Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:55 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 09:51 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

PIEMONTE

Proseguiva attività marito boss,in cella
Operazione Monopoli, in carcere anche uomo fiducia della coppia

ALESSANDRIA20 febbraio 2019 12:55

– Continuava le attività criminose del marito Carmen Domenica Scaffini, 41 anni, moglie del boss Domenico Dattola arrestato lo scorso dicembre dai carabinieri di Novi Ligure (Alessandria). La donna è stata arresta nel proseguimento dell’operazione Monopoli, con Salvatore Romano, 43 anni, uomo di fiducia della coppia. Per un 21enne di Ovada è stato invece disposto l’obbligo di presentarsi ai carabinieri.
Spaccio, estorsione, intestazione fittizia di attività economiche, specialmente nel settore della ristorazione, a copertura del patrimonio accumulato in maniera criminosa sono alcuni dei reati contestati ala donna, che dopo l’arresto del marito si era subito data da fare al fine di organizzare la ripartenza di nuove attività commerciali. Al tempo stesso, si occupava della ‘riscossione’ dei crediti dovuti anche alla cessione di stupefacente maturati dal marito. In alcuni casi, pianificava spedizioni punitive nei confronti dei debitori ricorrendo ai ‘servizi’ dell’altro arrestato.
Juve: Khedira operato, torna tra un meseRisolta aritmia cardiaca, ‘intervento perfettamente riuscito’

TORINO20 febbraio 201913:17

– Sami Khedira è già stato sottoposto a un intervento mininvasivo al cuore per l’ablazione dell’aritmia atriale scoperta ieri. Il centrocampista tedesco – informa la Juventus- “è stato sottoposto, ad opera del Professor Fiorenzo Gaita, consulente di JMedical e di Juventus, a studio elettrofisiologico e ad ablazione del focus aritmogeno atriale”.
L’intervento “è perfettamente riuscito” e dopo una breve convalescenza Khedira “potrà riprendere l’attività. La ripresa dell’attività agonistica è prevista in circa un mese”.
Muore a 20 giorni dalla nascita, Procura indagaEra stato visitato in ospedale. Omicidio colposo è il reato ipotizzato

TORINO21 febbraio 2019 12:55

La Procura di Torino ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti a seguito della morte, il 2 febbraio, di un bimbo di 20 giorni che era stato visitato all’ospedale Maria Vittoria per forti attacchi di tosse e svenimenti. Il piccolo rifiutava il latte, continuava a tossire e dormiva praticamente tutto il giorno, quando i genitori, dopo essersi rivolti al pediatra, la notte del 31 gennaio l’hanno portato all’ospedale.
I medici l’hanno dimesso e gli hanno prescritto l’aerosol. Dopo il ritorno a casa, la mattina del 2 febbraio il bimbo è svenuto. I genitori hanno chiamato il 118, ma il piccolo è morto poco dopo essere arrivato all’ospedale. Sul corpo del bambino è stata eseguita l’autopsia dal medico legale Francesco Bison, ma per stabilire le cause del decesso sono necessari gli esiti dei campionamenti su cui verrà fatta una lunga serie di analisi.
Condannato ex presidente Cri PiossascoPer peculato e appropriazione indebita, disposto risarcimento

TORINO20 febbraio 201912:55

– È stato condannato a tre anni di carcere Pierpaolo Cagnasso, l’ex presidente della Cri di Piossasco (Torino) accusato di peculato e appropriazione indebita per aver sottratto all’ente 400 mila euro dal 2010 al 2016 per acquistare auto di lusso e immobili. La sua segretaria è stata condannata a 1 anno e 8 mesi. Il tribunale di Torino ha anche disposto un risarcimento di oltre 124mila euro per il Comitato della Cri di Piossasco e di 10mila euro per la Cri nazionale per il danno di immagine.
La Croce Rossa si era costituita parte civile nel procedimento, rappresentata dall’avvocato Salvatore Farruggia.
Le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza di Torino e coordinate dal pm Elisa Pazè, avevano preso il via dall’esposto di un revisore, che, alla fine dello scorso anno, aveva riscontrato alcune anomalie nei libri contabili.

PIEMONTE

Primo Levi, a Fossoli via a celebrazioni
Fabrizio Gifuni leggerà brani dalle opere dello scrittore

20 febbraio 2019

14:25

– Domani alle 18, al campo di transito di Fossoli a Carpi (Modena), si aprono le celebrazioni per il centenario della nascita di Primo Levi. Fabrizio Gifuni leggerà, proprio nel campo da dove lo scrittore piemontese partì per Auschwitz, alcuni brani tratti da ‘Se questo è un uomo’ e ‘I sommersi e i salvati’.
L’iniziativa è organizzata dal Centro internazionale di studi Primo Levi di Torino e dalla Fondazione Fossoli in un luogo simbolo dello sterminio degli ebrei in Italia, il campo di transito dove i nazisti e il governo di Salò collaboravano nell’opera di annientamento degli ebrei.
Le celebrazioni del centenario della nascita di Primo Levi proseguiranno con molte altre iniziative in Italia e all’estero per tutto il 2019. Un anno per scoprire e raccontare le diverse dimensioni dell’opera di Levi attraverso originali forme di incontro e di rappresentazione. Come la nuova versione teatrale di Se questo è un uomo, che debutterà a Torino alla fine di aprile.
Dalla Puglia a Torino mostra LongobardiScambio Museo Antichità con Santuario di San Michele Arcangelo

TORINO20 febbraio 201914:33

– Il Museo di Antichità di Torino conserva una collezione longobarda tra le maggiori in Italia, il Santuario di San Michele Arcangelo nel Gargano alcune rare iscrizioni murali nell’antico alfabeto runico. Insieme hanno dato vita a una mostra al via oggi, ‘Le armi e il potere: l’arcangelo longobardo’, ospitata dal museo torinese nell’ambito di un progetto del Mibact che vedrà nel 2019 l’apertura di 15 mostre dedicate al dominio longobardo in Italia.
Le iscrizioni, che a Torino sono state riprodotte attraverso fedeli calchi, celebrano in particolare il duca di Benevento Romualdo, sotto la cui autorità vennero abbandonate molte tradizioni pagane e fu introdotto il culto di San Michele Arcangelo come protettore dei Longobardi. Dal museo torinese sono state selezionate armi, poiché San Michele era un guerriero, ma anche una rara fiasca del pellegrino trovata a Testona nel torinese a fine Ottocento, e una preziosa croce aurea con dedica a re Agilulfo. La mostra è visitabile fino all’11 maggio.
Banda Rolex,identificato autore 11 colpiE’ pregiudicato già in carcere a Napoli per rapine in Svizzera

TORINO20 febbraio 201914:49

– Rapinava i passanti torinesi per rubare orologi di lusso e rivenderli. Raffaele Stolder, napoletano di 33 anni, è stato arrestato dalla polizia su disposizione di un gip del Tribunale di Torino. La misura gli è stata notificata in carcere a Poggio Reale (Napoli) dove è detenuto per una serie di rapine in Svizzera. L’uomo, con alle spalle una lunga lista di precedenti penali, è accusato di aver messo a segno, nel maggio 2018 a Torino, undici rapine di Rolex e furti con strappo.
Il ladro lavorava in coppia con Giuliano Nunzio, napoletano di 37 anni morto a dicembre in un ospedale della Campania: a bordo di uno scooter, il 16 novembre scorso si era schiantato contro un’auto della polizia durante un inseguimento per le vie di Torino. Nell’incidente era rimasto coinvolto anche Stolder, che però era riuscito a fuggire e a tornare a Napoli. Al vaglio dell’autorità giudiziaria la posizione di un uomo che avrebbe fornito una casa e un garage ai due malviventi in zona San Paolo.
Compagnia di San Paolo,14 mln per GenovaTra interventi, l’Albergo dei Poveri, emergenza Morandi e ‘neet’

GENOVA20 febbraio 201916:01

– La Compagnia di San Paolo ha siglato un accordo con il Comune di Genova e prevede quasi 14 milioni di fondi per la città tra il 2019 e il 2020, per azioni a sostegno di attività culturali e l’attrazione turistica da una parte, e dall’altra nel lavoro, le marginalità sociali e le emergenze. L’intervento della fondazione torinese avviene nell’ambito di un nuovo accordo siglato dal presidente dell’ente Francesco Profumo e il sindaco di Genova Marco Bucci.
Tra i vari interventi previsti, ha raccontato il segretario generale della Compagnia Alberto Anfossi, alcuni dei più ‘simbolici’ riguardano l’Albergo dei Poveri (in cofinanziamento con l’Università), e 1 milione sull’emergenza Morandi “con un piano di sostegno su tutta l’area e anche l’idea di una casa per il quartiere”. Un milione di euro per due anni andrà poi all’iniziativa ‘Art+1’ – in riferimento al primo articolo della costituzione – per azioni volte al recupero dei cosiddetti “neet”, persone non impegnate né nel lavoro né nella formazione.
Smog e forte deficit neve a 2000 metriDa 9 giorni consecutivi nel Torinese pm10 oltre soglia 50 mcg

TORINO20 febbraio 201916:53

– Una cappa di smog, con Pm10 sopra il limite consentito da 9 giorni consecutivi nell’area di Torino, e un forte deficit di neve – rispetto alla media stagionale – sotto i 1.800-200 metri. Sono i principali effetti della primavera anticipata, destinata a durare almeno fino al 5 marzo secondo le previsioni di Smi (Società Meteorologica Italiana). Venerdì le massime previste da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) supereranno i 20 gradi, prima di un temporaneo calo nel weekend per l’arrivo di aria fredda da est. Ma all’inizio della prossima settimana le massime risaliranno a 15-20 gradi. La copertura nevosa è continua solo oltre i 2000 metri, sulle Alpi Graie e Cozie sud addirittura a 2.300. Lo spessore più abbondante è sulle Alpi Pennine, 130 cm.

Piemonte lancia ‘2019 Anno del Dolcetto’Eventi diffusi nella regione, ma si valuta taglio denominazioni

TORINO20 febbraio 201916:51

– Un anno di appuntamenti per rilanciare il Dolcetto, rosso storico del Piemonte che vanta 3 docg e 9 doc ed è coltivato in 3.800 ettari di tre province (Asti, Alessandria e Cuneo), dal Monferrato a colline impervie.
A coordinare il programma, presentato oggi, la Regione e il Consorzio Piemonte Land of Perfection. “E’ un’eccellenza vinicola che ha la stessa dignità dei vini piemontesi più affermati sui mercati esteri – dice l’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero – se va bene il Dolcetto, va bene tutto il mondo viticolo della regione”. Per comunicare L’Anno del Dolcetto, la Regione ha realizzato un’etichetta ideata dall’artista Simone Monsi. “Il Dolcetto – sottolinea Filippo Mobrici, presidente di Piemonte Land of Perfection – è uno dei vitigni che meglio rappresenta il Piemonte vitivinicolo, simbolo perfetto della biodiversità. Ma 12 denominazioni sono troppe, il numero va ridotto a 2-3. L’Anno del Dolcetto può essere l’assist per un lavoro d’assieme e una revisione delle doc”.
De Tomaso, condannati i RossignoloPer bancarotta e truffa, stabilito anche un risarcimento

TORINO20 febbraio 201917:24

– L’imprenditore Gian Mario Rossignolo e il figlio Gianluca sono stati condannati dal Tribunale di Torino per la bancarotta della De Tomaso, azienda automotive fallita nel 2012. I giudici hanno inflitto una pena di 5 anni e 6 mesi al padre e 4 anni e 10 mesi al figlio.
I Rossignolo, insieme ad altre sei persone, sono stati condannati a vario titolo per bancarotta, truffa ai danni della Regione Piemonte e del ministero dell’Economia e malversazione.
Il tribunale ha dichiarato il proscioglimento per due ipotesi di falso in scrittura privata, perché il reato è stato depenalizzato, e per una tentata truffa alla Regione Toscana. Il Tribunale di Torino, inoltre, ha stabilito un risarcimento da 5 milioni di euro a favore del fallimento della De Tomaso. A pagare questa provvisionale dovranno essere l’imprenditore Gian Mario Rossignolo, il figlio Gianluca e Giuliano Malvino, amministratore di una società in rapporti con la De Tomaso, riconosciuti responsabili di bancarotta fraudolenta.
Droga a Biella-Vercelli, 7 arrestiSequestrati 2.3 kg di cocaina e 6 di hashish

TORINO20 febbraio 201918:38

– Un’operazione antidroga condotta in collaborazione tra la polizia giudiziaria e la Squadra Mobile di Biella e Vercelli, ha portato allo smantellamento di una ampia attività di spaccio tra le due città, all’arresto di 7 persone, oltre a 13 indagati in stato di libertà, al sequestro di 2,3 chili di cocaina, 6 di hashish, 2,3 di marijuana, e a 120 mila euro in contanti. A coordinare l’articolata indagine, durata alcuni mesi, il procuratore di Biella Teresa Angelo Camelio.
Dal novembre 2018 con pedinamenti, appostamenti diurni e notturni, sono stati monitorati i movimenti dei malviventi partendo dal piccolo consumatore per arrivare al pusher e all’organizzazione stessa che aveva le basi tra Milano e Torino.
Mostre, Sandretto ospita DimitrakopoulouTour scultrice greca fa tappa a Torino

TORINO20 febbraio 201918:53

– Prosegue a Torino il tour italiano della scultrice greca Venia Dimitrakopoulou, che negli spazi della Fondazione Sandretto propone una nuova selezione di lavori. Tra questi due grandi installazioni: l’opera inedita Ellampsis (2019) creata per l’occasione, e l’installazione Dialoghi (2019), che rimanda a libri destrutturati in imponenti lastre d’acciaio e delicata carta cinese, sui quali fluttuano in inchiostro nero e rosso frasi che intendono dare una risonanza alle voci di gente comune che solitamente non ne hanno.
Tema principale dell’esposizione torinese è il logos, “parola che si fa segno e al contempo segno che diventa parola”, che ben si coniuga con le superfici candide della sala espositiva, quasi “pagine non scritte”, come suggerisce la scultrice. “Tutti i lavori presentati – spiega Dimitrakopoulou – hanno una caratteristica in comune: sono ricoperti da testi che sembrano una scrittura automatica”.
World Press Photo, Gualazzini finalistaMostra torna a Torino nell’ex Borsa Valori dal 28 settembre

TORINO20 febbraio 201919:31

– L’italiano Marco Gualazzini è, con Mohammed Badra, Chris McGrath, John Moore e Brent Stirton, finalista al World Press Photo 2018. Per selezionarli, i giudici hanno esaminato 78.801 fotografie di 4.738 fotografi da 129 Paesi. L’anno scorso il premio è stato vinto da Ronaldo Schemidt: aveva immortalato un ragazzo in fiamme durante le proteste contro il governo di Maduro.
L’esposizione internazionale World Press Photo tornerà a Torino quest’anno. Sarà la terza volta, la seconda all’interno dell’ex Borsa Valori di via San Francesco da Paola.
L’Associazione Cime – Culture e Identità Mediterranea rinnova infatti la collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, proprietaria dell’immobile.
Il taglio del nastro sarà il 28 settembre e l’esposizione, visto il crescente successo, sarà allestita fino al 17 novembre.
Come per l’anno scorso, le foto saranno accompagnate da un fitto calendario di conferenze e incontri, in collaborazione con istituzioni e realtà locali, per un vero festival sull’attualità.
Ex manager Thyssen lascia il carcerePucci affidato a servizi sociali, condannato per rogo Torino

TERNI20 febbraio 201919:49

– Condannato definitivamente a sei anni e tre mesi di reclusione per l’incendio allo stabilimento ThyssenKrupp di Torino nel quale morirono sette operai, l’ex manager Marco Pucci ha ottenuto l’affidamento ai servizi sociali e ha potuto lasciare il carcere di Terni dove era detenuto dal maggio del 2016. Lo si è appreso da diverse fonti in città, dove risiede con la famiglia. L’incendio di Torino avvenne il 6 dicembre 2007.
La misura alternativa alla detenzione è stata disposta dal tribunale di sorveglianza già da qualche mese.
Pucci (all’epoca dei fatti di Torino responsabile commerciale dell’area marketing e successivamente per un periodo amministratore delegato dell’Ast di Terni) già nel giugno 2017 aveva ottenuto la possibilità di svolgere un lavoro esterno al carcere, come consulente in un’azienda del posto, con obbligo di rientro in cella alle 18.30. Ha anche chiesto la grazia al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Chiamparino,mozione Tav è pietra tombaleLa Lega svela il suo vero volto dopo salvataggio Salvini

TORINO20 febbraio 201920:53

– “Alla luce delle dichiarazioni di ieri del rappresentante della Ue che chiedeva di fare in fretta nell’avvio dei bandi, questo vuol dire una sola cosa: se la maggioranza approverà questa mozione, sarà come mettere una pietra tombale sulla Torino-Lione”. Così in una nota il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. “La Lega svela il suo vero volto – aggiunge – non a caso dopo il salvataggio del ministro dell’Interno da parte dei cinquestelle”.
Supercoppa Primavera al TorinoInter battuta in finale ai rigori, decisive parate Gemello

TORINO20 febbraio 201921:56

– Il Torino Primavera si aggiudica la Supercoppa, la seconda dopo quella del 2015, battendo ai rigori i pari età dell’Inter al termine di una combattutissima partita.
I granata di mister Coppitelli passano per due volte in vantaggio: segna Onisa al 36′ del primo tempo, raddoppia Rauti al 4′ del primo tempo supplementare, dopo il pari nerazzurro di Salcedo al 35′ del secondo tempo. Al 15′ del primo tempo supplementare Esposito segna il 2-2 per i nerazzurri. Si va dunque ai calci di rigore. Decisive le parate di Gemello su Zappa e Pompetti, che neutralizzano la traversa del bomber granata Millico e fissano il punteggio finale sul 4-6 per gli ospiti. Una curiosità: la finale è stata interrotta nove minuti, nel secondo tempo, per il black out dell’illuminazione dello stadio.
Juve frana a Madrid, 2-0 per l’AtleticoReti Gimenez e Godin negli ultimi 15′. Var interviene due volte

20 febbraio 201923:18

– Atletico Madrid-Juventus 2-0 nell’andata degli ottavi di Champions, disputata al ‘Wanda Metropolitano”. La gara di ritorno martedì 12 marzo a Torino. Per i colchoneros gol di Gimenez al 78′ e Godin all’83’.
Protagonista la Var con due interventi: un rigore prima coincesso e poi revocato all’Atletico per un fallo iniziato da fuori area e poi per un gol annullato a Morata, con la partita ferma sullo 0-0, per una spinta di Morata su Chiellini.
Griezmann ha colpito la traversa.
Chiellini, ci giocheremo tutto a Torino’Sicuramente non siamo contenti,ma nulla compromesso,c’è ritorno

20 febbraio 201923:26

– “Sono episodi che decidono le partite, sapevamo che erano pericolosi sui calci piazzati, dovevamo stare più attenti. Ora resettiamo e a Torino avremo modo di ribaltare la partita”. Così Giorgio Chiellini ‘a caldo’ dopo la fine di Atletico Madrid-Juventus. “Ci vuole calma, sicuramente non siamo contenti – dice ancora Chiellini -, è un risultato pesante ma ci giocheremo tutto a Torino. Abbiamo anche gestito la partita in modo positivo, nella ripresa dovevamo stare più attenti su quelle situazioni che ti determinano il passaggio del turno. Nulla è compromesso, tra tre settimane ci sarà il ritorno a Torino”.
Simeone, esultanza?abbiamo gli attributi’Da giocatore l’avevo fatto in Lazio-Bologna.Ero rivolto ai miei

20 febbraio 201923:45

– “La mia esultanza dopo il primo gol? L’avevo fatto in un Lazio-Bologna da giocatore, e oggi da tecnico per far vedere ai nostri che abbiamo gli attributi”.
Così Diego Simeone, intervistato da Sky, spiega la propria esultanza dopo il gol di Gimenez, quando si è rivolto verso la tribuna facendo un gesto per evidenziare i genitali.
“Semplicemente – dice ancora Simeone -, ho mostrato ciò che sentivo in quel momento, e se qualcuno si è offeso chiedo scusa”.
Bernardeschi, queste sfide durano 180”Oggi c’è amarezza,abbiamo preso due gol uguali,su dei rimpalli’

20 febbraio 201923:49

– “Conoscevamo le difficoltà che avremmo incontrato con una squadra forte come l’Atletico, purtroppo non è andata come speravamo, ma fortunatamente gli ottavi si giocano in centottanta minuti. Siamo una squadra forte, ci sarà da fare meglio al ritorno e ci sarà soprattutto da non commettere più gli errori commessi questa sera”. Nonostante la sconfitta per 2-0 sul campo dell’Atletico Madrid, Federico Bernardeschi non ha perso l’ottimismo e guarda ancora con fiducia al futuro europeo della Juventus. “È un risultato importante per loro – dice ancora – ma è ribaltabile, abbiamo ancora 90 minuti davanti ai nostri tifosi. Le palle inattive sono state preparate molto bene, ma sappiamo che la partita è diversa, sono dettagli e purtroppo qui sono andati a nostro sfavore. Abbiamo preso 2 gol uguali, su 2 rimpalli, la palla è rimasta lì e l’hanno buttata dentro”. “Quando si prende gol c’è sempre una disattenzione – continua -, qualcosa è andato storto per forza. Ma abbiamo il ritorno per rimanere dentro questa Champions”.
Simeone,gol Morata? speravo Var aiutasse’Davvero credete che uno alto 187 cm cada così durante gioco?’

MADRID21 febbraio 201900:00

– “Il gol di Morata? Speravo che il Var aiutasse.. Ma non Non credo nella giustizia nel calcio, è la forza che determina i risultati. Io confido nel Var, ma se qualcuno crede che una persona di 187 centimetri (come Chiellini n.d.r.) possa cadere così in un’azione di gioco, contento lui…”.
Nel dopo partita di Atletico Madrid-Juventus, Diego Simeone dice la sua anche sulla rete annullata tramite Var all’ex bianconero Morata, per una spinta a Chiellini.
Poi ancora una battuta sull’esultanza dopo il primo gol dei suoi. “Non è un gesto bellissimo – ammette Simeone -, però me lo sentivo, era una partita sofferta con episodi difficili. Diego Costa ha fatto una grande partita, ho mostrato semplicemente quello che ho sentito, comunque chiedo scusa. Ma serviva coraggio per mettere Costa e Koke che non giocavano da un mese”.
Allegri,ripresa male ma credo in rimonta’Sapevamo che Atletico è forte, ma sono sfide che puoi ribaltare

21 febbraio 201900:11

– “Il secondo tempo è stato brutto, perché abbiamo commesso l’errore di andare dietro a loro, che sono bravi a far scivolare le partite senza subire tiri. In quel momento diventano pericolosi, avevamo già rischiato su un contropiede in cui Diego Costa si è presentato a tu per tu con Szczesny, nella ripresa non abbiamo fatto un tiro in porta”.
Non è certo soddisfatto della prova dei suoi Massimiliano Allegri quando commenta la sconfitta della Juventus contro l’Atletico Madrid. “Sono entrati con cattiveria sulle palle inattive perché loro riescono a stare dentro la partita anche quando non ci sono sussulti – spiega Allegri -. Abbiamo possibilità di ribaltarla, bisogna avere fiducia, non bisogna piangersi addosso. Sapevamo che sarebbe stata difficile: l’Atlético è forte”. Secondo l’allenatore della Juve, “hanno inciso tante cose, nella ripresa abbiamo sbagliato. C’è delusione, ma capita che le squadre perdano la prima. Non sarà semplice, ma ci vorrà una grande gara al ritorno, io sono comunque fiducioso”.
Ronaldo “serata difficile,ma crediamoci”Il portoghese sprona la Juventus dopo il ko con l’Atletico

TORINO21 febbraio 201909:05

– Un ritorno a Madrid così amaro non se l’aspettava nemmeno lui. Ma Cristiano Ronaldo sprona la Juventus, battuta dall’Atletico con due gol segnati dai difensori Gimenez e Godin, a programmare la rimonta. “È stata una serata difficile – scrive su Instagram- ora crediamoci #fino alla fine”.
Juve, Szczesny “diamo tutto nel ritorno”Portiere: “la nostra squadra non si arrende mai”

TORINO21 febbraio 201909:08

– “Abbiamo bisogno di dare tutto nella seconda partita. Questa squadra non molla mai”. Szczesny, decisivo due volte contro il campione del mondo Griezmann ieri al Wanda Metropolitano di Madrid, ma poi costretto ad arrendersi ai colpi di Gimenez e Godin, cerca di ricaricare la Juventus dopo il ko contro l’Atletico.
Esultano spagnoli,’Atletico divora Juve’Stampa iberica scatenata dopo vittoria madrileni sui bianconeri

21 febbraio 201909:36

– “Il migliore Atletico di quest’anno mette alle corde Cristiano Ronaldo”: titola così il quotidiano As dopo la netta vittoria dei madrileni per 2-0 sulla Juventus nella partita di andata degli ottavi di Champions. Anche l’altro quotidiano sportivo spagnolo ‘Marca’ titola a tutta pagina sul successo della formazione guidata da Diego Simeone: “Un superbo Atletico divora la Juventus” e aggiunge che la squadra “presenta la sua candidatura alla Champoions con una partita indimenticabile” e a tutta pagina sulla foto dei giocatori esultanti dopo la seconda rete scrive “que fieras”. Il ‘Mundo Deportivo’ definisce quella di ieri sera “una notte epica”, nella quale un Atletico “feroce manda al tappeto la Juventus”.
“Sport” scrive che l’Atletico Madrid “manda quasi ko Cristiano Ronaldo”.
Champions, Allegri “sfida da vivere”Tecnico Juve dà appuntamento al ritorno dopo 0-2 con Atletico

TORINO21 febbraio 201910:02

– “Una sfida da vivere, e vincere, tutti assieme. Fino alla fine”. Massimiliano Allegri crede nella rimonta e, dopo il 2-0 subito ieri sera dall’Atletico Madrid, dà appuntamento a tutti per il ritorno. “Venti giorni – scrive il tecnico della Juventus su Twitter – Venti giorni per essere pronti”.
Tav: Di Stefano, va fermata del tuttoSottosegretario M5S, opera costerebbe 7 miliardi a perdere

21 febbraio 201911:43

– La Tav “è un’opera che costerebbe a tutti gli italiani sette miliardi a perdere. Per noi è un’opera che va fermata del tutto”. Lo ha detto il sottosegretario agli Esteri, Manlio Di Stefano interpellato dai cronisti sulla Tav mentre lasciava palazzo Chigi prima che iniziasse il consiglio dei ministri.
Tav: Salvini, rivedere i costi ma avantiVoto di scambio? Renzi e Pd non sanno più a cosa attaccarsi

IGLESIAS21 febbraio 201911:56

– “L’obiettivo è rivedere il progetto, risparmiare dove si può risparmiare e andare avanti”. Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini sulla Tav, al suo arrivo questa mattina a Iglesias per un incontro elettorale in vista delle regionali di domenica prossima in Sardegna. E sull’accusa di voto di scambio mossa da Matteo Renzi, il leader della Lega ribatte: “Renzi e il Pd mi fanno tenerezza, non sanno più a cosa attaccarsi. Non commento, non perdo tempo a commentare le sciocchezze del Pd”.
Torino, stop diesel Euro4 fino lunedìIn vigore anche le misure a carattere permanente

SATORINO21 febbraio 201913:09

– Prosegue fino a lunedì 25 febbraio l’applicazione a Torino del primo livello emergenziale – il cosiddetto livello arancio – delle misure antismog concordate tra Regioni e grandi Città del Nord Italia. Fermi in garage dalle 8 alle 19 i diesel Euro4, con orario ridotto (8,30-14, 16-19) per i mezzi commerciali.
In vigore anche le misure a carattere permanente, con il blocco totale degli Euro0 di qualsiasi tipo (0-24, sette giorni su sette) e parziale dei diesel Euro1, 2 e 3 dalle ore 8 alle ore 19 – dalle ore 8.30 alle ore 14 e dalle ore 16 alle ore 19 per i veicoli commerciali – dal lunedì al venerdì.

PIEMONTE

Visita madre in Italia, preso latitante
Da anni residente in Spagna, carabinieri ne seguono tracce su Fb

21 febbraio 201913:04

– I carabinieri della compagnia di Ivrea hanno arrestato Fabio Borria, 46 anni, residente a Scarmagno, ricercato in quanto deve scontare una condanna a un anno e otto mesi di reclusione per concorso in furto aggravato, reato commesso a Cintano nel 2005.
L’uomo, da anni domiciliato in Spagna per sottrarsi all’arresto, ha lavorato per diverso tempo come pizzaiolo e non ha mancato di pubblicare le proprie foto su Facebook. Proprio dal suo profilo sono partite le indagini dei carabinieri di Castellamonte che hanno scoperto un viaggio in Italia del 46enne per incontrare l’anziana madre residente a San Giorgio Canavese.
Quando il ricercato è uscito dalla casa della donna è stato immediatamente bloccato dai militari e arrestato.
‘Rimpiattino contro lo spreco alimentareCartoni d’autore per portare a casa il cibo non consumato

TORINO21 febbraio 201913:02

– Arriva nei ristoranti torinesi Rimpiattino: la vecchia Doggy bag diventa un colorato cartone d’autore per portare a casa gli alimenti ordinati e non consumati. L’iniziativa ‘antispreco’ è di Fipe e Comieco, che distribuiranno i Rimpiattini in mille ristoranti in Italia, con altri 30.000 pronti ad aderire. A Torino la prima fornitura del kit sarà omaggio a 15 ristoranti.
Secondo i dati di Fipe – illustrati dal vice direttore generale Luciano Sbraga – l’80% dei ristoratori considera il problema dello spreco di cibo rilevante. Il 55% spiega che i clienti non mangia tutto quello che ha ordinato ma raramente chiede di poter portare via gli alimenti non consumati e il vino: il motivo principale è l’imbarazzo (55%), seguito da scomodità (19,5%) o indifferenza (18,3%). “Torino, prima città del Nord in cui arriva Rimpiattino, si conferma capitale del gusto anche per il servizio sempre più attento offerto dai ristoratori alle famiglie torinesi e ai turisti”, spiega la presidente dell’Ascom Maria Luisa Coppa.
Al Carignano Il piacere dell’onestàLiliana Cavani torna a lavorare con Geppy Gleijeses

TORINO21 febbraio 201913:17

– Debutta martedì 26 febbraio, al Teatro Carignano di Torino, Il piacere dell’onestà di Luigi Pirandello, spietata analisi delle convenienze e delle ipocrisie borghesi. L’allestimento è firmato da Liliana Cavani che, dopo il successo di Filumena Marturano, torna a lavorare con Geppy Gleijeses. La regista insiste sul concetto di mistero: misterioso è il passato di Baldovino, misterioso l’intreccio di colpe che lega i personaggi, misteriosa la natura umana. La pièce è ispirata alla novella Tirocinio, in scena per la prima volta nel 1917 al Carignano di Torino (in sala un recensore d’eccezione: Antonio Gramsci).
Con Geppy Gleijeses ci sono Vanessa Gravina, Tatiana Win Teler, Leandro Amato, Maximilian Nisi, Mimmo Mignemi, Brunella De Feudis. Scene di Leila Fteita, costumi di Lina Nerli Taviani, musiche di Theo Teardo, luci di Luigi Ascione. Il piacere dell’onestà, prodotto da Gitiesse – Artisti Riuniti e dal Teatro della Toscana – Teatro Nazionale, sarà in scena al Carignano fino a domenica 10 marzo.
Muore neonato,ospedale ‘era nella norma’Direttore Pediatria Maria Vittoria, esame medico stato obiettivo

TORINO21 febbraio 201913:21

– “È stato un esame obiettivo e i parametri vitali erano tutti nella norma: una situazione che non lasciava presagire una evoluzione così drammatica”. Così il dottor Savino Santovito, Direttore della Pediatria dell’ospedale Maria Vittoria di Torino, sul bimbo di 20 giorni visitato per una rinite e morto, una volta tornato a casa, per broncopolmonite.
“In attesa del referto autoptico e delle risultanze microbiologiche – spiega – possiamo dire che il bimbo è stato portato all’ospedale per tosse e riferita difficoltà respiratoria nella notte, dopo aver assunto il latte”. Il direttore sottolinea che non c’è stato “nessun riferimento ad eventuali svenimenti o perdite di coscienza del piccolo né a temperatura febbrile” e che “il medico ha eseguito l’esame obiettivo del paziente, descrivendo buone condizioni generali”.
Sulla vicenda, la Procura di Torino ha aperto un fascicolo, al momento a carico di ignoti, per omicidio colposo.
Torino, scooter green per vigili urbaniMesso a disposizione da MiMoto, servizio funziona sotto la Mole

TORINO21 febbraio 201914:20

– I vigili urbani di Torino possono contare, in particolare per i servizi nelle aree verdi e pedonali, su uno scooter elettrico messo a disposizione in comodato d’uso gratuito da MiMoto. Il mezzo è stato consegnato oggi alla polizia municipale. “Il servizio di scooter sharing elettrico è uno strumento importante – sottolinea la sindaca Chiara Appendino – che unisce diverse sfide, mobilità sostenibile, nuove tecnologie, condivisione dei mezzi di trasporto, riduzione dell’occupazione dello spazio pubblico da parte di mezzi privati, collaborazione sul tema della sicurezza. Quello di oggi è un passo in questa direzione”.
Da settembre i 150 veicoli MiMoto hanno percorso 215mila chilometri sotto la Mole. La flotta, annuncia Vittorio Muratore, cofondatore della start up, “arriverà a 400 scooter in primavera. Aumenteremo anche l’area cittadina in cui trovarli”.
Al momento sono circa 20 mila i torinesi che utilizzano gli scooter MiMoto alimentati con energia 100% green e made in Italy fornita da Iren.
A Ginevra Mole Costruzione ArtigianaleLa due posti di Up Design e Adler Group affiancherà one-off Alfa

TORINO21 febbraio 201916:37

– Si chiama Almas, nome leggendario che significa selvaggio, la nuova Mole Costruzione Artigianale, la due posti che l’industriale Paolo Scudieri, presidente di Adler Group e lo stilista Umberto Palermo, fondatore di Umberto Palermo Design e di Mole Costruzione Artigianale, presenteranno al Motor Show di Ginevra. E’ la loro seconda creatura dopo la one-off Alfa Romeo Costruzione Artigianale, che la affiancherà nello stand Mole Automobiles.
Almas è una due posti, con motore centrale e predisposto ad accogliere tecnologia a idrogeno, lunga 4730 mm, larga 1980 mm, alta 1218 mm, con passo 2600 mm. Le prestazioni verranno svelate con il lancio. E’ prevista la motorizzazione con classico propulsore termico. Il telaio è completamente in carbonio, la carrozzeria è laccata di un rosso Mole. Sulla calandra anteriore spicca lo scultoreo logo a forme di mole con trascritti i cognomi di Scudieri e Palermo, per mettere in evidenza la fusione tra matita e industria.
Toninelli, 2 settimane per soluzione TavMa basta parlarne, cittadini vogliono sentire altri progetti

21 febbraio 201916:58

– “Massimo due settimane comunicheremo la soluzione. Troveremo una soluzione con gli alleati di governo”. Così risponde Danilo Toninelli a una domanda sulla Tav all’uscita del Senato. “Basta parlare di Tav, i cittadini vogliono sentir parlare di tanti altri progetti”, aggiunge.
Lione: anche Vieira per la panchinaNel caso in cui a fine stagione Genesio venisse licenziato

21 febbraio 201917:26

– Patrick Vieira, ex centrocampista di Milan, Inter e Juve, attuale allenatore del Nizza, è fra i papabili alla successione di Bruno Genesio sulla panchina del Lione. L’Olympique, che martedì ha inchiodato il Barcellona sullo 0-0 nell’andata degli ottavi di Champions League, solo in caso di mancata qualificazione alla prossima edizione del prestigioso torneo continentale, potrebbe cambiare guida tecnica a fine stagione.
Basket: cessione Auxilium, Leonis valutaPunto cruciale è sostenibilità,”nell’interesse di ambo le parti”

TORINO21 febbraio 201917:34

– Resta in piedi la trattativa per il passaggio a Leonis Group dell’Auxilium Torino. Dall’analisi della situazione contabile della società, aggiornata al 14 febbraio, è emersa una “situazione economico-finanziaria differente da quella emersa nella prima fase delle trattative”, precisa in una nota Leonis, che “si riserva di valutare l’attuale sostenibilità finanziaria dell’operazione. Tutto ciò nell’interesse di entrambe le parti – si legge ancora – di non procrastinare una trattativa senza i necessari requisiti”.
Sacchi: Simeone? Ammiro chi dà tuttoSulla sconfitta della Juve: “In Europa vince calcio offensivo”

21 febbraio 201917:42

– “Ammiro le persone che danno la vita nelle attività che svolgono. E Simeone è uno di questi, il suo calcio non è così armonioso, ma ha grande entusiasmo e generosità, sono degli eroi”: lo dice Arrigo Sacchi, a un Giorno da Pecora su RadioRai, intervenendo sulle polemiche per l’esultanza volgare del tecnico argentino al primo gol nella vittoria del suo Atletico sulla Juve. “La sconfitta dei bianconrei mi ha sorpreso – ha aggiunto entrando nel merito del risultato – La Juve sembra sempre abbastanza parsimoniosa, come se volesse risparmiare per poi dare il massimo. In Europa, però, si vince con il calcio offensivo, di dominio”.
Tav: ok Camera a mozione maggioranzaRidiscutere integralmente il progetto

21 febbraio 201919:39

– L’Aula della Camera approva la mozione di M5S e Lega sulla Tav. Il testo, passato a Montecitorio con 261 voti a favore, 136 contrari e due astenuti, impegna tra l’altro il governo a “ridiscutere integralmente il progetto della linea Torino-Lione, nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia”.
Sassi contro tifosi Torino, 4 feritiA Sesto San Giovanni dopo la Supercoppa Primavera con l’Inter

MILANO21 febbraio 201918:26

– “Volevamo rubare la bandiera del Torino”. Queste le parole di un tifoso, fermato dalla polizia ieri sera, che faceva parte di un gruppo di una quindicina di ultrà che ha preso a sassate un minivan con quattro tifosi del Torino dentro, alla fine della finale di Supercoppa Primavera Inter-Torino allo Stadio Breda di Sesto San Giovanni (Milano). I quattro granata sono usciti dal mezzo con lesioni lievi e non hanno voluto far refertare le loro condizioni nell’immediato, riservandosi di farlo una volta rientrati a casa. Individuato uno degli aggressori, che in realtà non è interista ma appartiene alla Curva Sud del Milan. La sua posizione è ancora al vaglio degli inquirenti ma è probabile che per il ragazzo, che in commissariato ha ammesso le sue responsabilità, scatterà una denuncia per danneggiamento. Gli investigatori stanno lavorando per risalire agli altri responsabili.
Sistema imprese, pronti a fermo attivitàNon cediamo passo a chi vuol distruggere nostro futuro

TORINO21 febbraio 201919:46

– “Un fermo delle attività produttive, d’accordo coi lavoratori, per dire che il sistema delle imprese e del lavoro non cede il passo a chi vuole distruggere il nostro futuro”. Così il presidente di Api Torino, Corrado Alberto, sulla mozione Lega-M5S che impegna il governo a ridiscutere la Torino-Lione. “Un fermo delle nostre attività – dice, significherebbe un fermo nella produzione di ricchezza, occupazione, benessere, futuro per milioni di persone. E’ questo che vuole chi governa?”.
“Quanto sta accadendo – dice ancora Alberto – indica chiaramente che i palazzi della politica non hanno ancora compreso il significato vero delle nostre richieste e delle nostre posizioni. Noi non giochiamo con gli appuntamenti elettorali e tanto meno con le opinioni delle persone e non vendiamo insani sogni di un futuro migliore basato su una decrescita che significa in realtà recessione”.
Recuperate dal fiume Po decine di biciDiversi i mezzi del bike-sharing. Operazioni proseguiranno

TORINO21 febbraio 201920:57

– Decine di biciclette sono state recuperate, oggi a Torino, dalle acque del fiume Po dagli agenti del servizio fluviale della polizia municipale. Tra queste c’erano diversi mezzi del bike-sharing. L’operazione è scattata a seguito delle numerose segnalazioni dei cittadini che hanno notato le bici nell’acqua. I controlli si sono concentrati nella zona dei Murazzi e nei prossimi giorni verranno effettuati nei pressa della diga all’altezza del ponte Vittorio Emanuele II e nella zona del parco del Valentino.
Thyssen, anche Cafueri lascia carcereCondannato per il rogo, affidato ai servizi sociali

TORINO21 febbraio 201921:07

– E’ libero dallo scorso dicembre Cosimo Cafueri, ex responsabile della sicurezza dello stabilimento ThyssenKrupp. Era stato condannato a 6 anni e 8 mesi, con l’accusa di omicidio colposo plurimo, per il rogo dello stabilimento torinese in cui il 6 dicembre 2007 persero la vita sette operai. Lo ha stabilito il Tribunale di Sorveglianza di Torino accogliendo un’istanza degli avvocati Guglielmo Giordanengo, Maurizio Anglesio e Francesco Dassano.
A Cafueri, in carcere dal 14 maggio 2016, rimanevano meno di quattro anni di detenzione, condizione per poter richiedere questa pena alternativa. Secondo i giudici non è socialmente pericoloso e in carcere ha tenuto un comportamento corretto.
Sconterà il resto della pena come volontario della Croce Rossa, ma dovrà rimanere a casa dalle 22 di sera alle 7 del mattino. A ottobre anche Marco Pucci, ex consigliere Thyssen condannato a 6 anni e 10 mesi e detenuto a Terni, aveva ottenuto questa possibilità dal Tribunale di Sorveglianza di Spoleto.
Chiamparino, M5S-Lega pregiudicano TavGovernatore critica mozione approvata oggi dalla maggioranza

TORINO21 febbraio 201921:10

– Con il voto che ha approvato la mozione di maggioranza sulla Torino-Lione, oggi alla Camera, “Lega e 5Stelle, pregiudicano sempre più seriamente la Tav. Il blocco dei lavori salva il governo e mette in un angolo il Piemonte, che vuole crescere e non essere vittima delle pantomime elettorali della maggioranza”. E’ il commento di Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte.
“I palazzi della politica non sono tutti uguali – ha proseguito Chiamparino – Siamo a fianco delle forze economiche e sociali, della società civile che protestano contro questa decisione. Dal canto mio, se il blocco dei lavori permarrà, chiederò al Consiglio regionale di indire una consultazione popolare sulla TAV in modo che i piemontesi possano pronunciarsi liberamente”.
Arrestato l’imprenditore Ezio BigottiAi domiciliari anche ex tecnico Eni, accusati di corruzione

MESSINA22 febbraio 201906:36

– I finanzieri del Comando Provinciale di Messina stanno eseguendo due provvedimenti di arresti domiciliari nei confronti di Ezio Bigotti, imprenditore piemontese, presidente del gruppo STI aggiudicatario di numerose commesse della Centrale acquisti del Tesoro (Consip) e di Massimo Gaboardi, ex tecnico petrolifero Eni. Sono accusati di corruzione in atti giudiziari e falso ideologico commesso da pubblico ufficiale. Il procedimento è legato all’inchiesta della Procura di Messina, guidata da Maurizio de Lucia, sul cosiddetto “Sistema Siracusa” che, a febbraio dell’anno scorso, ha portato all’arresto di 13 persone accusate di far parte di un “comitato di affari” capace di condizionare indagini e procedimenti giudiziari. L’indagine coinvolse, oltre all’ex pm di Siracusa Giancarlo Longo, gli avvocati Piero Amara e Giuseppe Calafiore che da mesi collaborano coi magistrati.         

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI

DALLE 23:00 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 12:58 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Highlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

Conferenza Stampa Allegri post Atletico Madrid vs Juventus

Allegri «Non sarà semplice, ma bisogna pensare di poterla ribaltare»

Chiellini «Stiamo calmi e resettiamo»

#JUVENTUSTV Puntata 68, Sivori e Charles, che coppia!

Da bordocampo Atletico Madrid vs Juventus 21 Feb 2019

Juventus Women vs Tavagnacco Rewind 21 Feb 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:09 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 12:00 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus Tv è pronta per la Champions
20.02.2019 17:09 – in: UCL
Juventus Tv è pronta per la Champions

Alle 20 si accende la diretta di J Champions Time, commenti, opinioni, news e collegamenti dal Wanda Metropolitano. In studio, la leggenda bianconera Roberto Bettega.
«È il primo di due match con l’Atletico Madrid e dobbiamo porre le basi per passare il turno», Massimiliano Allegri, come tutta squadra, è pronto per la sfida del Wanda Metropolitano.
Anche Juventus Tv è pronta e già alle 20 si accenderà per l’attesissima diretta di J Champions Time. Il programma che introduce e segue tutte le partite di UEFA Champions League con commenti, opinioni, news e continui collegamenti dal teatro della sfida.
Per l’occasione, stasera il parterre della nostra piattaforma ufficiale s’arricchisce della competenza della leggenda bianconera, Roberto Bettega, dell’arbitro internazionale di volley, Marco Braico.
Juventus Tv è live anche nell’immediato post-partita con commenti, approfondimenti e continui collegamenti dalla mix-zone del Wanda Metropolitano per le interviste esclusivee le conferenze stampa dei due mister.
E per chi si fosse perso la diretta, Atletico-Juve sarà disponibile in versione integrale già da mezzanotte, ottimizzata per tutti i dispositivi e quindi fruibile ovunque.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Gimenez e Godin decidono l’andata
20.02.2019 23:00 – in: Match Report
Gimenez e Godin decidono l’andata

Al Wanda Metropolitano l’Atletico vince 2-0, firmando il doppio vantaggio in cinque minuti nella ripresa
Che al Wanda Metropolitano sarebbe stata dura si sapeva, ma era forse lecito sperare in un esito diverso della gara di andata contro l’Atletico, specie dopo un primo tempo chiuso a reti bianche ne quale la Juve, nei primi minuti, era anche stata più pericolosa dei padroni di casa. E invece nella ripresa, in cinque minuti, la strada per la qualificazione ai quarti d Champions si fa improvvisamente in salita per i bianconeri che subiscono un micidiale uno-due firmato Gimenez e Godin e non riescono, nonostante il forcing finale, a lasciare il segno.
JUVE SUBITO PERICOLOSA
Il copione della gara è subito evidente: l’Atletico punta sulle ripartenze di Griezmann e lascia il palleggio alla Juve, che nei primi minuti studia gli avversari e prova a colpire con Ronaldo. CR7 si procura una punizione e spara un siluro da oltre venticinque metri che Oblak riesce a intercettare. Va vicino al gol anche Bonucci, che incorna alto un cross dalla bandierina di Pjanic, mentre i colchoneros si fanno vedere con il rasoterra dalla distanza di Thomas, bloccato da Szczesny.
DIFESE BLOCCATE
La gara vive di fiammate improvvise, ma l’impressione è che entrambe le squadre badino soprattutto a non scoprirsi, anche perché ogni disattenzione potrebbe essere letale. L’esempio più lampante arriva al 27′, quando Diego Costa se ne va sulla sinistra e De Sciglio, inciampando, lo tocca e commette fallo. Il signor Zwayer indica subito il dischetto, ma il VAR segnala che il contatto è avvenuto fuori area e la punizione che ne consegue, battuta da Griezmann viene messa in angolo da Szczesny. Dybala risponde impegnando Oblak con un sinistro dal limite, ma non è per nulla facile trovare un varco quando le difese sono schierate.
ATLETICO A TESTA BASSA
Il possesso palla bianconero fatica a superare la diga eretta dagli spagnoli, che invece, al 5′ della ripresa, sono pericolosissimi: Diego Costa riceve da Griezzmann e punta l’area inseguito dal solo Bonucci, ma al momento del tiro colpisce male e mette a lato, graziando Szczesny. Il portiere è salvifico poco dopo, quando riesce a deviare sulla traversa il tocco all’indietro di De Sciglio che, per anticipare Griezmann, rischia un clamoroso autogol. Ora che l’Atletico produce il massimo sforzo, è la Juve a doversi chiudere e Simeone per avere ancora più rapidità in avanti inserisce Morata e Lemar per Diego Costa e Thomas, quindi Correa al posto di Koke. La legge dell’ex colpisce al 25′, quando Morata  incorna il traversone di Felipe Luis alle spalle di Szczesny, ma per liberarsi spinge in modo vistoso Chiellini e dopo aver consultato il VAR il signor Zwayer, che inizialmente aveva concesso il gol, annulla.
GIMENEZ E GODIN, DUE GOL IN CINQUE MINUTI
Allegri opera il primo cambio richiamando Pjanic e mandando in campo Emre Can, che si sistema davanti alla difesa, ma a forza di insistere i colchoneros passano. La difesa bianconera non riesce a liberare su un angolo di Griezmann e Gimenez si ritrova il pallone sui piedi a due passi dall’area piccola e può comodamente infilare il vantaggio. Allegri inserisce Bernardeschi per Dybala, ma ora la Juve è in difficoltà, perché l’Atletico, spinto dai 67.000 del Wanda Metropolitano insiste e passa ancora, sfruttando nuovamente una palla inattiva: anche la punizione di Griezmann non viene liberata a dovere e Godin, dopo un primo tentativo ribattuto, piazza il tap in che complica, non poco, il discorso qualificazione per i bianconeri. Tutti i tentativi di riaprire la partita, come il sinistro di Bernardeschi alzato sopra la traversa da Oblak, vengono rispediti al mittente e anche l’ingresso di Cancelo per Matuidi non dà i frutti sperati. A Torino, il 12 marzo, servirà la miglior Juve.
ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

RETI:  Gimenez 33′ st, Godin 38′ st
ATLETICO MADRID
Oblak; Juanfran, Giménez, Godin, Filipe Luis; Saul, Thomas (16′ st Lemar), Rodri, Koke (22′ sta Correa); Diego Costa (13′ st Morata), Griezmann
A disposizione: Adan, Savic, Arias, Kalinic
Allenatore: Simeone

JUVENTUS
Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (28′ st Emre Can), Matuidi (39′ st Cancelo); Dybala (35′ st Bernardeschi), Mandzukic, Ronaldo
A disposizione: Perin, Caceres, Rugani, Spinazzola
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Zwayer (GER)
ASSISTENTI: Schiffner (GER), Achmüller (GER)
QUARTO UFFICIALE: Welz (GER)
VAR: Dankert (GER), Stegemann (GER)

AMMONITI: 8′ pt Diego Costa, 48′ pt Thomas, 10′ st Alex Sandro, 44′ st Griezmann. GUARDA IN ESCLUSIVA Highlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, le interviste
20.02.2019 23:15 – in: UCL
Atletico-Juve, le interviste

Le dichiarazioni dei bianconeri al termine della sfida del Wanda Metropolitano
Due gol subiti in cinque minuti e qualificazione che si fa complicata, ma non impossibile. A Torino, il 12 marzo, la Juve proverà a ribaltare il 2-0 subito in Spagna e i bianconeri, al temine della gara di andata contro l’Atletico, sono già proiettati al ritorno. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dopo la gara.
CHIELLINI
«Gli episodi cambiano le partite e siamo stati puniti sui calci piazzati. Dovremo stare più attenti, ma stiamo calmi e resettiamo, perché Torino possiamo farcela. Mancano tre settimane, vinceremo al ritorno» GUARDA IN ESCLUSIVA Chiellini «Stiamo calmi e resettiamo»

BERNARDESCHI
«Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e non è andata come speravamo, ma fortunatamente c’è il ritorno. Sicuramente bisognerà far meglio il ritorno, non commettendo gli errori di oggi. Abbiamo preso due gol uguali su rimpalli ripresi e in questi casi qualche disattenzione c’è, anche se loro sono molto forti sulle palle inattive. Il 2-0 è un risultato importante per l’Atletico, ma in casa nostra possiamo giocarcela e ribaltarlo. Abbiamo 90 minuti per restare in Champions».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il commento di Mister Allegri
20.02.2019 23:45 – in: UCL
Il commento di Mister Allegri

«Abbiamo sbagliato il secondo tempo: a Torino ci vorrà una grande partita, non perdiamo la fiducia»
Questa la disamina di Mister Massimiliano Allegri a termine della partita: «Abbiamo giocato un brutto secondo tempo, commettendo l’errore di andare dietro a loro – Spiega – Già avevamo rischiato su un contropiede e su una palla persa, ma il dato è che nel secondo tempo non abbiamo fatto un tiro in porta».
Sui meriti dell’Atletico: «Sono più abituati di noi a giocare partite di questo tipo: sono rimasti dentro la gara anche se non c’erano grandi sussulti, mentre noi abbiamo sbagliato. Comunque, peggio del secondo tempo non potevamo fare, quindi dobbiamo avere fiducia per il ritorno. Sapevamo che l’Atletico ti fa giocare “male”, e per batterli occorre stare sopra ritmo».
Sul ritorno: «Adesso c’è delusione, ma bisogna pensare di poterla ribaltare. Non sarà semplice, occorrerà una grande partita, in cui dovremo essere bravi a muovere di più ilgioco. Restando ordinati, cosa che questa sera non abbiamo fatto, anche dopo aver subito il secondo gol, e infatti abbiamo ancora rischiato. Comunque il 2-0 si può ribaltare, è inutile piangersi addosso». GUARDA IN ESCLUSIVA Conferenza Stampa Allegri post Atletico Madrid vs Juventus

Allegri «Non sarà semplice, ma bisogna pensare di poterla ribaltare»

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, Talking Points
21.02.2019 10:00 – in: UCL
Atletico-Juve, Talking Points
Alcune statistiche sulla gara di Champions League a Madrid
Arriva uno stop europeo per la Juve.
A Madrid vince l’Atletico, nella prima delle due sfide valide per gli ottavi di finale.
Ecco i dati del match.
Generale
Possesso
36,9%
36,9%
63,1%
63,1%
% Duelli vinti
53,3%
53,3%
46,7%
46,7%
Duelli aerei vinti
54,8%
54,8%
45,2%
45,2%
Intercetti
13
13
10
10
Fuorigioco
1
1
0
0
Corner
8
8
7
7
Distribuzione
Passaggi
312
312
543
543
Passaggi lunghi
57
57
53
53
Precisione passaggi (%)
73,1%
73,1%
86,9%
86,9%
Precisione passaggi metà avv. (%)
64,9%
64,9%
78,6%

78,6%
Cross
19
19
16

16
Precisione cross
26,3%
26,3%
18,8%

18,8%
Attacco
Gol
2
2
0
0
Tiri
13
13
14
14
Tiri nello specchio
5
5
3
3
Tiri ribattuti
3
3
3
3
Tiri da fuori area
5
5
8
8
Tiri da dentro l’area
8
8
6
6
Precisione al tiro (%)
38,5%
38,5%
21,4%

21,4%
Difesa
Contrasti
14
14
6
6
% di contrasti vinti
64,3%
64,3%
83,3%
83,3%
Respinte difensive
19
19
24
24
Disciplina
Falli fatti
12
12
16
16
Cartellini gialli
3
3
1
1
Cartellini rossi
0
0
0

0
L’ANALISI DEI NUMERI
La Juventus ha giocato molti più palloni dell’Atletico, come testimonia lo schema sopra. Ha prevalso anche nella percentuale di palle utili e nel numero di passaggi. Non a caso, i primi sei giocatori di questa partita per numero di palloni giocati sono della Juventus.
Ma l’Atletico è stato più incisivo. Come testimoniano i dati che seguono.
LE GIOCATE UTILI IN AREA AVVERSARIA
L’analisi della fase offensiva mostra un dato su tutti, che può essere una delle chiavi di lettura del match: le giocate utili in area avversaria. L’Atletico ha prevalso, così come per quanto riguarda i tiri da dentro l’area.
I NUMERI DI LEO E GIORGIO
Leonardo Bonucci ha giocato la sua 500ª partita in carriera con i club.
Giorgio Chiellini è diventato il quarto giocatore più presente in Champions League/Coppa dei Campioni con la Juventus (69 partite).
ATTENZIONE AI CALCI PIAZZATI…
Sei degli ultimi sette gol subiti dalla Juventus in Champions League sono arrivati sugli sviluppi di calcio piazzato.
UNA STATISTICA DA SFATARE AL RITORNO
L’Atletico Madrid è l’unica squadra affrontata più di una volta in Champions League contro cui la Juventus non è riuscita a trovare il gol. Finora.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO AMPIA SINTESI DI ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

SINTESI ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO CON AMPIA SINTESI DEL MATCH E LA CRONACA TESTUALE DELLA PARTITA

ANDATA OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE WANDA METROPOLITANO ORE 21:00 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

SI AFFRONTANO ATLETICO MADRID-JUVENTUS

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

LA CRONACA:

Gimenez e Godin decidono l’andata

tropolitano l’Atletico vince 2-0, firmando il doppio vantaggio in cinque minuti nella ripresaChe al Wanda Metropolitano sarebbe stata dura si sapeva, ma era forse lecito sperare in un esito diverso della gara di andata contro l’Atletico, specie dopo un primo tempo chiuso a reti bianche ne quale la Juve, nei primi minuti, era anche stata più pericolosa dei padroni di casa. E invece nella ripresa, in cinque minuti, la strada per la qualificazione ai quarti d Champions si fa improvvisamente in salita per i bianconeri che subiscono un micidiale uno-due firmato Gimenez e Godin e non riescono, nonostante il forcing finale, a lasciare il segno.JUVE SUBITO PERICOLOSAIl copione della gara è subito evidente: l’Atletico punta sulle ripartenze di Griezmann e lascia il palleggio alla Juve, che nei primi minuti studia gli avversari e prova a colpire con Ronaldo. CR7 si procura una punizione e spara un siluro da oltre venticinque metri che Oblak riesce a intercettare. Va vicino al gol anche Bonucci, che incorna alto un cross dalla bandierina di Pjanic, mentre i colchoneros si fanno vedere con il rasoterra dalla distanza di Thomas, bloccato da Szczesny.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

DIFESE BLOCCATELa gara vive di fiammate improvvise, ma l’impressione è che entrambe le squadre badino soprattutto a non scoprirsi, anche perché ogni disattenzione potrebbe essere letale. L’esempio più lampante arriva al 27′, quando Diego Costa se ne va sulla sinistra e De Sciglio, inciampando, lo tocca e commette fallo. Il signor Zwayer indica subito il dischetto, ma il VAR segnala che il contatto è avvenuto fuori area e la punizione che ne consegue, battuta da Griezmann viene messa in angolo da Szczesny.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

Dybala risponde impegnando Oblak con un sinistro dal limite, ma non è per nulla facile trovare un varco quando le difese sono schierate.ATLETICO A TESTA BASSAIl possesso palla bianconero fatica a superare la diga eretta dagli spagnoli, che invece, al 5′ della ripresa, sono pericolosissimi: Diego Costa riceve da Griezzmann e punta l’area inseguito dal solo Bonucci, ma al momento del tiro colpisce male e mette a lato, graziando Szczesny. Il portiere è salvifico poco dopo, quando riesce a deviare sulla traversa il tocco all’indietro di De Sciglio che, per anticipare Griezmann, rischia un clamoroso autogol. Ora che l’Atletico produce il massimo sforzo, è la Juve a doversi chiudere e Simeone per avere ancora più rapidità in avanti inserisce Morata e Lemar per Diego Costa e Thomas, quindi Correa al posto di Koke.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

La legge dell’ex colpisce al 25′, quando Morata  incorna il traversone di Felipe Luis alle spalle di Szczesny, ma per liberarsi spinge in modo vistoso Chiellini e dopo aver consultato il VAR il signor Zwayer, che inizialmente aveva concesso il gol, annulla.GIMENEZ E GODIN, DUE GOL IN CINQUE MINUTIAllegri opera il primo cambio richiamando Pjanic e mandando in campo Emre Can, che si sistema davanti alla difesa, ma a forza di insistere i colchoneros passano. La difesa bianconera non riesce a liberare su un angolo di Griezmann e Gimenez si ritrova il pallone sui piedi a due passi dall’area piccola e può comodamente infilare il vantaggio. Allegri inserisce Bernardeschi per Dybala, ma ora la Juve è in difficoltà, perché l’Atletico, spinto dai 67.000 del Wanda Metropolitano insiste e passa ancora, sfruttando nuovamente una palla inattiva: anche la punizione di Griezmann non viene liberata a dovere e Godin, dopo un primo tentativo ribattuto, piazza il tap in che complica, non poco, il discorso qualificazione per i bianconeri. Tutti i tentativi di riaprire la partita, come il sinistro di Bernardeschi alzato sopra la traversa da Oblak, vengono rispediti al mittente e anche l’ingresso di Cancelo per Matuidi non dà i frutti sperati. A Torino, il 12 marzo, servirà la miglior Juve.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

RETI:  Gimenez 33′ st, Godin 38′ st
ATLETICO MADRIDOblak; Juanfran, Giménez, Godin, Filipe Luis; Saul, Thomas (16′ st Lemar), Rodri, Koke (22′ sta Correa); Diego Costa (13′ st Morata), Griezmann
A disposizione: Adan, Savic, Arias, Kalinic
Allenatore: Simeone

JUVENTUSSzczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (28′ st Emre Can), Matuidi (39′ st Cancelo); Dybala (35′ st Bernardeschi), Mandzukic, Ronaldo
A disposizione: Perin, Caceres, Rugani, Spinazzola
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Zwayer (GER)
ASSISTENTI: Schiffner (GER), Achmüller (GER)
QUARTO UFFICIALE: Welz (GER)
VAR: Dankert (GER), Stegemann (GER)
AMMONITI: 8′ pt Diego Costa, 48′ pt Thomas, 10′ st Alex Sandro, 44′ st Griezmann

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO DELL’AMPIA SINTESI DELLA PARTITA IN ESCLUSIVAHighlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE COSTANTEMENTE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI

DALLE 07:00 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

ALLE 17:34 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI, IN ESCLUSIVA

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

La conferenza stampa di Pjanic ed Allegri vigilia di Atletico Madrid-Juventus

Allegri presenta la sfida di Madrid 19 Feb 2019

Pjanic «Dovremo giocare bene tecnicamente» 19 FEB 2019

J Champions Tour Atletico Madrid vs Juventus 19 Feb 2019

Highlights Siena vs Juventus U23 19 Feb 2019

Francesco Baldini «Mi aspetto un’ottima partita» 19 Feb 2019

#JUVENTUSTV Puntata 66, nasce un nuovo supereroe 19 Feb 2019

#JUVENTUSTV Puntata 67, a Marassi piovono gol 20 Feb 2019

L’allenamento dei Bianconeri live delle 11 e 45 di martedì 19 Febbraio 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:41 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

ALLE 17:09 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il Teatro Della Sfida: il Wanda Metropolitano
19.02.2019 06:41 – in: Serie A
Il teatro della sfida: il Wanda Metropolitano

Alla scoperta dello stadio dell’Atletico Madrid, teatro anche della prossima finale di Champions League.Alla scoperta del Wanda Metropolitano 18 Feb 2019

Forse non molti sanno che il modernissimo Wanda Metropolitano, stadio 5 stelle UEFA e recentemente nominato “Miglior Stadio al mondo” al World Football Summit 2018, è stato per tantissimi anni uno stadio abbandonato nella periferia di Madrid.
Inaugurato nel settembre del 2017 come nuova casa dell’Atletico Madrid, l’impianto risale in realtà al 1994, quando fu costruito, nella zona est della città, in preparazione ai Campionati del mondo di atletica leggera 1997, che alla fine si svolsero però ad Atene, e non a Madrid. Da quel momento, La Peineta, come veniva soprannominato per via della forma “a pettine” degli spalti, venne usato solo per qualche competizione sportiva di seconda fascia, diventando, di fatto, uno stadio abbandonato a partire dal 2004.
Nel 2011 l’Atletico Madrid lo individua come alternativa al Vicente Calderón, che, a causa della sua posizione (da un lato confina con il fiume Manzanares e da una parte è costeggiato da un’autostrada) non poteva essere ampliato. Dopo 6 anni di lavori, lo stadio ha acceso i riflettori il 16 settembre 2017, nella gara tra i Colchoneros e il Malaga, terminata 1 a 0, grazie a una rete di Antoine Griezmann, che passerà così alla storia come il primo marcatore di sempre al Wanda Metropolitano.
Il nome deriva da questioni di sponsorizzazione (“Wanda”) ed è anche un tributo al “Metropolitano”, ossia lo storico impianto che ospitava le gare dell’Atletico fino al trasloco al Vicente Calderón nel 1966. Con una capienza di circa 68.000 spettatori e una veste tecnologica, il “nuovo Peineta”, è uno dei gioielli del calcio europeo e mondiale, tanto da essere scelto come teatro della finale di Champions League 2019.
Quella di Champions non sarà però la prima finale per l’impianto, che nella scorsa stagione ha ospitato quella di Copa Del Rey tra Siviglia e Barcellona, terminata con il successo dei blaugrana e con l’applauso di tutti per Andres Iniesta, che, proprio in quell’occasione, ha timbrato la sua ultima presenza con il Barça.
La Juve non sarà la prima italiana a solcare il terreno del Wanda Metropolitano. Nella scorsa edizione della Champions League, i Colchoneros hanno affrontato la Roma, vincendo 2 a 0 nella gara casalinga (reti di Griezmann e Gameiro).
Una curiosità: prima del 2017, l’Atletico Madrid aveva già giocato in quello che sarebbe poi diventato il proprio fortino. Lo stadio aveva infatti ospitato ritorno di Supercopa de España del 1996 con il Barcellona, portando bene ai Colchoneros, che vinsero la sfida.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Q 10:23 JTC | LIVE: L’allenamento dei bianconeri ≣ 19. feb. 2019 – in: UCL JTC | LIVE: L’allenamento dei bianconeri La rifinitura della Juventus alla vigilia della partita contro l’Atletico GUARDA IL VIDEO IN ESCLUSIVA: L’allenamento dei Bianconeri live delle 11 e 45 di martedì 19 Febbraio 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

 

Youth League: Dinamo Kiev-Juve, Match Preview
19.02.2019 11:00 – in: Primavera
Youth League: Dinamo Kiev-Juve, Match Preview

Quello che c’è da sapere sulla sfida della nostra Primavera in Ucraina in UEFA Youth League
Sarà un appuntamento storico, quello della nostra Primavera, domani, 20 febbraio, alle 13 italiane (14 ucraine) contro la Dinamo Kiev. I bianconeri, esattamente come 2 anni fa, quando giocarono il playoff ad Amsterdam contro l’Ajax, avranno la possibilità di accedere per la prima volta agli ottavi di finale di UEFA Youth League.
Si gioca in gara secca, non è previsto match di ritorno.
COSI’ LE DUE SQUADRE IN UYL
Il meccanismo di questi playoff è il seguente: le otto seconde nella fase a gironi incontrano altrettante squadre provenienti dal percorso “Campioni Nazionali”. Le vincitrici di queste otto partite affronteranno, agli ottavi, le vincenti dei gironi.
La Juventus si è piazzata seconda nel suo raggruppamento, dietro il Manchester United, già qualificato quindi agli ottavi di finale.
La Dinamo, invece, accede al Playoff in virtù del percorso “Campioni Nazionali”, avendo vinto il campionato Ucraino. Infatti, a questo percorso hanno partecipato i vincitori dei campionati nazionali giovanili delle 32 federazioni più in alto nel ranking secondo il coefficiente UEFA per federazione del 2017. La squadra avversaria della Juve ha vinto 3 partite e ne ha pareggiata una, segnando nove reti e subendone 3.
Un precedente recente per la Dinamo contro una squadra italiana: si tratta dell’Inter, che nel 2017 ha vinto 3-0.
IL TEATRO DELLA SFIDA
Si gioca, come si diceva, alle 14 ucraine (le 13 italiane) allo stadio Dinamo, un impianto da quasi 17 mila posti, che spesso è stato sede delle partite della squadra locale, la Dinamo Kiev (la quale, però, è solita giocare anche allo Stadio Olimpico).
Nel 2002, l’impianto (costruito negli anni ’30) fu intitolato a Valerij Lobanovskyj, indimenticato calciatore e commissario tecnico, originario proprio di Kiev, scomparso il 13 maggio dello stesso anno all’età di 63 anni.
LE PAROLE DI GIANLUCA PESSOTTO E MISTER BALDINI

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

/
Juventus Women, le convocate per il ritorno di Coppa Italia
19.02.2019 16:00 – in: Women
Juventus Women, le convocate per il ritorno di Coppa Italia
Condividi con: 132
Le Bianconere chiamate da Rita Guarino per il ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia con il Tavagnacco
Domani, mercoledì 20 febbraio, le Juventus Women affrontano il Tavagnacco nel ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia a Vinovo (13:00 CET), con le Bianconere in vantaggio grazie al successo per 0-4 nella gara d’andata
Di seguito l’elenco completo:
9 Aluko
31 Bellucci
11 Bonansea
24 Bragonzi
17 Cantore
21 Caruso
19 Ekroth
6 Franco
3 Gama
33 Giordano
1 Giuliani
18 Glionna
16 Nick
15 Panzeri
14 Pedersen
30 Puglisi
12 Russo
25 Sikora.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Cerri al Cagliari a titolo definitivo
19.02.2019 16:40 – in: Comunicati Ufficiali
Cerri al Cagliari a titolo definitivo

Scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società sarda
Alberto Cerri è un giocatore del Cagliari a titolo definitivo. L’attaccante si era infatti trasferito in prestito al club rossoblu a inizio stagione, e dopo il verificarsi delle condizioni contrattuali inserite nell’accordo, è ora scattato l’obbligo di acquisizione definitiva.
Il comunicato:
Page 1
CESSIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE ALBERTO CERRI
Torino, 19 febbraio 2019 – Juventus Football Club S.p.A. comunica che, a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali, è scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società Cagliari Calcio S.p.A. del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Alberto Cerri a fronte di un corrispettivo di € 9 milioni pagabile nei prossimi tre esercizi.
Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 8,4 milioni. SCARICA IL COMUNICATO

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

La Juve è in Spagna
19.02.2019 18:19 – in: UCL
La Juve è in Spagna

I Bianconeri sono atterrati a Madrid, dove domani affronteranno l’Atletico negli ottavi di Champions League
La Juve è a Madrid e la missione Atletico Madrid si fa sempre più vicina. I Bianconeri, partiti dall’aeroporto di Torino Caselle dopo la rifinitura di questa mattina in Continassa, sono atterrati all’aeroporto “Barajas” di Madrid poco dopo le 18:00.
Dall’aeroporto della capitale, la Juventus si sposterà in direzione Wanda Metropolitano, dove i bianconeri potranno testare il terreno di gioco nel consueto walk around. Le conferenze stampa di entrambe le squadre, live su Juventus TV, concludono gli appuntamenti di giornata.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Allegri e Pjanic, l’Atletico nel mirino
19.02.2019 18:30 – in: UCL
Allegri e Pjanic, l’Atletico nel mirino

Il tecnico e il centrocampista presentano la sfida del Wanda Metropolitano
Massimiliano Allegri e Miralem Pjanic siedono in conferenza stampa al Wanda Metropolitano alla vigilia della sfida contro l’Atletico. Queste le loro dichiarazioni:
ALLEGRI
NON È UNA PARTITA COME LE ALTRE
«Non è una partita come le altre, è un ottavo di finale come lo è stato l’anno scorso, due anni fa, tre anni, fa, quattro anni fa e cinque anni fa. Perché per la Juventus la Champions è sempre stata un obiettivo Sarà una bella partita tra due squadre che hanno ottima organizzazione. L’Atletico ha fatto della fase difensiva la sua forza e sfrutta al massimo le palle inattive. È il primo di due match e dobbiamo porre le basi per passare il turno».
LA CONDIZIONE DELLA SQUADRA
«Abbiamo avuto delle difficoltà, ma la squadra ora è in crescita sotto tutti gli aspetti, MA dobbiamo migliorare ancora, perché ci giochiamo un ottavo di finale e parte del campionato nelle prossime partite».
L’IMPORTANZA DI RONALDO
«Per vincere bisogna lavorare bene e avere un po’ di fortuna, perché la Champions è così. Avere Ronaldo sicuramente è un vantaggio perché negli ultimi 10 anni i capocannonieri della Champions sono stati lui e Messi, ma la squadra deve fare una partita importante. Con Ronaldo, il migliore al mondo, hai più possibilità di vincere, ma non è automatico».

I COMPLIMENTI A SIMEONE
«Ha fatto un lavoro straordinario e soprattutto riesce a far lavorare la squadra sempre allo stesso modo, dando una mentalità giusta e facendo sia le partite importanti che contro le medio-piccole sempre allo stesso modo. Quindi hanno grande umiltà, grande rispetto dell’avversario e sanno che i risultati sono arrivati con quelle caratteristiche. Quindi complimenti a Simeone».
COME IMPOSTARE LA GARA
«Domani dovremo controllare la partita e stare attenti alle loro ripartenze in cui sono micidiali. Io non firmo per il pareggio, ma ho chiesto alla squadra e ribadisco che è molto importante fare un gol, meglio due».
DYBALA IN CAMPO
«Domani Paulo gioca e credo che possa darci una grossa mano. C’è bisogno di tecnica e di giocate e se ha una condizione importante è giusto che giochi».
SENZA KHEDIRA
«Sami è un giocatore importante, di livello internazionale e restiamo con quattro centrocampisti».
PJANIC
LE DIFFICOLTÀ DELLA GARA
«Penso che Atletico dimostrato ultimi anni che la squadra che fa la differenza, è una squadra contro la quale è difficile giocare, ci aspettiamo 2 partite complicate. Domani sarà una partita importante per noi e proveremo a fare subito un buon risultato all’andata. Da domani inizia un ciclo molto importante per noi, dovremo fare un passo alla volta, con la ferma volontà di tornare qui a giocare la finale».
CR7 L’ASSO NELLA MANICA
«È molto motivato, in questa competizione ha dimostrato di valere più di ogni altro giocatore, E’ un grande campione e lo sta dimostrando anche quest’anno. Ci sentiamo forti, ma ci sono tante squadre di alto livello. Noi siamo arrivati a questo punto per giocare questo ottavo di andata in buone condizioni e non vedo il motivo di sbagliare questa partita. Rispettiamo i nostri avversari ma per noi sarà importante prendere un vantaggio già domani». GUARDA IN ESCLUSIVA La conferenza stampa di Pjanic ed Allegri vigilia di Atletico Madrid-Juventus

GUARDA ANCHE Allegri presenta la sfida di Madrid 19 Feb 2019

Pjanic «Dovremo giocare bene tecnicamente» 19 FEB 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Qui Atletico: «Juve, una grande rivale»
19.02.2019 18:30 – in: UCL
Qui Atletico: «Juve, una grande rivale»

Simeone e Koke in conferenza stampa: «Abbiamo voglia di giocare una partita così importante»
Sono Diego Pablo Simeone e Koke ad affrontare la conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Juventus. Queste le loro parole.
SIMEONE
Così il tecnico dell’Atleti: «Sentiamo una grande voglia: giocare una gara così bella, contro un avversario così forte, ancora una volta agli ottavi di Champions League: tutto questo ci permette di crescere». Simeone mette l’accento proprio sulla crescita dell’Atletico come uno dei suoi punti di forza, mentre parlando della Juve evidenzia «Una grande società, un allenatore molto capace, che ha saputo creare le gerarchie, una storia gloriosa».
«Per noi – continua – è motio di grande orgoglio continuare a essere su questi livelli, in modo stabile. Finale anticipata? No, è un ottavo, non si assegna nessun trofeo. Noi cercheremo di sfruttare le nostre armi, perché partiamo con il 50% di possibilità di passare il turno».
E ancora sulla Juve: «Hanno tante varianti, a volte Mandzukic ha giocato come quarto da destra. Cristiano? Ha fatto una grande scelta, è andato in una squadra forte e consolidata come la Juve. ma noi stiamo pensando a quello che dobbiamo fare, vogliamo soddisfare uno stadio che sarà pieno. È una partita importante, che merita uno spettacolo adeguato».
KOKE
«Non so se la Juve sia favorita e non ci interessa, noi giocheremo come sempre,
Sono gli ottavi di finale di Champions League, c’ è ancora tanto da fare, ma vogliamo andare avanti e domani sarà una grande partita. Noi abbiamo la nostra identità e giochiamo ogni partita come fosse una finale. Personalmente cercherò di dare alla squadra quello di cui ha bisogno, sia che giochi sia che non giochi sarò sempre pronto».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

I convocati per Madrid
19.02.2019 19:16 – in: UCL
I convocati per Madrid

L’elenco degli uomini a disposizione di Allegri per la sfida contro l’Atletico. Assente Khedira, rimasto a Torino per accertamenti
Al termine dell’allenamento di rifinitura sostenuto questa mattina al JTC, Massimiliano Allegri ha diramato l’elenco dei convocati per la gara contro l’Atletico Madrid, in programma mercoledì alle 21:00 al Wanda Metropolitano e valida per l’andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League.
Nella lista non figurano Douglas Costa, che prosegue nel suo programma di recupero, e Sami Khedira che è rimasto a Torino per degli accertamenti medici, dai quali è emersa l’opportunità di effettuare uno studio elettrofisiologico e eventuale trattamento di un’aritmia atriale comparsa nella giornata odierna.

Questo l’elenco dei giocatori a disposizione:
1 Szczesny
2 De Sciglio
3 Chiellini
4 Caceres
5 Pjanic
7 Ronaldo
10 Dybala
12 Alex Sandro
14 Matuidi
15 Barzagli
17 Mandzukic
18 Kean
19 Bonucci
20 Cancelo
21 Pinsoglio
22 Perin
23 Emre Can
24 Rugani
30 Bentancur
33 Bernardeschi
37 Spinazzola.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, la vigilia
19.02.2019 23:00 – in: UCL
Atletico-Juve, la vigilia

Ecco come la Juve ha trascorso le ore che precedono il catch di Champions League contro i Colchoneros
L’allenamento al JTC, quindi la partenza per Madrid, il sopralluogo al Wanda Metropolitano… E poi le parole di Allegri e Pjanic in conferenza stampa e quelle dei colchoneros. Ecco come è trascorsa la vigilia di Atletico-Juve.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, Matchday stats!
20.02.2019 10:00 – in: UCL
Atletico-Juve, Matchday stats!

Tutto quello che c’è da sapere sulla sfida dello stadio Wanda Metropolitano
SETTE VOLTE CONTRO L’ATLETICO L’Atletico Madrid ha affrontato sette volte la Juventus in competizioni europee, cinque delle quali nella Coppa delle Fiere negli anni ’60. Infatti, l’ultimo successo bianconero contro l’Atletico è arrivato nel giugno 1965 nel ritorno della semifinale di Coppa delle Fiere (3-1).
UNA SOLA VOLTA IN CHAMPIONS… L’unico precedente in Champions League tra Atletico Madrid e Juventus è stato nella fase a gironi del 2014/15. Solo un gol segnato in due sfide, quello di Arda Turan al Vicente Calderón.
IMBATTUTI CON EL CHOLO L’Atletico è imbattuto in Champions League contro squadre italiane sotto Diego Simeone (4V, 2N). In queste sei sfide ha subito un solo gol, realizzato da Kaká nel successo per 4-1 contro il Milan nel marzo 2014.
CINQUE SU SEI PER L’ATLETI L’Atletico ha raggiunto la fase a eliminazione diretta in cinque delle sei edizioni con Simeone allenatore. Unica eccezione nella scorsa stagione, quando arrivò terzo nel gruppo e vinse l’Europa League.
LE ULTIME DODICI DEI COLCHONEROS L’Atletico è imbattuto da 12 partite casalinghe nella fase a eliminazione diretta in Champions League (7V, 5N). Un solo gol subito nelle ultime 10 sfide in casa nella fase a eliminazione diretta, rete di Isco del Real Madrid nel maggio 2017.
DUE GRANDI DIFESE Solo l’Atletico Madrid (sei) ha subito meno tiri nello specchio da dentro l’area di rigore della Juventus (nove) in questa Champions League.
ATTENZIONE A GRIEZMANN Antoine Griezmann ha segnato o servito un assist in tutte le sue ultime sei partite di Champions League al Wanda Metropolitano (sei reti, tre assist). In questa stagione ha preso parte attiva a sei dei nove gol dell’Atletico in Champions (67%), con quattro centri e due passaggi vincenti – è la percentuale più alta tra le 16 squadre ancora in corsa nella competizione.
SEI PER LA JOYA Paulo Dybala ha realizzato sei gol nelle ultime sette presenze in Champions League, più di qualli messi a segno nelle precedenti 24 gare giocate nella competizione con la Juventus (cinque). Tutte le sue 11 reti in Champions League sono arrivati con il piede sinistro.
LA NONA DI ALLEGRI Massimiliano Allegri ha raggiunto la fase a eliminazione diretta in tutte le nove partecipazioni da allenatore alla Champions League. Ha perso la finale in due delle ultime quattro stagioni alla guida della Juventus.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Sciarpa e Patch Champions in omaggio! #GETREADY
20.02.2019 11:00 – in: UCL
Sciarpa e Patch Champions in omaggio! #GETREADY

Acquista la maglia Gara e aggiungi gratuitamente le patch UEFA Champions League.
Acquista la maglia Gara e aggiungi gratuitamente le patch UEFA Champions League.
In più, per ogni ordine contenente almeno una maglia Gara riceverai in regalo una sciarpa.
La promozione è valida online fino a giovedì 21/02/2019 alle 23:59 CET. VAI ALLO STORE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Khedira, il bollettino medico
20.02.2019 12:43 – in: La squadra
Khedira, il bollettino medico

Il centrocampista è stato sottoposto in mattina a a studio elettrofisiologico e ad ablazione del focus aritmogeno atriale. L’intervento è perfettamente riuscito
Nella mattinata odierna il calciatore Sami Khedira è stato sottoposto, ad opera del Professor Fiorenzo Gaita, consulente di J|Medical e di Juventus, a studio elettrofisiologico e ad ablazione del focus aritmogeno atriale.
L’intervento è perfettamente riuscito e dopo una breve convalescenza il giocatore potrà riprendere la propria attività.
La ripresa dell’attività agonistica è prevista in circa un mese.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Coppa Italia femminile: la Juve è in semifinale!
20.02.2019 15:30 – in: Women
Coppa Italia femminile: la Juve è in semifinale!

Dopo la vittoria dell’andata, battuto il Tavagnacco anche oggi a Vinovo. Reti di Bragonzi e Cantore
La Juventus femminile vince, convince, continua la sua corsa in Coppa Italia e si regala qualche bellissima notizia. Se infatti la qualificazione alla semifinale era quasi in cassaforte, dopo l’altisonante 0-4 dell’andata, oggi le bianconere hanno messo in campo una bella prestazione, e sono arrivati due gol speciali, a firma di un giovane talento, Asia Bragonzi, e di Sofia Cantore, che proprio oggi rientrava dopo un lungo infortunio.
La Juve, si diceva, non sottovaluta il match, e nella prima mezz’ora va vicina al gol in acune occasioni, con Sikora, Bragonzi e Bonansea, prima che proprio la giovane Asiafirmi la prima rete di giornata, al minuto 35.
Le bianconere controllano un risultato ormai più che in ghiaccio, ma nella ripresa c’è tempo per le emozioni legate al ritorno di Cantore. Sofia entra in campo al 59′, va vicina al gol dopo soli 2 minuti e, al minuto 71, con un perfetto inserimento, rende completa la festa segnando un gol quando mai speciale.
Le ragazze di Coach Guarino passano il turno e in semifinale attendono le vincitrici fra Milan e Sassuolo.
I COMMENTI DEL POST GARA
«Per noi era importante consolidare la buona prestazione dell’andata – così a fine partita Coach Guarino – Sono soddisfatta per aver dato l’opportunità di giocare ad alcune ragazze, e davvero felice per il ritorno con gol di Sofia Cantore. Siamo state brave, pronte e concentrate, giocando una partita attenta anche difensivamente; anche oggi c’era tanto pubblico, ormai non ho più parole per loro, va fatto un grande applauso, per la passione e l’educazione che ci mettono».
Le emozioni di Sofia Cantore: «Sono felicissima, per il ritorno, per il gol e per la semifinale. Era importante vincere anche oggi»

Coppa Italia Calcio Femminile. Gara di ritorno Quarti di Finale
Juventus Training Center di Vinovo (To)
Juventus-Tavagnacco 2-0
Marcatori: 34’ pt Bragonzi (J), 27’ st Cantore (J) Juventus: Russo, Franco, Panzeri, Ekroth, Sikora (23’ st Giordano), Nick, Caruso (29’ st Puglisi), Bellucci, Bonansea (Cap) (14’ st Cantore), Glionna, Bragonzi. A disposizione: Giuliani, Gama, Pedersen, Aluko. Allenatrice: Rita Guarino Tavagnacco: Buhigas, Molinaro (25’ st Gallo), Donda, Errico (Cap), Erzen, Milan (10’ st Fracaros), Iacuzzi, Pasqualini (33’ st Zhou), Cavicchia, Grosso, Kollanen. A disposizione: Bonassi, Pozzecco, Ferin, Sevsek. Allenatore: Marco RossiProssimo impegno di Coppa Italia:
Semifinale contro la vincente tra Sassuolo e Milan
GARA DI ANDATA: Mercoledì 13 Marzo 2019
GARA DI RITORNO: Mercoledì 17 Aprile 2019
Campi e orari da definire.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

UEFA Youth League | Dinamo Kiev-Juventus Match Report
20.02.2019 15:30 – in: UEFA Youth League
Youth League, la Primavera si ferma a Kiev

Termina ai play off contro la Dinamo Kiev l’avventura in UEFA Youth League dei Bianconeri; gli ucraini passano agli ottavi con un 3 a 0.
Appuntamento con la storia rimandato per la Primavera, che non riesce a strappare il pass per gli ottavi di UEFA Youth League. Come con l’Ajax nel 2017, l’avventura europea della Juve si ferma alla fase play-off. Al Valerij Lobanovskiy di Kiev, sono infatti i padroni di casa della Dinamo a guadagnarsi l’accesso agli ottavi con un 3 a 0, nato a inizio gara e ultimato nei minuti finali. Giornata no per i ragazzi di Francesco Baldini, che faticano a rendersi pericolosi e a contenere gli attacchi degli ucraini per quasi tutto l’arco del match. Dopo un buon percorso nella fase a gironi con Manchester United, Valencia e Young Boys, si spegne quindi ai play off il cammino in UEFA Youth League dei bianconeri.
Nel freddo di Kiev, la Juve viene colpita subito a freddo. Al 6’ Vashchyshyn ribadisce in rete una respinta di Loria dopo un’azione manovrata dalla sinistra e porta in vantaggio gli ucraini, che partono incisivi, dando l’impressione di poter essere sempre pericolosi, e non concedono spazi alla Juve. I ragazzi di Baldini si rianimano verso il finale di frazione: prima, al 34’, una velenosissima punizione di Nicolussi Caviglia sfiora l’incrocio, e poi, allo scadere, si accende Moreno, che fa venire i brividi a Neshcheret con un destro improvviso.
Nella seconda frazione, è però ancora la Dinamo Kiev a dettare i ritmi. Al 56’ Loria è semplicemente strepitoso con un doppio intervento sulle conclusioni ravvicinate di Shulianskyi. L’estremo difensore bianconero non puo’ nulla al 70’, quando il destro a giro di Buletsa s’insacca per il raddoppio degli ucraini. La Juve crolla, e nel finale la Dinamo trova il tris con Popov, che condanna così i bianconeri all’eliminazione dalla UEFA Youth League.
LE PAROLE DI BALDINI
«Il nostro approccio alla partita è stato sbagliato, – commenta a fine gara mister Baldini-  perchè ci stavamo giocando qualcosa di importante. Non l’avevamo preparata così, soprattutto dal punto di vista mentale, e dobbiamo capire in fretta che c’è ancora tanto da pedalare. Ora dobbiamo essere bravi a resettare e concentrarci sul campionato, dove ci aspetta una partita importante»

UEFA Youth League – Play-Off (gara unica ad eliminazione diretta)

Stadio Valeriy Lobanovskiy di Kiev.

Marcatori: 6’ pt. Vashchyshyn (D), 25’ st. Buletsa (D), 40’ st. Popov (D).

Dinamo Kiev: Neshcheret, Biloshevskyi, Vivcharenko, Isaienko, Buletsa, Tsitaishvili, Syrota, Shuliansky (41’ st. Vanat), Popov (Cap.), Vashchyshyn (41’ st. Mykhalienko), Skorko.
A disposizione: Morgun, Bilovar, Voloshin, Nadolskyi, Yarosh.
Allenatore: Igor Kostiuk.

Juventus: Loria (Cap.), Rosa (22’ st. Leone), Anzolin (39’ st. Francofonte), Makoun, Fagioli (1’ st. Pinelli), Morrone (15’ st. Markovic), Petrelli, Moreno, Nicolussi, Capellini (39’ st. Gozzi), Portanova.
A disposizione: Siano, Boloca.
Allenatore: Francesco Baldini.

Ammoniti: 36’ pt. Capellini (J), 16’ st. Vivcharenko (D).         

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:04 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

ALLE 12:55 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

PIEMONTE

Devastano centro ‘per noia’, denunciati
Distrutti negozi, bacheche e auto posteggiate

TORINO19 febbraio 2019 05:04

– Hanno agito per noia, distruggendo negozi, bacheche e auto posteggiate. Cinque ragazzini, due diciottenni e tre minorenni, sono stati denunciati dai carabinieri per danneggiamento aggravato e furto.
Nella notte tra il 2 e il 3 febbraio, a Condove, in Valle di Susa, il gruppo ha spaccato le vetrine di numerose attività lanciando estintori e altri oggetti, ha frantumato le bacheche di Anpi e Fidas, ha rigato numerose macchine posteggiate, si è intrufolato in garage privati. I carabinieri li hanno identificati grazie alle telecamere di sorveglianza della zona, che hanno ripreso le ‘scorribande’. Ai militari hanno spiegato di aver agito per noia, per “provare emozioni forti”.

PIEMONTE

Figlia morì in schianto,madre a processo
‘Voglio la verità’. Nella tragedia morì anche cugina dell’atleta

TORINO19 febbraio 201912:44

– “Ho iniziato a scontare la mia pena il giorno dell’incidente”. Così Monica Lorenzatti, 51 anni, mamma di Gioia Casciani e zia di Ginevra Barra Bajetto, pattinatrici di 9 e 17 anni morte il 27 ottobre 2017 sull’Autostrada del Brennero. Nello schianto è rimasta ferita anche la sorella di Monica, ancora in coma. Lorenzatti era alla guida della sua auto, quando è finita contro un tir. Per il conducente del mezzo pesante è stata chiesta l’archiviazione; la donna sarà processata per omicidio stradale plurimo e lesioni stradali gravissime.
“Mi sentirò sempre responsabile per la morte di mia figlia e di mia nipote, è la mia condanna”, afferma la Lorenzatti. “Se fossi partita dopo, se mi fossi fermata all’area di servizio o se fossi stata in un’altra corsia…- dice – Ma con i ‘se’ non riporterò indietro mia figlia”. La donna ha scelto il rito ordinario, a Trento, rifiutando sconti di pena.
“Lo devo a mia figlia – spiega – E’ la strada più rischiosa, ma non pretendo l’assoluzione, cerco la verità”.
Dybala “sappiamo che l’Atletico è forte”Attaccante Juve, da qui alla finale nessuna partita è facile

TORINO19 febbraio 201912:42

– “Per raggiungere la finale e vincere dovremo battere chiunque ci si pari davanti: non puoi sperare di avere partite facili”. Quello con l’Atletico Madrid si preannuncia un ottavo di finale decisamente complicato per la Juventus secondo Paulo Dybala, intervistato dal sito della Uefa alla vigilia dell’andata degli ottavi di finale della Champions.
“Sappiamo tutto sul loro stile di gioco, quanto Simeone li abbia fatti crescere e quanto sarà difficile – conferma la ‘Joya’ – Sono molto forti difensivamente e molto bravi in contropiede. Se non sei attento in copertura, hanno ottimi giocatori che possono sfogare tutto il loro potenziale. Vale lo stesso per noi: sappiamo quali sono i nostri punti di forza”.
Marcelo vede Real,potrebbe lasciare clubCattivo rendimento e perdita posto tra i motivi del malessere

MA19 febbraio 201913:

– Marcelo e il Real Madrid sarebbero ai titoli di coda. Almeno, secondo la spagnola ‘Cadena Cope’, secondo cui il laterale brasiliano avrebbe avuto un incontro, ieri a Valdebebas, con il direttore generale del club, Josè Angel Sanchez, per manifestare il suo attuale disagio, per lo scarso rendimento in campo che gli è costato anche il posto da titolare in favore del più giovane Reguilon. Secondo quanto riportato dall’emittente, l’incontro sarebbe durato circa un’ora, al termine del quale il 31enne Marcelo, che ha il contratto con scadenza 2022, avrebbe anche ventilato la possibilità di lasciare Madrid a fine stagione, con il suo ex compagno di club, Cristiano Ronaldo, suo primo sponsor per portarlo in bianconero. Sull’argomento, lo stesso brasiliano in un’intervista a ‘Esporte Interactivo’ pochi giorni fa aveva glissato dicendo che “la Juventus è una grande squadra, ma ho un contratto con il Real Madrid”. Marcelo è al Real Madrid dal 2007.
Champions: Juve al completo a MadridAnche Douglas Costa tra i convocati per la trasferta spagnola

TORINO19 febbraio 201913:21

– Juventus al completo, con l’unica assenza prevista di Cuadrado, nell’ultimo allenamento della Juventus alla ‘Continassa’ prima della partenza per Madrid dove domani sera affronterà l’Atletico nell’andata degli ottavi di Champions. Allegri ha potuto contare anche su Douglas Costa, allenatosi con il gruppo e quindi a disposizione per la trasferta spagnola. Oggi pomeriggio la partenza da Caselle, in serata la conferenza stampa di presentazione al Wanda Metropolitano con Allegri e Pjanic.
‘Asilo che resiste’, scritte su sede M5SA Lecce, usata vernice spray. Protesta contro sgombero Torino

BARI19 febbraio 201913:29

– Atto vandalico la notte scorsa contro la sede del M5S di via Milizia, a Lecce, dove con vernice spray ignoti hanno imbrattato i muri esterni e la saracinesca della sede cittadina del movimenti pentastellato, lasciando la scritta in stampatello “con l’Asilo che resiste”, quasi certamente per protestare contro lo sgombero dell’Asilo occupato di via Alessandria, a Torino, dagli anarchici. In mattinata è stata sporta denuncia in Questura e sul caso indaga la Digos.
L’episodio, a detta degli inquirenti, sarebbe riconducibile a gruppi anarchici. La stessa sede lo scorso novembre fu oggetto di una irruzione da parte di due sconosciuti incappucciati che entrarono nell’immobile lanciando uova piene di inchiostro mentre era in corso una riunione alla presenza di numerosi cittadini e attivisti.
Coldiretti, rischio da ‘finta primavera’Alta pressione blocca perturbazioni e aria fredda da est Europa

TORINO19 febbraio 201913:34

– Smog e siccità domineranno in Piemonte per tutta la settimana e probabilmente almeno fino all’inizio di marzo. L’alta pressione – spiega Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) – si rinforzerà nei prossimi giorni, bloccando sia le perturbazioni atlantiche sia l’aria fredda in spostamento dall’Europa orientale. La “finta primavera”, con massime di 2-3 gradi superiori alle medie sta provocando il risveglio anticipato della natura – spiega la Coldiretti – creando preoccupazioni per il possibile ritorno del gelo. “Si aggrava – dice il presidente di Alessandria Mauro Bianco – il già pesante bilancio delle perdite per i cambiamenti climatici: eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ma intense che il terreno non riesce ad assorbire”.
E’ alta concentrazione di pm10 nelle principali aree urbane: oggi auto ferme fino ai diesel Euro 4 a Torino e in altri 11 Comuni del circondario, a Vercelli, Alessandria. Nello scorso weekend picco di 97 mcg/mc a Torino, di 103 ad Alessandria.
Città Salute Torino forma medici militarAccordo biennale con Centro Ospedaliero Militare di Milano

TORINO19 febbraio 201914:00

– Prevede l’attivazione di percorsi formativi addestrativi a favore di personale militare sanitario l’accordo, della durata biennale, tra Città della Salute di Torino e Centro Ospedaliero Militare di Milano firmato a Torino.
L’obiettivo è quello di mantenere e accrescere le competenze cliniche necessarie a Ufficiali e Sottufficiali di sanità in ragione del considerevole impegno dell’Esercito Italiano sia sul territorio nazionale che nei teatri operativi, sviluppando al contempo un modello sempre più aperto alle sinergie ed allo scambio con il Sistema Sanitario Nazionale.
A tal fine il Centro Ospedaliero Militare di Milano opera con funzioni di coordinamento per le regioni Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.
Ex Porta Susa venduta, si farà albergoEdificio acquisito per 6.5 mln da Vastint Hospitality Italy

TORINO19 febbraio 201915:26

– L’ex stazione ferroviaria di Porta Susa è stata ceduta, per 6 milioni e 405 mila, da FS Sistemi Urbani (gruppo FS Italiane) alla società immobiliare Vastint Hospitality Italy che ci realizzerà un nuovo hotel ed attività commerciali e di ristorazione, con 5.261 metri quadrati di diritti edificatori, di cui 1.800 già esistenti nel fabbricato di stazione.
La società Vastint Hospitality Italy ha anche acquistato, nello stesso complesso il ‘Mezzanino’ di proprietà del Comune, pagando 1 milione e 743 mila euro. E in precedenza ha acquistato spazi a Genova e Verona per realizzare nuovi hotel dedicati ai millennials.
Dopo l’entrata in servizio della nuova stazione di Porta Susa, nella vecchia è stato ospitato, ma solo per 10 mesi, il Mercato Metropolitano, con locali di ristorazione e negozi di prodotti alimentari tipici.
Parigi, sulla Tav nessuna novità da UeMinistero Trasporti oltralpe, da Ue nessun nuovo impegno

PARIGI19 febbraio 201915:17

– Il ministero dei Trasporti francese ha invitato la regione Auvergne-Rhone-Alpes a “non fare confusione” sulla Lione-Torino, dopo l’annuncio fatto ieri di un accordo con Bruxelles su uno dei capitoli del finanziamento.
“Il ministero – si legge in una nota – smentisce formalmente che ci sia qualsiasi decisione nuova della Commissione europea riguardante il finanziamento del progetto”.
Ieri, in una telefonata col presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, il primo vicepresidente della regione Auvergne-Rhone-Alp, Etienne Blanc, aveva annunciato la disponibilità dell’Ue a finanziare al 50% non solo il tunnel di base della Torino-Lione, ma anche le tratte nazionali di avvicinamento.
Il ministero dei Trasporti esprime “stupore per la presa di posizione isolata espressa dal Consiglio regionale”. E precisa che il fatto che Bruxelles sia pronta a innalzare dal 40% al 50% il suo finanziamento dei progetti di interconnessione in Europa, non rappresenta “in nessun caso” un impegno nuovo.
Salvini a processo per vilipendioNel 2016 definì la magistratura una ‘schifezza’

TORINO19 febbraio 201915:36

– La procura di Torino ha chiesto e ottenuto dal tribunale l’individuazione di una data per celebrare l’eventuale processo a Matteo Salvini per il reato di vilipendio all’ordine giudiziario. Lo si è appreso negli ambienti del Palazzo di giustizia. L’iniziativa dei pm è solitamente il preludio di una citazione diretta a giudizio (per questo reato non è prevista la celebrazione dell’udienza preliminare). La causa, se approderà in tribunale, comincerà prima dell’estate.
Salvini è indagato per le frasi pronunciate in un discorso a Collegno il 14 febbraio 2016. Riferendosi agli sviluppi di un’inchiesta della procura di Genova sulla Rimborsopoli dei consiglieri regionali liguri, aveva detto “difenderò qualunque leghista venga indagato da quella schifezza che è la magistratura”.
Hall of Fame calcio con Totti e AllegriTra gli 11 nuovi ‘campioni’ anche Brera, Antognoni e J.Zanetti

19 febbraio 201916:17

– Francesco Totti, Massimiliano Allegri, Giancarlo Antognoni e Gianni Brera: e ancora Antonio Matarrese, Javier Zanetti, Nicola Rizzoli, la ct delle azzurre Milena Bertolini, Igor Trocchia, Amedeo Amadei e Gipo Viani (alla memoria). La Hall of fame azzurra del calcio italiano si arricchisce di altri undici grandi personaggi del pallone italiano, una formazione di protagonisti di varie epoche. Due le novità dell’8/a edizione del premio, istituito nel 2011 dalla Figc e dalla Fondazione del Museo del calcio, per celebrare giocatori, allenatori, arbitri e dirigenti che hanno lasciato il segno in questo sport: un premio al fair play dedicato a Davide Astori, che è andato a Trocchia, e un riconoscimento speciale assegnato a Brera. La cerimonia di premiazione si terrà a maggio a Firenze e i vincitori doneranno un cimelio simbolico della loro carriera al Museo del Calcio.
Giochi 2026: Sala, evento avrà ritorno”Pacchetto con Atp Finals? Vorrei non occuparmene…”

19 febbraio 201916:17

– “Abbiamo parlato di conti e di costi, siamo convinti che sarà un avvenimento con un grande ritorno”.
Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, al termine della riunione a Palazzo Chigi sulla candidatura ai Giochi Invernali del 2026 di Milano-Cortina. “Un ‘pacchetto’ con la candidatura di Torino alle Atp Finals? Almeno di quello vorrei non occuparmene…” aggiunge Sala.
Oro Saiwa, grano da campi entro i 75 kmNella filiera coinvolte 173 aziende 12 cooperative e 2 molini

ALESSANDRIA19 febbraio 201917:06

– Solo grano al 100% italiano, proveniente da campi entro i 75 chilometri dallo stabilimento per i biscotti Oro Saiwa classico, marchio del gruppo Mondelez International, prodotti a Capriata d’Orba (Alessandria). La novità è stata illustrata oggi nella fabbrica in località Pedaggera dove nascono gli Oro Saiwa e numerosi altri prodotti della multinazionale, proprietaria dal 2007 del marchio di origini genovesi nato oltre 60 anni fa.
Il grano proviene da appezzamenti nelle province di Alessandria, Asti, Pavia, Torino e Cuneo, attraverso una filiera che coinvolge 173 aziende agricole, 12 cooperative, 2 molini e un totale di quasi 2.940 ettari seminati per una produzione complessiva di 14.400 tonnellate di grano. “Questo nuovo biscotto – ha sottolineato Silvia Bagliani, direttore generale Snack di Mondelez Italia – dimostra il nostro impegno di rispondere in maniera efficace alle richieste di un mercato sempre più sensibile alla qualità dell’offerta, delle materie prime e all’attenzione all’ambiente”.
Gastronomix ha debuttato nel CanavesePrima tappa dedicata a Erbaluce e Carema, regia di Ian D’Agata

CANDIA (TORINO)19 febbraio 201917:02

– Dai vigneti del Canavese alle colline del Monferrato. Un ponte unisce due anime dell’eccellenza vitivinicola del Piemonte in ‘Gastronomix’, l’educational che coinvolge chef, sommelier, stampa specializzata e influencer da tutta Europa, fino al 22 febbraio.
L’iniziativa è realizzata da Regione Piemonte e Collisioni con i consorzi vini di Caluso Carema e Canavese, Barbera d’Asti e vini del Monferrato, Riso di Baraggia. La regia è di Ian D’Agata, direttore creativo del Progetto Wine & Food di Collisioni e direttore di Indigena. Prima tappa a Ivrea, con 3 masterclass sull’Erbaluce di Caluso docg nelle tre declinazioni (fermo, spumante e passito) e una sul Carema. La giornata si è conclusa con una cena a 4 mani, con la chef stellata Mariangela Susigan del ‘Gardenia’ di Caluso e Luciano Tabozzi del ‘Cantun del Lago’, alla presenza della sindaca di Caluso, Maria Rosa Cena, dei presidenti del Consorzio Barbera d’Asti Filippo Mobrici e del Canavese Caterina Andorno. ‘Gastronomix’ prosegue nell’Astigiano.
Champions: Allegri, domani gioca DybalaKhedira è out, non è stato convocato a causa di un infortunio

TORINO19 febbraio 201919:30

– Forfait dell’ultim’ora per la Juventus. Sami Khedira – ha annunciato Allegri a Madrid – non è stato convocato per un infortunio. Contro l’Atletico – ha detto sempre il tecnico bianconero – “giocherà Dybala”.
Allegri:Atletico?Importantissimo segnareAllenatore Juventus: “Simeone sta facendo lavoro straordinario”

TORINO19 febbraio 201919:57

– L’Atletico Madrid “è un blocco granitico, una squadra di grande compattezza. E’ molto importante segnargli almeno un gol perché, per la prima volta, giochiamo l’andata degli ottavi in trasferta”. Così Massimiliano Allegri, alla vigilia del match di Champions. “Simeone ha fatto e sta facendo un lavoro straordinario – ha aggiunto l’allenatore dei bianconeri – è da 7-8 anni all’Atletico e riesce a far giocare la squadra sempre allo stesso modo”.
Juve: Pjanic, vogliamo tornare a Madrid’Noi favoriti? Ci sentiamo forti, ma in corsa grandi squadre’

TORINO19 febbraio 201919:59

– “La Juve favorita per vincere la Champions? Noi ci sentiamo forti, è diverso. Di favorite ce ne sono tante, perché in questa competizione sono in corsa grandi squadre e molti campioni. Ma noi vogliamo tornare a Madrid”.
Così Miralem Pjanic, alla vigilia di Atletico-Juventus, l’ottavo di Champions che si giocherà nello stesso stadio, il Wanda Metropolitano, scelto dall’Uefa per la finale del primo giugno.
Juve: stop Khedira, ha aritmia cardiacaCentrocampista tedesco è rimasto a Torino per accertamenti

TORINO19 febbraio 201919:53

– E’ stata un’aritmia cardiaca a imporre lo stop precauzionale di Sami Khedira. Il centrocampista tedesco “è rimasto a Torino per accertamenti medici, – spiega la Juventus – dai quali è emersa l’opportunità di effettuare uno studio elettrofisiologico ed eventuale trattamento di un’aritmia atriale comparsa nella giornata odierna”.
Amianto, al via controlli su lavoratoriOperativo da marzo gruppo con Città salute Spresal e Università

TORINO19 febbraio 201920:53

– Sarà operativo a partire da marzo il gruppo di lavoro composto da personale del Centro Sanitario Amianto, delle Università, degli Spresal e della Città della Salute di Torino che avrà il compito di aggiornare il registro dei lavoratori ex esposti all’amianto, completandolo con l’utilizzo e la verifica di nuove fonti. Lo ha annunciato oggi in Consiglio regionale l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, rispondendo a una interrogazione dell’azzurro Francesco Graglia.
“Sono passati 27 anni – ha sottolineato Graglia – dalla legge nazionale che ha vietato l’amianto e un anno dall’individuazione delle azioni che le Regioni devono mettere in atto per il controllo sanitario dei lavoratori vi sono stati esposti”.
“I dati per l’aggiornamento dell’elenco – ha spiegato Saitta – verranno richiesti a tutte le industrie note per aver operato nel settore della trasformazione dell’amianto o per aver usato grandi quantità di materiali contenenti amianto.
Tav, slittano ancora bandi per appaltiCda di Telt riunito a Parigi ha deciso per un “breve rinvio”

TORINO19 febbraio 201920:59

– Slitta ancora la pubblicazione dei bandi di gara per la Torino-Lione. Il Consiglio di amministrazione di Telt, riunito oggi a Parigi, ha deciso all’unanimità “un breve rinvio”, mantenendo aperta la seduta per acquisire necessari approfondimenti tecnico-procedurali. La decisione, precisa Telt in una nota, “alla luce della situazione e a seguito dei contatti con i Governi”. – Per la conferma, da parte dell’Unione Europea, dell’intera contribuzione per la Torino-Lione – 813 milioni di euro – occorre “la tempestiva pubblicazione dei bandi”. In caso contrario, “verrà applicata una riduzione di 300 milioni”. E’ quanto ha comunicato al consiglio d’amministrazione di Telt, il rappresentante della Commissione Europea, rendendo nota una comunicazione ufficiale di Inea (Innovation and Networks Executive Agency).
Frode fisco per avere Ferrari, arrestatiGuardia finanza Torino scopre fatture per operazioni inesistenti

TORINO20 febbraio 201910:18

– Fatture per operazioni inesistenti per oltre tre milioni di euro, soldi utilizzati per l’acquisto di beni di lusso, tra cui una Ferrari 812 Superfast. Si chiama come l’auto da sogno del Cavallino l’operazione della guardia di finanza di Torino che, nell’ambito di una inchiesta coordinata dalla procura di Torino, ha portato all’arresto di sei persone.
Si tratta dei titolari di una affermata azienda di autotrasporti torinese, marito e moglie, dell’avvocato civilista di questi due e di due amministratori delle società emittenti. Due milioni e mezzo di euro il valore dei beni sequestrati.
L’operazione ha permesso di individuare 12 soggetti responsabili di aver partecipato, a vario titolo, al complesso meccanismo fraudolento, in cui erano coinvolte 10 società compiacenti, con sede tra il Piemonte e il Lazio. I proventi della frode venivano utilizzati anche per l’acquisto di immobili in prestigiose località sciistiche.

Rio Open, eliminati tutti gli azzurriFognini, Cecchinato e Sonego usciti al primo turno

20 febbraio 201910:48

– Tutti eliminati al primo turno i tennisti azzurri iscritti al Rio Open di Rio de Janeiro che si disputa sui campi in terra rossa della metropoli brasiliana.
Fuori anche il francese Dominc Thiem numero 8 del mondo, sconfitto 6-3 6-3 dal serbo Laslo Djere (90). Fabio Fognini n.
16 del mondo è stato eliminato a sorpresa dal giovanissimo canadese Felix Auger Aliassime, numero 104 del ranking, con il punteggio di 6-2 6-3. Fuori anche il palermitano Marco Cecchinato, numero 17 del mondo dopo il trionfo al torneo di Buenos Aires, che ha ceduto per 7-5 6-1 allo sloveno Aljaz Bedene. Infine terzo eliminato fra gli italiani Lorenzo Sonego: il 23enne torinese, numero 103 della classifica mondiale, si è arreso con il punteggio di 7-6 6-3 allo spagnolo Albert Ramos-Vinolas.
Conquista K2, asta cimeli da BolaffiAll’incanto 220 lotti, anche lettere Desio ad Angelino

TORINO20 febbraio 201911:30

– Documenti inediti legati alla conquista italiana del K2 e scatti del grande alpinista-fotografo Vittorio Sella: sono gli oggetti più importanti della seconda asta ‘Montagna’ che si svolge giovedì 28 febbraio in modalità internet live su astebolaffi.it. La vendita propone 220 lotti tra foto, arredi, dipinti, oggetti d’arte, libri, stampe, manifesti, autografi e memorabilia del K2.
Dopo l’asta del primo piumino Moncler della spedizione italiana del 1954, Aste Bolaffi propone un nuovo affascinante capitolo di cimeli dell’impresa provenienti dalla collezione privata di Ugo Angelino, l’alpinista biellese e accademico del Cai incaricato di seguirne tutti gli aspetti organizzativi.
Tra i memorabilia del K2 spiccano le lettere autografe firmate da Ardito Desio, capo spedizione, e indirizzate a Angelino. Consigli, preoccupazioni, scoramento ordini di servizio, come quello con cui nomina due capi: Achille Compagnoni per l’attacco alla vetta e Ugo Angelino per la direzione di trasporti e rifornimenti.

Golf: torna Molinari, riparte in MessicoAzzurro difende corona Race Dubai: “Ripetersi però non è facile”

ROMA20 febbraio 201912:23

– Il debutto 2019 da campione della Race to Dubai: la difesa della corona conquistata lo scorso anno per Francesco Molinari inizia dal WGC Mexico Championship di golf. “Mi sento benissimo – dice il campione torinese pronto a riprendere la stagione sul green -, cercherò di difendere nel migliore dei modi il successo nella Race to Dubai. Non sarà facile ripetersi, con la stagione che si prospetta lunga e impegnativa. Punto a migliorarmi senza focalizzare l’obiettivo solo ed esclusivamente sui risultati”. Alla vigilia del primo dei quattro eventi del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, da Città del Messico l’azzurro è pronto a riprendere la cavalcata per affermarsi tra i migliori player al mondo. Con l’influenza che lo ha costretto a saltare, la scorsa settimana, il Genesis Open (PGA Tour) che è ormai solo un ricordo. “Ho avuto un piccolo inconveniente ma adesso sto bene. Non vedo l’ora d’iniziare a fare sul serio”.
Ferrero: fatturato 10,7 mld (+2,1%)Investimenti per 673 milioni di euro, crescono anche dipendenti

TORINO20 febbraio 201912:35

– Sono aumentate del 3,5% (6,8% a tassi costanti) le vendite del Gruppo Ferrero, che ha approvato il bilancio consolidato al 31 agosto 2018 con un fatturato di 10,7 miliardi di euro (+2,1% rispetto all’anno precedente).
Germania, Francia, Italia, Polonia, Uk e Usa i mercati trainanti per il colosso della Nutella, prodotto quest’ultimo che ha maggiormente contribuito al fatturato con Ferrero Rocher, Kinder Joy, Kinder Bueno e Kinder Cioccolato.
Costituito da 94 società consolidate a livello mondiale e 25 stabilimenti produttivi, il Gruppo di Alba (Cuneo) è presente coi suoi prodotti in oltre 170 Paesi. Gli investimenti sostenuti nello sviluppo tecnologico hanno raggiunto i 673 milioni di euro, di cui 596 milioni in immobili, impianti e macchinari i Italia, Germania, Canada, Polonia e Belgio. Il Gruppo continua a investire anche in Lussemburgo, dove si sta costruendo il nuovo Headquarter.
Quanto all’organico, i dipendenti al 31 agosto erano 35.146, oltre 600 in più rispetto all’anno precedente.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUS IL VIDEO INTEGRALE DELLA CONFERENZA STAMPA DELLA VIGILIA CON LE PAROLE DI MIRALEM PJANIC E MASSIMILIANO ALLEGRI

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUS

IL VIDEO INTEGRALE

ANDATA OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE: ATLETICO MADRID-JUVENTUS

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUS

Ritorna la Champions League e dunque gli ottavi. L’appuntamento per i Bianconeri è alle 21:00 di questa sera; nel frattempo ecco le parole nella conferenza stampa della vigilia di Pjanic ed Allegri. L’incontro con i giornalisti in realtà, in programma alle 18:45 di ieri, è iniziato con quasi 30 minuti di ritardo. Grande rispetto per l’avversario, nessuna sottovalutazione, pazienza nel gioco, imposizione del proprio gioco, cercare di segnare magari 2 gol, le condizioni di Khedira, che poi come ho già scritto, si è saputo avere una aritmia atriale di cui conosceremo al momento oportuno gli sviluppi. Questo e molto altro in questa conferenza stampa congiunta.

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUSLa conferenza stampa di Pjanic ed Allegri vigilia di Atletico Madrid-Juventus

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE COSTANTEMENTE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI

DALLE 17:01 DI DOMENICA 17 FEBBRAIO 2019

ALLE 07:00 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

#JUVENTUSTV Puntata 65, una vittoria firmata Zoff 18 Feb 2019

History La vigilia degli ottavi negli anni di Allegri 18 Feb 2019

Buon compleanno, Divin Codino 18 Feb 2019

Alla scoperta del Wanda Metropolitano 18 Feb 2019

Highlights Juventus Women vs Milan 18 Feb 2019

Juventus Women vs Milan Rewind 18 Feb 2019

Gianluca Pessotto «Contro la Dinamo Kiev una partita di grande prestigio» 19 FEB 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:00 DI LUNEDì 18 FEBBRAIO 2019

ALLE 06:41 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

L’Atletico Madrid e la Champions League
18.02.2019 10:00 – in: UCL
L’Atletico Madrid e la Champions League

5 grandi gare casalinghe degli ultimi anni dell’Atletico Madrid
Giocare a Madrid con l’Atletico rappresenta indubbiamente una delle sfide più difficili per chiunque. In questi ultimi 5 anni, 2 dei quali in Champions League conclusi in finale esattamente come la Juventus, la squadra di Simeone ha sfoderato una serie di prestazioni che vale la pena rimarcare perché ognuna evidenzia le qualità dei colchoneros
2013-14 QUARTI DI FINALE RITORNO ATLETICO MADRID-BARCELLONA 1-0
Sfida tutta spagnola, come spesso è successo negli incroci di questi anni dove la manifestazione si è meritata l’appellativo di Champions Liga. All’andata, al Camp Nou, i biancorossi spaventano i blaugrana, che riescono a pareggiare 1-1 in rimonta (e la rete dell’Atletico è di un ex bianconero, Diego). Al ritorno il Vicente Calderon è gremito, c’è l’atmosfera della grande impresa (che manca da 40 anni, quando gli iberici arrivarono fino alla finale con il Bayern). Il gol lampo di Koke basta per determinare la semifinalista. Ma a ben vedere, è persino poco lo scarto di misura tenendo conto di 45 minuti all’insegna del furore, concretizzati in ben 2 legni colpiti da Adrian, al suo ultimo anno a Madrid, e da David Villa, ex blaugrana. Nello stesso anno l’Atletico Madrid vincerà il campionato con 3 punti di vantaggio proprio sul Barcellona
2014-15 OTTAVI DI FINALE RITORNO ATLETICO MADRID-BAYER LEVERKUSEN 4-2 RIG.
All’andata Calhanoglu decide la sfida a favore dei tedeschi. Al ritorno l’Atletico – con Mario Mandzukic in attacco – recupera lo svantaggio nel primo tempo grazie a un gol di Mario Suarez. Non bastano i 90 minuti e neanche i tempi supplementari a decidere chi passa il turno. Ottima la prestazione di Arda Turan, ma non basta a fare la differenza. Si va ai rigori. Ci sono subito 2 errori: Raul Garcia spara alto, ma Oblak rimedia parando la conclusione di Calhanoglu. Altri due errori – uno per parte – sono quelli di Tobrak e Koke. Si arriva al quinto tentativo in parità: Fernando Torres riesce a superare Leno, che pure intuisce la direzione del tiro. Non va altrettanto bene a Kiessling, che effettua una rincorsa veloce tipica di chi vuole spaccare la porta e finisce invece per non centrare lo specchio. L’Atletico va avanti
2015-16 SEMIFINALE RITORNO ATLETICO MADRID-BAYERN 1-0
Simeone contro Guardiola, con la necessità di rimontare l’1-2 incassato a Monaco per guadagnare il biglietto per la finale di Milano. La partita ricalca il copione che ci si aspetta: i colchoneros partono forte e dopo 10 minuti Saul Niguez s’inventa una straordinaria azione che chiude con un tiro che bacia il palo interno: 1-0. Il Bayern reagisce, ha percentuali di possesso palla che sfiorano il 75%, l’Atletico battaglia in difesa ed ha comunque la palla del 2-0 a un quarto d’ora dal termine, quando Torres – servito da Griezmann – supera Alaba e colpisce il palo. L’1-0 basta, per la seconda volta in 3 anni El Cholo approda in finale con le sue armi: pressing e determinazioneall’eccesso
2017 SEMIFINALE RITORNO ATLETICO MADRID-REAL MADRID 2-1
Si può anche essere eliminati – come succede in questo caso nel derby europeo della capitale spagnola – continuando però a mostrare le proprie caratteristiche. Nonostante il 3-0 patito al Bernabeu (foto) – tripletta indovinate di chi? Cristiano Ronaldo… – l’Atletico spaventa i cugini con un primo quarto d’ora da antologia, con l’uno-due di Saul Niguez e Griezmann dal dischetto. Un errore difensivo vanifica la possibile rimonta già al termine del primo tempo, Isco condanna i sogni, ma la banda del Cholo si conferma formazione tostissima, con un’anima guerriera davvero irriducibile.
2018 QUINTA GIORNATA ATLETICO MADRID-ROMA 2-0
La scorsa edizione della Champions League ha visto l’Atletico fare un passo indietro, con l’eliminazione nella fase a girone. Ma quanto orgoglio, in ogni caso. Manifestato a conti già praticamente fatti nella bella vittoria sulla Roma a firma Griezmann e Gameiro (incrociato quest’anno dalla Juve nella doppia sfida con il Valencia). E ribadito ancor più nella successiva affermazione nell’Europa League 2017-18 e nella vittoria della Supercoppa Europea sul Real Madrid che ha inaugurato la stagione 2018-19.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Verso Madrid
18.02.2019 13:46 – in: UCL
Verso Madrid

Squadra al lavoro sulla tattica in vista della sfida di mercoledì contro l’Atletico. Il programma della vigilia
A due giorni dalla sfida di Champions League contro l’Atletico, la Juventus lavora sulla tattica. I bianconeri si sono ritrovati questa mattina al JTC e, dopo il riscaldamento, si sono concentrati sui movimenti da replicare mercoledì sera a Madrid.
Domani la squadra si allenerà nuovamente al mattino. L’inizio della seduta è fissato per le 11:45 e i primi 15 minuti saranno aperti ai media. Nel pomeriggio quindi, il decollo per la Spagna. Una volta atterrati i bianconeri si recheranno subito al Wanda Metropolitano, teatro della sfida di mercoledì, dove, alle 18:45, avrà luogo anche la conferenza stampa di vigilia, trasmessa in diretta su Juventus Tv. Nell’impianto, un’ora dopo, alle 19:45, si terrà la conferenza dell’Atletico, anche quella trasmessa in diretta dal canale tematico bianconero.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

POTRETE NATURALMENTE RIVIVERE LE CONFERENZE STAMPA INTEGRALI QUI SU https://tecnologiamauriziobarraaccessibilita.com/

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Tutti i gol di Champions League 2018-19 | #GETREADY
18.02.2019 17:00 – in: UCL
Tutti i gol di Champions League 2018-19 | #GETREADY

#GETREADY per Atletico Madrid-Juventus con tutti i gol bianconeri di UEFA Champions League di questa stagione!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

UEFA Youth League, i convocati per Dinamo Kiev-Juve
18.02.2019 18:07 – in: UEFA Youth League
UEFA Youth League, i convocati per Dinamo Kiev-Juve

I Bianconeri a disposizione di Francesco Baldini per l’andata del play off di UEFA Youth League
Sfida europea anche per la Juventus Primavera, che mercoledì 20, a Kiev, affronterà la Dinamo Kiev nell’andata dei play off di UEFA Youth League (fischio d’inizio ore 14:00).
Questi i convocati di mister Francesco Baldini per la trasferta in Ucraina:
Anzolin
Boloca
Capellini
Fagioli
Francofonte
Gozzi
Israel Wibmer
Leone
Loria
Makoun
Markovic
Monzialo
Moreno
Morrone
Nicolussi Caviglia
Rosa
Pereira Serrao
Petrelli
Pinelli
Portanova
Siano. A questo proposito, in esclusiva, guarda Gianluca Pessotto «Contro la Dinamo Kiev una partita di grande prestigio» 19 FEB 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Alex Sandro: «Pronti per l’Atletico»
18.02.2019 18:30 – in: UCL
Alex Sandro: «Pronti per l’Atletico»

«Quella spagnola è una squadra ben costruita, abituata alla Champions e a raggiungere la fase finale, ma la Juve, quando entra in campo lo fa per vincere»
La marcia della Juventus in campionato procede spedita e nell’ultimo turno i bianconeri hanno anche aumentato il vantaggio in classifica, ma ora torna la Champions e l’attenzione di tutti è esclusivamente rivolta alla sfida contro l’Atletico: «Abbiamo 13 punti sul Napoli, ma non per questo dobbiamo allentare la tensione – sottolinea Alex Sandro ai microfoni di Sky Sport – anzi, dobbiamo rimanere attenti e concentrati per aumentare il vantaggio. Prepararsi per la Champions è sempre un po’ diverso rispetto al campionato, ma la concentrazione aumenta man mano che si va verso la parte finale di entrambe le competizioni».
Griezmann, Diego Costa, Morata… L’attacco dei colchoneros è di primissimo livello, ma non è l’unica arma a disposizione di Simeone: «Sono grandi campioni – ribadisce il brasiliano – ma l’Atletico è capace di giocare sia in fase offensiva che in fase difensiva e non possiamo pensare di concentrarci solo su quei tre, perché ci sono altri giocatori altrettanto importanti. Conosciamo bene l’Atletico, il suo modo di giocare. È una squadra ben costruita, abituata alla Champions e a raggiungere la fase finale, ma la Juve, quando entra in campo lo fa per vincere».
I bianconeri hanno recuperato Bonucci e Chiellini, già in campo contro il Frosinone, e la loro presenza, così come quella di Ronaldo sarà particolarmente al Wanda Metropolitano: «Sono giocatori di esperienza, preziosi in entrambe le fasi, sono a grandi livelli da tanto tempo e sempre una risorsa importante per noi. Cristiano sta aiutando molto la squadra con la sua esperienza e la sua qualità. Sta facendo un buon campionato e una buona Champions e speriamo tutti che continui così».         

STAMPA