Politica tutte le notizie in tempo reale. Tutte, sempre approfondite, aggiornate e complete. RESTA INFORMATO!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:50 ALLE 22:55 DI LUNEDì 20 GENNAIO 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Regionali:Antimafia 23 su impresentabili
Presidente farà comunicazioni sulla formazione delle liste

20 gennaio 202008:50

– Giovedì prossimo 23 gennaio alle ore 12 in Commissione parlamentare antimafia il presidente Nicola Morra farà una serie di comunicazioni in merito alle verifiche compiute dalla Commissione in materia di formazione delle liste elettorali nelle Regioni Calabria ed Emilia Romagna, dove si voterà domenica prossima.

M5s: Morra, Movimento perso nei PalazziDobbiamo portare nuovi stimoli alla politica

20 gennaio 202010:55

– “Il M5S ha bisogno di rinnovarsi e portare nuovi stimoli alla politica italiana, come ha sempre tentato di fare da quando è nato nel 2009. Non sono stati i risultati elettorali che hanno avvicinato cittadini, attivisti e simpatizzanti. La fiducia è merce rara in un mondo in cui la comunicazione si confonde con l’informazione, e per conquistarla abbiamo raccontato la possibilità di una politica diversa, vicina agli ultimi, che ascolta i problemi da chi li vive e si fa portatrice di soluzioni condivise, argomentando su come ottenerle e non soltanto asserendo -come fanno tutti gli sloganisti oggi di moda-, pronta a tagliare i propri privilegi come il buon padre di famiglia sa fare quando è necessario per dare il buon esempio, ma….ma nei palazzi del potere ci siamo persi”. Lo scrive, in un lungo post su facebook, Nicola Morra senatore M5s e presidente della commissione Antimafia.

Gregoretti: Bonaccini,Salvini fa vittimaHo grande rispetto per la magistratura

BOLOGNA20 gennaio 202011:18

– “È chiaro che Salvini tende a fare la vittima, a portare sul piano nazionale qualsiasi cosa”. A dirlo Stefano Bonaccini, presidente dem uscente dell’Emilia-Romagna e ricandidato al bis, rispondendo a una domanda sul caso Gregoretti che coinvolge il leader della Lega.
“Sulle vicende giudiziarie non mi sono mai permesso, neppure quando lambirono me, di esprimere il benché minimo giudizio”, ha premesso Bonaccini: “Ho sempre grande rispetto per la magistratura, da garantista convinto”. Detto questo, Bonaccini ha ribadito che a destra “tentano di spostare l’attenzione su altri piani, perché non hanno nulla da dire sull’Emilia-Romagna”.

Gregoretti: Giunta Senato, ok a processo a Salvini. Maggioranza disertaBocciata la proposta di Gasparri che chiedeva di negare autorizzazione. Salvini: ‘Sono pronto alla prigione’. Zingaretti attacca il leader della Lega: ‘Vuole l’impunità’

20 gennaio 202021:34

Via libera della Giunta delle immunità del Senato al processo a Matteo Salvini sull’ipotesi di accusa di sequestro di persona per il caso Gregoretti. La Giunta ha respinto la proposta del presidente Gasparri di negare la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex ministro dell’Interno. Contro la proposta hanno votato i 5 senatori della Lega, a favore i 4 di FI e Alberto Balboni di FdI. In caso di pareggio, il regolamento del Senato fa prevalere i “no”.Dopo la votazione della Giunta delle immunità del Senato, si esprimerà l’Aula che darà il voto definitivo. La data del voto (prevista verso metà febbraio) verrà decisa dalla conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. È quanto emerso dalla riunione della Giunta.I senatori della Lega voteranno per l’autorizzazione a procedere per Salvini anche nell’aula del Senato, ha confermato lo stesso Matteo Salvini: “Sì, sono testone. Sono curioso, faccio di testa mia e non ascolto i legali” che hanno sconsigliato il processo. “Sono stufo di passare le mie giornate rispondendo su processi e cavilli. Se mi condannano mi condannano, se mi assolvono mi assolvono. Partita chiusa!. Poi ancora: “Apriremo un indirizzo email per tutti gli avvocati che vorranno partecipare alla difesa in questo processo. Magari ci sarà una difesa collettiva con 500 o mille avvocati”. “Ho già chiarito sul mio coinvolgimento – ha affermato il premier, Giuseppe Conte, ospite di “Sono le venti” di Peter Gomez, sul “Nove” -, poi non mi posso sostituire alle decisioni di Salvini, della Giunta o dell’Aula. In questo caso il ministro aveva fatto approvare un dl sicurezza bis che rinforzava le sue competenze, ha rivendicato a sè la scelta di se o quando far sbarcare le persone a bordo della Gregoretti. Circa il mio ruolo sull’indirizzo generale io ci sono”. “La maggioranza non solo vuole processare Salvini, ma pretende anche di decidere come e quando – aveva detto Erika Stefani a nome dei componenti leghisti della giunta per le immunità di Palazzo Madama -. Se la maggioranza pensa davvero che Salvini sia un sequestratore, l’ex ministro andrebbe fermato subito. La melina di Pd, 5S e Iv dimostra che è solo una vergognosa sceneggiata per colpire il leader della Lega. La vera sentenza sarà emessa dagli elettori di Calabria ed Emilia-Romagna, e per smascherare l’ipocrisia della maggioranza voteremo sì al processo”.”Guareschi diceva che ci sono momenti in cui per arrivare alla libertà bisogna passare dalla prigione. Siamo pronti, sono pronto”, ha detto in mattinata Matteo Salvini, a margine di un’iniziativa elettorale della Lega a Comacchio, rispondendo a una domanda sul caso Gregoretti.”Salvini sta usando un tema della giustizia per motivi politici e personali, come sul caso Diciotti e sul Russiagate. Quella della Gregoretti è una vicenda solo giudiziaria, ma lui pretende l’impunità”, aveva sostenuto il segretario Pd Nicola Zingaretti. “Gli avversari si sconfiggono con la politica, ma chi rappresenta i cittadini lo giudichi leggendo le carte – aveva spiegato -. Salvini è garantista su se stesso e giustizialista con gli avversari”. Il segretario del Pd aveva anche aggiunto che “la presidente del Senato Casellati ha compiuto un atto sbagliato, invece di garantire una terzietà si è schierata a favore della sua parte politica. Questo resta un vulnus, una funzione istituzionale molto importante non è stata rispettata”.Sul caso Gregoretti “Salvini è passato dal sovranismo al vittimismo, ma è solo tattica – aveva detto il ministro Luigi Di Maio a margine del Consiglio Esteri Ue -. Il nostro obiettivo come parlamento deve essere di lavorare per i cittadini, la magistratura si occuperà della questione Gregoretti. Ognuno si prenda le sue responsabilità”.

‘La Polanco mi disse che il Cav aveva dato a Karima 6 milioni’La giornalista inglese Roberts testimonia al processo ‘Ruby ter’

MILANO20 gennaio 202019:14

Per tacere sulle serate ad Arcore con Silvio Berlusconi, Ruby avrebbe incassato dall’ex premier “6 milioni di euro”. A parlare di quei presunti versamenti milionari, che la Procura di Milano ipotizza ormai da anni e di cui parlò, prima di morire in una clinica svizzera, anche l’ex legale di Karima, l’avvocato Egidio Verzini, è stata stavolta, davanti ai giudici del processo ‘Ruby ter’, una giornalista inglese. Hannah Roberts, nel dibattimento a carico del leader di FI per corruzione in atti giudiziari e di altre 28 persone, ha riferito il contenuto di due colloqui avuti con Marysthell Polanco, ex showgirl dominicana, anche lei imputata.La giornalista, rispondendo alle domande del procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e del pm Luca Gaglio, ha riportato in aula ciò che le avrebbe detto Polanco nei due incontri del gennaio 2013 (scrisse un articolo sul ‘MailOnline’ nel 2015), uno dei quali registrato dalla cronista (l’audio è agli atti). L’ex ‘olgettina’ le parlò non solo dei soldi che avrebbero intascato Ruby e altre ragazze, ma anche del
“coaching”, ossia delle “istruzioni” che le ragazze avrebbero ricevuto dagli avvocati dell’allora premier per “non dire la verità” sul ‘bunga-bunga’. “Polanco disse che Ghedini era il coach”, ha aggiunto la cronista, riferendosi allo storico legale dell’ex Cavaliere.Stando alla deposizione della teste, Polanco le avrebbe raccontato anche che Berlusconi “diede a Nicole Minetti un milione di dollari: il padre della Minetti era andato a casa di Berlusconi, aveva chiesto quei soldi e li aveva ricevuti”.In precedenza, aveva testimoniato il custode peruviano di un palazzo in cui aveva lo studio l’avvocato Luca Giuliante, ex legale di Ruby, anche lui imputato. Ha raccontato di aver portato delle “buste”, che gli affidò il professionista, due volte nel 2014, una a Karima e un’altra ad un amico di lei. “Una volta – ha chiarito – mi sembra che Giuliante mi abbia detto ‘fai attenzione ché ci sono soldi’”.

Amendola: ‘Da Berlino un nuovo inizio”Fa ben sperare. Fino ad ora troppi ritardi e troppe divisioni’

20 gennaio 202011:51

– La conferenza di Berlino sulla Libia è “un nuovo inizio che fa ben sperare”. Lo ha detto il ministro agli Affari europei Vincenzo Amendola.

In Libia, ha aggiunto, ci sono stati “troppi ritardi e troppe divisioni, sono passati troppi mesi e ci sono state troppe interferenze. Ieri sono stati segnati punti importanti nella dichiarazione: il cessate il fuoco che deve essere verificabile, l’embargo sulle armi, il coordinamento tra Paesi che ieri nasce e il dialogo politico che è una necessità perché non c’è soluzione militare”.

Sardine al Papeete per fine campagnaIpotesi flashmob nel locale frequentato da Salvini in estate

BOLOGNA20 gennaio 202012:59

– Le Sardine stanno pensando di organizzare un flashmob di fine campagna elettorale al ‘Papeete’ di Milano Marittima. Si tratta del locale frequentato la scorsa estate da Matteo Salvini, all’epoca ancora ministro dell’Interno. A confermarlo sono fonti vicine al movimento, anche se i dettagli, tra cui la data, non sono ancora stati definiti ufficialmente.

Papa: la corruzione comincia con piccoli passi

CITTA’ DEL VATICANO20 gennaio 202011:28

– La corruzione comincia con piccoli passi e poi “si va avanti”. Lo ha sottolineato Papa Francesco nell’omelia della messa a Santa Marta. “I passi della corruzione: si incomincia con una piccola disobbedienza, una mancanza di docilità, e si va avanti, avanti, avanti”, ha detto il pontefice, secondo quanto riporta Vatican News.
Essere un “buon cristiano” significa essere “docile” alla Parola del Signore, ascoltare ciò che il Signore dice “sulla giustizia”, “sulla carità”, “sul perdono”, “sulla misericordia” e non essere “incoerenti nella vita”, usando “una ideologia per potere andare avanti”. Essere cristiano è dunque “essere liberi”, attraverso la “fiducia” in Dio. Il pontefice ha anche sottolineato che è più importante avere un “cuore docile” e “obbedire” alla Parola di Dio piuttosto che “fare dei sacrifici, dei digiuni, delle penitenze”.
“Tante volte noi preferiamo le nostre interpretazioni del Vangelo o della Parola del Signore – ha concluso Papa Francesco – al Vangelo e alla Parola del Signore. Per esempio, quando cadiamo nelle casistiche, nelle casistiche morali… Questa non è la volontà del Signore”.

Slitta udienza post Salvini, è in EmiliaGiudice ammonisce, è la terza volta che non si presenta

CAGLIARI20 gennaio 202013:38

– E’ stata rinviata al 6 febbraio per impegni elettorali in Emilia Romagna, la prima udienza di Matteo Salvini al processo in Tribunale a Cagliari contro un attivista sardo, Mauro Aresu, accusato di diffamazione, istigazione a delinquere e minaccia, per un post su Facebook contro l’ex ministro dell’Interno, nel quale evocava piazzale Loreto a Milano, pochi giorni prima di una visita a Cagliari nel 2017 del leader della Lega per partecipare al congresso regionale del Carroccio. L’ex ministro dell’Interno, infatti, non si è presentato in aula e la giudice Cristina Ornano ha deciso di far slittare la testimonianza di Salvini, costituitosi parte civile con l’avvocato Flavia Eccher di Trento, sostituita oggi in aula dalla legale Silvia Piras.
La giudice cagliaritana ha anche chiesto ai legali di fissare una data certa per l’esame del senatore, mettendosi a disposizione anche il sabato, ma ricordando che è la terza volta che il Tribunale rinvia l’udienza per il suo esame. VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Gregoretti: Salvini, pronto a prigioneGuareschi diceva che per arrivare a libertà serve prigione

COMACCHIO (FERRARA)20 gennaio 202009:39

– “Guareschi diceva che ci sono momenti in cui per arrivare alla libertà bisogna passare dalla prigione. Siamo pronti, sono pronto”. Lo ha detto Matteo Salvini, a margine di un’iniziativa elettorale della Lega a Comacchio, rispondendo a una domanda sul caso Gregoretti e sul voto previsto per il pomeriggio della Giunta per l’immunità del Senato.
Da Fratelli d’Italia alla Sea Watch per salvare vite in mare
La scelta del componente della direzione provinciale livornese di FdI, Massimiliano Rugo

FIRENZE20 gennaio 202013:42

Fino a qualche settimana fa militava in Fratelli d’Italia, ora chiede di salire a bordo della Sea Watch per salvare i migranti nel Mediterraneo. E’ Massimiliano Rugo, 45 anni, agente di polizia municipale a Pisa nel nucleo antidegrado, che si occupa del contrasto all’abusivismo commerciale. Rugo, come riportano oggi Repubblica Firenze e il Corriere Fiorentino e ieri Il Tirreno, è un ex componente della direzione provinciale livornese di Fratelli d’Italia e per il partito di Giorgia Meloni ha corso come candidato sindaco a Bibbona (Livorno) riuscendo a entrare in consiglio comunale. Poi un mese fa la decisione di lasciare Fratelli d’Italia e fare richiesta per imbarcarsi sulla nave della Ong tedesca che è stata al centro delle polemiche con il leader della Lega Matteo Salvini.”Non si tratta di essere di destra o di sinistra – spiega Rugo -, andare a soccorrere persone in pericolo che hanno alle spalle storie di dolore è semplicemente una scelta di buon senso. Si tratta di essere delle brave persone e di sfatare tutte quelle frasi di propaganda che vogliono convincerci che il pericolo sono gli immigrati. Trovo sbagliato fare campagna elettorale sulla loro pelle”.

Autostrade: Iv chiede sopprimere art.35Proposta di modifica al decreto Milleproroghe

20 gennaio 202015:23

– Italia Viva presenterà, a quanto si apprende, un emendamento soppressivo all’articolo 35 del decreto Milleproroghe, in discussione alla Camera, che prevede nuove regole sulle concessioni autostradali indicando il percorso da seguire in caso di revoca (nella transizione la gestione passa ad Anas) e riduce le eventuali penali a carico dello Stato. La proposta sarà depositata nelle commissioni di Montecitorio entro le 18 di oggi, termine per la presentazione degli emendamenti.

FI: Carfagna, serve legittimazione baseSì a riorganizzazione interna, aspettiamo proposte

20 gennaio 202016:33

– “Berlusconi aveva già indicato a giugno la strada per il cambiamento dentro Forza Italia, quella della contendibilità. Noi non dobbiamo andare a cercare un erede di Berlusconi, perché non esiste, ma dobbiamo far emergere una classe dirigente che sia legittimata dalla base”. Lo ha detto Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, intervenendo a ‘Start’ su SkyTg24.
“Per me è un orgoglio appartenere a un partito con una grande storia, come quella di FI, anche se non mi trovo sempre d’accordo con il quadrumvirato che oggi è chiamato a reggere il partito. Ho chiesto più volte una riorganizzazione interna. Ma anche in FI, come in tutti i partiti, esiste un gruppo ristretto di persone che difendono lo status quo per mantenere le proprie posizioni personali. Oggi – conclude Carfagna – far partire questa riorganizzazione spetta agli stessi dirigenti che hanno già bloccato quel percorso, aspettiamo di capire cosa proporranno”.

Gregoretti: Marcucci, giunta illegittimaPresidente indisponibile a dare materiale per deliberare

20 gennaio 202016:35

– “Abbiamo deciso in modo unitario che non parteciperemo alla Giunta oggi, riteniamo essenziale esser insieme e deliberare in modo unitario”. L’ha detto il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci uscendo dalla riunione di maggioranza sul caso Gregoretti. “Questa giunta é illegittima, non ci doveva essere – ha spiegato elencando i motivi della decisione – e il presidente Gasparri non é disponibile a dare il materiale necessario per deliberare in scienza e coscienza. Non sarebbe una pagliacciata”.

Gregoretti: ok Giunta a processo SalviniSì anche da Lega, FI-FdI contro autorizzazione a procedere

20 gennaio 202019:46

– Via libera della Giunta delle immunità del Senato al processo a Matteo Salvini sull’ipotesi di accusa di sequestro di persona per il caso Gregoretti. La Giunta ha respinto la proposta del presidente Gasparri di negare la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex ministro dell’Interno. Contro la proposta hanno votato i 5 senatori della Lega, a favore i 4 di FI e Alberto Balboni di FdI. In caso di pareggio, il regolamento del Senato fa prevalere i “no”.

Domani vertice a Chigi su prescrizioneCi saranno Conte, Bonafede e delegazioni partiti maggioranza

20 gennaio 202019:57

– Domani alle ore 17 a Palazzo Chigi, a quanto si apprende da fonti di maggioranza, si terrà un nuovo vertice sulla giustizia e sulla prescrizione. Alla riunione, oltre al premier Giuseppe Conte e al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, parteciperanno le delegazioni dei partiti di maggioranza.

Sardine, a marzo in libreria il libro dei fondatoriPubblicato da Einaudi, si intitola “Le sardine non esistono”

20 gennaio 202018:13

– “Le sardine non esistono”, l’unico libro dei quattro fondatori del movimento Andrea Garreffa, Roberto Morotti, Mattia Santori e Giulia Trappoloni sarà in libreria a marzo per Einaudi Stile Libero. Lo rende noto la casa editrice.
Il volume, viene sottolineato, è il frutto delle domande, degli spunti, delle speranze di chi sta tornando a vivere le città, le strade e la natura come spazi di libertà. Descrive un perimetro di valori e principi fondamentali, come la solidarietà, la tutela dell’ambiente, il rispetto del prossimo, i diritti, l’inclusione, la non-violenza, l’antifascismo. E fa i conti con un’esigenza viscerale e rivoluzionaria nel nostro presente minacciato dal populismo: quella dell’ascolto.
“Siamo tanti. Non importa se ci chiamano sardine. Potevamo essere storioni, salmoni o stambecchi. La verità è che siamo persone: migliaia di cittadini di ogni età che stanno riempiendo piazze, strade e sentieri dell’Italia intera. Tutto è successo grazie a un bisogno condiviso di tornare a sentirsi liberi di esprimere pacificamente un pensiero.”

Fiorello, la politica pensi a un premier donnaSu Instagram ironizza, Amadeus sei il più cattivo d’Italia

20 gennaio 202014:36

– “Amadeus ti sei messo contro tutti, ti mancano gli anziani (dì qualcosa anche contro gli anziani) e soprattutto ti manca Fiorello. E’ l’unico rimasto che è ancora con te. Le donne ce hai tutte contro, la politica pure. Dammi del terrone e così hai fatto bingo”. Un Fiorello mascherato ironizza sulle polemiche che hanno travolto Amadeus, conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo. Su Instagram, a modo suo, fa il punto della situazione: “Io in qualità di anonimo proporrò per te la pena di morte: per quello che stai facendo, per quello che rappresenti. Da che eri un santo, ora sei l’uomo più cattivo d’Italia, un sessista”.
Il mattatore, poi, lancia però anche una frecciatina: “Vorrei dire una cosa alle 29 deputate che ti hanno accusato: proprio in politica cercate di fare un passo avanti, non state indietro.
Voglio vedere un presidente della Repubblica donna o un presidente del Consiglio donna. Allora sì che avremo fatto un passo avanti. Non lamentatevi di Sanremo”.

No votes yet.
Please wait...

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.