Cronaca tutte le notizie in tempo reale. DA NON PERDERE! SONO SEMPRE AGGIORNATE E COMPLETE! SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 24 minuti
0
(0)
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:54 ALLE 19:42 DI DOMENICA 29 MARZO 2020

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tolentino, ‘Andrà tutto bene’ opera arte
Pittore Grassettini appende dipinto fuori casa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TOLENTINO (MACERATA)
29 marzo 2020 11:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Il mantra “Andrà tutto bene”, disegnato ed esposto sui balconi di tutta Italia, a Tolentino è diventato un’opera d’arte. Il pittore Enzo Grassettini ha realizzato e appeso fuori dalla sua abitazione un dipinto con un arcobaleno che campeggia sul disegno centrale dove è stata riprodotta la Torre degli Orologi, uno dei simboli della città, che viene abbracciata e baciata da un bambino.
Significativo anche lo slogan: “Abbracciando Tolentino ce la faremo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Via da Bergamo per cremazione 350 salme
Comune istituisce numero telefonico per informazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
12:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– In due settimane sono state oltre 350 le salme trasportate fuori della Bergamasca per essere cremate. L’Eco di Bergamo riferisce il dato spiegando che il Comune capoluogo ha messo a disposizione un numero di telefono per i parenti che chiedono informazioni.
“Ogni passaggio, ogni trasferimento – ha assicurato l’assessore ai Servizi Cimiteriali Giacomo Angeloni – è seguito e documentato con appositi registri e atti. Nessuno sarà lasciato solo”.
Dovrebbero essere le pompe funebri a informare i parenti dei defunti ma la situazione è eccezionale: sono passati da cinque, sei funerali al giorno a oltre 30 e il Centro funerario bergamasco che normalmente si occupa di 1300 defunti all’anno ne ha eseguiti più di mille in un mese. Da qui la decisione di mettere a disposizione un filo diretto dal lunedì al venerdì.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa, fermate tutte le guerre
Poi lancia appello su carceri sovraffollate, ‘evitare tragedia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CITTA’ DEL VATICANO
29 marzo 2020
12:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Papa chiede di fermare tutte le guerre in questo tempo di pandemia e creare corridoi per gli aiuti umanitari. Francesco rilancia l’appello del Segretario Generale Onu per un “cessate il fuoco globale e immediato in tutti gli angoli del mondo”. “L’attuale emergenza per il Covid-19 – ha sottolineato il Papa all’Angelus – non conosce frontiere”. Poi ha lanciato un appello per evitare tragedie nelle carceri sovraffollate. “Il mio pensiero va in modo speciale a tutte le persone che patiscono la vulnerabilità per essere costrette a vivere in gruppo” come nel caso delle “case di riposo o caserme”. “In modo speciale vorrei menzionare le persone nelle carceri. Ho letto un appunto ufficiale della Commissione dei diritti umani che parla del problema delle carceri sovraffollate” che con la pandemia del coronavirus “potrebbero diventare una tragedia”. occorre “prendere le misure necessarie per evitare” queste tragedie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, le notizie della giornata
La cronaca dall’Italia e dall’estero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 marzo 2020
16:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16:10 – Fauci: “Negli Usa temiamo fino a 200.000 morti” – Negli Stati Uniti si temono  “milioni di casi” di coronavirus e “fra i 100.000 e i 200.000 morti”. Lo afferma Anthony Fauci, il maggiore esperto americano di malattie infettive, in un’intervista con la Cnn, sottolineando comunque che è difficile fare previsioni perché è un “target in movimento”. “Da quello che vediamo ora, direi che ci potrebbero essere 100.000-200.000 morti”, dice Fauci aggiungendo che si temono “milioni di casi”.
16:03 – Positivo un operaio dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto – E’ risultato positivo al coronavirus l’operaio dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto, addetto agli impianti di ossigeno (reparto Pgt), che venerdì notte, mentre era in servizio in fabbrica, è stato colto da malore ed ha avvertito sintomi riconducibili al Covid-19. Lo si apprende da fonti dell’Asl di Taranto. Il lavoratore venerdì notte era stato riaccompagnato a casa in taxi. E ieri sera, dopo ore di isolamento domiciliare durante le quali accusava uno stato febbrile, è stato trasportato nel reparto Malattie infettive dell’ospedale Moscati, uno dei centri Covid della Puglia. Il tampone ha dato esito positivo. Ora si dovrà sottoporre al test anche chi ha avuto contatti con l’operaio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15:41 – L’esperto: “Ora la nuova frontiera è il Sud, attrezzarsi” – Il Sud Italia “è ora la nuova frontiera rispetto all’epidemia da Covid-19. Per ora ci sono focolai più ristretti, ma bisogna prepararsi per tempo al peggio e al rischio di un’ondata”. Lo afferma il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco, sottolineando che le Regioni meridionali possono far tesoro dell’esperienza del Nord. Le attuali misure di rigore ed isolamento, aggiunge, “saranno necessarie ancora per settimane, ma quando si avrà la riapertura del Paese, sarebbe opportuno effettuarla gradualmente per quanto riguarda le aziende, sulla base
dell’utilità sociale delle produzioni”.
15:26 – Quasi 20.000 casi in Gran Bretagna, i morti salgono a 1.228 – Sale a quasi 20.000 (19.522) il totale diagnosticato dei contagi da coronavirus nel Regno Unito, concentrati soprattutto in Inghilterra e a Londra, circa 2.500 in più del dato diffuso ieri, mentre i morti censiti passano da 1.019 a 1.228. Lo rende noto il ministero della Sanità britannico nel suo aggiornamento quotidiano. L’incremento dei decessi cala tuttavia dai +260 registrati ieri ai +209 delle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14:48 – Genova, morto componente dell’equipaggio della Msc Opera – E’ morto la notte scorsa il membro dell’equipaggio della nave da crociera Msc Opera che era stato ricoverato perché affetto da coronavirus. Il decesso è avvenuto all’ospedale Galliera, a Genova. La nave, da giorni in porto con il solo equipaggio composto da 166 membri, è stata già dichiarata dalla Sanità marittima “contaminata”. “Domani – ha fatto sapere l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – tutte le persone a bordo saranno sottoposte a tampone e i negativi saranno rimpatriati o trasportati ai loro domicili”. A Genova si trova anche la Msc Splendida, con 4 persone in isolamento precauzionale, sempre parte dell’equipaggio.
14:15 – Dpcm, nel 2020 fondo Comuni da 6,5 miliardi – Il fondo di solidarietà comunale per l’anno 2020 è di 6.199.513.364,88, integrato di 332.031.465 milioni “derivanti dall’ulteriore quota dell’Imu di spettanza dei comuni”: in totale, oltre 6,5 miliardi. Lo si legge nel Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte e dai ministri dell’Economia e dell’Interno. Ai Comuni – si legge ancora – i fondi sono erogati “in due rate entro i mesi di maggio e ottobre 2020, di cui la prima pari al 66%, comunque nei limiti della disponibilità di cassa”, pari dunque a circa 4,3 miliardi come annunciato dal governo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14:14 – Negli Usa 124.686 casi, 2.191 morti – I casi di coronavirus negli Stati Uniti sono 124.686 e i morti 2.191: è quanto emerge dai dati della John Hopkins University.
13:19 – Iss, in nessun caso usare terapie fai da te – In nessun caso è giustificabile il ricorso a terapie ‘fai da te’ per il trattamento del Covid-19. Lo afferma Patrizia Popoli, direttrice Centro Nazionale Ricerca e Valutazione Preclinica e Clinica dei Farmaci dell’Iss. “Tutti i farmaci hanno degli effetti collaterali più o meno gravi, e l’automedicazione comporta rischi ancora più gravi quando si usano farmaci non autorizzati. In caso di acquisti online, poi – avverte – tali rischi sono moltiplicati perché i farmaci potrebbero essere contraffatti”.
12:50 – Circa 4mila infermieri contagiati in Italia – Tra gli infermieri “c’è il maggior numero di operatori sanitari positivi al nuovo coronavirus: circa 4mila. Tra gli infermieri c’è chi muore di Covid-19 per assistere ed essere vicino ai pazienti, ma lo fa comunque senza il minimo tentennamento”. Lo afferma Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), sottolineando che 9.448 infermieri hanno risposto “ci sono” alla chiamata della Protezione civile, quasi venti volte di più della richiesta. Ora, aggiunge Mangiacavalli, “ci auguriamo anche che i 500″ infermieri che rientreranno nel bando, così come tutti gli altri già in prima linea, possano avere le necessarie tutele (dispositivi di
protezione individuale, tamponi ecc.) per non dover mai cedere al virus e perché la loro salute sia tutelata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
12:27 – Africa, quasi 4.000 casi, 117 morti – Sono circa 4.000 i casi di coronavirus in tutta l’Africa e 117 le persone morte. Con 1.187 contagiati, la nazione con il maggior numero al momento è il Sudafrica, dov’è stato imposto da tre giorni il
lockdown e medici dell’esercito sono stati chiamati a fronteggiare l’emergenza. Misure restrittive anche in Zimbabwe, dove al momento ci sono 7 casi e un morto: da domani comincerà un periodo di isolamento per la popolazione di tre settimane. E in Ghana, dove le due principali città Accra e Kumasi saranno poste in lockdown per due settimane. Intanto, in Mali oggi si vota per il rinnovo del Parlamento, nonostante le proteste dell’opposizione che chiedono di rinviare la consultazione dopo che ieri è stata registrata la prima vittima da Covid-19.
12:14 – Il Papa all’Angelus: “Fermate tutte le guerre” – Il Papa chiede di fermare tutte le guerre in questo tempo di pandemia e creare corridoi per gli aiuti umanitari. Francesco rilancia così l’appello del segretario generale dell’Onu Antonio Guterres per un “cessate-il-fuoco globale e immediato in tutti gli angoli del mondo”. “L’attuale emergenza per il Covid-19 – ha sottolineato il Papa all’Angelus – non conosce frontiere. Mi associo a quanti hanno accolto questo appello ed invito tutti a darvi seguito fermando ogni forma di ostilità bellica”.
11:59 – In Iran 2.640 morti, oltre 38.300 contagiati – Il bilancio dei morti ufficiali per coronavirus in Iran sale a 2.640, con un incremento di 123 nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il portavoce del ministero della Sanità di Teheran, che registra anche 2.901 persone risultate positive al tampone, che fanno salire il totale dei contagiati confermati nel Paese a 38.309. Le persone guarite, annuncia il governo, è di 12.391.
11:49 – In Spagna oltre 6.500 morti, +838 in 24 ore – La Spagna ha superato i 6.500 morti per coronavirus, con un incremento di ben 838 decessi in sole 24 ore: cifra quest’ultima che costituisce un nuovo record sebbene di soli sei casi in più rispetto a quello di ieri. Lo comunica il bollettino aggiornato del quotidiano El Pais, che registra 78.797 contagi accertati con 4.907 persone in terapia intensiva e 14.709 guariti nel Paese.
11:42 – Boccia: “A breve superata la crisi delle mascherine” – “I ministri Di Maio e Guerini hanno fatto un lavoro straordinario, Esteri e Difesa stanno lavorando a tempo pieno per assicurare l’arrivo di mascherine da tutto il mondo. Abbiamo ordinato oltre 150 milioni di mascherine dalla Cina: le prime sono già arrivate e ora arriveranno ogni settimana. Sono sicuro che per quanto riguarda i dispositivi personali, nel giro di alcuni giorni la crisi sarà sicuramente superata. Durante un’emergenza, uno Stato ha la forza di acquistare in giro per il mondo ed è una forza che non hanno le Regioni”. Lo ha detto a Sky Tg24 il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia. Sulle terapie intensive “una parte consistente del Paese oggi è abbastanza in sicurezza – ha spiegato poi Boccia – Siamo partiti con l’organizzazione delle Regioni a 5.324 posti in Italia di terapia intensiva un mese fa, oggi siamo già quasi a 9.000: sono quasi raddoppiate. Nel giro di una settimana saremo al 100% e lo abbiamo fatto grazie al contributo dello Stato”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
11:35 – Boccia: “Le misure in scadenza il 3 aprile saranno allungate” – “Le misure in scadenza il 3 aprile inevitabilmente saranno allungate. I tempi li deciderà, come è sempre accaduto, il Consiglio dei ministri sulla base di un’istruttoria che fa la comunità scientifica. Penso che in questo momento parlare di riapertura sia inopportuno e irresponsabile. Tutti noi vogliamo tornare alla normalità, ma prima dobbiamo riaccendere un interruttore per volta”. Lo ha detto a Sky Tg24 il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia.
11:21 – Speranza: “Siamo nel pieno dell’epidemia, manteniamo alta la guardia” – “Siamo ancora nel pieno dell’epidemia. Sarebbe un grave errore abbassare la guardia proprio ora”. Lo dichiara il ministro della Salute Roberto Speranza. “Si finirebbe – afferma il ministro – per vanificare quanto fatto fino ad oggi. I sacrifici di queste settimane sono seri. Gli epidemiologi affermano che si vedono i primi effetti del contenimento. Non siamo però ancora al cambio di fase. Servirà – avverte – tempo e gradualità”.
11:11 – Task force Mef-banche per l’attuazione rapida del Cura-Italia – Mef, Banca d’Italia, Abi e Mediocredito centrale (Mcc) hanno costituito una task force per assicurare l’efficiente e rapido utilizzo delle misure di supporto alla liquidità adottate con il Dl Cura-Italia. Lo si legge in una nota congiunta in cui si ricorda che nel Decreto è prevista una moratoria fino al 30 settembre per i prestiti per le micro-imprese, le Pmi, i professionisti e le ditte individuali, mentre l’operatività del Fondo di garanzia per le
Pmi, gestito dall’Mcc, è stata potenziata e ampliata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10:49 – Allarme di Confesercenti: persi 18 miliardi di ricavi – “Le imprese italiane sono ormai senza liquidità: il lockdown disposto per contenere i contagi ha portato ad una caduta insostenibile dei ricavi, con una perdita quantificabile in circa 18 miliardi di euro, di cui 11,5 a carico delle imprese del commercio, del turismo e della ristorazione”. E’ l’allarme lanciato da Confesercenti, secondo cui “per arginare questo shock è necessario agire sulla leva del credito, ma i meccanismi di agevolazione ai prestiti messi in campo dal Cura-Italia non stanno funzionando”. L’emergenza sanitaria da coronavirus, afferma l’associazione dei commercianti, “è arrivata in una situazione già difficile: solo lo scorso anno, lo stock dei prestiti alle imprese è diminuito di circa 16 miliardi di euro. E il prosciugamento della liquidità causato dal lockdown è destinato a peggiorare: già adesso, su base annua, è plausibile attendersi una contrazione dei consumi delle famiglie di circa 30 miliardi di euro”.
8:24 – Johns Hopkins University: oltre 30.000 morti nel mondo – Nel mondo le persone ufficialmente decedute a causa del coronavirus hanno oltrepassato quota 30.000, un terzo delle quali nella sola Italia, arrivando a 30.848, secondo il conteggio aggiornato della Johns Hopkins University, che piazza la cifra globale dei contagi accertati a quasi 665.000, con in testa gli Stati Uniti (124.665). Il contatore dell’Università americana piazza il numero globale di guariti ad oltre 140.200, 12.384 dei quali in Italia, seconda in questa classifica solo alla Cina (oltre 75.500 guariti).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
6:45 – Cina, 44 casi importati e uno interno – La Cina ha registrato sabato 45 nuovi casi di contagio da coronavirus, di cui 44 importati e uno nella provincia dell’Henan. Secondo la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), le infezioni di ritorno sono salite a 693, divenendo fonte di preoccupazione per Pechino dopo l’apertura progressiva dell’Hubei e del suo capoluogo Wuhan, focolaio della pandemia, perché aree a “nuove infezioni azzerate”. I decessi sono 3.300 (+5, tutti nell’Hubei). I casi totali sono 81.439, di
cui 2.691 sotto trattamento medico e 75.448 guariti.
5:40 – Corea del Sud, i nuovi casi scendono a 105 – La Corea del Sud ha registrato 105 nuovi casi di contagio da coronavirus (dai 146 di venerdì), di cui la metà importati, mentre i dimessi dagli ospedali sono stati 222, a 5.033, per un tasso di guarigione al 52,52%. In base agli ultimi aggiornamenti riferiti a sabato dalla Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), i decessi sono aumentati a 152 (+8), mentre le infezioni importate sono salite a 412 sul totale di 9.583 casi complessivi.
4:51 – Canada, guarita la moglie del premier Trudeau – Sophie Gregoire Trudeau, moglie del primo ministro del Canada, ha annunciato di essere guarita dal coronavirus. “Mi sento molto meglio”, ha scritto in un lungo messaggio su Facebook nel quale ringrazia i sanitari, ricorda quanto il periodo sia complesso e rimarca le difficoltà nello stare soli. “La distanza fisica necessaria in questo momento per proteggerci reciprocamente – conclude – dovrebbe incoraggiarci a creare una maggior vicinanza emotiva. Seguiamo i consigli dei medici, non usciamo”.
1:31 – Trump: “Non necessaria la quarantena per New York” – Una quarantena per gli Stati di New York, New Jersey e Connecticut “non sarà necessaria”. Lo twitta Donald Trump. “Ho chiesto al Centers for Disease Control and Prevention di emettere un forte travel advisory, che sarà amministrato dai governatori” di New York, New Jersey e Connecticut “in consultazione con il governo federale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23:47 – Negli Usa oltre 2.000 morti, 121.117 casi – I morti per coronavirus negli Stati Uniti superano quota 2.000: secondo i dati della Johns Hopkins University, sono 2.010. I casi accertati sono 121.117.
23:21 – Gualtieri: “Ora la Commissione Ue lavori davvero a ogni opzione” – “Prendiamo atto del chiarimento fornito dalla presidente della Commissione europea von Der Leyen rispetto alle parole sbagliate sui coronabond. Ora la Commissione lavori davvero a tutte le opzioni possibili, nessuna esclusa. Non c’è tempo da perdere”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.
23:13 – Speranza: “In 9.448 per il bando per infermieri” – “L’Italia ha un cuore grande. Ne sono orgoglioso. Si è appena chiuso il bando della Protezione civile per 500 infermieri disposti a lavorare sul campo per combattere il nuovo coronavirus. Hanno partecipato 9.448 donne e uomini, di ogni età e di ogni regione. Grazie. Insieme ce la faremo”. Lo scrive su Fb il ministro della Salute Roberto Speranza.
21:42 – Egitto, un italiano fra i 6 morti di ieri – “Un italiano di 73 anni” è fra le sei persone di cui è stato annunciato ieri il decesso in Egitto per coronavirus. E’ quanto emerge da un post della pagina Facebook del ministero della Salute egiziano che fornisce il bilancio odierno. “Sei morti fra cui un italiano di 73 anni e cinque egiziani tra i 57 e i 78 anni di età dei governatorati del Cairo, Damietta, Minya e Port Said”, informa il dicastero indicando in 40 il numero dei nuovi casi di Covid-19 nel Paese i quali portano il totale a 576. I decessi sono ora 36 e le guarigioni 121.
21:39 – Von der Leyen: “Spazio fiscale per i nuovi strumenti limitato” – “Il Consiglio europeo ha incaricato l’Eurogruppo di presentare proposte entro le prossime settimane. La Commissione parteciperà a tali discussioni e sarà pronta a fornire assistenza, se sostenuta dall’Eurogruppo. Ciò è necessario poiché lo spazio fiscale per i nuovi strumenti è limitato, poiché siamo nell’ultimo anno del Mff”. Così la presidente della Commissione Ue von der Leyen. “Parallelamente, la Commissione sta lavorando a proposte per la fase di recupero nell’ambito dei trattati esistenti”.
21:34 – Von der Leyen: “Non esclusa nessuna opzione nei limiti del Trattato” – “In questo momento, la Presidenza non esclude alcuna opzione entro i limiti del Trattato”. Così la presidente della Commissione Ue von der Leyen. “Come primo passo stiamo lavorando a una piena flessibilità dei fondi esistenti, come i fondi strutturali. Ciò fornirà supporto immediato. Per garantire il recupero, la Commissione proporrà modifiche alla proposta del Mff (il bilancio Ue pluriennale) che consentiranno di affrontare le conseguenze della crisi coronavirus”, aggiunge la nota della Commissione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: in 7 in 60mq con contagiato
Smi, molti casi simili, urgono strutture per quarantena
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
29 marzo 2020
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Sette persone in un appartamento di due vani e un solo bagno: è la situazione che si è presentata ieri ai medici impegnati a soccorrere, nel rione San Paolo di Bari, un paziente contagiato dal Coronavirus, il nonno di una famiglia numerosa. Nella piccola abitazione nel rione periferico della città vivono insieme bisnonna, nonno e nonna, la figlia di questi ultimi e suo marito, e i loro due figli minorenni. Sette persone in circa 60 metri quadri e con un caso di contagio accertato. “Si è posto subito il problema di come assistere il paziente evitando che tutta la famiglia possa essere contagiata”, spiega Ludovico Abbaticchio, presidente nazionale del sindaco dei medici di base (Smi). “Situazioni come queste – prosegue – ce ne sono diverse in tutta Italia. È allora urgente trovare strutture, penso ad alberghi o caserme dismesse, per garantire la quarantena di persone che vivono in situazioni dove non viene garantito l’isolamento”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid-19: Oasi Troina,19 medici esercito
Per assistere disabili e personale, già 70 le persone contagiate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TROINA (ENNA)
29 marzo 2020
13:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Sono 19 i medici dell’esercito italiano attesi a Troina, nell’Ennese, tra oggi e domani, per supportare gli operatori sanitari dell’Istituto ricerca e cura a carattere scientifico ‘Oasi Maria Santissima’ dove, al momento, sono presenti 70 persone positive al Covid-19: 45 ospiti della struttura che assiste disabili mentali gravi e 25 operatori. Oggi arriveranno i primi 7 sottufficiali medici, domani mattina arriveranno altri 9 sottufficiali e 3 ufficiali medici. Ad annunciarlo, il sindaco Fabio Venezia: “Desidero ancora una volta ringraziare il ministro della Difesa Lorenzo Guerini – afferma il primo cittadino dell’Ennese – per aver accolto con tempestività la nostra richiesta e per l’attenzione dimostrata per la grave emergenza che stiamo vivendo a Troina”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: morti 2 anziani casa riposo
Bucine, erano positivi al Covid19. Sindaco, deceduti nella notte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BUCINE (AREZZO)
29 marzo 2020
14:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Sono morti due anziani, positivi al Covid-19, ricoverati alla Rsa di Bucine (Arezzo) dove un altro ospite è deceduto alcuni giorni fa in ospedale, circostanza che fece rilevare altri 30 soggetti positivi tra ospiti e personale. I due deceduti sono un 81enne e un 92enne, entrambi di Cavriglia, e facevano parte dei 23 pazienti del ‘piano zero’ positivi al coronavirus rimasti ricoverati nella casa di riposo. La conferma arriva dal sindaco di Bucine, Nicola Benini: “Con grande dispiacere devo comunicare che nella notte sono venuti a mancare due degenti della Rsa di Bucine, anch’essi contagiati dal Covid-19 – annuncia -. Si tratta di due uomini di 81 e 92 anni. Ai parenti ed amici dei due defunti le più sentite condoglianze da parte dell’amministrazione e di tutta la comunità di Bucine”. LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO LEGGI TUTTO SULL’ECONOMIA LEGGI TUTTO SULLA POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid-19:compie 100 anni, festa virtuale
In reparto Policlinico Messina collegata familiari con un tablet
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
29 marzo 2020
14:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Ha compiuto 100 anni una delle pazienti ricoverate al Covid Hospital del Policlinico “G.
Martino” di Messina, affetta da coronavirus. Il personale del padiglione H ha organizzato, usando i tablet donati da un’azienda e messi a disposizione dei pazienti, una videochiamata affinché la signora ricevesse gli auguri dai propri familiari. Il figlio, la nuora e i nipoti si sono virtualmente stretti attorno alla donna in un momento di grande emozione anche per il personale del reparto. La paziente, nata a Capizzi, era una degli ospiti della casa di riposo “Come d’incanto”, da dove domenica scorsa è stata trasferita in ospedale. “La signora – afferma il direttore generale dell’azienda ospedaliera Giuseppe Laganga – rappresenta il simbolo dei nostri sforzi per contrastare l’epidemia. Una battaglia in cui non intendiamo lasciare indietro nessuno, nella quale non vogliamo nemmeno prendere in considerazione ipotesi, come quella secondo cui dovremmo essere costretti a scegliere chi salvare e chi no”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendio al Palagiustizia, monitor saltato per qualche secondo
Ipotesi calo di tensione e cortocircuito intorno alle 23 di venerdì
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
14:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ diventato nero per qualche secondo, intorno alle 22:55 di venerdì 27 marzo, il monitor dedicato alle immagini delle telecamere del settimo piano del Palazzo di Giustizia, a Milano, dove ieri si è sviluppato un incendio che ha devastato la cancelleria centrale dei gip e ha provocato ingenti danni ai piani superiori della cittadella. Un elemento che fa propendere gli investigatori verso l’ipotesi del corto circuito, causa di un calo di tensione che avrebbe appunto fatto saltare l’immagine per una manciata di secondi.
Sono in tutto una trentina le telecamere posizionate al settimo piano del Tribunale, mentre l’addetto alla control room ha il compito di visionare contemporaneamente circa 200 piccoli monitor, posizionati su una decina di schermi. Inoltre, è stato spiegato, non sono più di tre gli addetti alla sicurezza che lavorano di notte per controllare il Tribunale, non solo all’interno del Palazzo di via Freguglia (7
piani più un piano interrato), ma anche nel circuito esterno e nella sede dei giudici di pace, in via Francesco Sforza.
Da quanto si è apprende, l’ultima ronda da parte dell’addetto alla sicurezza, al settimo piano, è stata fatta intorno alle 22:30.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ scontro Boccia-Regioni sull’emergenza
Fontana, parole inopportune. Caparini, governo incapace
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
14:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Non sono piaciute in Lombardia le parole del ministro degli Affari regionali Francesco Boccia secondo cui “se non ci fosse lo Stato non ci sarebbe quasi nulla”. Il presidente della Lombardia Attilio Fontana le ha definite “avventate e inopportune”, prima di trovarsi con il ministro all’aeroporto di Verona per accogliere un contingente di sanitari albanesi diretti all’ospedale di Brescia. Molto più deciso l’assessore al Bilancio Davide Caparini. “La Lombardia – è sbottato – sta uscendo dalla crisi malgrado questo governo incapace di gestire l’ordinarietà, figuriamoci l’emergenza”. Noi “ci siamo procurati tutto da soli”. “Spero che quello del ministro sia stato uno scivolone o un’uscita infelice La Regione Veneto sta comprando mascherine, sta facendo quello che deve fare”, afferma il governatore del Veneto Luca Zaia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo in palazzina a Lecco, morta anziana
Intossicate la badante e una vicina di casa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
14:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Una donna è morta e altre due persone sono rimaste intossicate in un incendio sviluppatosi la scorsa notte in una palazzina di via Bicocca a Lecco. La vittima è un’ottantenne e il rogo dovrebbe essere stato originato da cause accidentali, forse per un mozzicone di sigaretta.
Le fiamme si sono sviluppate al primo piano della palazzina, in base ai primi accertamenti il mozzicone sarebbe finito sul divano. L’immediato intervento dei Vigili del fuoco non è bastato per salvare l’anziana, Carla Bartesaghi. La badante ucraina che dormiva nella stanza accanto è stata portata per una grave intossicazione all’ospedale Niguarda di Milano. La terza persona intossicata, ma in maniera meno grave, è la vicina che viveva al piano superiore ed è stata ricoverata a Erba (Como) in condizioni non preoccupanti. La famiglia che abita a pian terreno, non ha subito conseguenze fisiche ed è rientrata nell’appartamento. Sono in corso indagini sull’accaduto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Viminale, oltre 5mila denunciati in un giorno
203 mila persone controllate ieri, oltre 3 milioni dall’11 marzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 marzo 2020
14:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 5mila le persone denunciate in un solo giorno per aver violato le disposizioni previste dai decreti per l’emergenza coronavirus. Dai dati del Viminale emerge che sono state controllate complessivamente 203.011 persone e di queste 4.942 sono state denunciate per non aver rispettato i divieti di spostamento, 142 per false dichiarazioni e 49 per aver violato la quarantena.
I controlli relativi alle attività commerciali sono stati invece 84.941 e hanno portato alla denuncia di 151 titolari e alla chiusura di 22 attività. Dall’11 marzo a ieri, infine, sono state controllate complessivamente poco più di 3 milioni di persone (3.069.879) e 1.419.869 esercizi commerciali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Medico pianista suona Queen in ospedale
Esibizione nella struttura di Varese dopo il turno in reparto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
18:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Suscita emozione sul web l’esibizione di un medico della Medicina ad alta intensità dell’Ospedale di Circolo di Varese che, alla fine del suo turno nel reparto Covid, si è esibito al pianoforte nella hall, suonando un paio di canzoni dei Queen, fra cui Don’t Stop Me Now. E ‘non fermiamoci’ è diventato il messaggio della Asst dei Sette Laghi che ha pubblicato il video sulla propria pagina Facebook. Il medico pianista, in divisa e mascherina, è Christian Mongiardi, giovane ecografista che l’altro pomeriggio, sceso con due colleghi per mangiare un panino, ha trovato lo spaccio chiuso e si è seduto al pianoforte, donato pochi mesi fa una onlus. Quando il video si è diffuso Mongiardi era contrariato. Ma il suo primario, Francesco Dentali, lo ha convinto: “Gli ho detto che era una cosa bella e avrebbe dato morale a tutti noi e a tutte le persone che hanno parenti e amici ricoverati per il Covid in questo periodo difficile”:

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Costa Luminosa, luci per grazie a Savona
Gesto di distensione dopo le polemiche con il sindaco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAVONA
29 marzo 2020
15:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– “Grazie SV”. La scritta, composta lasciando accese le luci in alcune cabine selezionate della nave, è comparsa ieri sera sulla fiancata di Costa Luminosa, ancora attraccata a Savona. La compagnia ha voluto così ringraziare la città in cui ha il suo home port per l’accoglienza e il supporto sanitario dato ai malati di Coronavirus che erano a bordo della nave tra ospiti e equipaggio. Un gesto di distensione che si aggiunge alla donazione di 40 mila mascherine all’ospedale San Paolo, dopo che nei giorni scorsi si era arrivati quasi allo scontro con il sindaco Ilaria Caprioglio che chiedeva la partenza immediata della nave e le scuse della compagnia per alcune presunte frasi pronunciate da esponenti del gruppo Costa Crociere con cui sarebbe stata rimarcata l’ostilità della città verso la presenza della nave.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L. Orlando,attenti a rabbia e sciacalli
Sindaco Palermo,rischio infiltrazione mafia subito fondi governo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
29 marzo 2020
15:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– “C’è una emergenza sociale, ci sono sacche di sofferenza con il rischio che il disagio diventi rabbia e la rabbia si trasformi in violenza. E in questo clima è evidente che si possono annidare gli sciacalli sulle chat e su Facebook, una piccola minoranza che però rischia di creare un clima destabilizzante”. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando commentando alcuni episodi di violenza nel capoluogo come l’assalto a un supermercato. Orlando ha messo in guardia dal rischio che dietro questi fenomeni possa infiltrarsi la mafia: “Mi sembra di tornare ai tempi in cui gli operai licenziati dalle imprese mafiose scendevano in piazza a Palermo inneggiando alla mafia che dava lavoro”. Commentando le misure annunciate ieri dal premier Conte Orlando ha osservato: “La cifra di 400 milioni è un segnale positivo ma che basta però solo per qualche settimana. L’appello che faccio è che questi fondi vengano distribuiti subito ai Comuni per non lasciare i sindaci soli ad affrontare questa emergenza sociale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mons.Delpini, impressiona numero morti
Arcivescovo Milano, Pasqua segnata dall’impatto della pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
15:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– E’ una Pasqua “segnata dal drammatico impatto della pandemia” quella che si avvicina e in questa occasione l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, ha voluto inviare un messaggio di speranza alla Diocesi. Un messaggio di speranza che non nasconde le difficoltà del momento, anzi proprio da queste parte.
“Non pensavamo che la morte fosse così vicina – ha scritto Delpini -. Io non so quante siano le persone che muoiono a Milano nei tempi ‘normali’. Adesso però i numeri impressionano, anche perché tra quei numeri c’è sempre qualcuno che conosco”.
“Quando irrompe il nemico che blocca tutto, che paralizza la città, che entra in casa con quella febbre che non vuol passare, allora – ha aggiunto – le certezze vacillano, e il verdetto del termometro diventa più importante dell’indice della Borsa”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: da moschee Torino raccolta
Obiettivo 15 mila euro da donare a Città della Salute
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
29 marzo 2020
15:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– “Sosteniamo la Città della Salute contro il Covid19”. A lanciare, sulla piattaforma Gofundme, una raccolta fondi che ha l’obiettivo di raggiungere i 15 mila euro, sono le Moschee di Torino che fanno appello “ai musulmani torinesi e a tutti i cittadini di sostenere con i loro doni i valorosi sforzi degli operatori sanitari impegnati in prima linea per contenere l’avanzata dell’epidemia, curare i malati e salvare il maggior numero di vite umane”. “Come cittadini, a cui questa comunità cittadina ha dato tanto – si legge ancora nel testo, in italiano e in arabo -, non possiamo restare passivi di fronte a ciò”.I fondi raccolti verranno integralmente devoluti all’Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino. “Ringraziamo tutti coloro che contribuiranno a sostenere questo fondo – prosegue l’appello – e preghiamo l’Altissimo affinché dia sostegno a tutti gli operatori impegnati nel contenimento di questa pandemia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Toscana,morti salgono a 215
In tutto 4.122 contagiati, ma aumento netto dei guariti clinici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
29 marzo 2020
16:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 305 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a 24 ore dal precedente bollettino e 17 i nuovi decessi. Salgono dunque a 4.122 i contagiati dall’inizio dell’emergenza mentre 29 sono finora le guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”), 92 le guarigioni cliniche (da 80 di ieri) e 215 i decessi. I casi attualmente positivi in cura rimangono dunque 3.786. Sono ricoverati, ad oggi, 1.386 pazienti, di cui 275 in terapia intensiva. Il report della Regione Toscana sottolinea l’aumento contenuto di ricoveri rispetto a ieri (+16) e la diminuzione di due ricoveri in terapia intensiva (ieri erano 277). Dal monitoraggio giornaliero sono invece 12.882 le persone in isolamento domiciliare in tutta la Toscana: un aumento consistente, poiché il dato ieri era a 12.301. Infine, dall’1 febbraio nei laboratori sono stati fatti 27.579 tamponi su 24.348 persone (in alcuni casi più test a paziente); di questi ben 1.966 nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bassetti, pregare per fratelli colpiti
Presidente Cei richiama immagine Papa, drammi sulle sue spalle
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
29 marzo 2020
17:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha richiamato l’immagine del Papa in piazza San Pietro, il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia nella messa celebrata in una vuota cattedrale. “Affaticato, non solo dagli anni, ma anche dai drammi, che il Signore ha voluto caricare sulle sue spalle, che poi sono anche i nostri drammi e le croci di tutta l’umanità. Come non continuare a pensare e a pregare per tutti i fratelli colpiti da questo nemico, invisibile, ma che appare anche al momento invincibile?” le parole del porporato.
“Tutti i giorni – ha detto il cardinale Bassetti – siamo spettatori di episodi di vero eroismo: dice Gesù ‘non c’è amore più grande di dare la vita per le persone che si amano…’. E come non ricordare le migliaia di persone che il Signore ha chiamato a sé da questa vita?”.
Al termine della celebrazione l’arcivescovo si è recato davanti all’immagine della Madonna delle Graziee ha recitato la sua preghiera di affidamento alla Beata Vergine Maria dell’intera comunità diocesana.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Clochard positivo, tenda isola famiglia
Ordinanza del sindaco di Chiavari per tutelare 9 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CHIAVARI (GENOVA)
29 marzo 2020
17:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Un senzatetto romeno che è solito frequentare Chiavari è risultato positivo al Covid-19 dopo un ricovero in ospedale. La comunicazione al sindaco Marco di Capua è giunta dalla Asl4 che ha invitato il primo cittadino a prendere provvedimenti anche sul “nucleo familiare” del soggetto, una comunità della stessa nazionalità, in tutto 9 persone.
“Mi sono attivato per individuare un’apposita area per predisporre la loro quarantena in sicurezza – spiega il sindaco Marco Di Capua – Ieri sera, dopo un consulto con le forze dell’ordine ho firmato un’ordinanza che individua l’area dell’ex campeggio di via Preli come zona circoscritta, delimitata e facilmente accessibile per l’allestimento di una tenda, dotata di servizi igienici essenziali, in cui verranno trasferite queste persone per la quarantena”. Il montaggio della tenda è avvenuto questa mattina da parte di tre squadre di volontari di Protezione civile. Si tratta di una struttura, di circa 30 metri quadrati dotata di accessori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Recanati, sindaco consegna mascherine
In azione anche 100 volontari tra cui Olimpia Leopardi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RECANATI (MACERATA)
29 marzo 2020
18:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’intera Giunta comunale di Recanati, guidata dal sindaco Antonio Bravi, e 100 volontari tra associazioni e privati cittadini, tra cui anche la contessa Olimpia Leopardi, si sono mobilitati oggi per la consegna diretta, casa per casa, agli 8.500 nuclei familiari di 60 mila mascherine donate dalla città cinese di Xiangcheng, per un valore di 100 mila euro, compresa la spedizione. “Un dono prezioso della città gemellata con Recanati – ha detto il sindaco Bravi -. Sono arrivati molti messaggi di ringraziamento a me e a tutta la Giunta. Senza l’aiuto spontaneo dei cittadini non saremmo mai riusciti a compiere la distribuzione”. Tra coloro che hanno dato una mano, anche la discendente del poeta Giacomo leopardi. “In questi momenti di gravissima difficoltà, la solidarietà tra popoli, quella vera, che supera tutte le barriere, è la più potente delle armi a nostra disposizione” da detto Olimpia Leopardi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scossa 3.4 nel Torinese, nessun danno
Il sisma in mattinata, epicentro nella zona di Coazze
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
29 marzo 2020
18:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 si è verificata stamattina nel Torinese.
L’epicentro è stato localizzato nella zona di Coazze. Il movimento del terreno è stato avvertito dalle persone.
“Al momento non ci sono segnalazioni di danni”. Lo comunica l’assessore alla Protezione Civile della Regione Piemonte, Marco Gabusi. “La Protezione civile regionale – spiega – ha avviato una verifica sul territorio nei paesi interessati dall’evento: Coazze, Giaveno, Valgioie, Cumiana, Cantalupa, Pinasca, Inverso Pinasca, Perosa Argentina, Roletto, Frossasco, Villar Perosa, Pomaretto, San Pietro Val Lemina, che al momento non segnalano danni. Continua l’attività di monitoraggio del territorio per intervenire in caso di necessità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Via da Bergamo per cremazione 350 salme
Comune istituisce numero telefonico per informazioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
18:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– In due settimane sono state oltre 350 le salme trasportate fuori della Bergamasca per essere cremate. L’Eco di Bergamo riferisce il dato spiegando che il Comune capoluogo ha messo a disposizione un numero di telefono per i parenti che chiedono informazioni.
“Ogni passaggio, ogni trasferimento – ha assicurato l’assessore ai Servizi Cimiteriali Giacomo Angeloni – è seguito e documentato con appositi registri e atti. Nessuno sarà lasciato solo”.
Dovrebbero essere le pompe funebri a informare i parenti dei defunti ma la situazione è eccezionale: sono passati da cinque, sei funerali al giorno a oltre 30 e il Centro funerario bergamasco che normalmente si occupa di 1300 defunti all’anno ne ha eseguiti più di mille in un mese. Da qui la decisione di mettere a disposizione un filo diretto dal lunedì al venerdì.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sala,riapertura? non è stupido ottimismo
Sindaco Milano, vogliamo esser pronti a ricominciare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 marzo 2020
18:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Io devo presidiare la situazione giorno per giorno, devo avere in testa delle azioni di riapertura e di rilancio, il mio non è uno stupido ottimismo ma la volontà di essere pronti e dare una mano a chi dovrà ripartire”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, replicando alle critiche sulle suo proposte per il post crisi.
La situazione di Milano “è particolare perché più dall’alto cadi e più ti fai male e noi eravamo in un periodo davvero d’oro, abbiamo fatto un progresso incredibile anche se non esteso a tutti. Lo scorso anno abbiamo avuto 10 milioni di turisti, quest’anno quanti 1 milione ? Poi 3 il prossimo anno?”, ha aggiunto. Quando si potrà ripartire “useremo molto la scienza, la tecnologia e il digitale, non sono contrario a cercare di cifrare i nostri comportamenti e movimenti, non è un problema di sospendere i nostri diritti e la privacy, se non si riparte in fretta, penso ai più poveri. Anche a Milano quanto si perderà in termini di occupazione?”, ha concluso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In fiamme 30 baracche in campo migranti
Nel foggiano. Domate fiamme, rogo sarebbe accidentale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
29 marzo 2020
18:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Sono almeno una trentina le baracche distrutte nell’incendio divampato la scorsa notte all’interno dell’insediamento abusivo in cui vivono molti migranti a Borgo Mezzanone, accanto al Cara che si trova a pochi chilometri da Foggia. Non si registrano feriti. Sul posto hanno operato sette squadre dei dei Vigili del Fuoco che hanno lavorato fino all’alba per domare il rogo. Stando a primi accertamenti, l’incendio sarebbe di natura accidentale. Non è la prima volta che nella baraccopoli di Borgo Mezzanone si verificano incendi. L’ultimo, in ordine di tempo, è avvenuto lo scorso 4 febbraio quando morì una donna africana rimasta gravemente ustionata nel rogo provocato dall’esplosione di una bombola del gas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ponte Genova: varato ultimo concio
Nonostante la quarantena per 35, lavori proseguono
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
29 marzo 2020
18:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Prosegue il lavoro nel cantiere del nuovo viadotto del Polcevera, dopo che 35 operai della Fagioli sono stati messi in quarantena in via precauzionale per un collega scoperto positivo al Covid-19. Il sollevamento dell’ultimo concio centrale della campata di spalla avviene grazie alla più grande delle gru della Fagioli e sotto il coordinamento dei tecnici di Fincantieri Infrastructure: con questo si può dire finita la parte centrale della struttura che raggiunge in quota 800 metri sui 1.064 previsti. Terminato questo varo, si passerà a issare le ultime sei campate da 50 metri ciascuna.
Intanto, secondo quanto appreso, Fincantieri Infrastructure ha provveduto a acquistare e a distribuire alle maestranze i dispositivi di protezione individuali necessari per evitare il contagio da Covid-19 assicurandosi che gli operai trasfertisti delle ditte appaltatrici dormano in strutture dove viene garantito il massimo distanziamento sociale. Bucci avrebbe detto alle ditte che in caso di fermo scatteranno le penali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Capparelli, la scuola resta aperta su RaiPlay
Dalle videolezioni ai tutorial, ce n’è anche per mamma e papà
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
29 marzo 2020
12:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’edutainment per i più piccoli agli approfondimenti trasversali e multimediali per gli studenti di tutte le età costretti a casa, ai grandi sceneggiati che hanno scritto la storia della Rai, perfino ai tutorial di samba o charleston per gli spettatori orfani di pilates, balere o sane scarpinate al parco. L’offerta gigantesca di RaiPlay, la piattaforma streaming della Rai che vanta oltre 15 milioni di utenti registrati, è in continuo movimento, “pronta ad ampliarsi e a declinarsi in base alle esigenze del pubblico nell’emergenza cotonavirus”, sottolinea la direttrice Elena Capparelli. “Ci impegniamo innanzi tutto per essere utili”, spiega Capparelli, partendo dalla campagna #LaScuolaNonSiFerma e dall’accordo che la Rai ha appena firmato con il ministero dell’Istruzione per offrire playlist tematiche, contenuti di qualità per insegnanti e studenti come arricchimento per la didattica a distanza, ma anche come forma di intrattenimento di alto livello per ragazzi e famiglie. “Direttamente dall’home page – racconta – si può accedere a una ricchissima offerta ‘learning’ con link alle varie sezioni, aggiornati quotidianamente”. Tra queste ‘Gioca e crea’, attività creative per i più piccoli; ‘Facciamo Coding’, le lezioni di programmazione per la scuola primaria; ‘In orbita’, per i ragazzi delle medie, un viaggio alla scoperta dello spazio. Per le superiori, la prima collezione proposta è incentrata sui grandi scrittori contemporanei, Gianni Rodari, Fernanda Pivano, Alda Merini,Philip K. Dick, Luis Sepúlveda, Fruttero e Lucentini, Umberto Eco, Primo Levi, Andrea Camilleri, Amos Oz, Alberto Moravia, Oriana Fallaci, Pier Paolo Pasolini, Daniel Pennac, fino ad Antonio Scurati e Edoardo Albinati. “Insomma – si accalora Capparelli – la scuola non di ferma su RaiPlay: condividiamo i contenuti, così organizzati, anche sui social, per farli viaggiare in modo semplice sulle chat di ragazzi, genitori e insegnanti”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: casi in Veneto sono 8.509
Deceduti sono 402, 10 in più del report di stamane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
29 marzo 2020
19:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono saliti stasera a 8.509 i positivi in Veneto, con un aumento di 151 casi rispetto a stamane. Le persone in isolamento domiciliare sono 20.06, i deceduti sono saliti a 402 (+10), i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 360 (+5), i dimessi sono 740. I nuovi casi di contagio riguardano in particolare Verona (+57), Padova (+25) e Vicenza (+21).

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.