Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:50 ALLE 18:50 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

CALCIO

Atalanta, Gasperini ‘pochi cambi’
Il tecnico alla vigilia: ‘Alternative solo in difesa’

BERGAMO 22 febbraio 2019 13:50

– Alla vigilia dello scontro diretto da Europa League in casa del Torino, Gian Piero Gasperini esclude il ricorso a un ampio turnover con la semifinale di andata di Coppa Italia in vista. “Non è giusto dire che non pensiamo alla Fiorentina, ma per me domani è uno scontro importante – ragiona l’allenatore dell’Atalanta -. Possiamo mettere un fosso con una diretta concorrente, che vincendo ci raggiungerebbe in classifica”. Spazio ai ricambi quasi solo dietro: “Abbiamo qualche alternativa in più in difesa, vedi Djimsiti che giocherà sicuramente perché in Coppa Italia è squalificato come Freuler – chiude il tecnico nerazzurro -. Per il resto, la formazione sarà per giocare la partita al meglio delle nostre possibilità. E Gomez non ci sarà, il problema al flessore sinistro gli impedisce di scattare”.
Hutter, felici di incontrare l’InterTecnico Eintracht, ‘ora cominciare bene con l’andata in casa’

FRANCOFORTE22 febbraio 201916:25

“Abbiamo visto il sorteggio tutti insieme e siamo felici dell’abbinamento con l’Inter.
Andremo a giocare in un bellissimo stadio, contro un grande club. E’ sempre importante iniziare bene, con la sfida d’andata, ci va benissimo di giocarla in casa”. Così l’allenatore dell’Eintracht Francoforte, Adolf Hutter, sull’esito del sorteggio di Europa League che ha abbinato l’Inter alla sua squadra.
“Davanti ai nostri tifosi dovremo fare bene conto una squadra importante come l’Inter: ce la giocheremo”, ha aggiunto Hutter.
Ancelotti, Salisburgo è ottima squadra’Hanno esperienza internazionale, dovremo fare 2 grandi partite’

NAPOLI22 febbraio 201916:26

“Il Salisburgo è un’ottima squadra con grande esperienza internazionale. Basti ricordare che solo pochi mesi fa ha giocato la semifinale di Europa League”. E’ il commento di Carlo Ancelotti dopo il sorteggio per gli accoppiamenti degli ottavi di finale di Europa League. “Nel girone – ha commentato Ancelotti sul canale Twitter del calcio Napoli – ha vinto 6 partite su 6 e dovremo fare due grandi partite!”.
Zanetti, Icardi? Serve un chiarimentoVicepresidente Inter: il bene del club e’ prioritario

NYON (SVIZZERA)22 febbraio 201915:11

– “Mauro Icardi e’ sempre un giocatore importante per noi. Quando sorge un problema in seno alla squadra bisogna confrontarsi nello spogliatoio”. Lo ha detto il vicepresidente dell’Inter Javier Zanetti a margine del sorteggio degli 8/i di Europa League. Il dirigente si e’ espresso sulla situazione dell’ormai ex capitano nerazzurro. “Mi spiace per la situazione che si e’ creata. Bisogna chiarire cio’ che c’é da chiarire per il bene della squadra”, ha detto.’ Sulla decisione del club di togliere la fascia al n.9, Zanetti ha detto: “è stata una decisione approfondita, si e’ studiato bene tutto cio’ che vi era da capire”. Per Zanetti, che fu a lungo capitano dell’Inter, “la fascia e’ importantissima. Il comportamento del capitano e’ particolarmente osservato. Deve essere un esempio per i compagni e suscitare rispetto per ciò che fa”. Zanetti non ha ancora parlato con Icardi: “bisogna lasciare passare un po’ di tempo, che la situazione si calmi. Ma non ho problemi a confrontarmi con lui, e sono fiducioso”.
Fiorentina: Pioli, settimana importanteAllenatore: “Chiesa non è un simulatore, deve continuare così”

FIRENZE22 febbraio 201915:40

– “Con la partita di domenica contro l’Inter si apre una settimana importante, ci arriviamo bene mentalmente e fisicamente, consapevoli delle difficoltà che incontreremo, ma anche delle nostre potenzialità”. Così Stefano Pioli, aspettando la sfida con l’Inter di domenica al Franchi, che precederà la semifinale d’andata della Coppa Italia il 27 febbraio contro l’Atalanta. “L’Inter è probabilmente adesso la squadra più in forma – ha evidenziato il tecnico viola -. Per mia fortuna, tranne Pezzella e Mirallas, ho tutti a disposizione”. Fra questi, Federico Chiesa, che anche domenica sarà capitano ed è reduce dalle polemiche innescate dal presidente della Spal, poi scusatosi. “Federico deve continuare così, concentrato, dentro e fuori dal campo. Sta diventando sempre più forte, subisce tanti colpi, non è un simulatore. Mi riferisco agli attacchi che ha ricevuto nel girone d’andata e domenica scorsa, anche da ex calciatori”.
M.Lopez:Rifiutai Wanda come procuratrice’Suo tono per trattare ciarliero. Dirigenza Inter si è stancata’

22 febbraio 201915:43

– “Una volta Wanda mi chiese di diventare mia procuratrice, ma rifiutai. Credo ci siano donne molto capaci per questo lavoro: bisogna separare il lavoro dalla famiglia. Personalmente non volevo mischiare le due cose.
Leggendo certe notizie credo che, fra le tante mie scelte sbagliate, quella fu giusta”. Così Maxi Lopez, in un’intervista concessa al giornalista argentino Fernando Niembro, torna a parlare dell’ex moglie, Wanda Nara. “Credo che il tono di Wanda per trattare con i dirigenti italiani sia molto ciarliero – aggiunge -. Il linguaggio del calcio è diverso e non lo impari da un giorno all’altro. Credo che i dirigenti dell’Inter siano stufi. Anche perché, il rendimento di Icardi non è lo stesso. Un giocatore di un certo livello deve essere affiancato da una persona di un certo livello”.
Di Francesco:Sarri?Ambiente destabilizzaAllenatore Roma: “Per me solo chiacchiere, Monchi mio referente”

ROMA22 febbraio 201915:46

– “Che effetto mi fa leggere che Baldini e Sarri si sarebbero visti a Londra? Questo è un ambiente che destabilizza, tirando fuori sempre qualcosa che non ha senso, come questa storia. A me non interessa, Monchi rimane sempre il mio referente, il resto per me sono solo chiacchiere.
Mi interesse il Frosinone e basta”. Così l’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, sulle voci di mercato legate a un possibile futuro di Maurizio Sarri, attuale allenatore del Chelsea, sulla panchina giallorossa.
Frosinone-Roma, Di Francesco: ‘Niente figuracce’Tecnico: ‘Approccio partita sarà fondamentale, dobbiamo vincere’

ROMA22 febbraio 201918:01

Il derby contro la Lazio e il ritorno col Porto in Champions possono attendere, “la partita più importante è la prossima col Frosinone”. Eusebio Di Francesco prova così a tenere alta l’attenzione a Trigoria, in vista della trasferta di domani. “Si rischia di fare figuracce se prendiamo sottogamba un avversario che lotta per la salvezza – ricorda il tecnico della Roma, ancora scottato per l’ultima prestazione col Bologna -. L’approccio alla partita, quindi, è fondamentale, non la possiamo sbagliare, dobbiamo vincere”. “I diffidati? Alcuni giocheranno sicuramente, ma farò delle valutazioni in base al turn-over, a chi ritengo debba recuperare delle energie anche nervose”, aggiunge Di Francesco, aprendo a un possibile turno di riposo per Zaniolo: “Ha giocato tanto ed è probabile che parta dalla panchina. De Rossi sarà titolare, così come Dzeko, che spero si sblocchi. Pastore? Domani si potrebbe rivedere in campo, e anche Perotti potrebbe essere della partita”.
LaLiga: ostacolo Siviglia per il Barcellona –

Stasera apre Espanyol-Huesca, Atletico col Villarreal

22 febbraio 201917:31

Verifica importante per il Barcellona, un po’ sulle gambe e troppo dipendente da Messi. I catalani dopo il pari di Lione giocano a Siviglia contro la quarta forza della Liga, che ha estromesso la Lazio in Europa League, ma che e’ tallonata a un punto dalle due sorprese Alaves e Getafe, che hanno un turno abbordabile. Cerca riscatto il Real col Levante dopo la figuraccia col Girona. Passerella al Wanda col Villarreal per l’Atletico di Simeone dopo il trionfo con la Juve di Ronaldo.Il quadro della 25/ma giornata

Espanyol-Huesca staseraGetafe-Rayo Vallecano sabato ore 13Siviglia-Barcellona ore 16:15 Alavés-Celta Vigo ore 18:30Athletic-Eibar ore 20:45Leganés-València domenica ore 12Atlético Madrid-Villarreal ore 16:15Valladolid-Betis ore 18:30Levante-Real Madrid ore 20:45Girona-Real Sociedad lunedì ore 21

Fifa stanga il Chelsea, stop mercato e Higuain diventa casoIrregolarità tesseramenti U.18. Zidane sfuma, Pipita torna a Juve?

22 febbraio 201916:42

Blocco del mercato in entrata per due sessioni, quindi fino alla ‘finestra’ del gennaio 2020 compresa, e 600mila franchi svizzeri (circa 530mila euro) di multa. E’ questa la sanzione decisa dalla Fifa a carico del Chelsea per violazione delle norme sui trasferimenti internazionali di giocatori Under 18, quindi minorenni. E’ una violazione delle regole per la quale in passato era già stato punito il Barcellona, e ora tocca ai Blues i cui movimenti avrebbero coinvolto in tutto ben 92 giovani calciatori. Anche le altre due grandi di Spagna, Real Madrid e Atletico Madrid, in passato sono state punite dalla Fifa per lo stesso motivo e identica sanzione: i periodi presi in esame, e in cui sarebbero avvenute le violazioni in tema di giocatori minorenni, sono stati gli anni dal 2007 al 2014 per l’Atletico e 2005-2014 per il Real.
E’ poi curioso notare che nove anni fa il Chelsea era già stato punito con il blocco del mercato, per il caso dell’allora 17enne Gael Kakuta, ma poi il Tas aveva annullato il provvedimento. Inutile aggiungere che il club londinese ha fatto ricorso anche adesso e ricorrerà ad ogni eventuale grado di giudizio: “Il Chelsea rifiuta categoricamente i risultati della commissione disciplinare della Fifa e per questo motivo presenterà ricorso”.
A livello di calciatori, c’è anche un caso Higuain: ospite di Rmc Sport, l’avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo, ha spiegato colsì la questione: “Higuain può tornare alla Juventus? assolutamente sì.
C’è la possibilità che Higuain torni alla Juventus – ha detto Grassani -, perché con questo blocco del mercato il Chelsea non può fare ingressi in prestito o a titolo definitivo. Questa sanzione lo inibisce dal riscatto. Ora si genererà un gioco delle parti in base al rendimento dell’argentino. Se Higuain, che ha un ingaggio pesante, non rende al meglio, il Chelsea non proverà a forzare per tenerlo mentre la Juventus in questo caso farà di tutto per non riprenderlo. Potrebbe essere una partita a scacchi”. Che la Juve, va aggiunto, non vorrebbe giocare.

Bundesliga: lo Stoccarda apre a Brema

Dortmund rischia col Leverekusen, Bayern ospita l’Hertha

22 febbraio 201917:31

Il Dortmund e’ una capolista in crisi. Da un mese non vince, e’ stato eliminato in Coppa e ha compromesso la Champions con lo sciagurato 0-3 col Tottenham. Prova a ripartire in casa col Leverkusen. I bavaresi, che da dicembre hanno vinto 9 gare con una sconfitta, oltre al positivo 0-0 a Liverpool, tentano di riagganciare la battistrada affrontando l’Hertha. Degne di interesse anche Moenchengladbach-Wolfsburg e Lipsia-Hoffenheim.Il quadro della 23/ma giornata

Werder Brema-Stoccarda stasera
Friburgo-Augusta sabato ore 15:30
Bayern Monaco-Hertha Berlino
Mönchengladbach-Wolfsburg
Magonza-Schalke
Fortuna-Norimberga ore 18.30
Hannover-Eintracht domenica ore 15:30
Borussia Dortmund-Bayer Leverkusen ore 18
Lipsia-Hoffenheim ore 20.30

Ad Ancelotti premio ‘Primo Tricolore’Tecnico scelto per la sua lotta al razzismo, martedì la consegna

LOGNA22 febbraio 201918:14

– Martedì a Reggio Emilia, alle 15 in Comune, Carlo Ancelotti sarà insignito del premio ‘Campione del Primo Tricolore’. Il riconoscimento è stato istruito nel 2015 per personalità che nell’ambito sportivo si distinguono nella promozione di quei valori che proprio la bandiera nazionale racchiude e cioè quelli della libertà, della solidarietà e dell’uguaglianza. Il tecnico del Napoli, secondo gli organizzatori, è uno dei volti in prima linea nella lotta al razzismo nel calcio ed è proprio per questo che Reggio Emilia ha deciso di premiarlo. “Premio Campione del Primo Tricolore per il sociale – si legge nella motivazione del premio presieduto da Salvatore Salerno – one shot against racism: Carlo Ancelotti è la persona individuata per questo alto riconoscimento e confidiamo, viste le origini, possa il vessillo del Primo Tricolore essere maggiormente apprezzato”.

Barca: Felipe Luis alternativa a J.AlbaIl brasiliano è in scadenza di contratto con l’Atletico Madrid

febbraio 201915:58

– Il Barcellona è un club sempre proiettato verso il futuro. Il club catalano pensa a individuare un’alternativa a Jordi Alba, avviato comunque sulla via del rinnovo. Il nome che il Mundo deportivo ha tirato in ballo è quello del brasiliano Felipe Luis, attualmente in forza all’Atletico Madrid, ma con un passato al Chelsea. Il giocatore è in scadenza di contratto con il club ‘Colchonero’ e a giugno sembra destinato a lasciare il Wanda Metropolitano: sarebbe un grando colpo per chi dovesse ingaggiarlo ed è per questo che si è fatto avanti il Barcellona, sempre a caccia di giocatori di qualità, o comunque in grado di elevare il tasso tecnico della squadra. Nell’attesa che il giovanissimo Juan Miranda, classe 2000, maturi, i blaugrana hanno necessità di poter fare affidamento su un giocatore esperto, pronto per i grandi palcoscenici. Felipe Luis, che ad agosto compirà 34 anni, è il profilo giusto come alternativa a Jordi Alba.
Livorno, Spinelli elogia PreziosiImprenditore, dove prende giocatori come Piatek lo sa solo lui

GENOVA22 febbraio 201916:03

– “Preziosi ha il Genoa, sta facendo bene a Genova, deve rimanere, lo dico per i genoani. Non la pensano tutti come me, però io dico che sta facendo bene, trova gli attaccanti a mille euro rivendendoli a centomila, questo è un grande fenomeno”. Lo sostiene l’imprenditore ed ex patron del Genoa Aldo Spinelli stamani a Genova. “Dove va a prendere i giocatori lo sa solo lui – commenta Spinelli – io ho fatto la mia parte nel calcio ligure, credo che sia giusto che eventualmente un domani, quando Preziosi deciderà di andare via, ci siano altri imprenditori. Io ho già il Livorno che è un peso notevole, credetemi”.
Europa League: gli orari delle italianeAprirà la sfida fra l’Eintracht di Francoforte e l’Inter

NYON (SVIZZERA)22 febbraio 201916:09

– L’Uefa ha diramato gli orari delle partite degli ottavi di finale di Europa League (7 e 14 marzo). Questi quelli delle formazioni italiane. Andata.
Giovedì 7 marzo: alle 18,55, Eintracht Francoforte-Inter e alle 21, Napoli-Salisburgo. Ritorno. Giovedì 14 marzo: alle 18,55, Salisburgo-Napoli e alle 21, Inter-Eintracht Francoforte.
Pioli: Di pallone parlano mamma e figliaCosì tecnico Fiorentina dopo polemica innescata da Collovati

FIRENZE22 febbraio 201916:22

– “Chi parla di calcio in casa mia sono mia madre, che crede di saperne più di tutti, e mia figlia, che guarda tutte le partite insieme con me”. Lo ha detto Stefano Pioli, commentando la polemica di questi giorni, nata dalle dichiarazioni di Fulvio Collovati su calcio, tattica e donne.
Insigne, vogliamo finale Europa League’Siamo un gruppo solido che crede nelle proprie potenzialità’

POLI22 febbraio 201916:26

”L’obiettivo è la finale di Europa League”. All’indomani della vittoria sulla Zurigo, Lorenzo Insigne descrive ai microfoni di Radio Kiss Kiss le proprie sensazioni e le ambizioni della squadra. ”Crediamo di poter fare strada in Europa League. Ieri abbiamo giocato con la giusta determinazione. Ancelotti ci ha chiesto di avere massima concentrazione e di spingere sin da subito. Ci siamo riusciti e siamo fiduciosi di poter continuare il cammino in Europa”.
”Questo – ha anche detto l’attaccante – è un gruppo solido che crede alle proprie potenzialità. Lavoriamo tanto e so quanti sacrifici abbiamo fatto in questi anni per poter crescere. Ora abbiamo la possibilità di puntare a un grande trofeo e ce la metteremo tutta per arrivare in fondo”.

Palermo: raccolta fondi per gli stipendiContatti anche con attori ed esponenti di spicco della città

PALERMO22 febbraio 201916:28

– Una campagna di crowfunding per consentire a chiunque di contribuire alla salvezza del Palermo in vista del rischio di penalizzazione in cui la società incorrerà se non saranno versati gli stipendi entro la prossima scadenza di metà marzo. Ad annunciarla è una nota della Damir, la società che si occupa di pubblicità che ha già messo al riparo il Palermo dalla penalizzazione saldando gli emolumenti di novembre e dicembre entro il 18 febbraio. “In attesa – si legge sulla nota – che vengano rese comunicate le modalità di partecipazione all’iniziativa, rivolta a semplici tifosi e imprenditori, certo è che verrà costituito nei prossimi giorni un ‘Comitato di garanzia’ per raccogliere più denaro possibile da versare per il pagamento degli stipendi e per evitare la penalizzazione”. “Il comitato – continua la nota – sarà composto da tifosi illustri che aderiranno spontaneamente all’iniziativa.
Tra questi potrebbe esserci Salvo Ficarra, del duo Ficarra e Picone, che è in contatto con Dario Mirri”.
Serie B: Verona-Salernitana apre la 25/ma giornata

Brescia ospita il Crotone, Lecce in campo a Cittadella

22 febbraio 201917:58

Verona-Salernitana apre la 25/ma giornata di serie B

Verona-Salernitana ore 21Brescia-Crotone sabato ore 15Perugia-CosenzaCittadella-LeccePescara-PadovaCarpi-SpeziaCremonese-AscoliFoggia-Benevento ore 18Livorno-Venezia domenica ore 21

Ligue1: Lilla gioca a Strasburgo –

Psg ospita il Nimes mentre il Marsiglia è di scena a Rennes

22 febbraio 201917:43

Continua il noioso monologo del Psg che stravince anche senza Neymar e Cavani. Con una gara da recuperare ha +15 sul Lilla (che gioca a Strasburgo) e domani ha un compito facile col Nimes. Piu’ interessante la rincorsa del Marsiglia rigenerato da Balotelli che prova a vincere a Rennes. L’obiettivo e’ il terzo posto del Lione, che dista sei punti e che gioca in casa del Monaco che sta faticosamente tirandosi fuori dalla zona salvezza.Il quadro della 26/ma giornata  Digione-St. Etienne ore 19
Strasburgo-Lilla ore 20.45Paris SG-Nimes sabato ore 17Amiens-Nizza ore 20
Guingamp-Angers
Montpellier-Reims domenica ore 15
Nantes-Bordeaux
Tolosa-Caen
Rennes-Marsiglia ore 17Monaco-Lione ore 21

Premier League: finale City-Chelsea, Sarri rischiatuttoClou Coppa di Lega mentre in campionato spicca United-Liverpool

22 febbraio 201917:30

Dopo la seconda settimana di Champions tiene banco il calcio inglese: United-Liverpool e’ il clou della Premier, mentre nella finale di Coppa di Lega il City è favorito sul Chelsea.Maurizio Sarri si dice sereno ma la finale di Coppa di Lega col City e’ l’ultima spiaggia per la sua permanenza al Chelsea. Se vince si riparte, se perde male e’ l’addio, ma anche un’onorevole sconfitta potrebbe essergli fatale. E i pronostici non danno scampo: City rilanciato in Premier, vincitore in rimonta a Gelsenkirchen, inoltre c’e’ il recente, umiliante 6-0 subito dai Blues. In stagione i Citizens hanno segnato otto volte almeno cinque gol, nel nuovo anno 12 vittorie e un ko con 49 gol fatti e 7 subiti. Ma non e’ detto che il Liverpool (raggiunto dal City che ha una gara in piu’) possa tornare da solo in vetta alla Premier perche’, dopo lo 0-0 col Bayern, gioca in casa del Manchester United che con super Pogba viene da 11 vittorie e un pari. Ma potrebbe pesare lo 0-2 in casa col Psg che prelude all’eliminazione dalla Champions. Piu’ facile il compito di Tottenham e Arsenal mentre il Fulham di Ranieri affida le sue speranze di salvezza al derby col West Ham.Il quadro della 27/ma giornata

West Ham-Fulham staseraCardiff-Watford Burnley-Tottenham sabato ore 13:30Newcastle-Huddersfield ore 16Bournemouth-WolverhamptonLeicester-Crystal Palace ore 18:30Chelsea-Brighton domenica ore 13Arsenal-Southampton ore 15Manchester United-Liverpool           

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: Fifa,stop mercato Chelsea per 2 sessioni Irregolarità con gli Under 18, Sarri non potrà fare acquisti Europa League: l’Inter con l’Eintracht, il Napoli con Salisburgo – De Laurentis, 3 anni ritiri a Dimaro Presidente Napoli in Trentino, assiste a concerto Ice Music Fest – Milan, 2 manager in arrivo da Premier Stylsvig dal Fulham per i ricavi, e Murray capo staff di Gazidis Balata, presto Var anche in Serie BPresidente di Lega: “E’ un anno che lavoriamo a questo progetto” Balata, dal prossimo anno B a 20 squadre”Serve una riforma di tutti campionati e delle Leghe” Europa League, ottavi Chelsea-Dinamo K.Così ha stabilito il sorteggio Uefa Balata, spero Palermo in mani giustePresidente Lega B, tutelare tifosi e dipendenti Palermo calcio

CALCIO

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

DALLE 11:14 ALLE 13:50 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

CALCIO

Fifa,stop mercato Chelsea per 2 sessioni
Irregolarità con gli Under 18, Sarri non potrà fare acquisti

22 febbraio 2019

11:14

– Due sessioni di mercato senza poter fare acquisti: e’ la stangata disciplinare sul Chelsea allenato da Maurizio Sarri, decisa dalla FIfa per violazione delle norme di trasferimenti internazionali di giocatori Under 18. La federazione mondiale vieta al club londinese l’acquisto di giocatori dal mercato nazionale ed estero, ma non impedisce al Chelsea le cessioni. La sanzione è stata comunicata oggi alla societa’, che potra’ ricorrere in appello.
Europa League: l’Inter con l’Eintracht, il Napoli con Salisburgo

22 febbraio 201913:23

Si sono svolti presso la sede svizzera della UEFA a Nyon i sorteggi degli ottavi di finale di Europa League.

Sara’ l’Eintracht Francoforte l’avversaria dell’Inter negli ottavi di Europa League, con andata in Germania e ritorno a Milano. Lo ha stabilito il sorteggio Uefa.

Il Napoli affronterà il Salisburgo negli ottavi di Europa League: andata al San Paolo, ritorno in Austria.

Le gare di andata e di ritorno si svolgeranno il 7 e 14 marzo.

CALCIO

22 febbraio 2019
12:14

– Confermato il sodalizio tra SSC Napoli e la Val di Sole, in Trentino: è stato infatti ufficializzato l’accordo per far svolgere il ritiro estivo della squadra a Dimaro per altri tre anni. L’impegno raggiunto tra la società di De Laurentis e il sistema turistico Trentino è relativo alla preparazione precampionato della società, che quest’anno si svolgerà dal 6 al 26 luglio. Come tradizione i giocatori svolgeranno un doppio allenamento quotidiano agli ordini del tecnico Carlo Ancelotti e anche la disputa di alcune amichevoli.
In occasione della trasferta Trentina, il presidente ha assistito a un concerto nell’ambito dell’Ice Music Festival, nel teatro igloo costruito a 2600 metri sulle piste da sci del ghiacciaio Presena al Passo del Tonale. “È un luogo onirico, ideale come set cinematografico. La prova che tutto è possibile, anche trasformare il ghiaccio in musica” ha commentato dopo aver ascoltato le melodie dei 16 strumenti scolpiti nel ghiaccio

CALCIO

MILANO
22 febbraio 2019
12:46

– Il Milan importa due nuovi manager dalla Premier League: Casper Stylsvig è stato nominato Chief Revenue Officer, mentre James Murray diventa Chief of Staff dell’ad Ivan Gazidis. “Riconosco in loro degli autentici leader, con un alto livello di capacità e una profonda conoscenza del sistema calcio – il messaggio di benvenuto di Gazidis -. Insieme al nostro team, ci aiuteranno a portare il Milan verso il futuro con tutta la passione ed eccellenza che il nostro club merita”.
Stylsvig lascia il Fulham, dove ha ricoperto lo stesso ruolo, dopo aver lavorato nel Manchester United come Head of Sales and Global Sponsorship e nel Barcelona come Business Development Manager. La sua nomina, spiega un comunicato, è in linea con la visione strategica di Gazidis di guidare le vendite e aumentare i ricavi attraverso tutte le divisioni commerciali del club.
Come Gazidis, proviene dall’Arsenal Murray, per cinque stagioni Head of Business Strategy della società londinese, dopo un’esperienza in Accenture.
GENOVA22 febbraio 201912:48

– “Spero di portare delle sorprese sull’introduzione del Var nel campionato di serie B prossimamente”. Lo dichiara il presidente della Lega Serie B Mauro Balata stamani a Genova a margine di una conferenza stampa dell’associazione per presentare un’iniziativa di solidarietà con la città colpita dal crollo del ponte Morandi. “E’ da un anno che lavoro sul Var un po’ sotto traccia, ci sono delle problematiche legate ai regolamenti internazionali, Fifa e Ifab, – spiega – e problematiche legate all’Aia. La classe arbitrale è stata formata prima per il campionato di serie A in via sperimentale”. Balata evidenzia che il campionato di B “sta dando dei risultati splendidi, è un campionato bellissimo, si è alzato il livello tecnico, abbiamo un numero di spettatori in crescita. Dal punto di vista dei risultati economici siamo molto soddisfatti, abbiamo incrementato le risorse. C’è anche grande impegno dal punto di vista della responsabilità sociale”.
GENOVA22 febbraio 201912:53

– “Dal prossimo anno la B torna a 20 squadre, è una nostra vittoria, nel 2003 si passò a 24 squadre, poi stabilmente a 22, la speranza è che si riesca a fare una riforma in tutti i campionati e in tutte le Leghe. C’è chi soffre molto più di noi e spero che questa riflessione venga fatta a 360 gradi”. E’ l’auspicio del presidente della Lega Serie B Mauro Balata stamani a Genova a margine di una conferenza stampa.
22 febbraio 201913:25

– Il Chelsea di Maurizio Sarri pesca la Dinamo Kiev negli ottavi di finale di Europa League, con andata a Londra e ritorno in trasferta. Lo ha stabilito il sorteggio Uefa.

SAGENOVA22 febbraio 201913:

– “Speriamo che il Palermo vada in mani giuste”. Così Mauro Balata, presidente della Lega Serie B.
“Non sono né amministratore né proprietario del Palermo -ha spiegato Balata. Ma sono impegnato affinché si possa capire quale sarà la destinazione che avrà questa società che rappresenta un territorio importantissimo e una tifoseria appassionata e incredibile. Io ho già attivato più volte comunicazioni attraverso la Lega nei limiti di ciò che possiamo fare per avere trasparenza e lealtà che è quello che noi chiediamo a tutte le nostre società”.
“Quello che posso fare -ha detto Balata- è vigilare. Avete notato che la precedente proprietà, la fantomatica proprietà inglese, non c’è più. Adesso stiamo aspettando di avere notizie certe. Io sono impegnato come Lega assieme alla Figc, al sindaco di Palermo e alle istituzioni per capire in maniera certa e trasparente quale sarà la nuova proprietà. La società va tutelata anche per i dipendenti”.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

CALCIO

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:56 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

ALLE 07:15 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

CALCIO

Lione: anche Vieira per la panchina
Nel caso in cui a fine stagione Genesio venisse licenziato

21 febbraio 2019 16:56

– Patrick Vieira, ex centrocampista di Milan, Inter e Juve, attuale allenatore del Nizza, è fra i papabili alla successione di Bruno Genesio sulla panchina del Lione. L’Olympique, che martedì ha inchiodato il Barcellona sullo 0-0 nell’andata degli ottavi di Champions League, solo in caso di mancata qualificazione alla prossima edizione del prestigioso torneo continentale, potrebbe cambiare guida tecnica a fine stagione.

CALCIO

Fiorentina-Inter: già 30 mila biglietti
Lo stadio Franchi verso il tutto esaurito per la supersfida

FIRENZE21 febbraio 201917:32

– Stadio Franchi verso il tutto esaurito domenica sera per la partita della Fiorentina contro l’Inter. A ora sono stati venduti 30.000 biglietti, c’è ancora un po’ di disponibilità, mentre intanto continua la prevendita anche di un’altra sfida molto attesa, la semifinale d’andata di Coppa Italia in programma il 27 febbraio a Firenze contro l’Atalanta. Si tratta di un momento decisivo della stagione per la squadra di Pioli che, grazie al successo esterno ottenuto domenica scorsa contro la Spal, ha raggiunto quota 35 punti in campionato, tornando in corsa per un posto nella prossima Europa League.
Napoli-Zurigo, tifosi ospiti con ‘armi’Sequestrati manganelli e mazze da baseball. 1000 agenti al lavoro

NAPOLI21 febbraio 201917:37

– Armi improprie, fumogeni e petardi sono stati sequestrati dalla Polizia a bordo di alcuni pullmann di tifosi dello Zurigo diretti a Napoli per la gara di ritorno dei sedicesimi di Europa League.
18 pullmann di supporters svizzeri sono stati fermati e controllati dalla Polizia alla stazione di servizio di S. Nicola (Caserta). Sui pullmann gli agenti hanno sequestrato un manganello retrattile, due mazze da baseball, un petardo ed un fumogeno. I pullmann sono stati scortati dalla Polizia. Alla Stazione Marittima di Napoli sono stati concentrati alcune centinaia di tifosi dello Zurigo giunti a Napoli in aereo,treno ed auto. La Polizia li sta scortando allo Stadio San Paolo. La Questura di Napoli ha schierato 1000 uomini per il servizio d’ ordine della gara, considerata a rischio. Il 14 Febbraio a Zurigo, prima della gara di andata, tafferugli scoppiarono nei pressi dello stadio, dove un gruppo di tifosi svizzeri aggredì i napoletani in arrivo. La polizia dovette intervenire con una carica.
Sacchi: Simeone? Ammiro chi dà tuttoSulla sconfitta della Juve: “In Europa vince calcio offensivo”

21 febbraio 201917:42

– “Ammiro le persone che danno la vita nelle attività che svolgono. E Simeone è uno di questi, il suo calcio non è così armonioso, ma ha grande entusiasmo e generosità, sono degli eroi”: lo dice Arrigo Sacchi, a un Giorno da Pecora su RadioRai, intervenendo sulle polemiche per l’esultanza volgare del tecnico argentino al primo gol nella vittoria del suo Atletico sulla Juve. “La sconfitta dei Bianconeri mi ha sorpreso – ha aggiunto entrando nel merito del risultato – La Juve sembra sempre abbastanza parsimoniosa, come se volesse risparmiare per poi dare il massimo. In Europa, però, si vince con il calcio offensivo, di dominio”.

CALCIO

‘Iena’ chiede scusa, Zaniolo pace fatta
Autore servizio consegna mazzo rose a madre centrocampista Roma

MA21 febbraio 201917:45

– “Pace fatta”. Si chiude con le scuse della ‘Iena’ De Devitiis a Nicolò Zaniolo e alla mamma del giocatore della Roma la querelle nata con l’intervista trasmessa dal programma televisivo che aveva indispettito il giovane talento e il tifo romanista. De Devitiis, autore del servizio andato in onda, era stato criticato e insultato sui social nei giorni scorsi dai sostenitori della Roma per contenuti e modi dell’intervista. Per ricomporre la situazione si è così presentato a casa del centrocampista con un mazzo di rose per la mamma. La riconciliazione è stata immortalata da Zaniolo con una foto dei tre pubblicata su Instagram con sopra scritto “Pace fatta”. Lo stesso scatto è stato poi pubblicato dalla madre di Zaniolo, Francesca Costa, accompagnato dal messaggio: “Pace fatta.Le tue scuse sincere sono arrivate al cuore. Grazie per le rose giallorosse bellissime”.
Wenger potrebbe diventare ds del PSGStorico allenatore dell’Arsenal destinato a sostituire Antero

21 febbraio 201917:51

– Arsene Wenger presto tornerà protagonista nel mondo del calcio giocato. Lo storico allenatore dell’Arsenal, che da alcuni mesi è libero da impegni, a breve dovrebbe diventare direttore sportivo del Paris Saint-Germain.
Wenger, secondo i media francesi, dovrebbe prendere il posto di Henrique Antero, ds del club parigino, sempre più vicino all’addio. Dalla Francia fanno sapere che Wenger avrebbe già addirittura trovato l’accordo economico con il PSG dopo avere incontrato il presidente Nasser Al-Khelaifi, con il quale si sarebbe svolto “un colloquio cordiale”.
E.League: Zurigo ko 2-0, Napoli agli 8/iA segno Verdi nel primo tempo e Ounas nella ripresa

NAPOLI21 febbraio 201921:00

– Il Napoli ha battuto 2-0 lo Zurigo e si è qualificato agli ottavi di Europa League. Nell’andata dei sedicesimi di finale la formazione allenata da Carlo Ancelotti aveva vinto 3-1. Le reti di una partita dal risultato mai in discussione sono state segnate da Verdi al 42′ del primo tempo e da Ounas al 30′ della ripresa.

CALCIO

PSG ha nuovo sponsor da oltre 50 milioni
Sulle maglie di Cavani e soci ‘Accor’ sostituirà Emirates

21 febbraio 201921:05

– Il Paris St.Germain ha trovato il nuovo sponsor di maglia. Si tratta, come si legge sul profilo in portoghese del club, della catena Accor che possiede più di 4.800 hotel nel mondo e che dovrebbe stampare sulla maglia del Psg ‘All’ che si riferisce al suo ‘fidelity program’. Maggiori dettagli, fra i quali quelli economici, dell’accordo verranno rivelati domani in una conferenza stampa a cui prenderanno parte il presidente del club parigino, Nasser Al-Khelaifi, e quello di Accor, Sébastien Bazin, secondo il quale “questo patrocinio vuole unire un’azienda leader dell’ospitalità globale al club che sta crescendo più rapidamente al mondo”. Il giornale “Le Parisien” ipotizza che il nuovo sponsor pagherà una cifra superiore ai 50 milioni di euro all’anno, superiore ai 52 che riceve il Manchester City da Etihad e inferiore solo ai 70 annui che riceve il Real Madrid da Emirates.
Marotta, Icardi? Lo aspettiamoAd dell’Inter: il nostro atteggiamento è di piena apertura

MILANO21 febbraio 201921:13

– “Quando mi aspetto il ritorno di Icardi? Lo aspettiamo, non ho nulla da aggiungere a quanto già detto. Siamo fiduciosi in un suo ritorno quanto prima quando si riprenderà da questo fastidio al ginocchio”: così l’ad dell’Inter Beppe Marotta prima del fischio d’inizio contro il Rapid Vienna. “Abbiamo comunicato il cambio di fascia anche alla squadra – spiega – ma non credo che si debba arrivare a questa considerazione per avere prestazioni positive della squadra. C’è un atteggiamento di piena apertura, ribadisco che non è un provvedimento disciplinare. Speriamo di riaverlo presto”.
Calcio: Icardi e Wanda Nara a San SiroInter-Rapid Vienna seconda partita con l’attaccante in tribuna

MILANO21 febbraio 201921:16

– Mauro Icardi è a San Siro insieme alla moglie e agente Wanda Nara per assistere a Inter-Rapid Vienna, partita decisiva per la qualificazione in Europa League.
L’attaccante argentino, non convocato per infortunio, ha eseguito dei controlli medici che non hanno evidenziato nessun nuovo problema fisico rispetto a inizio stagione. Icardi, però, continua a sentire dolore e per il momento si limita a fare fisioterapia. E’ la seconda partita che l’argentino vede dalla tribuna del Meazza, dopo quella contro la Sampdoria di domenica scorsa.
4-0 al Rapid Vienna, Inter agli ottaviPoker nerazzurro firmato Vecino, Ranocchia, Perisic e Politano

MILANO21 febbraio 201923:07

– L’Inter ha battuto 4-0 il Rapid Vienna e si è qualificato agli ottavi di Europa League.
Nell’andata dei sedicesimi la formazione di Spalletti aveva già ipotecato il passaggio del turno vincendo 1-0. Ed il ritorno al Meazza è stato poco più di un allenamento in vista della trasferta a Firenze. Due reti per tempo hanno segnato l’eliminazione della modesta formazione austriaca: Vecino e Ranocchia hanno aperto le marcature, Perisic e Politano hanno chiuso la pratica, dall’esito mai in discussione. Mauro Icardi, ancora una volta, ha guardato i compagni giocare, e vincere, dalla tribuna. In compagnia della moglie-procuratore Wanda Nara.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:05 ALLE 16:56 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

Ronaldo “serata difficile,ma crediamoci”
Il portoghese sprona la Juventus dopo il ko con l’Atletico

TORINO21 febbraio 201909:05

– Un ritorno a Madrid così amaro non se l’aspettava nemmeno lui. Ma Cristiano Ronaldo sprona la Juventus, battuta dall’Atletico con due gol segnati dai difensori Gimenez e Godin, a programmare la rimonta. “È stata una serata difficile – scrive su Instagram- ora crediamoci #fino alla fine”.
Juve, Szczesny “diamo tutto nel ritorno”Portiere: “la nostra squadra non si arrende mai”

TORINO21 febbraio 201909:08

– “Abbiamo bisogno di dare tutto nella seconda partita. Questa squadra non molla mai”. Szczesny, decisivo due volte contro il campione del mondo Griezmann ieri al Wanda Metropolitano di Madrid, ma poi costretto ad arrendersi ai colpi di Gimenez e Godin, cerca di ricaricare la Juventus dopo il ko contro l’Atletico.
‘L’Atletico Madrid divora la Juventus’, esulta la SpagnaStampa iberica scatenata dopo vittoria madrileni sui bianconeri

21 febbraio 201911:52

“Il migliore Atletico di quest’anno mette alle corde Cristiano Ronaldo”: titola così il quotidiano As dopo la netta vittoria dei madrileni per 2-0 sulla Juventus nella partita di andata degli ottavi di Champions. Anche l’altro quotidiano sportivo spagnolo ‘Marca’ titola a tutta pagina sul successo della formazione guidata da Diego Simeone: “Un superbo Atletico divora la Juventus” e aggiunge che la squadra “presenta la sua candidatura alla Champoions con una partita indimenticabile” e a tutta pagina sulla foto dei giocatori esultanti dopo la seconda rete scrive “que fieras”. Il ‘Mundo Deportivo’ definisce quella di ieri sera “una notte epica”, nella quale un Atletico “feroce manda al tappeto la Juventus”. “Sport” scrive che l’Atletico Madrid “manda quasi ko Cristiano Ronaldo”.

CALCIO

Champions, Allegri “sfida da vivere”
Tecnico Juve dà appuntamento al ritorno dopo 0-2 con Atletico

TORINO21 febbraio 201910:02

– “Una sfida da vivere, e vincere, tutti assieme. Fino alla fine”. Massimiliano Allegri crede nella rimonta e, dopo il 2-0 subito ieri sera dall’Atletico Madrid, dà appuntamento a tutti per il ritorno. “Venti giorni – scrive il tecnico della Juventus su Twitter – Venti giorni per essere pronti”.
Wanda Nara si sfoga in un postMessaggio su Instagram, “ignora quando ti criticano”

MILANO21 febbraio 201911:45

”Ignora quando ti criticano, ascolta quando ti consigliano e allontanati quando non ti danno valore”: è il messaggio che Wanda Nara ha pubblicato in tarda serata in una delle stories di Instagram. Parole che sembrerebbero destinate al club nerazzurro. Wanda Nara ieri ha accompagnato Mauro Icardi ai controlli medici voluti dall’Inter, visite che non hanno riscontrato nuovi problemi fisici.
‘Io 5 Champions a 0’ CR7 in zona mistaPer media Spagna ‘Ronaldo è nell’abisso’

21 febbraio 201912:19

– “Ho vinto cinque Champions, l’Atletico zero. Io cinque, l’Atletico zero”. Dopo il 2-0 subito in casa dall’Atletico Cristiano Ronaldo si sfoga così in zona mista di fronte ai giornalisti mimando il cinque e lo zero con le mani e il giorno dopo la stampa spagnola lo attacca pesantemente. Marca in particolare titola ‘Ronaldo e nell’abisso’ ricordando i numeri non entusiasmanti della sua stagione in Champions League. As ricorda poi come la reazione di Ronaldo sia arrivata dopo gli insulti piovutigli addosso dagli spalti del Wanda Metropolitano che hanno fatto riferimento anche ai guai fiscali che hanno interessato l’asso portoghese della Juventus.
Gattuso: Milan al bivio,serve continuitàNon è squadra mia o di Piatek ma di tutti, non bisogna mollare

MILANO21 febbraio 201913:48

– “Questo non è il Milan mio o di Piatek, ma di tutti: dei dirigenti, dei giocatori, dei tifosi”.
Lo ha messo in chiaro l’allenatore rossonero Rino Gattuso, sottolineando che l’attaccante polacco acquistato a gennaio “sta valorizzando ogni pallone che gli arriva, ma i meriti sono veramente di tutti”. “E’ una squadra giovane, che ancora può crescere tantissimo. L’importante – ha aggiunto alla vigilia della sfida con l’Empoli – è che ci sia la voglia. Non bisogna mollare di una virgola. Siamo a un bivio: bisogna dare continuità a quello che stiamo facendo, io sono qua da un anno e mezzo e spesso finora non ci siamo riusciti. In questo campionato non esistono partite facili e spero che non commetteremo l’errore di sottovalutare questa. Iachini ha rigirato la sua squadra come un calzino. Da parte mia c’è grande preoccupazione, non sarà per nulla facile”.
Gattuso: “Mia moglie mi fa la formazione’Tante ne capiscono, parlo tre volte a settimana con la Morace’

MILANO21 febbraio 201913:57

– “Con mia moglie parlo di tattica? Mia moglie mi fa la formazione…”. Rino Gattuso risponde con un sorriso sul tema che ha sollevato polemiche dopo le frasi sessiste dell’opinionista Rai ed ex rossonero, Fulvio Collovati.
“Al di là delle battute – ha continuato l’allenatore del Milan, alla vigilia della partita con l’Empoli -, tre volte alla settimana parlo con un allenatore molto preparato che è Carolina Morace”, allenatore della squadra femminile rossonera. “Penso che nel mondo in cui viviamo ci sono tantissime donne che ne capiscono – ha aggiunto Gattuso -. Quando parlo con Carolina mi confronto ed è un confronto sempre molto aperto e interessante”.
‘Mio padre contento vittoria e rinnovo’Giovanni Simeone interviene dopo il 2-0 dell’Atletico alla Juve

FIRENZE21 febbraio 201914:06

– “Ho sentito mio padre, è contento non solo per la partita di ieri ma anche per il rinnovo con l’Atletico Madrid, e per quello che sta facendo in generale con la squadra”. Lo ha detto Giovanni Simeone, attaccante della Fiorentina, a proposito della vittoria di ieri in Champions League dell’Atletico Madrid allenato dal padre Diego contro la Juventus.
“Mi sono appassionato al calcio vedendo giocare mio padre, ma lui non mi ha mai detto cosa fare o cosa non fare”, ha ricordato Simeone ai ragazzi in platea al Teatro della Compagnia di Firenze, parlando a una iniziativa contro la violenza nello sport nell’ambito del progetto europeo Novis. “Non fu facile – ha aggiunto – anche all’inizio della mia carriera calcistica: alcuni si avvicinarono a me perché ero il figlio di Simeone, e alcuni miei compagni mi dissero che io giocavo perché ero il figlio di Simeone”.
Europa League: Inter Rapid Vienna, Spalletti senza IcardiKuhbauer: “Non c’è Icardi? Lautaro è un grande”

21 febbraio 201914:54

In campo alle 21 Inter-Rapid Vienna DIRETTA ritorno dei sedicesimi di Europa League.Ancora senza Mauro Icardi, l’Inter si aggrappa a Lautaro Martinez per strappare la qualificazione agli ottavi di Europa League e centrare il quarto successo consecutivo. “Fino a poco tempo fa, quando non c’era Icardi dicevamo che era un’assenza pesante per noi. Ora che non c’è, che non può giocare, è lo stesso”: Luciano Spalletti lo ammette alla vigilia della partita contro il Rapid Vienna. Keita Balde non è ancora al meglio e per la terza sfida sarà Lautaro a guidare l’attacco. Il gioco dell’Inter cambia poco, spiega il tecnico, perché i due argentini “sono molto simili, sono due punte centrali e come tutti i calciatori forti possono coesistere” ma le caratteristiche dei due giocatori sono diverse perché “uno è bravo in area, l’altro è disinvolto a venire fuori”.”Non mi interessa se non c’è Icardi. Abbiamo visto a Vienna che Lautaro Martinez è un grande giocatore. Non sappiamo cosa farà Icardi, conta solo questa partita”. Dietmar Kuhbauer, tecnico del Rapid Vienna, mette in guardia i suoi giocatori su Lautaro Martinez autore del gol che ha deciso la partita d’andata. A San Siro, dove sono attesi più di 30 mila spettatori, gli austriaci cercheranno una difficile impresa: ”Siamo professionisti. Questo stadio trasuda storia. Ma serve coraggio da parte nostra. Ci sono due squadre in campo ed entrambe possono giocare bene”

Lega B: Balata visita azienda LardiniMarchio moda è partner della Serie cadetta

21 febbraio 201916:24

– Il presidente Balata nei giorni scorsi ha fatto visita alla prestigiosa azienda di abbigliamento made in Italy Lardini, partner della Lega B, per conoscere più da vicino e promuovere un brand che continua a esportare la qualità dell’Italia in tutto il mondo con grandi risultati e riconoscimenti. La sinergia tra la Lega B e l’azienda con sede a Filottrano, in provincia di Ancona, è certificata da una serie di ideali alla base della filosofia con cui le due forze si muovono nei loro panorami di riferimento: il coraggio, la qualità, la voglia di migliorarsi. “Il design più raffinato e più evoluto, coniugato con la tecnologia più avanzata, con il rispetto del fattore umano, e con un rapporto tra la proprietà e i dipendenti che assomiglia a quello di una vera famiglia – ha detto Balata – valorizza ancora di più un brand che si è affermato a livello mondiale e che certifica la supremazia della moda italiana nel mondo”. –

Arbitri: Bologna-Juve dirigerà Calvarese
Frosinone-Roma è stata affidata a Manganiello. Abisso a Firenze

21 febbraio 201916:51

– E’ Calvarese di Teramo l’arbitro designato a dirigere Bologna-Juventus, partita della sesta giornata della serie A in programma domenica alle 15. Il posticipo Fiorentina-Inter sarà invece arbitrato da Abisso di Palermo. Per Frosinone-Roma scelto Manganiello, con Pairetto alla Var. Lo rende noto l’Aia.

STAMPA
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI

DALLE 23:00 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 12:58 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Highlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

Conferenza Stampa Allegri post Atletico Madrid vs Juventus

Allegri «Non sarà semplice, ma bisogna pensare di poterla ribaltare»

Chiellini «Stiamo calmi e resettiamo»

#JUVENTUSTV Puntata 68, Sivori e Charles, che coppia!

Da bordocampo Atletico Madrid vs Juventus 21 Feb 2019

Juventus Women vs Tavagnacco Rewind 21 Feb 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:09 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 12:00 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus Tv è pronta per la Champions
20.02.2019 17:09 – in: UCL
Juventus Tv è pronta per la Champions

Alle 20 si accende la diretta di J Champions Time, commenti, opinioni, news e collegamenti dal Wanda Metropolitano. In studio, la leggenda bianconera Roberto Bettega.
«È il primo di due match con l’Atletico Madrid e dobbiamo porre le basi per passare il turno», Massimiliano Allegri, come tutta squadra, è pronto per la sfida del Wanda Metropolitano.
Anche Juventus Tv è pronta e già alle 20 si accenderà per l’attesissima diretta di J Champions Time. Il programma che introduce e segue tutte le partite di UEFA Champions League con commenti, opinioni, news e continui collegamenti dal teatro della sfida.
Per l’occasione, stasera il parterre della nostra piattaforma ufficiale s’arricchisce della competenza della leggenda bianconera, Roberto Bettega, dell’arbitro internazionale di volley, Marco Braico.
Juventus Tv è live anche nell’immediato post-partita con commenti, approfondimenti e continui collegamenti dalla mix-zone del Wanda Metropolitano per le interviste esclusivee le conferenze stampa dei due mister.
E per chi si fosse perso la diretta, Atletico-Juve sarà disponibile in versione integrale già da mezzanotte, ottimizzata per tutti i dispositivi e quindi fruibile ovunque.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Gimenez e Godin decidono l’andata
20.02.2019 23:00 – in: Match Report
Gimenez e Godin decidono l’andata

Al Wanda Metropolitano l’Atletico vince 2-0, firmando il doppio vantaggio in cinque minuti nella ripresa
Che al Wanda Metropolitano sarebbe stata dura si sapeva, ma era forse lecito sperare in un esito diverso della gara di andata contro l’Atletico, specie dopo un primo tempo chiuso a reti bianche ne quale la Juve, nei primi minuti, era anche stata più pericolosa dei padroni di casa. E invece nella ripresa, in cinque minuti, la strada per la qualificazione ai quarti d Champions si fa improvvisamente in salita per i bianconeri che subiscono un micidiale uno-due firmato Gimenez e Godin e non riescono, nonostante il forcing finale, a lasciare il segno.
JUVE SUBITO PERICOLOSA
Il copione della gara è subito evidente: l’Atletico punta sulle ripartenze di Griezmann e lascia il palleggio alla Juve, che nei primi minuti studia gli avversari e prova a colpire con Ronaldo. CR7 si procura una punizione e spara un siluro da oltre venticinque metri che Oblak riesce a intercettare. Va vicino al gol anche Bonucci, che incorna alto un cross dalla bandierina di Pjanic, mentre i colchoneros si fanno vedere con il rasoterra dalla distanza di Thomas, bloccato da Szczesny.
DIFESE BLOCCATE
La gara vive di fiammate improvvise, ma l’impressione è che entrambe le squadre badino soprattutto a non scoprirsi, anche perché ogni disattenzione potrebbe essere letale. L’esempio più lampante arriva al 27′, quando Diego Costa se ne va sulla sinistra e De Sciglio, inciampando, lo tocca e commette fallo. Il signor Zwayer indica subito il dischetto, ma il VAR segnala che il contatto è avvenuto fuori area e la punizione che ne consegue, battuta da Griezmann viene messa in angolo da Szczesny. Dybala risponde impegnando Oblak con un sinistro dal limite, ma non è per nulla facile trovare un varco quando le difese sono schierate.
ATLETICO A TESTA BASSA
Il possesso palla bianconero fatica a superare la diga eretta dagli spagnoli, che invece, al 5′ della ripresa, sono pericolosissimi: Diego Costa riceve da Griezzmann e punta l’area inseguito dal solo Bonucci, ma al momento del tiro colpisce male e mette a lato, graziando Szczesny. Il portiere è salvifico poco dopo, quando riesce a deviare sulla traversa il tocco all’indietro di De Sciglio che, per anticipare Griezmann, rischia un clamoroso autogol. Ora che l’Atletico produce il massimo sforzo, è la Juve a doversi chiudere e Simeone per avere ancora più rapidità in avanti inserisce Morata e Lemar per Diego Costa e Thomas, quindi Correa al posto di Koke. La legge dell’ex colpisce al 25′, quando Morata  incorna il traversone di Felipe Luis alle spalle di Szczesny, ma per liberarsi spinge in modo vistoso Chiellini e dopo aver consultato il VAR il signor Zwayer, che inizialmente aveva concesso il gol, annulla.
GIMENEZ E GODIN, DUE GOL IN CINQUE MINUTI
Allegri opera il primo cambio richiamando Pjanic e mandando in campo Emre Can, che si sistema davanti alla difesa, ma a forza di insistere i colchoneros passano. La difesa bianconera non riesce a liberare su un angolo di Griezmann e Gimenez si ritrova il pallone sui piedi a due passi dall’area piccola e può comodamente infilare il vantaggio. Allegri inserisce Bernardeschi per Dybala, ma ora la Juve è in difficoltà, perché l’Atletico, spinto dai 67.000 del Wanda Metropolitano insiste e passa ancora, sfruttando nuovamente una palla inattiva: anche la punizione di Griezmann non viene liberata a dovere e Godin, dopo un primo tentativo ribattuto, piazza il tap in che complica, non poco, il discorso qualificazione per i bianconeri. Tutti i tentativi di riaprire la partita, come il sinistro di Bernardeschi alzato sopra la traversa da Oblak, vengono rispediti al mittente e anche l’ingresso di Cancelo per Matuidi non dà i frutti sperati. A Torino, il 12 marzo, servirà la miglior Juve.
ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

RETI:  Gimenez 33′ st, Godin 38′ st
ATLETICO MADRID
Oblak; Juanfran, Giménez, Godin, Filipe Luis; Saul, Thomas (16′ st Lemar), Rodri, Koke (22′ sta Correa); Diego Costa (13′ st Morata), Griezmann
A disposizione: Adan, Savic, Arias, Kalinic
Allenatore: Simeone

JUVENTUS
Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (28′ st Emre Can), Matuidi (39′ st Cancelo); Dybala (35′ st Bernardeschi), Mandzukic, Ronaldo
A disposizione: Perin, Caceres, Rugani, Spinazzola
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Zwayer (GER)
ASSISTENTI: Schiffner (GER), Achmüller (GER)
QUARTO UFFICIALE: Welz (GER)
VAR: Dankert (GER), Stegemann (GER)

AMMONITI: 8′ pt Diego Costa, 48′ pt Thomas, 10′ st Alex Sandro, 44′ st Griezmann. GUARDA IN ESCLUSIVA Highlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, le interviste
20.02.2019 23:15 – in: UCL
Atletico-Juve, le interviste

Le dichiarazioni dei bianconeri al termine della sfida del Wanda Metropolitano
Due gol subiti in cinque minuti e qualificazione che si fa complicata, ma non impossibile. A Torino, il 12 marzo, la Juve proverà a ribaltare il 2-0 subito in Spagna e i bianconeri, al temine della gara di andata contro l’Atletico, sono già proiettati al ritorno. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dopo la gara.
CHIELLINI
«Gli episodi cambiano le partite e siamo stati puniti sui calci piazzati. Dovremo stare più attenti, ma stiamo calmi e resettiamo, perché Torino possiamo farcela. Mancano tre settimane, vinceremo al ritorno» GUARDA IN ESCLUSIVA Chiellini «Stiamo calmi e resettiamo»

BERNARDESCHI
«Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e non è andata come speravamo, ma fortunatamente c’è il ritorno. Sicuramente bisognerà far meglio il ritorno, non commettendo gli errori di oggi. Abbiamo preso due gol uguali su rimpalli ripresi e in questi casi qualche disattenzione c’è, anche se loro sono molto forti sulle palle inattive. Il 2-0 è un risultato importante per l’Atletico, ma in casa nostra possiamo giocarcela e ribaltarlo. Abbiamo 90 minuti per restare in Champions».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il commento di Mister Allegri
20.02.2019 23:45 – in: UCL
Il commento di Mister Allegri

«Abbiamo sbagliato il secondo tempo: a Torino ci vorrà una grande partita, non perdiamo la fiducia»
Questa la disamina di Mister Massimiliano Allegri a termine della partita: «Abbiamo giocato un brutto secondo tempo, commettendo l’errore di andare dietro a loro – Spiega – Già avevamo rischiato su un contropiede e su una palla persa, ma il dato è che nel secondo tempo non abbiamo fatto un tiro in porta».
Sui meriti dell’Atletico: «Sono più abituati di noi a giocare partite di questo tipo: sono rimasti dentro la gara anche se non c’erano grandi sussulti, mentre noi abbiamo sbagliato. Comunque, peggio del secondo tempo non potevamo fare, quindi dobbiamo avere fiducia per il ritorno. Sapevamo che l’Atletico ti fa giocare “male”, e per batterli occorre stare sopra ritmo».
Sul ritorno: «Adesso c’è delusione, ma bisogna pensare di poterla ribaltare. Non sarà semplice, occorrerà una grande partita, in cui dovremo essere bravi a muovere di più ilgioco. Restando ordinati, cosa che questa sera non abbiamo fatto, anche dopo aver subito il secondo gol, e infatti abbiamo ancora rischiato. Comunque il 2-0 si può ribaltare, è inutile piangersi addosso». GUARDA IN ESCLUSIVA Conferenza Stampa Allegri post Atletico Madrid vs Juventus

Allegri «Non sarà semplice, ma bisogna pensare di poterla ribaltare»

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, Talking Points
21.02.2019 10:00 – in: UCL
Atletico-Juve, Talking Points
Alcune statistiche sulla gara di Champions League a Madrid
Arriva uno stop europeo per la Juve.
A Madrid vince l’Atletico, nella prima delle due sfide valide per gli ottavi di finale.
Ecco i dati del match.
Generale
Possesso
36,9%
36,9%
63,1%
63,1%
% Duelli vinti
53,3%
53,3%
46,7%
46,7%
Duelli aerei vinti
54,8%
54,8%
45,2%
45,2%
Intercetti
13
13
10
10
Fuorigioco
1
1
0
0
Corner
8
8
7
7
Distribuzione
Passaggi
312
312
543
543
Passaggi lunghi
57
57
53
53
Precisione passaggi (%)
73,1%
73,1%
86,9%
86,9%
Precisione passaggi metà avv. (%)
64,9%
64,9%
78,6%

78,6%
Cross
19
19
16

16
Precisione cross
26,3%
26,3%
18,8%

18,8%
Attacco
Gol
2
2
0
0
Tiri
13
13
14
14
Tiri nello specchio
5
5
3
3
Tiri ribattuti
3
3
3
3
Tiri da fuori area
5
5
8
8
Tiri da dentro l’area
8
8
6
6
Precisione al tiro (%)
38,5%
38,5%
21,4%

21,4%
Difesa
Contrasti
14
14
6
6
% di contrasti vinti
64,3%
64,3%
83,3%
83,3%
Respinte difensive
19
19
24
24
Disciplina
Falli fatti
12
12
16
16
Cartellini gialli
3
3
1
1
Cartellini rossi
0
0
0

0
L’ANALISI DEI NUMERI
La Juventus ha giocato molti più palloni dell’Atletico, come testimonia lo schema sopra. Ha prevalso anche nella percentuale di palle utili e nel numero di passaggi. Non a caso, i primi sei giocatori di questa partita per numero di palloni giocati sono della Juventus.
Ma l’Atletico è stato più incisivo. Come testimoniano i dati che seguono.
LE GIOCATE UTILI IN AREA AVVERSARIA
L’analisi della fase offensiva mostra un dato su tutti, che può essere una delle chiavi di lettura del match: le giocate utili in area avversaria. L’Atletico ha prevalso, così come per quanto riguarda i tiri da dentro l’area.
I NUMERI DI LEO E GIORGIO
Leonardo Bonucci ha giocato la sua 500ª partita in carriera con i club.
Giorgio Chiellini è diventato il quarto giocatore più presente in Champions League/Coppa dei Campioni con la Juventus (69 partite).
ATTENZIONE AI CALCI PIAZZATI…
Sei degli ultimi sette gol subiti dalla Juventus in Champions League sono arrivati sugli sviluppi di calcio piazzato.
UNA STATISTICA DA SFATARE AL RITORNO
L’Atletico Madrid è l’unica squadra affrontata più di una volta in Champions League contro cui la Juventus non è riuscita a trovare il gol. Finora.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO AMPIA SINTESI DI ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

SINTESI ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO CON AMPIA SINTESI DEL MATCH E LA CRONACA TESTUALE DELLA PARTITA

ANDATA OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE WANDA METROPOLITANO ORE 21:00 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

SI AFFRONTANO ATLETICO MADRID-JUVENTUS

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

LA CRONACA:

Gimenez e Godin decidono l’andata

tropolitano l’Atletico vince 2-0, firmando il doppio vantaggio in cinque minuti nella ripresaChe al Wanda Metropolitano sarebbe stata dura si sapeva, ma era forse lecito sperare in un esito diverso della gara di andata contro l’Atletico, specie dopo un primo tempo chiuso a reti bianche ne quale la Juve, nei primi minuti, era anche stata più pericolosa dei padroni di casa. E invece nella ripresa, in cinque minuti, la strada per la qualificazione ai quarti d Champions si fa improvvisamente in salita per i bianconeri che subiscono un micidiale uno-due firmato Gimenez e Godin e non riescono, nonostante il forcing finale, a lasciare il segno.JUVE SUBITO PERICOLOSAIl copione della gara è subito evidente: l’Atletico punta sulle ripartenze di Griezmann e lascia il palleggio alla Juve, che nei primi minuti studia gli avversari e prova a colpire con Ronaldo. CR7 si procura una punizione e spara un siluro da oltre venticinque metri che Oblak riesce a intercettare. Va vicino al gol anche Bonucci, che incorna alto un cross dalla bandierina di Pjanic, mentre i colchoneros si fanno vedere con il rasoterra dalla distanza di Thomas, bloccato da Szczesny.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

DIFESE BLOCCATELa gara vive di fiammate improvvise, ma l’impressione è che entrambe le squadre badino soprattutto a non scoprirsi, anche perché ogni disattenzione potrebbe essere letale. L’esempio più lampante arriva al 27′, quando Diego Costa se ne va sulla sinistra e De Sciglio, inciampando, lo tocca e commette fallo. Il signor Zwayer indica subito il dischetto, ma il VAR segnala che il contatto è avvenuto fuori area e la punizione che ne consegue, battuta da Griezmann viene messa in angolo da Szczesny.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

Dybala risponde impegnando Oblak con un sinistro dal limite, ma non è per nulla facile trovare un varco quando le difese sono schierate.ATLETICO A TESTA BASSAIl possesso palla bianconero fatica a superare la diga eretta dagli spagnoli, che invece, al 5′ della ripresa, sono pericolosissimi: Diego Costa riceve da Griezzmann e punta l’area inseguito dal solo Bonucci, ma al momento del tiro colpisce male e mette a lato, graziando Szczesny. Il portiere è salvifico poco dopo, quando riesce a deviare sulla traversa il tocco all’indietro di De Sciglio che, per anticipare Griezmann, rischia un clamoroso autogol. Ora che l’Atletico produce il massimo sforzo, è la Juve a doversi chiudere e Simeone per avere ancora più rapidità in avanti inserisce Morata e Lemar per Diego Costa e Thomas, quindi Correa al posto di Koke.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

La legge dell’ex colpisce al 25′, quando Morata  incorna il traversone di Felipe Luis alle spalle di Szczesny, ma per liberarsi spinge in modo vistoso Chiellini e dopo aver consultato il VAR il signor Zwayer, che inizialmente aveva concesso il gol, annulla.GIMENEZ E GODIN, DUE GOL IN CINQUE MINUTIAllegri opera il primo cambio richiamando Pjanic e mandando in campo Emre Can, che si sistema davanti alla difesa, ma a forza di insistere i colchoneros passano. La difesa bianconera non riesce a liberare su un angolo di Griezmann e Gimenez si ritrova il pallone sui piedi a due passi dall’area piccola e può comodamente infilare il vantaggio. Allegri inserisce Bernardeschi per Dybala, ma ora la Juve è in difficoltà, perché l’Atletico, spinto dai 67.000 del Wanda Metropolitano insiste e passa ancora, sfruttando nuovamente una palla inattiva: anche la punizione di Griezmann non viene liberata a dovere e Godin, dopo un primo tentativo ribattuto, piazza il tap in che complica, non poco, il discorso qualificazione per i bianconeri. Tutti i tentativi di riaprire la partita, come il sinistro di Bernardeschi alzato sopra la traversa da Oblak, vengono rispediti al mittente e anche l’ingresso di Cancelo per Matuidi non dà i frutti sperati. A Torino, il 12 marzo, servirà la miglior Juve.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

RETI:  Gimenez 33′ st, Godin 38′ st
ATLETICO MADRIDOblak; Juanfran, Giménez, Godin, Filipe Luis; Saul, Thomas (16′ st Lemar), Rodri, Koke (22′ sta Correa); Diego Costa (13′ st Morata), Griezmann
A disposizione: Adan, Savic, Arias, Kalinic
Allenatore: Simeone

JUVENTUSSzczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (28′ st Emre Can), Matuidi (39′ st Cancelo); Dybala (35′ st Bernardeschi), Mandzukic, Ronaldo
A disposizione: Perin, Caceres, Rugani, Spinazzola
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Zwayer (GER)
ASSISTENTI: Schiffner (GER), Achmüller (GER)
QUARTO UFFICIALE: Welz (GER)
VAR: Dankert (GER), Stegemann (GER)
AMMONITI: 8′ pt Diego Costa, 48′ pt Thomas, 10′ st Alex Sandro, 44′ st Griezmann

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO DELL’AMPIA SINTESI DELLA PARTITA IN ESCLUSIVAHighlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE: Simeone,gol Morata? speravo Var aiutasse ‘Davvero credete che uno alto 187 cm cada così durante gioco?’ Allegri,ripresa male ma credo in rimonta’Sapevamo che Atletico è forte, ma sono sfide che puoi ribaltare

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DELLE 00:23 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

CALCIO

“Il gol di Morata? Speravo che il Var aiutasse.. Ma non Non credo nella giustizia nel calcio, è la forza che determina i risultati. Io confido nel Var, ma se qualcuno crede che una persona di 187 centimetri (come Chiellini n.d.r.) possa cadere così in un’azione di gioco, contento lui…”.
Nel dopo partita di Atletico Madrid-Juventus, Diego Simeone dice la sua anche sulla rete annullata tramite Var all’ex bianconero Morata, per una spinta a Chiellini.
Poi ancora una battuta sull’esultanza dopo il primo gol dei suoi. “Non è un gesto bellissimo – ammette Simeone -, però me lo sentivo, era una partita sofferta con episodi difficili. Diego Costa ha fatto una grande partita, ho mostrato semplicemente quello che ho sentito, comunque chiedo scusa. Ma serviva coraggio per mettere Costa e Koke che non giocavano da un mese”.

– “Il secondo tempo è stato brutto, perché abbiamo commesso l’errore di andare dietro a loro, che sono bravi a far scivolare le partite senza subire tiri. In quel momento diventano pericolosi, avevamo già rischiato su un contropiede in cui Diego Costa si è presentato a tu per tu con Szczesny, nella ripresa non abbiamo fatto un tiro in porta”.
Non è certo soddisfatto della prova dei suoi Massimiliano Allegri quando commenta la sconfitta della Juventus contro l’Atletico Madrid. “Sono entrati con cattiveria sulle palle inattive perché loro riescono a stare dentro la partita anche quando non ci sono sussulti – spiega Allegri -. Abbiamo possibilità di ribaltarla, bisogna avere fiducia, non bisogna piangersi addosso. Sapevamo che sarebbe stata difficile: l’Atlético è forte”. Secondo l’allenatore della Juve, “hanno inciso tante cose, nella ripresa abbiamo sbagliato. C’è delusione, ma capita che le squadre perdano la prima. Non sarà semplice, ma ci vorrà una grande gara al ritorno, io sono comunque fiducioso”.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:30 ALLE 23:58 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

CALCIO

Scrive arbitro su Fb, squalifica aumenta
Calciatore era stato espulso, società multata per madre in campo

PERUGIA20 febbraio 2019 20:30

– Squalificato per avere colpito “con una violenta testata un avversario” ma anche perché “nel dopo partita, contattava via Facebook il direttore di gara tentando di spiegare i motivi del suo gesto al fine di ottenere un alleggerimento della sua posizione”: è successo a un giocatore del San Luca, formazione umbra di prima categoria. Al quale il giudice sportivo, l’avvocato Marco Brusco, ha inflitto quattro giornate. Due per l’espulsione e altrettante per quanto scritto sul social network.
La decisione è stata presa dopo la partita Vis Foligno-San Luca disputata domenica e terminata 2-0 per i padroni di casa.
Il giudice sportivo ha anche comminato una multa da 120 euro al San Luca per l’ingresso in campo della madre del calciatore espulso che voleva parlare con il giocatore colpito dal figlio.
“Al 37/o del secondo tempo – si legge nella motivazione – un proprio sostenitore, verosimilmente la madre di un calciatore del San Luca espulso poco prima, scavalcava la recinzione ed entrava in campo”.
Supercoppa Primavera al TorinoInter battuta in finale ai rigori, decisive parate Gemello

TORINO20 febbraio 201921:56

– Il Torino Primavera si aggiudica la Supercoppa, la seconda dopo quella del 2015, battendo ai rigori i pari età dell’Inter al termine di una combattutissima partita.
I granata di mister Coppitelli passano per due volte in vantaggio: segna Onisa al 36′ del primo tempo, raddoppia Rauti al 4′ del primo tempo supplementare, dopo il pari nerazzurro di Salcedo al 35′ del secondo tempo. Al 15′ del primo tempo supplementare Esposito segna il 2-2 per i nerazzurri. Si va dunque ai calci di rigore. Decisive le parate di Gemello su Zappa e Pompetti, che neutralizzano la traversa del bomber granata Millico e fissano il punteggio finale sul 4-6 per gli ospiti. Una curiosità: la finale è stata interrotta nove minuti, nel secondo tempo, per il black out dell’illuminazione dello stadio.

Champions: Schalke-Manchester City 2-3Aguero-gol, poi sorpasso tedesco, Sanè e Sterling la ribaltano

20 febbraio 201922:59

– Manchester City batte Schalke 3-2 nell’andata degli ottavi di Champions, disputata a Gelsenkirchen. Le reti di Aguero (18′ pt), Beltaleb (38′ e 45′, entrambe su rigore), Sanè (33′ st) e Sterling (45′ st). La gara di ritorno all’ ‘Etihad Stadium’ il 12 marzo.
Champions: Atletico Madrid-Juventus 2-0Reti Gimenez e Godin negli ultimi 15′. Var interviene due volte

febbraio 201923:04

– Atletico Madrid-Juventus 2-0 nell’andata degli ottavi di Champions, disputata al ‘Wanda Metropolitano”. La gara di ritorno martedì 12 marzo a Torino. Per i colchoneros gol di Gimenez al 78′ e Godin all’83’.
Protagonista la Var con due interventi: un rigore prima coincesso e poi revocato all’Atletico per un fallo iniziato da fuori area e poi per un gol annullato a Morata, con la partita ferma sullo 0-0, per una spinta di Morata su Chiellini.
Griezmann nel primo tempo ha colpito la traversa.

Chiellini, ci giocheremo tutto a Torino’Sicuramente non siamo contenti,ma nulla compromesso,c’è ritorno

20 febbraio 201923:26

– “Sono episodi che decidono le partite, sapevamo che erano pericolosi sui calci piazzati, dovevamo stare più attenti. Ora resettiamo e a Torino avremo modo di ribaltare la partita”. Così Giorgio Chiellini ‘a caldo’ dopo la fine di Atletico Madrid-Juventus. “Ci vuole calma, sicuramente non siamo contenti – dice ancora Chiellini -, è un risultato pesante ma ci giocheremo tutto a Torino. Abbiamo anche gestito la partita in modo positivo, nella ripresa dovevamo stare più attenti su quelle situazioni che ti determinano il passaggio del turno. Nulla è compromesso, tra tre settimane ci sarà il ritorno a Torino”.

Simeone, esultanza?abbiamo gli attributi’Da giocatore l’avevo fatto in Lazio-Bologna.Ero rivolto ai miei

20 febbraio 201923:45

– “La mia esultanza dopo il primo gol? L’avevo fatto in un Lazio-Bologna da giocatore, e oggi da tecnico per far vedere ai nostri che abbiamo gli attributi”.
Così Diego Simeone, intervistato da Sky, spiega la propria esultanza dopo il gol di Gimenez, quando si è rivolto verso la tribuna facendo un gesto per evidenziare i genitali.
“Semplicemente – dice ancora Simeone -, ho mostrato ciò che sentivo in quel momento, e se qualcuno si è offeso chiedo scusa”.

CALCIO

Bernardeschi, queste sfide durano 180′
‘Oggi c’è amarezza,abbiamo preso due gol uguali,su dei rimpalli’

20 febbraio 201923:49

– “Conoscevamo le difficoltà che avremmo incontrato con una squadra forte come l’Atletico, purtroppo non è andata come speravamo, ma fortunatamente gli ottavi si giocano in centottanta minuti. Siamo una squadra forte, ci sarà da fare meglio al ritorno e ci sarà soprattutto da non commettere più gli errori commessi questa sera”. Nonostante la sconfitta per 2-0 sul campo dell’Atletico Madrid, Federico Bernardeschi non ha perso l’ottimismo e guarda ancora con fiducia al futuro europeo della Juventus. “È un risultato importante per loro – dice ancora – ma è ribaltabile, abbiamo ancora 90 minuti davanti ai nostri tifosi. Le palle inattive sono state preparate molto bene, ma sappiamo che la partita è diversa, sono dettagli e purtroppo qui sono andati a nostro sfavore. Abbiamo preso 2 gol uguali, su 2 rimpalli, la palla è rimasta lì e l’hanno buttata dentro”. “Quando si prende gol c’è sempre una disattenzione – continua -, qualcosa è andato storto per forza. Ma abbiamo il ritorno per rimanere dentro questa Champions”.
Champions, Simeone: “La mia esultanza? Abbiamo mostrato gli attributi”‘Da giocatore l’avevo fatto in Lazio-Bologna. Ero rivolto ai miei”

20 febbraio 201923:52

“La mia esultanza dopo il primo gol? L’avevo fatto in un Lazio-Bologna da giocatore, e oggi da tecnico per far vedere ai nostri che abbiamo gli attributi”. Così Diego Simeone, intervistato da Sky, spiega la propria esultanza dopo il gol di Gimenez, quando si è rivolto verso la tribuna facendo un gesto per evidenziare i genitali. “Semplicemente – dice ancora Simeone -, ho mostrato ciò che sentivo in quel momento, e se qualcuno si è offeso chiedo scusa”.Simeone a Sky fa anche un commento sulla partita: “oggi abbiamo recuperato giocatori importanti per noi, come Koke e Diego Costa, e siamo riusciti a fare una partita intelligente anche se di fronte c’era una grandissima squadra. Dovevamo cercare di approfittare di ogni situazione, e abbiamo portato a casa un buon risultato. Ora però sappiamo delle difficoltà che incontreremo a Torino”.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 23:18 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

ALLE 20:30 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

CALCIO

Rai, Collovati sospeso per due settimane per le frasi sessiste
‘Donne non parlino di calcio. Non sanno di tattica’. Il difensore si era scusato

19 febbraio 2019 23:18

Fulvio Collovati, che aveva detto frasi sessiste a Quelli che il calcio (“le donne non possono parlare di tattica, quando sento che lo fanno mi si rivolta lo stomaco”) per poi scusarsi, è stato sospeso per due settimane – a quanto si apprende – da ogni attività in Rai, tv e radio, dall’ad Fabrizio Salini.

Napoli-Zurigo, Ancelotti: “momento chiave””Ogni partita quasi decisiva, soprattutto in Europa”

NAPOLI20 febbraio 201913:57

“In questi tre mesi ci sono gli esami. Siamo al momento chiave della stagione, ci siamo arrivati bene ma serve uno sforzo supplementare perché ogni partita non è fondamentale ma quasi”. Lo ha detto il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti alla vigilia della sfida di Europa League contro lo Zurigo. “Ci si gioca di più soprattutto in Europa – ha aggiunto – dove siamo al dentro o fuori. Se fai male una partita non ci puoi pensare più avanti, e noi ci vogliamo pensare fino alla fine. Al momento do un 7 alla squadra, ma ricordo che alla fine non si rimanda, ci sono solo promossi o bocciati”.
Inter: visite Icardi, nessun problemaControlli per sintomatologia dolorosa al ginocchio destro

MILANO20 febbraio 201914:24

– “Gli accertamenti non hanno evidenziato variazioni significative rispetto agli esami eseguiti prima dell’inizio della stagione sportiva in corso”: è quanto si legge nel comunicato dell’Inter dopo la risonanza magnetica a cui si è sottoposto Mauro Icardi oggi. “L’attaccante – continua la nota – si è sottoposto ad accertamenti a causa di sintomatologia dolorosa anteriore al ginocchio destro”.
Spalletti, Icardi è assenza pesanteTempi recupero? Ora va deciso programma insieme a staff medico

APPIANO GENTILE (COMO)20 febbraio 201914:26

– “Fino a poco tempo fa, quando non c’era Icardi dicevamo che era un’assenza pesante per noi. Ora che non c’è, che non può giocare, è lo stesso”: lo dice il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti alla vigilia della partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Poi sui tempi di recupero dell’attaccante argentino: “Va fatto un programma di lavoro in base al risultato degli esami e alla competenza del medico. Bisogna aspettare una riunione, in cui sarà messo a puntino il programma di recupero”.
Ancelotti: “voglio bel gioco e gol””Non sottovalutare Zurigo.Poco Pubblico?Noi ci mettiamo impegno”

NAPOLI20 febbraio 201914:29

– “Ognuno decide se venire o meno allo stadio, noi noi ci mettiamo impegno e volontà per portare la gente al San Paolo, questo è stato apprezzato da chi è venuto contro il Torino, al di là del pari”. Così Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, alla vigilia della sfida di Europa League contro lo Zurigo, per la quale ci si aspetta ancora un scarsa affluenza di pubblico. “Domani vale la pena di venire – ha detto Ancelotti – perché giochiamo un buon calcio e perché abbiamo voglia di fare qualche gol. Vogliamo passare il turno e giocare una buona partita, il risultato dell’andata ci conforta ma per evitare sorprese serve una partita di alto livello”.
Spalletti, Icardi? Qualcuno crea casino”Lui e Lautaro molto simili, squadra ha corretto gli errori”

MILANO20 febbraio 201914:53

– “Quelli che hanno competenze dirette sulla materia, quelli che hanno una verità di come si vive negli spogliatoi, si sono espressi. Poi c’è chi ci mette cose proprie per creare casino. Le opinioni sono giuste, ma creare casino non è un’opinione”: lo dice il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti alla vigilia della partita di Europa League contro il Rapid Vienna, riguardo all’attenzione mediatica che c’è stata sulla vicenda Icardi. Domani in campo scenderà Lautaro Martinez: “Lautaro e Icardi sono molto simili perché sono due punte centrali e come tutti i calciatori forti possono coesistere. Uno è bravo in area, l’altro è disinvolto a venire fuori. Ma la squadra nel complesso ha corretto errori nelle ultime due partite e va sottolineato”.

CALCIO

Candreva “Mauro, ti aspettiamo”
Non vorrei essere antipatico ma abbiamo partita da vincere

MILANO20 febbraio 201915:49

– ”Sappiamo che Mauro è dispiaciuto così come tutti noi, lui tiene a questa squadra, a questa maglia e ai suoi tifosi. Lo aspetteremo a braccia aperte quando sarà recuperato al 100%”. E’ il messaggio che il centrocampista dell’Inter Antonio Candreva rivolge a Icardi durante la conferenza della vigilia della partita di Europa League contro il Rapid Vienna. All’ennesima domanda sull’ex capitano però risponde: ”Non vorrei sembrare ripetitivo o antipatico, ma domani giochiamo una partita importante e chi gioca poco vuole fare bene e dimostrare di esserci. Mauro è sempre stato sorridente dalla settimana scorsa e da quando gli hanno comunicato la notizia. Lui ora affronta un infortunio e ci tiene a recuperare”. E sulla sfida di domani: ”Al di là delle situazioni personali è importante passare il turno per la squadra. Vogliamo andare più avanti possibile perché ci teniamo e perché siamo l’Inter”.
“Progetto integrità” incontra la SampDs Osti “Incontri di questo tipo fondamentali per lealtà sport”

20 febbraio 201915:55

– Dopo gli incontri con Juventus, Inter, Frosinone, Sassuolo, Fiorentina, e ieri con il Genoa, l’Integrity Tour 2019 – che vede impegnati Lega Serie A, Sportradar e Istituto per il Credito Sportivo per rafforzare la cultura della legalità nel mondo del calcio e diffondere i veri valori dello sport – è ancora una volta in Liguria per il workshop con la Sampdoria, a Bogliasco. “Incontri di questo tipo ci supportano nel nostro lavoro di formazione e prevenzione su tematiche per noi fondamentali come l’integrità e la lealtà sportiva”, ha spiegato il ds blucerchiato, Carlo Osti”. Marcello Presilla, responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar, ha spiegato il fenomeno del match-fixing in tutte le sue forme, illustrandone rischi e conseguenze. Dall’identikit dei cosiddetti fixers, veri e propri criminali che “agganciano” i giocatori intrappolandoli nelle truffe, ai rischi che si corrono inserendosi in un meccanismo che pregiudica il futuro e la credibilità degli atleti e del calcio.
Europa League: Lazio eliminata, ko anche a SivigliaDopo sconfitta casalinga, biancocelesti perdono 2-0 in Andalusia

20 febbraio 201919:57

La Lazio è fuori dall’Europa League. La squadra di Simone Inzaghi ha infatti perso per 2-0 la gara di ritorno, sul campo del Siviglia, della sfida valida per i sedicesimi di finale. I biancocelesti erano stati sconfitti anche all’andata in casa, per 1-0, e sono quindi eliminati.

Ancelotti “Playoff non servono”Juve domina ma altre squadre devono fare passi per avvicinarsi

NAPOLI20 febbraio 201916:02

– “C’è una squadra che domina in Italia, ma non parlerei di introdurre i playoff: è necessaria una crescita graduale degli altri club per avvicinarsi”. Così Carlo Ancelotti boccia l’ipotesi di playoff a fine campionato per rendere più avvincente la corsa scudetto dominata da otto anni, compreso questo, dalla Juventus. “In base ai passi che ogni club può fare – ha detto il tecnico del Napoli durante la conferenza stampa alla vigilia della sfida europea allo Zurigo – noi e le altre squadre dobbiamo fare sforzi per cercare di avvicinare dal punto di vista tecnico questa squadra, che ha fatto cose straordinarie soprattutto in questa stagione in cui sta registrando in campionato un ruolino di marcia che nessuno è riuscito a mantenere in Europa”.
Champions League: Atletico Madrid JuventusStasera l’andata degli ottavi in casa dell’Atletico: Allegri si affida a tutti i big

20 febbraio 201916:45

Stasera a Madrid la Juventus sfida l’Atletico nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. Allegri si affida a tutti i big.

Atletico Madrid-Juventus

Juventus a Madrid contro l’Atletico senza Sami Khedira. Il centrocampista tedesco è rimasto a Torino, fermato dai medici all’ultimo momento per la comparsa di un’aritmia atriale. E’ la tegola caduta sulla testa di Allegri alla vigilia dell’andata degli ottavi di Champions nella sfida con i sempre ostici ‘colchoneros’ guidati da Simeone. “Khedira non è tra i convocati, un comunicato della società ne spiegherà i motivi”, ha annunciato Allegri aprendo la conferenza stampa al Wanda Metropolitano, il nuovo stadio madrileno che ospiterà anche la finale della coppa più prestigiosa per le squadre di club. Pochi minuti dopo la Juventus ha svelato il ‘mistero’ dell’assenza: “Khedira – spiegato una nota – è rimasto a Torino per degli accertamenti medici, dai quali è emersa l’opportunità di effettuare uno studio elettrofisiologico ed eventuale trattamento di un’aritmia atriale comparsa nella giornata odierna”. Come avrete potuto leggere sul mio sito, oggi l’operazione si è svolta con successo ed il recupero sarà di circa un mese.

Senza il tedesco la Juventus non avrà “un centrocampista di grande esperienza internazionale”, nella battaglia contro l’Atletico, “un gruppo granitico, di grande compattezza, che Simeone riesce a far giocare nello stesso modo da anni”, è stata l’analisi di Allegri. Il forfait impone di rivedere la formazione progettata, inserendo a centrocampo Bentancur al fianco di Pjanic e Matuidi. In compenso, con Ronaldo e Mandzukic “giocherà Dybala, che è tornato al gol con il Frosinone ma aveva convinto in tante altre partite. Come – continua Allegri – la Juventus aveva giocato meglio altre volte rispetto a venerdì scorso, per esempio contro il Parma (quando subì la rimonta finale degli emiliani, ndr). “Non è una partita particolare, è un ottavo di finale – ha smorzato la tensione Allegri – esattamente come l’anno scorso, due anni fa, tre anni fa e via dicendo. Per la Juventus la Champions è sempre stato un obiettivo, segnare almeno un gol. Dobbiamo mettere le basi per andare avanti in Europa. Comincia il periodo più caldo della stagione, e tra l’altro lo scudetto non è ancora in tasca, neppure con 13 punti di vantaggio.

A Madrid – ha detto ancora l’allenatore della Juventus – servirà una grande prestazione di squadra perché avere Ronaldo in squadra non ci dà nessuna certezza. Cristiano è un giocatore straordinario ma non vale la regola Ronaldo uguale vittoria assicurata”. CR7, però, tra le caterve realizzati nella sua carriera, ne ha infilati ben 22 nella porta dell’Atletico. Logico che la Juve si attenda un’altra perla del suo fuoriclasse. Magari su calcio di punizione, visto che questa specialità della casa CR7 non l’ha ancora sfornata da quando indossa la maglia bianconera. “Speriamo di avere punizioni di battere e di fare gol – concorda Pjanic – se sarà da vicino la batterò io, se da più lontano toccherà a Ronaldo o qualcun altro. Ci vorrà comunque tanta pazienza – ha proseguito il centrocampista bosniaco – perché l’Atletico difende davvero molto bene. Noi però vogliamo tornare a Madrid a giugno”. Juve favorita numero 1? “Ci sentiamo forti: è diverso. – ha risposo il bosniaco – Siamo arrivati agli ottavi in buone condizioni: non vedo perché contro l’Atletico dovremmo sbagliare la partita”.

Sarri “Soluzione? Vincerne 3-4 di fila”Tecnico “Devo pensare di restare a lungo per poter lavorare”

LONDRA20 febbraio 201917:47

– Per salvare la panchina e riportare i tifosi dalla sua parte “dobbiamo vincere tre, quattro partite di seguito. E’ l’unica soluzione”. Maurizio Sarri, alla vigilia della partita in Europa League contro il Malmoe, fa appello all’orgoglio del Chelsea. Le prossime tre partite – quella con gli svedesi in Europa, domenica la finale di Coppa di Lega col City ed il Tottenham in Premier – diranno molto sul futuro del tecnico toscano, la cui posizione si è molto aggravata dopo il 6-0 con il City del 10 febbraio. In quell’occasione i tifosi avevano ridicolizzato il ‘Sarriball’, il gioco basato su un esasperato possesso palla. “Il sistema è un falso problema”, ha detto Sarri aggiungendo di avere il dovere di vedersi sulla panchina del Chelsea “ancora a lungo, altrimenti non posso lavorare. Non sono sicuro che funzioni, ma devo pensarlo”.
E.League: Magnin, proviamo l’impresaTecnico Zurigo “All’andata pensato troppo al Napoli, poco a noi”

20 febbraio 201918:20

– “All’andata non abbiamo giocato al nostro livello, non abbiamo dimostrato le nostre capacità e domani dovremo mettere più grinta sul campo”. Lo ha detto Ludovic Magnin, allenatore dello Zurigo, che domani tenterà l’impresa al S.Paolo nel ritorno dei sedicesimi di Europa League. “Nel match di andata – ammette Magnin – abbiamo guardato il Napoli, pensando a cosa facevano loro, e abbiamo dimenticato di pensare a cosa dovevamo fare noi. Dobbiamo giocare meglio, dimostrare maggiore personalità. Domani scenderemo in campo con poca pressione addosso dopo il risultato dell’andata e proveremo a tenere maggiore possesso palla e affrontare con più determinazione e grinta l’uno contro uno. Poi la qualificazione si decide sempre nell’arco dei 180 minuti”.
Djimsiti, Torino è come il MilanIl difensore: ‘Ancora arrabbiato per non aver fermato Piąte

BERGAMO20 febbraio 201919:30

– “Affrontare il Torino sarà come giocare col Milan, perché è una squadra che prende pochi gol”. A tre giorni dall’anticipo dell’Atalanta in casa dei granata, Berat Djimsiti vede similitudini con la sfida al sapore di Champions persa coi rossoneri. “Dovremo prestare attenzione alla fase difensiva, che comunque inizia dagli attaccanti, per poi cercare di vincere come facciamo sempre – dice il difensore albanese -. Ho cercato di non far segnare Piątek e sono ancora arrabbiato: sull’1-1 9 giocatori su 10 avrebbero stoppato la palla per girarsi, lui su una mezza occasione ha fatto al volo un gol straordinario”. Il centrale, 26 anni ieri, fissa gli obiettivi a breve termine dei nerazzurri: “Prima pensiamo alla partita di campionato, poi alla semifinale di andata di Coppa Italia in casa della Fiorentina. Al trofeo ci teniamo e i viola sono l’ostacolo verso la finale”.
Kuhbauer “Manca Icardi? Lautaro grande”Tecnico Vienna: “San Siro trasuda storia, Rapid sia coraggioso”

20 febbraio 201919:33

– ”Non mi interessa se non c’è Icardi. Abbiamo visto a Vienna che Lautaro Martinez è un grande giocatore. Non sappiamo cosa farà Icardi, conta solo questa partita”. Dietmar Kuhbauer, tecnico del Rapid Vienna, mette in guardia i suoi giocatori su Lautaro Martinez autore del gol che ha deciso la partita d’andata. A San Siro, dove sono attesi più di 30 mila spettatori, gli austriaci cercheranno una difficile impresa: ”Siamo professionisti. Questo stadio trasuda storia.
Ma serve coraggio da parte nostra. Ci sono due squadre in campo ed entrambe possono giocare bene”.
Zaniolo, sogno ripetere cammino TottiN.22 Roma pensa anche a Italia: Spero vincere Mondiale un giorno

20 febbraio 201919:58

– “È sulla bocca di tutti, ma in pochi lo conoscono bene”. La Roma fotografa così il momento che sta vivendo Nicolò Zaniolo, e forse anche per questo ha deciso di dar voce direttamente al giovane talento sul proprio sito ufficiale per farsi “raccontare qualcosa in più sulla sua vita”.
L’ex giocatore dell’Inter ammette il debole per Kakà, poi confessa di sentirsi tutt’altro che arrivato e di vole giocare il più possibile con la maglia giallorossa. “Restare per tutta la carriera alla Roma? Alla fine giocando in squadra con De Rossi e Florenzi, o vedendo a quello che ha fatto Totti, capisci quanto si può essere attaccati a questa squadra e a questi tifosi. Sarebbe un sogno fare le stesse cose”, dice non dimenticando la nazionale: “Vincere il Mondiale? Ne parlavo con De Rossi delle emozioni vissute – dice – E mi è venuta la pelle d’oca. Un giorno, magari, spero di riuscirci anch’io. Ma non ci sto pensando ancora”.
Junior Tim Cup fa tappa a FrosinonePinamonti incontra ragazzi oratori

ROMA20 febbraio 201919:58

– Il calcio degli oratori, il progetto Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, ha fatto tappa oggi a Frosinone. Una delegazione di ragazzi degli oratori del capoluogo ciociaro è stata ospitata nella sala stampa dello stadio ‘Benito Stirpe’, presente l’attaccante Andrea Pinamonti. Dopo aver coinvolto, nelle precedenti edizioni, oltre 64mila ragazzi in tutta Italia, quasi 5mila oratori e fatto disputare più di 25mila partite, il progetto continua il percorso di unione tra sport di vertice e di base.
Ogni settimana, i ragazzi incontreranno gli ambasciatori della squadra di Serie A della loro città. Nel weekend, invece, le squadre della Junior TIM Cup scenderanno in campo negli stadi del grande calcio disputando un’amichevole durante il pre-partita dei match di Serie A. Così, sabato sera, nel prepartita di Frosinone-Roma allo ‘Stirpe’ si sfideranno le squadre dell’Oratorio S.Antonio e dell’Oratorio S.Gerardo.
City Football Group compra in CinaAcquistato il Sichuan Jiuniu, gioca nella terza serie

MANCHESTER20 febbraio 201912:13

– La proprietà emiratina del Manchester City si espande in Cina. Oggi è stato annunciato l’acquisto del Sichuan Jiuniu FC, che gioca nel terza serie. Il City Football Group, di cui l’inglese Manchester City è il flagship team, ha già una partnership con vari club: il New York City nella Major League Soccer statunitense, il Melbourne City nella A-League australiana, il Girona nella massima divisione spagnola, lo Yokohama F. Marinos in Giappone e l’Atletico Torque in Uruguay. Il gruppo ha anche un “accordo di collaborazione” con l’Atletico Venezuela. Il Sichuan Jiuniu ha sede a Chengdu, gioca in uno stadio con una capacità di 27.000 posti e inizia la sua nuova stagione il mese prossimo.
Icardi, nessun nuovo problema da esame medici Controlli medici per valutare infortunio al ginocchio destro

MILANO20 febbraio 201914:47

“Gli accertamenti non hanno evidenziato variazioni significative rispetto agli esami eseguiti prima dell’inizio della stagione sportiva in corso”: è quanto si legge nel comunicato dell’Inter dopo la risonanza magnetica a cui si è sottoposto Mauro Icardi oggi. “L’attaccante – continua la nota – si è sottoposto ad accertamenti a causa di sintomatologia dolorosa anteriore al ginocchio destro”.Spalletti, Icardi per noi è assenza pesante  – ”Fino a poco tempo fa, quando non c’era Icardi dicevamo che era un’assenza pesante per noi. Ora che non c’è, che non può giocare, è lo stesso”: lo dice il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti alla vigilia della partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Poi sui tempi di recupero dell’attaccante argentino: ”Va fatto un programma di lavoro in base al risultato degli esami e alla competenza del medico. Bisogna aspettare una riunione, in cui sarà messo a puntino il programma di recupero”.

Juventus: Khedira operato, torna tra un meseRisolta aritmia cardiaca, ‘intervento perfettamente riuscito’

TORINO20 febbraio 201913:55

Sami Khedira è già stato sottoposto a un intervento mininvasivo al cuore per l’ablazione dell’aritmia atriale scoperta ieri. Il centrocampista tedesco – informa la Juventus- “è stato sottoposto, ad opera del Professor Fiorenzo Gaita, consulente di JMedical e di Juventus, a studio elettrofisiologico e ad ablazione del focus aritmogeno atriale”.
L’intervento “è perfettamente riuscito” e dopo una breve convalescenza Khedira “potrà riprendere l’attività. La ripresa dell’attività agonistica è prevista in circa un mese”.         

STAMPA