Politica tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Politica sempre aggiornata ed approfondita, da non perdere! SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 14 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:29 ALLE 19:10 DI LUNEDì 23 MARZO 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Salvini, chiediamo incontro a Colle
Vogliamo collaborare e lavorare con proposte
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
09:29
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi conto di avere, a nome di tutto il centrodestra, una risposta per un incontro positivo e costruttivo. La nostra voglia è quella di collaborare, di metterci a disposizione, di andare in Parlamento che è il nostro luogo di lavoro, come il supermercato per le cassiere. Di ascoltare in Parlamento i ministri, il Presidente del Consiglio, di poter fare suggerimenti, proposte migliorative”. Così il segretario della Lega Matteo Salvini, intervenuto ai microfoni di Rtl 102.5 questa mattina durante “Non Stop News” alla domanda sull’incontro per tutte le opposizioni con il Presidente della Repubblica, chiesto ieri dal leader della Lega.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Renzi, Parlamento discuta
Nulla sarà più come prima, ci giochiamo tutto
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
09:57
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Tutti litigano sulla chiusura delle fabbriche: sindacati contro industriali, governo contro regioni.
Ma la vera sfida dell’Italia è chiarirsi bene su come e quando RIAPRIRE. Nulla sarà più come prima: ci giochiamo tutto.
Spero che il Parlamento possa almeno discuterne #COVID19”. Così su Fb il leader di Iv Matteo Renzi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
D’Incà, strumentali polemiche su Camere
C’è stata seduta Camera mercoledì e capigruppo a Senato
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
10:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le polemiche sulle attività parlamentari sono strumentali. C’è stata una seduta d’Aula alla Camera mercoledì scorso ed è intervenuta anche Giorgia Meloni.
Nello stesso giorno al Senato c’è stata capigruppo di 4 ore per decidere il percorso dei 4 decreti sul coronavirus”. Così il ministro per i rapporti con il Parlamento Federico D’Inca a Radio 24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini: ‘Chiamato da Conte, stasera centrodestra a palazzo Chigi’
‘Non ci mancano idee, consigli e proposte concrete da portare sui tavoli del governo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
16:58
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo la cordiale telefonata del Presidente Mattarella, è arrivata anche quella di Conte, che dopo le nostre sollecitazioni ha invitato le opposizioni di centrodestra stasera alle 19 a Palazzo Chigi per un confronto sulla situazione. Non ci mancano idee, consigli e proposte concrete da portare sui tavoli del governo!”.  Lo scrive su facebook il leader della Lega Matteo Salvini.
Telefonata “cordiale e cortese” tra il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il segretario della Lega Salvini dopo la richiesta del centrodestra di essere ricevuti dal capo dello Stato. Ne dà notizia la Lega. “Ringrazio il Presidente per la disponibilità – dice Salvini – e per l’impegno a favorire un’interlocuzione tra il governo e l’opposizione per creare quel clima giusto di una vera collaborazione per il bene del paese e uscire insieme dall’emergenza. Ho informato del colloquio Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi”.
“Chiedo di andare domani in Parlamento per ascoltare, modificare, suggerire, emendare, collaborare. La storia insegna: in Gran Bretagna, durante la Seconda Guerra Mondiale, visto che c’era un nemico, il virus di allora si chiamava nazismo, si istituì un gabinetto di guerra dove tutti furono coinvolti e tutti fecero la loro parte, tutti furono ascoltati, finita la guerra ci si dimise, si andò a votare e il popolo scelse”. Così Salvini a Rtl 102.5.
“Oggi conto di avere, a nome di tutto il centrodestra, una risposta per un incontro positivo e costruttivo. La nostra voglia è quella di collaborare, di metterci a disposizione, di andare in Parlamento che è il nostro luogo di lavoro, come il supermercato per le cassiere. Di ascoltare in Parlamento i ministri, il Presidente del Consiglio, di poter fare suggerimenti, proposte migliorative”.
“Tutti litigano sulla chiusura delle fabbriche: sindacati contro industriali, governo contro regioni. Ma la vera sfida dell’Italia è chiarirsi bene su come e quando RIAPRIRE. Nulla sarà più come prima: ci giochiamo tutto. Spero che il Parlamento possa almeno discuterne #COVID19”. Così su Fb il leader di Iv Matteo Renzi.
“Le misure restrittive introdotte ci costringono a modificare le nostre più consolidate abitudini di vita. Incidono sulle nostre libertà più amate. Stiamo vivendo un esperimento del tutto inedito nelle democrazie occidentali. Stiamo seguendo un percorso graduale e condiviso per resistere a questa emergenza, senza stravolgere i nostri valori, rispettando i nostri presidi democratici. Teniamo costantemente informate le forze di opposizione e in questi giorni sarò in Parlamento per riferire in dettaglio”. Lo dice in un’intervista a La Stampa il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
Quando finirà questa crisi? “È presto per dirlo. Questi saranno i giorni più difficili perché non abbiamo raggiunto la fase più acuta del contagio e i numeri cresceranno ancora. Siamo in attesa, nei prossimi giorni, degli effetti delle misure adottate”, aggiunge il premier. “Lo avevo detto da subito che non si sarebbero visti nell’immediato”. “Molto dipende dal comportamento responsabile di ciascuno di noi: se tutti, e ribadisco tutti, rispettiamo i divieti, se ognuno fa la propria parte, usciremo prima da questa prova difficilissima”.
La notizia è che da martedì Camera e Senato saranno riuniti. Comicia l’iter del decreto Cura Italia in commissione Bilancio a Palazzo Madama, Salvini e Meloni dedichino il loro tempo a migliorare i provvedimenti per gli italiani, invece che a raccontare fake news. Il Parlamento fa il suo lavoro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo afferma il capogruppo dei senatori Pd Andrea Marcucci.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Orlando, da Ue o bond o fondi da Mes
Serve piano investimenti
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
10:54
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’Europa l’Italia ha bisogno di “un piano di investimenti”. Lo ha detto a Rainews 24 il vicesegretario del Pd Andrea Orlando.
“Fino a qui – ha sottolineato Orlando – abbiamo avuto la copertura della Bce, è stato superato il patto di stabilità, ma noi non possiamo indebitarci oltre un certo segno, abbiamo bisogno di altre risorse. Discutiamo da dove prenderle, se dal Mes o con dei bond, ma questo problema oggi tocca l’Italia ma da qui a poche settimane toccherà il resto d’Europa”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Conte,oggi 4 mln mascherine
Decine di imprese stanno riconvertendo le loro produzioni
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
11:22
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nei giorni scorsi sono stati acquistati più di 6.500 respiratori e dalla prossima settimana arriveranno 120 milioni di mascherine, grazie all’incessante lavoro fatto all’estero. Solo in questa giornata (lunedì, ndr) distribuiremo 4 milioni di mascherine e 125 ventilatori. Decine di imprese italiane stanno riconvertendo le loro produzioni per rispondere all’emergenza, anche con il supporto dello Stato e delle risorse economiche inserite nel decreto Cura Italia. Il Paese sta rispondendo con tutta la sua forza. Ce la faremo”. Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in un’intervista a La Stampa.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Marcucci, Camere al lavoro
Salvini e Meloni la smettano con fake news
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
11:49
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La notizia è che da martedì Camera e Senato saranno riuniti. Comincia l’iter del decreto Cura Italia in commissione Bilancio a Palazzo Madama, Salvini e Meloni dedichino il loro tempo a migliorare i provvedimenti per gli italiani, invece che a raccontare fake news. Il Parlamento fa il suo lavoro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Lo afferma il capogruppo dei senatori Pd Andrea Marcucci.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Crimi, condivido appello economisti
Europa dei vincoli purtroppo non ha ancora mollato gli ormeggi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo è l’appello sottoscritto da 67 economisti italiani e rivolto all’Europa e alle sue istituzioni. Lo sottoscrivo a mia volta, perché molti dei punti da loro proposti mi trovano assolutamente d’accordo. Purtroppo, l’Europa dei vincoli e dell’austerità resiste, non ha ancora mollato gli ormeggi. Se non si deciderà a farlo una volta per tutte, questa sarà la sua condanna. Il Mes è una delle zavorre di cui ci dobbiamo definitivamente liberare per costruire finalmente l’Europa del XXI secolo, un’Europa che sia in grado di sopravvivere ai cambiamenti che stiamo vivendo e di dare risposte ai popoli che ne fanno parte”. Lo scrive su Facebook il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi, facendo riferimento a un appello pubblicato sulla rivista Micromega e rivolto ai vertici della Ue e alla Bce.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Prodi, patto di stabilità è stupido
In economia non si possono dare delle leggi aritmetiche
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La sospensione del Patto di stabilità da parte dell’ Ecofin è una mia vendetta personale perché quando ero presidente della Commissione europea dissi che il Patto di stabilità era stupido. In economia non si possono dare leggi aritmetiche. Finalmente dopo 18 anni e una pandemia lo abbiamo capito”. Lo ha detto l’ex premier Romano Prodi, in un’intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei.
“L’Europa – prosegue – purtroppo andrà avanti attraverso le crisi. Il nazionalismo è così forte che o c’è una crisi che ti dimostra che stai sbagliando oppure i singoli Paesi sono troppo egoisti. Non per nulla l’Europa è stata lanciata dopo la Guerra mondiale. Dopo il coronavirus non aboliremo la globalizzazione ma ci sarà un cambiamento verso una semi-autosufficienza regionale cioè tutte le grandi visione economiche, e parlo dell’Europa, dovranno trovare in se stesse una semi-autosufficienza avendo i prodotti base che garantiscano la sicurezza in futuro”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Telefonata Salvini-Mattarella
Ho informato Berlusconi e Meloni del colloquio
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
13:55
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Telefonata “cordiale e cortese” questa mattina tra il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il segretario della Lega Matteo Salvini dopo la richiesta del centrodestra di essere ricevuti dal capo dello Stato. Ne dà notizia la Lega.
“Ringrazio il Presidente per la disponibilità – dice Salvini – e per l’impegno a favorire un’interlocuzione tra il governo e l’opposizione per creare quel clima giusto di una vera collaborazione per il bene del paese e uscire insieme dall’emergenza. Ho informato del colloquio Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi”
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini, stasera c.destra a P.Chigi
Faremo un confronto sulla situazione, non ci mancano idee
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
14:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo la cordiale telefonata del Presidente Mattarella, è arrivata anche quella di Conte, che dopo le nostre sollecitazioni ha invitato le opposizioni di centrodestra stasera alle 19 a Palazzo Chigi per un confronto sulla situazione. Non ci mancano idee, consigli e proposte concrete da portare sui tavoli del governo!”. Lo scrive su facebook il leader della Lega Matteo Salvini.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È morto Carlo Casini, fondatore del Movimento per la Vita. Aveva 85 anni
Avvenire: ‘Tra i protagonisti del cattolicesimo impegnato’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
17:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al termine di una lunga malattia è morto nella sua casa romana Carlo Casini, 85 anni, fondatore del Movimento per la Vita. Lo scrive Avvenire. “Tra i protagonisti del cattolicesimo impegnato nella società, nella cultura e nella politica tra XX e XXI secolo, magistrato, giurista, parlamentare, eurodeputato, promotore di iniziative pubbliche di straordinario rilievo ed efficacia che hanno portato negli anni a una immensa fioritura di bene”, sottolinea il quotidiano della Cei nel ricordarlo. Era nato a Firenze il 4 marzo del 1935.
“A nome di tutto il Family Day desidero esprimere la vicinanza alla famiglia di Carlo Casini, che è morto oggi dopo oltre 40 anni di impegno per la tutela della vita nascente e della maternità. Magistrato, politico e attivista cattolico, le battaglie di Carlo Casini hanno dato tantissimi frutti; dalla Fondazione del Movimento per la Vita italiano alla creazione della rete territoriale dei Centri di Aiuto alla Vita (Cav) che hanno consentito la nascita di oltre 200mila bambini”. E’ quanto dichiara il leader del Family Day Massimo Gandolfini.
“Il suo impegno instancabile e il suo stile di vita e di azione in favore delle famiglie e della vita umana in tutte le sue molteplici forme e dimensioni – afferma in una nota il Forum delle associazioni familiari – continueranno a vivere e a ispirare l’opera di tanti politici, intellettuali, volontari e attori del mondo della Chiesa, della società e della cultura”.
“Oggi ci lascia Carlo Casini, fondatore e guida storica del Movimento per la Vita. Un uomo straordinario che ha dedicato tutta la sua esistenza alla difesa della vita e ha animato un volontariato appassionato, che in oltre 40 anni di attività ha dimostrato con i fatti che è possibile salvare una vita, offrire un’alternativa all’aborto e aiutare le donne ad affrontare la bellissima avventura della maternità. Casini è stato e sarà un esempio da seguire. Alla sua famiglia, al Movimento e a tutti i volontari giungano il mio abbraccio e la mia vicinanza”. Lo afferma la leader di Fdi Giorgia Meloni. VAI ALLA CRONACA VAI ALL’ECONOMIA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Fontana: ‘Chiesto al Viminale se prevale l’ordinanza della Regione o il Dpcm’
Il governatore lombardo: ‘Ho inviato una nota formale al ministro Lamorgese’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
18:50
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho inviato una nota formale al ministro dell’Interno Lamorgese, con la quale ho avuto anche una telefonata prima dell’invio, con la quale chiedo che il ministero esprima il suo parere se si debba applicare l’ordinanza della Regione o il Dpcm”, dove c’è un conflitto, perchè quella della Regione prevede limitazioni maggiori. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Il nostro ufficio legale e i giuristi che abbiamo consultato – ha aggiunto – ci dicono che deve prevalere la nostra ordinanza, ma abbiamo chiesto al ministro perché in questo momento non si deve creare alcun conflitto”. I dati di oggi della Lombardia, aggiunge, “credo che siano abbastanza in linea con quelli di ieri”. E ieri si è registrato un dimezzamento nella regione dei contagi e un calo significativo anche nei decessi.
“Con il governatore Fontana abbiamo collaborato fin dall’inizio, ogni decisione che abbiamo preso è stata valutata insieme, seguendo le indicazioni del comitato tecnico-scientifico. Stiamo facendo tutti degli sforzi straordinari”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in un’intervista a La Stampa. “Dall’inizio dell’emergenza sono aumentati del 50 per cento i posti letto di terapia intensiva su tutto il territorio nazionale, e di oltre il 70 per cento in Lombardia. E nei prossimi giorni aumenteranno ancora. Siamo al fianco dei milanesi, dei lombardi e di tutti coloro che lottano negli avamposti di questa durissima battaglia. E’ una battaglia che riguarda il Paese intero e che va combattuta da tutti, restando uniti”.
“Io non ho mai avuto nessun problema con il Governo, sento i ministri Boccia, Speranza, il Presidente del Consiglio a volte anche due volte al giorno. Ci sono dei problemi che io avrei risolto in modo diverso. Se dicessi che nel momento in cui il Dpcm supera la mia ordinanza io vado al Tar farei una cosa sbagliata e dimostrerei di volere la guerra. Ma io non voglio nessuna guerra”, così il governatore lombardo su Radio 24 rispondendo alla domanda se l’ordinanza emanata venerdì dalla Regione Lombardia e il nuovo decreto del Governo siano sovrapponibili. “Oggi faremo degli approfondimenti e cercheremo di chiarire quale dei due è in vigore. Se dovesse prevale il loro Dpcm ne prendo atto. Con ciò credo di poter legittimamente dire che secondo me era il più giusta la mia ordinanza”.
“Le nuove misure” per ridurre il contagio “che abbiamo adottato sabato sera, le abbiamo decise dopo un lungo confronto con i sindaci, in condivisione con loro che ci chiedevano anche di fare qualcosa in più ma è chiaro che i poteri della Regione arrivano fino ad un certo punto”. Lo ha spiegato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, facendo il punto dell’emergenza Coronavirus in collegamento con la trasmissione Uno Mattina su Rai1. “C’è un’ulteriore stretta sulle attività commerciali, sugli uffici pubblici che non svolgono un’attività essenziale, e sugli studi professionali che non hanno scadenze previste per legge. – ha concluso -. Poi è arrivata quella del governo che su alcune cose dà un’indicazione leggermente diversa ma quello che vale in Regione Lombardia è ciò che è stato approvato dalla Regione”.
“Dobbiamo chiudere davvero, non per finta, ma leggendo l’ultimo decreto del governo ho il timore che tante realtà possano ancora restare aperte”. Così il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, in video conferenza dall’Unità di crisi, dove si è recato nel pomeriggio dopo avere annunciato di essere guarito dal coronavirus. “Sin dall’inizio abbiamo adottato la linea del rigore, perché solo restando a casa si sconfigge il virus – sottolinea il governatore – e invece temo che ci siano ancora troppe eccezioni”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Azzolina, sulla maturità ipotesi al vaglio, anche prova diversa tra classi
Ministro dell’Istruzione: ‘Sulla didattica a distanza no differenze tra nord e sud, la situazione è a macchia di leopardo’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
15:15
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Sulla didattica a distanza ci siamo attivati immediatamente: ci sono aspetti positivi” da parte di quelle scuole che si erano mosse da tempo, anche cogliendo l’opportunità dei finanziamenti messi in campo “e ci sono realtà più deboli a cui abbiamo provato a dare risposta mettendo varie soluzioni in campo. Non è una differenza nord-sud, ma una situazione a macchia di leopardo”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina intervenuta a Tutti in classe a Radio Uno con Paola Guarnieri.
Per quanto riguarda la maturità ogni scuola, ogni classe, si regolerà in base al programma effettivamente svolto? “Non in tutte le prove”, ha risposto Azzolina, aggiungendo: “Stiamo pensando a possibili soluzioni relative al momento in cui si ritornerà a scuola”.  La maturità dovrà “tenere in considerazione cosa gli studenti hanno fatto in questo periodo di didattica a distanza e cosa non hanno fatto”, ha spiegato, rispondendo alla mail di uno studente che diceva che in alcune materie la didattica a distanza nella sua scuola è stata attivata, in altre no.
“Ci stiamo riflettendo, abbiamo già in mente possibili soluzioni che garantiscano agli studenti di fare un esame serio, giusto, in cui non si perda il sapore dell’esame ma devo tutelare gli studenti rispetto agli apprendimenti degli ultimi mesi – ha aggiunto Azzolina – Tuttavia l’esame di Stato riguarda il percorso sviluppato in tutti i 5 anni di studio. Io devo tranquillizzare rispetto a quella parte di programma, da febbraio a giugno, e garantire un esame che sia reale, rispetto alla parte di programma non realizzata. Stessa cosa vale per gli studenti delle medie”.
“L’anno scolastico sarà valido e gli insegnanti hanno la piena libertà di valutare come ritengono; moltissimi lo stanno già facendo, stanno già valutando” grazie alla didattica a distanza “ma io non ho l’ossessione del voto”, l’importante “è stare vicino ai ragazzi che sono smarriti, non hanno più la loro routine, ha proseguito la ministra – Gli insegnanti sono fondamentali dal punto di visto emotivo, soprattutto in quelle zone come la Lombardia in cui l’isolamento e la tristezza si stanno combattendo anche grazie alla scuola; i prof regalano momenti di serenità in momenti tristissimi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Crimi sente Conte: ‘Ok bond Ue ma senza condizionamenti’
Colloquio su emergenza e Mes tra il premier e il capo politico M5S
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
16:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina il premier Giuseppe Conte e il capo politico M5S Vito Crimi hanno avuto un lungo colloquio telefonico. Nel confronto, costruttivo e cordiale – si apprende da fonti qualificate M5S – sono state affrontati dossier come le misure più restrittive adottate e i prossimi interventi di rilancio dell’economia. La telefonata è occasione da per Crimi per ribadire la posizione M5S rispetto ai confronti in corso in Ue: sul Mes la condizione avanzata è quella dell’emissione di bond ma senza condizionamenti. In caso contrario, sarà necessario lavorare ad altri strumenti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: in corso sciopero lavoratori Safilo
Negli stabilimenti di Martignacco e Longarone
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
23 marzo 2020
16:35
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
È in corso uno sciopero di 8 ore dei lavoratori Safilo degli stabilimenti di Martignacco (Udine) e Longarone (Belluno). La protesta è stata indetta ieri in maniera unitaria dalle sigle sindacali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil a seguito della decisione dell’azienda di continuare la produzione in un contesto di emergenza sanitaria come quello attuale. “E’ vero che il codice dell’azienda permetterebbe di lavorare, per l’occhialeria da vista – spiega Andrea Modotto, segretario della Filctem-Cgil Fvg – ma ci sono altre grandi aziende del settore che, alla luce dell’attuale situazione, hanno deciso di chiudere per mettere in sicurezza gli stabilimenti”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Domani call Mise-Mef con sindacati
Videoconferenza convocata dopo lettera leader Cgil Cisl e Uil
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
17:01
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I ministri dello Sviluppo economico e dell’Economia, Stefano Patuanelli e Roberto Gualtieri, si apprende, hanno convocato per domani mattina alle 11 una videoconferenza con Cgil, Cisl e Uil, dopo che i segretari generali Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo hanno inviato loro una lettera chiedendo “con urgenza un incontro” sul Dpcm emanato ieri con le nuove restrizioni anti-Coronavirus. I sindacati ritengono che molte delle attività industriali e commerciali non sospese non siano indispensabili o essenziali e, per questo, chiedono di rivedere l’elenco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fontana,dati in linea con quelli di ieri
Ieri primo dimezzamento della crescita dei contagi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 marzo 2020
15:14
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“I dati credo siano abbastanza in linea con quelli di ieri”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Ieri si è registrato un dimezzamento in Lombardia della crescita dei contagi e un calo significativo anche nei decessi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Papa, si salvi chi può non è soluzione
Sbagliato licenziare per crisi coronavirus, occorre solidarietà
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA’ DEL VATICANO
23 marzo 2020
12:32
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Si salvi chi può non è la soluzione. Più che licenziare bisogna accogliere e far sentire che la società è solidale”. E’ il messaggio di Papa Francesco alle imprese lanciato nel corso del programma spagnolo ‘Lo de Evole’ su La Sexta. Se si parla delle difficoltà delle imprese, legate alla crisi del coronavirus, “ci sono le difficoltà del dipendente, della dipendente, dell’operaio, dell’operaia. Occorre farsi carico di queste realtà”, ha detto il pontefice collegato via Skype con il giornalista catalano suo amico Jordie Evole.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Boccia, perderemo 100 mld al mese
Con Dl per chiusura aziende entriamo in una economia di guerra
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:11
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Con questo decreto si pone una questione che dall’emergenza economica ci fa entrare nell’economia di guerra”. Lo afferma il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dopo lo stop a tutte le attività economiche non essenziali. “Il 70% del tessuto produttivo italiano chiuderà. Se il Pil è di 1.800 miliardi all’anno vuol dire che produciamo 150 miliardi al mese, se chiudiamo il 70% delle attività vuol dire che perdiamo 100 miliardi ogni 30 giorni”, sottolinea il leader degli industrial parlando a Circo Massimo dell’ultimo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Confronto Patuanelli-Gualtieri-sindacati
Videoconferenza convocata dopo lettera di leader Cgil Cisl e Uil
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
18:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I ministri dello Sviluppo economico e dell’Economia, Stefano Patuanelli e Roberto Gualtieri, si apprende, hanno convocato per domani mattina alle 11 una videoconferenza con Cgil, Cisl e Uil, dopo che i segretari generali Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo hanno inviato loro una lettera chiedendo “con urgenza un incontro” sul Dpcm emanato ieri con le nuove restrizioni anti-Coronavirus. I sindacati ritengono che molte delle attività industriali e commerciali che non sono state sospese non siano indispensabili o essenziali e, per questo, chiedono di rivedere l’elenco contenuto nell’allegato del decreto del presidente del consiglio dei ministri.

No votes yet.
Please wait...
Annunci
Summary
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Article Name
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Description
TUTTE LE NOTIZIE DI POLITICA IN TEMPO REALE. TUTTO SULLA POLITICA COSTANTEMENTE APPROFONDITO ED AGGIORNATO
Author
Publisher Name
TECNOLOGIA
Publisher Logo

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.