltello con una lama di 40 centimetri. L’aggressione è avvenuta nella chiesa di San Francesco d’Assisi, davanti agli occhi di una decina di fedeli che erano in preghiera.Secondo le testimonianze di alcuni presenti, un italiano di 57 anni con problemi mentali avrebbe iniziato ad urlare “io sono il diavolo, sono Satana” e avrebbe aggredito il sacerdote della chiesa. La suora sarebbe stata ferita dopo essere intervenuta nel tentativo di fermarlo. Il prete, subito dopo le coltellate, è riuscito a calmare l’uomo e lo ha fatto sedere. Ma quando sul posto è arrivata la polizia, l’uomo si è scagliato contro gli agenti, stavolta senza ferire nessuno. E’ stato quindi arrestato.L’uomo, è poi emerso dalle indagini, avrebbe perso i genitori da poco. E’ un uomo conosciuto nel quartiere e seguito dallo stesso sacerdote.

Uccide una donna e tenta il suicidioLa donna era al lavoro come colf in un appartamento

GENOVA31 gennaio 202020:09

– Femminicidio nel pomeriggio a Genova, nel quartiere di Marassi, in via Furlani. Una donna è stata uccisa da un uomo che dai primi riscontri sarebbe l’ex marito.
L’uomo ha poi tentato il suicidio. La donna si trovava in un appartamento in cui lavorava come colf. A trovarla morta, accanto a un uomo ferito, è stato il datore di lavoro. Sul posto i medici del 118 che hanno trasferito l’uomo in codice rosso all’ospedale San Martino e la polizia.

Stella David su porta famiglia deportatiE’ successo a Bologna, l’uomo ha presentato denuncia

BOLOGNA31 gennaio 202020:20

– Una stella di David sull’ingresso di casa, con una freccia che indica il suo cognome sul campanello. Se l’è ritrovata un uomo, discendente di una famiglia sterminata nella Shoah, che abita a Bologna. L’uomo, la cui testimonianza è stata raccolta dalla Tgr Rai dell’Emilia-Romagna, ha già sporto denuncia alle forze dell’ordine.
“Verso le 10 – il racconto dell’uomo al tg regionale – sono andato a prendere il caffè al bar e sui campanelli ho visto questa scritta con il simbolo, la stella di David, con una freccia che va verso il mio nome nel campanello. Ho sentito il cuore battere forte, mi si è stretta la gola e mi sono chiesto ‘cosa devo fare?’. Io sono agnostico, quindi mi sembrava anche strano subire una discriminazione sulla base di una militanza religiosa”. Ha detto che, a differenza di quanto annunciato da alcune persone che, in Piemonte, hanno trovato scritte simili, farà cancellare la scritta. “Ho perso nella Shoah – ha raccontato – tutta la famiglia di mio padre tranne lui”.

Meningite, nuovo caso nel bergamascoAssessore al Welfare della Lombardia, ricoverata una 71enne

MILANO31 gennaio 202020:26

– “Una donna di 71 anni è risultata positiva nelle scorse ore al Meningococco C. La paziente, residente a Foresto Sparso (un comune della bergamasca a pochi km da Villongo), è ricoverata nel reparto malattie infettive dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, fortunatamente in condizioni stabili. ATS di Bergamo ha avviato le procedure di profilassi per i familiari e per le persone che sono state a stretto contatto con lei”. Lo riferisce l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, secondo cui sono state avviate profilassi e vaccinazioni anche per gli over 60.

Agguato ad autista boss ucciso, feritoGrave ma non in pericolo di vita, indagano i carabinieri

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA)31 gennaio 202020:57

– Un uomo di 37 anni, Domenico Russo, considerato vicino ad ambienti della criminalità organizzata, é stato ferito in un agguato a Corigliano Rossano, nel cosentino.
Russo, nel momento dell’agguato, era alla guida della sua automobile, su cui viaggiava da solo. Una persona, che si é data alla fuga, gli ha sparato alcuni colpi di pistola che hanno trapassato il parabrezza raggiungendo l’uomo in varie parti del corpo.
Russo é stato ricoverato in ospedale. Le condizioni sono gravi, ma l’uomo non sarebbe in pericolo di vita.
Sul tentato omicidio indagano i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro. La vicinanza di Russo agli ambienti della criminalità sarebbe dimostrata dalla sua presunta vicinanza col presunto boss Pietro Longobucco, di 61 anni, ucciso nel febbraio dello scorso anno a “Schiavonea” di Corigliano Rossano.

Virus:da Cdm 5 mln e stato emergenzaLo ha deciso la riunione del consiglio dei ministri

31 gennaio 202011:57

– Il consiglio dei ministri, a quanto si apprende, ha stanziato 5 milioni e ha dichiarato lo stato di emergenza che dura 6 mesi. E’ quanto si apprende da fonti di governo.

Nel 2019 calo denunce infortuni mortaliNel corso dell’anno arrivate 641.638 denunce incidenti (-0,1%)

31 gennaio 202011:46

– Nel 2019 le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Inail sono state 641.638 (+0,1% sul 2018).
Lo fa sapere l’Istituto spiegando che le denunce di infortunio mortale sul lavoro sono state 1.089 con un calo del 3,9%.
L’Inail ricorda che i dati sono provvisori e per sapere quanti casi denunciati saranno poi accertati come legati al lavoro bisognerà aspettare la conclusione dell’iter amministrativo e sanitario relativo a ogni denuncia. La flessione – spiega l’Inail – è da ritenere però “poco rassicurante” dato che il 2018 aveva avuto più incidenti plurimi.

Mondo tutte le notizie assolutamente in tempo reale e sempre approfondite e dettagliate. NON PERDERLE! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 15 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:37 ALLE 20:37 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Brexit:Sassoli,inizia una stagione nuova
In tre anni di discussioni ci siamo confermati molto più uniti

BRUXELLES31 gennaio 2020 07:37

– “E’ un giorno particolare per l’Europa. Inizia una stagione nuova. A mezzanotte il Regno Unito uscirà e dopo tre anni di discussioni facciamo un bilancio delle discussioni con gli amici britannici. L’Unione europea ha tratto vantaggi, perché si è confermata molto più unita”. Così il presidente dell’Europarlamento David Sassoli in una dichiarazione.

Coronavirus: in Cina 212 morti1200 nuovi contagi. Il totale dei casi nel Paese sale a 8900

PECHINO31 gennaio 202011:21

– Oltre al record di 42 decessi in un solo giorno, che ha portato il bilancio delle vittime del coronavirus da 170 a 212, in Cina si registrano anche altri 1200 nuovi contagi nella provincia di Hubei, di cui la città di Wuhan è capoluogo. Lo hanno annunciato le autorità locali. Il totale dei casi nel Paese è così salito a 8900. “Ascoltiamo le preoccupazioni degli altri Paesi e le capiamo.
Ma una reazione eccessiva sarebbe controproducente”, ha detto intanto l’ambasciatore cinese all’Onu, Zhang Jun, parlando con i giornalisti al Palazzo di Vetro. “La cosa che serve di più – ha aggiunto – è la cooperazione internazionale”.

Erdogan, pronti azione militare a IdlibIn Siria ‘vogliamo che torni stabilità. Non staremo a guardare’

ISTANBUL31 gennaio 202011:24

– “La Turchia non resterà a guardare di fronte agli sviluppi a Idlib e in altre regioni della Siria. Vogliamo il ritorno della stabilità in Siria e per questo faremo tutto ciò che è necessario, anche sul piano militare. Nessuno può costringerci ad accettare la tirannia del regime siriano”. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in un discorso a membri del suo Akp.

Gaza: aviazione colpisce obiettivi HamasNella Striscia manifestazioni contro Trump, allerta al confine

31 gennaio 202011:26

– TEL AVIV/GAZA

– Un attacco “su vasta scala” è stato condotto la scorsa notte da apparecchi della aviazione militare israeliana contro “obiettivi terroristici di Hamas” in seguito ai lanci, avvenuti ieri da Gaza verso Israele, di tre razzi e di diversi grappoli di palloni collegati ad ordigni esplosivi. Lo ha reso noto un portavoce militare a Tel Aviv, In particolare è stata colpita nel sud della Striscia una infrastruttura sotterranea destinata alla produzione di armi.
Secondo il portavoce, Hamas resta responsabile di tutti gli attacchi che hanno origine da Gaza e ne deve subire le conseguenze.
Oggi, al termine delle preghiere delle moschee, a Gaza avranno luogo manifestazioni di protesta contro il Piano Trump sul conflitto israelo-palestinese. Hamas ha ordinato ai dimostranti di non avvicinarsi comunque al confine con Israele.
Tuttavia lungo i reticolati unità dell’esercito israeliano restano in stato di allerta, pronte ad intervenire in caso di necessità.

Pompeo, sostegno a Kiev non vacilleràIl segretario di Stato Usa incontra presidente ucraino

MOSCA31 gennaio 202011:35

– Il sostegno degli Usa all’Ucraina “non vacillerà”: lo ha detto il segretario di Stato Usa Mike Pompeo dopo aver incontrato a Kiev il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Brexit: vdL, l’isolamento non dà forza’Appartenere all’Ue conta. La forza non sta nell’isolamento’

BRUXELLES31 gennaio 202011:40

– “Vogliamo il miglior partenariato possibile col Regno Unito ma non sarà buono come l’appartenenza. Appartenere all’Ue conta. L’esperienza ci insegna che la forza non sta nello splendido isolamento, ma nella nostra unica unione”. Così la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha evidenziato: “Oggi non è la fine è un inizio”.

Brexit: oggi il governo a SunderlandJohnson riunisce ministri nel nord, si parla del futuro

LONDRA31 gennaio 202011:29

– “Vogliamo avere le relazioni più ravvicinate possibili con l’Ue” e “un commercio per quanto possibile senza barriere”, ma “abbiamo votato per essere indipendenti” e non per restare “subordinati ai loro giudici, alle loro leggi, alle loro strutture politiche”. Così il ministro Michael Gove, numero tre del governo Tory britannico di Boris Johnson, tracciando oggi alla Bbc le linee del futuro del Regno Unito sullo sfondo del Brexit Day: la giornata che segnerà stanotte il divorzio ufficiale di Londra da Bruxelles. Gove ha parlato dei negoziati sulle relazioni future con l’Ue con toni di ottimismo, ammettendo però che si tratterà di cercare di “minimizzare” le barriere “nell’interesse del Paese”, non di provare ad annullarle annacquando la Brexit. Il governo Johnson si sta intanto radunando a Sunderland, città-simbolo del nord dell’Inghilterra che fu la prima a completare lo scrutinio delle schede pro-Leave al referendum del 2016.

Trump:Erdogan, da Paesi arabi tradimentoLeader turco accusa Arabia Saudita, Emirati, Oman e Bahrein

ISTANBUL31 gennaio 202011:23

– “I Paesi arabi che sostengono” il piano di Donald Trump su Israele e Palestina “commettono un tradimento verso Gerusalemme, verso il proprio popolo e verso tutta l’umanità”. È l’accusa lanciata dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che in un discorso ai membri del suo Akp ha elencato alcuni di questi Paesi. “L’Arabia Saudita è rimasta in silenzio. L’Oman e il Bahrein lo stesso. Il governo di Abu Dhabi applaude. Vergogna! Vergogna!”, ha detto Erdogan.

Interpol,no a ‘codice rosso’ per MoralesMa la Procura della Bolivia farà secondo tentativo

LA PAZ31 gennaio 202012:15

– La Procura della repubblica boliviana ha reso noto che l’Interpol ha respinto una richiesta di cattura con ‘codice rosso’ dell’ex presidente Evo Morales, esule in Argentina, adducendo incompatibilità con il suo statuto. Lo ha rivelato il pm Gonzalo Aparicio.
Tale richiesta, ha detto il Procuratore generale Juan Lanchipa, sarà nuovamente inoltrata dopo aver conosciuto nel dettaglio le motivazioni dell’Interpol a sostegno del diniego. Aparicio ha dichiarato che “il 17 gennaio abbiamo ricevuto una comunicazione dell’Interpol Bolivia in cui si dice che non darà seguito alla richiesta presentata dal Pubblico ministero perché contrasta con gli articoli 2 e 3 del suo statuto”.
In particolare l’articolo 3 recita che “è rigorosamente proibita per l’Organizzazione qualsiasi attività o intervento in questioni o vicenda di carattere politico, militare, religioso o razziale”.Dopo le sue dimissioni il 12 novembre, Morales è stato accusato dal governo della presidente ad interim Jeanine Anez di “terrorismo e sedizione”.

Brexit: Cameron, sarà un successoParla premier che volle referendum, ‘ero pro Remain, ma ora…’

LONDRA31 gennaio 202012:17

– “Un grandissimo giorno per il nostro Paese”. David Cameron, che da primo ministro convocò il referendum sulla Brexit, salvo far poi campagna per il Remain, perdere e uscire dalla vita politica, commenta con queste parole la giornata di oggi, destinata a culminare alle 23 ora britannica con la formalizzazione dell’uscita del Regno dall’Ue.
“E’ noto che io abbia fatto campagna per restare dentro l’Ue, ma ho sempre accettato il risultato del referendum (del 2016) e sapevo che questo giorno sarebbe venuto”, ha sottolineato l’ex primo mininostro conservatore, esprimendo ottimismo sul futuro.
“Noi siamo una delle maggiori economie al mondo, forse la sesta, e possiamo fare di questa scelta (la Brexit) un successo”, ha concluso, non senza rivolgere un incoraggiamento al governo del suo amico-rivale Boris Johnson. VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA  VAI A: SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Brexit: Farage, non torneremo più in Ue
‘Le ore 23 segnano punto non ritorno, E’ tempo di festeggiare’

BRUXELLES31 gennaio 202012:34

– “Le ore 23 di stasera segnano il punto di non ritorno. Una volta partiti, non ritorneremo mai più nell’Unione europea. E’ tempo di festeggiare!”. Così su Twitter l’eurodeputato euroscettico britannico, leader del Brexit Party, Nigel Farage.

Coronavirus: stop voli Turkish AirlinesFino a 9/2 sospese tratte per Pechino, Guangzhou, Shanghai, Xian

ISTANBUL31 gennaio 202012:38

– La Turkish Airlines ha annunciato la sospensione almeno fino al 9 febbraio dei suoi voli verso quattro destinazioni in Cina. Lo ha annunciato l’amministratore delegato della compagnia aerea, Bilal Eksi, spiegando che la decisione è stata presa a seguito dell’allarme lanciato dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Le tratte sospese riguardano Pechino, Guangzhou, Shanghai e Xian.

Mosca, rispettiamo obblighi a IdlibIl Cremlino respinge le accuse di Erdogan

MOSCA31 gennaio 202012:39

– La Russia “rispetta pienamente tutti gli obblighi previsti dagli accordi di Sochi relativi all’area di Idlib”, in Siria, ed è preoccupata dagli attacchi dei miliziani contro le forze siriane e la base aerea russa di Hmeimim: lo ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, respingendo le accuse del presidente turco Recep Tayyip Erdogan secondo cui la Russia non avrebbe rispettato una parte degli accordi sulla zona di de-escalation di Idlib.

Colloquio Putin-Merkel su Piano TrumpAl centro della conversazione anche situazione Ucraina e Siria

MOSCA31 gennaio 202013:04

– Il piano di Trump per il Medio Oriente è stato uno dei temi di cui hanno discusso il presidente russo Vladimir Putin e la cancelliera tedesca Angela Merkel nel corso di una conversazione telefonica. Lo riporta il Cremlino.
“Altri temi di attualità della conversazione – fa sapere la presidenza russa – sono stati la situazione in Ucraina e in Siria e il processo di pace in Medio Oriente. In questo contesto – sottolineano da Mosca – i leader si sono scambiati pareri sul piano Usa per risolvere il conflitto israelo-palestinese”.

Brexit, veterano Gb, a rischio anni paceShindler, ultimo reduce Anzio, ‘è terribile, un passo indietro’

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (ASCO31 gennaio 202014:02

– “La Brexit è una cosa terribile, non darà alcun vantaggio all’Inghilterra e non mi riferisco solo ai prezzi delle merci.
La verità è che mette a rischio gli 80 anni di pace vissuti dall’Europa dopo la seconda guerra mondiale. E’ quindi un passo indietro”. Lo dice

il veterano britannico Harry Shindler, oggi residente nelle Marche. Shindler, 99 anni, uno degli ultimi reduci di Anzio, si è battuto contro l’uscita del suo paese dalla Ue, rivolgendosi alla Corte Ue e all’Onu per il voto degli inglesi all’estero, che a suo dire avrebbe evitato la Brexit. “L’ho fatto – spiega – perché ho paura che gli 80 anni di pace che abbiamo avuto noi non ci saranno per i nostri nipoti; ho paura che in Europa, che è la nostra famiglia, si torni a litigare come accadde nel 1933, magari riprendendo i fucili”. Unica notizia positiva l’apertura del governo britannico al voto degli espatriati in futuro.

Coronavirus: due casi anche in RussiaLo annuncia la vice premier Tatiana Golikova

MOSCA31 gennaio 202014:39

– Due casi di persone infette con il nuovo coronavirus sono stati individuati per la prima volta anche in Russia: lo ha annunciato la vice premier Tatiana Golikova. Lo riferiscono le agenzie di stampa russe.

Iraq:Sistani,governo subito poi elezioniL’appello nel sermone durante la preghiera del venerdì

BEIRUT31 gennaio 202014:46

– La principale guida dello sciisma in Iraq, il Grand Ayatollah Ali Sistani, ha oggi invocato la necessità di andare “quanto prima verso libere e giuste elezioni” parlamentari. Le sue dichiarazioni giungono in un contesto in cui l’Iraq è da due mesi senza un governo pienamente in carica a causa delle dimissioni del primo ministro Adel Abdel Mahdi, sotto pressione dalla massicce e prolungate proteste popolari a Baghdad e nelle regioni sciite del sud contro il carovita e le ingerenze iraniane.
Parlando durante il sermone della preghiera comunitaria islamica del venerdì tramite un suo emissario nella grande moschea di Karbala, città-santuario sciita a sud di Baghdad ed epicentro delle proteste dai primi di ottobre, Sistani ha anche detto che si deve formare quanto prima un nuovo governo, incaricato di condurre il paese verso le elezioni legislative.

Gaza: tre colpi di mortaio verso IsraeleIeri neonata israeliana ferita accidentalmente durante allarme

31 gennaio 202014:53

– TEL AVIV

– Tre colpi di mortaio sono stati sparati dalla Striscia di Gaza verso il territorio israeliano. Uno di essi è stato intercettato in cielo, mentre gli altri due sono caduti in zone aperte senza provocare danni.
Lo ha riferito il portavoce militare israeliano. Poco prima, ha aggiunto, gli abitanti della zona avevano ricevuto messaggi di allerta nei loro telefoni cellulari.
Ieri, durante un altro attacco palestinese da Gaza, una donna israeliana che correva verso un riparo è caduta e la neonata che aveva con sé è rimasta ferita in modo grave.

Incendi, stato d’emergenza a CanberraOrdine di evacuazione per chi abita in periferia

31 gennaio 202014:58

Continua l’allerta incendi in Australia. Ad essere minacciata questa volta è la città di Canberra che ha dichiarato lo stato d’emergenza e ordinato a tutti i residenti della periferia di lasciare le proprie abitazioni. Secondo la Bbc, per la città australiana si tratta della minaccia più grave degli ultimi 17 anni. L’incendio più grande si sta sviluppando a sud di Canberra e finora ha divorato oltre 18.000 ettari di terra nella Orroral Valley dove le temperature hanno superato i 40 gradi. Il caldo estremo continuerà per tutto il weekend, con forti venti che rischiano di alimentare nuovi roghi a Canberra ma anche in New South Wales e a Victoria dove sono in corso ancora oltre 80 incendi.

Virus:primo bimbo contagiato in GermaniaFiglio di un uomo già infettato, è il sesto caso confermato

BERLINO31 gennaio 202014:57

– C’è un primo bambino contagiato dal coronavirus in Germania. Lo ha reso noto il ministero della Salute del Land della Baviera. Si tratta del figlio di un dipendente della ditta Webasto di cui ieri era stato annunciato il contagio. Finora in Germania i casi confermati sono sei, tutti collegati all’impresa bavarese che aveva ospitato una donna cinese risultata poi affetta dal virus una volta rientrata nel suo Paese.

Di Maio, lunedì i connazionali in Italia’I circa 80 che in questo momento sono a Wuhan’

31 gennaio 202016:00

– “Nella notte tra il 2 e il 3 febbraio cioè lunedì mattina atterreranno in Italia i nostri connazionali, circa 80 che in questo momento sono a Wuhan.
Ovviamente saranno sottoposti a un regime sanitario qui in Italia in un luogo dedicato”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parlando in teleconferenza con l’ambasciatore italiano in Cina Luca Ferrari.

Di Maio, creata Unità operativa specialeCoordinamento Unità di Crisi-Salute-Infrastrutture-Enac

31 gennaio 202016:01

– “Abbiamo deciso di creare una Unità Operativa speciale che si riunirà nelle prossime ore” per coordinare e gestire l’emergenza coronavirus, fornendo anche supporto ai 500 cittadini italiani che si trovano attualmente in Cina e desiderano tornare. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio incontrando i giornalisti alla Farnesina. L’Unità – ha spiegato il ministro – sarà sotto il coordinamento dell’Unità di Crisi della Farnesina, con i ministeri della Salute, delle infrastrutture e dell’Enac.
“Alcuni italiani hanno scelto di non rientrare per non allontanarsi dai propri familiari”, ha aggiunto il ministro precisando che sono circa 70 persone su 80 quelle che hanno fatto richiesta di rientrare, ha spiegato, “coloro che hanno deciso di rimanere manterranno un filo diretto con la rete diplomatica”.

Di Maio,nessun italiano contagiato WuhanAl loro arrivo in Italia trasferiti in una struttura militare

31 gennaio 202016:03

– “Non ci sono contagi di italiani”: lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio dopo avere parlato in teleconferenza con l’ambasciata italiana in Cina.
Dopo l’arrivo lunedì in Italia i connazionali “saranno portati in una struttura militare dove sarà avviato il protocollo sanitario”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

L’elicottero di Bryant non poteva volare con la nebbia
La compagnia aveva la certificazione solo per il volo a vista

LOS ANGELES31 gennaio 202016:20

L’elicottero in cui hanno perso la vita Kobe Bryant, la figlia Gianna Maria e altre sette persone non poteva volare in condizioni di scarsa visibilità. Lo riferiscono tre fonti vicine alla Island Express Helicopters, proprietaria del Sikorsky S-76B. L’azienda, infatti, sarebbe certificata solo per operare secondo le regole del volo visivo, con almeno tre miglia di visibilità e un tetto di nuvole non inferiore ai 1.000 piedi dal suolo; non avrebbe, invece, la certificazione per il volo strumentale. Secondo quanto riporta il New York Times, l’elicottero aveva a bordo strumenti sofisticati che la Federal Aviation Administration aveva approvato per il volo strumentale e anche il pilota Ara Zobayan aveva l’abilitazione per questo tipo di volo. Tuttavia, a causa delle limitazioni imposte dalla stessa Faa per operare con il trasporto di passeggeri a noleggio, gli era richiesto di seguire le regole del volo a vista. Un altro operatore presso l’aeroporto di Van Nuys, dove ha sede la compagnia, ha spiegato che nessuno degli operatori charter affronta le spese e complicazioni per avere la certificazione per il volo strumentale, anche perché normalmente è semplice navigare a bassa quota nel sud della California, dove il tempo è in genere mite e soleggiato.

Usa: la figlia di Bill Gates si sposaCon il campione di equitazione egiziano Nayel Nassar

NEW YORK31 gennaio 202016:35

– La figlia di Bill Gates si sposa.
Jennifer Gates, 23 anni, ha annunciato con una foto su Instagram il suo fidanzamento con il milionario egiziano e campione di equitazione Nayel Nassar. “Nayel sei unico. Lo scorso fine settimana mi hai letteralmente fatto perdere la testa, sorprendendomi nel posto più significativo di una delle nostre tante passioni comuni”, ha scritto la figlia maggiore del fondatore di Microsoft, postando una foto di loro due sulla neve. “Non vedo l’ora di trascorrere il resto della nostra vita imparando, crescendo, ridendo insieme”, ha aggiunto. “Mi sento l’uomo più fortunato e più felice del mondo – ha scritto lui sempre su Instagram – Jenn sei tutto ciò che avrei potuto immaginare e molto di più. Non vedo l’ora di continuare a crescere insieme in questo viaggio chiamato vita e non riesco semplicemente più a immaginare la mia senza di te”.
Entrambi hanno frequentato la Stanford University e condividono l’amore per l’equitazione.

Brexit, marcia di addio degli eurodeputati Gb al parlamento europeo A Mezzanotte l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea

31 gennaio 202012:20

Marcia di addio all’Europa degli eurodeputati britannici del Brexit Party oggi davanti al parlamento europeo. Al suono della cornamusa una quindicina di politici britannici hanno solcato il piazzale antistante all’Eurocamera a Bruxelles muniti di una bandiera della Unione Jack e con in mano ombrelli con su scritto “cambiare in meglio la politica” per poi dirigersi alla stazione centrale della città e prendere l’Eurostar per Londra.”Finalmente questa bandiera torna a Londra”, ha detto l’eurodeputato Jonathan Bullock. Altri invece hanno portato in piazza un cartello dove era impresso ‘Brexodus express”. L’evento questa mattina a poche ore dall’uscita del Regno Unito dall’Unione europea a seguito della Brexit alla mezzanotte di oggi.Mercoledì sera il parlamento europeo ha dato il suo ok definitivo all’accordo di divorzio con Londra mentre ieri è stato il Consiglio ad approvare l’accordo di recesso. E proprio dalla giornata di mercoledì a Bruxelles si sono moltiplicati gli eventi, tra manifestazioni, party e raduni in vista dell’uscita del Regno Unito. Ieri ad esempio la statua simbolo di Bruxelles Manneken Pis è stata abbigliata con il tight tradizionale britannico il cappello a cilindro e il gilet con i colori della bandiera britannica. Colori e musica nella Grand Place dove è stata allestita una finta cabina telefonica rossa ed un piccolo palco. E sempre ieri sera davanti al Parlamento europeo l’eurodeputato verde Magid Magid, ha inscenato una serata d’addio dal titolo ‘F..k Brexit’ con i violini che hanno suonato ‘I will survive’ di Gloria Gaynor.  “E’ un giorno particolare per l’Europa. Inizia una stagione nuova. A mezzanotte il Regno Unito uscirà e dopo tre anni di discussioni facciamo un bilancio delle discussioni con gli amici britannici. L’Unione europea ha tratto vantaggi, perché si è confermata molto più unita”. Così il presidente dell’Europarlamento David Sassoli in una dichiarazione.”Vogliamo il miglior partenariato possibile col Regno Unito ma non sarà buono come la membership. Appartenere all’Ue conta. L’esperienza ci insegna che la forza non sta nello splendido isolamento, ma nella nostra unica unione”. Così la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha evidenziato: “Oggi non è la fine è un inizio”.

Brexit, l’Ue perde 66 milioni di cittadini e 13mld di euroEcco come cambia la mappa europea

BRUXELLES31 gennaio 202018:11

Con l’uscita del Regno Unito, l’Ue perde oltre 66 milioni di cittadini e 248.536 chilometri quadrati del suo territorio, tanto che anche il centro geografico esatto dell’Unione post-Brexit si sposterà di 60 chilometri, da Westerngrund al piccolo villaggio di Gadheim, (entrambe in Baviera), dove in un grazioso e curato giardino del paesino, già campeggiano le bandiere tedesca ed europea. La Brexit non avrà invece conseguenze sul destino lavorativo dei circa 700 impiegati britannici già in servizio alla Commissione europea, o dei 33 impiegati al Consiglio europeo, mentre sono tre i giudici della Corte di giustizia Ue a fare gli scatoloni. Gli eurodeputati ‘brit’ ad aver abbandonato l’Eurocamera (stamani una quindicina di membri del Brexit party lo hanno fatto al suono delle cornamuse) sono 73 e molti dei 67 assistenti parlamentari se ne andranno con loro. Sulla base dei dati della Commissione europea per il periodo 2014-2020, con la dipartita di Londra si creerà un buco di almeno 13,462 miliardi di euro nel prossimo bilancio comunitario, attualmente in discussione. Un contributo significativo, anche perché, con un prodotto interno lordo di quasi 2.400 miliardi di euro, nel 2018 l’economia britannica si è confermata la seconda più grande nell’Ue, dopo quella tedesca.
I settori più importanti dell’economia del Regno Unito nel 2018 sono stati il commercio all’ingrosso e al dettaglio, i trasporti e i servizi alberghieri e di ristorazione (17,9%), la pubblica amministrazione, la difesa, l’istruzione, la sanità e l’assistenza sociale (17,5%) e l’industria (14,1%).
Inoltre nel 2018 il Regno Unito ha esportato per il 47% all’interno dell’Ue (Germania 10%; Francia e Paesi Bassi 7%; e Irlanda 6%). Nei Paesi extra-Ue ha invece esportato per il 13% negli Usa e per il 6% in Cina. L’import è stato per il 53% dai partner dell’Ue: Germania 14%, Paesi Bassi 8% e Francia 5%; mentre dai Paesi extra-Ue, il 10% dagli Usa ed il 9% dalla Cina.
L’interscambio Italia-Gb è rallentato nel 2019, -1,7% a novembre, mentre in termini comparativi, la Penisola è il nono partner commerciale di Londra.

Airbus patteggia multa da 3,6 miliardi per chiudere inchiesteGruppo era sotto indagine per corruzione su vendite aerei

31 gennaio 202019:32

Airbus ha accettato di pagare una multa totale di 3,6 miliardi di euro alla Francia, alla Gran Bretagna e agli Stati Uniti per archiviare le inchieste per corruzione di cui è oggetto. Secondo i dettagli dell’accordo, svelato oggi a Parigi, il colosso aeronautico europeo sborserà 2,1 miliardi di euro alla Francia, 984 milioni di euro alla Gran Bretagna e 526 milioni di euro agli Stati Uniti. Le inchieste riguardavano, in particolare, “irregolarità” sui contratti di vendita degli aerei.

Libia: Consiglio Europa, stop intese Italia-Guardiacoste

31 gennaio 202019:20

“L’Italia deve sospendere con urgenza le attività di cooperazione con la guardia costiera libica almeno fino a quando quest’ultima non possa assicurare il rispetto dei diritti umani”: lo chiede Dunja Mijatovic, commissario dei diritti umani del Consiglio d’Europa. Mijatovic chiede inoltre a tutti gli Stati di facilitare la creazione di corridoi umanitari.

“Mi rammarico che le autorità italiane non abbiano già annullato, o come minimo cambiato i termini, del Memorandum con la Libia, che sarà automaticamente rinnovato il 2 febbraio” evidenzia Mijatovic. “Nel 2019 ho già indicato che certi tipi di assistenza dati alla guardia costiera libica hanno fatto aumentare il ritorno di migranti, inclusi richiedenti asilo, in Libia dove sono stati vittime di gravi violazioni dei loro diritti” continua il commissario. “Ci sono numerose prove che queste violazioni continuano e la sicurezza nel Paese sta peggiorando a causa del conflitto armato” sostiene Mijatovic. “Per questo chiamo il governo italiano a sospendere con urgenza le attività di cooperazione con la guardia costiera libica che hanno un impatto, diretto o indiretto, sul ritorno in Libia delle persone intercettate in mare fino a che non sarà certo che vi siano solide garanzie sul rispetto dei diritti umani” dice il commissario. Nel frattempo, dice il commissario, l’Italia e altri stati devono aiutare le organizzazioni internazionali ad assicurare il rilascio di rifugiati, richiedenti asilo e migranti dai luoghi di detenzione in Libia, e facilitare la creazione di corridoi umanitari. “Per evitare ulteriori morti in mare i Paesi devono inoltre dispiegare nel Mediterraneo un numero sufficiente di navi che abbiano la missione di ricercare e salvare i naufraghi” indica Mijatovic.

Il dossier libico e il Memorandum tra Italia e Libia è stato al centro, a quanto si apprende, di un vertice ad hoc organizzato questa mattina a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte e i ministri competenti, tra i quali il titolare della Farnesina Luigi Di Maio e il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Il vertice ha avuto luogo prima del Cdm sul coronavirus delle ore 10.

“L’impegno degli Stati Uniti in Libia e’ molto importante e devono mettere sul tavolo tutto il loro peso politico per arrivare ad una soluzione politica e non militare”: lo ha detto il ministro della difesa Lorenzo Guerini in una conferenza stampa al Pentagono con il segretario alla difesa Marc Esper, sottolineando che “l’ingresso della Russia e della Turchia ha contribuito ad intensificare le tensioni nel Paese”.

Medici Senza Frontiere (Msf) chiede alle autorità italiane di non rinnovare l’accordo con la Libia siglato tre anni fa perché contribuisce a perpetuare l’esposizione di migranti e rifugiati a violenza, respingimenti, sfruttamento e detenzione arbitraria. “Ignorare le conseguenze di questi accordi – sostiene Marco Bertotto, responsabile per gli affari umanitari di Msf – è impossibile, oltre che disumano. Anche grazie al supporto dell’Italia persone innocenti e vulnerabili sono intrappolate in un paese in guerra, costrette a vivere situazioni di pericolo e minaccia o sottoposte a un sistema di detenzione arbitrario e spietato. La maggior parte di coloro che riescono a fuggire vengono sistematicamente intercettati in mare e nuovamente respinti nei centri di detenzione o in circuiti illegali di sfruttamento e violenza. Mentre i più vulnerabili pagano il prezzo più alto, le reti di trafficanti di esseri umani, a terra e in mare, alimentano il loro giro di affari”. “In un momento in cui anche l’Unhcr – aggiunge – è stata costretta a ritirarsi dal centro di transito di Tripoli a causa del conflitto, e considerata l’evidente impossibilità di negoziare con le autorità libiche un miglioramento sostanziale di questi accordi, riteniamo indispensabile procedere con la loro immediata cancellazione. Questa vergogna – conclude – non si può rinnovare”.

“Quelli che in Libia vanno a braccetto con un barone della guerra non possono criticare la Turchia. Quelli che armano e pagano mercenari di tutto il mondo, dal Sudan alla Russia, perché siano al soldo del generale golpista Haftar, si permettono ora con profonda ipocrisia di criticarci”. Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, dopo le accuse ad Ankara di violazioni della tregua concordata alla conferenza di Berlino, giunte in particolare dalla Francia. “Quelli che sostengono un golpista, invece di schierarsi dalla parte del governo legittimo e del popolo in Libia, tradiscono prima di tutto la democrazia”, ha aggiunto Erdogan.

Spettacoli Cinema Musica Cultura tutte le notizie in tempo reale. Tutte, complete, sempre aggiornate, da non perdere! RESTA INFORMATO!
Aggiornamenti, Cinema, Notizie, Spettacoli Musica e Cultura, Ultim'ora

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA RIAGGIORNATO. LE PRIME 2 NOTIZIE SONO QUELLE AGGIUNTE

Tempo di lettura: 50 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:30 DI GIOVEDì 30 GENNAIO 2020

ALLE 21:33 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Guillermo Del Toro sul set, ciak per Nightmare Alley
Bradley Cooper e Cate Blanchett nel cast film del premio Oscar

31 gennaio 202020:10

Il nuovo film di Guillermo Del Toro , premio Oscar per La forma dell’acqua, è sul set. Sono cominciate le riprese, annuncia Searchlight Pictures di Nightmare Alley questa settimana a Toronto, in Canada. Il film è interpretato da Bradley Cooper con Cate Blanchett, Toni Collette , Willem Dafoe , Richard Jenkins , Rooney Mara, Ron Perlman e David Strathairn.
In Nightmare Alley, un giovane e ambizioso giostraio (Bradley Cooper) con un talento nel manipolare le persone con poche parole ben scelte frequenta una psichiatra (Cate Blanchett) che è ancora più pericolosa di lui.
Al luna park lavorano anche Molly (Rooney Mara), il capo imbonitore Clem (Willem Dafoe) e Ron Perlman nei panni di Bruno the Strongman. Richard Jenkins fa parte del pubblico dell’alta società nel ruolo del ricco industriale Ezra Grindle.
Il film è scritto dallo stesso del Toro insieme a Kim Morgan e prodotto dallo stesso Del Toro con J. Miles Dale ed è basato sul romanzo di William Lindsay Gresham. Il film sarà supervisionato dai Presidents of Production for Film and Television di Searchlight Pictures David Greenbaum e Matthew Greenfield e dal Vicepresidente Senior DanTram Nguyen.
Searchlight distribuirà la pellicola in tutto il mondo.
“È per noi un’emozione fortissima nonché un onore collaborare ancora una volta con Guillermo. Ha creato quella che è a tutti gli effetti una squadra di attori e talenti creativi da sogno, per contribuire a portare la sua eccezionale visione di Nightmare Alley sul grande schermo”, hanno dichiarato Greenbaum e Greenfield.
Il regista e sceneggiatore Guillermo del Toro ha dichiarato: “Sono ispirato e felice di lavorare con questo magnifico cast.
Io e Kim Morgan abbiamo lavorato con grande passione per portare sullo schermo il mondo oscuro e crudo e il linguaggio di William Gresham e ora siamo affiancati da un eccezionale gruppo di artisti e tecnici per dargli vita”.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA
In ‘Lourdes’ tutto il dolore del mondoIn sala dal 24 al 26 febbraio il film di Demaiziere e Teurlai

31 gennaio 202020:10

Un vero e proprio pugno nello stomaco questo ‘Lourdes’, documentario di Thierry Demaizière e Alban Teurlai in sala dal 24 al 26 febbraio con 102 Distribution, perché dentro questo film c’è tutto il dolore del mondo. Attraverso lo sguardo laico dei due registi si entra come in un trittico del dolore a firma Hieronymus Bosch dove a prevalere è l’umanità, quella di chi soffre e spera, e anche di chi assiste. In una delle scene più toccanti c’è una volontaria che guida gli addetti all’assistenza dei malati con grande garbo indicando loro quanta delicatezza dovranno avere nel lavare, pulire ed assistere dei malati non abituati ad essere toccati da altre mani, nè ad essere visti nudi se non dai loro cari. Immagini di pura emozione. E così ha ragione il sito francese Allociné a considerare Lourdes tra i 15 migliori documentari degli ultimi dieci anni perché il caravanserraglio di persone sofferenti, di infinite speranze, di capacità di accoglienza e sacrificio di chi assiste è pura poesia. Dicono Thierry Demaizière e Alban Teurlai che sono stati quasi un anno a Lourdes per realizzare il filmato: “Lourdes è quel luogo dove si possono mettere da parte le proprie convinzioni private per individuare un ‘qualcosa’ di straordinario. È questo ‘qualcosa’ che ci incuriosiva, avevamo l’intuizione che Lourdes dovesse essere un crogiolo di umanità dove accadeva ‘qualcosa’ di eccezionale sulla condizione umana, ‘qualcosa’ che superava persino la fede e che ci portava ad interrogarci sul nostro rapporto con la sofferenza e la morte”. La grotta di Lourdes, visitata ogni anno da milioni di persone, è raccontata poi dai registi anche attraverso una decina di personaggi che parlano della loro vita davanti alla telecamera. Non solo, questa località, come si vede nel film, accoglie ogni anno anche delle prostitute che vengono da Parigi in cerca di una possibile redenzione. Cosa che spesso accade. Il Santuario di Lourdes, dove avvenne l’apparizione della Madonna a Bernadette Soubirous nel 1858, va detto infine è il terzo santuario cristiano al mondo per numero di pellegrini all’anno, dopo la basilica di San Pietro in Vaticano e la basilica di Nostra Signora di Guadalupe. Comunque, per quanto riguarda i numeri, dopo il 1858 i medici hanno constatato 7000 guarigioni inspiegabili e la Chiesa ha riconosciuto 70 miracoli.

Le parole del Papa per i più piccoli
In libreria per Salani ‘I bambini sono speranza’

30 gennaio 2020

13:30

– PAPA FRANCESCO, I BAMBINI SONO SPERANZA (SALANI, pp. 34 – euro 12,90), A CURA DI ANTONIO SPADARO.
Papa Francesco parla ai più piccoli invitandoli ad abbracciare lo spirito di condivisione, tolleranza e pace, sintonizzandosi con il loro sguardo schietto, in modo semplice e diretto, nel libro ‘I bambini sono speranza’, in libreria il 30 gennaio per Salani. E’ un volume illustrato cartonato, che si compone di alcune brevi e semplici frasi del Pontefice raccolte da padre Antonio Spadaro, direttore de La Civiltà Cattolica, con vivaci e colorate immagini di Sheree Boyd, illustratrice newyorkese nata in Italia, con un passato di disegnatrice tessile per il mercato dei bambini.
Papa Francesco invita i bambini a essere generosi, a non aver paura di piangere, a fare del bene nella vita, ma anche a sorridere, a fare sempre squadra, a gioire e sprigionare allegria. E, perché no, anche a ballare.
“Ibambini non sono diplomatici: dicono quello che sentono, dicono quello che vedono, direttamente. E tante volte mettono in difficoltà i genitori, dicendo davanti alle altre persone: ‘Questo non mi piace perché è brutto’. Ma i bambini dicono quello che vedono, non sono persone doppie, non hanno ancora imparato quella scienza della doppiezza che noi adulti purtroppo abbiamo imparato” aveva detto il Papa in In una Udienza.
‘I bambini sono speranza’ è un piccolo libro speciale con un messaggio universale per rendere il mondo un posto migliore.

vinti 1 mln euro a Chi vuol esser milionario?Enrico Remigio entra nella storia quiz condotto da Scotti

30 gennaio 202013:30

– A “Chi vuol essere milionario?”, il manager pescarese Enrico Remigio ha vinto 1 milione di euro, entrando di diritto nella storia del quiz condotto da Gerry Scotti. Il trentenne bocconiano con grande concentrazione e sangue freddo ha risposto esattamente alla quindicesima e ultima domanda del quiz aggiudicandosi il montepremi massimo.
La domanda che gli ha regalato la vittoria era: “Cosa lasciò scritto sul suolo lunare Gene Cernan, l’ultimo uomo che mise piede sulla Luna?”. La risposta esatta (data da Enrico Remigio dopo un’ora di ragionamento e quattro opzioni tra cui scegliere) è stata “Le iniziali della figlia”.
Il concorrente vive e lavora a Singapore, ha una fidanzata francese che vive a Bangkok, e con questo superpremio vorrebbe tornare a vivere in Italia per avviare una sua attività imprenditoriale.
Gerry Scotti, che conduce “Chi vuol essere milionario?” fin dalla prima edizione italiana nel 2000, ha commentato così la straordinaria puntata di ieri sera: “Un grazie particolare a tutti i telespettatori che hanno scelto di vivere insieme a me le emozioni che solo questo programma può dare: sono orgoglioso di fare una televisione come questa! Enrico Remigio è il quarto concorrente ad aggiudicarsi il massimo del montepremi nella storia ventennale di “Chi vuol essere milionario?”. L’ultima vincita milionaria risale a 9 anni fa, quando, nel 2011, la casalinga pavese Michela De Paoli rispose esattamente alla domanda delle domande senza utilizzare nessuno dei quattro aiuti a sua disposizione. Prima di lei, nel 2004, fu la volta dello studente d’ingegneria Davide Pavesi.
Prima ancora, nel 2001, l’impiegata di Pistoia Francesca Cinelli vinse 1 miliardo di lire.

Uffizi: ‘Cavallo’ Jackie Kennedy entra in Collezione disegniFoglio Foggini acquistato NY da Friends of the Uffizi Galleries

FIRENZE30 gennaio 202013:32

– Il ‘Cavallo’ di Jackie Kennedy entra nella collezione dei disegni degli Uffizi: si tratta di un foglio di Giovanni Battista Foggini appartenuto all’ex first lady statunitense, acquistato all’asta a New York insieme ad altre opere da Friends of the Uffizi Galleries, associazione no profit che sostiene il museo fiorentino.
In totale Friends of the Uffizi Galleries ha acquistato per gli Uffizi 4 disegni, due del pittore seicentesco Baldassarre Franceschini, gli altri dello scultore barocco Giovanni Battista Foggini: uno di questi è appunto la raffigurazione di un cavallo da dietro, appartenuto a Jackie Kennedy. Oltre a questo, comprato da Christie’s, del Foggini i Friends of the Uffizi Galleries sono riusciti ad aggiudicarsi, in questo caso da Sotheby’s, anche il foglio ‘Nettuno insegue Coronis’. Sempre nella stessa asta, sono stati acquisiti anche i due disegni di Baldassare Franceschini (detto il Volterrano): si tratta di due studi di Apostoli inginocchiati, preparatori per il suo affresco nella basilica della Santissima Annunziata a Firenze.
“Siamo felici di poter arricchire, grazie alla generosità dei Friends of the Uffizi Galleries, la nostra raccolta – spiega il direttore degli Uffizi Eike Schmidt -. I due fogli di Franceschini integrano e completano una serie di disegni preparatori per l’affresco della Santissima Annunziata già presenti nella nostra collezione”, e hanno “un grande valore artistico autonomo”. “Allo stesso modo anche il Foggini era anche un celebre disegnatore, e queste opere lo testimoniano in modo esemplare”. “Iniziamo il 2020 dando il nostro contributo all’ampliamento della collezione del museo che più amiamo”, le parole della presidente di Friends of the Uffizi Galleries Maria Vittoria Rimbotti.

Anna, prime foto da set in Sicilia serie di AmmanitiCreata e diretta dal regista e scrittore, andrà su Sky

30 gennaio 202020:17

– Prime foto dal set siciliano di Anna (working title), la nuova serie Sky Original creata e diretta da Niccolò Ammaniti dal suo romanzo omonimo, fra i più amati della sua produzione, edito in Italia da Einaudi.
Le immagini svelano per la prima volta il cast e la protagonista: l’esordiente Giulia Dragotto (13 anni, scelta fra oltre duemila candidate) è Anna, una ragazzina che in un mondo devastato da un virus, in cui gli esseri umani vivono quattordici anni, parte alla ricerca del fratellino rapito, Astor, interpretato da Alessandro Pecorella (9 anni, anche lui alla sua prima apparizione in tv.).
Anna, il secondo progetto per la tv dello scrittore Premio Strega, ancora per Sky dopo il successo de Il Miracolo, è una serie prodotta da Mario Gianani e Lorenzo Mieli con Lorenzo Gangarossa per Wildside, parte di Fremantle, in coproduzione con ARTE France e Kwaï. Niccolò Ammaniti è showrunner e regista della serie, di cui firma la sceneggiatura con Francesca Manieri (Veloce come il vento, Il Primo Re, Il Miracolo).
Fra i giovanissimi attori esordienti, Clara Tramontano interpreta Angelica, mentre Giovanni Mavilla è Pietro. Nel cast anche Roberta Mattei (Non essere cattivo, Veloce come il vento, Il primo Natale) e Elena Lietti (La pazza gioia, Tre piani), che torna davanti alla macchina da presa di Ammaniti nei panni della madre scomparsa di Anna e Astor, dopo l’esperienza sul set de Il Miracolo in cui dava il volto a Sole Pietromarchi, l’inquieta moglie del premier interpretato da Guido Caprino.
Una ragazzina cocciuta e coraggiosa parte alla ricerca del fratellino rapito. Fra campi arsi e boschi misteriosi, ruderi di centri commerciali e città abbandonate, fra i grandi spazi deserti di un’isola riconquistata dalla natura e selvagge comunità di sopravvissuti, Anna ha come guida il quaderno che le ha lasciato la mamma con le istruzioni per farcela. E giorno dopo giorno scopre che le regole del passato non valgono più, dovrà inventarne di nuove. Anna, distribuita all’estero da Fremantle, sarà in Italia in esclusiva su Sky.

Quattro cantanti selezionano le sneaker estive per Aw LabIn nuova campagna Dani Faiv, Low Kidd, Madame, Ana Mena

30 gennaio 202013:55

– Il global retailer Aw Lab (240 store nel mondo) lancia la campagna Selected by Musica Edition 2020 con la straordinaria partecipazione dei cantanti Ana Mena, Dani Faiv, Madame, Low Kidd, artisti del momento, che hanno selezionato le sneaker più cool per le stagioni spring/summer 2020. La nuova campagna ha come protagonisti tre artisti tra i più ascoltati e seguiti della scena musicale italiana, Dani Faiv, Low Kidd e Madame, la rivelazione dell’anno. Assieme a loro Ana Mena, cantante super “streammata” in Spagna ma conosciuta ed apprezzata anche nel nostro paese.
Gli artisti hanno selezionato i modelli di sneaker più trendy della nuova stagione e sono stati protagonisti di uno shooting fotografico le cui immagini sono al centro della nuova comunicazione digital ed in-store su tutto il network del brand.
Il range selezionato dagli artisti spazia tra i bestseller dei big brand di sneaker internazionali. Dalle Nike Air Force One e Diadora MI Basket per l’uomo alle Adidas Supercourt e Puma RS-X per la Donna, con un total look composto dai nuovi capi must have di Nike, Fila, Champions e Diadora.

Riki, ero stufo e così sono sparito per un po’Nel mirino per aver spoilerato cover, “l’ho fatto ingenuamente”

31 gennaio 202009:51

Nel 2017, grazie alla partecipazione ad Amici di Maria De Filippi e alla vittoria nella categoria Canto, è l’artista italiano che vende più dischi in assoluto (310mila copie fisiche con l’ep Perdo le Parole e l’album Mania). L’anno successivo è un sold out dietro l’altro per il suo primo tour, che comprende anche il Forum di Assago. Si moltiplicano i like sui social (solo su Instagram ha oltre un milione di follower). Successo, fan, popolarità: sembra tutto facile per Riki Marcuzzo. Ma ad un certo punto qualcosa si rompe e lui dice basta. “Non lo nego, mi ero stufato – racconta il 28enne di Segrate -. Al ristorante ero assalito, non potevo andare in giro. Ero assuefatto, non mi stupiva più quello che mi succedeva intorno. Il successo, cui sono comunque grato, mi toglieva ogni energia. E così sono sparito per un po’”.
Ora, dopo un anno di pausa, è tornato: più maturo, più consapevole (anche del fatto che non sarà più come prima), con un’esperienza oltreoceano in America Latina e le idee chiare.
“Non rinnego niente e rifarei tutto, ma non voglio più essere etichettato solo come il belloccio da talent – si sfoga, lui che è laureato in design e nel frattempo ha messo su un’azienda di merchandising per artisti e una di interior design -. Voglio dimostrare di avere un pensiero a 360 gradi. So che non avrò più quel fanatismo di tre anni fa, ma a dirla tutta neanche lo cerco”.
Per ripartire ha scelto il Festival di Sanremo, dove sarà in gara con la ballad Lo sappiamo entrambi, che lui stesso ha scritto. “Era la canzone giusta per questo momento, senza facili strizzate d’occhio alla stampa o al pubblico. Ultima spiaggia? Non posso dire di non sentire la pressione, ma quello che sarà, sarà. Non mi interessa il risultato, sono in pace con me stesso – aggiunge -. All’Ariston cercherò di essere quello che sono, consapevole della risonanza che può dare quel palco”.
Anche commettendo qualche errore, come quello che l’ha fatto finire nel mirino per aver spoilerato sui social una parte della cover L’edera di Nilla Pizzi, presentata a Sanremo nel 1958.
“L’ho fatto ingenuamente, sono abituato a condividere tutto sui social e non sapevo andasse contro il regolamento. Quando mi hanno fatto notare che avevo commesso un errore, ho eliminato immediatamente i 20 secondi di video dai social”. La Rai, tenuto conto della buona fede dell’artista, non procederà alla sua esclusione. “Sono arrivato ben ultimo nella consegna del titolo della cover. Ero molto indeciso, volevo portare l’Italiano di Toto Cutugno, ma ci aveva già pensato Francesco Gabbani. Poi ho pensato che recuperare un pezzo di storia come questa fosse l’omaggio più vero che potessi fare al festival”, spiega poi.
La partecipazione al festival ha reso necessario anche rimandare l’uscita del suo nuovo album (vedrà la luce prima dell’estate) e posticipare, rispettivamente al 3 e all’11 ottobre, le due date nei palasport di Roma e Milano, previste inizialmente per febbraio. “Il disco – spiega – è il giusto passaggio tra quello che ero prima e quello che sono ora”. Il progetto racconta la nuova fase artistica di Riki e si nutre anche dell’esperienza in Sud America dove ha iniziato una collaborazione con la band latina CNCO ed ha debuttato in Argentina, Messico, Colombia. “Ma non sarà un disco reggaeton”, dice come a tranquillizzare i fan.
L’ultima domanda è sulle polemiche su Junior Cally che hanno avvelenato la vigilia. “Lui è un rapper, e i rapper hanno un certo tipo di linguaggio, e parlano di droga e sesso. Se il festival vuole il rap deve accettarlo. Io non assolvo e non condanno, faccio musica diversa. Ma mi rendo conto che queste canzoni arrivano anche a bambini di 8 anni che non hanno gli strumenti per comprendere cosa stanno ascoltando”.

Muccino, il mio omaggio a Scola e al tempoGli anni più belli con Favino, Ramazzotti, Santamaria, R.Stuart

31 gennaio 202018:16

Il tempo, vero protagonista de ‘Gli anni più belli’ di Gabriele Muccino, macina tutto e non solo la giovinezza. Macina i buoni propositi, gli ideali, le relazioni, (comprese quelle familiari), per far sopravvivere alla fine solo l’amicizia e la speranza di un futuro migliore. L’ultimo lavoro di Muccino, in sala in 500 copie dal 13 febbraio con 01, omaggio dichiarato e altrettanto malinconico al ‘C’eravamo tanto amati’ di Ettore Scola, racconta proprio questo, attraverso la commovente storia di un gruppo di amici, Giulio, Gemma, Paolo e Riccardo nell’arco di 40 anni (esattamente dal 1980 ad oggi). Un ‘C’eravamo tanto amati’ rivisitato, e con tanto di citazioni – tra cui quella della cena-rimpatriata dei tre amici ormai cinquantenni – che però ha al suo interno un gap generazionale: “Rispetto a quello di Scola – dice oggi a Roma Muccino – che si chiudeva con una canzone partigiana, qui c’è una generazione cresciuta all’ombra di quelle che l’hanno preceduta. O meglio una generazione senza il sostegno delle ideologie e con un forte complesso di identità schiacciata, come è stata, dalla storia che l’ha preceduta”. Tra alcuni filmati d’archivio o ricostruzioni di eventi chiave di questi ultimi quarant’anni – dalla caduta del muro di Berlino a Mani Pulite, dall’11 settembre fino alla nascita del movimento Cinque Stelle – scorrono le vicende di questi quattro personaggi. Troviamo così Gemma (Micaela Ramazzotti), una ragazza, e poi una donna piena di fragilità, rimasta orfana a 16 anni che si ritrova a dividere nel corso degli anni il suo amore tra due grandi amici come Paolo e Giulio. E questo non senza conseguenze. Poi c’è appunto Paolo (Kim Rossi Stuart), ragazzo anche troppo corretto che vive a casa con un pappagallo. Una persona lineare, ingenua, piena di autentiche speranze anche rispetto al suo ruolo di professore. Stessi ideali di Giulio (Pierfrancesco Favino), ma solo iniziali. Lui, il più povero e smart del gruppo, riscatta presto le sue origini diventando un brillante avvocato, un legale inizialmente disposto a difendere i deboli per poi diventare un pescecane capace di ogni compromesso. Infine c’è Riccardo (Claudio Santamaria) soprannominato ‘Sopravvissù’ perché sopravvissuto a un proiettile volante durante una manifestazione politica in cui si è trovato per puro caso. Anche lui come Paolo è un vero sognatore a cui però non riesce nulla ed è sempre senza soldi. Il matrimonio con Anna (Emma Marrone), da cui avrà un figlio, sarà per lui l’ennesimo fallimento.”Il tempo è il grande motore di questo film che è ovviamente anche un omaggio a Zavattini, Risi, Scola e Fellini tutti autori con cui sono cresciuto” dice il regista. E ancora Muccino: “In qualche modo Gli anni più belli racconta che la vita va avanti e molte cose che si sono guastate nel tempo possono essere rammendate. Da qui anche il suo finale rasserenante che devo a Favino perché io ne preferivo uno più amaro”. Come già aveva fatto per ‘A casa tutti bene’, Gabriele Muccino ha affidato la colonna sonora a Nicola Piovani, mentre il titolo del film è lo stesso di un brano inedito di Claudio Baglioni presente nel nuovo album del cantautore. Nel cast del film, costato 8 milioni e già venduto in Francia, anche Nicoletta Romanoff, Francesco Centorame, Andrea Pittorino, Paola Sotgiu, Francesco Acquaroli e Elisa Visari.

The New Pope, il risveglio di Lenny Belardo (Jude Law)nei nuovi episodi su Sky Atlantic della serie di Paolo Sorrentino

30 gennaio 202019:22

L’attesissimo e miracoloso risveglio di Lenny Belardo, il “Papa giovane” interpretato da Jude Law che dopo un sonno lungo un anno è pronto per una nuova rivoluzione.
A un passo dal gran finale di venerdì prossimo, arrivano il 31 gennaio dalle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV i nuovi episodi, settimo e ottavo, di The New Pope, la serie Sky Original creata e diretta dal regista Premio Oscar Paolo Sorrentino, prodotta con The Apartment e Wildside, parte di Fremantle.
Con l’uscita di scena di Voiello (Silvio Orlando), le ambigue politiche del suo successore, il Cardinale Assente, intaccano notevolmente la credibilità della Chiesa. Nel frattempo, il Vaticano riesce finalmente a far cessare le trasmissioni del respiro di Pio XIII ma questa decisione accende gli animi dei fanatici che idolatrano Belardo che, dopo l’interruzione, si dividono tra chi prosegue l’infinita veglia e chi ipotizza che la Chiesa abbia fatto staccare la spina delle macchine che tengono in vita il giovane Papa. Non possono immaginare la verità: in realtà Pio XIII si è miracolosamente svegliato dal coma, evento straordinario, che neanche la medicina riesce a spiegare. Dopo la prodigiosa ripresa, Lenny si rifugia a casa del medico che lo ha assistito durante il coma. L’uomo vive in un sontuoso palazzo veneziano con la moglie e il figlio gravemente malato.
Disperata, la moglie del medico chiede a Pio XIII un miracolo che guarisca il figlio. Nel frattempo, a Roma, il terrorismo attacca il Vaticano nel cuore della cristianità.
Nell’ottavo episodio, Voiello discute con il misterioso faccendiere Bauer dell’incapacità di Assente come Segretario di Stato, e da lui viene a sapere l’insospettabile segreto di Sir John. Gli attentati terroristici e il risveglio di Lenny spingono Giovanni Paolo III a rifugiarsi sulle Dolomiti, dove Sofia lo raggiunge per convincerlo a tornare. Intanto, Lenny Belardo fa il suo ritorno a Roma, dove incontra il fidato Gutierrez nella Basilica di San Pietro. Circondati da macerie morali e materiali, i due cercano una via d’uscita. Sarà Voiello, una volta di più, a indicarla. L’ex segretario di Stato, infatti, nel frattempo ha sancito una inaspettata alleanza con le suore in sciopero: è giunta l’ora che Pio XIII faccia la sua rivoluzione.

Amadeus, Fiorello? Non so cosa farà”Mi piace proprio perchè è imprevedibile”

30 gennaio 202019:18

– “Fiorello a Sanremo? Davvero non so cosa farà”. Ad assicurarlo è Amadeus, padrone di casa del prossimo Festival della canzone italiana, ospite questa sera di Bruno Vespa, in collegamento dall’Ariston, per la speciale puntata di Porta a Porta in onda su Rai1 in seconda serata.
“Conosco Fiorello da 35 anni – racconta Amadeus – Mi piace proprio perché è imprevedibile. Non so cosa farà al Festival. So solo che arriverà domani e alloggerà nella camera di fronte alla mia. Mi ha detto: ‘non ti dico nulla, stai sul palco e vedrai'”.
Possiamo aspettarlo presente tutte le sere? “Per me si”, risponde Amadeus.

Amadeus, Perdere l’amore “mia” canzone del Festival”Era il mio primo anno al festival”

30 gennaio 202019:33

– “La mia canzone della storia di Sanremo? Perdere l’amore di Massimo Ranieri”. A raccontarlo è Amadeus, prossimo padrone di casa sul palco del Festival della canzone italiana, ospite questa sera di Bruno Vespa, in collegamento dall’Ariston, per la speciale puntata di Porta a Porta in onda su Rai1 in seconda serata.
“Era il primo anno che venni a Sanremo – racconta Amadeus – Ero qui per la radio e potevo restare solo fuori dall’Ariston. E ricordo che vinse proprio Massimo Ranieri (che sarà nuovamente sul palco dell’Ariston in questa edizione ndr) con Perdere l’amore”.

Giochi: con Barbie Welness bimbe imparano la cura del corpoSono 5 diversi modelli con accessori e abiti a tema

30 gennaio 202019:50

– Barbie Wellness è la nuova collezione della Mattel con cui la più nota bambola del mondo insegna alle bambine la routine quotidiana per ottenere il benessere emotivo includendo tre temi chiave: riposo, benessere fisico e cura di sé. Grazie all’aumento delle pratiche di benessere emozionale fra le bambine, come ad esempio lo yoga (aumentato del 63%) e la meditazione (fino al 90%) negli ultimi 5 anni, Barbie ha deciso d’introdurre le bambine ai benefici della cura di sé attraverso il gioco.
Attraverso i prodotti multisensoriali, le bambine potranno esplorare le diverse sfaccettature del benessere e potranno riproporre pratiche come il corretto riposo e la cura di sé.
Barbie Spa Doll è un set di accessori e bambole a tema wellness che celebra la cura di sé con una bambola dal look chic e sportivo, dotata di piccoli accessori per incoraggiare la bambina a giocare come la maschera per gli occhi al cetriolo in doppio formato per adattarsi anche al suo cucciolo, per simulare la cura del benessere anche dell’animaletto. Barbie può godersi la giornata con i prodotti spa e i prodotti per il bagno che includono un’anatra di gomma, una rivista, spazzola da bagno, asciugamano, scatola di bombe da bagno e una candela. Barbie Wellness Dream Doll può rilassarsi prima di dormire con una tisana, un giornale, il suo laptop ed il cellulare indossando un pigiama tropical. Barbie Fitness Doll è pronta per fare attività fisica e ricaricarsi. Il playset include una bambola, un cucciolo e 9 accessori a tema, tra cui un tappetino yoga, un cerchio di hula-hoop, un orologio e una bottiglia d’acqua e consente alle bambine di giocare e dedicarsi del tempo di qualità. Barbie Fizzy Bath Playset Vasca da Bagno il playset viene venduto con una bambola, un cucciolo, una vasca idromassaggio e accessori per simulare un vero bagno frizzante. Gli accessori includono un porta oggetti, vari prodotti da bagno, una spugna, una spazzola per la schiena ed un asciugamano. La bambola indossa un costume da bagno e un asciugamano attorno alla vita.

Musei Veneto +12% visitatori in 5 anniIn testa il museo archeologico, seguono Gallerie Accademia

VENEZIA30 gennaio 202019:59

– I visitatori dei musei e siti archeologici statali del Veneto sono cresciuti del 12% rispetto a cinque anni fa, passando dai 914.397 ingressi del 2014 a 1.023.867 del 2019. Lo rileva una nota del Mibact. “L’autonomia concessa ai musei – aveva ricordato ieri il ministro Franceschini nel presentare i nuovi bandi di selezione internazionale per i direttori – insieme alla promozione condotta anche attraverso l’ingresso gratuito nella prima domenica del mese, ora reintrodotto in maniera permanente, si sono rivelate un mix vincente”.
La classifica regionale del 2019 vede primeggiare il Museo Archeologico di Venezia con 316.461 ingressi, seguito dalle Gallerie dell’Accademia con 304.999 biglietti staccati che valgono un aumento del 5,7% di pubblico e dal Museo Nazionale di Villa Pisani a Stra con 122.579 visitatori. La quarta posizione è occupata dalla Galleria “Giorgio Franchetti” alla Ca’ d’Oro con 85.066 visitatori, con un +49,3% di pubblico in più rispetto al 2018, la quinta dal Museo d’Arte Orientale con 70.814 ingressi. Home Mappa del sito TECNOLOGIA POLITICA ECONOMIA MONDO CRONACA

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

A Roma torna a splendere la beata del Bernini
Restaurata cappella Albertoni, capolavoro barocco a Trastevere

ROMA30 gennaio 202020:10

-Il marmo di Carrara che dopo vent’anni recupera candore e lucentezza, il volto della beata che ha ritrovato tutta la sua magia, così come le membra contorte dallo spasmo dell’estasi, le vesti, il drappo che ricopre il giaciglio, persino i pizzi del cuscino. Mentre tutto intorno la doratura degli stucchi quasi abbaglia e i deliziosi puttini, che il grande Bernini volle far volare giocosi sotto alla tela che ritrae Sant’Anna, tornano a mostrare il loro volto. Grazie a sei mesi di pulitura e restauri curati dalla soprintendenza speciale di Roma in accordo con il Fondo Edificio di culto, torna a splendere nella chiesa di San Francesco a Ripa, a Trastevere, la strepitosa cappella Albertoni, che un intervento dello  scultore, allora già 76enne, trasformò in un luogo magico, capolavoro del barocco, grazie all’architettura, alla scultura e alla sua insuperabile maestria con la luce. “Un delicato restauro che unisce alla salvaguardia e alla tutela un miglioramento per la fruizione”, spiega la soprintendente Daniela Porro, sottolineando che i lavori, finanziati dalla soprintendenza ed affidati alla restauratrice Elisabetta Zatti, sono costati in tutto 39mila euro.Per questa commissione, che gli era stata chiesta dal principe Angelo Paluzzi e che l’ormai anziano scultore portò a termine con incredibile velocità, straordinaria anche per la fatica fisica che deve essere costata, Bernini non volle essere pagato. “Forse perché aveva bisogno di ingraziarsi il papato per consentire il ritorno in Italia di suo fratello, esiliato dopo lo scandalo di uno stupro”, spiega il funzionario storico dell’arte della soprintendenza speciale Carlo Mastroianni. Un’ipotesi che sarebbe suffragata anche dalle ultime scoperte fatte da Federica Di Napoli Rampolla negli archivi della famiglia Altieri, dove è stata trovata tutta la documentazione di questo lavoro senza però nessuna fattura che attesti un pagamento allo scultore.Tant’è, la mano di Bernini potrebbe essere – è l’ipotesi della restauratrice – anche in uno dei puttini che volano sulla beata, il più vicino a lei da sinistra. La pulitura del marmo (anche del diaspro rosso nel quale è realizzato il drappo appoggiato ai piedi del letto della beata, realizzato più tardi su disegno di Bernini) ha portato in evidenza, spiega la restauratrice, la tipica modalità di lavoro del Bernini, che era solito lavorare il marmo delle sue statue con finiture diverse, dal lucido al grezzo, proprio per consentire alla luce di metterne in evidenza i chiaroscuri, “quasi usasse un pennello”. Un grande lavoro anche di scenografia, quello di Bernini in questa cappella, con il fondo arretrato in modo da consentire la creazione di due quinte e nascondere due finestre che da destra e da sinistra facessero arrivare sulla sua opera la luce naturale. Purtroppo una di queste finestre oggi è chiusa. E anche se venisse riaperta all’esterno c’è un edificio – che all’epoca di Bernini non c’era – che non permette alla luce di arrivare come un tempo.Proprio per questo i lavori proseguiranno ora, spiega la soprintendenza, con uno studio per ricreare la giusta illuminazione con un investimento che è stato stimato intorno ai 15 mila euro. Non solo: proprio per consentire una pianificazione per i lavori di manutenzione e di restauro delle chiese romane di proprietà del Fec, annunciano la soprintendente e il prefetto Angelo Carbone, è stata creata una commissione con uno storico dell’arte, un architetto, un restauratore e un esponente del Fondo che lavorerà ad un cronoprogramma degli interventi. “Per tutti i restauri necessari alle chiese italiane di proprietà del Fondo – sottolinea il prefetto – stimiamo una necessità di 70 milioni di euro. Soldi che il Fec al momento non possiede. Il ministero dell’Interno sta cercando di recuperare fondi da destinare a questi lavori”.A Roma ci sono grandi lavori da fare con due assolute priorità: “La chiesa della Minerva e la chiesa di San Biagio e San Carlo, entrambe ora chiuse al pubblico”.Nella penombra della splendida chiesa di San Francesco a Ripa , intanto, l’estasi della beata commuove. “Come soprintendenza sono decisa a lavorare per questo – conclude Porro – valorizzare i nostri tesori e renderli visibili e accessibili ai turisti e prima di tutto ai cittadini. L’arte si salva anche così, facendo crescere intorno a noi l’orgoglio dell’appartenenza”.

Underwater, horror-thriller simil AlienNel cast Kristen Stewart, Vincent Cassel e Jessica Henwick

31 gennaio 202010:03

– Claustrofobico, pieno di acqua, con tanto d’inquietante presenza (quasi una citazione di Alien di Ridley Scott) e con un’eroina tutta al femminile più tosta e piena di testosterone di qualsiasi macho. ‘Underwater’ di William Eubank (The Signal), in sala dal 30 gennaio con The Walt Disney Company Italia, si presenta come un horror-thriller molto sottomarino e buio dove i protagonisti hanno quasi sempre addosso una tuta non molto diversa da quella degli astronauti e dove spicca la presenza esile, ma solo fisicamente, di Kristen Stewart nei panni di Norah coraggioso ingegnere elettronico. Ci troviamo nel più profondo degli oceani. Qui una enorme struttura, ovvero una base mineraria che ricorda tanto le atmosfere di Solaris, scava con la sua trivella sottomarina extra-large costruita per sopportare l’incredibile pressione del fondo del mare. Ma dopo quello che sembra un devastante terremoto, si scatena l’inferno tra i membri dell’equipaggio dell’operazione mineraria Kepler. Gli allarmi suonano all’impazzata mentre tutta la struttura minaccia di essere spazzata via da fiumi d’acqua che si aprono la strada dappertutto con violenza inimmaginabile.
Norah e gli altri pochi sopravvissuti, come il capitano Lucien (Vincent Cassel) e la studentessa di biologia marina Emily (Jessica Henwick), non riescono a inviare una richiesta di soccorso e non possono neppure fare affidamento al sottomarino di salvataggio che è andato distrutto. Per loro un’unica scelta per avere una speranza: camminare sul fondale marino per raggiungere una trivella distante e abbandonata, la Roebuck, sperando che le sue apparecchiature siano ancora funzionanti, o che ci sia un numero di capsule di salvataggio sufficiente a portarli tutti in salvo. Ma il loro viaggio diventa sempre più inquietante quando iniziano a sospettare di non essere soli e che c’è qualcosa di molto grosso che li sta inseguendo da vicino. “All’inizio del film Norah viene colta completamente alla sprovvista – afferma Kristen Stewart che nel film recita con capelli cortissimi ossigenati -. Quando la trivella esplode, viene colta letteralmente con le braghe calate, al mattino, mentre si sta lavando i denti. Nei momenti traumatici, le persone tendono a lasciarsi sopraffare dalle emozioni o mostrare lati diversi, mentre Norah è chiusa in se stessa e un po’ distaccata dal punto di vista emotivo. Nel corso del film – continua l’attrice – , scopriamo che si trova nel bel mezzo di un processo piuttosto intenso di elaborazione del lutto, e pensa di non avere più nulla da perdere. Proprio quando potrebbe essere troppo tardi, si accorge che c’è sempre qualcosa da perdere. C’è sempre qualcosa per cui combattere. La vita è preziosa. In quel momento si rimette in piedi e diventa un’eroina”.

L’orrore de Le furie di HitlerLower racconta storie di donne che appoggiarono il Reich

31 gennaio 202010:10

WENDY LOWER, LE FURIE DI HITLER. COMPLICI, CARNEFICI, STORIA DELLE DONNE CHE APPOGGIARONO IL REICH (Rizzoli, pp. 344, 13 euro). Erano giovani, le classiche ragazze della porta accanto, molte con gli occhi blu come il cielo e i capelli color del grano, tutte di purissima razza ariana tedesca. Erano segretarie, infermiere, insegnanti, alcune guardie, moltissime solo semplici mogli o amanti di ufficiali e burocrati: eppure tutte, nel delirio tragico dell’Olocausto, si trasformarono più o meno consapevolmente in spietate assassine.
Racconta una terribile pagina di storia ancora non del tutto nota “Le furie di Hitler”, indagine condotta dalla storica statunitense Wendy Lower, ripubblicata in Italia da Rizzoli (con la traduzione di Andrea Zucchetti), dopo una prima edizione nel 2013. Il libro mette al centro molte di queste donne che sposarono il credo nazista, narra i crimini di cui si macchiarono, cercando di spiegare contesto e possibili motivazioni, e quale poi sia stato il loro destino dopo la guerra.
Come scrive Lower, se è vero che “il regime nazista insegnò a migliaia di tedesche a essere complici, a essere spietate con i nemici del Reich”, in realtà non ci si aspettava che – al di fuori dei lager, dei manicomi e delle prigioni – le donne dovessero trasformarsi in efficienti killer senza umanità.
“Quelle che decisero di farlo – spiega Lower – sfruttarono l’occasione di trovarsi all’interno di un ambiente sociopolitico fertile, aspettandosi ricompense e riconoscimenti, non ostracismo”. Quando si delineò il disegno criminale di Hitler, il regime chiamò ogni tedesco a prenderne parte, anche le donne, che presto ebbero il loro ruolo: un ruolo divenuto poi centrale, che tuttavia è stato poco documentato. Omicidi di bambini, torture e sevizie, esperimenti medici, discriminazioni: di questo molte ragazze si macchiarono, a volte con un sadismo e un odio difficili da immaginare per una donna. E’ vero che poiché non ricoprirono incarichi di comando queste donne non vennero processate a Norimberga insieme alle figure di spicco del Reich: la maggior parte di loro fu giudicata in tribunali di zona.
Alcune furono fortunate, sopravvissero e raccontarono la loro storia più avanti, in anni ormai lontani dalla guerra, senza mai vedere se stesse come efferate criminali; altre pagarono per i loro delitti, altre invece morirono.
Proprio con l’idea di raccontare le loro storie, l’autrice ha condotto una serie di accurate ricerche basandosi su documenti tedeschi del periodo bellico, atti investigativi, verbali di processi, inchieste sovietiche su crimini di guerra, diari, corrispondenze, memorie pubblicate, interviste, ma soprattutto sui cosiddetti “ego-documenti”, ossia auto rappresentazioni create dalle protagoniste, resoconti che vanno interpretati e “sfrondati” da esagerazioni o memorie rese “parziali” o edulcorate, ma che comunque sono fondamentali per comprendere ciò che è accaduto. La maggior parte dei crimini nazisti vennero compiuti dalle donne nei territori orientali. Nell’Est infatti, nelle terre tra la Germania e la Russia, i nazisti vedevano tante opportunità per creare un vero e proprio Eden per la Germania: a patto però di “estirpare” con ogni mezzo la vera “minaccia” di quei luoghi, ossia coloro che li abitavano, gli storici nemici ebrei, considerati esseri inferiori, e gli oppositori politici che andavano sterminati. E proprio qui a giovani tedesche ambiziose Hitler offriva l’opportunità di far carriera. Molte di loro scelsero di trasformarsi in “assassine in gonnella” e non necessariamente erano infermiere, insegnanti o segretarie, quanto semplicemente mogli e segretarie che, trovandosi vicino a uomini impegnati negli omicidi di massa, si lasciarono coinvolgere, molte di loro partecipando attivamente.
Con acume, rigore e lucidità, ma mai con distacco, Lower propone al lettore fatti e informazioni che non possono lasciare indifferente e che ci rimandano ai giorni nostri, facendoci riflettere su quanto sia ancora possibile il rischio di cadere nella spirale dell’odio e del pregiudizio.

Esce in Italia primo volume della saga ideata da Kobe BryantCoach Wizenard. Magico Basket Camp a ottobre per Electa Junior

31 gennaio 202013:20

KOBE BRYANT, COACH WIZENARD. MAGICO BASKET CAMP (ELECTA JUNIOR), CON WESLEY KING. Uscirà in Italia postumo, a ottobre 2020 per Electa Junior, ‘Coach Wizenard.
Magico basket camp’, il primo libro di una serie ideata da Kobe Bryant, il mito del basket mondiale tragicamente scomparso il 26 gennaio, già al numero 1 dei bestseller del New York Times. ‘Coach Wizenard. Magico Basket Camp’, scritto con l’autore canadese Wesley King, ha dato il via alla Wizenard Series, saga in cui la pallacanestro incontra il fantasy. Nel libro, uscito negli Stati Uniti nella primavera 2019, si racconta la storia di Wizenard, nuovo allenatore di una squadra di basket del campionato giovanile americano, capace di condurre i ragazzi al riscatto e alla vittoria grazie ai suoi metodi inconsueti, che mescolano autorevolezza, motivazione e magia.
Un progetto fortemente voluto dell’ex giocatore dei Lakers che ha unito due sue grandi passioni, il basket e il mondo della magia in stile Harry Potter. Il libro è dedicato ai giovani atleti, agli allenatori, agli educatori e a tutti quelli che credono nello straordinario potere di crescita e maturazione grazie allo sport.

Torna nelle sale Il dottor Stranamore con SellersDal 3/2 nel quarantennale della morte grazie a Cineteca Bologna

BOLOGNA31 gennaio 202013:16

– Il 24 luglio 1980 moriva Peter Sellers: nel quarantennale la Cineteca di Bologna porta nelle sale italiane dal 3 febbraio il restauro in 4k del film ‘Il dottor Stranamore’, capolavoro sulla Guerra fredda che Stanley Kubrick trasse nel ’64 dal romanzo ‘Red Alert’ di Peter George, nel quale Sellers interpreta ben tre ruoli, quelli del capitano Lionel Mandrake, del presidente degli Stati Uniti Merkin Muffley e del leggendario e diabolico Dottor Stranamore. ‘Il dottor Stranamore. Ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba’ è distribuito dalla Cineteca nell’ambito del progetto ‘Il Cinema Ritrovato. Al cinema, per la distribuzione dei classici restaurati’.
“Geniale e spericolato – commenta il direttore della Cineteca, Gian Luca Farinelli – satira sulle paure e le miserie della politica, Il dottor Stranamore è un film profondamente figlio dei suoi anni di guerra fredda e allo stesso tempo così disancorato da ogni tempo da essere attualissimo oggi, nel nostro tempo di impazzimento globale”.

Ciak per film Mario Martone ‘Qui Rido Io’ con Servillosul re dei comici napoletani, Eduardo Scarpetta

31 gennaio 202015:57

Sono iniziate le riprese di Qui Rido Io il nuovo film di Mario Martone sul re dei comici napoletani, il grande attore e commediografo Eduardo Scarpetta, che sarà interpretato da Toni Servillo.
Scarpetta, che fu padre naturale di Titina, Eduardo e Peppino De Filippo, dedicò tutta la sua vita al teatro, realizzando opere che sono diventate dei classici intramontabili, come Miseria e Nobiltà. Ottenne straordinari successi e fu protagonista della celebre disputa con Gabriele D’Annunzio per Il figlio di Iorio, parodia dell’opera del Vate, che fu oggetto di un memorabile processo.
Le riprese del film si svolgono in questi giorni al Teatro Valle, storico teatro romano in cui nel 1889 debuttò Miseria e Nobiltà. Dopo una prima parte a Roma, il set si sposterà a Napoli.
Il film, scritto da Mario Martone e Ippolita di Majo, è una coproduzione italo-spagnola Indigo Film con Rai Cinema per l’Italia e Tornasol per la Spagna. La fotografia è firmata da Renato Berta, il montaggio da Jacopo Quadri, la scenografia da Giancarlo Muselli, i costumi da Ursula Patzak. Interpreti del film, insieme a Toni Servillo, sono Maria Nazionale, Cristiana Dell’Anna, Antonia Truppo, Eduardo Scarpetta, Paolo Pierobon, Lino Musella, Roberto De Francesco, Gianfelice Imparato e Iaia Forte.
La produzione “ringrazia il Teatro di Roma per la gentile concessione del Teatro Valle” e per aver “individuato uno spazio all’interno delle attività previste in un luogo così prestigioso e importante per tutto il teatro nazionale”.

Marco Masini, Bella Stronza è figlia del suo tempoIl cantautore festeggia 30 anni con nono festival, album e tour

31 gennaio 202014:03

– “Trenta anni non sono un traguardo, ma una tappa per fare il punto della situazione e ripartire”.
Marco Masini è pronto a festeggiare tre decenni passati in musica. “Ho fatto un bel pezzo di strada, 30 anni sono tanti, e tante sono state anche le soddisfazioni. Ho vissuto avventure meravigliose ed è bello poterle riassumere ora”. Prima tappa dei festeggiamenti è il festival di Sanremo, dove torna per la nona volta con il brano “Il confronto”, che lui stesso ha scritto con Federica Camba e Daniele Coro. Un brano che permette a Masini di guardarsi allo specchio e di fare qualche bilancio. “Qualche collegamento c’è, ma io sono sempre partito dalla mia autobiografia per allargare lo sguardo a tutti”.
Il brano è contenuto nell’album “Masini + 1, 30th anniversary”, che esce il 7 febbraio, nella settimana del festival – secondo step dei festeggiamenti. Un disco nel quale il cantautore toscano ha chiamato amici e colleghi per ripercorrere la sua carriera. Sedici i duetti, oltre a 4 inediti: da Eros Ramazzotti a Giuliano Sangiorgi, da Ermal Meta a Umberto Tozzi, da Ambra Angiolini a Luca Carboni, passando per Francesco Renga, Modà, Nek, Gigi D’Alessio, Jovanotti, Annalisa, Bianca Atzei, Giusy Ferreri, Fabrizio Moro e Rita Bellanza.
Tra i brani che ripercorrono la sua carriera c’è anche Bella Stronza, nei giorni scorsi tirata in ballo per i suoi versi crudi a seguito delle polemiche sui testi di Junior Cally.
“Bella Stronza, come anche Vaffanculo, non li considero degli sbagli. Sono state scritte prendendo spunto dalla realtà che ci circonda. C’è da dire però che ogni canzone è figlia del proprio tempo ed è inutile tirar fuori certe polemiche dopo anni. Quando sono stato citato, la cosa mi ha fatto sorridere, mi rende comunque orgoglioso che ancora oggi faccia parlare”.
Terzo capitolo dei festeggiamenti sarà il tour, in partenza ad aprile, che culminerà con l’appuntamento del 20 settembre all’Arena di Verona.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Tiziano Ferro devolve in beneficenza compenso per Sanremo
Donazione destinata a 5 associazioni della provincia di Latina

31 gennaio 202014:21

– Tiziano Ferro ha scelto di devolvere in beneficenza il compenso frutto della sua partecipazione alla 70/a edizione del Festival di Sanremo, dove sarà ospite per tutte le cinque serate.
Cinque sono anche le associazioni destinatarie della donazione, tutte con sede a Latina: Avis (della quale Tiziano è ambasciatore da quasi vent’anni); Lilt (la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, alla quale già nel luglio scorso sono stati indirizzati i regali degli ospiti al matrimonio di Ferro); Centro Donna Lilith (che dal 1986 si occupa di dare accoglienza, assistenza e supporto alle donne e ai minori vittime di maltrattamenti); Associazione Valentina Onlus (che su base volontaria offre assistenza ai malati oncologici; e infine l’Associazione Chance For Dogs, un’organizzazione senza fine di lucro che si prende cura dei cani randagi e abbandonati nonché della loro adozione.
“Siamo tutte strutture della provincia di Latina, che assistono quotidianamente, con estrema fatica e immenso amore, chi ha urgente bisogno di supporto – hanno dichiarato congiuntamente i cinque enti beneficiari -. Tiziano ha scelto di dedicare la sua partecipazione a Sanremo alla città che l’ha visto nascere, sperare e sognare. E quei sogni diventano oggi una speranza in più per chi lotta ogni giorno sotto quello stesso cielo. Grazie di cuore Tiziano, da tutti noi”.

Federica Levi e il giallo in crowdfoundingUna ‘piccola tragedia’ nel nord industriale

31 gennaio 202014:31

– FEDERICA LEVI, “UNA PICCOLA TRAGEDIA PER BENE” (Bookabook, 16 euro versione cartacea, 6,99 euro ebook) Dopo il successo di commissari, questori e vice, marescialli e giudici vari, sacerdoti e non, è una giornalista, Alice Veli, l’imperfetta protagonista di questo giallo ambientato nel Nord industriale, libro d’esordio dell’autrice, giornalista precaria non meno del suo alter ego letterario. Ma l’opera – oltre il suo valore – ha una particolarità che sta nella sua genesi: una campagna di crowdfunding tutt’ora in corso al sito https://bookabook.it/libri/piccola-tragedia-bene/. Il libro è stato infatti selezionato da Bookabook, la prima casa editrice italiana che pubblica attraverso un modello di business partecipativo, già molto utilizzato nell’universo start up e nella produzione di cinema (in particolare dei documentari), ma ancora poco conosciuta nell’editoria.
Dopo una selezione condotta da editor professionisti, i manoscritti inediti vengono proposti alla community tramite campagne di finanziamento. I lettori possono leggerne l’anteprima e partecipare all’intero processo di pubblicazione, dalla fase di editing alla distribuzione nelle librerie: i testi che raggiungono l’obiettivo di 200 copie pre-ordinate arrivano infine sugli scaffali delle librerie. Bookabook, nata nel 2014, ha raccolto – fanno sapere dalla casa editrice – 85.500 lettori, pubblicando 250 libri e vendendo più di 50mila copie nel 2019.
Detto questo, il romanzo di Federica Levi si apre con una sparizione: Danilo Colombo (per tutti l’idiota) – a capo di un piccolo impero di poltrone da cui dipendono la vita e la morte di un sonnacchioso paese di provincia – si volatilizza all’improvviso con i soldi della M&C, l’azienda fondata dal nonno. La vicenda ben presto diventa di dominio pubblico, facendo deflagrare il panico. Ma chi è veramente Danilo? Se lo chiede la famiglia, intossicata da decenni di rancori mai digeriti, se lo chiedono i dipendenti, pietrificati dallo spettro della disoccupazione, se lo chiede Alice Veli, una non più giovane giornalista alle prime armi che, con la storia della M&C, si gioca l’ultima possibilità di costruirsi uno straccio di carriera.
Sono proprio i suoi articoli ad accompagnare il lettore nelle viscere di una vicenda meschina che sembra prima chiudersi senza soluzione per poi riaprirsi a 10 anni di distanza grazie ad uno strano necrologio che riaccende la curiosità della giornalista, divenuta nel frattempo scrittrice di discreto successo. E questa volta Alice riuscirà a ricostruire i pezzi del puzzle in uno scottante libro-verità. Ma sarà vero il suo Danilo Colombo o frutto di una finzione? Per saperlo, basta leggere il libro.

Gregoraci al festival, inaugura la Suite 2020Lo spazio dedicato agli addetti ai lavori

31 gennaio 202014:36

– Il giorno di apertura del festival di Sanremo, martedì 4 febbraio alle 18.00 sarà la conduttrice televisiva e showgirl Elisabetta Gregoraci ad inaugurare la SUITE 2020 , la guest house che dal 4 all’8 febbraio sarà allestita a Villa Emma nei giardini del Miramare The Palace Hotel a Sanremo in occasione del 70esimo Festival della Canzone Italiana. La showgirl è attesissima perchè la sua presenza al festival è stata al centro di una dura polemica dopo la sua denuncia sui social di essere stata esclusa dall’Altro Festival.
La Gregoraci accusava Nicola Savino di averla discriminata per motivi politici, cosa smentita dallo stesso Savino. Questo è il primo appuntamento in cui se vorrà avrà modo di tornare sul tema.
Intanto SUITE 2020 è uno spazio dedicato ai giornalisti e agli addetti ai lavori, agli incontri con i protagonisti del mondo della musica, della cultura e dello showbiz realizzato da Fluendo, agenzia di comunicazione integrata, in collaborazione con Unic, Gilead, Fast Track Cities, Naj Oleari. Una cornice in cui le Università telematiche Pegaso e Mercatorum – spiega una nota -, si fanno promotrici di esperienze, testimonianze, progetti e network. SUITE 2020 si avvarrà della collaborazione di Radio Kiss Kiss che trasmetterà in diretta il Pippo Pelo Show con Pippo Pelo e Adriana Petro dalle 7:00 alle 9.00 dal martedì al venerdì, il sabato dalle 12.00 alle 15.00 e la domenica dalle 10:00 alle 12:00 con ulteriori finestre informative nel corso di tutte le giornate dell’evento. Per partecipare alle attività di SUITE 2020 le richieste di accredito vanno inviate a ufficiostampa@fluendo.it oppure possono essere effettuate sul sito dedicato.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Musica: scelti i 53 artisti in gara a Musicultura
Accedono a audizioni live. Nannipieri, musica italiana sta bene

SANTO STEFANO A MACERATA31 gennaio 202015:07

– Selezionati tra 760 proposte provenienti da tutta Italia i 53 artisti in gara per l’edizione 2020 di Musicultura, Festival della canzone Popolare e d’Autore. Si tratta di 40 solisti e 13 band, tutti autori delle proprie canzoni. Il più giovane ha 19 anni, il più maturo 56, Campania e Lombardia sono le regioni più rappresentate, seguite da Sicilia, Lazio, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna. I 53 selezionati accedono alle audizioni dal vivo del concorso in programma tra febbraio e i primi di marzo.
La giuria di Musicultura selezionerà la rosa dei 16 finalisti, protagonisti di un concerto al Teatro Persiani di Recanati ad aprile e le cui canzoni comporranno il CD compilation della XXXI edizione. Due degli otto vincitori verranno scelti tramite social, gli altri dal Comitato Artistico di garanzia. “Mi sento di assicurare che tra i problemi italiani non c’è quello della scarsa vitalità delle canzoni” dice Ezio Nannipieri, direttore artistico di Musicultura.

I sogni di Ferretti e Lo Schiavo per FelliniCicutto, omaggio Fellini a Lido? Forse sì ma compito curatore

31 gennaio 202016:08

Una Fiat 125 s blu dalla quale Dante Ferretti, con blocco per gli schizzi in mano, racconta a Federico Fellini sogni inventati,. E’ l’immagine, ricostruita con il modello originale di auto, e i manichini iperrealisti realizzati da Makinarium, che accoglie, circondati dai poster e le immagini dei film del grande cineasta, in Felliniana – Ferretti sogna Fellini, l’istallazione permanente che apre dal 1 febbraio negli Studi di Cinecittà, in occasione delle celebrazioni per i 100 anni dalla nascita del maestro del cinema.
Un percorso in tre sale, creato dagli scenografi tre volte Premi Oscar Dante Ferretti e la moglie Francesca Lo Schiavo, storici collaboratori del cineasta. I sogni, nell’installazione continuano nella casa di piacere ispirata a La città delle donne, un bordello lunapark con Marcello Mastroianni /Snaporaz, insieme a soubrette in bikini che scendono da uno scivolo bordato di rosso. Si arriva poi al cinema Fulgor, una rievocazione della sala di Rimini dove Fellini bambino ha sviluppato il suo amore per il cinema. “Grazie a Federico ho imparato che si può fare di tutto e che anche gli errori sono fondamentali, perché di consentono di rendere ciò che crei ancora più reale o ancora più una fantasia, a seconda dei punti di vista” spiega Ferretti.
Felliniana “arricchisce l’offerta espositiva degli studios e evidenzia la capacità di questo luogo unico di unire attività culturali, industriali e divertimento” spiega Roberto Cicutto, ad e presidente di Luce Cinecittà e neo presidente della Biennale di Venezia. L’omaggio a Fellini, iniziato l’anno scorso alla Mostra del Cinema, continuerà anche quest’anno al Lido? “Penso di sì – risponde Cicutto – ma decidere è compito del curatore dalla Mostra”.

Da Monet a Sargent, a Siena capolavori da JohannesburgA S.M.Scala dal 13 giugno ‘Il sogno di Lady Florence Phillips’

SIENA31 gennaio 202016:15

– ‘Il sogno di Lady Florence Phillips – La Collezione della Johannesburg Art Gallery’: questa la mostra ospita dal prossimo 13 giugno al 13 settembre 2020 al Santa Maria della Scala di Siena.
L’esposizione, promossa dal Comune, presenta una selezione dei capolavori conservati alla Galleria d’Arte di Johannesburg, nata grazie a lady Phillips, moglie del magnate dell’industria mineraria sir Lionel Phillips. Circa sessanta le opere che arriveranno a Siena, tra olii, acquerelli e grafiche, per ripercorrere oltre un secolo di storia dell’arte internazionale, dalla metà del XIX secolo fino al secondo Novecento, attraverso i suoi maggiori interpreti: Van Gogh, Degas, Monet, Cézanne, Matisse, Modigliani, Turner, Rodin, Moore, Lichtenstein, Derain, Pissarro, Corot, Sargent, Sisley, Bacon, Rossetti, Warhol, Signac, Picasso e molti altri.

Ghost il musical conquista il SistinaApplausi ai cantanti-attori e agli effetti speciali dello show

31 gennaio 202016:16

– I fantasmi in scena piacciono e divertono, soprattutto se a tenerli in vita è l’ amore che sfida la morte. Ha riscosso applausi a scena aperta al Teatro Sistina di Roma la prima di “Ghost il musical”, trasposizione per il palcoscenico firmata da Bruce Joel Rubin, autore della sceneggiatura del film con Patrick Swayze e Demi Moore campione di incassi nel 1990. La love story del bancario Sam ucciso in una rapina che da fantasma cerca di proteggere la sua Molly grazie all’ aiuto della sensitiva imbrogliona Oda Mae, l’ unica in grado di comunicare con lui, ha coinvolto gli spettatori grazie al ritmo serrato, alla serie di brani musicali originali firmati dall’ ex Eurythmics David Stewart e Glenn Ballard, e in particolare agli effetti speciali con spettri che entrano ed escono dai corpi, levitano o passano attraverso le porte e oggetti che si muovono tra continui cambi di scena. Convincenti e molto affiatati, Mirko Ranù e Giulia Sol reggono il confronto con la coppia di star del grande schermo, e Thomas Santu che ha impersonato il cattivo Carl. Il merito di tenere alto il versante comico della vicenda è tutto della debuttante Gloria Enchill bravissima nel rendere la medium con una trascinante esuberanza soul che non ha fatto rimpiangere l’ attrice Whoopy Goldberg. Federico Bellone, regista e scenografo anche della versione coprodotta in Spagna dello show, guida con mano sicura il cast con l’ aiuto di Chiara Vecchi, che cura anche le coreografie tra le quali si muove l’ ottantaduenne Ronnie Jones, vecchia conoscenza della scena musicale anni ottanta, nel ruolo del fantasma dell’ ospedale.

Salvatores, dissi no a Weinstein e alla Hollywood del male’Dopo 28 anni torno da presidente Los Angeles, Italia’

31 gennaio 202016:28

– Senza rimpianti ma con grande curiosità Gabriele Salvatores torna a Los Angeles: nel 1992 vinse l’Oscar per il miglior film straniero con Mediterraneo. Lo fa in questi giorni, presidente del festival Los Angeles, Italia (2-8 febbraio) che si svolge nella settimana prima della Notte degli Oscar. “Mi spaventa molto tornare e allo stesso tempo ne sono affascinato, l’anno in cui vinse Mediterraneo in nomination c’era un film capolavoro, Lanterne Rosse di Zhang Yimou, in fondo non me lo sono mai perdonato”, dice Salvatores. Quel febbraio di 28 anni fa gli ricorda anche altro, uno ‘sliding doors’ della sua vita privata e professionale, “per il quale devo dire non ho alcun rimpianto”. E racconta: “Un certo Harvey Weinstein voleva che mi trasferissi qui dopo l’Oscar: mi offriva contratto, una villa a Malibu, ufficio, nuove produzioni per me e Maurizio Totti. Ma io dissi di no: a quell’epoca Hollywood era per me l’impero del male, forse non sbagliavo, comunque ne ero terrorizzato, spaventato, mi sembrava come vendere l’anima. E poi ad essere onesto il motivo era anche un altro per cui non accettai: ero innamoratissimo e l’idea di lasciare l’Italia era inconcepibile”. Salvatores è alle prese con il progetto del nuovo film, “per la prima volta sarà una storia d’amore” e con la preparazione del ritorno alla Scala “a maggio con il Ballo in maschera”. Intanto a Los Angeles con il premio Oscar Nick Vallelonga presiede la rassegna di cinema italiano presentata dall’istituto Capri nel mondo e organizzata da Pascal Vicedomini (tra gli eventi la premiere di Odio l’estate di Aldo Giovanni e Giacomo e gli incontri con Francesca Archibugi, Elisa Amoruso, Ginevra Elkann, Remo Girone, Franco Nero, Marco Bocci, Francesco Di Leva, Ezio Greggio, Chiara Ferragni). E respira l’aria febbricitante della vigilia degli Oscar.

Antonacci confermato super ospite per serata finaleCanterà “Ti saprò aspettare”,

31 gennaio 202016:37

– E’ confermata la presenza di Biagio Antonacci al 70/o Festival di Sanremo. Il cantautore sarà il super ospite della serata finale, in programma sabato 8 febbraio.
Produttore, musicista, autore e performer, Biagio (fotografato insieme ad Amadeus durante le prove all’Ariston) torna sul palco dell’Ariston con un medley dei suoi successi e con il brano “Ti saprò aspettare”, estratto dall’ultimo album “Chiaramente visibili dallo spazio”, quindicesimo lavoro di studio.

Lascaux a Napoli, al MANN il fascino della preistoriaGrotta e pitture 3.0, prima volta in Italia, fino al 31 maggio

NAPOLI31 gennaio 202016:53

– Lascaux sotto il Vesuvio: arriva al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, per la prima volta in Italia, l’esposizione internazionale ‘Lascaux 3.0’, che permette di scoprire la celebre Grotta risalente al Paleolitico superiore (tra i 20mila e i 17mila anni fa), Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco e dal 1963 interdetta al pubblico per preservarne la conservazione (in Francia è visitabile solo la fedele ricostruzione). L’exibit che fino al 31 maggio incanterà ragazzi, e non solo, si collega al restyling della collezione permanente del MANN ‘Preistoria e Protostoria’ (dal 28 febbraio) formata da circa 3mila reperti, dal Paleolitico inferiore all’Età del Ferro, alcuni provenienti dai depositi ed esposti per la prima volta. “Si dice preistoria e si pensa a Lascaux, un luogo mitico, che all’origine dell’arte come ci ricordò Georges Bataille. Chi non conosce quelle pitture rupestri chiamate appunto ‘la Cappella Sistina della Preistoria’? ricorda il direttore del MANN, Paolo Giulierini.

Libri: una donna normale, moglie madre e agente segretoIl romanzo di Roberto Costantini racconta la doppia vita di Ice

31 gennaio 202017:46

– ROBERTO COSTANTINI, UNA DONNA NORMALE (Longanesi, PP.480, EURO 19.90). La “donna normale” del titolo è un’agente dei Servizi segreti italiani, nome in codice Ice, che sorveglia gli infiltrati nelle moschee.
Nella vita privata, Ice, è un’altra persona: Aba Abate, madre e moglie, che tutti – amici e familiari compresi – credono una semplice funzionaria ministeriale.
Gestire una doppia vita non è facile e anche se Aba è allenata a farlo da sempre, la missione in cui è coinvolta la mette a dura prova. Un little boy, un ragazzo addestrato a farsi esplodere, è in arrivo in Italia e Ice ha il compito di bloccarlo per evitare una strage.
Non si sa chi è il terrorista, né dove colpirà, e per intercettarlo è necessario addentrarsi in luoghi oscuri, in cui i valori personali sono continuamente messi in discussione.
Roberto Costantini, come ha dimostrato nella precedente serie dedicata al commissario Balistreri, è un raffinato tessitore di trame complesse. La complessità non risiede esclusivamente nel dipanarsi della vicenda, ma nell’approfondimento della psicologia della protagonista. Aba e Ice sono in crescente conflitto: l’agente segreto deve portare a termine la missione a qualunque costo, la donna deve preservare la propria umanità per non perdere se stessa.
Una spy story estremamente attuale, con ambientazione in parte italiana, in parte libica, in cui la suspence è presente in ogni pagina. Con un personaggio femminile tanto vero quanto straordinario.

Tv: Imelda Staunton sarà la Regina Elisabetta per The CrownNetflix, per V stagione. In corso riprese IV con Olivia Coleman

31 gennaio 202018:00

– “Ho guardato The Crown sin dalla prima stagione. Da attrice è stata una gioia vedere come l’interpretazione di Claire Foy prima e di Olivia Colman poi abbia arricchito la sceneggiatura di Peter Morgan. Sono sinceramente onorata di unirmi ad un team creativo eccezionale e di portare questa serie alla sua conclusione”. L’attrice Imelda Staunton (Harry Potter, Pride e Downton Abbey) presterà il volto alla Regina Elisabetta II nella quinta e ultima stagione appena annunciata dal colosso streaming Netflix. Intanto, sono in corso le riprese della quarta stagione che vedono il rinnovo di Olivia Colman nei panni della Regina, interpretata nelle prime due stagioni da Claire Foy. La quarta stagione debutterà prossimamente sulla piattaforma in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo. Peter Morgan – creatore, sceneggiatore e produttore esecutivo di The Crown – ha affermato: «Sono entusiasta di annunciare che Imelda Staunton interpreterà Sua Maestà la Regina Elisabetta II nella quinta e ultima stagione, portando The Crown nel XXI secolo. Imelda ha un talento sorprendente ed è perfetta per il ruolo, già interpretato da Claire Foy e Olivia Colman. Inizialmente avevo immaginato sei stagioni per The Crown, ma ora che abbiamo iniziato a lavorare sulla sceneggiatura della quinta stagione, ho realizzato che rappresenta il momento perfetto per fermarsi. Sono grato a Netflix e Sony per avermi supportato in questa decisione”.
Cindy Holland – VP, Original Content, Netflix – ha aggiunto: “Le prime tre stagioni di The Crown hanno definito un’era e la quarta stagione consoliderà ulteriormente il successo della serie. È un esempio eccellente di serialità pluripremiata, creato nel Regno Unito e amato da milioni di fan in tutto il mondo. Sostengo pienamente la decisione creativa di Peter Morgan e non vedo l’ora di vedere come lui, Imelda Staunton, il resto del cast e la troupe porteranno questa serie storica alla giusta e straordinaria conclusione”.

Blatter,nuova collana Castelvecchi con Chomsky, KleinFilone saggistico in collaborazione con rivista politica tedesca

TRIESTE31 gennaio 202018:03

– Noam Chomsky, Naomi Klein e Paul Mason sono i protagonisti dei primi tre libri della nuova collana editoriale, Blatter, che la casa editrice Castelvecchi ha varato e sarà in libreria da febbraio in collaborazione con la rivista ‘Blatter fur deutsche und internazionale Politik’, a cura di Giorgio Fazio e Cristina Guarnieri. Il primo titolo in catalogo è ‘Illegale, eppure legittimo. Una dubbia dottrina del nostro tempo’ di Noam Chomsky, cui seguirà ‘Capitale contro il clima’ di Naomi Klein, e infine ‘Dopo il capitalismo?’ di Paul Mason. Blatter fur deutsche und internazionale Politik è una rivista politica tedesca fondata nel 1956, di orientamento democratico-repubblicano, da decenni al centro del dibattito culturale e politico europeo. La rivista ospita scritti anche di Thomas Piketty, Joseph Stiglitz, Jurgen Habermas. Di prossima uscita nella nuova collana sono opere di Wendy Brown, Micha Brumlich, Ralf Dahrendorf, André Gorz, Luiz Ruffato.

Scala:Luisotti, Trovatore attuale anche contro citofoni oggiRegista, chiedo scusa se qualcuno non si trova in allestimento

MILANO31 gennaio 202018:24

– Presentato al Festival di Salisburgo nel 2014 arriva per la prima volta alla Scala ‘Il trovatore’ nell’allestimento del regista Alvis Hermans. Un debutto (dal 6 febbraio in replica fino al 29) che riporta anche nel teatro milanese il soprano Liudmyla Monastyrska.
“Senza Verdi non esisterebbe neppure la Scala, l’opera, anzi gli italiani che lui ha unito con i suoi canti – ha detto il maestro Nicola Luisotti, direttore dell’opera – E il Trovatore è estremamente attuale per quel che racconta, una vicenda di indipendenza, la lotta di classe. La gitana Azucena è una migrante: la storia ci insegna che l’integrazione è importante per evitare roghi di ieri o citofoni oggi, siamo i portatori sani dei messaggi del passato”.
Il regista Alvis Hermans ripropone lo spettacolo come lo aveva pensato per il suo debutto ambientandolo in un museo.
“Dovevo dare un senso a tre livelli contemporanei diversi: la storia ambientata nel 1400, la musica dell’800 e il pubblico attuale a cui è destinata – ha spiegato – Il museo rappresenta un ponte tra queste tre epoche e andare all’opera oggi in qualche modo è come visitare un museo”. “Voi in Italia vivete in condizioni speciali per le tante opere arte che avete ma in altri Paesi quello che è antico viene semplicemente considerato come vecchio quindi in modo svalutativo – ha aggiunto – Dovevo trovare una continuità stilistica con opere del passato per un pubblico del presente quindi chiedo scusa se qualcuno non si ritroverà in questa allestimento, ma oggi le platee non hanno abitudini al classico ma piuttosto immagini del Pop e della televisione”. “Non mi piace il kitsch e non voglio provocare a tutti i costi – ha concluso – ma alla fine il regista segue la sua visione e mi spiace se qualcuno è scontento”.

Pratolini collezionista d’arte, all’asta le sue opereIl 22 febbraio da Pananti a Firenze, 121 i lotti all’incanto

FIRENZE31 gennaio 202018:40

– Tra i pezzi più importanti c’è la ‘Dattilografa’, scultura in ceramica di Leoncillo Leonardi, ma il valore dei lotti che andranno all’asta a Firenze il 22 febbraio è legato anche al proprietario delle opere all’incanto: Vasco Pratolini (1913-991). La Casa d’aste Pananti batterà quella che è stata la collezione d’arte dello scrittore e sceneggiatore fiorentino, autore tra l’altro di Metello e delle Ragazze di San Frediano.
In tutto sono 121 le opere, una raccolta costituita attraverso una quotidiana frequentazione e collaborazione con gli artisti con cui condivideva una profonda affinità culturale.
Nell’elenco dei lotti che andranno all’incanto, provenienti dagli ultimi eredi dello scrittore, compaiono opere di Ottone Rosai con cui mantenne uno stretto rapporto per tutta la vita come testimonia la lettera ‘Autoritratto’ in cui il pittore si rivolge a Pratolini elogiandone le qualità spirituali. Si alternano poi grafiche, disegni e incisioni tra gli altri di Carrà, Bartolini, Picasso, Dorazio, Guccione, Maccari e Magnelli. Nei dipinti prevalgono gli artisti toscani e in particolare fiorentini come Caponi, Marma, Grazzini, Bozzolini, Marcucci e Venturi, con i quali il sodalizio è testimoniato da una serie di suggestivi ritratti dell’autore di Cronache di poveri amanti, e di varie opere con dedica. Infine, il sodalizio con il poeta e storico d’arte Alessandro Parronchi è attestato da un nucleo di dipinti antichi, per lo più di scuola fiorentina, tra fine Quattrocento e primi Seicento.

Musei: in Basilicata in cinque anni +35% visitatoriIl ministro Franceschini, “indiscutibile l’effetto Matera 2019”

POTENZA31 gennaio 202018:50

– “Con la riforma Franceschini”, i visitatori dei musei e siti archeologici statali della Basilicata “sono cresciuti del 35% rispetto a cinque anni fa, passando da 227.402 ingressi del 2014 a 307.052 del 2019”. Per il ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, Dario Basilicata, c’è stato “un indiscutibile ‘Effetto Matera’ per l’anno della Capitale europea della Cultura, incentrato sul patrimonio culturale come leva per lo sviluppo. È per onorare questa sfida vinta che – ha concluso il ministro – è stato appena istituito il Museo nazionale di Matera, ora a bando internazionale”.

Hit parade, J-Ax si prende la vettaTutto rap sul podio con Tha Supreme e Marracash

31 gennaio 202018:54

– J-Ax con il nuovo album Reale, che segna il suo ritorno sulla scena da solista a distanza di cinque anni da Il bello d’essere brutti, conquista la vetta della hit parade settimanale sia tra gli album, che tra i vinili.
Sul podio ancora rap con Tha Supreme e 23 6451, suo primo album in studio, al secondo posto, seguito da Marracash con Persona, che risale dalla 13/a posizione. Perde la vetta Brunori Sas con Cip!, ora quarto. Quinto gradino, senza variazioni rispetto a una settimana fa, per il gruppo trap FSK Satellite, con FSK TRapshit revenge, seguito da Rocco Hunt con Libertà.
Perde tre posizioni ed è ora settimo Eminem, con l’album uscito a sorpresa Music To Be Murdered By, titolo ispirato al maestro dell’orrore Alfred Hitchcock. Ottavo posto per Ultimo con Colpa delle favole, da 43 settimane in classifica. Sono, invece, 64 le settimane di presenza di Salmo, nono con Playlist Live. Chiude la top ten Accetto Miracoli di Tiziano Ferro, che oggi ha annunciato che devolverà in beneficenza il compenso per la sua presenza come ospite fisso al festival di Sanremo.

Il commissario Montalbano per la prima volta al cinema’Salvo Amato, Livia Mia’ in sala evento 24-25-26 febbraio

31 gennaio 202016:03

In attesa del grande evento tv della primavera 2020, il commissario Montalbano, nato dalla penna di Andrea Camilleri – che con le sue opere ha venduto oltre 20 milioni di copie nel mondo – e interpretato da Luca Zingaretti, arriva per la prima volta al cinema per un evento straordinario di soli tre giorni (il 24-25-26 febbraio) in anteprima assoluta.
Montalbano è uno di famiglia: molti di noi ormai si sentono a casa tra le pareti del commissariato di Vigata, come tra i muretti a secco, sulla terra arsa e gli ulivi, nelle tonnare abbandonate, nei ristoranti sul mare e sulle terrazze con vista sul tramonto.
Dopo aver raccolto oltre un miliardo e duecento milioni gli spettatori in vent’anni su Rai1, il nuovo attesissimo episodio della collection evento si intitola “Salvo Amato, Livia Mia” ed è diretto da Alberto Sironi (scomparso il 4 agosto 2019 durante le riprese) e da Luca Zingaretti.
Interpretato da Luca Zingaretti che da sempre presta il volto al commissario, da Cesare Bocci (il suo braccio destro Mimì Augello), Peppino Mazzotta, Angelo Russo, Sonia Bergamasco (la fidanzata Livia), arriverà in sala il 24, 25, 26 febbraio (ELENCO SALE A BREVE SU: http://www.nexodigital.it) in un evento speciale e prossimamente sarà in onda su Rai1.
In questo nuovo episodio, il brutale omicidio di Agata Cosentino, il cui cadavere viene ritrovato in un corridoio dell’archivio comunale, non può lasciare indifferente Montalbano. Perché la vittima era una cara amica di Livia, una ragazza timida e riservata, che concedeva la sua amicizia e il suo amore a poche persone. E su quelle si concentra l’indagine di Montalbano, perché gli è presto chiaro che a uccidere Agata è stato qualcuno che le era molto vicino. Si tratta forse di una violenza sessuale degenerata in omicidio, ma da subito questa ipotesi non convince Montalbano, che inizia la sua indagine partendo proprio dalle conoscenze della vittima.
“Salvo, Amato Livia Mia”, una produzione Palomar con la partecipazione di Rai Fiction, sarà distribuito nei cinema italiani da Nexo Digital in collaborazione con i media partner Radio DEEJAY e MYmovies.it.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Romanzi e saggi, tornano a crescere le vendite
Dati Aie. Il 31/1 presentazione a Scuola Librai Mauri a Venezia

31 gennaio 202010:17

Si rafforza nel 2019 l’editoria italiana di varia (romanzi e saggi in formato cartaceo ed e-book): crescono fatturato (+4,9%) e, per la prima volta dal 2010, le copie vendute (+3,4%) nei canali trade, ovvero librerie, grande distribuzione organizzata e store online. Il settore torna così a un giro d’affari superiore a quello del 2011 (1,493 miliardi, e-book compresi, contro 1,432), ma soffre gli effetti della pirateria che sottrae 247 milioni di euro di vendite nelle librerie ogni anno. Sono i principali dati dell’analisi del mercato del libro di varia in Italia, realizzata dall’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con Nielsen, che saranno illustrati dal presidente Ricardo Franco Levi, il 31 gennaio a Venezia, nella giornata conclusiva del XXXVII Seminario di Perfezionamento della Scuola per Librai Umberto ed Elisabetta Mauri.
In particolare, secondo i dati della ricerca, il mercato di varia dei libri fisici nei canali trade vale, nel 2019, 1,422 miliardi di euro (+4,9% rispetto all’anno precedente). Nel 2011 il mercato valeva 1,432 miliardi. Le copie fisiche vendute nel 2019 sono state 90,1 milioni (+3,4%). Erano 109 milioni nel 2011. Il mercato degli e-book vale 71 milioni di euro, in crescita del 6% rispetto all’anno precedente. Sono performance migliori di quelle degli altri Paesi: nel 2019 il mercato francese si stima – secondo le rispettive associazioni di categoria – sia cresciuto del 2%, quello tedesco dell’1,4%. Gli Usa invece arretrano dell’1,3% in termini di copie vendute.
Tra i canali di vendita gli store online coprono oggi più di un libro su quattro (il 26,7%, in crescita di 2,7 punti percentuali rispetto all’anno precedente) mentre prosegue la perdita di quote di mercato da parte delle librerie: coprono nel 2019 il 66,2% delle vendite di varia (in calo di 2,8 punti percentuali).
Stabile la grande distribuzione organizzata (dal 7% al 7,1%). In dieci anni gli store online sono passati dal 3,8% al 26,7% sottraendo spazi alla grande distribuzione (dal 18% al 7,1%) e alle librerie (dal 78,2% al 66,2%). I dati Istat, analoghi a quelli relativi ai maggiori paesi europei, Francia e Germania in testa, segnalano il calo delle librerie: nel 2012 erano attive nel nostro Paese 3.544 librerie, diventate 3.299 nel 2017, con un saldo negativo di 245 (-6,9%).
Concentrandosi sul genere dei libri venduti, ottima performance della narrativa italiana, che cresce sia a valore con 205,9 milioni di euro (+7,3%) che a numero di copie vendute con 13,8 milioni (+6,2%) e della non fiction specialistica con un +9% a valore per 261,3 milioni di euro e +5,1% a copie vendute per 10,4 milioni: in questo settore sono ricompresi i manuali per i concorsi pubblici, la psicologia, la filosofia. In calo la narrativa straniera sia a valore con 251,4 milioni di euro (-1%) che a copie vendute con 17,3 milioni (-2,8%). Rallenta un po’ la corsa, pur mantenendosi a livelli molto alti, il settore bambini e ragazzi: vendite a valore di 246,7 milioni di euro (+3,4%) e 20,9 milioni di copie (+2,9%).
Per la App18, il bonus riconosciuto a tutti i neo-diciottenni per la loro crescita culturale, nel 2018 sono stati spesi in libri 132,4 milioni di euro, il 69% della spesa totale. Nel 2019, 131,5 milioni, il 66% della spesa totale. Ma la dotazione della 18App si è via via ridotta: nel 2018 era pari a 290 milioni di euro, nel 2019 è stata portata a 240 milioni e nel 2020 a 160 milioni: “l’impatto sul mercato potrà essere pesante.
Tanto più se si assommerà agli effetti delle nuove norme sul prezzo del libro appena approvate dal Parlamento e che graveranno sui lettori e sulle famiglie” sottolinea l’Associazione Italiana Editori.
Pesante l’impatto della pirateria: secondo i dati della ricerca commissionata da AIE a Ipsos, presentata a Roma lo scorso 22 gennaio inun convegno organizzato da Gli Editori AIE e FIEG, la pirateria sottrae ogni anno al mondo del libro 528 milioni di euro, il 23% del valore complessivo del mercato escludendo editoria scolastica ed export. L’Ipsos calcola una perdita di posti di lavoro nel settore pari a 3.600 persone, 8.800 considerando anche l’indotto. Dei 528 milioni persi complessivamente dall’editoria, 247 milioni sono di vendite nelle librerie. Se questi consumi ritornassero nell’alveo del mercato legale, calcola AIE, potrebbero aprire circa 120 nuove librerie, per 300 nuovi posti di lavoro.

Opening Sanremo, note e moda per i 70 anni del FestivalMostra e sfilata dal Casinò presenta Chiara Giallonardo

31 gennaio 202009:54

L’abito bianco sartoriale modello new look indossato da Nilla Pizzi nel 1951 quando vinse il primo Festival di Sanremo con “Grazie dei fior” divenne subito imitatissimo. Lo stesso avvenne per il long dress nero realizzato dalla sartoria di Raffaella Curiel nel ’69 per Iva Zanicchi, vincitrice del festival con Zingara. Per non parlare dei capi-scandalo, come quello con spacco abissale di Fausto Puglisi per Belen Rodriguez nel 2012, che mostrò così al pubblico la sua farfallina tatuata sull’inguine. Oppure dell’abito firmato Fernanda Gattinoni per Julia de Palma che turbò il pubblico con Tua, canzone giudicata troppo sexy per l’epoca. Poi l’abito bianco della Sartoria Gulp per Marcella Bella con le sue Montagne verdi, o quello indossato da Mina quando vinse con Le Mille Bolle Blu (collezione Prail de Rado). Sono capi storici, indimenticabili, legati per sempre alle canzoni dell’epoca e alle loro interpreti, e saranno anche loro, non solo i brani, a raccontare 70 anni di storia del Festival della canzone italiana, attraverso la moda e i look passati sul palco del Teatro Ariston in sette decenni, nell’Opening Sanremo 2020, che alla vigilia del Festival della canzone italiana, lunedì 3 febbraio, celebrerà i 70 anni della gara canora, primo appuntamento del progetto Tra palco e città. Il fashion show di 12 capi, sviluppato da Rai Pubblicità, in collaborazione con Rai Teche (per i filmati), sarà presentato da Chiara Giallonardo dal Casinò di Sanremo e andrà in onda nel corso del festival il 4 febbraio. “Che emozione essere qui” rivela in anteprima Chiara Giallonardo. “L’Opening sanremo 2020 è una novità assoluta che celebra 69 anni del Festival attraverso gli abiti iconici, le canzoni più belle e le testimonianze dei protagonisti”. Per la moda si ricorda la collaborazione dello Studio Marver che dal 1995 porta le grandi griffe sul palco dell’Ariston. Grande apporto dalla maison Gattinoni che esporrà per l’occasione cinque creazioni appartenenti all’archivio storico Fernanda e Raniero Gattinoni, dichiarato nel 2008 dal ministero per le Attività Culturali, patrimonio storico nazionale. Gli abiti sono quello in duchesse blu con ricami sul decolleté realizzato da Fernanda Gattinoni nel ’53 per la cantante Flo Sandon’s; un long dress con coda in paillette nere e castoni in cristallo, disegnato da Raniero Gattinoni nel 1992 per Alba Parietti nelle vesti di co-presentatrice; un abito in cady rosso bordeaux con cintura in vita e fiocchi fatto da Fernanda Gattinoni nel ’95 per Maria Teresa Ruta; un tubino in paillette oro e ricami di cristallo realizzato da Fernanda Gattinoni nel ’67 per la presentatrice Renata Mauro; infine un abito lungo in cady lurex di colore rosso, firmato Fernanda Gattinoni nel ’73 per la cantante Lara Saint Paul. Tra “i pezzi forti”, la creazione che Gianluca Saitto ha firmato per Patty Pravo, indossato dalla cantante nel Sanremo 2016. Un lungo e scenografico vestito di velluto di seta nero con coda, pensato per sublimare lo stile teatrale della cantante, impreziosito da una costruzione speciale realizzata con tulle color carne per rendere le maniche lunghe quasi sospese e per far sembrare il ramage del ricamo sulla seta simile a un tatuaggio. In mostra c’è lo smoking in shantung di seta bianco e collo a scialle nero ricamato firmato da Carlo Pignatelli e indossato da Achille Lauro lo scorso anno a Sanremo. Ma ci sono tanti altri capi ‘storici’ delle più grandi griffe italiane: Giorgio Armani Privé (Michelle Hunziker), Alberta Ferretti (Rocio Munoz Morales), Francesco Scognamiglio (Giorgia ed Emma), Antonio Grimaldi (Fiorella Mannoia), Pucci (Elisabetta Canalis), Dolce & Gabbana (Simona Ventura), Giorgio Armani (Ines Sastre), Nicola Trussardi (Orietta Berti), Moschino-Jeremy Scott (Hunziker), Gianfranco Ferrè (Andrea Osvart/Bianca Guaccero), Philosophy (Virginia Raffaele), Etro (Bisio), Ferragamo (Carlo Conti), Giorgio Armani (Panariello), Piattelli (Pippo Baudo).

Amadeus, il festival era il mio sogno sin da bambino”Non vedo l’ora di partire il 4 febbraio”

30 gennaio 202020:01

ondurre Sanremo? È quello che sognavo sin da ragazzino”. Ad ammetterlo, è Amadeus, padrone di casa del prossimo Festival della canzone italiana, ospite di Bruno Vespa in collegamento da Teatro Ariston nella puntata di Porta a Porta dedicata alla kermesse. “Io in vita mia non ho mai avuto un piano B – dice Amadeus – a 15-16 anni guardavo la tv, la Rai, Sanremo, Rischiatutto, Canzonissima. Il mio sogno era fare il presentatore e ovviamente poi arrivare a Sanremo”. Emozionato? “Si, un filino sono emozionato – risponde a Vespa – Stiamo provando e scendere le scale, iniziare con la sigla è sempre una grande emozione”.Quanto alle polemiche che hanno preceduto il festival, “a settembre mi dicevo: io sono il presentatore della porta accanto, ma che vuoi possa succedere?”, risponde con ironia. “Sei ancora spaventato possa accadere qualcosa?”, domanda Vespa. “No, adesso non vedo l’ora sia il 4 febbraio e tutti possano parlare di tutto il bello che ci sarà – risponde il conduttore -. Quando ho Fiorello, Tiziano Ferro, Benigni. E poi un Sanremo femminile con 10 donne intelligenti, ognuna con la sua storia e il suo racconto. E ancora la reunion dei Ricchi e Poveri, Romina e Albano, le canzoni, come puoi pensare a tutto questo?”.”Fiorello a Sanremo? Davvero non so cosa farà”, ribadisce il direttore artistico. “Conosco Fiorello da 35 anni. Mi piace proprio perché è imprevedibile. So solo che arriverà domani e alloggerà nella camera di fronte alla mia. Mi ha detto: ‘non ti dico nulla, stai sul palco e vedrai'”. Possiamo aspettarlo presente tutte le sere? “Per me si”, risponde.    “Sei ancora spaventato possa accadere qualcosa?”, domanda Vespa.
“No, adesso non vedo l’ora sia il 4 febbraio e tutti possano parlare di tutto il bello che ci sarà – risponde il conduttore -. Quando ho Fiorello, Tiziano Ferro, Benigni. E poi un Sanremo femminile con 10 donne intelligenti, ognuna con la sua storia e il suo racconto. E ancora la reunion dei Ricchi e Poveri, Romina e Albano, le canzoni, come puoi pensare a tutto questo?”.

La Collezione Cavallini Sgarbi a disposizione di FerraraOltre 500 opere per percorsi in Castello, programmate 5 mostre

FERRARA30 gennaio 202019:44

– Oltre cinquecento opere tra dipinti, sculture e oggetti di pregio, per un viaggio, in più tappe, all’interno del Castello Estense di Ferrara, alla scoperta dell’arte italiana. Grazie a uno schema di convenzione, approvato dalla Giunta Municipale di Ferrara, il Comune potrà godere del prestito dell’intera collezione d’arte della Fondazione Cavallini Sgarbi per esporne le opere all’interno delle sale del Castello, nell’ambito di diversi percorsi tematici che si alterneranno nel tempo. Cinque quelli già programmati fino al 2024, con la prima esposizione intitolata ‘La scultura dell’Ottocento e Novecento – da Lorenzo Bartolini e Bruno Innocenti’, già prevista per la prossima estate al termine della mostra dedicata a Gaetano Previati, in programma dall’8 febbraio al 7 giugno.
“Si tratta – spiega l’assessore Marco Gulinelli – di un successo importante per questa Amministrazione, che grazie a un complesso lavoro durato 5-6 mesi è riuscita a garantire alla città di Ferrara la disponibilità dell’intera collezione Cavallini Sgarbi con l’obiettivo di incrementare ulteriormente il patrimonio culturale cittadino. Una raccolta di 500 opere, comprendente capolavori della pittura e della scultura italiane, sulle quali il Ministero per i Beni culturali ha apposto il proprio vincolo, dichiarandone l”eccezionale interesse storico artistico’ e sottolineando il carattere identitario che la collezione ha per Ferrara”. Centrale, tra gli obiettivi dell’Amministrazione, è la promozione di eventi artistici di grande richiamo che incentivino l’afflusso turistico anche alla luce della prossima chiusura del Palazzo dei Diamanti per lavori di restauro.

Iscrizioni:più licei, meno professionaliCresce l’interesse per gli indirizzi del Liceo scientifico 26,2%

31 gennaio 202017:58

– Iscrizioni on line verso la chiusura: il temine finale è previsto per stasera alle ore 20 ma un dato sembra consolidato: i licei sono sempre in crescita, i tecnici sono scelti da un terzo dei ragazzi, con i professionali in lieve calo. Sono questi i dati preliminari del ministero dell’Istruzione: le famiglie e gli studenti hanno effettuato le loro scelte a partire dal 7 gennaio attraverso la piattaforma messa a disposizione da viale Trastevere. Secondo i primissimi dati elaborati i Licei si confermano in testa alle preferenze.
Il 56,3% delle domande presentate per le classi prime della Secondaria di II grado ha riguardato, infatti, un indirizzo liceale. Un dato in crescita rispetto al 55,4% dell’anno scorso.
Gli Istituti tecnici passano al 30,8% dal 31% del 2019/2020.
Calano leggermente i Professionali, dal 13,6% al 12,9%.

Marchi moda si contendono spazi a MilanoDa Tod’s a Fendi Italia, da Bottega Veneta a Damiani e Prada

MILANO31 gennaio 202016:35

– Tredici offerte per due negozi in Galleria Vittorio Emanuele II, nel cuore di Milano, da Tod’s, a Fendi, fino a Bottega Veneta, Hermes e Dior. Le griffe della moda si daranno battaglia a colpi di rialzi per la prossima asta all’incanto, con cui il Comune assegnerà i due spazi nel ‘Salotto della città’ e che si dovrebbe tenere verso la fine di febbraio. Questa mattina si è svolta la prima fase dell’asta, con la presentazione delle offerte che sono state ritenute tutte valide.
Sono due gli spazi che andranno all’asta: il primo lotto è relativo al negozio attualmente occupato da Armani e a partecipare saranno Tod’s, Fendi Italia, Bottega Veneta, Damiani, Prada, Salmoiraghi e Viganò. Il secondo spazio che andrà all’asta è relativo al negozio attualmente occupato da Versace e a contenderselo saranno Hermes, Luxury Retail Srl, Maxima Srl (Max Mara), Christian Dior, Versace, Damiani, Prada.

Ghali superospite a Sanremo nella serata di venerdìPresenterà un medley dei suoi successi e pezzo da nuovo DNA

30 gennaio 202019:30

– Ghali parteciperà come super ospite italiano alla 70esima edizione del festival di Sanremo nella serata di venerdì 7 febbraio. Presenterà un medley dei suoi successi e il secondo estratto dal suo nuovo album DNA, in uscita per Atlantic Warner/Sto records il 20/02/2020. L’annuncio nella settimana in cui la sua “Boogieman”, il singolo che anticipa DNA, è il singolo n.1 della classifica ufficiale in Italia prelude il lancio del nuovo progetto internazionale che dopo l’uscita dell’album DNA lo porterà in tutta in Europa cominciando proprio dalla sua Milano dove si esibirà nell’unica data italiana al Fabrique di Milano l’8, 9 e 10 Maggio. Il concerto a Milano, è prodotto e organizzato da Live Nation.

Salvatores, quella volta che dissi no a Weinstein e alla Hollywood del male’Dopo 28 anni torno presidente Los Angeles, Italia e vedo Oscar’

31 gennaio 202019:24

Senza rimpianti ma con grande curiosità Gabriele Salvatores torna a Los Angeles: nel 1992 vinse l’Oscar per il miglior film straniero con Mediterraneo, storia corale di un gruppo di militari italiani di presidio su un’isola della Grecia durante la Seconda guerra mondiale e da quel momento esaltante non è più ritornato. Lo fa in questi giorni, presidente del festival Los Angeles, Italia che si svolge nella settimana prima della Notte degli Oscar.
“Mi spaventa molto tornare e allo stesso tempo ne sono affascinato, l’anno in cui vinse Mediterraneo in nomination c’era un film capolavoro, Lanterne Rosse di Zhang Yimou, in fondo non me lo sono mai perdonato”, dice con modestia Salvatores. Quel febbraio di 28 anni fa gli ricorda anche altro, uno ‘sliding doors’ della sua vita privata e professionale, “per il quale devo dire non ho alcun rimpianto”. E racconta: “Un certo Harvey Weinstein voleva che mi trasferissi qui dopo l’Oscar: mi offriva contratto, una villa a Malibu, ufficio, nuove produzioni per me e Maurizio Totti. Ma io dissi di no: a quell’epoca Hollywood era per me l’impero del male, forse non sbagliavo, comunque ne ero terrorizzato, spaventato, mi sembrava come vendere l’anima. E poi ad essere onesto il motivo era anche un altro per cui non accettai: ero innamoratissimo e l’idea di lasciare l’Italia era inconcepibile”.
Salvatores è alle prese con il progetto del nuovo film, “per la prima volta sarà una storia d’amore” e con la preparazione del ritorno alla Scala “a maggio con il Ballo in maschera”.
Intanto a Los Angeles presiede con Nick Vallelonga (Green Book) la rassegna di cinema italiano presentata dall’istituto Capri nel mondo e organizzata da Pascal Vicedomini (tra gli eventi la premiere di Odio l’estate di Aldo Giovanni e Giacomo e gli incontri con Francesca Archibugi, Elisa Amoruso, Ginevra Elkann, Remo Girone, Franco Nero, Marco Bocci, Francesco Di Leva, Ezio Greggio, Chiara Ferragni). E respira l’aria febbricitante della vigilia degli Oscar. “Non ho votato anche se ne avrei il diritto da ex premiato, perché non mi sono mai registrato”, ammette, ma i film candidati li ha visti e amati ed ecco cosa ne pensa. “1917 di Sam Mendes mi è piaciuto molto ha tanti momenti poetici emozionanti. La fotografia di Roger Deakins è pazzesca, spero vinca la statuetta anche lui. Ho visto il film con il mio direttore della fotografia, impressionante realizzare un piano sequenza così lungo con tutte quelle persone da truccare. E anche Storia di un matrimonio di Noah Baumbach mi è piaciuto molto, io penso che il cinema in Italia, in Europa debba andare in quella direzione lì, essere sempre più poesia e sempre meno romanzo, racconto fino a se stesso. Per quello ci sono le serie tv, le guardi, ti piacciono ma difficilmente ti lasciano qualcosa come accade con un film potente”.
Quanto a C’era una volta Hollywood di Tarantino Salvatores non è del tutto convinto, “lui mi piace molto ovviamente, ma da un po’ sembra aver preso a fare film per se stesso come se fosse importante più della credibilità del racconto la sua capacità di intrattenere. Brad Pitt? Solo lui poteva fare la controfigura a DiCaprio. E’ sempre stato considerato bello più che bravo, in fondo sconta un pregiudizio di solito legato alle attrici, ma qui da davvero una grande prova”. Joker di Todd Phillips “l’ho visto due tre volte trovandoci ogni volta altri dettagli interessanti, è un film di emozioni e pensieri che ti fa riflettere specie in questo momento di odio e rabbia. E poi ho amato quei riferimenti al cinema americano degli anni ’70 e trovo Joaquin Phoenix bravissimo”. Altro film “monstre” è The Irishman che Salvatores giudica “molto bello e con un cast incredibile, compreso Joe Pesci un attore che mi è sempre piaciuto molto”. Parasite di Bong Joon-ho “è potente e di grande attualità perché il tema delle classi sociali è sempre più centrale nella nostra società”.
Salvatores è andato a vedere Piccole Donne di Greta Gerwig “senza aver mai letto il romanzo e ho trovato la protagonista Saoirse Ronan un’attrice fantastica”. Giudizio sospeso per Jojo Rabbit e Ford v Ferrari: “Devo ancora andarli a vedere”.

Piemonte tutte le notizie. Tutto sulla Regione Piemonte in tempo reale sempre aggiornato. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 11 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:51 DI GIOVEDì 30 GENNAIO 2020

ALLE 15:13 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Terremoto nel Cuneese, scossa 2.9
L’epicentro a Sampeyre. Il 19/1 3.1 tra province Cuneo e Asti

TORINO30 gennaio 2020 09:51

– Una scossa di terremoto di magnitudo 2.9 è stata registrata alle 8.36 di questa mattina nel Cuneese. La sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha localizzato l’epicentro a Sampeyre a dodici chilometri di profondità. Non risultano al momento feriti o danni.
Quella di stamattina è soltanto l’ultima scossa di terremoto registrata negli ultimi giorni in Piemonte, la più forte lo scorso 19 gennaio tra le province di Cuneo e di Asti di magnitudo 3.1.

Carnevale Ivrea,ufficiali esclusi al TarAccolto ricorso contro numero chiuso, 5 febbraio la discussione

IVREA (TORINO)30 gennaio 202012:10

– Sarà discusso il 5 febbraio dal Tar Piemonte il ricorso presentato da undici aspiranti ufficiali dello Storico Carnevale di Ivrea esclusi dal ruolo perché la Fondazione che organizza gli eventi ha stabilito, per la prima volta, il numero chiuso a 26 partecipanti. I ricorrenti hanno chiesto l’annullamento del bando e dei provvedimenti di esclusione. I giudici hanno accolto l’istanza di abbreviazione dei termini che porterà all’udienza già il prossimo 5 febbraio.
“L’istanza di abbreviazione è sorretta da apprezzabili ragioni – scrivono i giudici nel decreto – facendo riferimento alla circostanza che il calendario del Carnevale di Ivrea si articola tra il 9 ed il 26 febbraio e vede le giornate più importanti comprese tra il 16 e il 25”. La Fondazione, entro la data dell’udienza, dovrà depositare al Tar una dettagliata relazione sull’accaduto e sulle motivazioni del numero chiuso degli Ufficiali, una tra le componenti storiche più importanti del carnevale eporediese.

Intesa Sanpaolo, torna Imprese VincentiPer sostenere crescita Pmi, sempre più trainanti per l’economia

TORINO30 gennaio 202011:20

– Prende il via la 2/a edizione di Imprese Vincenti, programma di Intesa Sanpaolo per la crescita delle Pmi italiane attraverso investimenti creazione di start-up, formazione, rinnovo generazionale e crescita dimensionale. Autocandidandosi online A questo indirizzo, le aziende possono essere selezionate e partecipare a una delle tappe del progetto, che avranno luogo tra aprile e luglio in tutta Italia. Per dar visibilità e voce, ai territori e alle realtà imprenditoriali che vi operano.
Le domande di partecipazione devono essere presentate entro il 28 febbraio. A differenza dello scorso, verrà dato risalto a tutti i fattori di successo dell’impresa, al di là del settore produttivo. Uno dei criteri di selezione sarà la sostenibilità.
“Vogliamo ancora di più accompagnare la crescita delle Pmi, rendendole sempre più trainanti l’economia”, spiega Stefano Barrese – Responsabile di Banca dei Territori Intesa Sanpaolo, 15 miliardi di erogazioni alle Pmi italiane nei primi 9 mesi del 2019. PIEMONTE ECONOMIA

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Pasqua arbitra Juve-Fiorentina, Di Bello per l’Inter
Lazio-Spal è stata affidata ad Antonio Giua

30 gennaio 202013:06

– Fabrizio Pasqua di Tivoli e’ l’arbitro designato per Juve-Fiorentina, match clou della ventiduesima giornata di serie A, in programma domenica alle 12.30. Udinese-Inter, posticipo serale di domenica, verra’ diretta da Marco Di Bello di Brindisi. Lazio-Spal e’ stata affidata a Antonio Giua.

Uccise marito, Appello dimezza condannaPena da 30 a 16 anni per aver ucciso marito che la maltrattava

TORINO30 gennaio 202013:15

– Nel 2017 ha ucciso il marito che per anni l’aveva umiliata e maltrattata. Ieri la Corte d’Assise d’Appello di Torino l’ha condannata a 16 anni di carcere, riducendo la pena di 30 anni inflitta in primo grado. I giudici hanno escluso la premeditazione e hanno concesso le attenuanti generiche.
Ana Fernando Negare, 66 anni, nigeriana, nell’agosto 2017 a Basaluzzo (Alessandria) aveva accoltellato il marito Walter Corradini. “La mia assistita per anni è stata picchiata e umiliata dal coniuge – spiega il suo difensore, l’avvocato Caterina Biafora – Calci, schiaffi, insulti razziali”. Violenze fisiche e morali durate oltre 25 anni. “L’omicidio – spiega l’avvocato – sarebbe avvenuto dopo che la donna aveva assistito a un’esplosione di violenza del marito nei confronti del figlio.
La sua è una storia di violenza. È sorda da un orecchio a causa delle botte prese”. Nel 2010, l’uomo era finito a processo (poi assolto) per aver cercato di avvelenarla.

Smog, a Torino resta blocco Euro 4’Semaforo arancione’ Torino e in altri 11 comuni della provincia

TORINO30 gennaio 202013:27

– Il forte vento di ieri ha lievemente migliorato la qualità dell’aria a Torino e provincia ma restano, almeno fino a lunedì 3 febbraio, i blocchi al traffico, fino ai veicoli Euro 4 diesel compresi, e le altre limitazioni previste dal ‘semaforo arancione’ del protocollo antismog, che scatta quando ci sono 4 giorni consecutivi di livello di micropolveri oltre i 50 microgrammi al metro cubo. Lo conferma, oggi, la Città Metropolitana ricordando che il provvedimento riguarda Torino, Beinasco, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro, Settimo e Venaria.
Nessuna allerta smog e quindi in vigore solo le limitazioni permanenti (blocco diesel Euro 0 ed Euro 1) nei territori di Caselle, Chivasso, Leinì, Mappano, Pianezza, Volpiano, Carmagnola, Rivalta, Vinovo, Chieri e Ivrea.

Cina,Politecnico Torino richiama allieviRettore, ‘sono una ventina, quasi tutti già rientrati’

TORINO30 gennaio 202013:36

– “Abbiamo già richiamato i nostri studenti – una ventina – garantendo una continuità di percorso formativo. Sono quasi tutti rientrati”. Lo ha detto il rettore del Politecnico, Guido Saracco.
“Apprezzo molto la trasparenza e la rapidità con cui la Cina ha trattato il problema – ha osservato – dimostra come la globalizzazione ha portato ricchezza, ma anche un modo trasparente di affrontare le emergenze. Per noi è imprescindibile la collaborazione con la Cina, un’opportunità da cogliere e non solo un luogo dove produrre a costi bassi.
Abbiamo importanti collaborazioni, ho legami anche personali.
C’è stato sicuramente un iperallarmismo dovuto proprio alla grande trasparenza”.

Niente licenziamenti, cig alla MahleAccordo al Mise. Regione Piemonte, passo importante

TORINO30 gennaio 202014:42

– Non ci saranno licenziamenti alla Mahle, arriva la cassa integrazione. Lo prevede l’accordo raggiunto presso la sede del ministero per lo Sviluppo Economico. È un passo importante, sottolinea la Regione Piemonte.
La multinazionale tedesca che produce componentistica per il settore automotive – in particolare per i motori diesel – nel novembre scorso ha annunciato la chiusura dei due stabilimenti piemontesi e il licenziamento di 452 lavoratori: 209 dello stabilimento di Saluzzo e 243 di quello di La Loggia.
All’incontro, oltre all’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, erano presenti le parti sociali, una delegazione del Comune di Saluzzo, il vice capo di Gabinetto del Mise, Giorgio Sorial, il vice ministro Alessandra Todde e i rappresentanti dell’azienda italiani e tedeschi. “Non avremmo accettato nessun licenziamento e così è stato. Un risultato importante che ci dà il tempo e gli ammortizzatori per approfondire le strade per dare un futuro a tutti i lavoratori”.

Seeyousound con tre anteprime assoluteTre anteprime assolute, una internazionale al festival di Torino

TORINO30 gennaio 202015:29

– Sesta edizione di Seeyousound, il festival internazionale di cinema a tematica musicale dal 21 febbraio all’1 marzo al Cinema Massimo Mnc. Per la prima volta due dei titoli in programma saranno fruibili da persone con disabilità sensoriali/visive, grazie a un’apposita sottotitolazione in partnership con Associazione + Cultura Accessibile CinemAbility. Inoltre da quest’anno parte una campagna in collaborazione con Treedom per creare la foresta di Seeyousound e del suo pubblico. Un’agenda fitta con 64 appuntamenti per 99 film e videoclip tra concorsi, rassegne e proiezioni speciali, di cui 24 anteprime italiane, 3 assolute, 1 internazionale e 1 produzione originale, live ed eventi collaterali 5 location. Sei lungometraggi in concorso Long Play Feature, 6 documentari Long Play Doc, 12 cortometraggi in concorso e 1 fuori concorso.
Seeyousound è organizzato da Associazione Seeyousound, con il patrocinio di Museo Nazionale del Cinema e Città di Torino, con il contributo di Regione Piemonte e Fondazione Crt.

‘Sieg Heil’ e svastiche sulla casa della figlia di un partigiano A Torino, la donna ha fatto denuncia alla Digos

TORINO30 gennaio 202018:43

Due piccole etichette con la scritta “Sieg Heil”, il simbolo delle SS e una svastica sono state trovate a Torino, nel quartiere Vanchiglia, sul campanello dell’appartamento di una donna iscritta all’Anpi e figlia di un partigiano. La signora ha sporto denuncia alla Digos. L’episodio dopo le scritte antisemite comparse sui muri di Torino, Mondovì, Brescia e Giaveno.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Coppa Italia: Inter-Napoli apre programma semifinaliAppuntamento il 12 febbraio. Il 13 toccherà a Milan-Juventus

30 gennaio 202018:44

– Inter-Napoli, mercoledì 12 febbraio alle 20,45, aprirà il programma delle partite d’andata delle semifinali di Coppa Italia. Si proseguirà giovedì 13 febbraio con la sfida Milan-Juventus, con inizio sempre alle 20,45. Le partite di ritorno si disputeranno mercoledì 4 marzo alle 20,45 (Juventus-Milan) e giovedì 5 marzo alle 20,45 (Napoli-Inter). Lo ha comunicato la Lega di Serie A Per effetto della scelta dei giorni di disputa delle semifinali della coppa nazionale, le seguenti partite dell’8/a giornata di campionato subiranno delle variazioni: Fiorentina-Brescia si giocherà domenica 8 marzo alle 12,30, anziché alle 15; Inter-Sassuolo andrà invece in scena alle 15, anziché alle 12,30, come previsto in un primo momento.
PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Lancia Aurelia protagonista al Mauto18 esemplari d’eccezione per celebrare ‘un mito senza tempo’

TORINO30 gennaio 202018:52

– Una retrospettiva dedicata alla mitica Lancia Aurelia, modello tra i più moderni della produzione italiana del dopoguerra e simbolo del boom economico, è stata inaugurata oggi al Mauto, Museo Nazionale dell’Automobile di Torino. La mostra ‘Lancia Aurelia 1950 – 2020. Mito senza tempo’, aperta fino al 3 maggio 2020, è uno straordinario percorso espositivo che, attraverso il contributo di 18 esemplari d’eccezione, fotografa l’evoluzione del modello presentato per la prima volta al pubblico proprio a Torino nel 1950.
Già a partire da quella prima apparizione, grazie al fortunato sodalizio con Battista Pinin Farina, la Lancia Aurelia si impone agli occhi di tutto il mondo come espressione di pura eleganza, ispirata a un ideale di levigata sobrietà. Tale fu il suo successo, che divenne anche protagonista di film famosi come “Il sorpasso” con Vittorio Gassman e “Et Dieu crèa la femme” con Brigitte Bardot, che la consacrarono icona di stile a livello internazionale.

Alla Pinacoteca Albertina Incanti RussiVentidue dipinti degli studenti dell’accademia Glazunov

TORINO30 gennaio 202018:43

– Si potrà visitare da domani la mostra Incanti russi alla Pinacoteca Albertina di Torino, curata da Salvo Bitonti, osservatore e coordinatore di queste opere, e vorrebbe restituire uno sguardo quasi cinematografico su un mondo magico di una terra e di una cultura e di un popolo che tanto ha influenzato l’immaginario artistico europeo ancora prima del suo grande e decisivo momento storico dato dalla rivoluzione d’Ottobre.
I ventidue dipinti, selezionati insieme alla presidente dell’Accademia Paola Gribaudo sono per lo più di grandi dimensioni e sono stati realizzati tutti da studenti come tesi di diploma o durante i diversi anni di corso di studio all’Accademia Glazunov, in un arco temporale che va dal 1999 al 2019. In questi lavori scelti è predominante il carattere storico, religioso e il folclore popolare della grande nazione russa.

Negativi test coronavirus ad AlessandriaRientrata da Shanghai, paziente era in isolamento

ALESSANDRIA30 gennaio 202019:00

– Sono risultati negativi i test a cui è stata sottoposta la donna da ieri in isolamento all’ospedale di Alessandria. Lo rende noto l’Azienda ospedaliera, comunicando che la paziente “non è affetta da coronavirus”.
Rientrata da Shanghai, che non è fra le zone a rischio, la donna presentava sintomi influenzali simili a quelli del coronavirus. E’ quindi scattata la procedura prevista dal Protocollo nazionale per affrontare le eventuali contagi. Le analisi hanno però chiarito che non si tratta di un caso legato al pericoloso virus.

Automotoretrò, in mostra camion del ’25Fiat ‘603 acquistato da Comune Torino finì nel Vercellese

TORINO30 gennaio 202020:55

– Tra i veicoli esposti ad ‘Automotoretrò’ c’è anche un camion del 1925, un’innaffiatrice stradale. E’ un raro mezzo d’opera ‘Fiat 603’, usato per la nettezza delle vie urbane acquistata originariamente dal Comune di Torino, che terminò il proprio servizio ad Asigliano (Vercelli).
“Un veicolo che possiede ancora il bollo originale del 1961 rilasciato proprio nell’ultimo paese in cui operò, prima di essere trasferito a Valle Mosso (Biella) ove lo rinvenni”, ricorda Carlo Marazzato, considerato il più grande collezionista europeo di camion storici (ne possiede oltre 250).
“Dopo lunghe ricerche, abbiamo reperito anche il primo numero di targa, TO 8775, ritrovando pure la sua cisterna idrica originale: per recuperarla è stato necessario scoperchiare il tetto di una casa e tirarla fuori con una gru”.
L’autocarro, restaurato con autopompa e stemmi dell’epoca con il toro rampante, sarà visibile insieme agli altri mezzi nei ‘Porte Aperte’ allo showroom ‘Marazzato a Stroppiana dal 4 aprile in poi.

Lancia sasso 8kg da cavalcavia,1 arrestoIl denunciato è minorenne. Danni a numerosi mezzi in transito

31 gennaio 202012:11

– La Polizia di Stato di Novara ha arrestato una persona per aver lanciato di notte da un cavalcavia un masso di otto chili ed un cartello stradale.
Inoltre la Polizia Stradale ha denunciato un minorenne. I lanci, per fortuna, hanno prodotto solo danni materiali a diversi mezzi in transito sull’A4 Torino-Milano, nei pressi dell’uscita di Vicolungo. Possibile un collegamento con altri casi accaduti sempre in provincia di Novara, lungo la tangenziale cittadina e l’A4.
Ulteriori dettagli saranno resi noti durante la conferenza stampa in programma alle ore 10 presso la sala riunioni della Procura della Repubblica di Novara.   “Abbiamo agito per noia”, hanno tentato di giustificarsi i due giovani, un 21enne che è stato arrestato, e un 17enne. Il ‘tiro al bersaglio’ era iniziato la notte tra il 19 e il 20 gennaio, quando vennero danneggiate due auto e un tir. I due sono stati fermati il 25 gennaio. S’indaga per stabilire se siano responsabili anche di altri reati analoghi.

False assicurazioni, denunciata agenteGuardia finanza scopre nel Torinese truffa da 150mila euro

TORINO31 gennaio 202009:58

– Polizze assicurative false. Parla di questo un’indagine della guardia di finanza di Bardonecchia (Torino), che ha denunciato l’agente di una nota compagnia assicurativa – del tutto estranea alla vicenda – per truffa e appropriazione indebita. Rischia sino a cinque anni di carcere.
Brutta la sorpresa dei clienti truffati, una decina: presentatesi in agenzia a Susa per riscuotere il premio assicurativo, hanno dovuto fare i conti con contratti inesistenti e polizze fasulle. Del denaro versato nessuna traccia, perché nel frattempo era finito nelle tasche dell’agente assicurativo infedele.
Per le fiamme gialle, l’ammontare della truffa ideata dalla donna, sessantenne originaria del cosentino ma residente da alcuni anni in Valle di Susa, è di circa 150mila euro.

Scoperti panetti hashish con logo JuveAgente immobiliare di 33 anni arrestato nel Milanese

COLOGNO MONZESE (MILANO)31 gennaio 202012:09

– Un agente immobiliare di Lecco di 33 anni è stato arrestato dai carabinieri con mezzo chilo di hashish, suddiviso in panetti con il logo della Juventus, dopo essere stato fermato per un controllo stradale a Cologno Monzese (Milano). L’uomo aveva nascosto la droga nel bagagliaio e non ha fornito spiegazioni circa la provenienza o la destinazione.

Nova Coop, 111mila euro a Irccs CandioloPresidente Delle Rive consegna assegno ad Allegra Agnelli

TORINO31 gennaio 202012:55

– Nova Coop dona 111 mila euro alla Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro. La cerimonia di consegna della somma oggi all’Istituto Irccs di Candiolo, dove il presidente di Nova Coop, Ernesto Delle Rive, ha consegnato l’assegno alla presidente della Fondazione, Allegra Agnelli.
La donazione è frutto della campagna ‘Scegli il prodotto Coop e INSIEME sosteniamo la ricerca sul cancro’, con la quale Nova Coop ha devoluto l’1% di ogni prodotto a marchio Coop acquistato nel dicembre scorso nei 64 negozi della rete di vendita.
La somma sarà spesa in strumentazioni e apparecchiature per la diagnosi precoce e la cura del cancro al seno.
La collaborazione fra Nova Coop e la Fondazione proseguirà anche quest’anno, con una serie di iniziative dedicate all’educazione e alla prevenzione.

Fallisce assalto a portavalori, bandito in fuga a Torino

TORINO31 gennaio 202011:48

– Tentata rapina a un porta valori questa mattina in via Chiesa della Salute, a Torino. Un uomo ha cercato di aggredire una guardia giurata e di rubare il sacco con il denaro appena ritirato da una banca. Dopo una breve colluttazione, il ladro è scappato senza bottino a bordo di un’auto, forse con un complice. Sull’accaduto indaga la polizia.

Si insedia Loreto, non posso fallireCerimonia di immissione per neo procuratore di Torino

TORINO31 gennaio 202013:14

– Più di 300 persone tra magistrati, impiegati del Palazzo di Giustizia e rappresentanti delle forze dell’ordine si sono radunate oggi in una delle maxi aule del Tribunale per la cerimonia di insediamento di Anna Maria Loreto a capo della procura di Torino.
“Sono consapevole – ha detto, visibilmente emozionata, dopo la dichiarazione di ‘immissione in possesso’ da parte del giudice Silvia Bersano Begey – del compito che mi aspetta. La mia è una posizione difficilissima perché non posso fallire: ho con me una squadra formidabile, e se fallirò sarà solo per colpa mia. Non avrò alibi”.
“Sono certo – affermato il procuratore generale Francesco Saluzzo – che la dottoressa Loreto saprà interpretare al meglio il ruolo di capo della procura nel solco dei suoi grandi predecessori. Ha una esperienza solidissima, ha capacità riconosciute da tutti, è apprezzata, è stimata. Sa fare squadra, sa come un pm deve rivolgersi a un giudice. E non sono doti scontate”.

Calcio: Torino; Falque in prestito al GenoaIl 30enne attaccante spagnolo torna in rossoblu dopo 5 anni

TORINO31 gennaio 202013:42

– Adesso è ufficiale: il Torino ha ceduto in prestito al Genoa Iago Falque. Il trentenne attaccante spagnolo torna in rossoblu, cinque anni dopo la stagione del debutto nel campionato italiano, con 32 presenze e 13 gol.
Falque era poi passato alla Roma restando un solo anno prima dell’approdo al Torino. Con la maglia granata 4 stagioni, 100 presenze e 30 gol. Quest’anno a causa di una serie di infortuni 3 sole presenze, due in campionato l’altra nei preliminari di Europa League.

Proiettile mortaio affiora dopo incendioAlle pendici del Musinè, sarà disinnescato da artificieri

TORINO31 gennaio 202014:44

– Un proiettile da mortaio risalente alla Seconda Guerra Mondiale è stato trovato dai volontari del corpo antincendi boschivi (Aib) di Bussoleno (Torino) durante le operazioni di spegnimento del grosso incendio divampato l’altroieri alle pendici del Musinè, tra Val della Torre e Caselette. I carabinieri hanno transennato l’area e gli artificieri del 32esimo reggimento genio guastatori di Fossano nei prossimi giorni lo disinnescheranno.
A quanto si apprende, l’ordigno è distante dal centro abitato che non verrà evacuato. L’incendio, domato dai vigili del fuoco dopo oltre dodici ore, era partito da alcune sterpaglie in frazione Brione.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 10 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:44 DI GIOVEDì 30 GENNAIO 2020

ALLE 13:41 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Vola il mercato degli smartphone 5G ma si teme per l’impatto coronavirus
Consegne a 19 mln di unità nel 2019, dominano Huawei e Samsung

30 gennaio 2020 08:44

– Il nascente mercato degli smartphone 5G ha chiuso il 2019 con risultati migliori delle attese e una forte concentrazione intorno a due aziende. Dei 18,7 milioni di dispositivi consegnati l’anno scorso, stando ai dati di Strategy Analytics, il 37% sono infatti a marchio Huawei, e il 36% a marchio Samsung. Per il 2020 gli analisti prevedono una crescita consistente, che però potrebbe subire l’impatto del coronavirus.

A trainare la domanda di telefoni 5G nel 2019 sono state la Cina e la Corea del Sud. “Altre regioni, come gli Stati Uniti e l’Europa, sono in ritardo rispetto all’Asia, ma prevediamo che colmino il divario entro la fine dell’anno”, spiega l’analista Ken Hyers. Tuttavia, evidenzia il collega Neil Mawston, “la recente epidemia di coronavirus sta limitando il commercio in alcune parti della Cina e questo potrebbe causare un rallentamento dell’offerta o della domanda di 5G in Asia o in tutto il mondo durante la prima metà del 2020”. “I player del settore dovrebbero prepararsi a vendite irregolari in alcuni mercati”.

Tornando alle aziende, l’anno scorso Huawei ha commercializzato 6,9 milioni di smartphone 5G – quasi tutti in Cina – grazie a modelli popolari come il Mate 20 X 5G and Mate 30 Pro 5G. Samsung, con device gettonati come il Note 10 5G e l’S10 5G, ha totalizzato 6,7 milioni di unità in una vasta gamma di paesi, dalla Corea del Sud al Regno Unito e agli Usa.

Al terzo posto in classifica c’è Vivo, che con 2 milioni di device 5G consegnati ha conquistato l’11% di market share, in prevalenza sul mercato cinese. Seguono Xiaomi con 1,2 milioni di unità, pari a una quota del 6,4%, e una forte presenza in Europa occidentale, e LG con 900mila unità, (4,8%), soprattutto in Corea del Sud e Nord America.

Zuckerberg, in arrivo pagamenti su WhatsApp’Su nostre app 2,9 mld utenti.Elezioni e privacy, servono regole’

30 gennaio 202013:23

WhatsApp Payments, il sistema per inviare denaro in chat “facile e veloce come l’invio di una foto” che è stato sperimentato su un milione di utenti indiani nel 2018, sarà “implementato in diversi Paesi nei prossimi sei mesi”. Lo ha detto Mark Zuckerberg nell’intervento per la presentazione dei risultati finanziari, poi postato su Facebook, in cui ha affrontato anche i temi della privacy e delle interferenze elettorali, ribadendo la richiesta di “regole chiare” per il settore.Il fondatore del colosso di Menlo Park ha affermato che nel mondo circa 2,9 miliardi di persone usano ogni mese Facebook, Instagram, WhatsApp o Messenger, e che 2,3 miliardi usano almeno uno di questi servizi ogni giorno. Accanto a questi numeri “ci sono oltre 140 milioni di piccole imprese che usano i nostri servizi per crescere”.In tema di elezioni, “siamo molto concentrati sull’integrità elettorale”, ha assicurato Zuckerberg, che si è detto “orgoglioso dei progressi fatti per prevenire le interferenze straniere”. Nel 2016, anno della vittoria di Donald Trump, “eravamo rimasti indietro, ma dopo aver lavorato per proteggere le elezioni in paesi di tutto il mondo, dall’Ue all’India, dal Messico al voto di metà mandato in Usa, pensiamo che i nostri sistemi siano ora più avanzati di qualsiasi altra azienda, e spesso avvisiamo le forze dell’ordine e l’intelligence in merito alle minacce che identifichiamo”.

Apple deve dare 837 milioni per violazione brevettiAltri 270 mln a carico di Broadcom, a favore di Caltech Pasadena

WASHINGTON30 gennaio 202013:24

Apple e Broadcom sono state condannate da una giuria di Los Angeles ad un risarcimento danni rispettivamente di 837 e 270 milioni di dollari a favore del California Institute of Technology, il celebre Caltech di Pasadena, per aver violato quattro brevetti depositati dall’università sulla trasmissione via wi-fi. L’istituto aveva intentato causa nel 2016 sostenendo che prodotti Apple come iPhone, iPad e Mac contenevano componenti elettronici prodotti da Broadcom, accusata a sua volta di aver rubato i brevetti. STAI LEGGENDO “TECNOLOGIA”

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cyberbullismo peggiora depressione
Può essere virale e persistente, più dannoso di altre forme

30 gennaio 202012:51

– Il cyberbullismo peggiora i sintomi della depressione e del disturbo post traumatico da stress nei giovani. Emerge da uno studio dell’Università di Miami e pubblicato sul Journal of Clinical Psychiatry, ha coinvolto ragazzi che si trovavano già in cure all’interno di una clinica per la cura di disturbi mentali. Grazie a questo lavoro è emerso che i bambini con una storia di abusi alle spalle hanno avuto maggiori probabilità di essere vittime di cyberbullismo. Per questo gli studiosi pensano che durante le valutazioni di un trauma infantile si dovrebbero includere anche quelle legate a questo fenomeno tutto digitale. “Il cyberbullismo è probabilmente più dannoso di altre forme di bullismo a causa della sua portata”, dice Philip D. Harvey, docente di psichiatria all’Università di Miami e coautore dell’articolo, e “può essere virale e persistente”. I ricercatori hanno notato che gli adolescenti che sono stati vittime di bullismo in passato avevano un rischio maggiore di esserne nuovamente coinvolti. In generale, le vittime avevano una gravità significativamente più elevata del disturbo post-traumatico da stress, della depressione, della rabbia e della dissociazione fantastica rispetto a quelli che non erano vittime di bullismo. Genitori e adolescenti possono agire per evitare il fenomeno.
Come? “Non è difficile bloccare qualcuno su internet, che si tratti di messaggi di testo, Facebook, Twitter o dell’invio di immagini – spiega – Bisogna chiedersi perché le persone scelgono te per fare il prepotente. Se è qualcosa che stai postando, valutalo e apporta una modifica”.

Facebook delude e crolla. Tesla da record e volaIl titolo di Microsoft ai massimi di sempre

NEW YORK30 gennaio 202013:17

Tesla da record, paradosso Facebook. Questo il responso di una giornata di trimestrali Usa che ha visto anche Microsoft battere le previsioni. Il social media più popolare al mondo ha fatto registrare nell’ultimo trimestre del 2019 entrate superiori alle attese per 21,08 miliardi di dollari: un primato per Facebook, anche se si tratta dell’incremento piu’ basso di sempre, meno del 25% anno su anno. In pratica quello passato è stato il quarto trimestre di seguito che l’incremento delle entrate per Mark Zuckerberg è risultato inferiore al 30%.Numeri che deludono gli investitori, con il titolo di Facebook che crolla oltre il 7% nelle contrattazioni after hours a Wall Street. E non bastano le parole di ‘Zuck’ per frenare la caduta: “Un ottimo trimestre e un buon fine d’anno”, afferma. E non bastano nemmeno i dati positivi sugli utenti: quelli giornalieri sono aumentati a 1,66 miliardi, quelli mensili a 2,5 miliardi. Il gruppo – che ha nel suo pacchetto ha anche Instagram, WhatsApp e Messenger – ha anche annunciato un piano di riacquisto delle proprie azioni pari a 10 miliardi di dollari.Se Zuckerberg dunque ha di che riflettere, continua a sorridere Elon Musk, con Tesla che mette a segno un altro strepitoso trimestre, con un boom di entrate per 7,38 miliardi di dollari. Un risultato che nelle contrattazioni after hours a Wall Street fa volare il titolo di Tesla oltre l’11%. Niente male considerando che dopo i buoni risultati del terzo trimestre 2019 il valore delle azioni era già cresciuto del 120%. A spingere la società di Musk il record sul fronte delle consegne delle auto elettriche, che nell’ultimo trimestre è stato di 112 mila unità. E moltissime sono le speranze riposte in Model Y, il nuovo Suv crossover la cui produzione è già iniziata nello stabilimento californiano di Fremont. Senza contare le prospettive relative al mercato cinese, dove Tesla ha aperto l’impianto di Shanghai.Per Microsoft infine, l’ultimo trimestre ha significato entrate di poco inferiori ai 37 miliardi di dollari, al di sopra delle previsioni degli analisti. Il titolo nelle contrattazioni after hours e’ cresciuto del 3% toccando i massimi di sempre per il gruppo fondato da Bill Gates.

Parlamento Ue, regole entro 6 mesi per caricabatteria unicoOk a risoluzione da Eurocamera. Apple si oppone

30 gennaio 202018:58

Il Parlamento europeo ha invitato la Commissione europea a proporre una legislazione più stringente sul caricabatterie unico per i telefoni cellulari nell’Ue approvando oggi una risoluzione. Una richiesta alla quale Apple si oppone.Nel testo della risoluzione non legislativa, adottata oggi con 582 sì, 40 no, 37 astenuti, in cui si chiede l’introduzione obbligatoria di un caricabatteria comune a tutti i dispositivi mobili, si afferma come vi sia una “urgente necessità di un intervento normativo dell’Ue” per ridurre i rifiuti elettronici e dare ai consumatori la possibilità di effettuare scelte sostenibili.Secondo le stime, ogni anno a livello mondiale vengono prodotti 50 milioni di tonnellate di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, pari a 6 kg pro capite. In Europa, il totale dei rifiuti elettronici generati nel 2016 è stato di 12,3 milioni di tonnellate, pari a 16,6 kg in media per abitante.

Presidente Copasir, su 5G attenti a rischi per privacyVolpi, reti non devono diventare mezzo acquisire dati personali

30 gennaio 202013:23

“Nella competizione mondiale per il 5G dobbiamo stare attenti che le reti non diventino un mezzo per acquisire il bene immateriale che sono i dati e le profilature”.Lo dice Raffaele Volpi, presidente del Copasir a margine del convegno Spazio cibernetico bene comune: protezione dei dati, sicurezza nazionale, in corso a Roma in occasione della Giornata europea per la protezione dei dati personali. Tra i fattori di rischio correlati al 5G vanno annoverati anche “i rischi connessi alla fornitura di tecnologia da parte di aziende, quali quelle cinesi in un contesto di dirigismo anche economico che le obbliga a cooperare con il Governo fornendogli pezzi importanti del proprio patrimonio informativo con implicazioni da non sottovalutare sul piano della sicurezza nazionale”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, Antonello Soro, nel suo intervento al convegno Spazio cibernetico bene comune.

Facebook affonda a Wall Street e brucia 50 mld di dlr Il titolo e’ arrivato a perdere l’8%

30 gennaio 202018:55

Facebook affonda a Wall Street col titolo che e’ arrivato a perdere l’8% e bruciando oltre 50 miliardi di dollari di capitalizzazione. Il gruppo di Mark Zuckerberg paga la delusione degli investitori per i conti dell’ultima trimestrale.Il social media più popolare al mondo ha fatto registrare nell’ultimo trimestre del 2019 entrate superiori alle attese per 21,08 miliardi di dollari: un primato per la società anche se si tratta dell’incremento piu’ basso di sempre, meno del 25% anno su anno. In pratica quello passato è stato il quarto trimestre di seguito che l’incremento delle entrate per Mark Zuckerberg è risultato inferiore al 30%. Numeri che deludono gli investitori.

iPhone re dei telefoni nel IV trimestreAnalisti, ‘cresce con iPhone 11, ma nel 2019 Apple è solo terza’

31 gennaio 202011:42

L’iPhone 11 che ha fatto volare i conti trimestrali di Apple fino a raggiungere utili record, ha permesso alla Mela anche di guadagnare il primo posto nella classifica delle consegne di smartphone del quarto trimestre 2019. Sebbene la compagnia di Cupertino non renda più noto il numero di iPhone messi in commercio, gli analisti di Strategy Analytics stimano che da ottobre a dicembre siano stati 70,7 milioni(+7%), una cifra che pone la società davanti a Samsung (68,8 milioni, -1%) e a Huawei (56 milioni, -7%). Nel complesso il mercato è rimasto invariato a quota 374,5 milioni di unità.

Guardando all’intero 2019, tuttavia, Samsung si conferma saldamente in testa alla classifica con 295,1 milioni di smartphone commercializzati, circa 4 milioni in più del 2018.

Huawei è seconda, scavalcando Apple con 240,5 milioni di unità, circa 35 milioni in più dell’anno precedente. La Mela è terza con 197,4 milioni di iPhone, 9 milioni in meno del 2018. Segno che il successo dell’iPhone 11 lanciato nel quarto trimestre non è riuscito a controbilanciare la flessione dei trimestri precedenti. Fuori dal podio Xiaomi, in aumento a 124,8 milioni di smartphone, e Oppo, in lieve calo a 115,1 milioni.

Nell’insieme il settore ha riportato una flessione dell’1% a quota 1,41 miliardi di dispositivi. La conferma del primo posto conquistato da Apple nel quarto trimestre arriva anche dagli analisti di Canalys, secondo cui Apple ha consegnato 78,4 milioni di iPhone (+9%), e da quelli di Counterpoint Research, che stimano in 72,9 milioni le consegne di melafonini (+11%).

Soro, cybercrime cresciuto del 17%Garante, per sicurezza cibernetica urge orizzonte sovranazionale

31 gennaio 202011:42

“Nel 2019 il cybercrime è cresciuto del 17% a livello mondiale rispetto alle cifre del 2018 e gli esperti hanno cacciato preoccupanti previsioni sui possibili rischi e sulle tendenze per il 2020 delineando uno scenario fatto di attacchi sempre più sofisticate”. Lo ha detto il presidente del Garante per la privacy Antonello Soro nel suo intervento al convegno Spazio cibernetico bene comune: protezione dei dati, sicurezza nazionale, in corso a Roma in occasione della Giornata europea per la protezione dei dati personali.

“Poiché le minacce sono globali – ha aggiunto – credo che l’obiettivo debba essere la complessiva assunzione di responsabilità pubblica rispetto a un interesse qual è la sicurezza cibernetica da cui dipende In primo luogo l’indipendenza dei Paesi e che deve sempre più declinarsi in chiave sovranazionale, proprio come è stato per la protezione dati”.

SpaceX lancia 60 satelliti per internetCon questa missione i satelliti Starlink sono in tutto 240

31 gennaio 202013:30

– Lanciati dalla SpaceX altri 60 satelliti della costellazione Starlink per l’internet globale.
sono stati portati in orbita da un razzo Falcon 9 partito dalla base di Cape Canaveral, in Florida. Il lancio è arrivato dopo una serie di rinvii dalla scorsa settimana dovuti alle condizioni meteo, soprattutto per la presenza di venti in quota.
E’ il quarto lancio dei satelliti Starlink, dopo quelli di maggio e novembre 2019 e gennaio 2020. Con questa missione la costellazione in orbita arriva a 240 satelliti. Questo rende SpaceX il proprietario della più grande flotta mondiale di satelliti commerciali. Il lancio fa parte del piano della compagnia di creare una costellazione di piccoli satelliti a banda larga, ciascuno del peso di circa 220 chilogrammi, che forniranno una copertura Internet globale. L’obiettivo del progetto è fornire agli utenti di tutto il mondo un accesso a Internet ad alta velocità poiché, attualmente, ci sono aree rurali o remote ‘off-line’ perché non raggiunte dalla connessione via cavo. Secondo l’azienda fondata da Elon Musk sono necessari 24 lanci per fornire un servizio globale a banda larga grazie alla costellazione Starlink. Ma la compagnia potrebbe cominciare a fornire il servizio su alcune regioni della Terra entro la fine dell’anno, una volta portati in orbita almeno 720 satelliti grazie a 12 lanci.
L’obiettivo dell’azienda è mettere in orbita complessivamente una flotta di 12.000 satelliti a banda larga e per farlo ha ottenuto il via libera della Commissione federale per le comunicazioni Usa.

Amazon entra nel club del trilioneUtili stracciano le previsioni, Bezos più ricco di 12 miliardi

31 gennaio 202013:32

– Un momento da ricordare per Jeff Bezos. Amazon ha presentato conti record stracciando ogni previsione. Supera così i mille miliardi di dollari in valore di mercato ed entra di prepotenza nel ‘club del trilione’, raggiungendo Apple, Google e Microsoft. Non solo: grazie al balzo in Borsa del titolo di Amazon Bezos, che possiede circa 57 milioni di azioni, vede aumentare il suo patrimonio personale di oltre 12 miliardi di dollari, rafforzando la sua posizione di uomo più ricco del mondo. I numeri dell’ultimo trimestre per il colosso del commercio online sono da capogiro e vanno a sommarsi alle ottime trimestrali presentate negli ultimi giorni da altri giganti della DSilicon Valley e della West Coast, come Apple, Tesla e Microsoft. Le entrate di Amazon sono ammontate a 87,44 miliardi di dollari tra vendite, servizi web e pubblicità, ed hanno generato utili per 3,3 miliardi di dollari, con un balzo dell’8% e contro le previsioni che indicavano 1,2-2,9 miliardi.
Un risultato notevole se si pensa che da luglio a settembre si era registrato un calo del 25% degli utili, e nonostante siano aumentati negli ultimi mesi di ben il 43% i costi di spedizione, pari a 12,9 miliardi, per rendere il servizio più veloce ed efficiente. Nel dettaglio a contribuire al boom di entrate non sono state solo le vendite sulla piattaforma online di Amazon, soprattutto nel periodo delle festività di fine anno. La pubblicità ha fatto incassare al gruppo di Seattle 4,8 miliardi di dollari, il 41% in più rispetto all’anno precedente. E poi il successo dei servizi web, dalla tv in streaming alla musica, che ha garantito l’entrata di 9,95 miliardi di dollari. E con il numero degli abbonati ad Amazon Prime salito a 150 milioni di persone in tutto il mondo. E Bezos può guardare al prossimo futuro ancora con ottimismo, con le previsioni sull’attuale trimestre che indicano entrate tra i 69 e i 73 miliardi di dollari.

Sport tutte le notizie in tempo reale. Tutto lo Sport, sempre approfondito ed aggiornato. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 4 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 18:38 DI GIOVEDì 30 GENNAIO 2020

ALLE 12:25 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Bryant:nome Kobe e numeri maglia su tabelloni Serie A basket
In gare weekend. Oltre a minuto silenzio in ricordo suo e figlia

BOLOGNA30 gennaio 2020 18:38

– Il suo nome e i numeri di maglia indossati nella sua ventennale carriera con i Los Angeles Lakers a campeggiare sui tabelloni dei canestri nei palazzetti in cui si giocherà, nel fine settimana, il campionato di basket della massima serie. Così, la Lega Basket di Serie A ha deciso di ricordare Kobe Bryant e la figlia Gianna morti, insieme ad altre sette persone, nello schianto dell’elicottero su cui viaggiavano domenica scorsa in California. Per onorare la stella della Nba e la sua piccola, oltre a un minuto di raccoglimento, saarà applicata sui cristalli dei canestri una vetrofania con il nome di Bryant e i due numeri di maglia indossati nella sua carriera: l’8 e il 24.

Ciclismo: Tour of the Alps come prove generali per il GiroAl via otto squadre Uci World Tour

BOLZANO30 gennaio 202018:53

– Il Tour of the Alps torna dal 20 al 24 aprile sulle strade del Trentino Alto Adige e del Tirolo austriaco. Il GS Alto Garda, la società organizzatrice dell’evento, ha rivelato l’elenco ufficiale delle formazioni ai nastri di partenza.
Otto saranno le compagini Uci World Tour. Ci sarà, come d’abitudine, il Team INEOS, più volte vincitore della corsa sotto la denominazione Team Sky, inclusa l’ultima edizione firmata da Pavel Sivakov. Tutto suggerisce – secondo gli organizzatori – che il vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, Richard Carapaz, possa essere al Tour of the Alps. Vincenzo Nibali cambia maglia ma non programma: il siciliano sarà leader della Trek-Segafredo al via di Bressanone. Già annunciate le presenze del francese Romain Bardet che con la sua Ag2r La Mondiale passerà dal TotA sulla strada della sua prima volta al Giro, del polacco Rafal Majka, già protagonista nel 2019, alla guida della Bora-hansgrohe, e di Jakob Fuglsang, capitano designato del Team Astana per il Giro.

Campionessa di pattinaggio Francia “Io violentata a 15 anni”Nuovo caso di violenza sulle donne nello sport, Abitbol denuncia

PARIGI30 gennaio 202020:00

– “Sono stata violentata a 15 anni”. Esce allo scoperto e denuncia il “silenzio organizzato” nello sport di alto livello, la ex pluricampionessa di Francia e vincitrice di medaglie agli Europei e ai Mondiali di pattinaggio, Sarah Abitbol, affidando le sue parole a L’Equipe e L’Obs.
Medaglia di bronzo ai Mondiali di pattinaggio artistico a coppie nel 2000, la Abitbol accusa il suo ex allenatore Gilles Beyer di violenze sessuali e stupro su di lei fra il 1990 e il 1992, mentre lei aveva fra 15 e 17 anni: “Cominciò a fare cose orribili, fino ad abusi e a stuprarmi a 15 anni. Era la prima volta che un uomo mi toccava” racconta oggi in un video visibile sul sito del settimanale L’Obs, alla vigilia dell’uscita di un suo libro sull’argomento, “Un silenzio così lungo”.
Il #metoo del pattinaggio francese non si ferma alla Abitbol.
Altre ex pattinatrici accusano Beyer, a sua volta campione di Francia nel 1978, di averle violentate. Ma non soltanto lui, anche altri allenatori vengono coinvolti. Helene Godard, un’altra illustre ex, accusa Beyer di aver avuto rapporti con lei fra i 13 e i 14 anni, Anne Bruneteaux e Béatrice Dumur accusano un altro tecnico, Michel Lotz, di aver abusato di loro negli anni Ottanta, quando erano appena tredicenni. Gli allenatori chiamati in causa negano tutto o rifiutano di rispondere.

Basket: Eurolega, Milano-Bayern Monaco 79-78Gran rimonta della squadra di Messina che interrompe serie nera

30 gennaio 202023:33

Un’impresa da raccontare ai nipotini. Non è la vittoria dell’Ax Milano sul Bayern Monaco (79-78) a determinare la grandezza epica del risultato, ma le modalità con cui la squadra di Messina riesce a ribaltare un risultato ormai compromesso. Sotto di 20 punti (40-60) a 3’33 dalla sirena del terzo quarto, con un Forum pronto ad esplodere in una feroce contestazione per un atteggiamento mortificante dell’Olimpia, ecco una reazione feroce d’orgoglio, una rimonta incredibile (protagonista Micov, 16 punti di cui 14 negli ultimi 13′) e un finale rocambolesco.
Il Bayern, sul risultato di 78 pari a 6″ dalla sirena, decide di fare deliberatamente fallo su Nedovic per mandarlo in lunetta e avere l’ultimo possesso. Il serbo segna il primo e sbaglia il secondo ma rimedia raccogliendo il rimbalzo offensivo che manda i titoli di coda, diventando così l’eroe di serata. Una serata commovente per i continui tributi a Kobe Bryant, a cui proprio Nedovic ha reso omaggio indossando scarpe con la scritta ‘legends never die’. E’ una vittoria di capitale importanza dopo tre sconfitte esterne consecutive per Milano (11-11), sempre più settima in classifica. Il Bayern (7-15) resta fanalino di coda.

Nba, inatteso ko dei Clippers, Denver ora è 2/aNona vittoria consecutiva per i Raptors, tiene il passo Boston

31 gennaio 202009:28

– Si sono giocate sei gare nel turno Nba di questa notte. Il risultato più clamoroso è il pesante tonfo casalingo dei Los Angeles Clippers contro i Sacramento Kings nella prima gara ufficiale allo Staples Center dopo la morte di Kobe Bryant. I Kings si sono affermati per 124-103, un risultato senza attenuanti per i californiani a lungo secondi in classifica nella Western Conference e ora scavalcati dai Denver Nuggets che invece non hanno fallito il colpo nella sfida di vertice con Utah Jazz, vinta con il punteggio di 106-100.
Serata positiva anche per i campioni in carica di Toronto, secondi in classifica a est, che in trasferta infilano la nona vittoria di fila, a danno dei Cleveland Cavaliers per 115-109.
Tiene il passo anche Boston, terza piazza a est, vincendo facilmente in casa dei Warriors ultimi della classe a ovest, per 119-104.
Ad Atlanta risorgono gli Hawks, saldamente ultimi in classifica a est, piegando a sorpresa Philadelphia per 127-117, guidati da uno straordinario Trae Young che mette a segno una doppia doppia da 39 punti e 18 assist. Da segnalare infine il successo in rimonta dei Wizards sugli Hornets per 121-107 . VAI A TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

Calcio tutte le notizie in tempo reale. Tutto il Calcio, sempre approfondito, aggiornato. NON PERDERLO! SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 9 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:43 DI GIOVEDì 30 GENNAIO 2020

ALLE 12:04 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ufficiale, Hertha Berlino annuncia acquisto Piatek
Rodriguez va in prestito al Psv

30 gennaio 202017:43

L’Hertha Berlino ha annunciato sul proprio sito l’acquisto dal Milan di Krzysztof Piatek che indosserà la maglia numero 7.” Sono molto felice – le prime parole di Piatek – che questo trasferimento sia andato in porto.
Ho un grande desiderio di aiutare il club insieme ai miei nuovi compagni di squadra”. “Con Piatek – spiega l’ad del club tedesco Michael Preetz – abbiamo un attaccante di grande talento, impressionante per il numero di gol sia in Serie A che nella squadra nazionale Sono sicuro che ci aiuterà molto nella nostra crescita”. Il Milan incassa 27 milioni di euro.

Ricardo Rodriguez va in prestito al Psv. Lo annucia il Milan con una nota ufficiale: “Il Milan comunica di aver ceduto a titolo temporaneo le prestazioni sportive del calciatore Ricardo Rodríguez al PSV Eindhoven. Il club augura a Ricardo tutto il meglio per il prosieguo della stagione sportiva”. Il Milan valuta per sostituirlo Antonee Robinson del Wigan e incassa un milione e 5 per l’eventuale riscatto.

Carli, mercato Cagliari è finitoNandez mai stato un problema, puntiamo su Pereiro

30 gennaio 202018:39

– “Il mercato del Cagliari è chiuso”.
Il ds del Cagliari, Marcello Carli, arrivando nell’hotel dove sono in corso gli ultimi giorni del calciomercato, esclude movimenti a gennaio e chiude il caso Nandez, al centro di una querelle sui diritti d’immagine: “Sta bene qui, non è mai stato un problema”. Sul nuovo acquisto Pereiro, Carli è lapidario: “È forte, puntiamo su di lui”.

Barone, Paquetà alla Fiorentina? Vediamo”Tanti annunci da fare, speriamo di fare rosa più forte”

30 gennaio 202018:39

– “Paquetà alla Fiorentina? Vediamo, vediamo”. Il direttore generale della Fiorentina, Joe Barone, non chiude alla possibilità di prelevare dal Milan il brasiliano, reduce da sette panchine consecutive. “Stiamo andando in albergo – aggiunge Barone, uscendo dall’hotel dove si stanno svolgendo le ultime ore di calciomercato -, dove dovremo continuare a lavorare. Vediamo, il mercato finisce domani, abbiamo qualche annuncio da fare. Sarà una Fiorentina più forte? Speriamo di far bene”.
La Fiorentina in questa ore sta infatti acquistando Duncan dal Sassuolo, Igor dalla Spal, Kouame dal Genoa, mentre tratta Criscito (“non abbiamo notizie su per il momento, è il loro capitano e ovviamente è importante per loro ma vedremo cosa succederà”) e Amrabat dal Verona: “Per il momento non c’è accordo ma vedremo se riusciremo a raggiungerlo”.

Ansaldi vicini al rientro, solo Dio sa che voglia hoArgentino non è ancora sceso in campo nel 2020

TORINO30 gennaio 202018:43

– “Solo Dio sa la voglia che ho di tornare. Ogni volta manca meno”. Si avvicina il rientro di Cristian Ansaldi, che in questo 2020 non è ancora sceso in campo perché infortunato. Il giocatore, uno dei migliori nella prima parte della stagione del Torino, sta completando il recupero dalla distrazione di basso grado al gemello mediale destro rimediata a inizio anno. “Forza Toro, sempre!!!” scrive l’argentino su Instagram, dove si paragona con un fotomontaggio ad un gladiatore.

Fiorentina; trattative serrate per Igor e DuncanIntanto visite a Milano per Kouamé.Ceduto Zurkowski all’Empoli

30 gennaio 202018:49

Ore decisive per la Fiorentina che sta stringendo per il difensore Igor della Spal con la formula del prestito con diritto di riscatto intorno ai 5/6 milioni di euro. Resta al momento aperta anche la pista che porta al capitano del Genoa Criscito dopo che con il club ligure la stessa società di Commisso ha raggiunto ieri l’intesa per Christian Kouamé: l’attaccante ha raggiunto oggi Milano per sottoporsi alle visite mediche e a firmare un contratto che lo legherà ai viola per cinque anni.
Sempre in giornata è previsto un altro incontro della Fiorentina con il Sassuolo per definire l’acquisto del centrocampista Alfred Duncan. La stessa società viola è in trattative con il Verona per il centrocampista Amrabat per la prossima stagione, nel frattempo ha ufficializzato la cessione all’Empoli del giovane centrocampista polacco Szymon Zurkowski con la formula del prestito fino a giugno.

Atalanta; Bellanova, squadra a livelli impensabiliIl nuovo esterno di Gasperini “Non mi pongo obiettivi”

30 gennaio 202018:54

“Due anni fa ho iniziato a seguire molto l’Atalanta, si notava una crescita esponenziale ma non fino ai livelli attuali: la qualificazione agli ottavi di Champions League era impensabile”. Raoul Bellanova si presenta così, attraverso i canali ufficiali del club, alla sua nuova squadra, cui è giunto dal Bordeaux in prestito per 18 mesi con diritto di riscatto: “La forza dell’Atalanta è il gruppo: tenacia lavoro duro spesso la fanno andare al doppio delle altre”, ha proseguito l’esterno classe 2000, cresciuto nelle giovanili del Milan. Il suo arrivo rafforza in prospettiva il reparto esterni: “Sono un terzino molto offensivo, mi piace attaccare gli spazi palla al piede ma devo migliorare difensivamente – spiega Bellanova, che ha scelto la maglia numero 22 -. Mi inserisco in una tradizione di giocatori di fascia come Conti, Spinazzola, Hateboer e Gosens: essere qui è un onore, non mi pongo obiettivi se non dare il massimo quando verrò chiamato in causa. Ai tifosi assicuro che darò il 150 per cento”. Il laterale di proprietà della società girondina ha già affrontato la sua nuova realtà a livello giovanile: “Ricordo il sostegno del pubblico entusiasmante quando affrontai la Primavera allo stadio di Bergamo, il boato era impressionante”, chiude, riferendosi all semifinale di ritorno di Coppa Italia Atalanta-Milan del 7 febbraio 2018 finita 3-2 per i rossoneri.

Coppa Italia: giudice; due giornate a Lucas LeivaUn turno stop a Hysaj, Dalbert e Conti. Una giornata a Iachini

30 gennaio 202019:10

– Sono quattro i giocatori squalificati dal giudice sportivo dopo le partite dei quarti di finale di Coppa Italia. Si tratta di Luca Leiva (Lazio), fermato per due giornate; di Hysaj (Napoli), Dalbert (Fiorentina) e Conti (Milan), questi ultimi tre fermati per un turno. Per una giornata è stato anche squalificato il tecnico della Fiorentina, Giuseppe Iachini.

Coppa Italia: Inter-Napoli apre le semifinaliAppuntamento il 12 febbraio. Il 13 toccherà a Milan-Juventus

30 gennaio 202019:48

Inter-Napoli, mercoledì 12 febbraio alle 20,45, aprirà il programma delle partite d’andata delle semifinali di Coppa Italia. Si proseguirà giovedì 13 febbraio con la sfida Milan-Juventus, con inizio sempre alle 20,45. Le partite di ritorno si disputeranno mercoledì 4 marzo alle 20,45 (Juventus-Milan) e giovedì 5 marzo alle 20,45 (Napoli-Inter). Lo ha comunicato la Lega di Serie A Per effetto della scelta dei giorni di disputa delle semifinali della coppa nazionale, le seguenti partite dell’8/a giornata di campionato subiranno delle variazioni: Fiorentina-Brescia si giocherà domenica 8 marzo alle 12,30, anziché alle 15; Inter-Sassuolo andrà invece in scena alle 15, anziché alle 12,30, come previsto in un primo momento. CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Floro Flores dà addio al calcio, mi hai tolto dalla strada
Ex attaccante Napoli,Udinese, Sassuolo chiude carriera a 36 anni

NAPOLI30 gennaio 202020:29

) – NAPOLI, 30 GEN – “La mia mente è quella di un bambino ma il mio corpo non è più allineato. Oggi ho deciso di appendere gli scarpini al chiodo. Scrivo a Te; che ho amato, rincorso tante volte. Abbiamo gioito insieme, ci siamo fatti male insieme. Però vorrei ringraziarti perché mi hai tolto dalla strada, mi hai fatto sognare, mi ha regalato emozioni che non si possono descrivere”. Con una lettera pubblicata su Instagram Antonio Floro Flores, 36 enne attaccante ex di Napoli, Udinese e Sassuolo tra le tante squadre in cui ha militato in A e B, ha dato l’addio al calcio giocato.
“Hai fatto di me – scrive Floro Flores cresciuto calcisticamente nel Napoli con cui esordi’ in serie A a 17 anni – un uomo, un padre di famiglia, con dei valori che mi sono stati insegnati, e che ho cercato di portare nel mio mondo privato con tanto amore. Per me sei stato vita, un motivo per alzarmi la mattina e venire al campo, pensando che avrei dovuto sudare fino all’ultima goccia. Perché volevo realizzare un sogno, quello di giocare in serie A, incontrare idoli, campioni e grandi allenatori! Ricordo ogni momento, ogni azione, ogni gol, ogni persona che ho incrociato lungo il mio cammino; a cui a volte ho rotto le palle per il mio carattere e che ora vorrei ringraziare ad uno ad uno. Per me è stato un grandissimo onore avervi conosciuto”.

Florenzi ai saluti: “Grazie Roma”E’ del Valencia: “Rincorrerò sempre sogni da bambino”

ROMA30 gennaio 202020:55

– “Quel bambino sarà sempre lì a rincorrere i suoi sogni. Qualsiasi cosa accada. GRAZIE ROMA”.
Con questo messaggio, corredato da una foto di quando era bambino sul proprio account di Instagram, Alessandro Florenzi, di fatto, saluta la Roma. Il jolly è stato ceduto in prestito e giocherà fino a giugno con la maglia degli spagnoli del Valencia, prossimi avversari dell’Atalanta negli ottavi di finale della Champions League.

Messi di record in record, 500 vittorie con il BarcaIn serata i blaugrana hanno sconfitto per 5-0 il Leganes

30 gennaio 202021:15

– Leo Messi riscrive per l’ennesima volta la storia e aggiorna i propri record, oltre a quelli del Barcellona. In serata l’argentino, grazie alla doppietta realizzata in Coppa del Re contro il Leganes (5-0 il finale), ha aggiunto un altro anello alla catena di successi, festeggiando le 500 vittorie con la maglia del Barca in tutte le competizioni. Su assist di De Jong prima e di Rakitic dopo, la ‘Pulce’ ha messo la propria firma sulla 500/a vittoria in blaugrana in 710 partite. In totale, Messi accumula, oltre a 500 vittorie, anche 131 pareggi e 79 sconfitte. In altre parole, Messi ha vinto sette partite su 10 giocate da quando debuttò il 16 ottobre 2004 contro Espanyol, a soli 17 anni.
Messi ha festeggiato 349 vittorie nella Liga, 83 in Champions, 51 in Coppa del Re, 9 nella Supercoppa spagnola, 5 nel Mondiale per club e 3 nella Supercoppa europea. Messi ha vinto al Camp Nou 285 delle 348 partite giocate, vale a dire 81 sfide su 100. Con i due gol al Leganés, ha già messo assieme un totale di 612 reti con il Barca.

Calcio: ufficiale, Rodriguez in prestito da Milan a PsvValutato Robinson per sostituirlo

MILANO30 gennaio 202021:17

– Ricardo Rodriguez va in prestito al Psv. Lo annucia il Milan con una nota ufficiale: “Il Milan comunica di aver ceduto a titolo temporaneo le prestazioni sportive del calciatore Ricardo Rodríguez al PSV Eindhoven. Il club augura a Ricardo tutto il meglio per il prosieguo della stagione sportiva”. Il Milan valuta per sostituirlo Antonee Robinson del Wigan e incassa un milione e 5 per l’eventuale riscatto.

Il Milan prende Robinson, sostituisce RodriguezIl terzino 22enne arriva in prestito dal Wigan

MILANO30 gennaio 202022:07

– Sarà Antonee Robinson a sostituire Ricardo Rodriguez – passato al PSV Eindhoven – come vice di Theo Hernandez nel Milan di Stefano Pioli. Il terzino sinistro del Wigan, 22 anni, arriverà in prestito con diritto di riscatto per un totale di 7 milioni di euro. Una trattativa-lampo, la cui accelerata è avvenuta dopo il mancato accordo con il Nacional per Matias Vina. Questo è il secondo colpo del Milan nella giornata di oggi, dopo l’imminente arrivo di Alexis Saelemaekers.

Sfuma Cavani, l’Atletico si consola con CarrascoBelga ha già vestito maglia dei colchoneros che lascio nel 2018

30 gennaio 202023:27

– Manca solo l’ufficializzazione, poi Yannick Carrasco tornerà a essere un calciatore dell’Atletico Madrid. Lo scrive il sito online del quotidiano spagnolo As, secondo cui il club ‘colchonero’ ha messo le mani sul jolly d’attacco belga dopo che è sfumato l’arrivo di Edinson Cavani dal PSG. Carrasco aveva lasciato il secondo club di Madrid nel febbraio 2018 per trasferirsi al Dalian Yifang e giocare nella Super League cinese. Con la maglia dell’Atletico Madrid aveva collezionato 124 presenze, segnato 23 gol e fornito 17 assist.
Carrasco, secondo il giornale, è già nella capitale spagnola e domani è attesa la sua firma sul contratto. Il belga potrebbe già essere in campo nel derby contro il Real di domenica, in modo da colmare sia pure in parte l’emergenza infortuni.
L’ultimo a finire ko nella squadra di Diego Simeone è stato Joao Felix, che salterà derby di Madrid.

Il Miami United Fc pronto a sbarcare in ItaliaA Roma le selezioni per entrare a far parte della rosa

30 gennaio 202023:28

– Il Miami United Fc sbarca in Italia. Sabato 8 febbraio, nel Park Hotel Mancini di Roma, si terranno le selezioni per entrare a far parte del roster 2020 della squadra che milita nella Sunshine Conference of the National Premier Soccer League (NPSL).
Fondato nel 2012 dal siciliano Roberto Saccà, il Miami United si è laureato campione nel 2014 e nel 2016, nel 2018 è arrivato nei quarti di Coppa Stati Uniti contro Orlando City. Lo showcase si svolgerà in un’unica giornata e i talenti che vengono selezionati prenderanno parte alla stagione statunitense che inizierà a marzo. Le selezioni saranno curate da Ferdinando De Matthaeis e dal proprio staff. L’obiettivo è quello di dare l’opportunità di una carriera calcistica negli Stati Uniti e testimonia l’attenzione della proprietà nei confronti dell’indotto italiano in termini di valori tecnici e di marketing in vista dell’avvicinarsi dei Mondiali 2026 che si disputeranno anche negli States.

Calcio: Genoa;Criscito arrivato al Signorini, futuro incertoUfficiale Iago Falque dal Torino, visite mediche per Iturbe

GENOVA31 gennaio 202010:42

– Ultima intensa giornata di mercato per il Genoa che deve risolvere in queste ore la ‘grana’ Criscito. Il Capitano è stato di fatto ceduto alla Fiorentina con un accordo che prevede il prestito per 18 mesi con obbligo di riscatto. Ma il giocatore ancora ieri in tarda serata ha ribadito il suo no alla decisione della società che nel frattempo ha preoccupato i tifosi per la decisione di cedere il Capitano della squadra a metà stagione. Criscito ha raggiunto il centro sportivo Signorini dove è prevista la seduta di allenamento ma è probabile che proseguirà la discussione con la società sul suo futuro. Criscito nel 2018 aveva rinunciato ad alcune offerte importanti scegliendo di tornare al Genoa dopo la lunga avventura allo Zenit San Pietroburgo, proprio per chiudere la propria carriera in rossoblù.
Intanto sono iniziate le visite mediche per Juan Manuel Iturbe , arrivato ieri sera in Italia direttamente dal Messico dove giocava nella squadra dei Pumas. Iturbe arriva in prestito così come l’altro esterno d’attacco, Iago Falque proveniente dal Torino, il cui contratto è stato depositato quest’oggi.

Calcio: Fiorentina; Duncan è ufficiale, via RanieriOre decisive per Criscito e per Amrabat

31 gennaio 202011:46

La Fiorentina ha ufficializzato l’acquisto del centrocampista Alfred Duncan, 26 anni, dal Sassuolo: il giocatore arriva in prestito con obbligo di riscatto, un’operazione da complessivi 16 milioni di euro, mentre per lo stesso giocatore è pronto un contratto di 4 anni.
Intanto è ufficiale anche la cessione, in prestito fino a giugno, del giovane difensore Luca Ranieri all’Ascoli, in serie B.
Queste sono ore decisive anche per altre due trattative che la Fiorentina sta portando avanti dopo gli acquisti di questi giorni, compreso quello del difensore brasiliano Igor, in arrivo dal Sassuolo, per circa 7 milioni e atteso già oggi a Firenze per aggregarsi alla squadra: il club viola attende una risposta da Domenico Criscito per cui c’è già un accordo con il Genoa, e sta definendo l’acquisto dal Verona, per luglio, del centrocampista marocchino con passaporto olandese Amrabat.

Economia tutte le notizie. Tutta l'Economia in tempo reale. Sempre approfondita, dettagliata ed aggiornata. NON PERDERLA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 18 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 18:18 DI MERCOLEDì 29 GENNAIO 2020

ALLE 10:20 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Il 31 ottobre Whirlpool via da Napoli. Ora nuovo attore
Azienda: ‘Perdiamo 20 mln euro l’anno’. Sindacati: ‘E’ una bomba sociale’ 29 Gennaio 2020 18:18

Il 31 ottobre Whirlpool andrà via da Napoli. Per i 450 operai del sito partenopeo la doccia fredda arriva mentre è in corso il tavolo tra Governo e azienda al Ministero dello Sviluppo economico, presieduto dal ministro Stefano Patuanelli. Il colosso americano delle lavatrici fa notare che lo stabilimento di Napoli perde 20 milioni di euro l’anno. “I dati di mercato sono emblematici”, sottolinea l’amministratore delegato di Whirlpool Italia, Luigi La Morgia, durante l’incontro al Mise, spiegando che a Napoli “non c’è più sostenibilità economica della produzione di lavatrici” ma che l’Italia resta strategica per il gruppo, con 5 mila dipendenti in tutto il Paese. Le difficoltà riguarderebbe solo lo stabilimento campano dove l’azienda afferma di essere stata consapevole dei problemi fin dal 2018, ma rivendica di aver cercato di rilanciare la produzione. I 17 milioni di euro previsti per il sito Whirlpool Napoli saranno redistribuiti sugli altri stabilimenti, annuncia La Morgia. Alla luce di questi ultimi sviluppi, Invitalia si è messa già alla ricerca per conto del governo di un nuovo soggetto che subentri alla multinazionale americana. L’obiettivo è quello di arrivare alla selezione finale di un possibile investitore per luglio 2020.
E i sindacati avvertono che la vicenda può diventare una vera bomba sociale per Napoli e per tutto il Paese. “Da questo momento si rompono le relazioni sindacali con l’azienda. Se il Governo non prende una posizione forte, la vicenda Whirlpool diventa una questione di ordine pubblico”, dichiara il segretario generale Fiom-Cgil Napoli, Rosario Rappa.

Fed: tassi fermi tra l’1,5% e l’1,75%Politica appropriata. Monitoraggio su Brexit e coronavirus

NEW YORK29 gennaio 202020:37

La Fed lascia invariati i tassi di interesse nella sua prima riunione dell’anno. Il costo del denaro negli Usa resta fermo in una forchetta fra l’1,5% e l’1,75%. Nel 2019 la Fed ha tagliato i tassi tre volte, con riduzioni ogni volta da un quarto di punto, dopo quattro rialzi nel 2018. Nel comunicato finale della riunione della banca centrale statunitense si legge come l’attuale politica monetaria sia “appropriata”. La Fed continua comunque ad osservare gli sviluppi globali, dalla Brexit all’emergenza del virus dalla Cina.

Inps: boom di pensioni anticipate, +29%Nel 2019 sono  535.573 i nuovi pensionati. Calo del 15,6% per quelle di vecchiaia

30 gennaio 202012:45

Nel 2019 l’Inps ha liquidato 535.573 nuove pensioni, un dato sostanzialmente in linea con il 2018 (537.160) ma ha registrato un aumento consistente dei trattamenti anticipati (+29,4%) a 196.857 unità anche grazie all’introduzione della cosiddetta Quota 100 e all’aumento di cinque mesi per l’età di vecchiaia che dall’inizio dell’anno scorso è accessibile a 67 anni. Per le pensioni di vecchiaia nel complesso si registra un calo del 15,6% a 121.495, un numero molto inferiore alle uscite anticipate. Sono solo 33.123 i dipendenti che nel 2019 hanno lasciato il lavoro a 67 anni con la pensione di vecchiaia mentre 126.107 sono andati in pensione anticipata quindi prima di questa età. E’ quanto emerge dal monitoraggio Inps sui flussi di pensionamento secondo il quale quindi tra le pensioni liquidate ai lavoratori dipendenti nell’anno il 20,8% ha riguardato le pensione di vecchiaia e il 79,2% quelle legate all’anzianità contributiva. Per le pensioni di vecchiaia si è registrato un calo del 29,81% rispetto al 2018 mentre per le pensioni di anzianità l’aumento è stato del 32,81%.

Borsa: Tokyo, apertura in ribassoCambi: yen torna a rafforzarsi su dollaro ed euro

TOKYO30 gennaio 202001:36

– La Borsa di Tokyo avvia la seduta in calo, riflettendo l’andamento incerto degli indici azionari Usa e mentre non si attenuano le preoccupazioni degli investitori sui rischi di un’ulteriore espansione del coronavirus cinese. Il Nikkei perde lo 0,47% cedendo 109 punti, a quota 23.270,09. Sul mercato dei cambi lo yen si rafforza nuovamente sul dollaro a 108,90 e poco sopra a un valore di 120 sull’euro.

Borsa, Hong Kong apre negativaHang Seng perde 0,24% dopo scivolone riapertura su virus Cina

PECHINO30 gennaio 202002:42

– La Borsa di Hong Kong apre la seduta in calo, all’indomani del tonfo del 2,82% accusato al ritorno agli scambi dopo la pausa del Capodanno lunare, sui timori legati all’epidemia del coronavirus di Wuhan: l’indice Hang Seng cede nelle prime battute lo 0,24%, scivolando a 27.096,13 punti.

Cambi: euro a 1,101 dollariMoneta unica vale 119,83 yen

30 gennaio 202008:26

– Euro stabile sul dollaro. La moneta europea è scambiata a 1,101 dollari. In lieve calo rispetto allo yen a 119,83.

Petrolio: Wti in calo a 52,62 dollariBrent sotto quota 60 dollari

30 gennaio 202008:41

– Attenzione puntata sulla Cina e sulla diffusione del virus ma anche all’aumento delle scorte e il Wti torna a 52,62 dollari (-0,72%)

Spread Btp Bund a 135,9 punti baseRendimento allo 0,955%

30 gennaio 202008:45

– Lo spread tra Btp e Bund risale lievemente questa mattina dopo aver toccato ieri sera i minimi da ottobre a 133. Il differenziale tra Btp e Bund si porta a 135,9 punti base con un tasso di rendimento del decennale italiano che resta sotto l’1% allo 0,955%.

Oro: prezzo in rialzo a 1.581 dollari+0,74%

30 gennaio 202008:46

– L’oro è l’unico metallo che torna a crescere sui mercati internazionali a 1.581 dollari l’oncia (+0,74%). Secondo gli analisti i timori per la diffusione dell’epidemia di coronavirus pesa sui metalli di base ma è positiva per oro e platino.

Borsa: Asia in panico, attesa per OmsTaiwan -6%, Tokyo -1,7%, Hong Kong -2,8%

30 gennaio 202008:57

– Torna il panico sulle Borse in Asia. La preoccupazione per la minaccia anche economica che rappresenta l’epidemia di coronavirus, mentre cresce il bilancio delle vittime e la sua diffusione, affonda l’indice della regione, il MSCI Asia Pacific (-1,8%). Gli occhi sono puntati sulla riunione dell’Oms e sulle indicazioni per fermare l’infezione. La Borsa di Taiwan, che riapre per la prima volta dopo le festività del Capodanno lunare, ha perso il 5,75%.
Tookyo ha perso l’1,7%, Hong Kong il 2,86 per cento.

Borsa: Milano apre in calo (-1,13%)Indice Ftse Mib a 23.892 punti

MILANO30 gennaio 202009:17

– Apre in calo Piazza Affari, in linea con le altre Borse europee dopo il tonfo dei mercati in Asia. Il Ftse Mib cede l’1,13% a quota 23.892 in apertura.

Deutsche Bank: in 2019 rosso a 5,3 mldSewing, solidi, nuova strategia va avanti, torneremo a crescita

30 gennaio 202009:18

– Deutsche Bank chiude il 2019 con una perdita attesa, su cui pesano i costi della ristrutturazione. La perdita netta è stata di 5,3 miliardi di euro, dopo aver assorbito oneri di trasformazione per 1,1 miliardi di euro, svalutazioni dell’avviamento di 1 miliardo e spese di ristrutturazione e fine rapporto di 805 milioni di euro. La perdita netta per l’intero anno, spiega una nota, include inoltre aggiustamenti della valutazione delle imposte differite legate alla trasformazione per 2,8 miliardi di euro. “La nostra nuova strategia sta guadagnando terreno – commenta l’ad Christian Sewing – La stabilizzazione dei ricavi nella seconda metà del 2019 e la nostra costante disciplina dei costi hanno contribuito a migliorare le prestazioni operative. Con la nostra solida posizione patrimoniale e un Common Equity Tier 1 capital ratio del 13,6%, siamo molto fiduciosi di poter finanziare la nostra trasformazione con le nostre risorse e tornare alla crescita”.

Borsa: in Europa apertura in caloLondra -1%, Parigi -1,25%, Francoforte -1,11%

0 gennaio 202009:39

– L’epidemia di coronavirus continua a far paura e sconvolge non solo la Cina. L’indice Stoxx Europe 600 apre in netto ribasso, con tutti i suoi 19 settori in rosso. Gli investitori sono cauti e restano in attesa della nuova riunione dell’Organizzazione mondiale della sanità che potrebbe dichiarare un’emergenza internazionale.
Londra perde l’1% a 7410 punti, Parigi l’1,25% a 5882, Francoforte l’1,11% a 13.193 punti e Milano cede l’1,3% a 23.844 punti.

De Micheli: ‘La decisione sulla concessione ad Autostrade è questione di giorni’Il ministro: ‘Attendo qualche parere. Patuanelli? Ha espresso una sua opinione’

30 gennaio 202010:24

La decisione sull’eventuale revoca della concessione di Autostrade per l’Italia “la dobbiamo prendere ancora” ma “è una questione di qualche giorno. Devo attendere ancora un paio di pareri prima di fare le riunioni conseguenti”. Così la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, intervistata da Massimo Giannini su Radio Capital a Circo Massimo. “Non dico nulla. Ho un’opinione ma la mia posizione è condizionata dal fatto di essere titolare del dossier”. Patuanelli è per la revoca? “Esprime un’opinione e può farlo”.La ministra ha spiegato che sul tema “non c’è alcuna confusione, ma è stato fatto un discorso molto lineare per verificare le azioni fatte da Aspi rispetto agli impegni previsti. Ne parlo prima con il Consiglio dei ministri”.Un pratica “è una decisione che dobbiamo prendere ancora, quando la prenderemo avrete l’illustrazione di tutti i dettagli”.De Micheli non ha nascosto di avere un’opinione ma – ha aggiunto – “proprio per la delicatezza del dossier” non la esprimo. “La mia posizione condiziona le scelte personali. Voglio capire prima e condividere le scelte con i colleghi. Patuanelli non è titolare del dossier e può esprimersi con maggiore libertà. Io devo essere corretta nei confronti dei miei colleghi e del Presidente del Consiglio”.

A dicembre disoccupazione stabile a 9,8%Istat, calo più forte dal 2016. Meno autonomi e più ‘a tempo’

30 gennaio 202010:30

– Tornano a calare gli occupati, che a dicembre segnano una diminuzione di 75 mila unità rispetto a novembre, dopo due mesi di crescita. Lo rileva l’Istat, spiegando che si tratta della contrazione più forte in termini assoluti da febbraio del 2016. Rispetto a dicembre 2018 si registra in aumento degli occupati di 136.000 unità. A scendere su base mensile è il numero di lavoratori dipendenti permanenti (-75 mila) e quello degli indipendenti (-16 mila), mentre aumentano i dipendenti a termine (+17 mila). A dicembre 2019 il tasso di disoccupazione in Italia risulta stabile al 9,8%, lo stesso livello già registrato a novembre.

Gualtieri, riforma fisco necessariaDati ci incoraggiano, forse possiamo migliorare previsioni

30 gennaio 202010:48

– “Una riforma fiscale improntata alla “semplificazione e razionalizzazione” con “l’obiettivo di ridurre il carico fiscale sul lavoro, su tutte le forme di lavoro” è “una sfida necessaria” e “un obiettivo ambizioso”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri ospite di Telefisco, programma on line del Sole24ore. L’obiettivo è arrivare a un disegno di legge delega per aprile e poi approvare i decreti delegati entro il 2020. La riforma dovrebbe quindi essere attuata entro quest’anno. “Siamo piuttosto ottimisti – ha detto ancora – sul quadro consolidato di finanza pubblica. I dati ci incoraggiano sul raggiungimento degli obiettivi del 2020 anzi forse abbiamo la possibilità di fare meglio. Abbiamo amichevolmente dissentito con il Fmi su una previsione di deficit al 2,4”.

Lavoro, oltre 3 milioni di precari: è recordLa disoccupazione dei giovani resta al 28,9%
APPROFONDIMENTO
30 gennaio 202021:02

L’Istat diffonde la stima provvisoria su occupati e disoccupati di dicembre 2019. I dipendenti a termine, ovvero i precari, a dicembre aumentano di 17 mila unità su novembre, arrivando a toccare quota 3 milioni 123 mila. Lo rileva l’Istat. Si tratta di un nuovo massimo storico.Resta invariato, rispetto al mese precedente, anche il tasso di disoccupazione giovanile (15-24enni), che si attesta al 28,9%. Il tasso di disoccupazione in Italia risulta stabile al 9,8%, lo stesso livello già registrato a novembre. Il numero delle persone in cerca di lavoro segna un “lieve” aumento su base mensile (+2mila). Nel dettaglio, i disoccupati crescono

tra gli uomini (+28mila) e tra gli under50, a fronte di una diminuzione tra le donne (-27mila) e gli ultracinquantenni.Tornano a calare gli occupati, che a dicembre segnano una diminuzione di 75 mila unità, dopo due mesi di crescita. Lo rileva l’Istat, spiegando che si tratta della contrazione più forte in termini assoluti da febbraio del 2016. A scendere, con un’inversione di rotta, è il numero di lavoratori dipendenti permanenti (-75 mila), ovvero coloro che hanno il posto ‘fisso’. Calano anche gli indipendenti (-16 mila), mentre gli occupati aumentano tra i dipendenti a termine (+17 mila).Il numero di lavoratori autonomi a dicembre scende di 16 mila unità su base mensile, con il totale che tocca il minimo storico dal 1977. Lo rileva l’Istat. Ormai in Italia gli indipendenti si fermano a 5 milioni e 255 mila.Ieri il Fondo Monetario Internazionale ha stimato la crescita per l’Italia a intorno allo 0,5% peril 2020, la più bassa tra tutti i Paesi dell’Unione europea. VAI ALLA POLITICA VAI ALLA CRONACA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa giù con petrolio e yuan
In calo future su Wall Street, vendite su energia e trasporti

30 gennaio 202012:01

Borse europee in rosso, futures su Wall Street in calo, vendite sul petrolio e sulle materie prime mentre il dollaro supera quota sette sullo yuan. Sui mercati il coronavirus continua a preoccupare e gli investitori tornano a spostare la loro liquidità verso asset più sicuri, come i bond governativi, i cui rendimenti sono in calo, l’oro e lo yen.Londra cede lo 0,5%, Francoforte lo 0,7%, Parigi e Milano lo 0,9%, in scia al tonfo sulle piazze asiatiche mentre il bilancio dei morti del contagio è salito a 170 e molte imprese stanno limitando le proprie attività in Cina. A New York i future cedono poco meno di mezzo punto percentuale mentre il petrolio arretra dell’1,5%, con il Wti intorno ai 52,5 dollari al barile.
Sulle Borse l’energia, l’informatica e i trasporti sono i settori più penalizzati mentre entra nel vivo la stagione delle trimestrali, con risultati altalenanti. Deutsche Bank si muove sulla parità dopo i conti in profondo rosso, H&M balza dopo un trimestre migliore delle attese.

Coronavirus: la paura pesa sui mercatiIn calo future su Wall Street, vendite su energia e trasporti

30 gennaio 202011:20

Borse europee in rosso, futures su Wall Street in calo, vendite sul petrolio e sulle materie prime mentre il dollaro supera quota sette sullo yuan. Sui mercati il coronavirus continua a preoccupare e gli investitori tornano a spostare la loro liquidità verso asset più sicuri, come i bond governativi, i cui rendimenti sono in calo, l’oro e lo yen. Londra cede lo 0,5%, Francoforte lo 0,7%, Parigi e Milano lo 0,9%, in scia al tonfo sulle piazze asiatiche mentre il bilancio dei morti del contagio è salito a 170 e molte imprese stanno limitando le proprie attività in Cina.A New York i future cedono poco meno di mezzo punto percentuale mentre il petrolio arretra dell’1,5%, con il Wti intorno ai 52,5 dollari al barile. Sulle Borse l’energia, l’informatica e i trasporti sono i settori più penalizzati mentre entra nel vivo la stagione delle trimestrali, con risultati altalenanti. Deutsche Bank si muove sulla parità dopo i conti in profondo rosso, H&M balza dopo un trimestre migliore delle attese. Giù le Borse in Asia: la preoccupazione per la minaccia anche economica che rappresenta l’epidemia, mentre cresce il bilancio delle vittime e la sua diffusione, affonda l’indice della regione, il MSCI Asia Pacific (-1,8%). Gli occhi sono puntati sulla riunione dell’Oms e sulle indicazioni per fermare l’infezione. La Borsa di Taiwan, che riapre per la prima volta dopo le festività del Capodanno lunare, ha perso il 5,75%. Tookyo ha perso l’1,7%, Hong Kong il 2,86 per cento

Tesoro: rendimento Btp 10 anni sotto 1%A livelli settembre 2019. Scende anche il titolo a 5 anni

30 gennaio 202013:02

In calo i rendimenti nell’asta del Tesoro di Btp a 5 e 10 anni che tornano sui livelli di settembre 2019. In particolare, secondo quanto informa la Banca d’Italia, il decennale, di cui sono stati collocati 3,25 miliardi di euro, è sceso sotto l’1% con un rendimento dello 0,94%. Collocati anche titoli Btp a 5 anni per 2,75 miliardi con un rendimento dello 0,31% e Ccteu per 2,75 miliardi allo 0,18%.

Raccolta netta industria dicembre +10mldAssogestioni, saldo oltre 73 miliardi per intero 2019

30 gennaio 202012:23

– L’industria archivia l’ultimo mese del 2019 con una raccolta netta complessiva pari a +10,3 miliardi di euro. Il dato viene fornito da Assogestioni, sottolineando che si tratta di un risultato che, sulla base dei dati preliminari, porta a oltre 73 miliardi il saldo delle sottoscrizioni da inizio anno. A dicembre la raccolta delle gestioni collettive è pari a 3,8 miliardi, mentre le gestioni di portafoglio totalizzano quasi 6,5 miliardi.
Il patrimonio gestito dall’industria sale a 2.288 miliardi, nuovo massimo storico, oltre 270 miliardi in più rispetto al dato registrato a fine 2017. Il 51% delle masse è investito nelle gestioni di portafoglio (1.162 miliardi), il restante 49% nelle gestioni collettive (1.126 miliardi).
A dicembre la raccolta netta dei fondi aperti ammonta a 3,2 miliardi. Le sottoscrizioni si sono indirizzate verso i prodotti obbligazionari (+2,3 miliardi), gli azionari (+560 milioni), i bilanciati (+416 milioni) e i flessibili (+226 milioni).

Da imballaggi smart e pesca doc, pronti 500 milioni.Ad Expo 2020 a Dubai idee simbolo ItaliaI progetti di Prima sul Mediterraneo. Ad Expo 2020 a Dubai idee simbolo Italia

30 gennaio 202012:31

Dagli imballaggi intelligenti alla pesca certificata in chiave anti-frode, dal latte di cammello alle serre collegate a pc e smartphone. Sono questi alcuni dei progetti finanzianti attraverso il programma Prima, che sostiene iniziative d’innovazione nel campo dell’agro-food tra i Paesi del Mediterraneo. Regione che per il ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, “è il nostro futuro”. In particolare si deve guardare all’Africa, il Continente “più giovane” e “che cresce di più”. Qui, avverte, “l’Italia può giocare un ruolo importante”. “Abbiamo un budget di mezzo miliardo di euro su sette anni e questo fa del progetto Prima, secondo le parole del commissario Ue, il più grande programma di cooperazione scientifica mai lanciato nel Mediterraneo”, spiega il presidente della Fondazione Prima, Angelo Riccaboni, in occasione dell’info-day in cui, dopo aver fatto il punto sull’anno appena trascorso, è stata aperta una nuova stagione dei bandi. Per il 2020 a disposizione ci sono 70 milioni e ai progetti vincitori sarà offerta anche la platea dell’Expo di Dubai. Il commissariato Italiano per Expo 2020 ha infatti siglato un protocollo di intesa con il segretariato italiano di Prima, che ha sede al Santa Chiara Lab dell’Università di Siena. E le idee che l’hanno spuntata in questi anni, il programma è partito nel 2018, sono un po’ il simbolo di quel che l’Italia vuole portare alla prossima esposizione universale.
“Un’operazione di grandissima diplomazia scientifica oltre che culturale”, che punta sul valore delle competenze multidisciplinari. Sarà questa l’impronta italiana all’Expo, sottolinea la responsabile delle relazioni istituzionali del commissariato italiano, Tiziana Di Censo. Intanto tra i vincitori dell’edizione spaccano i progetti italiani: uno su tre tra quelli selezionati e poi finanziati è a guida tricolore. E’ ‘Made in Italy’ il progetto per la tracciabilità e l’autenticità della pesca del Mediterraneo, ovvero per l’acciuga e il tonno rosso ‘doc’. Progetto che si avvale di blockchain, etichettatura intelligente, metodi analitici e sensoriali per la valutazione della pesca. C’è poi la sperimentazione per monitorare in tempo reale le condizioni di frutta e verdura attraverso dispositivi collegati ad app e imballaggi intelligenti, con lo scopo di conservare al meglio gli alimenti. Vede come capofila l’Italia anche il sistema per gestire e prevenire le malattie delle piante e i parassiti nelle colture di pomodori, integrando dati su suolo e clima. Il meccanismo fornisce feedback agli agricoltori direttamente su Pc, tablet o smartphone. Il messaggio per il ministro “è che la tecnologia aiuta l’ambiente, mentre spesso dal punto di vista culturale abbiamo vissuto una contrapposizione tra cultura e ambiente”.

Borse Europa peggiorano, scivola MilanoMale petrolio, future negativi su Ny. Giù Tenaris, vola Safilo

30 gennaio 202012:49

– Peggiora la situazione sulle Borse europee a ridosso di metà seduta mentre cresce la preoccupazione per gli effetti dell’epidemia di coronavirus. Milano amplia i cali all’1,2%, dopo che una nave è stata fermata al porto di Civitavecchia con due casi sospetti a bordo, Parigi cede l’1,3%, Francoforte l’1% e Londra lo 8%. Accentuano i calo anche i future a New York (-0,8%) e il petrolio, con il wti in flessione del 2,2% a 52,2 dollari al barile e il brent, che cede il 2,3% a 58,4 dollari.
A Milano scivolano Prysmian, Unipol e Tenaris (-2,6%), male i bancari con Bpm (-2,5%), Mediobanca (-2,1%) e Unicredit (-2,1%).
Vendite anche su Fineco nel risparmio gestito (-2,5%), Recordati (-2,2%) e Amplifon (-2%). Prese di beneficio su Atlantia (-2%) in atetsa che, a giorni, venga presa la decisione sulla concessione. Sul Ftse Mib si salva solo Enel (+0,7%) mentre Safilo mette a segno un balzo di quasi il 10% dopo la promozione di Kepler in scia ai risultati preliminari.

Roche:nel 2019 utile netto sale del 32%Fatturato Italia a 901 milioni (+3,9%). Pronti test coronavirus

BASILEA30 gennaio 202013:01

– Roche chiude il 2019 con un utile netto di 14,11 miliardi di franchi svizzeri, pari a circa 13,18 miliardi di euro, in crescita del 32% rispetto al 2018. Il consiglio d’amministrazione ha proposto di aumentare il dividendo a 9 franchi svizzeri. Se sarà approvato dagli azionisti sarà il trentatreesimo aumento consecutivo di dividendi.
In Italia il gruppo chiude il 2019 con un fatturato complessivo di 901 milioni di euro, in crescita del +3,9% rispetto al 2018, nonostante la competizione dei biosimilari entrati da un paio d’anni sia sul mercato dell’ematologia, sia dell’oncologia.
Durante la presentazione dei risultati finanziari, il ceo di Roche, Severin Schwan, rispondendo a una domanda sul coronavirus, ha spiegato: “Abbiamo reagito subito ed abbiamo fatto partire dei test diagnostici. Si tratta di uno di monitoraggio e altri di conferma”.

Whirlpool, sciopero unitario di 16 oreFiom-Fim-Uilm, gravissima e inaccettabile chiusura di Napoli

30 gennaio 202013:23

Fiom, Fim e Uilm dichiarano 16 ore di sciopero per tutto il Gruppo Whirlpool, le prime 8 ore con articolazione territoriale con presidi davanti agli stabilimenti, le altre 8 in occasione della mobilitazione nazionale che verrà definita nelle prossime settimane.
“Riteniamo gravissima e inaccettabile la iniziale conferma di Whirlpool di voler chiudere Napoli il 31 marzo prossimo e insufficiente la mediazione del Governo che è riuscita solo a spostare il termine al 31 ottobre”, si legge in una nota congiunta diffusa il giorno dopo l’incontro al Mise.

Pe, colmare il gap di genere sui salariEurodeputati vogliono strategia Ue per parità retribuzione

BRUXELLES30 gennaio 202013:06

– Colmare il divario salariale e pensionistico tra uomini e donne con misure vincolanti e l’applicazione del principio di parità di retribuzione a parità di lavoro. Lo chiede il Parlamento europeo con una risoluzione approvata a larga maggioranza (493 voti a favore, 82 contrari e 79 astenuti) nel corso della sessione plenaria a Bruxelles. Il divario retributivo medio tra uomini e donne in Ue è del 16% (37% per i pensionati), ricordano gli eurodeputati, che accolgono l’impegno della presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, “di fare della parità di retribuzione a parità di lavoro il principio fondante della nuova strategia europea di genere” che sarà presentata a marzo, ma fanno appello all’introduzione di “disposizioni vincolanti sulla trasparenza delle retribuzioni e sul divario retributivo, da applicare sia al settore pubblico che a quello privato”. Per rafforzare gli obiettivi a cinque anni degli Stati membri, l’Europarlamento chiede poi la revisione entro il 2020 del Piano d’azione

Niente licenziamenti, cig alla MahleAccordo al Mise. Regione Piemonte, passo importante

TORINO30 gennaio 202014:24

– Non ci saranno licenziamenti alla Mahle, arriva la cassa integrazione. Lo prevede l’accordo raggiunto presso la sede del ministero per lo Sviluppo Economico. È un passo importante, sottolinea la Regione Piemonte.
La multinazionale tedesca che produce componentistica per il settore automotive – in particolare per i motori diesel – nel novembre scorso ha annunciato la chiusura dei due stabilimenti piemontesi e il licenziamento di 452 lavoratori: 209 dello stabilimento di Saluzzo e 243 di quello di La Loggia.
All’incontro, oltre all’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, erano presenti le parti sociali, una delegazione del Comune di Saluzzo, il vice capo di Gabinetto del Mise, Giorgio Sorial, il vice ministro Alessandra Todde e i rappresentanti dell’azienda italiani e tedeschi. “Non avremmo accettato nessun licenziamento e così è stato. Un risultato importante che ci dà il tempo e gli ammortizzatori per approfondire le strade per dare un futuro a tutti i lavoratori”.

Borsa Milano scivola con Europa, -1,4%Piazza Affari paga anche debolezza titoli Stato, giù Tenaris

30 gennaio 202014:28

– Si amplia la corrente di vendite sui mercati azionari del Vecchio continente: in attesa dell’avvio di Wall street Parigi cede l’1,6%, Londra e Milano con l’indice Ftse Mib l’1,4%, mentre Francoforte perde l’1,3%.
In Piazza Affari, che paga anche il ritorno di una debole tensione sui titoli di Stato italiani, tra i gruppi principali vendite soprattutto su Tenaris (-3,7%) e Unipol, che cede tre punti percentuali e mezzo, mentre tiene Enel (+0,6%).

Borsa Europa chiude debole, Londra -1,3%Fortemente negative anche Parigi e Francoforte

30 gennaio 202018:26

– Giornata dei mercati azionari del Vecchio continente in calo per tutti: Londra ha chiuso in ribasso dell’1,36%, Parigi dell’1,40% e Francoforte dell’1,41%.

Borsa: Milano chiude in calo, -1,59%Indice principali titoli di Piazza Affari a 23.781 punti

MILANO30 gennaio 202018:26

– Seduta ampiamente negativa per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dell’1,59% a 23.781 punti.

Borsa Milano scivola con Europa su virusVendite su Tenaris ed Eni, in controtendenza Enel

30 gennaio 202018:27

– Sul ritorno dei timori legati al Coronavirus e dopo lo scivolone dei mercati asiatici, seduta difficile per Piazza Affari e per tutti i listini europei: l’indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dell’1,59% a 23.781 punti, l’Ftse Alla share in ribasso dell’1,58% a quota 25.873.
A Milano, tra i gruppi principali vendite soprattutto su Tenaris (-4,9%), Amplifon ed Exor, che hanno ceduto il 4%. Male anche Unipol (-3,9%), Banco Bpm (-3,6%) e Pirelli, che ha perso il 3,5% finale. In forte calo anche Atlantia, scesa del 3,2%, e debole Eni (-2,7%). Perdita sotto la media del listino per Intesa (-1,2%), con A2A, Campari, Snam e Italgas che hanno ceduto meno di un punto percentuale.
Ha tenuto invece Enel, in crescita finale dello 0,99%.

Sps Italia spinge su stampa 3DMesse Frankfurt Italia, aziende italiane competitive

30 gennaio 202019:03

– A Sps Italia è atteso un forte impatto della stampa 3D, che per la prima volta sarà presente in Fiera, inserendosi tra le altre tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0, grazie ad un connubio con Formnext, fiera internazionale sulla stampa 3D. “Siamo fiduciosi di vedere a Sps Italia un forte interesse per quanto riguarda la manifattura additiva, su cui anche le aziende italiane stanno dimostrando capacità di competere”, sostiene l’a.d. di Messe Frankfurt Italia, Donald Wich, in occasione della prima tappa di avvicinamento a Sps, svolta al Politecnico di Milano, in collaborazione con il competence center “Made”. “L’additive manufacuring è una delle più straordinarie opportunità per le aziende italiane nell’ambito delle tecnologie disruptive”, affema la vicepresidente di Messe Frankfurt Italia, Francesca Selva. Per questo, dal 26 al 28 maggio a Parma, “mostreremo ai visitatori le reali possibilità di applicazione di questa tecnologia che sarà il futuro”.

Petrolio: chiude in calo a New YorkQuoitazioni in calo del 2,2%

NEW YORK30 gennaio 202020:44

– Il petrolio chiude in calo a New York a 52,14 dollari al barile (-2,2%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Nikkei tenta recupero dai minimi in 3 mesi

TOKYO31 gennaio 202001:16

– La Borsa di Tokyo tenta un recupero nell’ultima seduta della settimana, in scia a quanto avvenuto a Wall Street, con gli investitori che tornano sul mercato quando l’indice di riferimento giapponese è ai minimi in 3 mesi e malgrado i timori di un’espansione del coronavirus cinese. Il Nikkei avanza dello 0,75% con un guadagno di 171 punti, a quota 23.149,66. Sul mercato dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a 108,90 e a 120,10 sull’euro.

Borsa, Taiwan tenta il rimbalzoL’indice Taiex apre a +1,38% nonostante i timori sul coronavirus

PECHINO31 gennaio 202002:26

– La Borsa di Taiwan tenta il rimbalzo e apre la seduta positiva: l’indice Taiex segna nelle prime battute un rialzo dell’1,38%, a 11.580,15 punti.
Ieri il listino, al ritorno agli scambi dopo la lunga pausa del Capodanno lunare, ha perso il 5,75%, scontando i timori legati al coronavirus di Wuhan.

Borsa, Hong Kong positivaL’indice Hang Seng apre a +1,17%

PECHINO31 gennaio 202002:53

– La Borsa di Hong Kong prova a risollevarsi dalle due sedute di pesanti perdite sotto l’effetto del coronavirus di Wuhan: l’indice Hang Seng segna nelle prime battute un progresso dell’1,17%, a 26.757,61 punti.

Petrolio: sale a 53,23 dollari dopo OmsNon raccomandato stop a viaggi. Brent a 59,19 dollari

31 gennaio 202008:19

– Quotazioni del petrolio in recupero dopo le precisazioni dell’Oms che ha specificato di non raccomandare alcuno stop ai viaggi. I contratti sul greggio Wti con scadenza a marzo salgono a 53,23 dollari (+2,1%), mentre il Brent sale dell’1,5% a 59,19 dollari al barile.

Oro: tiene prezzo su timori coronavirusIn calo dello 0,1% dopo rialzi vigilia. A gennaio +3,6%

31 gennaio 202008:26

– Quotazioni dell’oro robuste sull’onda dei timori degli investitori per i possibili effetti del coronavirus sull’economia mondiale. Il lingotto con consegna immediata dopo i rialzi di ieri cede lo 0,1% a 1.572 dollari l’oncia ma si avvia a chiudere il mese di gennaio con un rialzo del 3,6%.

Cambi: euro in calo a 1,1025 dollariMoneta unica vale 120,23 yen

31 gennaio 202008:37

– Euro in lieve calo sul dollaro in avvio di giornata. La moneta europea è scambiata a 1,1025 dollari rispetto agli 1,1042 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. L’euro vale 120,23.

Spread Btp Bund stabile a 134 punti baseRendimento decennale italiano allo 0,94%

31 gennaio 202008:41

– Avvio di giornata stabile per lo spread tra Btp e Bund che segna 134 punti come ieri sera. Il tasso di rendimento del decennale italiano è allo 0,94%.

Borsa: Asia,settimana peggiore da maggioPetrolio in recupero con precisazioni Oms, sotto lente Brexit

31 gennaio 202008:49

– Le Borse asiatiche chiudono la peggiore settimana da maggio dello scorso anno con gli investitori che pesano i danni economici del Coronavirus mentre a livello globale vengono messe in atto contromosse per contenere l’epidemia. La Borsa di Tokyo recupera, comunque, dai minimi in tre mesi con il Nikkei che guadagna quasi un punto percentuale. Sul fronte valutario lo yen è stabile sul dollaro poco sopra a 109 e a 120,10 sull’euro. Sul mercato c’è attesa sulla riapertura lunedì delle Piazze cinesi chiuse dal 23 gennaio mentre l’indice Pmi della Cina di gennaio è scivolato a 50 dal 50,2 di dicembre. Risale a 53,23 dollari il greggio dopo che l’Oms ha specificato di non raccomandare alcuno stop ai viaggi a causa del virus proveniente dalla Cina. Sul fronte europeo gli occhi sono puntati su Londra e sulla mezzanotte quando sarà effettiva la Brexit. In agenda inoltre il pil di eurozona, Italia, Francia, Spagna, le vendite al dettaglio in Germania e dagli Stati Uniti l’indice Michigan.

Borsa: Milano apre a +0,35%Ftse Mib a 22.863 punti

MILANO31 gennaio 202009:13

– Piazza Affari apre positiva. Il Ftse Mib segna in avvio un +0,35% a 23.863 punti.

Borsa: Europa apre positivaParigi +0,34%, Francoforte +0,3%, controcorrente Londra

31 gennaio 202009:18

– Le Borse europee aprono l’ultima seduta della settimana in positivo. Parigi guadagna lo 0,34% con il Cac 40 a 5.891 punti. Sulla stessa linea Francoforte che sale dello 0,3% con il Dax a 13.196 punti. Mentre Londra che alla mezzanotte darà corso alla Brexit, registra una flessione dello 0,14% con il Ftse 100 a 7.372 punti.

Borsa: Milano -0,14%, bene AtlantiaCorre Leonardo su 2019 sopra attese, spread a 132 punti

31 gennaio 202010:01

– Piazza Affari cambia registro e dopo un avvio positivo si appiattisce e gira in negativo con il Ftse Mib che cede lo 0,14% a 23.745 punti. A pesare sull’indice sono i cali di Enel che lascia sul terreno l’1,25%, seguita da Snam (-0,75%). Deboli poi Unicredit (-0,34%) , Intesa (-0,28%), Tim (-0,42%) e Fca (-0,17%). Viaggiano in controtendenza Leonardo (+4,28%) sulla scorta delle indicazioni di un 2019 sopra le attese e Atlantia (+1,38%) sulle voci ricorrenti di colloqui con il Governo. Sale poi Amplifon (+1,31%) che ha in corso il roadshow per l’emissione di un bond da 300 milioni a 7 anni. Tra gli altri bene Moncler (+0,91%), Prysmian (+0,98%) e Nexi (+0,94%). Lo spread tra btp e bund è in area 132 punti base.

Politica tutte le notizie. Tutte, sempre oggettive, complete affidabili, imparziali ed aggiornate in tempo reale. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 6 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:58 DI GIOVEDì 30 GENNAIO 2020

ALLE 09:28 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Svastiche su casa figlia partigiano
A Torino, la donna ha fatto denuncia alla Digos
TORINO30 gennaio 2020 14:58 (ANCHE IN “CRONACA”/”PIEMONTE” DELLE 18:43)
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
– Due piccole etichette con la scritta “Sieg Heil”, il simbolo delle SS e una svastica sono state trovate a Torino, nel quartiere Vanchiglia, sul campanello dell’appartamento di una donna iscritta all’Anpi e figlia di un partigiano. La signora ha sporto denuncia alla Digos. L’episodio dopo le scritte antisemite comparse sui muri di Torino, Mondovì, Brescia e Giaveno.

Conte, con Mittal progetto accordoDettagli da definire

SOFIA30 gennaio 202018:45

– “Ci stiamo aggiornando. C’è un progetto di accordo, ci sono dei dettagli da definire”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nel punto stampa da Sofia in merito al negoziato con A.Mittal sull’ex Ilva. Se ci vedremo? “Non è da escludere nei prossimi giorni, Mittal ha dato disponibilità”.

Federculture, Umberto Croppi direttoreEx assessore cultura Roma succede a Claudio Bocci

30 gennaio 202019:43

– La Giunta Esecutiva di Federculture riunita oggi ha deliberato all’unanimità la nomina di Umberto Croppi a nuovo Direttore della Federazione.
Croppi, ex Assessore alla Cultura di Roma Capitale e attualmente Presidente della Fondazione La Quadriennale di Roma, succede nell’incarico a Claudio Bocci che ha diretto Federculture negli ultimi cinque anni.
Il Presidente di Federculture, Andrea Cancellato, nell’augurare buon lavoro al nuovo Direttore si è detto, a nome di tutti gli Associati, “onorato di accogliere una figura così autorevole nel ruolo direttivo della Federazione alla quale apporterà un nuovo slancio ed un rafforzamento delle attività istituzionali e associative”. Cancellato ha, inoltre, salutato e ringraziato Claudio Bocci “per il fondamentale lavoro svolto in questi anni e per il contributo dato alla crescita di Federculture nel più ampio contesto del settore della cultura”.

Borriello nominato capo di Gabinetto al MipaafScelta tecnica e istituzionale per l’attuale presidente di Ismea

30 gennaio 202020:33

– E’ Raffaele Borriello il nuovo Capo Gabinetto del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Lo comunica in una nota la ministra Teresa Bellanova. Attuale direttore generale dell’Ismea, Borriello ha un’elevata qualificazione professionale e una profonda conoscenza del settore. Si tratta di una scelta tecnica e istituzionale, precisa la nota, visto che ha ricoperto diversi incarichi di vertice al ministero sia nei governi di centro destra che di centro sinistra. La nomina è stata definita a seguito di una delibera dell’Anac che ha certificato l’insussistenza di incompatibilità e di conflitti di interesse. Borriello, ha una profonda conoscenza dell’amministrazione maturata anche nello svolgimento di pregressi incarichi presso il Ministero. Tra i numerosi incarichi ricoperti, si segnalano quello di Capo Segreteria tecnica e Vicecapo di Gabinetto del Mipaaf.

Lanciano ricorda campo di internamentoCelebrazioni con Anpi e Spinelli davanti monumento a Samudaripen

ANCIANO (CHIETI)30 gennaio 202020:27

– “Attraverso il racconto delle storie del campo di internamento di Lanciano possiamo passare da memoria individuale a memoria condivisa e collettiva, aiutando i giovani a capire”. Così a Lanciano il presidente della sezione Anpi Maria Saveria Borrelli ha aperto le celebrazioni della Giornata della Memoria in ricordo della Shoah degli Ebrei e del Porrajmos dei popoli nomadi. Nel campo di internamento a Villa Sorge furono rinchiuse 77 donne ebree con 5 bambini. Lanciano ha un parco delle memorie e, dopo Berlino, è la seconda città con un monumento al Samudaripen, il genocidio di mezzo milione fra Romanì e Sinti: una statua in pietra della Majella con una poesia del musicista rom Santino Spinelli, in arte Alexian. Suo padre Gennaro, oggi 83enne, finì in campo di concentramento a Bari. “Il monumento al Samudaripen ricorda il martirio di Rom e Sinti – spiega Alexian – Noi, società civile, abbiamo il dovere morale di ricordare. Sono importanti anticorpi contro dittature, stermini e disvalori”.

I 29 punti del programma di governo Per Governo e maggioranza nodi giustizia, concessioni e sicurezza

30 gennaio 202020:53

Blocco dell’aumento dell’Iva, Web Tax, taglio dei parlamentari, taglio del cuneo fiscale (o meglio un primo passo), carcere ai grandi evasori (introdotto nel decreto fiscale): sono i punti del programma del governo Conte 2, dei complessivi 29, che sono stati già realizzati, in 4 mesi e mezzo di vita dell’esecutivo. Su altri si sta lavorando, come sull’Assegno unico per i figli a carico che sarà in Aula alla Camera il 17 febbraio. Numerosi sono anche i punti che tutte le forze di maggioranza condividono e che potrebbero essere attuate in tempi ravvicinati. Tuttavia l’ottimismo verso l’esito della verifica va frenato per le divisioni su alcuni punti dirimenti, come la giustizia o le concessioni autostradali o la sicurezza, con Italia Viva che spesso fa la parte del “signor No”.Alcuni dei 29 punti del programma, resi noti da Giuseppe Conte il 4 settembre, sono enunciazioni di linea politica. Altri indicano invece uno o più provvedimenti specifici. Oltre ai punti già attuati, su altri sono stati già emanati provvedimenti, magari in corso di esame in Parlamento: per esempio la riforma elettorale, oppure la banca pubblica per gli investimenti al Sud (nel dl sulla Popolare di Bari). Pur con alcuni attriti M5s, Pd, Leu e Iv li stanno portando avanti. Su altre misure oggetto del programma si procede più lentamente ma proficuamente, come la legge contro il consumo del suolo, in commissione Ambiente del Senato. E su temi su cui c’èra massima distanza tra Pd e M5s, addirittura, si lavora in silenzio a un testo comune: è il caso dell’acqua pubblica, su cui Federica Daga (M5s) e Chiara Braga (Pd) stanno costruendo una intesa. Ma il problema sta nel fatto che i temi divisivi vanno affrontati subito e non possono essere rinviati.Sulla giustizia il punto 15 del programma di governo parla di una riforma dei processi penale e civile per accelerare i tempi; ma l’entrata in vigore l’1 gennaio della legge Bonafede sulla prescrizione, rende dirimente questo tema. M5s chiede che la prescrizione rimanga così come è e che si discuta la riforma della giustizia in tempi normali; Iv minaccia di votare il ddl Costa (in Aula il 24 febbraio) che abroga la legge Bonafede o per lo meno chiede di rinviare di un anno l’entrata in vigore della stessa (emendamento al Milleproroghe di Lucia Annibali); il Pd cerca una mediazione. Altro tema divisivo sono le concessioni autostradali: il punto 22 del programma parla di loro “revisione”.M5s vuole revocarla all’Aspi, Iv difende il mantenimento della concessione pur facendo pagare i danni ad Atlantia; il Pd media, proponendo non una revoca ma una revisione, per esempio prevedendo non un unica concessione o termini contrattuali diversi con paletti su tariffe e investimenti. Su un Punto è il Pd, o almeno una parte (l’ala cattolica di Delrio e quella di sinistra di Orfini) a scontrarsi con M5s: la modifica ai decreti sicurezza. Il punto 18 afferma che la materia va “rivisitata alla luce delle osservazioni formulate dal Presidente della Repubblica”. Cosa che non dispiace all’ala movimentista di M5s ma meno a quella che fa capo a Di Maio.

Conte, primi due casi di coronavirus confermati in ItaliaSi tratta di due turisti cinesi in viaggio a Roma. Sono ricoverati allo Spallanzani. Conte: ‘Non c’è nessun motivo di panico e allarme’. La loro stanza d’albergo è stata sigillata

31 gennaio 202009:20

E’ allarme coronavirus in Italia. Sono stati accertati due casi a Roma. “I due casi accertati sono due turisti cinesi che sono venuti nel nostro paese, i primi due casi accertati di Coronavirus”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Siamo vigili e molto attenti: non ci siamo fatti trovare impreparati” ha detto il presidente del consiglio. E’ stato chiuso il traffico aereo da e per la Cina ha precisato il presidente del Consiglio.”Lo Spallanzani è la Bibbia in questo settore. Non c’è nessun motivo di creare panico e allarme sociale”.  Sono in corso “attente verifiche per ricostruire il percorso” dei due turisti cinesi, primi casi accertati di Coronavirus in Italia, “per isolare i loro passaggi, per evitare assolutamente qualsiasi rischio ulteriore rispetto a quello già accertato”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi con il ministro della Salute Roberto Speranza.”L’insorgenza di casi di Coronavirus in Italia è “un fatto abbastanza normale se pensiamo alla statistica, visto che in Europa ci sono 10 casi. Lo dice il ministro della Salute Roberto Speranza, in conferenza stampa a Palazzo Chigi.ci sono già dieci casi. Era abbastanza probabile, lo dicevano già da tempo i nostri scienziati”. Lo dice il ministro della Salute Roberto Speranza a Palazzo Chigi. “La situazione è seria ma non bisogna fare allarmismi, la situazione è totalmente sotto controllo” precisa il ministro.”Sono fiducioso che la situazione rimarrà confinata” precisa il premier. “Il ministro Speranza ha già adottato un’ordinanza che chiude il traffico aereo da e per la Cina. Siamo il primo Paese dell’Ue ad adottare una misura cautelativa di questo genere”. I due turisti cinesi, primi casi accertati di Coronavirus in Italia sono “ricoverati in isolamento, sono in buone condizioni, ci fa pensare che non ci siano persone esposte”. Lo ha detto il direttore scientifico dello Spallanzani di Roma Giuseppe Ippolito in conferenza stampa a Palazzo Chigi assicurando che “al momento sembra non ci siano rischi” di focolai. La coppia di cinesi ricoverata allo Spallanzani è originaria della provincia di Wuhan. Secondo quanto si è appreso erano arrivati dieci giorni fa, il 23 gennaio a Milano. Dopo alcune tappe per l’Italia sono arrivati a Roma. Ieri sera si sono sentiti male e, visti i sintomi che presentavano, sono stati presi in carico da personale del 118 e ricoverati allo Spallanzani.

“CONFERMATI i primi due casi di coronavirus in Italia (due turisti cinesi), CHIUSO il traffico aereo con la Cina, dichiarata l’EMERGENZA globale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. E poi eravamo noi a essere “speculatori” e catastrofisti… Frontiere aperte, incapaci al governo”. Lo scrive su Fb Matteo Salvini.

“Uno che si mette a speculare politicamente sul coronavirus è un poveraccio”. Lo scrive su Twitter il vicesegretario del Pd Andrea Orlando, commentando le parole di Matteo Salvini dopo i primi due casi di goronavirus in Italia. MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Cronaca tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Cronaca. Sempre approfondita, dettagliata ed aggiornata. INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 13 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:44 DI GIOVEDì 30 GENNAIO 2020

ALLE 08:31 DI VENERDì 31 GENNAIO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Corinaldo, 5/3 udienza per abbreviato
Sul banco degli imputati sei giovani del Bassa Modenese

ANCONA30 gennaio 2020 16:44

– E’ stata fissata per il 5 marzo prossimo l’udienza per la cosiddetta banda dello spray, i sei ragazzi della Bassa Modenese accusati di essere i responsabili della strage della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018. Tutti, dopo il giudizio immediato chiesto dalla Procura di Ancona, aveva chiesto di procedere con l’abbreviato e l’udienza è stata fissata proprio per procedere al rito alternativo che, in caso di condanna, prevede uno sconto di pena. L’abbreviato riguarderà Ugo Di Puorto, Andrea Cavallari, Moez Akari, Raffaele Mormone, Souhaib Haddada e Badr Amouiyah, poco più che ventenni, in carcere dal 2 agosto scorso. L’accusa

è di omicidio preterintenzionale, associazione per delinquere, lesioni personali e singoli episodi di rapine e furti con strappo. Quella notte morirono, per la calca generata dallo spruzzo in discoteca di spray al peperoncino (finalizzato a rapinare il pubblico delle catenine d’oro), cinque minorenni ed una mamma di 39 anni.

Donna morta in casa, forse delittoA Versciaco in Val Pusteria

BOLZANO30 gennaio 202018:42

– Una giovane donna è stata trovata morta nel suo appartamento a Versciaco, vicino a San Candido in Val Pusteria. Gli inquirenti per il momento non escludono un delitto. Sul posto si trovano i carabinieri, la scientifica e il pm di turno. La donna – si apprende – era una cittadina straniera e viveva in Alta Pusteria in un condominio con il marito.

Ballerina circuì giovane, condannataDue anni e cinque mesi, in cinque anni regali per 100mila euro

PIACENZA30 gennaio 202018:51

– Una ballerina di lap dance romena di 28 anni è stata condannata dal tribunale di Piacenza a due anni e cinque mesi di reclusione per circonvenzione di incapace.
La giovane era finita a processo, dopo essere stata arrestata per aver messo sul lastrico uno studente universitario che si era invaghito di lei. Una perizia psichiatrica chiesta dalla procura aveva messo in luce la fragilità psicologica del ragazzo, ma in aula l’imputata aveva detto che si era trattato solo di un’amicizia e di non aver circuito quel ragazzo, che non le sembrava affatto fragile.
In cinque anni lui, tra regali e mance, avrebbe speso per lei quasi 100mila euro. Nella sentenza il giudice ha stabilito una provvisionale di 70mila euro per il 28enne, che si è costituito parte civile.

Ambulanza assalita a PiacenzaUn ragazzo in forte stato di agitazione è stato sedato

PIACENZA30 gennaio 202018:53

– Un equipaggio di un’ambulanza del 118 è stato aggredito nella notte durante un intervento sanitario in provincia di Piacenza. Erano stati allertati dalla centrale operativa per un malore all’interno di un’abitazione, ma al loro arrivo hanno trovato un giovane in stato di forte agitazione. Il ragazzo, dopo aver sfondato con un calcio un vetro del mezzo sanitario, ha colpito con un pugno un soccorritore. La situazione è stata risolta grazie all’intervento di una pattuglia di carabinieri. Una volta somministrato un potente sedativo, è stato portato all’ospedale per ulteriori accertamenti. La sua posizione è al vaglio.

‘Cerrano’ può riaprire con prescrizioniSul viadotto no transito trasporti eccezionali e pericolosi

CITTÀ SANT’ANGELO (PESCARA)30 gennaio 202018:53

– Parzialmente accolta l’istanza di Aspi per il dissequestro del viadotto Cerrano dell’A14, interdetto ai mezzi pesanti da dicembre 2019 nel tratto fra Pescara Nord e Atri-Pineto. Il gip di Avellino ha disposto che il tratto in questione può riaprire ai Tir ad eccezione dei trasporti eccezionali e dei trasporti di merci pericolose. Lo conferma il sindaco di Città Sant’Angelo Matteo Perazzetti, informato da Autostrade per l’Italia. La riapertura al traffico pesante del viadotto sarà effettivamente operativa nel tempo tecnico strettamente necessario per l’installazione della segnaletica relativa al divieto di transito delle merci pericolose, le cui procedure di lavorazione sono state immediatamente avviate. Sospiro di sollievo nei centri urbani di Città Sant’Angelo, Silvi e Pineto (Teramo): i tir, fino a cinquemila al giorno, da dicembre scorso percorrono la statale 16 mandando in tilt la viabilità ordinaria della zona e provocando disagi per i cittadini, con traffico paralizzato e smog.

Interpol, piattaforme comuni contrastoPresentato a Reggio C. “progetto lotta organizzazione criminale”

REGGIO CALABRIA30 gennaio 202019:03

– “Con questo progetto intendiamo lanciare una sfida mondiale alla ‘ndrangheta e alle sue articolazioni e raccoglieremo informazioni in maniera sistematica sulle loro attività, in un momento in cui appare come l’organizzazione con più capacità organizzativa anche su base cibernetica ed informatica”. Lo ha detto il segretario generale dell’Interpol Jurgen Stock in occasione della conferenza stampa di presentazione, a Reggio Calabria, del progetto Ican (Interpol Cooperation Against ndrangheta) finanziato dal Ministero dell’Interno.
“Lo faremo – ha aggiunto Stock – utilizzando piattaforme comuni, intelligenze artificiali, costruendo l’intero mosaico delle attività della ‘ndrangheta, soprattutto il riciclaggio e gli investimenti nell’economia legale”. All’incontro con i giornalisti hanno partecipato il prefetto Vittorio Rizzi, vicedirettore generale della Pubblica sicurezza, ed il prefetto ed il Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Massimo Mariani Giovanni Bombardieri.

Coronavirus: porto Genova, preoccupatiCina è partner che per noi pesa il 15-20% traffici

GENOVA30 gennaio 202019:12

– “Quello che ci preoccupa oggi è capire l’effetto di una eventuale contrazione dell’economia cinese legata al virus. E’ una cosa cosa da seguire con grande attenzione”. Il presidente dell’Autorità di sistema portuale di Genova e Savona, Paolo Emilio Signorini è preoccupato dalle previsioni degli effetti del coronavirus sull’economia cinese, che avrebbe un inevitabile impatto sugli interscambi e quindi sul porto di Genova. “Stiamo parlando di un partner commerciale che in termini di attività container per il porto di Genova pesa per il 15-20% dei traffici – spiega Signorini – quindi se ci fosse una contrazione dell’interscambio con la Cina per il porto sarebbe un effetto negativo che dovremmo pensare di affrontare e attenuare in qualche modo. Ho letto una stima che parla di una possibile contrazione del 6% dell’economia cinese sull’ultimo trimestre. Oggi è presto per capire se ci saranno davvero questi contraccolpi anche sull’import-export di merci, ma siamo preoccupati”.

Virus Cina:Cc in bisca con le mascherinePrecauzione in blitz sala da gioco clandestina gestita da cinesi

PRATO30 gennaio 202019:29

– Singolare irruzione di carabinieri e vigili in una bisca a Prato gestita da cinesi: per precauzione, rispetto ai rischi da coronavirus, hanno indossato mascherine prima di entrare nei seminterrati poco arieggiati e con notevole concentrazione di giocatori d’azzardo di un palazzo in via Filzi. Nella bisca di solito ci sono decine di cinesi e di alcuni gli investigatori avevano notizia che potessero essere rientrati in questi giorni dalla Cina. Perciò le forze dell’ordine hanno utilizzato protezioni sanitarie con cui sono rimaste sempre equipaggiate durante l’intero blitz. Controlli accurati ci sono stati su alcuni clandestini per verificare la data del loro ingresso in Italia e la regione cinese di provenienza, tuttavia al momento nessuno pare provenire dallo Hubei di cui Wuhan, città da dove s’è diffuso il virus, è capoluogo. Quanto alla bisca sono in tutto 20 i denunciati per gioco d’azzardo, tra essi due organizzatori per gestione sala da gioco clandestina.

Scuola:rottura tra sindacati e ministeroAl centro reclutamento e abilitazioni

30 gennaio 202019:32

– E’ rottura tra i maggiori sindacati della scuola e il ministero dell’Istruzione. I sindacati, dopo due giorni di confronto con il ministero, si dicono “del tutto insoddisfatti” per l’esito del confronto, parlano di “totale indisponibilità” rispetto alle loro richieste in merito a reclutamento e abilitazioni ed evidenziano che “le ragioni per cui sono state a suo tempo sospese le iniziative di mobilitazione vengono oggi definitivamente a cadere”. VAI A TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO Home Mappa del sito STAI LEGGENDO: CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

L’ora X della Brexit, cosa cambia con l’addio
I simboli cadono subito. Sul resto si avvia la transizione

LONDRA30 gennaio 202019:51

Il punto di non ritorno della Brexit è ormai raggiunto. Dal primo febbraio il Regno Unito manda in archivio poco più di 47 anni di storia comune con l’Ue, di partnership recalcitrante e spesso contrastata, ma non priva di vantaggi reciproci, e torna – salvo ipotetici ripensamenti di un futuro incerto e indeterminato – al suo destino insulare. Ma cosa cambia in concreto? Nell’immediato poco, visto che il vero distacco dalle regole e dai paletti attuali – sul mercato unico, le dogane condivise, la libertà di movimento delle persone, la giurisdizione della Corte di Giustizia europea – ci sarà solo alla fine del cosiddetto periodo di transizione ‘soft’ verso il divorzio fissata al momento per il 31 dicembre 2020. E tuttavia qualcosa d’importante, anche in termini simbolici, si consuma in effetti hic et nunc. Come tanto di ammainabandiera.IL COUNTDOWN – L’ora X è precisa, le 23 britanniche e la mezzanotte centro-europea a cavallo fra 31 gennaio e primo febbraio. Da un minuto all’altro, e a oltre tre anni e mezzo dalla vittoria del Leave al referendum del 2016 (1317 giorni, per l’esattezza), Londra e Bruxelles si separano, seppure mantenendo lo status quo per (almeno) 11 mesi in attesa di negoziare i nuovi parametri delle relazioni future sul commercio e sul resto. Ma fin da subito l’Unione avrà 66 milioni di cittadini in meno (il totale dei sudditi di Sua Maestà britannica) e perderà per la prima volta un pezzo (un Paese) nella sua storia di allargamenti successivi: ritrovandosi con 446 milioni di abitanti e un territorio ridotto del 5,5%.LE ISTITUZIONI – La caduta dei simboli – via l’Union Jack dai palazzi di Bruxelles, via i vessilli europei dai templi del potere britannico – suggella il sipario su un’epoca. Il Regno Unito torna a essere Paese terzo, come era stato fino al 1973, e rinuncia a 73 deputati, lasciando liberi seggi ridistribuiti in parte fra vecchi membri del club (46, di cui 3 all’Italia) e in parte tenuti in frigo per i prossimi soci balcanici (27). Londra rinuncia poi al suo commissario europeo ed esce immediatamente dai vertici dei 27: il primo ministro Boris Johnson non sarà più invitato ai Consigli europei, il suo governo e i suoi diplomatici non parteciperanno più ad alcuna riunione e non avranno voce in capitolo nelle decisioni prese d’ora in avanti, pur continuando a contribuire al bilancio comunitario sino a esaurimento della transizione. I cittadini britannici vengono inoltre esclusi dai concorsi per posti di funzionari Ue.I DIRITTI DEI CITTADINI – E’ uno dei temi più delicati del divorzio, date le implicazioni familiari e personali, oltre che politiche, che porta con sé. Si stima che nel Regno Unito risiedano oggi 3,6 milioni di cittadini di Paesi Ue, inclusi quasi 400.000 italiani registrati all’anagrafe consolare (oltre 700.000 calcolando a spanne anche i non registrati). Mentre i britannici sparsi per il continente sono indicati in 1,2 milioni. In base dell’accordo di divorzio, tutti gli espatriati registrati come residenti già oggi o durante la fase di transizione e fino al 30 giugno 2021, manterranno – da una parte e dall’altra – i diritti odierni nei rispettivi Paesi di accoglienza: quasi come se la Brexit per loro non ci fosse. Le cose cambieranno tuttavia per gli ingressi successivi, con lo stop alla libertà di movimento nel 2021 e l’introduzione di nuove regole secondo un regime d’immigrazione che in Gran Bretagna significherà sostanziale equiparazione fra europei ed extracomunitari, passaporti obbligatori e non più carta d’identità per entrare, norme più stringenti per restare a lavorare, visti (per quanto facilitati) per i turisti.IL NEGOZIATO BIS – Esaurite le trattative sulla separazione, il team negoziale europeo di Michel Barnier dovrà nei prossimi mesi discutere le relazioni future a passo di carica con la nuova task force di Downing Street guidata da David Frost. I colloqui entreranno nel vivo a marzo, ma Barnier già prevede un calendario fitto d’incontri continui. In ballo c’è, in primis, il dossier dei rapporti commerciali. Johnson punta a un trattato di libero scambio con i 27, a “zero dazi e zero quote”; ma i tempi sono stretti, i dettagli tecnici complessi, gli ostacoli e i potenziali conflitti numerosi. Col rischio di un nuovo cliff edge (un orlo del precipizio, se non proprio un no deal a scoppio ritardato) destinato a riproporsi fra 11 mesi.

Pedofilia: Barbarin assolto in appelloIl porporato francese insiste, presenterà dimissioni al Papa

PARIGI30 gennaio 202019:51

– Il Papa aveva rifiutato le sue dimissioni lo scorso mese di marzo, preferendo rinviare la decisione in attesa della decisione della Corte d’appello. Dopo la condanna a 6 mesi per omessa denuncia di abusi sessuali di un prete della sua diocesi, quella di Lione (centro della Francia) il cardinal Barbarin è stato oggi assolto in appello. Ma insiste e in una conferenza stampa annuncia che ripresenterà le dimissioni a Papa Francesco. “Di nuovo, rimetterò il mio incarico di arcivescovo di Lione nelle mani di papa Francesco” ha annunciato Barbarin in una conferenza stampa dopo la sentenza, aggiungendo che l’assoluzione consente comunque di “aprire un nuovo capitolo per la Chiesa di Lione”. Il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni, ribadendo la vicinanza della Santa Sede alle vittime e alla “Chiesa di Lione, duramente provata”, riferisce: “Il Santo Padre, che continua a seguire da vicino lo svolgimento di queste dolorose vicende, comunicherà la propria decisione a tempo debito”.

CORONAVIRUS, NEGATIVI I PASSEGGERI DELLA NAVE
Questo il primo scarno comunicato, battuto dalle Agenzie il
30 gennaio 2020 alle 19:54.

Tenta uccidere la madre, arrestatoDonna a letto malata, pensionato bloccato da carabinieri

PERUGIA30 gennaio 202021:44

– Un pensionato di 57 anni, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri di Città di Castello per avere tentato di strangolare la madre ottantaduenne, costretta a letto per gli esiti di un grave ictus. E’ accusato di tentativo di omicidio.
L’uomo è stato fermato dall’intervento dell’anziano padre, anche lui di 82 anni, presente in casa. In base alla ricostruzione dell’Arma ha dapprima cercato di fornire vaghe giustificazioni al genitore, quindi ha chiamato il 112 confessando quanto successo.
I carabinieri sono intervenuti in pochissimi minuti. Sulla porta, hanno trovato il cinquantasettenne che li attendeva e che li ha condotti verso l’anziana madre stesa sul letto che respirava a fatica. I militari hanno prestato il primo soccorso alla donna che poi un’ambulanza del 118 ha trasportato all’ospedale di Città di Castello dove è stata ricoverata.

Virus, coppia ricoverata viene da WuhanSono arrivati in Italia il 23 gennaio a Milano

30 gennaio 202023:17

– La coppia di cinesi ricoverata allo Spallanzani è originaria della provincia di Wuhan. Secondo quanto si è appreso erano arrivati dieci giorni fa, il 23 gennaio a Milano. Dopo alcune tappe per l’Italia sono arrivati a Roma. Ieri sera si sono sentiti male e, visti i sintomi che presentavano, sono stati presi in carico da personale del 118 e ricoverati allo Spallanzani.

Civitavecchia, passeggeri lasciano naveTutto tranquillo ma c’è stata preoccupazione

ROMA31 gennaio 202007:39

– Hanno iniziato a sbarcare dalla Costa Smeralda ormeggiata al porto di Civitavecchia i 1143 passeggeri che avrebbero dovuto sbarcare ieri e che sono rimasti bloccati a bordo per il sospetto caso di Coronavirus, poi rientrato. “A bordo c’è stata la massima tranquillità e hanno gestito le cose bene – racconta Filippo Rossi, un uomo di Monterotondo, in provincia di Roma, che è stato tra i primi a lasciare la nave – c’è stata però preoccupazione anche perchè si sono rincorse tante voci fino all’ultimo e le informazioni le avevamo solo da fuori. Menomale che è andato tutto bene”. Sul molo 12 del porto di Civitavecchia stanno affluendo decine di pullman per trasferire i croceristi che si trovano ancora a bordo.

Lancia sasso 8kg da cavalcavia,1 arrestoIl denunciato è minorenne. Danni a numerosi mezzi in transito

31 gennaio 202007:55

– La Polizia di Stato di Novara ha arrestato una persona per aver lanciato di notte da un cavalcavia un masso di otto chili ed un cartello stradale.
Inoltre la Polizia Stradale ha denunciato un minorenne. I lanci, per fortuna, hanno prodotto solo danni materiali a diversi mezzi in transito sull’A4 Torino-Milano, nei pressi dell’uscita di Vicolungo. Possibile un collegamento con altri casi accaduti sempre in provincia di Novara, lungo la tangenziale cittadina e l’A4.
Ulteriori dettagli saranno resi noti durante la conferenza stampa in programma alle ore 10 presso la sala riunioni della Procura della Repubblica di Novara.

Arrivati dal Libano 86 profughi sirianiOltre 2000 in Italia con ‘corridoi’. Accolti in varie regioni

FIUMICINO (ROMA)31 gennaio 202008:13

– Sono arrivati questa mattina all’aeroporto di Fiumicinoß gli 86 profughi siriani provenienti dal Libano, con un aereo di linea della compagnia Alitalia, atterrato intorno alle 7.
Il loro ingresso in Italia è stato reso possibile grazie ai corridoi umanitari sostenuto dalla Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Tavola Valdese, in accordo con i ministeri dell’Interno e degli Esteri.
Così come avvenuto per le oltre 2000 persone già arrivate nel nostro paese, i rifugiati saranno accolti da associazioni, parrocchie e comunità in diverse regioni italiane e presto avviati in un percorso di integrazione.
Intorno alle 10.30 è in programma all’aeroporto di Fiumicino una cerimonia di benvenuto dei nuovi profughi, alla presenza di Daniela Pompei, responsabile dei servizi ai migranti, rifugiati e rom della Comunità di Sant’Egidio e di Federica Brizi, responsabile accoglienza della FCEI.

Virus, coppia di turisti cinesi in Italia da 10 giorni. E’ originaria della provincia di Wuhan (2)

Sigillata la loro stanza all’hotel a Roma

ROMA30 gennaio 202023:37

La coppia di turisti cinesi risultata contaminata dal coronavirus era in Italia da circa dieci giorni. La stanza in cui marito e moglie alloggiavano nell’ hotel Palatino a Roma è stata sigillata per consentire alla Asl di effettuare la decontaminazione.

La coppia di cinesi ricoverata allo Spallanzani è originaria della provincia di Wuhan. Secondo quanto si è appreso erano arrivati dieci giorni fa, il 23 gennaio a Milano. Dopo alcune tappe per l’Italia sono arrivati a Roma. Ieri sera si sono sentiti male e, visti i sintomi che presentavano, sono stati presi in carico da personale del 118 e ricoverati allo Spallanzani.

La coppia di turisti cinesi faceva parte di una comitiva che era arrivata in Italia per un tour. Il resto del gruppo oggi era diretto in pullman a Cassino per una gita ma, scattate le procedure di sorveglianza sanitaria, sono stati recuperati dalle forze dell’ordine e scortati fino allo Spallanzani.

Saloni vuoti al Grand Hotel Palatino di Roma dove ha soggiornato la coppia di turisti cinesi ora ricoverata allo Spallanzani. Nell’albergo nel centro di Roma, un quattro stelle con 200 stanze e tre sale da pranzo, la stanza dei turisti è stata sigillata. Un’auto della polizia staziona davanti all’hotel dove si sono già radunati alcuni giornalisti. Dentro il personale lavora al desk.

“È già stata attivata la sorveglianza sanitaria sulle persone venute in contatto con la coppia ricoverata presso l’istituto nazionale malattie infettive Spallanzani. Sono scattate tutte le misure previste dai protocolli sia per quanto riguarda alcune persone dell’albergo, sia riguardo gli altri componenti del gruppo di turisti. Al momento sono tutti asintomatici e non destano preoccupazione”. Lo comunica in una nota l’assessorato alla Sanità della Regione Lazio.

Eurispes: Shoah mai esistita? 2,7% nel 2004 oggi 15,6%Per 19,8% Mussolini ‘grande leader’ che commise’qualche sbaglio’

30 gennaio 202012:14 (AGGIORNATO ALLE 16:44)

Dal 2004 ad oggi aumenta il numero di chi pensa che la Shoah non sia mai avvenuta: erano solo il 2,7% oggi sono il 15,6%. Lo sostiene il ‘Rapporto Italia 2020′ dell’Eurispes. Risultano in aumento, sebbene in misura meno eclatante, anche coloro che ridimensionano la portata della Shoah dall’11,1% al 16,1%. Inoltre, secondo l’indagine, riscuote nel campione un “discreto consenso” l’affermazione secondo cui “molti pensano che Mussolini sia stato un grande leader che ha solo commesso qualche sbaglio” (19,8%).Secondo la maggioranza degli italiani, recenti episodi di antisemitismo sono casi isolati, che non sono indice di un reale problema di antisemitismo nel nostro Paese (61,7%). Al tempo stesso, il 60,6% ritiene che questi episodi siano la conseguenza di un diffuso linguaggio basato su odio e razzismo. Per meno della metà del campione (47,5%) gli atti di antisemitismo avvenuti anche in Italia sono il segnale di una pericolosa recrudescenza del fenomeno. Per il 37,2%, invece, sono bravate messe in atto per provocazione o per scherzo. Al campione dell’Eurispes è stato chiesto quali affermazioni esprimono al meglio l’anima politica della maggioranza degli italiani. Trova un “discreto consenso” l’affermazione secondo cui “molti pensano che Mussolini sia stato un grande leader che ha solo commesso qualche sbaglio” (19,8%). Con percentuali di accordo vicine tra loro seguono “gli italiani non sono fascisti ma amano le personalità forti” (14,3%), “siamo un popolo prevalentemente di destra” (14,1%), “molti italiani sono fascisti” (12,8%) e, infine, “ordine e disciplina sono valori molto amati dagli italiani” (12,7%). Oltre un italiano su quattro (26,2%) non condivide nessuna delle opinioni proposte.Si allarga sempre più “la frattura tra Sistema e Paese” che “produce numerosi danni anche sul piano economico e mette in discussione la stessa tenuta sociale”. E’ l’immagine delineata dal 32esimo ‘Rapporto Italia 2020′ dell’Eurispes. Una possibile via d’uscita la traccia il presidente dell’istituto Gian Maria Fara: “E’ necessario che la politica possa contare su fondamenta rinnovate” e, quindi, su una sua ‘nuova’ Costituzione. “Ci si confronta ormai – sostiene – con la mancata crescita del Paese che è divenuta strutturale, con l’imbarbarimento del clima del pubblico dibattito, con la sterile litigiosità che si rispecchia in un sistema dei media il quale si nutre più di elementi distruttivi che costruttivi, con l’inefficienza della Pubblica amministrazione, con i fenomeni endemici della corruzione, con l’illegalità diffusa, con la sostanziale irresponsabilità della classe dirigente”.Rispetto al 2010, sono diminuiti di oltre dieci punti gli italiani favorevoli allo Ius soli (dal 60,3% al 50%) e sono aumentati notevolmente i sostenitori più rigidi dello Ius Sanguinis (dal 10,7% al 33,5%, quasi 23 punti in più). In calo anche gli italiani che si augurano che venga concessa la cittadinanza per chi è nato in Italia, purché educato in scuole italiane (dal 21,3% al 16,5%). A rilevarlo è il Rapporto Italia 2020 dell’Eurispes.

Svastiche su casa figlia partigianoA Torino, la donna ha fatto denuncia alla Digos

TORINO30 gennaio 202018:43

– Due piccole etichette con la scritta “Sieg Heil”, il simbolo delle SS e una svastica sono state trovate a Torino, nel quartiere Vanchiglia, sul campanello dell’appartamento di una donna iscritta all’Anpi e figlia di un partigiano. La signora ha sporto denuncia alla Digos. L’episodio dopo le scritte antisemite comparse sui muri di Torino, Mondovì, Brescia e Giaveno.

Spara a donna e figlia lei e si uccideLa tragedia in un’abitazione di Mussomeli, nel nisseno

MUSSOMELI (CALTANISSETTA)31 gennaio 202008:25

– Duplice omicidio seguito da un suicidio nella notte a Mussomeli (Cl): un giovane di 27 anni ha sparato alla compagna di 48 anni e alla figlia di lei di 27 anni, uccidendole, prima di togliersi a sua volta la vita. Il dramma si è consumato in un’abitazione del centro storico. Sul posto sono arrivati i carabinieri, allertati da un vicino di casa. Quando gli uomini dell’Arma e il personale del 118 sono arrivati i tre erano già privi di vita. Sono in corso indagini per stabilire la dinamica e il movente della tragedia.