Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 06:10 ALLE 14:15

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Gaza: un morto in attacco aereo Israele
Ministero sanità della Striscia, anche tre feriti a Rafah

Lancio razzi da Gaza, Israele replica con attacco aereo, un mortoCresce la tensione nella Striscia. Rinviata la riunione del Consiglio di difesa del governo israeliano

65% italiani pro euro, fanalino coda UeEurobarometro, solo 43% convinti benefici Unione, europei 68%

44% italiani voterebbe per restare UeContro il 66% europei. Ora in Gb 53% per ‘Remain’

Khashoggi: media, fatto a pezzi vivoQuotidiano pro-Erdogan, ‘audio prova presenza console’

Anche Lagarde diserta Davos del deserto’Posticipato viaggio in Medio Oriente della direttrice dell’Fmi’

Usa: un jackpot da 860 milioni dollariAlla lotteria Mega Millions

Migranti: Amnesty denuncia Francia’Violazioni sistematicamente confine Francia-Italia’

Canada: da oggi la marijuana è legaleE’ il secondo paese al mondo dopo l’Uruguay

Afghanistan, candidato ucciso con bombaNell’ esplosione ferite anche sette persone

Marea nera a Saint-Tropez, cellula crisi’Residui petrolio provenenti da collisione del 7/10 in Corsica’

Torna volo diretto Ankara-RomaCon Turkish Airlines, per la prima volta da 60 anni

Crimea: ‘assalitore forse studente’Riferisce testimone. Media russi, ‘assalitori 2 e esplosioni 4’

Francia, di 14 morti bilancio alluvioniRegione meridionale Aude investita da piogge torrenziali

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TEL AVIV

– Il ministero della sanità di Gaza, retto da Hamas, ha reso noto che un palestinese è morto negli attacchi aerei israeliani seguiti al lancio di razzi della notte scorsa contro il territorio dello stato ebraico. Il fatto è avvenuto a Beit Hanoun nel nord di Gaza. La stessa fonte ha riferito anche di almeno tre feriti a Rafah, nel sud della Striscia.
Nuova tensione in Israele dopo che nella notte due razzi sono stati sparati dalla striscia di Gaza dei quali uno e caduto in mare vicino a Tel Aviv e un secondo ha colpito una casa a Beer Sheba (Neghev), senza causare feriti. L’attacco palestinese ha preceduto di poche ore una riunione speciale del Consiglio di difesa del governo israeliano, convocata per le seconda volta questa settimana per esaminare le crescenti tensioni con Hamas a Gaza. Riunione che è stata poi rinviata.Ieri centinaia di palestinesi si erano lanciati contro la barriera di confine fra Gaza ed Israele ed avevano fatto saltare con l’esplosivo un cancello in prossimità del kibbutz israeliano di Kissufim, aprendo così una breccia.Il ministro della difesa Avigdor Lieberman – dopo il lancio dei razzi – ha ordinato la chiusura dei valichi di Erez (persone) e Kerem Shalom (merci) con Gaza. Al tempo stesso Lieberman ha ridotto a tre miglia marine la zona di pesca per le imbarcazioni di Gaza. Intanto aerei da combattimento israeliani stanno attaccando ‘obiettivi terroristici’ a Gaza. L’aviazione israeliana ha colpito “in risposta una squadra che si apprestava a lanciare razzi dal nord della Striscia” verso lo stato ebraico, ha detto il portavoce militare secondo cui durante l’azione si sono sentite le sirene di allarme nella regione di Ashkelon a ridosso della Striscia.Il ministero della sanità di Gaza, retto da Hamas, ha reso noto che un palestinese è morto negli attacchi aerei israeliani seguiti al lancio di razzi della notte scorsa contro il territorio dello stato ebraico.Il fatto è avvenuto a Beit Hanoun nel nord di Gaza. La stessa fonte ha riferito anche di almeno tre feriti a Rafah, nel sud della Striscia.
– BRUXELLES

– Il 65% degli italiani si dichiara favorevole all’euro, ma gli intervistati in Italia sono i meno convinti dei benefici dell’appartenenza all’Unione europea (43%). Lo rivela l’ultimo sondaggio Eurobarometro condotto tra l’8 e il 26 settembre 2018 da Kantar Public in tutti e 28 gli Stati membri, in base al quale il 68% degli europei ritiene che il proprio Paese abbia tratto beneficio dall’appartenenza all’Ue e il 61% degli intervistati considera positivamente la moneta unica.
In caso di referendum nel proprio Paese sulla falsariga di quello della Brexit, solo il 44% degli italiani voterebbe per restare nell’Ue contro il 66% a livello europeo. E’ il dato peggiore dei 28, anche a fronte dei britannici dove oggi il 53% è per il ‘remain’. Lo rivela un sondaggio Eurobarometro in base al quale la percentuale degli indecisi nel Belpaese è pari al 32%, la più alta nell’Unione. Tra gli europei solo il 17% degli intervistati sarebbe a favore dell’uscita. Tra i britannici oggi solo il 35% è per il ‘leave’.
– ISTANBUL

– Il giornalista saudita Jamal Khashoggi sarebbe stato torturato e fatto a pezzi dentro il consolato saudita a Istanbul mentre era ancora vivo. A rivelare i presunti drammatici dettagli è il quotidiano filo-governativo turco Yeni Safak, che cita una supposta registrazione audio di quei momenti da cui risulterebbe anche la presenza del console Mohammed al-Otaibi. “Fatelo fuori di qui, mi metterete nei guai”, si sentirebbe dire al console. “Se vuoi continuare a vivere quando torni in Arabia, stai zitto”, gli risponderebbe uno dei presunti assassini. Gli aguzzini di Khashoggi gli avrebbero tagliato le dita durante le torture, per poi decapitarlo. Il giornalista sarebbe morto in 7 minuti, secondo quanto riferito al Middle East Eye da un’altra fonte che avrebbe ascoltato l’aidio. Khashoggi sarebbe stato portato dall’ufficio del console in uno studio e steso su un tavolo. A fare a pezzi il corpo mentre il reporter era vivo sarebbe stato il capo dell’unità forense di Riad, il dottor Salah Mohammed al-Tubaigy.
– ISTANBUL

– Anche la direttrice del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, diserterà la ‘Davos del deserto’, la conferenza patrocinata dal principe ereditario saudita Mohammed bin Salman per attrarre investimenti nel Paese.
In una nota, l’Fmi rende noto che il “viaggio della direttrice precedentemente programmato nella regione del Medio Oriente è stato posticipato”. La sua defezione segue quella di diversi giganti di finanza e media, dopo la sospetta uccisione del giornalista Jamal Khashoggi 15 giorni fa nel consolato saudita a Istanbul.
– DES MOINES (IOWA, USA)

– Jackpot da record per la lotteria Mega Millions negli Usa, che all’estrazione di ieri non ha registrato vincitori e sale così a ben 868 milioni di dollari, il secondo premio più alto nella storia delle lotterie americane. Secondo quanto è stato reso noto, nessuna giocata, del costo di due dollari, ha indovinato i sei numeri dell’estrazione: 3, 45, 49, 61, 69 e Mega Ball 9. La prossima estrazione sarà venerdì. Secondo alcuni calcoli, le possibilità di vincita sono una su 302,5 milioni. Il record assoluto è stato fissato nel gennaio del 2016, con jackpot dal 16, miliardi di dollari alla lotteria Powerball.
Amnesty International denuncia “violazioni sistematiche” dei diritti di rifugiati e migranti al confine franco-italiano, in seguito a una missione di osservazione realizzata i 12 e 13 ottobre, nella zona di Briancon, nelle Alpi francesi, non lontano dal villaggio italiano Clavière oggetto delle recenti polemiche legate allo sconfinamento della gendarmeria francese. “Il Governo francese la smetta di fare orecchie da mercante”, scrive Amnesty in un documento pubblicato sul suo sito. Nella missione(12-13 ottobre) al confine franco-italiano, gli osservatori di Amnesty International France e di altre Ong hanno certificato una lunga “lunga lista” di violazioni. Alla missione hanno partecipato 60 volontari, di cui 6 avvocati del tribunale di Gap, in Francia, e 3 italiani, con il sostegno di Ong come Anafé, La Cimade, Médecins du Monde, Médecins sans frontières, Secours Catholique Caritas France, Chemins pluriels, Emmaüs France, ASGI, GISTI, Icare 05, Refuges Solidaires e Tous Migrants.
Alla mezzanotte scorsa (locale), in Canada, nell’isola di Terranova, è stato fatto il primo acquisto legale di cannabis per uso ricreativo, in un centro dove si era formata una coda di centinaia di persone in attesa di fare altrettanto. Lo riferisce Bbc News online, sottolineando che il Canada è così divenuto il secondo Paese al mondo, dopo l’Uruguay, dove il possesso e l’uso di cannabis è legale.
La legge per il consumo ricreativo di marijuana è stata approvata la scorso giugno dal Parlamento canadese.
– KABUL

– Un candidato alle elezioni parlamentari in Afghanistan, Abdul Jabar Qahraman, è stato oggi ucciso con una bomba fatta esplodere nel suo ufficio nella provincia meridionale di Helmand. L’esplosione ha causato inoltre il ferimento di altre sette persone, secondo quanto ha riferito un portavoce del governatore provinciale.
L’attentato avviene sulla scia delle minacce formulate dai talebani ad insegnati e studenti affinché non partecipino alle elezioni e non consentano che le scuole vengano usate come seggi elettorali. Gli insorti hanno affermato in un comunicato che non intendono colpire i civili, ma prenderanno comunque di mira il processo elettorale e le elezioni, fissate per il 20 ottobre, che considerano illegittime.
– PARIGI

– Marea nera a Saint-Tropez. L’onda scura di petrolio che avrebbe già colpito circa 16 chilometri del celebre litorale francese, spiega la Préfecture Marittime de Méditerrannée, “sembrerebbe provenire” dalle due navi entrate in collisione il 7 ottobre scorso al largo della Corsica. In quei giorni, gran parte del petrolio riversatosi in mare venne aspirato da soccorsi italiani e francesi, ma una parte residuale sarebbe giunta in Costa Azzurra spinta dal vento forte degli ultimi giorni In una nota, la prefettura del Var, il dipartimento di Saint-Tropez, ha annunciato l’attivazione di una cellula di crisi e del Plan Polmar contro l’inquinamento in mare. Secondo il sindaco del vicino comune di Ramatuelle, Roland Bruno, sono sedici i chilometri di litorale colpiti dall’onda nera. Chiuse al pubblico, al momento, le spiagge di l’Escalet et Pampelonne, Ramatuelle, Salins e la Moutte tra Saint-Tropez e dintorni. Ma anche quelle di La Nartelle-Saint Barth à Sainte-Maxime.
– ISTANBUL

– Dopo 60 anni, la Turkish Airlines tornerà a operare voli diretti tra Ankara e Roma. Lo ha annunciato su Twitter il vicepresidente della compagnia turca, Yahya Ustun. L’azienda anticipa che la tratta tra le capitali di Turchia e Italia sarà ripristinata dal 9 gennaio prossimo. I collegamenti Roma-Ankara avverranno con due voli settimanali, previsti il lunedì e il giovedì.
Al momento, la Turkish Airlines opera 131 voli a settimana verso 8 destinazioni italiane dai due aeroporti di Istanbul.
– MOSCA

– Uno studente dell’istituto di Kerch dove è avvenuta l’esplosione di oggi, Semion Gavrilov, ha raccontato che al politecnico “un viso familiare ha iniziato a sparare agli studenti, sembra sia uno dei nostri compagni”. Lo riporta Meduza. Stando ad altri media russi, come Lenta e la radio Govorit Moskva, gli assalitori “potrebbero essere due” e le esplosioni “quattro” e non una, come precedentemente riportato. Ma si tratta di informazioni non confermate a livello ufficiale.
– PARIGI

– Sale a 14 morti e un disperso il bilancio delle devastanti alluvioni nell’Aude, la regione del sud della Francia investita da piogge torrenziali. Lo ha reso noto la Prefettura. La 14/a vittima, finora considerata dispersa, è stata ritrovata a Villalier. Secondo il nuovo bilancio, sei persone sono morte a Trebes, la località più colpita, tre a Villegailhenc, due a Villalier, una a Villardonnel, una a Carcassonne e una a Saint-Couat d’Aude. Il precedente bilancio era di 13 morti e due dispersi.   

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

ULTIM’ORA: YouTube down per un’ora nel mondo

MONDO/ULTIM’ORA

AGGIORNAMENTO DELLE 06:18

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

ULTIM’ORA: YouTube down per un’ora nel mondo

YouTube down per un’ora nel mondo
Il servizio sembra essere ripreso, mistero sulle cause

ULTIM’ORA/MONDO

TUTTE LE ULTIMISSIME SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

ULTIM’ORA: YouTube down per un’ora nel mondo

Il servizio di video streaming YouTube è stato irraggiungibile per oltre un’ora in numerose località di tutto il mondo. YouTube ha confermato il disservizio in un tweet sul suo profilo ufficiale, avvisando che i tecnici sono al lavoro per il ripristino di tutte le funzionalità e rilevando che il problema influiva su YouTube, YouTube Music e YouTube TV. Nello scusarsi per l’inconveniente, YouTube ha per ora preferito non rivelare quali siano stati i motivi dell’interruzione del servizio che, al momento, sembra essere ripreso.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

Guantanamo aperta per altri 25 anni

MONDO/ULTIM’ORA

AGGIORNAMENTO DELLE 06:10

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

Guantanamo aperta per altri 25 anni

Guantanamo aperta per altri 25 anni
Lo ha detto il responsabile del carcere, John Ring

ULTIM’ORA/mondo

TUTTE LE ULTIMISSIME SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

Guantanamo aperta per altri 25 anni

La prigione statunitense di Guantanamo si prepara a rimanere aperta per almeno 25 anni. Lo ha dichiarato l’Ammiraglio John Ring, responsabile del centro di detenzione dove si trovano i prigionieri accusati di essere coinvolti negli attentati dell’11 settembre 2001. Trump lo scorso gennaio ha deciso di mantenere Guantanamo aperta, in totale controtendenza con quanto aveva cercato di fare il suo predecessore alla Casa Bianca, Barack Obama, che avrebbe voluto chiudere il carcere.   

STAMPA

Aggiornamenti, ECONOMIA, Mondo, Notizie, Ultim'ora

ULTIM’ORA

DALLE 02:53 ALLE 04:58

DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

ULTIM’ORA

Morto Ian Kiernan,fondò Puliamo il mondo
Aveva 78 anni, una vita contro l’inquinamento dei mari

Gaza: razzo colpisce casa a Beer ShebaOggi il governo israeliano esamina le tensioni con Hamas

Nomura: mutui subprime, accordo con UsaPagherà 480 milioni di dollari per mettere fine a cause legali

Guatemala: migranti,Pence chiama MoralesCome Trump minaccia sospensione aiuti

ULTIM’ORA

TUTTE LE ULTIMISSIME NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

ULTIM’ORA

SIDNEY

– E’ morto a Sidney, in Australia, Ian Kiernan, ambientalista e velista, fondatore dell’evento ‘Puliamo il mondo’. Aveva 78 anni. Nel 1986-87, Kiernan ha rappresentato l’Australia nella gara in solitaria BOC Challenge. Durante quella lunga navigazione, Kiernan rimase impressionato dalla quantità di inquinamento trovato negli oceani del mondo, soprattutto contenitori e sacchi di plastica. Al suo rientro in Australia, Kiernan decise di organizzare un evento per promuovere la pulizia del porto di Sidney. La prima edizione si tenne nel 1989 e da quel ‘Clean Up Sydney Harbour’ che raccolse l’adesione di 40.000 volontari, l’evento si è diffuso in circa 120 paesi, diventando il ‘Clean Up Day’, divenuto un appuntamento annuale. Kiernan è stato nominato ‘Australiano dell’anno’ nel 1994 e nel 1998 ha ricevuto il premio del Programma per l’ambiente delle Nazioni Unite per aver mobilitato ‘decine di milioni di persone in tutto il mondo’.
– TEL AVIV

– Un razzo sparato dalla striscia di Gaza ha colpito una casa a Beer Sheba (Neghev). Non si sono avuti feriti, ma alcune persone sono rimaste in stato di grave apprensione. Lo ha riferito la radio militare israeliana.
L’attacco palestinese ha preceduto di poche ore una riunione speciale del Consiglio di difesa del governo israeliano che è stato convocato per la seconda volta questa settimana per esaminare le crescenti tensioni con Hamas a Gaza.
– TOKYO

– La banca d’affari giapponese Nomura ha raggiunto un accordo con le autorità finanziarie statunitensi per il pagamento di un importo pari a 480 milioni di dollari, per mettere fine ai procedimenti nei suoi confronti in relazione alla crisi del 2008 dei mutui subprime. Gli organi di vigilanza Usa accusano Nomura di aver ingannato i risparmiatori sulla redditività dei derivati da crediti ipotecari, gli stessi prodotti che diedero origine all’ultima crisi finanziaria di 10 anni fa.
L’istituto nipponico ha detto che in base all’intesa ci sarà una riduzione di 20 miliardi di yen, l’equivalente dei 178 milioni di dollari, sui risultati finanziari del trimestre luglio-settembre. La divisione statunitense di Nomura, al pari di altre istituzioni coinvolte nella crisi post 2008, non ha ammesso né negato gli addebiti nell’ambito dell’accordo extragiudiziale, ma considera il raggiungimento dell’intesa nel miglior interesse delle parti per evitare un ulteriore prolungamento delle cause legali.
– CITTÀ DEL GUATEMALA

– Il vicepresidente americano Mike Pence ha telefonato ieri sera al presidente del Guatemala, Jimmy Morales, chiedendogli di fermare la carovana di migranti honduregni in cammino verso gli Stati Uniti perché se questo non avverrà, ha assicurato ripetendo un precedente avvertimento di Donald Trump, saranno sospesi tutti gli aiuti.
Attraverso il suo account Twitter, Pence ha reso noto di aver “parlato con Morales della carovana diretta negli Usa, ed ho chiarito che i nostri confini e la sovranità devono essere rispettati”. Ci aspettiamo, ha aggiunto, che “i nostri partner facciano tutto il possibile per sostenerci ed apprezziamo il loro appoggio. Ma ho anche ribadito – ha concluso – il messaggio del @POTUS (presidente degli Stati Uniti): niente più aiuti se non vengono fermati!”.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 11:47 DI MARTEDì 16 OTTOBRE 2018

ALLE 02:43 DI MERCOLEDì 17 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Francia, disposta inchiesta su Claviere
Ministra Affari europei: ‘E’ stato un evento accidentale’

Khashoggi,ispezione in residenza consoleNell’ambito dell’inchiesta sulla scomparsa del giornalista

Brexit: May cerca strappare accordo UeMedia evocano ’48 ore decisive’. Riunione separata di 8 ministri

Scissione Chiesa preoccupa CremlinoCi auguriamo rispetto interessi Chiesa ortodossa russa

Juncker: nessun pregiudizio sull’Italia’L’Ue non sopravviverebbe a una sua uscita’

Khashoggi: si cerca materiale tossicoNelle ispezioni nel consolato Riad a Istanbul, dice Erdogan

Pompeo, re Salman vuole inchiesta seriaSegretario di Stato Usa a Riad per caso del giornalista saudita

Brasile: Bolsonaro consolida vantaggioSondaggi lo danno a 59%, contro 41-41% per Haddad, erede di Lula

Turchia,Riad non ha ancora ammesso nullaSul caso Khashoggi, ha detto il ministro degli Esteri Cavusoglu

All’Eliseo deputato che attaccò l’ItaliaGabriel Attal definì ‘vomitevole’ chiusura porti italiani

Tusk: servono nuove proposte da Londra’Non sono ottimista per il vertice di domani sulla Brexit’

Barnier: sulla Brexit serve più tempo’Per raggiungere un’intesa necessaria ancora qualche settimana’

‘Omicidio Khashoggi, prove in consolato’Fonte turca: ‘Le ha trovate la polizia durante le ispezioni’

Assange: sì al web ma niente politicaTra misure imposte da Ecuador pulizia del bagno e del gatto

Russia: 12 anni carcere a cannibaleMangiò il cuore della compagna accompagnato da vino rosso

Francia, disposta inchiesta su ClaviereMinistra Affari europei: ‘E’ stato un evento accidentale’

Console in Turchia richiamato a RiadMedia: ‘Già partito dall’aeroporto di Istanbul’

Usa: Trump attacca Elizabeth Warren’Suo test Dna inutile,sta venendo sbugiardata,ora chieda scusa’

A New York weekend senza sparatorieLa prima volta da 25 anni, niente morti e feriti

Usa: jackpost da oltre 650 mln dollariPremio in palio è la quarta vincita più grande negli Stati Uniti

Somalia: raid Usa uccide 60 al-ShabaabPentagono: ‘Nessuna vittima tra i civili’

Pippa Middleton è diventata mammaWilliam e Kate ‘entusiasti’. Ieri l’annuncio di Harry e Meghan

Raccolta fondi Midterm, dem battono GopIn 32 delle 45 sfide piu’ incerte. Dominano piccole donazioni

Bolsonaro, se eletto estraderò BattistiCandidato estrema destra conferma impegno su caso ex terrorista

Francia, strumentalizzato caso Claviere’E’ stato un errore, la Prefettura lo ha riconosciuto’

Venezuela, blackout in 15 Stati su 23Esplosione centrale nord lascia gran parte del Paese senza luce

Cina: ex capo stato maggiore a processoPer corruzione con ex generale indagato e suicida a novembre

Boom crimini d’odio in GbContro i musulmani maggioranza abusi per motivi religiosi

L’ira della pornostar su Donald TrumpStormy Daniels, ‘Il presidente è un imbarazzo per l’America’

India: donne al tempio, no integralisti’Le bloccheremo’. Le fedeli sono accampate da giorni

Trump chiama Riad, principe non sa nulla’Ha già avviato indagini su Khashoggi, presto i risultati’

Ungheria, polizia caccia senzatettoPer applicare legge in vigore che li sanziona

Trump crea agenzia ‘anti-Cina’60 mld dlr per ‘aiuto allo sviluppo’, e ostacolare Pechino

Migranti in marcia da Honduras agli UsaMa Trump tuona, ‘fermateli o vi blocchiamo tutti gli aiuti’

Egitto, italiano condannato a 3 anniSentenza appellabile per morte di egiziano in colluttazione

Sosia Melania in video T.I,ira firs ladyProvocazione del rapper T.I., la scena nello Studio Ovale

Khashoggi: 4 sospetti legati a principeUno è un assiduo accompagnatore di Mohammed bin Salman

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL E DAL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

LUSSEMBURGO

– “Dalle prime informazioni” sul caso Claviere “si tratta di gendarmi arrivati da poco nella regione, che hanno avvertito la polizia italiana. Sono entrati senza volerlo in Italia. Abbiamo disposto un’inchiesta e un’ispezione. E’ stato un evento accidentale”. Così la ministra francese degli Affari europei, Nathalie Loiseau, sullo sconfinamento della gendarmeria francese in territorio italiano.
– ISTANBUL

– La polizia turca ispezionerà oggi anche la residenza del console saudita a Istanbul, che si trova nei pressi dell’edificio del consolato nel quartiere di Levent, nell’ambito dell’indagine sulla scomparsa del giornalista Jamal Khashoggi. Lo riferiscono fonti investigative. Nella residenza del console si era recato il presunto commando di 15 agenti sauditi, dopo essere giunto inizialmente nella sede diplomatica.
– LONDRA

– Ricompattare il governo dietro la sua linea negoziale: è questo, secondo i media britannici l’obiettivo di Theresa May che oggi ha convocato una riunione ad hoc del Consiglio dei Ministri sullo sfondo di quelle che il Guardian definisce “48 frenetiche” in vista del Consiglio Europeo di giovedì, dove la premier conservatrice continua a sperare di poter strappare un accordo sulla Brexit o almeno l’indicazione di passi avanti sostanziali. Ieri ai Comuni, May ha ribadito di considerare un accordo con Bruxelles “ancora raggiungibile”, pur evidenziando divergenze persistenti su “pochi punti seri”, relativi al dossier dell’Irlanda del Nord. Nelle ultime ore ha poi avviato contatti con leader di Paesi Ue, mentre cerca contemporaneamente di tenere uniti la sua traballante maggioranza e il suo stesso gabinetto. A conferma dei timori d’una fronda, la Bbc riferisce del resto di una riunione separata ieri sera di 8 ministri di peso: inclusi Jeremy Hunt (Esteri), Dominic Raab (Brexit), e Michael Gove (Ambiente).
– MOSCA

– “Stiamo osservando con molta attenzione e con grande preoccupazione lo sviluppo delle relazioni tra la Chiesa ortodossa russa e il Patriarcato ecumenico”. Lo ha detto il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov. “Speriamo che prevalga il buon senso ma allo stesso tempo ci auguriamo che tutti gli interessi della Chiesa ortodossa russa siano rispettati”, ha sottolineato Peskov, citato dalla Tass.
– BRUXELLES

– La dinamica della finanza pubblica italiana “mi dà molte preoccupazioni” ma “non abbiamo pregiudizi: ne discuteremo con l’Italia come facciamo con tutti gli altri Paesi”. Lo ha detto oggi il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker incontrando la stampa audiovisiva italiana annunciando che oggi pomeriggio avrà un colloquio telefonico con il premier Giuseppe Conte.
Juncker ha anche chiesto di “non mettere l’Italia sotto accusa al vertice” e sottolineato che “l’Europa non sopravviverebbe a un’uscita dell’Italia”.
– ISTANBUL

– Nelle sue ispezioni al consolato saudita di Istanbul relative alla scomparsa di Jamal Khashoggi la polizia turca ha cercato “materiali tossici”. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, rispondendo alle domande di alcuni giornalisti ad Ankara. “Il nostro obiettivo è di riuscire a raggiungere delle conclusioni che ci diano un’idea ragionevole (di ciò che è accaduto) il più presto possibile, perché le indagini si stanno focalizzando su molte cose, come materiali tossici e quei materiali che sono stati rimossi dipingendoci sopra”, ha detto Erdogan ai reporter all’uscita dal Parlamento, dopo aver parlato ai deputati del suo Akp.
– Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo a Riad “ha ringraziato il re (Salman, ndr) per il suo impegno a sostenere un’inchiesta completa, trasparente e tempestiva” sul caso del giornalista saudita. Lo riferisce la portavoce del Dipartimento di Stato, Heather Nauert, citata dai media americani. “Siamo forti e antichi alleati. Affrontiamo le nostre sfide insieme” e così “in passato, oggi, domani”, detto il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, incontrando a Riad Pompeo per discutere della scomparsa del giornalista Jamal Khashoggi a Istanbul.
– SAN PAOLO

– A meno di due settimane dal secondo turno delle elezioni presidenziali in Brasile, Jair Bolsonaro (estrema destra) consolida il suo vantaggio su Fernando Haddad, l’erede politico di Lula da Silva, ottenendo poco meno del 60% delle intenzioni di voto, contro il 41-42% del suo rivale.
Così lo indicano due sondaggi il cui risultato è stato diffuso nelle ultime 24 ore. La prima inchiesta demoscopica della Ibope dopo il primo turno dello scorso 7 ottobre, pubblicata ieri sera, attribuisce il 59% dei voti a Bolsonaro e il 41% ad Haddad.
Sono esattamente gli stessi numeri emersi dal sondaggio della Fsb diffuso poche ore prima, e in linea con quelli del sondaggio della Datafolha reso noto due giorni dopo il primo turno delle elezioni, che prevedeva il 58% dei voti al ballottaggio per Bolsonaro e il 42% per Haddad. Al primo turno, Bolsonaro ha ottenuto il 46,03% dei voti, e Haddad il 29,28%.
– ISTANBUL

– L’Arabia Saudita non ha finora fornito alla Turchia alcuna ammissione di responsabilità sulla scomparsa del giornalista dissidente Jamal Khashoggi dopo l’ingresso due settimane fa nel suo consolato a Istanbul. Lo ha detto il ministro degli Esteri di Ankara, Mevlut Cavugsoglu, rispondendo a una domanda sulle indiscrezioni mediatiche circa il rapporto che Riad starebbe preparando, in cui si ammetterebbe che il reporter è stato ucciso in un interrogatorio finito male.
– PARIGI

– Gabriel Attal, deputato della République En Marche nominato oggi segretario di Stato presso il ministero dell’Istruzione nel quadro del rimpasto annunciato dal presidente Emmanuel Macron, diventa il più giovane componente di un governo francese in tutta la storia della Quinta Repubblica, fondata nel 1958. Attal, appena 29 anni e 7 mesi, batte tutti i record, dopo il primato detenuto per anni dall’ex ministro Francois Baroin. Fu proprio Attal a scatenare la tempesta diplomatica tra Parigi e Roma quando lo scorso giugno disse che la politica italiana sulla nave Aquarius è “immonda” e la chiusura dei porti “fa vomitare”. Parole che molti italiani attribuirono invece al presidente Emmanuel Macron, aggravando ulteriormente la crisi diplomatica tra i due Paesi. Negli stessi giorni Macron non era certo stato tenero con la politica di Matteo Salvini. Pur non arrivando a definirla ”vomitevole”, denunciò pubblicamente “la quota di cinismo e irresponsabilità del governo italiano” sulla questione dei migranti.
– BRUXELLES

– “I report che ho ricevuto da Barnier non mi danno terreno per l’ottimismo prima di domani, l’unica fonte di fiducia è la buona volontà e la determinazione di entrambe le parti, ma per un avanzamento ci servono nuovi fatti”: lo ha detto il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk al termine del summit tripartito con le parti sociali. Tusk ha anche detto che domani chiederà alla premier May di presentare eventuali nuove proposte.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Sull’accordo per la Brexit “non ci siamo ancora. Restano varie questioni aperte, quindi serve più tempo per trovare questo accordo globale. Dobbiamo prenderci questo tempo con calma, con serietà, per trovare questo accordo globale nelle prossime settimane”. Così Michel Barnier, capo negoziatore Ue per la Brexit arrivando al consiglio Affari generali a Lussemburgo.
– ANKARA

– La polizia ha trovato nel consolato saudita a Istanbul le prove che il giornalista Jamal Khashoggi è stato ucciso lì. Lo ha detto all’Ap un funzionario turco. Un funzionario turco di alto livello ha reso noto che la polizia, durante le sue ricerche al consolato saudita di Istanbul, ha trovato “prova certa” che il giornalista dissidente Jamal Khashoggi sia stato ucciso lì. Il funzionario, parlando in condizione di anonimato, non ha fornito dettagli di tali prove, ritrovate al termine di lunga ricerca al consolato, che si è conclusa stamane.
Finora Riad ha definito tale accuse “senza basi”, ma secondo i media americani i sauditi potrebbero presto riconoscere che Khashoggi sia stato ucciso nel loro consolato di Istanbul, forse al culmine di interrogatorio sfuggito di mano.
Il governo dell’Ecuador ha diffuso un regolamento riguardante regime di visite, comunicazioni verso l’esterno via cellulare ed Internet, e cure mediche per l’attivista australiano Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, da sei anni esule politico nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra. Tra le altre misure disposte anche l’invito a tenere pulire il proprio bagno e ad accudire il gatto. Il documento, denominato ‘Protocollo speciale di visite, comunicazioni e cure mediche per il signor Julian Paul Assange’, è stato reso pubblico ieri dal portale ecuadoriano Código Vidrio. WikiLeaks – via Twitter – ha sostenuto che nonostante l’annuncio di una eliminazione parziale dell’isolamento di cui soffre l’attivista, le misure specificate non sono state ancora attivate. Secondo le nuove norme Assange potrà utilizzare Internet a sue spese attraverso il wifi dell’ambasciata e dovrà astenersi da qualsiasi attività che abbia un contenuto politico.
Alexey Yastrebov, 35 anni, è stato condannato a 12 anni di carcere e trattamento psichiatrico coatto per aver ucciso con 129 coltellate e poi divorato la sua compagna, Ekaterina Nikiforova, 27 anni, in seguito a un litigio nel marzo scorso. Lo riportano i media russi.
Yastrebov, dopo aver colpito Ekaterina, le ha cavato il pomo d’Adamo con un coltello da cucina e ha bollito il cuore e un polmone nel cucinino dell’appartamento dove viveva, a Krasnoyarsk, in Siberia, e li ha mangiati accompagnandoli con un bicchiere di vino rosso. Poi ha chiesto alla sua padrona di casa di chiamare la polizia.
La madre di Ekaterina, che lascia due figli, si è lamentata per la pena troppo lieve. “Avrebbero dovuto dargli l’ergastolo in mancanza della pena di morte”, ha detto.
“Dalle prime informazioni” sul caso Claviere “si tratta di gendarmi arrivati da poco nella regione, che hanno avvertito la polizia italiana. Sono entrati senza volerlo in Italia. Abbiamo disposto un’inchiesta e un’ispezione. E’ stato un evento accidentale”. Così la ministra francese degli Affari europei, Nathalie Loiseau, sullo sconfinamento della gendarmeria francese in territorio italiano.
– ISTANBUL

– Il console saudita a Istanbul è stato richiamato in patria, a due settimane dalla scomparsa di Jamal Khashoggi dopo l’ingresso nel consolato Il console saudita Mohammed Uteybi ha lasciato la Turchia con un volo partito circa mezz’ora fa, secondo quanto riferisce la Cnn turca. Nelle scorse ore, Ankara non aveva escluso di chiedere a Riad l’autorizzazione a interrogare i suoi diplomatici in Turchia, precisando però che non era prevista alcuna limitazione ai loro movimenti.
– WASHINGTON

– Continua la polemica tra la Elizabeth Warren – potenziale candidata nel 2020 – e Donald Trump dopo che la senatrice democratica ha diffuso un test del Dna per provare le sue origini nativo-americane contestate dal tycoon, che l’ha soprannominata Pocahontas. “Pocahontas (la cattiva versione), talvolta denominata come Elizabeth Warren, sta venendo sbugiardata. Ha fatto un test del Dna falso e ha dimostrato che può essere 1/1024 (nativo americana, ndr), di gran lunga meno della media americana. Ora il governo Cherokee la confuta, ‘il test del Dna e’ inutile’.
Persino loro non la vogliono. Falsa”, ha scritto in un tweet.
“Ora che la sua rivendicazione di avere una eredita’ indigena si e’ rivelata una truffa e una menzogna, Elizabeth Warren dovrebbe scusarsi per aver perpetrato questa frode contro l’opinione pubblica. Harvard l’ha chiamata una ‘persona di colore (formidabile imbroglio), altrimenti non l’avrebbe presa”, aggiunge.
– NEW YORK

– Per la prima volta da 25 anni a New York c’e’ stato un intero weekend senza sparatorie. “Da venerdì a domenica non ci sono state sparatorie e omicidi”, ha detto ai giornalisti il capo del dipartimento di polizia, James O’Neill: “È la prima volta da decenni e non solo l’Nypd, ma tutti i newyorkesi possono essere orgogliosi”. L’ultima volta che era accaduto, infatti, e’ stato nel 1993.
Nonostante questo, le autorità riconoscono che il trend non e’ stabile: il fine settimana del 6-7 ottobre, per esempio, hanno riferito che è stato “terribile”, con diverse sparatorie a Brooklyn e nel Bronx. E il numero di omicidi è di nuovo in aumento quest’anno, dopo aver toccato nel 2017 i minimi dagli anni Cinquanta, con 292 assassini. Nella prima metà del 2018, invece, ne sono stati registrati 147, con un +8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Jackpot da oltre 650 milioni di dollari per il Mega Millions, una delle lotterie degli Stati Uniti. Questa sera (martedì per chi legge, ndr) saranno estratti i numeri che potranno decretare il vincitore della quarta più grande vincita del paese. E’ infatti dallo scorso luglio che non viene assegnato il jackpot.
Tuttavia, secondo quanto scrive il New York Post, le possibilità di vincita sono solo una su 302 milioni. Se ci sarà un fortunato, potrà scegliere di portarsi a casa il premio in un’unica soluzione ma ridotto a 372 milioni oppure di incassare la vincita per intero con pagamenti dilazionati in 29 anni.
La forma preferita di pagamento e’ solitamente quella in un’unica soluzione.
– WASHINGTON

– Gli Usa in un raid aereo in Somalia hanno ucciso circa 60 combattenti di al-Shabab. Lo rende noto il Pentagono. Tra le vittime non ci sarebbe alcun civile.
Si tratta dell’operazione più sanguinosa dell’ultimo anno nel Paese africano. Nel novembre 2017 in un raid Usa furono uccisi oltre 100 militanti di al-Shabaab.
– Pippa, la sorella della duchessa di Cambridge Kate Middleton, ha dato alla luce il suo primo figlio, un maschietto. William e Kate, secondo una dichiarazione diffusa da Kensington Palace si sono detti “entusiasti” per la notizia.
Pippa Middleton, 35 anni, ha sposato l’anno scorso l’amministratore di hedge fund James Matthews.
L’annuncio è arrivato all’indomani della notizia che anche la duchessa del Sussex Meghan Markle e il principe Harry aspettano il loro primo figlio.
– WASHINGTON

– I democratici fanno il pieno di fondi per le elezioni di Midterm, surclassando i repubblicani in 32 delle 45 sfide piu’ incerte per la Camera, con 154 milioni di dollari contro i 108 del Grand Old Party. Lo scrive il New York Times citando documenti della commissione elettorale federale. Anche nelle 13 sfide dove i repubblicani hanno rastrellato piu’ denaro, il margine e’ piu ristretto: 41 contro 31 milioni di dollari. Gran parte dei fondi incassati dalla campagna dei dem proviene da piccole donazioni online.
– SAN PAOLO

– Jair Bolsonaro, il candidato di estrema destra favorito per il ballottaggio nelle elezioni presidenziali in Brasile, ha assicurato che se verrà eletto ordinerà “immediatamente” l’estradizione di Cesare Battisti, l’ex membro del Proletari Armati per il Comunismo (Pac), condannato a diversi ergastoli in Italia. “Riaffermo qui il mio impegno – ha scritto Bolsonaro su twitter in italiano – di estradare il terrorista Cesare Battisti, amato dalla sinistra brasiliana, immediatamente in caso di vittoria alle elezioni.
Mostreremo al mondo il nostro totale ripudio e impegno nella lotta al terrorismo. Il Brasile merita rispetto!”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

PARIGI

– L’Eliseo ribadisce che lo sconfinamento dei gendarmi francesi a Clavière, in territorio italiano, è stato un “errore” ma denuncia una “strumentalizzazione politica individuale” da parte del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha rifiutato le scuse della Francia. “Bisogna relativizzare le cose”, ha aggiunto l’Eliseo, citata sul sito di Le Figaro, spiegando: “E’ un errore, la prefettura lo ha riconosciuto. C’è stata un’incursione, non prevista ne conforme agli ordini, in territorio italiano, dove sono stati depositati due individui”. “Gestiamo insieme una frontiera comune e puntualmente, dalle due parti, ci sono piccoli incidenti deplorevoli, di cui abbiamo dato atto”.
– Un’esplosione in una centrale elettrica nel nord del Venezuela ha causato un’interruzione di corrente che ha tenuto la maggior parte del Paese senza elettricità per più di 15 ore, e continuano a rimanere senza luce diverse regioni del Paese.
Secondo quanto riportato dal sito venezuelano Version Final, da ieri sera si sono registrati blackout generali che hanno colpito almeno 15 dei 23 Stati del Paese, a seguito dello scoppio di un incendio nella centrale elettrica di La Arenosa, che si trova nello stato di Carabobo.
“Ci sono interruzioni del servizio in diversi Stati del sud ovest del paese”, ha dichiarato il ministro dell’Energia Elettrica venezuelano, Luis Dominguez Motta. Gli esperti collegano i blackout al deterioramento delle infrastrutture venezuelane, a causa della mancanza di investimenti per via della crisi economica e della corruzione. Tuttavia, il governo di Nicolas Maduro li attribuisce invece al “sabotaggio” da parte dei suoi avversari per creare malcontento popolare.
– PECHINO

– L’anticorruzione cinese fa un’altra vittima illustre: Fang Fenghui, ex componente di punta della Commissione centrale militare e fino allo scorso anno capo di Stato maggiore, è stato espulso dal Partito comunista cinese per corruzione ed è attualmente sotto processo.
Nel darne notizia, i media statali hanno riferito un simile procedimento simile e postumo contro Zhang Yang, ex capo del Dipartimento politico della stessa Commissione, impiccatosi a novembre dopo l’avvio di indagini per i sospetti di corruzione e accumulo di asset di origine dubbia. Nei suoi confronti è stata disposta la “damnatio memoriae”: ritiro dello status di membro di Partito e dei militari (con l’annullamento del grado di generale), oltre alla confisca dei beni illeciti.
– LONDRA

– Impennata dei crimini d’odio in Gran Bretagna secondo i dati aggiornati del ministero dell’Interno del Regno Unito. Nel solo ultimo anno censito, il totale denunciato è cresciuto del 17%, per una cifra record di oltre 94.000 episodi, in maggioranza improntati a razzismo.
Mentre gli abusi legati a ostilità religiosa sono cresciuti addirittura del 40% in soli 12 mesi: nel 52% dei casi contro fedeli musulmani. In cifra assoluta i ‘crimini d’odio’ – che comprendono le offese a sfondo etnico-razziale, religioso, di discriminazione sessuale o contro i disabili – risultano addirittura essere raddoppiati negli ultimi cinque anni, con un balzo del più 123% rispetto ai 42.000 del 2012-2013. Secondo l’Home Office, su questo tasso d’incremento pesano in effetti soprattutto le misure introdotte per facilitare le denunce e la raccolta dati. Non viene tuttavia negato un impatto di forme d’islamofobia indiscriminata alimentate dagli attacchi terroristici e di nazionalismo estremo legate al clima della Brexit.
– WASHINGTON

– Ancora una volta Donald Trump dimostra “il suo disprezzo per le donne e la sua mancanza di autocontrollo su Twitter”: così la pornostar Stormy Daniels replica al tycoon che su Twitter l’ha definita ‘horseface’, faccia da cavallo. “Questo è il vostro presidente”, aggiunge la donna, mentre il suo legale Michael Avenatti parla di Trump come “un misogino disgustoso e un imbarazzo per gli Stati Uniti”.
Avenatti assicura quindi che riusciranno a dimostrare come Trump sia un bugiardo: “Con quante altre donne hai tradito tua moglie mentre era a casa con il figlio?”.
– NEW DELHI

– Tensione alle stelle nello stato indiano del Kerala, nel distretto di Pathanamthitta, dove sorge il tempio di Sabarimala, con l’altare dedicato al dio indù Ayyappa, che da domani, sino al 22 ottobre, sarà aperto e visitabile dai devoti. La cerimonia di quest’anno è diventata un evento storico da quando, lo scorso 28 settembre, la Corte Suprema indiana ha autorizzato le fedeli di tutte le età ad entrare nel sacro recinto, cancellando un divieto che proibiva l’acceso alle donne fertili, dai 10 ai 50 anni. Da giorni l’area del tempio è sotto assedio. Mentre migliaia di indiane, accampate nei dintorni, attendono l’apertura dei cancelli, attivisti del BJP hanno dato vita ad una marcia per bloccarne l’accesso, in sette hanno minacciato di essere pronti al suicidio per evitare il sacrilegio. Sui media indiani non si parla d’altro, mentre furoreggiano gli scontri tra i sostenitori del pari diritto di culto per donne e uomini, e i paladini del rispetto delle credenze induiste.
– WASHINGTON

– Donald Trump ha chiamato nuovamente il principe saudita Mohammed: lo riferisce lo stesso presidente americano su Twitter affermando come Mohammed abbia totalmente negato di essere a conoscenza di quanto accaduto al consolato saudita di Istanbul, dove è sparito Jamal Khashoggi: “Mi ha assicurato che indagini piene e complete sono già state avviate e saranno estese con risultati a breve”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

BUDAPEST

– La polizia della capitale ungherese, da due giorni, sta mandando via i senzatetto dai sottopassaggi e dai parchi, per applicare la legge che sanziona chi vive senza fissa dimora nei luoghi pubblici. Per evitare che la Corte costituzionale o i tribunali possano eventualmente ostacolare l’esecuzione della legge, il governo Orban l’ha fatto iscrivere anche nella Costituzione con gli ultimi emendamenti in giugno scorso. I poliziotti intimano ai barboni – circa 30 mila a Budapest – di allontanarsi da dove sono. Il terzo avvertimento può essere seguito dall’incarcerazione. I beni – coperte, sacchi a pelo, borse – sono messi sotto sequestro, anche bruciati.
Tutto questo nei termini della legge. Secondo il governo ci sono posti a sufficienza nei punti di accoglienza istituiti per accogliere i senzatetto, ma le organizzazioni di carità contestano questa circostanza: a disposizione ci sono non più di 11 mila posti, dice Gabor Ivanyi, pastore protestante che dirige una grande organizzazione di aiuto umanitario.
– WASHINGTON

– The United States International development finance corporation: è la nuova agenzia per gli aiuti ai Paesi stranieri creata con una legge firmata recentemente da Donald Trump. Il tycoon è stato spinto, più che dal desiderio di aiutare i Paesi più poveri, dall’obiettivo di contrastare, insieme ai dazi, i colossali piani di investimento cinesi per aumentare l’influenza politica, economica e tecnologica di Pechino nel mondo. La nuova agenzia ha il potere di fornire 60 miliardi di dollari in prestiti, garanzie e assicurazioni alle società desiderose di fare business nei Paesi in via di sviluppo.
Bruscolini se si pensa alla ‘Belt and road Iniziative’ lanciata da Pechino, un piano da 1000 miliardi di dollari in investimenti e infrastrutture in oltre 100 Paesi. Proprio lo scorso mese, inoltre, il presidente cinese Xi Jimping ha annunciato che Pechino fornirà 60 miliardi in supporto finanziario per l’Africa, incluse linee di credito, borse di studio e finanziamento degli investimenti.
– TEGUCIGALPA

– Una ‘Carovana della speranza’ partita sabato dall’Honduras e composta da migliaia di migranti pronti a tutto pur di raggiungere gli Stati Uniti, è in viaggio attraverso il Guatemala e il Messico. Una folla in fuga da povertà e miseria, “quasi un fiume in piena” commentano i media locali, composto da uomini, donne, anziani e bambini che si spostano a piedi e a bordo di mezzi di fortuna. E che, nonostante gli avvertimenti delle autorità di tutti i Paesi della regione, nessuno sembra in grado per il momento di poter fermare. L’ultimo monito è stato pronunciato dal presidente Donald Trump in persona che ha chiesto al collega dell’Honduras di bloccare la Carovana e farla ritornare indietro, altrimenti “non sarà più concesso, immediatamente e concretamente, denaro o altro tipo di aiuto”. Inutile ogni tentativo da parte dei governi di Honduras, Guatemala e Messico di ostacolarne il cammino: “Dobbiamo arrivare negli Usa”, spiegano, perchè in Honduras “c’è la corruzione e stiamo morendo senza cibo né lavoro”.
– IL CAIRO

– In un giudizio di primo grado, é stato condannato a tre anni di reclusione Ivan De Leonardis, il consulente informatico del milanese che nell’agosto dell’anno scorso si era lasciato coinvolgere in una colluttazione in Egitto a seguito della quale morì un egiziano cardiopatico sul Mar Rosso. Lo hanno riferito fonti giudiziarie egiziane

. Si prevede un ricorso in Cassazione. De Leonardis, classe 1974, dipendente di una compagnia assicurativa, nel settembre dell’anno scorso aveva ottenuto un rilascio dietro il pagamento di una cauzione di 100 mila lire egiziane (circa 5.000 euro) e l’impegno ad attendere la sentenza in Egitto. La colluttazione era avvenuta in una località turistica egiziana, Marsa Alam, dove De Leonardis era in vacanza. A morire era stato un capo-cantiere, Tarek El-Hennawi, il quale, assieme a un operaio, aveva bloccato De Leonardis che voleva andare in spiaggia con le figlie piccole accedendo da un lato in cui erano in corso lavori.
– WASHINGTON

– Melania Trump che si spoglia nello Studio Ovale. E’ l’ultima provocazione del rapper T.I. che fa discutere la rete ma che soprattutto suscita le ire della first lady. Una sosia dell’ex modella slovena, ora moglie del presidente americano, compare in un video di poco meno di un minuto con cui l’artista lancia il suo nuovo disco. Mentre le immagini mostrano il tycoon salire a bordo del Marine One, l’elicottero presidenziale, in partenza per la Casa Bianca d’inverno di Mar-a-Lago, in Florida, dello Studio Ovale si impossessa T.I. Il rapper mentre fuma un sigaro si gode quindi lo spogliarello della simil-Melania, che si disfa dell’oramai nota giacca con la scritta ‘I don’t care’, non importa, restando nuda. “E’ disgustoso, ha commentato su Twitter la portavoce della first lady, chiedendosi come sia possibile una cosa del genere. Il tutto nelle ore in cui impazza un’altra polemica ‘sessista’: quella per il tweet del presidente che definisce la pornostar Stormy Daniels ‘horseface’, faccia da cavallo.  GUARDA IL VIDEO IN ESCLUSIVA:


WASHINGTON

– Sono almeno cinque le persone sospettate dalle autorità turche di essere coinvolte nella sparizione del dissidente saudita Jamal Khashoggi, 4 di loro collegate al principe ereditario Mohammed bin Salman. Lo riporta il New York Times, secondo cui una delle persone identificate è un frequente accompagnatore del principe, visto con lui a Parigi e Madrid e fotografato con Mohammed durante le sue recenti visite negli Usa. Altri 3 sospettati sarebbero invece collegati alla scorta che si occupa della sicurezza del principe.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 04:58 ALLE 11:47

DI MARTEDì 16 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Premier Giappone in Europa per 5 giorni
Presente al vertice Asem di Bruxelles, incontro con Conte

Khashoggi,’Salman sapeva interrogatorio’Nyt, principe ereditario aveva disposto ‘trasferimento forzato’

Khashoggi: Pompeo arrivato a RiadSegretario Stato Usa incontrerà il re Salman

Brexit: May a cena summit Ue mercoledìProseguono contatti tra Londra, Bruxelles e cancellerie europee

Eliseo, ‘nuova squadra, stessa politica”Azione governo nella continuità, non cambia calendario riforme’

Russia: 12 anni carcere a cannibaleMangiò il cuore della compagna accompagnato da vino rosso

Pompeo a Riad vedrà anche principeSecondo i media turchi poi andrà in Turchia

Khashoggi, nuova ispezione in consolatoDopo quella di oltre 9 ore conclusa la scorsa notte

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TOKYO

– Gli sviluppi nella penisola coreana e l’importanza del libero mercato e delle regole sugli scambi a livello internazionale, saranno i principali temi in discussione nel tour europeo del premier giapponese Shinzo Abe, che si concluderà a Bruxelles, con la partecipazione al vertice Asia-Europa (Asem) del 18 ottobre. Nel corso del viaggio di 5 giorni, Abe si recherà prima in Spagna, dove incontrerà il premier Pedro Sanchez e il Re Filippo VI, per celebrare il 150esimo anniversario dell’avvio dei rapporti bilaterali tra i due paesi. Mercoledì Abe sarà ospitato dal presidente francese Emmanuel Macron per discutere di sicurezza marittima e cooperazione navale. Al vertice biennale Asem – che inizia giovedì – saranno presenti 53 stati, tra i quali le delegazioni di 30 nazioni europee e 21 paesi asiatici, e saranno affrontate questioni come i cambiamenti climatici, l’inquinamento causato dalla plastica agli oceani, la sicurezza online e la lotta alle disparità di genere. Abe discuterà degli sviluppi del programma di denuclearizzazione deciso dalla Corea del Nord e la nuova assertività della Cina nelle acque confinanti con il Giappone a sud ovest dell’arcipelago. Nel corso del suo soggiorno a Bruxelles, riferisce il ministero degli Esteri giapponese, Abe avrà dei colloqui con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e altri leader di stato, tra cui il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte.

– Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman “approvò” l’interrogatorio “poi finito male” di Jamal Khashoggi nel Consolato di Istanbul, per il quale aveva disposto un trasferimento forzato in Arabia Saudita. Lo scrive il New York Times citando fonti vicine a Riad. L’ufficiale di intelligence che ha condotto l’interrogatorio era “un amico del principe”. Lo 007 si sarebbe spinto troppo oltre, finendo con l’uccidere il giornalista dissidente, “per dimostrare le sue capacità” in un’operazione segreta.
– DUBAI

– Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, è arrivato a Riad dove incontrerà il re Salman sugli sviluppi del caso del giornalista dissidente Jamal Khashoggi.
– LUSSEMBURGO

– La premier britannica Theresa May ha confermato la sua partecipazione alla cena sulla Brexit, mercoledì sera. La premier avrà uno spazio per esporre il proprio punto di vista, e poi i lavori proseguiranno a 27. Lo si apprende da fonti diplomatiche europee.
Intanto i contatti ad alto livello politico tra Londra, Bruxelles e le cancellerie europee proseguono. Tra questi, una telefonata tra May e Macron, spiegano ancora le fonti.

– PARIGI

– Con il rimpasto, il governo si presenta con “una squadra rinnovata, con un nuovo slancio, ma con un mandato politico che resta identico”: questo il commento dell’Eliseo, affidato ai media francesi, dopo il comunicato con l’ampio rimpasto di governo, atteso da due settimane.
“L’azione della squadra di governo – dice la presidenza – agirà nella continuità della politica condotta fin qui e secondo il calendario delle riforme nei prossimi mesi”.
– MOSCA

– Alexey Yastrebov, 35 anni, è stato condannato a 12 anni di carcere e trattamento psichiatrico coatto per aver ucciso con 129 coltellate e poi divorato la sua compagna, Ekaterina Nikiforova, 27 anni, in seguito a un litigio nel marzo scorso. Lo riportano i media russi.
Yastrebov, dopo aver colpito Ekaterina, le ha cavato il pomo d’Adamo con un coltello da cucina e ha bollito il cuore e un polmone nel cucinino dell’appartamento dove viveva, a Krasnoyarsk, in Siberia, e li ha mangiati accompagnandoli con un bicchiere di vino rosso. Poi ha chiesto alla sua padrona di casa di chiamare la polizia.
La madre di Ekaterina, che lascia due figli, si è lamentata per la pena troppo lieve. “Avrebbero dovuto dargli l’ergastolo in mancanza della pena di morte”, ha detto.
– Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo, arrivato stamani a Riad per discutere del caso del giornalista saudita Jamal Khashoggi, incontrerà oltre al re Salman anche il principe ereditario Mohammed Bin Salman. Lo riferisce la portavoce del Dipartimento di Stato, Heather Nauert, in un tweet.
Secondo le tv turche, al termine della visita in Arabia Saudita Pompeo si recherà in Turchia.
– ISTANBUL

– I magistrati e gli esperti della polizia scientifica turca effettueranno oggi una nuova ispezione nel consolato saudita a Istanbul, nell’ambito dell’indagine sulla scomparsa del giornalista Jamal Khashoggi. Lo riferiscono le tv locali. La nuova missione investigativa giunge dopo quella conclusa la scorsa notte e durata oltre 9 ore, nella quale, secondo al Jazeera, sarebbero state trovate “prove dell’omicidio”. 

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

A Trump 106 mln per campagna voto 2020

MONDO

AGGIORNAMENTO DELLE 04:58

DI MARTEDì 16 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

A Trump 106 mln per campagna voto 2020

A Trump 106 mln per campagna voto 2020
Il 98% fondi ultimo trimestre da donazioni sotto i 200 dollari

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

A Trump 106 mln per campagna voto 2020

NEW YORK

– Il presidente Donald Trump ha raccolto almeno 106 milioni di dollari per la sua campagna per il 2020. Lo riporta il Washington Post parlando di una cifra record. Nessun altro presidente da Ronald Reagan ha raccolto così tanti fondi al secondo anno del suo mandato, secondo i calcoli della società di ricerca indipendente Campaign Finance Institute. Trump continua a poter contare su una base di piccoli finanziatori per la sua campagna, la stessa che lo ha finanziato per il 2016. Il 98% dei fondi raccolti dal presidente nell’ultimo trimestre è arrivato da donazioni di meno di 200 dollari.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 17:05 DI LUNEDì 15 OTTOBRE 2018

ALLE 02:59 DI MARTEDì 16 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

May: no ad accordi dannosi sulla Brexit
‘Non minacci la nostra integrità’. Ma nessuno vuole un ‘no deal’

Inquirenti turchi in consolato sauditaInsieme a colleghi Riad per indagini su giornalista scomparso

Uragano Michael: 46 dispersi in FloridaA Mexico Beach, città più colpita da tempesta

Rottura ortodossi russi-CostantinopoliIl sinodo considera illegittima decisione patriarcato su Ucraina

Brexit: Tusk, scenario no deal vicino’Dobbiamo preparare l’Ue all’evenienza di una mancata intesa’

Gaza:32 feriti in manifestazioni confineTentativo di forzare un accesso ad Israele

Migranti: Parigi, ‘rammarico per errore”Gendarmi incaricati erano nuovi, non conoscevano strade’

Riad ammetterà uccisione KashoggiCnn, morto durante interrogatorio. Wsj, opera agenti traditori

Morto Paul Allen, co-fondatore MicrosoftAveva 65 anni

Trump, no a causa diffamazione pornostarConsigliere legale presidente, ‘sconfitta Stormy Daniels’

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

LONDRA

– Il Regno Unito non accetterà un accordo sull’Irlanda del Nord nell’ambito dei negoziati sulla Brexit che “minacci l’integrità” territoriale britannica e i legami fra Belfast e Londra. Lo ha ribadito la premier Theresa May alla Camera dei Comuni, aggiungendo che il meccanismo di backstop preteso dall’Ue per mantenere il confine aperto fra Irlanda e Irlanda del Nord può essere solo a termine. May ha al contempo ripetuto che “un accordo è raggiungibile” e che “nessuno vuole un no deal”.
– ISTANBUL

– Gli inquirenti turchi sono entrati nel consolato saudita a Istanbul per indagare sulla scomparsa del giornalista dissidente Jamal Khashoggi, di cui non si hanno notizie dal suo ingresso nell’edificio il 2 ottobre scorso. Con loro ci sono gli investigatori inviati da Riad nell’ambito del “gruppo di lavoro congiunto” sul caso. Lo riferiscono media locali.
– NEW YORK

– Almeno 46 persone sono ancora disperse a Mexico Beach, la zona della Florida più colpita dall’uragano Michael. Lo ha detto il sindaco della città Al Cathey ad Abc News, precisando che 289 persone, tra cui 10 bambini, hanno deciso di rimanere nelle loro case nonostante gli ordini di evacuazione.
Oggi il presidente Donald Trump e la first lady Melania si recano nelle aree distrutte da Michael, che ha provocato 18 vittime in tutto il sud-est degli Usa. Secondo i dati riportati dai media, 250 mila persone sono ancora senza corrente elettrica in sette stati, dalla Florida alla Virginia.
– MOSCA

– Il ‘ministro degli Esteri’ della chiesa ortodossa russa, il metropolita Hilarion, ha annunciato che il sinodo, riunito oggi a Minsk, ha ritenuto impossibile continuare “il legame eucaristico” con il patriarcato di Costantinopoli ritenendo “illegittima” la decisione sull’autocefalia della chiesa ortodossa in Ucraina. Lo riporta la Tass. “Speriamo che il buonsenso vinca e che il patriarcato di Costantinopoli cambi il suo atteggiamento, riconoscendo la realtà ecclesiastica esistente”, ha detto Hilarion. “Finché questi cambiamenti non avverranno, finché queste decisioni illegali e anticanoniche resteranno in vigore non potremmo avere legami con questa chiesa, che da oggi è in scissione”, ha aggiunto.
– LUSSEMBURGO

– Sulla Brexit “dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti. Ma al tempo stesso, responsabili come siamo, dobbiamo preparare l’Ue per uno scenario di non accordo, che è più possibile come mai prima d’ora”. Così il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk nella sua lettera di invito ai leader per il vertice di mercoledì e giovedì.
– Migliaia di palestinesi si sono ammassati oggi nel nord della striscia di Gaza, lungo il confine con Israele, nel tentativo di forzare la barriera difensiva in un’ulteriore manifestazione della cosiddetta ‘Marcia del ritorno’ che mira a spezzare il blocco israeliano alla Striscia.
Fonti locali riferiscono che i dimostranti hanno dato fuoco a pneumatici e che poi, protetti da una cortina di fumo, hanno cercato di forzare una cancellata che avrebbe consentito loro di raggiungere la localita’ israeliana di Ziqim, dove si trova anche una base militare. Le stesse fonti hanno aggiunto che i militari hanno respinto la folla con gas lacrimogeni e anche con munizioni vere. Almeno 32 persone – riferisce la agenzia di stampa palestinese Maan – sono state ferite dal fuoco dei soldati.
– PARIGI

– “Rammarico” per un “errore” commesso da gendarmi “arrivati soltanto da pochi giorni” nella regione al confine con l’Italia, che “non conoscevano bene il posto”: questa la spiegazione arrivata questa sera da Cécile Bigot-Dekeyzer, prefetta della regione francese Hautes-Alpes, sulla vicenda dello sconfinamento della gendarmerie in Italia.
– NEW YORK

– L’Arabia Saudita si prepara ad ammettere che il giornalista Jamal Kashoggi e’ stato ucciso in seguito a un interrogatorio andato male. Un interrogatorio che avrebbe dovuto portare a un suo sequestro dalla Turchia. Lo riporta la Cnn citando due fonti. Una delle fonti afferma che le conclusioni del rapporto in via di preparazione includeranno probabilmente il fatto che ”l’operazione e’ stata condotta senza autorizzazione e trasparenza e che coloro che sono stati coinvolti saranno ritenuti responsabili”. Anche per il Wall Street Journal il governo saudita sta valutando di rilasciare una dichiarazione sul caso, spiegando che sarebbe stato ucciso per errore durante un interrogatorio da agenti traditori del Regno.
– NEW YORK

– Paul Allen, il co-fondatore di Microsoft insieme a Bill Gates, e’ morto all’eta’ di 65 anni. Lo comunica Vulcan, la societa’ che gestisce le sue varie attivita’, anche quelle filantropiche.
– Addio a Paul Allen. Il co-fondatore di Microsoft è morto a Seattle all’età di 65 anni per complicazioni legate a un linfoma non Hodgkin, lo stesso tipo di cancro che aveva sconfitto anni fa. Timido figlio di bibliotecari e genio dei computer, nel 1975 insieme a Bill Gates fondò il colosso di Redmond con il ‘sogno’ di portare un computer in ogni casa. Dopo soli otto anni però Allen lascio Microsoft per problemi di salute e per il deteriorarsi della sua amicizia con Gates. Nonostante la sua uscita Allen rimase una vera e propria forza nel mondo della tecnologia e della filantropia, investendo miliardi di dollari nelle avventure imprenditoriali più disparate, dallo scoperta di relitti della Seconda Guerra Mondiale a scommesse in società spaziali. Senza perdere di vista lo sport: Allen era infatti proprietario della squadra di basket NBA Portland Trail Blazers, e di quella di football dei Seattle Seahawks, oltre ad avere una quota di quella di calcio dei Seattle Sounders.
Allen ha dato un “indispensabile”contributo a Microsoft e all’industria tecnologica, afferma Satya Nadella, amministratore delegato di Microsoft, sottolineando di aver imparato molto da Allen, che continua ancora a ispirarlo. “Come co-fondatore di Microsoft ha creato prodotti magici ed esperienze nuove, e nel farlo ha cambiato il mondo” aggiunge Nadella. Con la sua morte, “il mondo ha perso un grande pioniere tecnologico” twitta l’amministratore delegato di Google, Sundar Pichai. “E’ stato un grande leader tecnologico” dice Marc Benioff, numero uno di Salesforce. La scomparsa di Allen è stata annunciata dalla famiglia.
“Anche se per molti Paul era un uomo della tecnologia e un filantropo – afferma la sorella Jody – per noi era il nostro amato fratello e un amico eccezionale. Aveva sempre tempo per la sua famiglia e i suoi amici. In questo momento di dolore, siamo profondamente grati per le attenzioni che ci ha dimostrato ogni giorno”.

– NEW YORK

– Il giudice distrettuale James Omero ha respinto la causa per diffamazione avviata dalla porno star Stormy Daniels contro il presidente Donald Trump. Lo afferma Charles Harder, consigliere legale di Trump, parlando di “totale vittoria per Trump e totale sconfitta per Stormy Daniels”.

– La causa per diffamazione avviata dalla porno star Stormy Daniels contro Donald Trump è stata respinta. Ma Stefanie Clifford, questo il vero nome di Stormy, non molla e tramite il suo avvocato fa sapere che farà appello contro la decisione del giudice distrettuale S. James Omero.
Stormy Daniels aveva dichiarato di essere stata minacciata da un uomo sconosciuto in un parcheggio di Las Vegas nel 2011 dopo che la donna aveva deciso di cooperare con un magazine su un articolo sulla sua presunta relazione con Trump nel 2006. Dopo che il legale di Stormy aveva pubblicato uno schizzo del presunto aggressore, Trump su Twitter aveva bollato il tutto come una ‘totale truffa’ riguardante un ‘uomo inesistente’. Su queste parole Clifford aveva basato l’azione legale per diffamazione. Ma il giudice Omero l’ha respinta: “La corte è d’accordo con la tesi di Trump, perché il suo tweet rappresenta una ‘iperbole’ normalmente associata con la politica. Il Primo Emendamento protegge questo tipo di dichiarazione retorica”.
Il Primo Emendamento della costituzione americana garantisce la libertà di parola.
In tribunale i legali del presidente hanno puntato l’attenzione sul fatto che Clifford ha avuto benefici finanziari dalla sua disputa pubblica con il presidente. “Faremo ricorso e siamo fiduciosi in un rovesciamento della decisione”, afferma il legale di Stormy, Michael Avenatti. Charles Harder, il consigliere legale del presidente, canta vittoria. “Niente di quello che dicono Stormy Daniels o il suo legale Michael Avenatti può caratterizzare in modo migliore la decisione di oggi se non una totale vittoria per il presidente Trump e una totale sconfitta per Stormy Daniels”.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 11:53 ALLE 17:05

DI LUNEDì 15 OTTOBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Francia: 5 morti per inondazioni nel sud
Colpita la valle del fiume Aude

Lussemburgo: Bettel resta in pistaPer formare nuovo governo. Bene i verdi, Csv resta al palo

Khashoggi:fonti,oggi ispezione ConsolatoLo scrive il filo-governativo Sabah

Maltempo in Francia, almeno 13 mortiMille le persone evacuate. Il premier Edouard Philippe atteso nel sud

Media, ostaggi in stazione ColoniaPresenza massiccia polizia sul posto

Merkel, dobbiamo recuperare la fiducia’Risultati economici e disoccupazione ai minimi non bastano’

Farnesina,Francia chiarisca sui migrantiFatti scendere al confine da un furgone della gendarmeria

Trump, Salman all’oscuro sul giornalistaIl presidente Usa riferisce della telefonata con il re saudita

Liberata la donna ostaggio a ColoniaArresstato il sequestratore che l’aveva tenuta in una farmacia

Yemen: 23mila bambini combattentiAddestrati e armati da ribelli Houthi

Media, Khashoggi forse sciolto in acido’Polizia sta indagando seriamente su questa ipotesi’

Moavero, Ue sostiene conferenza su Libia’Da Stati membri impegno a parlare con una voce sola’

Siria: Ong, 130 famiglie rapite da IsisTra persone catturate molte ‘mogli’ e figli di miliziani

Maltempo in Francia: slitta rimpastoMacron nelle zone colpite dalle inondazioni

Trump, saudita forse ucciso da criminaliPresidente Usa parla alla stampa del caso Khashoggi

Khashoggi, pulizie in consolato sauditaAddetti entrati nell’edificio con stracci e sacchetti spazzatura

Brexit: Merkel, prepararsi a tutto’Prioritario tutelare l’integrità del mercato interno europeo’ – Brexit: May, seri nodi da risolvere
‘Fatti progressi importanti. Serve mente fredda’

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DEL MONDO E DAL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

PARIGI

– E’ finora di 5 morti il bilancio di inondazioni che la vigilanza meteo francese ha definito questa mattina “senza precedenti dal 1891” nell’Aude, nel sud della Francia al confine con la Spagna. Lo ha comunicato la Prefettura locale.
La zona inondata è quella della valle “media” del fiume Aude, che da’ il nome alla regione, dove ormai si sfiorano i 7 metri di pioggia caduta durante la notte. In tutta la zona continua a piovere ma la crescita del livello del fiume sembra aver raggiunto il suo picco massimo.
– BRUXELLES

– La grande rivincita del partito cristianodemocratico (Csv) di Jean-Claude Jucker non c’è stata, il premier lussemburghese uscente, Xavier Bettel, per ora resta in pista per formare un nuovo governo ed anche in Lussemburgo i verdi registrano un significativo successo: questo in sintesi il bilancio dei voti espressi ieri dai lussemburghesi che emerge a conclusione dello spoglio delle schede.
Il premier uscente Xavier Bettel è stato ricevuto stamane dal capo dello Stato, il Gran Duca Henri Albert Guillaume, al quale, come prevede la prassi, ha presentato le sue dimissioni.
Ma la stampa locale è sostanzialmente concorde nel ritenere che i risultati usciti dalle urne consentiranno al liberale Bettel – alleato dichiarato di Emmanuel Macron – quanto meno di provare ad andare avanti con la coalizione blu-rosso-verde che ha finora governato il Paese.
– Le autorità turche inizieranno oggi le ricerche nel Consolato saudita a Istanbul nell’ambito delle indagini sulla scomparsa del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Lo riferisce il quotidiano filo-governativo turco Sabah citando fonti del ministero degli Esteri di Ankara.
L’ispezione si svolgerà alla presenza contemporanea degli investigatori turchi e di quelli sauditi, giunti la scorsa settimana a Istanbul sulla base di un’intesa tra Ankara e Riad per la creazione di un “gruppo di lavoro congiunto”. I due Paesi, ha precisato il governo turco, svolgono comunque indagini separate. L’apertura delle porte del consolato era stata promessa dalle autorità saudite quasi una settimana fa.
Sale a 13 morti il bilancio provvisorio delle inondazioni nell’Aude, nel sud della Francia al confine con la Spagna, secondo l’ultimo bilancio della prefettura. Sei i feriti gravi e 1.000 le persone evacuate dalle loro abitazioni. Sul posto sono mobilitati attualmente circa 300 pompieri e 200 gendarmi per le operazioni di salvataggio e aiuto alle vittime colpite. Atteso sul posto il premier Edouard Philippe.

– BERLINO

– Un intervento massiccio della polizia e dei vigili del fuoco è in corso nella stazione centrale di Colonia. Lo hanno annunciato le stesse forze dell’ordien. Alcuni media come Dpa e Ntv parlano di qualcuno che avrebbe preso degli ostaggi. Ma la situazione non è ancora chiara.
– BERLINO

– Il governo della Grosse Koalition deve recuperare la fiducia persa. Lo ha detto Angela Merkel, commentando i risultati delle urne bavaresi, intervenendo alla giornata dell’associazione del commercio estero BGA. “I risultati economici migliori e la disoccupazione ai minimi livelli alla gente non bastano, se non c’è la fiducia negli attori politici”, ha affermato. “Da ieri traggo questo insegnamento: come cancelliera devo fare in modo che la Grosse Koalition recuperi la fiducia e che i suoi risultati siano visibili”, ha aggiunto.
– Con riferimento al possibile ingresso di un furgone della Gendarmeria francese a Clavière, in Piemonte, da cui sarebbero scese due persone in una zona boschiva, la Farnesina informa di essersi immediatamente attivata con l’Ambasciatore di Francia in Italia per chiedere chiarimenti. Analogo passo formale, al fine di chiarire i termini precisi dell’accaduto, è in corso da parte del nostro Ambasciatore a Parigi con le competenti autorità francesi.
Appena stabilita la realtà dei fatti, la Farnesina ne darà completa informazione pubblica.
Un furgone della gendarmeria francese è stato avvistato dalla polizia italiana a Claviere mentre faceva scendere un paio di uomini – presumibilmente migranti di origine africana – in una zona boschiva. L’episodio è accaduto venerdì scorso.
– WASHINGTON

– Il re saudita Salman “nega qualsiasi conoscenza di cosa possa essere successo” al “nostro cittadino saudita” Jamal Khashoggi, il giornalista dissidente saudita scomparso il 2 ottobre scorso nel consolato di Riad a Istanbul. Lo ha detto Donald Trump riferendo della sua telefonata a Salman, il quale gli ha assicurato che “stanno lavorando strettamente con la Turchia per trovare una risposta”.
– BERLINO

– È stata liberata la donna che veniva tenuta in ostaggio in una farmacia della stazione centrale di Colonia. Lo ha affermato un portavoce della polizia

. La polizia è intervenuta liberando la donna, e arrestando il sequestratore. Non è noto se la donna sia ferita.
La polizia non diffonde per ora dettagli sulle generalità dell’uomo.
– Le milizie Houthi hanno armato e addestrato militarmente più di 23mila bambini, di cui 2.500 solo nel 2018, per combattere in Yemen. Lo riporta Al Arabiya.
Più di quattro milioni e mezzo di bambini non vanno a scuola in Yemen, 2.375 scuole sono state distrutte e 1.500 vengono usate con altre finalità.
– ISTANBUL

– La polizia turca “sta indagando seriamente” sull’ipotesi che il corpo del giornalista dissidente saudita Jamal Khashoggi, scomparso 13 giorni fa dopo l’ingresso nel consolato del suo Paese a Istanbul, sia stato sciolto nell’acido. Lo scrive il quotidiano Haberturk.

– “L’odierna discussione sulla situazione in Libia al Consiglio Affari Esteri dell’Ue ha permesso di constatare un unanime e convinto sostegno alla Conferenza di Palermo del prossimo novembre”, ha detto a Lussemburgo Enzo Moavero Milanesi.
“Gli Stati membri e le istituzioni Ue hanno riaffermato con nettezza l’impegno a parlare con una sola voce e a portare avanti con coerenza uno sforzo congiunto a favore della sicurezza in Libia. Il percorso di riferimento resta quello del piano Onu, nel cui ambito si inserisce la Conferenza di Palermo”, ha aggiunto.
– BEIRUT

– Centinaia di civili sono stati rapiti da miliziani dello ‘Stato islamico’ nella Siria orientale, in una zona dove sono in corso combattimenti tra jihadisti e forze curdo-siriane sostenute dagli Usa. L’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), riferisce che la maggior parte dei civili rapiti nel distretto di Hajin, nella valle dell’Eufrate a ridosso del confine con l’Iraq, sono donne, siriane e straniere, vedove di miliziani dello stesso ‘Stato islamico’.
– PARIGI

– Slitta ulteriormente l’atteso rimpasto di governo in Francia. In seguito alla violenta ondata di maltempo che ha causato almeno 13 morti nel dipartimento dell’Aude, nel sud del Paese, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha fatto sapere che si recherà sul posto “non appena possibile”. Atteso nel pomeriggio nel dipartimento dell’Aude anche il premier Edouard Philippe e il ministro dell’Ambiente Francois De Rugy. Risultato? L’atteso rimpasto di governo resosi necessario dopo le dimissioni a sorpresa del ministro dell’Interno Gérard Collomb, ormai quasi due settimane fa, non verrà certamente annunciato per oggi. In questo momento, la priorità è per il soccorso e il sostegno di vittime e sfollati delle inondazioni.
– WASHINGTON

– Il presidente americano Donald Trump ha evocato con i reporter la possibilità che Jamal Khashoggi, il giornalista dissidente saudita scomparso il 2 ottobre scorso nel consolato di Riad a Istanbul, possa essere stato ucciso da “delinquenti” comuni.
– ISTANBUL

– Una squadra di addetti alle pulizie è entrata nel consolato saudita a Istanbul, a poche ore dalla prevista ispezione congiunta nell’edificio degli investigatori turchi e sauditi nell’ambito delle indagini sulla scomparsa di Jamal Kahshoggi.
Con stracci e sacchetti della spazzatura in mano, gli addetti hanno attirato l’attenzione dei giornalisti in attesa all’esterno della sede diplomatica. Non è chiaro se si tratti di un’attività di routine.
L’ispezione giunge a 13 giorni dalla scomparsa del reporter dissidente e quasi una settimana dopo l’annuncio del via libera da parte di Riad.

– BERLINO

– Il negoziato della Brexit è in una fase difficile e bisogna prepararsi a tutti gli scenari. Lo ha detto Angela Merkel, parlando oggi a Berlino alla Bga (associazione Commercio estero). Secondo la cancelliera sarà prioritario tutelare l’integrità del mercato interno europeo.
LONDRA

– La premier britannica Theresa May assicura che “progressi” importanti sono stati fatti sulla strada di un accordo con l’Ue sulla Brexit, ribadendo tuttavia che restano “pochi, ma seri” nodi da risolvere. “Questo è tempo di mantenere la mente fredda”, sottolinea May in una dichiarazione alla Camera dei Comuni sullo stato dei negoziati. 

STAMPA