Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia

FB: DATI DI PORTAL UTILIZZABILI PER SPOT

AGGIORNAMENTO

DELLE 23:15

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

FB: DATI DI PORTAL UTILIZZABILI PER SPOT

FB: dati di Portal utilizzabili per spot
Indiscrezioni, social lavora a dispositivo da collegare alla tv

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI TECNOLOGIA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

FB: DATI DI PORTAL UTILIZZABILI PER SPOT

Facebook può usare a fini pubblicitari i dati raccolti da “Portal”, lo schermo smart appena lanciato con cui gli utenti del social possono fare videochiamate, ascoltare musica e usare varie app. Il dispositivo non ospita spot, ma i dati sulle chiamate e sulle app fruite possono essere sfruttati dall’azienda per profilare gli utenti così da mostrare loro inserzioni mirate.
“Le chiamate su Portal sono costruite sull’infrastruttura della chat Messenger, per questo quando l’utente fa una chiamata raccogliamo le stesse informazioni prese dagli altri dispositivi su cui si usa Messenger, come la lunghezza e la frequenza delle chiamate”, ha detto un portavoce di Facebook al sito Recode.
“Possiamo usare questi dati per gli annunci che mostriamo sulle nostre piattaforme”.
E Portal non è l’unico dispositivo smart che Facebook intende portare sul mercato. Secondo il sito statunitense Cheddar, il social starebbe lavorando su “Ripley”: un gadget dotato di telecamera da collegare alla tv. Anch’esso dotato di assistente vocsale, servirà a fare videochiamate ma anche a guardare i contenuti di Facebook Watch.   

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Notizie, Ultim'ora

ULTIM’ORA

AGGIORNAMENTO

DALLE 16:53 ALLE 23:02

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

ULTIM’ORA

Arrestato dipendente Entrate
Funzionario chiedeva 25 euro per ogni pratica ‘aggiustata’

Siria: Onu, de Mistura lascia a novembreE’ inviato speciale nel Paese mediorientale dal 2014

M5S attacca Boeri, vergogna, fa politicaLo scontro in audizione alla Camera

Senato, ok unanime a ddl su isole minoriUn solo astenuto e 260 voti a favore. Sì anche da parte del Pd

Infarto per Vendola,non in pericolo vitaIl malessere lunedì. Al Gemelli, gli è stato applicato uno stent

Lady Gaga è fidanzata con il suo agenteIl 49enne Christian Carino. E sfoggia anello da 400 mila dollari

Pellicanò, 30 anni in appello a MilanoIn primo grado aveva preso l’ergastolo. Morirono 3 persone

Incendio Milano, scemato odore in centroDomani task force Regione-Comune-Arpa in via Chiasserini

Pensioni d’oro: tramonta ricalcoloFonti M5s-Lega, si studia anche stop a rivalutazione assegni

Borsa: Milano chiude in calo (-1,33%)Indice Ftse Mib a 19.454 punti

Papa: carceri migranti Libia? Come lager”Quanto facevano comunisti e nazisti oggi si fa con guanti seta”

Espulsa Anila,reclutava donne per l’IsisSpinse Fatima in Siria. ‘A Parigi fatto bene, Allah li protegga’

Brexit: May, un accordo è possibile’Nei prossimi giorni lavoreremo duro’. Premier ha visto Juncker

Toti,Aspi per demolizione se si fa primaL’unica cosa che chiedo è dl a prova ricorsi per tempi certi

Pd: Zingaretti, non andrò a Leopolda’La seguirò con attenzione. Ho già fatto Piazza Grande a Roma’

Brexit: Barnier, serve molto più tempoNelle prossime settimane lavoreremo con calma e pazienza

Svolta a Lodi, nuove linee guidaMaglie più larghe per l’autocertificazione

Libia: Merkel alla conferenza di PalermoFonti P.Chigi: alla giornata di apertura il 12 novembre

Sanchez andrà in visita a CubaIl 22 e 23 novembre. Primo premier spagnolo in 32 anni

Crollo ponte, altri 40 nomi in mirino pmGdf deposita lista dirigenti e tecnici Aspi, Spea e Anas

Pamela, chiesto rinvio giudizio OseghaleProcuratore della repubblica di Macerata deposita richiesta

ULTIM’ORA

TUTTE LE ULTIMISSIME

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

ULTIM’ORA

Aveva fissato in 25 euro il prezzo per ogni pratica “aggiustata”. Operazioni che venivano compiute modificando i dati presenti nel sistema informatico dell’agenzia dell’entrate. Per questo i carabinieri di Roma hanno arrestato oggi Orazio Orrei, dipendente dell’ufficio del fisco, e il commercialista Maurizio Sinigagliesi. L’indagine della Procura di Roma era iniziata nel 2017 dopo una segnalazione anomala giunta agli uffici centrali dell’Agenzia, tramite il canale ‘whistleblowing’, da parte di un dipendente dell’ufficio territoriale ‘Roma 2’. Nella denuncia il dipendente riferiva di un incontro, documentato anche da un video, avvenuto il 4 gennaio del 2016 tra l’arrestato e un soggetto non identificato nel bar esterno alla sede dell’Entrate.
– NEW YORK

– L’inviato speciale dell’Onu in Siria, Staffan de Mistura, terminerà il suo mandato alla fine di novembre. Lo ha annunciato durante una riunione del Consiglio di Sicurezza, spiegando che utilizzerà il suo ultimo mese per verificare attivamente se le Nazioni Unite sono in grado di convocare una commissione costituzionale credibile e inclusiva. De Mistura, nominato inviato speciale in Siria nel 2014, ha detto che la sua decisione è dettata da “pure ragioni personali”. Fonti diplomatiche del Palazzo di Vetro non hanno confermato se il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, abbia già individuato un successore per de Mistura, ma tra i papabili ci sarebbero l’ex ministro degli esteri algerino Ramtane Lamamra, il coordinatore speciale per il processo di pace in Medio Oriente, Nickolay Mladenov, e l’inviato speciale in Iraq, Jan Kubis.
– M5S accusa Tito Boeri di fare politica avendo indicato nella sua relazione sulle pensioni d’oro valutazioni su quota 100. “E’ una vergogna – ha detto Davide Tripiedi – che nella Relazione ci siano numeri su quota 100” sulla quale non era stata richiesta l’audizione. “C’è qualcosa che non va. Non voglio dire che il presidente Inps viene in questa aula a fare comizi politici – ha aggiunto – ma quando viene a dire che il lavoratore che va in pensione con 38 anni di contributi è un elettore…. Tripiedi, nel suo intervento, ha ricordato che “abbiamo fatto battaglie per avere un principio di equità nel sistema pensionistico perchè non è accettabile – ha sottolineato – che un muratore a 67 anni stia sulle impalcature ed è inaccettabile che un presidente dell’Inps venga in Commissione a dire che è un elettore”.
– L’Aula del Senato ha approvato il disegno di legge di tutela e valorizzazione delle Isole minori marine, lagunari e lacustri con 260 sì, nessun contrario e 1 astenuto. Il ddl passa ora alla Camera anche con il voto a favore del Pd.
– Lunedì scorso Nichi Vendola, accusando un malessere, è stato ricoverato all’Ospedale Gemelli di Roma, dove gli è stato diagnosticato un infarto. A Vendola, sottoposto a intervento chirurgico, è stato applicato uno stent.
Nei prossimi giorni verranno date ulteriori notizie sullo stato di salute del paziente che non è in pericolo di vita. Lo si apprende da fonti di Sinistra Italiana-Leu.
– NEW YORK

– Lady Gaga ha ufficializzato il suo fidanzamento con Christian Carino, 49 anni, suo agente. In realtà i due sono fidanzati dal 2017 ma solo ora è arrivata la conferma ufficiale. L’occasione è stata la 25/a edizione dell’Elle Annual Women, dedicato alle donne più influenti di Hollywood, durante il quale Gaga ha ringraziato tutte le persone che ama nella vita e tra queste ha indicato Christian come il suo fidanzato.
La popstar ha anche sfoggiato al dito un anello da 400mila dollari. Secondo gli esperti si tratterebbe di uno zaffiro rosa da 6 o sette carati in una corona di diamanti di circa 3 o 4 carati.
– MILANO

– La Corte d’Assise d’Appello di Milano ha condannato a 30 anni Giuseppe Pellicanò, il pubblicitario accusato di strage e devastazione per aver causato un’esplosione nel suo appartamento in una palazzo di via Brioschi nella quale, nel giugno 2016, morirono la sua ex compagna Micaela Masella e una coppia di giovani vicini di casa marchigiani, Chiara Magnamassa e Riccardo Maglianesi, e rimasero ferite gravemente le sue due bimbe. I giudici hanno quindi ritoccato la sentenza di condanna all’ergastolo inflitta in primo grado.
– MILANO

– E’ scemato e ormai non si sente più in piazza Duomo e nel centro di Milano l’odore che deriva dall’incendio scoppiato la sera del 14 ottobre nella ditta IPB di via Chiasserini alla periferia Nord di Milano. La puzza ha invaso nuove aree della città in mattinata a causa del cambio della direzione dei venti ma è rapidamente scemata nel corso della giornata nella parte centrale della città. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro per spegnere le fiamme ed è iniziato da ieri il lavoro di smassamento delle macerie. Domani in via Chiasserini è previsto il sopralluogo di una task force degli enti coinvolti per fare il punto della situazione. Parteciperanno l’assessore all’Ambiente della Lombardia Raffaele Cattaneo, l’assessore all’Ambiente del Comune Marco Granelli, la vicesindaco Anna Scavuzzo, insieme ai rappresentanti dell’Ats di Milano, dell’Arpa Lombardia, dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile comunale.
– Sono due le ipotesi sul tavolo, per il taglio delle pensioni d’oro. La prima, che prende quota anche tra i Cinque stelle, è applicare un contributo di solidarietà.
La seconda è fermare la rivalutazione all’inflazione. Lo spiegano fonti di Lega e M5s. Una decisione sulla norma, da inserire in manovra, non sarebbe stata ancora presa. Ma sembra tramontare l’ipotesi originaria, di un ricalcolo con metodo contributivo degli assegni oltre i 4.500 euro mensili: troppo alto il rischio di ricorsi e di incostituzionalità.
– La Borsa di Milano ha chiuso in rosso. Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in calo dell’1,33% a 19.454 punti.
– “Sto pensando a un filmato che testimonia la situazione di alcune carceri del nord Africa costruite dai trafficanti di persone. Quando i governi rispediscono indietro chi era riuscito a mettersi in salvo, i trafficanti li mettono in quelle carceri, dove si praticano le torture più orribili”: “Noi oggi ci strappiamo le vesti per quello che hanno fatto i comunisti, i nazisti e i fascisti… ma oggi? Non accade anche oggi? Certo, lo si fa con guanti bianchi e di seta!”. Così il Papa nel colloquio con i gesuiti a Vilnius lo scorso 23 settembre, pubblicato oggi da Civiltà Cattolica.
– Il suo compito era quello di reclutare le donne: prima le invitava ad abbracciare l’ideologia dell’Isis, poi le portava su posizioni sempre più radicali, infine le convinceva a partite per la Siria o l’Iraq e ad unirsi al jihad che i loro uomini già stavano combattendo contro gli infedeli. Arta ‘Anila’ Kakabuni era un pericolo per la sicurezza dello Stato e ieri, appena uscita dal carcere, è stata messa su un aereo per l’Albania ed espulsa con un decreto firmato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.
La donna, albanese di 44 anni, era in Italia dal 2003 e viveva a Grosseto con il fratello. Secondo l’antiterrorismo il suo compito sarebbe stato quello di reclutare adepti per l’Isis.
Lo avrebbe fatto anche con Maria Giulia Sergio, la prima foreign fighter italiana che ha preso il nome di battaglia di Fatima e che dal settembre del 2014 è in Siria dove assieme al marito Aldo Kobuzi si è unita all’Isis.
– BRUXELLES

– “Credo che un accordo possa essere raggiunto e lavoreremo duro nei prossimi giorni, per un accordo che è nell’interesse dell’Ue e del Regno Unito”. Così la premier britannica Theresa May entrando al vertice dei leader Ue, a Bruxelles, dopo l’incontro in bilaterale col presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker. “Stasera parlerò” ai capi di Stato e di governo “dei progressi molto buoni che sono stati fatti” dal vertice di Salisburgo “sull’accordo per l’uscita” dall’Ue e sulla “relazione futura” con l’Unione, ha annunciato la premier Theresa May in arrivo per al vertice dei leader Ue. “I team negoziali – ha sottolineato – stanno lavorando duramente. Abbiamo sciolto diversi nodi. C’è ancora la questione del backstop”, ha ammesso la May, secondo cui “ognuno intorno al tavolo vuole arrivare all’intesa. Credo che l’accordo sia raggiungibile – ha assicurato – e ora dobbiamo far sì che ci sia”.
– GENOVA

– “Sono d’accordo con tutto ciò che può accelerare la ricostruzione; se per la demolizione si può fare più velocemente con Autostrade ben venga”. Così il governatore ligure, Giovanni Toti, a margine del tavolo su Ilva.
“Io ad Autostrade avrei chiesto un risarcimento in forma specifica e di fungere da appaltatore per i lavori – ricorda Toti – l’unica cosa che ho chiesto fin dall’inizio al governo, e chiedo oggi al Parlamento, è un dl legge chiaro, semplice e a prova di ricorsi e che garantisca tempi certi”.
– TRIESTE

– “Non andrò alla Leopolda. Ma non per antipatia, la seguirò con grandissima attenzione”. Lo ha affermato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, candidato alla segreteria del Pd, a chi gli chiedeva, a margine di un incontro a Trieste, se intendesse partecipare alla Leopolda. “Ho fatto la scorsa settimana due giornate meravigliose a Roma, ‘Piazza Grande’ – ha spiegato Zingaretti – con migliaia di persone del Pd e non solo del Pd. E’ stata una bellissima boccata di ossigeno. Inizia ora invece un’avventura interessante: scrivere un nuovo programma che dovrà essere per l’economia giusta”.
– BRUXELLES

– “Aggiornerò i leader sui negoziati” sulla Brexit. “Abbiamo lavorato molto per arrivare ad un’intesa, ma non ci siamo ancora. Serve molto più tempo. Nelle prossime settimane lavoreremo con calma e pazienza”. Così il capo negoziatore della Ue Michel Barnier arrivando al Consiglio dei leader Ue.
– LODI

– Dopo le proteste per il regolamento del Comune di Lodi, che aveva di fatto estromesso circa 200 bambini dalle agevolazioni sul prezzo della mensa a scuola, la giunta guidata dal sindaco leghista Sara Casanova ha varato le nuove linee guida che in qualche modo ammorbidiscono i criteri.
Il regolamento infatti non prevede l’autocertificazione e per molti stranieri è difficile reperire la documentazione che accerti che non possiedono proprietà nel loro Paese d’origine.
Con le nuove linee guida, però, le maglie si allargano.
L’autocertificazione varrà se è accompagnata da una dichiarazione resa dalla rappresentanza diplomatica che attesti l’impossibilità per quel Paese di rilasciare le certificazioni necessarie, o che attesti che la certificazione relativa ai beni immobili e/o ai redditi è limitata soltanto a una porzione di territorio. Nel caso dei Paesi che hanno sottoscritto la convenzione dell’Aia, sarà valida un’apostille (certificazione che convalida sul piano internazionale gli atti).
– BRUXELLES

– La cancelliera tedesca Angela Merkel sarà alla giornata inaugurale della conferenza sulla Libia a Palermo, il prossimo 12 novembre. E’ quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi al termine del bilaterale tra il premier Giuseppe Conte e Merkel.
– Pedro Sanchez visiterà Cuba il 22 e 23 novembre, e sarà la prima missione di un premier spagnolo nell’isola dopo 32 anni. Lo riferisce El Pais.
Le fonti diplomatiche citate dal Pais rilevano che le mancate visite a Cuba di un premier spagnolo sono state un’anomalia, considerato che negli ultimi anni alcuni tra i principali leader mondiali, da Obama a Hollande, passando per Renzi ed il premier portoghese de Sousa, così come gli ultimi tre papi, avevano fatto visita a Cuba. L’obiettivo del viaggio di Sanchez è di normalizzare i rapporti con Cuba, colonia spagnola per quasi quattro secoli, che è entrata in una nuova fase lo scorso aprile, quando Miguel Diaz-Canel ha preso il comando, chiudendo l’era dei fratelli Castro. Se la visita di Sanchez avrà successo, potrebbe seguire quella di re Felipe nel 2019, per i 500 anni dalla fondazione dell’Avana. In quel caso, sarebbe la prima visita di un monarca spagnolo nella storia dell’isola.
– GENOVA

– Depositata in procura la lista di persone che si occuparono a vario titolo del viadotto tra il 1992 e il 2012. L’elenco, stilato dal primo gruppo della guardia di finanza agli ordini del colonnello Ivan Bixio, è composta da una quarantina di nomi tra dirigenti e tecnici di Autostrade, Spea e Anas (alcuni sono adesso al ministero delle Infrastrutture). Da questa lista i pm Massimo Terrile e Walter Cotugno potrebbero individuare ulteriori indagati.
Gli investigatori sono risaliti nel tempo per un motivo ben preciso. Nel 1992, infatti, venne eseguito il lavoro di manutenzione sulla pila 11, rinforzando gli stralli di quella parte del viadotto. E a quell’epoca, i poteri di vigilanza spettavano ad Anas, a cui dal 2013 è subentrata la Direzione generale del ministero delle Infrastrutture. Gli investigatori stanno cercando di capire se quando venne progettato il rinforzo della pila 11, si fosse già a conoscenza dello stato di ammaloramento delle pile 9 (quella crollata) e della 10 e perché non si intervenne.
– MACERATA

– Il procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per Innocent Oseghale, pusher nigeriano di 29 anni, con le accuse di omicidio di Pamela Mastropietro, vilipendio, occultamento di cadavere e violenza sessuale. Alcune accuse sono supportate dalla testimonianza di un detenuto, che ha diviso la cella con Oseghale. Il testimone ha riferito dei particolari, appresi dallo stesso nigeriano, che poteva conoscere solo Oseghale. Si attende che sia fissata l’udienza preliminare.

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 16:27 ALLE 22:32

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Arrestato dipendente Entrate
Funzionario chiedeva 25 euro per ogni pratica ‘aggiustata’

Lodi: in Comune Puglia ‘mensa a colori’Sindaco Racale nel Salento, “noi il pane lo condividiamo”

Pellicanò, 30 anni in appello a MilanoIn primo grado aveva preso l’ergastolo. Morirono 3 persone

Incendio Milano, scemato odore in centroDomani task force Regione-Comune-Arpa in via Chiasserini

Papa: carceri migranti Libia? Come lager”Quanto facevano comunisti e nazisti oggi si fa con guanti seta”

Espulsa Anila,reclutava donne per l’IsisSpinse Fatima in Siria. ‘A Parigi fatto bene, Allah li protegga’

Ferisce ladri con un coltello, denunciaAnche tre tunisini trovati in camper accusati di tentato furto

Svolta a Lodi, nuove linee guidaMaglie più larghe per l’autocertificazione

Migranti appiccano fuoco a Cpr TorinoSedato tentativo di rivolta. Siap, “centro è una polveriera”

Pamela, chiesto rinvio giudizio OseghaleProcuratore della repubblica di Macerata deposita richiesta – Incendio su un treno carico di propilene
Dramma sfiorato nel pavese, fiamme domate dai vigili del fuoco

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI CRONACA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Aveva fissato in 25 euro il prezzo per ogni pratica “aggiustata”. Operazioni che venivano compiute modificando i dati presenti nel sistema informatico dell’agenzia dell’entrate. Per questo i carabinieri di Roma hanno arrestato oggi Orazio Orrei, dipendente dell’ufficio del fisco, e il commercialista Maurizio Sinigagliesi. L’indagine della Procura di Roma era iniziata nel 2017 dopo una segnalazione anomala giunta agli uffici centrali dell’Agenzia, tramite il canale ‘whistleblowing’, da parte di un dipendente dell’ufficio territoriale ‘Roma 2’. Nella denuncia il dipendente riferiva di un incontro, documentato anche da un video, avvenuto il 4 gennaio del 2016 tra l’arrestato e un soggetto non identificato nel bar esterno alla sede dell’Entrate.
– RACALE (LECCE)

– “Alla mensa separata di Lodi rispondiamo che i mille colori dei nostri bambini sono solo bellezza da preservare. Qui a Racale si mangia tutti insieme!”. Con queste parole Donato Metallo, sindaco di Racale, ‘Città della Follia’, nel basso Salento, lancia e sostiene una iniziativa promossa dai cittadini che hanno organizzato per domenica prossima ‘Il pranzo a colori, perché noi il pane lo condividiamo’, in risposta a quanto successo a Lodi, “dove oltre 200 figli di stranieri sono rimasti fuori dal servizio mensa e scuolabus per un regolamento del sindaco”. “Qui invece – è detto – ogni cittadino porterà il necessario per un vero pranzo domenicale condiviso con uomini, donne e bambini provenienti da Paesi diversi”. Ci saranno addobbi ovunque – annuncia il sindaco – e “un lungo tavolo percorrerà tutto il perimetro della piazza e delle strade adiacenti. Al centro lo spazio interamente dedicato ai bambini dove verrà intonato l’Inno d’Italia dal ‘Coro Mani Bianche’ dell’Istituto comprensivo di Racale.
– MILANO

– La Corte d’Assise d’Appello di Milano ha condannato a 30 anni Giuseppe Pellicanò, il pubblicitario accusato di strage e devastazione per aver causato un’esplosione nel suo appartamento in un palazzo di via Brioschi nella quale, nel giugno 2016, morirono la sua ex compagna Micaela Masella e una coppia di giovani vicini di casa marchigiani, Chiara Magnamassa e Riccardo Maglianesi, e rimasero ferite gravemente le sue due bimbe. I giudici hanno quindi ritoccato la sentenza di condanna all’ergastolo inflitta in primo grado.
– MILANO

– E’ scemato e ormai non si sente più in piazza Duomo e nel centro di Milano l’odore che deriva dall’incendio scoppiato la sera del 14 ottobre nella ditta IPB di via Chiasserini alla periferia Nord di Milano. La puzza ha invaso nuove aree della città in mattinata a causa del cambio della direzione dei venti ma è rapidamente scemata nel corso della giornata nella parte centrale della città. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro per spegnere le fiamme ed è iniziato da ieri il lavoro di smassamento delle macerie. Domani in via Chiasserini è previsto il sopralluogo di una task force degli enti coinvolti per fare il punto della situazione. Parteciperanno l’assessore all’Ambiente della Lombardia Raffaele Cattaneo, l’assessore all’Ambiente del Comune Marco Granelli, la vicesindaco Anna Scavuzzo, insieme ai rappresentanti dell’Ats di Milano, dell’Arpa Lombardia, dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile comunale.
– “Sto pensando a un filmato che testimonia la situazione di alcune carceri del nord Africa costruite dai trafficanti di persone. Quando i governi rispediscono indietro chi era riuscito a mettersi in salvo, i trafficanti li mettono in quelle carceri, dove si praticano le torture più orribili”: “Noi oggi ci strappiamo le vesti per quello che hanno fatto i comunisti, i nazisti e i fascisti… ma oggi? Non accade anche oggi? Certo, lo si fa con guanti bianchi e di seta!”. Così il Papa nel colloquio con i gesuiti a Vilnius lo scorso 23 settembre, pubblicato oggi da Civiltà Cattolica.
– Il suo compito era quello di reclutare le donne: prima le invitava ad abbracciare l’ideologia dell’Isis, poi le portava su posizioni sempre più radicali, infine le convinceva a partite per la Siria o l’Iraq e ad unirsi al jihad che i loro uomini già stavano combattendo contro gli infedeli. Arta ‘Anila’ Kakabuni era un pericolo per la sicurezza dello Stato e ieri, appena uscita dal carcere, è stata messa su un aereo per l’Albania ed espulsa con un decreto firmato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.
La donna, albanese di 44 anni, era in Italia dal 2003 e viveva a Grosseto con il fratello. Secondo l’antiterrorismo il suo compito sarebbe stato quello di reclutare adepti per l’Isis.
Lo avrebbe fatto anche con Maria Giulia Sergio, la prima foreign fighter italiana che ha preso il nome di battaglia di Fatima e che dal settembre del 2014 è in Siria dove assieme al marito Aldo Kobuzi si è unita all’Isis.
– BOLOGNA

– Ha ferito con un coltello da cucina tre ladri entrati nel suo camper, parcheggiato sotto casa a Bologna. Per questo un 50enne, incensurato, è stato denunciato dalla Polizia per lesioni personali gravi e aggravate e porto illegale d’arma. Denunciati anche gli intrusi, tre tunisini di 23, 25 e 27 anni, tutti con precedenti, accusati di tentato furto aggravato in concorso. E’ successo verso le 7.30 in via Cleto Tomba, nel quartiere fieristico. L’uomo, residente in città, è sceso in cortile dopo essere stato avvertito dalla moglie che qualcuno poteva essersi introdotto nel camper. Rientrando, la donna aveva notato che uno dei finestrini era stato forzato. Dopo aver chiamato il 113, l’uomo ha deciso di scendere a controllare e ha portato con sé un coltello. Quando è entrato e ha sorpreso i tre, secondo quanto ha poi raccontato agli agenti, si è spaventato e li ha colpiti. Ad avere la peggio è stato il 27enne, ferito in modo serio a un braccio e ricoverato all’ospedale Maggiore.
– LODI

– Dopo le proteste per il regolamento del Comune di Lodi, che aveva di fatto estromesso circa 200 bambini dalle agevolazioni sul prezzo della mensa a scuola, la giunta guidata dal sindaco leghista Sara Casanova ha varato le nuove linee guida che in qualche modo ammorbidiscono i criteri.
Il regolamento infatti non prevede l’autocertificazione e per molti stranieri è difficile reperire la documentazione che accerti che non possiedono proprietà nel loro Paese d’origine.
Con le nuove linee guida, però, le maglie si allargano.
L’autocertificazione varrà se è accompagnata da una dichiarazione resa dalla rappresentanza diplomatica che attesti l’impossibilità per quel Paese di rilasciare le certificazioni necessarie, o che attesti che la certificazione relativa ai beni immobili e/o ai redditi è limitata soltanto a una porzione di territorio. Nel caso dei Paesi che hanno sottoscritto la convenzione dell’Aia, sarà valida un’apostille (certificazione che convalida sul piano internazionale gli atti).
– TORINO

– La polizia indaga per individuare i responsabili del tentativo di rivolta di oggi pomeriggio al Cpr di Torino, dove alcuni ospiti hanno dato fuoco a materassi e masserizie in quattro aree della struttura. I posti andati distrutti, all’interno dei moduli abitativi del centro di corso Brunelleschi, sarebbero più di 30. Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco e un agente di polizia è rimasto leggermente intossicato per aver respirato i fumi. Colto da malore, è stato portato nell’infermeria interna.
“L’ennesima rivolta odierna, con l’incendio coordinato di più moduli abitativi in quasi tutte le aree, ripropone il tema della carenza di personale dell’Ufficio immigrazione e di quello adibito alla vigilanza della struttura”, interviene il segretario generale provinciale del Siap, Pietro Di Lorenzo. “I danni sono ingenti – continua – La tipologia degli ospiti rende il Cpr una polveriera, ma certo la carenza di personale non aiuta”.
– MACERATA

– Il procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per Innocent Oseghale, pusher nigeriano di 29 anni, con le accuse di omicidio di Pamela Mastropietro, vilipendio, occultamento di cadavere e violenza sessuale. Alcune accuse sono supportate dalla testimonianza di un detenuto, che ha diviso la cella con Oseghale. Il testimone ha riferito dei particolari, appresi dallo stesso nigeriano, che poteva conoscere solo Oseghale. Si attende che sia fissata l’udienza preliminare.
– MEDE (PAVIA)

– Un incendio si è sviluppato questa sera sulla motrice diesel di un treno merci che trasportava 14 carri cisterna pieni di propilene, un idrocarburo altamente infiammabile. È avvenuto alle 18.40 a Mede Lomellina nei pressi di strada Castellaro, in mezzo alle case, a cento metri da un passaggio a livello. Per fortuna il rapido intervento dei vigili del fuoco del locale distaccamento volontario, accorsi con due squadre e in seguito supportati anche dai colleghi di Robbio, Mortara e Voghera, è valso a contenere le fiamme e a domarle prima che si potessero propagare ai carri cisterna. I due macchinisti di 52 e 58 anni, che hanno tentato con un estintore in dotazione di spegnere l’incendio prima di mettersi in salvo, sono stati accompagnati dal 118 all’ospedale di Alessandria per un principio di intossicazione.
Il treno, proveniente dalla raffineria di Sannazzaro, aveva superato da circa 500 metri la stazione di Mede e stava uscendo dal centro abitato in direzione di Alessandria.   

STAMPA

Aggiornamenti, Cinema, Notizie, Spettacoli Musica e Cultura

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

DALLE 09:48 ALLE 18:07

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

SPETTACOLI CINEMAMUSICA CULTURA

Bruce Springsteen nelle foto di Stefanko
Quarant’anni di carriera del Boss alla Ono arte di Bologna

Klimt e Schiele, l’inquietudine sulla telaDa 22 a 24 ottobre scandali e sogni della Vienna di primo ‘900

Tutto Pirandello in digitale e OscarSichera, operazione unica sinergia edizione web e cartacea

A teatro, Foglietta, Rossi e BariccoZingaretti dirige la Ranieri, Afghanistan per Bruni-De Capitani

Smashing Pumpkins, unica data a BolognaTutto esaurito giovedì 18/10 per la band Usa di Billy Corgan

Mensile umoristico Buduar anche cartaceoDopo sette anni e 56 numeri online, è pronto il numero zero

Studioso, ho scoperto nuovo testo DanteSarebbe sua missiva che Cangrande della Scala inviò a Enrico VII

Grande Guerra: installazione per cadutiIn piazza Dante a Trento fino all’11 novembre

Quattrone, la cover di ‘Che sarà’Brano del passato che guarda al futuro per il giovane calabrese

Alberto Angela cittadino onorario PompeiPer il merito di aver proiettato luce nuova sulla città

Marx 200 anni, l’attualità da web a shopConvegno Università Roma Tre tra formazione e ruolo delle donne

Cinecittà si Mostra, visite per sordiDa novembre sarà possibile prenotare percorsi didattici dedicati

Torna l’Ape Maia con olimpiadi di mieleSecondo film animato in Cgi su personaggio cult in sala il 18/10

Musicultura 30 anni,al via edizione 2019Francesca Archibugi, Catalano, Willie Peyote in Comitato

Alla Tosse di Genova Il cane senza codaPrima nazionale per opera Paolo Bonfiglio con regia di Conte

Bublé, lo staff smentisce il ritiroLa notizia bollata come fake era stata diffusa dal Daily Mail

Ritrovati frammenti film su guerra LibiaScoperti da Università Udine. Riferiti a inizio e fine pellicola

Ecco la giornata dei Parchi letterariDomenica 21 ottobre letture e incontri da Dante a Montale

Ora in italiano il canale europeo ArteAnche cinema, musica, storia, scienze in programmi in 6 lingue

Le gesta di Gigi Riva rivivono a teatroA Cagliari da venerdì 19 in scena attore-regista Alessandro Lay

Torna Marietti 1820, rilancio laicoTra primi titoli Pontiggia e Poli inediti

Sanremo, è record iscrizioni per GiovaniSud primo con 253, 214 dal Centro, 191 dal Nord. 19 dall’estero

Haber, “I diversi vanno ascoltati”Attore con Sara Serraiocco nel road movie In viaggio con Adele –

Lady Gaga è fidanzata con il suo agente
Il 49enne Christian Carino. E sfoggia anello da 400 mila dollari

Le “Sparizioni” di Bruce Nauman a NYTra MoMA e PS1 50 anni di carriera del grande ribelle arte Usa

Tra amori e miti Ovidio in mostra diventa emozione Alle Scuderie del Quirinale fino al 20 gennaio 2019

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

BOLOGNA

– Una retrospettiva ripercorre, attraverso le foto di Frank Stefanko, 40 anni della carriera di Bruce Springsteen, cantautore e musicista simbolo del rock americano: è ‘Further up the road’, dal 18 ottobre al 18 novembre alla galleria Ono Arte contemporanea di Bologna, con ingresso libero.
Stefanko e Springsteen si incontrano grazie a Patti Smith, che aveva lavorato assieme al Boss su ‘Because the night’ ed era amica di Stefanko sin dai tempi del college, quando già il fotografo – che all’epoca lavorava part time in una fabbrica di confezionamento carni – ne aveva fatto uno dei suoi soggetti, tra i primi ad immortalarla a inizio carriera. Da subito i due creano un rapporto di collaborazione, poi durato negli anni.
La mostra è composta da 30 opere: le foto sono state tra l’altro utilizzate sulle copertine degli album ‘Dark on the edge of town’ (1978) e ‘The River’ (1980), e la celebre fotografia ‘Corvette winter’ è stata scelta da Springsteen per la copertina dell’autobiografia ‘Born to run’.
I valzer nelle strade e i caffè affollati, la borghesia puritana e i salotti culturali, le conquiste della tecnica, lo sfarzo e la miseria, l’irrompere dell’inconscio come nuovo orizzonte conoscitivo e di un prepotente senso di irrequietezza che l’arte, dalla pittura, alla musica alla letteratura, interpreta e traduce. C’è tutta la rivoluzionaria e inquieta effervescenza culturale della Vienna tra ‘800 e ‘900 nel film evento “Klimt e Schiele. Eros e Psiche”, regia di Michele Mally, che sarà nelle sale dal 22 al 24 ottobre con Nexo Digital.Al centro del film la vita e le opere di due giganti della storia dell’arte, Gustav Klimt ed Egon Schiele, diversi per stile e temperamento ma emblemi di una stessa sensibilità, quella dell’uomo ‘nuovo’, moderno, che a cavallo tra i due secoli si stava affacciando: protagonisti del movimento della Secessione Viennese, i due pittori (con loro anche Koloman Moser e Otto Wagner) portarono avanti l’idea di un’arte totale, capace di “uccidere i padri” artistici e rompere con la tradizione, aprendo la porta all’irrazionalità.Opere come Il Bacio, Giuditta, il Fregio di Beethoven di Klimt e L’abbraccio, Donna distesa di Schiele insieme ai suoi tanti autoritratti vengono integrati nel film in un racconto storico artistico avvincente: esperti e studiosi spiegano questi capolavori indiscussi, con i quali i due artisti provocarono e scandalizzarono l’opinione pubblica dell’epoca. Uno scandalo che evidentemente dura ancora oggi, se, come ci riporta la cronaca, a Londra sono stati censurati i nudi di Klimt e Schiele sui cartelloni pubblicitari. Del resto Klimt e Schiele non furono i soli a fare la rivoluzione: mentre Freud studiava l’inconscio e la psicanalisi e Schnitzler metteva a nudo nei suoi testi la borghesia e la sua doppia morale, i due pittori elaborarono uno stile nuovo, con il quale portarono sulla tela il lato oscuro dell’uomo, i sogni, le ossessioni e le fragilità, ma anche l’erotismo, il nudo, la morte, la solitudine e una nuova immagine della donna.Al quel contesto culturale viennese, che poi di lì a poco si sarebbe scontrato con la prima guerra mondiale, e alla capacità degli artisti di interpretare un’epoca in trasformazione, il film rende omaggio, proprio nel centesimo anniversario della morte di Klimt, Schiele, Moser e Wagner, tutti scomparsi nello stesso anno, il 1918. Per lo spettatore, guidato nel racconto da Lorenzo Richelmy, l’occasione di muoversi tra le sale dell’Albertina, del Belvedere, del Kunsthistorisches Museum, del Leopold Museum, del Sigmund Freud Museum e del Wien Museum per guardare da vicino e con occhi più consapevoli opere d’arte straordinarie, che raccontano una stagione storico-artistica irripetibile, in grado di influenzare le generazioni successive.
– EDIZIONE NAZIONALE OPERA OMNIA DI LUIGI PIRANDELLO (OSCAR MONDADORI E CINUM-CENTRO INFORMATICA UMANISTICA UNIVERSITA’ DI CATANIA)- L’Opera Omnia di Luigi Pirandello in stampa digitale, corredata da introduzioni critiche e note filologiche, insieme alle nuove pubblicazioni dei libri negli Oscar Mondadori, tra cui ‘I vecchi e i giovani’, con molte opere proposte nelle prime edizioni e sul web. E’ un’operazione unica e una novità assoluta la sinergia tra Oscar Mondadori e PirandelloNazionale.it. Si punta “da un lato a stampare un Pirandello nuovo, vivo, affidabile, leggibile dal grande pubblico, e dall’altro a creare un luogo virtuale in cui gli studiosi possano trovare una quantità/qualità di informazioni e di dati mai fino ad ora così integrati e potenti” come spiegano i curatori del progetto posto sotto l’egida della Commissione per l’Edizione Nazionale nominata dal MIBAC e presieduta da Angelo Pupino.    “La scommessa è di fare un’edizione viva, diversa, in progress che si possa rivolgere ai lettori di Pirandello di ogni fascia. I livelli sono tre: gli Oscar, la stampa digitale e l’online che vanno di pari passo. E anche questa è una cosa unica” sottolinea il professor Antonio Sichera, direttore del Centro di Informatica Umanistica-Cinum dell’Università di Catania, all’interno del Dipartimento di Scienze Umanistiche-Disum, con il professor Antonio Di Silvestro.    Nell’intenzione dei curatori, il web diventa così lo spazio di irradiazione e di approfondimento (filologico, linguistico, critico, didattico e culturale) della grande letteratura, oltrepassando i modelli usuali della Rete quale luogo virtuale della pura archiviazione di testi e di materiali.    Sul sito www.oscarmondadori.it gira l’edizione digitale dell’Opera Omnia di Luigi Pirandello, realizzata dal Cinum che ospita i manoscritti, le edizioni critiche e i vocabolari dell’opera pirandelliana, oltre a una serie di risorse audio, video e di strumenti didattici, che ne fanno un modello di edizione all’avanguardia sul piano internazionale, fondamentale per gli studiosi e adatta alla navigazione.    Si tratta di un sistema integrato in cui gli utenti potranno trovare, in sequenza, quattro grandi sezioni: i manoscritti, le edizioni critiche e i vocabolari dell’opera pirandelliana, oltre a una serie di risorse audio, video e di strumenti didattici, che la rendono un modello di edizione all’avanguardia sul piano internazionale. I testi pubblicati negli Oscar consegnano ai lettori un Pirandello nuovo grazie anche alla pubblicazione, filologicamente accurata, di molte delle prime edizioni.
– Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani con l’epopea teatrale di ‘Afghanistan’, a Roma; Paolo Rossi-Moliere con ‘Il Re anarchico e i fuorilegge di Versailles’, ancora nella capitale, e Luca Zingaretti che torna alla regia per dirigere sua moglie Luisa Ranieri in ‘The deep blue sea’, di Terence Rattigan, a Pesaro. E ancora, Eugenio Allegri da una quarto di secolo nel ‘Novecento’ di Alessandro Baricco, a Torino, e l’attualità di ‘Salvimaio’ di Andrea Scanzi, nella capitale; ‘Hamlet Machine’ di Heiner Muller, titolo ormai cult della regia di Robert Wilson, e Anna Foglietta con Paolo Calabresi in ‘Bella figura’ di Yasmina Reza, tutti a Milano; sono alcuni degli spettacoli teatrali in cartellone nel prossimo week end.
– BOLOGNA

– Tutto esaurito giovedì 18 ottobre, all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna) per l’unico concerto italiano degli Smashing Pumpkins, band cult dell’alternative rock e del grunge anni Novanta. C’è solo la Wembley Arena di Londra, oltre al capoluogo emiliano, nel minitour europeo del gruppo di Chicago, reduce da decine di date in Canada e Usa, dove tornerà ancora sui palchi da fine novembre.
Il gruppo è nato trent’anni fa dall’idea del frontman Billy Corgan e di James Iha (chitarra), poi si sono aggiunti la bassista D’Arcy Wretzky – che non fa più parte della band – e il batterista Jimmy Chamberlin. Nove album in studio, due Grammy Awards e 30 milioni di dischi venduti, tra battibecchi e scioglimenti, Smashing Pumpkins usciranno tra un mese con il nuovo lavoro, ‘Shiny and oh so bright. Vol.1/Lp. No past. No future. No sun’, già preceduto dai singoli ‘Solara’ e ‘Silvery sometimes (Ghosts)’, che rivede assieme dopo diciotto anni Corgan, Iha e Chamberlin, con il chitarrista Jeff Schroeder.
– TORINO

– Dopo sette anni e 56 numeri, esce per la prima volta anche in versione cartacea ‘Buduàr, l’almanacco dell’arte leggera’, mensile umoristico online.
Il numero zero dell’edizione di carta è un foglio 100×70 ripiegato più volte, fino a diventare un giornale 24×34, tutto a colori con vignette, strisce, racconti, articoli, aforismi.
Buduàr, creato dai vignettisti Dino Aloi, Alessandro Prevosto e Marco De Angelis, sul web si sfoglia come un giornale normale, ha 150 collaboratori e vanta un Premio Zac a Forte dei Marmi nel 2014. Su questa ‘print edition’ appaiono autori come Enzo Tortora con un capitolo del libro Le Forche Caudine, un articolo sulla grande mostra su Jacovitti ad Aosta, un inedito disegno di copertina di Coco e vignette di firme come Bozzetto, Silver, Lunari, Contemori, Ziche, Kustovsky, Trojano, Isca, Chiostri.
Il giornale cartaceo, stampato in migliaia di copie a cura di Sergio Cavallerin e Starshop, verrà distribuito in omaggio al festival Lucca Comics & Games.

– VENEZIA

– La lettera che, nell’agosto del 1312, Cangrande della Scala, signore di Verona, inviò al novello imperatore Enrico VII, “con altissima probabilità fu opera della mente di Dante Alighieri”: l’intuizione è di Paolo Pellegrini, docente di Filologia e linguistica italiana all’università di Verona. La scoperta potrebbe non solo portare al pubblico un nuovo scritto dantesco, che andrebbe ad arricchire il corpus delle sue opere, ma dimostrerebbe che Dante rimase a Verona molto più a lungo di quanto si pensasse, rendendo la città scaligera la dimora in cui il Sommo Poeta soggiornò più a lungo, dopo Firenze.
– TRENTO

– I treni militari che partirono dalla stazione di Trento tra l’agosto 1914 e la fine del primo conflitto mondiale portarono i soldati trentini in Galizia, sui Carpazi, in Bucovina, Serbia e Italia. Nel 1915, all’entrata di guerra dell’Italia, circa 700 si arruolarono come volontari nell’esercito italiano. Di quanti erano partiti, tra i 64 mila e i 72 mila, più di 12.000 persero la vita. Oggi, in piazza Dante, si è ricordato quel periodo storico, con l’inaugurazione di una installazione in ricordo dei caduti trentini.
In piazza Dante si trovano infatti due vagoni dell’epoca (prestati da Trenitalia) a monito di quella tragedia umana per molti anni dimenticata. Dentro i vagoni due schermi che mostrano immagini in bianco e nero e, nella vicina sala Depero, nel palazzo della Provincia, un altro monitor mostra i nomi di tutti i caduti. L’installazione rimarrà in piazza Dante fino all’11 novembre, giorno simbolico che rimanda alla fine della prima guerra mondiale.
– Un salto nel passato guardando l’Europa ‘Che Sarà’. E’ un viaggio a ritroso, ma con uno sguardo al futuro, quello che Armando Quattrone fa proponendo la cover del celebre brano scritto da Jimmy Fontana e diventato uno dei simboli della musica italiana nel mondo. Il giovane cantautore calabrese sbarca nelle radio con la canzone presentata dai Ricchi e Poveri e Josè Feliciano al Festival di Sanremo del 1971, la storia di un ragazzo che lascia il suo Paese per cercare fortuna all’estero, così com’ è accaduto a Quattrone, partito qualche anno fa dall’Italia per trasferirsi ad Amburgo, la città europea che da subito ha amato il suo talento made in Italy e che gli è valso in poco tempo un contratto discografico con ‘Universal’ in Germania per l’album d’esordio ‘Calabria’, pubblicato a luglio. Quattrone ha aperto a Stoccarda il concerto di Sfera Ebbasta, dopo essersi esibito anche nei live di Ermal Meta e Max Gazzè. Il suo tour invece, partito ad aprile dalle Canarie, sta facendo tappa in tutta Europa.
SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

POMPEI (NAPOLI)

– Alberto Angela è diventato cittadino onorario pompeiano. Il Comune di Pompei (Napoli) ha riconosciuto al giornalista divulgatore il merito di avere proiettato sulla città – grazie ai suoi documentari sull’antica Pompei – una luce nuova che ha contribuito alla sua fama a livello mondiale. Pubblico di autorità, ma soprattutto di giovani e di bambini ha applaudito l’evento che si è svolto in piazza Bartolo Longo, su un palco installato tra il Santuario dedicato alla Madonna del Rosario e il Palazzo del Comune.
– Le aperture domenicali dei negozi e il web come strumento per merci destinate a bisogni immateriali: a leggere tra le righe de “Il Capitale” è possibile trovare riflessioni anche su temi di piena attualità. “Se fosse vivo oggi indagherebbe certamente sul ruolo dei social network, da facebook a twitter”, afferma Donato Santarone coordinatore del Cesme, il Centro studi sul marxismo e l’educazione, dell’Università Roma Tre che organizza domani, a 200 anni della nascita, un convegno su Marx e il capitale come rapporto sociale”.
Il convegno, promosso dal dipartimento di Scienza della Formazione dell’ateneo romano, racconterà le diverse sfaccettature di Marx, indagandone gli aspetti storici e letterari, quelli filosofici ed educativi, affrontando il tema della ”liberazione delle donne” e della “formazione delle classi dirigenti”, fino alle “trasformazioni del lavoro nel capitalismo globale digitalizzato”.
La lettura di Marx si presta a molti collegamenti con l’attualità. Già dall’incipit del Capitale, ad esempio, sembra voler anticipare le analisi sul ruolo del web, quando parlando della “ricchezza della società” e del modello di produzione capitalistico affronta il tema delle “merci” come “oggetto esterno che soddisfa bisogni” che possono anche essere immateriali. “Vengano dallo stomaco o provengano dalla fantasia nulla cambia”, scrive anticipando scaffalature di saggi sulla web economy.
Il ping pong tra storia e presente tocca molti temi. Oggi si discute in parlamento sulle aperture domenicali dei negozi, ma già allora Karl Marx affrontava, con un approccio poi non tanto diverso, il tema del ”tempo festivo domenicale”. La logica del capitalismo – spiega quasi da preveggente nel primo libro del Capitale – “nella sua voracità da lupo mannaro” punta a rubare tempo che invece bisognerebbe dedicare “per un’educazione da esseri umani, per lo sviluppo intellettuale, per l’adempimento di funzioni sociali, per rapporti umani…”.
– ROMA

– Inclusività e condivisione: Cinecittà si Mostra, l’esposizione permanente di Istituto Luce – Cinecittà, che permette al grande pubblico di entrare negli Studi di Via Tuscolana, vuole diventare maggiormente inclusiva e allargare l’esperienza di visita e conoscenza della Settima Arte al pubblico sordo. Da novembre sarà possibile prenotare nuovi percorsi didattici dedicati specificamente al pubblico sordo e promossi con un video ad hoc. I mitici Studi di Cinecittà saranno fruibili anche per i non udenti grazie all’attività mirata del Dipartimento educativo di Cinecittà si Mostra e alla conduzione di educatori sordi specializzati direttamente nella lingua dei segni.
I percorsi disponibili sono rivolti a diverse fasce di età, dedicati all’utenza libera, alle famiglie e alle scuole che hanno al proprio interno studenti sordi.
– L’apetta nata nel 1912 dalla penna dello scrittore tedesco Waldemar Bonsels, diventata un personaggio pop globale grazie all’anime degli anni ’70 di Zuiyo Eizo, torna al cinema con il secondo capitolo cinematografico animato in Cgi delle sue avventure, L’Ape Maia – Le olimpiadi di miele di Noel Cleary, Sergio Delfino & Alexs Stadermann, che dopo l’anteprima estiva a Giffoni arriva in sala dal 18 ottobre con Koch Media. “Attraverso un linguaggio adatto ai più piccoli, si toccano nei canoni di una commedia per famiglie dalla trama molto semplice, temi come il rapporto con l’autorità, l’esclusione e il confronto con l’altro. Stavolta motore delle avventure di Maia è quella che percepisce come una palese ingiustizia: l’ordine da parte dell’imperatrice Catherine impartito all’alveare di Campo di papaveri, governato dalla sorella, la regina Beatrice, di donare metà delle proprie scorte per le Olimpiadi di miele, nonostante agli abitanti di quella parte del territorio non sia permesso partecipare ai Giochi.
– MACERATA

– Musicultura festeggia 30 anni di vita con il taglio del nastro dell’edizione 2019. Era il 1990 quando Fabrizio De André e il poeta Giorgio Caproni furono i primi firmatari del Comitato Artistico di Garanzia del concorso.
Da allora autorevoli personalità di musica, letteratura, poesia e cinema – a titolo gratuito e in libertà di coscienza – hanno fatto e continuano a fare parte di quel Comitato, dando il loro fondamentale contributo nella selezione dei vincitori del concorso. Tra i nuovi giurati della 30/a edizione la regista Francesca Archibugi, il poeta Guido Catalano e il rapper Willie Peyote che si uniscono agli storici Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Paolo Benvegnù, Brunori Sas, Luca Carboni, Andrea Carrera, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Giorgia, Alessandro Mannarino, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione.
– GENOVA

– Debutta a Genova il 23 ottobre, in prima nazionale, ‘Il cane senza coda’, la nuova produzione del Teatro della Tosse con la regia di Emanuele Conte, firmata da Paolo Bonfiglio. Un’opera teatrale di drammaturgia contemporanea dove reale e irreale si mischiano dando vita a uno spettacolo surreale, grottesco dai lati tragicomici. “E’ una storia diversa, che vuole analizzare il tema della morte – spiega l’autore del testo, Paolo Bonfiglio – e lo fa in modo sottile, con risvolti tragicomici, uno spettacolo che a tratti fa ridere, piangere e commuovere”. Un uomo solo rimane bloccato nella sala d’aspetto di una stazione e tra il gracchiare dei corvi cala la notte. In questo spazio, che sembra sospeso nel vuoto, lo spettacolo si gioca tra realtà e sogno, mondi che si sovrappongono tra loro. Il protagonista si trova a scontrarsi con il reale e i suoi incubi. ‘Il cane senza coda’ è uno spettacolo di grande forza con personaggi di rara profondità interpretati da Pietro Fabbri e Andreapietro Anselmi. Un testo teatrale che Bonfiglio ha scritto dopo aver realizzato i due cortometraggi animati ‘Mater’ e ‘Mortale’, che saranno parte integrante dello spettacolo, due opere selezione e premiate in vari festival internazionali.
“Per me è questo lavoro è un testo di vera drammaturgia contemporanea italiana – ha detto il regista Emanuele Conte – con tutti i tempi del teatro. Uno spettacolo che vuole racchiudere gli ultimi istanti di un condannato a vivere, un’opera tra il reale e il surreale, che affronta il tema della morte con disincanto”. La pièce sarà in scena al teatro della Tosse fino al 4 novembre.

– Michael Bublé non si ritira. Lo staff del crooner canadese, dopo la diffusione dell’intervista di alcuni giorni fa al Daily Mail in cui dichiarava che l’album Love, in uscita, sarebbe stato l’ultimo, smentisce l’ipotesi di un addio alle scene dopo la malattia del figlio. “Michael Bublé non ha assolutamente intenzione di ritirarsi.
Non ero presente all’intervista, ma la frase riportata deve essere stata presa fuori contesto”, ha dichiarato la portavoce del cantante, Liz Rosenberg, a “Insider”. Sui social, il management di Bublé bolla come fake la notizia del tabloid inglese e chiede di non continuare a condividerla.
– UDINE

– Due frammenti di Energica avanzata contro i ribelli di El Baruni, film del 1912 di Luca Comerio, che nella guerra tra il Regno d’Italia e l’Impero Ottomano si impegnò in una serie di reportage dal fronte libico dei combattimenti, sono stati ritrovati e identificati nell’ambito del progetto di preservazione e valorizzazione del fondo Chinese dell’Università di Udine. I frammenti – spiega l’ateneo – sono stati proiettati in anteprima a Le Giornate del Cinema Muto di Pordenone. Hanno indicativamente una lunghezza di 140 e 20 metri e sono riferibili rispettivamente alla fine della prima e all’inizio della seconda parte del film. Restituiscono scene di guerra, il concentramento delle truppe degli alpini e dei bersaglieri, l’utilizzo della tecnologia militare, l’inseguimento dell’esercito turco fino a Miega e Jefren, con la battaglia di Jefren (Yafran) e l’apoteosi italiana. La scoperta è stata fatta da Diego Cavallotti, Andrea Mariani e Silvio Celli.
– Dalla Castagneto di Giosuè Carducci ai Colli Euganei di Petrarca, dalla Ostia di Pasolini fino addirittura al circolo polare artico con Pietro Querini e Johan Peter Falkberget. Domenica 21 ottobre si festeggia la IV giornata de I Parchi Letterari nel nome di una letteratura senza confini. Spettacoli, letture, percorsi naturalistici e itinerari legati alla filiera agroalimentare per sognare, incontrare le persone e rivivere i luoghi che hanno ispirato alcune delle più celebri opere della letteratura. Su www.parchiletterari.com c’è il programma completo e in continuo arricchimento.
La Giornata sarà l’occasione per collaudare http://abracapp.com/ ovvero l’equivalente virtuale di scrivere su un muro nel mondo reale. I post rimangono geo localizzati nel luogo in cui sono stati scritti per incoraggiare una interazione tra comunità locali, lettori e viaggiatori senza rovinare il paesaggio.
– Dopo il francese, tedesco, inglese, spagnolo e polacco, Arte, il canale culturale europeo, debutta anche in italiano. Parte oggi Arte in italiano, versione sottotitolata dell’offerta gratuita in streaming video di oltre 400 ore di programmi, 300 di concerti e spettacoli, oltre a cinema, documentari, mostre, storia, scienze, inchieste e magazine. ”Non un canale elitario, ma culturale, con tutte le interpretazioni della cultura dall’Opera al rock – racconta il presidente Peter Boudgoust – Uno sguardo oltre la superficie, dietro le quinte, per mostrare come si muove il mondo. E’ nostro compito lottare per le diversità europee, permettendo l’accesso a culture che non si conoscono”.
Con 10 ore di nuovi programmi sottotitolati a settimana, ora Arte raggiungerà il 70% degli europei nella loro lingua madre e oltre la metà dei prodotti saranno visibili anche nel resto del mondo. Tra i prossimi titoli, La guerra dei sogni, ”sugli anni 1918-1938 raccontati in prospettiva multinazionale”

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

CAGLIARI

– Un omaggio a Gigi Riva, l’uomo divenuto mito del calcio italiano, il bomber che disse no alla Juventus e alle altre grandi del nord, il “poeta realista” come lo definì Pierpaolo Pasolini. Il sipario sulla Stagione di teatro La Vetreria di Pirri, a Cagliari, si apre venerdì 19, alle 21, con il debutto del nuovo spettacolo del Cada Die Teatro “Riva Luigi ’69 ’70 – Cagliari ai dì dello scudetto” scritto, diretto e interpretato da Alessandro Lay.
Riflettori accesi sul celebrato “Rombo di tuono”, il capocannoniere che ha portato in Sardegna lo scudetto nel 1970.
Un riscatto sociale per tutta l’Isola. Una data storica che Lay rievoca nella piece dedicata al fenomeno in un flusso di memorie che si intrecciano. “Quella legata a Gigi Riva che arriva fino ai giorni nostri, intervallata da altre memorie, con richiami autobiografici, quella di un bambino che aveva 8 anni all’epoca dello scudetto, quella di una Cagliari in quegli anni vista attraverso i suoi occhi”, spiega Lay all’ANSA.
“Gigi Riva ha letto e approvato il copione”, ha detto Giancarlo Biffi, direttore artistico del teatro alla Vetreria.
Il racconto di Alessandro Lay abbraccia la dimensione sportiva, umana e esistenziale dell’uomo e calciatore Gigi Riva. Non ricordo molto dello ‘scudetto’, ma ricordo come era la città, come ci vestivamo, come ci appendevamo ai tram per non pagare, l’album della Panini e le partite ‘a figurine’ sui gradini della scuola elementare – racconta ancora Lay – ricordo il medagliere, con i profili dei giocatori del Cagliari sulle monete di finto, fintissimo oro da collezionare. E ricordo vagamente un ragazzo schivo, a volte sorridente, che guardava sempre da un’altra parte quando lo intervistavano. Un ragazzo che puntava i pugni in terra e si faceva tutto il campo correndo ogni volta che segnava un gol”.

– Torna in libreria Marietti 1820 e viene rilanciata in chiave laica con un nuovo logo, un nuovo direttore editoriale, Roberto Alessandrini, e amministratore delegato Michele De Lillo. La storica casa editrice nata a Torino nel 1820, dopo i vari trasferimenti di questi anni, ha anche una nuova sede: Bologna dove è approdata in seguito all’acquisizione da parte del CED-Centro Editoriale Dehoniano, di cui è direttore lo stesso Alessandrini. Tra i primi titoli ad arrivare in libreria: due lezioni inedite e una conferenza di Giuseppe Pontiggia raccolte in ‘Le Parole necessarie. Tecniche della scrittura e utopia della lettura’, a cura di Daniela Marcheschi. E i preziosi libretti di sala scritti da Paolo Poli, raccolti per la prima volta ne ‘Il teatro della leggerezza’, a cura di Mariapia Frigerio. “Punteremo, in particolare, sulla filosofia, la letteratura, le scienze umane e sociali, recuperando anche titoli importanti dal catalogo”. L’intento è cercare nuovi temi e nuovi lettori” spiega Alessandrini.
“Abbiamo ritenuto di investire nell’acquisizione di un marchio storico che nel 2020 celebrerà due secoli di attività.
Il nostro obiettivo è quello di allargare lo sguardo nella direzione del lettore laico e della libreria non religiosa, per fornire un’offerta più selettiva e di qualità” afferma De Lillo.
Sei le collane: Agorà dedicata alla filosofia, Le Giraffe alla storia, Le Bussole di manualistica universitaria, Le Lampare di narrativa e critica letteraria, I Melograni di grandi tascabili di saggistica e narrativa e Le Madrèpore di piccoli tascabili di saggistica e narrativa. Nei prossimi anni Marietti 1820 si orienterà anche su collane dedicate alle figure e ai miti dell’immaginario occidentale e all’eredità del moderno. E ancora ‘Una costituzione da vivere.
Breviario di valori per italiani di ogni età’ di Paolo Grossi, per nove anni giudice costituzionale della Repubblica e per due presidente dell’Alta Corte. Tra le uscite di novembre ‘Gli scampati e altri racconti inediti’ di Luigi Santucci, morto nel 1999, con la prefazione di Giorgio Tabanelli.
– Sanremo Giovani mette a segno il record di richieste di ammissioni: per l’edizione 2018 sono arrivate 677 domande. Un incremento del 5% rispetto allo scorso anno. Di queste quasi 700 richieste di artisti in cerca di popolarità e successo, 84 sono relative a gruppi, le altre 593 a singoli artisti (in particolare 311 uomini e 282 donne).
A selezionare i 60 artisti che parteciperanno alle audizioni dal vivo, in programma a Roma il 12 novembre, sarà la Commissione musicale, presieduta dal direttore artistico Claudio Baglioni. Tra loro, e tra i giovani selezionati da Area Sanremo (audizioni il 26 novembre) saranno individuati i 24 finalisti che parteciperanno, il 20 e il 21 dicembre, alle due prime serate su Rai1 di Sanremo Giovani. I due vincitori andranno direttamente in gara a febbraio sul palco dell’Ariston.
Il Sud è primatista con 253 domande di ammissione, seguito dal Centro con 214 e dal Nord con 191. Tra le Regioni è il Lazio a farla da padrone con 140 richieste. Dall’estero 19 candidature.
– Ci sono voluti quattro anni di lotte per Alessandro Haber per vedere finalmente realizzato, grazie all’incontro con i produttori Arturo Paglia e Isabella Cocuzza di Paco Cinematografica, In viaggio con Adele, delicato road movie firmato dall’esordiente Alessandro Capitani, in cui il grande attore regala insieme alla coprotagonista Sara Serraiocco una prova da incorniciare. Il film, al debutto fra le pre aperture della Festa di Roma e in sala dal 18 ottobre con Vision, è “una commedia intelligente, umanista, con un sentimento forte dentro” sintetizza il direttore della kermesse Antonio Monda. Al centro della trama l’incontro fra Aldo (Haber), attore teatrale egocentrico alla vigilia di un importantissimo provino cinematografico con Patrice Leconte (che appare in un cameo) e la figlia che non sapeva di avere Adele (Serraiocco), ventenne ‘neurodiversa’ come si autodefinisce, tanto sensibile quanto fragile e libera da freni e inibizioni. “I diversi “vanno osservati, ascoltati e coccolati” dice l’attore.
SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

NEW YORK

– Lady Gaga ha ufficializzato il suo fidanzamento con Christian Carino, 49 anni, suo agente. In realtà i due sono fidanzati dal 2017 ma solo ora è arrivata la conferma ufficiale. L’occasione è stata la 25/a edizione dell’Elle Annual Women, dedicato alle donne più influenti di Hollywood, durante il quale Gaga ha ringraziato tutte le persone che ama nella vita e tra queste ha indicato Christian come il suo fidanzato.
La popstar ha anche sfoggiato al dito un anello da 400mila dollari. Secondo gli esperti si tratterebbe di uno zaffiro rosa da 6 o sette carati in una corona di diamanti di circa 3 o 4 carati.
– NEW YORK

– 50 anni di Bruce Nauman a New York: 165 opere del 77enne artista americano vanno in mostra dal 21 ottobre tra MoMA e PS1 nella la più completa retrospettiva in 25 anni dedicata al grande ribelle del panorama artistico mondiale. La rassegna raccoglie il testimone dallo Schlaulager di Basilea. “Pochi artisti sono stati in grado di sostenere questo livello di creatività lungo una carriera di mezzo secolo”, ha detto la curatrice Kathy Halbreich.
E’una mostra impegnativa: per essere apprezzate alcune opere richiedono decine di minuti, se non ore di osservazione: come l’installazione video “Mapping the Studio II (Fat Chance John Cage) del 2001 in cui la pazienza paga quando si intravede un topo che nottetempo attraverso l’edificio. Nauman, che non si identifica in nessuna corrente, con le sue opere manipola tempo, spazio, movimento e linguaggio rivelando come l’esperienza sensoriale sia una base instabile della percezione. Nulla di più attuale oggi in tempo di “fake news”.
– Una mostra ricca, complessa, colta e didascalica nello stesso tempo, che vuole affascinare il lettore, anzi sedurlo come Ovidio ha saputo fare, nei secoli, con la sua opera. E’ ‘Amore, miti e e altre storie’, una rassegna ospitata dal 17 ottobre fino al 20 gennaio 2019 alle Scuderie del Quirinale, che mette insieme 250 opere provenienti da circa 80 musei del mondo (dal Louvre agli Uffizi, dall’Archeologico di Napoli a quello di Eretria in Grecia, dalla National Gallery di Londra alla Royal Danish Library di Copenaghen), per celebrare il bimillenario del poeta.Insieme quindi, nel delicato allestimento, sculture, opere pittoriche, affreschi, rilievi funerari, volumi, vasi, gioielli ed altri oggetti di ogni tipo, tutti preziosi, tutti unici a partire da capolavori come la ‘Venere pudica’ di Botticelli, o la ‘Venere callipigia’ dell’Archeologico di Napoli, e ancora raffigurazioni dei miti ovidiani realizzate da Cellini, Tintoretto, Ribera, Poussin, Batoni.Ma basterebbe per la visita la meraviglia delle cento minuscole api provenienti dal corredo funerario di una fanciulla prestate dal Museo di Aquileia. “Abbiamo letto Ovidio con l’occhio dello storico dell’arte – ha spiegato la curatrice Francesca Ghedini – perché le immagini sono dentro le sue descrizioni, le sue parole”.E allora nella prima stanza si parte proprio dalle parole e dal contemporaneo, a dire che il significato di quei versi penetra anche l’arte di oggi, con l’opera ‘Maxima Proposito’ di Joseph Kosuth, ed un sacrario con il ritratto Dell’Ortolano in cui si suppone sia rappresentato, e poi, ad esempio, la prima versione a stampa delle opere di Ovidio del 1471. Si intuisce dalla prima stanza insomma la complessità dell’impegno, “frutto di dieci anni di ricerche e due di lavoro”, spiega ancora la Ghedini, “partito dall’Università di Padova”.Un lavoro abbracciato e promosso dalle Scuderie del Quirinale, puntualizza Mario De Simoni, presidente e amministratore delegato di Ales, “perché era un dovere rendere omaggio al bimillenario e farlo non in modo inutilmente celebrativo, ma per raccontare il poeta che meglio di ogni altro ha dato voce ai momenti di crisi”. “E farlo con immagine e parola – ha aggiunto il direttore delle Scuderie Matteo Lanfranconi – mettendo insieme arte antica e contemporanea”. Che poi saranno anche al centro di una serie di incontri, conferenze e laboratori che affiancheranno la mostra.Si procede quindi, nelle stanze, con un filo conduttore legato ai temi, a partire da quello di immediato impatto dell’amore e dell’erotismo che cattura il visitatore con alcuni pezzi che non sfigurerebbero nelle stanze segrete di Pompei, per passare a quello del conflitto con Augusto che gli inflisse l’inspiegato esilio sulle rive del Mar Nero, fino all’analisi delle sue divinità e, al piano superiore, alla straordinaria raffigurazione delle sue Metamorfosi in un gioco di ripetizione e di specchi in cui i miti tornano e si rigenerano. In ‘Ovidio, Amori, miti e altre storie’, non si racconta soltanto il poeta, ma si cerca di farlo rivivere al visitatore attraverso l’emozione. E il percorso è compiuto quando ci si rifugia nella stanza che ospita voce e volto di Sebastiano Lo Monaco che recita i suoi versi.   

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE: UBER

DELLE 16:59

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE: UBER

Uber: su app icona sicurezza passeggeri
Funzione di comunicazione anonima tra autista e cliente

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI TECNOLOGIA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE: UBER

TORINO

– Uber vara nuove misure per la sicurezza dei passeggeri. Sarà possibile monitorare la corsa tramite Gps, in modo da poter condividere il tragitto con amici e familiari. Si potrà anche contattare, in caso di emergenza, l’assistenza 112 disponibile a tutte le ore. Tutto questo tramite una piccola icona a forma di scudo che nei prossimi giorni apparirà sulla app degli utenti. E’ prevista anche una soluzione per ricordare sia agli autisti sia ai corrieri partner (il servizio sarà disponibile anche per i corrieri di Uber Eats) di mantenere i limiti di velocità previsti lungo l’itinerario. “Nell’ultimo anno – spiega Sachin Kansal, responsabile della sicurezza dei prodotti dell’azienda – abbiamo lavorato allo sviluppo di funzionalità innovative per incrementare la trasparenza, il livello di efficienza e dare maggiore tranquillità a tutti gli utenti. E’ l’ultimo passo fatto nel tentativo di garantire a chiunque di spostarsi in modo sicuro, rimanendo in contatto ovunque ci si trovi”. Tutte le funzionalità verranno attivate nelle 7 città italiane dove Uber opera con il servizio di trasporto (Milano e Roma) e con Uber Eats (Milano, Roma, Napoli, Bologna, Rimini, Reggio Emilia, Trieste).   

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Ultim'ora

ULTIM’ORA

DALLE 14:26 ALLE 16:53

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

ULTIM’ORA

Bublé, lo staff smentisce il ritiro
La notizia bollata come fake era stata diffusa dal Daily Mail

Grecia: si dimette ministro degli esteriScontro con titolare Difesa Kammenos su accordo con Macedonia

Crimea: ‘studente ha attaccato college’E poi si è ucciso, dicono autorità. Non si indaga per terrorismo

Ecco la giornata dei Parchi letterariDomenica 21 ottobre letture e incontri da Dante a Montale

Alitalia: incontro commissari-a.d FsDopo manifestazione di interesse di venerdì scorso

Auto: 30 ottobre i sindacati da Di MaioConvocazione su problemi settore

Khashoggi, 12 sospetti legati a sauditiRimosso console saudita a Istanbul, perquisizione in residenza

Khashoggi: console saudita rimosso,falsoNotizia diffusa su siti arabi e ripresa anche dai media turchi

Merkel, Stati euro tenuti a stabilitàSu Brexit intesa possibile, irrisolta questione migranti

May, vogliamo accordo secondo referendumPremier Gb insiste su possibilità intesa, ma restano paletti

Affido: Pillon,su ddl aperti a confrontoNessuno vuole abrogare normativa su separazione e divorzio

Conte, r. cittadinanza pilastro manovraNon è assistenzialismo, dati povertà Italia allarmanti

Povertà: Delrio, governo ascolti CaritasUtilizzi il Rei, azzerare tutto sarebbe grave errore

Affido: Pillon, non ritiro il ddlSenatore della Lega,chieste 118 audizioni,vogliamo sentire tutti

Pde: gli under 35 si autoconvocano”Generazione che è nel partito ma schiacciata da vecchie glorie”

Fumo in cabina, aereo Melania rientraEra appena decollato dalla base di Andrew per Filadelfia

ULTIM’ORA

TUTTE LE ULTIMISSIME SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

ULTIM’ORA

Michael Bublé non si ritira. Lo staff del crooner canadese, dopo la diffusione dell’intervista di alcuni giorni fa al Daily Mail in cui dichiarava che l’album Love, in uscita, sarebbe stato l’ultimo, smentisce l’ipotesi di un addio alle scene dopo la malattia del figlio. “Michael Bublé non ha assolutamente intenzione di ritirarsi.
Non ero presente all’intervista, ma la frase riportata deve essere stata presa fuori contesto”, ha dichiarato la portavoce del cantante, Liz Rosenberg, a “Insider”. Sui social, il management di Bublé bolla come fake la notizia del tabloid inglese e chiede di non continuare a condividerla.
– Il ministro degli Esteri greco Nikos Kotzias ha rassegnato le dimissioni all’indomani di uno scontro in consiglio dei ministri con il titolare della Difesa Panos Kammenos sull’accordo raggiunto con la Macedonia sull’annoso problema del nome della repubblica ex jugoslava.
Secondo Kathimerini, Kotzias ha così protestato per il mancato supporto da parte del premier Alexis Tsipras dopo gli attacchi di Kammenos, nazionalista e partner di minoranza del governo, da sempre contrario all’intesa.
– MOSCA

– L’autore dell’attacco al college era uno studente che poi si è ucciso. “Era al quarto anno dell’istituto professionale di Kerch. Il suo corpo è stato trovato in biblioteca al secondo piano”, ha riferito il leader della Crimea Sergei Aksyonov in tv, senza dare il nome, ma aggiungendo che ha agito da solo.
Il caso non è più considerato dagli inquirenti un attacco terroristico ma sarà indagato come “omicidio”. Lo riferiscono fonti investigative riportate da Russia Today.
– Dalla Castagneto di Giosuè Carducci ai Colli Euganei di Petrarca, dalla Ostia di Pasolini fino addirittura al circolo polare artico con Pietro Querini e Johan Peter Falkberget. Domenica 21 ottobre si festeggia la IV giornata de I Parchi Letterari nel nome di una letteratura senza confini. Spettacoli, letture, percorsi naturalistici e itinerari legati alla filiera agroalimentare per sognare, incontrare le persone e rivivere i luoghi che hanno ispirato alcune delle più celebri opere della letteratura. Su www.parchiletterari.com c’è il programma completo e in continuo arricchimento.
La Giornata sarà l’occasione per collaudare http://abracapp.com/ ovvero l’equivalente virtuale di scrivere su un muro nel mondo reale. I post rimangono geo localizzati nel luogo in cui sono stati scritti per incoraggiare una interazione tra comunità locali, lettori e viaggiatori senza rovinare il paesaggio.
– Un incontro tecnico, secondo quanto si apprende, si è svolto in mattinata tra l’a.d. di FS, Gianfranco Battisti, e i commissari di Alitalia. Le Ferrovie hanno presentato venerdì scorso una manifestazione di interesse non vincolante per la compagnia e da qualche giorno sono entrati nella ‘data room’ per esaminare i conti.
– TORINO

– Un incontro sulla situazione del settore auto è stato convocato dal ministero dello Sviluppo Economico per il 30 ottobre alle 18.30. Alla riunione sono invitati i segretari nazionali di tutti i sindacati, Fim, Fiom, Uilm, Ugl Metalmeccanici e Fismic.
– WASHINGTON

– Sarebbero 12, secondo il Washington Post, i sauditi legati ai servizi di sicurezza di Riad che avrebbero fatto parte della squadra di 15 persone sospettate di aver ucciso Jamal Khashoggi, il giornalista saudita dissidente sparito nel consolato del proprio Paese a Istanbul il 2 ottobre scorso. Tra le figure di spicco Khalid Aedh Aloitaibi, identificato come membro della guardia reale saudita e fotografato in varie occasioni accanto al principe ereditario Mohammed bin Salman. L’Arabia Saudita ha intanto rimosso dal suo incarico il suo console a Istanbul, Mohammed al-Otaibi, richiamato ieri in patria. Nei suoi confronti è stata aperta un’inchiesta. Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, al termine del suo incontro con il segretario di Stato americano Mike Pompeo, ha annunciato che oggi saranno perquisite la residenza e le auto del console. “Aspettiamo di vedere l’esito delle indagini”, ha detto Pompeo, assicurando che Riad sarebbe pronta a punire eventuali responsabili, chiunque essi siano.
– ISTANBUL

– Era una fake news la notizia della rimozione dall’incarico del console saudita a Istanbul Mohammed al-Otaibi, ripresa questo pomeriggio dai media turchi dopo essere stata diffusa su alcuni siti arabi. Lo riporta la tv di stato di Ankara, Trt. Il console era stato richiamato ieri in patria dopo la scomparsa del giornalista Jamal Khashoggi.
– BERLINO

– “Ogni Stato è responsabile della sua situazione economica” e “ha il dovere di preoccuparsi della stabilità dell’economia, soprattutto in tempi positivi per l’economia”. Lo ha detto Angela Merkel, parlando oggi al Bundestag, in vista del vertice europeo. Merkel ha sottolineato che nell’eurozona “siamo così strettamente connessi gli uni agli altri, che decisioni nazionali possono incidere su tutti gli altri”. Riferendosi poi alla Brexit, Merkel ha detto che la “chance” di arrivare a un accordo buono per entrambe le parti “è ancora sul tavolo”. Merkel ha però anche sottolineato che “ci dobbiamo preparare a ogni scenario, anche alla possibilità che la Gran Bretagna esca senza un accordo”. “Io auspico che anche dopo la Brexit la Gran Bretagna resti un partner stretto e affidabile per l’Europa”, ha aggiunto. Infine la questione migranti sulla quale la Merkel ritiene che “la distribuzione equa in Europa resta un tema irrisolto”.
– LONDRA

– Theresa May insiste sull’obiettivo di un accordo di divorzio dall’Ue, ma anche sui suoi paletti sul dossier dell’Irlanda del Nord: “Vogliamo un accordo che attui il mandato popolare sulla Brexit e porti benefici a tutto il popolo del Regno Unito”, ha detto la premier Tory rispondendo oggi agli attacchi del leader laburista Jeremy Corbyn nel Question Time che precede il Consiglio Europeo delle prossime ore. May conferma peraltro il suo ‘no’ a ogni ipotesi di referendum bis o di permanenza definitiva di Londra nell’unione doganale.
– “Nessuno vuole abrogare l’attuale normativa in materia di separazione e divorzio. Siamo aperti al confronto e a miglioramenti”. Lo dice il senatore della Lega Simone Pillon nel corso di un confronto in Senato sul ddl che porta il suo nome e che riguarda l’affido condiviso dei figli, con esponenti del Pd tra i quali Valeria Valente, Valeria Fedeli e Anna Rossomando.
“E’ chiaro – aggiunge Pillon – che chi compie violenza in famiglia non può rimanere con i figli”. L’obiettivo, spiega il parlamentare è che “i nostri figli cambino il meno possibile rispetto a prima della separazione”. La senatrice Valente non usa mezzi termini nella replica: “Per noi questo testo va ritirato senza se e senza ma. Si tratta di una chiara retromarcia”.
– BRUXELLES

– “Oggi è la giornata delle Nazioni Unite dedicata alla lotta contro la povertà. I dati relativi all’Italia diffusi dai rapporti europei e dalla Caritas descrivono un quadro allarmante. Questo Governo ha affrontato con determinazione il problema. Chi vive in questa condizione vuole e merita un’occasione. Questo Governoßnon si gira dall’altra parte: questa opportunità la offre con il reddito di cittadinanza”. Lo scrive su Facebook il premier Giuseppe Conte.
“Non parliamo di assistenzialismo ma di una misura per la crescita della nostra economia e società. È uno dei pilastri della manovra e in questi giorni lo spiegherò ai leader europei”, sottolinea Conte.
– “Se il governo intende davvero contrastare la povertà ha a disposizione uno strumento già pronto e che funziona, il Reddito di inclusione: fermare tutto e ripartire da zero sarebbe un grave errore. Lo diciamo da tempo.
Abbiamo anche presentato una proposta di legge per estenderlo e potenziarlo. Abbiamo dato la nostra disponibilità per migliorarlo, disponibilità che confermiamo. Alla maggioranza ed al governo abbiamo detto in più occasioni che il Reddito di inclusione è il frutto di una scelta maturata e compiuta insieme alle associazioni dell’Alleanza contro la povertà. Oggi la Caritas lancia l’allarme e chiede al governo di non smontare il Reddito di inclusione perché metterebbe a serissimo rischio la lotta alla povertà. Chiediamo alla maggioranza di mettere almeno una volta da parte la propaganda e ascoltare la voce della Caritas”. Lo dichiara il capogruppo del Partito democratico alla Camera Graziano Delrio.
– “Il testo non si ritira. M5S dice la stessa cosa che diciamo noi: c’é un testo su cui lavorare. Siamo aperti al contributo di tutti”. Così il senatore della Lega Simone Pillon al termine di un confronto in Senato sul disegno di legge sull’affido condiviso dei figli di genitori separati che porta il suo nome. Alla discussione, oltre a esponenti del Pd, ha partecipato il senatore di Forza Italia Lucio Malan. Pillon, in qualità di relatore del provvedimento, ha assicurato che non chiederà lo stralcio di alcuna delle 118 audizioni richieste alla Commissione Giustizia del Senato.
“Vogliamo sentire tutti”, ha commentato.
– “Si sono autoconvocati domenica scorsa a Roma, oltre 70 giovani da ogni angolo d’Italia. Giovani amministratori, dirigenti nazionali del Pd e della Giovanile, militanti, esponenti di storiche associazioni di centrosinistra.
L’unico denominatore comune quello generazionale: tutti under 35, molti ventenni. Lo si legge in una nota in cui viene dichiarato che “l’obiettivo era chiamare a raccolta una generazione che nel Pd c’è ma che si sente confinata nelle tante isole locali. Schiacciata da un correntismo verticale e da un congresso che pare già polarizzarsi con le vecchie glorie di sempre con un partito che dopo la sconfitta del 4 marzo stenta a trovare una via”. I “ragazzi di Centofiori” si riconvocheranno tra il 10 e 11 novembre prossimo “in forma pubblica e aperta”.
Ma se dall’assemblea di novembre partirà anche una candidatura che sparigli le carte, in una fase in cui ancora nulla è deciso, “questo nessuno può dirlo, né la porta è chiusa a prescindere”, spiegano.

– WASHINGTON

– Paura sull’aereo che stava portando Melania Trump a Filadelfia dove la first lady avrebbe dovuto visitare un ospedale. Improvvisamente si è sviluppato del fumo in cabina che ha costretto i presenti a coprirsi la bocca con fazzoletti umidi per poter respirare. Il velivolo è quindi stato costretto a tornare alla base di Andrew, in Maryland, da dove era da poco decollato. La first lady starebbe bene.   

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 08:58 ALLE 16:27

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sigilli a 6 distributori abusivi gasolio
Carburante agricolo venduto a un euro al litro

Domenico Lucano ha lasciato RiaceE’ partito alle 6 di stamattina, obbligo firma per compagna

Rogo Vesuvio, indagati dirigenti RegioneIn relazione a piano tutela e convezione con vigili del fuoco

Incendi: ancora forte odore a MilanoVigili fuoco ancora al lavoro in azienda andata in fiamme

Sequestrate 13mila giacche contraffatteScoperti da Gdf, valore potenziale di 1,2 milioni di euro

Svolta nelle ricerche su 18enne uccisoSi scava in un punto preciso alla presenza del procuratore

Strage di San Marco in Lamis, un arrestoFurono uccisi un boss, suo cognato e due contadini innocenti

Operai licenziati su tetto MunicipioA Coirigliano Rossano protesta dipendenti coop dopo fine appalto

Maltempo, in Sardegna pioggia e nebbiaAllagamenti a Quartu, ciclone si sposta a nord-est dell’Isola

Due minorenni violentati tre arrestiChat ‘gruppi di amici’, vittime confessano violenze ai genitori

Anci, ancora chiusa strada Tempio-OlbiaBene riapertura record ss 195 ma nel nord si attende da 5 anni

Carabinieri, 50 anni centro alpino SelvaPresente il comandate generale Nistri, ricordato Nones

Allarme della Caritas: ‘In Italia un esercito di poveri in attesa’Don Soddu, abolire la povertà? ‘Abbiamo difficoltà a pensarlo’

Malaria: archiviata inchiesta su malariaProcura chiude procedimento contro infermiera

Droga e armi in tombini a NapoliOperazione della Polizia, scoperti anche passamontagna

Esplode bombola gpl officina, ustionatoFerito non sarebbe in pericolo vita. Vvf, Cc e 118 sul posto

Scoperti mandanti e autori due omicidiNel 2014, uno dei due cadaveri venne distrutto. Quattro arresti

Botte per gelosia, ragazzine denunciateIn passato avevano nascosto e bagnato gli abiti a una 14enne

Presidio contro fabbrica bombeSit-in antimilitaristi davanti a Regione, Pigliaru intervenga

No a affitto utero, insulti a DonazzanPer aver condiviso campagna social Provita-Generazione Famiglia

‘Ndrangheta, sequestrati beni per 14 mlnSigilli anche a patrimonio milionario ex consigliere Calabria

Bimba uccisa da elica, testimone rischiaPrima riferisce elementi nuovi poi ammette contatti con difesa

Palio Siena,assegnati cavalli a contradeLa Carriera di sabato dedicata a centenario fine Grande Guerra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI CRONACA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

FOGGIA

– Un quantitativo di 60 mila litri di gasolio agricolo e sei distributori di carburante abusivi, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Foggia. Due persone, con precedenti penali, sono state arrestate, mentre nove sono state denunciate. Per tutti l’accusa è di contrabbando di prodotti energetici. Si tratta di una operazione finalizzata a reprimere il fenomeno della distribuzione per usi non consentiti di gasolio destinato all’agricoltura, che beneficia di un regime fiscale agevolato. I controlli si sono concentrati a Cerignola, Lucera, Ordona e Sant’Agata di Puglia ed hanno permesso di sequestrare anche 2 autocisterne e 5 furgoni utilizzati per le “consegne a domicilio” del gasolio.
È stata inoltre accertata la vendita, in totale evasione di imposta, di ulteriori 62.000 litri di carburante del valore di oltre 47mila euro. Sotto la lente di ingrandimento dei finanzieri sono finiti autoparchi e depositi di carburante dove i clienti di fiducia potevano acquistare il gasolio ad un euro a litro.
– RIACE (REGGIO CALABRIA)

– Ha lasciato Riace poco dopo le 6 di stamattina Domenico Lucano, il sindaco sospeso per il quale ieri il Tribunale del riesame di Reggio Calabria ha revocato gli arresti domiciliari, disponendo però nei suoi confronti il divieto di dimora. Resta a Riace, invece, la compagna di Lucano, per la quale il divieto di dimora é stato attenuato con la misura dell’obbligo di firma.
La decisione del Tribunale del riesame di Reggio Calabria è giunta nella serata di ieri. Prima di conoscere la decisione del Tribunale del riesame, subito dopo l’udienza, Lucano, sospeso dalla carica di sindaco dal Prefetto di Reggio Calabria, aveva detto a chiare lettere, con decisione, che il modello di accoglienza e integrazione creato nel suo comune sarebbe andato avanti.
– NAPOLI

– Due dirigenti della Regione Campania sono indagati dalla Procura di Napoli in relazione ai roghi che nell’estate del 2017 devastarono le pendici del Vesuvio. Lo riporta Il Mattino.
Si tratta del dirigente del Servizio Generale per la Protezione Civile Massimo Pinto e il suo predecessore nello stesso incarico, Italo Giulivo. Gli inquirenti contestano ad entrambi l’abuso di ufficio, il concorso in incendio colposo e la devastazione colposa.
L’obiettivo dei magistrati è accertare se i due dirigenti abbiano fatto tutto il possibile per evitare il disastro ambientale, soprattutto prima dell’emergenza, in riferimento, in particolare, a un piano di tutela e a una convezione con i Vigili del Fuoco rimasti, secondo i pm, solo sulla carta. I due dirigenti verranno ascoltati dai magistrati nei prossimi giorni.
L’incendio sulle pendici del Vesuvio del 2017 fu devastante: ridusse in cenere ben 8,7 chilometri quadrati delle sue pendici.
– MILANO

– Dalla Stazione Centrale a piazza Duomo, si sente ancora forte l’odore di fumo in numerose zone di Milano, ancora conseguenza dell’incendio scoppiato la sera del 14 ottobre nella ditta IPB di via Chiasserini tra Quarto Oggiaro e la Bovisasca.
Dalla periferia nord, il vento ha portato verso sud, cioè verso il centro della città, la puzza molto simile a quella della plastica bruciata sprigionata dalla colonna di fumo che si è alzata domenica notte dal capannone dove erano stoccati 16mila metri cubi di rifiuti.
Sul posto sono ancora presenti alcuni mezzi dei vigili del fuoco per lo smassamento dei rifiuti e la bonifica dell’area.
Secondo i rilievi dell’Arpa, non ci sarebbero comunque problemi per la salute derivanti dal fumo che si è diffuso in città.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

COMO

– Circa tredicimila giubbotti contraffatti del valore potenziale di 1,2 milioni di euro, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Ponte Chiasso (Como), in collaborazione con i funzionari doganali, al valico commerciale italo svizzero di Como-Brogeda, in ingresso in Italia.
La merce era a bordo di un autoarticolato proveniente dall’Ungheria e diretto a Napoli. All’interno i finanzieri hanno trovato 317 cartoni con 12.970 capi di abbigliamento di cui 12.130 pezzi riconducibili al marchio Napapijri e 840 pezzi che presentavano caratteristiche simili a quelle del marchio Blauer.
La conferma che si trattasse di merce contraffatta è giunta dai periti dei due marchi, contattati dalla Finanza.
Il carico è stato sequestrato per i reati di contraffazione, alterazione o uso di marchi, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e vendita di prodotti industriali con segni mendaci. L’autista, un ucraino, è stato denunciato per contrabbando ed è stato confiscato l’autoarticolato.
– ORISTANO

– Si stanno concentrando in un triangolo di territorio, tra Ghilarza, Aidomaggiore e Abbasanta, in provincia di Oristano, le ricerche del corpo di Manuele Careddu, il 18enne di Macomer per il cui omicidio sono finiti in carcere cinque giovani, accusati di omicidio premeditato e occultamento di cadavere. Le ricerche, anche con l’ausilio di cani, sono riprese all’alba, dopo che ieri notte è arrivata un’indicazione sul possibile luogo in cui trovare il corpo.
Ancora non è chiaro se l’informazione sia stata data da uno degli arrestati. In carcere a Massama (Oristano) si trovano tre maggiorenni, Christian Fodde, Matteo Satta e Rinaldo Carta, un minorenne di Ghilarza è invece rinchiuso nel carcere minorile di Quartucciu, mentre una diciasettenne originaria di Macomer, ma residente ad Abbasanta, sta per essere trasferita in un istituto della penisola.
– BARI

– Una persona accusata di aver partecipato alla strage di San Marco in Lamis (Foggia) in cui il 9 agosto 2017 furono uccide con colpi di kalashnikov quattro persone è stata arrestata dai carabinieri, su disposizione della magistratura barese. In manette anche un altro indagato accusato di altri reati.
Nell’agguato morirono due contadini innocenti, i fratelli Luigi e Aurelio Luciani, di 47 e di 43 anni, colpevoli soltanto di aver assistito involontariamente all’uccisione del boss Mario Luciano Romito e di suo cognato, Matteo De Palma: per questo furono inseguiti e fucilati. La strage rientra nella cosiddetta faida del Gargano, che anche nella zona di San Marco in Lamis vede il clan Romito contrapposto ai Li Bergolis per il controllo dei traffici illeciti.
– CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA)

– Sono saliti di nuovo sul tetto del Municipio di Corigliano e minacciano di lanciarsi nel vuoto se non avranno risposte sul loro futuro occupazionale, due operai del Servizio Verde Pubblico.
I due lavoratori, sposati e con figli, fanno parte dei 12 operai licenziati a settembre da una cooperativa dopo la scadenza dell’appalto. Già a maggio scorso tre operai erano saliti sul tetto per chiedere di continuare a lavorare, ma il Comune aveva fatto sapere che nessuna ditta aveva risposto alla gara d’appalto indetta. Successivamente la coop si è aggiudicata l’appalto per soli tre mesi. I colleghi dei due lavoratori stanno manifestando davanti alla sede della Polizia Municipale e chiedono di essere ricevuti dal Commissario Prefettizio, Domenico Bagnato per avere risposte sul loro futuro occupazionale. Sul posto i Vigili del Fuoco, la Polizia di Stato ed i carabinieri.
– CAGLIARI

– Una nottata di pioggia battente e una mattinata con qualche banco di nebbia, ma fortunatamente senza grossi problemi. Anche se i residenti dei comuni del Sud Sardegna colpiti la scorsa settimana dal nubifragio hanno passato la notte con qualche apprensione. “La pioggia non mi fa dormire…”, ha scritto su Fb il sindaco si Sarroch, Salvatore Mattana.
La nottata appena trascorsa, in cui era già in vigore l’allerta meteo arancione lanciato dalla Protezione civile per rischio idrogeologico con temporali di forte intensità, è passata ed oggi sul Cagliaritano splende il sole. Qualche allagamento si è registrato nella zona di Quartu, vicino alla piazza della chiesa di Sant’Elena, che durante la notte si è trasformata in una gigantesca pozzanghera tanto che le auto transitavano a passo d’uomo. Pioggia anche sul Capoluogo e su altri centri dell’hinterland ma non si registrano problemi.
– CATANIA

– Tre uomini sono stati arrestati da carabinieri nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Catania contro la pedofilia: sono accusati di avere abusato nella ‘scalinata’ della Torre Normanna di Paternò di due ragazzini, di età inferiore ai 14 anni. Tra i destinatari dell’ordinanza emessa dal Gip anche lo zio di una delle vittime. I reati ipotizzati nei confronti dei tre indagati, in concorso, sono violenza sessuale aggravata, atti sessuali con minorenne, corruzione di minorenne e violenza sessuale di gruppo. Le indagini dei carabinieri erano state avviate dopo la denuncia della madre di un ragazzino che aveva notato l’adescamento subito dal figlio su Facebook da parte di un adulto, che in passato era stato condannato per violenza sessuale su minorenni commessa nel 1995. Militari, coordinati dal pool specializzato della Procura di Catania diretto dall’aggiunto Marisa Scavo, hanno scoperto una chat su ‘WhatsApp’, ‘gruppo di amici’, con adulti e minorenni che si scambiavano messaggi ambigui.
– CAGLIARI

– “Sono contento che in 5 giorni le strutture pubbliche abbiano aperto al traffico la strada 195.
Non posso esimermi dal segnalare, invece, che la strada Tempio-Olbia nel tratto Monte Pinu, danneggiata dall’alluvione del 2013 nel cui tratto morirono 3 persone, sono cinque anni che è chiusa al traffico”. Lo denuncia il presidente dell?Anci Sardegna, Emiliano Deiana, in un post su Facebook, nel quale ricorda i tempi lunghi per la ricostruzione della strada nel Nord dell’Isola.
“So che i lavori sono appaltati e l’impresa sta lavorando, ma sono 5 anni che i cittadini della Gallura hanno la loro strada “principale” interrotta – aggiunge Deiana – Così abbiamo un po’ di completezza di informazione e di contestuale invito alla prudenza nelle manifestazioni di giubilo”.
– BOLZANO

– Il comandate generale dell’Arma dei carabinieri, il generale di corpo d’armata Giovanni Nistri, oggi è in Alto Adige per presenziare alla cerimonia del cinquantennale della fondazione del Centro carabinieri addestramento alpino di Selva Val Gardena.
Nel corso della manifestazione verrà svolta una esercitazione di soccorso in parete da parte dei militari del Centro. La cerimonia prevede quindi la deposizione di una corona d’alloro da parte del comandante generale al cippo in memoria dei carabinieri caduti della montagna. A seguire l’intitolazione della nuova aula didattica del Centro alla memoria dell’appuntato scelto Walter Nones, già istruttore del Centro.
L’alpinista è scomparso nel 2010 sul Cho Oyu. Numerosissime le autorità provinciali presenti.
C’è un “esercito di poveri” in attesa che “non sembra trovare risposte e le cui storie si connotano per un’allarmante cronicizzazione e multidimensionalità dei bisogni”. Lo sottolinea Caritas Italiana nel Rapporto 2018 su povertà e politiche di contrasto. Il numero dei poveri assoluti – ricorda l’organizzazione – “continua ad aumentare” e supera i 5 milioni. “Dagli anni pre-crisi ad oggi il numero dei poveri è aumentato del 182%, un dato che dà il senso dello stravolgimento” causato dalla crisi. L’obiettivo è di dare delle risposte, anche se, “come cristiani, abbiamo qualche difficoltà a pensare che si possa abolire la povertà – sottolinea il direttore di Caritas, don Francesco Soddu – ma sappiamo che ogni storia riconsegnata alla sua dignità e alla sua libertà rende migliore il nostro Paese, ci rende migliori”. “La povertà non è solo mancanza di reddito o lavoro: è isolamento, fragilità, paura del futuro. Dare una risposta unidimensionale a un problema multidimensionale, sarebbe una semplificazione”.”I dati di oggi della Caritas mi confermano ancora una volta che abbiamo fatto bene a inserire nella Manovra del Popolo delle misure per dare una mano a tutti i cittadini che sono in difficoltà”. Così il vicepremier, Luigi Di Maio, in un post su Facebook, commentando il rapporto 2018 della Caritas. “Per me contano molto più loro con le loro necessità mai prese in considerazione, da tutti i vari Juncker, Moscovici, Bankitalia, Fmi, Pd, Fi e tutta quella gente che finora ha dettato le politiche economiche al Paese”, afferma.
– TRENTO

– Archiviato dalla Procura di Trento il procedimento penale nei confronti di un’infermiera dell’ospedale S.Chiara di Trento indagata con l’ipotesi di omicidio colposo a seguito della morte per malaria di Sofia, una bambina di 4 anni, avvenuta nel settembre 2017.
Dopo un anno di indagini, il pm Marco Gallina ha concluso che non ci sono prove certe e univoche che a provocare l’involontario contagio sia stata l’infermiera del reparto di pediatria. Nel corso delle indagini infatti sarebbero emerse ipotesi alternative come la presenza di un’altra infermiera al momento dell’utilizzo di un dispositivo sanitario infetto o il contatto diretto tra Sofia e un’altra bambina malata.
– NAPOLI

– Circa 5 chili di droga, due pistole e centinaia di cartucce sono state sequestrate nel corso di un’operazione condotta dagli agenti del commissariato di Secondigliano, nel Parco Arcobaleno, a Napoli. Gli agenti hanno trovato nei tombini delle acque di scarico situati nell’area garage del complesso edilizio di via Monte San Michele le armi, le munizioni, la droga ma anche quattro passamontagna. Scoperto anche un manufatto artigianale calamitato utilizzato per nascondere la droga facendola aderire alle parti metalliche di veicoli oppure nelle pareti per evitare controlli. La droga ha un valore commerciale di circa 100 mila euro.

– ANCONA

– Una bombola di gpl di un’automobile è esplosa in un’officina di via della Montagnola, alla periferia di Ancona. E’ rimasto ferito un 27enne, che ha riportato ustioni di primo grado al volto e di secondo grado ad un braccio e alla parte superiore del torso. E’ stato soccorso dalla Croce Gialla e da un’automedica del 118 e trasportato all’ospedale di Torrette. Non sarebbe in pericolo di vita, anche se le ustioni richiedono un certo lasso di tempo per stilare una prognosi precisa. Sul luogo i vigili del fuoco e i carabinieri. Il giovane rimasto ustionato è un albanese, dipendente dell’officina, assunto regolarmente da tempo. Stava effettuando operazioni di bonifica sulla bombola di gpl, che ha una forma circolare simile ad una ciambella, ormai vuota, riempiendola di acqua. Aveva già bonificato altre bombole, quando a causa di una scintilla, c’è stato lo scoppio. Non si sa ancora cosa abbia provocato la scintilla.
– NAPOLI

– Scoperti gli autori dell’omicidio di due uomini, ammazzati il 13 e 14 marzo del 2014 nell’ambito della guerra di camorra nel Napoletano. Quattro persone sono state arrestate dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Napoli in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Dda.
Sono accusate dell’omicidio di Antonio Ruggiero e Andrea Castiello, a Melito. Le attività di indagine, fondate su dichiarazioni di collaboratori di giustizia, intercettazioni ed una rete di riscontri hanno consentito di individuare mandanti ed esecutori dell’omicidio per lupara bianca di Ruggiero, il cui cadavere venne distrutto, e di Castello, rimasto ucciso nell’azione di fuoco diretta contro di lui e di Ruggiero Castrese, nipote di Antonio Ruggiero, che invece sfuggì all’arresto. I due episodi rientrano nella lotta intestina al clan Amato Pagano, scatenatasi all’indomani della cattura di Mariano Riccio, sino a quel momento capo del clan.
– REGGIO EMILIA

– Avrebbero aggredito una 14enne all’uscita da scuola, il 22 settembre nel Reggiano, con offese, minacce, afferrandola per i capelli, fino a gettarla a terra colpendola con pugni ai fianchi. La vittima era poi finita in ospedale con una prognosi di cinque giorni. Per l’episodio due ragazzine reggiane di 16 anni sono state denunciate al Tribunale dei minori di Bologna per lesioni personali in concorso. Dalle testimonianze raccolte alla base della violenza, in un paese della provincia, ci sarebbe la gelosia sentimentale per l’interesse nei confronti di uno stesso ragazzino.
La 14enne ha poi raccontato ai carabinieri che le due 16enni in passato l’avrebbero già presa di mira con diversi atti di bullismo: in palestra le nascondevano gli abiti, glieli bagnavano in modo che non potesse indossarli o le lanciavano monetine per schernirla invitandola a farsi un nuovo guardaroba.
All’epoca sarebbe intervenuto il dirigente scolastico per interrompere le angherie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CAGLIARI

– Ancora un sit in per fermare la produzione di ordigni bellici nella fabbrica Rwm di Domunovas, nel Sulcis. Questa volta gli anti-bombe sono andati sotto il palazzo della giunta regionale sarda. Obiettivo: sollecitare l’intervento del presidente Francesco Pigliaru. I partecipanti chiedono al numero uno della Regione di “assumere una posizione forte e netta” e di “promuovere insieme al resto dell’esecutivo tutte le azioni possibili affinché la produzione della Rwm emme di Domusnovas non sia finalizzata a produrre questi ordigni”.
Esposti in viale Trento diversi striscioni: “No al massacro nello Yemen”, si legge. La manifestazione è organizzata da Cagliari social forum, Sardegna pulita, Usb e Cobas Scuola.
Angelo Cremone di Sardegna Pulita in un breve comizio ha ribadito i motivi del no alla esportazione di bombe. I movimenti anti bombe suggeriscono anche la necessità di iniziare a pensare a una vera riconversione per salvare i posti di lavoro.
– VENEZIA

– Attacchi e insulti sono stati rivolti all’assessore regionale del Veneto Elena Donazzan dopo aver condiviso sui suoi profili social la campagna di Provita Onlus e Generazione Famiglia contro l’utero in affitto. A denunciarlo è lo stesso assessore: “stamattina, al mio risveglio, ho trovato il mio profilo Instagram zeppo di insulti e minacce per la mia adesione alla campagna #stoputeroinaffitto.
– CATANZARO

– I militari del Comando provinciale di Catanzaro della Guardia di finanza, coordinati e diretti dalla Dda del capoluogo calabrese e con il supporto dello Scico di Roma, hanno eseguito sei distinti provvedimenti di sequestro di beni, per un valore di oltre 14 milioni di euro, nei confronti di persone organiche o contigue ad alcune cosche di ‘ndrangheta, tra cui l’ex consigliere regionale della Calabria Franco La Rupa, valutato in circa 9 milioni di euro. I sequestri hanno riguardato soggetti vicini alle cosche “Cerra-Torcasio-Gualtieri” e dei “Giampà” di Lamezia Terme, “Gallace-Gallelli” di Guardavalle e “Anello” di Filadelfia. Tra i beni sequestrati 34 fabbricati, 9 attività imprenditoriali, 16 appartamenti, due ville lussuose, 40 terreni e 22 veicoli. A La Rupa, che é stato anche sindaco di Amantea, condannato in via definitiva per voto di scambio con appartenenti alla cosca Forastefano di Cassano allo Ionio, é stato sequestrato un patrimonio valutato in circa 9 milioni euro.
– CAGLIARI

– Tensione in aula al processo sul terribile incidente nel quale ha perso la vita Letizia Trudu, la bambina di 11 anni uccisa nell’estate del 2015 dall’elica dello yacht dal quale si era tuffata assieme al padre e alla sorellina nelle acque di Santa Margherita di Pula, a circa 40 km da Cagliari.
Davanti al giudice Giuseppe Carta, questa mattina è comparsa una testimone, una ragazza di 23 anni, che in aula raccontato elementi nuovi, mai emersi nell’inchiesta che hanno scatenato da una parte l’ira del pm Alessandro Pili, dall’altra quella dello stesso giudice che più volte ha ammonito la testimone sull’obbligo di dire la verità. In particolare, la ragazza ha detto di aver sentito qualcuno – non gli imputati – dire ai ragazzi presenti a bordo di tuffarsi, indicando una serie di dettagli che non aveva mai raccontato durante le indagini di Capitaneria e Carabinieri.
– SIENA

– Assegnati i cavalli alle 10 contrade che correranno il Palio di Siena straordinario del 20 ottobre dedicato al centenario della fine della Grande Guerra. La sorte ha assegnato i 3 cavalli che hanno già corso un Palio, Sorighittu, Rombo De Sedini e Schietta, rispettivamente alle contrade di Oca, Selva e Lupa. Gli altri 7 cavalli sono tutti esordienti; Una Per Tutti è andata in sorte alla contrada del Drago, Violenta Da Clodia al Nicchio, Raol alla Giraffa, Remorex alla Tartuca, Techero alla Civetta, Terribile Da Clodia alla Chiocciola e Tonina alla Torre. Questo pomeriggio alle 17.15 in piazza del Campo si correrà la prima prova.

STAMPA

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 04:38 ALLE 15:28

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa:Asia, effetto Netflix,Tokyo +1,29%
Futures Europa positivi, negativi negli Usa, oggi verbali Fed

Spread Btp-Bund apre a 292,3 puntiRendimento al 3,40%

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,34%)Indice Ftse Mib a quota 19.895 punti

Petrolio: in rialzo a 72,15 dollariBrent a 81,67 dollari

Oro: in calo a 1.223,18 dollariCede lo 0,14%

Cambi: euro in calo a 1,1562 dollariYen a 129,77

Borsa:Europa apre positiva,Parigi +0,27%In progresso anche Francoforte e Londra (+0,3% entrambe)

Borsa: Milano accelera (+1%) con StmCalo spread favorisce banche, in calo Prysmian, Fca e Pirelli

Borsa: Europa sale, Milano +0,6%Conti Asml spingono settore, spread favorisce banche

Borsa: Milano azzera rialzo, giù FcaVendite Ue penalizzano anche Pirelli, sprint Stm, scivola Salini

Strada Parchi diffida Mit,sblocchi fondi’Per consentire lavori urgenti e necessari su viadotti’

Salvini: ‘Con noi stop a fantocci manipolati dall’Ue’. Appello Tajani su manovra: ‘Tornate indietro’Il ministro dell’Economia francese avverte: ‘No al ripiegamento su se stessi’

Borsa: Milano giù con Fca e PrysmianSi sgonfiano le banche, bene Stm, scivola Salini Impregilo

Borsa: Europa contrastata Milano -0,2%Futures Usa in rosso, attesi in serata verbali Fed

Apre Saie, a Bologna mondo dell’ediliziaPresenti 450 espositori in 40mila metri di spazi

Spread Btp-Bund a 297 punti baseRendimento al 3,40%

Alitalia:Toninelli,entro ottobre sceltaMigliaia di dipendenti siano tranquilli e fiduciosi

Pop. Bari: Corte sospende multe ConsobProssime settimane comparizione parti

A Vado Ligure nuovo polo logisticoVernazza in aree deposito carbone ex centrale Tirreno Power

Spread Btp-Bund torna a toccare 300Rendimento al 3,47%

Borsa: Milano amplia calo con spreadBanche contrastate, bene Stm, scivola Salini Impregilo

Gros-Pietro, manovra non è stangataTria incontra banchieri, Italia in regola, dialogo in Ue

Borsa: Europa debole, Milano -0,7%Rallentano mutui Usa, futures in rosso, attesa per verbali Fed

Pensioni: audizione del presidente dell’Inps Tito Boeri sulle pensioni – DIRETTA
In commissione alla Camera

Alitalia: incontro commissari-a.d FsDopo manifestazione di interesse di venerdì scorso

Auto: 30 ottobre i sindacati da Di MaioConvocazione su problemi settore

Petrolio in calo a Ny a 71,3 dollariQuotazioni perdono lo 0,78% – Manovra: stampa,Italia in spirale debito
Bloomberg, con rendimenti attuali Italia è nella ‘danger zone’

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DI ECONOMIA SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

Effetto Netflix sui titoli tecnologici nelle principali borse di Asia e Pacifico, al secondo giorno di rialzi dopo un periodo di difficoltà che dura dallo scorso 5 ottobre, con le sole eccezioni di martedì e giovedì scorsi. Tokyo ha guadagnato l’1,29%, seguita da Sidney (+1,18%) e Seul (+1,15%). Chiusa per festività Hong Kong, ancora aperte invece Shanghai (+0,46%) e Mumbai (+0,14%). Positivi i futures sull’Europa, negativi quelli Usa in vista della produzione edile e dell’inflazione nell’Ue, delle richieste di mutui, delle concessioni edilizie e delle scorte di greggio americane e, soprattutto, dei verbali dell’ultima riunione della Fed. Per domani è atteso invece l’Eurosummit a Bruxelles. Sulla piazza di Tokyo, dopo i conti migliori delle stime del colosso televisivo in streaming Netflix, che ha fatto il botto a New York (+17% sul mercato serale) hanno corso oggi i tecnologici Yaskawa (+4,16%), Konami Holdings (+3,98%), Kyocera (+3,06%) Dentsu (+2,25%), Softbank (+2,13%) e CyberAgent (+1,7%).
– Lo spread tra Btp e Bund tedesco a dieci anni apre a 292,3 punti con un rendimento al 3,40%.
– Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,34% a 19.895 punti.
– Il petrolio è in rialzo a 72,15 dollari per il barile Wti e a 81,67 dollari per il Brent.
– L’oro è in calo a 1.223,18 dollari cedendo lo 0,14%.
– Euro in calo nelle prime contrattazioni in Europa a 1,1562 dollari e 129,77 yen.
– Apertura in rialzo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,27% a 5.187 punti mentre Francoforte e Londra salgono entrambe dello 0,3%, rispettivamente a 11.811 e a 7.080 punti.
– Piazza Affari consolida il timido rialzo segnato in apertura (Ftse Mib +1%) spinta da Stm (+4,38%) sulla scia del balzo dei tecnologici in Asia all’indomani dei conti di Netflix e dopo risultati migliori delle stime delle rivali Lam Research d Asml. In luce anche Moncler (+2,81%) dopo la raccomandazione d’acquisto degli analisti di Fidentiis, mentre i bancari Carige (+5,36%), Bper (+2,5%), Banco Bpm (+1,78%), Unicredit (+1,32%) e Intesa (+0,92%), sono favoriti dal calo dello spread a 292 punti, lievemente al di sotto della chiusura della vigilia. Bene Saipem (+1,62%), Mediaset (+2,05%) e Atlantia (+0,87%), dopo la revisine del ‘decreto Genova’ che apre ad un coinvolgimento di Autostrade nei lavori propedeutici per il rifacimento del Ponte Morandi. Giù Prysmian (-0,9%), Fca (-0,76%) e Pirelli (-0,03%) dopo i dati sulle immatricolazioni di auto in Europa. Corre Juventus (+4,52%), deboli invece Bim (-4,26%) e Beghelli (-3,1%) fuori dal paniere principale.
– Borse europee positive, spinte dai titoli tecnologici dopo la trimestrale migliore delle stime di Asml (+6,71% ad Amsterdam) e all’indomani di quelli di Netflix a New York. Milano (Ftse Mib +0,6%) guida i rialzi favorita anche dallo spread sotto quota 300 punti, che spinge i bancari Bper (+2,75%), Banco Bpm (+1,52%) e Unicredit (+1%). Seguono Parigi (+0,41%), Madrid (+0,21%) e Londra (+0,16%), alla vigilia dell’Eurosummit che si occuperà, tra le altre cose, anche di Brexit. In luce i tecnologici Stm (+4,69%), Infineon (+5,02%), Asm International (+4,44%) e Ams Ag (+3,24%). In campo bancario salgono Sabadell (+1,58%), Credit Agricole (+1,19%) e Commerzbank (+0,88%). Scivolano Danone (-3,64%) dopo la trimestrale e Coca Cola (-1,92%), nonostante la raccomandazione di tenere il titolo con rialzo del prezzo obiettivo degli analisti di Wood. Negativi i futures Usa in vista dei mutui, delle concessioni edilizie, delle scorte di greggio e dei verbali dell’ultima riunione della Fed.
– Piazza Affari azzera il rialzo dopo essere salita fino all’1%, con l’indice Ftse Mib che galleggia sulla parità. In rialzo oltre quota 295 punti lo spread tra Btp e Bund, mentre amplia il calo Fca (-1,7%) dopo i dati sulle vendite in Europa, che penalizzano anche gli altri costruttori europei e Pirelli (-1,49%). Prosegue la corsa si Stm (+4,48%) a seguito delle trimestrali di Netflix e di Amsl Holding, mentre i bancari Bper (+2,02%), Banco Bpm (+0,93%), Unicredit (+0,67%) e Intesa (-0,1%) limano il rialzo dopo l’inversione di rotta dello spread. Segno meno per Salini Impregilo (-3,67%), che sta esaminando il dossier Astaldi (-1,73%), su cui si ipotizza anche un possibile coinvolgimento della Cdp.
– L’AQUILA

– Strada dei Parchi Spa, concessionaria delle autostrade A24 e A25 fra Lazio e Abruzzo, ha inviato al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti una diffida per lo sblocco dei 192 milioni di euro per la messa in sicurezza dei viadotti, fondi inseriti nel ‘decreto Genova’. Si chiede di “voler adottare senza ulteriore indugio e comunque entro e non oltre cinque giorni dalla ricezione della presente ogni atto autorizzativo teso a consentire l’avvio di lavori urgenti o comunque ritenuti necessari, con ogni conseguente assunzione di responsabilità in caso di ulteriori ritardi e/o espresso diniego”.
Dopo il botta e risposta di ieri presidente della commissione Ue, Jean-Claude Juncker  Matteo Salvini torna all’attacco in una intervista alla Tass. “Sono sempre più convinto – ha detto il  ministro dell’Interno – che le lobbies finanziarie a Bruxelles non possono accettare la nostra presenza al governo: questa reazione non mi sorprende, per anni hanno manipolato fantocci mentre adesso sono costretti ad avere a che fare con due movimenti politici verso i quali non possono fare ricatti poiché non devono niente a nessuno, se non difendere gli interessi del loro popolo”.Intanto dal presidente dell’Europarlamento, Antonio Tajani arriva un appello: “L’Italia è ancora in tempo per fare marcia indietro. Lo faccia rapidamente, nell’interesse degli italiani”. E su una eventuale bocciatura della manovra: “Mi auguro che questo non accada, ma il rischio è forte”, ha avvertito sottolineando che le misure “non vanno nella direzione dell’interesse” dell’Italia. Ma oggi è anche la Francia ad andare all’attacco. “Tutte le decisioni che vengono prese a Berlino, Roma, Parigi o Bruxelles – ha detto il ministro francese dell’Economia Bruno Le Maire intervistato da Radio Classique – hanno un’incidenza su di noi, gli altri Paesi della zona euro, il ripiegamento su se stessi, decisioni prese senza alcuna considerazione per i partner non porteranno assolutamente da nessuna parte, non faranno che indebolire la zona euro”.”Valutare la manovra italiana – ha detto ancora – spetta alla Commissione europea, è lei responsabile. L’unica cosa che posso dire, che vorrei spiegare, è che siamo 19 Paesi, siamo tutti sulla stessa barca, siamo all’interno di un’unione monetaria, abbiamo scelto la stessa moneta e nessuno può considerare che la sua sorte non abbia un impatto su quella degli altri”. “Quando hai la stessa moneta – ha insistito Le Maire – tutte le decisioni prese a Berlino, Roma, Parigi o Bruxelles hanno un’incidenza su tutti gli altri Paesi della zona euro”.”A proposito dell’Italia vorrei dire che per l’economia e l’unione monetaria è assolutamente decisivo che quello che è stato concordato venga rispettato. I criteri di Maastricht valgono per tutti”, ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, parlando alla Commissione degli Affari Ue del Nationalrat. “Spero che ci sia una linea chiara”, ha continuato Kurz, “tutto il resto metterebbe a rischio non solo l’Italia ma avrebbe anche effetti negativi sull’eurozona”, ha aggiunto.

Intanto il Pd va all’attacco: ‘ “La manovra è anche una sberla alle imprese e a chi crea lavoro: tagliati gli incentivi di Impresa 4.0, stop ACE e IRI. Risultato: 2 miliardi di tasse in più #ladridifuturo’, scrive il segretario Maurizio Martina su twitter.”Valutare la manovra italiana spetta alla Commissione europea, è lei responsabile. L’unica cosa che posso dire, che vorrei spiegare, è che siamo 19 Paesi, siamo tutti sulla stessa barca, siamo all’interno di un’unione monetaria, abbiamo scelto la stessa moneta e nessuno può considerare che la sua sorte non abbia un impatto su quella degli altri”. Il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire, intervistato questa mattina da Radio Classique, ha risposto cosi’ a una domanda sulla manovra italiana. “Quando hai la stessa moneta – ha insistito Le Maire – tutte le decisioni prese a Berlino, Roma, Parigi o Bruxelles hanno un’incidenza su tutti gli altri Paesi della zona euro”.

– Piazza Affari gira in calo dopo oltre 2 ore di scambi (Ftse Mib -0,2%), frenata da Fca (-1,4%) e Pirelli (-‘,9%) dopo i dati sulle vendite nell’Ue. Giù anche Prysmian (-1,35%), mentre si sgonfiano i bancari Banco Bpm (+0,17%) e Intesa Sanpaolo (-0,34%) con lo spread Btp/Bund sopra i livelli dell’apertura (294 punti). Tengono Bper (+1,68%) e Unicredit (+0,8%) insieme a Mps (+0,49%), invariata Carige.
Prosegue invece la corsa si Stm (+3,78%) sulla scia delle trimestrali di Netflix e di Amsl Holding, positive Tim (+0,23%) e Mediaset (+0,81%), pesa invece Salini Impregilo (-2,9%), che sta esaminando il dossier Astaldi (+0,24%), su cui si ipotizza anche un possibile coinvolgimento della Cdp.
– Invertono parzialmente la rotta le principali borse europee dopo un avvio di seduta positivo, con Londra (+0,31%) e Parigi (+0,23%) in rialzo a differenza di Francoforte, Milano e Madrid (-0,2% tutte). Negativi i futures Usa in attesa delle richieste settimanali di mutui, delle nuove costruzioni di case, delle concessioni edilizie e delle scorte di greggio, anche se gli occhi sono puntati sui verbali dell’ultimo incontro della Fed, attesi in serata. Prosegue la corsa dei titoli tecnologici dopo le trimestrali di Asml (+4,2%) e Netflix. Salgono Asm International (+4,1%), Stm (+2,9%) e Infineon (+1,9%) mentre pesano gli automobilistici Peugeot (-2,6%), Renault (-2,37%) ed Fca (-1,7%) dopo le vendite nell’Ue e Danone (-3,49%) sconta la trimestrale disallineata dalle stime. Contrastati i bancari Bper (+1,35%), Unicredit (+0,7%) e Intesa (-0,56%) con lo spread Btp/Bund sopra 295 punti.
– BOLOGNA

– Al via la 53esima edizione di Saie a BolognaFiere, la manifestazione dedicata alla filiera delle costruzioni inaugurata questa mattina. Per quattro giorni i padiglioni ospiteranno prodotti, case history nazionali e internazionali e le tecnologie più innovative del settore. In tutto presenti 450 espositori che occuperanno 40mila metri quadrati, inclusi gli spazi rinnovati nel quartiere fieristico. Tanti anche i seminari di alta formazione e gli incontri di approfondimento su grandi opere, protezione sismica, digitalizzazione, riqualificazione energetica, innovazione, infrastrutture. In programma, venerdì a conclusione del convegno di Federcostruzioni, l’intervento del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.
– Lo spread tra Btp e Bund risale a 297 punti base, dopo un calo a 290 stamani, dai 296 di ieri. Il rendimento del decennale italiano è al 3,44%.
– La vicenda Alitalia “la chiuderemo entro la fine di ottobre e penso che la chiuderemo bene”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a margine dell’assemblea di Confetra aggiungendo “le migliaia di dipendenti devono stare tranquilli e fiduciosi che sarà un vettore nazionale che rilancerà il turismo”.
– La Corte d’Appello di Bari ha disposto la sospensiva del provvedimento con il quale Consob, nei giorni scorsi, ha multato i vertici della Popolare di Bari e l’istituto stesso, in qualità di responsabile amministrativo, per un totale di 1,95 milioni di euro. La Corte ha così accolto, inaudita altra parte, l’impugnazione dell’istituto. Nelle prossime settimane il procedimento andrà avanti con la comparizione delle parti.
– SAVONA

– Vernazza, azienda ligure attiva nel settore delle gru e dei grandi sollevamenti, realizzerà una cittadella, per test e manutenzione, a Vado Ligure (Savona), nelle aree in cui Tirreno Power stoccava il carbone della sua centrale elettrica. L’intesa tra Vernazza e Tirreno Power è stata annunciata questa mattina alla presenza dei vertici delle due aziende. Nella futura cittadella sarà allestito anche un polo formativo d’eccellenza per il personale che utilizza, nei cantieri edili di tutto il mondo, i macchinari della Vernazza.
“Oggi prende il via la reindustrializzazione annunciato due anni fa”, spiega il direttore della centrale, Fabrizio Allegra, oggi attiva con un gruppo a metano, mentre la produzione a carbone è stata dismessa in seguito al sequestro deciso dalla Procura di Savona nel 2014 nell’ambito dell’inchiesta che ha ipotizzato il disastro ambientale e sanitario.
– Lo spread tra Btp e Bund torna a toccare i 300 punti base, per poi rallentare a 298, dopo che stamani era sceso a 290. Il rendimento del decennale italiano è al 3,47%.
– Piazza Affari amplia il calo con l’allargamento dello spread a quota 300 punti. L’indice Ftse Mib cede lo 0,5%, frenato da Cnh (-3,72%), Atlantia (-2%), Fca (-1,76%), Pirelli (-1,67%) e Ferrari (-1,56%) dop i dati sulle vendite di auto in Europa. Tra gli titoli più soggetti ai movimenti del differenziale tra Btp e Bund tedeschi cedono Poste (-0,41%) e Intesa Sanpaolo (-0,1%), mentre Unicredit (+1%) e Bper (+1,3%) si muovono in controtendenza. Acquisti su Stm (+3,14%) dopo i conti di Amsl e, nella vigilia, di Netflix.
Difficoltà per Salini Impregilo (-2,2%), alle prese con il dossier Astaldi (-2%).
– Per le banche la manovra “non e’ una stangata” ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, dopo l’incontro sulla manovra fra i vertici delle banche italiane e il ministro del Tesoro Giovanni Tria, all’Abi a Milano. E “i correntisti stanno tranquillissimi, perché sono clienti delle banche e le banche sono in una situazione molto rafforzata rispetto al passato”. “Ci sono alcuni provvedimenti per i quali dovremo poi vedere quali sono le portate – ha aggiunto Gros Pietro – ma il ministro non si e’ soffermato su questi aspetti tecnici”. Ha invece “confermato che si intende mantenere un atteggiamento di dialogo collaborativo con l’Europa”. “Quindi – ha aggiunto – l’Italia fermamente rimane dentro le regole. Tria, ha spiegato Gros Pietro, oggi “ha parlato dell’impostazione della manovra, che è orientata alla crescita e dovrà essere bene spiegata in sede europea”.
– Borse europee deboli a metà seduta, ad eccezione di Londra (+0,32%), con Milano (-0,7%) fanalino di coda, mentre lo spread Btp/Bund ha superato di nuovo la soglia psicologica dei 300 punti. Parigi perde lo 0,17%, mentre Francoforte e Madrid cedono entrambe lo 0,4%. Negativi i futures Usa dopo il calo registrato dalle richieste settimanali di mutui ed in attesa delle nuove costruzioni di case, delle concessioni edilizie e delle scorte di greggio, anche se gli occhi sono puntati sui verbali dell’ultimo incontro della Fed, attesi in serata. Prosegue la corsa dei titoli tecnologici dopo le trimestrali di Asml (+3,8%) e Netflix. Salgono Asm International (+3,2%), Stm (+2%) e Infineon (+1,2%) mentre soffrono gli automobilistici Peugeot (-3%), Renault (-2,3%) ed Fca (-2,1%) dopo le vendite nell’Ue. Sotto pressione Danone (-3,49%) che sconta una trimestrale deludente per gli analisti e il farmaceutico Fresenius (-17,7%), che ha lanciato una allarme sui conti di fine anno.
Seconda parte dell’audizione del presidente dell’Inps, Tito Boeri, in commissione Lavoro alla Camera sulle pensioni.
LA DIRETTA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Un incontro tecnico, secondo quanto si apprende, si è svolto in mattinata tra l’a.d. di FS, Gianfranco Battisti, e i commissari di Alitalia. Le Ferrovie hanno presentato venerdì scorso una manifestazione di interesse non vincolante per la compagnia e da qualche giorno sono entrati nella ‘data room’ per esaminare i conti.
– TORINO

– Un incontro sulla situazione del settore auto è stato convocato dal ministero dello Sviluppo Economico per il 30 ottobre alle 18.30. Alla riunione sono invitati i segretari nazionali di tutti i sindacati, Fim, Fiom, Uilm, Ugl Metalmeccanici e Fismic.
– NEW YORK

– Il petrolio in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,78% a 71,36 dollari al barile.
“Dimenticatevi lo spread. L’Italia è già sul precipizio di una spirale del debito”. E’ il titolo di un articolo dell’agenzia Bloomberg, che attraverso le stime di alcuni analisti valuta l’attuale tasso medio sui titoli di Stato italiani come già oltre il punto di non ritorno, destinato inevitabilmente a far aumentare il debito più di quanto l’economia possa crescere.
L’articolo della Bloomberg cita quanto dichiarato la scorsa settimana da Richard McGuire, responsabile dell’analisi sui tassi d’interesse di Rabobank, durante un incontro con alcuni gestori a Madrid: il rendimento medio dovrebbe scendere al 2,63% dal 3,21% attuale raggiunto dopo mesi di tensioni sui Btp perché l’Italia possa uscire dalla “zona di pericolo”. E “a meno che si possa in qualche modo ristabilire una credibilità, al momento c’è questo circolo vizioso”.   

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Ultim'ora

ULTIM’ORA

DALLE 12:45 ALLE 14:26

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

ULTIM’ORA

Manovra: Mulè, flat tax sarà flop tax
Ci saranno più tasse per i cittadini perchè costi a loro carico

M5S, Tria chiarisca su emendamento CriIl Ministro parla di ‘proposta’ ma non si è capito da chi arriva

Marea nera a Saint-Tropez, cellula crisi’Residui petrolio provenenti da collisione del 7/10 in Corsica’

Pm Milano chiede 4 mesi per Wanda NaraIn processo Milano. Difesa, non c’è prova che sia stata lei

Bomba al Politecnico in Crimea, 10 mortiCremlino evova ipotesi terrorismo, sul posto oltre 200 militari

Crimea: ‘assalitore forse studente’Riferisce testimone. Media russi, ‘assalitori 2 e esplosioni 4’

Trovato corpo 18enne ucciso in SardegnaCadavere fatto a pezzi e con il cranio spaccato

ULTIM’ORA

TUTTE LE ULTIMISSIME SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

ULTIM’ORA

“È la manovra degli inganni: la FlatTax sarà la flop tax perché riguarderà poche persone e la pressione fiscale rimarrà invariata, le imprese non avranno nessun beneficio e anzi meno strumenti per crescere. Ci saranno più tasse per i cittadini perché banche e assicurazioni scaricheranno i costi delle nuove tasse su di loro. Rimane la manovra dei sussidi che non crea lavoro ma stimola il lavoro nero e dell’attacco ai risparmi degli italiani”. Lo scrive su Facebook Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.
– “Sul caso Garofoli e l’emendamento ‘manina’ chiedo al ministro Tria di chiarire la paternità del provvedimento contestato. Il Ministro ha parlato di ‘proposta’ ma non si è capito da chi arriva questa proposta e perché il Ministro competente ed il nostro Premier Giuseppe Conte non ne sapessero niente. Se il nostro attacco è privo di fondamento, come Tria lo ha definito, perché Movimento 5 Stelle e Lega si sono ritrovati a discutere di qualcosa di cui non sapevano nulla? Il capo di gabinetto del Mef Garofoli non può non conoscere i dettagli che abbiamo richiesto e ci sembra legittimo avere delle risposte chiarificatrici affinché episodi come questi, probabilmente prassi di un passato anche recente, non si verifichino più”. Lo dichiara il capogruppo M5S alla Camera Francesco D’Uva.
– PARIGI

– Marea nera a Saint-Tropez. L’onda scura di petrolio che avrebbe già colpito circa 16 chilometri del celebre litorale francese, spiega la Préfecture Marittime de Méditerrannée, “sembrerebbe provenire” dalle due navi entrate in collisione il 7 ottobre scorso al largo della Corsica. In quei giorni, gran parte del petrolio riversatosi in mare venne aspirato da soccorsi italiani e francesi, ma una parte residuale sarebbe giunta in Costa Azzurra spinta dal vento forte degli ultimi giorni In una nota, la prefettura del Var, il dipartimento di Saint-Tropez, ha annunciato l’attivazione di una cellula di crisi e del Plan Polmar contro l’inquinamento in mare. Secondo il sindaco del vicino comune di Ramatuelle, Roland Bruno, sono sedici i chilometri di litorale colpiti dall’onda nera. Chiuse al pubblico, al momento, le spiagge di l’Escalet et Pampelonne, Ramatuelle, Salins e la Moutte tra Saint-Tropez e dintorni. Ma anche quelle di La Nartelle-Saint Barth à Sainte-Maxime.
– MILANO

– Quattro mesi di carcere con la concessione delle attenuanti generiche. E’ la richiesta formulata oggi in aula, a Milano, dal vice-procuratore onorario per Wanda Nara, moglie e manager dell’attaccante dell’Inter Mauro Icardi, imputata nel processo davanti alla seconda sezione penale per avere postato su Twitter e Facebook, condividendoli pubblicamente, i dati personali, tra cui il numero del cellulare, dell’ex marito e attaccante argentino Maxi Lopez. La 31enne ha deciso di non sottoporsi all’interrogatorio in aula che era previsto per oggi. L’avvocato Giuseppe Di Carlo, che la difende, ha chiesto, invece, l’assoluzione in quanto “non vi è la prova della responsabilità” della donna. “Non c’è la prova che sia stata lei l’autrice dei post sui social network – ha sottolineato il difensore – e nemmeno che abbia creato un danno al calciatore”. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 29 ottobre per la lettura della sentenza.
– MOSCA

– Almeno 10 persone sono morte e altre 70 sono rimaste ferite in una esplosione avvenuta questa mattina al Politecnico di Kerch, in Crimea. L’antiterrorismo ha accertato che si è trattato dello scoppio di un ordigno non identificato. Lo scoppio sarebbe avvenuto nella mensa dell’istituto. Il Cremlino sta considerando la pista terroristica. “Oltre 200 militari del distretto militare del sud e circa 10 mezzi pesanti sono stati inviati a Kerch su ordine del comandante delle forze armate del distretto per aiutare i servizi di emergenza della città a ripulire le macerie provate dall’esplosione”.
– MOSCA

– Uno studente dell’istituto di Kerch dove è avvenuta l’esplosione di oggi, Semion Gavrilov, ha raccontato che al politecnico “un viso familiare ha iniziato a sparare agli studenti, sembra sia uno dei nostri compagni”. Lo riporta Meduza. Stando ad altri media russi, come Lenta e la radio Govorit Moskva, gli assalitori “potrebbero essere due” e le esplosioni “quattro” e non una, come precedentemente riportato. Ma si tratta di informazioni non confermate a livello ufficiale.
– ORISTANO

– E’ stato trovato nelle campagne di Ghilarza, in provincia di Oristano, il corpo di Manuel Careddu, il 18enne di Macomer per il cui omicidio sono finiti in carcere cinque giovani, accusati di omicidio premeditato e occultamento di cadavere. Secondo le prime indiscrezioni, il corpo è stato fatto a pezzi. Ci sarebbe un evidente colpo sulla parte anteriore del cranio, che sarebbe spaccato.
Il corpo di Manuel è stato trovato ad una profondità di circa 20 centimetri dal suolo in un triangolo di territorio, tra Ghilarza, Aidomaggiore e Abbasanta, in provincia di Oristano. Si tratta di un terreno roccioso nel quale aveva lavorato Cristian Fodde, uno degli arrestati, e vicino al quale vi sono altri appezzamenti della famiglia dello stesso ragazzo arrestato, in località Padru, accanto ad un sentiero che costeggia la strada tra Ghilarza e Domusnovas Canales.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 06:10 ALLE 14:15

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Gaza: un morto in attacco aereo Israele
Ministero sanità della Striscia, anche tre feriti a Rafah

Lancio razzi da Gaza, Israele replica con attacco aereo, un mortoCresce la tensione nella Striscia. Rinviata la riunione del Consiglio di difesa del governo israeliano

65% italiani pro euro, fanalino coda UeEurobarometro, solo 43% convinti benefici Unione, europei 68%

44% italiani voterebbe per restare UeContro il 66% europei. Ora in Gb 53% per ‘Remain’

Khashoggi: media, fatto a pezzi vivoQuotidiano pro-Erdogan, ‘audio prova presenza console’

Anche Lagarde diserta Davos del deserto’Posticipato viaggio in Medio Oriente della direttrice dell’Fmi’

Usa: un jackpot da 860 milioni dollariAlla lotteria Mega Millions

Migranti: Amnesty denuncia Francia’Violazioni sistematicamente confine Francia-Italia’

Canada: da oggi la marijuana è legaleE’ il secondo paese al mondo dopo l’Uruguay

Afghanistan, candidato ucciso con bombaNell’ esplosione ferite anche sette persone

Marea nera a Saint-Tropez, cellula crisi’Residui petrolio provenenti da collisione del 7/10 in Corsica’

Torna volo diretto Ankara-RomaCon Turkish Airlines, per la prima volta da 60 anni

Crimea: ‘assalitore forse studente’Riferisce testimone. Media russi, ‘assalitori 2 e esplosioni 4’

Francia, di 14 morti bilancio alluvioniRegione meridionale Aude investita da piogge torrenziali

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TEL AVIV

– Il ministero della sanità di Gaza, retto da Hamas, ha reso noto che un palestinese è morto negli attacchi aerei israeliani seguiti al lancio di razzi della notte scorsa contro il territorio dello stato ebraico. Il fatto è avvenuto a Beit Hanoun nel nord di Gaza. La stessa fonte ha riferito anche di almeno tre feriti a Rafah, nel sud della Striscia.
Nuova tensione in Israele dopo che nella notte due razzi sono stati sparati dalla striscia di Gaza dei quali uno e caduto in mare vicino a Tel Aviv e un secondo ha colpito una casa a Beer Sheba (Neghev), senza causare feriti. L’attacco palestinese ha preceduto di poche ore una riunione speciale del Consiglio di difesa del governo israeliano, convocata per le seconda volta questa settimana per esaminare le crescenti tensioni con Hamas a Gaza. Riunione che è stata poi rinviata.Ieri centinaia di palestinesi si erano lanciati contro la barriera di confine fra Gaza ed Israele ed avevano fatto saltare con l’esplosivo un cancello in prossimità del kibbutz israeliano di Kissufim, aprendo così una breccia.Il ministro della difesa Avigdor Lieberman – dopo il lancio dei razzi – ha ordinato la chiusura dei valichi di Erez (persone) e Kerem Shalom (merci) con Gaza. Al tempo stesso Lieberman ha ridotto a tre miglia marine la zona di pesca per le imbarcazioni di Gaza. Intanto aerei da combattimento israeliani stanno attaccando ‘obiettivi terroristici’ a Gaza. L’aviazione israeliana ha colpito “in risposta una squadra che si apprestava a lanciare razzi dal nord della Striscia” verso lo stato ebraico, ha detto il portavoce militare secondo cui durante l’azione si sono sentite le sirene di allarme nella regione di Ashkelon a ridosso della Striscia.Il ministero della sanità di Gaza, retto da Hamas, ha reso noto che un palestinese è morto negli attacchi aerei israeliani seguiti al lancio di razzi della notte scorsa contro il territorio dello stato ebraico.Il fatto è avvenuto a Beit Hanoun nel nord di Gaza. La stessa fonte ha riferito anche di almeno tre feriti a Rafah, nel sud della Striscia.
– BRUXELLES

– Il 65% degli italiani si dichiara favorevole all’euro, ma gli intervistati in Italia sono i meno convinti dei benefici dell’appartenenza all’Unione europea (43%). Lo rivela l’ultimo sondaggio Eurobarometro condotto tra l’8 e il 26 settembre 2018 da Kantar Public in tutti e 28 gli Stati membri, in base al quale il 68% degli europei ritiene che il proprio Paese abbia tratto beneficio dall’appartenenza all’Ue e il 61% degli intervistati considera positivamente la moneta unica.
In caso di referendum nel proprio Paese sulla falsariga di quello della Brexit, solo il 44% degli italiani voterebbe per restare nell’Ue contro il 66% a livello europeo. E’ il dato peggiore dei 28, anche a fronte dei britannici dove oggi il 53% è per il ‘remain’. Lo rivela un sondaggio Eurobarometro in base al quale la percentuale degli indecisi nel Belpaese è pari al 32%, la più alta nell’Unione. Tra gli europei solo il 17% degli intervistati sarebbe a favore dell’uscita. Tra i britannici oggi solo il 35% è per il ‘leave’.
– ISTANBUL

– Il giornalista saudita Jamal Khashoggi sarebbe stato torturato e fatto a pezzi dentro il consolato saudita a Istanbul mentre era ancora vivo. A rivelare i presunti drammatici dettagli è il quotidiano filo-governativo turco Yeni Safak, che cita una supposta registrazione audio di quei momenti da cui risulterebbe anche la presenza del console Mohammed al-Otaibi. “Fatelo fuori di qui, mi metterete nei guai”, si sentirebbe dire al console. “Se vuoi continuare a vivere quando torni in Arabia, stai zitto”, gli risponderebbe uno dei presunti assassini. Gli aguzzini di Khashoggi gli avrebbero tagliato le dita durante le torture, per poi decapitarlo. Il giornalista sarebbe morto in 7 minuti, secondo quanto riferito al Middle East Eye da un’altra fonte che avrebbe ascoltato l’aidio. Khashoggi sarebbe stato portato dall’ufficio del console in uno studio e steso su un tavolo. A fare a pezzi il corpo mentre il reporter era vivo sarebbe stato il capo dell’unità forense di Riad, il dottor Salah Mohammed al-Tubaigy.
– ISTANBUL

– Anche la direttrice del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, diserterà la ‘Davos del deserto’, la conferenza patrocinata dal principe ereditario saudita Mohammed bin Salman per attrarre investimenti nel Paese.
In una nota, l’Fmi rende noto che il “viaggio della direttrice precedentemente programmato nella regione del Medio Oriente è stato posticipato”. La sua defezione segue quella di diversi giganti di finanza e media, dopo la sospetta uccisione del giornalista Jamal Khashoggi 15 giorni fa nel consolato saudita a Istanbul.
– DES MOINES (IOWA, USA)

– Jackpot da record per la lotteria Mega Millions negli Usa, che all’estrazione di ieri non ha registrato vincitori e sale così a ben 868 milioni di dollari, il secondo premio più alto nella storia delle lotterie americane. Secondo quanto è stato reso noto, nessuna giocata, del costo di due dollari, ha indovinato i sei numeri dell’estrazione: 3, 45, 49, 61, 69 e Mega Ball 9. La prossima estrazione sarà venerdì. Secondo alcuni calcoli, le possibilità di vincita sono una su 302,5 milioni. Il record assoluto è stato fissato nel gennaio del 2016, con jackpot dal 16, miliardi di dollari alla lotteria Powerball.
Amnesty International denuncia “violazioni sistematiche” dei diritti di rifugiati e migranti al confine franco-italiano, in seguito a una missione di osservazione realizzata i 12 e 13 ottobre, nella zona di Briancon, nelle Alpi francesi, non lontano dal villaggio italiano Clavière oggetto delle recenti polemiche legate allo sconfinamento della gendarmeria francese. “Il Governo francese la smetta di fare orecchie da mercante”, scrive Amnesty in un documento pubblicato sul suo sito. Nella missione(12-13 ottobre) al confine franco-italiano, gli osservatori di Amnesty International France e di altre Ong hanno certificato una lunga “lunga lista” di violazioni. Alla missione hanno partecipato 60 volontari, di cui 6 avvocati del tribunale di Gap, in Francia, e 3 italiani, con il sostegno di Ong come Anafé, La Cimade, Médecins du Monde, Médecins sans frontières, Secours Catholique Caritas France, Chemins pluriels, Emmaüs France, ASGI, GISTI, Icare 05, Refuges Solidaires e Tous Migrants.
Alla mezzanotte scorsa (locale), in Canada, nell’isola di Terranova, è stato fatto il primo acquisto legale di cannabis per uso ricreativo, in un centro dove si era formata una coda di centinaia di persone in attesa di fare altrettanto. Lo riferisce Bbc News online, sottolineando che il Canada è così divenuto il secondo Paese al mondo, dopo l’Uruguay, dove il possesso e l’uso di cannabis è legale.
La legge per il consumo ricreativo di marijuana è stata approvata la scorso giugno dal Parlamento canadese.
– KABUL

– Un candidato alle elezioni parlamentari in Afghanistan, Abdul Jabar Qahraman, è stato oggi ucciso con una bomba fatta esplodere nel suo ufficio nella provincia meridionale di Helmand. L’esplosione ha causato inoltre il ferimento di altre sette persone, secondo quanto ha riferito un portavoce del governatore provinciale.
L’attentato avviene sulla scia delle minacce formulate dai talebani ad insegnati e studenti affinché non partecipino alle elezioni e non consentano che le scuole vengano usate come seggi elettorali. Gli insorti hanno affermato in un comunicato che non intendono colpire i civili, ma prenderanno comunque di mira il processo elettorale e le elezioni, fissate per il 20 ottobre, che considerano illegittime.
– PARIGI

– Marea nera a Saint-Tropez. L’onda scura di petrolio che avrebbe già colpito circa 16 chilometri del celebre litorale francese, spiega la Préfecture Marittime de Méditerrannée, “sembrerebbe provenire” dalle due navi entrate in collisione il 7 ottobre scorso al largo della Corsica. In quei giorni, gran parte del petrolio riversatosi in mare venne aspirato da soccorsi italiani e francesi, ma una parte residuale sarebbe giunta in Costa Azzurra spinta dal vento forte degli ultimi giorni In una nota, la prefettura del Var, il dipartimento di Saint-Tropez, ha annunciato l’attivazione di una cellula di crisi e del Plan Polmar contro l’inquinamento in mare. Secondo il sindaco del vicino comune di Ramatuelle, Roland Bruno, sono sedici i chilometri di litorale colpiti dall’onda nera. Chiuse al pubblico, al momento, le spiagge di l’Escalet et Pampelonne, Ramatuelle, Salins e la Moutte tra Saint-Tropez e dintorni. Ma anche quelle di La Nartelle-Saint Barth à Sainte-Maxime.
– ISTANBUL

– Dopo 60 anni, la Turkish Airlines tornerà a operare voli diretti tra Ankara e Roma. Lo ha annunciato su Twitter il vicepresidente della compagnia turca, Yahya Ustun. L’azienda anticipa che la tratta tra le capitali di Turchia e Italia sarà ripristinata dal 9 gennaio prossimo. I collegamenti Roma-Ankara avverranno con due voli settimanali, previsti il lunedì e il giovedì.
Al momento, la Turkish Airlines opera 131 voli a settimana verso 8 destinazioni italiane dai due aeroporti di Istanbul.
– MOSCA

– Uno studente dell’istituto di Kerch dove è avvenuta l’esplosione di oggi, Semion Gavrilov, ha raccontato che al politecnico “un viso familiare ha iniziato a sparare agli studenti, sembra sia uno dei nostri compagni”. Lo riporta Meduza. Stando ad altri media russi, come Lenta e la radio Govorit Moskva, gli assalitori “potrebbero essere due” e le esplosioni “quattro” e non una, come precedentemente riportato. Ma si tratta di informazioni non confermate a livello ufficiale.
– PARIGI

– Sale a 14 morti e un disperso il bilancio delle devastanti alluvioni nell’Aude, la regione del sud della Francia investita da piogge torrenziali. Lo ha reso noto la Prefettura. La 14/a vittima, finora considerata dispersa, è stata ritrovata a Villalier. Secondo il nuovo bilancio, sei persone sono morte a Trebes, la località più colpita, tre a Villegailhenc, due a Villalier, una a Villardonnel, una a Carcassonne e una a Saint-Couat d’Aude. Il precedente bilancio era di 13 morti e due dispersi.   

STAMPA