Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSH

Ultimo aggiornamento

PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSH

PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSH: 4 ITALIANI DI CUI UNO FERITO CON FRATTURE E 2 DONNE PACHISTANE

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” (CON L’EVOLUZIONE DEL FATTO) DALLE 06:20 ALLE 11:13 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSH

Pakistan, salvataggio italiani in corso
Raggiunti a 5 mila metri da elicotteri dell’esercito pachistano

AOSTA18 giugno 2019 06:20

– E’ in corso il salvataggio dei membri della spedizione italiana nell’Hindu Kush, nel nord del Pakistan, travolti ieri mattina da una valanga e bloccati a oltre cinquemila metri di quota. Sul posto sono arrivati gli elicotteri dell’esercito pachistano. La slavina ieri ha provocato una vittima, l’alpinista pachistano Imtyaz Ahmmad, e alcuni feriti, tra i quali il capo spedizione, il vicentino Tarcisio Bellò, che ha riportato alcune fratture. Gli altri membri sono Luca Morellato, di Quinto Vicentino (Vicenza) come Bellò, Tino Toldo di Caltrano (Vicenza), Davide Bergamin di Castelfranco Veneto (Treviso) e due donne pachistane: Nadeema Sahar e Sakela Numà.
La vetta inviolata di 5.800 metri a cui il gruppo puntava sarebbe stata ribattezzata con il nome Lions Melvin Jones Peak: una dedica al fondatore del gruppo Lions che supporta Bellò in un progetto umanitario.

Pakistan: portati in salvo gli alpinistiMoglie di Bellò, gruppo esperto, non era spedizione commerciale

VICENZA18 giugno 201910:46

– Sono stati recuperati stamane con l’elicottero e portati in salvo i quattro alpinisti italiani e le due guide pachistane travolti ieri da una valanga mentre si preparavano all’ascesa di una cima nell’area dell’Hindu Kush, nel nord del Pakistan. “Sono stati salvati tutti e stanno raggiungendo il primo centro abitato della valle”, ha detto Isabella Bellò moglie di Tarcisio Bellò il 57enne capo spedizione. “Il gruppo – ha spiegato la donna – è stato raggiunto dall’elicottero direttamente al campo 2 della spedizione a 4.800 metri quota”. “Voglio che si sappia però – ha aggiunto Isabella Bellò – che sono tutti alpinisti molto esperti e prendevano parte a questa spedizione di loro iniziativa, non era una spedizione commerciale ma con obiettivo di solidarietà verso la popolazione locale. Mio marito è stato il primo a portare un vero ponte in acciaio in quella zona del Pakistan”.

Annunci
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

SISMA IN CINA: BILANCIO SALE A 12 MORTI

Ultimo aggiornamento

SISMA IN CINA: BILANCIO SALE A 12 MORTI

SISMA IN CINA: AUMENTA IL BILANCIO DEL FORTE TERREMOTO DI MAGNITUDO 6 AVVENUTO ALLE 22:55 LOCALI DI IERI

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 06:20 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

SISMA IN CINA: BILANCIO SALE A 12 MORTI

PECHINO

– E’ salito a 12 morti e 125 feriti il bilancio delle vittime del terremoto di magnitudo 6 che ieri sera ha colpito in Cina la città di Yibin, nella provincia centromeridionale del Sichuan. Il sisma, registrato alle 22:55 locali (le 16:55 in Italia), è stato seguito da almeno 62 scosse di assestamento.
La violenta scossa ha causato il crollo di diversi edifici, tra cui un hotel nella contea di Changning, e il danneggiamento di diverse strade: le operazioni di soccorso sono ostacolate dalla violenta pioggia caduta da questa mattina sulle aree colpite. Il governo ha annunciato l’invio di diverse unità dei vigili del fuoco e altro personale specializzato, spiegando di aver spedito 5.000 tende, 10.000 letti pieghevoli e 20.000 coperte.
Gli ultimi terremoti più gravi in Cina si sono concentrati proprio tra le montagne dello Sichuan: nel 2008 un sisma di magnitudo 8 provocò la morte di 90.000 persone, con un epicentro distante appena 400 km da quello della scossa registrata ieri.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

USA INVIERANNO ALTRI SOLDATI IN MEDIO ORIENTE

Ultimo aggiornamento

USA INVIERANNO ALTRI SOLDATI IN MEDIO ORIENTE

USA INVIERANNO ALTRI MILLE SOLDATI IN MEDIO ORIENTE, A SCOPO DIFENSIVO VERSO L’IRAN

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 01:48 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

USA INVIERANNO ALTRI SOLDATI IN MEDIO ORIENTE

NEW YORK

– Gli Stati Uniti invieranno ulteriori 1.000 soldati in Medio oriente, rende noto il Pentagono. Lo afferma il Centcom.
“Ho dato l’autorizzazione a scopo difensivo, per affrontare le minacce” su richiesta dello United States Central Command, afferma il segretario alla Difesa pro tempore americano Patrick Shanahan.
“I recenti attacchi iraniani validano l’intelligence che abbiamo ricevuto sul comportamento ostile delle forze di Teheran, che minacciano il personale e gli interessi americani nell’area”, aggiunge Shanahan.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE ED OGGETTIVE: LEGGI!

DALLE 17:27 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

ALLE 00:22 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Conte, no al primato della finanza in Ue
E’ il messaggio contenuto nella lettera all’Ue

PARIGI17 giugno 2019 17:27

– “No al primato della finanza” in Europa: è questo, in sintesi, il messaggio contenuto nella lettera dell’Italia alla commissione europea. Lo ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a margine del salone aeronautico di Le Bourget.
Cremlino, Teheran rispetta accordo’L’Iran è il Paese più controllato dall’Ajea sul nucleare’

MOSCA17 giugno 201917:33

– Il Cremlino ritiene che l’Iran sia il Paese più controllato dall’Agenzia internazionale per l’Energia atomica (Aiea) e che stia rispettando gli obblighi assunti con il Piano d’azione congiunto globale (Jcpoa) sul programma nucleare iraniano: lo ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov.
“La più recente ispezione dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica e il relativo rapporto – ha affermato Peskov – hanno riconosciuto che l’Iran rispetta pienamente i suoi obblighi. Noi – ha precisato il portavoce del Cremlino – agiamo sulla base di questo”.
Macron svela il futuro caccia europeoA Le Bourget progetto franco-tedesco cui si è aggiunta la Spagna

LE BOURGET (FRANCIA)17 giugno 201918:12

– Svelata al Salone aeronautico di Le Bourget, alle porte di Parigi, la riproduzione in grandezza reale del futuro caccia da guerra franco-tedesco e dei relativi droni d’appoggio sviluppato da Francia, Germania e a cui ora si è aggiunta anche la Spagna.
Alla cerimonia di firma e presentazione del ‘Next generation fighter’, in apertura dell’Air Show alle porte di Parigi – la rassegna aeronautica più importante al mondo a cui è atteso anche il premier Giuseppe Conte – hanno partecipato il presidente francese Emmanuel Macron, la ministra francese della Difesa, Florence Parly, nonché l’omologa tedesca, Ursula Van Der Leyen. Presente anche la ministra spagnola della Difesa, Margarita Robles, visto che Madrid si è recentemente aggiunta al programma chiamato a rafforzare la sovranità strategica Ue.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Hong Kong: 5 accusati di rivolta
Ridimensionati gli scontri di mercoledì, fermati finora in 32
PECHINO17 giugno 201918:13

– Il capo della polizia di Hong Kong Stephen Lo ha ridimensionato l’accusa di “rivolta” contestata in un primo momento a quanti hanno manifestato mercoledì intorno al parlamento contro la legge sulle estradizioni in Cina, dicendo che la fattispecie di reato è da considerarsi valida solo verso i più facinorosi, quelli che hanno mostrato “comportanti violenti” nelle proteste. In una conferenza stampa, secondo i media locali, Lo ha detto che della grave accusa dovranno rispondere solo 5 delle 32 persone arrestate finora.
Juncker, bene salario minimo in UeIl presidente della commissione:ma non può essere uguale ovunque

BERLINO17 giugno 201918:14

– “Sono favorevole ad avere un salario minimo dappertutto in Europa, anche se non può essere ovunque della stessa entità”. Lo ha detto il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker parlando al Parlamento statale della Turingia a Erfurt di fronte a studenti, studenti e politici locali.
Egitto: morto l’ex presidente MorsiInfarto in aula per il leader islamista deposto dai militari

17 giugno 201923:07

Mohamed Morsi, l’ex presidente ed esponente della Fratellanza musulmana messa al bando in Egitto, è morto a 67 anni stroncato da un infarto durante un’udienza di uno dei vari processi in cui era imputato. Scompare così un ingombrante lascito della rivoluzione popolar-militare, da molti considerata un golpe, con cui l’attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi pose fine all’anno di governo della Fratellanza e allo sfortunato tentativo di imporre l’islam politico nel popoloso paese arabo tra il giugno 2012 e il luglio 2013, nel pieno delle Primavere arabe. Almeno secondo la ricostruzione fornita da media ufficiali egiziani, in parte confermati dalla Procura generale, Morsi è deceduto per una crisi cardiaca nel tribunale allestito nel carcere di Tora al Cairo dopo aver ottenuto il permesso di parlare in un processo per spionaggio in favore di Hamas, movimento estremista palestinese emanazione della Fratellanza, in cui era imputato.Il corpo, già senza vita, è stato trasferito in un ospedale non precisato alle 16.50 ora italiana e subito in Egitto è stato dichiarato lo stato d’emergenza per timore di manifestazioni di Fratelli musulmani che dalla sanguinosa repressione dell’estate 2013, quella che spense la reazione al defenestramento di Morsi e del suo governo, sono stati spinti nell’ombra da arresti anche eccellenti (in carcere fra gli altri è la Guida suprema Mohamed Badie) e da una draconiana legge anti-cortei. Incarcerato ad Alessandria, Morsi era già un sepolto vivo a causa di 85 anni di carcere inflitti in almeno tre processi passati in giudicato tra cui uno per aver incitato a sparare sui manifestanti. Gli era stata anche inflitta una condanna a morte, rivista in appello, e un ergastolo, anch’esso impugnato. Morsi era stato il primo presidente eletto dopo la caduta, nel 2011, dell’ultratrentennale autocrate Hosni Mubarak.

– L’ex presidente egiziano Mohammed Morsi è morto dopo aver avuto un malore in tribunale.
Lo riferisce la tv statale egiziana. Morsi è deceduto “in aula dopo la conclusione di un’udienza del processo per spionaggio” in cui era imputato, precisa il sito Egypt Today.

Egitto: Erdogan, Morsi è un martireLeader turco fa le condoglianze ai familiari dell’ex presidente
ISTANBUL17 giugno 201919:01

– L’ex presidente egiziano Mohammed Morsi, morto dopo un malore in tribunale, è un “martire”. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, da sempre suo sostenitore, chiamandolo “nostro fratello Morsi” e facendo le condoglianze alla famiglia dell’ex leader del Cairo e al popolo egiziano.
Yemen: Onu, rischi di sospensione aiutiCapo Wfp al Consiglio di Sicurezza,i ribelli attuino gli accordi

NEW YORK17 giugno 201919:17

– Entro questa settimana potrebbe iniziare una sospensione graduale dell’assistenza alimentare in Yemen a causa della deviazione degli aiuti e della mancanza di indipendenza nelle zone controllate dai ribelli Houthi.
L’avvertimento è stato lanciato dal capo del World Food Programme, David Beasley, durante una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu. Beasley ha invitato gli Houthi ad attuare gli accordi per consentire all’agenzia delle Nazioni Unite di operare in modo indipendente.
“Se non riceviamo queste assicurazioni, inizieremo una sospensione graduale dell’assistenza alimentare, molto probabilmente verso la fine di questa settimana – ha spiegato – Se e quando accadrà, continueremo il programma per i bambini malnutriti, le donne incinte e le neomamme”.

Brasile: marito Greenwald, minacciatoDopo rivelazioni del giornalista Usa su inchiesta corruzione

SAN PAOLO17 giugno 201919:21

– Il deputato brasiliano David Miranda, sposato con Glenn Greenwald – il giornalista americano editore del sito news The Intercept, che sta pubblicando messaggi confidenziali scambiati fra il giudice Sergio Moro e i pm dell’inchiesta anticorruzione Lava Jato – ha denunciato di essere vittima di minacce di morte e di violenza, estese anche alla sua famiglia, da quando è iniziata la diffusione delle intercettazioni. Folha de Sao Paulo ha pubblicato vari messaggi violenti e omofobi ricevuti da Miranda, contro il marito e anche contro i figli. Miranda, eletto nelle liste del Partito Socialismo e Libertà, e Greenwald – autore, fra le altre cose, anche dello scoop sulle rivelazioni dell’ex agente dell’Nsa Edward Snowden – sono sposati da oltre un decennio e vivono a Rio insieme a due figli adottivi. Le minacce che ha denunciato, e che sono iniziate dopo che The Interpect ha cominciato a pubblicare i messaggi intercettati fra Moro e i pm della Lava Jato, sarebbero state anche dirette contro sua madre.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Cina: torna di moda l’abbigliamento Hanfu
Capi tradizionali etnici anche per tutti i giorni

17 giugno 201918:48

– PECHINO

– Negli ultimi tempi è aumentato sempre di più in Cina il numero di persone che indossano gli hanfu, un genere di abbigliamento tradizionale del gruppo etnico Han, maggioritario nel Paese asiatico. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del quotidiano China Daily, nonostante non vi siano statistiche ufficiali a dimostrare questo recente incremento, è ormai piuttosto comune vedere persone indossare quotidianamente questo genere di abbigliamento tradizionale per le strade delle città cinesi. I club dedicati agli estimatori degli hanfu spuntano poi come funghi nelle università di tutto il Paese.
La prevalenza di questo genere di abbigliamento nel Paese è ormai riconosciuta come conseguenza del “movimento degli hanfu”, avviato circa 16 anni fa. I partecipanti perseguono la rinascita dell’abbigliamento tradizionale cinese, in particolare quello indossato dal gruppo etnico Han.
Dopo essere caduti in disuso per circa 400 anni, gli adattamenti moderni di questo genere di abiti antichi hanno suscitato diverse critiche, tra cui alcuni dubbi circa la loro autenticità. Alcuni hanno addirittura ricollegato questo movimento dedito alla moda a gruppi nazionalisti.
Lungi da qualsiasi intenzione o motivazione politica, i giovani cinesi che scelgono di indossare ogni giorno gli hanfu giustificano questa scelta come una dimostrazione di apprezzamento verso il proprio retaggio culturale e sostengono di sentirsi così in contatto con le proprie radici.
Molti giovani intendono inoltre promuovere questo genere di abbigliamento in Cina, portandolo a diventare una tendenza dominante nella moda del Paese asiatico.

Huawei investirà 100 mld dlr per reti più efficienti

17 giugno 201918:39

– SHENZHEN

– Il gigante tecnologico cinese Huawei investirà 100 miliardi di dollari statunitensi nei prossimi cinque anni per rendere l’infrastruttura di rete più efficiente e affidabile. Lo ha annunciato oggi il fondatore e amministratore delegato, Ren Zhengfei.
Nonostante i contraccolpi finanziari subiti dalla compagnia, Ren ha fatto sapere che non esiste un piano di riduzione delle spese per la ricerca. Al contrario, il fondatore di Huawei ha promesso di contribuire maggiormente alla scienza teorica in futuro.
Le dichiarazioni di Ren sono giunte durante una sessione di dialogo tenuta presso la sede di Huawei a Shenzhen con il futurologo statunitense George Gilder e con Nicholas Negroponte, co-fondatore del Media Lab del Massachusetts Institute of Technology.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Iran: nuove foto Pentagono su petroliere
Secondo gli Usa sono un’ulteriore prova che dietro c’è l’Iran
NEW YORK17 giugno 201923:55

– Il Pentagono pubblica nuove foto dell’attacco alle petroliere nel Golfo dell’Oman. Le nuove foto sono una prova che l’Iran è dietro l’attacco, dice il Pentagono.
Intanto un alto funzionario iraniano, parlando con la Cnn, ha affermato Iran e Usa si stanno avviando verso uno scontro. “Ci si sta avviando verso uno scontro e questa è una cosa seria per tutta la regione. Mi auguro che a Washington si proceda con cautela e non si sottovaluti la determinazione dell’Iran”, ha detto l’ambasciatore iraniano in Gran Bretagna, Hamid Baeidinejad, negando che ci sia l’Iran dietro all’attacco delle petroliere nel Golfo dell’Oman.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 13:42 ALLE 17:27 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Iran, l’accordo nucleare sta crollando
Rohani: ‘L’Ue ha poco tempo, si assuma le sue responsabilità’

TEHERAN17 giugno 2019 13:42

– “L’Ue ha un tempo limitato per adempiere ai suoi obblighi nel quadro dell’accordo sul nucleare, ed è meglio che si assuma le sue responsabilità nel poco tempo rimanente, altrimenti l’intesa crollerà”. Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani, incontrando a Teheran il nuovo ambasciatore francese Philippe Thiébaud, che gli ha presentato le sue credenziali.
Iran: nucleare, Londra pronta a tuttoPortavoce di Downing Street, ‘se Teheran abbandona l’accordo’

LONDRA17 giugno 201916:38

La Gran Bretagna è pronta a esaminare “tutte le opzioni” se l’Iran abbandonerà gli impegni previsti dall’accordo sul nucleare. Lo ha dichiarato oggi un portavoce della premier uscente Theresa May, alzando i toni della retorica anti-Teheran di Londra dopo la controversa vicenda dell’attacco alle due petroliere nel Golfo. “Siamo stati chiari nell’esprimere le nostre preoccupazioni… Se l’Iran dovesse cessare di rispettare i suoi impegni, dovremmo valutare tutte le opzioni disponibili”, ha detto il portavoce.
Valanga travolge 4 italiani in PakistanCon loro anche tre pachistani, i soccorsi previsti solo domani

AOSTA17 giugno 201916:27

Una valanga ha travolto sette alpinisti – quattro italiani e tre pachistani – impegnati in una spedizione in Pakistan. Lo riferiscono soccorritori pakistani precisando che nessun italiano è stra le vittime. l’unica vittima è uno dei tre alpinisti pachistani membro della spedizione, Imtiaz, nella valle di Shimshal.Alcuni tra i sei sopravvissuti sarebbero però rimasti feriti: tra questi il capo spedizione, Tarcisio Bellò, che avrebbe riportato delle fratture. Gli altri componenti della spedizione sono da Luca Morellato, David Bergamin e Tino Toldo. I membri pachistani sono Nadeem, Shakeel e Imtiaz.L’esercito pachistano sta organizzando una missione di soccorso che prevede l’uso di elicotteri. La missione però non partirà prima di domani a causa delle condizioni meteo e della lontananza della base dal luogo dell’incidente.

L’incidente è avvenuto nelle prime ore del mattino, a quota 5.300 metri nella valle di Ishkoman, nel distretto di Ghizer, una zona remota dove le comunicazioni sono difficili. L’obiettivo della spedizione è una cima inviolata di circa 5.800 metri nell’area dell’Hindu Kush, individuata nel 2017 dall’alpinista Franz Rota Nodari, scomparso nel marzo del 2018 sul Concarena. A lui, oltre che a Daniele Nardi e Tom Ballard – morti nel febbraio scorso sul Nanga Parbat – è dedicata la spedizione guidata da Bellò.
Netanyahu, imporre sanzioni all’IranPremier, Israele non permetterà a Teheran le armi nucleari

17 giugno 201916:10

– TEL AVIV

– La comunità internazionale “deve immediatamente imporre le sanzioni che erano state concordate in precedenza” se l’Iran “dovesse concretizzare le sue attuali minacce e violare l’accordo sul nucleare”. Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu all’annuncio di Teheran che entro 10 giorni supererà il limite del suo arricchimento dell’uranio previsto dall’Accordo. “In ogni caso Israele – ha aggiunto – non permetterà a Teheran di ottenere armi nucleari”.
Pakistan: ‘non ci sono vittime italiane’Morto uno dei tre alpinisti pachistani. Un italiano ferito

AOSTA17 giugno 201916:16

– Nessun italiano risulta tra le vittime della valanga caduta stamane in Pakistan: secondo quanto riferito da fonti dei soccorritori, l’unica vittima è uno dei tre alpinisti pachistani membro della spedizione, Imtiaz, nella valle di Shimshal. Alcuni tra i sei sopravvissuti sarebbero però rimasti feriti: tra questi il capo spedizione, Tarcisio Bellò, che avrebbe riportato delle fratture. Domani è previsto l’intervento in elicottero dell’esercito pachistano.
Sotheby’s a Drahi per 3,7 miliardi di dollariOperazione prevede delisting
NEW YORK17 giugno 201917:05

Sotheby’s passa di mano. La famosa casa d’aste ha raggiunto un accordo per essere acquisita da BidFair Usa, società interamente controllata dal finanziere e imprenditore Patrick Drahi, per 3,7 miliardi di dollari, o 57 dollari per azione. Con l’acquisizione Sotheby’s effettuerà il delisting. “Dopo più di 30 anni in Borsa, è il momento giusto per Sotheby’s per tornare privata e continuare sulla strada della crescita e del successo” afferma Domenico De Sole, presidente del consiglio di amministrazione di Sotheby’s. Dopo l’annuncio i titoli sono saliti del 57,04%.
Cambia skyline New York, grattacieli più alti per soli ricchiCosì si accontentano esigenze paperoni per casa con vista

17 giugno 201917:06

Lo skyline di New York cambia per ‘accontentare’ le esigenze dell’1%, ovvero dei più ricchi che chiedono per i loro appartamenti viste mozzafiato. I grattacieli sempre più alti che stanno sorgendo nella Grande Mela rispondono proprio a questa esigenza riflettendo però, secondo i critici, le crescenti disuguaglianze della città, dove il divario fra i paperoni e la gente comune si allarga sempre di più.
La tendenza a costruire grattacieli sempre più alti è chiara.
Nel 2014 l’Empire State Building ha perso il titolo di grattacielo più alto della città, strappatogli dal One World Trade Center. “Entro il 2024 l’Empire State Building sarà l’undicesimo più alto in città” afferma il New York Times, sottolineando che gli edifici più alti sono quelli più redditizi per i costruttori, grazie proprio ai piani più alti che offrono più privacy, una vista migliore e più alti prezzi di vendita.
“I grattacieli” che stanno sorgendo “sono la rappresentazione fisica dell’1%” mette in evidenza Richard Florida, urbanista e professore del NYU Schack Institute of Real Estate. L’attico nel prestigioso indirizzo 220 Central Park South ne è una prova: costa 238 milioni di dollari ed è l’appartamento più costoso degli Stati Uniti.
Leonardo: arriva maxi drone Falco XplorerPer uso civile e militare. Avrà una capacità di carico di 350 Kg

17 giugno 201917:05

Svelato il Falco Xplorer, il drone più grande mai realizzato da Leonardo. Il nuovo componente della famiglia di velivoli a pilotaggio remoto, che è stato presentato durante un evento inaugurale al Salone dell’Aerospazio di Parigi, ha una autonomia di volo di oltre 24 ore e una capacità di carico di 350 kg Il drone sarà destinato a clienti civili e militari. Attualmente è in fase di certificazione per il volo in spazi aerei non segregati.

Vinitaly: parte il roadshow in CinaPresenti 55 aziende con 500 marchi totali, 800 incontri B2B
PECHINO17 giugno 201916:11

– Vinitaly apre il suo roadshow in Cina insieme all’Ice partendo da Pechino allo scopo di allargare la mappa del vino nel Dragone: all’hotel Conrad, a due passi dal centrale quartiere di Sanlitun, 50 aziende hanno presentato un totale di 500 marchi avendo un programma record di 800 incontri business-to-business con importatori, buyer e distributori locali.
“Una partenza molto buona, frutto del lavoro straordinario di Vinitaly e Ice che hanno messo a fattor comune, tra l’altro, i rispettivi data base permettendo di avere questa partecipazione straordinaria”, ha commentato all’avvio della manifestazione Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, che possiede il brand Vinitaly.
Mantovani ha spiegato, che l’Estremo Oriente sarà sempre più strategica per le attività di Veronafiere, tra nuove iniziative in Cina e in Giappone.
Un peso quello dell’area, quanto al settore del vino, destinato a essere pari in prospettiva a quello del Nord America.
Attraverso pratiche di rigenerazione gestite da agricoltori

17 giugno 201916:32

– “Ci sono prove evidenti di ripresa e ripristino di territori degradati attraverso pratiche di gestione sostenibile del suolo in questi anni. Per esempio, oltre 5 milioni di ettari di suolo degradato nella regione del Sahel (il Sahara meridionale, n.d.r.) sono stati ripristinati attraverso una pratica nota come ‘rigenerazione naturale gestita dagli agricoltori’, producendo mezzo milioni di tonnellate di grano in più ogni anno”. Lo scrive la Convenzione Onu per la lotta alla desertificazione (Unccd) sul suo sito, presentando la Giornata mondiale 2019.
“La reintroduzione dell’agroforestazione ha aumentato il numero degli alberi nelle fattorie in tutto il mondo, soprattutto in Brasile, Indonesia, Cina e India – scrive ancora l’Unccd”. Il raggiungimento della “neutralità del degrado del territorio” (cioè la compensazione delle perdite di terreno fertile con il recupero di altre aree degradate) è uno degli Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile.
“Tuttavia, molto di più deve ancora essere fatto, meglio prima che dopo – aggiunge l’Unccd -. Le attuali pressioni sul suolo sono enormi, e ci si aspetta che continuino a crescere.
Quasi 170 paesi continuano ad essere colpiti da desertificazione, degrado del suolo o siccità. Sono più evidenti le ricorrenti e crescenti minacce di incendi boschivi, ondate di calore, migrazioni di massa, inondazioni improvvise, crescita del livello del mare e insicurezza alimentare e idrica”.

E’ morta a 95 anni Gloria VanderbiltArtista, autrice e attrice americana

NEW YORK17 giugno 201917:02

– Addio a Gloria Vanderbilt.
L’artista, autrice e attrice americana è morta all’età di 95 anni. Vanderbilt era anche la madre di Anderson Cooper, uno dei mezzobusti più noti della tv americana nonché tra gli anchor di punta della Cnn. I due sono anche apparsi assieme nello show della Cnn ‘Anderson Live’ e nel documentario di Hbo ‘Nothing Left Unsaid: Gloria Vanderbilt and Anderson Cooper’.
Era una donna dalle mille sfaccettature al punto che la rivista Life nel 1968 la definì la versione al femminile dell’uomo rinascimentale. Negli anni ’30, a soli sei anni, dopo la morte del padre, fu protagonista di una battaglia legale tra la madre Gloria Morgan Vanderbilt e la zia paterna Gertrude Vanderbilt Whitney. Ognuna delle due donne voleva avere la custodia della bambina e quindi il controllo del patrimonio del padre. Da adulta, invece, divenne famosa per la sua linea di moda e profumi.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:16 ALLE 13:42 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Sforzi per stabilizzare il cessate il fuoco fra Hamas e Israele

17 giugno 2019 09:16

– GAZA

– L’emissario del Qatar Mohammad al-Emadi è entrato la scorsa notte a Gaza, proveniente da Israele, con nuovi aiuti economici a beneficio degli abitanti della Striscia. Secondo i media locali, aveva con sé 25 milioni di dollari di cui 10 destinati alle famiglie più bisognose, 10 all’acquisto di combustibile per la centrale elettrica e altri 5 per il sostegno a progetti umanitari delle Nazioni Unite. Fonti locali aggiungono che, alla notizia del suo arrivo, lunghe code si sono formate stamane agli sportelli degli uffici postali perché i rappresentanti delle famiglie più povere contano di ricevere adesso 100 dollari ciascuno.
Gli aiuti del Qatar rientrano nel contesto di sforzi compiuti anche dall’Egitto e dall’Onu per stabilizzare un cessate il fuoco informale fra Israele e Hamas lungo il confine di Gaza. Il quotidiano Yediot Ahronot rivela oggi che Israele sta avviando lavori per collegare con una nuova grande tubatura la striscia di Gaza alla rete idrica israeliana. Ciò nel tentativo di alleviare la penuria di acqua potabile nella Striscia.
Boeing si scusa per vittime del 737 MaxVicepresidente: ‘Siamo molto dispiaciuti per la perdita di vite’

LE BOURGET (FRANCIA)17 giugno 201913:15

Boeing chiede scusa alle famiglie delle vittime degli incidenti aerei del 737 Max in Indonesia ed Etiopia. “Siamo molto dispiaciuti per la perdita di vite”, ha detto il vicepresidente Randy Tinseth al Salone dell’aeronautica di Le Bourget, scusandosi anche “per l’interruzione” dei voli dopo che tutti i Boeing di quel tipo sono stati lasciati a terra in tutto il mondo finché non saranno risolti i problemi che hanno causato i due disastri: alla Lion Air lo scorso ottobre e all’Ethiopian Airlines a marzo, per un totale di 346 vittime. Tinseth ha inoltre sottolineato che la Boeing sta lavorando duramente per capire cosa sia andato storto, ma non ha precisato quando i 737 Max potranno tornare a volare. All’origine degli incidenti ci sarebbe un malfunzionamento del software anti-stallo dell’aereo sul quale i piloti non possono intervenire.
Naufragio nell’Egeo, almeno 8 mortiSoccorse 31 persone, il natante era diretto alle isole greche

ISTANBUL17 giugno 201911:10

– Almeno 8 persone sono morte nel naufragio di un gommone carico di migranti nel mar Egeo, al largo della costa turca di Bodrum. Sul posto è intervenuta la guardia costiera turca, che ha soccorso finora 31 persone. Il natante era diretto verso le isole greche. Proseguono le ricerche di eventuali altri dispersi. Lo riportano media locali.
Hong Kong:Cina sostiene governatrice LamPechino rinnova la sua fiducia malgrado le proteste di massa

PECHINO17 giugno 201911:13

– Pechino ha reiterato il suo fermo sostegno alla governatrice di Hong Kong, Carrie Lam, malgrado la richiesta di dimissioni scandita ieri a gran voce dalle quasi due milioni di persone che hanno manifestato nell’ex colonia contro la contestata legge sulle estradizioni in Cina. “Il governo centrale continuerà a sostenere con decisione la governatrice e gli sforzi della Regione amministrativa speciale nell’azione di governo nel rispetto delle leggi”, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri, Lu Kang.
Brexit: Boris Johnson accresce consensiAnche se snobba dibattito. Ex rivale moderato si schiera con lui

LONDRA17 giugno 201911:15

– Continuano a crescere i consensi per Boris Johnson nella corsa per la successione al Theresa May come leader Tory e prossimo primo ministro britannico, malgrado le critiche ricevute da 5 rivali rimasti in pista per aver dato forfait ieri sera a un primo dibattito tv con loro su Channel 4.
L’ex ministro degli Esteri brexiteer ha infatti incassato nelle stesse ore il sostegno di due dei tre altri candidati ammessi inizialmente alla gara, ma poi ritiratisi: dapprima quello dell’ex ministra ed ex anchorwoman Esther McVey, euroscettica super oltranzista; poi, sul Times, anche quello del moderato Matt Hancock, attuale titolare 40enne della Sanità. Hancock, pur contrario a una Brexit no deal a differenza di Johnson, ha indicato quest’ultimo – alla vigilia della seconda votazione preliminare di domani – come la persona “migliore per unire il Partito Conservatore”, oltre che come il vincitore ormai certo. E ha detto d’aver “fiducia in lui” sulla base dei risultati ottenuti nei suoi 8 anni come sindaco di Londra.
Iran vicino a superare limiti di uranioConsentiti dall’accordo sul nucleare del 2015

ISTANBUL17 giugno 201911:17

– Entro 10 giorni l’Iran supererà il limite delle riserve di uranio a basso arricchimento consentiti dall’accordo sul nucleare del 2015. Lo ha riferito il portavoce della Agenzia iraniana per l’energia atomica, Behrouz Kamalvandi, durante una visita di giornalisti locali al reattore ad acqua pesante di Arak. Dopo l’ultimatum lanciato del presidente iraniano Hassan Rohani ai restanti partner dell’intesa lo scorso 8 maggio – a un anno dal ritiro unilaterale degli Usa – Teheran aveva già riferito di aver quadruplicato la sua produzione di uranio a basso arricchimento (non oltre il 3,67%) utilizzato come combustibile per i reattori nucleari. Un aumento delle riserve di uranio e acqua pesante era stato certificato anche dall’ultimo rapporto dell’Aiea di fine maggio, che però confermava la loro permanenza entro le soglie fissate dall’accordo, cioè 202,8 kg di uranio e 130 tonnellate di acqua pesante. Secondo il portavoce iraniano, l’aumento delle riserve di uranio corrisponderà ai “bisogni della nazione”.
Strache rinuncia a seggio StrasburgoEx vicecancelliere austriaco era stato eletto per Fpoe
BERLINO17 giugno 201911:41

– Heinz-Christian Strache, l’ex leader dell’Fpoe costretto alle dimissioni dal posto di vicecancelliere in seguito all’Ibiza gate ha annunciato di rinunciare al seggio all’Europarlamento a cui è stato eletto alle ultime elezioni europee nelle liste del partito di destra. Strache, 49 anni, ha puntualizzato che le sue dimissioni da Strasburgo non sono legate al all’annuncio che l’Fpoe, nello stesso gruppo della Lega e del Rassemblement nationale di Marine le Pen al Parlamento europeo, candiderà sua moglie Philippa in un seggio blindato alle prossime politiche in Austria, a fine settembre. Questa scelta, ha spiegato, “non è frutto di un calcolo politico o di uno scambio di poltrone”, come la stampa tedesca aveva ipotizzato nei giorni scorsi parlando di una vera e propria staffetta tra marito e moglie. “Si tratta semplicemente di una decisione personale. In ogni caso, certamente continuerò a fare politica, e intendo essere riabilitato davanti agli occhi dei miei concittadini dalla inchiesta giudiziaria”.
Nigeria: tre attentati suicidi, 30 mortiE 48 feriti nello Stato dove colpiscono i Boko Haram

IL CAIRO17 giugno 201912:31

– Un triplice attentato kamikaze compiuto nel nord-est della Nigeria, dove colpiscono i terroristi islamici, Boko Haram ha causato ieri sera 30 morti e 42 feriti. Lo riferisce il sito Daily Trust citando un dirigente della protezione civile locale e aggravando il bilancio di sangue rispetto a informazioni circolate in precedenza.
Nel confermare che i tre attentati sono stati compiuti nell’area di Konduga, il sito precisa che la strage è avvenuta nel villaggio di Madarari.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE, SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Juncker,scelta mio successore sia chiara
Presidente Commissione, contrario alle offerte dietro le quinte

BRUXELLES17 giugno 201912:57

“Ho messo in guardia contro le offerte che vengono fatte dietro le quinte. Il prossimo presidente della Commissione europea dovrebbe essere scelto in modo aperto, trasparente e democratico”. Così il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nel suo intervento a Erfurt, al Consiglio regionale della Turingia in Germania. Lo twitta una delle portavoci dell’esecutivo comunitario Mina Andreeva.
Svizzera: bimbo distrugge opera d’arteAd Art Basel, una mosca filigranata che valeva 50mila dollari

SABERLINO17 giugno 201913:01

Un bimbo di tre anni ha distrutto un’opera d’arte esposta ad Art Basel, una delle fiera d’arte contemporanea più importanti al mondo, con opere quotate anche 20 milioni di dollari. Si tratta di una enorme mosca filigranata del valore di 50mila euro, che il bimbo, figlio di una visitatrice, ha pesantemente danneggiato.
L’incidente, avvenuto a Basilea, viene riferito dalla Bild.
L’opera distrutta era dell’artista di Duesseldorf Katharina Fritsch. Il bimbo, sceso dal passeggino, l’ha raggiunta e l’ha letteralmente sfasciata. La madre non ha avuto altro da fare che lasciare i propri dati personali: il conto del danno le verrà recapitato a casa.

Brexit: Boris Johnson accresce consensiAnche se snobba dibattito. Ex rivale moderato si schiera con lui

LONDRA17 giugno 201913:08

Continuano a crescere i consensi per Boris Johnson nella corsa per la successione al Theresa May come leader Tory e prossimo primo ministro britannico, malgrado le critiche ricevute da 5 rivali rimasti in pista per aver dato forfait ieri sera a un primo dibattito tv con loro su Channel 4.
L’ex ministro degli Esteri brexiteer ha infatti incassato nelle stesse ore il sostegno di due dei tre altri candidati ammessi inizialmente alla gara, ma poi ritiratisi: dapprima quello dell’ex ministra ed ex anchorwoman Esther McVey, euroscettica super oltranzista; poi, sul Times, anche quello del moderato Matt Hancock, attuale titolare 40enne della Sanità. Hancock, pur contrario a una Brexit no deal a differenza di Johnson, ha indicato quest’ultimo – alla vigilia della seconda votazione preliminare di domani – come la persona “migliore per unire il Partito Conservatore”, oltre che come il vincitore ormai certo. E ha detto d’aver “fiducia in lui” sulla base dei risultati ottenuti nei suoi 8 anni come sindaco di Londra.

Xi in Corea del Nord il 20 e 21 giugnoIl presidente cinese sarà in visita a Pyongyang

PECHINO17 giugno 201913:30

Il presidente cinese Xi Jinping andrà in visita a Pyongyang il 20 e il 21 giugno prossimi. Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina.

Iran, Usa valutano invio di truppe in MoDopo l’attacco alle due petroliere nel Golfo dell’ Oman

NEW YORK17 giugno 201913:17 (NOTIZIA QUI GIà PASSATA CHE I PIù ATTENTI DI VOI AVRANNO GIà LETTO)

L’amministrazione Trump sta valutando l’invio di ulteriori truppe in Medio oriente in seguito all’attacco alle petroliere. Lo riportano i media americani citando alcune fonti, secondo le quali le ulteriori truppe servirebbero a difendersi contro l’aggressione dell’Iran.

Nyt, più attacchi online su rete elettrica RussiaAvvertimento a Putin ma anche prova nuovi poteri amministrazione

17 giugno 201912:28

Gli Stati Uniti stanno intensificando le “incursioni digitali nella rete elettrica russa” in quello che è un avvertimento al presidente Vladimir Putin e una dimostrazione di come l’amministrazione Trump sta utilizzando in modo aggressivo la nuova autorità che le è stata concessa sul fronte cyber. Lo riporta il New York Times.La scorsa estate il Congresso ha approvato una legge che autorizza la condotta di “attività militare clandestina” nel cyberspazio “per difendere gli Stati Uniti” da cyberattacchi. Queste azioni possono essere autorizzate dal segretario alla difesa senza uno speciale via libera presidenziale.

Tim Cook, hitech si assuma responsabilità del caos creatoAD Cupertino agli studenti, in gioco la libertà di essere umani

SANEW YORK17 giugno 201912:29

Tim Cook mette in guardia la Silicon Valley: le società tecnologiche devono assumersi la responsabilità del caos che hanno creato. Intervenendo davanti agli studenti dell’università di Stanford Cook non nomina alcuna aziende in particolare, anche se il suo riferimento appare diretto ai social media e anche a Theranos, la start up che prometteva di rivoluzionare gli esami del sangue e poi è stata travolta dagli scandali.”Ultimamente l’industria tecnologica è più conosciuta per qualcosa che è meno nobile dell’innovazione: ovvero per il ritenere che si possano rivendicare i meriti senza accettare la responsabilità”, dice Cook.”Lo vediamo tutti i giorni con il furto di dati, le violazioni della privacy, un occhio chiuso sui discorsi di incitamento all’odio, le fake news che avvelenano il nostro dibattito nazionale, e i falsi miracoli in cambio di una goccia di sangue” aggiunge Cook. “Se accettiamo come normale e inevitabile che qualsiasi cosa nella nostra vita possa essere aggregata, vendita e rubata in caso di attacco, allora perdiamo molto più che i soli dati. Perdiamo la libertà di essere umani”.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

HONG KONG: LIBERATO WONG: LIBERATO JOSHUA WONG, ATTIVISTA LEADER DEGLI OMBRELLI

Ultimo aggiornamento

HONG KONG: LIBERATO WONG

HONG KONG: LIBERATO JOSHUA WONG, ATTIVISTA DEL “MOVIMENTO DEGLI OMBRELLI”

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 09:16 DILUNEDì 17 GIUGNO 2019

HONG KONG: LIBERATO WONG

PECHINO

– Joshua Wong, uno degli studenti leader del “movimento degli ombrelli” che per 79 giorni bloccò nel 2014 il centro di Hong Kong con una protesta pro-democrazia, è stato scarcerato dopo aver scontato la condanna a due mesi di reclusione inflittagli per il ruolo avuto nelle manifestazioni.
Wong, sorridente, in camicia bianca e con alcune buste piene di effetti personali, è stato accolto da una folta delegazione composta da media e attivisti fuori dal carcere di Lai Chi Kok, secondo le immagini diffuse dai media locali.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

USA: INVIO TRUPE MO: AMMINISTRAZIONE TRUMP PENSA INVIO NUOVE TRUPPE IN MEDIO ORIENTE

Ultimo aggiornamento

USA: INVIO TRUPPE MO

AMMINISTRAZIONE USA VALUTA INVIO TRUPPE IN MO (MEDIO ORIENTE)

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 04:20 DILUNEDì 17 GIUGNO 2019

USA: INVIO TRUPPE MO

NEW YORK

– L’amministrazione Trump sta valutando l’invio di ulteriori truppe in Medio oriente in seguito all’attacco alle petroliere. Lo riportano i media americani citando alcune fonti, secondo le quali le ulteriori truppe servirebbero a difendersi contro l’aggressione dell’Iran.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Politica, Ultim'ora

SALVINI PARLA DA WASHINGTON

Ultimo aggiornamento

SALVINI PARLA DA WASHINGTON

SALVINI PARLA DA WASHINGTON DI UE, POLITICA ESTERA ED ALTRO: LEGGI

AGGIORNAMENTO IN “POLITICA” DELLE 03:42 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

SALVINI PARLA DA WASHINGTON

WASHINGTON
– “Faccio parte di un governo che in Europa non si accontenta più delle briciole”. Questo il messaggio che Matteo Salvini intende dare all’amministrazione Trump durante la sua visita a Washington, durante la quale – ha spiegato – “ragioneremo anche dei problemi che si stanno vivendo all’interno dell’Ue”. Da Washington il vice premier ribadisce anche la volontà di realizzare la flat tax: “Possiamo decidere come modularla negli anni, ma un taglio delle tasse ci deve essere assolutamente. Convinceremo la Ue – ha aggiunto – con i numeri, la cortesia, altrimenti le tasse le taglieremo lo stesso, e la Ue se ne farà una ragione”. Salvini parla poi di politica estera: “L’Italia vuole tornare a essere nel continente europeo il primo partner della più grande democrazia occidentale”, ha detto prima di incontrare il vice presidente americano Mike Pence e il segretario di Stato Mike Pompeo.
Tuttavia, precisa, “sarebbe un errore strategico sia commerciale sia geopolitico allontanare la Russia dall’occidente”.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE: Hong Kong, polizia vuole liberare strade Argentina, fine blackout per 90% utenti

Ultimo aggiornamento

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE:

Hong Kong, polizia vuole liberare strade

Argentina, fine blackout per 90% utenti

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 03:17 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

HONG KONG

– La polizia di Hong Kong ha fatto sapere di voler liberare le strade dalle proteste questa mattina. L’annuncio è stato fatto ad una conferenza stampa convocata alle prime ore del giorno (ora a Hong Kong sono le 09:17 del mattino). Molti manifestanti hanno passato la notte scorsa vicino alla sede del governo dopo le imponenti manifestazioni di ieri contro la legge sulle estradizioni, che si teme possa aumentare la pressione della Cina sul territorio semi autonomo. A vegliare su di loro pochi agenti.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

BUENOS AIRES

– Oltre il 90% della popolazione argentina è tornata a disporre dell’erogazione dell’energia elettrica, dopo circa 12 ore di un maxi blackout che ha messo al buio non solo l’intero territorio dell’Argentina (meno la provincia di Tierra del Fuego) ma anche il vicino Uruguay. Le cause del fatto, che ha coinvolto circa 50 milioni di persone, non sono ancora note, anche se le autorità hanno dichiarato che non si è trattato di “un intervento umano” ma di “un problema tecnico e automatico”. Il ministro dell’energia, Gustavo Lopetegui, in una conferenza stampa ha asserito che “si è trattato di qualcosa di molto grave che non avrebbe dovuto accadere”, di cui al momento non si conoscono le cause. In Uruguay la compagnia elettrica ha confermato che alle 18,30 locali (le 23,30 italiane) la normalità era stata ristabilita per il 98,5% dei clienti.