Cronaca tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Cronaca sempre completa ed aggiornata in un click! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 25 minuti
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:36 DI LUNEDì 23 MARZO 2020

ALLE 09:03 DI MARTEDì 24 MARZO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Finiti posti letto tra Cotugno e Monaldi
Verso saturazione posti terapia intensiva in 2 ospedali città
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
23 marzo 2020 11:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 136 i pazienti ricoverati nelle strutture dell’Azienda dei Colli, di Napoli, tra gli ospedali Cotugno, centro di riferimento regionale per le malattie infettive, e Monaldi. La disponibilità di posti letto, in regime di ricovero ordinario, che comprende anche una quota di sub intensiva, è esaurita, perché quelli disponibili sono attualmente occupati. Dei 136 ricoverati, 127 sono casi confermati di positività al coronavirus, mentre per altri 9 pazienti si è in attesa dell’esito dei tamponi. In Terapia intensiva, al momento sono ricoverate 15 persone, in tutto. Nell’Ospedale Monaldi, si contano altri 6 posti letto ‘liberi’ nel reparto di terapia intensiva.
A breve, al Cotugno saranno attivati nuovi posti letto nella palazzina da poco ristrutturate, per far fronte ai ricoveri in aumento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Unicef raccoglie fondi per l’Italia
Per acquistare mascherine, guanti, camici, termometri e occhiali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vista la “drammatica situazione”, l’Unicef ha deciso “in via eccezionale” di inviare aiuti all’Italia, in particolare maschere chirurgiche, guanti chirurgici e per test, tute e occhiali protettivi, mascherine, camici e termometri. “In supporto del Governo, del Commissario straordinario e della Protezione Civile, che ringraziamo per la collaborazione, verranno individuate strutture sanitarie di aree dove c’è più necessità di avere subito disponibili queste importanti materiali sanitari per contrastare e contenere il diffondersi del Covid-19”. Si tratta di “un primo aiuto concreto, a cui ne seguiranno altri”, ha spiegato il presidente di Unicef Italia Francesco Samengo.
“Ma il nostro impegno continuerà anche con altre iniziative e con il lancio di una campagna di raccolta fondi che ci vedrà impegnati per affrontare questa emergenza nei prossimi mesi. È possibile già da oggi effettuare una donazione tramite il sito web http://www.unicef.it/coronavirus. È una corsa contro il tempo, solo insieme possiamo farcela”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa: ‘Si salvi chi può non è la soluzione’
‘Sbagliato licenziare per crisi coronavirus, occorre solidarietà’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA’ DEL VATICANO
23 marzo 2020
12:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Si salvi chi può non è la soluzione. Più che licenziare bisogna accogliere e far sentire che la società è solidale”. E’ il messaggio di Papa Francesco alle imprese lanciato nel corso del programma spagnolo ‘Lo de Evole’ su La Sexta. Se si parla delle difficoltà delle imprese, legate alla crisi del coronavirus, “ci sono le difficoltà del dipendente, della dipendente, dell’operaio, dell’operaia. Occorre farsi carico di queste realtà”, ha detto il pontefice collegato via Skype con il giornalista catalano suo amico Jordie Evole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: a Mazara ballano in strada
Video spopola sui social, vigili cercano autori per multarli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MAZARA DEL VALLO (TRAPANI)
23 marzo 2020
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Canta che ti passa”, con questo messaggio in decine, uomini, donne e bambini hanno lasciato ieri pomeriggio le loro casa, disobbedendo alle restrizioni del decreto contro il coronavirus, e hanno ballato a distanza di sicurezza in una strada a Mazara del Vallo nel trapanese. Il video delle danze improvvisate sta girando sui social con migliaia di visualizzazioni. In serata la polizia municipale è andata nella improvvisata “pista da ballo” per multare le persone. Ma ormai erano tutte tornate nei loro appartamenti.
“Non appena ieri pomeriggio abbiamo ricevuto il video dove si vedono persone che ballano in strada, ho immediatamente mandato una pattuglia per controllare e multare i trasgressori del decreto per evitare il contagio da coronavirus. Ma arrivati sul posto non abbiamo trovato alcuno”. Lo afferma il comandante della polizia municipale di Mazara del Vallo, Salvatore Coppolino dopo la diffusione sui social di un video che riprende uomini, donne e bambini che ballano per strada. “Stiamo adesso indagando – prosegue il comandante – se questo video sia stato girato effettivamente ieri o nei giorni passati. E su chi lo abbia diffuso”. Dalla strada dove è stato girato il video alcuni abitanti affermano che si tratta “di riprese effettuate nei giorni scorsi”. E una donna lamenta “la cattiveria di chi lo ha diffuso ieri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Cirio ‘sono guarito, vado all’Unità di crisi’
Unica priorità è continuare a lottare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 marzo 2020
12:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono guarito. Ho appena ricevuto l’esito del doppio tampone di verifica ed entrambi hanno dato esito negativo al coronavirus. Ve lo dico mentre mi preparo per correre all’Unità di crisi, perché l’unica priorità è continuare a lottare”. Lo afferma il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che era risultato positivo al coronavirus.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Medico cubano in Italia: “Solo ebola più grave del coronavirus”
“Resteremo il tempo necessario per risolvere l’emergenza”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
13:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Secondo me solo l’ebola era più grave di questo coronavirus”. Ne è convinto Leonardo Fernandez Fernandez, uno dei medici cubani scelti per la missione nell’ospedale da campo di Crema (Cremona), anche per la sua esperienza di emergenze internazionali, fra cui terremoti, tsunami e l’epidemia di febbre emorragica in Liberia.
“Arriviamo qua per aiutare, aiutare e aiutare – ha spiegato il medico intensivista di 68 anni, di Guantanamo, alla vigilia del primo giorno di lavoro al fianco dei colleghi italiani -. Quanto resteremo? Il tempo necessario per risolvere l’emergenza, e lo decideranno lo Stato italiano e quello cubano, che lavorano in piena collaborazione. Ma sono sicuro che vinceremo contro il Covid-19, non ho dubbi. Per ora la difficoltà più grande – ha aggiunto con una battuta – è il freddo, noi siamo abituati a 28-30 gradi, ma supereremo anche questo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, arrivati in Italia 9 aerei russi con aiuti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
13:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono arrivati in Italia tutti i nove aerei russi con macchinari e specialisti per aiutare a contrastare l’epidemia di Covid-19: lo riferisce il ministero della Difesa russo, ripreso dall’agenzia Interfax.
“L’ottavo e il nono aereo da trasporto militare Il-76 delle forze aerospaziali russe con a bordo un gruppo di specialisti militari russi e stazioni mobili per la disinfezione sono arrivati nella base dell’aeronautica italiana a Pratica di Mare”, riferisce il dicastero russo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Luminosa’, voli per trasferire ospiti
Passeggeri trasferiti in alberghi di Roma e Pisa in attesa aerei
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 marzo 2020
13:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ipotesi voli charter per il trasferimento di passeggeri extraeuropei e equipaggio da Costa Luminosa, la nave a bordo della quale si sono registrati casi di coronavirus e da tre giorni in porto a Savona. Secondo quanto si apprende, attualmente i passeggeri a bordo sono 337: 48 sono scesi stamani. Oggi pomeriggio gli ultimi 6 italiani lasceranno la Liguria con i traghetti da Genova per tornare in Sicilia e in Sardegna. E lo faranno altri 92 olandesi I restanti 191 passeggeri verranno trasferiti in autobus in strutture alberghiere a Roma e a Pisa, in quarantena, in attesa di poter rientrare nei loro Paesi con voli dedicati. Per quanto riguarda gli 836 membri dell’equipaggio, una parte saranno rimandati a casa con voli charter in attesa di autorizzazione e nel frattempo andranno in alberghi a Roma e a Pisa. A bordo rimarrà un centinaio di marittimi per la gestione della nave, sotto monitoraggio sanitario. Al termine delle operazioni, la nave verrà sanificata e riormeggiata su altra banchina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Usa donano sistema emergenza mobile
Atterrato a base Usaf Aviano per il Ministero Difesa italiano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AVIANO (PORDENONE)
23 marzo 2020
13:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un C-130 delle forze aeree degli Stati Uniti, decollato dalla base tedesca di Ramstein, ed atterrato nella base Usaf di Aviano, ha trasportato – per la consegna al Ministero della Difesa italiano – un sistema medico mobile e fisso in grado di stabilizzare fino a 40 pazienti En-Route (ERPSS), da impiegare nella lotta al Coronavirus. Il sistema fornisce 10 posti letto e può supportare i pazienti per 24 ore.
‘Italy at Nato’ ha ringraziato in un tweet le autorità Usa: “Profondamente grati ai nostri Alleati americani per il loro immancabile supporto di fronte all’emergenza Covid19”.
Sottolineando l’importanza di “affrontare insieme le sfide” e la necessità di una “risposta comune a questa crisi sanitaria globale”, il Generale Jeff “Cobra” Harrigian, comandant Usafe-Afafrica, ha commentato: “Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri amici italiani, lo U.S. Department of State e l’U.S. European Command, per assicurarci di fornire l’attrezzatura giusta in modo sicuro e tempestivo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fontana,dati in linea con quelli di ieri
Ieri primo dimezzamento della crescita dei contagi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 marzo 2020
15:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I dati credo siano abbastanza in linea con quelli di ieri”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Ieri si è registrato un dimezzamento in Lombardia della crescita dei contagi e un calo significativo anche nei decessi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Napoli al via controlli Esercito
Soldati pattugliano strade per verificare assembramenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
15:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono scattati stamattina a Napoli e in provincia i controlli dell’esercito per il rispetto del decreto contro il coronavirus. Quattro le pattuglie composte da due o tre soldati ognuna impiegate sui diversi turni nell’arco della giornata. I militari dissuadono le persone dallo stare in strada e verificano l’eventuale presenza di assembramenti e gruppi di cittadini. Nel caso ci sia la necessità di verbalizzare comportamenti scorretti si mettono in contatto con la polizia di stato per l’intervento.
A Napoli i controlli dell’esercito soni stati effettuati nel quartiere di Pianura, periferia a ovest di Napoli. Controlli anche nell’area nord e in particolare nel Comune di Marano, mentre un’altra pattuglia dell’esercito è stata assegnata ad Afragola e Acerra, cittadine tra la provincia di Napoli e quella di Caserta. Militari ad Ercolano e ad Ottaviano. In provincia di Caserta controlli dei soldati a Castel Volturno, mentre in provincia di Salerno particolare a Sala Consilina, Polla, Atena Lucana e Caggiano. LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

VAI ALLA POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mascherina a 35 euro, sequestrate 7mila
Taranto, 8 denunce della Gdf. Vendite con aumenti fino al 1500%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
23 marzo 2020
15:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Guardia di finanza di Taranto ha denunciato 8 commercianti per manovre speculative su merci e sequestrato circa 7000 mascherine vendute a prezzi esorbitanti in questo periodo di emergenza legata al coronavirus. I finanzieri hanno analizzato i prezzi praticati sia alle Asl che a soggetti privati nel periodo ante e post crisi sanitaria, con specifico riferimento alle mascherine FFP1, FFP2, FFP3 oltre a quelle chirurgiche. Dai riscontri è stato accertato che la variazione in aumento dei prezzi oscilla tra il 700% e il 1500% circa. Mascherine che nel 2019 venivano acquistate a 50 centesimi, in piena crisi sanitaria sono state proposte in vendita agli enti pubblici a oltre 5 euro il pezzo e ai privati anche a 35 euro. Le mascherine sequestrate, previo accertamento da parte dell’ Asl di Taranto della loro conformità all’utilizzo sanitario, sono state messe a disposizione del Prefetto di Taranto e del Dipartimento di Protezione Civile per i provvedimenti di acquisizione ai fini della distribuzione agli enti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gatto e la volpe, quando la quarantena fa stringere un’amicizia
In Costiera Sorrentina una storia da fiaba in casa della famiglia De Martino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
16:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La volpe Lula passa tutte le sere, come a dire “Restate in casa, tranquilli, vengo io a trovarvi”. E incontra il suo amico gatto, Kimba, una femmina di un anno. Uno sguardo e il contatto attraverso il vetro della finestra che dà sul giardino, con le zampe che si incontrano. Una favola moderna ai tempi del Covid19. Sulle colline di Vico Equense, in costiera sorrentina e proprio nel cuore del Parco Regionale dei Monti Lattari, divampa questa magica amicizia di una volpe con il gatto Kimba della famiglia Sergio De Martino e la sua moglie Laura, “ambientalisti e animalisti” come amano definirsi.
“Lula è venuta a trovarci la prima volta un anno fa – racconta Sergio -. Da allora è tornata spesso. In questi giorni di quarantena tutti le sere, viene anche due volte al giorno. C’è meno gente in giro, e la natura si sta riappropriando dei suoi spazi. Con noi ha acquisito un po’ di confidenza, ma sempre a distanza, con il gatto invece gioca e a volta mangia insieme”.
“È un atteggiamento insolito ma non nuovo. Sempre più spesso – spiega Raffaele Di Palma, un giornalista ambientale originario della zona che ha segnalato la vicenda -. La volpe si avvicina all’uomo in cerca di cibo. Bisogna fare attenzione, perché potrebbe abbassare la guardia e correre dei rischi. Lula è stata ferita nei mesi scorsi, probabilmente da una trappola di bracconieri, purtroppo presenti in zona. Fortuna che ha trovato persone come Sergio e Laura che sono riuscite a curarla. Quindi, cautela, non dare cibo alle volpi, ma di fronte a una storia di amicizia cosi bella, in questi tempi difficili, una favola come questa può fare solo bene”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaky: udienza rinviata al 30 marzo
Amnesty International ‘ragioni non chiare, altro pezzo calvario’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
23 marzo 2020
16:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata rinviata al prossimo lunedì, 30 marzo, l’udienza di Patrick George Zaky, il ricercatore e attivista egiziano, studente del Master Gemma dell’Università di Bologna, detenuto nel Paese di origine ormai da un mese e mezzo. Lo ha scritto su Twitter Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, che raggiunto al telefono ha spiegato: “Ancora non si conoscono le ragioni dello slittamento dell’udienza, ci aspettano altri 7 giorni di attesa.
Un altro pezzettino di calvario. La cosa grave è che Patrick, da innocente, rimarrà un’altra settimana nel carcere di Tora. Un centro di detenzione, per lui che è asmatico, insalubre e sovraffollato”. Alla prossima udienza manca una settimana esatta “noi continueremo a farci sentire – ha aggiunto Noury – lanceremo una ‘Twitter storm’ indirizzata all’autorità egiziane per chiedere la liberazione di Patrick. Troveremo anche il modo di consegnare alle istituzioni locali le 89mila firme che abbiamo raccolto lanciando la petizione su Amnesty.it”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Zaky è asmatico e a rischio, venga rilasciato’. L’appello della famiglia
Nel giorno della nuova udienza sulla scarcerazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
23 marzo 2020
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non sappiamo nulla di Patrick da due settimane e chiediamo il suo immediato rilascio, in quanto soffre di asma ed è a rischio per il Coronavirus”. Lo scrivono i famigliari di Patrick Zaky, lo studente egiziano iscritto a un master dell’università di Bologna e detenuto da un mese e mezzo nel suo Paese. Oggi è in programma un’udienza per discuterne la scarcerazione.
“Oggi è il 45/o giorno da quando Patrick è stato arrestato all’aeroporto internazionale del Cairo, la mattina di venerdì 7 febbraio e da allora è stato trasferito tre volte”, ricordano i familiari in una dichiarazione diffusa dalla pagina Fb ‘Patrick libero’. “Esprimiamo la nostra ansia: da quando il dipartimento dei servizi penitenziari ha avviato le procedure preventive per arginare la diffusione di Covid-19 all’interno del carcere, non sappiamo assolutamente nulla di lui”. Sono infatti state sospese le visite in carcere per dieci giorni a partire dal 10 marzo e poi è stata annunciata la proroga fino a fine marzo. “E non sono state fornite alternative, come ad esempio dare la possibilità di telefonare”.
Per i familiari la sanificazione dei luoghi di detenzione “sta procedendo lentamente e in modo vago” inoltre Patrick “è asmatico, il che lo rende uno dei soggetti più a rischio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tanti auguri Franco Battiato
Il cantautore siciliano a ottobre ha pubblicato il suo ultimo inedito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
16:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tanti auguri Franco Battiato. Il cantautore siciliano compie 75 anni.  Da tempo lontano dalle scene, ha pubblicato il suo ultimo lavoro, un live con l’inedito “Torneremo ancora”, lo scorso ottobre.
Trascendenza, poesia, rapporto con l’Altro e con l’Alto, con mondi visibili e invisibili: nel brano c’e’ tutto questo. Un tema esistenziale sempre presente nella importante produzione del Maestro. Forse un testamento spirituale, un campo spesso battuto dal grande cantautore che manifesta ancora una incredibile potenza espressiva e musicale. La voce, registrata un paio di anni fa, arrangiata da lui e con l’aggiunta degli archi, sempre di suo copyright, ma suonati dalla inglese Royal Philharmonic Concert Orchestra nel maggio scorso. Le altre 14 canzoni proposte, registrate sempre con la Royal in concerti live nel 2017, sono una summa di stampo sinfonico del tanto bello di Battiatoda ‘La Cura’, ‘E ti vengo a cercare’, ‘Le nostre anime’, ‘Come un cammello in una grondaia’, ‘Le sacre sinfonie del tempo’ a ‘Povera Patria ‘, ‘I treni di Touzer’ e ‘Prospettiva Nevsky’.
In questi giorni è stato anche ripubblicato ‘Giubbe rosse’, l’album forse più iconico del Maestro.
Nel lontano 1988 Franco Battiato era ancora uno dei pochissimi cantautori italiani a non aver ancora pubblicato un disco dal vivo. Decise di farlo solo dopo aver terminato una tournee realizzata con tutte le caratteristiche che egli stesso desiderava dal clima tranquillo all’atmosfera che si creava col suo pubblico attento e coinvolto, senza gli isterismi dell’epoca. Questo tour ha toccato città come Parigi al Teatro de la Ville (dicembre 1988) e come Madrid all’Alcalà Palace, per poi terminare al prestigioso Teatro Lirico di Milano per l’apoteosi finale. Giubbe rosse è un capolavoro sia in termini di scelta delle composizioni sia in termini di resa finale all’ascolto. È forse il miglior disco dal vivo di Battiato, a detta di molti critici, testimonianza e pietra miliare del nuovo pop che Battiato porta nelle classifiche negli anni ’80.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema: è morta Lucia Bosè, la musa di Luchino Visconti
Lo annuncia il figlio Miguel su Twitter: “Ora è nel migliore dei posti” scrive. L’attrice aveva 89 anni e secondo i media spagnoli sarebbe morta per il Covid19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
18:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
”Cari amici vi comunico che mia madre Lucia Bosè è appena venuta a mancare”. Lo scrive su Twitter il figlio Miguel Bosè annunciando la morte dell’attrice che aveva 89 anni:

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

La grande diva del cinema, la musa di Luchino Visconti aveva 89 anni. Lucia Bose’ (all’anagrafe Borloni) nasce a Milano nel 1931, a guerra appena finita lavora in una pasticceria ma sente il richiamo della celebrita’ come le tante belle ragazze che la fine della guerra restituisce alla vita. Cosi’, appena sedicenne, prende il pullman per Stresa e si lancia nell’avventura di Miss Italia 1947.
Ne uscira’ con la fascia tricolore della vincitrice e certamente non saranno solo il suo vitino di vespa e le ben tornite misure di seno e fianchi a fare la differenza. C’ entra un sorriso timido e contagioso, una volonta’ di ferro, un profumo di quotidiano che, nella valutazione dei giudici, ricaccia Gina Lollobrigida al terzo posto e la fa primeggiare. Passano appena tre anni e per lei si schiudono le porte di Cinecitta’. Nel solo 1950 le offrono parti da protagonista il maestro indiscusso del cinema popolare neorealista, Peppe De Santis (Non c’e’ pace tra gli ulivi) e l’astro nascente al debutto Michelangelo Antonioni (Cronaca di un amore). Vale la pena di soffermarsi sui due personaggi che interpreta, la timida pastorella ciociara e l’infelice alto borghese Paola, per capire le potenzialita’ naturali dell’attrice: sa adattarsi istintivamente a contesti e partner diversi, a stili di cinema quasi opposti e non perde mai in naturalezza e bellezza.
L’Italia dei set di allora sta laureando una dopo l’altra le miss rivelate dal cinema: oltre alla Lollo, e’ la stagione delle maggiorate: Pampanini, Loren, Mangano, Allasio. E su Lucia Bose’ fioriscono pettegolezzi e flirt piu’ o meno inventati: ”Erano storie inventate – ha detto una volta smentendo tutto o quasi -.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A volte si trattava di piccoli flirt che finivano sul nascere, ma i giornalisti ci ricamavano sopra. Poi arrivavano i paparazzi e creavano situazioni ambigue per vendere le foto”. Lei tira dritto e pensa alla vocazione da star del cinema d’autore: nel ’51 e’ di nuovo agli ordini di De Santis (Roma ore 11), poi di nuovo con Antonioni (La signora senza camelie) che per la prima volta le regala l’alone di mistero insondabile, di ritrosia elegante, di malinconia distante, che saranno la sua cifra espressiva piu’ marcata. A dire il vero Lucia Bose’ lavora instancabilmente e con molti in quei primi anni ’50: Luciano Emmer la promuove fra le Ragazze di Piazza di Spagna (1952), Mario Soldati ne scopre la vocazione per la commedia al fianco di Walter Chiari (E? l’amor che mi rovina, con sceneggiatura di Monicelli e Steno) Giorgio Simonelli la porta nel mondo del neorealismo rosa (Accadde al commissariato).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma nel 1955 la sua carriera prende un altro passo, piu’ europeo e intellettuale: dopo aver ritrovato una matrice antonioniana nel bellissimo Gli sbandati di Francesco Maselli, Lucia Bose’ sbarca in Spagna (Gli egoisti, di Bardem) e poi in Francia (Gli amanti senza domani di Luis Bunuel appena tornato dal Messico).
Per la piccola commessa milanese si schiudono le porte di un mondo piu’ grande: ”Ci conoscemmo a Madrid durante una cena in casa di amici – cosi’ Bose’ ha rievocato il suo primo incontro col mitico torero Dominguin che diviene suo marito l’anno dopo, nel ’56-. Io stavo girando un film. C’innamorammo e venni con lui in Spagna. Il resto lo sanno tutti”. La storia d’amore fece infatti il giro del mondo, scateno’ passioni degne delle teste coronate, fece la felicita’ dei rotocalchi e fini’ malissimo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Lucia rimasero molti amici conosciuti in questa folle gimkana amorosa (primo fra tutti Pablo Picasso che alle corride non mancava mai) e tre figli, a cominciare da Miguel, astro del cinema e della canzone che ancor oggi definisce come ”il mio migliore amico”. Autentico padre padrone, Dominguin obbliga la moglie a lasciare i set e a ritirarsi-. Tornera’, una volta riconquistata la liberta’ a caro prezzo, nel 1968 grazie alla testardaggine del piu’ intellettuale dei registi catalani, Pedro Portabella (Nocturno 29) e poi in Italia coi fratelli Taviani (“Sotto il segno dello scorpione”, 1969). E’ cambiata la donna, e’ mutata l’attrice: Fellini ne fa un’icona solitaria in Satyricon, Bolognini la elegge a sua musa in ben tre film, da Metello al televisivo La certosa di Parma, la cercano Nelo Risi (La colonna infame), Liliana Cavani (L’ospite), Giulio Questi (Arcana) ma anche Marguerite Duras, Jeanne Moreau, Beni Montresor. E’ ormai a tutti gli effetti una gran dama del cinema europeo e forse per questo, dopo Cronaca di una morte annunciata (’87) e qualche altra apparizione, decide per la seconda volta di lasciare la scena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutte le sue energie sono concentrate su un nuovo sogno, una passione: ha acquistato un vecchio mulino, vicino a Segovia e ne ha fatto Il museo degli angeli dedicato all’arte contemporanea. Insieme ai miei tre figli – dice – e’ la cosa piu’ bella che sono stata capace di fare nella mia vita”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: superati i 50mila malati, oltre 7mila guariti – i numeri
Ecco gli ultimi dati diffusi dalla protezione civile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
19:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 7.432 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 408 in più di ieri. L’ha detto il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli durante la conferenza stampa alla Protezione civile. Ieri l’aumento dei guariti era stato di 952.
Superati i 50mila malati in Italia. Sono complessivamente 50.418, con un incremento rispetto a ieri di 3.780: domenica l’incremento era stato di 3.957. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 63.927.
Sono complessivamente 6.077 le vittime di coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 601.
Sono 3.204 i malati ricoverati in terapia intensiva, 195 in più rispetto a ieri. Di questi, 1.183 sono in Lombardia. Dei 50.418 malati complessivi, 20.692 sono poi ricoverati con sintomi e 26.522 sono quelli in isolamento domiciliare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Neve, Toscana codice giallo bassa quota
Per il 24 marzo. Rischio ghiaccio e ancora vento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
23 marzo 2020
16:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un codice giallo dalle ore 18 alla mezzanotte del 24 marzo, per la possibilità di deboli nevicate a quote collinari sull’Alto Mugello e sull’Appennino aretino (Valtiberina e Romagna Toscana), è stato emesso dalla Sala operativa della Protezione civile regionale a titolo prudenziale in relazione alla situazione di emergenza in atto.
In serata i fenomeni potrebbero estendersi, ma con intensità ancora minore, al Mugello e sui rilievi tosco-emiliani. Tra la notte del 23 marzo e le prime ore del mattino del 24, possibili gelate nelle vallate riparate dal vento, in particolare Casentino, Valdarno superiore, Valdichiana, Valtiberina, aree del Fiora e dell’Ombrone Grossetano, bacino del Serchio, Lunigiana. Riprenderà inoltre a soffiare con forza, anche martedì 24, il vento di grecale: il codice giallo, per tutta la Toscana, sarà in vigore dalle 10 alle 20. VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

A Piacenza crematorio in tilt
Arrivano il doppio dei feretri rispetto alla capacità del forno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PIACENZA
23 marzo 2020
16:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il forno crematorio del cimitero di Piacenza è in tilt e un centinaio di bare sono state accatastate nella ‘sala del congedo’. Lo spiega il quotidiano Libertà. I decessi a Piacenza, dall’inizio dell’emergenza coronavirus sono 314 ma il forno alla sua massima capacità può occuparsi al massimo di 12-13 cremazioni al giorno, mentre i feretri che arrivano quotidianamente sono 20-25. “Se non ci verranno concesse deroghe che abbiamo richiesto si rischia il collasso – spiegano i responsabili della struttura – inizialmente abbiamo dato un mano a Bergamo e Brescia, ricevendo salme anche da lì, ma non potremo più farlo: temo, però, che anche limitandoci ai soli piacentini la situazione non migliorerà”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Primi pazienti su nave-ospedale a Genova
Sono quattro trasferiti dall’ospedale Galliera
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 marzo 2020
17:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Primi trasferimenti di pazienti sulla nave-ospedale ormeggiata alla banchina Colombo della Stazione marittima di Genova. Il traghetto Gnv Splendid ospiterà 25 pazienti che dovranno passare la convalescenza in quarantena.
Entro domani da tutti gli ospedali genovesi arriveranno i malati che saranno sistemati nelle ‘stanze’ ricavate nelle cabine singole del ponte 7 della nave trasformate in stanze attrezzate.
I primi quattro pazienti sono arrivati alla nave dall’ospedale Galliera con ambulanze attrezzate con personale protetto. “Se il meccanismo funzionerà come ci aspettiamo – ha detto il dg di Asl3 Bottaro -, aumenteremo gradualmente la copertura di posti letto” che, secondo progetto, potrebbero arrivare a circa 400.
Il progetto della nave ospedale vede coinvolti la compagnia del Gruppo Msc con Rina in collaborazione e con il coordinamento del Servizio sanitario ligure e Protezione civile. A bordo 6 medici, 12 operatori socio-sanitari, 15 infermieri, due psicologi e due fisioterapisti, tutti volontari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maschere snorkeling diventano C-Pap
Progetto ateneo Messina sarà testato in Policlinico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MESSINA
23 marzo 2020
18:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La trasformazione di una maschera da snorkeling, commercializzata da una nota azienda di articoli sportivi, in una maschera C-PAP ospedaliera per terapia subintensiva sarà testata oggi stesso dall’Azienda ospedaliera universitaria nel Policlinico”. Lo ha detto il Rettore di Messina prof. Salvatore Cuzzocrea presentando una ricerca dell’Università di Messina che potrebbe aiutare molto il personal sanitario in quest o complicato momento per proteggersi da eventuali contagi. “Si tratta – ha detto Cuzzocrea – del terzo segno tangibile, dopo la produzione del gel disinfettante e l’apertura di uno sportello di ascolto psicologico, frutto del lavoro delle eccellenze del nostro Ateneo. Ringrazio il Dipartimento di Ingegneria per quanto è riuscito a produrre in pochissime ore, a dimostrazione del fatto che siamo vigili e che il nostro impegno è costante”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Parla il paziente 1: ‘Si può guarire. State a casa’
“La cosa più bella è stato tornare a respirare’. Mattia era ricoverato al San Matteo di Pavia da circa un mese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 marzo 2020
23:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato dimesso dal San Matteo di Pavia Paziente 1, il 38enne di Codogno ritenuto il primo caso accertato di Coronavirus in Italia. Mattia, questo il suo nome, la sera del 19 febbraio era stato ricoverato nel presidio ospedaliero della cittadina del Lodigiano per poi essere trasferito tra il 21 e il 22 in condizioni disperate nella rianimazione dell’ospedale pavese. LE STORIE DELLA PANDEMIA
Lo scorso 9 marzo ha cominciato a respirare autonomamente. ‘Io sono stato fortunato, state a casa’, ha detto in un video trasmesso sulla pagina Fb di Lombardia Notizie. E’ difficile fare un racconto di quanto mi è successo, ricordo il ricovero in ospedale, sono stato 18 giorni in terapia intensiva e poi nel reparto malattie infettive dove ho iniziato ad aver un contatto con il mondo reale e fare la cosa più bella: tornare a respirare”. è quanto ha detto in un video messaggio Mattia, il paziente 1, oggi dimesso. “La prevenzione – ha aggiunto – è indispensabile per non diffondere l’infezione”. “Sono stato molto fortunato perchè sono stato curato”. Lo ha detto Mattia, il paziente 1 dimesso dal San Matteo di Pavia aggiungendo che ora la situazione è critica in quanto non ci potrebbero essere più personale e letti in modo da garantire l’assistenza a tutti i malati di coronavirus. Dopo aver raccomandato la gente a non uscire di casa ha chiesto il rispetto della sua privacy. “Voglio dimenticare questa tragica esperienza e tornare alla normalità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lombardia, primo giorno ricoveri in calo
Gallera, finalmente vediamo una luce in fondo al tunnel
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 marzo 2020
18:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi si conferma il trend in calo, possiamo dire che è il primo giorno positivo, non è il momento per cantar vittoria ma finalmente vediamo una luce in fondo al tunnel”. Lo ha detto L’assessore al Welfare Giulio Gallera, nella diretta Facebook per fare il punto sulla emergenza coronavirus in Lombardia aggiungendo che è il terzo giorno di dati in calo. “Il dato più bello” della giornata – ha aggiunto – è il calo dei ricoveri, dato che è “il primo giorno che questo succede”. Le persone ricoverate oggi sono 9.266, mentre ieri erano 9.439, quindi 173 in meno.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Regione Sicilia, ‘zona rossa’ in 2 paesi
Ad Agira e a Salemi dopo aumento dei contagi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
23 marzo 2020
18:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due comuni siciliani, Agira, nell’Ennese, e Salemi, in provincia di Trapani, da domani diventano “zona rossa”. Lo ha deciso il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, sentiti i due sindaci. Il provvedimento. è spiegato, si è reso necessario dopo che gli uffici delle Asp hanno segnalato ad Agira il contagio di 9 cittadini, di cui 3 deceduti e ulteriori 6 a cui è stato effettuato il tampone e in attesa di risultato; a Salemi la positività di 15 persone e ulteriori 21 in attesa dell’esito del test, oltre a un anziano già deceduto. Fino al 15 aprile ci sarà il divieto di accesso e allontanamento dal territorio comunale e la sospensione di ogni attività degli uffici pubblici, ad eccezione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. Potranno entrare e uscire dal paese solo operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nella assistenza dell’emergenza nonché gli esercenti le attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali alle stesse.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Cirio ‘chiudere tutto, troppe eccezioni’
Governatore Piemonte, solo stando a casa si sconfigge virus
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 marzo 2020
18:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo chiudere davvero, non per finta, ma leggendo l’ultimo decreto del governo ho il timore che tante realtà possano ancora restare aperte”. Così il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, in video conferenza dall’Unità di crisi, dove si è recato nel pomeriggio dopo avere annunciato di essere guarito dal coronavirus. “Sin dall’inizio abbiamo adottato la linea del rigore, perché solo restando a casa si sconfigge il virus – sottolinea il governatore – e invece temo che ci siano ancora troppe eccezioni”.
“Vediamo l’attuazione pratica di questo decreto sulle aziende – aggiunge Cirio -. Capisco che bisogna rallentare ma non spegnere il cuore economico del Paese, ma occorre capire l’effettiva portata del decreto. Ho il timore che il combinato disposto tra codici Ateco e filiere, invevce, tante aziende potranno continuare ad essere operative”. PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: cambia modulo autocertificazione. Arrivano i droni per i controlli
Verso un decreto per inasprire le sanzioni a chi non rispetta le limitazioni sugli spostamenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
00:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cambia di nuovo il modulo per l’autocertificazione dei cittadini che intendono fare spostamenti. Lo prevede una circolare inviata ai prefetti dal capo della Polizia, Franco Gabrielli, alla luce del nuovo decreto del presidente del Consiglio pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale e contenente ulteriori misure contro la diffusione del Coronavirus. Il Viminale cambia il modulo per l’autocertificazione inserendo le modifiche introdotte con l’ultimo Dpcm che ha vietato anche gli spostamenti per il rientro al proprio domicilio.
Nel nuovo modulo il dichiarante deve indicare oltre alla residenza anche il domicilio. Nella prima parte, tra i provvedimenti di cui deve dichiarare di essere a conoscenza, ci sono anche il Dpcm del 22 marzo e l’ordinanza del ministero della salute del 20 marzo “concernenti le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone” nel territorio nazionale. Nel nuovo modulo occorre inoltre indicare da dove lo spostamento è cominciato e la destinazione. Per quanto riguarda i motivi, restano le “comprovate esigenze lavorative”, i “motivi di salute” e la “situazione di necessità”, mentre la voce “assoluta urgenza” sostituisce quella del “rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”, in quanto viene recepito il dpcm del 22 marzo che vieta i trasferimenti da un Comune all’altro. Infine rimane la “situazione di necessità” per spostamenti all’interno dello stesso comune, come già previsto dai Dpcm dell’8 e del 9 marzo. ECCO IL MODULO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Via libera – intanto – all’impiego di droni per “le operazioni di monitoraggio degli spostamenti dei cittadini sul territorio comunale” da parte delle Polizie locali. Lo prevede una disposizione dell’Enac – valida fino al 3 aprile – che consente di derogare ad alcune norme del regolamento sugli aerei a pilotaggio remoto, “nell’ottica di garantire il contenimento dell’emergenza epidemiologica Coronavirus”. Le esigenze di impiego di questi mezzi sono state manifestate “da numerosi comandi delle polizie locali”.
Dovrebbe tenersi martedì alle 15 una riunione del Consiglio dei ministri. Sul tavolo potrebbe esserci anche un decreto per inasprire le sanzioni per chi viola le norme anti-contagio. L’idea al vaglio del governo è inasprire l’ammenda ora prevista, introducendo una sanzione amministrativa, non penale, per chi violi le limitazioni agli spostamenti o le altre disposizioni del dpcm. Si discute, secondo alcune fonti, di una multa che potrebbe essere intorno ai 2000 euro. Ieri le forze di polizia hanno controllato 157.621 persone e 10.326 sono state denunciate. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 53.776, denunciati 158 esercenti e sospesa l’attività di 7 esercizi commerciali. Salgono così a 2.016.318 – informa il Viminale – le persone controllate dall’11 al 22 marzo, 92.367 quelle denunciate per inosservanza degli ordini dell’autorità, 2.155 le denunce per false dichiarazioni; 973.799 gli esercizi commerciali controllati e 2.277 i titolari denunciati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Virus, 69 contagi in casa riposo Sicilia
Il sindaco di Villafrati: paese sta per diventare ‘zona rossa’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
24 marzo 2020
05:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Salgono a 69 le persone positive al coronavirus tra gli assistiti e il personale di una casa di riposo di Villafrati, nel Palermitano.
Altre 53 persone sono risultate infatti contagiate dopo essere state sottoposte al tampone. Un anziano di 90 anni, che era ospite della struttura, è morto ieri nell’ospedale di Partinico, nove sono ricoverati nello stesso nosocomio trasformato in Covid Hospital.
A dare la notizia è stato il sindaco di Villafrati, Francesco Agnello, in una diretta Facebook, annunciando che il paese sta per essere dichiarata ‘zona rossa’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ulteriore stretta su provincia Piacenza
Sospese attività non essenziali e assembramenti in più di due
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
23 marzo 2020
22:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’ulteriore stretta per prevenire i contagi nella provincia di Piacenza. Arriva da una nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, in vigore da domani al 3 aprile. Vengono sospese le attività economiche, ad esclusione di quelle essenziali o di quelle che garantiscano contatti limitati fra le persone applicando rigide misure di sicurezza. E si rafforzano misure per garantire il contenimento e il distanziamento sociale, a partire dal divieto di ogni assembramento con più di due persone, anche rafforzando i controlli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, superati i 50mila malati
Sono morte altre 601 persone, dati in calo ma non è ancora trend
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
19:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Superati i 50mila malati di coronavirus in Italia. Sono complessivamente 50.418, con un incremento rispetto a ieri di 3.780: domenica l’incremento era stato di 3.957. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 63.927. Il dato è stato fornito dal commissario per l’emergenza Angelo Borrelli. Sono complessivamente 6.077 le vittime di coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 601.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fim Fiom Uilm, meno attività o scioperi
29 marzo decideremo come proseguire iniziative, fabbriche sicure
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
19:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La nostra richiesta è limitarsi senza eccezione alcuna alle attività essenziali per ridurre la mobilità dei lavoratori”, quindi “sosteniamo” la richiesta avanzata da Cgil, Cisl e Uil al governo “per attuare tutte le modifiche necessarie. Il 29 marzo verificheremo come proseguire la nostra iniziativa”. Lo affermano i segretari generali di Fim, Fiom e Uilm, Marco Bentivogli, Francesca Re David e Rocco Palombella, in una nota unitaria a proposito delle attività che non sono state sospese nel Dpcm con le ulteriori misure anti-coronavirus. “Per le aziende non ancora sicure e per quelle fuori delle reali attività essenziali”, ricordano che “già venerdì 20 hanno prolungato la copertura dello sciopero nelle aziende metalmeccaniche fino al 29 marzo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: newco parte con 25-30 aerei
Domani incontro per ampliare cassa integrazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
17:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per Alitalia arriva la newco pubblica che partirà con una flotta di 25-30 aerei (un quarto di quella attuale, che è di 113 velivoli), ovvero gli aerei che stanno volando in questo momento di emergenza Covid-19. E’ quanto è stato illustrato ai sindacati, secondo quanto si apprende, nel corso della video call che si è svolta stamattina. Non si è parlato di un piano per lo sviluppo futuro della compagnia, riferiscono le fonti, mentre per la costituzione della newco è stato indicato che servirà qualche mese. Domani è inoltre previsto l’incontro tra Alitalia, sindacati e Ministero del Lavoro per raggiungere un possibile accordo sulla nuova procedura di cigs chiesta dall’azienda. L’azienda ha chiesto di estendere la cassa fino al 31 ottobre per 3.960 dipendenti, di cui 2.785 solo per l’emergenza coronavirus. Già nell’incontro del 17 marzo l’azienda non aveva escluso un aumento di questi numeri: secondo quanto trapela, potrebbe chiederne altri duemila in più, portando il totale a quasi 6 mila.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio in zona rossa a Fondi
Agricoltore ammazzato di botte, conosceva il sospettato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
15:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aggredito e ucciso nella zona rossa di Fondi. La vittima è un agricoltore di 69 anni. I sospetti si sarebbero concentrati su un uomo che, dai primi accertamenti, sembra avesse lavorato per la vittima in precedenza. La posizione del fermato è ora al vaglio degli inquirenti. Da un primo esame esterno del cadavere l’agricoltore sarebbe stato picchiato violentemente fino a causarne la morte. Sull’omicidio indagano i carabinieri di Latina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Alberto Arbasino
Nel Gruppo 63, ha raccontato l’Italia con intelligenza e ironia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto nella notte lo scrittore e giornalista Alberto Arbasino. Ne dà notizia Repubblica, di cui Arbasino è stato uno storico collaboratore, così come de l’Espresso. Tra i protagonisti del Gruppo 63, con una grande produzione che ha spaziato dai romanzi alla saggistica, Arbasino aveva 90 anni. Era nato a Voghera ill 22 gennaio 1930. Si è spento, riferisce al quotidiano romano la famiglia, “serenamente dopo una lunga malattia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Omicidio in campagne ‘zona rossa’ di Fondi, un fermato
La vittima è agricoltore, aggredito durante lite nel suo terreno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
18:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aggredito e ucciso nelle campagne di Fondi, comune nella provincia di Latina diventato da alcuni giorni ‘zona rossa’ per un focolaio di coronavirus. Emilio Magiacomo, un agricoltore di 68 anni, è stato trovato morto nel suo terreno di via delle Molelle. Sul corpo c’erano segni evidenti di percosse. Da un primo esame esterno del cadavere sembra che la vittima sia stata picchiata violentemente, forse anche con un bastone. I sospetti degli investigatori si sono concentrati fin da subito su un uomo, un cittadino pachistano di 44 anni, sottoposto ora a fermo di polizia giudiziaria. Il sospettato è stato rintracciato poco dopo da polizia e carabinieri a Fondi, cittadina da cui è attualmente è vietato entrare e uscire. Sull’omicidio indagano i carabinieri della tenenza di Fondi e i poliziotti del commissariato di zona che stanno cercando di ricostruire il movente del delitto. L’ipotesi è che ci sia stata una lite poi degenerata. Al momento sarebbero due le possibili ricostruzioni al vaglio di chi indaga: che il fermato volesse passare in auto nel terreno della vittima per dirigersi a Itri e che ne sia nata una lite perché l’agricoltore lo avrebbe accusato di rovinare le colture e, l’altra, che il fermato si sia diretto nel terreno di proposito per incontrare l’agricoltore. Forse il pachistano aveva lavorato in passato per il 68enne e magari alla base della discussione potrebbero esserci ragioni economiche.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ansia corre su filo,boom numeri verdi psicologi
Decalogo Ordine Padova per gestione conflitti familiari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
23 marzo 2020
19:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è solo l’ansia, la paura della malattia e della morte, c’è anche l’esplodere dei conflitti e dei disagi delle famiglie problematiche all’ombra della quotidianità domestica del Coronavirus. Lo racconta Fortunata Pizzoferro, vicepresidente dell’Ordine degli psicologi del Veneto, che sta promuovendo una campagna di responsabilità degli enti pubblici e privati per i numeri verdi in questi giorni a favore di chi è colpito da ansie, timori, incertezze e solitudini dovuti all’isolamento forzato.
“I bisogni delle famiglie sono tanti, e non vanno dimenticati in questo periodo in cui incombe l’emergenza da Coronavirus – rivela – Sto seguendo il caso di uno studente padovano di 16 anni che vive in casa con i genitori e un fratello più vecchio, tossicodipendente. E’ un giovane che seguivo prima dell ‘emergenza ma oggi la situazione è peggiorata: all’ansia dovuta al contagio si aggiunge il timore di possibili atti di violenza del fratello più grande sta vivendo vere e proprie crisi di astinenza” . Il 16enne si sente sopraffatto da questa condizione: “non può uscire e distrarsi con attività fisica o studio con gli amici, non può sottrarsi a una condizione famigliare estremamente tesa e complessa – afferma – perché nel caso il fratello più grande diventi violento con lui o con i famigliari sarebbe molto difficile chiamare i soccorsi. Lo psicologo in questo caso diventa l’unico appoggio esterno del paziente, ogni vicenda va conosciuta e indagata”. In questo caso il consiglio è quello “di mantenere i contatti con il mondo esterno via mail, tenere il focus sulle proprie esperienze positive e passioni”.

No votes yet.
Please wait...
Annunci
Summary
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Article Name
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Description
TUTTE LE NOTIZIE DI CRONACA IN TEMPO REALE SEMPRE APPROFONDITE ED AGGIORNATE
Author
Publisher Name
TECNOLOGIA
Publisher Logo

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.