Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:00 ALLE 10:33 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Imponevano ‘pizzo’ a imprenditore, presi
Altri due presunti complici sottoposti all’obbligo di dimora

BARI17 giugno 2019 01:00

– Tra il 2016 e il 2019 avrebbero avanzato richieste estorsive al titolare di un’impresa agroalimentare in Santeramo in Colle (Bari): per questi fatti agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari hanno eseguito un provvedimento cautelare a carico di cinque persone, tre arrestate e due sottoposte ad obbligo di dimora.
La misura cautelare è stata eseguita in carcere nei confronti di Pietro Cardinale, di 30 anni, Ilarione Losito, di 43, e Marcello Passarelli, di 34; per altri due presunti complici, di 28 e 54 anni, il gip del Tribunale di Bari ha disposto l’obbligo di dimora a Santeramo ed il divieto di avvicinamento alla vittima. Le indagini della Dda, iniziate dopo la dettagliata denuncia dell’imprenditore nel gennaio del 2019, avrebbero accertato diversi tentativi di estorsione nei confronti della vittima. L’imprenditore fu anche aggredito in un bar dai suoi aguzzini, la sera dell’8 gennaio 2019.
Ancora scosse nel senese, nessun dannoLa più forte a Cetona, magnitudo 2.6

FIRENZE17 giugno 201909:31

– Trema ancora la terra nel senese, a Cetona e San Casciano dei Bagni. Gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato questa mattina tre lievi scosse, la più forte, alle ore 7,41 di magnitudo 2.6 a Cetona a una profondità di 8 chilometri. A questa ne è seguita un’altra alle 7,48 di magnitudo 1.5. A San Casciano dei Bagni la terra ha tremato alle 8,04 con una scossa di magnitudo 2.5 ad una profondità di 11 chilometri. La popolazione ha percepito la terra tremare ma non si registrano danni a cose o persone. Sempre in questa zona nella serata di sabato si erano verificate sette scosse, la più forte di magnitudo 3.4.
De Magistris, benvenuta nave Open Arms’Napoli sostiene ong impegnate a salvare vite umane’

NAPOLI17 giugno 201909:44

– “Ieri pomeriggio ho visitato l’imbarcazione “ammiraglia” della ong Open Arms che abbiamo invitato a Napoli e che si trova ormeggiata nel porto aperto di Napoli. Napoli sostiene le ong impegnate a salvare vite umane nel mar Mediterraneo e che coraggiosamente sono anche testimoni di giustizia per i crimini contro l’umanità commessi da governanti senza scrupoli. Napoli non è né complice né indifferente. Benvenuto Comandante, benvenuto all’equipaggio di donne e uomini di coraggio e dal volto umano”. Lo scrive, su Facebook, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.
Cc travolto e ucciso nel BergamascoInvestimento nella notte, l’automobilista era ubriaco

BERGAMO17 giugno 201909:56

– Un carabiniere è stato travolto e ucciso la notte scorsa da un’auto a un posto di controllo.
L’episodio poco prima delle 3, a Terno d’Isola (Bergamo).
Vittima un appuntato del Nucleo radiomobile di Zogno, Emanuele Anzini, 41 anni, nato a Sulmona (L’Aquila), padre di una bimba che vive in Abruzzo. Un’utilitaria lo ha trascinato per una cinquantina di metri: è morto sul colpo. Al volante un cuoco 34enne di Sotto il Monte, che pare fosse in stato di ebbrezza al momento del fatto ed è stato arrestato per omicidio stradale. Anzini, figlio a suo volta di un carabiniere, stava effettuando dei controlli lungo via padre Albisetti, la strada provinciale che da Presezzo e Bonate Sopra porta a Sotto il Monte Giovanni XXIII. All’automobilista era già stata ritirata la patente nel 2018.
Pedofilia: un arresto nel LodigianoIndagine dei carabinieri coordinati dalla Procura di Milano

SAMILANO17 giugno 201910:08

– Un 45enne è stato arrestato nel Lodigiano dai carabinieri con l’accusa di produzione e detenzione di materiale pedopornografico, violenza sessuale, e corruzione di minorenne. Lo hanno riferito i militari del Comando provinciale di Lodi.
L’uomo è stato arrestato su ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Milano.
I particolari saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà stamani al Comando provinciale di Milano alla presenza del procuratore aggiunto Letizia Mannella.
Aggressione Roma:Salvini,contro violenza”Hanno provato a darmi la colpa anche di questo episodio…”

WASHINGTON17 giugno 201910:27

– “Noi combattiamo contro ogni genere di violenza, che siano comunisti, fascisti, allo stadio…Del resto io faccio il ministro che reprime la violenza, anche se hanno provato a darmi la colpa anche di questo episodio. Ma lasciano perdere, meno male che ero in volo così non mi sono innervosito…”: lo ha detto il ministro degli Interni Matteo Salvini appena sbarcato a Washington commentando l’aggressione a Roma a quattro giovani che indossavano la maglietta del Cinema America.

Annunci
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 10:56 ALLE 17:25 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Truffarono anche Clooney, presi i ‘Bonnie & Clyde italiani’
Erano latitanti in Thailandia, operazione dell’Interpol. Sorvegliati anche con un drone

MILANO16 giugno 2019 10:56 Sono stati arrestati

a Pattaya (Thailandia), dagli agenti dell’Interpol di Roma e di una squadra speciale della Crime Suppression Division della Royal Thai, Francesco Galdelli e Vanja Goffi, ricercati per reati contro il patrimonio, e ribattezzati “Italian Bonnie & Clyde”.Questo perché la coppia ha messo a segno ingenti truffe in Italia, la più eclatante quella a danno della star di Hollywood George Clooney: avevano creato una linea di abbigliamento a nome dell’attore, che non ne sapeva nulla, ed erano per questo stati processati a Milano.L’operazione “Italian Bonnie & Clyde”, è stata portata a termine da una squadra speciale della Crime Suppression Division della Royal Thai Police e dell’Interpol di Roma, coordinata dall’Esperto per la Sicurezza della Direzione Centrale della Polizia Criminale, e in collaborazione con il Nucleo Investigativo dei carabinieri di Milano. La coppia è stata sorvegliata dai poliziotti thailandesi sia con pedinamenti sia con l’aiuto di un drone. I poliziotti hanno così accertato che il vizio di truffare gli altri non era loro passato: negli ultimi tempi vendevano su internet Rolex falsi, prendendosi anche gioco dei poveri truffati ai quali inviano un pacco di sale anziché gli orologi.Il 25 luglio 2014 Galdelli era già stato arrestato nel Dusit Thani Hotel di Pattaya, in un’operazione sempre coordinata dall’Interpol. Il giorno dopo il suo fermo però, nel corso di un processo per rispondere di reati minori riguardanti il suo soggiorno illegale nello Stato, era riuscito a evadere dal Tribunale al termine dell’udienza.L’inchiesta interna, aperta dopo una dura lettera di protesta inviata dall’ambasciatore italiano al capo della Royal Thai Police, aveva scoperto che l’uomo aveva corrotto le guardie carcerarie incaricate del suo trasferimento, pagando loro la somma di 20.000 Thai Baht (circa 500 euro). Tutto il personale della Polizia Penitenziaria riconosciuto responsabile dell’evasione è̀stato poi arrestato e destituito dal servizio.Dopo anni di indagini e grazie ai pedinamenti i poliziotti sono finalmente riusciti ad individuare il loro nascondiglio, un lussuoso villino a Pattaya. Dopo aver circondato l’edificio, i poliziotti hanno fatto irruzione e hanno arrestato la coppia. I due sono stati trasferiti nel Centro di detenzione dell’Immigration Bureau di Pattaya, in attesa dell’estradizione.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Prof suicida, si esamina biglietto
Autopsia ma nessun dubbio su suicidio. Comunità scuola sconvolta

NAPOLI16 giugno 201913:30

– E’ prevista nei prossimi giorni l’autopsia disposta dal pm sul corpo del docente del liceo napoletano che si è ucciso ieri pomeriggio con un colpo di pistola nella cantina della sua abitazione in provincia di Napoli, dove era agli arresti domiciliari con l’accusa di aver compiuto atti sessuali su una studentessa minorenne dell’istituto dove insegnava. Per gli inquirenti non sembrano esserci dubbi sul suicidio. Nello stesso tempo è all’attenzione degli investigatori il biglietto che l’uomo ha scritto prima di togliersi la vita, come riferiscono organi di stampa. Ci sarebbero – ma il riserbo è massimo – pacate considerazioni sulla sua drammatica vicenda personale e giudiziaria e disposizioni a favore della moglie e dei figli. Sconvolta dal gesto la comunità scolastica; ieri sera alcune centinaia di studenti hanno organizzato una veglia spontanea davanti al liceo dove il docente insegnava.
Presidente Marche, papa ridà speranzaCeriscioli, grati visita a Camerino in zone colpite da sisma

CAMERINO (MACERATA)16 giugno 201913:41

– “Buongiorno marchigiani e buona domenica, oggi accogliamo Papa Francesco a Camerino. Il Santo Padre torna di nuovo nelle Marche a visitare le popolazioni colpite dal sisma e a riaccendere la speranza nel nostro territorio. Siamo davvero grati”. Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli sul suo profilo Facebook in merito alla visita di papa Francesco a Camerino nel Maceratese, uno dei centri più grandi colpiti dal sisma del 2016.
Piano sicurezza, oltre 3mila fuori casaPiù di 3mila fuori casa, red zone e security zone a 250 e 300 m.

GENOVA16 giugno 201913:52

– Oltre 3.100 residenti che dovranno lasciare temporaneamente casa, una ‘red zone’ a 250 metri (che dovrà essere completamente sfollata) e a 300 metri (estensione a scopo cautelativo con rimozione di ogni tipo di veicolo fino a cessate esigenze) dal punto dell’esplosione, una terza fascia tra i 300 e i 400 metri interdetta al traffico veicolare, 8 punti di accoglienza, trasferimento volontario in altre strutture di persone anziane, donne incinte, persone con invalidità temporanee. E’ capillare il piano di sicurezza della struttura commissariale previsto per il giorno in cui le microcariche di esplosivo faranno saltare le pile 10 e 11 dell’ex viadotto Morandi. Per adesso è confermata la ‘best option’ del sindaco Marco Bucci per il giorno dell’esplosione: il 24 giugno, tra le 10 e le 11. Per le persone che abbandoneranno temporaneamente casa sono stati allestiti punti di accoglienza al coperto. Ogni nucleo familiare avrà il suo di riferimento. Predisposto da Amt anche un sistema di trasporto pubblico ad hoc.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Migranti, Open Arms nel porto di Napoli
Incontri con cittadini per settimana mondiale del rifugiato

NAPOLI16 giugno 201914:01

– E’ approdato nel porto di Napoli il rimorchiatore della ong Open Arms, che restera’ attraccata allo scalo partenopeo per una serie di incontri con la cittadinanza e le associazioni del territorio in occasione della settimana mondiale del rifugiato. Le porte della nave, si annuncia, saranno aperte a chi vorrà salire a bordo per conoscere la storia dell’Open Arms e l’attività della ong.
L’iniziativa si ripropone di aprire nuove occasioni di dialogo e confronto, mettere al centro la discussione sui diritti umani e sulle loro violazioni. Per sabato 29 giugno a Napoli il sindaco Luigi de Magistris ha promosso il corteo di barche nel segno del Mediterraneo come mare di pace e per rilanciare l’attenzione sul tema della accoglienza dei migranti.

Schianto dopo lite,indagato nipote mortaVisti litigare prima dell’incidente,accusato di omicidio colposo

BERGAMO16 giugno 201916:37

– Ci sarebbe una violenta lite all’interno dell’abitacolo all’origine dell’incidente costato la vita, oggi a mezzogiorno sull’autostrada A4, a una donna di 44 anni, Izabel Pereira Da Gama, brasiliana che viveva in provincia di Bergamo. Poco prima dello schianto della Fiat 500 che la donna guidava, altri automobilisti hanno visto lei e il nipote trentaduenne, seduto al suo fianco e rimasto ferito ma in modo lieve nel successivo incidente, litigare vistosamente. L’auto ha sbandato a destra e sinistra varie volte, fino a schiantarsi con violenza contro il guardrail. La donna è morta sul colpo, il nipote è stato indagato a piede libero dalla polizia stradale di Seriate per omicidio colposo, che sta ricostruendo i dettagli della vicenda.

Schiacciato da una barca, grave 18enneEra in un rimessaggio sulla sponda lombarda del Garda

SABRESCIA16 giugno 201916:

– Un ragazzo dei 18 anni è stato ritrovato in arresto cardiaco e con vistose ferite in un rimessaggio barche a Lonato del Garda, sulla sponda bresciana del Garda.
Stando alle prime ricostruzioni il giovane sarebbe stato schiacciato da una barca sulla quale stava lavorando. E’ stato trasportato in eliambulanza all’ospedale di Brescia e le sue condizioni sono ritenute serie.

Ustionato, 14enne in prognosi riservataFerite terzo grado su 60% corpo. Portato all’Ospedale di Parma
PIACENZA16 giugno 201916:55

– Un ragazzo di 14 anni si trova ricoverato nel reparto grandi ustionati dell’Ospedale Maggiore di Parma a causa di un infortunio domestico. Ieri sera è stato investito da una vampata di fuoco, forse dovuta allo scoppio di una bottiglia di alcol nel bagno dell’abitazione dove vive con la famiglia a Piacenza ma la dinamica e le cause sono ancora al vaglio della Polizia.
Il giovane ha riportato ustioni di terzo grado su circa il sessanta per cento del corpo ed è stato trasportato con l’Eliambulanza nel centro specialistico di Parma dove si trova in prognosi riservata.
Vandali su treno turisti, si fermaCentinaia di persone su banchina, divelti i bordi delle porte

TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI)16 giugno 201916:56

– Vandali in azione sul treno della Circumvesuviana, convoglio costretto a fermarsi con gravi disagi per centinaia di pendolari. Il fatto è accaduto questa mattina, attorno alle 12, su un treno partito da Napoli e diretto a Sorrento con a bordo tanti turisti e pendolari del mare.
Secondo quanto si apprende, il treno diretto nelle località di mare, è stato costretto a fermare la propria corso alla stazione di Pompei-Villa dei Misteri in quanto sconosciuti hanno divelto i bordi ‘sensibili’ delle porte, costringendo il capotreno ad arrestare la corsa in attesa che sul posto giungesse un altro treno per portare i pendolari fino a Sorrento. Un’azione probabilmente frutto anche del sovraffollamento della banchina con centinaia e centinaia di persone in attesa.
Traghetto arenato a Ischia, nessun dannoSi attende arrivo rimorchiatore. Passeggeri a terra con gommoni

NAPOLI16 giugno 201916:59

– Una nave-traghetto della società Gestour, la Lady Carmela, attiva sulla tratta Ischia-Pozzuoli, si è arenata mentre faceva manovra per entrare nel porto di Ischia finendo di chiatta contro due pontili galleggianti.
La nave, con decine di passeggeri a bordo, si è incagliata in un punto in cui il fondale è basso e sono intervenute le unità della Guardia Costiera per mettere in sicurezza le altre barche ormeggiate. Non si registrano danni alla nave né alle altre imbarcazioni ormeggiate nel porto. Il traghetto in questione è attivo sulla tratta Ischia-Pozzuoli da circa una settimana.
Si attende l’arrivo di un rimorchiatore per disincagliare la nave, mentre i passeggeri alla spicciolata vengono condotti a terra a bordo di gommoni.

Pirati strada: ferite ragazze in scooterL’incidente nel Leccese. Grave 22enne alla guida della due ruote

CAVALLINO (LECCE)16 giugno 201917:01

– Grave incidente nel Leccese con due ragazze rimaste ferite: viaggiavano in scooter a Castromediano, frazione del comune di Cavallino, alle porte di Lecce, quando è avvenuto lo scontro con una vettura e il conducente non si è fermato a prestare soccorso.
Il pirata della strada pare fosse al volante di una piccola auto scura. Sono intervenuti i Carabinieri e il 118. Al vaglio, le immagini delle telecamere di alcuni negozi e di un semaforo della zona di via Leuca, dov’è avvenuto l’incidente.
Una 22enne di Lizzanello (Lecce), che era alla guida dello scooter, è ricoverata in rianimazione dopo essere stata operata all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dov’è arrivata in codice rosso anche l’altra ragazza, una 17enne di Cavallino, che ha riportato lesioni meno gravi.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE ED OGGETTIVE

DALLE 09:42 ALLE 10:56 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Appendino, sospetto concorso in peculato
Per consulenza suo portavoce per Salone del Libro

TORINO16 giugno 2019 09:42

– La sindaca di Torino Chiara Appendino ha ricevuto un avviso di garanzia con riferimento alle indagini per la consulenza affidata dalla Fondazione per il Libro al suo ex capo ufficio stampa Luca Pasquaretta, indagato per peculato. Lo ha reso noto, in serata, la stessa sindaca sul suo profilo Facebook.- “Quando,- scrive Appendino – alcuni mesi prima dello svolgimento del Salone del Libro, circolò sui giornali questa ipotesi, risposi in aula a un’interpellanza dichiarando che non era assolutamente intenzione dell’amministrazione procedere in tal senso. Nonostante questa posizione, quella consulenza venne comunque affidata dalla Fondazione”. Appendino aggiunge che “secondo la ricostruzione dei pm, questa consulenza non fu poi svolta dall’interessato e, per questo, viene ipotizzato il peculato. Nel mio caso si ipotizza il ‘concorso’ nello stesso reato poiché, secondo i Pm, la consulenza sarebbe stata affidata e pagata, cito testualmente, con il mio ‘accordo’. Sono tranquilla”, dice, spiegherà tutto.
Troppi rumori, uccide titolare chioscoAnziano spara sotto casa a Palma Campania, altri rimasti ferite

NAPOLI16 giugno 201910:09

– Infastidito dagli schiamazzi provenienti dal chiosco sotto casa, ha preso la pistola e ha sparato. Così a Palma Campania (Napoli) un anziano di 83 anni ha ucciso la scorsa notte il proprietario del chiosco, di 67 anni, deceduto in ospedale per le lesioni riportate. Feriti gravemente anche la figlia e il genero della vittima, soccorsi dal 118 e trasportati negli ospedali di Sarno e Nola. Gli spari dopo una discussione. L’anziano è stato trovato nella sua abitazione, sotto choc. L’arma con la quale ha sparato era regolarmente detenuta. Sequestrate anche altre armi trovate in casa. I Carabinieri hanno bloccato l’anziano e lo hanno arrestato.
Pastore colleziona 6mila campanacciCustoditi in casa ad Orgosolo. L’idea è organizzare una mostra

NUORO16 giugno 201910:12

– Colleziona campane in bronzo per il bestiame da quando era bambino. Ora che ha compiuto 47 anni il cortile della sua casa di Orgosolo (Nuoro) ospita una collezione di oltre 6mila pezzi: un luogo che è diventato quasi un museo.
Aspira così al Guinness dei primati Salvatore Devias, allevatore che ora sconta una pena in carcere. Una passione che ha raccontato su Facebook, nella Pagina del Giardiniere, un amico di Devias, Nicola Dettori, 58 anni, anche lui orgolese, accendendo così i riflettori su questa immensa collezione, ospitata sotto una tettoia appositamente costruita.
“Chi si trova davanti a questa collezione rimane a bocca aperta per la visione di uno spettacolo meraviglioso – ha spiegato

Dettori – Le campane sono tutte appese a dei tubi innocenti in base alla grandezza o in base all’utilizzo. Si tratta di una raccolta straordinaria che va esposta e fatta visitare”. L’idea suggerita alla moglie del proprietario, Pasqualina Battaccone è quella di trasformare la collezione in una mostra.
Papa a terremotati, ‘abbiate speranza’A Camerino. Con casco protezione entra in cattedrale inagibile

16 giugno 201910:22

– “Abbiate speranza, andate avanti”: il Papa lo ha ripetuto a tutte le famiglie delle Sae, le strutture abitative emergenziali, che ha visitato personalmente a Camerino, prima tappa della sua visita nella cittadina in provincia di Macerata, colpita dal sisma di tre anni fa. Sei in tutto, un’intera fila di ‘casette’, diversamente dalle due-tre previste dagli organizzatori. “Sono vicino ad ognuno di voi, prego per voi, perché questa situazione si risolva il più presto possibile. Grazie della vostra pazienza e del vostro coraggio, pregate per me”, ha detto il pontefice.
Poi Francesco è entrato nella cattedrale di camerino, tuttora inagibile, con un casco di protezione accompagnato dai Vigili del Fuoco.
Papa a terremotati,nessuno vi dimentichiA Camerino, passati tre anni, rischio promesse in dimenticatoio

16 giugno 201910:44

– Il Papa ribadisce tutta la sua vicinanza ai terremotati di Camerino: “Sono venuto oggi semplicemente per starvi vicino; sono qui a pregare con voi Dio che si ricorda di noi, perché nessuno si scordi di chi è in difficoltà. Prego il Dio della speranza, perché ciò che è instabile in terra non faccia vacillare la certezza che abbiamo dentro. Prego il Dio Vicino, perché susciti gesti concreti di prossimità”, ha detto il Papa nell’omelia della messa a piazza Cavour. “Sono passati quasi tre anni – ha detto Papa Francesco riferendosi al sisma – e il rischio è che, dopo il primo coinvolgimento emotivo e mediatico, l’attenzione cali e le promesse vadano a finire nel dimenticatoio, aumentando la frustrazione di chi vede il territorio spopolarsi sempre di più”. “Il Signore invece spinge a ricordare, riparare, ricostruire, e a farlo insieme, senza mai dimenticare chi soffre”, ha sottolineato il Papa.           

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 14:23 DI SABATO 15 GIUGNO 2019

ALLE 09:42 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Pattugliatore varato al Muggiano
Presenti il ministro Trenta e l’ad di Fincantieri Bono

GENOVA15 giugno 2019 14:23

– E’ stato varato stamani nello stabilimento Fincantieri di Muggiano (La Spezia) il primo pattugliatore polivalente d’altura Paolo Thab di Revel, il primo di sette unità. Sarà consegnato nel 2021. Il Ppa rientra nel piano di rinnovamento delle unità navali della Marina Militare deciso dal Governo e dal Parlamento e avviato con la legge navale nel 2015. Il pattugliatore è adatto a diverse tipologie di azioni, dal pattugliamento alle operazioni di protezione civile sino a nave combattente è stato spiegato. Presenti alla cerimonia il capo di stato maggiore della Marina Militare ammiraglio Valter Girardelli, la ministro della Difesa Elisabetta Trenta, l’ad di Fincantieri Giuseppe Bono. Il pattugliatore è dal punto di vista dell’ armamento ed equipaggiamento un ‘light’, con tecnologia Leonardo.
Lungo 132.5 metri, può accogliere 171 uomini di equipaggio e fornire acqua ed energia elettrica a terra. Madrina della cerimonia la nipote dell’ammiraglio Thaon Di Revel, Irene Imperiali.
Suv contro camion, morto bimbo di 7 anniNel Bolognese, era in macchina con il padre che è rimasto ferito

SABOLOGNA15 giugno 201914:40

– Un bambino di sette anni è morto in un incidente stradale a Pontecchio di Sasso Marconi, nel Bolognese. L’auto guidata dal padre, 37 anni, si è schiantata contro un camion che stava tagliando l’erba su un lato della strada. Il mezzo, a quanto pare, era segnalato, ma l’uomo, alla guida di un suv, non è riuscito a evitarlo e la vettura è finita contro il guard rail.
Per il piccolo non c’è stato nulla da fare. Il padre è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna, in condizioni di media gravità, e sarà sottoposto ad accertamenti. La Polizia municipale di Sasso Marconi è al lavoro per ricostruire esattamente la dinamica. Il tratto di strada è stato temporaneamente chiuso.
Card.Sepe, accogliere chi chiede aiutoNapoli è una città aperta, sono nostri fratelli e sorelle

NAPOLI15 giugno 201914:53

– La “spinta” di Papa Francesco è di “costruire ponti” e “Napoli è una città aperta che sa accogliere”, a differenza di chi “invece di aprire le porte, le ‘inserra’ (chiude a chiave, in dialetto napoletano, ndr.) causando morte”. A parlare è il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, in occasione dell’incontro per illustrare il programma della visita in città, il prossimo 21 giugno, di Papa Francesco, per il convegno “La teologia dopo Veritatis Gaudium nel contesto del Mediterraneo”.
Proprio quel Mediterraneo, ha ricordato il presule, che “nelle parole del Santo Padre non deve essere più un cimitero”. E’ un messaggio, come ha spiegato Sepe, “rivolto a chi istituzionalmente è deputato a rendere questo mare ‘nostrum’, cioè che accoglie chi chiede di essere salvato, soprattutto se sono donne, bambini, malati”. “A nessuno è permesso rifiutare o scartare chi viene da fuori – dice – Sono nostri fratelli e sorelle, noi abbiamo il dovere umano e cristiano di accoglierli”.
Diciassettenne annega nel fiume OglioSi era tuffato per recuperare un pallone, non è più riemerso

BERGAMO15 giugno 201916:46

– Un 17enne è annegato sabato pomeriggio nel fiume Oglio, a Palosco, in provincia di Bergamo.
Il ragazzo, di origini senegalesi e residente a Cenate (Bergamo) era entrato in acqua per recuperare la palla con la quale stava giocando con alcuni amici sulla riva, ma non è più riemerso. A dare l’allarme, gli amici. Il cadavere è stato ritrovato dopo un’ora di ricerche, a quattro metri di profondità e a una quindicina di metri dal punto in cui era stato visto scomparire.
Il ragazzo sarebbe stato tradito da un mulinello, che lo avrebbe trascinato sott’acqua. Gli amici hanno tentato di soccorrerlo, ma la forza della corrente ha prevalso. Sul posto, oltre ai sommozzatori volontari di Treviglio, sono giunti gli uomini del soccorso subacqueo di Milano, una squadra dei vigili del fuoco di Romano di Lombardia, la polizia locale di Palosco, la Croce Rossa di Palazzolo e l’elisoccorso da Milano.
Uccide la moglie e ferisce la figlia, arrestatoL’uomo si era barricato nel negozio dove lavorava la vittima, nel Palermitano

PALERMO15 giugno 201917:32

Un uomo ha ucciso la moglie, commessa in un negozio di calzature in Corso Italia a Carini (Palermo), ed è rimasto barricato nell’esercizio commerciale. L’assassino avrebbe anche ferito la figlia. I vigili del fuoco sono riusciti ad aprire la porta e i carabinieri l’hanno bloccato. Sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasportato la figlia all’ospedale Cervello. Per la moglie non c’è stato nulla da fare.
Guede si prepara prendere seconda laureaDopo quella storia discuterà tesi su narrazione cinematografica

PERUGIA15 giugno 201918:14

– Si prepara a prendere la sua seconda laurea e intanto continua a lavorare all’esterno del carcere di Viterbo Rudy Guede, l’ivoriano condannato a 16 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher. Che ha sempre negato di avere ucciso la studentessa inglese pur ammettendo di essere stato presente in casa al momento del delitto.
Secondo quanto appreso

Guede, che ha già ottenuto la laurea triennale (con 110 e lode) in Scienze storiche del territorio e della cooperazione internazionale, si prepara a discutere la tesi in narrazione cinematografica presso la facoltà di Storia e società dell’Università di Roma Tre. Ha infatti terminato gli esami con una media intorno ai 28 trentesimi.
L’ivoriano è stato da tempo ammesso al lavoro esterno al carcere presso la biblioteca del Centro per gli studi criminologici di Viterbo che lo segue. Ha inoltre usufruito di diversi permessi premio ed è tornato più volte a Perugia ospite della famiglia della sua maestra delle elementari.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE: SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Prof arrestato per abusi, si è ucciso
L’uomo era agli arresti domiciliari in un comune del Napoletano

NAPOLI15 giugno 201918:44

– Si è ucciso sparandosi un colpo di pistola il docente di matematica di un noto liceo di Napoli arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di aver compiuto atti sessuali su due studentesse all’epoca dei fatti quindicenni.
L’uomo, 53 anni, era ai domiciliari nella sua residenza in un comune dell’hinterland partenopeo. Sul posto è giunto il pm di turno. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l’uomo si sarebbe tolto la vita poco dopo le 14 con un colpo d’arma da fuoco dritto al petto. La rivoltella risulta legalmente detenuta.
La notizia si è diffusa sui social suscitando sgomento tra gli ex allievi del professore. No comment dal legale che ne aveva preso le difese, l’avvocato Fulvio Prestieri.
Marò Latorre si sposa, presente ministroPensiero su social a collega Girone, che non può essere presente

BARI15 giugno 201921:43

Fiori d’arancio a Roma per il marò tarantino Massimiliano Latorre: il fuciliere di Marina si è sposato nella Chiesa dell’ordinariato militare della Capitale, ornata di fiori tricolori, con Paola Moschetti, sempre al suo fianco nella querelle internazionale con l’India. Alle nozze ha partecipato il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.Assente, perché non possono avere contatti per il divieto del Tribunale dell’Aja, l’altro marò, Salvatore Girone, che Latorre chiama ‘fratello mio’ in un post sui social: “Caro Salvo, oggi non potremo festeggiare con te il mio matrimonio e di Paola, ma ti assicuro che, se non fisicamente, sarai e sarete tu, Vania, Michele e Martina, con noi”. I due marò, in missione di protezione della nave mercantile italiana Enrica Lexie furono coinvolti il 15 febbraio 2012 nella morte di due pescatori indiani al largo del Kerala, scambiati per pirati. L’8 luglio cominceranno all’Aja le udienze arbitrali che dovranno stabilire se spetti all’India o all’Italia processarli.
Caporalato: 5 arresti cc MantovaOperazione contro il lavoro nero nei campi a Ostiglia

SAMANTOVA15 giugno 201919:21

– Quattro ‘caporali’ e il committente sono stati arrestati dai carabinieri di Mantova nell’ambito di un’operazione contro il lavoro nero nei campi. In un’azienda agricola di Ostiglia, nel Mantovano, con sede legale a Legnago (Verona) i militari dell’arma hanno controllato 56 braccianti gestiti da una cooperativa modenese.
I lavoratori sono risultati in regola con il permesso di soggiorno ma sottopagati, circa 5 euro all’ora. Nessuno, inoltre indossava dispositivi di protezione e non erano mai stati sottoposti alla visita medica preventiva. I quattro ‘caporali’, tre pakistani e un marocchino, che avevano il compito di gestire i braccianti per conto della cooperativa, sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Mantova, mentre il proprietario del fondo agricolo, un agricoltore italiano di 72 anni, è finito agli arresti domiciliari.
Scontro auto-bus, 2 morti nel venezianoE’ un frontale, probabile causa salto corsia vettura

VENEZIA15 giugno 201919:26

– Due persone sono morte in un incidente stradale avvenuto in località Montiron a Tessera nella terraferma veneziana. Secondo una prima ricostruzione dei Vigili del fuoco, un’automobile avrebbe fatto un salto di corsia andando ad incastrarsi sotto un autobus delle linee extraurbane.
Le due vittime sarebbero gli occupanti del mezzo mentre l’autista, per la violenza dell’impatto, è rimasto incastrato nel mezzo. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco, i sanitari del Suem 118 con più ambulanze e le forze dell’ordine.
Muore alpinista donna sul San MatteoCordata travolta da probabile ‘scaricamento’ di neve

VALFURVA (SONDRIO)15 giugno 201920:18

– Una alpinista è morta oggi pomeriggio sulla parete Nord del monte San Matteo, a oltre 3.000 metri di quota nel territorio di Valfurva (Sondrio).
Faceva parte di una cordata di tre alpinisti colpita da un probabile scaricamento di neve che li ha trascinati in basso.
Uno di loro è riuscito a staccarsi e, dopo avere percorso un tratto a piedi, è riuscito a chiedere aiuto. Sul posto l’elisoccorso da Sondrio, con una Delegazione di Valtellina Valchiavenna del Soccorso Alpino e la Guardia di finanza. Dopo un primo sorvolo per valutare la situazione, il mezzo ha imbarcato quattro soccorritori e li ha portati sul luogo dell’incidente. Due alpinisti sono rimasti illesi, purtroppo il terzo, una donna, non è sopravvissuto. L’intervento è terminato intorno alle 19.           

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 22:05 DI venerdì 14 giugno 2019

ALLE 14:23 DI SABATO 15 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Lascia domiciliari per andare in carcere
Il 25enne fermato dai Carabinieri alla periferia di Matera

MATERA 14 Giugno 2019 22:05

– Nei giorni scorsi era più volte evaso dai domiciliari, allontanandosi volontariamente dalla sua abitazione, prima, e da una comunità di recupero, poi, perché voleva espiare la sua condanna in carcere: fermato di notte dai Carabinieri alla periferia di Matera, il 25enne è stato nuovamente arrestato e trasferito nella casa circondariale della Città dei Sassi. Nelle precedenti occasioni il giovane era stato invece sempre riaccompagnato nella sua abitazione e nella comunità di recupero.
A Modena è il giorno di Amanda KnoxLa 31enne di Seattle parlerà al Festival di giustizia penale

MODENA15 giugno 201910:17

– Oggi a Modena è il giorno di Amanda Knox. Decine di giornalisti accreditati da più Paesi, fotografi e cameraman sono in attesa dell’arrivo della 31enne di Seattle al Forum Monzani dove è in corso il Festival della giustizia penale. Amanda questa mattina parlerà per la prima volta ufficialmente nel suo primo ritorno in Italia dopo l’assoluzione nel processo per l’omicidio di Meredith Kercher. Amanda Knox interverrà sul palco in un dibattito che verte sul tema ‘Il processo penale mediatico’.
Ieri, in platea, si era mostrata infastidita per i flash dei fotografi per poi sciogliersi in commozione nel pomeriggio quando ha ascoltato le testimonianze di alcune vittime di errori giudiziari.
Bonus per e-bike, lunga fila a MateraPer minimizzare traffico nel centro sempre affollato da turisti

MATERA15 giugno 201910:27

– Centinaia di persone, fin dalle prime ore della giornata, si sono presentate al Municipio di Matera – dove si è creata una lunga fila – per presentare la domanda per ottenere il bonus per l’acquisto di e-bike, le biciclette a pedalata assistita.
Negli scorsi giorni, l’amministrazione comunale ha presentato il bando che prevede uno stanziamento complessivo di 250 mila euro che andranno a coprire il 30% dell’acquisto delle bici. Con l’avviso pubblico, il Comune si è posto l’obiettivo di “minimizzare il traffico di auto” soprattutto nel centro storico della Città dei Sassi (Capitale europea della Cultura 2019) affollato quotidianamente da centinaia di turisti.
Appello, sì Castelluccio ma fiori salviPresidente pro loco si rivolge a turisti e visitatori

PERUGIA15 giugno 201910:59

– “Venite a Castelluccio ad ammirare la fioritura, ma non calpestate né i fiori, né le piante della lenticchia”: è l’appello che Diego Pignatelli, agricoltore e presidente della Proloco del borgo, fa,, ai tanti visitatori e turisti che ogni giorno salgono sul Pian Grande per vedere da vicino uno degli spettacoli più suggestivi che la natura possa regalare. “Ogni anno rivolgiamo sempre lo stesso invito di non addentrarsi nei terreni coltivati – aggiunge – ma purtroppo non serve a molto. Così subiamo dei danni e si danneggia la bellezza dei fiori”.
Per gli amanti della fotografia che vogliono entrare nel cuore dei fiori, il presidente dell’Ente suggerisce di utilizzare i “corridoi” che si creano tra un appezzamento di terreno e l’altro, “ma sempre facendo molta attenzione”.
La fioritura a Castelluccio, paese dei Sibillini distrutto dal sisma del 2016, di fatto è iniziata con la nascita delle specie spontanee. Il clou è però atteso tra fine mese e inizio luglio.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE ED AGGIORNATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bimbi maltrattati, interdetta insegnante
Vessazioni in scuola materna nel Salento

LECCE15 giugno 201911:02

– Un’insegnate di scuola materna di 61 anni è stata interdetta per sei mesi dall’esercizio della sua attività per avere maltrattato, minacciato e in alcuni casi malmenato bimbi di tre anni durante le ore di lezione. Il provvedimento, disposto dal gip di Lecce su richiesta della Procura, è stato eseguito dai carabinieri. Una cinquantina gli episodi contestati e almeno 20 i bambini coinvolti. Le indagini sono partite a febbraio dopo la denuncia dei genitori di un bimbo di tre anni che avevano notato un cambio nel comportamento del piccolo che tornava a casa con lividi sulle gambe. Alla loro denuncia si sono aggiunte altre segnalazioni. Su indicazione del pm Donatella Palumbo, quindi, sono state installate telecamere in aula ed è emerso che l’insegnate utilizzava sculacciate, schiaffi, pugni e vessazioni psicologiche con i piccoli. Si sentono urla con offese e minacce ai bambini con frasi del tipo, “se non stai zitto ti ammazzo di botte” seguite da pianti.
L’accusa è di abuso dei mezzi di correzione.
Corpi carbonizzati, da autopsia veritàTra ipotesi anche omicidio-suicidio

15 giugno 201911:12

– Sarà l’autopsia a fornire elementi utili sulla morte dell’uomo e la donna trovati carbonizzati ieri mattina in un’auto a Torvaianica, vicino Roma. Dall’esame potranno emergere eventuali segni di ferite sui corpi e stabilire se sono morti prima che l’auto andasse a fuoco o se sono stati arsi vivi. L’esame, che sarà eseguito al policlinico Tor Vergata nei prossimi giorni, potrà confermare anche l’identità dei due. Si ipotizza si tratti di Maria Corazza, 46enne di Pomezia che usava la macchina in cui sono stati trovati, e l’amico di famiglia 39enne Domenico Raco. Di entrambi non si hanno più notizie. Sulla vicenda indagano i carabinieri che ieri hanno ascoltato, come persona informata sui fatti, il compagno della donna scomparsa. L’uomo ha fornito una sua versione poi riscontrata dagli inquirenti. Ieri mattina con la compagna hanno lasciato la figlia a scuola e poi si sono separati. L’uomo avrebbe poi incontrato un amico in un bar. Non si esclude né la pista del duplice omicidio né quella di un omicidio-suicidio.
Morto in auto a fuoco,per Cc è incidentePompieri trovano corpo carbonizzato dopo spegnimento fiamme

SIENA15 giugno 201911:12

– E’ di un uomo di 53 anni il corpo carbonizzato ritrovato la notte scorsa all’interno di un’auto nei pressi di Monteriggioni (Siena) dai vigili del fuoco dopo aver spento la vettura che era andata in fiamme. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la vittima sarebbe finita fuori strada con l’auto a causa di un malore. Inoltre, in base a una prima ricostruzione, l’auto è finita in un campo con l’erba alta almeno un metro e il motore, rimasto acceso, avrebbe innescato l’incendio per il contatto con la vegetazione.
Alcuni colleghi, con cui il 53enne aveva trascorso la serata, avrebbero riferito ai carabinieri che l’uomo non si sentiva molto bene già prima di salire in auto, circostanza che potrebbe avvalorare l’ipotesi di un malore mentre guidava la vettura.
Bimbi percossi a scuola Corano,2 arrestiIndagini polizia, ‘ma nessun indottrinamento antioccidentale’

SAPISA15 giugno 201911:23

– Percossi con mazze per imparare il Corano. Con l’accusa di maltrattamenti su minori, sono stati arrestati dalla squadra mobile di Pisa due ‘maestri’ di Corano mentre un terzo membro di un’associazione culturale islamica senegalese è stato indagato a Santa Croce sull’Arno al culmine di un’indagine nata per far luce sui comportamenti tenuti in una specie di doposcuola allestito in un appartamento nel centro della cittadina. La casa era frequentata da una sessantina di ragazzini tra 7 e 17 anni e tutti di origine senegalese. In nessun caso comunque la polizia ha riscontrato indottrinamenti antioccidentali. Le due persone arrestate sono in carcere in esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare.
Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore Flavia Alemi, nel centro i due ‘maestri’ avevano il compito di tramandare la tradizione coranica adottando metodi che sono stati giudicati violenti.
Imbarcazione a fuoco in porto di CarraraIncendio in ormeggio, comandante riesce a mettersi in salvo

MARINA DI CARRARA (MASSA CARRA15 giugno 201911:24

– Un incendio ha completamente distrutto un’imbarcazione ormeggiata nel porto di Marina di Carrara (Massa Carrara) la notte scorsa, verso le 1, dove sono intervenuti guardia costiera, vigili del fuoco, un rimorchiatore antincendio che ha trainato il natante in fiamme a una banchina isolata così da non far propagare il fuoco ad altre unità. Secondo le autorità portuali, a bordo c’era solo il comandante che, viste le fiamme, ha lasciato l’unità e si è messo a disposizione dei soccorritori. Ora l’imbarcazione risulta completamente bruciata e semisommersa.
Tuttavia non ci sarebbero inquinamenti da sversamento in mare di carburante, cosa che sarebbe potuta accadere visti i circa 8000 litri di gasolio a bordo.
Falsi coltelli sardi dal PakistanGdf sequestra 1000 “pattadesi” tra Sardegna e Lombardia
SASSARI15 giugno 201911:25

– Un traffico internazionale di falsi coltelli riconducibili alla tradizione sarda è stato sgominato dalla Guardia di Finanza di Sassari tra il Pakistan, la Lombardia e la Sardegna. Il blitz delle Fiamme Gialle, che ha portato al sequestro di circa mille coltelli e alla denuncia di un imprenditore, è scattato a seguito di un primo ritrovamento, a maggio scorso, di “pattadesi” fabbricate in Pakistan e pronte alla vendita in una boutique di souvenir a Golfo Aranci, in Gallura.
I finanzieri, coordinati dalla Procura di Tempio Pausania, hanno concentrato l’attenzione su un imprenditore della provincia di Cagliari, presente su diversi siti di vendita on line e in numerosi negozi dell’isola. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo acquistava i coltelli dal Pakistan per pochi dollari, rivendendoli, poi, ad un prezzo che poteva superare i 400 euro. I falsi coltelli sono stati trovati nell’officina dell’uomo e in vari punti vendita della Sardegna e di Milano.
Trovati nonno e nipoti dispersi in gitaMontevarchi, bimbi troppo piccoli per andare a cercare soccorsi

MONTEVARCHI (AREZZO)15 giugno 201911:28

– Nonno di 63 anni e nipoti, di 5 e 7 anni, si fermano per fare il bagno in un torrente vicino a Montevarchi (Arezzo) ma l’anziano scivola e si frattura il femore. I tre sono rimasti dispersi da ieri fino alle 4.30 di oggi, quando sono stati ritrovati. I bambini, troppo piccoli, non erano in grado di andare a cercare i soccorsi e peraltro la zona non è coperta da segnale telefonico perciò il nonno non poteva avvisare dell’infortunio. I soccorsi li hanno individuati nella zona di Gorgiti. Poi il 118 ha trasportato il nonno in ospedale mentre i bambini, visitati dal medico sul posto, sono risultati in buone condizioni fisiche.
L’allarme è scattato ieri quando i tre non hanno fatto ritorno a casa e quindi i familiari hanno dato l’allarme. Dopo aver battuto l’area dove la famiglia sapeva che vi si erano diretti, vigili del fuoco, carabinieri e volontari dopo molte ore li hanno avvistati lungo un torrente e tratti in salvo in piena notte.
Rifiuti yacht, 10 indagati a RapalloI vertici del porto Riva e gestore cantiere smaltimento rifiuti

GENOVA15 giugno 201911:47

– Dieci persone risultano indagate per traffico di rifiuti legato alla strage degli yacht provocata dalla mareggiata di ottobre a Rapallo. Il pubblico ministero Andrea Ranalli ha iscritto nel registro Andrea Dall’Asta, ad della società che gestisce il porto Carlo Riva, Marina Scarpino, direttore del porto Carlo Riva, Mirko Malziani, responsabile della sicurezza del porto e Pasquale Capuano, imprenditore campano che gestisce un cantiere di smaltimento a Carrara.
Indagate anche sei persone responsabili di piccole aziende che lavorano per quest’ultimo. Secondo i legali della direzione del porto, la struttura risulterebbe vittima di una truffa.
L’inchiesta è nata a maggio dopo il controllo su un tir che usciva dal porto, dove aveva caricato materiale, diretto verso Carrara, ai cantieri gestiti da Capuano. Il conducente era privo della documentazione relativa ai rifiuti. I carabinieri di Santa Margherita decidono di approfondire scoprendo che Capuano lavora a prezzi troppo bassi.
Bimba in auto per fare compere, denunciaCoppia di cittadini indiani è accusata di abbandono di minore

CAGLIARI15 giugno 201911:49

– Hanno chiuso la figlia di cinque anni in auto e sono andati in un negozio a fare acquisti. Una coppia di indiani, residenti nel Cagliaritano, un 38enne e la moglie di 24, sono stati denunciati dalla Polizia per abbandono di minore.
I fatti sono avvenuti alcuni giorni fa, quando un cittadino ha segnalato al 113 la presenza della bambina chiusa in un’auto parcheggiata in via Battisti a Cagliari. Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato sia l’uomo che aveva chiamato il 113 che i genitori della piccola. Secondo quanto riferito ai poliziotti, la bambina, seduta nel seggiolino sui sedili posteriori, sarebbe rimasta da sola per circa una mezz’ora sull’auto con il finestrino anteriore leggermente aperto. I genitori, invece, hanno dichiarato di essersi assentati per non più di 10-15 minuti. Una giustificazione che non è servita a evitare la denuncia.
Peacekeeping, workshop a GenovaEsperti internazionali discutono su stato arte missioni di pace

GENOVA15 giugno 201911:58

– Esperti internazionali a confronto per discutere sull’evoluzione delle operazioni di pace e gli scenari di sicurezza internazionali. Workshop a Genova, da lunedì 17 a mercoledì 19 giugno in camera di Commercio, per mettere a confronto esperti provenienti da tutto il mondo su un tema impegnativo ‘State of the Art? the future of peacekeeping data’. Il workshop, organizzato dal dipartimento di Scienze politiche dell’università di Genova in collaborazione con la Folke Bernadotte Academy, l’agenzia di ricerca del ministero Svedese degli affari esteri, prevede interventi dei maggiori esperti mondiali da 23 diverse istituzioni americane e europee: tra questi Stefano Costalli (Università di Firenze), Paul Diehl (Texas), Michael Gilligan (New York), Lisa Hultman (Uppsala) e Andrea Ruggeri (Oxford). Tra i temi trattati il contenimento dei conflitti e l’analisi statistica sulla sicurezza internazionale, le ricerche e gli approfondimenti inerenti l’evoluzione del peacekeeping e degli scenari di sicurezza mondiali.
Amanda Knox, Guede uccise Meredith’Vorrei incontrare pm e vorrei capisse che non sono un mostro’

MODENA15 giugno 201912:14

– “Il primo novembre 2007, un ladro, Rudy Guede è entrato nel mio appartamento, ha violentato e ha ucciso Meredith. Ha lasciato tracce di dna e impronte. È fuggito dal Paese, processato e condannato. Nonostante ciò un numero importante di persone non ha sentito il suo nome, questo perché pm, polizia e giornalisti si sono concentrati su di me.
Giornalisti chiedevano di arrestare un colpevole. Hanno indagato me mentre Guede fuggiva”. Così Amanda Knox dal palco del Festival della Giustizia penale a Modena. Capelli sciolti, la voce commossa e rotta, più volte, dal pianto e dal bisogno di riprendere fiato e bere un sorso d’acqua.
“Sto pensando al mio pm, Giuliano Minnini – ha detto Amanda – vorrei avere un faccia a faccia con lui, al di fuori del ruolo di buono e di cattiva”. “Spero che, se ciò accadrà, anche lui riesca a vedere che anche io non sono un mostro, ma semplicemente Amanda”.
Giustizia per Meredith? “No”, ha risposto Amanda durante il talk con giornalisti e avvocati, “non è più viva”.
Cittadinanza a Segre,dedico a Mattarella”Capo dello Stato, faro in questo momento in Italia”

SAPALERMO15 giugno 201912:36

– Il sindaco Leoluca Orlando ha conferito la cittadinanza onoraria di Palermo alla senatrice a vita Liliana Segre. La cerimonia è avvenuta a Palazzo delle Aquile. “Voglio dedicare questo momento al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, faro in questo momento in Italia”, ha detto Segre.
Spaccia alle medie, denunciata 14enneAltri 4 studenti segnalati perché assuntori, uno ha 12 anni

MILANO15 giugno 201912:39

– Una 14enne è stata denunciata dai carabinieri al Tribunale dei minori di Brescia per cessione di stupefacenti e un 13enne (quindi non imputabile) è stato segnalato per lo stesso reato. Il tutto – spaccio e consumo di hashish – avveniva nei bagni della scuola media di Cremona che i ragazzi frequentano. Altri 4 studenti (fra i quali un 12enne) sono stati segnalati quali assuntori di stupefacenti.
L’indagine è nata nel gennaio scorso da una segnalazione della scuola dopo che un’insegnante ha scoperto due studenti con un grammo di hashish, subito consegnato ai militari. Dopo una serie di perquisizioni personali sono stati trovati altri 6 grammi della stessa droga.
Nei confronti dei ragazzi, come confermano i carabinieri, la scuola ha adottato, a seconda del comportamento e del grado di coinvolgimento nella vicenda, provvedimenti di carattere disciplinare.
Pm, non credo possibile incontro Amanda”Ci voleva Knox per dire non sono mostro”, afferma Mignini

PERUGIA15 giugno 201913:02

– “Valuterò ma non credo proprio che sia possibile incontrarci”: è la prima reazione del magistrato Giuliano Mignini, che ha coordinato da subito le indagini sull’omicidio di Meredith Kercher alle parole di Amanda Knox. La quale ha detto di volere un faccia a faccia con lui. “E’ stato sostenuto per anni che ero un mostro – ha aggiunto -, ci voleva Amanda Knox per dire che non è vero…”. Mignini, ora alla procura generale di Perugia, ha quindi ribadito di “avere sempre svolto il suo lavoro con onestà”.

In v.Conciliazione ‘Tavolata senza muri’A Roma pranzo per 1300 persone. Eventi solidarietà in 25 città

CITTA’ DEL VATICANO15 giugno 201913:29

– Tutto è pronto in via della Conciliazione per la ‘tavolata senza muri’, una iniziativa di solidarietà che vedrà sedere in una lunga tavola, a pranzo, persone di diverse nazionalità, culture, estrazioni sociali. Il tavolo è lungo 270 metri ed ospiterà 1300 persone sedute. A servire saranno i volontari di diverse associazioni. Iniziative analoghe si terranno in 25 città, da Alessandria a Catania.
Oltre 5mila le persone che verranno ospitate in questi pranzi, un migliaio i volontari, 37 le associazioni nazionali e internazionali che hanno aderito. A promuovere l’iniziativa sono Focsiv, Masci, Caritas; a Roma in collaborazione con il Municipio I; hanno patrocinato gli eventi anche Anci e Uncem.
P.Civile,la baby volontaria d’ItaliaSi chiama Pasqua, ha sei anni ed è di Rutigliano

SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA)15 giugno 201913:30

– “Racconto ai mie amici che mi piace spegnere il fuoco e si fanno tante cose belle”. Lei è Pasqua Dalba ha sei anni ed è la volontaria della protezione civile più piccola d’Italia. Pasqua è di Rutigliano (Bari) ed è presente insieme al padre Giuseppe a San Giovani Rotondo dove si sta svolgendo il Raduno Nazionale del Volontariato di Protezione Civile. Già da quando aveva quattro anni seguiva il papà nelle azioni di volontariato. “Voglio fare volontariato anche da grande”, dice determinata Pasqua. “Nel 2009 abbiamo avuto una disgrazia in casa, ho perso una sorella di 16 anni – racconta il padre Giuseppe, fondatore di un’associazione di volontariato di Rutigliano – Eravamo all’ospedale di Taranto ma non riuscivano a trovare un’ambulanza per portala a casa. Ho promesso a mia sorella che dal giorno dopo avrei aperto un’associazione a Rutigliano con ambulanze, auto mediche e personale specializzato”. “Poi – aggiunge Dalba – è arrivata Pasqua e da allora segue tutti i giorni il papà”.
Portici verso Unesco, graffito più graveLa Polizia denuncia per imbrattamento aggravato due giovani

BOLOGNA15 giugno 201914:05

– I portici di Bologna sono candidati per diventare patrimonio dell’Unesco ed è per questo che realizzare un graffito sotto uno di essi può essere considerato più grave rispetto a un muro ‘normale’. A due giovani sorpresi e denunciati la scorsa notte all’angolo tra via Mazzini e piazza Trento Trieste, nella prima periferia della città, la polizia ha contestato infatti il reato di imbrattamento, ma con l’aggravante che il bene deturpato è ritenuto di interesse storico e artistico. Con questa aggravante, ipotizzata per la prima volta e che dovrà comunque essere confermata dalla Procura, i due ragazzi, 21 e 23 anni, rischiano fino un anno di carcere e tremila euro di multa. Gli agenti sono stati avvisati da un passante. I due writer, incensurati, avevano vergato sul muro un ‘tag’ con grosse lettere dell’alfabeto impresse con vernice bianca e nera.

E’ morto Franco ZeffirelliSu twitter il cordoglio del sindaco di Firenze Nardella

FIRENZE15 giugno 201912:59

– E’ morto Franco Zeffirelli. Il regista aveva 96 anni. “Non avrei mai voluto che arrivasse questo giorno. Franco #Zeffirelli se ne è andato questa mattina.
Uno dei più grandi uomini della cultura mondiale. Ci uniamo al dolore dei suoi cari. Addio caro Maestro, Firenze non ti dimenticherà mai” scrive il sindaco Dario Nardella su twitter.

Amanda Knox, Guede uccise Meredith’Vorrei incontrare pm e vorrei capisse che non sono un mostro’

MODENA15 giugno 201912:14

– “Il primo novembre 2007, un ladro, Rudy Guede è entrato nel mio appartamento, ha violentato e ha ucciso Meredith. Ha lasciato tracce di dna e impronte. È fuggito dal Paese, processato e condannato. Nonostante ciò un numero importante di persone non ha sentito il suo nome, questo perché pm, polizia e giornalisti si sono concentrati su di me.
Giornalisti chiedevano di arrestare un colpevole. Hanno indagato me mentre Guede fuggiva”. Così Amanda Knox dal palco del Festival della Giustizia penale a Modena. Capelli sciolti, la voce commossa e rotta, più volte, dal pianto e dal bisogno di riprendere fiato e bere un sorso d’acqua.
“Sto pensando al mio pm, Giuliano Minnini – ha detto Amanda – vorrei avere un faccia a faccia con lui, al di fuori del ruolo di buono e di cattiva”. “Spero che, se ciò accadrà, anche lui riesca a vedere che anche io non sono un mostro, ma semplicemente Amanda”.
Giustizia per Meredith? “No”, ha risposto Amanda durante il talk con giornalisti e avvocati, “non è più viva”.
Armani veste Italia alle OlimpiadiLa collaborazione dello stilista con il Coni e con il Cip

15 giugno 201913:37

– Giorgio Armani vestirà la squadra italiana ai giochi olimpici e paralimpici di Tokyo 2020. La collaborazione dello stilista con il Coni e con il Cip, il Comitato paralimpico italiano, è stata annunciata in occasione della presentazione della collezione Emporio Armani uomo per la prossima primavera estate. In passerella anche 20 atleti olimpici e 9 paralimpici delle diverse discipline con i capi firmati EA7 Emporio Armani creati appositamente per il podio. “Sono felice di questa collaborazione che rinnova il sodalizio nato nel 2012 – ha detto Giorgio Armani – trovo sempre stimolante cercare nuove soluzioni per le uniformi degli atleti che devono fondere l’eleganza dello stile alla praticità d’uso.
Per l’Italia team a Tokyo ho creato dettagli visivi che sono un omaggio al Giappone, un paese che ammiro da sempre e che mi ha accolto di recente con grande calore”. Ospite della sfilata, in prima fila, il presidente del Coni Giovanni Malagò.         

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:57 ALLE 22:05 DI VENERDì 14 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Knox ascolta vittime errori e piange
Lacrime per l’intervento di Peter Pringle e Angelo Massaro

MODENA14 giugno 2019 15:57

– Momento di commozione per Amanda Knox mentre al Festival di giustizia penale a Modena ha ascoltato gli interventi di Peter Pringle, irlandese che ha trascorso 14 anni nel braccio della morte accusato di un omicidio dal quale poi è stato scagionato, e di Angelo Massaro, tarantino assolto – e scarcerato – dopo una condanna per omicidio.
Dal palco del Forum Monzani, Pringle e Massaro hanno portato le loro testimonianze. Amanda Knox, seduta in platea accanto al fidanzato Christopher Robinson, ha chiesto un fazzoletto e si è asciugata lacrime, visibilmente commossa. Poi si è stretta in un abbraccio con Pringle al termine dell’intervento e ha scambiato qualche parola con Massaro. Questa mattina, infastidita, si era allontanata dal Forum per la ressa di fotografi. Domattina non potrà però sottrarsi ai riflettori: nel confronto sul ‘processo penale mediatico’, la 31enne di Seattle parlerà in prima persona e per la prima volta, pubblicamente, da quando è tornata in Italia.
Scuola: crescono studenti Dsa, sono 3,2%Certificazioni disgrafia +163,4%, discalculia +160,5%

14 giugno 201916:21

– Il numero di alunni con DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) sul totale dei frequentanti è costantemente cresciuto ed è passato dallo 0,7% del 2010/2011 al 3,2% del 2017/2018.
L’incremento del numero di certificazioni registrato nell’arco degli ultimi quattro anni è notevole: quelle relative alla dislessia sono salite da circa 94 mila a 177 mila, segnando un tasso di crescita dell’88,7%; le certificazioni di disgrafia sono passate da 30 mila a 79 mila, con una crescita del 163,4%. Anche il numero di alunni con disortografia certificata è aumentato notevolmente, passando da circa 37 mila a 92 mila (+149,3%); gli alunni con discalculia sono aumentati da 33 mila a poco meno di 87 mila (+160,5%). I numeri sono stati pubblicati oggi dal Miur nel Focus statistico sugli studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) nelle scuole statali, paritarie e non paritarie.
Sisma, arrestati negano davanti al gipSentiti ad Ascoli funzionario Marche e imprenditrice S.Benedetto

ANCONA14 giugno 201916:21

– Il funzionario della Regione Marche Stefano Mircoli e l’imprenditrice di San Benedetto del Tronto Cristina Perotti, arrestati dalla Guardia di finanza per corruzione e rivelazione d’ufficio nell’ambito di un’inchiesta della procura di Ascoli Piceno sulla gestione delle macerie post sisma nel Piceno e nel Fermano, hanno negato ogni responsabilità per le accuse nell’interrogatorio di garanzia davanti al gip Annalisa Giusti. Solo Mircoli, funzionario dell’ufficio regionale che sovraintende allo smaltimento macerie, difeso all’avv. Massimo Monaldi, ha avanzato richiesta di scarcerazione sulla quale il gip si è riservato. “Non vi è motivo – afferma il legale – che resti detenuto: l’accusa ha sequestrato documenti, materiale informatico, telefonini e account e-mail degli indagati, non sussiste più il pericolo di inquinamento delle prove, tanto più che è stato sospeso dalle mansioni in Regione”.
Il legale della Perotti, avv. Francesco De Minicis si riserva di fare la stessa richiesta.
Sequestrati gadget di Vasco contraffattiNei 6 concerti al Meazza, 52 persone denunciate

MILANO14 giugno 201916:21

– Sono 52 le persone denunciate per contraffazione e ricettazione dalla Polizia locale di Milano nel corso dell’attività di contrasto alla contraffazione svolta allo Stadio di San Siro in occasione dei sei concerti di Vasco Rossi.
Posizionati prevalentemente in piazzale Axum e via Achille Fetonte, i venditori abusivi hanno utilizzato un nuovo metodo per rifornirsi della merce ed evitare di avere vicino a loro una grande quantità di articoli. Utilizzavano infatti come magazzino, condiviso da più persone, auto parcheggiate nei pressi dello stadio. Una tecnica, come sottolinea una nota del Comune, per evitare che di fronte all’intervento della Polizia Locale fosse posto sotto sequestro un gran numero di capi.
Alla fine dell’attività la Polizia Locale ha denunciato 52 persone per contraffazione e ricettazione, ha sequestrato penalmente 2.466 articoli contraffatti, tra cui maglie, cappelli, sciarpe e braccialetti riconducibili all’immagine dell’artista o all’evento musicale.
Morì in ospedale, infermiere condannatoCinque anni e 8 mesi per omicidio colposo con rito abbreviato

ASTI14 giugno 201916:22

– È stato condannato a cinque anni e otto mesi per omicidio colposo Mauro Capra, l’infermiere dell’ospedale di Carmagnola (Torino) accusato della morte di un anziano, Giovanbattista Tuninetti, 87 anni, ricoverato nell’ottobre 2015 nella struttura sanitaria torinese e deceduto per un’iniezione sospetta. È la sentenza di primo grado del processo con rito abbreviato emessa dal giudice del tribunale di Asti, Giorgio Morando.
Capra, difeso da Alberto Cochis e Alessandra Piano, ha sempre respinto ogni accusa. “Attendiamo di conoscere le motivazioni e probabilmente ricorreremo in Appello”, dice la difesa. Il pm Laura Deodato aveva chiesto una condanna a dieci anni di carcere.
Fu una tirocinante a notare il comportamento anomalo di Capra. La direzione sanitaria lo segnalò alla Procura di Asti, che dispose la riesumazione della salma dell’uomo a due mesi dal decesso. L’autopsia rilevò la presenza di Midazolam, farmaco mai prescritto e che risultò letale per l’anziano.
Raggi, 60 mln per manutenzione stradeNei prossimi due anni 9 automezzi dedicati a sorveglianza

ROMA14 giugno 201916:53

– “Nei prossimi 2 anni 60 milioni di euro andranno alla manutenzione ordinaria delle strade di Roma.
Abbiamo avviato un nuovo modello di gestione delle vie della grande viabilità che prevede un sistema integrato di servizi e lavori attivi h24”. Così si Fb la sindaca Virginia Raggi. “E’ il primo grande investimento sulla rete stradale di Grande Viabilità che raccoglie in un sistema unico attività diverse quali la sorveglianza di strade, ponti e gallerie, un call center tecnico, un monitoraggio con strumenti ad alto rendimento tecnologico e la programmazione informatizzata di pronto intervento e manutenzione ordinaria. Previsti 9 automezzi dedicati h24 alla sorveglianza, 48 squadre di operai e mezzi pronti a intervenire nelle emergenze o a effettuare ripristini stradali. Roma Capitale per i suoi 800 Km di strade di Grande Viabilità e 11 milioni di mq di area stradale investirà una cifra, comparativamente, pari a quasi il doppio della media di altre città capoluogo italiane. Lavoro mai fatto prima”, conclude.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE APPROFONDITE ED AGGIORNATE E DETTAGLIATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Cannabis: dissequestro per shop Caserta
Imprenditore giorni fa si incatenò per protesta

CASERTA14 giugno 201917:40

– Il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha ordinato il dissequestro del negozio Green Planet Grow Shop di Caserta, che vende cannabis light e prodotti per la coltivazione della canapa. L’attività era stata sequestrata il 31 maggio scorso dai carabinieri insieme ad altri tre negozi simili.
Il 27enne Virgilio Gesmundo, titolare e gestore del Green Planet ubicato a via Gemito, pieno centro di Caserta, qualche giorno dopo il sequestro, si era incatenato per protesta davanti al suo negozio, chiedendo che venisse riaperto “perchè non vendo solo infiorescenze, ma anche concimi, e altri prodotti per l’agricoltura”. Il Gip ha accolto l’istanza dei suoi legali, Lorenzo Simonetti e Claudio Miglio, ma Gesmundo per ora non potrà vendere la cannabis light; dovrà attendere che arrivino gli esiti degli esami sui 16 grammi che gli sono stati sequestrati, e che per il 27enne, contengono un livello di thc inferiore alla soglia definita “drogante” dalla legge.

A Foligno sfiorati i 40 gradiTemperature massime intorno ai 38 gradi in gran parte regione

PERUGIA14 giugno 201918:03

– Il grande caldo è arrivato su tutta l’Umbria, con temperature che hanno superato anche i 38 gradi. Secondo i rilevamenti del Centro funzionale della Regione, la città più “bollente” è stata Foligno con 39,6 gradi.
Sopra 38 Bastia Umbra, le zone interne di Castiglione del Lago e Petrignano di Assisi. A Perugia il termometro ha fatto registrare 37,2, mentre a Terni si è fermato a 36,7.
Su tutto il resto dell’Umbria, fatta eccezione per le zone appenniniche – sempre in base ai dati della protezione civile -, le temperature si sono attestate tra i 32 e i 37 gradi.

Temporali in arrivo, allerta in PiemonteSchiarite da domani,domenica torna il tempo stabile e soleggiato

TORINO14 giugno 201918:45

– Ancora allerta maltempo sul Piemonte, dopo una giornata in cui il termometro ha superato i 30 gradi. Secondo le previsioni dell’Arpa, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, l’avvicinarsi di una depressione atlantica dalla Francia sta determinando l’ingresso di aria più fredda e instabile in quota, con temporali di intensità forte o molto forte a nord del Po. Possibili anche grandinate e raffiche di vento. Già dalle prime ore di domani mattina è previsto un miglioramento.
Sempre secondo l’Arpa, domani il cielo sarà irregolarmente nuvoloso, con schiarite in pianura e addensamenti più persistenti a ridosso dei rilievi. Domenica, invece, la rimonta anticiclonica riporterà tempo nuovamente stabile e soleggiato.
Aggredì zio che poi morì, condannataL’uomo fu picchiato due anni fa nella sua casa a Cesenatico
CESENATICO (FORLÌ14 giugno 201919:19

– Il tribunale di Forlì ha riconosciuto colpevole Paola Benini dell’omicidio dello zio Alfredo Benini, 87 anni, ipovedente, aggredito brutalmente il 15 ottobre 2017 nella sua abitazione in centro a Cesenatico e poi morto il 13 maggio 2018 in ospedale non essendosi più ripreso. La donna, che si è sempre professata innocente ed era l’unica imputata, è stata condannata a 24 anni di reclusione, il pm Sara Posa ne aveva chiesti 25. L’uomo fu picchiato con ferocia alla testa, secondo i giudici Paola Benini, 57 anni, prima lo aggredì a mani nude poi con un corpo contundente mentre questi era già riverso a terra gravemente ferito e in una pozza di sangue. Alla base del gesto ci sarebbero stati motivi economici.

Figlio con 15enne:processo ordinario 1/7Giudice ha deciso, non si farà l’abbreviato perché manca un atto

PRATO14 giugno 201919:59

– Niente rito abbreviato (e relativo sconto di un terzo della pena in caso di condanna) ma processo immediato con rito ordinario e prima udienza dall’1 luglio. Lo ha deciso il giudice Francesco Pallini di Prato nel procedimento a carico della donna 31enne imputata di violenza sessuale e atti sessuali sul 15enne da cui ha avuto un figlio. Il giudice ha accolto un’eccezione della parte civile presentata due giorni fa, relativa alla mancanza di una procura speciale. La circostanza vanifica la celebrazione del processo abbreviato come era stato chiesto dalla difesa. Dunque ci sarà un giudizio immediato – senza filtro dell’udienza preliminare ma direttamente a processo – come voleva la procura. Con la donna verrà processato il marito, imputato per aver detto di esser lui il padre del bambino nato dalla relazione della moglie con lo studente 15enne cui impartiva ripetizioni di inglese.

Madre compra scuola per farla vivereAccade nell’imperiese, immobile di proprietà delle suore

VALLECROSIA (IMPERIA)14 giugno 201920:06

– Compra la scuola per non farla chiudere. E’ il gesto di una donna madre di una ragazzina di 14 anni e di un figlio di 8. Lei, Vanessa Crivelli, maestra elementare in altra scuola, ha dato l’annuncio al termine della festa di fine anno scolastico. La scuola è la Sant’Anna di Vallecrosia, di proprietà delle ‘Suore della Carità’ che hanno messo in vendita l’edificio a una cifra milionaria. “Ho promesso a mio figlio che avrei salvato la sua scuola e lo farò”, ha detto la donna. “L’anno scorso mio figlio ha avuto un problema molto serio e mi ha chiesto di salvargli la scuola – ha spiegato Vanessa – Abbiamo lottato tutti insieme, ma varie vicissitudini mi hanno portato a intraprendere questo cammino da sola. Non è facile, ma ho tante persone che mi affiancano e mi danno una mano. Le verifiche dovrebbero essere tutte ultimate. Per fine giugno mi auguro di potervi dare una risposta concreta: è più sì che no ma è tutto in mano alla banca”. La donna ha fatto capire di non essere sola nell’azione.

Incidente nave: porto sarà a Chioggia o a San NicolòToninelli boccia Marghera, troppo pericolosa
VENEZIA14 giugno 201916:55

– “I tecnici hanno filtrato le idee esistenti hanno scelto quelle che potevano essere soluzioni percorribili e abbiamo questi primi documenti che indicano San Nicolò e Chioggia” come possibile futuro per il porto di Venezia ad uso delle Grandi navi. Così il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli dopo un sopralluogo su Venezia per la questioni Grandi navi. No all’ipotesi Marghera, con canale dei Petroli e Vittorio Em. perché impraticabili per manovra, sicurezza e inquinamento definendo l’area “una zona Seveso”. “Fin che ci sono io non posso accettare il rischio – ha detto Toninelli bocciando Marghera – che una nave con a bordo 5/6mila persone vada scontrarsi, non contro una banchina come avvenuto il 2 giugno, ma contro una petroliera o una raffineria: Marghera è una zona rischio Seveso, ci sono raffinerie, petrolchimici e stoccaggi di benzine”.
Da scooter in autostrada a monopattini – LE NUOVE NORME DEL CODICE DELLA STRADATutte le regole previste nel testo unificato in discussione in commissione

14 giugno 201916:02

In autostrada anche con una moto o scooter con 120 di cilindrata. Pattini, monopattini e skate anche sulle aree pedonali. Maggior sicurezza per la circolazione dei ciclisti. Strade protette e con limiti ridotti davanti agli edifici scolastici.Sono alcune delle misure contenute nel testo base con le modifiche al Codice della strada, che la Commissione trasporti della Camera ha messo a punto.Il testo e’ diviso in 9 articoli, che vanno dalle disposizioni in materia di tutela dei soggetti vulnerabili alle disposizioni per la sicurezza stradale, dalle norme per favorire la mobilita’ personale e ciclistica, fino a quelle per veicoli pesanti, macchine agricole e veicoli d’epoca.Una delle novita’ riguarda l’uso di moto e scooter, attualmente ammessi in autostrada solo con cilindrata superiore ai 150 cc: con le nuove modifiche, il divieto di circolazione su autostrade e strade extraurbane viene abbassato sotto i 120 cc. Ma la circolazione sara’ consentita “solo a soggetti maggiorenni” con patente A, B o superiore o da almeno due anni con patente A1 e A2 (ovvero quelle per sedicenni e diciottenni). Per la sicurezza intorno alle scuole, arriva un nuovo tipo di strada: la ‘strada scolastica’, su cui i comuni stabiliranno “limitazioni alla circolazione” almeno negli orari di entrata e uscita, abbassando il limite di velocita’ a 30 km/h o meno e delimitando zone a traffico limitato. Per la sicurezza dei ciclisti viene introdotta la linea di arresto agli incroci, denominata ‘casa avanzata’ (verra’ realizzata almeno 3 metri davanti allo stop, tenendo i ciclisti lontani dai gas di scarico), e vengono fornite alcune indicazioni sul sorpasso di una bicicletta da parte delle auto (“assicurare una maggiore distanza laterale di sicurezza”, che fuori dai centri urbani viene quantificata in 1,5 metri).Via libera, inoltre, alla circolazione di pattini, monopattini e skate sugli itinerari ciclopedonali, aree pedonali e spazi riservati ai pedoni. Proprio per i pedoni, invece, viene codificato che le auto dovranno dare la precedenza non piu’ quando “hanno iniziato l’attraversamento” ma “quando si accingono ad attraversare la strada”; inoltre i pedoni hanno la precedenza quando il traffico non e’ regolato da vigili o semafori. Confermato il divieto di usare smartphone, computer portatili, notebook e tablet durante la guida, pena una multa da 422 a 1.697 euro (quasi quadruplicate dalla attuale sanzione di 161 a 467 euro) e sospensione della patente da 7 giorni a due mesi. Multe che lievitano a 644-2.588 euro se si reitera la violazione nel corso di un biennio.Sono inoltre previste esenzioni dal pedaggio delle autostrade per le ambulanze, i veicoli della protezione civile e delle organizzazioni di volontariato. Per le ambulanze, inoltre, e’ consentito il trasporto di un accompagnatore e viene introdotta la linea rossa per le aree di sosta. Spazi riservati alla sosta sono previsti anche per donne in gravidanza o con bambino fino a 2 anni. E’ poi consentito l’accesso libero alle ztl ai veicoli elettrici. Vengono esentati dall’uso della cintura persone che abbiano subito interventi chirurgici all’addome con certificazione del medico curante. Tra le novita’, poi, la possibilita’ di richiedere l’invio delle multe sulla propria posta certificata, indicando l’indirizzo al momento dell’immatricolazione o delle revisioni.           

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:16 ALLE 15:57 DI VENERDì 14 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Morto escursionista disperso in A.Adige
Salma recuperata questa mattina da burrone nel Meranese

BOLZANO14 giugno 201909:16

– E’ stato trovato morto un escursionista, disperso da ieri pomeriggio nel Meranese. L’uomo ieri non aveva fatto ritorno da una gita e sono subito scattate le ricerche. Questa mattina la salma è stata rinvenuta ai piedi di un pendio di Punta delle Laste, sopra Verdines, all’ingresso della val Passiria. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, il soccorso alpino e l’elisoccorso Pelikan 1 che ha portato la salma a valle.
In classe con gli scooter, due denunceA Catania, i 19enni avevano anche condiviso il video sul web

CATANIA14 giugno 201909:41

– La polizia di Catania ha denunciato in stato di libertà alla Procura Distrettuale due studenti catanesi di 19 anni per interruzione di pubblico servizio. I due, che frequentano in istituto superiore, durante l’orario scolastico sono entrati in classe a bordo di due scooter accesi, scorazzando nei locali. La scena è stata ripresa con uno smartphone e il video è stato poi condiviso online su un social network. La polizia postale di Catania, dopo la denuncia del dirigente scolastico, ha avviato le indagini, identificato i due giovani e verificato che al momento il video non fosse pubblicato su internet. La polizia invita gli utenti a segnalare immediatamente, anche tramite l’app YouPol, gli episodi di bullismo o violenze o illeciti in genere che possano accadere nell’ambito o nelle vicinanze delle scuole.

Milano,trasporti gratis per cani e gattiEmendamento in aula per abolire l’obbligo del biglietto

MILANO14 giugno 201910:04

– Sta per cadere l’obbligo del biglietto per gli animali a bordo del mezzi pubblici di trasporto a Milano. Grazie a un emendamento, che ha avuto l’approvazione dell’assessore alla Mobilità Marco Granelli, proposto dal leghista Gabriele Abbiati con Alessandro De Chirico e Gianluca Comazzi di Forza Italia, e che sarà approvato lunedì.
Per Granelli si tratta di “una svolta significativa”.
L’emendamento mira a “introdurre la gratuità del trasporto degli animali d’affezione sull’intera rete e senza limiti d’orario”. “La giunta – spiega Granelli – si è detta favorevole perché gli animali d’affezione fanno parte a tutti gli effetti delle famiglie milanesi che oramai usano i mezzi pubblici non solo per andare al lavoro ma per vivere insieme la città”. L’attuale regolamento prevede il pagamento di un biglietto, fatta eccezione per i cani di accompagnamento di non vedenti e, in alcune fasce orarie, per cani di piccola taglia. Lunedì il via libera per tutti gli animali d’affezione.
Muore annegato mentre pratica canyoningL’incidente in un torrente in provincia di Como
MILANO14 giugno 201910:14

– Un australiano di 60 anni è morto annegato giovedì nella forra, una gola in cui si pratica il canyoning, del torrente Bares, sopra Gravedona ed Uniti, nel Comasco. Lo riferisce il Sasl (Soccorso alpino e speleologico lombardo). L’uomo era con un’amica che ha rinunciato a proseguire ed è rimasta fuori. La donna ha poi visto lo zaino portato dall’acqua e ha dato l’allarme a un gruppo di turisti tedeschi che hanno chiamato il 118. La centrale ha inviato l’elicottero che, dopo un sorvolo, ha portato sul posto due tecnici di forra e due tecnici alpini. I soccorritori sono arrivati dove erano ancorate le corde; il corpo dell’uomo era sott’acqua, nel primo tratto del torrente.
Moto pirata travolge agente, è graveL’uomo ha una ferita al capo e molte fratture

FOGGIA14 giugno 201910:45

– Un agente della polizia locale di Foggia è ricoverato con prognosi riservata dopo essere stato investito ieri sera da un motociclista. E’ accaduto in via Capitanata, in un quartiere popolare della città. Stando a quanto si è saputo, l’agente era fermo ad un posto di controllo quando sarebbe stato travolto da un motociclista, pare in sella ad un potente scooter, che lo ha trascinato per alcuni metri.
Immediatamente dopo si è dato alla fuga.
L’agente è stato subito soccorso e condotto in ospedale: ha riportato una ferita al capo e fratture in più parti del corpo.
Non è in pericolo di vita. In serata la vittima ha ricevuto anche la visita del primo cittadino. La zona non è servita da telecamere. Sono in corso le ricerche del motociclista da parte delle forze di polizia.
Ucciso in parco Lambro Milano, un fermoPeruviano picchiato e spinto nel fiume ormai privo di sensi

MILANO14 giugno 201910:51

– Un uomo è stato fermato dalla polizia per l’omicidio di Edgar Luis Calderon Gonzales, il peruviano di 32 anni scomparso il 2 giugno dopo una aggressione avvenuta all’interno del parco Lambro, a Milano. Un testimone, amico della vittima, aveva raccontato agli investigatori della Squadra mobile che il peruviano era stato picchiato da due persone nel corso di una rapina. L’autopsia svolta ieri ha escluso la presenza di ferite da taglio, l’ipotesi è che Calderon Gonzales sia morto annegato nell’acqua bassa del fiume una volta spinto dentro ormai privo di sensi.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE ED APPROFONDITE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Prof arrestato, guardia all’ingresso
Nell’istituto ora solo chi deve frequentare corso interno

NAPOLI14 giugno 201911:08

– Cancelli chiusi e oggi anche una guardia giurata che ferma chiunque si avvicini all’ingresso della scuola. È questo lo scenario che si presenta all’esterno del liceo di Napoli a seguito dell’arresto ai domiciliari di un docente accusato di aver avuto rapporti con due studentesse minorenni. Una vicenda su cui nessuno della scuola vuole evidentemente parlare trincerandosi dietro il cancello e protetto anche dalla guardia giurata che effettua così la selezione tra chi è ammesso a varcare la soglia e chi no. Oggi nell’istituto si sta svolgendo un corso interno e pertanto possono entrare solo il personale e i docenti che devono frequentare il corso.

Seviziato per un falso profilo InstagramAveva messo foto taroccata uno aggressori con parrucca in testa

NAPOLI14 giugno 201911:24

– Prelevato sotto la minaccia di una pistola, portato in un terreno nelle campagne di Villa Literno, nel Casertano, con una corda al collo e poi legato con lo scotch al tronco di un albero dalla testa ai piedi da tre fratelli che lo hanno violentemente picchiato per un falso profilo Instagram con la foto ‘taroccata’ di uno dei tre con una parrucca in testa. Ore di terrore per un 31enne di Casapesenna giudicato guaribile in 20 giorni per ecchimosi varie. I tre sono stati denunciati per sequestro di persona e lesioni personali. Dopo le botte, calci, pugni e colpi alla tempia con il calcio della pistola, i tre danno deciso di sottrargli il cellulare, le chiavi della vettura e di liberarlo, minacciando di essere pronti a legarlo con la corda alla macchina e a trascinarlo per il paese qualora si fosse rivolto ai carabinieri per denunciare l’accaduto. Il giovane, appena libero dalla morsa degli aggressori, ha chiesto aiuto e si è fatto accompagnare in ospedale ad Aversa.
Titoli studio falsi, indagati 25 docentiUsati per accedere a insegnamento, individuata stamperia

COSENZA14 giugno 201911:44

– La Procura di Cosenza ha emesso un avviso di conclusione indagine nei confronti di 25 insegnanti che avevano avuto accesso alla professione presentando titoli di studio falsi. I provvedimenti sono stati notificati dai carabinieri della Compagnia di Cosenza tra le province di Cosenza, Lecce, Pistoia, Milano, Bergamo, Forlì-Cesena. Gli insegnanti sono indagati, a vario titolo, per falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, falsità materiale commessa da privato in concorso, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico. Il “diplomificio” è stato scoperto dai carabinieri in casa di un pensionato 69enne di Mangone dove hanno trovato computer, stampanti e materiale informatico, nonché copie cartacee di diplomi già falsificati.
Una indagata ha riferito che l’uomo, tramite un intermediario, avrebbe chiesto 3.000 euro in cambio del titolo falso.
L’inchiesta, condotta in sinergia con gli Usr-Atp italiani, ha portato all’allontanamento di molti degli insegnanti coinvolti.
Ucciso al parco Lambro, i fermati sono 2Sono entrambi salvadoregni affiliati alla gang ‘Barrio 18′

MILANO14 giugno 201912:21

– Sono due i fermati per l’omicidio di Edgar Luis Calderon Gonzales, il peruviano di 32 anni scomparso il 2 giugno dopo una aggressione avvenuta all’interno del parco Lambro, a Milano. Si tratta di due salvadoregni di 26 e 28 anni, entrambi affiliati alla gang “Barrio 18” e con precedenti per tentato omicidio. I due salvadoregni sono stati fermati per rapina e per l’omicidio di Calderon Gonzales.
Secondo quanto ricostruito dalla Squadra mobile, l’omicidio non rientra in dinamiche di guerre tra bande: la vittima ha litigato con i due sconosciuti all’interno del parco dopo averli incontrati per caso mentre si allontanava da una grigliata con amici. La discussione sarebbe partita per futili motivi, Calderon Gonzales aveva bevuto molto alcol ed era ubriaco. I due salvadoregni lo hanno picchiato e gli hanno sottratto il cellulare prima di spingerlo nell’acqua.
2 corpi carbonizzati in auto vicino RomaA Torvajanica, pompieri erano intervenuti per macchina in fiamme

ROMA14 giugno 201913:16

– Due corpi carbonizzati sono stati trovati stamattina in un’auto a Torvajanica, sul litorale vicino Roma. I cadaveri non sono stati ancora identificati. Sul posto Vigili del Fuoco e i Carabinieri che indagano sulla vicenda.
Sono in corso i rilievi dei carabinieri del nucleo investigativo di Roma sul luogo del ritrovamento di due cadaveri carbonizzati in un’auto in via San Pancrazio a Torvajanica. La zona è stata transennata. L’allarme è scattato intorno alle 9 quando i vigili del fuoco sono intervenuti per spegnere l’incendio di un’auto che si trovava in una zona rurale. Durante le operazioni sono stati trovati i corpi completamente carbonizzati. Sulla vicenda indagano i carabinieri.
Cucchi: periti, senza frattura non mortoIlaria, dopo 10 anni correlazione lesioni-decesso

14 giugno 201913:18

– “Nessuno può avere certezze. Se non ci fosse stata la lesione s4 il soggetto non sarebbe stato ospedalizzato. Cucchi era immobile nel letto e non riusciva più a muoversi per la frattura. Se non fosse stato in questa condizione, non avrebbe avuto una vescica atonica, ma avrebbe avuto probabilmente lo stimolo alla diuresi. Dunque se non avesse avuto la frattura, Cucchi non sarebbe stato ospedalizzato e probabilmente la morte non sarebbe occorsa o sarebbe sopraggiunta in un altro momento”. Lo ha detto uno dei periti nominati dal gip durante il processo Cucchi.
“Ci sono voluti dieci anni, sono invecchiata in queste aule di tribunale e finalmente oggi per la prima volta sento un perito affermare che se Stefano non fosse stato vittima di quel pestaggio che gli ha causato quelle lesioni, non sarebbe mai finito in ospedale e quindi non sarebbe mai morto”, ha commentato la sorella di Stefano.
Incidente su Bretella A11, 8 feritiIn direzione Lucca-Viareggio, all’altezza di Massarosa

MASSAROSA (LUCCA)14 giugno 201913:21

– Incidente nella mattinata sull’ autostrada A11 Bretella in direzione Lucca-Viareggio all’altezza di Massarosa (Lucca), in prossimità di un cantiere stradale, otto i feriti. Disagi alla circolazione con l’autostrada che è rimasta chiusa nel tratto interessato per oltre 30 minuti. Sei i mezzi coinvolti nel tamponamento, tra gli occupanti anche tre bambini, che, secondo quanto si è appreso, starebbero bene. I feriti più gravi sono un marito e una moglie: l’uomo è stato trasferito, in codice rosso, all’ospedale di Pisa con l’elicottero Pegaso per politraumi mentre la donna è stata trasportata in codice giallo all’ospedale Versilia. Gli altri sei feriti sono più lievi e si trovano nel nosocomio versiliese.
Sul posto sono intervenute diverse ambulanze, pattuglie della polizia stradale e personale della Salt.
Ricatto sessuale a parroco, 5 arrestiPrete paga rapporto ma poi viene minacciato e denuncia ai Cc

RIMINI14 giugno 201913:22

– Hanno ricattato per mesi un parroco della Bergamasca per aver avuto un incontro sessuale a pagamento con un ragazzo, facendogli anche credere che fosse minorenne, e per questo cinque persone, tre ragazzi e una ragazza, tutti di 23 anni, e un uomo di 57 anni, sono stati arrestati dai carabinieri del Norm della Compagnia di Zogno (Bergamo) e dai carabinieri del comando provinciale di Rimini.
Sono tutti accusati di aver estorto oltre 6.500 euro al sacerdote dopo che questi aveva pattuito e consumato una prestazione sessuale a pagamento. A denunciare è stato lo stesso prete che, non riuscendo più a pagare le somme richieste, a maggio si è rivolto ai carabinieri. Uno dei ragazzi complici, originario di Missaglia (Lecco), è stato fermato ieri mentre si trovava da solo in un hotel di Marina Centro per una vacanza in riviera. Il giovane è stato portato nel carcere riminese dei ‘Casetti’ in esecuzione di un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Monza che ha concesso i domiciliari solo alla ragazza.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Verso maxiprocesso per 63 Casamonica
Procura di Roma contesta anche associazione mafiosa

SAROMA14 giugno 201913:33

– Maxiprocesso in vista per il clan Casamonica. La Procura di Roma ha, infatti, chiesto il rinvio a giudizio per 63 persone, tutte legate al clan attivo nell’area est della Capitale. Nei confronti degli indagati il pm Giovanni Musaro’ contesta, a seconda delle posizioni, anche l’associazione mafiosa dedita al traffico e allo spaccio di droga, all’estorsione, l’usura, la detenzione illegale di armi.
Nelle prossime settimane sarà fissata l’udienza preliminare per il procedimento che racchiude l’attività di indagine svolta negli ultimi quattro anni durante i quali sono stati effettuati arresti e sequestri.
Clima: Papa, giovani non paghino per noiFrancesco, “Loro dicono ‘il futuro è nostro’ e hanno ragione”

SACITTA’ DEL VATICANO14 giugno 201914:20

– “Le future generazioni sono in procinto di ereditare un mondo molto rovinato. I nostri figli e nipoti non dovrebbero dover pagare il costo dell’irresponsabilità della nostra generazione”. Lo ha detto il Papa ricevendo i vertici delle grandi compagnie petrolifere del mondo in Vaticano. “Mi scuso ma vorrei sottolineare questo: loro, i nostri figli, i nostri nipoti non dovranno pagare, non è giusto che loro paghino il costo della nostra irresponsabilità”.
“I giovani esigono un cambiamento. ‘Il futuro è nostro’, gridano i giovani oggi, e hanno ragione!”, ha sottolineato il pontefice che ha anche definito “essenziale” una politica dei prezzi del carbone e ha ricordato che sono i poveri le prime vittime dei cambiamenti climatici.
Periferie: confronto a PalermoConferenza Fondazione Bracco con Orlando e vice sindaco Milano

PALERMO14 giugno 201914:22

– – Il tema delle periferie affrontato da diversi protagonisti per individuare “buone pratiche”. Questo l’obiettivo della seconda conferenza nazionale sulle periferie in corso a Palermo “Dieci, Cento Mille Centri”, promossa dalla Fondazione Bracco con la partecipazione del comune di Palermo. “Per ottenere risultati concreti c’è bisogno di una pluralità di attori e di fare rete tra pubblico e privato, tra non profit e imprese. Solo crescendo tutti insieme si cresce” ha sottolineato Diana Bracco, presidente della Fondazione Bracco. “L’impegno dell’amministrazione comunale – ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – attraverso il tram, il wi-fi, la presenza delle massime istituzioni artistiche, è quello di rompere l’isolamento delle periferie”.
Dell’esperienza di Milano ha parlato il vice sindaco Anna Scavuzzo: “i luoghi sono vitali – ha detto – se le persone che li abitano riescono a sentirli propri, bisogna fare in modo che le periferie non siano percepite come non luoghi”.
Periferie: Diana Bracco,gestire crescitaPresidente Fondazione Bracco a Conferenza nazionale Palermo

SAPALERMO14 giugno 201914:22

– – “Il nostro punto di partenza è stato semplice: oggi in Europa il 54% delle persone vive nelle città e le previsioni dicono che nel 2030 si arriverà al 77%. Le città esercitano un potenziale di attrazione fortissimo. Ma la crescita delle aree urbane è un fenomeno che alimenta problematiche che vanno gestite”. Lo ha detto oggi, a Palermo Diana Bracco, presidente della Fondazione Bracco, intervenendo alla seconda Conferenza nazionale sulle periferie urbane “Dieci, cento, mille centri”. “Il tema delle periferie – ha aggiunto – ha visto negli ultimi anni, un impegno crescente di amministratori locali, organizzazioni non-profit, fondazioni private e imprese. Forti di queste evidenze, come Fondazione Bracco abbiamo dato vita, insieme con tanti partner, a questo ciclo itinerante di conferenze, che ha diversi obiettivi: valorizzare le periferie urbane, far conoscere i più riusciti interventi in città italiane e straniere, e consolidare sempre più la collaborazione pubblico-privato”.
Turista annega nel lago di GardaLa tragedia a Barbarano di Salò, vittima aveva 59 anni

SABRESCIA14 giugno 201914:43

– Un uomo di 59 anni è annegato nelle acque del Lago di Garda a Barbarano di Salò (Brescia).
E’ accaduto questa mattina e dalle prime ricostruzioni la vittima, un turista in vacanza sul Garda, ha avuto un malore mentre stava facendo il bagno. Nessuno è riuscito ad intervenire in tempo per salvarlo.

Finlombarda, 48 a processo da 8 ottobreA giudizio anche ex sottosegretario all’ambiente, 11 prosciolti

MILANO14 giugno 201914:36

– Si aprirà il prossimo 8 ottobre a Milano il processo con 48 imputati, tra persone fisiche e giuridiche, per le vicenda che riguarda in particolare gli ex vertici di Finlombarda, la società finanziaria “in house” di Regione Lombardia e con al centro un presunto sistema di corruzione che avrebbe riguardato le iniziative ‘Credito Adesso’ e ‘Made in Lombardy’ e il progetto ‘Minibond’, ossia tre strumenti di credito a medie e piccole imprese.
Oggi infatti il gup Sofia Fioretta ha disposto il giudizio, tra gli altri, per Marco Flavio Cirillo, ex consigliere di amministrazione di Finlombarda e ex sottosegretario al Ministero dell’Ambiente nel governo Letta e Mario Cesaroni, ex presidente di Confapi Milano. Il giudice ha poi prosciolto 11 tra persone fisiche e giuridiche e accolto il patteggiamento di Gfinance, con sede a Brescia, a 20 mila euro di sanzione pecuniaria. Tempo fa una decina di posizioni erano uscite per via della prescrizione di alcuni reati commessi nel 2013.
‘Inno’ Maturità di Lorenzo BaglioniArriva ‘Maturandi’, in coproduzione con Studenti.it

14 giugno 201913:59

– L’esame di maturità è alle porte e Studenti.it, da più di 20 anni a fianco dei ragazzi come supporto allo studio, presenta il nuovo brano di Lorenzo Baglioni, ‘Maturandi’. Disponibile dal 14 giugno su tutti gli store digitali, il nuovo inno della Maturità 2019 racconta con tono ironico ed emozionale le paure e le ansie ma anche la leggerezza romantica dei ragazzi e delle ragazze alle prese con il primo rito di passaggio della loro vita, in un momento di condivisione generazionale. Il testo gioca sugli argomenti più gettonati del programma d’esame, dalla matematica (“il limite se x tende a zero / di sen(x) su x è uguale a uno per davvero”), alla storia (“la polveriera dei Balcani / 1-8-6-1, diventiamo italiani”) e alla filosofia (Filosofia, l’aut-aut per Soren Kierkegaard / Kant e la critica della ragion pratica). I timori (“l’incubo ricorrente / mi sveglio e non so più niente!”) e le speranze (“questa notte è così breve per dei sogni così grandi”), si trasformano nei versi di una canzone pop.
Si è dimesso togato Csm Corrado Cartoni’Non ho mai parlato di nomine’ scrive in una lettera a Ermini
14 giugno 201912:11

– Un altro togato del Csm coinvolto nella riunione con Luca Palamara e Luca Lotti sulla nomina del procuratore di Roma ha presentato le dimissioni: è Corrado Cartoni di Magistratura Indipendente. “Non ho mai parlato di nomine”, le dimissioni sono state date per “senso delle istituzioni”. Lo scrive l’ormai ex consigliere del Csm Corrado Cartoni nella lettera, in cui annuncia il suo passo indietro, indirizzata al vice presidente del Csm David Ermini. “Ho rassegnato stamattina le dimissioni da Consigliere del Csm – scrive Cartoni – non per ammissione di responsabilità, ma per senso delle istituzioni. Non mi è stato consentito di difendermi, e lo farò nel procedimento disciplinare. Preciso che non ho mai parlato di nomine, come erroneamente oggi mi attribuisce un quotidiano”. Cartoni ringrazia “le centinaia di colleghi che, silenziosi, in questi giorni tremendi mi hanno manifestato la loro stima ed il loro affetto”. E augura “buon lavoro” ai colleghi consiglieri e a chi subentrerà.
Nas in ristoranti etnici,metà irregolareNel mirino anche ‘all you can eat’. Cibi scaduti e scarsa igiene

14 giugno 201909:46

– Cibi scaduti, scongelati e ricongelati, mancato rispetto delle norme igieniche, etichette incomprensibili, importazioni vietate. I controlli dei Nas dei Carabinieri in tutta Italia su ristoranti etnici e depositi di alimenti provenienti dall’estero hanno accertato irregolarità in 242 strutture, quasi la metà dei locali ispezionati.
L’incidenza è maggiore nel settore della ristorazione, specie negli ‘all you can it’: nel 48% dei locali sono state trovate irregolarità. Chiuse o sospese 22 attivita’, riscontrate 477 violazioni di legge e sequestrate 128 tonnellate di cibo. Irregolarità anche nel 41% dei controlli a grossisti e depositi di alimenti etnici. Sequestrate 128 tonnellate di prodotti ittici, carnei e vegetali per irregolarità e non idonee al consumo perché prevalentemente privi di tracciabilità ed in cattivo stato di conservazione, per un valore di 232mila euro.

Cucchi, Ilaria: “Dopo 10 anni correlazione lesioni-morte”‘Un’altra possibilità potrebbe essere la frattura sacrale’

14 giugno 201913:09

“Ci sono voluti dieci anni, sono invecchiata in queste aule di tribunale e finalmente oggi per la prima volta sento un perito affermare che se Stefano non fosse stato vittima di quel pestaggio che gli ha causato quelle lesioni, non sarebbe mai finito in ospedale e quindi non sarebbe mai morto”. Lo ha detto Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, al termine dell’udienza al processo sulla morte del detenuto che si è svolta nell’aula bunker di Rebibbia.”Ora nessuno potrà dire che Stefano Cucchi è morto per colpa propria”, ha aggiunto Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi.L’ipotesi principale in merito al decesso di Cucchi è la morte improvvisa e inaspettata in un paziente affetto da epilessia. Ma non sarebbe stato l’unico fattore determinante. L’ipotesi secondaria è la frattura traumatica sacrale. In entrambi i casi una delle concause è la dilatazione abnorme della vescica che avrebbe provocato problemi cardiaci. Lo affermano in aula i periti nominati dal gip nell’ambito dell’inchiesta bis sulla morte del giovane romano. Un’altra concausa, spiegano, può essere la “inanizione (malnutrizione, ndr) con conseguente calo ponderale”.”Siamo nel campo delle ipotesi, non abbiamo certezze” sulle cause della morte di Stefano Cucchi. Sono chiari i periti del gip, convocati in aula per illustrare gli esiti del loro accertamento nel processo bis per la morte del geometra romano che vede imputati cinque carabinieri, tre dei quali per omicidio preterintenzionale. L’ipotesi vagliata come più attendibile è quella della morte improvvisa e inaspettata. “C’è un vuoto tra il 21 ottobre di notte e il 22 ottobre 2009 – ha detto il professor Vincenzo D’Angelo, uno dei periti -. Il secondo momento è quello in cui si accorgono che Cucchi era morto; ma non sappiamo cosa accadde in quelle ore”.

Metalmeccanici in piazza e sciopero di otto ore. Fim-Cisl: ‘Governo come Schettino”Per prendere gli applausi fa affondare nave’. Fiom-Fim-Uilm, ‘Futuro per l’industria’

14 giugno 201915:47

“Il Governo in questa permanente campagna elettorale fa un po’ come Schettino: si avvicina alla scogliera per prendere applausi ma sta facendo affondare la nave?”. Cosi’ Marco Bentivogli, segretario Fim-cisl alla manifestazione dei metalmeccanici a Milano.Sciopero di otto ore, oggi, dei metalmeccanici e tre manifestazioni in contemporanea a Milano, Firenze e Napoli, promosse da Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil, per chiedere al governo e alle imprese di mettere al centro il lavoro, l’industria, i salari, i diritti. “Futuro per l’industria”, è lo slogan che accompagna le piazze.   Una tappa del percorso unitario messo in campo da Cgil, Cisl e Uil, partito da piazza San Giovanni a Roma il 9 febbraio scorso e, per ora, in chiusura il 22 giugno a Reggio Calabria, per il Sud. La mobilitazione delle tute blu si innesta in un periodo contrassegnato da crisi industriali e vertenze, le ultime da Whirlpool all’ex Ilva: a seconda della piega che prenderanno le vertenze, il numero dei lavoratori a rischio “va dagli 80.000 ai 280.000”, secondo calcoli della Fim.   I sindacati partono dalla richiesta per il rilancio degli investimenti pubblici e privati ed il sostegno all’occupazione: temi che, insistono, vanno rimessi al centro dell’agenda politica. Denunciano “la mancanza di una qualsiasi idea di politica industriale” nel Paese, che sta diventando un territorio di conquista delle multinazionali con la conseguenza, avvertono, che l’Italia sta perdendo la sua ricchezza manifatturiera. E chiedono più salute e sicurezza, dicendo basta agli incidenti ed alle vittime sul lavoro. Presenti alle manifestazioni le delegazioni delle tre sigle: a Milano i segretari generali della Cgil Maurizio Landini e della Fim Marco Bentivogli; a Firenze i segretari generali della Cisl Annamaria Furlan e della Uilm Rocco Palombella; a Napoli i segretari generali della Uil Carmelo Barbagallo e della Fiom Francesca Re David. Sempre per domani è stato proclamato uno sciopero anche dal sindacato autonomo Fismic-Confsal, per chiedere un cambiamento della politica economica del governo che “sia più attenta alle questioni dell’occupazione e dello sviluppo economico”, con due manifestazioni: a Torino per le regioni del nord e a Melfi (Potenza) per le regioni del centro-sud.

Travolse studente, 5 anni ad autista busPm Bergamo aveva chiesto 12 anni

BERGAMO14 giugno 201915:35

– Il giudice del tribunale di Bergamo ha condannato oggi in rito abbreviato a 5 anni di reclusione per omicidio stradale, Aliou Gningue, 58 anni, autista dell’autobus che il 24 settembre dell’anno scorso aveva investito e ucciso Luigi Zanoletti, studente di 14 anni, e ferito altri due ragazzi di 14 e 16 anni. La richiesta del pubblico ministero era stata di 12 anni.
Prosciolti per non aver commesso il fatto i tre dirigenti della Società autotrasporti Bergamo (Sab), rinviati a giudizio per la presunta responsabilità amministrativa dell’azienda che, a questo punto, viene meno.
Quattro volte in ospedale per botte ex30enne Ancona non potrà avvicinarsi a lei. Misura eseguita da Ps

ANCONA14 giugno 201915:44

– Una 20enne di Ancona ha denunciato alla polizia di essere stata vittima per mesi di continue violenze e maltrattamenti psicologici da parte dell’ex fidanzato convivente, a causa dei quali è finita quattro volte in ospedale, tre nello stesso mese. Per questo, dopo un’attività investigativa coordinata dalla Procura di Ancona, gli agenti della Squadra Mobile di Ancona, sezione reati contro la persona e a sfondo sessuale, hanno eseguito a carico di un 30enne di Ancona un’ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicazione con qualsiasi mezzo nei confronti della ragazza, per l’accusa di maltrattamenti e lesioni aggravate. La misura cautelare è stata emessa dal gip di Ancona sulla base degli elementi raccolti dai poliziotti tra cui referti medici, testimonianze, riscontri fotografici e documentali che hanno rafforzato il quadro probatorio evidenziato dalle dichiarazioni della vittima.           

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

AMANDA KNOX A MODENA

Ultimo aggiornamento

AMANDA KNOX A MODENA

AMANDA KNOX A MODENA ORA DA DONNA LIBERA, COME LEI SOSTIENE

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA” DELLE 22:23 DI GIOVEDì 13 GIUGNO 2019

AMANDA KNOX A MODENA

Per la prima volta dal 4 ottobre 2011, quando fu assolta e scarcerata per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, Amanda Knox è tornata in Italia, e lo ha fatto, come ha detto lei stessa “da donna libera”. E’ atterrata in mattinata all’aeroporto di Linate, per poi spostarsi a Modena dove sabato è atteso un suo intervento al festival della Giustizia penale. Dove parlerà della sua vicenda, ovvero del suo punto di vista su uno dei casi mediatico-giudiziari che hanno più appassionato l’opinione pubblica, non solo italiana, negli ultimi decenni. Atterrata all’aeroporto non ha parlato con i tanti cronisti presenti. Anzi, non li ha nemmeno degnati di uno sguardo. Intorno a lei a fare quadrato la madre Edda Mellas, il fidanzato Cristopher Robinson, alcuni avvocati che la accompagnano, e Martina Cagossi dell’Italy Innocence Project.
“L’arrivo è stato difficile – ha detto Cagossi – perché l’assalto è stato anche fisico. Ma lei sa benissimo di essere un personaggio pubblico e ha un carattere molto forte”. Al festival della giustizia penale si parlerà, in particolare, dei processi mediatici e l’intervento di Amanda Knox è il fiore all’occhiello del programma. Racconterà, hanno spiegato gli organizzatori, come ha vissuto quel periodo sotto i riflettori, del fatto che una larga fetta dell’opinione pubblica la considerava un’assassina e quando venne assolta parlò di un errore. Sarà, insomma, il racconto di un’esperienza umana, senza entrare nel merito del procedimento giudiziario. Nel pomeriggio Amanda è arrivata a Modena per l’aperitivo inaugurale del festival. Rilassata, con i capelli sciolti e un vestito lilla lungo e senza maniche, ha bevuto uno spritz e si è lasciata andare a ripetute affettuosità con il fidanzato Christopher, tenendolo spesso mano nella mano. La 32enne di Seattle è entrata da un ingresso secondario, e anche a Modena ha evitato giornalisti e cameraman: ai giornalisti è stato concesso dagli organizzatori di entrare pochi minuti nel chiostro, con il ‘divieto’ di parlare con Amanda o di fare domande.         

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

Auto fuori strada, due stranieri trovati morti
Nella zona erano in corso le ricerche di una coppia di turisti

Tentata truffa, condannata Ornella Muti
Si diede malata a teatro ma era a cena di gala con Putin (GIà IN “MONDO”)

AGGIORNAMENTO DALLE 17:45 ALLE 21:45 DI GIOVEDì 13 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

SAN GIUSTINO UMBRO (PERUGIA)

– Un uomo e una donna, stranieri, sono stati trovati morti accanto alla loro vettura in una scarpata lungo la strada statale 73 bis nella zona di San Giustino Umbro. Su quanto successo sono in corso accertamenti della polizia ma l’ipotesi è che si sia trattato di un incidente stradale.
A individuare la vettura è stato un elicottero dei vigili del fuoco, impegnati nelle ricerche anche con personale a terra insieme agli agenti del commissariato di Città di Castello.
Sembra che uno dei corpi fosse nell’abitacolo e l’altro fuori.
Le ricerche sono state avviate dopo che il figlio di una coppia di turisti, rimasto a casa, ne aveva denunciato la scomparsa. Ancora da accertare comunque se si tratti delle stesse persone trovate morte.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Confermata dalla Cassazione la condanna a sei mesi di reclusione e 500 euro di multa per tentata truffa aggravata e falso nei confronti di Ornella Muti.
Il verdetto convalida la decisione della Corte di Appello di Trieste del 6 luglio 2017. All’attrice si contesta di aver cancellato uno spettacolo al Teatro Verdi di Pordenone, nel dicembre 2010, dandosi malata quando invece partecipò a una cena di gala in Russia con Vladimir Putin e Kevin Costner.         

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:14 ALLE17:45 DI GIOVEDì 13 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Migrante aggredito, pista razzista
Il 27enne fermato da 2 uomini in strada e preso a calci e pugni

ALGHERO13 giugno 2019 10:14

– Si segue la pista razzista per l’aggressione, avvenuta ieri sera a a Fertilia, borgo turistico di Alghero, ai danni di un giovane di 27 anni di nazionalità senegalese, preso a calci e pugni da due persone che lo hanno fermato in strada. Il giovane, ospite del centro di prima accoglienza del Vel Marì, stava raggiungendo in bicicletta un amico. Arrivato nel centro abitato, si è trovato la strada sbarrata da un’auto con le due persone a bordo. Scampato il pericolo di un incidente, si è lamentato e ha chiesto di essere lasciato in pace, ma secondo le prime ricostruzioni i due per tutta risposta sono scesi dall’auto e l’hanno malmenato. L’amico della vittima, sopraggiunto proprio in quel momento, è intervenuto per cercare di placare i due aggressori, che però si sono dati alla fuga solo quando hanno notato che gli avventori di un bar vicino erano pronti al linciaggio.
Insulti e minacce su Fb a Michela Murgia”Post da qualche iscritto a gruppo Uniti a Salvini, li denuncio”

CAGLIARI13 giugno 201910:50

– “C’è un gruppo dei sostenitori della Lega che si chiama ‘Uniti a Salvini’. Gli iscritti sono 13.595. Qualcuno di loro ci ha postato un articolo che sintetizza il mio intervento a Bologna in piazza Maggiore per la Repubblica delle Idee. Queste sono le reazioni, che si susseguono incontrastate da ore in assenza totale di moderatore.
Non sono una persona insicura né fragile. Che questa gente mi auguri la morte, lo stupro o mi insulti mi importa poco a titolo individuale. Davanti a questa violenza faccio le sole cose sensate: segnalare il gruppo a FB (cosa che vi invito a fare a vostra volta) e denunciare le persone che hanno scritto le cose penalmente rilevanti”. Lo annuncia la scrittrice sarda Michela Murgia sul proprio profilo Facebook, allegando gli screenshot dei messaggi.
“Questo gruppo lo faremo chiudere. Cento altri ne sorgeranno e faremo chiudere anche quelli – osserva – Ma quando è chi governa a legittimare questo registro, l’azione della violenza è pedagogia di stato”.
Cadavere trovato in fiume, indagini CcForse trasportato a Falconara da corrente. Ignote cause morte

FALCONARA MARITTIMA (ANCONA)13 giugno 201911:07

– FALCONARA MARITTIMA (ANCONA)

– Il cadavere in avanzato stato di decomposizione di un uomo, adulto, del quale l’identità è ancora sconosciuta, è stato trovato nel fiume Esino a Falconara Marittima, a circa 300 metri dalla foce. Sono ignote per ora anche le cause del decesso. A scorgere il corpo, in posizione supina, arenato in una secca naturale del fiume, è stato un pescatore che si accingeva a raggiungere il greto del fiume. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Tenenza di Falconara e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Ancona. Il cadavere, è una delle ipotesi, potrebbe essere finito in acqua altrove e trasportato dalla corrente verso la foce. Sul posto è atteso l’intervento del medico legale per una prima ispezione sulla salma.
Amanda Knox atterrata a MilanoCon lei il fidanzato, la mamma e gli avvocati

MILANO13 giugno 201911:36

– Amanda Knox è appena atterrata all’aeroporto milanese di Linate, per la sua prima visita in Italia da quando è stata scarcerata a ottobre 2011 dopo essere stata assolta dalla Corte d’assise d’appello di Perugia dall’accusa di avere partecipato all’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher. Capelli raccolti, zainetto sulle spalle, giacca chiara e maglietta nera, è uscita, scortata dalla polizia, dall’area partenze. Non ha risposto ad alcuna domanda dei cronisti. Con lei il fidanzato, la mamma e gli avvocati.
Ex Ilva, genitori occupano scuolaAree sotto sequestro per problemi inquinamento

TARANTO13 giugno 201911:37

– Un gruppo di genitori degli alunni delle scuole Deledda e De Carolis del rione Tamburi di Taranto, chiuse dall’1 marzo su ordinanza sindacale per la loro vicinanza alle collinette ecologiche dell’ex Ilva sotto sequestro per problemi di inquinamento, ha trascorso la notte nel cortile del plesso Deledda, occupato simbolicamente da ieri. I genitori chiedono chiarezza al Comune dopo che l’Arpa Puglia ha accertato un superamento delle Concentrazioni soglia di contaminazione (Csc) nell’area delle collinette, in particolare valori di policloro-dibenzo-p-diossine di 45,06 ng/Kg a fronte di un valore limite di 10. Le collinette sono barriere artificiali realizzate negli anni Settanta per dividere le abitazioni dal siderurgico, ma che sarebbero state trasformate in discariche industriali.
I genitori annunciano “permanenza ad oltranza”, fino ad avere risposte “verificabili rispetto all’inizio del nuovo anno scolastico”, ora incerto, e “pretendiamo di vivere e restare liberamente nel nostro quartiere”.
Gruppo Cocoricò dichiarato fallitoTribunale di Rimini ha respinto domanda di concordato preventivo

RIMINI13 giugno 201911:46

– Il gruppo Cocoricò, cui fa capo l’omonima discoteca riccionese simbolo della riviera romagnola, è stato dichiarato fallito lo scorso 4 giugno dal Tribunale di Rimini che ne ha respinto la domanda di concordato preventivo.
Lo riporta il Corriere di Romagna. Il prossimo 25 ottobre si terrà la prima udienza fallimentare dove si costituiranno i vari creditori capeggiati dall’Agenzia delle Entrate. Al centro dell’azione di Equitalia il mancato versamento di imposte.
I guai della discoteca, su cui si accesero i riflettori anche per la morte di un 16enne per overdose nell’estate del 2015, sono iniziate con tasse non pagate, sia all’Erario sia al Comune di Riccione. Poi si sono aggiunte indagini penali condotte dalla Guardia di Finanza, fin dal 2012 per evasione d’Iva, e per finire i più recenti problemi legati ai mancati pagamenti di artisti, tra cui il dj Graby Ponte che ha chiesto il sequestro dei marchi Titilla e Memorabilia.
Conferenza su periferie urbane a PalermoDomani al Teatro Santa Cecilia promossa da Fondazione Bracco
PALERMO13 giugno 201911:52

– “10, 100, 1000 centri”: approda domani al teatro Santa Cecilia di Palermo, dopo i lavori della prima tappa di Milano, la seconda conferenza nazionale sulle periferie urbane, per pensare un altro futuro attraverso esperienze nazionali ed europee. L’obiettivo è di proseguire la riflessione sulle realtà urbane, caratterizzate da crescenti opportunità e rischi, sempre più popolate, luoghi in cui convergono grandi talenti e profonde fragilità. L’obiettivo è quello di condividere i risultati dei nuovi paradigmi sperimentati nei nuclei urbani e in particolare nelle periferie cittadine, per guidare con visione e competenza quello sviluppo che vede proprio nella città la sua parte centrale. Sono previsti gli interventi del sindaco di Palermo Leoluca Orlando e di quello di Dusseldorf Thomas Geisel, del vice sindaco di Milano Anna Scavuzzo e di Diana Bracco, presidente della Fondazione Bracco, che promuove l’iniziativa, con il patrocinio del comune di Palermo.
Terremoto, 2.7 nel Senese, nessun dannoL’epicentro a Cetona, seguita da una seconda di 2.1

CETONA (SIENA)13 giugno 201912:03

– Trema la terra a Cetona (Siena) dove alle 11.00 gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 a una profondità di 2 chilometri. La scossa è stata avvertita dalla popolazione ma non si registrano danni a cose e persone. A questa, alle 11.37, ne è seguita un’altra di magnitudo 2.1, con lo stesso epicentro.
Papa, a poveri non si perdona povertà’Ridotti a discariche umane senza senso colpa complici scandalo’

CITTA’ DEL VATICANO13 giugno 201912:03

– “Ai poveri non si perdona neppure la loro povertà”: così Papa Francesco nel Messaggio per la Giornata Mondiale dei Poveri. “Quante volte vediamo i poveri nelle discariche a raccogliere il frutto dello scarto e del superfluo, per trovare qualcosa di cui nutrirsi o vestirsi! Diventati loro stessi parte di una discarica umana sono trattati da rifiuti, senza che alcun senso di colpa investa quanti sono complici di questo scandalo”, sottolinea il pontefice. “Lasciamo in disparte le statistiche; i poveri non sono numeri a cui appellarsi per vantare opere e progetti. I poveri sono persone a cui andare incontro: sono giovani e anziani soli da invitare a casa per condividere il pasto; uomini, donne e bambini che attendono una parola amica”. E’ l’appello lanciato dal Papa che ha assicurato: “I poveri ci salvano perché ci permettono di incontrare il volto di Gesù Cristo”.
Talpa Zamparini, perquisita casa GipVincenti sarebbe indagato per violazione segreto investigativo

PALERMO13 giugno 201912:27

– La guardia di finanza di Palermo ha effettuato una perquisizione nell’abitazione del giudice Cesare Vincenti, capo dell’ufficio gip del capoluogo siciliano.
Gli accertamenti sono stati disposti dalla procura di Caltanissetta che indaga sull’eventuale esistenza di una talpa negli uffici giudiziari che avrebbe avvisato l’ex presidente del Palermo calcio Maurizio Zamparini di una richiesta pendente di arresto a suo carico. Sempre nell’ambito di quest’indagine la Finanza, ha acquisito dagli uffici gip alcuni documenti. Il capo del Gip Vincenti sarebbe indagato per violazione del segreto investigativo.
I sospetti di una fuga di notizie sulla richiesta di arresto fatta dai magistrati palermitani che indagavano Zamparini per riciclaggio risale a maggio del 2018, quando l’ex presidente rosanero Giovanni Giammarva venne intercettato mentre chiedeva, in tutta fretta, un appunta,ìmento a Zamparini che poi avrebbe raggiunto a Varese. A 24 ore dall’incontro l’ex patron del Palermo lasciò la sua carica.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE E DETTAGLIATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Due condanne per case popolari a Bolzano
Due anni per l’ex dirigente della Provincia

BOLZANO13 giugno 201912:45

– Si è concluso con una doppia condanna il processo di primo grado a carico dell’ex dirigente della Provincia di Bolzano Katia Tenti e del costruttore bolzanino Antonio Dalle Nogare, accusati in concorso tra loro di rivelazione di segreto d’ufficio e turbativa d’asta relativamente al bando Ipes per la costruzione di 100 alloggi di edilizia sociale nel capoluogo altoatesino.
La corte, presieduta dal giudice Carlo Busato, ha condannato Katia Tenti a due anni di reclusione, con la sospensione condizionale, e Antonio Dalle Nogare a due anni e tre mesi. Solo a Katia Tenti sono state riconosciute le attenuanti generiche.
Entrambi gli imputati sono stati interdetti anche dai pubblici uffici per la durata della condanna. L’accusa, sostenuta dal procuratore capo Giancarlo Bramante, aveva chiesto una condanna a 2 anni e 6 mesi per entrambi. Gli avvocati difensori, Carlo Bertacchi e Fabrizio Francia, hanno già annunciato ricorso.
Nuova ondata calore in SardegnaAllerta meteo della protezione civile regionale

CAGLIARI13 giugno 201913:33

– Nuova allerta meteo in Sardegna a causa della seconda ondata di calore attesa nelle prossime ore.
La Protezione civile regionale ha emesso un bollettino di allerta sino alle ore 20 di venerdì 14 giugno. Secondo il servizio meteo della Regione, è previsto un innalzamento dei valori massimi e minimi che, soprattutto nei settori centro-occidentali e nord-occidentali dell’Isola, supereranno i 37 gradi, ma a partire da sabato le temperature torneranno nella media del periodo.
La Protezione civile ha anche diffuso un vademecum con i consigli ai cittadini. Tra le avvertenze quella di non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, di consumare pasti leggeri e mangiare molta frutta, bere adeguatamente evitando bevande alcoliche e caffeina.
Sardegna,Tar boccia ricorso.

Lega è salvaNessuna modifica nella composizione del Consiglio regionale

CAGLIARI13 giugno 201914:11

– Il Tar della Sardegna ha respinto il ricorso elettorale sulle Regionali del 24 febbraio scorso presentato da Antonio Gaia e Pierfranco Zanchetta, entrambi Cristiano popolari socialisti, e Marzia Cilloccu (Campo progressista) che, se fosse stato accolto, avrebbe modificato radicalmente la composizione del Consiglio regionale, escludendo 14 attuali consiglieri e in particolare gli otto eletti della Lega, con il rischio concreto di ritorno alle urne. Antonio Gaia ha già annunciato appello al Consiglio di Stato.
Giudice assolse Amanda, “evitato errore””Il suo ritorno in Italia? Non ho sensazioni particolari”

PERUGIA13 giugno 201914:22

– “Torna in Italia da libera cittadina come tanti altri. Sensazioni particolari? Nessuna”: Claudio Pratillo Hellmann, il presidente della Corte d’assise d’appello di Perugia, che l’assolse risponde così sull’arrivo di Amanda Knox a Milano. Il magistrato è in pensione da più di sette anni.
“E’ una notizia che mi lascia indifferente – afferma Pratillo -, d’altronde sono passati tanti anni. Forse Amanda Knox vuole superare così un trauma psicologico o forse ha fini commerciali… non lo so”.
L’americana sarà protagonista di un incontro a Modena sul tema del processo mediatico. “Per me quel processo ha rappresentato una grande soddisfazione umana” ha rivendicato Pratillo parlando dell’assoluzione della giovane. “Quella sentenza – ha aggiunto – ha contribuito a evitare un grande errore giudiziario. Ancora più grave visto che gli imputati erano molto giovani”.
Corpo nel Lambro è di peruviano sparitoE’ morto probabilmente per annegamento dopo un’aggressione

MILANO13 giugno 201914:25

– Il cadavere scoperto nel fiume Lambro lo scorso 7 giugno è di Edgar Luis Calderon Golzales, il peruviano di 32 anni scomparso il 2 giugno dopo una aggressione avvenuta all’interno dell’area verde di Milano.
L’autopsia, terminata in tarda mattinata, non ha evidenziato lesioni particolari che possano spiegare la morte del sudamericano. L’ipotesi è che il decesso sia dovuto all’annegamento una volta finito nel fiume dopo essere stato stordito dai colpi. Un amico della vittima, infatti, ha raccontato agli investigatori della Squadra mobile di aver assistito all’aggressione da parte di due sudamericani.
Terreni usati come discarica,23 indagatiPerquisizioni nelle province di Latina, Roma, Frosinone e Napoli
13 giugno 201914:48

– Sono 23 le persone indagate nell’ambito dell’indagine su un traffico illecito di rifiuti che ha portato oggi ad una serie di perquisizioni nelle province di Latina, Roma, Frosinone e Napoli in una operazione congiunta tra polizia e carabinieri coordinati dalla Dda capitolina. L’indagine è partita nel 2014 dopo gli esposti presentati da cittadini del comune di Pontinia che lamentavano lo sversamento di rifiuti non trattati in maniera corretta. Gli accertamenti hanno appurato che il materiale prodotto da una azienda specializzata non poteva qualificarsi come compost ma veniva lo stesso smaltita in alcuni terreni, anche scavando profonde buche con delle ruspe.
Per gli inquirenti il danno ambientale è “enorme”. “Nei terreni in cui è stato interrato il finto compost sono piantati anche olivi e granturco e sono attigui ad altre piantagioni: il rischio che tramite le falde acquifere questo materiale possa aver inquinato le coltivazioni c’è ed è reale”, hanno affermato gli investigatori.
Ottantenne ferisce la moglie e si uccideNel lodigiano, dopo lite con martello e coltello

LODI13 giugno 201914:54

– Un pensionato di 80 anni, residente in una villetta nella campagna di Santo Stefano Lodigiano (Lodi), ha ferito gravemente la moglie, di pochi anni più giovane di lui, e poi si è ucciso.
La tragedia è avvenuta al culmine di un diverbio. L’uomo ha colpito più volte la donna alla testa con un martello, poi ha impugnato un coltello ferendola in diversi punti alla schiena.
Quindi ha rivolto la lama contro se stesso procurandosi ferite mortali al torace.
Dai primi accertamenti dei carabinieri, risulta che il pensionato soffrisse da tempo di depressione. La donna è stata trasportata in gravi condizioni all’ospedale Maggiore di Lodi.
Minima di +0.7 gradi a Piani di PezzaRegistrata da stazione meteo ‘Aq Caput Frigoris’ a 1450 metri

L’AQUILA13 giugno 201915:16

– L’altopiano dei Piani di Pezza si è svegliato stamattina con una temperatura minima di +0.7 gradi, registrata alle 5:45 dalla stazione dell’associazione meteorologica ‘Aq Caput Frigoris’ che si trova a 1450 metri di quota nel territorio di Rocca di Mezzo (L’Aquila) e che fornisce costantemente informazioni meteo dalla pagina Facebook https://www.facebook.com/aqcaputfrigoris/. Questo mentre all’Aquila la minima della notte è stata di 15 gradi. L’Altopiano dei Piani di Pezza, nel cuore del Parco Naturale regionale Sirente-Velino all’interno dell’omonima catena montuosa, ha una conformazione particolare risultando chiuso in tutte le direzioni; nella stagione invernale e al manifestarsi di concomitanti condizioni atmosferiche (innevamento al suolo, cielo sereno, assenza di ventilazione e bassissimi livelli di umidità) si possono raggiungere temperature minime prossime o anche inferiori ai meno 30°C.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Migranti: Sea Watch,non andremo in Libia
Tripoli non è porto sicuro,vergogna Italia che promuove atrocità

13 giugno 201915:55

– “Tripoli non è un porto sicuro.
Riportare coattivamente le persone soccorse in un Paese in guerra, farle imprigionare e torturare, è un crimine. È vergognoso che l’Italia promuova queste atrocità e che i governi Ue ne siano complici”. Lo dice Sea Watch.
Appalti, 15 indagati a Reggio EmiliaPer corruzione, abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti

BOLOGNA13 giugno 201912:18

– Sono in corso a Reggio Emilia perquisizioni della Guardia di Finanza su ordine della Procura nelle sedi del Comune, di alcune società e negli studi e nelle abitazioni di professionisti che hanno ottenuto appalti o servizi dall’amministrazione comunale. Sono stati notificati avvisi di garanzia a 15 indagati accusati, a vario titolo, di turbata libertà degli incanti, falsità ideologica di pubblico ufficiale, rivelazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio e corruzione. Gli investigatori avrebbero rilevato una serie di irregolarità nelle procedure di affidamento: tra l’altro nella nomina del direttore dell’azienda pubblica di servizi alla persona, nei servizi legali e assicurativi del Comune, nella gestione di un asilo nido, nell’ambito della rimozione dei veicoli, della gestione del riscaldamento e manutenzione impianti degli edifici comunali, della gestione di aree di sosta e trasporto scolastico.
Strasburgo bacchetta Italia su ergastoloViola dignità umana perché esclude da benefici come i permessi

13 giugno 201913:56

– L’Italia deve rivedere la legge che regola l’ergastolo perché viola il diritto del condannato a non essere sottoposto a trattamenti inumani e degradanti. Così la Corte europea dei diritti umani in una sentenza che in assenza di ricorsi sarà definitiva tra tre mesi. La decisione riguarda il caso di Marcello Viola, condannato per associazione mafiosa, omicidi e rapimenti, in prigione da inizio anni Novanta. La sentenza non implica la liberazione di Viola a cui l’Italia deve versare 6mila euro per i costi legali. La decisione si basa sul fatto che chi è condannato al carcere a vita (ergastolo ostativo) non può ottenere, come gli altri carcerati, alcun ‘beneficio’ – come per esempio i permessi d’uscita, o la riduzione della pena – se non collabora con la giustizia.
Aspromonte di Calopresti a Taormina2 luglio. Valeria Bruni Tedeschi e Marcello Fonte protagonisti

13 giugno 201913:37

L’atteso nuovo film di Mimmo Calopresti, Aspromonte La terra degli ultimi, sarà proiettato il 2 luglio in anteprima come Evento Speciale al Taormina Film Fest, nel Teatro antico di Taormina. Il film è una produzione Italian International Film con Rai Cinema, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, scritto da Calopresti con Monica Zapelli, già autrice de I cento passi, con la collaborazione di Fulvio Lucisano, tratto dall’opera letteraria di Pietro Criaco “Via dall’Aspromonte” (Rubbettino Editore). Interpretato da Valeria Bruni Tedeschi e Marcello Fonte, Aspromonte La terra degli ultimi è un western atipico sulla fine di un mondo e sul sogno di cambiare il corso degli eventi grazie alla voglia di riscatto di un popolo. Il film è ambientato ad Africo, un paesino arroccato nella valle dell’Aspromonte calabrese, alla fine degli anni ’50, dove una donna muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo e perché non esiste una strada di collegamento.
Bufera procure: Bonafede avvia azioneContro cinque toghe, compresi autosospesi e dimessi

13 giugno 201913:57

– Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha firmato la richiesta di procedura disciplinare nei confronti dei consiglieri del Csm già autosospesi Corrado Cartoni, Paolo Criscuoli e Antonio Lepre, oltre che nei confronti di Luigi Spina e Gianluigi Morlini, già dimessisi. Il Guardasigilli, condividendo a pieno il provvedimento del procuratore generale della corte di Cassazione, ha avanzato ulteriori contestazioni. Il ministro continua a muoversi nel solco di quella compattezza delle istituzioni che ha promosso fin dall’inizio della vicenda che sta investendo il Csm.
Estate, 1/o calo prenotazioni in 5 anniAssoturismo-Cst, previste 2 milioni di presenze in meno

13 giugno 201914:53

– Per la prima volta da 5 anni le previsioni turistiche per l’estate in Italia hanno il segno meno. Tra giugno e agosto sono attese 205 milioni di presenze, quasi 2 milioni in meno rispetto all’estate 2018 (-0,9%). Il calo coinvolge turisti italiani (-1,1%) e internazionali (-0,8%) ed è dovuto al meteo ancora incerto – che non favorisce le prenotazioni – ma anche alla ripartenza delle destinazioni ‘competitor’ del Mediterraneo, frenate in passato dalle tensioni internazionali. A dare l’allarme Cst-Assoturismo Confesercenti.
Non a caso a soffrire sono soprattutto le aree costiere italiane (-1,4%), mentre i risultati migliori questa estate li avranno le imprese ricettive che operano nelle città d’arte/centri minori (-0,4%) e nelle località lacustri, dove si registra una domanda estera in leggerissima crescita (+0,2%). Le aree del nostro Paese con le proiezioni meno favorevoli sono il Centro e il Sud/Isole (-1,4%). Più resilienti Nord Est e Nord Ovest, rispettivamente al -0,7% e al -0,3%.
Lotti, incontrare un giudice non è reatoIncontrare un giudice non e’ reato ma rispettato Costituzione
13 giugno 201914:57

– In questi anni ho incontrato decine di magistrati, per i motivi più svariati: se è reato incontrare un giudice non ho problemi a fare l’elenco di quelli che ho incontrato io, in qualsiasi sede. Mai sono venuto meno ai doveri imposti dalla Costituzione e dalle leggi. Procederò in tutte le sedi contro chi in queste ore ha scritto il falso su di me e lo farò a testa alta come un cittadino che crede nella giustizia e in chi la amministra”. Così Luca Lotti in un post su facebook

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fece assumere amante,entrambi a giudizio
Pm Milano, creò per lei il posto e poi la promosse

MILANO13 giugno 201916:03

– Con l’accusa di aver pilotato la nomina, creando “artificiosamente” un posto di lavoro per la donna con cui “era legato da una stabile relazione affettiva”, facendole, quindi, ottenere prima “l’assunzione e poi la progressione funzionale ed economica”, Giuseppe Minei, ultrasessantenne architetto ed ex direttore del Parco Adda Nord è stato mandato a giudizio a Milano per turbativa d’asta, abuso di ufficio e falso. Reato, il primo, che costerà il processo anche lei, Francesca Moroni, di 26 anni più giovane di lui. Il dibattimento si aprirà il prossimo 10 ottobre davanti al Tribunale di Milano.
A deciderlo è stato il gup Giusy Barbara che ha accolto la richiesta del pm Giovanni Polizzi, titolare delle indagini, e la proposta di patteggiamento, pena sospesa, di un terzo imputato, mentre la posizione di un quarto indagato era stata stralciata per la richiesta di archiviazione.
Migranti: Sea Watch, non sbarcheremo naufraghi in Libia. Salvini attacca l’Ong tedesca”Sembra un vero e proprio sequestro di persona per motivi politici”: dice il ministro dell’Interno

13 giugno 201916:16

“Tripoli non è un porto sicuro. Riportare coattivamente le persone soccorse in un Paese in guerra, farle imprigionare e torturare, è un crimine. È vergognoso che l’Italia promuova queste atrocità e che i governi Ue ne siano complici”. Lo dice Sea Watch. “Sea Watch non vuole portarli in Libia? Allora spieghi perché ha chiesto a Tripoli un porto sicuro. E perché, dopo la risposta positiva, ha atteso per ore davanti alla costa africana. Aveva il via libera allo sbarco, l’atteggiamento della Sea Watch sembra un vero e proprio sequestro di persona per motivi politici. Polemizza col Viminale sulla pelle degli immigrati”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, replicando alla ong tedesca.

Zamparini: ipotesi corruzione Gip-figlioPer giudice si aggiunge alla rivelazione di notizie riservate

PALERMO13 giugno 201916:22

– Il presidente dei gip di Palermo Cesare Vincenti è indagato a Caltanissetta, oltre che per rivelazione di notizie riservate, anche per corruzione. Di corruzione risponde anche il figlio di Vincenti, Andrea.
L’inchiesta nasce dal sospetto che una talpa al palazzo di giustizia di Palermo abbia avvertito, tramite l’allora presidente del Palermo calcio, Giovanni Giammarva, l’ex patron rosanero Maurizio Zamparini della richiesta pendente di arresto a suo carico.
Giammarva, a maggio 2018, chiese un urgente appuntamento a Zamparini, che il giorno successivo all’incontro si dimise dalle cariche societarie. Il gip chiamato a decidere, che lavorava nell’ufficio diretto da Vincenti, negò le manette sostenendo che le dimissioni dalla carica avessero fatto venir meno le esigenze cautelari. Chi diede lo notizia della richiesta d’arresto? Il sospetto degli inquirenti grava su Vincenti. Il figlio del giudice ha un incarico legale nella società rosanero. E questo potrebbe essere stato il prezzo della corruzione.
Sisma,promesse quote per gestire macerieProcura, dipendente Regione favoriva un’impresa di S. Benedetto

ASCOLI PICENO13 giugno 201916:46

– Si delineano i particolari dell’inchiesta della Procura di Ascoli Piceno sullo smaltimento delle macerie del terremoto del 2016 nelle Marche che ha portato all’arresto di due persone. In carcere sono finiti il funzionario della Regione Stefano Mircoli e l’amministratrice della ditta Dimensioni Scavi di San Benedetto del Tronto Cristiana Perotti, accusati di corruzione e rivelazione di segreto d’ufficio. Le indagini della Finanza e della sezione di pg della Procura avrebbero rilevato che, tramite il dipendente pubblico sarebbero, stati condizionati gli organi regionali per rimpiazzare la società a partecipazione mista pubblico-privata affidataria della gestione dei servizi in questione. In cambio della sua ‘attività, secondo la Procura, Perotti avrebbe fatto a Mircoli promesse di future partecipazioni societarie in una costituenda new company per la gestione delle macerie e la ricostruzione edilizia dei territori colpiti dal sisma, nonché progressioni di carriera.

Morì dopo operazione, terapia la salvavaFirenze, 7 medici indagati. Pm fa eseguire incidente probatorio

FIRENZE13 giugno 201916:54

– Una somministrazione di terapia antitrombotica avrebbe potuto ridurre del 60% il rischio di decesso post-operatorio a una puerpera di 30 anni che era alla 27/a settimana di gravidanza e che invece è morta il 13 febbraio 2018 mentre era ricoverata all’ospedale di Careggi (Firenze). E’ quanto emerge l’incidente probatorio chiesto dal pm di Firenze Angela Pietroiusti e già effettuato nell’inchiesta dedicata dalla procura di Firenze alla vicenda e che al momento ha sette medici indagati. La paziente, obesa, sarebbe deceduta per una trombosi venosa dopo un intervento di colecistectomia. Per l’accusa non le venne somministrata la terapia antitrombotica, prevista invece dalle linee guida, omettendo di somministrare una prima dose di eparina a basso peso molecolare 12 ore prima dell’operazione. I medici, per il pm, avrebbero compiuto un’altra violazione delle linee guida previste dalla Regione Toscana per cui la mancata somministrazione della terapia deve essere motivata in una relazione che non è stata redatta.
Scende da auto dopo incidente, travoltaVittima una donna di 40 anni.

C’è anche un ferito in codice rosso

GALLIPOLI (LECCE)13 giugno 201917:14

– Una donna stata travolta da un autocarro ed è morta sulla strada statale 274 che collega Gallipoli a Santa Maria di Leuca, in Salento.
Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, giunti sul posto per i rilievi, la 40enne albanese era alla guida di una Renault Megane quando, in prossimità dello svincolo per Baia Verde, ha tamponato in una curva una Mini Cooper Countryman condotta da un uomo di 35 anni. I due conducenti sarebbero scesi dai veicoli e si sarebbero fermati sul ciglio della strada per dirimere l’accaduto, quando é sopraggiunto l’autocarro che non riuscendo a spostarsi sulla corsia di sorpasso per il sopraggiungere di un altro mezzo, ha finito col travolgere la Megane che a sua volta ha travolto la donna e l’uomo. Per la donna, residente a Casarano dove lavorava in un ristorante, non c’é stato nulla fare, mentre l’uomo é stato condotto in codice rosso dai sanitari del 118 al Vito Fazzi di Lecce. Il traffico é stato a lungo bloccato e deviato sulla viabilità comunale.

Vodafone down in Italia, problemi a fisso e mobileMigliaia di segnalazioni da Torino a Palermo
13 giugno 201917:17

– In Italia Vodafone è colpita da un malfunzionamento che interessa sia la rete fissa sia quella mobile. Da circa un’ora il sito Downdetector sta registrando numerose segnalazioni, con picchi di oltre 8mila, che si concentrano nelle città più grandi e in particolare a Torino, Milano, Bologna, Perugia, Roma, Napoli e Palermo. Numerose le segnalazioni degli utenti anche su Twitter, dove l’hashtag #vodafonedown è al numero uno tra i trending topic e scalza #RadioRadicale. Le lamentele riguardano i clienti privati e business. La compagnia non ha ancora fatto annunci in merito.