Calcio tutte le notizie. Tutte, complete, sempre approfondite ed aggiornate. SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 23 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:46 DI MARTEDì 14 GENNAIO 2020

ALLE 11:53 DI MERCOLEDì 15 GENNAIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Zaniolo, esperto “evitare recuperi in tempi record”
Piazze: “non forzare rientro in campo, servono 9-12 mesi”

14 gennaio 2020 08:46

– Non ci sono “panacee” che possono permettere a Nicolò Zaniolo di ridurre i tempi di recupero dalla rottura del legamento crociato anteriore in tempi record.
Dunque, la parola d’ordine è ‘prudenza’, altrimenti il rischio di recidiva è dietro l’angolo. A dirlo è Andrea Piazze, presidente del Gruppo di interesse specialistico in fisioterapia sportiva di Aifi, l’Associazione italiana dei fisioterapisti.
“Attenzione ai tempi di recupero – avverte Piazze – Il consiglio alle società, ma anche ai media, è quello di non aumentare la pressione per abbreviare il ritorno in campo”. I fisioterapisti parlano di recuperi a tempi record che sono diventati “prassi” perché incentivate anche “da alcuni aspetti burocratici”.
“Le società di serie A, B e C hanno un contratto collettivo che prevede la possibilità di licenziamento ai 6 mesi e 1 giorno di malattia del dipendente – dice Piazze – Quindi i calciatori hanno sulla testa una spada di Damocle; è sempre più frequente vedere giocatori in campo dopo 4 mesi e mezzo, 5 mesi: quindi in tempi che assolutamente non bastano e sono molto in anticipo rispetto alle fasi più adeguate di recupero da infortuni gravi.
Un rientro allo sport dopo la lesione al legamento crociato anteriore avviene in sicurezza sui 9-12 mesi”.
Le conseguenze di questi recuperi ‘sprint’? “Il rischio di recidiva è parecchio più alto se il ginocchio non è ancora pronto – chiarisce Piazze – Il giocatore che rientra prima lo fa esclusivamente per fattori ambientali esterni come possono essere il contratto, la pressione del club e dei media; non esistono panacee e miracoli che possano ridurre i tempi di recupero: che una persona si chiami Zaniolo o Mario Rossi, il ginocchio reagisce organicamente nello stesso modo. Semmai può avere delle performance diverse e può avere bisogno di maggiore assistenza, potendo dedicare più tempo agli allenamenti e avendo una capacità motoria diversa.
L’obiettivo dell’Europeo è alla portata e i tempi per riprendersi ci sono. Certo, Zaniolo avrà un super lavoro da fare”.

Fiorentina, Iachini “teniamo a Coppa ma sarà dura”L’Atalanta è esempio, non mi piace il calendario

FIRENZE14 gennaio 202011:50

– “Alla Coppa Italia teniamo molto e grazie alla ritrovata vittoria” in campionato contro la Spal “c’è più serenità, ma io non faccio miracoli. L’Atalanta è una squadra molto forte e per come ha saputo accorciare le distanze con le big è un esempio da prendere”. Lo ha detto Giuseppe Iachini alla vigilia della sfida di Coppa Italia, domani allo stadio Franchi di Firenze, che mette in palio la qualificazione ai quarti di finale.
“Non cerco alibi e non mi piace parlare di certe cose però nel sorteggio siamo stati sfortunati – ha commentato il tecnico viola – L’Atalanta ha giocato in campionato sabato, il Napoli che affronteremo subito dopo giocherà in Coppa oggi, quindi avremo meno recupero rispetto ai nostri avversari. Comunque ci prepareremo nel migliore dei modi, decisi a far girare la ruota”.
In porta ci sarà Terracciano, in attacco potrebbe rifiatare Chiesa e trovare spazio dal primo minuto il neo acquisto Cutrone.

Gravina da Zaniolo,è pedina fondamentale dell’ItaliaN.1 Figc:Recupero per Euro2020? Prima tutto viene sua integrità

14 gennaio 202012:51

– “Ho trovato il ragazzo molto bene, sta su di morale e ha già iniziato una mini-riabilitazione. Lui sa benissimo l’importanza che ricopre per la nostra Nazionale è questo gli dà una grande forza”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, all’uscita dalla clinica Villa Stuart dove si è recato per andare a trovare il centrocampista della Roma e dell’Italia, Nicolò Zaniolo, operato ieri in seguito alla rottura del legamento crociato del ginocchio destro. “Noi cercheremo di stargli molto vicino perché la Nazionale ha bisogno di Nicolò e soprattutto il calcio italiano ha bisogno di valorizzare al meglio questo grandissimo talento” ha aggiunto il presidente della Federcalcio, spiegando che nelle mezzora trascorsa in clinica col giocatore “abbiamo chiacchierato un po’ di tutto, ma non gli ho dato consigli. L’ho trovato davvero bene, molto sereno”.
Riguardo ai tempi di recupero di Zaniolo e al pericolo di accelerare troppo la riabilitazione per poter mettersi a disposizione del ct Mancini per Euro2020, poi, Gravina è stato chiaro: “Noi dobbiamo innanzitutto salvaguardia l’integrità del ragazzo quindi lui deve seguire il suo programma con lo staff sanitario della Roma che è una società molto attenta sotto questo profilo. Noi staremo a valle di qualcuno scelta dei medici e della volontà del ragazzo. Sicuramente per noi è molto importante, una pedina fondamentale per la nostra Nazionale ma prima di tutto c’è l’integrità del ragazzo”. Infine il numero uno di via Allegri confessa che il dispiacere per l’infortunio di Zaniolo è stato grande. “Come l’ha presa il ct Mancini? Ci siamo rimasti male un po’ tutti. Dopo l’amarezza e la rabbia del primo momento però oggi siamo un po’ più tranquilli nel vedere la sua serenità”.

Samp; Murillo no al Galatasaray, c’è il CeltaDoriani domenica a Roma contro Lazio e tabù: non vince dal 2005

GENOVA14 gennaio 202013:17

– La Sampdoria vuole sfatare il tabù Lazio: sabato allo stadio Olimpico di Roma, la squadra blucerchiata cerca una vittoria che manca in trasferta con i biancocelesti esattamente da 15 anni. L’ultimo successo risale infatti al 23 gennaio 2005 quando la Samp espugnò l’Olimpico 2-1 con le reti di Flachi e Kutuzov. Da allora in serie A ci sono state altre 12 partite a Roma con la Lazio con i blucerchiati che hanno perso in dieci occasioni e ne hanno pareggiato due.
Audero e compagni cercano l’impresa dopo il 5-1 rifilato al Brescia che ha permesso di portarsi a +5 sulla zona salvezza.
Intanto, sul fronte del mercato, il difensore Murillo avrebbe detto no al Galatasaray e sarebbe vicinissimo al ritorno in Spagna al Celta Vigo. Mentre in attacco continuano i contatti con l’Empoli per La Gumina: con la società toscana si discute della formula.

Torneo di Viareggio si ‘sposta’ alla SpeziaLa città ligure campo principale

LA SPEZIA14 gennaio 202014:20

– Sarà La Spezia la città principale della 72esima edizione della Viareggio Cup, la manifestazione organizzata dal Centro Giovani Calciatori Viareggio il torneo di calcio giovanile più importante al mondo.
La kermesse si disputerà dal 16 al 30 marzo: tra le prime adesioni quelle della Roma, Sampdoria, Torino, Fiorentina, Sassuolo, Milan, Genoa. Il Comune di Spezia ha firmato la convenzione annuale che legherà l’amministrazione all’associazione guidata da Alessandro Palagi.
Con i problemi che da anni affliggono lo stadio Dei Pini di Viareggio, l’associazione ha deciso di spostare gran parte dell’organizzazione nella città ligure. Proprio alla Spezia, in base all’accordo, allo stadio Picco si terrà la partita inaugurale e molto probabilmente la finale, oltre a diverse partite dei gironi: sarà utilizzato anche lo stadio Ferdeghini.
Inoltre, in base all’accordo almeno tre società partecipanti alloggeranno nello Spezzino, utilizzando i campi cittadini per gli allenamenti.
“Per la città è un onore, dopo il grande risultato del 2019, avere una vetrina importante come questa – spiega il sindaco Pierluigi Peracchini -, perchè si tratta di una manifestazione tra le più importanti del panorama calcistico”.
“Siamo onorati di iniziare questa esperienza col Comune della Spezia – aggiunge il presidente Centro Giovani Calciatori Viareggio, Alessandro Palagi – e speriamo di poter sviluppare nuove sinergie in futuro. Il Torneo di Viareggio porta un grande ritorno di immagine alle città dove si disputa”. L’accordo, che porterà il Comune a versare un contributo di 50 mila euro alla società organizzativa, prevede anche l’istituzione del primo ‘Trofeo Città della Spezia’.

Calcio: medico Roma, Zaniolo tornerà più forte di prima”Problemi prima di Juve? Messo in campo in perfette condizioni”

ROMA14 gennaio 202014:31

– “Lo abbiamo messo in campo in perfette condizioni, e ora andiamo avanti con la sicurezza che tornerà più forte di prima”. All’indomani dell’intervento chirurgico cui è stato sottoposto Nicolò Zaniolo per la rottura del legamento crociato del ginocchio destro, il responsabile sanitario della Roma, Andrea Causarano, fa il punto della situazione rispondendo anche a chi ha sollevato dubbi sulla gestione di un fastidio avuto dal centrocampista nella settimana precedente alla sfida con la Juventus. “Nicolò non ha avuto nessun problema al ginocchio, che è stato perfettamente sano fino domenica – sottolinea Causarano ai microfoni di Roma Radio -. Col Torino ha avuto una banalissima contusione del vasto mediale, che è un muscolo che dista un po’ dal ginocchio, e lo abbiamo tenuto a riposo per qualche giorno. Poi è tornato ad allenarsi senza problemi. Tranquilli tutti, lo abbiamo messo in campo in perfette condizioni”.
“Poi purtroppo la fatalità ha voluto che il crociato di Nicolò cedesse, ma purtroppo anche ad un calciatore della Juventus (Demiral, ndr) è capitato lo stesso pochi minuti prima – aggiunge il medico giallorosso -. Sono infortuni molto frequenti, e che stanno anche aumentando, ma andiamo avanti con la sicurezza che tornerà più forte di prima”. Riguardo poi alle tempistiche per il ritorno in campo, Causarano non si è sbilanciato: “Già da oggi inizierà le prime fasi di riabilitazione del ginocchio per consentire all’articolazione di riprendere dal punto di vista funzionale il prima possibile.
Siamo al giorno uno. Chiaramente la riabilitazione non ha dei tempi precisi, vanno personalizzati. Valuteremo nel corso del tempo quali step Nicolò riuscirà a superare e andremo avanti di conseguenza. E’ impossibile dare con precisione i tempi di recupero. Agiremo nel migliore dei modi nell’interesse del calciatore, del suo futuro, ma soprattutto della sua salute”.

Bartomeu “Al Barca serviva una scossa”Presidente blaugrana “Ci piace il suo stile di gioco”

14 gennaio 202014:40

– “Siamo a metà stagione ed era necessario dare una scossa per affrontare la seconda parte della stagione. Noi puntiamo sempre in altro e riteniamo che con questo nuovo impulso si possa aspirare alla Liga, alla Champions e alla Coppa del Re. Avrei voluto che le cose andassero in modo diverso”. Così il presidente del Barcellona in occasione della presentezione del nuovo tecnico Quique Setién. “Abbiamo parlato con molti allenatori, non solo con lui”, ha fatto sapere Bartomeu aggiungendo che il suo modo di allenare ci piace, così come il suo stile di gioco si sposa pienamente con la nostra filosofia. Detto questo, ringrazio Ernesto Valverde per questi due anni e mezzo in cui abbiamo vinto”.

Barcellona, ecco Setien: ‘Voglio vincere giocando bene'”Ieri ero a spasso in Paese, oggi alleno i migliori al mondo”

14 gennaio 202018:01

“Voglio vincere giocando bene e sono pronto a morire per le mie idee”: si presenta così il neo tecnico del Barcellona, Quique Setién, in conferenza stampa all’indomani dell’esonero di Ernesto Valverde e all’inizio della sua avventura catalana. Dopo i ringraziamenti di rito, al presidente Bartomeu e al suo predecessore, l’ex allenatore del Betis si definisce “una persona emotiva e non nascondo che questo per me è un gioco speciale. Adesso vorrei trasmettere questo entusiasmo alla squadra. Ieri ero a spasso e oggi mi trovo nella sede del Barcellona, ad allenare i migliori giocatori al mondo, una squadra pazzesca che non si può migliorare perché è già il massimo”.
Setien ha detto di “apprezzare il lavoro svolto da valverde e molte cose del suo lavoro saranno per me preziose. Basti dire che lascia la squadra che è prima in Liga. L’obiettivo? “Vincere tutto quello che si può vincere giocando bene. Il miglior modo per vincere è giocare bene”.

Atalanta; Gasperini, Caldara convocato per C. Italia’Questa è casa sua, ci sarà molto utile’

BERGAMO14 gennaio 202015:21

– “Mattia Caldara è tornato all’Atalanta per recuperare il tempo perduto in questi due anni, per la Coppa Italia è convocato e potrebbe giocare dall’inizio”.
Alla vigilia dell’ottavo in casa della Fiorentina, l’allenatore nerazzurro Gian Piero Gasperini ai microfoni di Rai Sport si è soffermato sul nuovo arrivo in prestito dal Milan.
“Questa è casa sua, quando se ne andò due stagioni fa gli predissi che prima o poi sarebbe tornato, anche se non pensavo così presto – ha aggiunto -. Ci sarà molto utile perché in difesa siamo numericamente contati anche se stiamo facendo bene”. Sull’avversario di domani, il tecnico atalantino ha spiegato che “l’avvicendamento tra Montella e Iachini ha portato qualche novità, la Fiorentina ha parecchi cambi e sarà una gara da interpretare bene”.

Calcio: ufficiale, Milan cede Borini al VeronaContratto di sei mesi, avrà la maglia numero 16

MILANO14 gennaio 202015:45

– Fabio Borini si trasferisce dal Milan all’Hellas Verona. Lo comunicano i due club. “Il Milan – si legge sul sito rossonero – comunica di aver ceduto, a titolo definitivo, Fabio Borini a Hellas Verona. Il club ringrazia Fabio per la professionalità e le qualità personali dimostrate in questi anni, augurandogli tutto il meglio per il futuro professionale e personale”. Il Verona, contestualmente, annuncia di “aver sottoscritto con Borini un contratto fino al 30 giugno 2020” e che il giocatore “ha scelto la maglia numero 16”, rivolgendogli “un caloroso benvenuto”.

Coppa Italia: 2-0 al Perugia, Napoli ai quartiDoppietta di Insigne su rigore nel primo tempo

NAPOLI14 gennaio 202017:07

– Il Napoli si è qualificato per i quarti di finale di Coppa Italia. Negli ottavi i partenopei hanno battuto 2-0 il Perugia e ai quarti affronteranno la vincente di Lazio-Cremonese. Le due reti sono state realizzate da Lorenzo Insigne, in entrambi i casi su rigore al 26′ e al 38′ del primo tempo. Il Perugia ha avuto a sua volta a disposizione un penalty, prima dell’intervallo, ma Iemmello non l’ha trasformato.

Sette gli squalificati per un turno in Serie ATra i fermati Lulic, Florenzi, Kolarov e Mario Rui

14 gennaio 202017:40

Sette giocatori sono stati squalificati per una giornata dal giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea. Si tratta di Senad Lulic (Lazio), al quale è stata inflitta anche una ammenda di 1.500 euro, Dimitri Bisoli (Brescia), Domenico Criscito (Genoa), Alessandro Florenzi e Aleksandar Kolarov (Roma), Hans Hateboer (Atalanta), Mario Rui (Napoli).

Napoli: Gattuso “buona gara, non rinnego Ancelotti”Mercato? Speriamo Lobotka e basta. Demme può darci tanto

NAPOLI14 gennaio 202018:08

– “Abbiamo fatto una buona partita anche se nella ripresa siamo calati fisicamente. Abbiamo tanti giocatori fuori ma chi ha giocato sta dando il massimo”. Questo il primo commento del tecnico del Napoli Rino Gattuso dopo il successo sul Perugia che dà ai partenopei il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia.
Gattuso ha spiegato ai microfoni della Rai: “In questi giorni ci sono state tante polemiche e voglio precisare che Ancelotti è stato un padre calcistico per me. Ho sentito tante voci ma sono io che ho toccato il fondo. Io non rinnego quanto fatto da Ancelotti, abbiamo cambiato metodologia di lavoro ma non ho offeso nessuno. Giocare 4-3-3 o 4-4-2 prevede cose totalmente diverse, quello che faccio io è diverso da quello che fa Carlo.
Serve rispetto per chi lavora”.
Il tecnico ha parlato anche di mercato, negando al momento l’arrivo di un terzino sinistro: “Speriamo di prendere Lobotka – ha detto – e poi penso che non faremo nulla”. Gattuso ha poi giudicato chi aveva giocato poco finora e l’esordio di Demme: “Lozano ha fatto una buona partita, deve trovare continuità ma non è l’unico, anche Elmas da tempo non giocava 90′ minuti.
Demme è un ragazzo che è stato capitano del Lipsia, conosce il calcio. Sappiamo che è un giocatore che, se lo mettiamo in condizione, può darci tanto”. Ultimo passaggio sui prossimi impegni di campionato, Fiorentina e Juve: “Mi aspetto che miglioriamo dal punto di vista mentale, oltre a dare continuità al nostro gioco. Facciamo 45′ minuti bene e poi ci mettiamo in difficoltà da soli”. CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Sarri, difficile ricaricarsi ma teniamo a C.Italia
Tecnico Juve: non faccio classifica di importanza trofei

TORINO14 gennaio 202018:16

– “Non è facile ricaricare le pile in pochissime ore dopo una partita dispendiosa di energie fisiche e nervose come è stata quella di domenica sera a Roma, ma lo dobbiamo fare perché vogliamo arrivare fino in fondo alla Coppa Italia”. Così Maurizio Sarri, alla vigilia di Juventus-Udinese, ottavo di finale di Coppa Italia in partita secca. “Tutte le manifestazioni sono per noi un obiettivo – ha spiegato il tecnico bianconero – non facciamo scalette del tipo ‘questa vale 10, l’altra 8…”.

Sarri, “CR7 in forma straordinaria, gioca”‘A Roma ha corso 1.100 metri a oltre 22 chilometri l’ora’

TORINO14 gennaio 202018:28

– Cristiano Ronaldo “è in un momento di forma straordinario, è in grande salute, dopo che ha risolto i piccoli problemi fisici”. Così Maurizio Sarri, che ‘conferma’ CR7 per Juventus-Udinese di Coppa Italia, domani sera a Torino. “Gliene parlerò domattina, se se la sente è giusto che Ronaldo giochi anche questa partita. I numeri parlano per lui – ha aggiunto l’allenatore bianconero – non solo quelli realizzativi. A Roma ha corso 1100 metri oltre i 22 chilometri all’ora, numeri incredibili”.

Juve: Sarri, infortuni Olimpico non colpa del campo”Quest’anno il prato mi sembra migliore rispetto ad anni scorsi”

TORINO14 gennaio 202019:02

– “Dalla dinamica degli infortuni di domenica dubito che possa essere stata colpa del campo”.
Maurizio Sarri dice la sua sui gravi infortuni al ginocchio occorsi durante Roma-Juventus a Zaniolo e Demiral: “Quest’anno il prato dell’Olimpico mi sembra migliore rispetto agli anni scorsi – ha spiegato l’allenatore bianconero -. Inoltre entrambi hanno avuto cedimenti strutturali e Demiral veniva da un grande salto. Ci dispiace che in un momento così speciale sia andato incontro ad un infortunio così pesante”.
Lo stesso infortunio al ginocchio che ha messo fuori gioco capitan Chiellini, atteso per marzo: “Vedendolo al lavoro mi sembra abbia una corsa abbastanza fluida. Quando sarà col gruppo sarà più facile da valutare”.

Coppa Italia, Juve Udinese: restyling per ricaricare pile Sarri: ‘Reduci da partita dispendiosa ma teniamo a Coppa Italia’

15 gennaio 202010:51

Sarà una Juventus dalla rinnovata fisionomia ma dalle motivazioni sempre solide, negli ottavi di Coppa Italia contro l’Udinese. Maurizio Sarri prepara un restyling per cercare di conquistare i quarti. Probabile il ricorso al turnover, con Ronaldo che potrebbe anche andare in panchina – “deciderà lui, in questo momento è in forma straordinaria, se se la sente gioca” -, e Buffon che aggiungerà un’altra presenza alla sua lunghissima carriera, oltre al possibile spezzone per Pjaca, reduce da un calvario di infortuni. Quel che non cambierà, sarà l’ambizione della Juventus: “Domani dobbiamo giocare una partita tre giorni dopo un’altra con dispendio di energie fisiche e mentali – ha spiegato il tecnico bianconero -. Non è facile recuperare dopo ma non possiamo fare una scaletta delle manifestazioni, perché tutte devono essere un nostro obiettivo. Vogliamo passare il turno e andare fino in fondo alla Coppa Italia, quindi dobbiamo trovare motivazioni e forza per ricaricare le batterie in pochissime ore”. Ripartire dopo il titolo d’inverno e dopo l’infortunio a Demiral, una tegola caduta sul capo dell’allenatore che stava ricevendo i primi ‘dividendi’ dalla crescita del centrale turco. Un ko che toglie di fatto dal mercato Rugani e lo candida per una maglia da titolare: “Come ha detto Paratici, Rugani è un giocatore importante ed è preso in grandissima considerazione anche per una maglia da titolare. De Ligt è apparso in grandissima ripresa e l’ha confermato anche la partita con la Roma”.Possibili cambi in attacco, in cui Dybala dovrebbe partire dalla panchina ma non per questioni disciplinari – “ha semplicemente chiesto il motivo della sostituzione, abbiamo attaccanti forti e non bisogna vivere di polemica” -, mentre Ronaldo potrebbe stare fermo un turno per rifiatare, ma la decisione verrà presa solo domani: “La sensazione è che gli attaccanti siano in buona condizione, Ronaldo sta bene, ha risolto i problemi fisici che aveva ed è in un momento straordinario. I numeri parlano per lui non solo per quanto ha realizzato, ma anche quelli che esprime in partita. Se si sente di aver recuperato è anche giusto che giochi ma prima voglio parlare con lui”. A centrocampo potrebbe esserci spazio per Bernardeschi in un ruolo nuovo per lui, quello di interno: il fantasista toscano è in ballottaggio con Rabiot per il ruolo di interno di destra, con Emre Can candidato a sostituire Pjanic. In attesa di poter riabbracciare capitan Chiellini: “Giorgio non è nelle mani dello staff tecnico ma ancora in quelle dello staff medico. Vedendolo correre mi sembra abbia una corsa abbastanza fluida. Quando sarà col gruppo sarà più facile da valutare”. CONFERENZA SARRI VIGILIA JUVENTUS-UDINESE VIDEO INTEGRALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Calcio:Lecce; Sticchi Damiani, difendere ‘A’ a tutti i costi
‘Se si finisse oggi saremmo salvi, ci crediamo e non molliamo’

LECCE14 gennaio 202018:17

– Archiviata la quarta sconfitta consecutiva e la fine del girone di andata, con 15 punti all’attivo e la quart’ultima posizione, il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha tirato le somme di questo primo scorcio di stagione. “Se il campionato finisse oggi saremo virtualmente salvi – esordisce – anche se veniamo da un periodo negativo di quattro stop consecutivi, che non possiamo far finta di non vedere. Nonostante tutto, a mio avviso, questo girone di andata è stato comunque un successo per una squadra reduce da un doppio salto di categoria”. Il presidente, però, non intende nascondere l’attuale realtà: “Ieri a Parma non ho visto una prestazione drammatica, come qualcuno ha cercato di descrivere; di certo non si è vista la reazione necessaria, e questo è un dato oggettivo. Quattro sconfitte di fila posssono accadere in un campionato, ma è necessario non abbattersi, ne arrendersi.
Noi come proprietà, io come presidente, giocatori e staff tecnico siamo convinti di potercela giocare fino alla fine. I quattro stop sono anche figli di una situazione contingente legata anche ai tanti infortuni”.
Ovvio che il morale non può essere alto, ma Sticchi Damiani non intende fare drammi: “All’inizio del girone di andata c’era un entusiasmo incontenibile, oggi invece mi sembra che qualcuno stia celebrando un funerale a questa squadra. Ripartiamo da questa posizione di classifica, che oggi – ribadisce – ci garantirebbe la salvezza”.
Infine un passaggio sul calciomercato in piena evoluzione, e con probabili nuovi arrivi: “Oltre alle operazioni in uscita, condivise da direttore sportivo e allenatore, rispetto alle priorità della squadra e dopo gli arrivi di Donati e Deiola, abbiamo in mente altre tre operazioni, e abbiamo dato la disponibilità al direttore Meluso di andare oltre il budget fissato. Nello specifico arriveranno un centrale difensivo, una mezzala e un trequartista. Non intendiamo mollare di un centimetro e dobbiamo difendere la serie A a tutti i costi”.

Coppa Italia: qualificazione in discesa per Juve e MilanAtalanta e Roma impegnate in trasferta

14 gennaio 202018:30

– Gli ottavi di finale di Coppa Italia proseguono domani con tre partite non tutti dall’esito certo. Si parte alle 15 con Fiorentina-Atalanta con i Viola, tornati a vincere in Serie A contro la Spal, partono leggermente sfavoriti sui bergamaschi, finalisti lo scorso anno e che attraversano un un periodo di gran salute. Il secondo incontro in programma, Milan-Spal, è sulla carta meno equilibrato: i rossoneri non dovrebbero avere problemi ad imporsi contro gli estensi che occupano l’ultimo posto in Serie A e anche perchè l’effetto Ibrahimovic, in gol alla prima da titolare con il Cagliari, ha riacceso l’animo dei tifosi che accorreranno in 30 mila a San Siro.
Chiude la giornata Juventus-Udinese, con la squadra campione d’inverno pronta ad andare avanti anche in Coppa Italia. Gli uomini di Sarri partono nettamente favoriti mentre i friulani nonostante vengano da tre vittorie consecutive in campionato sono fortemente indiziati di salutare la Coppa già agli ottavi.
Il programma degli ottavi si conclude con Parma-Roma, in campo giovedì: i capitolini sono i probabili vincitori dell’incontro e in casa degli emiliani potrebbero trovare la prima vittoria del 2020.
I quotisti di Planetwin365 danno a 1,24 il passaggio del turno per la Juve (12 per l’Udinese), a 1.43 il Milan (7,20 la Spal), a 1,95 per la Roma (3,76 Parma) e a 2,18 per l’Atalanta (3,25 Fiorentina).

Torino recupera pezzi, Rincon di nuovo in gruppoMigliorano infortunati, ma contro Sassuolo Ansaldi ancora out

TORINO14 gennaio 202018:56

– C’è Rincon alla ripresa degli allenamenti del Torino. Il venezuelano, che ha saltato l’impegno casalingo col Bologna per un attacco influenzale, è tornato oggi in gruppo e si candida per una maglia da titolare contro il Sassuolo. Verso il recupero anche Baselli, che ha svolto una parte atletica individuale ma è vicino al rientro, e Zaza, bloccato da un affaticamento muscolare alla coscia destra e oggi impegnato in un programma personalizzato.
Il Toro prova dunque a uscire dall’emergenza dei giorni scorsi. E’ difficile però che Mazzarri possa impiegare Ansaldi.
Questa settimana l’argentino proseguirà il lavoro differenziato “in progressivo aumento”, spiega il club granata. Personalizzato anche per Lyanco, che ha svolto solo una parte della seduta odierna con i compagni.

Serie A, record spettatori nel girone di andataMedia oltre 31mila a partita, è il miglior risultato da 15 anni

14 gennaio 202018:57

L’ultima giornata di andata di serie A ha fatto segnare il record di presenze allo stadio per questa stagione con 311.740 spettatori, che è anche il miglior risultato al giro di boa del campionato negli ultimi 15 anni.
Dai dati diffusi dalla Lega serie A, emerge che le partite dell’ultimo turno sono state seguite da 31.174 spettatori di media, migliorando i 29.289 registrati nella 16/a giornata.
Inter-Atalanta è stata la partita più seguita (70.042 presenti a San Siro), davanti a Roma-Juventus che ha portato all’Olimpico 60.513 tifosi.
La media gara è così salita a 26.952 spettatori (più di 5 milioni il totale dopo la disputa delle prime 19 giornate, dato destinato ad aumentare con il recupero tra Lazio e Verona). Con riferimento alla fine del girone di andata delle ultime due stagioni, si registra un +7% rispetto all’anno scorso (media di 25.172) e un +26% rispetto a due anni fa (21.415). Mantenendo l’attuale trend si chiuderebbe la Serie A 2019/2020 con più di dieci milioni di spettatori totali, traguardo che non viene superato da 29 anni (10.466.645 nella stagione 1991/1992).

Coppa Italia: Lazio-Cremonese 4-0 Reti: nel pt 10′ Patric, 26′ Parolo; nel st 13′ Immobile (rig.), 44′ Bastos

Lazio batte Cremonese 4-0 (2-0) negli ottavi di finale di Coppa Italia. Lazio (3-5-2): Proto; Bastos, Luiz Felipe (15′ st D.Anderson), Acerbi; Patric, Parolo, Cataldi (15′ A.Anderson), Berisha, Jony; Adekanye,Immobile (28′ st Minala) (Guerrieri, Strakosha, Casasola, Silva, Vavro, Lazzari, Luis Alberto, Milinkovic). All.: Inzaghi.Cremonese (3-5-2): Agazzi (28′ st Ravaglia); Caracciolo, Bianchetti, Terranova; Zortea (9′ st Boultam), Arini, Castagnetti, Deli, Renzetti; Ciofani, Palombi (Volpe, Bia, Bignami, Migliore, Ravanelli, Girelli, Gustafson, Valzania, Ceravolo). All.: Rastelli. Arbitro: Maggoni di Lecco.Reti: nel pt 10′ Patric, 26′ Parolo; nel st 13′ Immobile (rig.), 44′ Bastos. Angoli: 4 a 4. Recupero: 4′ e 0′. Ammoniti Luiz Felipe, Caracciolo e Deli per gioco falloso Spettatori: 4.000 circa.

Milan: Pioli punta a Coppa Italia, è porta per EuropaSpal in difficoltà per risultati ma non per prestazioni

14 gennaio 202020:06

“La Coppa Italia è una competizione importante, ti permette di andare a giocare in Europa. Domani affrontiamo la Spal, una squadra in difficoltà di risultati ma non di prestazioni: è una gara importante, ci teniamo molto”. Lo dice, a Milan Tv, Stefano Pioli che ringrazia i tifosi, attesi in 30mila a San Siro: “I nostri tifosi non si smentiscono mai, la loro passione ci ha accompagnato nei momenti delicati, abbiamo un dovere nei loro confronti. Purtroppo abbiamo raccolto troppe poche vittorie in casa, le gare vanno sbloccate”. Il nuovo 4-4-2 ha azzerato le gerarchie, come ammette Pioli: “I giocatori devono dimostrare con il lavoro di poter essere scelti, con questo modulo è però normale dare più spazio a chi ha altre caratteristiche. Ma chi è pronto e disponibile diventa una carta in più di poter giocare. A Cagliari abbiamo fatto una partita determinata e lucida, siamo usciti con un ottimo morale ma parecchi problemi di infortuni. Ma la squadra sarà competitiva”. Con sette elementi indisponibili (tra cui Gianluigi Donnarumma, pronto il fratello Antonio), Piatek e Kjaer partiranno dal primo minuto, Ibrahimovic andrà in panchina.

Coppa Italia: 4-1 al Cagliari, Inter ai quartiDoppietta, e anche un gol annullato, per Lukaku

14 gennaio 202023:05

L’Inter batte 4-1 (2-0) il Cagliari in un incontro degli ottavi di finale di Coppa Italia e si qualifica per i quarti, dove affronterà la vincente di Fiorentina-Atalanta. Il solito Lukaku ha subito messo il suo sigillo, andando in gol dopo una manciata di secondi grazie ad un errore difensivo dei rossoblù. L’attaccante ha anche raddoppiato poco dopo ma la sua rete è stata annullata per fuorigioco, mentre il 2-0 è stato realiizato da Borja Valero al 22′. Inizio ripresa con l’attaccante belga ancora in gol, mentre il Cagliari ha accorciato al 28′ con Oliva. Ultima rete di Ranocchia al 36′.

Mercato: Politano verso Roma, Conte aspetta EriksenSpinazzola in nerazzurro, Amrabat sfida Inter-Napoli

14 gennaio 202021:03

Sembra cosa fatta lo scambio tra Roma e Inter che vedrà Matteo POLITANO in giallorosso e Leonardo SPINAZZOLA in nerazzurro. L’operazione, che ha preso piede ieri, si è concretizzata nelle ultime ore tanto che l’esterno ex Sassuolo non è stato convocato da Antonio Conte per la sfida di Coppa Italia contro il Cagliari. Restano da sistemare ancora alcuni dettagli, ma la fumata bianca per un reciproco prestito con obbligo di riscatto è a un passo, con i due giocatori che domani si sottoporranno alle visite mediche per i loro nuovi club.Definito lo scambio, Inter e Roma comunque non si fermeranno. I nerazzurri non mollano la pista ERIKSEN e sono a un passo da GIROUD mentre per VIDAL la strada potrebbe diventare meno praticabile con il cambio di panchina al Barcellona. Per questo, l’Inter pensa a Sofyan AMRABAT per la prossima stagione, tentando il sorpasso sul Napoli, che aveva già raggiunto l’accordo col marocchino di cittadinanza olandese del Verona. L’arrivo di Spinazzola chiude invece all’arrivo di YOUNG, mentre si fa strada l’ipotesi Tahit CHONG, l’esterno olandese di Curacao classe ’99 del Manchester United in scadenza a giugno e sul quale c’è anche la Juventus.La Roma dopo aver trovato il sostituto di Zaniolo deve adesso pensare a trovare il nuovo laterale mancino con il croato BARISIC (Rangers Glasgow) che resta un autorevole candidato. A centrocampo invece il nome giovane su cui investire è quello di Gonzalo VILLAR dell’Elche ma controllato dal Valencia. Sul classe ’98 spagnolo però nelle ultime ore si sarebbe affacciato anche l’Everton di Carlo Ancelotti.Mentre si riapre la pista TONELLI-Samp (che ha ceduto MURILLO al Celta Vigo), la Spal punta a chiudere col Toro per BONIFAZI e chiede ai granata anche Iago FALQUE (che potrebbe finire però negli Emirati), con ZAZA sempre più vicino allo Zenit. Il giro di punte vede intanto PUSSETTO (Udinese) ufficiale al Watford, il Sassuolo che prova il colpo CAPRARI (che piace anche al Parma), PEDRO della Fiorentina in uscita e oggi assente alla rifinitura in vista della Coppa Italia, con BARROW al Bologna (che sta per chiudere con l’Atalanta anche per il difensore IBANEZ) e BORINI ufficialmente un nuovo attaccante del Verona. La Juve, parole di Paratici, ha di fatto chiuso il mercato con l’operazione Kulusewski per giugno, ma intanto continua a seguire Emerson PALMIERI già allenato da Sarri al Chelsea: pista difficile a giugno, anche se l’italo-brasiliano ha il contratto in scadenza nel 2022.

Il ‘nuovo’ Milan (dentro IBRAHIMOVIC, KJAER e BEGOVIC) deve adesso pensare a sfoltire la rosa: tramontato lo scambio KESSIE’-POLITANO, la dirigenza rossonera potrebbe adesso riprovarci con l’Inter per VECINO, mentre per SUSO c’è la pista Lipsia (ma anche la Roma non è uscita di scena). La Fiorentina è sempre alla ricerca di un difensore (KANNEMANN o JUAN JESUS) e di un centrocampista con DUNCAN e MEITE’ nella lista della spesa. Il Lecce insiste per il trequartista SAPONARA, oggi al Genoa.

Roma: Politano sbarca domattina nella CapitaleVisite e poi firma, percorso inverso per Spinazzola con l’Inter

ROMA14 gennaio 202023:01

– Matteo Politano sbarcherà domattina alle 9 all’aeroporto di Fiumicino per cominciare la sua nuova avventura con la Roma. L’esterno offensivo dell’Inter svolgerà le visite mediche a Villa Stuart e poi passerà a Trigoria per la firma del contratto. A Milano andrà invece Leonardo Spinazzola per uno scambio a titolo definitivo che soddisfa entrambi i club dal punto di vista sia tecnico sia economico (i cartellini dei due giocatori sono stati valutati 28 milioni di euro). Il ds della Roma, Gianluca Petrachi, dopo il grave infortunio capitato a Zaniolo regala così al tecnico Fonseca una pedina utile da poter schierare nel reparto avanzato

Conte “pochi soldi,faremo operazioni a buon mercato”Tecnico Inter “dovremo essere bravi, serve arguzia”

MILANO14 gennaio 202023:29

– ”Mercato? Non ci sono tanti soldini. Dovremo essere bravi a trovare delle situazioni che per tanti motivi ci possono portare dei benefici. Il direttore è stato chiaro. Dovremo essere bravi a fare operazioni a buon mercato, altrimenti la vedo dura”: lo dice il tecnico dell’Inter Antonio Conte, alla Rai, dopo la vittoria contro il Cagliari che è valsa la qualificazione ai quarti di Coppa Italia. ”Non c’è da spiegare tanto. Quando non puoi arrivare con i soldi lo devi fare con l’arguzia”.

Roma, Politano arrivato nella Capitale. Ora le visiteIl giocatore è sbarcato a Fiumicino, subito a Villa Stuart

AEROPORTO INTERNAZIONALE LEONA15 gennaio 202010:20

Matteo Politano è a Roma. L’esterno offensivo dell’Inter, pronto a vestire la maglia della Roma, è sbarcato all’aeroporto di Fiumicino poco dopo le 9.05 con un volo di linea da Milano Linate. Accolto allo scalo romano dallo staff giallorosso, Politano, classe 1993, è atteso dalle visite mediche di rito alla clinica di Villa Stuart, prima della firma del contratto. A Fiumicino per Politano, giunto con il suo agente, primi scatti fotografici con la sciarpa giallorossa. A sua volta, a quanto si è appreso, Leonardo Spinazzola è partito per Milano, sponda Inter, questa mattina da Fiumicino.Incalzato dai cronisti e dai fotografi, nel breve tragitto dalla sala partenze del Terminal 1 alla vettura che lo attendeva all’esterno, Politano non ha fatto dichiarazioni, replicando alle domande con larghi e prolungati sorrisi. Alcuni addetti aeroportuali tifosi giallorossi gli hanno gridato: “Matteo, facci qualche goal!”. Politano, con lo staff giallorosso, ha lasciato lo scalo romano alle 9.10 diretto a Villa Stuart.

Coppa Italia: Fiorentina Atalanta. Iachini: ‘Mettiamoci alla prova’ Atalanta più avanti ma battere la Spal ci ha dato serenità

15 gennaio 202010:41

”Ritrovare la vittoria ci ha dato un po’ di serenità, adesso vediamo come ce la caveremo contro un avversario che è più avanti di noi e rappresenta un esempio per come ha saputo negli anni ridurre le distanze con le grandi squadre”. Giuseppe Iachini presenta così la sfida di Coppa Italia al Franchi contro l’Atalanta che appare proibitiva per l’attuale Fiorentina, anche se 4 punti conquistati nelle ultime due sono stati una boccata d’ossigeno. ”Bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno, la situazione non era facile – ha ricordato il tecnico viola – Ora stiamo cominciando a tirare fuori la testa, abbiamo ampi margini di crescita ma servono tempo e pazienza. Intanto ho già visto cuore, spirito e una certa compattezza”. Tradotto: il bel gioco arriverà, adesso però conta solo fare risultato e allontanarsi il più possibile dalla zona rischio. ”Domenica scorsa prima della gara con la Spal ho notato che la tensione era altissima tra i ragazzi, avevano la faccia bianca, sembravano i loro fratelli brutti…C’è bisogno dunque di un grande aiuto anche dai tifosi, il Franchi deve tornare nemico per i nostri avversari”.Quanto all’impegno di oggi, ”teniamo alla coppa e non scenderemo in campo certo per perdere, nessuno lo fa, tanto meno il sottoscritto – ha ribadito Iachini – Quindi cercheremo di fare il massimo contro un avversario che lavora insieme da tanti anni mentre noi da appena due settimane”. Quanto alla formazione, ha annunciato l’impiego di Terracciano in porta e non ha escluso di gettare nella mischia dal 1′ il neo acquisto Cutrone (”Ci aspettiamo tanto da lui”) mentre Chiesa dovrebbe inizialmente partire dalla panchina tenendo conto dell’infortunio alla caviglia subito a dicembre e della trasferta di sabato a Napoli. A proposito del calendario Iachini non ha nascosto il suo disappunto: l’Atalanta in campionato ha giocato sabato e il Napoli è stato impegnato ieri in Coppa, per entrambe quindi un giorno in più di riposo rispetto alla Fiorentina. ”Non cerco alibi ma è un dato di fatto e dispiace, sarebbe servita più attenzione, non abbiamo avuto fortuna”. Sul fronte mercato resta aperta la pista per il centrocampista Duncan che peraltro l’attuale tecnico viola ha già allenato a Sassuolo ed è ormai con le valige pronte Pedro destinato a tornare in patria al Flamengo.

Calcio: il Genoa chiede Bertolacci alla SampdoriaVorrebbe anche Caprari, ma per ‘cugini’ prezzo è 14 milioni

GENOVA15 gennaio 202011:26

– Incredibile a dirsi ma si sta creando un asse di mercato tra Genoa e Sampdoria. La società rossoblù ha chiesto informazioni sul centrocampista Andrea Bertolacci, già al Grifone dal 2012 al 2015 e dal 2017 al 2018.
Dopo una stagione al Milan, Bertolacci è finito da svincolato alla Sampdoria dove ha il contratto in scadenza a giugno ma i blucerchiati hanno già preso contatti col suo agente per rinnovarlo.
Il Genoa sarebbe interessato anche all’attaccante Gianluca Caprari ma la Sampdoria vuole 14 milioni per il cartellino del giocatore. Recentemente erano stati i difensori Ervin Zukanovic e Pedro Pereira a passare dal Genoa ai cugini blucerchiati a distanza di alcune stagioni.

Calcio: caso Nandez, trattativa aperta su diritti immagineCagliari e Goal services in tribunale, udienza rinviata al 14/2

CAGLIARI14 gennaio 202010:58

– Udienza rinviata per il braccio di ferro sui diritti di immagine del giocatore uruguaiano del Cagliari Naithan Nandez. Gli avvocati del club rossoblù e della Goal services Consulting si sono ritrovati al tribunale di Cagliari davanti al giudice Stefano Greco ma le parti solo uscite subito dall’aula. Motivo? Trattative in corso e udienza rinviata al 14 febbraio. La richiesta di rinvio è stata proposta dalla Goal – rappresentata dai legali Luca Crotta, Luca Tettamanti, Michele Spadini – ed è stata accettata dal Cagliari, rappresentato dagli avvocati Alberto Porzio, Walter Marini, Massimo Delogu.
Pomo della discordia i diritti di immagine del giocatore. Ma sulla cifra – come ha spiegato Crotta – non è ancora possibile stabilire nulla. Non è detto che si ritorni in aula, ma se le parti dovessero trovare l’accordo non sarebbe necessario ripresentarsi davanti al giudice. “Il giocatore – ha spiegato Porzio – non c’entra nulla: il contratto sportivo non è in discussione”.

Coppa Italia: 4-0 alla Cremonese, Lazio ai quartiAncora una vittoria dei biancocelesti, affronteranno il Napoli

14 gennaio 202019:57

– La Lazio ha battuto 4-0 la Cremonese all’Olimpico negli ottavi di finale di Coppa Italia e si è qualificata per i quarti, dove affronterà il Napoli. I biancocelesti sono andati in gol, due volte nel primo tempo con Patric (10′) e Parolo (26′), mentre nella ripresa hanno realizzato Immobile (13′) su rigore e Bastos (44′).

Calcio: Demiral operato in Austria, 6-7 mesi per il recupero”Intervento perfettamente riuscito” fa sapere il club

TORINO14 gennaio 202021:15

– È perfettamente riuscito l’intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore e sutura del menisco laterale a cui è stato sottoposto questa sera Merih Demiral. L’intervento, informa sul suo sito la Juventus, è stato eseguito presso la clinica Hochrum di Innsbruck dal professor Christian Fink, alla presenza del medico sociale bianconero. Per il difensore, infortunatosi contro la Roma, i tempi necessari per un recupero ottimale sono di 6-7 mesi.

Spinazzola a Milano, ora visite con l’InterScambio con la Roma, Politano già nella Capitale

MILANO15 gennaio 202011:22

– Leonardo Spinazzola è arrivato a Milano, all’aeroporto di Linate, per poi svolgere le visite mediche con l’Inter e definire il suo trasferimento. ”Parlo dopo”, si è limitato a dire il difensore intercettato dai giornalisti. Spinazzola vestirà la maglia nerazzurra grazie ad un’operazione di scambio tra Inter e Roma. Nella capitale, infatti, è arrivato questa mattina Matteo Politano che ieri non era stato convocato per la partita di Coppa Italia contro il Cagliari.

Euro 2020: il 4 giugno a Bologna amichevole Italia-Rep CecaSarà l’ultimo test per azzurri prima del torneo continentale

14 gennaio 202013:32

Sarà lo stadio ‘Dall’Ara’ di Bologna ad ospitare giovedì 4 giugno Italia-Repubblica Ceca, ultima amichevole per la nazionale di Roberto Mancini prima dell’esordio europeo. Si completa così il cammino di avvicinamento al torneo continentale, con gli azzurri che il 27 marzo affronteranno a Londra l’Inghilterra e martedì 31 marzo a Norimberga la Germania per poi ospitare venerdì 29 maggio San Marino a Cagliari.
La nazionale giocherà per la 22ma volta a Bologna, dove ha collezionato 15 vittorie, 3 pareggi e altrettante sconfitte.
L’ultimo precedente risale al 7 settembre 2018, al pareggio per 1-1 con la Polonia in una gara di Nation League. Sono sei invece i precedenti con la Repubblica ceca con un bilancio in perfetta parità: due vittorie per parte e due pareggi, con l’ultimo successo dell’Italia (2-1) datato 10 settembre 2013 in un match valido per le qualificazioni ai Mondiale 2014.

No votes yet.
Please wait...
Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.