Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA JUVE PRE YOUNG BOYS-JUVENTUS

CONFERENZA JUVE PRE YOUNG BOYS-JUVENTUS

La conferenza stampa integrale della Juventus

rappresentata da Szczesny ed Allegri

DELLE 18:00 DI MARTEDì 11 DICEMBRE 2018

CONFERENZA JUVE PRE YOUNG BOYS-JUVENTUS

Siamo giunti all’ultima partita della prima fase a gironi di questa Champions e la Juventus intende prendersi il primo posto e la vittoria è necessaria per ottenere tale certezza, a meno di passi falsi dello United. Ma questo non interessa ai Bianconeri che intendono fregiarsi del primo posto ampiamente meritato. Il match è in programma alle 21:00 di mercoledì 12 Dicembre 2018 a Berna, in Svizzera.

IL VIDEO: ALLEGRI e SZCZESNY pre YOUNG BOYS vs JUVENTUS Conferenza Stampa

GUARDA SU YOUTUBE:

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

SEMPRE AGGIORNATI

NON PERDETEVELI

IN ESCLUSIVA SU https://tecnologiamauriziobarraaccessibilita.com/

TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

STAMPA

J Selfie Juventus vs Inter

History 90 minuti per arrivare primi

Highlights Primavera Juventus vs Fiorentina

Highlights Castelvecchio vs Juventus Women

#JUVENTUSTV Puntata 13, la vittoria più larga in Champions League

Documentario Alla scoperta di Berna

Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:33 DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

ALLE 03:01 DI MARTEDì 11 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Sfruttamento immigrazione, sei arresti
Blitz dei Carabinieri a Cagliari, Sassari e Alessandria

Pjanic ‘questa è la Juventus più forte'”Abbiamo dimostrato di meritare il primo posto nel girone”

Papiro Artemidoro è falso, ma la truffa è prescrittaProcura Torino accerta falsità dopo anni di indagini

Champions, tedesco Stieler arbitra JuvePer la Roma a Plzen c’è il fischietto inglese Taylor

Vento a Torino, via libera diesel Euro 4Stop da domani provvedimenti antismog livello arancione

Città metropolitana Torino dice sì Tav. Appendino: ‘Atto politico’I sindaci a favore sono stati 167, la prima cittadina di Torino non partecipa al voto

Piemontese Batasiolo rafforza l’exportGrazie a finanziamento di 7 milioni di euro, garantito da Sace

Scioperano lavoratori Terzo ValicoMobilitazione dopo l’incidente in cui è morto un operaio

Uefa: Chiellini candidato a top 11 2018Unico giocatore italiano, 4 calciatori Juve, 3 Roma e 1 Napoli

Champions:stop Benatia,niente Young BoysNiente Young Boys per difensore marocchino, stop durante seduta

Italdesign e Vr, l’elicottero-autoLo ha realizzato VR-Technology (Russian Helicopters)

Tav: Salvini, se no risposte, referendumUnica cosa certe è che non si andrà avanti discutere a infinito

Abusa fidanzate figlio, chiesti 23 anniLo obbligava a bendarle per sostituirsi a lui, 11 le vittime

C.Sala: “Con Radice addio anni migliori”Applausi per feretro, su bara sciarpa Monza e maglia del Torino

A famiglia Vitelli piena proprietà ASNCon Alfa Servizi Nautici punta a miglior marina del Mediterraneo

Radice: Cairo, grande uomo e innovatore’Tutti gli volevano bene, al Torino uno scudetto storico’

Auto con tre baby Juve contro volante PsLievi ferite per due agenti, nessuna conseguenza per calciatori

San Giovanni Bosco ‘rifunzionalizzato’Mostra fotografica racconta cantiere per ‘umanizzazione servizi’

Traviata di Brockhaus-Svoboda a TorinoCelebre allestimento noto come ‘La traviata degli specchi’

Galup sostiene ricerca sul CancroPresidente Bernocco, onorati contribuire ad attività Fondazione

Uccide il figlio disabile, padre fermato nel CuneeseOmicidio tra le mura di casa, vittima forse colpita con bastone

#Juventusxmas:cena di Natale per la JuveI bianconeri festeggiano nel golf club della famiglia Agnelli

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

CAGLIARI

– Dalle prime ore di oggi a Cagliari, Sassari e Alessandria, i carabinieri della Compagnia di Carbonia stanno eseguendo sei ordinanze di custodia cautelare in carcere, disposte dal Tribunale di Cagliari su richiesta della locale Dda nei confronti di un algerino, un tunisino e quattro nigeriani accusati di associazione a delinquere, sfruttamento e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, sfruttamento della prostituzione, detenzione e smercio di soldi falsi e spaccio di droga anche nei confronti di minorenni. I provvedimenti sono collegati all’indagine “Arruga” condotta dal dicembre 2014 al mese di dicembre 2018 dal Nucleo Operativo della Compagnia di Carbonia.
Attraverso due principali filoni d’indagine, l’inchiesta ha svelato l’esistenza di altrettante tratte di extracomunitari clandestini che, giunti in Sardegna, venivano gestiti e sfruttati da due organizzazioni criminali.
I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso della conferenza stampa a Cagliari.
– TORINO

– “Il primo posto nel girone è un obiettivo fissato a inizio anno: per questo la partita di mercoledì è importantissima”. Sale l’attesa in vista della trasferta di Berna con lo Young Boys, match che può valere il primo posto per la Juventus di Miralem Pjanic. “Lo vogliamo fortemente – dice il regista bosniaco ai microfoni di Raisport e rilanciato dal sito della società – posizione che abbiamo dimostrato di meritare”.
“Penso che questa sia la Juve più forte, abbiamo una rosa molto ampia e la società sta lavorando ogni anno per migliorarla e vincere lo scudetto – sostiene Pjanic -. Allegri è un ottimo gestore di rosa ed è molto bravo tatticamente, ci trasmette tantissime qualità”.
Il Papiro di Artemidoro, a lungo considerato un documento storico di inestimabile valore, è un falso. Lo stabiliscono gli studi raccolti nell’inchiesta della procura di Torino nei confronti di Serop Simonian, che nel 2004 riuscì a vendere il reperto, per un corrispettivo di 2 milioni e 750 mila euro, alla Fondazione per l’Arte della Compagnia San Paolo. Una truffa, per i magistrati torinesi, che resterà però impunita: il procedimento è stato infatti archiviato per intervenuta prescrizione.

L’indagine della procura di Torino era scattata nell’ottobre 2013 da un esposto del professor Luigi Canfora, benché già da tempo circolasse più di un dubbio sull’autenticità del reperto attribuito al geografo antico Artemidoro di Efeso e fatto risalire alla fine del I secolo a.c.
– Sarà il tedesco Tobias Stieler a dirigere mercoledì sera a Berna Young Boys-Juventus, match valido per l’ultima giornata del girone H di Champions League.
Nella stessa giornata, ma alle 18.55, giocherà anche la Roma, impegnata a Plzen contro il Viktoria per l’ultima gara del girone G: la direzione di gara è stata affidata all’inglese Anthony Taylor.
– TORINO

– Tornano a circolare, a Torino, le auto Euro 4 diesel. Grazie al forte vento dei giorni scorsi, le condizioni dell’aria sono rientrate al di sotto della soglia d’attenzione. L’amministrazione comunale ha quindi sospeso il livello arancione dei provvedimenti antismog.
Da domani, martedì 11 dicembre, il blocco delle auto più inquinanti riguarderà soltanto i diesel fino ad Euro 3 e le auto di classe emissiva Euro 0 alimentate a benzina, gpl e metano. Il blocco è in vigore per tutto l’arco della giornata per automobili e ciclomotori Euro 0; dalle ore 8 alle ore 19 per i veicoli ad alimentazione diesel euro 1, 2 e 3.
La Conferenza dei sindaci della Città metropolitana di Torino ha approvato con 167 sì, 8 astenuti e un voto contrario la mozione delle opposizioni di centrodestra e di centrosinistra a favore della Torino-Lione. La sindaca metropolitana Chiara Appendino non ha partecipato al voto. Il documento impegna la sindaca “a riconoscere i benefici dell’opera per l’intero territorio metropolitano e a svolgere ogni azione finalizzata a sostenerne la realizzazione nei tempi previsti”. Con la Appendino non ha partecipato al voto anche una decina di sindaci della Città metropolitana.La mozione approvata è intitolata ‘La Città metropolitana di Torino vuole il Tav’ e, al contrario dell’ordine del giorno con cui il Comune di Torino ha impegnato la sindaca ad attivarsi col governo per chiedere lo stop dell’opera, impegna la prima cittadina anche a “collaborare con tutti gli attori sociali e produttivi che sostengono l’utilità dell’infrastruttura”.Il voto della Città Metropolitana di Torino è “un atto politico” e conferma che la Torino-Lione è un “tema altamente divisivo sul quale è difficile discutere nel merito”. Lo afferma la sindaca Chiara Appendino commentando l’approvazione dell’ordine del giorno a sostegno dell’opera. “Aspettiamo la conclusione dell’analisi costi-benefici e l’analisi giuridica su eventuali costi di sospensione dei lavori – aggiunge – che dovrebbero essere concluse entro fine mese”.
– TORINO

– L’azienda piemontese Batasiolo, storica produttrice di vini e spumanti, punta a rafforzarsi all’estero grazie a un finanziamento di 7 milioni di euro, garantito da Sace Simest (gruppo Cdp), con Banca Akros e Banco Bpm. Il finanziamento servirà a coprire i costi legati a esigenze di magazzino per la conservazione e l’invecchiamento dei vini pregiati, che saranno poi venduti all’estero.
L’operazione rientra nell’ambito della collaborazione tra il Gruppo Banco Bpm e Sace, avviata lo scorso anno con un accordo a sostegno dello sviluppo internazionale delle eccellenze italiane del settore agroalimentare e di altri settori del Made in Italy.
L’intesa mette a disposizione soluzioni assicurative e finanziarie per valorizzare i beni a magazzino e 150 milioni di euro di linee di credito per percorsi di sviluppo estero.
Oltre a Batasiolo, hanno beneficiato della partnership tra Sace e Banco Bpm diverse aziende, da Ambrosi, che opera nel settore lattiero-caseario, a Kipre, azienda del comparto salumi.
– ALESSANDRIA

– E’ alta, secondo i sindacati, l’adesione dei lavoratori del Terzo Valico allo sciopero indetto dopo l’incidente in cui un operaio è morto nel cantiere di Voltaggio (Alessandria). “Le prime stime parlano del 70%”, dicono i segretari di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil in presidio davanti a Palazzo Ghilini, ad Alessandria, dove si è svolto un incontro con i rappresentanti della Prefettura.
Assente per motivi personali, il prefetto Antonio Apruzzese ha fatto sapere di voler incontrare gli operai, forse già nel pomeriggio. “Abbiamo chiesto più sicurezza, più controlli, più formazione – dicono i sindacati – Ma soprattutto che un rappresentante della sicurezza possa accedere ai siti della tratta, senza limitazioni, per avere sempre un quadro complessivo della situazione”.
A tutte queste richieste, e ai problemi evidenziati, la prefettura ha assicurato la massima attenzione.
I turnisti scioperano dalle 6 di questa mattina alla stessa ora di domani; i giornalieri per l’intera giornata di oggi.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

C’è solo un italiano, Giorgio Chiellini, nella rosa dei 50 giocatori candidati per un posto nella squadra dell’anno 2018 dell’Uefa, arrivata alla 17ma edizione. Il difensore della Juventus si trova insieme ai compagni di squadra della Juventus Pjanic, Dybala e C.Ronaldo (quest’ultimo in condominio col Real, con cui ha giocato la prima parte di tstagione). Tra le italiane, la Juventus è la squadra più rappresentata con 4 giocatori, poi c’è la Roma con 3 (Alisson, ora al Liverpool, Manolas e Dzeko) e il Napoli con uno (Koulibaly). La parte del leone la fanno

i club spagnoli (9 giocatori sono del Real, 7 del Barca, 6 dell’Atletico, come il Liverpool). I tifosi e gli appassionati di calcio di tutto il mondo possono iniziare a votare da oggi la squadra dell’anno fino al 9 gennaio. Gli utenti possono schierare la propria squadra col loro modulo preferito scegliendo tra cinque portieri, 15 difensori, 15 centrocampisti e 15 attaccanti. La formazione vincitrice verrà proclamata giovedì 11 gennaio.
– TORINO

– Un’infiammazione al ginocchio destro costringe Benatia a saltare la trasferta di Champions League contro lo Young Boys di mercoledì. Il difensore marocchino, si legge sul sito del club bianconero, “si è fermato durante la seduta” di allenamento. I bianconeri torneranno ad allenarsi domani, sempre alla Continassa, prima della partenza per la Svizzera. QUI GLI APPROFONDIMENTI SULLA JUVE

PIEMONTE TUTE LE NOTIZIE

TORINO

– Un elicottero leggero a motore singolo in grado di ospitare fino a sei persone, con design di chiara ispirazione automobilistica. E’ il VRT500 realizzato da VR-Technology, società di innovation design controllata da Russian Helicopters, in collaborazione con Italdesign (gruppo Volkswagen). Il risultato è “un prodotto pensato per la new mobility e specificamente progettato per le smart cities”.
“Poter lavorare con un team come VR Technologies – spiega l’amministratore delegato di Italdesign, Jörg Astalosch – è stata una grande esperienza. La nostra divisione di Industrial design ha esperienze trasversali ed è in grado di combinare design e sensibilità alle soluzioni tecnologiche ed ingegneristiche più avanzate in modo creativo, ed è questa la ragione per cui è ancora oggi un riferimento nel mondo del disegno industriale. Abbiamo dimostrato quanto ci piaccia accettare nuove sfide e collaborare con aziende come VR Technologies è uno stimolo per continuare ad alzare l’asticella dell’innovazione”.
– Se dall’analisi costi benefici sulla Tav non dovessero arrivare risposte chiara una strada potrebbe essere quella del referendum. Lo ha detto il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini. “Aspettiamo il rapporto costi e benefici, ma se non si arrivasse a una decisione, chiedere ai cittadini cosa ne pensano penso che essere una strada” ha detto Salvini. ‘Ma quindi un referendum?’ gli è stato chiesto. “Perché no?” ha risposto Salvini.
“L’unica cosa che non può succedere è che si vada avanti ancora per settimane o per mesi a discutere. L’importante è avere dei sì o dei no. Io tifo sì. Se i tecnici ci dicessero no o forse, si possono ascoltare i cittadini” ha poi aggiunto Salvini, a margine dell’incontro con i presidenti territoriali di Confindustria Lombardia, nella sede di Assolombarda a Milano.
– TORINO

– Costringeva il figlio 14enne ad ammanettare e bendare le fidanzatine, per poi sostituirsi a lui e violentarle. Un uomo di 44 anni, addetto alla sicurezza in una discoteca, è imputato a Torino con l’accusa, tra le altre, di violenza sessuale e detenzione di materiale pedopornografico. Il pm Barbara Badellino ha chiesto di condannarlo a 23 anni di carcere.
Gli episodi contestati sarebbero avvenuti nell’abitazione dell’imputato tra il 2008 e il 2009. Le vittime delle violenze sono undici, per lo più ragazzine minorenni: si tratta delle fidanzatine del figlio, ma anche di alcune amiche della figlia e di altre giovani che adescava sui social.
L’uomo è anche accusato di maltrattamenti sulla figlia, oggi 15enne.
Le indagini della squadra mobile di Torino hanno preso il via dalla denuncia di una delle vittime, che ha raccontato l’accaduto ai genitori.
– “Ciao, Mister. Siamo qui per salutarti un’ultima volta. Con te se ne vanno i migliori anni della nostra vita. Ci siamo divertiti insieme, in un’ambiente unico, una vera famiglia. Ci hai trasmesso fiducia e un insegnamento importante: per raggiungere un obiettivo servono sudore e fatica. Grazie di tutto, Mister”. Così, durante la cerimonia funebre, l’ex capitano del Torino, Claudio Sala, ricorda Gigi Radice, scomparso venerdì. “Gigi – dice don Luca Parolari, nell’omelia – ha combattuto tanto: nello sport, nella vita e nella malattia.
Una lunga battaglia, con alleati diversi: prima con i compagni di squadra, poi con i ‘suoi’ giocatori e infine tra gli affetti della famiglia. La malattia se l’è portato via un po’ alla volta, ma anche contro la morte Gigi non ha combattuto da solo”.
Il figlio Ruggero ha chiuso la cerimonia “come avrebbe fatto il padre”: “Poche chiacchiere e pedalare”. Il feretro, coperto da fiori, da una maglietta del Torino e da una sciarpa granata, ma anche da una del Monza, è stato applaudito.
Marina di Varazze, società facente capo alla famiglia Vitelli (Gruppo Azimut/ Benetti), ha acquistato il 50% di Alfa Servizi Nautici di Varazze (ASN), arrivando così a possedere la totalità delle quote di ASN.
L’acquisizione riguarda l’area dello storico cantiere ex Baglietto, che la società Marina di Varazze intenderebbe trasformare in un centro di manutenzione per yachts dai 25 ai 50 mt. Dal centro nel 2018 sono transitate 34 barche, facendo lavorazioni da 30.000 a 500.000 euro cadauna. La Marina di Varazze già possiede la concessione per lo specchio acqueo di fronte al cantiere. Intorno ad Azimut/Benetti gravitano attualmente, oltre a Varazze, la marina di Viareggio, di Valletta (Malta), di Mosca e, nel prossimo futuro, anche di Livorno, in fase di avanzata approvazione. A questo si aggiunge una partecipazione nella società Porto di Sanremo Srl che si è candidata per il rinnovo del porto vecchio di Sanremo. ASN può diventare uno dei più importanti del Mediterraneo.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

“Gigi Radice era un uomo sobrio, ma concreto e determinato, votato all’obiettivo. Un grandissimo uomo e lo dimostrano tutte le persone che c’erano oggi ai suoi funerali, i giocatori che ha allenato. Se tutti quanti gli volevano così bene è perché si è fatto apprezzare”. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ricorda così Gigi Radice, allenatore dell’ultimo scudetto granata (1976). “Gigi – aggiunge Cairo, al termine della funzione funebre – è stato importantissimo per il calcio italiano: ha introdotto il pressing e il calcio totale. Con il Torino ha vinto uno scudetto storico, che non vincevamo da anni e che sfortunatamente non vinciamo da anni. Io sono venuto, perché ci tenevo a omaggiarlo, ma purtroppo non l’ho nemmeno conosciuto. Lo abbiamo invitato alla festa del Torino, ma era già debilitato dalla malattia.
Però è come se lo conoscessi, Antonio Comi ha giocato per lui e mi ha raccontato un sacco di cose. Era proprio una grandissima persona”

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– Tre giovani calciatori della primavera della Juventus sono stati coinvolti, oggi a Torino, in un incidente stradale. L’auto su cui viaggiavano si è scontrata in corso Potenza, per cause ancora in corso di accertamento, con una volante della polizia, che si è ribaltata. Due agenti sono rimasti lievemente feriti, uno dei quali trasportato in ospedale dai sanitari del 118 in codice giallo. I tre calciatori non hanno riportato conseguenze.
– TORINO,

– Si sono conclusi, dopo tre anni di lavori costati 15 milioni di euro, i lavori per la ‘rifunzionalizzazione’ dell’ospedale Sal Giovanni Bosco, il più grande ospedale della zona Nord di Torino, con 347 posti letto, 67.332 accessi annuali al Pronto Soccorso e 10.859 ricoveri. Per raccontare il cantiere e “il percorso di ‘umanizzazione che ne sta alla radice”, è stata allestita una mostra fotografica presentata dal direttore generale Valerio Fabio Alberti e dal direttore del Servizio Tecnico, Remo Viberti, con l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta e il presidente del Consiglio regionale, Nino Boeti.
“In particolare – ha detto Alberti – sono stati rivisti gli spazi per l’accoglienza, l’area bimbi, il day hospital oncologico, il triage e Chirurgia Multidisciplinare”. Boeti e Saitta, hanno sottolineato come “questo intervento, pur in tempi di crisi, vada nel senso della salvaguardia e della qualità della sanità pubblica a cui la Regione Piemonte ha dedicato particolare attenzione”.
– TORINO

– Arriva sul palco del Teatro Regio di Torino, dal 14 al 22 dicembre, il leggendario allestimento de La traviata di Giuseppe Verdi firmata Henning Brockhaus e con le scene di Josef Svoboda, proveniente dallo Sferisterio di Macerata e dalla Fondazione Pergolesi-Spontini di Jesi. Nota anche come La traviata degli specchi, lo spettacolo, che ha ricevuto il Premio Abbiati nel 1993, indaga il sottile confine tra la natura intima e delicata di Violetta e la sua immagine pubblica, sottolineata da un enorme specchio inclinato che moltiplica, da tutti i possibili punti di vista, l’oggetto del desiderio all’occhio del voyeur.
Sul podio dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio il maestro Donato Renzetti.
La produzione in cartellone si avvale della partnership di Iren, Socio fondatore del Teatro. La ‘prima’ del 14 dicembre viene trasmessa in diretta su Rai Radio 3.
– TORINO

– Anche quest’anno Galup, storica azienda dolciaria piemontese, ha promosso iniziative benefiche con la vendita di Panettoni e Colombe per raccogliere fondi a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, arrivando a raccogliere nel corso dell’anno oltre 24 mila euro.
In questi giorni il presidente dell’azienda Giuseppe Bernocco ha consegnato un assegno con il denaro raccolto nelle mani di Allegra Agnelli, Presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.
“Siamo onorati – ha detto Bernocco – di continuare a sostenere la Fondazione. Come azienda siamo vicini alle realtà virtuose del territorio, che sosteniamo con convinzione e ringraziamo la Fondazione per l’impegno, passione e dedizione encomiabile a beneficio del prossimo. Poter contribuire con i nostri prodotti allo sviluppo della Ricerca contro questo terribile male, attraverso la realizzazione di importanti progetti, è per noi motivo di gioia e soddisfazione”.
– SALUZZO (CUNEO)

– Ha ucciso il figlio disabile colpendolo ripetutamente, forse con un bastone. La tragedia oggi pomeriggio a Saluzzo, nel Cuneese, dove l’anziano padre viveva con la vittima. Sul posto stanno intervenendo i carabinieri e la polizia municipale, che stanno ricostruendo i motivi del gesto. L’anziano padre è stato fermato.

– TORINO

– E’ tempo di auguri per la Juventus.
Giocatori, staff tecnico e dirigenti bianconeri si sono ritrovati stasera ai Roveri, il golf club della famiglia Agnelli, per la tradizionale cena di Natale. ‘Merry #JUVENTUSXMAS a tutti!!!’, è l’hashtag del club che, su Twitter, ha pubblicato alcune immagini dei calciatori accompagnati da mogli e fidanzate, tutte elegantissime.     

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 02:30 DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

ALLE 02:20 DI MARTEDì 11 DICEMBRE 2018

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Pjanic: «Vogliamo il primo posto nel girone»
10.12.2018 08:00 – in: La squadra
Pjanic: «Vogliamo il primo posto nel girone»

«Quella di mercoledì è una partita importantissima. Il primo posto nel girone è un obiettivo che abbiamo dimostrato di meritare».
Miralem Pjanic a tutto campo. Il centrocampista bosniaco si è raccontato ai microfoni della Rai, tra presente, obiettivi futuri, e ricordi di un 2018 di grandi successi.
Un presente che vede la Juve in prima fila in campionato e in Champions, dove mercoledì sera avrà l’opportunità, con lo Young Boys, di giocarsi il primo posto nel girone: «Quella di mercoledì è una partita importantissima. Il primo posto del girone è un obiettivofissato da inizio stagione che vogliamo fortemente, e che questa squadra ha dimostrato di meritare».
«In campionato – aggiunge Pjanic – per ora abbiamo un bel vantaggio, che proveremo ad allungare, ma il Napoli e l’Inter hanno dimostrato di essere ottime squadre, e ci sarà da lottare con loro fino alla fine».
Parole al miele per i propri compagni di squadra: «Questa la Juve più forte dopo sette scudetti? Penso di sì – afferma Miralem – Abbiamo una rosa molto ampia e la società sta lavorando ogni anno per migliorarla e vincere lo scudetto. Allegri è un ottimo gestore di rosa ed è molto bravo tatticamente; ci trasmette tantissime qualità».
«In più – aggiunge il centrocampista – sicuramente Cristiano ci sta dando un grande beneficio con la sua esperienza, qualità, e il suo modo di lavorare per migliorarsi in continuazione. Tutti aspetti che mi hanno colpito molto».
Il numero 5 bianconero ha fatto anche il punto sul 2018, che ha visto la Juve entrare nella storia, con il settimo scudetto consecutivo: «Quando firmai con la Juve, il Presidente mi fece vedere una foto della Juve che aveva vinto cinque scudetti di fila, e mi aveva detto che avremmo dovuto superarla. Ci siamo riusciti, arrivando addirittura a sette, ma adesso dobbiamo portare nuovi trofei».
Un anno in cui la vittoria scudetto è coincisa anche con l’addio di Gigi Buffon: «Gigi è una leggenda, probabilmente il portiere più forte di tutti i tempi. E’ stato un uomo importante nello spogliatoio, un esempio che ha trasmesso tutta la sua juventinità. Dopo il suo addio – aggiunge Pjanic -, il punto di riferimento è diventato ancora di più “Chiello”(Giorgio Chiellini ndr). Lui e Gigi sanno farti capire cos’è la Juve: sono modelli da seguire per la loro serietà e professionalità e grandi campioni che è meglio avere sempre come compagni che come avversari».
Infine, il centrocampista bosniaco traccia un quadro degli obiettivi futuri: «Il mio sogno è vincere la Champions League con la Juve, e faremo di tutto per riportarla a casa. Il triplete dev’essere per noi un sogno e un obiettivo».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il teatro della sfida di mercoledì: lo Stade de Suisse
10.12.2018 11:49 – in: Champions League
Il teatro della sfida di mercoledì: lo Stade de Suisse

Curiosità e informazioni sull’impianto che ospiterà Young Boys-Juve
E’ nel 1902 che lo Young Boys gioca per la prima volta in un campo sportivo “suo”. Si tratta del campo “Spitalacker”, comunemente detto “Spitteler”, che dopo la Prima Guerra Mondiale, nel 1920, viene riparato con l’aggiunta di una nuova tribuna. Qui lo YB vince il primo Campionato svizzero, nel 1903, e poi compie la “tripletta” 1909-1911.
Dal 1925, la squadra di Berna si trasferisce in una nuova struttura, il “Wankdorfstadion I”: uno stadio moderno, con 22 mila spettatori di capienza, che nel 1937 salirà a 40 mila: lo Young Boys qui vincerà il Campionato nel 1929 e due volte Coppa di Svizzera, ma vivrà anche una retrocessione, nel 1947.
UNA NUOVA STRUTTURA PER I MONDIALI
Ma è di nuovo tempo di cambiare: nel 1954, in Svizzera si tengono i Mondiali di calcio, e per l’occasione è inaugurato il nuovo impianto, il Wankdorfstadion II. Lo Stadio vede il suo record di capienza nel 1959, quando lo Young Boys gioca la semifinale di Coppa dei Campioni contro lo Stade de Reims, di fronte a 63 mila spettatori.
Qui la squadra giallonera gioca fino al 2001, vincendo per cinque volte il campionato (arrivando così a 11 titoli), tre volte la Coppa di Svizzera, una volta la Supercoppa e la Coppa di Lega. L’ultima sfida in questo impianto si tiene il 7 giugno del 2001, un 1-1 contro il Lugano.
Durante i lavori per lo Stade de Suisse, lo Young Boys gioca nella struttura messa a disposizione dal Neufeld.
2005: IL NUOVO IMPIANTO
Lo Stade de Suisse è costruito per ospitare gli Europei del 2006. Viene inaugurato nel 2005, il 16 luglio, con un turno di qualificazione europea fra YB e Marsiglia.
Pochi giorni dopo, il 31 luglio, ospita un triangolare con Stoccarda e Udinese: in questo stadio lo Young Boys torna a vincere, dopo due retrocessioni e altrettante promozioni, il Campionato nel 2018, qualificandosi così per la sua prima Champions League.
La capienza è di 31’120 spettatori, per una struttura polifunzionale progettata Architetti Luscher Architectes SA, Losanna, e Schwaar & Partner AG, Berna e costata 350 milioni di franchi.
(dati e foto storica: www.bscyb.ch)

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Al lavoro per la Champions
10.12.2018 14:30 – in: Champions League
Al lavoro per la Champions

Squadra in campo questa mattina al JTC per preparare la sfida contro lo Young Boys che vale il primato nel girone
La qualificazione agli ottavi di Champions è già in cassaforte, ma c’è ancora il primo posto nel girone da conquistare e per essere sicura di centrarlo la Juventus dovrà andare a vincere a Berna, contro lo Young Boys. I bianconeri hanno già iniziato ieri a preparare la gara e questa mattina hanno lavorato sugli aspetti tecnico-tattici del match. Durante la seduta si è fermato Medhi Benatia, a causa di un’infiammazione al ginocchio destro.

Domani la squadra si ritroverà ancora al JTC, alle 11:45 e l’allenamento sarà aperto ai media per i primi 15 minuti. La partenza per la Svizzera è prevista nel pomeriggio e una volta atterrati i bianconeri si trasferiranno allo Stade de Suisse, dove alle 17:40 prenderanno un primo contatto con il terreno di gioco. Alle 18.00 infine, nella sala stampa dell’impianto è in programma la conferenza di vigilia che, come l’allenamento, sarà trasmessa in diretta su Juventus TV.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Quattro bianconeri candidati per la Squadra dell’anno
10.12.2018 15:13 – in: Champions League
Quattro bianconeri candidati per la Squadra dell’anno

Chiellini, Pjanic, Dybala e Ronaldo sono fra i 50 giocatori candidati per un posto nel Team of the Year 2018
Ci sono quattro bianconeri tra i 50 giocatori candidati a comporre il Team of the Year 2018 dell’Uefa: Chiellini, unico italiano, Pjanic, Dybala e Cristiano Ronaldo.
I totale sono 14 i club e 20 le nazioni rappresentate e la Juventus è la squadra italiana con più candidati, davanti a Roma e Napoli. Ora saranno i tifosi a scegliere l’undici ideale, direttamente dal SITO DELL’UEFA.

Le votazioni si chiuderanno l’11 Gennaio 2019.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

La cena di Natale della Juve
10.12.2018 22:00 – in: Eventi
La cena di Natale della Juve

La dirigenza, lo staff tecnico e la squadra si sono ritrovati al Royal Park I Roveri per il tradizionale scambio di auguri
Una serata insieme, per brindare ai successi ottenuti e per godersi qualche ora di relax prima di inseguire i prossimi obiettivi, a cominciare dal primo posto del girone di Champions, da guadagnare vincendo mercoledì contro lo Young Boys. I dirigenti, lo staff tecnico e i giocatori della Juventus si sono ritrovati questa sera al Royal Park I Roveri per scambiarsi gli auguri, con qualche giorno di anticipo, durante la tradizionale cena di Natale.     

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

DELLE 09:21 E 10:33

DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Lotteria fai da te, commerciante multato
Guardia finanza scopre riffa clandestina in locale Alpignano

Rapinavano tabaccherie, sgominata bandaCinque arresti, per carabinieri stavano preparando altri colpi

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– Con 10 euro si potevano vincere generi alimentari per un valore di 500 euro. La lotteria, organizzata in un locale di Alpignano (Torino) si svolgeva però senza autorizzazioni. Per questo motivo, il titolare dell’esercizio commerciale è stato denunciato dalla guardia di finanza. Ed ora rischia sanzioni fino a 12 mila euro.
Il controllo delle fiamme gialle è stato effettuato in collaborazione con la polizia locale. La lotteria fai da te era associata alla consueta estrazione settimanale del lotto, ma veniva effettuata senza le necessarie autorizzazioni.
– TORINO

– Il gruppo criminale era la “squadra di calcio”, le rapine erano le “partite”. Comunicavano tra loro in gergo calcistico i malviventi arrestati dai carabinieri di Leini. In manette sono finiti cinque italiani, tra cui una donna, tra i 24 e i 38 anni. Sono accusati di tre rapine ai danni di tabaccherie di Lombardore, Oglianico e San Benigno, nel Torinese, tra marzo e aprile 2018. La donna, autista del gruppo, è ai domiciliari.
Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura di Ivrea, hanno preso il via il 4 marzo, quando la banda, indosso tute da operaio e volto coperto, tentò un colpo a una tabaccheria di Lombardore: presero in ostaggio la figlia del titolare, ma vennero messi in fuga dal gestore dell’attività. I militari hanno analizzato i video delle telecamere di sorveglianza e sono risaliti all’auto, rubata e con targa modificata. Secondo gli investigatori, la banda stava preparando un colpo in un centro scommesse di Torino e nella villa di coppia di anziani torinesi benestanti.     

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:00 DI DOMENICA 09 DICEMBRE 2018

ALLE 02:30 DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juve-Roma, via alla vendita riservata Member!
09.12.2018 10:00 – in: Serie A
Juve-Roma, via alla vendita riservata Member!

Da lunedì alle 10 tagliandi a disposizione dei J1897 Member, martedì vendita estesa anche ai Black&White Member
Ancora un big match all’Allianz Stadium!
Sabato 22 dicembre la Juve ospita in casa la Roma (calcio d’inizio alle 20.30). Se siete Juventus Member, e volete vivere insieme l’ultima gara casalinga prima di Natale, o magari fare e farvi un regalo natalizio anticipato,  tenete d’occhio le date della vendita riservata.
• Dalle 10:00 alle 23:59 di lunedì 10 dicembre biglietteria aperta per i  J1897 Member
• Dalle 10:00 alle 23:59 di martedì 11 dicembre estesa anche ai Black&White Member
Come sempre, tutte le info utili nella nostra sezione BIGLIETTERIA!

ALLIANZ STADIUM: UNA GIORNATA UNICA!
Per rendere ancora più piacevole la vostra esperienza all’Allianz Stadium, vi invitiamo a visitare le pagine di Juventus.com dedicate alle indicazioni per raggiungere l’impianto; ai parcheggi (con la possibilità di acquisto online) ed alle imperdibili attività di intrattenimento all’interno della struttura, per grandi e piccini, oltre ai punti di ristoro con le offerte speciali a voi dedicate.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

EuroWatch, vince allo scadere lo Young Boys
09.12.2018 10:22 – in: Champions League
EuroWatch, vince allo scadere lo Young Boys

Battuto il Thun 3-2, vince anche lo United. Pari per il Valencia
Vittoria in rimonta dello Young Boys, che sabato ha battuto in casa 3-2 il Thun. I nostri prossimi (e ultimi) avversari di Champions League hanno rimontato un doppio svantaggio, maturato con i gol di Spielmann al 39′ e Bigler al 69′. Le reti dei gialloneri: Sulejmani al 56′, autorete di Rodrigues all’84’ e gol partita al 92′ di Hoarau.
Molto più netta la vittoria del Manchester United, in casa contro il Fulham. Young, Mata e Lukaku indirizzano il match nel primo tempo, gli ospiti tentano una reazione con un rigore di Kamara al 67′, ma al minuto 82 arriva il 4-1 finale di Rashford.
Uno a uno al Mestalla per il Valencia, che riagguanta in extremis una gara che il Siviglia stava vincendo grazie al gol di Sarabia al 55′. Rete del pareggio al 92′ di Diakhaby.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Inizia la preparazione allo Young Boys
09.12.2018 14:00 – in: La squadra
Inizia la preparazione allo Young Boys

Squadra di nuovo al lavoro dopo la vittoria con l’Inter per preparare la gara di Champions League con gli svizzeri.
Massimiliano Allegri l’ha definita una partita ancora più importante del Derby D’Italia. Con lo Young Boys infatti, la Juve si gioca il primato nel girone, che rappresenterebbe un grande vantaggio in ottica sorteggi degli ottavi di Champions League.
Così i bianconeri, dopo il giorno di riposo concesso da Massimiliano Allegri in seguito al successo con l’Inter di venerdì sera, sono tornati oggi in campo al JTC per preparare la trasferta di Berna in programma mercoledì sera (ore 21:00 CET). La seduta si è concentrata su esercitazioni in fase difensiva e su esercizi di tecnica e possesso palla, con Alex Sandro che ha lavorato parzialmente con la squadra.
La marcia di avvicinamento all’impegno di Champions League continua domani, con una seduta in programma al mattino.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Douglas Costa: «Nei momenti chiave facciamo la differenza»
09.12.2018 16:32 – in: La squadra
Douglas Costa: «Nei momenti chiave facciamo la differenza»

«Siamo cresciuti molto da quando sono arrivato. Non abbiamo bisogno di tante occasioni per riuscire a fare gol»
E’ una Juve da record, con 14 vittorie e un pareggio su 15 gare di campionato, e con la forza tecnica e mentale per portare a casa anche le partite più complicate.
Lo sa bene Douglas Costa, spesso decisivo nelle vittorie bianconere, che in un’intervista a Sky ha parlato del processo di maturazione degli uomini di Allegri: «Da quando sono qui siamo cresciuti molto. – spiega il brasiliano – Siamo una squadra speciale e molto forte: spesso anche quando non giochiamo bene, riusciamo a fare la differenza nei momenti chiave e non abbiamo bisogno di tante occasioni per fare gol».
Un campionato che però rimane molto complicato: «In Italia ci sono tante squadre forti– spiega Douglas -. L’Inter ha giocato alla pari con noi, e il Napoli gioca molto bene, così come Milan e Roma. In più, vincere in trasferta in Serie A è sempre molto difficile».
“Flash” ha ovviamente parlato anche della sfida di mercoledì in Champions League con lo Young Boys: «Noi dobbiamo sempre cercare di ottenere i tre punti. Ci ha dato molto fastidio perdere con il Manchester United. Perciò, a maggior ragione, mercoledì dobbiamo assolutamente vincere, perché il primo posto nel girone per noi è fondamentale nel proseguo del nostro lavoro».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Under23, al Moccagatta passa il Pisa
09.12.2018 16:45 – in: Juventus U23
Under23, al Moccagatta passa il Pisa

Gli uomini di Zironelli non riescono a bissare la vittoria con la Pistoiese e cedono per 1-3 al Pisa.
Dopo il colpo esterno in casa della Pistoiese la scorsa settimana, la Juventus Under 23non riesce a ripetersi.
Al “Moccagatta” di Alessandria la spunta il Pisa, che passa in vantaggio nella prima frazione con Lisi, nonostante un ottimo primo tempo da parte degli uomini di Zironelli, che avevano sfiorato il vantaggio in più occasioni: con un paio di tentativi di Mavididi e con il colpo di testa di Toure, bloccato dall’incrocio dei pali.
A campi invertiti, il Pisa raddoppia con una splendida punizione dal limite di Di Quinzio, ma la Juve reagisce subito e accorcia le distanze con Bunino, bravo a sfruttare il cross rasoterra di Beruatto.
A 2′ dalla fine dei tempi regolamentari il Pisa chiude i conti con il rigore trasformato da Marconi, che blocca il tentativo di rimonta bianconero.
«E’ un risultato bugiardo – commenta fine partita Zironelli – Abbiamo fatto un gran primo tempo dove il Pisa non aveva creato nessuna palla pericolosa. La difesa si è comportata benissimo, e abbiamo avuto anche parecchie occasioni. Abbiamo tenuto testa ad una squadra costurita per la B, giocando anche un ottimo calcio»
Campionato Serie C – Girone A – 15° giornata
Stadio “Giuseppe Moccagatta”, Alessandria
Juventus-Pisa 1-3
Marcatore: 28’ pt. Lisi (P), 17’ st. Di Quinzio (P), 20’ st. Bunino (J), 44’ st. rig. Marconi (P)
Pisa: Gori, Zammarini (23’ st. Birindelli), Masi, Moscardelli (Cap.) (23’ st. Marconi), Di Quinzio, Meroni, Liotti, Lisi, Masucci (30’st. Cuppone), Gucher, De Vitis (33’ st. Izzillo). A disposizione: D’Egidio, Cardelli, Brignani, Maffei. Allenatore: Luca D’Angelo.
Juventus U23: Nocchi, Andersson, Zanandrea, Muratore, Toure, Mavididi (19’ st. Bunino), Olivieri (19’ st. Pereira Da Silva), Zanimacchia (38’ st. Pozzebon), Di Pardo (33’ st. Zappa), Beruatto (33’ st. Morelli), Del Prete (Cap.). A disposizione: Del Favero, Busti, Emmanuello, Coccolo, Cappellini, Morrone. Allenatore: Mauro Zironelli.
Arbitro: Davide Moriconi di Roma 2 (Cavallina di Parma, Pappalardo di Parma).
Ammoniti: 16’ st. Del Prete (J), 32’ st. De Vitis (P), 48’ st. Zanandrea (J), 48’ st. Izzillo (P)
Prossimo impegno:
Campionato – 16° Giornata Girone di Andata
Olbia – Juventus U23
Mercoledì 12 Dicembre ore 18:30.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Under 17, pari contro la Sampdoria
09.12.2018 20:30 – in: Settore Giovanile
Under 17, pari contro la Sampdoria

Avanti con Verduci e Sekulov, bianconeri raggiunti nella ripresa
Un tempo per parte nella sfida Under 17 fra Juve e Sampdoria, questo pomeriggio a Vinovo. I ragazzi di Pedone pareggiano 2-2 contro la Samp, subendo la rimonta nella ripresa.
La fiammata Juve arriva, dopo un primo tempo combattuto, proprio a fine frazione: Verduci al 40′ e Sekulov 3 minuti dopo sembrano indirizzare la gara a favore dei bianconeri, ma nella ripresa arriva la reazione sampdoriana: Yepes accorcia al 26′ e proprio verso la fine, al 40′, arriva il 2-2 di Donato.
Sempre a Vinovo, oggi, doppia amichevole contro la Spal per Under 15 e 16.
2-2 il match della 15 (in rete Galante e Doratiotto), mentre i più grandi passano per 2-0, grazie ai gol di Giorgi e Petronelli.     

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 12:15 DI DOMENICA 09 DICEMBRE 2018

ALLE 00:49 DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Migranti:anarchici ‘contro frontiere’,occupano edificio Oulx
In Valle di Susa. A ottobre erano stati sgomberati da Claviere

Champions, Allegri vuole vincere gironeMercoledì la sfida agli svizzeri dello Young Boys

No Tav guardano a gilet gialliNoi dalla parte di chi lotta per un futuro decente per tutti

Incendio in una ditta di inchiostriA Borgaro Torinese, forse un guasto tecnico la causa

Serie A: Milan-Torino 0-0Senza vincitori né vinti il posticipo per l’Europa a San Siro

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– Una quarantina di anarchici hanno occupato, ad Oulx, in Valle di Susa, una casa cantoniera abbandonata sulla statale 24. “Contro tutte le frontiere e il decreto Salvini. Rifugio autogestito e occupato”, si legge sullo striscione esposto sulla facciata dell’edificio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.
Lo scorso marzo, un gruppo di anarchici italiani e francesi aveva occupato il seminterrato della parrocchia di Claviere e aveva allestito all’interno un punto di assistenza per i richiedenti asilo, sgomberato ad ottobre.

– TORINO

– Domenica di lavoro per la Juventus che, archiviato il riposo concesso da Allegri dopo la vittoria sull’Inter, ha iniziato a preparare la trasferta di Champions League contro lo Young Boys. Sulla carta un impegno alla portata dei bianconeri, ma da non sottovalutare: in ballo c’è infatti il primato nel girone, un bel vantaggio in vista del sorteggio degli ottavi.
La seduta -informa la Juventus sul proprio sito internet – si è concentrata su esercitazioni in fase difensiva e su esercizi di tecnica e possesso palla, con Alex Sandro che ha lavorato parzialmente con la squadra. Il brasiliano è fermo per un problema muscolare dalla partita casalinga di Champions contro il Valencia.
I bianconeri torneranno in campo domani, alla Continassa, dove si alleneranno anche martedì mattina prima della partenza per Berna. La conferenza stampa della vigilia è in programma allo Stade de Suisse alle 18.
– TORINO

– “Come recitava un cartello nel corteo di sabato: chi ascolta industriali e banchieri invece del popolo, finisce male! Governo avvisato…”. Lo scrivono i No Tav, che pubblicano su Facebook una foto di alcuni gilet jaunes con la bandiera del treno crociato davanti all’Arco di Trionfo.
“Mentre ci arrivano notizie al contempo terribili ed entusiasmanti dalla Francia – scrivono i No Tav il giorno dopo la manifestazione di Torino -, oltre mille manifestanti arrestati e centinaia di feriti in una rivolta popolare che però non demorde e sta dando esempio a tutta Europa, pubblichiamo questa foto che ci è stata inviata ieri da alcuni No Tav a Parigi. Il mondo – sottolineano – si divide in due parti, da una parte ci sono i popoli che lottano per un futuro decente per tutti, dall’altra un potere sempre più arroccato che difende gli interessi di pochi”.
– TORINO

– Un incendio è divampato a Borgaro Torinese, nei capannoni della Reinol, azienda specializzata nella produzione di inchiostri a base di alcol e di acqua. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco, impegnati con i carabinieri a stabilire le cause del rogo. Dai primi accertamenti potrebbe essere stato un gusto tecnico. L’azienda era chiusa per il weekend e nessuno è rimasto ferito.
– Milan e Torino pareggiano 0-0 nel posticipo della 15/a giornata del campionato di Serie A. Finisce così, senza vincitori né vinti, la sfida per l’Europa disputata sul terreno di San Siro.     

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

SPORT: SCI

SPORT: SCI

AGGIORNAMENTO DELLE 11:52

DI DOMENICA 09 DICEMBRE 2018

SPORT: SCI

St. Moritz (Svizzera)

– Dopo la breve manche di qualificazione, sono tre le azzurre classificatesi tra le 32 atlete ammesse allo slalom parallelo di coppa del mondo di St.Moritz in programma alle ore 13.30. Si tratta di Irene Curtoni 15/a in 29.05, Federica Brignone 28/a in 29.55 e Chiara Costazza 29/a in 29.57.
Alla manche di qualificazione hanno preso parte 52 concorrenti. La migliore, con il tempo di 28.14, è stata la statunitense Mikaela Shiffrin davanti alla svedese Frida Hansdotter in 28.62 ed all’austriaca Katharina Truppe in 28.75.
Il parallelo sarà ad eliminazione diretta con tabellone in stile tennistico.     

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

SEMPRE IN COSTANTE AGGIORNAMENTO

TUTTI I VIDEO DEL MONDO BIANCONERO

TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Le curiosità di Juventus vs Inter

Highlights Juventus vs Inter 1-0 Mandzukic al 65

Conferenza Stampa Allegri post Juventus vs Inter

Bonucci «Nel secondo tempo abbiamo preso in mano al partita»

Allegri «Siamo stati efficaci e concreti»

Da bordocampo Juventus vs Inter

Gamereview Juventus vs Inter

Juventus Youth U19 Vittoria in rimonta contro la Fiorentina 

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 21:30 DI VENERDì 07 DICEMBRE 2018

ALLE 01:59 DI DOMENICA 09 DICEMBRE 2018

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

A bordocampo con Ronaldo
07.12.2018 21:30 – in: Serie A
A bordocampo con Ronaldo

Attimi memorabili per la Juventus Member Francesca, che ha premiato Cristiano come migliore bianconero di novembre
L’emozione di un big match come il Derby d’Italia. I suoni, le luci e i colori dell’Allianz Stadium. La posizione privilegiata per vivere una parte del pre partita, da bordocampo.
E come se non bastasse, l’emozione incredibile nel premiare Cristiano Ronaldo come MVP of the Month powered by EA per il mese di Novembre.
Gli ingredienti per una serata da ricordare, per la fortunata Juventus Member Francesca Botticelli, ci sono tutti. E se volete anche voi vivere un’esperienza così, diventate subito Juventus Member, CLICCANDO QUI

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Decide Mandzukic, 1-0 all’Inter
07.12.2018 22:50 – in: Match Report
CI PENSA MARIO!

L’incornata di Mandzukic nella ripresa decide la sfida con l’Inter. Chiellini straordinario in difesa respinge ogni tentativo di rimonta e la Juve è sempre più padrona del campionato
Lotta, gioca di fino, segna con una regolarità pazzesca: è Mario Mandzukic l’eroe della serata e con il su settimo sigillo in campionato regala alla Juve il Derby d’Italia. Una partita non spettacolare, ma vibrante quella con i nerazzurri, fisica il giusto, comunque corretta ed equilibrata. La fa sua la squadra con più talento ed esperienza: l’Inter manda la sua unica vera chance sul palo nel primo tempo, mentre i bianconeri capitalizzano nella ripresa una delle rare occasioni avute e volano a quota a 43 punti in classifica.
BOTTA E RISPOSTA

L’avversario è spigoloso e nei primissimi minuti qualche imprecisione complica la manovra della Juve, che però si fa subito pericolosa non appena palleggia con maggior attenzione, portando Ronaldo al traversone e Dybala a staccare di testa, mettendo alto. La Joya ci prova anche poco dopo dalla sinistra dell’area, ma il suo tentativo viene deviato in angolo. I bianconeri alzano il pressing e prendono prendono campo, mentre l’Inter cerca di ripartire in velocità e anche se i ritmi non sono forsennati la gara è aperta e piacevole. Il più vivace tra i nerazzurri è Perisic e per limitarlo Allegri scambia le posizioni di De Sciglio e Cancelo, portando il portoghese sulla sinistra. Gli ospiti provano allora a sfondare dalla parte opposta e alla mezz’ora quasi ce la fanno: Politano si accentra e tocca per Icardi che favorisce l’inserimento di Gagliardini, il cui sinistro rasoterra colpisce il palo e termina docile tra le braccia di Szczesny. È questo il miglior momento dei nerazzurri che arrivano ancora al tiro con Perisic, poco preciso anche perché ostacolato involontariamente da Icardi. Qualche chiusura tempestiva in area evita ulteriori pericoli e la Juve riprende a manovrare, impegnando Handanovic con le incornate di Mandzukic e Chiellini, quest’ultima arrivata sugli sviluppi di un calcio d’angolo causato dal decisivo intervento di Brozovic sul destro a colpo sicuro di Bentancur.
CL’esultanza di Mario Mandzukic dopo il vantaggio bianconero
MARIOOO!!!

La ripresa si apre con un brivido, perché Matuidi serve involontariamente in area che, dopo lo scambio con Icardi va al tiro trovando la provvidenziale opposizione di Bonucci. Il francese si fa perdonare con uno spunto dalla parte opposta e con un traversone basso che attraversa tutto lo specchio della porta senza trovare compagni pronti alla deviazione. Adesso i ritmi sono decisamente più alti, vola qualche cartellino e il gioco è spesso confuso, ma appena la Juve riesce a mettere ordine passa: il lancio di quaranta metri di Matuidi pesca sulla sinistra Cancelo che scodella un cross delizioso sul secondo palo, dove Mandzukic prende il tempo ad Asamoah e in tuffo incorna sotto la traversa.
CHIELLINI MONUMENTALE

L’Inter accusa il colpo, la Juve sente l’ “odore del sangue” e cerca di azzannare di nuovo, ma nonostante il forcing gli ospiti resistono. Provano per la verità anche a reagire, senza però produrre occasioni consistenti, anche perché di fronte, si ritrovano un Chiellini monumentale: ogni pallone che si avvicina all’are è suo, ogni contrasto è vinto e Icardi praticamente non la vede mai. Allegri richiama Dybala per Douglas Costa e a dieci minuti dal termine torna in campo Emre Can. Il tedesco rileva Pjanic e regala centimetri e peso al centrocampo che bianconero domina, tiene gli ospiti ben lontani dalla zona pericolo e mette il sigillo sulla gara. Lo Stadium esplode e l’applauso arriva anche dall’altra parte dell’oceano, da Brooklyn, dove si festeggia la Juventus Night: anche a più di 6.000 chilometri di distanza sono tutti pazzi per questa Juve.
JUVENTUS-INTER 1-0

RETI: Mandzukic 21′ st
JUVENTUS
Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Cancelo; Bentancur, Pjanic (37′ st Emre Can), Matuidi; Dybala (26′ st Douglas Costa), Mandzukic, Ronaldo
A disposizione: Perin, Pinsoglio, Rugani, Benatia, Spinazzola, Cuadrado, Bernardeschi
Allenatore: Allegri

INTER
Handanovic; Vrsaljko,  Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini (24′ st Keita), Brozovic; Politano (13′ st Borja Valero), Joao Mario (32′ st Lautaro Martinez), Perisic; Icardi
A disposizione: Padelli, D’Ambrosio, De Vrij, Ranocchia, Vecino, Candreva
Allenatore: Spalletti

ARBITRO: Irrati
ASSISTENTI: Meli, Passeri
QUARTO UFFICIALE: Doveri
ARBITRI D’AREA: Guida, Carbone

AMMONITI: 6′ pt Pjanic, 9′ st Bentancur, 10′ st Perisic, 12′ st Brozovic.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Allegri: «Siamo stati efficaci e concreti»
07.12.2018 23:01 – in: Serie A
Allegri: «Siamo stati efficaci e concreti»

«Era importante vincere questa partita, sono tre punti in meno verso l’obiettivo finale». Le parole del tecnico bianconero
«Bisognava fare una partita efficace e concreta. L’inter ci ha messo in difficoltà con le mezzale, sulle quali noi faticavamo. Nel primo tempo abbiamo portato con pazienza la palla nella metà campo avversaria, ma solo dalla mezz’ora in poi, mentre nella ripresa abbiamo concesso poco, siamo stati ordinati e compatti».
La sintesi di Juve-Inter, per Allegri, è in questi aggettivi: una Juve, quella di stasera, efficace e concreta. «Non dovevamo assolutamente perdere, ma al contempo eravamo chiamati a fare una partita di concentrazione e testa. Portare a casa i tre punti oggi è molto importante, perché si tratta di una vittoria in meno verso l’obiettivo del campionato».
Sulle prestazioni dei singoli: «Cancelo a sinistra ha giocato bene, ha sofferto Politanoperché era troppo stretto, ma sulla fase difensiva comunque è migliorato. Dybala ha giocato molto bene, lo ho tolto perché avevo bisogno che Douglas portasse la palla nell’altra metà campo, Mandzukic si è sacrificato molto: la sua storia parla per lui, sta sempre dentro la partita con la giusta fisicità».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Bonucci: «Questa vittoria rappresenta la nostra fame»
07.12.2018 23:20 – in: Serie A
Bonucci: «Questa vittoria rappresenta la nostra fame»

Così Leo: «Match combattuto, ma le qualità dell’Inter le conoscevamo»
«Una partita combattuta, nel primo tempo abbiamo concesso troppo, ma poi siamo cresciuti». E’ soddisfatto per un successo importantissimo, Leo Bonucci a fine partita.«E’ una vittoria che rappresenta bene la nostra fame. Dopo il gol, siamo stati capaci di coprirci come sappiamo».
E aggiunge: «Chiellini e io facciamo il nostro lavoro cercando di dare il meglio, e la squadra ci aiuta sempre. Dopo il palo dell’Inter abbiamo cambiato marcia, nella ripresa siamo partiti bene e dopo il gol siamo stati bravi a non concedere niente».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Cancelo: «Vittoria meritata»
07.12.2018 23:50 – in: Serie A
Cancelo: «Vittoria meritata»

«Nel primo tempo abbiamo avuto qualche momento di difficoltà, ma nella ripresa siamo usciti noi»
Ha lasciato la sua firma sul Derby d’Italia con l’assist per la rete decisiva di Mandzukic e a fine partita si gode giustamente il successo. Joao Cancelo era uno degli ex della sfida e per lui la vittoria ha un sapore speciale: «L’Inter è stata una parte importante della mia carriera, ma ora sono alla Juve e do tutto per questa squadra. Credo che la vittoria sia stata meritata: nel primo tempo abbiamo avuto qualche momento di difficoltà, ma più per meriti degli avversari che per demeriti nostri. D’altra parte l’Inter è un’ottima formazione, con giocatori di qualità e un grande allenatore. Nella ripresa però siamo usciti noi e nel complesso credo che abbiamo giocato meglio».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Talking Points: Juve-Inter
08.12.2018 10:00 – in: Serie A
Talking Points: Juve-Inter

I cinque punti di analisi del Derby d’Italia
Una Juve concreta. Concentrata. Ancora una volta fortissima.

I bianconeri battono anche l’Inter, grazie al gol decisivo di Mario Mandzukic e allontanano ancora di più l’Inter, ora terza a 14 punti di distacco in campionato.
Generale
Possesso
49,8%
49,8%
50,2%
50,2%
% Duelli vinti
51,6%
51,6%
48,4%
48,4%
Duelli aerei vinti
50,0%
50,0%
50,0%
50,0%
Intercetti
11
11
10
10
Fuorigioco
2
2
1
1
Corner
10
10
8
8
Distribuzione
Passaggi
447
447
460
460
Passaggi lunghi
62
62
50
50
Precisione passaggi (%)
83,0%
83,0%
86,3%
86,3%
Precisione passaggi metà avv. (%)
73,5%
73,5%
76,4%
76,4%
Cross
31
31
25
25
Precisione cross
35,5%
35,5%
8,0%
8,0%
Attacco
Gol
1
1
0
0
Tiri
18
18
12
12
Tiri nello specchio
5
5
1
1
Tiri ribattuti
4
4
6
6
Tiri da fuori area
6
6
5
5
Tiri da dentro l’area
12
12
7
7
Precisione al tiro (%)
27,8%
27,8%
8,3%
8,3%
Difesa
Contrasti
13
13
16
16
% di contrasti vinti
76,9%
76,9%
62,5%
62,5%
Respinte difensive
18
18
25
25
Disciplina
Falli fatti
13
13
17
17
Cartellini gialli
2
2
2
2
Cartellini rossi
0
0
0
0
UNA PARTENZA COSI’…
La Juventus ha eguagliato la miglior partenza dopo 15 giornate nei maggiori cinque campionati europei nell’era dei tre punti a vittoria (43 punti).
INTER A SECCO
Nessuna rete per l’Inter, che era andata in rete in tutte le precedenti 10 partite di campionato. Su tutti, un dato: Mauro Icardi non ha effettuato nemmeno un tiro – in una partita di campionato giocata 90 minuti non gli succedeva da marzo contro il Napoli.
Inoltre, l’Inter non subiva gol per due partite di fila dalle prime due giornate di questo campionato.
CLEAN SHEET!
Dopo tre partite di fila con gol subiti in campionato, la Juventus ha mantenuto la porta inviolata nelle quattro gare più recenti.
CONCRETEZZA OFFENSIVA
I dati sopra confermano come, seppur la partita sia stata molto equilibrata per lunghe fasi, la differenza la abbia fatta il gioco in area avversaria, nel quale la Juve è stata superiore soprattutto per numero di tiri e occasioni create, nonchè per giocate utili nei 16 metri.
ANCORA MARIO
Quinto gol casalingo in questo campionato per Mario Mandzukic, che con la Juventus non ha mai fatto meglio in una singola stagione di Serie A. Tre degli ultimi suoi cinque gol in campionato sono arrivati di testa. Infine, primo gol in Serie A contro l’Inter per il croato con la Juventus, alla settima presenza contro i nerazzurri. Aggiungo che la Juve sinora ha segnato in Serie A 4999 reti.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Primavera: Juve-Fiorentina 3-2 Match Report
08.12.2018 15:00 – in: Settore Giovanile
Primavera, strepitosa vittoria in rimonta

A Vinovo, i bianconeri reagiscono al doppio svantaggio, battendo la Fiorentina 3 a 2 e portandosi al terzo posto in classifica
Con una rimonta strepitosa, la Primavera strappa tre punti d’oro a Vinovo contro la Fiorentina e aggancia proprio i viola al terzo posto in classifica.
I ragazzi di Baldini, ai quali si è aggiunto dal primo minuto anche Leonardo Spinazzola, autore tra l’altro di un’ottima prestazione, reagiscono al doppio svantaggio iniziale con la rete di Petrelli a fine primo tempo e con l’uno-due firmato da Fagioli e Portanovanell’arco di 2’ all’inizio del secondo.
E’ una vittoria preziosissima, perché permette alla Juve di salire al terzo posto in classifica, a pari punti proprio con la Fiorentina. I Bianconeri, già qualificati in Youth League, affronteranno mercoledì lo Young Boys, per poi proseguire la scalata in campionato contro l’Udinese (sabato a Vinovo, ore 17:00)
LA GARA
Non è una partenza delle più rosee per la Primavera. I ragazzi di Baldini si ritrovano a dover inseguire dopo 5′ a causa del vantaggio viola firmato Montiel Rodriguez, e sono sfortunatissimi al 27’, quando Serrao prova a salvare sulla linea ma non riesce ad evitare l’autogol.
La Juve però non si scompone e trova una bella reazione, che si concretizza al 37’ con il solito Elia Petrelli, bravo a capitalizzare in area il gran tocco di Portanova. I bianconeri spingono fortissimo nelle fasi finali della prima frazione e sfiorano più volte il gol del pareggio: prima, Portanova non riesce a sfruttare da pochi passi lo splendido suggerimento di Spinazzola; poi, il colpo di testa di Nicolussi Caviglia va vicinissimo alla traversa.
La fine del primo tempo è il preludio a ciò che accade nel secondo. In due minuti, tra il 53’ e il 55’, la Juve ribalta la gara. Fagioli entra in campo e sale subito in cattedra scappando alla difesa della Fiorentina e incrociando perfettamente in rete per il pareggio bianconero. Nemmeno il tempo di festeggiare e ancora Fagioli, su assist di Spinazzola, costringe Ghidotti alla respinta: Portanova è appostato benissimo e insacca per il sorpasso.
I ragazzi di Baldini potrebbero persino trovare il poker, ma l’estremo difensore viola si supera sulla botta di Moreno. Anche l’estremo difensore bianconero, Loria, non è da meno in quanto a interventi decisivi, negando il gol a Longo e Medja Beloko.
La gara rimane scoppiettante, con occasioni da una parte e dall’altra, e molto combattuta. Nel finale, entrambe le squadre hanno l’occasione di riaggiornare il tabellino, ma la Juve la spunta e si tiene stretti tre punti preziosissimi.
LE PAROLE NEL POST-PARTITA
Baldini «Nel primo tempo ci siamo un po’ complicati la vita – commenta a fine gara il mister bianconero – ma non è un periodo facile, con tanti impegni e tanti assenti. Stiamo crescendo e maturando, sono contento».
Fagioli «Sono felice di aver dato il mio contributo. Anche nel primo tempo abbiamo avuto ottime occasioni, dovevamo sfruttarle meglio. Possiamo andare lontano, ma dobbiamo lavorare ancora tanto»
Campionato Nazionale Primavera 1 – 11° Giornata
Campo “Ale & Ricky” – Vinovo
Marcatori: 6’ pt. Montiel (F), 25’ pt. Longo (F), 36’ pt. Petrelli (J), 8’ st. Fagioli (J), 10’ st. Portanova (J)
Juventus: Loria (Cap.), Capellini (40’ st. Makoun), Spinazzola, Nicolussi (1’ pt. Fagioli) , Serrao (1’ st. Gozzi), Leone, Meneghini (15’ st. Bandeira), Monzialo, Petrelli, Moreno (22’ st. Francofonte), Portanova.
A disposizione: Israel, Anzolin, Boloca, Penner, Di Francesco, Pinelli, Markovic.
Allenatore: Francesco Baldini
Fiorentina: Ghidotti, Ferrarini, Simonti (28’ st. Ponsi), Gillekens, Antzoulas, Medja (28’ st. Hanuljak), Montiel, Lakti (Cap.), Longo (20’ st. Maganjic) , Meli (39’ st. Campagnol), Koffi (39’ st. Nannelli).
A disposizione: Chiorra, Pierozzi E., Dutu, Pierozzi N., Gorgos, Servillo
Allenatore: Emiliano Bigica
Ammoniti: 20’ pt. Serrao (J), 22’ st. Fagioli (J), 12’ st. Meli (F)
Arbitro: Matteo Marcenaro di Genova (Zaninetti di Voghera, Giorgi di Legnano)
Prossimo impegno:
UEFA Youth League – Match Day 6
Young Boys – Juventus
Mercoledì 12 dicembre ore 14.00
Sportpark Wyler – Berna.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Game Review: l’analisi di Juve-Inter
08.12.2018 15:00 – in: Serie A
Game Review: l’analisi di Juve-Inter

Gli episodi decisivi nel Derby d’Italia
La Juventus vince ancora. Partita emozionante all’Allianz Stadium contro un Inter ben messa in campo. Nel primo tempo palle gol da una parte e dall’altra. Nella ripresa invece Juventus decisamente più efficace e reattiva nel pressing e nel recupero palla. Inter in difficoltà fino al gol di Mandzukic che decide la gara. Poi da parte della Juventus ottima gestione della gara e grande tranquillità in difesa.
LA REAZIONE NEL PRIMO TEMPO

Nel primo tempo dopo la doppia occasione per l’Inter con il palo di Gagliardini e il tiro di Perisic, la Juventus reagisce e chiude i nerazzurri nella propria metacampo per l’ultimo quarto d’ora della prima frazione di gioco. L’azione più bella in questa fase è sicuramente quella che vede i bianconeri impostare con Bonucci che serve tra le linee Dybala che scambia nello stresso per Bentancur.L’azione si sviluppa poi sulla sinistra dove Matuidi serve sulla corsa Cancelo, che dopo avere iniziato la gara sulla destra si è ora spostato sull’out opposto. Cancelo guadagna il fondo e mette palla in area ma non verso la porta bensì al limite dell’area, dove a chiudere va Bentancur che assieme a Dybala aveva dato avvio all’azione all’altezza della metacampo. La sua conclusione viene respinta in extremis da Brozovic.IL GOL PARTITA

Il gol di Mandzukic vede ancora una volta Cancelo protagonista. Il portoghese lanciato da Matuidi si invola libero sulla corsia di sinistra. Nel secondo tempo la Juventus è più veloce nel ribaltare l’azione e sfruttare la lunghezza degli avversari. Giunto sul fondo Cancelo è costretto a fermare la corsa e temporeggiare, sia per portarsi la palla sul destro sia per  aspettare il sopraggiungere in area dei tre attaccanti, che occupano bene i 16 metri nerazzurri.Tra questi ovviamente Mandzukic sempre straordinario nel chiudere sul secondo palo. Il cross di destro di Cancelo è proprio per il croato. Mandzukic supera di fisico l’ex bianconero Asamoah e batte di testa in tuffo Handanovic.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Under 23, i convocati per Juve-Pisa
08.12.2018 16:00 – in: Juventus U23
Under 23, i convocati per Juve-Pisa

Gli uomini a disposizione di mister Zironelli per l’impegno casalingo con il Pisa
Domani, domenica 9 dicembre, l’Under 23 è attesa alle 14.30 dall’impegno casalingo, in programma allo stadio “Giuseppe Moccagatta” di Alessandria, con il Pisa. Questi gli uomini a disposizione del tecnico Zironelli:
1 Del Favero
2 Andersson
3 Zappa
4 Zanandrea
5 Muratore
6 Toure
7 Emmanuello
9 Bunino
10 Pereira Da Silva
11 Mavididi
12 Busti
14 Olivieri
17 Zanimacchia
18 Di Pardo
19 Morelli
20 Beruatto
24 Coccolo
25 Pozzebon
30 Nocchi
31 Capellini
34 Del Prete
35 Morrone.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus Women: poker e quarti di finale di Coppa Italia
08.12.2018 17:00 – in: Women
Juventus Women: poker e quarti di finale di Coppa Italia

Con un 4 a 0 al Castelvecchio, le Bianconere cominciano al meglio la propria avventura in Coppa Italia
Le Juventus Women raggiungono i quarti di finale di Coppa Italia dopo la vittoria a Castelvecchio negli ottavi. Le reti di Benedetta Glionna, Valentina Cernoia, Cristina Girelli e Arianna Caruso consentono alle ragazze di Rita Guarino di portarsi a casa una vittoria in scioltezza.
La Juve parte benissimo e sfiora subito la rete con Asia Bragonzi che colpisce il palodopo solo due minuti. Il legno nega la gioia del gol anche a Cernoia al 20 ‘. Alla fine del primo tempo però arriva la svolta, grazie a Glionna che porta in vantaggio le bianconere.
La ripresa segue lo stesso copione del primo tempo, con le Juventus Women che attaccano, ma differenza dei primi 45’ trovano la rete e non i legni della porta del Castelvecchio. Cernoia infatti segna subito a inizio ripresa, raddoppiando lo score. Non passa molto e, al 54’, la neoentrata Girelli si fa subito vedere, trovando il sigillo personale su calcio di punizione. Dieci minuti più tardi, è Arianna Caruso a mettere la ciliegina sulla torta, trovando il poker bianconero che permette alle Juventus Women di avanzare al prossimo round di Coppa Italia.
I COMMENTI NEL POST-GARA
Cecilia Salvai
«Non guardiamo l’avversario, ma guardiamo sempre noi stesse. Oggi era importante fare la nostra partita e l’abbiamo fatto. Bisogna però fare i complimenti al Castelvecchio, che ha provato a fare il suo gioco nonostante la differenza di categoria»
Rita Guarino
«Bisogna fare i complienti alle avversarie, che hanno chiuso bene gli spazi nel primo tempo. Poi, una volta trovato il gol, siamo riusciti a far valere le nostre armi migliori».       

STAMPA