Blog

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE: Sudan, Bashir scioglie il governo Dichiarato lo stato di emergenza per un anno Trump: mi aspetto di vedere Xi prestoIl leader cinese: raddoppiare gli sforzi per un accordo sui dazi

MONDO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DELLE 22:11 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

MONDO

Il CAIRO

– Il presidente del Sudan, Omar al Bashir, ha dichiarato lo stato di emergenza per un anno e ha sciolto il governo, da dicembre bersaglio di manifestazioni di protesta, durante le quali sono morte decine di persone. Al Bashir, che ha preso il potere in un colpo di stato del 1989, ha anche detto che per ora non cambierà la costituzione per consentire a sé stesso di ottenere un terzo mandato.
– WASHINGTON

– Il presidente americano Donald Trump ha detto che potrebbe vedere il leader cinese Xi Jinping “in un imminente futuro”, probabilmente a fine marzo nella Casa Bianca d’Inverno di Mar-a-Lago, in Florida. Trump ha parlato in occasione dell’incontro con il vicepremier cinese Liu He a Washington, per il quale ha prolungato la sua permanenza nella capitale americana per tentare la stretta finale sull’accordo tra Usa e Cina.
Intanto, Xi Jinping ha scritto una lettera a Trump auspicando che vengano raddoppiati gli sforzi per trovare un compromesso al tavolo dei negoziati.         

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:41 ALLE 21:57 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

POLITICA

Pedofilia: summit in Vaticano, il dolore dei vescovi. ‘Spesso ciechi’
Seconda giornata dei lavori alla presenza del Papa, commosso davanti alle testimonianze delle vittime. Mons. Cupich: “Madri e padri ci hanno chiamato a rendere conto”

CITTA’ DEL VATICANO22 febbraio 2019 14:41

Seconda giornata del summit sula pedofilia in Vaticano con la testomonianza delle vittime degli abusi. Il cardinale arcivescovo di Chicago, Blase J. Cupich, nella sua relazione ha sottolineato come ” i vescovi siano stati spesso ciechi davanti ai danni degli abusi”. “Madri e padri ci hanno chiamato a rendere conto, semplicemente perché non riescono a capire come noi, vescovi e superiori religiosi, siamo stati spesso ciechi di fronte alla portata e ai danni degli abusi sessuali sui minori. I genitori stanno testimoniando la duplice realtà che deve essere perseguita oggi nella Chiesa: uno sforzo incessante per sradicare gli abusi sessuali del clero e il rifiuto della cultura clericale che tanto spesso ha generato quell’abuso”. “Anche il Papa ieri si è commosso” davanti alle video-testimonianze delle vittime .” Non so se ha pianto ma era coinvolto anche lui”. Lo dice ai giornalisti mons. Jean-Claude Hollerich, arcivescovo di Lussemburgo e presidente di Comece all’uscita dei lavori del summit sulla Protezione dei minori in corso in Vaticano. “È una grazia – ha aggiunto – poter ascoltare queste testimonianze. C’è qualche vescovo che dice che i giornali attaccano la Chiesa ma non è vero, se ne parlate ci fa del bene”. Sul tema del giorno ha osservato: “E’ una cosa importante che abbiamo questa accountability, non è una cosa di forma”.

Tav: Berlusconi, Salvini si è correttoImportanza infrastruttura va oltre collegamento con Lione

CAGLIARI22 febbraio 201915:51

– “Matteo Salvini si è corretto, la Tav si deve fare”. Così Silvio Berlusconi, conversando con i giornalisti in Sardegna. Il presidente di Fi era intenzionato a chiedere conto al leader della Lega della Tav che secondo il Cavaliere è un’infrastruttura che non solo collega Torino con Lione ma che collega Lisbona a Kiev.
Manovra bis: Giorgetti, non servirà”È già tutto scritto nella legge di bilancio”

22 febbraio 201915:51

– “Pensiamo di no, peraltro è già tutto scritto nella legge di bilancio”. Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti ha risposto ai cronisti che gli hanno chiesto se sarà necessaria una manovra correttiva, a margine di un evento sull’industria aerospaziale lombarda a Palazzo Pirelli.
Formigoni: M5s, pugno duro a corruzioneDa governo M5S dichiarata guerra a corruzione

22 febbraio 201915:59

– “Grazie al Movimento 5 Stelle questo governo ha dichiarato guerra alla corruzione. Guerra a un cancro che prosciuga l’Italia da decenni, perpetrato da una politica corrotta, da clientele, amici di amici, appalti e favori. Da oggi in Italia c’è un Governo che usa il pugno duro, durissimo”.
Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Stefano Buffagni per il quale “Formigoni è solo il primo di tanti che verranno colpiti dalla legge SpazzaCorrotti voluta dal M5S.
Niente più favori per i colletti bianchi e la politica, se sei un corrotto o un corruttore finisci dritto in carcere e ci rimani. Punto. Altro che servizi sociali come avvenuto per qualcuno in un recente passato…”.
Conte, Pil non è unico dato benessereNon concentrare programma governo solo su homo economicus

22 febbraio 201916:03

– “Non possiamo solo concentrarci sul Pil, che ci serve perché è un parametro fondamentale, che però dobbiamo integrare con indicatori del benessere equo e sostenibile che abbiamo già peraltro introdotto nel Def”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte all’evento “Lo Stato dei beni comuni: i sindaci nell’aula di Montecitorio”. “Non dobbiamo basare la programmazione economica solo sull’homo economicus”, insiste il premier.
Regione sarda porta Governo in tribunaleAzione per ottenere 285 milioni trattenuti dallo Stato

CAGLIARI22 febbraio 201916:14

– La Regione Sardegna porta il Governo in tribunale sulla vertenza accantonamenti. E’ stato depositato oggi a Cagliari il ricorso contro il Ministero dell’Economia e contro il presidente del Consiglio Giuseppe Conte “per l’accertamento del diritto di credito pari a 285,3 milioni di euro per il 2018 oltre a 33,4 milioni per ogni annualità 2016, 2017, 2018”.
Una decisione all’indomani dall’impugnazione, sempre da parte della Giunta regionale, dell’ultima legge di stabilità nazionale a seguito della sentenza dell’11 gennaio scorso con cui la Corte Costituzionale invitava il Governo a trovare un accordo equo in termini di accantonamenti senza esercitare “principi tiranni” per la necessità di salvaguardare le casse nazionali.
Renzi, andremo a processo, non scappiamoFiero della difesa dei miei genitori, vedremo chi ha ragione

RINO22 febbraio 201920:01

– “Sono fiero e orgoglioso che mio padre e mia madre vogliano difendersi in un processo. Sono orgoglioso di essere loro figlio e ai magistrati dico: noi non vogliamo impunità, immunità, scambi per non andare a processo.
Noi non scappiamo come fanno gli altri, vogliamo andare in quell’aula. Perché lì vedremo chi ha ragione e chi torto”. L’ex premier Matteo Renzi torna a parlare così dell’arresto dei genitori dal palco del Lingotto di Torino.
Renzi, non molliamo, non siamo finitiAuguri a Chiamparino, si contrappone a cialtroni nazionali

TORINO22 febbraio 201920:14

– “Di fronte alle difficoltà tutti ci dicono che siamo finiti, ma noi siamo quelli che restano e che non mollano mai”. Matteo Renzi ha ripreso con queste parole, al Lingotto di Torino, il tour per la presentazione del suo libro, che aveva interrotto per l’arresto dei genitori. L’ex premier è stato accolto dalla standing ovation di una Sala Gialla gremita.
Tra i primi ringraziamenti quello a Sergio Chiamparino: “In bocca al lupo per la campagna che nei prossimi mesi lo vedrà contrapporsi ai cialtroni nazionali”.
Autonomia: Buffagni, va fatta beneNon giocare su aspettative persone. Nodi anche su scuola-risorse

22 febbraio 201920:23

– “Qualcuno si è dimenticato di due nodi fondamentali, istruzione e risorse e sulla scuola non si scherza!Non mi piace che si giochi sulla pelle delle persone, per me le cose se si vogliono fare le si deve fare bene e in trasparenza, non a titoli”. Lo afferma il sottosegretario M5S Stefano Buffagni, interpellato sul dossier Autonomia. “I cittadini di tutta Italia vanno rispettati”, spiega Buffagni che, quando era consigliere regionale lombardo, è stato tra i sostenitori del referendum sull’Autonomia.
Berlusconi, Ppe si allei a ConservatoriSfida del mondo adesso è Cina contro Occidente

22 febbraio 201920:24

– “Il Ppe deve lasciare i socialdemocratici e mettersi con i conservatori di destra, e poi cambiare l’Europa. Io con le conoscenze che ho posso aiutare a cambiare l’Europa”. Lo dice Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, ospite di Pomeriggio Cinque. Più in generale, sulla politica estera, l’ex premier afferma: “Dobbiamo mettere insieme una forza occidentale che includa la Russia e sappia contrastare il dominio della Cina. La grande sfida che il mondo ha davanti è questa: Cina contro Occidente. E il signor Berlusconi che ha un po’ di esperienza da statista – aggiunge parlando di sé in terza persona – si rende nuovamente utile per far sì che non si realizzi”.
L’Espresso rinasce tra Europa e veritàDal 24/2 settimanale si rinnova, ‘luogo dove confrontarsi’

22 febbraio 201917:36

Nasce il nuovo L’Espresso e sarà come ”un luogo di carta dove confrontarsi”, nello spirito guida di due parole che davano anche il titolo alla serata di presentazione dello storico settimanale: Europa e Verità. ”Parole fuori moda”, sottolinea dal palco il direttore Marco Damilano, ma il nuovo L’Espresso – in edicola da domenica 24 febbraio con La Repubblica – non punta certo ad essere glamour quanto a indagare la sostanza dei fatti, ”raccontare sempre qualcosa che non si sapeva prima”, difendere i diritti ”che non sono mai del tutto acquisiti”, perchè ”il giornalismo è prima di tutto un lavoro di ricerca”. E allora spazio alle inchieste (questa volta in copertina quella dedicata a Matteo Salvini e al suo viaggio in Russia), ma anche ai Reportage , alle Idee nel paginone centrale, alla Parola della settimana (qui è Insieme), per concludere con le Storie, racconti lunghi, quasi sempre veri ma a volte di fantasia, dall’Italia e dal mondo. Parte così una fase nuova, che vuole percorrere nuove strade non soltanto per la testata nata nel 1955 ma per ritrovare il senso stesso del fare giornalismo oggi: ”coniugando insieme fedeltà alla tradizione e modernità, con cambiamenti importanti”, chiosa l’editore, il presidente del Gruppo Gedi Marco De Benedetti. Di questo si è parlato nell’affollato Teatro Argentina di Roma, dove in una serata intervallata dalle letture di Isabella Ragonese – a partire simbolicamente dalle pagine di Anna Politkovskaja – si sono confrontati sul palco intellettuali e giornalisti, da Marcelle Padovani a Roberto Saviano, da Javier Cercas a Massimo Cacciari, con ovviamente la parola della testata a partire dal direttore Marco Damilano e dal vicedirettore Lirio Abbate. Se Padovani snocciola i numeri negativi del suo Nouvel Observateur ad ostentare una doccia di realtà (”abbiamo adottato una linea simile e negli ultimi cinque anni siamo passati da 530 mila copie a 230 mila ma ci siamo stabilizzati”) e invoca come un miraggio ”la notizia, perchè di notizie ne vedo troppo poche”, in conclusione Cacciari spiega che a suo avviso ”la notizia non esiste più e non ha più senso”. Nel mezzo si colloca la ricerca della verità che per Saviano è travolta dal fattore dinamico della velocità, in un mondo in cui il presidente degli Stati Uniti twitta insulti contro i giornalisti senza che nessuno si scomponga, in cui ”il web ha preso il posto del quotidiano, i quotidiani quello dei settimanali e ai settimanali è affidato un ruolo tutto da definire”. C’è lo spazio di quel ”ritardo che è fondamentale per pensare”, dice lo scrittore citando un libro di Thomas Friedman, e in cui ”bisogna resistere”, per ”creare un punto di vista non istantaneo”. ”La verità è nel dire no”, sostiene invece Cercas, che cita l’esempio di Pasolini e Sciascia per l’Italia, ma non nasconde che ”oggi la menzogna ha un potere straordinario”. ”Il giornalismo oggi è impotente – aggiunge lo scrittore – non bisogna solo dire la verità ma anche smascherare la menzogna”. Un baluardo contro la menzogna certo, che però conclude Massimo Cacciari, deve avere come missione ”quella di far capire l’utilità e la necessità dell’Europa. Bisogna spiegare ai cittadini che serve per il loro benessere”.

 

POLITICA

Martina al Lingotto, vicini a Renzi
Di fronte al pericolo destre non possiamo dividerci

TORINO22 febbraio 201920:34

– “Esserci era doveroso, innanzitutto sul piano umano. Un partito è una comunità, quando ci sono leadership come quella di Matteo Renzi, che vivono passaggi delicati, è importante essere presenti”. Così Maurizio Martina, candidato segretario Pd, al Lingotto di Torino per la ripresa del tour dell’ex premier. “Di fronte a questa destra pericolosa, non possiamo permetterci il lusso di dividerci – aggiunge -. Se tocca a me, dal 4 marzo si lavora unitariamente. I veri avversari sono Salvini, Di Maio e Berlusconi”.
Berlusconi, M5s incapace, Lega strapperàI 5 Stelle sono un grave pericolo per l’Italia e per l’Europa

22 febbraio 201920:35

– “I grillini sono buoni a nulla ma capaci di tutto: un grave pericolo per l’Italia e per l’Europa”.
Lo dice a Pomeriggio Cinque Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia. Secondo l’ex premier “saranno i fatti a costringere la Lega” a lasciare il M5S “e a venire con noi” dopo le europee.
“Ci saranno molti leghisti – scommette – che imporranno un cambiamento”.
Ue: Meloni, da urne fine patto Ppe-SdConservatori saranno anello alleanza popolari-populisti

22 febbraio 201920:39

– “Spero che dalle urne possa uscire un segnale chiaro che ponga fine a quel patto scellerato tra i socialisti e i popolari che ha tradito gli ideali europei e ci ha consegnato un’Unione che ha calpestato le identità e la dignità dei popoli per fare gli interessi dei burocrati e della finanza speculativa”. Così Giorgia Meloni alla Convenzione di Acre, l’alleanza dei conservatori e riformisti europei che si riunisce a Roma dopo aver formalizzato l’ingresso di Fdi. “Noi non siamo antieuropeisti: lo sono quelli che hanno trasformato un sogno in un comitato d’affari” premette dal palco della convention la presidente di Fdi.         

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

Guterres: evitare violenze in Venezuela MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Guterres: evitare violenze in Venezuela

Portavoce Onu Dujarric, ‘riprovevole qualsiasi perdita di vite’

AGGIORNAMENTO DELLE 21:34 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

Guterres: evitare violenze in Venezuela

WASHINGTON

– Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres lancia un “forte appello” alle parti in Venezuela per evitare ogni tipo di violenze. Lo ha detto il portavoce del Palazzo di Vetro di New York Stephane Dujarric. “Qualsiasi perdita di vite umane e’ da considerare riprovevole”, ha aggiunto il portavoce.         

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Boom terrapiattisti, è ‘colpa’ di YouTube Studio, video su piattaforma primo modo per propaganda Twitter cambia, chiede il parere agli utentiLancia programma con test, tutti possono partecipare – Apple e Goldman Sachs, accordo per carta di credito E’ scommessa per due big, attesa nel corso dell’anno Pinterest deposita i documenti per l’IpoWsj, obiettivo e’ quotazione entro fine giugno Al via fiera ‘mobile’ Barcellona, tra telefoni pieghevoli e 5GAl Mobile World Congress si parte con Huawei e Nokia

TECNOLOGIA

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

DELLE 20:10 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

TECNOLOGIA

Se ci sono così tanti ‘terrapiattisti’ la colpa è di YouTube. Lo afferma uno studio della Texas Tech University presentato al meeting della American Association for the Advancement of Science, secondo cui sono proprio i video caricati su questa piattaforma ad aver convinto la maggior parte dei cospirazionisti.
“YouTube è dove i primi video sulla Terra piatta sono stati postati nel 2014 – spiega Alex Olshansky, uno degli autori -. Poichè gli algoritmi di YouTube raccomandano filmati che assomigliano a quelli già visti, una volta trovato un video terrapiattista è come entrare nella ‘tana del coniglio'”.
I ricercatori hanno partecipato alla prima conferenza internazionale dei terrapiattisti, intervistando 31 partecipanti, e tutti hanno dichiarato di aver trovato le prime informazioni proprio su YouTube.
“Molti hanno perso amici e persino parenti o lavori a causa di questa convinzione – spiega l’esperto -. La maggioranza aveva la propria comunità, l’ha persa e quindi è entrato in quella dei terrapiattisti. Le persone su cui argomenti religiosi o cospirazionisti non fanno presa sono stati convinti proprio da quelli ‘pseudoscientifici’ su YouTube”.

TECNOLOGIA

Twitter sta per portare innovazioni alla piattaforma e chiama a raccolta il giudizio degli utenti. Ha aperto un test che si chiama Prototype Programme, basta iscriversi per partecipare.
“Vuoi aiutarci a creare alcune nuove funzionalità di Twitter? Vogliamo che sia più facile leggere, capire e partecipare a conversazioni e ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Iscriviti per essere uno dei primi a provare la nostra nuova app prototipo, twttr. #LetsHaveAConvo”, scrive Twitter sul suo profilo.

Il nuovo design, secondo le indiscrezioni, renderà più facile vedere le conversazioni tra gli utenti con le risposte che avranno una forma grafica più arrotondata simile ad un messaggio di testo. E dovrebbero cambiare i colori con cui gli utenti visualizzeranno i post.
Con il restyling Twitter dovrebbe nascondere anche il numero dei mi piace, dei retweet e delle risposte di un tweet. I numeri saranno visibili all’utente solo dopo aver retwittato, messo mi piace o risposto al tweet originale. Non è chiaro se tra le novità ci possa essere l’opzione di modifica dei tweet.
La prima ondata di test inizierà dall’applicazione dedicata ad iOS, il sistema operativo per dispositivi mobili di Apple, in seguito dovrebbe arrivare anche per Android e per la versione web.

TECNOLOGIA

Apple e Goldman Sachs si alleano. E si apprestano a lanciare una loro carta di credito, abbinata a nuove funzionalità dell’iPhone che consentiranno a chi la usa di gestire al meglio i propri soldi. L’arrivo è atteso più avanti nel corso dell’anno e si tratta di una scommessa per la big di Wall Street e per la prestigiosa banca di Wall Street.
Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, sottolineando che la carta di credito dovrebbe girare sul circuito Mastercard e consentire a chi la usa di ottenere il 2% indietro per ogni acquisti.
Per Goldman Sachs si tratta dell’esordio: una prima importante nei suoi sforzi di affermarsi presso il grande pubblico, scrollandosi dalle spalle l’etichetta di banca per i ricchi.
Pinterest ha depositato alla Fed, in via riservata, la documentazione per una sua Initial public offering, con la quale cerca una valutazione da almeno 12 miliardi di dollari.Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali alla quotazione del social delle immagini starebbero lavorando Goldman Sachs e JPMorgan.L’obiettivo sarebbe lo sbarco in Borsa alla fine di giugno.
Telefoni che si aprono a libro per fungere sia da smartphone che da tablet, e l’avvio del 5G, le nuove e veloci reti di telefonia mobile che si preparano a connettere a internet miliardi di oggetti, dal frigo all’auto, dalle macchine industriali alle luci delle città. E’ uno sguardo sul futuro quello che offre il MWC19, la fiera della telefonia di Barcellona che quest’anno abbandona il vecchio nome – Mobile World Congress – per identificarsi solo con l’acronimo: un modo per togliere enfasi dal “mobile” e abbracciare tutte le nuove forme di connessione e comunicazione.La kermesse aprirà i battenti lunedì 25 febbraio, su una superficie di 100mila metri quadrati dove troveranno posto 2.200 aziende. Da Qualcomm a Zte, da Facebook a Google, passando per l’automotive con Bmw, Seat e Mercedes, i big ci saranno tutti o quasi.I riflettori si accenderanno anche nel weekend che precede la fiera, dove i protagonisti saranno i produttori di smartphone.Oppo, Huawei e Xiaomi sono attesi con i loro pieghevoli. Nel segmento, che dovrebbe innovare e rivitalizzare il mercato dei cellulari, Samsung ha giocato d’anticipo presentando nei giorni scorsi il Galaxy Fold. In campo ci sono poi il marchio Nokia, con il primo top di gamma, e LG, con una nuova linea completa.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE: Formigoni in carcere, ‘è tranquillo’ A Bollate in corso valutazioni per stabilire la cella idonea Forte vento, domani scuole Napoli chiuseDecisione Comune dopo avviso criticità Protezione Civile Riaperta la strada Norcia-ArquataTransito consentito senza limiti di orario Task force Ministero al Maria VittoriaIspettori devono accertare se sono state rispettate procedure Stefani, ci sono testi su autonomia Nodi con 4 ministeri. A Conte consegnati documenti completi

CRONACA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:51 ALLE 19:25 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

CRONACA

Roberto Formigoni è apparso “sereno” e “tranquillo” agli operatori del carcere di Bollate con i quali ha sostenuto una serie di colloqui. Colloqui tra cui quello con un educatore incaricato di capire se, in base alle condizioni psicologiche, ci siano misure particolari da adottare per tutelare la sua salute. Da quanto è trapelato sono in corso le valutazioni per stabilire quale sia la cella idonea ad ospitarlo considerando la compatibilità con i compagni con cui dovrà dividere uno spazio ristretto.
NAPOLI

– L’Amministrazione comunale di Napoli ha emanato un’ordinanza con la quale ha disposto per la giornata di domani la chiusura di tutte le scuole cittadine pubbliche e private, compresi gli asili nido, di ogni ordine e grado, dei parchi e dei cimiteri centrali e periferici cittadini. La decisione di Palazzo San Giacomo è maturata dopo che la Protezione civile della Regione Campania ha emanato un “avviso di criticità meteo” nel quale sono previsti tra l’altro “venti forti o localmente molto forti nord-orientali, con possibili raffiche” oltre che a “precipitazioni locali, prevalentemente nevose oltre i 200 metri e localmente anche a quote inferiori, con apporto al suolo da debole a localmente moderato”. Ed ancora, previsti “mare agitato al largo e lungo le coste esposte, con possibili mareggiate. Gelate oltre i 200-300m, soprattutto sul settore interno della zona”.
– PERUGIA

– E’ stato riaperto il transito sull’itinerario stradale Norcia-Arquata del Tronto senza alcuna limitazione di orario a tutte le autovetture e ai veicoli fino a 3,5 tonnellate, grazie all’avanzamento dei lavori di ripristino post-sisma in corso da parte dell’Anas.
Il collegamento era rimasto interdetto a causa dei gravi danni causati dalle scosse sismiche registrate tra agosto 2016 e gennaio 2017 sulla strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre” e sulla viabilità provinciale sottostante.
“La riapertura di questo importante collegamento – ha affermato l’amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini – è il risultato della fattiva collaborazione di tutti gli enti e le amministrazioni coinvolte nel tavolo tecnico coordinato dalle prefetture di Ascoli e Perugia”.
TORINO

– Il ministro della Salute, Giulia Grillo, manderà una task force all’ospedale Maria Vittoria di Torino dove è morto un bimbo di 20 giorni, visitato per una rinite è morto, una volta tornato a casa, per broncopolmonite.
Il ministro – si legge in una nota – ha disposto un’ispezione per fare chiarezza. Gli ispettori dovranno accertare se a determinare il decesso abbiano contribuito difetti organizzativi e se siano state rispettate tutte le procedure previste a garanzia della qualità e sicurezza delle cure”.
Faranno parte della task force – informa la nota – ispettori del Ministero, esperti dell’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) e Carabinieri del Nas. –

Stefani, ci sono testi su autonomia
Nodi con 4 ministeri. A Conte consegnati documenti completi

– “Il 14 Febbraio ho consegnato al CdM i testi delle tre bozze di intesa. I testi contengono il frutto di un lavoro serio, ponderato e pesato nei dettagli e fatto tra le regioni e tutti i ministeri competenti. I testi ci sono dunque, quello che manca per giungere alla firma dell’intesa è un accordo su importati nodi specifici che si sono generati tra i ministeri di Infrastrutture, Salute, Ambiente e Beni culturali su alcune richieste avanzate da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna”. Lo afferma il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Erika Stefani. “Per questo si é ritenuto necessario un tavolo politico per dirimere questioni politiche ancora aperte”, aggiunge. “I testi che ho dato a Conte e ai ministri sono completi. C’è sia la parte sulla quale è stato raggiunto un accordo che quella dove sono evidenziati i nodi ancora da sciogliere. Tutti sono quindi a conoscenza sia dell’impianto che dei dettagli delle intese”, conclude Stefani.

STAMPA
Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:50 ALLE 18:50 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

CALCIO

Atalanta, Gasperini ‘pochi cambi’
Il tecnico alla vigilia: ‘Alternative solo in difesa’

BERGAMO 22 febbraio 2019 13:50

– Alla vigilia dello scontro diretto da Europa League in casa del Torino, Gian Piero Gasperini esclude il ricorso a un ampio turnover con la semifinale di andata di Coppa Italia in vista. “Non è giusto dire che non pensiamo alla Fiorentina, ma per me domani è uno scontro importante – ragiona l’allenatore dell’Atalanta -. Possiamo mettere un fosso con una diretta concorrente, che vincendo ci raggiungerebbe in classifica”. Spazio ai ricambi quasi solo dietro: “Abbiamo qualche alternativa in più in difesa, vedi Djimsiti che giocherà sicuramente perché in Coppa Italia è squalificato come Freuler – chiude il tecnico nerazzurro -. Per il resto, la formazione sarà per giocare la partita al meglio delle nostre possibilità. E Gomez non ci sarà, il problema al flessore sinistro gli impedisce di scattare”.
Hutter, felici di incontrare l’InterTecnico Eintracht, ‘ora cominciare bene con l’andata in casa’

FRANCOFORTE22 febbraio 201916:25

“Abbiamo visto il sorteggio tutti insieme e siamo felici dell’abbinamento con l’Inter.
Andremo a giocare in un bellissimo stadio, contro un grande club. E’ sempre importante iniziare bene, con la sfida d’andata, ci va benissimo di giocarla in casa”. Così l’allenatore dell’Eintracht Francoforte, Adolf Hutter, sull’esito del sorteggio di Europa League che ha abbinato l’Inter alla sua squadra.
“Davanti ai nostri tifosi dovremo fare bene conto una squadra importante come l’Inter: ce la giocheremo”, ha aggiunto Hutter.
Ancelotti, Salisburgo è ottima squadra’Hanno esperienza internazionale, dovremo fare 2 grandi partite’

NAPOLI22 febbraio 201916:26

“Il Salisburgo è un’ottima squadra con grande esperienza internazionale. Basti ricordare che solo pochi mesi fa ha giocato la semifinale di Europa League”. E’ il commento di Carlo Ancelotti dopo il sorteggio per gli accoppiamenti degli ottavi di finale di Europa League. “Nel girone – ha commentato Ancelotti sul canale Twitter del calcio Napoli – ha vinto 6 partite su 6 e dovremo fare due grandi partite!”.
Zanetti, Icardi? Serve un chiarimentoVicepresidente Inter: il bene del club e’ prioritario

NYON (SVIZZERA)22 febbraio 201915:11

– “Mauro Icardi e’ sempre un giocatore importante per noi. Quando sorge un problema in seno alla squadra bisogna confrontarsi nello spogliatoio”. Lo ha detto il vicepresidente dell’Inter Javier Zanetti a margine del sorteggio degli 8/i di Europa League. Il dirigente si e’ espresso sulla situazione dell’ormai ex capitano nerazzurro. “Mi spiace per la situazione che si e’ creata. Bisogna chiarire cio’ che c’é da chiarire per il bene della squadra”, ha detto.’ Sulla decisione del club di togliere la fascia al n.9, Zanetti ha detto: “è stata una decisione approfondita, si e’ studiato bene tutto cio’ che vi era da capire”. Per Zanetti, che fu a lungo capitano dell’Inter, “la fascia e’ importantissima. Il comportamento del capitano e’ particolarmente osservato. Deve essere un esempio per i compagni e suscitare rispetto per ciò che fa”. Zanetti non ha ancora parlato con Icardi: “bisogna lasciare passare un po’ di tempo, che la situazione si calmi. Ma non ho problemi a confrontarmi con lui, e sono fiducioso”.
Fiorentina: Pioli, settimana importanteAllenatore: “Chiesa non è un simulatore, deve continuare così”

FIRENZE22 febbraio 201915:40

– “Con la partita di domenica contro l’Inter si apre una settimana importante, ci arriviamo bene mentalmente e fisicamente, consapevoli delle difficoltà che incontreremo, ma anche delle nostre potenzialità”. Così Stefano Pioli, aspettando la sfida con l’Inter di domenica al Franchi, che precederà la semifinale d’andata della Coppa Italia il 27 febbraio contro l’Atalanta. “L’Inter è probabilmente adesso la squadra più in forma – ha evidenziato il tecnico viola -. Per mia fortuna, tranne Pezzella e Mirallas, ho tutti a disposizione”. Fra questi, Federico Chiesa, che anche domenica sarà capitano ed è reduce dalle polemiche innescate dal presidente della Spal, poi scusatosi. “Federico deve continuare così, concentrato, dentro e fuori dal campo. Sta diventando sempre più forte, subisce tanti colpi, non è un simulatore. Mi riferisco agli attacchi che ha ricevuto nel girone d’andata e domenica scorsa, anche da ex calciatori”.
M.Lopez:Rifiutai Wanda come procuratrice’Suo tono per trattare ciarliero. Dirigenza Inter si è stancata’

22 febbraio 201915:43

– “Una volta Wanda mi chiese di diventare mia procuratrice, ma rifiutai. Credo ci siano donne molto capaci per questo lavoro: bisogna separare il lavoro dalla famiglia. Personalmente non volevo mischiare le due cose.
Leggendo certe notizie credo che, fra le tante mie scelte sbagliate, quella fu giusta”. Così Maxi Lopez, in un’intervista concessa al giornalista argentino Fernando Niembro, torna a parlare dell’ex moglie, Wanda Nara. “Credo che il tono di Wanda per trattare con i dirigenti italiani sia molto ciarliero – aggiunge -. Il linguaggio del calcio è diverso e non lo impari da un giorno all’altro. Credo che i dirigenti dell’Inter siano stufi. Anche perché, il rendimento di Icardi non è lo stesso. Un giocatore di un certo livello deve essere affiancato da una persona di un certo livello”.
Di Francesco:Sarri?Ambiente destabilizzaAllenatore Roma: “Per me solo chiacchiere, Monchi mio referente”

ROMA22 febbraio 201915:46

– “Che effetto mi fa leggere che Baldini e Sarri si sarebbero visti a Londra? Questo è un ambiente che destabilizza, tirando fuori sempre qualcosa che non ha senso, come questa storia. A me non interessa, Monchi rimane sempre il mio referente, il resto per me sono solo chiacchiere.
Mi interesse il Frosinone e basta”. Così l’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, sulle voci di mercato legate a un possibile futuro di Maurizio Sarri, attuale allenatore del Chelsea, sulla panchina giallorossa.
Frosinone-Roma, Di Francesco: ‘Niente figuracce’Tecnico: ‘Approccio partita sarà fondamentale, dobbiamo vincere’

ROMA22 febbraio 201918:01

Il derby contro la Lazio e il ritorno col Porto in Champions possono attendere, “la partita più importante è la prossima col Frosinone”. Eusebio Di Francesco prova così a tenere alta l’attenzione a Trigoria, in vista della trasferta di domani. “Si rischia di fare figuracce se prendiamo sottogamba un avversario che lotta per la salvezza – ricorda il tecnico della Roma, ancora scottato per l’ultima prestazione col Bologna -. L’approccio alla partita, quindi, è fondamentale, non la possiamo sbagliare, dobbiamo vincere”. “I diffidati? Alcuni giocheranno sicuramente, ma farò delle valutazioni in base al turn-over, a chi ritengo debba recuperare delle energie anche nervose”, aggiunge Di Francesco, aprendo a un possibile turno di riposo per Zaniolo: “Ha giocato tanto ed è probabile che parta dalla panchina. De Rossi sarà titolare, così come Dzeko, che spero si sblocchi. Pastore? Domani si potrebbe rivedere in campo, e anche Perotti potrebbe essere della partita”.
LaLiga: ostacolo Siviglia per il Barcellona –

Stasera apre Espanyol-Huesca, Atletico col Villarreal

22 febbraio 201917:31

Verifica importante per il Barcellona, un po’ sulle gambe e troppo dipendente da Messi. I catalani dopo il pari di Lione giocano a Siviglia contro la quarta forza della Liga, che ha estromesso la Lazio in Europa League, ma che e’ tallonata a un punto dalle due sorprese Alaves e Getafe, che hanno un turno abbordabile. Cerca riscatto il Real col Levante dopo la figuraccia col Girona. Passerella al Wanda col Villarreal per l’Atletico di Simeone dopo il trionfo con la Juve di Ronaldo.Il quadro della 25/ma giornata

Espanyol-Huesca staseraGetafe-Rayo Vallecano sabato ore 13Siviglia-Barcellona ore 16:15 Alavés-Celta Vigo ore 18:30Athletic-Eibar ore 20:45Leganés-València domenica ore 12Atlético Madrid-Villarreal ore 16:15Valladolid-Betis ore 18:30Levante-Real Madrid ore 20:45Girona-Real Sociedad lunedì ore 21

Fifa stanga il Chelsea, stop mercato e Higuain diventa casoIrregolarità tesseramenti U.18. Zidane sfuma, Pipita torna a Juve?

22 febbraio 201916:42

Blocco del mercato in entrata per due sessioni, quindi fino alla ‘finestra’ del gennaio 2020 compresa, e 600mila franchi svizzeri (circa 530mila euro) di multa. E’ questa la sanzione decisa dalla Fifa a carico del Chelsea per violazione delle norme sui trasferimenti internazionali di giocatori Under 18, quindi minorenni. E’ una violazione delle regole per la quale in passato era già stato punito il Barcellona, e ora tocca ai Blues i cui movimenti avrebbero coinvolto in tutto ben 92 giovani calciatori. Anche le altre due grandi di Spagna, Real Madrid e Atletico Madrid, in passato sono state punite dalla Fifa per lo stesso motivo e identica sanzione: i periodi presi in esame, e in cui sarebbero avvenute le violazioni in tema di giocatori minorenni, sono stati gli anni dal 2007 al 2014 per l’Atletico e 2005-2014 per il Real.
E’ poi curioso notare che nove anni fa il Chelsea era già stato punito con il blocco del mercato, per il caso dell’allora 17enne Gael Kakuta, ma poi il Tas aveva annullato il provvedimento. Inutile aggiungere che il club londinese ha fatto ricorso anche adesso e ricorrerà ad ogni eventuale grado di giudizio: “Il Chelsea rifiuta categoricamente i risultati della commissione disciplinare della Fifa e per questo motivo presenterà ricorso”.
A livello di calciatori, c’è anche un caso Higuain: ospite di Rmc Sport, l’avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo, ha spiegato colsì la questione: “Higuain può tornare alla Juventus? assolutamente sì.
C’è la possibilità che Higuain torni alla Juventus – ha detto Grassani -, perché con questo blocco del mercato il Chelsea non può fare ingressi in prestito o a titolo definitivo. Questa sanzione lo inibisce dal riscatto. Ora si genererà un gioco delle parti in base al rendimento dell’argentino. Se Higuain, che ha un ingaggio pesante, non rende al meglio, il Chelsea non proverà a forzare per tenerlo mentre la Juventus in questo caso farà di tutto per non riprenderlo. Potrebbe essere una partita a scacchi”. Che la Juve, va aggiunto, non vorrebbe giocare.

Bundesliga: lo Stoccarda apre a Brema

Dortmund rischia col Leverekusen, Bayern ospita l’Hertha

22 febbraio 201917:31

Il Dortmund e’ una capolista in crisi. Da un mese non vince, e’ stato eliminato in Coppa e ha compromesso la Champions con lo sciagurato 0-3 col Tottenham. Prova a ripartire in casa col Leverkusen. I bavaresi, che da dicembre hanno vinto 9 gare con una sconfitta, oltre al positivo 0-0 a Liverpool, tentano di riagganciare la battistrada affrontando l’Hertha. Degne di interesse anche Moenchengladbach-Wolfsburg e Lipsia-Hoffenheim.Il quadro della 23/ma giornata

Werder Brema-Stoccarda stasera
Friburgo-Augusta sabato ore 15:30
Bayern Monaco-Hertha Berlino
Mönchengladbach-Wolfsburg
Magonza-Schalke
Fortuna-Norimberga ore 18.30
Hannover-Eintracht domenica ore 15:30
Borussia Dortmund-Bayer Leverkusen ore 18
Lipsia-Hoffenheim ore 20.30

Ad Ancelotti premio ‘Primo Tricolore’Tecnico scelto per la sua lotta al razzismo, martedì la consegna

LOGNA22 febbraio 201918:14

– Martedì a Reggio Emilia, alle 15 in Comune, Carlo Ancelotti sarà insignito del premio ‘Campione del Primo Tricolore’. Il riconoscimento è stato istruito nel 2015 per personalità che nell’ambito sportivo si distinguono nella promozione di quei valori che proprio la bandiera nazionale racchiude e cioè quelli della libertà, della solidarietà e dell’uguaglianza. Il tecnico del Napoli, secondo gli organizzatori, è uno dei volti in prima linea nella lotta al razzismo nel calcio ed è proprio per questo che Reggio Emilia ha deciso di premiarlo. “Premio Campione del Primo Tricolore per il sociale – si legge nella motivazione del premio presieduto da Salvatore Salerno – one shot against racism: Carlo Ancelotti è la persona individuata per questo alto riconoscimento e confidiamo, viste le origini, possa il vessillo del Primo Tricolore essere maggiormente apprezzato”.

Barca: Felipe Luis alternativa a J.AlbaIl brasiliano è in scadenza di contratto con l’Atletico Madrid

febbraio 201915:58

– Il Barcellona è un club sempre proiettato verso il futuro. Il club catalano pensa a individuare un’alternativa a Jordi Alba, avviato comunque sulla via del rinnovo. Il nome che il Mundo deportivo ha tirato in ballo è quello del brasiliano Felipe Luis, attualmente in forza all’Atletico Madrid, ma con un passato al Chelsea. Il giocatore è in scadenza di contratto con il club ‘Colchonero’ e a giugno sembra destinato a lasciare il Wanda Metropolitano: sarebbe un grando colpo per chi dovesse ingaggiarlo ed è per questo che si è fatto avanti il Barcellona, sempre a caccia di giocatori di qualità, o comunque in grado di elevare il tasso tecnico della squadra. Nell’attesa che il giovanissimo Juan Miranda, classe 2000, maturi, i blaugrana hanno necessità di poter fare affidamento su un giocatore esperto, pronto per i grandi palcoscenici. Felipe Luis, che ad agosto compirà 34 anni, è il profilo giusto come alternativa a Jordi Alba.
Livorno, Spinelli elogia PreziosiImprenditore, dove prende giocatori come Piatek lo sa solo lui

GENOVA22 febbraio 201916:03

– “Preziosi ha il Genoa, sta facendo bene a Genova, deve rimanere, lo dico per i genoani. Non la pensano tutti come me, però io dico che sta facendo bene, trova gli attaccanti a mille euro rivendendoli a centomila, questo è un grande fenomeno”. Lo sostiene l’imprenditore ed ex patron del Genoa Aldo Spinelli stamani a Genova. “Dove va a prendere i giocatori lo sa solo lui – commenta Spinelli – io ho fatto la mia parte nel calcio ligure, credo che sia giusto che eventualmente un domani, quando Preziosi deciderà di andare via, ci siano altri imprenditori. Io ho già il Livorno che è un peso notevole, credetemi”.
Europa League: gli orari delle italianeAprirà la sfida fra l’Eintracht di Francoforte e l’Inter

NYON (SVIZZERA)22 febbraio 201916:09

– L’Uefa ha diramato gli orari delle partite degli ottavi di finale di Europa League (7 e 14 marzo). Questi quelli delle formazioni italiane. Andata.
Giovedì 7 marzo: alle 18,55, Eintracht Francoforte-Inter e alle 21, Napoli-Salisburgo. Ritorno. Giovedì 14 marzo: alle 18,55, Salisburgo-Napoli e alle 21, Inter-Eintracht Francoforte.
Pioli: Di pallone parlano mamma e figliaCosì tecnico Fiorentina dopo polemica innescata da Collovati

FIRENZE22 febbraio 201916:22

– “Chi parla di calcio in casa mia sono mia madre, che crede di saperne più di tutti, e mia figlia, che guarda tutte le partite insieme con me”. Lo ha detto Stefano Pioli, commentando la polemica di questi giorni, nata dalle dichiarazioni di Fulvio Collovati su calcio, tattica e donne.
Insigne, vogliamo finale Europa League’Siamo un gruppo solido che crede nelle proprie potenzialità’

POLI22 febbraio 201916:26

”L’obiettivo è la finale di Europa League”. All’indomani della vittoria sulla Zurigo, Lorenzo Insigne descrive ai microfoni di Radio Kiss Kiss le proprie sensazioni e le ambizioni della squadra. ”Crediamo di poter fare strada in Europa League. Ieri abbiamo giocato con la giusta determinazione. Ancelotti ci ha chiesto di avere massima concentrazione e di spingere sin da subito. Ci siamo riusciti e siamo fiduciosi di poter continuare il cammino in Europa”.
”Questo – ha anche detto l’attaccante – è un gruppo solido che crede alle proprie potenzialità. Lavoriamo tanto e so quanti sacrifici abbiamo fatto in questi anni per poter crescere. Ora abbiamo la possibilità di puntare a un grande trofeo e ce la metteremo tutta per arrivare in fondo”.

Palermo: raccolta fondi per gli stipendiContatti anche con attori ed esponenti di spicco della città

PALERMO22 febbraio 201916:28

– Una campagna di crowfunding per consentire a chiunque di contribuire alla salvezza del Palermo in vista del rischio di penalizzazione in cui la società incorrerà se non saranno versati gli stipendi entro la prossima scadenza di metà marzo. Ad annunciarla è una nota della Damir, la società che si occupa di pubblicità che ha già messo al riparo il Palermo dalla penalizzazione saldando gli emolumenti di novembre e dicembre entro il 18 febbraio. “In attesa – si legge sulla nota – che vengano rese comunicate le modalità di partecipazione all’iniziativa, rivolta a semplici tifosi e imprenditori, certo è che verrà costituito nei prossimi giorni un ‘Comitato di garanzia’ per raccogliere più denaro possibile da versare per il pagamento degli stipendi e per evitare la penalizzazione”. “Il comitato – continua la nota – sarà composto da tifosi illustri che aderiranno spontaneamente all’iniziativa.
Tra questi potrebbe esserci Salvo Ficarra, del duo Ficarra e Picone, che è in contatto con Dario Mirri”.
Serie B: Verona-Salernitana apre la 25/ma giornata

Brescia ospita il Crotone, Lecce in campo a Cittadella

22 febbraio 201917:58

Verona-Salernitana apre la 25/ma giornata di serie B

Verona-Salernitana ore 21Brescia-Crotone sabato ore 15Perugia-CosenzaCittadella-LeccePescara-PadovaCarpi-SpeziaCremonese-AscoliFoggia-Benevento ore 18Livorno-Venezia domenica ore 21

Ligue1: Lilla gioca a Strasburgo –

Psg ospita il Nimes mentre il Marsiglia è di scena a Rennes

22 febbraio 201917:43

Continua il noioso monologo del Psg che stravince anche senza Neymar e Cavani. Con una gara da recuperare ha +15 sul Lilla (che gioca a Strasburgo) e domani ha un compito facile col Nimes. Piu’ interessante la rincorsa del Marsiglia rigenerato da Balotelli che prova a vincere a Rennes. L’obiettivo e’ il terzo posto del Lione, che dista sei punti e che gioca in casa del Monaco che sta faticosamente tirandosi fuori dalla zona salvezza.Il quadro della 26/ma giornata  Digione-St. Etienne ore 19
Strasburgo-Lilla ore 20.45Paris SG-Nimes sabato ore 17Amiens-Nizza ore 20
Guingamp-Angers
Montpellier-Reims domenica ore 15
Nantes-Bordeaux
Tolosa-Caen
Rennes-Marsiglia ore 17Monaco-Lione ore 21

Premier League: finale City-Chelsea, Sarri rischiatuttoClou Coppa di Lega mentre in campionato spicca United-Liverpool

22 febbraio 201917:30

Dopo la seconda settimana di Champions tiene banco il calcio inglese: United-Liverpool e’ il clou della Premier, mentre nella finale di Coppa di Lega il City è favorito sul Chelsea.Maurizio Sarri si dice sereno ma la finale di Coppa di Lega col City e’ l’ultima spiaggia per la sua permanenza al Chelsea. Se vince si riparte, se perde male e’ l’addio, ma anche un’onorevole sconfitta potrebbe essergli fatale. E i pronostici non danno scampo: City rilanciato in Premier, vincitore in rimonta a Gelsenkirchen, inoltre c’e’ il recente, umiliante 6-0 subito dai Blues. In stagione i Citizens hanno segnato otto volte almeno cinque gol, nel nuovo anno 12 vittorie e un ko con 49 gol fatti e 7 subiti. Ma non e’ detto che il Liverpool (raggiunto dal City che ha una gara in piu’) possa tornare da solo in vetta alla Premier perche’, dopo lo 0-0 col Bayern, gioca in casa del Manchester United che con super Pogba viene da 11 vittorie e un pari. Ma potrebbe pesare lo 0-2 in casa col Psg che prelude all’eliminazione dalla Champions. Piu’ facile il compito di Tottenham e Arsenal mentre il Fulham di Ranieri affida le sue speranze di salvezza al derby col West Ham.Il quadro della 27/ma giornata

West Ham-Fulham staseraCardiff-Watford Burnley-Tottenham sabato ore 13:30Newcastle-Huddersfield ore 16Bournemouth-WolverhamptonLeicester-Crystal Palace ore 18:30Chelsea-Brighton domenica ore 13Arsenal-Southampton ore 15Manchester United-Liverpool           

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:49 ALLE 18:10 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

MONDO

Media,’complice di Amri era 007 Marocco’
Documento inchiesta, ‘Germania lo espulse per non smascherarlo’

BERLINO22 febbraio 2019 12:49

– Gli enti della sicurezza tedesca avrebbero lasciato espellere un uomo fidato di Anis Amri, dopo l’attentato di Natale del 2016 a Berlino, “per insabbiarne il coinvolgimento” nell’attacco col camion al mercatino di Natale, che uccise 12 persone, tra cui un’italiana, e ne ferì 60. È quello che scrive il magazine Focus, citando un documento segreto dell’inchiesta.
Secondo la testata, l’islamista Bilel Ben Ammar sarebbe un agente del servizio segreto marocchino, per il quale si sarebbe dovuta evitare un’incriminazione in Germania.

MONDO

Ex capo 007 Maduro denuncia corruzione
Nyt, rivelazioni di Carvajal che ha abbandonato il regime

CARACAS22 febbraio 201913:13

– Hugo Carvajal, l’ex capo dell’intelligence militare di Hugo Chavez che ha riconosciuto Juan Guaidò come presidente legittimo del Venezuela, ha rivelato particolari sui rapporti fra i più alti dirigenti del regime chavista, compreso il presidente Nicolas Maduro, con reti di corruzione e narcotraffico, in una serie di interviste con il New York Times.
Lo ha reso noto lo stesso quotidiano, indicando che Carvajal, “ha raccontato il funzionamento interno di un governo nel quale, ha assicurato, il narcotraffico e la corruzione sono comuni e vengono gestiti da figure di alto livello, come Nestor Reverol, ministro degli Interni, Tareck El Aissaimi, attuale ministro dell’Industria ed ex vicepresidente, e lo stesso Maduro”.
Secondo Nyt, Carvajal “si è detto disposto a fornire prove contro il governo Maduro, se questo venisse a cadere”.
Irlanda prepara leggi in caso di no dealVicepremier Coveney, ‘speriamo solo di non doverle usare’

LONDRA22 febbraio 201913:22

– Anche l’Irlanda si prepara al temuto sbocco di un divorzio senz’accordo del Regno Unito dall’Ue, spettro che rischia di farsi sempre più concreto a poco più di un mese dalla data di uscita fissata per il 29 marzo. Il governo di Dublino ha infatti presentato in Parlamento un pacchetto di leggi d’emergenza destinate a diventare operative per tamponare l’impatto sull’economia irlandese di un eventuale no deal fra il grande vicino britannico e Bruxelles: impatto potenzialmente grave, in base alle stime prevalenti, secondo solo a quello destinato a investire la stessa Gran Bretagna.
E’ previsto un iter sprint per l’approvazione parlamentare in un mese. Anche se il vicepremier Simon Coveney ha detto di sperare che non entri mai in vigore. Invitando ancora una volta Londra ad accettare un accordo di divorzio realistico – senza pretendere di eliminare il backstop – ed evocando in caso di no deal problemi doganali e d’interscambio commerciale per tutti.
Los Angeles: prima nevicata in 30 anniNeve record a Flagstaff in Arizona, chiuso l’aeroporto

22 febbraio 201913:36

– Los Angeles, Malibu e Pasadena – in California – imbiancate ieri da una rara spolverata di neve che ha elettrizzato i social media e ha creato confusione tra i residenti, tanto da spingere il servizio meteo nazionale a intervenire con un tweet per spiegare alla popolazione la differenza tra ‘nevischio’ e ‘gragnola’.
L’ultima nevicata nella zona risaliva all’8 febbraio del 1989: non sorprende quindi che gli studenti di una scuola di Thousand Oaks, nella Contea di Ventura, abbiano abbandonato i banchi per ammirare la neve a bocca aperta, come ha raccontato su Twitter la loro insegnante Amy Buss. Intanto, il servizio meteo ha confermato che a Los Angeles sono caduti piccoli chicchi di grandine e qualche fiocco di neve. L’ondata di maltempo che ieri ha portato la neve anche a Las Vegas (Nevada) continua. Oggi scuole chiuse nella contea di Clark, nel sud del Nevada, e le scuole, gli uffici governativi, gli aeroporti e numerose strade saranno chiuse per il secondo giorno anche nell’Arizona settentrionale.
Pyongyang, nessun caso politico. La figlia di Jo odiava il padreLettera nuovo diplomatico nordcoreano a Unione interparlamentare

22 febbraio 201916:15

L’ex ambasciatore nordcoreano Jo Song Gil “non aveva alcun motivo politico” per disertare. E sua figlia “odiava i genitori perché la lasciavano a casa da sola” e voleva “tornare a Pyongyang dai nonni”, dove è ora e “sta bene” anche se sottoposta “a cure”. Lo spiega il successore di Jo all’ambasciata in Italia, Kim Chon, in una lettera al presidente dell’unione interparlamentare Italia-Nord Corea Osvaldo Napoli, respingendo la tesi del “rapimento” rilanciata dalla Corea del Sud. per “ostacolare i nostri rapporti con l’Italia”.Nella lettera il nuovo reggente dell’ambasciata nordcoreana a Roma afferma che il suo predecessore “aveva lasciato l’ambasciata la sera del 10 novembre 2018, dopo un litigio familiare con la moglie Ri Kwan Sun, a causa dei disturbi mentali che affliggono la figlia, Jo Yu Jong”. E la mattina dopo, “insieme alla moglie, si è allontanato dalla sede dell’ambasciata, dove risiedeva con la famiglia, senza farvi più ritorno e facendo perdere le proprie tracce”, mentre “la figlia è rimasta” in ambasciata. La ragazza, ha aggiunto, “odiava e rimproverava i suoi genitori per averla abbandonata e per questo aveva insistito per rientrare a Pyongyang dove l’attendevano i nonni”. E “siccome aveva già interrotto gli studi liceali a marzo del 2018, in vista della conclusione del mandato del padre, lo scorso 14 novembre è rientrata tranquillamente in Corea accompagnata da personale femminile”. La ragazza “era molto contenta di tornare presto dai nonni, ed ho ricevuto un messaggio dalla sua famiglia in cui mi dicono che sta bene ed è momentaneamente sottoposta a cure mediche”.
Venezuela: ‘militari sparano a indigeni’Opposizione: un morto e 12 feriti vicino a frontiera Brasile

CARACAS22 febbraio 201915:32

– Militari venezuelani hanno aperto il fuoco contro un posto di blocco di indigeni Pemon a Gran Sabana, a poca distanza dalla frontiera con il Brasile, uccidendo una donna e ferendo almeno 12 persone. Lo hanno reso noto su Twitter dirigenti locali e deputati dell’opposizione. Il dirigente Pemon Jorge Perez ha confermato ai media che una donna è morta dopo essere stata raggiunta da una pallottola vagante durante lo scontro, nella località di Kumarakapay.
Secondo le prime ricostruzioni dell’incidente uomini dell’Aretauka, la forza di sicurezza autonoma della comunità indigena, hanno cercato di fermare un convoglio di truppe che stava circolando verso Santa Elena de Uarein – località alla frontiera con il Brasile da dove dovrebbero entrare gli aiuti umanitari depositati nel paese vicino – quando i militari hanno aperto il fuoco.
Svastiche sui muri di AmsterdamAutori hooligans de L’Aia, in città per la partita con l’Ajax

BRUXELLES22 febbraio 201916:49

– Svastiche e insulti antisemiti sono comparsi oggi su alcuni palazzi di Amsterdam. la polizia sospetta sia opera degli hooligans dell’ADO L’Aia, arrivati in città per il match di domenica contro l’Ajax, squadra a cui vengono attribuiti legami storici con la comunità ebraica olandese.
Gli allenatori delle due squadre hanno condannato gli atti vandalici, tra cui le scritte con i colori dell’ADO L’Aia comparse sulla statua che commemora lo sciopero generale del 1941 contro i rastrellamenti nazisti. I tifosi dell’Ajax sono stati banditi dalle partite dell’ADO dal 2006, quando gli hooligans di Amsterdam attaccarono un gruppo di fan dell’ADO facendo diversi feriti.
Venezuela: Branson a Cucuta per concertoFondatore Virgin spera raccogliere 100 mln dollari per aiuti

BOGOTA’22 febbraio 201917:20

– Il britannico Richard Branson, fondatore della Virgin e organizzatore del Venezuela Live Aid, è giunto a Cucuta, la città colombiana al confine con il Venezuela, per controllare gli ultimi dettagli dell’evento musicale, dove tra poco si esibiranno una trentina di artisti latino-americani con l’obiettivo di raccogliere fondi per gli aiuti umanitari da destinare alla popolazione venezuelana.
“Grazie per essere venuti oggi, è incredibile vedere così tante persone qui. Abbiamo bisogno di aiutare coloro che non hanno le medicine e per fortuna questo concerto può iniziare a dare un contributo per fermare la sofferenza”, ha detto Branson, che attraverso la manifestazione spera di ottenere la donazione di risorse per 100 milioni di dollari.
Tra i ‘big’ attesi a Las Tienditas, il ponte fra Venezuela e Colombia teatro dello show, ci sono gli spagnoli Alejandro Sanz e Miguel Bosé, il portoricano Luis Fonsi, i messicani Maná e Paulina Rubio, nonché i colombiani Carlos Vives e Maluma.

Venezuela: Onu, 11% popolazione emigrataPari a 3,4 milioni di persone. Nel 2018 5mila uscite al giorno

CARACAS22 febbraio 201917:18

– Sono 3,4 milioni, pari a poco meno dell’11% della popolazione totale, i venezuelani emigrati dal loro Paese a causa della crisi politica ed economica, secondo un nuovo bilancio dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) e dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim). In un comunicato diffuso a Ginevra, i due organismi stimano che in media nel 2018 5 mila venezuelani al giorno hanno lasciato il Paese. Se questo flusso dovesse mantenersi, l’Onu prevede che a fine 2019 gli emigrati sarebbero 5,3 milioni, pari a poco meno del 17% della popolazione.
‘Troppi elefanti’,Botswana riapre cacciaGoverno pensa di farne carne in scatola per animali

22 febbraio 201917:24

– Il Botswana sta pensando di togliere il bando sulla caccia agli elefanti, introducendo la caccia selettiva e perfino l’uso alimentare della loro carne per farne cibo in scatola per animali.
La raccomandazione, uscita da riunioni fra ministri, da una serie di sessioni di ascolto e su imput del presidente Mokgweetsi Masisi, si basa sui dati sulla popolazione di elefanti del Botswana, stimata in circa 130.000 individui, considerata dagli esperti eccessiva per l’ecosistema e pericolosa per la convivenza con l’uomo. Non sono d’accordo altri esperti, secondo i quali i 4 anni di moratoria sulla caccia, decisa nel 2014 dall’allora presidente, Ian Khama, e la conseguente crescita della popolazione di pachidermi selvatici, ha accompagnato la crescita del turismo nel Paese africano. Una ripresa della caccia selettiva, secondo loro, danneggerebbe la reputazione del Botswana, con un danno al settore turistico, che è la seconda voce del reddito del Botswana dopo l’estrazione dei diamanti.
India: 22 morti a festa,alcol adulteratoÈ accaduto nell’Assam, in una piantagione di tè

NEW DELHI22 febbraio 201917:28

– Un’altra festa si è trasformata nel nord dell’India in una strage per colpa del consumo di alcolici adulterati con alcol metilico. Sono almeno 22 le persone morte, tra loro quattro donne, e oltre una quarantina quelle ricoverate in gravi condizioni, per avere bevuto ieri notte un liquore adulterato, durante un festeggiamento.
L’episodio è avvenuto nella piantagione di tè di Salmara, nel distretto di Golaghat, nello stato nord-orientale dell’Assam.
Il quotidiano Times of India scrive che si teme che il numero dei morti possa ancora salire: alla festa partecipavano almeno 100 persone, tutte dipendenti dell’azienda.
Secondo un copione visto anche recentemente, il liquore che è stato offerto al termine della cena, prodotto artigianalmente in una distilleria non autorizzata, conteneva una dose assassina di alcol metilico.

Nuovo appello di Guaidò a forze armate’Seguite ex capo intelligence Chavez, fate entrare gli aiuti’

CARACAS22 febbraio 201917:41

– Juan Guaidò, il presidente del Parlamento venezuelano che ha assunto i poteri dell’Esecutivo, ha lanciato un nuovo appello alle Forze Armate del suo paese “e a tutti i venezuelani che sono disposti a contribuire per una uscita da questa crisi senza violenza”.
In un messaggio su Twitter, Guaidò ha chiesto ai militari di “dare un passo come quello del generale Hugo Carvajal”, l’ex responsabile dell’intelligence militare di Hugo Chavez che ieri ha riconosciuto la sua autorità come capo dell’Esecutivo e ha chiesto ai suoi compagni d’armi che domani lascino entrare nel paese gli aiuti umanitari internazionali.
“Solo così ci saranno garanzie e riconoscimenti per il vostro futuro, e il futuro di tutti”, ha aggiunto il leader oppositore.
Gaza: medici, morto palestinese 15enneDurante scontri con esercito Israele. Saliti a 41 i feriti

TEL AVIV22 febbraio 201917:44

– E’ morto il ragazzo palestinese di 15 anni (e non 12 come riferito in un primo momento) ferito durante gli scontri con l’esercito israeliano nel corso della manifestazione della Marcia del Ritorno lungo la barriera difensiva tra Gaza e lo stato ebraico. Lo ha annunciato il ministero della sanità della Striscia spiegando che Yousef Saied Hussein Eldaia è morto in ospedale per le ferite riportate al petto ad est di Gaza City. Secondo l’agenzia Wafa, i feriti durante la manifestazione sono saliti a 41.

Società Kushner compra 6000 case a 1 mldE’ la maggiore operazione della compagnia in oltre 10 anni

WASHINGTON22 febbraio 201917:56

– Continuano a crescere gli affari della famiglia di Jared Kushner, il genero-consigliere del presidente Donald Trump: la Kushner Cos., la società immobiliare del marito di Ivanka Trump, ha acquisito per 1,1 miliardi di dollari 6 mila appartamenti da affittare in Maryland e Virginia dalla società di fondi Lone Star Funds. L’operazione è la più grande della società in più di dieci anni e conferma che la compagnia è riemersa da un periodo di incertezza, dopo che lo scorso anno aveva messo a segno un altro maxi accordo: la cessione in affitto per 99 anni di alcuni uffici della Trump Tower sulla Fifth Avenue alla Brookfield Asset Management Inc, per un valore di 1,25 miliardi di dollari.
La società, guidata dal padre di Jared, Charles Kushner, è da tempo nel mirino per i suoi potenziali conflitti di interesse.

Draghi: uscire dalla Ue non dà maggiore sovranità – DIRETTAIl 75% cittadini Ue è a favore dell’euro

febbraio 201917:55

“Porsi al di fuori dell’Ue può sì condurre a maggior indipendenza nelle politiche economiche, ma non necessariamente a una maggiore sovranità. Lo stesso argomento vale per l’appartenenza alla moneta unica”. Lo ha detto il Presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, in un discorso all’Università di Bologna, dove ha ricevuto una laurea honoris causa in Giurisprudenza.”Nel complesso i cittadini europei apprezzano i benefici dell’integrazione economica che l’Unione europea ha prodotto e da anni considerano come il suo maggior successo la libera circolazione delle persone, dei beni e dei servizi, cioè il mercato unico”, ha aggiunto Draghi

Conferimento della Laurea ad honorem a Mario Draghi 🎓Il Presidente della Banca Centrale Europea riceve la Laurea ad Honorem in Giurisprudenza dell’Università di Bologna per il ruolo svolto nella difesa dei principi e dei valori dei Trattati dell’Unione Europea.

E’ calata “dal 57% nel 2007 al 42% di oggi la considerazione che i cittadini europei hanno delle istituzioni dell’Unione”. E’ l’avvertimento del Presidente della Banca Centrale Europea, spiegando che “questo declino è parte di un fenomeno più generale che vede diminuire la fiducia in tutte le istituzioni pubbliche”. E “quella verso i governi e i parlamenti nazionali oggi si attesta appena al 35%”, ha sottolineato Draghi.

Isis: Shamima ora promette di ‘cambiare’
Nuova intervista a ‘sposa di Allah’ dopo revoca cittadinanza Gb

LONDRA22 febbraio 201918:02

– Shamima Begum, la 19enne ‘sposa dell’Isis’ londinese ricomparsa dal nulla in Siria, corregge il tiro dopo la revoca della cittadinanza britannica e, in una ennesima intervista, chiede “clemenza” al governo manifestando per la prima volta un’esplicita “volontà di cambiare”. Shamima – fuggita a 15 anni per unirsi all’Isis con due coetanee di fede musulmana nate e cresciute come lei a Londra – si rivolge di nuovo a Sky dal campo profughi siriano dove ha appena dato alla luce un bambino, per implorare grazia. “Chiedo di riesaminare il mio caso con un po’ più di clemenza nel cuore”, dice. “Voglio cambiare”, aggiunge poi in risposta a una domanda, modificando i toni rispetto al rifiuto d’esprimere finora rimpianto per aver scelto lo Stato Islamico. L’intervista arriva dopo che la sua famiglia ha annunciato di voler fare appello in tribunale contro la cancellazione della cittadinanza. E che politici come Jeremy Corbyn o il Tory moderato Philip Lee hanno messo in dubbio il potere di revoca del passaporto.         

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:16 ALLE 17:14 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

SPORT

Golf: WGC Mexico,avvio super per McIlroy
Nordirlandese leader, Johnson 2/o. Woods e Molinari 25/i

22 febbraio 201909:16

– Francesco Molinari e Tiger Woods hanno terminato il primo round del WGC di golf, appaiati in 25/ma posizione (71, par). A Città del Messico, nell’evento inaugurale 2019 del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, il campione torinese e l’asso californiano (accolto da un’autentica standing ovation) non sono riusciti a imprimere un gran ritmo e ora sono costretti a rincorrere. “Ho iniziato male -dice Woods- e adesso devo provare a rimettermi in carreggiata”. Avvio show, invece, per Rory McIlroy, che con un parziale di 63 (-8) ha guadagnato la vetta solitaria della classifica. Sette birdie, un eagle e un solo bogey per il nordirlandese (che non partiva così forte dal 2014), tallonato da Dustin Johnson (secondo con 64, -7). L’americano, numero 3 mondiale, sogna il colpo grosso in Messico (dove ha già vinto nel 2017) per avvicinare il trono di Justin Rose (assente per l’occasione).
Nba, Warriors e Bucks al comandoAlla ripresa dopo pausa per All Star Game, vincono anche Lakers

22 febbraio 201909:36

– Dopo la pausa per l’All Star Game, la Nba è tornata questa notte con sei partite e la vittoria delle due capoliste a est e ovest che così confermano la loro leadership. I campioni in carica di Golden State hanno infatti battuto 125-123 i Kings trascinati da Steph Curry in serata di grazia e molto prolifico nei tiri da tre, con 36 punti di bottino personale finale che si aggiungono ai 28 dell’altro asso Kevin Durant. Mentre i Bucks hanno superato 98-97 i Boston Celtics. In chiave playoff serata incoraggiante per i Lakers di Lebron James (29 punti), tornati al successo: 111-106 contro i Rockets, ai quali non sono bastati i soliti 30 punti del fuoriclasse James Harden. Con la vittoria di stanotte e il contestuale ko dei Kings, i Lakers rivedono da vicino l’ottavo posto nella Western Conference, ultimo utile per i playoff.
Nelle altre gare, Portland ha battuto i Nets per 113-99, Philadelphia ha avuto la meglio su Miami per 106-102. Infine è andato ai Cavs il ‘derby’ di coda con i Suns per 111-98.
Taekwondo, 12 azzurri in gara in EgittoLa formazione italiana schiera 8 donne e 4 uomini in cat. senior

22 febbraio 201912:44

– Sono 12 gli atleti azzurri impegnati nella seconda tappa del circuito mondiale di Taekwondo, in corso a Hurghada, in Egitto. La formazione azzurra partecipa nelle categorie senior maschile e femminile. “Si tratta -ha detto il direttore tecnico Claudio Nolano- di un appuntamento particolarmente importante nel percorso che ci porta ai mondiali, un test di alto livello alla ricerca di un costante miglioramento”. Questi gli azzurri impegnati in Egitto: Sarah Al Halwani (-49 kg); Erica Nicoli (-53 kg); Giada Iurlaro (-57 kg); Assunta Cennamo (-62 kg); Cristina Gaspa (-67 kg); Natalia D’Angelo (-73 kg); Maristella Smiraglia (-73 kg); Laura Giacomini (+73 kg); Vito Dell’Aquila (-58 kg); Simone Crescenzi (-63 kg); Gabriele Caulo (-68 kg); Roberto Botta (-80 kg).
Golf, Woods salta l’Honda ClassicEx n.1, “rinuncia dolorosa”. Giocherà A. Palmer e The Players

22 febbraio 201912:58

– Adesso è ufficiale, Tiger Woods salterà l’Honda Classic di golf per giocare poi l’Arnold Palmer Invitational e il Player Championship, tornei del PGA Tour. “E’ una rinuncia dolorosa -l’annuncio del californiano- ma devo gestire le forze in vista dei tanti appuntamenti stagionali”.
Turno di riposo, dunque, la prossima settimana (28 febbraio – 3 marzo), per “The Big Cat”. Che dopo aver disputato il Genesis Open è adesso in Messico al fianco dei migliori player nel WGC.
Poi approfitterà di un piccolo break, con la decisione di non andare a Palm Beach Gardens. Ma sempre in Florida l’ex numero 1 al mondo duellerà nell’Arnold Palmer (7-10 marzo a Orlando) prima e nel Players Championship (14-17 marzo a Ponte Vedra) poi. In attesa del grande appuntamento, quello col Masters Tournament (11-14 aprile in Georgia, Usa). Meno sforzi e più risultati per arrivare alla fine dell’anno in buona forma. Woods non vuole ripetere gli errori del 2018, di qui la scelta di saltare alcuni appuntamenti di cartello del PGA Tour.
Rugby: Italia anti-Irlanda, cinque novitàEquiparato sudafricano prenderà posto dell’infortunato Parisse

22 febbraio 201916:23

Sono cinque, rispetto alla sfida contro il Galles, i cambi decisi dal ct dell’Italrugby Conor O’Shea nel XV iniziale che domenica all’Olimpico di Roma sfiderà l’Irlanda per il terzo turno del 6 Nazioni. Si rivede dal primo minuto Tito Tebaldi: il mediano di mischia, ai box dopo l’infortunio occorsogli nel riscaldamento pre Scozia-Italia, tornerà a vestire la maglia numero 9. Confermato all’ala Padovani dopo le due mete realizzate finora in questo 6 Nazioni. L’assenza del capitano Sergio Parisse, infortunato, porterà allo spostamento di Steyn come n.8 con l’inserimento dal primo minuto di Maxime Mbandà, flanker delle Zebre. Debutto dall’inizio per il neozelandese Jimmy Tuivaiti al posto del febbricitante Sebastian Negri. Primo cap da titolare per Federico Ruzza. In prima linea Leonardo Ghiraldini, alla presenza n.102, guiderà da capitano per la 17/a volta gli azzurri. A fianco avrà Simone Ferrari, mentre ritorna dal primo minuto Andrea Lovotti, ai box contro il Galles a causa di un virus influenzale.
Sci, Pinturalt vince combinata a BanskoDomani in programma il superG con Paris

BANSKO (BULGARIA)22 febbraio 201916:23

Confermando il titolo iridato appena conquistato, il francese Alexis Pinturaul in 1.55.55 ha vinto la combinata di cdm di Bansko, suo successo n.
22. Che gli vale anche la coppa di disciplina . Seguono in 1.56.23 l’austriaco Marcel Hirscher e lo sloveno Stefan Hadalin in 1.56.24.
Miglior azzurro Riccardo Tonetti quarto in 1.56.66, lo stesso posto che aveva occupato nella combinata iridata di Aare.
Decisamente piu’ indietro Christof Innerhofer che ha chiuso in 1.58.98 mentre non ha partecipato alla prova di slalom l’azzurro Dominik Paris. 13/o dopo la prova di superG, Paris ha preferito riposarsi in vista del superG di domani, la disciplina in cui è campione del mondo.

Sci, Goggia domina anche 2/a prova CransLa campionessa azzurra ha preceduto Merrywether e Puchner

CRANS MONTANA (SVIZZERA)22 febbraio 201911:40

Una eccellente Sofia Goggia e’ stata più veloce anche nella seconda ed ultima prova cronometrata in vista della discesa di cdm di domani Crans Montana.
L’azzurra ha fermato i cronometri su 1.30.02 lasciandosi alle spalle l’americana Alice Merryweather in 1.30.32 e l’austriaca Mirjam Puchner in 1.30.57.
Piu’ indietro le altre azzurre ed anche oggi, come per la gardenese Nicol Delago, vi sono stati salti di porta per varie atlete. Federica Brignone ha chiuso in 1.31.61, Francesca Marsaglia in 1.31.77, Nadia Fanchini in 1.31.92, Marta Bassino in 1.32.09 ed Elena Curtoni in 1.32.17.-

F1:Hamilton,non solo Vettel,6 per titolo
‘Duello con la Ferrari? al momento siamo davanti a loro’

TORINO22 febbraio 201917:02

– “Il duello con la Ferrari? Al momento siamo davanti a loro, non so se di mezzo secondo. I numeri in questo periodo di test lasciano il tempo che trovano”. Lewis Hamilton, ospite della Petronas nello stabilimento di Santena (Torino), lancia il guanto di sfida alla scuderia di Maranello.
“Non credo che quest’anno sarà un testa a testa tra me e Vettel – spiega il campione del mondo in carica -, ci sono almeno sei piloti che possono lottare per la vittoria”.
F1: Bottas, mio obiettivo è il Mondiale’Ferrari avanti nei primi test, però la Mercedes migliorerà’

TORINO22 febbraio 201917:05

– “Il mio obiettivo è vincere il Mondiale”. Punta in alto Vallteri Bottas, ospite dello stabilimento Petronas di Santena (Torino). “Nei primi test la Ferrari è sembrata più pronta, più avanti, ma sono i primi giorni e sappiamo di poter migliorare la macchina – commenta -.
Abbiamo del lavoro da fare, ma le sensazioni sono positive.
Dobbiamo migliorare alcuni aspetti, trovare un buon bilanciamento”.
La Barcolana nel guiness dei primatiCon 2.689 partecipanti è la regata più affollata del mondo

TRIESTE22 febbraio 201917:05

– Con 2.689 partecipanti la Barcolana è ufficialmente la regata più affollata del mondo. Lo ha certificato il Guinness World Record (GWR), che ha inserito la 50/a edizione della sfida tra i primati mondiali. Il record è stato ottenuto il 14 ottobre 2018 a Trieste e la certificazione è giunta in questi giorni dopo la procedura di analisi effettuata ex post dall’organizzazione del GWR. “Siamo davvero contenti di questa attestazione ufficiale – ha detto il presidente della Società velica di Barcola e Grignano, organizzatrice della Barcolana, Mitja Gialuz – eravamo presenti nel Guinness molti anni fa, come regata a partenza unica con il maggior numero di barche al via, oggi abbiamo una descrizione più ampia e completa della nostra unicità, e ne andiamo davvero orgogliosi”. Secondo Gialuz, “l’unicità dell’evento, il primato sono elementi caratterizzanti, importanti per inquadrare la Barcolana, ma sono un punto di partenza e non di arrivo”.

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:08 ALLE 16:51 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

CRONACA

Bracciante in bagagliaio, due arresti
Nel Tarantino in manette due persone per caporalato

CASTELLANETA (TARANTO)22 febbraio 2019 12:08

– Trasportavano quattro braccianti agricoli di origine nord africana, uno dei quali stipato nel bagagliaio sotto alcuni indumenti, a bordo di una Volkswagen Passat fermata per un controllo dai carabinieri a Castellaneta. Per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro sono stati arrestati un 38enne e un 37enne, entrambi marocchini, con precedenti di polizia, residenti a Eboli (Salerno) ma di fatto domiciliati a Metaponto (Matera). Dai primi accertamenti i carabinieri hanno appurato che i quattro braccianti agricoli, senza un regolare contratto di lavoro, erano stati reclutati dai due marocchini per andare a lavorare nei campi con la promessa di un compenso pari a tre euro l’ora.
I due caporali sono stati condotti nel carcere di Taranto. Il mezzo utilizzato per il trasporto dei braccianti è stato sottoposto a sequestro preventivo finalizzato alla confisca, secondo quanto previsto dal nuovo impianto normativo anticaporalato.
Un arresto dopo coltellate tra migrantiIn manette 20enne nigeriano. Per ferito 30 giorni di cure

CAGLIARI22 febbraio 201912:36

– È stato arrestato con l’accusa di lesioni personali Victor Aghayedh, 20 anni il nigeriano che ieri sera ha accoltellato un connazionale di 37 anni, dopo una lite avvenuta all’interno del centro di accoglienza Burranca a Sinnai (Cagliari).
Il ferito è stato trasportato all’ospedale Brotzu di Cagliari con codice rosso a causa di una profonda ferita all’addome.
Anche il 20enne è stato medicato all’ospedale Santissima Trinità dove si trova ancora ricoverato, piantonato dai carabinieri, in attesa di presentarsi in tribunale al processo per direttissima.
Secondo i medici il giovane ferito se la caverà con trenta giorni di cure. Al momento sono sconosciute le ragioni della lite finita poi a coltellate.

CRONACA

Inaugurazione anno Corte Conti Liguria
Inaugurazione anno giudiziario con ricordo vittime del Morandi

GENOVA22 febbraio 201912:37

– La Corte dei Conti della Liguria nel 2018, con 36 sentenze per giudizi di responsabilità, 100 di conto e 194 pensionistici, ha accertato danni erariali per oltre 7 milioni e mezzo di euro. Lo ha detto il presidente della sezione giurisdizionale Tommaso Salamone durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario, che si è aperto ricordando le vittime del crollo del Ponte Morandi di Genova. A fine 2018 i giudizi pendenti in materia di responsabilità erano 30, quelli in materia di pensioni 92. La procura, coordinata da Claudio Mori, ha chiesto risarcimenti per oltre 17 milioni di euro, facendo 36 citazioni a giudizio, 41 inviti a dedurre e chiudendo 499 istruttorie. L’arretrato, come sottolineano sia il presidente Salamone che il procuratore Mori, è dovuto alla carenza di personale e mezzi. Il procuratore ha posto l’attenzione sul fatto “che purtroppo per la carenza di risorse sono numerose le istruttorie non adeguatamente trattate”.
Istat, italiani più soddisfatti della vita: voto 7. Baluardo la famiglia Aumentano i cittadini che nei primi mesi del 2018 riferiscono un miglioramento della propria situazione economica

22 febbraio 201913:49

“Nei primi mesi del 2018, la soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita riprende a crescere leggermente dopo la stasi registrata nel 2017, riportandosi così sui livelli del 2016”. Lo rileva l’Istat. Ecco che alla domanda ‘Attualmente quanto si ritiene soddisfatto della sua vita nel complesso?’, in base a un punteggio da 0 a 10 le persone di 14 anni e più danno in media un voto pari a 7 (era 6,9 l’anno precedente).In Italia la soddisfazione per le relazioni familiari “è sempre molto alta”, superiore a quella di ogni altro aspetto della vita: il 90,1% si reputa contento. Se la famiglia continua a rappresentare un baluardo, lo stesso vale per gli amici: aumenta la quota di individui molto o abbastanza soddisfatti per le relazioni amicali (dall’81,7% del 2017 all’ 82,5%). Invece “per le relazioni interpersonali prevale un atteggiamento di cautela. Il 77,7% ritiene che ‘bisogna stare molto attenti’ nei confronti degli altri”. “Aumentano i cittadini che nei primi mesi del 2018 riferiscono un miglioramento della propria situazione economica. La quota di persone di 14 anni e più che si dichiarano soddisfatte per questo aspetto ha ripreso a crescere dopo la stasi del 2017 attestandosi al 53%”. Lo rileva l’Istat nel Report sulla soddisfazione dei cittadini, ricordando come nel 2017 era il 50,5%. Tuttavia “la stima varia molto nelle diverse aree geografiche del Paese. A dichiararsi molto o abbastanza soddisfatti è il 60% dei cittadini del Nord, il 52,6% di quelli del Centro e il 43,7% dei residenti nel Mezzogiorno”.

Giudici Essen,ok arresto manager ThyssenMa i due hanno impugnato decisione e si attende Corte appello

BERLINO22 febbraio 201914:04

– L’ordine di carcerazione dei due manager tedeschi della Thyssenkrupp, emanato in Italia del 2016, è applicabile anche in Germania. Lo ha deciso il Tribunale regionale di Essen, che si è pronunciato in proposito il 17 gennaio sul caso di Harald Espenhahn, e il 4 febbraio su Gerald Priegnitz. Secondo quanto ha spiegato il portavoce dello stesso Tribunale, i due manager hanno impugnato la decisione, presso la corte di appello di Hamm. E non potranno essere arrestati prima della pronuncia.
In Germania i due manager non potranno comunque scontare una pena superiore ai 5 anni di carcere, e cioè il massimo previsto per il reato di omicidio colposo, ha chiarito ancora il portavoce. La Cassazione, in Italia, aveva condannato Espenhahn a 9 anni e 8 mesi, e Priegnitz a 6 anni e 10 mesi, in seguito al rogo del 6 dicembre 2007, negli stabilimenti di Torino, dove morirono 7 persone.
Sorella vittima Thyssen, ci fanno morireItalia non permetta un altro appello, siamo stufi

TORINO22 febbraio 201914:07

– “Sono disgustata, ci hanno presi in giro fin dall’inizio. Con tutto quello che ci hanno fatto passare, ci stanno facendo morire uno dopo l’altro”. C’è amarezza nelle parole di Laura Rodinò, sorella di Rosario, uno dei sette operai morti nel rogo della Thyssen, per le vicende giudiziarie degli ultimi giorni. “Non posso immaginare che possa esserci ancora un altro appello”, aggiunge a proposito del ricorso dei manager tedeschi contro l’ordine d’arresto. “Siamo stufi, l’Italia non deve permettere una cosa del genere”.
Bonafede, monitoriamo vicenda ThyssenGuardasigilli informato per vie diplomatiche decisione Essen

TORINO22 febbraio 201914:12

– Il ministro Alfonso Bonafede è stato informato ieri “per vie diplomatiche” del pronunciamento del Tribunale di Essen nei confronti di Harald Espenhahn e di Gerald Priegnitz. Lo precisa lo stesso Guardasigilli in un post su Facebook. “Sta circolando la notizia di un presunto arresto dei due manager della ThyssenKrupp condannati in Italia nel 2015 per il rogo allo stabilimento di Torino. Non è così, però possiamo dire che la sezione esecuzioni penali del Tribunale di Essen ha dichiarato ammissibile l’esecuzione della sentenza emessa dalla Corte di Assise di Appello di Torino il 29 maggio 2015. Ma non è finita, i due condannati hanno impugnato il verdetto. Continueremo a monitorare – continua Bonafede – giorno per giorno la vicenda e terremo informati tutti voi e soprattutto le famiglie”.
Mafia:lingotti oro a casa ‘re scommesse’Calogero Luppino è accusato di finanziare cosca Messina Denaro

PALERMO22 febbraio 201914:12

– I carabinieri hanno trovato alcuni lingotti d’oro a casa del ‘re delle scommesse online’ Calogero Luppino, fermato oggi dai pm della dda di Palermo con l’accusa di associazione mafiosa.
Luppino avrebbe controllato il settore economico dei giochi e delle scommesse affidando alcune agenzie a esponenti mafiosi e avrebbe inoltre destinato parte dei guadagni delle sue attività imprenditoriali al sostentamento delle famiglie mafiose di Castelvetrano, di Campobello di Mazara e di Mazara del Vallo guidate dal boss latitante Matteo Messina Denaro.
L’imprenditore è difeso dall’avvocato Antonio Ingroia, ex Pm antimafia.
Studenti, ‘Bussetti impegnati o lascia’Slogan studenti contro ministro nuovo esame di Maturità

NAPOLI22 febbraio 201914:48

– Studenti in piazza a Napoli,come in altre città italiane, con striscioni per contestare il nuovo esame di Maturità e slogan contro il ministro dell’istruzione Marco Bussetti invitato, dopo la sua dichiarazione diventata virale sui social sui fondi destinati al Sud, a ”Impegnarsi o dimettersi”.
Due cortei che hanno attraversato il centro cittadino con destinazione il palazzo della Prefettura e la sede della Regione Campania. Lungo il percorso gli studenti hanno raccolto la solidarietà degli operai impegnati nel restauro della Galleria Umberto scesi in strada con loro per alcuni minuti. Una volta giunti in piazza del Plebiscito davanti al palazzo di Governo alcuni dei ragazzi hanno calato sulla bocca dei bavagli con la scritta ‘Esame di Stato’.
Lavora con la trivella, muore nell’ortoL’incidente sull’Appennino forlivese, pensionato aveva 73 anni

FORLI’22 febbraio 201914:57

– Morto soffocato dai suoi stessi vestiti, impigliati nella trivella con cui stava facendo delle buche nel giardino-orto che coltivava nei pressi della sua abitazione. Questa la tragica fine, nel tardo pomeriggio di ieri a Galeata, comune sull’Appennino forlivese, di un 73enne pensionato, le cui generalità non sono state ancora diffuse. A trovare il corpo esanime dell’uomo, attorno alle 19, la moglie che, preoccupata per il ritardo nel tornare a casa, è uscita a cercarlo. Scattato l’allarme, sul posto carabinieri e sanitari che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Secondo una prima ricostruzione il 73enne ha attivato una trivella alimentata dal motore di un trattorino.
Probabilmente si è avvicinato troppo alle lame, che improvvisamente hanno agganciato i vestiti del 73enne trascinandolo a terra e impedendogli di spegnere il macchinario.
La salma è ora a disposizione della magistratura.
Delitto a Brescia, confermate condanneDieci anni all’esecutore materiale dell’omicidio

BRESCIA22 febbraio 201915:36

– Nessuno sconto di pena per il delitto di Yasy Bonilla, il 23enne colombiano ucciso il 2 aprile del 2017 fuori da una discoteca a Brescia. La Corte d’Assise d’Appello ha confermato la condanna a 10 anni per Anthony Aiello, coetaneo della vittima ed esecutore materiale del delitto e a 8 anni per Mina Henin, il 23enne egiziano che ha passato all’amico il coltello usato per l’omicidio.
Anticipo di primavera in Alto AdigeVento Foehn fa salire le temperature

BOLZANO22 febbraio 201915:38

– Anticipo di primavera in Alto Adige, dove si registrano temperature intorno ai 20 gradi.
L’innalzamento delle temperature è stato causato dal vento Foehn che soffia da nord. A Bolzano la massima è stata di 21 gradi, 20 quella a Merano. Temperature primaverili anche a Silandro (16 gradi) e Bressanone (15 gradi). Il meteorologo provinciale Dieter Peterlin fa comunque presente che non si tratta di un record storico. Nel febbraio del 2008 furono infatti toccati i 24 gradi a Bolzano. Per i prossimi giorni non è previsto un significativo calo delle temperature.
Violenza su 13enne ‘pagata’ con regaliIl professionista è stato denunciato dai genitori

GENOVA22 febbraio 201915:44

– Ha violentato una ragazzina di 13 anni e per il suo silenzio ha pagato in profumi, scarpe griffate e cellulare di ultima generazione. Per questo un libero professionista di 50 anni residente nel Levante ligure è finito agli arresti domiciliari. Il provvedimento, chiesto dal sostituto procuratore Paola Calleri e concesso dal gip Silvia Carpanini, è stato eseguito dai carabinieri. A denunciare quanto accaduto sono stati i genitori della ragazzina. E’ stata la stessa tredicenne a raccontare i fatti a una amica che a sua volta l’ha raccontato ai genitori che riferiscono a padre e madre della bimba. I due si sono così rivolti ai carabinieri.
Non dà soldi a figlio, Corona a processoNato da denuncia Moric per anni 2014-15. Ex coppia cerca intesa

MILANO22 febbraio 201915:47

– La Procura di Milano ha mandato a processo con citazione diretta a giudizio l’ex ‘re dei paparazzi’ Fabrizio Corona per il presunto mancato pagamento dell’assegno mensile (circa 4.500 euro) per il figlio per un anno tra l’aprile 2014 e l’aprile del 2015. Gli uffici del Tribunale milanese hanno fissato la prima udienza per la prossima primavera. Le indagini a carico di Corona erano nate dopo la denuncia sporta dall’ex moglie Nina Moric, madre del ragazzo, presentata nel 2017, e nella quale si faceva riferimento ad un presunto debito da 100 mila euro da parte di Corona per i mancati versamenti nei confronti del figlio. Di recente, però, i due ex coniugi hanno fatto pace e hanno trovato un accordo per l’affidamento congiunto del ragazzo davanti ai giudici della Corte d’Appello di Milano. Per questo è probabile che Corona e la modella cerchino di trovare, comunque, un’intesa economica prima del processo, che inizierà, ad ogni modo, nei prossimi mesi, per violazione degli obblighi di assistenza familiare.
Stalking perseguitava la Ferilli, divieto di avvicinamentoUn uomo di 68 anni perseguitava l’attrice da un decennio

22 febbraio 201915:52

Il gip di Roma, su richiesta della Procura, ha disposto il divieto di avvicinamento per un uomo di 68 anni che da dieci anni perseguitava l’attrice Sabrina Ferilli. Atti persecutori il reato contestato. L’uomo le inviava lettere in continuazione e si appostava sotto casa per incontrarla o la seguiva nei posto dove lei si recava. In una circostanza ha cercato di fermarla prendendola per un braccio. Gli inquirenti hanno ricostruito, anche grazie alla denuncia della stessa attrice, il modus operandi dell’uomo. Il contenuto delle lettere inviate erano spesso deliranti. In una circostanza l’uomo ha scritto: “Ho un mandato dei marziani per garantire la prosecuzione della razza umana”. Il provvedimento è stato firmato dal gip Alessandro Arturi su richiesta del procuratore aggiunto Maria Monteleone e del sostituto Daniela Cento.

Venezia, stop ai coriandoli di plasticaOrdinanza Comune,sporcano calli e creano inquinamento ambientale

VENEZIA22 febbraio 201915:52

– Stop ai coriandoli di plastica al Carnevale di Venezia: il sindaco Luigi Brugnaro ha emanato oggi un’ordinanza che vieta su tutto il territorio comunale, e in particolare nel centro storico, l’uso di coriandoli plastificati e altri prodotti simili, anche in occasione di feste, manifestazioni ed eventi. La ‘guerra’ ai coriandoli di plastica vuole evitare, in particolare, l’imbrattamento di calli e campi ma anche preservare il centro storico e i suoi rii dall’inquinamento ambientale.
Maestro Foligno, era per l’integrazione”Malinteso” per il quale si scusa con genitori alunno e classe

FOLIGNO (PERUGIA)22 febbraio 201916:10

– Non un esperimento sociale, ma “un’attività per l’integrazione finalizzata a far prendere coscienza agli studenti del concetto di differenza razziale e di discriminazione” è quella che ritiene di avere svolto il maestro della scuola del folignate finito nella bufera. Un “malinteso” per il quale il docente “porge le sue scuse ai genitori dell’alunno coinvolto e in generale ai genitori dell’intera classe”. Lo ha fatto attraverso l’avvocato Luca Brufani

.
“Il mio assistito – ha sottolineato il legale – può essere qualificato come il simmetrico opposto rispetto al concetto di razzismo e questo viene dimostrato sia dalla sua personalità sia dai sui trascorsi, i suoi studi e dalla sua sensibilità”.
Venezia, auto in acqua per la nebbiaConducente si salva, vettura recuperata a 12 metri profondità

VENEZIA22 febbraio 201916:17

– I vigili del fuoco di Venezia sono intervenuti nelle prime ore di oggi per il recupero di un’auto della vigilanza portuale caduta nell’acqua alla banchina ‘Molo A’ di Marghera.
L’incidente – riferiscono i vigili del fuoco – sarebbe stato causato da una manovra improvvisa del conducente, che a causa della fitta nebbia per evitare un ostacolo è finito in acqua.
L’uomo è riuscito a uscire dalla vettura e a risalire la banchina dando l’allarme.
Sul posto sono intervenuti i sommozzatori di Vicenza, la motobarca della Marittima di Venezia e l’autogru di Mestre; con il sonar dell’imbarcazione è stata individuata l’auto sul fondale del porto, a 12 metri di profondità, dove è stata agganciata per essere issata dall’autogru. Sul luogo delle operazioni anche un’imbarcazione della Guardia costiera. –

Studenti in piazza contro nuova Maturità
Rete, in 70 mila in 50 città. ‘E’ l’inizio della mobilitazione’

22 febbraio 201916:40

– Settantamila studenti in 50 piazze del Paese. E’ il bilancio della protesta contro la nuova maturità fatto dalla Rete della Conoscenza che spiega come quello di oggi è “solo l’inizio di una primavera di mobilitazione: la nostra generazione sarà la spina nel fianco contro questo Governo”. Manifestazioni che hanno avuto anche momenti di tensione a Torino: alcuni giovani hanno lanciato uova e pietre all’indirizzo dell’ufficio scolastico regionale, in corso Vittorio Emanuele, prima che la polizia riuscisse ad allontanarli. Uova sono state lanciate anche contro la sede della Città Metropolitana. Numerosi i cori contro il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Migliaia di studenti romani hanno sfilato in corteo fino al Ministero di Viale Trastevere contro le politiche sull’istruzione. La mobilitazione promossa da un appello sottoscritto da oltre 30 scuole ha visto protagonisti principalmente istituti di periferia con il sostegno del Fronte della Gioventù Comunista(FGC).
Laurea a Draghi, collettivi in corteo
Una cinquantina per contestare il presidente della Bce

BOLOGNA22 febbraio 201916:42

– Una cinquantina di attivisti dei collettivi Hobo e Cua, dopo essersi radunati in piazza Verdi, cuore della zona universitaria di Bologna sono partiti in corteo per contestare la laurea ad honorem in Giurisprudenza al presidente della Bce Mario Draghi. La cerimonia è nell’aula magna di Santa Lucia, circondata da misure di sicurezza importanti. Il gruppo, controllato dalla Digos, sfila dietro allo striscione con scritto “Tagli austerity: ma quale onore? Contestiamo Draghi l’affamatore”.
In mattinata alcuni attivisti di Link Bologna – Studenti Indipendenti, travestiti come i protagonisti di una serie televisiva, ‘La Casa di Carta’, avevano protestato e distribuito volantini in centro contro l’arrivo in città di Draghi e contro l’Europa.

Bimbi morti di cancro,fiaccolata TarantoIniziativa Genitori Tarantini il 25/2.Pediatra ‘stop alla paura’

TARANTO22 febbraio 201916:44

– “Questo sarà un corteo funebre, con le immagini dei bambini che non ci sono più, e spero che il rumore del silenzio sia così forte che possa togliere sonno e pace a chi pensa di poterci far continuare a vivere in questa maniera, con questa sofferenza. Non è normale convivere con la paura e con la malattia”. Così la pediatra Grazia Parisi, intervenuta alla presentazione della ‘Fiaccolata per i nostri Angeli’, in programma il 25 febbraio a Taranto in memoria dei bambini morti di cancro e delle vittime di malattie che si ritengono connesse all’inquinamento. Il corteo partirà alle 18 dall’ingresso principale dell’Arsenale e terminerà nei pressi del Monumento ai Marinai, dove si svolgerà una breve cerimonia commemorativa. L’iniziativa è organizzata dai Genitori Tarantini che, insieme a tutte le altre associazioni dei siti inquinati d’Italia, chiederanno al presidente della Repubblica di istituire il 25 febbraio la giornata nazionale delle piccole vittime dell’inquinamento.

STAMPA