Mondo tutte le notizie in tempo reale. Tutti gli avvenimenti internazionali, sempre approfonditi ed aggiornati. LEGGI, SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:03 DI MARTEDì 11 FEBBRAIO 2020

ALLE 02:07 DI MERCOLEDì 12 FEBBRAIO 2020

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

La Cina silura dirigenti nell’Hubei
Per come hanno gestito l’emergenza coronavirus
11 febbraio 2020 16:03
– Il governo cinese ha deciso di silurare due figure di primo piano dell’Hubei per come hanno gestito l’emergenza coronavirus. Lo riporta la Bbc. Si tratta, tra gli altri, del segretario del partito per la Commissione salute della provincia, il capo della Commissione e il vice direttore della Croce Rossa locale.
Coronavirus, è guarito il britannico che ha contagiato diversi connazionali
L’uomo d’affari si era recato a Singapore. Il “diffusore” ha annunciato la guarigione ma resta in ospedale per precauzione
LONDRA
11 febbraio 2020
16:16
Ha rivelato la sua identità e ha annunciato attraverso i media di essere guarito il cittadino britannico individuato nei giorni scorsi come fonte di contagio da coronavirus per diversi connazionali. L’uomo si chiama Steven Walsh e resta per ora ricoverato – come la sua famiglia resta in isolamento – “per precauzione”. Ma la notizia della guarigione è stata confermata al servizio sanitario (Nhs). Vari contagi di pazienti britannici sono avvenuti in Alta Savoia (Francia), dove Welsh – reduce da Singapore – avrebbe infettato altri turisti.
Commerciante residente a Hove, nell’East Sussex inglese, Steve Walsh risulta aver contratto il coronavirus durante il viaggio a Singapore e aver poi contagiato 5 connazionali incontrati in un resort francese della Savoia durante una successiva vacanza sulla neve, nonché uno a Maiorca, e altri 5 al ritorno in Gran Bretagna. Nessuna delle persone in questione è al momento in gravi condizioni, precisano peraltro fonti dell’Nhs, il servizio sanitario nazionale britannico. In un comunicato diffuso dal Guy’s Hospital di Londra, dove l’uomo sta completando adesso la convalescenza in quarantena, Walsh ringrazia la stessa Nhs per le cure ricevute e aggiunge, rivolgendosi ai media: “Mi è stato consigliato di restare in isolamento in ospedale nonostante non abbia più sintomi e poi, per un periodo, in ulteriore auto-isolamento a casa”. Assicura di essersi rivolto ai medici e sottoposto all’isolamento “non appena informato della diagnosi”. Conferma quindi che anche la famiglia è allo stato “in quarantena per precauzione” e chiede “ai media di rispettare ora la nostra privacy”.
Bashir sarà consegnato a Corte dell’Aja
Via libera da Consiglio militare Sudan all’estradizione
11 febbraio 2020
16:33
– L’ex leader del Sudan, Omar al-Bashir, sarà consegnato alla Corte penale internazionale (Cpi) dell’Aja. Lo ha affermato il Consiglio militare del Paese citato da Bbc. Bashir è accusato di crimini di guerra e contro l’umanità, ma ha sempre negato questi reati. Lo scorso dicembre l’ex presidente del Sudan, destituito in aprile 2019 con un golpe, è stato condannato per corruzione a due anni da scontare in una struttura di riforma sociale.
Voci su morte Mladic ma l’Aja smentisce
Boia Srebrenica condannato a ergastolo, attende processo appello
11 febbraio 2020
16:36
– BELGRADO
– Varie fonti, sia dall’Aja che da Belgrado, hanno seccamente smentito la notizia diffusa oggi da alcuni media sulla presunta morte nel carcere di Scheveningen di Ratko Mladic, l’ex capo militare dei serbi di Bosnia condannato all’ergastolo per genocidio e crimini di guerra, e che è in attesa del processo di appello. “La notizia sulla morte di Mladic è falsa”, ha detto al quotidiano serbo Vecernje Novosti Helena Egelston, del Meccanismo residuale internazionale per i tribunali criminali, l’organismo che ha preso il posto all’Aja del Tribunale penale internazionale per i crimini nella ex Jugoslavia (Tpi). A smentire la notizia sul decesso di Mladic, che da tempo versa comunque in condizioni di salute molto precarie, sono stati anche il figlio Darko, che ha detto di aver parlato oggi al telefono con il padre, e il ministro degli esteri serbo Ivica Dacic, che sostiene di aver avuto conferma dell’esistenza in vita dell’ex generale dai responsabili del carcere di Scheveningen dove è rinchiuso Mladic.
Libia: Borrell, possibile nuovi migranti
Lo ha detto l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell
STRASBURGO
11 febbraio 2020
16:39
– “In Libia si calcola siano presenti 700mila migranti africani non tutti diretti in Europa, molti di questi lavorano in Libia ma la situazione militare e di sicurezza nel paese è fortemente peggiorata e non possiamo escludere che possa nascere una nuova pressione migratoria”. Lo ha detto l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell. VAI ALLE NOTIZIE DI CRONACA

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Usa 2020: Biden lascia New Hampshire
Prima dell’esito, e vola in South Carolina dove conta di rifarsi
WASHINGTON
11 febbraio 2020
18:02
– Joe Biden volerà con la moglie in South Carolina prima ancora di conoscere i risultati in New Hampshire, dove rischia di arrivare quarto o addirittura quinto, secondo i sondaggi sul secondo turno delle primarie dem. “Ho preso una bastonata in Iowa e probabilmente ne prenderò un’ altra in New Hampshire”, aveva detto al dibattito tv con gli altri candidati. Biden parlerà ai suoi sostenitori in livestreaming dal South Carolina, stato dove spera di rifarsi il 29 febbraio grazie all’elettorato nero.
A Buttigieg endorsement di Kevin Costner
Due volte premio Oscar, aveva sostenuto Obama nel 2008
WASHINGTON
11 febbraio 2020
19:13
– Pete Buttigieg si è giocato un asso nelle primarie in New Hampshire, incassando l’endorsement di Kevin Costner, che nel 2008 aveva appoggiato Barack Obama. Il due volte premio Oscar lo ha presentato ed elogiato ieri sera nei comizi finali a Milford ed Exeter. “Penso che dobbiamo promuovere le persone che ci fanno sentire bene, penso che dobbiamo portare avanti le idee che ci consentano di far progredire il Paese”, ha spiegato, dicendosi “colpito da Pete” e dalla sua capacità di ascoltare.
La sfida dem in New Hampshire, è duello Sanders-Buttigieg
Sondaggi, tra gli inseguitori in netta rimonta Klobuchar
11 febbraio 2020
22:37
Seggi aperti oggi in New Hampshire per il secondo turno delle primarie democratiche per la Casa Bianca. I sondaggi danno in testa il senatore Bernie Sanders e l’ex sindaco di South Bend Pete Buttigieg, vincitori dei caucus in Iowa, dopo i quali nessuno dei candidati si è ritirato, per la prima volta dal 2004. Secondo la media di RealClearPolitics, la senatrice Amy Klobuchar è in netta rimonta, all’11,7%, seguita dalla collega Elizabeth Warren e dall’ex vicepresidente Joe Biden, entrambi all’11%. Fuori corsa il miliardario Michael Bloomberg, che scenderà in campo nel Super Tuesday del 3 marzo. Le urne chiudono alle 19 (l’una di notte in Italia).

In questo stato progressista del New England con meno di un milione e mezzo di abitanti, sono in palio solo 24 delegati. Nel 2016 Sanders trionfo’ col 60,40%, staccando Hillary Clinton di 22 punti. Nell’ultimo mezzo secolo, da quando e’ cominciato il moderno processo per la nomination presidenziale, ci sono stati solo due democratici non alla Casa Bianca che hanno vinto sia in Iowa che in New Hampshire: Al Gore nel 2000 e John Kerry nel 2004. Entrambi poi conquistarono la nomination.

Gli ultimi seggi delle primarie dem in New Hampshire chiuderanno alle 20 locali (le 2 di notte in Italia) ma i primi exit poll sono attesi alle 17 (le 23 in Italia). Lo riferisce la Cnn.
L’81% degli elettori del New Hampshire è “arrabbiato” con l’amministrazione Trump: e’ l’esito di uno degli exit poll della Cnn in New Hampshire.

Il 32% degli elettori ha deciso solo negli ultimi giorni per chi votare nelle primarie dem per la Casa Bianca in New Hampshire. E il 16% ha deciso oggi. E’ l’esito di uno degli exit poll della Cnn, che confermano la grande incertezza sull’esito del voto. Il 62%, inoltre, pone come priorita’ un candidato che possa battere Donald Trump.
Venezuela: Guaidò è rientrato in patria dopo 23 giorni
Leader opposizione salutato da sostenitori all’aeroporto
11 febbraio 2020
23:43
Il leader dell’opposizione venezuelana Juan Guaidò è tornato in Venezuela dopo 23 giorni di un viaggio in diversi paesi del mondo, un viaggio compiuto ignorando il divieto ad espatriare imposto dal presidente Nicolas Maduro. Guaidò, che aveva annunciato il suo rientro su Twitter, è stato salutato da una folla di sostenitori al suo arrivo da Lisbona all’aeroporto di Caracas.

Dall’inizio del pomeriggio l’aeroporto internazionale di Maiquetia a Caracas è stato teatro di tensioni fra un gruppo di deputati oppositori giunti dalla capitale per accogliere il loro presidente ‘legittimo’, e militanti filogovernativi, sostenuti da lavoratori della compagnia aerea statale Conviasa, oggetto di recente di nuove sanzioni statunitensi. Ad attendere Guaidó vi erano, oltre a numerosi deputati dell’Assemblea nazionale, anche alcuni ambasciatori europei, la moglie, Fabiana Rosales, e giornalisti dei media venezuelani ed internazionali. Partito da Caracas il 19 gennaio, il leader dell’opposizione venezuelana si è recato prima in Colombia, quindi in varie capitali europee e a Bruxelles, per trasferirsi successivamente in Canadà e negli Stati Uniti, dove è stato ricevuto dal presidente Donald Trump. Appena toccato il suolo venezuelano Guaidó, via Twitter, ha sostenuto che “porto l’impegno del mondo libero, disposto ad aiutarci a recuperare la democrazia e la libertà”. Comincia, ha aggiunto, “una nuova fase che non ammetterà passi indietro e che ha bisogno di tutti noi facendo quello che dobbiamo fare”. Oggi più che mai, ha concluso, “abbiamo bisogno di unità, fiducia e disciplina”.

No votes yet.
Please wait...
Summary
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Article Name
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Description
TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO SEMPRE APPROFONDITE ED AGGIORNATE IN TEMPO REALE. TUTTI GLI AVVENIMENTI DEL PANORAMA INTERNAZIONALE
Author
Publisher Name
MAURIZIO BARRA
Publisher Logo

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.