Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE: è UN BUON “INVESTIMENTO DI LETTURA”

DALLE 04:39 ALLE 12:52 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio debole sotto quota 52 dollari
Brent sotto i 61 dollari

18 giugno 2019 04:39

– Restano deboli le quotazioni del petrolio sull’onda dell’incertezza dell’Opec e degli altri paesi produttori che non hanno ancora fissato la data del meeting che dovrà decidere sull’estensione dei tagli alla produzione. I contratti sul greggio Wti con scadenza a luglio scivolano a 51,83 dollari al barile (51,93 ieri sera a New York), il Brent scende a 60,86 dollari.
Oro sale ancora a 1,346 dollari l’onciaGuadagna lo 0,5% sui mercati asiatici

18 giugno 201908:22

– Dopo un breve arresto, le quotazioni dell’oro riprendono la corsa in scia all’incertezza dei mercati che sta tirando la volata ai beni rifugio. Sui mercati asiatici il lingotto con consegna immediata guadagna lo 0,5% e passa di mano a 1.346 dollari l’oncia.
Borsa: Asia contrastata, attesa per FedTokyo -0,7%, Hong Kong +0,8%

18 giugno 201908:23

– Seduta contrastata per le Borse in Asia in attesa della riunione della Fed mentre i rendimenti del Tesoro sono diminuiti e lo yen si rafforza. Tokyo ha chiuso in calo dello 0,78%, Hong Kong sta salendo dello 0,84%, Shanghai volatile cede lo 0,1%, Seoul guadagna lo 0,34 per cento.
Gli investitori restano alla finestra in attesa di sapere se gli Usa taglieranno i tassi di interesse in anticipo, da un lato vorrebbero vedere la Fed pronta ad agire dall’altra temono troppi cambiamenti. Intanto a Sintra prosegue il ritrovo annuale della Bce.
Cambi: euro in lieve rialzo a 1,1234 dlrYen sale a quota 121,66

18 giugno 201908:32

– Euro in lieve rialzo in avvio dei mercati: la moneta unica passa di mano a 1,1234 dollari contro il livello di 1,1216 di ieri sera a New York. Sale però anche lo yen con l’euro a quota 121,66.
Spread Btp Bund stabile a 254 puntiRendimento al 2,29%

18 giugno 201908:40

– Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 254 punti come ieri in chiusura di giornata. Il rendimento del titolo decennale italiano è pari al 2,29%.
Creval mette al centro famiglie e PmiUtile al 2023 visto a 138 milioni, payout maggiore 50% nel 2021

MILANO18 giugno 201908:39

– Il Creval nel nuovo piano al 2023 pone le basi per la crescita “mettendo al centro le famiglie e le piccole e medie imprese nei territori in cui operiamo, che insieme ai nostri dipendenti sono il vero patrimonio della banca”. Lo presenta così l’a.d Luigi Lovaglio e annuncia “una politica di dividendi attrattiva”. Il nuovo piano prevede il ritorno alla distribuzione di utili con un payout crescente, maggiore del 50% dal 2021 e al 75% dal 2023.
Il Creval punta al rilancio della piattaforma commerciale e ad una gestione proattiva del portafoglio crediti deteriorati, con una riduzione dello stock dei lordi pari a circa l’80% nell’arco di piano (da 1,9 miliardi a 0,4 miliardi al 2023).
L’obiettivo è un Npe Ratio lordo a livello di gruppo inferiore al 6,5% nel 2023. Viene creata anche una divisione ‘non core’ L’utile a fine piano è visto a 138 milioni.
Borsa: Milano in calo (-0,3%)Ftse Mib apre a +0,03% e poi scivola in negativo

18 giugno 201909:16

– La Borsa di Milano apre in terreno positivo la seduta con l’indice Ftse Mib che segna un primo +0,03% a quota 20.632 ma poi scivola in ribasso. Ad indebolire il listino che dopo circa 10 minuti di contrattazioni perde lo 0,3% sono Stm (-2,4%), Unipolsai (-1,11%) ed Unicredit (-0,9%).
Sono pochi i titoli che tengono in rialzo tra questi Tim (+0,33%), Finecobank (+0,4%) e Ferrari (+0,44%).
Borsa: Europa in calo, attesa per DraghiLondra piatta, Francoforte -0,7%, Milano -0,5%

18 giugno 201909:58

– L’incertezza prevale sui listini in Europa, in attesa del discorso del presidente della Bce Mario Draghi e delle indicazioni di politica monetaria della Fed.
L’indice FTSE-100 partito da quota 7.357 punti resta immobile e invariato; a Parigi l’indice CAC-40 apre in ribasso dello 0,08% e oscilla intorno alla parità. A Francoforte l’indice di Francoforte ha aperto in calo dello 0,14% per poi perdere ulteriore terreno e cedere, dopo circa un’ora di scambi, lo 0,7 per cento. Anche Milano amplia il calo e il Ftse Mib cede lo 0,5 per cento.
Draghi,Qe ha ancora spazio considerevolePresidente Bce a,serve stimolo se prospettiva non migliora

18 giugno 201910:19

– “Il programma di acquisto di asset (il quantitative easing, ndr) ha ancora uno spazio considerevole”. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi al simposio delle banche centrali a Sintra in Portogallo.”In assenza di un miglioramento, al punto che sia minacciato il ritorno di un’inflazione sostenibile ai livelli desiderati, sarà necessario un ulteriore stimolo”Ulteriori tagli dei tassi e misure per mitigare qualsiasi effetto collaterale continuano a far parte degli strumenti a nostra disposizione”.
Draghi spinge Europa, Stoxx 600 +0,7%Londra +0,5%, Parigi +0,85%, Francoforte + 0,5%, Milano +0,8%

18 giugno 201910:48

– Gli indici guida delle principali Borse in Europa invertono rotta dopo che il presidente della Bce ha detto che potrebbe esserci bisogno di un nuovo stimolo se le prospettive dell’area non dovessero migliorare. L’indice Stoxx Europe 600 guadagna lo 0,7%, lo Stoxx 50 lo 0,7 per cento.
Dopo le parole di Draghi estendono i guadagni anche i titoli obbligazionari del Tesoro italiani mentre il rendimento del bund decennale scivola a minimi record. Il Btp a 10 anni vede il suo rendimento scendere di 14 punti base al 2,16% mentre quello tedesco schende a -0,293%. Lo spread fra i due titoli si è ristretto 246 punti.
Tria, Minibot non saranno introdottiMinistro a Londra, non considerate i ‘rumori’ elettorali

18 giugno 201911:09

“La nostra politica di bilancio è prudente”. Lo ha detto il ministro dell’Economia Giovanni Tria a Londra, secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, precisando: “Questo governo è più prudente di prima. Non considerate i ‘rumori’ elettorali”. “Non penso che i minibot saranno introdotti, voglio essere chiaro su questo” ha aggiunto.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Facebook lancia Libra nel 2020
Nel progetto della criptovaluta anche Mastercard, Paypal

18 giugno 201911:33

– Facebook lancerà già nel 2020 Libra, la sua criptovaluta globale. Lo scrive l’agenzia Bloomberg, secondo cui già 30 aziende

globali hanno

aderito al progetto – da Visa a Mastercard, da Paypal a Uber fino a Vodafone – e altri 70 nomi saliranno a bordo in futuro.

Borsa:Draghi spinge Europa, Milano correFutures su indici Usa in rialzo, bene Londra +0,5%
18 giugno 201912:38

– Le Borse sono state rivitalizzate dalle parole del presidente della Bce, Milano (+1,14%) e Parigi (+1,18%) sono le migliori ma anche Londra guadagna lo 0,5% e Francoforte lo 0,78%. Più arretrata resta Madrid (+0,4%).
Salgono i futures sugli indici S&P 500, Nasdaq 100 e Dow Jones lasciando immaginare un avvio in rialzo della Borsa americana.
Sul listino milanese prende la rincorsa Enel (+3,04%) e rimbalzano tutti i titoli dell’energia che avevano sofferto ieri. Italgas guadagna il 2,8%, Snam il 2,4%, Eni l’1,2% insieme alle utility come Hera (+2,04%), A2A (+3%). Resta pesante Stm (-2,2%).

La carica dei navigator, 54 mila a Roma per tre giorniMolti dal Sud,il 73% è donna.Cento domande per impiego di 2 anni

18 giugno 201910:58

Al via il maxi-concorso per gli aspiranti navigator: i cancelli della Fiera di Roma si sono aperti alle 7:45 per i candidati che oggi sosterranno la prima selezione del concorso (ce ne sarà un’altra nel pomeriggio dalle 14:30 e poi altre due al giorno fino a venerdì).La maggior parte arriva direttamente col treno, in molti hanno viaggiato di notte – soprattutto dal Sud – quasi tutti sono con trolley al seguito, visto che ripartiranno appena avranno terminato la prova. Tantissimi sono accompagnati da amici e parenti (che li aspettano sulle poche sedie previste, altri si mettono seduti per terra o sui marciapiedi), molti hanno con sé i figli nel passeggino e alcuni anche il cane al guinzaglio. Su circa 54.000 candidati ammessi alla prova, nel primo turno mattutino di oggi ne erano previsti 9.000 ma se ne sono presentati sicuramente di meno. La fila dei candidati, almeno all’esterno della Fiera, è stata sempre abbastanza scorrevole, fino agli ultimi ritardatari entrati proprio pochissimi minuti fa. La prova durerà 100 minuti, tempo che i candidati avranno a disposizione per rispondere alle 100 domande del quiz.

Alla linea di partenza della selezione sono 53.907. Erano quasi 79mila ma una prima selezione è stata fatta in base al voto di laurea. Ora solo uno su venti ce la farà. I posti in palio, per questa prima ondata di ‘tutor’ del reddito di cittadinanza saranno solo 2.980. Poi ci saranno le altre selezioni per i centri impieghi regionali, altri 5.600 posti per i quali bisogna attendere ancora un po’.La scelta dei navigator è di fatto un maxi-concorso. Per una occupazione a tempo, che servirà a trovare il lavoro a chi non ce l’ha e per questo percepisce il reddito di cittadinanza. La sfida, per chi si è candidato, passa attraverso 100 domande a risposta multipla. Non solo cultura generale e quesiti psicoattitudinali, ma anche domande di logica e informatica, economia aziendale, politica e mercato del lavoro…e soprattutto sul reddito di cittadinanza.Sono stati i temi affrontati con libricini e guide, selezionati con chat nate su internet per fare gruppo e scambiarsi consigli ed esperienze. Ma il primo ostacolo da superare sarà quello di raggiungere la Fiera di Roma in tempo, alle 9 del mattino, e poi alle 14,30 per il secondo turno. Chi non rispetta l’orario è fuori dal gioco.E il luogo è fuori città. Si raggiunge con la metro o con un trenino. I parcheggi sono molti, ma l’ingorgo va dato per scontato. Poi le distanze a piedi non sono piccolissime: del resto visti i numeri non era possibile scegliere location meno ampie. Sul sito dell’Anpal ci sono tutte le indicazioni.Si consiglia l’ingresso Nord. Poi bisogna andare al Padiglione 9 dove si mostra la copia firmata della domanda di partecipazione con il codice di identificazione. Solo dopo un ulteriore passaggio di identificazione si arriva ai padiglioni dal 3 all’8, nei quali si svolge la prova.L’identikit del ‘candidato’ è stato stilato dall’Anpal. Il primo dato che emerge è che tre quarti sono donne – 39.528 le candidate iscritte – e che nella metà dei casi si tratta di una persona con età compresa tra i 30 e i 40 anni. Il 31% ha la laurea in legge e moltissimi sono coloro che vengono dal meridione. Dal Sud arrivano in 29.193: per la gran parte da Campania (9.420), Sicilia (8.580) e Puglia (4.960). Nel proprio curriculum la laurea più frequente (per 16.953 aspiranti) è quella in giurisprudenza, seguita da psicologia (12.080) e scienze economico-aziendali (7.242). I 2.980 idonei dovranno ricoprire le posizioni indicate da Anpal Servizi nel piano di distribuzione dei navigator per ciascuna zona d’Italia, un piano elaborato con l’obiettivo di uniformare gli standard dei servizi per l’impiego su tutto il territorio nazionale. Nella regione Campania c’è il maggior fabbisogno di navigator (471) con la sola provincia di Napoli che ne prevede 274.Segue la Sicilia con 429 posti di cui 125 a Palermo e 100 a Catania. Al Nord c’è la Lombardia con 329 navigator, di cui 76 a Milano e 50 a Brescia mentre nel centro Italia è il Lazio la regione che ha maggiore necessità di copertura con 273 operatori, 195 nella provincia di Roma. Chi supererà la selezione avrà un contratto di collaborazione, anche se il vicepremier Luigi Di Maio ha promesso più volte una stabilizzazione: ma per ora l’incarico scadrà il 30 aprile 2021, periodo nel quale oltre al compenso lordo annuale di 27.338,76 euro si aggiungeranno 300 euro lordi mensili come rimborso forfettario per le spese di viaggio, vitto e alloggio. Avranno l’obiettivo di realizzare ‘politiche attive’ per l’occupazione, anche innovative.Una scommessa che, da qualsiasi parte si guardi, gira attorno ad una sola parola: lavoro.

Confartigianato, sì a flat taxIn Italia 19mld più di Eurozona,ma metà italiani non paga 1 euro

18 giugno 201911:37

– La pressione fiscale “è sempre il nemico numero uno: nel 2019 il carico fiscale in Italia arriva al 42,4% del Pil rispetto al 41,3% dell’Eurozona”. Il “tax spread” è pari a 19 miliardi di tasse pagate in più della media dell’Eurozona, “pari ad un maggior prelievo di 314 euro per abitante”. Lo afferma il presidente di Confartigianato, Giorgio Merletti, dicendosi favorevole alla flat tax, ma accompagnata da una lotta alle “grandi sacche” di ‘evasione. La situazione è “surreale”: su una popolazione residente di 60 milioni, 30 milioni “non pagano nemmeno 1 euro!”.
Secondo il Rapporto degli Ufficio Studi di Confartigianato sulla qualità della vita delle imprese europee, l’Italia è tra i peggiori d’Europa anche per la tassazione sull’energia che fa pagare alle piccole imprese una bolletta elettrica più cara di 1,5 miliardi rispetto alla media europea.
Il gap con l’Europa riguarda anche gli investimenti pubblici fissi lordi: per il 2019 l’Italia investe 11 miliardi in meno rispetto alla media dell’Eurozona. Le cose non vanno meglio per il credito: a fine 2018 i finanziamenti alle piccole imprese sono diminuiti dell’1,1%. In particolare, in dodici mesi le imprese artigiane hanno ricevuto 3,9 miliardi in meno di prestiti.
Ritardi anche sul fronte dell’efficienza della pubblica amministrazione: per l’84% degli imprenditori la complessità della burocrazia ostacola l’attività dell’azienda e soltanto il 29% degli italiani si dichiara soddisfatto dei servizi pubblici, contro la media europea del 45%. In particolare, a farsi attendere è la giustizia civile: per risolvere dispute commerciali le imprese devono attendere 1.120 giorni, quasi il doppio rispetto alla Ue. E per ottenere permessi di costruzione di un magazzino un’impresa deve aspettare 228 giorni rispetto ai 153 giorni della media Ue.

Annunci
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

BORSE CINESI PARTONO NEGATIVE

Ultimo aggiornamento

BORSE CINESI PARTONO NEGATIVE

BORSE CINESI PARTONO NEGATIVE A CIRCA 30 MINUTI DALL’APERTURA

AGGIORNAMENTO IN “ECONOMIA” DELLE 04:39 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

BORSE CINESI PARTONO NEGATIVE

PECHINO

– Le Borse cinesi partono negative: a circa 45′ dall’avvio delle contrattazioni, l’indice Composite di Shanghai cede lo 0,13%, a 2.883,76 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,37%, a quota 1.496,54.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE APPROFONDITE, AGGIORNATE E DETTAGLIATE: INFORMATI!

DALLE 11:21 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

ALLE 03:28 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa sale,occhi a Deutsche Bank
Londra piatta, Parigi +0,2%, Milano +0,15%

17 giugno 2019 11:21

– Seduta ‘mista’ in Europa, ovvero con andamenti diversi per gli indici delle Piazze del Vecchio Continente. Londra (+0,04%) e Francoforte (+0,09%) si appiattiscono, tiene Parigi (+0,2%) e Milano rallenta (+0,15%).
Deutsche Bank, che sta valutando la possibilità di creare un ‘bad bank’, attrae ordini di acquisto (+1,45%). A Piazza Affari sostengono il listino Banco Bpm (+1,7%), Fca (+1,5%), Ferragamo (+1,2%) e Tim (+1,4%). Deboli i titoli dell’energia con Enel in calo dello 0,5%, Eni dello 0,47%, Snam dello 0,78% e Saipem dell’1,03 per cento.
Banche:Fsb, 10 anni di norme su bonusFocus su attuazione principi per risultati stabili e meno rischi

17 giugno 201913:41

Una nuova fase per le regole e principi sui bonus dei manager bancari a 10 anni dal loro primo varo, nel pieno della grande crisi finanziaria. Lo annuncia l’Fsb, l’organismo con sede a Basilea che proprio nel 2009 si trasformò, su impulso del G20, da semplice forum internazionale a soggetto propulsore di norme sotto la presidenza di Mario Draghi che lo resse fino al 2011. Nel suo rapporto il Financial Stability Board sottolinea i progressi compiuti in questi anni sulla materia che contribuì allo scoppio della crisi, incentivando manager e vertici a far assumere alle banche rischi enormi, per conseguire risultati di breve o brevissima durata e incassare i relativi bonus. Tutto il sistema di norme messe in piedi in questi anni si incentra così sul principio di legare la retribuzione a risultati di maggior durata. Ora l’Fsb si incentrerà su altri aspetti ad esempio su ‘come’ i risultati vengono raggiunti, sull’effettiva applicazione delle norme e sulla loro uniformità nei diversi paesi.
Bcc Roma: Gandolfo nuovo dgSostituisce Mauro Pastore, passato alla guida di Iccrea

17 giugno 201913:41

Roberto Gandolfo è il nuovo direttore generale di Banca di Credito Cooperativo di Roma. Lo ha nominato il cda dell’istituto, in sostituzione di Mauro Pastore, passato a guidare Iccrea.
Dirigente di lungo corso della Banca, Gandolfo è nato a Roma nel 1956 e si è laureato in Economia e Commercio nel 1978. Dal 1977 al 1979 è stato revisore presso la Arthur Young & Co, dal 1979 al 1984 ha lavorato presso il Credito Romagnolo e dal 1984 al 1988 in Arthur Young Consulting. Dal 1988 al 1993 è stato Dirigente in importanti società di informatica come la Datamat Ingegneria dei Sistemi. Nel 1993 è entrato in BCC Roma (allora Cassa Rurale ed Artigiana) come Direttore dell’Area Affari, quindi con la responsabilità dell’Area Crediti. Nel 2002 è nominato Vice Direttore Generale e dal 2004 ha ricoperto la carica di Vicario con la responsabilità dell’Area Governo Asset.
Nella stessa seduta il consiglio di amministrazione ha nominato Vice Direttore Generale Vicario Francesco Petitto, già Vice Direttore Generale.
Petrolio in calo a 52,26 dollariQuotazioni perdono lo 0,48%

NEW YORK17 giugno 201915:17

– Il petrolio in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,48% a 52,26 dollari al barile.
Wall Street apre positiva, Dj +0,1%S&P 500 sale dello 0,16%

NEW YORK17 giugno 201915:34

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,10% a 26.115,12 punti, il Nasdaq avanza dello 0,35% a 7.8234,06 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,16% a 2.891,45 punti.
Borse europee contrastate, Milano +0,26%Deutsche aiuta le banche, interesse per Fca, giù Juve e Roma
17 giugno 201916:21

– Borse europee contrastate dopo l’avvio incerto di Wall Street, all’inizio di una settimana nel corso della quale domani si attende il discorso a Sintra del presidente della Bce Mario Draghi poi mercoledì la Fed. Bene Parigi (+0,40%) e Milano (+0,26%), Londra invariata e Francoforte indecisa (-0,07%) malgrado il buon andamento di Deutsche Bank (+1,78%) con la ‘bad bank’ per 50 milioni di asset e con l’uscita dal trading Usa. Deutsche, seppur meno rispetto alla prima parte della seduta, continua ad aiutare le banche. A Piazza Affari in rialzo Banco Bpm (+1,09%) e Bper (+1,02%) mentre ha ridotto i guadagni Unicredit (+0,06%) per cui gli analisti di Rbc vedono più spazi di crescita rispetto a Intesa (-0,15%). Occhi su Fca (+1,37%) in attesa di sviluppi con Renault (+0,45%). Il maxi drone non muove Leonardo (+0,14%) mentre l’intesa venerdì con Naval Group spinge Fincantieri (+1,27%). Nel calcio l’arrivo di Sarri ha lo stesso effetto sulla Juve (-3,48%) dell’addio di Totti sulla Roma (-3,78%).
Confindustria, da Pavia sfida rilancioRiso Scotti tra eccellenze, ospita assemblea industriali pavese

PAVIA17 giugno 201916:36

– Riaffermare la competitività del territorio pavese con “orgoglio e coraggio”, puntando su alcune eccellenze di fama internazionale. E’ il messaggio lanciato dall’assemblea di Confindustria Pavia, ospitata nello stabilimento della Riso Scotti, alla presenza del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, il presidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, il ministro delle Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio.
Gli imprenditori chiamano istituzioni e parti sociali a essere parte di “un piano di rigenerazione” per contrastare la “grave perdita di competitività – spiega il presidente di Confindustria Pavia, Nicola de Cardenas -. E’ arrivato il momento di fare scelte coraggiose, partendo dai punti di forza del territorio”.
Tra questi c’è riso Scotti, che oggi ha aperto il suo stabilimento, uno dei più grandi d’Europa, in cui si lavorano più di 2 milioni di quintali di risone l’anno. Il rilancio “è difficile ma non impossibile”, dice Dario Scotti, presidente e a.d. dell’azienda.
Salario minimo:Garnero,9 euro cifra altaPiù alto di altri paesi Ocse

MA17 giugno 201917:

– Un salario orario minimo fissato a 9 euro lordi sarebbe al momento “il più elevato tra i Paesi Ocse” e “anche della maggioranza dei contratti collettivi esistenti”.
Così Andrea Garnero, economista del dipartimento lavoro e affari sociali dell’Ocse, nel corso di un’audizione sul tema in commissione Lavoro alla Camera. La cifra di cui si parla in Italia è quindi, sottolinea l’economista, “molto elevata”.
Navigator: 53.907 alla selezione, il 73% è donnaLaurea in giurisprudenza, la metà tra 30-40 anni, molti dal Sud

17 giugno 201917:04

– Saranno 53.907 i candidati per i 2.980 posti da Navigator che saranno inquadrati nell’Anpal e che nei prossimi tre giorni affolleranno la Fiera di Roma per la selezione. Si tratta in gran parte di donne (il 73%) e per la metà di persone di età compresa tra i 30-40 anni. Il 31% ha la laurea in giurisprudenza e moltissimi vengono dal Sud.
L’identikit è stato tracciato dal monitoraggio fatto da Anpal Servizi dal quale emerge che in termini assoluti i candidati di genere femminile ammessi al test risultano 39.528, dal sud arrivano in 29.193 per la gran parte da Campania (9.420), Sicilia (8.580) e Puglia (4.960), prevalentemente con lauree in giurisprudenza (16.953), psicologia (12.080) e scienze economico-aziendali (7.242), in una fascia d’età fino a 40 anni per 41.291 aspiranti Navigator.

Borsa: Milano chiude piatta (+0,07%)Indice Ftse Mib a 20.626 punti

MILANO17 giugno 201917:41

– Piazza Affari ha chiuso in leggero rialzo. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,07% a 20.626 punti.
Borsa: Europa chiude positivaParigi la migliore (+0,43%)

17 giugno 201918:08

– Predomina il segno più sui listini europei. Londra ha chiuso in marginale rialzo (+0,16%), Parigi si è aggiudicata la maglia rosa (+0,43%) mentre Francoforte ha concluso sotto la parità (-0,09%)

Spread Btp/Bund chiude in calo a 254Rendimento del bond decennale italiano al 2,29%
17 giugno 201918:10

– Chiusura in calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 254 punti base contro i 260 della chiusura di venerdì. Il rendimento del decennale è al 2,29%.
Borsa: Milano poco mossa, in luce AzimutA due velocità Juve e As Roma

17 giugno 201918:39

– Piazza Affari comincia poco sopra la parità (Ftse Mib +0,07%) con l’Europa, una settimana che vede il presidente della Bce Mario Draghi impegnato a Sintra mentre martedì e soprattutto mercoledì i mercati guardano al Fomc della Fed non per un taglio dei tassi ma per le indicazioni sulla politica monetaria, a poco più di una settimana dal possibile incontro tra Donald Trump e Xi Jinping durante il G20. Le pulizie in casa di Deutsche Bank aiutano insieme al calo dello spread a 254 punti il risparmio gestito con Azimut (+1,47%) e Banca Generali (+1,1%) e le banche con Bper (+0,76%). Bene nel lusso Ferragamo (+0,68%) e Moncler (+1%), acquisti su Fca (+0,9%), grazie alle ipotesi su possibili sviluppi con Renault, e su Ferrari (+0,66%). La maglia nera va non a Recordati (-2,92%) ma alla Juve (-3,41%) delusa dall’arrivo di Maurizio Sarri mentre fuori dal paniere principale l’addio di Francesco Totti alla fine non pesa sulla Roma (+1,59%). Da segnalare poi Fincantieri (+1,07%) per l’intesa con Naval Group.
Salario minimo, per le imprese aggravio di 4,3 miliardiIstat, 700 milioni ricaduta su spesa P.a

17 giugno 201922:42

“L’analisi dell’impatto dell’incremento retributivo medio annuo stimato sugli aggregati economici delle imprese con dipendenti (circa 1,5 milioni) consente di evidenziare un aggravio di costo pari a circa 4,3 miliardi complessivi, che, se non trasferito sui prezzi, porterebbe a una compressione di circa l’1,2% del margine operativo lordo”. Così il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, parlando degli effetti di un salario minimo a 9 euro lordi, in audizione alla Camera.Sarebbe di quasi 700 milioni, precisamente 698 milioni di euro, la ricaduta sulle spesa della P.a di un salario minimo a 9 euro, emerge dall’audizione dell’Istat. “I consumi finali delle amministrazioni pubbliche, corrispondenti agli acquisti di beni e servizi da parte dell’operatore pubblico che vanno alle famiglie in forma di trasferimenti sociali in natura, aumentano di 472 milioni, mentre l’incremento degli acquisti per consumi intermedi delle amministrazioni pubbliche è pari a 226 milioni”, spiega il presidente Blangiardo.

Sotheby’s a Drahi per 3,7 miliardi di dollariOperazione prevede delisting

NEW YORK17 giugno 201917:05

Sotheby’s passa di mano. La famosa casa d’aste ha raggiunto un accordo per essere acquisita da BidFair Usa, società interamente controllata dal finanziere e imprenditore Patrick Drahi, per 3,7 miliardi di dollari, o 57 dollari per azione. Con l’acquisizione Sotheby’s effettuerà il delisting. “Dopo più di 30 anni in Borsa, è il momento giusto per Sotheby’s per tornare privata e continuare sulla strada della crescita e del successo” afferma Domenico De Sole, presidente del consiglio di amministrazione di Sotheby’s. Dopo l’annuncio i titoli sono saliti del 57,04%.
Huawei, crollano ricavi e vendite estere degli smartphoneFondatore, sorpresi da forte determinazione degli Usa

PECHINO17 giugno 201918:18

Il bando Usa pesa sui conti di Huawei: il fondatore del colosso cinese delle tlc, Ren Zhengfei, ha stimato 30 miliardi di dollari in meno in termini di fatturato nell’arco dei prossimi due anni. La compagnia, ha spiegato, sarà costretta a “ridurre la produzione, ma la mossa americana non ci fermerà”.Huawei, diventata nel primo trimestre il secondo player mondiale degli smartphone superando Apple, deve rivedere le ambizioni sulla leadership mondiale a spese di Samsung, a causa dell’iscrizione del colosso cinese nella “lista nera” del commercio Usa. Infatti, le vendite di smartphone all’estero sono crollate del 40%, ha confermato Zhengfei, in merito alle indiscrezioni circolate.La società dimagrirà di quasi il 30% in termini di ricavi rispetto ai 105 miliardi di dollari del 2018 e di quasi il 25% sulle previsioni annunciate a febbraio di 125 miliardi per il 2019: sono le previsioni aggiornate del colosso delle tlc di Shenzhen, in base ai 30 miliardi di minori ricavi attesi nel 2019 e nel 2020, secondo l’annuncio di oggi del fondatore.Sorpresi da forte determinazione degli UsaRen Zhengfei ha ammesso che non si sarebbe mai aspettato una così forte determinazione degli Usa contro la sua compagnia. “Penso che entrambe le parti soffriranno per la situazione e nessuno alla fine vincerà”, ha detto Ren, parlando nel quartier generale di Shenzhen. Huawei, per motivi sulla sicurezza nazionale, è finita nella lista nera del commercio Usa, costringendo tutte le compagnie americane che vogliono vendere componenti a ottenere specifica approvazione del Dipartimento del commercio Usa.Salvini, lavoriamo per verificare i rischiLavoriamo per verificare le problematiche e gli eventuali rischi concreti che ci possono imporre una riflessione”: lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini durante la conferenza stampa a Washington a proposito del ruolo di Huawei nello sviluppo delle reti 5G. “Sono d’accordo con le preoccupazioni Usa”.

Cambia skyline New York, grattacieli più alti per soli ricchiCosì si accontentano esigenze paperoni per casa con vista

17 giugno 201917:06

Lo skyline di New York cambia per ‘accontentare’ le esigenze dell’1%, ovvero dei più ricchi che chiedono per i loro appartamenti viste mozzafiato. I grattacieli sempre più alti che stanno sorgendo nella Grande Mela rispondono proprio a questa esigenza riflettendo però, secondo i critici, le crescenti disuguaglianze della città, dove il divario fra i paperoni e la gente comune si allarga sempre di più.
La tendenza a costruire grattacieli sempre più alti è chiara.
Nel 2014 l’Empire State Building ha perso il titolo di grattacielo più alto della città, strappatogli dal One World Trade Center. “Entro il 2024 l’Empire State Building sarà l’undicesimo più alto in città” afferma il New York Times, sottolineando che gli edifici più alti sono quelli più redditizi per i costruttori, grazie proprio ai piani più alti che offrono più privacy, una vista migliore e più alti prezzi di vendita.
“I grattacieli” che stanno sorgendo “sono la rappresentazione fisica dell’1%” mette in evidenza Richard Florida, urbanista e professore del NYU Schack Institute of Real Estate. L’attico nel prestigioso indirizzo 220 Central Park South ne è una prova: costa 238 milioni di dollari ed è l’appartamento più costoso degli Stati Uniti.
Conte, no al primato della finanza in UeE’ il messaggio contenuto nella lettera all’Ue

PARIGI17 giugno 201917:31

– “No al primato della finanza” in Europa: è questo, in sintesi, il messaggio contenuto nella lettera dell’Italia alla commissione europea. Lo ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a margine del salone aeronautico di Le Bourget.
Huawei investirà 100 mld dlr per reti più efficienti

17 giugno 201918:39

– SHENZHEN

– Il gigante tecnologico cinese Huawei investirà 100 miliardi di dollari statunitensi nei prossimi cinque anni per rendere l’infrastruttura di rete più efficiente e affidabile. Lo ha annunciato oggi il fondatore e amministratore delegato, Ren Zhengfei.
Nonostante i contraccolpi finanziari subiti dalla compagnia, Ren ha fatto sapere che non esiste un piano di riduzione delle spese per la ricerca. Al contrario, il fondatore di Huawei ha promesso di contribuire maggiormente alla scienza teorica in futuro.
Le dichiarazioni di Ren sono giunte durante una sessione di dialogo tenuta presso la sede di Huawei a Shenzhen con il futurologo statunitense George Gilder e con Nicholas Negroponte, co-fondatore del Media Lab del Massachusetts Institute of Technology.

Borsa: Tokyo, apertura poco variataAttesa indicazioni da riunione Federal Reserve

TOKYO18 giugno 201902:13

– La Borsa di Tokyo avvia le contrattazioni poco variata, con gli investitori che attendono maggiori indicazioni dalla riunione della Federal Reserve che si conclude domani e i segnali di una possibile riduzione dei tassi di interesse da qui a fine anno. L’indice di riferimento Nikkei apre senza particolari variazioni (-0,06%), a quota 21.110,44.
Sul mercato valutario lo yen si mantiene stabile sul dollaro a 108,50 e a 121,80 sull’euro.
Una persona su tre senza acqua potabileLo rivela un rapporto di Unicef e Oms

18 giugno 201902:34

– Nel mondo una persona su tre non ha accesso all’acqua potabile sicura. Lo rivela il rapporto ‘Progress on drinking water’ di Unicef e Oms.
E “più della metà del mondo non ha accesso a servizi igienico-sanitari sicuri. Il mero accesso all’acqua non basta: se è sporca o insicura non stiamo aiutando i bambini a livello globale”, afferma Ann Naylor dell’Unicef.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 13:26 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

ALLE 11:21 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Lavoro, le vertenze industriali aperte. Fino a 280 mila lavoratori a rischio
Dal Mercatone Uno a Whirlpool: al ministero dello Sviluppo economico in calendario ben 7 tavoli di crisi

16 giugno 2019 13:26

Settimana calda sul fronte delle crisi aziendali. Al Ministero dello sviluppo economico sono in calendario ben sette tavoli di crisi, che coinvolgono settori tra i più differenti, dalla grande distribuzione alla consulenza informatica, dagli elettrodomestici al materiale plastico.Ad aprire la settimana, lunedì, la seduta pubblica per la procedura di estrazione a sorte dei commissari straordinari del Gruppo Mercatone Uno, dopo le dimissioni dei precedenti commissari annunciata l’11 giugno scorso.I tavoli di crisi veri e propri iniziano martedì 18 con Csp e Treofan, seguono il 20 Semitec, Auchan-Sma e Piaggio Aero, per chiudere il 21 con il tavolo Blutec e quello su Whirlpool presieduto dal ministro Luigi Di Maio.Secondo i numeri diffusi recentemente dai sindacati, sono circa 150 i tavoli fermi al Ministero. Innumerevoli crisi che, sempre secondo i sindacati, metterebbero a rischio dagli 80.000 ai 280.000 posti.A gennaio aperti al Mise erano 138, con circa 210 mila dipendenti coinvolti, senza indotto.

Borsa: Tokyo apre poco mossa (-0,13%)Attesa per riunione Federal reserve Usa

TOKYO17 giugno 201902:16

– La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana poco variata, con gli investitori che guardano alla riunione di questa settimana della Federal Reserve Usa, e dopo il dato che ha mostrato un rallentamento della produzione industriale in Cina in maggio. L’indice Nikkei apre con una variazione appena negativa dello 0,13% a quota 21.0089,43 e una perdita di 27 punti. Sul mercato valutario lo yen si va apprezzando a 108,50 sul dollaro, e a 121,70 sull’euro.
Petrolio in lieve rialzo a 52,65 dollariBrent a quota 62,24 (+0,37%)

17 giugno 201908:08

– Il petrolio apre in lieve rialzo dopo lo scambio reciproco di accuse nei giorni scorsi fra Iran e Usa sulla responsabilità dell’attacco alle due petroliere nel Golfo dell’Oman. Il Wti sale dello 0,27% a 52,65 dollari al barile. Il Brent a 62,24 dollari al barile (+0,37%).
Oro in calo a 1.339,3 dollari l’onciaMetallo arretra dello 0,19%

17 giugno 201908:10

– Oro in lieve calo sui mercati. Il metallo con consegna immediata arretra dello 0,19% a 1.339,36 dollari l’oncia.
Cambi:euro apre stabile a 1,1215 dollariYen a quota 121,81

17 giugno 201908:14

– Euro stabile all’avvio dei mercati.
La moneta unica è scambiata a 1,1215 dollari (-0,06%). Lo yen è a 121,81 dollari (-0,09%).
Spread Btp/Bund in lieve calo a 257,9Rendimento a 2,32%

17 giugno 201908:16

– Apertura in lieve calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 257,9 punti contro i 260 della chiusura di venerdì. Il rendimento del decennale è pari al 2,32%.
Borsa: Asia contrastata,attesa Bce e FedTokyo piatta, Hong Kong rimbalza +0,6%

17 giugno 201908:53

– Seduta contrastata sulle Borse asiatiche all’inizio di una settimana in cui l’attenzione è puntata sulle banche centrali: sulla Fed che mercoledì darà indicazioni sul taglio dei tassi e sulla Banca centrale del Giappone attesa giovedi’. In Portogallo a Sintra, il forum annuake tra banchieri centrali, accademici ed economisti, l’ultimo per Mario Draghi.
Tokyo si ferma sulla parità (+0,03%), Hong Kong (+0,59%) rimbalza dopo che il governo ha sospeso un controverso conto di estradizione. Shanghai guadagna lo 0,25%, Seoul cede lo 0,22 per cento.
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,2%Juventus sugli scudi +1%

17 giugno 201909:13

– La Borsa di Milano apre in rialzo la seduta con il Ftse Mib che segna +0,23% a 20.659 punti. Sul listino principale in evidenza la Juventus che dopo un tuffo in ribasso del 3% ora guadagna l’1% brindando alla nuova panchina con Maurizio Sarri.
Borsa: Europa in cauto rialzoAttenzione a banche centrali

17 giugno 201909:24

– Indice DAX +0,13% a quota 12.112,47 in apertura Indice CAC-40 +0,06% a quota 5.370,76 in apertura L’indice FTSE-100 si posiziona a quota 7.345,78 in apertura.Indice IBEX-35 +0,06% a quota 9.199,6 in apertura. Il focus della settimana è sulle banche centrali e fino a martedì gli occhi sono su Sintra con il Summit dei banchieri ed economisti che si apre stasera con il discorso di Olivier Blanchard (ex capo economista del Fondo Monetario) e il discorso inaugurale di Mario Draghi.
Huawei: con bando Usa -30 mld di ricaviFondatore, meno produzione ma mossa americana non ci fermerà

PECHINO17 giugno 201909:33

– Il bando Usa pesa sui conti di Huawei: il fondatore del colosso cinese delle tlc, Ren Zhengfei, ha stimato 30 miliardi di dollari in meno in termini di fatturato nell’arco dei prossimi due anni. La compagnia, ha spiegato, sarà costretta a “ridurre la produzione, ma la mossa americana non ci fermerà”.
Deutsche Bank: lavora a bad bankBanca sta preparando profonda riorganizzazione sue attività

NEW YORK17 giugno 201909:43

– Deutsche Bank sta preparando una profonda riorganizzazione delle sue attività di trading che include anche la creazione di una ‘bad bank’ nella quale far confluire 50 miliardi di euro di asset, pari al 14% del bilancio dell’istituto. Lo riporta il Financial Times citando alcune fonti, secondo le quali l’annuncio ufficiale arriverà alla fine di luglio con la presentazione della semestrale.
La riorganizzazione prevede un forte ridimensionamento o la chiusura della attività di trading fuori dall’Europa continentale.
La ‘bad bank’, conosciuta all’interno dell’istituto come la divisione ‘non-core asset’, includerà gli asset non strategici e sarà diversa dalla sua precedente ‘bad bank’ che conteneva asset in forte perdita e tossici.
Debito aprile +14,8 mld a 2.373 mldEntrate +1,3% a 30,4 miliardi

17 giugno 201911:15

Il debito delle Amministrazioni pubbliche è salito ad aprile di 14,8 miliardi rispetto a marzo, a 2.373,3 miliardi. L’aumento riflette, secondo la pubblicazione “Finanza pubblica, fabbisogno e debito” di Bankitalia, oltre al fabbisogno del mese (2,8 miliardi), l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (11,6 miliardi, a 58,5).
Sempre ad aprile le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 30,4 miliardi, in aumento dell’1,3 per cento (0,4 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2018. Nei primi quattro mesi del 2019 le entrate tributarie sono state pari a 122,5 miliardi, in aumento dello 0,7 per cento (0,9 miliardi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 08:52 DI SABATO 15 GIUGNO 2019

ALLE 13:26 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cgia, lunedì primo ‘tax day’ da 32,6 mld
Per imprenditori e famiglie ritenute Irpef, poi Imu/Tasi e Iva

VENEZIA15 giugno 2019 08:52

– Per imprese e famiglie lunedì prossimo, 17 giugno, è il primo “tax day” dell’anno, visto che saranno chiamate a versare all’Erario una cifra di 32,6 miliardi di euro. La stima è stata compiuta dalla Cgia di Mestre.
Secondo l’Ufficio studi dell’associazione artigiani, infatti, entro lunedì gli imprenditori dovranno pagare al fisco le ritenute Irpef dei dipendenti e dei collaboratori per circa 12 miliardi, mentre famiglie e imprese saranno chiamate a versare l’Imu/Tasi in capo alle seconde-terze case e agli immobili strumentali (9,9 miliardi). Industriali, commercianti, artigiani e lavoratori autonomi, inoltre, dovranno versare l’Iva allo Stato (9,8 miliardi) e infine si dovranno corrispondere le ritenute Irpef trattenute sui compensi dei lavoratori autonomi (935 milioni).

Bocconi:hackathon per 200 data scientistSfida notturna il 18 giugno a colpi di algoritmi e previsioni

MILANO15 giugno 201912:59

– Una notte intera per sfidarsi, a gruppi, su chi effettua la previsione più azzeccata: è ciò che faranno i 200 partecipanti alla quinta edizione dell’Hackathon Stats under the Stars, la competizione aperta a giovani data scientists (studenti o PhD) provenienti da tutta Italia organizzata nella notte tra il 18 e il 19 giugno in Bocconi dal centro di ricerca Bocconi Institute for Data Science and Analytics (BIDSA) e dal Bocconi University Innovations in Learning and Teaching (BUILT) in collaborazione con Generali e SAS. L’evento è anche parte delle iniziative del Fuoriconvegno della Conferenza della Società italiana di Statistica “Smart Statistics for Smart Applications” che si terrà dal 18 al 21 giugno all’Università Cattolica a Milano.
Scopo della challenge statistica che si articolerà lungo tutta la notte, è analizzare un dataset complesso in campo assicurativo sviluppando soluzioni in grado di predire con il maggior grado di accuratezza i possibili risultati.
Toti e Bucci, premesse candidatura ExpoCittà pronta, messaggio simbolico e riscatto per intero Paese

GENOVA15 giugno 201918:04

– Genova sarebbe pronta per ospitare un grande evento internazionale, come una delle Expo tematiche che si tengono fra le grandi esposizioni universali. Lo affermano in una nota congiunta il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il Sindaco di Genova Marco Bucci, raccogliendo la suggestione del presidente dell’Autorità di portuale Paolo Emilio Signorini. “Senza dubbio Genova sarebbe pronta per accogliere una grande Expo – affermano Bucci e Toti – le ricadute positive dei grandi eventi che abbiamo accolto sono sotto gli occhi di tutti, dalla lontana Expo colombiana del 1992 alla più recente Capitale della cultura del 2004. Sarebbe inoltre un messaggio simbolico dopo il crollo del Ponte Morandi, un segno di riscatto non solo per la città ma per l’intero Paese. Grazie alle nuove infrastrutture che stiamo costruendo proprio per reagire a questa tragedia, nel giro di qualche anno avremo un nuovo volto da mostrare e potremo provare a candidarci con buone possibilità di riuscita”.
Malacalza,Carige senza piano industrialeVedrò e giudicherò la banca sulla base di queste cose

SAGENOVA15 giugno 201918:35

– In Carige “quello che stanno facendo non mi sa di progetto industriale”. Lo ha detto l’imprenditore Vittorio Malacalza, primo azionista della banca con il 27,7%, a margine della conferenza di conclusione della mostra ‘L’Expo delle Meraviglie”, curata da Massimo Minella. “Quando dico la parola industriale è l’opposto di finanziario – ha spiegato -.
La finanza per me è un mezzo per arrivare a fare un progetto industriale. Questo è il concetto che ho sempre applicato, vedrò e giudicherò la banca sulla base di queste cose”. Malacalza, ha chi ha chiesto se fosse fiducioso sulla situazione della banca ha risposto: “Fiducioso è una parola grossa. Non so niente, chiedetelo ai commissari e ai miei figli”. Ed ha ricordato che Carige nella sua storia secolare “non ha mai avuto bisogno di alleati”. “Poi le alleanze si possono fare, ma nel momento in cui uno non ha bisogno di nessuno”.           

STAMPA
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:49 DI VENERDì 14 GIUGNO 2019

ALLE 08:52 DI SABATO 15 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Oro in rialzo a 1345 dollari
Metallo sale dello 0,3%

14 giugno 2019 05:49

– Oro in rialzo sui mercati. Il metallo con consegna immediata avanza dello 0,3% a 1345 dollari l’oncia.
Cambi:euro apre stabile a 1,1272Yen poco mosso a 108,32

iugno 201908:16

– Euro stabile all’avvio dei mercati.
La moneta unica è scambiata a 1,1272 dollari (-0,04%). In Asia lo yen è poco mosso (+0,1% a 108,32).
Petrolio resta in rialzo a 52 dollariScontro per attacco petroliere.Import negli Usa a minimi 33 anni

14 giugno 201908:24

– Lo scambio reciproco di accuse fra Iran e Usa sulla responsabilità dell’attacco alle due petroliere nel Golfo dell’Oman tiene in rialzo il prezzo del greggio sui mercati con il Wti che sale dello 0,4% a 52,49 e il Brenta a 61.81 (+0,8%). Intanto, secondo i dati dell’agenzia governativa Eia, l’import di petrolio degli Stati Uniti dai paesi Opec crolla ai minimi degli ultimi 33 anni a 1,5 milioni di barile al giorno grazie all’aumento della produzione nazionale e alle sanzioni al Venezuela, rendendo il paese meno dipendente dall’estero.
Borsa: Asia chiude in rossoIn rialzo Tokyo (+0,4%), in calo Cina.Yen si apprezza su dollaro

14 giugno 201908:37

– Borse asiatiche in rosso con le tensioni in Medio Oriente dopo l’attacco a due petroliere nel Golfo dell’Oman ed i dati sull’economia cinese. Sullo sfondo pesa l’incognita delle trattative tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale.
Tokyo (+0,40%) archivia la settimana in positivo. Sul mercato valutario lo yen si è apprezzato a 108,20 sul dollaro, e poco sopra 122 sull’euro. A contrattazioni ancora in corso è in rosso la Cina con Shanghai (-0,65%) e Shenzhen (-1,29%). In calo anche Hong Kong (-0,58%), Seul (-0,51%) e Mumbai (-0,48%).
Sul versante macroeconomico in arrivo dall’Italia una serie di dati economici sull’industria e l’inflazione a maggio. Dagli Stati Uniti la produzione industriale, le vendite al dettaglio e la fiducia dei consumatori.
Spread Btp/Bunbd apre in calo a 257Rendimento a 2,32%
14 giugno 201908:38

– Apertura un calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 257 punti contro i 259 della chiusura di giovedì. Il rendimento del decennale è pari al 2,32%.
Eurogruppo,accordo su bilancio zona euroMa mancano dettagli sul finanziamento

LUSSEMBURGO14 giugno 201908:49

– L’Eurogruppo ha raggiunto nella notte un accordo sul bilancio della zona euro, dopo oltre dieci ore di negoziati. Secondo quanto si apprende, però, mancherebbero molti dettagli sul tipo e il livello di finanziamento.

Eurogruppo a Italia, rispetti le regoleL’Eurogruppo sostiene la richiesta della Commissione Ue

LUSSEMBURGO14 giugno 201910:51

“L’Eurogruppo ha ascoltato le proposte della Commissione Ue sull’Italia e sostiene la richiesta di prendere le misure necessarie per rispettare le regole di bilancio”: lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno. E il commissario agli affari economici Pierre Moscovici ringrazia Centeno “per il sostegno espresso alla nostra valutazione” sull’Italia, “c’è un chiaro sostegno per la nostra analisi e il nostro approccio, ora continuiamo con il lavoro preparatorio che può portare alla procedura, restando pronti a valutare ogni elemento che l’Italia può portare”: “La porta è ancora aperta, siamo in modalità di ascolto”, ha aggiunto.TRIA, DEFICIT CALA L’azione concreta” chiesta dalla Commissione Ue “è far vedere perché noi diciamo che possiamo arrivare ad un abbassamento previsto del deficit di 0,2 punti in meno. Dovremo dargli le cifre, da dove vengono”: E al commissario Moscovici “anticiperò i nostri programmi per questo e l’anno prossimo”, ma “l’unico problema è che poiché siamo a metà anno non ci saranno documenti nuovi da far uscire ma dobbiamo dimostrare quello che stiamo facendo”: lo ha detto il ministro dell’economia Giovanni Tria entrando all’Ecofin.
Borsa: Milano apre in calo (-0,22%)Indice Ftse Mib a 20.586 punti

SAMILANO14 giugno 201909:

– La Borsa di Milano apre in negativo. L’indice Ftse Mib cede lo 0,22% a 20.586 punti.
L’Eurogruppo all’ Italia, una settimana per nuovi dati sui conti. Tria: ‘A luglio nuovi dati, non chiacchiere’Moscovici, lavoro preparatorio procedura prosegue

14 giugno 201920:00

Il Governo ha più o meno una settimana di tempo per rispondere ai dubbi dell’Ue sui conti, portando i nuovi elementi che ha promesso: è quanto emerso al termine della due giorni di riunioni in Lussemburgo, nelle quali il ministro Giovanni Tria ha avviato il negoziato, ascoltando le richieste della controparte. I tempi si starebbero quindi stringendo, perché la Commissione ha bisogno di tempo per valutare i nuovi dati prima di preparare la raccomandazione di apertura della procedura contro l’Italia sul debito.”L’Eurogruppo ha ascoltato le proposte della Commissione Ue sull’Italia e sostiene la richiesta di prendere le misure necessarie per rispettare le regole di bilancio”, ha detto il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno.

“Ringrazio Centeno per il sostegno espresso alla nostra valutazione ” sull’Italia, “c’è un chiaro sostegno per la nostra analisi e il nostro approccio, ora continuiamo con il lavoro preparatorio che può portare alla procedura, restando pronti a valutare ogni elemento che l’Italia può portare”, ha osservato il commissario agli affari economici Pierre Moscovici. “La porta è ancora aperta, siamo in modalità di ascolto”, ha aggiunto.

“Accolgo con favore gli impegni di Tria e Conte, so che agiscono in buona fede e con buona volontà per un accordo, ma ci servono più dati, più impegni, fatti, e misure necessarie, perché alla fine le regole sono regole e i conti devono tornare”, ha affermato Moscovici. “E’ in questo spirito che dobbiamo avere scambi con le autorità italiane, in questo momento una procedura è giustificata, vogliamo evitarla, ma per farlo dobbiamo assicurare che le regole siano rispettate nel 2019 e 2020”, ha aggiunto.

Al commissario Moscovici “anticiperò i nostri programmi per questo e l’anno prossimo”, ma “l’unico problema è che poiché siamo a metà anno non ci saranno documenti nuovi da far uscire ma dobbiamo dimostrare quello che stiamo facendo”: lo ha detto il ministro dell’economia Giovanni Tria entrando all’Ecofin.

Poi in merito all’azione concreta chiesta da Bruxelles all’Italia, “l’azione concreta” chiesta dalla Commissione Ue “è far vedere perché noi diciamo che possiamo arrivare ad un abbassamento previsto del deficit di 0,2 punti in meno. Dovremo dargli le cifre, da dove vengono”, ha spiegato Tria, che poi ha definito i minibond una cattiva idea.”Dobbiamo raggiungere quel deficit che ho indicato (una riduzione di 0,2 punti, ndr) che è anche compensativo sul mancato raggiungimento dell’obiettivo nel 2018″: lo ha detto il ministro dell’economia Giovanni Tria rispondendo a chi gli chiedeva se alla Ue basterà quanto promesso. “Non è un problema di nuove misure o no, quello è l’obiettivo, noi pensiamo che lo raggiungiamo senza variazioni legislative”, ha aggiunto. Tria spiega che porterà altri dati alla Ue anche prima della fine di luglio, non soltanto quelli sulle maggiori entrate che saranno disponibili a fine mese. “Porto dati non chiacchiere”, perché “abbiamo maggiori entrate, quindi maggiori ricavi”. Nell’incontro con Moscovici “abbiamo posto le basi di quello che discuteremo, gli obiettivi del negoziato”, spiega Tria, parlando di “dialogo costruttivo”. Moscovici? “Non devo convincerlo con le mie argomentazioni, abbiamo deciso cosa porterò, i negoziati si fanno così”. “La lettera è quasi pronta, la stiamo rivedendo”, l’importante “sono i contenuti”, ha detto Conte, rispondendo ad una domanda sulla lettera che intende inviare all’Unione europea. “Non abbiamo bisogno di misure correttive”, ha ribadito Conte, rispondendo a chi gli chiedeva se, senza misure nuove, scatterà la procedura d’infrazione europea.

L’Eurogruppo ha raggiunto nella notte un accordo sul bilancio della zona euro, dopo oltre dieci ore di negoziati. Secondo quanto si apprende, però, mancherebbero molti dettagli sul tipo e il livello di finanziamento.

I ministri delle Finanze dell’Eurozona hanno detto di no a Lussemburgo ai cosiddetti “mini-bot”. Lo riferisce la Faz, che in una corrispondenza da Bruxelles cita il ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz, il quale alla riunione di ieri ha detto che “Non ci saranno Mini bot. Non hanno alcun senso, neanche per i Paesi che ne stanno discutendo”. Il ministro dell’Economia Giovanni Tria ha bocciato ancora una volta i minibot? “Lo convinceremo”. Così ha risposto l’economista della Lega e presidente della commissione Bilancio alla Camera Claudio Borghi, lasciando la sede del Carroccio in via Bellerio dove è in corso il Consiglio federale del partito.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa apre in calo
Francoforte (-0,37%), Parigi (-0,16%), Londra (-0,03%)

14 giugno 201909:23

– Le Borse europee aprono in calo con le tensioni in Medio Oriente dopo l’attacco a due petroliere nel Golfo dell’Oman. Gli investitori restano cauti anche in attesa di eventuali sviluppi dalle trattative Usa-Cina sul fronte del commercio internazionale.
In calo Francoforte (-0,37%), Parigi (-0,16%) e Madrid (-0,14%). Piatta Londra (-0,03%).
Borsa:Milano in calo dopo dati industriaVola Astm, deboli le banche. Spread Tra Btp e Bund in calo

14 giugno 201910:20

– La Borsa di Milano (-0,16%) prosegue la seduta in calo, in linea con gli altri listini europei, dopo i dati sull’industria. A Piazza Affari sono deboli le banche mentre corre Astm (+7,5%) dopo il riassetto con Sias (-6,5%). In calo lo spread tra Btp e Bund tedesco a 257 punti base ed il rendimento decennale italiano al 2,32%.
In fondo al listino Stm (-3%). Tra i finanziari sono in rosso UnipolSai (-1,2%) e Unipol (-1%). Male anche Fineco (-1,7%), Banco Bpm (-0,8%), Unicredit (-0,6%), Intesa (-0,5%) e Ubi (-0,3%).
Seduta all’insegna dell’ottimismo per i titoli legati al petrolio con il prezzo del greggio ancora in rialzo. In positivo Tenaris (+0,9%), Saipem (+0,8%), Eni (+0,2%). Prosegue l’andamento in rialzo per Italgas (+1,1%), dopo la presentazione a Londra del nuovo piano industriale.
Confindustria: i minibot creano rischiPossibili ripercussioni sui mercati finanziari

14 giugno 201910:52

I minibot? “è molto improbabile” che possano essere utili alle imprese, aumentano il debito pubblico e rischiano “di avere ripercussioni sui mercati finanziari, in termini di rendimenti ancora più elevati sui titoli sovrani”.
Lo scrive il Centro studi Confindustria (Csc) in un rapporto sullo strumento finanziario proposto da una mozione parlamentare approvata all’unanimità lo scorso 28 maggio per ridurre i debiti commerciali del settore pubblico nei confronti del settore pubblico. “Grazie agli sforzi degli ultimi anni, lo stock di debiti commerciali della pubblica amministrazione si è molto ridotto (anche se resta il più ampio in Europa) e i tempi di pagamento sono stati accorciati (ma non in modo omogeneo in tutte le aree del Paese)”, scrive il Csc. “Ciò di cui c’è ancora bisogno è di accrescere l’efficacia della PA.
Borsa: Europa in rosso con dati CinaIn calo hit-tech e banche, stabile l’euro sul dollaro

NO14 giugno 201910:53

– Borse europee in rosso con i timori degli investitori sulla crescita economica della Cina dopo i dati sulla produzione industriale ai minimi dal 2002. Sui mercati pesano anche le tensioni in Medio Oriente e la situazione di stallo in cui si trovano le trattative Usa-Cina per il commercio internazionale. L’euro sul dollaro è stabile a 1,1280 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,5%. In rosso Francoforte (-0,6%), Madrid (-0,4%), Londra e Parigi (-0,3%). Sui listini del Vecchio continente pesa il settore Hi-tech (-1,4%) dove sono in rosso Ams (-7%) e Siltronic (-3,5%). In calo anche la finanza (-0,7%) dove rallentano le banche con Commerzbank (-1,7%), Credit Agricole (-1,3%) Ing (-1,1%) e Banco Santander (-0,9%).
Lieve il calo del settore energia (-0,2%) con il prezzo del petrolio in rialzo. In negativo Bp (-0,3%) e Shell (-0,2%) mentre è in rialzo Total (+0,1%).
Consob, Savona: ‘L’Italia è nella caverna di Platone, fare luce’Incontro Annuale con il Mercato Finanziario

SA14 giugno 201923:38

“E’ come se l’Italia fosse collocata dentro ‘la caverna di Socrate’, dove le luci fioche della conoscenza che in essa penetrano proiettano sulle pareti un’immagine distorta della realtà. Per giunta in presenza di un continuo vociare a senso unico che stordisce. E’ compito di chi riveste posizioni di vertice della politica, dell’economia e dei mezzi di informazione rafforzare la luce e abbassare i toni per ristabilire la fiducia Sul futuro del Paese”. Lo afferma Paolo Savona, presidente della Consob.
Piccola svista del presidente della Consob che nel testo scritto del discorso al mercato finanziario cita il mito della “caverna di Platone” chiamandolo “caverna di Socrate”. Un errore corretto nella lettura del discorso, in cui Savona, citando il mito, parla di “caverna di Socrate, o di Platone”.

Incontro annuale della Consob con il mercato finanziario

“I giudizi non di rado espressi da istituzioni sovranazionali, enti nazionali e centri privati, appaiono prossimi a pregiudizi, perché resi su basi parametriche finanziarie convenzionali che non tengono conto dei due pilastri che reggono la nostra economia e società: la forza competitiva delle nostre imprese sul mercato globale e il nostro buon livello di risparmio”.

“Se la fiducia nel Paese è solida e la base di risparmio sufficiente, livelli di indebitamento nell’ordine del 200% rispetto al Pil non contrastano con gli obiettivi economici e sociali perseguiti dalla politica”. Lo afferma il presidente della Consob citando l’ “istruttivo” esempio del Giappone e spiegando che non esiste “una risposta univoca su quale sia il legame ottimale tra debito pubblico e Pil, soprattutto se il rapporto è valutato in modo indipendente dallo stato della fiducia”. Questo, aggiunge Savona, “non significa che non esista un limite all’indebitamento ma, come insegna un elementare criterio di razionalità economica, per garantirne la sostenibilità il suo saggio di incremento deve restare mediamente al di sotto del saggio di crescita del Pil”.
“Il potere di valutare il rischio di rimborso” dei titoli di Stato italiani “si è trasferito sul mercato senza un adeguato contrasto alla speculazione, che non di rado trova alimento nell’attitudine delle autorità a usarlo come vincolo esterno per indurre gli Stati membri a rispettare i parametri fiscali concordati a livello europeo”. Lo afferma il presidente della Consob, Paolo Savona, nel suo discorso al mercato, definendo “i sospetti sulla possibilità di insolvenza del nostro debito pubblico oggettivamente infondati”.

“Per la comunità europea e globale l’Italia non rappresenta un problema finanziario, ma una risorsa alla quale molti Paesi attingono per soddisfare le loro necessità”. Lo afferma il presidente della Consob, Paolo Savona, sottolineando come “contrariamente a importanti paesi sviluppati”, come Usa, Regno Unito, Canada e Francia, “l’Italia non assorbe flussi di risparmio dall’estero ma ne cede in quantità superiori al suo debito pubblico”, disponendo dal 2013 di “flussi di risparmio in eccesso rispetto all’uso interno”.

“Un contributo significativo alla stabilità finanziaria verrebbe dalla creazione di un titolo europeo privo di rischio (European safe asset)” mentre “L’unico safe asset esistente oggi in Europa è di fatto il Bund tedesco”. Lo afferma il presidente della Consob Paolo Savona, secondo cui l’European Stability Mechanism “dovrebbe destinare i fondi raccolti con i safe asset per concedere prestiti agli Stati membri che disporrebbero di una fonte alternativa e a basso costo per il rifinanziamento del loro debito pubblico”.

“Se la fiducia nel Paese è solida e la base di risparmio sufficiente, livelli di indebitamento nell’ordine del 200% rispetto al Pil non contrastano con gli obiettivi economici e sociali perseguiti dalla politica”. Lo afferma il presidente della Consob, Paolo Savona, nella sua relazione al mercato, citando l’ “istruttivo” esempio del Giappone e spiegando che non esiste “una risposta univoca su quale sia il legame ottimale tra debito pubblico e Pil, soprattutto se il rapporto è valutato in modo indipendente dallo stato della fiducia”. Questo, aggiunge Savona, “non significa che non esista un limite all’indebitamento ma, come insegna un elementare criterio di razionalità economica, per garantirne la sostenibilità il suo saggio di incremento deve restare mediamente al di sotto del saggio di crescita del Pil”.

“I minibot sono nel contatto del Governo”. Lo ribadisce il presidente della Commissione bilancio della Camera, Claudio Borghi alla domanda se il governo intenda andare avanti su questo strumento. Per quanto riguarda l’andamento economico e finanziario del Paese Borghi, a margine dell’incontro della Consob con il mercato, rileva che “adesso mi sembra che i tassi stiano scendendo e la Borsa vada meglio di tanti altri anni e che l’economia stia riprendendo pur con difficoltà. Io non mi lamenterei”, conclude.

“Se pensano” con i minibot “di creare una moneta alternativa credo che qualche problemino con l’ Europa ci sarebbe. Mi sembra che sia quello l’obiettivo” e cioè una moneta alternativa, “e credo che non sia realizzabile”. Lo dice, al suo

arrivo all’incontro annuale della Consob con il mercato finanziario, l’a.d di Banca Mediolanum, Massimo Doris per il quale serve un’altra strada.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Metalmeccanici:oltre 10mila a corteo Firenze
Partito da piazza Cavalleggeri, sfilerà in vie centro

FIRENZE14 giugno 201914:21

– Oltre 10mila lavoratori stanno sfilando nel corteo di Firenze, partito intorno alle 9.40 da piazza dei Cavalleggeri, nell’ambito di una delle manifestazioni nazionali indette da Fim, Fiom e Uilm, per lo sciopero di oggi dei metalmeccanici.
Il corteo sfilerà per le vie del centro per raggiungere piazza Santissima Annunziata, dove si terrà il comizio finale.
Fra i partecipanti alla manifestazione ci sono la segretaria generale della Cisl Anna Maria Furlan, la segretaria confederale della Cgil Gianna Fracassi e il segretario generale della Uilm Rocco Palombella. Per le istituzioni, stanno sfilando in corteo, anche il sindaco Dario Nardella e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.
Borsa: Europa in calo con frenata CinaA Piazza Affari crolla Sias (-10%), giù anche le banche
14 giugno 201912:26

– Le Borse europee rallentano con gli investitori che temono la frenata industriale della Cina e le tensioni in Medio Oriente. Restano le preoccupazioni anche per lo stallo delle trattative tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale. Prosegue stabile l’euro sul dollaro a 1,1269 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,5%. In rosso Francoforte (-0,6%), Madrid (-0,4%), Londra e Milano (-0,3%) e Parigi (-0,2%). Nel Vecchio continente arretra l’hi-tech (-1,5%) dove sono in forte calo Ams (-6%), Infineon (-5%) e Logitech (-1,7%).
Andamento negativo anche per la finanza (-0,6%) con Societe Generale (-1,6%), Ubs (-1,4%), Deutsche Bank (-1,4%).
A Piazza Affari crolla Sias (-10%) mentre è in rialzo Astm (+3%). In calo anche Stm (-3,8%) insieme alle banche con Fineco (-1,7%), Banco Bpm (-1,1%), Ubi (-1,2%). In rialzo Prysmian (+1%), con le prospettive di crescita per il futuro, e Italgas (+0,8%), dopo la presentazione a Londra del nuovo piano industriale al 2025.
Spread Btp/Bund in lieve calo a 257Rendimento a 2,31%

14 giugno 201913:32

– Lo spread fra Btp e Bund procede in lieve calo a 257 punti base dai 259 della chiusura di giovedì. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,31%, quello del bund ha segnato un nuovo minimo storico a -0,2715%. Il mercato dei titoli di Stato – racconta un trader – punta sul compromesso nel braccio di ferro fra l’Italia e l’Ue sui conti pubblici, e i titoli italiani sono sostenuti dal fatto che le alternative nell’Eurozona, come Spagna e Portogallo, offrono rendimenti ben inferiori.
Borsa: Europa rallenta, Milano (-0,3%)A Piazza Affari crolla Sias, restano deboli le banche

14 giugno 201913:56

– Le Borse europee rallentano in attesa dell’avvio di Wall Street con i futures sono in calo. Sui listini del Vecchio continente pesano i timori per la crescita economica globale dopo la frenata dell’industria cinese e per le tensioni in Medio Oriente. Resta stabile l’euro sul dollaro a 1,1263 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,7%. In rosso Francoforte (-0,9%), Madrid (-0,7%), Londra (-0,6%), Parigi (-0,5%) e Milano (-0,3%). Restano in forte calo il comparto dell’hi-tech (-1,8%) e la finanza (-1%). Rallenta il comparto dell’energia (-0,3%) con l’aumento del prezzo del petrolio.
A Piazza Affari crolla Sias (-12%) a 15,01 euro mentre è in rialzo Astm (+1,8%) a 26,42 euro, dopo la decisione di riassetto della galassia Gavio. In rosso anche Stm (-4%) e la Juve (-3,7%). Deboli le banche con Fineco (-1,9%), Ubi (-1%), Bper (-0,9%) e Banco Bpm (-0,8%). In rialzo Italgas (+0,9%), dopo la presentazione del piano industriale, e Prysmian (+0,8%), con il ceo Valerio Battista che guarda al futuro.
Bankitalia: Lazio cresce meno di ItaliaIn 2018 rallentano esportazioni, turismo sale ma è low cost

14 giugno 201914:04

– L’andamento meno brillante dei servizi frena la crescita dell’economia del Lazio nel 2018 che fa peggio della media italiana, gravata peraltro dal Sud, con un +0,3% del Pil a fronte dello 0,9% nazionale. Nel rapporto della Banca d’Italia sull’economia regionale, si individuano le cause nel rallentamento dei servizi (che rappresentano l’85% dell’economia locale), nei consumi deboli e nella piccola crescita degli investimenti dove quelli pubblici sono addirittura franati del 16,2%. Qui l’unico punto di speranza sono i bandi di gara in notevole crescita anche se bisognerà vedere la loro effettiva esecuzione e soprattutto i tempi che sono superiori al confronto europeo.
Bankitalia: a Roma più turisti low costBene opinione su arte, male nel resto. Calo spesa pro capite

14 giugno 201914:04

– Sempre più turisti ma ‘low cost’ a Roma che fanno crescere un’economia di attività a minor valore e che ripartono entusiasti per le bellezze artistiche ma scontenti dei servizi offerti. Nel rapporto sull’economia regionale della Banca d’Italia la Capitale ha fatto il pieno sia nel 2018 (+2,9%) che negli ultimi 20 anni (+78% contro un +40% della media nazionale). Ma le spese dei viaggiatori sono cresciute molto meno nello stesso periodo e quella media per viaggiatore è addirittura diminuita del 33% contro il 7% della media nazionale. Un trend internazionale a seguito della diffusione delle linee aree low cost e degli AirBnb ma che nella Capitale ha mostrato un andamento più forte. E c’è un altro aspetto segnalato nel rapporto: il giudizio complessivo degli stranieri su Roma è simile a quello medio e migliore per l’offerta di beni culturali ma fa peggio nelle opinioni su prezzi, cortesia e pasti.
Atm punta su green e tecnologiaMotore elettrico, postazioni usb e videosorveglianza a bordo

14 giugno 201914:20

– Atm, la società milanese del trasporto pubblico, rinnova la sua flotta con 30 filobus che sono un concentrato di tecnologia a zero emissioni.
A bordo dotazioni high-tech come otto postazioni USB per la ricarica di smartphone e tablet ma l’elemento tecnologico distintivo è quello di essere completamente elettrici, con una autonomia fino a 15 km di percorrenza anche in assenza di alimentazione dalla linea aerea e un sistema che permette di recuperare l’energia in frenata consentendo un risparmio energetico pari al 15-20% rispetto ai vecchi filobus, che può così essere utilizzato a supporto delle tecnologie di bordo. I nuovi mezzi sono progettati per trasportare 135 persone con 31 posti a sedere, due postazioni riservate alle carrozzine e quattro ai passeggeri con ridotta capacità motoria. Sostenibile anche l’illuminazione con luci full led. Per una sicurezza sempre maggiore un circuito di videosorveglianza in collegamento diretto con la sala operativa di Atm e una cabina di guida anti-aggressione.
Petrolio: in calo a Ny a 52,23 dollariQuotazioni perdono lo 0,10%

NEW YORK14 giugno 201915:17

– Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,10% a 52,23 dollari al barile.
Boccia, innovazione è sfida ItaliaPresidente Confindustria,nel futuro Paese deve ambire a crescere

SAINT14 giugno 201916:31

– SAINT-VINCENT (AOSTA)

– “Aprirsi all’innovazione è la sfida dell’Italia. Il futuro sarà fatto di idee, di sfide, di imprese, di persone che devono costruire il futuro di questo Paese, mantenendo la posizione della seconda potenza industriale d’Europa e ambendo ad essere molto di più”.
Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, in un video-messaggio trasmesso all’Open innovation summit, una due giorni dedicata all’innovazione delle aziende grazie alle tecnologie esterne delle startup digital che si svolge al Parc Hotel di Saint-Vincent (Aosta). “Questa contaminazione tra start up e aziende strutturate – ha aggiunto Boccia – crea quel collegamento virtuoso tra strategie e struttura, tra aziende strutturate che hanno una grande capacità di struttura e nuove idee che vengono dal mondo dei giovani, i cosiddetti nativi digitali, i cosiddetti nativi positivi”.
Terna: a Matera 40 tralicci da demolireFirmato un protocollo per la razionalizzazione della rete

MATERA14 giugno 201917:03

– Il centro abitato e il territorio di Matera (Capitale europea della Cultura 2019) “saranno liberati dalla presenza di 40 tralicci”, che saranno demoliti, “permettendo così di restituire circa 37 ettari alla città”. Lo prevede un protocollo d’intesa “per la razionalizzazione della rete elettrica del Comune” firmato oggi dal sindaco, Raffaello De Ruggieri, e dall’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano chiude in calo, -0,09%
Indice principali titoli di Piazza Affari a 20.612 punti

MILANO14 giugno 201917:38

– Seduta marginalmente negativa per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dello 0,09% a 20.612 punti.
Astm sale in Borsa, scivola SiasDopo annuncio accorciamento della catena di controllo

14 giugno 201917:42

– Andamento a due facce nella ‘galassia Gavio’ in Piazza Affari dopo l’annuncio dell’accorciamento della catena di controllo: Astm ha chiuso in crescita del 5,3% a 27,3 euro mentre la controllata Sias ha segnato uno scivolone finale del 7% a 16 euro, dopo aver toccato un minimo di seduta a quota 14,7.
Gli analisti individuano la diversa reazione della Borsa nel prezzo di concambio di 0,55 euro che sarebbe più favorevole agli azionisti di Astm, che nell’operazione vede riflesso pienamente il ‘net asset value’, mentre il prezzo di mercato di Sias rifletteva uno sconto di quasi il 20% sullo stesso Nav.
Pedaggi A24/A25, congelato maxiaumentoNiente rialzi a luglio e agosto. Attesa firma Mit- Strada Parchi

L’AQUILA14 giugno 201917:47

– Il maxi aumento di circa il 20% dei pedaggi sulle autostrade laziali e abruzzesi, A24 e A25 è stato congelato per altri due mesi, luglio e agosto. Dopo due giorni di trattative il Mit e la concessionaria Strada Parchi hanno trovato l’intesa, manca la firma. Secondo quanto si è appreso, nell’accordo è previsto lo sblocco del piano economico finanziario, non rinnovato dal 2014, che comprende tariffe più calmierate e un maxipiano di messa in sicurezza antisismica delle due autostrade. L’accordo, dopo due giorni di trattative, riguarda nello specifico un mega progetto di messa in sicurezza con un investimento complessivo di circa 3,1 miliardi di euro di cui due a carico dello Stato e la restante parte a carico della concessionaria. Questo in attuazione di una norma prevista nella Legge di Stabilità del 2012 che riconosce alle due autostrade la strategicità in caso di calamità naturali.
Borsa: Europa debole, Londra -0,3%Fiacca anche Parigi, più pesante Francoforte

14 giugno 201917:53

– Mercati azionari del Vecchio continente in calo: Londra ha chiuso in ribasso dello 0,3%, mentre Francoforte registra una perdita finale dello 0,6%.
Limatura dello 0,1% per Parigi.
Borsa: Milano tiene, scivola la JuventusQualche vendita tra le banche, Astm premiata da prezzo concambio

14 giugno 201918:07

– Ultima seduta di settimana piatta per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dello 0,09% a 20.612 punti, l’Ftse All share in ribasso dello 0,13% a quota 22.551.
Tra i titoli principali i migliori sono stati Prysmian e Moncler (+1,6%), seguiti da Enel (+1,3%), Amplifon (+1,2%), con Italgas e Pirelli saliti dello 0,8%. Qualche vendita nel finale per Tim (-1%) e nel settore finanziario: Ubi -1,6% e Unipolsai -1,8%. Male Stm (-3%), con la Juventus scivolata del 4,6% finale, anche in attesa del nuovo allenatore. Andamento a due facce nella ‘galassia Gavio’ dopo l’annuncio dell’accorciamento della catena di controllo: Astm ha chiuso in crescita del 5% mentre la controllata Sias ha segnato un calo del 7% a 16 euro. Gli analisti individuano la diversa reazione nel prezzo di concambio di 0,55 euro che sarebbe più favorevole agli azionisti di Astm, che nell’operazione vede riflesso pienamente il ‘net asset value’ mentre il suo prezzo di mercato rifletteva uno sconto di quasi il 20%.
Mit, stop caro-pedaggi A24/A25 fino 31/8Ministero conferma accordo con Strada dei Parchi

14 giugno 201918:54

– Saranno congelati fino al prossimo 31 agosto gli aumenti tariffari previsti sulle autostrade A24-A25.
Lo conferma il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che sta lavorando da mesi al dossier e che “ha chiesto e ottenuto dal concessionario Strada dei Parchi – si legge in una nota – il blocco dei rincari dei pedaggi nelle more della definizione del nuovo Piano economico finanziario, atteso da cinque anni, nel corso dell’estate”. “Il Mit, sensibile alla tutela degli utenti che viaggiano sulle due autostrade tra Abruzzo e Lazio, – prosegue la nota – si è impegnato, insieme al Mef, affinché si arrivi entro luglio alla definizione del Pef (Piano economico finanziario, ndr.), in accordo con le deliberazioni dell’Autorità di regolazione dei trasporti sulle tariffe, e contestualmente alla predisposizione di un piano finanziario di convalida per l’esecuzione di opere di messa in sicurezza sismica, per un importo pari a circa 700 milioni di euro coperti da contributi pubblici”.
Ue:a Italia una settimana per nuovi datiDopo riunioni Lussemburgo verso stretta sui tempi di risposta
LUSSEMBURGO14 giugno 201918:55

– Il Governo ha più o meno una settimana di tempo per rispondere ai dubbi dell’Ue sui conti, portando i nuovi elementi che ha promesso: è quanto emerso al termine della due giorni di riunioni in Lussemburgo, nelle quali il ministro Giovanni Tria ha avviato il negoziato, ascoltando le richieste della controparte. I tempi si starebbero quindi stringendo, perché la Commissione ha bisogno di tempo per valutare i nuovi dati prima di preparare la raccomandazione di apertura della procedura contro l’Italia sul debito.

Oro ai massimi, fuga verso beni rifugioA 1.359,50 dollari l’oncia

NEW YORK14 giugno 201918:55

– L’oro vola ai massimi degli ultimi 14 mesi, schizzando a 1.359,50 dollari l’oncia. Si tratta del livello più alto dall’aprile 2018. A spingere le quotazioni i timori sullo stato di salute dell’economia cinese e le tensioni in Medio oriente, che hanno innescato una fuga verso i beni rifugio.
Bayer: 5 mld per diserbante alternativoMossa per recuperare fiducia dopo ondata cause Roundup
NEW YORK14 giugno 201918:56

– Bayer si impegna a investire 5 miliardi di euro nei prossimi dieci anni nello sviluppo di diserbanti alternativi. L’annuncio si inserisce nel tentativo di Bayer di riconquistare la fiducia e provare a lasciarsi alle spalle i problemi legati al Roundup, il diserbante ereditato con l’acquisizione di Monsanto e al centro di diverse battaglie legali negli Stati Uniti. Il Roundup è accusato di essere cancerogeno in quanto contiene glifosato.
Tim: prepara delisting da Borsa New YorkPer semplificazione e risparmio dei costi
14 giugno 201919:42

– Tim intende avviare la procedura finalizzata a cancellare la quotazione presso il New York Stock Exchange (Nyse) delle proprie azioni. Lo rende noto un comunicato della società.
Tim procederà a comunicare al Nyse la propria volontà di avviare il delisting e successivamente intende depositare presso la U.S. Securities and Exchange Commission il corrispondente Form 25, con conseguente efficacia del delisting prevista dopo 10 giorni. “La decisione di procedere con il delisting presso il Nyse – spiega Tim – è funzionale a obiettivi di semplificazione e risparmio di costi, fermi restando gli elevati standard di corporate governance, un solido sistema di controllo interno e un’informativa economico-finanziaria trasparente. Tim rimarrà soggetta alla disciplina di Borsa Italiana e a tutta la normativa applicabile alle società quotate in Italia”, conclude la nota.

Petrolio: chiude in rialzo a Ny 52,5 dlrQuotazioni salgono dello 0,35%

NEW YORK14 giugno 201920:40

– Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,35% a 52,51 dollari al barile.           

STAMPA
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:22 DI GIOVEDì 13 GIUGNO 2019

ALLE 05:49 DI VENERDì 14 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Wall Street apre positiva, Dj +0,31%
S&P 500 sale dello 0,37%

NEW YORK13 giugno 2019 15:22

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,31% a 26.090,92 punti, il Nasdaq avanza dello 0,45% a 7.826,98 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,37% a 2.890,05 punti.
Fmi,Paesi con debito alto rischio per Ue’Se non riescono a ricostruire buffer e fare le riforme’

LUSSEMBURGO13 giugno 201916:29

Escalation delle tensioni commerciali, alto rischio di no deal su Brexit, Paesi ad alto debito che non riescono a ricostruire buffer di bilancio e attuare le riforme strutturali: sono i tre rischi che vede il Fondo monetario internazionale, a causa dei quali “le previsioni per la zona euro restano precarie”. Lo scrive il Fmi nel suo rapporto article IV sulla zona euro.
Ue compatta contro l’Italia. Tria fermo, niente manovra bisLagarde: ‘Preoccupa la crescita bassa e la mancanza di riforme strutturali’

13 giugno 201921:49

Pressing dell’Ue sull’Italia sulla procedura d’infrazione. ‘Vogliamo evitarla, ma servono i fatti’, dice Moscovici, mentre il presidente dell’Eurogruppo Centeno, chiede il rispetto degli impegni e il vicepresidente della Commissione Dombrovskis dice che ‘servono aggiustamenti considerevoli, e elementi aggiuntivi’ per correggere la traiettoria di bilancio. Intanto, Di Maio e Tria sono cauti sulla flat tax che vuole la Lega. ‘Serve un tetto non oltre 70mila euro l’anno, perché si devono abbassare le tasse ma per il ceto medio’, dice il vicepremier. Il ministro smentisce liti con Salvini, ribadisce il no alla manovra-bis e aggiunge: ‘La flat tax? Bisogna vedere come si fa, in questo momento gli obiettivo di deficit sono quelli’. E arriva un monito dall’Fmi: ‘Paesi con debito elevato un rischio per l’Eurozona’.”Vogliamo evitare una procedura per debito, credo che i ministri ci sosterranno in questa fase, aspettiamo fatti, cifre, dati per il 2019 e 2020, le intenzioni non bastano, un sentiero chiaro è necessario, una procedura (per l’Italia ndr) è ancora evitabile”: lo ha detto il commissario Pierre Moscovici entrando alla riunione dell’Eurogruppo.

“Sull’Italia dobbiamo essere in grado di rassicurare tutti, i cittadini italiani, le imprese, gli investitori, che gli impegni ci sono e li rispettiamo. Quello sarebbe il miglior risultato per l’Italia e la zona euro”: lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno prima della riunione delle ministri.

“Servono aggiustamenti considerevoli”, e “discuterò con Tria elementi aggiuntivi” per correggere la traiettoria di bilancio: lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis entrando alla riunione dell’Eurogruppo che oggi si tiene in Lussemburgo.

“Io ieri non ho visto il ministro Tria che diceva no, la flat tax non si può fare o non si può contemplare alcun tipo di deficit”. Lo ha chiarito il vicepremier, Luigi Di Maio, parlando del vertice di ieri mattina con Tria, Conte e Salvini. “Quando l’incontro è finito, – ha aggiunto ai microfoni di Radio Anch’io – ci siamo alzati tutti quanti, il ministro dell’Interno non ha partecipato dopo a questioni più tecniche che riguardavano altri ministeri”.

“Ero favorevole alla flat tax anche in passato, bisogna vedere come si fa”, ma “in questo momento gli obiettivo di deficit sono quelli”: lo ha detto il ministro dell’Economia Giovanni Tria.

“Stiamo facendo un negoziato sugli obiettivi di deficit che noi abbiamo, dimostreremo che li raggiungeremo perché ci mettono in posizione di sicurezza”, ha detto Tria. “Non ne abbiamo bisogno” di misure correttive, “altrimenti le faremmo”, ma “già sappiamo che arriviamo naturalmente a quel livello”, ha aggiunto.

Escalation delle tensioni commerciali, alto rischio di no deal su Brexit, Paesi ad alto debito che non riescono a ricostruire buffer di bilancio e attuare le riforme strutturali: sono i tre rischi che vede il Fondo monetario internazionale, a causa dei quali “le previsioni per la zona euro restano precarie”. Lo scrive il Fmi nel suo rapporto article IV sulla zona euro.

“I Paesi ad alto debito sono perlopiù nel Sud Europa. Preoccupa la crescita bassa e la mancanza di riforme strutturali, ed è importante avere un percorso di bilancio che mantenga la fiducia degli investitori”: lo ha detto il direttore generale del Fmi Christine Lagarde, parlando dei rischi della zona euro. Riferendosi ai Paesi ad alto debito, Italia inclusa, ha auspicato “che le istituzioni Ue si impegnino in un dialogo per arrivare a un risultato favorevole”, e un “percorso appropriato” dei conti.

Poi in merito ai minibot in Italia. “Ci sono molti modi migliori per affrontare i pagamenti, che non richiedono la creazione di questi strumenti. I bond possono fare lo stesso lavoro”, mentre dei minibot “non si capisce e non è accettato il quadro legale, quindi perché farli?”.

Via osservatorio Governance non quotateBanca Generali, PwC e SDA Bocconi in collaborazione con Cerved

13 giugno 201917:12

– Banca Generali, PwC Tax & Legal Services (TLS) e SDA Bocconi insieme – in collaborazione con Cerved – per promuovere la diffusione delle best practices in tema di assetti societari e processi di governo delle imprese.
Nasce così il primo Osservatorio sulla Governance delle imprese non quotate, il progetto triennale che avrà come focus l’analisi di queste pratiche tra le imprese di medie e grandi dimensioni non quotate – utilizzando le imprese quotate quale “benchmark” – e analizzerà gli impatti e i benefici di una buona governance sul business. I risultati del lavoro saranno pubblicati annualmente.
Diretto da Alessandro Minichilli (SDA Professor e Professore Associato Università Bocconi) e gestito con Daniela Montemerlo (SDA Professor e Professore Ordinario Università dell’Insubria), l’Osservatorio analizzerà gli statuti, le forme di controllo e le prassi di governance delle imprese con fatturato superiore a 50 milioni di euro, per un totale di oltre 5.500 società.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE E DETTAGLIATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Etruria: 17 avvisi conclusione indagine
Tutto ultimo cda con papà ex ministro. Accusa,bancarotta colposa

AREZZO13 giugno 201916:47

– Bancarotta colposa è il reato ipotizzato dalla procura di Arezzo nei 17 avvisi di conclusione indagine notificati a tutti i componenti dell’ultimo consiglio di amministrazione di Banca Etruria allora presieduto da Giuseppe Fornasari. Tra loro anche a Pierluigi Boschi, padre dell’ex ministro Maria Elena Boschi. Due avvisi sono stati consegnati agli ex direttori generali dell’ex istituto bancario, Luca Bronchi e Daniele Cabiati. In particolare il procuratore di Arezzo Roberto Rossi, che coordina le indagini sui diversi filoni d’inchiesta legati a Etruria, contesterebbe lo spreco di denaro utilizzato per diversi consulenti chiamati a cercare, dal dicembre 2013, un eventuale partner per la banca, all’epoca già in cattive acque, come consigliato da Bankitalia. Ora destinatari degli avvisi di conclusione indagine avranno venti giorni di tempo per chiedere di essere sentiti dai pm o presentare delle memorie scritte.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Leasys spinge su Store per noleggio auto
Entro 2021 in 13 Paesi UE con 450mila vetture, e anche su Amazon

13 giugno 201917:23

– La necessità di possedere l’auto sta lasciando spazio alla possibilità del noleggio per periodi variabili: da molto brevi – anche solo un’ora – a molto lunghi, anni. Forte di questa tendenza, Leasys, l’operatore di mobilità controllato da FCA Bank, punta sui diversi tipi di noleggio per venire incontro tanto alle imprese quanto ai privati. E per aiutare la clientela ad orientarsi, spinge sui mobility store: luoghi fisici dove scoprire la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Cento i punti fisici in Italia con una flotta di 5.000 vetture per il noleggio a breve/medio tempo e car sharing, che diventeranno 400 con oltre 12.500 vetture in Italia. Nel 2021 l’espansione toccherà 13 paesi europei (adesso sono 7) con 1.200 Mobility Store e 450mila veicoli. In ciascuno sono presenti in media 3 punti di ricarica per auto elettriche.
Borsa: Milano chiude in rialzo, + 0,8%Ftse Mib si ferma a 20.630 punti
13 giugno 201917:43

– La Borsa di Milano chiude la seduta in rialzo. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,82% a 20.630 punti.
Borsa: Europa chiude in rialzoFrancoforte +0,44%, Parigi e Londra piatte

13 giugno 201918:33

– Colpo di coda sul finale di seduta per le Borse europee che si riportano tutte in terreno positivo.
Milano è la migliore con un rialzo dello 0,8%, Francoforte ha chiuso in rialzo dello 0,44%, Londra e Parigi piatte (+0,01%).
Gavio: Astm incorpora SiasLanciata Opa sul 5% della controllata a 17, 5 euro

13 giugno 201919:04

– Riassetto in casa Gavio. I Cda hanno approvato un’operazione di integrazione, da realizzarsi mediante la fusione per incorporazione di Sias in Astm per semplificare la catena di controllo attraverso la creazione di una ‘One Company’ quotata in Borsa come lo sono le due società coinvolte. E’ previsto che Astm lanci un’Opa parziale sul 5% di Sias a un prezzo unitario di 17,5 euro.
La decisione di promuovere l’Opa è riconducibile, da una parte, alla esigenza di mitigare gli effetti diluitivi derivanti dalla fusione e, dall’altra, alla volontà di concedere una facoltà di uscita parziale agli azionisti di Sias che non intendano mantenere il proprio investimento nella società risultante dalla fusione, spiega una nota. Il perfezionamento dell’offerta è subordinato al fatto che Astm venda a detenere direttamente il 66,693% di Sias.
Petrolio: chiude in rialzo a NyQuotazioni salgono del 2,28%

NEW YORK13 giugno 201920:41

Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,28% a 52,28 dollari al barile.
Dl crescita slitta a lunedì. Stallo su nodo ex IlvaAttesa per ulteriore pacchetto di emendamenti del relatore

13 giugno 201921:46

L’ex Ilva di Taranto, ora in mano alla multinazionale ArceloMittal, torna tra i temi dell’agenda politica e potrebbe essere stato uno dei punti da approfondire che hanno portato a far slittare alla prossima settimana i lavori sul decreto Crescita. Ci sarebbe infatti, proprio il nodo della responsabilità per gli amministratori dell’ex Ilva dietro lo stallo sul provvedimento legislativo ed è ora atteso un confronto ai vertici del governo per definire la linea di maggioranza e andare avanti. Nel dl c’è infatti una norma che esclude la responsabilità penale per l’attuazione del piano ambientale fino a settembre.Arcelor Mittal vorrebbe invece, secondo fonti parlamentari, un’esclusione per cinque anni anche sulla sicurezza sul lavoro. Il M5s non vorrebbe cambiare la norma ma un confronto è in atto. Secondo quanto si apprende comunque il problema potrebbe anche essere molto più complessivo, ovvero quello di mantenere condizioni per cui resti fattibile portare avanti sia il piano ambientale sia quello produttivo dell’azienda. La situazione in generale per le acciaierie tarantine sembra ormai tornata a scaldarsi e la maggioranza appare intenzionata a voler valutare più approfonditamente tutti gli aspetti anche alla luce delle circa 1.400 richieste di cassa integrazione avanzate da A.Mittal per 13 settimane a causa dei problemi del settore siderurgico. I lavori delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera sul Dl Crescita sono comunque stati rimandati a lunedì mattina, di conseguenza l’arrivo del provvedimento nell’aula di Montecitorio, previsto per lunedì stesso, slitterà a martedì 18 giugno. Non è ancora stato depositato un ulteriore pacchetto di emendamenti del relatore, probabilmente quattro, che dovrebbero arrivare tra stanotte e domani mattina. Fra questi, ce ne sarà uno sulla manutenzione delle casette dei terremotati. Domani mattina scadrà il termine per la presentazione dei subemendamenti.
Borsa: Tokyo, apertura piatta (-0,02%)Prezzo petrolio in rialzo a causa tensioni Golfo Oman

TOKYO14 giugno 201902:33

– La Borsa di Tokyo avvia l’ultima della settimana piatta, mentre aumentano le tensioni in Medio Oriente dopo l’attacco di ieri a due petroliere nel Golfo dell’Oman, facendo salire le quotazioni del greggio. Tra le indicazioni macroeconomiche c’è attesa per il dato di questa mattina sulla produzione industriale in Cina. L’indice Nikkei apre senza variazioni (-0,02%) a quota 21.027,03. Sul mercato valutario lo yen si va apprezzando a 108,30 sul dollaro, e a 122,10 sull’euro.
Borsa: Shanghai positiva, a +0,40%In calo Shenzhen, a -0,47%

PECHINO14 giugno 201904:48

– Le Borse cinesi sono contrastate a mezz’ora circa dall’avvio delle negoziazioni: l’indice Composite di Shanghai sale dello 0,40% e si porta a 2.922,25 punti, mentre quello di Shenzhen cede lo 0,47%, a quota a 1.525,49.           

STAMPA
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:40 ALLE 15:22 DI GIOVEDì 13 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa Asia deboli in attesa misure Cina
In lieve ribasso i futures sull’avvio dei listini europei 13 Giugno 2019 07:40

– Mercati azionari asiatici e dell’area del Pacifico con intonazione negativa sul petrolio che fatica a staccarsi dai minimi degli ultimi cinque mesi e in attesa della misure di Pechino per il rilancio dell’economia cinese.
Tokyo ha chiuso in calo dello 0,5%, con Hong Kong che si avvia alla conclusione della seduta in ribasso dello 0,7% mentre provano a tenere le Borse di Shanghai (+0,05%) e Shenzhen (+0,2%). Negativa dello 0,3% la chiusura dell’indice generale di Seul ma positivo dello 0,7% il comparto tecnologico, con Sidney piatta e Mumbai che in chiusura perde circa mezzo punto percentuale.
In lieve ribasso i futures sull’avvio dei listini europei.
Borsa: Milano apre in calo, -0,08%In ribasso anche l’indice Ftse All Share, -0,07%

SAMILANO13 giugno 201909:14

Avvio marginalmente negativo per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna una perdita dello 0,08%, l’Ftse It All-Share un calo dello 0,07%.
Borsa: Europa incerta, Londra -0,02%In lieve calo Parigi e Francoforte

13 giugno 201909:15

Mercati azionari del Vecchio continente incerti in apertura: Londra scende dello 0,02%, Francoforte dello 0,1% e Parigi in ribasso dello 0,2%.
Stefanel, amministrazione straordinariaRinuncia a concordato dopo mancato accordo creditori a piano

13 giugno 201912:50

– Stefanel ha depositato l’istanza di rinuncia alla procedura di concordato preventivo e presentato un’istanza per la dichiarazione dello stato di insolvenza propedeutica all’ammissione della società alla procedura di amministrazione straordinaria.
Lo rende noto un comunicato della società, dopo che da giorni era chiaro che la maggioranza dei creditori ha detto no al piano e alla proposta concordataria che il gruppo avrebbe dovuto presentare al Tribunale di Treviso entro domani.
Spread Btp-Bund poco mosso a 267 puntiTasso di rendimento del titolo italiano è al 2,42%

MA13 giugno 201909:21

– Lo spread è poco mosso questa mattina nei primi scambi. Il differenziale tra Btp e Bund si attesta a 267 punti base, praticamente lo stesso livello della chiusura di ieri, con il tasso di rendimento dei titoli italiani al 2,42%.
Borsa Milano incerta, bene ItalgasQualche acquisto su Eni ed Enel, in rialzo Tim, piatta Fca

13 giugno 201909:37

Partenza senza una direzione precisa per Piazza Affari, che in avvio di seduta si muove tra terreno marginalmente positivo e negativo in linea con le altre Borse europee e con l’indice Ftse Mib che sale dello 0,2%.
Tra i titoli principali, debole Stm che cede un punto percentuale, con qualche vendita nel settore finanziario (Ubi e Banco Bpm -0,4%). Dopo una partenza in lieve calo, Fca è piatta, mentre Eni sale dello 0,7%, Enel dello 0,9% e Tim di un punto percentuale. Bene Italgas che cresce dell’1,3% dopo la presentazione del piano industriale.
Sospesi per tutta la seduta Astm e Siam (gruppo Gavio), in attesa di comunicato a mercati chiusi.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE E DETTAGLIATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa tiene in attesa dati Usa
Piazza Affari (+0,3%) in linea con altri listini, sale Mediaset

13 giugno 201910:36

Prosegue senza scosse la giornata sui mercati azionari europei, con Parigi che è la più cauta e ondeggia attorno alla parità, Londra in rialzo dello 0,2%, Milano in aumento dello 0,3% e Francoforte dello 0,4%.
Gli operatori sembrano attendere la raffica dei dati macroeconomici statunitensi di giornata tra i quali le richieste di disoccupazione e in Piazza Affari i titoli migliori sono Amplifon (+1,7%), Diasorin (+1,6%), Azimut (+1,4%), Mediaset (+1,3%) e Italgas, che sale dell’1,2%. Bene anche Enel (+1%), generalmente stabili le banche, in calo dello 0,7% Stm, dell’1% Terna e dell’1,2% Ferragamo.
Tra i titoli a minore capitalizzazione, scivolone per Banca intermobiliare (-7%), mentre Rcs sale del 2%.
Le Maire riapre a Fca, ma dopo NissanOggi incontro con Senard per definire strategia casa francese

13 giugno 201912:51

– I colloqui tra Renault e Fca “possono essere ripresi dopo che si è ricreata la fiducia” con Nissan.
Così il ministro dell’economia Bruno Le Maire in una intervista a FranceInfo Tv riportata da Bloomberg, nella quale annuncia anche che oggi vedrà il presidente di Renault Jean-Dominique Senard per discutere le strategie della società automobilistica.
Lavoro:+25 mila occupati primo trimestreIn un anno +144 mila. Tasso di occupazione sale al 58,7%

13 giugno 201910:48

– Dopo due cali consecutivi, nel primo trimestre del 2019 il numero di persone occupate torna a crescere, seppure lievemente, in termini congiunturali, facendo registrare un aumento di 25 mila (+0,1%). A livello tendenziale si riscontra una crescita di 144 mila occupati (+0,6% in un anno). Lo comunica l’Istat indicando che il tasso di occupazione sale al 58,7% (+0,1 punti), sintesi dell’aumento per le donne (+0,3 punti) e della stabilità per gli uomini; alla crescita del Nord (+0,4 punti) si contrappone la diminuzione nel Centro e nel Mezzogiorno (-0,1 punti in entrambi i casi).
Di Maio, da Tria nessun no a flat taxSalvini non ha partecipato su questioni più tecniche

13 giugno 201910:50

– “Io ieri non ho visto il ministro Tria che diceva no, la flat tax non si può fare o non si può contemplare alcun tipo di deficit”. Lo ha chiarito il vicepremier, Luigi Di Maio, parlando del vertice di ieri mattina con Tria, Conte e Salvini. “Quando l’incontro è finito, – ha aggiunto ai microfoni di Radio Anch’io – ci siamo alzati tutti quanti, il ministro dell’Interno non ha partecipato dopo a questioni più tecniche che riguardavano altri ministeri”.
Imprese: Moody’s, pochi bond da italianeAgenzia rating, pesa incertezza politica e debolezza economica

13 giugno 201910:58

– Le imprese italiane anche quest’anno sceglieranno una bassa emissione di obbligazioni: il controvalore dovrebbe essere tra i 20 e 21 miliardi di euro, in lieve calo rispetto al già limitato livello del 2018 (22 miliardi) e ben al di sotto del record del 2017 di oltre 42 miliardi. Lo afferma uno studio di Moody’s.
Secondo l’agenzia di rating, la scelta si spiega con “minori esigenze di rifinanziamento, incertezza politica e debolezza economica”. “L’emissione di obbligazioni societarie non finanziarie italiane rimarrà contenuta nei prossimi 12-18 mesi”, spiega Moody’s Investors Service. “I grandi emittenti, per lo più ‘investment grade’, continueranno a dominare il mercato obbligazionario italiano fino al 2020, con imminenti scadenze del debito e ancora bassi tassi di interesse”, conclude Moody’s.
A S.Vincent torna Open Innovation SummitTra gli ospiti Boccia (Confindustria) e Profumo (San Paolo)

AOSTA13 giugno 201911:34

– Una due giorni dedicata all’innovazione delle aziende grazie alle tecnologie esterne delle startup digitali: torna il 14 e 15 giugno al Parc Hotel di Saint-Vincent (Aosta) l’appuntamento con l’Open Innovation Summit, organizzato da Digital Magics. Tra gli ospiti ci saranno Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, e Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, oltre agli onorevoli Luca Carabetta, Mattia Mor, Antonio Palmieri, membri Intergruppo Parlamentare Innovazione. Interverranno anche i manager di importanti aziende come Ansaldo Energia, Cisco Italia, Deloitte, Smau, Adecco Group Italy e Tim.
L’evento si inserisce all’interno della quarta edizione del ‘Gioin’, network in Italia rivolto alle aziende che vogliono innovare processi, prodotti e servizi grazie alla collaborazione con le startup.
Borsa Milano sale dopo asta Btp, ok EnelBanche migliorano, tonica Mediaset, debole Ferragamo

13 giugno 201912:27

– Avvicinandosi a metà giornata Piazza Affari consolida il rialzo, facendo di qualche frazione meglio delle altre Borsa europee: l’indice Ftse Mib sale dello 0,7%, Francoforte dello 0,4%, Parigi e Londra segnano un aumento dello 0,2%.
A Milano il titolo migliore tra quelli a elevata capitalizzazione è Amplifon che sale del 2,5%, seguito da Azimut e Diasorin che crescono di due punti percentuali. Bene anche Enel che sale dell’1,5%. Qualche acquisto sulle banche (Bper e Ubi salgono dell’1,9% dopo una partenza negativa) anche sul risultato dell’asta dei Btp che ha rasserenato ulteriormente il clima sul mercato telematico per i titoli di Stato italiani.
Sempre tonica Mediaset che cresce dell’1,4% (con Prosiebensat che a Francoforte scende del 4% anche sullo stacco del dividendo), mentre resta debole Ferragamo in calo dell’1,5%. Tra i gruppi ‘minori’, Banca intermobiliare riduce le perdite della mattinata ma resta debole con un ribasso del 4,7%.
Leonardo: 13 M-345 a AeronauticaAccordo da 300 milioni euro per secondo lotto addestratori

13 giugno 201912:49

– Leonardo ha firmato ieri, con la Direzione Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità del Ministero della Difesa, il contratto relativo alla fornitura del secondo lotto del sistema di addestramento integrato basato sul velivolo M-345 HET (High Efficiency Trainer). L’intesa prevede la fornitura di tredici velivoli, dei sistemi di addestramento e di simulazione a terra e il supporto logistico per cinque anni per un valore complessivo di 300 milioni di euro.
Toninelli

commissario per Sassari-OlbiaProvvedimento per concludere opere “più velocemente possibile”

ALGHERO13 giugno 201912:37

– “La Sassari-Olbia e la Sassari-Alghero saranno commissariate, così da portare a compimento queste opere più velocemente possibile”. L’ha annunciato il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Danilo Toninelli ad Alghero per un tour elettorale che lo vedrà impegnato a sostegno dei candidati sindaci del Movimento Cinque Stelle di Alghero e Sassari, Roberto Ferrara e Maurilio Murru.
Nel corso della giornata sono previsti anche dei sopralluoghi su alcuni tratti del cantiere per la realizzazione della Sassari-Olbia. “Col commissariamento ci sarà finalmente un soggetto che si potrà occupare di quelle opere con poteri speciali, lavorando meglio e più velocemente”, spiega Toninelli.
Rispetto alle perplessità del Ministero dell’Ambiente e del Ministero per i Beni culturali sul tracciato della Sassari-Alghero, il ministro annuncia che “se non si troverà altra soluzione andremo al Cipe e forzeremo la situazione, ma vi do la matematica certezza che quell’opera si farà”.

Lusso globale supererà i 270 miliardiCina e turismo in Europa sono i fattori chiave della crescita

13 giugno 201913:45

– Il mercato mondiale dei beni personali d’alta gamma crescerà quest’anno a tassi costanti del +4/6% per raggiungere i 271-276 miliardi di euro, dopo che l’anno passato era arrivato a 260 miliardi. Nel primo trimestre 2019 è continuata la performance positiva del settore, grazie ai fattori ‘Cina’ e ‘turismo in Europa’, solo parzialmente calmierati da un temporaneo indebolimento del trend dei consumatori americani. Emerge dal Monitor, realizzato da Bain & Company in collaborazione con Altagamma, secondo cui sono confermate le aspettative di crescita nel lungo termine, pari al +3/5% a tassi costanti nel 2025. L’aggiornamento del Consensus 2019, stilato con 23 analisti internazionali, ha sostanzialmente confermato per l’anno in corso le previsioni di ottobre. Le migliori performance sono attese borse, calzature e accessori (+7%), gioielli e orologi (+4%) e profumi e cosmetica (+5%).
Migliorano rispetto a sette mesi fa, le previsioni per l’abbigliamento (+3%).

Estate, 1/o calo prenotazioni in 5 anniAssoturismo-Cst, previste 2 milioni di presenze in meno

13 giugno 201914:53

– Per la prima volta da 5 anni le previsioni turistiche per l’estate in Italia hanno il segno meno. Tra giugno e agosto sono attese 205 milioni di presenze, quasi 2 milioni in meno rispetto all’estate 2018 (-0,9%). Il calo coinvolge turisti italiani (-1,1%) e internazionali (-0,8%) ed è dovuto al meteo ancora incerto – che non favorisce le prenotazioni – ma anche alla ripartenza delle destinazioni ‘competitor’ del Mediterraneo, frenate in passato dalle tensioni internazionali. A dare l’allarme Cst-Assoturismo Confesercenti.
Non a caso a soffrire sono soprattutto le aree costiere italiane (-1,4%), mentre i risultati migliori questa estate li avranno le imprese ricettive che operano nelle città d’arte/centri minori (-0,4%) e nelle località lacustri, dove si registra una domanda estera in leggerissima crescita (+0,2%). Le aree del nostro Paese con le proiezioni meno favorevoli sono il Centro e il Sud/Isole (-1,4%). Più resilienti Nord Est e Nord Ovest, rispettivamente al -0,7% e al -0,3%.
Petrolio vola a Ny dopo attacco Oman,+3%Balzo a seguito attacco alle petroliere

NEW YORK13 giugno 201915:12

– Il petrolio vola a New York con le esplosioni delle petroliere in Oman. Le quotazioni salgono del 3,56% a 52,96 dollari al barile.

Lavoro: Istat, +25 mila occupati nel primo trimestreLa disoccupazione del primo trimestre cala al 10,4%
13 giugno 201910:17

Dopo due cali consecutivi, nel primo trimestre del 2019 il numero di persone occupate torna a crescere, seppure lievemente, in termini congiunturali, facendo registrare un aumento di 25 mila (+0,1%). A livello tendenziale si riscontra una crescita di 144 mila occupati (+0,6% in un anno). Lo comunica l’Istat indicando che il tasso di occupazione sale al 58,7% (+0,1 punti), sintesi dell’aumento per le donne (+0,3 punti) e della stabilità per gli uomini; alla crescita del Nord (+0,4 punti) si contrappone la diminuzione nel Centro e nel Mezzogiorno (-0,1 punti in entrambi i casi).Nel primo trimestre del 2019, il tasso di disoccupazione, dopo la crescita del trimestre precedente, diminuisce in termini congiunturali portandosi al 10,4% (-0,2 punti). Il tasso di inattività rimane stabile al 34,3% in tre mesi.         

STAMPA
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:26 DI MERCOLEDì 12 GIUGNO 2019

ALLE 07:40 DI GIOVEDì 13 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: in calo a Ny a 51,80 dollari
Quotazioni perdono il 2,76%

NEW YORK12 giugno 2019 14:26

– Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono il 2,76% a 51,80 dollari al barile.
Borsa: Wall Street apre negativaS&P 500 perde lo 0,03%

NEW YORK12 giugno 201915:37

– Apertura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones arretra dello 0,03% a 26.040,46 punti, il Nasdaq perde lo 0,19% a 7.808,00 punti mentre lo S&P 500 cede lo 0,03% a 2.884,89 punti.
Borsa:Europa conferma calo,Milano -0,54%Spread poco mosso, vendite su energia e banche,vola AxelSpringer

NO12 giugno 201916:18

Restano fiacche le Borse europee dopo l’apertura in negativo di Wall Street con i dati macro cinesi deboli e le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Londra cede lo 0,58%. Sugli stessi livelli Parigi (-0,56%) mentre Francoforte cede un marginale 0,28%, listino dove Axel Springer vola (+11,7%) sul prezzo d’opa di Kkr. Milano perde lo 0,54%. Con il petrolio che è in calo (-2,76%) a New York, dove le quotazioni sono 51,80 dollari al barile, cedono le società legate all’energia. Saipem lascia il 3,23%, Tenaris il 4,09%. Il gruppo dà l’addio alla Borsa di Buenos Aires mentre resta quotata a Piazza Affari. Vendite poi sui bancari con Bper che lascia l’1,86% mentre lo spread è poco mosso a 264 punti. Buon passo per Azimut (+1,22%) dopo i dati della raccolta di maggio e per Mediaset (+1,2%) sopra il diretto di recesso relativo alla superholding in Olanda e con l’ad di Prosieben, di cui il Biscione ha da poco acquistato il 9,6%, che ha indicato come le partnership siamo un fattore di successo.
Alitalia: Lotito formalizza offertaDa presidente Lazio proposta riservata

12 giugno 201916:56

– Claudio Lotito, presidente della Lazio e consigliere della Federcalcio, ha formalizzato un’offerta “riservata” di acquisto per Alitalia. Lo ha ufficializzato lo stesso Lotito.
Borsa: Milano chiude a -0,71%Ftse Mib a 20.463 punti

MILANO12 giugno 201917:39

– Piazza Affari chiude in calo. Il Ftse Mib lascia sul terreno lo 0,71% a 20.463 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

A Cibus Tec oltre 3mila operatori esteri
A Parma dal 22 al 25 ottobre 400 brand, focus internazionale

12 giugno 201917:56

– Cibus Tec 2019 a 4 mesi dall’apertura è praticamente sold out. Nel complesso 1.300 aziende (+30% rispetto la precedente edizione) che potranno attingere, anche grazie al supporto di Ice-Agenzia, al più grande programma Top Buyer di tutte le fiere FoodTec con oltre 3.000 operatori internazionali provenienti da 70 paesi. La 52a edizione di Cibus Tec, in programma a Parma dal 22 al 25 ottobre, nasce nel segno dell’internazionalizzazione. Saranno presenti in fiera 400 brand esteri del Food & Beverage provenienti da 25 nazioni con una crescita del 30% rispetto al 2016. Tra i Paesi più rappresentati la Germania. Seguono Paesi Bassi, Danimarca, Svizzera, Francia. Ben nutrite anche le partecipazioni di aziende provenienti da Cina, Usa e Turchia.
Borsa: Europa chiude in caloParigi -0,62%, Francoforte -0,33% e Londra -0,42%

12 giugno 201918:04

– Le Borse europee chiudono in calo.
Parigi cede lo 0,62% con il Cac 40 a 5.374 punti. Francoforte perde un 0,33% con il Dax a 12.115 punti mentre Londra segna un -0,42% con il Ftse 100 a 7.367 punti.
Borsa Milano negativa con energia,bancheSpread vicino 266 punti, Tenaris maglia nera, in luce Mediaset

12 giugno 201918:39

– Seduta in negativo per Piazza Affari che, al pari delle altre Borse europee, paga le incertezze dei macro cinesi e le continue tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Sugli indici italiani pesano poi il confronto tra Governo e Commissione europea sui conti del Paese.
Il Ftse Mib a fine giornata cede lo 0,71% a 20.463. Il calo del petrolio frena i titoli legati all’energia con Saipem che lascia sul terreno il 3,65%. Maglia nera è Tenaris (-4,36%) che dà l’addio alla Borsa di Buenos Aires mentre resta quotata a Milano. Sotto vendita anche Pirelli (-2,85%), Buzzi (-2,51%) e i bancari. Tra i peggiori Banco Bpm (-2,23%), Unicredit (-2,1%) e Ubi (-2,05%). Mentre lo spread tra Btp e Bund chiude vicino ai 266 punti base. Buon passo poi per Mediaset (+1,45%) sopra il diretto di recesso relativo alla superholding in Olanda con l’ad di Prosieben, di cui il Biscione ha da poco acquistato il 9,6%, che ha indicato come le partnership siano un fattore di successo. In evidenza anche Azimut (+1,71%).
Accordo su piano industriale Ast TerniAzienda prevede investimento di 60 milioni euro su Terni

TERNI12 giugno 201918:58

– Firmato al ministero dello Sviluppo economico, dopo una lunga trattativa iniziata nell’autunno scorso, il verbale di accordo relativo al piano industriale biennale di Acciai speciali Terni.
A siglarlo, l’azienda, rappresentata dall’amministratore delegato Massimiliano Burelli, le organizzazioni sindacali e nazionali dei metalmeccanici, la rsu di stabilimento e lo stesso ministero tramite il vice capo di gabinetto, Giorgio Sorial.
In base all’accordo, Ast prevede di investire 60 milioni di euro, di cui 31,5 nell’anno fiscale 2018-’19. Nello stesso periodo 14,5 milioni circa saranno destinati al rinnovo impianti, 5,3 ad interventi su sicurezza e ambiente, 4,2 ad efficienza.
Ast si è inoltre impegnata ad investire sul fronte dell’approvvigionamento energetico, finanziando la realizzazione dell’Interconnector, con altri 22 milioni di euro entro il 2019.
Sul fronte occupazionale, il numero dei dipendenti dell’acciaieria passerà da 2.356 attuali a 2.350.
Borsa: Tokyo apre in lieve calo (-0,27%)Nikkei segue fase correzione indici azionari Usa

TOKYO13 giugno 201902:18

– La Borsa di Tokyo apre gli scambi in leggero ribasso, seguendo il ritracciamento degli indici azionari Usa, con gli investitori in Asia che guardano all’instabilità politica a Hong Kong, dove proseguono le proteste contro la legge sull’estradizione in Cina. L’indice di riferimento ieri ha perso quasi il 2%. Il Nikkei segna una variazione negativa dello 0,27% a quota 21.073,701, cedendo 56 punti. Sul mercato valutario lo yen si stabilizza a 108,50 sul dollaro, e a 122,50 sull’euro.         

STAMPA
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:53 ALLE 14:26 DI MERCOLEDì 12 GIUGNO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: in netto calo a 52,27 dollari
Brent cede l’1,8% a 61,19 dollari

12 giugno 2019 04:53

– Quotazioni del petrolio in netto calo sotto i 53 dollari sul mercato after hour di New York dove i contratti sul greggio Wti con scadenza a luglio cedono l’1,9% a 52,27 dollari al barile. Il Brent perde l’1,8% a 61,19 dollari. Ad incidere i dati sui livelli delle scorte al massimo da due anni e le previsioni su un ulteriore taglio dei prezzi per il 2019 fino a 50 dollari al barile.
Oro: in rialzo a 1.336 dollari l’onciaSui mercati asiatici

12 giugno 201908:21

– Quotazioni dell’oro in rialzo sui mercati asiatici. Il lingotto con consegna immediata guadagna lo 0,7% e passa di mano a 1.336 dollari l’oncia .

Italgas:piano 4,5 miliardi investimentiGallo, focus sulla trasformazione digitale della società

12 giugno 201908:34

– Investimenti per 4,5 miliardi di euro (+12,5% rispetto al precedente). Li prevede il piano strategico del Gruppo Italgas per il periodo 2019-2025 approvato ieri dal cda e che sarà presentato oggi a Londra. Circa 1 miliardo di euro andrà alla digitalizzazione di reti e processi aziendali, 500 milioni saranno destinati alla rete di distribuzione di gas naturale in Sardegna. Per il 2019 Italgas prevede investimenti tecnici per circa 700 milioni di euro, mentre i ricavi sono attesi pari a circa 1,2 miliardi di euro, con un Ebitda tra 840 e 860 milioni di euro. Italgas col nuovo Piano “si impegna a garantire agli azionisti una politica dei dividenti attrattiva, in crescita e sostenibile” e conferma la dividend policy attuale. Per il Ceo Paolo Gallo il piano “ha come focus principale la trasformazione digitale dell’azienda” ed è destinato a trasformare Italgas in una “società di frontiera”, leader nel settore a livello europeo.
Cambi:euro in rialzo su dollaro a 1,1336Moneta unica vale 122,84 yen

12 giugno 201908:40

– Euro in rialzo sul dollaro in avvio di giornata. La moneta unica europea passa di mano a 1,1336 dollari, contro i 1,1329 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sale però anche lo yen con la moneta unica che vale 122,84 yen.
Spread Btp Bund a 262 punti baseTasso di rendimento del decennale italiano al 2,38%

12 giugno 201908:42

– Spread tra Btp e Bund poco mosso in avvio di giornata a 262 punti, sullo stesso livello di ieri in chiusura di seduta. Il rendimento del titolo decennale italiano è al 2,38%.
Borsa: Hong Kong -1,9% con protesteMercati in calo con rinnovate tensioni tra Usa e Cina

12 giugno 201908:51

– Mercati asiatici in ribasso con l’indice Hang Seng di Hong Kong che cede l’1,9% mentre nella città continuano le proteste contro la controversa proposta di legge sulle estradizioni in Cina che molti abitanti temono possa ulteriormente erodere l’autonomia legale del territorio. I rinnovati nervosismi nella guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina hanno pesato sul sentiment a Wall Street e di conseguenza anche i mercati ad Est hanno tenuto un atteggiamento ribassista. A Tokyo il Nikkei ha chiuso con un calo dello 0,35%, in Cina Shanghai ancora aperta perde circa mezzo punto percentuale, Shenzhen poco meno. Giù anche il Kospi della Corea del Sud (-0,15%) assieme a Mumbai (-0,6%). In controtendenza solo Taiwan, che ha chiuso in lieve positivo (+0,07%). Oggi occhi degli investitori sono puntati su alcuni dati macro economici dagli Usa, come le richieste di mutui, inflazione e le scorte petrolio. I futures sull’Europa sono negativi.
Borsa: Milano in apertura cede (-0,56%)L’indice Ftse Mib è a quota 20.494 punti

12 giugno 201909:05

– La Borsa di Milano apre in negativo (-0,56%). L’indice Ftse Mib è a quota 20.494 punti.
Alis, un piano integrato per logisticaGrimaldi, abbassare costi per leva sviluppo

12 giugno 201909:16

– Abbassare i costi dell’intera catena logistica attraverso misure e investimenti per lo sviluppo infrastrutturale, sostenibile ed occupazionale, come leva per lo sviluppo. Parte da qui il piano integrato che Alis, l’associazione italiana che rappresenta le aziende di logistica, ha consegnato al governo con un documento presentato ieri a Maduria alla presenza del sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega al Sud Giuseppina Castiello e del sottosegretario all’Ambiente Vannia Gava. Pilastri del progetto aiuti e semplificazione fiscale per le aziende che investono in ricerca, digitalizzazione e sostenibilità; rendere strutturali le misure a favore dell’intermodalità come Marebonus e Ferrobonus; interventi sul costo del lavoro, puntando sulla riduzione della cuneo fiscale ed azioni a favore della formazione e dell’occupazione giovanile, come ha spiegato il presidente dell’associazione Guido Grimaldi.
Borsa: Europa in ribasso, Parigi cedeIn calo anche Londra e Francoforte

2 giugno 201909:25N

– Apertura in ribasso per le Borse europee. A Parigi l’indice Cac 40 cede lo 0,54%, Francoforte lo 0,51% e Londra a pochi minuti dall’avvio delle contrattazioni cede lo 0,3%.
Borsa: Milano in calo (-0,4%) con bancheBene Tim mentre si scalda dossier su aggregazione Open Fiber

12 giugno 201909:35

– La Borsa di Milano è in calo (-0,4%), in linea con l’Europa tutta ‘in rosso’. Le quotazioni del petrolio sotto i 53 dollari a New York pesano su utilities ed energia, così cedono Tenaris (-1,2%), Saipem (-0,9%), Eni (-0,5%) e Italgas (-1,1%) nel giorno della presentazione del nuovo piano. Nonostante uno spread tra Btp e Bund stabile a 262 punti (stesso livello di ieri in chiusura) le vendite si concentrano sulle banche: Bper (-1,3%), Unicredit (-1,1%), Banco Bpm (-1,1%) e Intesa (-0,6%). Giù anche Buzzi Unicem (-1,7%).
Così come Atlantia (-0,5%) indicata da Matteo Salvini come “partner naturale” dell’operazione Alitalia. In rialzo Fincantieri (+1,5%), Juventus (+0,7%), Ferrari (+0,55%), Banca Generali (+0,5%) e Tim (+0,25%) il cui ad Luigi Gubitosi si prepara a portare in comitato strategico le opzioni per un’aggregazione con Open Fiber. Bene Illimity (+0,15%) con l’accordo sul direct banking con Azimut (+0,03%).
Alitalia:Atlantia,non fondamento accordoPosizione non cambia,attenta a suo futuro ma molti fronti aperti

12 giugno 201909:55

– “In relazione ad alcune indiscrezioni pubblicate oggi da organi di stampa, Atlantia ribadisce che sulla vicenda Alitalia la sua posizione non è cambiata rispetto alle ripetute dichiarazioni pubbliche del ceo Giovanni Castellucci. Nessun fondamento quindi possono avere notizie circa presunti accordi, ancorché preliminari, per una eventuale partecipazione alla newco Alitalia”. Così la società, ribadendo che, “pur essendo molto attenta al futuro di Alitalia in considerazione della sua importanza per Aeroporti di Roma, attualmente Atlantia è già impegnata in Italia su numerosi e complessi fronti”.
Borsa: Europa in rosso con la finanzaPositiva Prosieben nel giorno dell’assemblea a Monaco

12 giugno 201909:58NE

– Borse europee tutte in calo: Londra cede lo 0,23%, come Francoforte, Parigi poco di più (-0,35%).
Milano si allinea al ribasso (-0,8%) al resto del continente che vede l’indice d’area Euro Stoxx lasciare sul campo lo 0,35%: A far peggio sono i titoli legati all’energia (-0,65% la performance del comparto) visto anche il calo delle quotazioni del petrolio. Total cede lo 0,75%, Eni lo 0,51%, Repsol lo 0,6%.
Male anche il comparto bancario (-0,65%), con le italiane a far peggio: Ubi perde il 2,1%, Unicredit l’1,3%. Vendite anche sul Banco di Bilbao (-1,35%), Commerzbank (-0,8%) e Credit Agricole (-1%). Bene invece il settore di media e intrattenimento (+0,65% a livello europeo), dove va di buon passo Prosieben (+0,65%) nel giorno dell’assemblea a Monaco di Baviera della società di cui da poco Mediaset detiene poco meno del 10%.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE E DETTAGLIATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Sherpa Ue, Italia prenda misure
‘Se presenta altri elementi potrebbero essere analizzati&#
BRUXELLES12 giugno 201910:31

– Il Comitato economico e finanziario (Efc) è dell’opinione che “il criterio del debito non è rispettato e invita l’Italia a prendere le misure necessarie per assicurare il rispetto delle indicazioni del Patto di Stabilità in conformità con il processo della procedura EDP”, ovvero la procedura per debito eccessivo: lo scrive l’Efc nell’opinione adottata ieri. “Altri elementi che l’Italia potrebbe presentare potranno essere presi in esame dalla Commissione e dal comitato”, aggiungono gli sherpa di Eurogruppo ed Ecofin.
Bionap ora punta anche su mercato EuropaFatturato all’estero al 90% per società catanese

12 giugno 201911:50

-L’internazionalità come vocazione. E come scelta vincente: Bionap, azienda di specialità bioattive che coltiva e sviluppa ingredienti mediterranei completamente naturali venduti all’industria nutraceutica, cosmetica e veterinaria ha un fatturato ricavato al 90% a livello internazionale. “La costituzione di una nostra filiale negli Stati Uniti – racconta il direttore generale Giampiero Alessi ci ha dato riscontri molto positivi. Le Americhe e l’Asia rappresentano i nostri due mercati principali, ma in futuro contiamo di sviluppare maggiormente anche il mercato europeo”. Con Sace Simest, il polo dell’internazionalizzazione del gruppo Cdp, Bionap ha seguito per il mercato Usa il ciclo classico dell’internazionalizzazione passando dall’export, allo studio del mercato locale sino alla costituzione della Bionap Usa Inc.
avvenuta a luglio 2018 in New Jersey. Simest ha erogato finanza agevolata per ca. 650 mila euro mentre Sace ha garantito il finanziamento bancario di 500 mila euro

Innovation Engineering,nuovo logo e sitoSocietà da dieci anni attiva nell’IT

12 giugno 201913:22

– Nuovo logo, nuova immagine coordinata, nuovo sito, nuova sede per Innovation Engineering, ma con “un inarrestabile e immutato trend di crescita”.
Da dieci anni – è scritto in una nota – la società si occupa di progettazione e sviluppo di soluzioni IT avanzate per la gestione della conoscenza all’interno delle aziende, con un 30% del fatturato investito in Ricerca e Sviluppo e un aumento del giro d’affari che raddoppia ogni anno, fin dalla fondazione. La società ha sedi a Roma, Napoli e Milano: in occasione dei dieci anni di attività, infatti, è stata da poco aperta una filiale in Olanda (Rijswijk), come joint venture insieme a PNO Consultants e Williams Consulting B.V. Tra le attività più rilevanti di Innovation Engineering, spiccano: Importanti progetti europei di circa 3 milioni di euro e un network di oltre 50 partner; Wheesbee, “il Google dell’innovazione”: una piattaforma per l’innovazione sistematica completamente customizzabile sui processi aziendali delle singole aziende.
Tria: ‘All’Ue spiegheremo, nessuna manovra aggiuntiva’Moscovici: ‘La mia porta è aperta, ma non perdiamo tempo. La palla è nel campo dell’Italia’

12 giugno 201913:49

Nei confronti della Commissione europea, che ha ritenuto giustificata una procedura per deficit eccessivo, “si tratterà di vedere come spiegare, come anticipare forse” ma “nessuna manovra aggiuntiva”: a dirlo il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, a un forum organizzato da Il Messaggero e ospitato dall’Abi. Tria ha ribadito di credere nelle stime del governo, che non danno un 2,4% di deficit per il 2019 ma un risultato “verso il 2,2 o 2,1%, e quindi siamo grosso modo nel braccio preventivo del Patto di stabilità”.”Dobbiamo evitare in tutti i modi” la procedura d’infrazione della Ue che “farebbe sicuramente male all’Italia ma può fare male all’Europa”, ha aggiunto Tria, secondo cui “dobbiamo arrivare assolutamente a un compromesso, con una trattativa e un dialogo costruttivo. E’ nell’interesse dell’Italia ma anche dell’Europa” aggiunge il ministro.”La settimana scorsa ho detto che la mia porta è sempre aperta per discutere con le autorità italiane, questo non cambia”, ma “non perdiamo tempo”: così il commissario agli affari economici Pierre Moscovici. “La palla è ora nel campo italiano, dobbiamo vedere un percorso credibile” di riduzione del debito “per il 2019 e il 2020”, e “restiamo pronti a prendere in considerazione ogni elemento che l’Italia potrà presentare”, ha aggiunto.”Siamo impegnati ad applicare in modo intelligente le regole di bilancio – ha detto Moscovici -, perché è il modo in cui ci siamo mossi nel nostro mandato, ma nessuno deve avere dubbi che applicheremo quelle regole se i criteri non saranno rispettati”.

Alitalia: Lega, valutate le manifestazioni di interesseToninelli: ‘Lavoriamo intensamente’

12 giugno 201913:49

Il tema Alitalia è stato affrontato anche nel vertice che si è svolto oggi a Palazzo Chigi, al termine del quale la Lega ha riferito che  sono state valutate le manifestazioni di interesse pervenute, per definire presto la questione”. Atlantia, in relazione ad alcune indiscrezioni pubblicate oggi da organi di stampa, ha ribadito che vicenda la sua posizione non è cambiata rispetto alle ripetute dichiarazioni pubbliche del ceo Giovanni Castellucci. Nessun fondamento quindi possono avere notizie circa presunti accordi, ancorché preliminari, per una eventuale partecipazione alla newco Alitalia”. La società ribadisce di essere già impegnata su molti fronti, “pur essendo molto attenta al futuro di Alitalia”, in considerazione della sua importanza per Adr. “Stiamo lavorando, stiamo lavorando intensamente”: ha detto il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli a margine di un evento di Fs a chi gli chiedeva se sul dossier ci fosse stata un’accelerazione

Dl sicurezza bis, da multe a navi a Fondo rimpatri 800 assunzioni per eseguire sentenze,severità in eventi sportivi

12 giugno 201913:54

Multe salate alle navi che non rispettano il divieto di ingresso nelle acque territoriali, potenziamento delle operazioni di polizia sotto copertura, assunzione di 800 amministrativi per eseguire le sentenze penali, istituzione di un Fondo per i rimpatri di 2 milioni di euro, contrasto alle violenze in occasione di manifestazioni sportive. Queste alcune delle misure contenute nel decreto sicurezza bis approvato  dal Consiglio dei ministri.La versione finale uscita da Palazzo Chigi è il frutto di numerose riscritture. In particolare è stata cancellata la parola migranti nell’articolo 2 che introduce le multe alle navi.L’articolo 1 stabilisce che il ministero dell’Interno “può limitare o vietare l’ingresso, il transito o la sosta di navi nel mare territoriale, salvo che si tratti di naviglio militare o di navi in servizio governativo non commerciale, per motivi di ordine e sicurezza pubblica”, con l’accordo dei ministeri di Difesa e Infrastrutture ed informando il premier.L’articolo 2 fissa multe da 10mila a 50mila euro per il comandante della nave che non rispetta le norme. In caso di reiterazione del reato prevista la confisca della nave. La misura punta a colpire le navi delle ong che soccorrono i migranti.L’articolo 3 estende ai reati associativi di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, anche nelle ipotesi non aggravate, la competenza delle procure distrettuali antimafia. Indirettamente, la disposizione consente l’utilizzo in questi casi delle intercettazioni preventive.L’articolo 4 stanzia 3 milioni di euro nel triennio 2019-2021 per finanziare gli oneri connessi al potenziamento delle operazioni di polizia sotto copertura. Altri articoli mirano ad una maggiore tutela degli operatori di polizia durante le manifestazioni, introducendo una nuova fattispecie delittuosa per punire chi usa razzi, bastoni ed altri oggetti contundenti. Articoli riguardano poi le manifestazioni sportive, aumentando le pene per le condotte di violenza o minacce nei confronti degli arbitri, facendo diventare permanente la facoltà per le forze di polizia di procedere all’arresto fuori flagranza di chi abbia commesso reati con violenza alle persone o alle cose, colpendo con una sanzione amministrativa la vendita non autorizzata di biglietti per accedere alle manifestazioni sportive, anche se effettuata per via telematica.         

STAMPA