Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutte le ultimissime sulla Tecnologia sempre approfondite ed aggiornate. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE: SPESE TECNOLOGICHE. AUDIO E VIDEO WHATSAPP KO PER 3 ORE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:23 ALLE 16:53 DI DOMENICA 19 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Spesa tecnologia a quasi 4mila miliardi di dollari
Crescita del 3,4% rispetto al 2019, prevalentemente per software

19 gennaio 2020 10:23

Nel 2020 la spesa mondiale in tecnologia sarà di 3,9mila miliardi di dollari, per poi sfondare quota 4mila nel 2021. La previsione è di Gartner, secondo cui a trainare le spese, che quest’anno cresceranno del 3,4% rispetto al 2019 è il settore del software.

La voce di spesa tecnologica che crescerà di più nell’anno in corso, scrivono gli esperti, sarà il software per le imprese, che crescerà del 10,5% fino ad arrivare a 530 miliardi di dollari, e la porzione maggiore sarà per i servizi di software distribuiti via cloud. Per quanto riguarda invece l’hardware, dai pc ai telefonini, ci si aspetta un leggero aumento dell’1%, dopo che nel 2019 il settore era calato del 4,3%.

Per effetto del dollaro forte, ad esempio, la spesa in tecnologie mobile in Giappone dovrebbe calare, così come quella in Gran Bretagna in Pc, stampanti, server e memorie esterne.

“Nonostante le incertezze politiche abbiano spinto l’economia globale vicino alla recessione, questo non è avvenuto nel 2019, e non è lo scenario più probabile neanche nel 2020 – spiega John-David Lovelock, vicepresidente di Gartner -. Con l’incertezza che diminuisce le aziende stanno rimpinguando gli investimenti in information technology, perché prevedono un aumento dei ricavi”.

“La crescita di quasi 10 miliardi di dollari delle spese per i dispositivi in Cina, e nella regione dell’Asia/Pacifico è più che sufficiente a contrastare il calo che ci si aspetta in Europa occidentale e America Latina”, aggiunge Gartner.

Audio e video messaggi WhatsApp in tilt per tre oreDalle 12 alle 15 problemi per 96% utenti, Italia compresa

19 gennaio 202016:34

– Su WhatsApp inviare o ricevere foto, stickers e videomessaggi, così come lo scambio di messaggi vocali, è stato impossibile oggi per tre ore, dalle 12 alle 15, con un picco di interruzioni subito dopo mezzogiorno per diversi utenti nel mondo, Italia compresa.
A confermare il tilt del servizio di messaggistica istantanea per smartphone è il downdetector.it che registra problemi nell’inviare o ricevere messaggi per il 96% degli utenti. Su Twitter l’hashtag #WhatsAppDown è tra i trending topic.  “Il problema è stato risolto e siamo tornati al 100% della funzionalità per tutti”. Lo annuncia un portavoce della società Facebook. “Ci dispiace – aggiunge – per qualsiasi inconveniente causato”.

WhatsApp è di proprietà di Facebook e è disponibile per iOS, Android, BlackBerry OS, Nokia Serie 40, Nokia Symbian e Windows Phone. POLITICA

Annunci
Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Tecnologia sempre aggiornata ed approfondita! SEGUILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:30 DI SABATO 18 GENNAIO 2020

ALLE 10:23 DI DOMENICA 19 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Nel 2019 crollato costo (-15,1%) connessioni web
Istat, i prezzi dei tablet e dei computer portatili (-8%)

18 gennaio 2020 07:30

L’inflazione nell’anno appena trascorso è salita appena dello 0,6%, a ritmo dimezzato, rispetto all’anno prima. Ma dietro il tasso medio c’è un’infinità di prodotti e servizi che hanno messo a segno decisi rincari e forti cali. I prezzi della verdura per esempio sono aumentati del 4,7%, con l’insalata che è schizzata del 6,1% e le patate del 7,2%. E’ costato anche di più prendere un treno (+7%) o un aereo diretto in una città europea (+6,2%).

In netto calo invece le tariffe delle connessioni internet (-15,1%), i prezzi dei tablet e dei computer portatili (-8%). E’ quanto emerge dai dati riportati nella banca dati dell’Istat, aggiornata dopo la diffusione della rilevazione definitiva sull’inflazione per il 2019.

Nel 2025 vacanze virtuali e robot maggiordomiIl futurista Talwar, la tecnologia rimodellerà la quotidianità

18 gennaio 202016:36

– Andare in vacanza senza uscire dal salotto, con un visore per la realtà virtuale che darà l’illusione di visitare i luoghi più belli del mondo; scovare l’anima gemella al primo colpo, perché a fare da Cupido saranno applicazioni “intelligenti”; rientrare a casa la sera e trovare la cena in tavola, preparata da robot che provvederanno anche a sparecchiare. Sembra uno scenario futuristico, ma sarà realtà tra appena 5 anni, grazie a un’innovazione tecnologica che continua a correre e a rimodellare la quotidianità.

A delineare la vita nel 2025 è il “futurista” Rohit Talwar, fondatore e Ceo dell’azienda londinese Fast Future, che ha formulato alcune previsioni insieme al colosso cinese Huawei.

Alla base ci sono l’intelligenza artificiale, le nuove e veloci reti cellulari 5G, e l’internet delle cose: gli ingredienti con cui si stanno creando le tecnologie di domani.

La rivoluzione investirà la cucina, liberandoci dalle incombenze domestiche. I sensori incorporati negli utensili faranno sì che i pasti si cucinino in modo autonomo, secondo la ricetta che preferiamo, mentre i robot maggiordomo saranno programmati per apparecchiare, sparecchiare e lavare i piatti.

A cambiare sarà anche il salotto, dove si potranno sfruttare i dispositivi di realtà virtuale e aumentata per muoversi lungo la grande muraglia cinese, fare trekking sul cammino Inca fino al Machu Picchu in Perù, salire sulla Statua della Libertà o esplorare la barriera corallina australiana.

Un’altra novità riguarderà le applicazioni di dating: le nostre idee, i gusti, le preferenze, le antipatie, i desideri e i sogni saranno raccolti dall’intelligenza artificiale per costruire un profilo costantemente aggiornato, che le app potranno subito abbinare con il partner ideale. Home Mappa del sito

Tecnologia tutte le notizie. Sempre approfondite ed aggiornate in tempo reale. SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:40 DI VENERDì 17 GENNAIO 2020

ALLE 07:30 DI SABATO 18 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Huawei, accordo con TomTom per mappe alternative a Google
Intesa consente di usarle nello sviluppo di app per smartphone

17 gennaio 2020 10:40

Huawei ha stretto un accordo con la società olandese TomTom per poterne usare le mappe nello sviluppo di applicazioni per i suoi smartphone. Lo ha reso noto la stessa TomTom, secondo quanto riporta il sito del quotidiano olandese De Telegraaf.La mossa arriva in seguito allo scontro tra Huawei e l’amministrazione Trump, che dal maggio scorso ha reso complicato per l’azienda cinese poter usare le app e i servizi di Google sui nuovi smartphone.Le mappe digitali e i software di navigazione di TomTom andranno a supportare le applicazioni sviluppate per Huawei Mobile Services (Hms), l’ecosistema di app e servizi alternativo a quello di Google e su cui il colosso di Shenzhen ha annunciato, nei mesi scorsi, investimenti complessivi per un miliardo di dollari.

Facebook rinuncia a piani pubblicità su WhatsAppRetromarcia su iniziativa che subito aveva sollevato polemiche

17 gennaio 202012:22

Facebook fa un passo indietro e accantona i suoi piani per la vendita di pubblicità su WhatsApp. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali WhatsApp negli ultimi mesi ha smantellato il gruppo creato al suo interno per trovare la migliori modalità per integrare la pubblicità nei suoi servizi.Per Facebook si tratta di una retromarcia importante su un piano che fin dall’inizio aveva sollevato molte critiche e spinto i creatori del servizio di messaggistica a dimettersi.

Google supera i 1.000 mld valore, è la quarta società UsaEntra in super esclusivo club con Apple, Amazon e Microsoft

NEW YORK17 gennaio 202012:27

Google record. Alphabet, la holding a cui fa capo il motore di ricerca, diventa la quarta società americana a raggiungere i 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato. Ed entra nel super esclusivo club di cui fanno parte Apple, Amazon e Microsoft. L’ascesa di Google è l’ennesima conferma del peso crescente della Silicon Valley nell’economia mondiale: nonostante la stretta delle autorità sulla privacy e sul fronte antitrust, i big dell’hi-tech continuano a correre in un contesto di crescita globale debole e di bassi tassi di interesse.Google sfonda la storica soglia dei 1.000 miliardi mentre si trova ad affrontare alcune delle sue maggiori sfide. Di recente i suoi fondatori Larry Page e Sergey Brin, il cui amore per la matematica e la noncuranza per Wall Street hanno rappresentato per lungo tempo lo spirito libero di Google, hanno annunciato l’addio ai loro ruoli esecutivi. Il timone di Alphabet è passato a Sundar Pichai, amministratore delegato di Google dal 2015, che ha assunto le redini del colosso. Un avvicendamento che è piaciuto agli investitori, convinti che Pichai possa aumentare i buyback e sostenere ulteriormente il titolo con il contenimento delle spese e con altre iniziative, quali l’istituzione del pagamento di un dividendo per la prima volta nella storia della società.Un cambio di anima radicale per il motore di ricerca, di recente finito al centro di critiche dei suoi dipendenti per la gestione delle accuse di molestie interne alla società e per i tentativi di fermare un’organizzazione sindacale interna. Nonostante questo e il crescente pressing delle autorità, Google ha continuato la sua corsa.Sbarcata a Wall Street nel 2004, ha raggiunto i 1.000 miliardi di dollari di valore in un arco temporale minore rispetto agli altri giganti tecnologici. Apple e Microsoft si sono infatti quotate negli anni 1980 e hanno superato i 1.000 miliardi rispettivamente nell’estate del 2018 e nell’aprile dello scorso anno. Amazon è sbarcata a Wall Street nel 1997 e ha raggiunto i 1.000 miliardi nel 2008. Home Mappa del sito

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Schermo del futuro è nelle lenti a contatto
Startup lavora sulla realtà aumentata, lancio atteso tra 2 anni

17 gennaio 202015:32

In futuro lo schermo che più usiamo sarà direttamente nell’occhio, grazie a una lente a contatto che integra un display grande quanto un granello di sabbia. L’idea è di una startup chiamata Mojo Vision, che punta a un lancio commerciale entro un paio d’anni. Le lenti mirano a superare il bisogno di visori e occhiali per accedere a contenuti in realtà aumentata: le informazioni utili all’utente compaiono direttamente negli campo visivo.L’azienda – che ha raccolto oltre 100 milioni di dollari di investimenti di venture capital da fondi come Gradient Ventures di Google – ha mostrato il suo prototipo, ancora in fase di sviluppo, ad alcuni giornalisti statunitensi. Il display è pensato per proiettare le immagini sulla retina: dalle indicazioni stradali ai risultati sportivi, dal meteo al livello di glicemia, dal messaggio appena ricevuto a una traduzione in tempo reale.La lente a contatto integra una serie di componenti, tra cui una batteria che potrebbe essere ricaricata dentro un porta-lenti, ma anche in modalità wireless da una collana. Il collegamento a internet passerà invece dallo smartphone o da un altro dispositivo. I possibili utilizzatori sono molteplici, dal vigile del fuoco in azione ai 285 milioni di persone che nel mondo, secondo l’Oms, hanno disabilità visive.

Huawei, ecco il P40 Pro con 5 fotocamereTrapelano nuove immagini dello smartphone, scocca in ceramica

17 gennaio 202015:33

Il P40 Pro, cioè il prossimo smartphone top di gamma targato Huawei e atteso a marzo, avrà cinque fotocamere posteriori e una scocca in ceramica bianca o nera. La nuova indiscrezione arriva da una foto postata su Twitter dal noto “leaker” Evan Blass, in cui si mostra quella che, secondo le ultime voci, potrebbe anche essere una versione premium del dispositivo.Se i rumors fossero confermati, oltre al P40 (con tre fotocamere) e al P40 Pro (quattro fotocamere), Huawei potrebbe infatti svelare un P40 Pro PE, dotato di pentacamera e con le ultime due lettere che indicano la “premium edition”:

Il P40 Pro dovrebbe montare un sensore principale da 52 megapixel, affiancato da un grandangolare da 40 megapixel, da un periscopio per lo zoom ottico 10X e da un sensore Tof. Nella parte frontale, un display curvo da 6,7 pollici forato per far posto a una doppia fotocamera. Per le finiture, oltre al banco e al nero, dovrebbero esserci l’oro, l’argento e l’azzurro.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Microsoft: svolta green, entro 2030 stop a emissioni
Fondo da 1 miliardo dollari per sostenibilità ambientale

17 gennaio 202019:01

Svolta green anche alla Microsoft. Il colosso di Redmond, in occasione di un evento presso il suo quartier generake, ha presentato un nuovo piano per ridurre l’impatto ambientale dell’azienda, aiutare i propri clienti a essere più sostenibili contribuendo a diminuire le loro emissioni, con l’obiettivo di sostenere le politiche climatiche globali e accelerare l’innovazione con nuovi investimenti.Il Ceo Satya Nadella, informa una nota, ha infatti annunciato che entro il 2030 Microsoft diventerà Carbon Negative, ovvero sarà in grado non solo di azzerare le proprie emissioni ma anche di rimuovere quelle già esistenti; entro il 2050 si attiverà inoltre per eliminare dall’atmosfera le sue emissioni “storiche”, ovvero la somma delle emissioni generate dall’azienda a partire dall’anno della sua fondazione, il 1975.Infine, l’azienda di Redmond ha annunciato un fondo di 1 miliardo di dollari da investire in innovazione e tecnologie volte a promuovere la sostenibilità ambientale e a combattere il cambiamento climatico.

Tecnologia tutte le notizie. Tutte, complete, approfondite, sempre aggiornate ed in tempo reale. SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:44 DI MERCOLEDì 15 GENNAIO 2020

ALLE 10:40 DI VENERDì 17 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Samsung torna ai telefoni con batteria rimovibile
In collaborazione con Microsoft, ha funzione ‘walkie talkie’

15 gennaio 2020 08:44

La batteria rimovibile torna sugli smartphone con Samsung, che ha svelato un nuovo “rugged phone”, cioè un telefono pensato per resistere a urti, acqua e polvere. Si chiama XCover Pro, ed è stato sviluppato in collaborazione con Microsoft per adattarsi ad essere usato in ambito lavorativo in vari settori, dalla logistica alla vendita al dettaglio, dal comparto sanitario a quello manifatturiero. Tra le funzioni apposite c’è il walkie talkie, integrato nella piattaforma di comunicazione Microsoft Teams.A livello tecnico, lo smartphone ha un display da 6,3 pollici, due fotocamere posteriori da 25 e 8 megapixel più una frontale da 13 megapixel. Il processore è l’Exynos 9611, con 4 GB di Ram e 64 GB di memoria interna. La batteria da 4.050 mAh è rimovibile per essere sostituita all’occorrenza. Il dispositivo sarà venduto negli Usa a circa 500 dollari.”Crediamo che il mercato della mobilità aziendale sia pronto per una trasformazione, e intendiamo essere il leader nel fare da pionieri a una piattaforma mobile aperta e collaborativa per la prossima generazione di lavoratori”, ha detto il presidente e Ceo del settore IT e mobile di Samsung, DJ Koh.Per il Ceo di Microsoft, Satya Nadella, la potente combinazione di Microsoft Teams e del nuovo Galaxy XCover Pro fornirà ai lavoratori in prima linea la tecnologia di cui hanno bisogno per essere più produttivi, collaborativi e sicuri”.

Presto dal medico con Dna sul cellulareCi lavorano esperti Gruppo Mpeg,fondato da italiano Chiariglione

BRUXELLES15 gennaio 202009:27

– Andare dal medico portando il proprio Dna sul cellulare. A questo punta una nuova ricerca sulla compressione dei dati genomici del Gruppo Mpeg, noto per aver creato standard (Mp3, Mpeg-2, Mpeg-4, Dash) di riduzione delle dimensioni di file video per facilitarne la trasmissione.
Lo ha spiegato Leonardo Chiariglione, fondatore del gruppo internazionale di esperti, durante un incontro organizzato dalla rete Digitalians nella sede della Regione Piemonte a Bruxelles.
“Il modello che ho in mente è avere il mio sequenziamento del Dna direttamente sul telefonino, così se mi succede qualcosa in qualsiasi parte del mondo il dottore può controllare i miei dati dal telefono” ha affermato Chiariglione. L’idea proviene dalla startup svizzera GenomSys, che basandosi sul nuovo standard ISO MPEG-G ha cercato di sviluppare un software per rendere l’analisi del Dna facilmente accessibile, partendo proprio dal modello di compressione dei media digitali. Nello scambio di dati si sta impegnando anche la Commissione Ue.

Apple, 2mila mld valore nel 2021Analista, “superciclo di trasformazione del 5G”

NEW YORK15 gennaio 202009:29

– Apple ha tutte le carte in regole per diventare la prima società con una capitalizzazione di mercato di 2.000 miliardi di dollari entro il 2021. E’ la previsione di Dav Ives, analista di Wedbush, secondo il quale i titoli Apple potrebbero raggiungere i 350 dollari per azione entro la fine dell’anno, con un aumento del 30% rispetto ai 316,96 dollari per azione di lunedì alla chiusura di Wall Street. L’ottimismo di Ives affonda le radici in un 2019 considerato la fase iniziale del “superciclo di trasformazione del 5G”. Vede rosa per Apple anche Ubs, che ha alzato il prezzo di riferimento a 355 dollari per azione dai 280 dollari precedenti.

Trump incalza Apple, sblocchi iPhone dei criminaliIl presidente Usa, l’azienda aiuti il nostro grande Paese

15 gennaio 202012:32

Donald Trump si scaglia contro Apple, rea di non consentire l’accesso agli iPhone coinvolti in indagini criminali. “Aiutiamo Apple costantemente sul commercio e su molte altre questioni, eppure loro si rifiutano di sbloccare i telefoni utilizzati da assassini, spacciatori e altri violenti criminali”, scrive il presidente Usa in un tweet pubblicato stanotte. “Dovranno fare un passo avanti e aiutare il nostro grande Paese, ORA!”.

L’ultimo caso che riporta Apple nel mirino del governo statunitense è l’attacco terroristico del 6 dicembre scorso alla base militare di Pensacola, in Florida. Apple, come già fatto nei casi precedenti, ha spiegato nei giorni scorsi che sta aiutando l’Fbi fornendo l’accesso all’account Apple del killer, ma ha ribadito che non esiste una porta secondaria per accedere agli iPhone. Una scelta, questa, che l’azienda guidata da Tim Cook ha più volte difeso nel corso degli anni, motivandola con la necessità di proteggere la privacy degli utenti da potenziali attacchi di hacker. VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Nsa scopre falla in Windows 10, a rischio 900 milioni di Pc
Utenti esortati a installare la ‘patch’ di sicurezza rilasciata da Microsoft

15 gennaio 202012:48

La Nsa, ovvero la National Security Agency statunitense salita alla ribalta per il caso di Edward Snowden, ha scoperto una vulnerabilità in Windows 10 di Microsoft – installato su più di 900 milioni di Pc – e non l’ha usata come arma tecnologica per lo spionaggio. L’agenzia ha allertato la multinazionale e in queste ore i Pc. con priorità per quelli delle infrastrutture critiche, stanno ricevendo un aggiornamento di sicurezza da installare. La falla, potenzialmente, avrebbe permesso ad un malintenzionato di installare spyware o ransomware su un computer. Riguarda non solo Windows 10, ma anche Windows Server 2016 e Windows Server 2019.
Nel dettaglio, la vulnerabilità riguarda il modo in cui Microsoft usa le firme digitali per verificare che i software siano autentici. Se sfruttata, permetterebbe agli hacker di falsificare la firma legata a parti di software, riuscendo a spacciare un codice malevolo per un software legittimo.
Sia Microsoft che la Nsa hanno affermato di non aver trovato prove dell’uso della falla da parte di malintenzionati.
Microsoft ha rilasciato un aggiornamento di sicurezza con cui ha sanato la vulnerabilità importante. Sia l’azienda di redmond, sia la Nsa hanno affermato di non aver trovato prove dello sfruttamento della vulnerabilità da parte di malintenzionati, e hanno esortato a installare subito la “patch” di sicurezza.
In passato, come ricorda il sito Wired, l’Nsa ha usato uno strumento di hacking noto come Eternal Blue, che sfruttava proprio una falla di Windows corretta all’inizio del 2017. Quel difetto era presente in tutte le versioni di Windows disponibili al momento, e l’Agenzia aveva saputo della vulnerabilità e l’aveva sfruttata per lo spionaggio digitale per più di cinque anni. Quando poi Microsoft ha rilasciato una correzione, un gruppo noto come Shadow Brokers ha fatto trapelare lo strumento online.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TikTok, in Italia triplica l’audience in tre mesi
ComScore, da 2,1 a 6,4 milioni utenti unici, +202% d’incremento

16 gennaio 202019:13

in Italia, in tre mesi, TikTok ha triplicato la propria audience passando da 2,1 milioni di utenti unici a 6,4 milioni. Lo dicono le rilevazioni della società ComScore che si riferiscono al periodo che va da settembre a novembre 2019. L’app ha fatto segnare “un incremento del +202% che rappresenta la più alta crescita nel panorama internet italiano (Popolazione On-Line maggiorenne)”.La crescita si rileva “su tutti i segmenti demografici e non coinvolge solo il target d’elezione dei più giovani, con la fascia d’età 25-34 che segna un incremento del 258%, e quella dei 35+ con un incremento del 201%”. “La performance è altrettanto marcata in termini di ingaggio – prosegue ComScore – misurato sul tempo speso degli utenti con una crescita del 75% che permette a TikTok di collocarsi in settima posizione nella Top 10 property Italiane per tempo speso subito dopo Netflix e a prima di player storici e consolidati come Microsoft e Verizon”.”La repentina crescita evidenzia il dinamismo di un mercato in cui fenomeni nuovi possono alterare equilibri e posizioni consolidate – afferma Fabrizio Angelini Ceo di Sensemakers che rappresenta Comscore in esclusiva per l’Italia – Sicuramente sta funzionando la differenziazione su formati brevi che combinano Video e Musica, due tra i principali driver di crescita del comparto, sostenuta dai grandi volumi di investimento nello sviluppo dell’applicazione”.La chat cinese, di proprietà di ByteDance, è stata lanciata nel 2017 e ad oggi – secondo la società di analisi Sensor Tower – è stata scaricata un miliardo e mezzo di volte nel mondo. E’ presente in oltre 150 Paesi, tradotta in 75 lingue. In Italia – secondo dati diffusi dalla stessa TikTok a dicembre – si pubblicano in media 236 video al minuto, con picchi durante l’ora di pranzo e la la sera dopo le 20.

Da Spotify le playlist per cani e gattiBrani scelti in base alla personalità dell’animale domestico

16 gennaio 202014:05

Non solo giochi e croccantini: per allietare la giornata di cani e gatti, soprattutto quando restano da soli in casa, si può fare affidamento anche sulla musica. Ne è convinta Spotify, che ha lanciato le playlist personalizzate per gli animali domestici.La compagnia, prima al mondo nel mercato della musica in streaming, consente di creare una playlist per Fido e Micio, ma anche per l’iguana, il criceto o l’uccello. Una volta selezionato l’animale, basta descriverne la personalità (se è pigro o vivace, timido o socievole) per ottenere una playlist con il suo nome, da usare per intrattenerlo – e tenerlo buono – quando il padrone è fuori casa.Prima di lanciare la novità Spotify ha condotto un sondaggio su 5mila utenti italiani, spagnoli, britannici, statunitensi e australiani. Stando ai risultati, 8 persone su 10 sono convinte che ai loro animali piaccia la musica, e 7 su 10 hanno messo su canzoni proprio per i loro amici pelosi. La convinzione è che la musica li aiuti ad alleviare lo stress, li renda felici e gli faccia compagnia.Il 69% dei proprietari canta per il proprio animale, e il 59% balla con lui. E ancora, quasi uno su cinque ha chiamato il proprio animale come un cantante o un gruppo. Il più gettonato è Bob Marley, seguito da Elvis, Freddie Mercury, Bowie e Ozzy.Sempre in base al sondaggio, l’84% dei proprietari afferma che il proprio animale gli completa la vita, il 55% crede che Fido e Micio abbiano i suoi stessi gusti musicali, e il 54% dichiara che, se dovesse scegliere tra il partner e il quattrozampe, opterebbe per il secondo.

YouTube pubblicizza video negazionisti sul climaAvaaz, anche a grandi marche proventi spot che precedono video

BRUXELLES16 gennaio 202015:25

Attraverso il suo algoritmo, YouTube suggerisce a milioni di utenti di guardare video che negano il cambiamento climatico in corso. E’ quanto denuncia la ong Avaaz in base a uno studio pubblicato oggi, che ha esaminato i video che YouTube raccomanda ai suoi utenti quando si ricercano sulla piattaforma alcune parole chiave. La ong evidenzia anche che all’inizio di alcuni dei video negazionisti sul clima vengono mostrate pubblicità a pagamento di alcune grandi marche e organizzazioni internazionali, senza che queste ultime siano state informate.Secondo i dati raccolti da Avaaz, il 16% dei principali 100 video correlati per la ricerca ‘global warming’ (riscaldamento globale) conteneva disinformazione, con una media di oltre un milione di visualizzazioni per video per i primi 10. Per le ricerche sul ‘climate change’ (cambiamento climatico), il dato è dell’8%, ma aumenta al 21% con i termini ‘climate manipulation’ (manipolazione sul clima). Avaaz ritiene che questa sia solo la “punta dell’iceberg”, dato che gli algoritmi di raccomandazione di YouTube sono responsabili per circa il 70% del tempo totale che gli utenti passano sul sito.

Droni e app proteggono le tartarughe marineAl via progetto europeo, monitorati con trasmettitori 100 animali

PISA16 gennaio 202015:18

Droni per le ricognizioni aeree, una App per segnalare gli avvistamenti e un ‘esercito’ di 100 tartarughe equipaggiate con trasmettitori satellitari per tracciarne gli spostamenti nel Mediterraneo. Sono alcuni strumenti al servizio degli scienziati impegnati in ‘Life Medturtles’, nuovo progetto europeo (si affianca ed estende geograficamente ‘Life Euroturtles) per proteggere la tartaruga comune, la Caretta caretta, e quella verde, Chelonia mydas, entrambe a rischio. Il progetto è appena partito e riguarderà geograficamente Albania, Italia (specie l’Adriatico), Spagna, Tunisia e Turchia. E’ finanziato con circa 3 milioni di euro dalla Ue sino al 2023 e coordinato da Paolo Casale e Paolo Luschi, docenti del dipartimento di biologia dell’Ateneo pisano.”Queste due specie, soprattutto durante il periodo giovanile – spiega Casale – frequentano l’intero bacino del Mediterraneo compiendo tragitti estremamente variabili che le espongono a grandi rischi, in primo luogo la pesca”. Per tutelarle saranno messe in atto una serie di azioni a partire dall’identificazione dei siti di nidificazione in Spagna e Albania per difenderli da predatori naturali, inondazioni e impatto antropico: le misure potranno andare dallo spostamento dei nidi in spiagge idonee sino al recupero delle uova per far completare la schiusa in apposite incubatrici.I ricercatori lavoreranno inoltre per ridurre l’impatto antropico nei siti di foraggiamento in mare, coinvolgendo direttamente i pescatori di Spagna, Italia, Tunisia, Turchia e Albania: saranno forniti di attrezzi da pesca modificati per diminuire le catture accidentali insieme alle indicazioni su come trattare le tartarughe comunque fatte ‘prigioniere’ così da ridurne la mortalità. Il progetto prevede anche una campagna di sensibilizzazione per evitare l’abbandono in mare di pezzi di attrezzi da pesca che costituiscono un pericolo grave per le tartarughe, informando inoltre i pescatori sulle aree maggiormente frequentate dalle tartarughe marine.

Google applica l’AI alle previsioni meteoUtili a territori e persone in un momento di cambiamenti clima

16 gennaio 202015:18

Google vuole applicare l’Intelligenza artificiale alle previsioni del tempo per renderle il più tempestive possibile e circostanziate geograficamente. L’azienda di Mountain View sta lavorando ad modello matematico, che si trova in una fase embrionale, basato sull’apprendimento automatico e in grado di ottenere le previsioni delle successive sei ore, ad una risoluzione di 1 chilometro, il tutto in pochi minuti di calcolo. Il progetto si chiama ‘Machine Learning for Precipitation Nowcasting from Radar Images’ e si basa su dati ed esempi immagazzinati.I ricercatori di Mountain View stanno addestrando il modello di Intelligenza artificiale sui dati radar storici raccolti tra il 2017 e il 2019 negli Stati Uniti dalla National Oceanic and Atmospher Administration (NOAA). Pronostici rapidi, affermano i ricercatori, saranno “uno strumento essenziale e necessario per adattarsi ai cambiamenti climatici, in particolare alle condizioni meteorologiche estreme”. In un mondo sempre più dominato da modelli meteorologici imprevedibili, aggiungono, le previsioni a breve termine saranno cruciali per la “gestire situazioni di crisi, vite umane o territori in pericolo”.Anche altre grandi aziende come Ibm e Monsanto stanno studiando l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale alle previsioni meteorologiche per aiutare diverse realtà, anche nel settore agricoltura, a prevedere e tutelare in brevi le loro attività.

Twitter conferma il ‘no’ al tasto modificaIl Ceo Dorsey, tweet nati per essere simili agli sms

16 gennaio 202019:10

Il tasto di modifica dei post su Twitter, chiesto a gran voce e periodicamente dagli utenti, potrebbe non arrivare mai. Lo ha detto Jack Dorsey, amministratore delegato della piattaforma, in una video-intervista a Wired. Dorsey ha parlato delle origini del microblog e di come sia nato per essere simile agli sms, motivo per cui l’azienda ha rifiutato di includere l’opzione di modifica sin dall’inizio.Il Ceo ha anche aggiunto che inserire un’opzione di correzione ai tweet potrebbe agevolare usi ‘malevoli’ come la modifica di contenuti per trarre in inganno gli utenti. “Queste sono tutte le considerazioni – ha detto Dorsey – Probabile che non lo faremo mai”, riferendosi appunto al tasto di modifica.

Una decisione che marca la distanza da Facebook, social su cui è possibile cambiare o correggere un post.L’ultimo cambiamento più importante, che ha segnato l’evoluzione di Twitter, è avvenuto nel 2017 quando il social ha raddoppiato il numero di caratteri da poter utilizzare.

Vaticano, carta etica su Intelligenza artificialeCon Microsoft e Ibm, la firma il 28 febbraio

CITTA’ DEL VATICANO16 gennaio 202019:09

“RenAIssance. Per un’Intelligenza Artificiale umanistica” è l’appuntamento del 28 febbraio prossimo, organizzato dalla Pontificia Accademia per la Vita, al quale partecipano Brad Smith, presidente di Microsoft, John Kelly III, vice direttore esecutivo di Ibm, il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, il direttore generale della Fao Qu Dongyu. Microsoft e Ibm firmano una ‘Call for Ethics’ che vuole aiutare le aziende in un percorso di valutazione degli effetti delle tecnologie collegate all’intelligenza artificiale, dei rischi che comportano, di possibili vie di regolamentazione, anche sul piano educativo.”Siamo impegnati in questo settore”, spiega mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, perché “con lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale il rischio è che l’accesso e l’elaborazione diventino selettivamente riservate alle grandi holding economiche, ai sistemi di pubblica sicurezza, agli attori della governance politica. In altri termini, è in gioco l’equità nella ricerca di informazioni o nel mantenere i contatti con gli altri, se la sofisticazione dei servizi sarà automaticamente sottratta a chi non appartiene a gruppi privilegiati o non dispone di particolari competenze”.Previsto nella mattinata, che si svolge nell’Auditorium di via della Conciliazione 4 dalle 8.30 alle 13.00, anche un collegamento con papa Francesco. La giornata conclude i lavori del Workshop organizzato nei due giorni precedenti, il 26 e 27 febbraio, che ha per tema “Il ‘buon’ algoritmo. Intelligenza artificiale: etica, diritto, salute”.

A Torino il minibus autonomo OlliLa sperimentazione al Campus dell’Onu, tra 4 mesi su strada

TORINO16 gennaio 202019:11

Ha una autonomia di 50 chilometri e può trasportare fino a 12 persone ad una velocità massima di 45 chilometri orari. Il futuro dei trasporti viaggia a Torino, dove questa mattina è iniziata la sperimentazione – prima in Italia – di Olli. Il minibus elettrico a guida autonoma girerà per quattro mesi lungo i viali del campus delle Nazioni Unite, sulla riva del Po, per poi essere spostato su strada.

Primi passeggeri dello shuttle, questa mattina, la sindaca di Torino Chiara Appendino e il ministro all’Innovazione Paola Pisano. ‘Olli’ è il risultato di quella che Appendino ha definito una “sinergia” tra vari soggetti, tra cui la Città, Itcilo, Reale Mutua, Locar Motors – l’azienda americana che lo produce – e l’Università di Torino. La sperimentazione coinvolgerà anche studenti universitari e cittadini destinatari del reddito cittadinanza che, dopo due mesi di formazione, illustreranno ai passeggeri il funzionamento del minibus.

“La rivoluzione tecnologica che è in atto deve essere governata”, ha detto la sindaca di Torino Chiara Appendino. “Bisogna costruire politiche per monitorarla, mitigarne i rischi e coglierne le opportunità – aggiunge – Olli segna un nuovo successo per Torino che, tramite un lavoro di squadra in cui ciascuno fa la sua parte per governare il cambiamento tecnologico, ha creato le condizioni per proporsi a livello internazionale. La tecnologia è uno strumento che deve mettere al centro i cittadini”.Guida autonoma, Pisano: “Olli avra’ tante applicazioni, dal centro citta’ agli aeroporti”

“Serve una regolamentazione della mobilità sostenibile. E ci stiamo ragionando”. Così il ministro all’Innovazione, Paola Pisano. “Il minibus rappresenta parte della mobilità del futuro, frutto di nuove competenze e professionalità. È la strada giusta: bisogna spingere tutto quello che ha un impatto positivo sia dal punto di vista sociale che ambientale – sostiene il ministro Pisano -. È un progetto che mette in rete diversi soggetti, crea una squadra coesa. Ora verrà sperimentato al campus, un luogo chiuso e privato. Poi verrà messo su strada e nel frattempo verrà messa a punto una regolamentazione per la mobilità autonoma”.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Mercato smartphone come quello delle auto, cresce l’usato
Idc, nel 2019 consegne a +17,6%, previsioni rosee fino al 2023

17 gennaio 202009:22

– Il mercato degli smartphone usati cresce come quello delle auto di seconda mano, a differenza di quello dei telefonini nuovi che fa fatica in attesa di grandi novità. Secondo la società di analisi Idc, nel 2019 le consegne di smartphone usati sono aumentate del 17,6% rispetto all’anno precedente, per un totale di 206,7 milioni di pezzi (175,8 milioni nel 2018). E le previsioni sono rosee anche per i prossimi anni: nel 2023 il numero potrebbe essere pari a 332,9 milioni di unità e il giro d’affari nell’ordine dei 67 miliardi di dollari. A favorire questo mercato nei prossimi mesi, secondo gli analisti, oltre alla voglia di risparmiare, sarà anche la transizione dalle reti 4G a quelle 5G che porterà ad una propensione al ricambio per il nuovo standard di connessione e la conseguente immissione sul mercato dell’usato di dispositivi più vecchi.
L’andamento in crescita del mercato degli smartphone usati ci sarà in tutti i paesi, osserva Idc, che si focalizza in maniera più dettagliata in Nord America al quale, nel 2023, saranno riconducibili oltre un quarto delle consegne a livello mondiale di smartphone usati. Idc fa confluire nel concetto di smartphone usati, sia quelli già utilizzati e successivamente rivenduti; sia quelli ricondizionati, cioè i dispositivi utilizzati e sottoposti ad un processo che li rende nuovamente idonei all’utilizzo e rivenduti tramite canali di vendita secondari che non comprendono la vendita tra privati.

Ue verso stop a riconoscimento facciale per 5 anniNei luoghi pubblici, tenere sotto controllo rischi e regole

17 gennaio 202010:15

L’Ue starebbe considerando di mettere al bando il riconoscimento facciale nei luoghi pubblici per un massimo di 5 anni, finchè non si saranno trovate nuove regole per tenere sotto controllo rischi e privacy. Lo riportano i siti di Reuters e Politico.com. Il piano dell’Europa, in 18 pagine, arriva in un momento di forte dibattito specie negli Usa sull’uso dell’Intelligenza artificiale per scopi di sicurezza. Il piano, atteso per il prossimo mese, prevede che i paesi Ue anche speciali autorità che monitorino le regole.

Nel documento, visionato da Reuters e Politico.com, la Commissione europea scrive che vanno introdotte nuove regole per sostenere quelle attuali che riguardano la privacy e la protezione dei dati personali: “Le regole future devono andare oltre quelle attuali e includere un bando limitato nel tempo per il riconoscimento facciale nei luoghi pubblici”. Durante il bando, da tre a cinque anni, deve essere “identificata e sviluppata una solida metodologia per valutare gli impatti di questa tecnologia e le possibili misure di gestione dei rischi”. Eccezioni al divieto potrebbero essere fatte per i progetti di sicurezza, per la ricerca e lo sviluppo, afferma il documento. Che suggerisce anche di imporre obblighi sia agli sviluppatori sia agli utenti sull’intelligenza artificiale, i paesi dell’Ue inoltre dovrebbero nominare autorità per monitorare le nuove norme. Il documento deve essere sottoposto ad un vaglio prima della decisione finale. Il commissario europeo per l’Antitrust Margareth Vestager dovrebbe presentare la proposta il prossimo mese.

Bose chiude negozi in Europa: ‘Vendiamo online’Coinvolti 119 punti vendita, anche in Nord America, Australia e Giappone

16 gennaio 202015:22

La statunitense Bose, tra i più noti produttori di apparecchiature audio, chiuderà tutti e 119 i negozi che possiede in Europa, Nord America, Australia e Giappone. Lo ha comunicato l’azienda in una nota, motivando la decisione con il fatto che i suoi prodotti “sono sempre più acquistati attraverso l’e-commerce”. Il numero dei licenziamenti non è noto.

“Dato il forte passaggio allo shopping online in mercati specifici, Bose prevede di chiudere i restanti 119 negozi al dettaglio in Nord America, Europa, Giappone e Australia nei prossimi mesi”, si legge nella nota, in cui si spiega che resteranno aperti gli altri 130 negozi in Cina e negli Emirati Arabi Uniti, più quelli in India, Sudest asiatico e Corea del Sud.

In merito ai posti di lavoro, Bose precisa che i lavoratori coinvolti riceveranno assistenza per il ricollocamento, oltre alla liquidazione. “Ulteriori dettagli, incluso il numero di dipendenti interessati, rimarranno privati”, conclude l’azienda.

Tecnologia tutte le notizie. Sempre in tempo reale. In continuo aggiornamento. Segui e Condividi! Ricordo che a partire dal 14 Gennaio 2020 termina il suporto per Windows 7
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:41 DI MARTEDì 14 GENNAIO 2020

ALLE 08:44 DI MERCOLEDì 15 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Windows 7 addio, da oggi non più aggiornamenti
Per proteggersi da virus bisogna aggiornare Pc a Windows 10

14 gennaio 2020 13:41

Windows 7 addio, oggi si chiude il sipario sul sistema operativo di Microsoft lanciato nel 2009. A partire dal 14 gennaio – come già annunciato – la casa di Redmond non rilascerà più aggiornamenti tecnologici e di sicurezza. L’unico modo per continuare a riceverli e passare ad un programma a pagamento riservato però alle imprese che sopravviverà fino al 2023.Tutti gli altri utenti devono passare al sistema operativo Windows 10. Secondo StatCounter ad oggi Windows 7 è ancora presente sul 26,79% dei computer in circolazione prendendo in considerazione le piattaforme desktop.L’interruzione del supporto non significa che i computer smetteranno di funzionare, ma che saranno vulnerabili a virus e malware. Per essere protetti, i consumatori possono passare al sistema operativo più recente, cioè Windows 10 che si può scaricare su una pagina apposita del sito Microsoft che si chiama, appunto, SCARICA WINDOWS 10.    Chi da domani 15 gennaio continuerà ad usare Windows 7, vedrà APPARIRE una notifica grande, a schermo intero.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Home Mappa del sito

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Uso cellulare causa tumore, sentenza Corte d’appello
A Torino confermata pronuncia Ivrea del 2017.Si riapre dibattito

14 gennaio 202015:51

L’uso prolungato del telefono cellulare può causare tumori alla testa. Lo sostiene la Corte d’Appello di Torino che, oggi, ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Ivrea, emessa nel 2017, sul caso sollevato da un dipendente Telecom Italia colpito da neurinoma del nervo acustico.Il pronunciamento riapre il dibattito, ma l’estate scorsa un rapporto curato da Istituto Superiore di Sanità, Arpa Piemonte, Enea e Cnr-Irea non ha dato conferme all’aumento di neoplasie legato all’uso del cellulare. La sentenza della Corte d’Appello di Torino condanna l’Inail a corrispondere una rendita vitalizia da malattia professionale a un dipendente di Telecom Italia, Roberto Romeo, affetto da neurinoma del nervo acustico. Per i giudici c’è un nesso con l’utilizzo frequente del telefono fato dal lavoratore, anche 4 o 5 ore al giorno.

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. RESTA INFORMATO SU TUTTO CIò CHE VIENE DAL MONDO DELLA TECNOLOGIA. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:37 DI LUNEDì 13 GENNAIO 2020

ALLE 13:41 DI MARTEDì 14 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple attiva donazioni per Australia
Contributo degli utenti da 5 a 200 dollari con iTunes e App Store

13 gennaio 2020 05:37

Apple ha lanciato una campagna di donazioni per aiutare l’Australia che combatte da settimane contro incendi devastanti che hanno provocato la morte di persone e animali.La società di Cupertino ha attivato una campagna di beneficenza in collaborazione con la Croce Rossa, si legge sul sito MacRumors. Gli utenti possono effettuare donazioni alla Croce Rossa tramite iTunes e l’App Store, utilizzando il metodo di pagamento associato al loro profilo. Per ogni operazione si potranno donare dai cinque ai 200 dollari, Apple non riscuoterà alcuna commissione.Nei giorni scorsi con una raccolta fondi da record su Facebook, la comica australiana Celeste Barber ha messo insieme circa 30 milioni di euro destinati alla lotta agli incendi. La cifra, che continua a crescere, è la più alta mai raggiunta su Facebook, ha confermato il social network a Cbs News.
E anche Leonardo DiCaprio, da sempre attento alle tematiche ambientaliste, è sceso in campo per l’Australia con una donazione di tre milioni di dollari.

Facebook, spot politici si potranno vedere meno Social attiva opzione, ma continua ad accettarli

13 gennaio 202014:40

Facebook annuncia ritocchi al proprio regolamento sugli annunci pubblicitari di stampo politico, senza però modificare la sua posizione di continuare ad accettarle e non sottoporle al fact checking. Sul social network e anche su Instagram gli utenti potranno attivare un’opzione che permetterà loro di vedere “meno frequentemente” annunci politici. La piattaforma ribadisce anche che, come tutti gli altri, gli annunci dovranno sottostare alle linee guida che riguardano l’incitazione all’odio e ai contenuti violenti. La società promette anche più completezza nei report sulle campagne pubblicitarie politiche: verrà divulgato il numero di utenti che sperano di raggiungere.In sostanza, le novità fanno parte dell’aggiornamento dello strumento Ad Library lanciato da Facebook a maggio 2018, un “archivio pubblico che consente alle persone di vedere tutti gli annunci dei politici e le campagne in corso su Facebook e Instagram, ma anche quelle passate”. “Negli ultimi mesi si è discusso molto della pubblicità politica online e dei diversi approcci che le aziende hanno scelto di adottare – spiega il social in un post ufficiale -.Mentre Twitter ha scelto di bloccare gli annunci politici e Google di limitare il ‘targeting’ degli utenti, noi scegliamo di aumentare la trasparenza e dare più controllo alle persone in materia. In definitiva – conclude – non pensiamo che le decisioni in merito agli annunci politici debbano essere prese da società private, motivo per cui

sosteniamo una regolamentazione che si applicherebbe a tutto il settore2.

Instagram sfida TikTok, nuovi effetti dedicati ad adolescentiSlowMo, Echo, Duo e Ritaglio si applicano a video Boomerang

13 gennaio 202014:54

Instagram risponde a TikTok: aggiunge effetti per Boomerang, l’app per realizzare brevi video, pensati soprattutto per i più giovani.

Gli effetti si chiamano ‘SlowMo’, ‘Echo’, ‘Duo’ e ‘Ritaglio’. Il primo serve a rallentare i video; con ‘Echo’ con cui viene inserita una scia dietro a ogni singolo elemento in movimento, così da creare quasi delle copie.’Duo’, invece, riavvolge molto rapidamente la clip e inserisce un effetto digitalizzato. Infine ‘Ritaglio’, come dice il nome, consente di ritagliare il video, un po’ come succede nel rullino fotografico.Questi nuovi effetti potrebbero aiutare Instagram a mantenere la sua popolarità, minacciata dall’esplosione di TikTok che sta prendendo piede tra gli adolescenti. “Boomerang è uno dei formati più amati e siamo entusiasti di espandere i modi creativi con cui si può utilizzare per trasformare i momenti quotidiani in qualcosa di divertente e inaspettato”, ha spiegato un portavoce della società al sito TechCrunch.

Amazon Women in Innovation, al via bandi universitàPer Politecnico Milano e Torino e Tor Vergata di Roma

13 gennaio 202016:19

Al via i bandi per la seconda edizione della borsa di studio ‘Amazon Women in Innovation’ a sostegno dell’innovazione e delle giovani donne meno avvantaggiate. Il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino e l’Università Tor Vergata di Roma hanno pubblicato sui loro siti le scadenze per accedere alle candidature create dalla multinazionale di Seattle per supportare giovani studentesse nelle discipline Stem (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica).”Stiamo cercando di fare la differenza per molte giovani donne che un giorno diventeranno leader nell’innovazione”, spiega Mariangela Marseglia, VP Country Manager di Amazon.it e Amazon.es. Aderiscono Donatella Sciuto, Pro-rettrice del Politecnico di Milano, Claudia De Giorgi, Vice Rettrice per la Qualità, il Welfare e le Pari Opportunità del Politecnico di Torino, e il Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Orazio Schillaci.Amazon Women in Innovation fa parte del progetto Amazon in the Community, a supporto della crescita delle nuove generazioni nel mondo digitale. Consiste in un finanziamento di seimila euro all’anno, per tre anni, a tre studentesse da altrettanti atenei italiani. Oltre a supportare economicamente le studentesse, Amazon mette a disposizione un mentore per aiutare a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro, come, ad esempio, le tecniche per creare un curriculum efficace o affrontare un colloquio di lavoro in Amazon o in altre aziende.

Samsung, l’11 febbraio arriva Galaxy S20Indiscrezioni, avrà 3 modelli. In arrivo anche nuovo pieghevole

13 gennaio 202016:18

Il prossimo smartphone top di gamma di casa Samsung non si chiamerà Galaxy S11 ma Galaxy S20. A confermare l’indiscrezione, che circola da giorni, sono alcune foto pubblicate in esclusiva dal sito XdaDevelopers. La presentazione del dispositivo è attesa nel corso dell’evento Galaxy Unpacked 2020 in programma l’11 febbraio, in cui Samsung dovrebbe svelare tre modelli del Galaxy S20 più un telefono pieghevole a conchiglia.

La serie S20, stando ai rumors, dovrebbe essere composta da una versione base, cui si affiancano il Galaxy S20+, dalle dimensioni più grandi, e il Galaxy S20 Ultra. Quest’ultimo sarà il modello più potente e costoso, con un comparto fotografico più performante basato su un sensore principale da 108 megapixel. Per tutti e tre, Samsung dovrebbe produrre sia una versione compatibile con le nuove reti 5G, sia una “normale” che supporta il 4G.
Accanto alla serie S20, Samsung potrebbe mostrare anche il suo nuovo smartphone pieghevole. Chiamato Galaxy Bloom, si differenzia dal Galaxy Fold per le dimensioni ridotte e la chiusura a conchiglia. Se il Fold si apre in due per assumere le dimensioni di un tablet, il Bloom si chiude in due per farsi meno ingombrante, in modo simile al Motorola Razr. Home Mappa del sito

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Apple ha venduto 60 milioni di AirPods nel 2019
Mercato triplicato, la Mela ne detiene oltre la metà

13 gennaio 202014:56

Nel corso del 2019 Apple ha venduto 60 milioni di auricolari AirPods. Lo affermano i ricercatori di Strategy Analytics, confermando la leadership della Mela in un segmento – quello degli auricolari completamente senza fili – che l’anno scorso ha triplicato sia i ricavi, sia i volumi (+200%).Apple ha chiuso il 2019 con oltre il 50% del mercato in termini di volumi, una percentuale che sale al 71% in termini di valore. “Gli AirPods sono i dispositivi Bluetooth dominanti per volumi di vendita e per ricavi nel segmento degli auricolari totalmente senza fili”, ha detto l’analista Ken Hyers, secondo cui “anche se altre aziende entreranno nel mercato, Apple continuerà a dominare categoria fino alla metà del decennio”.Apple, che ha di fatto lanciato questa tipologia di auricolari con i primi AirPods nel 2016, al momento sembra non avere rivali. Al secondo e terzo posto nella classifica delle vendite, infatti, ci sono Samsung and Xiaomi, ed entrambe hanno una market share inferiore al 10%. “La leadership di Apple non sorprende, dal momento che ha creato la categoria”, ha osservato l’analista Ville-Petteri Ukonaho. Ma anche se la compagnia d Cupertino resterà leader, “le altre aziende hanno ampie opportunità di ritagliarsi una propria fetta di mercato”.

Google: Alphabet verso i 1.000 miliardi di valore Si appresta a entrare nell’esclusivo club

13 gennaio 202015:31

Alphabet, la holding a cui fa capo Google, si appresta a entrare nell’esclusivo club delle società che valgono 1.000 miliardi di dollari. I titoli del colosso hanno guadagnato il 7% dall’inizio dell’anno. La volata è avvenuta nonostante le critiche e le crescenti richieste delle autorità per regole più stringenti della privacy e norme antitrust vincolanti.Apple è stata la prima società a raggiungere i 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato, seguita da Microsoft e Amazon. I big tecnologici sono stati superati da Aramco, che ha un valore di mercato di 1.870 miliardi di dollari.

Apple sostituisce battery case di iPhoneCover difettose per i modelli XS, XS Max e XR del melafonino

14 gennaio 202009:37

Apple ha avviato un programma di sostituzione gratuita di alcune custodie con batteria integrata per iPhone. Ad essere interessate sono le Smart Battery Case per iPhone XS, XS Max e XR, prodotte tra il gennaio e l’ottobre 2019. Alla base della sostituzione non c’è alcun rischio di sicurezza: la sostituzione è stata decisa perché le cover sono difettose.
Come si legge in una nota di Apple, le custodie difettose non si caricano, o si caricano in modo intermittente, quando collegate alla presa di corrente, oppure non ricaricano l’iPhone, o lo ricaricano a intermittenza.
“Questo non è un problema di sicurezza. Apple o un centro di assistenza autorizzato sostituiranno gratuitamente le custodie interessate dal malfunzionamento”, evidenzia Apple.

Mercato Pc cresce dopo 7 anni in caloTraina l’aggiornamento aziendale a Windows 10, Lenovo è in testa

14 gennaio 202012:16

Dopo sette anni col segno meno, il mercato mondiale dei personal computer torna a crescere. Stando ai dati preliminari degli analisti Idc, nel 2019 le consegne di Pc “tradizionali” (fissi, portatili e workstation) hanno raggiunto i 266,7 milioni di unità, pari a un +2,7%: il primo incremento dal +1,7% del 2011. Molto positivo il quarto trimestre, chiuso oltre le attese a 71,8 milioni di unità (+4,8%).A trainare il mercato, la domanda aziendale di computer con a bordo il nuovo sistema operativo Windows 10, in vista dello stop – previsto proprio per oggi – del supporto al vecchio Windows 7 da parte di Microsoft. Per l’analista di Idc Jitesh Ubrani, “nonostante i dati positivi del 2019, i prossimi 12-18 mesi saranno impegnativi per i Pc tradizionali, poiché la maggior parte degli aggiornamenti a Windows 10 sarà nello specchietto retrovisore”.Tra i costruttori, Lenovo si conferma in testa con 64,7 milioni di pc consegnati nel 2019 (+8,2%). Seguono HP (62,9 milioni, +4,8%) e Dell (46,5 milioni, +5,4%). Le tre compagnie detengono insieme quasi i due terzi del mercato. Fuori dal podio ci sono, in controtendenza, Apple con 17,7 milioni di Mac e un calo del 2,2%, e Acer con 17 milioni di consegne e un -4,6%.Confermano la crescita del settore, seppur con dati preliminari diversi, i ricercatori di Gartner, secondo cui nel 2019 le consegne di pc desktop, portatili e “ultramobile” (come il Surface di Microsoft) hanno totalizzato 261 milioni di unità, lo 0,6% in più del 2018. Per l’analista Mikako Kitagawa l’aggiornamento a Windows 10 delle imprese si è registrato soprattutto in Usa, Giappone ed Emea. Più rosee le stime sul 2020: “Prevediamo che la crescita continui quest’anno, anche dopo la fine del supporto di Windows 7, poiché molte aziende in regioni emergenti come la Cina, l’Eurasia e l’Asia-Pacifico non hanno ancora effettuato l’upgrade”.

Hacker russi contro società ucraina al centro impeachment Attaccata Burisma, forse cercavano informazioni su Biden

NEW YORK14 gennaio 202012:20

Hacker russi hanno attaccato Burisma, la società energetica ucraina al centro dell’impeachment di Donald Trump, quella in cui Hunter Biden sedeva nel consiglio di amministrazione. Lo riporta il New York Times citando alcune fonti. Anche se non è chiaro cosa gli hacker stessero cercando, alcuni esperti ritengono che la tempistica dell’attacco indichi che i russi stavano cercando informazioni potenzialmente imbarazzanti per la famiglia del candidato democratico alla Casa Bianca, Joe BidenGli attacchi hacker contro Burisma sono iniziati lo scorso novembre, mentre il Congresso teneva era impegnato nell’indagine per un eventuale impeachment di Donald Trump, afferma la società di cybersicurezza Area 1.Secondo gli esperti, gli attacchi sarebbero ancora in corso e sarebbero legati alla divisione di intelligence militare russa precedentemente conosciuta come Gru, la stessa che ha attaccato e diffuso le email dei democratici durante le elezioni americane del 2016.

Pe ripropone il caricatore universaleDibattito a Strasburgo per ridurre rifiuti e semplificare vita

STRASBURGO14 gennaio 202012:38

– La Plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo ha discusso oggi sull’introduzione del caricatore singolo e universale per tutti i telefoni cellulari, tablet e dispositivi portatili. L’obiettivo è ridurre i rifiuti elettronici ma soprattutto semplificare la vita dei consumatori.
Già nella direttiva del 2014 sulle apparecchiature radio, i legislatori europei avevano chiaramente espresso la necessità di sviluppare un unico caricatore e avevano incaricato la Commissione europea di perseguire questo obiettivo attraverso un atto delegato.
Il dibattito odierno sarà sintetizzato in una risoluzione che sarà votata alla prossima sessione plenaria.
Si stima che l’accumulo di caricabatterie generino più di 51.000 tonnellate di rifiuti elettronici all’anno.
Gli eurodeputati hanno stigmatizzato le difficoltà dovute alle differenze fra i produttori che non hanno portato ad una omogeneizzazione ma hanno prodotto frammentazione. “La Commissione europea sostiene fortemente l’armonizzazione dei caricabatterie per i cellulari”, ha sottolineato il vicepresidente dell’esecutivo comunitario Maros Sefcovic. “Nel 2009, abbiamo avuto 30 soluzioni per la ricarica. Ora ci sono tre soluzioni principali. Nella discussione con il comparto industriale insistiamo sui seguenti obiettivi: convenienza del consumatore, sicurezza e interoperabilità e️ riduzione dei rifiuti elettronici”, ha aggiunto Sefcovic.

Doublicat, genera in automatico deepfakeUsa l’AI per sostituire volti, società rassicura su privacy

14 gennaio 202012:52

– In un momento in cui si parla molto del fenomeno deepfake, video o immagini manipolate che vengono considerate la nuova frontiera della disinformazione, spunta un’app che permette di sostituire il proprio volto ad un fermo immagine. Si chiama Doublicat e rischia di diventare un caso come FaceApp, l’applicazione che invecchia i volti diventata popolare qualche mese fa. In sostanza Doublicat sfrutta l’intelligenza artificiale per creare un deepfake con il proprio volto. Per utilizzarla basta scattarsi un selfie e scegliere l’immagine in movimento (Gif) in cui trasformarsi. Un esempio mostrato in un video e’ la sostituzione del volto di un utente ad un fotogramma di un film con Leonardo DiCaprio. L’applicazione è sviluppata da NeoCortext, la stessa società che qualche tempo fa ha lanciato Reflect, l’app di sostituzione facciale basata sull’intelligenza artificiale e dedicata alle foto. NeoCortex assicura gli utenti sulla privacy, di non immagazzinare i dati biometrici e di cancellare immediatamente i selfie scattati. Secondo indiscrezioni di qualche giorno fa, anche TikTok starebbe realizzando un generatore di deepfake. Mentre invece le grandi aziende tecnologiche si stanno impegnando per combattere il fenomeno. Amazon, Facebook e Microsoft hanno messo insieme una ‘Deepfake Detection Challenge’, mentre Google ha condiviso un database contenente diversi filmati deepfake allo scopo di allenare i meccanismi di riconoscimento a smascherare i video contraffatti.

Apple, aiutiamo Fbi 14 in indagini su attacco in Florida Non interviene su sblocco iPhone, no porte secondarie per buoni

14 gennaio 202013:04

Apple respinge le critiche e afferma che sta aiutando l’Fbi a indagare sull’attacco terroristico del 6 dicembre alla base militare di Pensacola, in Florida.Cupertino in una nota spiega che gli agenti federali le hanno notificato di aver bisogno di ulteriore aiuto lo scorso 6 gennaio: “solo a quel punto abbiamo saputo dell’esistenza di un secondo iPhone legato all’indagine”.Apple precisa di aver fornito tutte le informazioni a sua disposizione, fra le quali quelle relativi all’account Apple del killer. Apple infine ribadisce quello che ha più volte detto in merito allo sblocco degli iPhone: “non ci sono accessi secondari per i buoni. Accessi secondari sono perseguiti solo da coloro che minacciano la nostra sicurezza nazionale e la sicurezza dei dati dei nostri clienti”.Il ministro della Giustizia, William Barr, ha chiesto ad Apple aiuto per sbloccare l’iPhone del terrorista saudita che ha aperto il fuoco nella base di Pensacola. Barr ha poi precisato di non aver ricevuto da Apple un’assistenza concreta.

Musk, le auto Tesla parleranno ai pedoniIn un video la Model 3 dice: ‘Non stare lì a fissare, salta su’

14 gennaio 202013:05

– Le auto di Tesla “presto” saranno in grado di parlare con i pedoni nelle vicinanze. Lo ha twittato Elon Musk, pubblicando un breve video in cui si sente una Model 3 dire: “Bè’, non stare lì a fissare, salta su”.
“Le Tesla presto parleranno alle persone, se vorrete. E’ vero”, ha scritto Musk su Twitter. La novità sfrutta presumibilmente gli altoparlanti esterni che Tesla sta installando sulle sue auto per ottemperare alle norme di sicurezza che impongono ai veicoli elettrici di fare rumore, così da poter essere uditi.
La possibilità di far parlare le auto potrebbe avere un’utilità in futuro, nella realizzazione del piano di Musk per far operare le Tesla come una flotta di taxi a guida autonoma.
Le auto, in pratica, si aggiungerebbero alla flotta quando non sono usate dal proprietario, e guadagnerebbero denaro per lui.

Facebook nuova interfaccia desktop entro Primavera
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

FACEBOOK: NUOVA INTERFACCIA DESKTOP ENTRO PRIMAVERA

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

FACEBOOK: NUOVA INTERFACCIA DESKTOP

FACEBOOK: AL VIA LA NUOVA INTERFACCIA PER COMPUTER DESKTOP ENTRO LA PRIMAVERA, CI SARà ANCHE IL “DARK MODE”

AGGIORNAMENTO IN “TECNOLOGIA” DELLE 05:37 DI LUNEDì 13 GENNAIO 2020

FACEBOOK: NUOVA INTERFACCIA DESKTOP

Facebook cambierà look entro la primavera, nella versione per i computer, e ci sarà anche il ‘dark mode’ che stanca meno la vista. Il social network sta distribuendo ad un ristretto numero di utenti la sua nuova interfaccia desktop, che sarà a disposizione di tutti entro la primavera. Lo ha confermato la piattaforma al sito Cnet. La novità era stata preannunciata nell’aprile scorso, durante la conferenza degli sviluppatori di Facebook.
Il nuovo look, simile a quello dell’app Facebook per i dispositivi mobili, dà alla versione del social sul computer un aspetto più pulito e ordinato. Inoltre offre la modalità scura, che consente di impostare uno sfondo nero per affaticare meno gli occhi e risparmiare un po’ di batteria. Il dark mode è già stato abbracciato dai sistemi operativi per computer e smartphone, e da numerose applicazioni tra cui Messenger e Instagram, Twitter e YouTube.
La piccola percentuale di utenti che ha già ricevuto la nuova interfaccia, collegandosi a Facebook dal computer vedrà comparire un messaggio con l’invito a testare “Il nuovo Facebook”. Potrà quindi impostare la versione web del social con sfondi bianchi e colori brillanti oppure con sfondo scuro. La piattaforma consente anche, almeno al momento, di tornare indietro alla vecchia interfaccia. POLITICA MONDO CRONACA

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Tecnologia sempre aggiornata ed approfondita. Da non perdere!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 06:35 DI SABATO 11 GENNAIO 2020

ALLE 10:28 DI DOMENICA 12 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Negli Usa la metà delle case è ‘smart’
Sondaggio di Strategy Analytics, al top altoparlante intelligente

11 gennaio 2020 06:35

Negli Stati Uniti oltre la metà delle abitazioni può essere definita “smart”. A dirlo sono i ricercatori di Strategy Analytics, secondo cui nel 54% delle case c’è almeno un dispositivo intelligente, sia esso un altoparlante, un termostato o un sistema di sicurezza. La percentuale si basa su un sondaggio condotto su oltre 2.600 statunitensi, da cui emerge che i dispositivi smart sono scelti principalmente perché facili da usare e utili, e perché fanno sentire più al sicuro.”Dopo meno di un decennio di presenza sul mercato, la smart home ha già superato il punto di svolta”, ha commentato l’analista Bill Ablondi. “Il fatto che la maggior parte delle persone abbia acquistato un dispositivo smart, dimostra che non si può tornare indietro: la casa intelligente è diventata la casa normale”. E i principali big dell’hitech, hanno di recente unito le forze per creare uno standard tecnologico comune.Il sondaggio è stato condotto anche in tre Paesi Europei. Nel Regno Unito i dispositivi intelligenti sono nella metà delle case, una cifra che scende al 40% in Germania e al 38% in Francia.Per l’analista Jack Narcotta, “la ricerca mostra che i prodotti e i servizi per la casa smart hanno migliorato la vita delle persone rimuovendo alcune delle frustrazioni familiari associate alle tecnologie domestiche. Laddove le persone trovano valore e praticità nelle tecnologie intelligenti, sono pronte a investire”.Il prodotto smart più presente nelle abitazioni è lo smart speaker. Stando ai ricercatori di Strategy Analytics, a fine 2019 gli altoparlanti erano presenti in 260 milioni di case. In Italia, secondo l’ultima Global Mobile Consumer Survey di Deloitte, le famiglie che hanno uno smart speaker sono il 12%.

Google: lascia capo legale Alphabet fra dubbi su condottaDrummond accusato di aver avuto rapporti con donne società

NEW YORK11 gennaio 202014:38

David Drummond, il capo dei legali di Alphabet, la holding a cui fa capo Google, lascia in seguito a un’indagine avviata sui suoi rapporti con alcune donne all’interno della società. La sua uscita segue le accuse mosse nei suoi confronti di violazioni delle politiche sui rapporti sentimentali all’interno della società, ma anche alle polemiche su come ha gestito le accuse di molestie presentate nei confronti di alcuni manager.
TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE
Drummond è stato accusato lo scorso anno di aver avuto una relazione con una donna che lavorava nell’ufficio legale di Alphabet. La donna lo ha accusato di averla abbandonata e di aver abbandonato i loro figli. Drummond è stato anche al centro della controversia scoppiata all’interno della società sulle gestione delle accuse di molestie sessuali, che ha causato polemiche e tensioni fra i dipendenti e un’azione legale contro il consiglio di amministrazione.

Ministro Pisano a fiera Las Vegas lancia Made.itAl Ces presenti 68 imprese italiane, 48 nel padiglione Ice

WASHINGTON11 gennaio 202017:13

Il Ministro dell’Innovazione e Digitalizzazione, Paola Pisano, al Consumer Electronic Show (Ces) di Las Vegas ha presentato il Progetto Made.it.Partendo del programma quinquennale presentato in dicembre, il progetto si focalizza sull’internazionalizzazione del brand tecnologico italiano e sullo sviluppo di tecnologie innovative in Italia, tra cui intelligenza artificiale, cyber security, robotica e mobilità del futuro, ma anche su di una sempre maggiore spinta verso l’innovazione in settori quali il turismo, l’agroalimentare, la moda e il design. Il sostegno delle agenzie di governo e di tutto il Sistema Paese all’estero, così come la facilitazione dei processi di cross-fertilization sono la chiave di successo della crescita dell’innovazione italiana nel mondo, ed in particolare sul territorio americano.La presenza italiana si inquadra in un’azione dell’Agenzia Ice volta a promuovere l’innovazione italiana attraverso la partecipazione delle nostre start-up a fiere come Launch, SXSW e l’avvio del progetto Global Startup Program che prevede una fase di tre mesi di permanenza di aziende italiane presso degli incubatori americani. A Las Vegas era presente anche il Presidente dell’Ice, Carlo Ferro.
Numerosa la presenza italiana catalizzata dall’Ice in partnership con la Regione Piemonte e TILT-Theorema. Con 48 imprese ospitate nel padiglione ICE e oltre 20 presenti in maniera autonoma, ancora una volta l’Italia sbarca in qualità di protagonista a Las Vegas. Le imprese italiane hanno anche partecipato alla Investor’s night, evento che ha consentito di mettere in contatto i nostri imprenditori con investitori e venture capitalist americani e dei molti altri Paesi partecipanti alla fiera. Home Mappa del sito

Tecnologia tutte le notizie. Tutte, complete ed approfondite ed in tempo reale. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:01 DI VENERDì 10 GENNAIO 2020

ALLE 06:35 DI SABATO 11 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Zuckerberg abbandona propositi anno e guarda al 2030
Fra le priorità indica cambio generazionale e nuova governance

10 gennaio 2020 13:01

Mark Zuckerberg abbandona i buoni propositi per il nuovo anno e guarda a un orizzonte più lungo: “Invece che sfide annuali cerco di pensare a cosa auguro per il mondo e per la mia vita, al 2030” scrive sul suo profilo Facebook elencando quelle che, a suo avviso, “saranno le cose importanti nel prossimo decennio”.Fra queste, il “cambio generazionale”: “Ritengo che oggi molte importanti istituzioni nella nostra società non facciano ancora abbastanza per affrontare i problemi che le generazioni più giovani si trovano ad affrontare, dal cambiamento climatico, ai costi dell’istruzione, dalla casa alla sanità. Entro la fine del decennio mi aspetto che molte istituzioni saranno guidate da millennial” spiega Zuckerberg. Il numero uno di Facebook ritiene che un’altra delle cose importanti sarà il “decentramento delle opportunità”: la tecnologia – spiega – continuerà a creare opportunità, soprattutto consentendo ad altre parti dell’economia di crescere più velocemente.Fra le priorità anche “nuove forme di governance” per le comunità digitali. “Non ritengo che le società private debbano prendere così tante decisioni importanti che toccano i valori fondamentali della democrazia”, mette in evidenza Zuckerberg, precisando che una delle strade da percorre è quella della regolamentazione.

Microsoft, tecnologia individua pedofili in chatDisponibile a tutti da oggi, si basa su ‘espressioni chiave’

10 gennaio 202016:13

Una tecnologia messa a punto da Microsoft può individuare automaticamente i predatori sessuali che cercano di adescare minori nelle chat, ad esempio quelle delle app di messaging associate ai videogiochi. Il programma, che si basa su alcune ‘espressioni chiave’ che ricorrono nel linguaggio dei molestatori, sarà a disposizione di tutte le compagnie che ne faranno richiesta a partire da oggi, ha annunciato la stessa Microsoft in un post sul proprio blog.L’algoritmo alla base dell’applicazione, che è stato testato nelle chat della Xbox, la consolle Microsoft, è stato sviluppato a partire da alcune tecnologie brevettate dall’azienda. Il programma analizza la conversazione e le assegna un punteggio, che può essere usato per valutare la possibilità di segnalare la chat ad un operatore umano per la verifica di eventuali minacce e la segnalazione alle autorità. “Questo è un passo significativo, anche se non è una panacea – afferma nel post Courtney Gregoire, chief digital safety officer della compagnia -. Lo sfruttamento sessuale e l’abuso dei bambini sul web e la ricerca degli adescatori online sono problemi gravi. Ma non siamo spaventati dalla complessità di queste questioni”.

Tecnologia di consumo, crescerà a +2,5% nel 2020Gfk, trainano smartphone e la regione Asia-Pacifico

10 gennaio 202016:16

Dopo un 2019 stabile, il mercato globale della tecnologia al consumo avrà una crescita del 2,5% e il giro d’affari dovrebbe superare i mille miliardi di euro. Lo sviluppo sarà trainato dal settore telecomunicazioni (+3%), piccoli elettrodomestici (+8%) e Grandi elettrodomestici (+2%). Come per l’anno appena trascorso, la regione Asia-Pacifico continuerà a rappresentare il mercato più importante, con una quota pari al 43% del fatturato globale. Sono alcune delle previsioni della società di analisi Gfk in occasione del Ces di Las Vegas che chiude oggi.In particolare dopo un 2019 “turbolento”, la diffusione del 5G riporterà alla crescita il settore delle telecomunicazioni.”La domanda di smartphone – dicono gli analisti – verrà trainata dalla Cina e dai Paesi emergenti dell’Asia. Innovazione, Performance e Premium continueranno ad essere i principali trend che influenzeranno le decisioni di acquisto”.Secondo la ricerca, “innovazione e design ricercato sono le caratteristiche più apprezzate dai consumatori e il 46% è disposto a spendere di più per prodotti che semplificano la vita. Questa attitudine si riflette nel successo crescente di prodotti come i robot aspirapolvere (+18% a valore), le lavasciuga (+29%) e gli smartwatch (+48%)”.

Esperti e istituzioni a confronto su cybersicurezzaDal 4 al 7 febbraio ad Ancona, anche formazione per i più giovani

ANCONA10 gennaio 202016:11

Frodi informatiche più letali delle bombe: in grado di attaccare dati sanitari sensibili, influenzare le scelte politiche, mettere le aziende sotto ricatto, scoraggiare gli investimenti e paralizzare intere amministrazioni pubbliche e private. Tratterà questi temi la quarta Conferenza nazionale di Cybersecurity Itasec20, che dopo Venezia, Milano e Pisa si svolgerà ad Ancona dal 4 al 7 febbraio sotto l’egida di Università Politecnica delle Marche e Università di Camerino.L’iniziativa, illustrata dal rettore Gian Luca Gregori e dagli esponenti del Dipartimento d’Ingegneria dell’Informazione di Univpm, vuole mettere a confronto esperti d’informatica, membri delle istituzioni (sono attesi i ministri all’Innovazione tecnologica e della Difesa) ed esponenti del mondo imprenditoriale sul tema della cyber sicurezza, con workshop e tutorial legati ad aspetti economici, politici e legali. Ci sarà anche la seconda edizione del Cyber Challenge: il primo programma di addestramento italiano di sicurezza informatica rivolto a studenti tra i 16 ai 23 anni, provenienti da una trentina di atenei italiani.Oltre a formare i professionisti di cybersecurity di domani, servirà a selezionare la nuova squadra nazionale di Cyberdefender, che parteciperà all’European Cyber Security Challenge, vere e proprie Olimpiadi del settore. “Un test – ha detto Gregori – cui ci si può iscrivere entro il 17 gennaio 2020, che consente ai giovani, anche se non sono ammessi, di approfondire le proprie conoscenze informatiche e di appassionarsi ad una materia che fino ad oggi ha sempre garantito uno sbocco occupazionale”. Ad inaugurare la Conferenza alla Mole Vanvitelliana di Ancona, promossa dal Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica (Cini), ci sarà Martin Abadi, di Google Research. Tra i partecipanti anche Paolo Prinetto, direttore del Laboratorio nazionale di Cybersecuruty del Cini.

Apple, vendite iPhone vicine ai 2 miliardi Bloomberg, nell’esercizio fiscale 2020 si stimano 195 milioni di melafonini

10 gennaio 202016:18

L’iPhone di Apple è vicino a raggiungere la cifra di due miliardi di unità vendute. Lo riferisce Bloomberg, in base alle previsioni formulate da otto analisti in occasione dei 13 anni dalla sua prima apparizione, il 9 gennaio del 2007. Il traguardo del primo miliardo di iPhone commercializzati è stato annunciato dal Ceo Tim Cook nel luglio del 2016.In base alle stime, nell’esercizio fiscale 2020 Apple dovrebbe vendere 195 milioni di iPhone, più dei 186 milioni dell’anno precedente. Le vendite complessive arriverebbero quindi a circa 1,9 miliardi di dispositivi.Il numero di iPhone commercializzati nell’anno fiscale 2020 sarebbe inferiore a quelli registrati nel 2015, 2016, 2017 e 2018. Ciò nonostante – evidenzia Bloomberg – per Apple la previsione è di ricavi record, superiori ai 275 miliardi di dollari, grazie a un modello di business in evoluzione che punta di più sui servizi.

Facebook: Tar dimezza multa Antitrust per pratiche scorretteLa sanzione era stata comminata a fine 2018

10 gennaio 202017:35

Sanzione sostanzialmente dimezzata per Facebook, accusata dall’Antitrust a fine 2018 per due violazioni del Codice del consumo. L’ha deciso il Tar del Lazio con due sentenze di accoglimento parziale di altrettanti ricorsi proposti da Facebook Ireland e della sua controllante Facebook.La controversia aveva ad oggetto due condotte ritenute, rispettivamente, ingannevoli e aggressive nei confronti dei consumatori.La prima pratica – sanzionata con 5 milioni di euro – riguardava la fase di registrazione dell’utente e consisteva nel rilascio di un’informativa ritenuta poco chiara e incompleta, giacché, fino al 15 aprile 2018, l’utente che accedeva alla homepage di Facebook per registrarsi, a fronte di un claim sulla gratuità del servizio offerto, non trovava un evidente e chiaro richiamo sulla raccolta e uso a fini commerciali dei propri dati.La seconda pratica contestata – sanzionata con 5 milioni di euro – concerneva il meccanismo di trasmissione dei dati degli utenti dalla Piattaforma ai siti web/app di terzi e viceversa.

Bufera sulla Boeing, ‘737 Max progettato dai clown’Spuntano email interne, ‘poi i controlli effettuati da scimmie’

NEW YORK10 gennaio 202021:50

La crisi del 737 Max non accenna a mollare la presa. E Boeing viene travolta da una nuova pioggia di critiche. A scatenare la bufera sono 100 pagine di e-mail interne alla società in cui i dipendenti mettono in dubbio la sicurezza dell’aereo e deridono le autorità per il processo di approvazione. E-mail shock, che affondano il titolo Boeing a Wall Street dove arriva a perdere l’1,63% e aumentano la pressione sui vertici della società, già alta dopo lo schianto del 737-800 dell’Ukrainian Airlines in Iran. Il 737 Max “è stato progettato da clown e i controlli sono stati effettuati da scimmie”, si legge in una e-mail del 2017. “Se torno” in azienda “non mentirò” alla Federal Administration Aviation, “lo lascio fare a coloro che non hanno integrità”, scrive un dipendente nel marzo del 2018, implicando indirettamente che Boeing ha mentito alle autorità addette alla certificazione del velivolo per aggirare i controlli e velocizzare la messa in volo dell’aereo. In un’altra e-mail, del 2016, un dipendente del marketing di Boeing festeggia la decisione delle autorità di approvare per il 737 Max un breve programma di formazione tramite computer per i piloti che in precedenza avevano guidato il 737 NG. “Si può essere stati lontani da un NG per 30 anni ed essere ancora in grado di saltare su un Max? ADORO!! Questo è molto importante per la struttura dei nostri costi operativi”.Per Boeing infatti l’addestramento dei piloti tramite un semplice corso su un computer era ritenuto cruciale: l’eventuale imposizione di formazione tramite simulatori avrebbe fatto lievitare i costi e ritardato l’introduzione del 737 Max, messo a punto per recuperare il terreno perso nei confronti della rivale Airbus. “Dobbiamo mettere in evidenza e tenere il punto sul fatto che non serve alcuna formazione con il simulatore. Boeing non consentirà che questo accada” e venga imposto: “si scontrerà con ogni autorità che tenterà di imporlo come requisito”, afferma il capo pilota tecnico in una e-mail del marzo del 2017. Una comunicazione quest’ultima a cui fa seguito qualche mese dopo, nel giugno del 2017, l’e-mail di un pilota di Boeing trionfante. Facendo riferimento a Guerre Stellari scrive: “Sembra che il mio trucco mentale da jedi abbia funzionato ancora. Questi non sono i droidi che ci si aspetta!”, dice riferendosi alle autorità. Le e-mail sono precedenti ai due incidenti mortali della Lion Air e dell’Ethiopian Airlines, dopo i quali il 737 Max è stato messo a terra dalle autorità mondiali. Da allora sono passati quasi dieci mesi e al momento non si intravede ancora una data per un ritorno in volo dell’aereo. VAI ALLA POLITICA

Tecnologia tutte le notizie in tempo reale. Tutta la Tecnologia in notizie, sempre approfondite ed aggiornate. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Android, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:13 DI MERCOLEDì 08 GENNAIO 2020

ALLE 13:01 DI VENERDì 10 GENNAIO 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Il telefono 5G più economico è di un outsider
Ces di Las Vegas, Coolpad svela il Legacy a meno di 400 dollari

08 gennaio 2020 16:13

Nell’arena degli smartphone 5G spunta un outsider pronto a conquistare utenti grazie a un prezzo di listino basso. L’azienda è cinese, si chiama Coolpad e al Ces di Las Vegas si è presentata con il suo primo telefono compatibile con le nuove reti cellulari. Il dispositivo arriverà sugli scaffali americani nel secondo trimestre, al prezzo più economico visto finora in Usa: meno di 400 dollari.Lo smartphone è il Legacy 50, con sistem operativo Android 10. Ha uno schermo da 6,5 pollici, due fotocamere posteriori – da 48 e 8 megapixel – e un sensore frontale da 16 megapixel. Il processore è di fascia medio-alta, lo Snapdragon 765 di Qualcomm, coadiuvato da 4 GB di Ram e 64 GB di memoria interna.La batteria è abbastanza capiente, da 4.000mAh, e la scocca non è in metallo, ma in plastica. Al momento non ci sono informazioni su un suo lancio sui mercati europei.

Apple Watch lo salva, Cook gli scriveBrasiliano ha rischiato un attacco di cuore, Ceo gli manda mail

10 gennaio 202012:20

Il ceo di Apple, Tim Cook, ha inviato una e-mail al pubblicitario brasiliano Jorge Freire, dopo che quest’ultimo aveva scritto sui social di aver scoperto che aveva una tachicardia grazie all’apposita applicazione installata sul suo Apple Watch.L’uomo ha raccontato di essere andato in ospedale dopo aver ricevuto un avviso dal dispositivo che avvisava dell’aumento della sua frequenza cardiaca. “Posso dire che Apple Watch mi ha salvato. Non sentivo nulla e avrei potuto avere questa tachicardia per ore. E il risultato di ciò, beh, lo sapete già …”, ha spiegato.La pubblicazione è diventata virale, tanto da raggiungere persino Cook. “Jorge, buon anno nuovo! Sono contento che tu stia bene adesso. Grazie per aver condiviso la tua storia con noi. Ci ispira a continuare ad andare avanti. Saluti, Tim”, ha scritto il numero uno di Apple nel suo messaggio al brasiliano.

Record fondi su Facebook, 30 mln per AustraliaIniziativa di una comica locale, 1,2 mln di persone hanno donato

10 gennaio 202012:20

Con una raccolta fondi da record su Facebook, la comica australiana Celeste Barber ha messo insieme circa 30 milioni di euro destinati alla lotta agli incendi che stanno devastando l’Australia. La cifra, che continua a crescere, è la più alta mai raggiunta su Facebook, ha confermato il socal network a Cbs News.La raccolta fondi di Barber è iniziata il 2 gennaio. Da allora, 1,2 milioni di persone hanno fatto un donazione per la causa. Le condivisioni del post sono arrivate a 1,1 milioni, mentre le persone invitate a donare sono 4,3 milioni.”Per favore, aiutate come potete. Questo è terrificante”, è il messaggio postato da Barber insieme a una foto dei roghi che, ad oggi, hanno ucciso 26 persone e centinaia di milioni di animali, oltre ad aver distrutto oltre 2mila case e ad aver mandato in fumo una superficie di circa 80mila chilometri quadrati.

Twitter, l’utente decide chi può rispondereSi potranno limitare le repliche a persone seguite o menzionate

10 gennaio 202012:27

Twitter presto consentirà agli utenti di decidere chi può rispondere ai loro tweet. La nuova mossa contro il cyberbullismo è stata annunciata dalla direttrice del product management di Twitter, Suzanne Xie, nel corso del Ces di Las Vegas.Come riferisce il sito The Verge, Twitter introdurrà nuove impostazioni per i “partecipanti alla conversazione”, che permetteranno di porre limiti ai gruppi di persone in grado di replicare a un post sul social network.Le opzioni disponibili sono quattro: “Global, Group, Panel, Statement”. La prima consente a chiunque di pubblicare una risposta a un tweet dell’utente; la seconda limita questa possibilità alle persone seguite e a quelle menzionate; la terza soltanto alle persone menzionate nel post. Con la quarta opzione, invece, nessuno può rispondere al tweet dell’utente, che in pratica pubblica una dichiarazione senza possibilità di replica.La novità, che rientra negli sforzi di Twitter per rendere più sano il confronto sulla piattaforma, sarà sperimentata nel corso di questo trimestre.

Samsung, a picco i profitti del quarto trimestre2019 anno difficile per aumento scorte chip e calo dei prezzi

08 gennaio 202017:14

Anno amaro il 2019 per Samsung. Il più grande produttore al mondo di smartphone ha annunciato stime sul quarto trimestre di profitti operativi in calo di oltre un terzo, in scia alle difficoltà incontrate nel corso dell’anno, caratterizzato dal rigonfiamento delle scorte di chip e dalla diminuzione dei prezzi, in contrasto con la forte espansione del mercato registrata negli anni precedenti.I profitti operativi nel periodo ottobre-dicembre sono ammontati a 6,1 miliardi di dollari, in calo del 34,2% su base annua.Si tratta comunque di un risultato superiore alle stime degli analisti e relativamente migliore anche rispetto ai trimestri precedenti, chiusi con un dimezzamento dei risultati. Per l’intero 2019 i profitti sono infatti in picchiata di circa il 53% e le vendite in flessione del 5,8%.

Così sarà l’iPhone economicoOnline in render del dispositivo, somiglia all’iPhone 8

09 gennaio 202017:50

L’iPhone economico atteso nella prima metà di quest’anno avrà l’aspetto del “vecchio” iPhone 8 del 2017. E’ quanto suggeriscono alcuni render dei dispositivo pubblicate in esclusiva dal sito iGeeksBlog in collaborazione con il noto leaker Steve Hemmerstoffer.
Stando alle voci in circolazione, il melafonino potrebbe chiamarsi iPhone SE2 o iPhone 9, e costare circa 400 dollari. Le dimensioni, secondo Hemmerstoffer, dovrebbero essere analoghe a quelle dell’iPhone 8 da 4,7 pollici. Soltanto lo spessore sarebbe lievemente più elevato rispetto al modello di tre anni fa, passando da 7,3 a 7,9 millimetri.
Esteticamente lo smartphone si presenta senza notch ma con cornici abbastanza vistose, di cui quella inferiore ospiterebbe il Touch ID. Una singola fotocamera è nella scocca posteriore, che dovrebbe consentire la ricarica wireless di altri dispositivi. L’attesa è anche per una batteria capiente e per un processore potente, l’A13 Bionic che equipaggia i nuovi smartphone della Mela.

Il doodle di Google per Vicente HuidobroPer l’anniversario della nascita di uno dei maggiori poeti cileni

10 gennaio 202009:39

Vicente Huidobro è stato un poeta cileno, ideatore del creazionismo. A lui, per i 127 anni dalla sua nascita avvenuta a Santiago del Cile il 10 gennaio 1893, è dedicato il doodle di Google di oggi.Vicente Huidobro è considerato fra i quattro maggiori poeti cileni, insieme con Neruda, De Rokha e Mistral. Morì a Cartagena il 2 gennaio 1948. Home Mappa del sito

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Over 65 italiani meno ‘social’ dei coetanei europei
Nel 2016 solo il 7% usava i social network rispetto al 16% in Ue

09 gennaio 202015:05

Gli anziani in Italia sono molto meno ‘social’ dei loro coetanei europei: secondo uno studio condotto nell’ambito del progetto Ageing in a Networked Society, coordinato da Emanuela Sala, docente del dipartimento di Sociologia e ricerca sociale di Milano-Bicocca, e sostenuto da Fondazione Cariplo, infatti, solo il 7% degli over 65 nel 2016 utilizzava i social network, contro il 16% di media europea.
I risultati della ricerca saranno presentati il 13 gennaio proprio all’Università Bicocca, un’occasione per presentare anche altri studi sul rapporto fra anziani e nuove tecnologie.
Grazie a una App di monitoraggio, ad esempio, che ha permesso di analizzare l’uso dei social network da parte di 30 volontari Auser di Monza fra i 65 e i 75 anni, si è visto che in media gli anziani consultano lo smartphone 127 volte al giorno per un totale di un’ora e 8 minuti e un tempo medio di 32 secondi per volta. I social più seguiti sono in primis WhatsApp (52%), seguito da Facebook (36%), YouTube (10%), LinkedIn (1%) ed Instagram (1%).

Al Ces anche la toilette diventa hi-techDal robot per la carta igienica al water con assistente vocale

10 gennaio 202012:48

Al Ces di Las Vegas, l’enorme fiera annuale dell’elettronica di consumo, la tecnologia arriva in ogni angolo della casa, bagno compreso. Tra le migliaia di gadget in esposizione, non mancano i dispositivi pensati per questa stanza: si va dal robot che distribuisce la carta igienica, allo spazzolino super rapido, fino al water intelligente – e costosissimo – con assistente vocale.Il RollBot è un robot su ruote che si connette via Bluetooth allo smartphone dell’utente, che all’occorrenza lo chiama per farsi portare la carta igienica. A crearlo è Charmin, un marchio della Procter & Gamble, che al Ces ha svelato anche SmellSense, un sistema di sensori per tenere sotto controllo gli odori del bagno.Un altro marchio della multinazionale americana, Pampers, ha invece mostrato Lumi, il primo pannolino connesso: i sensori monitorano il sonno del neonato, oltre ad avvisare in modo tempestivo quando è il momento di cambiare il bebè. Il sistema comprende anche una videocamera e uno schermo per monitorare il pargolo, con sensori di temperatura e umidità.All’igiene dentale pensa l’azienda francese FasTeesH con Y-Brush, un sostituto dello spazzolino in grado di pulire ciascuna delle due arcate in cinque secondi. L’anno scorso il prodotto era stato mostrato come prototipo, ma ora è pronto per la commercializzazione.Altro gadget già visto, ma ora aggiornato alla versione 2.0, è il water intelligente Lumi: secondo il suo produttore, Kohler, offre funzioni personalizzate di lavaggio e asciugatura, sedile riscaldato, luci ambientali multicolore, altoparlanti integrati e l’assistente vocale Alexa di Amazon. Sarà prenotabile nel secondo trimestre a un prezzo che parte da 7mila dollari.

Verily assume ex di TeslaE’ la divisione sanità di Alphabet

NEW YORK10 gennaio 202012:38

– Verily, la divisione salute e scienza della vita che fa capo a Alphabet, la holding che controlla Google, assume l’ex chief financial officer di Tesla, Deepak Ahuja. “La sanità è in uno stato di crisi. Verily ha soluzioni – afferma Ahuja – che possono definire in modo nuovo l’approccio al settore riducendo i costi e migliorare le cure”.

Start up italiane in green e rosa a Las VegasPer il terzo anno alla fiera tecnologica Ces

10 gennaio 202012:53

Dalla ‘video-cuffia’ che funziona come un sistema di videocomunicazione mobile pensata per professionisti, operatori e volontari del mondo del soccorso, alla app che consente ai turisti di individuare dove essere ospitati per una cena in casa nella città che stanno visitando; dal dispositivo per individuare sesso, età, emozioni e interpretare lo sguardo grazie alle immagini di una videocamera, a quelli che rilevano il livello di inquinamento in ambienti chiusi o la presenza di una persona, anche se questa è assolutamente immobile. Sono le proposte di alcune delle 47 start up italiane, provenienti da 13 regioni, presenti al Consumer Electronics Show (Ces) di Las Vegas (fino a domani).Per questa terza missione Tilt – fondata da Area Science Park e dalla privata Teorema e che organizza la missione negli Usa – e Agenzia Ice, portano a Las Vegas giovani imprese operanti nei settori Smart home, Wearable, Health & Wellness, Vehicle e eCommerce/enterprise. Per la prima volta, poi, spiega il presidente di Teorema, Michele Balbi, “sono presenti 9 start up a guida femminile e 9 green e abbiamo coperto i 13 cluster proposti al Ces”.L’obiettivo, sottolinea, è offrire alle nuove eccellenze italiane l’opportunità di presentarsi a investitori e aziende internazionali. In tre anni, ricorda dal canto suo Stefano Casaleggi, direttore generale di Area Science Park, Ente nazionale di ricerca triestino, “abbiamo investito 1 milione di euro, presentando circa 150 aziende alla Fiera”. Nel tempo, dunque, la presenza italiana è cresciuta sia in termini “qualitativi e quantitativi”.Tilt e Ice hanno organizzato nel padiglione Italia (circa 800 metri quadrati), l”Investors Night’. Una serata cui hanno partecipato circa 250 tra investitori e aziende per conoscere il vivaio di talenti Made in Italy. Un appuntamento che ha registrato “il crescente interesse nei confronti delle nostre start up da parte degli investitori non soltanto come potenziali investitori ma anche in qualità di partner operativi della nostra creatività”, ha fatto sapere Balbi.Il prossimo passo, conclude Casaleggi, è provare ad “ampliare l’internazionalizzazione e la visione dei mercati su cui investire, puntando su e-health e sensoristica e guardando non soltanto agli Usa ma anche alla Germania e Israele”.