Blog

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NNOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:10 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

ALLE 00:46 DI GIOVEDì 12 DICEMBRE 2019

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Nba, Miami imbattibile in casa, travolge anche Atlanta
Philadelphia soffre ma piega Denver. Ancora un ko per New York

11 dicembre 2019 01:10

Quattro partite nel turno di questa notte in Nba. In evidenza l’ennesimo ko dei New York Knicks, ultimi in classifica nella Eastern Conference, giunti alla decima sconfitta consecutiva, stavolta a opera di Portland con il largo punteggio di 115-87. Bene invece è andata ancora ai Miami Heat, che hanno vinto per l’undicesima volta di seguito, battendo gli Atlanta Hawks per 135-121 e soprattutto ha ribadito l’imbattibilità in casa propria. Nel team della Florida spiccano le due triple doppie di Bam Adebayo (30 punti, 11 assist e 11 rimbalzi) e Jimmy Butler (20 punti, 10 assist e 18 rimbalzi).
Successo sofferto di Philadelphia contro i Denver Nuggets, finita 97-92. per Phila tuttavia è il 13mo centro casalingo.
Infine successo degli Hornets sui Wizards con il punteggio di 114-107. In classifica, a est sempre al comando Milwaukee Bucks, seguiti dai Boston Celtics, a ovest in vetta i Los Angeles Lakers, seguiti dai Los Angeles Clippers.

Doping: Mosca, nostri atleti continuano preparazione per GiochiNonostante le sanzioni decise dalla Wada

MOSCA11 dicembre 201909:25

– Gli atleti russi si stanno preparando per le Olimpiadi estive del 2020 a Tokyo e per altre importanti competizioni internazionali, nonostante le sanzioni imposte dal Comitato esecutivo dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA). Lo ha dichiarato il presidente del Comitato olimpico russo Stanislav Pozdnyakov. “Stiamo continuando a prepararci in pieno per i Giochi olimpici e altre importanti competizioni”, ha detto Pozdnyakov. Lo riporta Interfax.

Milano-Cortina: Pancalli, paralimpiadi volano straordinarioProgetti in scuole,più accessibilità, medaglie non sono miracolo

MILANO11 dicembre 201910:09

– I “progetti nelle scuole” per “sensibilizzare sul tema” e le “opere accessibili” saranno il lascito reale delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina per migliorare le condizioni delle persone disabili in Italia. Lo sottolinea Luca Pancalli, presidente del Comitato Paralimpico Italiano, durante il seminario del Cio sui Giochi del 2026 in corso al Pirellone: “Sarà qualcosa di straordinario come volano, l’attività sportiva di atleti con la A maiuscola sarà solo la punta dell’iceberg. I progetti nelle scuole per insegnare la consapevolezza che la diversità possa diventare una risorsa, una maggiore accessibilità nei territori e nei luoghi, con autobus e strutture, lascerà un Paese migliore”.
Pancalli considera i risultati paralimpici italiani la naturale conseguenza del lavoro: “Dopo Sidney 2000 siamo arrivati nella Top10 mondiale, non è un miracolo italiano ma frutto della programmazione. Milano-Cortina darà un ulteriore slancio: abbiamo costruito una macchina diventata una Ferrari, ora serve un meccanismo di amplificazione dove le istituzioni possono ulteriormente costruire il futuro”.

Milano-Cortina: Fontana, Legge olimpica arriverà prestoGovernatore Lombardia, bene emendamento Lega da 1 mld per opere

MILANO11 dicembre 201911:26

– “Mi fa piacere che il ministro Spadafora abbia detto che sta lavorando alla Legge olimpica e che a breve la depositerà. Se non viene allegata alla Finanziaria temo che entro l’anno non si riesca a fare.
L’importante è che arrivi il più presto possibile. Però il ministro ha sempre mantenuto la parola data, quindi sono convinto che arriverà presto”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine del seminario internazionale del Cio sui Giochi invernali di Milano-Cortina 2026.
“In un primo momento sembrava che fosse la Finanziaria” il veicolo a cui agganciare la Legge olimpica, ha continuato il governatore leghista, “adesso pare che non si riesca. E’ chiaro che se fosse la Finanziaria sarebbe più rapido e più comodo, però questi sono tecnicismi che lascio al Parlamento. Si può anche fare un decreto legge, ci sono altre strade, vediamo”.
Intanto Fontana sottolinea l’importanza dell’emendamento alla manovra elaborato dalla Lega e approvato dalla Commissione bilancio del Senato che destina un miliardo di euro per le infrastrutture legate alle Olimpiadi. “Direi un buon messaggio, ora dobbiamo farle partire queste opere. Ieri sollecitavo che il governo desse via libera e desse l’incarico ad Anas e Rfi per partire con le opere che già ieri erano finanziate. Quello dell’emendamento è sicuramente un bel messaggio perché – ha concluso – potranno essere finanziate anche altre opere assolutamente funzionali per le Olimpiadi ma importanti in ogni caso per il territorio”. PER TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO: FAI RIFERIMENTO A QUESTA SEZIONE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Milano-Cortina: Sala, bene Spadafora, adesso servono fatti
Mi ha soddisfatto risposta, ora conferme formali legge olimpica

MILANO11 dicembre 201913:32

– “La risposta di Spadafora mi ha soddisfatto, adesso vediamo: carta canta e siamo qua ad aspettare di avere conferme formali delle buone intenzioni del governo”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato l’impegno del ministro per lo Sport sulla Legge olimpica per Milano-Cortina 2026.
“Come ha detto ieri Novari e come anch’io gli suggerisco, adesso il tema è stare uniti. Poi – ha proseguito Sala a margine del seminario internazionale del Cio su Milano-Cortina – gli suggerisco di pensare al consenso fra le comunità, che aiuta.
Però in questo momento siamo tutti qua, serve che il governo sia totalmente convinto dell’operazione nei fatti, perché nella forma e nelle parole c’è senz’altro. Adesso vogliamo vedere i fatti, la Legge olimpica è il primo passaggio”.

Doping: Federpugili Russia, senza bandiera non andiamo a GiochiMinistro, ‘sono dei patrioti, ma servono consultazioni’

OSCA11 dicembre 201915:04

– La squadra nazionale russa di pugilato intende ignorare le Olimpiadi di Tokyo a causa dell’estromissione della Russia dalle competizioni internazionali per quattro anni dovuta allo scandalo doping: lo ha annunciato il segretario generale della Federazione russa di pugilato, Umar Kremlev. Gli sportivi “puliti” possono partecipare alle gare come atleti neutrali, ma secondo Kremlev, i pugili “hanno preso la decisione” di non andare ai Giochi.
“Per noi – ha dichiarato Kremlev all’agenzia Ria Novosti – la cosa più importante è che i nostri pugili possano gareggiare sotto la bandiera russa e che si senta il nostro inno. Senza questo non ha senso partecipare”.
Il ministro dello Sport russo Pavel Kolobkov ha però dichiarato che “è troppo presto per fare dichiarazioni visto che il verdetto” dell’agenzia antidoping mondiale Wada “non è ancora entrato in vigore”. Kolobkov ha lodato i pugili definendoli “patrioti” ma ha spiegato che saranno necessarie ulteriori consultazioni.

Rugby: Ian Foster è il nuovo ct degli All BlacksPer 8 anni è stato vice Hansen, ora diventa capo allenatore

11 dicembre 201919:32

Ian Foster è ufficialmente il nuovo commissario tecnico della nazionale di rugby della Nuova Zelanda, gli All Blacks tricampioni del mondo. Prende il posto di Steve Hansen, del quale è stato assistente per otto anni, che dopo i recenti Mondiali in Giappone, in cui i neozelandesi hanno chiuso al terzo posto, ha deciso di lasciare l’incarico. “In questo otto anni ho appreso molto – è il commento del neo tecnico dei ‘Tutti Neri’ – ma adesso è arrivato il momento di dare una mia impronta a questo team. E’ ora di crescere ancora, visto che nella semifinale mondiale contro l’Inghilterra non abbiamo ottenuto quanto volevamo. Voglio essere innovativo e far tornare nel nostro spirito qualcosa che ultimamente potrebbe essere stato smarrito sul campo. Quanto al resto, nel mio staff vedrete facce nuove”.

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 17 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:33 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

alle 00:18 DI GIOVEDì 12 DICEMBRE 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Calcio: Manolas ad Ancelotti, un onore averti come allenatore
Difensore Napoli saluta sui social il tecnico esonerato

NAPOLI11 dicembre 2019 01:33

– “Grazie di cuore mister per tutto quello che hai fatto per me e per il Napoli. E’ stato un onore averti come mio allenatore! Un grosso in bocca al lupo a te e il tuo staff, vi auguro il meglio perché lo meritate!”. Lo scrive su Instagram il difensore del Napoli Kostas Manolas, pubblicando una sua foto insieme ad Ancelotti per salutare il tecnico azzurro, esonerato nella notte dal presidente Aurelio De Laurentiis.

Calcio: Napoli, annullata presentazione del calendarioDecisione dopo l’esonero di Ancelotti nella notte post-Champions

NAPOLI11 dicembre 201909:40

– La presentazione del calendario 2020 del Napoli prevista per oggi è stata annullata. Ne dà notizia il club azzurro. La presentazione del calendario con le foto dei calciatori che il Napoli pubblica ogni anno era prevista per oggi pomeriggio alle 14.30 alla Stazione Marittima di Napoli, con il capo delle operazioni del Napoli Alessandro Formisano e alcuni calciatori.
L’annullamento arriva dopo la convulsa notte che ha visto l’esonero dell’allenatore Carlo Ancelotti dopo il 4-0 al Genk e la qualificazione agli ottavi di Champions League.

Calcio: Lapadula, il gruppo è la nostra vera forza’Torno dopo squalifica, anche senza di me squadra ha fatto bene’

LECCE11 dicembre 201911:16

– Smaltita la sosta forzata dovuta alle due giornate di squalifica per il burrascoso finale della gara contro il Cagliari, Gianluca Lapadula, centravanti del Lecce, è pronto a riprendersi una maglia da titolare. “Dopo questo stop forzato di due giornate – sottolinea il calciatore – riparto dalle quattro reti consecutive realizzate in campionato.
Fortunatamente ho giocato in Coppa Italia e questo mi ha permesso di non spezzare il ritmo gara. Comunque anche senza di me la squadra ha ottenuto ottimi risultati, come la vittoria a Firenze e il pareggio con il Genoa”.
Sabato i giallorossi saranno di scena a Brescia, gara dai punti pesanti in chiave salvezza, con le solite defezioni tra infortuni e squalifiche, come quelle di Petriccione e Lucioni: “Sono due giocatori molto importanti per noi – dice Lapadula – ma, come ho sempre sostenuto, la nostra vera forza è il gruppo, e sono sicuro che chi scenderà in campo giocherà alla grande”.

Europa League: Roma; Fonseca, contro Wolfsberger farò turnoverTecnico: Soddisfatto dei primi 6 mesi qui, ma bilancio alla fine

11 dicembre 201914:08

– “Se penso di far ricorso al turn-over in vista della gara di campionato di domenica? Onestamente sì, posso cambiare 4-5 giocatori. E’ una partita difficile e decisiva per noi ma ho fiducia in tutti i giocatori”. Così il tecnico della Roma, Paulo Fonseca, alla vigilia della sfida dell’Olimpico con gli austriaci del Wolfsberger, ultimi avversari della fase a gironi di Europa League.
Entrando più nel dettaglio della formazione, l’allenatore portoghese ha svelato alcuni titolari. “Dzeko e Under giocheranno, Pau Lopez e Kolarov no. Florenzi? Non parlo delle situazioni specifiche e non voglio parlare più di questa questione. Quando penso che abbiamo bisogno di Florenzi gioca, quando penso che non serve non gioca. Vale per lui come per qualsiasi altro giocatore” taglia corto Fonseca, a cui poi viene chiesto un bilancio dei suoi primi sei mesi alla Roma: “Il bilancio si fa alla fine della stagione, non in questo momento, ma sono soddisfatto. La squadra è migliorata molto dall’inizio e attraversa un buon momento, sono sei mesi positivi”.

Ancelotti, grazie a club, giocatori e presidenteTweet tecnico:”grande esperienza, Napoli città meravigliosa”

11 dicembre 201916:43

– “Tutti i miei ringraziamenti al club, ai suoi dipendenti, ai miei giocatori, al mio staff e al presidente per la opportunita’che mi e’stata data di vivere una grande esperienza in una città meravigliosa come Napoli. FORZA NAPOLI SEMPRE”: Carlo Ancelotti (esonerato ieri sera), con un post sul suo profilo twitter, ha salutato così Napoli e il Napoli.

Calcio: Fifa vuole chiedere risarcimento a PlatiniEnte mondiale chiede 1,84 mln a ex fuoriclasse per soldi Blatter

LONDRA11 dicembre 201917:25

– La Fifa ha intenzione di chiedere un risarcimento danni milionaria ai Michel Platini. Lo si è appreso al termine della riunione della commissione di governance e revisione dell’ente calcistico internazionale, deciso a procedere nei confronti dell’ex presidente dell’Uefa, secondo quanto ha scritto in una lettera il presidente della commissione Mukul Mudgal. Ora verranno intrapresi “tutti i passi necessari” per fare causa presso un Tribunale svizzero per avere il risarcimento danni nei confronti dell’ex fuoriclasse della Juventus.
La cifra richiesta è di 2 milioni di franchi svizzeri, pari a circa 1,84 milioni di euro, ovvero la stessa versata nel 2011 a Platini, per una consulenza, dall’allora presidente della Fifa Sepp Blatter. Per questa vicenda lo stesso Platini è stato poi ‘bandito’ dal mondo del calcio per otto anni , pena nei successivi appelli ridotta a quattro. La Fifa cercherà di rivalersi anche su Blatter, anch’egli squalificato per questa vicenda.

Coppa Italia donne; ai quarti c’è anche San MarinoAcamedy gioca in serie B, negli ottavi elimina l’Hellas Verona

11 dicembre 201917:50

– C’è anche l’Academy San Marino, team del Titano che gioca nella serie B italiana, fra le squadre qualificate ai quarti di finale della Coppa Italia femminile di calcio. Le ragazze sanmarinesi hanno battuto infatti, per 1-0 e ribaltando il pronostico, l’Hellas Verona che è una formazione della massima serie. Nessun problema per la Juve, che ha ‘maramaldeggiato’ con il Mozzacane, mentre il derby fra Inter e Milan è andato alle rossonere. Fra le qualificate c’è anche la Roma, a spese del Pink Bari e dopo i tempi supplementari, mentre l’altra Roma, quella che gioca in serie B, ha incassato la ‘manita’ dal Sassuolo Questi i risultati degli ottavi di finale della Coppa Italia donne: Pink Bari-Roma 0-2 Empoli-Tavagnacco 1-0 Mozzacane-Juventus 0-8 Roma CF-Sassuolo 0-5 Ravenna-Fiorentina 0-5 Inter-Milan 1-4 Academy San Marino-Hellas Verona 1-0 Orobica-Florentia San Gimignano da giocare

Calcio: Napoli riparte con Gattuso, riflettori sul mercatoI ‘ribelli’ dato in partenza, potrebbero invece rimanere

11 dicembre 201917:54

– Grandi cambiamenti in casa Napoli. In poche ore la squadra si è qualificata agli ottavi di Champions, ha salutato Ancelotti e ora riparte con Gattuso: tutto a poco più di un mese dall’ammutinamento dei giocatori dopo Salisburgo.
Una situazione che potrebbe ripercuotersi sui primi movimenti di mercato, con strategie stravolte dall’arrivo del nuovo tecnico.
Tra questi il blocco della cessione dei giocatori ‘ribelli’.
Nonostante i rumours provenienti dalla Francia, che vedono Koulibaly e Allan nel mirino del Paris Saint Germain, gli analisti di Planetwin365 rimangono cauti sulla partenza del brasiliano (2,75), fissando a quota 1,32 la permanenza a Napoli.
Il centrocampista carioca, infatti, secondo le prime indiscrezioni, sarà il perno del nuovo centrocampo a tre di Gattuso. Formazione che potrebbe vedere fuori Callejon (in scadenza di contratto). Ma anche sullo spagnolo i quotisti di Planetwin365 privilegiano la permanenza a Napoli (1,17) contro la sua partenza (3,75) a gennaio. Praticamente data per certa la permanenza di Insigne: 1,04 contro il 6,30 di un eventuale addio. Intanto, sabato a Napoli arriva il Parma, e la prima vittoria di Gattuso azzurra si gioca a 1,32.

Calcio: simboli su parastinchi, Biraghi nel mirino socialInter precisa, nessun riferimento al fascismo ma agli spartani

MILANO11 dicembre 201919:48

– Cristiano Biraghi finisce nel mirino dei social network per alcuni simboli presenti sui suoi parastinchi inquadrati durante Inter-Barcellona mentre il difensore si massaggiava la gamba dolorante, in seguito ad uno scontro di gioco. La scritta “Vae Victis”, guai ai vinti, e l’elmo da legionario hanno fatto pensare alcuni tifosi al fascismo ma l’Inter chiarisce che l’elmo è spartano e la scritta latina, presente anche su un grande tatuaggio sul petto del terzino, non ha alcun rifermento al fascismo.

Calcio: Napoli; Insigne ad Ancelotti, ‘ti auguro il meglio’Il messaggio via social dopo l’esonero: ‘persona speciale’

11 dicembre 201911:44

– “Grazie Mister”. Anche Lorenzo Insigne, capitano del Napoli e a volte escluso dalla squadra titolare in questa stagione, posta sui suoi profili social un messaggio di saluto a Carlo Ancelotti, esonerato ieri a tarda sera dopo la qualificazione agli ottavi di Champions. “E’ stato un onore aver lavorato con te e il tuo staff – scrive l’attaccante su Instagram, con una foto che lo ritrae abbracciato al tecnico – In questi due anni ho conosciuto una persona speciale. Ti auguro il meglio!”

Calcio: Meret ad Ancelotti, grazie, mi hai fatto crescereOnore e privilegio essere allenato da te

NAPOLI11 dicembre 201912:17

– “È stato un onore e un privilegio essere allenato da un allenatore come te. Grazie per tutto quello che ci hai trasmesso, per avermi fatto crescere come calciatore e come uomo. Un grande in bocca al lupo per il futuro a te e a tutto il tuo staff”. Lo scrive sul suo profilo Instagram il portiere del Napoli, Alex Meret, che pubblica due foto in conferenza stampa insieme a Carlo Ancelotti.

Napoli, Gattuso nuovo tecnico, oggi la presentazione ++Conferenza stampa alle 18 per nuovo allenatore

11 dicembre 201912:58

– Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore del Napoli. Il tecnico, informa il Napoli, sarà presentato alla stampa alle 18 nel Centro tecnico di Castel Volturno (Caserta).

Calcio: Zanetti, Inter deve rialzarsi ma strada giustaDa sconfitte si impara, ieri non è bastato dare tutto

MILANO11 dicembre 201912:58

– “Dispiace per i giocatori, per Conte e per i tifosi. Bisogna subito rialzarsi, essere resilienti come è sempre l’Inter”. Lo ha detto il vicepresidente dell’Inter Javier Zanetti, intervenuto alla consegna del premio Mecenate Dello Sport – “Varaldo Di Pietro” 2019, durante cui Samuel Kennedy Shriver, nipote di Eunice Kennedy (fondatrice di Special Olympics), ha premiato Marco Bonarrigo, giornalista del Corriere della Sera.
“A volte dai tutto ma non basta, ieri non è bastato. Ma questo non deve condizionare il percorso che stiamo facendo, ora bisogna rialzarsi subito perché domenica c’è già una partita importante, speriamo di recuperare i giocatori importanti – ha proseguito, commentando l’eliminazione dei nerazzurri dalla Champions League -. Dalle sconfitte si impara, io ne ho vissute tante che mi hanno fatto crescere. C’è percorso da continuare, convinti e consapevoli che strada è giusta e sono sicuro che alla fine stagione qualcosa di importante arriverà. Con questa squadra e con questo allenatore si può iniziare a pensare di creare qualcosa di importante”, ha concluso Zanetti.

Calcio: Infantino, molto soddisfatto dall’uso del Var’Non è uno strumento perfetto, ma è un porgresso’

BRUXELLES11 dicembre 201914:00

– “Sono molto soddisfatto” dell’uso del Var fatto finora, “io penso che il Var sia un progresso. Non è perfetto, ma è un progresso”. Così il presidente della Fifa Gianni Infantino, al termine del suo incontro al Parlamento europeo con il presidente David Sassoli, risponde a chi gli chiede un commento alle critiche contro il Var fatte la scorsa settimana dal presidente della Uefa, Aleksander Ceferin. “La definizione di progresso è ‘meglio di prima’ – ha detto Infantino – oggi abbiamo molte decisioni arbitrali sbagliate che sono corrette grazie al Var”.

Calcio: Napoli;de Magistris, esonero? Non so se porterà serenità’Non penso che sia responsabilità esclusiva di Ancelotti’

NAPOLI11 dicembre 201914:04

– ”Non si vedevano né un gioco né coesione. C’erano troppe fratture e un clima che non ha nulla a che vedere con una squadra vincente. Non so se questa mossa possa portare serenità ma è certo che non è un momento tra i migliori per la squadra nel suo complesso”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commenta l’esonero di Carlo Ancelotti.
Il sindaco, nel sottolineare che la sua è una valutazione ”da tifoso”, ha affermato: ”Ancelotti sicuramente è un’ottima e brava persona, è un grande mister, un innamorato di Napoli e mi auguro che continui ad esserlo e che possa venire spesso in città. Certo la sua impronta non c’è stata: all’inizio si è vista una continuità con Sarri e poi dopo forse non ha avuto il tempo e la possibilità, senza dimenticare che ci vuole anche un po’ di fortuna oltre alla bravura. Non si è potuto vedere il suo gioco e ora il rapporto è stato interrotto in anticipo con un Napoli che naviga a metà classifica, molto lontano dalle aspettative ma non penso che tutto questo sia responsabilità esclusiva di Ancelotti”.
De Magistris si è detto ”amareggiato da sindaco e da tifoso per quello che è il momento del Napoli” pur evidenziando l’importanza del passaggio agli ottavi di Champions che ”forse è la cosa più importante degli ultimi tempi”. NON DIMENTICARTI DI CONSULTARE: CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

PER CONOSCERE TUTTO SULLA POLITICA: CLICCA QUI E SE VUOI INTERAGIRE CON TUTTA L’ECONOMIA IN TEMPO REALE: VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Europa League: Roma a caccia del primo posto
La Lazio va a Rennes ma poche le speranze di qualificazione

11 dicembre 201915:48

– Roma a caccia del primo posto nel girone di Europa League: i giallorossi domani saranno impegnati con il Wolfsberger, già eliminato e punteranno alla vittoria nella speranza che il Borussia Mönchengladbach non batta i turchi del Basaksehir. Gli analisti SNAI spalancano la strada ai giallorossi, visto l’«1» offerto appena a 1,16. Primo posto a parte, la squadra di Fonseca passerebbe il turno anche con un pareggio, offerto però a un sostanzioso 7,00, o addirittura con una sconfitta (se il Basaksehir non vince con il M’Gladbach), ipotesi però remotissima a 14 volte la posta. Vista la distanza abissale tra la Roma e gli austriaci, i quotisti spingono anche l’«1» in versione handicap: in questo caso, il successo giallorosso con almeno due reti di scarto si gioca a 1,47, mentre per una vittoria a rete inviolata l’offerta è a 1,73.
Quanto ai possibili marcatori, Dzeko è la prima scelta, a 1,65; prenota una serata da protagonista anche Under, a 2,15, mentre Zaniolo è a 2,50.
Favorita, ma ormai con pochissime speranze di qualificazione, anche la Lazio. In casa del Rennes (già battuto all’andata) i biancocelesti sono dati a 1,80, contro il 3,65 del pareggio e il 4,00 del segno «1». Per passare ai sedicesimi, però, servirebbe anche la sconfitta del Cluj, che ospiterà il Celtic già qualificato: il passaggio del turno sarebbe un colpo da 6,50.
Dopo il colpo contro la Juventus, la partita in Francia potrebbe essere un’altra buona occasione per Felipe Caicedo: un altro gol dell’ecuadoriano vale 2,90, per Correa si sale a 3,10. Davanti a tutti, nonostante il probabile turnover, c’è comunque Ciro Immobile, in pole a 1,95.

Calcio: Lautaro, sconfitta difficile ma alziamo la testa”Felice di fare parte di questo gruppo, ora lavoriamo di più”

MILANO11 dicembre 201917:07

– ”Le sconfitte sono difficili ma devi alzare la testa e continuare a lavorare di più. Sono felice di fare parte di questo gruppo”: Lautaro Martinez, all’indomani della sconfitta dell’Inter contro il Barcellona che è costata l’eliminazione dei nerazzurri dalla Champions League, sprona su Instagram la squadra a reagire e a concentrarsi sulla sfida di domenica contro la Fiorentina. Parole affiancate alla foto dell’attaccante che, sconsolato, si porta la mano in volto durante un’istantanea della sfida di ieri a San Siro.

Mancini in visita da Messina, studia lavoro e metodoCt Italia e Vialli assistono ad allenamento Ax Milano

MILANO11 dicembre 201918:29

– Una visita di cortesia ma non solo. Questa mattina il ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, e il capo delegazione azzurra, Gianluca Vialli, sono stati ospiti al Forum d’Assago dell’Olimpia Milano e del coach Ettore Messina: Mancini, grande appassionato di basket, infatti ha voluto vedere da vicino l’organizzazione del lavoro e la metodologia degli allenamenti del tecnico dell’Ax, tornato in Italia da capo allenatore dopo i cinque anni vissuti da primo assistente ai San Antonio Spurs.
Mancini e Vialli si sono intrattenuti con il coach dell’Olimpia prima e dopo l’allenamento, hanno pranzato con lui in sede e hanno ricevuto in ricordo la maglia della squadra personalizzata con il loro nome, prima di immortalare la giornata con una foto di gruppo.

Il capo della Procura Figc Pecoraro si e’ dimessoLa decisione e’ stata comunicata al presidente federale Gravina

11 dicembre 201918:39

– Il capo della Procura della Federcalcio, Giuseppe Pecoraro, si è appena dimesso comunicando la sua decisione al presidente Gabriele Gravina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Calcio: dimissioni Pecoraro, Gravina ‘grazie per questi anni’Figc: “Dimissioni per motivi personali”

11 dicembre 201918:42

– Grazie “per il lavoro proficuo svolto con reciproca soddisfazione in questi anni”. Con le parole del presidente, Gabriele Gravina, la Figc ufficializza la notizia delle dimissioni del procuratore della Federcalcio, Giuseppe Pecoraro. Gravina prosegue ” formulando nello stesso tempo i migliori auspici per il futuro” a Pecoraro.
La Figc, in una nota, parla di “dimissioni dall’incarico per motivi personali”. L’ex Prefetto di Roma, subentrato a Stefano Palazzi, era stato nominato a capo della Procura Federale il 31 agosto 2016.

Gattuso, settimo posto Napoli imbarazzante, risaliamoSono qui per piazzamento Champions,squadra ne è consapevole

NAPOLI11 dicembre 201918:49

– “Sono qui per recuperare punti e andare in Champions League. Il Napoli è da dieci anni protagonista in Italia e in Europa, vive un momeento di difficoltà ma vederla al settimo posto è imbarazzante”. Lo ha detto l’allenatore del Napoli Gennaro Gattuso nel corso della sua presentazione a Castel Volturno. “Tra quinto e quarto posto – ha aggiunto – per il club cambia tanto. La squadra ne è consapevole e il quando parlo di Europa parlo di andare in Champions League”.

Gattuso: vengo dal mare, ma ora rischio di affogare’Ma non ha paura di niente, a Napoli c’è tutto per fare bene’

NAPOLI11 dicembre 201918:50

– “So dove sono venuto, vengo dal mare e ora mi son messo in un mare grande. Devo saperci andare ma rischio di annegare. So che qui c’è più responsabilità. Chi mi conosce sa che non ho paura di niente, io vado” Così Rino Gattuso nella sua conferenza stampa di presentazione come nuovo allenatore del Napoli “Ho la consapevolezza di aver portato professionalità con chi ho con me a lavorare – dice ancora -: lavorerò con gente preparata e penso che si parli la stessa lingua. C’è bisogno di risultati, spero davvero tanto di farli.
A 41 anni vengo qui e per me è un motivo d’orgoglio: ho rifiutato tante cose, non mi sentivo pronto per altre cose. Qui c’è tutto per far bene”.

E.League: Inzaghi, ‘Uscire un vantaggio? Teniamo all’Europa’Tecnico, ‘Il Celtic in relax a Cluj? Nessuno regala niente’

11 dicembre 201918:50

– “Se uscire dall’Europa League può essere un vantaggio? Non mi piace come parola, l’Europa League è un trofeo a cui teniamo, due anni fa abbiamo fatto un cammino importante. Siamo in un buon momento, stiamo facendo bene ma ora ci guarderanno di più. Dobbiamo essere umili e consapevoli di essere forti”. Lo dice il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia dell’ultima gara della fase a gironi di Europa League in casa del Rennes. I biancocelesti si qualificano ai sedicesimi soltanto se vincono e contemporaneamente il Celtic fa altrettanto in casa del Cluj.
A chi gli fa notare che gli scozzesi (già qualificati da primi del girone) potrebbero giocare in relax contro i romeni, Inzaghi ribatte: “Abbiamo preparato bene la partita – risponde Inzaghi in conferenza stampa – non so cosa ha detto l’allenatore del Celtic ma noi vogliamo fare bella figura qui a Rennes.
Giochiamo contro una squadra forte, che è tornata a correre in campionato. Le partite sono sempre aperte e in Europa nessuno regala niente”.

Gattuso, Ancelotti come un padre, vorrei vincere 10% suoi trofei”L’ho sentito stamattina, dovevo dirgli perché ho accettato”

NAPOLI11 dicembre 201918:59

– “Ho incontrato De Laurentiis domenica sera a Roma. Non ho chiamato Ancelotti prima perché stava preparando una partita importante, ma l’ho sentito stamattina e abbiamo a lungo parlato”. Lo ha detto il tecnico del Napoli Gennaro Gattuso nel corso della sua presentazione a Castel Volturno.
“Volevo chiamarlo ieri sera – ha spiegato Gattuso – ma sapevo che stava con la famiglia. Sono stati due giorni non facili, sapevo che dovevo chiarirmi con Carlo, dirgli perché avevo accettato. Ancelotti è stato un papà per me, ho fatto 400 partite con la sua gestione, abbiamo vinto tanto. Nei momenti di difficoltà è sempre stato a disposizione. Oggi ho avuto la conferma, quando gli ho chiesto in cosa può migliorare questa squadra, è un gravissimo uomo,ma per favore non fate paragoni, lui ha vinto tutto, vorrei vincere il 10% di quello che ha vinto lui”.

De Laurentiis, non volevo rovinare palmares AncelottiCi siamo svegliati da un sogno, meglio ognuno per la sua strada

NAPOLI11 dicembre 201919:18

– “Doveroso ringraziare Ancelotti, rimango suo amico e tra noi restano rapporti limpidi e sinceri”.
Così Aurelio De Laurentiis nella prima conferenza stampa di Gattuso. “Ho letto che tra me e Ancelotti ci sono stati dissidi, non è vero. Molto spesso marito e moglie divorziano ma restano in buoni rapporti. Abbiamo lavorato insieme coltivando un sogno, ci siamo svegliati all’improvviso e io per non rovinare il suo palmares di vittorie straordinarie ho cercato di salvaguardarlo e dire ‘caro Carlo, ognuno per la propria strada’”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Impresa Atalanta,3-0 allo Shakhtar,vola a ottavi Champions
Castagne, Pasalic e Gosens mandano ko gli ucraini

11 dicembre 201921:01

– Impresa dell’Atalanta che si qualifica per gli ottavi di finale di Champions League.
Nell’ultima partita della fase a gironi, in casa dello Shakhtar Donetsk, i bergamaschi hanno vinto 3-0 e hanno chiuso al secondo posto nel gruppo C, alle spalle del Manchester City che ha battuto la Dinamo Zagabria 4-1.
L’Atalanta va in vantaggio al 21′ della ripresa con Castagne (il gol viene convalidato dalla Var che ha verificato la posizione di Gomez). Al 35′ arriva il 2-0 per i bergamaschi: punizione dalla destra di Malinkovsky e sul primo palo Pasalic insacca. In pieno recupero arriva anche il terzo gol: Errore difensivo di Stepanenko di testa che passa la palla a Gosens che segna il gol del definitivo 3-0 per i bergamaschi.

Champions: Dinamo Zagabria-Manchester City 1-4La squadra di Guardiola chiude in testa al girone

11 dicembre 201921:03

– Il City di Guardiola batte la Dinamo Zagabria 4-1 nell’ultima partita della fase a gironi (gruppo C) e accede agli ottavi della Champions League da leader. Croati in vantaggio al 10′ con Olmo, hanno subito la rimonta del Manchester: protagonista Jesus, autore di una tripletta (34′ pt, 5′ e 9′ st). A segno anche Foden al 39′ st.

Champions: Atalanta; Gomez “impresa che resterà nella memoria””Qui non ci sono campioni è tutto lavoro e sacrificio”

11 dicembre 201921:35

– “Non ci sono parole, è un’emozione unica, qualcosa che rimarrà nella storia del calcio e di questa società. E anche nella memoria di ognuno che è stato qui”: Alejandro “papu” Gomez, commenta così, ai microfoni di Sky Sport la qualificazione dell’Atalanta agli ottavi di finale di Champions League. “Tutti veniamo dal basso, qui non c’è nessun campione, qui è tutto lavoro e sacrificio – ha aggiunto il capitano nerazzurro – Sappiamo tutto quello che abbiamo fatto e quanto abbiamo lottato in questi anni per meritarci questo. Un po’ come l’Atalanta degli anni ’90, che andava a lottare per l’Europa, oggi abbiamo scritto un’altra pagina di storia che si ritroverà tutto il popolo bergamasco. Anche quelli che sono venuti qui sono “pazzi”, abbiamo gente che di segue alla quale volevamo dare una bella gioia” “Questa squadra, dal primo anno in cui è arrivato Gasperini, da quando abbiamo fatto il quarto posto – ha concluso – ha un modo di essere e di lavorare come gruppo, dal più vecchio al più giovane, che ci fa mantenere i piedi per terra e questa è la cosa più importante”

Champions: Gasperini “vittoria del calcio italiano”Tecnico Atalanta esulta per impresa, a Bergamo caroselli auto

BERGAMO11 dicembre 201922:01

– “E’ una vittoria per Bergamo, per tutte le componenti del mondo Atalanta, dai tifosi alla dirigenza passando per i giocatori e lo staff. Il legame forte ci ha dato la spinta per riuscirci”. Gian Piero Gasperini esulta da Kharkiv dopo il tris della sua Dea allo Shakhtar che vale gli ottavi di finale di Champions League: “Fino al terzo gol non ero tranquillo: siamo contenti per noi e anche per il calcio italiano. Il nostro modo di giocare fa acquisire credibilità a tutto il movimento nazionale – rimarca il tecnico nerazzurro -.
Ce la siamo meritata perché siamo cresciuti nel corso di una competizione difficile e di alto livello: abbiamo cominciato a crederci dal pari col Manchester City quando Dinamo e Shakhtar hanno fatto 3 a 3”. In centro a Bergamo subito dopo il triplice fischio sono cominciati i caroselli di auto.

Champions: sindaco Bergamo “orgogliosi di questa Atalanta”Gori esulta: “Tra le 16 top d’Europa, risultato impensabile”

BERGAMO11 dicembre 201922:26

– “Noi bergamaschi ci rispecchiamo in questa Atalanta. Non molliamo mai e ce la mettiamo sempre tutta, a dispetto delle avversità”. Dal suo profilo facebook anche il sindaco della città lomnarda, Giorgio Gori, si unisce all’esultanza dei tifosi andati in trasferta (600) a Kharkiv per assistere al 3-0 allo Shakhtar che ha trascinato la Dea agli ottavi di finale in Champions League e a quelli rimasti in provincia o a sfilare in centro città a Porta Nuova (circa 2 mila persone tra bandiere, cori e fuochi d’artificio). “Il risultato di questa sera in Ucraina dice che l’Atalanta è tra le 16 migliori squadre del nostro continente, un risultato impensabile fino a qualche anno fa – si legge sul post a fine partita -. Da sindaco non posso che essere orgoglioso di questa squadra, dei tifosi che sono volati fino a Kharkiv per sostenerla, di tutti coloro che hanno sofferto davanti alla tv (io con loro). Grandissimi tutti, dal mister Gasperini a tutti i giocatori ai dirigenti al presidente Percassi. Ora, sotto a chi tocca: comunque vada, sarà storica”.

Champions: 2-0 alla Lokomotiv Mosca, Atletico Madrid agli ottaviSquadra di Simeoni avanza, decidono gol di Joao Felix e Felipe

11 dicembre 201922:57

– L’Atletico Madrid si qualifica per gli ottavi di finale della Champions League battendo 2-0 (1-0) la Lokomotiv Mosca nell’ultima partita del gruppo D (lo stesso della Juventus). Al 17′ la rete di Joao Felix su rigore, raddoppio al 9′ della ripresa con Felipe.

Champions: Bayer Leverkusen-Juventus 0-2Ronaldo e Higuain firmano la vittoria in Germania

11 dicembre 201923:02

– La Juventus, già qualificata come prima, ha battuto 2-0 (0-0) il Bayer Leverkusen nell’ultima gara della fase a gironi (gruppo D) della Champions League. Segnano Cristiano Ronaldo al 31′ della ripresa e Gonzalo Higuain al 47′ st. Entrambe le reti sono state ispirate da Dybala. La Juve chiude la fase a gironi con 16 punti, 11 gol fati e solo 4 subiti.

Champions: Bayern Monaco-Tottenham 3-1Bavaresi chiudono in testa il girone davanti agli Spurs

11 dicembre 201923:01

– Bayern Monaco batte il Tottenham 3-1 (2-1) nell’ultima gara del gruppo B di Champions League.
Bavaresi avanti al 14′ con Coman, pari della squadra di Mourinho al 20′ con Sassegnon. Al 45′ a segno Muller, e al 19′ della ripresa Coutinho. Entrambe le squadre erano già qualificate per gli ottavi: il Bayern chiude in testa con 18 punti, seguito dagli Spurs a 10.

Champions: Buffon “Atalanta realtà da prendere a esempio”Omaggio portiere Juve: “Hanno fatto qualcosa di emozionante”

11 dicembre 201923:28

– “Complimenti all’Atalanta, è qualcosa di emozionante. Avevo scritto a Gasperini e gli avevo detto ‘ce la potete fare, siete una squadra che può vincere con tutti’.
Sono una realtà da prendere a esempio”. L’omaggio ai bergamaschi arriva anche da Gigi Buffon che ai microfoni di Sky, dopo la vittoria della sua Juve 2-0 sul Bayer Leverkusen, parla dell’impresa dell’Atalanta qualificata agli ottavi di Champions.
Quanto al suo rendimento Buffon spiega che serve l’approccio giusto: “Le critiche le vivo nel modo giusto – dice il portiere bianconero – e se voglio continuare a giocare devo accettarle, a 42 anni non è facile: più avanti vado e più i rischi ci sono”.

Champions: Dybala “Juve grande gruppo, ora risaliamo in serie A”L’argentino trascina i bianconeri: “Dato solidità in Europa”

11 dicembre 201923:55

– “Sono contento, sono riuscito a far segnare i miei compagni, ed è sempre bello. Gol importanti per la vittoria per dare solidità in Champions, ma adesso dobbiamo aspettare tanto per giocare di nuovo. Dobbiamo pensare a fare meglio in serie A e tornare al primo posto”. Paulo Dybala, protagonista dopo il suo ingresso in campo nel match con il Bayer, carica la Juventus in vista del campionato. “E’ un grande gruppo – dice l’argentino ai microfoni di Sky – stiamo lavorando bene, bisogna ritrovare la serenità in serie A che ci è mancata nelle ultime due partite. Noi non dobbiamo pensare alle altre squadre, ma al nostro gioco a migliorare”.

Champions: Juve; Sarri applaude trio, CR7-Higuain-Dybala beneTecnico pensa a Udinese, proviamo a recuperare Bentancur

TORINO12 dicembre 201900:09

– “Poteva anche essere difficile, ma abbiamo mostrato buona concentrazione”. Maurizio Sarri si gode la risposta arrivata dalla sua Juventus in una partita, quella con il Bayer Leverkusen, che non offriva particolari stimoli ai bianconeri. Il 2-0 maturato in Germania ha confortato il tecnico toscano dopo il pareggio con il Sassuolo e la sconfitta con la Lazio: “L’importante è avere equilibrio – prosegue Sarri -, venivamo da una partita persa ma per tratti una delle migliori della stagione”. Tre punti per chiudere il girone di Champions “contro una squadra importante, reduce dal successo a Monaco con il Bayern”. La Juventus può ora concentrarsi sul campionato e sulla partita con l’Udinese: “Proviamo a recuperare Bentancur, vedremo la situazione altrimenti Rabiot o Emre Can dovranno adattarsi al ruolo di regista vista la squalifica di Pjanic. Ma non è quello il problema, bensì tenere alta la determinazione come stasera”. Con il Bayer la svolta è arrivata con il tridente di stelle Ronaldo-Dybala-Higuain, mossa che ha cambiato volto al match: “Abbiamo aspettato un calo di ritmo degli avversari, poi è arrivato il momento di farli giocare insieme e hanno risposto bene”. Decisivo l’ingresso di Dybala, che con un assist a testa per Ronaldo e Higuain ha accontentato entrambi: “Dobbiamo lavorare sul tridente – conferma la ‘Joya’ -, vogliamo giocare tutti ma non è facile e il mister sa quando lo dovremo fare.
Oggi andata bene, ho fatto un assist a testa così nessuno si arrabbia (sorride, ndr). Adesso dobbiamo trovare in Serie A quella solidità che ci è mancata per due partite: può succedere”.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 18 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:28 ALLE 20:45 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Mes: accordo su risoluzione
Necessario approfondire punti critici

11 dicembre 201909:28

– “Mantenere la logica di pacchetto (MES, BICC, Unione bancaria) alla quale accompagnare ogni tappa mirata ad assicurare l’equilibrio complessivo dei diversi elementi al centro del processo di riforma dell’Unione economica e monetaria, approfondendo i punti critici”. E’ uno dei principali impegni che si chiedono al governo nel testo definitivo della risoluzione di maggioranza sul Mes che sarà votata dal Parlamento.

Mes, risoluzione,Camere sempre coinvolteTrovato accordo maggioranza su testo di 8 pagine

11 dicembre 201909:32

– Nel testo della risoluzione di maggioranza sul Mes, 8 pagine in tutto, su cui si è trovato un accordo di maggioranza, si rimarca anche l’impegno ad “assicurare la coerenza della posizione del Governo con gli indirizzi definiti dalle Camere, e il pieno coinvolgimento del Parlamento in tutti i passaggi del negoziato sul futuro dell’unione economica e monetaria e sulla conclusione della riforma del Mes”. In particolare, si prevede “il pieno coinvolgimento del Parlamento in un’eventuale richiesta di attivazione del Meccanismo europeo di stabilità con una procedura chiara di coordinamento e di approvazione”.

M5s si spacca sul Mes, ma il governo supera il votoOk del Senato alla risoluzione di maggioranza, 164 sì, 122 no

11 dicembre 201920:02

Dopo il sì dell’Aula della Camera alla risoluzione unitaria di maggioranza sulle comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte in vista del prossimo Consiglio europeo, è arrivato l’ok anche del Senato. A Palazzo Madama 164 voti favorevoli, 122 contrari e 2 astensioni. A Montecitorio il testo è stato approvato con 291 voti a favore, e 222 contrari.Entrando a Palazzo Madama il premier Conte aveva detto di ‘non essere preoccupato’ dei numeri al Senato. Con la massima prudenza e il massimo rispetto delle prerogative del Parlamento ma non sono preoccupato”. Già il senatore del Movimento 5 Stelle Stefano Lucidi aveva parlato a Un giorno da Pecora dicendo, in merito alla sua posizione sul voto alla risoluzione del Mes, ‘è contraria, voterò no, io ne faccio una questione di metodo, che è dipeso da chi ha scritto questo documento. Farò una dichiarazione in dissenso esponendo le mie ragioni”. Dopo questo ‘no’ uscirà dal M5S? “E’ una riflessione che faremo nelle prossime ore, vediamo quello che succederà”, ha aggiunto. “La mia dichiarazione di dissenso non è prodromica all’uscita dal gruppo”, ha detto il senatore M5s Gianluigi Paragone durante la sua dichiarazione di voto. “Questa Europa con le sue politiche ci impedisce di crescere. Come pensiamo di salvare i lavoratori, i posti di lavoro? Con gli spiccioli che ci lascia l’Europa? Io – annuncia – dico No a questa risoluzione”. Francesco Urraro, senatore di M5S, ha annunciato il suo voto in dissenso dal gruppo nell’Aula di Palazzo Madama rispetto alle risoluzioni sulle comunicazioni del presidente del Consiglio in vista del Consiglio Ue. “Annuncio il mio voto in dissenso e constato di non riconoscermi più nelle politiche del mio Movimento”, ha detto il senatore del M5s Ugo Grassi intervenendo in Aula sulla risoluzione di maggioranza sul Mes. Per Grassi, “si tratta di un testo riformato del quale non abbiamo avuto tempestiva contezza, non in quanto singoli partiti ma non è stato informato per tempo il Parlamento, dandogli modo di intervenire”. E ha concluso: “Questo non significa essere sovranisti ma difendere la democrazia e non di un solo popolo”.”Noi non abbiamo progetti per far uscire l’Italia dall’euro e dall’Europa ma semplicemente vogliamo difendere il lavoro e il risparmio degli italiani”, ha detto il leader della Lega Matteo Salvini durante le dichiarazioni di voto sulle comunicazioni del premier al Senato sul prossimo consiglio europeo.Matteo Salvini “ha deciso di aprire il mercato delle vacche – ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, rispondendo a una domanda sul senatore M5S Stefano Lucidi – Mi auguro che a questo mercato non partecipi nessuno”.CONTE ALLA CAMERA”Il Governo italiano intende promuovere, in seno al Consiglio Europeo, una maggiore coesione fra i leader europei. Non è, questo, nella famiglia europea il tempo per dividersi o per lasciarsi dividere”, dice Conte. “L’Italia – ha puntualizzato il premier – non ha nulla da temere anche perché il suo debito è pienamente sostenibile, come dimostrano le valutazioni delle principali istituzioni internazionali, inclusa la Commissione, e come confermano i mercati”. “La revisione del trattato sul Mes – ha puntualizzato Conte nel suo intervento – non apporta modifiche sostanziali al trattato già esistente e – in particolare – non introduce, ed è nostra ferma intenzione che questo non accada, alcun automatismo nella ristrutturazione del debito di uno Stato, ma lascia alla Commissione europea il fondamentale ruolo di valutarne la sostenibilità e di assicurare la coerenza complessiva delle analisi macroeconomiche effettuate sui Paesi membri”.”Bisogna stare attenti a insinuare dubbi e paure nei cittadini italiani, tanto più che quantomeno alcune delle posizioni che si sono delineate nel corso del dibattito pubblico hanno disvelato il malcelato auspicio di portare il nostro Paese fuori dall’euro-zona o, addirittura, dall’Unione europea. Se questo è l’obiettivo allora converrebbe chiarirlo in modo esplicito, affinché il dibattito pubblico sia trasparente e i cittadini italiani possano essere informati di tutte le implicazioni che tali posizioni portano con sé”, dice Conte.”Nessuno è intenzionato ad uscire dall’euro. Però il signor Conte non è titolato a firmare o a dare la parola degli italiani su accordi internazionali pericolosi per l’Italia: quindi se c’è qualcuno che sta mettendo a rischio il risparmio e il futuro degli italiani è lui”. La replica: il leader della Lega Matteo Salvini confermando l’intenzione di presentare una risoluzione unica del centro destra: “Sarà una risoluzione unica e compatta”.”La posizione del Governo in sede europea sarà sempre coerente con gli indirizzi definiti dalle Camere”, ha detto Conte. “Non posso che ribadire quanto già auspicato nelle Comunicazioni alle Camere il 2 dicembre scorso, ovvero “che il Parlamento con la sua autorevolezza, in virtù della sua legittimazione democratica, contribuisca a portare in Europa la voce di un Paese forte, di un Paese coeso, che si impegna a rafforzare le istituzioni europee””, aggiunge Conte.”Venduti, venduti”, hanno urlato in coro i deputati della Lega al termine dell’intervento di Lia Quartapelle. Dal centrosinistra proteste e una reprimenda del presidente Fico, attaccato a sua volta da Fdi.L’accordo sulla risoluzione della maggioranza è stato ottenuto nella notte. “Accordo chiuso nella notte, intorno alle 2.30”, dice Luigi Di Maio. “Confermata la logica del pacchetto Siamo soddisfatti per la risoluzione di maggioranza che prevede le modifiche richieste dal Movimento”. Le stesse fonti precisano che precisano inoltre che “la logica di pacchetto è stata confermata, ci sarà un nuovo round in parlamento a gennaio, prima del prossimo Eurogruppo”. Le stesse fonti garantiscono che “ci sarà il pieno coinvolgimento del Parlamento prima dei prossimi passi sul Mes. Ogni decisione verrà presa ascoltando le Camere, non firmeremo nulla al buio”.Ma Luigi Di Maio ribadisce che per quanto riguarda l’approvazione della riforma “finché non avremo un quadro chiaro della situazione non si firma e non si approva niente”. Abbiamo ottenuto, ha detto, che prima dei prossimi passaggi sul Mes a gennaio o febbraio “si torni in Parlamento e che questo venga pienamente coinvolto. E anche questo è dentro la risoluzione” di maggioranza. “L’Italia deve essere sicura al 200% e come ministro degli Esteri mi accerterò di questo prima di qualsiasi firma”.IL TESTO DELLA RISOLUZIONE – “Mantenere la logica di pacchetto (MES, BICC, Unione bancaria) alla quale accompagnare ogni tappa mirata ad assicurare l’equilibrio complessivo dei diversi elementi al centro del processo di riforma dell’Unione economica e monetaria, approfondendo i punti critici”: è uno dei principali impegni che si chiedono al governo nel testo definitivo della risoluzione di maggioranza sul Mes che sarà votata dal Parlamento. Nella risoluzione si chiede di “escludere interventi di carattere restrittivo sulla detenzione di titoli sovrani da parte di banche e istituti finanziari e comunque la ponderazione dei rischi dei titoli di Stato attraverso la revisione del loro trattamento prudenziale”, oltre a “escludere qualsiasi meccanismo che implichi una ristrutturazione automatica del debito pubblico”. E’ quanto si legge nel testo definitivo della risoluzione. La maggioranza impegna il governo a “proporre nelle prossime tappe del negoziato sull’Unione bancaria l’introduzione dello schema di assicurazione comune dei depositi (Edis), di un titolo obbligazionario europeo sicuro (cosiddetto common safe asset – ad esempio eurobond) e di una maggiore ponderazione di rischio delle attività di livello 2 e livello 3 (strumenti maggiormente illiquidi), che sia legata al loro grado di concentrazione sul totale degli attivi del singolo istituto di credito”. PER NON PERDERE NULLA DEL MONDO ECONOMICO: VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ue: Conte, più coesione tra leader
E non è tempo per lasciarsi dividere

11 dicembre 201909:55

– “Il Governo italiano intende promuovere, in seno al Consiglio Europeo, una maggiore coesione fra i leader europei. Non è, questo, nella famiglia europea il tempo per dividersi o per lasciarsi dividere”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni alla Camera in vista del Consiglio Ue.

Conte, rivedere proposta FinlandiaE’ schema a ribasso e complessivamente sbilanciato

11 dicembre 201909:58

– “La ‘scatola negoziale’ sul Quadro Finanziario Pluriennale è stata presentata dalla Presidenza finlandese solo lo scorso 2 dicembre. Essa contiene alcune ipotesi di allocazione dei fondi, peraltro non esaustive, che il Governo italiano reputa insoddisfacenti. Si tratta di una proposta al ribasso, poiché comporta riduzioni di spesa rilevanti, ma soprattutto risulta complessivamente sbilanciata”.
Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni alla Camera in vista del Consiglio Ue.

Mes: Conte, Italia non temaDebito è pienamente sostenibile

11 dicembre 201910:35

– “L’Italia non ha nulla da temere anche perché il suo debito è pienamente sostenibile, come dimostrano le valutazioni delle principali istituzioni internazionali, inclusa la Commissione, e come confermano i mercati”. Così il premier Giuseppe Conte riferendo sul Mes alla Camera.

Mes:Conte,sospetti da dibattito confusoCosì si danneggia risparmio degli italiani

11 dicembre 201910:38

– “Vero è che un dibattito portato avanti in modo molto confuso rischia di indurre il sospetto, nei mercati e nelle istituzioni internazionali, che siamo noi stessi a dubitare dell’impegno assunto di mantenere il debito su un sentiero di piena sostenibilità: questo sì che sarebbe un modo per danneggiare il risparmio degli italiani”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni alla Camera in vista del Consiglio Ue soffermandosi sulle polemiche in Italia sul Mes.

Mes: Conte, no a automatismi su debitoEd è nostra ferma intenzione che ciò non accada

11 dicembre 201910:40

11 DIC – “La revisione del trattato sul Mes non apporta modifiche sostanziali al trattato già esistente e – in particolare – non introduce, ed è nostra ferma intenzione che questo non accada, alcun automatismo nella ristrutturazione del debito di uno Stato, ma lascia alla Commissione europea il fondamentale ruolo di valutarne la sostenibilità e di assicurare la coerenza complessiva delle analisi macroeconomiche effettuate sui Paesi membri”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni alla Camera in vista del Consiglio Ue.

Mes: Lega urla, ‘venduti, venduti’Proteste da centrosinistra, Fico cerca di calmare Aula

11 dicembre 201910:47

– “Venduti, venduti”: lo urlano in coro i deputati della Lega al termine dell’intervento di Lia Quartapelle. Dal centrosinistra arrivano proteste, e una reprimenda del presidente Fico, attaccato a sua volta da Fdi.

Dl Sisma: posta la fiducia al SenatoLo ha annunciato in Aula D’Incà. Protestano le opposizioni

11 dicembre 201911:48

– Il governo ha messo la fiducia sul decreto sisma, che è all’esame del Senato e approvato in prima lettura alla Camera. Ad annunciarlo in Aula, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà tra le proteste delle opposizioni. L’aula è stata sospesa e convocata la conferenza dei capigruppo per decidere le modalità del voto.

Bonafede, no a scontri su prescrizioneAperto proposte ma dopo 1/o grado cittadini abbiano risposte

11 dicembre 201912:16

– “Da parte mia non c’è alcuna volontà di scontro. Mi dicono che ci siano proposta dalle altre forze che io vaglierò insieme a loro ma non si può reintrodurre principio secondo cui dopo il primo grado di giudizio, dopo una certa data un cittadino può non avere una risposta di giustizia”. Lo afferma, interpellato a Montecitorio dai cronisti sul tema della prescrizione, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. “Il 1 gennaio in termini concreti non succede nulla gli effetti concreti non si avranno prima del 2024”, aggiunge Bonafede.

Fontana: ‘Non ho dubbi su Galli’Sicuro sia specchiato, sono assolutamente tranquillo

MILANO11 dicembre 201912:29

– “Ho appreso questa notizia, conosco troppo bene Stefano per avere dei dubbi sul fatto che sia specchiato, quindi si difenderà, farà quanto di sua competenza, e la magistratura altrettanto. Sono assolutamente tranquillo circa l’esito”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine del seminario Cio su Milano-Cortina, ha commentato l’indagine della Procura di Genova su Stefano Bruno Galli, assessore all’autonomia e alla cultura della sua giunta, per il presunto riciclaggio dei 49 milioni dei fondi della Lega.

Sala: ricorderò Pinelli con MattarellaSindaco, domani Capo dello Stato a Milano, un grazie preventivo

MILANO11 dicembre 201912:50

– “A volte le ricorrenze particolari possono anche indurre a un certo tipo di riflessione, a me sembra giusto e al di là dell’albero” che oggi verrà piantato in memoria di Giuseppe Pinelli “troverò anche il modo domani alla presenza del presidente Mattarella di ricordarlo”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a Radio Popolare, parlando della commemorazione dei 50 anni della strage di piazza Fontana che si terrà domani e della figura del ferroviere anarchico, Giuseppe Pinelli, accusato ingiustamente e morto dopo essere precipitato da una finestra della Questura di Milano. Mattarella, che domani sarà a Milano per un Consiglio comunale speciale dedicato a piazza Fontana, “è una persona straordinaria e devo dire che magari è anche normale pensare che, visto che sono i 50 anni venga a Milano, ma niente è normale oggi bisogna aver dentro alcune cose e quindi lo ringrazio in modo preventivo”.

P.Fontana,Fico: verità non può attenderePresidente Camera in Aula su strage a vigilia 50/o anniversario

11 dicembre 201913:54

– Sulla strage di Piazza Fontana “la diffusa aspettativa di verità e giustizia non può più essere ulteriormente disattesa”. Lo ha detto nell’Aula della Camera il presidente Roberto Fico, aggiungendo che “la democrazia di un Paese ha sempre bisogno, per restare salda, di trasparenza, di verità e di giustizia”. Domani cadrà il 50/esimo anniversario dell’eccidio alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di Milano, che il 12 dicembre 1969 provocò 17 morti e 88 feriti.
“La ricostruzione storica – ha detto Fico – ha ricondotto le responsabilità di quell’evento a gruppi eversivi, mossi dall’intento di promuovere in Italia una svolta autoritaria attraverso una serie di sanguinosi attentati. Ma mezzo secolo non è stato sufficiente per fare pienamente chiarezza anche sul piano giudiziario sui colpevoli di quella strage. Ciò è inaccettabile per le vittime, per i loro familiari, per uno Stato democratico”.

Mes, ok Camera a risoluzione maggioranzaCon 291 sì e 222 no. Bocciati documenti centrodestra e +Europa

11 dicembre 201913:59

– Sì dell’Aula della Camera alla risoluzione unitaria di maggioranza sulle comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte in vista del prossimo Consiglio europeo. Il testo è stato approvato a Montecitorio con 291 voti a favore, e 222 contrari. L’Assemblea di Montecitorio ha successivamente bocciato la risoluzione del centrodestra e quella di +Europa, su cui il governo aveva espresso parere contrario. Su quest’ultimo documento i deputati di Fi si sono astenuti.

Decreto sisma è legge, ok finale SenatoNorme per accelerare ricostruzione, governo aveva posto fiducia

11 dicembre 201914:05

– Via libera definitivo al decreto sisma: è stato approvato dal Senato con il voto di fiducia chiesto dal governo, con 160 voti favorevoli, 119 contrari e nessun astenuto. Il provvedimento che prevede norme per l’accelerazione e il completamento della ricostruzione nei paesi colpiti dal sisma, aveva avuto l’ok della Camera il 28 novembre scorso. Diventerà legge con la pubblicazione del testo sulla Gazzetta ufficiale.

Decaro, superato il turn over nei Comuni’Obiettivo storico’, anche recupero di 560 mln tagliati a comuni

11 dicembre 201914:07

– “Oggi centriamo due obiettivi storici, fondamentali nella trattativa col governo condotta negli ultimi anni dai sindaci: il recupero strutturale di 560 milioni, tagliati ai Comuni nel 2014 e mai restituiti, e il superamento del turn over con il reclutamento di 40 mila nuovi dipendenti, da considerare in aggiunta alla sostituzione del personale che va in pensione. Se pensiamo che dal 2010, per effetto della spending review, i Comuni hanno perso circa ottantamila dipendenti, pari al 20 per cento del totale, andati in pensione e non rimpiazzati, oggi iniziamo un recupero necessario per migliorare l’offerta di servizi diretti ai cittadini”. Commenta così il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, il via libera in conferenza Stato città di due provvedimenti per i Comuni, grandi e piccoli: il decreto attuativo sulla nuova disciplina delle assunzioni dei Comuni a tempo indeterminato, e il decreto sul riparto del fondo di solidarietà comunale, riformulato con le ulteriori risorse previste in legge di bilancio.

Bonifiche La Maddalena,ok fase operativaGovernatore Sardegna, sarà istituita unità progetto con esperti

CAGLIARI11 dicembre 201914:23

– Perfezionato l’iter amministrativo da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che conferma la Regione Sarda nel ruolo di soggetto attuatore delle opere di bonifica a La Maddalena: ora diventa pienamente operativa anche la nomina del presidente Christian Solinas come Commissario Straordinario.
Il governatore ha annunciato che presto sarà istituita una unità di progetto, composta da esperti del settore, che dovrà affiancarlo nella pianificazione e nell’immediata realizzazione delle azioni di bonifica ambientale e ripristino nell’area dell’ex Arsenale militare.
“Ora finalmente – dice Solinas – si può procedere immediatamente a sbloccare i cantieri delle bonifiche e procedere nelle attività di recupero e riconversione dell’area.
Si apre la fase operativa di un percorso che unirà la salvaguardia del prezioso patrimonio ambientale dell’isola a concrete prospettive di sviluppo e lavoro a La Maddalena”.

Mes, Lucidi: voto no,poi forse lascio 5SSenatore dissidente, “sbagliato il metodo per testo risoluzione”

11 dicembre 201914:51

– “La mia posizione sul voto di oggi pomeriggio alla risoluzione del Mes? E’ contraria, voterò no, io ne faccio una questione di metodo, che è dipeso da chi ha scritto questo documento. Farò una dichiarazione in dissenso esponendo le mie ragioni”. Così a Un Giorno da Pecora, il senatore del Movimento 5 Stelle Stefano Lucidi. Dopo questo ‘no’ uscirà dal M5S? “E’ una riflessione che faremo nelle prossime ore, vediamo quello che succederà”, aggiunge Lucidi.

Mes,Conte: a Senato prudente,ma non temoPremier a Palazzo Madama per voto su risoluzione maggioranza

11 dicembre 201915:37

– “Non sono preoccupato. Con la massima prudenza e il massimo rispetto delle prerogative del Parlamento ma non sono preoccupato”. Lo dice il premier Giuseppe Conte a chi gli chiede, mentre entra a Palazzo Madama, se è preoccupato dei numeri al Senato sulla risoluzione di maggioranza sul Mes.
Dopo il voto favorevole alla Camera, stamani, il presidente del Consiglio è stato a pranzo al Quirinale con il capo dello Stato Sergio Mattarella, come di consueto alla vigilia di un vertice europeo. Domani e dopodomani Conte sarà infatti a Bruxelles.

Mes, M5S: 12 assenti giustificati CameraIn tutto 14 non votanti. Voci su 3-5 senatori pronti a lasciare

11 dicembre 201916:39

– “Oggi 12 colleghi non hanno potuto partecipare alla votazione sulla risoluzione Mes ed hanno comunicato in anticipo al gruppo la loro impossibilità ad essere presenti alla votazione odierna. Fra i motivi delle loro assenze giustificate ci sono, ad esempio, la malattia e la maternità”.
E’ quanto affermano in una nota congiunta i tre delegati D’Aula del MoVimento 5 Stelle alla Camera, Cosimo Adelizzi, Daniele Del Grosso e Davide Zanichelli. Al momento del voto finale, tra i pentastellati, si erano registrati 14 non votanti.
Intanto sarebbero tre, forse cinque, i senatori del M5s pronti a lasciare il MoVimento oggi, in occasione della presentazione della risoluzione di maggioranza sul Mes. Per passare, probabilmente, alla Lega. Le voci su questa possibilità sono circolate con insistenza in Transatlantico a palazzo Madama prima e durante il dibattito.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

P.Fontana:Sala, scuse a famiglia Pinelli
Anarchico indagato morì cadendo da una finestra della questura

MILANO11 dicembre 201917:10

– Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha chiesto “scusa e perdono” da parte di tutta la città alla famiglia di Giuseppe Pinelli, il ferroviere anarchico coinvolto ingiustamente nelle indagini sulla strage di piazza Fontana e che morì cadendo da una finestra della questura di Milano alcuni giorni dopo l’esplosione. “La mia presenza qua ha soprattutto il significato di chiedere scusa e il perdono della città per quello che è stato” ha detto Sala nel corso della piantumazione di un albero dedicato a Pinelli nel quartiere di San Siro, a cui hanno partecipato le due figlie Silvia e Claudia. “Facciamo anche una promessa, cioè che come Milano continueremo ad essere quello che siamo. Milano sta cercando di lasciare un segno profondo politico e sociale”.
Quella tragedia – ha aggiunto Sala – “non doveva succedere, anche perché Pinelli era uno dei cittadini che faceva il suo dovere e si impegnava politicamente”.

Mes:ok Senato risoluzione maggioranzaDue le astensioni. Domani Conte al Consiglio europeo

11 dicembre 201919:50

– Con 164 voti favorevoli, 122 contrari e 2 astensioni l’Aula del Senato ha approvato la risoluzione presentata dalla maggioranza sulle comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in vista del Consiglio europeo di domani.

Piazza Fontana: Poniz, parti istituzioni ostacolarono conoscenza della veritàPresidente Anm, anche ruolo magistratura si presta a critiche

MILANO11 dicembre 201917:13

“Parti delle istituzioni repubblicane hanno pervicacemente ostacolato l’accertamento della verità, quando non cospirato al suo occultamento e finanche alla costruzione artificiosa di una verità falsa”. Lo ha detto il presidente dell’Anm Luca Poniz, parlando ad un convegno nell’aula magna del Tribunale di Milano sulla strage di piazza Fontana e sulle relative indagini e sui processi. Per Poniz, “anche il ruolo della magistratura si presta a una lettura critica”. Al convegno,nell’aula magna del tribunale milanese gremita, il presidente Poniz ha parlato della strage di pizza Fontana come di una “ferita mai chiusa e ancora sanguinante”. Sul fronte del ruolo della magistratura, il presidente della Anm ha spiegato che ci sono state “decisioni che a molti apparivano criticabili già allora ed appaiono oggi sconcertanti: la vicenda del trasferimento del processo a Catanzaro” è, secondo Poniz, “una delle tante singolarità sul versante giudiziario che restituisce una idea, oggi largamente diffusa, di un atteggiamento tutt’altro che incalzante della magistratura milanese” all’epoca. Per Poniz, però, ben diverso fu “l’atteggiamento e l’impegno della magistratura milanese” negli anni ’90 quando le indagini ripresero con vigore “scontrandosi tuttavia con persistenti ostacoli e la difficoltà di una ricostruzione a ritroso”.

A.Mittal:dopo fermo Afo2 3500 in CigAzienda ha informato le organizzazioni sindacali

TARANTO11 dicembre 201916:21

– “L’azienda ha informato le organizzazioni sindacali che, in seguito al rigetto dell’istanza avanzata dai Commissari dell’Ilva in amministrazione straordinaria di proroga allo spegnimento di Afo2, a breve invieranno alle stesse l’avvio della procedura di cassa integrazione straordinaria per 3.500 unità”. Lo annuncia la Fim Cisl Taranto-Brindisi, precisando che “nelle 3.500 unità sono compresi 1.273 che sarebbero stati collocati in Cigo”.
I commissari straordinari dell’Ilva in As stanno valutando il ricorso al Tribunale dell’appello contro la decisione del giudice Francesco Maccagnano, che ieri ha respinto l’istanza di proroga della facoltà d’uso che scadrà venerdì 13 dicembre.
L’impianto fu sequestrato nel giugno del 2015 dopo l’incidente sul lavoro costato la cita all’operaio Alessandro Morricella, investito da una fiammata mista a ghisa incandescente mentre misurava la temperatura del foro di colata dell’Altoforno 2.

Al Quirinale presepe moderno e ‘interattivo’ dalla Val GardenaGrande opera moderna in legno di diversi elementi e gruppi di figure, realizzata dagli scultori Filip Moroder Doss e Thomas Comploi

11 dicembre 201915:18

Quest’anno il presepe al Quirinale si può visitare e anche, in un certo modo, vi si può partecipare. Nella Palazzina Gregoriana è infatti esposta una grande opera moderna in legno di diversi elementi e gruppi di figure, realizzata dagli scultori della Val Gardena, in Alto Adige, Filip Moroder Doss e Thomas Comploi. I visitatori possono entrare nel presepe, che si estende per otto metri e raggiunge un altezza di quasi due metri e mezzo delle figure, appena sagomate e stilizzate. Il fulcro è la sacra famiglia, con il bambino rivestito di laminatura d’oro in un blocco compatto di Giuseppe e Maria.Moroder Doss nell’illustrare l’opera alla stampa ha iniziato il discorso in ladino, “perchè la nostra radice è ladina”, ha detto. Comploi ha invece parlato di “un presepe interattivo. Lo abbiamo portato nel moderno, astraendo le facce dei personaggi: ognuno può metterci quel che vuole”. I re magi non ci sono, al loro posto quattro figure, “che non sono re, ma rappresentano il popolo”. I due artisti hanno realizzato l’opera in sei mesi, usando legno di tiglio.Per il Quirinale è il quinto anno del presepe in esposizione, in questo caso all’interno della mostra ‘Natività – L’arte del presepe della Val Gardena’.

In arrivo bonus per assumere lavoratori ex Ilva’Tra le misure allo studio un esonero contributivo triennale al 100%’ annuncia la ministra Catalfo

11 dicembre 201917:25

Arriva un bonus speciale per favorire le aziende che decidono di assumente i lavoratori dell’ex Ilva. “Il ministero sta studiando diverse norme, ve ne posso anticipare una: un esonero contributivo triennale al 100% per i datori di lavoro che volessero assumere i lavoratori in amministrazione straordinaria e quindi in cassa integrazione”, ha annunciato la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, parlando proprio dei dipendenti dell’ex Ilva a margine di un convegno al Cnel. In generale per l’Arcelor Mittal “c’è un pacchetto di misure che stiamo studiando e – spiega – che sono pronte per essere portate all’ordine del giorno”.

Manovra: atlete diventano sportive professionisteTutele equiparate e sconto contributi 100% per 3 anni. Tagli alle indennità per i dirigenti che non rispettano gli obblighi di trasparenza. Ok a emendamento che innalza sanzioni fino al 60%

11 dicembre 201919:08

Arriva una stretta alle sanzioni per i dirigenti e funzionari che non rispettano gli obblighi di trasparenza nella Pubblica Amministrazione: la commissione bilancio del Senato ha approvato un emendamento a prima firma del presidente Antimafia Nicola Morra che cambia le sanzioni. Per chi non pubblica i dati, la sanzione amministrativa va dal 30 al 60% dell’indennità di risultato o dell’indennità accessoria del responsabile della trasparenza e il provvedimento viene pubblicato online. Attualmente le sanzioni arrivano ad un massimo di 10mila euro.Le atlete diventano sportive professioniste, anche dal punto di vista contrattuale. La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento alla manovra che equipara le donne ai colleghi maschi, estendendo le tutele previste dalla legge sulle prestazioni di lavoro sportivo, e per promuovere il professionismo nello sport femminile introduce un esonero contributivo al 100% per tre anni per le società sportive femminili che stipulano con le altete contratti di lavoro sportivo.Secondo il timing fissato, la legge di bilancio dovrebbe arrivare domani in Aula al Senato ma è possibile che l’approdo slitti a venerdì.Pressing del Pd per asciugare le proposte di modifica alla manovra che continuano a arrivare, sottoforma di subemendamenti, in commissione Bilancio al Senato: solo una sforbiciata sostanziosa – è il ragionamento – potrebbe consentire di dare il cosiddetto mandato al relatore (che tradotto vuol dire completare l’esame degli emendamenti in commissione) e mettere la fiducia, che tutti a Palazzo Madama danno già per scontata, su un maxiemendamento che rispecchi il lavoro di questi giorni.Si tratta quindi – viene osservato – di ridurre i temi, anche da parte del governo, sui quali si vuole intervenire rinviando al prossimo anno alcune questioni anche considerate importanti e concentrarsi esclusivamente sulle modifiche formalizzate dalle proposte dei relatori che recepiscono tra l’altro l’intesa nella maggioranza su plastic e sugar tax.

Carica di micromisure in manovra, dalle Alpi al Pci Un milione contro il randagismo. Fondi per carnevali e Fiere

11 dicembre 201912:10

Il giro d’Italia a suon di emendamenti tocca i piccoli borghi e le grandi città, isole comprese, e si porta dietro la storia, il folclore, le tradizioni e le grandi passioni italiane. Il rush finale della manovra in commissione Bilancio al Senato incappa nelle misure famose, come la plastic e la sugar tax, ma anche in una miriade di anonime voci che, milione dopo milione, si aggiungono alla vera ossatura del provvedimento.Pd e Leu chiedono di finanziare le iniziative culturali in vista dei cento anni del Pci, che nacque in un teatro livornese nel 1921: vale 400 mila euro.E c’è lo stanziamento di un milione per combattere il randagismo, specie nelle regioni del sud.Il volo sulla Penisola può partire dalla Sicilia, con l’emendamento che chiede un commissario straordinario per gli interventi sulle strade provinciali in condizioni di “maggiore degrado”, e salire fino alla Valle d’Aosta, con i 15 milioni stanziati in tre anni per salvaguardia delle Alpi.Sempre al nord ci sono i 300 mila euro per il restauro della Villa Alari Visconti di Saliceto in Cernusco sul Naviglio, che nel 2020 sarà Città europea dello Sport, e la richiesta di tre milioni per la manutenzione di una strada gestita dalla provincia di Lecco, in vista delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina del 2026.Ci sono poi gli interventi spalmati lungo tutto il Paese, come i 2 milioni per le infrastrutture al servizio della Fiera del Levante di Bari, della Fiera di Verona, della Fiera di Foggia e della Fiera di Padova, o i 4 milioni per aumentare la sicurezza delle città, a partire da Matera, con un sistema automatico contro gli attentati terroristici compiuti lanciando bus e camion sulla folla. Dalla terra al mare, con il via libera all’emendamento che destina ulteriori 12 milioni in tre anni per le bonifiche dall’amianto, anche per le navi militari. Il capitolo ‘radici e tradizioni’ comprende invece un milione l’anno alla ricerca sulle scienze religiose. E un milione di euro all’anno dal 2020 al 2022 per il finanziamento dei carnevali storici. C’è pure il nuovo Fondo per i piccoli musei, con una dotazione di 2 milioni di euro all’anno. Un paio di norme riguardano progetti al palo da un po’, come i 15 milioni in 3 anni destinati all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale per completare la carta geologica ufficiale italiana, o la promozione della cultura italiana all’estero: un emendamento destina 9 milioni, dal 2020 al 2023, per la partecipazione dell’Italia alla Fiera internazionale del libro di Francoforte.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Franceschini, il 2020 sarà l’anno del treno turistico
“Esistono 800 chilometri di tratte ferroviarie in disuso”

11 dicembre 201917:42

– “Il 2020 sarà l’Anno del treno turistico”. Ad annunciarlo è il ministro per i Beni le Attività culturali e il Turismo, Dario Franceschini, nel corso dell’audizione alla Commissione attività produttive della Camera dei Deputati.
“Dopo il 2016 Anno nazionale dei cammini, il 2017 Anno nazionale dei borghi, il 2018 Anno del cibo italiano e il 2019 Anno del turismo lento – ricorda il ministro – è ora di promuovere un’altra forma di turismo che permetta al viaggiatore di percorrere il nostro paese in modo sostenibile e lungo le tratte storiche delle ferrovie, ammirando paesaggi magnifici e toccando località di struggente bellezza. Esistono 800 chilometri di tratte ferroviarie in disuso e abbandonate che attraversano parchi nazionali, aree protette e territori densi di storia e cultura”. “Nel 2020 investiremo per potenziare, promuovere e valorizzare questa forma di turismo – conclude Franceschini – rispondendo all’esigenza di governare la crescita impetuosa dei flussi turistici che registreremo nei prossimi anni e che non potrà concentrarsi nelle sole grandi città d’arte, che già stanno vivendo fenomeni di sovraffollamento e che vanno tutelate. Dobbiamo promuovere un turismo sostenibile, fatto di persone che vengano in Italia a cercare le eccellenze e rispettino la fragilità del nostro patrimonio”.

Mes:Michel,consideriamo dibattito ItaliaQuanto accade nei Parlamenti nazionali ha impatto

BRUXELLES11 dicembre 201913:20

– “In linea generale penso che si debba considerare la situazione interna, perché so bene che quanto accade nei parlamenti nazionali ha un impatto sulle posizioni europee. Sull’Unione economica e monetaria spero” che all’Eurosummit “ci sarà un dibattito strategico per quanto faremo nei prossimi mesi potremo progredire in modo realistico.
Sono al corrente del dibattito in Italia, prendo in considerazione la natura del dibattito in Italia”. Così il presidente del Consiglio europeo Charles Michel sul Mes.

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI, ESCLUSIVI. DA NON PERDERE!

DALLE 12:10 DI LUNEDì 09 DICEMBRE 2019

ALLE 19:32 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

NEL FRATTEMPO LEGGI ANCHE: JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 18 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:44 DI LUNEDì 09 DICEMBRE 2019

ALLE 19:18 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Inaugurato ufficialmente il branch di Hong Kong
09.12.2019 11:44 – in: Eventi
Inaugurato ufficialmente il branch di Hong Kong
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La cerimonia sancisce l’apertura ufficiale del quartier generale bianconero in Asia
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La presenza della Juventus in APAC diventa anche fisica, con l’inaugurazione ufficiale dell’ufficio di Hong Kong, situato nella parta centrale dell’aerea metropolitana, in uno dei business districts più importanti al mondo. Apertura alla quale hanno partecipato il Chief Revenue Officer bianconero, Giorgio Ricci, e il Managing Director del branch di Hong Kong, Federico Palomba, alla presenza del Console Generale di Hong Kong, Clemente Contestabile, di rappresentanti della Camera di Commercio Italiana di Hong Kong, rappresentanti di Invest Hong Kong, partners locali, amici del club e personalità del mondo dello sport.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo branch rappresenta il punto focale di un processo di rafforzamento nella regione che ha già radici profonde: dalle partnerships con tre Global partners – Konami, Ganten e Linglong – e due Regional partners – China Merchants Bank e Costa Cruises – alla presenza di dieci Juventus Academies nella regione, senza dimenticare lo Juventus Summer Tour dello scorso luglio, svoltosi proprio in Asia.L’ufficio di Hong Kong giocherà un ruolo fondamentale nel futuro bianconero, offrendo la possibilità alla Juventus di raggiungere 171 milioni di fans potenziali, e gettando le fondamenta per lo sviluppo di strategie a lungo termine.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Verso Leverkusen
09.12.2019 17:14 – in: UCL
Verso Leverkusen
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Antivigilia di Champions League oggi al JTC
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Pomeriggio di lavoro verso l’ultima partita del girone di Champions League per Bonucci e compagni. Oggi i bianconeri, già aritmeticamente primi del gruppo D, si sono allenati per preparare la trasferta di mercoledì sera a Leverkusen contro il Bayer 04, con una seduta tattica condita da partita e lavoro di rapidità.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Domani la giornata si aprirà con l’allenamento in mattinata (11:15 CET con i primi 15’ aperti al pubblico
seguito dalla partenza per la Germania e dalla conferenza stampa bianconera (ore 18:45 CET).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Anticipi e posticipi di inizio 2020
09.12.2019 18:57 – in: Serie A
Anticipi e posticipi di inizio 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ufficiali date e orari relativi alle prime partite del 2020: dalla 18ª giornata di andata alla 3ª di ritorno
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il calendario del 2020 bianconero comincia a prendere forma. Sono state ufficializzate infatti le date e gli orari delle gare a partire dalla 18ª giornata, Juve-Cagliari, fino alla 3ª di ritorno, Juve-Fiorentina. Juve in campo all’Epifania, poi tre posticipi domenicali e un lunch-game di domenica. Ecco il dettaglio:18ª GIORNATA ANDATA – Lunedì 6 gennaio ore 15:00 – Juventus-Cagliari19ª GIORNATA ANDATA – Domenica 12 gennaio ore 20:45 – Roma-Juventus1ª GIORNATA RITORNO – Domenica 19 gennaio ore 20:45 – Juventus-Parma2ª GIORNATA RITORNO – Domenica 26 gennaio ore 20:45 – Napoli-Juventus3ª GIORNATA RITORNO – Domenica 2 febbraio ore 12:30 – Juventus-Fiorentina.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Una grande festa di Natale bianconera alle OGR!
09.12.2019 22:35 – in: Eventi
Una grande festa di Natale bianconera alle OGR!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Si è tenuta alle Officine Grandi Riparazioni di Torino la tradizionale cena natalizia della società
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Tutta la grande famiglia Juventus si è riunita questa sera presso le OGR (Officine Grandi Riparazioni) di Torino per festeggiare insieme il Natale bianconero, il Christmash-up. Un momento che ha coinvolto i giocatori della Prima Squadra, lo staff tecnico, le Juventus Women, l’Under 23, il neonato Team Juventus di eSports, i dirigenti e tutti i dipendenti del club per il consueto scambio di auguri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La serata, aperta sul palco dal Presidente Andrea Agnelli con il tradizionale brindisi, ha vissuto un susseguirsi di sorprese: il tema è stato il Luna Park, ed è stato infatti un gettone il simbolo che ha aperto la festa. Un’atmosfera speciale, impreziosita dalla cena griffata da uno dei più grandi chef stellati italiani, Chicco Cerea, e una serata di gala dove non sono mancate le bollicine di Ferrari Trentodoc, presenti come in ogni momento importante del club bianconero.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Un Natale speciale, vissuto tutti insieme, e indimenticabile, proprio come questo 2019 che sta volgendo al termine, ancora una volta ricco di record e grandi successi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Buon compleanno, Pipita!
10.12.2019 00:01 – in: Eventi
Buon compleanno, Pipita!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Gonzalo Higuaín compie oggi 32 anni:

Sono 32 le candeline su cui soffia oggi Gonzalo Higuaín. Un compleanno di vigilia e lavoro, in attesa della sfida di UEFA Champions League di Leverkusen.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Arrivato alla Juventus nell’estate del 2016, Gonzalo è entrato immediatamente nel cuore dei tifosi, che oggi sembrano forse ancora più riconoscenti dopo che si è chiusa la parentesi professionale che l’ha tenuto lontano la scorsa stagione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sempre nel cuore del gioco, vive con meno ossessione la ricerca del gol, come da lui stesso recentemente ammesso. Questo gli permette di essere utilissimo alla squadra, senza tuttavia perdere la via della rete: in 18 presenze ha infatti totalizzato cinque gol e cinque assist.Reti pesanti e tutte importantissime: decisive con Napoli, Inter e Atalanta (doppietta nel 3-1), mentre all’andata col Bayer Leverkusen ha sbloccato il risultato.Al Pipita i tifosi inviano un caldissimo: tanti auguri, Gonzalo!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve in Germania: 3 momenti Champions
10.12.2019 10:00 – in: Serie A
La Juve in Germania: 3 momenti Champions
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Del Piero, Tevez e Lichtsteiner: 3 gol in 3 città diverse
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
A Leverkusen la Juve è scesa in campo solo una volta, nel 2002, e non è un ricordo piacevole per la sconfitta per 3-1 (peraltro quello è il miglior Bayer della storia, arrivò fino in finale di Champions League e venne sconfitto solo da un gol capolavoro di Zinedine Zidane). In Germania, però, ci sono altri episodi memorabili. Eccone tre in tre città diverse.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2004-05 MONACO
E’ il 3 novembre del 2004, l’inizio del girone di ritorno. La Juve ha chiuso l’andata sconfiggendo il Bayern al Delle Alpi. Anche a Monaco i bianconeri di Fabio Capello riescono nell’impresa e ottengono 3 punti che mettono la qualificazione in discesa. Il successo arriva al novantesimo minuto. Numero di Ibrahimovic, tiro-cross sul quale Oliver Kahn ha un’evidente incertezza e Alessandro Del Piero si fa trovare pronto per ribattere in rete.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2014-15 DORTMUND
Una gara determinante nella storia recente della Juve in Europa, il vero momento di svolta che ha regalato una nuova consapevolezza. I bianconeri si recano a Dortmund per affrontare il Borussia di Jurgen Klopp. Allo Stadium è finita 2-1, in ballo c’è il passaggio ai quarti di finale. In Germania la gara si mette subito bene grazie a un tiro da fuori area di Tevez, che sblocca il risultato dopo 3 minuti. Il resto della partita è una prova sontuosa della formazione di Massimiliano Allegri, che chiude con un secco 0-3 grazie alla reti nella ripresa di Alvaro Morata e ancora dello scatenato 10 argentino.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2015-16 MOENCHENGLADBACH
Anche questa è una gara che si gioca nel girone di qualificazione. Dopo lo 0-0 di Torino, le due squadre impattano nuovamente, stavolta con gol. Va in vantaggio il Borussia con Johnson, ma a un minuto dal riposo pareggia Lichtsteiner. Un gol capolavoro, quello dello svizzero, autore di un destro al volo che finalizza un assist raffinato di Paul Pogba, una tipica invenzione del francese. Per Stephan una rete ancor più gradita e importante perché reduce da un intervento di ablazione, è proprio questa partita che segna il suo rientro all’attività agonistica.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Diamo “Un Calcio al Razzismo”!
10.12.2019 10:00 – in: Serie A
Diamo “Un Calcio al Razzismo”!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In occasione della X edizione, Juventus rinnova completamente il progetto ponendo un nuovo obiettivo: puntare sull’educazione partecipata delle nuove generazioni attraverso un programma scolastico dedicato a studenti, insegnanti e famiglie.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
“Il razzismo e la discriminazione nel calcio non sono certo dei segreti, ma il loro impatto è ogni giorno più deleterio. Sebbene sia stato fatto già tanto, osservatori ed esperti ritengono che permangano ancora troppi problemi e che le misure adottate per contrastarli non siano state sufficienti.”Queste parole, pubblicate nel 2015 e riprese dal report UNESCO “Colour? What Colour?” sulla lotta contro la discriminazione e il razzismo nel calcio, sono quantomai attuali. I recenti casi a cui continuiamo ad assistere negli stadi presentano una fotografia nitida quanto allarmante: il razzismo e la discriminazione, in tutte le sue forme, rappresentano, infatti, una piaga culturale grave e ancora irrisolta.Per questo motivo, Juventus, consapevole del suo ruolo in qualità di football company e per rinnovare il proprio impegno sul tema, ha deciso di lanciare oggi, 10 dicembre – Giornata mondiale dei diritti umani, una versione rinnovata e inedita del progetto “Un Calcio al Razzismo”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto educativo riconosciuto dall’Ufficio Scolastico Regionale e dedicato alle scuole secondarie di primo grado del Piemonte, in occasione della sua decima edizione si propone come un percorso didattico gratuito, modulare e interattivo, composto da tre lezioni autoconclusive:
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
• Quale Razza? Per scardinare e superare il concetto di razza• Uguali e diversi. Per riflettere su come nascano Pregiudizi e Stereotipi• Io parlo… e non discrimino. Per comprendere il valore delle parole e come possano diventare un mezzo per discriminare.L’obiettivo è rendere le giovani generazioni più consapevoli e responsabili del linguaggio adottato, per mezzo di attività formative e momenti di gioco.Attraverso il supporto degli insegnanti e il coinvolgimento delle famiglie, ragazzi e ragazze saranno, invitati a tracciare a fine percorso quella linea che non bisognerebbe mai superare: il confine netto e distinto tra il rispetto e ogni inaccettabile comportamento discriminatorio.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Un Calcio al Razzismo si inserisce nel perimetro di azione di Juventus Goals e va a completare il pilastro Education insieme a Fair People, la proposta educativa sviluppata per le scuole con l’intento di crescere una nuova generazione di persone che vogliono vivere nel rispetto verso gli altri e se stessi e a Juventus For Special@School, il progetto sportivo e di inclusione che mette in contatto studenti con gli atleti della squadra di Juventus For Special per abbattere insieme i preconcetti e le discriminazioni legate alla disabilità.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Contrastare il razzismo e la discriminazione è un impegno che richiede sforzi sostenuti e combinati da tutte le parti in causa: per questo motivo Juventus si rende disponibile al dialogo e alla condivisone con tutti gli stakeholder interessati al progetto affinché questo possa essere replicato e possa coinvolgere quanti più ragazze e ragazzi possibili.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Per maggiori informazioni: http://www.uncalcioalrazzismo.it.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

I convocati per la trasferta in Germania
10.12.2019 15:00 – in: UCL
I convocati per la trasferta in Germania
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve sta per decollare: ecco i convocati di Mister Sarri
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve è in partenza per la Germania: domani, ore 21, calcio d’inizio dell’ultima gara della fase a gironi, contro il Bayer LeverkusenEcco i convocati.1. Szczesny
2. De Sciglio
5. Pjanic
7. Ronaldo
10. Dybala
12. Alex Sandro
13. Danilo
14. Matuidi
16. Cuadrado
19. Bonucci
21. Higuain
24. Rugani
25 Rabiot
28. Demiral
31. Pinsoglio
33. Bernardeschi
38 Muratore
39 Portanova
40 Gozzi Iweru
77. Buffon.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Women ⎮Chievo Fortitudo-Juventus, le convocate
10.12.2019 15:00 – in: Women
Women ⎮Chievo Fortitudo-Juventus, le convocate
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ecco i nomi delle bianconere per l’esordio in Coppa Italia domani a Vinovo
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Domani alle 14:30, la Juve scende in campo in Coppa Italia contro il Chievo Fortitudo Women.
Ecco le convocate di Coach Guarino: Bacic
Bellucci
Bonansea
Bragonzi
Caruso
Cernoia
Galli
Gama
Giordano
Girelli
Giuliani
Hyyrynen
Panzeri
Pedersen
Rosucci
Salvai
Sembrant
Sikora
Souza Alves
Staskova
Tasselli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le parole della vigilia dei nostri avversari
10.12.2019 15:14 – in: UCL
Le parole della vigilia dei nostri avversari
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le parole di Kai Havertz e del tecnico Peter Bosz.
Vigilia di Champions League anche per i nostri avversari, che hanno parlato in conferenza stampa con Kai Havertz e il tecnico Peter Bosz.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Dobbiamo scendere in campo con l’atteggiamento giusto, vogliamo vincere poi vedremo», le parole del giocatore, che sulla Juve ha aggiunto: «La seguo, ha grandissimi giocatori. Domani spero di affrontare una leggenda del calcio come Buffon, che è un idolo per tanti, e ha scritto la storia. Giocare contro i migliori è bello».Così invece il tecnico «Vogliamo vincere, questo è tutto: per noi sarà difficile qualificarci, ma sappiamo di dover portare a casa i tre punti, e poi vedere come finisce l’altra partita. Non c’è pressione, abbiamo solo un risultato possibile».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Youth League, i convocati per Bayer Leverkusen-Juve
10.12.2019 15:30 – in: UEFA Youth League
Youth League, i convocati per Bayer Leverkusen-Juve
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’elenco dei ragazzi a disposizione di Mister Zauli per la partita di domani
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ultimo appuntamento della prima fase per la nostra Primavera, chiamata a concludere un girone storico, domani alle 14, contro il Bayer Leverkusen, in trasferta.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Questo l’elenco dei convocati:Anzolin
Bandeira
Da Graca
Dadone
De Winter
Dragusin
Fiumanò
Garofani
Leone
Miretti
Moreno
Petrelli
Raina
Ranocchia
Riccio
Savona
Sekulov
Sene
Tongya
Vlasenko.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le città della Signora: Leverkusen
10.12.2019 17:00 – in: UCL
Le città della Signora: Leverkusen
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Consigli su cosa fare e cosa vedere in occasione della trasferta tedesca
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio è un grande traino turistico per Leverkusen. La presenza del Bayer 04, una squadra oramai consolidata da tanti anni nel fußball che conta in Germania (e non solo), ha permesso alla città ubicata nel land della Renania Settentrionale-Vestfalia di farsi conoscere in giro per il mondo. Leverkusen conta oltre 160mila abitanti e fa parte del distretto di Colonia, che confina a soli 10 chilometri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Posizionata sulla riva destra del Reno, è una città nota per la casa farmaceutica Bayer e si presta per essere visitata con una lunga passeggiata nel giro di qualche ora. Da vedere i Japanischer Garten (giardini giapponesi) e il Wildpark Reuschenberg, un parco con numerosi animali.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Per scoprire la storia cittadina è consigliato visitare Villa Römer, mentre ad un chilometro circa dal cuore pulsante della città vale la pena andare al Castello Morsbroich, dove potrete scorgere il museo civico di arte moderna, con una collezione di oltre 400 dipinti e sculture.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
STADIO: LA BAYARENALa casa della squadra rossonera è la BayArena, che ospita le partite interne del club dal 1958. Con il passare degli anni ha cambiato denominazione, è stata rammodernata in più circostanze, ma trattasi sempre di uno degli impianti più apprezzati di tutta la Germania per il calore che sa trasmettere. Può ospitare 30.210 spettatori ed è uno stadio funzionale: si può raggiungere senza problemi a piedi dal centro cittadino e permette una visibilità perfetta del campo di gioco da ogni singolo settore, essendo il terreno vicino agli spalti. La BayArena all’esterno spicca per il colore bianco unito ad un design moderno, mentre all’interno tutti i seggiolini sono rossi tranne quelli – di colore nero – che formano la scritta Bayer 04 nei distinti centrali.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Lo stadio – che nel 2011 ha ospitato quattro partite dei Mondiali femminili – dispone di un hotel e di diversi ristoranti ed è posizionato a poche centinaia di metri dal campo di allenamento della squadra di casa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 23, i convocati per Juve-Gozzano
10.12.2019 17:45 – in: Juventus U23
Under 23, i convocati per Juve-Gozzano
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I giocatori a disposizione di Mister Pecchia
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Domani, alle 15 scende in campo la Juventus Under 23, contro il Gozzano.Questo l’elenco dei convocati a disposizione di mister Pecchia: 1 Nocchi
2 Oliveira Rosa
3 Coccolo
6 Peeters
9 Mota Carvalho
10 Beltrame
11 Olivieri
13 Mulè
15 Toure
17 Zanimacchia
18 Di Pardo
19 Rafia
20 Beruatto
21 Clemenza
22 Loria
24 Frabotta
26 Fagioli
27 Han
29 Frederiksen
30 Siano
35 Alcibiade
37 Ahamada.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I bianconeri sono in Germania
10.12.2019 18:00 – in: UCL
I bianconeri sono in Germania
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La squadra, decollata dopo le 16 da Caselle, è arrivata all’aeroporto di Colonia. Via alla missione Bayer Leverkusen
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus è arrivata in Germania. Dopo circa un’ora e mezza di volo, da Torino Caselle, la squadra è atterrata all’aeroporto di Colonia. Adesso, trasferimento nella vicina Leverkusen per il WalkAround alla BayArena, e la conferenza stampa di Pjanic e Sarri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La conferenza stampa di Sarri e Pjanic
10.12.2019 19:30 – in: UCL
La conferenza stampa di Sarri e Pjanic
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il mister e il centrocampista prendono la parola alla vigilia della gara contro il Bayer Leverkusen
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus è già agli ottavi di Champions ed è già matematicamente prima nel Gruppo D, ma non per questo l’ultimo impegno della fase a gironi contro il Bayer Leverkusen va affrontato alla leggera. È questo il messaggio che Maurizio Sarri e Miralem Pjanic mandano dalla sala stampa della BayArena, dove incontrano i giornalisti alla vigilia del match. Queste le loro dichiarazioni.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

MAURIZIO SARRI
LE SOLUZIONI PER DOMANI«Bernardeschi mezz’ala può essere un’opzione, ma toglierlo dal ruolo che ha ricoperto ultimamente, non avendo Ramsey e Douglas Costa, potrebbe toglierci altre variabili. Abbiamo provato qualche soluzione e vedremo come schierarci: ad esempio Rabiot durante il precampionato ha dimostrato di poter giocare anche a destra.  Il ragazzo viene da un’infortunio e ha avuto bisogno di un po’ di tempo. Si è fermato di nuovo e ora ha fatto tre, quattro allenamenti, ma facciamo molto affidamento su di lui».
CAMBIO DI MENTALITÀ
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Sappiamo di dover migliorare, ma siamo sereni perché stiamo lavorando. Dobbiamo trovare gusto in certi momenti della partita nel mantenere il possesso palla. Sappiamo però che se non viene fatto a grandissima velocità diventa qualcosa di stucchevole Dobbiamo trovare gusto nel non arretrare dopo aver segnato, rimanendo padroni della partita. Tutto questo presuppone un cambio di mentalità e dunque non si ottiene nel breve periodo. Ci sono momenti in cui accade però e infatti io mi sono riconosciuto nel primo tempo della squadra a Roma».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
ONORARE LA CHAMPIONS
«Abbiamo la fortuna e il privilegio di giocare in Champions e questa manifestazione va onorata sempre e comunque. Quindi domani mi attendo una risposta seria, con un’applicazione che ci permetta di fare una partita di livello anche se non c’è un obiettivo da centrare».IL TRIDENTE
«Possiamo permetterci il tridente solo per qualche tratto di partita, vedremo se e quanto a lungo sarà possibile farlo domani».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
MIRALEM PJANIC
VINCERE PER PREPARARSI AL CAMPIONATO«Ogni competizione fa storia a sé e noi prepariamo una partita per volta. Vogliamo vincere per prepararci bene al campionato. Affrontiamo una bella squadra che gioca in casa e ha ancora possibilità di passare il turno, non sarà per nulla facile, ma vogliamo fare una bella gara».STESSE MOTIVAZIONI IN ITALIA E IN EUROPA
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Non ci sono motivazioni differenti tra Champions e campionato. Sarebbe da folli allenarsi tutta la stagione senza avere interesse nel campionato. Credo che la squadra finora abbia fatto un bel percorso e a volte si esagera nei giudizi e si vede tutto con troppa negatività. Sta a noi trovare equilibrio e cambiare la situazione. Affrontiamo squadre forti, tutte vogliono vincere contro di noi e a volte capita di non essere brillanti, ma ci siamo parlati e spero che sul campo si vedranno i risultati».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UN GRANDE POTENZIALE
«Siamo una squadra unita, con il mister e il suo staff. Dopo cinque anni c’è stato un cambiamento ed è normale che non tutto sia perfetto dopo pochi mesi. Questa squadra ha tanto potenziale che forse non è ancora stato espresso del tutto e credo che nelle prossime gare qualcosa cambierà».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Bayer-Juve | La vigilia
10.12.2019 22:35 – in: UCL
Bayer-Juve | La vigilia
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Da Torino a Leverkusen, la giornata dei bianconeri:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

In Numbers | Bayer Leverkusen-Juve
11.12.2019 10:00 – in: UCL
In Numbers | Bayer Leverkusen-Juve
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Quello che c’è da sapere sulla sfida di questa sera in Germania
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La squadra ospitante ha vinto tutti e tre i precedenti di Champions League tra Bayer Leverkusen e Juventus – i tedeschi hanno ottenuto l’unico successo casalingo nel marzo 2002 (3-1) nel cammino che li portò poi in finale in quella stagione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus ha vinto solo una delle ultime sette trasferte con squadre tedesche in Champions League (2N 4P), successo per 3-0 a Dortmund nel marzo 2015.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayer Leverkusen non ottiene tre vittorie consecutive in Champions League dal novembre 2014 (Roger Schmidt alla guida).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Solo due squadre hanno beneficiato di più autogol in una singola edizione della Champions League rispetto al Leverkusen (tre nel 2019-20): l’Inter nel 2002-03 (quattro) e il Barcellona nel 2017-18 (cinque).Il Leverkusen ha perso solo due delle ultime 17 partite casalinghe in tutte le competizioni europee, inc. qualificazioni (8V, 7N). Le due sconfitte sono arrivate contro l’Atlético de Madrid a febbraio 2017 e contro la Lokomotiv Mosca lo scorso settembre (entrambe in Champions League).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus non ha ancora perso in questa Champions League (4V, 1N), vincendo le ultime quattro gare – l’ultima volta che ha concluso l’intera fase a gironi da imbattuta risale al 2016-17, quando raggiunse la finale, perdendo poi contro il Real Madrid.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Maurizio Sarri ha vinto le ultime quattro partite in Champions League, un successo in più di quelli ottenuti nelle precedenti 13 gare (3V, 3N, 7P). L’ultimo allenatore italiano a vincere cinque match di fila nella competizione è stato Massimiliano Allegri nell’aprile 2017.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’allenatore del Bayer Leverkusen, Peter Bosz, ha vinto entrambe le ultime due partite di Champions League, nelle prime nove gare nella competizione non aveva ottenuto alcun successo (2N, 7P).Cristiano Ronaldo ha segnato 27 gol in 24 sfide di Champions League contro squadre tedesche; record per un giocatore contro formazioni di una singola nazione nella storia della competizione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Paulo Dybala ha segnato tre gol nelle sue ultime tre presenze in Champions League, uno in più di quanti ne aveva realizzati nelle precedenti 10 gare (due gol). Dall’inizio della scorsa stagione, Dybala è il giocatore della Juventus che vanta più reti (otto) in Champions League.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Youth League, cinquina in terra tedesca
11.12.2019 16:46 – in: UEFA Youth League
Youth League, cinquina in terra tedesca
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Grande prova dell’Under 19: Da Graca apre e chiude il 5-0 rifilato al Bayer Leverkusen. In mezzo i gol di Sene, Petrelli e Sekulov.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’ultima gara del girone di Youth League è una prova di forza. La Juve centra il nono risultato utile consecutivo, dominando la sfida e confermando la crescita di tutto il gruppo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA GARA: 
I ragazzi di Zauli, nonostante qualificazione e primato già in tasca, scendono in campo con la voglia di vincere e condurre la partita. Nei primi dieci minuti ci provano, infatti, Ranocchia, Sekulov e Sene. Johnen è attento, ma il segnale è chiaro.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I padroni di casa provano a ribellarsi con Fesenmeyer, ma la sua conclusione, per quanto pericolosa, è solo una parentesi in un primo tempo di marca bianconera. E la fame di gol trova sfogo a ridosso del finale di frazione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il grande protagonista è Sene. L’attaccante prima serve a Da Graca l’assist per l’1-0, al 40′, poi gira in porta il pallone del raddoppio al 44′. La difesa tedesca pasticciata e lui è bravo a mettere in rete.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il doppio vantaggio non cambia l’atteggiamento bianconero. Petrelli, subentrato a Sene durante l’intervallo, insacca il pallone del tris al 49′, poi Ranocchia su punizione sfiora il poker cinque minuti dopo, prima del gol di Sekulov, che fissa il 4-0 al 67′ al termine di una bella azione personale. La rete di fatto chiude la partita. Il Bayer Leverkusen nel finale ha l’occasione di segnare per rendere meno amaro il risultato, ma la traversa dice no ad Anapak-Baka.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Occasione sul tramonto del match anche per il 5-0 bianconero, ma Miretti non trova la porta. Per lui, così come per Fiumanò e Savona, tutti 2003, oggi esordio in Youth League. La cinquina la firma, invece, Da Graca e coincide con la doppietta personale. L’attaccante trasforma all’ultimo istante il rigore guadagnato da Petrelli. Nell’occasione espulso anche Azhil.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il cammino nel girone di Youth League si chiude, quindi, all’insegna di una prova che fotografa l’andamento generale. Domenica torna il campionato: avversaria la Roma.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LE PAROLE DI ZAULI«Siamo venuti qui con il primo posto già acquisito, il nostro obiettivo era continuare a migliorarci – l’analisi del mister – I ragazzi hanno avuto un ottimo atteggiamento. Abbiamo aggredito, mettendoci anche qualità e fatto una buona partita. Abbiamo creato mentalità. Non ci dobbiamo mai accontentare, questo è il nono risultato utile consecutivo, dobbiamo andare a Roma per fare il decimo. Questo è quello che cerco di trasmettere. Oggi è stata un’altra prova di maturità con i ragazzi che hanno dimostrato di volersi giocare tutti le proprie chance e fare il massimo a prescindere dalla classifica».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UEFA Youth League – Match Day 6
“Ulrich-Haberland Stadium” – Leverkusen
Bayer Leverkusen-Juventus 0-5
Marcatori: 39′ pt Da Graca (J), 44′ pt Sene (J), 3′ st Petrelli (J), 20′ st Sekulov (J), 48′ st rig. Da Graca (J)   Bayer Leverkusen: Johnsen (4′ st Urbig), Ruth, Funger,  Turkmen (1′ st Sarpei), Azhil (cap.), Wolf (1′ st Anapak-baka), Kemper, Lamti, Gaedicke (26′ st Alexa)  Fesenmeyer (38′ st Schlosser), Stanilewicz. A disposizione: Eickschlager, Determann. Allenatore: Patrick WeiserJuventus: Garofani, Bandeira (25′ st Fiumanò) Anzolin (cap.)(16′ st Savona), Leone (25′ st Miretti), Vlasenko, Riccio, De Winter, Ranocchia (16′ st Tongya), Da Graca, Sekulov, Sene (1’st Petrelli). A disposizione: Raina, Dragusin. Allenatore: Lamberto ZauliAmmoniti: 32′ pt De Winter (J), 8′ st Lamti (B)Espulsi: 47′ st Azhil (B)Classifica finale:
Juventus 15
Atletico Madrid 10
Lokomotiv Mosca 5
Bayer Leverkusen 4Prossimo impegno:
Campionato Primavera 1 – 12° giornata
Roma vs. Juventus
Stadio “Tre Fontane” – Roma
Domenica 15 dicembre, ore 12.00.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia, Juventus Women ai quarti!
11.12.2019 16:30 – in: Women
Coppa Italia, Juventus Women ai quarti!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Otto reti al Chievo: tripletta di Bragonzi, reti di Caruso, Bellucci, Salvai, Maria Alves e Giordano.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le sette di domenica, le otto di oggi. La Juventus femminile si conferma una vera e propria macchina da reti, e veleggia verso i quarti di finale di Coppa Italia.LA PARTITALa Juve parte forte ma non fortissimo, e impiega 18 minuti a sbloccare la gara. Ci pensa Caruso, dal limite dell’area, con un gran sinistro al volo. Alla mezz’ora è il momento del primo acuto di Asia Bragonzi (ed è anche la sua prima rete stagionale con la Prima Squadra), che calcia di prima intenzione sul primo palo, senza lasciare scampo al portiere del Chievo Fortitudo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Prima della fine del tempo, lo score si arricchisce con la firma di Bellucci, che conclude un’azione ispirata da Staskova (gran conclusione la sua) al 41′, e 4 giri di lancette dopo con la doppietta di Bragonzi, che appoggia a porta vuota dopo un’azione di Sembrant.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le bianconere non mollano, e nella ripresa rientrano con il piede sull’acceleratore. Nel weekend era tornata in campo, oggi torna al gol: parliamo di Cecilia Salvai, che segna con un rasoterra da fuori area al 56′. La sesta marcatura bianconera arriva due minuti dopo, con Maria Alves (ottimo il suo anticipo sul portiere) e la settima all’85’, con la prima rete bianconera della giovanissima Giordano. Un gol pregevole, tiro a giro che si insacca dopo aver colpito il palo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’ultimo sigillo al passaggio del turno delle ragazze bianconere arriva al 90′, grazie a un’azione personale di Bragonzi, che così porta a casa la sua splendida tripletta.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL COMMENTO DEL COACH«Vogliamo continuare a vincere, come abbiamo fatto l’anno scorso. Non è facile, anzi, lo è sempre di meno: oggi però voglio dire che sono molto soddisfatta della prova di chi è sceso in campo e che magari non gioca sempre, oltre che di quella delle ragazze più giovani».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Italia Calcio Femminile. Ottavi di finale.
Stadio Comunale U. Capone – Via Alzeri, snc – Vigasio (VR).
Chievo Fortitudo Mozzecane-Juve 0-8Marcatori: 18′ pt Caruso (J), 30′ pt Bragonzi (J), 40′ pt Bellucci (J), 45′ pt Bragonzi (J), 11’ st Salvai (J); 13’ st Souza Alves (J); 40’ st Giordano (J); 45’ st Bragonzi (J)Fortitudo Mozzecane: Mele, Carraro, Martani (20’ st Dallagiacoma), Boni (10’ st Carabott), Bonfante, Olivieri, Faccio (27’ st Bertolotti), Pavana, Benincaso, Salaorni, Tardini. A disposizione: Bonotto, Caliari, Faccioli, Peretti, Pecchini, Salvi. Allenatore: Zuccher DiegoJuventus: Tasselli, Galli (Cap) (1’ st Pedersen), Sikora, Panzeri, Staskova, Souza Alves (20’ st Bonansea), Caruso, Bragonzi, Bellucci, Sembrant (1’ st Salvai), Giordano. A disposizione: Giuliani, Hyyrynen, Gama, Cernoia, Rosucci, Girelli. Allenatrice: Rita GuarinoProssimo impegno di Coppa Italia femminile:
Quarti di finale contro Empoli Ladies
GARA DI ANDATA: Sabato 8 Febbraio 2020
GARA DI RITORNO: Mercoledì 26 Febbraio 2020
Campi e orari da definire.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under23, sconfitta in casa contro il Gozzano
11.12.2019 17:19 – in: Serie A
Under23, sconfitta in casa contro il Gozzano
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Decisiva per gli ospiti una rete di Bukva a fine primo tempo
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus U23 ospita il Gozzano in occasione del recupero della sedicesima giornata di Serie C, girone A: il risultato finale sorride agli ospiti, grazie a una rete a fine primo tempo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA PARTITA: La squadra di Mister Pecchia va subito in pressione e al 7’ arriva la prima chance: cross basso di Beruatto e girata di Olivieri che si stampa sulla traversa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Al 12’ ci prova Toure, che da buona posizione non trova la porta. La Juve insiste e va vicino nuovamente al vantaggio al 30’ con Zanimacchia, che da fuori area fa partire un destro potente e velenoso che finisce fuori di poco.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
A fine primo tempo la svolta decisiva del match: Rolle è bravo a disegnare al 43’ un perfetto traversone per Bukva, che non sbaglia davanti a Loria. Il primo tempo si chiude con il Gozzano in vantaggio per 1 a 0.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Nella ripresa la Juve riparte a testa bassa, prima con Zanimacchia che al 57’ va vicino al pareggio con una punizione che lambisce l’esterno della rete, poi con Olivieri che al 61’ a tu per tu con il portiere avversario non trova il gol.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Non è finita: al 73’ ci prova anche Mota Carvalho che tenta la girata, spalle alla porta, non trovando il bersaglio. Sempre lui, circa 10 minuti dopo, calcia addosso a Crespi a pochi passi dalla linea di porta.I bianconeri meriterebbero almeno il pareggio ma il forcing finale non produce risultato: il match si chiude con la vittoria esterna del Gozzano.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Campionato Serie C – Girone A – Recupero 16° Giornata Girone di Andata
Stadio “Giuseppe Moccagatta”, Alessandria
Juventus-Gozzano 0-1
Marcatore: 42’ pt. Bukva (G). Juventus U23: Loria, Coccolo, Peeters (21’ st. Fagioli), Mota Carvalho, Beltrame (11’ st. Rafia), Olivieri (29’ st. Frederiksen), Toure, Zanimacchia (21’ st. Han), Di Pardo (29’ st. Oliveira Rosa), Beruatto, Alcibiade (Cap.). A disposizione: Nocchi, Siano, Mulè, Clemenza, Frabotta. Allenatore: Fabio Pecchia.Gozzano: Crespi, Ugge, Tordini (36’ st. Rizzo), Guitto, Emiliano (Cap.), Bukva (26’ st. Pozzebon), Rolle (36’ st. Gemelli), Fedato, Vono (11’ st. Bruzzaniti), Tomaselli (11’ st. Spina), Zucchetti. A disposizione: Fiory, Samba, Salvestroni, Rabuffi, Palazzolo, Fasolo, Secondo. Allenatore: David Sassarini.Arbitro: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna (Tempestilli di Roma, Giorgi di Legnano).Ammoniti: 5’ st. Tordini (G), 47’ st. Rizzo (G). Prossimo impegno:
Campionato – 19° Giornata Girone di Andata
Olbia – Juventus U23
Domenica 15 dicembre ore 15. PER GODERTI TUTTI, MA PROPRIO TUTTI, I VIDEO BIANCONERI: FAI CLICK QUI

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:35 ALLE 16:21 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Serbia apre nuovo confronto con l’Ue
Sulla libera circolazione dei capitali. In tutto 18 punti

11 dicembre 2019 02:35

– BELGRADO

– La Serbia ha aperto un nuovo capitolo negoziale con la Ue, il 4, relativo alla libera circolazione dei capitali. E’ avvenuto nel corso di una conferenza intergovernativa svoltasi nella serata di ieri a Bruxelles, alla presenza del nuovo commissario Ue all’allargamento Oliver Varhelyi e del ministro serbo per l’integrazione europea Jadranka Joksimovic. Sono ora 18 i capitoli negoziali aperti da Belgrado sul totale di 35, due dei quali sono stati temporaneamente chiusi. Per Varhelyi si tratta di un segnale positivo per la Serbia, per i Paesi dei Balcani occidentali e in generale per la politica di allargamento dell’Unione.

Bosnia, ultimi profughi lasciano VucjakTrasferiti vicino a Sarajevo. Il campo-inferno sarà smantellato

11 dicembre 201905:07

– SARAJEVO

– Le operazioni di trasferimento dei migranti dal campo di Vucjak, nel nord ovest della Bosnia-Erzegovina a ridosso del confine con la Croazia, si sono concluse nella tarda serata di ieri quando una quindicina di pullman, con circa 700 migranti, sono arrivati al centro d’accoglienza di Usivak, presso Sarajevo, dove tutto era pronto per accoglierli.
Successivamente i migranti saranno trasferiti nella vicina ex caserma di Blazuj quando la struttura sarà disponibile e dove è previsto che passino l’inverno.
Il portavoce del cantone di Sarajevo, Mirza Hadziabdic, citato dai media, ha dichiarato che le operazioni di trasferimento, seguite da oltre cento agenti di polizia, si sono svolte senza incidenti o difficoltà alcuna.
Per diversi mesi alcune centinaia di migranti hanno vissuto in condizioni disumane nel campo di Vucjak sotto tende di plastica e inadeguate, senza riscaldamento, elettricità o acqua corrente, e privi dei più elementari servizi igienico-sanitari.

Afghanistan, bomba contro militari UsaVicino alla base aerea americana di Bagram, a nord di Kabul

KABUL11 dicembre 201905:12

– Un convoglio militare americano in Afghanistan è stato preso di mira da un’autobomba vicino alla principale base aerea americana di Bagram, a nord della capitale Kabul. Non si hanno al momento notizie di vittime. Il generale Mahfooz Walizada, comandante della polizia della provincia settentrionale di Parwan, dove si è verificato l’attacco, afferma che l’esplosione ha distrutto diverse case e si aspetta che ci siano vittime ma non è ancora riuscito a confermarle.

Nuova Zelanda, vulcano riprende attivitàGas venefici e piccoli terremoti su tutta la White Island

WHAKATANE (NUOVA ZELANDA)11 dicembre 201906:45

– Il vulcano della White Island, in Nuova Zelanda, eruttato con 6 vittime lunedì scorso, sta ora emettendo gas venefici e una aumentata attività sismica ha costretto i soccorritori a interrompere i loro sforzi. Lo riporta la Bbc. All’appello mancano ancora otto dispersi. Sei sono le vittime accertate, 25 persone si trovano in condizioni critiche in ospedale con gravi ustioni. Il vulcano, noto con il nome di Whakaari, è esploso travolgendo con i suoi detriti decine di turisti che si trovavano sull’isola.
“Ho parlato con molte persone coinvolte nell’operazione e sono molto, molto ansiosi di andare lì e portare a casa i propri cari”, ha detto il Primo Ministro Jacinda Ardern ai giornalisti.
Nel frattempo, si procede all’identificazione delle vittime. “Dalle 4:00 di questa mattina il livello di tremore vulcanico è notevolmente aumentato sull’isola”, ha dichiarato l’agenzia geologica GeoNet in una nota questa mattina.

Falla sicurezza, evacuato scalo AdelaideCentinaia di passeggeri da ricontrollare, inevitabili ritardi

11 dicembre 201906:49

– Centinaia di persone sono state evacuate dall’aeroporto di Adelaide, in Australia, dopo l’accertamento di una falla nei controlli di sicurezza. Alcune persone sarebbero riuscite ad introdursi nell’area riservata dribblando i controlli. Lo riferiscono i media australiani. Previsti cospicui ritardi nei voli visto che, riparata la falla, tutti i passeggeri presenti nello scalo stanno passando nuovamente i controlli di sicurezza.
L’aeroporto ha comunque annunciato che “il problema è stato risolto” invitando i passeggeri alla pazienza.

Afghanistan: attacco Bagram, 50 feritiAnche bambini

KABUL11 dicembre 201907:41

– Circa 50 persone, per lo più civili, sono rimaste ferite nell’ attentato suicida a una struttura medica in costruzione vicino alla base aerea Usa di Bagram, a nord di Kabul. Lo hanno riferito le autorità.
L’esercito americano non ha fornito dettagli sulle vittime.
Tuttavia un funzionario locale nel distretto di Bagram ha confermato che oltre 50 persone sono state ferite, e tra questi anche donne e bambini. L’attacco sarebbe avvenuto alle 5:55 ora locale, quando la maggior parte delle persone dormiva nelle loro case. Le ferite sono dovute perlopiù ai vetri rotti dalla potenza della delflagrazione. Nessuno ha rivendicato la responsabilità dell’attacco, avvenuta in una zona in passato bersaglio dei talebani.

Turchia minaccia chiusura basi aeree Usa’In dubbio Incirlik e Kurecik se ci puniscono per missili russi’

ISTANBUL11 dicembre 201909:29

– Se gli Stati Uniti dovessero imporre sanzioni alla Turchia per l’acquisto del sistema missilistico russo di difesa aerea S-400, Ankara potrebbe rimettere in discussione lo status delle basi militari americane strategiche di Incirlik e Kurecik, nel sud del Paese vicino al confine siriano. Lo ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu.

Giappone chiude reattori centrale FukuiI più potenti ad essere smantellati da Fukushima

TOKYO11 dicembre 201909:46

– L’Autorità di regolamentazione del nucleare in Giappone ha approvato il progetto di smantellamento di due reattori nucleari nella prefettura di Fukui, i più potenti ad essere dismessi dalla data dell’incidente nucleare di Fukushima, nel marzo del 2011.
L’operatore Kansai Electric Power spenderà circa 119 miliardi di yen, quasi un miliardo di euro, per demolire i reattori 1 e 2 della centrale di Oi, nel centro ovest dell’arcipelago, una cifra inferiore a quella che sarebbe servita a mantenere in vita l’impianto in linea con le nuove regolamentazioni.
Le due unità, attive dal 1979, potevano raggiungere una capacità di oltre un milione di kilowatt, ma avevano da poco superato il limite dei 40 anni imposti dall’esecutivo dopo la catastrofe di Fukushima. Un’eventuale estensione di 20 anni è consentita ma con linee guida ancora più stringenti.

Bougainville dice sì a indipendenzaReferendum passa a stragrande maggioranza, ma ora iter lungo

CANBERRA11 dicembre 201910:00

– Gli abitanti della Regione autonoma di Bougainville, nel Pacifico meridionale, hanno votato a stragrande maggioranza per chiedere la piena indipendenza dalla Papua Nuova Guinea: il piccolo arcipelago potrebbe diventare così lo Stato più giovane al mondo se i negoziati fra le due parti avranno esito positivo e il Parlamento della Papua Nuova Guinea approverà la costituzione della nuova nazione, un iter questo che comunque potrebbe durare anni. Il referendum era previsto nell’ambito dell’accordo di pace del 2001 che pose fine ad una guerra civile in cui morirono almeno 15.000 abitanti dell’arcipelago. Le violenze scoppiarono alla fine degli anni Ottanta in seguito ad un conflitto su una gigantesca miniera di rame a cielo aperto a Panguna. La miniera, situata sull’omonima isola dell’arcipelago, rappresentava una grande fonte di reddito per la Papua Nuova Guinea ma molti residenti lamentavano di non ricevere alcun beneficio e protestavano per l’elevato grado di inquinamento. La miniera è chiusa da allora.

Suu Kyi all’Aja, accusa genocidio errataCaso Rohingya, leader birmana a udienza difende militari

Suu Kyi all’Aja, accusa genocidio errataCaso Rohingya, leader birmana a udienza difende militari

11 dicembre 201910:25

– La leader birmana Aung San Suu Kyi ha sostenuto oggi davanti alla Corte penale internazionale dell’Onu all’Aja che l’accusa di ‘genocidio’ nei confronti della minoranza musulmana dei Rohingya è “incompleta ed errata”. Lo riportano i media internazionali. L’Onu ha apertamente accusato la Birmania di pulizia etnica.

Unicef: 1 bimbo su 4 è invisibileAnche se in 10 anni + 20% percentuale registrati sotto i 5 anni

11 dicembre 201910:41

– Nel mondo ci sono ancora 166 milioni di bambini sotto i 5 anni, ovvero 1 bambino su 4, che non sono stati registrati alla nascita, ma è vero anche che a livello globale, in 10 anni, è aumentata circa del 20% – dal 63% al 75% – la percentuale di quelli ufficialmente registrati. Passi da giganti sono stati fatti soprattutto in Bangladesh, India e Nepal, mentre fanalini di coda per progressi sono Etiopia, Zambia e Ciad. E’ la fotografia, in chiaroscuro, che scatta l’Unicef nel nuovo rapporto che analizza i dati di 174 paesi e viene lanciato oggi, in occasione del 73° anniversario dalla sua nascita. “Abbiamo fatto tanta strada ma ancora troppi bambini non vengono registrati,” ha dichiarato Henrietta Fore, Direttore Unicef. “Un bambino non registrato alla nascita è invisibile non esiste per il governo o la legge. Senza prove che ne attestino l’identità, i bambini spesso vengono esclusi da istruzione, cure mediche o altri servizi vitali e sono più vulnerabili a sfruttamento e abuso.”

Di Maio in Albania, sostegno ingresso UeIn giornata il ministro degli Esteri è atteso a Tirana

11 dicembre 201910:56

– “In queste ore sarò in Albania prima di tutto per salutare i nostri Vigili del Fuoco che stanno aiutando lì le popolazioni dopo il terremoto che ha causato decine e decine di morti, ma allo stesso tempo, per rafforzare il nostro sostegno all’Albania per l’ingresso nell’Unione Europea”: così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio atteso in giornata a Tirana dove incontrerà i vertici politici del Paese.
“Ci stiamo lavorando da tanto tempo, c’è stata una battuta d’arresto inaccettabile, nell’ultimo consiglio europeo, e adesso è il momento politico di rafforzare la nostra alleanza e partnership con l’Albania per l’allargamento dell’Ue”, ha aggiunto Di Maio.

India: via indigeni per riserve a tigriSurvival, popolazioni tribali costrette a spostarsi con la forza

NEW DELHI11 dicembre 201911:01

– Un nuovo rapporto di Survival International denuncia l’illegalità dei recenti sfratti di massa di popolazioni indigene indiane, cacciate dalle loro terre per creare riserve per le tigri. Lo studio, reso noto in occasione delle giornata mondiale Onu dei diritti umani, evidenzia come in almeno tre casi, nella riserva di Kanha, in quella di Amrabad, e a Magarhole, i funzionari delle riserve e le guardie forestali abbiamo trasferito centinaia di famiglie tribali dalle foreste, nelle quali vivevano da secoli, in campi di accoglienza, usando la forza. Stephen Corry, Direttore generale di Survival, denuncia che gli sfratti sono stati condotti dal Dipartimento indiano per le foreste, e che “le grandi organizzazioni per la conservazione, come la Wildlife Conservation Society (WCS) e il WWF, li sostengono, sia direttamente sia indirettamente”.

Sondaggio,cala maggioranza assoluta ToryUltima rilevazione sui seggi in Gb,scarto precipita da +68 a +28

LONDRA11 dicembre 201912:56

– Cala in zona rischio la stima di una maggioranza assoluta Tory di seggi in vista delle elezioni britanniche di giovedì secondo il modello YouGov-Mrp, sondaggio condotto in ben 632 dei 650 collegi del Regno e che nel 2017 era stato l’unico a prevedere un hung Parliament. La rilevazione conferma al partito di Boris Johnson un 43% di voti, ma con 339 seggi contro 359 indicati 15 giorni fa. Quindi con 28 deputati di maggioranza su 650 invece di 68. Il Labour di Jeremy Corbyn recupera viceversa dal 32 al 34% e da 211 a 231 seggi.

Francia: età pensione resta a 62 anniIl premier: ‘Ma inciteremo i francesi a lavorare più a lungo’

PARIGI11 dicembre 201913:04

– L’età legale della pensione, fissato in Francia a 62 anni, “non cambierà”: lo ha detto il premier Edouard Philippe, illustrando i contenuti della riforma previdenziale a Parigi. Philippe è tuttavia tornato a sottolineare la necessità di lavorare di più. “Senza forzarli, inciteremo i francesi a lavorare più a lungo”, il che oggi “è una necessità”.

Voto Gb: Johnson invoca ogni votoDomani scelta chiave per la Brexit e non solo

LONDRA11 dicembre 201913:42

– “Combattere per ogni voto”: è l’appello lanciato oggi dal premier conservatore britannico Boris Johnson alla vigilia delle elezioni destinate a decidere il futuro del Regno, sulla Brexit e non solo. In un Paese che non ha la tradizione della giornata di silenzio preelettorale, la campagna si gioca fino in fondo, con tutti i leader impegnati anche oggi in una serie di appuntamenti a perdifiato, fra spostamenti di centinaia di chilometri.
Johnson, favoritissimo nei sondaggi, ma alle prese con qualche segnale di parziale rimonta del Labour di Jeremy Corbyn e con il timore di poter mancare sul filo di lana l’obiettivo cruciale della maggioranza assoluta dei seggi, ha iniziato la giornata nello Yorkshire, nel nord dell’Inghilterra: dove sta prendendo di mira alcuni collegi del cosiddetto ‘muro rosso’, storicamente laburisti ma euroscettici. Ed esibisce il mantra ‘Get Brexit done’ un pò in tutti i travestimenti, da quello di cuoco a quello di lattaio.

Greta ‘Persona dell’Anno’ di TimeCopertina dedicata dal 1927 a personalità più influenti

NEW YORK11 dicembre 201913:53

– La teenager svedese Greta Thunberg e’ la ‘Persona dell’Anno’ di Time. La sedicenne ha conquistato la copertina che dal 1927 ogni dicembre il magazine americano attribuisce alla persona che, nel bene o nel male, ha segnato l’anno che sta per concludersi. Greta ha battuto il presidente Donald Trump, la speaker della Camera Nancy Pelosi, la ‘talpa’ che ha messo in moto la procedura per l’impeachment contro il presidente e i manifestanti di Hong Kong. Greta, che oggi ha parlato alla Cop 25 di Madrid, e’ la piu’ giovane Persona dell’Anno di Time.

Portavoce Haftar, è l’ora delle armiMismari ribadisce, è finito il tempo dei colloqui

IL CAIRO11 dicembre 201914:20

– “Il tempo dei colloqui diplomatici è finito e ora è il tempo dei fucili”: lo ha detto il portavoce del sedicente Esercito nazionale libico (Lna) di cui Khalifa Haftar è comandante generale in un’intervista ad Al Arabiya sintetizzata sul sito dell’emittente panaraba.
Il portavoce, Ahmed al-Mismari, ha ribadito una posizione di chiusura rispetto a negoziati per porre fine alla battaglia per la conquista di Tripoli, già espressa più volte in passato.

Strasburgo ricorda MegalizziUn anno fa l’attacco jihadista al mercatino di Natale

PARIGI11 dicembre 201914:26

– Omaggio ad Antonio Megalizzi e a tutte le altre vittime dell’attentato di Strasburgo. A un anno dall’attentato jihadista che causò 5 morti e una decina di feriti nella zona del mercatino di Natale, il capoluogo alsaziano ricorda quella giornata, con una grande cerimonia pubblica. Questa sera, alle 19:45, le campane di tutte le chiese di Strasburgo e dei comuni circostanti suoneranno all’unisono mentre gli abitanti sono invitati a mettere candele alle finestre. Una solenne celebrazione “ecumenica e multiculturale” si terrà, alle ore 19, nella cattedrale di Strasburgo. Attesi, tra gli altri, il ministro francese dell’Interno, Christophe Castaner e il sindaco di Strasburgo, Roland Ries, oltre che diversi superstiti e famiglie delle vittime.
Malgrado il lutto, la 450/a edizione del mercatino di Natale attualmente in corso a Strasburgo non verrà sospesa, un modo, secondo il sindaco, di mostrare la “resistenza” e la “resilienza” della sua città dinanzi al terrorismo.

Di Maio visita tendopoli in Albania’Sono qui per testimoniare la vicinanza dell’Italia’

TIRANA11 dicembre 201914:30

– “La mia presenza qui oggi in Albania è per testimoniare, prima di tutto, a nome dello Stato italiano, ancora una volta la piena vicinanza alla comunità albanese dopo quello che è successo con gli eventi sismici delle ultime settimane”: lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Luigi di Maio al suo arrivo nella tendopoli allestita dalla protezione civile italiana a Vora (20 km a sud di Tirana), per ospitare le famiglie la cui abitazioni sono state distrutte dal potente terremoto dello scorso 26 novembre.

Francia: ‘Sciopero ancora più duro’Appello del sindacato Cgt, il primo nei trasporti

PARIGI11 dicembre 201914:40

– La CGT-Cheminots, il primo sindacato nel settore dei trasporti, ha lanciato un appello a “inasprire lo sciopero” dopo gli annunci del primo ministro Edouard Philippe che ha fornito i dettagli della riforma delle pensioni.

‘Mocciosa’. E Greta lo mette su TwitterL’attivista aveva criticato l’uccisione dei leader indigeni

11 dicembre 201914:45

– La teenager svedese Greta Thunberg ha cambiato la sua descrizione su Twitter, dove ora si definisce “pirralha” (mocciosa), la stessa parola usata ieri contro di lei dal presidente del Brasile, Jair Bolsonaro.
“E’ impressionante lo spazio che la stampa sta dando a quella mocciosa”, aveva detto il capo dello Stato verdeoro riferendosi alla 16enne attivista ambientalista, nel frattempo scelta da Time come ‘Persona dell’Anno’.
Bolsonaro ha pronunciato l’invettiva dopo che Greta ha pubblicato, sempre su Twitter, un video di commento all’uccisione di due dirigenti indigeni nel Maranhao, sottolineando che sono stati “assassinati perché cercavano di proteggere la foresta” e denunciando che fosse “una vergogna che il mondo stia tacendo su questo”.

Ripartono lavori Torino-Lione in ItaliaMa Radicova invita accelerare, per Italia persi 18 mesi

TORINO11 dicembre 201914:33

– Ripartono in Valle di Susa i lavori della Torino-Lione. Il cda di Telt, la società italo-francese incaricata di realizzare e poi di gestire la nuova linea ferroviaria ad Alta Velocità, autorizzerà domani la firma del contratto per la realizzazione delle nicchie della galleria della Maddalena. Lo annuncia il dg di Telt, Mario Virano, a margine della Conferenza Intergovernativa tornata a riunirsi a Torino dopo un anno.
“Il cantiere di Chiomonte sta seguendo il calendario previsto – dice Virano – I lavori del tunnel di base in Italia partiranno nel 2021”. Resta convinta dell’importanza dell’opera la coordinatrice del Corridoio Mediterraneo, Iveta Radicova, che invita tutti “a mettersi all’opera e ad accelerare”. “”Abbiamo agito col massimo rispetto nei confronti dei governi, non abbiamo esercitato pressioni – sottolinea – ma è innegabile che per il governo italiano si siano persi 18 mesi” per un opera che rimane “una priorità dell’Unione Europea”.

Ue: Conte, più coesione tra leaderE non è tempo per lasciarsi dividere

11 dicembre 201909:55

– “Il Governo italiano intende promuovere, in seno al Consiglio Europeo, una maggiore coesione fra i leader europei. Non è, questo, nella famiglia europea il tempo per dividersi o per lasciarsi dividere”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni alla Camera in vista del Consiglio Ue.

Conte, rivedere proposta FinlandiaE’ schema a ribasso e complessivamente sbilanciato

11 dicembre 201909:58

– “La ‘scatola negoziale’ sul Quadro Finanziario Pluriennale è stata presentata dalla Presidenza finlandese solo lo scorso 2 dicembre. Essa contiene alcune ipotesi di allocazione dei fondi, peraltro non esaustive, che il Governo italiano reputa insoddisfacenti. Si tratta di una proposta al ribasso, poiché comporta riduzioni di spesa rilevanti, ma soprattutto risulta complessivamente sbilanciata”.
Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni alla Camera in vista del Consiglio Ue.

Ecco il sistema di voto in Gran BretagnaE’ il maggioritario secco, un solo vincitore in 650 collegi

LONDRA11 dicembre 201914:33

Si chiama ‘first past the post’ ed è il sistema di voto utilizzato nel Regno Unito, sin dal XIX secolo, per eleggere i parlamentari di Westminster che compongono la Camera dei Comuni. Si tratta di un uninominale maggioritario secco nel quale, come recita la definizione in lingua inglese, passa solo il primo candidato, quello che ha conquistato più preferenze, in ognuno dei 650 collegi nei quali è suddiviso il territorio del Paese: formato da Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord.Gli elettori possono quindi esprimere una sola preferenza e i voti dei candidati perdenti non vengono in alcun modo recuperati. Per ottenere la maggioranza assoluta un partito deve superare i 325 seggi; ma contando che di prassi non vota lo Speaker dei Comuni e i deputati repubblicani nordirlandesi dello Sinn Fein (almeno 7 eletti nelle ultime competizioni) boicottano per principio Westminster, il quorum reale per poter controllare l’aula è subito sopra quota 320. E’ previsto in ogni caso che la regina dia in prima battuta l’incarico di formare l’esecutivo al leader del partito che abbia avuto più seggi: anche se nessuno ottiene la maggioranza assoluta, nello scenario del cosiddetto ‘hung parliament’ (Parlamento impiccato, ossia frammentato).In un situazione del genere, verificatasi nelle tornate recenti più di frequente (nel 2010 e nel 2017), il leader della formazione con la maggioranza semplice ricerca altre forze politiche che lo sostengano per poter dare un esecutivo al Paese. O almeno gli lascino sufficiente margine per timonare, magari solo transitoriamente, un governo di minoranza. Se ritiene di non essere in grado di farlo, rinuncia e la sovrana può attribuire l’incarico al leader del secondo partito per numero di seggi, in modo da consentire a lui (o a lei) di verificare i suoi spazi di sopravvivenza parlamentare.Il sistema elettorale britannico, nel quale ‘the winner takes it all’ (il vincitore prende tutto), è stato spesso criticato e si è provato, invano, a riformarlo con correttivi semiproporzionali che tuttavia hanno sempre stentato a far breccia nella mentalità britannica e nella lunga storia democratica dell’isola. La sua maggior contraddizione? In virtù del meccanismo ‘first past the post’, il partito vincitore potrebbe avere sulla carta più seggi ma meno voti del diretto rivale, se questo collezionasse secondi o terzi posti in serie in molti collegi.

Greta Thunberg ‘Persona dell’Anno’ di TimeCopertina dedicata dal 1927 a personalità più influenti (2)

NEW YORK11 dicembre 201915:27

La teenager svedese Greta Thunberg e’ la ‘Persona dell’Anno’ di Time. La sedicenne ha conquistato la copertina che dal 1927 ogni dicembre il magazine americano attribuisce alla persona che, nel bene o nel male, ha segnato l’anno che sta per concludersi.

Greta ha battuto il presidente Donald Trump, la speaker della Camera Nancy Pelosi, la ‘talpa’ che ha messo in moto la procedura per l’impeachment contro il presidente e i manifestanti di Hong Kong. Greta, che oggi ha parlato alla Cop 25 di Madrid, e’ la piu’ giovane Persona dell’Anno di Time.Greta all’Onu: noi giovani siamo inarrestabili
La copertina di Time saluta “il potere della gioventù” in una foto che mostra Greta in piedi su uno scoglio battuto dalle onde. “Per aver suonato l’allarme sulla relazione predatrice dell’umanità con l’unica casa che abbiamo” e “per aver mostrato cosa succede quando una nuova generazione prende la guida”, Greta Thunberg è la Persona dell’Anno di Time per il 2019 scrive la rivista, secondo cui la ragazzina “e’ riuscita a trasformare vaghe ansie sul futuro del pianeta in un movimento mondiale che chiede un cambiamento globale”.In altre sottocategorie, Time ha scelto “i funzionari dello stato” che hanno testimoniato a Capitol Hill nelle audizioni per impeachment di Trump come “Guardiani dell’anno”. Bog Iger di Disney e’ “l’uomo d’affari dell’anno”, mentre la squadra di calcio femminile a stelle e strisce e’ stata scelta come “atleta dell’anno” e la 31enne cantante e attrice Lizzo e’ la “entertainer dell’anno”. VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Greta, ‘sorpresa per Time’
‘Dedico il riconoscimento ai giovani attivisti’

MADRID11 dicembre 201916:06

– Greta Thunberg ha confessato di essere “un po’ sorpresa” di essere stata nominata persona dell’anno da Time. La sedicenne svedese ha detto inoltre di voler dedicare il riconoscimento a tutti i giovani attivisti e ha annunciato che a Natale trascorrerà un po’ di tempo con la sua famiglia. “Se non ti prendi delle pause, non sei in grado di andare avanti”, ha detto lasciando la conferenza di Madrid.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:22 ALLE 14:11 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Individuata investitrice bimbo, è 22enne
Sempre gravissime le condizioni del piccolo

BRESCIA11 dicembre 201907:22

– È stato individuato e fermato il pirata della strada che ha investito madre e figlio di due anni ieri mattina a Coccaglio, nel Bresciano. Si tratta di una ragazza di 22 anni alla quale le forze dell’ordine sono arrivati grazie ai video delle telecamere installate in strada. La giovane è accusata di lesioni stradali gravi e omesso soccorso. La svolta è arrivata nella notte con il pm Ambrogio Cassiani che l’ha sentita. Il bimbo era nel passeggino ed è stato sbalzato. Le sue condizioni restano gravissime.

Commerciante preziosi evasore totaleSequestrati beni per 1,2 mln pari a somme non versate

GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA)11 dicembre 201909:40

– Un commerciante di preziosi evasore totale, è stato scoperto e denunciato dai finanzieri della seconda Compagnia di Gioia Tauro che hanno anche eseguito un provvedimento di sequestro preventivo. Dalla verifica fiscale cui è stato sottoposto il commerciante, è emerso che non aveva presentato la dichiarazione dei redditi, occultando le scritture contabili ed i documenti per non consentire la ricostruzione dei redditi e dei volumi di affari. Secondo la Guardia di finanza la base imponibile sottratte a tassazione diretta ed indiretta dall’imprenditore ammonta a oltre tre milioni di euro con un’evasione di 1.260.120 euro. L’uomo è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica per violazione alla normativa penale tributaria.

Imprenditore forniva servizio riciclaggiSequestro beni per 3,5 mln, 14 indagati, denaro finiva in Russia

VARESE11 dicembre 201910:28

– Un imprenditore torinese di 46 anni, residente in Inghilterra, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Varese con l’accusa di riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori ed evasione fiscale. Altre quattordici persone, tra clienti, consulenti e promotori, sono indagate perché ritenute parte di un’associazione a delinquere finalizzata a spostare il denaro riciclato su conti esteri.
Secondo quanto ricostruito dalle indagini, tramite le sue società ‘cartiere’ con sede in Svizzera e in Inghilterra, l’imprenditore forniva a circa una ventina di persone un vero e proprio “servizio di riciclaggio” di denaro su conti esteri, prevalentemente in Russia, utilizzando il meccanismo delle false fatturazioni. A far partire le indagini delle fiamme gialle di Varese, coordinate dal Pm di Milano Gaetano Ruta, un accertamento su alcuni conti correnti di un imprenditore varesino. Il Gip di Milano ha disposto inoltre il sequestro preventivo di beni per un totale di 3,5 milioni di euro, a carico degli indagati.

Truffa a Regione,San Donato rende 10 MlnDue arresti. Gdf, acquisti scontati ma ente pagava prezzo pieno

MILANO11 dicembre 201910:33

– Un capo ufficio acquisti e un consulente del Gruppo ospedaliero San Donato sono stati arrestati su ordine del gip Roberto Crepaldi nell’ambito di un’indagine per truffa aggravata alla Regione Lombardia per la quale il pm Paolo Storari ha denunciato otto case farmaceutiche (Mylan spa, Pfizer spa, Roche spa, Novartis spa, Abbvie srl, Biogen srl, Meda Pharma srl, Viiv Healtcare srl). L’inchiesta “il 3 dicembre in gran segreto ha anche spinto il Gruppo San Donato a precipitarsi a restituire alla regione ben 10 milioni di euro”. Le indagini della Gdf di Milano “le case farmaceutiche vendevano a 9 ospedali lombardi del Gruppo San Donato farmaci a un prezzo (peraltro più alto di quello di mercato) che poi il gruppo si faceva legittimamente rimborsare dalla Regione: salvo il piccolo dettaglio di tacere alla Regione che la case farmaceutiche avessero intano emesso note di credito con cui a posteriori riconoscevano agli ospedali uno sconto sul prezzo…”.

Neve su monti Abruzzo,-10 Piani di PezzaA Campo Imperatore -6 e vento forte. Sul Monte Genzana -7,3

L’AQUILA11 dicembre 201911:01

– E’ arrivata copiosa la neve sulle montagne abruzzesi, anche se non ancora in quantità tale da consentire l’apertura delle piste in tutti i comprensori sciistici. Sul Gran Sasso, a Campo Imperatore, questa mattina cielo sereno, temperatura -6 gradi, vento forte, in funzione la funivia che da Fonte Cerreto conduce a quota 2.200; al momento la scarsità del manto nevoso non consente l’apertura delle piste. Le temperature minime più basse sono state registrate dalle stazioni meteo dell’associazione ‘Aq Caput Frigoris’ (https://www.caputfrigoris.it ) in località Piani di Pezza, nel territorio del Comune di Rocca di Mezzo (L’Aquila), -10.1°C alle 8:05, e sul Monte Genzana, -7,3 gradi.

Incendio in casa Pistoia, morto uomoVittima è commercialista in pensione. Cortocircuito luci Natale

PISTOIA11 dicembre 201911:07

– Per un incendio in una casa di Agliana (Pistoia) un uomo di 83 anni, Giovanni Nesti, commercialista in pensione, è morto, e due donne, la moglie e la figlia, sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco e portate in ospedale dal 118 per accertamenti sanitari. Ingenti i danni all’edificio, una palazzina in via Livorno su tre piani dove i vigili del fuoco hanno puntellato il tetto.
L’incendio secondo prime valutazioni, sarebbe stato causato da un cortocircuito partito dalle luci dell’albero di Natale. La vittima non aveva particolari problemi di salute ed è morto per una presunta intossicazione da monossido di carbonio, gas scaturito dall’incendio. VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Cogne, pignoramento villa inefficace
Casa resta di proprietà della famiglia Franzoni

AOSTA11 dicembre 201911:18

– “Il pignoramento è stato dichiarato inefficace. È improcedibile: non è stata presentata alcuna istanza di vendita e dunque nessuna vendita sulla casa di Cogne verrà fatta”. Lo ha dichiarato l’avvocato Lorenza Parenti, che assiste Annamaria Franzoni nella causa con l’avvocato Carlo Taormina relativa all’esecuzione immobiliare per la casa di Cogne. Oggetto del contendere sono le parcelle che Taormina attende dalla sua ex assistita nel processo sull’omicidio del figlio, Samuele Lorenzi. “Su questa procedura” non ci saranno altre udienze, “ci siamo comunque riservati di azionare il giudizio di merito”, ha aggiunto il legale. Secondo quanto si apprende,

Carlo Taormina non ha chiesto entro il termine di 45 giorni dalla data del pignoramento (scattato il 22 ottobre scorso) la messa in vendita dell’immobile.

Marta Cartabia presidente della ConsultaUnanimità e mandato di 9 mesi

11 dicembre 201911:21

– Marta Cartabia è stata eletta presidente della Corte costituzionale all’unanimità (14 voti a favore e sua la scheda bianca). Ma il suo mandato sarà breve, 9 mesi appena. Scadrà il 13 settembre del 2020, visto che è stata nominata alla Consulta il 13 settembre del 2011 da Giorgio Napolitano e l’ufficio di giudice costituzionale non può durare più di nove anni.
Per la prima volta una donna arriva al vertice della Corte costituzionale. Approdata alla Corte nel 2011 su nomina dell’allora capo dello Stato Napolitano, dal 2014 vicepresidente, Cartabia è docente di diritto costituzionale e ha un profilo internazionale per studi e pubblicazioni.
Originaria della provincia di Milano, ha 56 anni ed è tra i più giovani presidenti che la Consulta abbia avuto.

Investito da mezzo Ama a Roma, graveFerito è un anziano, autista sotto shock

ROMA11 dicembre 201911:26

– Investimento su via Casilina, alla periferia di Roma. Dalle prime informazioni, un anziano è stato travolto da un mezzo Ama, l’azienda di raccolta dei rifiuti.
Soccorso, è stato trasportato in ospedale in gravi condizioni.
Anche il conducente del mezzo, un uomo 35 anni, è stato portato in ospedale per gli accertamenti di rito sull’assegnazione di alcol e droga. Sul posto per i rilievi la polizia locale.
Dalle prime testimonianze sembra che l’uomo stesse attraversando sulle strisce pedonali. Alcuni testimoni avrebbero raccontato che il mezzo si era fermato per far attraversare un gruppo di pedoni e nella ripartenza avrebbe investito l’anziano.
Sul posto la polizia e la polizia locale che si occupa dei rilievi. Sotto shock l’autista.

Marta Cartabia prima donna alla guida della Consulta, eletta all’unanimità: ‘Onorata di essere un’apripista’Quattordici i voti a favore e la sua scheda bianca. Il suo mandato sarà, però, beve: solo 9 mesi

11 dicembre 201913:03

Marta Cartabia è stata eletta presidente della Corte costituzionale all’unanimità (14 voti a favore e sua la scheda bianca). Ma il suo mandato sarà breve, 9 mesi appena.Scadrà il 13 settembre del 2020, visto che è stata nominata alla Consulta il 13 settembre del 2011 da Giorgio Napolitano e l’ufficio di giudice costituzionale non può durare più di nove anni.Per la prima volta una donna arriva al vertice della Corte costituzionale. I giudici della Consulta hanno eletto presidente la giurista cattolica Marta Cartabia. Approdata alla Corte nel 2011 su nomina dell’allora capo dello Stato Giorgio Napolitano, dal 2014 vicepresidente, Cartabia è docente di diritto costituzionale e ha un profilo internazionale per studi e pubblicazioni. Originaria della provincia di Milano, ha 56 anni ed è tra i più giovani presidenti che la Consulta abbia avuto.”Si è rotto un vetro di cristallo”. Così Marta Cartabia ha commentato la sua elezione a presidente della Consulta, prima donna nella storia. “Ho l’onore di essere un’apripista”, ha aggiunto.”La neo presidente finlandese – ha aggiunto – ha detto che età e sesso non contano più. In Italia ancora un pò contano. Spero presto di poter dire che non contano più”.La scorsa estate, prima della nascita del Conte bis, Cartabia aveva sfiorato un altro primato. Il suo nome era circolato come possibile premier di un governo di transizione e se la cosa fosse andata in porto sarebbe stata la prima donna nella storia italiana a ricoprire l’incarico di presidente del Consiglio. Sposata e madre di tre figli, alla Consulta è stata relatrice di importanti sentenze, come quelle sui vaccini e sull’Ilva.

Donna accoltellata, fermato il maritoCinquantenne ricoverata in gravi condizioni a Sondrio

SONDRIO11 dicembre 201911:59

– Tentato omicidio questa mattina attorno alle 9 a Chiesa in Valmalenco. Una donna di 50 anni, al culmine di un litigio, è stata accoltellata in più parti del corpo. Ora è ricoverata all’ospedale di Sondrio dove i medici stanno valutando le sue condizioni che sarebbero serie, secondo una prima diagnosi. I carabinieri del Comando provinciale di Sondrio e della caserma di Chiesa in Valmalenco hanno fermato il presunto aggressore che, secondo le prime notizie, sarebbe il marito, di 53 anni.

Roma,morto pedone investito da mezzo AmaEra anziano 84enne. In corso accertamenti sulla dinamica

ROMA11 dicembre 201912:08

– E’ morto l’anziano investito questa mattina da un mezzo dell’Ama,, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti, alla periferia di Roma. L’uomo aveva 84 anni. Sulla dinamica dell’incidente sono in corso gli accertamenti della polizia locale.

Rischio neve, allerta gialla in regionePrevista per giovedì 12 dicembre, ad esclusione della costa

BOLOGNA11 dicembre 201912:10

– Potrebbe nevicare domani su ampie parti dell’Emilia-Romagna. Arpae e Protezione civile hanno infatti diffuso un’allerta di colore giallo, il più lieve, per giovedì 12 dicembre, quando è previsto il transito di una perturbazione di origine atlantica con precipitazioni deboli-moderate già dalle prime ore della notte. Si prevede neve fino al suolo su tutto il territorio ad esclusione della fascia costiera dove i fenomeni saranno di pioggia mista a neve. I quantitativi previsti sono intorno ai 5 centimetri nelle zone di pianura, intorno ai 15 centimetri nelle zone collinari e a 30 centimetri sulle montagne centro-occidentali (valori inferiori sui rilievi romagnoli). I fenomeni sono previsti in temporanea attenuazione nella seconda parte della giornata a partire dal settore occidentale. VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Immobile occupato a Bologna, sequestro
Dopo la denuncia di Cdp e la richiesta della Procura

BOLOGNA11 dicembre 201912:11

– Scatta il sequestro preventivo per l’ex caserma Sani di Bologna, l’immobile di via Ferrarese, di proprietà di Cassa Depositi e Prestiti, dal 15 novembre occupato dal centro sociale Xm24. Lo ha deciso il Gip Domenico Panza, che ha accolto la richiesta presentata dal procuratore Giuseppe Amato. Il 18 novembre Cdp aveva presentato denuncia.
Gli attivisti del centro sociale sgomberato il 6 agosto dalla sede di via Fioravanti erano entrati, circa 150, nello stabile dopo che la lunga trattativa con il Comune per trovare un nuovo spazio non aveva portato ad alcun accordo. “Il diritto di associarsi liberamente, costituzionalmente garantito – scrive il Gip nel decreto – non implica evidentemente il diritto di occupare immobili altrui, a proprio piacimento, in spregio del diritto di proprietà, anch’esso costituzionalmente garantito”.
Il provvedimento è stato trasmesso alla Procura per l’esecuzione. Nel fascicolo si ipotizza il reato di invasione di edifici commesso in concorso, da persone da identificare.

Noe sequestra 815 tonnellate di rifiuti’Contenuto diverso da quanto dichiarato’, destinazione Bulgaria

MILANO11 dicembre 201912:11

– Invece dei rifiuti recuperabili, come scritto nei documenti, nel carico c’erano materiali industriali, plastica, gomma e tetrapack, già trattati in appositi impianti e senza più frazioni riciclabili. Per questo i carabinieri del Noe di Milano hanno sequestrato un’intera spedizione costituita da un carico di 582 balle di rifiuti riposte su 17 carri ferroviari nello scalo di Lecco per un peso complessivo di 815 tonnellate, il cui valore si aggira attorno ai 130 mila euro. Il carico era in procinto di essere inviato in uno stabilimento di recupero in Bulgaria.

Nevicate in Sila, mezzi Anas al lavoroAccumuli di diversi centimetri, circolazione risulta regolare

COSENZA11 dicembre 201912:28

– Si stanno registrando nevicate intense nella Sila cosentina, con precipitazioni più intense, in particolare, a San Giovanni in Fiore, Colosimi ed Acri. Il personale ed i mezzi dell’Anas sono al lavoro per garantire la transitabilità delle strade.
L’impegno maggiore dell’azienda delle strade statali, che sta utilizzando dieci mezzi, tra cui spargisale, turbine e spazzaneve e 11 operatori, é concentrato sulla 107 Silana-Crotonese, la 660 “di Acri” e la 177 “Silana di Rossano”, dove si registrano accumuli di diversi centimetri del manto nevoso.
Il traffico, al momento, risulta regolare su tutte le strade e non si registrano particolari disagi.

Acquisite carte in sede Autofiori e SinaSi valutano omissioni in manutenzione. Risultati ai Ctu procura

GENOVA11 dicembre 201912:36

– La Guardia di finanza sta eseguendo alcune acquisizioni di documenti che riguardano la progettazione e la realizzazione oltre agli schemi di ispezioni periodiche e manutenzioni del viadotto Madonna del Monte, sull’A6. Il viadotto era parzialmente crollato il 24 novembre a causa di una grossa frana che si era staccata dalla collina e aveva falciato i piloni, facendo crollare circa 30 metri di impalcato. La Gdf ha operato le acquisizioni documentali disposte dalla procura di Savona presso gli uffici di Torino della società Autostrada dei Fiori e nelle sedi di Milano e Savona della Sina (entrambe società del gruppo Gavio). Il fascicolo d’indagine al momento è a carico di ignoti. Autostrada dei Fiori è concessionaria del tratto autostradale interessato dal crollo mentre Sina si è occupata di eseguire le ispezioni periodiche di tutti i tratti autostradali dati in concessione al Gruppo Gavio. Le carte acquisite oggi verranno sottoposte a analisi in base alle indicazioni fornite dai tre ctu della procura.

Due studenti su 5 senza albero e presepeSondaggio Skuola.net, per il rispetto delle altre religioni

11 dicembre 201913:19

– In Italia il Natale si fa sempre più multiculturale: due studenti su 5, infatti, non avranno né albero né presepe in classe. Lo rileva un sondaggio di Skuola.net su come stanno entrando le scuole italiane nel clima natalizio. Il rispetto delle religioni altrui è il motivo della mancanza dei principale simboli della festa cristiana: l’opzione più scelta per abbellire aule e corridoi prevede solo addobbi e ghirlande. E per 1 studente su 5 nel programma delle celebrazioni anche eventi ‘laici’, per non mettere in difficoltà i ragazzi di culture diverse. Ammesso che si festeggi.

Sardine, Parolin: ‘Cogliere spinte positive del movimento’Il segretario di Stato Vaticano: ‘Metterle al servizio del bene del Paese’

11 dicembre 201913:22

“Io non sono un membro delle sardine, credo che l’importante sia cogliere tutto quello che di buono c’è anche in questi movimenti e cercare di valorizzarlo sempre per il bene del Paese. Questo è il mio augurio, che si mettano in luce soprattutto le spinte positive, altre forse sono meno ‘positive’, queste spinte positive che siano messe al servizio del bene del Paese”. Lo ha detto il segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin, a margine di un evento al Bambino Gesù con il ministro Roberto Speranza.Ieri la manifestazione di ieri delle Sardine a Torino.

Odio social,azioni legali Regione VenetoCaccia sul web a messaggi postati dopo acqua alta 12 novembre

VENEZIA11 dicembre 201913:22

– L’acqua alta che ha sommerso Venezia il 12 novembre scorso, ma non solo: la Regione Veneto dichiara guerra ai ‘leoni da tastiera’ che hanno postato messaggi di odio contro i suoi abitanti e incarica l’Avvocatura generale regionale di scovare tutte le frasi incriminate per avviare azioni giudiziarie contro i responsabili. Sul Bollettino ufficiale della Regione Veneto è stato pubblicato l’estratto della delibera approvata dalla giunta il 19 novembre che dà il via alle carte bollate. L’obiettivo è quello di far valutare agli avvocati regionali quali azioni legali intraprendere nei confronti di chi ha attaccato gli abitanti veneziani e veneti. A partire da quelli postati ‘in rete’ nei giorni delle acque alte.

Eletta una donna al Csm, salgono a 6Vince Chinaglia, esponente di Area

11 dicembre 201913:27

-Ha vinto una donna le elezioni suppletive del Csm. E’ Elisabetta Chinaglia, presidente di sezione presso il Tribunale di Asti, esponente di Area, la corrente delle toghe progressiste. Con lei diventano sei le consigliere togate del Csm, non sono mai state così tante.
Chinaglia ha ottenuto 2.362 voti. L’ex presidente dell’Anm Pasquale Grasso, che correva da indipendente invece ne ha raccolti 1.983, mentre la terza concorrente, Silvia Corinaldesi, candidata di Unicost, 1.150. Il voto rafforza Area, che con Chinaglia passa a 5 consiglieri: ora Area è pari Autonomia e Indipendenza, sinora il gruppo di maggioranza.

Acquisite carte in sede Autofiori e SinaSi valutano omissioni in manutenzione. Risultati ai Ctu procura

GENOVA11 dicembre 201912:36

– La Guardia di finanza sta eseguendo alcune acquisizioni di documenti che riguardano la progettazione e la realizzazione oltre agli schemi di ispezioni periodiche e manutenzioni del viadotto Madonna del Monte, sull’A6. Il viadotto era parzialmente crollato il 24 novembre a causa di una grossa frana che si era staccata dalla collina e aveva falciato i piloni, facendo crollare circa 30 metri di impalcato. La Gdf ha operato le acquisizioni documentali disposte dalla procura di Savona presso gli uffici di Torino della società Autostrada dei Fiori e nelle sedi di Milano e Savona della Sina (entrambe società del gruppo Gavio). Il fascicolo d’indagine al momento è a carico di ignoti. Autostrada dei Fiori è concessionaria del tratto autostradale interessato dal crollo mentre Sina si è occupata di eseguire le ispezioni periodiche di tutti i tratti autostradali dati in concessione al Gruppo Gavio. Le carte acquisite oggi verranno sottoposte a analisi in base alle indicazioni fornite dai tre ctu della procura.

Unicef: 1 bimbo su 4 è invisibileAnche se in 10 anni + 20% percentuale registrati sotto i 5 anni

11 dicembre 201910:41

– Nel mondo ci sono ancora 166 milioni di bambini sotto i 5 anni, ovvero 1 bambino su 4, che non sono stati registrati alla nascita, ma è vero anche che a livello globale, in 10 anni, è aumentata circa del 20% – dal 63% al 75% – la percentuale di quelli ufficialmente registrati. Passi da giganti sono stati fatti soprattutto in Bangladesh, India e Nepal, mentre fanalini di coda per progressi sono Etiopia, Zambia e Ciad. E’ la fotografia, in chiaroscuro, che scatta l’Unicef nel nuovo rapporto che analizza i dati di 174 paesi e viene lanciato oggi, in occasione del 73° anniversario dalla sua nascita. “Abbiamo fatto tanta strada ma ancora troppi bambini non vengono registrati,” ha dichiarato Henrietta Fore, Direttore Unicef. “Un bambino non registrato alla nascita è invisibile non esiste per il governo o la legge. Senza prove che ne attestino l’identità, i bambini spesso vengono esclusi da istruzione, cure mediche o altri servizi vitali e sono più vulnerabili a sfruttamento e abuso.”

Daspo e denunce per decine ultrà TorinoAccuse violenza privata, rissa e lesioni.

Colpito tutto il gruppo

11 dicembre 201907:22

– Blitz della Polizia contro gli ultrà granata appartenenti agli ‘Hooligans Torino’: gli uomini della Digos stanno notificando il Daspo a tutti e 75 i membri del gruppo, 71 dei quali sono stati denunciati per diversi reati tra i quali violenza privata aggravata, rissa, violenza e lesioni nei confronti di incaricato di pubblico servizio. Sono invece oltre 500 le sanzioni amministrative applicate per violazione del regolamento dello stadio, per un importo superiore agli 80 mila euro.
Le indagini hanno portato alla luce anche lo scontro in corso da anni tra i Torino Hooligans e i gruppi storici della Maratona, la curva da sempre occupata dai tifosi granata. Gli ultrà sono accusati anche di travisamento, porto di strumenti atti ad offendere, accensione e lancio di fumogeni. Oltre ai Daspo, i poliziotti hanno notificato un provvedimento di sospensione della licenza a 3 locali pubblici che erano frequentati abitualmente dai membri dei Torino Hooligans.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 16 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:13 DI MARTEDì 10 DICEMBRE 2019

ALLE 10:51 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa in calo, Milano -0,52%
Francoforte maglia nera, industriali pesanti, spread a 157 punti

10 dicembre 2019 11:13

– Le Borse europee si appesantiscono in scia alla debolezza delle Piazze asiatiche su cui pesa l’incertezza per l’accordo commerciale tra Usa e Cina mentre si avvicina la scadenza del 15 dicembre per la possibile stretta ai dazi da parte americana. Londra lascia sul terreno l’1,09% mentre si avvicina il voto di giovedì. Parigi invece cede lo 0,79% nonostante il dato sopra le attese della produzione industriale. Francoforte perde l’1,27% e Milano lo 0,52 con il Ftse Mib a 22.841 punti. Male soprattutto industriali e titolo legati informatica. A Piazza Affari tiene Atlantia sui rumors di di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. Positive anche Amplifon (+0,54%), Mediobanca (+0,65%), Italgas (+0,37%). Resta sotto pressione Cnh (-2,34%). Tra i peggiori poi Campari (-1,71%), Ferragamo (-1,83%) e Buzzi (-1,93%). Fuori dal paniere principale Sanlorenzo dopo un debutto brillante si riporta sul prezzo di ipo di 16 euro. Lo spread è a 157 punti.

Borsa:Europa prosegue calo,Milano -0,37%Pil frena Londra, indice Zew non aiuta Francoforte,spread piatto

10 dicembre 201912:57

– Le Borse europee confermano il calo a metà seduta e seguono l’incertezza delle Piazze asiatiche dettata dall’assenza di segnali sull’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina mentre si avvicina la scadenza del 15 dicembre per la possibile stretta ai dazi da parte americana. Lo sguardo del listini è poi rivolto alla Fed domani e giovedì alla Bce e all’esordio della Lagarde. In rosso Londra (-1,11%) in attesa del voto di dopodomani e con il pil ad ottobre invariato che certifica la stagnazione del Paese per il terzo mese consecutivo. Sotto pressione anche Francoforte (-1,35%) nonostante sia tornata la fiducia degli investitori in Germania con l’indice Zew balzato ai massimi da 21 mesi. Parigi cede invece uno 0,84% con la produzione industriale sopra le attese ad ottobre. Milano lascia lo 0,37% con l’Istat che indica un calo (-0,3%) a ottobre della produzione industriale. Sempre in evidenzia Atlantia (+2%) sui rumors di un ingresso di Cdp. Lo spread resta stabile a 157 punti.

Borsa: Milano azzera perdite,gira +0,45%Corrono Atlantia, A2a, Mediobanca, vendite su Mediaset

10 dicembre 201914:45

– Piazza Affari in recupero con il Ftse Mib che azzera le perdite (+0,35%). Continua la corsa di Atlantia (+2,32%) sui rumors di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. Salgono poi A2a (+1,54%) e, tra i bancari, Mediobanca (+1,31%). In evidenza anche Italgas (+1,26%) dopo il record di adesioni per il riacquisto lanciato sulle proprie obbligazioni in scadenza nel 2022 e 2024. Sotto vendita, invece, Cnh (-1,33%) e Mediaset (-1,36%). Ieri il Tribunale di Milano ha accolto la richiesta del gruppo di Cologno Monzese di rinviare a dopo l’assemblea del 10 gennaio, chiamata ad emendare alcuni punti dello statuto di Mediaset for Europe, la valutazione sulla sospensiva del voto dell’assemblea dello scorso settembre, che aveva dato il via libera alla fusione con Mediaset Espana e con essa alla nascita della holding olandese. Vola Safilo (+9,38%) dopo l’acquisto della californiana Blenders e il rinnovo in anticipo con Jacobs. Sul prezzo (16 euro) di chiusura di Ipo Sanlorenzo al debutto sullo Star.

Borsa:Europa meglio con rinvio dazi CinaMale auto, banche, tranne le italiane con lo spread a 158

10 dicembre 201915:20

– Migliorano le principali Borse europee, pur restando in negativo, sulle notizie di un possibile slittamento della data del 15 dicembre per l’entrata in vigore dei dazi Usa in Cina. I future Usa sono in positivo e la Piazza migliore Parigi (-0,1%), seguita da Madrid (-0,3%), Londra (-0,34%) e Francoforte (-0,6%). Unica in positivo è Milano (+0,4%), con lo spread verso 159 punti.
L’indice d’area, Stoxx 600, è in calo dello 0,4%, con perdite per media e servizi di comunicazione, così come per le auto, da Renault (-1,2%), a Daimler (-1%), Volkswagen (-0,7%) e Fca (-0,4%). In rosso le banche, tra cui Barclays (-1,5%), Lloyds (-1,3%), Royal Bank of Scotland e Caixa (-1,2%). Guadagnano invece le italiane, con lo spread a 158 punti: su Unicredit e Ubi (+0,8%), Intesa (+0,2%).
In ordine sparso i petroliferi col greggio in calo (wti -0,3%) e sono in discesa soprattutto Polskie Gornictwo (-3,5%), Polski Koncern (-2,1%), Eqinor (-1%), mentre sale Tullow (+12%,6%).

Borsa: su Milano (+0,7%) con bancheMale Buzzi, non brilla Fca. Bene utility e Pirelli

10 dicembre 201916:35

– Cresce Piazza Affari (+0,7%), con in cima al listino principale Atlantia (3,3%) con le voci di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. In piena forma le utility, a partire da A2a (+2%) e Snam (+1,6%). Bene Poste (+1,2%) e Enel (+1,1%). Positive le banche, con lo spread in calo sotto 155 punti: guadagnano Ubi (+1,1%), Bper e Unicredit (+1%), Banco Bpm (+0,6%) e Intesa (+0,4%).
A guadagnare ci sono anche Pirelli (+0,6%) col greggio in calo, mentre perde Saipem (-0,2%) e tengono Eni (+0,3%) e Tenaris (+0,5%). Male Buzzi (-1,9%), Unipol (-1,6%), Juve (-0,6%). Non brilla Fca (-0,2%). Fuori dal listino principale il peggio è per Zucchi, sospesa con un teorico -6,4% a 0,01 euro.
Bloccata invece per eccesso di rialzo Seri (a un teorico +48,7% a 1,8 euro) dopo un’agevolazione approvata a favore della controllata Fir da parte della Commissione europea. Vola Safilo (+9,9%) in attesa del piano a seduta chiusa. Poco sopra il prezzo di chiusura dell’Ipo Sanlorenzo (+0,15% a 16,02 euro) al debutto sullo Star.

Visco: crescita dipenderà da partecipazione donne Governatore di Bankitalia, risulta essere un motore fondamentale

10 dicembre 201918:08

“Per l’Italia la crescita potenziale prevista per i prossimi anni dipenderà fortemente dalle ipotesi circa la partecipazione femminile, che ne risulta essere un motore fondamentale”. Lo ha detto il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, al convegno ‘Gender Gaps in the Italian economy and the role of public policy’. Visco ha ricordato che la partecipazione femminile, con 8 milioni di donne inattive, rileva in termini quantitativi ma anche qualitativi, dato che “le donne hanno livelli d’istruzione elevati”, competenze e abilità spiccate in settori cruciali, come comunicazione e rapporti interpersonali.

Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,72%)Il Ftse Mib a 23.122 punti

MILANO10 dicembre 201917:39

– Chiusura in rialzo per la Borsa di Milano. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,72% a 23.122 punti.

Borsa:Europa chiude in calo,Parigi +0,1%Peggiore Madrid (-0,3%), seguita da Londra e Francoforte (-0,2%)

10 dicembre 201918:04

– Chiusura in calo per le principali Borse europee, tranne Parigi (+0,18%) a 5.848 punti. La peggiore è stata Madrid (-0,36%) a 9.321 punti, seguita da Londra (-0,28%) a 7.213 punti e Francoforte (-0,27%) a 13.070 euro.

Borsa:Milano su con banche,bene AtlantiaSafilo brilla in vista piano, stentano Fca e Juve, male Unipol

10 dicembre 201918:09

– Giornata positiva per la Borsa di Milano (+0,72%) dopo un inizio incerto. A farla da padrone sono state le banche, con lo spread che ha concluso la giornata sotto 154 punti, tra cui Bper (+1%), Unicredit (+0,8%) e Ubi (+0,7%).
In rialzo le utility, da A2a (+1,5%) a Snam (+1,3%). Crescita per Atlantia (+3,7%), in cima al listino principale dopo le voci di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. Guadagni per Mediobanca (+2%), Nexi (+1,8%), Poste (+1,4%) e Enel (+0,8%).
Nel lusso premiata Moncler (+0,7%), non Ferragamo (-0,4%).
Male Buzzi (-1,8%) e Unipol (-1,6%). In rosso Fca (-0,5%) come il resto del comparto, con eccezione Ferrari (+0,8%). In calo Juve (-0,3%). Tra i petroliferi giù Saipem (-0,4%), col greggio in rialzo a sera (wti +0,3%), mentre tengono Eni (+0,2%) e Tenaris (+0,3%), bene Pirelli (+0,8%). Debutto concluso sul prezzo dell’Ipo per Sanlorenzo (sulla parità a 16 euro). Ha brillato Safilo (+10,4%) in attesa del nuovo piano, con 700 esuberi, reso noto a mercato chiuso.

Safilo: nel piano 700 esuberi in ItaliaCon perdita licenza Dior taglia anche stime ricavi e margini

10 dicembre 201918:58

– Safilo ha approvato il nuovo piano industriale al 2024. La perdita delle licenze del lusso con Lvmh, si legge in una nota, ha reso “necessario” avviare “un piano di riorganizzazione e ristrutturazione industriale, che risponda prontamente al nuovo scenario produttivo”. Il piano “ha identificato un totale di circa 700 esuberi nel 2020 in Italia” e Safilo “ha aperto un tavolo negoziale” con i sindacati allo scopo di “individuare tutti gli ammortizzatori sociali disponibili per limitare gli impatti sulle persone coinvolte”.
L’azienda di occhiali taglia anche gli obiettivi al 2020, riducendo i target dei ricavi netti tra i 960 e 1.000 milioni di euro, rispetto a 1.000-1.020 milioni comunicato lo scorso 2 agosto 2018. Il margine di Ebitda ‘adjusted’ si riduce al 6% delle vendite rispetto al precedente obiettivo di 8%-10%. Lo scostamento è “imputabile all’uscita della licenza Dior dopo il 2020” e alla conseguente “flessione” del business legato al marchio di Lvmh “nel suo ultimo anno di licenza”.

Trenitalia: realtà virtuale FrecciarossaDal 16 dicembre al via sperimentazione su treni Roma-Milano

10 dicembre 201919:48

– La realtà virtuale sale a bordo dei treni Frecciarossa e sarà a disposizione dei passeggeri, i quali potranno vivere diverse esperienze immersive: dalla sala cinema virtuale fino alla riproduzione di una cabina di guida del Frecciarossa. La sperimentazione durerà sei mesi e sarà disponibile gratuitamente dal prossimo 16 dicembre su una selezione di treni Frecciarossa Roma-Milano.
Il progetto è targato AnotheReality, azienda milanese specializzata nello sviluppo di soluzioni immersive XR (eXtended Reality), partner di Trenitalia (Gruppo FS) nello sviluppo di una piattaforma di contenuti esperienziali come servizio innovativo per i passeggeri. In pratica, “indossando visori VR per la realtà virtuale – spiega l’azienda – i passeggeri si troveranno all’interno di un ambiente virtuale creato appositamente per Trenitalia, dal quale potranno scegliere tra diverse esperienze di intrattenimento virtuale”. PER TUTTE LE NOTIZIE DI TECNOLOGIA: FAI RIFERIMENTO A QUESTA SEZIONE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa in calo, Milano -0,52%
Francoforte maglia nera, industriali pesanti, spread a 157 punti

10 dicembre 2019 11:13

– Le Borse europee si appesantiscono in scia alla debolezza delle Piazze asiatiche su cui pesa l’incertezza per l’accordo commerciale tra Usa e Cina mentre si avvicina la scadenza del 15 dicembre per la possibile stretta ai dazi da parte americana. Londra lascia sul terreno l’1,09% mentre si avvicina il voto di giovedì. Parigi invece cede lo 0,79% nonostante il dato sopra le attese della produzione industriale. Francoforte perde l’1,27% e Milano lo 0,52 con il Ftse Mib a 22.841 punti. Male soprattutto industriali e titolo legati informatica. A Piazza Affari tiene Atlantia sui rumors di di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. Positive anche Amplifon (+0,54%), Mediobanca (+0,65%), Italgas (+0,37%). Resta sotto pressione Cnh (-2,34%). Tra i peggiori poi Campari (-1,71%), Ferragamo (-1,83%) e Buzzi (-1,93%). Fuori dal paniere principale Sanlorenzo dopo un debutto brillante si riporta sul prezzo di ipo di 16 euro. Lo spread è a 157 punti.

Borsa:Europa prosegue calo,Milano -0,37%Pil frena Londra, indice Zew non aiuta Francoforte,spread piatto

10 dicembre 201912:57

– Le Borse europee confermano il calo a metà seduta e seguono l’incertezza delle Piazze asiatiche dettata dall’assenza di segnali sull’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina mentre si avvicina la scadenza del 15 dicembre per la possibile stretta ai dazi da parte americana. Lo sguardo del listini è poi rivolto alla Fed domani e giovedì alla Bce e all’esordio della Lagarde. In rosso Londra (-1,11%) in attesa del voto di dopodomani e con il pil ad ottobre invariato che certifica la stagnazione del Paese per il terzo mese consecutivo. Sotto pressione anche Francoforte (-1,35%) nonostante sia tornata la fiducia degli investitori in Germania con l’indice Zew balzato ai massimi da 21 mesi. Parigi cede invece uno 0,84% con la produzione industriale sopra le attese ad ottobre. Milano lascia lo 0,37% con l’Istat che indica un calo (-0,3%) a ottobre della produzione industriale. Sempre in evidenzia Atlantia (+2%) sui rumors di un ingresso di Cdp. Lo spread resta stabile a 157 punti.

Borsa: Milano azzera perdite,gira +0,45%Corrono Atlantia, A2a, Mediobanca, vendite su Mediaset

10 dicembre 201914:45

– Piazza Affari in recupero con il Ftse Mib che azzera le perdite (+0,35%). Continua la corsa di Atlantia (+2,32%) sui rumors di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. Salgono poi A2a (+1,54%) e, tra i bancari, Mediobanca (+1,31%). In evidenza anche Italgas (+1,26%) dopo il record di adesioni per il riacquisto lanciato sulle proprie obbligazioni in scadenza nel 2022 e 2024. Sotto vendita, invece, Cnh (-1,33%) e Mediaset (-1,36%). Ieri il Tribunale di Milano ha accolto la richiesta del gruppo di Cologno Monzese di rinviare a dopo l’assemblea del 10 gennaio, chiamata ad emendare alcuni punti dello statuto di Mediaset for Europe, la valutazione sulla sospensiva del voto dell’assemblea dello scorso settembre, che aveva dato il via libera alla fusione con Mediaset Espana e con essa alla nascita della holding olandese. Vola Safilo (+9,38%) dopo l’acquisto della californiana Blenders e il rinnovo in anticipo con Jacobs. Sul prezzo (16 euro) di chiusura di Ipo Sanlorenzo al debutto sullo Star.

Borsa:Europa meglio con rinvio dazi CinaMale auto, banche, tranne le italiane con lo spread a 158

10 dicembre 201915:20

– Migliorano le principali Borse europee, pur restando in negativo, sulle notizie di un possibile slittamento della data del 15 dicembre per l’entrata in vigore dei dazi Usa in Cina. I future Usa sono in positivo e la Piazza migliore Parigi (-0,1%), seguita da Madrid (-0,3%), Londra (-0,34%) e Francoforte (-0,6%). Unica in positivo è Milano (+0,4%), con lo spread verso 159 punti.
L’indice d’area, Stoxx 600, è in calo dello 0,4%, con perdite per media e servizi di comunicazione, così come per le auto, da Renault (-1,2%), a Daimler (-1%), Volkswagen (-0,7%) e Fca (-0,4%). In rosso le banche, tra cui Barclays (-1,5%), Lloyds (-1,3%), Royal Bank of Scotland e Caixa (-1,2%). Guadagnano invece le italiane, con lo spread a 158 punti: su Unicredit e Ubi (+0,8%), Intesa (+0,2%).
In ordine sparso i petroliferi col greggio in calo (wti -0,3%) e sono in discesa soprattutto Polskie Gornictwo (-3,5%), Polski Koncern (-2,1%), Eqinor (-1%), mentre sale Tullow (+12%,6%).

Borsa: su Milano (+0,7%) con bancheMale Buzzi, non brilla Fca. Bene utility e Pirelli

10 dicembre 201916:35

– Cresce Piazza Affari (+0,7%), con in cima al listino principale Atlantia (3,3%) con le voci di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. In piena forma le utility, a partire da A2a (+2%) e Snam (+1,6%). Bene Poste (+1,2%) e Enel (+1,1%). Positive le banche, con lo spread in calo sotto 155 punti: guadagnano Ubi (+1,1%), Bper e Unicredit (+1%), Banco Bpm (+0,6%) e Intesa (+0,4%).
A guadagnare ci sono anche Pirelli (+0,6%) col greggio in calo, mentre perde Saipem (-0,2%) e tengono Eni (+0,3%) e Tenaris (+0,5%). Male Buzzi (-1,9%), Unipol (-1,6%), Juve (-0,6%). Non brilla Fca (-0,2%). Fuori dal listino principale il peggio è per Zucchi, sospesa con un teorico -6,4% a 0,01 euro.
Bloccata invece per eccesso di rialzo Seri (a un teorico +48,7% a 1,8 euro) dopo un’agevolazione approvata a favore della controllata Fir da parte della Commissione europea. Vola Safilo (+9,9%) in attesa del piano a seduta chiusa. Poco sopra il prezzo di chiusura dell’Ipo Sanlorenzo (+0,15% a 16,02 euro) al debutto sullo Star.

Visco: crescita dipenderà da partecipazione donne Governatore di Bankitalia, risulta essere un motore fondamentale

10 dicembre 201918:08

“Per l’Italia la crescita potenziale prevista per i prossimi anni dipenderà fortemente dalle ipotesi circa la partecipazione femminile, che ne risulta essere un motore fondamentale”. Lo ha detto il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, al convegno ‘Gender Gaps in the Italian economy and the role of public policy’. Visco ha ricordato che la partecipazione femminile, con 8 milioni di donne inattive, rileva in termini quantitativi ma anche qualitativi, dato che “le donne hanno livelli d’istruzione elevati”, competenze e abilità spiccate in settori cruciali, come comunicazione e rapporti interpersonali.

Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,72%)Il Ftse Mib a 23.122 punti

MILANO10 dicembre 201917:39

– Chiusura in rialzo per la Borsa di Milano. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,72% a 23.122 punti.

Borsa:Europa chiude in calo,Parigi +0,1%Peggiore Madrid (-0,3%), seguita da Londra e Francoforte (-0,2%)

10 dicembre 201918:04

– Chiusura in calo per le principali Borse europee, tranne Parigi (+0,18%) a 5.848 punti. La peggiore è stata Madrid (-0,36%) a 9.321 punti, seguita da Londra (-0,28%) a 7.213 punti e Francoforte (-0,27%) a 13.070 euro.

Borsa:Milano su con banche,bene AtlantiaSafilo brilla in vista piano, stentano Fca e Juve, male Unipol

10 dicembre 201918:09

– Giornata positiva per la Borsa di Milano (+0,72%) dopo un inizio incerto. A farla da padrone sono state le banche, con lo spread che ha concluso la giornata sotto 154 punti, tra cui Bper (+1%), Unicredit (+0,8%) e Ubi (+0,7%).
In rialzo le utility, da A2a (+1,5%) a Snam (+1,3%). Crescita per Atlantia (+3,7%), in cima al listino principale dopo le voci di un possibile ingresso di Cdp nel capitale. Guadagni per Mediobanca (+2%), Nexi (+1,8%), Poste (+1,4%) e Enel (+0,8%).
Nel lusso premiata Moncler (+0,7%), non Ferragamo (-0,4%).
Male Buzzi (-1,8%) e Unipol (-1,6%). In rosso Fca (-0,5%) come il resto del comparto, con eccezione Ferrari (+0,8%). In calo Juve (-0,3%). Tra i petroliferi giù Saipem (-0,4%), col greggio in rialzo a sera (wti +0,3%), mentre tengono Eni (+0,2%) e Tenaris (+0,3%), bene Pirelli (+0,8%). Debutto concluso sul prezzo dell’Ipo per Sanlorenzo (sulla parità a 16 euro). Ha brillato Safilo (+10,4%) in attesa del nuovo piano, con 700 esuberi, reso noto a mercato chiuso.

Safilo: nel piano 700 esuberi in ItaliaCon perdita licenza Dior taglia anche stime ricavi e margini

10 dicembre 201918:58

– Safilo ha approvato il nuovo piano industriale al 2024. La perdita delle licenze del lusso con Lvmh, si legge in una nota, ha reso “necessario” avviare “un piano di riorganizzazione e ristrutturazione industriale, che risponda prontamente al nuovo scenario produttivo”. Il piano “ha identificato un totale di circa 700 esuberi nel 2020 in Italia” e Safilo “ha aperto un tavolo negoziale” con i sindacati allo scopo di “individuare tutti gli ammortizzatori sociali disponibili per limitare gli impatti sulle persone coinvolte”.
L’azienda di occhiali taglia anche gli obiettivi al 2020, riducendo i target dei ricavi netti tra i 960 e 1.000 milioni di euro, rispetto a 1.000-1.020 milioni comunicato lo scorso 2 agosto 2018. Il margine di Ebitda ‘adjusted’ si riduce al 6% delle vendite rispetto al precedente obiettivo di 8%-10%. Lo scostamento è “imputabile all’uscita della licenza Dior dopo il 2020” e alla conseguente “flessione” del business legato al marchio di Lvmh “nel suo ultimo anno di licenza”.

Trenitalia: realtà virtuale FrecciarossaDal 16 dicembre al via sperimentazione su treni Roma-Milano

10 dicembre 201919:48

– La realtà virtuale sale a bordo dei treni Frecciarossa e sarà a disposizione dei passeggeri, i quali potranno vivere diverse esperienze immersive: dalla sala cinema virtuale fino alla riproduzione di una cabina di guida del Frecciarossa. La sperimentazione durerà sei mesi e sarà disponibile gratuitamente dal prossimo 16 dicembre su una selezione di treni Frecciarossa Roma-Milano.
Il progetto è targato AnotheReality, azienda milanese specializzata nello sviluppo di soluzioni immersive XR (eXtended Reality), partner di Trenitalia (Gruppo FS) nello sviluppo di una piattaforma di contenuti esperienziali come servizio innovativo per i passeggeri. In pratica, “indossando visori VR per la realtà virtuale – spiega l’azienda – i passeggeri si troveranno all’interno di un ambiente virtuale creato appositamente per Trenitalia, dal quale potranno scegliere tra diverse esperienze di intrattenimento virtuale”.

Petrolio: chiude in rialzo a New YorkQuotazione sale dello 0,64%

NEW YORK10 dicembre 201920:39

– Quotazioni del petrolio in rialzo a New York, col greggio che chiude a 59,40 dollari al barile (+0,64%).

Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,01%)Cambi: yen più debole su dollaro ed euro

TOKYO11 dicembre 201902:12

– La Borsa di Tokyo apre la seduta senza variazioni quando sono ancora i negoziati sul commercio internazionale tra Cina e Stati Uniti ad essere al centro dell’attenzione, ad una settimana all’entrata in vigore di nuove tariffe sulle merci cinesi da parte dell’amministrazione di Washington. Il Nikkei avvia gli scambi a quota 23.413,57 (+0,01%). Sul fronte valutario lo yen si deprezza leggermente sul dollaro, a 108,70, e sull’euro a 120,60.

BLOCCATI FONDI MURO MESSICOBLOCCATI FONDI MURO MESSICO DA UN GIUDICE FEDERALE DEL TEXAS, SI TRATTA DI 3,6 MILIONI DI $AGGIORNAMENTO IN “MONDO”/”ECONOMIA”/ULTIM’ORA DELLE 02:35 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019BLOCCATI FONDI MURO MESSICOWASHINGTON
Nuovo schiaffo per Donald Trump: un giudice federale del Texas ha proibito l’amministrazione Usa di usare i fondi dirottati dal Pentagono (3,6 milioni) per costruire il muro al confine col Messico. La decisione arriva in una causa intentata dalla contea di El Paso e dall’associazione ‘Border Network for Human Rights’, secondo cui il presidente ha abusato della sua autorità nel dichiarare l’emergenza nazionale per ottenere i fondi. PER TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO: CLICCA QUI

Borsa, Tokyo chiude poco variata (-0,08)Cambi, yen si svaluta su dollaro ed euro

TOKYO11 dicembre 201907:13

– La Borsa di Tokyo conclude gli scambi in lieve calo con gli investitori che guardano alla fase finale delle trattative tra Stati Uniti e Cina sul commercio internazionale, in previsione della scadenza di una settimana per l’applicazione di nuove tariffe sulle merci cinesi da parte di Washington. Il Nikkei segna una variazione appena negativa dello 0,08% a quota 23.391,86. Sul mercato dei cambi lo yen si è andato svalutando sul dollaro a 108,70, e sull’euro a 120,60.

Cambi: euro in lieve calo a 1,1087 dlrMoneta unica vale 120,55 yen

11 dicembre 201908:28

– L’euro è in lievissimo calo questa mattina sui mercati valutari. La moneta unica è scambiata a 1,1087 dollari, lo 0,06% in meno rispetto alla quotazione di 1,1097 dollari segnata ieri dopo la chiusura di Wall Street.
Rispetto allo yen il cambio è pari a 120,55.

Petrolio: scende a 58,8 dollari (-0,6%)In calo anche il Brent a 63,87 dollari

11 dicembre 201908:34

– Il petrolio ritratta il rialzo di ieri nel mercato after hours. Il prezzo del Wti è 58,88 dollari, in ribasso dello 0,6% rispetto ai 59,40 dollari al barile di ieri sera. In calo anche il Brent a 63,87 dollari (-0,7%).

Oro: in rialzo a 1.469 dollari l’onciaPrezzo risale dello 0,1%

11 dicembre 201908:39

– Quotazioni dell’oro in lieve rialzo questa mattina sui mercati asiatici. Il lingotto con consegna a febbraio 2020 passa di mano a 1.469,35 dollari l’oncia, in rialzo dello 0,1%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Asia contrastata, Tokyo -0,08%
Futures contrastati, oggi tassi Fed domani tocca a Bce

11 dicembre 201908:50

– Borse asiatiche contrastate alla vigilia del voto in Gran Bretagna, che sarà decisivo per il destino della Brexit. Positivi i futures sull’Europa, in assenza di dati macroeconomici rilevanti e alla vigilia della diffusione del dato sulla produzione industriale dell’Ue e della decisione della Bce sui tassi, la prima sotto la guida di Christine Lagarde. Si riunisce oggi invece il Comitato Federale della Fed per deliberare sul costo del denaro, lasciandolo prevedibilmente invariato. In arrivo anche il dato sul deficit pubblico di novembre negli Usa, previsto in aumento a 206 miliardi di dollari. Tokyo ha ceduto lo 0,08%, mentre Shanghai ha guadagnato lo 0,24%. Hanno fatto meglio Taiwan (+0,63%) e Sidney (+0,68%), più cauta invece Seul (+0,36%). Positive Hong Kong (+0,77%) e Mumbai (+0,05%) ancora in fase di contrattazioni.

Spread Btp Bund stabile a 154,9 puntiRendimento del decennale italiano dell’1,23%

11 dicembre 201908:52

– Lo spread tra Btp e Bund è sostanzialmente stabile in avvio di giornata a quota 154,9 punti. Il rendimento del titolo decennale italiano è pari all’1,23%.

Borsa: Milano apre in calo (-0,1%)Indice Ftse Mib a quota 23.099 punti

MILANO11 dicembre 201909:02

– Avvio di seduta negativo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib perde lo 0,1% a 23.099 punti.

Borsa: Europa apre piano, Parigi -0,07%Poco mossa Francoforte (+0,04%), positiva Londra (+0,24%)

11 dicembre 201909:15

– Apertura al rallentatore per le principali borse europee. Parigi cede lo 0,07% a 5.844 punti e Francoforte guadagna lo 0,04% a 13.075 punti. Fa meglio Londra, che sale dello 0,24% a 7.231 punti.

Borsa: Milano debole (-0,2%),giù MonclerSafilo non fa prezzo dopo piano con 700 esuberi

11 dicembre 201909:25

– Segno meno per Piazza Affari (-0,2%) dopo un avvio poco mosso, in linea con le altre Borse europee alla vigilia del voto in Gran Bretagna e della decisione della Bce sui tassi, mentre è atteso oggi l’analogo verdetto della Fed. Pochi i rialzi tra i titoli principali, limitati a Nexi (+0,57%), Banco Bpm (+0,35%), che ha superato abbondantemente i requisiti patrimoniali minimi fissati dalla Bce, Stm (+0,2%) e Pirelli (+0,1%). Segno meno invece per Moncler (-1%), Juventus (-1%), Azimut (-0,96%), Atlantia (-0,9%), Amplifon (-0,69%) e Mediobanca (-0,6%). Poco mosse Tim (-0,27%), Unicredit e Intesa (-0,2% entrambe). Tra i titoli a minor capitalizzazione fa il botto Ternienergia (+13,14%), seguita da Zucchi (+5%), Geox (+3%) e Pininfarina (+1,85%). Non riesce a fare prezzo Safilo (-13% teorico) all’indomani del piano di ridimensionamento, che prevede 700 esuberi, il 25% della forza lavoro del Gruppo.

Aramco: vola al debutto in Borsa, +10%Compagnia saudita vale 1.880 miliardi di dollari

11 dicembre 201909:52

– Saudi Armaco fa il suo debutto in Borsa, in quella che è di fatto la più grande Ipo della storia, e vola del 10%. Il valore della compagnia petrolifera saudita (fino a ieri stimato circa 1.700 miliardi di dollari) è arrivato a 1.880 miliardi di dollari, portando la Borsa di Riad nel gotha dei mercati mondiali. All’avvio delle contrattazioni, i titoli sono saliti a 32,5 rial contro i 32 del collocamento (8,53 dollari).

L’Ilva si ferma, stop giudice all’Afo2Governo valuta fondo per lavoratori

11 dicembre 201909:52

– Mentre Governo e ArcelorMittal trattano, il giudice di Taranto ha rigettato ieri sera la proroga dell’attività dell’Altoforno 2 chiesta dai commissari dell’Ilva in Amministrazione Straordinaria, che può determinare l’inizio delle operazioni di fermata degli impianti dal 13 dicembre, quando scadono i tre mesi concessi dal Riesame per ottemperare alle prescrizioni. I commissari chiedevano invece un anno di tempo per ottemperare alle prescrizioni di automazione del campo di colata. Uno spiraglio è un eventuale nuovo ricorso al Tribunale del Riesame.
La decisione del giudice Francesco Maccagnano arriva dopo quella della Procura, che l’altro ieri aveva invece dato parere favorevole alla proroga, avanzata dopo una serie di sequestri e dissequestri nell’ambito dell’inchiesta sulla morte dell’operaio Alessandro Morricella nel 2015.
Intanto il Governo valuta un fondo per i lavoratori. E si è concluso alle 7 di oggi lo sciopero proclamato da Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm.

Borsa: Europa tiene, Milano -0,2%Domani decisione Bce su tassi, la prima sotto Christine Lagarde

11 dicembre 201909:57

– Si mantengono in territorio positivo le principali borse europee dopo un avvio al rallentatore, guidate da Londra (+0,5%) alla vigilia del voto, visto anche come un secondo referendum sulla Brexit. Seguono Francoforte (+0,4%) e Parigi (+0,05%), invariata Madrid, debole invece Milano -0,2%. Positivi i futures Usa in attesa della decisione della Fed sui tassi, prevista per stasera insieme al deficit di novembre, in crescita del 100% oltre quota 206 miliardi di dollari. Prevista domani l’analoga decisione della Bce, la prima sotto la presidenza di Christine Lagarde.

Safilo sciopera contro i 700 esuberiTrocchia,mai a cuor leggero,inevitabile per vivere altri 150anni

11 dicembre 201910:13

– Il piano di Safilo con 700 esuberi ha già messo i sindacati sul piede di guerra. In tutti gli stabilimenti del gruppo di occhialeria è stato dichiarato lo stato di agitazione e uno sciopero generale per l’intera giornata del 13 dicembre. “Non prendi mai queste decisioni a cuor leggero” ma la decisione di tagliare in Italia è “inevitabile” per permettere a Safilo di “continuare a vivere per altri 150 anni” ha detto l’ad Angelo Trocchia.
L’azienda ha annunciato ieri la ristrutturazione e la chiusura dello stabilimento di Martignacco (Udine). Intanto in Borsa il titolo Safilo non riesce ad entrare in contrattazione dopo l’annuncio del piano al 2024 che prevede un taglio degli obiettivi al 2020, a causa del venir meno delle licenze con Lvmh, il calo teorico è del 13,5 per cento.

Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 22:40 DI LUNEDì 09 DICEMBRE 2019

ALLE 03:08 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Floppy con firma Jobs vale 84mila dlr
Era stato messo all’asta a 7.500 dollari 09 Dicembre 2019 22:40

Resta vivo il mito di Steve Jobs. Un floppy disk con la firma del co-fondatore di Apple è stato venduto alla cifra record di 84mila dollari, era stato messo all’asta a fine novembre con un valore stimato di 7.500 dollari.Il floppy di Macintosh era “in ottime condizioni”, firmato con un pennarello nero da Jobs che solitamente era riluttante a mettere il suo autografo. Il pezzo di storia dell’informatica è stato certificato e venduto dalla società RRAuction, la stessa che ha messo all’asta il biglietto da visita di Jobs, Ceo di Apple fino al 2011, quando si dimise per motivi di salute. Il valore stimato della business card è di 500 dollari, l’offerta migliore al momento si aggira a 636 dollari, più o meno quanto costa un iPad Air.

Le fake news più resistenti dei virusSimulatore dimostra che per arginarli non basta l’informazione

10 dicembre 201911:07

Altro che ‘virali’. Fake news e odio online si diffondono con meccanismi molto più complessi rispetto a quelli che determinano il contagio dei virus veri e propri: per arginarli potrebbe non bastare la sola informazione, perché la loro propagazione dipende anche da altri fattori umani come la volontà di imitare i propri simili e di diffondere una certa idea. A indicarlo è un nuovo software per la simulazione di fenomeni di propagazione nelle reti sociali, pubblicato sulla rivista Plos One dal ricercatore Marco Cremonini dell’Università di Milano insieme a Samira Maghool, dottoranda in fisica dell’Alzhara University di Teheran.
“Il nostro studio – spiega Cremonini – si è focalizzato su un tema ancora di nicchia ma di forte interesse: il rapporto tra il fenomeno che si propaga e la reazione delle singole persone coinvolte. Il nostro obiettivo è capire come la diffusione di una malattia virale, una dipendenza o una fake news, cambi il modo di agire delle persone e viceversa”. Questa mutua influenza è difficile da comprendere, “perché la consapevolezza delle persone varia in base a fattori che i modelli finora non avevano specificato in modo efficace”, sottolinea il ricercatore.
“Quando si diffonde una malattia, per esempio, le persone prendono consapevolezza e reagiscono per proteggersi, limitando il contagio. Nel caso di una dipendenza, vedere i miei amici che ne diventano schiavi mi può portare a imitarli oppure ad allontanarmi da loro. Nel caso di una notizia falsa online, la probabilità che venga diffusa non dipende solo dal fatto che ci creda e dalla voglia imitare i miei amici, ma anche dalla volontà di diffondere l’idea stessa”. Dire quindi che le fake news sono come virus “è un po’ semplicistico: aumentare la consapevolezza delle persone attraverso l’informazione può non essere sufficiente per arginarle. Per questo – conclude Cremonini – è importante affinare sempre più i nostri modelli, in modo da capire meglio le dinamiche e sviluppare strategie più efficaci per contrastare l’informazione negativa favorendo quella positiva”.

Nadia Toffa e Teresa Bellanova, il 2019 su TwitterIn Italia tra hashtag popolari c’è Salvini, nel mondo Notre Dame

10 dicembre 201915:41

Il ricordo de Le Iene per Nadia Toffa, la ministra Teresa Bellanova che ironizza sui propri look. Sono questi tra gli argomenti più popolari in Italia su Twitter nel 2019, secondo un’analisi che la piattaforma pubblica ogni anno, nel nostro paese e a livello mondiale. In Italia l’hashtag più menzionato in politica è Salvini, nel mondo nella sezione attualità c’è Notre Dame, la cattedrale di Parigi devastata da un grave incendio lo scorso 15 aprile.

In cima alla classifica dei tweet più ritwittati c’è l’addio da parte della redazione de Le Iene a Nadia Toffa, inviata e conduttrice del programma televisivo venuta a mancare ad agosto 2019. Il post è stato condiviso quasi 10 mila volte da parte degli utenti in tutta Italia. In seconda e in terza posizione dei tweet con il maggior numero di like c’è Teresa Bellanova, Ministro delle politiche agricole che ha ironizzato sui look sfoggiati durante il giuramento al Quirinale, lanciando l’hashtag #vestocomevoglio.

Visto che il blu di ieri ha elettrizzato molti, ho voluto provare con questa mise oggi, che ne dite? #vestocomevoglio oppure no? Secondo voi?

Nel nostro paese il movimento di Greta Thunberg e del Friday for future è solo quinto nella classifica dei tweet più ritwittati (quelli con la funzione “Retwitta con commento”), in particolare l’intervento della giovane attivista al Senato.Primo di questa categoria è invece un post di Laura Pausini. Gli hashtag più popolari nelle categorie intrattenimento e sport sono, rispettivamente, #amici18 e #juventus.Nel mondo il tweet più ritwettato è quello dell’immagine di un uovo che voleva toccare il record dei like (e ci è riuscito), tra i politici il primo è Trump seguito da Obama; tra gli sportivi al top c’è il calciatore brasiliano Neymar, tra le serie tv ‘Il trono di Spade’, mentre l’emoji più popolare su Twitter nel mondo nel 2019 è quella della faccetta che ride con le lacrime. PER TUTTE LE NOTIZIE DI POLITICA: CLICCA QUI PER SAPERE TUTTO CIò CHE ACCADE NEL MONDO: FAI CLICK QUI PER TUTTA LA CRONACA: LEGGI QUI

 

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ue autorizza aiuti per progetto batterie
7 Stati erogheranno 3,2 miliardi di cui 570 milioni da Italia

10 dicembre 201915:38

La Commissione Europea ha autorizzato un ‘progetto importante di interesse comune’ (PIIEC) riguardante lo sviluppo e la produzione di batterie agli ioni di Litio da parte di sette Paesi membri; cioé Italia, Francia, Germania, Belgio, Svezia, Finlandia e Polonia. Con questa decisone vengono autorizzati aiuti di Stato per complessivi 3,2 miliardi di euro, che saranno erogati da singoli Governi. Nello specifico l’Italia è stata autorizzata a erogare 570 milioni.Conosciuto anche come ‘l’Airbus delle batterie’ – facendo riferimento l’esistente consorzio industriale in ambito aeronautico – il progetto punta allo “sviluppo di tecnologie altamente innovative e sostenibili per le batterie agli ioni di litio con elettroliti liquidi e semiconduttori, che hanno una vita più lunga, che si ricaricano più velocemente, sono più sicure e più rispettose dell’ambiente rispetto alle batterie attualmente sul mercato”. Il progetto dovrebbe anche affrontare l’importante problema dell’impronta di carbonio nella produzione e nel riciclaggio delle batterie: ”L’obiettivo è ridurre l’impronta di carbonio e la quantità di rifiuti – afferma la Commissione – che sono prodotti nelle diverse fasi della produzione e sviluppare processi di smontaggio, riciclaggio e raffinazione sostenibili ed ecologici in linea con i principi dell’economia circolare”.Le aziende coinvolte in questo progetto interverranno su quattro livelli della catena del valore delle batterie: materie prime e materiali avanzati (Basf, Eneris, Keliber, Nanocyl, Solvay, Terrafame, Umicore), celle e moduli (Acc, Bmw, Endurance, Eneris , Faam, Seel, Varta), sistemi di batterie (Bmw, Endurance, Enel X, Eneris, Kaitek, Seel); riallocazione, riciclaggio e raffinazione (Basf, Endurance, Elemental, Eneris, Faam, Fortum, Seel, Umicore). Di questi fanno capo all’Italia Solvay, Endurance, Faam, Enel X e Kaitek.

Microsoft lancia Ambizione Italia per cultura inclusioneGrazie a tecnologie con istituzioni e aziende

10 dicembre 201915:42

Fare sistema per rendere l’Italia un Paese più inclusivo e accessibile alle persone con disabilità, sfruttando le nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale per permettere a tutti di esprimere al meglio le proprie potenzialità, nella vita quotidiana come nel lavoro. È questo l’obiettivo di ‘Ambizione Italia per l’Inclusione e l’Accessibilità’, il progetto di ecosistema lanciato da Microsoft Italia in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani.L’iniziativa, presentata alla Microsoft House a Milano, si traduce in un’alleanza strategica con aziende, istituzioni e associazioni per sviluppare già entro la prossima estate dei progetti concreti che permettano di abbattere le barriere.Ability Garden, Amplifon,

Barilla, EY, Fondazione Accenture, Fondazione Adecco, Fondazione Vodafone, Fondazione Mondo Digitale, Gruppo Generali, Jointly – Il welfare condiviso, Kulta – Cervelli Ribelli, LinkedIn, Unicredit, Techsoup, Valore D e Wunderman Thompson sono le prime realtà che hanno raccolto la sfida e che si impegnano a mettere a fattor comune competenze ed esperienze per realizzare insieme a Microsoft iniziative per aiutare le persone con disabilità. Nei prossimi mesi tutti gli attori coinvolti in ‘Ambizione Italia per l’Inclusione e l’Accessibilità’ avranno l’opportunità di partecipare a sessioni formative, hackathon, incontri e condivisioni di best practice, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di progetti per l’inclusione e per la riduzione delle barriere in alcuni ambiti specifici, come prodotti e servizi, mondo dell’educazione e del lavoro.Un impegno importante se si considera che “in Italia ci sono oltre 3 milioni di persone con disabilità e solo poco più del 30% dei disabili tra i 15 e i 64 anni ha un’occupazione: un dato allarmante, sintomatico della difficoltà per queste categorie a integrarsi pienamente nella società”, sottolinea Barbara Cominelli, Direttore Marketing & Operations di Microsoft Italia. “Le nuove tecnologie – aggiunge – possono offrire straordinarie opportunità: l’intelligenza artificiale, in particolare, può aiutare a essere più connessi con gli altri attraverso strumenti che agevolano la lettura, l’ascolto e la scrittura, potenziando così le capacità umane e contribuendo ad acquisire nuove competenze”.L’iniziativa fa parte di Ambizione Italia, progetto più ampio di formazione, aggiornamento e riqualificazione delle competenze in chiave digitale, avviato a settembre 2018, con il quale Microsoft ha già formato 500.000 persone e che si propone di coinvolgere entro la fine del 2020 oltre 2 milioni di giovani e professionisti in tutta Italia, per ridurre il divario tra le competenze richieste dal mercato del lavoro e quelle realmente disponibili

Boom dei dispositivi indossabili, trainano gli auricolariAnalisti, consegne in crescita del 94%. Apple regina del settore

0 dicembre 201915:49

Le consegne mondiali di dispositivi indossabili sono quasi raddoppiate nel corso del terzo trimestre, con un incremento del 94,6% su base annua, alla cifra record di 84,5 milioni di unità. A dirlo sono gli analisti di Idc, secondo cui a trainare il settore dei “wearable” è la forte domanda di auricolari e cuffie senza fili, che rappresentano quasi la metà delle consegne complessive. Un terzo del mercato è in mano a Apple, che ha triplicato le consegne.Da luglio a settembre, cuffie e auricolari smart hanno raggiunto i 40,7 milioni di unità commercializzate, con un incremento del 242,4% rispetto agli 11,9 milioni del terzo trimestre 2018.”Auricolari e cuffie sono diventati il nuovo prodotto di riferimento per il mercato dei dispositivi indossabili”, rileva il ricercatore Ramon T. Llamas. Il fenomeno è iniziato con i produttori di smartphone che hanno eliminato la presa jack per le cuffie, favorendo la domanda di cuffie senza fili, spiega l’analista. In seguito l’offerta si è arricchita con prodotti più funzionali e dalle forme diversificate. dai minuscoli auricolari “true wireless” alle grandi cuffie “over-the-air”.Al secondo posto in classifica ci sono i bracciali per il fitness (19,2 milioni di unità), seguiti dagli smartwatch (17,6 milioni). Tra le aziende, Apple si conferma regina grazie alla popolarità dell’Apple Watch, degli AirPods e delle cuffie Beats.L’azienda di Cupertino, con 29,5 milioni di dispositivi consegnati, triplica i volumi rispetto ai 10 milioni del terzo trimestre 2018, e arriva a detenere oltre un terzo del mercato. Xiaomi è seconda con 12,4 milioni, e Samsung terza a 8,3 milioni. Fuori dal podio Huawei (7,1 milioni, il triplo rispetto ai 2,3 milioni di un anno fa) e Fitbit (3,5 milioni).

Aggiornamenti, ECONOMIA, Mondo, Notizie, Ultim'ora

BLOCCATI FONDI MURO MESSICO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

BLOCCATI FONDI MURO MESSICO

BLOCCATI FONDI MURO MESSICO DA UN GIUDICE FEDERALE DEL TEXAS, SI TRATTA DI 3,6 MILIONI DI $

AGGIORNAMENTO IN “MONDO”/”ECONOMIA”/ULTIM’ORA DELLE 02:35 DI MERCOLEDì 11 DICEMBRE 2019

BLOCCATI FONDI MURO MESSICO

WASHINGTON
Nuovo schiaffo per Donald Trump: un giudice federale del Texas ha proibito l’amministrazione Usa di usare i fondi dirottati dal Pentagono (3,6 milioni) per costruire il muro al confine col Messico. La decisione arriva in una causa intentata dalla contea di El Paso e dall’associazione ‘Border Network for Human Rights’, secondo cui il presidente ha abusato della sua autorità nel dichiarare l’emergenza nazionale per ottenere i fondi. PER TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO: CLICCA QUI