Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:46 ALLE 14:26 DI LUNEDì 22 APRILE 2019

SPORT

Atp: Fognini è ora 12/o, best ranking
Cecchinato 17/o, Djokovic n.1 precede Nadal, Zverev e Federer 22 Aprile 2019 02:46

La classifica pubblicata dall’Atp rende merito all’impresa di Fabio Fognini a Montecarlo: grazie al suo primo trofeo “1000” in carriera il ligure balza al 12mo posto ritoccando il best ranking e tornando il primo dei tennisti italiani. Alle sue spalle c’è Marco Cecchinato, che scivola di un gradino (n.17). Stabile Matteo Berrettini in 55ma posizione, mentre perde 16 posti Andreas Seppi (62mo). Nuovo best ranking anche per l’altro grande protagonista azzurro nel Principato, ovvero Lorenzo Sonego che grazie ai quarti compie un salto di trenta posti (66mo). In lieve progresso Thomas Fabbiano (numero 91) e Paolo Lorenzi (108), da segnalare poi i best ranking per Salvatore Caruso (148) e Filippo Baldi (150). Appena una variazione nella top ten del ranking mondiale dopo il primo Masters 1000 della stagione su terra. Novak Djokovic, alla 24ma settimana consecutiva al comando (la 247ma complessiva), incrementa a 3.075 punti il suo vantaggio su Rafa Nadal che nel Principato non è riuscito a difendere fino in fondo il titolo 2018, secondo davanti ad Alexander Zverev. Poi in quarta posizione Roger Federer, a precedere Dominic Thiem, mentre Kevin Anderson scavalca al sesto posto Kei Nishikori (finalista a Montecarlo dodici mesi fa). Completano l’élite mondiale il Next Gen Stefanos Tsitsipas (suo best ranking), Juan Martin Del Potro e John Isner a chiudere.

SPORT

Fed Cup: finale Australia-Francia
Superate Bielorussia e Romania, entrambe per 3-2

22 aprile 201910:12

– Saranno Australia e Francia a contendersi nel week-end del 9-10 novembre la Fed Cup 2019. Per le ‘aussie’ è la prima volta dopo 26 anni: ci sono riuscite grazie alla vittoria in semifinale per 3-2 a Brisbane contro la Bielorussia. Nell’altra semifinale, a Ruen, le francesi hanno superato la Romania (3-2) dopo il doppio di spareggio grazie ad una prestazione maiuscola di Caroline Garcia e Kiki Mladenovic, tornate a giocare insieme dopo oltre due anni e diverse incomprensioni, che hanno battuto in rimonta per 5-7 6-3 6-4, dopo una battaglia di due ore e 37 minuti, Monica Niculescu e Simona Halep.
Nba a Bologna, selezioni per campioni JrDal 30 aprile al 4 maggio, ex cestista Boris Diaw tra gli ospiti

BOLOGNA22 aprile 201912:10

– Sarà Bologna a ospitare dal 30 aprile al 4 maggio il ‘selection camp’ del Campionato mondiale Jr. Nba per l’Europa e Medio Oriente: si tratta di un campo della durata di una settimana in cui saranno scelti i 10 ragazzi e le 10 ragazze che rappresenteranno la regione al secondo Campionato mondiale Jr. Nba annuale in programma dal 6 all’11 agosto a Orlando, in Florida. A darne l’annuncio sono la National basketball association (Nba), il Comune di Bologna e Bologna Welcome, Convention & visitors bureau della città.
Attesi 60 giovani partecipanti da 24 Paesi.
Il ‘selection camp’ si terrà nel Centro universitario sportivo bolognese e sarà tenuto da staff e allenatori Nba.
Prevista la partecipazione dell’ex giocatore Boris Diaw (Francia) e di Don Showalter, Usa Basketball Director of Youth & Sport Development. Al camp anche Vladmir Radmanovic e Marko Milic, già giocatori Nba e ‘ambassador’ per l’Europa.         

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI! DA NON PERDERE!

DALLE 13:27 DI SABATO 20 APRILE 2019

ALLE 05:03 DI LUNEDì 22 APRILE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

#Here2Stay 20 Aprile 2019

#W8NDERFUL Le prove 20 Aprile 2019

#W8NDERFUL Il teatro 20 Aprile 2019

#W8NDERFUL Guest stars Chiellini e Barzagli 20 Aprile 2019

#W8NDERFUL Il trailer 20 Aprile 2019

Highlights Juventus vs Fiorentina 2-1 è ottavo scudetto n. 37

Ronaldo «Ho vinto il mio secondo titolo con la Juve, sono molto felice» 20 Aprile 2019

La conferenza stampa post Juventus vs Fiorentina 20 Aprile 2019

Le parole di Nedved e Paratici 20 Aprile 2019

Chiellini «Festeggiamo un grande scudetto» 20 Aprile 2019

Allegri «Un traguardo importante» 20 Aprile 2019

Bernardeschi «Vincere lo scudetto non è mai banale» 20 Aprile 2019

#JUVENTUSTV Puntata 127, Deschamps contro Gasperini, è gara spettacolo 21 Aprile 2019

Welcome to our show 21 Aprile 2019

Da bordocampo Juventus vs Fiorentina 21 Aprile 2019

Gamereview Juventus vs Fiorentina 21 Aprile 2019

Buon compleanno, Massimo Carrera 22 Aprile 2019

#JUVENTUSTV Puntata 128, travolgenti, è goleada scudetto 22 Aprile 2019

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:28 DI DOMENICA 21 APRILE 2019

ALLE 02:46 DI LUNEDì 22 APRILE 2019

SPORT

Tennis: anche Appendino tifa Fognini
Torino spettatrice interessata, restano in ballo le finali Atp

TORINO21 aprile 2019 06:28

– C’è anche la sindaca di Torino, Chiara Appendino, fra gli appassionati di tennis che oggi pomeriggio faranno il tifo davanti alla tv per Fabio Fognini. Il n.1 del tennis azzurro ieri ha travolto Rafael Nadal e oggi disputerà contro il serbo Lajovic la finale del torneo di Montecarlo. “Grande @fabiofogna”, scrive su Twitter, con tanto di emoticon della forza, la prima cittadina, spettatrice interessata: Torino è infatti candidata a ospitare le finali Atp per cinque anni dal 2021. La scelta dovrebbe essere ufficializzata a breve, ma indiscrezioni sempre più insistenti danno per quasi certa l’assegnazione a Torino dell’evento: 250 mila spettatori e un’audience medio di 95 milioni di persone in oltre 180 Paesi. A pesare sulla decisione sarebbe stata la volontà dei giocatori: le finali Atp si svolgono infatti al termine della stagione, tra Parigi Bercy e le finali di Coppa Davis; in molti si sono detti restìi a giocare l’ultimo torneo dell’anno lontano dall’Europa.

SPORT

Golf: RBC Heritage, leadership a Johnson
PGA Tour: leader mondiale sale in cattedra. Poulter è secondo

21 aprile 201913:15

– Nell’RBC Heritage di golf, torneo del PGA Tour, i big salgono in cattedra: Dustin Johnson, sul ‘green’ della South Carolina, ha conquistato la vetta solitaria. Il leader mondiale, con 203 (-10), si è preso la vetta della classifica con un colpo di vantaggio sul britannico Ian Poulter, secondo al fianco dello slovacco Rory Sabbatini e dell’irlandese Shane Lowry (204, -9). A Hilton Head, sul percorso dell’Harbour Town GL (par 71), è sfida tra campioni per il titolo: Johnson vuole confermare la propria leadership e Poulter resta in corsa per un nuovo, grande traguardo. Chance di successo anche per gli statunitensi Patrick Cantlay, Scott Piercy e Trey Mullinax, quinti come il sudcoreano Choi Kyung-Ju e il taiwanese Pan Cheng-tsung (205, -8).
Vela:ad azzurre bronzo iridato nella 470Di Salle e Dubini dello Yacht club italiano sul podio a Genova

GENOVA21 aprile 201913:55

– Medaglia di bronzo per le veliste dello Yacht club italiano, Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini, nella tappa italiana della Coppa del mondo (Hempel World cup Series) di vela che si è conclusa stamattina a Genova.
Le ragazze azzurre hanno conquistato il bronzo nella Classe 470, dietro agli equipaggi cinese e brasiliano, cui è andato l’oro.
Benedetta, 24 anni, genovese, e Alessandra, 21 anni, bergamasca, si allenano assieme dal 2014 nelle acque di Genova, esattamente dove hanno vinto la medaglia. Sono le due atlete di punta dello Yacht club Italiano. E’ la prima volta che una tappa del Mondiale si disputa in Italia. “Siamo davvero felicissime per questo risultato, avendo vinto una medaglia così prestigiosa a casa e circondati dall’affetto dei soci del nostro club, dove ci alleniamo – le parole di Benedetta Di Salle -. Hanno seguito la nostra barca sul campo di regata, come fossimo in Coppa America: è stato super. Grazie a tutti, siamo stati circondati da un affetto incredibile”.
Tennis: Fognini vince torneo MontecarloIn finale l’azzurro ha sconfitto il serbo Lajovic in due set

21 aprile 201916:29

– Fabio Fognini è nella storia. Il numero 1 del tennis italiano ha vinto il torneo di Montecarlo, battendo in finale il serbo Dusan Lajovic in due set, con il punteggio di 6-3, 6-4. E’ la prima volta con un azzurro trionfa nella finale di un Masters 1000. L’ultimo italiano vittorioso sulla terra rossa monegasca fu Nicola Pietrangeli nel 1968, mentre l’ultimo finalista del torneo era stato l’allenatore di Fognini, Corrado Barazzutti, nel 1977.
Montecarlo:Fognini,trionfo straordinarioIl n.1 azzurro: “Ancora non riesco a credere di avercela fatta”

21 aprile 201916:49

– “Grazie a tutti, sono nato qua vicino, vincere questo torneo per me è straordinario: ancora non riesco a crederci. Bravo a Lajovic: la prima finale è dura, continui a lavorare, presto toccherà a lui”. Così Fabio Fognini, nel discorso ufficiale del dopopartita a Montecarlo, celebra il trionfo nel Master 1000 del Principato. “Ringrazio il mio team, la famiglia, Flavia, che mi sopporta e supporta. Ringrazio Alma e i fisioterapisti. E… Non so più che dire… Anzi, ho una dedica speciale per mia madre che farà il compleanno”, conclude.
Ciclismo: Amstel Gold Race a Van der PoelOlandese si è aggiudicato una volata ristretta a pochi corridori

21 aprile 201921:41

Mathieu Van der Poel ha vinto, al culmine di uno sprint ristretto a pochi corridori, la 54/a edizione dell’Amstel Gold Race di ciclismo, disputata sui 258 chilometri che collegano Maastricht a Valkenburg. L’olandese della Corendon-Circus ha così riportato l’Olanda sul gradino più alto della corsa di casa, che ha aperto il trittico delle Ardenne, dopo 18 anni. L’ultimo suo connazionale che aveva trionfato nella ‘Corsa della birra’ era stato Erik Dekker, nel 2001.

SPORT

Valente: Fognini orgoglio italiano
Sottosegretario: “Che impresa straordinaria a Montecarlo”

GENOVA21 aprile 201917:38

– “Grandissimo @fabiofogna orgoglio italiano e ligure! Che impresa straordinaria nel #MonteCarloMasters, l’Italia è nell’Olimpo del #tennis mondiale! Che sia un buon auspicio anche per un altro traguardo da raggiungere e che ci vede protagonisti! #AtpTotrino #ATPMasters1000”. Lo scrive su Twitter il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri Simone Valente.
Universiadi: i numeri della XXX edizione222 cerimonie di premiazione, 550 ore di produzione tv in Hd

NAPOLI21 aprile 201918:12

– Alcuni numeri della trentesima edizione dell’Universiade che si svolgerà a Napoli dal 3 al 14 luglio prossimi.
– 58 gli impianti sportivi che ospiteranno le gare, il riscaldamento e gli allenamenti degli atleti – 18 le discipline sportive iscritte alla competizione multidisciplinare: atletica, calcio, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, judo, nuoto, pallacanestro, pallavolo, pallanuoto, rugby a sette, scherma, taekwondo, tennistavolo, tennis, tiro a segno e tiro a volo, tiro con l’arco, tuffi, vela – 222 le cerimonie di premiazione previste – 125 i Paesi partecipanti, 28 quelli europei, con tutti i continenti che saranno rappresentati. Dal continente americano (Isole Vergini, Haiti e Trinidad e Tobago) all’Asia (Cina, Giappone, Filippine, Uzbekistan e Malesia tra gli altri) all’Africa (tra gli altri presente con Swaziland e Malawi). E poi Nuova Zelanda e Australia dall’Oceania.

Tennis: Malagò, Fognini è un vero n.1Presidente del Coni: “Una pagina di storia scritta con classe”

21 aprile 201918:30

– #Pasqua tricolore grazie a una pagina di storia scritta con la classe e la consapevolezza di un vero numero 1! Applausi a un immenso #Fognini, re di Montecarlo, 51 anni dopo #Pietrangeli, 1° italiano a trionfare nel format #ATPMasters1000. Grazie @fabiofogna!#ItaliaTeam”. E’ il messaggio di congratulazioni ‘twittato’ da Giovanni Malagò, presidente del Coni, dopo il successo del n.1 del tennis azzurro al Master 1000 di Montecarlo.           

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 12:54 DI SABATO 20 APRILE 2019

ALLE 11:33 DI DOMENICA 21 APRILE 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Le voci dalla festa di Verona
20.04.2019 12:54 – in: Women
Le voci dalla festa di Verona

Le dichiarazioni del post partita dopo la conquista dello Scudetto femminile
STEFANO BRAGHIN (Head of Women)
«Le ragazze, lo staff, sono stati tutti bravissimi. Il segreto? Fare le cose semplici, sbagliare il meno possibile, mettere tutti nelle condizioni migliori per fare le scelte giuste. Il resto lo fa la loro qualità. Qui ci sono tanta passione e tanta professionalità. Adesso pensiamo alla Coppa Italia, e poi pianificheremo il futuro per continuare questa avventura fantastica. Facciamo i complimenti a Fiorentina e Milan, che ci hanno impegnato molto e sono state grandissime avversarie.
CRISTIANA GIRELLI
«Lo scorso anno ho sofferto tanto, per me è il primo, e sono felice di essermi ripresa quello che lo scorso anno non ho potuto vivere. Per me che sono Juventina, vincere con questa maglia è straordinario. Aspettiamo i colleghi maschi per scrivere una pagina importante del calcio europeo».
RITA GUARINO
«Le emozioni che sto provando sono indescrivibili. Tifare da bambina per questa squadra, difenderne i colori e vincere per il secondo anno consecutivo è straordinario. E’ stata una stagione intensa, difficile, con una lotta a tre, un inizio sofferto. Ringraziamo i nostri straordinari tifosi, che non fanno mai mancare il loro affetto».
SARA GAMA
«Il secondo Scudetto in due anni di vita di questa squadra. Sono orgogliosa di tutte noi, è stata una stagione complessa, poi dopo un inizio difficile abbiamo decisamente cambiato marcia, grazie a un gruppo unito. Ci siamo “svegliate” dopo aver perso con il Milan… ed eccoci qua. Adesso affrontiamo la Coppa Italia con uno slancio in più. La dedica è a noi stesse: solo noi sappiamo i sacrifici e il lavoro che facciamo tutti i giorni».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

#HERE2STAY – The Première – Uno spettacolo unico… e storico!
20.04.2019 14:30 – in: Women
The Première – Uno spettacolo unico… e storico!

Una giornata memorabile, quella del 24 marzo 2019 all’Allianz Stadium. Per la prima volta, in Italia, una partita di calcio femminile si è disputata di fronte a 39 mila persone.
Una giornata memorabile. Storica. Perfetta.
Il 24 marzo scorso, le Campionesse d’Italia sono state protagoniste, insieme alla Fiorentina Women’s, di un evento senza precedenti. Una vera e propria “Première”.
Gli ingredienti per il film-capolavoro c’erano tutti: una grande attesa, una gara fondamentale per lo Scudetto (la prima in classifica, la Juve, contro la seconda), un pubblico appassionato e un sold-out annunciato prima ancora dell’inizio dell’evento.
La Juventus ha saputo rendere indimenticabile la giornata, in campo, con una grande vittoria, e fuori: sugli spalti, grazie al tifo incessante di oltre 39 mila persone.
Ma riavvolgiamo un attimo il nastro. Ogni grande capolavoro, ogni film da Oscar, ha anche un grande trailer.

La settimana che ha preceduto la gara è stata densa di attesa, contenuti, e crescente entusiasmo. Da parte dei tifosi e delle giocatrici bianconere, come testimoniano i momenti dietro le quinte e le numerose interviste che le hanno avute come protagoniste.
E poi, quel magnifico 24 marzo.
Una giornata dal tepore primaverile, che ha accompagnato la gara, fin dall’ingresso in campo, quando, proprio come accade in occasione delle gare dei colleghi uomini, 39 mila persone hanno saputo intonare alla perfezione l’inno bianconero.

E’ stato un film, quello visto in campo, che si è colorato in più di una occasione di tinte thrilling: la Fiorentina si è confermata un avversario ostico, duro, non ha rinunciato a fare la sua partita e a tentare un colpaccio sensazionale (colpendo anche una clamorosa traversa).
Ma il copione, quel giorno, doveva recitare Juve: e anche se si è dovuto attendere 85 minuti, il momento del gran finale è arrivato: attrice protagonista, Sofie Pedersen, autrice della zampata decisiva per la vittoria.
Una vittoria che si rivelerà poi fondamentale per la conquista del secondo, meraviglioso Scudetto consecutivo.

Una Première così… non si era davvero mai vista.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

#HERE2STAY – Un Kolossal… in bianconero!
20.04.2019 14:30 – in: Women
#HERE2STAY – Un Kolossal… in bianconero!

Un bis senza precedenti. Una stagione dalla trama mozzafiato. Una Première da annali. Signore e Signori, il film dello Scudetto #JuventusWomen – Parte seconda.
Le Juventus Women arrivavano da uno scintillante Scudetto al primo colpo: come avrebbero potuto bissare altrettanta emozione? La risposta nella trama di una stagione storica, culminata davanti a 39 mila spettatori all’Allianz Stadium e col colpo di scena finale…
COME IN UN FILM
«Come in un film», è la sintesi emozionata di Rita Guarino dopo la fondamentale vittoria contro la Fiorentina in un Allianz Stadium ribollente di entusiasmo.
Un film la cui sceneggiatura arriva da lontano, scritta fin dalla scorsa estate, quando alla Juventus la trama imponeva l’obiettivo più impegnativo: confermarsi nella vittoria.
I sequel, dicono i critici, sono sempre peggio dell’originale. Le bianconere arrivavano da uno scintillante scudetto al primo colpo: come avrebbero potuto replicare tanto successo? Il primo scudetto aveva riscosso applausi da pubblico e critica, ora però toccava a tutto il team, staff compreso, alzare l’asticella.
IL CASTING

Il primo impegno se lo prende Stefano Braghin, Head of Women, con una campagna acquisti di visione europea. In pochi giorni arrivano giocatrici capaci di elevare il livello di una rosa vincente: in difesa Petronella Ekroth, a centrocampo Lianne Sanderson e Aleksandra Sikora, in attacco due vere bomber, Eniola Aluko e Cristiana Girelli, a cui nella sessione invernale si sarebbero aggiunte le centrocampiste Ashley Nick e Sofie Junge Pedersen.CStefano Braghin, Head of WomenLE PRIME DIFFICOLTÀCome in ogni ottimo soggetto, l’eroe deve partire in difficoltà e le Women, inaspettatamente, cominciano la stagione in maniera non brillante.Vittorie roboanti (6-0 al Chievo Valpo, 3-0 alla Florentia, 5-0 all’Orobica, 4-0 alla Roma), ma anche un mezzo passo falso col Mozzanica (1-1) e un brutto inciampo, lo 0-3 nella sfida al vertice del Franco Ossola di Varese col Milan.Una sberla dolorosa che arriva due settimane dopo la sconfitta in Supercoppa Italiana, al Picco di La Spezia, con la Fiorentina (0-1). Alla sesta giornata, la Juventus è addirittura terza, dietro a rossonere e viola, nel campionato femminile più bello di sempre.È solo novembre, ma per l’eroe è già il momento di guardarsi allo specchio. E reagire.LA REAZIONE E LE ANTAGONISTELa carica arriva ancora dalla coach, già nello spogliatoio varesino, dopo il quarto d’ora da incubo che è valso i tre gol e il sorpasso in classifica del Milan. «Perdere questi punti pesa, ma ci aiuterà a trovare la giusta capacità di reagire e compattarci», profetizza Guarino.L’eroe conosce le sue potenzialità e non teme i colpi di scena. Gli sceneggiatori però sanno bene che un film funziona solo se c’è un degno antagonista. Stavolta sono addirittura due: il Milan, s’è visto, ma anche e – si scoprirà – soprattutto, la Fiorentina. Due squadre di rango elevato, che puntellano i momenti di svolta del campionato bianconero.È in casa delle gigliate infatti che la Juventus capisce che il destino sta cambiando. Sono passate tre settimane dalla sconfitta con le rossonere e devono scendere in campo al Gino Bozzi di Firenze. Nessuno se lo dice, ma se c’è una partita molto vicina al dentro o fuori è questa. Nell’immediata vigilia Stefano Braghin, dichiara: «In caso di vittoria il nostro campionato potrebbe assumere una piega diversa». Un’affermazione forte, che responsabilizza il gruppo. E, infatti, ecco la risposta: un 2-0 esterno firmato dalle due prolifiche attaccanti italiane, Girelli e Bonansea, per un vero giro di boa del torneo.

LA MARCIA TRIONFALEAlla decima giornata il Milan cade là dov’era già inciampata la Juve: 0-0 col Mozzanica, e la squadra di Rita Guarino torna a respirare il profumo del primo posto. Ancora non lo sa, ma l’avrebbe inspirato fino alla fine. Vittorie a raffica, sempre più convincenti, su cui spicca la rivincita proprio sul Milan. Per l’occasione le Women si trasferiscono al Silvio Piola di Vercelli e impongono la loro legge con la pesantissima doppietta di Barbara Bonansea. Non sarà l’ultima volta che le ragazze vinceranno uno scontro diretto davanti agli spalti gremiti di uno stadio importante. Anzi, questo è solo l’antipasto. La resa dei conti, il redde rationem, sarà un momento epico. THE PREMIÈREBasterebbe questa giornata per riempire un’intera trama. Già l’annuncio scuote l’ambiente: la Juventus Women giocherà la sfida scudetto con la Fiorentina Women’s all’Allianz Stadium. Nel tempio dei sette, e poi otto, scudetti di fila. Lì dove la storia è già stata scritta dagli uomini, tocca alle donne aggiungere un capitolo importante.L’evento è talmente grande da meritarsi un titolo: «The Première», la prima. «Come in un film», con le parole di Guarino.Gli appassionati sentono il richiamo del momento storico e nel giro di qualche giorno viene bruciata la disponibilità di posti. Tutti i posti. Si sognavano ottomila spettatori, dopo due giorni dall’apertura delle prenotazioni sono già ventimila. Alla fine sugli spalti ci saranno 39 mila tifosi. Brividi. L’attesa è un crescendo di emozioni: le ragazze di Rita Guarino hanno acceso i riflettori su un movimento che sta diventando sempre più popolare. Un rischio però c’è: essere al centro di una scena del genere può distrarre dalla partita che vale lo scudetto.E finalmente arriva il momento: domenica 24 marzo, ore 15. Lo stadio freme in un tripudio di bandiere bianconere. Una gioia così la può descrivere soltanto una commossa Rita Guarino, a caldo, da bordocampo dopo la vittoria più importante: «Giocare in uno stadio così pieno crea un avversario in più, almeno inizialmente. Era una gara molto sentita, fondamentale per portarsi ad un passo dalla conquista dello scudetto. Vincere davanti a tutte queste persone è da brividi. Guardo indietro e penso a tutte le persone che con me hanno lottato per far sì che questo sport sia sempre più apprezzato e seguito: questa è stata davvero una giornata importante».In molti si commuovono vedendo Cecilia Salvai, vittima di un brutto infortunio al ginocchio, portata in spalla sotto la curva a festeggiare la vittoria. È la foto di un gruppo, la locandina di una vittoria che ha la firma di tutte, nessuna esclusa.

IL COLPO DI SCENAÈ un classico per i migliori sceneggiatori di Hollywood: infilare un colpo di scena, quando il film sembra instradato verso il lieto fine. Questa volta l’inversione a U avviene in casa del Sassuolo, solo tre giorni dopo il trionfo all’Allianz Stadium. Una partita che sembra scritta apposta per tenere alta la tensione: pali, traverse, un assedio continuo. Poi, allo scadere del secondo tempo, il twist: gol del Sassuolo. E classifica che s’accorcia: Juventus con un punto in più della Fiorentina e due sul Milan a due sole partite dal termine.TUTTO È BENE QUEL CHE FINISCE BENETutto riaperto? Neanche per idea, perché le ragazze di Rita Guarino trovano il colpo di coda che stupisce ed esalta. Alla penultima giornata vincono tutte come da pronostico, così le tre squadre arrivano all’ultima partita in due soli punti: la tensione vale forse più del campo e questo vale anche per gli spettatori. La Juventus però ha un vantaggio inestimabile: è padrona del proprio destino e non deve guardare in casa d’altri. Con questa consapevolezza scende in campo a Verona e dimostra che non si è campioni d’Italia senza avere importanti valori di volontà, determinazione e capacità di gestire le tensioni. E al triplice fischio, il nervosismo si scioglie in una gioiosa corsa verso il pubblico bianconero, per dare il via ai festeggiamenti del secondo, meraviglioso scudetto al femminile.È la risposta a chi si chiedeva: può un sequel essere più intrigante dell’originale? Certo che può. E il bello è che nessuno ha intenzione di chiudere qui la saga.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Aspettiamo la Juve con J Match Time
20.04.2019 15:00 – in: Serie A
Aspettiamo la Juve con J Match Time

Diretta sulla piattaforma ufficiale bianconera a partire dalle 17. L’audiocronaca di Juve-Fiorentina è live e, subito dopo, si riaccendono le telecamere per quello che può essere un postpartita speciale. Il match è disponibile on demand dalle 21,30.
«Dobbiamo chiudere il discorso scudetto», il messaggio di mister Allegri è fermo e diretto. Manca solo un punto contro la Fiorentina per aggiudicarsi l’ottavo scudetto a filae Juventus Tv segue lo storico evento col consueto schema di J Match Time: dalle 17 in studio e a bordocampo con i protagonisti di sempre del canale ufficiale bianconero che ci aggiornano con notizie in tempo reale, le formazioni ufficiali, le anticipazioni tattiche e ci fanno sentire l’atmosfera dell’Allianz Stadium, mentre si scaldano le squadre.
Il live prosegue in presa diretta durante il match, ascoltabile in audio-cronaca e le telecamere si riaccendono al fischio finale con approfondimenti, interviste esclusive e le conferenze stampa dei mister.
Per gli abbonati, Juventus-Fiorentina è disponibile integralmente dalle 21,30 circa in modalità on demand, con visione ottimizzata per tutti i device.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Le Juventus Women battono il Verona: è SCUDETTO!
20.04.2019 15:00 – in: Women
Le Juventus Women battono il Verona: è SCUDETTO!

I gol tricolori portano la firma di Petronella Ekroth nel primo tempo, Cristiana Girelli ed Eniola Aluko nel secondo: la Juve conquista il secondo tricolore consecutivo!
Serviva una vittoria, per celebrare un secondo, incredibile Scudetto consecutivo, senza aspettare i risultati delle immediate inseguitrici delle Juventus Women, la Fiorentina e il Milan.
Serviva un’ultima impresa per rendere indimenticabile una stagione già di per sè straordinaria.
Ed è arrivata: due a zero al Verona in trasferta, una rete per tempo, e le Juventus Women sono ancora Campionesse d’Italia.
LA PARTITA
La giornata è assolata, gli spalti gremiti, i tifosi bianconeri tantissimi: gli ingredienti per una giornata di festa ci sono tutti.
La Juve però parte con il freno tirato: i primi minuti non vedono grosse emozioni da inserire a referto. Le bianconere sentono che il momento è di quelli decisivi, e ci mettono qualche istante a smaltire l’emozione.
Con il passare del tempo, però, la manovra juventina si fa più fluida, e i pericoli aumentano dalle parti dell’area veronese. La pressione sale, e si concretizza con il colpo di testa vincente di Petronella Ekroth: al 30′ “Nella” sfrutta un assist, sempre di testa, di Girelli, e anticipa l’uscita del portiere del Verona. E’ uno a zero, è il gol che sblocca la partita e regala una prima, grande felicità alla Juve.
Adesso le bianconere giocano sulle ali dell’entusiasmo, e sfiorano il raddoppio, prima della fine del tempo, con Bonansea (tiro borbido che si stampa sul palo) e Aluko, il cui pallonetto a pochi passi dalla porta è alto di niente.
Raddoppio che, comunque, arriva: inarrestabile, dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa, Cristiana Girelli, che fissa lo score sullo 0-2 per la Juve. E non è finita: minuto 67, Aluko scatta sul filo del fuorigioco, si presenta davanti al portiere del Verona Forcinella e lo trafigge.
Il resto è festa. Il resto è storia.
Il resto è il trionfo di una squadra nata vincente, che intende continuare a farlo. #HERE2STAY.

Campionato Nazionale Femminile Serie A. 11° Giornata Girone di Ritorno.
Stadio “Olivieri” – Via Sogare, 9/C – Verona (VR).
Verona Women-Juventus Women 0-3
Marcatori: 33’ pt Ekroth (J); 11’ st Girelli (J); 23’ st Aluko (J)Verona Women: Forcinella, Molin (Cap), Bardin, Wagner, Rus, Dupuy, Meneghini, Pasini (22’ st Ondrusova), Nichele, Giubilato, Ambrosi (1’ st Goula). A disposizione: Fenzi, Veritti, Mancuso, Manno, Pavan. Allenatrice: Di Filippo SaraJuventus: Giuliani, Hyyrynen, Gama (Cap), Galli (20’ st Cernoia), Aluko, Girelli (26’ st Cantore), Bonansea, Pedersen (33’ st Rosucci), Ekroth, Caruso, Sikora A disposizione: Bacic, Franco, Panzeri, Glionna. Allenatrice: Rita GuarinoAmmoniti: 28’ pt Molin (V).

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Primavera, a Vinovo vince l’Empoli
20.04.2019 15:30 – in: Primavera
Primavera, a Vinovo vince l’Empoli

Brutta sconfitta per i ragazzi di Baldini: l’Empoli passa per 0-5
Un sabato da dimenticare per la Primavera, che a Vinovo subisce ben 5 reti dall’Empoli: una sconfitta che fa male, soprattutto perchè i bianconeri non entrano mai in partita.
Complice una gran partenza ospite, il match si indirizza subito. In soli 4 minuti, nel primo tempo, la squadra toscana va in gol 2 volte, prima con Bertolini, che recupera un pallone alla difesa bianconera e trafigge Loria, e poi con l’ex Montaperto, che finalizza lo sviluppo di un calcio di punizione. Siamo al 20′, l’Empoli è avanti 2-0.
Di fatto, all'”Ale&Ricky” oggi non c’è partita, e la squadra ospite dilaga. Al 43′ ancora Bertolini inizia l’azione, che passa per Belardinelli e viene finalizzata sottoporta da Ekong. Che la giornata non sia fortunata lo si capisce ulteriormente non appena le squadre rientrano dagli spogliatoi: meno di 10 minuti e una sfortunata carambola, che vede Gozzi protagonista, porta al gol di Canestrelli.
Prima di fine match c’è ancora tempo per la cinquina empolese, con Balde al 75′, e proprio in conclusione per un’azione personale di Cvancara, fermato da Loria prima della segnatura.
IL COMMENTO DI BALDINI
«Difficile commentare una giornata come questa: qui non si tratta di questioni tecniche, tattiche, o di scelta di formazione, ma di un approccio mentale di cui io sono il primo responsabile. Domani ci ritroveremo per parlarne, ma era previsto, non si tratta di una punizione. Dobbiamo stare attenti a non buttare via quanto di buono abbiamo fatto vedere in questa stagione».
Campionato Nazionale Primavera 1 – 10° Giornata di ritorno
Campo “Ale & Ricky”– Vinovo (TO)
Juventus-Empoli 0-5
Marcatori: 16′ pt Bertolini (E), 20′ pt Montaperto (E), 44′ pt Ekong (E), 9′ st Canestrelli (E), 30′ st Balde (E)
Juventus: Loria (cap.), Oliveira Rosa, Anzolin, Gozzi (33′ st Vlasenko), Morrone (1′ st Francofonte), Capellini, Sene (1′ st Monzialo), Ahamada (1′ st Leone), Petrelli (1′ st Moreno), Portanova, Olivieri. A disposizione: Israel, Pinelli, Pereira Serrao, Penner, Di Francesco, Markovic, Frederiksen. Allenatore: Francesco Baldini
Empoli: Saro, Perretta, Ricchi, Ricci, Matteucci (7′ st Canestrelli), Curto, Belardinelli, Zelenkovs (28′ st Cvancara), Bertolini (28′ st Sidibe), Montaperto (cap.) (Viligiardi), Ekong (22′ st Balde). A disposizione: Vivoli, Gianneschi, Lattanzi, Folino, Milani Allenatore: Lamberto Zauli
Ammoniti: 19′ pt Capellini (J), 45′ pt Sene (J), 26′ st Viligiardi (E)
Arbitro: Tremolada Paride di Monza (Maninetti di Lovere e Carrelli di Campobasso)
Prossimo impegno:
Campionato Primavera 1 – 11° giornata di ritorno
Fiorentina vs. Juventus
Venerdì 26 aprile 2019
Campo “G. Bozzi” – Firenze.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

E SONO OTTO!!!
20.04.2019 20:00 – in: Match Report
E SONO OTTO!!!

Contro la Fiorentina la Juve va sotto di un gol, poi ribalta il risultato. Ed è scudetto. L’ottavo consecutivo
Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia.
A scriverlo otto volte se ne va praticamente un paragrafo, ma non è il caso di lesinare sugli ingombri e anche se a gridarlo otto volte di fila si rischia di perdere la voce, ne vale la pena. È il minimo da fare per accogliere l’ennesimo trionfo di questa squadra meravigliosa. Anzi #W8NDERFUL, come da immancabile hashtag celebrativo. Mancava un punto, la Juve ne prende tre con la Fiorentina, senza farsi mancare quella sana sofferenza che regala un gusto supplementare.
INIZIO IN SALITA

La gara si mette subito in salita, perché già al 6′ Chiesa arriva sul fondo e mette in mezzo dalla destra, Szczesny tocca il cross basso, ma il pallone finisce sui piedi di Milenkovic che, con la porta sguarnita, scarica in rete il vantaggio viola. E potrebbe anche arrivare il raddoppio se Mirallas non concludesse sopra la traversa il contropiede condotto dal solito Chiesa, o se Bonucci non riuscisse a intercettare l’ultimo tocco di Simeone, stroncando l’ennesima ripartenza dei toscani.
CHIESA, PALO

La Juve non sta a guardare, ma sembra un po’ troppo frenetica, quasi spaventata dallo svantaggio iniziale. Bernardeschi firma al 20′ la prima conclusione degna di nota, con un sinistro che, deviato, colpisce l’esterno della rete. Da fuori ci provano anche Pjanic e Ronaldo, che trovano Lafont piazzato, ma è ancora la Fiorentina a sfiorare il gol, con il destro di Chiesa dal limite che si stampa sul palo.
ALEX SANDRO INFILA IL PAREGGIO

I bianconeri insistono, aumentano la pressione e vengono premiati. Il corner di Pjanic al 37′ pesca Alex Sandro sul primo palo, ma con la porta addirittura alle spalle. La torsione in tuffo del brasiliano però è impressionante e la girata di testa si infila tra il legno e il portiere e vale il pareggio.
CHIESA, TRAVERSA

Non si pensi che sia sufficiente, perché i viola non mollano e Chiesa centra in pieno l’incrocio con una sventola di sinistro che sbatte sul montante e rimbalza, per fortuna dei bianconeri, senza superare la linea di porta. Si va al riposo sull’1-1 e con la consapevolezza di dover lottare, e non poco, per altri 45′.
CR7 ACCELERA, AUTORETE DI PEZZELLA

In realtà, la brillantezza mostrata dagli ospiti nel primo tempo sembra svanita Ronaldo non tarda ad approfittarne. Il Marziano all’8′ riceve da Cancelo sulla destra e parte con un’accelerazione bruciante, lascia sul posto il diretto avversario e crossa basso in direzione di Bernardeschi. Pezzella è nei paraggi e, per evitare l’intervento dell’ex viola, mette il piede, finendo per deviare nella propria porta il vantaggio bianconero.
CONTROLLO E TRIONFO

Ora la Fiorentina è meno compatta e la Juve appare più lucida e convinta. I bianconeri alzano decisamente il baricentro, schiacciando i viola nella propria metà campo. Ronaldo e Cuadrado si vedono ribattere due conclusioni a botta sicura nello spazio di un paio di secondi, quindi Lafont alza sopra la traversa la sventola dai 16 metri di Pjanic. Il bosniaco lascia quindi il posto a Bentancur, mentre Chiesa, il più pericoloso degli ospiti, viene sostituito da Muriel e alla mezz’ora fa il suo ingresso anche Kean, al posto di Bernardeschi. I ritmi ormai sono lenti, la Juve controlla agevolmente il gioco e scandisce a forza di possesso palla lo scorrere del cronometro. E quando arriva il fischio finale è scudetto. È trionfo, l’ottavo di fila. L’ennesimo di questa Juve infinita.
JUVENTUS-FIORENTINA 2-1
RETI: Milenkovic 6′ pt, Alex Sandro 37′ pt, Pezzella aut. 8′ st
JUVENTUS
Szczesny; Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic (20′ st Bentancur), Matuidi; Cuadrado (42′ st De Sciglio), Ronaldo, Bernardeschi (29′ st Kean)
A disposizione: Pinsoglio, Del Favero, Barzagli, Spinazzola, Nicolussi Caviglia, Mavididi
Allenatore: Allegri
FIORENTINA
Lafont; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini; Chiesa (20′ st Muriel), Dabo, Veretout,  Benassi (27′ st Gerson) Hancko; Simeone, Mirallas (35′ st Fernandes)
A disposizione: Brancolini, Ghidotti, Laurini, Biraghi, Norgaard,  Beloko, Graiciar, Vlahovic, Francescoli
Allenatore: Montella

ARBITRO: Pasqua
ASSISTENTI: Mondin, Lo Cicero
QUARTO UFFICIALE: Aureliano
VAR: Di Bello, Longo

AMMONITI: 35′ st Gerson.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Le voci dei campioni
20.04.2019 20:30 – in: Serie A
Le voci dei campioni

Le dichiarazioni dei bianconeri dopo la vittoria dell’ottavo scudetto consecutivo
FABIO PARATICI
«I complimenti vanno alla squadra, alle ragazze, che hanno vinto, e a tutti coloro che lavorano alla Juve. Vincere è difficile otto volte di fila è impossibile, siamo super orgogliosi».
MASSIMILIANO ALLEGRI
«Sono molto contento è un traguardo importante. L’ottavo scudetto vinto con cinque giornate di anticipo fa capire l’importanza di quanto fatto. Negli anni precedenti avevamo avuto qualche flessione, ma in questa stagione, visto anche il calendario, dovevamo schiacciare sull’acceleratore per forza.La partita decisiva? Quella di Bologna, quando venivamo dalla sconfitta di Madrid e dovevamo giocare due volte in trasferta, prima a Bologna e poi a Napoli».
GIORGIO CHIELLINI
«Per me la Juventus è una famiglia e non giocando soffro. Festeggiamo un grande scudetto, vinto con costanza e con grandi meriti. Non possiamo renderci conto delle pagine di storia che stiamo scrivendo. Dobbiamo esserne orgogliosi e continuare così, con grandi ambizioni per continuare a vincere ed a crescere sempre di più. E a luglio ripartiremo per vincere ancora con più voglia».
CRISTIANO RONALDO
«Sono molto felice dopo aver vinto in Inghilterra e Spagna ora vinco il titolo anche in Italia. Ci tenevo io e ci tenevamo come squadra. È stata un’ottima annata, assolutamente positiva, abbiamo vinto campionato e Supercoppa. In Champions ci riproveremo l’anno prossimo».
LEONARDO BONUCCI
«C’era tanta voglia di festeggiare oggi e abbiamo messo in campo la rabbia che ci portavamo dentro. Questo Scudetto è qualcosa di unico, sono commosso, è stato un anno duro e cresceremo ancora di più, con questa grande società e questo grande gruppo. Ora però dobbiamo goderci questa vittoria».
FEDERICO BERNARDESCHI
«È un gran giorno di festa, vincere lo scudetto non è mai banale, è una cosa straordinaria. Siamo una grande squadra e lo abbiamo dimostrato. Vincere il campionato implica sacrificio, è un percorso lungo e questo ci inorgoglisce moltissimo».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Talking Points | Juve-Fiorentina
21.04.2019 10:00 – in: Serie A
Talking Points | Juve-Fiorentina

Cinque curiosità sulla partita di ieri all’Allianz Stadium
Due a uno per i bianconeri contro la Fiorentina all’Allianz Stadium. Un due a uno che sifgnifica SCUDETTO.
I dati della gara.
Generale
Possesso
60,8%
60,8%
39,2%
39,2%
% Duelli vinti
51,1%
51,1%
48,9%
48,9%
Duelli aerei vinti
46,2%
46,2%
53,8%
53,8%
Intercetti
8
8
10
10
Fuorigioco
4
4
3
3
Corner
10
10
8
8
Distribuzione
Passaggi
617
617
402
402
Passaggi lunghi
59
59
52
52
Precisione passaggi (%)
90,0%
90,0%
85,8%
85,8%
Precisione passaggi metà avv. (%)
79,3%
79,3%
79,1%

79,1%
Cross
28
28
14

14
Precisione cross
21,4%
21,4%
14,3%

14,3%
Attacco
Gol
2
2
1
1
Tiri
18
18
13
13
Tiri nello specchio
4
4
4
4
Tiri ribattuti
9
9
2
2
Tiri da fuori area
8
8
6
6
Tiri da dentro l’area
10
10
7
7
Precisione al tiro (%)
22,2%
22,2%
30,8%

30,8%
Difesa
Contrasti
14
14
15
15
% di contrasti vinti
71,4%
71,4%
66,7%
66,7%
Respinte difensive
18
18
24
24
Disciplina
Falli fatti
13
13
9
9
Cartellini gialli
0
0
1
1
Cartellini rossi
0
0
0

0
SONO OTTO CONSECUTIVI
La Juventus ha vinto 8 scudetti di fila, stabilendo il nuovo record di titoli consecutivi nei cinque maggiori campionati europei – migliorando la propria striscia e quella del Lione tra il 2001/02 al 2007/08 (7 di fila).
ALLIANZ STADIUM 150
La vittoria, e la festa, sono arrivati nella partita numero 150 della Juventus all’Allianz Stadium in Serie A: 127 vittorie (85% del totale) e 335 gol segnati dai bianconeri.
ALEX E IL GOL
A partire dal suo esordio in Serie A (settembre 2015) Alex Sandro è il difensore che ha preso parte attiva a più gol in campionato: 23 (10 gol e 13 assist).
TANTI GIOCATORI IN GOL!
Solo Borussia Dortmund e Sassuolo (entrambi 18) hanno mandato in gol più marcatori differenti della Juventus (17) in questa stagione nei top-5 campionati europei.
PJANIC, SECONDO ASSIST CONSECUTIVO
L’ultima volta che Miralem Pjanic aveva fornito un assist in due match consecutivi di campionato risaliva a settembre 2017.

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:14 DI SABATO 20 APRILE 2019

ALLE 06:28 DI DOMENICA 21 APRILE 2019

SPORT

Tennis: Federer si riallena sulla terra
Videomessaggio in vista ritorno nell’ ‘Atp 1000’ di Madrid

20 aprile 2019 11:14

– Mancano poco più di due settimane dall’esordio di Roger Federer al Masters 1000 di Madrid e il fuoriclasse elvetico ha ripreso ad allenarsi sulla terra battuta. Un ritorno al “rosso” che avviene dopo tre anni di astinenza e proprio per questo il 37enne campione di Basilea ha voluto condividere le emozioni del suo primo assaggio di terra rossa con i suoi fan con un videomessaggio su Instagram: “Tutto è andato per il meglio e mi sono divertito in campo”, le parole di Federer. “Madrid sarà un primo test, ovviamente voglio essere pronto per Parigi e spero che il lavoro che farò adesso paghi sull’erba e sul cemento estivo. Sono molto curioso, mi attende una bella sfida”. “Non mi aspetto grandi cose da questa superficie, non mi ricordo nemmeno come si scivola. L’anno scorso non ho messo piede sulla terra nemmeno un giorno, l’anno prima 3 giorni in tutto di allenamento. Tre anni fa a Montecarlo e Roma non stavo bene”, le sue parole il mese scorso.
Nba: vincono Boston, Oklahoma e TorontoCeltics potrebbero chiudere serie in gara-4 già domenica

20 aprile 201912:29

– Vittorie per Boston, Oklahoma e Toronto nella notte italiana nei playoff Nba. I Celtics espugnano il parquet di Indiana 104-96 in gara-3, volano sul 3-0 e domenica potrebbero addirittura chiudere la serie. Risorgono anche i Thunder che si impongono 120-108 alla Chesapeake Arena contro Portland grazie ai 33 punti di Westbrook e conquistano il primo punto nella serie. Toronto invece piega Orlando 98-93 e si riprende il vantaggio del fattore campo grazie alla doppia doppia da 30 punti e 11 rimbalzi di un super Siakam.
Doping: Kiprop squalificato per 4 anniKeniano, tre titoli iridati e oro 1500 a Pechino, stop fino 2022

20 aprile 201914:18

– Il campione olimpico e tre volte iridato dei 1500 Asbel Kiprop è stato squalificato per 4 anni per doping. Il 29enne atleta keniano era stato trovato positivo all’Epo nel novembre 2017: si è sempre proclamato innocente, sostenendo che i campioni prelevati sono stati manipolati, ma la commissione disciplinare dalla IAAf non ha creduto alla sua versione. In attesa del ricorso al Tas, Kiprop dovrà stare fermo fino a febbraio 2022. Oro ai Giochi di Pechino 2008 sui 1500 dopo la squalifica per doping di Rachid Ramzi, il keniano ha conquistato tre titoli mondiali sulla stessa distanza nel 2011, nel 2013 e nel 2015.
Tennis: Lajovic in finale a MontecarloPer il serbo la prima in un Masters 1000, Medvedev ko in due set

20 aprile 201916:23

Dusan Lajovic è il primo finalista del torneo di Montecarlo. Il serbo, numero 48 Atp, ha eliminato a sorpresa il russo Danil Medveded in due set col punteggio di 7-5 6-1, in un’ora e 35 minuti di gioco. Per Lajovic, protagonista di una settimana da incorniciare (non ha ancora perso un set), si tratta della prima finale in carriera, per giunta in un Masters 1000. “Non mi rendo conto ancora di quello che sono riuscito a fare ma sono davvero contento” le parole del 23enne di Belgrado. Lajovic in finale incontrerà il vincente della sfida tra Nadal e Fognini.
Tennis: impresa Fognini, Nadal ko e finale Montecarlo Show dell’azzurro nel Principato, n.2 al mondo travolto 6-4 6-2

20 aprile 201919:38

Impresa di Fabio Fognini al torneo di Montecarlo. Il numero uno del tennis azzurro travolge Rafa Nadal e conquista la finale sulla terra rossa del Principato: show del ligure che si impone in due set con il punteggio di 6-4 6-2.In finale Fognini incontrerà il serbo Dusan Lajovic.

“Senza ombra di dubbio una grande vittoria, sono molto felice, c’era tanto vento era difficile. Ma sono contento di aver battuto Nadal qui davanti alla mia famiglia, ai miei amici”. Fabio Fognini si gode l’impresa messa a segno a Montecarlo contro lo spagnolo n.2 al mondo e si prepara alla finalissima con Lajovic. “Speriamo di festeggiare una bella Pasqua”, sorride ai microfoni di Sky il tennista azzurro.”Con Nadal devi rischiare, sulla terra ha pochissimi rivali – ha aggiunto Fognini -. Ora devo riposare e preparare al meglio questa finale che sarà difficile. Se me lo avessero detto a inizio settimana avrei riso, e invece mi sto giocando un titolo in un Masters 1000, la finale più importante in carriera”.

Golf: RBC Heritage, delusione MolinariAzzurro esce al taglio. Johnson è in corsa per il titolo

20 aprile 201919:23

– Nuova delusione per Francesco Molinari. L’azzurro esce di scena nell’RBC Heritage di golf. Nel South Carolina, con 146 (+4) non è riuscito a superare il taglio. Prova difficile per il campione della Race to Dubai 2018, apparso stanco dopo le fatiche del Masters. A Hilton Head, sul percorso dell’Harbour Town GL (par 71), Shane Lowry (-9) ha mantenuto il comando della classifica ed è tallonato dallo statunitense Trey Mullinax (-8). Graduatoria tutta in divenire con il terzo round già cominciato dopo lo stop per pioggia e maltempo nel secondo giro. In corsa per il titolo anche Dustin Johnson: il leader mondiale, protagonista di una grande rimonta (-7 sul totale), è a due colpi dalla vetta.

Rally Italia Talent,ecco i campioni 2019Insalata e Lamanda vincono l’assoluta, Scannella leader under 18

20 aprile 201922:54

– Proclamati i vincitori del Rally Italia Talent 2019. Dopo 9 selezioni regionali iniziate ai primi giorni di gennaio ed una semifinale, l’ultimo atto della 6^ edizione del Grande Fratello dei motori è andato in scena all’Adria International Raceway con la finale. Un’edizione record con 9.300 iscritti, a conferma del successo del format creato dal patron Renzo Magnani nel 2014. Con lo slogan #rallypertutti, sono state 7 le Suzuki Swift Sport, gommate Toyo, a disposizione dei partecipanti, mentre è stata strategica la partnership con Generali Italia e l’Automobile Club d’Italia del presidente Angelo Sticchi Damiani. Questi i Vincitori (Pilota e Navigatore): Under 18, Pio Scannella-Artino; Under 23, De Antoni-Vercelli; Under 35, Peli-Darderi; Over 35, Insalata- Modenini;Femminile: Sandy Bello-Martina Musiari; Non Licenziati Aci Sport:Betti-Lazzarini; Licenziati Aci Sport: Garzia-Parrini; Assoluta:Luca Insalata-Lorenzo Lamanda. Le iscrizioni per l’edizione 2020 da fine aprile su www.rallyitaliatalent.it.
Basket: Serie A, risultati e classificaSassari vince a Pesaro, Brescia si aggiudica derby contro Milano

20 aprile 201923:19

– Risultati della 27/a giornata del campionato di Serie A di basket: Dolomiti Energia Trentino-Oriora Pistoia 82-73, Acqua San Bernardo Cantù-Openjobmetis Varese 84-75, Vanoli Cremona-Happy Casa Brindisi 93-86, Sidigas Avellino-Fiat Torino 109-82, Alma Trieste-Umana Reyer Venezia 104-85, Germani Brescia-A|X Armani Exchange Milano 92-86, Grissin Bon Reggio Emilia-Segafredo Bologna 81-89, VL Pesaro-Banco di Sardegna Sassari 81-88.
Classifica: Milano punti 40; Venezia e Cremona 36; Trieste, Brindisi e Trento 32; Avellino e Sassari 30; Varese e Cantù 28; Virtus Bologna e Brescia 26; Torino 16; Reggio Emilia e Pesaro 14; Pistoia 12.           

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

SCUDETTOJUVE: DICHIARAZIONI RONALDO SUI SOCIALS

SCUDETTO JUVE: DICHIARAZIONI RONALDO

AGGIORNAMENTO IN “CALCIO”

DELLE 05:41 DI DOMENICA 21 APRILE 2019

SCUDETTO JUVE: DICHIARAZIONI RONALDO

TORINO

– In serata anche Cristiano Ronaldo celebra sui social l’ennesimo titolo in carriera, ma primo scudetto in Italia. “Campioni d’Italia – scrive ‘CR7’ -.
Orgoglioso di contribuire a far scrivere la storia di un club eccezionale che mi ha fortemente voluto e per il quale sono onorato di giocare. Sono felice. Abbiamo dominato un campionato difficile, abbiamo lottato, tutti insieme. Siamo un gruppo forte e straordinario. E questo è solo l’inizio”.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Tecnologia, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

LIVE LA RADIOCRONACA DI JUVENTUS-FIORENTINA IN DIRETTA

LIVE LA RADIOCRONACA DI JUVENTUS-FIORENTINA

LA RADIOCRONACA LIVE IN DIRETTA DALL’ALLIANZ STADIUM JUVENTUS VS FIORENTINA

LIVE LA RADIOCRONACA DI JUVENTUS-FIORENTINA IN DIRETTA

Ascolta “LIVE LA RADIOCRONACA DI JUVENTUS-FIORENTINA IN DIRETTA” su Spreaker.

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI IN TEMPO REALE

DALLE12:53 DI VENERDì 19 APRILE 2019

ALLE 13:27 DI SABATO 20 APRILE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

La conferenza stampa di Mister Allegri 19 Aprile 2019 vigilia di Juventus-Fiorentina

Highlights Gozzano vs Juventus U23 19 Aprile 2019

#JUVENTUSTV Puntata 126, Lombardo e Conte la Juve passa a San Siro 20 Aprile 2019

Le curiosità di Juventus vs Fiorentina 20 Aprile 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:02 DI VENERDì 19 APRILE 2019

ALLE 12:54 DI SABATO 20 APRILE 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Allegri: «Dobbiamo chiudere il discorso Scudetto»
19.04.2019 14:02 – in: Serie A
Allegri: «Dobbiamo chiudere il discorso Scudetto»

L’allenatore della Juventus ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Fiorentina
All’Allianz Stadium domani arriva la Fiorentina di Vincenzo Montella, match valevole per la 33° giornata di Serie A. Oggi, all’Allianz Stadium, Mister Allegri ha parlato in conferenza stampa.
«Domani dobbiamo chiudere il discorso Scudetto, che va festeggiato e celebrato, perché è un traguardo dove c’è stato un lavoro costante per tutta la stagione. Una grande stagione. L’eliminazione con l’Ajax va accettata, non possiamo tornare indietro. E non vanno trovati alibi. Bisogna accettare il verdetto del campo. Dovremo ripartire per cercare di migliorare. Nelle difficoltà dell’annata abbiamo portato a casa la Supercoppa e stiamo per prendere anche il campionato. Ai ragazzi non ho da rimproverare niente. Dopo la vittoria del titolo, verrà poi programmato con lucidità il futuro».
VOGLIA DI TRICOLORE
«Siamo vicini ad un traguardo storico. Domani vogliamo festeggiare. I tifosi devono essere orgogliosi di una squadra che sta per vincere l’ottavo scudetto consecutivo. Deve essere una festa e dobbiamo goderci la giornata».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

LE CONDIZIONI DELLA ROSA BIANCONERA
«Domani metterò in campo la formazione migliore. Ronaldo gioca, così come Cuadrado.Per quanto riguarda gli infortunati, la situazione è questa: Perin e Khedira staranno fuori 3 mesi; Mandzukic difficilmente rientrerà prima della fine della stagione; Dybala è out per 20 giorni, mentre Douglas Costa se va bene 10; Chiellini forse lo rivedremo contro l’Inter,Caceres tornerà tra 10 giorni. Barzagli invece sta meglio, visto che ha già giocato contro la Spal».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

RONALDO E CANCELO
«Cristiano ha fatto una stagione straordinaria. E’ il futuro della Juventus. Ha fatto benissimo e farà altrettanto. Joao è un giocatore importante: sta a lui cercare di migliorare e mettersi in discussione tutti i giorni». GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Perin, il bollettino medico
19.04.2019 14:52 – in: Serie A
Perin, il bollettino medico

Il portiere è stato sottoposto oggi a trattamento chirurgico a seguito della lussazione della spalla destra riportata in allenamento domenica scorsa
Mattia Perin, a seguito di episodio di lussazione della spalla destra riportata durante l’allenamento di domenica scorsa, è stato sottoposto in data odierna a trattamento chirurgico.

L’intervento è stato eseguito dal professor A. Castagna, assistito dal responsabile sanitario dottor Claudio Rigo, presso la clinica Villa Stuart di Roma.

Il giocatore inizierà da subito le cure del caso.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Hellas Verona – Juventus Women | Le convocate
19.04.2019 15:00 – in: Women
Hellas Verona-Juventus Women | Le convocate

Le ragazze a disposizione di Rita Guarino per l’ultima giornata di Campionato, nella quale le Bianconere si giocheranno lo Scudetto
Domani, sabato 20 aprile alle 12:30, le Juventus Women si giocheranno lo Scudettonell’ultima giornata di campionato, in casa dell’Hellas Verona.
Queste le bianconere a disposizione di Rita Guarino per la sfida:
9 Aluko
42 Bacic
13 Boattin
11 Bonansea
17 Cantore
21 Caruso
7 Cernoia
19 Ekroth
6 Franco
4 Galli
3 Gama
10 Girelli
1 Giuliani
18 Glionna
2 Hyyrynen
16 Nick
15 Panzeri
14 Pedersen
8 Rosucci
12 Russo
25 Sikora.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

MVP di Marzo: il più votato è Ronaldo!
19.04.2019 16:00 – in: Member
MVP di Marzo: il più votato è Ronaldo!

La premiazione domani, nel pre gara di Juventus-Fiorentina

Momento speciale, domani, prima di Juventus-Fiorentina. Un momento che vedrà protagonista, ancora una volta, Ronaldo.
CR7 è stato nominato dai tifosi come il miglior bianconero del mese di marzo, il mese in cui proprio questa partita è stata disputata. Dopo il riscaldamento pre gara all’Allianz Stadium, Cristiano riceverà il premio di “MVP of the Month Powered by EA” dalle mani di un fortunato Juventus Member!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juve-Torino anticipata a venerdì 3 maggio
19.04.2019 17:11 – in: Serie A
Juve-Torino anticipata a venerdì 3 maggio

Cambiata la data e l’orario del derby della Mole, non in più programma sabato 4 maggio, ma anticipato a venerdì 3 alle ore 20:30
La Lega Seria A ha ufficializzato lo spostamento della data e dell’orario di Juventus-Torino. Il Derby della Mole si giocherà venerdì 3 maggio alle ore 20:30 e non più sabato 4 maggio alle 15:00.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Fagioli, il bollettino medico
19.04.2019 19:42 – in: Juventus U23
Fagioli, il bollettino medico

Il centrocampista dovrà osservare un periodo di riposo di circa 4 settimane prima della ripresa
Nicolò Fagioli, che nei giorni scorsi è stato sottoposto a trattamento ambulatoriale per la correzione di una aritimia cardiaca benigna, dovrà osservare un periodo di riposo di circa 4 settimane prima della ripresa dell’attività sportiva agonistica.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

I convocati per Juve-Fiorentina
19.04.2019 20:00 – in: Serie A
I convocati per Juve-Fiorentina

Gli uomini a disposizione di Mister Allegri per la partita di sabato pomeriggio all’Allianz Stadium
Terminata al JTC la rifinitura della vigilia, in vista di Juve-Fiorentina (fischio d’inizio sabato alle 18 all’Allianz Stadium).
Questi i giocatori convocati da Massimiliano Allegri per la sfida contro i viola:
1 Szczesny
2 De Sciglio
5 Pjanic
7 Ronaldo
12 Alex Sandro
14 Matuidi
15 Barzagli
16 Cuadrado
18 Kean
19 Bonucci
20 Cancelo
21 Pinsoglio
23 Emre Can
24 Rugani
30 Bentancur
32 Del Favero
33 Bernardeschi
37 Spinazzola
40 Mavididi
41 Nicolussi Caviglia.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

La vigilia della Fiorentina
19.04.2019 19:30 – in: Serie A
La vigilia della Fiorentina

Montella: «Mi aspetto una Juve feroce».
Queste le parole del tecnico Vincenzo Montella, appena tornato sulla panchina viola, alla vigilia della sfida di domani all’Allianz Stadium: «La gara con la Juve è un qualcosa a cui Firenze tiene molto. Affrontiamo una squadra forte, che da anni vince in Italia e che è abituata a combattere, e rialzarsi, perché come tutte le grandi, sa voltare pagina. Saranno delusi, ma feroci. Nessuno si aspettava la loro sconfitta, ma non dimentichiamo le loro finali: poche squadre in Europa hanno fatto bene come loro».
Su Bernardeschi e Cristiano: «Ho fatto debuttare io Federico, da giovanissimo, poi ebbe un infortunio al malleolo. C’è chi matura un po’ prima o un po’ dopo: se non sei convinto che un giovane possa avere futuro non lo fai debuttare così da giovane. Cristiano? Una bella lotta, decidere chi sia il migliore del mondo fra lui e Messi. La tensione che si legge nei suoi occhi prima di ogni partita è fantastica, lui è un punto di riferimento per tutti quelli che vogliono fare il calciatore».
I CONVOCATI
La lista dei convocati per la sfida di domani: Beloko, Benassi, Biraghi, Brancolini, Ceccherini, Chiesa, Dabo, Edimilson, Gerson, Ghidotti, Graiciar, Hancko, Lafont, Laurini, Milenkovic, Mirallas, Muriel, Norgaard, Pezzella, Simeone, Veretout, Vitor Hugo, Vlahovic.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juve-Fiorentina, Matchday Stats!
20.04.2019 10:00 – in: Serie A
Juve-Fiorentina, Matchday Stats!

Le statistiche sulla gara di oggi all’Allianz Stadium
I PRECEDENTI… SETTE SU OTTO La Juventus è la squadra contro cui la Fiorentina ha perso più partite in Serie A (76) e quella contro cui ha la più bassa percentuale di vittorie (21% del totale delle gare giocate). La Juventus ha vinto sette delle ultime otto sfide di campionato contro la Fiorentina (1P), tanti successi quanti nelle 17 precedenti.
OTTANTA A TORINO Incontro numero 80 in Serie A per la Juventus in casa contro la Fiorentina: i Viola hanno ottenuto appena sei successi in questo parziale, a fronte di 20 pareggi e ben 53 sconfitte.
27 SU 32 La Juventus 2018/19 è solo la terza squadra della storia in Serie A capace di vincere 27 delle prime 32 giornate di campionato, dopo la Juventus 2013/14 e la Juventus 2017/18; solo i bianconeri nel 2013/14 sono stati capaci di ottenere 28 successi su 33.
ALLA RICERCA DEL RECORD La Juventus potrebbe vincere l’ottavo Scudetto di fila, stabilendo il nuovo record di titoli consecutivi nei cinque maggiori campionati europei – migliorando la propria striscia e quella del Lione tra il 2001/02 al 2007/08 (sette di fila).
PRIMA DI PASQUA? La Juventus potrebbe diventare la prima squadra nell’era dei tre punti a vittoria a vincere lo Scudetto in Serie A prima di Pasqua.
150 IN A NELLA CASA BIANCONERA La prossima sarà la partita numero 150 della Juventus all’Allianz Stadium in Serie A: 126 vittorie finora (85% del totale) e 333 gol segnati dai bianconeri.
16 PAREGGI VIOLA La Fiorentina ha collezionato fin qui 16 pareggi in questo campionato (tra cui cinque nelle ultime otto partite): il record per i viola in un torneo di Serie A sono i 19 pareggi del 1970/71 (terminato però dopo 30 giornate).
IN ATTESA DELLA VITTORIA Solo il Chievo (13) attende la vittoria da più incontri della Fiorentina (otto) tra le squadre attualmente in Serie A.
MONTELLA VS JUVE Vincenzo Montella ha perso nove delle 14 gare da allenatore in Serie A contro la Juventus (2V, 3N), contro nessuna squadra ha ottenuto più sconfitte nella competizione.
MOISE, IL PIU’ GIOVANE… Moise Kean è andato in gol in quattro partite di fila in Serie A: nell’era dei tre punti a vittoria è il più giovane a riuscirci. L’ultimo giocatore della Juventus a segnare in cinque match di campionato consecutivi è stato Gonzalo Higuaín, tra ottobre e novembre 2017.           

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:12 DI VENERDì 19 APRILE 2019

ALLE 11:14 DI SABATO 20 APRILE 2019

SPORT

Jordan, “rimonta Woods al Masters unica”
L’ex stella NBA: “Tiger ha dimostrato di essere un campione”

19 aprile 2019 10:12

– “La più grande rimonta che abbia mai visto”. Per Michael Jordan l’impresa firmata da Tiger Woods nell’ottantatreesima edizione del Masters Tournament di golf è destinata a rimanere negli annali. Soprattutto per com’è maturata, undici anni dopo l’ultimo successo in un major (Us Open 2008) e i tanti problemi che hanno caratterizzato la carriera di “Big Cat”. Che ha pensato anche di smettere. “Io – ha raccontato Jordan – mi sono preso due anni sabbatici dalla pallacanestro per giocare a baseball. Poi sono tornato in NBA con i Chicago Bulls, anche con buoni risultati. Ma nulla di paragonabile a quanto mostrato da Tiger”. Tra i più grandi cestisti di sempre, Jordan ha ammesso di “essere sì rimasto sorpreso da Woods, ma fino a un certo punto. Non avrei mai immaginato potesse tornare al top a livello fisico, invece lo ha fatto. Ci ha creduto, ha lottato ed ha collezionato un altro risultato incredibile. E’ un grande campione”.
Montecarlo: Sonego fuori a testa altaNei quarti battuto in due set dal serbo Lajovic

19 aprile 201913:28

Lorenzo Sonego esce a testa alta dal torneo di Montecarlo, terzo ‘Masters 1000’ della stagione. Nel match dei quarti di finale che ha aperto il programma sul Centrale il 23enne torinese è stato sconfitto 6-4, 7-5 – in poco più di un’ora e tre quarti di gioco – dal serbo Dusan Lajovic, numero 48 Atp, che a sorpresa aveva eliminato l’austriaco Dominic Thiem, numero 5 del ranking e 4 del seeding.
Universiadi: Cecconello,temo il GiapponeLa pallavolista è sicura, accoglienza Sud valore aggiunto

SALERNO19 aprile 201914:16

– “L’accoglienza e il calore del Sud Italia saranno sicuramente un valore aggiunto per le Universiadi”. Lo dice Agnese Cecconello, pallavolista della P2p Givova Salerno (squadra di A2) in predicato di partecipare alle ‘Olimpiadi universitarie’ in programma dal 3 al 14 luglio in Campania. La 20enne triestina rientra tra le 30 atlete convocate ct dell’Italvolley, Davide Mazzanti per la Nations League femminile. Al termine del collegiale, 14 azzurre faranno la Nations Volley e le altre giocheranno alle Universiadi. “È una gran bella emozione. Sono felicissima – dice Cecconello – e sono molto carica. Voglio cogliere questa occasione e sfruttarla al massimo perché vivrò un ambiente importante come quello della Nazionale, in cui si può imparare tantissimo. Indossare la maglia azzurra è il sogno di qualsiasi giocatrice”. L’Italia, nel gruppo D delle Universiadi, se la vedrà con Usa, Svizzera e Giappone. “Giappone e Stati Uniti sono squadre ben attrezzate che, sicuramente, dovremo tenere d’occhio”.
Doping: nuoto, positivo azzurro VerganiPer cannabis a ‘tricolori’, ha miglior prestazione mondiale 2019

19 aprile 201919:33

Il nuotatore azzurro Andrea Vergani è risultato positivo alla cannabis ad un controllo effettuato da Nado Italia durante i recenti campionati tricolori assoluti. Vergani, che è uno dei talenti emergenti del nuoto italiano, ha conquistato la medaglia di bronzo ai mondiali in vasca corta 2018 e detiene la miglior prestazione mondiale del 2019 sui 50 m. stile libero.
Ciclismo:Bettiol e Gasparotto all’AmstelCorsa della birra apre trittico delle Ardenne.C’è anche Valverde

19 aprile 201917:12

– Ci sarà tanta Italia nella 54/a edizione dell’Amstel Gold Race, in programma il giorno di Pasqua sui 258 chilometri che collegano Maastricht a Valkenburg. La ‘Corsa della birra’ olandese inaugura il trittico delle Ardenne, che proseguirà con la Freccia-Vallone di mercoledì prossimo e la Liegi-Bastogne-Liegi di domenica 28 aprile. Il contingente italiano è il più cospicuo, dall’alto delle sue 23 unità, ed è secondo solo a quello dei belgi, che si presenteranno al via con 37 atleti. Alberto Bettiol, nuovo re delle Fiandre, ed Enrico Gasparotto, saranno i due paladini che guideranno la truppa, anche per il loro stato di grazia, come ha confermato il rendimento nella Freccia del Brabante, dove si sono classificati rispettivamente al sesto e al settimo posto. Gli specialisti per questo tipo di percorso sono soprattutto due: lo spagnolo campione del mondo su strada, Alejandro Valverde, e il francese Julian Alaphilippe, vincitore della Milano-Sanremo.
Tennis: Sharapova forfait a StoccardaAnnuncio amaro nel giorno del 32/o compleanno: “Non sono al top”

19 aprile 201917:21

– Maria Sharapova resta ancora lontano dai campi di gioco. Nel giorno del suo 32/o compleanno, la tennista russa ha annunciato il forfait al torneo di Stoccarda in programma la prossima settimana e vinto per tre volte dalla campionessa. “Sono davvero dispiaciuta, ormai non c’è più abbastanza tempo perché io sia pronta a giocare a Stoccarda – le parole di Sharapova -: sto facendo buoni progressi ma non sono ancora in grado di essere competitiva al massimo livello”. La siberiana ha giocato solo tre tornei nel 2019, raggiungendo i quarti di finale a Shenzhen, gli ottavi agli Australian Open dovendo poi dare forfait al secondo turno a San Pietroburgo la prima settimana di febbraio per il problema alla spalla, che ha richiesto pure un piccolo intervento chirurgico al tendine già ricostruito, con conseguenti forfait a Indian Wells e Miami.
A questo punto è in dubbio la presenza della russa al Mutua Madrid Open, in calendario dal 5 maggio, dove è al momento iscritta.
Tour of Alps: Nibali,test per condizione’Sfida con Froome? Mi aspetto un avversario molto competitivo’

19 aprile 201918:13

– Da lunedì, a Kufstein (Austria), Vincenzo Nibali andrà a caccia del terzo successo (dopo quelli del 2008 e 2013) nel Tour of the Alps di ciclismo, che si concluderà il 26 aprile, poi dirotterà la propria attenzione sul Giro d’Italia. “Sono legato a questa gara – spiega Nibali -.
Devo smaltire i carichi, ma credo di essere a buon punto. Non sono al 100%, ma manca ancora del tempo all’inizio del Giro.
Credo di poter fare bene. Dopo il Tour of the Alps volerò in Belgio per prendere parte alla Liegi-Bastogne-Liegi. Questi percorsi potrebbero rivelarsi ideali anche in vista delle Ardenne”. “La formula del Tour of the Alps, fatta di frazioni brevi ma esigenti dal punto di vista altimetrico, mi piace molto – ha aggiunto Nibali -. D’altronde, anche le grandi corse a tappe si stanno muovendo in questa direzione. In ottica classifica generale, uno dei grandi avversari del due volte campione italiano sarà Chris Froome. “Me lo aspetto competitivo.
Il Tour de France è ancora lontano, ma lui è un grande corridore”.
Ciclismo: è morto il belga SercuE’ stato fra i più grandi pistard. Oro ai Giochi di Tokyo 1964

19 aprile 201921:49

Il mondo del ciclismo è in lutto. E’ morto oggi, all’età di 74 anni, Patrick Sercu, uno dei più grandi pistard della storia, specializzato nelle ‘Sei giorni’.
La notizia della morte del belga, nato il 27 giugno 1944 a Roeselare, fra gli altri, è stata pubblicata sul sito de L’Equipe. A soli 20 anni, Sercu vinse l’oro alle Olimpiadi di Tokyo, nel chilometro da fermo, battendo l’azzurro Vanni Pettenella. E’ stato, inoltre, tre volte iridato nella velocità e ben 11 volte campione europeo Omnium Endurance. In carriera, Sercu ha vinto 88 ‘Sei giorni’: nessuno come lui. Anche nelle prove su strada, il belga è stato grande protagonista negli anni ’60 e ’70: al Giro d’Italia ha ottenuto 13 successi di tappa ai quali vanno aggiunte sei frazioni al Tour de France, dove nel 1974 si aggiudicò anche la classifica a punti. Su strada conta, inoltre, un successo nella Kuurne-Bruxelles-Kuurne e il ruolo da protagonista assoluto in numerossime volate al cardiopalmo, molte delle quali vinte nettamente.
Tennis: Montecarlo, Nadal in semifinaleBattuto Pella, lo spagnolo n.2 al mondo difende il titolo

19 aprile 201919:24

– Rafa Nadal avanza al torneo di Montecarlo. Il maiorchino, numero due della classifica mondiale e campione in carica, ha conquistato la 14esima semifinale nel Principato, battendo l’argentino Guido Pella con il punteggio di 7-6(1) 6-3.
Tennis: Montecarlo,Fognini in semifinaleL’azzurro avanza in tre set, prossimo avversario Nadal

19 aprile 201920:53

– Rimonta-show di Fabio Fognini che vola in semifinale nel torneo di Montecarlo, che si disputa sulla terra rossa. L’azzurro del tennis ha battuto il, croato Borna Coric in tre set, dopo aver perso il primo, con il punteggio di 1-6, 6-3, 6-2. Nel prossimo turno, il ligure se la vedrà contro lo spagnolo Rafa Nadal.
Fognini show a Montecarlo, rivede la semifinale Azzurro batte Coric e ora trova Nadal. Fuori a sorpresa Djokovic

19 aprile 201921:08

Fabio Fognini si prende la scena al torneo di Montecarlo. Il tennista ligure, fin qui abbastanza deludente, dopo sei anni torna in semifinale sulla terra rossa del Principato, battendo in rimonta il croato Borna Coric (n.13 Atp) con il punteggio di 1-6, 6-3, 6-2: una vittoria che vale a Fognini il rientro nella top 15 mondiale e la leadership azzurra, scavalcando Cecchinato. Prossimo avversario durissimo per il ligure: in semifinale si troverà di fronte Rafa Nadal. Fabio, che nel Principato aveva già raggiunto le semifinali nel 2013 – quando fu fermato solo da Djokovic -, troverà dall’altra parte della rete lo spagnolo, 11 volte trionfatore a Montecarlo e re indiscusso della terra battuta. Il 32enne Mancino di Manacor è in vantaggio per 11-3 nei precedenti, ma due dei tre successi dell’azzurro sono arrivati proprio sul ‘rosso’. Nadal ha conquistato la sua 14/a semifinale a Montecarlo, battendo l’argentino Guido Pella 7-6(1) 6-3 .Ma la giornata monegasca ha regalato anche l’uscita a sorpresa di Novak Djokovic che si ferma ai quarti, costretto a inchinarsi a Daniil Medveded. Il 22enne russo mette a segno l’impresa e conquista sua prima semifinale in un Masters 1000. Il moscovita, n.14 della classifica Atp, ha battuto il leader mondiale in tre set col punteggio di 6-3, 4-6, 6-2, in 2h20′ di gioco. E come prossimo avversario troverà l’altro serbo Dusan Lajovic, n.48 del ranking, pure lui alla prima semifinale in un “1000”, già battuto lo scorso anno a Mosca negli ottavi. Ed è proprio per mano di Lajovic che si è interrotto il cammino di Lorenzo Sonego: il piemontese numero 96 del ranking, dopo l’exploit, ha dovuto cedere al serbo in due set (6-4, 7-5). Per Sonego resta la soddisfazione di una settimana da incorniciare: dopo essersi qualificato, si è imposto nel derby azzurro al primo turno contro Andreas Seppi, ha eliminato il russo Karen Khachanov, ha sconfitto agli ottavi il britannico Cameron Norrie. Il piemontese, grazie a questo risultato ha la possibilità di entrare per la prima volta in carriera tra i primi settanta del ranking.         

STAMPA