Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 15:37 ALLE 22:02

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Di Maio, popolo francese è nostro amico
Anche Gilet Gialli sono contro franco Cfa

22 gennaio 201915:37

– “Si vuole far passare il dibattito di questi giorni sul franco CFA come un attacco dell’Italia al popolo francese. Sciocchezze. Il popolo francese è nostro amico.
Infatti il dibattito sul franco CFA va avanti da anni anche in Francia ed è anche nelle rivendicazioni del programma dei gilet gialli”. Lo scrive Luigi Di Maio in un post

in cui allega il manifesto in 25 punti del movimento francese.
Appendino a C.Conti, bilancio complicatoGiudici contabili esprimono preoccupazioni su conti città

TORINO22 gennaio 201916:00

– “Preoccupazioni” della Corte dei Conti in merito al bilancio della Città di Torino sono state manifestate nel corso dell’adunanza sull’analisi del rendiconto 2017. Alla presenza del presidente Angelo Buscema, il relatore Cristiano Baldi, riferendosi in particolare all’aumento della spesa corrente, ha spiegato come “non si possa abbandonare il trend virtuoso che avete seguito finora”. “La situazione del bilancio – ha replicato la sindaca Appendino – è complicata. E’ necessario un riesame dei conti mantenendo in piedi, al tempo stesso, i servizi essenziali”. La sindaca ha parlato di “rigidità” in merito a un debito che assorbe il 52% delle entrate correnti “in un contesto in cui non disponiamo di grandi leve fiscali”. “Però – ha aggiunto – stiamo andando avanti con buoni risultati”. “Sulle dismissioni – ha ancora detto la sindaca – non sono stati raggiunti tutti gli obiettivi ma mettere in moto la macchina è stato complicato. Quanto alle partecipate, sono orgogliosa del lavoro di verifica che è stato fatto”.
Lega, plauso a polizia penitenziaria”Sventato potenziale attacco vescovo” dicono parlamentari umbri

SPOLETO (PERUGIA)22 gennaio 201916:02

– “Un plauso alla professionalità degli agenti di polizia penitenziaria che con un grande lavoro di controllo e di azione nell’immediato hanno sventato un potenziale attacco alla sicurezza del vescovo di Spoleto, Renato Boccardo” è stato rivolto dai parlamentari umbri della Lega, Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti, Luca Briziarelli, Simone Pillon, Donatella Tesei. A loro avviso “questo episodio a riprova del fatto che la sicurezza dei nostri territori passa anche per la sicurezza delle carceri”.
“Dobbiamo tenere alto il livello di guardia – hanno sostenuto i parlamentari della Lega – non solo sui cosiddetti radicalizzati, ma anche su coloro i quali vengono avvicinati dentro e fuori dalle carceri dai radicalizzati, perché questo odio che viene seminato potrebbe trasformarsi in volontà di offendere la nostra civiltà”.
Conte: amicizia con Francia sempre saldaLegittimo interrogarsi su efficacia politiche globali

22 gennaio 201916:44

– “E’ legittimo interrogarsi sull’efficacia delle politiche globali che stiamo perseguendo sia a livello di Unione Europea sia a livello di Stati singoli.
Questo non vuol dire mettere in discussione la nostra storica amicizia con la Francia, né tantomeno con il popolo francese.
Questo rapporto rimane forte e saldo a dispetto di qualsiasi discussione politica”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte.
“Continueremo a lavorare con le istituzioni di governo francesi – oltreché che europee e di altri Paesi – fianco a fianco per trovare soluzioni condivise”, sottolinea.
Conte, su Africa Europa batta un colpoInvestire di più su Trust Fund

22 gennaio 201916:50

– “L’Europa deve battere un colpo e intervenire coralmente per sostenere più adeguatamente lo sviluppo economico e sociale dei Paesi africani. Tra gli strumenti utili a perseguire questo obiettivo vi è il Trust Fund per l’Africa, il cui finanziamento risulta del tutto inadeguato.
Occorre impiegare maggiori risorse e dedicare maggiori energie a un Continente che deve essere messo in condizione di esprimere appieno le sue enormi potenzialità”. Così in una nota il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
Europee, accordo Svp-PattIn vista collegamento tecnico nel Ppe con Udc e Forza Italia

BOLZANO22 gennaio 201916:53

– “Abbiamo concordato di proseguire la nostra stretta collaborazione anche in vista delle elezioni europee del 26 maggio 2019”. Lo ha detto il segretario politico della Svp, Philipp Achammer, dopo un incontro con il presidente del Patt, Franco Panizza, ed il suo vice, Simone Marchiori.
Gli autonomisti trentino-tirolesi, secondo gli accordi, sosterranno il candidato della Svp che, conferma, una nota del partito di raccolta, stabilirà un collegamento di lista tecnico con Udc e Forza Italia, membri del Ppe.
La Svp ha anche deciso un accordo politico con la Csu bavarese e la Volkspartei austriaca (Oevp): “Entrambi – spiega una nota – sono membri del Ppe ed il comune candidato di punta, Manfred Weber, si candida anche a presidente della commissione europea.
Pd,verso proroga voto circoli da 23 a 26Decide Commissione congresso, casi Sicilia e zone a rischio neve

22 gennaio 201917:43

– Dovrebbe essere prorogata da mercoledì prossimo a sabato la prima fase del congresso del Pd, vale a dire il termine entro il quale i circoli del Pd devono votare per selezionare i primi tre candidati che parteciperanno poi alle primarie. L’ipotesi verrà vagliata dalla Commissione nazionale del congresso in giornata o al massimo domattina.
Un caso particolare è la Sicilia, dove non ha votato ancora alcun circolo, ma ci sono anche altri casi in cui i circoli sono in difficoltà a concludere il voto entro mercoledì; ad esempio alcune zone appenniniche dove è in arrivo la neve.
Per 5 anni niente cambio di scuola per maestri e prof Proposta dei relatori al decreto Semplificazioni, norma vale per tutti

22 gennaio 201918:16

Maestri e professori, una volta di ruolo, non potranno cambiare scuola per i primi cinque anni. Un emendamento dei relatori al dl Semplificazioni estende “al personale docente ed educativo di ogni ordine e grado di istruzione”, e quindi vale anche per la scuola dell’infanzia, le misure attualmente in vigore per gli insegnanti delle superiori.
La proposta è stata depositata ma non è ancora stata approvata.
Tra le novità anche ritocchi per il reclutamento dei presidi e un compenso per chi presiede le commissioni di esame alle medie.
Crimi, sindaci assenti? Occasione persaNon sono qui per fare passerella. Incontro costruttivo

TOLENTINO (MACERATA)22 gennaio 201918:19

– “E’ un’occasione persa, spero sia motivato dalle condizioni atmosferiche avverse, perché come hanno avuto modo di constatare i sindaci che abbiamo visto ieri (ad Arquata del Tronto, ndr) è stato un incontro costruttivo, operativo, non aveva l’obiettivo di fare passerelle”. Così il sottosegretario con delega alla ricostruzione Vito Crimi ha risposto alle domande dei giornalisti sull’assenza di un gruppo di primi cittadini, dei Comuni più danneggiati dal terremoto nel Maceratese, a margine della riunione con i sindaci del territorio a Tolentino. Crimi ha rilanciato il suo appello per una maggiore coinvolgimentod ei sindaci, già nella fase del procedimento legislativo”. Contrario alla scelta di alcuni colleghi (tra cui quelli di Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Ussita, Muccia, Bolognola), il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori. “Qui si fa una strategia, bisogna indicare le priorità – ha osservato -. Fare polemica, non presentarsi alle riunioni non porta a nulla e ci fa solo dei danni”.
Come funziona il Reddito di CittadinanzaIl 27% reddito a singole, per il 53% va al Sud -VIDEO –

22 gennaio 201919:14

Il reddito di cittadinanza andrà per il 47% a nuclei familiari del centro-nord, per il 53% del Sud.E’ quanto emerge dai dati elaborati dal M5s per illustrare la misura presentati in questo videoSecondo le stime, distribuite nel corso dell’evento di questa mattina a Roma, gli assegni andranno per il 27% a single (467.440 persone), per il 18% a famiglie di due persone (305.440), per il 22% a nuclei di tre (374.420), per il 20% di quattro (348.909) e per il 14% a nuclei di cinque o più persone (238.723).
Di queste famiglie, il 50% hanno tra i componenti dei minori, il 17% hanno uno o più anziani e il 15% invalidi civili. Quanto agli assegni, la simulazione elaborata dal M5s prevede che 780 euro vadano a nuclei di un solo componente (500 euro di reddito più 280 di contributo all’affitto), 880 euro a nuclei con un adulto e un minorenne e 980 euro a nuclei con due adulti o con un adulto e due minorenni. Una coppia con due figli prenderebbe 1.180 euro, mentre con tre figli minorenni avrebbe 1.280 euro. La soglia massima è quella toccata da famiglie con quattro adulti o con tre adulti e due minorenni: 1.330 euro. Nel caso della pensione di cittadinanza, l’assegno per un over 67 senza casa di proprietà può arrivare fino a 780 euro: 630 euro di integrazione al reddito e 150 euro di contributo all’affitto. Per due pensionati ultrasessantasettenni si calcola un totale di 1032 euro, di cui 150 per l’affitto.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

 

D’Uva,M5S è pro-vax no iniziativa Camera
No a organizzare conferenza stampa alla Camera contro i vaccini

22 gennaio 201920:04

– “Prendiamo le distanze dall’ iniziativa della deputata Sara Cunial, nell’organizzare una conferenza stampa alla Camera dell’associazione vicina ai no-vax Corvelva. Cunial ha prenotato la sala in completa autonomia e a titolo personale, senza informare il M5S, che sulle politiche vaccinali ha già avuto modo di chiarire la sua posizione.
Abbiamo infatti detto più volte che il M5S è favorevole alle vaccinazioni e chi, al suo interno, mette in dubbio il valore della scienza, non rispecchia il comune sentire”. Lo dichiara Francesco D’Uva, capogruppo M5S alla Camera.
M5S: De Falco presenta ricorso, espulsione viola CartaIl senatore: “Ho diritto a rimanere nel movimento”

22 gennaio 201920:26

Il senatore Gregorio De Falco ha presentato ricorso contro la sua espulsione dal M5S. L’impugnazione, spiega l’avvocato Lorenzo Borré che si occuperà del caso, si fonda “sulla insussistenza delle violazioni del codice etico e sulla incostituzionalità di un vincolo che impone agli eletti del M5S di votare la fiducia in bianco, con violazione delle garanzie e delle prerogative costituzionali degli artt. 67, 68 e 94 e conseguente asservimento della funzione parlamentare alle logiche del partito unico di uno Stato totalitario”.”Io non sono stato licenziato, quindi non devo essere reintegrato da nulla: la mia iniziativa punta a far dichiarare quel provvedimento di espulsione è nullo, quindi inefficace”. Così il senatore Cinque Stelle Gregorio De Falco illustra il significato del suo ricorso contro Luigi Di Maio. “Io ho diritto a rimanere nel movimento perchè ho sempre votato in modo coerente con l’azione politica del movimento, in linea con i principi grazie ai quali il movimento ha ricevuto il consenso dai cittadini. Semmai – conclude De Falco – è l’attuale dirigenza che sta dirottando il movimento verso altri lidi”.

Agricoltura:di Gioia torna ass.re Puglia’Alla luce delle rassicurazioni fornite dal presidente Emiliano’

BARI22 gennaio 201920:58

– Leonardo di Gioia è di nuovo assessore all’Agricoltura della Regione Puglia. Aveva rassegnato le dimissioni l’11/1 e oggi ha accettato il nuovo decreto di nomina firmato in serata dal presidente della Giunta regionale. In una conferenza stampa di Gioia aveva motivato le sue dimissioni per la mancanza, tra l’altro, degli strumenti necessari ad affrontare le numerose vertenze del mondo dell’agricoltura pugliese, e ritenendo di essere stato “messo sullo sfondo” dal governatore. Ma dopo numerose riunioni, tra cui quelle che si sono tenute in serata, l’assessore ha cambiato idea. “C’è un nuovo decreto – ha detto di Gioia – e io accetto l’incarico alla luce di tutte le rassicurazioni che il presidente Emiliano ha fornito, anche al parternariato, in ordine al potenziamento del personale, della dirigenza, delle maggiori risorse sulle quali stiamo ipotizzando un utilizzo agricolo”. “E sul fatto – ha concluso – che dobbiamo rilanciare sia Arif che le funzioni dei Consorzi di bonifica”.         

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 17:24 ALLE 19:26

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Dna modificato: Cina, seconda gravidanza
Ricercatore He Jiankui licenziato da università di Shenzhen

PECHINO22 gennaio 2019 17:24

– Le autorità cinesi confermano la gravidanza di una seconda donna nell’ambito degli esperimenti di bimbi geneticamente modificati di He Jiankui, ricercatore nella bufera dopo l’annuncio sulla nascita a novembre delle gemelline Lulu e Nana col Dna corretto per evitare di contrarre l’Aids.
He, che a un forum di fine novembre sul genoma umano a Hong Kong aveva anticipato “un’altra potenziale gravidanza”, è stato licenziato dalla Southern University of Science and Technology of China di Shenzhen (SUSTech) con “effetto immediato”.
Timoshenko si candida presidenziali KievPromette di riportare Crimea e Donbass sotto il controllo Kiev

MOSCA22 gennaio 201917:39

– La ex ‘pasionaria’ della Rivoluzione arancione Iulia Timoshenko ha annunciato la sua candidatura alle presidenziali ucraine del 31 marzo. Timoshenko, 58 anni, premier nel 2005 e dal 2007 al 2010, è una delle favorite per la poltrona di capo dello Stato.
Timoshenko ha annunciato che correrà alle presidenziali oggi, durante il congresso del suo partito Batkivschina (Patria), promettendo di riportare sotto il controllo di Kiev sia la Crimea, che la Russia si è annessa nel 2014, sia i territori del Donbass occupati dai separatisti filorussi.
La filo-occidentale Timoshenko finì in prigione nel 2011, durante la presidenza del suo rivale filorusso Viktor Ianukovich, ma fu scarcerata dopo la Rivolta di Maidan. Era stata condannata per abuso di potere per dei controversi contratti per l’importazione di gas russo. Ma molti osservatori ritengono che dietro le accuse vi fossero motivazioni politiche.
Artiglieria Israele uccide palestineseDopo ferimento soldato a seguito colpi cecchino

TEL AVIV22 gennaio 201917:42

– Un palestinese è stato ucciso e altri due feriti nei tiri di artiglieria dell’esercito israeliano verso il campo profughi di Al Bureij, seguiti al ferimento di un soldato israeliano da parte di un cecchino lungo il confine della Striscia. Lo dicono medici di Gaza, citati da fonti locali.
Resta bando su trans nell’esercito UsaIn attesa dell’appello. Giudici spaccati, 5 contro 4

WASHINGTON22 gennaio 201918:02

La Corte suprema Usa ha sentenziato che la decisione del presidente Donald Trump di bandire i transgender dall’esercito può restare in vigore finché prosegue la battaglia legale in appello. In precedenza alcuni giudici federali l’avevano bloccata ravvisando profili di incostituzionalità.
La corte suprema si è spaccata, con quattro dei nove giudici che volevano mantenere la sospensione del bando.
Germania ferma partecipazione a SophiaAgenzia Dpa, non saranno più inviate navi davanti coste Libia

BERLINO22 gennaio 201918:43

– La Germania interrompe la sua partecipazione alla missione europea Sophia contro i trafficanti di migranti. Lo scrive l’agenzia Dpa, secondo la quale, da martedì, dopo la fregata Augusta non sarà più inviata alcuna nave tedesca davanti alla costa libica.
Huawei, ‘sempre rispettate leggi”Fiducia su giusta conclusione tra sistemi legali Canada e Usa’

PECHINO22 gennaio 201918:45

– Huawei ribadisce sul caso di Meng Wanzhou “di aver sempre rispettato tutte le leggi e le norme applicabili” nei Paesi e nelle regioni in cui opera, “comprese le leggi sul controllo delle esportazioni delle Nazioni Unite, degli Usa e dell’Ue”. In una nota, il colosso delle tlc di Shenzhen aggiunge di avere piena fiducia che “i sistemi legali canadesi e statunitensi possano raggiungere una giusta conclusione”, aggiungendo di “monitorare” la vicenda dell’estradizione del suo direttore finanziario.
Brexit: Dyson si sposta a SingaporeMa l’industriale euroscettico nega che il divorzio da Ue c’entri

LONDRA22 gennaio 201917:40

– La Dyson, gigante tecnologico britannico degli elettrodomestici di nuova generazione, è pronto a spostare il suo quartier generale operativo dal Regno Unito a Singapore. L’annuncio, anticipato dal Daily Telegraph, viene confermato dal patron dell’azienda, sir James Dyson, il quale parla di “ragioni commerciali” negando che la decisione abbia a che fare con la Brexit, di cui egli è un sostenitore ultrà. La società, che ha chiuso il 2018 con un aumento degli utili del 33% e ricavi per 4,4 mld di sterline, aveva già deciso il trasferimento a Singapore d’un nuovo progetto per vetture elettriche. E anche in quel caso Dyson aveva negato che le incertezze della Brexit c’entrassero, malgrado il diffuso sospetto contrario degli analisti. Voce brexiteer fra le più convinte dell’industria del Regno, sir James ancora di recente ha sollecitato il governo May a dichiararsi pronto a un no deal e a uscire dall’Ue “con le regole del Wto”: definendo tale scenario “più dannoso per gli Europei che per i Britannici”.
Europee, accordo Svp-PattIn vista collegamento tecnico nel Ppe con Udc e Forza Italia

BOLZANO22 gennaio 201916:53 (ANCHE DELLE 17:24)

– “Abbiamo concordato di proseguire la nostra stretta collaborazione anche in vista delle elezioni europee del 26 maggio 2019”. Lo ha detto il segretario politico della Svp, Philipp Achammer, dopo un incontro con il presidente del Patt, Franco Panizza, ed il suo vice, Simone Marchiori.
Gli autonomisti trentino-tirolesi, secondo gli accordi, sosterranno il candidato della Svp che, conferma, una nota del partito di raccolta, stabilirà un collegamento di lista tecnico con Udc e Forza Italia, membri del Ppe.
La Svp ha anche deciso un accordo politico con la Csu bavarese e la Volkspartei austriaca (Oevp): “Entrambi – spiega una nota – sono membri del Ppe ed il comune candidato di punta, Manfred Weber, si candida anche a presidente della commissione europea.

Conte: amicizia con Francia sempre saldaLegittimo interrogarsi su efficacia politiche globali

22 gennaio 201916:44 (ANCHE DELLE 17:24)

– “E’ legittimo interrogarsi sull’efficacia delle politiche globali che stiamo perseguendo sia a livello di Unione Europea sia a livello di Stati singoli.
Questo non vuol dire mettere in discussione la nostra storica amicizia con la Francia, né tantomeno con il popolo francese.
Questo rapporto rimane forte e saldo a dispetto di qualsiasi discussione politica”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte.
“Continueremo a lavorare con le istituzioni di governo francesi – oltreché che europee e di altri Paesi – fianco a fianco per trovare soluzioni condivise”, sottolinea.       

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 15:19 ALLE 19:06

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Codice giallo per neve domani in Toscana
Sulle zone interne della regione, non interessate costa e isole

FIRENZE22 gennaio 201915:19

– Codice giallo per neve, e possibilità di ghiaccio, anche domani in varie parti della Toscana ad eccezione della costa e delle isole. Il codice interessa, per l’intera giornata le aree di Casentino, Valdichiana, Mugello, valli del Fiora e dell’Albegna, valle dell’Ombrone Grossetano, Romagna toscana, Valtiberina. Per queste stesse zone resta confermato il codice arancione emesso ieri e valido fino alla mezzanotte di oggi. Codice giallo, dalle 15 fino alla mezzanotte di domani, per Valdarno inferiore, Lunigiana, Serchio-Garfagnana-Lima e Serchio-Lucca. Sempre per queste zone è emesso un codice giallo per ghiaccio dalla mezzanotte di oggi fino alle 12 di domani.
Roma: arrivano 425 mln per le metroConvenzione firmata da sindaco Raggi e ministro Toninelli

22 gennaio 201915:58

– Arrivano 425 milioni di euro per ammodernare le linee della metropolitana di Roma. E’ il risultato di una convenzione firmata oggi dal sindaco di Roma Virginia Raggi e dal ministro alle infrastrutture Danilo Toninelli. “Una cascata d’investimenti per intervenire in maniera massiccia sulle linee della nostra città per renderle moderne, veloci e puntuali – ha scritto Raggi su Facebook spiegando che “i fondi saranno ben distribuiti tra le metro A e B”. La Raggi ha spiegato che si tratta di “interventi strutturati, nessuna operazione spot. Una lunga lista per migliorare la qualità della vita di tutti e rendere il servizio metropolitano davvero efficiente”. Il ministro Toninelli ha commentato: “Questo significa che tra qualche mese chi si sposta nelle metropolitane romane potrà farlo meglio, più comodamente e più semplicemente. Meno guasti, più comodità nelle zone di attesa e penso anche più puntualità”.
Veneto vara Pdls per video in asiliApprovato da Consiglio, telecamere anche in strutture anziani

VENEZIA22 gennaio 201916:11

– Videosorveglianza negli asili nido e nelle scuole d’infanzia nonché presso le Strutture socio assistenziali per anziani, disabili e minori in situazione di disagio: è quanto prevede un Progetto di legge statale varato dal Consiglio regionale del Veneto e approvato con 38 voti favorevoli e 2 astenuti. L’iniziativa ha l’obiettivo di prevenire e contrastare le pratiche di abuso fisico e psichico nei confronti di soggetti deboli. Alla luce degli innumerevoli episodi di maltrattamento a danno di minori, anziani e disabili compiuti all’interno di strutture, pubbliche e private, quali asili nido, scuole per l’infanzia o strutture socio assistenziali, il provvedimento vuole far sì che queste strutture siano dotate di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso che garantiscano la sicurezza e al contempo la tutela della riservatezza.
Partorisce all’aeroporto di FiumicinoDonna brasiliana assistita da medici di Adr. Piccolo sta bene

FIUMICINO (ROMA)22 gennaio 201916:13

– Cristina Vidiani De Jesus Santo, una passeggera brasiliana incinta in procinto di prendere un aereo ha avvertito le doglie poco prima di imbarcarsi e ha dato alla luce il proprio bambino nell’aeroporto di Fiumicino, assistita dai medici del pronto soccorso aeroportuale. La donna, agli ultimi giorni di gravidanza, era sbarcata stamani nello scalo romano, poco prima delle 8, con un volo proveniente da Madrid ed era in transito nello scalo romano, in attesa di ripartire alle 10.15 con il volo di Alitalia “AZ 678” per San Paolo (Brasile). Quando la passeggera, poco prima dell’imbarco, ha improvvisamente avvertito le doglie, è stata adagiata nelle vicinanze dell’area transiti “B” e sono intervenuti i medici e gli infermieri di Aeroporti di Roma, in forza nel vicino pronto soccorso aeroportuale. Dopo avere dato alla luce un maschietto di 4 chili di peso e dopo il taglio del cordone ombelicale, mamma e piccolo, apparsi in buone condizioni, sono stati subito trasferiti in ambulanza nell’ospedale di Ostia.
Battisti: “trattato male dai media”‘Non sono lo stesso di 40 anni fa’. Legge Se questo è un uomo

ORISTANO22 gennaio 201916:33

– A pochi giorni dalla giornata della Memoria, Cesare Battisti ha iniziato a leggere il libro “Se questo è un uomo” di Primo Levi. Lo ha raccontato lo stesso detenuto a Irene Testa, candidata a Garante delle persone private della libertà personale della Regione Sardegna e membro della presidenza del Partito Radicale, e Maurizio Turco, coordinatore della presidenza del Partito Radicale, che hanno visitato il carcere di Massama (Oristano), dove è rinchiuso, in isolamento, l’ex terrorista.
“Non si è lamentato delle condizioni di vita carceraria – ha detto

Testa – ma ha spiegato di avere subito una sorta di ‘maltrattamento’ rispetto al fatto che lui non è la stessa persona di 40 anni fa; invece è stata considerato anche dai media come se i reati li avesse commessi oggi”.
Battisti, che sconterà i primi sei mesi in isolamento, è uno dei 268 detenuti presenti nella struttura Oristanese: 34 sono detenuti comuni, i restanti sono associati nelle tre sezioni di alta sicurezza.
Cassazione: autismo e vaccini, no reatiArchiviate lesioni e abuso ufficio, respinto ricorso genitori

22 gennaio 201916:49

– Confermata dalla Cassazione l’archiviazione – pronunciata dal gip di Milano lo scorso 4 settembre – della denuncia per lesioni e abuso d’ufficio presentata dai genitori di una bimba con autismo infantile che, ad avviso di padre e madre, si sarebbe sviluppato a causa delle vaccinazioni obbligatorie. Secondo la Suprema Corte, non sono “sindacabili in sede penale” le “direttive ministeriali fondate sulle risultanze dei più recenti studi epidemiologici” che hanno escluso il nesso vaccino-autismo e dunque non si configura alcun reato.
Ceriscioli, bene contributi dal bassoSi rafforza meccanismo partecipazione

TOLENTINO (MACERATA)22 gennaio 201917:44

– “Anche questo secondo appuntamento con il sottosegretario Crimi, dopo quello di ieri ad Arquata, si è mostrato particolarmente utile per il meccanismo di partecipazione e di rapporto fra territorio e Governo, soprattutto con l’obiettivo di rispondere concretamente alle tante domande che i cittadini continuano a porci.
Raccogliere il contributo dal basso significa dare più qualità agli atti e alle azioni necessarie. Un’occasione di scambio proficuo che, a mio parere, è la strada giusta per migliorare tutti gli strumenti di intervento a disposizione. Abbiamo inviato al Governo i punti su cui intervenire e gran parte riguardano le modifiche normative per la semplificazione della ricostruzione pubblica, per accelerare quella privata e per risolvere il problema del personale impiegato alla ricostruzione, il tutto con il fine preciso di dare un futuro economico a questi territori”.
Crimi, coinvolgere sindaci legislazioneSottosegretario a Tolentino incontra sindaci del Maceratese

TOLENTINO (MACERATA)22 gennaio 201917:48

– “Occorre prevedere per i Comuni più danneggiati un’accelerazione. I sindaci saranno coinvolti già nella fase del procedimento legislativo perché devono essere consapevoli delle norme che saranno applicate”. Lo ha detto il sottosegretario con delega alla ricostruzione Vito Crimi, durante un incontro con i sindaci dei Comuni terremotati a Tolentino, secondo quanto riferisce un comunicato della Regione Marche.
“Insisto sulla necessità di un Testo Unico sulla ricostruzione – ha aggiunto -, che in futuro possa individuare fin dall’inizio le misure da mettere in campo”.
Migranti:Cara Castelnuovo chiude il 31/1Trasferiti i primi 30. Parroco, non trattateli come bestiame

22 gennaio 201918:00

– Il 31 gennaio il Cara a Castelnuovo di Porto sarà completamente svuotato e chiuso. I circa 500 migranti presenti saranno trasferiti altrove. Lo si apprende da fonti del Viminale. L’operazione, che comporterà risparmi per circa un milione all’anno di affitto, è resa possibile dal crollo del numero degli sbarchi ed era già programmata nell’ ambito dello svuotamento dei grandi centri come già fatto per Cona e Bagnoli in Veneto. Proprio in questa struttura tre anni fa Papa Francesco celebrò la messa del Giovedì Santo con il rito della lavanda dei piedi a 11 profughi e un’operatrice. Oggi e cominciato il trasferimento dei primi trenta ospiti verso altre strutture. Altri sono andati via da soli, alcuni sono stati avvistati alle fermate dei bus diretti a Roma. “Chiediamo che non vengano trattati come bestiame” dice il parroco di S.Lucia, padre José Manuel Torres, messicano, dei Servi di Gesù, da dove nel pomeriggio partirà una marcia silenziosa per esprimere solidarietà agli ospiti del Cara di Castelnuovo di Porto.
Auto bloccate dalla neve in MaremmaMezzi Provincia Grosseto al lavoro sul territorio

GROSSETO22 gennaio 201918:19

– A causa della neve alcune auto sono rimaste bloccate a Pitigliano (Grosseto), sulla strada in località Casone. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri per soccorrere gli automobilisti in difficoltà e rimuovere i mezzi bloccati. La Provincia di Grosseto ha attivato il piano neve con l’uscita di tutti i mezzi a disposizione. Sul versante Colline metallifere sono al lavoro due spazzaneve e 11 unità di personale. Altre tre squadre con 15 persone stanno perlustrando le altre zone per nevischio e ghiaccio. Il centralino dell’emergenza viabilità è sempre stato attivo, così come quello della Protezione civile.
‘Re outlet’ valuta se usare pace fiscaleGup Firenze accorda rinvio udienza chiesto da Luigi Dagostino

FIRENZE22 gennaio 201918:21

– Nel procedimento penale per fatture false e autoriciclaggio, dove è coinvolto a Firenze, l’imprenditore degli outlet Luigi Dagostino ha chiesto e ottenuto dal giudice Silvia Romeo il rinvio dell’udienza preliminare per valutare se può utilizzare i vantaggi della cosiddetta ‘pace fiscale’, misura varata dal Governo in carica nella manovra di bilancio. La richiesta è stata fatta al giudice dal difensore, l’avvocato Alessandro Traversi, proprio “per dare modo a Dagostino di avere il tempo di valutare l’utilizzabilità delle nuove misure governative”. La sanatoria fiscale ha come termine il 30 aprile. Il giudice ha aggiornato l’udienza al 28 maggio. Il pm Christine von Borries si era opposta alla richiesta dicendo che avrebbe accettato il rinvio dell’udienza solo se la difesa di Dagostino avesse chiesto il processo in rito abbreviato o un patteggiamento. Il gup Romeo, alla luce delle recenti novità in materia fiscale, ha invece accordato il rinvio dell’udienza preliminare.
Botte a Capodanno Torino bene,2 indagatiL’aggressione la notte di Capodanno a Sestriere, grave 21enne

TORINO22 gennaio 201918:26

– Doveva essere un Capodanno speciale, ma per un torinese di 21 anni il veglione del 31 dicembre si è trasformato in incubo. Il giovane è stato aggredito da alcuni coetanei durante una festa a Sestriere, in Valle di Susa, ed è finito in ospedale dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico d’urgenza. Per la vicenda, due ventenni della ‘Torino bene’, sono stati indagati dalla Procura per lesioni aggravate.
I carabinieri di Pinerolo, coordinati dal pm Francesco La Rosa, indagano per capire la causa che ha scatenato tanta violenza. La vittima, studente del Politecnico, aveva deciso di partecipare a una festa di fronte alla piscina comunale di Sestriere, quando è stato preso a calci e pugni da due coetanei.
Si tratta di uno studente di economia internazionale e di un calciatore dilettante che ora studia in America. Il 21enne, costretto a lunga degenza in ospedale, ha riportato traumi al volto e al cranio, numerose fratture al viso e un’emorragia. La prognosi è di almeno 40 giorni.

Suicidio in ospedale, sanitari aggreditiIl pronto soccorso di Gallarate devastato dai familiari

GALLARATE (VARESE)22 gennaio 201918:43

– Un uomo di 30 anni si è suicidato, nel pomeriggio di oggi, gettandosi da una finestra del quinto piano dell’ospedale di Gallarate (Varese). Arrivato in pronto soccorso in stato di agitazione (a quanto emerso era in cura al Sert) è stato lasciato in attesa perché non avrebbe presentato sintomi gravi. I suoi familiari, appresa la notizia, sono arrivati in pronto soccorso e hanno aggredito medici e infermieri, devastando vetrate e alcuni computer del Triage. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia. Il 118, a causa dei pc danneggiati e necessari per le accettazioni, ha momentaneamente deviato le urgenze sugli ospedali limitrofi.

Crimi, sindaci assenti? Occasione persaNon sono qui per fare passerella. Incontro costruttivo

TOLENTINO (MACERATA)22 gennaio 201918:19

– “E’ un’occasione persa, spero sia motivato dalle condizioni atmosferiche avverse, perché come hanno avuto modo di constatare i sindaci che abbiamo visto ieri (ad Arquata del Tronto, ndr) è stato un incontro costruttivo, operativo, non aveva l’obiettivo di fare passerelle”. Così il sottosegretario con delega alla ricostruzione Vito Crimi ha risposto alle domande dei giornalisti sull’assenza di un gruppo di primi cittadini, dei Comuni più danneggiati dal terremoto nel Maceratese, a margine della riunione con i sindaci del territorio a Tolentino. Crimi ha rilanciato il suo appello per una maggiore coinvolgimentod ei sindaci, già nella fase del procedimento legislativo”. Contrario alla scelta di alcuni colleghi (tra cui quelli di Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Ussita, Muccia, Bolognola), il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori. “Qui si fa una strategia, bisogna indicare le priorità – ha osservato -. Fare polemica, non presentarsi alle riunioni non porta a nulla e ci fa solo dei danni”.
Conte, su Africa Europa batta un colpoInvestire di più su Trust Fund

22 gennaio 201916:50

– “L’Europa deve battere un colpo e intervenire coralmente per sostenere più adeguatamente lo sviluppo economico e sociale dei Paesi africani. Tra gli strumenti utili a perseguire questo obiettivo vi è il Trust Fund per l’Africa, il cui finanziamento risulta del tutto inadeguato.
Occorre impiegare maggiori risorse e dedicare maggiori energie a un Continente che deve essere messo in condizione di esprimere appieno le sue enormi potenzialità”. Così in una nota il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
Koons licenzia assistenti e assume robotTrasloca lo studio a Hudson Yards, nuova mecca dell’arte di NY

NEW YORK22 gennaio 201916:14

– Quale artista ha bisogno di assistenti in carne ed ossa quando può usare un robot? Jeff Koons, una delle firme più pagate del mercato dell’arte che aveva messo in piedi negli ultimi anni una vera e propria azienda con oltre un centinaio tra pittori e scultori nei libri paga, la scorsa settimana ha drasticamente ridimensionato la forza lavoro alle sue dipendenze.
L’ex marito dell’ex pornostar ed ex parlamentare radicale Ilona Staller ha tagliato il numero di assistenti in parallelo alla decisione di lasciare l’enorme studio occupato per quasi vent’anni a Chelsea per traslocare in una nuova sede “considerevolmente più piccola” negli Hudson Yards, la nuova mecca dell’arte di New York all’estremo nord dell’High Line.
Koons non e’ il solo grande dell’arte contemporanea che affida la realizzazione delle sue idee – vuoi i Balloon Dogs o i mazzi di tulipani giganti – ad assistenti, e nel corso egli anni e’ arrivato ad averne 130 simultaneamente. Ma adesso sono arrivati i robot e con i robot i licenziamenti.         

STAMPA

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:49 ALLE 18:15

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa in calo, Milano -0,3%
Timori su crescita frenano listini dopo allarme Fmi

22 gennaio 2019 09:49

– Borse europee in calo con i futures Usa nel primo giorno del vertice di Davos, contrassegnato dall’allarme sulla crescita mondiale lanciato nella vigilia dal Fmi. Gli investitori guardano poi alle trattative tra Usa e Cina sui dazi, con la consapevolezza che, come indicato dal ministro dell’Economia di Singapore Heng Swee Keat, un eventuale fallimento darebbe “grandissimi problemi”. In calo, dopo un avvio in rialzo, lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che si riporta sotto quota 250 punti, mentre l’euro si mantiene debole a quota 1,135 dollari. In calo il petrolio a 53,33 dollari al barile per il Wti del Texas mentre l’oro si porta oltre 1.284 dollari l’oncia (+0,66%). Milano (Ftse Mib -0,3%) è in coda dietro a Parigi e Francoforte (-0,24% entrambe), Madrid (-0,17%) e Londra (-0,16%). Le vendite si concentrano sui bancari Commerzbank (-2,33%), Bnp (-1,9%), Sabadell (-1,87%) e SocGen (-1,49%). In Piazza Affari giù banco Bpm (-1,75%), Unicredit (-1,52%), Intesa (-1,2%) e Tim (-2,57%) su nuovi minimi.
Tim: nuovi minimi in Borsa (-3%)Titolo sotto pressione da venerdì dopo dati preliminari

22 gennaio 201911:01

– Corregge i minimi in Piazza Affari Tim (-3,2% a 0,46 euro), che riduce la capitalizzazione di mercato a 9,4 miliardi di euro. Male anche le risparmio (-2,71% a 0,4 euro). Il titolo soffre da alcuni giorni a seguito della diffusione dei dati preliminari, avvenuta giovedì scorso a Borsa chiusa, con un margine operativo lordo consolidato di 8,1 miliardi di euro, superiore al dato del 2017 ma nella parte bassa della forchetta delle stime degli analisti. Non aiutano poi le prospettive indicate dall’azienda per il 2019. Su Tim pesa inoltra la bocciatura da parte dell’Agcom del progetto presentato dall’ex amministratore delegato Amos Genish sullo scorporo interno della rete oltre che le dispute tra i due principali azionisti, Vivendi e il fondo Elliott.
Germania: indice fiducia Zew sale a -15Dato migliore delle attese

22 gennaio 201911:20

– L’indice di fiducia degli investitori tedeschi calcolato dall’istituto Zew migliora a gennaio salendo a -15 da -17,5 di dicembre. Il dato è migliore delle stime degli analisti per un calo a -18,5.
Gds: realizzerà display metro DubaiCon contributo Sace Simest,(Gruppo Cdp) e Bnl Gruppo Bnp Paribas

22 gennaio 201911:42

– Global Display Solutions (GDS)si è aggiudicata una commessa da oltre 10 milioni di euro per la fornitura di display videowall Lcd per l’informazione ai passeggeri per la metropolitana di Dubai. Ad annunciarlo una nota di Sace Simest, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp.
Il contratto, prevede la fornitura di display LCD da destinare alla metropolitana di Dubai e include la progettazione, l’installazione e la manutenzione di tutto il sistema di trasmissione video e di una striscia di display lunga circa 70 metri per ogni binario delle sette nuove stazioni metro in realizzazione per l’Expo 2020. A sostegno della fornitura, Sace e Bnl Gruppo Bnp Paribas hanno prima controgarantito e garantito un Performance Bond relativo all’esecuzione del contratto; Bnl Gruppo Bnp Paribas ha poi erogato un finanziamento da 1 milione di euro, garantito da Sace, a favore di Gds per l’approntamento della fornitura stessa.
Borsa: Milano peggiora (-1%), pesa TimSpread giù a 249, pesano Banco Bpm e Unicredit, giù Astaldi

22 gennaio 201912:43

– Piazza Affari amplia il calo (Ftse Mib -0,8%), nonostante il calo dello spread a 249,6 punti.
Scivola su nuovi minimi Tim (-7%), insieme alle risparmio (-5%), dopo un congelamento al ribasso, sull’onda lunga dei preliminari di giovedì scorso, con la bocciatura dell’Agcom allo scorporo interno della rete e le frizioni tra i soci Vivendi ed Elliott.
Sotto pressione i bancari Banco Bpm (-2,8%), Unicredit (-2,26%), Ubi (-2,31%) ed Mps (-1,85%), più cauta invece Intesa Sanpaolo (-1,4%). Gira in calo la Juventus (-2,16%), cede Saipem (-1,59%) mentre si assesta Italgas (-0,5%), a differenza di Fca (-1,42%), mentre Ferrari (-0,64%) ed Exor (-0,87%) contengono il calo al di sotto dell’1%. Segno meno anche per Italgas (-1,41%) e Saipem (-0,86%), mentre salgono Juventus (+0,88%) e, seppure in modo frazionale, Diasorin (+0,56%), Prysmian (-0,3%) e Brembo (+0,25%). In rialzo Amplifon (+0,3%), Terna (+0,49%), Atlantia (+0,5%) e, tra i minori, Bialetti (+10%). Scivolano Astaldi (-3,19%) e Salini Impregilo (-1,8%).
Bankitalia:calo prestiti alle impreseContinua crescita per le famiglie

22 gennaio 201913:15

– La domanda di prestiti da parte delle imprese registrerebbe una lieve contrazione nel primo trimestre del 2019 mentre quella da parte delle famiglie continuerebbe a espandersi. E’ quanto si legge nell’indagine sul credito bancario della Banca d’Italia presso dieci tra i principali gruppi bancari italiani. Nel quarto trimestre 2018 la domanda di finanziamenti da parte delle imprese ha continuato a crescere.
All’aumento delle richieste di prestiti hanno contribuito soprattutto il basso livello dei tassi di interesse e la spesa connessa con le scorte e il capitale circolante. Anche la domanda di mutui da parte delle famiglie ha registrato un moderato incremento, riflettendo prevalentemente le favorevoli prospettive del mercato immobiliare. Nel quarto trimestre del 2018, spiega Via Nazionale, i criteri di offerta sui prestiti sia alle imprese sia alle famiglie per l’acquisto di abitazioni hanno registrato un lieve irrigidimento.
Tim crolla in Borsa su nuovi minimiTimori su conti e rete con scontro in atto tra Elliott e Vivendi

22 gennaio 201913:16

– Tim viaggia senza paracadute in Borsa. Precipita su nuovi minimi storici e va incontro a un congelamento per eccesso di ribasso. Rientrato agli scambi con scambi tre volte superiori alla media giornaliera dell’ultimo mese, il titolo segna un calo del 7,7% a 0,44 euro. Sotto pressione anche le Tim risparmio, che ritoccano i minimi di sempre e cedono il 5,13% a 0,39 euro. La borsa continua a punire i dati preliminari diffusi giovedì scorso, mentre la bocciatura dell’AgCom al progetto di scorporo interno della rete indica un’accelerazione nel processo di separazione tra l’operatore e l’infrastruttura. Non aiutano poi le continue frizioni tra i due soci: Vivendi, che aveva spinto il progetto bocciato dall’authority, ed Elliott, favorevole invece alla separazione delle due attività.
Borsa: Europa giù, Milano ultima (-1%)Timori su crescita frenano listini dopo allarme Fmi

22 gennaio 201913:48

– Prosegue il calo delle principali borse europee nel primo giorno del vertice di Davos, con i futures Usa che si confermano deboli all’indomani del lungo fine settimana del Martin Luther King Day. L’allarme sulla crescita mondiale lanciato ieri dal Fmi e i timori per un fiasco delle trattative tra Usa e Cina sui dazi frenano i listini già deboli nella mattinata in Asia. Milano (-1%) è ultima e fa peggio di Londra e Parigi (-0,5% entrambe), Francoforte e Zurigo, tutt’e due in calo dello 0,4% circa. Stabile sotto 250 punti lo spread tra Btp e Bund, debole invece l’euro a 1,136 dollari. Giù il petrolio Wti del Texas a 52,83 dollari al barile, mentre l’oro non lascia quota 1.283 dollari l’oncia. Le vendite si concentrano sui bancari Ubs (-3,5%) dopo i conti, Banco Bpm (-2,65%), Unicredit (-2,24%), Sabadell (-2,35%), Bankia (-2,31%) e Bnp (-2,25%). Sotto pressione Tim (-5,2%), su nuovi minimi tra scambi fiume per quasi 230 milioni di pezzi, giù gli automobilistici Porsche (-1,95%) ed Fca (-1,27%).
Borsa:Milano riduce calo (-0,7%),giù TimPesano Banco Bpm e Unicredit nonostante spread, cade Astaldi

22 gennaio 201914:34

– Piazza Affari riduce il calo (Ftse Mib -0,7%) in vista dell’avvio di Wall Street i cui futures sono peraltro in rosso. Scivola su nuovi minimi Tim (-5%), congelata anche al ribasso, sull’onda lunga dei preliminari di giovedì scorso, con la bocciatura dell’Agcom allo scorporo interno della rete e le frizioni tra i soci Vivendi ed Elliott. Vivaci gli scambi per quasi 250 milioni di pezzi. Scivolano Banco Bpm (-2,8%), Unicredit (-2,6%) e Ubi (-2,4%) nonostante il calo dello spread a 249 punti, più caute invece Mps (-1,85% )e Intesa Sanpaolo (-1,2%). Stabile la Juventus (-2,16%), pesante Astaldi (-5,54%), mentre Salini Impregilo (-1,4%) appare più cauta.
Davos: anche l’Ocse potrebbe tagliare il Pil dell’Italia a marzoLo ha confermato il segretario generale dell’organizzazione al Forum di Davos

22 gennaio 201916:26

Le nuove stime dell’Ocse, a marzo, potrebbero tagliare la previsione di crescita per l’Italia. Lo ha confermato Angel Gurrìa, segretario generale dell’organizzazione, a margine dei lavori del Forum economico mondiale. Alla domanda se sia in arrivo un taglio per la crescita dell’Italia nel 2019 anche da parte dell’Ocse, dopo che ieri il Fondo monetario internazionale l’ha rivista a 0,6% dall’1%, Gurria ha risposto “sì, può essere”.Le ultime stime dell’Osce sulla crescita italiana, a novembre 2018, indicavano 0,9% per il 2019, ed erano già riviste al ribasso dall’1,1% di appena due mesi prima. Lo 0,9% anticipato per l’Italia era il tasso di crescita più basso per i 30 Paesi membri dell’Ocse salvo la Turchia e l’Argentina. Gurrìa ha sdrammatizzato la polemica sulle scelte dell’attuale governo e sull’osservazione, avanzata ieri dal Fondo monetario internazionale, che l’Italia sia uno dei rischi per lo scenario di crescita globale assieme a Brexit, alla guerra dei dazi, alla Cina. “La questione italiana è una transizione, nella mia esperienza al primo anno di governo investire non è facile. C’è una questione di equilibrio, tutti i nuovi governi vogliono fare tutto nei primi tre giorni. E’ legittimo ma non è possibile, serve visione di medio termine”. C’è inoltre – ha proseguito – “questo negoziato con la Ue sui decimali. In ogni caso credo che le autorità italiane abbiano ben chiaro che serve un equilibrio fra la crescita e i programmi sociali che vogliono fare, e anche il debito”. Gurrìa ha spiegato di aver già parlato “quattro o cinque volte” con il ministro dell’Economia Giovanni Tria, oltre che con il premier Giuseppe Conte al G20 di Buenos Aires: “può darsi che ci vedremo anche qui” a Davos.Intanto domani il premier Giuseppe Conte è atteso a Davos e potrebbe avere un bilaterale con il neo presidente brasiliano Jair Bolsonaro a margine del world Economic forum di Davos dove il capo del governo interverrà nel corso della giornata.

Petrolio: a NY apre in calo a 52,6 dlrQuotazioni in ribasso del 2,2%

22 gennaio 201915:23

– Apertura in ribasso per il petrolio al mercato di New York con il greggio Wti che perde il 2,2% a 52,6 dollari al barile.
Wall Street apre in calo,Dow Jones -0,7%Nasdaq -0,67%

22 gennaio 201915:41

– Wall Street apre in calo con il Dow Jones che cede lo 0,7% a 24.535,07 punti e il Nasdaq che perde lo 0,67% a 7.108,0 punti.
Borsa: Europa conferma calo, Milano -1%Banche nel mirino, resta pesante Tim, spread a 250 punti

22 gennaio 201916:06

– Confermano il calo le Borse europee dopo l’apertura in negativo di Wall Street con le vendite che premono sui finanziari e i titoli legati all’informatica. A frenare il listino sono i timori sull’esito delle trattative tra Usa e Cina sui dazi e l’allarme sulla crescita mondiale lanciato dal Fondo monetario. L’indice d’area Euro Stoxx lascia sul terreno quasi mezzo punto così come Parigi e Francoforte. Più pesanti Londra (+0,73%) e Milano (Ftse Mib -0,98%), dove è sempre sotto pressione Tim (-5,15%) sull’onda lunga dei preliminari di giovedì scorso, con la bocciatura dell’Agcom allo scorporo interno della rete e le frizioni tra i soci Vivendi ed Elliott. Male poi le banche con Ubs che perde quasi il 4% dopo i conti mentre a Piazza Affari Banco Bpm cede il 2,64%. E, a seguire, Unicredit (-2,11%) e Ubi (-1,7%) e Mps (-1,6%), quest’ultima ha dato mandato ad un pool di banche per un covered bond. E vendite su Astaldi (-6,3%) in attesa delle offerte di Salini e Ihi. Lo spread sfiora i 250 punti.
Wall Street peggiora, Dow Jones -0,9%Nasdaq -1,23%

22 gennaio 201916:22

– Wall Street peggiora, con il Dow Jones che perde lo 0,9% a 24.487,0 punti, il Nasdaq che segna -1,23% a 7.071,2 punti e lo S&P 500 -0,93% a 2.645,9 punti.
Sciopero benzinai il 6 febbraioEra stato approvato da governo precedente con finanziaria 2018

22 gennaio 201916:24

– Il ministero dell’Economia “ha deciso di confiscare il rimborso che, dopo oltre 15 anni di trattative, il Governo precedente aveva finalmente approvato con la finanziaria 2018 in termini di credito d’imposta a favore dei gestori, riconoscendo il maggiore livello di commissioni bancarie collegate alle transazioni con carte di credito, subito in ragione dello straordinario peso fiscale che grava sul prezzo dei carburanti”. E’ quanto denunciano i sindacati dei gestori degli impianti che proclamano lo sciopero per il 6 febbraio.
Lidl: punta su Italia 350 milioniReplicati investimenti del 2018, previste 40 nuove aperture

22 gennaio 201917:18

– Lidl attuerà un piano di investimenti da oltre 350 milioni di euro per il 2019 in Italia, attraverso lo sviluppo della rete vendita con l’apertura prevista di oltre 40 nuovi supermercati. Ad annunciarlo sono stati Emilio Arduino, amministratore delegato sviluppo immobiliare, e Luca Boselli, amministratore delegato finanza Lidl Italia, presentando il nuovo punto vendita Lidl in viale Ergisto Bezzi a Milano. Previsto anche un piano di assunzioni di 2.000 nuovi collaboratori. Tutti i dati ricalcano in modo speculare quelli che furono annunciati per il 2018, mantenendo così lo stesso trend di aperture e di assunzioni. catena di supermercati di origine tedesca, è presente in Italia dal 1992.
Ad oggi Lidl conta su 620 punti vendita e impiega complessivamente circa 15.000 persone.
Messina, in Italia Npl sotto controlloSpread corretto per Italia è a 150 punti base

22 gennaio 201917:18

– Il problema a degli Npl è “assolutamente sotto controllo specialmente nel nostro Paese, in Italia, perchè c’è una forte riduzione”. Così il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, nel corso di una intervista a Davos con Cnbc. Parlando poi delle banche, Messina ha detto che “il sistema italiano è solido”.
Messina ha poi affrontato il tema dello spread sostenendo che quello attuale non è “corretto guardando i fondamentali del Paese. Perchè quello corretto per l’Italia è a 150 punti base.
Secondo la mia opinione il mercato capirà e nei prossimi mesi ci sarà una riduzione dello spread”.
Cimbri esclude fusione Mps-Bper-UnipolSiena ha una dimensione diversa e un azionariato non di mercato

22 gennaio 201917:19

– L’amministratore delegato di Unipol, Carlo Cimbri, esclude operazioni di aggregazioni di Mps con Unipol Banca e Bper, istituto di cui la compagnia bolognese è primo azionista con il 15% del capitale. “Bper prosegue la sua strada, noi abbiamo fatto le nostre cose, è più una cosa di fantasia” ha detto Cimbri da Davos, intervistato da Class Cnbc.
“Mps è una grande realtà nazionale, ho letto anch’io che il nostro nome, il nome di Bper è stato accostato al Monte dei Paschi. Ritengo che Bper abbia un suo programma, il Monte dei Paschi è una dimensione troppo diversa e ha un azionariato che al momento non è di mercato” ha spiegato Cimbri, bocciando la possibilità di una fusione a tre.

Petrolio: ancora giù, Wti sotto 52 dlrQuotazioni in calo del 3,4%. Brent scende a 60,8 dollari

22 gennaio 201917:25

– Quotazioni del petrolio in ulteriore ribasso con il greggio Wti che scivola sotto i 52 dollari al barile, a 51,9 dollari, segnando un calo del 3,4%. Il Brent è in ribasso del 2,98% a 60,8 dollari al barile.
Borsa: Milano chiude a -1,03%Ftse Mib a 19.437 punti

MILANO22 gennaio 201917:44

– Piazza Affari chiude in calo. Il Ftse Mib lascia sul terreno l’1,03% a 19.437 punti.

Decretone: sconto per il riscatto della laurea, si pensa di alzare la soglia fino 50 anniDurigon, lavoriamo per allargamento durante iter parlamentare

22 gennaio 201916:06

Il governo sta lavorando per alzare la soglia di età entro la quale sarà possibile riscattare gli anni di università con lo sconto. Lo annuncia il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, spiegando che la modifica potrebbe arrivare nel corso dell’iter parlamentare del decretone, che partirà al Senato. La norma, inserita nella parte del dl dedicata a quota 100, prevede attualmente un limite di 45 anni, che potrebbe alzarsi fino a 50. “Siamo in una fase interlocutoria – afferma Durigon – ma è una possibilità”.

Melegatti: per rilancio arrivano nuovi prodottiPer Pasqua Colomba ai cereali e nuova formula imballaggio

VERONA22 gennaio 201912:13

– Melegatti procede nel segno della tradizione dolciaria italiana e nella fase di rilancio industriale introduce nuovi prodotti che ampliano la platea dei possibili clienti. Lo storico marchio alimentare – secondo una nota – ha l’ambizione di accompagnare anche nella quotidianità i consumatori con prodotti riconoscibili per qualità delle materie prime, sicurezza dei processi produttivi e bontà.
A Pasqua, oltre ai prodotti tradizionali, sarà presente in tutta l’Italia anche con alcune novità tra cui la Colomba Cereali antichi che utilizza cereali unici, di antica discendenza, caratterizzati da una lenta maturazione del chicco capaci di attribuire sapori originari. Melegatti, nel suo piano industriale, punta a selezionare e impiegare materie prime di qualità e i più avanzati processi di lavorazione per assicurare, nel rispetto della tradizione, l’adesione alle moderne tendenze salutistiche.
Sul lato dell’imballaggio si sta perfezionando una maggiore integrazione produttiva visto che la Melegatti è all’interno di un Gruppo alimentare assieme a tre importanti società di packaging, Eriplast, Fucine Film e Albertazzi G.
Lo sviluppo della produzione richiederà, in questo primo semestre del 2019, cinque nuove assunzioni portando a 40 il dato occupazionale.

Confindustria:1/3 lavoratori introvabileFormazione torni in agenda Governo. Quota100 non è per i giovani

22 gennaio 201912:08

– “Saranno poco meno di 193mila i posti di lavoro a disposizione nel triennio 2019-2021 nei settori della meccanica, Ict, alimentare, tessile, chimica, legno-arredo, sei tra i più rilevanti del Made in Italy”. Ma, avverte Confindustria, alla venticinquesima giornata nazionale Orientagiovani, “uno su tre sarà introvabile”. Per il presidente Vincenzo Boccia “serve grande piano di inclusione per i giovani”. Il vicepresidente per il capitale umano Giovanni Brugnoli spiega che “le imprese hanno fame di talento” ma “c’è bisogno di una formazione aperta all’industria”, e sottolinea: “La formazione torni al centro dell’agenda di Governo, quota 100 non è una misura per giovani”.
Reddito, Di Maio: ‘Se recessione mettiamo in sicurezza più deboli’. Conte: ‘Sarò garante contro abusi’Sul palco Di Maio, Casaleggio, Conte. Banfi nominato commissario all’Unesco

22 gennaio 201916:04

Il reddito anche come misura di tutela in caso di crisi economica, lo ha spiegato il vicepremier Luigi Di Maio durante la kermesse pentastellata di presentazione del decretone. “Con il reddito di cittadinanza, se mai ci sarà la recessione, io non so se andremo in recessione, noi metteremo in sicurezza le fasce più deboli, non faremo come gli altri”. Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio dal palco dell’evento M5S chiedendo agli eletti del Movimento di “spiegare agli italiani come accedere agli strumenti varati e non andare in giro a dire cosa abbiamo fatto”.”Mi sono presentato come avvocato del popolo. Oggi mi presento come garante di un nuovo patto sociale tra i cittadini e lo Stato: vogliamo realizzare questo nuovo patto sociale e io sarò garante dell’attuazione”. Lo dice il premier Giuseppe Conte all’evento M5s sul reddito di cittadinanza. “Vogliamo che tutti i cittadini – ha aggiunto – possano prenderne parte: il reddito sarà pilastro portante e vigilerò con tutti gli strumenti a disposizione affinché questo progetto non sia deturpato da furbizie, abusi e storture di sorta”.Durante la kermesse è stata annunciata anche la nomina, da parte del governo di Lino Banfi a commissario dell’Unesco.

messo la pensione di cittadinanza, e anche i pensionati entreranno in questo programma. Ovviamente per queste persone non varrà la parte di politiche attive del lavoro, ma i principi di accesso sono gli stessi che per il reddito. La pensione di cittadinanza interesserà 500mila nonni italiani a cui miglioreremo un po’ la qualità della vita”, dice il ministro del Lavoro.
“La card per il reddito sarà una normale Poste pay per non discriminare nessuno ma non potrà essere spesa nel gioco d’azzardo”, annuncia Di Maio.
“Quota 100 è uno strumento di cui andiamo orgogliosi: ha ricevuto tantissime critiche ma potranno andare in pensione fino a 620mila persone. Non sappiamo quanti aderiranno ma saranno sicuramente di più di quelli dell’anno scorso. Sarà occasione non solo di turn over per i giovani ma anche di cambiare la P.a”, ha detto ancora.
“Mimmo Parisi sarà il capo dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro: ha accettato di tornare in Italia e darci una mano”. Ha detto Di Maio invitando sul palco il professore che ha inventato la figura del “navigator” per favorire la ricerca del lavoro. Di Maio lo presenta, con un lapsus, come un “italo-pugliese”: “L’ho conosciuto qualche mese fa alla Camera e mi ha raccontato quello che sta facendo da professore in Mississippi”.
“Si è detto, anche un po’ per denigrare, che il reddito era uno strumento per stare sul divano. Noi crediamo sia uno strumento di politica attiva del lavoro. Ma la platea a cui viene diretto è fatta di persone perbene, che proprio perché sono rimaste perbene, sono rimaste in difficoltà”. “E va da se che conviene accettare la prima offerta, entro 100 chilometri”, sottolinea Di Maio che spiega come, nei primi 12 mesi, “arriverà in ogni caso una prima offerta entro 250 km”.
“La settimana prossima firmiamo il decreto ministeriale che permetterà alle imprese di abbassare il costo del lavoro riducendo del 30% i premi Inail”. Lo annuncia il vicepremier Luigi Di Maio all’evento M5s sul reddito di cittadinanza. “E poi c’è un miliardo di euro per le start up innovative: nascerà il Fondo start up innovazione per tutti i giovani che vanno all’estero”, aggiunge.
“Contro tutto questo il Pd sta raccogliendo le firme per fare il referendum, è una roba allucinante, raccolgono le firme per togliere un diritto umano. Chi è causa del suo mal pianga se stesso”. Lo afferma Alessandro Di Battista dal palco dell’evento M5S sul reddito di cittadinanza.
“Noi aiutiamo perché conviene a tutti. Bismarck è quello che ha inventato il welfare, e quello che ha creato l’Inps. La sua era una scelta politica, intelligente, ecco perché andava contro i socialisti. Così come noi andiamo contro la sinistra e queste destre”. Lo afferma in un video intervento sul reddito di cittadinanza trasmesso all’evento M5S, Beppe Grillo.

Cimbri esclude fusione Mps-Bper-UnipolSiena ha una dimensione diversa e un azionariato non di mercato

22 gennaio 201917:19

– L’amministratore delegato di Unipol, Carlo Cimbri, esclude operazioni di aggregazioni di Mps con Unipol Banca e Bper, istituto di cui la compagnia bolognese è primo azionista con il 15% del capitale. “Bper prosegue la sua strada, noi abbiamo fatto le nostre cose, è più una cosa di fantasia” ha detto Cimbri da Davos, intervistato da Class Cnbc.
“Mps è una grande realtà nazionale, ho letto anch’io che il nostro nome, il nome di Bper è stato accostato al Monte dei Paschi. Ritengo che Bper abbia un suo programma, il Monte dei Paschi è una dimensione troppo diversa e ha un azionariato che al momento non è di mercato” ha spiegato Cimbri, bocciando la possibilità di una fusione a tre.

Camusso,serve sindacato davvero unitarioE’ l’unica scelta che ci rafforza e salvaguarda l’autonomia

22 gennaio 201912:51

– “Abbiamo bisogno di un sindacato confederale davvero unitario. È una scelta obbligata, l’unica che potrebbe fare la differenza”. Lo dice il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, nella relazione che apre il congresso di Bari, dove sono presenti i segretari generali di Cisl e Uil, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. “L’unica scelta – sottolinea – che guarda ad un orizzonte nuovo e non ci riporta al parallelismo, alle componenti di partito, ma che salvaguarda e rafforza l’autonomia”.

Borsa: Europa chiude in caloParigi -0,42%, Francoforte -0,41%, Londra -0,99%

22 gennaio 201917:58

– Seduta in flessione per le Borse europee. Parigi perde lo 0,42% con il Cac 40 a 4.847 punti.
Francoforte chiude a -0,41% con il Dax a 11.090 punti. Londra cede lo 0,99% a 6.901 punti.       

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

STARBUCKS: AL VIA CONSEGNE A DOMICILIO IN USA

STARBUCKS: AL VIA CONSEGNE A DOMICILIO IN USA

AGGIORNAMENTO DELLE 17:24

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

STARBUCKS: AL VIA CONSEGNE A DOMICILIO IN USA

NEW YORK

– Starbucks dà il via da oggi alle consegne a domicilio. Il gigante del caffè inizia da San Francisco attraverso Uber Eats, successivamente estenderà il servizio anche a New York, Los Angeles, Chicago, e Washington, D.C. Il procedimento è semplice. Il cliente ordina attraverso l’app di Uber Eats ed entro 30 minuti arriva la consegna. E’ disponibile quasi il 95% del menu. Inoltre, per far sì che il prodotto rimanga freddo o caldo a seconda della scelta, Starbucks ha creato una confezione speciale. Il servizio costerà infatti 2 dollari e 49 centesimi.
Secondo quanto riferisce Yahoo News, le ordinazioni di cibo online sono un mercato da 95 miliardi di dollari a livello mondiale e secondo le stime è anche destinato a crescere.       

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:32 ALLE 17:17

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Napoli, De Laurentiis a Parigi
Serata di gala a Parigi, possibile incontro con patron Psg

22 gennaio 2019 10:32

– Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis sarà stasera alla sfilata di Armani all’Hotel d’Evreux di Place Vendome, a Parigi. De Laurentiis è stato invitato da Armani insieme a sua moglie Jacqueline, con cui sta trascorrendo alcuni giorni nella capitale francese prima di tornare in Italia domani. Alla sfilata è stato invitato tutto il jet set parigino tra cui anche il presidente del Paris Saint Germain Nasser Al-Khelaifi che in questi giorni sta tentando di imbastire una trattativa con il club azzurro per portare il centrocampista brasiliano Allan a Parigi.
Cristiano Ronaldo in tribunale a Madrid per chiudere partita col fisco Per il fuoriclasse una sanzione di 18,8 milioni

TORINO22 gennaio 201916:12

Cristiano Ronaldo oggi in tribunale, a Madrid, per chiudere in sede giudiziaria l’accordo con il Tesoro spagnolo sulle imposte non versate per i diritti d’immagine tra il 2011 e il 2014. Occhiali da sole scuri, jeans e giacca scura, l’attaccante della Juventus è entrato negli uffici giudiziari accompagnato dalla fidanzata Georgina, senza rilasciare dichiarazioni ai numerosi giornalisti presenti.Il fuoriclasse portoghese ha già patteggiato due anni di reclusione e il pagamento di una sanzione da 18,8 milioni di euro, come stabilito nell’udienza della scorsa estate. In questo modo Ronaldo – che peraltro ha sempre negato ogni addebito – ha evitato, essendo incensurato, il rischio del carcere. CR7 è accusato di avere commesso 4 violazioni e l’erario spagnolo gli aveva contestato una mega evasione fiscale, tutta legata ai diritti di immagine. Il giocatore avrebbe già pagato la sanzione, resta l’ultimo atto dell’iter giudiziario, davanti al giudice dell’Audiencia Provincial de Madrid. “Todo perfecto, hombre”, “tutto perfetto, uomo”: Ronaldo si è rivolto così ad un giornalista che, all’uscita del tribunale di Madrid, gli ha chiesto se andasse tutto bene.L’udienza davanti al giudice dell’Audiencia Provincial de Madrid, per chiudere la partita col fisco spagnolo per le imposte non versate sui diritti d’immagine tra il 2011 e il 2014, è durata poco più di un’ora.

Stampa Spagna, ‘Marcelo vuole la Juve’Brasiliano ha chiesto al club di lasciarlo libero in estate

MADRID22 gennaio 201912:27

– La stampa spagnola, in particolare ‘Marca’ e ‘Sport’, ne è certa: Marcelo vuole lasciare il Real Madrid in estate, e raggiungere l’amico Cristiano Ronaldo alla Juventus. “Se faranno un’offerta per me, dovete lasciarmi andare”, avrebbe detto il laterale brasiliano alla dirigenza ‘merengue’ che potrebbe accogliere la richiesta del giocatore visto che il presidente Florentino Perez sarebbe intenzionato a rivoluzionare la squadra nel prossimo mercato estivo (“e anche se dovesse vincere un’altra Champions”, scrive ‘Mundo Deportivo’). Al posto di Marcelo il Real acquisterebbe il terzino sinistro del Betis Junior Firpo, che sta disputando una grande stagione. Sempre in tema di partenze da Madrid, il Real potrebbe ‘liberare’ anche Modric, specie se riuscirà a prendere il danese Eriksen dal Tottenham, mentre per Isco deciderà il nuovo allenatore, visto che Solari non verrà confermato nonostante abbia un contratto fino a giugno del 2012. Al suo posto arriverà uno fra Loew, Allegri, Klopp, Pochettino e Mourinho.
Stirpe,De Laurentiis? Sindrome NapoleonePresidente Napoli aveva detto: ‘che ci fa Frosinone in serie A?’

22 gennaio 201912:30

– E’ polemica verbale tra il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e quello del Frosinone Maurizio Stirpe. Ad innescarla è stato ‘Adl’, che in un’intervista al New York Times ha parlato anche di calcio dicendo “che ci fa il Frosinone in Serie A? Non attira spettatori”. Poi aveva aggiunto: “club come il Frosinone non attirano fan, né interessi, né emittenti nel campionato. Arrivano, non cercano di competere e tornano indietro. Se non possono competere, se finiscono ultimi, dovrebbero pagare una multa e non dovrebbero ricevere denaro”. Ora arriva, tramite ‘CalcioNapoli24’, la replica di Stirpe, stizzito per le parole del collega. “”Mi sembrano dichiarazioni di una persona che ha la sindrome di Napoleone – dice -. Nella vita ancora prima che nel calcio serve rispetto e io qui non ne vedo: invece bisognerebbe averne sempre per gli avversari, lo sport deve insegnare questi valori. Se invece insegna prepotenza queste dichiarazioni si commentano da sole: arrivano da parte di persone che non hanno vinto niente”.
Roma, Karsdorp: “non voglio più fermarmi”Tornato in campo dopo un lungo stop per un brutto infortunio

22 gennaio 201915:50

Finalmente in campo, da titolare. Rick Karsdorp è tornato a sentirsi un giocatore vero nelle ultime due gare con Entella e Torino, e non vuole più fermarsi.
“È una bella sensazione tornare a giocare dopo tanto tempo fuori a causa di un brutto infortunio. È stato complicato stare a guardare, anche perché in Olanda giocavo ogni 3 giorni. Sono arrivato già infortunato, poi dopo l’esordio mi sono fatto male al ginocchio… non mi era mai capitato di essere infortunato.
Ora devo continuare, se avrò una certa continuità riuscirò a trovare il ritmo. Del resto dopo questi due anni senza giocare 90′ minuti non era facile -sottolinea Karsdorp. È comunque una bella iniezione di fiducia e spero di avere in futuro altre occasioni”. “Il mio stato di forma? Prima della partita col Torino avrei detto che ero al 100%, ora non lo so -scherza il giocatore. Era tanto che non giocavo 2 partite di fila, si è visto nel secondo tempo quando sono calato, sentivo le gambe pesanti ma era inevitabile”.
Serie C: sciopero giocatori Pro PiacenzaProtesta decisa con Aic per mancato pagamento retribuzioni

22 gennaio 201915:42

– L’Associazione italiana calciatori e i giocatori professionisti tesserati per il Pro Piacenza – da mesi senza stipendio – hanno proclamato lo sciopero per la giornata di domani, quando è in programma una partita in casa della Pistoiese per la 22/a giornata del campionato di serie C, girone A. “A oggi – sapere l’Aic – la società non ha ancora corrisposto le retribuzioni dovute ai calciatori sin dallo scorso settembre e neppure adempiuto a sostituire la fideiussione depositata per l’iscrizione al campionato. Inoltre, la società sta cercando di sostituire i lavoratori in stato di agitazione con i tesserati del settore giovanile, in assenza di coperture previdenziali e in aperta condotta antisindacale. “L’Aic e i calciatori preannunciano lo sciopero anche per domenica prossima qualora la morosità retributiva non venga sanata”.
Fiorentina presta Dragowski all’EmpoliScambio di portieri tra i due club, in viola arriva Terracciano

FIRENZE22 gennaio 201915:51

– Scambio di portieri tra Fiorentina e Empoli: il club viola ha ceduto in prestito il portiere polacco Bartlomiej Dragowski, classe 1997, mentre dalla società azzurra arriva a Firenze, sempre con a formula del prestito, il portiere Pietro Terracciano, classe ’90. Quest’ultimo, dopo le visite mediche già effettuate, sarà il vice-Lafont e si aggregherà da domani. Con l’Empoli la Fiorentina ha già definito in questo mese l’acquisto per giugno del centrocampista ivoriano Traoerè, rimasto in azzurro in prestito fino al termine della stagione. E sempre fra le due società sono in corso colloqui per altri due obiettivi da parte viola per l’anno prossimo: il difensore Rasmussen e l’esterno Di Lorenzo.
Boateng, ‘un sogno essere al Barcellona”Un onore giocare con Messi. Quello del 9 mio ruolo perfetto’

22 gennaio 201915:47

“Sono felicissimo, è un grande onore essere qui e quando il mio agente mi ha chiamato ho pensato che stessi sognando. Giocherò con Messi che è il migliore del mondo e con Suarez che è il numero uno dei bomber “. Così si è presentato a Barcellona Kevin Prince Boateng, acquisto a sorpresa del club blaugrana nel mercato invernale. “E’ una sensazione strana, incredibile – ha aggiunto -. Ieri ero triste perché, al Sassuolo, dovevo lasciare un grande gruppo, però ai miei compagni ho spiegato che venire qui era un’opportunità che non potevo lasciarmi sfuggire. Sarei venuto a Barcellona a piedi”. Che ruolo pensa di svolgere in blaugrana? “Non vengo con la pretesa di essere titolare – ha risposto -, perché qui ci sono calciatori incredibili. Ma voglio dare il mio contributo, e spero che il fatto di aver già giocato nella Liga, a Las Palmas, possa agevolarmi. Quello spagnolo è il campionato più bello del mondo. Il mio ruolo? quello del 9 è perfetto, però credo che mi abbiano voluto perché so giocare in vari ruoli”.
Ferdinand: ‘troppa birra, ho pochi ricordi’Ex difensore parla di sua dipendenza alcol. ‘Ora l’ho superata’

22 gennaio 201915:49

“Quando ero più giovane ero un pazzo.
I ricordi della mia carriera sono confusi, la gente parla di alcuni momenti della mia vita ma io non ho idea di che cosa stiano parlando, non ricordo per via dell’alcool. Potevo superare otto, nove, dieci pinte di birra. Poi passavo alla vodka. Sarei potuto andare avanti a bere tutto il giorno”.
L’ex difensore del Manchester United e della nazionale inglese Rio Ferdinand parla della propria dipendenza dall’alcol in un’intervista al ‘Telegraph’: “per colpa dell’alcool non ricordo dei momenti della mia carriera”. Ferdinand si è ritirato nel 2015, dopo aver vinto con lo United 6 titoli di Premier League e la Champions del 2008 e dopo l’esperienza al Qpr, poi ha deciso di diventare commentatore televisivo. Del periodo da calciatore ricorda che “c’era una cultura diversa rispetto ad oggi. Quando ero al West Ham pensavamo al calcio, a bere e ai nightclub. Se ho qualche rimpianto? non avrei dovuto bere alcolici, ma ho avuto una capacità naturale per superare quel periodo”.
Sampdoria, Arsenal vuole Audero in estateBlucerchiati interessati a Tchouameni (Bordeaux)

GENOVA22 gennaio 201915:48

L’Arsenal vuole il portiere della Sampdoria Emil Audero. Il club inglese ha preso informazioni in vista della prossima stagione. L’estremo difensore, che ha 22 anni, è in prestito ai blucerchiati che hanno diritto di riscatto nei confronti della Juve ma la società bianconera può vantarne la ‘recompra’. L’Arsenal ci sta pensando per il prossimo campionato. Dawid Kowancki ormai è invece a un passo dall’Empoli: prestito secco fino al termine della stagione.
Dalla Francia rimbalza poi la voce che la Sampdoria sia interessata a Aurelien Tchouameni. Il centrocampista classe 2000 cresciuto nel vivaio del Bordeaux è nel mirino anche di Inter e Torino.
Napoli, mini abbonamenti per 9 gareOtto partite di campionato più sfida Europa League con Zurigo

22 gennaio 201914:20

– Il Napoli mette in vendita da oggi alle 16 dei mini abbonamenti per 9 partite, le prossime otto di campionato in casa più la sfida di Europa League contro lo Zurigo. I mini abbonamenti permetteranno di assistere alle 9 gare spendendo 130 euro per una curva, 220 euro per i distinti, 350 euro per la tribuna Nisida e 480 euro per la Tribuna Posillipo. Le partite comprese nei mini abbonamenti al San Paolo sono quelle contro: Sampdoria, Torino, Zurigo (Europa League), Juventus, Udinese, Genoa, Atalanta, Cagliari e Inter.
L’emissione dei mini abbonamenti sarà consentita a tutti i possessori di fidelity card o di tessera del tifoso. Il club azzurro, complice l’incertezza per alcuni lavori allo stadio San Paolo in vista delle Universiadi 2019, quest’anno non ha emesso abbonamenti per la stagione di serie A.
Udinese, Coulibaly in prestito al CarpiIl centrocampista senegalese resterà fino a fine stagione

UDINE22 gennaio 201914:51

– Il centrocampista senegalese dell’Udinese Mamadou Coulibaly è stato ceduto in prestito al Carpi fino a fine stagione. Lo rende noto Udinese Calcio che comunica di aver raggiunto l’accordo con il Carpi Football Club 1909.
Milan: Zapata fuori 3-4 settimaneInfortunio al bicipite femorale della coscia destra con il Genoa

MILANO22 gennaio 201916:43

– Il Milan dovrà fare a meno di Cristian Zapata per 3-4 settimane. All’indomani dell’infortunio rimediato durante la partita vinta contro il Genoa, il difensore centrale colombiano, come ha reso noto il club, “si è sottoposto ad una risonanza magnetica che ha evidenziato una lesione del muscolo bicipite femorale della coscia destra. Il giocatore sarà sottoposto ad un esame di controllo fra due settimane”. In compenso Rino Gattuso, per la partita di sabato contro il Napoli, recupera l’altro difensore centrale titolare, Alessio Romagnoli, che ha scontato il turno di squalifica.
Dopo Piatek, Genoa pensa a SanabriaPiace paraguayano Betis, ex Roma. Andalusi su venezuelano 19enne

MADRID22 gennaio 201917:01

Il Genoa già pensa al dopo Piatek, e fonti molto vicine alla dirigenza del Betis di Siviglia rivelano che c’è stato un interessamento del club ligure per il 22enne attaccante paraguayano della squadra andalusa Antonio Sanabria, ex Roma (2 presenze e nessun gol in giallorosso nella stagione 2014-’15). Il discorso sarebbe ancora in fase “di evoluzione”, intanto il Betis penserebbe già al sostituto nel caso Sanabria dovesse partire. Infatti l’uomo di mercato della società biancoverde, Juan Josè Canas, che si trova in Cile per seguire il Sudamericano Under 20, sta cercando di stringere la trattativa per portare in Andalusia l’attaccante Jan Carlos Hurtado, 19 anni a marzo, che sta giocando il torneo continentale giovanile con il Venezuela. A livello di club è in forza agli argentini del Gimnasia y Esgrima. Altro obiettivo del Betis è il terzino del Brasile U.20 Emerson de Souza, dell’Atletico Mineiro, seguito anche da Inter, Samp, Sassuolo, Valencia, Watford, Shakhtar, Borussia Dortmund e Liverpool.

Serie A: 8 squalificati per un turnoTra i fermati Acerbi (Lazio) ed Edimilson e Biraghi (Fiorentina)

22 gennaio 201917:01

– Otto calciatori sono stati squalificati per un turno in serie A dal giudice sportivo Gerardo Mastrandrea. Si tratta di Francesco Acerbi della Lazio ed Edimilson della Fiorentina, entrambi espulsi per doppia ammonizione. Tra i calciatori non espulsi fermati sempre per una giornata Mattia Bani e Sofian Kiyine del Chievo, Cristiano Biraghi della Fiorentina, Thiago Cionek della Spal, Gaston Ramirez della Sampdoria e Stefano Sensi del Sassuolo.
Attesa per vertice Milan-Genoa su PiatekGiornata libera per giocatore che aspetta l’intesa fra due club

MILANO22 gennaio 201917:05

– Sono ore cruciali per il trasferimento di Krzysztof Piatek dal Genoa al Milan. Il giocatore gode di un giorno libero, come tutta la squadra di Cesare Prandelli, e attende l’esito del vertice decisivo in programma nel pomeriggio a Milano fra i dirigenti rossoneri e il presidente rossoblù Enrico Preziosi, che già venerdì scorso si sono incontrati lontani da occhi indiscreti dando il via alla trattativa. Se entro questa sera venisse raggiunta un’intesa fra i due club, domani l’attaccante polacco potrebbe sostenere le visite mediche, ultimo passo prima della firma del contratto con la sua nuova squadra.       

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:24 ALLE 16:52

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Golf, sfida tra big nell’Omega Dubai
Sul green anche De Chambeau, Fleetwood e 4 azzurri

22 gennaio 2019 10:24

– Molti tra i migliori big europei del golf con la “intrusione” dell’americano Bryson DeChambeau (numero 5 al mondo) e del cinese Haotong Li, campione in carica, saranno all’Omega Dubai Desert Classic (24-27 gennaio), torneo dell’European Tour di golf arrivato alla 30/a edizione.
Negli Emirati Arabi sarà sfida show tra Tommy Fleetwood, Tyrrell Hatton, Sergio Garcia, Ian Poulter, Henrik Stenson e Thorbjorn Olesen. Nel field pure 4 azzurri: Edoardo Molinari, Renato Paratore, Andrea Pavan e Nino Bertasio. In una rassegna che vedrà sul green del GC Emirates anche altri sicuri protagonisti come gli inglesi Matthew Fitzpatrick, Eddie Pepperell e Lee Westwood. E ancora: il sudafricano Louis Oosthuizen, l’iberico Rafa Cabrera Bello, il tedesco Martin Kaymer e l’irlandese Shane Lowry (fresco vincitore dell’Abu Dhabi Championship). Senza dimenticare la leggenda Ernie Els e il danese Thomas Bjorn (capitano del Team Europe nella Ryder Cup di Parigi).
Golf, Jutanugarn a lezione da AllenEx asso NBA sale in cattedra. Regina mondiale, “occasione

22 gennaio 201910:40

– A lezione da Ray Allen. Giornata speciale per Ariya Jutanugarn, regina mondiale del golf femminile, che nel corso del Diamond Resorts Tournament of Champions ha avuto la possibilità d’incontrare l’ex cestista statunitense. “Abbiamo giocato 18 buche insieme – la rivelazione della 23enne di Bangkok – ed è stata un’occasione unica per chiedergli tutti i consigli possibili. Da come gestire ansie, pressioni e appuntamenti clou. E ancora: quando accontentarsi e quando accelerare. Mi ha insegnato davvero tante cose, non potrò mai ringraziarlo abbastanza”. Grande appassionato di golf, l’ex star di Milwaukee, Seattle, Boston Celtics e Miami, è salito nuovamente in cattedra. Dal parquet al green, tra i più forti tiratori da 3 punti nella storia della pallacanestro, Allen ha messo a disposizione della Jutanugarn esperienza e classe. In un incontro tra numeri 1.
Kompatscher a Malagò,serve sostenibilità”Niente opere faraoniche ma rispetto ambiente e territorio”

BOLZANO22 gennaio 201910:42

– La candidatura di Milano e Cortina, con il coinvolgimento di Anterselva per il biathlon, per le Olimpiadi 2026, il sostegno agli atleti di punta dell’Alto Adige e il futuro della collaborazione con il Coni alla luce delle proposte di riforma avanzate dal governo: sono questi i temi toccati durante un incontro del governatore altoatesino Arno Kompatscher con il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che si trova a Bolzano per una riunione della giunta nazionale del Comitato.
“La sostenibilità – ha precisato Kompatscher – dovrà essere la parola d’ordine di questa candidatura. Alcune delle discipline si svolgono nelle Dolomiti, area tutelata anche dall’Unesco, dunque l’obiettivo, in caso di effettiva assegnazione, dovrà essere quello di trovare soluzioni condivise non solo per gli impianti, ma anche per la viabilità. Non servono opere faraoniche, ma infrastrutture rispettose dell’ambiente e del territorio”.
Australian Open, Kvitova e Collins in semifinaleHanno battuto l’australiana Barty e la russa Pavlyuchenkova

22 gennaio 201915:51

La tennista ceca Petra Kvitova (n. 6 del mondo)e la statunitense Danielle Collins (35) sono le prime due semifinaliste degli Australian Open. La ceca, che con questa vittoria corre verso la posizione di numero 1 del tennis mondiale, ha oggi battuto e eliminato ai quarti l’australiana Ashleigh Barty (15) con il punteggio di 6-1 6-4. Per la Barty è il secondo ko di fila con la Kvitova, in poche settimane, dopo quello del recente torneo di Sydney.
La Collins ha conquistato la semifinale battendo in rimonta la russa Anastasia Pavlyuchenkova (42) con il punteggio di 2-6 7-5 6-1.
Coppa Davis, convocati azzurri per IndiaFit accoglie richiesta ligure non essere chiamato per Calcutta

22 gennaio 201915:45

In vista dell’incontro di Coppa Davis India-Italia, in programma l’1 e 2 febbraio a Calcutta e valido quale turno di qualificazione alla Fase Finale 2019 della competizione, il capitano azzurro Corrado Barazzutti ha convocato i giocatori Matteo Berrettini, Simone Bolelli, Marco Cecchinato, Thomas Fabbiano e Andreas Seppi. Lo rendo noto la Federtennis.
“Così come già concesso in passato a giocatrici dal lungo curriculum azzurro quali Silvia Farina, Francesca Schiavone, Flavia Pennetta e Roberta Vinci -si legge nel comunicato della federazione- la Fit ha autorizzato il capitano ad accettare la richiesta di non essere convocato avanzata da Fabio Fognini, il cui debutto in Coppa Davis risale al 2008”.
Si giocherà sui campi in erba del Calcutta South Club, che festeggerà così in occasione della sfida di Coppa Davis il centesimo anno di attività. Quanto alla squadra indiana, il capitano Mahesh Bhupati ha convocato Prajnesh Gunneswaran, Ramkumar Ramanathan, Saketh Myneni, Rohan Bopanna e Divij Sharan.
Malagò, bene dossier Italia per 2026Sopralluogo Cio primi aprile in Italia

BOLZANO22 gennaio 201915:52

“Sono stato per tre giorni al Cio a Losanna e devo dire che il dossier per la nostra candidatura per i Giochi olimpici del 2026 è stato accolto molto positivamente”. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò dopo la seduta della giunta nazionale a Bolzano. Malagò ha sottolineato la validità della candidatura di Milano e Cortina con le gare di biathlon ad Anterselva che “ha una lunga e collaudata esperienza come località di Mondiali e Coppa del Mondo”.
Il presidente del Coni ha poi annunciato che il Cio effettuerà nei primi giorni di aprile un sopralluogo nelle varie località candidate per i Giochi olimpici, così anche in Alto Adige. Malagò ha poi comunque invitato a non sottovalutare la contro candidatura di Stoccolma che – ha detto – “è solida, forte e credibile”.
Malagò, su riforma Coni rapida soluzione”Serve idonea copertura economica e garanzia dell’autonomia”

BOLZANO22 gennaio 201914:54

– La giunta nazionale del Coni, presieduta da Giovanni Malagò, riunita oggi per la prima volta a Bolzano, ha rivolto al governo un appello per una “rapida soluzione dell’attuazione delle disposizioni operative” per la riforma messa in campo dall’esecutivo. “Preso atto della volontà espressa dal Governo agli Stati Generali per un’armoniosa collaborazione con il Coni, considerati gli indirizzi previsti dalla Legge 145/2018 che indicano quali compiti del Coni l’autofinanziamento, l’esercizio dell’attività istituzionale, la Preparazione Olimpica e il sostegno delle delegazioni italiane all’estero, la Giunta Nazionale all’unanimità chiede al Sottosegretario Giancarlo Giorgetti, una rapida soluzione dell’attuazione concreta delle disposizioni operative, affinché, in modo particolare, il Coni sia al più presto posto nelle condizioni di funzionare al meglio con la relativa idonea copertura economica e la garanzia dell’autonomia decisionale in materia di politica sportiva nell’ambito delle proprie competenze”.
Rugby:Lovotti,ora pensiamo solo a ScoziaVerso 6 Nazioni, pilone azzurro ci crede.2/2 esordio a Edimburgo

22 gennaio 201916:23

– Secondo giorno di lavoro, con doppia seduta, per la nazionale italiana di rugby che si prepara all’esordio nel 6 Nazioni, il 2 febbraio a Edimburgo contro la Scozia. Gli azzurri sono in raduno al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma. “E’ sicuramente il 6 Nazioni più competitivo di sempre – spiega il pilone Andrea Lovotti -, visto che ci sono 3 delle prime 4 nazionali del mondo. Le squadre sono migliorate tanto e il ranking lo evidenzia. Noi dobbiamo lavorare passo dopo passo e concentrarci sul prossimo avversario, in questo caso la Scozia contro cui cercheremo di dare il massimo”. Ma come vede Lovotti questo 6 Nazioni? Davvero c’è il rischio di incassare altre 5 sconfitte e quindi prendere di nuovo il cucchiaio di legno? “Nessuno va mai in campo per perdere: la voglia di vincere c’è sempre – risponde -. Lavoriamo per migliorarci costantemente. Incrementando il livello delle singole prestazioni ne può giovare anche la squadra. Siamo carichi e vogliamo fare un 6 Nazioni di alto di livello”.
Razzismo: basket, multata Virtus BolognaNel corso della partita di domenica cori ‘zingari’ e ‘slavi’

BOLOGNA22 gennaio 201916:25

– Razzismo nel mirino anche nel mondo del basket. La Fip, Federazione Italiana Pallacanestro, ha punito con duemila euro di ammenda la Virtus per i fatti accaduti domenica, nel corso della sfida tra la Segafredo Bologna e Trieste, “per offese collettive frequenti del pubblico verso un tesserato ben individuato della squadra ospite; nonché per offese collettive frequenti di stampo razzista verso tesserati della squadra ospite e offese verso la Lega Basket”, si legge nel comunicato federale. Nel corso della partita si sono uditi i cori ‘Slavi’ e ‘Zingari’ indirizzati da un gruppo bolognese ai sostenitori triestini.
Tennis: Australian Open, ko Tiafoe e Nadal vola in semifinale Il fuoriclasse spagnolo affronterà il greco Tsitsipas

22 gennaio 201916:10

Sarà Rafa Nadal il secondo semifinalista degli Australian Open e andrà ad affrontare il 20enne greco Stefanos Tsitsipas. Nel secondo match dei quarti infatti il fuoriclasse spagnolo e numero 2 del mondo ha battuto in tre set l’americano Frances Tiafoe (39) con il punteggio di 6-3 6-4 6-2.Per Nadal ci sono volute poco meno di due ore di gioco per piegare il suo avversario, di 16 anni più giovane. Da notare che Nadal finora agli Aus Open non ha ceduto un set ai suoi avversari.Domani gli altri due semifinalisti usciranno dalle fide tra Raonic e Pouille , e tra Djokovic e Nishikori.Kvitova e Collins prime semifinaliste – La tennista ceca Petra Kvitova (n. 6 del mondo) e la statunitense Danielle Collins (35) sono le prime due semifinaliste degli Australian Open. La ceca, che con questa vittoria corre verso la posizione di numero 1 del tennis mondiale, ha oggi battuto e eliminato ai quarti l’australiana Ashleigh Barty (15) con il punteggio di 6-1 6-4. Per la Barty è il secondo ko di fila con la Kvitova, in poche settimane, dopo quello del recente torneo di Sydney. La Collins ha conquistato la semifinale battendo in rimonta la russa Anastasia Pavlyuchenkova (42) con il punteggio di 2-6 7-5 6-1.         

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:50 ALLE 16:10

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Macron, i nazionalismi minacciano l’Ue
‘I rischi arrivano anche dall’interno delle nostre società’

BERLINO22 gennaio 2019 10:50

– Di fronte alle molte sfide che si presentano oggi in Europa, “Francia e Germania devono assumersi la responsabilità e parlare con una voce sola”. Lo ha detto Emmanuel Macron ad Aquisgrana. Macron ha citato “i nazionalismi che minacciano l’Europa”, la “scossa” che proviene dalla Brexit, ma anche “il terrorismo, il cambiamento climatico” e le nuove dinamiche economiche. Il presidente francese ha anche sottolineato che le minacce “non provengono solo dall’esterno, ma anche dall’interno” delle nostre società.

Siria: Ong, 21 i morti in raid IsraeleTra le vittime anche 12 pasdaran iraniani

22 gennaio 201912:00

– BEIRUT

– Ventuno uccisi tra militari siriani, pasdaran iraniani e miliziani sciiti non siriani è il nuovo bilancio dei raid missilistici israeliani condotti tra sabato e domenica scorsi nella zona di Damasco. Lo riferisce oggi l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), che da anni monitora le violenze nel paese grazie a una fitta rete di fonti sul terreno. L’Ondus afferma che l’attacco israeliano ha “causato enormi danni materiali alle postazioni militari colpite in Siria” e che delle 21 persone uccise, 12 erano membri dei Guardiani della rivoluzione iraniani (Pasdaran), 6 militari governativi siriani e altri tre non meglio precisati miliziani sciiti alleati dell’Iran.
Brexit: Ue, Londra chiarisca intenzioniNiente di nuovo da Bruxelles perché niente di nuovo da Gb

BRUXELLES22 gennaio 201912:28

– “Continuiamo a seguire molto da vicino il dibattito parlamentare nel Regno Unito. Sollecitiamo Londra a chiarire le proprie intenzioni. Non abbiamo niente altro da dire da Bruxelles, perché non c’è niente di nuovo dal Regno Unito”. Così il portavoce della Commissione europea Margaritis Schinas dopo l’intervento di Theresa May a Westminster.
Merkel-Macron firmano trattatoAquisgranaRilancia trattato Eliseo del ’63 su amicizia franco-tedesca

BERLINO22 gennaio 201912:34

– Angela Merkel e Emmanuel Macron hanno firmato il trattato di Aquisgrana, che rilancia l’amicizia e la collaborazione franco-tedesca. Prima dei due leader, il trattato è stato firmato dai ministri degli Esteri di Francia e Germania. Si tratta dell’intesa che rilancia il contratto dell’Eliseo, che nel 1963 fu firmato da Korad Adenauer e Charles de Gaulle.
Juncker, unità franco-tedesca necessaria’L’asse Parigi-Berlino irrita i partner ma ci fa stare sereni’

BERLINO22 gennaio 201912:38

– “L’amicizia franco-tedesca non è solo un sogno, ma una realtà e una necessità” ed è “garante” della pace in Europa. Così il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ad Aquisgrana, dopo la firma del trattato fra Parigi e Berlino. “Negli ultimi anni, Francia e Germania sono quasi sempre unite, e questo qualche volta irrita gli altri partner. Ma questa irritazione diventa dolore, se la comprensione diventa incomprensione. Quindi per favore curate questa amicizia, ci fa stare tutti più sereni”, ha concluso.
Spagna: bimbo in pozzo, terminato tunnelOra si scava galleria orizzontale di collegamento

22 gennaio 201912:41

– E’ terminata lunedì sera la perforazione di un tunnel parallelo al pozzo di prospezione in cui è caduto il piccolo Julen di due anni il 13 gennaio scorso Totalan vicino a Malaga: si scaverà adesso un tunnel orizzontale di 3-4 metri a una profondità di circa 72 metri per cercare di raggiungere il bimbo.
Resta però il punto interrogativo sull’esatta ubicazione di Julen: per questo prima ancora del completamento del tunnel orizzontale di collegamento verrà realizzato un buco di circa 20 centimetri fino al pozzo per introdurre una videocamera e vedere se il piccolo si trovi o meno a quella profondità.
Secondo El Pais, la perforazione del tunnel parallelo è terminata alle 20:30 di ieri ed è durata 55 ore rispetto alle 15 previste. Il tunnel verticale verrà adesso ‘intubato’ con cilindri di metallo per evitare la possibilità di frane e per facilitare le operazioni di recupero. Il tunnel orizzontale verrà scavato a mano con picconi o con martelli pneumatici, a seconda della consistenza del terreno.
Ue, 58% italiani teme antisemitismoEurobarometro, fenomeno in aumento, Svezia e Francia al top

BRUXELLES22 gennaio 201913:07

– L’antisemitismo preoccupa per il 58% degli italiani e il 31% pensa che sia aumentato negli ultimi 5 anni. A rivelarlo è l’ultimo Eurobarometro presentato oggi dalla Commissione Ue al museo ebraico di Bruxelles e condotto nel dicembre 2018 su un campione di oltre 27mila europei. Il sentimento italiano ricalca quello dell’Europa intera, dove il 50% dei cittadini ritiene che l’antisemitismo sia un problema. I picchi si registrano in Svezia (81%), Francia (72%), Germania (66%), Paesi Bassi (65%), Regno Unito (62%).
Ue, politiche coloniali? non in Europa’Scontro Italia-Francia non ci preoccupa, ma meglio dialogare’

BRUXELLES22 gennaio 201913:10

– “Non siamo preoccupati” per il conflitto in corso tra Italia e Francia. “Non pensiamo che queste questioni abbiano un impatto fondamentale” sulle relazioni nell’Ue o su dossier. Così il portavoce della Commissione europea Margaritis Schinas, che comunque sottolinea “sarebbe meglio collaborare e dialogare invece di lanciarsi” accuse. E a chi chiede se ci siano Paesi dell’Ue che fanno politiche coloniali, risponde di no. Nei giorni scorsi il vicepremier Di Maio aveva chiesto all’Ue di “sanzionare chi sfrutta l’Africa come la Francia”.
In Congo seconda peggiore epidemia EbolaFinora 640 contagi e 373 morti, difficile fornire cure adeguate

22 gennaio 201913:12

– Nel nord-est della Repubblica Democratica del Congo (Rdc) sono finora 640 le persone contagiate da Ebola, di cui 373 sono morte, in quella che è diventata la seconda peggiore epidemia di Ebola della storia, la prima in un’area di conflitto: è quanto afferma in una nota Medici Senza Frontiere, tra le equipe in prima linea nella lotta per controllare la diffusione del virus.
Per rispondere ai sempre più numerosi casi provenienti dalla città di Butembo, che conta quasi 1 milione di abitanti, Msf ha costruito un nuovo Centro di trattamento e un nuovo Centro di transito, oltre a rafforzare le attività esistenti. Nel frattempo la crescente insicurezza dovuta alle elezioni presidenziali ha ulteriormente ristretto l’accesso della popolazione alle cure mediche nell’area di Beni, dove diversi centri sanitari sono stati danneggiati durante le proteste.
Tutto questo rende la tempestiva identificazione di nuovi casi ancora più complessa, mentre i centri sanitari ancora attivi sono sempre più sovraffollati.
Ue: con ‘no deal’ frontiera in IrlandaBruxelles intensifica i preparativi per una Brexit senza intesa

BRUXELLES22 gennaio 201913:13

– “In caso di una Brexit senza accordo, in Irlanda ci sarebbero barriere fisiche”. Lo ha detto il portavoce della Commissione europea Margaritis Schinas, spiegando che l’Ue ha intensificato i preparativi per un divorzio senza intesa, e che il segretario generale è impegnato nel tour delle capitali con questo obiettivo.
Tusk: Aquisgrana non è alternativa a Ue’Serve segnale chiaro in tal senso da Germania e Francia’

BERLINO22 gennaio 201913:32

– “Userò parole chiare: l’Europa ha bisogno di un segnale chiaro da Francia e Germania, sul fatto che questa collaborazione non rappresenti un’alternativa alla collaborazione con tutta l’Europa”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, parlando ad Aquisgrana dopo la firma del trattato, che rilancia amicizia e collaborazione fra Berlino e Parigi.
Soccorsi, difficile che Sala sia vivo’Non aspettiamo di trovare sopravvissuti’ del Piper scomparso

22 gennaio 201914:21

– LONDRA

– “Non ci aspettiamo di trovare sopravvissuti”. Lo ha dichiarato il responsabile di Channel Islands Airsearch, John Fitzgerald, impegnato nella ricerca del Piper con a bordo il calciatore argentino Emiliano Sala, attaccante del Cardiff City, decollato dall’aeroporto francese di Nantes-Atlantique, in direzione di Cardiff e scomparso dai radar intorno alle 21.30 di ieri

mentre sorvolava la Manica. “Non sappiamo come sia scomparso, è completamente svanito, non c’è stata alcuna conversazione radio”, ha detto Fitzgerald.
Moavero: frasi Di Maio parte dibattito’Con Parigi confronto franco ma restiamo amici’

22 gennaio 201914:40

– “Siamo abituati a un dibattito anche duro all’interno degli Stati, lo siamo meno su scala europea”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi in merito allo scontro diplomatico tra Francia e Italia dopo le dichiarazioni del vicepremier Luigi Di Maio che, secondo Moavero, sarebbero “parte del dibattito che ci accompagnerà verso le elezioni europee: dobbiamo abituarci a questi toni”.
“Il colloquio con Le Drian è stato franco, estremamente aperto ed esplicito, da inquadrare nel quadro dei colloqui tra rappresentanti tra Paesi che restano amici e alleati”, ha aggiunto Moavero dopo avere incontrato a Bruxelles il suo omologo francese. “La percezione delle dichiarazioni è estremamente soggettiva – ha aggiunto Moavero -, quella francese è stata esplicitata dalle fonti che si sono già espresse”.
Russia, procedimento contro Fb e TwitterNon hanno fornito dettagli su attuazione normativa su Internet

22 gennaio 201914:42

– La Russia ha aperto una procedura amministrativa contro Facebook e Twitter per non aver rispettato le leggi locali in materia di dati. Roskomnadzor, l’autorità per le telecomunicazioni, ha spiegato che i due social network non hanno chiarito come e quando si sarebbero conformati alla norma che impone loro di archiviare i dati personali degli utenti russi sui server del paese. La notizia è stata segnalata dall’agenzia russa Interfax e poi ripresa da diversi media americani. “Le società che gestiscono Twitter e Facebook hanno fornito risposte formali alle nostre richieste, non contengono dettagli sull’effettiva attuazione della legge ne’ sui tempi di attuazione”, ha detto a Cnbc Roskomnadzor, confermando l’apertura di un procedimento amministrativo. Un portavoce di Facebook ha spiegato alla testata americana che “è in contatto con persone di spicco del governo russo riguardo le sue attività nel paese”, mentre Twitter non ha commentato.
Accordo Berlino-Parigi, già 15 progettiDpa, anche chiusura centrale francese e gruppo lavoro su energia

BERLINO22 gennaio 201914:44

– Germania e Francia si sarebbero accordate, nel corso della giornata di ieri, su un elenco di 15 progetti da implementare subito, e da aggiungere al trattato di Aquisgrana. Lo scrive la Dpa.
Fra questi ci sarebbe la chiusura della centrale atomica di Fessenheim, la più vecchia della Francia, posta nelle vicinanze del confine tedesco e ritenuta rischiosa; progetti ferroviari per le zone di confine, un impegno comune per la regolamentazione degli standard Ue sui servizi finanziari e l’istituzione di un gruppo di lavoro di alto livello sulla politica energetica.

Onu, migranti salvati non tornino Libia’Ristabilire misure efficaci di salvataggio nel Mediterraneo’

22 gennaio 201915:34

– “Considerato l’attuale contesto, in cui prevalgono scontri violenti e diffuse violazioni dei diritti umani, i migranti e i rifugiati soccorsi non devono fare ritorno in Libia”: lo afferma in una nota l’Unhcr, sollecitando gli Stati a “intervenire con urgenza per ristabilire misure di soccorso efficaci nel Mediterraneo, aumentando le operazioni di soccorso coordinate e congiunte, ristabilendo procedure di sbarco rapide in porti sicuri, e revocando le misure che impediscono di operare alle imbarcazioni delle Ong”.
Neve a Parigi, chiusa Torre EiffelCapitale Francia si sveglia sotto coltre

PARIGI22 gennaio 201915:39

– Parigi si è trovata questa mattina sotto una bianca coltre di neve, offrendo immagini meravigliose a residenti e turisti: dalla cattedrale di Notre-Dame, alla Basilica del Sacro Cuore, dalla reggia di Versailles all’Acro di Trionfo.
A causa delle previsioni meteo – nuove nevicate sono previste in serata – la Torre Eiffel è stata chiusa temporaneamente al pubblico. Chiuso anche il ristorante al primo piano della celebre Dama di Ferro.
Venezuela: notte di proteste e scontriSale tensione a Caracas dopo arresto di 27 militari in rivolta

22 gennaio 201915:45

– Sono proseguite tutta la notte a Caracas le proteste di parte della popolazione per l’arresto di 27 soldati che poche ore prima si erano ribellati al governo di Nicolás Maduro.
Il gruppo di militari aveva invitato i cittadini a manifestare contro il presidente venezuelano e, in risposta, molte persone sono scese in strada. Immagini trasmesse da Cnn in spagnolo hanno mostrato diversi tafferugli con la polizia, che ha risposto col lancio di gas lacrimogeni e granate stordenti.
La notte scorsa è stata anche incendiata la casa dell’ex deputato filogovernativo Rober Serra (assassinato nel 2014), situata a Puerta Caracas. L’azione è stata definita “crimine culturale” dal ministro della Cultura, Ernesto Villegas.
Secondo il quotidiano El Universal, ieri ci sono state proteste in varie parti della capitale venezuelana, come Cotiza, Los Mecedores, avenida Fuerzas Armadas, San Bernardino, La Vega e El Valle.

Zimbabwe, 8 morti in protesteRivela Commissione nazionale diritti umani, che critica militari

HARARE22 gennaio 201915:53

– E’ di otto morti accertati il bilancio delle violenze degli ultimi giorni nello Zimbabwe legate alle proteste contro il caro benzina: lo ha reso noto oggi la Commissione per i Diritti umani, appoggiata dal governo.
L’annuncio è giunto poche ore dopo il rientro anticipato in patria del presidente Emmerson Mnangagwa, che a causa della crisi ha interrotto il suo viaggio verso Davos e non parteciperà all’annuale forum internazionale.
Nel suo rapporto, la Commissione ha criticato l’uso dei militari e di proiettili veri per reprimere le proteste e ha sottolineato che il governo non ha imparato nulla dalla repressione post-elettorale di agosto, in cui morirono sei persone.
La Commissione ha inoltre commentato che il governo dovrebbe risarcire le famiglie delle vittime della violenza da parte di soldati e polizia.

Merkel: mano nella mano con la Francia’Dopo storia del passato, amicizia non scontata ci rende felici’

BERLINO22 gennaio 201911:25

– “Oggi è un giorno molto significativo per i rapporti franco-tedeschi”, “significa che vogliamo andare avanti mano nella mano”. Lo ha detto Angela Merkel, parlando ad Aquisgrana prima della firma del trattato franco-tedesco. Alla luce della storia del passato, e della inimicizia passata fra i due Paesi, “questo non è scontato”, ha continuato. Dopo la seconda guerra mondiale, portata dalla Germania in Europa, c’è stata la riconciliazione, e poi l’amicizia, ha spiegato. “E questo non potrebbe renderci più felici”, ha concluso Merkel.
Trattato, contestati Merkel e MacronFischi e proteste ad Aquisgrana per la firma tra i leader

BERLINO22 gennaio 201911:00

– La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dato il benvenuto ad Aquisgrana agli ospiti della cerimonia della firma del Trattato che rilancia l’amicizia franco-tedesca e corrobora la collaborazione fra i due partner.
Durante i saluti, sullo sfondo, si sono levati fischi e urla di protesta di una manifestazione di piazza.
Merkel ed Emmanuel Macron firmeranno oggi il Trattato che rilancia quello dell’Eliseo, firmato da Charles De Gaulle e Konrad Adenauer nel 1963.
Macron, arrivato in ritardo, è stato ricevuto da Angela Merkel, e dal presidente del Land Armin Laschet. Anche nei suoi confronti, come nel caso degli altri, dalla piazza sono arrivati fischi urla e cori di protesta. I due leader non hanno comunque rinunciato alla foto e hanno salutato con la mano, sorridendo, i contestatori. Il trattato sarà siglato nella sala dell’Incoronazione dello storico pazzo municipale di Aquisgrana.

Di Maio, popolo francese è nostro amicoAnche Gilet Gialli sono contro franco Cfa

22 gennaio 201915:43

– “Si vuole far passare il dibattito di questi giorni sul franco CFA come un attacco dell’Italia al popolo francese. Sciocchezze. Il popolo francese è nostro amico.
Infatti il dibattito sul franco CFA va avanti da anni anche in Francia ed è anche nelle rivendicazioni del programma dei gilet gialli”. Lo scrive Luigi Di Maio in un post

in cui allega il manifesto in 25 punti del movimento francese.

Aquisgrana, protesta dei gilet gialliIn piazza anche contro-manifestazione di Pulse of Europe

BERLINO22 gennaio 201915:58

– Circa 120 gilet gialli hanno protestato stamani ad Aquisgrana, a margine della firma del trattato dell’amicizia franco-tedesco. Secondo la Dpa si sarebbe trattato per la maggior parte di cittadini tedeschi. A contro-manifestare, nelle stesse strade, ci sono stati anche 200 rappresentanti del movimento civico europeista Pulse of Europe.
I gilet gialli, che da mesi agitano la Francia e chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron, hanno contestato in particolare il presidente francese e la cancelliera Angela Merkel, con fischi e slogan, all’arrivo.

Usa chiederà estradizione di Lady HuaweiCina a Canada, rilasci Meng Wanzhou, Usa riveda errori

22 gennaio 201915:15

Gli Stati Uniti hanno informato il governo canadese di voler procedere con la richiesta formale di estradizione di Meng Wanzhou, direttore finanziario di Huawei in arresto a Vancouver dal primo dicembre su impulso americano con l’accusa di violazione delle sanzioni contro l’Iran. Lo riporta il quotidiano Globe and Mail, secondo cui l’ambasciatore canadese negli Usa, David MacNaughton, ha detto in un’intervista di non sapere quando avverrà con precisione ricordando che il 30 gennaio scade il termine per la presentazione.La Cina chiede “alla parte canadese di rilasciare Meng Wanzhou per proteggere efficacemente i suoi diritti e interessi legittimi”. La portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying ha “esortato con forza gli Usa a correggere immediatamente gli errori, a ritirare il mandato d’arresto e a non presentare una richiesta formale di estradizione”.Huawei ribadisce sul caso di Meng Wanzhou “di aver sempre rispettato tutte le leggi e le norme applicabili” nei Paesi e nelle regioni in cui opera, “comprese le leggi sul controllo delle esportazioni delle Nazioni Unite, degli Usa e dell’Ue”. In una nota, il colosso di Shenzhen aggiunge di avere piena fiducia che “i sistemi legali canadesi e statunitensi possano raggiungere una giusta conclusione”, aggiungendo di “monitorare” la vicenda dell’estradizione del suo direttore finanziario.
Francia, è morto Henri d’ OrléansPretendente al trono deceduto nello stesso giorno dell’ultimo re

PARIGI22 gennaio 201911:59 (notizia già postata)

Il conte di Parigi, pretendente al trono di Francia, Henri d’Orléans, è morto questa mattina: è quanto annunciato su Facebook dal figlio Jean. “Vi annuncio con tristezza il decesso di mio padre, Monsignor Conte di Parigi, sopraggiunto questa mattina. Lo affido alle vostre preghiere”, ha scritto il principe Jean de France, duca di Vendome. Per una curiosa coincidenza, il 21 gennaio segnò anche la morte dell’ultimo Re di Francia, Luigi XVI di Borbone.
Cascate Niagara gelateDopo ondata di gelo nel Midwest Usa

WASHINGTON22 gennaio 201916:01

– Le cascate del Niagara sono parzialmente ghiacciate. Uno spettacolo unico al mondo generato dall’ondata di gelo che nei giorni scorsi ha colpito il Midwest e poi la costa nordorientale degli Stati Uniti. Come era già successo negli anni precedenti, turisti, fotografi appassionati e semplici curiosi hanno sfruttato l’occasione per immortalare il fenomeno postando le immagini sui social network.
Le lastre di ghiaccio e i cumuli di neve hanno rievocato a molti i paesaggi di Frozen, il celebre lavoro d’animazione Disney.         

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:30 ALLE 15:37

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Migranti, Salvini: ‘Si salvano e si riportano in Libia’
Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini che è tornato anche sulla polemica con la Francia che ha portato alla convocazione dell’ambasciatrice italiana. “C’è chi sottrae ricchezza all’Africa e la Francia è uno di questi Paesi’

22 gennaio 2019 10:30

I migranti “si salvano, come ha fatto la guardia costiera libica, e si riportano indietro così la gente smetterà di pagare gli scafisti per un viaggio che non ha futuro, perché finisce o con la morte o con un’esistenza per le strade italiane”. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini a ‘Mattino 5′ ribadendo che non consentirà ai barconi con i migranti e alle Ong di accedere ai porti italiani.”Più persone partono più persone muoiono – ha aggiunto – Chi vuole bene all’Africa fa di tutto perché non partano”.”Il problema dei migranti ha tante cause – ha detto in un altro passaggio tornando sulla polemica con la Francia che ha portato alla convocazione dell’ambasciatrice italiana da parte di Parigi – c’è chi in Africa sottrae ricchezza a quei popoli e a quel continente e la Francia è tra questi”. In Libia, aggiunge, la Francia ha “interessi opposti a quelli italiani” e “non ha alcun interesse a stabilizzare la situazione”. Dunque “ha poco da arrabbiarsi perché ha respinto migliaia di migranti, comprese donne e bambini, alla frontiera. Lezioni di umanità e generosità da Macron non ne prendo”.”L’Italia è piena di anti-italiani: dal Pd che sta sempre dalla parte sbagliata della storia ai direttori dei giornali. Credo fermamente che il neocolonialismo della Francia abbia danneggiato gli interessi italiani e il futuro dell’Africa”, dice anche Alessandro Di Battista, entrando alla convention 5 stelle su reddito e quota 100. “Sono contento che anche la Meloni e alcuni di sinistra la pensino come noi. Io il neocolonialismo l’ho studiato a fondo e posso dire che tocca agli africani decidere sul loro futuro”, ha aggiunto.

Regionali Basilicata: si voterà il 24/3Ieri sera la presidente facente funzioni ha firmato il decreto

POTENZA22 gennaio 201910:32

– In Basilicata, per le elezioni regionali, si voterà domenica 24 marzo. Lo ha reso noto l’ufficio stampa della giunta lucana, specificando che la presidente facente funzioni, Flavia Franconi, “ha firmato ieri sera il decreto di convocazione dei comizi elettorali”.
Polemica Tajani-Calenda su lista UePresidente Parlamento Ue, radical chic. Ex ministro,trasformista

22 gennaio 201910:41

– Polemica a colpi di tweet stamani tra Antonio Tajani e Carlo Calenda intorno al manifesto europeista dell’ex ministro e all’ipotesi di lista unica per le elezioni europee. “Calenda stia sereno!Forza Italia non ha niente a che fare con ammucchiate di sinistra – inizia il presidente del Parlamento europeo e vicepresidente azzurro -. Siamo di centro-destra e siamo alternativi al Pd e ad altri suoi improbabili surrogati radical-chic”. “Antonio quando sei al di là delle Alpi fai magniloquenti discorsi contro i sovranisti – risponde l’ex ministro – e quando sei al di qua supplichi la Lega di mollare i 5S e di tirarvi a bordo. E parli di ammucchiate? Il trasformismo è la peggiore malattia della politica italiana. #schienadritta&rdquo. Ieri Calenda ha escluso l’ipotesi che Forza Italia e Leu facciano parte della lista unica.
Chiesto rinvio Aula per semplificazioniColtorti, lavori proseguiti in modo celere ma non completati

22 gennaio 201911:02

– Arriva l’attesa richiesta di rinvio dell’Aula del Senato per l’esame del decreto semplificazioni. “I lavori – ha detto in Aula Mauro Coltorti, presidente della commissione Lavori pubblici e relatore al dl – sono proseguiti in maniera celere ma non li abbiamo completati, valutando la situazione abbiamo bisogno di un altro giorno e chiediamo un ulteriore giorno di tempo per venire in Aula”. Il presidente di turno, Ignazio La Russa, ha quindi sospeso la seduta e convocato la conferenza dei capigruppo per le 10 per fissare il nuovo calendario.
Regionali Sardegna, 1500 candidatiLa vera novità è la prima volta per doppia preferenza di genere

CAGLIARI22 gennaio 201911:18

– Neppure il tempo di archiviare le elezioni suppletive della Camera vinte dal centrosinistra con Andrea Frailis (Pd), che in Sardegna è già campagna elettorale per le elezioni del 24 febbraio. Quasi 1.500 in corsa per un posto dei 58 seggi disponibili in Consiglio regionale. Gli altri due scranni sono riservati al candidato presidente che uscirà vincitore nella sfida tra i sette aspiranti e al secondo classificato, che andrà a guidare l’opposizione.
Al di là delle singole candidature la vera novità per gli elettori sardi sarà la doppia preferenza di genere: per la prima volta in Sardegna l’elettore potrà esprimere due preferenze per due candidati di genere diverso della medesima lista.
Complessivamente sono 24 le liste presentate alla scadenza dei termini nei tribunali sardi, anche se non tutte correranno per tutti gli otto collegi in cui è suddivisa l’Isola.
Lino Banfi entra in commissione UnescoDi Maio, lo abbiamo fatto patrimonio Unesco

22 gennaio 201911:44

– “Ne approfittiamo per dare una notizia all’Italia che a me riempie di orgoglio: abbiamo individuato Lino Banfi perché rappresenti l’Italia nella commissione italiana per l’Unesco. Abbiamo fatto Lino Banfi patrimonio dell’Unesco”. Lo annuncia il vicepremier Luigi Di Maio all’evento M5s sul reddito di cittadinanza.
Senato dice no a informativa MoaveroNo a proposta opposizioni. Casellati, possibile dal 5 febbraio

22 gennaio 201912:01

– L’Aula del Senato ha respinto la proposta avanzata dalle opposizioni di una informativa per il prossimo venerdì del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi sui rapporti con la Francia.
La maggioranza, ha detto però a nome di Lega e 5 Stelle il capogruppo M5S Stefano Patuanelli “è a disposizione” per calendarizzare l’informativa “la settimana prossima”. La prima settimana utile, ha ricordato però la presidente Elisabetta Casellati, sarà quella dal 5 febbraio perché la prossima è dedicata ai lavori delle commissioni e non è prevista attività di Aula.
Di Maio, pensione cittadinanza a 500milaLa card reddito non funzionerà per gioco azzardo

22 gennaio 201912:23

– “Avevamo promesso la pensione di cittadinanza, e anche i pensionati entreranno in questo programma. Ovviamente per queste persone non varrà la parte di politiche attive del lavoro, ma i principi di accesso sono gli stessi che per il reddito. La pensione di cittadinanza interesserà 500mila nonni italiani a cui miglioreremo un po’ la qualità della vita”. Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio dal palco dell’evento M5S sul reddito di cittadinanza.
“La card per il reddito – ha aggiunto – sarà una normale Poste pay per non discriminare nessuno ma non potrà essere spesa nel gioco d’azzardo”.
Di Maio, Parisi nuovo capo dell’AnpalE’ prof del Mississipi che ha inventato “navigator” per reddito

22 gennaio 201912:48

– “Mimmo Parisi sarà il capo dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro: ha accettato di tornare in Italia e darci una mano”. Lo annuncia Luigi Di Maio all’evento M5s sul reddito di cittadinanza, invitando sul palco il professore che ha inventato la figura del “navigator” per favorire la ricerca del lavoro. Di Maio lo presenta, con un lapsus, come un “italo-pugliese”: “L’ho conosciuto qualche mese fa alla Camera e mi ha raccontato quello che sta facendo da professore in Mississippi”.
Fondi Piemonte,incontri bar non politicaA luglio 25 condanne per rimborsopoli consiglieri regionali

TORINO22 gennaio 201913:24

– Non si può considerare un “evento di rilievo politico ogni pranzo o cena al ristorante o un incontro al bar per la presenza del consigliere regionale”. Così la Corte d’Appello di Torino nella sentenza con cui, ribaltando il giudizio di primo grado, ha pronunciato 25 condanne per la rimborsopoli degli ex consiglieri del Piemonte. La sentenza riguarda anche l’ex governatore Roberto Cota e il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari.
“L’elevata frequenza di scontrini non inerenti di cui si afferma la presentazione erronea in buona fede è con tutta evidenza logicamente non credibile”, scrive la Corte d’appello nella parte della sentenza dedicata all’ex governatore Cota.
“Non si vede come possa ritenersi erronea la presentazione di uno scontrino per l’acquisto di un capo d’abbigliamento negli Stati Uniti per poi inserirlo – dopo volo transoceanico – nella cartellina dei rimborsi. La conservazione dello scontrino e la consegna alla segreteria palesa di per sé l’intenzione di avere il rimborso”.

Ok M5S a emendamenti Pd su referendumDa Dadone (M5s) sì a proposte di Migliore e Ceccanti

22 gennaio 201913:49

– La relatrice alla legge costituzionale che introduce il referendum propositivo, Fabiana Dadone (M5s), ha accolto altre due proposte del Pd. Si tratta di due sub-emendamenti, di Gennaro Migliore e di Stefano Ceccanti, all’emendamento che la stessa Dadone aveva presentato in aula venerdì. L’annuncio è stato dato nel Comitato dei nove, dove la relatrice ha proposto una riformulazione dei due sub-emendamenti, accettata dai presentatori. L’aula comincerà alle 14.         

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:40 ALLE 15:19

DI MARTEDì 22 GENNAIO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sindaci, non vanno a incontro con Crimi
Previsto a Tolentino, lontano da zone più colpite

CAMERINO (MACERATA)22 gennaio 201910:40

– I sindaci della zona montana maceratese hanno deciso di non prendere parte all’incontro di oggi con il sottosegretario alla ricostruzione, Vito Crimi e con il commissario straordinario Piero Farabollini.
In una breve nota la comunicazione della scelta: “Non intendiamo rispondere alla convocazione odierna a Tolentino perché lontana dalle zone che, come noto, sono state catastroficamente colpite dal sisma del 2016”. La nota è stata sottoscritta dai sindaci

di Bolognola, Caldarola, Camerino, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Esanatoglia, Fiastra, Muccia, Pievetorina, Valfornace, Serravalle di Chienti, Ussita.
Droga da Nord Europa a Italia,11 arrestiSequestrati 520 kg di marijuana e 18 di cocaina

FIRENZE22 gennaio 201910:48

– Sono in tutto undici le persone, italiane e albanesi, nei cui confronti è scattata una misura di custodia cautelare nell’ambito di un’inchiesta della Guardia di finanza di Firenze su un traffico di droga proveniente dal Nord Europa e diretta in Lombardia e Toscana. Tre dei destinatari delle misure erano già stati arrestati in flagranza durante le indagini. In totale sono stati sequestrati 520 chili di marijuana e 18 di cocaina.
Auto contro pattuglia Polstrada su A2Poliziotti fermi per altro incidente, grave autista vettura

COSENZA22 gennaio 201911:09

– Un’auto ha travolto una pattuglia della Polizia stradale nelle vicinanze di Sibari dell’autostrada A2 “del Mediterraneo”. Gli agenti erano fuori dalla vettura e sono rimasti illesi.
La pattuglia era ferma al lato della strada per prestare soccorso ad un automobilista che aveva appena avuto un incidente quando è stata colpita da una Citroen C8. Il conducente della vettura è rimasto ferito gravemente. Il traffico sull’A2 in direzione nord è interrotto. Sul posto è intervenuta anche l’eliambulanza del 118 ed i vigili del fuoco per domare un principio d’incendio Nei giorni scorsi un agente è stata travolto e ucciso da un tir sull’autostrada Catania-Messina mentre era in servizio e stava soccorrendo alcuni camionisti rimasti coinvolti in un incidente.
Marche,piove su costa,neve nell’internoIn azione mezzi spargisale, viabilità regolare

ANCONA22 gennaio 201911:29

– Pioggia lungo la costa, neve sulle colline oltre i 350 m di quota e in montagna nelle Marche.
Obbligo di pneumatici invernali o da neve oppure catene a bordo.
Nevica in varie zone dell’entroterra, nel Pesarese in particolare, dove le scuole oggi sono chiuse in diverse città tra cui Urbino e Cagli.
Migranti sfruttati,’lavoro’ a 3 euro oraInchiesta Ps Cremona, norme sicurezza e igiene assenti. Arresti

MILANO22 gennaio 201911:35

– Migranti pagati 3 euro l’ora, costretti a lavorare in condizioni degradanti e in assenza di qualsiasi rispetto delle norme in materia di di sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro. Lo ha scoperto la Polizia che ha seguito a Cremona alcune ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari e con l’obbligo di dimora nei confronti di una serie di persone accusate di far parte di un’organizzazione criminale dedita al caporalato.
Secondo quanto accertato dalle indagini condotte tra aprile e novembre 2018, i migranti erano impegnati nella raccolta di indumenti usati destinati ad essere poi distribuiti nei mercati del Nord Africa. L’organizzazione operava oltre che a Cremona, nelle province di Como, Bergamo e Reggio Emilia.
Raccolgono soldi per Onlus ma è truffaInchiesta della Gdf, avrebbero raccolto oltre 110mila euro

MONZA22 gennaio 201911:36

– I fondatori di una falsa associazione benefica con sede a Limbiate (Monza), sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Gip di Milano nei confronti di due persone con accuse di per associazione a delinquere, truffa e sostituzione di persona.
Stando all’inchiesta delle fiamme gialle (che vede indagate in totale 38 persone) Alessandro Sala, 47enne di Monza e Andrea Nicola Bianchi, 43enne di Milano, sono accusati di aver raccolto oltre 110 mila euro spacciandosi per volontari di una filiale della onlus ‘Un cuore per tutti contro l’emarginazione’ da loro falsamente avviata in Brianza, di fatto sfruttando la denominazione di una vera associazione benefica, da anni operante a sostegno dei bambini affetti da patologie cardiache.
Strage Viareggio, Moretti in aulaEx ad Fs per la prima volta partecipa a processo per il disastro

FIRENZE22 gennaio 201911:47

– Mauro Moretti, ex ad di Fs, è presente stamani in aula a Firenze per la ripresa del processo d’appello per la strage ferroviaria di Viareggio del 29 giugno 2009: 32 le persone morte per l’esplosione e l’incendio seguito alla fuoriuscita di gpl da un carro cisterna deragliato alla stazione ferroviaria della cittadina della Versilia. Moretti arrivando è stato avvicinato dai giornalisti ma non ha rilasciato dichiarazioni. E’ la prima volta che l’ex ad di Fs si presenta a un’udienza del procedimento che lo vede tra gli imputati e per il quale ha già ricevuto una condanna in primo grado. In aula Moretti siede accanto al suo difensore, avvocato Armando D’Apote. Il processo d’appello è ricominciato con la lettura della relazione da parte del giudice consigliere Giovanni Perini.
Vescovo Spoleto,presto torno da detenuti”Urgente dialogo” dopo che uno fermato con lametta prima messa

SPOLETO (PERUGIA)22 gennaio 201912:00

– “Tornerò presto nel carcere di Spoleto dove sono stato tante volte a contatto con i detenuti”: a dirlo,, è l’arcivescovo Renato Boccardo, ripercorrendo quanto accaduto il 12 gennaio scorso, quando un nordafricano ha tentato di introdursi, con un coltello rudimentale (una lametta sistemata sul manico di un rasoio), nella cappella del carcere dove il presule si accingeva a celebrare la messa in onore del patrono San Ponziano. Venendo però scoperto e bloccato dalla polizia penitenziaria.
“Quanto accaduto – sostiene mons. Boccardo – fa pensare a quanto sia urgente il dialogo, la conoscenza reciproca e anche la prevenzione verso movimenti radicali che preferiscono a volte la violenza e la sopraffazione alla collaborazione e alla ricerca del bene comune”.
L’arcivescovo ringrazia ancora l’operato della polizia penitenziaria che “ha gestito la questione con efficienza e delicatezza”.
Legale Alessandri, non ha bruciato corpoInterrogatorio di convalida. Difesa valuta perizia psichiatrica

BRESCIA22 gennaio 201912:08

– “La mia assistita ha risposto alle domande e ha ricostruito quanto accaduto. Ribadendo di non aver bruciato il corpo. Ha negato qualsiasi tipo di premeditazione” Lo ha detto l’avvocato Gianfranco Ceci lasciando il carcere bresciano di Verziano dove questa mattina c’è stato l’interrogatorio di convalida del fermo di Chiara Alessandri, la donna accusata dell’omicidio di Stefania Crotti, avvenuto a Gorlago, nella bergamasca.
Il corpo della vittima è stato poi abbandonato e dato alle fiamme ad Erbusco, nel bresciano. Alessandri, ex amante del marito della vittima, aspetta ora la decisione del gip sulla convalida del fermo. “Stiamo valutando se effettuare una perizia psichiatrica” ha detto il legale della donna.
Tenta abusi,migrante rischia linciaggioAgenti salvano la vittima. Uomo arrestato per violenza sessuale

NAPOLI22 gennaio 201912:33

– Ha afferrato alle spalle una donna di 54 anni tentando di violentarla. La vittima ha iniziato ad urlare richiamando l’attenzione di alcuni passanti e della polizia. E provvidenziale è stato l’intervento degli agenti che erano in zona: oltre a mettere in salvo la donna hanno evitato che la folla linciasse l’uomo. Il fatto è accaduto nella serata di ieri in via Poerio a Napoli. In manette per violenza sessuale è finito un migrante nigeriano di 41 anni, in Italia da dieci che più volte ha presentato richieste di protezione internazionale.
Secondo quanto ricostruito dagli agenti l’uomo, approfittando della distrazione della donna che era al telefono, ha stretto un foulard al collo della vittima spingendola in un vicoletto tentando di abusarla. La donna ha urlato ed in suo soccorso sono giunti i poliziotti ed alcune persone che erano in strada.
Operaio cade dal terzo piano e muoreStava montando un tendaggio su un balcone

BOLOGNA22 gennaio 201913:02

– Incidente sul lavoro mortale a Piacenza. Un operaio di 50 anni è precipitato dal terzo piano di un condominio: stava montando un tendaggio sul balcone di un appartamento, quando ha perso improvvisamente l’equilibrio ed è caduto nel cortile condominiale. E’ morto sul colpo. Sul posto, il 118 e i carabinieri per i rilievi.
Indagine su detenuto a messa con lamettaIpotizzato porto abusivo oggetti atti offendere

SPOLETO (PERUGIA)22 gennaio 201913:50

– Porto abusivo di oggetti atti a offendere è il reato ipotizzato in seguito al sequestro di un coltello rudimentale a un detenuto nordafricano che si accingeva ad assistere alla messa celebrata il 12 gennaio dal vescovo monsignor Renato Boccardo nel carcere di Spoleto.
L’indagine è coordinata dalla procura spoletina che mantiene il massimo riserbo.
Al vaglio degli inquirenti perché lo straniero – in carcere per reati comuni e finora non monitorato per rischio radicalizzazione – avesse il manico di rasoio sul quale era stata posta una lametta e se o contro di chi la volesse utilizzare.
L’arma è stata sequestrata dal personale della polizia penitenziaria durante i controlli sui detenuti prima che accedessero a dove l’arcivescovo doveva celebrare la messa. Lo straniero aveva cercato di sfuggire alla perquisizione ma subito bloccato dagli agenti che hanno sequestrato il coltello rudimentale.
Annullo Poste per bimbi R.MargheritaIn occasione mostra Carioca con disegni piccoli pazienti

TORINO22 gennaio 201913:59

– Poste Italiane dedica un annullo filatelico ai piccoli pazienti dell’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino. Promosso dalla Carioca S.p.A. potrà essere richiesto domani, mercoledì 23 gennaio 2019, dalle 13.30 alle 17 nell’Aula C allestita all’ospedale Regina Margherita in occasione della mostra “Carioca, per i bambini del Regina Margherita”, dove saranno esposti i disegni realizzati dai piccoli pazienti in occasione di attività e percorsi didattico – filatelici nei reparti di degenza.
Il timbro figurato, dopo l’utilizzo nella giornata del 23 gennaio, sarà depositato presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Via Genova, sempre a Torino, per i sessanta giorni successivi.
Evade da domiciliari, ‘in cella mangio’Donna di 45 anni arrestata nel Bolognese

BOLOGNA22 gennaio 201914:10

– “Voglio scontare la mia pena in carcere, almeno mi daranno da mangiare”. È la richiesta che si sono sentiti rivolgere ieri i carabinieri di San Giovanni in Persiceto, nel Bolognese, da una donna che per la seconda volta in due settimane si è allontanata dagli arresti domiciliari ed è stata arrestata per evasione. Si tratta di una 45enne di Bologna che dallo scorso settembre sta scontando una condanna a due anni per furto.
Lo scorso 12 gennaio i militari non l’avevano trovata in casa durante un controllo e, dopo l’arresto, l’avevano ricollocata ai domiciliari. Ieri la donna si è presentata direttamente in caserma, dicendo di essere evasa e chiedendo di essere portata in carcere a scontare la pena, perché a casa non sarebbe stata in grado di procurarsi da mangiare. I carabinieri, dopo averle procurato un pasto, sono stati costretti a riportarla ai domiciliari in attesa della decisione del giudice che oggi, all’udienza in direttissima, ha stabilito che la 45enne proseguirà la misura cautelare in carcere.
Salvini a Raggi, faccia il suo dovereMinistro smentisce sindaco su ex Penicillina,nessuna occupazione

ROMA22 gennaio 201914:29

– “Il Comune di Roma e i privati facciano il proprio dovere”. Così il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha replicato al sindaco Virginia Raggi che ieri aveva definito “inaccettabile” la nuova occupazione dell’ex fabbrica della Penicillina. Il titolare del Viminale ha smentito il primo cittadino. “Non c’è stata occupazione – ha detto in diretta Facebook durante un sopralluogo alla fabbrica – ho sentito questore e prefetto. Il sindaco non diffonda notizie prive di fondamento”. “Lo stabile – ha aggiunto – è libero, pulito e non occupato. Quindi il sindaco di Roma e quelli delle altre città pensino ad occuparsi bene delle strade, delle scuole e delle case delle loro città e a non diffondere notizie prive di qualsiasi fondamento”.”Ci tenevo – ha detto – a far vedere al sindaco di Roma che la situazione è sotto controllo. Io posso garantire la sicurezza ma il Comune faccia il proprio mestiere e i privati anche. La abbattano, la vendano, costruiscano qualcosa”.
Regionali:De Magistris,potrei candidarmiA breve giù la prima ‘Vela’ a Scampia. Appello a Fico

22 gennaio 201914:35

– “Per la Regione sarà difficile non candidarsi. Mancherà un anno alla fine del mandato di sindaco.
Votando un anno prima per le regionali si può provare a costruire un laboratorio. Le regionali potranno essere un laboratorio per una nuova alleanza politica”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris

, sottolineando che “a Napoli per ora la Lega non sfonda”. Il primo cittadino si è anche rivolto al presidente della Camera, Roberto Fico: “In questo momento di scontro – ha detto – non è sufficiente limitarsi a prendere le distanze con belle parole.
Stiamo rischiando una deriva sul piano dei diritti con uomini che muoiono in mare”. E per Napoli, De Magistris ha anche annunciato che “tra qualche settimana avremo l’abbattimento della prima Vela” a Scampia.

Sindaco Visso-sen.Lega indagato peculatoInchiesta Procura Macerata su raccolta fondi per commercianti

VISSO (MACERATA)22 gennaio 201914:36

– Il sindaco di Visso e senatore della Lega Giuliano Pazzaglini è indagato per peculato dalla Procura della Repubblica di Macerata. Al centro dell’inchiesta, riferiscono i media locali, una raccolta di denaro a favore dei commercianti del Comune terremotato consegnata il 14 maggio 2017 da un gruppo di motociclisti, i New Riders: 11.800 euro, una parte dei quali (1.500 euro) usati per pagare le spese. Dopo avere ricevuto un esposto, la Procura di Macerata ha affidato le indagini alla Guardia di finanza e, successivamente, ha chiesto e ottenuto dal gip il sequestro di 10.300 euro dal conto corrente del sindaco-senatore, l’equivalente della somma rimasta che era stata consegnata direttamente allo stesso Pazzaglini. “Secondo il pm di Macerata – spiega lo stesso senatore del Carroccio in un post su Facebook -, avendo ricevuto una donazione come sindaco avrei dovuto versarla nelle casse del Comune e rendicontarla secondo le modalità pubbliche.
Nistri,verifica su frasi ‘spirito corpo’Comandante Arma, rispettare persone sotto nostra custodia

22 gennaio 201914:37

– Quanto emerso “dovrà estere valutato compiutamente dall’autorità giudiziaria. E quando lo avrà fatto, verificheremo i significati da dare a frasi come ‘spirito di corpo’, quando il quadro sarà chiaro faremo quello che dovremo fare. Non ho mai parlato di mele marce ma di persone che vengono meno al loro dovere e il venire meno al dovere va accertato”. Lo ha detto il comandante generale dell’Arma, Giovanni Nistri, intervenuto sugli ultimi sviluppi nel caso Cucchi. “Chiunque indossi questa uniforme – ha aggiunto – porta il peso della responsabilità. La vostra, in quanto comandanti, è la più alta.
Sarete chiamati a intercettare disagi e bisogni, a garantire la libera fruizione dei diritti di ognuno, ad assicurare il rispetto della dignità di tutte le persone, specie di quelle in condizioni di fragilità e sottoposte alla nostra custodia, affinché l’affermazione della legalità sia sempre scevra da gratuita violenza e proterva angheria, come la Costituzione ci impone”.
Intimidazione imprenditore,taglio alberiIndagini carabinieri per accertare movente e responsabili

FILANDARI (VIBO VALENTIA)22 gennaio 201914:49

– Intimidazione la scorsa notte a Filandari ai danni di un imprenditore. Persone non identificate hanno tagliato 40 alberi di ulivo in un fondo di sua proprietà nella frazione “Scaliti”.
A scoprire il danneggiamento é stato lo stesso imprenditore recandosi stamattina nel suo terreno. Lo stesso imprenditore si é poi presentato ai carabinieri per denunciare quanto era accaduto.
I militari hanno avviato le indagini per accertare il movente dell’intimidazione ed identificarne i responsabili.
Condannati manager società BonattiL’episodio del 2015. Due dei quattro tecnici morirono

22 gennaio 201914:52

– Il gup di Roma ha condannato i vertici della società Bonatti e dato il via libera al patteggiamento per l’ex responsabile della Libia della società nel procedimento legato al rapimento di quattro tecnici italiani, conclusosi con la morte di due di loro, avvenuto in Libia nel 2015. Sono tutti accusati di cooperazione colposa nel delitto doloso. Il giudice Maria Paola Tomaselli, accogliendo le richieste del pm Sergio Colaiocco, ha condannato a 1 anno e 10 mesi, al termine di un processo con rito abbreviato, Paolo Ghirelli, presidente della Bonatti e i componenti del cda, Dino Martinazzoli e Paolo Cardano. Per tutti pena è sospesa. Rinviato a giudizio l’altro amministratore Giovanni Di Vicenzo che ha optato per il rito ordinario. Per Dennis Morson, responsabile in Libia della Bonatti, ok al patteggiamento sempre ad un anno e 10 mesi di reclusione. Il gup ha disposto anche una sanzione di 150 mila euro alla società per omissione del documento di valutazione dei rischi per l’attività all’estero dei dipendenti.

Salvini, migranti si riportano in LibiaMinistro contro Francia, è tra chi sottrae risorse ad Africa

22 gennaio 201910:51

– I migranti “si salvano, come ha fatto la guardia costiera libica, e si riportano indietro così la gente smetterà di pagare gli scafisti per un viaggio che non ha futuro, perché finisce o con la morte o con un’esistenza per le strade italiane”. Lo ha detto Matteo Salvini a ‘Mattino 5′ ribadendo che non consentirà ai barconi con i migranti e alle Ong di accedere ai porti italiani. “Più persone partono più persone muoiono. Chi vuole bene all’Africa fa di tutto perché non partano”. Salvini è poi tornato sulla polemica con la Francia aperta dalle parole di Di Maio. “Il problema dei migranti ha tante cause, c’è chi in Africa sottrae ricchezza a quei popoli e a quel continente e la Francia è tra questi”.
Francia che ha “interessi opposti a quelli italiani” e “non ha alcun interesse a stabilizzare la situazione” in Libia. Dunque, conclude il ministro, “ha poco da arrabbiarsi perché ha respinto migliaia di migranti, comprese donne e bambini, alla frontiera.
Lezioni di umanità e generosità da Macron non ne prendo”.
Sequestro 1,3 mln beni a docenti ateneoDisposto da Corte conti, attività extraprofessionali illegittime

CATANZARO22 gennaio 201914:27

– Beni per oltre 1,3 milioni di euro sono stati sequestrati, a titolo di danno erariale, a due docenti dell’università Magna Graecia di Catanzaro. Il provvedimento è stato eseguito dai finanzieri del Comando provinciale di Catanzaro su disposizione della Procura regionale della Corte dei conti guidata da da Rossella Scerbo dopo l’operazione “Non lascio e raddoppio” condotta dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Catanzaro. L’importo costituisce il danno erariale che il sostituto procuratore regionale Davide Vitale contesta ai due professori per aver svolto sin dal 2012 attività professionale non autorizzata e per aver ricoperto incarichi esterni incompatibili con lo status di docente universitario “a tempo pieno”. Secondo l’accusa, i due docenti, al fine di eludere il divieto di svolgere attività professionali diverse e ulteriori, avevano anche qualificato gli incarichi incompatibili come generiche consulenze, sfruttando indebitamente la cosiddetta “legge-gelmini” del 2010.
Moavero: frasi Di Maio parte dibattito’Con Parigi confronto franco ma restiamo amici’

22 gennaio 201914:40

– “Siamo abituati a un dibattito anche duro all’interno degli Stati, lo siamo meno su scala europea”.
Lo ha detto il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi in merito allo scontro diplomatico tra Francia e Italia dopo le dichiarazioni del vicepremier Luigi Di Maio che, secondo Moavero, sarebbero “parte del dibattito che ci accompagnerà verso le elezioni europee: dobbiamo abituarci a questi toni”.
“Il colloquio con Le Drian è stato franco, estremamente aperto ed esplicito, da inquadrare nel quadro dei colloqui tra rappresentanti tra Paesi che restano amici e alleati”, ha aggiunto Moavero dopo avere incontrato a Bruxelles il suo omologo francese. “La percezione delle dichiarazioni è estremamente soggettiva – ha aggiunto Moavero -, quella francese è stata esplicitata dalle fonti che si sono già espresse”.         

STAMPA