Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutte le ultimissime di Economia sempre approfondite ed aggiornate! SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 25 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:38 DI VENERDì 27 MARZO 2020

ALLE 01:09 DI DOMENICA 29 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa Tokyo, apertura in rialzo (+3,42%)
Nikkei recupera terreno dopo accelerazione Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
27 marzo 2020
01:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre in netto rialzo nell’ultima seduta della settimana con gli investitori che tornano a mostrare fiducia sul piano di stimolo annunciato dagli Usa e la capacità di contenimento della contrazione economica provocata dal coronavirus a livello globale. Il Nikkei avanza del 3,42% a quota 19.303,64, con un aumento di 639 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si mantiene stabile sul dollaro a 109,80, e sull’euro a 120,60.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio:Wti prova recupero, +1,95%
Dopo crollo di ieri. Brent avanza dello 0,37% a 26,4 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
07:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio cerca un piccolo rimbalzo dopo il nuovo crollo di ieri quando ha lasciato sul terreno quasi l’8%. Il greggio Wti del Texas sale dell’1,95% a 23,04 dollari al barile mentre il Brent del Mare del Nord avanza dello 0,37% a 26,4 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: pausa prezzi, -0,43% a 1624 dollari
In una settimana rialzo di 120 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
07:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo dell’oro si prende una pausa dopo la corsa dell’ultima settimana nella quale ha visto un rialzo di oltre 120 dollari l’oncia (il prezzo era sui 1500 dollari l’oncia lo scorso venerdì) sull’aggravarsi dell’emergenza coronavirus. Il metallo con consegna immediata scambia a 1624 dollari, con un ribasso dello 0,43%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro avanza a 1,1046
Yen in calo a 108,6 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
08:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Euro si rafforza ancora sul dollaro all’avvio di giornata. La moneta unica sale dello 0,13% a 1,1046 dollari. In Asia lo yen scende dello 0,8% a 108,6 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund in lieve rialzo a 161
Rendimento decennale all’1,18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve rialzo per lo spread Btp/Bund. Il differenziale segna 161 punti contro i 158 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale è pari all’1,18%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ferrari,ripresa produzione il 14 aprile
A condizione che sia garantita la continuità della fornitura
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MARANELLO
27 marzo 2020
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Ferrari prevede di riaprire la produzione il 14 aprile a Maranello e Modena,”a condizione che sia garantita la continuità della catena di fornitura”. Lo spiega una nota della Casa di Maranello, “Tutte le attività aziendali che possono essere svolte attraverso il lavoro agile continueranno regolarmente come è stato fatto nelle scorse settimane”, aggiunge la società del Cavallino Rampante che “continuerà a farsi carico dei giorni di assenza di coloro che non possono avvantaggiarsi di tale soluzione”.
A fronte della grande incertezza e dell’imprevedibilità causata dal Covid-19, la Società “sta adottando tutte le misure più appropriate per assicurare il benessere e la salute dei suoi dipendenti, nell’interesse di tutti i suoi stakeholder”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia positiva, Tokyo +3,88%
Pesano quotazionbi metalli, in arrivo fiducia consumatori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse quasi tutte positive in Asia e Pacifico, all’indomani di uno scivolone che aveva riguardato soltanto Tokyo per lo scattare dell’emergenza coronavirus nella Capitale giapponese. Rialzi soprattutto a Tokyo (+3,88) e Seul (+1,87%), caute Shanghai (+0,32%) e Shenzhen (+0,26%), deboli invece Taiwan (-0,38%) e Sideny (-5,3%), frenata dal calo delle quotazioni dei metalli ad eccezione dell’oro (+0,47%).
Contrastate Hopng Kong (+0,38%) e Mumbai (-0,94%), ancora aperte. Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street all’indomani del rinvio al Consiglio Ue di una decisione sui cosiddetti ‘coronabond’. In arrivo dall’Italia e dalla Francia la fiducia dei consumatori, mentre da Oltreoceano sono attesi gli analoghi indicatori dell’Università del Michigan. Sotto pressione sulla piazza di Sidney gli estrattivo-minerari Fortrescue (-8,75%), Bhp (-5,3%) e Newcrest (-4,93%). Scivolone di Westpac Banking (-7,05%) e Commonwealth Bank (-6,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Essilux ritira stime 2020
Nel secondo trimestre ricavi in ulteriore calo rispetto a marzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Essilor Luxottica ha ritirato le proprie stime sull’esercizio 2020 a causa dell’emergenza coronavirus. Lo si legge in una nota in cui viene indicato che “le prospettive dell’azienda per il 2020 pubblicate il 6 marzo 2020 non sono più valide”. Lo scorso gennaio il Gruppo ha registrato una “solida crescita, in linea con i suoi obiettivi per l’intero anno”. A marzo, invece, si è registrato un rallentamento. Di conseguenza “nel secondo trimestre, la Società prevede che i ricavi diminuiranno ulteriormente con un impatto significativo sulla redditività”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano apre in forte calo (-1,97%)
Indice Ftse Mib a quota 17.018 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in forte calo per Piazza Affari. l’indice Ftse Mib cede l’1,97% a 17.018 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:avvio Europa pesante,Parigi -2,41%
Francoforte -2,07%, Londra -3,18%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
09:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in forte calo per le Borse europee. Francoforte perde il 2,07% con il Dax a quota 9.793 punti. Parigi segna un -2,41% con il Cac 40 a 4.433 punti.
Londra registra un -3,18 il Ftse 100 a 5.635 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce calo, sale spread
Vendite su Mediobanca, Fineco e Unicredit, sprint Hera e Cnh
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
09:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riduce il calo segnato in apertura Piazza Affari, con l’indice Ftse Mib a 1,08% a 17.181 punti. In rialzo lo spread tra Btp e Bund a 177 punti, con riflessi su Mediobanca (-3,96%), Fineco (-2,99%), Unicredit (-2,24%), Mediolanum (-1,75%), Banco Bpm (-1,17%), Intesa (-1,16%) e Genenrali (-1,12%). Sotto presisone Nexi (-2,76%),Unipol (-2,65%) e Buzzi (-2,19%), che sconta le prese di beneficio dopo il rally della vigilia a seguito della conferma del dividendo.
Giù anche Prysmian (-1,36%), mentre si muovono in controtendenza Hera (+5,16%), protagonista di un vero e proprio sprint dopo il giudizio degli analisti a seguito dei conti. Prosegue tonico il rimbalzo di Cnh (+1,7%), in continuo progresso dopo il tonfo di lunedì scorso a seguito delle dimissioni a sorpresa dell’amministratore delegato Hubertus Muhlhauser. Bene Recordati (+1,41%), Italgas (+0,9%) e Tim (+0,85%), giù Fca (-2,05%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa i calo, Milano -1,39%
Euro in flessione, spread a 177 punti, Essilux sotto pressione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
10:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Borse europee pesanti dopo il nulla di fatto del consiglio europeo. L’eurostoxx 50 perde il 2%. Tra le singole Piazze Londra lascia sul terreno il 3,6%, Parigi perde il 2,7% con Essilor Luxottica che scivola (-3,47%) dopo la cancellazione delle stime per l’esercizio in corso a seguito dell’emergenza coronavirus. Francoforte registra un -1,37% e Milano un -1,39% mentre Prometeia stima per il 2020 un calo del Pil italiano del 6,5%. Il prezzo del petrolio cerca un piccolo rimbalzo. Il greggio sale a 23,04 dollari al barile mentre il Brent è sopra i 26 dollari. L’euro è in calo sul dollaro. La moneta unica scambia a 1,012 sul biglietto verde. Pausa anche per l’oro in flessione a 1,626 dollari. Sale invece lo spread tra btp e bund che si muove in area 177 punti. A Piazza Affari tra i cali maggiori Mediobanca (-4%), Azimut (-3,6%), Fineco (-4,3%) e la moda con Ferragamo (-3,81%), Moncler (-3,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Catalfo: più risorse per Cig e partite Iva
Tuteleremo anche gli iscritti alle casse presidenziali private
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
14:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo sta studiando un aumento del bonus di 600 euro previsto come indennizzo per le partite Iva e più risorse per Cig.
Lo ha detto la ministro del Lavoro Nunzia Catalfo parlando a Circo Massimo su Radio Capital.
“Sto emanando – annuncia – un ulteriore decreto ministeriale per tutelare tutti gli autonomi iscritti alle casse di previdenza private. Ora stiamo scrivendo le nuove misure e sicuramente i 600 euro per le partite Iva saranno confermati, anzi è allo studio un aumento. Stiamo prevedendo un indennizzo per tutti, per coprire tutti i lavoratori”. Per la Cig “ci saranno tutte le risorse necessarie e già nel primo provvedimento da 25 miliardi di euro, 11 erano sul tema lavoro. Lo stanziamento per il prossimo decreto sarà almeno della stessa cifra con una attenzione a tutti i lavoratori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Abi, banche pronte ad anticipo Cig
Appello vertici, concordare modalità operative
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
11:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– L’Abi è favorevole ad attivare da subito prestiti che consentano ai lavoratori sospesi dal lavoro a causa dell’emergenza COVID-19 di poter avere dalle banche un’anticipazione – rispetto al pagamento che riceveranno dall’Inps- della cassa integrazione prevista nel “cura-Italia”.
Lo si legge in una nota secondo cui “è pronta a rendere immediatamente operativa la precedente Convenzione”. I vertici Abi fanno un appello “affinché anche le altre parti coinvolte diano massima e immediata disponibilità a concordare urgentemente le modalità operative”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prometeia, in 2020 -6,5% Pil Italia
Istat, emergenza abbatte fiducia imprese e famiglie a marzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
11:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prometeia, “ipotizzando una lenta e selettiva rimozione dei blocchi produttivi a partire da inizio maggio” prevede una “contrazione del Pil italiano nel 2020 del 6,5%. Il rimbalzo sarà solo graduale verso l’autunno, portando al +3,3% nel 2021 e al +1,2% nel 2022”. “Le politiche della Bce – sottolinea – allenteranno le tensioni sui titoli di Stato nel breve periodo, ma l’intervento fiscale del governo non potrà che essere limitato nel sostenere la domanda. “A fine 2020 il deficit/Pil avrà raggiunto il 6,6% e il debito/Pil il 150%”.

Nel frattempo l’emergenza Coronavirus affossa la fiducia di aziende e famiglie. A marzo l’Istat stima “una forte diminuzione” sia dell’indice di fiducia dei consumatori (da 110,9 a 101,0) sia di quello relativo alle imprese (da 97,8 a 81,7). Gli indici toccano, spiega l’Istituto, livelli “particolarmente bassi sia per le imprese sia per i consumatori, portandosi sui valori registrati, rispettivamente, a giugno 2013 e gennaio 2015”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, cigs per 5.653 per virus
In procedura aggiunge 2. 662 per Alitalia e 206 CityLiner
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
12:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Altri 2.868 dipendenti di Alitalia, di cui 206 di CityLiner (finora non coinvolta dalla cassa), da mettere in cigs fino al 31 ottobre per effetto del Coronavirus.
Lo prevedono – secondo quanto si apprende – le procedure inviate dall’azienda ai sindacati, che confermano i numeri circolati ieri sera. In particolare per Alitalia si tratta di 2.662 persone aggiuntive che, aggiunte all’iniziale richiesta di 2.785, portano il totale a 5.447 solo per il coronavirus.
Considerata anche Cityliner salgono a 5.653 solo per l’emergenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano -2,2%, pesano banche
Londra -4,2% con premier Johnson positivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
12:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna di nuovo sotto quota 17mila punti Piazza Affari, che peggiora a fine mattinata, con un calo del -2,2% A 16.986 punti per l’indice Ftse Mib. Congelate al ribassoAzimut (-5,6% teorico), Nexi (-5,59% teorico) e Mediobanca (-4,65% teorico) mentre lo spread si mantiene stabile sopra quota 173 punti, al di sopra del livello segnato in apertura. Tra i titoli scambiati regolarmente si segnala il forte calo di Unicredit (-4,25%), Banco Bpm (-2,65%) e Intesa (-2,37%). Peggiora poi la Borsa di Londra dopo l’annuncio che il premier Boris Johnson è positivo al coronavirus. L’indice Ftse 100 segna un calo del 435% a 5.562 punti, con le banche sotto pressione, da Rbs (-6,2%) a Barclays (-5,3%) e Lloyds (-5,2%).
In forte calo anche Hsbc (-4,85%) . Tra i titoli più colpiti anche il colosso delle crociere Carnival (-11,9%) e Ashtead (-10,59%), leader nel noleggio di apparecchiature per l’industria e l’edilizia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italiani ligi ma 1 casa su 3 piccola
Rur, media italiana 81 mq meno dei giapponesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
13:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Italiani ligi rispetti alle consegne imposte dalla quarantena ma in molti casi costretti in abitazioni troppo piccole anche se i condomini, di solito agone privilegiato di conflitti sociali sono invece diventati teatro di tanti gesti di solidarietà. A tracciare il ritratto delle case degli italiani al tempo del coronavirus l’istituto di studi Rur Rete Urbana delle Rappresentanze. Secondo una comparazione internazionale le case abitate dagli italiani hanno una dimensione media di 81 mq. meno di quelle giapponesi (95mq.), spagnole (97 mq.) tedesche (109 mq.) e francesi (112 mq.).
Sono valori medi (per l’Italia coincidono con le dimensioni catastali della fascia intermedia degli alloggi), ma che hanno grande variabilità a seconda della loro localizzazione territoriale, in particolare fra grandi città e piccoli paesi.
Secondo Eurostat, fra i grandi paesi europei l’Italia vive una condizione abitativa più disagiata con ben il 30,9% dei nuclei in sovraffollamento. VAI ALLA POLITICA VAI ALLE NOTIZIE DELLA REGIONE PIEMONTE VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa pesante, Londra -5%
Crollano futures Usa, giù Carnival, Royal Mail e Daimler
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee sempre più pesanti dopo l’annuncio che il premier britannico Boris Johnson è positivo al coronavirus. Una notizia che ha scatenato le vendite su tutti i listini in una giornata resa difficile già dal rinvio della vigilia della decisione del Consiglio Ue sui ‘coronabond’.
La peggiore è Londra (-5,2%), ma non fanno meglio Parigi e Madrid (-4,5% entrambe). In forte calo i futures Usa, che lasciano sul campo oltre il 3% a un’ora dall’avvio degli scambi.
Sotto torchio anche Milano (-3,6%) e Francoforte (-3,5%). Tra i titoli più colpiti il colosso delle crociere britannico Carnival (-15%) e Royal Mail (-14%), che ha sospeso le stime per il 2020 al pari di Essilor Luxottica (-8,5%) a Parigi. Sotto pressione gli automobilistici Daimler (-6,25%), Volkswagen (-5,51%) e Bmw (-4%) dopo i timori sul settore di Moody’s e S&P.
In Piazza Affari scivolone di Unicredit (-6,5%) ed Eni (-5,6%), congelata anche per eccesso di ribasso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano giù (-3,9%), pesano banche
Breve stop per Intesa e Fca, forte calo petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
16:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a scendere Piazza Affari (-3,9%), come le altre principali Borse europee, con un forte peso di banche, petroliferi e industria. Tra le banche, con lo spread Btp-Bund fermo a 178 punti, brevemente bloccata e tornata alle contrattazioni Intesa (-5%) e male anche Unicredit (-7,9%) e Fineco (-6,9%), mentre in Europa ci sono perdite anche del 9%.
Giù pure Nexi (-8%), il servizio di pagamento bancario. Tra i comparti in sofferenza le auto, come nel resto del Vecchio continente, dopo i timori espressi dagli analisti Moody’s e da S&P, con Fca fermata per qualche minuto dalle contrattazioni poi tornata in campo (-5,1%).
Pesanti Azimut (-7,7%), Buzzi (-6,9%), ma anche Eni (-6%) e Saipem (-5,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nielsen, rallentano vendite supermercati
In prima settimana quarantena crescita era a due cifre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
16:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Nella seconda settimana di quarantena degli italiani per il coronavirus, dal 16 al 22 marzo, le vendite della grande distribuzione organizzata (Gdo) continuano a crescere. Tuttavia dopo tre settimane con trend a doppia cifra (+16,4% la scorsa settimana) – rileva Nielsen – l’andamento rallenta pur rimanendo positivo rispetto allo stesso periodo del 2019: +5,4% a parità di negozi. “I dati confermano i primi segnali di ‘rottura’: da un lato causati dalle nuove procedure di ingresso nei negozi, che limitano l’afflusso per garantire le distanze di sicurezza, dall’altro la continua ascesa dei negozi di vicinato, che si trovano nei pressi delle abitazioni e permettono quindi di limitare il tragitto per la spesa. Sul rallentamento della crescita incidono anche le restrizioni governative che vietano la vendita di prodotti non essenziali, per esempio cancelleria ed elettronica di consumo” spiega Romolo de Camillis, Retailer Service Director di Nielsen.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Domenica torna ora legale, lancette avanti di un’ora
Terna, su benefici 2020 incognita impatto calo consumi per Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
16:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Domenica 29 marzo torna l’ora legale.
Le lancette degli orologi andranno spostate un’ora in avanti, garantendo nei prossimi 7 mesi benefici per tutto il sistema: nel 2019, secondo quanto rilevato da Terna, il risparmio è stato di 505 milioni di kWh (quanto il consumo medio annuo di elettricità di circa 190 mila famiglie), un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 250 mila tonnellate e a un risparmio economico pari a circa 100 milioni di euro.
Il beneficio nel 2020, specifica la società che gestisce la rete elettrica nazionale, “potrà tuttavia essere influenzato dalla riduzione dei consumi registrata in questo periodo di chiusura delle attività per effetto dell’emergenza sanitaria da Covid-19”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pensioni: Gualtieri, pagamento regolare. File alle Poste
Il ministro: ‘Grazie a tutti lavoratori operativi negli uffici postali’. A Napoli lunghe code agli sportelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
20:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Pur nell’emergenza e con le vigenti restrizioni, il pagamento delle pensioni sta avvenendo in modo regolare. Lo scaglionamento in ordine alfabetico funziona. Grazie a tutte le lavoratrici e i lavoratori che, in sicurezza, consentono l’operatività di migliaia di uffici postali”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.
Napoli, folla alle Poste per ritirare la pensione. Lo segnala Ivo Poggiani, presidente della Terza Municipalità di Napoli, che su Fb ha pubblicato delle foto in cui si vedono persone in fila, davanti all’ufficio di corso Amedeo di Savoia, in attesa delle pensioni.
“Poste italiane – scrive – chiude in città decine di sportelli e queste sono le conseguenze”. All’esterno la Polizia Locale sta controllando la fila e distribuendo i numeri per poter entrare. “Sono in due – dice al telefono – uno controlla la fila e consegna i numeri, l’altro si accerta che entrino in base al turno”.
Altri due uffici della terza Municipalità sono chiusi. “Quello aperto, in corso Amedeo di Savoia, sta lavorando con 3 impiegati su 6 – afferma – quindi entrano in 3 alla volta. Pure questo è un problema”. Malgrado davanti all’ufficio ci sia spazio, spiega, “la gente è tanta”. “Sono soprattutto anziani, i più fragili”. “Capisco le esigenze delle Poste – conclude – ma almeno nei giorni di ritiro bisognava rimanere aperti”.
Non tarda la replica di Poste Italiane. A Napoli sono aperti 55 uffici postali su 66 e per il ritiro dei contanti sono disponibili in città 82 Atm. Per tutelare la salute di tutti, le modalità di accesso agli uffici postali sono regolate, aggiunge Poste, da “rigorose e specifiche norme comportamentali, pensate per garantire che le operazioni si possano svolgere nella massima sicurezza tanto per utenti che per i lavoratori”.
A Pescia arriva la protezione civile – Ci sono voluti i volontari della protezione civile per regolare i flussi di anziani in fila per ricevere la pensione davanti all’unico ufficio postale rimasto aperto a Pescia (Pistoia). Una situazione che non è piaciuta al sindaco Oreste Giurlani, verso cui tanti hanno manifestato “il proprio disagio per una situazione poco rispettosa della loro condizione legata all’età”.
“Non è corretto – dice Giurlani – far stare ore dei pensionati in coda al freddo. Ieri a qualcuno è stata anche sbattuta la porta in faccia alle 13.30, senza tenere conto della fila fatta fino ad allora”. Per il sindaco “i vertici nazionali della struttura dovrebbero valutare meglio la ricaduta delle loro scelte, perché non tutti hanno l’accredito in banca o le carte prepagate e dobbiamo pensare proprio agli anziani, in via prioritaria”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa continua discesa
Negli Usa S&P stima recessione. Male banche, spread 177
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
17:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano a scendere le principali Borse europee, rinviata la decisione sui ‘coronabond’. La peggiore resta Londra (-6,3%), col premier britannico positivo, seguita da Parigi (-5%), Madrid (-4,5%) e Francoforte (-4%), mentre negli Usa S&P parla di recessione, la fiducia dei consumatori a marzo è ai livelli del 2008 e scende in Italia e un po’ meno in Francia. Milano è la migliore (-3,3%), con lo spread a 177 punti e le banche in sofferenza, da Unicredit (-6,9%) a Bper (-6,1%), Fineco (-5,5%), Intesa (-4,6%), come nel resto d’Europa: tra le peggiori Kbc (-13%), Barclays e Lloyds (-10,2%). Contenuto il rialzo dell’oro (+0,5%), mentre aumenta il calo del greggio (wti -5,4%) e a farne le spese sono petroliferi come Bp (-11,6%) e Royal Dutch (-8,6%), a Piazza Affari Eni (-5,6%). Forte la sofferenza anche per le auto, dopo i report sul settore di Moody’s e di S&P, che ha tagliato il rating a Daimler e Bmw, soprattutto per Daimler (-8%), Renault (-7,9%) e Volkswagen (-7,4%), insieme a Fca (-4,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche centrali,misure sostegno banche
Governatori, possibili cambi norme capitale con crisi virus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
17:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le banche centrali mondiali riunite nel gruppo dei governatori e responsabili della vigilanza (Ghos) fanno slittare per un anno le regole di Basilea3 e si dicono pronte “a nuove misure, se necessario” sul fronte delle regole delle banche per garantire che il comparto resti finanziariamente e operativamente resistente di fronte all’emergenza coronavirus. Le regole, che dovevano entrare in vigore a partire dal 2022, sono state fatte slittare per dare più flessibilità alle banche. Nei mesi scorsi il comparto bancario europeo aveva sottolineato come la serie di nuove norme su rischio di credito, operativo, terzo pilastro che per l’ampiezza erano state definite Basilea IV avrebbero ulteriormente frenato il pil europeo. Il Comitato di Basilea monitorerà la situazione con il Financial Stability Board.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo (-3,15%)
Il Ftse Mib a 16.822 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 marzo 2020
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Chiusura in calo per Piazza Affari.
Il Ftse Mib ha perso il 3,15% a 16.822 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse: Europa chiude in rosso
Londra (-5,4%) peggiore, Parigi (-4,2%), Francoforte (-3,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
18:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Chiusura in rosso per le principali Borse europee, con lo stallo sui ‘coronabond’ e l’emergenza virus che avanza. La peggiore è stata Londra (-5,45%) a 5,498 ounti, col premier positivo, seguita da Parigi (-4,23%) a 4.351 punti, Francoforte (-3,68%) a 9.632 punti e Madrid (-3,63%) a 6.777 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude male settimana
Spread 180, pesanti petroliferi, perdite per Fca e Ferragamo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
18:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Ultima seduta di settimana in forte perdita a Piazza Affari (-3,15%), come per le principali Borse europee, con le stime sul Pil in discesa e la fiducia dei consumatori che cala, con l’emergenza coronavirus. Ad avere la peggio è stata l’industria, con Buzzi (-8,7%), scontate le prese di beneficio dopo avere deciso di dare il dividendo, e Azimut (-7,4%). Male le banche, come Fineco e Bper(-6,4%), Unicredit (-5,3%), Banco Bpm (-4,8%) e Intesa (-3,9%), con lo spread chiuso a 180 punti. Lo stesso il sistema di pagamento Nexi (-7,4%). Sofferenti le auto, con Fca (-5,9%), coi report di Moody’s e di S&P, che ha tagliato il rating a Daimler e Bmw.
Niente di buono per i petroliferi, da Eni (-5,6%) a Saipem (-4,9%), col greggio in picchiata (wti -6%). Giornata nera per il lusso, con Ferragamo (-5,5%) e Moncler (-3,6%).
Bene alcune utility, come Terna (+2,9%) e Hera (+2,5%), favorita dagli analisti dopo i conti. Perdite contenute per Cnh (-0,7%) e Exor (-0,6%). In calo Tim (-1,2%), Poste (-3%) e Enel (-1,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amazon, stop sciopero dopo 11 giorni
Previsto controllo temperatura e mascherine per lavoratori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PIACENZA
27 marzo 2020
18:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Dopo 11 giorni di sciopero è stato siglato l’accordo tra Amazon e i sindacati dei lavoratori dello stabilimento di Castelsangiovanni, nel Piacentino.
Con l’azienda, spiegano in una nota Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uilt e Ugl-Terziario, sono stati convenuti “processi di pulizia costanti e sanificazioni programmate e tracciate”. Inoltre, nell’organizzazione delle postazioni è garantita una distanza di almeno due metri tra i lavoratori, e sono previste le chiusure di docce, spogliatoi e aree fumatori. Disposto anche il controllo della temperatura in ingresso a tutti i lavoratori, oltre alla distribuzione di mascherine e guanti quotidianamente a tutti i lavoratori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banca Sistema: Prontopegno sospende aste
Gentile, facciamo nostra parte per piccole esigenze finanziarie
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
20:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Nell’ambito delle iniziative per l’emergenza Covid-19, ProntoPegno, Monte dei Pegni del gruppo Banca Sistema, sospende fino a nuova comunicazione il calendario delle aste dei pegni scaduti.
Per limitare gli spostamenti e contenere la diffusione del virus è disponibile l’App ProntoPegno. Inoltre, in linea con le disposizioni del Governo, è possibile recarsi in filiale per le operazioni necessarie ed indifferibili solo su appuntamento. “Purtroppo, la storia si ripete: nel 1478 quando a Padova arrivò la peste, il Monte di Pietà supportò i cittadini mantenendo aperte le proprie attività per consentire la continuità dei pegni. Oggi la nuova peste si chiama Covid-19 e in questa circostanza di difficoltà per il Paese noi rimaniamo aperti e continueremo a fare la nostra parte per supportare le piccole esigenze finanziarie dei cittadini”, sottolinea il direttore generale, Giuseppe Gentile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assarmatori, traghetti vicini a collasso
Misure urgenti per crisi coronavirus, incassi calati di 50 volte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
28 marzo 2020
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Allarme di Assarmatori: senza misure di emergenza per il comparto ci sarà il blocco dei collegamenti nazionali operati dai traghetti per “l’inevitabile approdo al collasso generale”. ”Facendo i raffronti con i risultati delle medie degli ultimi anni – spiega in una nota il presidente di Assarmatori Stefano Messina – le compagnie armatoriali operanti in questo settore nell’ultimo mese hanno incassato circa cinquanta volte di meno (non un quinto, ma proprio 50 volte di meno)” per le restrizioni alla mobilità per l’emergenza coronavirus e ”l’incertezza sul futuro ha completamente azzerato anche le prenotazioni”.
Assarmatori chiede la “immediata parificazione dei servizi di collegamento con le isole a quelli aerei considerati di servizio pubblico, con l’estensione ai primi dei benefici garantiti ai secondi dall’articolo 79 del decreto Cura Italia”; “l’accesso ai meccanismi di garanzia previsti dall’art. 57 dello stesso decreto” sul supporto alla liquidità delle imprese colpite dall’emergenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Catalfo firma decreto, 600 euro a professionisti casse
Domande a propri enti. Due tetti reddito a 35mila e 50mila euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 marzo 2020
14:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche professionisti e autonomi iscritti alle casse di previdenza private avranno un indennizzo di 600 euro per il mese di marzo. Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha firmato il decreto interministeriale che fissa le modalità di attribuzione del fondo per il reddito di ultima istanza. Il bonus andrà chiesto alla propria cassa e sarà erogato a chi ha avuto redditi fino a 35mila euro o, tra 35 e 50mila, abbia subito cali di attività di almeno il 33% nei primi 3 mesi 2020.
“Si tratta di un primo intervento per fronteggiare immediatamente la situazione di emergenza”, spiega Catalfo, ribadendo che “siamo già al lavoro sulle nuove misure per il decreto aprile, dove l’obiettivo è di prevedere, per queste categorie di lavoratori, un indennizzo di importo superiore”.
Il sostegno al reddito dei lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, danneggiati dall’emergenza Coronavirus, spiega una nota del ministero del Lavoro, è costituito da un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro.
Il decreto stabilisce che questo importo sarà riconosciuto: a) ai lavoratori che abbiano percepito, nell’anno di imposta 2018, un reddito complessivo non superiore a 35mila euro; b) ai lavoratori che, sempre nell’anno di imposta 2018, abbiano percepito un reddito complessivo compreso tra 35mila e 50mila euro e abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività autonoma o libero-professionale di almeno il 33% nel primo trimestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019, sempre a causa del virus COVID-19. Le domande per l’ottenimento dell’indennità possono essere presentate da professionisti e lavoratori autonomi presso gli enti di previdenza ai quali sono iscritti.
Pressing Pd, aiuti a chi non può pagare affitto e colf – Aiuti a chi non riesce a pagare l’affitto di casa, Cig in deroga anche per colf e badanti, interventi più consistenti e mirati per il settore alberghiero e le agenzie di viaggi, tra i settori più danneggiati a causa dell’emergenza Coronavirus. Sono alcune delle proposte che avanza il Pd per il prossimo decreto di aprile, presentando 37 ordini del giorno al decreto Cura Italia, all’esame del Senato. Tra le proposte quella a firma Mirabelli per finanziare con almeno 100 milioni il fondo inquilini morosi incolpevoli.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per i professionisti e i lavoratori autonomi iscritti alle casse di previdenza private ci sarà un indennizzo di 600 euro per il mese di marzo: il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha firmato il decreto interministeriale che fissa le modalità di attribuzione del Fondo per il reddito di ultima istanza per chi ha subito danni all’attività dalla diffusione del Coronavirus. Il bonus andrà chiesto alla propria Cassa, e sarà erogato a chi ha avuto redditi fino a 35.000 o, tra 35.000 e 50.000, abbia subito cali di attività di almeno il 33% nei primi 3 mesi 2020. “Si tratta di un primo intervento per fronteggiare immediatamente la situazione di emergenza”, spiega Catalfo, ribadendo che “siamo già al lavoro sulle nuove misure per il decreto di aprile, dove l’obiettivo è di prevedere, per queste categorie di lavoratori, un indennizzo di importo superiore”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ikea chiede cassa integrazione in Italia
Sono 7.500 gli addetti che potranno accedere a Cig
1
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 marzo 2020
19:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Ikea Italia e i sindacati hanno siglato un accordo per procedere con la richiesta di accesso alla cassa integrazione, prevista dal decreto Cura Italia, per far fronte alla situazione straordinaria, determinata dalla sospensione delle attività lavorative. Tutti i co-worker di Ikea in forza al 23 febbraio, sia a tempo indeterminato che a tempo determinato, circa 7.500, potranno avere accesso alla cassa integrazione, anche quelli in smart working. Ma non è ancora chiaro quanti saranno gli addetti che usufruiranno della misura.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce a banche, stop a cedole e buy-back
Almeno fino all’1 ottobre 2020. Sospensione vale 30 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
20:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Bce ha chiesto alle banche vigilate di non pagare dividendi o riacquistare azioni proprie “durante la pandemia” di coronavirus. “La raccomandazione – si legge in una nota del Supervisory Board – riguarda i dividendi relativi al 2019 e al 2020, almeno fino all’1 ottobre 2020. La Bce si aspetta che le banche continuino a finanziare le famiglie, le piccole imprese e le grandi aziende”.
Adeguarsi alla raccomandazione della Bce di non pagare dividendi e astenersi dal riacquisto di azioni “consentirà di mantenere nel sistema un totale di 30 miliardi di euro di capitale addizionale di più alta qualità” conferendo alle banche “capacità addizionale di prestare o assorbire le perdite in una fase in cui ciò è particolarmente necessario”, afferma il capo della Vigilanza europea, Andrea Enria, in un blog sul sito della Bce.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tesoro: asta Bot 6 mesi, il tasso torna positivo a 0,055%
Assegnati titoli per 7 mld. Domanda supera i 12,17 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
12:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro ha assegnato in asta Bot semestrali per 7 miliardi di euro con il tasso che torna in territorio positivo. Il rendimento medio è salito a 0,055% da -0287% del collocamento di febbraio. La domanda ha superato i 12,17 miliardi di euro con un rapporto di copertura in rialzo a 1,74 da 1,58 di un mese fa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Abi, banche pronte ad anticipo immediato per la Cig
Appello “affinché anche le altre parti coinvolte diano massima e immediata disponibilità”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
11:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Abi è favorevole ad attivare da subito prestiti che consentano ai lavoratori sospesi dal lavoro a causa dell’emergenza COVID-19 di poter avere dalle banche un’anticipazione – rispetto al pagamento che riceveranno dall’Inps- della cassa integrazione prevista nel “cura-Italia”. Lo si legge in una nota secondo cui “è pronta a rendere immediatamente operativa la precedente Convenzione”.
I vertici Abi fanno un appello “affinché anche le altre parti coinvolte diano massima e immediata disponibilità a concordare urgentemente le modalità operative”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Senza librerie vendite verso -50%
Gruppo Mondadori e Gems, situazione è destinata a peggiorare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 marzo 2020
20:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiuse librerie e catene per l’emergenza Coronavirus sono crollate le vendite di libri in Italia. La grande distribuzione -Gdo e l’e-commerce non riescono a dare un po’ di sostegno a un mercato già in sofferenza al contrario di quanto sta avvenendo in Gran Bretagna dove con il lockdown, secondo i dati del Guardian, sono salite le vendite dei tascabili di narrativa nei supermercati del 35% nel giro di una settimana. E la catena Waterstone ha visto un incremento degli acquisti online nell’ordine del 400%.
Mentre nel nostro paese “il mercato ci ha rimesso il 35% nella settimana dalla chiusura delle librerie, due domeniche fa, il 15 marzo, ma è in grande peggioramento” spiega Stefano Mauri, presidente e amministratore delegato del Gruppo Editoriale Mauri Spagnol -GeMS, a cui fanno capo, tra l’altro, le case editrici Bollati Boringhieri, Chiarelettere, Corbaccio, Garzanti, Guanda, Longanesi, Nord, Ponte alle Grazie, Salani, Tea, Vallardi.
Trend in peggioramento confermato dal Gruppo Mondadori. “Nella situazione attuale con librerie e catene chiuse, la GDO fortemente limitata dai provvedimenti di legge, l’impossibilità di lanciare novità, e anche l’e-commerce in comprensibile affanno per sovraccarico logistico, il mercato del libro tende fisiologicamente a cali superiori al 50%” spiega Enrico Selva Codde’, ad di Mondadori Libri (a cui fanno capo le case editrici Mondadori, Einaudi, Rizzoli, Sperling & Kupfer, Piemme e Mondadori Electa). “Numeri impressionanti che, da qualunque prospettiva li si voglia guardare, banalmente dimostrano quanto siano importanti, oggi più che mai, gli sforzi di tutti per garantire continuità e per tenere viva la più importante filiera dell’industria culturale italiana” sottolinea Selva Codde’.
I due canali attivi, la Gdo, cioè supermercati, discount, e l’e-commerce, non compensano dunque l’assenza delle librerie.
“I supermercati sono importanti perchè sono l’unico punto dove puoi vendere i libri e comprarli però l’offerta è limitata e la gente distanziata. C’è una capacità di fuoco più limitata di prima” sottolinea Mauri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Egli spiega: “se a maggio riapriranno le librerie molte aziende ce la possono quasi fare con strumenti ordinari, se si va oltre ci vuole la cura Draghi”.
Le novità editoriali escono con il contagocce o vengono rinviate perchè le librerie sono chiuse, anche su Amazon si registra un rallentamento di titoli disponibili e la previsione, secondo i dati dell’Osservatorio dell’Aie, è drammatica: saranno 18.600 i titoli in meno pubblicati nel 2020, 39,3 milioni le copie che non saranno stampate e 2.500 i titoli che non saranno tradotti.
Specchio di quello che sta accadendo sono anche le classifiche dei titoli più venduti di GFK: le copie del primo titolo della classifica generale dell’ultima settimana non arrivano a 2.700 (2.623) mentre nelle settimane precedenti alla chiusura delle librerie si aggirava intorno alle 11 mila copie.
Tra le novità che arriveranno in libreria c’è un titolo del Gruppo GeMS che, ironia della sorte, sembra perfetto in questo momento di “arresti domiciliari”. E ‘Allenamento Alcatraz’ (Corbaccio) ed esce il 2 aprile. Me ne parlò Gianrico Carofiglio un anno fa al festival di Napoli come di uno dei migliori libri del genere self-help. E’ scritto da un carcerato ed è un modo per tenersi in forma in uno spazio limitato sfruttando il peso del proprio corpo come ‘strumento'” racconta Mauri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: in fumo 160 mln tra live e discografia
Per 2020 cali tra 30 e 50%, a rischio anche la stagione estiva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 marzo 2020
20:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’industria della musica comincia a fare i conti, tutti con segno meno, con il coronavirus. Un quadro che preoccupa tutto il settore, dagli eventi live alla discografia. E i primi dati elaborati, mettono a fuoco una crisi che rischia di mettere in ginocchio la musica e tutto quello che le gira attorno per parecchi mesi.
“Gli spettacoli dal vivo sono i primi ad essere stati fermati e saranno gli ultimi a ripartire – evidenzia Vincenzo Spera, presidente di Assomusica -. Fino al 3 aprile, data della fine dei primi provvedimenti, abbiamo calcolato che sono stati sospesi circa 3mila concerti: il 60% è stato riprogrammato, il 17% stato annullato, con una perdita di circa 40 milioni. Ma è chiaro che si andrà avanti e la stima prendendo come riferimento fine maggio è di 4.200 eventi saltati con una ulteriore perdita di altri 23 milioni, che porterà il totale a 63 milioni di perdite in poco più di due mesi per il solo settore del live”, che muove mediamente in un anno 500 milioni. Senza considerare quello che potrà succedere da giugno in poi, quando il cartellone è fittissimo e in programma ci sono i grandi concerti negli stadi o all’aperto e i festival in tutta Italia. “Le stime inglesi parlano di un ritorno alla normalità nel giro di un anno e alcuni stanno riprogrammando direttamente per il 2021”, è la considerazione di Spera.
Oltre alle perdite dirette, vanno calcolate anche quelle legate all’indotto, che possono essere stimate in non meno di 100 milioni di euro.
Ma è anche la discografia a guardare con preoccupazione quello che sta succedendo. Con i negozi chiusi, molte pubblicazioni rimandate a dopo l’estate e sale di registrazione inaccessibili, il quadro assume contorni molto negativi.
La FIMI, la Federazione dell’Industria Musicale Italiana sottolinea come i cali sul segmento fisico (CD e vinili) siano già “di oltre il 60%, sui diritti connessi di oltre il 70% (dovuta alla chiusura di esercizi commerciali e all’assenza di eventi) e sulle sincronizzazioni in grave sofferenza”.
Il 2019, secondo i dati IFPI, aveva mostrato una crescita dell’8%, la più elevata da cinque anni, per un valore di 247 milioni di euro. “Quest’anno rischiamo di avere introiti in meno per 100 milioni. Soffre anche lo streaming – nota il presidente di FIMI, Enzo Mazza – in difficoltà a causa dell’assenza di nuove release, che solitamente fanno da traino agli ascolti, e della scarsa mobilità dei consumatori (secondo i dati IFPI, in Italia il 76% di chi ascolta musica lo fa in auto, e il 43% nel tragitto casa-lavoro)”. La produzione italiana (che ha rappresentato l’87% degli album più venduti nel 2019, tra le percentuali di repertorio nazionale più elevata nel mondo) è quella che potrebbe soffrire di più dallo stato di crisi. “Con sale di registrazione ferme, concerti e tour bloccati, l’impatto su tutta la filiera dei creativi, dei tecnici di studio e dei lavoratori del settore potrebbe essere devastante”. “Per molti segmenti – conclude Mazza – si può pensare a un calo tra il 30% e il 50% a fine 2020”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora più drastico Claudio Ferrante, fondatore e presidente di Artist First, , società di distribuzione discografica: “Per l’industria musicale italiana nei prossimi mesi la perdita economica potrebbe arrivare a 200 milioni di euro, un calo dovuto principalmente all’annullamento forzato delle uscite discografiche, al blocco totale dei live e degli spettacoli, ai mancati incassi SIAE, al bacino di sponsor legati ai numerosi Festival italiani che restano alla finestra, allo slittamento dei lavori per i moltissimi freelance della musica, che siano musicisti o professionisti addetti ai lavori”.
Quello che si chiede ora al Governo sono interventi urgenti per accedere a finanziamenti ed evitare danni irreversibili e sostenere le decine di migliaia di lavoratori del settore.
“Stiamo lavorando a più livelli di proposte – aniticipa Spera -: alle Regioni, al Governo centrale e al Parlamento europeo, raccogliendo le istanze anche dei colleghi degli altri Paesi”.
Tra le richieste, interventi sulla fase di ripresa delle attività, con una focalizzazione su elementi fiscali, come l’estensione del tax credit a tutte le opere, la riduzione dell’IVA al 4% così come per l’editoria e l’allargamento della platea destinataria del bonus cultura.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Von der Leyen gela l’Italia sugli eurobond. Poi chiarisce: tutte le opzioni sul tavolo
Asse di Conte con Macron per convincere Merkel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 marzo 2020
23:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La questione dei coronabond tiene banco nel dialogo-scontro con l’Europa. Nel pomeriggio la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, in un’intervista alla Dpa, afferma che nella crisi del coronavirus la Commissione europea non pianifica l’emissione di bond propri sui debiti. E aggiunge: ‘La parola è uno slogan, dietro c’è una questione di garanzie’. Immediata la reazione del governo italiano, ‘l’Europa sia all’altezza, le proposte le farà l’Eurogruppo, non la presidente’, afferma il premier Conte. “Le parole di Von Der Leyen” sui Coronabond “sono sbagliate”, rincara il ministro Gualtieri. Poi in serata arriva il chiarimento. “In questo momento, la Presidenza non esclude alcuna opzione entro i limiti del trattato”, sostiene una nota della Von der Leyen .

Fonti Mef, bene Von der Leyen, nessuna opzione esclusa – Positivo il chiarimento fornito dalla presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, che ha sottolineato come non sia esclusa nessuna opzione all’interno dei limiti definiti dai trattati. Così fonti Mef dopo la nota con cui la presidente della commissione Ue ha precisato la sua posizione sugli eurobond.

Gualtieri, ora commissione Ue lavori davvero a ogni opzione  – “Prendiamo atto del chiarimento fornito dalla Presidente della Commissione europea Von Der Leyen rispetto alle parole sbagliate sui Coronabond. Ora la Commissione lavori davvero a tutte le opzioni possibili, nessuna esclusa. Non c’è tempo da perdere”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Von der Leyen, spazio fiscale nuovi strumenti limitato – “In questo momento, la Presidenza non esclude alcuna opzione entro i limiti del trattato”. Così la presidente della Commissione Ue. “Come primo passo stiamo lavorando a una piena flessibilità dei fondi esistenti, come i fondi strutturali. Ciò fornirà supporto immediato. Per garantire il recupero, la Commissione proporrà modifiche alla proposta del Mff che consentiranno di affrontare le conseguenze della crisi coronavirus”, aggiunge la nota della commissione Ue.
“Il Consiglio europeo ha incaricato l’Eurogruppo di presentare proposte entro le prossime settimane. La Commissione parteciperà a tali discussioni e sarà pronta a fornire assistenza, se sostenuta dall’Eurogruppo. Ciò è necessario poiché lo spazio fiscale per i nuovi strumenti è limitato, poiché siamo nell’ultimo anno del Mff (bilancio Ue pluriennale)”. Così la presidente della Commissione Ue von der Leyen. “Parallelamente, la Commissione sta lavorando a proposte per la fase di recupero nell’ambito dei trattati esistenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Macron,’Francia al fianco di Italia, basta Ue egoista’ – “Non voglio un’Europa egoista e divisa”: lo dice il presidente francese, Emmanuel Macron, in un’intervista riportata dall’agenzia AFP in cui sottolinea che “la Francia è al fianco dell’Italia”. “Non supereremo questa crisi – dice Macron – senza una solidarietà europea forte, a livello sanitario e finanziario”. “L’Ue, la zona euro, si riducono a un’istituzione monetaria e a un insieme di regole che consentono a ogni Stato di agire per conto suo? O si agisce insieme per finanziare le nostre spese, i nostri bisogni in questa crisi vitale?”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Onu, fino a 30% calo turismo nel 2020
A causa della pandemia atteso un crollo del settore
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 marzo 2020
13:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In seguito alla pandemia da coronavirus, l’Onu prevede per il 2020 un calo del turismo internazionale tra il 20 e il 30%. L’Organizzazione mondiale del turismo – agenzia dell’Onu che ha sede a Madrid – calcola una perdita per il settore fra i 300 e i 450 miliardi di dollari (fra i 272 e i 408 miliardi di euro), che equivale a circa un terzo di quanto generato nel 2019. La riduzione, spiega l’agenzia dell’Onu, è dovuta all'”introduzione senza precedenti delle restrizioni sui viaggi nel mondo”. Sottolinea però che tali previsioni devono comunque essere prese “con prudenza”, data la natura estremamente incerta dell’attuale crisi.

Economia tutte le notizie in tempo reale. tutte le ultimissime dal Mondo Economico! INFORMATI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 40 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:39 DI MERCOLEDì 25 MARZO 2020

ALLE 22:06 DI GIOVEDì 26 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cura Italia: Bankitalia, misure adeguate
In arrivo nuovi provvedimenti. Rivedere aiuto 600 euro autonomi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020 15:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il disegno delle misure contenute nel ‘Cura Italia’ che ha un orizzonte di breve periodo, e l’entità dell’impegno finanziario appaiono adeguati alla fase attuale di sviluppo dell’epidemia”. E’ quanto scrive la Banca d’Italia in una memoria rivolta alla commissione del Senato sottolineando come “il Governo ha già annunciato di essere pronto ad assumere ulteriori provvedimenti in funzione dell’evoluzione della crisi. I margini di azione si sono ampliati con il riconoscimento” da parte della Ue della possibilità di deviare dal Patto di Stabilità. Tuttavia ci sono alcuni rilievi sui 600 euro per “i lavoratori indipendenti”, una misura “una tantum, non proporzionale al reddito e indipendente da un eventuale calo dell’attività” e “in caso di riproposizione dello strumento, e ove le misure di blocco dell’attività economica dovessero divenire più graduate e selettive, sarebbe importante parametrare gli aiuti al venir meno delle occasioni di lavoro e di reddito per territorio e settore d’attività.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia, dopo crisi ridurre debito
Risorse prese in prestito dovranno essere usate in modo oculato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
15:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le risorse che il Paese prenderà a prestito andranno utilizzate in maniera oculata, per affrontare l’emergenza e avviare la ripresa. Quando i tempi saranno nuovamente propizi sarà necessario assicurare le condizioni per riavviare un percorso di riduzione del rapporto fra debito e prodotto”. Lo scrive Bankitalia in una memoria per la commissione Bilancio del Senato sul decreto Cura Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, Shock inimmaginabile per l’economia mondiale
“Avanti 2,3 milioni di imprese, quasi la metà”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
16:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il diffondersi della crisi sanitaria “in Cina e nell’estremo oriente dalla seconda metà di gennaio e successivamente nei paesi europei, proprio a partire dall’Italia, e infine negli Stati Uniti, ha imposto limiti alla circolazione delle merci e delle persone e alle attività produttive sempre più stringenti e ora tali da determinare uno shock di dimensioni inimmaginabili all’economia internazionale”. Lo rileva l’Istat nella memoria inviata al Parlamento sul dl ‘Cura Italia. Un contesto d’incertezza che, spiega, “non ha precedenti nel dopoguerra”.
Le imprese, classificate in base all’attività prevalente, attive nei settori le cui attività non vengono sospese sono poco meno di 2,3 milioni di unità su 4,5 milioni (il 48,7% del totale), generano circa due terzi del valore aggiunto complessivo (circa 512 miliardi di euro) ed il 53,1% delle esportazioni totali”. Rileva l’Istat, con riferimento ai Dpcm dell’11 e del 22 marzo, cui sono stati aggiunti i settori della difesa ed aerospazio, a prescindere dalle attività in smart working.
“Nel 2019, il numero di occupati è pari a 23 milioni 360 mila (media annua); circa i due terzi (il 66%) è occupato in uno dei settori di attività economica ancora attivi, per un totale di 15 milioni 434 mila occupati e il restante 34%, (7 milioni 926 mila occupati) in uno dei settori dichiarati sospesi dal decreto”, scrive ancora l’istituto di statistica, spiegando che la classificazione “non distingue tra quanti possono lavorare in smart working.
Inoltre “è immediato ipotizzare che il gap di produzione/valore aggiunto si determinerà in tutta la sua ampiezza nel secondo trimestre, con tutti gli indicatori e le statistiche relative all’economia e al mercato del lavoro che ne registreranno i risultati”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus:Istat,avanti 2,3 mln imprese
Generano due terzi del valore aggiunto complessivo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le imprese, classificate in base all’attività prevalente, attive nei settori le cui attività non vengono sospese sono poco meno di 2,3 milioni di unità su 4,5 milioni (il 48,7% del totale), generano circa due terzi del valore aggiunto complessivo (circa 512 miliardi di euro) ed il 53,1% delle esportazioni totali”. Lo rileva l’Istat nella memoria inviata al Parlamento, con riferimento ai Dpcm dell’11 e del 22 marzo, cui sono stati aggiunti i settori della difesa ed aerospazio, a prescindere dalle attività in smart working.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid-19:adesioni 90% sciopero Lombardia
Dati di Fim, Fiom e Uilm su protesta dei metalmeccanici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 marzo 2020
15:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Adesioni dal 60 al 90% allo sciopero dei metalmeccanici nelle fabbriche della Lombardia. Lo comunicano Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil, che parlano di “alta adesione” alla protesta contro l’apertura delle fabbriche in piena emergenza coronavirus. Si tratta, secondo le Organizzazioni, di “numeri in linea con tutti i precedenti scioperi unitari, con una forbice che va dal 60% al 90% a seconda delle peculiarità delle varie province, considerato anche l’alto tasso di assenteismo, i lavoratori in smart working, le fermate e riduzioni produttive già concordate nelle scorse settimane dai delegati”. Una partecipazione che “dimostra il grande sostegno alle nostre richieste, in linea con quanto già sostenuto da Cgil, Cisl e Uil sia in Lombardia che a livello nazionale, in particolare rispetto alla chiusura di tutte le attività produttive non essenziali”, spiegano i sindacati dei metalmeccanici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzinai: sindacati, nessuno sciopero
Lo annunciano insieme Faib, Fegica, Figisc/Anisa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
16:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nessuno sciopero è stato proclamato.
I gestori vogliono garantire il servizio, ma sono allo stremo e temono di non poter continuare nella loro attività per mancanza di liquidità. Per questo temono di essere costretti a chiudere per causa di forza maggiore”. Lo affermano le associazioni di categoria Faib (Cofesercenti), Fegica (Cisl) e Fegisc/Anisa (Confcommercio) in una nota in risposta alla sollecitazione giunta dalla Commissione di Garanzia sullo sciopero nei pubblici servizi essenziali.
“Ciò non toglie che le nostre Federazioni hanno ragione di ritenere che i Gestori in assenza di interventi immediati di sostegno, non sono più a lungo nelle condizioni di sopportare, sia sotto il profilo sanitario che sul piano economico, tutto l’onere necessario, nella presente drammatica congiuntura, ad assicurare la continuità e la regolarità del servizio essenziale di cui qui si parla”, sottolineano le associazioni di categoria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa a due velocità,Milano -0,4%
A Piazza Affari in forte calo Unicredit e Pirelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
16:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono gli scambi a doppia velocità, con Wall Street in negativo. Nel Vecchio continente si guarda alle misure adottate dai governi per fronteggiare i danni provocati dal coronavirus all’economia globale.
In un clima di nervosismo riducono le perdite Milano (-0,4%), Francoforte (-0,8%) e Madrid (-0,1%). Proseguono in positivo Londra (+1,6%) e Parigi (+1,4%). A Piazza Affari restano pesante Unicredit (-5%) e Pirelli (-5,4%). In rosso anche Tim (-4,5%), Prysmian e Atlantia (-3,9%). In rialzo Leonardo (+6,4%) e Campari (+5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in altalena, vola Leonardo
Giù Pirelli e Atlantia, spread Btp-Bund a 188 punti base
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
16:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano in altalena con il Ftse Mib (+0,19%) a 16.971 punti. Resta stabile lo spread tra Btp e Bund a 188 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,9%.
A Piazza Affari ancora pesante Pirelli (-5,4%). In forte calo anche Atlantia (-4,5%) Tim (-3,1%) e Unicredit (-3,5%). Sospesa in asta di volatilità Amplifon con un rialzo teorico dello 0,4%.
Vola Leonardo (+8,3%). In positivo anche Azimut (+5,7%) Campari (+4,9%) e Stm (+4,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps:ritiro pensione pure in altre poste
Vale anche per il reddito di cittadinanza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
16:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il pagamento della pensione ai pensionati che non hanno il conto corrente e la ritirano allo sportello potrà avvenire anche in un ufficio postale diverso da quello abituale. Così l’Inps con un messaggio spiegando che la decisione è dovuta al fatto che alcuni uffici postali sono stati chiusi. Potranno chiedere il pagamento in uno sportello diverso da quello abituale anche i titolari di reddito di cittadinanza.
“Al fine di contenere il rischio da Covid19 e disciplinare gli accessi del pubblico agli uffici postali – si legge – è stato disposto che il pagamento delle prestazioni pensionistiche da parte di Poste Italiane è anticipato a decorrere: dal 26 al 31 marzo 2020 per la mensilità di aprile 2020; dal 27 al 30 aprile 2020 per la mensilità di maggio 2020; dal 26 al 30 maggio 2020 per la mensilità di giugno 2020. Per garantire la continuità dei pagamenti, l’Istituto ha autorizzato Poste Italiane ad effettuare il pagamento delle predette prestazioni in circolarità su tutto il territorio nazionale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,74%)
Indice Ftse Mib a 17.243 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano recupera nel finale di seduta e chiude in rialzo. L’indice Ftse Mib guadagna l’1,74% a 17.243 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce:stampa,sarebbe pronta a lanciare Omt
Piano antispread varato da Draghi nella crisi debiti sovrani
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea sarebbe disponibile ad attivare il piano anti-spread Omt (Outright monetary transaction) per l’acquisto di titoli di Stato per sostenere l’economia dell’Eurozona, colpita dall’emergenza coronavirus. Lo riferisce Bloomberg, citando fonti vicino al dossier. Lo strumento fu messo a punto nel 2012 dall’ex presidente della Bce, Mario Draghi, durante la crisi dei debiti sovrani ma finora non è stato mai utilizzato.
Negli anni scorsi la Bundesbank è sempre stata contraria all’attivazione dell’Omt per timore che potesse violare i Trattati Ue in materia di finanziamenti diretti agli Stati. Ma nel 2016 la Corte costituzionale tedesca, ossia l’Alta Corte di Karlsruhe, ha dato il via libera al piano antispread, dichiarandolo legittimo.
Per attivare l’Omt serve comunque che i Paesi facciano richiesta al Mes.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano recupera e chiude in rialzo
In positivo banche e auto, spread Btp-Bund in calo a 180 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
18:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,74%) recupera nel finale e chiude in rialzo, in linea con gli altri listini europei. Dopo una seduta all’insegna della volatilità sui mercati è prevalso l’ottimismo, con gli investitori che guardano alle misure messe in campo per sostenere l’economia duramente colpita dal coronavirus. Lo spread tra Btp e Bund chiude in calo dopo le indiscrezioni sul piano della Bce. Il differenziale è sceso a 180 punti base, con il tasso del decennale italiano all’1,53%.
A Piazza Affari volano Leonardo (+11,3%) e Azimut (+9,3%).
Riprendono fiato le banche con Mediobanca (+7,9%), Intesa (+2%), Ubi (+1,2%), Unicredit (+0,8%). Bene anche il comparto dell’auto con Fca (+2,9%), Ferrari (+0,9%) e Cnh (+3,2%).
Seduta in rosso per Pirelli (-3,8%) e Atlantia (-3,3%). Male anche Tim (-2,3%), dopo l’alleggerimento di Elliott, e Hera (-1,9%), che ha chiuso il 2019 con un utile di 402 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Draghi: non esitare, agire in fretta, debito deve crescere
Alternativa sarebbe peggiore. Serve liquidità. Proteggere lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
17:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci troviamo di fronte a una guerra contro il coronavirus e dobbiamo muoverci di conseguenza”: “il costo dell’esitazione potrebbe essere irreversibile”. Mario Draghi torna a parlare e, con una lunga analisi pubblicata sul Financial Times, racconta come va declinato il nuovo “whatever it takes”. Un intervento che arriva proprio mentre in Italia riaffiora il dibattito su un suo ruolo in politica di chi lo vedrebbe come un possibile capo di governo, e nel quale non nasconde che è ora il momento di decisi interventi pubblici finalizzati ad aumentare la liquidità, anche a costo di far aumentare – come è scontato – il debito pubblico. “I livelli di debito pubblico devono salire. Ma l’alternativa sarebbero danni ancora peggiori all’economia, rappresentati dalla distruzione permanente delle attività produttive e quindi della base di bilancio”, scrive Draghi, con quella che sembra una inversione ad U rispetto alla sua filosofia di riduzione del debito.

Una frase che racconta meglio di tutte la difficoltà che stiamo vivendo, visto che la pronuncia l’ex presidente della Bce sempre pronto a bacchettare i governi per la necessità di controllare la spesa, mettere a posto i conti e, soprattutto, impegnarsi per la riduzione del debito. “E’ già chiaro che la risposta” alla guerra contro il coronavirus “deve coinvolgere un significativo aumento del debito pubblico”. “La perdita di reddito del settore privato – scrive nella sua analisi – dovrà essere eventualmente assorbita, in tutto o in parte, dai bilanci dei governi. Livelli di debito pubblico più alti diventeranno una caratteristica permanente delle nostre economie e sarà accompagnata da una cancellazione del debito privato”. Come dire, si tratta di un intervento non certo convenzionale. Del resto i riferimenti sono quelli di un’economia bellica e le “guerre sono state finanziate da aumenti del debito pubblico. Durante la prima guerra mondiale. In Italia e in Germania fra il 6 e il 15% delle spese di guerra in termini reali sono state finanziate con le tasse”. Uno dei concetti base è la velocità di azione, l’altro il ruolo dell’Europa. “La velocità del deterioramento dei bilanci privati, causata da uno shutdown che è inevitabile e opportuno” – scrive – deve incontrare “un’uguale velocità nel dispiegare i bilanci dei governi, mobilitare le banche e, come europei, sostenerci uno con l’altro in quella che è evidentemente una causa comune”.

Forse non è un caso che l’intervento dell’ex presidente della Bce arrivi alla vigilia della riunione dei capi di governo di un’Europa che appare ancora divisa in due, tra falchi e colombe. Draghi su questo appare ottimismo, sembra buttare il cuore oltre l’ostacolo: sotto diversi punti di vista “l’Europa è ben equipaggiata” – sostiene – per affrontare questo “shock straordinario. Ha una struttura finanziaria capace di far confluire fondi in ogni parte dell’economia. Ha un forte settore pubblico in grado di coordinare una risposta rapida. La velocità – ribadisce – è essenziale per l’efficacia”. L’ex presidente della Bce torna poi su quello che è uno dei sui punti cardini: il lavoro, che va difeso tutti insieme. “La priorità non deve essere solo offrire un reddito di base a chi perde il lavoro – spiega – Dobbiamo proteggere la gente dalla perdita del lavoro. Se non lo facciamo emergeremo dalla crisi con una permanente occupazione più bassa”. Insomma scelte veloci e straordinarie perché il rischio è che la crisi non sia ciclica ma diventi strutturale e perché il nemico di fronte non è da sottovalutare. “La pandemia del coronavirus è una tragedia umana potenzialmente di proporzioni bibliche”, parola di Mario Draghi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in netto ribasso
Nikkei nuovamente sotto quota 19.000
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
26 marzo 2020
01:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inverte la marcia dopo il maggior rialzo giornaliero in 26 anni fatto segnare ieri, con gli investitori che fanno scattare le prese di profitto in attesa oggi dei dati dal mercato del lavoro Usa per analizzare l’impatto della diffusione del coronavirus sulla prima economia mondiale. Il Nikkei arretra del 3,13% a quota 18.935,36, con una perdita di 611 punti. Sul mercato dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a 110,80 e sull’euro a 120,60.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo stabile a 1603 dollari
Prezzo metallo praticamente invariato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro stabile sui mercati. Il metallo con consegna immediata scambia a 1603 dollari l’oncia (-0,06%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio:Wti torna in calo, 23,7 dollari
Brent cede il 2% a 26,84 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio di nuovo in calo dopo il recupero dei giorni scorsi. Il greggio Wti cede il 3,2% a 23,7 dollari al barile. Il Brent del Mare del Nord arretra del 2% a 26,84 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro avanza a 1,0915 dollari
Yen scambia a 110
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Euro si rafforza sul dollaro all’avvio di giornata con il mercato che attende il vertice europeo per affrontare l’emergenza coronavirus. La moneta unica sale dello 0,3% a 1,0915 dollari. In Asia lo Yen passa di mano a 110 sul dollaro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia contrastata, Tokyo -4,5%
Futures Europa e Usa negativi, occhi su Bce e Pil americano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
08:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta contrastata per le principali borse di Asia e Pacifico, frenate solo in parte dall’emergenza per il Covid-19 scattata in Giappone. Dopo che la Governatrice di Tokyo ha invitato i cittadini a stare in casa a seguito di nuovi contagi nella Capitale sono scattate le vendite in Borsa, con un calo finale del 4,51%. Più caute Shanghai (-0,6%), Shenzhen (-0,8%) e Seul (-1,09%), positive Taiwan (+0,95%) e Sidney (+2,31%). Contrastate anche Hong Kong (-0,77%) e Mumbai (+5,28%), entrambe ancora in fase di contrattazioni.
Negativi i futures sull’Europa e sugli Usa dopo il calo della fiducia delle imprese in Francia e dei consumatori in Germania ed in attesa del bollettino economico della Bce. Da Oltreoceano invece sono attesi la bilancia commerciale di febbraio, le scorte al dettaglio e all’ingrosso, il Pil trimestrale, le nuove richieste di sussidi e l’indice manifatturiero della Fed di Kansas City.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund stabile a 180 punti
Rendimento decennale all’1,49%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
08:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread Btp/Bund. Il differenziale segna 180 punti, sullo stesso livello della chiusura di ieri. Il mercato guarda al vertice europeo di oggi che dovrebbe decidere sui Coronabond e le misure contro l’emergenza e a un nuovo intervento della Bce attraverso il piano Omt ideato (ma fino a ora non attivato) nel 2012 dall’ex presidente Mario Draghi il quale, in un articolo all’Ft, ha esortato ad agire attraverso un incremento della spesa pubblica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moody’s, rivede giudizi su 15 banche
A seguito deterioramento economia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
08:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia di rating Moody’s ha tagliato l’outlook di 15 banche italiane a causa del deterioramento della situazione economica per l’emergenza coronavirus. In particolare Intesa Sanpaolo ha visto ridurre da stabile a negativo l’outlook sul long-term senior unsecured debt ratings mentre rimane confermato quello sul long-term deposit ratings. Confermati i ratings sul deposit e il senior debt.
Confermato il rating ma passa da stabile a negativo l’outlook di Mediocredito Trentino-Alto Adige, di Credito Valtellinese, di Banco Bpm, di Bper, del Credito Emiliano, Mediobanca. Per Banca Monte dei Paschi di Siena l’outlook cambia da positivo a ‘in sviluppo’. I rating di Cassa Centrale, Banca Sella, Cassa Centrale Raiffesein, vengono messi sotto osservazione per un possibile downgrade. VAI ALLA POLITICA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa Milano apre in forte calo -2,12%
Indice Ftse Mib a quota 16.884 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 marzo 2020
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta in forte calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede il 2,12% a 16.884 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano chiude in positivo e lo spread scende sotto 160
Bene anche le Borse europee sulla scia dello sprint di Wall Street e delle iniziative del G20 per l’emergenza sanitaria globale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
19:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ulteriore frenata dello spread tra Btp e Bund che scende anche sotto la soglia dei 160 punti base. Il differenziale si è ridotto a 159 punti base – sugli schermi Bloomberg – con il rendimento del decennale italiano in discesa all’1,22%.
Chiusura ottimista di Piazza Affari (+0,7%), in linea con le altre principali Borse europee, sulla scia del rally pomeridiano di Wall Street, mentre G20 e Consiglio europeo si sono occupati del coronavirus in termini economici e col ministro Roberto Gualtieri a sostenere la necessità di ingenti risorse pubbliche.
Chiusura in positivo per le principali Borse europee. La migliore è stata Parigi (+2,51%) a 4.543 punti, seguita da Londra (+1,46%) a 5.771 punti, Francoforte (+1,28%) a 10.000 punti e Madrid (+1,31%) a 7.033 punti
Le principali Borse europee riprendono terreno sulla scia del rally di Wall Street, mentre il G20 e il Consiglio europeo studiano misure di contrasto all’impatto economico del coronavirus, col dibattito ancora aperto nell’Ue sugli eurobond. La migliore è Londra (+1,1%), seguita da Parigi (+1%), Madrid (+0,5%), Francoforte (+0,4%) e Milano (+0,3%). La volatilità dei mercati intanto resta testimoniata dal rialzo dell’oro (+0,7%), mentre cala il greggio (wti -4,4%).
Wall Street dopo l’apertura positiva accelera. Il Dow Jones sale del 3,24% a 21.881,67 punti, il Nasdaq avanza del 2,68% a 7.583,54 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 3,06% a 2.552,31 punti
Piazza Affari amplia il calo (Ftse Mib -1,2%) nonostante il ribasso dello spread tra Btp e Bund tedeschi a 172 punti, in attesa del Consiglio dell’Ue sui ‘coronabond’ e dopo l’annuncio della Bce sull’acquisto di bond. Poco mosso l’euro sul dollaro, in calo il greggio (Wti -4,4%) bene l’oro (+0,7% a 1.627 dollari l’oncia). Sotto pressione Tim (-5,14%), da due giorni oggetto di prese di beneficio dopo il ridimensionamento della quota del fondo Elliot. Giù anche Ferragamo (-4,36%) ed Stm (-3,55%), mentre salgono Fineco (+3,98%), Buzzi (+3,8%), che distribuirà il dividendo nonostante l’emergenza coronavirus, Unipol e Mediolanum (+2,8% entrambe). Deboli Pirelli (-3,4%), Fca (-2,36%) e Unicredit (-2,1%), più caute invece Banco Bpm (-0,69%) e Intesa (-0,45%), mentre Ubi (+0,8%) torna in territorio positivo.

Seduta contrastata per le principali borse di Asia e Pacifico, frenate solo in parte dall’emergenza per il Covid-19 scattata in Giappone. Dopo che la Governatrice di Tokyo ha invitato i cittadini a stare in casa a seguito di nuovi contagi nella Capitale sono scattate le vendite in Borsa, con un calo finale del 4,51%. Più caute Shanghai (-0,6%), Shenzhen (-0,8%) e Seul (-1,09%), positive Taiwan (+0,95%) e Sidney (+2,31%). Contrastate anche Hong Kong (-0,77%) e Mumbai (+5,28%), entrambe ancora in fase di contrattazioni. Negativi i futures sull’Europa e sugli Usa dopo il calo della fiducia delle imprese in Francia e dei consumatori in Germania ed in attesa del bollettino economico della Bce. Da Oltreoceano invece sono attesi la bilancia commerciale di febbraio, le scorte al dettaglio e all’ingrosso, il Pil trimestrale, le nuove richieste di sussidi e l’indice manifatturiero della Fed di Kansas City.

Prezzo del petrolio di nuovo in calo dopo il recupero dei giorni scorsi. Il greggio Wti cede il 3,2% a 23,7 dollari al barile. Il Brent del Mare del Nord arretra del 2% a 26,84 dollari.

L’Euro si rafforza sul dollaro all’avvio di giornata con il mercato che attende il vertice europeo per affrontare l’emergenza coronavirus. La moneta unica sale dello 0,3% a 1,0915 dollari. In Asia lo Yen passa di mano a 110 sul dollaro.

Tesoro: in asta tassi Ctz tornano positivi, +0,307%  – Il Tesoro ha assegnato in asta tutti i 2,75 miliardi di euro di Ctz a due anni, scadenza novembre 2021, con tassi in rialzo, tornando positivi, allo 0,307% da -0,143 dell’asta di febbraio. La domanda è stata pari a 1,63 volte l’importo offerto da 1,55 precedente. Collocati anche 691 milioni di euro di Btp indicizzati all’inflazione a 30 anni, con un rendimento dell’1,77% dall’1,02% di novembre (+0,75 punti percentuali) ed una domanda pari ad 1,51 volte l’importo offerto.

Moody’s taglio outlook o revisione 15 banche  – L’agenzia di rating Moody’s ha tagliato l’outlook di 15 banche italiane a causa del deterioramento della situazione economica per l’emergenza coronavirus. In particolare Intesa Sanpaolo ha visto ridurre da stabile a negativo l’outlook sul long-term senior unsecured debt ratings mentre rimane confermato quello sul long-term deposit ratings. Confermati i ratings sul deposit e il senior debt. Confermato il rating ma passa da stabile a negativo l’outlook di Mediocredito Trentino-Alto Adige, di Credito Valtellinese, di Banco Bpm, di Bper, del Credito Emiliano, Mediobanca. Per Banca Monte dei Paschi di Siena l’outlook cambia da positivo a ‘in sviluppo’. I rating di Cassa Centrale, Banca Sella, Cassa Centrale Raiffesein, vengono messi sotto osservazione per un possibile downgrade.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte in ribasso
Parigi cede il 2,24%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
09:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in deciso ribasso per i listini europei. La Borsa di Francoforte ha aperto in calo del 2,56%, Parigi del 2,24% mentre Londra alle prime battute cede l’1,46%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio, 52 mld in meno di consumi
Riapertura solo a ottobre è ‘realistica’.Aumenta solo alimentare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
09:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il protrarsi delle chiusure delle attività produttive e di quelle del terziario, come commercio, turismo, servizi, trasporti e professioni – e con la prospettiva che questa situazione si prolunghi nel tempo il calo dei consumi potrebbe toccare i 52 miliardi. Lo stima Confcommercio considerando “realistica l’ipotesi della riapertura del Paese solo all’inizio di ottobre”. L’unico comparto che cresce è quello alimentare con un aumento del 4,2% nel 2020 rispetto al 2019 mentre si prevede un crollo soprattutto per i trasporti (-12,7%), alberghi e ristoranti (-21,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole, giù Unicredit
Spread scende a 178, pesa Ferragamo, sprint Leonardo e Azimut
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
09:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si conferma debole (-1,4%) ma migliore dell’apertura, con lo spread in calo a 178 punti base in attesa del vertice europeo sui ‘coronabond’ e del bollettino economico della Bce. Unicredit (-3,59%) è la peggiore, nonostante il rating invariato di Moody’s. Idem per Intesa (-2,9%), di cui Moodys’s però ha abbassato la prospettiva da ‘stabile’ a ‘negativa’, Banco Bpm (-2,6%) e Ubi (-2,5%).
Sotto pressione il lusso con Ferragamo (-3%) e Moncler (-1,8%), mentre il calo del greggio frena Eni (-2%) e Saipem (-2,5%). In controtendenza Leonardo (+2,5%), Azimut (+1,59%) e Amplifon (+0,8%). Giù Fca (-2,58%), Ferrari -1,54%) e Tim (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund scende ancora a 175
Rendimento cala all’1,43% su attese mosse Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
09:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scende ancora lo spread fra Btp e Bund in attesa delle mosse della Bce e della Ue per affrontare l’emergenza Coronavirus. Il differenziale segna ora 175 punti contro i 180 dell’avvio. Il rendimento del decennale italiano cala all’1,43%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa pesante, Milano -1,3%
Londra la peggiore (-2,7%) col greggio, migliora spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
10:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tutte in ribasso le Borse europee, Milano compresa. Dopo due giorni di recuperi, sull’onda del pacchetto da 2.000 miliardi di dollari degli Usa a sostegno dell’economia del Paese, tornano a prevalere i timori sugli effetti globali dall’espandersi del coronavirus. In linea con futures americani negativi, Londra cede il 2,79%, Parigi il 2,32% e Francoforte il 2,21% mentre Piazza Affari (-1,3%) ha ridotto il calo iniziale in parallelo col miglioramento dello spread Btp-Bund (a 173 punti). Il listino milanese è tuttavia zavorrato da Unicredit (-3,8%), Ferragamo (-3%) e Stm (-2,57%).
In un clima volatile sprint invece di Leonardo (+3,6%) e Azimut, insieme al resto del risparmio gestito, e Buzzi Unicem entrambe in aumento del 4%. Eni (-1,5%) è allineata all’indice mentre gli altri petroliferi europei ritracciano col prezzo del greggio in calo. A Londra Bp perde il 3,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce calo (-0,7%)
Spread scende a 175, pesa Ferragamo, sprint Buzzi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
10:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari riduce il calo (Ftse Mib -0,7%) in contemporanea con il miglioramento dello spread tra Btp e Bund tedeschi a 175 punti, in attesa del vertice europeo sui ‘coronabond’ e del bollettino economico della Bce. Risale dai minimi Unicredit (-2,8%) a cui Moody’s ha lasciato invariato il rating e la prospettiva stabile. Idem per Intesa (-0,9%), la cui prospettiva però è diventata ‘negativa’.
In minor calo anche Banco Bpm (-0,6%), mentre Ubi (+0,36%) gira in positivo. Al di sopra dei minimi segnati in apertura anche Ferragamo (-2,55%) e Moncler (-0,65%), così come Eni (-1,17%) e Saipem (-1,25%). Sprint di Buzzi (+4,94%), Leonardo (+4,14%), Azimut (+4,37%) e Mediolanum (+3,35%). Dimezzano il calo Fca (-0,8%) e Tim (-1,2%), ma non Ferrari (-2,14%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano giù ma regina Ue (-0,65%)
Spread stabile a 175, pesa Ferragamo, giù Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si conferma in calo (Ftse Mib -0,65%) ma in testa alle altre piazze europee, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi stabile a 175 punti, nel giorno del vertice europeo sui ‘coronabond’ e dopo il bollettino economico della Bce, pronta ad acquistare bond, mentre l’euro si rafforza a 1,094 sul dollaro. Debole il greggio (Wti -2,8%) così come l’oro (-0,59% a 1.608 dollari l’oncia). Sul listino milanese sprint di Buzzi (+5,5%), che secondo gli analisti pagherà il dividendo nonostante l’emergenza coronavirus. Frena invece il lusso con Ferragamo (-4,29%), Moncler (-1,8%) e, in campo automobilistico, Ferrari (-2,07%). Debole Unicredit (-2,88%), ma sopra ai minimi al pari di Intesa (-0,52%), dopo che Moody’s ha lasciato invariati i due rating, abbassando a ‘negativa’ la prospettiva per quest’ultima. Debole anche Bper (-1%), poco mossa Banco Bpm (-0,46%), positiva invece Ubi (+1,1%), che consolida il rialzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa giù con futures,Milano-0,3%
Occhi puntati su Consiglio Ue, in arrivo Pil, scorte e sussidi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
12:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse Europee deboli con i futures Usa in attesa di numerosi dati da Oltreoceano e con l’emergenza Covid che incalza. Gli occhi dei mercati sono puntati oggi sul Consiglio dell’Ue, che dovrà affrontare il nodo dei cosiddetti ‘coronabond’, proposti dall’Italia con il sostegno di altri Paesi, tra cui la Francia e le perplessità della Germania. Milano (-0,35%) è la migliore, seguita da Madrid e Parigi (-1,7% entrambe), mentre Francoforte (-2,4%) e Londra (-2,2%) sono le peggiori. In calo la fiducia delle imprese in Francia e dei consumatori in Germania, mentre dagli Usa atteso un ribasso della bilancia commerciale e delle scorte sia al dettaglio che all’ingrosso.
Previsto stabile il Pil del 4/o trimestre mentre le richieste di sussidi sono stimate in calo, così come l’indice manifatturiero della Fed di Kansas City. Debole il greggio (Wti -2%), in lieve rialzo l’oro (+0,1%), in calo a 170 lo spread tra Btp e Bund, grazie all’intervento della Bce, mentre l’euro sale a 1,095 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In asta tassi Ctz tornano positivi +0,3%
Balzo di 0,75 punti per centuale per i Btp a 30 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
12:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Tesoro ha assegnato in asta tutti i 2,75 miliardi di euro di Ctz a due anni, scadenza novembre 2021, con tassi in rialzo, tornando positivi, allo 0,307% da -0,143 dell’asta di febbraio. La domanda è stata pari a 1,63 volte l’importo offerto da 1,55 precedente. Collocati anche 691 milioni di euro di Btp indicizzati all’inflazione a 30 anni, con un rendimento dell’1,77% dall’1,02% di novembre (+0,75 punti percentuali) ed una domanda pari ad 1,51 volte l’importo offerto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Bce avvia Qe pandemico
Pubblicato programma acquisti Pepp su Gazzetta Ufficiale Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
12:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce ha notificato il lancio del programma di acquisti per l’emergenza pandemica (Pepp) con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale dell’Unione europea: con il Pepp – si legge – “l’Eurosistema non tollererà alcun rischio posto alla trasmissione della politica monetaria in tutte le giurisdizioni dell’area euro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Mediobanca dona 1,1 milioni
A Regione Lombardia, Comune Milano e ospedale Sacco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
12:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Mediobanca insieme ai suoi dipendenti ha donato 1,1 milioni di euro in favore della lotta contro il Covid-19. L’importo, che verrà devoluto alla Regione Lombardia, al Comune di Milano e all’Ospedale Sacco, è stato raccolto grazie all’impegno congiunto della Banca e dei suoi dipendenti che nei giorni scorsi hanno partecipato attivamente a una campagna interna di raccolta fondi.
“Siamo da sempre vicini al territorio in cui operiamo e alle sue istituzioni. Con questa donazione vogliamo dare un supporto concreto alle iniziative per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso”, ha dichiarato Alberto Nagel, Amministratore Delegato di Mediobanca. “Vorrei ringraziare le istituzioni per l’impegno profuso in questi giorni anche a nome di tutti i dipendenti del Gruppo che hanno contribuito con generosità a questa iniziativa”, conclude Nagel”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coop congela prezzi per 18mila prodotti
Manovra anti-speculazione per 2 mesi. Tutela per il latte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
12:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi fermi per 2 mesi, fino al 31 maggio prossimo, per circa 18 mila prodotti. Lo ha annunciato oggi Coop spiegando che la decisione, che ha un intento anti-speculativo, riguarda tutti i prodotti confezionati industriali, sia quelli con il proprio marchio che quelli delle altre società.
“Un impegno concreto per proteggere la spesa delle famiglie e per evitare l’insorgere di rischi speculativi – afferma l’ad di Coop Italia, Maura Latini – E’ una misura preventiva che abbiamo deciso di attuare a garanzia dei nostri soci e consumatori.
Inoltre se si rendesse necessario, tuteleremo i nostri produttori e allevatori italiani da altri fenomeni speculativi garantendo loro la giusta remunerazione”. Una particolare tutela è prevista la la filiera del latte, al quale viene riconosciuta, nonostante la sovrapproduzione, lo stesso prezzo pattuito in precedenza.
Si tratta – spiega Coop in una noda – di “una sorta di misura preventiva e una garanzia che Coop sottoscrive a vantaggio dei propri soci e consumatori, ma anche a tutela dei produttori e degli allevatori italiani nel momento eccezionale che stiamo vivendo. In una fase di emergenza Coop s’impegna ad agire sia a monte (verso i fornitori), che a valle (verso i consumatori) per garantire la stabilità dei prezzi e delle remunerazioni dei diversi attori della filiera”.
Contemporaneamente Coop “sta contattando i fornitori di propri prodotti a marchio al fine di operare insieme per il contrasto ad ogni logica speculativa. Tra le filiere che possono avere prime tensioni va segnalata quella del latte”. “Lì si registra una tensione legata all’eccesso di produzione generato dalla chiusura di alcune tipologie commerciali – spiega Latini – Insieme ai nostri fornitori garantiremo agli allevatori che forniscono latte fresco il prezzo precedentemente pattuito. Più in generale ci muoveremo per i nostri prodotti Coop in maniera tale che sia garantito a ogni anello della filiera produttiva del nostro Paese la giusta remunerazione. Mai come ora il nostro primario impegno è proteggere le famiglie e il tessuto produttivo italiano”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa si assesta, Milano -1,4%
Occhi puntati su Consiglio Ue, futures Usa in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
13:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse Europee si assestano uniformando il calo dopo la notifica degli acquisti di titoli in chiave anti emergenza coronavirus da parte della Bce. Milano amplia il calo (Ftse Mib -1,4%) e lo riducono nel contempo Madrid (-1,5%) e Londra (-1,7%), mentre Parigi (-1,8%) e Francoforte (-2,15%) si accodano. Sul tappeto il Consiglio dell’Ue sui cosiddetti ‘coronabond’, con l’ex-presidente della Bce Mario Draghi che sollecita gli stati dell’Ue a garantire il debito delle imprese con le banche. In calo sotto l’1% i futures su Wall Street e sul Nasdaq in attesa della bilancia commerciale e delle scorte sia al dettaglio che all’ingrosso negli Usa.
Previsto stabile il Pil del 4/o trimestre mentre le richieste di sussidi sono stimate in calo, così come l’indice manifatturiero della Fed di Kansas City. In ulteriore calo il greggio (Wti -2,5%) mentre sale l’oro (+0,4%) e lo spread tra Btp e Bund risale a 174 punti, mentre l’euro sale a 1,096 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Air Italy: prime offerte per acquisto
Proposte saranno prese in esame dai liquidatori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
26 marzo 2020
13:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono “alcune manifestazioni di interesse” per Air Italy. Ne dà notizia la stessa azienda in liquidazione con una breve nota in merito al bando pubblicato lo scorso 19 marzo e scaduto alle 18 di ieri. “I liquidatori procederanno ad esaminare quanto ricevuto per le valutazioni conseguenti”, si legge nel comunicato. Il bando per la vendita prevedeva due lotti: uno per il ramo Aviation e uno per le Manutenzioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: -4,3% con disoccupazione Usa
Le quotazioni calano a 23,44 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
26 marzo 2020
13:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio in calo a New York con il balzo delle richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti, il primo dato che cattura gli effetti preliminari del coronavirus sull’economia. Le quotazioni perdono il 4,3% a 23,44 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora (-1,2%), giù Tim
Spread scende a 172, bene Fineco e Buzzi, frena Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
13:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari amplia il calo (Ftse Mib -1,2%) nonostante il ribasso dello spread tra Btp e Bund tedeschi a 172 punti, in attesa del Consiglio dell’Ue sui ‘coronabond’ e dopo l’annuncio della Bce sull’acquisto di bond.
Poco mosso l’euro sul dollaro, in calo il greggio (Wti -4,4%) bene l’oro (+0,7% a 1.627 dollari l’oncia). Sotto pressione Tim (-5,14%), da due giorni oggetto di prese di beneficio dopo il ridimensionamento della quota del fondo Elliot. Giù anche Ferragamo (-4,36%) ed Stm (-3,55%), mentre salgono Fineco (+3,98%), Buzzi (+3,8%), che distribuirà il dividendo nonostante l’emergenza coronavirus, Unipol e Mediolanum (+2,8% entrambe).
Deboli Pirelli (-3,4%), Fca (-2,36%) e Unicredit (-2,1%), più caute invece Banco Bpm (-0,69%) e Intesa (-0,45%), mentre Ubi (+0,8%) torna in territorio positivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Inps, pensioni garantite, non c’è rischio stop
Tridico, sistema pensionistico ha garanzia Stato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
14:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il sistema pensionistico, sebbene a ripartizione, ha la garanzia dello Stato. Non c’è nessun problema di arresto”. Lo ha detto il presidente dell’Inps Pasquale Tridico a SkyTg24, spiegando che i 10 miliardi previsti per le materie lavoristiche sono risorse “aggiuntive”. “Se qualcuno ha mai pensato a pregiudicare le risorse pensionistiche si sbaglia, non c’è assolutamente nulla di cui preoccuparsi. Abbiamo la liquidità certa su cui puntare per cui le pensioni sono assolutamente in garanzia”, ha detto Tridico.

Sono 17.893.036 le pensioni vigenti all’inizio del 2020 esclusi i dipendenti pubblici di cui 13.862.598 (il 77%) di natura previdenziale e 4.030.438 (il 23%) di natura assistenziale, ovvero erogate a sostegno di situazioni di invalidità o di disagio economico e non legate al versamento di contributi. E’ quanto emerge dall’Osservatorio Inps sulle pensioni. L’importo complessivo annuo è pari a 208,8 miliardi di euro di cui 187 miliardi sostenuti dalle gestioni previdenziali e 21,8 miliardi da quelle assistenziali.

Il 60,5% delle pensioni erogate dall’Inps (17,89 milioni escluse quelle del settore pubblico) ha un importo inferiore a 750 euro. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sulle pensioni appena pubblicato spiegando che per le donne la percentuale sale al 73,6%. Questa comunque è solo una misura indicativa della “povertà”, dato che molti pensionati sono titolari di più prestazioni pensionistiche e hanno redditi da pensione più elevati. Delle 10.823.685 pensioni con importo inferiore a 750 euro, solo il 43,3% (4.682.320) beneficia di prestazioni legate a requisiti reddituali bassi, quali integrazione al minimo, maggiorazioni sociali, pensioni e assegni sociali e pensioni di invalidità civile. Altre 1.698.277 prestazioni (il 9,5% del totale) ha un importo tra i 750 e i 1.000 euro al mese. L’importo di 7 pensioni su 10, quindi, è inferiore a 1.000 euro.

Il 55,2% della spesa pensionistica dell’Inps, esclusa quella per le pensioni del settore pubblico, è concentrata nel Nord con un picco per la categoria Vecchiaia con il 60,2%. E’ quanto emerge dall’Osservatorio Inps sulle pensioni secondo il quale il 24,4% della spesa è indirizzato all’Italia meridionale e le Isole (per la categoria Pensioni e assegni sociali la percentuale passa al 54,3%), il 19,8% all’Italia centrale ed lo 0,7% a soggetti residenti all’estero. Se si guarda al numero delle pensioni, il 47,9% delle prestazioni è al Nord, il 19,3% al centro, il 30,7% al Sud e il 2,1% all’Estero. Calcolando il coefficiente di pensionamento grezzo (rapporto tra numero di pensioni e popolazione residente per mille) di ciascuna area geografica, si osserva che il Nord continua ad essere l’area con il maggior numero di pensioni per mille residenti (308,8 per mille), seguita dal Centro con il 287,3 per mille e dal Mezzogiorno con il 266,7 per mille. Il Nord ha un numero di pensioni per residente maggiore per le categorie vecchiaia e superstiti, seguito dal Centro e dal Mezzogiorno, mentre l’ordine si inverte per le pensioni di categoria invalidità previdenziale e per le prestazioni assistenziali. La regione con minor numero di pensioni previdenziali per residente è la Sicilia (170 pensioni x 1.000 residenti), seguita dalla Campania con 180 pensioni e dal Lazio (181).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La spinta di Draghi, il debito deve crescere – Le reazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
17:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Baglioni(UniCatt), idea pragmatica, senza etichette  – La soluzione prospettata da Mario Draghi contro l’emergenza coronavirus, di un intervento dello Stato a garanzia dell’indebitamento delle imprese con il sistema bancario, “non fa riferimento a specifiche dottrine economiche ed è molto pragmatica”. Lo sostiene Angelo Stefano Baglioni, docente di Economia Monetaria all’Università Cattolica di Milano, che si definisce un “liberista responsabile” andando oltre le “etichette” tra le diverse scuole di pensiero. “Draghi ha colto sicuramente nel segno – commenta Baglioni – perché solleva il problema fondamentale dal punto di vista economico, a parte quello sanitario, che è la liquidità delle imprese con flussi di cassa azzerati per qualche mese”. Il rischio, sottolinea il Docente, è quello di ritrovarsi con “insolvenze e costi di lungo periodo molto elevati” per le imprese. Da qui la soluzione “molto precisa” di Draghi che chiede al sistema bancario di “dare prestiti alle imprese senza guardare troppo il merito di credito”. “Sarà poi lo Stato nella proposta di Draghi – aggiunge – a dare la garanzia e pagare i debiti delle imprese alle banche”. In questo modo è il bilancio pubblico a “farsi carico dei debiti privati”. “Una soluzione – spiega il professore della Cattolica – che non fa riferimento a specifiche dottrine economiche, è molto pragmatica e fa leva su un sistema bancario come quello europeo che ha ancora un rapporto stretto con le imprese”. Una soluzione, a suo dire, “più difficile da attuare negli Usa o nel Regno Unito, dove le imprese si rivolgono più alla finanza di mercato emettendo titoli di debito”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bordignon, giusta analisi, non vedo altre strade – “Penso che Draghi ha ragione e non vedo un’altra strada percorribile. Sono d’accordo con l’analisi che fa Draghi sul fatto che è necessario proteggere l’economia”. Così Massimo Bordignon docente di scienza delle finanze all’Università Cattolica e unico esponente italiano dell’Advisory European Fiscal Board, l’organismo che supporta la Commissione europea nell’applicazione delle regole fiscali. Il tema non è solo quello dare il “sussidio di disoccupazione – aggiunge – ma è importante fare in modo che le persone non perdano il lavoro e che le imprese continuino a funzionare. E per le imprese bisogna fornite quelle garanzie da parte del settore pubblico che gli permettano di restare a galla anche in assenza di fatturato. Tutto questo inevitabilmente si rifletterà sui livelli del debito. Per paesi come l’Italia, che ha già accumulato un debito elevato, bisogna studiare il modo su come aumentarlo senza che il Paese vada in bancarotta”. Ma bisogna avere meno “paura di questo aumentare del debito perchè i tassi d’interesse resteranno bassi per molto tempo e quindi sarà più facilmente sostenibile. Qualunque debito è sostenibile sei tassi d’interesse sono zero”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora, Milano -1%
Occhi puntati su Consiglio Ue, futures Usa positivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
14:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse Europee peggiorano dopo i dati sulla bilancia commerciale, le scorte, il Pil e i sussidi di disoccupazione negli Usa, mentre i futures su Wall Street girano in rialzo. Con gli occhi puntati sul G20 e sul Consiglio dell’Ue sui ‘coronabond’ Milano si conferma la migliore a -1%, mentre Londra, Parigi e Francoforte lasciano sul campo il 2% e solo Madrid (-1,3%) fa un po’ meglio. Stabile a 171 punti lo spread tra Btp e Bund, dopo l’annuncio della Bce sull’avvio degli acquisti di titoli di stato. Segno meno per il greggio (-2,5%), in rialzo l’oro (+0,l9%) mentre torna a salire l’euro sul dollaro, sfiorando quota 1,1. Sotto pressione gli estrattivo-minerari Bhp (-4,2%), Basf (-3,7%), Rio Tinto (-2,7%), e Linde (-1,5%), a differenza dei cementieri Heidelberg (+1,4%) e Buzzi (+4,8%). Giù Rbs (-7,7%) ed Hsbc (-4,4%) a Londra, Credit Agricole (-3,87%) a Parigi e Unicredit (-1,7%), a differenza di Ubi (+1,8%). Sotto pressione gli automobilistici Daimler (-4,8%), Volkswagen (-3,2%) ed Fca (-1,75%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva
S&P 500 sale dell’1,51%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
14:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale del 2,49% a 21.667,52 punti, il Nasdaq avanza dell’1,78% a 7.521,41 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,51% a 2.512,99 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, l’Italia rifiuta la bozza d’intesa del Consiglio Ue. Conte: Pronti a fare da soli’
Il premier: “Se qualcuno pensa a meccanismi del passato, ve li potete tenere”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
20:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso della conference call con i leader europei il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, ha reso noto di “non accettare il draft preparato nonostante gli sherpa italiani avessero ottenuto quasi tutto, compresa l’eliminazione di qualsiasi riferimento al Mes”.
“Come si può pensare che siano adeguati a questo shock simmetrico strumenti elaborati in passato, costruiti per intervenire in caso di shock asimmetrici e tensioni finanziarie riguardanti singoli Paesi?”. E’ questo, a quanto si apprende da Palazzo Chigi, il messaggio che il premier Giuseppe Conte ha inoltrato ai leader Ue nel corso del Consiglio europeo. “Se qualcuno dovesse pensare a meccanismi di protezione personalizzati elaborati in passato allora voglio dirlo chiaro: non disturbatevi, ve lo potete tenere, perché l’Italia non ne ha bisogno”, ha aggiunto.
Conte ha chiarito che nessuno pensa a “una mutualizzazione del debito pubblico. Ciascun Paese risponde per il proprio debito pubblico e continuerà a risponderne”. L’Italia – ha spiegato Conte – “ha le carte in regola con la finanza pubblica: il 2019 l’abbiamo chiuso con un rapporto deficit/Pil di 1.6 anziché 2.2 come programmato”.
Dieci giorni all’Europa “per battere un colpo e trovare una soluzione adeguata alla grave emergenza che tutti i Paesi stanno vivendo”, è il messaggio che – proseguono le fonti di Palazzo Chigi –  il premier ha inoltrato ai leader europei. Facendo una proposta: istituire una sorta di gruppo di lavoro formato da “cinque” capi di stato o di governo europei per la formulazione di una proposta di risposta comune. Proposta che, si sottolinea, è stata formulata dal premier in accordo con il suo omologo spagnolo Pedro Sanchez.
“Conte ha fatto bene” a respingere la bozza del vertice Ue: “Se si vogliono proporre vecchi strumenti faremo da soli”. Lo afferma al Tg1 il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “E’ il momento che il popolo italiano venga aiutato”, questo “significa poter spendere tutti i soldi che servono per aiutare imprenditori, lavoratori e famiglie e poterci rialzare” da questa crisi.
IL MESSAGGIO DELLA UE AL G20 – “Eventi senza precedenti richiedono azioni senza precedenti. E’ necessaria un’azione veloce, massiva e coordinata a livello globale sui fronti della sanità e dell’economia per salvare vite ed evitare ulteriori crisi economiche”. Così in una dichiarazione congiunta i presidenti di Commissione Ue e Consiglio europeo, Ursula von der Leyen e Charles Michel, al termine della riunione straordinaria in videoconferenza del G20 sulla pandemia di coronavirus. “Il G20 ha un ruolo centrale nell’assicurare un coordinamento globale”, si legge nella dichiarazione congiunta dei presidenti, che hanno insistito sul fatto che i Paesi del G20 debbano “coordinare le proprie politiche macroeconomiche, mobilitando tutti gli strumenti disponibili, per mitigare la recessione economica, sostenere i lavoratori e le aziende più colpite”. Michel e von der Leyen hanno anche “sottolineato che per limitare l’impatto sulle nostre economie, e mantenere la nostra abilità di produrre e fornire il materiale medico e protettivo necessario, è imperativo che si mantengano aperti i flussi commerciali e le catene di rifornimento, e si evitino nuove restrizioni”. L’Ue ha anche chiesto ai membri del G20 di fornire assistenza reciproca per il rimpatrio dei cittadini bloccati all’estero che desiderano tornare a casa, e ha assicurato che continuerà ad “assistere i Paesi vulnerabili e le comunità nel mondo, soprattutto in Africa” nel combattere la pandemia.
“Per la protezione dell’economia il G20 deve fare ricorso a tutti gli strumenti di politica fiscale e monetaria e le risposte nazionali devono essere coordinate, aumentando così la loro efficacia”. Lo ha detto, in video conferenza con il G20, il premier Giuseppe Conte. Il premier, sul fronte sanitario ha spiegato come “il coordinamento e la cooperazione vanno assicurati sulla ricerca, sulle terapie e sulla fornitura di kit sanitari laddove c’è maggiore necessità”.
I RISULTATI DEL G20 – Il G20 inietta 5.000 miliardi di dollari nell’economia mondiale per superrare l’impatto “sociale, economico e finanziario” del coronavirus. E’ quanto si legge in una nota del G20 al termine del vertice in videoconferenza. I 20 ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali si sono impegnati a “whatever it takes per superare la pandemia” e per “minimizzare i danni economici e sociali, rilanciare la crescita e mantenere la stabilità dei mercati”. “Sosteniamo le misure straordinarie prese dalle banche centrali in linea con il loro mandato” e “sosteniamo le misure prese dal Fmi e dalla Banca Mondiale a sostegno dei Paesi che hanno bisogno”.
Il presidente russo Vladimir Putin ha proposto al G20 di creare un fondo speciale per sostenere i Paesi colpiti dall’epidemia di Covid-19. Lo riferisce l’agenzia di stampa statale russa Tass. “Noi tutti, – ha affermato Putin – se parliamo del G20 nel suo insieme, abbiamo bisogno di un piano comune di azione per stabilizzare la situazione, sostenere l’economia e ristabilire la fiducia nei mercati mondiali. Noi adesso in generale abbiamo urgente necessità di assicurare l’accesso ai finanziamenti per i Paesi che hanno bisogno di risorse, prima di tutto gli Stati che sono colpiti da questa crisi e dalla pandemia”. Secondo Putin, quindi, “alla luce di ciò si potrebbe pensare di creare un fondo speciale sotto il patrocinio dell’Fmi” e “dare il diritto di prendere denaro in prestito da questo fondo a qualunque membro dell’Fmi in maniera proporzionale alla propria quota nell’economia globale a interessi zero per un lungo periodo di tempo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eurodeputati: ‘Dalla Ue risposta unitaria su emergenza coronavirus’
Deputati chiedono ai Paesi membri di mantenere aperte le frontiere interne per la consegna di beni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con un forte sostegno alle misure per affrontare la pandemia Covid-19, il Parlamento europeo si è espresso in Plenaria a favore di una forte solidarietà Ue per aiutare i cittadini. Prima del voto d’urgenza sul primo pacchetto di misure proposte dalla Commissione per aiutare gli Stati membri ad affrontare la pandemia in modo efficiente e coordinato, i deputati hanno chiesto ai Paesi Ue di collaborare e di mantenere aperte le frontiere interne, per consentire la consegna di attrezzature mediche e di beni.
“Abbiamo bisogno dell’Europa che ogni sera esce sui balconi per applaudire gli operatori sanitari”, ha detto Esteban Gonzales Pons (Ppe), mentre Javier Moreno Sánchez (S&D) ha sottolineato la necessità di proporre anche delle misure quali un piano Marshall dell’Ue.
“Se l’Europa si basa sulla solidarietà economica e monetaria, la solidarietà sanitaria è ancora più necessaria”, ha invece dichiarato Dominique Riquet (Renew). Nicolas Bay (ID) ha criticato la risposta dell’Ue, mentre la co-presidente dei Verdi Ska Keller ha chiesto aiuto finanziario alle persone che hanno perso il loro reddito. Derk Jan Eppink (Ecr) ha proposto una diversa risposta pragmatica alla crisi, dichiarando come i nuovi eurobond o “coronabond” non sarebbero “un modo efficace per rivitalizzare l’economia europea”.
Infine Manon Aubry (Gue): “Un’Europa protettiva si prenderebbe cura dei suoi lavoratori essenziali. Piuttosto che applaudire i badanti, i cassieri, le persone da cui dipendono le nostre vite, aiutiamoli”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano torna in calo (-0,9%)
Sprint per Buzzi, bene Leonardo e Poste
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
16:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Torna in calo Piazza Affari, dopo un lieve rimbalzo in positivo in seguito all’apertura di Wall Street. In fondo al Ftse Mib si trova Tim (-5,9%), ma pesa anche il lusso, tornato a perdere, con Ferragamo (-3,9%) e Moncler (-1,6%). In rosso, nonostante lo spread intorno a 170 punti, ci sono oggi anche una serie di banche, da Bper (-2,3%), a Unicredit (-2%) e Intesa (-0,6%), dopo che Moody’s ha lasciato invariati i due rating, abbassando a ‘negativa’ la prospettiva per quest’ultima, mentre guadagna Fineco (+4,6%). Tra i titoli che patiscono anche Eni (-1,4%), come il resto del comparto in Europa, e Fca (-1,3%), come le auto in tutto il Vecchio continente.
A sostenere il listino principale si trovano invece Buzzi Unicem (+6,7%), che distribuirà il dividendo nonostante l’emergenza coronavirus, insieme a Leonardo (+5,3%), ma anche Poste (+3,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, a febbraio export in aumento 6,4%
Su base annua verso i paesi extra Ue. L’energia affossa l’import
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
16:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– A febbraio, l’Istat stima una crescita delle esportazioni italiane verso i paesi extra europei che, per la prima volta includono anche il Regno Unito, dopo la Brexit. L’aumento dell’export italiano è dello 0,6% rispetto a gennaio 2020 e del 6,4% rispetto a febbraio 2019. Invece le importazioni calano del 6,6% sul mese e del 3,6% sull’anno. L’Istat sottolinea che la dinamica “negativa dell’import è in larga misura imputabile alla flessione degli acquisti di prodotti energetici”. Gli acquisti di energia segnano -11,3% registrando una flessione già prima dell’emergenza Coronavirus nel Paese (il primo caso italiano accertato è del 20 febbraio).
Quanto alle esportazioni, risultano in espasione per tutti i raggruppamenti di industrie e si concentrano verso tre mercati di sbocco. L’aumento delle vendite verso Stati Uniti (+22,4%), Svizzera e Giappone spiega, infatti, da solo quasi l’80% dell’incremento tendenziale dell’export, mentre sono in “netto calo” le vendite verso la Cina (-21,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Compagnie europee rischiano -76 mld dlr
Questo metterebbe a rischio 5,6 milioni di posti di lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
17:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le compagnie europee rischiano di perdere 76 miliardi di dollari di ricavi e la domanda passeggeri è stimata in calo del 46% rispetto ai livelli del 2019. E’ questo l’ultimo scenario tratteggiato dalla Iata, l’associazione internazionale del trasporto aereo, che rafforza il suo appello ai Governi europei perché attuino un intervento urgente. Un declino di questa portata – avverte – mette a rischio circa 5,6 mln di posti di lavoro e 378 miliardi di dollari in Pil sostenuto dal trasporto aereo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa riprende terreno con WS
Mentre continua discussione su eurobond per coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
17:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le principali Borse europee riprendono terreno sulla scia del rally di Wall Street, mentre il G20 e il Consiglio europeo studiano misure di contrasto all’impatto economico del coronavirus, col dibattito ancora aperto nell’Ue sugli eurobond. La migliore è Londra (+1,1%), seguita da Parigi (+1%), Madrid (+0,5%), Francoforte (+0,4%) e Milano (+0,3%). La volatilità dei mercati intanto resta testimoniata dal rialzo dell’oro (+0,7%), mentre cala il greggio (wti -4,4%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, guadagna l’1,4%, ma restano perplesse le banche, che vanno in ordine spazio. A patire sono soprattutto Virgin Money (-9,1%), Royal Bank of Scotland (-5,7%), Abn Amro (-5%), Hsbc (-2,9%), mentre guadagnano Bank of Ireland (+3,9%) e Bnp Paribas. Tra le italiane, nonostante lo spread sceso a sotto 162 punti, perdono quota Bper (,2,7%) e Unicredit (-1,7%), salgono invece Ubi (+2%) e Intesa (+0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tariffe: da aprile elettricità -18,3%
Arera, risparmi complessivi 184 euro/anno a famiglia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
17:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bollette dell’elettricità e del gas in forte ribasso nel secondo trimestre 2020 con risparmi complessivi di 184 euro l’anno a famiglia. Lo annuncia l’Arera, spiegando che “le perduranti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, legate ad una decisa riduzione dei consumi anche a causa dell’emergenza COVID-19, e una sostanziale stabilità nel fabbisogno degli oneri generali portano infatti ad una riduzione del -18,3% per l’elettricità e del -13,5% per il gas per la famiglia tipo1 in tutela”.
L’aggiornamento delle condizioni di tutela del secondo trimestre 2020 – spiega l’Arera – riflette quotazioni nei mercati all’ingrosso dell’elettricità e del gas attese in calo, legate ad una contrazione dei consumi che potrà continuare nei prossimi mesi, anche a causa dell’emergenza COVID-19.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,7%)
Il Ftse Mib a 17.369 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
17:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,73% a 17.369 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva
Parigi migliore (+2,5%) poi Londra (+1,4%) e Francoforte (+1,2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in positivo per le principali Borse europee. La migliore è stata Parigi (+2,51%) a 4.543 punti, seguita da Londra (+1,46%) a 5.771 punti, Francoforte (+1,28%) a 10.000 punti e Madrid (+1,31%) a 7.033 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano ottimista, bene industria
Spread 158 punti, banche in ordine sparso, giù Tim e Ferragamo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
18:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura ottimista di Piazza Affari (+0,7%), in linea con le altre principali Borse europee, sulla scia del rally pomeridiano di Wall Street, mentre G20 e Consiglio europeo si sono occupati del coronavirus in termini economici e col ministro Roberto Gualtieri a sostenere la necessità di ingenti risorse pubbliche. A trainare il listino principale l’industria, con Buzzi (+7,2%), che distribuirà il dividendo nonostante l’emergenza virus, Azimut (+7%) e Leonardo (+6%). Sprint per Fineco (+9,1%) e sono andate bene Ubi (+2,4%), Banco Bpm (+1,4%) e Intesa (+0,9%), non Unicredit (-1,5%) e Bper (-1,9%), in un giorno in cui lo spread Btp-Bund, in calo, si è fermato a 158,6 punti.
In negativo Tim (-4,9%) e il lusso con Ferragamo (-3,1%), mentre ha tenuto Moncler (+0,8%). Contraddittorio il comparto energia, con qualche perdita per Eni (-0,1%) e Enel (-0,3%), guadagni per Tenaris (+5,5%) e Saipem (+1,1%), col greggio in calo (wti -6%). Positive Poste (+4,6%), Cnh (+3,7%), Exor (+3,5%) e anche Atlantia (+3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce compra, spread Btp-Bund in picchiata a 158 punti
Rendimento titolo decennale italiano in calo a 1,21%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
18:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brusco ribasso dello spread tra Btp e Bund che chiude sotto la soglia dei 160 punti base, a 158, dai 180 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo a 10 anni del Tesoro è sceso fino all’1,21% (da 1,50% di ieri) in una decisa inversione di rotta sulle voci di massicci acquisti di titoli da parte della Bce nel quadro del nuovo programma per l’emergenza pandemica (Pandemic Emergency Purchase Programme, PEPP).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Upb, impatto forte virus su 64% imprese
36% meno colpite ma avranno comunque sostegno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
18:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal punto di vista numerico, il 64% delle imprese italiane opera nei settori ad alto e medio impatto del coronavirus, con percentuali più basse tra le società di capitali (58,9%). E’ la stima dell’Ufficio parlamentare di bilancio che, nella memoria sul Cura Italia trasmessa alla Commissione Bilancio del Senato, calcola come il 36% delle imprese potrebbe invece risentire in maniera meno marcata del rallentamento della propria attività, “ma beneficiare comunque delle misure di sostegno previste”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Berlusconi: ‘Al Parlamento Ue votiamo per mobilitare 37 miliardi’
Da utilizzare per investimenti nei sistemi sanitari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
18:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sto partecipando da remoto, come tutti i parlamentari europei, alla Sessione plenaria straordinaria convocata per discutere e votare le prime tre proposte della Commissione europea per affrontare gli effetti della pandemia di Covid19 negli Stati membri. Votiamo – affera il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi – per mobilitare le riserve di liquidità dei Fondi strutturali per 37 miliardi di Euro che saranno utilizzate per investimenti nei sistemi sanitari e per fare in modo che anche il Fondo di solidarietà possa essere utilizzato per le emergenze sanitarie. Abbiamo votato per dare un aiuto alle compagnie aeree, un settore già in grave difficoltà: non saranno più obbligate ad effettuare voli vuoti per conservare gli slot durante la crisi. Èsolo l’inizio, ma è un buon inizio. Se l’Europa mancasse questa prova, se non dimostrasse di essere una comunità solidale, non sarebbe davvero più quell’Europa in cui crediamo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A.Mittal: stop produzione per commercio
Provvedimento del prefetto di Taranto valido fino al 3 aprile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
26 marzo 2020
19:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fino al 3 aprile, a causa dell’emergenza Coronavirus, nello stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto è sospesa l’attività produttiva ai fini commerciali e viene solo garantito il mantenimento e la salvaguardia impianti e sicurezza, con l’impiego di 3500 lavoratori diretti e 2000 dell’indotto nelle 24 ore. E’ quanto stabilisce, secondo quanto riferiscono fonti sindacali, un decreto del prefetto di Taranto, Demetrio Martino, in corso di emanazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio crolla, chiude a -7,7%
Le quotazioni cedono 22,60 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
26 marzo 2020
19:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio crolla a New York, dove le quotazioni chiudono perdendo il 7,7% a 22,60 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: cigs per altri 2.900, il totale sale a 6.860
USAerospace: ‘Pronte linee credito per 1,5 miliardi dollari’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
21:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, secondo quanto si apprende, si appresta ad integrare la nuova cigs fino al 31 ottobre chiedendo di aggiungere altri 2.900 dipendenti ai 3.960 già richiesti, per far fronte all’emergenza Coronavirus. Si tratta di 2.700 dipendenti aggiuntivi per Alitalia e altri 200 per Cityliner (finora non coinvolta dalla cigs). Con questa nuova richiesta il totale dei dipendenti per cui è chiesta la cigs sale a 6.860.
Patuanelli, tutti in crisi, potrà competere – Con la crisi del settore del trasporto aereo, messo in ginocchio dal coronavirus, Alitalia potrà partire dallo stesso livello delle altre compagnie e crescere. Lo ha sottolineato il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, a Zapping su Radio Uno. “La debolezza delle altre compagnie consentirà ad Alitalia di partire dallo stesso livello delle altre. Tutte sono in difficoltà, tutte stanno stanno chiedendo l’intervento dello Stato. – ha spiegato – Grandi giganti inimmaginabili da raggiungere partiranno dallo stesso punto di Alitalia e quando si riaprirà il mercato Alitalia potrà crescere. Partiamo da un mercato fermo ma fermo per tutti”.
USAerospace, pronte linee credito 1,5 mld dlr  – USAerospace Partners conferma di aver espresso interesse per Alitalia in lotto unico. Lo si legge in una nota del gruppo americano, in cui si precisa che la presidente Michele Roosevelt Edwards è autorizzata, se necessario, a contrarre linee di finanziamento con un importante istituto statunitense fino a un miliardo e mezzo di dollari. USAerospace Partners ribadisce, infine – prosegue la nota – di essere pronta a verificare con il sistema Italia ogni collaborazione utile a rendere di nuovo grande l’Alitalia. USAerospace Partners conferma l’interesse per Alitalia con la volontà di renderla di nuovo grande. Il gruppo americano fondato nel 2002 a Burleson in Texas, conta oggi sei sedi operative negli Stati Uniti d’America ed è presente in cinque Paesi, fra cui Austria ed Islanda in Europa. Ha un net value di 386 milioni di euro. USAerospace Partners guarda ad un “rilancio forte e duraturo” della compagnia italiana “nello scenario globale, nella convinzione che al suo interno ci siano tutte le competenze necessarie per il rilancio”, si legge nella nota. Dagli Stati Uniti fanno inoltre sapere che la volontà di USAerospace Partners, che ha già le linee di un piano strategico, è di fare una compagnia basata sull’italianità, sui made in Italy, con hub a Fiumicino, per farla diventare una grande compagnia e non un follower di un mercato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fitch conferma rating ‘AAA’ per Usa, outlook stabile
Ma prevede contrazione pil nel 2020 del 3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
21:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia Fitch conferma il rating AAA degli Stati Uniti. L’outlook è stabile. Lo afferma Fitch in una nota, prevedendo una contrazione dell’economia americana del 3% nel 2020.
Il piano da 2.000 miliardi di dollari di aiuti all’economia farà salire il debito americano al 115% nel 2020 dal 100% del pil del 2019. Lo prevede Fitch stimando un deficit federale in aumento al 13% del pil nel 2020 dal 4,6% del 2019. Il deficit aumenterà ulteriormente con i conti pubblici di stati e delle municipalità sotto pressione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tariffe: da aprile elettricità -18,3%, gas -13,5%
Il calo per le basse quotazioni delle materie prime anche per il Coronavirus (2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
20:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bollette dell’elettricità e del gas in forte ribasso nel secondo trimestre 2020. Lo annuncia l’Arera, spiegando che “le perduranti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, legate ad una decisa riduzione dei consumi anche a causa dell’emergenza COVID-19, e una sostanziale stabilità nel fabbisogno degli oneri generali portano infatti ad una riduzione del -18,3% per l’elettricità e del -13,5% per il gas per la famiglia tipo1 in tutela”.
Il calo delle bollette dell’elettricità e del gas nel secondo trimestre porterà ad un risparmio complessivo annuo di 184 euro per la famiglia-tipo.
Per quanto riguarda una misurazione degli effetti sulle famiglie (al lordo tasse), per l’elettricità la spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il 1° luglio 2019 e il 30 giugno 2020) sarà di circa 521 euro, con una variazione del -7,9% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° luglio 2018-30 giugno 2019), corrispondente a un risparmio di circa 45 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.019 euro, con una variazione del -12% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 139 euro/anno. Rispetto all’anno scorrevole, quindi, il risparmio complessivo per la famiglia tipo per elettricità e gas è di circa 184 euro/anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: taglia da 15 milioni di dollari su Maduro
Dipartimento di Stato, per informazioni utili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
26 marzo 2020
16:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il dipartimento di Stato Usa offre sino a 15 milioni di dollari per informazioni utili all’arresto del presidente venezuelano Nicolas Maduro.
Il presidente del Venezuela è stato incriminato negli Usa con accuse di traffico di droga dopo un’inchiesta delle autorità federali a Washington, New York e in Florida. Il NYT scrive che dovrebbero essere annunciate accuse anche contro una decina di altre persone, compresi dirigenti governativi e dell’intelligence e membri delle Forze armate rivoluzionarie (Farc), che hanno finanziato a lungo le loro attività con il traffico di cocaina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Bce, via al piano da 750 miliardi
Shock economico estremo, al via piano di acquisto titoli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
18:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca centrale europea ha dato oggi il via al nuovo programma di acquisto di titoli da 750 miliardi di euro per l’emergenza pandemica (pandemic emergency purchase programme, PEPP). Lo riferisce la Bce. La Banca centrale europea ha notificato il lancio del programma con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale dell’Unione europea: con il Pepp – si legge – “l’Eurosistema non tollererà alcun rischio posto alla trasmissione della politica monetaria in tutte le giurisdizioni dell’area euro”.

“La pandemia del coronavirus costituisce un’emergenza collettiva di sanità pubblica pressoché senza precedenti nella storia recente. È anche uno shock economico estremo, che richiede una reazione ambiziosa, coordinata e urgente delle politiche su tutti i fronti”. Lo scrive la Bce nel suo bollettino.
“L’evolvere dell’epidemia di COVID-19 sta peggiorando le prospettive per l’economia mondiale contenute nelle proiezioni macroeconomiche di marzo 2020 formulate dagli esperti della Bce – prosegue il bollettino- in un orizzonte di più lungo periodo la prevista ripresa dell’economia mondiale dovrebbe acquisire una trazione non più che modesta”. Francoforte spiega che “l’epidemia ha colpito l’economia mondiale proprio mentre si iniziavano a cogliere i primi segni di una stabilizzazione”.
Segnale molto importante è anche la rimozione del limite degli acquisti di Bond per ciascun paese dell’area euro. La Bce – si legge nell’opinione legale pubblicata oggi dalla Bce sulla gazzetta ufficiale dell’Unione europea – si dà la massima flessibilità nel suo programma di acquisti per l’emergenza pandemica (Pepp) mettendo da parte le regole sul limite agli acquisti di Bond come era stato per i piani precedenti. L’Istituto spiega che il limite agli acquisti, come quello della quota del 33% per ciascun Paese dell’area euro, “non dovrebbe essere applicato” in questo programma. Si tratta di una mossa senza precedenti. Nel programma di acquisti per l’emergenza pandemica (Pepp) prevede acquisti di titoli su scadenze il più ampie possibili, dai 30 giorni ai 30 anni. Con “trattamento uguale” ‘pari passu’ dei bond nel portafoglio della Bce rispetto agli investitori privati. Inoltre “per assicurare l’efficacia della sua decisione” non si applicheranno agli attivi presi nel portafoglio attraverso il Pepp le quote già registrate degli attivi nel bilancio consolidato della Bce.
AUSTRIA CONTRARIA AI CORONABOND – L’Austria boccia i cosiddetti Coronabond. “Respingiamo una mutualizzazione generalizzata dei debiti”, ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz durante una conferenza stampa a Vienna in vista del vertice Ue. Secondo Kurz, si tratta di “un vecchio modello” che non ha funzionato neanche in passato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Confcommercio, 52 miliardi in meno di consumi
Riapertura solo a ottobre è ‘realistica’. Aumenta solo il settore alimentare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 marzo 2020
16:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il protrarsi delle chiusure delle attività produttive e di quelle del terziario, come commercio, turismo, servizi, trasporti e professioni – e con la prospettiva che questa situazione si prolunghi nel tempo il calo dei consumi potrebbe toccare i 52 miliardi. Lo stima Confcommercio considerando “realistica l’ipotesi della riapertura del Paese solo all’inizio di ottobre”. L’unico comparto che cresce è quello alimentare con un aumento del 4,2% nel 2020 rispetto al 2019 mentre si prevede un crollo soprattutto per i trasporti (-12,7%), alberghi e ristoranti (-21,6%).

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutte le ultimissime dal Mondo Economico, sempre approfondite ed aggiornate. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 17 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:31 DI MARTEDì 24 MARZO 2020

ALLE 15:39 DI MERCOLEDì 25 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Wall Street corre +7% con ok stimoli Usa
S&P 500 sale del 6,14%, Nasdaq +5,52%
NEW YORK
24 marzo 2020 15:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street corre con la speaker della Camera, Nancy Pelosi, che si dice ottimista sul raggiungimento nel giro di poche ore di un accordo in Congresso sul piano di stimoli all’economia. Il Dow Jones sale del 7,01% a 19.890,83 punti, il Nasdaq avanza del 5,52% a 7.243,89 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 6,14% a 2.374,41 punti.
Landini,imprese cambiano codice attività
Non è possibile giustificarle. Così perde senso provvedimento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
16:10
“Alcune imprese stanno cambiando il loro codice Ateco per poter continuare a produrre. Non è possibile giustificarle. Il primo passo è di mettersi a lavorare sull’elenco delle attività essenziali e su quelle che ad oggi possono fermarsi per qualche giorno”. Lo ha affermato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, nel corso della videoconferenza dei sindacati con il governo, a proposito dell’attività industriale dopo l’ultimo Dpcm. Secondo Landini, “aver introdotto nel decreto la deroga a livello territoriale per le aziende la cui attività è agganciata a quelle consentite, previa informazione e decisione prefettizia, ha scatenato una malsana rincorsa. Il rischio è che tutte le aziende che hanno un minimo collegamento con attività consentite chiedano comunque di produrre al 100%. Non è possibile consentire la produzione al 100% di quelle imprese che lavorano al 5% per aziende ritenute essenziali. Così perde senso il provvedimento”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia, Ue cooperi su virus o muore
Crisi rappresenta prova solidarietà e ipotesi nuova governance
24 marzo 2020
16:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Ue deve mettere in campo contro il coronavirus “politiche coordinate e coerenti” o rischia di essere anch’essa una vittima. E’ quanto si legge in uno studio Banca d’Italia i cui autori sono parte del gruppo di monitoraggio emergenza Covid-19. La crisi “rappresenterà anche una prova della nostra capacità di essere solidali. Se i paesi membri riuscissero a unire i loro sforzi per evitare questo “male comune”, la loro cooperazione potrebbe trovare un nuovo slancio per arrivare a dotare l’Ue di un fondamentale bene comune: una governance più completa ed efficace”. “Un blocco simultaneo a livello continentale (o almeno a livello di UE) è l’unica opzione possibile”, “nel breve termine – da oggi e per le prossime poche (o non così poche) settimane” ma “può ovviamente essere sostenibile solo se temporaneo. Quando, al termine dell’emergenza, sarà il momento di allentarlo progressivamente si dovrebbe disporre di un insieme di misure coerente e ben progettato”.
Pisano, app tracciamento sia volontaria
Funzionamento è legato ad alta percentuale di utilizzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
17:02
“Noi stiamo cercando applicazioni anche per il tracciamento, queste applicazioni funzionano quando le usa una percentuale elevata di cittadini all’interno del Paese o dell’area che si deve monitorare”. Lo dice la ministra dell’Innovazione, Paola Pisano, a ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1. Di app, spiega “ce ne sono di vario tipo, noi prediligiamo quelle volontarie. Con noi nella valutazione c’è il Garante della Privacy che ci aiuterà a definire la migliore”.
Tra i paesi con cui ci si confronta ci sono anche “Germania e Inghilterra”, sottolinea.
Borsa: Milano +6,3% con banche e lusso
Gualtieri rassicura su dopo virus. Brilla Exor, si riprende Cnh
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
17:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua a guadagna la Borsa di Milano (+6,3%), con il ministro dell’economia e delle finanze, Roberto Gualtieri, che rassicura sul dopo emergenza coronavirus.
In cima al listino principale c’è Exor che brilla (+17,5%), mentre si riprende Cnh (2,4%) dopo le dimissioni del ceo e del cfo e va bene Fca (+6,6%) con uno stabilimento pronto a produrre mascherine. In salita le banche, con lo spread a 192, soprattutto Unicredit (+7,6%), Fineco (+7,5), Ubi (+7,4) e Intesa (+6%). A scalare il Ftse Mib anche il lusso, con Moncler (+11,2%) e Ferragamo (+8,4%). Meno convinti i petroliferi, Eni a parte (+8,3%), col greggio in calo (wti – 1,2%), da Saipem (+4,2%) a Tenaris (+0,08%) mentre anche Pirelli (+1,4%) non si avvantaggia della flessione.
In fondo al listino principale Diasorin (-1,4%), Recordati (+0,3%) e cauta Tim (+1,6%) dopo ilo rimbalzo della mattina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+8,93%)
Indice Ftse Mib a 16.948 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in forte rialzo per la Borsa di Milano. L’indice Ftse Mib ha guadagnato l’8,93% a 16.948 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia:rinvio confronto su cigs al 3/4
Lo ha deciso il ministero per dare piu tempo per trattare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
18:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il confronto tra Alitalia e i sindacati sulla proroga della cigs per 3.960 dipendenti, secondo quanto si apprende, è rinviato al 3 aprile. Lo ha deciso il Ministero del lavoro nell’incontro di oggi, che avrebbe dovuto essere quello conclusivo, per concedere alle parti più tempo per la trattativa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, eurobond senza condizionalità
Per dl di aprile chiederemo scostamento deficit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
18:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fra le risorse a cui guarda il governo per finanziare le misure contro lo shock economico del coronavirus c’è l’ipotesi “di usare l’emissione di eurobond da parte del Mes, senza alcuna condizionalità”. Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in audizione sul decreto Cura Italia. E sul prossimo provvedimento cui lavora il governo per contrastare l’impatto del coronavirus, Gualtieri ha puntualizzato che “è del tutto evidente che ora dovremo rapidamente tornare in Parlamento per chiedere l’autorizzazione a un ulteriore scostamento (del deficit, ndr) per finanziare il decreto di aprile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in volata
Francoforte migliore (+10,9%), poi Londra (+9%) e Parigi (+8,3%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
19:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura brillante per tutte le principali Borse europee. La migliore è stata Francoforte (+10,9%) a 9.700 punti, seguita da Londra (+9,05%) a 5.446 punti, Parigi (+8,39%) a 4.242 punti, Madrid (+7,82%) a 6.717 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano rimbalza con banche e lusso
In cima al listino Eni, bene industria con Buzzi e Stm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
19:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di rimbalzo verso l’alto per Piazza Affari (+8,9%), come per le altre principali Borse europee, nonostante gli indici pmi tutti in calo marzo. Il listino principale, rassicurato anche dal ministro Gualtieri nel suo intervento sul Cura Italia, contro l’emergenza coronavirus, è stato sostenuto soprattutto dalle banche, con lo spread che ha chiuso a 188 punti, in particolare Ubi (+10%), Unicredit e Fineco (+9,9%) e Intesa (+9,3%). Brillante il servizio di pagamento Nexi (+17%). In cima al Ftse Mib è arrivata Exor (+21,6%), è andata bene Fca (+12,8%), sostenuta dalla riconversione di uno stabilimento a produrre mascherine, e si è risollevata Cnh (+3,5%) il giorno dopo il tonfo per le dimissioni di ceo e cfo. Netta ripresa per il lusso, coi mercati asiatici che hanno infuso un po’ di ottimismo, a partire da Moncler (+13,4%) e Ferragamo (+7,5%). Tra i titoli migliori Eni (+14,9%), ma anche l’industria, con Buzzi (14,6%), Stm (14,4%) e Leonardo (14,3%). Male Diasorin (-1,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Tokyo apre in netto rialzo
Ottimismo investitori su piani stimolo governi e banche centrali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
25 marzo 2020
01:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prende consistenza il recupero della Borsa di Tokyo, in linea con la ripresa degli indici azionari globali e l’ottimismo degli investitori sui piani di stimolo dei governi e delle banche centrali per contenere l’impatto negativo del coronavirus. Il Nikkei avanza dell’1,97% a quota 18.448,26, aggiungendo 355 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si indebolisce sul dollaro a 111,10 e sull’euro a 119,80.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre in rialzo, +0,29%
Yen stabile a 111 dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
07:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve rialzo all’avvio della giornata. La moneta unica sale dello 0,29% a 1,0819 dollari. In Asia stabile lo yen a 111 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: apre in calo a 1612 dollari
Metallo scende dell’1,22%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
07:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in calo sui mercati.
Il metallo con consegna immediata scende dell’1,22% a 1612 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio:Wti ritrova quota 25 dollari
Aumento del 4%. Scorte Usa a sorpresa in calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
07:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio Wti continua il recupero iniziato ieri e sale del 4%, ritrovando quota 25 dollari. Il greggio del Texas scambia ora a 24,95 dollari al barile spinto anche dal dato sulle scorte Usa, risultato in calo a fronte di attese di un surplus. Il Brent avanza del 3,2% a 28.02 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse Asia, rimbalzi record. Tokyo +8%
Brilla Tokyo (+8,04%) con Seul (+5,89%), meno esuberanti cinesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le borse asiatiche mettono a segno rialzi che non vedevano dal 2008 sulla scia del rimbalzo record segnato da Wall Street grazie all’accordo politico sul pacchetto di misure da 3 trilioni di dollari a sostegno dell’economia statunitense contro il coronavirus. Mentre il petrolio rimbalza, il dollaro si indebolisce e i futures europei sono positivi Tokyo ha fatto un balzo dell’8,04%, Seul del 5,89% e Hong Kong a seduta ancora aperta guadagna più del 3%. Bene intonati anche i listini cinesi di Shanghai (+2,17%) e Shenzhen (+2,92%). Ancora meglio ha fatto Sidney (+5,54%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund stabile a 188 punti
Rendimento del decennale all’1,54%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
08:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund stabile a 188 punti all’avvio di giornata. Il rendimento del decennale è pari all’1,54%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati, scioperi di oggi confermati
Metalmeccanici in Lombardia e Lazio. Nuovo incontro alle 12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
08:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli scioperi dei metalmeccanici della Lombardia e del Lazio proclamati per oggi sono confermati. Lo riferiscono i sindacati spiegando che si va verso l’accordo con il Governo sulle attività da chiudere per l’emergenza Coronavirus ma che un nuovo incontro è previsto per le 12. Gli scioperi sono in corso e riguardano tutta l’industria metalmeccanica i cui comparti non sono stati chiusi al di fuori delle attività legate a quella ospedaliera e sanitaria e alla produzione di macchine per questa attività.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+1,76%)
All”indomani maggior aumento di sempre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 marzo 2020
09:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari apre in aumento all’indomani del suo quarto maggior rialzo di sempre. L’indice Ftse Mib segna un guadagno dell’1,76 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: avvio positivo in Europa
Parigi +2,29%, più cauta Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
09:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Buona partenza per le borse europee. Francoforte guadagna il 2,96%, Parigi il 2,29% e Londra alle prime battute segna un rialzo dell’1,52 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Scholz, si affronta con Ue
Deficit 156 mld è ‘giganetesco’ ma Germania può permetterselo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
25 marzo 2020
09:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il coronavirus rappresenta una emergenza “senza precedenti nella storia della Repubblica federale”. Lo ha detto il ministro delle finanze tedesco, Olaf Scholz al Bundestag, parlando al posto di Angela Merkel, in quarantena a casa. “Noi stiamo con i nostri partner europei. Non è una battaglia che si può affrontare da soli”, ha affermato.
Scholz ha poi sottolineato che il virus sia anche “una sfida nazionale” in Germania e che i 156 miliardi di euro di deficit, previsti per il 2020 per contrastare gli effetti economici del coronavirus, sono “una somma gigantesca” ma “ce lo possiamo permettere”. VAI ALLA POLITICA VAI ALLE NOTIZIE INTERNAZIONALI

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano (+3,1%) allunga con Europa
Dietro a futures Usa positivi. Rally di Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
09:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari allunga il passo (+3,1%) in linea alle alte borse europee grazie a futures Usa che hanno imboccato una direzione positiva, sempre sull’onda dell’intesa trovata alla vigilia su un pacchetto da 2 trilioni di dollari a sostegno dell’economia statunitense per far fronte alla diffusione del coronavirus. L’indice Ftse Mib segna un rialzo del 3,1% sostenuto dal rimbalzo dei finanziari Banca Mediolanum (+8,46%) e Azimut (+7,44%) nonché del nuovo recupero di Exor (+7,05%) mentre Fca, dopo uno stop in asta di volatilità, guida il listino con un rally del 10%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano +4,9%, migliore d’ Europa
Londra +4%, Parigi +3,8% e Francoforte +3,3% con futures Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
10:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari accelera ancora (Ftse Mib +4,9%), come le altre borse europee, dietro ai futures Usa che hanno preso con decisione una direzione positiva preannunciando un’apertura positiva di Wall Street dove alla vigilia l’indice Dow Jones ha segnato il suo maggior rialzo dal 1933. A spingere i listini anche oggi è l’intesa trovata negli Usa sul pacchetto di misure da 2 trilioni di dollari per l’economia americana per fronteggiare l’espandersi del coronavirus. Londra sale del 4%, Parigi del 3,8% e Francoforte del 3,3% in un rimbalzo che riguarda un po’ tutti i settori soprattutto quelli più penalizzati di recente. A Milano corrono con rialzi superiori al 10% Fca, Leonardo e Mediobanca mentre Exor è finita in asta di volatilità (e segna una crescita teorica del 12%). Acquisti anche su Generali (+8,6%) ed Eni (+5,5%) col recupero del greggio. Restano indietro solo Tim (+0,4%), dopo l’alleggerimento di Elliott, e Atlantia (-0,34%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli convoca associazioni benzinai
Riunione in conference call per scongiurare lo stop
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
10:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha convocato una conference call con i presidenti delle associazioni di categoria dei distributori di carburanti. La conference, secondo quanto si apprende, dovrebbe tenersi nel pomeriggio.
eri le associazioni avevano lamentato problemi alla sicurezza e alla sostenibilità economica del servizio e annunciato che “di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con emergenza coronavirus chiamate di gruppo aumentate del 1000%
Il tempo trascorso su Whatsapp, Messenger e Instagram è aumentato del 70%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
11:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da quando il coronavirus ha colpito l’Italia, le chiamate di gruppo su Messenger e WhatsApp sono aumentate, in termini di tempo, di oltre il 1.000%. Lo rende noto Facebook in un post firmato da due vicepresidenti, Alex Schultz e Jay Parikh.
Il tempo trascorso dagli italiani sulle app dell’ecosistema Facebook – che comprende Instagram, Messenger e WhatsApp – è aumentato del 70% dall’inizio della crisi, si legge nel post. Nell’ultimo mese lo scambio di messaggi è cresciuto del 50%, mentre le visualizzazioni delle dirette – Instagram e Facebook Live – sono raddoppiate nell’arco di una settimana.
A livello globale, “la crescita d’uso causata dal Covid-19 non ha precedenti in tutto il settore, stiamo riscontrando nuovi record di utilizzo quasi ogni giorno”, scrivono Schultz e Parikh. “Mantenere la stabilità durante questi picchi di utilizzo è più difficile del solito ora che la maggior parte dei nostri dipendenti lavora da casa”. Tuttavia, assicurano, “stiamo lavorando per mantenere le nostre app funzionanti senza problemi, rendendo i nostri sistemi più efficienti e aggiungendo la capacità richiesta”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli convoca le associazioni di categoria dei benzinai (2)

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La conference call nel pomeriggio. Ieri l’appello di Conte per scongiurare lo sciopero da oggi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
12:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha convocato una conference call con i presidenti delle associazioni di categoria dei distributori di carburanti. La conference, secondo quanto si apprende, dovrebbe tenersi nel pomeriggio.
Ieri l’appello del premier: “Invito tutti a soprassedere” sull’annunciato progressivo stop agli impianti di benzina perché è un servizio essenziale: “Troveremo una soluzione con la ministra De Micheli. Ma non possiamo consentire che si arrivi a un’interruzione di questo pubblico servizio”. Lo ha detto ieri sera il presidente del Consiglio Conte in un’intervista al Tg5.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Mustier, linea comune dividendi
Richiesta a membri federazione bancaria europea (Ebf)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
11:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Jean Pierre Mustier, amministratore delegato di UniCredit, in qualità di presidente della Federazione Bancaria europea (Ebf) chiede alle banche europee di valutare una linea comune sulla ‘rottamazione dei dividendi’ e conservare il capitale per dare sollievo all’economia, in un momento di emergenza per il coronavirus. Lo riporta Bloomberg, che riferisce come la principale lobby bancaria europea stia cercando così di rispondere alla Bce che ha dato flessibilità sul capitale, invitando a non aumentare dividendi e bonus.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Deliveroo fa il pieno di adesioni dei ristoranti, +40% a marzo
Il settore della ristorazione si aggrappa al food delivery per dare continuità all’attività e tutelare i dipendenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
11:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I ristoranti in tempo di Coronavirus, si aggrappano al food delivery. Con le disposizioni del governo che chiudono al pubblico ristoranti ed esercizi commerciali, il settore della ristorazione guarda alle piattaforme di consegna di cibo a domicilio per dare continuità alla propria attività, tutelare i dipendenti e l’intero indotto occupazionale e assicurare ai cittadini un servizio adesso più che mai necessario.
A dimostrarlo sono i dati di Deliveroo, dove qualora il trend attuale dovesse essere confermato, la piattaforma leader dell’online food delivery con circa 9 mila locali chiuderà il mese di marzo con un aumento del 40% del numero dei ristoranti che hanno deciso di fare il proprio ingresso rispetto alle previsioni.
“I ristoranti guardano alle piattaforme e noi guardiamo al mercato dove vediamo dei primi segnali positivi che ci auguriamo si traducano presto in una ripresa consistente”, fa sapere il general manager Deliveroo Italia, Matteo Sarzana, che aggiunge, “stiamo facendo il massimo per sostenere i nostri ristoranti partner e quelli che hanno deciso in questi giorni di fare il proprio ingresso in piattaforma. Siamo un servizio essenziale per la vita di molte persone, lo facciamo con grande senso di responsabilità pensando prima di tutto alla sicurezza di ristoranti, rider e clienti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cura Italia, alla prossima settimana aperte le procedure per 5 bonus
Lo ha annunciato il presidente dell’Inps. Riguardano partite Iva, autonomi, lavoratori agricoli, del turismo e dello spettacolo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
13:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dalla prossima settimana saranno aperte le procedure per accedere ai 5 bonus: partite Iva, autonomi, lavoratori agricoli, del turismo e dello spettacolo”. Lo ha annunciato il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, parlando su Raiuno delle misure previste dal Cura Italia. Le domande per la cassa integrazione e per il congedo sono già attive. Per i bonus verrà attivata sul sito dell’Istituto una “procedura semplificata con un Pin semplificato”.
Il presidente dell’Inps ha inoltre precisato: “L’Istituto ha tutta la liquidità necessaria per far fronte a tutte queste istanze e questo non pregiudica il pagamento delle pensioni”.  Ieri Tridico aveva detto: “Abbiamo i soldi per pagare le pensioni fino al momento in cui è stato sospeso il pagamento dei contributi. Quindi fino a maggio non c’è problema di liquidità anche perchè possiamo accedere ad un ‘tesoretto’ che è il Fondo di Tesoreria dello Stato. Dopo di che immagino che in aprile ci sarà un altro decreto che dovrà anche dire cosa succederà alla sospensione dei contributi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mit,fino al 3 aprile limitazioni alla mobilità
Ulteriore riduzione per treni Intercity e Frecce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
12:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono tutti prorogati (da oggi) fino al 3 aprile i provvedimenti messi in atto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per far fronte all’emergenza Covid19. La Ministra Paola De Micheli – si legge in una nota del Mit – ha firmato un Decreto che prolunga l’efficacia di otto Decreti interministeriali, siglati col Ministero della Salute, con diverse misure finalizzate ad una forte limitazione della mobilità. Inoltre è prevista l’introduzione di un’ulteriore riduzione dei servizi ferroviari a lunga percorrenza (Intercity e Frecce) sempre fino al 3 di aprile.
– Le misure che vengono prorogate nel dettaglio riguardano:
– La razionalizzazione del trasporto aereo e dell’operatività degli aeroporti (Decreto n.112).
– La riprogrammazione dei treni a lunga percorrenza e del trasporto ferroviario dei passeggeri (Decreto n.113).
– La riduzione dei servizi non di linea e automobilistici interregionali (Decreto n.114).
– La riduzione dei servizi ferroviari Intercity (Decreto n.116) con un nuovo ridimensionamento dei treni.
– La sospensione del trasporto passeggeri con la Sardegna (Decreto n.117).
– La forte limitazione del trasporto passeggeri con la Sicilia (Decreto n.118).
– L’introduzione dell’obbligo del periodo di isolamento fiduciario di 15 giorni per chi rientra dall’estero (Decreto n.120). In questo caso al provvedimento viene apportata una nuova modifica: l’esenzione dall’obbligo di isolamento fiduciario si estende all’equipaggio dei mezzi di trasporto e al personale viaggiante appartenente a imprese aventi sede legale in Italia.
– L’obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni previsto per chi entra in Italia non si applica al personale sanitario, ai lavoratori transfrontalieri per comprovati motivi di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza o abitazione; ulteriori restrizioni al trasporto passeggeri con la Sicilia e la Sardegna (Decreto n.122).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nomisma, a picco fatturato immobiliare
Previsto calo dei prezzi fino al 4% in biennio 2020-2021
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
12:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mercato immobiliare italiano sta vivendo una situazione “inedita e potenzialmente drammatica”.
Nel 2020 si prevede una perdita tra i 9,2 e i 22,1 miliardi di euro di fatturato nel settore residenziale e tra i 2,6 e i 5,8 miliardi di euro di capitali investiti nel segmento corporate. È quanto emerge dall’Osservatorio sul mercato immobiliare di Nomisma presentato oggi in diretta streaming. Come conseguenza dell’impatto del coronavirus la società stima flessioni medie comprese tra il -1,3% ed il -4% nel biennio 2020-2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in ordine sparso
A Piazza Affari soffrono le banche, corrono Leonardo e Campari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee appaiono nervose e procedono in ordine sparso in attesa dell’avvio di Wall Street.
In rialzo Madrid (+1,1%), Parigi (+0,9%) e Londra (+0,9%) mentre sono in rosso Francoforte (-1,3%) e Milano (-0,2%).
A Piazza Affari corrono Leonardo (+5,5%), Campari (+5,4%) e Mediobanca (+3,1%). In rosso Ferragamo (-3,9%), Atlantia (-3,7%) e Prysmian (-2,9%). In calo anche il comparto delle banche con Bper (-2%), Banco Bpm (-1,7%) e Unicredit (-1,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano amplia il calo -1,03%
Raffica di sospensioni in asta di volatilità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
13:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Milano amplia il calo con il Ftse Mib che cede lo 0,9% 16.806 punti. A Piazza Affari raffica di sospensioni in asta di volatilità con Prysmian in calo teorico del 4%, Diasorin (-3,6%), Enel (-3,5%) e Banco Bpm (-3,1%). Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 187 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,59%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sicurezza nelle fabbriche, c’è l’intesa sulle attività essenziali
“Risultati positivi con il governo, viene rivisto l’elenco”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
14:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Viene rivisto l’elenco delle attività produttive considerate essenziali e indispensabili, in questa fase, per il Paese: c’è l’intesa dei sindacati con il governo, raggiunta nel corso del confronto conclusivo, già terminato, tra i ministri dell’Economia, Roberto Gualtieri, e dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ed i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. Lo riferiscono gli stessi sindacati, che parlano di risultati positivi”. Il decreto ministeriale potrebbe arrivare già in giornata.
E’ stato fatto “un grande lavoro comune ottenendo un ottimo risultato nella direzione di tutelare la salute di tutti i lavoratori e di tutti i cittadini”. Così Cgil, Cisl e Uil in una nota unitaria, dopo aver “concluso uno stringente confronto con il Governo” che ha portato all’intesa sulle attività produttive indispensabili che restano aperte: “Abbiamo rivisitato l’elenco” ed è “stato tolto tutto ciò che non era essenziale, visto il momento difficile che stiamo vivendo”. Rimarcano inoltre che “dovrà essere rigorosamente adottato il Protocollo sulla sicurezza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia, dal governo misure e risorse adeguati
“Garanzia alle grandi aziende solo se in condizioni di difficoltà”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il disegno delle misure contenute nel ‘Cura Italia’ che ha un orizzonte di breve periodo, e l’entità dell’impegno finanziario appaiono adeguati alla fase attuale di sviluppo dell’epidemia”. E’ quanto scrive la Banca d’Italia in una memoria rivolta alla commissione del Senato sottolineando come “il Governo ha già annunciato di essere pronto ad assumere ulteriori provvedimenti in funzione dell’evoluzione della crisi. I margini di azione si sono ampliati con il riconoscimento” da parte della Ue della possibilità di deviare dal Patto di Stabilità.
“I provvedimenti in sostegno delle condizioni finanziarie delle aziende sono mirati soprattutto alle piccole e medie imprese, che nei prossimi mesi potranno risentire maggiormente di eventuali restrizioni nell’accesso al credito”, prosegue Bankitalia, invitando a “un’attenta analisi di costi e benefici per assicurare che le risorse pubbliche vengano concentrate su quei casi in cui sono accertabili condizioni di difficoltà” di grandi aziende.   L’istituto centrale ricorda che tali imprese “dispongono di ampi margini inutilizzati sulle linee di credito in conto corrente”.
“Andrà controllato con attenzione l’utilizzo dei congedi parentali da parte delle famiglie al fine di valutare la congruità dei relativi stanziamenti. Nel caso di prolungamento della chiusura delle scuole potrebbe essere necessario estendere gli strumenti attualmente previsti”, scrive ancora la Banca d’Italia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano nervosa cede lo 0,3%
Sospesi Unicredit, Recordati e Ubi, spread Btp-Bund a 187 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
15:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano prosegue nervosa in terreno negativo con l’indice Ftse Mib che cede lo 0,3% a 16.907 punti. Tre titoli restano sospesi in asta di volatilità con Unicredit in calo teorico del 4,7%, Recordati (-3%) e Ubi Banca (-1%). Lo spread tra Btp e Bund resta a 187 punti, con il rendimento del decennale italiano all’1,85%.
A Piazza Affari restano pensanti Atlantia (-4,1%), Ferragamo (-4,4%), Prysmian (-4,2%) e Pirelli (-4,1%). In forte calo anche Tim (-2,8%). Marciano in rialzo Stm (+5,1%), Leonardo (+4,8%) e Campari (+4,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Generali nuove garanzie per salute
Nuovo step di #InsiemeGeneriamoFiducia per superare emergenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
15:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali Italia rafforza servizi e garanzie per la salute e il benessere dei cittadini: dall’estensione delle indennità in caso di ricorso alla terapia intensiva per Covid-19 a una maggiore tutela in caso di perdita del lavoro, fino a nuove garanzie per la prevenzione odontoiatrica. Le nuove soluzioni rientrano nel piano di Generali, #InsiemeGeneriamoFiducia, sviluppato con i propri stakeholder (clienti, dipendenti, agenti, fornitori, istituzioni e comunità) per superare l’emergenza Coronavirus. “Oggi lanciamo l’aggiornamento di Immagina Benessere, con i nuovi servizi per rispondere al meglio alle nuove esigenze di sicurezza e protezione delle persone”,afferma il Country manager e Ceo di Generali Italia, Marco Sesana, sottolineando che “essere partner di vita vuol dire proprio questo: analizzare il contesto in tempo reale, ascoltare i clienti, recepire le nuove esigenze e fornire soluzioni concrete ed immediate”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora ancora -2,02%
Indice Ftse Mib a 16.603 punti, sospesa Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 marzo 2020
15:18
La Borsa di Milano peggiora ancora.
Il Ftse Mib cede il 2,02% a 16.603 punti. Sospesa Unicredit in asta di volatilità con un calo teorico del 7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavazza: forte crescita di ricavi e utile netto
Fatturato a 2,2 miliardi, 70% realizzato all’estero
TORINO
25 marzo 2020
15:31

Lavazza ha chiuso il 2019 con “risultati unici nella storia del Gruppo”: ricavi in crescita del +18% a 2,2 miliardi di euro e utile netto di 127,4 milioni (+45%). In forte aumento anche l’ebitda pari a 290,6 milioni di euro (+47%).
Il 70% del fatturato è stato realizzato all’estero.
“Chiudiamo un 2019 decisamente positivo – commenta Antonio Baravalle, ad del Gruppo – con tutti gli indicatori in aumento sia in termini di ricavi che di marginalità. Tutto questo è stato possibile grazie all’ottima performance registrata in tutti i segmenti di business e anche grazie alla piena integrazione di Lavazza Professional. Risultati che confermano l’efficacia del nostro modello di business e della nostra strategia e che ci hanno consentito di crescere, anche in un contesto di mercato in contrazione”.
Per quanto riguarda il 2020, “l’attuale contesto, fortemente condizionato dall’emergenza sanitaria in corso, rende difficile prevedere cosa accadrà nei prossimi mesi. Affrontiamo questa situazione con proattività e concretezza, forti sia dei risultati dell’anno appena concluso sia della solida struttura patrimoniale del Gruppo”, commenta Baravalle. Lavazza ha donato 10 milioni per l’emergenza in Piemonte.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia, sempre approfondita ed aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 20 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:41 DI LUNEDì 23 MARZO 2020

ALLE 15:31 DI MARTEDì 24 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: Germania vara maxipiano, 156 miliardi in deficit
Misure senza precedenti per difendere l’economia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020 12:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gabinetto di Angela Merkel ha varato un pacchetto di misure senza precedenti per difendere l’economia dall’impatto del coronavirus: sono previsti, tra l’altro, 156 miliardi di nuovo indebitamento sul bilancio del 2020. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze Olaf Scholz in conferenza stampa a Berlino.

Il governo tedesco si aspetta un arretramento del Pil pari almeno a quello sofferto nella crisi finanziaria del 2009. Lo hanno detto i ministri delle Finanze, Olaf Scholz, e dell’economia, Peter Altmaier. All’epoca fu del 5,6%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati banche minacciano sciopero
Lettera congiunta ad Abi-Federcasse, lavoratori non protetti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
13:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I sindacati bancari Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin preparano la mobilitazione della categoria, a partire da domani, e minacciano lo sciopero.
I segretari generali di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin in una lettera spedita questa mattina all’Abi, a Federcasse, a tutte le banche, e, per conoscenza, al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte denunciano come “i dipendenti del settore, tra i quali si registrano molti casi di positività al Coronavirus, non operano in condizioni di sicurezza”, senza mascherine, guanti e disinfettanti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuove misure Fed, Borse cambiano passo
Milano +0,2%, bene anche Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
13:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed annuncia una serie di nuove misure a sostegno dell’economia e per facilitare il funzionamento dei mercati finanziari. Fra queste acquisti illimitati di Treasury e altri titoli, ovvero la possibilità di un quantitative easing illimitato.
Sulla scia della Fed e dei future Usa che hanno girato in positivo le borse europee provano a cambiare passo con Milano alla guida (+0,20%) insieme a Francoforte (+0,18%) grazie anche al varo di un maxi piano del governo tedesco che prevede tra l’altro 156 miliardi di nuovo indebitamento sul bilancio del 2020. Parigi particolarmente volatile registra ancora un calo (-0,94%) così come Londra (-1,93%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rosso, Fed non basta
Spaventa epidemia e delude mancato accordo su aiuti Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resta nervosa mentre l’Europa risente dell’apertura in calo di Wall Street.
L’intervento della Fed, che ha annunciato un Qe senza limiti, non è stato sufficiente a risollevare il morale degli investitori, preoccupati per l’avanzata del coronavirus e delusi dal mancato accordo negli Usa tra democratici e repubblicani per il varo del piano di aiuti messo a punto da Donald Trump.
Milano cede lo 0,7%, facendo meglio di Londra (-2,6%), Francoforte (-1,4%) e Parigi (-1,4%) mentre Wall Street vede l’S&P 500 e il Dow Jones lasciare sul terreno poco meno dell’1%.
A Milano soffrono Cnh (-11,3%), Ferrari (-5,1%) e Atlantia (-4%) mentre sostengono il listino Nexi (+8,1%), Unipol (+5,2%) e Diasorin (+4,8%). Lo spread si mantiene poco sotto i 200 punti, a 196, con il rendimento del Btp in calo di 3 punti base all’1,6%. In Europa affondano i titoli legati al turismo e al tempo libero (-5,6% l’indice Stoxx di settore) ma vanno male tutti i comparti, con l’eccezione di quelli oil & gas (+2,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Rana aumenta lo stipendio del 25% per i dipendenti
Tra le misure anche un ticket 440 euro per babysitter e una polizza assicurativa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
23 marzo 2020
15:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’amministratore delegato del Pastificio Rana, Gian Luca Rana, ha varato un piano straordinario di aumenti salariali per 2 milioni di euro, come speciale riconoscimento dell’impegno dei 700 dipendenti presenti nei cinque stabilimenti in Italia che stanno garantendo la continuità negli approvvigionamenti alimentari.
Tra le misure previste – informa l’azienda veronese – vi sono una maggiorazione dello stipendio del 25% per ogni giorno lavorato e un ticket mensile straordinario di 400 euro per le spese di babysitting. Il piano, che decorre retroattivamente dal 9 marzo, coprirà anche il mese di aprile.
Rana ha inoltre deciso di stipulare una polizza assicurativa a favore di tutti i dipendenti, compresi quelli in smart working, in caso di contagio da Covid-19, a integrazione del rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione già messe in atto dall’azienda.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cercasi app per tracciare spostamenti
Call ministero Innovazione, anche tele-assistenza pazienti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
16:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un appello al mondo dell’impresa e della ricerca per trovare app che consentano di seguire in “teleassistenza” pazienti affetti da patologie legate a Covid-19 e per individuare “tecnologie e soluzioni per il tracciamento continuo, l’alerting e il controllo tempestivo del livello di esposizione al rischio delle persone”. A lanciare la call è il ministero dell’Innovazione, insieme a quello della Salute, all’Iss e all’Oms, con il supporto di un comitato scientifico multidisciplinare. L’obiettivo è selezionare, nei prossimi tre giorni, “le migliori” offerte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: in corso sciopero Safilo
Negli stabilimenti di Martignacco e Longarone
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
23 marzo 2020
16:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in corso uno sciopero di 8 ore dei lavoratori Safilo degli stabilimenti di Martignacco (Udine) e Longarone (Belluno). La protesta è stata indetta ieri in maniera unitaria dalle sigle sindacali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil a seguito della decisione dell’azienda di continuare la produzione in un contesto di emergenza sanitaria come quello attuale. “E’ vero che il codice dell’azienda permetterebbe di lavorare, per l’occhialeria da vista – spiega Andrea Modotto, segretario della Filctem-Cgil Fvg – ma ci sono altre grandi aziende del settore che, alla luce dell’attuale situazione, hanno deciso di chiudere per mettere in sicurezza gli stabilimenti”.
Nello stabilimento di Martignacco si somma anche la preoccupazione per la chiusura definitiva dell’impianto che, stando agli accordi siglati nei giorni scorsi tra azienda e sindacati, dovrebbe avvenire in luglio. Domani, salvo novità, l’attività dovrebbe riprendere in entrambi gli stabilimenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fmi vede recessione globale come in 2008
Georgieva, bene misure prese ma serve di più
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 marzo 2020
18:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le prospettive di crescita mondiale sono “negative” per il 2020: “una recessione come quella della crisi finanziaria o peggio. Ma ci aspettiamo la ripresa nel 2021”. Lo afferma il direttore generale del Fmi, Kristalina Georgieva. Il Fmi “sostiene fortemente le misure straordinarie di bilancio” e quelle delle banche centrali ma “sarà necessario anche di più, soprattutto sul fronte di bilancio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue, crolla la fiducia dei consumatori
Giù di 5 punti nella zona euro, sotto la media di lungo termine
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
23 marzo 2020
16:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Precipita a marzo la fiducia dei consumatori europei. La Commissione Ue scrive che il suo indicatore “è crollato” di cinque punti nella zona euro e di 4,5 punti nella Ue-27. L’indice della zona euro è ora a −11,6 punti, al di sotto della sua media di lungo termine (-11).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Domani call Mise-Mef con sindacati
Videoconferenza convocata dopo lettera leader Cgil Cisl e Uil
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
17:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I ministri dello Sviluppo economico e dell’Economia, Stefano Patuanelli e Roberto Gualtieri, si apprende, hanno convocato per domani mattina alle 11 una videoconferenza con Cgil, Cisl e Uil, dopo che i segretari generali Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo hanno inviato loro una lettera chiedendo “con urgenza un incontro” sul Dpcm emanato ieri con le nuove restrizioni anti-Coronavirus. I sindacati ritengono che molte delle attività industriali e commerciali non sospese non siano indispensabili o essenziali e, per questo, chiedono di rivedere l’elenco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: A.Mittal Genova 1000 in cig
Durerà 9 settimane. Ritirata la cassa per crisi aziendale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 marzo 2020
17:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arcelor Mittal ha aperto la procedura per la cassa integrazione ordinaria per covid-19 per tutti i circa mille dipendenti dello stabilimento di Genova Cornigliano.
Nel contempo l’azienda ha ritirato la contestata cassa integrazione per crisi aziendale che aveva aperto a febbraio per 130 lavoratori e che aveva provocato proteste e minacce di manifestazioni da parte dei lavoratori che si erano però fermati di fronte all’aggravarsi dell’emergenza coronavirus. La cassa integrazione appena aperta è retroattiva a partire dal 16 marzo, durerà 9 settimane. Alcune decine di lavoratori rimarranno nello stabilimento per garantire la sicurezza degli impianti e per dare modo alle navi ormeggiate di poter ripartire con il loro carico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: newco è mini, parte con 25-30 aerei
Domani incontro per ampliare cassa integrazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per Alitalia arriva la newco pubblica che partirà con una flotta di 25-30 aerei (un quarto di quella attuale, che è di 113 velivoli), ovvero gli aerei che stanno volando in questo momento di emergenza Covid-19. E’ quanto è stato illustrato ai sindacati, secondo quanto si apprende, nel corso della video call che si è svolta stamattina. Non si è parlato di un piano per lo sviluppo futuro della compagnia, riferiscono le fonti, mentre per la costituzione della newco è stato indicato che servirà qualche mese.
Domani è inoltre previsto l’incontro tra Alitalia, sindacati e Ministero del Lavoro per raggiungere un possibile accordo sulla nuova procedura di cigs chiesta dall’azienda. L’azienda ha chiesto di estendere la cassa fino al 31 ottobre per 3.960 dipendenti, di cui 2.785 solo per l’emergenza coronavirus. Già nell’incontro del 17 marzo l’azienda non aveva escluso un aumento di questi numeri: secondo quanto trapela, potrebbe chiederne altri duemila in più, portando il totale a quasi 6 mila.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dow Jones brucia tutti i guadagni dall’elezione di Trump
Indici ancora in calo nonostante nuovo intervento della Fed
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 marzo 2020
17:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street cala e il Dow Jones e lo S&P 500 bruciano i guadagni accumulati dall’elezione di Donald Trump nel 2016. Per il presidente americano che ha fatto della corsa di Wall Street il suo cavallo di battaglia si tratta di un brutto colpo.
Oggi la Fed ha annunciato un Quantitative Easing illimitato, ma nonostante questo gli indici sono tutti ancora in rosso.
Chiusura negativa anche a Milano, dove l’indice Ftse Mib ha perso l’1 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa pesante, Fed non basta
Londra -3,7%, Francoforte -2,1%, Milano -1,09%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
poco sopra i minimi i listini del Vecchio Continente. Milano ha saputo controllare la volatilità e il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in ribasso dell’1,09% a 15.559 punti. Ma il nuovo imponente intervento della Fed non è bastato a dare sicurezza e in scia alla caduta di Wall Street, Londra ha lasciato sul terreno il 3,79% a 4.993 punti, Parigi ha perso il 3,32% a 3.914 punti e Francoforte il 2,1% a 8.741 punti. Pesante anche Madrid (-3,3% a 6.230 punti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confronto Patuanelli-Gualtieri-sindacati
Videoconferenza convocata dopo lettera di leader Cgil Cisl e Uil
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
18:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I ministri dello Sviluppo economico e dell’Economia, Stefano Patuanelli e Roberto Gualtieri, si apprende, hanno convocato per domani mattina alle 11 una videoconferenza con Cgil, Cisl e Uil, dopo che i segretari generali Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo hanno inviato loro una lettera chiedendo “con urgenza un incontro” sul Dpcm emanato ieri con le nuove restrizioni anti-Coronavirus. I sindacati ritengono che molte delle attività industriali e commerciali che non sono state sospese non siano indispensabili o essenziali e, per questo, chiedono di rivedere l’elenco contenuto nell’allegato del decreto del presidente del consiglio dei ministri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano pesante con Europa, ko Cnh
Male Exor, Atlantia e Unicredit. In luce Diasorin, Unipol e Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
18:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in calo dopo la decisione del governo di fermare le attività produttive non essenziali. Il Ftse Mib (-1,09% a 15.559 punti) ha però retto meglio di Londra (-3,8%), Parigi (-3,3) e Francoforte (-3,2) allo scivolone di Wall Street dove la Fed non è riuscita a frenare la delusione per i ritardi nell’approvazione delle misure di sostegno volute da Trump.
A Milano è crollata Cnh (-15%) dopo l’uscita a sorpresa del ceo e del cfo. Molto male anche Buzzi (-6,5%), Exor (-6,1%), Atlantia (-5,5%) ed Hera (-5,5%). Soffre l’automotive, azzoppato dal coronavirus, con Fca (-4,2%), Ferrari (-4,4%) e Pirelli (-3,7%). Tra i bancari giù Unicredit (-4,1%) mentre vola Bper (+14%), che pagherà meno l’acquisto da Intesa (-1,1%) delle filiali di Ubi (+0,4%). Sugli scudi Nexi (+11,5%), promossa da Mediobanca, ancora bene Diasorin (+4,7%) in scia al test per il Covid-19. In luce anche Unipol (+3,8%) davanti a Poste (+3,5%), Prysmian (+2,9%) e Tim (-2,7%). Lo spread Btp-Bund è rimasto stabile a 196.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fim Fiom Uilm, meno attività o scioperi
29 marzo decideremo come proseguire iniziative, fabbriche sicure
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
19:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La nostra richiesta è limitarsi senza eccezione alcuna alle attività essenziali per ridurre la mobilità dei lavoratori”, quindi “sosteniamo” la richiesta avanzata da Cgil, Cisl e Uil al governo “per attuare tutte le modifiche necessarie. Il 29 marzo verificheremo come proseguire la nostra iniziativa”. Lo affermano i segretari generali di Fim, Fiom e Uilm, Marco Bentivogli, Francesca Re David e Rocco Palombella, in una nota unitaria a proposito delle attività che non sono state sospese nel Dpcm con le ulteriori misure anti-coronavirus. “Per le aziende non ancora sicure e per quelle fuori delle reali attività essenziali”, ricordano che “già venerdì 20 hanno prolungato la copertura dello sciopero nelle aziende metalmeccaniche fino al 29 marzo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio:Ny,chiude in rialzo a 23,36 dlr
Quotazioni guadagnano il 3,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 marzo 2020
19:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 3,2% a 23,36 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano pesante con Europa, ko Cnh (2)

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
20:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in calo dopo la decisione del governo di fermare le attività produttive non essenziali. Il Ftse Mib (-1,09% a 15.559 punti) ha però retto meglio di Londra (-3,8%), Parigi (-3,3) e Francoforte (-3,2) allo scivolone di Wall Street dove la Fed non è riuscita a frenare la delusione per i ritardi nell’approvazione delle misure di sostegno volute da Trump.
A Milano è crollata Cnh (-15%) dopo l’uscita a sorpresa del ceo e del cfo. Molto male anche Buzzi (-6,5%), Exor (-6,1%), Atlantia (-5,5%) ed Hera (-5,5%). Soffre l’automotive, azzoppato dal coronavirus, con Fca (-4,2%), Ferrari (-4,4%) e Pirelli (-3,7%). Tra i bancari giù Unicredit (-4,1%), vola Bper (+14%), che pagherà meno l’acquisto da Intesa (-1,1%) delle filiali di Ubi (+0,4%). Sugli scudi Nexi (+11,5%), promossa da Mediobanca, ancora bene Diasorin (+4,7%) in scia al test per il Covid-19. In luce anche Unipol (+3,8%) davanti a Poste (+3,5%), Prysmian (+2,9%) e Tim (+2,7%)(rpt +2,7%).Lo spread Btp-Bund è rimasto stabile a 196.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dadone richiama i dirigenti della Pa
Per la ministra ‘troppe’ segnalazioni su mancato smart working
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
20:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono soddisfatta dei tanti dirigenti che hanno reagito positivamente”, organizzando il lavoro in maniera agile, ma “ricevo ancora molte segnalazioni, dal mio punto di vista troppe, di dirigenti che invece si rifiutano di dare seguito alla norma di legge con la quale abbiamo disposta chiaramente che lo smart working deve diventare l’ordinarietà”. Così la ministra della P.a, Fabiana Dadone. A questi dirigenti la ministra lancia un richiamo: “i manager della P.a che non accettano questa sfida si mettano nei panni dei loro funzionari e dimostrino di essere la vera classe dirigente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Cambi: yen prosegue fase svalutazione su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
24 marzo 2020
01:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo prosegue la fase di recupero dai minimi in tre anni, grazie alla progressiva svalutazione dello yen sulle principali valute e l’ottimismo degli investitori sui piani di stimolo della Banca del Giappone per contenere le ripercussioni negative dalla diffusione del coronavirus. Il Nikkei guadagna in apertura l’1,85% a quota 17.199,98, aggiungendo 312 punti. Sul mercato dei cambi la valuta nipponica si deprezza sul dollaro a 110,80 e sull’euro a 119,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro a 1,085 dollari
Yen a 119,76
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
08:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo questa mattina sui mercati valutari internazionali. La valuta europea viene scambiata a 1,085 dollari contro gli 1,0730 della chiusura di ieri sera a New York. L’euro sale anche nei confronti dello yen a 119,76 (109,84 ieri). VAI ALLA BORSA INTERATTIVA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: +4,8% a 24,47 dollari
Avanza anche il Brent, +4,1% a 28,14 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
08:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio continua ad avanzare anche questa mattina dopo il rialzo segnato ieri sera sui mercati americani. Il Wti con consegna a maggio guadagna il 4,8% a 24,47 dollari al barile, il Brent avanza del 4,1% a 28,14 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: sfiora i 1600 dollari
In rialzo anche argento, platino e palladio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
08:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’oro è in rialzo e sfiora i 1.600 dollari l’oncia. Spinto dalle misure della Fed per proteggere l’economia Usa l’oro ha registrato un rialzo del 2% a quota 1.584,51 dollari l’oncia. In scia avanzano anche argento e palladio (oltre il 6%) e platino (3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund a 193,2 punti base
Rendimento a 1,52%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve calo per lo spread tra Btp e BUnd. Il differenziale tra decennale tedesco e italiano è sceso stamani a quota 193,2 punti base dai 196 della chiusura di ieri. Il rendimento del Btp è all’1,52%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia rimbalza con forza,Tokyo +7%
Corea strappa +8% ma analisti restano cauti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tokyo, Hong Kong e Sydney – considerati dei benchmark per i mercati – rimbalzano all’unisono dopo aver toccato il fondo nelle scorse sedute, ai minimi dal 2016. E’ un buon inizio per i mercati con un dollaro che invece si ritrae, segno – secondo gli operatori, di una riduzione dello stress. Il Nikkei ha guadagnato il 7,13%, Hong Kong il 4,43%, Shanghai il 2,34%, Shenzhen il 2,11%, Sydney il 4,7% e la Corea strappa dell’8,6%. Il segno positivo arriva dopo la mossa senza precedenti da parte della Federal Reserve che dà supporto ad ampie fasce del sistema finanziario degli Stati Uniti. Secondo gli analisti però “con la storia piena di proverbiali ‘rimbalzi di un gatto morto’, molti restano alla finestre”. Intanto però i futures S&P 500 crescono del 4,5%, i futures sull’Euro Stoxx 50 del 4,8% e l’indice MSCI Asia Pacific è aumentato del 4,9%. Lo yen è aumentato dello 0,7% a 110,43 per dollaro, l’euro ha guadagnato l’1% a 1,0830 dollari, la sterlina britannica ha guadagnato l’1% a 1,1657 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Europa rimbalza, Milano brilla. Wall Street ok, con piano aiuti
Moody’s: ‘Pil Eurozona in forte calo’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street corre con la speaker della Camera, Nancy Pelosi, che si dice ottimista sul raggiungimento nel giro di poche ore di un accordo in Congresso sul piano di stimoli all’economia. Il Dow Jones sale del 7,01% a 19.890,83 punti, il Nasdaq avanza del 5,52% a 7.243,89 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 6,14% a 2.374,41 punti.
Milano continua a guidare il rimbalzo delle Borse in Europa. Intorno a metà seduta il Ftse Mib guadagna il 5,6% e il Ftse AllShare il 5,4 per cento. I titoli della moda rialzano la testa con Moncler in progresso del 10,87% e Ferragamo dell’8,9 per cento. Tra i rialzi più consistenti quello di Nexi (+10%) ed Exor (+16,9%) che porta con sè anche Fca (+4,98%). Bene le banche con Intesa, Unicredit e Ubi che guadagnano oltre il 5%, in evidenza tra le assicurazioni Generali che sale del 6,9 per cento. Eni prosegue la sua corsa (+6,4%) mentre Atlantia (+3,6%) riduce i guadagni della mattina.

Lo spread tra btp e bund continua a calare ed è in area 191 punti base.

Il petrolio in forte rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 4,2% a 24,34 dollari al barile spinte da Donald Trump che vuole riaprire l’economia americana. Una ‘riapertura’ che lascia prevedere una ripresa della domanda e ch quindi spinge i prezzi.

Moody’s, Pil Eurozona 2020 -2,7%, Usa -0,5% – Il Pil dell’Eurozona quest’anno registrerà un calo del 2,7% complessivo, con un crollo del 5,7% nel primo trimestre e del 7,4% nel secondo trimestre a causa del coronavirus. E’ quanto stima Moody’s in un rapporto dal titolo: ‘COVID-19: Global Economic Tsunami’, dopo che a gennaio la stima era di un +1,3%. “I danni che farà il coronavirus all’economia mondiale dipenderanno dalla traiettoria del virus e da come i governi risponderanno”, spiega l’agenzia. Per gli Usa l’agenzia stima una contrazione del Pil dello 0,5%, mentre a livello -0,4%.
“La gestione del coronavirus da parte del governo Usa finora è carente e la mancanza di kit per i test indica che il virus sarà più diffuso e si tradurrà in più ricoveri e decessi di quelli che al momento ipotizziamo”. E’ quanto scrive Moody’s nel rapporto ‘COVID-19: Global Economic Tsunami’, sottolineando che “la recente impennata di contagi negli Usa indica che la traiettoria del virus potrà essere perfino più critica rispetto all’Italia”.
Il Pil della Cina nel primo trimestre vedrà un crollo del 27% su base annua. E’ quanto stima Moody’s nel rapporto ‘COVID-19: Global Economic Tsunami’, sottolineando che l’esperienza di Pechino col coronavirus dimostra quanto possa essere “economicamente devastane” una malattia. L’agenzia di rating prevede per il gigante asiatico una lieve crescita dell’1,7% quest’anno rispetto al 6,2% stimato a gennaio.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le compagnie aeree potrebbero perdere 252 miliardi di dollari di vendite nel 2020 a causa del coronavirus. Lo afferma la Iata, prevedendo un calo del 38% del traffico aereo nel 2020. Le compagnie aeree, aggiunge la Iata secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, hanno disperatamente bisogno di cash ora.

L’oro è in rialzo e sfiora i 1.600 dollari l’oncia. Spinto dalle misure della Fed per proteggere l’economia Usa l’oro ha registrato un rialzo del 2% a quota 1.584,51 dollari l’oncia. In scia avanzano anche argento e palladio (oltre il 6%) e platino (3%).

La Borsa di Hong Kong rimbalza e chiude la seduta azzerando le perdite della vigilia: l’indice Hang Seng, in scia al ‘bazooka’ imbracciato dalla Federal Reserve, guadagna 967,36 punti, a 22.663,49, con un rialzo del 4,46%.

Tokyo, Hong Kong e Sydney – considerati dei benchmark per i mercati – rimbalzano all’unisono dopo aver toccato il fondo nelle scorse sedute, ai minimi dal 2016. E’ un buon inizio per i mercati con un dollaro che invece si ritrae, segno – secondo gli operatori, di una riduzione dello stress. Il Nikkei ha guadagnato il 7,13%, Hong Kong il 4,43%, Shanghai il 2,34%, Shenzhen il 2,11%, Sydney il 4,7% e la Corea strappa dell’8,6%. Il segno positivo arriva dopo la mossa senza precedenti da parte della Federal Reserve che dà supporto ad ampie fasce del sistema finanziario degli Stati Uniti. Secondo gli analisti però “con la storia piena di proverbiali ‘rimbalzi di un gatto morto’, molti restano alla finestre”. Intanto però i futures S&P 500 crescono del 4,5%, i futures sull’Euro Stoxx 50 del 4,8% e l’indice MSCI Asia Pacific è aumentato del 4,9%. Lo yen è aumentato dello 0,7% a 110,43 per dollaro, l’euro ha guadagnato l’1% a 1,0830 dollari, la sterlina britannica ha guadagnato l’1% a 1,1657 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano +5% con Eni, Fca e Tim
Tra i rimbalzi più forti Nexi +14% e Atlantia +11%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
09:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari schizza nei primi scambi in rialzo del 5,6% a 16.426 punti dopo un’apertura a +3%.
Molti titoli fanno fatica a fare prezzo ma dopo un primo momento di assestamento volano tutti verso l’alto. Atlantia guadagna oltre l’11%, Exor l’11,3%, Nexi il 14,83 per cento. Tra quelli che pesano di più sul listino Eni sale del 4,17%, Fca del 4,04% e Tim del 7,9 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa corre in avvio,Parigi +4%
Francoforte +5,7% e Londra +2,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
09:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee seguono l’intonazione delle Piazze asiatiche e rimbalzano. Londra guadagna il 2,75% con il Ftse 100 a 5.128 punti, Francoforte sale del 5,73% con il Dax a quota 9.242 punti mentre Parigi registra un +4,43% con il Cac 40 a quota 4.087 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa rimbalza, Milano +5,6%
Salgono petrolio, euro e oro, attesa su Eurogruppo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee seguono l’Asia e rimbalzano. A dare lo slancio le nuove misure della Fed per rilanciare l’economia Usa e contrastare gli effetti della pandemia del Coronavirus. L’indice Eurostoxx 50 scatta e poi si stabilizza a +4%. Tra le singole Piazze Francoforte vola a +5,1%, Parigi a +4,3%, Madrid a +3,7%, Londra a +3,6%, Milano è la migliore con un +5,6%.
L’euro è in rialzo sul dollaro. La moneta unica scambia a 1,082 sul biglietto verde contro gli 1,073 della chiusura di New York. Anche il petrolio continua ad avanzare con il brent che sfiora i 28 dollari e il greggio sopra i 24,4 dollari. In calo lo spread tra Btp e Bund in area 192 punti. E balza ancora l’oro che sfiora i 1.600 dollari l’oncia. Corrono anche i future su Wall Street che salgono di oltre 4%.
Lo sguardo dei mercati è rivolto all’Eurogruppo con le opzioni per aggiungere una nuova linea di difesa contro il Coronavirus. A Piazza Affari sono in evidenza Exor (+12,8%), Stm (+12,5%), Nexi (12,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Casa, Milano traina i prezzi, male Roma
Istat, Capitale ha perso oltre 30% dal 2010 per l’esistente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
10:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi delle abitazioni a Milano registrano nel 2019 una crescita sostenuta per il quarto anno consecutivo “confermandone il ruolo di traino del mercato immobiliare” con un aumento del 9%, mentre a Roma vedono “una flessione rilevante per il terzo anno di fila”, con un calo del 3,2%, secondo l’analisi dell’Istat. Rispetto al 2010 Roma continua a mostrare la flessione più elevata che, per le abitazioni esistenti, supera il 30%. A Torino, invece, i prezzi continuano a crescere nel 2019, “seppur in misura contenuta” (+0,2%). Nell’ultimo trimestre dell’anno a Milano accelera la crescita tendenziale dei prezzi fino al 12,5%, Torino mette a punto +2,6%, mentre a Roma c’è un calo del 2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Casa: i prezzi si stabilizzano nel 2019. Milano traina +9%, Roma -3%
Istat, chiuso l’anno con un calo di 0,1%, ma dal 2010 perso 16,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
11:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Istat registra “una sostanziale stabilizzazione dei prezzi del mercato immobiliare residenziale” nel 2019. I prezzi delle abitazioni chiudono l’anno con una diminuzione di appena un decimo di punto rispetto al 2018 e con un trascinamento sul 2020 di poco positivo (+0,1%). I prezzi delle abitazioni esistenti (che pesano per oltre l’80% sul totale) calano dello 0,4% nel 2019, quelli delle case nuove aumentano dell’1,1%. Rispetto al 2010, i prezzi sono diminuiti del 16,6% (-23% per le abitazioni esistenti e +1,4% per le nuove).
In questo contesto, l’ultimo trimestre del 2019 registra un nuovo aumento su base annua dei prezzi delle abitazioni, con una crescita dello 0,3% dopo lo 0,4% del terzo trimestre, secondo le stime preliminari. Su base trimestrale, invece, l’indice dei prezzi delle abitazioni (Ipab) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, diminuisce dello 0,2% a causa del calo delle abitazioni esistenti (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi delle abitazioni a Milano registrano nel 2019 una crescita sostenuta per il quarto anno consecutivo “confermandone il ruolo di traino del mercato immobiliare” con un aumento del 9%, mentre a Roma vedono “una flessione rilevante per il terzo anno di fila”, con un calo del 3,2%, secondo l’analisi dell’Istat. Rispetto al 2010 Roma continua a mostrare la flessione più elevata che, per le abitazioni esistenti, supera il 30%. A Torino, invece, i prezzi continuano a crescere nel 2019, “seppur in misura contenuta” (+0,2%). Nell’ultimo trimestre dell’anno a Milano accelera la crescita tendenziale dei prezzi fino al 12,5%, Torino mette a punto +2,6%, mentre a Roma c’è un calo del 2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: al via confronto Patuanelli-Gualtieri-sindacati
Cominciata videoconferenza su attività e sicurezza lavoratori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
14:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata sospesa la videoconferenza tra i ministri dell’Economia, Roberto Gualtieri, e dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, che chiedono la sospensione di tutte le attività non essenziali per contenere l’emergenza coronavirus e tutelare la salute e sicurezza dei lavoratori insieme al rispetto del protocollo del 14 marzo. Il confronto riprenderà nel pomeriggio, alle 17, secondo quanto si apprende da fonti sindacali. Il clima, riferiscono, “è costruttivo”. Intanto, prima della ripresa, andrà avanti il confronto tecnico tra gli stessi sindacati. Si lavora ad una proposta per ridurre l’elenco delle attività previste dall’ultimo Dpcm.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Moody’s, Pil Eurozona -2,7%
Crescita mondo -0,4%. Tutto dipenderà da risposta governi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
10:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pil dell’Eurozona quest’anno registrerà un calo del 2,7% complessivo, con un crollo del 5,7% nel primo trimestre e del 7,4% nel secondo trimestre a causa del coronavirus. E’ quanto stima Moody’s in un rapporto dal titolo: ‘COVID-19: Global Economic Tsunami’, dopo che a gennaio la stima era di un +1,3%. “I danni che farà il coronavirus all’economia mondiale dipenderanno dalla traiettoria del virus e da come i governi risponderanno”, spiega l’agenzia. Per gli Usa l’agenzia stima una contrazione del Pil dello 0,5%, mentre a livello globale dello 0,4%.
Inoltre, il Pil della Cina nel primo trimestre vedrà un crollo del 27% su base annua, prevede l’agenzia di rating, sottolineando che l’esperienza di Pechino col coronavirus dimostra quanto possa essere “economicamente devastante” una malattia. Moody’s stima per il gigante asiatico una lieve crescita dell’1,7% quest’anno rispetto al 6,2% previsto a gennaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa di buon passo,Milano +5,6%
Spread a 191 punti, mercati attendono Eurogruppo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
12:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee continuano a metà giornata nel rimbalzo, in scia alle mosse economiche della Fed per contenere gli effetti negativi della pandemia del Coronavirus. L’Eurostoxx 50 guadagna quasi il 6% con tutti i listini del Vecchio Continente che allungano il passo sebbene da Moody’s sia arrivata una nuova stima in negativo sul pil dell’Eurozona. Tra le singole Piazze, Francoforte guadagna il 6,5%, Parigi il 5,4%, Londra il 4%, Madrid il 5,2% e Milano il 5,6 per cento.
I mercati attendono l’Eurogruppo del tardo pomeriggio che è chiamato a decidere su ulteriori opzioni da aggiungere per una nuova linea di difesa contro il virus. Lo spread tra btp e bund continua a calare ed è in area 191 punti base. L’euro resta in rialzo sul dollaro e scambia a 1,087 sul biglietto verde. Quanto al petrolio il brent resta sopra i 28 dollari e il greggio oltrepassa i 24,6 dollari. A Piazza Affari svetta Exor (+16,6%).
Passo spedito anche per Stm (+10,6%), Moncler (+11,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano brilla in Europa +5%
Atlantia frena corsa +3,6%, continua rally Exor e Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
13:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano continua a guidare il rimbalzo delle Borse in Europa. Intorno a metà seduta il Ftse Mib guadagna il 5,6% e il Ftse AllShare il 5,4 per cento. I titoli della moda rialzano la testa con Moncler in progresso del 10,87% e Ferragamo dell’8,9 per cento. Tra i rialzi più consistenti quello di Nexi (+10%) ed Exor (+16,9%) che porta con sè anche Fca (+4,98%).
Bene le banche con Intesa, Unicredit e Ubi che guadagnano oltre il 5%, in evidenza tra le assicurazioni Generali che sale del 6,9 per cento. Eni prosegue la sua corsa (+6,4%) mentre Atlantia (+3,6%) riduce i guadagni della mattina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Altmaier respinge eurobond
Ma no a bis crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
24 marzo 2020
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi siamo tutti determinati a evitare in Europa una nuova edizione della crisi finanziaria”.
Lo dice in un’intervista all’Handelsblatt il ministro dell’Economia tedesco Peter Altmaier, che respinge però l’idea degli eurobond. Altmaier “consiglia prudenza quando si presentano presunti nuovi geniali concetti”, che alla fine non sono altro che “vecchie idee abiette”. Il ministro del Gabinetto Merkel non ha grande considerazione dei cosiddetti Coronabond, ipotesi a cui ha aperto invece la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, come lui una cristiano-democratica tedesca. “L’innovazione è più importante della sovvenzione”, afferma, spendendosi per un modello che invece rafforzi la capacità di competere dell’Europa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: da domani stop benzinai
Lo annunciano insieme Faib, Fegica, Figisc/Anisa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
13:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi, da soli, non siamo più nelle condizioni di assicurare né il necessario livello di sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio. Di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria”.
Lo annunciano in una nota Faib (Confesercenti), Fegica (Cisl), Figisc/Anisa (Confcommercio).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Gualtieri sul decreto cura-Italia
Il ministro dell’Economia parla alle Commissioni di Camera e Senato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 marzo 2020
15:20:

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia sempre approfondita ed aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:20 DI DOMENICA 22 MARZO 2020

ALLE 12:41 DI LUNEDì 23 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Luxottica ferma tutti gli stabilimenti
Verifica su proseguimento logistica e laboratorio lenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
22 marzo 2020 09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Luxottica comunica la sospensione di tutte le attività italiane del Gruppo “fino a nuova comunicazione”. La decisione, resa nota alle organizzazioni sindacali, interessa gli stabilimenti di Agordo, Sedico e Cencenighe (Belluno), Rovereto (Trento), Pederobba (Treviso), Lauriano (Torino), Silvi Marina (Teramo) e Città Sant’Angelo (Pescara).
L’azienda sta verificando la possibilità di proseguire alcune attività essenziali come la logistica e il laboratorio lenti di Sedico, in conformità con le disposizioni governative. Garantirà inoltre continuità alle funzioni centrali critiche per la gestione del Gruppo e il coordinamento delle attività a livello globale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gentiloni, impossibile rapida ripresa
Non abbiamo altre analisi sull’impatto di lockdown così ampi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 marzo 2020
17:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa idea di una recessione a forma di V (un crollo del Pil seguito da una rapida ripresa, ndr) che si può vedere nel primo semestre del 2020 è ora completamente impossibile. Non abbiamo analisi precedenti sull’impatto di un così ampio lockdown nelle grandi economie”: lo ha detto il commissario agli Affari economici Paolo Gentiloni in un’intervista al Financial Times.
“Non dobbiamo solo rassicurare i mercati”, ha detto, “ma dare alla Ue la forza di rilanciare l’economia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria a Conte, consideri imprese
Da Confindustria senso di responsabilità, e indica esigenze
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 marzo 2020
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria “sta affrontando con senso di responsabilità” la decisione del Governo di sospendere le attività produttive non essenziali. E sottolinea, con una serie di indicazioni precise, “l’esigenza di contemperare la stretta decisa ieri con alcune esigenze prioritarie del mondo produttivo”. E’ necessario, per esempio, “consentire la prosecuzione di attività non espressamente incluse nella lista e che siano però funzionali alla con tenuità di quelle ritenute essenziali”.
Il presidente Vincenzo Boccia lo scrive in una lettera al premier Giuseppe Conte.
Tra i passaggi uno riguarda al tutela delle imprese sui mercati finanziari: “Sarà importante valutare i necessari provvedimenti relativi all’operatività della Borsa e del mercato finanziario per evitare impatti negativi sulle nostre società quotate”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ue: ok a incetivi Italia per mascherine
Via libera a schema aiuti da 50 mln previsto dal dl Cura Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 marzo 2020
17:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione Ue ha approvato il regime italiano di aiuti da 50 milioni di euro per sostenere produzione e fornitura di dispositivi medici, come ventilatori, e di dispositivi di protezione individuale, come mascherine, occhiali, camici e tute di sicurezza, previsto con il decreto Cura Italia. Bruxelles ha approvato il regime entro 48 ore dalla notifica.
“Stiamo vivendo momenti molto difficili, soprattutto per l’Italia. Dobbiamo fare il possibile per attenuare l’impatto dell’epidemia”, ha detto la commissaria alla concorrenza, Margrethe Vestager.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dpcm, 80 attività aperte, anche le Colf
In funzione filiera alimentare, sanità, trasporti, call center
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 marzo 2020
20:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ di 80 voci l’elenco delle attività che continueranno a rimanere aperte dopo la nuova stretta per contenere l’epidemia del Coronavirus. L’allegato al Dpcm precisa che continueranno a essere consentita anche attività legate alle famiglie, dalle colf e badanti conviventi ai portieri nei condomini. Resteranno in funzione l’intera filiera alimentare per bevande e cibo, quella dei dispositivi medico-sanitari e della farmaceutica e, tra i servizi, quelli dei call center. La lista potrà essere aggiornata con decreto del Mise sentito il Mef.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati,sciopero se ok troppe aperture
Nota congiunta dei segretari di Cgil, Cisl e Uil
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 marzo 2020
21:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“A differenza di quanto indicato ieri in queste ore sembrerebbe avanzare l’ipotesi che, nel decreto in discussione, l’Esecutivo intenda aggiungere all’elenco dei settori e delle attività da considerare essenziali nelle prossime due settimane attività produttive di ogni genere”.
Lo affermano i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo spiegando di essere pronti alla “mobilitazione, fino ad arrivare allo sciopero generale” in difesa della salute dei lavoratori.
“Se tali notizie fossero confermate – aggiungono i leader delle tre confederazioni in una nota unitaria – a difesa della salute dei lavoratori e di tutti i cittadini, Cgil, Cisl e Uil, sono pronte a proclamare in tutte le categorie d’impresa che non svolgono attività essenziali lo stato di mobilitazione e la conseguente richiesta del ricorso alla cassa integrazione, fino ad arrivare allo sciopero generale”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Cambi: yen si svaluta su dollaro, stabile su euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
23 marzo 2020
01:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la prima seduta della settimana in positivo dopo la pausa festiva di venerdì, grazie alla graduale svalutazione dello yen sul dollaro, con gli investitori che guardano agli ultimi aggiornamenti sull’espansione del coronavirus. Il Nikkei avanza dell’1,57% a quota 16.813,43, con un guadagno di 260 punti. Sul mercato dei cambi la valuta nipponica si deprezza a 110,20 sul dollaro, mentre è stabile sull’euro poco sopra a 118.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Hong Kong crolla in avvio a -5%
L’indice Hang Seng scivola a 21.659,55 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
23 marzo 2020
03:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong segna un tonfo in apertura, tra l’avanzata del coronavirus su scala globale e il fallimento del primo voto procedurale al Senato statunitense sul pacchetto anti pandemia da 1.600 miliardi di dollari: l’indice Hang Seng cede il 5,02%, scivolando a 21.659,55 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: apre in calo a 1492 dollari,-0,4%
Metallo scende dello 0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
07:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in calo all’avvio della settimana. Il metallo con consegna immediata scende dello 0,4% a 1492 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio:Wti risale da minimi,giù Brent
Sfuma accordo fra produttori shale Usa e Opec
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
07:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio Wti prova a risalire dai minimi degli ultimi 18 anni toccati venerdì e cresce dell’1,37% a 22,94 dollari al barile. Il mercato vede sfumare un possibile accordo fra l’Opec, a sua volta senza intesa sui tagli, e i produttori dello shale Usa, colpiti dal crollo delle quotazioni per gli effetti del coronavirus e della ‘guerra dei prezzi’ Russia-Arabia Saudita. Ribasso deciso invece per il Brent (-3%) a 26,39 dollari).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre in rialzo, +0,55%
Yen risale a 109,84
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
07:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve rialzo all’avvio della settimana. La moneta unica avanza dello 0,55% a 1,07523 dollari.
In Asia lo yen recupera le perdite di venerdì e risale a 109,84 (+0,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp/Bund risale a 201 punti
Rendimento del decennale all’1,66%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Risale sui 200 punti lo spread Btp/Bund all’avvio della settimana. Il differenziale, che venerdì aveva chiuso a 195 punti, ora segna 201 punti. Il rendimento del decennale è pari all’1,66%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre a -2,5%
Indice Ftse Mib a quota 15.340 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 marzo 2020
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in forte calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede il 2,5% a 15.340 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa apre in rosso,Parigi -4,44%
Francoforte perde il 4%, Londra -4,38%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
09:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in profondo rosso. Francoforte lascia sul terreno il 4,4% con il Dax a quota 8.536 punti. Parigi cede il 4,44% con il Cac 40 a quota 3.869 punti: Londra perde il 4,38% con il Ftse 100 a 4.965 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Milano sotto pressione, lo spread risale in area 200
Asia sotto shock,Tokyo si salva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee a metà seduta confermano le perdite. L’Eurostoxx 50 cede il 3,5% mentre tra i singoli listini Francoforte lascia sul terreno il 3,82% con il Governo tedesco che si prepara ad uno scudo da 1.200 miliardi per contrastare gli effetti economici del Coronavirus. Parigi perde il 2,98%, Londra il 4,08% e Milano il 3,04%. Non va meglio a Wall Street con i future che perdono in media il 2,5%. A tenere banco a livello europeo sono i corona bond al centro di un confronto tra i governi dei singoli paesi la cui sintesi sarà all’eurogruppo di mercoledì. Il brent continua ad essere in affanno e perde oltre il 4,3% a 25,75 dollari. L’euro resta sempre in rialzo sul dollaro con la moneta unica scambiata 1,067 sul biglietto verde. Lo spread tra Btp e Bund scende poco sotto quota 200, a 199,5 punti base. A Piazza Affari maglia nera resta Cnh (-13,4%) e tra le banche Unicredit (-5,80%). Resta ben comprata Diasorin (+3,14%) con Nexi (+5,72%).

Lo spread tra Btp e Bund scende poco sotto quota 200, a 199,5 punti base, con il rendimento del titolo decennale del Tesoro in calo all’1,60%.

Petrolio ancora in ribasso con il Brent che accusa il calo maggiore segnando un -5,9% a 25,4 dollari al barile. Il greggio Wti perde l’1,8% a 22,2 dollari.

L’avanzata del coronavirus in tutto il mondo, con i rischi per l’intero sistema economico ha spaventato i mercati di Asia e Pacifico in avvio di settimana

La Borsa di Tokyo termina la prima seduta della settimana in netto rialzo grazie al possibile rinvio delle Olimpiadi da parte del Cio a causa dell’espansione del coronavirus, misura molto meno drastica dell’ipotesi di cancellazione totale dei Giochi emersa in un primo momento, Il Nikkei avanza del 2,02% a quota 16.887,78, e un guadagno di 334 punti.

Le Borse cinesi chiudono la seduta in brusca frenata tra i timori sulla diffusione della pandemia del nuovo coronavirus: l’indice Composite di Shanghai cede il 3,11%, a 2.660,17 punti, mentre quello di Shenzhen perde il 4,26%, a quota 1.631,88.

La Borsa di Seul chiude gli scambi con un nuovo crollo tra i timori sul’avanzata del coronavirus a livello globale e il fallimento del primo voto procedurale al Senato Usa sul pacchetto anti pandemia da 1.600 miliardi di dollari: l’indice Kospi, dopo un stop alle contrattazioni per eccesso di ribasso, brucia 83,69 punti, a 1.482,46, con una perdita del 5,34%. Sul fronte valutario, il dollaro recupera terreno e sale a 1.266,5 won.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano in rosso,bene solo Diasorin
Nuovo crollo Fca (-5%), Intesa -4%, stop Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listino completamente in rosso per Piazza Affari (-2% a 15.420 punti). A parte Diasorin (+4,48%), sull’onda lunga del nuovo test sul coronavirus, prevale il segno meno tra le blue chip italiane, con una nuova giornata di passione per Fca (-5%), Exor (-6%) e Intesa Sanpaolo (-3,82%) e lo spread in rialzo sopra quota 200 punti. Congelata Unicredit per eccesso di ribasso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: coronavirus piega ancora Europa
Spread a 204 punti, petrolio in ribasso, Stoxx 50 -4,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
10:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana in caduta libera per le Borse europee che scontano ancora l’emergenza globale per il coronavirus. L’indice Stoxx 50 perde il 4,23% replicando il rosso delle Piazze asiatiche. Tra i listini non si salva nessuno con Parigi che lascia sul terreno oltre il 4%, Francoforte il 4,66%, Londra il 4,68%, Milano il 3,49%. Lo spread tra Btp e Bund sale a 204 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,67%. Sul fronte dei cambi l’euro è in lieve rialzo con la moneta unica avanza dello 0,37% a 1,069 dollari. Mentre il petrolio ancora è in ribasso con il Brent che accusa il calo maggiore segnando un -5,9% a 25,4 dollari al barile. A Piazza Affari i titoli peggiori sono Cnh (-11,76%) che ha annunciato il cambio al vertice. Nella stessa galassia Fca perde il 5,18%, Exor il 6,29%. In campo bancario segnano il passo Unicredit (-5%), Intesa (-4%), Mediobanca (-3%) e Banco Bpm (-2%). In controtendenza Ubi (+0,55%) con Juventus (+4,73%), Diasoirin (+1,52%). VAI ALLA BORSA INTERATTIVA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus:Fca produrrà mascherine
Lettera ai dipendenti, ne produrremo un milione al mese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 marzo 2020
11:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca riconvertirà uno stabilimento del gruppo per produrre mascherine facciali. Lo dice l’amministratore delegato Mike Manley in una lettera ai dipendenti, resa nota dalla Uilm. “L’obiettivo – spiega – è di iniziare la produzione nelle prossime settimane e arrivare a produrre oltre un milione di mascherine al mese che saranno donate ai primi soccorritori e agli operatori sanitari”. Si tratta di una fabbrica asiatica.
“In questi tempi eccezionali stiamo valutando come poter sfruttare l’ingegno e le competenze di Fca per aiutare la comunità”. Fca e Ferrari stanno collaborando con Siare Engineering per aiutarla a raddoppiare la produzione di respiratori. PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa conferma rosso, Milano -3%
Spread sotto 200 punti, brent in affanno, euro in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee a metà seduta confermano le perdite. L’Eurostoxx 50 cede il 3,5% mentre tra i singoli listini Francoforte lascia sul terreno il 3,82% con il Governo tedesco che si prepara ad uno scudo da 1.200 miliardi per contrastare gli effetti economici del Coronavirus. Parigi perde il 2,98%, Londra il 4,08% e Milano il 3,04%. Non va meglio a Wall Street con i future che perdono in media il 2,5%. A tenere banco a livello europeo sono i corona bond al centro di un confronto tra i governi dei singoli paesi la cui sintesi sarà all’eurogruppo di mercoledì. Il brent continua ad essere in affanno e perde oltre il 4,3% a 25,75 dollari. L’euro resta sempre in rialzo sul dollaro con la moneta unica scambiata 1,067 sul biglietto verde. Lo spread tra Btp e Bund scende poco sotto quota 200, a 199,5 punti base A Piazza Affari maglia nera resta Cnh (-13,4%) e tra le banche Unicredit (-5,80%). Resta ben comprata Diasorin (+3,14%) con Nexi (+5,72%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Boccia, perderemo 100 mld al mese
Con Dl per chiusura aziende entriamo in una economia di guerra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Con questo decreto si pone una questione che dall’emergenza economica ci fa entrare nell’economia di guerra”. Lo afferma il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dopo lo stop a tutte le attività economiche non essenziali. “Il 70% del tessuto produttivo italiano chiuderà. Se il Pil è di 1.800 miliardi all’anno vuol dire che produciamo 150 miliardi al mese, se chiudiamo il 70% delle attività vuol dire che perdiamo 100 miliardi ogni 30 giorni”, sottolinea il leader degli industrial parlando a Circo Massimo dell’ultimo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Deutsche Bank chiude 200 filiali
Ne resteranno aperte al pubblico circa 290
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
23 marzo 2020
12:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Deutsche Bank chiude oltre 200 filiali in Germania, per contrastare la diffusione del Coronavirus. È quello che ha reso noto lo stesso istituto bancario, secondo la Dpa. Delle 500 filiali resteranno aperte al pubblico circa 290. La banca garantisce inoltre la circolazione del cash, disponile ai punti di prelievo bancomat dei cosiddetti Cash Group, come nei supermercati e ai rifornitori di benzina della Shell.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sciopero a Leonardo e altre aziende
Nel settore Aerospazio anche Ge Avio e Vitrociset
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono diverse le aziende nel settore aerospazio dove sono scattati oggi gli scioperi contro il decreto del Governo che avrebbe esteso le attività indispensabili rispetto a quanto concordato con il sindacato.
Secondo quanto riporta la Fiom, hanno incrociato le braccia al momento i lavoratori di Leonardo, Ge Avio, Fata Logistic System, Lgs, Vitrociset, MBDA, DEMA, CAM e DAR.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Mercoledì sciopero metalmeccanici lombardi
Vincenzo Boccia, perderemo cento miliardi al mese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
12:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercoledi sciopero metalmeccanici lombardi – I lavoratori delle aziende metalmeccaniche della Lombardia sciopereranno mercoledì 25 marzo per 8 ore. Lo fa sapere il segretario generale della Fim-Cisl, Marco Bentivogli. La decisione, spiega, “è stata presa perché si consideri la Lombardia una regione dove sono necessarie misure più restrittive sulle attività da lasciare aperte”.

Stiamo ancora discutendo sullo sciopero dei metalmeccanici in Lombardia mercoledì 25 marzo e sulle modalità di attuazione della protesta. Bentivogli ha successivamente precisato rispetto all’annuncio dello sciopero che si sta ancora discutendo sullo stop e sulle modalità di attuazione.

Vincenzo Boccia, perderemo cento miliardi al mese – “Con questo decreto si pone una questione che dall’emergenza economica ci fa entrare nell’economia di guerra”, avverte il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dopo lo stop a tutte le attività economiche non essenziali. “Il 70% del tessuto produttivo italiano chiuderà”, “Se il Pil è di 1800 miliardi all’anno vuol dire che produciamo 150 miliardi al mese, se chiudiamo il 70% delle attività vuol dire che perdiamo 100 miliardi ogni 30 giorni”, sottolinea, ospite di Circo Massimo su Radio Capital, secondo quanto riporta una nota dell’emittente.

“Lo sciopero generale? Onestamente non riesco a capire su cosa”, le chiusure di aziende “sono addirittura più restrittive “di quello che aveva indicato” il Governo ai sindacati sabato scorso. Boccia parla della posizione dei sindacati e sottolinea: “Io non ho capito più di questo cosa si dovrebbe fare”, è già stessi sindacati possono vigilare ed anche scioperare per singoli casi, “una scelta in particolare”. Non uno sciopero generale, “non penso”, dice, “anche come messaggio al Paese” “Quindi l’appello che faccio è cerchiamo di essere compatti”, dice il leader degli industriali.

Manley, Fca produrrà mascherine – Fca riconvertirà uno stabilimento del gruppo per produrre mascherine facciali. Lo dice l’amministratore delegato Mike Manley in una lettera ai dipendenti, resa nota dalla Uilm. “L’obiettivo – spiega – è di iniziare la produzione nelle prossime settimane e arrivare a produrre oltre un milione di mascherine al mese che saranno donate ai primi soccorritori e agli operatori sanitari”. Fca non ha al momento precisato di quale stabilimento del gruppo si tratti.
Sciopero a Leonardo e altre aziende – Sono diverse le aziende nel settore aerospazio dove sono scattati oggi gli scioperi contro il decreto del Governo che avrebbe esteso le attività indispensabili rispetto a quanto concordato con il sindacato. Secondo quanto riporta la Fiom, hanno incrociato le braccia al momento i lavoratori di Leonardo, Ge Avio, Fata Logistic System, Lgs, Vitrociset, MBDA, DEMA, CAM e DAR.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: crolla il mercato degli smartphone, -38%
A febbraio,”peggior calo nella storia”. Huawei perde terzo posto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 marzo 2020
11:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mercato degli smartphone fa i conti col coronavirus. Secondo Strategy Analytics a febbraio ha registrato un -38% rispetto allo stesso periodo 2019, “il più grande calo di sempre nella storia degli smartphone”. Le spedizioni di Huawei – già provate dal bando Usa – crollano a 5,5 milioni di unità e l’azienda cinese cede il terzo posto a Xiaomi. Al primo e secondo restano Samsung e Apple, in calo. In Cina molte aziende e negozi sono rimasti chiusi per l’epidemia.
“La fornitura e la domanda sono crollate in Cina, sprofondate in Asia e poi sono rallentate nel resto del mondo. E’ il più grande calo di sempre, un periodo che il settore vorrà dimenticare”, spiega Strategy Analytics. Si è passati da 99,2 milioni di unità spedite a febbraio 2019 a 61,8 milioni di febbraio 2020, un calo del 38%. Al primo posto restano Samsung (passa da 20,1 milioni di unità spedite a gennaio 2020 a 18,2 milioni di febbraio), seguita da Apple (da 16 a 10,2 milioni).
Xiaomi scalza Huawei con 6 milioni di spedizioni contro i 10 milioni di gennaio.
Le previsioni arrivano, non solo dopo le chiusure di fabbriche e negozi, soprattutto in Cina, ma anche dopo la cancellazione di tutte le manifestazioni tecnologiche che si sarebbero dovute tenere da febbraio a inizio estate, compreso il Mobile World Congress, la più grande fiera di telefonia mobile al mondo. Per gli analisti le spedizioni resteranno ben al di sotto di quanto inizialmente stimato anche a marzo, considerato il lockdown di tanti paesi europei, inclusa l’Italia.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'informazione Economica costantemente approfondita ed aggiornata. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:40 DI SABATO 21 MARZO 2020

ALLE 09:20 DI DOMENICA 22 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus, Conte: ‘Già 3500 risposte a bando medici, grazie’. Castelli: ‘Nuove risorse dal governo alle imprese’
‘Ennesima risposta di cui italiani devono andare fieri’. La viceministra ‘Un ristoro per le imprese sulla base dei fatturati’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 marzo 2020 13:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ieri abbiamo lanciato un appello straordinario per creare una task force di 300 medici. Sono già oltre 3.500 i medici che hanno risposto all’appello, un numero che sta crescendo di ora in ora. In un momento così difficile, questa è l’ennesima risposta generosa di cui tutti noi italiani possiamo andare fieri. Grazie a tutti, eroi in camice bianco”. Così su Fb il premier Giuseppe Conte.
“Da soli non si va da nessuna parte, bisogna sempre lavorare in team, coesi, come una squadra. Così stiamo agendo insieme a tutti i viceministri e sottosegretari qui alla Farnesina. Emanuela del Re, Marina Sereni, Manlio Di Stefano, Ivan Scalfarotto e Ricardo Antonio Merlo. Stiamo affrontando questa tempesta mettendo insieme forze, competenze, idee, contatti e tutto quello che ci permette di dare un contributo concreto come ministero degli Affari Esteri al governo e al Paese”. Lo scrive il ministro Luigi Di Maio su Facebook.
“Molti mi scrivono la rabbia che hanno dentro, perché 25 miliardi non bastano a far vivere in serenità tutti, e noi abbiamo provato a fare il possibile per questo primo step. Oggi lo scenario cambia e questa sospensione di una regola assurda (Patto di stabilità, ndr), cappio al collo per tutti noi, ci permette di pensare di nuovo a sostenere sanità, imprese, famiglie”. Così su Fb il viceministro al Mef Laura Castelli. “Stiamo già lavorando al prossimo Dl in cui prevederemo, sulla base del calo dei fatturati, un ristoro per le imprese”, aggiunge.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I sindacati a Conte: ‘Chiudere tutte le attività non essenziali’
Landini al Governo: ‘Evitare che la paura diventi rabbia’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 marzo 2020
08:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Le chiediamo di valutare la possibile necessità di misure ancor più rigorose di sospensione delle attività non essenziali in questa fase per il nostro Paese”. Lo scrivono Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo nella lettera al premier Giuseppe Conte con la quale chiedono di riaprire il confronto sulla sicurezza nei luoghi di lavoro alla luce dell’emergenza determinata dal coronavirus. Confronto attualmente in atto in videoconferenza.
Landini al Governo: ‘Evitare che la paura diventi rabbia’ – “Come ha finora fatto chiediamo al Governo un atto di responsabilità: evitare che la paura della gente si trasformi in rabbia. Per questo vanno chiuse tutte le attività che non sono necessarie!”. Lo scrive il segretario della Cgil, Maurizio Landini su Twitter.”Va fatta – spiega Landini – una norma generale e ci vogliono anche disposizioni di salvaguardia ovvero usare il buon senso di chi gestisce. Alle imprese va data la necessaria liquidità per resiste e pagare,quando riapriranno, lavoratori e fornitori”. “Dovremo anche pensare – prosegue – a come dare forza ai nostri settori strategici mettendo in campo sia un ragionamento sulle filiere strategiche sia fondi ad hoc che le supportino. Dobbiamo dare il messaggio che ciò che oggi facciamo è per vincere la guerra contro il Covid19 ma che abbiamo già in mente il futuro. Dobbiamo valorizzare in tutti settori il lavoro a distanza. E dobbiamo anche essere in sintonia con l’andamento dell’epidemia e, ancor più importante, con il sentimento delle persone. Questo significa che le misure devono essere prese su tutto il territorio nazionale perché in quelle che ancora sembrano situazioni meno preoccupanti dobbiamo prevenire prima che peggiorino”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piccole librerie a rischio, volano vendite online
Indipendenti protestano contro chiusure, autori vanno sui social
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 marzo 2020
20:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I tabaccai sono aperti, ma le librerie no. Eppure sappiamo che anche la lettura dà dipendenza e che in certi frangenti è assolutamente un bene necessario. E’ vero che siamo tutti chiusi in casa e ce la passiamo molto, molto meglio di quel che sarebbe stato non molto tempo fa, quando non c’era il web con le sue infinite possibilità di contatti a distanza, di gioco, di svago o l’enorme offerta tv, ma la lettura, il perdersi attraverso una pagina in mondi, storie, sentimenti virtuali coinvolgenti resta ancora uno ”strumento” essenziale per vivere queste giornate.
I librai protestano, molti ricordano come, prima dell’ultimo decreto, fossero rimasti aperti ”per impegno e testimonianza di civiltà” in gran parte d’Italia. ”Si deve essere trattato di un errore nella drammatica concitazione di questi giorni” dice Ambrosetti, presidente dell’Ali – Associazione Librai Italiani, cui si affiancano ovviamente gli editori, che chiedono aiuti come ogni altra attività produttiva, ma unendosi anche al coro di tutte le istituzioni culturali, dai cinema ai teatri e musica, che usciranno da questa situazione in gravissima sofferenza.
Chi ha avuto un libro uscito nei giorni scorsi è come non avesse pubblicato nulla e le case editrici hanno sospeso le nuove uscite in programma. Il pericolo è in particolare per le librerie indipendenti, che già vivono un periodo difficile e devono puntare tutto sul rapporto personale col cliente, assediate come sono dalle grandi catene e soprattutto dalle vendite online. C’è qualcuno che pare stia provando a tenere i contatti con i clienti via telefono o internet e recapitare i libri a domicilio nel quartiere, che è un metodo di cui è stata lasciata libertà alle pizzerie, per esempio.
”E’ tutto vero, ma è inevitabile che in questo momento si finisca per puntare sull’elettronica e vengano spinti in ogni modo gli ebook e sulle piattaforme di vendita come Ibs ce ne sono molti gratuiti, specie di titoli classici che gli editori hanno messo a disposizione, e per i più tradizionali si ordinano ovviamente anche i libri cartacei che arrivano veloci sino a casa o ci si rivolge a supermercati e edicole, che però hanno un’offerta limitata in genere ai bestseller”, spiega Sandro Ferri, fondatore e patron con la moglie Sandra Ozzola delle Edizioni E/O e di Europa Editions Usa e UK, celebri come scopritori e editori di Elena Ferrante, ma noti anche per aver ritirato i propri titoli cartacei da Amazon che chiedeva sconti e percentuali ”offensivi e insostenibili”. Questo non ha impedito però che nelle settimane appena passate la E/O sia stata la seconda per vendite nella grande distribuzione (appunto supermercati e edicole) dopo il colosso Mondadori, proprio grazie ai volumi dell’Amica geniale’.
Le piattaforme di vendita online, a conferma di tutto questo, pare abbiano avuto un’impennata di ordinazioni di circa il 50%. E in mezzo comunque restano gli autori, che i sono viste annullate tutte le presentazioni. Se di un libro si comincia a parlare, ora che si legge di più, diventa però difficile reperirlo. Non parliamo poi di autori debuttanti, che spariscono nella confusione generale. Molti, come fanno appunto alla E/O, invitano e guidano i propri autori all’uso dei social, a farsi vedere, a parlare, a leggere brani dei propri libri, a colloquiare coi lettori, a partecipare alle iniziative collettive per far vedere che sono presenti in questo momento e partecipano alla particolare situazione mettendo in gioco la loro creatività, il loro carisma. VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutte le ultimissime di Economia sempre approfondite ed aggiornate. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 18 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:12 DI VENERDì 20 MARZO 2020

ALLE 13:40 DI SABATO 21 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Expo2020:con Italia sviluppo sostenibile
Padiglione Italia e la Rus portano le nuove competenze a Dubai
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020 11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Firmato il protocollo d’intesa tra la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (Rus), composta da 60 Atenei di tutta Italia, e il Commissariato dell’Italia per Expo per promuovere la progettazione e la diffusione di iniziative sui temi delle nuove competenze per lo sviluppo sostenibile, l’innovazione e il capacity building delle Università come agenti di cambiamento al livello territoriale a nazionale. “Siamo molto felici di questa opportunità di collaborazione – dichiara Patrizia Lombardi, presidente della Rus, prorettrice del Politecnico di Torino – che consentirà di valorizzare il lavoro che le università italiane stanno svolgendo da diversi anni. “L’Accordo con la Rus – ha detto il Commissario Generale per la partecipazione italiana per Expo Paolo Glisenti – vuole sottolineare l’importanza della cooperazione multilivello tra comunità, istituzioni accademiche e scientifiche per soluzioni concrete e innovative alle grandi sfide globali, riassunte dagli Obiettivi dell’Agenda ONU 2030
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fmi, incertezza su stime Pil Italia
Fondo prevede -0,6% pil in 2020 per effetto coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 marzo 2020
12:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sulla stime per l’Italia pesa una forte incertezza: “c’è l’elevato rischio” che la crescita sia decisamente più debole. Lo afferma il Fmi nell’Article IV, spiegando che anche se le stime “riflettono parte dei rischi al ribasso” del coronavirus “l’incertezza resta molto alta sulla diffusione e sull’impatto del Covid-19”. Il Fondo prevede così che il pil italiano cali nel 2020 dello 0,6% mentre il debito pubblico salirà al 137% del pil e il deficit al 2,6%. Nel rapporto, stilato invece sulla base dei dati a disposizione fino al 28 gennaio, si prevede una crescita per l’Italia dello 0,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pil, debito e deficit, le stime del Fmi per Italia
Il fondo loda la risposta decisa del governo italiano all’emergenza coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 marzo 2020
14:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Pil italiano calerà nel 2020 dello 0,6% mentre il debito pubblico salirà al 137% del pil il deficit al 2,6%, secondo le stime del Fondo monetario internazionale. Il fondo loda la risposta decisa delle autorità italiane al coronavirus, ‘incluse le azioni più recenti’ e raccomanda ‘azioni coordinate regionali e internazionali per affrontare gli effetti della pandemia’. ‘Una volta che la crisi sanitaria sarà passata’, avverte inoltre, sarà necessario un ampio pacchetto di misure per aumentare il potenziale di crescita’.
Per il Fmi,  l’Italia rischia che si riaccenda il contagio debito-banche, se le infezioni dovessero continuare, e una ulteriore contrazione dell’attività economica con il possibile “riaccendersi del nesso fra debito sovrano e banche”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Von der Leyen: ‘Lo stop al patto per gestire la crisi’
‘L’Italia potrà mettere nell’economia tanto denaro quanto serve’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 marzo 2020
09:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La sospensione del patto di stabilità per gestire meglio la crisi dell’emergenza coronavirus, l’Italia potrà mettere nell’economia tanto denaro quanto serve, e i fondi strutturali inutilizzati potranno essere usati in tutti i settori prioritari. Lo spiega al Corriere la presidente della commissione Ue Ursula Von der Leyen, che ribadisce: nessuno stato membro può fronteggiare la minaccia da solo e ogni strumento utile sarà messo sul tavolo, si valuta anche l’opzione coronavirus bond. L’Italia? Un esempio meraviglioso per l’Ue per come affronta questa crisi.
“Il Patto è sospeso, ora il bilancio italiano può gestire la crisi. Fine degli egoismi”. Così la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen sul Corriere della sera, dicendo che non permetterà mai che gli interessi dei singoli Stati prevalgano; e che si farà “tutto quanto è possibile per aiutare l’Italia. Siamo profondamente colpiti da come state affrontando questa crisi. Siete un esempio meraviglioso per il resto d’Europa. Lo ripeto: siamo tutti italiani”. “Quello che tutti abbiamo capito – dice – è che nessuno Stato membro può fronteggiare questa minaccia da solo, dobbiamo lavorare insieme e aiutarci reciprocamente. Il virus non ha confini e l’Unione europea è più forte quando mostriamo piena solidarietà”. Quanto ai coronavirus bond, “ogni strumento utile sarà messo sul tavolo. Sì, stiamo valutando l’opzione dei coronavirus bond. La Commissione concederà la massima flessibilità sugli aiuti di Stato e sul Patto di stabilità così il governo italiano potrà aiutare le imprese e il mercato del lavoro, e investire nel settore della sanità. Per la prima volta nella storia ho attivato la clausola di sospensione del Patto di stabilità. Significa che il governo italiano potrà mettere nell’economia tanto denaro quanto serve”. Poi, prosegue, “abbiamo un’iniziativa per gli investimenti. Soldi che vengono dai fondi strutturali inutilizzati, che l’Italia non potrebbe più usare e che invece noi le lasciamo. I fondi potranno essere usati in tutti i settori considerati prioritari: sono 11 miliardi. In più attraverso la Banca europea per gli investimenti forniremo 8 miliardi di garanzie a livello europeo per i prestiti che le Pmi possono usare”. Divisioni europee? “Non lo permetterò mai; dobbiamo tenere il mercato unico il più possibile operativo e fluido. Alcuni Stati membri hanno chiuso i confini interni: noi abbiamo immediatamente messo sul tavolo delle Linee guida per corridoi dedicati al trasporto delle merci essenziali e del materiale sanitario”. “L’Unione europea è tutti noi – afferma – le crisi come questa ci fanno capire quanto preziosa sia la famiglia europea. È meraviglioso vedere la solidarietà tra i cittadini europei. Io credo che l’Unione europea ne uscirà più forte”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fmi, rischio contagio debito-banche
Se infezioni dovessero continuare. Progressi fatti in passato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 marzo 2020
12:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Se le infezioni continuassero ad aumentare” potrebbe esserci un “deterioramento della fiducia” e una ulteriore contrazione dell’attività economica con il possibile “riaccendersi del nesso fra debito sovrano e banche”.
E’ quanto scrive il Fondo Monetario Internazionale in merito all’Italia che peraltro ha riconosciuto come “progressi” sono stati fatti per rafforzare i bilanci delle banche italiane. Ma c’è bisogno di affrontare in modo risoluto le restanti debolezze.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano tiene (+2%) con Europa
Clima sempre nervoso, bene anche Bper, deboli Pirelli e Campari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
12:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In parallelo al contenimento della crescita dei futures sull’avvio di Wall street, le Borse europee si avvicinano a metà giornata riducendo i loro guadagni: a Milano l’indice Ftse Mib sale del 2% sulla stessa linea di Londra, mentre fanno meglio Parigi e Francoforte che provano a difendere le loro crescita rispettivamente del 4 e del 3%.
In Piazza Affari, che resta in un clima molto nervoso e volatile come gli altri listini del Vecchio continente, i titoli migliori tra quelli a elevata capitalizzazione sono Atlantia e Bper, che salgono del 7%. Generalmente positive le banche, debole Tim (-3%), con Pirelli e Snam che cedono il 5%. In calo del 7% Campari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Commissariato Italia e Università per lo sviluppo sostenibile
Padiglione Italia e la Rus portano le nuove competenze a Dubai
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
12:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Firmato il protocollo d’intesa tra la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (Rus), composta da 60 Atenei di tutta Italia, e il Commissariato dell’Italia per Expo con l’obiettivo di promuovere all’Esposizione Universale la progettazione e la diffusione di iniziative sui temi delle nuove competenze per lo sviluppo sostenibile, l’innovazione e il capacity building delle Università come agenti di cambiamento al livello territoriale a nazionale. “Siamo molto felici di questa opportunità di collaborazione – dichiara Patrizia Lombardi, presidente della Rus, prorettrice del Politecnico di Torino e coordinatrice della Rete Rus per il triennio 2019-2021- che consentirà di valorizzare il lavoro che le università italiane stanno svolgendo da diversi anni nel campo della formazione per lo sviluppo sostenibile e della creazione di comunità resilienti, in grado di affrontare le grandi sfide sociali, riassunte negli obiettivi dell’Agenda 2030”.
“In questo momento particolarmente difficile a livello locale e globale – aggiunge Lombardi – vogliamo guardare al futuro con positività: Expo Dubai rappresenta l’occasione per condividere l’esperienza della RUS e per confrontarsi con altre realtà accademiche e reti internazionali su nuovi approcci e percorsi educativi. È necessario formare cittadini, professionisti e manager che sappiano rispondere alle esigenze di una società, in continua trasformazione, in maniera responsabile e sistemica. Grazie al confronto e alla cooperazione con altre realtà a livello internazionale, possiamo crescere in consapevolezza e capacità di risposta”.
“L’Accordo con la Rus – ha detto il Commissario Generale per la partecipazione italiana per Expo 2020 Dubai Paolo Glisenti – vuole sottolineare l’importanza della cooperazione multilivello tra comunità, istituzioni accademiche e scientifiche per individuare soluzioni concrete e innovative alle grandi sfide globali, riassunte dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU 2030. La collaborazione con la RUS, che raccoglie la quasi totalità degli atenei italiani, ci permetterà di promuovere e valorizzare l’attività che il sistema universitario italiano sta realizzando nel percorso verso Expo 2020 Dubai, anche attraverso azioni di formazione, comunicazione, discussione e coinvolgimento delle comunità locali”.
A Expo Dubai, la RUS – in collaborazione con l’ASviS, l’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile – realizzerà con il Commissariato alcune importanti iniziative tra cui un forum internazionale sugli obbiettivi dell’Agenda 2030 dedicati alla formazione (SDG4), alle Città e Comunità sostenibili (SDG 11), Consumo e produzione responsabili (SDG 12) fino ai temi della collaborazione e del partenariato globale (SDG17), elemento chiave per il raggiungimento degli obiettivi posti dall’Agenda 2030 dell’ONU. È previsto anche un forte coinvolgimento degli studenti attraverso attività di formazione “challenge-based” sui temi di Expo 2020 Dubai “Sostenibilità, Mobilità, Opportunità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid19 e Internet, la banda soffre e le applicazioni di più
Carboni: su rete Garr si registra un incremento del 60% in più del traffico nei primi sette giorni a casa da parte degli studenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PESCARA
20 marzo 2020
12:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ un bene primario al pari di acqua, luce e gas, oggi “è il nostro modo per mantenere i contatti”: Internet non è mai stata così indispensabile per questo si avvertono i problemi di un sistema non ancora pronto a sostenere volumi di traffico come quelli dell’emergenza coronavirus. Ad avere qualche carenza sono sopratutto le applicazioni. A spiegare cosa sta succedendo con il boom di smart working ed e-learning è Massimo Carboni, dirigente del Dipartimento Infrastrutture di GARR, la rete italiana dell’istruzione e della ricerca, 17000 km in fibra con una capacità complessiva di 3.5 Terabit.
“La rete è simmetrica ed equivalente in tutta Italia – dice Carboni – con l’improvviso aumento delle lezioni online, con flussi in upload spesso superiori a quelli in download, la qualità della connessione non ne risente. L’accesso degli studenti agli streaming video delle lezioni e ai contenuti online ha generato nell’ultima settimana un aumento del traffico in upload del 60% rispetto alla media annuale”. Il discorso cambia se si parla di utenze domestiche e di scuole che non viaggiano sulla rete GARR. E se è sicuro che Internet non rischia di ‘spegnersi’, “come non accadde a Fukushima”, oggi possiamo percepirne la saturazione e constatare che “il vero driver dell’evoluzione sono le applicazioni che non reggono alla connettività – spiega – e i soggetti in crisi sono i fornitori di servizi, quelli che noi chiamiamo GAFAM, Google Apple Facebook Amazon e Microsoft”.
La rete, con i suoi 70 punti di presenza su tutto il territorio nazionale, è gestita dal Consortium GARR, associazione senza fini di lucro fondata sotto l’egida del Miur.
I soci fondatori sono Cnr, Enea, Infn e Fondazione Crui, in rappresentanza di tutte le università italiane.
“In aree come Milano e Roma, ora che molti hanno cominciato a lavorare da casa, il traffico è aumentato del 40% – aggiunge Carboni – La saturazione comporta dai 100 megabit garantiti dal gestore l’utente arrivi ad vere 40 megabit. E’ indubbio che siamo di fronte a limitazioni della banda e che, se quello che abbiamo ora è frutto di dieci anni di investimenti, non possiamo girare la manopola in due settimane e fare ciò che richiederà, invece dai 24 ai 36 mesi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Air Italy: bando per la vendita
Manifestazioni interesse entro il 25 marzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
20 marzo 2020
12:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alisarda e Qatar Airways vendono Air Italy. I due soci, attraverso i liquidatori nominati il mese scorso, hanno pubblicato sul sito della compagnia un “Invito a manifestare interesse per l’acquisizione dei complessi aziendali facenti capo ad Air Italy S.p.A. in Liquidazione”. L’avviso è stato pubblicato ieri sul Financial Times e sul New York Times e ripreso dai quotidiani sardi. Si vende in lotti. Due, per l’esattezza: uno per il ramo Aviation e uno per le Manutenzioni.
Chi fosse interessato potrà acquisirle entrambe. La deadline per farsi avanti è il 25 marzo. Poi una due diligence che durerà 10 giorni a partire dall’ammissione alla data-room virtuale predisposta dalla compagnia. Nel frattempo si fa strada un possibile stop all’iter in corso per il licenziamento collettivo di 1.453 dipendenti con il decreto Cura Italia. Il provvedimento congela i licenziamenti avviati dopo il 23 febbraio e in questo contesto dovrebbe rientrare anche il vettore sardo-qatariota.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moneta celebra anno salute delle piante
Percorso prioritario su tema sostenibilità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
15:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata emessa ieri dal ministero dell’Economia e delle Finanze una moneta in argento ispirata ai valori della sostenibilità e dedicata all’Anno Internazionale della salute delle piante.
Il soggetto di questa moneta, spiega una nota dell’Istituto poligrafico e zecca dello stato, segna un percorso prioritario sul tema della sostenibilità, voluto fortemente nella Collezione Numismatica 2020 per sensibilizzare ancor di più l’opinione pubblica su un argomento imprescindibile e già molto sentito.
La moneta da collezione si presenta nella Serie annuale 9 pezzi con le 8 monete circolanti. La moneta, realizzata dall’artista incisore del Poligrafico e Zecca dello Stato Uliana Pernazza e prodotta presso le Officine della Zecca dello Stato, ha una un valore nominale di 5 euro, in versione Fior di Conio, con una tiratura di 10000 pezzi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca Melfi: cigo per nove settimane
Cassa integrazione ordinaria fino al 13 maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
20 marzo 2020
14:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un periodo di cassa integrazione ordinaria di nove settimane, fino al 13 maggio, “con la causale ‘Covid 19’ come previsto dal decreto ‘Cura Italia’”: sarà attivato per lo stabilimento Fca di Melfi (Potenza). Lo hanno reso noto i sindacati al termine di una videoconferenza con i dirigenti dell’azienda.
In un comunicato congiunto diffuso da Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcf è sottolineato che “al momento resta confermato solo lo stop fino al 29 marzo. Entro tale data le parti torneranno ad incontrarsi per valutare le ulteriori decisioni da assumere”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio in calo a Ny, -1,35%
Quotazioni in ribasso dell’1,35%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 marzo 2020
14:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,35% a 24,88 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre in rialzo, +0,67%
S&P 500 sale dello 0,88%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 marzo 2020
14:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,67% a 20.241,73 punti, il Nasdaq avanza dell’1,64% a 7.266,00 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,88% a 2.430,77 punti. VAI A TUTTE LE NOTIZIE ECONOMICHE IN TEMPO REALE VAI ALLA POLITICA VAI ALLA CRONACA VAI ALLEL NOTIZIE DAL MONDO VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa, Milano positiva con Europa e Usa
Bene Bper dopo ‘sconto’ su filiali, debole Campari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
15:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I mercati azionari del Vecchio continente sono oggi tutti in rialzo e confermano la loro buona intonazione anche dopo l’avvio positivo di Wall street: Parigi sale del 4,5%, Francoforte di quattro punti percentuali, con l’Ftse che a Milano cresce del 2,3% e Londra in aumento del 2%.
In un clima sempre nervoso e molto volatile, tra i titoli maggiori di Piazza Affari il migliore è Bper che sale dell’11% dopo lo ‘sconto’ sull’acquisto di 400-500 filiali se andrà a buon fine l’Ops di Intesa su Ubi, seguito da Atlantia, Stm e Mediobanca che crescono dell’8%. Fca rimbalza del 6% e si muove sullo stesso piano di Unicredit e Leonardo, mentre Pirelli, Prysmian e Snam cedono il 5%. Debole Campari che perde oltre sei punti percentuali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: il Mes, la rete di salvataggio Ue che divide
Il confronto Nord-Sud Europa, con la mina del debito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
20:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ lo strumento primario dei salvataggi europei, erede del vecchio fondo Efsf usato per Grecia, Spagna, il Portogallo, Irlanda Cipro. Ma il Mes, l’agenzia lussemburghese creata nel 2012 per frenare la grande crisi finanziaria, è anche al centro di innumerevoli divisioni e polemiche interne ai Paesi – come l’Italia dove l’opposizione ci vede la ‘camicia di forza’ della troika – e fra i Paesi, con l’Italia oggi capofila di un’applicazione meno legata a condizioni penalizzanti.

Ad oggi, il Meccanismo europeo di stabilità – che si finanzia emettendo bond e ha un capitale garantito dagli Stati – ha a disposizione una potenza di fuoco di circa 500 miliardi di euro e una serie di strumenti: prestiti, a fronte di un programma di riforme concordato; acquisti di titoli di Stato sul mercato primario e secondario; linee di credito precauzionali; prestiti per la ricapitalizzazione indiretta delle banche; ricapitalizzazioni dirette. Non solo: per accedere al ‘bazooka’ anti-spread voluto da Draghi, il programma ‘Omt’ della Bce, è necessario prima sottoscrivere un memorandum col Mes. Aiuti, quelli previsti finora, rivolti a un singolo Paese, con la sottoscrizione di un accordo – su riforme da compiere e politiche di bilancio da seguire – in cui Paesi come l’Italia vedono il rischio di finire stigmatizzati.

Ecco l’idea, di cui il governo italiano si è fatto portabandiera, di un’applicazione diversa di fronte al coronavirus: consentire al Mes di fornire linee di credito a tutti i Paesi di fronte all’impatto economico della pandemia. Lasciando a ciascuno la scelta di come spendere quei soldi. Una proposta – come quella dei ‘coronabond’ – che trova giustificazione nella natura ‘simmetrica’ della crisi attuale, che sta colpendo tutti. Insomma più solidarietà, rompendo il tabù degli Stati nordici: la mutualizzazione dei debiti nazionali, che farebbe da apripista agli eurobond. Al fondo il braccio di ferro è sul futuro dei debiti: che gli aiuti vengano dalla Bce (comprando debito) o dal Mes, alla fine Paesi come l’Italia si ritroveranno con un rapporto debito/Pil che qualcuno teme diventi insostenibile, sopra il 150% del Pil. Una camicia di forza nei fatti, di fronte agli investitori. L’unica via d’uscita è la mutualizzazione, che per Berlino rappresenterebbe un’occasione di leadership europea. Ma anche un enorme costo politico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Cura Italia: ‘E’ il primo step, uniti e non fermiamo il Paese’
Mef, ‘1000 euro babysitter anche a forze ordine’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
19:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri terrà il prossimo 24 marzo alle 15 un’audizione in videoconferenza nelle commissioni Bilancio di Senato e Camera sul decreto legge Cura Italia. Alle 17 la commissione Bilancio del Senato avvierà l’esame del provvedimento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono ore cruciali queste, in cui al dramma sanitario che ha la priorità su tutto, si aggiungono le difficoltà economiche e lavorative. Ne siamo consapevoli e abbiamo varato questo primo urgente decreto per fronteggiare le necessità minime di imprenditori e lavoratori. Ma è appunto un primo step: stiamo già approntando ulteriori misure che approveremo nelle prossime settimane e che saranno ulteriore ossigeno al motore del Paese, che non può e non deve finire in ginocchio”. Lo spiega il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, che su Facebook scrive: “vi chiedo di collaborare e di restare uniti per non fermare l’Italia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istruzioni Inps per congedi e baby sitter  – Quindici giorni di congedo nel complesso per la famiglia da utilizzare alternativamente tra i genitori purchè uno dei due non sta già a casa perchè senza lavoro o beneficiario di strumenti di sostegno del reddito: l’Inps oggi ha pubblicato un messaggio sulle modalità con le quali chiedere il congedo parentale straordinario destinato ai genitori che hanno figli a casa per la chiusura delle scuole per l’emergenza Covid 19. Il congedo prevede un’indennità del 50% della retribuzione per chi ha figli under 12 (oltre alla contribuzione figurativa) e l’assenza di retribuzione ma il mantenimento del posto per chi ha figli tra i 12 e i 16 anni. Il congedo può essere chiesto per il periodo tra il 5 marzo e il 3 aprile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mef, 1000 euro babysitter anche a forze ordine  – “Con il decreto Cura Italia è previsto il congedo parentale per 15 giorni aggiuntivi al 50% del trattamento retributivo o, in alternativa, un voucher da 600 euro. Per il personale sanitario e le forze dell’ordine il voucher sarà di 1.000 euro”. Lo ricorda il ministero dell’Economia con una serie di tweet con cui sta elencando le principali misure per i lavoratori e le famiglie contenute nel provvedimento. Si ricorda anche, ad esempio, che “la Cassa integrazione in deroga viene estesa per l’intero territorio nazionale, per tutti i dipendenti, di tutti i settori produttivi” e potrà quindi essere utilizzata “fino a 9 settimane anche per i dipendenti di micro e piccole imprese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Agenzia Riscossione, ecco tutti i chiarimenti – Agenzia delle entrate-Riscossione ha pubblicato sul proprio portale le risposte alle domande più frequenti (Faq) per fornire alcuni chiarimenti ai contribuenti in merito alle diposizioni introdotte, in materia di riscossione, dal decreto legge n.18/2020 (“Cura Italia”). Il decreto prevede, in particolare, la sospensione di tutti i versamenti in scadenza nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di addebito e dagli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’Agente della riscossione, che dovranno tuttavia essere effettuati entro il 30 giugno 2020. Il decreto sospende (dall’8 marzo al 31 maggio 2020) l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare azioni di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti, per il recupero dei debiti scaduti prima dell’inizio della sospensione. Il decreto ha anche differito al 31 maggio 2020 i termini per il pagamento della rata della “Rottamazione-ter”, scaduta il 28 febbraio 2020 e quella del “Saldo e stralcio” in scadenza il 31 marzo 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Poste cambia calendario, anticipo per 850mila pensionati
Spi-Cgil a Governo, si facciano spot per avvertirli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
17:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 850mila i pensionati che potranno beneficiare dell’anticipo e dello scaglionamento su più giorni del pagamento delle pensioni per i mesi di aprile, maggio e giugno. Si tratta nello specifico di tutti quelli che riscuotono la pensione direttamente in contanti presso le poste e di quelli che hanno il libretto ma non il postamat”. Lo fa sapere lo Spi-Cgil, che parla di misura “positiva perché punta ad evitare assembramenti, in particolare di persone che più di altre corrono gravi e pesanti rischi se contagiati dal virus” ma chiede la messa in onda di spot televisivi.

Pensioni dal 26 marzo, anche da 7mila Postamat  – Poste adotta “nuove modalità di pagamento delle pensioni”, con un “carattere precauzionale”, “introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti”. Le pensioni del mese di aprile, spiega l’azienda, verranno accreditate il 26 marzo per i titolari di un libretto di risparmio, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 Atm Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello. Chi invece non può evitare di ritirare la pensione in contanti, nell’ufficio Postale, “dovrà presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal calendario seguente: i cognomi dalla A alla B giovedì 26 marzo; dalla C alla D venerdì 27 marzo; dalla E alla K la mattina di sabato 28 marzo; dalla L alla O lunedì 30 marzo; dalla P alla R martedì 31 marzo; dalla S alla Z mercoledì 1 aprile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Acea, a rischio 14 mln posti lavoro auto Ue
Servono azioni forti a livello nazionale ed europeo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 marzo 2020
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’industria automobilistica sta attraversando la sua crisi peggiore. Con l’arresto di tutta la produzione e la chiusura della rete di vendita sono in gioco 14 milioni di posti di lavoro in Europa”. A lanciare l’allarme è Eric-Mark Huitema, direttore generale dell’Ace, l’associazione dei costruttori europei, che chiede “azioni forti e coordinate a livello nazionale ed europeo per dare un sostegno immediato alla liquidità delle case automobilistiche, ai loro fornitori e ai rivenditori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A terra maggior parte flotta EasyJet
Dal 24 marzo programma ridotto, al massimo 10% capacità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
18:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
EasyJet “metterà a terra la maggior parte della sua flotta a partire da martedì 24 marzo”.
“Continueremo ad effettuare voli di rimpatrio per i clienti – spiega – e prevediamo che la maggior parte delle nostre operazioni di soccorso saranno completate entro lunedì 23 marzo.
Invitiamo i clienti che attualmente si trovano all’estero a prenotare nuovamente un volo di soccorso prima di lunedì 23 marzo”.
La compagnia “prevede di continuare comunque ad operare un programma ridotto su alcune rotte. Questo coinvolgerà un massimo del 10% della capacità durante questo periodo dell’anno e riguarderà principalmente rotte da e verso il Regno Unito”.
Il programma di volo verrà riconsiderato “su base settimanale per assicurarci che risponda alla domanda attuale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano sale ancora, vola Atlantia
Bene anche listini europei. Forti vendite su Prysmian e Snam
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
18:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari prosegue nel rimbalzo assieme alle Borse europee, consolidando i rialzi della vigilia, mentre da banche centrali e governi continuano a fioccare gli interventi a sostegno di un’economia mondiale che si sta lentamente fermando. Il Ftse Mib è salito dell’1,71%, dietro a Parigi (+5%) e Francoforte (+3,7%) e davanti a Londra (+0,09%).
Sul listino milanese c’è chi ha rimbalzato come Atlantia (+19%), Ferragamo (+11,7%) e Bper (+11,7%), che ha rinegoziato con Intesa (+2,8%) il prezzo di acquisto delle filiali di Ubi (-1,43%). Molto bene anche Moncler (+8,3%), Unicredit (+7,6%), Nexi (+7,2%) e Juventus (+6,63%). Ma diversi titoli hanno chiuso in profondo rosso, a partire da Prysmian (-9,7%) e Snam (-8,4%), che ha guidato i ribassi tra le utility, con Terna che ha perso il 6% e Italgas il 4,2%. Male anche Unipol (-7,3%), Campari (-5,8%) e Pirelli (-5,5%), nonostante la disponibilità dei soci forti ad acquistare azioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Esselunga:a eredi Caprotti 1,83 miliardi
Per quota 30%. Arbitrato valuta supermercati 6,1 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
19:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’arbitrato su Esselunga valuta l’intero gruppo 6,1 miliardi e il 30% in mano a Giuseppe e Violetta Caprotti 1,83 miliardi (915 milioni a testa). Si conclude così, la procedura per determinare il valore di Supermarkets Italiani, che detiene il 100% della catena di supermercati, e mette fine alla controversia fra gli eredi di Bernardo Caprotti, con l’acquisto da parte della moglie Giuliana Albera e della figlia Marina, già azioniste al 70%, del 30% dai due figli di primo letto del fondatore. Il verdetto arrivato dai tre arbitri, dopo una procedura durata 14 mesi, dà ragione a Giuseppe e Violetta nella ‘Dinasty’ all’interno del gruppo italiano della grande distribuzione.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Artigiani chiusi, proliferano abusivi
In Italia 3,3 milioni di lavoratori nel sommerso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
21 marzo 2020
09:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Molte attività commerciali e artigianali in questi giorni sono chiuse e questo ha favorito il laboratori abusivi e in nero. E’ quanto afferma la Cgia secondo la quale molti hanno approfittato della chiusura totale imposta a estetiste, acconciatori e alla difficoltà di trovare artigiani che sono disponibili solo per le urgenze, non per gli interventi ordinari. Si tratta , sostiene l’associazione, degli edili, dei dipintori, degli elettricisti, dei fabbri, degli idraulici, dei manutentori di caldaie che in questi giorni stanno subendo una concorrenza sleale aggressiva”. La Cgia ricorda che, secondo l’Istat, i lavoratori “invisibili” in Italia sono 3,3 mln. A ‘usufruire’ buona parte dei 78,5 miliardi di fatturato in nero, per la Cgia, è il Mezzogiorno. A fronte di poco più di 1.250.000 occupati irregolari (38% del totale Italia), al Sud il valore aggiunto dato dall’economia sommersa è di 26,8 mld (34%). La realtà meno investita dal fenomeno è il Nordest: qui è pari a 14,8 mld.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per la Cgia si tratta prevalentemente di lavoratori dipendenti che fanno il secondo/terzo lavoro, cassaintegrati o pensionati che arrotondano o disoccupati. In Campania, Calabria e Sicilia il lavoro nero è più diffuso; oasi felici Aosta, Veneto e Bolzano.
Secondo le stime Istat relative al 2017 (ultimo anno per cui i dati sono disponibili), in Calabria il tasso di irregolarità è del 21,6% (136.400 irregolari), in Campania al 19,8% (370.900), in Sicilia al 19,4% (296.300), in Puglia al 16,6% (229.200) e nel Lazio al 15,9% (428.100). La media nazionale è del 13,1%. Le situazioni più virtuose sono nel Nordest. Se in Emilia R. il tasso di irregolarità è al 10,1% (216.200), in Valle d’Aosta è al 9,3% (5.700), in Veneto al 9,1% (206.500) e nella Provincia autonoma di Bolzano al 9% (26.400).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In sei anni green bond quintuplicati
Rapporto UniCatt e Assbb, passano da 50 a 250 miliardi dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 marzo 2020
10:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel periodo tra il 2014 e il 2019 le emissioni di green bonds a livello mondiale sono quintuplicate, passando da meno di 50 miliardi di dollari a oltre 250. E’ quanto rileva l’Osservatorio monetario dedicato alla Finanza verde. Il rapporto, realizzato dall’Università Cattolica, in collaborazione con l’Associazione per lo sviluppo degli studi di banca e borsa (Assbb) è disponibile online sul sito del Laboratorio di analisi monetaria (Lam) dell’Ateneo.
Nella ricerca emerge che la finanza è sempre più “green”. Da alcuni anni in tutto il mondo il mercato degli investimenti finanziari sostenibili, infatti, è, in forte espansione, e l’Europa è leader in questo settore: tra il 2012 e il 2018, il valore delle attività gestite da fondi comuni ‘responsabili europei è raddoppiato, passando da 250 a 500 miliardi di euro.
Restano però alcuni ostacoli a un suo maggiore sviluppo, per esempio l’incerto quadro regolatorio.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie economiche sempre approfondite ed aggiornate. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 39 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:35 DI MERCOLEDì 18 MARZO 2020

ALLE 11:12 DI VENERDì 20 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Nikkei segue tentativo recupero indici azionari Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
18 marzo 2020 00:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Tokyo apre la seduta col segno più dopo il tentativo di recupero messo a segno dagli indici azionari Usa, con gli investitori che guardano al nuovo piano di sostegno del governo statunitense per contrastare l’impatto negativo sull’economia a causa dell’espansione del coronavirus. Il Nikkei avanza dello 0,50% a quota 17.096,32, con un guadagno di 84 punti. Sul mercato valutario lo yen si deprezza a 107,40 sul dollaro, mentre è stabile sull’euro a un valore di 118,30.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Hong Kong apre in calo
In rialzo invece Shanghai e Shenzhen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
18 marzo 2020
03:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Hong Kong apre la seduta in territorio negativo: l’indice Hang Seng segna nelle prime battute un calo dello 0,67%, a 23.107,40 punti.
L’indice Composite di Shanghai sale invece dello 0,69% a 2.798,94 punti, mentre quello di Shenzhen guadagna l’1,35% a 1.727,73.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo Wti giù a 26,31 dollari
Perde ancora il 2,34%. Brent -1,25% scende a 28,34 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Continua la discesa dei prezzi del petrolio ulteriormente in calo sul mercato after hour di New York. Il Wti del Texas cede il 2,34% a 26,31 dollari al barile; il Brent perde l1,25% a 28,34 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo ancora in calo a 1.512 dlr
Quotazioni scendono dell’1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Quotazioni ancora in calo per l’oro.
Il metallo con consegna immediata cede ancora l’1% a 1.512 dollari l’oncia proseguendo la discesa degli ultimi giorni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia pesante, Tokyo -1,68%
Attività manifatturiere bloccate, futures Europa e Usa in rosso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Nuova giornata difficile per i listini di Asia e Pacifico, ancora una volta legata agli effetti della diffusione del coronavirus. I listini orientali hanno scontato il calo delle esportazioni dalla Cina al Giappone, che in febbraio si sono dimezzate, bloccando di fatto le attività manifatturiere. Tokyo ha ceduto l’1,68%, Shanghai l’1,83% e Taiwan il 2,34%. Più pesanti Seul (-4,86%) e Sidney (-6,43%), legata al prezzo delle materie prime, che a parte l’oro e il minerale di fatto hanno segnato nuovamente il passo. Sotto pressione anche Hong Kong (-3,61%) e Mumbai (-3,94%), ancora aperte. Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street, in attesa della bilancia commerciale italiana e dell’Ue e dei dati sulle nuove costruzioni di case negli Usa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in calo a 271 punti
Rendimento decennale al 2,35%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Apertura in calo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 271 punti contro i 279 di ieri in chiusura di giornata. Il rendimento del titolo decennale italiano è al 2,35%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi:euro in rialzo su dollaro a 1,1013
Su yen scende a 118,06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Euro in lieve rialzo all’avvio di giornata. La moneta unica segna quota 1,1013 dollari a fronte di quota 1,1003 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. La moneta unica scende invece sullo yen a 118,06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano apre in forte calo (-2,16%)
Indice Ftse Mib a quota 14.987 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 marzo 2020
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Avvio di seduta in forte calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un ribasso del 2,16% a 14.987 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa apre male,Francoforte -3,6%
Giù anche Londra (-2,61%) e Parigi (-2,16%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
09:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Apertura pesante per le principali borse europee. Francoforte cede il 3,64% a 8.613 punti, Londra il 2,61% a 5.156 punti e Parigi il 2,16% a 3.905 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano riduce calo (-1,3%),giù Fca
Spread sopra i 275 punti frena Intesa, cala greggio Eni scivola
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
09:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari riduce il calo segnato in apertura (Ftse Mib -1,3%) nel primo giorno di blocco totale delle vendite allo scoperto. Resta però in difficoltà con Fca (-4,17%) e Cnh (-5,73%), che scontano il blocco degli impianti che ormai interessa l’intero comparto industriale europeo. Sotto pressione anche Stm (-4,6%) ed Enel (-3,41%), mentre Eni (-1,27%) risente del calo del greggio insieme a Saipem (-1,65%), che ha concluso il proprio piano di riacquisto titoli. Pochi i rialzi, limitati a Tim (+7,71%), spinta dall’intero comparto telefonico in Europa per il ricorso al lavoro agile. Occhi puntati su Terna (+4%), Prysmian (+3,55%), Snam (+3%) Tenaris (+2,8%) e Atlantia (+2,17%), riammessa agli scambi. A due velocità le banche, con lo spread che risale in area 280 punti. Giù Intesa (-2,78%), Ubi (-1%) e Unicredit (-0,86%), bene invece Banco Bpm (+2%). Poco mossa Molmed (-0,11%), salita ieri dell’80% per effetto dell’Opa di Agc.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa pesante, Milano -1%
Contagio si allarga Oltralpe, greggio torna a scendere
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
10:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Listini pesanti in Europa ad eccezione che a Madrid (-0,18%) e in Piazza Affari (-1%), dove il blocco delle vendite allo scoperto incomincia a funzionare. I listini continentali e Londra (-3,3%) scontano il timore per il contagio del coronavirus, che ha ormai varcato le Alpi, costringendo gli altri Paesi ad adottare misure analoghe a quelle italiane. Francoforte cede il 3,4% e Parigi il 2,5% nonostante il blocco alle vendite allo scoperto deciso anche in Francia. Negativi i futures Usa, in rialzo lo spread sopra i 308 punti, mentre il greggio (Wti -2,2%) continua a scendere a differenza dell’oro (+1,9%). In rosso tutti gli indici settoriali ad eccezione dei telefonici, spinti dal massiccio ricorso al telelavoro. Salgono la belga Proximus (+13,4%), l’olandese Koninklijke (+11,6%), la spagnola Telefonica (+7,7%) e Tim (+6,2%). Giù i bancari Lloyds (-5,4%), Hsbc (-2,35%) e Intesa (-2,5%), bene invece Banco Bpm (+2,2%). Pesanti Bp e Shell (-5,8% entrambe), positiva Eni (+2,58%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: fatturato gennaio +5,3%, su anno +3,8%
Ordini gennaio +1,2%, su anno -1,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
10:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A gennaio, prima che l’Italia fosse colpita dall’emergenza Coronavirus, il fatturato dell’industria italiana è salito del 5,3% su base mensile, recuperando “ampiamente” il calo registrato a dicembre. Lo rileva l’Istat, evidenziando come la dinamica congiunturale rifletta aumenti “sostenuti” su entrambi i mercati: nazionale ed estero. Su base annua si è registrato un aumento del 3,8% (dato corretto per gli effetti di calendario).

Il fatturato dell’industria italiana a gennaio segna rialzi marcati per i settori dei mezzi di trasporto (+14,4%), dei prodotti farmaceutici (+10,8%) e dell’alimentare (+7,9%). E’ quanto emerge dalle tavole dell’Istat su dati tendenziali. In flessione invece risultano i comparti del coke e dei prodotti petroliferi (-1,6%), della metallurgia (-0,9%) e della produzione di macchinari (-0,8%) e prodotti chimici (-0,6%).

Gli ordinativi dell’industria a gennaio aumentano dell’1,2% su base mensile, grazie al traino del mercato estero. Lo rileva l’Istat. In termini tendenziali l’indice grezzo delle commesse invece scende dell’1,8%, in questo caso gli ordini fuori confine hanno inciso negativamente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano resiste a balzo spread(-1%)
Congelata anche Nexi, Banco Bpm in controtendenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
10:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– IL rialzo dello spread a 316 punti non intacca Piazza Affari, che, grazie anche al blocco delle vendite allo scoperto, contiene il calo all’1,2%. Soffre Intesa Sanpaolo (-3,54% teotico), congelata al ribasso insieme a Nexi 8-4,97%). Più caita Unicredit (-1,13%), mentre Banco Bpm (+0,5%) si muove in controtendenza. Sotp al ribasso anche per Cnh (-8% teorico), mentre Fca (-6,5%) è stata riammessa agli scambi. Tra i pochi rialzi Pirelli (+2,68%), Recordati (+0,97%), Prysmian (+6,1%) e Tim (+5%), entrambe spinte dal ricorso al telelavoro.
Bene Terna (+2,6%) e Atlantia (+1,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inflazione giù a 1,2% a febbraio, in Italia calo record
Eurostat conferma la stima flash. A gennaio era 1,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
18 marzo 2020
11:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A febbraio l’inflazione è scesa a 1,2%, dall’1,4% di gennaio. Lo comunica Eurostat confermando la sua stima flash del 3 marzo e sottolineando come in Italia si sia registrato il tasso più basso (0,2%). Tassi bassi anche in Grecia (0,4%) e Portogallo (0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Europa giù con futures,Milano-2,8%
Parigi -5,8%, Londra e Francoforte -5%, nuovo ribasso greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
12:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il calo del 4% dei futures Usa e il nuovo ribasso del greggio (Wti -6,9%) colpiscono i listini europei nonostante l’annuncio della Bce “pronta a nuove misure”.
Parigi (-5,8%) è la peggiore, nonostante il blocco alle vendite allo scoperto, ininfluente ormai anche in Piazza Affari (-2,8%).
Sotto pressione Londra e Francoforte (-5%) insieme a Madrid (-4,4%), mentre resta positiva Bruxelles (+1%). Bene i telefonici Proximus (+12,7%), Orange (+5,45%) e Tim (+4,6%), crollano Airbus (-14%), Total (-6,3%) e Volkswagen (-9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: vendite Europa in calo del 7,2% a febbraio
Fca perde il 6,9%. Promotor, sul mercato incombe il Coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
18 marzo 2020
12:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il mercato europeo dell’auto chiude febbraio con un segno negativo: le immatricolazioni in Ue più Paesi Efta e Regno Unito – secondo i dati dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei – sono state 1.066.794, il 7,2% in meno dello stesso mese del 2019. Il bimestre chiude con 2.202.010 vetture vendute (-7,3%). In calo anche il gruppo Fca che ha immatricolato 74.852 auto (-6,9) ma in crescita i brand Fiat e Lancia.
“Sul mercato incombe il Coronavirus. L’impatto sarà molto duro”, dice Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor.

POTREBBE INTERESSATI ANCHE: PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE VAI ALLA POLITICA VAI A TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO LEGGI TUTTO SULLA CRONACA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano soffre (-3%), pesa spread
Fca e Cnh giù con blocco attività e vendite auto Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
13:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari soffre a metà seduta (Ftse Mib -3%), con lo spread assestato a 300 punti. E’ durata poco la protezione assicurata dallo scudo della Consob alle vendite allo scoperto, anche se il listini milanese fa meglio degli altri in Europa. Le vendite si concentrano su Cnh (-11,3%), frenata dal blocco delle fabbriche decise ormai da tutti i Gruppi in Europa, mentre Fca (-9,4%) è di nuovo congelata al ribasso a due giorni dall’annuncio del provvedimento e dopo il calo delle immatricolazioni europee.
Pochi i rialzi, limitati a Tim (+4,31%), spinta come i rivali europei dal ricorso delle aziende al telelavoro. Bene Prysmian (+1,3%), che posa cavi telefonici, Pirelli (+3,28%) e Campari (+3,97%). Sotto pressione Nexi (-10%), Mediobanca (-7,7%), Intesa (-6,59%) e Poste (-5,3%). Poco mossa Molmed (-0,75%) dopo il balzo della vigilia con l’opa di Agc, sprint di Zucchi (+32%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rosso, Milano -2,5%
Mutui e permessi Usa in calo, ma nuove abitazioni oltre le stime
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
14:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Si mantengono pesanti le borse europee, con i futures Usa giù dopo il calo dei mutui e dei nuovi permessi edilizi, mentre hanno superato le stime le nuove abitazioni. Parigi (-5,7%) è la peggiore dietro a Francoforte (-5,5%) e Londra (-5%), meno colpite Madrid (-4%) e Milano (-2,5%). In lieve calo lo spread (292 punti), salito nella mattinata fino a quota 320, mentre il greggio (Wti -8,8%) scende sotto quota 24,6 dollari al barile e l’oro (+0,65%) si mantiene sopra i 1.500 dollari l’oncia.
In rosso praticamente tutti gli indici settoriali ad eccezione dei telefonici e della distribuzione alimentare. I primi sono spinti dall’esplosione del lavoro agile in tutta Europa, che favorisce la belga Proximus (+12%), l’olandese Koninklijke (+11,6%), Telefonica Deutscheland (+5%) e Tim (+5,2%). Bene le catene Sainsbury (+12,24%) e Colruyt (+7,64%), a differenza di Casino (-1,74%). Cedono i bancari Bnp e Lloyds (-5,9% entrambe) e Intesa (-5,8%). In calo dell’8% Total e Shell, cauta Eni (-1,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da moda a mascherine, azienda cambia
A lavoro 75 sarte per garantire 10.000 protezioni per il viso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MIRANDA (ISERNIA)
18 marzo 2020
14:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Modaimpresa, azienda con 35 dipendenti a Miranda (Isernia), ha convertito la propria produzione di capi di abbigliamento per la produzione di mascherine protettive con filtro. La produzione garantirà al sistema 10.000 mascherine al giorno, con numeri in continua crescita, distribuite in lotti di 500 pezzi ciascuno.
L’intera produzione verrà realizzata da 75 sarte, tra interni ed indotto locale, e utilizzerà cotone lavabile con un filtro interno estraibile e riutilizzabile a seguito di disinfezione con alcool o altro disinfettante. Le mascherine saranno disponibili su tutto il territorio nazionale secondo disponibilità.
Dato il momento di “emergenza per la diffusione del coronavirus abbiamo deciso di affiancare alle collezioni per i vari brand, la produzione di mascherine protettive, cercando di dare il nostro contributo per contrastare casi di speculazione su materiali che devono essere disponibili in questo delicato momento”, afferma Romolo D’Orazio, ceo di Modaimpresa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano giù ma meglio di Europa
Grazie soprattutto ad allentamento tensione su bond italiani
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Giornata molto nervosa per Piazza Affari, che ha chiuso con l’indice Mib in calo dell’1,27% a 15.120 punti dopo aver provato nel pomeriggio anche una breve escursione in terreno positivo. Grazie soprattutto all’allentamento della tensione sui titoli di Stato italiani, è stata comunque una seduta molto meno pesante per Milano rispetto alle altre Borse europee.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude male, Parigi -5,9%
Scivolone anche per Francoforte e Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Mercati azionari del Vecchio continente di nuovo molto pesanti: Parigi è stata la Borsa peggiore della giornata con un calo finale del 5,9%, seguita da Francoforte (-5,5%) e Londra, che ha chiuso in ribasso del 3,9%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano contiene calo, bene Tim
Corre Campari con piano contro eccessivi recessi, giù Exor e Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
18:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari torna a scendere ma contiene i ribassi grazie all’allentamento della tensione sui titoli di Stato italiani, con lo spread cha ha chiuso a 267 punti: dopo una giornata nervosa l’indice Ftse Mib ha segnato un calo finale dell’1,27% a 15.120 punti e l’Ftse All share un ribasso dell’1,17% a quota 16.486.
La Borsa di Milano ha anche provato una breve escursione in terreno positivo ed è stata comunque meno pesante degli altri listini europei, con Parigi che ha perso il 5,9%, Francoforte il 5,5% e Londra quattro punti percentuali. Nel paniere principale di Piazza Affari, la migliore è stata Campari, salita di oltre il 10% dopo essersi cautelata con la convocazione di nuove assemblee dal rischio di eccessivi recessi nell’operazione di trasferimento della sede in Olanda. Molto bene anche Tim (+9,9%) e Pirelli (+7,8%), con le banche generalmente deboli e Leonardo in calo del 9,5%. Molto pesante Stm (-13%), con scivoloni per la galassia Cnh (-13%), Exor (-12%) e Fca, che ha perso oltre il 10%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Expo 2020: Dubai continua preparativi, paesi uniti e solidali
Esposizione universale al via il 20 ottobre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
19:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unità e solidarietà di fronte alla crisi globale da Covid-19 e la volontà di continuare insieme, con le misure di sicurezza necessarie e pianificazione, la marcia verso Expo 2020 Dubai che prenderà il via il 20 ottobre. È questo il messaggio emerso dalla riunione in videoconferenza dello Steering Committee, l’organismo consultivo dell’Esposizione Universale del quale il Commissario italiano, Paolo Glisenti, fa parte.
“Sono tempi difficili e incerti – ha dichiarato Sua Eccellenza Reem Al Hashimy, Ministro di Stato per la Cooperazione Internazionale e Direttore Generale dell’Esposizione – che rende ancora più incoraggiante vedere le comunità di tutto il mondo affrontare questa sfida insieme e testimoniare l’incredibile capacità di resistenza dello spirito umano contro una minaccia che non conosce confini o scadenze internazionali. Le esposizioni mondiali sono intese come celebrazioni del nostro impegno collettivo e questi tempi richiedono la nostra solidarietà e unità più che mai”.
I lavori sul sito, proseguono e la costruzione dei padiglioni tematici è ormai completata. Gli Emirati Arabi Uniti hanno adottato una serie di solide misure precauzionali per controllare la diffusione di COVID-19 ed Expo 2020 ha applicato pienamente le ultime linee guida emanate dall’Autorità sanitaria di Dubai, dal Ministero della salute e della prevenzione, dall’Organizzazione mondiale della sanità e degli altri organi competenti.
Dimitri Kerkentzes, segretario generale del BIE, ha accolto con favore l’iniziativa di Expo 2020 Dubai: “Le esposizioni mondiali sono eventi intrinsecamente globali e inclusivi. Continuiamo a lavorare con gli organizzatori e siamo fiduciosi dei passi che gli Emirati Arabi Uniti hanno adottato per gestire la diffusione del virus e proteggere tutti coloro che sono coinvolti. L’approccio pragmatico di Expo 2020 Dubai offre sia rassicurazione che assistenza a coloro che ne hanno bisogno e, credo, contribuiranno al successo di questo mega evento”. Lo Steering Committee si riunirà nuovamente nelle prossime settimane per rivalutare la situazione e programmare e pianificare le iniziative in base ai nuovi sviluppi della situazione mondiale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalla Bce arrivano 750 miliardi di euro
Lagarde: ‘Azioni straordinarie in tempi straordinari’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
12:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo quantitative easing di dimensioni massicce, 750 miliardi di euro di titoli da acquistare per sconfiggere l’emergenza economica innescata dal coronavirus. La Banca centrale europea – dopo una lunga conference call dei governatori in notturna – va al contrattacco di fronte al crollo delle Borse e alla fiammata degli spread che rischiava di rimettere in discussione le fondamenta dell’euro. “Tempi straordinari richiedono azioni straordinarie”, ha spiegato la presidente della Bce Christine Lagarde. “Non ci sono limiti all’impegno della Bce per l’Euro”, è la frase che, significativamente, va a sostituire, e allo stesso tempo confermare, il ‘whatever it takes’ di Mario Draghi che proprio Lagarde non aveva voluto far propria pochi giorni fa.
La ‘riunione di guerra’ – dopo una giornata sull’ottovolante che aveva visto lo spread italiano schizzare fino a oltre 320 fra dichiarazioni contrastanti che avevano costretto Francoforte a prendere posizione – partorisce il ‘Pandemic Emergency Purchase Programme’. Un nuovo quantitative easing che mira a mettere all’angolo i mercati e dare ossigeno a famiglie e imprese dopo che i 120 miliardi in più della scorsa settimana avevano deluso. La sigla è ‘PEPP’, la Bce comprerà titoli pubblici e privati, inclusi i titoli greci e i ‘commercial paper’ come ha annunciato la Fed: le cambiali, i prestiti a breve che tengono in vita molte aziende e che l’effetto dirompente del coronavirus sta mandando in tilt. Una montagna di soldi che verrà utilizzata – si legge in una nota – “finché la Bce non giudicherà che la crisi del Covid-19 è finita, ma in ogni caso non terminerà prima di fine anno”.
E anche se resterà il criterio della ‘capital key’ che vorrebbe acquisti commisurati al peso di ciascun Paese nel capitale della Bce, saranno permesse “fluttuazioni nella distribuzione dei flussi di acquisto nel tempo, fra classi di asset e giurisdizioni”. Significa che gli acquisti potranno mirare a far crollare lo spread dei Btp o dei titoli francesi. A costringere la Bce ad agire è stata la fiammata dello spread italiano sopra 320, nonostante l’Eurotower – tramite Bankitalia – da giorni stesse comprando Btp a pieno ritmo. Segno che per gli investitori, si stava materializzando il rischio che un’Italia che va verso un calo del Pil 2020 fra -6 e -10%, e un debito spedito come un treno verso il 150, forse 160% del Pil, si avvitasse in una spirale senza ritorno. Ma nel giorno in cui la cancelliera tedesca Angela Merkel ha parlato di “una sfida storica, la più grande dal dopoguerra”, a spingere per la riunione d’emergenza è stato anche il governo francese, con il ministro delle Finanze Bruno Le Maire che aveva chiesto un intervento “veloce e massiccio” e il governatore della Banca di Francia Francois Villeroy che aveva anticipato un’azione “assolutamente determinata”.
Perché accanto allo spread italiano, in questi giorni, si sono allargati anche i differenziali dei paesi ‘core’, come Francia, appunto, o Olanda. Segno che il coronavirus rischiava di rimettere in discussione – almeno nella testa degli investitori – la tenuta dell’Eurozona. Una mossa – dettata da stime d’impatto del virus che danno il Pil dell’Eurozona in calo anche del 5% quest’anno – che di fatto mira a cancellare il consiglio direttivo della scorsa settimana, accolto male dagli investitori, specie in Italia per la frase “non siamo qui per chiudere gli spread”. E una mossa che di fatto toglie le castagne dal fuoco, per ora, ai governi, che ancora non hanno trovato la quadra su come usare il fondo di salvataggio ‘Mes’ e a cui Lagarde aveva chiesto di spingere sulla leva dello stimolo di bilancio. Resta da vedere l’accoglienza dei mercati: la Fed, dopo aver dispiegato una potenza di fuoco simile, nella giornata di ieri si è vista rispondere con un tonfo di Wall Street di oltre il 6%.
“L’Europa batte un colpo! Forte, sonoro, adeguato alla gravità dell’emergenza sanitaria che stiamo affrontando e dello shock economico che ne consegue. Bene la BCE”. Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte commentando la decisione della Bce di un nuovo quantitative easing da 750 miliardi per l’emergenza Coronavirus:

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus, dalla Bce 750 miliardi
Lanciata Qe. Conte, l’Europa batte un colpo forte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
00:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Bce lancia un nuovo quantitative easing da 750 miliardi di euro, con acquisti di titoli del settore pubblico e privato. Lo rende noto la Bce dopo il consiglio direttivo d’emergenza tenuto via conference call. Il programma, che proseguirà per tutto il 2020, includerà anche il debito greco e i commercial paper non bancari, ossia le cambiali con cui si finanziano molte imprese. “L’Europa batte un colpo! Forte, sonoro, adeguato alla gravità dell’emergenza sanitaria che stiamo affrontando e dello shock economico che ne consegue. Bene la BCE”, il commento su Twitter del premier italiano, Giuseppe Conte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Tokyo apre a +2% dopo la Bce
Nikkei guadagna il 2,42% su intervento della Banca Centrale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
01:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Tokyo apre in risalita di oltre il 2% dopo l’intervento della Banca Centrale Europea, che ha avviato un piano da 750 miliardi di euro per l’acquisto di titoli di Stato per far fronte all’emergenza pandemia. Il Nikkei avanza del 2,42% a quota 17.131,25 punti, con un guadagno di 404,70 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, affondano Seul e Hong Kong
Pesano i timori legati alla pandemia coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
06:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Seduta drammatica alla Borsa di Seul che affonda sui timori della pandemia del nuovo coronavirus: il Kospi crolla del 9,22%, a 1.444,52 punti. Le contrattazioni sono state sospese in tarda mattinata a causa dell’eccesso di ribasso, già oltre il 7%. Amplia le perdite anche la Borsa di Hong Kong: l’indice Hang Seng cede il 4,25%, a 21.344,93 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro:prezzo in forte calo dopo Bce, -1,8%
Metallo scende a 1482 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
07:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La mossa straordinaria della Bce, che ha lanciato un maxi piano di acquisto di titoli da 750 miliardi di euro, raffredda le quotazioni dell’oro, tradizionale bene rifugio. Il metallo con consegna immediata cede l’1,82% a 1482 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio:prezzo rimbalza con Bce, +13%
Brent cresce del 5% a 28,05 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
07:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Forte rialzo, all’avvio dei mercati europei, per le quotazioni del petrolio che già nella notte avevano visto un balzo a seguito delle misure straordinarie da 750 miliardi di euro varate dalla Bce contro l’emergenza coronavirus. Il greggio Wti del Texas schizza del 13% a 23,52 dollari al barile mentre il Brent del Mare del Nord cresce del 5% a 28,05 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre in rialzo +0,17%
In Asia lo yen avanza a 108,5
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
08:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Euro in rialzo all’avvio dei mercati dopo la decisione notturna della Bce di varare misure straordinarie da 750 miliardi contro l’emergenza coronavirus. La moneta unica segna 1,093 dollari con una crescita dello 0,17%.
In Asia lo yen si rafforza a 108,5 (+0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Tokyo chiude in calo, -1%
Nikkei a 16.552 punti, lo yen tratta a 108,66 sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
08:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Tokyo chiude in calo con i timori degli investitori per i danni subiti dall’economia globale a causa del coronavirus. L’indice Nikkei, dopo un avvio in rialzo, termina la seduta in calo dell’1,04% a 16.552 punti.
Sul mercato valutario lo yen tratta a 108,66 sul dollaro e 118,76 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in rosso, affonda Seul -8,4%
In rosso anche Tokyo e la Cina, lo yen a 108, 66 sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse asiatiche chiudono in calo con gli investitori che guardano ai danni sull’economia globale provocati dal coronavirus. I mercati continuano l’andamento negativo nonostante gli intereventi delle banche centrali.
Affonda Seul che cede l’8,4%. In rosso Tokyo (-1,04%), dopo un avvio di seduta in terreno positivo, Shanghai (-1%), Shenzhen (+0,2%), Hong Kong (-1,9%) e Mumbai (-3,8%). Sul mercato valutario lo yen tratta a 108,66 sul dollaro e 118,76 sull’euro.
Sul fronte macroeconomico attesi una serie di dati dagli Stati Uniti. In particolare le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione, la bilancia delle partite correnti del quarto trimestre e l’indice Philadelphia Fed (manifatturiero).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro vira in calo -0,34%
Moneta unica segna 1,087 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
08:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Virano in negativo le quotazioni dell’euro. La moneta unica, che aveva aperto in lieve rialzo, ora segna un ribasso dello 0,34% a 1,087 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cura Italia: arriva congedo genitori, sarà retroattivo
Si chiede in azienda, non serve Pin. C’è anche bonus baby sitter
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva il congedo straordinario per i genitori che a causa della chiusura delle scuole per l’emergenza coronavirus sono a casa per prendersi cura dei figli. Con l’entrata in vigore del decreto Cura Italia i lavoratori dipendenti e i collaboratori con figli fino a 12 anni potranno chiedere all’Inps il congedo con un limite massimo di 15 giorni per famiglia.
Entro questa settimana dovrebbe essere pubblicata la circolare applicativa del decreto ma intanto il presidente Inps, Pasquale Tridico ha fatto sapere che la richiesta va fatta all’azienda che non può rifiutarlo.
Potrà essere chiesto per un periodo continuativo o essere spezzettato tra i genitori e potrà essere retroattivo ovvero chiesto a partire dal 5 marzo, la data a partire dalla quale sono state chiuse le scuole. E’ prevista un’indennità pari al 50% della retribuzione (50% del reddito giornaliero per i giorni chiesti per i collaboratori).
Se si è già chiesto il congedo parentale (senza retribuzione o quello con un’indennità pari al 30% della retribuzione per chi ha figli fino a sei anni) questo sarà convertito nella nuova misura. Per questo congedo è prevista la contribuzione previdenziale figurativa che non c’è invece per il congedo parentale normale senza retribuzione. Non sarà conteggiato nel limite massimo previsto per il congedo parentale per la cura dei figli fino a 12 anni (sei mesi per ogni genitore con un limite complessivo di 11 se il padre ne utilizza almeno tre).
L’ indennità è estesa ai genitori lavoratori autonomi iscritti all’Inps ed è commisurata, per ciascuna giornata indennizzabile, al 50% della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita annualmente dalla legge, a seconda della tipologia di lavoro autonomo svolto.
Possono chiedere alternativamente il congedo entrambi i genitori purché l’altro genitori lavori e non sia disoccupato, senza lavoro o beneficiario di altri strumenti di sostegno al reddito come ad esempio cassa integrazione, Naspi o reddito di cittadinanza per le quali al momento, viste le regole contro la diffusione del contagio, non è prevista alcuna attivazione nella ricerca del lavoro. Se si hanno figli disabili non si applica il limite di età se il figlio frequenta la scuola o è normalmente ospitato in un centro diurno. Se si hanno figli tra i 12 e i 16 anni si può chiedere il congedo senza riconoscimento dell’indennità né della contribuzione figurativa sempre che l’altro genitore lavori e non sia disoccupato o destinatario di strumenti di sostegno al reddito.
Le stesse norme valgono per i genitori affidatari. In alternativa alla richiesta del congedo si può chiedere la corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo complessivo di 600 euro, che salgono a 1.000 per i lavoratori del settore sanitario,per quelli della Polizia di Stato, per la sicurezza e per i settori impegnati a fronteggiare l’emergenza Covid, da utilizzare per il periodo di chiusura delle scuole. Il bonus per i servizi di baby sitting viene erogato mediante il libretto famiglia.
Le modalità operative per accedere al congedo e al bonus sono stabilite dall’Inps che su queste farà un monitoraggio. Se emergerà il superamento del limite di spesa le domande saranno rifiutate. Al momento per queste misure sono previsti 1,23 miliardi per i dipendenti privati, gli autonomi e i collaboratori. Il congedo può essere richiesto anche dai dipendenti pubblici e l’erogazione dell’indennità, nonché l’indicazione delle modalità di fruizione del congedo saranno a cura dell’amministrazione pubblica con la quale intercorre il rapporto di lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+1,96%)
Indice Ftse Mib a 15.417 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 marzo 2020
09:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Milano apre in rialzo.
L’indice Ftse Mib guadagna l’1,96% a 15.417 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo dopo Bce
Parigi (+2,1%), Francoforte (+0,64%), Londra (+0,11%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse europee aprono in terreno positivo dopo le misure straordinarie varate nella notte dalla Bce contro l’emergenza coronavirus. In forte rialzo Parigi (+2,1%) e Madrid (+1,49%). Avanzano anche Francoforte (+0,64%), Londra (+0,11%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano vola a +4,4%, Atlantia +9%
Corrono anche Pirelli (+6%) e Snam (+8%) dopo conti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
09:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Milano vola con il Ftse Mib che avanza del 4,4% a 15.791 punti. Svettano Atlantia (+9%) e Tim (+7%). Corrono Pirelli (6%) e Snam (+8,8%), quest’ultima dopo i conti in crescita del 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa tonica con Bce,Parigi +3,5%
Francoforte (+1,8%) e Londra (+1,1%), euro in calo su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
09:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse europee proseguono toniche dopo le misure straordinarie della Bce per contrastare i danni all’economia globale provocati dal coronavirus. Sul fronte valutario la moneta unica, che aveva aperto in lieve rialzo, segna un ribasso dello 0,34% a 1,087 dollari.
Corre l’indice stoxx 600 (+1,5%). Volano Parigi (+3,5%) e Madrid (+2,6%). In forte rialzo anche Francoforte (+1,8%) e Londra (+1,1%). Avanzano i comparti delle Tlc (+3,5%), banche (+2,6%) e l’energia (+2,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lufthansa mette a terra 700 aerei su 763
Ferme anche Air Dolomiti, Austrian e Brussels airlines
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
10:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Lufthansa mette a temporaneamente a terra 700 dei suoi 763 aerei a causa dell’emergenza coronavirus.
“Al momento nessuno può prevedere le conseguenze. Dobbiamo fronteggiare una situazione senza precedenti con misure drastiche e a volte dolorose”, ha detto l’amministratore delegato, Carsten Spohr.
Per quanto riguarda le controllate, Air Dolomiti ha effettuato il suo ultimo volo ieri mentre l’ultimo volo di linea della Austrian Airlines è atterrato oggi a Vienna e sospenderà le operazioni fino al 28 marzo prossimo. Infine, Brussels Airlines non offrirà voli regolari dal 21 marzo al 19 aprile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costruzioni, produzione a gennaio +7,9%
Su anno la crescita raggiunge l’8,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
10:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La produzione delle costruzioni scatta a gennaio con un aumento del 7,9% rispetto a dicembre, secondo i dati Istat. La crescita su base annua è dell’8,4% nei dati corretti per gli effetti di calendario e del 4,8% nei dati grezzi.
“La variazione congiunturale marcatamente positiva osservata a gennaio per l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni determina un debole recupero dell’indice su base trimestrale”, commenta l’Istat, che sale dello 0,5% nel periodo novembre-gennaio rispetto ai tre mesi precedenti. L’incremento mensile è in parte dovuto, precisa l’istituto, anche alla disposizione dei giorni lavorativi di calendario in questo mese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa riduce rialzo, Milano +2,4%
Londra gira in negativo, A Piazza Affari in calo Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
11:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse europee, dopo un avvio spumeggiante, riducono il rialzo. All’attenzione degli investitori restano le misure straordinarie decise dalla Bce per contrastare i danni all’economia provocati dal conronavirus.
Milano (+2,3%) guida i listini del Vecchio continente.
Lo stoxx 600 è in rialzo dello 0,5%. Avanzano Parigi e Madrid (+2%), Francoforte (+0,3%) mentre gira in negativo Londra (-0,6%).
A Piazza Affari è in calo Fca (-2,6%) mentre è sospesa in asta di volatilità Exor con un calo virtuale del 2,4%. In rosso anche Prysmian (-0,4%), Ferrari (-0,2%) e Moncler (-0,5%). In forte rialzo Poste (+8,5%) e Tim (+6,5%). Bene anche il comparto bancario dove si mettono in mostra Fineco (+6,3%), Unicredit (+3%), Intesa (+2,7%) e Ubi (+2,2%). Tonica Snam (+3,6%), dopo i conti del 2019 con ricavi e utile in crescita. In calo Cattolica (-2,3%), nel giorno dei risultati dello scorso anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ristoranti e parrucchieri perdono 127mln
Dato relativi al Veneto e a chiusura forzata esercizi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
19 marzo 2020
11:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Acconciatori e ristoratori in queste 2 settimane di chiusura obbligatoria per l’emergenza Coronavirus hanno perso, in Veneto, quasi 127 milioni di fatturato. Lo rende noto la Cgia di Mestre secondo la quale le misure di contenimento dal contagio introdotte dal Governo hanno costretto alla chiusura obbligatoria, per almeno 15 giorni, i saloni di bellezza (parrucchieri, estetiste e barbieri) e i bar-ristoranti (a cui si aggiungono le gelaterie e le pasticcerie). Sebbene ci si trovi di fronte a delle attività che nella stragrande maggioranza dei casi hanno dimensioni contenute – per la Cgia – il peso economico e la funzione sociale non sono comunque trascurabili. Secondo un’analisi effettuata dalla Cgia, tra il 12 e il prossimo 25 marzo questi 2 macro settori presenti nel Veneto rischiano di perdere 126,9 milioni di euro di incassi, di cui 20,7 in capo agli acconciatori e 106,2 ai bar-ristoranti.
Due comparti che complessivamente sono composti da oltre 35.500 aziende che danno lavoro a circa 170.000 addetti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa a due velocità
In rosso Londra e Francoforte, Piazza Affari resta tonica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
11:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Borse europee a due velocità, appesantite dall’andamento negativo del comparto delle auto (-1%) e dell’hi-tech (-1,3%). L’indice Stoxx 600 cede lo 0,3%.
In rosso Londra (-0,3%) e Francoforte (-0,6%). In rialzo Milano (+2,2%), Parigi (+0,5%) e Madrid (+0,9%).
A Piazza Affari restano sospese in asta di volatilità Fca, con un calo teorico del 3,6%, Exor (-3,1%) e Prysmian (-1,2%).
In negativo anche Azimut (-0,9%) e Bper (-0,4%). Corrono Poste (+9,3%), Fineco (+7,1%) e Saipem (+6,6%).
In rialzo Snam (+4,5%), dopo i conti del 2019 con ricavi e utile in crescita. In calo Cattolica (-2,9%), nel giorno dei risultati dello scorso anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: 21,3 milioni ore di cig a febbraio
Sul livello di gennaio. +25,3% ordinaria, -47,9% straordinaria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
11:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Nel mese di febbraio sono state autorizzate nel complesso quasi 21,3 milioni di ore di cassa integrazione, di cui oltre 16,4 milioni agli operai e quasi 4,8 milioni agli impiegati, un numero sostanzialmente stabile rispetto a gennaio (-0,23%) ma in diminuzione del 26,5% rispetto a febbraio 2019 (28,9 milioni). Lo si legge nell’Osservatorio mensile dell’Inps sulla cig. In particolare, le ore di cassa integrazione ordinaria sono state quasi 10,7 milioni, contro 8,5 milioni di un anno prima, con una variazione, quindi, pari a +25,3%; rispetto al mese precedente si registra un incremento pari al 13,2%. Le ore di cig straordinaria sono state invece pari a 10,6 milioni, di cui 3,9 milioni per solidarietà, con un -47,9% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso (20,3 milioni); rispetto a gennaio la variazione è pari al -10,9%. Infine, le ore di cig in deroga sono state circa 300, registrando un calo del 99,7% nel confronto con febbraio 2019 (106 mila); la variazione congiunturale rileva un calo pari al 66%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam: utile 2019 sale a 1,09 miliardi
Alverà, forte accelerazione su transizione energetica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Snam ha registrato nel 2019 ricavi per 2,6 miliardi (+3% rispetto al 2018), un margine operativo lordo di 2,17 miliardi (+3,5%) e un utile netto ‘adjusted’ di 1,09 miliardi (+8,2%). La crescita dell’utile avviene grazie a una positiva gestione operativa, alla riduzione degli oneri finanziari e a maggiori proventi da partecipazioni. Il dividendo proposto è di 0,2376 per azione e cresce del 5% in linea con la politica di dividendi già annunciata.
La società ha previsto un incremento degli investimenti per il periodo 2019-2023, portandoli a 6,5 miliardi, circa il 14% in più rispetto al piano 2018-2022. Il 2019 è stato per “Snam un anno di forte accelerazione sulla transizione energetica: abbiamo sperimentato, tra i primi al mondo, l’immissione di idrogeno nella nostra rete di trasmissione, destinato oltre il 20% degli investimenti del piano al 2023 all’innovazione e ai nuovi business nell’efficienza energetica, mobilità sostenibile e biometano”. Lo afferma l’amministratore delegato Marco Alverà.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa giù attende Wall Street
Piazza Affari unico listino in rialzo, euro in calo sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
13:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse europee proseguono in territorio negativo e attendono l’avvio di Wall Street dove i future sono in calo. In controtendenza Milano (+1%) che ha ridotto il rialzo rispetto all’avvio. Sul versante valutario l’euro è ancora in calo. La moneta unica segna un ribasso dello 0,2% a 1,076 dollari.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,6%. In rosso Londra (-1,6%), Francoforte (-0,9%), Parigi (-0,6%) e Madrid (-0,3%).
Ad appesantire i listini il comparto dell’auto (-3%), l’hi-tech (-1,7%), energia (-1,3%).
A Piazza Affari restano ancora sospesi Fca con un calo teorico del 9,3%, Exor (-9%), dopo l’annuncio della sospensione della produzione in Nord America, e Leonardo (-2,5%). In calo Prysmian (-1,9%), Bper (-1,3%), Enel (-1,1%) e Nexi (-1,4%). In forte rialzo Campari (+9,5%), A2a (+8,4%) e Poste (+8,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unioncamere, 500 mila negozi aperti
Con 800 mila dipendenti. Più di 230 mila alimentari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
14:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Sono mezzo milione gli esercizi commerciali e di servizi alla persona che restano aperti, in Italia, in base al decreto anti-coronavirus. Vi lavorano 800 mila dipendenti, secondo un’analisi di Unioncamere e InfoCamere sui dati del Registro delle imprese. Più di 230 mila sono i negozi del settore alimentare, che assicura una copertura capillare sull’intero territorio nazionale. Mentre sfiorano quota 47 mila le farmacie, parafarmacie e i punti vendita dedicati di sanitari.
Il maggior numero di negozi alimentari si trova in Campania (quasi 33 mila con 37 mila dipendenti), seguita da Lombardia (oltre 25 mila) e Lazio (oltre 24 mila). La Campania vanta anche la maggior rete di piccoli esercizi al dettaglio (oltre 19 mila), di minimarket (quasi 11 mila) e di negozi di prodotti surgelati (633). Mentre in Lombardia la taglia dei negozi è maggiore, con il più alto numero di Ipermercati attivi nel Paese (212 con 23mila dipendenti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica: su utile poste straordinarie
Rinvia decisione su cedola,convocazione assemblea dopo 30 aprile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Cattolica Assicurazioni ha chiuso il 2019 con una raccolta complessiva di 7 miliardi, salita del 19,9% sul 2018, grazie a una crescita sia nel ramo vita (+30%) che in quello danni (+2,5%). Il risultato operativo si è attestato a 302 milioni (+3,2%), nonostante l’impatto negativo di 42 milioni legato a eventi atmosferici. L’utile netto di gruppo ha segnato invece un calo del 29,7% a 75 milioni, scontando l’effetto di una serie di poste negative come la svalutazione dell’avviamento (13 milioni), la perdita dalla cessione di Cattolica Life (7 milioni), svalutazioni su immobili (10 milioni). La compagnia ha deciso di rinviare la decisione sul dividendo alla luce della volatilità dei mercati finanziari e la convocazione dell’assemblea a dopo il 30 aprile.
“L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in queste settimane sta mettendo a dura prova il sistema economico e finanziario dell’intero Paese, ma abbiamo la forza e la competenza per superarla”, ha commentato il presidente Paolo Bedoni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Baretta, nessun click day bonus autonomi
Ministeri stanno valutando.Risorse? Se serve saranno reintegrate
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
14:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– “Non mi sembra un criterio che sta in piedi, non possiamo fare a chi prima arriva prima alloggia”.
Così, a Radio Capital, il sottosegretario all’economia Pierpaolo Baretta frena sull’ipotesi di un ‘click day’ per le richieste del bonus da 600 euro previsto dal decreto ‘Cura Italia’ per autonomi e partite Iva. “E’ una comunicazione fatta dall’Inps, non una decisione del governo – spiega – i ministeri del Lavoro e dell’Economia stanno ancora valutando”. Quanto al rischio che i soldi stanziati non bastino, Baretta assicura che “nel caso saranno reintegrate”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a Ny, +8,4% a 22 dlr
Giù nella notte dopo misure Bce Wti in rialzo del 17,53%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
19 marzo 2020
14:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il petrolio in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’8,44% a 22,17 dollari al barile.
Già in mattinata all’avvio dei mercati europei, le quotazioni del petrolio segnavano un forte rialzo dopo, che anche nella notte avevano visto un balzo (con un +17,53%) a seguito delle misure straordinarie da 750 miliardi di euro varate dalla Bce contro l’emergenza coronavirus.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano gira in calo (-0,2%)
Raffica di sospensione in asta di volatilità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
14:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Milano gira in calo (-0,2%) e si allinea con gli altri listini del Vecchio continente. A Piazza Affari raffica di sospensioni in asta di volatilità a ribasso tra cui Cnh, Fca, Moncler e Bper.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo dopo Wall Street
Raffica di sospensioni a ribasso,in altalena euro su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
14:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse europee proseguono in calo dopo l’avvio in terreno negativo di Wall Strett. Sul versante valutario la moneta unica tratta a 1,081 dollari.
L’indice stoxx 600 cede lo 0,9%. In forte calo Londra (-1,9%) e Francoforte (-1,3%). Negative anche Parigi (-0,8%) e Milano (-0,2%) mentre Madrid è piatta (-0,01%).
A Piazza Affari pesante Fca (-9,2%) ed Exor (-7,1%), dopo l’annuncio della sospensione della produzione in Nord America.
Raffica di sospensione in asta di volatilità a ribasso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: interesse Almaviva, con cordata
Con altre società italiane del settore Information technology
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Gruppo Almaviva ha promosso una cordata, in partnership con altre società italiane del settore Information Technology, per la presentazione di una manifestazione d’interesse relativa alla procedura Alitalia, formalizzata entro il termine del 18 marzo 2020. Lo rende noto un comunicato della società. “La decisione – spiega la società – è motivata dalla volontà di portare il contributo di consolidate esperienze d’impresa e competenze digitali per guardare alla prospettiva della compagnia nell’ambito di un più ampio progetto di rilancio per il turismo e il Made in Italy”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano (+1,2%) riparte con Europa
Sempre in vetta Poste e in coda Fca-Exor, corre Astaldi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
16:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari è ripartita (+1,2%) dietro a Wall Street che tuttavia oscilla senza dare una direzione ai listini europei i quali nel complesso sono migliorati: Parigi guadagna lo 0,58%, Londra la sorpassa (+0,72%) grazie al taglio dei tassi della Bank of England mentre Francoforte resta poco sotto la parità (-0,04%).
A Milano con lo spread che si attesta intorno ai 202 punti base continua a guidare la volata Poste (+8,76%), seguita da Snam (+7,7%), dopo i conti, e Pirelli e Campari che segnano rialzi non lontani dall’8%. In coda ci sono invece Fca (-6,7%) ed Exor (-4,5%) dopo la chiusura degli impianti in Usa. Fuori dal listino principale svetta Astaldi (+7,6%) beneficiando della la vendita a Ictas del terzo ponte sul Bosforo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ansaldo Energia proroga chiusura
Per responsabilità verso lavoratori e Paese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
19 marzo 2020
16:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ansaldo Energia annuncia di aver completato le opere di sanificazione dello stabilimento, nel rispetto del protocollo tra Governo, Confindustria e parti sociali. Pur essendoci le condizioni per riprendere l’attività, però, annuncia di aver ritenuto di prorogare la chiusura per un’altra settimana per riavviare la produzione lunedì 30 marzo, in modo da contribuire a ridurre il numero di persone circolanti, per responsabilità verso i propri lavoratori e il Paese. Garantirà la continuità operativa attraverso mirate attività di smart working e specifiche attività di manutenzione e assistenza sulle centrali elettriche, per assicurarne la piena operatività, per non pregiudicare gli standard di sicurezza e qualità del servizio elettrico nazionale, ancora più importante nella situazione di emergenza in cui si trova il Paese.
“Consapevole della capacità e flessibilità delle sue maestranze terminata” al termine dell’emergenza riprenderà l’attività garantendo il rispetto delle consegne previste.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sindacati, protocollo sicurezza per Pa
Sollecitato il ministero per intesa che ricalchi quella del 14/3
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cgil, Cisl e Uil hanno sollecitato il ministero della P.a a stendere un protocollo sulla sicurezza per il pubblico impiego, che ricalchi quanto fatto il 14 marzo per il privato. L’obiettivo è arrivare a dettagliare le regole da adottare per la salvaguardia dei dipendenti pubblici di fronte all’emergenza Coronavirus.
La Cgil spiega infatti che il ricorso allo smart working, diventato ordinario per legge in tempo di emergenza, “è molto frammentato” sul territorio, si va da picchi del “90% ed oltre, come nelle Camere di commercio e nei Centri per l’impiego” ad enti che invece preferiscono “mettere il personale in ferie, come è successo nella Provincia di Pisa e addirittura in quella di Milano”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Europa accelera dietro Wall Street
Ma listino Usa resta volatile. Rally di Saipem e Ferragamo +10%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
17:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse europee imboccano con decisione la strada del rialzo dietro a Wall Street, che resta tuttavia nervosa. E’ Milano (+2,14%) a guidare il rimbalzo favorito dagli interventi delle banche centrali: nell’ordine dalla serata di ieri a oggi, Bce, Fed e Bank of England. A Piazza Affari gli acquisti diffusi sui titoli crollati nelle ultime sedute sull’onda del coronavirus spingono Saipem e Ferragamo in rally (+10%). E’ scattata anche Francoforte (+2%), seguita da Parigi (+1,7%) e Londra (+1,64%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Europa termina bene intonata
Londra chiude in rialzo dell’1,83%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le Borse europee terminano ben intonate. Parigi mette a segno un rialzo del 2,64%, Francoforte del 2,44% e Londra dell’1,83 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano chiude in rialzo (+2,29%)
Rimbalzo dopo mossa della Bce ed effetto sullo spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
18:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in deciso rialzo. L’indice Ftse Mib segna un progresso del 2,29% a 15.446 punti. A favorire il rimbalzo è stato il programma da 750 miliardi di acquisto di titoli dell’area euro, varato alla vigilia dalla Bce, che ha portato a un restringimento dello spread Btp-Bund sotto la soglia dei 200 punti.
Ben intonate anche le piazze europee. Londra ha chiuso con un rialzo dell’1,83% dopo che la Bank of England ha tagliato i tassi di interesse e ha incrementato il suo Quantitative easing di 220 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in deciso rialzo, +2,29%
Le cure della Bce ridanno fiato ai mercati. Spread sotto 200 punti base
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
17:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Funziona la cura messa in campo dalla Bce e ridà un po’ di fiato ai mercati
Piazza Affari chiude in deciso rialzo. L’indice Ftse Mib segna un progresso del 2,29% a 15.446 punti. A favorire il rimbalzo è stato il programma da 750 miliardi di acquisto di titoli dell’area euro, varato alla vigilia dalla Bce, che ha portato a un restringimento dello spread Btp-Bund sotto la soglia dei 200 punti.
A Milano  continua a guidare la volata Poste (+8,76%), seguita da Snam (+7,7%), dopo i conti, e Pirelli e Campari che segnano rialzi non lontani dall’8%. In coda ci sono invece Fca (-6,7%) ed Exor (-4,5%) dopo la chiusura degli impianti in Usa. Fuori dal listino principale svetta Astaldi (+7,6%) beneficiando della la vendita a Ictas del terzo ponte sul Bosforo.
Wall Street gira in positivo. Il Dow Jones sale dello 0,22% a 19.966,61 punti, il Nasdaq avanza del 2,28% a 7.155,41 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,73% a 2.416,03 punti.
Alla luce del lancio del nuovo piano da 750 miliardi della Bce, lo spread tra il Btp e il Bund dovrebbe attestarsi intorno ai “180 punti base nel secondo trimestre e scendere poi a 130 punti base nel quarto trimestre”. E’ quanto prevedono gli analisti di Citigroup.
“Con la decisione di ieri abbiamo reso disponibili 1.100 miliardi di euro, una cifra enorme” che mostra “la volontà molto determinata di fornire sostegno all’economia italiana ed europea”. Così Fabio Panetta, membro del comitato esecutivo della Bce, al Tg1 dopo il piano di acquisti di titoli anti-pandemia. “La presidente della Bce Christine Lagarde ha chiarito che non c’è un limite ai nostri interventi per far sì che l’economia europea possa proseguire un cammino di crescita”.
Il portavoce del gruppo Ppe al Parlamento europeo per gli affari economici e monetari, l’eurodeputato tedesco Markus Ferber, accoglie con favore il nuovo programma di acquisto di emergenza della Bce, ma si domanda se si possa rimediare alle interruzioni della supply chain a causa della diffusione del coronavirus. “È lodevole che la Bce sia determinata a combattere le ricadute economiche del coronavirus, ma si consiglia alla Bce di mostrare moderazione. Anche il più grande programma di acquisto di asset non sarà in grado di riparare le interruzioni della supply chain. La Bce deve stare molto attenta a non oltrepassare il limite del finanziamento statale monetario”, afferma Ferber chiedendo che il programma sia limitato nel tempo.
Anche dalla politica italiana arriva un plauso alla decisione della Banca Centrale. Dall’opposizione Matteo Salvini commenta: “Meglio tardi che mai”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A causa del Coronavirus, l’indice Ifo che misura la fiducia delle imprese in Germania è crollato a 87,7 punti a marzo, rispetto ai 96,0 di febbraio. Lo ha annunciato lo stesso istituto economico di Monaco. Si tratta dell’arretramento peggiore mai registrato dal 1991 e del livello minimo raggiunto dal 2008.
Intanto la Fed apre ‘swap lines’ con altre nove banche centrali per combattere l’impatto del coronavirus sull’economia. Le linee, che forniscono liquidità in dollari a termini più favorevoli fuori dagli Usa, sono temporanee e sono state aperte con le banche centrali di Australia, Brasile, Danimarca, Corea del Sud, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Singapore e Svezia. La Fedd ha già linee analoghe con la Banca centrale canadese, la Bank of England, la Bank of Japan, la Bce e la banca centrale svizzera.
Gli Stati Uniti – fa sapere nel frattempo il segretario del tesoro americano Steve Mnuchin – non hanno alcun problema a emettere debito. Mnuchin prevede un “gigantesco” rimbalzo dell’economia nel quarto trimestre. Secondo indiscrezioni, la Casa Bianca sta valutando l’emissione di debito a 50 anni e 25 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo, 6 giorni ferie in più a personale filiali
Sindacati, apprezziamo scelta Ad, da tutti grande responsabilità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
18:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo tra Gruppo Intesa Sanpaolo e sindacati per riconoscere, nella fase straordinaria dovuta all’emergenza coronavirus, sei giorni di ferie aggiuntive al personale che continua a lavorare nelle filiali e a quello che non lavora in smart working. Lo fanno sapere le organizzazioni sindacali del Gruppo che ringraziano, in una nota, ‘tutte le colleghe e i colleghi che stanno affrontando con coraggio e fermezza questa emergenza senza precedenti ed in particolar modo chi lavora in prima linea a contatto con la clientela o nei contesti maggiormente a rischio’.
‘Dopo le insistenze del sindacato, che da tempo chiede tutele per la sicurezza dei Lavoratori – prosegue la nota – le banche hanno accettato sia l’utilizzo dello smart working, sia una netta chiusura di agenzie. Vale la pena di ricordare – osservano i sindacati – che per poter chiudere tutte le agenzie servirebbe esclusivamente un intervento del governo in quanto le banche sono ritenute dalla legge 146/90 servizi pubblici essenziali’.
In questo contesto, prosegue il comunicato, ‘Intesa Sanpaolo ha comunque deciso di riconoscere sei giornate di ferie aggiuntive rispetto alle previsioni di Legge e del CCNL. Le giornate saranno fruibili dalla fine dell’emergenza coronavirus e sino al 30 novembre 2020 con possibilità di monetizzare una parte delle stesse (indicativamente tre giornate). Le sei giornate di ferie aggiuntive sono rivolte ai colleghi che lavorano in filiale per assicurare i servizi al pubblico ed ai colleghi che svolgono attività che non permettono il ricorso allo smart working’.
‘Apprezziamo la scelta dell’Amministratore Delegato del Gruppo Carlo Messina di aver concesso le ferie aggiuntive e le sue dichiarazioni – sottolineano i sindacati- che confermano ciò che sosteniamo da sempre: tutti i colleghi del Gruppo stanno dimostrando in questa fase di straordinaria complessità un grande senso di responsabilità’.
I sindacati del gruppo Intesa Sanpaolo, conclude la nota, ‘continueranno nelle proprie rivendicazioni a tutela delle lavoratrici ed i lavoratori, forti anche del sostegno delle segreterie nazionali che continuano a confrontarsi con Abi e con le massime autorità del Paese per far valere la voce dei bancari, affinchè siano salvaguardati al massimo’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Ast richiesta cassa integrazione
Interesserà oltre 2 mila 300 dipendenti, massimo due settimane
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
19 marzo 2020
18:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Acciai Speciali Terni “vista l’impossibilità di garantire la normale operatività delle proprie attività, si trova nella necessità inderogabile di dover sospendere e o ridurre le attività produttive”: a scriverlo è la stessa azienda, annunciando oggi a rsu e segreterie territoriali dei metalmeccanici la richiesta di cassa integrazione ordinaria per covid-19, ai sensi del decreto Cura Italia.
L’azienda – nella comunicazione ai sindacati – sottolinea che “il generalizzato blocco della maggior parte delle attività produttive, manifatturiere, distributive e commerciali che hanno reso difficilissimo, per altro, anche il reperimento delle materie prime e dei semilavorati”. La procedura varrà a decorrere da sabato scorso, per un massimo di due settimane, e potrà interessare fino a 2.305 dipendenti – di cui 1.683 operai, 497 impiegati e 125 quadri -, su un totale di 2.335.
Le segreterie territoriali di Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Usb hanno chiesto l’esame congiunto della stessa procedura.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano brinda a Bce e calo spread
In fondo al listino Fca, rally di Astaldi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
19:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– E’ il giorno della riscossa per la Borsa di Milano (+2,29%) come per quelle europee, che hanno seguito dopo qualche incertezza la buona intonazione presa da Wall Street. A favorire il rimbalzo è stato il programma di acquisto di titoli, da 750 miliardi di euro, varato dalla Bce.
L’effetto desiderato è stato il restringimento del differenziale Btp-Bund sotto la soglia dei 200 punti (a 193) e l’allontanamento dei timori sulla tenuta dell’Italia e con essa dell’eurozona. A beneficiarne sono stati un po’ tutti i settori, affossati dall’ondata di vendite dell’ultimo periodo per il coronavirus. Rialzi a due cifre per Unipol (+17,7%), Terna (+11,8%), Saipem (+10,7%), Campari (+10%) mentre in fondo al listino è scivolata Fca (-5,13%) dopo la chiusura degli stabilimenti in Usa. Il rimbalzo del greggio ha aiutato Eni (+4%) malgrado la revisione del piano mentre in attesa dei conti è rimasta indietro Enel (-1,02%). Fuori dal paniere dei big rally di Astaldi (+21%) grazie alla vendita del ponte sul Bosforo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus:esperto,sospendere rating
Bevilacqua, è misura di buon senso e a tutela del mercato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
19:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– “La sospensione dei pareri delle società di rating su Paesi in tempo di ‘guerra socio-economica’ come quella che stiamo vivendo in Europa, dovrebbe essere una misura non atipica e di buon senso ma espressamente prevista a tutela non solo del mercato ‘legato mani e piedi’ quando cade la ‘scure’, ma del sistema europeo”. Lo afferma Nunzio Bevilacqua giurista d’impresa ed esperto economico internazionale secondo cui si tratta di “un sistema a cui si è attribuito un peso eccessivo trasformando uno strumento, inizialmente a valore aggiunto per il mercato, in ‘dominus’ sostanziale del mercato privato e pubblico con tutte le logiche sia di potenziali conflitti d’interesse che di interessi geopolitici”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Bain, impatto significativo, ricetta per imprese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 marzo 2020
20:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus avrà un impatto significativo seppur differenziato per settori sull’economia italiana. La ricetta di Bain & Company per i Ceo dei vari settori economici e industriali: pianificare, ottimizzare ed accelerare la digital transformation.
Anche solo guardando al settore dei beni di consumo la priorità delle ultime settimane è stata quella di mettere in sicurezza le strutture produttive e logistiche per garantire la disponibilità dei prodotti. Da un punto di vista delle vendite, l’impatto è molto positivo solo per la Gdo alimentare e per il commercio di generi di prima necessità. Al contrario, i dati risultano critici per chi opera nel mercato dei consumi fuori casa/Horeca (Bar, ristoranti) e in generale in tutti i comparti del Non food, che prima della serrata generale hanno sofferto di un calo tra il 40 e l’80%, per poi chiudere tutti i punti vendita e operare, pochi e in via residuale, attraverso il delivery e l’e-commerce.
“Il comportamento dei consumatori è cambiato significativamente nelle ultime settimane. L’e-commerce sta vivendo un boom (+82%) nella prima settimana di marzo in tutti i settori merceologici, compreso l’alimentare, e questo fenomeno rimarrà nelle abitudini di acquisto dei consumatori italiani, dando così la possibilità al mercato italiano di recuperare il gap con gli altri Paesi europei”, puntualizza Duilio Matrullo, Partner della practice Consumer Goods di Bain & Company.
“Inoltre, l’emergenza ha reso necessario un ripensamento dei modelli di lavoro: smart working, collaboration e virtual tools, e-learnings rappresentano oggi la nuova normalità”. In aggiunta, Andrea Petronio, Partner della practice Retail evidenzia che “per tutti i retailer del settore il cash flow, oggi da difendere “a oltranza”, dovrà essere destinato non solo a recuperare il gap sull’e-commerce , ma anche a sostenere un’ offerta e politica commerciale che potrebbe essere radicalmente diversa dal passato, in un contesto economico e sociale di sicura tensione sul potere di acquisto e di cambiamento delle priorità e modalità di spesa dei consumatori”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde: ‘Pronti ad alzare il Qe, virus è choc economico estremo’
La presidente della Bce: ‘Sosterremo ogni cittadino e assicureremo i settori che avranno finanziamenti favorevoli’. Conte: ‘Ue usi fondo di salvataggio’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
09:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce è pronta ad aumentare il quantitative easing e a valutare ogni opzione: di fronte a questo shock economico estremo, l’Eurotower sosterrà ogni cittadino dell’area euro. Christine Lagarde lancia la sua versione del ‘whatever it takes’ di Mario Draghi e assicura che Francoforte è pronta a rispondere a una “sfida senza precedenti”, quella del coronavirus. “Siamo assolutamente pronti a incrementare – aggiunge – l’entità dei nostri programmi di acquisto di attività e ad adeguarne la composizione, nella misura necessaria e finché le circostanze lo richiederanno. Esploreremo tutte le opzioni e tutti gli scenari per sostenere l’economia per l’intera durata di questo shock”. Parole quelle del presidente della Bce che spiegano i contorni del ‘Qe pandemico’, ovvero la maxi operazione da 750 miliardi di euro lanciata dall’Eurotower che è riuscita ad allentare le pressioni sul mercato dei bond facendo crollare lo spread sui Btp sotto i 200 punti.
Il maxi intervento spinge anche le borse: dopo un avvio in altalena le piazze finanziarie europee virano decise al rialzo e chiudono tutte positive. Parigi sale del 2,64%. Francoforte del 2,00%. Tonica anche Milano che avanza del 2,29%. A Piazza Affari registrano balzi a due cifre Unipol (+17,7%) e Terna (+11,8%). Avanza l’Eni, che sale del 4% spinta dal rimbalzo del petrolio con il Wti che chiude a New York in aumento del 24%, in quello che è il rialzo maggiore della storia in una singola seduta. Pesante invece Fca con la sospensione della produzione in nord America: i titoli archiviano la seduta in calo del 5,13% dopo una sospensione al ribasso. Sull’altra sponda dell’Atlantico Wall Street sale. Il Dow Jones sale dello 0,95%. Il Nasdaq avanza del 2,30%. Lo S&P 500 dello 0,48%. A spingere i listini è la corsa agli acquisti di titoli ormai a ‘prezzi stracciati’, soprattutto i tecnologici.
A rassicurare gli investitori sono però ancora una volta anche le banche centrali: oltre al bazooka della Bce aiutano i listini il taglio dei tassi allo 0,1% da parte della Bank of England e le linee swap in dollari aperte dalla Fed con altre nove banche centrali per favorire la liquidità e il funzionamento dei mercati. A caccia di beni rifugio fra gli investitori è scattata una vera e propria corsa al biglietto verde che sta esacerbando le tensioni sui mercati spingendo al rialzo il dollaro mentre affondano le altre valute e mettendo sotto pressione le aziende che hanno bisogno proprio di dollari per pagare i loro debiti. “Quella in atto è una corsa agli asset sicuri. E il dollaro è il bene rifugio per eccellenza”, osservano alcuni analisti spiegando come molte imprese acquistano il biglietto verde come assicurazione in caso il coronavirus spinga i loro conti al limite. L’emergenza Covid-19 porta alla ribalta anche il mercato da 1.200 miliardi di dollari di prestiti alle imprese ad alto rischio che, sopravvissuto alla crisi del 2008, ha prosperato nell’era dei tassi. Un’era durante la quale le imprese hanno emesso un montagna di debito stimata in 10.000 miliardi.
Il rimbalzo è una boccata d’ossigeno per le piazze finanziarie europee e americane. Il problema di fondo però resta: la crisi in atto rischia di travolgere l’economia. Per Fitch la battuta d’arresto sarà importante: “siamo in territorio di recessione globale”, spiega l’agenzia di rating prevedendo un calo del pil italiano del 2020 del 2% e di quasi l’1% per quello della spagna. Un pesante rallentamento è atteso anche per la Cina, con il pil atteso calare del 3,7% dal 6,1% del 2019. Frenate che complessivamente si traducono in una crescita mondiale quest’anno pari a un modesto +1,3% rispetto al +2,7% del 2019, ovvero una crescita più lenta rispetto ai rallentamenti globali degli inizi degli anni 1990 e del 2001.
“La crisi costerà 12.000 miliardi di dollari alla aziende mondiali. A quelle americane 4.000 miliardi”, dice Ray Dalio, il fondatore dell’hedge fund Bridgewater, cercando di quantificare parte dei danni. Di fronte a cifre così stratosferiche serve di più, è il suo messaggio. Solo negli Stati Uniti il piano di stimoli non può essere inferiore ai 1.500-2.000 miliardi di dollari. “Il governo deve spendere di più, molto di più”, aggiunge Dalio. Al momento la Casa Bianca è al lavoro su un piano da 1.300 miliardi dollari che include 500 miliardi di pagamenti diretti agli americani. Un’iniziativa importante che però non convince gli investitori, scettici su una portata che non appare sufficiente ad affrontare la crisi. E i dati sulle richieste di sussidi alla disoccupazione, schizzate la settimana scorsa ai massimi dal 2017, sembrano essere solo un assaggio di quello che attende l’economia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia cresce, bene Seul
In deciso rialzo i futures sull’avvio dei listini europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 marzo 2020
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Mercati azionari dell’area asiatica e del Pacifico in rialzo dopo il tentativo di ripresa di Wall street e su una maggior fiducia per le misure contro il Coronavirus: Seul è salita di sette punti percentuali, Hong Kong si avvia alla conclusione in aumento del 4%, mentre Tokyo chiusa non è riuscita a sfruttare la seduta di rialzo.
Bene anche Mumbai (+4% nel finale), in aumento di oltre un punto le Borse cinesi, mentre Sidney non è riuscita a cogliere in pieno il rimbalzo con la modesta crescita dello 0,7%.
In deciso rialzo i futures sull’avvio dei listini europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vola l’export 2019 degli spumanti italiani, boom per il Prosecco
Ismea, spedizioni +8% in volume e +5% in valore
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 marzo 2020
18:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Più export e maggiori consumi interni, con il Prosecco che ha trainato mercati e produzione. Il settore spumantistico italiano chiude in bellezza il 2019, come emerge dal report Ismea. Per la prima volta la domanda estera ha superato i 4 milioni di ettolitri (+8%), a fronte di un aumento del 5% dei valori. Bene anche i consumi interni che mettono a segno +6% e la produzione che cresce proporzionalmente per arrivare a superare i 760 milioni di bottiglie, di cui i 2/3 prendono tradizionalmente la via dell’estero per un valore stimato di 3,3 miliardi di euro.

E analizzando proprio l’export, pur considerando positivo il risultato del 2019, Ismea evidenzia un sostanziale rallentamento della corsa degli spumanti italiani rispetto agli incrementi a due cifre degli anni passati. Pur essendo cresciuto tutto il settore, la domanda estera è trainata essenzialmente dal Prosecco e in molti vedono questa eccessiva dipendenza da un unico prodotto come una debolezza del sistema. I dati Istat elaborati da Ismea rilevano, infatti, che il Prosecco, il 65% dell’intero export a volume di spumanti, è cresciuto del 21% a fronte di un calo del 10% dell’Asti e di altri spumanti Dop. Per quanto riguarda le destinazioni del 2019, gli Usa fanno segnare un aumento del 14% della domanda di bollicine italiane per una spesa in crescita del 12%. Stabili, invece, i volumi nel Regno Unito, ma calano del 10% degli introiti. Decisa flessione, invece, in Germania, terza destinazione delle bollicine italiane, mentre in Francia le spedizioni sono aumentare del 28%, da attribuire quasi per intero al Prosecco che da solo rappresenta oltre l’80% dell’intero export di spumanti nel Paese. Bene l’export in Canada, Giappone, Russia e Cina, come anche Svezia e Norvegia, ma frena in Danimarca e Finlandia. Pur contando su una lista di oltre 170 Paesi, le bollicine italiane restano concentrate sulle prime tre destinazioni che assorbono quasi il 60% del totale sia in volume che in valore.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'informazione economica sempre aggiornata. RESTA INFORMATO E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 28 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:19 DI LUNEDì 16 MARZO 2020

ALLE 00:35 DI MERCOLEDì 18 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Wall Street crolla, stop agli scambi
S&P 500 perde l’,8,14%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
16 marzo 2020 14:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Wall Street crolla in apertura e scatta lo stop agli scambi per 15 minuti. Il Dow Jones in avvio di seduta perdeva il 9,76% a 20.935,16 punti, il Nasdaq cedeva il 6,12% a 7.392,73 punti mentre lo S&P 500 lasciava sul terreno l’8,14% a 2.490,47 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus:A.Mittal,stop parte impianti
Incontro-azienda sindacati,stop temporaneo anche Altoforno 2
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
16 marzo 2020
15:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Per contenere il rischio di contagio da Coronavirus, ArcelorMittal ha annunciato ai sindacati le temporanee fermate degli impianti Altoforno 2, Treno nastri 1 e Acciaieria 1, che si giungono a quelle comunicate venerdì scorso di Treno lamiere, Finitura lamiere, Ossitaglio e Zincatura 2. Lo si apprende da fonti sindacali dopo un primo confronto tra azienda e sigle metalmeccaniche che si è svolto in mattinata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Expo 2020: unità da confronto Ue
Opportunità chiave per verifica progressi su Agenda 2030
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
15:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– L’Expo di Dubai “opportunità chiave per una verifica dei progressi compiuti nell’implementazione dell’Agenda 2030 degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile: è stato questo oggi il focus di un incontro in teleconferenza tra tutti i Paesi dell’Unione Europea in una testimonianza di unità politica e programmatica”. E’ quanto è emerso, spiega una nota, dal confronto tra i commissari degli stati Ue partecipanti all’Esposizione Universale al via nella città emiratina il prossimo ottobre che ha permesso di condividere i contenuti delle numerose iniziative dedicate alle sfide della sostenibilità nei Padiglioni nazionali in questo 2020, quinto anniversario dell’adozione dell’Agenda. “L’Unione Europea si presenterà unita e ancora più forte a Expo 2020 Dubai sui grandi temi dello sviluppo sostenibile, dell’innovazione e della sicurezza per la salute”, ha detto il Commissario per la partecipazione italiana Paolo Glisenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Plauso a ospedali, Caltagirone dona 1mln
Da famiglia e gruppo al Gemelli ed allo Spallanzani a Roma
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
16:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– “La famiglia Caltagirone ed il Gruppo Caltagirone, nel rivolgere il proprio plauso all’impegno che ospedali e istituti sanitari italiani hanno messo in campo per fronteggiare l’emergenza in atto nel Paese, intendono fornire un contributo concreto a sostegno degli sforzi del personale sanitario e delle strutture ospedaliere romane”. Lo indicano spiegando che “a tal fine Immobiliare Caltagirone (Ical), società personale della famiglia, ha deliberato l’erogazione di una donazione di 500mila euro a favore del Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma ed il consiglio di amministrazione del gruppo guidato dal Francesco Gaetano Caltagirone ha deliberato una donazione di 500mila euro a favore dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: forti acquisti anti-spread sui Btp
Con Bankitalia, ordini fino a 50 mln euro ciascuno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
16:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Banca centrale europea, tramite Bankitalia, sta comprando sul mercato titoli di Stato italiani con acquisti di dimensioni importanti, raffreddando lo spread dopo la fiammata di stamani. Lo riferiscono fonti di mercato. “Bankitalia sta acquistando – riferisce un delle fonti – su un conto associato alle operazioni che fanno parte del quantitative easing, con importi anche di 50 milioni su ciascuna operazione, doppi persino rispetto a quando il Qe viaggiava a 60-80 miliardi al mese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Dadone, stop ai concorsi
Se mancano lavoro agile e ferie, la Pa può ‘esentare’ lavoratore
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
16:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Nel decreto ‘Cura Italia’ “abbiamo previsto la sospensione per due mesi di tutte le prove dei concorsi pubblici, con l’eccezione di quelli in cui la valutazione dei candidati sia effettuata solo su basi curriculari o in modalità telematica”. Lo afferma la ministra della Pa, Fabiana Dadone, su Fb. Inoltre nel decreto è stabilito che “fino alla fine dell’emergenza coronavirus lo smart working, cui si può far ricorso in modo semplificato e persino con strumenti del dipendente, è la forma ordinaria” di lavoro nella Pa. E, “qualora non sia possibile ricorrere al lavoro agile, le amministrazioni utilizzano gli strumenti delle ferie pregresse, del congedo, della banca ore, della rotazione e di altri istituti analoghi. Esaurite eventualmente tali opzioni, i datori pubblici possono esentare il lavoratore dal servizio che però risulta prestato con tutte le prerogative di retribuzione e contribuzione, esclusa, se prevista, l’indennità sostitutiva di mensa”, spiega ancora la ministra dopo l’approvazione del dl.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa ‘brucia’ 255 miliardi
Nuovo scivolone dell’indice StoxxEurope600, -4,9%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
18:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La nuova seduta ampiamente in ribasso delle Borse europee ha causato uno scivolone dell’indice StoxxEurope600, che raggruppa i principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, del 4,9%, un calo che equivale a 255 miliardi di capitalizzazione ‘bruciati’ in una giornata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Astoi: sforzo ciclopico, rimpatriati 22 mila turisti
Tutto su spalle dei tour operator, chiediamo a Farnesina tavolo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
18:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ben 22 mila italiani che erano in vacanza nei posti più disparati del mondo sono stati rimpatriati in questi giorni in seguito all’allarme coronavirus dall’Astoi Confindustria Viaggi grazie a 48 voli charter (partiti appositamente dall’Italia vuoti e tornati carichi di 12 mila persone) e molti altri voli di linea su cui sono stati imbarcati altri 10 mila connazionali. Uno “sforzo ciclopico”, come spiega il consigliere dell’associazione che riunisce il 90% dei tour operator italiani Pier Ezhaya che da giorni passa ore al telefono assieme ai suoi colleghi per organizzare contatti, spostamenti e voli e che chiede a gran voce un tavolo di coordinamento permanente con la Farnesina per svolgere un raccordo efficace tra tour operator e istituzioni.
“Ci rendiamo perfettamente conto – spiega – che questo è un momento estremamente delicato e che il Governo si trova alla prese con un’emergenza senza precedenti e non vogliamo fare polemica. Ma sinceramente ci ha infastidito che il ministero degli Esteri sia un po’ impossessato del tema del rientro degli italiani. E’ stato enfatizzato l’invio di un aereo Alitalia alle Maldive che sta riportando gli italiani indietro ma la situazione è decisamente diversa: quello che ha fatto la nostra associazione è una cosa che non riesco nemmeno a descrivere come sforzo economico e logistico. Abbiamo riportato a casa 22 mila persone. Per dare un’idea dei costi dico che un singolo volo charter che parte dall’Italia vuoto può costare da un minimo di 50-70 mila euro fino a oltre 200 mila. Ci dispiace un po’ che in un momento come questo in cui dobbiamo lavorare uniti (e lo stiamo facendo), ci si intesti una vittoria che invece ha radici ben diverse e che è stata tutta sulle spalle che tour operator”.
“Inoltre voglio sottolineare – aggiunge – che ci sono tantissimi italiani che non erano con dei tour operator e che si trovano abbandonati nel mondo, molti ci scrivono per chiedere aiuto e, quando possiamo e abbiamo posti sui charter, diamo loro una mano ma non sempre è possibile. Astoi movimenta 3 milioni di passeggeri in un anno, forse valeva la pena fare un tavolo di confronto con noi che muoviamo tutti questi turisti “in modo organizzato”, anche per aiutare quelli che invece sono in fai da te”.
“I rimpatri – continua – li hanno fatti i tour operator Astoi, poi che questo rientri nelle loro responsabilità di assistere gli italiani all’estero non è un tema che vogliamo affrontare adesso, lo affronteremo a suo tempo perché in questo caso c’è una forza maggiore che è grande come l’universo. Abbiamo avuto anche tante difficoltà con ambasciatori e consolati, non abbiamo avuto un supporto adeguato a parte alcuni singoli casi. Ad esempio abbiamo un gruppo di italiani in Marocco e avevamo chiesto di farli recuperare da un aereo proveniente dalle Canarie e non siamo riusciti a farlo atterrare. E non ci hanno nemmeno concesso il cosiddetto volo “rescue” per andarli a prendere. E appunto ci sono anche tantissimi turisti “fai da te” che aspettano disperati in aeroporto e non sanno come tornare”.
“Faccio questo lavoro dal 1986 – dice sconfortato Ezhaya – e non ho mai visto una cosa così, è un lavoro ciclopico e tutto sembra fatto appositamente per renderlo ancora più complicato. I soci Astoi sono in grandissima difficoltà, non raccolgono ordini e si devono far carico dei rientri, l’allarme è forte”.
Poi ci sono tutte le persone in quarantena oppure quelle che hanno sviluppato sintomi e sono negli ospedali: “Ne abbiamo in India, in Egitto e in altri luoghi, finché sono lì non sappiamo come farli rientrare” dice.
“Il turismo – conclude Ezhaya – non è una colpa, se uno è in vacanza e si ammala oppure è fermato da un allarme sanitario del genere non bisogna dire: cosa ci facevi lì? Ho sentito anche questi commenti ma viaggiare non è un reato;. Penso che anche le ambasciate se ne debbano occupare, anche perché sono partiti quando l’allarme non era ancora scoppiato. Chi ha prenotato con Astoi in qualche modo è stato riportato indietro da noi, abbiamo a cuore i nostri clienti, sono il nostro patrimonio ma ricordo anche tutti quelli in “fai da te” che sono chissà dove. Il mio pensiero da italiano e da uomo di turismo è che bisogna occuparsi anche di loro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria:scelta presidente a aprile
Boccia, ‘situazione delicata Paese, serve responsabilità’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
19:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il Consiglio generale di Confindustria per la designazione del prossimo presidente slitta dal 26 marzo al 16 aprile. E’ una data che permette comunque di eleggere il nuovo presidente, senza rinvii, come previsto in assemblea a maggio. Il presidente Vincenzo Boccia lo ha comunicato, a quanto si apprende, ai componenti del Consiglio. “La delicata situazione che il Paese sta vivendo, che tutti noi stiamo vivendo, coglie il Sistema in un momento di particolare sensibilità: questo ci ci impone più di sempre senso di responsabilità e consapevolezza delle priorità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: sanità, scuola e lavoro, le misure del dl ‘Cura Italia’
Stop tasse e mutui, aiuti agli autonomi.Anche newco per Alitalia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
20:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonus a chi va al lavoro e cassa integrazione per chi altrimenti rischierebbe di perderlo. Indennità per gli autonomi, per gli stagionali, per i lavoratori dello spettacolo, tra i più colpiti dall’emergenza Coronavirus. Garanzie per evitare che si chiudano i rubinetti del credito, soprattutto per le piccole e piccolissime imprese.
E poi mano tesa alle famiglie, che devono districarsi tra smart working e figli a casa da scuola, con congedi speciali e pc gratis per chi altrimenti non si può permettere di seguire le lezioni online.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il governo vara una vera e propria manovra ‘Cura Italia’, non solo per la quantità di risorse, 25 miliardi, ma anche per il ventaglio delle misure messe in campo per frenare l’impatto economico del Coronavirus. Nel provvedimento, oltre 120 articoli, trovano spazio anche aiuti per l’agricoltura e per l’autotrasporto, e pure il trasporto aereo, non solo con 200 milioni aggiuntivi per il fondo di solidarietà, che alimenta gli ammortizzatori per piloti, assistenti di volo e tutti i lavoratori del comparto, ma anche altri 600 milioni e una soluzione alternativa per Alitalia – una newco pubblica – se alla scadenza di mercoledì non si dovesse presentare nessuno con una offerta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

BONUS PER I MEDICI, PIU’ STRUTTURE E MASCHERINE: Uno dei pilastri dell’intervento è quello per la sanità, che avrà più risorse per oltre un miliardo, cui si aggiunge il miliardo e mezzo destinato alla Protezione civile. I fondi serviranno per gli straordinari di medici e infermieri, in prima linea per l’emergenza, per aumentare i controlli in porti e aeroporti, per reparti temporanei, dentro e fuori dagli ospedali. Per aumentare i posti letto anche la sanità privata si dovrà mettere a disposizione delle Regioni e la Protezione civile, anche su input del nuovo supercommissario Domenico Arcuri, potrà requisire anche alberghi per ospitare le persone in quarantena.
CIG PER TUTTI, AUTONOMI, TUTELE PER LA P.A.: I periodi di sorveglianza attiva, per tutti i lavoratori, saranno equiparati alla malattia e non conteranno per il periodo di comporto (superato il quale altrimenti si può essere licenziati). Stop anche ai licenziamenti per due mesi. La cassa integrazione, ordinaria o in deroga, potrà essere richiesta per 2 mesi da tutte le imprese, anche con un solo dipendente. Partite Iva, professionisti, collaboratori, potranno invece ottenere una indennità una tantum di 600 euro per il mese di marzo, poi per aprile si valuterà se proseguire.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo samrt working diventa la normalità per tutta al Pubblica amministrazione, ed è incoraggiato per tutti, mentre chi dovrà comunque andare in azienda o in ufficio avrà un premio di 100 euro in busta paga.
CONGEDI SPECIALI, 1000 EURO A SANITARI PER BABYSITTER: Chi non può lavorare da casa potrà chiedere fino a 15 giorni di congedo speciale, retribuito al 50%, se ha figli fino ai 12 anni. In alternativa si potrà richiedere un voucher per la babysitter di 600 euro, che sale a 1000 euro per medici, infermieri, operatori sanitari e ricercatori. Le tutele sono aumentate in caso di disabilità, con 24 giorni in più in 2 mesi di permessi da legge 104, niente limiti di età per il congedo speciale e corsia agevolata per lo smart working. Per consentire a tutti di fare lezione online arriva un fondo da 85 milioni: 70 serviranno a dare pc in comodato d’uso ai meno abbienti.
MUTUI PRIMA CASA, SOSPENSIONE ANCHE PER AUTONOMI: Per le famiglie più in difficoltà sarà più facile accedere al ‘Fondo Gasparrini’ per la sospensione delle rate del mutuo sulla prima casa fino a 18 mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non servirà l’Isee per chi perde il lavoro da dipendente. Potranno fare domanda anche gli autonomi che autocertifichino un calo di fatturato di almeno il 33%.
STOP ALLE TASSE FINO AL 31 MAGGIO PER I PIU’ COLPITI: Le filiere che già ora stanno contando i danni, dal turismo alla ristorazione, dallo sport alla cultura ai trasporti, fino ai servizi educativi, potranno anche avvantaggiarsi della sospensione fino al 31 maggio dei versamenti di ritenute, contributi, premi assicurativi e Iva, da saldare poi anche in 5 rate. Chi ha fatturato oltre i 2 milioni di euro o non rientra tra i settori più colpiti dovrà pagare entro venerdì 20 marzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

5 MLD PER LE IMPRESE, ATTIVANO 340 MLD LIQUIDITA’: Per aiutare le imprese il governo stanzia anche 5 miliardi tra fondi e garanzie che attiveranno “340 miliardi” di accesso al credito. Si va dal congelamento delle rate in scadenze fino al 30 settembre, al congelamento dei prestiti bullet (con restituzione in rata unica), al potenziamento del fondo di Garanzia per le PMI, all’effetto della maggiore patrimonializzazione derivante dalla conversione delle DTA in credito d’imposta e alle garanzie CdP specifiche per l’erogazione di nuovo credito.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Brent crolla 11% Wti giù 9,55%
Quotazioni crollano ai minimi da 4 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
20:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il Brent affonda e chiude in calo dell’11% a 30,05 dollari al barile, ai minimi da 4 anni. In forte ribasso anche le quotazioni del greggio Wti che hanno segnato un calo del 9,55% a 28,70 dollari al barile, rivedendo anche in questo caso i minimi degli ultimi quattro anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Eurogruppo: ‘Whatever it takes’ per salvare economia
Incluse misure di bilancio. Finora stanziato 1% Pil Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
22:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il nostro impegno di oggi riflette la nostra forte determinazione a fare tutto il necessario (whatever it takes) per affrontare la sfida del Coronavirus, ristabilire la fiducia e sostenere la ripresa”: lo scrive l’Eurogruppo nel comunicato finale. “Stime preliminari della Commissione dimostrano che il sostegno fiscale all’economia sarà molto significativo. Finora abbiamo preso misure per l’1% del Pil”, dice l’Eurogruppo, pronto “a qualunque azione decisa necessaria, comprese misure di bilancio”.
L’Eurogruppo appoggia la proposta della Commissione Ue di non contabilizzare ai fini del deficit gli stabilizzatori automatici, i benefit a sostegno dei disoccupati, e tutte le misure temporanee in risposta al Covid-19. Inoltre, accoglie con favore la possibilità di attivare la clausola di salvaguardia che sospende il Patto. E’ quanto si legge nelle conclusioni dell’Eurogruppo.

“Il nostro focus è completamente sul Coronavirus, finalizzeremo la riforma del Mes quando la crisi si sarà alleviata”: lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno al termine dell’Eurogruppo.
Conte, priorità Ue azione coordinata contro emergenza – Il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende, durante i colloqui con i suoi omologhi europei in questi ultimi giorni, ha persuaso i leader a concentrarsi tutti, di qui in avanti, sull’emergenza coronavirus e sulle azioni coordinate da porre in essere con la massima urgenza.

Conte, a quanto si apprende, durante i colloqui con i suoi omologhi europei in questi ultimi giorni, ha convenuto con loro di accantonare la discussione sulla riforma del Mes a tempi migliori, con la conseguenza che la questione è stata posta in secondo piano nell’Agenda europea rispetto alle misure urgenti, economiche e sanitarie, per il contrasto alla diffusione del contagio.
Gentiloni,virus taglierà crescita Eurozona fino a 2,5% – Secondo la stima della Commissione Ue, nel 2020 il Coronavirus abbatterà l’economia europea del 2-2,5%. Lo ha detto il commissario agli affari economici Paolo Gentiloni, al termine dell’Eurogruppo. “Purtroppo ci sono scenari anche più pessimisti”, ha detto, ma “se queste misure coordinate di bilancio funzioneranno, potremo ridurre la crescita negativa”, portando la zona euro “a -1,1% nel 2020. Sarebbe il risultato della mitigazione. Altrimenti la situazione sarà ancora più difficile”, ha detto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in forte calo
Segue il maggior crollo giornaliero di sempre del Dow Jones
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
17 marzo 2020
01:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Tokyo segue il maggior crollo giornaliero mai registrato in Usa dal Dow Jones (oltre il 12%) e la caduta libera dei listini globali, con gli investitori che giudicano non sufficienti le manovre coordinate delle banche centrali per contrastare l’espansione del coronavirus. In apertura il Nikkei cede il 3,02% a quota 11.528,11, perdendo 513 punti. Sul mercato valutario lo yen tratta a 106,20 sul dollaro e sull’euro a 118,60. QUI TUTTO SULLE BORSE E GLI SVILUPPI ECONOMICI IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Oro: quotazioni ancora in calo, -9%
Metallo prosegue discesa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
08:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Quotazioni ancora in calo per l’oro.
Il metallo con consegna immediata cede il 9% a 1329 dollari l’oncia proseguendo la discesa degli ultimi giorni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prova rimbalzo a 30,34 dollari
Brent sale del 2,9%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le quotazioni del petrolio provano a rimbalzare, dopo il crollo di ieri, e il Wti del Texas segna un aumento del 4,6% a 30,34 dollari la barile. Cerca di riguadagnare qualche posizione anche il Brent a 30,72 dollari +2,9%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro apre in calo, -0,34%
Yen avanza a 106,6
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Euro in lieve calo all’avvio di giornata. La moneta unica segna quota 1,114 dollari con un ribasso dello 0,34%. In Asia lo yen sale dello 0,6% a 106,6.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia volatile, Tokyo tiene
Shanghai -0,34%, operatori vedono ancora due settimane tensione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
08:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Tokyo inverte la tendenza sul finale (+0,06%) cancellando una perdita che nel corso della seduta era arrivata a toccare il 3% mentre continuano a scivolare i titoli sui listini di Shanghai (-0,34%) e Shenzhen (-0,43%). Le azioni asiatiche più vendute sono quelle tecnologiche e dell’energia; al contrario sul listino giapponese auto ed elettronica hanno fatto da traino. “Lo yen giapponese non si è rafforzato nei confronti del dollaro – commenta un gestore a Bloomberg – gli investitori potrebbero ritirarsi dai loro investimenti all’estero”. Intanto misure fiscali e monetarie vengono introdotte in tutto il mondo ma secondo gli operatori “è solo un modo per guadagnare tempo”, “è come versare acqua in un secchio con un buco. Per fermare la rotta del mercato azionario, il virus deve raggiungere il picco” e, concludono, “le prossime due settimane sono cruciali dal nostro punto di vista”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Europa brillante, Milano +2,2%. Fed in campo, vola Wall Street
Trump, l’economia si riprenderà rapidamente. Stretta della Consob: dal 18 marzo vietate le vendite allo scoperto, più trasparenza sulle partecipazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
23:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A partire dalla seduta del 18 marzo, la Consob ha introdotto un divieto alle posizioni nette corte (vendite allo scoperto e altre operazioni ribassiste) dopo aver ricevuto parere positivo dall’Esma. Il divieto, per la prima volta, si applica a tutte le azioni negoziate sul mercato regolamentato italiano e durerà tre mesi. Oltre a vietare le vendite allo scoperto e altre posizioni ribassiste su tutto il listino per tre mesi la Consob ha deciso di introdurre, sempre da domani e per lo stesso periodo di tempo, un regime di trasparenza rafforzata sulle partecipazioni detenute dagli investitori nelle 48 società italiane quotate in Borsa a più alta capitalizzazione e ad azionariato diffuso. La nuova soglia è fissata al superamento delle quali scatta l’obbligo di comunicare la partecipazione è pari all’1% (dal 3%) per le società grandi e al 3% (dal 5%) per le Pmi.
Piazza Affari è riuscita a mettere a segno un piccolo rimbalzo, senza però azzerare il 6% perso nella vigilia. L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,23% a 15.314 punti, recuperando 7,8 miliardi, ossia meno della metà degli oltre 18 persi nella seduta precedente. Brillanti gli scambi per 4 miliardi di euro, 0,6 in meno di ieri e 1,3 in meno di due giorni fa. L’esplosione del telelavoro nelle aziende e il rialzo delle quotazioni del greggio hanno oscurato il balzo dello spread, che ha chiuso a 278 punti dai 262 della chiusura di ieri, dopo aver toccato un massimo di seduta a 285,8 punti base. A fine giornata il rendimento del Btp a 10 anni è del 2,35%
Maglia rosa tra le grandi è stata Tim (+11,27%), mentre in tutto il listino ha brillato Molmed (+80,89%), che ha chiuso sotto ai 51 centesimi per azione offerti da Agc (Mitsubishi), che ha lanciato un’opa amichevole. Sugli scudi Eni (+5,76%) e Saipem (+4,31%), insieme a Terna (+7,81%) e Pirelli (+5,17%). Tra le banche, dopo l’asta da 109 miliardi della Bce, hanno corso Banco Bpm (+6,89%), Ubi (+4,81%), Unicredit (+3,96%) e Intesa (+3,46%). Sotto pressione Fca (-4,24%), che ha chiuso le fabbriche europee per due settimane.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura brillante per le principali borse europee. La migliore è stata Madrid (+5,97%% a 6.471 punti), seguita da Parigi (+2,84% a 3.991 punti), Londra (+2,79% a 5.294 punti) e Francoforte (+2% a 8.917 punti).
E’ il settore delle telecomunicazioni quello favorito in Borsa nel rimbalzo dei listini europei. Un rally sulla scia di Wall Street all’indomani di un vero e proprio crollo per l’avanzata del coronavirus in tutti i continenti. Grazie al massiccio ricorso al telelavoro da parte delle aziende in Europa, l’indice di settore ha guadagnato oltre il 10% con rialzi a due cifre per la belga Proximus (+20,99%, la francese Iliad (+19,28%), la spagnola Telefonica (+17,8%) e l’olandese Koninklijke (+15,8%). In Piazza Affari gli acquisti si sono concentrati su Tim (+11,27% a 0,32 euro), che non è comunque riuscita a riportarsi sui livelli di due giorni fa, quando valeva 0,335 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street in volata. Il Dow Jones sale del 5,70% a 21.343,97 punti, il Nasdaq avanza del 7,12% a 7.398,53 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un rialzo del 6,88% a 2.550,37 punti. A spingere è la Fed e il piano di stimoli all’economia a cui sta lavorando l’amministrazione Trump: un piano da 850 miliardi di dollari che include l’invio diretto di assegni agli americani. Illustrando il piano Steven Mnuchin ha anche rassicurato: i mercati resteranno aperti, anche se non si può escludere una riduzione delle ore di trading.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’economia si riprenderà rapidamente: lo ha detto Donald Trump in un briefing alla Casa Bianca della task force Usa contro il coronavirus.

La Fed in campo a sostegno delle imprese. La banca centrale riapre la commercial paper funding facility, usata già in passato per rispondere alle difficoltà delle società nel raccogliere fondi sul mercato dei commercial paper. Il Tesoro americano fornirà alla Fed 10 miliardi di dollari come garanzia. La nuova facility resterà aperta fino al marzo 2021 e consente alla Fed di intervenire sul mercato dei prestiti a breve delle imprese.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Fed ha varato un altro programma volto ad aiutare le imprese e le famiglie alle prese con l’emergenza coronavirus. Il meccanismo finanziario attivato prevede fondi fino a 90 giorni alle principali istituzioni finanziari per facilitare la disponibilità di credito all’economia reale.

Le banche europee hanno attinto 109 miliardi di euro nella prima asta Ltro, le operazioni di rifinanziamento a lungo termine aggiuntive varate la scorsa settimana dalla Bce, nell’ambito delle misure dispiegate per fronteggiare l’emergenza coronavirus, “allo scopo di fornire immediata liquidità a supporto del sistema finanziario dell’area euro”. I prestiti Ltro sono una misura ponte varata dalla Bce per assicurare liquidità alle banche in attesa che a giugno scattino i nuovi prestiti Tltro III.
La Casa Bianca sta valutando un paino da 1.000 miliardi di dollari a sostegno dell’economia alla prese con il coronavirus. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti, secondo le quali la stima iniziale di 850 miliardi di dollari è stata rivista ora al rialzo.
Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono il 6% a 26,95 dollari al barile, ai minimi degli ultimi 4 anni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: con stop a scoperto Milano +3%
Schizza Molmed +80%, su scudi Tim +6%, sospesa Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
09:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Lo stop alle vendite allo scoperto riporta ossigeno a Piazza Affari. La Borsa di Milano apre in deciso rialzo (Ftse Mib +3%) e sul listino principale le reazioni sono ‘violente’ anche se con segno inverso a quello di ieri. Tim guadagna quasi il 6%, Italgas il 4,57%, rimbalzano le banche con Ubi in progresso del 3,8%, Banco Bpm il 3,47%, Pirelli il 2,88%, Atlantia il 2,58 per cento. Sospese, dopo aver faticato a fare prezzo, Exor e Fca, Juventus, Azimut, Amplifon, Finecobank e Bper Banca. Fuori dal listino principale sospesa Molmed che dopo l’annuncio dell’opa di Agc è schizzata, con un rialzo di quasi l’80% a 0,477 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Europa rimbalza con guerra a Covid
Londra +1,2%, Milano +2,4%, Francoforte +4,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
09:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Sonoro rimbalzo sui mercati in Europa, la guerra alla Covid-19 e alla speculazione si può dire dichiarata. Milano guadagna il 2,4%, Francoforte il 4,56%, Londra l’1,2%, Parigi il 4,12 per cento. I listini si risollevano dal minimo livello a cui erano tornate, sui valori di giugno 2013, dopo le decisioni dei Governi di intensificare le misure a contrasto dell’epidemia di coronavirus, lo stop alle vendite allo scoperto introdotto non solo in Italia ma anche in Francia e Spagna e l’intervento della Bce per ‘raffreddare’ gli spread. “Dopo il massacro di ieri, è probabile che i mercati consolidino più in alto sulla base delle speranze di una risposta fiscale dagli Stati Uniti e altrove” commenta un analista.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in calo -0,3%
Alta volatilità e titoli sospesi sul listino principale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
10:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il rialzo a Milano si è esaurito nello spazio di un paio d’ore. L’indice guida della Borsa il Ftse Mib si appiattisce, scivola in calo dello 0,3 per cento. Le vendite allo scoperto sono vietate ma c’è chi si alleggerisce: Generali cede il 3,7%, Azimut il 3,4%, Enel il 2,2%, Mediobanca l’1,2%, Intesa Sanpaolo lo 0,6%. Restano sospese Fca (con un calo teorico del 6,54%), Exor (-5,8%), Pirelli (-0,38%). Poi c’è chi strappa al rialzo come Tim (+5,2%) e Recordati (+5,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ripresa a singhiozzo all’Ast di Terni
Ferma area a caldo, per azienda molti certificati da dipendenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
17 marzo 2020
11:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– E’ ripresa a singhiozzo alle 6 di stamani l’attività all’Ast di Terni, dopo lo sciopero di due giorni proclamato dalle rsu, le 48 ore di sospensione della produzione concordate con l’azienda e la giornata di formazione dei lavoratori sul covid-19.
Già nella tarda serata di ieri la direzione aziendale ha comunicato alle rsu che, a causa dei numerosi certificati medici inviati da parte dei dipendenti, non sarebbe stata in grado di ‘armare’ le squadre nel reparto Acc, dunque nell’area a caldo dello stabilimento. Pertanto questo resterà fermo per tutti e tre i turni di oggi. Ma – in base a quanto riferito stamani da fonti sindacali – anche altri reparti dell’area a freddo sono fermi o lavorano a ritmo ridotto.
In corso un sopralluogo nella fabbrica da parte di rsu, azienda e Usl per verificare il rispetto delle misure di contenimento del contagio da coronavirus. Per le rappresentanze sindacali devono essere infatti “garantite tutte le condizioni idonee” a tutela dei lavoratori.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce in azione per frenare lo spread
Forti acquisti con ordini fino a 50 milioni di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
11:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seconda giornata di acquisti particolarmente ‘pesanti’ da parte della Bce sui Btp per tenere a bada lo spread. Fonti di mercato riferiscono che “già da poco dopo le otto di mattina continuano a fare acquisti a botte di 50 milioni di euro”.
Ecco perché il mercato (dei titoli di Stato italiani, ndr) sta recuperando forte oggi, oltre al fatto che c’è un clima più positivo”. Il differenziale Btp-bund è comunque risalito da poco a 265 punti dopo un aver toccato in mattinata i 245 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in ordine sparso
Riparte greggio, oro ancora debole, spread sale a 263 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
12:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Si muovono in ordine sparso le principali borse europee al traguardo di metà seduta, con Milano e Parigi piatte, Madrid brillante (+2,38%) e Londra (-0,68%) e Francoforte (-0,2%) in territorio negativo. Tra gli operatori prevale comunque il nervosismo, mentre vengono soppesati gli aggiornamenti sulla diffusione del coronavirus in tutto il Vecchio Continente. Positivi i futures Usa, dopo una seduta da dimenticare per Nasdaq e Dow Jones, precipitati in un solo giorno di oltre il 12%. In rialzo a 263 punti lo spread tra Btp e Bund. Acquisti sul comparto delle materie prime con Bhp (+5%) e Anglo American (+3,7%) spinte dal rialzo del greggio, mentre resta debole l’oro a 1.470 dollari l’oncia. Il lavoro agile rafforza il comparto telefonico con Tim (+7%), mentre soffrono banche e costruttori d’auto insieme al turismo. Sotto pressione l’immobiliare Covivio (-20%) a Parigi, gestore di alberghi, mentre Tui cede oltre il 13%. In luce la catena Casino (+10,54%) in vista di una possibile cessione in Brasile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Confcommercio, vendite +50%
Quadruplicate le consegne a domicilio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
-Spesa molto più abbondante del normale in tutti i negozi ed in particolare in quelli di quartiere e nei piccoli paesi ma nessun problema di approvvigionamento.
Volano le consegne a domicilio i cui volumi negli ultimi giorni sono quadruplicati. L’aumento medio delle vendite nella media distribuzione e nei negozi di alimentari con picchi che vanno tra il 100 ed il 120% negli alimentari dei piccoli comuni più isolati. “Il ritmo delle vendite continua ad essere altissimo, soprattutto nei punti vendita dei paesi. Non ci sono problemi di approvvigionamento delle merci, se c’è qualche ritardo è fisiologico perché magari può capitare che ci sia personale ridotto nei magazzini per turni o malattie, e quindi di conseguenza questo provoca ritardo negli arrivi delle merci sugli scaffali. Direi che tutto comunque funziona bene” spiega la presidente di Fida Confcommercio, Donatella Prampolini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora, Milano invariata
Spread stabile a 274 punti, scivolone Osram, sprint Tim e Iliad
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
14:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Migliorano le borse europee dopo l’avvio positivo degli scambi a Wall Street e sul Nasdaq di New York. Madrid consolida il rialzo ((+1,5%), mentre Milano si riporta in parità e Parigi riduce il calo allo 0,45%. Calo inferiore all’1% anche per Londra (-0,9%) e Francoforte (-0,95%). Stabile a 274 punti lo spread tra Btp e Bund, sotto pressione in Piazza Affari Fca (-7,7%), dopo un lungo congelamento al ribasso a seguito della decisione di chiudere per due settimane le fabbriche in Europa a causa del coronavirus. Scivolone di Osram (-26% a Francoforte) su ipotesi di un ripensamento alla fusione con Ams (-4,6%) a Zurigo, a causa dei recenti crolli di Borsa di quest’ultima. Tensione sul colosso dei viaggi Tui (-12,7%), sulla catena di alberghi Covivio (-14,6%), su EasyJet e Ryanair (-2,7% entrambe). Sprint di Tim (+5,1%) e Iliad (+17,2%), per effetto del telelavoro scattato in tutta Europa. Home Mappa del sito

STAI LEGGENDO:

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Intesa stanzia 15 miliardi per Pmi
Messina, mettiamo in campo quasi un punto Pil
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
15:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Sostenere le imprese italiane nel fronteggiare l’emergenza globale del Coronavirus, garantire continuità e produttività, porre le basi per il rilancio: questo l’obiettivo di Intesa Sanpaolo, che mette a disposizione delle imprese italiane di piccole e medie dimensioni 15 miliardi di euro attraverso misure straordinarie dedicate. Lo rende noto Intesa Sanpaolo. Due le misure messe in campo che possono anche essere cumulate: 5 miliardi di nuovo plafond e 10 miliardi per i pagamenti urgenti.
“In questa fase di estrema emergenza, abbiamo il dovere di impegnare ogni risorsa, per dare il massimo sostegno alle imprese italiane e consentire loro, superate le difficoltà contingenti, di ripartire il prima possibile”, afferma il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina. Mettiamo in campo un “ammontare significativo di risorse, pari quasi a un punto di Pil”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Abi, moratoria e decreto freno a Npl
Misure contro impatto crisi ma fondamentale durata emergenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
15:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il sostegno alla moratoria bancaria dei prestiti alle imprese e al fondo sui mutui, deciso dal governo nel decreto ‘cura Italia’, farà da freno alla crescita degli Npl, che a inizio anno sono ritornati ai livelli di 10 anni fa a quota 25,9 miliardi di euro contro i 26,5 di dicembre 2019 e i 33,6 miliardi di gennaio 2019. Lo afferma il vice dg dell’Abi Gianfranco Torriero. Le autorità di vigilanza, spiega, dovrebbero recepire le indicazioni Eba di non considerare Npl ma “congelare” i prestiti oggetto della moratoria. “Aiutiamo le imprese a superare questa fase ma sarà comunque fondamentale – spiega – la durata dell’emergenza”. Anche per questo è impossibile dare stime dell’impatto sugli utili delle banche.
Grazie alla moratoria, che sospende il pagamento delle rate, anche “il debito residuo”; ovvero i finanziamenti in essere restano in piedi e, se non crescono, non vengono ritirati e quindi “non ci sarà una riduzione eccezionale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce utile Mondadori, torna dividendo
Non sono possibili stime dell’impatto del Coronavirus sui conti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
15:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– L’anno scorso Mondadori ha registrato ricavi per 884 milioni (in calo dello 0,7% in termini assoluti e in crescita dell’1% a perimetro omogeneo), con un utile netto delle attività in continuità a 33,1 milioni, in aumento del 62%, e il ritorno al dividendo (0,06 euro per azione) dopo otto esercizi.
La posizione finanziaria netta è negativa per 55,4 milioni rispetto a -147 milioni del 2018 “per effetto della continua generazione di cassa”, spiega il gruppo editoriale, che per quest’anno vede un risultato netto in ancora aumento. “In relazione all’attuale emergenza sanitaria legata al Covid-19, non è possibile alla data di oggi formulare previsioni attendibili circa la durata ed eventuali impatti sulla gestione e i risultati 2020: si ritiene tuttavia che quanto sta accadendo non modifichi le solide prospettive di medio-lungo periodo del gruppo”, aggiunge Mondadori, che intende proseguire la focalizzazione sui core business Libri e Retail e sui brand con maggiori potenzialità di sviluppo multimediale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Intesa Sanpaolo stanzia 15 miliardi a Pmi
Cinque miliardi nuovo plafond, 10 mld per pagamenti urgenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sostenere le imprese italiane nel fronteggiare l’emergenza globale del Coronavirus, garantire continuità e produttività, porre le basi per il rilancio: questo l’obiettivo di Intesa Sanpaolo, che mette a disposizione delle imprese italiane di piccole e medie dimensioni 15 miliardi di euro attraverso misure straordinarie dedicate. Lo rende noto Intesa Sanpaolo. Due le misure messe in campo che possono anche essere cumulate: 5 miliardi di nuovo plafond e 10 miliardi per i pagamenti urgenti.
Il gruppo bancario mette a disposizione due misure, alternative o cumulabili, per un importo complessivo di 15 miliardi di euro, che prevedono: un plafond di 5 miliardi di euro, per nuove linee di credito aggiuntive rispetto a quelle preesistenti, della durata di 18 mesi (meno un giorno), di cui 6 di pre-ammortamento, con condizioni favorevoli, a partire dalle spese di istruttoria; dieci miliardi di euro di liquidità per i clienti Intesa Sanpaolo, grazie a linee di credito già deliberate a loro favore e ora messe a disposizione per finalità ampie e flessibili, quali la gestione dei pagamenti urgenti. Questa nuova iniziativa di Intesa Sanpaolo si aggiunge alla moratoria annunciata il 24 febbraio, con la sospensione per 3 mesi delle rate dei finanziamenti in essere (per la sola quota capitale o per l’intera rata) prorogabile per altri 3/6 mesi in funzione della durata dell’emergenza. Le operazioni di finanziamento possono essere richieste – in via transitoria – anche a distanza, tramite un processo di scambio di informazioni e documenti direttamente tra il cliente ed il gestore. Tale processo si applica solo a clientela conosciuta e verificati i consensi privacy. L’obiettivo delle nuove misure è di “affiancare – afferma Intesa Sanpaolo – le imprese di tutti i settori economici, fornendo la liquidità necessaria per superare la fase economica di crisi. Le misure, in particolare, sono finalizzate a consentire alle aziende di far fronte ai pagamenti, nonostante la progressiva riduzione o addirittura assenza di fatturato, e di tutelare così l’occupazione”.
Messina, nostro obiettivo tutelare Made in Italy – “In questa fase di estrema emergenza, abbiamo il dovere di impegnare ogni risorsa, per dare il massimo sostegno alle imprese italiane e consentire loro, superate le difficoltà contingenti, di ripartire il prima possibile”. Lo afferma il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, circa i 15 miliardi a disposizione delle piccole e medie imprese. “Mettiamo in campo – aggiunge – un ammontare significativo di risorse, pari quasi a un punto di Pil. Possiamo farlo perché Intesa Sanpaolo ha le dimensioni, la solidità e una presenza capillare tali da consentire interventi di dimensioni straordinarie in tutti i territori del Paese, dando supporto a tutte le imprese. Le direzioni regionali grazie alla professionalità delle nostre persone e all’ampia delega di cui dispongono nell’erogazione di credito assicureranno al meglio l’efficacia dell’intervento”. “Il nostro obiettivo è salvaguardare il valore del Made in Italy, l’eccellenza delle filiere produttive, la forza del nostro export”. Lo afferma il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, circa i 15 miliardi a disposizione delle piccole e medie imprese. “Siamo convinti – aggiunge – che le capacità e la resilienza degli imprenditori italiani consentiranno al nostro sistema produttivo di recuperare rapidamente terreno e di riposizionarsi in maniera vincente nello scenario che emergerà dalla crisi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano accelera (+1,4%), bene Tim
Spread scende a a 274 punti, bene Unicredit e Ubi, crolla Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
15:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari accelera per l’ennesima volta (Ftse Mib +14%) nel tentativo di riscattarsi dal crollo della vigilia. Lo spunto è offerto da Tim (+7,9%), favorita dal ricorso al telelavoro nelle aziende e dall’accoppiata Saipem (+5,78%) e Eni (+5,21%)con la ripresa del prezzo del greggio, ora stabile a 28,65 dollari per barile (Wti). In calo lo spread a 274 punti, con beneficio per i bancari Unicredit (+4,33%), Ubi (+4,92%) e Banco Bpm (+4,45%), seguita a distanza da Intesa (+1%). Sotto pressione Fca (-7,77%), congelata anche al ribasso, che sconta la messa in quarantena per due settimane delle fabbriche europee. In luce Molmed (+80%) ancora sotto ai 51 euro per azione dell’opa di Agc (Mitsubishi).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa risale, Milano +1,5%
Produzione Usa febbraio salita sopra le stime, sprint Santander
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piccolo passo avanti per le principali borse europee sulla scia dell’andamento dei listini Usa dopo il rialzo sopra le stime della produzione americana in febbraio (+0,6%). Madrid (+3,44% è la migliore seguita da Milano (+1,5%), Francoforte (+0,4%), Parigi (+0,25%) e Londra (-0,4%), che resta negativa. Pesa il crollo di Osram (-23%), su ipotesi che possa saltare la fusione con Ams (-5,66%), per i recenti crolli di quest’ultima in Borsa a Zurigo. Sprint dei bancari Santander (+21,28%), che ha confermato le stime sul Cet1 di quest’anno nonostante gli effetti del coronavirus. Bene in Piazza Affari Banco Bpm (+5,57%), Ubi (+5,2%) e Unicredit (+4,14%), seguite da Intesa (+2,22%), mentre lo spread resta stabile a 275 punti. Acquisti su Saipem (+6,29%) ed Eni (+6,18%) con il rialzo del greggio sopra quota 28,7 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Agenzia delle entrate-Riscossione chiude, stop tutti pagamenti
Sportelli chiusi per il periodo dell’emergenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
16:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Agenzia della Riscossione chiude gli sportelli al pubblico per l’emergenza coronavirus. Dopo il decreto del Governo si sospendono cosi’ tutti i pagamenti, dalla rottamazione alle nuove cartelle.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera, Milano +3,3%
Fed, telelavoro e greggio oscurano rialzo spread a 277 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
17:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Sprint finale per le principali borse europee sulla scia dei listini Usa, dopo il dato sulla produzione industriale migliore delle stime e l’annuncio della Fed di iniettare nuova liquidità nel sistema. In crescita lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 277,5 punti. La migliore è Madrid (+6,2%), seguita da Milano (+3,3%), Parigi (+2,3%), Francoforte (+1,9%) e Londra (+1,7%. L’esplodere del telelavoro in tutto il continente spinge i telefonici Iliad (+19,3% a Parigi), Telefonica (+18,7% a Madrid), Koninklijke (+17,43% ad Amsterdam) e e Tim (+11,54%) in Piazza Affari. Il rialzo del greggio a 28,95 dollari al barile spinge Eni (+7,6%), Total (+3,58%) e Shell (+2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Indice Ftse Mib a quota punti 15.314 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Chiusura in forte rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,23% a 15.314 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+2,23%)
Indice Ftse Mib a quota 15.314 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 marzo 2020
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Chiusura in forte rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,23% a 15.314 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude bene, Madrid +6%
In rialzo anche Parigi, Francoforte e Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Chiusura brillante per le principali borse europee. La migliore è stata Madrid (+5,97% a 6.471 punti), seguita da Parigi (+2,84% a 3.991 punti), Londra (+2,79% a 5.294 punti) e Francoforte (+2% a 8.917 punti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano,minirimbalzo con Tim ed Eni
Telelavoro e rialzo greggio azzerano rialzo spread
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
18:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari è riuscita a mettere a segno un piccolo rimbalzo, senza però azzerare il 6% perso nella vigilia. L’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,23% a 15.314 punti, recuperando 7,8 miliardi, ossia meno della metà degli oltre 18 persi nella seduta precedente. Brillanti gli scambi per 4 miliardi di euro, 0,6 in meno di ieri e 1,3 in meno di due giorni fa. L’esplosione del telelavoro nelle aziende e il rialzo delle quotazioni del greggio hanno oscurato il balzo dello spread, che ha chiuso a 278 punti. Maglia rosa tra le grandi è stata Tim (+11,27%), mentre in tutto il listino ha brillato Molmed (+80,89%), che ha chiuso sotto ai 51 centesimi per azione offerti da Agc (Mitsubishi), che ha lanciato un’opa amichevole.
Sugli scudi Eni (+5,76%) e Saipem (+4,31%), insieme a Terna (+7,81%) e Pirelli (+5,17%). Tra le banche, dopo l’asta da 109 miliardi della Bce, hanno corso Banco Bpm (+6,89%), Ubi (+4,81%), Unicredit (+3,96%) e Intesa (+3,46%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Confcommercio, vola spesa in negozi quartiere
Nessun problema approvvigionamento. Online quadruplicato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
11:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Spesa molto più abbondante del normale in tutti i negozi ed in particolare in quelli di quartiere e nei piccoli paesi ma nessun problema di approvvigionamento.
Continua a volare l’online i cui volumi negli ultimi giorni sono quadruplicati E’ questo in sintesi il punto fatto da Fida Confcommercio, sull’ andamento delle vendite nella media distribuzione e nei negozi di alimentari.
“Il ritmo delle vendite continua ad essere altissimo, soprattutto nei punti vendita dei paesi. Non ci sono problemi di approvvigionamento delle merci, se c’è qualche ritardo è fisiologico perché magari può capitare che ci sia personale ridotto nei magazzini per turni o malattie, e quindi di conseguenza questo provoca ritardo negli arrivi delle merci sugli scaffali. Direi che tutto comunque funziona bene” afferma la presidente di Fida Confcommercio, Donatella Prampolini “Il boom c’è per le consegne a domicilio, ovviamente in sicurezza, che sono quadruplicate rispetto ai tempi dì normalità – continua Prampolini – in molte località abbiamo fatto accordi con Comuni, onlus, e associazioni che mettono a disposizione volontari per portare la spesa magari ad anziani o persone che non possono muoversi per varie ragioni”.
“Ora anche grazie all’appello che abbiamo da subito portato avanti come Fida Confcommercio – conclude – riusciamo a chiudere la domenica sia per dare respiro ai nostri dipendenti che per fare azioni di sanificazione degli ambienti”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Trump, aiuteremo Boeing
Dopo crollo quotazioni a Wall Street del 22%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
17 marzo 2020
19:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Il governo Usa vuole aiutare Boeing ed altre aziende in crisi a causa del coronavirus: lo ha detto Donald Trump in un briefing alla Casa Bianca. Oggi a Wall Street il titolo Boeing è arrivato a perdere 22%, crollando ai minimi dal 2013.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus:S&P,recessione globale è qui
Morgan Stanley, recessione sarà peggiore di quella del 2001.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
19:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– “La recessione globale è già qui”.
Lo scrivono in un report gli economisti di Standard & Poor’s, secondo cui la stretta ai contatti fra individui e ai movimenti delle persone comporteranno, come in Cina, anche in Usa ed Europa un “collasso della domanda” con crescita globale che si fermerà all’1, massimo 1,5%, livelli da recessione. I rischi per la previsione sono al ribasso. Per Morgan Stanley la recessione nel 2020 sarà peggiore di quella del 2001. I danni dovuti al coronavirus e alla stretta delle condizioni finanziarie “causeranno uno shock materiale all’economia globale”. Lo afferma il capo economista di Morgan Stanley, Chetan Ahya, sottolineando che “questa volta sarà peggio della recessione globale del 2001”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Governo vuole nazionalizzarla
Ue apre ad aiuti. Domani scade termine manifestazioni interesse
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 marzo 2020
20:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Alitalia è “strategica” e l’Italia ha bisogno di riavere la propria “compagnia di bandiera”. Dopo le misure inserite del decreto ‘Cura Italia’, è la ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli a confermare l’intenzione del Governo di percorrere la strada della nazionalizzazione per salvare la compagnia da quasi tre anni in amministrazione straordinaria. E l’Europa, che vara un nuovo schema per gli aiuti di Stato, si dice pronta a discutere con Roma un aiuto specifico. Il ‘piano B’ per l’Alitalia si è reso necessario dopo che l’emergenza coronavirus ha stravolto lo scenario in cui era stata pensata la nuova procedura di vendita avviata dal commissario Giuseppe Leogrande. La verifica si avrà domani, quando scade il termine per le manifestazioni di interesse, ma il rischio concreto che la gara vada deserta c’è.
Per questo già nell’ultimo decreto è prevista la costituzione di una newco pubblica oltre alla creazione di un fondo da 600 milioni per quest’anno per aiutare la compagnia e il settore.

Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia costantemente aggiornata. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 18 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:17 DI SABATO 14 MARZO 2020

ALLE 14:19 DI LUNEDì 16 MARZO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: chiusura produttiva per alcune aziende, avanti con smart work
Tranne dipendenti smart work. Garantita la continuità aziendale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 marzo 2020 12:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura produttiva per due settimane, a partire da lunedì 16 marzo, ma con effetto immediato, per la Ferrari. Lo ha deciso il comitato esecutivo tra azienda e sindacato. Per gli stabilimenti Ferrari di Maranello e Modena si stabilisce che tutti i dipendenti (a eccezione di quelli impegnati in lavoro agile o smart working e, a rotazione, quelli impegnati nella salvaguardia degli impianti che, di fatto, garantiranno la continuità aziendale) osserveranno due settimane di astensione dal lavoro.

Ansaldo Energia chiude fino al 20 marzo. “L’azienda, d’accordo con la rsu, ha deciso di contribuire al contrasto del Covid-19 sospendendo temporaneamente l’attività produttiva e riducendo al minimo indispensabile l’attività lavorativa” informa una nota.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ansaldo E. ferma la produzione fino 20/3
In settimana verifica su protocollo sanitario per ripresa dal 23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
14 marzo 2020
15:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Ansaldo Energia chiude fino al 20 marzo, d’accordo con la rsu, per contribuire al contrasto del Covid-19, sospendendo temporaneamente l’attività produttiva e riducendo al minimo indispensabile l’attività lavorativa.
Lo stabilimento di Ansaldo Energia aveva già chiuso giovedì e venerdì per effettuare interventi di sanificazione. Oggi è arrivata la notizia che la chiusura proseguirà tutta la prossima settimana. “La copertura di tutte le giornate di sospensione a oggi definite – spiega l’azienda – verrà prioritariamente assicurata tramite l’utilizzo di ferie maturate e non fruite al 31 dicembre 2019 e, in via residuale, attraverso il ricorso agli ulteriori strumenti ordinari” come la cassa integrazione. Nel corso della settimana saranno verificate le azioni attuate e “le modalità di applicazione del protocollo sanitario” per decidere se ci sono le condizioni di una ripresa lavorativa a partire dal 23 marzo. Ansaldo aveva già introdotto lo smart working per 900 impiegati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: ipotesi fondi e newco pubblica
Possibili misure in decreto anti-coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 marzo 2020
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuove risorse per gestire l’emergenza Alitalia, aggravata dalle riduzioni dei voli a causa del Coronavirus, e creazione di una newco pubblica per prendere in affitto la parte aviation. Sono, secondo quanto si apprende, le ipotesi al vaglio del governo per far fronte all’ulteriore emergenza dell’ex compagnia di bandiera. Possibile che le nuove misure siano introdotte con il decreto anti-Coronavirus che potrebbe essere varato nelle prossime ore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Ferrari, 2 settimane stop
Tranne dipendenti smart work. Garantita la continuità aziendale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
14 marzo 2020
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura produttiva per due settimane, a partire da lunedì 16 marzo, ma con effetto immediato, per la Ferrari. Lo ha deciso il comitato esecutivo tra azienda e sindacato. Per gli stabilimenti Ferrari di Maranello e Modena si stabilisce che tutti i dipendenti (a eccezione di quelli impegnati in lavoro agile o smart working e, a rotazione, quelli impegnati nella salvaguardia degli impianti che, di fatto, garantiranno la continuità aziendale) osserveranno due settimane di astensione dal lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Compagnie aeree, cigs per quasi 5 mila
Da Alitalia a EasyJet e Blue Panorama per effetto coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 marzo 2020
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il coronavirus si abbatte sulle compagnie aeree basate in Italia, con ripercussioni anche per i dipendenti. Molte, infatti, negli ultimi giorni hanno deciso di avviare procedure di cigs che interesseranno nei prossimi mesi quasi 5 mila dipendenti: tra queste, oltre ai 2.785 chiesti da Alitalia, EasyJet ha avviato un programma di cigs per 1.469 dipendenti nelle varie sedi italiane, Blue Panorama ha chiesto la cigs per 634 persone. Ci sono poi i 1.450 a rischio licenziamento di Air Italy, la cui crisi è però antecedente al Covid-19. E gli oltre mille già in cigs di Alitalia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, intesa per sicurezza lavoro
Conte, Italia non si ferma. Sindacati, salute prima di tutto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 marzo 2020
12:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Raggiunta l’intesa tra sindacati e imprese: dopo un lungo confronto andato avanti nella notte, anche in videoconferenza con il governo, è stato firmato il “protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.
“Dopo diciotto ore di un lungo e approfondito confronto, è stato finalmente siglato tra sindacati e associazioni di categoria il protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro. Per il bene del Paese, per la tutela della salute di lavoratrici e lavoratori. L’Italia non si ferma”, commenta su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
Si tratta di “un risultato molto importante in una fase che impone a tutti massima responsabilità nel garantire, prima di ogni altra cosa, la sicurezza e la salute dei lavoratori e delle lavoratrici”, sottolineano Cgil, Cisl e Uil in una nota unitaria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: appello di Palazzo Chigi, “Non viaggiare neanche per tornare in famiglia”
‘Chi lavora o studia in altra Regione eviti, protegga i suoi cari’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 marzo 2020
21:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Va fatto uno sforzo in più da parte di tutti. Anche da parte di chi lavora o studia in un’altra regione diversa dal luogo dove ha la propria famiglia o la residenza: non si sposti. Se si vuole davvero bene ai propri cari, e per il bene di tutti, vanno evitati questi viaggi”. E’ l’appello di Palazzo Chigi. “Proprio per contrastare l’emergenza Coronavirus, e nell’ambito degli interventi volti alla riduzione dei treni ordinari a lunga percorrenza, il Ministero dei Trasporti ha disposto il blocco dei treni notturni”.
La Polizia: controllati tutti sui treni per il Sud – Tutti i passeggeri partiti in treno da Milano e diretti verso le regioni del sud – 438 persone in tutto – sono stati controllati dalla Polizia Ferroviaria sia alla partenza sia una volta a destinazione. I poliziotti hanno verificato in partenza l’identità e le motivazioni del viaggio e tutti, dice la Polfer, “hanno dimostrato di avere una giusta motivazione”. A destinazione i viaggiatori sono stati nuovamente controllati ed è stata anche rilevata la temperatura. Per i treni diretti in Sicilia, le verifiche sono scattate a Messina.
Sono stati sospesi anche i collegamenti e i trasporti ordinari delle persone da e per la Sardegna. Si vola solo tra Roma Fiumicino e Cagliari, mentre sulle navi potranno viaggiare solo le merci. Il trasporto delle persone su traghetti e velivoli può avvenire soltanto su autorizzazione della Regione e per dimostrate e improrogabili esigenze.
Tim assicura tutti i dipendenti – Tim assicura i suoi dipendenti da Covid-19. Il gruppo ha sottoscritto, per primo in Italia tra le grandi aziende industriali, in favore dei suoi circa 45.000 dipendenti una copertura assicurativa che si articola in un’indennità in caso di ricovero causato da infezione, un’indennità da convalescenza e un pacchetto di assistenza post ricovero per gestire al meglio il recupero della salute e la gestione familiare.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia, passeggeri solo con mascherine – “La sicurezza di tutti i passeggeri e dei propri dipendenti rappresenta da sempre la massima priorità di Alitalia. Per questo motivo la Compagnia informa che verrà chiesto ai passeggeri di munirsi, prima di salire in aereo, di una mascherina protettiva da indossare obbligatoriamente qualora un elevato numero di viaggiatori non permetta di rispettare la distanza interpersonale di sicurezza prevista”. Lo rende noto la Compagnia. “La misura entra in vigore con effetto immediato ed è parte dei protocolli anti-contagio adottati da Alitalia in conformità alle disposizioni delle Autorità competenti – si legge in una nota – La Compagnia potrebbe pertanto rifiutare l’accesso a bordo dell’aereo al passeggero che si presenti all’imbarco senza un dispositivo di protezione individuale. Alitalia consiglia inoltre di indossare la mascherina anche in aeroporto e durante l’imbarco e lo sbarco dagli aerei”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il coronavirus si abbatte sulle compagnie aeree basate in Italia, con ripercussioni anche per i dipendenti. Molte, infatti, negli ultimi giorni hanno deciso di avviare procedure di cigs che interesseranno nei prossimi mesi quasi 5 mila dipendenti: tra queste, oltre ai 2.785 chiesti da Alitalia, EasyJet ha avviato un programma di cigs per 1.469 dipendenti nelle varie sedi italiane, Blue Panorama ha chiesto la cigs per 634 persone. Ci sono poi i 1.450 a rischio licenziamento di Air Italy, la cui crisi è però antecedente al Covid-19. E gli oltre mille già in cigs di Alitalia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stop passeggeri navi e aerei Sardegna
Mit, viaggiano solo le merci e le persone autorizzate
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 marzo 2020
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Rispondendo ad una richiesta del presidente della Regione Sardegna per l’emergenza coronavirus, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato un decreto con il quale vengono sospesi i collegamenti e i trasporti ordinari delle persone da e per la Sardegna. Si vola solo tra Fiumicino e Roma, mentre sulle navi potranno viaggiare solo le merci. Il trasporto delle persone su traghetti e velivoli può avvenire soltanto su autorizzazione della Regione e per dimostrate e improrogabili esigenze.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: appello Abi, chi può non vada in banca
Sportelli aperti ma meglio prima telefonare.Tutti servizi online
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
09:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo appello ad evitare di andare in banca, anche se gli sportelli riapriranno lunedì con i presidi sanitari, e a utilizzare il più possibile i servizi online e al bancomat. E’ quello che arriva dal presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, e dal direttore generale Giovanni Sabatini. L’Abi invita chi desiderasse andare comunque, in particolare gli anziani che avessero meno confidenza con le tecnologie, a “telefonare in banca per consigliarsi su come risolvere il problema, ma senza uscire di casa”.

Sospeso l’invio delle cartelle di pagamento e degli altri atti di riscossione per la durata dell’emergenza Coronavirus. Lo riferiscono fonti di Agenzia delle entrate-Riscossione. Per disposizione del presidente Ernesto Maria Ruffini il blocco è in atto già da alcuni giorni, in attesa del nuovo decreto legge con le misure di sostegno per l’emergenza epidemiologica da COVID-19. L’iniziativa, decisa da Ruffini, prevede la “sospensione dell’invio dei documenti sia attraverso l’ordinario canale postale, sia attraverso la posta elettronica certificata”. VAI ALLA CRONACA VAI ALLA POLITICA VAI ALLE NOTIZIE INTERNAZIONALI

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: sospeso invio cartelle
Agenzia Riscossione ferma notifiche in attesa nuovo dl
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 marzo 2020
12:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sospeso l’invio delle cartelle di pagamento e degli altri atti di riscossione per la durata dell’emergenza Coronavirus. Lo riferiscono fonti di Agenzia delle entrate-Riscossione. Per disposizione del presidente Ernesto Maria Ruffini il blocco è in atto già da alcuni giorni, in attesa del nuovo decreto legge con le misure di sostegno per l’emergenza epidemiologica da COVID-19. L’iniziativa, decisa da Ruffini, prevede la “sospensione dell’invio dei documenti sia attraverso l’ordinario canale postale, sia attraverso la posta elettronica certificata”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, ore decisive per decreto
Facciamo e faremo tutto il necessario per sostenere Paese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
15 marzo 2020
14:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– “Stiamo facendo e faremo tutto ciò che è necessario per proteggere e sostenere il Paese. L’Italia è più forte del Covid-19. Sono le ore decisive per il decreto a tutela della sanità, delle famiglie, del lavoro e delle imprese.
Nessuno sarà lasciato solo. Uniti ce la faremo”. Lo afferma il ministro dell’economia Roberto Gualtieri su twitter.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Ma il Nikkei è subito in affanno dopo taglio tassi Fed
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
16 marzo 2020
01:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Dura poco il tentativo di recupero della Borsa di Tokyo in apertura di scambi, frutto degli ordini di acquisto pregressi che hanno seguito il meno 6% di venerdì scorso, causa l’espansione del coronavirus. L’azzeramento dei tassi della Fed inverte in breve la marcia con il Nikkei che avanza dell’1,47% a inizio seduta, a quota 17.688,710, prima di iniziare il ritracciamento. Sul mercato valutario lo yen prosegue la fase di apprezzamento sul dollaro a 106,40, e sull’euro a 118,70.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Hong Kong apre a -2,27%
Pesa taglio Fed contro emergenza coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
16 marzo 2020
02:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Borsa di Hong Kong apre la seduta in forte calo, dopo il taglio a sorpresa dei tassi d’interesse da 100 punti base e il piano di allentamento quantitativo da 700 miliardi di dollari decisi dalla Fed contro i rischi del coronavirus sull’economia: l’indice Hang Seng cede nelle prime battute 545 punti, a 23.487,91 (-2,27%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Virus, colpo all’economia della Cina
Produzione -13,5%, vendite -20,5%. Tasso guarigione sale a 84%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
16 marzo 2020
06:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Duro colpo all’economia della Cina, travolta per prima dal coronavirus: -13,5% la produzione industriale; -20,5% le vendite al dettaglio; -24,5% gli investimenti in attività fisse. In calo le borse cinesi, con Hong Kong che perde oltre il 2%.
Vengono intano registrati solo 16 nuovi casi di contagio nel Paese, di cui quattro a Wuhan e 12 importati; 14 i decessi aggiuntivi, tutti in Hubei. Il tasso di guarigione sale all’83,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: in Cina la produzione gennaio-febbraio cala del 15,3%
La Borsa di Sydney perde il 9,70%, è il peggior crollo dal 1987. Tokyo, chiusura in netto calo (-2,46%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
08:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla la produzione industriale in Cina a gennaio-febbraio a causa della crisi del coronavirus, che ha portato al blocco delle attività produttive negli sforzi per fermarne il contagio: il tonfo è del 13,5%, contro attese di +1,5% e il +6,9% di dicembre. Si tratta del primo calo da almeno i primi anni ’90, secondo l’Ufficio nazionale di statistica, fiducioso comunque che il Paese possa “raggiungere gli obiettivi economici” fissati per il 2020.
Le vendite al dettaglio in Cina sono crollate del 20,5% annuo nel periodo gennaio-febbraio, a fronte di attese dei mercati di un aumento dello 0,8% e della crescita dell’8% di dicembre. Si tratta, in base ai dati forniti dall’Ufficio nazionale di statistica, del primo tonfo mai registrato dalle rilevazioni, scontando i timori dei consumatori legati al coronavirus che ha portato nel Paese alla chiusura di centri commerciali, supermercati, ristoranti e cinema negli sforzi per contenere la diffusione dell’infezione.
Gli investimenti in attività fisse (Fai) in Cina hanno subito un tracollo del 24,5% annuo nei primi due mesi dell’anno, a 330 miliardi di yuan (50 miliardi di dollari circa), contro il +5,4% registrato nell’intero 2019 e il rialzo del 2,8% atteso di mercati. Secondo i dati dell’Ufficio nazionale di statistica, si tratta del tonfo più pesante degli ultimi 30 anni con l’epidemia del Covid-19. Giù gli investimenti privati a -26,4% (+4,7% nel 2019) e pubblici a -23,1% (+6,8%), e quelli nelle industrie high-tech (-28,2%).
Sydney chiude -9,70%, peggior crollo dal 1987  – La Borsa di Sydney chiude la seduta con la peggiore perdita registrata in un singolo giorno dal 1987, dopo le mosse a sorpresa della Fed che ha tagliato i tassi di 100 punti base e ha varato un piano di quantitative easing da 700 miliardi di dollari: l’indice S%P/ASX 200 brucia 537,3 punti, a quota 5.002 (-9,70%).
Tokyo, chiusura in netto calo (-2,46%)  – La Borsa di Tokyo prosegue nella sua fase di contrazione, assestandosi ai minimi dal novembre del 2016, malgrado la decisione della Banca centrale del Giappone (Boj) di espandere la propria politica monetaria accomodante, mentre si fa sempre più minacciosa l’espansione del coronavirus a livello globale. Il Nikkei cede il 2,46% a quota 17.002,01 e una perdita di 429 punti. Sul mercato valutario lo yen tratta a 106,30 sul dollaro e sull’euro a 118,40.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio scende sotto 30 dollari
Brent in calo del 2,9% a 32,8 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
08:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Ancora una mattinata difficile per il petrolio sui mercati asiatici. Il Wti, il greggio americano, è sceso sotto i 30 dollari al barile, con un tonfo del 5,5%, per poi recuperare ed essere scambiato a 31,1 dollari. Il Brent, il petrolio di riferimento per l’Europa, ha invece registrato un calo del 2,9% a 32,82 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banca centrale Cina immette 14 mld dlr
Liquidità con linea di credito a un anno e al tasso del 3,15%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
16 marzo 2020
08:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Banca centrale cinese (Pboc) ha immesso oggi sui mercati 100 miliardi di yuan (14,28 miliardi di dollari circa) attraverso una linea di credito di medio-termine (Mlf) a un anno e al tasso d’interesse del 3,15%. Lo scopo, ha spiegato la Pboc in una nota, è di assicurare una liquidità sufficiente sui mercati. Lo strumento dell’Mlf, introdotto nel 2014, punta ad aiutare le banche commerciali a mantenere la liquidità prendendo in prestito fondi dalla Banca centrale dando come collaterale titoli e altri asset equivalenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Fca chiude due settimane fabbriche Europa
La sospensione consente al Gruppo di rispondere efficacemente all’interruzione della domanda del mercato garantendo l’ottimizzazione della fornitura
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
16 marzo 2020
11:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca e Maserati sospenderanno temporaneamente la produzione nella maggior parte dei loro stabilimenti produttivi in Europa fino al 27 marzo. La decisione rientra tra le misure in risposta all’emergenza Coronavirus. Chiuderanno in Italia Melfi, Pomigliano, Cassino, le carrozzerie di Mirafiori, Grugliasco e Modena; all’estero le fabbriche di Kragujevac in Serbia e Yychy in Polonia.
La sospensione della produzione – spiega Fca in un comunicato – consente al Gruppo di rispondere efficacemente all’interruzione della domanda del mercato garantendo l’ottimizzazione della fornitura. In particolare, la sospensione della produzione viene attuata in modo tale da consentire al Gruppo di riavviare la produzione tempestivamente quando le condizioni del mercato lo consentiranno.  Fca – ricorda la società – ha deciso di propria iniziativa di apportare modifiche ai processi di produzione in diversi impianti, tra cui l’aumento della distanza tra i dipendenti nelle stazioni di lavoro. Ha inoltre aumentato gli interventi di pulizia e igienizzazione in tutte le strutture, oltre ad aver apportato ulteriori migliorie a tutela della sicurezza dei dipendenti. Sono stati applicati rigorosi controlli e misure di sicurezza nelle mense e all’accesso di visitatori esterni a tutti i siti del Gruppo. Negli uffici, la società ha accelerato la diffusione del lavoro in remoto (smart working), un’opzione ora ampiamente disponibile per i dipendenti in tutto il mondo.  Il Gruppo utilizzerà queste sospensioni produttive per attuare revisioni dei processi di produzione e controllo qualità a beneficio dei propri clienti e della produttività complessiva.  Il Gruppo sta lavorando con i propri fornitori e partner affinché, nonostante la sospensione produttiva, gli stabilimenti possano raggiungere i livelli di produzione totali precedentemente pianificati nel momento in cui riprenderà la domanda da parte del mercato.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: vola dopo Fed ma poi frena a +0,2%
Metallo prezioso vale 1.532 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
08:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le decisioni prese a sorpresa ieri dalla Fed hanno messo le ali al prezzo dell’oro, che ha però poi perso spinta limitando i guadagni a +0,2%. Il metallo prezioso è arrivato a guadagnare 45 dollari l’oncia, salendo fino a 1.575 dollari, scendendo però poi a 1.532 con un rialzo di appena lo 0,2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro sale a 1,1147 dollari
Moneta unica in rialzo anche sullo yen a 118,64
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– L’euro sale sui mercati valutari dopo il taglio del costo del denaro deciso ieri sera a sorpresa dalla Fed. La moneta unica guadagno lo 0,3% sul dollaro portandosi a 1,1147 ed è in rialzo anche nei confronti dello yen a 118,64 nonostante le misure di sostegno annunciate dalla Boj, giudicate insufficienti dai mercati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Asia in picchiata,futures in rosso
Misure Banca Giapponese insufficienti, giù greggio e oro
1
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Borse in picchiata in Asia e Pacifico, con epicentro a Sidney (-9,7%) nonostante l’intervento a sorpresa deciso ieri sera della Fed con un taglio dei tassi allo 0-0,25% e un’iniezione di liquidità da 700 miliardi di euro. Scende Tokyo (-2,46%), dopo misure della Banca Centrale Giapponese ritenute insufficienti, così come Shanghai (-3,4%), Taiwan (-4,06%) e Seul (-3,19%). Hong Kong segna -4,01% e Mumbai -5,78%. Il nuovo calo del greggio (Wti -4,19%) e lo scivolone dell’oro (-3,19%) hanno pesato sugli estrattivo-minerari Northern Star (-17,13%), Lynas (-16,28%) e Gold Road (-14,36%).
In rosso i futures sull’Europa e su Wall Street.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-1,6%)
Indice Ftse Mib a 15.696 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Avvio di seduta in calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede l’1,6% a 15.696 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in forte calo
Sotto pressione anche Parigi (-5,21%) e Londra (-2,07%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
09:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Apertura in forte calo per le principali Borse europee. Francoforte cede il 5,45% a 8.728 punti, Parigi il 5,21% a 3.903 punti e Londra il 2,07% a 5.272.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano, 20 titoli congelati (-8%)
Riammessa Intesa (-9%), stop anche per Diasorin,nuovo minimo Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Diventano 20 i titoli congelati per eccesso di ribasso in Piazza Affari, dove è caduto il veto della Consob alle vendite allo scoperto. Con quasi metà del listino fermo l’indice Ftse Mib lascia sul campo l’8% a 14.666 punti. Il peggiore è Stm (-15%), preceduto di poco da Intesa (-9,17%) riammessa agli scambi, mentre lo spread tra Btp e Bund sale a 254 punti. Ferma per eccesso di volatilità Fca (-10,5% teorico), che ha annunciato la chiusura delle fabbriche in Europa. Stop anche per Eni (-7% teorico), su nuovi minimi di sempre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa teme contagio, Milano -7%
Sotto anche Madrid (-8,9%),Francoforte (-8%) e Londra (-7,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
10:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Le principali borse europee temono il contagio da coronavirus, dopo che misure restrittive sono state adottate anche da altri Governi al di là delle Alpi.
Parigi (-9,5%) è la peggiore, preceduta da Madrid (-8,9%), Francoforte (-8%) e Londra -7,7%), con Milano a -7%. In rosso i futures Usa, dopo l’esplosione dei contagiati a 3.400 unità. Tra i titoli più colpiti il colosso dei viaggi Tui (-38%), EasyJet (-32%) e International Airlines, già British Airways e Iberia, in calo del 26,63%, mentre Air France cede il 19%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano pesante (-8%), Fca -14%
Indice torna a novembre 2012, Spread balza sopra 255 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
10:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari si conferma pesante nel corso di una mattinata nera per l’insieme delle Borse europee, dove si è percepito che l’emergenza coronavirus ha valicato le Alpi. Complice anche l’assenza del veto Consob a vendere allo scoperto, l’indice Ftse Mib lascia sul campo l’8% a 14.665 punti, sui livelli di novembre del 2012, con tutti e 20 i titoli congelati riammessi e cali stratosferici da Fca (-14,3%), che ha annunciato la chiusura delle fabbriche europee, a Stm (-13,9%), insieme all’intero comparto in Europa, e Amplifon (-17%), peggiore di tutte. Il rialzo dello spread a 256,1 fa male ai bancari, da Unicredit (-11,26%), congelata più volte, a Ubi (-11,46%), Intesa (-9,14%) e Banco Bpm (-7,9%). Sotto pressione Atlantia (-8,9% teorico) e Ferrari (-4,63% teorico), ultime a essere riammesse dall’asta di volatilità. Segno meno anche per Diasorin (-3%), unico titolo prima in rialzo sull’onda lunga del nuovo test per il coronavirus.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, inflazione febbraio frena a 0,3%
Rivista prima stima 0,4%. Per ‘carrello spesa’ rincaro dimezzato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
10:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– A febbraio l’inflazione, la crescita annua dei prezzi al consumo, si ferma allo 0,3%. Lo rileva l’Istat, rivedendo al ribasso la stima preliminare (+0,4%).
Rispetto a gennaio, che aveva registrato un aumento dello 0,5%, il tasso segna quindi un rallentamento. Su base mensile l’indice invece risulta in calo dello 0,1%. Si dimezza, inoltre, a febbraio il rincaro del cosiddetto ‘carrello della spesa’, in cui rientrano i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona. L’aumento su base annua non va oltre lo 0,3%, dallo 0,6% di gennaio. Anche in questo caso l’Istat ha rivisto, nettamente al ribasso, la stima preliminare (+0,7%). Si riduce così anche il divario con il tasso d’inflazione (+0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: il debito a gennaio è salito a 2.443,5 miliardi
Salito di 34,2 miliardi rispetto a fine 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A gennaio il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 34,2 miliardi rispetto alla fine del 2019, risultando pari a 2.443,5 miliardi. Lo annuncia Bankitalia nella pubblicazione “Finanza pubblica, fabbisogno e debito”.
Bankitalia precisa che l’aumento del debito pubblico è dovuto all’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (38,6 miliardi, a 71,5), che ha più che compensato l’avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche (3,8 miliardi) e l’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio (che complessivamente ha contenuto il debito per 0,6 miliardi). Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 32,2 miliardi e quello delle Amministrazioni locali di 2,0 miliardi; il debito degli Enti di previdenza invece è rimasto stabile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri,chiusi gli 8 impianti Italia
Quasi 9.000 dipendenti e 50mila di indotto a casa fino al 29/3
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
16 marzo 2020
11:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– La Fincantieri sospende da oggi le attività produttive negli 8 stabilimenti italiani fino al 29 marzo compresi, disponendo la chiusura di tutti i siti di Fincantieri Spa con ricorso a ferie collettive, anticipandole rispetto alla prevista chiusura estiva. Si tratta di circa 8.900 unità direttamente dipendenti cui si somma un indotto di quasi 50 mila persone. Negli otto cantieri – Monfalcone, Marghera, Ancona, Sestri Ponente, Riva Trigoso, Muggiano, Castellammare di Stabia, Palermo – è al lavoro soltanto personale addetto alla sicurezza industriale e alla manutenzione. A Monfalcone, dove ogni giorno lavorano 6/7mila persone, da oggi sono presenti circa cento dipendenti. La chiusura degli impianti è stata preceduta da polemiche con la Fim-Cisl e la Fiom-Cgil che hanno criticato la scelta di mettere in ferie i lavoratori invece di ricorrere ad ammortizzatori. Per l’azienda è l’unico modo per non pregiudicare il futuro del gruppo e salvaguardare salute e livelli occupazionali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa sprofonda, Milano -8,5%
Futures Usa in rosso, si teme per Pil, crollano Tui e Easyjet
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
12:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Non si arresta l’emorragia delle principali borse europee nel giorno in cui emerge chiaro che il coronavirus non è un problema solo italiano. Madrid (-10,25%) è la peggiore dietro a Parigi (-9,1%), Milano (-8,5%) Francoforte (-7,9%) e Londra (-6,3%). In rosso i futures Usa, con Goldman Sachs che prevede un effetto del 5% sul Pil del rischio coronavirus. Crollano i titoli legati ai viaggi, da Tui (-34,5%) a EasyJet (-23%), da International Consolidated Airlines (-22,69%), già British Airways e Iberia, a Air France (-16,2%) e Lufthansa (-12%). Il calo del greggio (Wti -5,67%) frena Tullow Oil (-25,9%), Bp (-6,4%), Total (-5,3%) ed Eni (-5,86%). Sotto pressione i produttori di microprocessori Infineon (-15%) ed Stm (-14,3%). Lo stop degli impianti europei annunciato da Fca (-16%) frena l’ex-Lingotto, ma non stanno meglio Renault (-19,5%) e Peugeot (-15,3%). Lo spread in calo a 247 punti non frena le vendite su Unicredit (-12,1%) e Intesa (-9,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano crolla(-9%),Fca maglia nera
Spread risale a 248 punti, giù Unicredit, Intesa e Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
13:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
– Piazza Affari frena ancora, con l’indice Ftse Mib in calo del 9% a 14.500 punti, sui livelli del settembre del 2012. Maglia nera per Fca (-17%), che ha annunciato la chiusura degli impianti europei. Il rialzo dello spread a 248 punti penalizza ulteriormente Unicredit (-13.06%), mentre Bper (-15% teorico) è congelata al ribasso. Sotto tiro Ubi Banca (-12,56%), Intesa (-10%) e Banco Bpm (-10,45%).
Congelate Atlantia (-16,14% teorico), Prysmian (-13% teorico) e Tim (-11,3% teorico), in attesa dei conti in Brasile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Multa record ad Apple da 1,1 miliardi in Francia
Per comportamenti anticoncorrenziali sui prezzi rivenditori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
16 marzo 2020
13:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’autorità antitrust francese ha comminato una multa record da 1,1 miliardi di euro a Apple per comportamento anticompetitivo nei confronti dei suoi rivenditori retail. L’autorità francese ha detto di aver rilevato che Apple ha agito per impedire ai rivenditori in Francia di competere sui prezzi ed ha abusato del proprio potere economico su di essi.
L’Antitrust francese ha dunque accusato Apple di aver condotto “un’intesa all’interno della propria rete di distribuzione” e di “abuso di dipendenza economica nei confronti dei suoi rivenditori indipendenti”, i negozi definiti Premium. “E’ la più pesante sanzione mai comminata” dall’autorità per quella che viene considerata una pratica “particolarmente grave” recita un comunicato dell’authority per la concorrenza presieduta da Isabelle de Silva. Allo stesso tempo sono state inflitte anche a due grossisti francesi di Apple, le società Tech Data e Ingram Micro, multe per un totale di 140 milioni di euro per intese anticoncorrenziali. L’Antitrust francese ha individuato tre principali aree in cui il colosso Usa ha messo in atto comportamenti anticoncorrenziali.
In primis, “Apple e i suoi due grossisti – ha spiegato de Silva – hanno fatto un’intesa per non farsi concorrenza a vicenda” e impedire anche ai distributori di agire secondo le regole della concorrenza, “sterilizzando così il mercato all’ingrosso dei prodotti Apple”.  In secondo luogo poi “i distributori detti Premium non potevano senza rischi praticare promozioni o ribassi dei prezzi, cosa che ha portato a un allineamento dei prezzi al dettaglio di tutti i distributori integrati di Apple e di quelli Premium indipendenti”. Infine Apple “ha sfruttato abusivamente la dipendenza economica dei rivenditori Premium e imponendo loro condizioni economiche sfavorevoli rispetto a quelle dei suoi rivenditori integrati”. Il caso era sorto nel 2012 quando uno dei rivenditori indipendenti del colosso di Cupertino, il sito eBizcuss, aveva denunciato Apple per concorrenza sleale, abuso di posizione dominante e abuso di dipendenza economica. Tra i comportamenti messi al bando quello di aver consegnato al rivenditore via via sempre meno prodotti per destinarli invece ai propri Apple store.