Aggiornamenti, Android, Notizie, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 14:32 DI MARTEDì 11 DICEMBRE 2018

ALLE 04:40 DI MERCOLEDì 12 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Instagram come WhatsApp, arrivano i messaggi vocali
Funzione ‘Walkie talkie’, durata massima di 1 minuto

Oppo, nel 2019 investirà 1,27 mld euro in ricercaL’azienda cinese, saremo tra i primi a lanciare smartphone 5G

Facebook, brevetti per prevedere spostamenti utentiSito Buzzfeed, richieste depositate nel 2017

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Instagram come WhatsApp, arrivano i messaggi vocali. La funzione è già disponibile per molti utenti in tutto il mondo, è necessario scaricare l’ultima versione Android o iOS dell’app. I messaggi vocali sono possibile nella sezione Direct, cioè i messaggi privati tra utenti.
Instagram ‘walkie talkie’, così si chiama la funzione, permette messaggi della durata massima di un minuto, come su Facebook Messenger, altra app dell’universo Zuckerberg. Agli utenti basterà, come per la funzione presente in altre app, tenere premuto il pulsante del microfono per registrare una nota vocale. La quale, a differenza delle Storie che vengono automaticamente eliminate dopo 24 ore, saranno disponibili nella chat in qualsiasi momento.
La compagnia cinese Oppo investirà in ricerca e sviluppo 10 miliardi di yuan, pari a 1,27 miliardi di euro, nel corso del 2019, una cifra superiore del 150% rispetto a quanto investito nel 2018. Lo ha reso noto il fondatore e ceo dell’azienda, Tony Chen, in occasione di un evento nella città di Shenzhen.Oppo, tra i primi cinque costruttori mondiali di smartphone, ha evidenziato l’importanza delle reti 5G: “E’ un trend che dobbiamo accogliere con entusiasmo. Oltre a batterci per essere la prima società produttrice di smartphone 5G, dobbiamo dedicarci all’analisi delle opportunità di applicazione di questa tecnologia nell’era del 5G+. Saranno queste possibilità, in ultima istanza, a determinare il valore del 5G stesso”, ha dichiarato Chen.L’azienda nei giorni scorsi ha messo in mostra un prototipo 5G del suo smartphone Find X, e si è detta certa che sarà tra le prime società a portare sul mercato un telefono compatibile con le reti mobili di nuova generazione.La società prevede inoltre di sfruttare l’intelligenza artificiale (AI) per sviluppare una gamma di dispositivi, tra cui smatwatch e soluzioni per a casa connessa, che “avranno come cuore lo smartphone”, ha detto Chen.
Facebook ha depositato diverse richieste di brevetto che usano la localizzazione di un utente per prevedere dove sarà nel futuro e quando sarà offline. A rivelarlo è il sito Buzzfeed, secondo cui le richieste risalgono al maggio 2017.”Spesso cerchiamo brevetti per la tecnologia che non implementiamo mai, le domande di brevetto non dovrebbero essere considerate un’indicazione di piani futuri”, ha puntualizzato il portavoce di Facebook, Anthony Harrison.Uno dei brevetti si chiama ‘Offline trajectories’: utilizza i dati dell’utente e li incrocia con quelli di altre persone per calcolare i possibili itinerari. Un altro brevetto, invece, si chiama ‘Location Prediction Using Wireless Signals on Online Social Networks’ e si basa invece sulla forza dei segnali wi-fi, Bluetooth, cellulare e Nfc per stimare la pozione attuale e predire i movimenti successivi.Una terza tecnologia, ‘Predicting Locations and Movements of Users Based on Historical Locations for Users of an Online System’, mette infine in relazione i movimenti dell’utente con una serie di applicazioni, compresa la fornitura di pubblicità, basate sulla posizione futura o ‘tarate’ in modo da essere disponibili anche quando la persona è offline.     

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

SEDE FACEBOOK EVACUATA: MINACCIA BOMBA

SEDE FACEBOOK EVACUATA: MINACCIA BOMBA

AGGIORNAMENTO DELLE 04:05

DI MERCOLEDì 12 DICEMBRE 2018

SEDE FACEBOOK EVACUATA: MINACCIA BOMBA

 

NEW YORK

– La sede di Facebook a Menlo Park è stata evacuata per una minaccia bomba. Lo riportano i media americani citando la polizia locale. Secondo indiscrezioni, l’allarme è scattato su segnalazione della polizia di New York.     

STAMPA

Accessibilità, Aggiornamenti, Nvda, Procedure, Tecnologia

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

INDICE

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

•PREMESSA•USO DEL PROGRAMMA IN PARTICOLARE CON IL LETTORE DI SCHERMO NVDA•CONCLUSIONI

INTRODUZIONE

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

In questa guida andrò a spiegare come funziona il programma 4K Video Downloader ottimo programma alternativo a Songr per scaricare da Youtube. Premetto che scaricare da Youtube, se non si ha l’account Premium, così come da altri siti, in maniera impropria, è illegale ed io non mi assumo di certo la responsabilità di ciò che farete, mi permetto di sottolineare che tale programma non l’ho creato io e siccome esiste e funziona, io appunto non farò altro che riportare cose messe a disposizione dall’informatica. Detto ciò, siccome sembra che il vecchio caro Songr vada verso la sua fine, a meno di non provare ad usarne versioni più vecchie, cosa che sconsiglio per altre ragioni, vi dico che in effetti non mancano le possibilità alternative per raggiungere lo scopo, dai siti online ai programmi appunto, uno dei quali, è proprio quello che sto per presentarvi.

USO DEL PROGRAMMA IN PARTICOLARE CON IL LETTORE DI SCHERMO NVDA

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

Per tutti, anche i vedenti, in linea generale l’uso del programma è semplicissimo, dopo l’installazione e l’apertura, nella finestra principale basterà premere control+v sulla tastiera ed incollare quanto prima avrete già selezionato e poi copiato. Partirà l’analisi ed intanto potrete scegliere i parametri che si possono anche lasciare tali, ma anche modificarli a proprio piacimento, dalla qualità normale a quella alta, o bassa ed anche i formati dei files ed altri parametri. Si può anche estrarre l’audio solo, senza video, dal file multimediale. Ora io ne spiegherò le funzionalità da tastiera avvalendomi dello screen reader Nvda come ampiamente sottolineato.

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

SCARICATE DUNQUE IL PROGRAMMA: 4kvideodownloader_4.4.11_x64   Salvate il file che è in formato compresso .zip e decomprimetelo ed eseguite il file .msi. Portate a termine l’installazione ed avviate il programma dall’icona sul desktop, a meno che non decidiate di avviarlo immediatamente, ciò sarà già possibile di default poichè come quasi tutti i programmi, ha la casella spuntata per avviarsi dopo la fine dell’installazione.

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

Per scaricare da Youtube fare come segue: aprire Youtube e trovare il video desiderato, selezionarlo con control+l o con f6 e quindi copiare la selezione con control+c. Quindi iconizzare e tornare sulla finestra del programma 4K Video Downloader ed incollare con control+v quanto prima selezionato e copiato. Nvda reciterà “dialogo, analisi, Annulla”, attendete qualche secondo e di tab troverete proseguendo il pulsante Download Enter sul quale, dando Spazio o Invio, potrete scaricare il video. Ora alcune doverose precisazioni: andando di Tab è comunque tutto abbastanza intuitivo, intanto durante l’analisi troverete il pulsante per interromperla, poco dopo lascerà il posto al pulsante Download Enter Pulsante. Nella finestra potrete decidere la Qualità del video, se di Alta qualità, che di default non è attivata, è un pulsante radio, così come la Qualità normale, altro pulsante radio, si attivano singolarmente o uno o l’altro, con lo spazio, se attiverete uno, automaticamente si disattiverà l’altro e si trovano andando di tab, dopo il pulsante Annulla. Anzi, vi sono 2 pulsanti radio per la Qualità Normale, cambiano altri parametri come 360P ed anche ovviamente il peso del file, potrete leggere tutto il completamento della finestra con la navigazione ad oggetti di Nvda, muovendovi con il tasto Nvda (solitamente Insert della tastiera estesa, comunque lo saprete voi 🙂 )+ i tasti 4 e 6 del tastierino numerico, mi raccomando con il tastierino spento, così avrete una panoramica completa di ciò che solo di tab non si legge.

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

Vi è anche, sempre di tab, il pulsante radio per la Bassa risoluzione. Al prossimo Tab la sintesi vocalizza “Down casella combinata nessuno” e, controllando come vi ho suggerito, con la navigazione ad oggetti di Nvda, scoprirete che quel “nessuno” è riferito alla voce “Scaricamento sottotitoli”, se infatti espandete il menù a tendina, avrete anche la voce “Italiano trascritto”. Lasciate la freccia sull’elemento dei 2, desiderato e quello resterà selezionato. In realtà sono numerose queste caselle, più avrete memorizzato video, più ve ne saranno, comunque, una volta terminata la serie di queste caselle combinate, tutte relative allo “Scaricamento sottotitoli” con le stesse 2 opzioni: “Nessuno” ed “Italiano trascritto”,  sempre andando di Tab, troverete un Riquadro, quindi ancora Tab ed avremo un’altra casella combinata: “DOWN casella combinata scarica video” ed è l’impostazione dunque di default. Se espandete la casella con la freccia verticale, sarete su “Estrai audio” che Nvda subito non vocalizza, però fidatevi, basterà premere tab e poi shift+tab e sentirete questa volta “Down casella combinata Estrai audio”. Ora, se lasciate su “Scarica video”, i formati che troverete andando di Tab sono relativi ovviamente ai video, avremo sempre una casella combinata con il file in .mp4, l’estensione migliore per i video secondo me, fruibile per tutti i dispositivi. Se espandete la casella dei video, oltre a .mp4, avrete almeno anche MKV e 3gp, io parlo della versione Standard del programma, vi è anche la versione Pro, se lo desiderate, acquistabile ed attivabile dal programma stesso.

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

Ancora ci muoviamo di Tab e dopo un nuovo Riquadro, avremo il percorso della cartella in cui viene salvato il file ed anche il nome del file medesimo. Al prossimo tab come di solito, abbiamo il pulsante Sfoglia che ci permette di Modificare il percorso di destinazione. A voi la scelta.  Ancora Tab ed abbiamo un altro Riquadro, che corrisponde al Pulsante Annulla (tutti i confronti fateli in parallelo tra la navigazione ad oggetti ed i movimenti di Tab descritti). Dopo il Riquadro, ecco “Download Enter Pulsante”, premete Spazio o Invio ed il vostro file sarà nel vostro PC. Se iconizzate comunque con alt+tab tornando poi sul programma, nella finestra di dialogo, sentirete tutti i dettagli dello scaricamento recitati dalla sintesi. Questo anche prima di scaricare, proprio ad esempio qui sino a questo punto che vi ho descritto. Ora, i files scaricati, non sono immediatamente accessibili, si potranno scorrere con la freccia e si udiranno soltanto elementi come “riga 1, riga 2, riga 3 etc..” e per ciascuno “selezionato” o “non selezionato”, però vi suggerisco questo escamotage: posizionatevi su una delle righe, ovviamente se avrete un solo file, la prima sarà inequivocabilmente quello, le altre righe sono in cronologia e dunque scendendo di freccia saranno sempre più vecchi i video; premendo su uno qualunque di essi, il tasto applicazioni, potrete accedere ad un menù che contempla molte voci, tra cui Riproduci e subito dopo “Visualizza nella cartella”, poi ve ne sono molte altre utili, come poter copiare il link, aprire il link nel browser etc… Così potrete, dando Invio su “Visualiza nella cartella”, entrarvi direttamente e leggere e fare ciò che volete dei vostri files.

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

Prima vi dicevo che quando scegliete la qualità audio, dove vi ho spiegato, mentre di default per i video c’è l’mp4, per gli audio di default vi è il file .mp3 ed espandendo, altri formati. Alle altre voci del programma, si può accedere premendo alt e poi di tab avrete 4 voci principali: File, Download, Strumenti ed aiuto. Ma, dopo aver premuto alt, potrete anche usare le frecce orizzontali e verticali e troverete ancora altri menù.

CONCLUSIONI

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

Nonostante qualche escamotage, ritengo che il programma sia di fatto gestibile e che faccia il suo dovere, oltretutto permette di scaricare anche da altre piattaforme, gode di supporto e la possibilità di inviare dei feedbacks, cosa che ho già personalmente fatto con gli sviluppatori in modo da migliorare le pecche e le mancanze ancora presenti in ambito Accessibilità.

SCARICARE VIDEO DA YOUTUBE CON 4K VIDEO DOWNLOADER ED NVDA

E voi che ne pensate? Vi siete trovati bene dopo aver letto questa piccola guida? Non mancate di farmelo sapere usando tutti i modi messi a disposizione qui sul sito. Likes e Condivisioni sono sempre bene accetti! 🙂 Buona navigazione!     

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:06 ALLE 14:32

DI MARTEDì 11 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Katy Perry entra nei mondo dei videogame
Sarà un personaggio di ‘Final Fantasy Brave Exvius’

Amazon Go sbarcherà anche in EuropaIndiscrezioni Telegraph, società cerca grande spazio a Londra

Usa, notizie si leggono più dai social che dai giornali Studio Pew, tv resta al top,percentuali si ribaltano con giovani – Cybersicurezza,intesa Ue prodotti sicuri
Etichetta facoltativa anche per elettrodomestici connessi

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Dopo Ariana Grande, anche Katy Perry entra nel mondo del videogioco “Final Fantasy Brave Exvius”, spin-off della saga pluridecennale di Final Fantasy (il primo capitolo risale al 1987). Lo sviluppatore del videogame, Square Enix, ha annunciato la presenza della pop star attraverso un video su YouTube in cui Perry canta una nuova canzone, dal titolo “Immortal Flame”.Il filmato, che dura poco più di due minuti, mostra Katy Perry e il suo cagnolino Butters nella vita reale e, in forma pixellata, all’interno del videogioco. La cantante – si legge nella descrizione del video – sarà un personaggio giocabile in “Brave Exvius” a partire dal 12 dicembre, quando entrerà nella lista dei combattenti fantasy.
Katy Perry non è la prima cantante ad apparire nel videogioco. All’inizio del 2017 era stata Ariana Grande a trasformarsi nel personaggio di “Dangerous Ariana” portando nel game anche una versione remixata della canzone “Touch It”.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Amazon Go, il supermercato senza casse ne’ commessi, arriva anche in Europa. Sbarcherà a Londra.
Secondo indiscrezioni del Telegraph, la società di Jeff Bezos sta cercando un grande spazio a Oxford Circus, il cuore commerciale della città. Il colosso dell’eCommerce ha aperto il suo primo negozio Amazon Go nel suo campus di Seattle: per fare acquisti non c’è bisogno di commessi, ne’ di cassieri, si mette la merce in un carrello e un sistema di sensori, algoritmi e telecamere fa automaticamente il conto che viene addebitato direttamente sul proprio account Amazon.
Attualmente ci sono sette negozi Amazon Go negli Stati Uniti e la società sta considerando l’apertura di 3.000 punti vendita entro il 2021. Ci sarebbero già contatti per aprire negozi di questo tipo nei grandi scali aeroportuali statunitensi, si parla di Los Angeles, il secondo più trafficato del Paese, e del San Jose International Airport.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Sempre più persone leggono le notizie dai social media piuttosto che dai giornali. A certificare un trend in corso da tempo è una nuova ricerca del Pew Research Center condotta sugli utenti statunitensi. Rileva che 1 americano su 5 (il 20% del campione) legge notizie dalle piattaforme social in confronto al 16% di chi si informa sui giornali (lo scorso anno la percentuale era uguale). Secondo la rilevazione, la tv resta però in cima alla lista delle fonti di informazione col 49%; seguono la radio (33%) e i siti web (26%).
Tra i diversi tipi di notizie tv, quelle locali sono le più popolari. La dieta mediatica cambia drasticamente col variare dell’età. Ad esempio, la grande maggioranza (81%) degli over 65 ha come fonte principale la tv, così come il 65% dei 50-64enni. Percentuali che cambiano drasticamente per i più giovani: il 36% dei 18-29enni si informa sui social network, il 2% sui giornali, il 16% con la tv.

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

BRUXELLES

– Intesa Ue sulla cybersicurezza, che prevede l’introduzione di etichette facoltative per certificare i prodotti ‘cybersicuri’ come elettrodomestici o auto connesse, e un rafforzamento dell’Enisa in un’Agenzia Ue vera e propria per aiutare e coordinare gli stati membri nella loro lotta agli attacchi informatici. Il testo legislativo finale negoziato da Parlamento, Consiglio e Commissione Ue, dovrà ora ricevere l’ok formale sia da parte dei 28 che dall’Aula per essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale ed entrare in vigore così 20 giorni dopo. Il nuovo sistema di un marchio che certificherà il livello di cybersicurezza del prodotto o servizio acquistato – di base, sostanziale, elevato – sarà valido in tutti i Paesi Ue ma sarà sufficiente riceverlo da un solo stato membro perché sia valido negli altri. A dare i certificati saranno organismi indipendenti autorizzati, mentre per la certificazione di base sarà sufficiente un’autocertificazione dell’impresa. Questo meccanismo di etichette resta però una misura facoltativa per ora, ma verrà rivista nel 2023 per valutare se renderla obbligatoria o meno.
L’Enisa invece si vedrà rafforzati i poteri e aumentate le competenze, in particolare coordinando le risposte dei 28 in caso di cyberattacchi, conducendo esercitazioni, fornendo formazioni e assicurando che tutti gli stati membri attuino in modo corretto le misure Ue.     

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

LADY HUAWEI PRONTA A LIBERTà VIGILATA

LADY HUAWEI PRONTA A LIBERTà VIGILATA

AGGIORNAMENTO DELLE 23:55

DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

LADY HUAWEI PRONTA A LIBERTà VIGILATA

WASHINGTON

– Meng Wanzhou, capo finanziario di Huawei e figlia del suo fondatore Ren Zhengfei, arrestata in Canada su richiesta Usa per presunte violazioni della sanzioni americane all’Iran, si e’ detta pronta a sottomettersi alla libertà vigilata se la sua domanda di scarcerazione sarà accolta da un tribunale di Vancouver. Lo hanno reso noto i suoi avvocati, spiegando che Meng, se liberata, si accollerà tutti i costi legati alla sua sorveglianza 24 ore su 24, affidandola a due società private di servizi di sicurezza, una delle quali diretta da ex poliziotti e militari canadesi.
La donna risiederebbe in una delle sue costose proprietà a Vancouver, accetterebbe di restituire il passaporto, di portare il braccialetto elettronico e di versare una cauzione sostanziosa.       

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

APPLE E QUALCOMM: BATTAGLIA IN CINA

APPLE E QUALCOMM: BATTAGLIA IN CINA

AGGIORNAMENTO DELLE 18:41

DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

APPLE E QUALCOMM: BATTAGLIA IN CINA

Qualcomm incassa un aprima vittoria in Cina sul fronte dei brevetti: il tribunale di Fuzhou ha concesso un divieto di importazione di iPhone 6s e fino all’iPhone X (cioè i dispositivi che a bordo ahanno un sistema operativo antecedente all’attuale iOS12) per violazione di due brevetti. Il più grande fornitore di chip per telefoni cellulari ha depositato la sua causa in Cina alla fine del 2017.
Immediata la reazione di Apple. ”Lo sforzo di Qualcomm di vietare i nostri prodotti – dice – è l’ennesima disperata mossa da parte di una società che è sotto indagine per le sue pratiche illegali” in molti paesi. ”Tutti i modelli di iPhone restano disponibili per i nostri clienti in Cina”.
Apple gira in calo a Wall Street, dove arriva a perdere l’1,54%. I titoli Qualcomm salgono del 3,30%
Secondo quanto riferito da Qualcomm, e riportato dalla stampa americana, la giustizia cinese ha deliberato che Cupertino ha infranto due suoi brevett ed emesso un’ingiunzione che vieta le vendite di alcuni modelli di iPhone in Cina. ”Apple continua a beneficiare della nostra proprietà intellettuale senza volerci compensare. L’ordine della corte è un’ulteriore conferma della forza del nostro portafoglio brevetti”, afferma Qualcomm.       

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 11:04 ALLE 15:10

DI LUNEDì 10 DICEMBRE 2018

SOMMARIO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

World Economic Forum, sul web serve più responsabilità
Rapporto indica sei aree di azione

Cina a Canada, su Huawei violato accordoE Tokyo conferma esclusione colosso cinese da appalti

Cina, c’è un comitato etico sui videogiochiHa già revisionato 20 titoli, rigettandone nove

Australia: Google e Facebook dominanti, serve un regolatoreGarante concorrenza, hanno un impatto negativo sull’informazione

Facebook, impiegati usano un secondo telefono per parlareInchiesta Buzzfeed, situazione interna di grande tensione – Samsung, 5G anche per auto autonome
E prossimo Galaxy supporterà tecnologia, iPhone con 5G nel 2020

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Oltre il 50% della popolazione mondiale è su internet e il traguardo del 60% è atteso per il 2022 con un’economia e una società sempre più digitalizzate. Ma serve un’iniezione di responsabilità e fiducia, visto che “meno della metà di coloro che sono già ‘connessi’ confida che la tecnologia li farà vivere meglio”.
E’ il risultato del rapporto ‘Our Shared Digital Future’ del World Economic Forum che indica 6 aree di azione per una società ed economia digitali sostenibili, inclusive e meritevoli di fiducia della popolazione. Per dare a internet una forza d’impatto positiva nell’economia e nella società: dalla chiusura del ‘digital divide’ all’identità digitale, dalla necessità di un modello di business sostenibile alla cybersecurity fino al governo della Quarta rivoluzione industriale, promettente ma piena di sfide.
Per concludere con il tema cruciale dei dati, il cui utilizzo può far bene alla società ma con la necessaria protezione di “privacy, innovazione e giustizia”.
La Cina accusa il Canada di aver violato un accordo bilaterale per il mancato avviso tempestivo dell’arresto di Meng Wanzhou, direttore finanziario del colosso Huawei, al centro di un caso che sta facendo salire le tensioni tra i due Paesi. “Secondo il protocollo consolare Cina-Canada, se un cittadino cinese è arrestato dal governo canadese, questi lo deve notificare tempestivamente all’ambasciata cinese”, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri, Lu Kang, secondo cui “il governo canadese non lo ha fatto”.Nel frattempo il governo giapponese ha annunciato l’esclusione dei due colossi cinesi delle telecomunicazioni, Huawei e Zte, dagli appalti pubblici, a causa dei presunti rischi sulla cybersecurity in ambito militare e finanziario. La decisione di Tokyo segue quella dello scorso agosto degli Stati Uniti, che tramite il ‘National Defense Authorization Act’ avevano vietato i prodotti della Huawei e Zte negli apparati statali, a causa degli stretti legami ipotizzati tra il governo cinese e le due aziende.
Nuova stretta della Cina sui videogiochi. C’è un comitato etico che li esamina e si assicura che non siano dannosi, incitino alla violenza o provochino dipendenza. Il comitato – spiega l’agenzia Xinhua News Agency – è composto da esperti e ricercatori ma anche da università, enti professionali, mezzi di informazione, associazioni industriali.Esegue una revisione etica e fornisce una specie di guida per le società che producono giochi affinché siano consapevoli delle implicazioni morali e sociali. Il comitato ha già revisionato 20 giochi, rigettando nove di questi e chiedendo modifiche agli altri 11. Inoltre, il South China Morning Post afferma che il governo sta istituendo un sistema di licenze che potrebbe richiedere più tempo, gravando così su sviluppatori e l’industria di settore.Qualche settimana fa si è diffusa la notizia che il colosso cinese Tencent sta elaborando un sistema per limitare a poche ore del giorno l’uso dei giochi ai più giovani. “La protezione dei minori è importante e riguarda l’intera società. Tencent ha un alto livello di responsabilità e di obblighi in questo senso”, ha spiegato un portavoce al Wall Street Journal.
– L’autorità garante della Concorrenza australiana (Accc) ha raccomandato oggi un esame più severo e la creazione di un nuovo ente regolatore per controllare la posizione dominante di Facebook e Google nel mercato pubblicitario e informativo online.
In un rapporto preliminare, l’Autorità ha espresso preoccupazione per il potere detenuto dalle due piattaforme americane. L’attenzione è al loro impatto sulle imprese australiane e, in particolare, sulla “capacità del settore dei media di monetizzare i suoi contenuti”, cioè le notizie.
“La flessione dei ricavi pubblicitari ha portato a una riduzione del numero di giornalisti negli ultimi dieci anni. Ciò ha implicazioni su tutta la società”, perché “il giornalismo svolge un ruolo fondamentale nella società”, ha detto il garante della Concorrenza, Rod Sims, evidenziando anche il problema dell’affidabilità delle news veicolate da Facebook e Google.
Il nuovo organismo potrebbe supervisionare le attività delle due aziende, e chiedere informazioni sugli algoritmi che decidono in quale ordine gli utenti vedono i contenuti.
Per i colossi della Silicon Valley si tratta del secondo intoppo in Australia nell’arco di pochi giorni. La settimana scorsa il Parlamento di Canberra ha approvato una legge che chiede ai big tecnologici come Google, Apple e Facebook di fornire alle forze dell’ordine l’accesso ai dati criptati degli utenti conservati su smartphone e applicazioni.

Dopo un anno nero e tensione interna crescente, i dipendenti di Facebook per sfogarsi tra di loro hanno iniziato ad usare un secondo telefono, ‘burner phone’, di quelli più economici come si usavano una volta che hanno il pregio di garantire la non tracciabilità.La notizia è riportata da Buzzfeed all’interno di un lungo articolo che delinea una situazione interna alla società di grandi tensioni e divisioni, con fazioni pro e contro Zuckerberg.”È lo stato d’animo del bunker – ha detto alla testata un ex impiegato di Facebook – Queste persone sono sotto assedio da 600 giorni. Sono stanche e irritabili. C’è un crescente senso di paranoia”. Da qui l’uso di questo tipo di telefoni da parte degli impiegati per poter parlare liberamente e sfogarsi tra di loro.E’ un “periodo difficile” e “siamo più determinati che mai a continuare a fare progressi sui problemi che abbiamo affrontato”: così un portavoce di Facebook ha risposto a BuzzFeed News che ha chiesto un commento all’articolo. – Samsung batte Apple sul 5G. Secondo indiscrezioni, il supporto alla rete ultra veloce sarà sul Galaxy S10, il telefono del decennale atteso nella primavera del 2019, e la compagnia sudcoreana sta sviluppando anche un network 5G per le auto autonome che consentirebbe di scambiare dati più velocemente. Mentre – è notizia dei giorni scorsi – per l’iPhone 5G si dovrà aspettare il 2020. Samsung sta collaborando con la Korea Transportation Safety Authority (KOTSA) per sviluppare un’infrastruttura di rete ‘mobile’ per veicoli autonomi da testare in un’area apposita chiamata K-City. E il colosso sudcoreano ha portato a termine una sperimentazione per la rete 5G su un telefono con un processore di Qualcomm, lo Snapdragon 855 che supporta questo tipo di rete. Questo processore, molto probabilmente, troverà posto sui Galaxy S10 previsto in primavera.
Per vedere un iPhone che supporta il 5G bisognerà invece aspettare il 2020. Lo ha rivelato Bloomberg. Apple sta pianificando di ritardare il supporto per le reti di nuova concezione, proprio come del resto aveva fatto con l’avvento delle precedenti tecnologie 3G e 4G. Secondo Cupertino, il problema sarà la scarsa copertura delle reti 5G, che nei primi tempi non arriveranno ovunque nel mondo.         

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

FACEBOOK E LE TELEVENDITE

FACEBOOK E LE TELEVENDITE

AGGIORNAMENTO DELLE 18:08

DI DOMENICA 09 DICEMBRE 2018

FACEBOOK E LE TELEVENDITE

Facebook si lancia nelle televendite.
Secondo il sito TechCrunch, il social network sta testando una funzione che permette ai venditori di mostrare la loro merce in dirette video dal loro profilo, con la possibilità di attivare notifiche per gli utenti e accettare prenotazioni e pagamenti attraverso la chat Messenger. La società ha confermato al sito che un test è in corso in Thailandia, banco di prova per la nuova funzionalità. E che i riscontri sono positivi per commercianti e utenti. Da una parte, le dirette video danno più elementi di un prodotto rispetto alle foto; dall’altra consentono alle persone di porre immediatamente domande e ottenere risposte su dettagli del prodotto. “La Thailandia è una delle nostre comunità più attive sul mercato”, ha detto Mayank Yadav, product manager di Facebook per Marketplace.
Marketplace è uno spazio già inaugurato dal social network circa due anni fa e accessibile anche in Italia. E’ una sorta di mercatino accessibile agli utenti dove proporre e scambiare di tutto, dalle auto alle case. Una funzione che dimostra come le piattaforme social sono sempre più aggressive sul fronte commerciale, in sfida a colossi come Amazon e eBay che al momento monopolizzano il mercato. Di recente Instagram, ha reso possibile lo shopping anche nelle Storie, rendendo sempre più legato alle immagini l’acquisto dei prodotti.     

STAMPA

Accessibilità, Aggiornamenti, Nvda, Procedure, Tecnologia

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

COME LAVORARE SUI TONI DI CASSE O ALTOPARLANTI

INDICE

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

•INTRODUZIONE•PROCEDURA•CONCLUSIONI

INTRODUZIONE

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

Alcuni sistemi Windows offrono la possibilità di aggiungere un equalizzatore personalizzabile all’interno della finestra “Audio”, nel quale sono raccolte tutte le impostazioni di configurazione dell’impianto audio del sistema. Usando alcuni computer Windows e qualsiasi modello di Mac occorre installare un software di terze parti per poter regolare il livello dei bassi. A tal proposito ad esempio vi è Equalizer Apo per Windows oppure eqMac appunto per Mac. Io però mi concentrerò in questo articolo, sulla funzione nativa presente inWindows, nelle Impostazioni Audio nella sezione Riproduzione.

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

NOTA:

In questa guida, fornirò indicazioni comprensibili anche per chi usufruisce, come me, di lettori di schermo, nel mio caso, prediligo sempre Nvda, ai vedenti ricordo che dare Invio significa “cliccare”, che il tasto Applicazioni o anche la combinazione nativa di Windows shift+f10, equivalgono al click destro del Mouse. Per dubbi o domande, sono a disposizione i box ed i campi appositi e gli strumenti da memessi a disposizione nel sito per contattarmi o per evidenziare riscontri, problemi o approfondimenti.

PROCEDURA

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

é necessario raggiungere la sezione Audio nelle impostazioni di Windows 10 (comunque vale questa procedura per tutte le versioni di Windows ancora supportate); a tal proposito è sufficiente premere Start, il tasto con il logo di Windows e digitare semplicemente “audio” senza le virgolette. Apparirà tra i suggerimenti il primo, che si vedrà a schermo e sarà recitato dalla vostra sintesi: “Audio Pannello di controllo” seguito peraltro dalnumero di elementi che riconducono al termine da voi ricercato, ad esempio 1 di 12. Dare Invio (cliccare) qui. Nella finestra che si apre, saremo già nella Scheda Riproduzione, dobbiamo scegliere dall’elenco ovviamente il dispositivo di riproduzione predefinito, lo troviamo con la freccia della tastiera scendendo verticalmente e presumibilmente sarà Speakers; Realtek High Definition Audio, altrimenti trovare quello predefinito. Premere il Tasto Applicazioni (tasto destro Mouse) e con la freccia trovare la voce “Proprietà” ed entrarvi (dando Invio o cliccando). La sintesi reciterà “Proprietà Speakers dialogo” Saremo sul campo editazione con il nome degli altoparlanti, premere la combinazione di tasti Shift+Tab e saremo sull’elenco delle Schede della sezione Audio. Sentiremo “Pagina: Generale 1 di 5” il che vuol dire che vi sarano 5 schede. Per muoversi attraverso esse, possiamo usare la freccia orizzontale oppure la combinazione di tasti control+tab per scorrerle in avanti o control+shift+tab per scorrerle all’indietro. Ci dobbiamo posizionare sulla terza scheda: Miglioramenti (tab). A questo punto ci muoviamo di Tab, il terzo sarà quello che ci interessa, ovviamente nel primo assicuratevi che la casella di controllo relativa sia disabilitata: “Disabilita tutti gli effetti sonori” altrimenti che ci stiamo a fare qui? 🙂 Detto ciò, al secondo tab abbiamo la Modalità Immediata, di default attivata, lasciarla così. Eccoci al terzo Tab: “Selezionare gli effetti sonori da applicare alla configurazione d’ascolto corrente: le modifiche potrebbero non avere effetto fino al successivo avvio della riproduzione”. Quindi si udirà (e comunque si vedrà a schermo) un “elenco” costituito da, o meglio, accompagnato da, relative Caselle di controllo, da scorrersi con la freccia verticale. Le 2 voci che accompagnano ogni casella di controllo sono “selezionato” e “non attivato” o “attivato” se usiamo la barra spazio per passare ovviamente in maniera alternativa tra l’attivazione e la disattivazione. Con la freccia troviamo “Equalizzatore casella di controllo selezionato non attivato”. Attiviamo con Spazio. A questo punto un colpo di Tab ed udiremo “Proprietà effetti sonori gruppo descrizione: Impostazione casella combinata nessuno non espanso” (o chiuso con altri lettori di schermo come Jaws), per chi vede vi è un classico menù a tendina. Lo espandiamo con la freccia verticale e troveremo tutto ciò che ci può essere utile, ad esempio: pop, rock, dal vivo, Club, bassi, alti, vocale, potente, dance, leggero, party, Classica, jazz. Restare con la freccia sull’opzione desiderata e di tab portarsi al pulsante OK e premere Invio. Resta la finestra di Riproduzione Audio ancora aperta, andare di tab sino al Pulsante OK e premere anche qui Invio per chiuderla. Il gioco è fatto.

CONCLUSIONI

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

• Anche se possono essere molto costosi, i programmi per la gestione del comparto audio del computer offrono un controllo completo e profondo di tutte le impostazioni di configurazione del sistema. È il caso per esempio di Graphic Equalizer Studio per computer Windows e Boom 2 per Mac. Però con le funzioni native di Windows si raggiungono effetti sufficienti per necessità immediate, senza troppo complicarsi la vita installando ulteriori softwares. Anche programmi come Audacity hanno effetti e configurazioni che, se approfondite, potrebbero tornare utili.

L’EQUALIZZATORE IN WINDOWS 10

Avvertenze
• La regolazione dei bassi di un qualsiasi impianto audio è un processo che va eseguito per tentativi, quindi non avere fretta e non aver paura di provare diverse configurazioni per scegliere quella che ti sembra la migliore.

TI è PIACIUTO L’ARTICOLO?

Hai dei Feedbacks o delle opinioni in proposito? Fallo sapere attraverso gli strumenti del sito e se lo hai trovato utile, metti Mi piace o condividilo sui Socials. BUONA NAVIGAZIONE!     

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

GOOGLE TRADUTTORE E GLI STEREOTIPI DI GENERE

GOOGLE TRADUTTORE E GLI STEREOTIPI DI GENERE

TECNOLOGIA

AGGIORNAMENTO DELLE 15:14

DI SABATO 08 DICEMBRE 2018

GOOGLE TRADUTTORE E GLI STEREOTIPI DI GENERE

Il traduttore di Google vuole ridurre gli stereotipi di genere. Translate, in alcune lingue tra cui l’italiano e quando si parte da una fonte inglese, sta lavorando alla traduzione di alcune parole sia al femminile sia al maschile. Per fare un esempio, “doctor” verrà tradotto con “dottore” e “dottoressa”, “beautiful” con “bello” e con “bella”.
In un numero più ridotto di lingue, invece, ci potranno essere traduzioni maschili e femminili per brevi frasi ed espressioni che fanno riferimento ad una persona in modo neutrale. La società ha spiegato che sta già lavorando per portare la nuova funzione sulle app mobile e per espanderla ad altre lingue. A tal proposito, vi è anche online una pagina di supporto dedicata: ECCOLA     

STAMPA