Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 23:59 DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

ALLE 07:01 DI MERCOLEDì 21 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Russiagate:risposte Trump date a Mueller
Giuliani, ‘varcato scopo legittima indagine ma cooperazione’

Attrice accusa Avenatti di aggressioneDurante lite per soldi in appartamento del legale

Giudice Usa ordina rilascio 100 iracheni’Governo ha agito ignobilmente, carte false’. Sanzioni

A.Argentinas sospendono 376 dipendentiPer aver bloccato voli l’8/11 a causa di assemblee sindacali

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

WASHINGTON

– Lo staff legale di Donald Trump ha consegnato le risposte scritte alle domande formulate dal procuratore speciale del Russiagate Robert Mueller. Lo rende noto l’avvocato Rudi Giuliani. In un comunicato, il legale ha sostenuto che “molto di ciò che è stato chiesto solleva serie questioni costituzionali e va al di là dello scopo di una legittima inchiesta”. Ma il presidente ha fornito “una cooperazione senza precedenti”, ha aggiunto, aggiungendo che è tempo di “arrivare ad una conclusione dell’inchiesta”.
– WASHINGTON

– Una attrice che ha avuto una relazione con Michael Avenatti, avvocato della pornostar Stormy Daniels e aspirante candidato alla Casa Bianca, lo accusa di averla trascinata sul pavimento del suo appartamento di Los Angeles dopo una lite per soldi. E’ quanto denuncia in alcuni atti depositati in tribunale. Mareli Miniutti ha scritto in una dichiarazione giurata che il legale, durante la lite, le ha gridato contro offese e le ha detto che era “ingrata’ prima di colpirla in faccia con un cuscino. La donna sostiene anche che Avenatti l’ha spinta fuori dal letto e le ha strappato il telefono prima che cominciasse a chiedere aiuto. L’avvocato, che era stato arrestato la scorsa settimana per violenza domestica e poi rilasciato su cauzione, ha definito le accuse “completamente false”.
– WASHINGTON

– Altro schiaffo giudiziario all’ amministrazione Trump in tema di immigrazione. Dopo che un giudice californiano ha bloccato la stretta sul diritto di asilo un suo collega del Michigan ha ordinato al governo di rilasciare oltre 100 iracheni detenuti per più di sei mesi mentre tentava di espellerli, accusando il governo di aver agito “ignobilmente” e di aver presentato dichiarazioni “palesemente false”. Il giudice Mark Goldsmith ha annunciato anche la rara misura di sanzionare il governo per il suo comportamento.
– BUENOS AIRES

– La compagnia aerea Aerolineas Argentinas ha sospeso temporaneamente 376 dipendenti accusandoli di aver abbandonato o boicottato l’attività lavorativa per svolgere una serie di assemblee che hanno bloccato oltre 200 voli l’8 novembre scorso. Prima che fosse resa nota la decisione della direzione della compagnia aerea argentina, cinque dei sei sindacati del settore aeronautico avevano annunciato che anche oggi avrebbero organizzato assemblee nell’aeroporto metropolitano Jorge Newbery di Buenos Aires, con prevedibili ritardi o cancellazione di molti voli a livello nazionale. Le sospensioni, che sono state comunicate per telegramma dai vertici di Aerolineas Argentinas ai dipendenti, sono di 10-15 giorni e riguardano personale di diversi settori, dai piloti agli addetti alla manutenzione e all’accoglienza dei passeggeri in partenza. Esclusi dalla misura, si è appreso, sono stati invece hostess e steward che non hanno realizzato assemblee nel giorno della protesta.   

STAMPA

Annunci
Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

DONAZIONE BEZOS A SENZA TETTO

DONAZIONE BEZOS A SENZA TETTO

AGGIORNAMENTO DELLE 23:59

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

DONAZIONE BEZOS A SENZA TETTO

Amazon: Bezos, 97,5 mln dlr a senzatetto
Donazione a 24 associazioni di beneficienza

DONAZIONE BEZOS A SENZA TETTO

MONDO/ULTIM’ORA

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

DONAZIONE BEZOS A SENZA TETTO

NEW YORK

– Jeff Bezos in campo per i senzatetto. Il numero uno di Amazon tramite ‘Day One Fund’, il suo fondo di beneficienza con una capacità iniziale di 2 miliardi di dollari, stacca un assegno da 97,5 milioni di dollari a 24 associazioni di beneficienza che si occupano di famiglie di senzatetto. Le donazioni puntano a ”sostenere le organizzazioni che lavorano per offrire un tetto alle famiglie” e aiutarle a tornare a camminare con le proprie gambe, mette in evidenza Bezos.   

STAMPA

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:48 ALL 23:44

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

In Spagna sicuri, Rabiot dice sì al Barcellona
Il contratto del centrocampista Psg scade a giugno 2019

Scaroni, spero sentenza in tempi breviPresidente Milan: presenza Gordon Singer forte e significativa

Udienza del Milan all’Uefa per sanzione ‘proporzionata’Dopo annullamento squalifica coppe, entro fine anno nuova pena

Tommasi ‘sogno in campo Top 11 Galà Aic’Il 3/12 la premiazione dei migliori protagonisti del 2017/18

Atalanta: “Infondate voci su Gasperini”Ad Percassi: “Mercato è l’ultimo dei pensieri. Rosa ampia serve”

Albertini: “Ibrahimovic lo vorrei sempre””Anche se sua gestione è difficile, consente diverse soluzioni”

Schick, gol in nazionale mi può aiutareCeco: “Mestiere attaccante è segnare anche con poche occasioni”

Tommasi: “Sorpresa per autori aggressione ancora ignoti”N.1 Aic: “Pene severe contro giocatoriche hanno aggredito l’arbitro”

Costacurta: ‘Nazionale straordinaria con Mancini”Squadra molto cresciuta, serve qualcuno che segni’

Ceferin boccia Superlega, è una ‘fiction’Presidente: “Calcio europeo andrà avanti se rimarrà unito”

Agnelli,nessuna discussione su SuperlegaIl presidente dell’Uefa Ceferin ribadisce “è fuori questione”

Uefa-Eca, cooperazione fino al 2024Agnelli e Ceferin firmano una lettera d’intenti

Cina, Sampaoli in pole per il dopo-LippiContratto dell’ex ct azzurro scadrà a gennaio dell’anno prossimo

In campo Italia Usa 0-0 LIVEKean in campo, e’ primo millenial azzurro

Alcacer verrà riscattato dal DortmundAl Barcellona andranno poco meno di 30 milioni, bonus compresi

Juve al lavoro, si allena anche Emre CanTedesco ha cominciato lavoro atletico dopo intervento tiroide

Samp:Ferrero, anche noi seguivamo PiatekPresidente, con Quagliarella ci vedremo a gennaio per rinnovo

Atletico: Godin non rinnova, c’è lo UnitedDifensore uruguagio in estate era stato inseguito dalla Juventus

Fiorentina: ripresa degli allenamentiLunedì 7/a Hall of fame viola. Anche Albertosi fra i premiati

Italia-Usa: tifoso invade il campoCorre per abbracciare prima Bonucci e successivamente Acerbi

Kean in campo, è primo millenial azzurroL’attaccante classe 2000 fa il proprio esordio in Italia-Usa

Tegole sul PSG, Neymar e Mbappé vanno koGuaio muscolare per il brasiliani, alle spalle per il francese

Ceferin, Var dalla prossima ChampionsN. 1 Uefa: ‘Valutazione arriverà nel giro di una settimana’

Pioli fa la formazione con i politici’Premier Conte a centrocampo, Salvini in difesa e Di Maio punta’

Calcio: arbitro piange la madre mortaVan Dijk lo abbraccia: “Ho visto un uomo spezzato dal dolore” –

Calcio: Italia-Usa 1-0
Politano al 49′ del secondo tempo ha deciso l’amichevole di Genk

Mancini: Italia più avanti del previstoCt azzurri: “Ora nelle qualificazioni dovremo vincerle tutte”

Nations League: Portogallo-Polonia 1-1Ad Andre Silva ha risposto il ‘napoletano’ Milik su rigore

Verratti: La miglior Italia che ho visto’Difficoltà del gol? Però noi stiamo giocando bene’

Al Brasile basta Richarlison, Camerun koFinisce 1-0 l’amichevole disputata in Inghilterra. Neymar va ko

Francia batte Uruguay, gol di GiroudCampioni del mondo in difficoltà. Mbappé si fa male a una spalla

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Adrien Rabiot dice sì al Barcellona.  E’ quanto scrive l’edizione online del quotidiano spagnolo ‘Mundo Deportivo’, secondo cui il 23enne centrocampista francese del Psg, il cui contratto scade il 30 giugno del 2019 e uno dei giocatori più richiesti dalle big europee, avrebbe manifestato la sua intenzione di vestire la maglia blaugrana. Secondo Mundo Deportivo, Rabiot avrebbe fatto sapere ai suoi interlocutori a Barcellona l’intenzione di andare a giocare al Camp Nou a partire dalla prossima estate. Il centrocampista, sedotto dal progetto sportivo blaugrana, punta a fare un passo in avanti nella sua carriera.
– ”I tempi previsti per la sentenza Uefa? Non glielo so dire. Mi auguro in tempi brevi ma non glielo so dire”. Lo afferma il presidente del Milan Paolo Scaroni, ai microfoni di Sky Sport, all’uscita dalla sede Uefa di Nyon, dove questa mattina è andata in scena l’udienza del club davanti alla Camera giudicante per rimodulare le sanzioni per le violazioni alle norme del fair play finanziario nel triennio 2014-2017.
”La presenza di Gordon Singer – rimarca Scaroni, evidentemente rinfrancato per la presenza della proprietà all’udienza al fianco del club – è sempre forte e significativa”.
Si è conclusa dopo circa 2 due l’udienza del Milan davanti alla Camera giudicante della Uefa, chiamata a definire una ”sanzione disciplinare proporzionata” per le violazioni al fair play finanziario nel triennio 2014-2017, dopo l’annullamento da parte del Tas della squalifica dalle competizioni europee. Della delegazione rossonera impegnata a Nyon, in Svizzera, fanno parte il presidente Paolo Scaroni, Gordon Singer, che con il padre Paul gestisce il fondo Elliott, il team di legali e i membri del Cda, Franck Tuil e Giorgio Furlani. L’udienza è cominciata verso le 9.30 ed è terminata intorno alle 11.30.
La nuova decisione della Uefa non è attesa per oggi ma entro la fine dell’anno. Il Milan già da tempo mette in conto la possibilità di ricevere una pena economica (infatti a bilancio sono stati accantonati circa 18 milioni di euro), e non sono esclusi anche limiti al mercato.

”I tempi previsti per la sentenza Uefa? Non glielo so dire. Mi auguro in tempi brevi ma non glielo so dire”. Lo afferma il presidente del Milan Paolo Scaroni, ai microfoni di Sky Sport, all’uscita dalla sede Uefa di Nyon, dove questa mattina è andata in scena l’udienza del club davanti alla Camera giudicante per rimodulare le sanzioni per le violazioni alle norme del fair play finanziario nel triennio 2014-2017. ”La presenza di Gordon Singer – rimarca Scaroni, evidentemente rinfrancato per la presenza della proprietà all’udienza al fianco del club – è sempre forte e significativa”.
– La premiazione dei migliori undici giocatori dello scorso campionato sarà fra i momenti clou del Gran Galà del Calcio Aic in scena lunedì 3 dicembre, e il presidente dell’Assocalciatori Damiano Tommasi sogna di vedere in campo questa squadra ideale: “Potrebbe essere un grande evento – ha detto -, mi auguro che qualcuno crei l’occasione, magari in un’amichevole con la selezione World 11 o quella di Africa Best 11”. Sarà Diletta Leotta a condurre l’ottava edizione della manifestazione e sul palco del Megawatt Court di Milano, nell’evento organizzato dall’agenzia Dema4 di Demetrio Albertini e Manuela Ronchi, sfileranno il calciatore top della stagione 2017/18, e i migliori nelle varie categorie: allenatore (Simone Inzaghi, Allegri, Di Francesco, Sarri i candidati), arbitro (Orsato, Rocchi, Mazzoleni), giovane di Serie B (Tonali, Varnier, La Gumina), calciatrice (Barbara Bonansea, Alia Guagni, Cristiana Girelli) e verrà nominata la squadra migliore.
“Gasperini al Milan? Credo non ci sia nulla e che siano voci infondate”. Luca Percassi, ad dell’Atalanta, allontana i rumors sull’allenatore e anche sulla prossima finestra invernale: “Durante la settimana di sosta per le nazionali bisogna pur scrivere qualcosa, ma il calciomercato al momento è l’ultimo dei nostri pensieri -spiega il dirigente nerazzurro. Anzi, la partita con l’Inter, con Mancini e Djimsiti titolari, con due terzi della difesa titolare fuori per infortunio con Masiello e Palomino, è la dimostrazione che una rosa ampia serve anche se l’Europa League si è conclusa il 30 agosto a Copenaghen”.
Percassi rivela un aneddoto: “Il sabato prima del 4-1 all’Inter, durante la rifinitura, Gasperini ci aveva pronosticato una grande partita di Djimsiti, che non è in scadenza di contratto, su Icardi e anche il suo gol di testa”.
Testa al prossimo impegno: “C’è voglia di tornare in campo, perché siamo ben consapevoli che a Empoli sarà una battaglia – chiude l’ad atalantino”.
“Io vorrei sempre Ibrahimovic nella mia squadra, a costo di sapere che la gestione può essere difficoltosa”. Mentre il Milan si interroga su quale nuovo attaccante puntare a gennaio, Demetrio Albertini non ha dubbi.
“Uno come Ibra consente diverse soluzioni”, ha sottolineato l’ex rossonero, a margine della presentazione del Gran Galà del Calcio Aic. A proposito invece degli infortuni a catena che stanno colpendo il Milan, Albertini ha osservato che “una stagione passa anche questi momenti negativi. Una fase così va gestita, però gli infortuni non possono essere un alibi. In alcuni casi si tratta di ricadute, e i calciatori devono essere capaci di fermarsi un attimo prima, anche se c’è una partita importante – ha sottolineato l’ex centrocampista -. Ora il Milan avrà una partita importante contro la Lazio, una rivale diretta per la Champions. Si entra nel vivo del campionato e ci sarà sempre meno tempo per recuperare punti”.
Prima la rete alla Sampdoria con cui si è sbloccato in campionato prima della sosta, ora il gol vittoria in pallonetto segnato con la maglia della Repubblica Ceca alla Slovacchia in Nations League. Patrik Schick sembra essersi messo definitivamente alle spalle il periodo no e adesso è pronto a tornare a Roma per ritagliarsi il suo spazio, magari già da sabato nella trasferta di Udine. “Sono molto contento per il gol” ha confessato poi il giocatore ai media locali, “è sicuramente uno dei più belli” tra quelli segnati in carriera. E l’obiettivo è non fermarsi più anche quando le occasioni scarseggiano. “Ma sono abituato nel club: hai spesso due opportunità e devi sfruttarle, è così. Le probabilità non sono alte e il mestiere di un attaccante è sempre il gol – ha ricordato Schick -. E se riesci a farlo, aumenta la fiducia in te stesso per il futuro. Questo particolare gol può aiutarmi molto: non è facile gestire la situazione così, anche se può sembrare facile”.
“Sorprende sapere che a distanza di una settimana non si sono trovati ancora i responsabili dell’episodio, questo fa riflettere: è un sistema che va vissuto in un altro modo”. Così il presidente dell’Assocalciatori, Damiano Tommasi, sulla vicenda dell’aggressione a un giovane arbitro in occasione di una partita del campionato Promozione a Roma. “Meno insulti e meno violenza vogliono dire maggiore entusiasmo e un sistema più vivibile”, ha osservato Tommasi, a margine della presentazione del Gran Galà del Calcio Aic, ricordando che la sua associazione si prepara a pubblicare per il quinto anno ‘Calciatori sotto tiro’, il rapporto “con tutti gli episodi di violenza subiti dai calciatori in qualsiasi categoria durante l’anno, e purtroppo ci sono. Gli episodi nei confronti degli arbitri – ha aggiunto – talvolta purtroppo vedono protagonisti anche i calciatori e siamo sempre stati al fianco della Federcalcio e dell’Aia per la punizione severa dei tesserati che si macchiano di questi episodi”.
“Sono parte in causa, perché Mancini l’ho scelto io come nuovo ct. È chiaro che quindi mi sembra una Italia straordinaria. Se la paragono alla Nazionale di un anno fa mi sembra una squadra molto cresciuta”. Alessandro Costacurta, ex vicecommissario della Figc, commenta così le ultime prestazione degli azzurri del ct Mancini, a margine della presentazione di “Un Rosso alla Violenza”, iniziativa di Lega Serie A in collaborazione con WeWorld contro la violenza sulle donne. “I nostri attaccanti non sono al massimo – prosegue Costacutta -. Se trovassimo uno che la butti dentro non sarebbe male”. “Stop alle partite per i fischi? Capisco quelli che, compreso il presidente federale Gravina, dicono che non si può dare ascolto a pochi che bloccano una partita. Ci sono tantissimi strumenti con annullare questo tipo di violenza, bisogna darsi una mossa”, conclude Costacurta.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

”Questa Superlega non vedrà mai la luce del giorno. È una ‘fiction’ una sorta di finzione o di sogno”. Il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin, in un’intervista alla BBC mette un macigno sulla possibilità che la Superlega europea veda la luce. Nel corso dell’intervista Ceferin ha però ribadito come la Uefa stia lavorando alla revisione della Champions League: “Abbiamo alcune idee – ha rivelato – Tutto quello che posso dire è che è fuori questione autorizzare questa Superlega. Tutti possono continuare a competere nelle competizioni europee: sfortunatamente, i club ricchi diventano spesso più ricchi.
Penso che siamo una delle poche organizzazioni al mondo che cercano di affrontare questo problema. Il calcio europeo andrà avanti se continuerà a rimanere unito, questa è la nostra opinione”.
– BRUXELLES

– “Nessuna discussione sulla Superlega”: lo ha detto oggi in conferenza stampa a Bruxelles il presidente della Juventus e dell’Eca, Andrea Agnelli. “Dal punto di vista della Juventus e dell’Eca non c’è stato nessun colloquio sulla superlega”. Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente della Uefa Ceferin: “La superlega – assicura – è fuori questione”.
– BRUXELLES

– Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin e il presidente della Juventus e dell’Ecas Andrea Agnelli hanno firmato una lettera di intenti per prolungare la cooperazione tra le due organizzazioni fino al 2024. Lo ha annunciato Agnelli in conferenza stampa a Bruxelles.
“È un giorno importante per il calcio europeo”, ha affermato Agnelli. Il programma è stato presentato al commissario Ue per lo Sport Tibor Navracsics. Agnelli ha sottolineato l’importanza di “armonizzare i calendari” dei campionati europei.
– Jorge Sampaoli sembra destinato a ereditare la panchina della Nazionale cinese da Marcello Lippi: lo scrive il sito cileno dell’emittente La Cuarta. Il contratto dell’ex ct degli azzurri, campione del mondo a Berlino nel 2006, scadrà a fine gennaio dell’anno prossimo, dopo la Coppa d’Asia.
A quel punto l’ex selezionatore di Cile e Argentina verrebbe ingaggiato della Nazionale dei Dragoni. Sampaoli è reduce dal fallimentare Mondiale in Russia proprio alla guida dell’Albiceleste, che è stata eliminata negli ottavi di finale dalla Francia, vittoriosa per 4-3.
L’Italia saluta il 2018 con una vittoria, ma il gol resta una questione da stregoni. Non solo perche’ per superare una fragile nazionale Usa e’ servito la rete di Politano al 94′: l’1-0 cosi’ raggiunto racconta di una nazionale che spreca infinte palle sotto porta, anche con un centravanti vero come Lasagna. Tre le palle buone sul suo sinistro, tutte mal sfruttate. E non e’ stato l’unico ad avere il braccino corto sottoporta. Mancini a fine partita vanterà orgoglioso di ritenere la sua nazionale piu’ avanti delle aspettative nel percorso di crescita, e dalla serata in Belgio può trarre qualche indicazione positiva, a parte la sterilita’ realizzativa. Sensi e’ una piacevolissima scoperta azzurra, Verratti si conferma finalmente faro del centrocampo. E il futuro remoto e’ cominciato dopo un’ora di gioco, con l’esordio del primo millenial azzurro. Un dettaglio che il primato sia toccato a Kean, e non all’atteso Tonali. Il ct, rispediti a casa cinque degli undici azzurri di San Siro, costruisce per l’ultima dell’anno un’Italia sperimentale. A centrocampo con Barella e Verratti entra Sensi, non Tonali, e la scelta dà ragione a Mancini. Davanti a caccia del gol c’è Lasagna, Berardi e Chiesa ai lati confermano il 4-3-3. Anche gli Stati Uniti del ct a ‘termine’ Sarachan sono in via di ricostruzione dopo la mancata qualificazione al Mondiale; Weah jr. resta in panchina, nella ripresa c’e’ spazio per Villafana, diventato prof con un reality. L’Italia parte anche questa volta, ma 93′ di attacchi continui confermano la diagnosi: mal di gol.Mancini: sofferenza gol ma noi più avanti del previsto’ – “Dispiaceva per i giocatori e per gli italiani. Bisognava far gol prima. Fino al 94′ pensavo che sarebbe finita 0-0 anche questa volta, ma il calcio è così. L’importante che sia stata una buona partita, non poteva pensare che giocassero bene per 90′: era la prima volta che giocavano assieme. Siamo in linea con le aspettative, forse un po’ più avanti, questo è importante. La sta giocando bene. Nelle qualificazione dovremo cercare di vincere sempre”. Così, ai microfoni Rai, Roberto Mancini, dopo l’1-0 dell’Italia agli Usa.Verratti, la miglior Italia in cui ho giocato – “In questa Italia mi trovo davvero bene. E’ la miglior nazionale in cui ho giocato”. E’ sincero e diretto Marco Verratti, quando parla del suo momento positivo in azzurro dopo la vittoria sugli Usa. “Le difficolta’ a fare gol? Stiamo giocando molto bene – dice il centrocampista a RaiSport – creiamo tanto, i gol arriveranno”.

Paco Alcàcer si è guadagnato il riscatto del Borussia Dortmund e lo ha fatto a suon di gol.
L’attaccante prelevato l’estate scorsa dal Barcellona con la formula del prestito, con addosso la maglia giallonera ha segnato 9 gol, fra Champions e Bundesliga, in 400′ di gioco (in altre parole una rete ogni 44′). Secondo Sport Bild, i dirigenti del Borussia Dortmund hanno deciso di riscattare il giocatore e la notizia verrà ufficializzata il 27 prossimo, giorno in cui sarà ratificata dall’Assemblea dei soci. Al Barcellona, per Alcàcer, dovrebbero andare poco meno di 30 milioni, bonus compresi.
Riparte la Juventus dopo i due giorni di riposo con i ritorni di Chiellini e Cuadrado dagli impegni con le nazionali. Prosegue il recupero di Pjanic, Bernardeschi e Khedira in vista della ripresa di sabato con la Spal e del match di Champions con il Valencia. Per tutti e tre allenamento differenziato, mentre buone notizie arrivano da Emre Can che si legge sul sito internet della Juventus, “ha iniziato il lavoro atletico e contemporaneamente, verrà monitorato clinicamente dal professor Angelini presso il JMedical”.
– GENOVA

– “Mi auguro che il derby possa portare un sorriso a tutti i cittadini di Genova, ma sono sicuro che ci rialzeremo”. Così il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero intervenuto a Radio Marte presenta la stracittadina col Genoa in programma domenica al Ferraris. Attese 30mila persone per un appuntamento molto sentito in una città ancora ferita dalla tragedia del crollo di Ponte Morandi. Il massimo dirigente svela un retroscena di mercato su Piatek, bomber del Genoa: “Derby polacco tra Kownacki e Piatek? La cosa incredibile è che Piatek era la riserva di Kownacki. Li abbiamo visti tutti e due e decidemmo di prendere Kownacki perché per noi era il titolare.
Mi auguro che Piatek duri molto tempo, così vedo Preziosi ridere”. Quagliarella? “È nel mio cuore, abbiamo un rapporto sereno e dopo le feste ci vedremo. A gennaio decideremo in piena serenità cosa fare: se vorrà rimanere, resterà con noi, se vorrà andare via, lo lasceremo andare. Quagliarella è un campione e per questo non si esaurisce mai”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Il Manchester United è a caccia di rinforzi per la stagione in corso. Il primo nome della lista per rinforzare la difesa dei ‘Red devils’ è quello di Diego Godin.
Il centrale uruguagio è in forza all’Atletico Madrid, ma già da tempo si parla di un possibile divorzio dal club ‘colchonero’, al punto che l’estate scorsa era stato per diverse settimane nel mirino della Juventus. Il Daily Star fa notare che il giocatore, classe 1986, nonché pilastro della ‘Celeste’ guidata da Oscar Washington Tabarez, non ha ancora rinnovato il contratto con la società spagnola, perché si guarda intorno e vuol capire se vi sia la possibilità concreta di cambiare aria. Il Manchester United, secondo il giornale inglese, sarebbe pronto ad accoglierlo.
– FIRENZE

– Dopo il giorno di riposo, stamattina la Fiorentina è tornata ad allenarsi neCentro sortivo Davide Astori in vista della ripresa del campionato domenica al Dall’Ara contro il Bologna. Una ripresa dedicata soprattutto al lavoro atletico in palestra e sul campo, ancora senza i Nazionali. Pioli, infatti, solo tra giovedì e venerdì tornerà ad avere il gruppo al completo. Per la sfida contro il Bologna quasi sicuramente l’allenatore dei viola dovrà fare a meno dell’infortunato Pezzella che potrebbe essere sostituito da Milenkovic (spostato dalla fascia destra al centro della difesa) o Ceccherini. Una decisione sarà presa nei prossimi giorni.
Intanto, lunedì 26 novembre, nel’auditorium ‘Ridolfi’ di Banca Cr Firenze si svolgerà la settima edizione della ‘Hall of fame viola’: nella galleria degli onori della Fiorentina verranno accolti, e quindi premiati, Enrico Albertosi, Astori (ci sarà un ricordo speciale per il ‘Capitano’), Baccani, Bertoni, Boni, Galdiolo, Maraschi e Ranieri.
– Curioso fuori programma a Genk, dov’è in corso l’amichevole fra Italia e Usa: al 3′ della ripresa un tifoso degli azzurri è entrato in campo, mentre era in corso la partita, per andare ad abbracciare prima Bonucci e successivamente Acerbi, che è scoppiato a ridere. Infine, accompagnato da un addetto alla sicurezza, il ragazzo è tornato sugli spalti dello stadio belga.
– GENK (BELGIO)

– Moise Kean in campo con la Nazionale, ed è un debutto storico per i colori azzurri: l’attaccante juventino entrato al posto di Berardi al quarto d’ora del secondo tempo di Italia-Usa è infatti il primo ‘millenial’ a giocare per l’Italia. Kean è nato a Vercelli il 28 febbraio del 2000.
Arrivano pessime notizie per il Paris Saint-Germain da Milton Keynes (Inghilterra) e Parigi, dove sono impegnati in amichevole rispettivamente il Brasile (contro il Camerun) e la Francia (contro l’Uruguay). Neymar e Kylian Mbappé si sono infortunati e hanno lasciato il campo: il brasiliano è stato costretto a fermarsi dopo soli 8′ di gioco, in seguito a un tiraccio che non ha inquadrato la porta. Il giocatore si è toccato l’inguine destro, quindi ha chiesto il cambio, lasciando spazio a Richarlison; il francese, invece, ha subito un infortunio alla spalla, dopo un contrasto con il portiere uruguagio Campana in uscita. Mbappé è volato a terra, battendo male la spalla e finendo anzitempo negli spogliatoi: è stato sostituito da Thauvin al 36′. Il PSG adesso è atteso dalle sfide contro il Tolosa, in Ligue 1, e contro il Liverpool, decisiva ai fini della qualificazione per gli ottavi della Champions Leeague. Nello stesso girone dei parigini è in lizza anche il Napoli.
– BRUXELLES

– La Var in Champions League “sarà utilizzata al più tardi nella prossima stagione”. Così il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin, in conferenza a Bruxelles con il presidente della Juventus e dell’Eca, Andrea Agnelli. “Ci sono da valutare due aspetti – ha spiegato – quello arbitrale e quello tecnologico. Nel giro di una settimana faremo una valutazione”.
– FIRENZE

– “Conte lo metterei a centrocampo, Di Maio lo farei giocare all’attacco, sull’esterno, dove viene meno coinvolto, e Salvini lo metterei in difesa, visto che mi sembra robusto anche a livello fisico”. L’insolita formazione calcistico-governativa è di Stefano Pioli, allenatore della Fiorentina, che oggi è stato ospite di Un Giorno da pecora, SU RaiRai. “E’ più preoccupato per lo spread o per la partita della sua Fiorentina contro il Bologna?”, gli è anche stato chiesto.
“Per entrambe: lo spread non fa bene alla nostra società e il Bologna proverà a metterci il bastone tra le ruote”. Cosa ne pensa della Var? “E’ un grandissimo aiuto, gli arbitri la stanno utilizzando bene, anche se chiaramente non si può pensare che non ci siano più errori, che pure sono molto diminuiti”. “E invece – lo hanno punzecchiato i conduttori – cosa ne pensa della Tav? Le piace?” “Si, credo di si”. A Un Giorno da pecora Pioli ha spiegato di avere una tifosa a lui molto vicina, ma altrettanto ‘pressante’.

Un abbraccio in campo fa clamore, nel calcio europeo. Protagonisti, il difensore olandese Virgil Van Dijk e l’arbitro rumeno Ovidiu Hategan. Tutto è avvenuto alla fine di Germania-Olanda, e non era un festeggiamento per il pari ottenuto dagli ‘orange’ in rimonta: il calciatore ha consolato l’arbitro che, poco prima dell’inizio della partita, aveva saputo di aver perso la madre. “Era in lacrime”, ha raccontato il difensore del Liverpool, alla Bbc. “In quel momento – ha spiegato Van Dijk, capitano dell’Olanda – ho visto un uomo al quale si era rotta qualcosa dentro. Era fermo, in piedi e piangeva. Allora l’ho abbracciato, gli ho detto che aveva arbitrato bene per quel che poteva valere in quel momento… E soprattutto gli ho detto che si doveva fare forza”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

L’Italia è tornata alla vittoria e ha ritrovato anche la strada del gol, sia pure in amichevole. A Genk (Belgio), gli azzurri guidati da Roberto Mancini hanno piegato gli Usa con un gol di Politano al 49′ della ripresa, quando ormai la partita sembrava avviata sullo 0-0. Fra gli azzurri diversi esordienti e in particolare Kean, il primo ‘millenial’ a indossare la maglia della Nazionale maggiore, dal momento che è nato nel 2000.
– “Dispiaceva per i giocatori e per gli italiani. Bisognava far gol prima. Fino al 94′ pensavo che sarebbe finita 0-0 anche questa volta, ma il calcio è così.
L’importante che sia stata una buona partita, non poteva pensare che giocassero bene per 90′: era la prima volta che giocavano assieme. Siamo in linea con le aspettative, forse un po’ più avanti, questo è importante. La sta giocando bene. Nelle qualificazione dovremo cercare di vincere sempre”. Così, ai microfoni Rai, Roberto Mancini, dopo l’1-0 dell’Italia agli Usa.
Il Portogallo ha pareggiato 1-1 con la Polonia, nell’ultima partita del Girone 3 Lega A della Nations League – lo stesso dell’Italia – disputata a Guimaraes.
I lusitani sono andati in vantaggio con Andre Silva al 33′, ma sono stati raggiunti dal gol di Milik su rigore al 21′ della ripresa. Il Portogallo chiude il Girone con 8 punti, l’Italia è ferma a 5 e la Polonia va a 2.
– “In questa Italia mi trovo davvero bene. E’ la miglior Nazionale in cui ho giocato”. E’ sincero e diretto Marco Verratti, quando parla del proprio momento positivo in azzurro, dopo la vittoria sugli Usa. “Le difficoltà a fare gol? Stiamo giocando molto bene – dice il centrocampista, a RaiSport – creiamo tanto, i gol arriveranno”.
– Il Brasile ha battuto in amichevole per 1-0 il Camerun a Milton Keynes (Inghilterra), sul terreno dell’MK stadium. Ha deciso il match un gol realizzato al 45′ da Richarlison che all’8′ aveva sostituito l’infortunato Neymar.
L’attaccante del PSG è uscito per un guaio muscolare, toccandosi l’inguine dopo un tiro sbagliato.

– Un gol di Giroud su rigore al 7′ del secondo tempo ha regalato alla Francia campione del mondo la vittoria (1-0) sull’Uruguay, nell’amichevole di lusso disputata sul terreno dello Stade de France, a Parigi-Saint Denis. La squadra di Didier Deschamps, però, ha perso al 36′ del primo tempo Kylian Mbappé, caduto rovinosamente a terra sull’uscita del portiere sudamericano Campana e uscito dal campo molto dolorante dopo essere caduto male sulla spalla destra. Una brutta notizia per il Paris Saint-Germain.   

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 19:52 ALLE 22:23

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Governo battuto su ddl anticorruzione
Capogruppo M5s D’Uva chiede sospensione dei lavori

Anticorruzione: Governo battuto al voto segreto sul peculatoAccuse tra Lega e M5s. Al momento del voto assenti 9 deputati leghisti e 9 cinquestelle. Salvini: ‘Voto sbagliato, la linea la do’ io’. L’esame del ddl riprende domani alle 11 – Fonti FI, nei giorni scorsi incontro Cav-Mattarella
A chiedere il colloquio sarebbe stato l’ex premier

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Governo battuto nell’Aula della Camera sul voto segreto di un emendamento al ddl anticorruzione.
Il capogruppo M5S Francesco D’Uva ha chiesto la sospensione della seduta. L’emendamento approvato contro il parere del governo è di Catello Vitiello del Misto-Maie. E’ passato con 284 voti a favore e 239 contrari. Forza Italia esulta e urla “Libertà, Libertà”. “E’ un successo contro il giustizialismo manettaro”, ha detto la capogruppo Maria Stella Gelmini.
Governo battuto nell’Aula della Camera sul voto segreto di un emendamento al ddl anticorruzione. Il capogruppo M5S Francesco D’Uva ha chiesto la sospensione della seduta.  L’emendamento approvato contro il parere del governo è sul peculato ed è di Catello Vitiello del Misto-Maie. è passato con 284 voti a favore e 239 contrari. Sullo stesso tema la maggioranza si era divisa in commissione: la Lega puntava alla riduzione della portata del reato di peculato, mentre il M5S aveva una posizione contraria. Il testo è un’aggiunta all’art. 323 del Codice penale e stabilisce che “la pena non può essere inferiore a due anni se il fatto del pubblico ufficiale o dell’incaricato di pubblico servizio consiste nella appropriazione mediante distrazione di somme di denaro o di altra cosa mobile altrui delle quali ha il possesso o comunque l’ autonoma disponibilità per ragione del suo ufficio o servizio, nell’ambito di un procedimento disciplinato da legge o regolamento che appartenga alla sua competenza”.Forza Italia esulta e urla “Onestà, Onestà”. “E’ un successo contro il giustizialismo manettaro”, ha detto la capogruppo Maria Stella Gelmini.”Che dire: si è mandato un segnale al Movimento Cinque stelle…” dice un deputato della Lega dopo che il governo è stato battuto nell’Aula della Camera su un emendamento votato a scrutinio segreto sul ddl anticorruzione. Versione oopposta quella che da un altro deputato della Lega. Igor Iezzi.
“Sono stati i ‘fichiani’ che hanno mandato un segnale. Cercano una scusa per non votare il decreto sicurezza” dice Iezzi, puntando il dito sui parlamentari pentastellati vicini al Presidente della Camera come responsabili della sconfitta della maggioranza sul ddl anticorruzione. Duro il capogruppo della Lega Riccardo Molinari arrivando a palazzo Chigi ‘Non siamo stati noi” . Al voto sull’emendamento sono risultati assenti 9 deputati della Lega (Basini, Bitonci, Cecchetti, Centemero, Fugatti, Legnaioli, Segnana, Tonelli e Zanotelli) e 9 del M5S (Alaimo, Bologna, Dall’Osso, Ficara, Penna, Perconti, Termini, Varrica, Zolezzi).Non tarda ad arrivare l’ira di Salvini. “Voto in aula assolutamente sbagliato. La posizione della Lega la stabilisce il segretario. Il provvedimento arriverà alla fine come concordato dalla maggioranza”. Così il segretario della Lega Matteo Salvini commentando il voto alla Camera sul ddl anticorruzione che ha visto la maggioranza battuta.”I rancori e le contraddizioni in maggioranza non reggono alla prova del voto segreto in Aula. Evidentemente si tratta di un governo ad orologeria che imploderà prima di quanto ci si possa aspettare”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.E dopo la conferenza dei capigruppo si è deciso che riprenderà domani alle 11 nell’Aula della Camera l’esame del ddl. “Hanno bisogno di molte ore per risolvere i loro molti problemi politici”, spiega Emanuele Fiano del Pd. – Incontro nei giorni scorsi tra Silvio Berlusconi e Sergio Mattarella. A chiedere un colloquio con il Capo dello Stato, a quanto si apprende da fonti della Lega, sarebbe stato l’ex premier che avrebbe espresso al presidente della Repubblica le sue preoccupazioni sulla situazione politica e le fibrillazioni della maggioranza.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 17:06 ALLE 21:52

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Maxi blackout a ny per uno scoiatttolo
Almeno 12 mila persone rimaste al buio nel nord della città

Brasile: Haddad rinviato a giudizioPolitico accusato corruzione in campagna a sindaco S.Paolo

Israele non firma patto Onu sui migrantiPremier, difendiamo nostri confini da infiltrati illegali

Iran: Zarif, in accordo solo se beneficiDifficoltà dei Paesi europei ad opporsi alle sanzioni degli Usa

Nivin, ‘migranti accusati pirateria’Direttore porto Misurata a France 24, ‘feriti in ospedale’

Ascensore precipita per 84 piani, illesiIncidente spaventoso ma anche miracoloso negli Usa

Temer assume 8mila medici dopo stop CubaDecisione presidente uscente dopo le tensioni con L’Avana

Ex premier Australia, ‘insulti sessisti”Epiteti, graffiti e violenza sui social mentre ero premier’

Talebani condannano attacco Kabul’Non colpiamo i raduni religiosi’, dicono in un comunicato

Khashoggi: Trump, resteremo alleati RiadDichiarazione dopo il rapporto finale sul giornalista ucciso

Trump grazia 2 tacchini per ThanksgivingE ironizza sul voto

Gilet gialli, seconda vittimaMotociclista muore, era in corsia sorpasso, scontro con furgone

Star Bollywood salda debiti agricoltoriL’annuncio del divo Amitabh Bachchan sul suo blog

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

NEW YORK

– Uno scoiattolo ha causato una massiccia serie di interruzioni di corrente lasciando oltre 12 mila utenti al buio nel fine settimana a nord di New York.
Secondo la New York State Electric and Gas l’animale e’ riuscito a mettere fuori uso la linea elettrica per diverse ore a Alden, Marilla, Cheektowaga e Clarence, vicino a Buffalo.
Gli incidenti alle apparecchiature elettriche causati dagli scoiattoli sono frequenti negli Stati Uniti, e persino Wall Street e’ finita nel mirino. Nel 1987 uno scoiattolo ha messo ko il Nasdaq per 82 minuti, e un altro episodio simile e’ avvenuto, sempre al Nasdaq, nel 1994.
– SAN PAOLO

– L’ex sindaco di San Paolo, Fernando Haddad, sconfitto da Jair Bolsonaro alle elezioni presidenziali brasiliane del mese scorso, è stato rinviato a giudizio per corruzione passiva e riciclaggio di denaro: lo rende noto Agencia Brasil.
Secondo gli inquirenti, l’esponente del Partito dei lavoratori (Pt, di sinistra) avrebbe intascato 2,6 milioni di reais (circa 760 mila euro) dall’impresa edile UTC per sanare debiti della sua campagna elettorale alle comunali del 2012.
Ad accusare Haddad è stato l’ex socio di UTC, Ricardo Pessoa, divenuto collaboratore di giustizia.
Haddad, considerato l’erede politico di Lula, ha negato ogni addebito e annunciato l’intenzione di difendersi.
Per l’ex sindaco della più grande città del Brasile, le denunce a suo carico sono “senza prove e basate appena sulla parola ormai usurata di Ricardo Pessoa”.
– TEL AVIV

– Israele non firmerà il patto Onu sui migranti che sarà siglato nel prossimo dicembre a Marrakesh in Marocco. Lo ha annunciato il premier Benyamin Netanyahu che è anche ministro degli esteri. “Ho dato disposizioni al ministero di rendere noto che Israele – ha detto il premier israeliano – non parteciperà e non sottoscriverà l’accordo sull’immigrazione”. “Siamo impegnati a proteggere i nostri confini dagli infiltrati illegali. Questo è quanto abbiamo fatto e questo – ha concluso Netanyahu – è quanto continueremo a fare”.
– TEHERAN

– L’Iran “non rimarrà nell’accordo (sul nucleare) se non vedrà benefici economici per sé”. Lo ha affermato oggi il ministro degli Esteri, Mohammad Javad Zarif, sottolineando che i Paesi europei non hanno ancora istituito un meccanismo finanziario che consenta loro di continuare le transazioni con Teheran nonostante le sanzioni bancarie imposte dagli Usa.
Dopo il ritiro di Washington dall’intesa multilaterale firmata con l’Iran nel 2015, i Paesi europei hanno assicurato più volte di voler salvare l’accordo e continuare i rapporti economici e commerciali con la Repubblica Islamica. Ma fino ad ora nessuna capitale europea ha accettato di ospitare lo Speciale Purpose Vehicle (Spv), lo strumento finanziario che permetterebbe di eseguire le relative transazioni finanziarie. Zarif ha detto che gli europei continuano i negoziati per decidere un Paese che ospiti l’Spv, ma ha avvertito che l’Iran deciderà o meno di rimanere nell’accordo tenendo in considerazione esclusivamente i suoi interessi nazionali.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

I migranti della Nivin sono “accusati di pirateria”: lo ha riferito il direttore della sicurezza nel porto libico di Misurata a France 24.
Il responsabile ha confermato che nell’irruzione “sono stati sparati proiettili di gomma e lacrimogeni”, e che “i feriti sono stati ricoverati” nell’ospedale di Misurata.
– Incidente tanto spaventoso quanto miracoloso in un edificio di Chicago dove un ascensore con 6 persone è precipitato per 84 piani, dal 95mo all’11mo, senza far registrate nessuna vittima. Le persone che erano dentro la cabina sono infatti illese e nessuna di loro, tra cui anche una donna incinta, ha dovuto ricorrere a cure ospedaliere. Lo riportano diversi media internazionali. L’incidente è avvenuto nel quarto edificio più alto della città americana, all’875 di North Michigan Avenue. Dentro c’erano sei persone che erano salite al 95mo piano per godere della vista della città che si gode dal ristorante panoramico. Per scendere hanno preso un ascensore veloce ma subito hanno cominciato a notare strani movimenti mentre la cabina precipitava in caduta libera per fermarsi solo all’11mo livello, 84 piani sotto quello di partenza. “E’ successo tutto molto velocemente, è stato orribile, pensavamo di morire”, ha raccontato una delle persone scampate a quella che poteva diventare una tragedia.
– BRASILIA

– Il governo del presidente brasiliano uscente, Michel Temer, ha lanciato un appello per assumere più di 8.000 medici da destinare al programma sociale ‘Mais Medicos’, dopo che Cuba ha annunciato la fine dell’accordo di assistenza sanitaria iniziato cinque anni fa.
Allo scopo, la Gazzetta ufficiale locale oggi ha pubblicato un decreto del ministero della Salute per l’assunzione di 8.517 professionisti che sostituiranno i cubani in 2.800 delle 5.600 città del paese. La decisione dei medici cubani di rientrare in patria si deve alle dichiarazioni del presidente brasiliano eletto, Jair Bolsonaro, secondo cui la loro presenza in Brasile era una maniera di rafforzare la “dittatura” esistente a Cuba.
– In un’intervista a Bbc News, l’ex premier australiana Julia Gillard si è detta “sorpresa” dal livello di insulti sessisti che le sono stati rivolti mentre era al potere. In particolare, ha affermato, “da insulti di genere, e graffiti fuori dal parlamento, con espressioni come molliamo la strega, o riferiti a me come a una puttana, e vignette pornografiche messe in giro con riferimenti a me, cose incredibilmente violente circolate sui social media”.
Gillard è stata deputato al Parlamento dell’Australia dal 1998 al 2013 e premier dal 2010 al 2013.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

KABUL

– I talebani hanno condannato l’attacco suicida che ha colpito un raduno religioso stasera a Kabul. In un comunicato, hanno spiegato che loro non prendono di mira questo tipo di obiettivi. Ancora non c’è stata una rivendicazione, ma l’Isis aveva già attaccato raduni religioni in passato.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

WASHINGTON

– “Il regno dell’Arabia Saudita che resta un grande alleato” e “gli Stati Uniti intendono rimanere partner irremovibili” di Riad “per assicurare l’interesse del nostro Paese, di Israele e di tutti gli altri alleati nella regione”: lo afferma Donald Trump in una dichiarazione diffusa dalla Casa Bianca dopo che al presidente americano è stato illustrato dagli 007 il rapporto finale sul caso Khashoggi.
– WASHINGTON

– Tenendo fede ad una tradizione inaugurata da George H.W. Bush nel 1989, Donald Trump ha graziato oggi nel Rose Garden della Casa Bianca due tacchini, che così giovedì non finiranno arrostiti per la festa di Thanksgiving ma in un impianto agricolo della Virginia Tech University, come i loro predecessori. Alla cerimonia ha partecipato anche la first lady Melania, senza parlare.Gli esemplari graziati si chiamano Peas e Carrots, rispettivamente di 17 e 18 kg. Trump ha scherzato richiamando l’attualità politica, dalle molte sfide contestate delle Midterm alle inchieste minacciate dai dem. “Il vincitore, Peas, e’ stato deciso da una elezione aperta e giusta condotta sul sito della Casa Bianca. Sfortunatamente ‘Carrots’ si e’ rifiutato di concedere la vittoria e ha chiesto un riconteggio…’Carrots, mi dispiace dirti che i risultati non sono cambiati”, ha ironizzato, decidendo alla fine di graziare entrambi. I Trump sono in partenza per la loro residenza di Mar-a-lago, per trascorrervi le feste

– PARIGI

– Nei blocchi stradali dei gilet gialli in Francia si aggrava il bilancio delle vittime. Un motociclista rimasto gravemente ferito ieri in uno scontro a Portes-les-Valence, nel sud, è morto oggi per le ferite riportate. Il suo decesso è legato in modo indiretto alle manifestazioni.
La vittima, 37 anni, si è avventurata nella corsia di sinistra per tentare di superare il blocco delle auto ma al suo passaggio un furgone ha fatto improvvisamente inversione di marcia e lo ha investito in pieno.
La superstar di Bollywood, Amitabh Bachchan, uno degli attori più famosi in India, ha annunciato sul suo blog di aver saldato i prestiti contratti con il governo da quasi 1400 agricoltori dell’Uttar Pradesh, la sua terra natale, per un valore superiore a 40 milioni di rupie, vale a dire 560.000 dollari. “E’ un mio desiderio dare la conferma di persona a questi contadini che i loro prestiti sono stati ripagati”, ha scritto Bachchan, 76 anni, in un post. Ma, dal momento che sarebbe difficile portarli tutti a Mumbai, dove vive la star, il nuovo Robin Hood indiano ha annunciato di aver prenotato un treno per una settantina di loro. Data prevista dell’incontro, il 26 novembre. In India sono decine di migliaia i contadini indiani che lottano con i debiti. Per decenni l’industria agricola è stata messa in ginocchio dalla siccità, dall’esaurimento delle falde acquifere, dal calo della produttività e dalla mancanza di modernizzazione. Sono almeno 300.000 gli agricoltori che si sono tolti la vita dal 1995.   

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 09:47 ALLE 20:25

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Concorsi dirigenti sanitari, 25 indagati
Perquisizioni in inchiesta su presunte raccomandazioni a Torino

Cc a difesa Ambiente, tour Arma a TorinoGenerale Mennitti, attenzione e curiosità da parte studenti

A Collisioni

i Thirty Seconds To MarsUn altro concerto internazionale per il festival agrirock

Cerutti, lavoriamo a società più apertaMarcia Unicef a Torino per anniversario Convenzione Onu

Metro 2 Torino, ecco il suo tracciatoTra Anselmetti e Rebaudengo 33 fermate. Appendino, è priorità

Agnelli,nessuna discussione su SuperlegaIl presidente dell’Uefa Ceferin ribadisce “è fuori questione”

Il Giappone in mostra a Palazzo CavourOrganizzata da Next Exhibition con assessorato Cultura Torino

Non arriva in ospedale, il parto in autoNella notte a Torino. ‘Paura? No, solo tanta felicità’

Pernigotti: Repetto, non faccio miracoliPresidente Gruppo Elah Dufour Novi,30 anni fa ero pronto oggi no

Arriva a Torino Shakespeare in lovePer cartellone Fiore all’occhiello dell’Alfieri dal 29 novembre

Così è se vi pare, debutto al CarignanoRegia di Filippo Dini, con Giuseppe Battiston e Maria Paiato

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Perquisizioni sono scattate in un’inchiesta della Procura di Torino su presunte raccomandazioni e agevolazioni nei concorsi per i dirigenti sanitari. Gli accertamenti riguardano docenti universitari e ricercatori di Medicina dell’Università e della Città della Salute di Torino, dell’azienda ospedaliera universitaria San Luigi Gonzaga di Orbassano; 25 gli indagati. I reati contestati dal pm Colace sono corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, falso ideologico e turbata libertà degli incanti.
– TORINO

– Sensibilizzare i giovani sul ruolo dei carabinieri nella difesa del patrimonio agro-forestale italiano, per la tutela dell’ambiente e del paesaggio. Approda a Torino ‘La tua Arma per la Sicurezza e l’Ambiente’, il tour organizzato dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri in collaborazione con Ital Communications e con il sostegno di Banca Intesa Sanpaolo. Un migliaio gli studenti dei licei torinesi presenti al Teatro Nuovo.
“Durante questo tour in giro per l’Italia abbiamo riscontrato una grande attenzione e curiosità da parte degli studenti verso le attività svolte dall’Arma. È importante sensibilizzare i giovani sulla necessità di proteggere l’ambiente nel quale viviamo”, commenta il generale Massimo Mennitti, Capo del V Reparto dell’Arma dei Carabinieri.
L’incontro è stato condotto da Cristina Chiabotto e dall’inviato di Striscia la Notizia Valerio Staffelli, si è aperto con i saluti di benvenuto.
– TORINO

– Dopo Macklemore un altro concerto internazionale per Collisioni. Sul palco dell’edizione 2019 del festival agrirock di Barolo saliranno anche i Thirty Seconds To Mars. America, l’ultimo album della band, è stato il disco internazionale più venduto in Italia nella settimana d’uscita e hanno avuto grande successo i singoli estratti, come Walk on Water e Dangerous Night.
La band sarà a Collisioni domenica 7 luglio 2019, a conclusione di un weekend che ospiterà per tutto il giorno, nelle diverse piazze di Barolo, tantissimi ospiti della letteratura, della musica, del cinema e dello spettacolo nazionale e internazionale. Un grande happening di musica internazionale, letteratura ed enogastronomia che ogni anno torna nel piccolo borgo agricolo di Barolo, sinonimo di grandi vini e ora di grande musica.
I biglietti per i Thirty Seconds To Mars saranno disponibili per l’acquisto a partire dalle ore 10 di giovedì 22 novembre su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.
– TORINO

– “Stiamo lavorando affinché i nostri bimbi possano vivere in una società più aperta, più solidale, dove i diritti delle minoranze siano garantiti”. Così l’assessora ai Diritti della Regione Piemonte, Monica Cerutti, in occasione della marcia organizzata dall’Unicef per il 29esimo anniversario della Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
L’assessora Cerutti ha incontrato i partecipanti davanti al Palazzo della Regione. “Mi hanno consegnato la Convenzione e hanno chiesto alla Regione di impegnarsi a garantire loro un futuro migliore – spiega -. È quello che stiamo cercando di fare. Penso alle nostre leggi regionali contro le discriminazioni di sesso, etnia, religione, e contro la violenza sulle donne che stanno dando buoni frutti. Abbiamo approvato la Carta dei diritti della bambina. Tanto lavoro c’è ancora da fare. Ma lo sguardo carico di fiducia di questi piccoli è per noi di stimolo per andare avanti”.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

TORINO

– Si snoda su un tracciato di 26 chilometri e mezzo, con 33 fermate fra le stazioni Anselmetti e Rebaudengo, il tracciato della linea 2 della metropolitana di Torino. Individuato come il migliore tra i sette scenari analizzati da Systra, il raggruppamento d’imprese incaricato della progettazione preliminare, prevede anche prolungamenti a Sud Ovest, fino a Orbassano, e a Nord Est, fino a San Mauro, con una deviazione da via Bologna.
“Per noi la linea 2 è una priorità – dice la sindaca Chiara Appendino – e stiamo procedendo speditamente affinché l’opera possa essere finanziabile già a settembre 2019”. Proposito, questo, che “rientra pienamente nella politica di costruire una rete di trasporto pubblico – spiega – appetibile e davvero alternativo all’auto privata”. Un “tassello importante – sostiene ancora – anche per la riqualificazione di una parte della città. Continueremo a lavorare per mantenere gli impegni, a partire dalle tempistiche, e a coinvolgere il territorio.
– BRUXELLES

– “Nessuna discussione sulla Superlega”: lo ha detto oggi in conferenza stampa a Bruxelles il presidente della Juventus e dell’Eca, Andrea Agnelli. “Dal punto di vista della Juventus e dell’Eca non c’è stato nessun colloquio sulla superlega”. Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente della Uefa Ceferin: “La superlega – assicura – è fuori questione”.
– TORINO

– Dopo la Japan Week, Torino ospita la mostra che racconta la vita e la natura del Giappone antico attraverso le opere dei grandi artisti del XIX secolo: Hokusai e Hiroshige. ‘Giappone fiorito. Meraviglie in mostra’ è organizzata da Next Exhibition, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Torino, a Palazzo Cavour, dal 24 novembre al 27 gennaio 2019. E’ prodotta da Artika con curatore Daniel Buso.
In mostra è dato ampio spazio alla tematica dei fiori: si potrà ammirare il capolavoro ‘Il Giardino dei susini a Kameido’ dalla serie ‘Cento Vedute dei luoghi celebri di Edo (Tokyo)’.
L’esposizione offre anche un panorama completo sulla cultura e sull’arte giapponese, un viaggio alla scoperta della raffinata atmosfera orientale. Attraverso una selezione di 100 opere, provenienti da tre collezioni private trevigiane, fra cui la Collezione Manavello e la Collezione Guarnieri, si ammirerà un’eccezionale selezione di kimono e obi originali, paraventi, armature, ventagli e fotografie.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Le si sono rotte le acque, ma non ha fatto in tempo ad arrivare in ospedale. Una donna incinta ha partorito, nella notte a Torino, mentre i genitori la stavano portando in ospedale, sull’auto fermata in fretta e furia lungo la strada.
Il parto in corso Casale, poco prima delle 2. Assistiti dall’infermiere della Centrale del 118, i due hanno atteso l’arrivo della medicalizzata che, dopo il parto, ha messo in sicurezza mamma e bimba e le ha portate all’ospedale Sant’Anna.

Entrambe stanno bene. “Un parto così non me lo sarei mai immaginato. Era tutto pronto, ma Stella ha deciso di nascere prima del tempo”, racconta Tatiana, 35 anni. “Mio padre guidava, mia mamma era vicino a lui mentre io ero seduta dietro”, racconta la neo mamma. “Ho seguito le direttive del corso pre-parto: mi sono scoperta il petto e ho appoggiato la bimba al ventre, per tenerla calda. Paura? No, solo una grande felicità”. Ad attendere la donna all’ospedale Sant’Anna c’era il marito, Francesco, 37 anni, e i medici.
– ALESSANDRIA

– “Trent’anni fa, quando rilevai la Novi, proposi a Pernigotti di dare vita ad un gruppo unico.
Sono orgoglioso della stima che i lavoratori oggi mi dimostrano e, da novese, mi spiace per quello che sta accadendo. Ma non riesco a fare altri miracoli…”. Flavio Repetto, presidente del gruppo dolciario Elah Dufour Novi, esclude così, la possibilità di un coinvolgimento nel salvataggio della Pernigotti. “In troppi hanno giocato sulla Pernigotti – aggiunge – e negli ultimi anni la proprietà turca non ha fatto nulla per lo stabilimento di Novi”. Un peccato, secondo Repetto: “marchi come Pernigotti, che vanta 160 anni di storia, non si trovano con facilità e l’Italia li sta perdendo tutti”. L’imprenditore non nasconde di essere stato contattato: “Mi stanno corteggiando in tanti, anche da Roma. I romani fanno troppo in fretta: arrivano, cercano di capire, se ne vanno, perché di crisi ce ne sono troppe. Io solo solo che il futuro della Pernigotti non sia ancora straniero…”.
– TORINO

– A tre anni dal grande successo di Londra, arriva in Italia Shakespeare in love, adattamento teatrale del capolavoro vincitore di 7 premi Oscar, con protagonisti Gwyneth Paltrow e Joseph Fienne. Lo spettacolo – una commedia degli equivoci esilarante – è in scena per il cartellone Fiore all’occhiello, giovedì 29 novembre ore 20.45 al teatro Alfieri di Torino (con repliche il 30 novembre e il primo dicembre alle 20.45 e il 2 dicembre alle 15.30). Protagonisti Lucia Lavia e Marco De Gaudio, per la regia di Giampiero Solari.
L’adattamento teatrale di Shakespeare in love dalla sceneggiatura di Marc Norman e Tom Stoppard è di Lee Hall; le musiche sono di Paddy Cunneen; la traduzione di Edoardo Erba. E’ una produzione Oti Officine del Teatro Italiano.
– TORINO

– Al Teatro Carignano di Torino debutta in prima nazionale, martedì 11 dicembre, alle 19.30, Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello, con la regia di Filippo Dini, nuova produzione del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale. Principali interpreti sono Giuseppe Battiston, Maria Paiato e lo stesso Filippo Dini.
Le scene sono di Laura Benzi, i costumi di Andrea Viotti, le luci di Pasquale Mari, le musiche di Arturo Annecchino.
Assistente alla regia Carlo Orlando, assistente ai costumi Eleonora Bruno. Lo spettacolo resterà in scena al Carignano fino a domenica 6 gennaio 2019. Dopo le recite torinesi lo spettacolo sarà programmato in tournée in Italia dal 9 gennaio al 10 febbraio.   

STAMPA

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 15:41 ALLE 19:52

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Sardegna, verso intesa su accantonamenti
Si riapre negoziato a Roma, accordo prima del varo Finanziarie

Manovra: nodo tempi in giornata riunioniPossibile slittamento a lunedì delle votazioni in commissione

Pd: insediata Commissione congressoDal Moro eletto presidente

Rifiuti: Grillo, bruciarli è passatoSecondo studio accumuli nanoparticelle tossiche in encefalo

Casamonica: Conte, grazie a forze ordinePremier ringrazia forze dell’ordine

Casamonica:Conte,legalità è il messaggioIl premier in visita ad area sgombro ville abusive

Dl Sicurezza: Conte, fiducia se serveAl momento non e’ all’ordine del giorno

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CAGLIARI

– Regione Sardegna e Governo aprono un nuovo confronto sulla partita degli accantonamenti, vale a dire le risorse che l’Isola è chiamata a versare nelle casse dello Stato per contribuire alla finanza pubblica del sistema Paese. Al centro di un’aspra vertenza che la Giunta Pigliaru ha aperto da tempo con l’Esecutivo centrale, forte di una serie di sentenze della Corte Costituzionale, il ‘nodo’ è stato affrontato oggi a Roma in un primo vertice al ministero degli Affari regionali, presenti al tavolo il governatore Francesco Pigliaru, l’assessore al Bilancio Raffaele Paci e il direttore della Ragioneria Generale dello Stato Salvatore Bilardo.
La Regione ha ribadito il rifiuto di pagare i 285 milioni di euro richiesti e il Governo si è impegnato a convocare nei prossimi giorni un altro vertice con la ministra Erika Stefani e il sottosegretario all’Economia Massimo Garavaglia. Sarà questa l’occasione per raggiungere un’intesa sulla cifra che la Sardegna dovrà versare.
– Riunione governo-maggioranza in serata, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, per fare il punto sui tempi dell’esame della manovra in commissione Bilancio alla Camera. Domani, infatti, contrariamente a quanto previsto inizialmente non inizieranno le votazioni ma si terranno le repliche: la Camera sarà infatti impegnata con il decreto legge sicurezza rendendo difficile l’avvio dell’esame delle proposte di modifica già questa settimana. Il calendario non è però ancora stato definito e non è escluso, anche se appare difficile, che invece nella giornata di venerdì la Commissione Bilancio di Montecitorio possa riunirsi. Nella mattina, sempre di domani, è previsto che sia pronto in via definitiva il fascicolo degli emendamenti segnalati: alle opposizioni è stato consentito di presentare un pacchetto ulteriore di 50 proposte che fa lievitare il ‘dossier’ a circa 720 emendamenti perché nel frattempo i 5 Stelle hanno ridotto le proprie.
– Si è insediata nel primo pomeriggio la Commissione per il Congresso del Pd che ha eletto come proprio presidente Gianni Dal Moro. La Commissione concluderà la stesura del regolamento entro lunedì così che già martedì prossimo, 27 novembre, o mercoledì si possa riunire la Direzione per stabilire ufficialmente la data delle primarie. Lo ha riferito lo stesso Gianni Dal Moro

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

“Bruciare i rifiuti ha costi altissimi per la salute dei cittadini. Una ricerca dell’ università di Lancaster ha scoperto accumuli di nanoparticelle tossiche nell’encefalo dei soggetti analizzati. Bruciare i rifiuti è il passato. Il Movimento 5 Stelle guarda al futuro!”.
Lo scrive Beppe Grillo su Fb dove rilancia un post dell’europarlamentare Piernicola Pedicini che rilancia la strada dell’economia circolare: “Le risorse e i prodotti devono essere recuperati e riutilizzati per preservare le materie prime del nostro pianeta. Puntando su prevenzione, compostaggio e riciclo i rifiuti diminuiscono”.
– Il premier Giuseppe Conte è arrivato in via del Quadraro, a Roma, nel luogo delle ville sequestrate al clan dei Casamonica e destinate ad essere abbattute.
“Complimenti, grazie a tutti”, ha detto Conte stringendo la mano ad alcuni funzionari delle forze dell’ordine.
– ROMA

– “Mi trovo nella periferia est di Roma dove questa mattina sono state sgomberate otto ville abusive di proprietà dei Casamonica. Sono qui per dare un messaggio molto chiaro: questo Governo è per la legalità e il rispetto delle regole”. Lo dice il premier Giuseppe Conte che sta trasmettendo su Fb la diretta della sua visita

fiducia sul decreto Sicurezza sarà messa “solo se necessario, ma al momento non é all’ordine del giorno”. Così il premier Giuseppe Conte rispondendo ai giornalisti al Quadraro a Roma.   

STAMPA

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 14:07 ALLE 19:30

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fuga dopo incidente mortale, arrestato
A Bologna dai carabinieri, risponde anche di omissione soccorso

Abusi su minorenni, arrestato istruttoreVittime due adolescenti, una delle quali 13enne

Genova:Salvini,semplificazione antimafia’Città merita risposte immediate, non perdere neanche un’ora’

Verifiche su umidità casette MucciaIn caso trasferimento abitanti spese hotel a carico ditte

Uccise ex incinta: confermati 30anniNel 2017 ragazza 20enne colpita con pietra e poi strangolata

Rogo in palazzo: pm, archiviare per 11Fiamme a Milano a febbraio.’Stabile a norma, fu corto circuito’

Sul web innevamento piste Alta BadiaDigitalizzati gli impianti del Skicarosello Corvara

Non arriva in ospedale, il parto in autoNella notte a Torino. ‘Paura? No, solo tanta felicità’

15enne torturato: autori studenti medieAvvocato, frequentano la terza, ‘ragazzo ancora sotto shock’

Erede Savoia, da capelli verità su morteSassari, equipe esperti svelerà se il conte è stato avvelenato

Sindaco Melucci ritira le dimissioniFirmato documento per ricompattare colazioni di maggioranza – Forestali indagano su sentiero Portofino
Italia Nostra prepara denuncia: ‘uno scempio inutile nel Parco’

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

BOLOGNA

– Omicidio stradale aggravato dal fatto che guidava con la patente sospesa, omissione di soccorso e fuga dopo un incidente. Sono le accuse di cui dovrà rispondere Doru Ionut Paladuta, 32 anni, di origine romena. Secondo i carabinieri, che lo hanno fermato ieri sera, era alla guida dell’Alfa 147 che l’altra notte ad Anzola Emilia, nel Bolognese, è finita fuori strada e si è capovolta, causando la morte del connazionale Costel Harabagiu, 38 anni, che era anche il proprietario della macchina, e il ferimento di tre persone. Gli investigatori della compagnia di Borgo Panigale hanno rintracciato il 32enne a Castiglione dei Pepoli, dove abita e dove aveva fatto ritorno dopo l’incidente facendosi accompagnare da un altro amico, ignaro dell’accaduto. Il giovane è stato identificato nonostante l’iniziale reticenza degli altri tre amici rimasti feriti e ricoverati all’ospedale Maggiore e grazie alla collaborazione di alcuni testimoni, che lo avevano visto allontanarsi dal luogo dell’incidente.
– TARANTO

– Un 47enne di Taranto, gestore di una palestra, è stato arrestato dalla polizia per violenza sessuale continuata nei confronti di due adolescenti, una delle quali 13enne. All’uomo è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Vilma Gilli su richiesta del procuratore aggiunto Maurizio Carbone e del sostituto procuratore Marzia Castiglia. In epoca successiva al novembre 2012 e fino al giugno 2018, abusando dell’autorità connessa al proprio status di allenatore e di figura di riferimento, l’uomo avrebbe abusato delle adolescenti. L’indagine scaturisce dalle dichiarazioni rilasciate da una delle ragazze in sede di ascolto protetto, nonché dalle dichiarazioni rese da altre ragazze indicate dalla stessa vittima e successivamente individuate dalla Squadra Mobile, anche loro frequentatrici della palestra gestita dall’indagato, ma che si erano allontanate senza una ragione apparente.
– “Oggi è entrata in vigore la legge di conversione del Decreto legge per Genova, e oggi il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha firmato il Decreto per la semplificazione della documentazione antimafia per la ricostruzione del ponte Morandi. L’inquilino del Viminale aveva due settimane di tempo per dare il via libera. “Genova merita risposte immediate, non possiamo permetterci di perdere nemmeno un’ora” dice Salvini.
– Tutte le casette realizzate per i terremotati nel comune di Muccia, in provincia di Macerata, verranno sottoposte ad una verifica per verificare se sia necessario un intervento finalizzato a risolvere dei problemi di umidità. Lo sottolinea la Protezione Civile dopo il sopralluogo che i tecnici hanno effettuato questa mattina, su iniziativa del Dipartimento, nell’area delle Sae di Pian Di Giove.
I problemi di umidità, dice il Dipartimento, sono “verosimilmente dovuti ad uno stoccaggio inadeguato dei materiali da parte del Consorzio nazionale servizi (Cns) prima dell’installazione dei fabbricati”. Al termine del sopralluogo si è dunque deciso di estendere le verifiche a tutte le casette di Muccia in modo che il “Cns provveda ad un rapido intervento, così come già avvenuto nelle scorse settimane a Visso dove analoghi problemi di umidità erano stati riscontrati e sui quali la ditta Arcale ha tempestivamente lavorato”. Le spese per la eventuale sistemazione in albergo dei residenti saranno a carico del Cns.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

VENEZIA

– La Corte d’Assise d’Appello di Venezia ha confermato la condanna a 30 anni di carcere nei confronti di Mihail Savciuc, il 20enne moldavo che il 19 marzo del 2017 a Vittorio Veneto (Treviso) ha ucciso, secondo l’accusa, l’ex fidanzata Irina Bacal. La vittima, sua coetanea, era al settimo mese di gravidanza ed era stata colpita con una grossa pietra e poi strangolata. In primo grado il giudice aveva condannato Savciuc anche a risarcire la madre della ragazza con una provvisionale di 200mila euro e la sorella Cristina con 80mila. La difesa aveva fatto appello chiedendo l’assoluzione dell’imputato. Il suo avvocato, Giorgio Pietramala, aveva chiesto le attenuanti generiche e l’esclusione dei motivi abbietti incontrando l’opposizione del procuratore generale Paola Cameran e dell’avvocato Andrea Piccoli che assiste la famiglia della vittima. Oggi, dopo un’ora e mezza di camera di consiglio, i giudici della Corte d’Assise d’Appello hanno confermato la pena e le provvisionali.
– MILANO

– Il pm Ilaria Perinu ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta per omicidio colposo e incendio colposo a carico di 11 persone, tra cui tecnici del Comune di Milano, sulla morte del 13enne Haitam Errafi per il rogo divampato il 14 febbraio in una palazzina in via Cogne. Dalle indagini è emerso che lo stabile e l’impianto elettrico erano a norma. L’ipotesi è che l’incendio sia stato causato da un corto circuito nell’appartamento al piano inferiore rispetto a quello in cui viveva il ragazzo.
– BOLZANO

– Grazie all’abbassamento delle temperature sono entrati in funzione i cannoni per l’innevamento in tutto il comprensorio sciistico dell’Alta Badia. Le varie società degli impianti stanno lavorando incessantemente all’apertura della stagione invernale. Questa mattina sono stati misurati a valle circa 5cm di neve fresca mentre a monte 15cm.
La stagione sciistica in Alta Badia inizierà quindi ufficialmente il 1 dicembre.
Gli amanti dello sci hanno inoltre quest’inverno la possibilità di essere aggiornati sul web in tempo reale sulla preparazione delle piste grazie al bollettino innevamento. Si tratta di un nuovo software in cui tutte le 64 piste del consorzio Skicarosello Corvara sono state digitalizzate, così da poter scoprire in pochi click le condizioni delle piste in fase di preparazione. Il bollettino innevamento, consultabile sui siti ufficiali della località (altabadia.org, moviment.it, skicarosello.it).
– TORINO

– Le si sono rotte le acque, ma non ha fatto in tempo ad arrivare in ospedale. Una donna incinta ha partorito, nella notte a Torino, mentre i genitori la stavano portando in ospedale, sull’auto fermata in fretta e furia lungo la strada.
Il parto in corso Casale, poco prima delle 2. Assistiti dall’infermiere della Centrale del 118, i due hanno atteso l’arrivo della medicalizzata che, dopo il parto, ha messo in sicurezza mamma e bimba e le ha portate all’ospedale Sant’Anna.
Entrambe stanno bene. “Un parto così non me lo sarei mai immaginato. Era tutto pronto, ma Stella ha deciso di nascere prima del tempo”, racconta Tatiana, 35 anni. “Mio padre guidava, mia mamma era vicino a lui mentre io ero seduta dietro”, racconta la neo mamma. “Ho seguito le direttive del corso pre-parto: mi sono scoperta il petto e ho appoggiato la bimba al ventre, per tenerla calda. Paura? No, solo una grande felicità”. Ad attendere la donna all’ospedale Sant’Anna c’era il marito, Francesco, 37 anni, e i medici.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

VARESE

– “I suoi aggressori sono più piccoli, frequentano la terza media e li vedeva fuori dalla scuola quando andava a prendere il suo fratellino che frequenta lo stesso istituto”. Sono le parole dell’avvocato Augusto Basilico, legale del 15enne di Varese sequestrato la scorsa settimana in un garage per ore da quattro ragazzini che, secondo il suo racconto, lo avrebbero minacciato e torturato per rifarsi di un suo amico che doveva loro dei soldi. “Fatica a parlare – ha aggiunto Basilico – ed è ancora sotto shock”.
– SASSARI

– Il conte di Moriana fu avvelenato? Il dubbio che da oltre duecento anni tormenta gli storici sta per essere svelato. Il mistero sulla morte del principe Benedetto Placido di Savoia – il conte di Moriana, appunto – governatore di Sassari e del Logudoro e fratello del re Vittorio Emanuele, sarà risolto a breve. L’ultimogenito di Amedeo III di Savoia morì a Sassari nel 1802, a 36 anni, poche ore dopo aver bevuto un bicchiere d’acqua. C’è sempre stato il sospetto di un avvelenamento, e ora la verità verrà fuori dagli esami tossicologici sui capelli del rampollo di casa Savoia, i cui resti sono stati ritrovati mesi fa durante il restauro del suo monumento funebre, nel Duomo di Sassari.
Le spoglie del conte erano custodite in due casse di legno, che furono depredate al momento di collocare il monumento nel Duomo, a cinque anni dal suo decesso. Questo spiega il mancato ritrovamento di tracce di indumenti, oggetti e ornamenti come bottoni, fibbie, onorificenze e armi.
– TARANTO

– Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci (Pd), ha ritirato le dimissioni che aveva presentato il 2 novembre scorso per problemi legati alla tenuta della maggioranza. Il termine ultimo per revocare la sua decisione sarebbe stato giovedì. Negli ultimi giorni il primo cittadino ha incontrato i partiti per verificare numeri e alleanze. In 17 (sindaco compreso) hanno firmato un documento politico-programmatico per cercare di ricompattare la coalizione.
Melucci aveva rassegnato le dimissioni all’indomani dell’elezioni provinciali, dove concorreva per la presidenza ma era stato sconfitto perché alcuni consiglieri di maggioranza al Comune di Taranto avevano votato lo sfidante Giovanni Gugliotti, sindaco di Castellaneta.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

GENOVA

– I carabinieri forestali hanno effettuato un sopralluogo nel Parco di Portofino dove si sta costruendo una pista per consentire un transito a mezzi a due ruote per i portofinesi, isolati dal 29 ottobre per la mareggiata che interrotto la strada costiera. I militari si sono mossi contemporaneamente a Italia Nostra che ha preparato una denuncia da presentare alla procura della Corte dei Conti. Il presidente della sezione Ligure Ermete Bogetti spiega: “secondo noi ci sono danni al parco, che è pubblico, e ci sono danni all’ erario perchè la spesa ci appare inutile”. Bogetti ha constatato la presenza di un “cantiere privo di indicazioni dell’impresa che esegue i lavori, dei responsabili del cantiere, della durata dei lavori e del tipo di opera che viene eseguita”. I carabinieri hanno chiesto a Santa Margherita, competente per la parte sul suo territorio, di fornire le autorizzazioni. Nel caso in cui non ci fossero, potrebbero scattare i reati di abuso edilizio e in materia di tutela artistica-ambientale.   

STAMPA

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 12:09 ALLE 19:06

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tim insegna a costruire robot a scuola
Progetto coinvolge 3mila studenti con lezioni aula e laboratori

Boccia, il sto con gli inceneritoriMi meraviglia che chi è contro sprechi non se ne renda conto

Borsa: Europa in rosso, Milano (-0,7%)A Piazza Affari soffrono le banche, spread Btp-Bund a quota 322

Salvini, spread scenderà, non permetteremo speculazioni Di Maio, obiettivo ridurre debito, ma ricetta diversa

Salini Impregilo studia AustraliaAttesa crescita 40% popolazione concentrata in 4 città

Inps: gli statali ora si ammalano meno dei colleghi del privatoDa settembre 2017 polo unico, visite fiscali da Inps

Black friday: Confesercenti,giù shoppingCalo spesa complessiva a 1,3mld (-13%),torna moda negozio reale

Di Maio, presidente Consob non in CdmIl consiglio è previsto per questa sera

Enel, non usciremo mai da Open FiberNon è in nostre corde farlo, molto soddisfatti della performance

Alitalia: Battisti, pronti a partirePiano industriale slitta a gennaio

Energia: fatturato società 2017 267mldComar, trend crescita rallenta. Addetti settore sono 176 mila

Balzo record italiani a favore euro, per 57% positivoRestano terzultimi, ma primi a favore più coordinamento manovre

Manovra: Csc,-6 mld a aziende,rischi PilPagano imprese, banche e assicurazioni, rischio freno crescita

Borsa: Europa peggiora con listini a -1%Soffrono tecnologici, a Piazza Affari sottopressione le banche

Da Alis 500 mln per aziende trasportiAssemblea generale con Salvini

Abi,saliti tassi prestiti con alto spreadTasso 1,87% per acquisto case, 1,6 su finanziamenti aziende

Borsa: Ny apre in forte calo, Dj -1,72%S&P 500 perde l’1,53%

In scena Charles Ponzi, re delle truffe – Streaming dalle 17,20A Roma per Consob, spettacolo-evento Occhio alle truffe

Bce, incrociamo dita per banche ItaliaTriste se istituti colpiti da dibattito politica come in Grecia

Borsa: Europa male come Ny, Milano -1,5%Spread a 323 punti, pesano tensioni Italia, Francia, Brexit

Wall Street giù,brucia guadagnai 2018Dj e Nasdaq perdono oltre il 2%

Petrolio affonda a Ny, -5,33%Quotazioni seguono crollo Wall Street, attesa per riunione Opec

Manovra: gestore, rischio Italia c’è’Ue potrebbe lasciare fare a mercati, nessun governo resiste’

Spread sotto i massimi a 324Rendimento al 3,59%

Borsa: Milano chiude a -1,87%Ftse Mib a 18.471 punti, su minimi dicembre 2016

Borsa: Europa chiude in deciso caloFrancoforte -1,58%, Parigi -1,21%, Londra -0,76%

Ey: Sonia Bonfiglioli è prima donna “imprenditore dell’anno”A Piazza Affari la 22ma edizione del premio –

Spread Btp chiude in rialzo a 326 punti
Tasso al 3,61%

Pernigotti: Repetto, non faccio miracoliPresidente Gruppo Elah Dufour Novi,30 anni fa ero pronto oggi no

Borsa: Milano in calo con Saipem, bancheFtse Mib su livelli dicembre 2016, spread sale a 326 punti

Alitalia: ok commissari a offerta FsPositivamente valutata

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Robotica e Internet of Things saranno insegnati ai ragazzi delle scuole medie da Tim, insieme a Olivetti e con la collaborazione di Codemotion, nell’ambito del protocollo d’intesa siglato con il Miur. ScuolaDigitaleTim parte da L’Aquila e arriverà a Milano, Roma, Catania, Padova, Firenze, Napoli, Bari, Torino, Bologna, Matera, Genova, Udine, Cosenza e Cagliari, coinvolgendo circa 3000 studenti dagli 11 ai 13 anni in laboratori. I ragazzi attraverso l’uso di motori, luci e suoni saranno guidati nella realizzazione di piccoli prototipi elettronici e di un vero e proprio robot e in alcuni appuntamenti in aula il protagonista sarà Microninja, un minicomputer a misura di bambini prodotto da Olivetti. La formazione continua a casa dalla piattaforma scuoladigitale.tim.it con 9 video-lezioni, card didattiche ed un’area commenti moderata. Il concorso ‘Share the code’ conclude il progetto raccogliendo i prototipi realizzati con le competenze acquisite.
– “Io sto con gli inceneritori”, dice il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dello scontro politico nel Governo sui rifiuti in Campania.
Da che parte sta? “Io sto con gli inceneritori e mi meraviglia che la parte politica del Governo che vuole addirittura fare valutazioni sulle infrastrutture per gli sprechi non si renda conto che noi mettiamo l’immondizia sulle navi, la mandiamo in altri Paesi dove usano i termovalorizzatori, e noi paghiamo”. E sottolinea: “Di fronte a questi sprechi forse ci vorrebbe un grande buon senso della politica italiana”.
– Le Borse europee proseguono la seduta in rosso e attendono Wall Street con i futures in calo. I listini del Vecchio continente sono appesantiti dalle perdite dei comparti Hi-tech (-2,1%), finanziario (-1,4%) e Tlc (-1,3%).
Sugli umori degli investitori pesano le incertezze sulle tensioni commerciali, lo scontro tra Ue e Italia per la manovra e la situazione politica nel Regno Unito e Francia. Resta stabile l’euro sul dollaro a 1,1431 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,7%. In calo Madrid (-1%), Francoforte e Parigi (-0,9%) e Londra (-0,6%). A Parigi procede in negativo Renault (-2,6%), dopo l’arresto di Carlos Ghosn.
A Piazza Affari (-0,5%) le banche limano le perdite pur restando sottopressione, con lo spread tra Btp e Bund che scende a 322 punti. In rosso Banco Bpm (-3,7%), Mps (-2,7%), Ubi (-2,4%), Unicredit (-2,3%) e Intesa (-1%). Vendite anche per Saipem (-3,6%), Luxottica (-2,7%) e Tim (-0,5%). In rialzo Enel (+1,7%), con il nuovo piano strategico. Torna agli scambi Astaldi (+5%).
“Lo spread scenderà e sono convinto che scenderà, a meno che non ci sia qualcuno che gioca alla speculazione per danneggiare l’Italia. Ma questo come governo non lo permetteremo”. Così il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha risposto ai cronisti in merito all’ennesimo rialzo dello spread.

“Ovviamente sono preoccupato”. È il commento lapidario del ministro dell’economia Giovanni Tria alla domanda dei cronisti a Montecitorio dell’aumento dello spread. Il ministro era alla cerimonia sui 100 anni dell’aula di Montecitorio.

“Il nostro obiettivo è sempre quello di ridurre il debito pubblico, ma lo facciamo con una ricetta differente e ambiziosa”: così il vicepremier e ministro Luigi Di Maio, incontrando i vertici della Cna.
“Le tensioni sui mercati non aiutano il credito, una volta che la commissione Ue avrà preso le sue decisioni le tensioni scenderanno. Noi ne siamo convinti”. Di Maio ha sottolineato che “non ci affidiamo al fato, al destino”, ma andiamo avanti sulla base di “precise convinzioni”.

– L’Australia punta sulle nuove ‘flexible cities’ per affrontare una ulteriore vertiginosa crescita del 40% della popolazione fino al 2040, concentrata per il 75% nelle 4 città principali: Sydney, Melbourne, Brisbane e Perth. Queste le conclusioni del nuovo Rapporto “Flexible Cities. The Future of Australian Infrastructure” realizzato da The Economist Intelligence Unit, sponsorizzato da Salini Impregilo e presentato oggi a Sydney nell’ambito del primo evento internazionale organizzato sul tema nel paese.
“Speriamo di poter fare parte di questa visione, portando nel paese l’esperienza acquisita nei progetti infrastrutturali più sfidanti del mondo” ha affermato l’ad Pietro Salini. L’Australia ha annunciato un investimento di 75 miliardi di dollari, per interventi focalizzati soprattutto nel settore dei trasporti urbani per una mobilità sostenibile, per il quale si prevede la creazione di circa 50.000 nuovi posti di lavoro diretti ed indiretti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Calo consistente dei giorni di malattia per i lavoratori pubblici nel terzo trimestre del 2018: tra luglio e settembre i travet hanno avuto 4,4 milioni di giorni di malattia (-7,3% tendenziale) con 702.280 certificati (-3,1%) mentre i lavoratori privati registrano un aumento sia dei giorni di malattia (16,6 milioni, +4,9%) che dei certificati (quasi 2,5 milioni, +6,8%). Lo fa sapere l’Inps.
Da settembre 2017 c’è il Polo unico sulla malattia con il passaggio all’Inps della competenza esclusiva sulle visite mediche di controllo anche per l’81% dei lavoratori pubblici.

– Rallenta il giro d’affari del Black Friday che quest’anno ammonterà a 1,3 miliardi (-13%) ma con un ritorno di fiamma dei negozi reali con il 45% dei consumatori che acquisterà in un punto vendita fisico. E’ quanto risulta da un sondaggio Confesercenti Swg secondo il quale a fare shopping saranno oltre 12 milioni di italiani con una spesa media di 110 euro a testa. Prodotti di elettronica e informatica i prodotti più gettonati, segue la moda. Ad aderire all’iniziativa circa 180mila negozi (il 27% delle attività) con sconti consistenti, oltre il 40% in un caso su due. Chi compra cerca soprattutto tecnologia, indicata dal 43%.
Seguono prodotti di moda (29%), elettrodomestici (26%), mobili/prodotti per la casa (18%) e infine viaggi (8%). Ma si cerca di tutto, con il 19% che indica altre tipologie di beni e servizi, dai prodotti enogastronomici a quelli cosmetici. Un 20% è ancora incerto, e si orienterà sulla base delle offerte.
– “Non mi pare che sia all’ordine del giorno” del Consiglio dei ministri previsto per questa sera una decisione del governo sulla proposta di nomina del nuovo presidente della Consob. Così ha risposto il vicepremier Luigi Di Maio, a margine dell’incontro con i vertici della Cna.
– L’Enel “non uscirà mai da Open Fiber, perché non è nelle nostre corde farlo”. Lo ha chiarito l’amministratore delegato Francesco Starace. “Open Fiber – ha proseguito – è un’impresa che sta facendo un ottimo lavoro, ha ottenuto 3,8 miliardi di finanziamenti, sta lavorando benissimo, siamo molto soddisfatti della performance che supera le nostre aspettative”. L’obiettivo di Open Fiber, ha ricordato ancora, “è di cablare con la fibra l’intero Paese in modo granulare, a costi competitivi e in un lasso di tempo breve”.
– “Abbiamo fatto l’offerta, aspettiamo che il Mise ci confermi che l’hanno accettata”. Lo ha l’ad delle Fs Gianfranco Battisti spiegando che “aspettiamo che ci presentino le condizioni e siamo pronti a partire nei tempo giusti e nel momento in cui ci verrà ufficializzato il ruolo saremo noi a gestire la partita delle negoziazioni”. Sul nuovo piano, ha aggiunto, “evidentemente alcune evoluzioni di mercato rendono necessarie alcune integrazioni e contiamo di avere un piano definito a fine gennaio”.
– E’ cresciuto il fatturato delle società di energia in Italia nel 2017 toccando i 267 miliardi con un aumento del 10,6% rispetto all’anno precedente ma inferiore ai livelli raggiunti nel 2014 (306,9 miliardi) e con un riflesso anche sul settore del rallentamento del ciclo economico previsto per il 2018.
E’ quanto emerge dalla nuova edizione dell’indagine del Centro Studi CoMar, che considera le società che producono, distribuiscono, vendono elettricità, gas, petroli e carburanti.
Il margine operativo netto delle società è stato di 22,9 miliardi di euro rispetto ai 18,7 miliardi del 2016, ma in diminuzione dell’1,5% rispetto ai 23,2 miliardi del 2014.
Dell’andamento dei suddetti valori ne ha risentito, in percentuale, il rapporto tra margine operativo netto e fatturato, che è risalito, passando dal 7,7% del 2016 all’8,6% del 2017, un dato uguale a quanto già registrato nel 2014.
Gli addetti delle società considerate sono rimasti stabili, dai 176.296 del 2016 ai 176.007 di fine 2017.
Fa un balzo la percentuale di italiani, il 57%, che ritiene che l’euro sia positivo per l’Italia, registrando +12% rispetto all’anno scorso. E’ l’aumento maggiore insieme agli austriaci, anche se il 57% è il terzultimo valore più basso dei 19 (peggio solo Cipro e Lituania). E’ quanto emerge dall’Eurobarometro annuale della Commissione Ue sull’euro, realizzato con interviste a ottobre. Gli italiani sono però i primi (79%) a favore di un maggiore coordinamento delle politiche economiche dell’eurozona, incluse le manovre.

– “Imprese non finanziarie, banche e assicurazioni sono contributrici nette della manovra: per il 2019 il totale degli interventi previsti toglierà risorse alle aziende per oltre 6 miliardi di euro”. Lo scrive il Centro studi di Confindustria nella Congiuntura flash, sottolineando che “ciò penalizza la competitività e rischia di frenare la crescita, già in evidente rallentamento, rendendo ancor più complesso raggiungere l’ambizioso obiettivo di espansione del Pil nel 2019 indicato dal Governo”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Le Borse europee peggiorano con la gran parte dei listini che cedono l’1%, appesantiti dalle perdite dei titoli tecnologici (-3%) in scia con le forti perdite di ieri del Nasdaq. Sullo sfondo i timori per le tensioni commerciali e la situazione politica in Italia, Francia e Regno Unito. Lo spread tra Btp e Bund tedesco si attesta a quota 325 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,6%. Sul fronte valutario stabile l’euro sul dollaro a 1,1415 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede l’1%. In forte calo Madrid e Francoforte (-1,3%), Parigi (-1,1%), Milano (-1%) e Londra (-0,5%). Tra i tecnologici soffrono Wirecard (-7%), Nokia (-3,1%) e Logitech (-3%). A Piazza Affari soffrono le banche con Carige (-5,5%), Banco Bpm (-3,9%), Mps (-2,7%), Unicredit (-2,4%) e Ubi (-2,2%). In calo anche i tecnologici con Stm (-2,8%) e Prysmian (-2,7%). In negativo anche Tim (-1%) mentre Mediaset è piatta. In positivo Enel (+2,1%), con il nuovo piano strategico.
Un fondo di 500 milioni di euro per favorire lo sviluppo delle aziende che lavorano nel comparto dei trasporti intermodali e la richiesta alle istituzioni di nuove norme che disciplinino le misure incentivanti sulla continuità territoriale con le isole maggiori.

Sono queste le principali proposte e istanze del settore dei trasporti e della logistica intermodale che Alis (Associazione Logistica Intermodalità Sostenibile con 1.350 imprese associate e una forza lavoro complessiva di oltre 150 mila persone) ha illustrato in occasione della sua assemblea generale a cui hanno partecipato circa 3.200 persone, insieme al vicepremier Matteo Salvini e diversi esponenti del governo.

“Logistic is power”, così il presidente di Alis, Guido Grimaldi, ha aperto i lavori dell’assemblea spiegando che la logistica è potere “inteso come possibilità e opportunità di far crescere il paese”. Proprio nell’ottica di sostenere l’economia italiana, nei prossimi mesi “intendiamo costituire un portafogli fino a 500 milioni per lo sviluppo delle nostre aziende associate e dell’intero comparto dei trasporti intermodali”, ha annunciato Grimaldi che ha spiegato anche come l’accordo raggiunto con Medio Credito Centrale e Mps permetterà alle imprese associate di beneficiare con grande velocità di finanziamenti per progetti di crescita e sviluppo.

Al governo, il presidente di Alis ha fatto poi notare il bisogno di nuove norme sulle misure incentivanti per la continuità territoriale con le isole maggiori. “Non possono più sussistere sovvenzioni pubbliche che causano disparità nella libera e leale concorrenza e che si ripercuotono sulla qualità dei servizi offerti”, sottolinea Grimaldi ritenendo “totalmente inutile” elargire 72 milioni di euro per garantire la continuità territoriale, soprattutto verso la Sardegna, quando “ci sono operatori che, pur non percependo neanche un euro di contributo, trasportano oggi più camion e più semirimorchi dell’operatore che percepisce gli aiuti pubblici”. Ai contributi pubblici “dico di sì, ma in una logica di libero mercato e libera concorrenza” risponde Salvini sottolineando: “non penso sia più il momento di elargire milioni e milioni di euro a chi poi non giustifica come vengono reinvestiti e riutilizzati per la collettività”. Dal governo arriva poi una risposta anche sulla richiesta di Alis di mantenere e rendere strutturali i MareBonus e Ferrobonus. Questi due strumenti, infatti, secondo il sottosegretario al ministero dell’Ambiente con delega alla mobilità sostenibile, Vannia Gava: “vanno bene, sono un buon punto di partenza e vanno migliorati. È un percorso da fare insieme”.

Il caro spread inizia a impattare sui tassi dei mutui e dei prestiti alle imprese. Ad ottobre 2018, spiega l’Abi che aveva lanciato l’allarme sul possibile effetto, si registra un incremento “non ancora molto accentuato” dei tassi di interesse sulle nuove operazioni di finanziamento, “risentendo dell’aumento dello spread nei rendimenti dei titoli sovrani”. Il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni è risultato pari a 1,87% (1,80% a settembre 2018) mentre quello sui nuovi finanziamenti alle imprese è risultato pari a 1,60% (1,45% il mese precedente). L’impatto è anche sui nuovi bond: “il rendimento delle nuove emissioni di obbligazioni è risultato in sensibile aumento nel corso degli ultimi mesi, risentendo dell’aumento dello spread nei rendimenti dei titoli sovrani”. A settembre 2018 si registra “un valore pari a 1,71% rispetto al valore minimo di 0,56% registrato a maggio 2018”.

“Il rendimento delle nuove emissioni di obbligazioni è risultato in sensibile aumento nel corso degli ultimi mesi, risentendo dell’aumento dello spread nei rendimenti dei titoli sovrani”: E’ quanto afferma l’Abi nel rapporto mensile secondo cui a settembre 2018 si registra “un valore pari a 1,71% rispetto al valore minimo di 0,56% registrato a maggio 2018”. Si tratta di rilevazioni su ammontari non molto rilevanti, spiega il vice direttore generale Gianfranco Torriero, ma “che danno il segnale di un cambiamento di rotta del mercato”.
– NEW YORK

– Apertura in forte calo per Wall Street. Il Dow Jones perde l’1,72% a 24.586,24 punti, il Nasdaq cede il 2,19% a 6.874,25 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno l’1,53% a 2.651,72 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tanto abile nelle truffe da aver realizzato su larga scala uno schema ancora oggi, un secolo più tardi, paradigma di una delle frodi finanziarie più diffuse, anche via web e telefono.Charles Ponzi, avventuriero che a inizio ‘900 emigrò in cerca di fortuna da Lugo di Romagna negli Usa, poi ideatore della frode ‘schema Ponzi’, è il protagonista di Occhio alle truffe!, testo di Nadia Linciano e Massimo Giordani, in scena oggi, a Palazzo Wedekind a Roma. Con Massimo Giordano interprete, lo spettacolo-evento rientra nelle iniziative organizzate da Consob insieme al Comitato nazionale per l’educazione finanziaria, nell’ambito del Progetto Finanza in palcoscenico. Per l’occasione, Nadia Linciano e Silvia Uissi (Consob) illustreranno i meccanismi psicologici di cui bisogna essere consapevoli e le precauzioni da prendere per evitare di rimanere vittime di una truffa. Intervengono il direttore del Comitato educazione finanziaria Annamaria Lusardi e il vicedirettore generale Consob Giuseppe D’agostino.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

BRUXELLES

– “Finora non credo che lo spread abbia raggiunto un livello di seria preoccupazione per le banche, ma non sappiamo cosa porta il futuro”, e “sarebbe molto triste” se le banche italiane, che “hanno fatto molti sforzi” per ripulire i bilanci, “fossero colpite dalle conseguenze del dibattito politico. Ma sono cose che succedono, i problemi delle banche greche sono cominciati con discussioni politiche e quindi posso solo dire teniamo le dita incrociate”: lo ha detto il capo della supervisione unica della Bce, Daniele Nouy.
– Le Borse europee confermano il deciso calo con l’apertura in forte flessione di Wall Street sulle incertezze legate a Italia, Francia e alla Brexit ma anche alle tensioni commerciali tra Usa e Cina. Male soprattutto hi-tech, finanziari e telecomunicazioni L’indice d’area Stoxx 600 perde l’1,16% con Francoforte che resta la peggiore (-1,6%).
Tra le altre Piazze principali Madrid cede l’1,5%, Parigi l’1,3%, Milano l’1,5% con il Ftse Mib (18.532 punti) non lontano dai minimi (18.485) di dicembre 2016. Mentre lo spread tra btp e bund è in area 323 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,59%. Sul fronte dei cambi. L’euro è 1,14 sul dollaro. A Piazza Affari con la lente dei mercati che resta puntata sulla manovra e l’attesa apertura dell’infrazione da parte dell’Ue, le vendite piegano in particolare Saipem (-5,5%) che finisce anche in asta. Tra i bancari Banco Bpm perde il 4,6%, Mediolanum il 4% e Mps il 3,9%.
– NEW YORK

– Wall Street in negativo per il 2018. I listini americani procedono in forte calo, con il Dow Jones e il Nasdaq che perdono più del 2%, lo S&P 500 cede l’1,95%. Cali che, sommati alla brusca frenata delle ultime sedute, fanno bruciare a Wall Street i guadagni accumulati dall’inizio dell’anno e la fanno girare in territorio negativo.
– NEW YORK

– Il petrolio affonda a New York, dove perde il 5,33% a 54,15 dollari. A pesare e’ il brusco calo di Wall Street che affonda le quotazioni del greggio in attesa della riunione dell’Opec in dicembre.
– “Il ‘rischio Italia’ nel lungo periodo, cioè uno scenario di tipo greco, non c’è perché l’Europa non potrebbe permetterselo, ma nel breve periodo il rischio Italia c’è”. E’ l’analisi di Andrea Carzana, gestore azionario Europa di Columbia Threadneedle Investments. “L’Ue con le armi spuntate del procedimento di infrazione potrebbe avere la tentazione di lasciare fare ai mercati, che possono portare i rendimenti dei Btp e lo spread alle stelle: nessun governo negli ultimi 50 anni è sopravvissuto” a una simile situazione “con le banche che vanno giù”, aggiunge Carzana partecipando all”Outlook 2019′ del gruppo di global asset management statunitense.
Un’ipotesi per arginare un’eventuale forte crisi sull’Italia o un rallentamento dell’economia viene individuata negli interventi della Bce: il quantitative easing in esaurimento viene considerato uno strumento non selettivo, mentre non si esclude un proseguimento del piano di rifinanziamento a lungo termine Long term refinancing operation (Ltro).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Lo spread tra Btp e Bund si mantiene a 324 punti base, in rialzo da 322 di ieri ma sotto i massimi toccati stamane a 336. Il rendimento del decennale del Tesoro è al 3,59%.
– MILANO

– Piazza Affari chiude in forte calo con il Ftse Mib che lascia sul terreno l’1,87% a 18.471 punti, su valori che non vedeva da dicembre 2016.
– Seduta in calo per le Borse europee. Francoforte lascia sul terreno l’1,58% con il Dax a 11.066 punti. Parigi cede l’1,21% con il Cac 40 a 4.924 punti.
Londra perde lo 0,76% con il Ftse 100 a 6.947 punti.
Sonia Bonfiglioli, presidente e amministratore delegato della Bonfiglioli Riduttori, è la prima donna ad aggiudicarsi il premio Ey “L’Imprenditore dell’anno”.
Il riconoscimento, giunto alla ventiduesima edizione, è riservato a imprenditori italiani alla guida di aziende con un fatturato di almeno 25 milioni di euro, che abbiano saputo creare valore, con spirito innovativo e visione strategica, contribuendo alla crescita dell’economia.
Bolognese, ingegnere meccanico, Sonia Bonfiglioli è l’imprenditrice dell’anno 2018 “per aver portato, con determinazione e tenacia, il gruppo, fondato dal padre nel 1956, ad affermarsi come una realtà mondiale fra le più importanti del proprio settore – recita la motivazione della giuria -. Capace di raccogliere e affrontare le sfide dettate dai tempi promuovendo ricerca e innovazione, ponendo sempre al centro il fattore umano”. Il gruppo Bonfiglioli, con un fatturato di oltre 800 milioni di euro, è leader mondiale dell’automazione industriale ed è presente in tutto il mondo. “La Bonfiglioli, fin dalla mia infanzia, ha sempre fatto parte della mia vita”, dice la presidente in occasione della cerimonia di premiazione a Piazza Affari. “Oggi il gruppo è cresciuto e l’80% dei nostri prodotti trova un utilizzo fuori dai confini nazionali”, spiega Bonfiglioli, sottolineando che “il premio è prima di tutto il riconoscimento alle 3.700 persone in tutto il mondo che, con talento e impegno, hanno contribuito e partecipato al suo sviluppo”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Chiusura in rialzo per lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale sale a 326 punti base da 322 di ieri. Il tasso sul decennale del Tesoro cresce al 3,61%.
Nel corso della seduta lo spread è salito fino a 335 punti base per poi ripiegare.
– ALESSANDRIA

– “Trent’anni fa, quando rilevai la Novi, proposi a Pernigotti di dare vita ad un gruppo unico.
Sono orgoglioso della stima che i lavoratori oggi mi dimostrano e, da novese, mi spiace per quello che sta accadendo. Ma non riesco a fare altri miracoli…”. Flavio Repetto, presidente del gruppo dolciario Elah Dufour Novi, esclude così, la possibilità di un coinvolgimento nel salvataggio della Pernigotti. “In troppi hanno giocato sulla Pernigotti – aggiunge – e negli ultimi anni la proprietà turca non ha fatto nulla per lo stabilimento di Novi”. Un peccato, secondo Repetto: “marchi come Pernigotti, che vanta 160 anni di storia, non si trovano con facilità e l’Italia li sta perdendo tutti”. L’imprenditore non nasconde di essere stato contattato: “Mi stanno corteggiando in tanti, anche da Roma. I romani fanno troppo in fretta: arrivano, cercano di capire, se ne vanno, perché di crisi ce ne sono troppe. Io solo solo che il futuro della Pernigotti non sia ancora straniero…”.
– Seduta carica di tensione per Piazza Affari sulle attese della bocciatura da parte di Bruxelles della manovra economica italiana. Il Ftse Mib lascia sul terreno l’1,87% a 18.471 punti, su valori che non vedeva da dicembre 2016. Anche lo spread tra Btp e Bund cresce. Il differenziale sale a 326 punti base da 322 di ieri (in corso di giornata si è spinto fino a 335). Mentre il tasso sul decennale del Tesoro si porta al 3,61%. Sotto pressione in particolare Saipem (-7,23%) e i bancari con Banco Bpm che perde il 5,43%, Carige il 5,56%, Mediolanum il 4,47%, Mps il 3,26%. Male poi Moncler (-3,97%) ed Exor (-3,40%). Tiene Enel (+0,79%) in scia al piano strategico al 2021 che prevede investimenti per 27,5 miliardi di euro. Fuori dal paniere principale rialzo per Astaldi (+1,06%).
Fs, secondo quanto si apprende, ha ricevuto la lettera dei commissari straordinari di Alitalia in cui si dice che la loro offerta “è stata positivamente valutata” dagli stessi commissari “sentito il ministero vigilante”.   

STAMPA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 06:01 ALLE 17:06

DI MARTEDì 20 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Poliziotto accoltellato a Bruxelles
Media, ‘urlava Allah Akbar’. La polizia indaga per terrorismo

Israele: sondaggio, Likud sempre primoRadio Militare, il secondo partito sarebbe centrista ‘Yesh Atid’

Giudice sfida Trump,non può negare asiloFermato provvedimento sui migranti emesso dall’amministrazione

Parigi denuncia deriva gilet gialliCastaner, ‘c’è radicalizzazione e un numero altissimo di feriti’

Spagna: deraglia un treno di pendolariVicino Barcellona, con 150 passeggeri. Un morto e 6 feriti lievi

California: 79 i morti per i roghiSi assesta da 1000 a 700 il numero dei dispersi

Spagna: treno deragliato, 44 i feritiA bordo 131 pendolari su linea che collega Manresa a Barcellona

Procura Bruxelles indaga per terrorismoMa resta ancora da accertare il movente dell’accoltellamento

Brexit: domani Theresa May a BruxellesIncontro con Juncker, su sfondo resistenze Spagna su Gibilterra

Mogherini, senza soluzione Sophia chiude’Ma sono fiduciosa su uno spazio per un compromesso’

Gilet gialli, Macron: ‘Serve dialogo contro tensioni’Presidente difende ecotassa: ‘Cerco di cambiare le abitudini del Paese’

Attentato a Kabul, almeno 40 mortiE almeno 60 feriti, durante una cerimonia religiosa

Trump ottimista su accordo con CinaCasa Bianca, niente intesa se non in linea con nostri interessi –

Francia: quattro arresti per terrorismo
Volevano colpire giorno dei gilet gialli. Sms: ‘scorrerà sangue’

Reali Gb:Beatrice fidanzata con italianoFiglia duca di York frequenta imprenditore 34enne di sangue blu

Americani si preparano a RingraziamentoBollino nero su strade, sarà più freddo da un secolo

Usa: dem, indagheremo su email di IvankaIn commissione investigativa Camera, dove ora hanno maggioranza

Yemen: media, ripresi scontri a HodeidahSecondo Onu 100mila civili intrappolati

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

BRUXELLES

– Un poliziotto è stato accoltellato stamane a Bruxelles, davanti alla sede del commissariato centrale vicino la Grand’Place. Secondo il quotidiano online ‘Dernière Heure’ l’aggressore avrebbe gridato ‘Allah Akbar’, ma la polizia non ha confermato. L’uomo è stato fermato da un altro poliziotto che gli ha sparato. Sia la vittima che l’aggressore sono stati portati in ospedale e non sono in pericolo di vita. L’uomo era noto per traffico d’armi ma non per terrorismo, anche se il caso viene trattato come potenzialmente terroristico dato il target dell’attacco.
– TEL AVIV

– Se oggi si andasse al voto in Israele, il Likud – il partito del premier Benyamin Netanyahu – prenderebbe 30 seggi, gli stessi che ha ora. Lo rivela un sondaggio della Radio Militare condotto il giorno successivo alla conclusione della minacciata crisi di governo risolta dal premier. Subito dopo, arriverebbe il partito centrista di Yair Lapid ‘Yesh Atid’ con 18 seggi (contro gli 11 di oggi). Il cartello elettorale di ‘Campo sionista’ (laburisti più centristi di Tzipi Livni), si fermerebbe a 12 con una perdita secca rispetto ai 24 di oggi. In discesa anche ‘Lista araba unita’ che passerebbe da 13 a 11. I nazionalisti religiosi di’Focolare ebraico’ – il cui leader Naftali Bennett ha confermato ieri l’appoggio a Netanyahu allontanando la crisi di governo – avrebbero 9 seggi contro gli 8 di oggi.
– HOUSTON

– Un giudice federale Usa ha bloccato il provvedimento dell’amministrazione Trump che aveva sospeso il diritto di chiedere asilo per i migranti che attraversano illegalmente il confine sud degli Stati Uniti. Il giudice Jon Tigar ha emesso un provvedimento restrittivo temporaneo, accogliendo il ricorso presentato dall’American Civil Liberties Union e dal Center for Constitutional Rights, che ha subito fatto causa dopo che Trump aveva emesso l’ordine in risposta alla carovana di migranti che hanno iniziato ad arrivare al confine con il Messico.
– PARIGI

– Il ministro dell’Interno francese, Christophe Castaner, ha denunciato oggi la “deriva totale” del movimento dei gilet gialli, che da sabato blocca strade e raffinerie per protesta contro le tasse sul carburante.
Invitato dalla tv France 2, Castaner ha puntato il dito contro una “radicalizzazione” del movimento e un “altissimo numero di feriti”.
– Una persona è morta e diverse sono rimaste ferite nel deragliamento di un treno nei pressi di Barcellona con circa persone a bordo. Lo riferisce El Pais fra gli altri media spagnoli. Si tratta di un treno locale composto da sei vagoni principalmente utilizzato da pendolari. L’episodio è accaduto intorno alle sei del mattino nella zona di Vacarisses, a circa un’ora da Barcellona e stando alle prime indicazioni sarebbe stato provocato da uno smottamento del terreno. Sono sei i feriti, fra questi anche il macchinista.
– Sale a 79 il bilancio delle vittime negli incendi nel nord della California, dopo il ritrovamento dei resti di altre due persone, stando ad un aggiornamento delle autorità locali. Il numero dei dispersi si è intanto assestato intorno ai 700, nelle scorse ore se ne indicavano circa mille.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MADRID

– E’ salito a 44 feriti, dei quali 41 in maniera lieve, oltre a una vittima, il bilancio del deragliamento del treno di pendolari a Vacarisses, in Catalogna, a circa un’ora di distanza da Barcellona. Lo si apprende da fonti della Protezione civile, impegnata nei soccorsi. Uno dei feriti è il conducente del treno e tutti i 131 passeggeri che viaggiavano nei sei vagoni del convoglio, in gran parte pendolari, sono stati evacuati, di questi 86 sono illesi.
L’incidente è avvenuto alle 6,15 di oggi fra le stazioni di Vacarisses e Vacarisses-Torreblanca. Il treno coinvolto era partito alle 5,52 da Manresa in direzione di Sant Vicenç de Calders ed era il primo della giornata sulla linea R4, che collega Manresa a Barcellona. “Si tratta di un treno di sei vagoni, dei quali gli ultimi due sono deragliati a causa della frana di un terrapieno provocata dalle intense piogge”, hanno confermato le fonti della Protezione civile in dichiarazioni ai media.
– BRUXELLES

– Un’indagine giudiziaria per tentato omicidio nel contesto di un attacco terroristico è stata aperta dopo l’accoltellamento di un poliziotto belga avvenuto questa mattina nel centro storico di Bruxelles. Lo ha reso noto la Procura della capitale, secondo quanto scrive l’agenzia Belga, precisando però che sono ancora in corso le indagini per accertare la natura dei fatti. “Non siamo ancora riusciti a stabilire con certezza il movente. L’uomo non è ancora stato ascoltato ma testimoni l’avrebbero sentito gridare ‘Allahu akbar'”, ha detto la portavoce della Procura.
– LONDRA

– La premier britannica, Theresa May, sarà domani a Bruxelles per colloqui col presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, sulle relazioni future post Brexit con l’Ue. Lo riferisce l’agenzia Press Association.
La cornice dei rapporti futuri è stata sintetizzata in una dichiarazione congiunta, ma a differenza della corposa bozza di accordo sul divorzio, definita la settimana scorsa nei dettagli dai negoziatori di Bruxelles e Londra, è ancora vaga e soggetta a ulteriori trattative. Mentre dalla Spagna rimbalza un nuovo monito del primo ministro, Pedro Sanchez, che sembra minacciare addirittura il veto sull’intesa di divorzio senza la rassicurazione esplicita che lo status di Gibilterra – territorio autonomo britannico rivendicato storicamente da Madrid – resterà un dossier a parte rispetto al quadro delle relazioni future Ue-Regno Unito.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

BRUXELLES

– “O i Paesi trovano una soluzione ad interim” sui porti di sbarco dei migranti salvati dalle navi dell’operazione Sophia, “o dovremo smantellare” la missione. E’ il messaggio che l’Alto rappresentante Ue Federica Mogherini ha lanciato ai ministri della Difesa dei 28, secondo quanto ha riferito lei stessa, nella conferenza stampa al termine del Consiglio difesa Ue. “Sono convinta che uno spazio per una soluzione ci sia – ha detto – se tutti si rendono conto di quanto rischiano di perdere, senza un compromesso”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Il presidente francese Emmanuel Macron ha auspicato il “dialogo” per placare le tensioni nel suo Paese a seguito delle proteste dei gilet gialli. Macron ha riconosciuto che è “normale” che la gente esprima frustrazione, aggiungendo che sta cercando di “cambiare le abitudini” del Paese sui combustibili fossili e ciò “non è mai semplice”. Ed ha poi ribadito le sue promesse di sussidi per le famiglie a basso reddito per comprare automobili o passare a metodi di riscaldamento domestico più ‘puliti’.
Macron ha affermato che “è attraverso il dialogo” e la “spiegazione” che sarà possibile mettere fine al movimento dei gilet gialli che protestano da diversi giorni contro l’aumento dei carburanti, scrive l’agenzia Belga. “Il governo sta facendo fronte alle proteste. È nel dialogo che se ne può uscire, nella spiegazione, nella capacità di trovare sia il buon ritmo sia le soluzioni sul campo”, ha precisato il presidente francese durante un dibattito con il primo ministro belga Charles Michel davanti a circa 800 studenti a Louvain-la-Neuve, nella seconda giornata della sua visita in Belgio. Senza menzionare in particolare i “giubbotti gialli”, il capo dello stato francese ha ritenuto “normale” che ci sia una protesta perché “le cose non accadono spontaneamente”.
Il ministro dell’Interno francese, Christophe Castaner, ha denunciato la “deriva totale” del movimento dei gilet gialli, che da sabato blocca strade e raffinerie per protesta contro le tasse sul carburante. Invitato dalla tv France 2, Castaner ha puntato il dito contro una “radicalizzazione” del movimento e un “altissimo numero di feriti”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

KABUL

– Almeno 40 persone sono morte e 60 altre sono rimaste ferite in seguito ad un attentato messo a segno da un kamikaze contro un raduno religioso che si stavas svolgendo in una grande sala per matrimoni a Kabul. Lo ha riferito il ministero della sanità afgano.
– NEW YORK

– Il presidente Donald Trump è ottimista su un possibile accordo commerciale con la Cina che porti benefici agli Stati Uniti: “Non ci sarà un accordo a meno che non sia in linea con gli interessi americani”. Lo afferma il consigliere economico della Casa Bianca, Larry Kudlow, in un’intervista a Fox.
“Ritiene che la Cina voglia un accordo” spiega Kudlow, mettendo in evidenza come fra Washington e Cina sono in corso “comunicazioni molto dettagliate” in vista dell’atteso incontro fra Trump e il presidente cinese Xi Jinping al G20. –

PARIGI

– Quattro uomini sono stati posti in stato di fermo con l’accusa di aver pianificato un’azione terroristica per sabato scorso, il giorno dei blocchi stradali in tutta la Francia da parte dei gilet gialli. “Scorrerà il sangue il 17 novembre” è uno degli sms indirizzati da uno dei 4 alla fidanzata. E’ stato proprio il messaggio a spingere gli inquirenti dell’antiterrorismo a procedere agli arresti, il 13 novembre scorso. Fra i 4, secondo Le Parisien, ci sono due fratelli di 23 e 35 anni noti radicalizzati, una terza persona di 52 anni, più il presunto ispiratore del gruppo, un venticinquenne già coinvolto un anno e mezzo fa in un caso di terrorismo. Uno dei due fratelli stava cercando di procurarsi un kalashnikov, mentre a casa di un altro componente del gruppo è stato rinvenuto un fucile da caccia e delle cartucce. Uno dei quattro avrebbe ammesso con gli inquirenti di aver pianificato di compiere un’impresa approfittando del fatto che i gendarmi sarebbero stati assorbiti dai blocchi stradali dei gilet gialli.
– LONDRA

– In barba alle malelingue che la davano per single e non per scelta – soprattutto dopo l’apparizione alle nozze della sorella minore Eugenie il mese scorso in compagnia della madre Sarah Ferguson, duchessa di York – la principessa Beatrice, primogenita di Andrea e nipote della regina Elisabetta, ha a quanto pare un nuovo fidanzato. Si chiama Edoardo Mapelli Mozzi, a dar credito al Daily Telegraph, e come si evince dal nome ha origini italiane.
Secondo quanto ‘svelato’ dal paludato Telegraph, e per una volta non da un tabloid, Edoardo – detto Edo dagli amici – ha 34 anni e un figlio avuto da un precedente matrimonio. La nipote di Elisabetta II, che ha compiuto 30 anni ad agosto, l’avrebbe conosciuto nel suo giro di frequentazioni europee. Mapelli Mozzi, figlio del conte Alessandro Mapelli Mozzi, è un imprenditore di successo nel settore immobiliare. Nel 2007 ha fondato Banda, una società di consulenza specializzata nel trovare e ristrutturare immobili per clienti facoltosi. –

NEW YORK

– Il gelo si abbatte su giornate da bollino nero per il traffico. L’America si prepara a celebrare il Giorno del Ringraziamento giovedì: una festa che si prevede gelata, la più fredda da un secolo. Secondo le previsioni meteo, infatti, se in California sono attese piogge, sulla costa orientale è attesa un’ondata di gelo con temperature sotto zero. Al freddo si accompagna un traffico record: le autorità stradali prevedono che quasi 55 milioni di americani, la cifra più alta da almeno dieci anni, si metteranno in auto da domani per raggiungere le località delle feste, mentre altri 4,7 milioni si sposteranno in aereo.
– WASHINGTON

– I democratici della Committee on Oversight and Government Reform, la principale commissione investigativa della Camera (dove ora hanno la maggioranza), intendono esaminare l’uso da parte di Ivanka Trump di un account personale di posta elettronica per accertare se ha violato la legge. Lo scrive The Hill. Una fonte dem ha riferito che la commissione “intende continuare la sua indagine sulla registrazione degli atti presidenziali e federali e vuole sapere se Ivanka ha rispettato la legge”.
– BEIRUT

– Sono ripresi intensi oggi gli scontri a Hodeida, porto yemenita sul Mar Rosso, tra insorti Huthi vicini all’Iran e forze lealiste yemenite sostenute da Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti. Fonti locali citate da media panarabi affermano che i combattimenti sono ripresi nonostante gli appelli internazionali per una tregua. Gli scontri sono in corso nei quartieri centrali di Khamsin e Saleh. Gli organi di propaganda degli Huthi e quelli della Coalizione araba a guida saudita accusano i rispettivi rivali di aver ricominciato a sparare, violando di fatto la tregua raggiunta nei giorni scorsi. Secondo l’Onu a Hodeida rimangono circa 100mila civili di fatto intrappolati nella città assediata dai lealisti e tenuta ancora dagli Huthi. E’ impossibile verificare in maniera indipendente e sul terreno le notizie che provengono da Hodeida.

STAMPA