Accessibilità, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 27 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNAE

DALLE 19:40 DI SABATO 23 NOVEMBRE 2019

ALLE 11:02 DI MARTEDì 26 NOVEMBRE 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Mes, ecco cosa cambia con la riforma del Salva-Stati
Nuovi aiuti, ma con clausole controverse per i debiti alti

3 novembre 2019 19:40

La riforma del Meccanismo europeo di stabilità è un dossier aperto da almeno due anni e che dovrebbe chiudersi a dicembre, se Eurogruppo ed Eurosummit daranno l’ok. Già a gennaio 2018 l’Eurogruppo cominciò a discutere di come utilizzare al meglio il fondo che in passato è servito a salvare la Grecia e gli altri Paesi che hanno chiesto aiuti all’Ue, ma che oggi si vorrebbe rendere utile non soltanto nelle emergenze. Con la riforma, il Mes, acquisterebbe dunque nuove funzioni e nuovi poteri.

L’innovazione principale è quella che vede il fondo assumere la funzione di paracadute finale (backstop) del fondo di risoluzione unico delle banche (SRF). Si tratta di una linea di credito da 70 miliardi, a cui i Paesi potranno accedere qualora i loro fondi nazionali per le risoluzioni bancarie (risorse delle banche e non pubblici) non siano sufficienti. Un’altra novità è l’introduzione di linee di credito precauzionali più efficaci, ovvero utilizzabili in caso un Paese venga colpito da uno shock economico e voglia evitare di finire sotto stress sui mercati.

La novità è che non si dovrà firmare un Memorandum, come quello che firmò la Grecia e che conteneva condizioni molto rigide, ma si firmerà una lettera d’intenti che assicura il rispetto delle regole del Patto di stabilità. Potrebbe essere un problema per Paesi ad alto debito, costretti a ridurlo forzosamente per accedere ai fondi. In ogni caso per l’Italia non sarebbe un’opzione, perché una delle clausole è non avere squilibri eccessivi, e l’Italia è sotto monitoraggio Ue da anni per il debito.

Infine, tra le novità c’è anche la controversa riforma delle “clausole di azione collettiva” (Cacs) negli eventuali casi di ristrutturazione del debito sovrano di uno Stato membro. In sostanza, dal 2022, sarà più semplice ottenere l’ok della platea degli azionisti per approvare la ristrutturazione di un debito sovrano, perché dalle attuali regole che richiedono una doppia maggioranza, si passerà a una maggioranza unica.

Stop aerei, Alitalia cancella 137 voliAttivato piano straordinario per riproteggere viaggiatori

4 novembre 201915:32

–  Alitalia cancella 137 voli per lo sciopero del trasporto aereo proclamato nella giornata di domani.
“Per lunedì 25 novembre alcune sigle sindacali – si legge in un annuncio pubblicato dalla compagnia sul sito – hanno proclamato uno sciopero dei controllori di volo dalle ore 13:00 alle ore 17:00. Negli stessi orari sono state confermate altre agitazioni nel settore del trasporto aereo. Alitalia è stata pertanto costretta a cancellare alcuni collegamenti, sia nazionali che internazionali” (sul sito è consultabile la lista).
Per limitare i disagi, la compagnia ha attivato un piano straordinario che prevede l’impiego di aerei più capienti sulle rotte domestiche e internazionali, con l’obiettivo di riprenotare i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni sui primi voli disponibili in giornata. Alitalia prevede che il 60% dei passeggeri riesca a viaggiare nella stessa giornata del 25 novembre.

A.Mittal: Emiliano, disposti ad anticipare soldi a indotto ma serve una normaGovernatore ha chiesto al Governo di inserire misura ad hoc in manovra

TARANTO24 novembre 201915:36

– “Già molte aziende dell’indotto rischiano di avere i documenti relativi alla bancabilità in disordine. Il che renderebbe complicata quella operazione che stiamo approfondendo di anticipare da parte della Regione i pagamenti. Questa operazione ha bisogno di un meccanismo contabile fondato su una garanzia che prevede che le aziende abbiano i requisiti perfetti di bancabilità. Se il tempo passa e nessuno li paga rischiano di perderli”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine di un incontro nella sede di Confindustria Taranto sull’indotto che rivendicano il pagamento delle fatture di ArcelorMittal.
“Questa mattina – ha aggiunto – abbiamo chiesto ai ministri Boccia e Patuanelli di verificare se sia necessario, ove Mittal voglia utilizzare questa vicenda come leva sul Governo, di inserire in Finanziaria una norma che consenta alla Regione Puglia di anticipare questi soldi senza vincoli particolari, eventualmente surrogandosi nel credito”.   Per cercare di risolvere il problema dei pagamenti domani Emiliano farà un primo check con i rappresentanti dell’azienda. Martedì sarà invece a Taranto l’amministratore delegato, Lucia Morselli, con l’obiettivo di chiudere la vicenda. Senza una soluzione le imprese hanno infatti minacciato di bloccare l’approvvigionamento di merci allo stabilimento.

A.Mittal: domani conti indotto-RegioneAd Morselli martedì. Sindaco pronto a blocco merci con imprese

TARANTO24 novembre 201917:46

– Verifica contabile domani al siderurgico di Taranto con le aziende dell’indotto, che presidiano lo stabilimento da una settimana e minacciano il blocco delle merci rivendicando il pagamento di fatture per 60 milioni. Ci saranno anche il governatore Emiliano e il sindaco Melucci, pronto al blocco con le imprese. E’ emerso in un incontro in Confindustria Taranto, con le stesse aziende, il presidente degli industriali tarantini Antonio Marinaro, i sindaci della provincia e il governatore. Il tavolo, ha spiegato Emiliano, nella riunione ha contattato il premier Conte con ‘appositi messaggi’: “se non ci fosse stata una immediata telefonata da parte dell’ad di ArcelorMittal durante la stessa riunione, la fabbrica, per decisione dell’assemblea, sarebbe stata sostanzialmente bloccata”. Poi “la telefonata dell’ad Morselli è arrivata. Ringrazio il ministro Patuanelli e il presidente del Consiglio”.
La multinazionale ha poi confermato la verifica domani mattina e l’incontro tra Emiliano e Morselli martedì.

Attesa sui mercati per dazi e Pil UsaMartedì asta Btp, il 27 tocca a Bot semestrali

24 novembre 201918:15

– Ci saranno ancora i dazi Usa-Cina tra i temi a cui i mercati guarderanno la prossima settimana, in attesa di capire una volta per tutte se gli Stati Uniti accetteranno l’invito della Cina per un nuovo incontro a Pechino con il rappresentante per il Commercio Robert Lighthizer e il segretario al Tesoro Steven Mnuchin. Quanto agli Usa sono in calendario il 26 novembre un discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, e il 27 il Beige Book della stessa Federal Reserve. Tra gli appuntamenti della Bce, l’intervento a Francoforte del membro esecutivo Yves Mersch il 25 novembre mentre il 28 novembre parlerà Benoit Coeuré, componente dell’executive board della Bce. In Italia, dove tra le tensioni del governo prosegue l’iter di manovra e dl fisco, sono previste un’asta di Ctz e Btp il 26 novembre e di Bot semestrali il 27 novembre.
Tra gli indici macroeconomici attesa per l’Ifo tedesco domani, i dati Usa sulle vendite di nuove case e sulla fiducia dei consumatori il 26 novembre, il Pil Usa il 27 novembre.

Lvmh: Ft, prossimo accordo con TiffanyOfferta sale a 135 dollari ad azione. Oggi board,domani annuncio

4 novembre 201917:08

– Sarebbe ormai prossimo l’accordo tra Lvmh e Tiffany per l’acquisto da parte del colosso francese delle gioiellerie preferite da Audrey Hepburn. Lo riporta il Financial Times, che nell’edizione online spiega come l’ultima offerta di Lvmh valuti il marchio americano 135 dollari ad azione (dai 130 dollari del 21 novembre), per un valore complessivo di 16,7 miliardi. Nella giornata di oggi si dovrebbero tenere entrambi i board delle due società e l’annuncio, una volta risolti gli ultimi dettagli, potrebbe arrivare domani.

Lvmh: accordo per comprare TiffanyDa 16,2 miliardi di dollari

25 novembre 201909:53

– La società leader mondiale nel settore dei beni di lusso LVMH ha acquistato la gioielleria americana Tiffany. Lo hanno reso noto i due gruppi in una nota congiunta, confermando le indiscrezioni dei media americani su un’intesa preliminare. E’ stato raggiunto un “accordo definitivo per l’acquisizione di Tiffany da parte di LVMH al prezzo di 135 dollari per azione. La transazione vale per Tiffany circa 14,7 miliardi di euro, ovvero 16,2 miliardi di dollari”, riferisce la nota.

Banche: mutui sospesi vittime violenzaAccordo e protocollo intesa tra Abi e sindacati

25 novembre 201910:10

– Oggi, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ABI e Organizzazioni sindacali di settore hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa per andare incontro alle donne vittime di violenza di genere.
Le banche e gli intermediari finanziari che aderiranno al protocollo si impegnano a sospendere il pagamento della quota capitale dei mutui e dei prestiti con il corrispondente allungamento del piano di ammortamento per un periodo massimo di 18 mesi.
“Oggi, come in ogni altro giorno dell’anno, occorre mantenere alta l’attenzione alla lotta contro la violenza sulle donne – sottolinea Giovanni Sabatini, Direttore Generale di Abi. Con il protocollo sottoscritto oggi, Abi e i Sindacati di settore hanno voluto fornire una concreta forma di sostegno alle vittime di questo inaccettabile problema sociale.”

Natalità in calo,soprattutto primogenitiNel 2018 oltre 18 mila nati in meno rispetto al 2017

5 novembre 201910:55

– Continuano a diminuire i nati: nel 2018 sono stati iscritti in Anagrafe 439.747 bambini, oltre 18 mila in meno rispetto all’anno precedente e quasi 140 mila in meno nel confronto con il 2008. Lo rileva l’Istat.
Il persistente calo della natalità si ripercuote soprattutto sui primi figli che si riducono a 204.883, 79 mila in meno rispetto al 2008. Il numero medio di figli per donna scende ancora attestandosi a 1,29; nel 2010, anno di massimo relativo della fecondità, era 1,46. L’età media arriva a 32 anni.

A.Mittal:Conte, serve qualche settimanaAbbiamo aperto un negoziato, dateci tranquillità

ELFI (POTENZA)25 novembre 201912:28

– “A questo punto abbiamo aperto un negoziato: deve svilupparsi e dovete darci un po’ di tranquillità”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte rispondendo a una domanda dei giornalisti sull’ex Ilva di Taranto. “Abbiamo bisogno – ha aggiunto – di qualche settimana di tempo: ma ci stiamo lavorando. Lo assicuro soprattutto alla comunità tarantina”.

Fca-Psa:Conte, non comprometta il lavoroGoverno non può rimanere indifferente

MELFI (POTENZA)25 novembre 201912:30

– Sulla fusione Fca-Psa “il Governo non può rimanere indifferente rispetto a un progetto industriale così importante” . Lo ha detto il premier Giuseppe Conte a margine di una visita allo stabilimento Fca di Melfi.
“Questa prospettiva progettuale – ha aggiunto – non deve compromettere in nessun modo gli stabilimenti e l’occupazione in Italia, anche per l’indotto”.

Uber perde la licenza a LondraAutorità comunali negano rinnovo, app non garantisce sicurezza

LONDRA25 novembre 201914:03

– Uber non potrà più operare a Londra: le autorità municipali della capitale britannica hanno infatti annunciato oggi di aver negato il rinnovo della licenza al colosso americano dei taxi online evocando “violazioni” delle regole che mettono a rischio i passeggeri e la loro sicurezza.
L’azienda farà appello e potrà restare attiva finché questo non verrà esaminato. Transport for London (Tfl), l’agenzia comunale dei trasporti, aveva già sospeso Uber nel 2017, salvo concedere poi due proroghe, l’ultima scaduta ieri.

Manovra, Conte: modifiche auto aziendaliPremier a Fca Melfi: “Credito imposta green 10% per le imprese”

MELFI (POTENZA)25 novembre 201914:25

– “Il Governo, in particolare il Ministero dell’Economia, sta interloquendo e lavorando con tutti i soggetti coinvolti per pervenire a una soluzione quanto più possibile condivisa, che riveda in maniera sostanziale e rimoduli la misura” sui ‘fringe benefit’ legati alle auto aziendali ad uso promiscuo. Così nello stabilimento Fca di Melfi, in provincia di Potenze, il premier Giuseppe Conte. “Nella legge di bilancio per il 2020, nell’ottica di una conversione ecologica dei nostri sistemi produttivi, abbiamo previsto un credito d’imposta ‘green’ del 10% – ha inoltre detto il presidente del Consiglio – per le imprese che realizzano investimenti in grado di ridurre le emissioni generate dai processi produttivi, per renderli più efficienti minimizzando la produzione di rifiuti”. “Un ulteriore fondo da oltre 4 miliardi” in 4 anni – ha aggiunto Conte – sosterrà “gli investimenti per ridurre le emissioni di gas clima-alteranti”.

Volano gli affitti dei negozi a Delhi Khan Marker al 20mo posto nel mondo per i prezzi al metro quadro

NEW DELHI25 novembre 201916:18

– Il Khan Market, la nota zona commerciale nel cuore di Delhi è stato collocato al ventesimo posto nell’elenco globale delle aree commerciali per il costo dell’affitto dei negozi al metro quadro. Secondo una analisi della Cushman&Wakefield, citata oggi dal quotidiano The Hindustan Times, uno spazio commerciale nella Montenapoleone della capitale indiana, meta preferita da stranieri e dalla high society indiana, costa in media più di 220 euro al metro quadro l’anno. Il Khan Market, dove si trovano abbigliamento, accessori, cibi e primizie da tutto il mondo, e le tre delle più note librerie della città, è una delle aree di Delhi coinvolta dal fenomeno di gentrificazione che ha seguito il boom economico indiano. Il mercato venne aperto nel 1951, e le botteghe furono assegnate agli immigrati dal Pakistan come risarcimento per le terre perse con la Partizione: le caffetterie e i ristoranti che oggi si trovano ai piani superiori erano gli appartamenti delle famiglie dei venditori.

Borsa: Tokyo, apertura in rialzoInvestitori guardano a risultato elezioni Hong Kong

OKYO25 novembre 201901:32

– La Borsa di Tokyo apre la prima seduta della settimana col segno più, con gli investitori che guardano agli sviluppi delle elezioni a Hong Kong dopo il trionfo dei democratici anti-Cina. L’indice Nikkei fa segnare un progresso dello 0,77%, a quota 23.291,69, aggiungendo 178 punti.
Sul mercato dei cambi prevale ancora l’incertezza sui negoziati del commercio tra Cina e Usa, con lo yen che prosegue la fase di rafforzamento sul dollaro a 108,70 e sull’euro a 119,80.

Borsa, Hong Kong apre a +1,05% dopo votoL’ondata pro-democrazia ha schiacciato il fronte pro-Pechino

ECHINO25 novembre 201902:43

– La Borsa di Hong Kong balza in avvio di seduta, in scia al risultato delle elezioni distrettuali che hanno visto l’ondata pro-democrazia che ha spazzato via il fronte pro-Pechino: l’indice Hang Seng guadagna nelle primissime battute 278,77 punti, salendo a quota 26.873,35, con un guadagno dell’1,05%.

Borsa: Shanghai positiva, apre a +0,13%In rialzo anche Shenzhen, a +0,08%

ECHINO25 novembre 201903:04

– Le Borse cinesi aprono la seduta con frazionali guadagni: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un rialzo dello 0,13%, a 2.889,11 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,08%, a quota 1.608,84.

Petrolio: sale a 57,86 dollari barileBrent a 63,53 dollari

25 novembre 201908:26

– Quotazioni del petrolio ancora in aumento in avvio di settimana sui mercati internazionali alla luce dell’ottimismo tra gli investitori sui progressi dei colloqui Usa Cina.I contratti sul greggio Wti con consegna a gennaio guadagnano 9 centesimi a 57,86 dollari al barile mentre il Brent sale di 14 centesimi 63,53 dollari.

Oro: piatto a 1.461 dollari l’onciaInvestitori cauti sui mercati asiatici

25 novembre 201908:31

– Il prezzo dell’oro è poco mosso sui mercati asiatici con gli investitori guardano agli sviluppi delle trattative tra Usa e Cina sui dazi. Il lingotto con consegna immediata passa così di mano a 1.461 dollari l’oncia (-0,1%).

Cambi: euro sale a 1,1025 dollariLa moneta unica vale 119,99yen

25 novembre 201908:40

– Euro in lieve rialzo in avvio di giornata sui mercati internazionali. La moneta unica è scambiata a 1,1025 dollari (1,1023 dollari dopo la chiusura di Wall Street di venerdì sera) e a 119,9 yen.

Spread Btp Bund apre a 154,3 punti baseTasso di rendimento del decennale italiano è all’1,20%

25 novembre 201908:42

– Avvio di giornata all’insegna della stabilità per lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 154,3 punti come venerdì in chiusura di settimana. Il tasso di interesse sul decennale italiano è pari all’1,20%.

Borsa: Asia in luce, Tokyo +0,78%Vittoria Fronte Democratico ex Colonia inglese spinge listino

25 novembre 201908:51

– Borse asiatiche positive dopo il voto a Hong Kong che ha visto prevalere il Fronte Democratico con quasi il 90% dei seggi alle elezioni distrettuali dell’ex-colonia britannica. Tokyo ha guadagnato lo 0,78%, Shanghai lo 0,72%, Seul l’1,02% e Sidney lo 0,32%. Fiacca Taiwan (-0,05%), positive Hong Kong (+1,55%) e Mumbai (+0,91%) ancora in fase di contrattazioni. In rialzo i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa dell’indice della fiducia delle imprese in Germania (Ifo) e dell’intervento a Francoforte di Yves Mersch, membro dell’esecutivo della Bce, mentre giovedì 28 sarà la volta del collega Benoit Coeuré. Dagli Usa sono in arrivo gli indici della Fed di Chicago (attività economica nazionale) e di Dallas (attività manifatturiera). Atteso per domani il discorso del presidente della Fed Jerome Powell a Rhode Island e tra due giorni il Beige Book sullo stato dell’economia Usa. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,59%)
Indice Ftse Mib a quota 23.398 punti

MILANO25 novembre 201909:02

– Avvio di seduta per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha segnato un rialzo dello 0,59% a 23.398 punti.

Borsa: Europa apre bene, Londra +0,34%Positive anche Parigi (+0,42%) e Francoforte (+0,64%)

5 novembre 201909:16

– Apertura in rialzo per le principali borse europee. Londra guadagna lo 0,34% a 7.359 punti, Parigi lo 0,42% a 13.247 punti) e Francoforte lo 0,64% a quota 13.247 punti.

A.Mittal: indotto, si cerca intesa per evitare bloccoIntanto però continua presidio, per l’ottavo giorno consecutivo

TARANTO25 novembre 201909:12

– Ottavo giorno di protesta e presidio delle aziende dell’indotto alle portinerie dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto, per sollecitare alla multinazionale il pagamento di fatture per 60 milioni di euro.
Per cercare di scongiurare il blocco della fabbrica, minacciato in mancanza di garanzie sul ristoro dei crediti, nella mattinata di oggi ci sarà un primo incontro tra l’azienda e gli appaltatori dell’indotto, accompagnati dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dal sindaco Rinaldo Melucci e dal presidente di Confindustria Taranto, Antonio Marinaro, per cooperare all’aggiornamento della contabilità.
Domani mattina è previsto un ulteriore incontro, alla presenza dell’ad di ArcelorMittal, Lucia Morselli, per definire il piano di pagamenti e cercare così di chiudere la vicenda.
L’associazione degli industriali ha chiesto alla multinazionale, per conto delle imprese, la sottoscrizione di un documento che preveda impegni precisi sui pagamenti, con un’unica data di valuta, per almeno il 70% del fatturato. Nei giorni scorsi sono stati notificati, secondo quanto reso noto dalla stessa Confindustria, avvisi di pagamento solo alle ditte di autotrasporto e, con importi parziali, a sei aziende di servizi dell’indotto. Ma in totale sono 150 le imprese interessate dai mancati pagamenti ArcelorMittal e hanno alle dipendenze 6mila addetti. Ieri, durante una riunione nella sede tarantina di Confindustria, dopo uno scambio di messaggi tra il governatore Emiliano, il premier Conte e il ministro Patuanelli, l’ad Morselli ha telefonato al governatore, fissando i due incontri per oggi e domani che si spera siano chiarificatori.
Anche se lo stesso Emiliano e il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci ieri hanno manifestato “scetticismo” e hanno detto di “non avere più alcuna fiducia nella multinazionale”.

Borsa: Milano +0,9%, bene UnicreditSpread a 153, sotto pressione Astm e Sias, stabile Atlantia

5 novembre 201909:57

– Piazza Affari appare positiva nella prima seduta della settimana (Ftse Mib +0,92%), in testa agli altri listini europei, spinta da Prysmian (+4,3%), che ha completato l’intervento su Western Link, il collegamento elettrico tra Scozia, Inghilterra e Galles per ovviare a un problema tecnico. In luce Unicredit (+1,96%), che ha confermato di essere al lavoro sul dossier Turchia, anche se non ha raggiunto ancora accordi per la cessione della quota nella joint-venture in Kfs. Lo spread in calo a 153 punti favorisce invece Banco Bpm (+1,73%), Ubi (+1,24%) e, marginalmente, Mps (+0,9%). In rialzo Ferrari (+1,24%) ed Fca (+1,05%) in linea con l’andamento dei titoli del settore in Europa. Sotto pressione i titoli del gruppo Gavio (Astm -3,43% e Sias -2,36%) dopo il crollo di un viadotto sulla A6 Torino-Savona, stabile invece Atlantia (+0,05%), estranea alla vicenda. In luce tra i titoli a minor capitalizzazione Gas Plus (+7,57%) e Cofide (+3,23%), deboli It Way (-7,26%) e Bastogi (-4,12%).

A.Mittal: indotto, si cerca intesaIntanto però continua presidio, per l’ottavo giorno consecutivo

TARANTO25 novembre 201909:55

– Ottavo giorno di protesta e presidio delle aziende dell’indotto alle portinerie dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto, per sollecitare alla multinazionale il pagamento di fatture per 60 milioni di euro.
Per cercare di scongiurare il blocco della fabbrica, minacciato in mancanza di garanzie sul ristoro dei crediti, nella mattinata di oggi ci sarà un primo incontro tra l’azienda e gli appaltatori dell’indotto, accompagnati dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dal sindaco Rinaldo Melucci e dal presidente di Confindustria Taranto, Antonio Marinaro, per cooperare all’aggiornamento della contabilità.
Domani mattina è previsto un ulteriore incontro, alla presenza dell’ad di ArcelorMittal, Lucia Morselli, per definire il piano di pagamenti e cercare così di chiudere la vicenda.
L’associazione degli industriali ha chiesto alla multinazionale, per conto delle imprese, la sottoscrizione di un documento che preveda impegni precisi sui pagamenti

Mignanelli, alumnus Insead dell’annoPer vision, leadership e intuito imprenditoriale

25 novembre 201909:57

– È Andrea Mignanelli l’INSEADer of the Year 2019, ovvero l’Alumnus Italiano dell’anno della prestigiosa business school di Fontainebleau (Francia).
Mignanelli, ceo del gruppo Cerved, verrà premiato questa sera nell’ambito di una cena di fundraising organizzata presso l’headquarter di Microsoft e realizzata con il contributo di A.T. Kearney, partner dell’iniziativa, che vedrà la partecipazione di Peter Zemsky, INSEAD Deputy Dean. “La nomina a Ceo del gruppo Cerved, una delle vere public companies Italiane, meritata grazie alla vision, la leadership e l’intuito imprenditoriale con cui ne ha guidato lo sviluppo e la creazione di valore nel business Npl” è la motivazione del premio. Mignanelli ha conseguito l’MBA programme INSEAD nel 1998 e, dopo sette anni in McKinsey, ha fondato e guidato la crescita della società integrata in Cerved nel 2011 come Cerved Credit Management. I risultati ottenuti lo hanno portato alla nomina di CEO del Gruppo nel 2019.

Unicredit lavora con Koç su jv TurchiaMa per il momento nessun accordo definitivo

25 novembre 201909:58

– Unicredit ha avviato “contatti con il suo partner Koç Group in merito a una potenziale evoluzione dell’attuale joint venture in Turchia” nell’ambito del proprio piano strategico. Lo si legge in una nota diffusa a seguito di indiscrezioni di stampa su una “possibile operazione” riguardante Kfs e Yapi Kredi, in cui si precisa che “non è stato raggiunto un accordo definitivo in merito a tali discussioni” e che sarà cura della Banca “aggiornare tempestivamente il mercato” in caso di ulteriori sviluppi.

Borsa: Europa sale, Milano +0,8%In luce Lvmh dopo acquisizione Tiffany, sprint Unicredit

25 novembre 201910:45

– Borse europee positive sulla scia dell’entusiasmo in Asia per la vittoria dei democratici alle elezioni di Hong Kong e dopo il rialzo in linea con le stime degli indici Ifo sulla fiducia delle imprese in Germania. E’ atteso inoltre l’intervento a Francoforte di Yves Mersch, membro dell’esecutivo della Bce. Milano (Ftse Mib +0,8%) è prima davanti a Madrid (+0,7%), Londra (+0,6%), Parigi (+0,53%) e Francoforte (+0,45%). Positivi i futures Usa in attesa degli indici Fed di Chicago (attività economica nazionale) e di Dallas (attività manifatturiera). Previsto domani il discorso del presidente della Fed Jerome Powell a Rhode Island e tra due giorni il Beige Book sull’economia Usa. L’acquisizione dell’americana Tiffany spinge Lvmh (+2,03%) a Parigi, ma salgono anche Cie (+1,99%), Burberry (+2,61%) e Persimmon (+1,63%). In campo automobilistico bene Daimler (+1,42%), Ferrari (+1,41%) ed Fca (+1,17%). Sprint di Unicredit (+1,99%) che ha confermato di lavorare al dossier Yapi Kredi (-1,59%) in Turchia.

Borsa:Milano sale con Prysmian UnicreditSpread giù a 151, crollo viadotto A6 frena Astm e Sias

5 novembre 201912:24

– Piazza Affari si conferma in rialzo anche se al di sotto dei massimi (Ftse Mib +0,6%), mantenendosi comunque in testa agli altri listini europei. Corre Prysmian (+3,7%), che ha completato l’intervento sull’elettrodotto Western Link tra Scozia, Inghilterra e Galles. In luce Unicredit (+1,8%), che ha confermato di essere al lavoro per ridefinire la propria presenza in Turchia, anche se non ci sono ancora accordi per cedere quote nella joint-venture in Kfs. Lo spread in calo a 151,6 punti, anche a seguito della riapertura di un tavolo sull’ex-Ilva, non muove Banco Bpm (+0,48%), che riduce il rialzo insieme a Ubi (+0,3%), mentre tiene Mps (+0,8%). Sotto torchio i titoli del gruppo Gavio (Astm -3,64% e Sias -2,82%) dopo il crollo di un viadotto sulla A6 Torino-Savona che ripropone il tema delle concessioni, che colpisce anche Atlantia (-0,84%).

Eataly: Ernestomeda a TorontoPresente con arredamento aula didattica

25 novembre 201913:22

– Ernestomeda riconferma la sua partnership con Eataly, in occasione dell’apertura al pubblico del primo punto vendita dell’insegna di Oscar Farinetti in Canada a Toronto. All’interno del Manulife Centre che lo ospita è stata disposta un’aula didattica al cui interno è presente il modello Icon ideato da Giuseppe Bavuso per il marchio marchigiano.
“Siamo entusiasti del successo che Eataly continua a riscuotere in tutto il mondo e ci rende orgogliosi poter essere partner dell’insegna di Oscar Farinetti anche in questa occasione – afferma Alberto Scavolini, AD Ernestomeda – Lo scopo comune della nostra collaborazione è portare l’eccellenza italiana nel mondo: l’apertura oltreoceano di Eataly Toronto rappresenta un nuovo importante passo in questa direzione”.

Borsa: Europa sale, Milano +0,8%Occhi su Bce e Fed, sprint Lvmh dopo acquisizione Tiffany

25 novembre 201913:32

– Borse europee positive in sintonia con i futures Usa, sulla scia dell’entusiasmo in Asia per la vittoria dei democratici alle elezioni di Hong Kong, dopo il rialzo in linea con le stime degli indici Ifo sulla fiducia delle imprese in Germania e in attesa dell’intervento a Francoforte di Yves Mersch, membro dell’esecutivo della Bce, previsto per le 19 di oggi. Londra (+0,85%) è la migliore davanti a Milano (Ftse Mib +0,8%), Madrid (+0,6%), Francoforte (+0,45%) e Parigi (+0,35%). In arrivo dagli Usa gli indici Fed di Chicago (attività economica nazionale) e di Dallas (attività manifatturiera), mentre per domani è previsto il discorso del presidente della Fed Jerome Powell a Rhode Island e tra due giorni il Beige Book sull’economia nazionale. L’acquisizione dell’americana Tiffany spinge Lvmh (+1,75%) a Parigi, ma salgono anche Cie (+1,5%), Burberry (+2,75%) e Persimmon (+1,4%).

A.Mittal: Emiliano,ok accordo su indottoEntro domani il 100% dello scaduto al 31 ottobre

TARANTO25 novembre 201913:59

– “Abbiamo raggiunto un accordo per il quale entro domani sarà pagato il 100% dello scaduto al 31 ottobre. Significa che si allineano con i pagamenti”. Lo ha detto il governatore pugliese Michele Emiliano a conclusione di un incontro nel siderurgico di Taranto sul pagamento delle imprese dell’indotto con il capo del personale di A.Mittal Arturo Ferrucci e altri dirigenti dello stabilimento, il presidente di Confindustria Taranto Antonio Marinaro, il sindaco Rinaldo Melucci e una delegazione di imprese dell’indotto.
“L’incontro – ha aggiunto Emiliano – si è concluso positivamente. Domani ne è previsto un altro qui per verificare, davanti ai nostri occhi, l’emissione dei bonifici. Non sono né ottimista né pessimista, devo però dare atto che dopo la riunione di ieri e con la presa di posizione così severa e forte di tutte le imprese che rimangono unite e compatte, ArcelorMittal ha risposto positivamente. Quindi lo stabilimento rimane ancora e continua pur sotto pressione a funzionare”.

Borsa:Milano risale con Prysmian (+0,8%)Spread a 151, acquisti su Banco Bpm, scivolone Gavio e Astaldi

25 novembre 201914:05

– Piazza Affari riprende a salire (Ftse Mib +0,8%) spinta da Prysmian (+5%), che ha completato l’intervento sull’elettrodotto Western Link tra Scozia, Inghilterra e Galles, riconsegnando l’opera al committente National Grid. Occhi puntati anche su Unicredit (+2,5%), che ha confermato di essere al lavoro per ridefinire la propria presenza in Turchia, anche se non ci sono ancora accordi per cedere quote nella joint-venture in Kfs. Lo spread in calo a 151,4 punti, dopo la ripresa delle trattative sull’ex-Ilva e la conferma del sostegno al Governo dal M5S, agevola Banco Bpm (+1%), Mps (+0,9%) e Ubi (+0,75%). Deboli titoli del gruppo Gavio (Astm -2,36% e Sias -1,18%) dopo il crollo di un viadotto sulla A6 Torino-Savona che ripropone il tema delle concessioni, sensibile anche per Atlantia (-0,84%). Scivola Astaldi (-6,5%) dopo un congelamento al ribasso, bene invece Ferrari (+1%) ed Fca (+0,95%), in linea con i rivali europei.

Borsa: Wall Street apre positivaS&P 500 sale dello 0,31%

NEW YORK25 novembre 201915:33

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,15% a 27.932,28 punti, il Nasdaq avanza dello 0,47% a 8.563,17 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,31% a 3.119,94 punti.

Borsa: Europa sale dopo Wall StreetA Piazza Affari corrono Prysmian e Unicredit, in rosso Astm

25 novembre 201915:50

– Le Borse europee proseguono in rialzo dopo l’avvio in territorio positivo di Wall Street. I mercati riflettono l’ottimismo degli investitori dopo gli indici Ifo sulla fiducia delle imprese in Germania e in attesa dell’intervento a Francoforte di Yves Mersch, membro dell’esecutivo della Bce.
Nel Vecchio continente la migliore è Londra (+1%), a seguire Madrid (+0,8%), Milano (+0,7%), Parigi e Francoforte (+0,5%). A spingere i mercati sono le utility (+1,1%) ed il comparto dell’auto (+0,9%). A Piazza Affari corre Prysmian (+4,9%) con il completamento l’intervento sull’elettrodotto Western Link tra Scozia, Inghilterra e Galles. Sale anche Unicredit (+2,2%), che ha confermato di essere al lavoro per ridefinire la propria presenza in Turchia, anche se non ci sono ancora accordi per cedere quote nella joint-venture in Kfs. In rosso i titoli della galassia Gavio con Astm (-2,1%), dopo il crollo di un viadotto sulla A6 Torino-Savona.

Mediaset: P.S. Berlusconi, ottimistiFusione strada più pratica, altrimenti troveremo altri modi

25 novembre 201915:53

– Lo dico chiaramente: siamo molto ottimisti se le posizioni restano lineari”. Lo ha affermato il vice presidente e amministratore delegato di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, rispondendo a una domanda in vista dell’udienza di venerdì prossimo con Vivendi di fronte al Tribunale di Milano a margine della presentazione del programma di Chiambretti ‘La repubblica delle donne’.
“La fusione è la strada più pratica ma se non sarà fusione troveremo altri modi”, ha proseguito in merito a Vivendi e all’operazione per la nascita di MediasetForEurope “Noi andiamo avanti col nostro progetto ma ci dispiace che venga rallentato.

Bitcoin cala a minimi ultimi 6 mesiAppesantito dalla stretta della Cina sulle criptovalute

NEW YORK25 novembre 201916:57

– Il Bitcoin affonda ai minimi degli ultimi sei mesi, appesantito dalla stretta della Cina sulle criptovalute. Il Bitcoin è arrivato a perdere fino all’11% a 6.530 dollari per poi limitare le perdite e salire a 7.149 dollari. Solo a novembre il Bitcoin ha perso il 22%, il maggior calo mensile in un anno.

Torna l’Artigiano in Fiera, quest’anno in vesti ‘Hi-Tech’Con la nuova App, mappe interattive e itinerari personalizzati

25 novembre 201917:26

Artigiano in Fiera, la fiera delle arti e mestieri del mondo, torna a Milano per la sua 24° edizione. Dal 30 novembre al 8 dicembre il polo fieristico di Rho-Pero ospiterà circa 3000 artigiani provenienti da 100 Paesi, che saranno protagonisti con prodotti tipici e creazioni originali, tutte accomunate dalla manifattura d’eccellenza. Quest’anno ci sarà un modo inedito di vivere Artigiano in Fiera grazie ad una nuova App dedicata che, oltre a mettere a portata di “tap” tutte le informazioni utili sugli espositori e sui servizi disponibili, offrirà un’esperienza immersiva e personalizzata. La nuova mappa interattiva, sfruttando la localizzazione, aiuterà i visitatori a raggiungere i Paesi, le Nazioni, i prodotti e gli artigiani in modo rapido e intuitivo, guidandoli dal punto in cui si trovano fino allo stand dell’artigiano o del prodotto che cercano. In più, la funzionalità “Aiutaci a conoscerti” permetterà al singolo visitatore di vivere un’esperienza su misura: l’app mostrerà, in sequenza, delle immagini rappresentative degli artigiani, dei prodotti e delle pietanze disponibili ad Artigiano in Fiera, cui l’utente potrà interagire con dei semplici “swipe” nella direzione che incontra le sue preferenze. In questo modo, l’App saprà esattamente cosa proporre all’utente, creando un itinerario ad hoc in base ai suoi reali interessi, ottimizzando l’efficacia del tempo speso in Fiera. Completamente gratuita, l’App è disponibile sia per iOs che Android.

Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,84%)Indice Ftse Mib a 23.454 punti

MILANO25 novembre 201917:43

– La Borsa di Milano chiude in rialzo. . L’indice Ftse Mib avanza dello 0,84% a 23.454 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Carige: Commissari, non guideremo banca
A dicembre aumento e cessione npl

25 novembre 201917:59

– Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener, commissari di Banca Carige, annunciano in una lettera ai dipendenti che non guideranno l’istituto ligure dopo la fine del commissariamento, “in linea con quanto raccomandato” dal codice deontologico per i componenti degli organi delle procedure di gestione delle crisi bancarie. “In questa difficile nuova impresa servirà un management al vostro fianco che creda nel progetto e che sappia di potere contare sull’impegno di lungo termine degli azionisti e sulla vostra forza e determinazione”, si legge nella lettera. I commissari aggiungono: “Carige si appresta quindi a completare in dicembre l’aumento di capitale e la cessione dei crediti deteriorati.
Dopo queste operazioni la nostra banca si collocherà ai primi posti in Italia sia come indici di patrimonializzazione che come indicatori di rischio”. Lo scrivono ricordando di essere in attesa del via libera delle autorità alla pubblicazione del prospetto dell’aumento di capitale.

Borsa: Europa chiude in rialzoLondra (+0,95%), Francoforte (+0,63%), Parigi (+0,54%)

25 novembre 201918:00

– Le Borse europee chiudono in rialzo con l’ottimismo degli investitori sulle trattative tra Usa e Cina sul commercio internazionale. Si guarda anche ai dati positivi sulla fiducia delle imprese e le prospettive dell’economia tedesca. I listini del Vecchio continente hanno archiviato la seduta in linea con l’andamento di Wall Street ed in attesa delle prossime indicazioni che arriveranno dalla Fed.
In rialzo Londra (+0,95%), Madrid (+0,7%), Francoforte (+0,63%) e Parigi (+0,54%).

Borsa: Milano in rialzo, in calo AstmCorre Unicredit con dossier Turchia, in calo spread Btp-Bund

5 novembre 201918:21

– La Borsa di Milano (+0,8%) chiude in rialzo, in linea con gli altri listini europei. Nel Vecchio continente c’è ottimismo sulle trattative Usa-Cina sul commercio internazionale. Si guarda in modo positivo anche all’andamento dell’economia tedesca, dopo il dato sulla fiducia delle imprese.
Resta l’attesa per le prossime mosse delle banche centrali. In lieve calo lo spread tra Btp e Bund a 151 punti, con il rendimento del decennale italiano all’1,16%.
A Piazza Affari soffrono tutte le concessionarie autostradali. In particolare Astm (-2,6%), dopo il crollo di un viadotto sulla A6 Torino-Savona, e Sias (-1,6%). In rosso anche Atlantia (-1,3%) e Autostrade Meridionali (-0,94%). Debole Leonardo (-0,7%) e Generali (-0,6%) mentre è piatta Tim.
Rally per Prysmian (+4,9%), che ha completato l’intervento sull’elettrodotto Western Link. Bene anche Unicredit (+2,9%), che ha confermato di lavorare al dossier Yapi Kredi (-2,8%) in Turchia. In positivo anche Moncler (+2,4%) e Fineco (+2,3%).

Petrolio: NY, chiude in rialzo a 58 dlrQuotazioni salgono dello 0,4%

NEW YORK25 novembre 201920:39

– Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,4% a 58,01 dollari al barile.

Borsa: Tokyo, apertura in rialzoOttimismo su esito negoziati commercio Cina-Usa

TOKYO26 novembre 201901:31

– La Borsa di Tokyo avvia gli scambi in positivo, sostenuta dal rialzo del indici azionai statunitensi e con gli investitori che guardano con ottimismo agli sviluppi delle negoziazioni in atto sul commercio internazionale tra Pechino e Washington. Il Nikkei avanza dello 0,62%, a quota 23.436,83, aggiungendo 144 punti. Sui mercato valutari lo yen arresta la manovra di rafforzamento sul dollaro, trattando a un livello leggermente superiore a 109, e sull’euro, poco sopra a quota 120.

Alibaba vola all’esordio su Hong KongIl colosso dell’e-commerce guadagna subito in Borsa il 6,25%

PECHINO26 novembre 201903:17

– Alibaba vola alla Borsa di Hong Kong nel giorno dei suo esordio alle contrattazioni: i titoli del colosso dell’e-commerce hanno registrato con un balzo del 6,25%, a 187 dollari di Hk, a fronte di un valore di collocamento di 176 dollari. La società ha raccolto 11,2 miliardi di dollari Usa totali dalla quotazione secondaria dopo i 25 miliardi dell’Ipo record al Nyse del 2014.

Borsa, Hong Kong apre a +0,71%Fiducia su accordo commercio. +0,22% Shanghai e +0,24% Shenzhen

ECHINO26 novembre 201903:35

– La Borsa di Hong Kong apre la seduta con un forte rialzo, sulla spinta del crescente ottimismo per l’annuncio della ‘fase uno’ dell’accordo sul commercio tra Usa e Cina e per l’esordio boom di Alibaba sul listino dell’ex colonia britannica: l’Hang Seng guadagna lo 0,71%, a 27.183,90 punti.
In rialzo anche l’avvio di Shanghai e Shenzhen, i cui indici Composite salgono rispettivamente dello 0,22%, a 2.912,52 punti, e dello 0,24%, a quota 1.604,34.

Petrolio: stabile a 57,98 dollari barileSu ottimismo in vista accordo dazi. Brent a 63,64 dollari

26 novembre 201908:20

– Quotazioni del petrolio stabili sui mercati internazionali alla luce dell’ottimismo tra gli investitori sui progressi dei colloqui Usa Cina.I contratti sul greggio Wti con consegna a gennaio passano di mano a 57,98 dollari al barile mentre il Brent è a quota 63,64 dollari.

Oro: piatto a 1.453 dollari l’onciaInvestitori cauti sui mercati asiatici

26 novembre 201908:22

– Il prezzo dell’oro è poco mosso sui mercati asiatici con gli investitori cauti che guardano agli sviluppi delle trattative tra Usa e Cina sui dazi. Il lingotto con consegna immediata passa così di mano a 1.453 dollari l’oncia (-0,1%).

Cambi: euro sale a 1,1016 dollariLa moneta unica vale 120,04 yen

26 novembre 201908:39

– Euro in lieve rialzo in avvio di giornata sui mercati internazionali. La moneta unica è scambiata a 1,1016 dollari (1,1010 dollari dopo la chiusura di Wall Street di ieri sera) e a 120,04 yen.

Spread Btp Bund apre a 150 punti baseTasso di rendimento del decennale italiano è all’1,15%

26 novembre 201908:42

– Avvio di giornata all’insegna della stabilità per lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 150 punti (151 ieri in chiusura di giornata). Il tasso di interesse sul decennale italiano è pari all’1,15%.

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,04%)Indice Ftse Mib a quota 23.471 punti

26 novembre 201909:02

– Avvio di seduta per Piazza Affari.
L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,04% a 23.471 punti.

Borsa: nuovo rialzo Asia, Tokyo +0,35%Attesa per discorso Powell, domani Beige Book su economia Usa

26 novembre 201909:02

– Nuovo rialzo per i listini di Asia e Pacifico sulla scia dei progressi nella trattativa tra Usa e Cina sui dazi. E’ di oggi la telefonata tra il segretario del Tesoro americano Steve Mnuchin e il vicepremier cinese Liu He per sbloccare la cosiddetta ‘fase uno’ dell’accordo commerciale tra i due colossi per risolvere le questioni ancora aperte e chiudere al più presto l’accordo. Tokyo ha guadagnato lo 0,35%, Shanghai lo 0,03%, Taiwan lo 0,13% e Sidney lo 0,83%. In controtendenza Seul (-0,1%) e Hong Kong (-0,16%), oggetto di prese di beneficio dopo il balzo della vigilia a seguito delle elezioni distrettuali. La Piazza dell’ex-colonia britannica è ancora aperta insieme a quella di Mumbai (+0,31%). Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa del discorso del presidente della Fed Jerome Powell a Rhode Island e del Beige Book sull’economia Usa in arrivo domani.

Borsa: Europa cauta, Parigi +0,04%Positive anche Francoforte (+0,08%) e Londra (+0,09%)

26 novembre 201909:09

– Apertura in cauto rialzo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,04% a 5.927 punti, Francoforte lo 0,08% a 13.256 punti e Londra lo 0,09% a 7.402 punti.

A26: De Micheli convoca vertici AspiPresente a.d Autostrade Tomasi

26 novembre 201909:35

– Incontro presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tra la ministra Paola De Micheli e l’Aspi. Presenti, secondo quanto si apprende, la ministra con il suo staff, Enrico Valeri, responsabile del coordinamento viabilità ed operations di Autostrade per l’Italia, e Roberto Tomasi A.d di Autostrade per l’Italia. L’incontro urgente era stato convocato dalla ministra dopo la chiusura della tratta dell’A26 tra l’allacciamento con l’A10 e lo svincolo di Masone al fine di stabilire gli interventi urgenti per garantire la sicurezza e ripristinare la viabilità.

Borsa: Milano +0,1%, bene TenarisSpread in calo a 149 punti, rimbalzano titoli gruppo Gavio

26 novembre 201910:03

– Piazza Affari resiste in territorio positivo (Ftse Mib +0,1%), con il paniere principale spaccato in due, sorretto da Tenaris (+1,28%), titolo legato a doppio filo – commentano nelle sale operative – all’evoluzione dei negoziati sui dazi. Lo spread in calo a 149 punti favorisce invece Ubi (+1,05%), mentre Unicredit (+0,6%) prosegue il rialzo della vigilia su ipotesi di uscita dalla Turchia, avendo confermato “contatti in corso”. Prese di beneficio per Prysmian (-1,35%), ieri sulla cresta dell’onda per la consegna definitiva di Western Link al committente National Grid. Segno meno anche per Italgas (-1,04%), Hera (-0,65%) Enel (-0,42%), nel giorno del piano industriale, ed Intesa (-0,36%). Rimbalzo dei titoli del gruppo Gavio (Astm +4% e Sias +3,87%), che prevede di ripristinare il viadotto crollato sulla A6 “in 3 o 4 mesi”.

Stop lavoratori Amazon per Black FridayNelle sedi di Torino e Cuneo, carichi di lavoro estenuanti

TORINO26 novembre 201910:18

– Hanno scelto i giorni immediatamente precedenti al Black Friday i lavoratori Amazon delle sedi di Brandizzo (Torino) e Marene (Cuneo), addetti alla distribuzione merci, per incrociare le braccia. Secondo quanto riferiscono gli stessi lavoratori, la protesta è stata indetta dalla Uil Trasporti del settore logistica per denunciare “i carichi di lavoro estenuanti” e chiedere più sicurezza sul lavoro. Il pacchetto è di 16 ore di sciopero, da domani, che si terranno senza preavviso.

Borsa: Europa fiacca, Milano invariataFutures Usa contrastati, previsto ribasso indice manifatturiero

26 novembre 201910:39

– Borse europee fiacche, in linea con i futures Usa contrastati. E’ previsto oggi un peggioramento della bilancia commerciale americana di ottobre, con un saldo negativo di 71 miliardi di dollari, e dell’indice manifatturiero della Fed di Richmond, stimato in calo da 8 a 5 punti. Gli occhi sono puntati al Beige Book della Fed, previsto per domani, dopo che il presidente Jerome Powell, intervenuto a Rhode Island, ha detto che “difficilmente” i tassi Usa saranno alzati nel breve periodo. Londra e Milano sono in parità, Parigi e Francoforte cedono lo 0,15% e Madrid lo 0,3%. Sotto pressione l’inglese Compass (-5%), attiva nei servizi di ristorazione, dopo i preliminari del 2019 e stime del 2020 in linea con le attese, mentre Edf (-2,44%) sconta il protrarsi del fermo dei alcuni reattori nucleari per il sisma che lo scorso 11 novembre ha colpito il sud della Francia. Sale ancora Lvmh (+0,48%) dopo l’acquisto di Tiffany, contrastate Fca (+0,1%) e Peugeot (-0,67%), al lavoro sul protocollo d’intesa per la fusione.

Patuanelli, rinvio uscita mercato tutelaNon ci sono le condizioni per stop completo a luglio 2020

26 novembre 201910:41

– “La questione legata al superamento del regime tariffario di maggior tutela” di luce e gas “prevede la cessazione dal primo luglio 2020, credo che questo processo debba essere accompagnato da una maggior consapevolezza dei clienti e da un aumento dei venditori, cosa che oggi non consente un’uscita da quel mercato immediata e tout court dal 2020”. Così il ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli.
Quindi, aggiunge, “bisogna fare quei passi che consentiranno una maggiore consapevolezza dei clienti e una maggiore offerta”, con “scadenze frazionate”.

Arriva il Black Friday, voglia di Natale e piccole follieSondaggio QVC, 15mln di italiane pronte per lo shopping il 29/11

25 novembre 201914:01

Per anticipare qualche regalo di Natale, concedersi una coccola o un piccolo lusso desiderato e atteso da tanto tempo ormai basta un click e il gioco è fatto: sarà un esercito di quasi 15 milioni di italiane ad approfittare dei vantaggiosi sconti dello shopping online in occasione del Black Friday, in calendario il prossimo 29 novembre. Secondo QVC, il retailer multimediale dello shopping e dell’intrattenimento, che ha realizzato tramite Osservatorio QVC (osservatorioqvc.it) una nuova ricerca raccogliendo opinioni e percezioni di un campione di donne tra i 18 e i 65 anni (pari a circa 14,7 milioni di persone, residenti su tutto il territorio nazionale, con l’abitudine a connettersi online con regolarità almeno una volta alla settimana), la festa degli acquisti “in offerta speciale”, di tradizione statunitense, è ormai diventata una piacevole abitudine anche in casa nostra. I numeri che emergono dallo studio, realizzato con Human Highway, parlano chiaro: l’83% delle intervistate conosce benissimo il Black Friday, il 61,7% ha già avuto modo in passato di fare acquisti in questa occasione, e una donna su due non vede l’ora che arrivi la data per comprare. La “febbre” da Black Friday inizia già un mese prima, perché, dice la ricerca, il 51,8% del campione (circa 9 milioni di donne) ha già deciso con 4 settimane di anticipo di fare acquisti il 29 novembre. Al centro dei desideri delle consumatrici ci sono i regali di Natale ma anche la possibilità di fare una follia per gratificarsi (48,8%) o concedersi prodotti che a prezzo pieno magari non comprerebbero (43,1%).

Enel, 28,7 miliardi di investimenti nel 2020/2022, il 50% greenPrevisti un taglio alla produzione del carbone del 74% e lo sviluppo di 14,1 GW di nuova capacità rinnovabile (+22 rispetto al piano precedente)

6 novembre 201910:55

Gli investimenti organici totali di Enel per il periodo 2020-2022 saranno pari a 28,7 miliardi di euro, +11% sul piano precedente. Alla decarbonizzazione del parco impianti sarà destinato il 50% del totale, con 14,4 miliardi per accelerare la realizzazione di nuova capacità rinnovabile e sostituire progressivamente la generazione da carbone. Entro il 2022, si prevede lo sviluppo di 14,1 GW di nuova capacità rinnovabile (+22% rispetto al piano precedente) e la riduzione della capacità e la produzione da carbone del 61% e del 74%, dal 2018.Circa 1,2 miliardi di euro di investimenti, annuncia l’Enel nel piano 2020-22 presentato agli analisti, sono invece dedicati all’elettrificazione dei consumi, facendo leva sulla crescita e la diversificazione della base clienti retail di Enel e sulle efficienze. Alla digitalizzazione e automazione delle reti saranno riservati 11,8 miliardi di euro, per migliorarne la resilienza e la qualità del servizio. C’è poi un capitolo dedicato a “Ecosistemi e piattaforme”: 1,1 miliardi di euro saranno dedicati a Enel X per la continua realizzazione di servizi ed infrastrutture a sostegno della decarbonizzazione e dell’elettrificazione. L’allocazione degli investimenti, spiega l’Enel, punta direttamente a tre degli Obiettivi di sviluppo sostenibile messi nero su bianco dalle Nazioni Unite, che coprono circa il 95% del capex totale di gruppo: il numero 7 (Energia Pulita e Accessibile), 9 (Industria, Innovazione e Infrastrutture) e 11 (Città e Comunità Sostenibili), tutto finalizzato alla realizzazione dell’obiettivo 13 (Lotta contro il Cambiamento Climatico). Entrando nello specifico degli investimenti per la decrbonizzazione, 12,5 miliardi di euro saranno investiti in rinnovabili (circa 1 miliardo di euro in più rispetto al piano precedente), di cui 11,5 miliardi di euro dedicati alla crescita della capacità, che si prevede aumenti di 14,1 GW entro il 2022, raggiungendo circa 60 GW di capacità gestita totale, principalmente da crescita organica. La capacità aggiuntiva prevista dal piano comprende: 5,4 GW dalla sostituzione della generazione convenzionale con le rinnovabili in Italia, Spagna e Cile, per un investimento complessivo di 5,6 miliardi di euro; 5,1 GW conseguiti con accordi di fornitura con clienti commerciali e industriali principalmente in Brasile e negli Stati Uniti, per un investimento complessivo di 4,7 miliardi di euro; 3,6 GW dallo sviluppo di mercati nuovi o di recente ingresso, in modo diretto (1,1 GW con investimenti per 1,2 miliardi di euro) e attraverso joint ventures (2,5 GW). Entro la fine del periodo di piano si prevede che Enel riduca la produzione globale da carbone del 75% circa rispetto al 2018

Crollo viadotto: De Micheli convoca concessionario AspiQuesta mattina al ministero

26 novembre 201908:30

– In merito alla chiusura della tratta dell’A26 tra l’allacciamento con l’A10 e lo svincolo di Masone la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha convocato questa mattina il concessionario Aspi al fine di stabilire gli interventi urgenti per garantire la sicurezza e ripristinare la viabilità. E’quanto annunciato in un tweet del ministero.

Inchiesta sulla Fondazione Open, perquisizioni GdF in corso in tutta ItaliaTra i reati ipotizzati ci sono il riciclaggio e il traffico di influenze

FIRENZE26 novembre 201910:54

Perquisizioni della GdF sono in corso a Firenze e in altre città italiane nell’ambito di sviluppi delle indagini relative all’inchiesta della procura fiorentina sulla Fondazione Open che era stata costituita per sostenere le iniziative politiche dell’ex premier Matteo Renzi.
Secondo quanto appreso, la Procura, tra i reati contestati nell’inchiesta a vario titolo, considera il riciclaggio, il traffico di influenze e l’autoriciclaggio. Tra le città dove i finanzieri stanno eseguendo le perquisizioni ci sono Firenze, Milano, Modena, Torino, Bari, Alessandria, Pistoia, Roma, Napoli, Palermo. L’inchiesta sulla fondazione Open – da cui sarebbero scaturite queste perquisizioni – è emersa nel settembre scorso quando a Firenze venne perquisito lo studio dell’avvocato Alberto Bianchi, ex presidente della Open, indagato per traffico di influenze illecite. Tra i documenti che gli furono sequestrati, ci sarebbero i bilanci della Open e la lista dei finanziatori della fondazione.Open aveva sostenuto, tra l’altro, la Leopolda di Matteo Renzi

Annunci
Accessibilità, Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 17 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:14 DI DOMENICA 03 NOVEMBRE 2019

ALLE 02:48 DI GIOVEDì 07 NOVEMBRE 2019

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Huawei: Usa, presto le licenze di vendita
Ross, le aziende americane hanno inoltrato 260 richieste 03 Novembre 2019 21:14

Le licenze che consentiranno alle aziende statunitensi di vendere prodotti a Huawei “arriveranno molto presto”. Lo ha detto il segretario Usa al Commercio, Wilbur Ross, in un’intervista a Bloomberg in cui ha spiegato che sono state 260 le richieste da parte delle aziende americane, “più di quante pensassimo”.

Le licenze sono necessarie perché, nel maggio scorso, gli Usa hanno inserito Huawei nella ‘entity list’, la lista nera del commercio, per ragioni di sicurezza. Come conseguenza, qualsiasi società statunitense che intende vendere beni o servizi a Huawei – da Google a Intel – deve ottenere un’apposita autorizzazione.

Occhiali realtà aumentata, 20 milioni di unità vendute per il 2024Analisti, a trainare sono le innovazioni e il calo dei prezzi

04 novembre 201913:51

Il mercato degli occhiali smart per la realtà aumentata (AR) sta prendendo piede e nel 2024 arriverà a 20 milioni di unità annue vendute. Lo prevedono gli analisti di Abi Research, secondo cui a far decollare il settore saranno le innovazioni tecnologiche e la diminuzione dei prezzi.

Maggiore durata della batteria, processori potenti e un ampio campo visivo sono le innovazioni apportate quest’anno ai prodotti, spiegano gli esperti. “I prezzi più economici, uniti ai miglioramenti tecnologici e al supporto di soluzioni software e piattaforma end-to-end sono la prova che il mercato della realtà aumentata è più maturo”, rileva l’analista Eleftheria Kouri.

Tra i prodotti, gli X2 di ThirdEye e ThinkReality A6 di Lenovo sono “occhiali avanzati pensati per le aziende e dal prezzo più abbordabile”, osserva ancora Abi Research, che mette in evidenza anche i miglioramenti nel design dei dispositivi. I Focals prodotti da North, ad esempio, sono tra gli occhiali “più stilosi sul mercato”. L’aspetto è infatti quello di semplici occhiali da vista.

Apple, 2,5 miliardi per la crisi abitativa in UsaUn miliardo servirà a sostenere i mutui sulle prime case

04 novembre 201913:49

– Apple segue i passi di Google, Microsoft e Facebook per contrastare l’emergenza abitativa. La compagnia di Cupertino ha annunciato un piano da 2,5 miliardi di dollari per rispondere “alla crisi di disponibilità e accessibilità di case in California”. Della cifra, un miliardo è destinato a un fondo d’investimento per abitazioni economicamente abbordabili, e un altro miliardo riguarda un fondo d’assistenza per mutui rivolto a chi compra la prima casa.

Con i prezzi di affitti e vendita “alle stelle”, e la carenza di alloggi dal costo accessibile, membri della comunità come insegnanti e vigili del fuoco sono sempre più costretti ad andare via, evidenzia Apple, che ricorda come quasi 30mila persone abbiano lasciato San Francisco tra aprile e giugno di quest’anno.

“Alloggi a prezzi accessibili significano stabilità e dignità, opportunità e orgoglio. Quando queste cose sono fuori dalla portata di troppe persone, sappiamo che il corso che stiamo seguendo è insostenibile. Apple si impegna a far parte della soluzione”, ha dichiarato il ceo della compagnia, Tim Cook.  Apple non è la prima azienda tecnologica a scendere in campo.

Due settimane fa Facebook ha annunciato che spenderà un miliardo di dollari nei prossimi dieci anni per costruire fino a 20mila case accessibili per insegnanti, infermieri e altre categorie di lavoratori essenziali. In precedenza anche Google aveva messo sul piatto un miliardo per l’emergenza abitativa in California, mentre Microsoft ha destinato 500 milioni all’area di Seattle.

Lavorando 4 giorni a settimana, produttività a +40% Test Microsoft, anche risparmi su elettricità e carta

05 novembre 201914:29

Lavorare fino al giovedì non solo rende i dipendenti più felici, ma anche molto più produttivi. Lo dimostrano i risultati di un esperimento condotto da Microsoft in Giappone, pubblicati sul sito della società, in cui si è visto che con una settimana di quattro giorni la produttività aumenta del 40%. Il test è stato condotto in agosto su 2.300 dipendenti della compagnia, a cui è stato dato un giorno di ferie pagato tutti i venerdì. In questo periodo la produttività, misurata attraverso le vendite per ogni impiegato, ha visto un’impennata del 39,9% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.”Questo – scrive la società, riportata dal sito della Cnbc – è dovuto in parte al fatto che i meeting sono stati ridotti ad al massimo 30 minuti, e sono stati condotti di più tramite videoconferenza”. Tra gli altri risultati registrati si sono visti risparmi per il 23,1% dell’elettricità e del 58,7% della carta utilizzate nel periodo, ed è stato chiesto il 25% in meno di giorni liberi. Al termine del test, che verrà condotto di nuovo in inverno, il 92% dei dipendenti si è detto soddisfatto.La necessità di ridurre l’orario di lavoro, particolarmente sentita in Giappone dove molte aziende richiedono oltre 80 ore settimanali, ha già diversi fan nel mondo. Secondo l’università dell’Ohio, ad esempio, la produttività aumenterebbe anche con una riduzione a 6 ore al giorno. Tra gli imprenditori invece uno dei più grandi fan di questo tipo di iniziative è Richard Branson, patron di Virgin, che ha spesso affermato che la flessibilità del lavoro è la “chiave della creatività”, proponendo addirittura settimane lavorative di tre giorni.

TikTok lancia uno smartphone in CinaLa casa madre della app, ByteDance, svela un top di gamma

05 novembre 201914:32

ByteDance, la compagnia cinese che possiede la popolare app per giovanissimi TikTok, ha lanciato un suo smartphone in Cina. Il dispositivo, che era stato preannunciato da diverse indiscrezioni, si chiama Jianguo Pro 3 ed è prodotto da Smartisan, azienda da cui ByteDance ha acquisito diversi brevetti e dipendenti nel 2019.Lo smartphone è di fascia alta, ha una linea che ricorda il vecchio iPhone SE e ovviamente integra Douyin, la versione della app TikTok per il mercato cinese.Nel dettaglio monta uno schermo Amoled da 6,39 pollici e un processore top di gamma (Snapdragon 855 Plus di Qualcomm). Sul retro si presenta con una quadrupla fotocamera con sensore principale Sony da 48 megapixel, affiancato da un ultra-grandangolare (13 mp), un teleobiettivo (8 mp) e un sensore macro (5 mp). Potente anche la fotocamera frontale, da 20 megapixel.

Huawei, stima vendita 240-250 milioni smartphone nel 2019Ren, ma contrazione all’estero nel 2020 per il bando Usa

06 novembre 201916:21

Huawei prevede di vendere 240-250 milioni di smartphone nel 2019, in crescita fra il 16 e il 21% rispetto ai 206 milioni dello scorso anno. Lo ha detto il Ceo e fondatore del secondo gruppo al mondo di telefonini dietro a Samsung, Ren Zhengfei, nel corso di un evento a Shenzhen sulla sovranità digitale.Nel 2020 le vendite all’estero sono attese in contrazione, ha preannunciato Ren. Si farà sentire, a differenza di quanto avvenuto quest’anno, il bando imposto dagli Stati Uniti sull’acquisto di componenti e software Usa senza le necessarie licenze, che impedisce agli smartphone di Huawei di usare il sistema operativo Android di Google.

Wsj, Xerox valuta offerta in titoli e contanti per HPUnione marchi storici che hanno faticato a rinnovarsi

06 novembre 201916:20

Xerox valuta la presentazione di un’offerta per HP, in una “mossa audace” che unirebbe due ex colossi delle tecnologia.Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali il consiglio di amministrazione di Xerox ha discusso di una possibile offerta in azioni e contanti per HP, che ha una capitalizzazione di mercato di 27 miliardi di dollari. Un accordo unirebbe due nomi popolari con passati storici che hanno però faticato a reinventarsi negli anni.I titoli delle due aziende salgono a Wall Street sulla notizia di possibili nozze.

Le star web ai Macchianera Awards

PERUGIA05 novembre 201918:40

Oltre cento star del web saranno a Perugia per gli Oscar del web e per tre giorni di eventi. Il capoluogo umbro ospiterà infatti dall’8 al 10 novembre la ‘Festa della Rete’ che terminerà con la consegna dei ‘Macchianera internet Awards’ ai personaggi più amati e scelti dal pubblico con le votazioni online.Appuntamento che torna per la seconda volta a Perugia. ‘Connessi e sostenibili’ è il tema scelto quest’anno, come annunciato dagli organizzatori Gigi Mazzeschi (ideatore insieme a Gianluca Neri), Claudia Alfonso e Matteo Grandi. Protagoniste le star della Rete. In programma, tra gli altri, eventi ed incontri con Estetista cinica, Camihawke, K4U, Jody Cecchetto, Emilife, Pinuccio, Fotografie Segnanti, Signor Distruggere, Trash Italiano, Lercio, Tegamini, Maccio Capatonda, Casa Surace, Commenti Memorabili, Human Safari, Sofia Viscardi, Alice Venturi, Riccardo Pirrone (Taffo), Muriel, Carletto’s Life, The Pozzoli’s family, Le frasi di Osho. Non mancheranno anche personaggi della cultura, dello spettacolo e del giornalismo.Sono infatti attesi Luca Telese, David Parenzo, Pierluigi Pardo, Riccardo Cucchi, Selvaggia Lucarelli, Mauro Casciari, Renza Castelli, Willie Peyote, Gio Evan, Il Pagante, The Andrè, Romina Falconi, oltre a padre Enzo Fortunato.La premiazione dei vincitori degli Internet Awards è prevista la sera del 9 novembre al Teatro Morlacchi. Tra oltre 300 candidature, di 31 categorie, saranno proclamati il miglior sito e quello più attendibile, il personaggio dell’anno e la rivelazione, i migliori articolo o post, community, pagina Facebook, trasmissione tv e radio, creator-videomaker, foodblogger e travelblogger, hashtag, miglior tweeter ed instagrammer. Saranno proprio gli utenti del Web, con le loro preferenze, a decretare i vincitori.

Nove milioni di italiani comprano cibo onlineComparto vale 1,6 miliardi, +42%. Trainano i pasti a domicilio

05 novembre 201914:32

In Italia 9 milioni di persone comprano generi alimentari online, un comparto che vale 1,6 miliardi di euro e che nell’ultimo anno ha registrato una crescita del 42%, trainato dalle consegne di pasti a domicilio.Sono alcuni dei dati che emergono dalla terza edizione di Netcomm Focus Food, in corso a Milano.A comprare cibo online sono oltre 1,5 miliardi di persone nel mondo, per un valore di 58 miliardi di euro. In Europa sono 167 milioni: 9 milioni in Italia, contro i 19 milioni del Regno Unito, i 18 milioni in Germania, i 13,5 milioni in Francia e i 10 milioni in Spagna.Negli ultimi 12 mesi un terzo degli italiani che fanno shopping online ha acquistato beni alimentari e bevande via web o app, e il 72% degli ordini alimentari con consegna in un giorno è rappresentato dal pasto a domicilio. Tuttavia il comparto del Food&Grocery online ha una incidenza ancora marginale in Italia, pari al 5% sul totale dell’e-commerce B2C (dall’azienda al consumatore) italiano, che nel complesso vale 31,6 miliardi di euro.

Facebook cambia logo aziendale, non per il socialTutto maiuscolo e in diversi colori, distingue i vari servizi

05 novembre 201914:27

Facebook ha un nuovo logo, o meglio un nuovo logo aziendale “che aiuta a fare miglior distinzione tra la società e l’app”. Il logo è costituito da una scritta tutta maiuscola (FACEBOOK) e sarà anche in vari colori, non solo nel classico blu. Il marchio contraddistinguerà app come Instagram e WhatsApp, si troverà nelle pagine iniziali o nelle impostazioni, o in prodotti come i virosi Oculus e l’altoparlante intelligente Portal. Non nel social network che manterrà l’attuale scritta in minuscolo nel colore blu. Insomma, servirà a chiarire in modo più evidente la proprietà dei vari servizi della piattaforma.”Stiamo aggiornando il brand della nostra compagnia per rendere più chiaro il fatto che tutti questi prodotti siano di Facebook – scrive la società di Menlo Park – Nelle prossime settimane cominceremo a utilizzare il nuovo marchio all’interno di tutti i nostri prodotti e materiali di marketing che comprendono anche un nuovo sito della compagnia”.Secondo il sito Buzzfeed, lo scopo della riprogettazione è scongiurare ulteriori complicazioni con la Federal Trade Commission, l’antitrust statunitense, da cui è stata già sanzionata a luglio per violazione della privacy.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Il tempo passato sul display cambia il cervello dei bimbi
Cambia sostanza bianca, legata a capacità cognitive

05 novembre 201914:27

Il tempo passato davanti agli schermi modifica letteralmente il cervello dei bambini. Lo ha scoperto uno studio pubblicato da Jama Pediatrics basato sulle risonanze cerebrali, che ha messo in relazione le modifiche anche ad una perdita di capacità cognitive.I ricercatori del Cincinnati Children’s Hospital hanno sottoposto 47 bambini e bambine tra 3 e 5 anni ad un test per valutare le capacità cognitive, oltre che a una risonanza magnetica al cervello per stabilire la cosiddetta ‘integrità della sostanza bianca’, cioè di quella parte che garantisce il corretto passaggio delle informazioni fra le varie zone. Ai genitori invece è stato fatto compilare un questionario sulle ore passate davanti allo schermo e sui contenuti guardati, da cui è scaturito un punteggio.”Alti punteggi nel questionario sono associati significativamente ad un linguaggio meno espressivo, una minore abilità di dare il nome rapidamente agli oggetti e a più basse capacità di scrittura – scrivono gli autori -. All’aumentare del punteggio è risultata associata anche una minore integrità della sostanza bianca, in tratti che coinvolgono le funzioni del linguaggio e dell’alfabetizzazione”.Questo è l’ultimo di una serie di allarmi lanciati dagli esperti sui pericoli dovuti agli schermi, soprattutto sui ragazzi, a cui si è unito ad esempio anche Sean Parker, uno dei fondatori di Facebook. Dallo studio, precisa l’autore principale John Hutton, non emerge un ‘tempo minimo sicuro’. “E’ difficile dire quale siano l’età minima o il tempo più indicato – afferma alla rivista del Mit -. Il mio motto è ‘screen free’ fino ai tre anni, questo almeno fa sì che i bambini arrivino all’asilo con una solida base nel mondo reale”.

Con lo smartphone il mondo più accessibile ai disabiliLegge, ascolta e parla grazie alle nuove tecnologie di Google

06 novembre 201912:53

Per leggere un’email non servono gli occhi. Per conversare con una persona, si può fare a meno delle orecchie. Per accendere la tv e scegliere il film preferito, non bisogna muovere neanche un dito. L’esperienza quotidiana del mondo diventa più accessibile a chi soffre di disabilità, grazie alle nuove soluzioni sviluppate da Google per migliorare la fruibilità dei dispositivi Android. Su tutti troneggia lo smartphone, che grazie all’intelligenza artificiale può finalmente leggere, ascoltare e parlare al posto nostro.”Stiamo entrando in una nuova Età dell’oro, grazie ai progressi dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento automatico, combinati alla possibilità di far vivere sul telefono gli algoritmi che un tempo operavano solo nei grandi cloud: così abbiamo nuove funzioni disponibili anche offline, non solo per chi ha disabilità, ma potenzialmente per tutti”, spiega Brian Kemler, responsabile della suite Accessibilità di Google, che fa esempi pratici.”Live Caption – sottolinea – che sottotitola in automatico i contenuti multimediali riprodotti sul telefono per chi ha problemi di udito, potrebbe essere usata per vedere i video sul telefono in metropolitana anche se abbiamo scordato gli auricolari. L’amplificatore, collegabile all’apparecchio acustico così come alle cuffie, potrebbe permetterci di ascoltare meglio un film senza disturbare chi ci sta accanto. TalkBack, che fa la lettura vocale dello schermo, ci permetterebbe di usare il telefono senza distrarci durante la guida dell’auto. O ancora l’accesso vocale, che consente di interagire col dispositivo senza toccare lo schermo, ci potrebbe essere utile per cercare una ricetta online quando cuciniamo e abbiamo le mani sporche”.Quello che nasce per pochi, diventa per tutti. Gli esperti del colosso di Mountain View lo chiamano “curb cut effect”, riferendosi agli scivoli dei marciapiedi che oggi usiamo tutti per portare più comodamente passeggini e valigie, ma che in origine erano stati pensati per aiutare i disabili. Lo stesso accade anche oggi con le nuove tecnologie, che diventano sempre più fruibili per tutti grazie agli adattamenti sviluppati pensando a quel miliardo di persone nel mondo che convivono con una disabilità, temporanea o permanente.”L’accessibilità è un diritto umano: il cuore della nostra missione non è solo rendere accessibili i prodotti, ma l’esperienza del web e del mondo, per rendere i disabili più autonomi e migliorare la loro interazione con le persone vicine”, osserva Kemler. Lo testimonia anche l’esperienza della giovane Geneviève Pedrini, ipovedente dalla nascita, ormai nota campionessa paralimpica di slalom gigante e violoncellista, da poco laureata con una tesi in Musicologia dedicata proprio all’accessibilità. “Grazie alla tecnologia ora posso fare cose che un tempo pensavo impossibili – spiega – posso muovermi in autonomia percorrendo anche strade sconosciute, posso navigare in Internet e postare contenuti sui social da sola, posso lavorare meglio grazie ai lettori dello schermo. Ci sono ancora molte criticità, ma l’approccio delle aziende che sviluppano questi prodotti sta cambiando”.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Cresce la parità su Internet, in rete il 48% delle donne
Contro il 58% degli uomini, rapporto agenzia Nazioni Unite

06 novembre 201914:38

Cresce a piccoli passi la parità di genere su Internet: aumenta infatti il numero di donne ‘connesse’, il 48% del totale della popolazione femminile, contro il 58% del totale degli uomini. L’uso di internet sta crescendo anche a livello globale, con 4,1 miliardi di persone, pari al 53,6% della popolazione, che vi ha accesso. Lo indica il rapporto dell’Agenzia delle Nazioni Unite per le tecnologie della comunicazione Itu. “I rapporti dell’Itu sono un potente strumento per comprendere meglio i problemi di connettività, incluso il divario di genere digitale”, ha rilevato Houlin Zhao, segretario generale dell’Itu.Secondo il rapporto persiste ancora il gap tra donne e uomini nell’accesso a Internet, ma poco alla volta la situazione sta cambiando, considerando che nel 2017 le donne connesse erano il 44,9% del totale della popolazione femminile contro il 50,9% del totale maschile.In generale i dati mostrano che tra il 2013 e il 2019, il divario di genere si è quasi azzerato nelle Americhe e si è ridotto in Europa e Russia. Tuttavia, negli Stati arabi, in Asia e nel Pacifico e in Africa, il divario di genere è cresciuto.

Google, dipendenti chiedono una svolta “green”Zero emissioni e stop contratti con aziende cge usano combustibili fossili

06 novembre 201910:09

Google dovrebbe avere una vera e propria ‘svolta verde’, con un piano per arrivare a zero emissioni entro il 2030 e lo stop a tutti i contratti con società che favoriscono l’uso di combustibili fossili.A chiederlo all’azienda è una lettera aperta firmata finora da oltre 1100 dipendenti e pubblicata sul sito Medium.com, che prende anche di mira i finanziamenti di ‘big G’ a gruppi di pressione negazionisti dei cambiamenti climatici. Oltre alle richieste già citate la lettera, indirizzata al ‘Chief Financial Officer’ di Google Ruth Porat, richiede all’azienda di non collaborare con gruppi che mettano in pericolo i rifugiati o altre persone che sono alla ‘frontiera’ dei cambiamenti climatici.”Google è una compagnia globale – si legge nella lettera – con miliardi di utenti in tutto il mondo, molti dei quali stanno già subendo gli effetti del disastro climatico. Nel suo codice di condotta si richiede il rispetto per gli utenti e per le loro opportunità”. L’appello arriva dopo che un mese fa il Guardian aveva rivelato che la compagnia aveva finanziato in passato diversi gruppi negazionisti dei cambiamenti climatici. I dipendenti di Google, così come quelli di altre grandi aziende come Amazon e Microsoft, hanno aderito anche agli ‘scioperi per il clima’.

Apple lavora su occhiali a realtà aumentataDigiTimes, collabora con Valve per sviluppo questi dispositivi

06 novembre 201911:22

Apple starebbe collaborando con Valve per la produzione di visori a realtà aumentata, mercato che prenderà piede nei prossimi anni. Lo riporta il sito DigiTimes.Valve da tempo opera nel campo della realtà virtuale tramite la partnership con la taiwanese Htc, che ha portato alla progettazione e realizzazione dei visori della serie Vive. Apple e Vive hanno già lavorato assieme per poter portare il supporto ai visori sui computer Mac. Già a luglio, sempre il sito DigiTimes, aveva riferito che Apple aveva temporaneamente interrotto lo sviluppo di dispositivi di realtà virtuale e aumentata e che il team al lavoro su questo progetto era stato sciolto e riassegnato allo sviluppo di altri prodotti.E il mese scorso, l’analista Ming-Chi Kuo ha dichiarato che Cupertino stava collaborando con aziende di terze parti per lanciare il suo primo dispositivo AR. Kuo ritiene che il visore in realtà aumentata di Apple entrerà nella fase di produzione di massa già nel quarto trimestre 2019, in tempo per un lancio all’inizio del 2020.Per Abi Research il mercato degli occhiali per la realtà aumentata sta prendendo piede e nel 2024 arriverà a 20 milioni di unità annue vendute. A far decollare il settore saranno le innovazioni tecnologiche e la diminuzione dei prezzi.

Huawei, 1 miliardo di incentivi agli sviluppatoriAnnuncio al Web Summit di Lisbona

06 novembre 201916:26

Un miliardo di dollari alla comunità degli sviluppatori in tutto il mondo. Huawei conferma il proprio programma di sviluppo al Web Summit 2019 in corso a Lisbona.”Vogliamo creare un ecosistema favorevole all’innovazione, al quale possano unirsi i singoli sviluppatori. La nuova iniziativa guiderà l’innovazione non solo nell’ecosistema Huawei, ma permetterà agli sviluppatori di fare significativi passi avanti e scrivere le prossime tappe dell’innovazione”, spiega Jervis Su, Vice President Mobile Services, Huawei Consumer Business Group.Gli sviluppatori e l’economia che ruota intorno alle app è cresciuta negli ultimi anni a livello esponenziale. E secondo la società di analisi App Annie, entro il 2021, potrebbe diventare la terza a livello mondiale con una crescita del 385% rispetto al 2016 e un valore di 6.350 miliardi di dollari.A Lisbona, Huawei ha dato aggiornamenti anche su AppGallery, lo store digitale dell’azienda, preinstallato su tutti i dispositivi Huawei: ha raggiunto 390 milioni di utenti attivi mensilmente a livello globale e 180 miliardi di download all’anno.

Alleanza Nyt, Twitter e Adobe contro i ‘deepfake’Obiettivo, chiarezza su foto e video modificate

06 novembre 201912:14

Il New York Times, Twitter e Adobe si alleano per combattere i ‘deepfake’. L’alleanza punta a offrire chiarezza su chi crea foto e video, dicendo anche chiaramente quali modifiche sono state apportate. “Distinguere le vere news su internet è una delle maggiori sfide che i lettori si trovano ad affrontare. Combattere la cattiva informazione richiede che l’intero ecosistema – creatori, editori e piattaforme – lavori insieme”, afferma il responsabile della ricerca e sviluppo del New York Times.

Crea tecnologia per fratello disabile, ora è prototipo Google Messo a punto da italiano, “può ascoltare musica in autonomia”

06 novembre 201914:34

Può sembrare un semplice pulsante, ma è molto di più. E’ un interruttore che ‘accende’ i desideri: quelli di chi non può esprimerli con la propria voce. Desideri semplici, come ascoltare la musica preferita senza dover dipendere dagli altri. Una piccola idea nata in famiglia, per aiutare un fratello disabile, che oggi è diventata un prototipo targato Google che promette di aiutare molte altre persone.Ecco la storia di ‘Diva’ (DIVersely Assisted), il dispositivo realizzato in Italia per permettere a chiunque di interagire senza parlare con l’assistente di Google, per usare in autonomia la tv, il lettore musicale e i sistemi domotici della casa smart. Ad avere l’intuizione è stato Lorenzo Caggioni, sviluppatore di Google Italia, che dopo aver ricevuto il plauso dei colleghi a Mountain View, sta già lavorando ad un’app per inviare comandi semplificati dallo smartphone. Classe 1980, laureato in fisica delle particelle all’Università di Milano, Lorenzo è approdato a Google nove anni fa, per aiutare i clienti ad adattare le tecnologie del colosso californiano alle loro esigenze.Un lavoro creativo, che lo ha portato a cercare nuove soluzioni anche per suo fratello Giovanni, grande appassionato di musica. “Ha 22 anni ed è affetto da sindrome di Down: è cieco e non riesce a parlare”, racconta Lorenzo. “Non è sempre facile capire quali siano i suoi desideri e interessi, per questo volevo creare qualcosa che gli permettesse di scegliere quando ascoltare la sua musica preferita in totale autonomia, usando gli stessi dispositivi che usiamo noi: anche questa è inclusività”. La scintilla scocca con l’arrivo in Italia dell’assistente virtuale di Google. “Ho pensato che potevo usarlo come strumento per accedere alle tecnologie presenti in casa: dovevo solo trovare un modo per permettere a Giovanni di azionarlo anche senza la voce”.Così, due anni fa, Lorenzo ha iniziato a sviluppare l’idea del pulsante sfruttando la politica del ‘20% time’, con cui Google permette ai dipendenti di impiegare il 20% dell’orario di lavoro per dedicarsi ai progetti personali. Grazie al supporto dei colleghi che si occupano di accessibilità, ha così preso forma il prototipo del pulsante, declinato in diverse varianti, che ha vinto il concorso per idee innovative interno all’azienda. “La cosa più bella – racconta Caggioni – è stato vedere Giovanni usare il pulsante per la prima volta: ora si diverte perfino a fare i dispetti ai miei figli cambiando i cartoni alla tv”.

Telefono Xiaomi con fotocamera 108 megapixel, primo al mondoManager Liu, abbiamo 279 milioni di utenti attivi globalmente

06 novembre 201919:33

Xiaomi lancia la sfida a Apple e agli altri rivali. Il quarto produttore globale di smartphone ha convocato la stampa a Madrid per presentare il primo smartphone al mondo dotato di una quintupla fotocamera posteriore con un sensore principale da 108 megapixel, il più potente mai visto su un telefono. Il dispositivo si chiama Mi Note 10, e sarà commercializzato anche in Italia a partire dalla prossima settimana.“Il 2019 è stato un anno incredibile per Xiaomi. Nel mondo abbiamo 279 milioni di utenti di smartphone attivi al mese e anche in Europa occidentale, dove siamo presenti da due anni, abbiamo raggiunto il quarto posto nella classifica delle vendite”, ha detto dal palco Sally Liu, head of regional marketing di Xiaomi. La quarta posizione è anche in Italia, dove la compagnia nei giorni scorsi ha reso noto di aver venduto un milione di smartphone dall’inizio dell’anno.L’azienda cinese nel corso dell’evento spagnolo ha anche annunciato il suo debutto nel mercato europeo delle smart tv. I televisori dovrebbero arrivare nei negozi italiani tra gennaio e febbraio 2020.MI NOTE 10Il Mi Note 10, dall’aspetto che ricorda il P30 Pro di Huawei, ha il corpo interamente in vetro e uno schermo Amoled curvo da 6,47 pollici con lettore d’impronte digitali integrato nel display e ‘notch’ a goccia’, in cui è inserita la fotocamera frontale da 32 megapixel che serve anche per il riconoscimento facciale. Sulla scocca, oltre all’obiettivo principale da 108 megapixel sviluppato con Samsung, lo smartphone monta un teleobiettivo da 12 megapixel pensato per i ritratti (ha lunghezza focale di 50 mm) e uno da 5 megapixel per zoomare. C’è poi un ultra grandangolo da 20 megapixel e un obiettivo macro da 2 megapixel per scatti ravvicinati.Tra le altre caratteristiche, il jack per le cuffie una batteria molto capiente, da 5.260 mAh con ricarica veloce, che promette di fornire un’autonomia di oltre due giorni. Il processore è lo Snapdragon 730 G di Qualcomm; la Ram è da 6 GB e la memoria interna da 128GB.Il Mi Note 10 sarà disponibile in Italia dal 15 novembre nelle finiture Midnight black, Aurora Green e Glacier White a un prezzo di 600 euro. “Con il Mi Note 10 introduciamo un’innovazione dirompente, che porterà li altri produttori di smartphone a doversi adeguare. Da questo punto di vista – dice Davide Lunardelli, a capo del marketing di Xiaomi Italia – diamo un valore aggiunto a tutti gli utenti di smartphone, non solo ai nostri”.REDMI NOTE 8TAccanto al Mi Note 10, Xiaomi ha svelato anche il Redmi Note 8T, uno smartphone di fascia media, dal prezzo competitivo e anch’esso costruito attorno al comparto fotografico. Sul retro ospita una quadrupla fotocamera, con sensore principale da 48 megapixel e un ultra grandangolo da 8 megapixel, più un obiettivo macro e un sensore di profondità entrambi da 2 megapixel. Il risultato, ha evidenziato Xiaomi nel corso della presentazione spagnola, sono scatti “migliori del Galaxy A50 di Samsung”.Lo smartphone ha un display da 6,3 pollici con design in vetro curvo e ‘notch’ a goccia dove è alloggiata la fotocamera da selfie da 13 megapixel. Monta un processore Qualcomm Snapdragon 665, 4 GB di Ram e 64 GB di memoria. La batteria è da 4.000 mAh con ricarica veloce. Tra le altre caratteristiche, il lettore di impronte digitali sul retro e la presenza del jack per le cuffie. In Italia sarà disponibile dall’8 novembre nei colori Moonshadow Grey, Starscape Blue e Moonlight White a un prezzo di 230 euro.SMART TVDurante la presentazione a Madrid Xiaomi ha poi annunciato l’arrivo sul mercato europeo, per la prima volta, delle sue smart Tv. La più grande è la Mi TV 4S da 55 pollici, con risoluzione 4K Hdr, corpo in metallo, design pulito e Android Tv a bordo. Il televisore c’è anche in versione da 43 pollici. Per una fascia più bassa del mercato, l’azienda ha mostrato la Mi TV 4A da 32 pollici. Le tv sono attese in Italia tra gennaio e febbraio prossimi. Il prezzo del modello più potente dovrebbe attestarsi tra i 450 e i 500 euro.

Facebook testa verifica del profilo con i video-selfieRicercatrice scopre funzione e pubblica schermata su Twitter

06 novembre 201916:28

Facebook starebbe testando un sistema di verifica del profilo degli utenti con una specie di video-selfie che implica il riconoscimento facciale. A riportarne la notizia, sul suo profilo Twitter, è la sviluppatrice Jane Manchun Wong, non nuova a indiscrezioni sulle piattaforme tecnologiche. Ha mostrato il funzionamento di questo nuovo strumento grazie alla condivisione di diverse schermate.Il sistema potrebbe servire a contrastare il fenomeno dei ‘fake accounts’.Da quello che si capisce dall’immagine animata, per poter accertare la propria identità gli utenti dovrebbero registrare un breve video-selfie, muovendo il viso in diverse direzioni. Una volta completata la procedura, Facebook mostrerebbe un messaggio di avviso dove viene specificato che nessuno avrà la possibilità di visionare il video precedentemente registrato.Quest’ultimo, inoltre, verrebbe automaticamente cancellato trascorsi 30 giorni dalla verifica dell’account. Avvertenza utile per scongiurare eventuali polemiche sulla privacy.Il sistema di riconoscimento facciale non è nuovo all’azienda di Mark Zuckerberg. Nel 2017 la piattaforma ha confermato di aver iniziato a testare una funzionalità in grado di verificare l’identità degli utenti attraverso l’utilizzo della fotocamera anteriore. Al momento, però, il social network non ha rilasciato alcun commento a riguardo.Come sempre accade con le indiscrezioni, non è certo che la nuova funzione debutterà sull’applicazione di Facebook. Potrebbe anche trattarsi di uno strumento sperimentale, sottoposto a test interno e non destinata ad un lancio globale.  VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

Accessibilità, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, COMPLETE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE ED UFFICIALI: LEGGI!

DALLE 05:06 ALLE 12:35 DI VENERDì 12 LUGLIO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Trump contro i social mobilita governo
“Regolamentare a tutela della libertà”. E attacca Libra

WASHINGTON12 luglio 201905:06

– “Sto ordinando alla mia amministrazione di esplorare ogni soluzione regolatoria e legislativa per proteggere i diritti alla liberta’ di espressione di tutti gli americani. Speriamo di vedere piu’ trasparenza, piu’ responsabilita’ e piu’ liberta’”: lo ha twittato il presidente americano Donald Trump dopo aver accusato in un summit sui social media che quest’ultimi discriminano le voci conservatrici online.
Trump attacca poi Libra, la criprovaluta proposta da Facebook. “Non sono un fan di bitcoin e altre criptovalute, che non sono soldi e il cui valore è altamente volatile e basato sul nulla”, twitta il presidente americano. “Similmente Libra, la ‘moneta virtuale’ di Facebook, avrà poco sostegno ed affidabilità. Se Facebook e altre compagnie vogliono diventare una banca devono ottenere un nuovo documento di autorizzazione bancaria ed essere soggetti a tutte le regole bancarie, come le altre banche, sia nazionali che internazionali”, aggiunge.

Secondo il tycoon, i “cripto asset non regolati possono facilitare comportamenti illegali, compreso il commercio di droga ed altre attivita’ illecite”. “In Usa abbiamo solo moneta reale, ed e’ piu’ forte che mai, sia sicura che affidabile. E’ di gran lunga la moneta piu’ dominante ovunque nel mondo, e sara’ sempre cosi’. E’ chiamata dollaro statunitense!”, aggiunge. Nella sua audizione al Congresso anche il presidente della Fed, Jerome Powell, aveva espresso preoccupazione per Libra riferendo che se ne parlera’ la prossima settimana tra i ministri delle Finanze e i banchieri centrali dei Paesi del G7 in Francia.   Riferendosi poi ai social media in generale, il presidente Usa ha poi reso noto di avere “ordinando alla mia amministrazione di esplorare ogni soluzione regolatoria e legislativa per proteggere i diritti alla liberta’ di espressione di tutti gli americani. Speriamo di vedere piu’ trasparenza, piu’ responsabilita’ e piu’ libertà”. Trump aveva  accusato in un summit sui social media che quest’ultimi discriminano le voci conservatrici online.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Turchia: arrivano i primi s-400 russiLo ha annunciato il ministero della Difesa di Ankara

ISTANBUL12 luglio 201910:10

– È iniziata la consegna alla Turchia del primo lotto del sistema missilistico russo di difesa antiaerea S-400, fortemente avversata dagli Stati Uniti. Lo ha annunciato il ministero della Difesa di Ankara.
“La consegna del primo gruppo di equipaggiamenti del sistema S-400 alla base aerea di Murted ad Ankara è cominciata con successo”, scrive in una nota la Difesa.
L’acquisto da parte della Turchia ha suscitato una dura reazione degli Usa, che hanno minacciato di imporle sanzioni ed escluderla dal programma dei cacciabombardieri F-35, di cui Ankara vorrebbe acquisire oltre cento esemplari. Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha difeso la decisione, sostenendo che serve a garantire la sicurezza nazionale ed è stata presa alla luce della sovranità del Paese.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Fontana, bloccare traffico esseri umaniEuropa consideri questione immigrazione-Africa in sua globalità

12 luglio 201910:12

– “Il principio fondamentale è quello di bloccare il traffico di esseri umani e di fare in modo che l’Europa inizi a considerare la questione dell’immigrazione e dell’Africa nella sua globalità. Dopodiché un altro punto è la riforma di Dublino”: lo ha detto il neo ministro agli Affari europei Lorenzo Fontana durante un’intervista al quotidiano La Verità.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Usa: arrestato il rapper R. KellyIeri notte a Chicago, fra le accuse anche pedopornografia

CHICAGO12 luglio 201908:39

Il rapper americano R. Kelly è stato arrestato ieri notte a Chicago con le accuse di adescamento di minori, pedopornografia e ostruzione alla giustizia.
Il cantante 52enne star della musica R&B era libero su cauzione per un precedente caso, sempre nello Stato dell’Illinois, di sospetti abusi sessuali su quattro donne, tre delle quali erano minorenni all’epoca dei fatti.

Accessibilità, Aggiornamenti, Manuali, Notizie, Nvda, Procedure, Tecnologia

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11 IN WINDOWS 10 ANCHE USANDO UN LETTORE DI SCHERMO

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

•PROCEDURA PER I VEDENTI

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

Premere il Tasto Start, che tutti immagino, conoscano, quello con l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra del vostro schermo, quindi cliccare sull’icona dell’ingranaggio posta nella parte sinistra del menù che viene visualizzato Dopodiché fai clic sulla voce App, seleziona la voce Gestisci funzionalità facoltative dalla finestra che si apre e clicca prima sulla voce Internet Explorer 11 e poi sul pulsante Disinstalla per procedere con la rimozione del software.
In alternativa, se vuoi, puoi andare nel menu Impostazioni > App e selezionare la voce Programmi e funzionalità dalla barra laterale di destra. Fatto ciò, pigia sulla voce Attivazione o disattivazione delle funzionalità di Windows che trovi nella barra laterale di sinistra, cerca Internet Explorer 11 nella lista delle funzionalità di Windows, togli il segno di spunta presente accanto al suo nome e pigia sul bottone Sì. Attendere ora il completamento della procedura di rimozione del browser Microsoft, al termine della quale, potrebbe essere richiesto di riavviare il sistema; se richiesto, ovviamente: eseguire.

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER IN WINDOWS 10

Ma, facendo così, se si vuole, è possibile riutilizzare IE? Certamente, è sufficiente seguire le due strade sopra mostrate, ovviamente curandosi, nella prima procedura, di cliccare sul pulsante Aggiungi una funzionalità nel menu Impostazioni > App > Gestisci funzionalità facoltative, mentre nella seconda, di spuntare la casella relativa alla voce Internet Explorer 11 nella lista delle funzionalità di Windows. Successivamente, dovrai semplicemente pigiare sul pulsante Sì e attendere che il computer venga eventualmente riavviato per fare in modo che le modifiche vengano apportate. Ricordo che comunque la Microsoft direi che ora predilige Edge, che promette prestazioni migliori e peraltro, come ho scritto tante volte nell’apposita sezione di “Tecnologia” diciamo che si è alleata con gli standard di Chrome.

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

•PROCEDURA PER I NON VEDENTI O IPOVEDENTI O INSOMMA PER CHI USA LETTORI DI SCHERMO

QUI LA PROCEDURA è FORNITA USANDO NVDA SEMPRE L’ULTIMA STABILE PIù AGGIORNATA

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11 IN WINDOWS 10 CON NVDA

Come avrete avuto modo di leggere sopra, basta raggiungere la voce “Gestisci funzionalità facoltative”, a tale scopo, è sufficiente premere il tasto Start ed iniziare a digitare, senza le virgolette inserite per identificativo, “Gestisci” e con la freccia verticale scorrere i risultati, lo troverete come quarto, però ciò può variare in base ai PC ed a quanto avete installato. Se comunque scrivete ancora qualche lettera del nome del menù, essa apparirà subito e se scrivete nella casella Start direttamente, senza le virgolette qui poste, “Gestisci funzionalità facoltative”, vi ci troverete sopra e dando Invio vi entrerete. Nella nuova finestra, percorribile di Tab (se si vogliono tutte le info agiuntive usare la navigazione ad oggetti di Nvda, qui comunque non necessaria), troverete ad un certo punto l’elenco di tutte le Funzionalità Facoltative presenti, percorribili di freccia verticale. Ogni voce è accompagnata dalla dicitura che sottolinea i suoi Megabite e potrete sentire “non selezionato non espanso”. Per “selezionare ed espandere” premere Invio su quella interessata, in questo caso evidentemente “Internet Explorer 11” accompagnato dalla quantità di uso dei suoi Mb. Si udirà “Selezionato espanso”, dunque andare di Tab sul pulsante Disinstalla e premere Spazio o Invio. Attendere la rimozione del software e, se richiesto, riavviare il sistema.

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11

Potete anche seguire la seconda strada proposta sopra nella procedura per i vedenti, anche se la ritengo un po’ più lunga e macchinosa, intendo comunque segnalarla. Premere Start e digitare, sempre senza le virgolette, “Installazione applicazioni”, quindi entrarvi premendo Invio. Nella nuova finestra, muoversi di Tab sino alla voce “Impostazioni correlate gruppo: Programmi e Funzionalità link” e premere Invio. Si aprirà la finestra del Pannello di controllo ed Nvda lo sottolineerà dicendo “Pannello di controllo tutti gli elementi del Pannello di controllo Programmi e funzionalità”. Procedere di Tab sino a sentire “Attivazione o disattivazione delle Funzionalità Windows link Attivazione o Disattivazione delle Funzionalità Windows” e qui premere Invio. Sentiremo: “Funzionalità Windows: OK pulsante”. Procedendo di Tab avremo il pulsante Annulla ed un altro Pulsante, che Nvda recita solo “Pulsante”, che non è null’altro che il Pulsante che, se attivato con Spazio o Invio, apre la finestra della guida di Microsoft Edge (a proposito di browsers). Ancora un colpo di Tab e sentirete “Funzionalità di Windows visualizzazione ad albero”; peraltro ho voluto spiegare come è composta la finestra, ma se dal Pulsante OK nominato sopra, si preme subito Shift+Tab, si raggiunge la visualizzazione ad albero testè nominata. Qui, ogni elemento, è accompagnato dalle relative caselle di controllo e ciascuna sarà “selezionata”, ma troverete quelle “non attivate” e quelle “attivate”: quelle “non attivate” non hanno una piena funzionalità, quelle “attivate” ovviamente sì. Internet Explorer è già “selezionata ed attivata”. Quindi, per disinstallarlo, è necessario disattivare la casella di controllo. A tale scopo, premete la Barra spaziatrice e si aprirà la finestra in cui Microsoft vi avvisa che in tal maniera si potrebbero perdere o modificare alcune funzionalità e se siete sicuri di procedere, ovviamente se siete qui, penso lo siate, o magari vi siete per mera curiosità o informazione 🙂 comunque una volta disattivata la casella e ricevuto l’avviso, sarete sul link per ottenere maggiori info online e di tab troverete i pulsanti “No” e “Sì” che seguono alla domanda “Siete sicuri di voler continuare”? Rispondete Sì per disinstallare e No per Annullare l’operazione. Se confermate su “Sì”, dovrete, come sopra, attendere il processo di rimozione ed eventualmente riavviare il sistema. Come sottolineato più su: ma, facendo così, se si vuole, è possibile riutilizzare IE? Certamente, è sufficiente seguire le due strade sopra mostrate, ovviamente curandosi, nella prima procedura, di cliccare sul pulsante Aggiungi una funzionalità nel menu Impostazioni > App > Gestisci funzionalità facoltative, mentre nella seconda, di spuntare la casella relativa alla voce Internet Explorer 11 nella lista delle funzionalità di Windows. Successivamente, dovrai semplicemente pigiare sul pulsante Sì e attendere che il computer venga eventualmente riavviato per fare in modo che le modifiche vengano apportate.

DISINSTALLARE INTERNET EXPLORER 11 CONCLUSIONI

Direi che circa windows 10 è tutto. Personalmente, evito di rimuovere componentistiche connesse con la casa madre e lo consiglio anche a voi, però se questoè ciò che volete, seguite le procedure sopra descritte e fate sapere come vi siete trovati. Non dimenticatevi di condividere questa guida sui Socials e di diffonderla il più possibile. Grazie e buona navigazione.

Ti interessano altre Procedure? Allora CLICCA QUI E LEGGI E BUONA NAVIGAZIONE!            [print-me title=”STAMPA”]

Accessibilità, Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:57 DI LUNEDì 29 APRILE 2019

ALLE 07:18 DI MARTEDì 30 APRILE 2019

SPORT

Golf: a Rahm e Palmer lo Zurich Classic
PGA Tour, a New Orleans secondo posto per duo Fleetwood/Garcia

29 aprile 2019 06:57

– Jon Rahm e Ryan Palmer conquistano lo Zurich Classic, torneo a coppie del PGA Tour. A New Orleans vittoria super per spagnolo e americano, che con 262 (-26) hanno superato la concorrenza del duo composto da Tommy Fleetwood e Sergio Garcia, secondi con 265 (-23). “E’ un successo speciale – la gioia di Palmer – che dedico alla mia famiglia e al mio compagno di avventura: Rahm è un giocatore fortissimo, che in carriera vincerà molti tornei. Sono onorato di aver scritto una pagina della storia del golf al suo fianco”.
E’ la fine di un incubo per Palmer, alla quarta vittoria sul massimo circuito americano, la prima dal 2010. Con lo statunitense commosso davanti alla moglie Jennifer che, nel 2017, ha affrontato la sfida più difficile: quella con il cancro al seno. Un male che rappresenta però ora solo un brutto ricordo. Sul percorso del TPC Louisiana terzo posto per Bryan Gay/Rory Sabbatini e Kyoung-Hoon Lee/Matt Every (267, -21). In un evento divertente che ha visto però molti big mondiali a riposo.
Golf, Thompson insultata,lascia i socialTra i motivi le offese scaturite dopo sfida con Trump sul green

29 aprile 201912:02

– Insulti e polemiche, Lexi Thompson dice addio ai social network. “Mi prenderò una pausa – l’annuncio dell’americana -. Non è stato bello leggere commenti offensivi e di dubbio gusto. Ora mi concentrerò più su me stessa, magari con un po’ più di privacy”. Con oltre 400.000 follower su Instagram, la ventiquattrenne di Coral Springs (Florida) ha, ormai dal 2016, un rapporto complicato con i social network. Gli insulti ricevuti per la partita a golf, durante le feste di Pasqua, col presidente degli Stati Uniti Donald Trump, avrebbero convinto la Thompson ad allontanarsi definitivamente dalla rete.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN COSTANTE AGGIORNAMENTO

SPORT

Golf, LA Open, successo per Minjee Le
LPGA Tour, quinto titolo per l’australiana: “Mi godo

MA29 aprile 201912:

– Quinto titolo in carriera sul LPGA Tour per Minjee Lee che conquista l’HUGEL-AIR PREMIA LA Open.
“Sono davvero felice – la gioia dell’australiana -, ho giocato bene e ora voglio godermi questo momento”. A Los Angeles, in California, la ventiduenne di Perth con 270 (-14) ha impartito una dura lezione alle avversarie. Con la sudcoreana Sei Young Kim, seconda con 274 (-10), staccata di quattro colpi. Terzo posto per le americane Annie Park e Morgan Pressel (275, -9).
Atp finals:Appendino,felici e orgogliosiSindaca: Torino organizzerà evento meraviglioso

SATORINO29 aprile 201913:41

– “Siamo felici e orgogliosi: sono queste le due parole chiave che rappresentano ciò che la città e anche io stiamo vivendo. Siamo certi che Torino saprà organizzare un evento meraviglioso”. Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, alla presentazione, nel capoluogo piemontese, delle Atp Finals, assegnate a Torino dal 2021 al 2025.

“È stata una congiunzione astrale irripetibile. Almeno sei fenomeni rari che non si erano mai verificati tutti insieme. Il governo italiano ha deciso per la prima volta di scommettere sul tennis, unico grande sport su cui non si era fatto nulla”. Lo ha detto Angelo Binaghi, presidente della federazione tennis, a Torino per presentare le Atp Finals 2021-2026 assegnate alla città. “Ringraziamo il governo di avere investito su di noi. – ha aggiunto Binaghi – Una delle più grandi città del Paese con sindaca tennista ci ha risollevato in momenti in cui credevamo di essere morti e sepolti. Terza cosa rara: anche altri enti locali hanno voluto far parte della squadra, la Regione di Chiamparino e la Camera commercio”

“Quando si fa squadra il nostro Paese è imbattibile. Sono orgoglioso. Questo Paese è felice di investire nel mondo dello sport”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò che ha ricordato la genesi della candidatura torinese delle Atp finals, presentate oggi nel capoluogo piemontese. “Alla sindaca, in un incontro a Roma, ho lanciato l’ idea dell’Atp a Torino perché la città aveva tutto per candidarsi: oltre alla bellezza unica, un impianto in grado di ospitare la manifestazione. Il mio ruolo – ha aggiunto Malagò – si è concluso qui: complimenti alla formidabile tenacia, miscelata con quella di Binaghi hanno prodotto questo straordinario risultato”.

SPORT

Atp finals: Giorgetti, valorizziamole
“Percorso complicato che ha richiesto larga condivisione”

TORINO29 aprile 201913:51

– “È stato un percorso molto complicato, difficile, che ha richiesto larga condivisione non solo all’interno governo. Quando lo Stato ci mette consistente dote finanziarla è giusto che l’intervento sia condiviso. C’è stata la collaborazione di tanti che hanno lavorato alla faticosa costruzione del credito finanziario”. Così, alla presentazione delle Atp finals di tennis, oggi, a Torino, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti. “La sfida – ha aggiunto – è valorizzare questo evento, gli italiani dovranno metterci qualcosa in più. Non solo evento sportivo, per il territorio, ma anche per fare praticare di più questa disciplina”. Nel corso della presentazione Giorgetti ha scherzato sulle “doti di stalkeraggio della sindaca Appendino.
La sua testardaggine, unita a quella sarda di Binaghi (presidente della Federtennis, ndr), ha permesso di superare tanti ostacoli”.
Atp finals: Malagò, se uniti imbattibili”orgoglioso. Questo Paese felice di investire nel mondo sport”

TORINO29 aprile 201914:02

– “Quando si fa squadra il nostro Paese è imbattibile. Sono orgoglioso. Questo Paese è felice di investire nel mondo dello sport”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò che ha ricordato la genesi della candidatura torinese delle Atp finals, presentate oggi nel capoluogo piemontese. “Alla sindaca, in un incontro a Roma, ho lanciato l’ idea dell’Atp a Torino perché la città aveva tutto per candidarsi: oltre alla bellezza unica, un impianto in grado di ospitare la manifestazione. Il mio ruolo – ha aggiunto Malagò – si è concluso qui: complimenti alla formidabile tenacia, miscelata con quella di Binaghi hanno prodotto questo straordinario risultato”.
Esce l’Almanacco del ciclismo 2019Quest’anno sarà il primo di una collana dedicata a vari sport

BOLOGNA29 aprile 201914:10

– A una manciata di giorni dalla partenza del Giro d’Italia, esce l’Almanacco del Ciclismo 2019, per Gianni Marchesini edizioni, che quest’anno sarà la prima uscita di una collana di annuari patrocinati dal giornalista Marino Bartoletti, dedicati a motociclismo, tennis, F.1 e altre discipline.
Lo storico manuale, ideato da Lamberto Righi e giunto alla 28/a edizione, è firmato dal ct azzurro, Davide Cassani, con la collaborazione di Roberto Viganò e quest’anno si presenta in una veste grafica completamente rinnovata, e l’introduzione delle Pagine azzurre, dedicate ai risultati di tutte le rappresentative nazionali, e delle Pagine della memoria, in cui rievocare fatti importanti del passato. Inoltre, nelle 496 pagine, i consueti contenuti, con i risultati della scorsa stagione, schede, squadre, calendari 2019 gruppi dilettantistici, record e albi d’oro. Infine un omaggio grafico ai cent’anni dalla nascita di Fausto Coppi.
Atp finals:Kermode, travolti da passioneN.1 Atp: “Questo evento è il superbowl del tennis”

TORINO29 aprile 201914:25

– “Abbiamo scelto Torino per un motivo molto semplice: la passione che ha dimostrato. Lo crediamo davvero, quando abbiamo cominciato a lavorare alla scelta siamo stati travolti dalla passione delle persone coinvolte nel tennis in Italia. Torino ha reinventato se stessa, ha energia, e condivide la nostra visione. Da questa nuova casa ha inizio una nuova era del tennis”.
Così il presidente dell’Atp, Chris Kermode.
“Questo evento – ha detto – è il superbowl del tennis, il più grande evento del tennis del pianeta. Portarlo qui è stata per noi una importante decisione. Quando scegliendo Londra nessuno pensò che il tennis al coperto avrebbe funzionato, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Siamo molto felici di avere trovato il luogo giusto a Torino”.

[print-me title=”STAMPA”]
Accessibilità, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:06 ALLE 18:34 DI GIOVEDì 04 APRILE 2019

CRONACA

Molesta ragazzino,denuncia grazie a chat
E’ un senza fissa dimora ora accusato di violenza sessuale

BOLOGNA04 aprile 2019 14:06

– La Polizia ha denunciato per violenza sessuale un senzatetto 32enne di origine romena, accusato di avere molestato un ragazzino di 11 anni il 28 marzo in viale Panzacchi, a Bologna. A riconoscerlo, davanti a un supermercato di via Farini dove chiedeva l’elemosina, è stato ieri uno dei papà che avevano visto la sua foto in una chat whatsapp di genitori, dove l’episodio era stato segnalato. L’uomo ha chiamato il 113 e gli agenti hanno identificato e denunciato il 32enne, senza fissa dimora e con alle spalle qualche precedente. Le molestie erano avvenute mentre l’undicenne era insieme alla baby sitter, che lo stava accompagnando a giocare a tennis. Qualche giorno dopo, il compagno della madre della vittima aveva incrociato per strada il sospetto molestatore e lo aveva fotografato, fornendo l’immagine ai Carabinieri. La stessa immagine era stata diffusa anche nella chat di un gruppo di genitori. Quando è stato fermato dalla Polizia, il 32enne indossava lo stesso cappellino che aveva nella foto.
Ecco Futura, la Scuola digitale a GenovaIn città 3500 docenti e 4000 studenti

GENOVA04 aprile 201914:27

– C’erano artisti, come Fabrizio Moro, le istituzioni, ma sopratutto i giovani ad affollare il teatro Carlo Felice per l’apertura di ‘Futura’, l’evento del ministero dell’Istruzione dedicato alla scuola digitale fino al 6 aprile.
Tra loro il sottosegretario Salvatore Giuliano. Genova, le sue piazze e i suoi palazzi più rappresentativi si trasformeranno in luoghi di sperimentazione e condivisione. Saranno 6.400 i metri quadrati dedicati all’iniziativa. Circa 113 i workshop di formazione e aggiornamento con esperti destinati a 3.500 docenti, a dirigenti scolastici e al personale amministrativo.
Oltre 110 i laboratori per circa 4.000 studenti della Scuola dell’infanzia e del Primo ciclo. Mentre saranno 800 i ragazzi del Secondo ciclo coinvolti in competizioni sull’innovazione.
Bloccato con bimbo in sottopasso,salvatoAlla Spezia, padre e figlio salvati da poliziotti delle Volanti

LA SPEZIA04 aprile 201914:35

– Due poliziotti delle volanti hanno salvato un bimbo di 5 anni e il padre che erano rimasti bloccati in auto in un sottopasso dall’acqua piovana. E’ successo alla Spezia. Le forti piogge stamani hanno allagato il sottopasso e il livello dell’acqua, aumentato anche a causa dei tombini ormai saltati, aveva raggiunto la metà delle portiere dell’auto, di fatto bloccando all’interno l’uomo e il bimbo di 5 anni che sedeva nei sedili posteriori. Una donna che ha assistito alla scena ha chiamato il 112 che ha inviato la Volante della polizia. I poliziotti sono entrati nel sottopasso e, con l’acqua ormai alla vita, hanno urlato all’uomo di abbassare il finestrino posteriore per poter prendere il bambino. Una volta salvato il piccolo, messo al sicuro all’interno della Volante, i due agenti hanno spinto la macchina fuori dal sottopasso.
Landini,puntualità per misure post sismaSegretario Cgil in paesi ‘cratere’, trovare soluzioni insieme

ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PIC04 aprile 201914:38

– “Noi qui siamo puntuali? E’ un messaggio al Commissario, se fossero puntuali anche loro…”. Riprendendo una lamentela del sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci sul mancato varo dei decreti per le perimetrazioni e rivolgendosi, idealmente, al Commissario Piero Farabollini, il segretario della Cgil Maurizio Landini ha aperto il suo intervento a Pretare di Arquata del Tronto. Il leader Cgil sarà fino al 6 aprile nel ‘cratere’ per incontrare sindaci, associazioni e cittadini e fare un bilancio della ricostruzione a quasi 3 anni dalla prima scossa di agosto 2016. “Emerge una contraddizione -dice- ci sono perimetrazioni fatte e soldi, la ricostruzione potrebbe partire e non accade.
E’ stata rimossa la metà delle macerie. Rischiano anche i privati che sarebbero in condizione di farlo”. Il tour, spiega, ha più significati: la “natura del sindacato” è rappresentare i cittadini e per questo stare in mezzo a loro per ascoltarli e porsi il problema di cosa può essere utile.
Rissa con sparatoria nel lodigianoUsati anche bastoni e coltelli in area occupata

SANT’ANGELO LODIGIANO (LODI)04 aprile 201914:52

– Due persone sono rimaste ferite nella notte in una rissa con bastoni e coltelli durante la quale sono stati anche esplosi alcuni colpi di arma da fuoco, in un’area occupata da rom nel Lodigiano.
La rissa è avvenuta in località cascina Belfuggito di Sant’Angelo Lodigiano, dove sono state costruite alcune abitazioni da diversi anni occupate da rom e dove si sono già verificati in passato problemi di ordine pubblico.
Determinante è stata la telefonata al 112 di uno dei residenti nel complesso edilizio occupato, con l’arrivo immediato dei Carabinieri sul posto che ha provocato la fine della rissa e consentito di soccorrere i due feriti, che non sono in pericolo di vita.
Sono in corso indagini per cercare di ricostruire i fatti, dal numero di persone che ha partecipato allo scontro alle cause che lo hanno provocato.

CRONACA

Bucci, domani progetto esecutivo ponte
Attendiamo la Via del Ministero poi si parte

GENOVA04 aprile 201914:57

– “Domani saremo in condizioni di firmare il progetto esecutivo di ricostruzione del ponte”. Lo ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci. “Domani avremo tutti i documenti per firmare il piano dopo il parere del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Attendiamo per stasera la valutazione d’impatto ambientale semplificata del ministero dell’Ambiente. Sono fiducioso che chiuderemo entro domani, al massimo entro sabato”. Bucci ha anche annunciato che entro un paio di settimane saranno pronte le sei torri di sostegno della pila 10 nel cantiere est di ponte Morandi, torri che permetteranno di mettere in sicurezza la struttura, di consentire il quarto accesso degli sfollati nelle loro case e permettere l’apertura di via Fillak, ultima strada di collegamento tra la Valpolcevera e il centro ancora in zona rossa e quindi chiusa. “L’apertura di via Fillak – ha detto il sindaco – sarà il mio uovo di Pasqua per la città”.
15enne a Casapound, volete solo votiGiovane interrompe sit-in, “Basta prendersela con minoranze”

ROMA04 aprile 201915:08

– “State a fa’ leva sulla rabbia della gente per racimolare voti. ‘Sta cosa di anda’ sempre contro le minoranze a me nun me sta bene”. Con queste parole ieri un ragazzo di 15 anni ha preso la parole durante la manifestazione di Casapound a Torre Maura, a Roma, da giorni al centro delle polemiche per l’arrivo di alcuni nomadi in un centro della zona.
In un video che sta diventando virale, il ragazzo parla con Mauro Antonini, uno dei dirigenti del movimento di estrema destra, spiegando che “quello che è successo è solo uno strumento per far sentire alle istituzioni che Torre Maura è in una situazione di degrado. Per me il problema è se mi svaligiano casa, non se lo fa un rom. Questa cosa di andare sempre contro le minoranze a me non mi sta bene. Nessuno deve essere lasciato indietro, né italiani, né rom”. Ti sembrano una minoranza i rom in Italia? Gli chiede Antonini. “Mi pare proprio di sì – risponde-, siamo 60 milioni”.Spiega di non avere “fazioni politiche”. “Io so’ de Torre Maura, che è diverso”, replica.
Scuola: sindacati, sciopero il 17 maggioTavolo l’8 aprile, “ma senza risposte sciopero del comparto”

04 aprile 201915:19

Il mondo della scuola e della ricerca va verso lo sciopero generale che è stato proclamato per il prossimo 17 maggio. “Dall’incontro che si è svolto oggi al Ministero del Lavoro – Cgil, Cisl, Uil, Gilda e Snals scuola – non sono emersi elementi che consentano di ritenere concluso positivamente il tentativo di conciliazione. Nessuna risposta di merito è venuta alle richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali del comparto istruzione e ricerca”. Le cinque organizzazioni sindacali prendono atto dell’annunciata apertura, a partire da lunedì 8 aprile – data nella quale è previsto l’incontro con il Ministro – di un tavolo di confronto al massimo livello politico del MIUR ma confermano, in assenza di impegni puntualmente riscontrabili, la volontà di procedere alla proclamazione di iniziative di lotta articolate in astensione dalle attività non obbligatorie e in uno sciopero generale di tutti i lavoratori del comparto istruzione e ricerca per l’intera giornata del 17 maggio.
Truffa alla Rai, gettoni oro mai coniatiDanno per 700mila euro. Dirigenti Zecca rischiano processo

04 aprile 201915:25

– Hanno fatturato alla Rai i gettoni d’oro destinati ad alcune delle trasmissioni più popolari,da ‘Uno mattina’ a ‘I fatti vostri’, da ‘La prova del cuoco’ a ‘Affari tuoi’. Ma in realtà non li hanno mai coniati e ora rischiano di essere processati per truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture. La procura di Roma ha chiuso l’indagine nei confronti di cinque tra dirigenti ed ex dirigenti dell’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato e oggi la Guardia di Finanza ha notificato agli indagati l’avviso di chiusura indagine, che prelude la richiesta di rinvio a giudizio. La truffa ha prodotto un danno per la Rai di circa 700mila euro, soldi che sono stati fatturati all’azienda per la produzione dei gettoni d’oro mai coniati. “Ribadiamo la piena disponibilità a collaborare con la magistratura” afferma il Poligrafico dello Stato ricordando che l’indagine nasce anche a seguito di un esposto presentato dallo stesso Poligrafico alla Procura ad aprile 2016. “Siamo parte lesa” dice la Rai.
Ex chiesetta Bergamo ad islamiciDelibera permette a Regione di esercitare diritto di prelazione

BERGAMO04 aprile 201915:31

– È stata pubblicata oggi la delibera con cui l’Azienda socio sanitaria territoriale Papa Giovanni XXIII di Bergamo aggiudica l’ex chiesetta degli ex Ospedali Riuniti all’Associazione musulmani di Bergamo per la cifra di 452.196 euro. La formalizzazione della decisione da parte dell’Asst Papa Giovanni XXIII consentirà ora alla Regione Lombardia di esercitare il diritto di prelazione sull’immobile, come aveva già più volte annunciato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. La cessione dello spazio agli islamici era infatti già stata al centro di polemiche lo scorso ottobre quando era già stato messo all’asta.
La delibera, a firma del direttore generale dell’Asst, Maria Beatrice Stasi, prevede “la restituzione della cauzione di 20.935 agli altri offerenti, e precisamente alla ditta ‘Sala Hotels srl’ di Bergamo e alla Diocesi ortodossa romena d’Italia”, che ha sede a Roma. La delibera numero 575 è stata pubblicata nell’Albo pretorio online.
Libia: Salvini a G7, siamo preoccupatiMinistro parla a Parigi durante riunione con colleghi

PARIGI04 aprile 201915:32

– “Siamo preoccupati per quanto sta accadendo in Libia e approfitto per chiedere a tutti una soluzione”: è quanto dichiarato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, durante la colazione di lavoro nel G7 di Parigi dedicata alla ‘lotta contro il traffico dei migranti e le reti dedicate alla tratta’ di esseri umani.
Pioggia, scuole allagate nello spezzinoAlunni trasferiti ai piani superiori. Esonda un rio ad Arcola

LA SPEZIA04 aprile 201915:52

– Scuole allagate e frane nello Spezzino a causa del maltempo, dove era stata emanata l’allerta gialla per pioggia. A Spezia i piani terra di varie scuole sono stati allagati costringendo il trasferimento ai piani superiori degli alunni. Allagati anche altri edifici, strade, sottopassaggi e la passeggiata a mare. Allagato anche il sottopassaggio per l’imbocco del raccordo autostradale.
In provincia frane e allagamenti nella bassa Val di Vara e in Val di Magra. A Ceparana, nel comune di Bolano, sott’acqua l’intera zona industriale. Alcuni anziani e portatori di handicap di una residenza assistita sono stati aiutati a salire ai piani superiori per sicurezza. Aule scolastiche allagate anche nel Comune di Follo e a Lerici. I vigili del fuoco sono intervenuti nella zona di Arcola per verificare una frana nei pressi di un edificio scolastico. Ad Arcola è esondato il rio Ressora allagando strade, campi e scantinati. I livelli dei fiumi Magra e Vara al momento non preoccupano.
Sindaco Arquata, leggi speciali aziendeIncontro con segretario Cgil. Abitante, ‘è sempre più difficile’

ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PIC04 aprile 201916:29

– “Sono voluta tornare perché tengo alle origini ma qui la situazione è sempre più difficile. Siamo nelle casette ma poi non si sa…”.
Si commuove Cristina Piermarini, di Arquata del Tronto, mentre lancia un appello ad accelerare la ricostruzione nel cratere sismico in occasione della visita del segretario generale della Cgil Maurizio Landini. “Sbrighiamoci – intima la donna – bisogna evitare che l’Italia abbia un buco nero nella carta geografica, saremmo tutti più poveri da nord a sud”. Sull’importanza di ricostruire ma anche di portare lavoro nelle zone colpite dal sisma si sofferma il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci: “è tutto bloccato. Abbiamo realizzato una cittadella (per il commercio, ndr) ma con la popolazione che c’è non si può fare molto. Gli incentivi non possono essere solo sgravi fiscali, se vogliamo ricostruire un territorio servono leggi speciali per garantire aziende che vengono sul territorio, altrimenti i giovani non tornano più”.
Violenza in stazione: libero terzo uomoRiesame scarcera l’ultimo dei fermati

NAPOLI04 aprile 201916:30

– Il Tribunale del Riesame di Napoli ha disposto la scarcerazione di Raffaele Borrelli, il terzo dei giovani coinvolti nel presunto stupro della 24enne di Portici (Napoli) nel vano ascensore della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano del quale sono accusati anche Alessandro Sbrescia e Antonio Cozzolino, anche loro scarcerati dal Riesame nelle scorse settimane.
Operai morti: primi due indagatiAl momento iscritti responsabili della ditta appaltatrice lavori

MILANO04 aprile 201916:44

– Prime iscrizioni nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Milano sull’incidente sul lavoro che ieri ha causato due morti a Pieve Emanuele, nel Milanese, dove due operai che lavoravano in un cantiere vicino alla ferrovia sono rimasti schiacciati da una lastra.
Da quanto si è saputo, nell’indagine, coordinata dal pm Maura Ripamonti del dipartimento guidato dall’aggiunto Tiziana Siciliano, sono state iscritte al momento due persone, pare responsabili della Cefi, ditta di Casoria (Napoli) che aveva avuto l’appalto da Rfi per costruire una barriera che isolasse i binari ed evitasse che i tanti lavoratori in transito alla stazione di Pieve Emanuele camminassero lungo la ferrovia per poi dirigersi attraverso i campi verso il vicino polo industriale di Siziano. Al vaglio delle indagini, condotte dalla squadra di polizia giudiziaria e dalla Polfer, ci sono anche altre posizioni e ci potrebbero essere a breve altre iscrizioni.
Esplosione a Pordenone, ferita donnaSi ipotizza una fuga di gas

PORDENONE04 aprile 201916:47

– Una donna è rimasta ferita in seguito ad un’esplosione avvenuta all’interno del suo appartamento di via Ortigara a Pordenone. L’episodio si è verificato attorno alle 13. Soccorsa dal personale dell’ambulanza, la donna è stata trasportata d’urgenza in ospedale a Pordenone: ha riportato ustioni ed è sotto shock, ma non sarebbe in pericolo di vita. Secondo le prime notizie l’esplosione potrebbe essere dovuta a una perdita di gas.
Considerata la dinamica, in zona era giunto anche l’elicottero sanitario del Fvg, che poco dopo è rientrato alla base. I vigili del fuoco del Comando provinciale hanno domato l’incendio che era divampato subito dopo lo scoppio e stanno verificando l’agibilità dell’appartamento. Da un esame superficiale, sembrerebbe che l’appartamento abbia subito danni ingenti. Le indagini sono svolte assieme ai carabinieri della locale compagnia.
Neve su Dolomiti venete, chiusi i passiFiocchi bianchi anche a Cortina e Falcade

BELLUNO04 aprile 201917:00

– Nevica sulle Dolomiti Venete, anche a quote intorno ai 1000 metri, e nella serata è previsto un peggioramento delle condizioni meteo. Per questa ragione la società ‘Veneto Strade’ ha già disposto la chiusura alla viabilità del Passo di Valparola, al confine tra bellunese e provincia di Bolzano, del Passo Pordoi, lungo la 48 delle Dolomiti, e del Passo Falzarego. Sul Valparola vi è già un notevole apporto di neve sul manto stradale, portata anche dal forte vento. Entro il tardo pomeriggio – informa la società stradale, verranno chiusi al traffico anche il Passo Giau e il Passo Fedaia, così come altri tratti in quota delle strade bellunesi. I fiocchi bianchi si sono sostituiti alla pioggia della mattinata anche a Cortina d’Ampezzo e in altre località di valle, come Falcade e Alleghe. Il manto bianco ha subito ricoperto i prati dove nei giorni scorsi, con clima più caldo, stano spuntando i primi fiori di primavera.
Migranti: nave Sea Eye verso LampedusaMinistro,’abbiamo scritto a Governo tedesco,se ne faccia carico’

04 aprile 201917:15

– Si sta dirigendo in direzione di Lampedusa – a quanto si evince dai tracciati radar e a quanto confermano fonti informate – la Alan Kurdi, nave di Sea Eye con 64 migranti soccorsi a bordo. Dopo essersi diretta a nord, da qualche ora la nave ha puntato il timone verso ovest e si trova a circa 30 miglia da Lampedusa. A quanto si apprende, la Alan Kurdi avrebbe chiesto al centro di coordinamento marittimo italiano l’indicazione del porto sicuro. Non ci sta il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che accusa: “altre vite messe a rischio da una Ong straniera, partita da acque libiche in direzione Italia: il nostro governo ha scritto al governo tedesco perché si faccia carico del problema e dal Viminale abbiamo diffidato la nave dall’entrare nelle acque italiane”.
Allerta meteo, pioggia e vento al sudOndata di maltempo si sposta, temporali sulla Campania

04 aprile 201917:50

– La perturbazione che sta interessando il nord Italia raggiungerà nelle prossime ore le regioni meridionali portando venti forti e temporali, in particolare sulla Campania.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una allerta meteo che prevede dalla serata di oggi precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e venti forti, sulla Campania. Attesi inoltre venti di burrasca su Puglia, Basilicata e Calabria. Il Dipartimento ha anche valutato per la giornata di domani un’allerta arancione su Veneto e Lombardia.
Per uno studente su quattro la capitale degli Usa è New Yorkla metà degli studenti non conosce le regioni italiane, e c’è grossa confusione sulle provincie

04 aprile 201918:18

Quattrocento studenti di una sessantina di istituti, medie e superiori, hanno partecipato nei giorni scorsi ai Campionati Interregionali e Italiani della Geografia. In questo contesto il prof Riccardo Canesi, portavoce del coordinamento SOS geografia, ha rilanciato il tema dell’insufficienza delle ore dedicate alla materia a scuola. E forse, un ripassino in più sarebbe necessario: secondo una recente ricerca di Skuola.net, la metà degli studenti non conosce le regioni italiane, e c’è grossa confusione sulle provincie. E con le capitali mondiali, non va meglio.I Campionati Interregionali e Italiani della Geografia, organizzati da SOS Geografia e AIIG Liguria e Toscana, si sono svolti all’istituto Zaccagna di Carrara con testimonial d’eccezione: il portiere del Paris Saint-Germain, Gigi Buffon, che ha mandato un messaggio augurale a tutti i partecipanti. Nei Campionati Interregionali (Toscana, Liguria, Emilia-Romagna) si è affermato l’I.C. “Della Torre” di Chiavari (Ge). Nei Campionati Italiani della secondaria di primo grado la scuola vincitrice è stata l’I.C. “I.Calvino” di Sanremo (Im), mentre nei Campionati della secondaria di secondo grado il Liceo Scientifico “G.Marconi” di Carrara (Ms).Riccardo Canesi, portavoce del coordinamento SOS geografia, ha scritto una missiva in cui informa il ministro dell’Istruzione dell’esito della gara, ritornando sullo studio della materia, per l’organizzazione non abbastanza approfondito a scuola.”Vorremmo che il ministro ci ascoltasse, chiediamo attenzione da parte dei decisori politici, la geografia ti dà gli occhi per leggere e interpretare il mondo, serve a capire le relazioni che ci sono tra problemi come i cambiamenti climatici e le migrazioni”, ha aggiunto Canesi a La Repubblica.La geografia, infatti, è una materia alla quale si dedica poco tempo, relegata a poche ore nei programmi scolastici, in particolare alle superiori. Il coordinamento SOS Geografia, nato dall’iniziativa un gruppo di insegnanti e di cultori della materia, chiede al governo che “in tutte le scuole di ogni ordine e grado, la Geografia torni ad essere centrale”, come si può leggere sul sito ufficiale.In una recente inchiesta, su un campione di 1500 alunni di scuole medie e superiori, Skuola.net ha messo a nudo gli strafalcioni degli studenti. Solo il 48% si dichiara preparato in geografia, e di saper rispondere bene a qualsiasi domanda. Un altro 30% zoppica un po’, mentre il 22% ammette il buio totale. Ma davanti alle domande “tecniche”, sono tanti a crollare: ad esempio, circa la metà degli studenti non conosce il numero esatto delle regioni d’Italia. Grande confusione sulle province: per la maggioranza degli intervistati Piacenza è in Lombardia (invece si trova in Emilia Romagna) e Crotone in Basilicata (e invece è in Calabria). Appena il 43% dimostra di sapere che Pordenone è una provincia e che si trovi in Friuli Venezia Giulia.
E anche su domande più semplici la figuraccia è dietro l’angolo: qual è la capitale degli Stati Uniti? Il 20% dice New York, il 13% Los Angeles, il 4% San Francisco, il 2% Chicago. Solo il 57% risponde Washington. Sull’Unione Europea non stiamo meglio: 2 su 3 non sanno quanti sono gli stati membri dell’UE.

Violenza in stazione: libero terzo uomoRiesame scarcera l’ultimo dei fermati

NAPOLI04 aprile 201916:30

– Il Tribunale del Riesame di Napoli ha disposto la scarcerazione di Raffaele Borrelli, il terzo dei giovani coinvolti nel presunto stupro della 24enne di Portici (Napoli) nel vano ascensore della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano del quale sono accusati anche Alessandro Sbrescia e Antonio Cozzolino, anche loro scarcerati dal Riesame nelle scorse settimane.          [print-me title=”STAMPA”]

Accessibilità, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

CRONACA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:08 ALLE 17:25 DI VENERDì 22 MARZO 2019

CRONACA

Arresto De Vito: Raggi,passato non torna”‘Sistema’ prova ad infiltrarsi ma reazione M5S immediata”

22 marzo 201916:54

– “Non si torna al passato. Il giorno in cui sono stata eletta” in Campidoglio “sapevo che il vecchio sistema che insieme al M5S sto scardinando con ogni mia forza, avrebbe opposto ogni tipo di resistenza”. Così Virginia Raggi su Fb. “Io ho detto ‘no’ a quel sistema che però prova a ribellarsi in ogni modo. Prova ad infiltrarsi come succedeva in passato. Ma c’è una differenza: la mia reazione e quella del M5S è immediata e senza esitazioni”, aggiunge.

Scomparsa da 17 anni, esito negativoMa casa e box ex marito a Settimo Torinese sono sotto sequestro

TORINO22 marzo 201916:16

– Gli accertamenti dei carabinieri nella casa di via Petrarca a Settimo Torinese, dove si sospetta possa essere stata sepolta Samira Sbiaa, la 32enne marocchina scomparsa nel 2002, hanno dato per il momento esito negativo. La casa e il box, di proprietà dell’ex marito Salvatore Caruso, 68 anni, restano sotto sequestro e continua gli accertamenti dei carabinieri, coordinati dalla Procura di Ivrea.
Caruso è al momento indagato per omicidio.
Tra ieri e oggi gli investigatori hanno setacciato la casa, aiutati da cani specializzati nella ricerca di resti umani. E hanno utilizzato il luminol, il composto chimico per cercare le tracce di sangue anche dopo che sono state ripulite.
Papa, 8.500 persone accreditateIl punto in comitato ordine e sicurezza Prefettura Ancona

ANCONA22 marzo 201916:20

– Circa 8.500 persone accreditate per partecipare alla cerimonia per la visita di papa Francesco a Loreto il 25 marzo e che saranno distribuite in piazza della Madonna e in via Sisto V. Il dispositivo di sicurezza delle forze dell’ordine, integrato dai vigili del fuoco e dalla polizia Locale, affiancato da una compagine organizzativa nella quale saranno impegnati anche 180 volontari della protezione civile regionale. Sei ambulanze e due punti medici allestiti nell’area, mentre presso il Comune di Loreto sarà allestito dalle prime ore della mattina il Coc. E’ lo scenario stabilito oggi durante una riunione riunione del Comitato Provinciale dell’Ordine e Sicurezza Pubblica, presieduta dal prefetto di Ancona Antonio D’Acunto per definire gli aspetti organizzativi e di sicurezza relativi alla visita del pontefice. Sarà lo stesso D’Acunto ad accogliere papa Francesco che arriverà a Montorso.
Brucia riserva naturale in PiemonteFronte delle fiamme su 2 chilometri, si valuta stop traffico

BIELLA22 marzo 201916:57

– Un furioso incendio sta devastando la riserva naturale delle Baragge in provincia di Biella. Le fiamme, alimentate dal vento, sono alte una decina di metri e hanno già raggiunto un fronte di due chilometri nel territorio di Benna. Sono in arrivo due aerei Canadair. Dal primo pomeriggio è in azione un elicottero dei vigili del fuoco. A terra sono impegnate decine di persone tra vigili del fuoco, volontari Antincendi boschivi (Aib) e carabinieri forestali.
Le forze dell’ordine stanno valutando l’eventualità di chiudere l’area al traffico per le proporzioni e la pericolosità che il rogo sta raggiungendo. Le Baragge sono praterie e brughiere alternate a qualche vallata coperta di boschi. Un altro rogo sta devastando i boschi sopra Giaveno, in val Sangone (Torino).          [print-me title=”STAMPA”]

Accessibilità, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 08:30 ALLE 10:12

DI LUNEDì 21 GENNAIO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sciopero di 4 ore per bus e metro
Dalle 10 alle 14, lo stop dei conducenti di pullman a noleggio

21 gennaio 201908:30

Sciopero di 4 ore oggi nel trasporto pubblico locale e nel settore del noleggio di pullman con conducente. Lo ricordano Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna, che hanno proclamato unitariamente la protesta “a seguito delle proposte europee di modifica peggiorativa dei regolamenti sui tempi di guida e di riposo e sulla liberalizzazione il mercato dei servizi di trasporto passeggeri, svolto con autobus e pullman nell’Unione europea”.

Tra le principali città stop a Milano dalle 8.45 alle 12.45, a Venezia dalle 10 alle 13, a Bologna dalle 10.30 alle 14.30, a Firenze dalle 17 alle 21, a Napoli dalle 9 alle 13, a Bari dalle 8.30 alle 12.30, a Palermo dalle 9 alle 13. Sono esclusi dallo sciopero i trasporti pubblici di Torino e Roma, in ottemperanza del principio di rarefazione oggettiva che garantisce un intervallo di tempo tra uno sciopero e l’altro nello stesso bacino di utenza e di Genova, vista la situazione straordinaria della viabilità, a seguito del crollo del Ponte Morandi. Infine si terrà, dalle 10 alle 14, lo stop dei conducenti di pullman a noleggio.

Google, dal 22 gennaio modifiche alla privacyLa responsabilità dei dati passa alla sede irlandese

21 gennaio 201909:29

– Martedì 22 gennaio Google introdurrà alcune modifiche alla privacy, in linea con il nuovo regolamento Ue sulla protezione dei dati personali (Gdpr) entrato in vigore nel maggio scorso. Sarà Google Irlanda (dove l’azienda ha il suo quartier generale europeo) e non più la californiana Google Llc, ad essere titolare del trattamento dei dati, responsabile delle informazioni degli utenti e del rispetto delle leggi vigenti sulla privacy..
La sede irlandese di Big G sarà quindi responsabile dell’osservanza del Gdpr, e dovrà rispondere alle richieste sui dati degli utenti, comprese quelle avanzate dalle forze dell’ordine dell’Unione europea. La modifica interesserà lo Spazio economico europeo (Ue più Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e la Svizzera.
A cambiare saranno poi i termini di servizio. In base alle modifiche, che erano state preannunciate a metà dicembre, i servizi della compagnia di Mountain View saranno erogati da Google Irlanda, dove l’azienda ha il suo quartier generale europeo, e non più dalla Californiana Google Llc. Anche questa modifica riguarderà lo Spazio economico europeo più la Svizzera, e si estenderà a YouTube sia gratis che a pagamento, Drive e Play.
I cambiamenti non altereranno l’esperienza dei fruitori dei servizi di Google, precisa la compagnia. Resterà tutto invariato – si legge in una nota inviata nelle scorse settimane agli utenti – anche per quanto riguarda le impostazioni sulla privacy, la modalità di trattamento dei dati e le finalità del trattamento.

Migranti: Viminale, in Libia i 393 soccorsi ieri Salvini, sani e salvi. Collaborazione funziona

21 gennaio 201909:40

Tutti sani e salvi, e riportati indietro, i 393 immigrati recuperati dalla Guardia Costiera libica nella giornata di ieri. Lo fa sapere il Viminale. In particolare, 143 sono stati riportati a Tripoli, 144 a Misurata, 106 ad al-Khoms. “La collaborazione funziona, gli scafisti, i trafficanti e i mafiosi devono capire che i loro affari sono finiti. Meno partenze, meno morti, la nostra linea non cambia”, commenta il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Di Maio, salvataggi in mare spettano a Libia  – “Abbiamo richiamato la guardia costiera libica perché ci aspettiamo da loro i salvataggi in mare”. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio parlando a Rtl 102,5 della nuova emergenza migranti di ieri. Nel corso della trasmissione, il vicepremier ha poi ribadito le critiche alla Francia ed è tornato sul ‘franco delle colonie’ con cui Parigi “impoverisce” l’Africa. “Per far restare gli africani in Africa – ha sottolineato – basta che i francesi stiano a casa loro. La Francia cominci ad aprire i porti. I migranti li portiamo a Marsiglia finché non la smettono di stampare a Lione la moneta per l’Africa”

Colpi mannaia a datore lavoro, arrestatoE’ successo nel Fiorentino, vittima non sarebbe in pericolo vita

FIRENZE21 gennaio 201909:09

– Nel corso di una lite per motivi economici avrebbe aggredito il suo datore di lavoro, un 39enne cinese, colpendolo ripetutamente con una mannaia al petto e alle braccia. Per questo un uomo, 41 anni, anche lui originario della Cina, senza permesso di soggiorno, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai carabinieri. Tentato omicidio il reato contestato. L’aggressione è avvenuta ieri sera lungo la via Chiantigiana a Lastra a Signa (Firenze).
L’imprenditore, soccorso dai sanitari del 118, al momento si trova ricoverato all’ospedale San Giovanni di Dio per le ferite riportate. Non sarebbe in pericolo di vita. Il 41enne è stato rintracciato nella nottata dai carabinieri mentre camminava lungo una via secondaria a Ginestra Fiorentina, in direzione Montelupo. Aveva con sé il passaporto e non è escluso che stesse pensando di lasciare l’Italia. La mannaia usata per l’aggressione, lunga 30 centimetri, è stata recuperata in un corso d’acqua della zona.
Taxista travolto e ucciso, un arrestoSi tratta di un 26enne accusato di omissione di soccorso

MILANO21 gennaio 201909:29

– La Polizia Stradale ha arrestato un giovane sospettato di aver causato l’incidente a seguito del quale, nell’aiutare i feriti, ha trovato la morte Eugenio Fumagalli, un taxista di 47 anni, travolto da altre auto che sopraggiungevano. Lo ha comunicato la Questura di Milano.
Si tratta di un 26enne, accusato di “fuga ed omissione di soccorso”. L’incidente era avvenuto verso le ore 03:30 del 13 gennaio scorso lungo la SP35 Milano-Meda.
Striscione Fn contro moschea a MargheraRichiesta referendum, “è in un’area commerciale”

VENEZIA21 gennaio 201909:29

– Uno striscione riportante la scritta “No Moschea” è stato affisso la scorsa notte da militanti di Forza Nuova davanti a un edificio di Marghera, che ospita il luogo di preghiera della comunità islamica locale. Lo rende noto stamani il responsabile provinciale di Fn, Rudi Favaro, diffondendo una foto dello striscione.
“Forza Nuova – afferma Favaro – con questa affissione vuole esprimere la sua contrarietà a questa presenza, e chiede a enti ed autorità competenti se la struttura abbia o no tutti i requisiti di legge e le autorizzazioni necessarie. A tal proposito verrà presentata una formale richiesta. Il nostro movimento politico chiede inoltre perché non sia stato indetto un referendum tra i cittadini, visto che comunque il luogo di culto, è ubicato in un’area commerciale”.

Getta a terra e uccide neonata,arrestataEpisodio nel vicentino, donna ha tentato suicidio con coltello

VICENZA21 gennaio 201909:32

– Una neonata di tre giorni è morta la scorsa notte all’ospedale San Bortolo di Vicenza dopo essere stata gettata a terra in casa dalla madre, forse per una crisi “post partum”. L’episodio è avvenuto la scorsa notte a Lisiera di Bolzano Vicentino (Vicenza). La donna, di 41 anni, subito dopo ha tentato il suicidio ferendosi alla gola con un coltello.
Ad accorgersi del fatto e a chiamare il 118 è stato il marito della donna. Gli operatori del Suem hanno portato la piccola in Terapia intensiva pediatrica, dove però è deceduta all’alba. La madre è piantonata nel reparto di Psichiatria. Indagano i Carabinieri di Thiene (Vicenza).-

Nasconde cellulare in pancia per un mese
Detenuto a Poggioreale,nella radiografia l’immagine del telefono

NAPOLI21 gennaio 201910:07

– Per sfuggire ai controlli, un detenuto del carcere di Poggioreale, a Napoli, ha ingoiato un telefono che ha tenuto nello stomaco per circa un mese. Lo riferisce Il Mattino. E’ quanto emerso dai controlli effettuati nell’Ospedale del Mare dove l’uomo era stato portato in seguito ad un malore. La ‘anomalia’ è emersa dalla radiografia all’addome del detenuto. Nello stomaco c’era un telefonino cellulare di 8 per 2 centimetri. Un’operazione in laparascopia è stata effettuata per estrarre il telefonino. L’uomo ha circa 40 anni ed è detenuto per reati comuni. Ora è fuori pericolo.

[print-me title=”STAMPA”]
Accessibilità, Aggiornamenti, Manuali, Notizie, Nvda, Procedure, Tecnologia

SKYPE: RIMUOVERE I CONTATTI CON NVDA

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

SKYPE: RIMUOVERE I CONTATTI CON NVDA

LA GUIDA è PER I FRUITORI DI LETTORI DISCHERMO,

MAGARI è DI AIUTO ANCHE A TUTTI GLI ALTRI 🙂

SKYPE: RIMUOVERE I CONTATTI CON NVDA

Mi ritrovo a scrivere questa piccola guida, visto che, leggendo su liste tecniche specifiche, emerge il problema di come i fruitori di schermo non siano in grado di rimuovere o bloccare un contatto su Skype, versione 8 e successive, al momento in cui scrivo l’ultima versione è la 8.36.

INDICE:

•INTRODUZIONE•PROCEDURA•CONCLUSIONI

INTRODUZIONE

SKYPE: RIMUOVERE I CONTATTI CON NVDA

La Microsoft, proprietaria di Skype, dalla versione 8 ha apportato modifiche e cambiamenti alla sua interfaccia e, di primo acchito, sembra unn po’ più ostico, gestire questo servizio, mediante i lettori di schermo, come Nvda, il mio preferito e Jaws. Molti continuano a voler usare versioni precedenti, magari anche portable, per non perdere tale interfaccia, ma come si sa, Microsoft dismette, anzi, ha ufficialmente già dismesso, il supporto all’uso di Skype versioni precedenti alla 8, per problemi principalmente di sicurezza. Dunque, siccome soprattutto in ambito tecnologico, si cambia, esorterei tutti ad orientarsi verso l’apprendimento delle nuove interfacce e funzioni dei programmi, compreso Skype, anche se a volte sembra trattarsi di un’impresa titanica, in specie per gli abitudinari. Purtroppo il tempo è assai tiranno, mi riprometto magari di scrivere una guida su Skype ed il suo uso, però, come ho ampiamente precisato sul sito, in più occasioni, in mancanza di essa, se avete domande in tali ambiti, esiste un modulo di inserimento nella sezione Contatti e vi sono ampi margini per scrivere nei commenti ad ogni articolo o utilizzando proprio il box dei Contatti che ho messo a disposizione, mi sembra che gli strumenti vi siano. Ciò detto veniamo al sodo.

PROCEDURA

SKYPE: RIMUOVERE I CONTATTI CON NVDA

aApriamo Skype, accediamo alnostro account, ometterò in questa fase come, dando per scontato che chi desidera rimuovere/eliminare un contatto, l’accesso lo abbia già effettuato. Una volta nella finestra di Skype, premere la combinazione di tasti alt+2 per aprire il Tab “Contatti”, la terza di quattro schede. Andando di Tab, il primo pulsante che troviamo ci permette di filtrare i contatti, è impostato su “I miei contatti” di default naturalmente. Il secondo Tab ci permette di Aggiungere un contatto,al terzo Tab ci ritroviamo i preferiti, se ne abbiamo aggiunti; consiglio però di muoversi di freccia già anche dal pulsante di menù sottomenù Filtro. Scendendo verticalmente troveremo tutto l’elenco deinostri contatti, ognuno accompagnato dalla dicitura “Pulsante”. Ci posizioniamo sul pulsante del contatto che desideriamo eliminare o bloccare, quindi ai vedenti direi “di tasto destro”, ai non vedenti come me, dico “shift+f10” (peraltro comando di Windows che vale per tutti, vedenti e non 🙂 ), oppure Tasto destro o Tasto applicazioni. Lo premiamo e nel Menù Sottomenù che si apre, con la freccia verticale, troviamo la voce “Visualizza profilo” e ci entriamo, dando Invio o clicando. Nella finestra che si apre, premiamo subito control+Home così con la lettera b possiamo muoverci agevolmente tra tutti i pulsanti disponibili, che così comincerete a conoscere, il primo peraltro è il pulsante che permette di Chiudere la visualizzazione del profilo. Premendo la lettera b della tastiera estesa, ad un certo punto troveremo “RIMUOVI DA ELENCO CONTATTI PULSANTE”. In reraltà dal basso questo è il terz’ultimo pulsante, quindi volendo possiamo anche premere, una volta entrati nel profilo, control+End o Fine e saremo peraltro subito sul pulsante per Bloccare il contatto “PULSANTE BLOCCA CONTATTO”, se da qui premiamo shift+b 2 volte, troveremo a ritroso due pulsanti: “APRI RACCOLTA FOTO DELLA CHAT PULSANTE” ed appunto “RIMUOVI DA ELENCO CONTATTI PULSANTE”. Sta a voi come raggiungere entrambi i pulsanti, quello per rimuovere e quello per Bloccare. Nel caso della Rimozione, cliccare o dare Invio appunto su “RIMUOVI DA ELENCO CONTATTI PULSANTE Si aprirà la finestra di dialogo: “DIALOGO VUOI RIMUOVERE DAVVERO QUESTO CONTATTO?” Con i 2 pulsanti ANNULLA e RIMUOVI. Dando Invio su RIMUOVI, la finestra di dialogo si chiuderà e la sintesi ci dirà che il contatto è stato eliminato. In realtà è ancora aperta la finestra del Profilo e noterete che è rimasto al fondo soltanto il pulsante per Bloccare il contatto e, più sopra, tra i vari pulsanti presenti, vi è “AGGIUNGI CONTATTO”, se vi entriamo, dando Invio o clicando, eco che la sintesi cinotificherà “CONTATTO AGGIUNTO”. Se invece desideriamo Bloccare il contatto, analogamente diamo Invio o clicchiamo su “Blocca contatto”, ugualmente avremo i due pulsanti “ANNULLA” e “BLOCCA”. Fatto ciò, ritorneremo alla schermata principale nell’elenco delle schede, in questo caso su quella Contatti. Se volessimo risbloccare un contatto, è necessario andare nelle Impostazioni di Skype, quindi entrare nel pulsante Contatti ed apparirà il pulsante “CONTATTI BLOCCATI”, nel quale, entrando, ci ritroveremo nel Profilo della persona che ho già descritto. Ma non è questo il momento di fornire dettagli, per non mettere troppa carne al fuoco. Un consiglio che posso darvi, è anche quello di andare all’interno del pulsante “Guida e Feedback” ed entrare nel pulsante “Ricevi assistenza”, qui nella casella di ricerca si potranno usare le parole chiave più adatte e ricercare ciò che si desidera ed i temi Accessibilità e Tasti rapidi, ad esempio, non mancano.

CONCLUSIONI

SKYPE: RIMUOVERE I CONTATTI CON NVDA

In questa breve guida, ho spiegato come rimuovere/bloccare contatti in skype versione 8 e successive, in Windows 10 aggiornato, Skype aggiornato ed ovviamente il lettore di schermo Nvda aggiornato e, nel caso delle spiegazioni, con la sua ultimissima versione Stabile.

SKYPE: RIMUOVERE I CONTATTI CON NVDA

Ti è piaciuto l’articolo? Metti MI PIACE E CONDIVIDLO SUI SOCIAL e NON ESITARE A CONTTATTARMI PER DOMANDE, CONSULENZE O APPROFONDIMENTI. BUONA NAVIGAZIONE!        [print-me title=”STAMPA”]

Accessibilità, Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 11:40 DI GIOVEDì 17 GENNAIO 2019

ALLE 03:36 DI VENERDì 18 GENNAIO 2019

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Banda falsi Cc rapina, preso ricercato
Colpi tra maggio agosto 2018 nell’Astigiano e Alessandrino

ALESSANDRIA 17 gennaio 2019 11:40

– Agenti della Squadra Mobile e carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile del Comando Provinciale di Alessandria hanno arrestato Giastin Stentardo, 33 anni, astigiano di origine sinti, su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Alessandria. E’ accusato di svariate rapine, consumate o tentate, con altre persone, nelle province di Alessandria e Asti. Le indagini sono partite da una serie di colpi, tra maggio e agosto dello scorso anno, compiuti da un gruppo di almeno 4 persone che, dopo essersi introdotte in casa delle vittime presentandosi come carabinieri, si impossessavano di preziosi e gioielli. La Procura di Alessandria, a ottobre, ha emesso un decreto di fermo a carico di due componenti del sodalizio criminale, Stentardo e Daniel Lanza, savonese di 37 anni ma residente ad Asti. Sequestrati ricetrasmittenti portatili, porta-badge.

Teatro Regio, pronto piano industrialeSubito dopo verrà illustrato alle fondazioni bancarie e alle rsu

TORINO17 gennaio 201912:51

– Il piano industriale del Teatro Regio di Torino, messo a punto dopo un “complesso e articolato percorso di studio, analisi e redazione” è pronto: il 25 gennaio sarà presentato al consiglio di indirizzo, subito dopo alle fondazioni bancarie e alle rsu.
Dopo una prima condivisione sui principi generali di stesura e sui risultati delle analisi della situazione interna al Teatro effettuata con le Fondazioni bancarie, il Comune di Torino, la Regione e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – spiega l’ente in un comunicato – si è arrivati ora alla fase operativa. Il 25 gennaio il Piano verrà presentato al Consiglio di Indirizzo, “un importante momento di verifica e condivisione precedente la presentazione dello stesso alle fondazioni bancarie e alle rsu del Teatro. Parallelamente al lavoro interno, il Piano verrà esposto a tutti i soggetti istituzionali coinvolti.
Anziani derubati, presi madre e figlioNel Cuneese. Comandante Cc,”grazie a prevenzione casi dimezzati”

CUNEO17 gennaio 201917:05

– Madre e figlio di etnia sinti – Anna Alafleur di 54 anni e Giuseppe Massa di 38 anni, abitanti a Nichelino (Torino) – sono stati arrestati dai Carabinieri di Mondovì (Cuneo) con l’accusa di aver messo a segno colpi ai danni di anziani, in Piemonte, Liguria e Lombardia.
La coppia si muoveva a bordo di un’auto: la donna individuava e seguiva le vittime sino a casa, dove le avvicinava con una scusa, lui restava ad attenderla in auto per poter poi allontanarsi velocemente. La donna spesso si presentava con un’amica collega di lavoro del figlio o figlia, di cui si mostrava di conoscere il nome; altre volte diceva di essere una dottoressa che le aveva avute in cura quando erano state male. “Dal 2016 al 2018 – spiegato il tenente colonnello Marco Pettinato comandante del reparto operativo provinciale cuneese – i reati di furti-truffe ad anziani nell’ambito delle 11 Compagnie, si sono dimezzati da 300 a 150. Grazie anche ai controlli di prevenzione messi in atto in tutta la provincia”.
Resta allarme incendi,no a deroghe leggeDall’inizio dell’anno già 77 roghi, impegnati 643 volontari

TORINO17 gennaio 201915:53

– Resta alto l’allarme per gli incendi boschivi in Piemonte, dove perdura la siccità.
Dall’inizio dell’anno i roghi sono già stati 77 e hanno impegnato 643 volontari, 219 mezzi, 2 aerei canadair e 2 elicotteri regionali. La Regione spiega quindi che è impossibile concedere deroghe dallo stato di massima pericolosità per incendi boschivi, dichiarato il 30 dicembre, o dalla legge che impedisce azioni che, entro 100 metri dai terreni boscati, arbustivi e pascolivi, possano innescare incendi. “Vista la situazione di perdurante siccità – dice Alberto Valmaggia, assessore regionale alla Protezione Civile – con precipitazioni che non si prevedono nel breve periodo, tutto il Sistema operativo regionale antincendi boschivi continua a essere allertato sull’intero territorio regionale. E’ evidente che, a fronte di un quadro come questo, non è possibile concedere alcuna deroga all’accensione di fuochi a quanti in questi giorni la stanno chiedendo. Anzi, si ricorda che tutte le violazioni sono perseguibili penalmente”.
Anche Mayweather fa festa con C.RonaldoCampione pugilato è un tifoso di CR7, nello spogliatoio a Gedda

17 gennaio 201916:30

– Amico e ammiratore di Cristiano Ronaldo, Floyd Mayweather, il pugile – peso welter – imbattuto dopo 50 incontri e considerato uno degli sportivi più ricchi del mondo ha visto la finale della Supercoppa a Gedda e poi è sceso negli spogliatoi per festeggiare con i bianconeri. E’ quanto mostra il profilo twitter della Juventus con una foto del boxer statunitense abbracciato a CR7.
Raid in pizzeria, furti e devastazioneNel quartiere Santa Rita. Rubati pc, cassa e bottiglie alcolici

TORINO17 gennaio 201917:30

– Raid vandalico, nella notte tra sabato 12 e domenica 13 gennaio, alla pizzeria ‘Don Pepe’ di Torino, in via Buenos Aires 112, nel quartiere Santa Rita. Un gruppo di persone ha scassinato la serranda, spaccato un vetro con una pietra, rubato bottiglie di alcolici, il fondo cassa, due computer e ha strappato il telone del dehors.
“Due mesi fa qualcuno aveva già incendiato il dehors – spiega la titolare del locale, Patrizia Boccetti – Mi sembra una questione personale, ma non ho nemici. Non so chi possa avercela con me. I problemi sono iniziati ad ottobre”.
La donna spiega di aver sporto denuncia alla polizia.
Salone Libro, chiuse indagini ProcuraCi sono 29 indagati, pm procedono per turbativa d’asta

TORINO17 gennaio 201917:42

– Bandi e appalti pilotati, irregolarità contabili e spese ‘pazze’. Parla di questo l’inchiesta della magistratura sulla vecchia gestione del Salone del libro di Torino che si è conclusa. Gli indagati sono 29.
All’ex presidente della Fondazione, Rolando Picchioni, è contestato fra l’altro l’uso indebito della carta di credito alimentata con le sovvenzioni della Regione: spese personali per circa 800mila euro. L’ex sindaco Piero Fassino e l’assessore regionale Antonella Parigi, insieme ad altre figure, sono chiamati in causa per l’affidamento diretto alla società Gl Events dell’organizzazione dell’edizione 2015 del Salone. L’ex assessore regionale alla Cultura (nelle giunte di centrodestra) Michele Coppola è indagato, con Fassino e altri, non per la sua attività politica ma in qualità di direttore per l’arte e la cultura di Banca Intesa Sanpaolo: la vicenda è relativa all’ingresso dell’istituto bancario come socio della fondazione nel 2016. I pm della procura di Torino procedono per turbativa d’asta.
Smog, a Torino solo blocchi livello 0In vigore fino a lunedì dopo abbassamento valori Pm10

TORINO17 gennaio 201917:28

– Fino a lunedì 21 gennaio a Torino in vigore solo le limitazioni al traffico previste dal livello Zero (bianco) dei provvedimenti antismog. I dati sulla qualità dell’aria a Torino, esaminati oggi, mostrano, infatti, un ritorno delle micropolveri Pm10 ai valori indicati dalla Commissione europea come limite massimo per la salvaguardia della salute delle persone.
Pertanto – ricorda una nota della Città – “rimangono in vigore le sole misure a carattere permanente, con il blocco totale degli Euro 0 di qualsiasi tipo (0-24, sette giorni su sette) e parziale dei diesel euro1, dal lunedì al venerdì.
Rocchi arbitrerà Napoli-LazioOrsato per Genoa-Milan, Roma-Torino a Giacomelli

17 gennaio 201918:17

– Sarà Gianluca Rocchi di Firenze ad arbitrare domenica sera Napoli-Lazio, big match e posticipo della 1/a giornata del girone di ritorno di Serie A. Roma-Torino è stata affidata a Giacomelli di Trieste, Fiorentina-Sampdoria a Di Bello di Brindisi. Inter-Sassuolo è stata affidata a Pairetto, Juventus-Chievo a Piccinini. Genoa-Milan, posticipo del lunedì, sarà diretta da Orsato.
Pininfarina, partnership con KarmaPrimo risultato previsto per il secondo trimestre 2019

TORINO17 gennaio 201918:56

– Pininfarina punta a crescere in Nord America e si allea con Karma Automotive, che ha sede nel Sud della California. L’annuncio è stato dato dall’ad di Karma, Lance Zhou, all’Automotive News World Congress.
Karma vuole crescere in una nicchia di veicoli elettrici di lusso negli Usa e poi in altri mercati internazionali. “Il nostro piano aziendale e di prodotto è guidato in parte dalla collaborazione con partner affini come Pininfarina, la cui esperienza progettuale ci aiuterà ad accelerare lo sviluppo e la personalizzazione del prodotto che consente a ogni veicolo Karma di essere speciale”, afferma Zhou. “E’ un altro passo importante – spiega l’ad di Pininfarina, Silvio Pietro Angori – nella nostra strategia di crescita nel mercato nordamericano, dopo l’apertura del nostro centro di design a Los Angeles. Siamo felici di supportare Karma nel design, nella creazione di veicoli di lusso personalizzati e nel lifestyle di marchi premium”. I primi risultati sono attesi per il secondo trimestre 2019.
Urban Lab, 6.000 torinesi coinvoltiObiettivo più ricerca in Europa. Nascerà comitato scientifico

TORINO17 gennaio 201919:01

– Urban Center Metropolitano diventa Urban Lab e rafforza il suo ruolo a Torino. Nel 2018 i cittadini coinvolti sono stati oltre 6.000, mentre attraverso la comunicazione ne sono stati raggiunti 120.000. Sono cresciute dell’85% rispetto al 2017 le persone che hanno visitato la sede in piazza Palazzo di Città. Attività e progetti sono stati illustrati in commissione urbanistica. “Ci doteremo di un comitato scientifico con figure di alto livello”, ha spiegato la presidente Elena Dellapiana. Il direttore Valentina Campana ha sottolineato “l’importanza delle sinergie con altre realtà del territorio”, come la Fondazione per la Cultura. Cresciuti fan e follower sui social, con picchi del 40% su Instagram e in aumento le visite effettuate da delegazioni istituzionali e professionali italiane ed estere.
Urban Lab, che ha vinto da 2016 attraverso bandi europei 600.000 euro, punta nel 2019 a consolidarsi come centro di documentazione sulla città e ad aumentare la ricerca a livello europeo.
Schiaffi se figlio sbagliava tabelline, condannaOgni mattina padre chiedeva a bimbo 8 anni di ripetere lezione

TORINO17 gennaio 201920:56

Scappellotti, ceffoni e qualche spintone hanno messo nei guai un imprenditore del torinese, finito a processo per i suoi metodi educativi nei confronti dei figlio. L’uomo, difeso dagli avvocati Giuseppe Fiore e Alberto Mittone, era accusato di maltrattamenti ma il reato è stato derubricato ad abuso di mezzi di correzione: l’imputato ha patteggiato una pena a tre mesi.Come anticipato dal quotidiano Repubblica, l’uomo, ogni mattina, chiedeva al figlio di 8 anni di recitare a memoria le tabelline, dall’1 fino al 12, e di ripetergli la lezione. Se il bambino commetteva degli errori, il papà gli tirava un ceffone. Nell’estate 2017, dopo l’ennesimo scappellotto, la madre ha chiamato i carabinieri e il caso è finito in Tribunale.”Lo faccio per il futuro di mio figlio – ha spiegato davanti al pm Giulia Marchetti – Gli chiedo le tabelline al mattino presto, perché poi sono fuori casa tutto il giorno. Vorrei che seguisse le mie orme”. I legali dell’imprenditore sostengono che l’uomo non avesse intenzione di mortificare il figlio. “Si tratta di un padre dall’educazione arcaica – spiegano Fiore e Mittone – Non ha mai voluto fare del male al suo bambino”. Il fratello del ragazzino, meno bravo a scuola, non era mai stato oggetto dei rigidi rimproveri del padre.        [print-me title=”STAMPA”]