Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:10 ALLE 15:17 DIL UNEDì 22 APRILE 2019

CRONACA

Stalking, gps in auto ex, allontanato
Da due anni la perseguitava per la sua decisione di lanciarlo

BELLUSCO (MONZA)22 aprile 2019 13:10

– Un uomo è stato sottoposto a divieto di avvicinamento alla ex compagna, per averla perseguitata per due anni, minacciata di morte e aver installato un gps nella sua auto per poterla pedinare. La donna, 47 anni di Bellusco (Monza), stanca delle sue angherie lo ha denunciato ai carabinieri. A quanto emerso, non volendo accettare la decisione della ex di interrompere la convivenza l’uomo, 59 enne di Brugherio (Monza), ha tentato di “farle cambiare idea” tempestandola di telefonate, presentandosi sotto casa e sul posto di lavoro. Avrebbe poi iniziato a minacciarla di morte. Qualche settimana fa infine, si è introdotto nella sua auto e ha inserito un gps nell’imbottitura del tetto. A seguito della denuncia della donna, il gip di Monza ha emesso il provvedimento.
Rompe naso partner con pugno, denunciatoL’aggressione sabato notte in casa a Borgo Panigale (Bologna)

BOLOGNA22 aprile 201913:33

– Un ragazzo di 24 anni è stato denunciato dai carabinieri per aver ‘steso’ la fidanzata convivente con un pugno sferrato al volto, rompendole il naso, al culmine di una lite in casa: l’aggressione è avvenuta sabato notte a Borgo Panigale, nel Bolognese.
La discussione, secondo quanto appreso, è scaturita da motivi di gelosia. A chiedere aiuto ai carabinieri di Borgo Panigale è stata la stessa vittima, trasportata d’urgenza al pronto soccorso. Medicata dal personale del 118, è stata dimessa con una prognosi di 25 giorni per frattura della spina nasale. Il 24enne è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia.

CRONACA

Riccione, tartaruga curata torna in mare
Il rilascio della Caretta Caretta dopo mesi di cure

BOLOGNA22 aprile 201913:45

– È tornata in mare questa mattina, dopo diversi mesi di cure al Centro di recupero Cura e Riabilitazione delle Tartarughe Marine di Riccione, la tartaruga Sandra. Il rilascio nel giorno di Pasquetta e dell’Earth Day 2019, la Giornata Mondiale della Terra, dalla spiaggia davanti al cosiddetto ‘ospedale delle tartarughe’ di Riccione.
Sandra, un grosso esemplare di Caretta Caretta (il carapace misura quasi 75 centimetri), era stata catturata accidentalmente nella rete a strascico del Motopeschereccio Rimas di Cesenatico, il cui comandante Massimo Rossi collabora da anni con Fondazione Cetacea nel recupero degli esemplari di tartaruga in difficoltà, tanto da essere diventato una specie di ‘star’ per un tutorial sulle manovre di primo soccorso delle tartarughe pescate accidentalmente diffuso in tutt’Italia attraverso Tartalife, il progetto finanziato dall’Unione europea attraverso il fondo LIFE+ NATURA 2012 e cofinanziato dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.
Ricoverato, trovato morto fuori ospedaleFonti Asl Taranto,si sarebbe lanciato da finestra.Indaga Polizia

TARANTO22 aprile 201914:07

– La notte scorsa il corpo di un 29enne che dopo un incidente stradale era stato ricoverato nel reparto di Neurochirurgia al settimo piano dell’ospedale Santissima Annunziata a Taranto, è stato ritrovato poche ore dopo sul selciato all’esterno del nosocomio. Secondo una ricostruzione fornita da fonti dell’Asl, il giovane si sarebbe suicidato lanciandosi da una finestra dell’ospedale.
Sull’episodio indaga la Polizia. Ad accorgersi della sua assenza in stanza è stata la madre del ragazzo, che ha subito allertato il personale sanitario. Poco dopo, la tragica scoperta. Per il 29enne ormai non c’era più nulla da fare. A quanto si apprende, domani sarà disposta l’autopsia.
E’ allerta maltempo sul PiemontePreviste piogge intense, rischio di locali allagamenti

TORINO22 aprile 201914:11

– Allerta gialla per precipitazioni intense sul Piemonte. L’ha emanata per la giornata di domani l’Arpa, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, che prevede piogge intense, con rischio di locali allagamenti e isolati fenomeni di versante.
Il peggioramento del tempo dal tardo pomeriggio di oggi, con precipitazioni dal settore sudoccidentale in progressiva estensione sul resto del Piemonte dalla serata. Secondo l’Arpa, la risalita di una depressione dalle coste algerina fino al Mar Ligure provocherà precipitazioni intense, con valori localmente forti lungo la fascia pedemontana alpina.
Il maltempo determinerà anche un netto calo delle temperature massime. Condizioni di instabilità sono previste anche per le giornate di mercoledì e giovedì, con piogge a carattere sparso e intermittente.

Abusava permessi Legge 104, denunciataInvece di assistere il padre disabile faceva viaggi all’Estero

VIGEVANO (PAVIA)22 aprile 201914:35

– Aveva ottenuto il permesso di assentarsi dal lavoro alcuni giorni al mese, in base alla legge 104, per assistere il padre disabile. Invece ne approfittava per compiere viaggi all’estero o dedicarsi all’attività sportiva in località distanti dalla propria abitazione. La donna, una 44enne dipendente dell’Asst di Pavia e in servizio all’ospedale civile di Vigevano, è stata smascherata dai carabinieri e denunciata a piede libero per truffa aggravata.           

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 12:05 ALLE 13:10 DI LUNEDì 22 APRILE 2019

CRONACA

Sri Lanka: Papa, tutti condannino
‘Atti terroristici mai giustificabili’

CITTA’ DEL VATICANO22 aprile 2019 12:05

– “Vorrei esprimere nuovamente la mia fraterna vicinanza al popolo dello Sri Lanka.
Sono molto vicino al cardinale Malcolm Ranjith Patabendige e a tutta la Chiesa di Colombo. Prego per le numerosissime vittime” e invito a “non esitare a dare tutto l’aiuto necessario. Auspico altrettanto che tutti condannino questi atti terroristici disumani e mai giustificabili”. Lo ha detto il Papa al Regina Coeli.
Incendio in azienda rifiuti, pista dolo,Il rogo ha devastato quattro capannoni della ‘Valcart’

BERGAMO22 aprile 201912:27

– La Procura di Bergamo ha aperto un’inchiesta, al momento contro ignoti, sul rogo che l’altra notte ha devastato la ‘Valcart’, azienda di rifiuti di Rogno, nel Bergamasco: la pista che si segue è quella del dolo.
L’incendio ha distrutto quattro dei sei capannoni della ditta che si occupa di stoccaggio e lavorazione dei rifiuti. Resta nell’Alto Sebino anche preoccupazione per le sostanze rilasciate: l’odore acre proveniente dall’azienda è stato avvertito a chilometri di distanza, con una fuliggine che ha coperto tutto la zona a cavallo tra la Bergamasca e il Bresciano. Resta in vigore l’ordinanza del Comune di Rogno che vieta lo svolgimento di manifestazioni all’aperto e invita i cittadini a tenere le finestre chiuse. Vietata anche la raccolta e il consumo di frutta e verdura.
Trova’gratta e vinci’,vince 100mila euroDisoccupato trova biglietto scartato da giocatore sbadato

MOLA DI BARI (BARI)22 aprile 201912:48

– L’abitudine di rovistare nei cestini della carta per controllare i ‘gratta e vinci’ buttati dagli altri giocatori, ha portato fortuna a un ex pescatore disoccupato di 50 anni che a Mola di Bari ha trovato nella spazzatura di un bar di una stazione di servizio un biglietto della lotteria istantanea con una vincita da 100mila euro. La notizia è riportata sull’edizione online de La Gazzetta del Mezzogiorno, secondo la quale il biglietto vincente sarebbe stato gettato da qualche sbadato giocatore che non avrebbe grattato bene su tutti i numeri. Secondo quanto riferito dal quotidiano, l’ex pescatore, ora senza lavoro e con la ‘passione’ per i gratta e vinci, ha il vizio di controllare i tagliandi grattati e lasciati sui tavolini dei bar o nei cestini.
Un’abitudine che gli frutta qualche guadagno, visto che solitamente riesce a recuperare anche 20 euro. Questa volta, però, la dea bendata ha voluto fargli un grande regalo.
Via Fillak riapre ‘grazie’ a 6 gruAster installa luci provvisorie, domani alle 11 via libera

GENOVA22 aprile 201912:52

– Ultimi adeguamenti per via Fillak, ultima strada ancora interrotta a causa del crollo del Morandi: Aster ha installato un impianto luci temporaneo per consentire la riapertura della strada prevista per domani mattina. La riapertura è stata resa possibile grazie a sei gru che hanno messo in sicurezza l’impalcato. Domani dunque verso le 11, dopo che le sei torri di supporto alle pile 10 e 11, quelle strallate, del Morandi e ai relativi impalcati, saranno completate, l’arteria di collegamento tra Certosa e Sampierdarena tornerà percorribile.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:47 ALLE 12:05 DI LUNEDì 22 APRILE 2019

CRONACA

La Giornata della Terra nel Google Doodle di oggi
Scopri organismi straordinari e ciò che li rende speciali

22 aprile 2019 00:47

Anche Google celebra con uno dei suoi doodle la Giornata della Terra 2019, istituita dalle Nazioni Unite per sollevare l’attenzione sulla tutela del pianeta. Il motore di ricerca mostra al posto del solito logo un’animazione che raffigura il globo terrestre nello spazio e la scritta Google. Cliccando sopra l’immagine, l’animazione mostra poi alcune particolari specie animali e vegetali come l’albatro urlatore o la sequoia sempreverde.

Il messaggio di Google è: Festeggiamo la Giornata della Terra 2019! Scopri organismi straordinari e ciò che li rende speciali con il doodle di Google di oggi. Nell’ultima schermata si legge: “Qui abbiamo rappresentato solo una piccola parte della diversità, dell’unicità e delle meraviglie che si possono trovare tra le forme di vita sul pianeta che chiamiamo “casa”. Buona Giornata della Terra!”.

CRONACA

Stalking alla ex dal carcere, denunciato
Detenuto per violenze sulla madre, minacciava la ex via telefono

REGGIO EMILIA22 aprile 201910:19

– In carcere per violenze commesse ai danni della madre, ha cominciato a molestare la sua ex compagna con una serie di infinite telefonate dal contenuto minaccioso: l’uomo, un quarantenne salernitano residente a Montecchio Emilia, è stato denunciato alla Procura reggiana dai carabinieri di Gattatico, a cui la vittima si è rivolta, per i reati di minaccia e atti persecutori.
Il 40enne è finito in carcere a novembre 2017 dopo l’arresto per maltrattamenti alla madre. Da lì ha cominciato a tempestare di telefonate la sua ex compagna, una 27enne residente a Gattatico con cui aveva avuto una figlia, intimandole di andare via dalla famiglia d’origine per andare a vivere a casa di sua madre. Nell’ultimo anno le ha telefonato di continuo con offese e minacce, anche di morte. La donna, esasperata dall’ansia e dalla paura, ha deciso così di rivolgersi ai carabinieri.
Piacenza, San Lorenzo verso il restauroDiventerà auditorium da 500 posti e spazio per musica e sfilate

PIACENZA22 aprile 201910:21

– Uno dei tanti gioielli storici di Piacenza, ‘dimenticati’ nel tempo, tornerà presto a splendere e a far parte del patrimonio cittadino grazie a un importante intervento di recupero e restauro. Si tratta dell’antica chiesa di San Lorenzo, nel cuore del centro storico piacentino, dove in questi giorni sono stati avviati i lavori: la chiesa, in stile gotico e risalente al XIV secolo, diventerà un importante auditorium da 500 posti, ma anche uno spazio polifunzionale dedicato ad arte, musica e sfilate. Tra i tesori ancora custoditi all’interno, fra le navate, spicca un affresco trecentesco con tre santi: San Lorenzo, Sant’Agostino e Santa Caterina. “Secondo uno studioso venuto dal Belgio per esaminare il dipinto – spiega Carlo Loranzi che sovrintende i lavori – questo sarebbe l’unico affresco esistente in Europa che li ritrae insieme”.
Pasqua, 27enne muore soffocato a pranzoNel Barese, 118 esegue una tracheotomia ma non riesce a salvarlo

BARI22 aprile 201910:57

– Tragedia di Pasqua per una famiglia pugliese: un 27enne di Monopoli (Bari) è morto soffocato durante il pranzo a casa dello zio. Secondo quanto si è appreso da fonti di polizia, il giovane stava mangiando carne quando un boccone gli è andato di traverso, ostruendo le vie respiratorie. Sul posto è giunto il personale del 118 che ha eseguito una tracheotomia ma non è riuscito a salvargli la vita.
Terremoti, scossa 2.6 in LunigianaEpicentro nella zona di Pontremoli, a 6 km di profondità

PONTREMOLI (MASSA CARRARA)22 aprile 201911:19

– Un terremoto di magnitudo 2.6 si è verificato oggi, intorno alle 7, in Lunigiana.
L’epicentro è stato localizzato a 6 chilometri a nord ovest da Pontremoli (Massa Carrara) ad una profondità di 6 km. Non si registrano al momento danni a persone o cose.           

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:21 DI SABATO 20 APRILE 2019

ALLE 00:47 DI LUNEDì 22 APRILE 2019

CRONACA

Papa: momento superare chiusure e paure
Veglia Pasqua, evitiamo psicologia sepolcro. Domani Urbi et Orbi

CITTA’ DEL VATICANO20 aprile 2019 21:21

– Superare le paure e le chiusure: anche questo è il “passaggio” che con l’aiuto di Dio dobbiamo fare in questa Pasqua. E’ l’invito di Papa Francesco che nella veglia pasquale nella basilica vaticana è tornato a parlare della carriera e del denaro, che allontanano dalla “luce vera” dalla vita vera che è Cristo. Poi il pontefice ha parlato della “psicologia del sepolcro”, della paura che tutto finisca con la morte e che ci fa essere “portatori di malsano scoraggiamento”. Ma con la resurrezione Cristo indica la speranza: “Non seppellire la speranza!”, è l’invito del Papa. E nell’omelia cita anche una “certezza non negoziabile”, quella dell’amore di Dio che non cambia. La Veglia Pasquale nella basilica vaticana è cominciata, come tradizione, con il rito del fuoco e la preparazione del cero pasquale. Papa Francesco, nel corso della messa, ha anche battezzato otto adulti, provenienti da cinque Paesi.
Inseguimento in barca a Venezia, fermato24enne insegue due coetanei, due passanti feriti

VENEZIA21 aprile 201910:20

– Un giovane di 24 anni, di Venezia, è stato fermato dalla Polizia dopo una lite scoppiata nella serata di ieri nel centro storico lagunare con due coetanei, che ha inseguito dapprima a piedi e poi su un barchino a motore, colpendo e ferendo nel tragitto anche due passanti ignari.
L’episodio – riferisce la Questura di Venezia – è iniziato intorno alle ore 20.00 in Campo Sant’Alvise. Dopo aver innescato la lite, per motivi futili, i due ragazzi sono scappati a piedi, inseguiti dal ventiquattrenne che ha brandito una cinghia da barca; i due sono saliti e si sono allontanati sul proprio barchino, seguiti dall’aggressore che li ha speronati.
Durante la corsa a piedi, l’inseguitore ha colpito con la cinghia alcuni passanti, due dei quali si sono recati al pronto soccorso.
Il ventiquattrenne è stato rintracciato e accompagnato in Questura per l’identificazione e la valutazione completa della sua posizione dal punto di vista penale.

CRONACA

Caso Branchi, prete accusato di calunnia
Chiusa l’indagine sull’ex parroco di Goro, nel Ferrarese

FERRARA21 aprile 201910:37

– La Procura di Ferrara ha chiuso l’indagine nei confronti di don Tiziano Bruscagin, ex parroco di Goro, accusandolo di false informazioni al pm e calunnia. Il sacerdote, da una decina d’anni residente nel Padovano, è considerato un testimone chiave nell’inchiesta, riaperta nel 2014, dopo quasi 30 anni, sull’omicidio di Willy Branchi, ragazzo di 18 anni trovato morto il 30 settembre 1998 nella golena del Po, nudo e con il capo fracassato dal colpo di una pistola da macello. Un delitto rimasto senza colpevoli, tra omertà, poche certezze, e indagini che riguardarono anche un giro di pedofilia.
Ora Procura e carabinieri hanno notificato l’avviso di fine indagine al prete, 78 anni, parroco di Correzzola, con la novità della contestazione di calunnia nei confronti delle persone che ha indicato – con nomi, cognomi, spiegazioni sul possibile movente dell’omicidio e retroscena – a magistrati, carabinieri e giornalisti del Resto del Carlino e della Nuova Ferrara.
Uccide padre e tenta suicidio a GenovaLa vittima aveva 91 anni. Il figlio non è in pericolo di vita

GENOVA21 aprile 201912:00

– Omicidio nella notte a Genova, nel quartiere popolare di Molassana. Un uomo di 56 anni ha ucciso il padre di 91 a martellate e poi ha tentato di uccidersi lanciandosi dal balcone. L’anziano è morto in ospedale, mentre il figlio è ricoverato per le ferite provocate dalla caduta dal terzo piano. Secondo quanto ricostruito, l’uomo si era dedicato ad accudire il papà novantenne, che non è autosufficiente. Non è ancora chiaro cosa sia accaduto nella abitazione del genitore. A un certo punto il figlio ha impugnato un martello e lo ha colpito più volte fino a ucciderlo. Dopo l’omicidio, secondo quanto ricostruito finora, l’uomo ha aperto una finestra e si è gettato fuori precipitando dal terzo piano. Si è procurato gravi ferite ma a fonti della polizia non risulta in pericolo di vita.
Operai Gls su tetto anche a PasquaIn 33 licenziati chiedono reintegro e tavolo di confronto

PIACENZA21 aprile 201912:01

– Prosegue anche nel giorno di Pasqua la protesta dei 33 lavoratori licenziati sul tetto della Gls di Piacenza: dal 16 aprile sono accampati per protestare contro il provvedimento di licenziamento nei loro confronti.
Tutti aderenti al sindacato autonomo Usb, questa mattina hanno ricevuto la visita delle mogli e dei figli che, dalla strada, li hanno salutati e hanno portato loro alcuni viveri.
Chiedono tutti il reintegro e la convocazione urgente di un tavolo di confronto con la prefettura e con l’azienda, intenzionati a non scendere fino a quando non avranno ottenuto un appuntamento per discutere della loro situazione.
Mucca salvata da Vvf con elicotteroIntervento nel Bolognese per animale in dolce attesa

BOLOGNA21 aprile 201912:13

– Intervento ‘straordinario’ ieri pomeriggio a Castello di Serravalle, nel Bolognese, per i vigili del fuoco: una mucca in stato di gravidanza è scivolata in un profondo calanco in un’azienda agricola e per salvarla è stato necessario imbragarla e sollevarla con l’elicottero.
Dopo un inutile tentativo di recupero da parte dei proprietari, con l’animale stremato perché cercava di risalire il ripido pendio, sono intervenute tre squadre di vigili del fuoco, munite di autopompa serbatoio, furgone speleo alpino fluviale ed elicottero Drago 60. Per far sì che il volo si svolgesse in totale sicurezza è stato necessario tagliare anche alcuni arbusti. Una volta portata in salvo la mucca ha immediatamente ripreso le proprie forze.
Sede Consiglio Puglia,indaga Corte ContiSotto lente giudici contabili guarnizioni per le finestre

BARI21 aprile 201912:15

– La Corte dei Conti, che sta già indagando sui costi per la realizzazione della nuova sede del Consiglio regionale pugliese, avrebbe aperto un nuovo fascicolo sulle forniture, per verificare se ci sia danno erariale. In particolare, secondo quanto riferisce La Repubblica Bari, i giudici contabili si stanno concentrando sulle guarnizioni per le finestre, dopo che una parte della nuova sede, lo scorso gennaio, si è allagata in seguito alle copiose piogge. La Corte dei Conti aveva già indagato sulla nuova sede del Consiglio regionale in seguito ad un esposto del M5S sui costi eccessivi per le plafoniere. Su quest’ultima vicenda è in corso una indagine anche da parte della Procura.
Giovane venduta e stuprata,fermata donnaL’avrebbe utilizzata come merce di scambio per pagarsi la droga

TORINO21 aprile 201912:15

– Chiusa in uno scantinato, alla periferia di Torino, e violentata per ore da due uomini in cambio di alcune dosi di droga. E’ quando ha denunciato alla polizia una ragazza italiana, che è riuscita a liberarsi e a chiedere aiuto. Una donna, di nazionalità marocchina, è stata fermata dagli agenti della Squadra Mobile.
Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, tutto è iniziato giovedì sera, quando la marocchina l’ha bloccata per strada minacciandola con un taglierino. Dopo essersi fatta consegnare il bancomat, la donna avrebbe utilizzato la ragazza come merce di scambio con alcuni spacciatori. Avrebbe avuto rapporti sessuali con due marocchini per pagare le dosi di droga alla donna. Lo scambio avrebbe dovuto ripetersi. Fingendosi d’accordo, la ragazza ha convinto la marocchina a farla uscire, ma una volta in strada ha dato l’allarme. Il racconto della giovane è al vaglio della polizia, che ha fermato la marocchina e recuperato il taglierino usato per le minacce.
Papa: cessino armi in Libia, Siria,YemenL’appello nel messaggio ‘Urbi et Orbi’

CITTA’ DEL VATICANO21 aprile 201912:26

– Un appello affinché cessino le guerre in Siria, Yemen e Libia, è stato lanciato da Papa Francesco nel messaggio ‘Urbi et Orbi’. Dio “sia speranza per l’amato popolo siriano, vittima di un perdurante conflitto che rischia di trovarci sempre più rassegnati e perfino indifferenti”. “Un particolare pensiero rivolgo alla popolazione dello Yemen, specialmente ai bambini, stremati dalla fame e dalla guerra”. “Le armi cessino di insanguinare la Libia”, ha aggiunto il Papa auspicando che si scelga “il dialogo piuttosto che la sopraffazione”.
Sri Lanka: Papa, dolore per una violenza crudeleIl messaggio del pontefice al termine celebrazioni di Pasqua

CITTA’ DEL VATICANO21 aprile 201912:31

“Ho appreso con tristezza e dolore la notizia dei gravi attentati che, proprio oggi, giorno di Pasqua, hanno portato lutto e dolore in alcune chiese e altri luoghi di ritrovo dello Sri Lanka. Desidero manifestare la mia affettuosa vicinanza alla comunità cristiana, colpita mentre era raccolta in preghiera, e a tutte le vittime di così crudele violenza. Affido al Signore quanti sono tragicamente scomparsi e prego per i feriti e tutti coloro che soffrono a causa di questo drammatico evento”. Così il Papa nel messaggio di Pasqua.
Il Papa: “Costruiamo ponti non muri”Così il pontefice nel messaggio ‘Urbi et Orbi’

CITTA’ DEL VATICANO21 aprile 201916:30

“Davanti alle tante sofferenze del nostro tempo, il Signore della vita non ci trovi freddi e indifferenti. Faccia di noi dei costruttori di ponti, non di muri. Egli, che ci dona la sua pace, faccia cessare il fragore delle armi, tanto nei contesti di guerra che nelle nostre città, e ispiri i leader delle Nazioni affinché si adoperino per porre fine alla corsa agli armamenti e alla preoccupante diffusione delle armi, specie nei Paesi economicamente più avanzati”. Così il Papa nel messaggio ‘Urbi et Orbi’.

Bassetti: servono cristiani coraggiosiPresidente Cei, ‘noi siamo minoranza ma sale e luce della terra’

21 aprile 201913:16

“Ci vuole coraggio per credere nel mistero della risurrezione”. Lo ha detto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, nell’omelia della messa di Pasqua. “Essere coraggiosi è la caratteristica del cristiano. Ci vuol coraggio a credere in Cristo. Ci vuol coraggio a dirsi cristiani, oggi. Ci vuol coraggio a testimoniare la fede in questa società: coscienza e coraggio! Invece tante volte ci mostriamo timidi, paurosi, religiosamente incerti, spesso insignificanti come cristiani!”, ha aggiunto Bassetti. “Dobbiamo prendere atto – ha sottolineato il cardinale – che noi cristiani, all’interno della società, siamo una comunità minoritaria. Ma proprio per questo è necessario essere ‘luce e sale della terra’. Dobbiamo tutti crescere in umanità: nell’apertura verso gli altri, i deboli, i sofferenti, le persone sole, coloro che sono costretti a migrare, e tutti coloro che la società considera ‘scarti'”.
Base jumper norvegese muore in TrentinoDurante lancio con la tuta alare dal Becco dell’Aquila

TRENTO21 aprile 201913:41

Un base jumper norvegese di 47 anni ha perso la vita lanciatosi dal Becco dell’Aquila a Dro, in Trentino. L’allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 è stato lanciato verso le 7 di questa mattina. Il base jumper si è lanciato con la tuta alare dalla famosa parte sul Monte Brento, schiantandosi nel greto del fiume Sarca senza aver aperto la vela.Il coordinatore dell’area operativa Trentino Meridionale del Soccorso alpino ha inviato sul posto una squadra di terra. In seguito alla constatazione del decesso da parte del medico e dopo il nulla osta dei Carabinieri, il corpo del base jumper è stato portato con la barella portantina fino al carro funebre e da qui alla camera mortuaria. Alle operazioni di recupero hanno partecipato anche i Vigili del fuoco.

CRONACA

Stadio Roma:difesa Raggi,iter sospeso
“per consentire ulteriori approfondimenti”

ROMA21 aprile 201913:45

– “La sindaca Virginia Raggi è estranea ai fatti” e l’iter per l’approvazione del progetto dello Stadio della Roma “fu all’epoca rimandato e dopo l’arresto di Parnasi sospeso per consentire ulteriori approfondimenti”.
Così gli avvocati della sindaca di Roma , spiegano gli avvocati Alessandro Mancori ed Emiliano Fasulo sulla decisione del gip di non procedere all’archiviazione per l’accusa di abuso d’ufficio alla loro assistita.
Rapporto 2019, 4.035 cristiani uccisi per la fedeDati World Watch List di Porte Aperte, 245 milioni perseguitati

21 aprile 201914:05

Ancora kamikaze nelle chiese a Pasqua, stavolta nello Sri Lanka, per una delle stragi di cristiani più sanguinose degli ultimi anni. Peggiore anche dell’attacco avvenuto alla vigilia del Venerdì santo del 2015 in una scuola salesiana del Kenya quando un commando armato fece irruzione all’alba nel campus uccidendo, in 16 ore di sparatorie ed esplosioni, 147 persone, in gran parte studenti di fede cristiana, molti ancora addormentati nei dormitori. Poi c’è stata le strage di Lahore, in Pakistan, 72 morti il 28 marzo 2016, preceduta da quella di Kaduna, in Nigeria, 50 morti l’8 aprile del 2012 per mano dei terroristi di Boko Haram, e seguita da quella di Tanta e Alessandria in Egitto, nella Domenica delle Palme del 2017, il 5 aprile (45 morti).

Sono questi i più gravi massacri avvenuti negli anni recenti durante le messe e nei giorni in cui i cristiani nel mondo si riuniscono per celebrare la resurrezione di Cristo. Secondo gli ultimi dati della World Watch List – il Rapporto sulla persecuzione anti-cristiana nel mondo pubblicato dalla ong Porte Aperte, l’ultima volta a gennaio 2019 – sono molte migliaia i cristiani uccisi per ragioni legate alla loro fede ogni anno: 4.305 nel 2018, in crescita rispetto ai 3.066 del 2017, il maggior numero in Nigeria.

Nel 2018, si legge nel Rapporto, sono saliti a 245 milioni i cristiani perseguitati nel mondo. Sui 150 Paesi monitorati, 73 hanno mostrato un livello di persecuzione definibile alta, molto alta o estrema, mentre l’anno scorso erano 58. Tra i Paesi che rivelano una persecuzione definibile estrema, lo Sri Lanka è in 46/m a posizione. Al primo posto c’è la Corea del Nord, dove si stimano tra 50 e 70mila cristiani detenuti nei campi di lavoro per motivi legati alla loro fede. Anche Afghanistan (secondo posto), Somalia (terzo), Libia (quarto) si confermano tra i Paesi dove la vita per i cristiani è più difficile. In Asia, incluso il Medio Oriente un cristiano su 3 è definibile perseguitato. Un processo accelerato – indica il Rapporto – della situazione in Cina.

Perquisito ingoia coca,è in rianimazioneMario Zerbino è stato arrestato, ora è in prognosi riservata

CERIGNOLA (FOGGIA)21 aprile 201914:36

– Quando gli agenti della polizia di Cerignola sono arrivati a casa sua per una perquisizione, ha ingoiato alcuni involucri contenenti droga, probabilmente cocaina, e si è sentito male. Per questo il 26enne Mario Zerbino è ora ricoverato in rianimazione nell’ospedale Tatarella dove si trova agli arresti domiciliari. Il giovane è in prognosi riservata. A casa di Zerbino, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e denunciato per detenzione abusiva di munizioni per arma comune da sparo, la polizia ha trovato circa 40 grammi di hashish, un bilancino di precisione, sostanze da taglio, 630 euro, due proiettili e materiale utile al confezionamento delle dosi. Secondo la ricostruzione della polizia, alla vista degli agenti il 26enne ha ingerito volontariamente degli involucri contenenti presumibilmente cocaina. Dagli esami diagnostici è emersa la presenza nel suo stomaco di un’immagine ovale di circa 20 millimetri per sei.
Sri Lanka, morta anche una nota chefFiglia aveva postato foto della colazione di Pasqua in hotel

21 aprile 201915:31

– Un selfie prima dell’esplosione, prima di morire nel giorno di Pasqua. Shantha Mayadunne, una chef molto famosa in Sri Lanka, è una delle vittime degli attentati a Colombo. La donna è ritratta in una foto pubblicata dalla figlia Nisanga sulla sua pagina Facebook poco prima dell’esplosione all’hotel Shangri La. Shanta è a tavola con la sua famiglia, i figli e il marito. “Easter breakfast with family” (Colazione di Pasqua con la famiglia), scrive Nisanga postando lo scatto. Shantha Mayadunne era molto famosa anche per programmi Tv ed era la beniamina della comunità cingalese all’estero. Nell’attentato è morta anche la figlia Nisanga.
Shantha Mayadunne, 30 anni nel campo dell’arte culinaria, è entrata nella storia dello Sri Lanka per essere stata la prima chef ad ospitare una programma di cucina in diretta tv. Shantha Mayadunne era molto seguita dalle tante comunità cingalesi nel mondo anche grazie alle sue ricette “veloci e facili”, come lei stessa le definiva.
Sri Lanka: Acs, libertà fede sia dirittoFondazione, ‘persecuzione anticristiana non ha confini’

21 aprile 201915:58

– “Non conosce confini geografici la persecuzione anticristiana. E non conosce tregue legate alle più importanti celebrazioni liturgiche come ovviamente la domenica di Pasqua. Se nel 2016 nel giorno della Risurrezione di Gesù ad essere colpita da un attacco terroristico ad opera di un kamikaze talebano fu la comunità cristiana del Pakistan, e se nel 2017 l’orribile destino Isis lo riservò alla comunità copta in Egitto, oggi l’estremismo religioso ha colpito la Pasqua della comunità cristiana nello Sri Lanka”. Lo affermano Alfredo Mantovano e Alessandro Monteduro, presidente e direttore della fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre. “E’ ora – proseguono – di manifestare reale, e non di sola facciata, indignazione. Innanzitutto aiutando concretamente le minoranze religiose oppresse e non delegando a questo le sole Organizzazioni di carità. E sostenendo una battaglia culturale e politica perché la difesa della libertà religiosa torni a essere un diritto di serie A.

CRONACA

Sequestro armi e droga per 200mila euro
Operazione nei ruderi nel Comune di San Gregorio d’Ippona

VIBO VALENTIA21 aprile 201916:00

– I carabinieri durante un servizio mirato al controllo dei ruderi nel Comune di San Gregorio d’Ippona, hanno rinvenuto oltre 4 kg di hashish tra le pietre del “Calvario di Zammarò”, frazione di San Gregorio d’Ippona. Giunti i rinforzi dalle Stazioni vicine e dalla città, è stato effettuato un vasto rastrellamento – al quale si è aggiunto poco dopo anche il Nucleo Cinofili dello Squadrone Eliportato Cacciatori – nel corso del quale sono stati trovati e posti sotto sequestro 13 grammi di cocaina, oltre un kg di eroina pura, 2 pistole non censite in banca dati (una 44 magnum ed una calibro 9), munizionamento, diversi passamontagna, oltre 1 kg di marijuana. Il valore complessivo del materiale sequestrato si aggirerebbe intorno ai 200.000 euro.
Feriscono uomo con fiocina, due arrestiGli aggressori hanno dichiarato di avere problemi psichici

MODENA21 aprile 201916:39

– Due uomini sono stati arrestati dalla Polizia a Modena ieri sera per aver sparato una fiocina da un fucile per sub che ha colpito e ferito un cinquantenne del posto che stava camminando in via Pico della Mirandola, nei paraggi di un ingresso secondario della stazione ferroviaria.
A chiamare la polizia è stato uno stesso degli aggressori: i due avrebbero dichiarato di aver colpito un uomo a caso e di avere problemi psichici. Entrambi sono stati arrestati per lesioni volontarie e porto abusivo di arma e sono in cella in attesa del processo per direttissima che si terrà domani in tribunale a Modena. La vittima ha riportato una ferita lacero contusa alla schiena e si è fatto medicare al Policlinico.
Domani previsti venti forti a Centro-SudAllerta gialla per rischio temporali su Lazio, Umbria e Molise

21 aprile 201917:56

– Venti forti con intensità fino a burrasca arriveranno dalla tarda mattinata di domani, lunedì 22 aprile, su Lazio, Campania, Basilicata e Puglia, soprattutto lungo i settori costieri e tirrenici: lo rende noto la Protezione Civile, segnalando che dal pomeriggio si prevede poi il persistere di venti forti o di burrasca sud-orientali su Sicilia e Calabria. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani allerta gialla per rischio temporali sul Lazio, Umbria e Molise.

Sri Lanka:turista italiano, chiusi hotelIn vacanza con fidanzata, informati dall’Italia degli attentati

FIRENZE21 aprile 201918:07

– “Non possiamo uscire: qui c’è il coprifuoco, le autorità vogliono avere la certezza di aver messo tutto il Paese in sicurezza”. E’ quanto dice un avvocato fiorentino, Roberto Mariotti, 46 anni, in vacanza in Sri Lanka con la sua fidanzata di Cagliari. Quanto successo stamani lo hanno saputo dall’Italia, quando li hanno chiamati i genitori per avere notizie. “Eravamo in pullman – racconta – stavamo andando verso una struttura turistica sul mare, dove ora siamo arrivati e da dove, almeno fino a domani alle 6.00, ci hanno detto, non potremo muoverci”. “Non nego che siamo un po’ scossi, ma davvero non sapevamo niente”, aggiunge Roberto. Sono partiti una settimana fa e dovrebbero rientrare il 26 aprile. “A Colombo dovevamo andare tra qualche giorno, ma ora non so se ci riusciremo”, aggiunge Roberto che ha contattato la Farnesina per segnalare la nuova posizione. E’ ‘sollevato’ nell’apprendere che non ci sarebbero italiani feriti: “Speriamo. Anche se non molti qualche italiano lo abbiamo incontrato”.
Colpisce agenti,Salvini’tolleranza zero’A Torino. Un poliziotto ferito alla testa, un altro alla mano

21 aprile 201918:12

– “A Torino un uomo, verosimilmente straniero, ha aggredito due poliziotti colpendoli con una sbarra di ferro mentre urlava ‘Allah Akbar’. Portato in questura, ha gridato insulti contro il presidente Mattarella e il sottoscritto”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che aggiunge: “Uno dei poliziotti è stato ferito alla testa, l’altro alla mano. A loro vanno il nostro grazie e il nostro augurio di pronta guarigione: sto seguendo personalmente la vicenda. Nessuna tolleranza per balordi e violenti che attaccano le forze dell’ordine”, conclude il ministro. Il fatto è accaduto in via Cuneo, all’altezza di alcuni capannoni usati da Esselunga come deposito.           

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:51 ALLE 21:21 DI SABATO 20 APRILE 2019

CRONACA

Bocci-Valorosi ricorrono al Riesame
Depositato ricorso, per difesa ex segretario Pd “sempre onesto”

PERUGIA20 aprile 2019 14:51

– Approderà davanti al tribunale del riesame l’indagine sui presunti concorsi ‘pilotati’ all’ospedale di Perugia.
E’ stato infatti presentato il ricorso dei difensori dell’ex segretario regionale del Pd Gianpiero Bocci – da lui “condotta onesta e cristallina” sottolinea la difesa – e dell’ex direttore amministrativo dell’Azienda ospedaliera Maurizio Valorosi.
Entrambi ai domiciliari e difesi dall’avvocato David Brunelli.
L’istanza dovrebbe essere esaminata tra la fine del mese e l’inizio di maggio.
Bocci, Valorosi e l’ex direttore generale del Santa Maria della Misericordia Emilio Duca si sono avvalsi della facoltà di non rispondere nell’interrogatorio di garanzia davanti al gip.
Si è invece difeso l’ex assessore regionale alla Sanità Luca Barberini, tornato libero. Il gip ha infatti riscontrato per lui un mutamento delle esigenze cautelari in seguito alle dimissioni da assessore. Nell’ordinanza si sottolinea però che rimane inalterato il quadro indiziario a suo carico.
Papa a Parigi, considerazione per invitoLe Drian ha incontrato card. Parolin su ricostruzione Notre-Dame

CITTA’ DEL VATICANO20 aprile 201915:22

– Il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, ha incontrato oggi il Segretario di Stato Vaticano, il cardinale Pietro Parolin, e “ha rinnovato l’invito indirizzato al Santo Padre di visitare Parigi. Invito accolto con attenzione e considerazione”. Lo afferma il direttore della sala stampa vaticana Alessandro Gisotti. Tra i temi al centro del colloquio, tra Le Drian e Parolin, la ricostruzione della Cattedrale di Notre-Dame di Parigi. Presente all’incontro anche mons. Paul Gallagher, sottosegretario vaticano per i rapporti con gli Stati.
Donna uccisa, vescovo ‘no a violenza’A funerali 43enne incinta uccisa da marito, ‘serve riscatto’

CASSANO ALLO IONIO (COSENZA)20 aprile 201915:44

– “Oggi, sabato santo, è la giornata del silenzio e della meditazione, perché Gesù è morto. Sono convinto che di fronte alla morte di Romina dobbiamo prenderci un pochino di tempo di silenzio. Quante chiacchiere abbiamo sentito in questi giorni”. A dirlo è stato il vescovo di Cassano allo Ionio, mons. Francesco Savino, nell’omelia al funerale di Romina Iannicelli, la 43enne incinta uccisa nella notte tra lunedì e martedì dal marito Giovanni De Cicco, di 48 anni. “Le chiacchiere, le maldicenze, i facili giudizi o pregiudizi – ha aggiunto il presule – non fanno altro che peggiorare la situazione. Dobbiamo soprattutto cercare di porci una domanda: che fare per riscattare Cassano, per andare oltre la violenza, la droga. Dobbiamo dire no alla violenza, alla droga, al disagio. Se vogliamo che la morte di Romina non sia una morte inutile dobbiamo riscattare Cassano che ha tante belle risorse umane che devono mettersi a disposizione. Basta autoreferenzialità, individualismo e narcisismo”.
Rifiuti: GdF sequestra discarica MantovaSu sito società respinge tutte le accuse

MANTOVA20 aprile 201915:45

– La Guardia di Finanza ha sequestrato 4,6 ettari di terreno adibiti a discarica, un depuratore e 4 mila metri cubi di rifiuti all’interno dello stabilimento di Mantova di proprietà della società Villa Lagarina dove si svolge l’attività della cartiera che fa capo al gruppo Pro-Gest. La società è stata denunciata per gestione illecita dei rifiuti. Pro-Gest sul suo sito respinge tutte le accuse.
La cartiera non è ancora in esercizio dopo la chiusura avvenuta nel 2014. Il sopralluogo effettuato oggi dalle Fiamme Gialle con i tecnici dell’Arpa ha fatto emergere che una parte del materiale depositato, pari a circa 4 mila metri cubi, non era costituito interamente da materia prima utilizzata nel ciclo produttivo dello stabilimento, bensì da materia fibrosa quantificabile come rifiuto (fanghi), nonché ulteriori 20 mila tonnellate di materiale ritenuto rifiuto.
600 comparse a Passione Cristo GrassinaGrande folla per la tradizionale Via Crucis

FIRENZE20 aprile 201915:46

– Grande folla ieri a Grassina (Firenze) per la tradizionale rievocazione storica della Passione di Cristo che si tiene il Venerdì Santo. La manifestazione rievoca ogni anno la vita di Cristo e mette in atto una Via Crucis con una suggestiva rappresentazione che ha visto impegnati 600 figuranti. La rievocazione è iniziata con il discorso della montagna di Gesù, poi il processo di Pilato e a seguire le scene della vita e della Passione di Cristo sulla collina del Calvario, che viene ricreata in località Bubè. In occasione del 500mo della morte di Leonardo da Vinci è stata rievocata anche l’Ultima Cena, così come rappresentata nel celebre quadro del Genio.
40mila euro in forno,fidanzata li bruciaUomo accusato di evadere fisco, “nascondeva soldi in caso blitz”

PADOVA20 aprile 201917:18

– 40 mila euro andati letteralmente “in fumo”, per colpa della fidanzata distratta che per cuocere lo strudel aveva acceso il forno dove i soldi erano stati nascosti.
L’episodio – riportato oggi dai quotidiani locali – è emerso nel corso del processo a Padova per evasione fiscale nei confronti di Alberto Vazzoler, imprenditore di San Donà di Piave (Venezia) accusato di aver evaso il fisco riciclando all’estero denaro per 40 milioni di euro. Colpevole del rogo involontario la fidanzata e coimputata, Silvia Moro, che in un’intercettazione telefonica con la sorella racconta di non essersi accorta dei contanti al momento di infornare lo strudel.
A detta della Guardia di Finanza questo comproverebbe il fatto che Vazzoler avesse a disposizione grandi quantità di denaro contante in casa e di volerlo occultare per evitare che venisse scoperto in eventuali ‘blitz’ investigativi.

Cassazione, Sgarbi diffamò Nichi VendolaImputato per stessa vicenda il giornalista Carlo Vulpio

BARI20 aprile 201917:33

– La Corte di Cassazione ha confermato, rendendola definitiva, la sentenza con cui la Corte di Appello di Bari, nel 2018, aveva condannato Vittorio Sgarbi a risarcire l’ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, per averlo diffamato nel corso di una trasmissione tv. La suprema Corte ha riconosciuto i toni e i contenuti diffamatori usati durante il programma ‘Ora ci tocca anche Sgarbi’, andato in onda nel 2011, in cui era stata associata la politica ‘green’ della Regione Puglia a episodi di illegalità. Nella trasmissione, il giornalista Carlo Vulpio (il processo per diffamazione nei suoi confronti è ancora in corso dinanzi al Tribunale di Bari) trattò il tema delle energie rinnovabili facendo riferimento a presunti interessi mafiosi. Sgarbi, che giorni prima aveva parlato di una “Puglia massacrata da una forma di criminalità istituzionale che l’ha sfigurata con pale eoliche”, aveva annuito in tv alle dichiarazioni di Vulpio su un presunto ruolo della Regione Puglia nella gestione del business dell’eolico.

CRONACA

Cecchetto lancia squadra, festa ‘pop’
In lista per corsa a Misano anche ex calciatore Ivano Bonetti

RIMINI20 aprile 201917:38

– Una presentazione ‘pop’. Claudio Cecchetto, in corsa per la poltrona di sindaco di Misano Adriatico alle prossime elezioni comunali del 26 maggio, svela i nomi dei 16 candidati che lo affiancheranno nella lista civica ‘W Misano Viva’ e lo fa portando sul palco due amici dello ‘star system’: Max Pezzali e Syria.
“Ho voluto presentare i miei due amici ai miei nuovi amici, i cittadini di Misano”, ha detto il papà del ‘Gioca Jouer’ e di Radio Deejay che spera di poter guidare nel prossimo futuro.
“Sono venuto in vacanza a Misano e ho scoperto un territorio meraviglioso! Ho pensato, come fare per esaltarne le eccellenze? Mi candido Sindaco!”, ha proseguito. In squadra spicca Ivano Bonetti ex centrocampista, tra le altre squadre, di Genoa, Juventus e Bologna. “Claudio – ha raccontato alla presentazione – è una persona straordinaria, una persona che pensa in positivo e in grado di ironizzare su cose importanti quindi significa che sa quello che fa. È una persona cui piace dare prima che ricevere”.
Funerale per fratelli caduti da balconePastore: Benjamin e David non ancora italiani, comunità unita

BOLOGNA20 aprile 201917:44

– Ultimo saluto a Bologna per i fratellini di origine keniota Benjamin e David, 14 e 11 anni, precipitati dal balcone della loro abitazione il 23 marzo. Il ricordo, nei funerali in chiesa metodista, è stato affidato al pastore Michel Charbonnier. “La saggezza popolare – ha detto – dice che la morte ci rende tutti uguali. La prima cosa che mi viene in mente è che no, non ci rende uguali, banalmente perché David e Benjamin, anche di fronte alla morte, non sono ancora cittadini italiani”.
Per le esequie tantissime persone: oltre ai genitori, i familiari, gli amici e i compagni di classe. Tutti con una rosa bianca e stretti nel massimo riserbo. Unita la comunità di preghiera che ha deciso di sostenere la famiglia anche con una raccolta fondi per permettere a mamma e papà di portare le salme in Kenya. “Oggi non siamo chiusi in casa, isolati e indifferenti – ha detto il pastore Charbonnier – Nei giorni scorsi e oggi siamo stati e siamo un ‘noi'”.
Presidente Inps chiama licenziati FcaIncontro martedì in istituto per superare problema tecnico

NAPOLI20 aprile 201918:53

– Il presidente dell’Inps Pasquale Tridico ha chiamato al telefono i due operai licenziati dalla Fca saliti su un campanile perché non riescono a percepire il reddito di cittadinanza: “In virtù della loro situazione eccezionale attueremo una procedura straordinaria che consenta l’erogazione, superando la difficoltà tecnica esistente”.
Tridico ha chiesto ai due, saliti stamane su un campanile, di interrompere la protesta. La questione riguarda in tutto cinque operai – licenziati dalla Fca dopo aver esposto un manichino impiccato riproducente le sembianze di Marchionne – condannati dalla Cassazione a risarcire una serie di spettanze. La loro situazione economica, senza tener conto di questo gravame, non avrebbe consentito l’erogazione del reddito di cittadinanza: “Una sentenza non rientra tra i documenti che un Caf può allegare alla richiesta. Vista l’eccezionalità della situazione il direttore Inps dell’area metropolitana di Napoli riceverà martedì pomeriggio i cinque operai per far loro avviare la pratica”.

Chiamparino schiera ‘madamin’ GiordanoIn listino come rappresentante lista civica presidente

TORINO20 aprile 2019

– Sergio Chiamparino arruola le madamin per le elezioni regionali del 26 maggio. Giovanna Giordano, tra le organizzatrici delle manifestazioni sì Tav dei mesi scorsi, sarà la candidata della lista Chiamparino per il Piemonte del sì nel listino del presidente. L’obiettivo “è quello di portare nelle istituzioni le forze migliori della società civile”, spiega Mario Giaccone, consigliere regionale uscente e capofila della lista civica di Chiamparino.
“Ci sono istanze, come quella delle infrastrutture, che non sono di destra o di sinistra e il presidente Chiamparino ha sempre avuto coerenza e si è sempre detto a favore della Tav”, sostiene Giordano, che con Chiamparino condivide anche “la visione del Piemonte del futuro – dice – e un tono, pacato, in cui mi riconosco”. Giordano, che ha sospeso la propria attività con le madamin, non teme che la piazza sì Tav venga strumentalizzata: “con la mia candidatura vogliamo portare le istanze della piazza nei luoghi in cui si decide, mantenendo i valori del civismo”.
Siri e Arata presto dai pmInterrogatorio forse sarà fissato settimana prossima

20 aprile 201916:39

– Potrebbe essere fissato per la prossima settimana l’interrogatorio del sottosegretario Armando Siri e dell’imprenditore Franco Paolo Arata che, indagati per corruzione, hanno chiesto di essere ascoltati dai magistrati di piazzale Clodio. Il difensore di Siri incontrerà a metà settimana i titolari dell’indagine e in quella sede verrà individuato il giorno in cui svolgere l’interrogatorio. Dal canto suo l’avvocato Gaetano Scalise, difensore di Arata, ha presentato istanza al tribunale del Riesame non escludendo la possibilità di fare ascoltare il suo assistito che è accusato di avere “dato o promesso” 30 mila euro all’esponente della Lega in cambio di favori.

Sentiero Italia, il più lungo trekking al mondo torna protagonistaUno dei più lunghi percorsi escursionistici al mondo attraverso l’anima d’Italia

20 aprile 2019

Nell’anno del turismo lento si torna a parlare di Sentiero Italia, un tracciato escursionistico di oltre 6 mila km che attraversa tutte le regioni italiane, attraverso il versante meridionale delle Alpi, lungo l’intera dorsale appenninica e le isole. Il Club Alpino Italiano ha infatti avviato un grande lavoro di ripristino dell’infrastruttura escursionistica e al contempo è proprio lungo questo percorso che si svolgerà il progetto Va’ Sentiero, un viaggio collettivo ideato da tre ragazzi e patrocinato dal Touring Club Italiano, con l’obiettivo di dare voce a questo tracciato e alle terre che attraversa.

Sentiero Italia è il percorso di trekking più lungo del mondo: misura 6880 chilometri e attraversa 20 regioni, con 400 tappe e 6 siti naturali Unesco attraversati. Ovviamente è facilmente percorribile a tappe. L’idea di realizzarlo la ebbe nel 1981 il giornalista, fotografo ed escursionista Riccardo Carnovalini, che la concretizzò poi nel 1983 insieme ad altri esperti. Nel 1995 lungo questo affascinante percorso migliaia di appassionati parteciparono alla prima edizione di CamminaItalia. L’itinerario è stato fatto proprio dal CAI nel 1990.

Il Sentiero Italia è un cammino per tutti, un percorso escursionistico, un trekking da percorrere zaino in spalla anche a piccoli tratti, che non tocca le vette delle montagne ma le terre alte d’Italia, anima del nostro Paese. Non è assolutamente un’arrampicata, insomma, e in quei tratti più impegnativi il CAI ha previsto delle alternative per renderlo accessibile a tutti.

Il concatenamento di sentieri che formano il Sentiero Italia attualmente è quasi completamente segnalato con i colori bianco e rosso e la dicitura S.I.   Oggi il CAI, con l’aiuto dei gruppi regionali, sta facendo un grande lavoro di ripristino dell’infrastruttura. “Abbiamo un sogno, quello di unire l’Italia intera in un abbraccio, attraverso la percorrenza a piedi degli straordinari territori che il nostro Paese è in grado di offrire non appena si abbandona la strada asfaltata”, afferma il presidente del CAI Vincenzo Torti. E’ stata fatta dal CAI una verifica e un recupero di tutto il sentiero, in quanto negli anni molti tratti non erano più ben percorribili. E così sono cominciati gli appuntamenti Cammina Italia CAI 2019, una serie di tappe in ogni regione.    La prospettiva è di creare entro il 2020 un percorso strutturato e un itinerario permanente, come la Via Francigena o il Cammino di Santiago che celebri le bellezze d’Italia. “Al Sud e nelle isole c’è molto entusiasmo – racconta Torti -, è chiaro che si sentono uniti e partecipi. Nel 2020 contiamo di coinvolgere le scuole, ogni scuola sarà invitata a percorrere una tappa del sentiero. Vogliamo lasciare questo splendido percorso alle generazioni future”.

Lungo questo affascinante tracciato si svolge Va’ Sentiero, un’iniziativa ideata tre giovani – Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono – e patrocinata, tra gli altri, dal Touring Club Italiano.

E’ un viaggio lungo un anno che parte il prossimo 1 maggio. “Nel 2016 – racconta Yuri Basilicò – ho scoperto questo percorso escursionistico, sono stati dei ragazzi norvegesi a farmelo conoscere. E’ un patrimonio unico che abbiamo in Italia che non è affatto conosciuto, mentre può attrarre turismo e promuovere terre bellissime ma purtroppo spopolate, usi e costumi che stanno scomparendo e che sono la nostra risorsa. Così tra 2016 e 2017 abbiamo cominciato a lavorarci, cominciando a conoscere Riccardo Carnovalini e chi questo percorso lo aveva ideato. Da lì – spiega Yuri – è nata l’idea di un viaggio collettivo: il nostro obiettivo è dare voce a questo sentiero, promuoverlo e coinvolgere la gente a mettersi in cammino con noi”.

La prima tranche del viaggio lungo il Sentiero Italia Cai durerà da maggio a novembre, quando i tre ragazzi, e il gruppo che nel frattempo si è già costituito, si fermeranno per trascorrere l’inverno nei luoghi terremotati del Centro Italia, tra le popolazioni colpite dal sisma. Chiaramente “in alcuni casi, come questo, faremo delle digressioni dal sentiero per entrare nei centri abitati e raccontare la vita delle popolazioni che incontreremo”.   Dopo tre mesi di pausa il cammino riprenderà per concludersi in Sardegna nel settembre 2020. “Dormiremo in rifugi, ostelli e tra coloro che ci daranno ospitalità – spiega Yuri -. Racconteremo le tappe e ciò che vedremo nel nostro cammino attraverso video e post sul nostro sito e sui canali social. Cercheremo di promuovere quella cultura della montagna che in Italia non c’è”.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:38 ALLE 14:51 DI SABATO 20 APRILE 2019

CRONACA

Pedofilia, abusi su ragazzine, 3 arresti
In Versilia, indagine nata da segnalazione a Cc

VIAREGGIO (LUCCA)20 aprile 2019 11:38

– Tre uomini, italiani di 53, 60 e 50 anni, tutti residenti in Versilia, sono stati arrestati dai carabinieri di Viareggio (Lucca) perché ritenuti responsabili di aver compiuto atti sessuali con delle minori di 14 anni. Il Gip del tribunale di Lucca Antonia Aracri ha disposto per i tre gli arresti domiciliari, ipotizzando la possibilità di reiterazione dei reati anche verso altre minori.
Tutto è scaturito da una segnalazione ricevuta dai carabinieri.
Le indagini dei carabinieri, anche con servizi di osservazione e sentendo alcune testimonianze, hanno consentito di ricostruire lo scenario e le responsabilità a carico dei tre che, nel tempo, avevano compiuto, in circostanze distinte, abusi su due ragazzine. Durante le indagini il 53enne era già stato arrestato in flagranza perché sorpreso ad abusare di una ragazzina. Gli atti sessuali si sarebbero svolti nelle abitazioni degli adulti ma anche in zone appartate o all’interno delle autovetture degli indagati.
Donna accoltellata, fermato il figlio
A Chiusi, per Cc è aggressione di rara ferocia

CHIUSI (SIENA)20 aprile 201912:00

– Una donna 61enne è stata accoltellata più volte all’interno del suo appartamento ed è ricoverata in ospedale, in terapia intensiva, per le gravi ferite riportate e la perforazione di un polmone. E’ successo la sera scorsa intorno alle 21.40 a Chiusi (Siena). Fermo di indiziato di delitto per il figlio 32enne della donna, tradotto nella notte nel carcere senese di Santo Spirito a disposizione del Pm Silvia Benetti che ha coordinato le indagini. La madre è stata trovata dai soccorritori del 118 e dai carabinieri riversa in un lago di sangue. La donna è in coma farmacologico presso il reparto rianimazione. L’arma usata sarebbe un coltello da cucina lungo circa 32 cm che è stato ritrovato sul letto della donna.
La 61enne è stata colpita più volte al volto, al collo, all’avambraccio che ha opposto per parare i colpi e ha subito anche la perforazione di un polmone. I militari parlano di un’aggressione di rara ferocia.

CRONACA

Incidente mortale, arrestato guidatore
Per omicidio stradale. Positivo all’alcoltest nel Ravennate

BOLOGNA20 aprile 201912:00

– Incidente mortale all’alba a Pinarella di Cervia, nel Ravennate. Poco prima delle 6, all’incrocio tra via Tritone e via Pinarella, una giovane di 29 anni ha perso la vita nello scontro avvenuto tra due auto.
Feriti, nel sinistro, anche una 50enne e un 29enne – in viaggio con la giovane sbalzata fuori dalla vettura e deceduta sull’asfalto – condotti all’ospedale di Cesena: la prima con codice di massima gravità. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i sanitari del 118 con due ambulanze e un’auto medicalizzata.
A quanto appreso, il conducente dell’altra vettura coinvolta nell’impatto, è stato trovato positivo all’alcoltest ed è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale.
Cc sequestrano 21 kg cocaina a CataniaNascosta in stalla di cavalli,ha valore mercato stimato in 4 mln

CATANIA20 aprile 201912:30

– I carabinieri del comando provinciale di Catania e della compagnia Fontanarossa hanno sequestrato 21 chilogrammi di cocaina pura, per un valore di mercato stimato dagli investigatori in circa 4 milioni di euro.
La droga era nascosta in una stalla di un allevamento per cavalli realizzato su un fondo terriero nei pressi dell’aeroporto. Militari dell’Arma hanno arrestato il ‘custode’ della droga, Santo Sicali, 37 anni, e sequestrato una pistola calibro nove, una carabina, circa 180 cartucce di vario calibro e ottantamila euro in contanti, ritenuti provento dello spaccio.
La pistola è stata inviata ai laboratori dei Ris dei carabinieri per una perizia balistica. Le armi e la droga sono state trovate grazie anche al fiuto dei cani antidroga del nucleo Cinofili di Nicolosi.
Sequestrano custode scuola, arrestatiIn manette a Torino due stranieri sorpresi dai carabinieri

TORINO20 aprile 201912:45

– Un serbo e un croato di 37 e di 57 anni sono stati arrestati dai carabinieri del Comando provinciale di Torino per rapina con sequestro di persona.
I due si sono intrufolati nell’alloggio del custode della scuola elementare ‘Leone Fontana’ di via Buniva, a Torino. Una volta all’interno hanno minacciato il custode e lo hanno immobilizzato a letto con delle fascette. Nel tentativo di rubargli alcuni preziosi e il denaro trovato in casa, non si sono accorti della moglie, che è riuscita a scappare in strada e a chiedere aiuto ad una pattuglia in transito dei carabinieri.
La fuga dei malviventi si è rivelata inutile perché sono stati subito bloccati dai militari, che hanno anche recuperato parte della refurtiva.
Apre uovo Pasqua, papà picchia figliaRotto il setto nasale, l’uomo arrestato dalla polizia a Milano

MILANO20 aprile 201913:

– Un uomo di 53 anni è stato arrestato dalla polizia per aver rotto il naso alla figlia ventenne perché ha aperto l’uovo di Pasqua nel venerdì santo senza attenderlo. E’ accaduto alle 16 di ieri in via Viterbo, in zona Baggio, a Milano.
La ragazza è stata prima rimproverata e poi aggredita fisicamente dal padre che le ha rotto il setto nasale. L’uomo era già stato segnalato nel 2017 per una lite con la figlia.
25 aprile: striscione contro sindacoA Lentate sul Seveso solo deposizione corona di fiori

LENTATE SUL SEVESO (MONZA)20 aprile 201913:09

– “Se il partigiano contraddirai, minacce riceverai”. Sono le parole scritte su uno striscione comparso stamane davanti al Comune di Lentate sul Seveso, in Brianza, contro il sindaco Laura Ferrari, Forza Italia, dopo la sua decisione di celebrare il 25 aprile con una cerimonia diversa da quelle canoniche.
Una celebrazione senza discorsi di istituzioni o associazioni ma con la semplice deposizione di una corona in ricordo dei caduti, per “far riflettere sul significato di una festa che dovrebbe unire e non dividere”, come ha dichiarato nei giorni scorsi Ferrari, che è sposata con il capogruppo della Lega al Senato Massimiliano Romeo. La sua decisione ha scatenato critiche e pesanti minacce sui social tra cui “appenditi a testa in giù” e “sparati”. A Lentate sono arrivati anche i Sentinelli, che hanno esposto un cartello con scritto “Non alLENTATE la guardia”, ricordando che “la Resistenza non ha scadenza”.
Firenze, picchia i genitori, arrestatoL’uomo è ai domiciliari in comunità terapeutica

FIRENZE20 aprile 201914:10

– Avrebbe minacciato e aggredito più volte i genitori fino, in un’occasione, a provocare lesioni guaribili in 10 giorni al padre, il 30enne fiorentino nei confronti del quale il gip Sara Farini ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari in una comunità terapeutica. I reati contestati all’uomo sono maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Le indagini, condotte dai carabinieri di Grassina (Firenze) e coordinate dal pm Giacomo Pestelli, sono partite lo scorso 8 gennaio dopo l’ennesima aggressione nei confronti dei genitori.
Il 30enne agiva sempre in stato di alterazione dovuta all’assunzione di alcool.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:51 ALLE 11:38 DI SABATO 20 APRILE 2019

CRONACA

Ferisce vicina con acido per i cani
Lesioni alla cornea per la 79enne, arrestato 65enne

MILANO20 aprile 2019 10:51

– Un uomo di 65 anni è stato arrestato dai carabinieri per lesioni gravi e maltrattamenti di animali per aver gettato acido contro la vicina 79enne e i suoi due cani al termine di una lite avvenuta in una palazzina a Buccinasco (Milano). Il pensionato, che ha precedenti, era infastidito dagli animali, così ieri ha suonato alla porta della vicina e l’ha ferita con la bottiglia di acido, provocandole una lesione alla cornea. I due cani, invece, non hanno riportato lesioni e sono stati affidati a un altro condomino.
Dal Gambia a Brescia per BalotelliIbra adottato da un paese intero, è in Italia da un anno

BRESCIA20 aprile 201910:52

– A 14 anni è scappato dal Gambia per andare a Brescia e conoscere Mario Balotelli. È la storia di un ragazzino che oggi ha 17 anni e che nella città lombarda è arrivato meno di un anno fa dopo essere stato, da solo, tra Senegal, Mali, Niger e Libia dove racconta di essere rimasto sei mesi nei centri di detenzione che definisce una prigione. Ibra, arrivato in Italia su un barcone, dopo aver vissuto di elemosina è stato preso in carico da una famiglia di Calcinato, in provincia di Brescia e di fatto adottato da un paese intero.
“Voglio incontrare Balotelli perché è il calciatore più forte.
Lo voglio abbracciare, gli voglio parlare e dire che ho scelto Brescia perché è la sua città” racconta il ragazzino, che ama il calcio e che ha lasciato il suo Paese dopo la morte del padre.
Scossa di magnitudo 3.1 nelle MarcheEpicentro nel Fermano, prima una 2.7 a Fiastra

ANCONA20 aprile 201910:56

– Una scossa di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 6:25 nelle Marche dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. L’epicentro del sisma, a 23 km di profondità, è stato individuato a 2 km da Santa Vittoria in Matenano, in provincia di Fermo. Precedentemente, alle 6:05, un’altra scossa, di magnitudo 2.7, era stata registrata in provincia di Macerata. La scossa di magnitudo 3.1 è stata nettamente avvertita dalla popolazione nelle province di Fermo (anche sulla costa) e di Ascoli Piceno. Non ci sono segnalazioni di danni a persone o cose, né richieste di intervento. La zona dell’epicentro del movimento tellurico più forte, nel Fermano, non aveva sinora dato segni di sismicità. Ai primi di marzo c’erano state invece due scosse di terremoto con epicentro in mare.

Licenziati su campanile chiesa a Napoli’Passeremo qui la Pasqua, per noi non c’è sostegno economico’

NAPOLI20 aprile 201911:00

– Due operai, che furono licenziati dalla Fca dopo aver esposto nell’ambito di una manifestazione a Pomigliano d’Arco (Napoli) il manichino di Sergio Marchionne impiccato, sono da stanotte per protesta sul campanile della Chiesa del Carmine, in piazza Mercato a Napoli, dove hanno esposto un grande striscione con la scritta ‘Reddito di cittadinanza per licenziati non c’è’. Altri operai, tra i quali i licenziati della ditta ‘Bruscino Ambiente spa’, sono in piazza a sostenere la contestazione dei due occupanti. Il campanile scelto per inscenare la protesta è tra i più alti di Napoli ed è visibile anche dal centro cittadino. “Passeremo qui la Pasqua”, dice al telefono Mimmo Mignano, uno degli operai saliti sulla torre. “Abbiamo iniziato uno sciopero della fame e non lasceremo la torre fino a quando non ci saranno risposte concrete alla nostra vertenza”, aggiunge Mignano.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:33 ALLE 10:51 DI SABATO 20 APRILE 2019

CRONACA

Bimbo 2 anni morto: fermato anche il padre
Si sospetta fosse presente all’omicidio. Mamma già arrestata

20 aprile 2019 04:33

E’ stato fermato nella notte, al termine di un lungo interrogatorio, anche il padre di Gabriel il bimbo di due anni ucciso nei giorni scorsi in provincia di Frosinone. L’uomo è accusato di omicidio in concorso: per gli investigatori era presente al momento dell’omicidio e potrebbe aver assistito al delitto senza fare nulla per impedirlo o aver partecipato attivamente.Per la morte del bambino i carabinieri hanno già arrestato la mamma del bimbo. L’ipotesi è che a far scattare la violenza della donna possa essere stato un banale capriccio del bambino, il suo pianto disperato perché voleva tornare a casa della nonna.Intanto oggi dovrebbe svolgersi l’autopsia sul corpo del bambino da cui potrebbero emergere altri dettagli utili agli investigatori. Le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Frosinone vanno avanti per fare piena luce su quello che è accaduto mercoledì pomeriggio. L’ipotesi è che a far scattare la violenza della mamma di Gabriel possa essere stato un banale capriccio del bambino, il suo pianto disperato perché voleva tornare a casa della nonna. La mamma inizialmente aveva raccontato che il figlio era stato investito da un’auto pirata, ma la sua versione non ha convinto gli investigatori.

CRONACA

 

Sequestrate 100mila uova decorativeOperazione Gdf a Cosenza, potenzialmente pericolose per utenti

COSENZA20 aprile 201909:59

– Oltre 100 mila uova pasquali decorative carenti dei contenuti informativi e pericolose per i consumatori sono state sequestrate dai finanzieri del Comando provinciale di Cosenza al termine di ispezioni in diversi negozi cittadini. I primi esercizi sottoposti a controllo sono stati quelli che nel periodo festivo avevano registrato, più di altri, un anomalo incremento di clienti. Gli ulteriori accertamenti hanno portato alla scoperta di prodotti non a norma, prevalentemente importati dalla Cina, quali uova decorative o neutre, giocattoli e gadget richiamanti i simboli della pasqua posti in vendita in violazione delle prescrizioni indicate dal Codice del Consumo. Solo parte dei prodotti si trovavano sugli scaffali mentre la maggior parte era nascosta in magazzini o locali ricavati all’interno dei negozi. Oltre al sequestro dei gadget pasquali sono stati due i titolari di punti vendita segnalati alle autorità per l’accertamento delle violazioni per le quali sono previste sanzioni fino a 25.000 euro.

CRONACA

 

Neonato morto dopo parto in casa a BariDonna obesa, forse compagno non sapeva della gravidanza

BARI20 aprile 201910:00

– Una barese di 43 anni ha partorito in casa all’alba, ma all’arrivo del 118 il bimbo era morto.
Sull’episodio indaga la Polizia, coordinata dalla Procura, per accertare se si tratti di un parto prematuro, di una tragedia o di un infanticidio.
La donna, schizofrenica e con problemi di obesità, viveva in un appartamento con una coppia incaricata delle sue cure. È stata proprio la coppia convivente a chiamare il 118, riferendo che lei era chiusa in bagno e urlava. Quando i soccorsi sono arrivati e sono riusciti a entrare in bagno, il neonato era morto. La donna è stata ricoverata nel Policlinico di Bari.
La Polizia ha già sentito alcune persone informate sui fatti e pare che il compagno della 43enne non sapesse della gravidanza. Il pm di turno, Lanfranco Marazia, conferirà l’incarico di accertare le modalità del parto e le cause della morte del bambino. Nell’attesa dell’autopsia disposta dalla Procura, un medico legale ha avviato la prima ispezione sul corpo del neonato.

CRONACA

 

Terremoti, scossa 2.5 nel MugelloEpicentro vicino Firenzuola a 10 km di profondità

FIRENZE20 aprile 201910:21

– Un terremoto di magnitudo 2.5 è avvenuto questa notte, intorno alle 1:25, nell’alto Mugello.
L’epicentro è stato registrato a 4 chilometri a sud di Firenzuola (Firenze), ad una profondità di 10 km. Al momento non si registrano danni a persone o cose.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Ultim'ora

VIA CRUCIS: LE CROCI DEL MONDO DI OGGI SECONDO PAPA FRANCESCO

VIA CRUCIS:

LE CROCI DEL MONDO DI OGGI SECONDO PAPA FRANCESCO

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA/MONDO” DELLE 04:33 DI SABATO 20 APRILE2019

VIA CRUCIS

Le “porte chiuse” ai migranti “a causa della paura e dei cuori blindati dai calcoli politici”, “i piccoli feriti nella loro innocenza e nella loro purezza”, ma anche una Chiesa divisa, che soffre gli assalti che arrivano non solo dall’esterno ma anche dall’interno. Sono “le croci del mondo di oggi”, così come le ha elencate Papa Francesco al termine della Via Crucis al Colosseo. Il Papa ha portato davanti alla croce di Cristo, in questo Venerdì Santo, anche gli anziani che vengono lasciati da soli, “abbandonati persino dai propri figli”, le “famiglie spezzate dal tradimento”, i consacrati che hanno perso la loro vocazione, “il loro primo amore”, come lo ha definito il Papa. Ma ci sono anche le “nostre ipocrisie” di ogni giorno, le “nostre numerose promesse infrante”. E nel giorno in cui tanti giovani sono scesi in piazza per richiamare l’attenzione sull’ambiente, sulla scia del movimento nato con la giovane attivista svedese Greta Thunberg, il Papa ha richiamato anche i temi della sua enciclica Laudato si’.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:22 ALLE 22:15 DI VENERDì 19 APRILE 2019

CRONACA

Perde controllo auto e sfonda vetrina
Spettacolare incidente, i due avventori non sono gravi

MILANO19 aprile 2019 13:22

– Incidente spettacolare in via De Roberto, a Milano, dove un automobilista ha sfondato la vetrina di un bar dopo aver perso il controllo della vettura per cause ancora da accertare. L’impatto è avvenuto alle 11.40, un uomo di 69 anni e una donna di 49 sono rimasti feriti ma non sarebbero in gravi condizioni.

CRONACA

Arsenale a casa di un 69enne milanese
Sequestrate 38 armi fra fucili e pistole, ‘lui era il custode’

MILANO19 aprile 201913:47

– Un ex imbianchino di 69 anni è stato arrestato per la detenzione di 38 armi da fuoco, tra pistole e fucili, che nascondeva nella sua villetta a Cinisello Balsamo (Milano), in particolare sotto la vasca da bagno. Gli investigatori della Squadra mobile hanno scoperto il nascondiglio grazie a una segnalazione confidenziale e ieri pomeriggio hanno bloccato l’uomo mentre usciva da casa con la moglie (estranea alla vicenda).
Antonio Vicino, originario di Gela ma residente a Cinisello da decenni, è considerato di fatto un insospettabile avendo una sola denuncia per minaccia e ingiuria. Nella sua abitazione, oltre alle armi, sono stati trovati 49mila e 500 euro. In totale sono stati recuperati 13 revolver, 15 pistole, 10 armi lunghe tra cui un fucile da guerra, 3.420 cartucce e diversi silenziatori. Gli investigatori ritengono che l’uomo, pur avendo avuto in passato il porto d’armi e pur essendo un collezionista, fosse in realtà il custode per conto di altri.
Polizia scopre una discarica abusivaIndagine Polfer, sequestrate anche 11 tonnellate di rame

BOLOGNA19 aprile 201914:08

– Una discarica abusiva di rifiuti è stata sequestrata dalla Polizia nelle campagne di Budrio, nel Bolognese. Si tratta di un’azienda che aveva l’autorizzazione a trasportare rifiuti, ma non a gestirli e stoccarli come è invece emerso dalle verifiche svolte dalla Polfer che ha sequestrato l’intera area, di circa 800 metri quadrati, insieme a 11 tonnellate di rame con un valore sul mercato di almeno 50.000 euro. L’indagine ‘Oro rosso’ ha portato alla denuncia di due persone per traffico illecito di rifiuti: il 50enne titolare della ditta di trasporti e una sua collaboratrice, nonché compagna, di 35 anni. Nella discarica abusiva sono stati trovati rifiuti di varia natura: ferro, plastica, olii esausti. E’ intervenuta anche l’Arpae per fare verifiche su eventuali rischi di inquinamento del terreno, ancora in corso. Il rame (precisamente 11.230 kg) è stato trovato in un’altra azienda, che aveva appena acquistato il prezioso metallo dalla ditta di Budrio autorizzata sulla carta solo a fare trasporti.
La Efe Murat lascia il porto di BariDopo naufragio 23 febbraio,è stato venduto e sottoposto a lavori

BARI19 aprile 201914:14

– Ha lasciato il porto di Bari dove era ormeggiato dall’11 marzo scorso, il mercantile turco Efe Murat che il 23 febbraio si era arenato dinanzi alla spiaggia barese di Pane e Pomodoro nel corso di una forte mareggiata. Il mercantile, che dopo le complicate operazioni di disincaglio era stato trainato in porto e sottoposto a riparazioni necessarie per affrontare il mare aperto, naviga al traino del rimorchiatore greco Pantokrator della MegaTugs.
A quanto si è appreso, la nave è stata venduta ad una nuova società e sarebbe diretta in un porto turco.
Anziano morto, ‘archiviare infermiere’Da accusa omicidio, per difesa ‘è vittima di piano diabolico’

BOLOGNA19 aprile 201914:30

– Il pm Antonello Gustapane ha chiesto l’archiviazione delle accuse di concorso in omicidio e tentato omicidio per l’infermiere 57enne amico di Francesco Masetti, figlio di Antonino. Quest’ultimo morì il 4 novembre 2018 nella sua casa, dopo un ricovero in ospedale, e secondo i consulenti della Procura fu avvelenato da un mix di prodotti farmaceutici: Midazolam, Diazepam e Rocuronium. Si tratta di farmaci usati in ospedale, luogo di cui Francesco Masetti era frequentatore abusivo. Questi, indagato per l’omicidio del padre, è morto il 21 novembre in uno schianto nel Parmense, probabilmente suicida. Pochi giorni prima una cugina lo aveva denunciato. “Crediamo senza tema di smentita – ha detto l’avvocato Guido Magnisi, che assiste l’infermiere 57enne – che come in un celebre romanzo di Carrere, non solo il ‘finto’ medico Francesco Masetti ha seminato morte e gravissime lesioni, ma ha tentato di strumentalizzare il malcapitato amico, ‘vittima’ innocente e senz’altro ingenua di un suo diabolico piano”.
Tratta esseri umani, presa nel CasertanoDonna facente parte rete internazionale sgominata a Torino

CASERTA19 aprile 201915:24

– É stata arrestata in località Pinetamare di Castel Volturno (Caserta), dai carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone, una delle otto donne ritenute appartenenti all’articolata e gerarchicamente strutturata rete di trafficanti di esseri umani, radicata tra Italia, Nigeria e Libia, sgominata dai carabinieri di Torino che oggi hanno notificato 11 misure cautelari a 8 donne e 3 uomini tutti di nazionalità nigeriana, ai quali il gip del capoluogo piemontese contesta i reati di tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione.
Dall’attività investigativa è emerso che le ragazze venivano reclutate in Nigeria, ridotte in schiavitù anche ricorrendo ai riti voodoo e poi, dopo avere fatto tappa nei centri smistamento fra il Niger e la Libia, imbarcate per l’ Italia a bordo delle cosiddette “carrette del mare”, con destinazione Lampedusa, per alimentare il giro della prostituzione nell’hinterland torinese.
Bimbo ucciso, indagini su scuolaRagazzi arrivavano in classe con escoriazioni e volto tumefatto

AVERSA (CASERTA)19 aprile 201915:32

– Dopo aver indicato le responsabilità di patrigno e madre, le indagini della Procura di Napoli Nord sulla morte del piccolo di 7 anni Giuseppe, avvenuta a Cardito (Napoli), e sul ferimento della sorellina Noemi, si spostano ora sulla scuola frequentata dalle vittime, l’istituto comprensivo Quasimodo di Crispano (Napoli). Dall’ordinanza di arresto della madre dei due bimbi, la 31enne Valentina Casa, in carcere l’11 aprile – il convivente e principale responsabile del pestaggio Tony Sessoubti Badre fu arrestato dopo il fatto – emergono, tra le pieghe di quanto scrive il Gip Antonella Terzi accuse all’istituto che non avrebbe segnalato alle autorità le violenze subite dai bimbi, che spesso arrivavano a scuola con escoriazioni e il volto tumefatto; sotto accusa le maestre che avrebbero saputo ma non denunciato. Dalla Procura di Napoli Nord non filtrano indiscrezioni su eventuali iscrizioni nel registro degli indagati del personale scolastico, circostanza che però non si esclude nelle prossime ore.
Bagnolifutura,Corte conti contesta dannoNotificati dalla Guardia di Finanza 11 inviti a dedurre

NAPOLI19 aprile 201915:59

– Undici inviti a dedurre, per un presunto danno erariale di 11 milioni di euro, sono stati notificati dalla Guardia di Finanza di Napoli su delega della Procura regionale della Corte de Conti, ad amministratori e dipendenti del Comune di Napoli per la gestione della società Bagnoli Futura, costituita nel 2002 dalla Regione Campania, dalla Provincia di Napoli e dal Comune di Napoli, con lo scopo di bonificare e valorizzare le aree dell’ex sito industriale di Bagnoli. La società è fallita nel 2014.
Secondo gli accertamenti della Guardia di Finanza ci sarebbero state inefficienze riconducibili alle attività di direzione e coordinamento do competenza dell’amministrazione municipale (il Comune deteneva una partecipazione superiore al 91 per cento) riscontrabili già a partire dagli anni immediatamente successivi alla costituzione.
Le persone raggiunte dagli inviti a dedurre potranno ora replicare per dare chiarimenti in merito al loro operato.
Apre via Fillak sotto monconi MorandiBucci annuncia l’ok per via Fillak. Sei torri sostengono monconi

GENOVA19 aprile 201916:33

– “Riapriremo via Fillak il 23 aprile, tra le 10 e le 11”. Il sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione Marco Bucci ha confermato la data e l’ora in cui sarà finalmente riaperta al traffico l’unica strada di collegamento ancora chiusa tra il centro e la Valpolcevera dal giorno del crollo di ponte Morandi. Dopo che le sei torri di supporto alle pile 10 e 11, quelle strallate, e ai relativi impalcati, saranno completate e la struttura messa in sicurezza, l’arteria di collegamento tra Certosa e Sampierdarena tornerà percorribile.
“Non ci avevamo pensato, ma sarà lo stesso giorno della festa della bandiera di Genova – ha sottolineato il sindaco – aprire la strada sventolando il vessillo potrebbe essere una bella idea”. In cima alla pila 10 del viadotto la bandiera con la croce di San Giorgio sventola già da mesi. L’avevano posizionata i vigili del fuoco un mese dopo la tragedia.

CRONACA

Torna libero ex assessore Barberini
Per gip inalterati gravi indizi ma mutate esigenze cautelari

PERUGIA19 aprile 201916:35

Torna libero l’ex assessore regionale alla sanità della Regione Umbria, Luca Barberini, che era agli arresti domiciliari nell’ambito dell’indagine sui presunti concorsi ‘pilotati’ all’ospedale di Perugia. Lo ha deciso il gip all’esito dell’interrogatorio di garanzia. La revoca dei domiciliari era stata chiesta dal difensore di Barberini, avvocato David Brunelli.
Per il gip comunque rimane “inalterato il grave quadro indiziario” a carico di Barberini. Secondo il giudice infatti “si è limitato a fornire una ricostruzione alternativa poco persuasiva del contenuto di una conversazione telefonica avuta con il coindagato Maurizio Valorosi”, anche lui ai domiciliari.
Nell’ordinanza si osserva poi che l’indagato “ha documentato” di avere lasciato l’incarico di assessore. Circostanza ritenuta “idonea” a mutare il quadro cautelare. In quanto avere lasciato la carica “rende assai più difficile se non improbabile la ripetizione dei medesimi delitti nell’ambito del settore sanitario”.
Maltempo, 4,4 mln per opere urgenti E-RPrima tranche per criticità dopo esondazione Reno di febbraio

BOLOGNA19 aprile 201916:53

– Sono in arrivo quattro milioni e 400 mila euro per far fronte alle criticità più urgenti aperte in Emilia-Romagna dal maltempo di inizio febbraio con l’alluvione del Reno, il gelicidio in Appennino, frane ed erosioni delle sponde dei fiumi da Piacenza a Bologna. Il capo del dipartimento nazionale della Protezione civile ha firmato l’ordinanza che destina i fondi: per rendere operative le risorse, si dovrà aspettare la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Sono le novità emerse dal vertice che si è svolto in Regione con i sindaci dei comuni bolognesi allagati.
Si tratta della prima tranche di risorse a cui dovrà seguire un successivo stanziamento ulteriore a saldo dei risarcimenti ammissibili. Oltre a coprire le spese per l’assistenza agli sfollati e gli interventi di somma urgenza svolti immediatamente dopo gli eventi meteo, il documento prevederà le risorse per nuovi lavori tra cui la rimozione dei materiali accumulati nei pressi delle arginature dalle acque del Reno.
Tangenti eolico,carte affidate a paniereCosì Vito Nicastri comunicava con l’esterno dai domiciliari

PALERMO19 aprile 201916:55

– Le carte dei progetti che gli interessavano le infilava in un paniere, uno di quei contenitori con cui si passa la spesa, che calava dal balcone. Così e dando disposizioni dalla finestra o attraverso il figlio, continuava a controllare la gestione degli affari, nonostante gli arresti domiciliari, Vito Nicastri. L’imprenditore è tornato in cella ieri nell’ambito di una nuova indagine che lo vede indagato per corruzione. Il contenuto del paniere finiva a Paolo Arata, socio occulto di Nicastri, o a suo figlio: entrambi sono indagati per corruzione e intestazione fittizia aggravata dall’avere agevolato la mafia. I pm di Palermo che coordinano l’inchiesta sono risaliti a tutte la partecipazione societarie di Arata.
Contemporaneamente, intercettando il faccendiere, hanno scoperto che questi avrebbe consegnato una tangente di 30mila euro al sottosegretario alle Infrastrutture leghista Armando Siri per caldeggiare un emendamento al Def che avrebbe favorito Nicastri.
Emendamento poi non ammesso.
Migranti: botta risposta Salvini-Orlando”Palermo senza carta identità elettronica”, “non conosce Anpr”

PALERMO19 aprile 201917:07

– “Il suo sindaco vuole porti aperti e l’anagrafe per gli immigrati, ma Palermo è l’unico capoluogo di provincia e di regione a non avere ancora la carta di identità elettronica. Eppure Orlando è ossessionato dai clandestini e dal sottoscritto. Evidentemente è distratto…”, dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il sindaco di Palermo gli risponde poco dopo: “Se il ministro Salvini stesse meno su Facebook e di più al ministero, saprebbe per quali motivi risalenti al 2001 e 2011, quando io non ero sindaco e lui non era ministro, il Comune di Palermo non ha ancora potuto attivare il rilascio della carta di identità elettronica. Ma da un ministro dell’Interno che pensa di potersi sostituire con provvedimenti sovversivi alle Forze armate o ai sindaci, non mi aspetto che sappia cosa sia la Anpr” (Anagrafe nazionale della popolazione residente). “Così come è avvenuto – aggiunge Orlando – sulla vicenda dei beni confiscati mai assegnati al Comune”.
Cucchi: depistaggi, udienza gup 21/5Rischio processo per 8 cc. Arma parte offesa

19 aprile 201917:25

– E’ fissata per il prossimo 21 maggio l’udienza preliminare del filone dell’indagine sui depistaggi messi in atto dopo la morte di Stefano Cucchi che vede imputati otto carabinieri, tra cui anche alcuni alti ufficiale. Nel procedimento davanti al gup Antonella Minunni, sono indicate come parti offese l’Arma dei carabinieri, i famigliari del geometra morto il 22 ottobre del 2009, il supertestimone Riccardo Casamassima le cui dichiarazioni hanno consentito alla Procura di Roma di riaprire le indagini sugli autori del pestaggio e tre agenti della polizia penitenziaria imputati nel primo processo ma assolti nei tre gradi di giudizio. A rischiare il rinvio a giudizio, per reati che vanno dal falso al favoreggiamento, tra gli altri il generale Alessandro Casarsa (all’epoca dei fatti comandante del Gruppo Roma) e il colonnello Lorenzo Sabatino, già responsabile del Nucleo operativo.
Pasqua, Ccf salvano 26 agnelliRinchiusi in casolare nel maceratese senza cibo né acqua

MORROVALLE (MACERATA)19 aprile 201917:28

– I carabinieri forestali hanno scoperto in un casolare disabitato a Morrovalle agnelli richiusi in condizioni di degrado ed isolamento, privi di luce, cibo ed acqua, e verosimilmente provento di furto. I militari sono intervenuti dopo una segnalazione da parte dei proprietari dell’immobile disabitato, a loro volta avvertiti da un vicino. Sul posto Anche un veterinario dell’Asur di Civitanova Marche per la valutazione dello stato di salute degli ovini. I 26 agnellini sono stati sequestrati e affidati in custodia ad un allevatore della zona: sono state fornite loro le dovute cure e razioni di cibo ed acqua. Informato il magistrato di turno. Gli agnellini, data la loro illecita provenienza e le imminenti festività pasquali, sarebbero stati quasi sicuramente destinati alla macellazione clandestina, senza gli specifici mezzi previsti dalla normativa, creando inutili sofferenze, e in assenza di tracciabilità e controllo sanitario con possibili danni per i consumatori.
Legale Raggi, querela per BagnacaniSul bilancio Ama dice, “era irregolare e garantiva premi”

ROMA19 aprile 201917:28

– “Attendiamo di leggere l’esposto presentato dall’ex ad di Ama, Bagnacani, per valutare se ci sono profili penali, come ad esempio la calunnia o la diffamazione, da parte dell’autore della denuncia”. E’ quanto afferma l’avvocato Emiliano Fasulo, legale del sindaco di Roma, Virginia Raggi. E tornando sul caso del bilancio Ama Raggi dice: “Io non approvo un bilancio che viene dichiarato irregolare nel quale viene chiesto di riconoscere e approvare un credito che il Comune di Roma non riconosce e che soprattutto garantisce premi a pioggia a quei dirigenti anche se la città è sporca. Mi dispiace, non funziona così”.
Pm Roma indagano su conti ArataInquirenti analizzano documenti acquisiti durante perquisizioni

19 aprile 201917:39

– I pm della Procura di Roma che indagano sulla vicenda che vede coinvolto il sottosegretario Armando Siri, accusato di corruzione, sono al lavoro sulle centinaia di pagine e documenti acquisiti ieri nel corso delle perquisizione svolte in appartamenti e uffici riconducibili all’imprenditore Franco Paolo Arata, indagato anch’egli per corruzione per avere “dato o promesso” 30 mila euro all’esponente della Lega. Gli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dal pm Mario Palazzi, dovranno analizzare i bilanci delle società (Etenea Srl, Alquantara Srl, Solcare Srl amministrata dal figlio Franesco e Solgesta Srl amministrata dalla moglie Alessandra Rollino) dell’imprenditore ligure e i file presenti in una serie di pc acquisiti durante l’attività istruttoria. All’attenzione degli investigatori anche i telefoni di Arata oltre ai flussi bancari e dei conti correnti.
Ucciso da bomba auto: concluse indaginiCinque persone coinvolte, contestato omicidio aggravato da mafia

CATANZARO19 aprile 201918:17

– La Procura antimafia di Catanzaro ha emesso l’avviso di conclusione delle indagini preliminari sull’attentato che il 9 aprile del 2018 a Limbadi, nel vibonese, provocò la morte di Matteo Vinci, di 42 anni, ed il ferimento del padre Francesco, di 71.
Vinci fu ucciso dall’esplosione di una bomba collocata sotto l’automobile sulla quale viaggiava insieme al padre.
Il pm della Dda, Andrea Mancuso, ha contestato agli indagati, Domenico Di Grillo, Rosaria Mancuso, Vito Barbara, Lucia Di Grillo e Rosina Di Grillo, a vario titolo, i reati di omicidio e tentato omicidio, detenzione illegittima di ordigno esplosivo, minaccia, ricettazione, detenzione abusiva di armi, lesioni personali, estorsione e rapina, con l’aggravante del metodo mafioso.
Barbara, Lucia Di Grillo e Rosaria Mancuso sono ritenuti, in concorso morale e materiale tra loro e con altri soggetti allo stato non identificati, quali ideatori e promotori dell’attentato in cui restò ucciso Matteo Vinci e fu ferito il padre.
Pasqua: bufera di scirocco in SardegnaOnde sino a 4 metri. Clima mite con temperature da 20 a 24 gradi

CAGLIARI19 aprile 201918:24

– Venti tesi di scirocco fino a cento chilometri orari sferzeranno la Sardegna nel giorno di Pasqua. L’area maggiormente colpita sarà quella sud occidentale dell’Isola, l’Oristanese, il Sulcis e l’Iglesiente. Lo confermano gli esperti dell’Ufficio meteo dell’Aeronautica militare di Decimomannu. “Subiamo l’influsso di un vortice depressionario che si trova sull1 Spagna portando forte vento e mareggiate sull’Isola”, spiegano.
Anche nella prima parte della giornata di lunedì di Pasquetta il vento continuerà a soffiare forte, con punte di 60 chilometri al’ora, ma dal pomeriggio andrà a scemare. A causa del vento sono attese mareggiate sulle coste meridionali. Il canale di Sardegna sarà molto agiato con onde anche di quattro metri, molto mosso invece il mare della parte orientale dell’Isola.
Clima mite: 20 gradi di massima, in media, sono previsti per Pasqua, lunedì in rialzo sino a 24 soprattutto nell’Oristanese.

CRONACA

Barberini, emergerà io estraneo accuse
“Sanità umbra funziona bene e continuerà a funzionare bene”

PERUGIA19 aprile 201918:33

– “Ho avuto modo di chiarire la mia posizione, ho sempre avuto grande fiducia nella magistratura e sono certo che verrà presto accertata la mia totale estraneità ai fatti contestati”: a dirlo è l’ex assessore alla Sanità della Regione Umbria Luca Barberini dopo la revoca degli arresti domiciliari. “Nella mia vita, come persona e come professionista – ha aggiunto – ho sempre praticato valori come il rispetto, l’onestà, l’equità, la giustizia”.
“In politica – ha sottolineato ancora Barberini – ho svolto il mio ruolo di consigliere e assessore regionale sempre con grande passione e spirito di servizio. Ho lavorato tanto per contribuire ad assicurare servizi sanitari e sociali di qualità, con risultati positivi che ci vengono riconosciuti al livello nazionale. Mi preme ribadire ai cittadini umbri che la sanità umbra funziona bene e continuerà a funzionare bene, vanta strutture e professionisti di grande qualità ed è riconosciuta come riferimento in Italia per la qualità e l’efficienza dei servizi”.
Anpi, no a corteo per Ramelli e PedenoviAppello firmato da Lega e Fdi per manifestazione 29 aprile

MILANO19 aprile 201919:04

– “Un conto è ricordare le vittime della violenza, altro conto è tramutare il ricordo in aperta apologia del fascismo”: per questo, come spiega il presidente provinciale di Milano Roberto Cenati, Anpi chiede al Sindaco di Milano, al Prefetto e al questore di impedire la manifestazione in ricordo di Ramelli e Pedenovi del 29 aprile.
Al Prefetto e al Questore di Milano – ricorda Anpi – “è stato presentato un appello firmato da sessanta tra parlamentari della Lega, di Fratelli d’Italia, consiglieri regionali, comunali e municipali, in cui si chiede che i neofascisti di Forza Nuova, CasaPound e Lealtà e Azione possano sfilare per le vie di Milano ricordando Ramelli e Pedenovi”. L’Anpi Provinciale di Milano prevede, nel pomeriggio di lunedì 29 aprile, di promuovere un presidio in piazzale Dateo, “poco distante dal luogo in cui il giovane Gaetano Amoroso fu colpito a morte da neofascisti la sera del 27 aprile 1976”.
Operaio muore in acciaieria a CremonaSchiacciato da un muletto nell’area esterna carico e scarico

MILANO19 aprile 201919:11

– Incidente mortale alla acciaieria Arvedi di Cremona. Un magazziniere di 28 anni, Marco Balzarini, è rimasto schiacciato da un muletto in movimento. L’incidente è accaduto oggi intorno alle 14.15, nell’area esterna adibita al carico e scarico delle bobine.
“L’esatta dinamica del sinistro è ora all’esame delle Autorità preposte” spiega l’Acciaieria, la cui proprietà e direzione esprimono “sincero e profondo dolore e cordoglio per la morte di Marco Balzarini esprimendo vicinanza alla famiglia per questo fatale incidente”. E’ “fortemente scosso ed incredulo per l’accaduto – si legge ancora – il conducente del mezzo dell’azienda esterna incaricata della movimentazione”.
Bagni ‘gender free’ al Comune di ReggioIn città firma protocollo tra vari enti contro discriminazioni

REGGIO EMILIA19 aprile 201919:34

– Bagni ‘gender free’ in municipio, aggiunta di una terza identità di genere sui questionari grazie alla casella ‘altro’ oltre all’opzione maschio/femmina, adozione di un linguaggio inclusivo e possibilità per lavoratori degli enti aderenti di utilizzare l’alias in caso di fase di transizione sessuale. Sono gli impegni assunti tramite un protocollo firmato oggi a Reggio Emilia per contrastare le discriminazioni verso gli orientamenti sessuali degli Lgbti (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali). Per i promotori è il primo del genere in Italia.
Il protocollo è stato siglato, alla presenza anche dell’assessore regionale alle pari opportunità Emma Petitti, da diversi enti istituzionali – tra cui Comune e Ausl – della città in cui tre anni fa si è celebrata la prima unione civile del Paese.
Riace: confermato divieto dimora LucanoRiesame ribadisce provvedimento dopo annullamento Cassazione

REGGIO CALABRIA19 aprile 201919:40

– Il Tribunale del riesame di Reggio Calabria ha confermato il divieto di dimora a Riace per il sindaco sospeso Domenico Lucano, nell’ambito dell’inchiesta “Xenia” della Procura della Repubblica di Locri sui presunti illeciti nella gestione dei migranti. Il 27 febbraio scorso la Corte di cassazione aveva annullato l’ordinanza con cui il riesame avevano respinto il ricorso dei difensori di Lucano, rinviando gli atti, per una nuova pronuncia al Tribunale, che stasera ha confermato il divieto.
Ergastolo per l’infermiera di PiombinoGiudice la assolve per altri 6 pazienti morti in ospedale

LIVORNO19 aprile 201920:05

– L’infermiera Fausta Bonino è stata condannata all’ergastolo per quattro delle morti sospette di pazienti in corsia a Piombino (Livorno) e assolta per gli altri sei casi perché il fatto non sussiste. Assolta anche per abuso di ufficio. La sentenza è stata letta dopo cinque ore di camera di consiglio dal giudice Marco Sacquegna. Il processo si è tenuto in rito abbreviato. L’infermiera 57enne era accusata di omicidio volontario plurimo per le morti sospette di 10 pazienti nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Piombino tra il 2014 e il 2015. La procura aveva chiesto l’ergastolo, mentre la difesa, con la stessa Bonino che aveva da sempre proclamato la sua innocenza, aveva sostenuto l’impossibilità tecnica del coinvolgimento dell’infermiera e chiesto l’assoluzione per non aver commesso il fatto per 9 dei pazienti deceduti e in un caso perché il caso non sussiste. “Ci ha sorpreso il frazionamento dei casi – ha commentato l’avvocato difensore Cesarina Barghini – e certamente faremo appello”.

Greta, prepariamoci a lottare per anniFridays For Future, emozione minuto silenzio per morti clima

19 aprile 201919:47

– “Il problema base è che nulla viene fatto per arrestare la catastrofe ecologica. Dobbiamo prepararci a lottare per lungo tempo. Non basteranno settimane o mesi, ci vorranno anni”. Lo ha detto Greta Thunberg dal palco dello sciopero del clima di Piazza del popolo. “Noi non siamo quelli che hanno creato questa crisi – ha aggiunto – Noi siamo nati in questo mondo dove c’e’ un’emergenza esistenziale ignorata, e abbiamo deciso di agire contro questa perche’ siamo stufi delle bugie e delle promesse non mantenute”.
“Penso che ci sia stata una grandissima attenzione da parte del pubblico, che non ci aspettavamo. Erano molto attenti su tutti gli interventi. E’ stato molto emozionante il minuto di silenzio dedicato ai morti per il clima e gli inquinamenti aziendali”, lo ha detto Marianna Panzarino, attivista di Fridays For Future Roma, dopo la manifestazione di stamani con Greta Thunberg. “Abbiamo lasciato piazza del Popolo pulitissima, nonostante ci fossero stati 25.000 ragazzi”, ha sottolineato.
Tangenti eolico,carte affidate a paniereCosì Vito Nicastri comunicava con l’esterno dai domiciliari

PALERMO19 aprile 201916:55

– Le carte dei progetti che gli interessavano le infilava in un paniere, uno di quei contenitori con cui si passa la spesa, che calava dal balcone. Così e dando disposizioni dalla finestra o attraverso il figlio, continuava a controllare la gestione degli affari, nonostante gli arresti domiciliari, Vito Nicastri. L’imprenditore è tornato in cella ieri nell’ambito di una nuova indagine che lo vede indagato per corruzione. Il contenuto del paniere finiva a Paolo Arata, socio occulto di Nicastri, o a suo figlio: entrambi sono indagati per corruzione e intestazione fittizia aggravata dall’avere agevolato la mafia. I pm di Palermo che coordinano l’inchiesta sono risaliti a tutte la partecipazione societarie di Arata.
Contemporaneamente, intercettando il faccendiere, hanno scoperto che questi avrebbe consegnato una tangente di 30mila euro al sottosegretario alle Infrastrutture leghista Armando Siri per caldeggiare un emendamento al Def che avrebbe favorito Nicastri.
Emendamento poi non ammesso.
Bimbo ucciso, indagini su scuolaRagazzi arrivavano in classe con escoriazioni e volto tumefatto

SAAVERSA (CASERTA)19 aprile 201915:

– Dopo aver indicato le responsabilità di patrigno e madre, le indagini della Procura di Napoli Nord sulla morte del piccolo di 7 anni Giuseppe, avvenuta a Cardito (Napoli), e sul ferimento della sorellina Noemi, si spostano ora sulla scuola frequentata dalle vittime, l’istituto comprensivo Quasimodo di Crispano (Napoli). Dall’ordinanza di arresto della madre dei due bimbi, la 31enne Valentina Casa, in carcere l’11 aprile – il convivente e principale responsabile del pestaggio Tony Sessoubti Badre fu arrestato dopo il fatto – emergono, tra le pieghe di quanto scrive il Gip Antonella Terzi accuse all’istituto che non avrebbe segnalato alle autorità le violenze subite dai bimbi, che spesso arrivavano a scuola con escoriazioni e il volto tumefatto; sotto accusa le maestre che avrebbero saputo ma non denunciato. Dalla Procura di Napoli Nord non filtrano indiscrezioni su eventuali iscrizioni nel registro degli indagati del personale scolastico, circostanza che però non si esclude nelle prossime ore.
Terrorismo, pm:sorveglianza per italianoVive a Monza e si è convertito all’Islam. In Rete appoggia Isis

19 aprile 201915:13

– Sorveglianza speciale per tre anni con il divieto di utilizzare computer e cellulari. E’ la richiesta avanzata dal pm di Milano Enrico Pavone alla Sezione misure di prevenzione, presieduta da Fabio Roia, per Marco Valentino, italiano di 52 anni residente a Monza, convertito all’Islam e convivente con una marocchina, indagato per terrorismo internazionale e che si fa chiamare ‘Muhammad Nur Al Haqq’. Gli sono stati sequestrati 13 dispositivi informatici con foto, video e documenti con contenuti di appoggio all’Isis.
Influenza: superati 8 mln casi800 in terapia intensiva, aumentati rispetto allo scorso anno

19 aprile 201913:32

– L’influenza è ormai agli sgoccioli, quasi tutte le regioni sono uscite dalla fase epidemica. Ma i contagi continuano. Secondo il bollettino di sorveglianza Influnet, la scorsa settimana ci sono stati circa 99.000 casi che hanno portato a toccare quota 8 milioni e 3.000 allettati.
In sostanza anche quest’anno ci si avvicinerà agli 8,5 mln di contagi della stagione 2017/2018, ritenuta molto pesante. I casi gravi con ricovero in terapia intensiva sono stati 809, più dello scorso anno, e di questi 198 sono deceduti.

Usa: casa orrori, ergastolo ai genitoriAvevano abusato per anni dei loro 13 figli

NEW YORK19 aprile 201919:57

– I genitori-padroni che hanno tenuto incatenati per anni i loro 13 figli nella cosiddetta “casa degli orrori” in California, abusando anche di loro, sono stati condannati all’ergastolo. Il processo contro David e Louise Turpin ha rivelato particolari shock: i bambini sono stati incatenati prima con corde poi con catene, in alcuni casi ingabbiati. Malnutriti, sporchi e senza mai essere stati visitati da un dentista. Fino a che uno di loro non ha preso coraggio e, rubato un cellulare, ha avvertito la polizia.           

STAMPA