Juventus tutti i video in tempo reale. Tutti i video Bianconeri esclusivi e sempre aggiornati! DA NON PERDERE! GUARDA E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI

DALLE 12:19 DI DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020

ALLE 08:02 DI LUNEDì 17 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

QUI TUTTE LE NOTIZIE BIANCONERE!

Annunci
Juventus tutte le notizie in tempo reale, esclusive, approfondite e sempre aggiornate. DA NON PERDERE! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE CON TUTTO SU JUVE-BRESCIA, MA ANCHE JUVENTUS WOMEN E UNDER 23

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:30 DI DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020

ALLE 07:45 DI LUNEDì 17 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Women, cinquina all’Inter
Le bianconere, a Vinovo, fanno la voce grossa e rifilano cinque gol alle nerazzurre: in gol Bonansea, Cernoia, Girelli (doppietta) e Sembrant
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il primo derby d’Italia giocato in casa si chiude con tre punti, tanti sorrisi e una prova di forza importante. Dopo un primo tempo equilibrato, ma chiuso in vantaggio con il gol di Barbara Bonansea, nella ripresa le ragazze di coach Guarino non lasciano scampo all’Inter. Cernoia raddoppia, Baresi illude con il gol del 2-1, poi la Juve dilaga: Girelli, Sembrant e ancora Girelli.
LA PARTITA:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

L’Inter parte attenta, confermando le attese: squadra ben più compatta di quella vista all’andata. Il primo tempo vive, così, in equilibrio. Bonansea spaventa Aprile, Tarenzi spaventa Giuliani e si lotta su ogni pallone.
Poco prima dell’intervallo, però, la Juve la sblocca. Lancio di Boattin, autrice di una partita praticamente perfetta, controllo e tocco vincente di Bonansea, che mette dentro l’1-0.
Il gol fa perdere qualche certezza alle nerazzurre e la Juve ne approfitta al 10′ del secondo tempo: conclusione dalla distanza di Girelli, respinta di Aprile su cui si avventa Bonansea, bravissima ad apparecchiare per Cernoia a centro area. Da lì, Valentina non sbaglia mai: 2-0.
La gara sembra chiusa, con la traversa che nega il gol del 3-0 a Girelli, ma l’Inter la riapre improvvisamente con la neoentrata Baresi. Può essere un gol che riscrive il flim della partita, ma invece è solo la scossa che risveglia la fame delle bianconere, che si divorano le avversarie.
Girelli sfiora ancora il tris, poi va a prendersi il calcio di rigore che al 33′ del secondo tempo trasforma con freddezza. Pochi istanti dopo Maria Alves a un passo dal poker, che cala Linda Sembrant, su assist di Zamanian. Siamo al 38′ della ripresa, ma il poker non basta e arriva anche il quinto gol in pieno recupero.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Lo segna Cristiana Girelli, che torna ad avere lo stesso numero di gol e presenze: 15 su 15 in campionato.
LE PAROLE DEL POST-PARTITA
«Il primo tempo è stato in assoluto equilibrio e per questo faccio i complimenti a mister Sorbi e alla sua Inter – l’analisi di coach Guarino -. A fine primo tempo ci siamo solo dette di essere più determinate e convinte: ci siamo ricompattati e abbiamo raccolto i frutti nella ripresa. Questo è un campionato di livello alto, giochiamo sempre per vincere perché sarà un percorso lungo».

«Fino al nostro gol è stata una partita molto equilibrata – il commento di Cristiana Girelli -. Ci aspettavamo un’Inter diversa da quella dell’andata, perché sono cresciute molto, quindi complimenti a loro per come si sono battute nel primo tempo, poi noi con il gol di Barbara ci siamo tranquillizzate e nel secondo tempo è venuta fuori la nostra qualità. Questo è un campionato competitivo, qualsiasi squadra può rubare punti»
«All’andata avevamo chiuso subito la partita, l’Inter doveva ancora formarsi, oggi invece abbiamo dovuto lavorare bene per portare a casa la partita, poi a un certo punto si è visto il divario – così Sara Gama -. Siamo contente, abbiamo fatto un secondo tempo migliore del primo e il risultato di oggi penso mandi un messaggio chiaro».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Campionato Nazionale Femminile Serie A. 4° Giornata Girone di Ritorno.
Campo Ale&Ricky – Juventus Training Center Vinovo (TO)
Juve-Inter 5-1
Marcatori: 43’ pt Bonansea (J), 11’ st Cernoia (J), 27’ st Baresi (I); 33’ st Girelli (J); 39’ st Sembrant (J); 45’ st Girelli (J)
Juventus: Giuliani, Hyyrynen, Gama (Cap), Boattin, Sembrant, Galli, Cernoia, Rosucci (14’ st Souza Alves), Pedersen (36’ st Caruso), Girelli, Bonansea (23’ st Zamanian). A disposizione: Bacic, Tasselli, Sikora, Franco, Salvai, Staskova. Allenatrice: Rita Guarino
Internazionale: Aprile, Bartonova, Debever, Auvinen, Brustia, Nyman, Pandini (33’ st Goldoni), Alborghetti (Cap) (27’ st Santi), Rincon Torres (23’ st Baresi), Marinelli, Tarenzi. A disposizione: Marchitelli, Quazzico, D’Adda, Capucci, Pisano, Colombo. Allenatore: Attilio Sorbi
Ammoniti: 20’ st Debever (I)
Prossimo impegno:
Hellas Verona – Juventus
Campionato Nazionale Femminile Serie A. 5° Giornata Girone di Ritorno.
Sabato 22 Febbraio 2020 ore 14.30
Campo Comunale – Via Sogare, 9/C – Verona (VR).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 23, che rimonta in casa del Monza!
I bianconeri escono dal Brianteo con tre punti: la doppietta di Marchi ribalta il vantaggio firmato Finotto
La Juventus U23 prolunga il suo grande momento e conferma la crescita esponenziale del gruppo. Dopo aver strappato il pass per la finale di Coppa Italia di categoria, i bianconeri espugnano la casa del Monza. Decide la doppietta di Marchi, glaciale nell’eseguire i due rigori che valgono tre punti
LA GARA: Il Monza parte subito forte e dopo due minuti Lepore impegna Loria dalla distanza, trovando l’attento intervento del portiere bianconero. La risposta della Juve arriva cinque minuti dopo, con Zanimacchia che in dribbling si crea lo spazio e impegna Lamanna, attento anche lui.
I padroni di casa si fanno rivedere al 17′, sbattendo ancora su Loria, mentre il tentativo di Anastasio al 20′ finisce a lato di poco. I ragazzi di Pecchia non si fanno schiacciare, cercano il gol del vantaggio, ma al 23′ arriva il gol di Finotto. Punizione non calciata benissimo da Morosini, palla che resta a centro area e Finotto mette alle spalle di Loria.
Muratore prova a ribellarsi subito allo svantaggio, ma Lamanna è ancora una volta attento e alla mezz’ora è il Monza ad andare a un passo dal raddoppio, che Morosini fallisce da ottima posizione. Serve poi ancora Lamanna per negare il gol del pari bianconero poco prima dell’intervallo: il portiere dei lombardi compie un grande intervento con cui dice no a Brunori. 1-0 all’intervallo.
Nel secondo tempo la gara non cambia: la Juve continua a provarci, il Monza è sempre pronto a ripartire. Il match si trascina sull’1-0, ma con il passare dei minuti i bianconeri alzano il ritmo e nel giro di tre minuti capovolgono tutto.
Minuto 73′, Paletta da terra usa le mani per non farsi saltare da Marchi: siamo in area del Monza ed è rigore. Dal dischetto va lo stesso Marchi, che non sbaglia. Passano tre minuti e lo scenario si ripete con gli stessi protagonisti: Paletta stende Marchi ed è rigore. Stesso esito di poco prima: trasformazione perfetta, palla in rete e 1-2.
Sotto di un gol, il Monza reagisce con veemenza, ma la Juve regge con ordine. All’82’ Loria respinge la conclusione di Mosti e, al triplice fischio, il risultato regala un grande sorriso, specchio della crescita della squadra e del gruppo.
LE PAROLE DEL POST-GARA
«Il risultato ci premia, ma è stata una partita molto aperta, molto bella – il commento di mister Pecchia -. La prima palla gol più importante è stata nostra, poi ci siamo ritrovati sotto di un gol, loro potevano anche raddoppiare, ma noi siamo stati in gara fino alla fine. Credo che nel complesso ci potesse stare anche il pareggio, ma è un premio importante per i miei ragazzi, perché venivamo da un grande sforzo fatto qualche giorno fa e ripetersi contro una squadra fortissima e che ha tutto per fare un’altra categoria deve darci ulteriore fiducia».
Campionato Serie C – Girone A – 7° Giornata Girone di Ritorno
Stadio “Brianteo”, Monza (MB)
Monza – Juventus U23 1-2
Marcatori: 23’ pt. Finotto (M), 29’ st. rig. Marchi (J), 32’ st. rig. Marchi (J).
Monza: Lamanna, Anastasio, Fossati (Cap.), Morosini (25’ st. Rigoni), Finotto, Mota Carvalho, Scaglia, Armellino (10’ st. D’Errico, 29’ st. Iocolano), Machin (25’ st. Mosti), Paletta, Lepore (10’ st. Sampirisi). A disposizione: Sommariva, Chiricò, Brighenti, Rauti, Marconi, Franco, Gliozzi. Allenatore: Cristian Brocchi.
Juventus U23: Loria, Coccolo, Muratore (Cap.), Portanova (1’ st. Marchi), Brunori (14’ st. Del Sole), Mulè, Toure, Zanimacchia (40’ st. Peeters), Di Pardo, Rafia (18’ st. Marques), Beruatto (1’ st. Frabotta). A disposizione: Nocchi, Dadone, Vrioni, Dragusin, Delli Carri, Minelli. Allenatore: Fabio Pecchia.
Arbitro: Francesco Carrione di Castellammare di Stabia (Salama di Ostia Lido, Lazzaroni di Udine).
Ammoniti: 34’ pt. Anastasio (M), 25’ st. Marchi (J), 28’ st. Paletta (M), 37’ st. Scaglia (M), 42’ st. Mulè (J), 48’ st. Sampirisi (M).
Prossimo impegno:
Campionato – 8° Giornata Girone di Ritorno
Juventus U23 – Pianese
Domenica 23 febbraio ore 15:00.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Dybala e Cuadrado, 2-0 al Brescia
I gol dell’argentino e del colombiano regolano le rondinelle, in dieci dopo l’espulsione di Ayé. Nella ripresa il rientro di Chiellini
La Juve regola il Brescia con un gol per tempo, a firma Dybala e Cuadrado, e con una prova solida, nella quale i rischi vengono azzerati e le occasioni, almeno nella ripresa, fioccano, anche per l’inferiorità numerica degli avversari, in dieci dopo l’espulsione di Ayé . Con i tre punti, la miglior notizia di giornata è poi il ritorno di Giorgio Chiellini, in campo per l’ultimo quarto d’ora, accolto dall’ovazione del pubblico.

SPAZI CHIUSI
Rispetto alle ultime uscite mancano Pjanic e Ronaldo e il ritmo della gara non è particolarmente frizzante, ma la Juve manovra bene e gli inserimenti di Ramsey dalla destra creano qualche affanno alla difesa bresciana. Proprio in seguito ad un’incursione della gallese il portiere ospite Alfonso si scontra con un compagno ed è costretto a uscire dopo appena dieci minuti di gioco. Con lo scorrere del cronometro i lombardi prendono le misure, blindano le fasce e la manovra dei bianconeri finisce così per imbottigliarsi al centro, dove il muro di maglie azzurre ha gioco facile a chiudere gli spazi.
LA MAGIA DI DYBALA
Le Rondinelle prendono fiducia Zmrhal sfiora il palo dal limite e Bjarnason gira di testa tra le braccia di Szczesny, mentre Dybala, servito a centro area da Higuain svirgola e non centra la porta. La gara è più complicata del previsto, ma Brescia si complica la vita da solo, quando Ayé ostacola Ramsey in maniera palese e rimedia il secondo giallo in pochi minuti, oltre a concedere una punizione ai sedici metri. Quella è la mattonella di Dybala, che infatti accarezza il palo con un sinistro delizioso e sblocca il risultato. La Joya sfiora poco dopo un’altro capolavoro, quando colpisce al volo uno spiovente di trenta metri di Bentancur, ma Andrenacci è piazzato ed evita il raddoppio anche nel finale di tempo, quando vola per deviare sul palo la zuccata di Rugani.
CUADRADO RADDOPPIA
In avvio di ripresa è Higuain, servito in area da Cuadrado, a sfiorare il gol con un diagonale che Sabelli riesce a deviare sulla linea e a mettere in angolo, quindi Bonucci schiaccia di testa il corner di Dybala e Andrenacci respinge. La Juve ora tende ad allargare maggiormente il gioco e anche se appare un po’ troppo leziosa e manca l’ultimo spunto per chiudere le azioni, la partita è un monologo bianconero. Il Brescia del resto fa ben poco per raddrizzare il risultato e dà l’impressione di cercare solo di limitare i danni. Sarri cambia Ramsey con Pjanic, ma la partita del bosniaco dura una manciata di minuti, perché a causa di un fastidio all’adduttore deve subito lasciare il posto a Matuidi. Proprio il francese, alla mezz’ora, si trova nel posto giusto per fare da sponda all’incursione di Cuadrado che, partendo da fuori area e ricevendo il passaggio di ritorno, si presenta davanti ad Andrenacci e infila sul primo palo.
OVAZIONE PER CHIELLINI
Al 33′ arriva il momento di Chiellini che entra al posto di Bonucci, accolto dal boato dell’Allianz Stadium. Il Brescia, già poco proattivo prima, ora è completamente disilluso e la Juve sfiora più volte il terzo gol, con Bentancur, che ci prova due volte da fuori area, e con Higuain, che insacca di testa, ma partendo da posizione irregolare, e colpisce poi l’esterno della rete. Proprio prima del fischio finale Dybala centra anche una clamorosa traversa, che gli toglie la soddisfazione della doppietta. La gara va in archivio con il 2-0 e con una prestazione, specie nella ripresa, convincente. Ora la testa va alla Spal, gli occhi, al posticipo tra Lazio e Inter.
JUVENTUS-BRESCIA 2-0
RETI: Dybala 39′ pt, Cuadrado 30′ st

JUVENTUS
Szczesny; Danilo, Rugani, Bonucci, (33′ st Chiellini) Alex Sandro; Ramsey (21′ st Pjanic, 28′ st Matuidi), Bentancur, Rabiot; Cuadrado, Higuain, Dybala
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, de Ligt, Matuidi, Olivieri, Wesley
Allenatore: Sarri

BRESCIA
Alfonso (10′ pt Andrenacci); Sabelli, Mateju, Chancellor, Martella; Zmrhal (45′ st Skrabb), Bisoli, Dessena, Bjarnason (35′ st Ndoj), Ayè; Balotelli
A disposizione: Semprini, Spalek, Mangraviti, Viviani, Donnarumma
Allenatore: Lopez

ARBITRO: Chiffi
ASSISTENTI: Mondin, Bottegoni
QUARTO UFFICIALE: Pezzuto
VAR: Giacomelli, Ranghetti

AMMONITI: 19′ pt Bonucci, 33′ e 37′ pt Ayè, 43′ pt Higuain, 20′ st Bentancur

ESPULSI: 37′ st Ayè.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le condizioni di Vanessa Panzeri
La giocatrice delle Juventus Women, in campo ieri alla Viareggio Women’s Cup, ha subito la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro
Vanessa Panzeri, difensore delle Juventus Women, ieri è uscita anzitempo dalla gara della Under 19 bianconera contro le pari età della Roma, valida per la Viareggio Women’s Cup.
Sottoposta a esami strumentali nel pomeriggio di oggi presso il J|Medical, la giocatrice ha riportato la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro e verrà sottoposta a intervento chirurgico.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sala stampa | I commenti dopo Juve-Brescia:

Le dichiarazioni di Sarri, Chiellini e Rabiot dopo la vittoria sulle Rondinelle
La Juve supera il Brescia con un convincente 2-0 e riabbraccia Giorgio Chiellini, in campo nell’ultimo quarto d’ora. Proprio il capitano, insieme a mister Sarri e Adrien Rabiot, prende la parola al termine della gara.
GIORGIO CHIELLINI
«La parte più brutta è finita, adesso arriva quella più difficile. Sono contento, sto rientrando piano piano. Oggi ringrazio il mister e i compagni perché mi serviva una scossa di energia e questo quarto d’ora era per questo. Adesso devo lavorare tanto e rimettermi in pari, per aiutare i miei compagni, perché in questi ultimi tre mesi che ci giochiamo tutto. La speranza è di essere pronto per le partite chiave. Spero in queste settimane di continuare i miglioramenti e di riuscire a dare il mio contributo, adesso che arriva veramente il bello. Ritrovo una Juve prima in classifica, con un buon risultato ottenuto nella semifinale d’andata di Coppa Italia e con la Champions da giocare, quindi devo solo ringraziare i miei compagni per quanto fatto in questi lunghi cinque mesi e mezzo. Spero di portare una ventata di entusiasmo, a chi magari ha giocato tanto, può servire. Adesso ci aspetta un mese pieno prima della sosta, dove c’è già un crocevia importante per la nostra stagione. Dobbiamo fare una corsa a cronometro, è troppo importante fare punti, a prescindere da chi è seconda o terza. Siamo tutte lì, sarà più bello anche per gli spettatori, ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi. C’è bisogno di tutta la Juve unita, dal Presidente ai dipendenti».
MAURIZIO SARRI
«Abbiamo iniziato bene, poi dopo dieci minuti di impasse abbiamo sbloccato in risultato e con loro in dieci la palla girava bene. Dybala aveva libertà sul fronte offensivo e Cuadrado è stato bravo ad adattarsi. Chiellini? Era da ieri che diceva che avrebbe voluto giocare l’ultimo quarto d’ora, e me lo sono trovato accanto che aveva già tolto la tuta. Ha fatto dei mesi di grandi sacrifici e ora inizia a stare meglio. La formazione di oggi? Abbiamo tantissimi giocatori forti, ma sono tutti giocatori atipici, senza una specificità di ruolo definita e quindi ci sono diverse situazioni da sistemare. Cristiano era giusto che riposasse e quindi oggi abbiamo optato per questa soluzione tattica. Ramsey? si sente più interno che trequartista e nelle ultime tre partite mi è parso in crescita e più inserito nei movimenti e nella fase difensiva. Storicamente i giocatori inglesi fanno fatica ad adattarsi al tatticismo del nostro calcio, ma mi pare che lui abbia superato la fase di difficoltà e che possa arrivare a un rendimento di alto livello».
ADRIEN RABIOT
«È stata una vittoria importante per ritrovare fiducia dopo la partita di Verona. Siamo riusciti a esprimere un buon gioco e dobbiamo continuare così, sviluppando rapidamente la fase offensiva.Il ritorno di Chiellini? È il capitano, un giocatore molto importante, che quando è stato fuori ci ha sempre sostenuto. Ora arrivano partite molto importanti e sarà fondamentale con la sua esperienza. Personalmente sono soddisfatto, ho lavorato molto e ora sto trovando una buona continuità Spero di crescere ancora e di riuscire a continuare così. Ora ci aspetta una partita molto importante contro la Spal e poi ci dedicheremo alla gara contro il Lione, una sfida difficile, contro una squadra importante». QUI TUTTI I VIDEO BIANCONERI

Calcio tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie di Calcio. Sempre aggiornate. SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:09 DI DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020

ALLE 03:26 DI LUNEDì 17 FEBBRAIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Calcio: Klopp,in Italia verrò in vacanza,per lavorare chissà
‘Amo vostro paese, cibo fantastico. Mi divertirò con Sacchi’
16 febbraio 2020 20:09
– “Non verrò in Italia, perché dopo la fine della mia carriera avrò voglia di viaggiare. Un buon bicchiere di vino, mi divertirò con Arrigo (Sacchi, n.d.r.). O con Ancelotti o con lo stesso Sarri”. Nell’intervista con RaiSport, Jurgen Klopp parla anche di un suo possibile futuro italiano, che però potrebbe non essere lavorativo. “Amo il vostro paese, il clima, il cibo fantastico – dice l’allenatore del Liverpool -. Ma per il mio lavoro ho bisogno della lingua e il mio italiano non è buono. Avrei bisogno di tempo, magari di un anno per imparare l’italiano e allora potrei anche pensarci, ma chi lo sa. In vacanza vengo di sicuro, a lavorare chissà…”.
Serie A: Lazio-Inter 2-1
Sorpasso biancocelesti, ora secondi a -1 dalla Juventus
16 febbraio 2020
22:45
– La Lazio vince la sfida tra le rivali della Juventus nella caccia allo scudetto, battendo 2-1 l’Inter all’Olimpico che vale il sorpasso sui nerazzurri e il secondo posto solitario a -1 dalla capolista. Una rete di Young allo scadere – abile a riprendere un’incerta respinta di Strakosha su bordata di Candreva – rompe l’equilibrio di un primo tempo molto tattico e dominato dal controllo delle difese. Unica fiammata una traversa colpita da lontano da Milinkovic dopo 10′ di gioco.
A inizio ripresa, la Lazio pareggia su rigore per un fallo di De Vrji su Immobile, che non sbaglia e sale a 26 reti in campionato, e al 24′ completa la rimonta con Milinkovic, abile a sgusciare in area tra una selva di interisti e a battere Padelli. l’Inter fa poco per replicare e la serata all’Olimpico è una festa biancoceleste.
Inzaghi “gran ritmo Lazio,ora cerchiamo di restare lì”
“Ottima gara contro gran squadra,ero convinto poterla ribaltare”
16 febbraio 2020
23:24
– “Abbiano fatto un’ottima partita contro una grandissima squadra che aveva perso una sola partita belle precedenti 23. I ragazzi stano tenendo un gran ritmo e anche stasera hanno fatto una partita eccellente cercando di vincere. A fine primo tempo ho fatto i complimenti alla squadra dicendo che continuando così probabilmente avremmo ribaltato la partita”. Lo ha detto l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, dopo la vittoria sull’Inter. “Abbiamo fatto quattro anni di crescendo, ora dobbiamo continuare così, cercando di restare lì in alto sapendo che il campionato ogni domenica crea grandissime insidie – ha continuato Inzaghi ai microfoni di Sky Sport -.
Oggi sono stati tutti bravissimi, anche di fronte a due attaccanti come Lukaku e Lautaro che hanno fatto meno di altre domeniche. I cambi? Sapevo che Lazzari e Correa sarebbero stati pronti, così come Cataldi, e lo hanno dimostrato”.
Conte “prestazione c’è stata, regalati i due gol”
Tecnico Inter “dobbiamo migliorare ed essere più sereni”
16 febbraio 2020
23:39
– “La prestazione c’è stata, la partita è stata equilibrata. Non mi è piaciuto il risultato e il modo con cui abbiano regalato due gol alla Lazio. Dobbiamo migliorare ed essere più sereni”. lo ha detto l’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, dopo la sconfitta all’Olimpico. “In queste partite i margini di errore sono minimi e i dettagli diventano decisivi – ha proseguito il tecnico ai microfoni di Sky Sport -.
Sui gol abbiamo commesso delle grosse ingenuità, ma questo fa parte di un progresso di crescita”. “Quindi bisogna continuare a migliorare e lavorare per affrontare queste situazioni ed essere un po’ più sereni. Ci dobbiamo impegnare se vogliamo dire la nostra a questi livelli”.
Liga: il Real frena col Celta, Barca si porta a -1
Pareggio 2-2 al Bernabeu, i madrileni mancano rimonta vincente
16 febbraio 2020
23:53
– Il Real Madrid frena in Liga, costretto al pareggio in casa dal Celta Vigo. Finisce 2-2 al Bernabeu, un risultato che permette al Barcellona di portarsi a -1 dalla squadra merengue, costretta a rincorrere la rete in apertura di Smolov. Solo nella ripresa arrivano le reti di Kroos e Ramos ma nel finale, al 40′, Mina rimette la gara in equilibrio non lasciando più tempo ai padroni di casa per rimediare.
Zinedine Zidane è stato vittima di un curioso ‘incidente’, travolto da un giocatore del Celta, Aidoo, finito nello slancio nell’area tecnica del Real. Nessuno dei due ha riportato danni. CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

Calcio tutte le notizie in tempo reale. Tutto il calcio sempre e soltanto AGGIORNATO e completo. Da non perdere! SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:57 ALLE 20:09 DI DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Serie A: la Juve batte 2-0 il Brescia
Viola a valanga sulla Samp, 5-1, al Parma il derby col Sassuolo
16 febbraio 2020
16:57
– La Juve batte 2-0 il Brescia con le reti di Dybala e Cuadrado, tona sola in vetta alla classifica in attesa di Lazio-Inter e ritrova capitan Chiellini, tornato in campo sei mesi dopo l’infortunio al ginocchio. La Fiorentina a valanga sulla Samp a Marassi, con un 5-1 firmato dalle doppiette di Vlahovic e Chiesa. Infine, per quanto riguarda gli incontri delle 15, il Parma ha fatto suo il derby col Sassuolo a Reggio Emilia grazie ad una rete di Gervinho. CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve: Chiellini “è finito il brutto, comincia il difficile”
“Ringrazio compagni per questi 6 mesi,spero portare entusiasmo”
16 febbraio 2020
17:16
– “Il brutto è passato, ma ora comincia la parte difficile. I miei compagni stanno facendo molto bene, io cercherò di dare una mano e intanto migliorare piano piano per tornare al top”, Così il capitano della Juve, Giorgio Chiellini, commenta a caldo il suo ritorno in campo a sei mesi dall’infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori da inizio campionato.
“Ritrovo la Juve prima in classifica, ringrazio i miei compagni per questo lungo periodo – ha aggiunto Chiellini ai microfoni di Sky Sport -. Io spero di portare entusiasmo in questo momento duro, ora ci aspetta un mese pieno di impegni delicati prima della sosta”. JUVENTUS

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Due rigori in 3′, la Juve Under 23 batte il Monza
Entrambi i penalty sono stati causati dal difensore Paletta
16 febbraio 2020
17:41
– Con due rigori in soli 3′, la Juventus Under 23 batte in trasferta il Monza nella 26/a giornata del Girone A del campionato di Serie C. La squadra bianconera, dopo essere andata sotto per il gol di Finotto al 23′ del primo tempo, nella ripresa ha prima pareggiato al 29′ con Ettore Marchi (un ex) e poi con lo stesso attaccante subentrato a Portanova dopo l’intervallo ha firmato il gol del sorpasso ospite.
Il primo rigore è causato da Paletta, con un fallo di mani e relativa ammonizione; l’ex difensore degli azzurri ha provocato anche il secondo penalty, quello decisivo. Per i brianzoli – che nel finale lamentano la mancata concessione di un tiro dagli 11 metri – si tratta della seconda sconfitta in campionato: il Monza del patron Silvio Berlusconi guida sempre la classifica del proprio girone con 60 punti e con un +17 sul Renate, che è secondo.
La Juventus Under 23 occupa la 10/a posizione in classifica, con 33 lunghezze.
Bayern travolgente, in 9′ chiude i conti a Colonia
La squadra di Flick torna in testa alla classifica in Bundesliga
16 febbraio 2020
17:45
– Il Bayern Monaco vince 4-1 sul terreno del RheinEnergieStadion di Colonia e si riprende la vetta della classifica della Bundesliga dopo 22 giornate. La squadra allenata da Hans-Dieter Flick ha chiuso i conti in soli 9′, fra il 3′ e il 12′, sbloccando con il solito Robert Lewandowski, raddoppiando con Coman e calando il tris con Gnabry. La stessa ala ha fatto poker al 21′, prima che i padroni di casa guidati da Markus Gisdol mettessero a segno il gol della bandiera al 25′. Il Bayern Monaco guida con 46 punti, il Lipsia è a -1.
Sarri “fatto quel che dovevamo, Chiellini entrato da solo..”
Tecnico Juve, “era giusto così, dopo sei mesi di sacrifici”
16 febbraio 2020
17:50
– “Oggi abbiamo fatto quello che dovevamo. Abbiamo cominciato bene, poi ci sono stati 10′ di impasse poi sbloccato il risultato e col vantaggio numerico abbiamo fatto girare la palla bene, l’abbiamo chiusa, abbiamo preso tre pali, abbiamo giocato come serviva”. Così l’allenatore della Juve, Maurizio Sarri, dopo la vittoria sul Brescia che ha visto anche il rientro in campo di Chiellini. “Me lo sono trovato vicino pronto per rientrare e mi ha chiesto ‘mister quanto manca? – ha scherzato Sarri -. Era da ieri che diceva, ‘nell’ultimo quarto d’ora, se siamo sul 2-0, voglio giocare, voglio giocare’. E’ giusto così, Dopo sei mesi di sacrifici ora comincia a stare meglio anche se ancora benissimo”.
Klopp, serie A? scudetto lo vince Lazio
‘Leiva è stato a Liverpool, Immobile mio ex giocatore,tifo loro’
16 febbraio 2020
18:45
– La Lazio ha un tifoso speciale nella corsa per lo scudetto. E’ l’allenatore campione d’Europa e del mondo, Jurgen Klopp che da Liverpool, intervistato da RaiSport per “90/o Minuto” risponde così alla domanda su chi vincerà il campionato italiano: “Lazio. Ha Lucas Leiva che è stato qui nel Liverpool, e Immobile che è stato un mio giocatore (al Borussia Dortmund n..d.r.). Io tifo per loro: mi dispiace per Sarri, ma la Lazio sta facendo una grande stagione, e’ una sorpresa”.
E a proposito di Sarri, Klopp ribadisce che la Juventus è in pole position per la Champions League: “la Juve ha la roisa più ricca, è la mia favorita – dice il tecnjco dei Reds -. Basta vedere che squadra ha, che gente va in panchina e a chi nemmeno ci va, per ritenere che sia la più forte”. Quanto al Liverpool, Klopp rivela che “nella scorsa stagione ho cominciato a pensare che potevamo vincere la Champions quando abbiamo eliminato il Barcellona in semifinale. Quest’anno il grande rivale è l’Atletico Madrid perché è la squadra che affrontiamo negli ottavi”.
Parma: D’Aversa “bravo Gervinho, guardiamo gara per gara”
Tecnico “Avevo detto che dovevamo riazzerare tutto e ripartire”
REGGIO EMILIA
16 febbraio 2020
18:47
– “Abbiamo una classifica importante, aver vinto non cambia gli obiettivi che ci siamo prefissati, ma si guarda gara dopo gara e alla fine faremo i conti”. Il tecnico del Parma, Roberto D’Aversa, è soddisfatto soprattutto perché la sua squadra, che ha battuto il Sassuolo a Reggio Emilia, ha saputo reagire alle tante assenze. Grazie anche al rientro di Gervinho: “E’ stato bravo a farsi trovare pronto, e nessuno lo ha mai messo da parte: avevo detto alla vigilia che dovevamo riazzerare tutto e ripartire”, ha detto l’allenatore.
De Zerbi “Sassuolo non meritava perdere. Dell’arbitro non parlo”
“Orgoglioso dei miei giocatori, hanno fatto quel che dovevano”
REGGIO EMILIA
16 febbraio 2020
18:53
– Il tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi, ritiene immeritata la sconfitta col Parma: “Ci sono partite in cui proponi, crei occasioni, sbagli per imprecisione e sfortuna, ma perdi. Ma la mia squadra quello che doveva fare lo ha fatto – ha affermato l’allenatore -. Dei miei giocatori sono orgoglioso. Non meritavamo di perdere.
Dell’arbitro Mariani non voglio parlare”.
Calcio: Flamengo vince Supercoppa Brasile; a segno Gabigol
Ex Inter ancora match winner. Con Athletico Paranaense è 3-0
BRASILIA
16 febbraio 2020
19:39
– Gabigol continua a essere il match winner del Flamengo. La squadra carioca, vincitrice del ‘Brasilerao’ 2019, ha conquistato la Supercoppa del Brasile battendo per 3-0 l’Athletico Paranaense (club che si era imposto nella coppa nazionale) nella finale giocata nel Manè Garrincha di Brasilia, davanti a 48mila spettatori. Il Flamengo è andato in vantaggio al 14′ con un colpo di testa di Bruno Henrique su cross di Gabigol, che ha poi raddoppiato sfruttando un errore del terzino rivale Azevedo. Al 23′ st il tris del Flamengo con Arrascaeta. Buona nel centrocampo rossonero la prova dell’ex romanista Gerson, che il ct della Selecao Tite sta pensando di convocare. Da oggetto misterioso in Italia a protagonista in patria: è stato, ed è, il destino di molti calciatori brasiliani.
Serie A: Cagliari-Napoli 0-1.
Sampdoria Fiorentina 1-5, Juventus Brescia 2-0, Sassuolo Parma 0-1
Fiorentina a valanga sulla Samp a Marassi
16 febbraio 2020
19:31
In campo Cagliari-Napoli  0-1

Fiorentina a valanga sulla Samp a Marassi, con un 5-1 firmato da Vlahovic e Chiesa. La Juve batte 2-0 il Brescia con le reti di Dybala e Cuadrado: torna sola in vetta alla classifica in attesa di Lazio-Inter e ritrova capitan Chiellini, oggi in campo sei mesi dopo l’infortunio al ginocchio. Infine il Parma ha fatto suo il derby col Sassuolo a Reggio Emilia grazie ad una rete di Gervinho.
“Il brutto è passato, ma ora comincia la parte difficile. I miei compagni stanno facendo molto bene, io cercherò di dare una mano e intanto migliorare piano piano per tornare al top”, Così il capitano della Juve, Giorgio Chiellini, commenta a caldo il suo ritorno in campo a sei mesi dall’infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori da inizio campionato.
Le partite delle ore 15
Juventus-Brescia 2-0

Sampdoria-Fiorentina 1-5

Sassuolo-Parma 0-1.
Serie A: Cagliari-Napoli 0-1
Decide una rete di Mertens nella ripresa, nuovo ko rossoblù
16 febbraio 2020
19:54
– Il Napoli batte il Cagliari alla Sardegna Arena al termine di un incontro poco emozionante deciso da un gol di Dries Mertens al 21′ della ripresa. Un ritorno alla vittoria per la squadra di Gattuso dopo il ko a Lecce e la seconda sconfitta consecutiva per i rossoblù che hanno decisamente smarrito il passo della prima parte di stagione, L’ultima vittoria del Cagliari risale a inizio dicembre.

Calcio tutte le notizie in tempo reale. Tutto sul Mondo del Calcio sempre approfondito ed aggiornato, da non perdere! SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Tecnologia

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 20 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:53 DI SABATO 15 FEBBRAIO 2020

ALLE 16:10 DI DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Klopp, la Juventus favorita per la Champions League
Tecnico Liverpool al Guardian:bianconeri hanno una rosa pazzesca
15 febbraio 2020 01:53
“La Juventus è la favorita per la Champions League”: parola di Jurgen Klopp. Il tecnico del Liverpool in una intervista al ‘The Guardian’, tesse le lodi della squadra bianconera che, dice, “ha la rosa migliore che abbia mai visto in tutta la mia vita, con giocatori di qualità, è pazzesca”.
“Prima che iniziasse la stagione la mia favorita per vincere la Champions era la Juventus – le parole di Klopp – ma ovviamente non guardo abbastanza calcio italiano perciò non riesco a capire come non sia in testa alla classifica con 10 punti di vantaggio”.
Per il tecnico tedesco, a contendere la Champions al Liverpool campione in carica e assoluto dominatore in Premier League ci sono il “Bayern Monaco che ha una rosa importante e, se stanno tutti bene, il PSG è altrettanto incredibile. E non puoi mai tralasciare Barcellona o Manchester City. Non ho idea invece su dove possiamo arrivare noi – dice – ma al momento non c’è nemmeno bisogno di pensarci perché dobbiamo concentrarci esclusivamente sull’Atletico (prossima avversaria agli ottavi, ndr). Quello che so, però, è che lo scorso anno abbiamo dimostrato di poter battere i migliori. Non significa che lo rifaremo, ma che possiamo. Ci sono così tante squadre forti là fuori che devi essere pronto a lottare, poi è anche questione di fortuna, per vincere hai bisogno anche di quella”.
Mourinho, Tottenham sente odore di Champions
“Ma non possiamo permetterci più di sbagliare”
15 febbraio 2020
12:30
– Il Tottenham “annusa l’opportunità” di finire il campionato in zona Champions League, ha affermato Jose Mourinho alla vigilia della trasferta in casa dell’Aston Villa, ma sente anche che c’è una grande competizione da almeno altre cinque squadre che puntano al quarto posto. Gli Spurs sono a -4 dal Chelsea, quarto, preceduti di 2 punti anche dallo Shaffild United che però ha giocato una partita in più. “Penso che la gente dimentichi che ci sono grandi contendenti” per la Champions – ha aggiunto Mourinho – Wolves, Sheffield United, Manchester United, persino l’Arsenal. Quindi non si tratta solo della distanza tra noi e il Chelsea”.
Il Tottenham ha assunto il tecnico portoghese lo scorso novembre, dopo l’esonero di Mauricio Pochettino, quando la squadra era a -11 punti dall’accesso in Champions, con una differenza reti peggiore rispetto al Manchester City, quarto.
L’esclusione dei Citizens dalla competizioni europee per due stagioni fa sì che basti arrivare tra i primi cinque per garantirsi la qualificazione alla Champions League.
“Questa differenza di punti consente agli altri di poter commettere errori e mantenere comunque una buona situazione – ha ammonito Mourinho – Nel nostro caso gli errori, soprattutto da ora in poi, ci terranno lontani dall’obiettivo”.
Lega Pro, un libro sugli imprenditori eccellenti
Curato con ‘Il sole 24 ore’, sarà presentato lunedì a R. Emilia
15 febbraio 2020
12:42
– Ha per protagonisti uomini e donne che hanno investito e creato eccellenze nel calcio: è il libro “60 Imprese di Calcio Italiano” che sarà presentato lunedì a Reggio Emilia dal presidente di Lega Pro Francesco Ghirelli.
Il volume, nato per celebrare i 60 anni dalla fondazione della Serie C e realizzato da ‘Il Sole 24 Ore’ con Lega Pro, racconta le storie di imprenditori che hanno scelto di investire nel calcio e che oggi sono alla guida delle compagini che militano in questa stagione nel campionato di Lega Pro.
“I protagonisti e le protagoniste di questo libro non sono i campioni del calcio – scrive il presidente Ghirelli – ma uomini e donne lungimiranti che sono campioni della vita, e lo sono di eccellenza. Hanno investito competenze e risorse sul territorio, hanno contribuito a farlo sviluppare e sono partiti da una parola di otto lettere, che è coraggio”.
Disciplina, programmazione e perspicacia sono valori che garantiscono il successo di una società di calcio, ma per raggiungere importanti obiettivi di crescita è fondamentale, inoltre, investire sui giovani. “Un caposaldo è la scelta di puntare sui vivai della società. – sottolinea Fabio Tamburini, direttore de ‘Il Sole 24 Ore’ – I giovani formati nei club sono il loro vero tesoro e occorre creare le premesse per investimenti adeguati, necessari per avere risultati altrettanto significativi”.
Brescia; Lopez, a Torino per fare la partita
Rondinelle in emergenza, “ma mi fido di chi giocherà”
BRESCIA
15 febbraio 2020
13:42
– Joronen, Cistana, Gastaldello, Tonali, Romulo, Torregrossa, ecco la formazione del Brescia degli assenti, cinque dei quali sono titolari, per la partita contro la Juventus.
“Ma io – dice il tecnico Diego Lopez – preferisco concentrarmi su chi e’ a disposizione e ho fiducia in chi scendera’ in campo. Sulle spalle abbiamo la prima settimana intera di lavoro insieme dopo il mio arrivo in corsa e ci siamo conosciuti meglio”.
Da cosa dovra’ partire il Brescia in casa della Juve? “Dalla mentalita’. E dal pensare di far meglio di come abbiamo fatto nel primo tempo con l’Udinese”. A proposito, “Gotti dice che hanno avuto 25 occasioni? Ma non hanno segnato e nel secondo tempo noi siamo stati più ordinati e potevamo segnare ancora.
Chi parla deve sapere che vince chi fa più gol”.
Si torna a parlare della Juve: “Non dobbiamo pensare a come stanno loro. Pensiamo che affrontiamo una squadra forte e che servono coraggio e personalità. Queste sono partite belle da giocare e con il rispetto per chi abbiamo di fronte, dobbiamo pensare di fare la partita”.
Quanto all’undici anti bianconero, “l’idea é quella di cercare di non stravolgere più di tanto”. Lopez potrebbe comunque passare dal un 4-3-1-2 a un 4-3-3: centrocampo fisico con Bisoli, Dessena e Bjarnason, attacco con Balotelli e Zmrhal-Ayé larghi. Tra i pali chance per Alfonso.
Conte, con Lazio gara scudetto?E’ sfida tra outsider
Si stanno imponendo a livello trofei, ottimo lavoro di Inzaghi
MILANO
15 febbraio 2020
13:58
– ”Partita scudetto? E’ una partita tra due outsider del campionato italiano. E’ questa la definizione migliore per la partita di domani”: lo dice il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia della sfida contro la Lazio all’Olimpico. ”Loro sono ormai una realtà consolidata nel campionato italiano. L’anno scorso hanno vinto la Coppa Italia – aggiunge Conte – quest’anno la Supercoppa. Si stanno imponendo a livello di trofei. Hanno tenuto i giocatori più forti aggiungendone di nuovi e c’è l’ottimo lavoro di Inzaghi”
Sarri, momento no della Juve è finito a Verona
“A San Siro bene, ma attaccanti abbandonati a loro stessi”
TORINO
15 febbraio 2020
13:58
TORINO
15 febbraio 2020
13:58
– “Il momento negativo della Juventus finisce a Verona. Là abbiamo perso facendo una brutta prestazione, non dovrebbe succedere ma capita a tutti. Poi, essendo noi la Juventus tutto viene amplificato ma i nostri giocatori lo sanno e sono in condizione di reggere bene a questo tipo di pressioni”. Così Maurizio Sarri, alla vigilia di Juventus-Brescia. “A San Siro – aggiunge il tecnico bianconero – siamo stati bravi nei primi 70 metri. Il problema è che gli attaccanti sono stati abbandonati a loro stessi”.

Conte, Lautaro? Sa che voci di mercato contano poco
Inter si presta a queste voci, altri club molto più abbottonati
MILANO
15 febbraio 2020
14:07
– ”Lautaro? Sinceramente nonostante la giovane età, ha solo 22 anni, ha abbastanza la testa sulle spalle per capire che le voci di mercato contano pochissimo. I giocatori sono concentrati. I chiacchiericci contano zero”: il tecnico dell’Inter Antonio Conte, alla vigilia della sfida contro la Lazio, commenta le voci di mercato che riguardano Lautaro Martinez per cui sarebbe forte l’interesse del Barcellona, pronto a pagare la clausola. ”Sicuramente spesso e volentieri, finito il mercato, si è parlato del mercato dell’Inter in ottica futura – aggiunge l’allenatore – dei giocatori che sarebbero venduti. L’Inter si presta molto a questo genere di cose, rispetto ad altre squadre che sono molto più abbottonate”.
Figc: Gravina, il calcio abbraccia la famiglia di Azzaro
“La passione dei giovani come Loris risorsa straordinaria”
15 febbraio 2020
14:22
– Il Presidente della FIGC Gabriele Gravina esprime tutto il cordoglio del calcio italiano per la scomparsa di Loris Azzaro, arbitro venticinquenne della CAI, deceduto questa mattina in un incidente stradale sulla A5 Torino-Aosta, mentre si dirigeva a raggiungere la sede della gara che avrebbe dovuto dirigere nel campionato di Eccellenza in Basilicata: “La morte di Loris Azzaro ci addolora e ci lascia sgomenti. Il calcio italiano si stringe alla famiglia in questo momento di grande dolore – afferma Gravina – La passione che anima giovani come Loris rappresenta una risorsa straordinaria per il nostro movimento, il suo ricordo vivrà sempre nella serietà e nello spirito di servizio che rende la classe arbitrale italiana un’eccellenza del nostro calcio”.
Calcio: Sarri “bravo Klopp, si è tolto panni del favorito”
(v. ‘Calcio: Klopp, la Juventus favorita …’ delle 12.18)
15 febbraio 2020
14:25
– “Klopp ha detto che non sa come mai non abbiamo 10 punti di vantaggio, ma ha detto anche che il calcio italiano non lo segue: quindi quello è il motivo”.
Scherza Maurizio Sarri sulle dichiarazioni del tecnico del Liverpool, che ha anche indicato la Juventus tra le favorite per la Champions: “Comunque non mi sembra male neanche la rosa del Liverpool sinceramente – ha aggiunto il tecnico bianconero -.
Jurgen è una delle persone più simpatiche che abbia mai conosciuto, qui si sta togliendo di dosso i panni della favorita”.
Conte, il Var a chiamata? Non mi piace, è inutile
“Io non devo chiamare nessuno, lo devono vedere loro”
MILANO
15 febbraio 2020
14:27
– “Var a chiamata? Non mi piace. Io non devo chiamare nessuno, se c’è una situazione sotto gli occhi di tutti che è chiara, che devo chiamare? La devono vedere loro.
Parliamoci chiaro. Abbiamo già tanti pensieri durante la partita. La gente che sta lì che fa?”: il tecnico dell’Inter Antonio Conte alla vigilia della sfida contro la Lazio si esprime negativamente riguardo l’ipotesi di introduzione della ‘Var Challenge’ da parte degli allenatori. “Quando vedo le partite in tv mi sembra che le immagini siano abbastanza chiare e nitide per prendere una decisione uniforme al 95%. Il Var a chiamata – spiega – è una cosa non utile. Sei lì, hai le immagini, non puoi essere sempre sicuro al 100%, però…”.
Gattuso,Allan lo convoco quando si allena come dico io ++
Per trasferta Cagliari resta a casa con Milik,Lozano e Koulibaly
NAPOLI
15 febbraio 2020
15:25
– Allan, Milik, Lozano e Koulibaly non partiranno per Cagliari con il Napoli. Lo ha comunicato il tecnico del Napoli Rino Gattuso all’inizio della conferenza stampa, commentando in particolare lo stop ad Allan: “Nessuna polemica – ha detto – non s’è allenato come voglio io e sta a casa. Domani è un altro giorno, senza rancore, quando torneremo se si allenerà come dico io verrà convocato altrimenti no”.
Gattuso “Finito mercato, non faccio sconti ai miei”
“Giocatori devono avere in testa il Napoli tutto il giorno”
NAPOLI
15 febbraio 2020
15:27
– “Non faccio sconti. Avevo detto che quando finiva il mercato si doveva pensare solo a correre e pedalare forte, ho 24-25 giocatori che devono avere in testa il Napoli tutto il giorno”, ha aggiunto Gattuso parlando della nuova direzione imposta alle sua scelte sui calciatori.
Riferendosi a Koulibaly, anch’egli fuori dai convocati, Gattuso ha detto: “Con il Lecce sapevo che mettevo in difficoltà Koulibaly e Maksimovic ma avevo visto che si allenavano bene e avevo dato tre giorni liberi a Manolas per la nascita della figlia. Ho fatto un errore ma so nche che i giocatori li devi far giocare, perché se stanno fuori tre mesi poi devono fare anche le partite per riprendere non solo allenarsi. E poi non potevo perdere credibilità agli occhi di ragazzi schierando Manolas che per tre giorni non si era allenato. Ora con lo staff abbiamo fatto uno schema su come gestire la rosa e chi far giocare visto che siamo in campo ogni tre giorni”.
Var; Gattuso,arbitro dovrebbe parlare a fine partita
Calcio cambiato, utile se spiegasse sua lettura gara
15 febbraio 2020
15:42
– “Sono favorevole al challenge sul Var ma dico di più, l’arbitro come tutti i soggetti del calcio dovrebbe parlare a fine partita, spiegandosi”. Lo ha detto il tecnico del Napoli Rino Gattuso commentando le novità sul Var a richiesta che potrebbero essere introdotte.
“Il calcio – ha detto Gattuso – è cambiato per i giocatori e per tutti gli altri. L’arbitro deve parlare, è un professionista e a fine gara viene e dice che cosa ha visto. Poi se c’è il Var perdi un minuto, vai, la vedi e non fai polemiche. Ma devi dare spiegazioni, devi parlare e dare la tua lettura della partita”.
Fiorentina;Iachini,Challenge?Usiamo Var come 1/o anno
“E’ importante che vengano rispettate sempre le regole
FIRENZE
15 febbraio 2020
16:14
– ”Mi può anche stare bene chiamare la Var ma penso che prima di tutto ognuno debba ricoprire il proprio ruolo, semmai è importante che vengano rispettate sempre le regole e che per evitare dubbi e polemiche si torni a usare la tecnologia come accadeva il primo anno quando funzionava molto bene”. Così Giuseppe Iachini davanti alla disponibilità mostrata dalla Figc riguardo l’applicazione del challenge.
”C’è tanta gente coinvolta nella gestione del mezzo tecnologico – ha continuato il tecnico della Fiorentina – e proprio per questo bisogna tornare a usarlo con regolarità, negli ultimi tempi sono nate molte polemiche perché si è smesso di andare a vedere gli episodi. Se invece lo si fa con regolarità pure i tifosi finiscono per accettare le decisioni in modo diverso e all’interno degli stadi possono esserci di conseguenza meno tensioni”.
Lecce-Spal 2-1, terza vittoria di fila per Liverani
Di Biagio esordio amaro sulla panchina estense
15 febbraio 2020
17:20
– Il Lecce vola, la Spal sprofonda. Il match salvezza, e primo anticipo della 24/a giornata di Serie A, tra salentini ed estensi se lo aggiudica la squadra di Fabio Liverani, al terzo successo di fila, che inguaia ancora di più i biancocelesti di Gigi Di Biagio oggi all’esordio in panchina, sempre ultimi in classifica, a -10 dai salentini e a -8 da quella che oggi sarebbe la quota salvezza. Allo Stadio di ‘Via del Mare’ finisce 2-1 per i padroni di casa che mettono a segno un successo prezioso per la classifica: con i tre punti di oggi salgono a 25 punti, a +6 dal Genoa terzultimo e in campo alle 18. A decidere il match un gol di Majer al 21′ st dopo la rete del vantaggio giallorosso di Mancosu su rigore (41′ pt), poi riequilibrato dal pareggio a inizio ripresa (2′ st) di Petagna.
Inutile il forcing finale dei biancazzurri prima con Strefezza e poi con Di Francesco che hanno due buone occasioni: il Lecce resiste fino alla fine e Liverani festeggia per la terza partita di fila.
Barcellona,Jordi Alba s’infortuna ed esce in lacrime
Terzino sofferente a 10 giorni da sfida col Napoli in Champions
15 febbraio 2020
17:44
– Jordi Alba, terzino sinistro del Barcellona, ha lasciato il campo al 20′ della partita della Liga contro il Getafe. Il giocatore è parso visibilmente sofferente per un infortunio all’adduttore destro, a dieci giorni dalla trasferta in casa del Napoli, nell’andata degli ottavi di Champions League. Rialzatosi a fatica, è uscito nascondendosi il viso con le mani, sussultando per il dolore. E’ andato immediatamente negli spogliatoi, sostituito da Junior Firpo.
Per Jordi Alba (21 partite, 1 gol e 2 assist nelle varie competizioni di questa stagione) è il terzo infortunio della stagione: il 6 novembre contro la Slavia Praga, in Champions, ha subito una ricaduta dell’infortunio al bicipite della coscia che lo aveva tenuto lontano dal campo per un mese. Il suo primo infortunio alla coscia sinistra si è verificato all’inizio della stagione contro il Dortmund, il primo giorno della Champions, e gli aveva già fatto perdere cinque partite a settembre.
Spagna: qualità aria pessima, rinviata Eibar-Real Sociedad
Frana in discarica nei pressi stadio, derby basco non si gioca
15 febbraio 2020
17:48
FEB – La partita della Liga fra Eibar e Real Sociedad, derby del territorio basco della Guipuzcoa, in programma domani allo stadio Ipurua, è stata rinviata per la “pessima qualità dell’aria” nella zona circostante lo stadio.
Ciò si deve alla frana avvenuta nella discarica di Zaldibar, che si trova a otto chilometri dall’impianto che avrebbe dovuto ospitare il match.
” Su richiesta della Liga e della federcalcio, aderendo alla richiesta del dipartimento Salute del governo basco – è scritto in una nota diffusa dalla Real Sociedad -, che ha consigliato di non far svolgere attività all’aria aperta nelle zone di Eibar, Ermua e Zaldibar, la Real Sociedad e l’Eibar hanno preso la decisione che domani non si giochi la partita in programma allo stadio Ipurua”. Poco dopo è arrivata la conferma della Rfef, la federcalcio spagnola, che la partita era stata rinviata.
Samp; arriva Fiorentina Ranieri rinforza centrocampo
Il fantasista Ramirez arretrato sulla linea mediana
GENOVA
15 febbraio 2020
18:54
– Vincere per rispondere subito al Lecce che ha battuto la Spal ed ha scavalcato i blucerchiati in classifica. La Sampdoria mette nel mirino la Fiorentina: domani pomeriggio al Ferraris sarà una sfida fondamentale per i ragazzi di Claudio Ranieri che cercano un successo che manca in casa dal 12 gennaio (5-1 col Brescia) e vogliono dare continuità dopo i tre punti conquistati a Torino (3-1) contro i granata. Ranieri perde Ekdal a centrocampo per squalifica ed è pronto Vieira, mentre in difesa nonostante le ultime incertezze toccherà ancora a Colley. Deve scegliere il modulo Sir Claudio ma l’impressione è quella che punti sul 4-4-2 (invece del 4-3-1-2) con Ramirez esterno alto di centrocampo con la possibilità, però, di muoversi su tutto il fronte offensivo. In attacco Quagliarella (cecchino praticamente infallibile con la Fiorentina, 11 gol realizzati in carriera) sarà affiancato da Gabbiadini.
Una curiosità, la Fiorentina è la squadra con la quale Ranieri ha collezionato più panchine in Serie A: ben 102, per lui 39 vittorie, 34 pareggi e 29 sconfitte alla guida della Viola.
Bologna-Genoa 0-3
Emiliani chiudono in 9 per due espulsioni. Dominio del Grifone
15 febbraio 2020
20:07
– Bologna-Genoa 0-3 nel secondo anticipo di oggi della 24/a giornata del campionato di calcio di Serie A. Queste le reti: : nel pt 28′ Soumaoro, 44′ Sanabria; nel st 45′ Criscito (rigore). Espulsi nel Bologna Schouten al 34′ pt per condotta violenta di gioco e Denswil al 44′ st per doppia ammonizione.
Inzaghi, Lazio-Inter è sfida scudetto ma non decisiva
Per Conte è una “partita tra outsider del campionato”
15 febbraio 2020
15:29
“Sentire parlare di sfida scudetto fa effetto, la classifica dice questo, affrontiamo un avversario forte e determinato, cercheremo di fare una grande partita di fronte ai nostri tifosi. Sarà importante ma non decisiva perché dopo ci saranno ancora 14 gare da giocare. Certo, vincere una partita simile, però, darebbe una grande spinta in più”. Così Simone Inzaghi alla vigilia della partita con l’Inter allo stadio Olimpico. Il tecnico della Lazio, sulla lotta a tre al vertice, riconosce che “la Juventus è davanti a tutti da anni per programmazione ed idee, quest’anno noi e l’Inter faremo di tutto per crearle dei problemi nella conquista del nono scudetto consecutivo”.
“Partita scudetto? E’ una partita tra due outsider del campionato italiano. E’ questa la definizione migliore per la partita di domani”: dice invece il tecnico dell’Inter Antonio Conte in vista del match contro la Lazio. ”Loro sono ormai una realtà consolidata nel campionato italiano. L’anno scorso hanno vinto la Coppa Italia – aggiunge – quest’anno la Supercoppa. Si stanno imponendo a livello di trofei. Hanno tenuto i giocatori più forti aggiungendone di nuovi e c’è l’ottimo lavoro di Inzaghi”.
Lazio; Inzaghi “Motivazioni faranno la differenza”
“Nostra posizione è meritata. Domani servirà grande lucidità”
15 febbraio 2020
15:05
– “Sappiamo bene da dove siamo partiti, da dove arriviamo, e abbiamo meritato questa posizione. Abbiamo fatto tantissime partite, giochiamo un ottimo calcio. Non abbiamo l’ossessione di questa posizione, sappiamo quello che era il nostro obiettivo” sottolinea Inzaghi alla vigilia della sfida con l’Inter, aggiungendo che domani sera coi nerazzurri “servira’ grandissima lucidita’: io credo che saranno le motivazioni a fare le differenza”.
Francia: Psg va sotto 3 gol,sorpasso, alla fine pari
Contro Amiens è 4-4, incertezze difesa preoccupano per Dortmund
15 febbraio 2020
22:22
– Atteso da una difficile trasferta di Champions martedì a Dortmund, il Psg scende in campo all’insegna del turn over, senza Neymar e Mbappé, nel match di campionato sul campo dell’Angers. La mancanza di concentrazione dei suoi fa arrabbiare il tecnico Tuchel, e Parigi va sotto per 3-0 con le reti di Guirassy, Kakuta e Diabatè. Thiago Silva lascia il posto a Marquinhos, e il Psg reagisce andando a segno con Herrera e, per due volte, con il giovane difensore Tanguy Kouassi, prima che, incredibilmente, Mauro Icardi porti in vantaggio i suoi a un quarto d’ora dalla fine. A quel punto, sul 3-4, i parigini calano di nuovo di concentrazione e nel recupero Guirassy segna il 4-4, dopo che Cavani aveva mancato un paio d’occasioni per servire il pokerissimo alla squadra di casa.
“Non sempre si può vincere – commenta con filosofia Tuchel a fine partita -, e questo è il calcio. Il Dortmund è forte ma io resto fiducioso”.
Atalanta-Roma 2-1
BERGAMO
15 febbraio 2020
23:12
– Atalanta batte Roma 2-1 nell’ultimo anticipo di oggi della 24/a giornata di Serie A.
Queste le reti: el pt 45′ Dzeko; nel st 5′ Palomino, 14′ Pasalic. Con questo successo la Dea sale a 45 punti in classifica, mantenendo il quarto posto e staccando di sei lunghezze la Roma, che è quinta e, quindi, sempre più lontana dalla prossima Champions.
Serie A: Udinese Verona 0-0
La partita di domenica all’ora di pranzo
16 febbraio 2020
14:33
Udinese e Verona 0-0 nell’anticipo della 24/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno della Dacia Arena di Udine. CRONACA

Gli scaligeri sono sesti, a -5 dalla Roma, i fruliani sempre ai margini della zona retrocessione, ma scavalcano la Fiorentina in classifica.

0-0 finale: reti bianche alla Dacia Arena, gol annullato a De Paul per una posizione di fuorigioco di Lasagna.
0-0 fine pt: gara giocata a viso aperto, grande intervento di Musso su stacco di Kumbulla in chiusura di tempo.

Formazioni di Udinese-Verona.
Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Larsen, de Paul, Mandragora, Fofana, Sema; Okaka, Lasagna.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Veloso, Amrabat, Lazovic; Verre, Pessina; Borini.
Arbitro: Abbattista di Molfetta. Gli scaligeri sono sesti, a -5 dalla Roma, i fruliani sempre ai margini della zona retrocessione, ma scavalcano la Fiorentina in classifica.   CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Junior Tim Cup fa tappa a Bologna
Al Dall’Ara Sfida Parrocchia S.Girolamo e Oratorio Santa Teresa
15 febbraio 2020
20:35
– Lo Stadio Dall’Ara di Bologna oggi ha aperto le porte all’8/a edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Nel pre-gara del match Bologna-Genoa, le squadre della Parrocchia San Girolamo di Rastignano e dell’Oratorio Santa Teresa del Bambino Gesù di Bologna si sono affrontate in un’amichevole terminata con il risultato di 3-2. Grande entusiasmo e forti emozioni per i giovani calciatori degli oratori che sono scesi in campo sotto lo sguardo dei loro idoli. I ragazzi hanno accompagnato i calciatori all’ingresso in campo per il riscaldamento, per poi consegnare ai capitani del Bologna e del Genoa il gagliardetto della Junior TIM Cup.
Bologna: rammarico Mihajlovic, siamo stati ingenui
Nicola, vittoria importante ma siamo sempre terzultimi
BOLOGNA
15 febbraio 2020
21:36
– Il Bologna recita il mea culpa, il Genoa vince, ma non sorride. Guai staccare la spina e il perché è lo stesso tecnico rossoblù Davide Nicola a spiegarlo: “E’ una vittoria importante, ma siamo sempre terzultimi”.
La mano del tecnico si vede: striscia aperta di 4 risultati utili e 8 punti, Sanabria rigenerato, ma la classifica non è ancora quella che serve per la salvezza: “La cosa strana è che nonostante i risultati siamo ancora terzultimi, quindi non abbiamo fatto nulla. Abbiamo risposto al Lecce, a dimostrazione che giocare prima o dopo una squadra, in questo calcio moderno, non è decisivo. Bisogna saper pensare a sè. Oggi siamo stati bravi a limitare Orsolini e Barrow, li abbiamo trovati in un momento poco felice sul piano fisico, ma dobbiamo continuare così”. La rimonta salvezza del Genoa continua.
Quella verso l’Europa del Bologna, invece, subisce una brusca frenata: “Dobbiamo prendercela solo con noi stessi”, spiega Emilio De Leo, collaboratore tecnico di Sinisa Mihajlovic: “L’espulsione di Schouten ci sta. Non è un ragazzo cattivo, ma è arrivato in ritardo. Dovevamo gestire meglio i momenti delicati della sfida e soprattutto non dovevamo prendere il secondo gol: siamo stati ingenui, Denswil ha sbagliato ad tentare l’anticipo e ha aperto il campo a Sanabria”. Nonostante la sconfitta, però, De Leo ci tiene a chiarire un concetto: “Sarebbe ingiusto dire che con questa sconfitta abbiamo fallito il salto di qualità”.
Inghilterra; Liverpool senza rivali, 25/a vittoria
Manè decide sfida con Norwich, martedì Champions contro Atletico
15 febbraio 2020
22:01
– Il Liverpool non conosce ostacoli nella sua marcia di avvicinamento verso il titolo 2020 della Premier League, che nella città dei Beatles aspettano da 30 anni, quando la massima serie ancora non si chiamava così. Oggi i Reds hanno ottenuto la 25/a vittoria in 26 partite di campionato andando a vincere per 1-0 sul campo del ‘fanalino di coda’ Norwich (fra le due squadre c’era una differenza di 55 punti), grazie a una rete del subentrato Mané. Il senegalese, a segno al 32′ st di sinistro dopo aver ricevuto palla da Henderson, era entrato al 14′ st al posto di Oxlade Chamberlain ed era al rientro in squadra dopo aver saltato quattro partite per infortunio.
Quello di oggi è stato anche il 43/o risultato utile consecutivo del Liverpool in Premier, compresa la scorsa stagione, e il 17/o successo di seguito nel torneo 2019-’20. Per avere la certezza di essere campioni d’Inghilterra ora ai Reds, primi in classifica a quota 76, mancano appena 15 punti. Intanto il club campione d’Europa e del mondo tornerà in campo martedì prossimo contro l’Atletico Madrid nell’andata del confronto per gli ottavi di Champions.
Barcellona hackerato, acquisto di Neymar notizia falsa
Sui profili del club il ritorno del brasiliano, ma non era vero
16 febbraio 2020
11:55
– Una storia che ha dell’incredibile, nel senso che la notizia era falsa, ma non è certamente unica nel suo genere. Sugli account del Barcellona, per alcune ore, ieri sera è stata pubblicata la notizia dell’ingaggio di Neymar, che il club catalano ha ceduto al Paris Saint-Germain. I profili della società blaugrana sono stati hackerati dal gruppo OurMine, che già in passato si era reso protagonista di altri ‘blitz’ negli account ufficiali di top club. Ci ha pensato lo stesso Barcellona a rimuovere il messaggio con la notizia dell’acquisto ufficiale di Neymar, scusandosi per l’accaduto e spiegando che i propri profili erano stati manomessi.
Champions: torna in campo con Atletico Madrid-Liverpool
Martedi’ l’andata degli ottavi, Borussia-Psg a Lahoz
16 febbraio 2020
12:35
– La Champions League è pronta a ripartire con il primo pacchetto di partite valide come andata degli ottavi di finale. Si comincerà martedì 18 febbraio con la supersfida fra i campioni in carica del Liverpool, inarrestabili in campionato, che andranno a far visita all’Atletico Madrid: nel Wanda Metropolitano arbitrerà il polacco Szymon Marciniak.
L’altro match, sempre martedì alle 21, opporrà il Borussia Dortmund al Paris Saint-Germain nel Signal Iduna Park. Il confronto è stato affidato dall’Uefa allo spagnolo Antonio Mateu Lahoz. Mercoledì 19 febbraio scenderanno in campo Tottenham-Lipsia e la prima delle tre italiane., l’Atalanta, che ospiterà il Valencia.
Jordi Alba ko, salterà il Napoli e il Real Madrid
Altra tegola sul Barcellona. Un guaio muscolare ferma il terzino
16 febbraio 2020
13:29
– Niente Napoli e Real Madrid per Jordi Alba. Il terzino sinistro del Barcellona. già falcidiato dagli infortuni nel corso dell’attuale stagione, ieri si è fermato di nuovo durante il confronto con il Getafe dei miracoli, vinto dai catalani 2-1, uscendo dal campo in lacrime. Il giocatore, secondo quanto comunica il club blaugrana, accusa un problema muscolare all’adduttore della gamba destra e dovrà rimanere fermo per qualche settimana.
Secondo il Mundo Deportivo, Jordi Alba, conti alla mano, è destinato almeno a saltare gli ottavi di finale di Champions contro il Napoli e il Clasico contro il Real Madrid, in programma nei primi giorni del mese prossimo. L’allenatore Quique Setien dovrebbe sostituirlo con Sergi Roberto, confermando il portoghese Nelson Semedo sulla fascia destra.
Un’altra brutta tegola per il Barcellona che già deve fare i conti con gli infortunati di lungo corso in attacco: il francese Ousmane Dembelé e l’uruguagio Luis Suarez.
Pioli, non sono preoccupato per il mio futuro
Tecnico Milan, sento fiducia ma lavoro e risultati determinanti
MILANO
16 febbraio 2020
13:53
– “Non sono assolutamente preoccupato per il mio futuro, non ci sto pensando. C’è grande concentrazione e determinazione. Le altre cose non mi interessano”. Stefano Pioli non vuole farsi distrarre dalle voci sulla panchina del Milan nella prossima stagione. “Ho sempre sentito l’appoggio della società, fa piacere, so anche qual è il mio ruolo, so che c’è sempre da dimostrare – ha aggiunto alla vigilia della sfida con il Torino -. Avere la fiducia di chi mi sta vicino è molto importante, ma sarà il lavoro, sommato ai risultati, a determinare le situazioni future”.
Pioli contro challenge, tecnici accettino decisioni
Tecnologia dà serenità ad arbitri ma ultimamente non si è visto
16 febbraio 2020
14:21
– “Non sono d’accordo, non mi piace.
L’allenatore fa allenatore e l’arbitro fa l’arbitro”. Stefano Pioli si aggiunge al partito degli allenatori contrari all’ipotesi di dare alle squadre un ‘challenge’, ovvero la chiamata all’on field review della Var. “Ho sempre detto che l’aiuto della tecnologia può permettere agli arbitri di dirigere le partite con maggiore serenità, e questa cosa non l’ho vista nelle ultime situazioni, senza entrare negli episodi – ha aggiunto il tecnico rossonero -. Ma e’ giusto che gli arbitri facciano gli arbitri e che e noi allenatori dobbiamo accettare le decisioni”.
Calcio:Gasperini, c’è convinzione di arrivare a quarto posto
‘Abbiamo degli equilibri, ma possiamo cambiare durante partita’
15 febbraio 2020
23:20
– “Noi abbiamo degli equilibri e possiamo cambiare spesso la partita, oggi avevamo qualche difficoltà nel primo tempo nel renderci pericolosi. Ci sono stati dei momenti della gara che il ruolo di Pasalic è molto importante e nello stesso tempo possiamo utilizzare Gomez un pò più offensivo. Se uno fa gol dopo diciannove secondi ha tutto dentro. L’importante era ritrovare l’equilibrio giusto in mezzo al campo”.
Così Gian Piero Gasperini, dai microfoni di Dazn, analizza la prestazione dei suoi e la vittoria contro la Roma. “Quello che stiamo vivendo è meraviglioso nel nostro stadio – dice ancora l’allenatore dell’Atalanta – e sarà così anche mercoledì a San Siro. E’ una città che si sposta, nonostante fossimo in svantaggio il pubblico ha dato una grande spinta. E’ una vittoria importante ma ci sono ancora quattordici partite, comunque c’è la convinzione che possiamo giocarcela per arrivare al quarto posto. Con la Roma questo vantaggio non è definitivo, è una squadra forte ma in noi c’è la convinzione che possiamo arrivare davanti”. “”Dal punto di vista tecnico possiamo far meglio, abbiamo sbagliato tanti passaggi. Tecnicamente non eravamo nella miglior serata – dice ancora -. Zapata era un riferimento per Smalling che stava facendo un’ottima gara, con Gomez potevamo renderci più pericolosi”.
Calcio: Fonseca, problemi Roma non sono fisici ma mentali
‘Difficile spiegare gol presi,devo lavorare su testa giocatori’
15 febbraio 2020
23:33
– “In questo momento è importante lavorare sulla testa dei giocatori. Non è facile giocare qui, l’Atalanta crea molte occasioni. Abbiamo fatto una buona partita dal punto di vista strategico e difensivo, e in queste ultime due gare abbiamo corso con più intensità: non è un problema fisico ma mentale”. Intervistato da Dazn nel dopopartita di Atalanta-Roma, il tecnico dei giallorossi Paulo Fonseca cerca di spiegare cos’è che non va nella sua squadra. “Dobbiamo credere di poter tornare da questo momento – dice ancora – ma è difficile spiegare i gol presi: siamo in un momento in cui è sempre gol. Nelle ultime tre partite abbiamo preso tre gol da angolo. E’ difficile spiegare con questa prestazione Quando abbiamo preso il primo la squadra è stata in un momento difficile, ma non posso dire niente dell’atteggiamento o sul coraggio.” Ma questa sconfitta può compromettere il cammino per la Champions? “”Mancano ancora 14 partite, io credo che sia possibile rimediare, anche se è difficile – risponde Fonseca -.
In questo campionato tutte le squadre perdono tanti punti, è un torneo molto equilibrato”.
Pau Lopez, per Roma gennaio è stato catastrofico
‘Così è difficile arrivare in Champions.Ora serve solo lavorare’
15 febbraio 2020
23:48
– “Cosa è successo alla Roma nel 2020? Non lo so, difficile dirlo. La squadra è diversa dall’ultima gara del 2019 con la Fiorentina, gennaio è stato catastrofico per noi, i punti che avevamo guadagnato li abbiamo persi ed è difficile arrivare così in Champions League”. E’ un Pau Lopez sconsolato quello che descrive il momento della sua squadra dai microfoni di Sky Sport. “Ora per ripartire – aggiunge il portiere spagnolo – serve solamente lavorare. Ai tifosi non possiamo dire niente perché i risultati sono quelli che sono, dipende da noi. Ora c’è l’Europa League che per noi è importante, vediamo dove saremo a fine stagione”.
L’inarrestabile Liverpool è già in Champions League
Ha acquisito diritto a disputare torneo con 12 turni d’anticipo
16 febbraio 2020
11:50
Il Liverpool è una macchina da punti e di gol. Una squadra praticamente perfetta che, oltre a essere campione del mondo e d’Europa in carica, è un vero e proprio rullo compressore. La squadra di Juergen Klopp, oltre che travolgente, è definita “inarrestabile” dall’Indipendent che la celebra a tutta pagina, ma non solo: il giornale sottolinea come i ‘Reds’ abbiano conquistato il diritto a partecipare alla prossima edizione della Champions League con ben 12 turni d’anticipo in campionato.
Ieri, grazie a una rete di Mané sul campo del Norwich (1-0), il Liverpool ha conquistato la 25/a vittoria in 26 partite della Premier League. Salah e compagni, martedì prossimo alle 21, saranno impegnati nell’andata degli ottavi di finale di Champions sul terreno del Wanda Metropolitano di Madrid, contro l’Atletico.
Premier: se Guardiola via, al City può arrivare Pochettino
Tecnico nel 2019 trascinò il Tottenham alla finale di Champions
16 febbraio 2020
11:17
– La stangata dell’Uefa nei confronti del Manchester City, che dovrà rinunciare per due stagioni a partecipare alla Champions League, può indirizzare la scelte future di Josep Guardiola. L’allenatore di origine catalana è ambito da moltissimi club, fra i quali anche la Juve, ma soprattutto il Barcellona, e può lasciare l’Inghilterra a fine stagione. Secondo il Sun, se il ‘Pep’ dovesse andar via, al suo posto, sulla panchina dei ‘citizens’, sarebbe pronto a sedere Mauricio Pochettino che, nel corso dell’attuale stagione, è stato esonerato dal Tottenham, la squadra che l’anno scorso aveva trascinato alla finale Champions poi persa contro il Liverpool.

Juventus tutti i video. Tutti i video Bianconeri esclusivi e sempre aggiornati! GUARDA E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI!

DALLE 16:04 DI SABATO 15 FEBBRAIO 2020

ALLE 12:19 DI DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus tutte le notizie in tempo reale. Sempre approfondite ed aggiornate. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:04 DI SABATO 15 FEBBRAIO 2020

ALLE 11:55 DI DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Women⎮Le convocate per Juve-Inter
Appuntamento a Vinovo, domani: ecco le ragazze a disposizione di Coach Guarino
Domani alle 12:30 le Juventus Women affrontano l’Inter a Vinovo.
Ecco le convocate per la gara.
Bacic
Boattin
Bonansea
Caruso
Cernoia
Franco
Galli
Gama
Girelli
Giuliani
Hyyrynen
Pedersen
Rosucci
Salvai
Sembrant
Sikora
Souza Alves
Staskova
Tasselli
Zamanian.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 19, pareggio con l’Inter
A Vinovo finisce 1-1: a Sekulov risponde Mulattieri.
Il calendario ha concentrato in questi primi mesi del 2020 tante grandi sfide e l’Under 19 bianconera affonta alla grande anche il faccia a faccia contro l’Inter. La gara, combattutissima, finisce 1-1: apre Sekulov, al suo secondo gol consecutivo, pareggia Mulattieri nel corso della ripresa.
LA GARA:

La Juve parte forte e dopo due minuti è già in vantaggio. Percussione inarrestabile di Sene che diventa un assist per Sekulov, lucido nel depositare in porta il suo secondo gol consecutivo dopo quello, bellissimo, messo a segno contro il Cagliari.
I primi minuti sono un’anticipazione di quel che sarà il primo tempo, di fatto dominato dai bianconeri, con l’Inter costretta anche a due cambi in corso d’opera per provare a reagire. Dopo Sekulov, ci prova Leone, chiuso al momento della conclusione da ottima posizione, poi al 35′ è Vlasenko, di testa, a impegnare Pozzer.
La reazione nerazzurra è nell’occasione clamorosa sprecata da Fonseca al 42′, ma prima dell’intervallo a recriminare sono ancora i ragazzi di mister Zauli, quando la traversa nega a Sekulov raddoppio e doppietta personale.
Dagli spogliatoi l’Inter esce con le idee più chiare e serve Israel per dire no a Mulattieri due volte: la seconda con un intervento semplicemente pazzesco. Il portiere uruguaiano non riesce, però, a dire no all’attaccante avversario al 68′. È 1-1.
I nerazzurri trovano ulteriori energie dopo il pari, ma i bianconeri sono bravi a resistere, ricompattarsi e provare anche a ripartire: le conclusioni di Chibozo e Tongua finiscono a lato. L’ultimo brivido, al 90′, è targato ancora Mulattieri, ma il suo colpo di testa da ottima posizione finisce alto.
Un punto per parte, con la testa che va ora alla semifinale di ritorno di Coppa Italia in programma mercoledì contro la Fiorentina.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LE PAROLE DEL POST-GARA
«Abbiamo espresso un livello tecnico molto alto con un ottimo palleggio nel primo tempo, poi nel secondo, con davanti una squadra forte e fisica, abbiamo messo meno qualità e loro si sono potuti proporre di più, trovando il gol del pari. Abbiamo ripreso la partita nel finale, con la possibilità di trovare il secondo gol, ma non è arrivato – l’analisi di mister Zauli -. Nel complesso è stata, quindi, una buona partita, che vene dopo un periodo intenso contro squadre importanti. Sono anche della capacità di soffrire e della prova di chi finora aveva giocato meno. Io do fiducia ai ragazzi non solo nelle partite, ma anche nella quotidianità, poi quando giocano questa fiducia se la sentono addosso, ma devono sentirla sempre. La mia e quella della società. La nostra crescita è evidente, ma siamo a metà dell’opera perché vogliamo crescere fino a maggio. Intanto vogliamo la finale di Coppa Italia, perché sarebbe un grande risultato».
Campionato Nazionale Primavera 1 – 4° Giornata di ritorno
Campo “Ale & Ricky” – Vinovo (TO)
Juventus – Inter 1-1
Marcatori: 2′ pt Sekulov (J), 23′ st Mulattieri (I)
Juventus: Israel, Ntenda, Anzolin (cap.), Leone (19′ st Fagioli), Vlasenko, Gozzi, De Winter, Ahamada (33′ st Barrenechea), Sene (19′ st Chibozo), Tongya, Sekulov (12′ st Da Graca). A disposizione: Garofani, Dadone, Riccio, Turicchia, Miretti. Allenatore: Lamberto Zauli
Inter: Pozzer, Kinkoue (25′ pt Moretti) Vezzoni, Ntube, Schiro’ (cap), Pirola, Persyn, Burgio (25′ st Gnonto), Mulattieri, Gianelli (33′ st Squizzato), Fonseca (9′ st Satriano). A disposizione: Gerardi, Cortinovis, Dimarco, Boscolo, Casadei, Vergani. Allenatore: Armando Madonna
Ammoniti: 21′ st Ahamada (J), 32’ st. Gianelli (I).
Prossimo impegno:
Primavera TIM CUP – Semifinale di ritorno
Juventus vs. Fiorentina
Campo “Ale & Ricky” – Vinoto (TO)
Mercoledi 19 febbraio – ore 14:30.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 23, i convocati per Monza-Juve
ei giocatori a disposizione di mister Pecchia per la gara di campionato in programma domani al Brianteo.
Dopo la storica qualificazione alla finale di Coppa Italia di Serie C, la Juventus U23 torna a proiettarsi sul campionato. I bianconeri sono attesi, domani, dalla sfida in trasferta in casa del Monza. Fischio d’inizio alle 15:00.
Di seguito i convocati di mister Pecchia.
1 Nocchi
3 Coccolo
5 Muratore
6 Peeters
7 Marchi
8 Portanova
9 Brunori
13 Mulè
14 Marques
15 Toure
17 Zanimacchia
18 Di Pardo
19 Rafia
20 Beruatto
21 Vrioni
22 Loria
24 Frabotta
27 Del Sole
31 Dragusin
33 Delli Carri
34 Dadone
36 Minelli.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Brescia, i convocati bianconeri
L’elenco dei giocatori a disposizione di Mister Sarri per la partita di domani
Ore 15, domani: la Juve scende in campo all’Allianz Stadium contro il Brescia. Ecco i convocati bianconeri.
1. Szczesny
2. De Sciglio
3. Chiellini
4. De Ligt
5. Pjanic
8. Ramsey
10. Dybala
12. Alex Sandro
13. Danilo
14. Matuidi
16. Cuadrado
19. Bonucci
21. Higuain
24. Rugani
25. Rabiot
30. Bentancur
31. Pinsoglio
35. Olivieri
42. Wesley
77. Buffon.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Buon compleanno, Fede!
Federico Bernardeschi compie oggi 26 anni

Oggi è il compleanno di Federico Bernardeschi, che spegne 26 candeline. Arrivato nell’estate 2017, Federico è cresciuto tanto con i nostri colori, esplorando il suo talento e mettendosi sempre a disposizione del gruppo.
La predisposizione al sacrificio, la voglia di migliorarsi e, naturalmente, di vincere gli hanno permesso di entrare subito in sintonia con la Juve e di conquistare, insieme, due Scudetti, una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana.
Momenti bellissimi, come le sue esultanze con i nostri colori, nove in totale. Più dei gol, però, per lui parlano gli assist – è stato uno degli otto giocatori della Juventus ad aver fornito almeno 10 assist nelle ultime tre stagioni di Serie A – E le corse, in ogni ruolo, ovunque c’è bisogno di lui.
Abbiamo accolto un ragazzo con un talento cristallino, festeggiamo oggi un uomo che dà sempre il massimo, con professionalità e sensibilità assolute.
Buon compleanno, Fede!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Women #MatchDayStats ⎮ Juve–Inter
Quello che c’è da sapere sulla sfida di oggi a Vinovo
La Juventus ha vinto il match d’andata 3-0, unico precedente contro l’Inter in Serie A: in questi tre campionati la squadra bianconera ha perso punti in casa soltanto in due occasioni, entrambe contro squadre lombarde (sconfitta con il Brescia nell’aprile 2018 e pareggio con l’Atalanta Mozzanica nell’ottobre 2018).
La Juventus ha vinto tutte le ultime 15 partite interne di Serie A e in 11 di queste non ha concesso gol agli avversari.
L’Inter è stata sconfitta in tre delle ultime quattro trasferte di Serie A (1V), dopo essere rimasta imbattuta nelle sue prime tre gare fuori casa nella competizione (2V, 1N).
L’Inter è l’unica squadra che vanta cinque calciatrici sempre titolari in tutte le prime 14 giornate di campionato: Alborghetti, Auvinen, Marinelli, Merlo e Tarenzi.
Andrea Staskova è la giocatrice che vanta più presenze dalla panchina in questa Serie A, ben nove. La giocatrice ceca, che ha già messo a segno sei gol in tutte le competizioni stagionali, resta la più giovane marcatrice straniera di questa Serie A femminile.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In Numbers | Juve-Brescia
Le statistiche per arrivare preparati alla sfida delle 15 all’Allianz Stadium
La Juventus è imbattuta nelle ultime otto partite contro il Brescia in Serie A: sette successi e un pareggio per i bianconeri.
La Juventus è imbattuta in casa in Serie A contro il Brescia: 17 vittorie e cinque pareggi in 22 sfide – tra le squadre contro cui le Rondinelle non hanno mai vinto in trasferta, la Vecchia Signora è quella affrontata più volte.
La Juventus ha ottenuto 31 punti sui 33 disponibili in partite casalinghe in questa stagione, grazie a 10 vittorie e un pareggio: solo il Liverpool (13 successi su 13) ha fatto meglio nei maggiori cinque campionati europei.
Dopo il Lecce (64%), il Brescia (63%) è la squadra che in questo campionato ha conquistato in percentuale più punti in trasferta rispetto ai totali: 10 punti su 16 ottenuti in gare esterne.
Due punti nel 2020 per il Brescia, peggior squadra di Serie A nel periodo in questione – nei maggiori cinque campionati europei ha fatto peggio solo il Tolosa (uno).
La Juventus è la squadra con il possesso palla più alto in questo campionato (59%): in tutti i suoi tre anni al Napoli, Maurizio Sarri ha avuto la squadra col miglior possesso in Serie A, nella scorsa Premier League solo il City di Guardiola ha fatto meglio (68% vs 63,4%).
Nessuna squadra ha segnato più gol della Juventus su sviluppo di calcio piazzato in questo campionato (17), mentre il Brescia è quella che da palla ferma ha segnato di più in percentuale (48%: 10/21).
Cristiano Ronaldo, ha segnato in 10 partite di fila, portandosi così a meno uno dal record di 11 gare consecutive in gol in un singolo campionato di Serie A, attualmente condiviso da Batistuta e Quagliarella.
L’attaccante del Brescia, Mario Balotelli, ha giocato due partite in casa della Juventus in Serie A: una rete per lui nell’1-1 dell’aprile 2009, con la maglia dell’Inter. JUVENTUS

Conferenza Sarri vigilia Juventus-Brescia 15 Febbraio 2020
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA SARRI VIGILIA JUVENTUS-BRESCIA | VIDEO E TESTO INTEGRALI

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

CONFERENZA SARRI VIGILIA JUVENTUS-BRESCIA

LA CONFERENZA STAMPA DI MAURIZIO SARRI ALLA VIGILIA DI JUVENTUS-BRESCIA | VIDEO E TESTO INTEGRALI

CONFERENZA SARRI VIGILIA JUVENTUS-BRESCIA

Dopo il match di Coppa Italia a San Siro contro il Milan, la Juventus è pronta a riprendere il proprio cammino in campionato. Oggi Mister Sarri, in conferenza stampa, ha presentato la sfida in programma domani contro il Brescia.
VIDEO:

«Loro sono una squadra che ha sempre cercato di giocare nonostante le zone basse della classifica. Hanno fatto meglio in trasferta che in casa. E’ una squadra che non è semplice da affrontare quando gioca in trasferta, non è una partita semplice. Il girone di ritorno è sempre più complicato dell’andata. Era palese dall’inizio che questo sarebbe stato un campionato diverso rispetto a quelli passati. Noi dobbiamo trovare stimoli da questa situazione».
BERNARDESCHI, PJANIC E BUFFON
«Bernardeschi non è ancora in gruppo, potrebbe rientrare la prossima settimana. Pjanic nell’ultima gara l’ho visto in crescita, oggi vedrò le sue condizioni per capire se schierarlo domani, così come altri che ieri erano molto stanchi. Buffon? Non salta mai un allenamento, è in buone condizioni».
LA GARA DI GIOVEDI’ A SAN SIRO
«Abbiamo fatto bene nei primi 70 metri, con 5-6 uscite da dietro di alto livello, e poi abbiamo abbandonato gli attaccanti un po’ a loro stessi. Rispetto alla gara di Verona ci sono stati dei passi in avanti. Dybala è arretrato molto ma ha fatto bene, perché era lui che ci consentiva di uscire dalla nostra metà campo». JUVENTUS

Juventus tutti i video. Tutti i video Bianconeri esclusivi e sempre aggiornati! GUARDA E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE ESCLUSIVI ED AGGIORNATI! NON PERDERLI!

DALLE 20:47 DI GIOVEDì 13 FEBBRAIO 2020

ALLE 11:38 DI SABATO 15 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

QUI TUTTE LE NOTIZIE BIANCONERE!

Juventus tutte le notizie in tempo reale. Tutte le notizie della Juventus! DA NON PERDERE E CONDIVIDERE!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE: TUTTO SULLA SEMIFINALE DI ANDATA DI COPPA ITALIA MILAN-JUVENTUS ED OVVIAMENTE NON SOLO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 14 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 22:44 DI GIOVEDì 13 FEBBRAIO 2020

ALLE 11:21 DI SABATO 15 FEBBRAIO 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

CR7, lampo finale. 1-1 a San Siro
Milan in vantaggio con Rebic, la Juve pareggia al 90′ grazie al rigore di Ronaldo
Quando Cristiano Ronaldo è in campo, non si dia mai nulla per scontato. La lezione è ormai nota, ma a San Siro, questa sera, si è avuta l’ennesima dimostrazione di quanto un campione del genere sia decisivo. Anche in una partita ormai praticamente conclusa e meritatamente condotta dal Milan. Anche in una gara in cui né lui né la squadra hanno certo brillato. È il 90′ quando su uno spiovente dalla destra, CR7 inventa la rovesciata che finisce sul braccio di Calabria e che porta al rigore del pareggio, ovviamente da lui stesso trasformato. La semifinale di andata di Coppa Italia termina 1-1 e per l’andamento dell’incontro è un risultato che la Juve può tenersi stretto.

IL MILAN PARTE FORTE, BUFFON C’È
Sarri punta su un inedito 4-3-3, in cui Ramsey agisce da mezz’ala e Cuadrado da esterno alto di destra. Il Milan scende in campo con un classico 4-4-2 e soprattutto con un atteggiamento aggressivo, che  nei primi cinque minuti produce un colpo di testa di Ibrahimovic e una sventola da fuori di Kessie a lato, e un destro di Rebic respinto con i pugni da Buffon.
Finito lo sfogo iniziale dei padroni di casa, esce la Juve, che mostra una notevole qualità di palleggio, anche se i continui raddoppi dei rossoneri finiscono quasi sempre per spezzare la manovra. Buffon è costretto a volare per intercettare i tentativi di Calabria e Rebic dal limite, mentre Donnarumma rimane inoperoso fino al 35′, quando viene impegnato da una saetta rasoterra di Cuadrado.
REBIC, VANTAGGIO ROSSONERO
Il Milan inizia anche la ripresa con il piede sull’acceleratore e Buffon è subito chiamato a respingere con i piedi il diagonale di Rebic e a bloccare il sinistro di Castillejo. I bianconeri faticano a tenere il ritmo degli avversari, rispetto al primo tempo scambiano con meno precisione e quando arrivano al tiro con Dybala, Donnarumma è piazzato. Rispetto al collega Buffon ha ben più lavoro, riesce a mettere in angolo le conclusioni di Ibrahimovic e Hernandez, ma non può davvero fare nulla quando Castillejo pesca in area Rebic e il croato piazza nell’angolino il vantaggio rossonero.
ESPULSO HERNANDEZ
Sarri cambia Ramsey con Bentancur e De Sciglio con Higuain, riportando Cuadrado sulla linea di difesa. Dybala, maltrattato per tutta la gara, subisce l’ennesimo fallo duro di Hernandez che, già ammonito, rimedia il secondo giallo e lascia i compagni in dieci. L’autore del gol, Rebic, è così costretto a uscire per fare spazio a Laxalt, mentre l’ultimo cambio dei bianconeri è Rabiot per Matuidi.
CR7 ALL’ULTIMO RESPIRO
Le sostituzioni non sembrano sortire effetto, anche perché spesso il gioco si sviluppa centralmente, finendo per imbottigliarsi al limite dell’area e così, l’unica conclusione prodotta fino al 90′ è un sinistro di Dybala a lato che Donnarumma controlla senza timori. Quando però finalmente la Juve allarga la manovra, parte un traversone per Ronaldo, che si coordina per la rovesciata. La conclusione del portoghese centra in pieno il braccio di Calabria e Valeri, dopo il consulto del VAR, non può che concedere il rigore. CR7 dal dischetto è una sentenza e quando il tempo regolamentare è già scaduto, infila il pareggio che permette alla Juve di tirare un sospiro di sollievo in vista della sfida di ritorno. L’1-1 in trasferta è un risultato più che buono, ma in ogni caso il 4 marzo, all’Allianz Stadium, servirà una Juve diversa.
MILAN-JUVENTUS 1-1

RETI: Rebic 16′ st, Ronaldo rig. 46′ st
MILAN
G.Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Castillejo (35′ st Saelemaekers), Kessie, Bennacer, Calhanoglu (42′ st Paquetà), Rebic (28′ st Laxalt), Ibrahimovic
A disposizione: Begovic, A.Donnarumma, Gabbia,  Musacchio, Brescianini, Bonaventura, Leao, Maldini
Allenatore: Pioli
JUVENTUS
Buffon; De Sciglio (24′ st Higuain), De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Ramsey (17′ st Bentancur), Pjanic, Matuidi (28′ st Rabiot); Cuadrado, Dybala, Ronaldo
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Danilo, Rugani, Coccolo, Olivieri, Wesley,
Allenatore: Sarri

ARBITRO: Valeri
ASSISTENTI: Bindoni, Fiorito
QUARTO UFFICIALE: Chiffi
VAR: Nasca, Vivenzi
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
AMMONITI: 29′ pt Ibrahimovic, 30′ pt Ramsey, 42′ pt Hernandez 13′ st Kessie, 24′ st Castillejo, 27′ st Hernandez, 45′ st Calabria
ESPULSI: 27′ st Hernandez.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sala Stampa | Le voci da San Siro:

Mister Sarri, Leonardo Bonucci e Gianluigi Buffon analizzano la gara di andata di Coppa Italia.
Uno a uno al termine della gara di andata contro il Milan a San Siro: nel dopo gara prendono la parola Maurizio Sarri, Leonardo Bonucci e Gianluigi Buffon.
MAURIZIO SARRI
«Siamo in una fase in cui fatichiamo a continuare a crescere, dopo un buon periodo durato fino a 20 giorni fa: il calcio prevede alti e bassi, ma stasera in certi tratti siamo usciti bene da dietro; ho ricominciato a vedere palleggio, e da questo ripartiamo: se il palleggio comincia a riprendere quota, giocheremo meglio anche negli ultimi metri. Il gol? Una palla difendibile, comunque teniamo il risultato, in vista della partita di ritorno. Dopotutto abbiamo preso solo 2 gol in più della migliore difesa del campionato. Pjanic e Ramsey hanno fatto una buona partita, Aaron è poi calato nella ripresa. Chiellini manca come mancherebbe a qualsiasi squadra: sui tempi del recupero dipenderà molto da lui».
LEONARDO BONUCCI
«Un gol fuori casa è importante, sulla doppia sfida, ma non possiamo accontentarci. Abbiamo concesso qualcosa di troppo, dobbiamo cambiare marcia, restando compatti e dando tutti qualcosa di più. Siamo dove dovremmo essere in questo momento, ma dobbiamo mettere in pratica quello che facciamo durante la settimana e continuare a crescere come squadra. La gestione della partita e del palleggio deve essere migliore, dobbiamo mettere in condizione i nostri giocatori di fare la differenza negli ultimi 30 metri».
GIANLUIGI BUFFON
«Ho visto una Juve che mi è piaciuta nel fraseggio, nella fluidità di manovra, fondamentale per prendere in mano la partita. Non siamo stati così efficaci come meritavamo negli ultimi 20 metri, ma per come si era messa, abbiamo strappato un buon risultato. Non fa dormire sonni tranquilli, ma è positivo. Quando giochi nella Juve le critiche sono giuste, perché l’asticella è alta e gli obiettivi importanti. Dopo Napoli e Verona è giusto che ci fossero, che non possono che farci bene. Ronaldo? Un campione incredibile, giocare con lui è uno dei motivi per cui sono tornato».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Stat of the Game | L’andata di San Siro
I numeri della sfida di ieri sera contro il Milan
Cristiano Ronaldo ha segnato 12 gol in otto gare del 2020 in tutte le competizioni, almeno tre reti in più di ogni altro giocatore di Serie A nello stesso periodo. Ha anche messo a segno il suo quinto gol in 10 sfide contro il Milan in tutte le competizioni.
GLI ALTRI FACTS
Con questo pareggio, il Milan ha interrotto una striscia di nove sconfitte consecutive contro la Juventus in tutte le competizioni.
Era da gennaio 2013 (in semifinale contro la Lazio), che la Juventus non terminava un incontro di Coppa Italia in parità – sfida dove fu poi eliminata dai biancocelesti.
Era da gennaio 2019 (36% v Napoli) che il Milan non terminava un match con un possesso palla più basso di quello di ieri (37.6%).
Il primo tiro dall’interno dell’area di rigore da parte della Juventus è arrivato appena al minuto 59, con Paulo Dybala.
Prima di Theo Hernández, l’ultimo rossonero ad aver ricevuto un’espulsione in Coppa Italia è stato Manuel Locatelli, nel gennaio 2017, sempre contro la Juventus.
Dal suo arrivo alla Juventus nel 2010/11, Leonardo Bonucci è il giocatore con più presenze in semifinale di Coppa Italia: 13 con quella di ieri.
TUTTI I NUMERI DELLA PARTITA
Generale
Possesso
37,6%
37,6%
62,4%
62,4%
% Duelli vinti
41,5%
41,5%
58,5%
58,5%
Duelli aerei vinti
47,6%
47,6%
52,4%
52,4%
Intercetti
4
4
5
5
Fuorigioco
2
2
2
2
Corner
3
3
3
3
Distribuzione
Passaggi
368
368
617
617
Passaggi lunghi
50
50
38
38
Precisione passaggi (%)
83,4%
83,4%
89,5%
89,5%
Precisione passaggi metà avv. (%)
76,1%
76,1%
83,2%
83,2%
Cross
17
17
23
23
Precisione cross
35,3%
35,3%
21,7%
21,7%
Attacco
Gol
1
1
1
1
Tiri
21
21
14
14
Tiri nello specchio
11
11
4
4
Tiri ribattuti
3
3
5
5
Tiri da fuori area
9
9
8
8
Tiri da dentro l’area
12
12
6
6
Precisione al tiro (%)
52,4%
52,4%
28,6%
28,6%
Difesa
Contrasti
16
16
19
19
% di contrasti vinti
50,0%
50,0%
63,2%
63,2%
Respinte difensive
16
16
15
15
Disciplina
Falli fatti
16
16
14
14
Cartellini gialli
4
4
1
1
Cartellini rossi
1
1
0
0.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-OL, lunedì scatta la vendita riservata Juventus Member!
Il 17 marzo match di ritorno degli ottavi di finale della massima competizione europea. Qui tutte le fasi di vendita
Il 17 marzo è una di quelle date da segnare sul calendario. Alle 21, all’Allianz Stadium, la Juve scenderà in campo per il match di ritorno degli ottavi di finale contro l’Olympique Lyonnais (andata in Francia il 26 febbraio).
Ecco tutte le fasi di vendita: ancora in corso la Prelazione Abbonati Posti UEFA, lunedì scatta la vendita riservata Juventus Member, e sono previste tariffe speciali applicabili in questa fase.
PRELAZIONE ABBONATI POSTI UEFA
Da venerdì 14 febbraio alle 14 a domenica 16 alle 23.59
VENDITA RISERVATA J1897 MEMBER
Lunedì 17 febbraio dalle 12 alle 23.59
VENDITA RISERVATA J1897 E BLACK&WHITE MEMBER
18 febbraio, dalle 10 alle 23.59
VENDITA LIBERA
A partire dal 19 febbraio alle 10
LINK E INFO UTILI
I canali di acquisto: Ticketone.it le ricevitorie Listicket abilitate e il call center Ticketone 892.101 (servizio a pagamento). QUI TUTTE LE INFO.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il weekend del settore giovanile
L’agenda per non perdersi nemmeno un impegno delle nostre Under.
Fine settimana come sempre ricco di impegni per il nostro settore giovanile. Di seguito il calendario completo:
MASCHILE
UNDER 23
GARA CAMPIONATO 26A GIORNATA
DOMENICA 16 FEBBRAIO ORE 15,00
MONZA – JUVENTUS U23
STADIO BRIANTEO, VIA FRANCO TOGNINI 4 MONZA
UNDER 19
GARA CAMPIONATO 4A GIORNATA
SABATO 15 FEBBRAIO RITORNO ORE 13,00
JUVENTUS – INTER
Campo Ale & Ricky Via Stupinigi 182 – Vinovo
UNDER 17
GARA CAMPIONATO 6A GIORNATA – RITORNO
DOMENICA 16 FEBBRAIO ORE 16,00
JUVENTUS – PARMA
Campo Ale & Ricky Via Stupinigi 182 – Vinovo
UNDER 16
GARA CAMPIONATO 6A GIORNATA – RITORNO
DOMENICA 16 FEBBRAIO ORE 15,00
VIRTUS ENTELLA – JUVENTUS
CAMPO DANERI VIA PARMA 314 – CHIAVARI
UNDER 15
GARA CAMPIONATO 6A GIORNATA – RITORNO
DOMENICA 16 FEBBRAIO ORE 13,00
VIRTUS ENTELLA – JUVENTUS
CAMPO DANERI VIA PARMA 314 – CHIAVARI
UNDER 14
CAMPIONATO UNDER 14 INTERR.LE SOC. PROF. 4A GIORNATA RITORNO
SABATO 15 FEBBRAIO ORE 16,30
TORINO – JUVENTUS
CAMPO NITTI VIA NITTI 6 – TORINO
CAMPIONATO GIOVANISSIMI U15 SECONDE SQ. 2A GIORNATA RITORNO
SABATO 15 FEBBRAIO ORE 14,30
JUVENTUS – LUCENTO
CAMPO D. MAROLA VIA DEL CASTELLO 3 – CHISOLA
UNDER 13
TORNEO “CALCIO E CORIANDOLI”
VENERDI 14, SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: “Don Mosso” di via San Marchese 27 – VENARIA REALE (TO)
TORNEO “ALPIGNANO IN MASCHERA”
VENERDI 14, SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: via Migliarone 12 – ALPIGNANO (TO)
TORNEO “ALPIGNANO IN MASCHERA”
VENERDI 14, SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: via Migliarone 12 – ALPIGNANO (TO)
UNDER 12
TORNEO “CALCIO E CORIANDOLI”
VENERDI 14, SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: “Don Mosso” di via San Marchese 27 – VENARIA REALE (TO)
TORNEO VANCHIGLIA “BEPPE MOSSO”
SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: “Gaspare Tallia” di via E. Ragazzoni 2 – TORINO
UNDER 11
TORNEO “ALPIGNANO IN MASCHERA”
SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: via Migliarone 12 – ALPIGNANO (TO)
TORNEO VANCHIGLIA “GIUSEPPE RIVERA”
VENERDI 14, SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: “Gaspare Tallia” di via E. Ragazzoni 2 – TORINO
TORNEO LUCENTO 2009 “FRANCO RICONDA”
VENERDI 14, SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: “Franco Riconda” di corso Lombardia 107 – TORINO
UNDER 10
TORNEO “PULCINO BIANCONERO”
SABATO 15 FEBBRAIO
H. 14,00: JUVENTUS vs Qualif. Dil.
H. 15,20: JUVENTUS vs ALESSANDRIA
H. 16,00, 16,40 o 17,20: FINALE
CAMPO: vi Claviere 16 – PIANEZZA (TO)
TORNEO “MINI CHAMPIONS CUP”
SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: URBAN SOCCER – 18 rue Marie Curie, 44230 Saint-Sébastien-sur-Loire
TORNEO LUCENTO 2010 “FRANCO RICONDA”
VENERDI 14, SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: “Franco Riconda” di corso Lombardia 107 – TORINO
UNDER 9
TORNEO “ALPIGNANO IN MASCHERA”
SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: via Migliarone 12 – ALPIGNANO (TO)
TORNEO VANCHIGLIA “GIUSEPPE RIVERA”
VENERDI 14 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: “Gaspare Tallia” di via E. Ragazzoni 2 – TORINO
AMICHEVOLE
SABATO 15 FEBBRAIO ORE 15,30
L 84 – JUVENTUS
CAMPO: palazzetto di corso Piemonte 10 – VOLPIANO (TO)
UNDER 8
AMICHEVOLE
SABATO 15 FEBBRAIO ORE 10,30
BORGARO 2011 – JUVENTUS
CAMPO: Via Santa Cristina 9 – BORGARO T.SE (TO)
AMICHEVOLE
DOMENICA 16 FEBBRAIO ORE 11,30
JUVENTUS – SCA ASTI
CAMPO: “Chisola”, via del Castello 3 – VINOVO (TO)
AMICHEVOLE
SABATO 15 FEBBRAIO ORE 14,00
L 84 – JUVENTUS
CAMPO: palazzetto di corso Piemonte 10 – VOLPIANO (TO)
UNDER 7
TORNEO “ASPETTANDO CARNEVALE”
SABATO 15 FEBBRAIO
H. 14,25: JUVENTUS vs PRO EUREKA
H. 14,50: JUVENTUS vs TORINO
CAMPO: via Rosa Luxemburg 5 – SETTIMO T. SE (TO)
AMICHEVOLE
DOMENICA 16 FEBBRAIO ORE 11,30
JUVENTUS – AOSTA CALCIO 511
CAMPO: “Chisola”, via del Castello 3 – VINOVO (TO)
TORNEO “LA BATTAGLIA DELLA FARINA”
SABATO 15 E DOMENICA 16 FEBBRAIO
CAMPO: Palestra “Aldo Moro” di via San Rocco 8 – BRUINO (TO)
FEMMINILE
UNDER 19
Torneo di Viareggio
UNDER 17
Domenica 16 febbraio ore 14,30
GARA DI CAMPIONATO JUVENTUS – NOVARA
Via del Castello 3, CHISOLA
UNDER 15
Sabato 15 febbraio ore 14,30
GARA DI CAMPIONATO CIT TURIN – JUVENTUS
C.so Ferrucci 63, Torino
UNDER 14
Sabato 15 febbraio ore 16,00
ALLENAMENTO CONGIUNTO JUVENTUS – CHIERI (07)
Via del Castello 3, CHISOLA
UNDER 13
Sabato 15 febbraio ore 17,00
ALLENAMENTO CONGIUNTO SETTIMO (07) – JUVENTUS
Via Levi 6, Settimo T.se
Domenica 16 febbraio ore 12,30
ALLENAMENTO CONGIUNTO JUVENTUS – BAVENO
Via del Castello 3, CHISOLA
UNDER 12
Sabato 15 febbraio ore 16,00
ALLENAMENTO CONGIUNTO SETTIMO (08) – JUVENTUS
Via Levi 6, Settimo T.se
UNDER 11
Domenica 16 febbraio ore 13,00
ALLENAMENTO CONGIUNTO JUVENTUS – BAVENO
Via del Castello 3, CHISOLA
UNDER 10
Domenica 16 febbraio ore 10,00
TORNEO QUEEN’S CUP
Strada San Bernardino 22, Asti.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Youth League, sarà Juve-Real Madrid
Sorteggiati, a Nyon, gli ottavi di finale: i bianconeri affronteranno, in casa, i blancos il prossimo 4 marzo.
Sarà la prima volta che i ragazzi della nostra Under 19 giocheranno gli ottavi di finale di Youth League e l’urna di Nyon ha assegnato una sfida di enorme fascino: dopo aver vinto il proprio girone, i bianconeri ospiteranno il Real Madrid. Appuntamento al prossimo 4 marzo alle 16:00.
IL CAMMINO DEL REAL
I nostri avversari hanno chiuso il Girone A al primo posto, precedendo, nell’ordine, Brugge, PSG e Galatasaray, con 13 punti frutto di 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta, rimediata in casa contro i turchi. 16 le reti messe a segno nelle sei gare del girone, mandando in gol 12 giocatori diversi, 10 quelle subite. Il Real Madrid, lo scorso anno, è stato eliminato ai quarti di finale dall’Hoffenheim.
IL CAMMINO DELLA JUVE
I nostri ragazzi hanno vinto il Girone D, precedendo, nell’ordine, Atletico Madrid, Bayer Leverkusen e Lokomotiv Mosca, con un bottino di 15 punti, frutto di 5 vittorie e una sconfitta, contro i russi. 17 le reti messe a segno, 4 quelle subite. Il miglior marcatore bianconero è Pablo Moreno, con quattro reti, di cui tre segnate all’Atletico Madrid. La qualificazione da primi è arrivata proprio contro i Colchoneros, con il successo 2-1 a Vinovo, dopo il 4-0 rifilato in Spagna.
IL TABELLONE
Il percorso fino alla finale, che si giocherà a Nyon, è stato già tracciato. La vincente della sfida affronterà ai quarti di finale la vincente di Inter-Stade Rennais, mentre in semifinale l’incrocio sarà con una tra Salisburgo, Derby County, Atalanta e Lione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Testa al Brescia
Day after di Coppa Italia e antivigilia di campionato alla Continassa
La semifinale di andata di Coppa Italia è già alle spalle per i bianconeri, che questa mattina si sono gettati nella preparazione della partita di domenica, alle 15, contro il Brescia all’Allianz Stadium.
Scarico per chi ha giocato ieri, focus sulle conclusioni e partitella per il resto del gruppo: questo il menu della squadra, che domani tornerà in campo per la seduta della vigilia.
E come sempre, vigilia significa conferenza stampa di Mister Sarri. L’appuntamento è fissato per le 13:30 dalla sala conferenze stampa dell’Allianz Stadium.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Brescia: gol in tre stadi
Comunale, Delle Alpi, Olimpico: le sfide da ricordare
Juventus-Brescia non è ancora stata giocata allo Stadium, la gara di domenica 16 febbraio 2020 sarà quindi una prima volta. Nei 3 impianti precedenti (il Comunale, la sua versione rinnovata in Olimpico e il Delle Alpi) la sfida ha offerto momenti importanti che si impongono nella memoria.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
1986-87 3-2
Stadio Comunale: è il 17 maggio 1987 e Juventus-Brescia chiude il campionato. Per i bianconeri la gara non ha significati di classifica, lo scudetto ormai già stato vinto dal Napoli. La partita conta molto di più per i lombardi, che si vedranno retrocessi in Serie B al termine dei 90 minuti, colpiti da un giocatore nato nella loro città. E’ Ivano Bonetti, infatti, a siglare il definitivo 3-2 dopo le reti di Serena e Brio per i padroni di casa e di Gritti su rigore e Iorio per gli ospiti. Ma il centro dell’interesse collettivo va ben oltre l’andamento dei 90 minuti. A catturare lo sguardo è Michel Platini, alla sua ultima partita. Le Roi lascia il calcio, confessando di “non poter più migliorare”, una motivazione sufficiente per smettere a soli 32 anni.
2001-02 5-0
Stadio Delle Alpi, penultima giornata di un campionato molto citato in questi giorni perché è stato l’ultimo che ha ospitato una lotta per lo scudetto riservata a 3 squadre: Inter, Juventus e Roma. Per coltivare speranze tricolori, i bianconeri hanno l’imperativo di conquistare 3 punti contro il Brescia di Roberto Baggio. Operazione semplice – 5-0 il risultato finale – e che mette in luce la splendida condizione di Trezeguet (una tripletta per lui) e Del Piero (autore di una doppietta). David e Alessandro si ripeteranno 7 giorni dopo a Udine e basta ricordare la data – 5 maggio 2002 – per sapere com’è andata a finire…
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
2010-11 2-1
Stadio Olimpico, giornata numero 30. Juventus-Brescia acquisisce importanza in sede storica perché questa è l’ultima volta che le due squadre si sono incrociate a Torino in Serie A. La gara non presenta particolari motivazioni di classifica (la Juve è settima e non modificherà la sua posizione), semmai si ricorda per la qualità dei gol: un destro al volo di Krasic; un’azione personale di Del Piero conclusa di sinistro, a vanificare il momentaneo pareggio di Eder. Come non ricordare, inoltre, che durante una delle gare con il Brescia, abbandona un’icona Bianconera:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Bentancur: «Siamo sulla strada giusta»
Il centrocampista uruguayo commenta il momento bianconero e analizza la sfida di domenica
Archiviata la semifinale di Coppa Italia con il Milan è già antivigilia per la Juve, che domenica ospiterà il Brescia in campionato. Rodrigo Bentancur, ai microfoni di Sky Sport, ha fatto così il punto sul momento bianconero.
«La squadra sta bene, molto bene, siamo primi in classifica, arrivati da primi agli ottavi di finale di Champions e siamo in semifinale di Coppa Italia. Dobbiamo migliorare un po’ dal punto di vista del gioco, ma la strada è giusta: stiamo lavorando per migliorare».
I bianconeri sono reduci dal pareggio a San Siro firmato Cristiano Ronaldo, risultato utile in vista della semifinale di ritorno: «E’ stata una partita durissima ma credo che abbiamo fatto bene, in uno stadio difficilissimo. Ora siamo concentrati sul ritorno a casa nostra».
Domenica invece, l’appuntamento è con il Brescia: «Vogliamo fare una bella prestazione; sappiamo che dobbiamo vincere e portare a casa i tre punti per stare ancora ancora primi, perciò stiamo spingendo. Alla Juve – spiega Rodrigo – bisogna sempre dare di più: è quello che mi hanno fatto capire fin dal primo giorno ed è la cosa più importante che ha portato questa squadra a vincere così tanto negli anni»
Infine un commento sul suo momento personale: «Ogni giorno e ogni partita mi sento meglio e il mister e i compagni mi dimostrano la loro fiducia. Io sono tranquillo e con la voglia di migliorare sempre di più per la squadra, e credo che la strada sia quella giusta».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

OppositionWatch: il Brescia
Il rendimento delle rondinelle in campionato
Il Brescia occupa la 19° e penultima posizione in Serie A con 16 punti. La squadra lombarda, adesso allenata da Diego Lopez dopo i vari avvicendamenti stagionali (Eugenio Corini due volte e Fabio Grosso i precedenti tecnici), nelle 23 gare fino ad ora disputate ne ha vinte 4, pareggiate 4 e perse 15. Tra le sconfitte c’è anche quella dell’andata al Rigamonti contro la Juventus, che si impose 2-1 in rimonta con gol-vittoria di Miralem Pjanic nella ripresa.
Le rondinelle hanno segnato in campionato 21 reti. Il miglior marcatore è Balotelli con 5 gol, seguito da Donnarumma e Torregrossa (4), Chancellor (2), Spalek, Bisoli, Tonali, Cistana e Romulo con 1, cui si aggiunge un’autorete. L’unico giocatore invece ad aver disputato tutti i minuti è il difensore Sabelli, sempre in campo in ogni singolo match senza mai essere sostituito.
Il Brescia è reduce dal pareggio interno per 1-1 di domenica scorsa contro l’Udinese: dopo il vantaggio firmato Bisoli, la squadra di Lopez è stata ripresa nei minuti di recupero dalla rete dell’argentino De Paul. Lontano dal Rigamonti invece è reduce da due sconfitte consecutive (5-1 contro la Sampdoria e 2-1 contro il Bologna): l’ultimo punto preso in trasferta risale al 22 dicembre, 1-1 a Parma.
LA GARA D’ANDATA:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

I dati del Brescia confermano la sua posizione nella classifica generale: le rondinelle sono al diciassettesimo posto per tiri e gol subiti, al ventesimo per conclusioni realizzate, al diciottesimo per gol segnati. Inoltre i bresciani sono ultimi per quanto riguarda il possesso palla. Nonostante i diversi cambi sulla panchina la squadra lombarda stenta a trovare continuità di risultati rimanendo comunque ancora in corsa nella lotta per la salvezza.
Questi dati sono ampiamente confermati nella gara d’andata, in cui la Juventus ha sovrastato gli avversari per mole di gioco creata, possesso palla e vantaggio territoriale. Nonostante questo la partita è stata più combattuta ed equilibrata di quanto possano rivelare le cifre: passata in svantaggio la Juventus è riuscita a ribaltare le sorti della gara grazie ad un’autorete ed un gol di Pjanic su sviluppo di calcio di punizione.
Questo a dimostrazione delle difficoltà che si possono incontrare in Serie A, non solo sui campi di provincia, ma anche nelle gare interne con squadre della parte destra della classifica. Tanto più in questa fase della stagione, in cui i punti iniziano a pesare moltissimo: le rondinelle cercheranno di lottare su ogni pallone nella gara all’Allianz Stadium.
Il 4-3-1-2 continua ad essere la veste tattica del Brescia. Anche in fase di non possesso il trequartista rimane alle spalle delle due punte e davanti alla linea di centrocampo: un giocatore che aiuta  così gli attaccanti nella prima fase difensiva, andando spesso a marcare a uomo il play avversario. QUI TUTTI I VIDEO ESCLUSIVI BIANCONERI!