Politica tutte le notizie sempre aggiornate! RESTA INFORMATO!!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti
0
(0)
image_pdfScarica l\\\\\\\'articolo in Pdfimage_printSTAMPA QUESTO ARTICOLO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:21 DI VENERDì 15 MAGGIO 2020

ALLE 08:22 DI SABATO 16 MAGGIO 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Dl Rilancio, Crimi: Reati caporalato e sfruttamento non saranno mai estinti
15 Maggio 2020
01:21
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Nel testo originale c’era una norma che prevedeva l’estinzione dei reati degli irregolari che emergono dal nero, ma non distingueva se estingueva anche i reati legati a sfruttamento, caporalato e favoreggiamento immigrazione. Abbiamo modificato il testo e quindi se un’impresa ha in corso procedimenti per questi reati, questi reati non saranno mai estinti”. Lo ha detto il capo politico del M5S, Vito Crimi, su Rai News24 parlando delle tensioni degli ultimi giorni sulla parte della regolarizzazione dei lavoratori stranieri nel dl Rilancio.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, ordinanza Lombardia: Misurazione temperatura in luoghi lavoro
MILANO
15 Maggio 2020
02:00
Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato una nuova ordinanza (la n. 546) che prevede alcune prescrizioni per i datori di lavoro, più restrittive di quelle statali. L’obiettivo è garantire la tutela della salute in tutti i luoghi di lavoro della Lombardia.
Le misure sono valide dal 18 al 31 maggio. I datori di lavoro dovranno sottoporre il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro, al controllo della temperatura corporea. Se la temperatura è superiore ai 37.5, non sarà consentito l’accesso o la permanenza nei luoghi di lavoro. Questa operazione deve essere effettuata anche quando, durante l’attività, il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione respiratoria da Covid – 19 (es. tosse, raffreddore, congiuntivite). Le persone in tale condizione devono essere momentaneamente isolate e non dovranno recarsi al pronto soccorso e/o nelle infermerie di sede. Il datore di lavoro comunicherà tempestivamente tale circostanza, all’Ats territorialmente competente che fornirà le opportune indicazioni cui la persona interessata dovrà attenersi.
È fortemente raccomandato anche rilevare la temperatura dei clienti/utenti, prima dell’accesso. Con temperatura superiore a 37,5°, non sarà consentito l’accesso e la persona dovrà contattare il proprio medico curante. È fortemente raccomandato scaricare e utilizzare l’app ‘AllertaLom’; il questionario ‘CercaCovid’ ad essa collegato deve essere compilato quotidianamente da parte del datore di lavoro e da tutto il personale.
Per gli aspetti non diversamente disciplinati dall’Ordinanza, sottolinea la Regione, rimane in vigore quanto previsto dal Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La No Vax Cunial alla Camera attacca il Quirinale
La deputata del Misto contro “il pluripresidente della Repubblica”
15 Maggio 2020
02:40
Fa rumore l’intervento alla camera della dputata No Vax Sara Cunial, ex M5S, ora nel Gruppo Misto, che durante la dichiarazione di voto sul decreto Covid attacca il Preisdente della Repubblica Mattarella, il premier Conte e il filantropo Bill Gates. Cunial parla di “scientismo dogmatico protetto dal nostro pluripresidente della Repubblica, che è la vera epidemia culturale di questo Paese”. Poi su Facebook la precisazione della deputata che spiega: “Parlavo di Napolitano non di Mattarella”. Nel suo intervento l’esponete del Gruppo misto ha definito i vaccini “strumenti di riprogrammazione del nostro sistema immunitario”, il cui obiettivo è” il controllo totale, il dominio assoluto sugli esseri umani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo, Pd e Iv chiedono a Conte cambio di passo. La maggioranza a prova Aula
I dem: soluzioni non polemiche. Tensioni M5S. Mercoledì la mozione di sfiducia contro il ministro Bonafede presentata dal Centrodestra
15 Maggio 2020
06:00
Approvato il Decreto Rilancio, la maggioranza cerca di riprendere fiato dopo giorni di tensioni e trattative. Il braccio di ferro andato avanti per oltre due settimane, però, porta con sé strascichi di non poco conto che, dalle grandi sale di palazzo Chigi, si preparano ad approdare in Parlamento. I giallorossi elogiano in modo compatto il provvedimento che vale 55 miliardi, ma restano i ‘chi va là’ reciproci.

Pd e Italia viva chiedono a Giuseppe Conte un cambio di passo. Nessun rimpasto, assicurano al Nazareno: “Lo spread arriverebbe a 600 e ci verrebbero a prendere con i forconi – spiega un dirigente – Noi quando qualcosa non va lo diciamo, ma questo non vuol dire che vogliamo far cadere il Governo. Prima era Draghi, poi Colao, ora il rimpasto…non è così”. Certo, ammettono i dem “la navigazione è e resta complicata”, specialmente “data la diversità di linee” del M5S e “il bisogno di visibilità” di Italia viva, ma “il Pd vuole affrontare i problemi e trovare soluzioni”. E’ Nicola Zingaretti a indicare la rotta: “Le persone vogliono soluzioni, non vogliono polemiche. Questa è la linea che il Partito Democratico ha tenuto in queste settimane nel sostegno al Governo: affrontare e risolvere i problemi e far prevalere prima di tutto il bene comune”, assicura il segretario.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Certo, per i Dem, è “necessario fare tesoro degli errori commessi per non ripeterli più”. Velocizzare e sburocratizzare, le parole chiave del leader, mentre per Antonio Misiani è necessario “pensare al futuro” e approfittare delle “finestra riformista” per consentire all’Italia di cambiare per rimettersi in moto. Andrea Orlando concorda: con il decreto Rilancio “ne usciamo più forti ma ne esce più forte il Paese. Saremo forti nella misura in cui daremo risposte. Il Governo si indebolisce se fa chiacchiere e non dà risposte. Quando abbiamo aperto discussioni su altri Governi, rimpasti e roba da politica politicante il governo si è indebolito”, assicura.

Ad un possibile rimpasto non crede neanche Matteo Renzi. Il leader di Italia Viva chiede “una visione per i prossimi dieci anni” e avverte Conte. “Nelle prossime ore, capiremo dal Presidente del Consiglio se, sui punti che abbiamo posto, possiamo camminare insieme.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Sbloccare i cantieri per evitare la distruzione di altri posti di lavoro è la priorità, per noi”, insiste. Un incontro tra i capidelegazione e il premier dovrebbe tenersi nel fine settimana o al massimo lunedì per mettere a punto un ‘programma’ di ripartenza.

Il M5S, in ogni caso, resta un campo minato e Conte lo sa. Vito Crimi parla di “normale dibattito interno”, condito però da “unità e spirito di squadra” e prova a calmare le acque: “In questo momento ci troviamo bene con questa compagnia di viaggio e lavoriamo bene, per noi conta portare avanti le cose”, assicura. La mozione di sfiducia presentata dal centrodestra contro Alfonso Bonafede, in calendario mercoledì in Senato, l’imminente discussione sull’utilizzo del Mes all’interno del pacchetto di aiuti Ue, così come il passaggio parlamentare della norma che regolarizza i migranti contenuta nel decreto Rilancio e invisa a parte del M5S, però, torneranno a stressare la maggioranza. Passata l’emergenza Covid, Conte dovrà affrontare la Fase due dei Giallorossi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Giustizia, si dimette capo di gabinetto Bonafede: Vitiello reggente
15 Maggio 2020
10:00
Il capo di Gabinetto del ministero della Giustizia Fulvio Baldi ha rassegnato le sue dimissioni, per motivi personali, dopo un colloquio col Guardasigilli, Alfonso Bonafede, avvenuto ieri sera. La reggenza è stata affidata al capo dell’ufficio legislativo, Mauro Vitiello. Bonafede ha ringraziato Baldi per il lavoro portato avanti dal giugno 2018.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, bozza dl: Spostamenti tra Regioni vietati fino al 2 giugno
15 Maggio 2020
12:30
“Fino al 2 giugno 2020 sono vietati i trasferimenti e gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”. E’ quanto si legge nella bozza del decreto quadro sulle riaperture a cui lavora il Governo. “A decorrere dal 3 giugno 2020 – si specifica -, gli spostamenti sul territorio nazionale possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, bozza dl: Regioni possono introdurre deroghe informando ministro
15 Maggio 2020
13:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“In relazione all’andamento della situazione epidemiologica sul territorio, accertato secondo i criteri stabiliti con decreto del Ministro della salute del 30 aprile 2020 e sue eventuali modificazioni, nelle more dell’adozione dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri di cui all’art. 2 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, la Regione, informando contestualmente il Ministro della salute, può introdurre, anche nell’ambito delle attività economiche e produttive svolte nel territorio regionale, misure derogatorie, ampliative o restrittive, rispetto a quelle disposte ai sensi dell’articolo 2 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19”. E’ quanto si legge nella bozza del decreto quadro sulle riaperture, a cui sta lavorando il Governo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, bozza dl: Rispetto sicurezza o attività economiche sospese
15 Maggio 2020
14:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Le attività economiche e produttive sono consentite a condizione che rispettino i contenuti di protocolli o linee guida, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di esercizio o in ambiti analoghi, adottati a livello nazionale. Le singole regioni possono adottare propri protocolli nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. Le misure limitative delle attività economiche e produttive possono essere adottate, nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, con provvedimenti emanati ai sensi dell’articolo 2 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19 o del comma 8. Il mancato rispetto dei contenuti dei protocolli o delle linee guida di cui al comma 6 che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza”. E’ quanto si legge nella bozza del decreto quadro sulle riaperture, a cui sta lavorando il Governo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Bonetti: Dal 18 attività bimbi nei parchi e da 1° giugno centri estivi
15 Maggio 2020
15:00
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi ero presa l’impegno e tutto il Governo se l’era preso che non ci saremmo scordati dei centri estivi e così è stato: abbiamo chiuso un percorso di linee guida. Il comitato tecnico scientifico ha confermato la possibilità di trovare delle modalità sicure per i centri estivi, per le attività di gioco per i bambini sopra i tre anni. Oggi nel consiglio dei ministri discuteremo di questo. Già dal 18 si possono aprire delle attività all’aria aperta nei parchi e dal primo giugno le attività organizzate per i più piccoli. Investiamo 185 milioni per i centri estivi, non è mai stato fatto un investimento di questo genere nel Paese. E’ un primo passo di ripartenza con un nuovo paradigma”. Così la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti su Skytg24 a proposito del ritorno alla normalità per i più piccoli dopo le restrizioni dovute al Coronavirus.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Bonetti: Investiamo 185 mln in centri estivi, mai fatto
15 Maggio 2020
15:05
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Investiamo 185 milioni per i centri estivi e per le attività rivolte ai più piccoli, non è mai stato fatto un investimento così grande su questo tema: 150 milioni nel nuovo decreto e 35 li avevamo già stanziati. Ci sarà bisogno di tutto il Paese: terzo settore e volontariato. E’ un primo passo di ripartenza con un nuovo paradigma”. Così la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti su Skytg24 a proposito del ritorno alla normalità per i più piccoli dopo le restrizioni dovute al Coronavirus.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, iniziata riunione Consiglio dei ministri
15 Maggio 2020
15:30
E’ iniziata la riunione del Consiglio dei ministri. Lo comunicano fonti di governo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Antimafia, Morra: Pentangelo deve uscire immediatamente da commissione
15 Maggio 2020
16:00
“La richiesta di arresto nei confronti di Luigi Cesaro e di Antonio Pentangelo (rispettivamente senatore e deputato di Forza Italia, ndr) è inquietante e lascia profondamente sconcertati. Chiedo che il deputato Antonio Pentangelo faccia immediatamente un passo indietro dalla commissione Antimafia, quantomeno in attesa degli sviluppi della vicenda. Non si può e non si deve in alcuna maniera infangare l’onorabilità della commissione”. Lo dichiara in una nota il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: Salvini dona il plasma all’Avis
Jeans, camicia, occhiali d’ordinanza per il leader della Lega che si è sottoposto al prelievo di sangue
15 maggio 2020
17:00
Matteo Salvini ha dedicato qualche minuto della mattinata alla donazione del suo plasma all’Avis a Milano. Jeans, camicia, occhiali d’ordinanza e mascherina ben calcata sul viso, il leader della Lega si è sottoposto al prelievo del sangue come da sua periodica abitudine. Durante la donazione è riuscito anche a non perdere di vista il suo cellulare.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Salvini: “Linee guida apertura fanno saltare centinaia di migliaia di posti lavoro”
Il leader della Lega torna ad attaccare il governo a margine della donazione di sangue all’Avis
15 maggio 2020
17:10
Matteo Salvini torna ad attaccare il governo sulle linee guida per le aperture del 18 maggio. “Male, confuse e tardi. Speriamo di aiutarli a capire che bisogna farle meglio e in fretta. Alcune di queste linee guida fanno saltare centinaia di migliaia di posti di lavoro”. Così il leader della Lega a Milano a margine della sua donazione di sangue all’Avis.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Governo, Di Maio: Follia parlare di crisi, meno propaganda e più responsabilità
15 Maggio 2020
18:00
“Penso che sia una follia parlare di crisi di governo. Ma come si può pensare di indebolirlo in un momento in cui il governo dovrebbe essere rafforzato e sostenuto? Ci rendiamo conto che stiamo lavorando notte e giorno per uscire da questa crisi? A tutti dovrebbe importare solo una cosa: uscire dalla crisi. Meno propaganda, più responsabilità da parte di tutti”. Lo dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un’intervista ad ‘Affari Italiani’.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Di Maio: Bisogna essere uniti, no a trofei politici
15 Maggio 2020
18:10
“Serve unità per uscire da questa crisi. Facciamo parte tutti della stessa Italia, non ci sono bandierine da fissare o trofei politici da conquistare. Questa è la partita della vita e tutti facciamo parte della stessa squadra: l’Italia. Non servono le polemiche, qui c’è un Paese, un popolo che deve ripartire. E la gente dalla politica si aspetta solo risposte concrete. Con il dl rilancio abbiamo stanziato 55 miliardi. Stiamo parlando di una cifra enorme, parliamo di due manovre in una. Aiuti concreti per tutti: per i più deboli, per le nostre imprese, per le famiglie, per gli imprenditori. Per tutti. Ma le dico anche un’altra cosa: non ci fermiamo. Stiamo già lavorando a nuovi provvedimenti economici per dare ossigeno al Paese. Usciremo insieme da questa crisi”. Lo dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un’intervista ad ‘Affari Italiani’, parlando della fase 2 dell’emergenza coronavirus, quella relativa alla ripartenza, sulla quale c’è stato un braccio di ferro con le Regioni. VAI ALLA CRONACA VAI ALL’ECONOMIA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Zingaretti: Vaccino sfida decisiva, sia accessibile a tutti e realizzato in Italia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
15 Maggio 2020
19:40
“Si è aperta una sfida decisiva per il futuro dell’Italia: quella della ricerca, dello studio e della realizzazione di un vaccino per il Covid 19. Un vaccino che dovrà essere un bene comune, accessibile a tutti, fabbricato e realizzato in Italia e in quanto tale tutelato. Come abbiamo visto, la sfida è enorme, come pure gli interessi in gioco. Sono decine i progetti diversi di vaccino già depositati, alcuni dei quali in fase di sperimentazione clinica. Sono molti i governi che si stanno muovendo in autonomia, prioritariamente per difendere i propri cittadini. Anche l’Italia deve farlo. Questa corsa va regolata e governata. Dobbiamo essere pronti, in primo luogo per garantire che tutti i cittadini abbiano la possibilità di vaccinarsi. Secondo, per evitare di farci trovare sguarniti, scongiurando quei problemi di approvvigionamento che il sistema sanitario e di protezione civile ha avuto all’inizio della pandemia, così come in tutti i Paesi che hanno affrontato l’avanzata del virus. Lavoriamo per garanzie pubbliche e produzioni che garantiscano l’autonomia e la sicurezza nazionale.”
Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Nicola Zingaretti.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Carceri, giovedì audizione Bonafede in commissione Antimafia
15 Maggio 2020
20:10
Si svolgerà giovedì prossimo, 21 maggio, dalle ore 13 l’audizione del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, in commissione parlamentare Antimafia. È quanto si legge nell’ordine del giorno.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Catalfo vede Inail: No automatismo contagio su lavoro-responsabilità aziende
15 Maggio 2020
20:30
Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, ha incontrato questo pomeriggio i vertici dell’Inail. Nel corso della riunione si è condiviso l’orientamento – già espresso dall’Istituto in data odierna – secondo cui, dal riconoscimento da parte dell’Inail di infortunio nei casi di infezione da Covid-19 in occasione di lavoro, non discende automaticamente la responsabilità del datore di lavoro. “Fondamentale per le aziende – afferma Catalfo – sarà il rispetto dei principi stabiliti dai protocolli di sicurezza stipulati da parti sociali e Governo. Proprio per fugare tutti i dubbi emersi in questi giorni, i tecnici del mio Ministero e dell’Istituto sono impegnati nell’elaborazione di un nuovo documento che fornisca più specifici chiarimenti su questo tema”, conclude il Ministro.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, verso nuovo confronto governo-Regioni sulle dl riaperture
15 Maggio 2020
21:10
A quanto si apprende un nuovo confronto tra governo e Regioni dovrebbe avvenire tra circa un’ora. Al centro sempre il decreto sulle riaperture da lunedì prossimo, che è all’ordine del giorno del Consiglio dei ministri, attualmente sospeso.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Speranza: Batterci perché accesso vaccino sia diritto di tutti
15 Maggio 2020
21:15
“Dobbiamo batterci perché l’accesso al vaccino covid sia un diritto di tutti e non un privilegio di pochi. Per questo sosteniamo la ricerca e la comunità scientifica internazionale”. Lo scrive su Twitter il ministro della Salute, Roberto Speranza.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, martedì informativa Conte in Senato su riaperture
15 Maggio 2020
21:30
Martedì prossimo, alle ore 17, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sarà in Senato per un’informativa sulle nuove norme che decorreranno da lunedì in relazione all’allentamento delle misure per il contenimento del rischio contagio da coronavirus.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Tutti i documenti sono pubblicamente disponibili: nulla è nascosto”. Così il commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, al termine dell’Eurogruppo, parlando del Mes. “L’unica condizione per usare questa linea di credito è che il denaro venga usato per costi diretti e indiretti della sanità”, ha aggiunto.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, intesa governo-Regioni su riaperture
15 Maggio 2020
22:00
A quanto si apprende, ci sarebbe l’intesa tra governo e Regioni sulle linee guida per le riaperture da lunedì prossimo. A sciogliere il nodo la seconda riunione di giornata con i rappresentanti degli enti locali, che hanno presentato all’esecutivo un nuovo piano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Musumeci: Roma accolto nostre proposte, da lunedì si riapre
15 Maggio 2020
22:30
“Roma – evidenzia il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci- ha finalmente condiviso le proposte contenute nel documento unitario delle Regioni presentato oggi pomeriggio. Pertanto, lunedì apriranno: le attività del commercio al dettaglio, i servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti), i bar e la ristorazione. Per le altre attività il governo non ha dato il disco verde, ma contiamo, noi governatori, di ottenere, già nelle prossime ore, la necessaria autonomia per decidere su ulteriori riaperture. Abbiamo, inoltre, chiesto e ottenuto che le misure di protezione da adottare nelle attività autorizzate da lunedì siano meno restrittive rispetto a quelle proposte dall’Inail. Non appena il governo Conte emanerà i provvedimenti annunciati, firmerò la necessaria ordinanza. Penso si possa fare tutto nella giornata di domani (sabato)”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Decaro: Avuto ragione, per governare riaperture servono protocolli unici
15 Maggio 2020
22:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo avuto ragione. La nostra posizione, di semplice buonsenso, ha prevalso sulle iniziali intenzioni di dividersi sulle regole di distanziamento per contenere il virus. Lo avevamo detto, peraltro trovando subito una convergenza con il presidente della Regione Lombardia, Fontana: non è logico imporre regole che variano regione per regione come se il virus conoscesse i confini amministrativi del nostro Paese. Per governare il processo di riapertura, servono protocolli unici. Siamo felici abbia prevalso questa posizione”. Lo dichiara il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, al termine della riunione con il governo e le regioni sui provvedimenti concordati per la riapertura.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, ora Cdm per ok dl riaperture. Si a linee guida proposte da Regioni
15 Maggio 2020
23:00
A quanto si apprende, dopo la riunione con Regioni ed enti locali sui provvedimenti concordati per la riapertura, il Consiglio dei ministri ora riprenderà per chiudere sul decreto e validare le linee guida unitarie proposte dalle Regioni, in conformità a quelle nazionali.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Conte: Portentosa collaborazione istituzionale
15 Maggio 2020
23:10
C’è stata una “portentosa collaborazione istituzionale”. A quanto si apprende, lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, dopo aver raggiunto l’intesa con le Regioni e gli enti locali sulle nuove riaperture, da lunedì prossimo.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Bonaccini: Accordo pieno con Governo su fase partenza dal 18/5
15 Maggio 2020
23:18
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Accordo pieno con il Governo sulla fase di partenza che prende il via il 18 maggio. Il Presidente del Consiglio, nelle more del Consiglio dei Ministri impegnato nell’approvazione del decreto legge che disciplinerà il regime delle nuove aperture dal prossimo lunedì, ha espresso un primo orientamento positivo sulla proposta avanzata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che coniuga responsabilità, sicurezza, flessibilità e autonomia”. Lo dichiara il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. “La collaborazione istituzionale sta portando a costruire un decreto legge che risponde alle esigenze dei territori e a un accordo che si basa sull’applicazione delle linee guida omogenee formulate dalle Regioni per una riapertura sicura delle attività economiche fin qui sospese”, aggiunge.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, De Pascale (Upi): Da lunedì si riparte, a breve linee guida governo
15 Maggio 2020
23:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Appena concluso l’incontro del Governo con Regioni, Province e Comuni sui protocolli per le riaperture di attività commerciali, pubblici esercizi, artigianato di servizio alla persona e stabilimenti balneari. Abbiamo chiesto ed ottenuto regole uguali in tutta Italia e Protocolli seri ma concretamente applicabili dalla imprese, evitando confusione e pretese irrealizzabili.
A minuti il Consiglio dei Ministri dovrebbe approvarle e poi faremo di tutto per darne il massimo di diffusione a tutti i nostri imprenditori che, seppur con grave ritardo, finalmente sapranno con esattezza cosa devono fare per poter tornare a lavorare da Lunedì”. Lo dichiara il Presidente di Upi, Michele de Pascale, al termine della Cabina di Regia con il Governo.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

Annunci

Che aspettate a commentare o a fornire idee, suggerimenti utili e costruttivi? Sono qui per Voi, aiutatemi ad esserci ancora meglio! Siete i benvenuti! Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.