Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:16 ALLE 17:14 DI VENERDì 22 FEBBRAIO 2019

SPORT

Golf: WGC Mexico,avvio super per McIlroy
Nordirlandese leader, Johnson 2/o. Woods e Molinari 25/i

22 febbraio 201909:16

– Francesco Molinari e Tiger Woods hanno terminato il primo round del WGC di golf, appaiati in 25/ma posizione (71, par). A Città del Messico, nell’evento inaugurale 2019 del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, il campione torinese e l’asso californiano (accolto da un’autentica standing ovation) non sono riusciti a imprimere un gran ritmo e ora sono costretti a rincorrere. “Ho iniziato male -dice Woods- e adesso devo provare a rimettermi in carreggiata”. Avvio show, invece, per Rory McIlroy, che con un parziale di 63 (-8) ha guadagnato la vetta solitaria della classifica. Sette birdie, un eagle e un solo bogey per il nordirlandese (che non partiva così forte dal 2014), tallonato da Dustin Johnson (secondo con 64, -7). L’americano, numero 3 mondiale, sogna il colpo grosso in Messico (dove ha già vinto nel 2017) per avvicinare il trono di Justin Rose (assente per l’occasione).
Nba, Warriors e Bucks al comandoAlla ripresa dopo pausa per All Star Game, vincono anche Lakers

22 febbraio 201909:36

– Dopo la pausa per l’All Star Game, la Nba è tornata questa notte con sei partite e la vittoria delle due capoliste a est e ovest che così confermano la loro leadership. I campioni in carica di Golden State hanno infatti battuto 125-123 i Kings trascinati da Steph Curry in serata di grazia e molto prolifico nei tiri da tre, con 36 punti di bottino personale finale che si aggiungono ai 28 dell’altro asso Kevin Durant. Mentre i Bucks hanno superato 98-97 i Boston Celtics. In chiave playoff serata incoraggiante per i Lakers di Lebron James (29 punti), tornati al successo: 111-106 contro i Rockets, ai quali non sono bastati i soliti 30 punti del fuoriclasse James Harden. Con la vittoria di stanotte e il contestuale ko dei Kings, i Lakers rivedono da vicino l’ottavo posto nella Western Conference, ultimo utile per i playoff.
Nelle altre gare, Portland ha battuto i Nets per 113-99, Philadelphia ha avuto la meglio su Miami per 106-102. Infine è andato ai Cavs il ‘derby’ di coda con i Suns per 111-98.
Taekwondo, 12 azzurri in gara in EgittoLa formazione italiana schiera 8 donne e 4 uomini in cat. senior

22 febbraio 201912:44

– Sono 12 gli atleti azzurri impegnati nella seconda tappa del circuito mondiale di Taekwondo, in corso a Hurghada, in Egitto. La formazione azzurra partecipa nelle categorie senior maschile e femminile. “Si tratta -ha detto il direttore tecnico Claudio Nolano- di un appuntamento particolarmente importante nel percorso che ci porta ai mondiali, un test di alto livello alla ricerca di un costante miglioramento”. Questi gli azzurri impegnati in Egitto: Sarah Al Halwani (-49 kg); Erica Nicoli (-53 kg); Giada Iurlaro (-57 kg); Assunta Cennamo (-62 kg); Cristina Gaspa (-67 kg); Natalia D’Angelo (-73 kg); Maristella Smiraglia (-73 kg); Laura Giacomini (+73 kg); Vito Dell’Aquila (-58 kg); Simone Crescenzi (-63 kg); Gabriele Caulo (-68 kg); Roberto Botta (-80 kg).
Golf, Woods salta l’Honda ClassicEx n.1, “rinuncia dolorosa”. Giocherà A. Palmer e The Players

22 febbraio 201912:58

– Adesso è ufficiale, Tiger Woods salterà l’Honda Classic di golf per giocare poi l’Arnold Palmer Invitational e il Player Championship, tornei del PGA Tour. “E’ una rinuncia dolorosa -l’annuncio del californiano- ma devo gestire le forze in vista dei tanti appuntamenti stagionali”.
Turno di riposo, dunque, la prossima settimana (28 febbraio – 3 marzo), per “The Big Cat”. Che dopo aver disputato il Genesis Open è adesso in Messico al fianco dei migliori player nel WGC.
Poi approfitterà di un piccolo break, con la decisione di non andare a Palm Beach Gardens. Ma sempre in Florida l’ex numero 1 al mondo duellerà nell’Arnold Palmer (7-10 marzo a Orlando) prima e nel Players Championship (14-17 marzo a Ponte Vedra) poi. In attesa del grande appuntamento, quello col Masters Tournament (11-14 aprile in Georgia, Usa). Meno sforzi e più risultati per arrivare alla fine dell’anno in buona forma. Woods non vuole ripetere gli errori del 2018, di qui la scelta di saltare alcuni appuntamenti di cartello del PGA Tour.
Rugby: Italia anti-Irlanda, cinque novitàEquiparato sudafricano prenderà posto dell’infortunato Parisse

22 febbraio 201916:23

Sono cinque, rispetto alla sfida contro il Galles, i cambi decisi dal ct dell’Italrugby Conor O’Shea nel XV iniziale che domenica all’Olimpico di Roma sfiderà l’Irlanda per il terzo turno del 6 Nazioni. Si rivede dal primo minuto Tito Tebaldi: il mediano di mischia, ai box dopo l’infortunio occorsogli nel riscaldamento pre Scozia-Italia, tornerà a vestire la maglia numero 9. Confermato all’ala Padovani dopo le due mete realizzate finora in questo 6 Nazioni. L’assenza del capitano Sergio Parisse, infortunato, porterà allo spostamento di Steyn come n.8 con l’inserimento dal primo minuto di Maxime Mbandà, flanker delle Zebre. Debutto dall’inizio per il neozelandese Jimmy Tuivaiti al posto del febbricitante Sebastian Negri. Primo cap da titolare per Federico Ruzza. In prima linea Leonardo Ghiraldini, alla presenza n.102, guiderà da capitano per la 17/a volta gli azzurri. A fianco avrà Simone Ferrari, mentre ritorna dal primo minuto Andrea Lovotti, ai box contro il Galles a causa di un virus influenzale.
Sci, Pinturalt vince combinata a BanskoDomani in programma il superG con Paris

BANSKO (BULGARIA)22 febbraio 201916:23

Confermando il titolo iridato appena conquistato, il francese Alexis Pinturaul in 1.55.55 ha vinto la combinata di cdm di Bansko, suo successo n.
22. Che gli vale anche la coppa di disciplina . Seguono in 1.56.23 l’austriaco Marcel Hirscher e lo sloveno Stefan Hadalin in 1.56.24.
Miglior azzurro Riccardo Tonetti quarto in 1.56.66, lo stesso posto che aveva occupato nella combinata iridata di Aare.
Decisamente piu’ indietro Christof Innerhofer che ha chiuso in 1.58.98 mentre non ha partecipato alla prova di slalom l’azzurro Dominik Paris. 13/o dopo la prova di superG, Paris ha preferito riposarsi in vista del superG di domani, la disciplina in cui è campione del mondo.

Sci, Goggia domina anche 2/a prova CransLa campionessa azzurra ha preceduto Merrywether e Puchner

CRANS MONTANA (SVIZZERA)22 febbraio 201911:40

Una eccellente Sofia Goggia e’ stata più veloce anche nella seconda ed ultima prova cronometrata in vista della discesa di cdm di domani Crans Montana.
L’azzurra ha fermato i cronometri su 1.30.02 lasciandosi alle spalle l’americana Alice Merryweather in 1.30.32 e l’austriaca Mirjam Puchner in 1.30.57.
Piu’ indietro le altre azzurre ed anche oggi, come per la gardenese Nicol Delago, vi sono stati salti di porta per varie atlete. Federica Brignone ha chiuso in 1.31.61, Francesca Marsaglia in 1.31.77, Nadia Fanchini in 1.31.92, Marta Bassino in 1.32.09 ed Elena Curtoni in 1.32.17.-

F1:Hamilton,non solo Vettel,6 per titolo
‘Duello con la Ferrari? al momento siamo davanti a loro’

TORINO22 febbraio 201917:02

– “Il duello con la Ferrari? Al momento siamo davanti a loro, non so se di mezzo secondo. I numeri in questo periodo di test lasciano il tempo che trovano”. Lewis Hamilton, ospite della Petronas nello stabilimento di Santena (Torino), lancia il guanto di sfida alla scuderia di Maranello.
“Non credo che quest’anno sarà un testa a testa tra me e Vettel – spiega il campione del mondo in carica -, ci sono almeno sei piloti che possono lottare per la vittoria”.
F1: Bottas, mio obiettivo è il Mondiale’Ferrari avanti nei primi test, però la Mercedes migliorerà’

TORINO22 febbraio 201917:05

– “Il mio obiettivo è vincere il Mondiale”. Punta in alto Vallteri Bottas, ospite dello stabilimento Petronas di Santena (Torino). “Nei primi test la Ferrari è sembrata più pronta, più avanti, ma sono i primi giorni e sappiamo di poter migliorare la macchina – commenta -.
Abbiamo del lavoro da fare, ma le sensazioni sono positive.
Dobbiamo migliorare alcuni aspetti, trovare un buon bilanciamento”.
La Barcolana nel guiness dei primatiCon 2.689 partecipanti è la regata più affollata del mondo

TRIESTE22 febbraio 201917:05

– Con 2.689 partecipanti la Barcolana è ufficialmente la regata più affollata del mondo. Lo ha certificato il Guinness World Record (GWR), che ha inserito la 50/a edizione della sfida tra i primati mondiali. Il record è stato ottenuto il 14 ottobre 2018 a Trieste e la certificazione è giunta in questi giorni dopo la procedura di analisi effettuata ex post dall’organizzazione del GWR. “Siamo davvero contenti di questa attestazione ufficiale – ha detto il presidente della Società velica di Barcola e Grignano, organizzatrice della Barcolana, Mitja Gialuz – eravamo presenti nel Guinness molti anni fa, come regata a partenza unica con il maggior numero di barche al via, oggi abbiamo una descrizione più ampia e completa della nostra unicità, e ne andiamo davvero orgogliosi”. Secondo Gialuz, “l’unicità dell’evento, il primato sono elementi caratterizzanti, importanti per inquadrare la Barcolana, ma sono un punto di partenza e non di arrivo”.

STAMPA
Annunci
Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:52 ALLE 21:38 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

SPORT

Doping, Iaaf riammette 21 atleti russi
Resta ancora sospesa la federatletica di Russia

21 febbraio 201909:52

– Sono 21 gli atleti russi che potranno riprendere a gareggiare nelle competizioni internazionali,ma per ora soltanto sotto bandiera neutrale. E’ quanto ha comunicato la Iaaf, federatletica internazionale, dopo l’esame delle prime domande presentate dagli atleti russi ai quali, per le note vecchie vicende di doping di stato, era ancora impedita la partecipazione alle gare. “Questi primi 21 atleti -afferma la Iaaf- hanno soddisfatto i criteri di ammissibilità per partecipare in via eccezionale alle competizioni come atleti neutrali, mentre la federazione russa in quanto tale resta sospesa”. Il presidente Iaaf Sebastian Coe ha detto che questa decisione fa parte del processo messo in atto per “separare gli atleti puliti da un sistema contaminato”.
Golf, Mickelson 600 presenze al PGA TourLefty: “Sembra di aver iniziato ieri”. Di Brooks il record

21 febbraio 201910:00

– Tra i migliori giocatori nella storia del golf americano e mondiale, Phil Mickelson nel WGC Mexico (al via oggi a Città del Messico), dove difenderà il titolo conquistato nel 2018, taglierà il traguardo delle 600 presenze sul PGA Tour. “Avevo solo diciassette anni – le dichiarazioni del mancino di San Diego – quando ho giocato il mio primo evento. Sembra ieri e adesso invece ho raggiunto un numero di tornei incredibile. Ma le statistiche non le guardo molto, mi concentro solo sul campo”. Il record di 803 apparizioni di Mark Brooks è ancora lontanissimo. Eppure Mickelson, che in carriera ha trionfato per 44 volte sul PGA Tour, vuole provare quantomeno ad avvicinare il primato del texano. Ricorrenza particolare per “Lefty”, che a 48 anni suonati non smette di stupire. Solo due settimane fa ha vinto e incantato a Monterey (California) nell’AT&T Pebble Beach. Per una vera pietra miliare nella storia del green a stelle e strisce.
Golf, European Tour perde Rory McIlroyEx n.1 al mondo nel 2019 non sarà membro circuito continentale

21 febbraio 201910:34

– Adesso è ufficiale: Rory McIlroy non è più un membro dell’European Tour. Conserverà il titolo di socio onorario ma almeno per il 2019 si concederà unicamente al PGA Tour, il massimo circuito americano di golf. A nulla sono valse le strategie di Keith Pelley, CEO dell’European Tour, che fino all’ultimo ha provato a convincere l’ex numero 1 al mondo. La cui presenza, alla Ryder Cup 2020 (nel Wisconsin, Stati Uniti) tra le fila del Team Europe, non sembra comunque essere in dubbio. I punti accumulati in questa stagione dal nordirlandese andranno dunque a sommarsi nelle classifiche relative alla FedEx Cup, che metterà in palio un montepremi super da 15milioni di dollari per il vincitore. McIlroy ha confermato comunque che giocherà, a partire da maggio, almeno quattro tornei dell’European Tour: l’Irish Open, il British Masters, lo Scottish Open e l’Omega European Masters in Svizzera. Oltre, naturalmente, ai quattro major del golf.
F1: un Villeneuve torna su una FerrariCon Fisichella sulla 488 Rossa nella GT endurance di ACI Sport

21 febbraio 201915:31

Torna il binomio leggendario Villeneuve-Ferrari. Grazie all’accordo con la Scuderia Baldini Jaques Villeneuve sarà sulla 488 GT3 nel Campionato Italiano Gran Turismo Endurance. Il figlio dell’indimenticato Gilles Villeneuve, Campione del Mondo F.1 1997, gareggerà nelle gare del tricolore ACI Sport riservato alle super car e con lui sulla 488 del Cavallino ci saranno anche Giancarlo Fisichella e Stefano Gai. ‘Fisico’ già nel 2018 è stato tra i principali protagonisti del Gran Turismo Italiano. Due F.1 ed il pilota milanese già Campione GT Italiano nel 2016, per 3 volte vincitore del Ferrari Challenge e con esaltanti prestazione anche nelle serie internazionali. La Ferrari 488 avrà il numero 27, un mito per la Rossa di Maranello, lo stesso con cui correva proprio il padre di Jaques Villeneuve e faceva impazzire di gioia i cuori ferraristi con i suoi indimenticabili sorpassi.
Malagò “rugby fantastico, ora risultati”‘C’è ricambio generazionale, incoraggiano Benetton e Zebre

febbraio 201912:47

– “Ho incontrato ieri il presidente della Federugby Alfredo Gavazzi: è chiaro che il rugby in Italia è un successo, il prodotto è fantastico però prima o poi bisogna accompagnare il tutto con dei risultati sportivi”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò riguardo la nazionale italiana di rugby che nelle prime due giornate del Sei Nazioni ha collezionato due sconfitte con Scozia e Galles. “C’è un ricambio generazionale – ha aggiunto il numero uno dello sport italiano a margine di un evento a Roma – c’è tutto un contesto di infortunati ma mi fa ben sperare quello che è il percorso che stanno facendo nelle coppe internazionali le due squadre italiane (Benetton e Zebre, ndr) che mentre prima erano il fanalino di coda, perdevano molte partite, oggi invece si fanno rispettare. Però la nazionale femminile va molto bene”.
Scherma, Tar riconosce Accademia NapoliE’ unico ente abilitato, 300 tecnici senza abilitazione

PALERMO21 febbraio 201912:50

– Dopo una battaglia durata due anni, il Tar del Lazio ha dato ragione all’Accademia Nazionale di Scherma di Napoli riconoscendola quale unico ente abilitato al rilascio dei diplomi magistrali. La Federazione Scherma nel gennaio 2017, con una delibera a sorpresa mai ratificata dal Coni, aveva avocato a sé il potere di abilitare i propri tecnici negando la competenza che l’Accademia vanta sin dal 1865. Per effetto della sentenza i circa 300 tecnici illegittimamente abilitati dalla Fis si sono trovati così in mano un pezzo di carta privo di qualunque valore legale. Per venire incontro a questi tecnici e alle loro società che potrebbero rischiare la chiusura, l’Accademia nazionale di scherma ha indetto dal 26 febbraio al 3 marzo i Qualification Days con sedi sparse in tutta Italia dove i tecnici potranno sostenere nuovamente l’esame a costo zero e sanare gli effetti degli esami abusivamente condotti dalla Fis.
Ciclismo: Oman, ultima tappa a Nizzolo2/o Colbrelli, 3/o Ballerini. Classifica generale a Lutsenko

21 febbraio 201913:44

– Giacomo Nizzolo (Dimension Data), con il tempo di 3h07’12”, ha vinto la 6/a e ultima tappa del Tour of Oman di ciclismo, disputata da Al Mouj Muscat a Matrah Corniche e lunga 135,5 chilometri. Nizzolo si è aggiudicato uno sprint tutto italiano, mettendosi alle spalle nell’ordine Sonny Colbrelli, secondo, e il giovane Davide Ballerini, che si è piazzato al terzo posto. Irresistibile la progressione di Nizzolo, che è partito ai 250 metri bruciando la concorrenza. Il kazako Alexei Lutsenko, in 21h45’51”, ha vinto la classifica generale finale del Tour of Oman, precedendo Domenico Pozzovivo, secondo a 44″; terzo lo spagnolo Jesus Herrada, che ha accusato un ritardo di 47″ dal capoclassifica.
Rally Italia Talent fa tappa in VenetoSolo ad Adria in 800 in pista con Suzuki Swift.E’record iscritti

21 febbraio 201914:28

– L’Aci Rally Italia Talent targato Suzuki fa tappa in Veneto festeggiando il record di iscritti.
La settima selezione regionale del Grande Fratello dei motori si svolgerà sull’Adria International Raceway di Cavanella PO in questo fine settimana: il numero totale dei partecipanti nel 2019 con 3 selezioni alla fine ha superato la quota record di 8.400, numero mai raggiunto prima. Continua ad ottenere grandi consensi il format ideato nel 2014 dal ‘patron’ del Rit Renzo Magnani per consentire agli appassionati di accostarsi al mondo dei rally. Con lo slogan #rallypertutti le adesioni in terra veneta hanno superato il tetto degli 800 iscritti. Ad attenderli sul tracciato ci saranno le 7 affidabili e performanti Suzuki Swift Sport, gommate Toyo. Grande interesse per la prestigiosa partnership con Generali Italia in chiave sicurezza stradale, mentre è strategica la presenza dell’Aci di Sticchi Damiani.
Prossima tappa a in Sicilia sull’Autodromo di Pergusa, con iscrizioni ancora aperte su www.rallyitaliatalent.it.
Parigi 2024: ‘Vogliamo breakdance ai Giochi’Proposte quattro nuove discipline, c’è anche skateboard

21 febbraio 201918:31

Il surf, l’arrampicata sportiva, lo skateboard. Ma anche la breakdance. Le Olimpiadi cambiano pelle, e anche se atletica e nuoto rimangono le discipline regine la febbre da rinnovamento diventa sempre più contagiosa: e’ l’annuncio del comitato organizzatore di Parigi 2024 delle quattro proposte di novità avanzate – come da sua prerogativa – al Cio. La rivoluzione più clamorosa se il comitato olimpico internazionale dirà sì, e tutto lascia pensare che sia così secondo i media francesi, sarà la street dance nata nel Bronx a inizio anni ’70. Gli altri tre sport proposti sono già nel programma scelto da Tokyo 2020. A spingere Parigi a queste indicazioni è stata, secondo Le Parisien la voglia di coinvolgere giovani appassionati e la necessità di non costruire altri impianti. Scalata e Breakdance dovrebbero svolgersi nel centro di Parigi, in prossimità di luoghi simbolo della Ville Lumiere.Breakdance e arrampicata sportiva hanno gia’ fatto la loro apparizione alle Olimpiadi giovanili 2018, a Buenos Aires.

Vela:record Soldini a ‘L’uomo e il mare’Anche Motonautica in rubrica RaiSport. Gallinaro punta ai Giochi

21 febbraio 201914:46

– Torna in onda L’uomo e il Mare”.
Questa sera alle 19.30 su RaiSport+HD la rubrica curata e condotta come sempre da Giulio Guazzini con il montaggio di Roberto Toti vedrà in apertura la cronaca del record appena conseguito da Giovanni Soldini ed il suo equipaggio sul Mod 70 Maserati, alla regata oceanica RORC Caribbean 600. Poi l’intervista esclusiva con Guido Gallinaro, giovanissimo campione del mondo che ha annunciato ufficialmente il suo passaggio dalla classe Laser alla classe ’49er per puntare alla partecipazione olimpica. Dalla vela agonistica al rombo dei motori con la voce del presidente della Fim, federazione italiana Motonautica, Vincenzo Iaconianni che analizza i vari aspetti della specialità. Dunque nelle acque di Montecarlo con la Primo Cup, regata che apre la stagione agonistica mediterranea. Infine la vela estrema con l’avventurosa traversata atlantica di Tullio Picciolini e Giammarco Sardi, capaci di attraversare l’Atlantico da Dakar a Guadalupe in 14 giorni 3 ore e 40 minuti.
Tour: nel 2021 il via dalla DanimarcaAnche il Giro d’Italia partì dalla Scandinavia, ma nel 2012

21 febbraio 201915:14

– Dopo il Giro d’Italia, tocca al Tour de France. Anche la corsa a tappe francese prenderà il via dalla Danimarca, proprio accadde alla corsa rosa nel 2012 (il via da Herning, a una sessantina di chilometri da Copenaghen), l’anno in cui vinse il canadese Ryder Hejsedal. La Grande boucle n.108 scatterà dal Paese scandinavo nel 2021 e sarà il 10/o della storia a ospitare il via. Le prime tre tappe saranno danesi: si comincerà, come rivela l’account Twitter ufficiale del Tour, con una cronometro individuale lunga 13 chilometri per le strade della capitale Copenaghen; si proseguirà con la Roskilde-Nyborg, di 190 chilometri; e si concluderà con la Vejle-Sonderborg, di 170 chilometri.
F1: Toro Rosso ok in test,4/a la FerrariDopo thailandese Albon ecco Ricciardo e Hamilton, quindi Leclerc

21 febbraio 201916:01

– E’ la Toro Rosso guidata da Alexander Albon la più veloce nella sessione mattutina della quarta e ultima giornata dei test invernali della Formula 1, prima sessione invernale a Montmelò in vista del via del Mondiale il 17 marzo in Australia a Melbourne. Il 22enne pilota anglo-tailandese ha fermato il tempo sull’1’17″637 a metà mattinata, il miglior crono segnato in questi primi test.
Seconda miglior prestazione per la Renault di Daniel Ricciardo in 1’17″785, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton (1’17″977) e alla Ferrari di Charles Leclerc (1’18″046). Sesto tempo per la Sauber Alfa Romeo guidata da Antonio Giovinazzi in 1’18″511.
Atletica: Europei indoor, azzurri in 27Tornano Donato e Tamberi, esordio per Bocchi, Borga e Troiani

21 febbraio 201917:31

– Il ct della nazionale italiana di atletica leggera Antonio La Torre ha comunicato l’elenco dei convocati per gli Europei Indoor in programma a Glasgow dall’1 al 3 marzo 2019. Saranno 27 gli azzurri (14 uomini e 13 donne) impegnati nella 35/a edizione della rassegna continentale al coperto. Tra i selezionati ci sono Fabrizio Donato, vincitore due anni fa dell’argento nel triplo a Belgrado, e il capolista europeo stagionale dell’alto Gianmarco Tamberi, già campione del mondo indoor nel 2016 a Portland.
Sono tre gli esordienti assoluti: il triplista Tobia Bocchi e le staffettiste Rebecca Borga e Virginia Troiani, mentre il più giovane della spedizione è Simone Barontini con i suoi 20 anni compiuti a gennaio.
Basket: cessione Auxilium, Leonis valutaPunto cruciale è sostenibilità,”nell’interesse di ambo le parti”

TORINO21 febbraio 201917:34

– Resta in piedi la trattativa per il passaggio a Leonis Group dell’Auxilium Torino. Dall’analisi della situazione contabile della società, aggiornata al 14 febbraio, è emersa una “situazione economico-finanziaria differente da quella emersa nella prima fase delle trattative”, precisa in una nota Leonis, che “si riserva di valutare l’attuale sostenibilità finanziaria dell’operazione. Tutto ciò nell’interesse di entrambe le parti – si legge ancora – di non procrastinare una trattativa senza i necessari requisiti”.
F1:Sticchi,Monza è storia automobilismoIl Presidente Aci a premiazione campioni italiani 2018

21 febbraio 201917:46

– Monza fa parte della storia dell’Automobilismo. La storia dell’AC e quella del Monza ENI Circuit si sono più volte intrecciate dal 1922, anno in cui nacque l’Autodromo Tempio della velocità – lo ha detto Angelo Sticchi Damiani Presidente dell’Automobile Club d’Italia, durante le Premiazioni dei Campionati Italiani 2018, che si son tenute lo scorso week end- da due anni siamo stati coinvolti direttamente. Una svolta necessaria al fianco del GP dìItalia.
Siamo convinti che Monza è il tempio della velocità. Sentiamo nostra questa struttura e crediamo nell’autodromo che sentiamo patrimonio di tutti gli italiani. La premiazione è un segno, noi ci abbiamo creduto. Questo è un autodromo che dobbiamo vivere durante ogni attività che qui si svolge. Sogno per Monza molte cose, come per esempio il circuito alta velocità e diverse iniziative non solo sportive”-. Oltre 700 sono stati i premiati a coprire tutte le specialità dell’automobilismo sportivo tricolore

Vezzali testimonial IoAdottoUnCampioneLa raccolta fondi di P&G a sostegno squadra ginnastica artistica

21 febbraio 201917:48

– 115 atleti italiani sono pronti a scendere in campo per partecipare ai Giochi Mondiali di Special Olympics, l’evento di sport e inclusione che dal 14 al 21 marzo riunirà ad Abu Dhabi 7.000 sportivi con disabilità intellettiva provenienti da 170 Paesi. Ad accompagnare la squadra di ginnastica artistica italiana c’è Procter & Gamble con la campagna di raccolta fondi #IoAdottoUnCampione. Da oggi fino al 31 marzo, acquistando 3 prodotti dei marchi P&G nei negozi Acqua e Sapone aderenti, per ogni scontrino caricato P&G donerà 3 euro a Special Olympics Italia. Testimonial d’eccezione dell’iniziativa è l’ex schermitrice Valentina Vezzali. “La ginnastica artistica, così come la scherma, è un sport con sani valori alla base. Una disciplina che vi spinge a credere in voi stessi e ad andare ogni oltre limite. Se farete ‘giocare il cuore’ nulla vi potrà fermare” è stato l’incoraggiamento “in punta di fioretto” della pluricampionessa olimpica e mondiale ai dieci ginnasti di Special Olympics riuniti a Milano da P&G.
Carlucci: Ballando per medagliere ItaliaConduttrice felice per annuncio break dance nei Giochi olimpici

21 febbraio 201918:57

– “Che ben venga la break dance alle Olimpiadi: l’Italia è un Paese pieno di ballerini bravi, questo non può che far bene al medagliere azzurro”. Milly Carlucci, da anni conduttrice di Ballando sotto le stelle, promuove a pieni voti la scelta del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Parigi del 2024 di proporre al Cio fra le discipline a cinque cerchi anche la break dance. “Una scelta clamorosa e rivoluzionaria, che mi rende felice – prosegue la Carlucci -. Come nella danza ritmica o artistica, anche nella break dance c’è una miscela di arte e tecnica, forza atletica e ritmo, per questo necessita di una grande preparazione. E poi, al giorno d’oggi il movimento hip-hop, di cui la ‘break’ fa parte, è in grande crescita”. Milly Carlucci è sicura che gli atleti “italiani faranno bella figura e conquisteranno tanti successi in una disciplina come la break dance”, e sottolinea ancora che “servono sacrifici, preparazione e grande capacità atletiche per ottenere certi risultati”.
Leclerc, sulla Ferrari ottime sensazioni”SF90 abbastanza facile da guidare, sembra auto già sviluppata”

21 febbraio 201919:48

– “Per ora preferisco non sbilanciarmi con i commenti perché questo è ancora soltanto un test. La sensazione in macchina però è ottima. Abbiamo completato parecchi giri, l’affidabilità è buona e ogni giorno siamo riusciti a completare il nostro programma”. Charles Leclerc ha commentato così, durante la pausa pranzo dell’ultimo giorno di test a Barcellona, il primo impatto con la Ferrari.
“Mi sento abbastanza a mio agio sulla SF90 anche se ci sono ancora alcune cose a cui devo abituarmi – ha aggiunto il pilota monegasco – compreso il modo in cui opera la squadra. Posso dire però che questa è una monoposto abbastanza facile da guidare.
Come ha detto Seb (Vettel, ndr), non pare nemmeno una vettura nuova, ma un’auto il cui sviluppo è già avanzato. La guidabilità è notevole ed è la dimostrazione di come il team abbia svolto un lavoro straordinario durante l’inverno, riuscendo a portare qui una monoposto molto solida”.
Sci, Goggia domina prove discesa a CransSeguita dalle due svizzere Suter e Gut. Marsaglia 5/a

CRANS MONTANA ( SVIZZERA)21 febbraio 201911:50

L’azzurra Sofia Goggia in 1.30.18. è stata la più veloce nella prima prova della discesa di cdm in programma sabato a Crans Montana e seguita domenica da una combinata. Seconda la svizzera Corinne Suter (+O,80) , terza l’altra elvetica Lara Gut-Behrami (+1.03).
Per le italiane, mentre Federica Brignone e Nicol Delago hanno saltato una porta, ci sono poi Francesca Marsaglia con un ottimo quinto tempo e un ritardo di 2.72 e, più indietro, Nadia Fanchini (+3.06).  Domani seconda ed ultima prova.

Sci, Paris punta la cdm di superGTre giorni di gare a Bansko, in Bulgaria

BANSKO (BULGARIA)21 febbraio 201911:49

Sono 13 gli azzurri al via da domani a domenica a Bansko, in Bulgaria. Domani combinata, sabato superg e domenica slalom gigante. A Bansko Chris Innerhofer nel 2011 vinse la combinata e già questo rende interessante la gara di domani. Ma per l’Italia ancor più importante sarà il superG perche Dominik Paris, fresco di oro iridato, va all’assalto anche della prestigiosa coppa di disciplina. L’unico azzurro a riuscirci in passato fu il gardenese Peter Runggaldier nel 1995. Per Paris, dato per favorito, non sarà una impresa facile. Dopo 5 degli 8 superG in calendario la classifica vede al comando gli austriaci Kriechmayr e Mayer rispettivamente con 236 e 233 punti. Poi c’è Domme Paris con 230: distacchi minimi, dunque. Pero’ alle spalle dei primi tre ci sono almeno una decina di altri atleti con distacchi di pochi punti e che dunque, con 3 gare ancora da disputare, hanno sulla carta ancora la possibilità di aggiudicarsi la coppa.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI

DALLE 23:00 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 12:58 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Highlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

Conferenza Stampa Allegri post Atletico Madrid vs Juventus

Allegri «Non sarà semplice, ma bisogna pensare di poterla ribaltare»

Chiellini «Stiamo calmi e resettiamo»

#JUVENTUSTV Puntata 68, Sivori e Charles, che coppia!

Da bordocampo Atletico Madrid vs Juventus 21 Feb 2019

Juventus Women vs Tavagnacco Rewind 21 Feb 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:09 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 12:00 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus Tv è pronta per la Champions
20.02.2019 17:09 – in: UCL
Juventus Tv è pronta per la Champions

Alle 20 si accende la diretta di J Champions Time, commenti, opinioni, news e collegamenti dal Wanda Metropolitano. In studio, la leggenda bianconera Roberto Bettega.
«È il primo di due match con l’Atletico Madrid e dobbiamo porre le basi per passare il turno», Massimiliano Allegri, come tutta squadra, è pronto per la sfida del Wanda Metropolitano.
Anche Juventus Tv è pronta e già alle 20 si accenderà per l’attesissima diretta di J Champions Time. Il programma che introduce e segue tutte le partite di UEFA Champions League con commenti, opinioni, news e continui collegamenti dal teatro della sfida.
Per l’occasione, stasera il parterre della nostra piattaforma ufficiale s’arricchisce della competenza della leggenda bianconera, Roberto Bettega, dell’arbitro internazionale di volley, Marco Braico.
Juventus Tv è live anche nell’immediato post-partita con commenti, approfondimenti e continui collegamenti dalla mix-zone del Wanda Metropolitano per le interviste esclusivee le conferenze stampa dei due mister.
E per chi si fosse perso la diretta, Atletico-Juve sarà disponibile in versione integrale già da mezzanotte, ottimizzata per tutti i dispositivi e quindi fruibile ovunque.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Gimenez e Godin decidono l’andata
20.02.2019 23:00 – in: Match Report
Gimenez e Godin decidono l’andata

Al Wanda Metropolitano l’Atletico vince 2-0, firmando il doppio vantaggio in cinque minuti nella ripresa
Che al Wanda Metropolitano sarebbe stata dura si sapeva, ma era forse lecito sperare in un esito diverso della gara di andata contro l’Atletico, specie dopo un primo tempo chiuso a reti bianche ne quale la Juve, nei primi minuti, era anche stata più pericolosa dei padroni di casa. E invece nella ripresa, in cinque minuti, la strada per la qualificazione ai quarti d Champions si fa improvvisamente in salita per i bianconeri che subiscono un micidiale uno-due firmato Gimenez e Godin e non riescono, nonostante il forcing finale, a lasciare il segno.
JUVE SUBITO PERICOLOSA
Il copione della gara è subito evidente: l’Atletico punta sulle ripartenze di Griezmann e lascia il palleggio alla Juve, che nei primi minuti studia gli avversari e prova a colpire con Ronaldo. CR7 si procura una punizione e spara un siluro da oltre venticinque metri che Oblak riesce a intercettare. Va vicino al gol anche Bonucci, che incorna alto un cross dalla bandierina di Pjanic, mentre i colchoneros si fanno vedere con il rasoterra dalla distanza di Thomas, bloccato da Szczesny.
DIFESE BLOCCATE
La gara vive di fiammate improvvise, ma l’impressione è che entrambe le squadre badino soprattutto a non scoprirsi, anche perché ogni disattenzione potrebbe essere letale. L’esempio più lampante arriva al 27′, quando Diego Costa se ne va sulla sinistra e De Sciglio, inciampando, lo tocca e commette fallo. Il signor Zwayer indica subito il dischetto, ma il VAR segnala che il contatto è avvenuto fuori area e la punizione che ne consegue, battuta da Griezmann viene messa in angolo da Szczesny. Dybala risponde impegnando Oblak con un sinistro dal limite, ma non è per nulla facile trovare un varco quando le difese sono schierate.
ATLETICO A TESTA BASSA
Il possesso palla bianconero fatica a superare la diga eretta dagli spagnoli, che invece, al 5′ della ripresa, sono pericolosissimi: Diego Costa riceve da Griezzmann e punta l’area inseguito dal solo Bonucci, ma al momento del tiro colpisce male e mette a lato, graziando Szczesny. Il portiere è salvifico poco dopo, quando riesce a deviare sulla traversa il tocco all’indietro di De Sciglio che, per anticipare Griezmann, rischia un clamoroso autogol. Ora che l’Atletico produce il massimo sforzo, è la Juve a doversi chiudere e Simeone per avere ancora più rapidità in avanti inserisce Morata e Lemar per Diego Costa e Thomas, quindi Correa al posto di Koke. La legge dell’ex colpisce al 25′, quando Morata  incorna il traversone di Felipe Luis alle spalle di Szczesny, ma per liberarsi spinge in modo vistoso Chiellini e dopo aver consultato il VAR il signor Zwayer, che inizialmente aveva concesso il gol, annulla.
GIMENEZ E GODIN, DUE GOL IN CINQUE MINUTI
Allegri opera il primo cambio richiamando Pjanic e mandando in campo Emre Can, che si sistema davanti alla difesa, ma a forza di insistere i colchoneros passano. La difesa bianconera non riesce a liberare su un angolo di Griezmann e Gimenez si ritrova il pallone sui piedi a due passi dall’area piccola e può comodamente infilare il vantaggio. Allegri inserisce Bernardeschi per Dybala, ma ora la Juve è in difficoltà, perché l’Atletico, spinto dai 67.000 del Wanda Metropolitano insiste e passa ancora, sfruttando nuovamente una palla inattiva: anche la punizione di Griezmann non viene liberata a dovere e Godin, dopo un primo tentativo ribattuto, piazza il tap in che complica, non poco, il discorso qualificazione per i bianconeri. Tutti i tentativi di riaprire la partita, come il sinistro di Bernardeschi alzato sopra la traversa da Oblak, vengono rispediti al mittente e anche l’ingresso di Cancelo per Matuidi non dà i frutti sperati. A Torino, il 12 marzo, servirà la miglior Juve.
ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

RETI:  Gimenez 33′ st, Godin 38′ st
ATLETICO MADRID
Oblak; Juanfran, Giménez, Godin, Filipe Luis; Saul, Thomas (16′ st Lemar), Rodri, Koke (22′ sta Correa); Diego Costa (13′ st Morata), Griezmann
A disposizione: Adan, Savic, Arias, Kalinic
Allenatore: Simeone

JUVENTUS
Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (28′ st Emre Can), Matuidi (39′ st Cancelo); Dybala (35′ st Bernardeschi), Mandzukic, Ronaldo
A disposizione: Perin, Caceres, Rugani, Spinazzola
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Zwayer (GER)
ASSISTENTI: Schiffner (GER), Achmüller (GER)
QUARTO UFFICIALE: Welz (GER)
VAR: Dankert (GER), Stegemann (GER)

AMMONITI: 8′ pt Diego Costa, 48′ pt Thomas, 10′ st Alex Sandro, 44′ st Griezmann. GUARDA IN ESCLUSIVA Highlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, le interviste
20.02.2019 23:15 – in: UCL
Atletico-Juve, le interviste

Le dichiarazioni dei bianconeri al termine della sfida del Wanda Metropolitano
Due gol subiti in cinque minuti e qualificazione che si fa complicata, ma non impossibile. A Torino, il 12 marzo, la Juve proverà a ribaltare il 2-0 subito in Spagna e i bianconeri, al temine della gara di andata contro l’Atletico, sono già proiettati al ritorno. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dopo la gara.
CHIELLINI
«Gli episodi cambiano le partite e siamo stati puniti sui calci piazzati. Dovremo stare più attenti, ma stiamo calmi e resettiamo, perché Torino possiamo farcela. Mancano tre settimane, vinceremo al ritorno» GUARDA IN ESCLUSIVA Chiellini «Stiamo calmi e resettiamo»

BERNARDESCHI
«Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e non è andata come speravamo, ma fortunatamente c’è il ritorno. Sicuramente bisognerà far meglio il ritorno, non commettendo gli errori di oggi. Abbiamo preso due gol uguali su rimpalli ripresi e in questi casi qualche disattenzione c’è, anche se loro sono molto forti sulle palle inattive. Il 2-0 è un risultato importante per l’Atletico, ma in casa nostra possiamo giocarcela e ribaltarlo. Abbiamo 90 minuti per restare in Champions».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il commento di Mister Allegri
20.02.2019 23:45 – in: UCL
Il commento di Mister Allegri

«Abbiamo sbagliato il secondo tempo: a Torino ci vorrà una grande partita, non perdiamo la fiducia»
Questa la disamina di Mister Massimiliano Allegri a termine della partita: «Abbiamo giocato un brutto secondo tempo, commettendo l’errore di andare dietro a loro – Spiega – Già avevamo rischiato su un contropiede e su una palla persa, ma il dato è che nel secondo tempo non abbiamo fatto un tiro in porta».
Sui meriti dell’Atletico: «Sono più abituati di noi a giocare partite di questo tipo: sono rimasti dentro la gara anche se non c’erano grandi sussulti, mentre noi abbiamo sbagliato. Comunque, peggio del secondo tempo non potevamo fare, quindi dobbiamo avere fiducia per il ritorno. Sapevamo che l’Atletico ti fa giocare “male”, e per batterli occorre stare sopra ritmo».
Sul ritorno: «Adesso c’è delusione, ma bisogna pensare di poterla ribaltare. Non sarà semplice, occorrerà una grande partita, in cui dovremo essere bravi a muovere di più ilgioco. Restando ordinati, cosa che questa sera non abbiamo fatto, anche dopo aver subito il secondo gol, e infatti abbiamo ancora rischiato. Comunque il 2-0 si può ribaltare, è inutile piangersi addosso». GUARDA IN ESCLUSIVA Conferenza Stampa Allegri post Atletico Madrid vs Juventus

Allegri «Non sarà semplice, ma bisogna pensare di poterla ribaltare»

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, Talking Points
21.02.2019 10:00 – in: UCL
Atletico-Juve, Talking Points
Alcune statistiche sulla gara di Champions League a Madrid
Arriva uno stop europeo per la Juve.
A Madrid vince l’Atletico, nella prima delle due sfide valide per gli ottavi di finale.
Ecco i dati del match.
Generale
Possesso
36,9%
36,9%
63,1%
63,1%
% Duelli vinti
53,3%
53,3%
46,7%
46,7%
Duelli aerei vinti
54,8%
54,8%
45,2%
45,2%
Intercetti
13
13
10
10
Fuorigioco
1
1
0
0
Corner
8
8
7
7
Distribuzione
Passaggi
312
312
543
543
Passaggi lunghi
57
57
53
53
Precisione passaggi (%)
73,1%
73,1%
86,9%
86,9%
Precisione passaggi metà avv. (%)
64,9%
64,9%
78,6%

78,6%
Cross
19
19
16

16
Precisione cross
26,3%
26,3%
18,8%

18,8%
Attacco
Gol
2
2
0
0
Tiri
13
13
14
14
Tiri nello specchio
5
5
3
3
Tiri ribattuti
3
3
3
3
Tiri da fuori area
5
5
8
8
Tiri da dentro l’area
8
8
6
6
Precisione al tiro (%)
38,5%
38,5%
21,4%

21,4%
Difesa
Contrasti
14
14
6
6
% di contrasti vinti
64,3%
64,3%
83,3%
83,3%
Respinte difensive
19
19
24
24
Disciplina
Falli fatti
12
12
16
16
Cartellini gialli
3
3
1
1
Cartellini rossi
0
0
0

0
L’ANALISI DEI NUMERI
La Juventus ha giocato molti più palloni dell’Atletico, come testimonia lo schema sopra. Ha prevalso anche nella percentuale di palle utili e nel numero di passaggi. Non a caso, i primi sei giocatori di questa partita per numero di palloni giocati sono della Juventus.
Ma l’Atletico è stato più incisivo. Come testimoniano i dati che seguono.
LE GIOCATE UTILI IN AREA AVVERSARIA
L’analisi della fase offensiva mostra un dato su tutti, che può essere una delle chiavi di lettura del match: le giocate utili in area avversaria. L’Atletico ha prevalso, così come per quanto riguarda i tiri da dentro l’area.
I NUMERI DI LEO E GIORGIO
Leonardo Bonucci ha giocato la sua 500ª partita in carriera con i club.
Giorgio Chiellini è diventato il quarto giocatore più presente in Champions League/Coppa dei Campioni con la Juventus (69 partite).
ATTENZIONE AI CALCI PIAZZATI…
Sei degli ultimi sette gol subiti dalla Juventus in Champions League sono arrivati sugli sviluppi di calcio piazzato.
UNA STATISTICA DA SFATARE AL RITORNO
L’Atletico Madrid è l’unica squadra affrontata più di una volta in Champions League contro cui la Juventus non è riuscita a trovare il gol. Finora.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO AMPIA SINTESI DI ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

SINTESI ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO CON AMPIA SINTESI DEL MATCH E LA CRONACA TESTUALE DELLA PARTITA

ANDATA OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE WANDA METROPOLITANO ORE 21:00 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

SI AFFRONTANO ATLETICO MADRID-JUVENTUS

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

LA CRONACA:

Gimenez e Godin decidono l’andata

tropolitano l’Atletico vince 2-0, firmando il doppio vantaggio in cinque minuti nella ripresaChe al Wanda Metropolitano sarebbe stata dura si sapeva, ma era forse lecito sperare in un esito diverso della gara di andata contro l’Atletico, specie dopo un primo tempo chiuso a reti bianche ne quale la Juve, nei primi minuti, era anche stata più pericolosa dei padroni di casa. E invece nella ripresa, in cinque minuti, la strada per la qualificazione ai quarti d Champions si fa improvvisamente in salita per i bianconeri che subiscono un micidiale uno-due firmato Gimenez e Godin e non riescono, nonostante il forcing finale, a lasciare il segno.JUVE SUBITO PERICOLOSAIl copione della gara è subito evidente: l’Atletico punta sulle ripartenze di Griezmann e lascia il palleggio alla Juve, che nei primi minuti studia gli avversari e prova a colpire con Ronaldo. CR7 si procura una punizione e spara un siluro da oltre venticinque metri che Oblak riesce a intercettare. Va vicino al gol anche Bonucci, che incorna alto un cross dalla bandierina di Pjanic, mentre i colchoneros si fanno vedere con il rasoterra dalla distanza di Thomas, bloccato da Szczesny.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

DIFESE BLOCCATELa gara vive di fiammate improvvise, ma l’impressione è che entrambe le squadre badino soprattutto a non scoprirsi, anche perché ogni disattenzione potrebbe essere letale. L’esempio più lampante arriva al 27′, quando Diego Costa se ne va sulla sinistra e De Sciglio, inciampando, lo tocca e commette fallo. Il signor Zwayer indica subito il dischetto, ma il VAR segnala che il contatto è avvenuto fuori area e la punizione che ne consegue, battuta da Griezmann viene messa in angolo da Szczesny.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

Dybala risponde impegnando Oblak con un sinistro dal limite, ma non è per nulla facile trovare un varco quando le difese sono schierate.ATLETICO A TESTA BASSAIl possesso palla bianconero fatica a superare la diga eretta dagli spagnoli, che invece, al 5′ della ripresa, sono pericolosissimi: Diego Costa riceve da Griezzmann e punta l’area inseguito dal solo Bonucci, ma al momento del tiro colpisce male e mette a lato, graziando Szczesny. Il portiere è salvifico poco dopo, quando riesce a deviare sulla traversa il tocco all’indietro di De Sciglio che, per anticipare Griezmann, rischia un clamoroso autogol. Ora che l’Atletico produce il massimo sforzo, è la Juve a doversi chiudere e Simeone per avere ancora più rapidità in avanti inserisce Morata e Lemar per Diego Costa e Thomas, quindi Correa al posto di Koke.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

La legge dell’ex colpisce al 25′, quando Morata  incorna il traversone di Felipe Luis alle spalle di Szczesny, ma per liberarsi spinge in modo vistoso Chiellini e dopo aver consultato il VAR il signor Zwayer, che inizialmente aveva concesso il gol, annulla.GIMENEZ E GODIN, DUE GOL IN CINQUE MINUTIAllegri opera il primo cambio richiamando Pjanic e mandando in campo Emre Can, che si sistema davanti alla difesa, ma a forza di insistere i colchoneros passano. La difesa bianconera non riesce a liberare su un angolo di Griezmann e Gimenez si ritrova il pallone sui piedi a due passi dall’area piccola e può comodamente infilare il vantaggio. Allegri inserisce Bernardeschi per Dybala, ma ora la Juve è in difficoltà, perché l’Atletico, spinto dai 67.000 del Wanda Metropolitano insiste e passa ancora, sfruttando nuovamente una palla inattiva: anche la punizione di Griezmann non viene liberata a dovere e Godin, dopo un primo tentativo ribattuto, piazza il tap in che complica, non poco, il discorso qualificazione per i bianconeri. Tutti i tentativi di riaprire la partita, come il sinistro di Bernardeschi alzato sopra la traversa da Oblak, vengono rispediti al mittente e anche l’ingresso di Cancelo per Matuidi non dà i frutti sperati. A Torino, il 12 marzo, servirà la miglior Juve.

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0

ATLETICO MADRID-JUVENTUS 2-0

RETI:  Gimenez 33′ st, Godin 38′ st
ATLETICO MADRIDOblak; Juanfran, Giménez, Godin, Filipe Luis; Saul, Thomas (16′ st Lemar), Rodri, Koke (22′ sta Correa); Diego Costa (13′ st Morata), Griezmann
A disposizione: Adan, Savic, Arias, Kalinic
Allenatore: Simeone

JUVENTUSSzczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (28′ st Emre Can), Matuidi (39′ st Cancelo); Dybala (35′ st Bernardeschi), Mandzukic, Ronaldo
A disposizione: Perin, Caceres, Rugani, Spinazzola
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Zwayer (GER)
ASSISTENTI: Schiffner (GER), Achmüller (GER)
QUARTO UFFICIALE: Welz (GER)
VAR: Dankert (GER), Stegemann (GER)
AMMONITI: 8′ pt Diego Costa, 48′ pt Thomas, 10′ st Alex Sandro, 44′ st Griezmann

SINTESI ATLETICO-JUVENTUS 2 A 0 IL VIDEO DELL’AMPIA SINTESI DELLA PARTITA IN ESCLUSIVAHighlights Atletico Madrid vs Juventus 2-0 Gimenez Godin

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:55 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

ALLE 08:21 DI GIOVEDì 21 FEBBRAIO 2019

SPORT

Golf, WGC Mexico con Molinari e Woods
Big in campo, assente solo il leader Rose. Azzurro al rientro

20 febbraio 201909:55

– L’assalto alla leadership mondiale, il ritorno di Francesco Molinari sul green e la prima volta a Città del Messico di Tiger Woods. Promette spettacolo il WGC Mexico (21-24 febbraio), primo dei quattro tornei del World Golf Championship, il mini circuito mondiale secondo per importanza solo ai major. Sul green del Club de Golf Chapultepec, a Città del Messico, si sfidano i migliori interpreti della disciplina eccezione fatta per il leader mondiale Rose. Con Koepka e Johnson (vincitore nel 2017), rispettivamente numero due e tre del world ranking, che proveranno a insidiare il trono del britannico. L’Italia è pronta a tornare a sognare con Molinari, al primo grande appuntamento del 2019 dopo un 2018 show che lo ha definitivamente proiettato tra i big. Unico azzurro in gara il campione in carica della Race to Dubai ha recuperato dall’influenza che lo ha costretto a saltare il Genesis Open (PGA Tour).
Golf, Brittany Lincicome in dolce attesaAmericana incinta: “Sono al settimo cielo”

ROMA20 febbraio 201910:07

– Brittany Lincicome è incinta.
L’annuncio della golfista americana, sposata con l’ex pilota di elicotteri Dewald Gouws, è arrivato su Instagram. “Non riesco davvero a spiegare – la dichiarazione della statunitense – la nostra felicità. Siamo eccitatissimi e una volta appresa la notizia abbiamo pianto di gioia”. Con sei apparizioni in Solheim Cup la 33enne di San Pietroburgo (Florida) è alla prima gravidanza. Una dolcissima attesa per la giocatrice a stelle e strisce, che dovrebbe partorire il prossimo 1° settembre. Prima la famiglia e poi il ritorno sul green, con la Lincicome che non ha alcuna intenzione di smettere.
Rio Open, eliminati tutti gli azzurriFognini, Cecchinato e Sonego usciti al primo turno

ROMA20 febbraio 201913:56

Tutti eliminati al primo turno i tennisti azzurri iscritti al Rio Open di Rio de Janeiro che si disputa sui campi in terra rossa della metropoli brasiliana.
Fuori anche il francese Dominc Thiem numero 8 del mondo, sconfitto 6-3 6-3 dal serbo Laslo Djere (90). Fabio Fognini n.
16 del mondo è stato eliminato a sorpresa dal giovanissimo canadese Felix Auger Aliassime, numero 104 del ranking, con il punteggio di 6-2 6-3. Fuori anche il palermitano Marco Cecchinato, numero 17 del mondo dopo il trionfo al torneo di Buenos Aires, che ha ceduto per 7-5 6-1 allo sloveno Aljaz Bedene. Infine terzo eliminato fra gli italiani Lorenzo Sonego: il 23enne torinese, numero 103 della classifica mondiale, si è arreso con il punteggio di 7-6 6-3 allo spagnolo Albert Ramos-Vinolas.
Golf: torna Molinari, riparte in MessicoAzzurro difende corona Race Dubai: “Ripetersi però non è facile”

ROMA20 febbraio 201912:23

– Il debutto 2019 da campione della Race to Dubai: la difesa della corona conquistata lo scorso anno per Francesco Molinari inizia dal WGC Mexico Championship di golf. “Mi sento benissimo – dice il campione torinese pronto a riprendere la stagione sul green -, cercherò di difendere nel migliore dei modi il successo nella Race to Dubai. Non sarà facile ripetersi, con la stagione che si prospetta lunga e impegnativa. Punto a migliorarmi senza focalizzare l’obiettivo solo ed esclusivamente sui risultati”. Alla vigilia del primo dei quattro eventi del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, da Città del Messico l’azzurro è pronto a riprendere la cavalcata per affermarsi tra i migliori player al mondo. Con l’influenza che lo ha costretto a saltare, la scorsa settimana, il Genesis Open (PGA Tour) che è ormai solo un ricordo. “Ho avuto un piccolo inconveniente ma adesso sto bene. Non vedo l’ora d’iniziare a fare sul serio”.
In ospedale di Verdi centro paralimpicoNel Piacentino l’accordo per la trasformazione della struttura

VILLANOVA D’ARDA (PIACENZA)20 febbraio 201912:57NE

– A Villanova sull’Arda, nello storico ospedale del territorio piacentino, voluto e donato alla comunità dal maestro Giuseppe Verdi è nato il Centro nazionale paralimpico del Nord Italia. Una struttura destinata a diventare un punto di riferimento in ambito sportivo e sanitario. La trasformazione dell’ospedale, attualmente sede dell’Unità Spinale dell’Azienda Usl di Piacenza, è ufficialmente iniziata con la sigla del Protocollo d’intesa da parte dei quattro firmatari: per la Regione il presidente, Stefano Bonaccini, per il Comitato Italiano Paralimpico il presidente, Luca Pancalli, per il Comune di Villanova il sindaco, Romano Freddi, e per l’Azienda Usl di Piacenza il direttore generale, Luca Baldino.
Tennis: Federer a Madrid, torna su terraDopo due stagioni saltate sul rosso, svizzero cambia programma

20 febbraio 201913:01

– Roger Federer torna a giocare sulla terra battuta. Il campione svizzero, che nelle ultime due stagioni aveva scelto di saltare la stagione sul rosso, parteciperà al Masters 1000 di Madrid, in programma dal 6 al 12 maggio prossimi: un cambio di programmazione per Federer che si ripresenta così nella capitale spagnola a quattro anni dalla sua ultima apparizione. Il 37enne svizzero, 20 titoli Slam conquistati, ha vinto tre volte a Madrid, nel 2006 – quando si giocava però ancora sul veloce indoor -, 2009 e 2012 (l’edizione della terra blu).
Tennis: Cecchinato n.1 italianoSorpasso del siciliano che diventa n.16 al mondo, ligure n.17

20 febbraio 201913:54

Costa molto cara a Fabio Fognini la sconfitta e la conseguente eliminazione al primo turno del torneo Rio Open in corso a Rio de Janeiro, dove l’anno scorso fu semifinalista. Nella nuova classifica del tennis mondiale che verrà ufficializzata lunedì prossimo, infatti, il 31enne ligure (attualmente n. 17) per effetto dei punteggi assegnati sarà scavalcato dal palermitano Marco Cecchinato che dovrebbe salire al numero 16. Cecchinato infatti, benché fuori anche lui al primo turno a Rio, si porta in dote i punti per la vittoria al torneo di Buenos Aires domenica scorsa, che gli consente di ritoccare il proprio best ranking e diventare il nuovo numero uno del tennis azzurro.
Pancalli, bene nuovo centro ParalimpicoOspedale Villanova diventerà struttura sportiva paralimpica

VILLANOVA D’ARDA (PIACENZA)20 febbraio 201913:36

– “La nascita di un Centro nazionale paralimpico a Villanova sull’Arda è una buona notizia per il movimento che ho l’onore di rappresentare e più in generale per lo sport italiano”. Lo ha detto Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, alla firma dell’accordo per trasformare in un centro nazionale paralimpico l’ospedale del paese. “Questo impianto – ha detto Pancalli – può diventare un tassello importante nella costruzione di un sistema nazionale in grado di offrire le giuste opportunità e l’adeguata assistenza a tutte le persone disabili che intendono praticare sport. Si tratta di un progetto che punta a unire la dimensione sportiva a quella sanitaria, rafforzando così il welfare di questo territorio e più in generale del Paese. Siamo felici di poter dare il nostro supporto affinché questo Centro possa diventare un’eccellenza”.

Al Montmelò svetta l’Alfa di RaikkonenSeconda la Ferrari di Vettel, terza Renault di Hulkenberg

20 febbraio 201914:09

E’ di Kimi Raikkonen il miglior tempo (1’17″762) al momento della pausa nella terza giornata dei test di F1 sul circuito catalano del Montmelò. Il finlandese l’ha ottenuto montando sulla sua Alfa Romeo pneumatici con la mescola C5, la più morbida tra quelle messe a disposizione dalla Pirelli, e probabilmente con poco carico di benzina. Alle spalle di Raikkonen c’è la Ferrari di Sebastian Vettel, che con le gomme C3 si è fermata a 1’18″350. Seguono Niko Hulkenberg (Renault, 1’18″800), Daniil Kvyat (Toro Rosso, 1’18″897) e Max Verstappen (Red Bull, 1’18″899). Nono ed ultimo tempo per la Mercedes di Bottas, che ha però il primato dei giri: 88.
Automobili

EuroGames, Roma capitale diritti civiliDall’11 al 13 luglio oltre 5.000 atleti in 13 impianti

20 febbraio 201915:11

– Sarà Roma la sede della 17/a edizione degli EuroGames, il più grande evento multi-sportivo nato per promuovere i diritti civili nello sport e sostenere la lotta contro ogni forma di discriminazione. Dall’11 al 13 luglio 2019 oltre cinquemila atleti in arrivo da tutto il mondo gareggeranno sui campi di 13 impianti della Capitale per confrontarsi in 17 diverse discipline. La prima volta in Italia per una tre giorni all’insegna del rispetto, dell’inclusione e dell’uguaglianza.
Una manifestazione che gode del patrocinio e il supporto di Coni, Comitato Italiano Paralimpico, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (Unar), Regione Lazio, Roma Capitale e Federalberghi Roma insieme alle principali federazioni internazionali e associazioni sportive italiane Lgbt. “Con gli EuroGames – dichiara Adriano Bartolucci Proietti, presidente di Roma EuroGames 2019 – Roma tornerà al centro del mondo dello Sport e dei diritti, dell’accoglienza”.

SPORT

Ancora Lutsenko, Tour Oman ormai è suo
3/a vittoria per kazako che fa il vuoto in salita, Pozzovivo 3/o

20 febbraio 201915:49

– Alexey Lutsenko (Astana) ha vinto la quinta e penultima tappa del Tour dell’Oman, mettendo una seria ipoteca sulla vittoria finale. Il kazako, al terzo successo nella corsa, ha preceduto sul traguardo, con arrivo in salita di Green Mountain, di 7″ il francese Fabien Grellier (Direct Energie) e di 11″ Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida). In classifica, Lutsenko precede ora Pozzovivo di 44″ e di fatto ha già le mani sulla corsa, considerando che domani si disputerà la sesta e ultima frazione tutta per velocisti, la Al Mouj Muscat-Matrah Corniche di 135,5 chilometri.
Stricker capitano Usa per la Ryder 2020″E’ un sogno”, ora la nomina è ufficiale, Furyk sarà assistente

20 febbraio 201916:08

– Adesso è ufficiale: Steve Stricker sarà il capitano degli Stati Uniti nella Ryder Cup 2020. “Un sogno che diventa realtà” ha detto l’ex n.2 del golf mondiale, che guiderà il Team statunitense nella super sfida contro l’Europa che tra due anni (25-27 settembre) si giocherà nel Wisconsin, dove Stricker è nato e cresciuto. “Sono davvero onorato per questa opportunità davvero unica – ha continuato il 51enne di Edgerton – L’obiettivo è ovviamente quello di riportare la coppa negli Stati Uniti. Non sarà facile ma ce la metteremo tutta”.
Con dodici vittorie sul PGA Tour e sei apparizioni in Ryder Cup (tre da giocatore e altrettante da assistente), Stricker avrà il compito di cancellare la delusione della campagna di Parigi.
Dove gli Stati Uniti sono usciti ridimensionati nel match contro l’Europa trascinata da Francesco Molinari. Per vendicare la debacle francese Stricker punterà su Jim Furyk. L’ex capitano degli Stati Uniti a Parigi sarà uno dei suoi assistenti.
Rugby:Castello,Irlanda?Dobbiamo crederciAltra ‘missione impossibile’ per azzurri. Ruzza,ci serve cinismo

20 febbraio 201918:08

– Giornata di lavoro intenso sul campo per l’Italrugby che nel Centro di Preparazione Olimpica ‘Giulio Onesti’ di Roma prosegue l’avvicinamento al terzo incontro del 6 Nazioni, domenica contro i campioni in carica dell’Irlanda.
“Sarà duro e interessante – dice Tommaso Castello – contro una delle squadre più forti al mondo, al n.2 del ranking. Il blasone dell’Irlanda non sarà un fattore limitativo: giochiamo sempre per vincere ogni partita in cui scendiamo in campo”. “So di non avere disputato la mia miglior partita contro la Scozia – aggiunge Castello – ma abbiamo lavorato tutti duramente per migliorarci. Nessuno è sicuro del posto in squadra, non ci sono gerarchie. Ognuno deve avere un rendimento altissimo”. “Il focus in tutto ciò che facciamo deve essere su noi stessi e i fattori che possiamo controllare – è la teoria di Federico Ruzza – cercando di limitare al minimo gli errori. L’Irlanda è una squadra che fa dell’intensità una delle armi migliori. Sarà importante essere cinici e sfruttare le occasioni”.
Universiadi:prove di rugby a 7 a BagnoliSu campo che ospiterà gare a luglio.Ct Francia:Italia da battere

NAPOLI20 febbraio 201918:13

– L’Italia, l’Inghilterra vicecampione del mondo, e poi Francia, Irlanda e Germania sul campo dell’ex area Nato di Bagnoli per un gustoso antipasto del torneo di rugby a 7 in programma a luglio nell’ambito dell’Universiade di Napoli. Nello stesso impianto che ospiterà gli incontri di rugby a 7 dell’Universiade (disciplina olimpica a Tokyo 2020, ndr), è di scena fino a domani il Naples International Rugby Sevens 2019. Molto più che un semplice stage in vista dell’appuntamento di luglio, frutto dell’impegno della Amatori Napoli Rugby che ha organizzato il torneo assieme alla Fir. Per il manager della Francia, Janeczek Thierry “la squadra che temiamo di più è sicuramente l’Italia: ci aspettiamo un team molto preparato, ci sono giocatori molto interessanti. Può essere davvero la squadra da battere”.
F1: test Montmelò, Kvyat miglior tempoToro Rosso supera l’Alfa di Raikkonen, 3/o Ricciado, 4/o Vettel

20 febbraio 201918:23

– Il miglior tempo ottenuto la mattina da Kimi Raikkonen ha resistito quasi fino alla fine della sessione pomeridiana dei test di F1 in corso al Montmelò. Ma a 10 minuti dalla fine è arrivato il colpo di coda di Daniil Kvyat: con la Toro Rosso ha fermato il cronometro sull’1’17″704, scavalcando per una manciata di decimi l’1’17″762 firmato dal finlandese con l’Alfa Romeo. Nel suo giro record Kvyat ha utilizzato pneumatici con mescola C5, la più morbida. Terzo tempo per la Renault di Daniel Ricciardo (1’18″164, con mescola C4), seguito dalla Ferrari di Sebastian Vettel (1’18″350 e 134 giri alle spalle).
Quinta la Red Bull di Max Verstappen (1’18″787). Primi giri della Williams FW42 (23 in totale) con George Russell al volante nel pomeriggio. Dodicesimo Lewis Hamilton. Il campione del mondo è sceso in pista dopo la pausa pranzo ed in assetto da gara ha simulato un gran premio, percorrendo in tutto 94 giri.
Ferrari: prorogata mostra su SchumacherEra stata aperta il 3 gennaio per il 50/o compleanno di Michael

MARANELLO20 febbraio 201918:50

– Visto il successo ottenuto, il Museo Ferrari ha prorogato fino al 30 aprile ‘Michael 50′, la mostra dedicata a Schumacher.
L’esposizione, aperta il 3 gennaio nel giorno del 50/o compleanno del campione, racconta la sua carriera e i suoi record ineguagliati nella storia della F1. Le monoposto Ferrari più importanti tra quelle guidate da Schumacher nei suoi undici anni con la Scuderia sono riunite nella Sala delle Vittorie: dalla F310 del 1996, con la quale vinse tre Gp nella sua prima stagione con il Cavallino Rampante, alla F399 che conquistò il titolo Costruttori nel 1999 aprendo il ciclo vincente. La mostra rivela anche un lato meno noto di Schumacher, quello di sviluppatore di vetture stradali. Dopo avere lasciato la F1, infatti, rimase in Ferrari non solo come consulente della Scuderia ma anche per contribuire alla messa a punto di alcune vetture stradali, fra le quali la 430 Scuderia del 2007 e la Ferrari California del 2008.

Hamilton “Ferrari è forte, per noi dura”Campione Mercedes: “Noi stiamo approfondendo conoscenza auto”

20 febbraio 201918:51

– La Mercedes per ora non brilla, la Ferrari corre, ma Lewis Hamilton guarda con la serenità di sempre al via della stagione vera di F1. Nella terza giornata di test a Barcellona, il campione del mondo della Mercedes fa i complimenti al rivale Sebastian Vettel e alle Rosse che sono apparse subito molto competitive in pista. “Sono contento per Vettel, ma noi al momento stiamo lavorando per conoscere meglio la macchina – ha detto il britannico -. Sono apparsi in forma, per noi ora è importante approfondire la conoscenza con la monoposto. E’ lo stesso inizio di ogni stagione. Ogni anno la Ferrari si mostra forte e ce lo aspettavamo, noi proviamo a fare il nostro programma e la squadra sta lavorando tantissimo. La Ferrari comunque è forte, sembra abbiano un pacchetto migliore e stanno accumulando km. Per noi sarà una sfida ancora più dura”.

Vettel “giornate intense, siamo contenti””Confermate le impressioni positive avute il primo giorno”

20 febbraio 201919:35

– “È stato bello salire di nuovo in macchina e macinare altri chilometri. La giornata è stata molto intensa ma siamo contenti perché abbiamo completato il nostro programma, che includeva alcuni nuovi elementi rispetto a lunedì”. Sebastian Vettel commenta soddisfatto il terzo giorno di test a Montemelò che hanno confermato lo sprint e l’affidabilità Ferrari in questi primi teste invernali. “Abbiamo provato varie soluzioni, anche concentrandoci sul set up, e non posso che confermare l’impressione positiva che ho avuto il primo giorno – aggiunge il tedesco – Con 303 giri all’attivo, mi sento di dire che siamo soddisfatti di come procede lo sviluppo della vettura”.

SPORT

Road Show LND, 2/a tappa a Silvi Marina
Tour per 60 anni Lnd: Sibilia, affermiamo i valori autentici

20 febbraio 201919:41

– Prosegue il viaggio del Road Show LND, il tour ideato per celebrare per il 60/o anniversario della Lega Nazionale Dilettanti. Dopo Catanzaro, lo scorso 6 febbraio, è stata la volta di Silvi Marina. La cornice dell’evento, organizzato dalla Lnd in collaborazione con il Comitato Regionale Abruzzo, è stato il Centro di formazione LND “Ughetto Di Febo”, teatro di una festa del calcio di base. “Abbiamo voluto festeggiare i 60 anni della Lega Dilettanti esaltando il rapporto con il territorio – le parole del presidente LND Cosimo Sibilia – dobbiamo celebrare le nostre società, i giovani e le comunità che rappresentano. Il nostro movimento è fondato sul territorio. Non dobbiamo mai dimenticare l’importanza di tenere vivo questo legame. A Silvi abbiamo trovato le condizioni ideali per affermare questo principio”. I riflettori si sono poi spostati sul campo per l’amichevole tra la rappresentativa LND Under 17 e quella abruzzese degli allievi finita 2-2.

Rugby: rinnovato accordo Peroni-FirAzzurri visitano stabilimento sponsor. Torna Villaggio 3/o Tempo

20 febbraio 201920:35

– Birra Peroni ha aperto le porte dello stabilimento di Roma alla nazionale italiana di Rugby per rinnovare la sponsorizzazione che la legherà per altri tre anni alla Fir. La partnership tra Peroni e la Nazionale italiana di rugby prosegue da oltre 14 anni unendo la birra più amata dagli italiani ai colori degli azzurri, all’insegna della passione, dello sport e dei valori del rugby. Questa unione Peroni-Fir ha anche contribuito alla crescita dell’interesse degli italiani verso il rugby ma ha anche dato vita ad una manifestazione molto apprezzata dai tifosi, Il Terzo Tempo Peroni Village. Il terzo tempo è una tradizione del rugby, dove al di là del risultato tutti sono pronti a festeggiare la stessa passione ascoltando musica e brindando con una buona birra all’insegna del fair play. Oggi il Terzo Tempo Peroni Village, rappresenta uno dei più importanti contenitori di socializzazione nel mondo dello sport italiano che raggruppa entrambi le tifoserie avvalorando lo spirito di uno sport sano.         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE COSTANTEMENTE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI

DALLE 07:00 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

ALLE 17:34 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO SEMPRE AGGIORNATI, IN ESCLUSIVA

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

La conferenza stampa di Pjanic ed Allegri vigilia di Atletico Madrid-Juventus

Allegri presenta la sfida di Madrid 19 Feb 2019

Pjanic «Dovremo giocare bene tecnicamente» 19 FEB 2019

J Champions Tour Atletico Madrid vs Juventus 19 Feb 2019

Highlights Siena vs Juventus U23 19 Feb 2019

Francesco Baldini «Mi aspetto un’ottima partita» 19 Feb 2019

#JUVENTUSTV Puntata 66, nasce un nuovo supereroe 19 Feb 2019

#JUVENTUSTV Puntata 67, a Marassi piovono gol 20 Feb 2019

L’allenamento dei Bianconeri live delle 11 e 45 di martedì 19 Febbraio 2019

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:41 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

ALLE 17:09 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Il Teatro Della Sfida: il Wanda Metropolitano
19.02.2019 06:41 – in: Serie A
Il teatro della sfida: il Wanda Metropolitano

Alla scoperta dello stadio dell’Atletico Madrid, teatro anche della prossima finale di Champions League.Alla scoperta del Wanda Metropolitano 18 Feb 2019

Forse non molti sanno che il modernissimo Wanda Metropolitano, stadio 5 stelle UEFA e recentemente nominato “Miglior Stadio al mondo” al World Football Summit 2018, è stato per tantissimi anni uno stadio abbandonato nella periferia di Madrid.
Inaugurato nel settembre del 2017 come nuova casa dell’Atletico Madrid, l’impianto risale in realtà al 1994, quando fu costruito, nella zona est della città, in preparazione ai Campionati del mondo di atletica leggera 1997, che alla fine si svolsero però ad Atene, e non a Madrid. Da quel momento, La Peineta, come veniva soprannominato per via della forma “a pettine” degli spalti, venne usato solo per qualche competizione sportiva di seconda fascia, diventando, di fatto, uno stadio abbandonato a partire dal 2004.
Nel 2011 l’Atletico Madrid lo individua come alternativa al Vicente Calderón, che, a causa della sua posizione (da un lato confina con il fiume Manzanares e da una parte è costeggiato da un’autostrada) non poteva essere ampliato. Dopo 6 anni di lavori, lo stadio ha acceso i riflettori il 16 settembre 2017, nella gara tra i Colchoneros e il Malaga, terminata 1 a 0, grazie a una rete di Antoine Griezmann, che passerà così alla storia come il primo marcatore di sempre al Wanda Metropolitano.
Il nome deriva da questioni di sponsorizzazione (“Wanda”) ed è anche un tributo al “Metropolitano”, ossia lo storico impianto che ospitava le gare dell’Atletico fino al trasloco al Vicente Calderón nel 1966. Con una capienza di circa 68.000 spettatori e una veste tecnologica, il “nuovo Peineta”, è uno dei gioielli del calcio europeo e mondiale, tanto da essere scelto come teatro della finale di Champions League 2019.
Quella di Champions non sarà però la prima finale per l’impianto, che nella scorsa stagione ha ospitato quella di Copa Del Rey tra Siviglia e Barcellona, terminata con il successo dei blaugrana e con l’applauso di tutti per Andres Iniesta, che, proprio in quell’occasione, ha timbrato la sua ultima presenza con il Barça.
La Juve non sarà la prima italiana a solcare il terreno del Wanda Metropolitano. Nella scorsa edizione della Champions League, i Colchoneros hanno affrontato la Roma, vincendo 2 a 0 nella gara casalinga (reti di Griezmann e Gameiro).
Una curiosità: prima del 2017, l’Atletico Madrid aveva già giocato in quello che sarebbe poi diventato il proprio fortino. Lo stadio aveva infatti ospitato ritorno di Supercopa de España del 1996 con il Barcellona, portando bene ai Colchoneros, che vinsero la sfida.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Q 10:23 JTC | LIVE: L’allenamento dei bianconeri ≣ 19. feb. 2019 – in: UCL JTC | LIVE: L’allenamento dei bianconeri La rifinitura della Juventus alla vigilia della partita contro l’Atletico GUARDA IL VIDEO IN ESCLUSIVA: L’allenamento dei Bianconeri live delle 11 e 45 di martedì 19 Febbraio 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

 

Youth League: Dinamo Kiev-Juve, Match Preview
19.02.2019 11:00 – in: Primavera
Youth League: Dinamo Kiev-Juve, Match Preview

Quello che c’è da sapere sulla sfida della nostra Primavera in Ucraina in UEFA Youth League
Sarà un appuntamento storico, quello della nostra Primavera, domani, 20 febbraio, alle 13 italiane (14 ucraine) contro la Dinamo Kiev. I bianconeri, esattamente come 2 anni fa, quando giocarono il playoff ad Amsterdam contro l’Ajax, avranno la possibilità di accedere per la prima volta agli ottavi di finale di UEFA Youth League.
Si gioca in gara secca, non è previsto match di ritorno.
COSI’ LE DUE SQUADRE IN UYL
Il meccanismo di questi playoff è il seguente: le otto seconde nella fase a gironi incontrano altrettante squadre provenienti dal percorso “Campioni Nazionali”. Le vincitrici di queste otto partite affronteranno, agli ottavi, le vincenti dei gironi.
La Juventus si è piazzata seconda nel suo raggruppamento, dietro il Manchester United, già qualificato quindi agli ottavi di finale.
La Dinamo, invece, accede al Playoff in virtù del percorso “Campioni Nazionali”, avendo vinto il campionato Ucraino. Infatti, a questo percorso hanno partecipato i vincitori dei campionati nazionali giovanili delle 32 federazioni più in alto nel ranking secondo il coefficiente UEFA per federazione del 2017. La squadra avversaria della Juve ha vinto 3 partite e ne ha pareggiata una, segnando nove reti e subendone 3.
Un precedente recente per la Dinamo contro una squadra italiana: si tratta dell’Inter, che nel 2017 ha vinto 3-0.
IL TEATRO DELLA SFIDA
Si gioca, come si diceva, alle 14 ucraine (le 13 italiane) allo stadio Dinamo, un impianto da quasi 17 mila posti, che spesso è stato sede delle partite della squadra locale, la Dinamo Kiev (la quale, però, è solita giocare anche allo Stadio Olimpico).
Nel 2002, l’impianto (costruito negli anni ’30) fu intitolato a Valerij Lobanovskyj, indimenticato calciatore e commissario tecnico, originario proprio di Kiev, scomparso il 13 maggio dello stesso anno all’età di 63 anni.
LE PAROLE DI GIANLUCA PESSOTTO E MISTER BALDINI

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

/
Juventus Women, le convocate per il ritorno di Coppa Italia
19.02.2019 16:00 – in: Women
Juventus Women, le convocate per il ritorno di Coppa Italia
Condividi con: 132
Le Bianconere chiamate da Rita Guarino per il ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia con il Tavagnacco
Domani, mercoledì 20 febbraio, le Juventus Women affrontano il Tavagnacco nel ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia a Vinovo (13:00 CET), con le Bianconere in vantaggio grazie al successo per 0-4 nella gara d’andata
Di seguito l’elenco completo:
9 Aluko
31 Bellucci
11 Bonansea
24 Bragonzi
17 Cantore
21 Caruso
19 Ekroth
6 Franco
3 Gama
33 Giordano
1 Giuliani
18 Glionna
16 Nick
15 Panzeri
14 Pedersen
30 Puglisi
12 Russo
25 Sikora.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Cerri al Cagliari a titolo definitivo
19.02.2019 16:40 – in: Comunicati Ufficiali
Cerri al Cagliari a titolo definitivo

Scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società sarda
Alberto Cerri è un giocatore del Cagliari a titolo definitivo. L’attaccante si era infatti trasferito in prestito al club rossoblu a inizio stagione, e dopo il verificarsi delle condizioni contrattuali inserite nell’accordo, è ora scattato l’obbligo di acquisizione definitiva.
Il comunicato:
Page 1
CESSIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE ALBERTO CERRI
Torino, 19 febbraio 2019 – Juventus Football Club S.p.A. comunica che, a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali, è scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società Cagliari Calcio S.p.A. del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Alberto Cerri a fronte di un corrispettivo di € 9 milioni pagabile nei prossimi tre esercizi.
Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 8,4 milioni. SCARICA IL COMUNICATO

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

La Juve è in Spagna
19.02.2019 18:19 – in: UCL
La Juve è in Spagna

I Bianconeri sono atterrati a Madrid, dove domani affronteranno l’Atletico negli ottavi di Champions League
La Juve è a Madrid e la missione Atletico Madrid si fa sempre più vicina. I Bianconeri, partiti dall’aeroporto di Torino Caselle dopo la rifinitura di questa mattina in Continassa, sono atterrati all’aeroporto “Barajas” di Madrid poco dopo le 18:00.
Dall’aeroporto della capitale, la Juventus si sposterà in direzione Wanda Metropolitano, dove i bianconeri potranno testare il terreno di gioco nel consueto walk around. Le conferenze stampa di entrambe le squadre, live su Juventus TV, concludono gli appuntamenti di giornata.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Allegri e Pjanic, l’Atletico nel mirino
19.02.2019 18:30 – in: UCL
Allegri e Pjanic, l’Atletico nel mirino

Il tecnico e il centrocampista presentano la sfida del Wanda Metropolitano
Massimiliano Allegri e Miralem Pjanic siedono in conferenza stampa al Wanda Metropolitano alla vigilia della sfida contro l’Atletico. Queste le loro dichiarazioni:
ALLEGRI
NON È UNA PARTITA COME LE ALTRE
«Non è una partita come le altre, è un ottavo di finale come lo è stato l’anno scorso, due anni fa, tre anni, fa, quattro anni fa e cinque anni fa. Perché per la Juventus la Champions è sempre stata un obiettivo Sarà una bella partita tra due squadre che hanno ottima organizzazione. L’Atletico ha fatto della fase difensiva la sua forza e sfrutta al massimo le palle inattive. È il primo di due match e dobbiamo porre le basi per passare il turno».
LA CONDIZIONE DELLA SQUADRA
«Abbiamo avuto delle difficoltà, ma la squadra ora è in crescita sotto tutti gli aspetti, MA dobbiamo migliorare ancora, perché ci giochiamo un ottavo di finale e parte del campionato nelle prossime partite».
L’IMPORTANZA DI RONALDO
«Per vincere bisogna lavorare bene e avere un po’ di fortuna, perché la Champions è così. Avere Ronaldo sicuramente è un vantaggio perché negli ultimi 10 anni i capocannonieri della Champions sono stati lui e Messi, ma la squadra deve fare una partita importante. Con Ronaldo, il migliore al mondo, hai più possibilità di vincere, ma non è automatico».

I COMPLIMENTI A SIMEONE
«Ha fatto un lavoro straordinario e soprattutto riesce a far lavorare la squadra sempre allo stesso modo, dando una mentalità giusta e facendo sia le partite importanti che contro le medio-piccole sempre allo stesso modo. Quindi hanno grande umiltà, grande rispetto dell’avversario e sanno che i risultati sono arrivati con quelle caratteristiche. Quindi complimenti a Simeone».
COME IMPOSTARE LA GARA
«Domani dovremo controllare la partita e stare attenti alle loro ripartenze in cui sono micidiali. Io non firmo per il pareggio, ma ho chiesto alla squadra e ribadisco che è molto importante fare un gol, meglio due».
DYBALA IN CAMPO
«Domani Paulo gioca e credo che possa darci una grossa mano. C’è bisogno di tecnica e di giocate e se ha una condizione importante è giusto che giochi».
SENZA KHEDIRA
«Sami è un giocatore importante, di livello internazionale e restiamo con quattro centrocampisti».
PJANIC
LE DIFFICOLTÀ DELLA GARA
«Penso che Atletico dimostrato ultimi anni che la squadra che fa la differenza, è una squadra contro la quale è difficile giocare, ci aspettiamo 2 partite complicate. Domani sarà una partita importante per noi e proveremo a fare subito un buon risultato all’andata. Da domani inizia un ciclo molto importante per noi, dovremo fare un passo alla volta, con la ferma volontà di tornare qui a giocare la finale».
CR7 L’ASSO NELLA MANICA
«È molto motivato, in questa competizione ha dimostrato di valere più di ogni altro giocatore, E’ un grande campione e lo sta dimostrando anche quest’anno. Ci sentiamo forti, ma ci sono tante squadre di alto livello. Noi siamo arrivati a questo punto per giocare questo ottavo di andata in buone condizioni e non vedo il motivo di sbagliare questa partita. Rispettiamo i nostri avversari ma per noi sarà importante prendere un vantaggio già domani». GUARDA IN ESCLUSIVA La conferenza stampa di Pjanic ed Allegri vigilia di Atletico Madrid-Juventus

GUARDA ANCHE Allegri presenta la sfida di Madrid 19 Feb 2019

Pjanic «Dovremo giocare bene tecnicamente» 19 FEB 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Qui Atletico: «Juve, una grande rivale»
19.02.2019 18:30 – in: UCL
Qui Atletico: «Juve, una grande rivale»

Simeone e Koke in conferenza stampa: «Abbiamo voglia di giocare una partita così importante»
Sono Diego Pablo Simeone e Koke ad affrontare la conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Juventus. Queste le loro parole.
SIMEONE
Così il tecnico dell’Atleti: «Sentiamo una grande voglia: giocare una gara così bella, contro un avversario così forte, ancora una volta agli ottavi di Champions League: tutto questo ci permette di crescere». Simeone mette l’accento proprio sulla crescita dell’Atletico come uno dei suoi punti di forza, mentre parlando della Juve evidenzia «Una grande società, un allenatore molto capace, che ha saputo creare le gerarchie, una storia gloriosa».
«Per noi – continua – è motio di grande orgoglio continuare a essere su questi livelli, in modo stabile. Finale anticipata? No, è un ottavo, non si assegna nessun trofeo. Noi cercheremo di sfruttare le nostre armi, perché partiamo con il 50% di possibilità di passare il turno».
E ancora sulla Juve: «Hanno tante varianti, a volte Mandzukic ha giocato come quarto da destra. Cristiano? Ha fatto una grande scelta, è andato in una squadra forte e consolidata come la Juve. ma noi stiamo pensando a quello che dobbiamo fare, vogliamo soddisfare uno stadio che sarà pieno. È una partita importante, che merita uno spettacolo adeguato».
KOKE
«Non so se la Juve sia favorita e non ci interessa, noi giocheremo come sempre,
Sono gli ottavi di finale di Champions League, c’ è ancora tanto da fare, ma vogliamo andare avanti e domani sarà una grande partita. Noi abbiamo la nostra identità e giochiamo ogni partita come fosse una finale. Personalmente cercherò di dare alla squadra quello di cui ha bisogno, sia che giochi sia che non giochi sarò sempre pronto».

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

I convocati per Madrid
19.02.2019 19:16 – in: UCL
I convocati per Madrid

L’elenco degli uomini a disposizione di Allegri per la sfida contro l’Atletico. Assente Khedira, rimasto a Torino per accertamenti
Al termine dell’allenamento di rifinitura sostenuto questa mattina al JTC, Massimiliano Allegri ha diramato l’elenco dei convocati per la gara contro l’Atletico Madrid, in programma mercoledì alle 21:00 al Wanda Metropolitano e valida per l’andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League.
Nella lista non figurano Douglas Costa, che prosegue nel suo programma di recupero, e Sami Khedira che è rimasto a Torino per degli accertamenti medici, dai quali è emersa l’opportunità di effettuare uno studio elettrofisiologico e eventuale trattamento di un’aritmia atriale comparsa nella giornata odierna.

Questo l’elenco dei giocatori a disposizione:
1 Szczesny
2 De Sciglio
3 Chiellini
4 Caceres
5 Pjanic
7 Ronaldo
10 Dybala
12 Alex Sandro
14 Matuidi
15 Barzagli
17 Mandzukic
18 Kean
19 Bonucci
20 Cancelo
21 Pinsoglio
22 Perin
23 Emre Can
24 Rugani
30 Bentancur
33 Bernardeschi
37 Spinazzola.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, la vigilia
19.02.2019 23:00 – in: UCL
Atletico-Juve, la vigilia

Ecco come la Juve ha trascorso le ore che precedono il catch di Champions League contro i Colchoneros
L’allenamento al JTC, quindi la partenza per Madrid, il sopralluogo al Wanda Metropolitano… E poi le parole di Allegri e Pjanic in conferenza stampa e quelle dei colchoneros. Ecco come è trascorsa la vigilia di Atletico-Juve.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Atletico-Juve, Matchday stats!
20.02.2019 10:00 – in: UCL
Atletico-Juve, Matchday stats!

Tutto quello che c’è da sapere sulla sfida dello stadio Wanda Metropolitano
SETTE VOLTE CONTRO L’ATLETICO L’Atletico Madrid ha affrontato sette volte la Juventus in competizioni europee, cinque delle quali nella Coppa delle Fiere negli anni ’60. Infatti, l’ultimo successo bianconero contro l’Atletico è arrivato nel giugno 1965 nel ritorno della semifinale di Coppa delle Fiere (3-1).
UNA SOLA VOLTA IN CHAMPIONS… L’unico precedente in Champions League tra Atletico Madrid e Juventus è stato nella fase a gironi del 2014/15. Solo un gol segnato in due sfide, quello di Arda Turan al Vicente Calderón.
IMBATTUTI CON EL CHOLO L’Atletico è imbattuto in Champions League contro squadre italiane sotto Diego Simeone (4V, 2N). In queste sei sfide ha subito un solo gol, realizzato da Kaká nel successo per 4-1 contro il Milan nel marzo 2014.
CINQUE SU SEI PER L’ATLETI L’Atletico ha raggiunto la fase a eliminazione diretta in cinque delle sei edizioni con Simeone allenatore. Unica eccezione nella scorsa stagione, quando arrivò terzo nel gruppo e vinse l’Europa League.
LE ULTIME DODICI DEI COLCHONEROS L’Atletico è imbattuto da 12 partite casalinghe nella fase a eliminazione diretta in Champions League (7V, 5N). Un solo gol subito nelle ultime 10 sfide in casa nella fase a eliminazione diretta, rete di Isco del Real Madrid nel maggio 2017.
DUE GRANDI DIFESE Solo l’Atletico Madrid (sei) ha subito meno tiri nello specchio da dentro l’area di rigore della Juventus (nove) in questa Champions League.
ATTENZIONE A GRIEZMANN Antoine Griezmann ha segnato o servito un assist in tutte le sue ultime sei partite di Champions League al Wanda Metropolitano (sei reti, tre assist). In questa stagione ha preso parte attiva a sei dei nove gol dell’Atletico in Champions (67%), con quattro centri e due passaggi vincenti – è la percentuale più alta tra le 16 squadre ancora in corsa nella competizione.
SEI PER LA JOYA Paulo Dybala ha realizzato sei gol nelle ultime sette presenze in Champions League, più di qualli messi a segno nelle precedenti 24 gare giocate nella competizione con la Juventus (cinque). Tutte le sue 11 reti in Champions League sono arrivati con il piede sinistro.
LA NONA DI ALLEGRI Massimiliano Allegri ha raggiunto la fase a eliminazione diretta in tutte le nove partecipazioni da allenatore alla Champions League. Ha perso la finale in due delle ultime quattro stagioni alla guida della Juventus.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Sciarpa e Patch Champions in omaggio! #GETREADY
20.02.2019 11:00 – in: UCL
Sciarpa e Patch Champions in omaggio! #GETREADY

Acquista la maglia Gara e aggiungi gratuitamente le patch UEFA Champions League.
Acquista la maglia Gara e aggiungi gratuitamente le patch UEFA Champions League.
In più, per ogni ordine contenente almeno una maglia Gara riceverai in regalo una sciarpa.
La promozione è valida online fino a giovedì 21/02/2019 alle 23:59 CET. VAI ALLO STORE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Khedira, il bollettino medico
20.02.2019 12:43 – in: La squadra
Khedira, il bollettino medico

Il centrocampista è stato sottoposto in mattina a a studio elettrofisiologico e ad ablazione del focus aritmogeno atriale. L’intervento è perfettamente riuscito
Nella mattinata odierna il calciatore Sami Khedira è stato sottoposto, ad opera del Professor Fiorenzo Gaita, consulente di J|Medical e di Juventus, a studio elettrofisiologico e ad ablazione del focus aritmogeno atriale.
L’intervento è perfettamente riuscito e dopo una breve convalescenza il giocatore potrà riprendere la propria attività.
La ripresa dell’attività agonistica è prevista in circa un mese.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Coppa Italia femminile: la Juve è in semifinale!
20.02.2019 15:30 – in: Women
Coppa Italia femminile: la Juve è in semifinale!

Dopo la vittoria dell’andata, battuto il Tavagnacco anche oggi a Vinovo. Reti di Bragonzi e Cantore
La Juventus femminile vince, convince, continua la sua corsa in Coppa Italia e si regala qualche bellissima notizia. Se infatti la qualificazione alla semifinale era quasi in cassaforte, dopo l’altisonante 0-4 dell’andata, oggi le bianconere hanno messo in campo una bella prestazione, e sono arrivati due gol speciali, a firma di un giovane talento, Asia Bragonzi, e di Sofia Cantore, che proprio oggi rientrava dopo un lungo infortunio.
La Juve, si diceva, non sottovaluta il match, e nella prima mezz’ora va vicina al gol in acune occasioni, con Sikora, Bragonzi e Bonansea, prima che proprio la giovane Asiafirmi la prima rete di giornata, al minuto 35.
Le bianconere controllano un risultato ormai più che in ghiaccio, ma nella ripresa c’è tempo per le emozioni legate al ritorno di Cantore. Sofia entra in campo al 59′, va vicina al gol dopo soli 2 minuti e, al minuto 71, con un perfetto inserimento, rende completa la festa segnando un gol quando mai speciale.
Le ragazze di Coach Guarino passano il turno e in semifinale attendono le vincitrici fra Milan e Sassuolo.
I COMMENTI DEL POST GARA
«Per noi era importante consolidare la buona prestazione dell’andata – così a fine partita Coach Guarino – Sono soddisfatta per aver dato l’opportunità di giocare ad alcune ragazze, e davvero felice per il ritorno con gol di Sofia Cantore. Siamo state brave, pronte e concentrate, giocando una partita attenta anche difensivamente; anche oggi c’era tanto pubblico, ormai non ho più parole per loro, va fatto un grande applauso, per la passione e l’educazione che ci mettono».
Le emozioni di Sofia Cantore: «Sono felicissima, per il ritorno, per il gol e per la semifinale. Era importante vincere anche oggi»

Coppa Italia Calcio Femminile. Gara di ritorno Quarti di Finale
Juventus Training Center di Vinovo (To)
Juventus-Tavagnacco 2-0
Marcatori: 34’ pt Bragonzi (J), 27’ st Cantore (J) Juventus: Russo, Franco, Panzeri, Ekroth, Sikora (23’ st Giordano), Nick, Caruso (29’ st Puglisi), Bellucci, Bonansea (Cap) (14’ st Cantore), Glionna, Bragonzi. A disposizione: Giuliani, Gama, Pedersen, Aluko. Allenatrice: Rita Guarino Tavagnacco: Buhigas, Molinaro (25’ st Gallo), Donda, Errico (Cap), Erzen, Milan (10’ st Fracaros), Iacuzzi, Pasqualini (33’ st Zhou), Cavicchia, Grosso, Kollanen. A disposizione: Bonassi, Pozzecco, Ferin, Sevsek. Allenatore: Marco RossiProssimo impegno di Coppa Italia:
Semifinale contro la vincente tra Sassuolo e Milan
GARA DI ANDATA: Mercoledì 13 Marzo 2019
GARA DI RITORNO: Mercoledì 17 Aprile 2019
Campi e orari da definire.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

UEFA Youth League | Dinamo Kiev-Juventus Match Report
20.02.2019 15:30 – in: UEFA Youth League
Youth League, la Primavera si ferma a Kiev

Termina ai play off contro la Dinamo Kiev l’avventura in UEFA Youth League dei Bianconeri; gli ucraini passano agli ottavi con un 3 a 0.
Appuntamento con la storia rimandato per la Primavera, che non riesce a strappare il pass per gli ottavi di UEFA Youth League. Come con l’Ajax nel 2017, l’avventura europea della Juve si ferma alla fase play-off. Al Valerij Lobanovskiy di Kiev, sono infatti i padroni di casa della Dinamo a guadagnarsi l’accesso agli ottavi con un 3 a 0, nato a inizio gara e ultimato nei minuti finali. Giornata no per i ragazzi di Francesco Baldini, che faticano a rendersi pericolosi e a contenere gli attacchi degli ucraini per quasi tutto l’arco del match. Dopo un buon percorso nella fase a gironi con Manchester United, Valencia e Young Boys, si spegne quindi ai play off il cammino in UEFA Youth League dei bianconeri.
Nel freddo di Kiev, la Juve viene colpita subito a freddo. Al 6’ Vashchyshyn ribadisce in rete una respinta di Loria dopo un’azione manovrata dalla sinistra e porta in vantaggio gli ucraini, che partono incisivi, dando l’impressione di poter essere sempre pericolosi, e non concedono spazi alla Juve. I ragazzi di Baldini si rianimano verso il finale di frazione: prima, al 34’, una velenosissima punizione di Nicolussi Caviglia sfiora l’incrocio, e poi, allo scadere, si accende Moreno, che fa venire i brividi a Neshcheret con un destro improvviso.
Nella seconda frazione, è però ancora la Dinamo Kiev a dettare i ritmi. Al 56’ Loria è semplicemente strepitoso con un doppio intervento sulle conclusioni ravvicinate di Shulianskyi. L’estremo difensore bianconero non puo’ nulla al 70’, quando il destro a giro di Buletsa s’insacca per il raddoppio degli ucraini. La Juve crolla, e nel finale la Dinamo trova il tris con Popov, che condanna così i bianconeri all’eliminazione dalla UEFA Youth League.
LE PAROLE DI BALDINI
«Il nostro approccio alla partita è stato sbagliato, – commenta a fine gara mister Baldini-  perchè ci stavamo giocando qualcosa di importante. Non l’avevamo preparata così, soprattutto dal punto di vista mentale, e dobbiamo capire in fretta che c’è ancora tanto da pedalare. Ora dobbiamo essere bravi a resettare e concentrarci sul campionato, dove ci aspetta una partita importante»

UEFA Youth League – Play-Off (gara unica ad eliminazione diretta)

Stadio Valeriy Lobanovskiy di Kiev.

Marcatori: 6’ pt. Vashchyshyn (D), 25’ st. Buletsa (D), 40’ st. Popov (D).

Dinamo Kiev: Neshcheret, Biloshevskyi, Vivcharenko, Isaienko, Buletsa, Tsitaishvili, Syrota, Shuliansky (41’ st. Vanat), Popov (Cap.), Vashchyshyn (41’ st. Mykhalienko), Skorko.
A disposizione: Morgun, Bilovar, Voloshin, Nadolskyi, Yarosh.
Allenatore: Igor Kostiuk.

Juventus: Loria (Cap.), Rosa (22’ st. Leone), Anzolin (39’ st. Francofonte), Makoun, Fagioli (1’ st. Pinelli), Morrone (15’ st. Markovic), Petrelli, Moreno, Nicolussi, Capellini (39’ st. Gozzi), Portanova.
A disposizione: Siano, Boloca.
Allenatore: Francesco Baldini.

Ammoniti: 36’ pt. Capellini (J), 16’ st. Vivcharenko (D).         

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUS IL VIDEO INTEGRALE DELLA CONFERENZA STAMPA DELLA VIGILIA CON LE PAROLE DI MIRALEM PJANIC E MASSIMILIANO ALLEGRI

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUS

IL VIDEO INTEGRALE

ANDATA OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE: ATLETICO MADRID-JUVENTUS

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUS

Ritorna la Champions League e dunque gli ottavi. L’appuntamento per i Bianconeri è alle 21:00 di questa sera; nel frattempo ecco le parole nella conferenza stampa della vigilia di Pjanic ed Allegri. L’incontro con i giornalisti in realtà, in programma alle 18:45 di ieri, è iniziato con quasi 30 minuti di ritardo. Grande rispetto per l’avversario, nessuna sottovalutazione, pazienza nel gioco, imposizione del proprio gioco, cercare di segnare magari 2 gol, le condizioni di Khedira, che poi come ho già scritto, si è saputo avere una aritmia atriale di cui conosceremo al momento oportuno gli sviluppi. Questo e molto altro in questa conferenza stampa congiunta.

CONFERENZA JUVE PRE ATLETICO-JUVENTUSLa conferenza stampa di Pjanic ed Allegri vigilia di Atletico Madrid-Juventus

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

SPORT

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

DALLE 10:49 DI MARTEDì 19 FEBBRAIO 2019

ALLE 07:34 DI MERCOLEDì 20 FEBBRAIO 2019

SPORT

Ryder Cup 2020, Stricker capitano Usa
Domani l’annuncio ufficiale, ex n.2 eredita fascia da Furyk

19 febbraio 201910:49

– Steve Stricker capitanerà gli Stati Uniti nella Ryder Cup 2020, la super sfida di golf tra Usa ed Europa. L’annuncio ufficiale arriverà domani (alle 14:00 ora italiana) nel corso di una conferenza stampa indetta dalla PGA of America. Nel Wisconsin (25-27 settembre), dove l’ex numero 2 al mondo di golf è nato e cresciuto, Stricker avrà il compito di cancellare la debacle di Parigi che ha visto il Vecchio Continente di Francesco Molinari rifilare una pesante sconfitta (17.5 – 10.5) a Tiger Woods e compagni. Con tre Ryder Cup giocate in carriera (l’ultima nel 2012) e altrettante esperienze da vicecapitano, Stricker erediterà la fascia da Jim Furyk. Dopo aver battuto la concorrenza di Fred Couples e David Duval.
Nuoto: big in vasca per Manuel BortuzzoPellegrini, Paltrinieri e Cseh a trofeo della Nuotatori Milanesi

19 febbraio 201912:39

– Stelle del nuoto come Federica Pellegrini, Gregorio Patrinieri, Gabriele Detti e Laszlo Cseh sono attesi alla nona edizione del Trofeo Città di Milano (da venerdì 1 a domenica 3 marzo), che darà spazio alla campagna di crowdfunding ‘Give #tutticonmanuel’ della Federnuoto per sostenere Manuel Bortuzzo, il giovane talento ferito in un’aggressione a Roma. Nella piscina milanese ‘D.Samuele’ saranno rappresentate 19 medaglie olimpiche, inclusi i tre ori della ungherese Katinka Hosszù e quello del sudafricano Chad Le Clos. I big saranno protagonisti nelle prime due giornate dell’evento, test utile anche in vista dei campionati italiani di aprile. “Quest’anno il livello tecnico è altissimo e ci aspettiamo un grande spettacolo”, dichiara Roberto Del Bianco, presidente della società organizzatrice, Nuotatori Milanesi.
Ferrari davanti nei test a Montmelò, Leclerc il più veloceSeconda la Haas di Magnussen, terza l’Alfa Romeo di Giovinazzi

19 febbraio 201915:34

Ieri con Sebastian Vettel, oggi con Charles Leclerc, ma c’è ancora una Ferrari davanti a tutti nella seconda giornata dei test di Formula 1 sul circuito catalano del Montmelò, almeno fino alla pausa pranzo. Il pilota monegasco (autore di 73 giri) ha fermato il cronometro sull’1’18″247 ottenuto con pneumatici intermedi (C3). Alle sue spalle la Haas di Kevin Magnussen (1’19″243 con gomme C3) e l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi (che ha completato 62 giri) con un 1’19″312 ottenuto con gomme a mescola soft (C4). Bene la McLaren, con Norris in quarta posizione con le gomme C2, davanti alla Red Bull di Gasly. Sesta la Renault di Daniel Ricciardo (1’19″886), settima la Mercedes di Lewis Hamilton (1’19″928, con ben 74 giri).
Appendino: ‘Atp finals a Torino è priorità’Sindaco: continuiamo a lavorare per portarle in città

TORINO19 febbraio 201915:33

– “Continuiamo a lavorare nell’ottica di portarle a Torino. Questa è senza dubbio la priorità di questi giorni, credo di tutta la città”. Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, a margine della presentazione di progetti di recupero dell’ex caserma Riberi, rispondendo a una domanda sulle Atp Finals.
Giochi26:Fontana,sinergia con Atp finalsGovernatore Lombardia d’accordo con proposta Zaia

19 febbraio 201914:36

– La proposta di Zaia di creare un pacchetto Olimpiadi invernali 2026 e Atp finals di Torino “evidenzia il fatto che i grandi eventi sportivi sono grandi risorse per il Paese e quindi bisogna collaborare tra tutti”. Lo dice il governatore della Lombardia Attilio Fontana all’ingresso a Palazzo Chigi dove a breve prenderà il via il tavolo tecnico sulla candidatura ai Giochi invernali 2026 di Milano e Cortina.
Giro: tappa 2020 dalle Frecce TricoloriDa Rivolto, sede II Stormo, partirà una delle tappe Corsa Rosa

RIVOLTO (UDINE)19 febbraio 201915:07

– Da Rivolto (Udine), in Friuli Venezia Giulia, sede del Comando del 2°Stormo, partirà nel 2020 una delle tappe del Giro d’Italia. Una prima, per la Corsa Rosa, in una Base dell’Aeronautica militare in una occasione speciale: l’anno in cui le Frecce Tricolori celebreranno la sessantesima stagione acrobatica. Ad annunciarlo oggi in una conferenza stampa ospitata alla base di Rivolto, il comandante del II Stormo delle Frecce Tricolori, Andrea Amadori, e il magg. Gaetano Farina, Comandante Frecce Tricolori; il governatore e il vicegovernatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga e Riccardo Riccardi, e i vertici della Corsa Rosa: Enzo Cainero, promotore delle tappe friulane del Giro d’Italia; Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia e Paolo Bellino, amministratore Delegato di RCS Sport.
Rugby: Parisse salta match con IrlandaForfait dell’azzurro per l’incontro del 24 febbraio

19 febbraio 201917:58

Sergio Parisse, capitano e numero 8 della nazionale di rugby, non sarà disponibile per la terza giornata del Sei Nazioni 2019 di domenica 24 febbraio a Roma contro l’Irlanda. L’azzurro – è scritto in una nota pubblicata sul sito della federugby – dopo essersi sottoposto alla seconda fase di accertamenti neurologici in seguito al sospetto trauma concussivo riportato nel match di TOP14 con lo Stade Francais, proseguirà il percorso di rientro previsto dalle normative internazionali vigenti.
Niente Mondiali per Carolina KostnerPattinatrice non è ancora compiutamente ripresa da infortunio

19 febbraio 201917:56

Carolina Kostner non potrà partecipare ai campionati mondiali di pattinaggio sul ghiaccio di Saitama, in Giappone. La riabilitazione dell’anca sinistra e la ripresa della funzionalità del piede a causa della frattura avvenuta in un incidente domestico hanno impedito all’azzurra di prepararsi per l’appuntamento iridato. Lo staff medico e fisioterapico che segue Carolina, a inizio anno, aveva infatti ritenuto necessario aggiungere qualche settimana di stop dal ghiaccio per guarire al meglio e poter riprendere poi la normale attività.
“Non avrei mai pensato che questa stagione avrebbe preso una piega così e devo dire che la frattura al piede mi aveva un po’ demoralizzata all’inizio – ha detto l’azzurra – Ma poi ho trasformato anche il periodo di ferma in qualcosa di utile dedicandomi, a parte al riposo iniziale a causa del tutore, a tutta l’attività fuori ghiaccio. Adesso ho ripreso anche danza e sono felice di poter riprendere a organizzarmi il lavoro sul ghiaccio”.
Giochi ’26: Giorgetti, prosegue percorsoGoverno incontra Comitato coordinamento candidatura italiana

19 febbraio 201916:13

– “Continua il percorso costruttivo della candidatura Milano-Cortina”, e per questo “si è convenuto di proseguire sul percorso più idoneo in vista del perfezionamento della candidatura per dare completa attuazione alla lettera di garanzia del presidente del Consiglio inviata al Cio il 10 gennaio scorso”. Lo rende noto l’ufficio stampa del sottosegretario alla presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti, al termine dell’incontro, avvenuto oggi a Palazzo Chigi, tra il Governo e il Comitato esecutivo di coordinamento della candidatura olimpica per i Giochi invernali 2026.
Giochi 2026: Sala, evento avrà ritorno”Pacchetto con Atp Finals? Vorrei non occuparmene…”

19 febbraio 201916:17

– “Abbiamo parlato di conti e di costi, siamo convinti che sarà un avvenimento con un grande ritorno”.
Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, al termine della riunione a Palazzo Chigi sulla candidatura ai Giochi Invernali del 2026 di Milano-Cortina. “Un ‘pacchetto’ con la candidatura di Torino alle Atp Finals? Almeno di quello vorrei non occuparmene…” aggiunge Sala.
Ciclismo: Oman, 4/a tappa a ColbrelliLutsenko guida sempre la generale. Domani la Green Mountain

19 febbraio 201916:30

– Prima vittoria italiana nel Tour of Oman di ciclismo: l’ha firmata il lombardo Sonny Colbrelli (Team Bahrain-Merida), che, con il tempo di 3h17’09”, si è aggiudicato la 4/a tappa, disputata da Yiti (Al Sifah) a Oman Convention and Exhibition Centre, su un percorso lungo 131 chilometri.
Colbrelli ha avuto la meglio sul belga Greg Van Avermaet (Ccc) e sul francese Clement Venturini. Settimo posto per Iuri Filosi, 11/o Davide Ballerini. In classifica generale il kazako Alexey Lutsenko è sempre al comando, con il tempo di 14h54’46”, davanti a Van Avermaet (a 14″) e allo spagnolo Jesus Herrada (a 18″).
Primo degli italiani è domenico Pozzovivo, quinto, con un ritardo di 27″ dalla vetta della graduatoria. Domani è in programma la tappa più attesa, la Samayil-Jabal al Akhdharche, lunga 152 chilometri, che porterà la carovana del Tour of Oman sulla Green Mountain.
Rai, Collovati sospeso per due settimane per le frasi sessiste’Donne non parlino di calcio. Non sanno di tattica’. Il difensore si era scusato

19 febbraio 201918:11

Fulvio Collovati, che aveva detto frasi sessiste a Quelli che il calcio (“le donne non possono parlare di tattica, quando sento che lo fanno mi si rivolta lo stomaco”) per poi scusarsi, è stato sospeso per due settimane – a quanto si apprende – da ogni attività in Rai, tv e radio, dall’ad Fabrizio Salini.

F1: Ferrari di Leclerc vola a MontmeloNel secondo giorno di test sul circuito di Barcellona

19 febbraio 201918:56

– La Ferrari lascia il segno anche nel secondo giorno di prove sul circuito di Barcellona. Charles Leclerc, che debuttava al volante della Sf90, ha chiuso davanti a tutti in 1’18″247, completando 157 giri, contro i 169 del pilota tedesco. Secondo tempo per Norris, all’esordio da titolare con la McLaren, terza la Haas di Magnussen (sostituito nel finale da Fittipaldi). Quinta l’Alfa Romeo di Giovinazzi, che ha girato in 1’19″312. Decimo tempo per la Mercedes di Hamilton (1’19″928).

SPORT

Sci: Cdm, alla Shiffrin il parallelo
Sulle nevi di Stoccolma fuori le azzurre Costazza e Curtoni

STOCCOLMA (SVEZIA)19 febbraio 201919:24

– La campionessa statunitense Mikaela Shiffrin ha vinto lo slalom parallelo di Stoccolma. E’ il suo successo n.57 dopo i due ori ai Mondiali di Aare. Secondo posto per la tedesca Christine Geiger, terzo per la svedese Anna Swenn Larsson. Altra prova deludente per le italiane, con due sole azzurre tra le 16 atlete al via, Chiara Costazza ed Irene Curtoni, secondo una formula ormai consolidata con tabellone tennistico ed eliminazione diretta dopo due manche alternandosi tra pista rossa e pista blu. Già agli ottavi entrambe sono però state subito eliminate a opera rispettivamente della svedese Anna Swenn Larsson e della svizzera Wendy Holdener. La prossima tappa di Coppa del mondo femminile è in programma a Crans Montana, in Svizzera: sabato discesa e domenica combinata. Tornerà Sofia Goggia.
F1: Leclerc, Ferrari dà sempre emozioni”Contento del bilancio di giornata, speriamo si prosegua così”

19 febbraio 201920:09

– “Sono molto contento del bilancio di questa giornata. Nonostante alcune bandiere rosse siamo riusciti a completare il programma previsto e a percorrere 157 giri nei quali abbiamo raccolto tanti dati utili. A livello di sensazioni mi sono trovato bene da subito sulla SF90 e devo dire che mi sono divertito parecchio”. Charles Leclerc si è preso i riflettori nella seconda giornata di test a Barcellona: il giovane pilota della Ferrari non nasconde la soddisfazione per il feeling mostrato con la Rossa, tanto da chiudere davanti a tutti. “L’emozione? C’è sempre quando sali su una Ferrari – ammette Leclerc -, ma oggi l’ho messa da parte perché il lavoro da fare era tanto. Speriamo di proseguire così anche nei prossimi giorni, perché è necessario massimizzare le poche occasioni disponibili per effettuare prove in pista”.         

STAMPA