Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutti i fatti e gli avvenimenti economici sempre approfonditi ed aggiornati. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 25 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:54 DI MERCOLEDì 12 FEBBRAIO 2020

ALLE 15:58 DI VENERDì 14 FEBBRAIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

AirItaly, 14/2 sit-in e vertice Cagliari
Assemblea a Olbia il 18 e incontro il 19 a Malpensa
OLBIA
12 febbraio 2020 11:54

– I lavoratori di Air Italy chiedono udienza alla politica regionale dopo la messa in liquidazione della compagnia aerea. L’ha deciso l’assemblea spontanea dei dipendenti, riuniti nell’hangar dell’aeroporto di Olbia insieme a Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Cobas e Usb. Venerdì 14 ci sarà a Cagliari un incontro con i consiglieri regionali e probabilmente verrà organizzata una manifestazione in contemporanea davanti al palazzo del Consiglio. Alla Giunta Solinas è stato chiesto, invece, che si presenti a Olbia martedì prossimo, 18 febbraio, per incontrare i lavoratori e i sindacati in occasione di una nuova assemblea. Rilanciato l’appello alle Regioni Sardegna e Lombardia: “Convincano l’assemblea dei soci di Air Italy e i liquidatori a fare un passo indietro”. Intanto le segreterie territoriali del comparto hanno ricevuto dai competenti uffici ministeriali una convocazione per mercoledì 19 febbraio a Malpensa per un incontro cui sono stati invitati anche i rappresentanti di Air Italy.
Air Italy: governo “irritato”
Obiettivo è tutela occupazione. Sit-in lavoratori a Malpensa
13 febbraio 2020
11:16
Il giorno dopo l’annuncio degli azionisti della messa in liquidazione in bonis di Air Italy il Governo scende in campo per cercare di scongiurare una procedura che, oltre a non garantire la continuità dei voli, mette a rischio i posti di lavoro. Nel primo incontro di oggi al Mit la ministra Paola del Micheli ha ribadito ai commissari di Air Italy “la forte irritazione” del Governo per le modalità di gestione della vicenda e il mancato coinvolgimento delle istituzioni. Ai rappresentanti dell’azienda è stata avanzata “la richiesta di esplorare percorsi alternativi alla liquidazione”.
L’obiettivo prioritario del Governo è “la tutela dell’occupazione”, motivo per cui la prossima settimana è stato fissato un nuovo incontro con i liquidatori, i sindacati e i rappresentanti delle due Regioni coinvolte, Sardegna e Lombardia.
Nel frattempo sit-in spontaneo di un gruppo al terminal 1 dell’aeroporto di Malpensa.
Petrolio: in forte rialzo a New York
Quotazioni avanzano del 2,2%
NEW YORK
12 febbraio 2020
– Quotazioni del petrolio in forte rialzo a New York. Il greggio viene scambiato a 51,07 dollari al barile (+2,26%).
Borsa: apertura record a Ny, Dj +0,63%
S&P500 avanza dello 0,51%
NEW YORK
12 febbraio 2020
15:36
– Apertura record a Wall Street col Dow Jones che guadagna lo 0,63%, il Nasdaq lo 0,61% e l’indice S&P500 lo 0,51%.
Borsa: Europa ai massimi con Wall Street
Milano guadagna 0,82%. Corrono banche, auto e petroliferi
12 febbraio 2020
16:27
– Il coronavirus non impensierisce più le Borse europee che, in scia all’apertura di Wall Street, fanno un altro passo avanti oltre i massimi dove già si trovano.
A dare la spinta sono i segnali, già registrati dai listini asiatici, di un rallentamento dei nuovi casi di contagio nella provincia di Hubei da dove l’infezione è partita. L’indice paneuropeo Stoxx600 viaggia così su un nuovo record storico mentre da parte sua Milano (Ftse Mib +0,82% a 24.890 punti) è ai massimi dal 2008. In luce si mettono le banche per lo spread Btp-Bund sceso a 130 punti insieme al rendimento del decennale (0,92%). E a beneficiarne sono in prima battuta Ubi (+5%) insieme a Bper e Banco Bpm (in crescita entrambe di oltre il 4%). Ma la voglia di rialzo è generale e contagia in positivo gli automobilistici anche altrove, malgrado i deludenti dati sulla produzione industriale in Europa, e i petroliferi grazie al greggio in aumento nonostante il taglio dell’Opec delle stime sulla domanda.
Borsa Milano +0,7%,chiude a massimi 2008
Indice Ftse Mib a 24.861 punti
12 febbraio 2020
17:46
– Piazza Affari chiude in rialzo e ritocca i massimi dal 2008. L’indice Ftse Mib è aumentato dello 0,70% a 24.861 punti. Si tratta di un livello che non vedeva dall’inizio di ottobre di dodici anni fa.
Borsa: Europa chiude a record storico
In luce Francoforte +0,89%, Parigi +0,81%
12 febbraio 2020
18:03
– Le borse europee ritoccano i record con l’indice paneuropeo Stoxx 600 che segna in chiusura un rialzo dello 0,62% a 431 punti. La migliore della giornata è Francoforte (+0,89%), seguita da Parigi (+0,81%) e Londra (+0,50%).
Spread Btp-Bund chiude a minimi dal 2018
Rendimento decennale allo 0,91%
12 febbraio 2020
18:04
– Lo spread Btp-Bund chiude poco sotto i 129 punti base (128,9) sui minimi dal maggio 2018, contro i 136 di ieri. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,91%.
Borsa Milano sale, Ubi guida banche
Infice ai massimi dal 2008, fiducia in superamento coronavirus
12 febbraio 2020
18:37
– E’ la giornata dei record sui mercati che colgono al balzo i segnali di rallentamento dei nuovi contagiati dal coronavirus in Cina per scommettere che l’effetto dell’epidemia sulle economie mondiali sarà solo temporaneo. Milano ritocca i massimi dal 2008 (+0,7%) mentre lo spread si restringe sotto la soglia dei 130 punti, livello che non vedeva da maggio 2018. Sulla stessa linea si muovono i listini del Vecchio Continente con l’indice paneuropeo Stoxx 600 che segna un nuovo record in scia a Wall Street. A registrare i maggiori rialzi, che si estendono dai titoli automobilisti ai petroliferi grazie al recupero del greggio malgrado il taglio delle stime dell’Opec sulla domanda, sono le banche guidate da Ubi (+5,1%) e Banco Bpm (+3,8%) con Illimity (+5,26%) spinta dai conti. Nella moda corre Ferragamo (+4,18%), forti Cnh (+4,1%) e Fca (+3,73%) oltre alla Juve (+4,12%). Retrocede Nexi (-0,41%) dopo i preliminari in linea con le attese.
Borsa Tokyo, apertura in ribasso (-0,14%
Prevale la cautela tra gli investitori
TOKYO
13 febbraio 2020
02:11
– La Borsa di Tokyo avvia la seduta in leggero calo, malgrado la chiusura positiva degli indici statunitensi, con gli investitori che continuano a monitorare gli sviluppi sulla diffusione del coronavirus e le ripercussioni sull’economia giapponese. Il Nikkei segna una variazione appena negativa dello 0,14% a quota 23.828,31, con una perdita di 33 punti. Sul mercato valutario lo yen è poco variato sul dollaro a 109,80, e a un valore di 119,30 sull’euro.
Petrolio: Wti risale sopra 51 dollari
Anche Brent in rialzo, sfiora i 56 dollari
13 febbraio 2020
08:17
– I prezzi del petrolio salgono ancora questa mattina. Il Brent, il greggio di riferimento europeo, con un guadagno dello 0,3% sfiora i 56 dollari al barile a 55,94 dollari. Il Wti sale invece dello 0,5% a 51,41 dollari al barile.
Cambi: euro stabile a 1,0869 dollari
Moneta unica stabile anche nei confronti della sterlina
13 febbraio 2020
08:21
– L’euro è sostanzialmente stabile questa mattina all’avvio dei mercati. La moneta unica è scambiata a 1,0869 dollari rispetto a 1,0873 segnati ieri alla chiusura di Wall Street. Poco mosso anche nei confronti della sterlina a 83,87 pence.
Spread Btp-Bund apre in rialzo a 130,5
Rendimento del decennale italiano scende sotto lo 0,9%
13 febbraio 2020
08:35
– Apertura in rialzo per lo spread fra Btp-Bund. Il differenziale, sceso ieri fin sotto 129 punti, segna questa mattina 130,5 punti base. Il rendimento del decennale italiano è sotto lo 0,9% a 0,89 per cento.
Lo spread tra i titoli greci e i decennali tedeschi è invece a 134,1 punti, con un tasso di rendimento per Atene dello 0,93 per cento.
Oro: sale a 1.574 dollari l’oncia
Con nuovi calcoli su contagiati coronavirus in Cina
13 febbraio 2020
08:39
– Oro in rialzo questa sui mercati internazionali sulla scia dei nuovi conteggi dei contagiati dal coronavirus in Cina. Il metallo prezioso con consegna immediata sale dello 0,5% a 1.574,35 dollari l’oncia.
Borsa: Asia frena con dati coronavirus
Listini cinesi i peggiori ma con cali poco superiori allo 0,7%
13 febbraio 2020
08:42
– Frenano le Borse asiatiche coi nuovi dati sui casi e le vittime del coronavirus nella provincia di Huabei. Calcolati secondo una nuova metodologia cambiano il quadro che i numeri meno allarmanti della vigilia avevano contribuito a dipingere, spingendo al rialzo i listini mondiali.
Mentre i futures sugli indici europei e su quelli di Wall Street sono negativi, le Borse cinesi di Shanghai (-0,71%) e Shenzhen (-0,77%) segnano il passo, seguite con cali più ridotti da Hong Kong (-0,29% a seduta ancora aperta), Seul (-0,24%) e Tokyo (-0,14%). Tiene Taiwan (+0,15%). VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano apre in calo (-0,37%)
Indice Ftse Mib a 24.769 punti
MILANO
13 febbraio 2020
09:06
– Piazza Affari apre in calo.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,37% a 24.769 punti.
Borsa: Europa apre negativa
Francoforte -0,39%, fa peggio Londra
13 febbraio 2020
09:14
– Apertura in ribasso per le principali borse europee. Parigi cede lo 0,46%, Francoforte lo 0,39% mentre Londra alle prime battute segna un calo dello 0,9%.
Borsa Milano debole, controcorrente Tim
Prese di profitto su Fca, Pirelli e banche
13 febbraio 2020
10:42
– Piazza Affari è debole (-0,4%) in linea col resto d’Europa all’indomani dei massimi toccati sulla scia di una lettura ottimistica dei dati cinesi sulla diffusione del coronavirus. Brilla tuttavia Tim (+3%) spinta dalle indiscrezioni su prossimo arrivo, al suo fianco, di Kkr per Open Fiber e per la rete. Bene anche la Juve (+1,35%) seguita dalla farmaceutica Diasorin (+1,05%) e da titoli difensivi come Terna (+0,95%) ed Enel (+0,84%) e le utilities Hera (+1,2%) e A2a (+0,87%) mentre Ascopiave, contesa fra le due, cede lo 0,46% fuori dal listino principale.
Fra i big la peggiore è Saipem (-1,59%) seguita da Unicredit (-1,27%). Prese di profitto su Bper (-1,17%) malgrado la promozione da Moody’s e su Fca e Pirelli, che hanno corso nell’entusiasmo generalizzato della vigilia e ora perdono rispettivamente l’1,21 e lo 0,95 per cento.
Gualtieri, a gennaio rimbalzo produzione e Pil
‘Per taglio Irpef non faremo ‘cassa’ con Iva. Vogliamo eliminare del tutto le clausole di salvaguardia’
13 febbraio 2020
11:13
“Tutti i nostri indicatori ci danno per gennaio una situazione di ripresa. A gennaio la produzione industriale e il Pil dovrebbero salire. Parliamo di un rimbalzo a gennaio e siamo fiduciosi che l’economia possa ripartire”, ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, commentando su Omnibus il forte calo della produzione industriale nell’ultimo trimestre 2019. “Difficilmente il governo, i cui provvedimenti entrano in vigore a gennaio, può avere un’influenza retroattiva” sull’economia, ha detto Gualtieri.
“Vogliamo eliminare del tutto le clausole di salvaguardia e stiamo lavorando a una riforma complessiva dell’Irpef”. Sull’Iva quindi “ci può essere qualche rimodulazione in qualche settore, ma non è nostra intenzione fare cassa”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, parlando a Omnibus della riforma fiscale, il cui perno – ha spiegato – è la revisione dell’Irpef..
“I mercati capiscono la differenza, capiscono che questo governo sarà stabile e quindi sono contenti e stiamo risparmiando molti soldi: dopo il voto in Emilia Romagna e gli ultimi due giorni c’è stato un rally spettacolare, i nostri titoli stanno andando a ruba. E lo spread può ancora scendere”, ha aggiunto Gualtieri.
A proposito del salvataggio di Alitalia, “no, non facciamo un nuovo prestito, ora c’è un lavoro del Commissario per risanare l’azienda”. Quanto alle indagini della magistratura a numerosi manager, banchieri e dirigenti pubblici sul precedente salvataggio, “la magistratura – ha detto Gualtieri – fa il suo dovere, fa le indagini e accerterà se ci sono stati dei reati. Se queste cose fossero confermate sarebbe molto triste. Non faccio commenti, piuttosto siamo impegnati a trovare soluzione”. “Sull’Ilva – ha concluso Gualtieri – si era detto che sarebbe stato impossibile scegliere fra ambiente lavoro, invece abbiamo lavorato intensamente e sotto traccia e siamo vicini a un accordo e a un nuovo piano industriale che punterà a fare di Ilva la prima azienda siderurgica verde”.
Corte Conti,accelerare gare Autostrade
Farle prima della scadenza per tutelare interesse generale
13 febbraio 2020
10:56
– “Vanno accelerate le procedure per l’affidamento delle nuove concessioni” autostradali “da svolgersi prima della scadenza delle vecchie convenzioni per la tutela dell’interesse generale e per scongiurare la stasi degli investimenti”. Lo si legge nella relazione sull’attività della Corte dei Conti dove si sottolinea la necessità di “evitare ulteriori proroghe alle convinzioni vigenti” dovute all’effetto delle proroghe di fatto per “mancato tempestivo riaffidamento della concessione”. Vista la crescita e la bassa inflazione “i margini per la riduzione del rapporto debito/pil si fanno molto stretti – così il presidente della Corte dei Conti Angelo Buscema durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario -. Per questo servono politiche di bilancio caratterizzate da un alto grado di selettività. Così come serve una più efficace azione di razionalizzazione della spesa pubblica e una revisione degli strumenti e delle procedure “per rimuovere i vincoli che tuttora rallentano la realizzazione dei programmi di investimento pubblico”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa peggiora con futures Usa
Dopo Pil Ue Francoforte -1,1%, Milano -0,7% malgrado calo spread
13 febbraio 2020
11:59
– Si appesantiscono le borse europee di pari passo coi futures Usa e col greggio all’indomani del rally innescato da una lettura confortante dei dati sulla diffusione del coronavirus, smentita dai nuovi conteggi con un metodo di calcolo cambiato. Le stime del Pil Ue col rischio del virus cinese non aiutano i listini dove le vendite risparmiano solo le utilities. Londra (-1,45%) resta la più debole con Barclays che perde il 2,4% dopo che l’ad è finito sotto inchiesta per lo scandalo sessuale Epstein. Ma non fanno molto meglio Francoforte (-1,1%), Parigi (-0,94%) e Milano (-0,73%).
Qui svetta Tim (+2,6%) mentre le banche non beneficiano dello spread in discesa a 126,5 punti con il rendimento del decennale allo 0,85% dopo l’asta di Btp 3 anni. La più difensiva piazza di Zurigo contiene il ribasso (-0,48%) con Credit Suisse (-0,75%) che ha ridotto i cali iniziali dopo lo scivolone per un ultimo trimestre al di sotto del consensus.
In 2019 Trieste primo porto italiano
62mln tonn movimentate.Record storico container 790.000 TEU(+9%)
TRIESTE
13 febbraio 2020
13:38
– Trieste si conferma primo porto italiano per tonnellaggio totale, 62 milioni di tonn movimentate a cui si aggiungono i 4 mln dello scalo di Monfalcone (Gorizia).
Sono i dati relativi all’attività portuale 2019 diffusi oggi e che indicano un record storico nel numero di container, pari a 790.000 TEU (+9%) e un rafforzamento nel traffico ferroviario: 10.000 treni, con 210.000 camion tolti dalla strada. Il presidente dell’Autorità portuale, Zeno D’Agostino segnala che il numero dei treni dal 2014 è raddoppiato.
Stefanel riparte con nuova collezione
Presentata stagione 20-21 da nuova dirigente creativa
TREVISO
13 febbraio 2020
13:39
– Stefanel presenta la collezione donna per l’autunno/inverno 2020-2021 e riparte dal knitwear per dare avvio al nuovo corso aziendale.La proposta dell’azienda di Ponte di Piave è frutto della collaborazione con Sarah Lawrence la stilista-direttrice Creativa entrata nell’azienda nel 2019 che ha disegnato i capi con il team interno. Forte di un’esperienza ventennale nell’ambito del design della moda,ha collaborato con prestigiose firme quali Tommy Hilfiger,Emilio Pucci,Givenchy, Brioni Donna, oltre che per brand emergenti e primarie scuole di design come la Central StMartins di Londra.L’ evento rappresenta contemporaneamente un traguardo e un nuovo punto di partenza che rafforza la volontà di dare continuità alle attività.Il commissario straordinario Raffaele Cappiello ha rilevato come l’ evento confermi la piena operatività aziendale e le potenzialità del marchio nonché dell’esperienza maturata in 60 anni di attività che potranno trovare la migliore valorizzazione nell’ ambito del programma presentato al Mise.
Auchan-Conad: chiesta cig per 5.300
Margherita, “necessaria per continuità nel passaggio”
CAGLIARI
13 febbraio 2020
14:23
– Colpo a sorpresa, “una doccia fredda per i sindacati”, nel passaggio degli ipermercati da Auchan a Conad. Dal gruppo Margherita arriva la richiesta di cassa integrazione per il 60% della forza lavoro, 5.323 dipendenti su un totale nazionale di 8.873. E’ quanto emerge dalla comunicazione che il gruppo ha inviato a sindacati e ministero del Lavoro. “Segnali preoccupanti – dice
Cristiano Ardau (UilTucs) in vista dell’incontro di domani a Roma – speriamo solo che si tratti di un passaggio per il rilancio e non dell’anticamera del licenziamento. “Si stanno delineando i negozi che passeranno dalla rete Auchan a Conad o ad altri e la richiesta di cig è per dare continuità di reddito nei periodi di ristrutturazione dei negozi, ovvero di cambio insegne e di layout interno”. Lo fa sapere Margherita distribuzione a proposito della comunicazione che il gruppo ha inviato a sindacati e ministero del lavoro.
Petrolio in calo a Ny a 51,1 dollari
Greggio scende dello 0,12%
NEW YORK
13 febbraio 2020
14:47
– Quotazioni del petrolio in calo a New York dove il greggio viene scambiato a 51,11 dollari al barile (-0,12%).
Tinexta punta a 20% ricavi all’estero
Chevallard, focus su Francia, Germania e Spagna
13 febbraio 2020
15:05
– “E’ giunto il momento per un gruppo come Tinexta di crescere all’estero: oggi il 95% dei ricavi è generato in Italia e l’obiettivo, da qui a tre anni, è di avere una quota tra il 15-20% di ricavi all’estero”. Lo ha detto l’a.d. di Tinexta, Pier Andrea Chevallard, in occasione della presentazione agli investitori dei risultati preconsuntivi 2019 e del piano industriale 2020-2022 del gruppo di servizi alle imprese quotato sul segmento Star di Borsa Italiana.
“Abbiamo una pipeline di acquisizioni importante e i paesi su cui ci concentriamo sono Germania, Francia e Spagna”, ha aggiunto Chevallard, spiegando di essere “in una fase più avanzata di discussione in Francia. Nei prossimi mesi credo potremo comunicare un’operazione al mercato”. Accanto all’espansione all’estero, il piano di Tinexta prevede di “accelerare il processo di acquisizione di alcune aziende italiane per ampliare l’offerta e introdurre nuovi servizi per la nostra base clienti italiana”.
Ryanair, nessun interesse per Air Italy
Irlandesi si sfilano dopo indiscrezioni diffuse ieri
13 febbraio 2020
15:47
Ryanair si sfila dalla vicenda Air Italy dopo le indiscrezioni diffuse ieri. “Abbiamo visto e sentito alcune notizie. Vogliamo dire che non c’é nessun interesse di Ryanair di comprare Air Italy”, Lo ha detto Dabid O’Brien, chief commercial officer della compagnia. Una “acquisizione fine a se stessa non porta frutti. Noi – ha aggiunto – non abbiamo interesse in Air Italy perché se l’azionista principale non ha deciso di investire perché mai dovremmo farlo noi”.
Per accaparrarsi i passeggeri, la compagnia irlandese ha però lanciato delle offerte commerciali sulle tratte coperte dal vettore sardo e ha anche annunciato di essere interessato allo scalo di Olbia. “Abbiamo in corso delle discussioni con l’aeroporto di Olbia per aprire una seconda base in Sardegna”, ha concluso O’Brien.
Cina, crolla mercato auto,-18% a gennaio
Calo più ampio da gennaio del 2012, pesa l’epidemia
PECHINO
13 febbraio 2020
15:47
Le vendite di auto in Cina frenano a gennaio fino a toccare nuovi minimi nel mezzo dell’epidemia del nuovo coronavirus, che si aggiunge a un trend strutturale negativo: le vendite ai concessionari cedono il 18%, a 1,61 milioni unità, in base ai dati forniti dalla Caam, la China Association of Automobile Manufacturers. Si tratta del calo mensile più ampio da gennaio del 2012.
Spread a 126 punti,minimi da maggio 2018
Rendimento del decennale italiano è allo 0,85%
13 febbraio 2020
15:47
Lo spread tra Btp e Bund si restringe a 126,5 punti base toccando i minimi da maggio 2018. Il rendimento del decennale italiano è in calo allo 0,85%. La discesa coincide con l’asta in cui il Tesoro ha collocato 5 miliardi di euro di Btp a 3 anni (2,25 miliardi) ed a 7 anni (2,75 miliardi) con tassi in netto calo. Il rendimento medio del titolo triennale è tornato negativo scendendo a -0,1% dallo 0,18% del collocamento di gennaio. Le richieste hanno superato i 3,38 miliardi di euro, con un rapporto di copertura in aumento a 1,51 da 1,40. Il rendimento medio del sette anni è quasi dimezzato allo 0,48% dallo 0,94% precedente. La domanda ha raggiunto i 3,736 miliardi di euro con un rapporto di copertura in calo a 1,36 da 1,47.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa Ny apre in calo, -0,6%
Nasdaq -0,53%
NEW YORK
13 febbraio 2020
15:36
– Apertura in netto calo per Wall Street sui timori per l’impatto del coronavirus sull’economia globale. Dopo la chiusura record di ieri il Dow Jones perde lo 0,61%, il Nasdaq lo 0,53% e l’indice S&P500 lo 0,49%.
Borsa:Milano -0,2%,giù Pirelli bene Tim
Spread scende a 128 punti, contrastate Ubi e Unicredit
13 febbraio 2020
15:38
– Piazza Affari si conferma debole (Ftse Mib 0,2%) superato il traguardo di metà seduta, con i futures Usa in calo a seguito di un aumento delle richieste di sussidi di disoccupazione, seppure inferiore alle stime. In calo lo spread a 128 punti. Prevalgono i segni meno sul paniere dei titoli principali, con Pirelli (-2,54%), dopo il taglio della raccomandazione degli analisti di Banca Imi a ‘hold’ e dopo il calo delle vendite di auto del 18% in gennaio. Segno meno anche per Moncler (-1,93%), esposta nel paese insieme a Ferragamo (-1,72%) e Cucinelli (-0,88%). Difficoltà anche per Cnh (-1,66%), Saipem (-1,51%) ed Eni (-1,25%), nonostante il greggio in lieve ripresa.
Sugli scudi Tim (+4,1%), su ipotesi di un accordo con Kkr per essere affiancata nell’acquisto di Open Fiber. Bene anche Stm (+1,85%), insieme agli altri tecnologici europei, contrastati invece i bancari, con Ubi (+1,95%) e Banco Bpm (+1,7%) positive a differenza di Unicredit (-0,2%) e Intesa (-0,16%).
Borsa: realizzi in Europa, Milano -0,1%
Spread risale a 128 punti, vendite Cina affossano Peugeot
13 febbraio 2020
17:02
– Borse europee in calo dopo i massimi aggiornati nella seduta precedente. Sulla scia di Wall Street e degli sviluppi dell’epidemia cinese del coronavirus, i listini sono oggetto di prese di beneficio. In rialzo oltre quota 128 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi. Il calo delle vendite di auto in Cina (-18% a gennaio), scese mai così in basso dal 2012, frena Peugeot (-2,3%), particolarmente esposta nell’area. Giù anche Pirelli (-2,71%), il cui principale azionista parla cinese, il produttore di componenti Dometic (-2,4%) e Daimler (-2,15%), preceduta da Fca (-1,62%). Pesano tra i bancari Abn Amro (-3%), dopo conti inferiori alle stime degli analisti, e Barclays (-2,3%), che ha diffuso i conti, con l’amministratore delegato Jes Staley indagato per i suoi legami con il finanziere Jeffrey Epstein, morto lo scorso 10 agosto dopo un arresto per abusi sessuali e traffico di minori.
Borsa: Milano azzera calo con Tim e Nexi
Vendite auto Cina frenano Pirelli ed Fca, giù Eni e Saipem
13 febbraio 2020
17:24
– Piazza Affari azzera il calo nel finale e si conferma prima in Europa in una giornata caratterizzata dalle prese di benefico. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,04%, spinto da Tim (+3,15%), su ipotesi di un accordo con Kkr per rilevare Open Fiber, Nexi 8+4%), nonostante le valutazioni degli analisti di Intermonte e Ubi all’indomani dei conti in linea con le stime, ed Stm (+2,66%), insieme ai rivali europei. Sotto pressione Pirelli (-2,17%) ed Fca (-1,35%) dopo i dati sulle vendite di auto in Cina in gennaio, con il maggior calo (-18%) dal 2012. Segno meno anche per Saipem (-1,46%) ed Eni (-1,08%) nonostante il rialzo del greggio (Wti +0,53%). Contrastati i bancari Unicredit (-0,75%) e Ubi (-1,86%), che sale insieme a Bpm (+1,66%) nonostante lo spread in rialzo a 128,1 punti.
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,12%)
Indice Ftse Mib a quota 24.892 punti
13 febbraio 2020
17:37
13 febbraio 2020
17:37
– Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,12% a 24.892 punti.
Borsa:Europa chiude debole,Parigi -0,19%
Deboli anche Londra (-1,09%) e Francoforte (-0,03%)
13 febbraio 2020
17:56
– Chiusura debole per le principali borse europee. Parigi ha ceduto lo 0,19% a 6.093 punti, Londra l’1,09% a 7.452 punti e Francoforte lo 0,03% a 13.745 punti.
Spread Btp chiude stabile a 129 punti
Resta su minimi maggio 2018, tasso allo 0,9%
13 febbraio 2020
18:04
– Lo spread Btp-Bund chiude stabile a 129 punti base, restando sui minimi di maggio 2018. Il tasso sul decennale italiano è allo 0,9%.
Borsa: Milano prima in Europa con Nexi
Calo vendite auto Cina affossa Pirelli, Fca e Brembo
13 febbraio 2020
18:48
– Piazza Affari ha chiuso la seduta in testa alle principali borse europee dopo un cambio di rotta nel finale, che ha portato l’indice Ftse Mib a guadagnare lo 0,12% a 24.892 punti, vicina ormai alla soglia dei 25mila toccata l’ultima volta nel marzo del 2008. Stabili gli scambi per 2,6 miliardi di controvalore.
Sugli scudi Nexi (+4,53%), nonostante le valutazioni degli analisti di Intermonte e Ubi all’indomani dei conti in linea con le stime e dopo l’accordo con Unicredit sul Fintech. Bene anche Tim (+3,65%), su ipotesi di un accordo con Kkr per rilevare Open Fiber, mentre Stm (+2,69%) ha corso insieme ai rivali tecnologici europei. Sotto pressione Pirelli (-2,15%) ed Fca (-1,21%) insieme a Brembo (-1,67%) dopo i dati sulle vendite di auto in Cina in gennaio, con il maggior calo (-18%) dal 2012.
Segno meno anche per Saipem (-1,59%) ed Eni (-0,86%) nonostante il rialzo del greggio (Wti +0,82%).
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,48%)
Cambi: yen si apprezza su dollaro ed euro
TOKYO
14 febbraio 2020
01:20
– La Borsa di Tokyo apre l’ultima seduta della settimana in ribasso, seguendo la correzione durante la notte degli indici azionari Usa, mentre continuano i timori degli investitori per la diffusione del coronavirus cinese e il conseguente impatto sull’economia globale. Il Nikkei lascia sul terreno lo 0,48% a quota 23.714,52, con una perdita di 113 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si rivaluta con il dollaro a 109,70, e poco sotto a un livello di 119 nei confronti dell’euro.
Utile Unipol a 1,1 mld, dividendo +56%
Risultato normalizzato 2019 a 732 mln (+19,5%), conferma target
14 febbraio 2020
09:17
Unipol ha chiuso il 2019 con un utile di 1.087 milioni di euro, in crescita del 73% rispetto al 2018, grazie anche al contributo, pari a 421 milioni, derivante dal consolidamento a patrimonio netto della quota del 19,9% nel gruppo Bper. In progresso anche il risultato netto normalizzato, salito del 19,5% a 732 milioni di euro. Alla luce dei risultati, spiega una nota, il cda ha proposto un dividendo di 0,28 euro per azione, in crescita del 56% sul 2018, confermando gli obiettivi del piano strategico 2019-2021.
La raccolta diretta assicurativa, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si attesta a 14 miliardi di euro, in crescita, a parità di perimetro, del 13,5% rispetto a fine 2018. Migliora il combined ratio, indice della redditività della gestione tecnica assicurativa, che scende dal 94,4% del 2018 al 93,7% come pure il solvency ratio consolidato, indicatore della solvibilità e della forza patrimoniale, salito al 181% del minimo regolamentare, dal 163% del 2018.
Borsa: Asia chiude contrastata
In rosso Tokyo (-0,59%), sale la Cina.Si apprezza yen su dollaro
14 febbraio 2020
08:16
– Le Borse asiatiche chiudono contrastate con la Cina in rialzo e Tokyo in rosso, dopo la flessione degli indici azionari statunitensi. L’attenzione degli investitori è sempre rivolta alle vicende legate alla diffusione del coronavirus e all’impatto sull’economia globale.
Tokyo (-0,59%) archivia la seduta in calo. Sul fronte valutario lo yen si è apprezzato con il dollaro a 109,70, e a 118,90 nei confronti dell’euro. In positivo Shanghai (+0,33%), Shenzhen (+0,42%), Hong Kong (+0,36%) e Seul (+0,48%) mentre è in rosso Mumbai (-0,10%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo dalla Germania i dati del Pil del quarto trimestre e l’indice dei prezzi all’ingrosso. In Italia atteso il saldo della bilancia commerciale. Previsto anche il Pil dell’Eurozona e la panoramica sull’occupazione.
Negli Stati Uniti saranno diffusi i dati sulla produzione industriale e le vendite al dettaglio.
Spread Btp/Bund apre a 130 punti
Rendimento del decennale segna 0,91%
14 febbraio 2020
08:29
– Apertura in lieve rialzo per lo spread fra Btop e Bund che segna 130 punti contro i 129 della chiusura di giovedì. Il rendimento del decennale è pari allo 0,91%.
Petrolio: Wti in rialzo a 51,8 dollari
Prima settimana in aumento da gennaio
14 febbraio 2020
08:41
– Petrolio in rialzo sui mercati. Il greggio Wti sale dello 0,1% a 51,8 dollari mettendo a segno il primo aumento settimanale da gennaio (+2,3%). Stabile il Brent a 56,3 dollari (+3,5% nella settimana).
Oro: stabile a 1574 dollari
In settimana crescita del 3,8%
14 febbraio 2020
08:49
– Oro stabile sui mercati. Il metallo con consegna immediata scambia così a 1574 dollari l’oncia (-0,08%) ma riesce a mettere a segno una settimana in rialzo (+3,8%).
Cambi: euro invariato a a 1,08
Yen scambia a 109
14 febbraio 2020
08:52
– Euro invariato all’avvio dei mercati.
La moneta unica scambia a 1,08 dollari (-0,03%). In Asia lo yen passa di mano a 109,7.
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,2%)
Indice Ftse Mib a 24.942 punti
MILANO
14 febbraio 2020
09:05
– La Borsa di Milano apre in rialzo.
L’indice Ftse Mib avanza dello 0,2% a 24.942 punti.
Germania:crescita pil zero IV trimestre
In intero anno aumento si ferma a +0,6
14 febbraio 2020
09:07
Crescita zero per il Pil della Germania nel quarto trimestre del 2019 che così nell’intero anno si ferma a +0,6%. Secondo i dati dell’ufficio di statistica federale l’economia è rimasta stagnante nell’ultimo trimestre, con una variazione dello 0,4% anno su anno. Destatis ricorda come, dopo una partenza “dinamica nel primo trimestre (+0,5%) e un calo nel secondo (-0,2%) si era registrato un lieve recupero nel terzo trimestre del 2019 (+0,2%)”.
Borsa: Europa apre piatta
Francoforte (+0,08%), Parigi (+0,05%), Londra (+0,01%)
14 febbraio 2020
09:17
– Apertura piatta per le Borse europee. I listini del Vecchio continente avviano la seduta senza una particolare direzione mentre permangono le preoccupazioni per la diffusione del coronavirus. Gli investitori temono gli effetti sull’andamento della crescita economica globale. Invariato anche l’euro sul dollaro con la moneta unica che scambia a 1,08 dollari.
Piatte Francoforte (+0,08%), Parigi (+0,05%) e Londra (+0,01%) e Madrid (-0,01%).
Borsa: Milano prosegue in rialzo
In positivo il comparto bancario, lieve rialzo spread btp-Bund
14 febbraio 2020
09:44
– La Borsa di Milano (+0,2%) prosegue la seduta in rialzo sostenuta dal comparto bancario. Corrono Unipol (+6,7%) e UnipolSai (+4,1%), dopo i risultati del 2019 superiori alle attese e l’aumento della cedola. In lieve rialzo lo spread tra Btp e Bund che segna 130 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,9%.
Tra le banche si mettono in mostra Mps e Ubi (+1%), Banco Bpm (+0,8%) e Bper (+0,5%). In flessione Unicredit (-0,3%) mentre è piatta Intesa (-0,02%). In rialzo le utility con A2a (+0,8%) e Italgas (+0,3%).
Seduta in positivo per Tim (+0,2%), dopo la decisione di puntare sul fondo Kkr per realizzare il progetto destinato a creare una infrastruttura di rete unica in fibra. Debole il comparto del lusso con Ferragamo (-0,4%) e Moncler (+0,08%), con gli effetti del coronavirus sulle vendite.
Borsa: Europa debole dopo Pil Germania
Avanzano banche, giù Renault dopo conti. Stabile euro su dollaro
14 febbraio 2020
10:15
– Le Borse europee proseguono la seduta con un andamento debole, dopo i dati sul Pil della Germania che vedono crescita zero nel quarto trimestre. Tra gli investitori restano i timori per l’impatto del coronavirus sull’economia globale. L’euro sul dollaro resta stabile a 1,0842 a Londra.
In calo Londra (-0,2%) e Parigi (-0,1%). Piatta Francoforte (+0,01%) mentre è in rialzo Madrid (+0,3%). Nel Vecchio continente si mettono in mostra il comparto immobiliare (+0,8%) e le Tlc (+0,4%). Bene anche l’energia (+0,2%), con il prezzo del petrolio in rialzo a 51,8 dollari al barile.
In lieve calo le banche (-0,2%) con Credit Agricole (-1%), nel giorno dei risultati finanziari positivi e l’aumento della cedola. Bene il settore delle auto (+0,4%) con Peugeot (+1,1%), Daimler (+0,9%), Volkswagen (+0,2%) mentre è in calo Renault (-3,6%), dopo i conti che hanno visto l’azzeramento dell’utile e il taglio della cedola.
Royal Bank Scotland si chiamerà Natwest
Gruppo salvato dallo Stato riduce stime per il 2020
14 febbraio 2020
10:21
– Royal Bank of Scotland, il gruppo salvato dallo Stato nel 2008, abbandona il nome ultracentenario (l’istituto è stato fondato nel 1727) e si chiamerà NatWest group. La decisione rientra nella strategia di risanamento della Ceo Alison Rose la quale, in continuità con il suo predecessore McEwan che ha riportato il gruppo all’utile dopo un decennio, ha annunciato ulteriori misure. Il gruppo ha riportato nel quarto trimestre un utile operativo di 1,55 miliardi di sterline ma ha abbassato le stime della redditività per il 2020 anche a seguito della frenata dell’economia del Regno Unito.
Commercio estero: frena crescita in 2019
In flessione Cina e Germania, volumi in calo. Import -0,7%
14 febbraio 2020
15:22
Le esportazioni italiana nel 2019 sono in aumento (+2,3%), anche se in misura inferiore rispetto al 2018 (+3,6%), le importazioni invece calano dello 0,7%. Lo comunica l’Istat. L’incremento delle esportazioni in valore nel 2019 riflette un aumento sostenuto dei valori medi unitari (+3,1%) e una flessione dei volumi (-0,8%). Il tasso di crescita dell’export è più sostenuto verso i paesi extra Ue, in particolare verso Svizzera e Stati Uniti, mentre l’export verso Cina e Germania è in flessione.
Bankitalia: debito 2019 sale a 2409 mld
+28,7 mld, inferiore a fabbisogno 35,2 mld
14 febbraio 2020
10:47
– “Al 31 dicembre del 2019 il debito delle amministrazioni pubbliche era pari a 2.409,2 miliardi”, in aumento rispetto a fine 2018 quando “ammontava a 2.380,6 miliardi”. Emerge dalle stime diffuse dalla Banca d’Italia.
“L’aumento del debito nel 2019 (28,7 miliardi) è stato inferiore al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (35,2 miliardi)”.
Borsa: Europa debole con frenata Pil
Milano piatta con le banche in calo, stabile euro su dollaro
14 febbraio 2020
12:16
– Le Borse europee restano deboli dopo i dati del Pil nel quarto trimestre che fanno registrare una frenata. Sullo sfondo restano le incertezze degli investitori sull’impatto del coronavirus sulla crescita globale.
Resta stabile l’euro sul dollaro a 1,084 a Londra.
In positivo Francoforte (-0,2%), nonostante i dati non positivi sulla crescita, Londra (+0,1%) e Madrid (+0,4%) mentre è in controtendenza Parigi (-0,1%). Piatta Milano (-0,02%), dopo i dati sulle esportazioni che rallentano ed il debito pubblico che nel 2019 ha raggiunto i 2.409 miliardi.
A Piazza Affari prosegue la corsa di Unipol (+5,3%) e UnipolSai (+3,9%), dopo i risultati superiori alle attese e il forte aumento della cedola. Girano in negativo le banche con Unicredit e Banco Bpm (-1%), Ubi (-0,8%), Intesa (-0,6%) e Bper (-0,4%). In rosso anche il comparto del lusso con Ferragamo (-0,7%) e Moncler (-0,6%).
Air Italy,striscione solidarietà a Olbia
Dipendenti scalo “vicini” a colleghi che rischiano posto lavoro
OLBIA
14 febbraio 2020
12:40
– Uno striscione per manifestare la vicinanza dei dipendenti della Geasar, la società che gestisce l’aeroporto di Olbia, ai lavoratori di Air Italy, sul baratro dopo la messa in liquidazione della compagnia aerea. La scritta “solidali con i nostri colleghi di Air Italy” è apparsa nella hall principale dello scalo “Costa Smeralda”, chiuso sino al 13 marzo per consentire i lavori di allungamento della pista, ma in piena attività grazie agli eventi culturali ed enogastronomici previsti nel programma “Flight Club”.
Ora i dipendenti dell’ex Meridiana sono appesi ad un filo e in attesa di conoscere il proprio futuro hanno già organizzato una mobilitazione per martedì 18 a Cagliari, in occasione della seduta “aperta” del Consiglio regionale nella quale si parlerà della vertenza della compagnia aerea sardo-qatariota.
Industriali under40, 2 candidati leader
Per leader Giovani il veneto Calearo ed il siciliano Di Stefano
14 febbraio 2020
14:10
– Per la scelta del prossimo presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria sarà una sfida a due tra il veneto Eugenio Calearo Ciman ed il siciliano Riccardo Di Stefano: nei giorni scorsi, hanno presentato la loro autocandidatura e non ci sarebbero altri candidati. Eugenio Calearo Ciman, vicentino classe 1982, è in Confindustria un figlio d’arte: il padre Massimo è stato, tra l’altro, presidente di Federmeccanica. Riccardo Di Stefano, palermitano del 1986, è già impegnato ai vertici dei Giovani Imprenditori: è uno dei nove vicepresidenti della squadra uscente di Alessio Rossi.
I due candidati presenteranno il 4 aprile il programma. Il voto per l’elezione sarà il 12 maggio, un paio di settimane prima dell’assemblea di Confindustria che eleggerà il successore di Vincenzo Boccia alla presidenza ‘senior’ di Confindustria. L’attuale leader degli industriali under40, l’imprenditore romano Alessio Rossi, arriverà a maggio alla fine di un mandato triennale non rinnovabile.
Borsa: Europa rimbalza, Milano +0,05%
In arrivo prezzi, vendite, produzione e fiducia Usa
14 febbraio 2020
14:25
– Rimbalzano le borse europee dopo il calo dovuto al Pil della Germania e dell’Ue nel 4/o trimestre.
Positivi i futures Usa in attesa di numerosi dati, dai prezzi delle importazioni e delle esportazioni alle vendite al dettaglio di gennaio, dalla produzione industriale alle scorte delle società, fino agli indici che misurano la fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan. Madrid (+0,43%) è la migliore, seguita da Francoforte (+0,21%) e Milano (+0,05%). In parità Londra, debole Parigi (-0,15%). Rimbalzano i produttori di pneumatici Continental (+1,37%) e Pirelli (+1,35%) insieme a Renault (+1,22%), dopo un primo scivolone per i conti. Il Gruppo ha poi annunciato cessioni e tagli ai costi per 2 miliardi. Contrastati i bancari, con Rbs (-8,3%) a seguito dei conti, mentre prosegue la corsa di Commerzbank (+3,47%) dopo il rally della vigilia a seguito dei conti. Il rialzo dello spread a 131 punti penalizza Unicredit (-0,83%), Ubi (-0,8%) e Intesa (-0,48%).
Petrolio: in rialzo a New York
Quotazione avanza dell’1,5%
NEW YORK
14 febbraio 2020
14:39
– Quotazioni del petrolio in rialzo a New York, col greggio scambiato a 52,19 dollari al barile (+1,50%). VAI ALLA POLITICA ACQUISTA SU AMAZON

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Air Italy, in arrivo licenziamenti
Società, liquidiamo ma pronti a sostegno reddito
CAGLIARI
14 febbraio 2020
15:03
– Licenziamento per tutti i 1.450 dipendenti Air Italy. La notizia filtrata dai sindacati dopo la call conference tra Olbia e Malpensa in cui i liquidatori hanno confermato ai dirigenti aziendali la messa in liquidazione della società illustrando i passaggi successivi. Già dalle prossime settimane, quindi, partiranno le lettere di licenziamento in diversi step.
La società fa sapere in una nota ufficiale che “i liquidatori hanno illustrato ai dipendenti la possibile evoluzione della procedura di liquidazione, confermando l’intenzione di adottare tutte le misure possibili di sostegno al reddito, compatibili a norma di legge con la procedura di liquidazione stessa. Verranno prese in considerazione tutte le possibilità di cessione di rami d’azienda che comprendano il possibile mantenimento di tutti o di parte dei posti di lavoro”.
Basicnet: volano vendite, nel 2019 superano miliardo
Incremento di oltre il 17%. Fatturato consolidato +45,3%
TORINO
14 febbraio 2020
15:05
– Superano per la prima volta il miliardo di euro, con un incremento di oltre il 17%, le vendite aggregate di BasicNet, società che detiene i marchi Robe di Kappa, Superga e K-Way. E’ quanto emerso dal consiglio d’amministrazione che, riunitosi sotto la presidenza di Marco Boglione, ha preso in visione i dati preliminari relativi all’esercizio 2019. Il fatturato consolidato si attesta ad oltre 305 milioni di euro (+45,3%), con un Ebitda di 42,5 milioni (28,7%) e un Ebit di 30,6 milioni (+15%).
“Il superamento del miliardo di euro di vendite aggregate dei nostri licenziatari è la conferma della solidità e della sostenibilità del nostro market place”, commenta l’amministratore delegato Federico Trono. “Certifica la raggiunta dimensione competitiva sul mercato globale del nostro Gruppo”, aggiunge il manager.
Licenziamento per i 1.450 dipendenti di Air Italy
I liquidatori valuteranno le possibilità di cessione di rami d’azienda per mantenere i posti di lavoro
14 febbraio 2020
15:21
Licenziamento collettivo per tutti i 1.450 dipendenti Air Italy: lo hanno annunciato i commissari liquidatori della compagnia ai dirigerenti riuniti in conference call a Olbia e Malpensa. Nelle prossime settimane si liquida tutto e già dai prossimi giorni partiranno le lettere di licenziamento.
“I liquidatori hanno illustrato ai dipendenti la possibile evoluzione della procedura di liquidazione, confermando l’intenzione di adottare tutte le misure possibili di sostegno al reddito, compatibili a norma di legge con la procedura di liquidazione stessa”. E’ quanto si legge nella nota ufficiale di Air Italy dopo la call conference. “Verranno prese in considerazione tutte le possibilità di cessione di rami d’azienda – si precisa – che comprendano il possibile mantenimento di tutti o di parte dei posti di lavoro”.
Borsa: Milano incerta, bene Unipol
Spread sale a 132 punti, deboli Banco Bpm, Unicredit e Bper
– Piazza Affari appare incerta nella seconda parte della seduta (Ftse Mib -0,1%) dopo un rimbalzo in territorio positivo, con i futures Usa contrastati dopo una sostanziale stabilità dei prezzi alle importazioni e alle esportazioni e delle vendite al dettaglio negli Stati Uniti a gennaio. Sul paniere principale prevalgono i segni meno, da Stm (-1,9%), oggetto di prese di beneficio dopo il balzo della vigilia insieme agli altri titoli del settore dei microprocessori. Sugli scudi Unipol (+6,7%) dopo i conti, mentre Nexi (+4,23%) prosegue la corsa della vigilia dopo l’accordo sul Fintech con Unicredit (-0,96%), che frena insieme a Banco Bpm (-1%), Bper (-0,9%) e Intesa (-0,42%) con lo spread in rialzo a 132 punti a seguito delle forti tensioni nella maggioranza di Governo. Riparte Pirelli (+1%), dopo il calo della vigilia a seguito delle vendite di auto in Cina, bene Prysmian (+1,19%) e Atlantia (+1,1%), giù invece Fca (-0,66%) e Tim (-0,53%), oggetto di prese di beneficio dopo la corsa della vigilia.
Borsa: Ny apre in rialzo, Dj +0,11%
S&P500 avanza dello 0,18%
NEW YORK
14 febbraio 2020
15:36
– Apertura in rialzo per Wall Street col Dow Jones che guadagna lo 0,11%, il Nasdaq lo 0,24% e l’indice S&P500 lo 0,18%.
Air Italy,scontro su salvataggio Regione
Agus (Progressisti), no a partecipazione in pacchetto compagnia
CAGLIARI
14 febbraio 2020
15:40
– L’eventuale ingresso della Regione Sardegna nella compagine societaria di Air Italy irrompe nel dibattito politico. E’ solo un’ipotesi ma dai contorni sempre più concreti, viste le ultime dichiarazioni del governatore Christian Solinas che presto incontrerà Akbar Al Baker, Ceo di Qatar Airwais, la compagnia che detiene il 51% della società appena messa in liquidazione. Il presidente della Giunta ha chiarito che l’unica via d’uscita è assicurare alla Sardegna una compagnia aerea.
Il salvataggio passerebbe per la Sfirs, la società per azioni intermediario finanziario della Regione. Nelle fila dell’opposizione, se il Partito democratico si è già espresso a favore di una soluzione del genere, magari sul modello della Corsica, i Progressisti non ne vogliono sapere. “Sono fermamente contrario a ogni forma di ingresso della Regione Sardegna nel pacchetto azionario di compagnie aeree – spiega il capogruppo Francesco Agus in un post su Facebook.
Conte: per il Sud per la prima volta un progetto decennale
‘Mai più narrazioni tossiche sul sud’
14 febbraio 2020
15:23
“Mai più rassegnazione, mai più disagio, mai più causa persa. Non vogliamo più narrazioni tossiche per il sud, le vogliano esiliare e mandare via. Il Sud deve diventare sinonimo di eccellenza”. A dirlo il premier Giuseppe Conte presentando il Piano sud 2030
L’intervento di Conte“Ho chiesto la fiducia anche sulla base di un impegno solenne rivolto a tutti gli italiani, di rilanciare il Sud, di abbattere le barriere che dividono paese, ridurre squilibri, arginare lo spopolamento, fermare l’esportazioni delle migliori eccellenze, i giovani. Oggi siamo qui, per progetto corale di tutti noi. Oggi siamo qui per piantare le radici delle nostre idee e del nostro progetto. É la prima volta che un Governo progetta un impegno decennale per il sud”.
“Nel Piano ci sono investimenti, infrastrutture, nuove opportunità per i giovani, troppo spesso costretti ad abbandonare la loro terra e i loro affetti. È in Calabria che oggi apriamo il cantiere dell’Italia di domani. Con tutte le persone che hanno idee chiare e forti, e amano il proprio paese. Se riparte il Sud riparte l’Italia”, scrive il premier in un post su fb.

No votes yet.
Please wait...
Summary
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Article Name
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Description
TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO ECONOMICO SEMPRE APPROFONDITE E COMPLETE, AGGIORNATE IN TEMPO REALE
Author
Publisher Name
Tecnologia di Maurizio Barra
Publisher Logo

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.