Politica tutte le notizie in tempo reale- tutta la Politica sempre approfondita, aggiornata oggettivamente ed imparzialmente. RESTA INFORMATO E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:53 DI MARTEDì 25 FEBBRAIO 2020

ALLE 02:48 DI MERCOLEDì 26 FEBBRAIO 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Intercettazioni: ok della Camera alla fiducia
I voti a favore sono stati 304, 226 i contrari, un astenuto
25 febbraio 2020 17:53
La Camera conferma la fiducia al governo sul decreto legge intercettazioni. I voti a favore sono stati 304, 226 i contrari, un astenuto. L’Assemblea passerà giovedì all’esame degli ordini del giorno sul testo, a partire dalle 11. Sempre giovedì, in serata, è prevista la votazione finale e definitiva sul provvedimento.
La riforma entrerà in vigore dal primo marzo 2020 “per dare il tempo agli uffici e agli addetti ai lavori di adeguarsi”, ha detto nei giorni scorsi il Guardasigilli Alfonso Bonafede, che ha parlato di uno “strumento irrinunciabile per le indagini”, un sistema “moderno e digitale”, con “maggiori garanzie per trovare un punto di equilibrio tra l’esigenza delle indagini, la tutela della riservatezza e il diritto di difesa”.
Diverse le novità contenute nel provvedimento, che modifica in vari punti le disposizioni della legge Orlando. A partire dal fatto che la scelta delle intercettazioni rilevanti o meno non sarà più solo della polizia giudiziaria, ma rientrerà nella sfera decisionale del pubblico ministero, con l’apposito archivio informatico che sarà gestito sotto la diretta vigilanza del Procuratore della Repubblica. “Il pubblico ministero – aveva spiegato il sottosegretario Andrea Giorgis – dà indicazioni e vigila affinché nei verbali non siano riportate espressioni lesive della reputazione delle persone o quelle che riguardano dai personali definiti sensibili dalla legge, salvo che si tratti di intercettazioni rilevanti ai fini delle indagini. Inoltre tutte le conversazioni che, al termine delle intercettazioni, saranno ritenute non rilevanti dal Pubblico Ministero, non entreranno nel fascicolo e resteranno segrete. Solo i difensori potranno ascoltarle e avere visione dei verbali, ma senza averne copia, al solo scopo di richiedere che vengano, ai fini difensivi, inserite tra quelle rilevanti.
In caso di dissenso con il Pubblico Ministero la decisione sarà del giudice”. Il decreto disciplina inoltre in modo rigoroso l’uso del captatore elettronico, il cosiddetto Trojan: “la riforma Orlando – aveva spiegato ancora Giorgis – ha equiparato la disciplina dell’uso del trojan in luoghi pubblici a quella delle intercettazioni ambientali”. Nel nuovo testo sulle intercettazioni, poi, il giornalista che pubblica l’intercettazione non rischia più di essere incriminato per violazione di segreto d’ufficio e restano sostanzialmente le regole in vigore oggi.
Il provvedimento detta anche indicazioni chiare rispetto alle indagini tuttora in corso, per cui valgono le regole attualmente in vigore: le nuove si applicheranno a tutte le iscrizioni di notizia di reato successive al 29 febbraio, quando la nuova normativa entrerà in vigore. “Adesso il provvedimento farà il suo iter parlamentare per la conversione – aveva concluso Bonafede – ma c’erano atti che non potevamo ritardare, perché si mettevano a rischio tutte le indagini in corso nelle varie procura italiane”. VAI ALLA CRONACA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: Camera,domani ok al decreto
Al voto si arriverà intorno alle 18.30
25 febbraio 2020
19:04
– L’Aula della Camera esaminerà e darà il via libera nella giornata di domani al dl Coronavirus. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Alle 11 avrà inizio la discussione generale, le dichiarazioni di voto finali inizieranno alle 17 e al voto si arriverà intorno alle 18.30.
Coronavirus:Molinari, Lega pensa ok a Dl
Presentati sei o sette emendamenti di merito
25 febbraio 2020
19:05
– La Lega “è orientata a votare a favore” del decreto sul Coronavirus. Lo dice il capogruppo Riccardo Molinari, interpellato alla Camera sul provvedimento varato sabato dal governo. “Noi abbiamo presentato pochi emendamenti di merito, sei o sette, e a meno che in commissione la maggioranza non introduca misure irricevibili, siamo orientati a votare sì”, spiega.
Coronavirus: Salvini chiama Conte
Contiamo possano essere utili e valutate senza pregiudizi
25 febbraio 2020
19:08
– “Come promesso, ho telefonato pochi minuti fa al presidente Conte per annunciargli la lettera con le proposte della Lega” per far fronte alle ricadute economiche dell’emergenza Coronavirus: “Contiamo possano essere utili e vengano valutate senza alcun pregiudizio”. Lo annuncia il leader della Lega Matteo Salvini su Facebook.
Consiglio Marche, stop visite e 50/o
Il 3 marzo Ceriscioli riferisce in aula su emergenza
ANCONA
25 febbraio 2020
19:24
– Anche il Consiglio regionale delle Marche adotta alcuni provvedimenti in relazione alla situazione determinata dal diffondersi del Covid-19 e all’emergenza Coronavirus. Il presidente Antonio Mastrovincenzo, d’intesa con l’Ufficio di Presidenza, annuncia la sospensione delle manifestazioni per i 50 anni dalla nascita della Regione, previsti nelle prossime settimane. Inoltre “in conformità con le disposizioni emanate a livello nazionale dalle autorità competenti per uscite e gite scolastiche in Italia e all’estero, l’Ufficio di Presidenza ha deciso di sospendere per motivi precauzionali le visite formative presso l’Aula dell’Assemblea legislativa e la sede di Palazzo delle Marche da oggi e fino a data da destinarsi”. Mastrovincenzo annuncia inoltre che nella seduta consiliare in programma per martedì 3 marzo, il presidente della Giunta Luca Ceriscioli effettuerà le comunicazioni sulla situazione complessiva nelle Marche e su tutte le iniziative poste in essere per fronteggiare l’emergenza.
Coronavirus: Fraccaro, serve unità
Non alimentare divisioni e tensioni sterili
25 febbraio 2020
19:33
– “Nuova riunione sul Coronavirus nella sede della Protezione Civile con tutti i ministri e le Regioni.
L’obiettivo è uniformare le azioni da mettere in campo e i protocolli da adottare, per questo il governo chiede di coordinare le ordinanze dei territori. Evitare la frammentazione e operare in maniera organica è fondamentale per tutelare la salute dei cittadini. Ora serve unità, non alimentare divisioni e tensioni sterili”. Lo scrive su Facebook il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro.
Regionali, 93 sindaci per Mangialardi
Apprezzamento per lavoro come sindaco Senigallia e Anci
ANCONA
25 febbraio 2020
20:47
– Oltre 90 sindaci delle Marche (93 per la precisione) si schierano a favore della candidatura del sindaco Pd di Senigallia e presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi come presidente di Regione. “La proposta non può che trovarci favorevoli” dicono i primi cittadini, in larga maggioranza ala guida di Comuni piccolo e piccolissimi, molti dei quali nell’area del cratere, non tutti di centrosinistra.
“Come sindaci che si trovano quotidianamente in prima linea a fronteggiare i problemi e le questioni essenziali che riguardano i cittadini – si legge nel loro manifesto, che sta ricevendo ulteriori adesioni -, abbiamo potuto apprezzare il lavoro svolto da Mangialardi in questi anni, sia come sindaco di Senigallia, dove la sua Amministrazione si è contraddistinta per il buon governo, l’attenzione alla coesione sociale e uno sviluppo turistico che ha fatto da traino anche per l’intera regione, sia come presidente dell’Anci Marche”.
Coronavirus, governo impugna atto Marche
Boccia, Azzolina, Manfredi. Ceriscioli si sfila da accordo
25 febbraio 2020
22:28
– il governo ha deciso di impugnare l’ordinanza della Regione Marche che dispone la chiusura delle scuole fino al 4 marzo in conseguenza dell’emergenza Coronavirus. “Con la sua decisione unilaterale di firmare un’ordinanza per la chiusura di tutte le scuole e Università della Regione Marche, il Governatore Luca Ceriscioli si sfila dall’accordo che era stato raggiunto solo poche ore prima nel corso dell’incontro tra governo e Regioni tenutosi alla Protezione Civile e viene meno all’impegno preso con tutti gli altri Governatori che invece si stanno attenendo alle disposizioni concordate”. Lo affermano il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, dell’Istruzione Lucia Azzolina e dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, in una nota congiunta.

No votes yet.
Please wait...
Annunci
Summary
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Article Name
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Description
TUTTE LE NOTIZIE DI POLITICA IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE. TUTTA L'INFORMAZIONE POLITICA
Author
Publisher Name
TECNOLOGIA
Publisher Logo

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.