Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'informazione economica sempre aggiornata ed approfondita. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:56 ALLE 10:50 DI LUNEDì 20 GENNAIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa Tokyo apre poco variata (+0,16%)
Cambi, yen stabile su dollaro ed euro

TOKYO20 gennaio 202001:56

– La Borsa di Tokyo apre la prima seduta della settimana in lieve rialzo con gli investitori che guardano alla progressione degli indici azionari statunitensi sul finale di seduta di venerdì scorso e i dati incoraggianti dal mercato immobiliare. Il Nikkei segna una variazione positiva dello 0,16% a quota 24,080,68, con un guadagno di 39 punti. Sul mercato valutario lo yen si mantiene stabile sul dollaro trattando a 110,20, e a 122,20 sull’euro.

Petrolio: Brent tocca 66 dollariWti sale dell’1,2% a 59,73 dollari

20 gennaio 202008:08

– Petrolio in deciso rialzo questa mattina dopo le interruzioni di forniture da Libia e Iraq. Il Brent ha toccato i 66 dollari a barile, con un rialzo dell1,8%, per poi ripiegare a 65,69 dollari. Il Wti guadagna il 2% a 59,73 dollari a barile.

Oro: sale a 1.561,70 dollariGuadagna lo 0,09%

20 gennaio 202008:10

– Oro in lieve rialzo questa mattina sui mercati internazionali. Il metallo prezioso avanza dello 0,09% e viene scambiato a 1.561,70 dollari l’oncia.

Cambi: euro a 1,1100 dollariMoneta unica vale 122,30 yen

20 gennaio 202008:19

– Euro poco mosso negli scambi con il dollaro: la divisa europea vale stamani 1,1100 dollari, contro gli 1,1094 della chiusura di venerdì a Wall Street. L’euro viene inoltre scambiato a 122,30 yen.

Spread Btp-Bund poco mosso a 158,9 puntiRendimento all’1,37%

20 gennaio 202008:24

– Spread poco mosso questa mattina. Il differenziale tra Btp e Bund tedesco si attesta a 158,9 punti base contro i 159 della chiusura di venerdì. Il rendimento del decennale italiano è pari all’1,37%.

Borsa: Asia chiude in rialzoAvanzano Tokyo e Cina, yen debole sul dollaro.Mercati Usa chiusi

20 gennaio 202008:25

– Le Borse asiatiche aprono la settimana in rialzo con gli investitori che sembrano aver ritrovato la strada dell’ottimismo. Con la firma del mini accordo tra Usa e Cina sul commercio internazionale ora l’attenzione è rivolta alle indicazioni che potranno arrivare dal forum di Davos. Dopo la perfomance da record di venerdì scorso i mercati americano oggi resteranno chiusi per festività.
In rialzo Tokyo (+0,18%) che termina la seduta ai massimi in 16 mesi sostenuta dalla debolezza dello yen sulle principali valute. La divisa nipponica perde terreno sul dollaro trattando a 110,10, e a 122,20 sull’euro. Avanzano Shenzhen (+1,28%), Shanghai (+0,66%) e Seul (+0,54%) mentre sono in negativo Hong Kong (-0,55%) e Mumbai (-0,42%).
Scarni gli appuntamenti macroeconomici. Attesa la riunione dell’Eurogruppo, i dati dei prezzi delle abitazioni nel Regno Unito e l’indice dei prezzi alla produzione in Germania. VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano apre in calo (-0,45%)
Indice Ftse Mib a 24.032 punti

MILANO20 gennaio 202009:07

– La Borsa di Milano apre in calo.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,45% a 24.032 punti.

Borsa: Europa apre deboleFrancoforte (-0,16%), Parigi (-0,13%), Londra (+0,08%)

20 gennaio 202009:32

– Le Borse europee aprono deboli con gli investitori che attendono eventuali spunti che potranno arrivare dalla riunione dell’Eurogruppo e dal forum di Davos.
Dopo la firma del mini accordo sul commercio internazionale tra Usa e Cina, i mercati restano alla finestra in vista della stagione delle trimestrali. Sul fronte valutario l’euro è poco mosso sul dollaro a 1,1100 a Londra, nel giorno in cui Wall Street resterà chiusa per festività.
In rosso Francoforte (-0,16%) e Parigi (-0,13%) mentre sono piatte Londra (+0,08) e Madrid (-0,05%).

Borsa: Milano prosegue in rossoIn calo le banche e la moda, poco mosso spread Btp-Bund

20 gennaio 202009:43

– La Borsa di Milano (-0,46%) prosegue in calo, ultima tra i listini del Vecchio continente.
Piazza Affari è appesantita da Enel (-1,7%) e Snam (-1,5%) alle prese con il pagamento del dividendo agli azionisti. In calo anche le banche con lo spread tra Btp e Bund che ha avviato poco mosso la giornata a 158 punti. Il rendimento del decennale italiano si attesta all’1,37%.
In rosso Mps (-0,9%), Unicredit e Banco Bpm (-0,7%), Ubi (-0,4%). Male anche il comparto della moda con Ferragamo (-0,6%) e Moncler (-0,5%). In calo Atlantia (-0,3%), in attesa che venga definita la vicenda della concessione alla controllata Autostrade per l’Italia.
Seduta all’insegna del rialzo per Pirelli (+1,2%) e Buzzi Unicem (+1,1%). Bene anche Stm (+0,8%), Nexi (+0,6%) e Saipem (+0,4%).

Borsa:Europa debole dopo tregua in LibiaIn calo le utility e le banche, giù euro sul dollaro

20 gennaio 202010:04

– Le Borse europee proseguono deboli all’indomani della firma dell’accordo sulla tregua in Libia.
Balzo del prezzo del petrolio con il Brent che sale dell’1,1% a 65,55 dollari al barile e il Wti a 59,07 dollari a barile (+0,9%). Fari puntati sulla riunione dell’eurogruppo e sul forum di Davos con i mercati che sono orfani di Wall Street, chiusa per il Martin Luther King day.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,1%. In rosso Madrid (-0,3%), Parigi (-0,2%) e Londra (-0,1%) mentre è piatta Francoforte (-0,05%). Sul fronte valutario in lieve calo l’euro sul dollaro a 1,1090 a Londra.
In rosso le utility (-0,5%) con E.On (-0,8%), Engie (-0,6%) e Endesa (-0,1%). Male anche le banche (-0,3%) con Santander (-1,7%), Commerzbank (-1,6%) e Credit Agricole (-0,5%). In positivo l’hi-tech (+0,3%), tlc e energia (+0,1%). In rialzo Total (+0,4%) e Equinor (+0,2%) mentre è piatta Bp (-0,03%).

No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.