Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI, COMPLETI ED ESCLUSIVI!

DALLE 01:40 DI LUNEDì 11 NOVEMBRE 2019

ALLE 14:58 DI DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

NON PERDERTI TUTTE LE NOTIZIE DELLAL JUVENTUS: CLICCA QUI!

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI: DA NON PERDERE!

DALLE 12:36 DI GIOVEDì 07 NOVEMBRE 2019

ALLE 01:40 DI LUNEDì 11 NOVEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

NEL FRATTEMPO LEGGI: JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 20 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:21 DI GIOVEDì 07 NOVEMBRE 2019

ALLE 01:25 DI LUNEDì 11 NOVEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus-Milan: 3 gol di testa
07.11.2019 12:21 – in: Serie A
Juventus-Milan: 3 gol di testa
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Gol speciali nelle vittorie contro il Diavolo rossonero
Da sempre Juventus-Milan è una sfida non solo affascinante e ricca di storia, ma anche di momenti unici. Per vincerla ci vogliono giocate speciali. Ci sono tre gol di testa che hanno indirizzato la sfida a favore dei bianconeri che si pongono al vertice della bellezza, oltre che dell’importanza ai fini del risultato. Tre capolavori, uno per decennio a partire dagli anni ’90.
1994-95 ROBERTO BAGGIO
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Non è una partita dagli alti contenuti spettacolari quella che si gioca al Delle Alpi il 30 ottobre del 1994. Ma il significato della vittoria della Juve di misura è decisamente superiore dei 3 punti guadagnati. Battere il Milan in casa, dopo un triennio di dominio in campionato, significa che i bianconeri sotto la nuova direzione di Marcello Lippi sanno andare oltre. E la rete di Roberto Baggio che decide l’incontro ne è una plastica rappresentazione perché non è certo il gioco aereo la specialità del numero 10. E riuscire a colpire in area piccola, nel ristretto spazio tra Billy Costacurta e Sebastiano Rossi, vale come una firma sullo scudetto che verrà.
2008-09 AMAURI
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Non ha lasciato il segno che avrebbe voluto il brasiliano Amauri nella sua esperienza in bianconero. Non quello che lasciava intravedere il girone d’andata del 2008-09, quando il neo-acquisto dal Palermo segna gol con grande continuità. Proprio Juventus-Milan del 14 dicembre 2008 rappresenta il momento perfetto di quel periodo. Nel 4-2 sui rossoneri lui ha gran parte, segnando le ultime due reti bianconere dopo quelle di Alessandro Del Piero e Giorgio Chiellini. In particolare, è il gol del momentaneo 3-1 a imporsi: cross di Paolo De Ceglie dalla sinistra e stacco imperioso con pallone schiacciato laddove Christian Abbiati non può arrivare.
2017-18 JUAN CUADRADO
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juan Cuadrado è abituato a confezione gol che uniscono bellezza ed importanza in pari misura. Nello Juventus-Milan del 2017-18 il colombiano spezza il risultato in equilibrio a dieci minuti. Sul risultato di 1-1, Sami Khedira effettua un cross morbido, sul quale Cuadrado si avventa con grande decisione. Colpo di testa in tuffo e Donnarumma superato. Una prodezza che spiana la strada alla vittoria bianconera, rinforzata successivamente dal destro di Sami Khedira che chiude la partita col punteggio di 3-1.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Rientro a Torino e scarico al JTC07.11.2019 17:21 – in: UCLRientro a Torino e scarico al JTCLa Juve è tornata da Mosca e si è allenata nel pomeriggio in ContinassaDescrizione non disponibile.La Juventus ha trascorso in Russia la notte dopo la vittoria di ieri contro la Lokomotiv, ed è ripartita in mattinata alla volta di Torino. Rientrati nel primo pomeriggio a Caselle, i bianconeri hanno effettuato una seduta di scarico, per chi ieri è stato impegnato nella partita, e di lavoro in campo per il resto del gruppo.Domani si pensa solo al Milan: allenamento dell’antivigilia previsto al mattino.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in vendita il Quarto Kit, by Juventus, adidas e Palace08.11.2019 09:00 – in: SponsorsOggi in vendita il Quarto Kit, by Juventus, adidas e PalaceAppuntamento sul nostro Online Store e nei nostri store fisici L’attesa è finita. Oggi sarà in vendita il Quarto kit, prodotto dalla collaborazione fra adidas, Palace e Juventus. Appuntamento dalle 10 al Megastore di Torino e al Flagship Store di Milano. E dalle 12 online su store.juventus.com.Il brand londinese, Palace, nato dalla cultura skater, ha unito le forze con adidas per creare un kit innovativo e sorprendente, caratterizzato da un design urban, che non dimentica i colori della storia di Juventus, il bianco e il nero, ma lo combina con l’arancione e il verde fluo, che spiccano sulle maniche e soprattutto (il verde) nel logo di Jeep e nei nomi e nei numeri dei giocatori sul retro.Non solo: la collezione si completa con accessori e abbigliamento da calcio, come due diverse tipologie di maglie da allenamento a manica lunga, due differenti T-shirts a manica corta, due tute, due cappellini, un berretto, uno zaino, i guantoni da portiere. Tutto, rigorosamente in bianco e nero con bellissimi dettagli neon e i loghi Juventus, adidas e Palace.«E’ la grande fusione tra calcio e fashion – osserva Giorgio Ricci, Chief Revenue Officer di Juventus – Per un ulteriore allargamento dei nostri confini. Abbiamo voluto sorprendere, scendendo in campo con una maglia frutto della collaborazione con una realtà iconica del mondo skater a livello mondiale. Ringraziamo il nostro partner adidas che ha reso possibile questo progetto».Vi piace questa divisa speciale? E allora tutti sul nostro Online Store e negli Store fisici di Milano e Torino.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Chiellini e Aluko, bianconeri in “Common Goal”08.11.2019 12:00 – in: Charity / CSRChiellini e Aluko, bianconeri in “Common Goal”Il capitano della Prima Squadra Maschile e l’attaccante della Prima Squadra Femminile fanno parte dell’organizzazione che vede i calciatori impegnati in prima persona nelle grandi sfide sociali del nostro tempoSi Chiama “Common Goal”.E’ un progetto, nato nel 2017, che si pone l’obiettivo di affrontare le grandi sfide sociali attraverso l’aiuto concreto da parte del calcio.Ed è proprio un calciatore colui che ha pensato e fatto partire il progetto, lo spagnolo Juan Mata. L’idea è semplice: coloro che fanno parte del mondo del calcio, siano per esempio giocatori, manager o allenatori, devolvono l’1% del loro stipendio a Common Goal, che raccoglie i fondi e li destina ai progetti, appunto i “Goals”, che il Movimento ha scelto come ambiti di azione, ispirandosi ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile sanciti dalle Nazioni Unite. Il tutto avviene attraverso un elenco di Organizzazioni Non Governative legate al mondo dello sport e in particolare, appunto del calcio. Giorgio Chiellini, il nostro Capitano, ha aderito praticamente da subito, dal 2017, al progetto, e pochi giorni fa ha dato il “benvenuto” a un’altra bianconera, l’attaccante delle Juventus Women Eniola Aluko.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
ENI E CHIELLO, LE LORO PAROLE«Mi piace molto il motto che dice che una buona persona è un buon giocatore – spiega Aluko – Credo che si debba sempre lavorare duro e con umiltà. Tutte queste caratteristiche rendono una persona migliore, oltre che una buona compagna di squadra». E aggiunge: «Ho sempre voluto far parte di una squadra, di un team: per questo, l’idea della filantropia collettiva, e quindi di un movimento come Common Goal, mi piace molto. Se si è un grande team, insieme si possono fare grandi cose per il mondo. Gli obiettivi che mi appassionano? Quelli legati al tema dell’acqua, e l’uguaglianza di genere fra uomo e donna; credo che il potere del calcio sia incredibile: i calciatori sono personaggi famosi, con tanti followers, un grande seguito, e possono influenzare le persone. Non dobbiamo perdere le opportunità di cambiare davvero qualcosa»Anche Chiellini conferma le parole di Eniola: «Andando avanti con gli anni, ci accorgiamo che possiamo essere un modello per i giovani. Una sola parola da parte nostra può influenzare tante persone nelle loro vite: dobbiamo capire che siamo importanti, che siamo idoli, e che quello che facciamo impatta sulle nuove generazioni. Il nostro aiuto attraverso realtà come Common Goal è una piccola cosa, in rapporto ai grandi problemi, ma per esempio può aiutare a sensibilizzare le nuove generazioni su quello di cui il mondo ha bisogno, per creare un movimento sempre più grande in futuro. Ho visto da subito che in Common Goal c’era una bella possibilità di crescita, e infatti il movimento si sta ampliando: non è facile, ma dobbiamo aumentare i nostri obiettivi»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Verso Juve-Milan08.11.2019 14:29 – in: Serie AVerso Juve-MilanSquadra al lavoro al mattino: domani la conferenza stampa di Mister SarriSi avvicina l’ultimo impegno prima della sosta per gli impegni delle Nazionali per la Juve, che domenica, alle 20.45, ospita il Milan all’Allianz Stadium.Questa mattina la squadra ha lavorato in campo, dedicandosi al possesso palla e concludendo la sessione con una partitella.Domani, vigilia di campionato e allenamento previsto al pomeriggio. Alle 14, invece, Mister Sarri incontra i media nella Sala Stampa dell’Allianz Stadium.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Douglas: «A Mosca il gol più bello della mia carriera»08.11.2019 17:00 – in: Serie ADouglas: «A Mosca il gol più bello della mia carriera»«Il Milan? Una buona squadra che merita rispetto»
Dal grande gol che ha regalato la qualificazione agli ottavi di Champions League, alla partita che ci aspetta contro il Milan. E’ un Douglas Costa a 360 gradi, quello che ha parlato oggi.VISTO DA LUI«Ero in posizione da trequartista – racconta – E facevo fatica a trovare spazio. Così, anche parlando con Bonucci e Dybala ho capito che potevo spostarmi a sinistra. Una volta saltati i due difensori, ho visto che c’era spazio per puntare alla porta, e grazie al colpo di tacco, molto intelligente, di Higuain, ne è uscita un’azione molto bella. Io sono riuscito a restare freddo e a segnare: è stato il gol più bello della mia carriera. Infatti, non sono abituato a togliermi la maglietta dopo aver segnato, ma è stato un momento di liberazione. Dedico il gol a Natalhia, una persona molto importante per me».DOUGLAS TREQUARTISTA?«Non è una novità, ma non giocavo da trequartista da molto tempo: l’ho fatto in passato, ma in una formazione schierata con il 4-2-3-1. Qui devo lasciare spazio per i centrocampisti, come Matuidi, o per chi crea gioco come Bentancur o Pjanic ed essere allo stesso tempo vicino a chi è davanti, ad esempio Dybala o Higuain. Poi devo cambiare passo in quella zona di campo e creare le condizioni per dare superiorità numerica e far fare gol ai compagni».SGUARDO AL MILAN«Il Milan del passato era una squadra fenomenale, che vinceva tutto, ma credo che anche oggi sia comunque una buona squadra, che merita grande rispetto. Paquetà? Lo conosco ed è un giocatore importante, l’ho apprezzato in Nazionale, ha ottime qualità. Il calcio in Europa è molto differente rispetto al Brasile, ma credo che saprà dimostrare il suo valore e fare emergere le sue qualità».«RAZZISMO? SIAMO TUTTI UGUALI»«Purtroppo, il razzismo esiste, e da molto tempo. Io mi batto totalmente contro questo problema, perché penso che siamo tutti uguali e con le nostre famiglie dobbiamo difendere i nostri principi. I razzisti non meritano di esultare per un gol, perché il calcio è uno spettacolo, porta gioia e non è compatibile con queste manifestazioni»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il Cda approva i principali risultati al 30 settembre 201908.11.2019 18:30 – in: Comunicati FinanziariIl Cda approva i principali risultati al 30 settembre 2019Il Consiglio di Amministrazione di Juventus Football Club S.p.A., presieduto da Andrea Agnelli, ha esaminato e approvato i principali risultati al 30 settembre 2019 e il regolamento per il voto maggiorato. LEGGI E SCARICA IL COMUNICATO

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

MVP: il migliore di ottobre è il Pipa!08.11.2019 20:00 – in: Serie AMVP: il migliore di ottobre è il Pipa!Un fortunato Juventus Member lo premierà al termine del riscaldamento pre Juve-Milan, domenica 10 novembre Assist, goal, aperture, gioco a tutto campo. Il Pipa Higuain è realmente un giocatore decisivo (come ha confermato, per elencare due esempi recenti, con i due palloni offerti sabato scorso a de Ligt e due giorni fa a Douglas Costa a conclusione del suo slalom ubriacante).Sarà di certo anche per questo che i tifosi bianconeri lo hanno proclamato, per il mese di ottobre, “MVP of the Month Powered by eFootball PES2020”. L’ovazione dell’Allianz Stadium attende Gonzalo domenica, al termine del riscaldamento pre partita di Juve-Milan, quando uno Juventus Member sarà pronto ad attenderlo con il premio da migliore del mese.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Opposition Watch: il Milan09.11.2019 11:00 – in: Serie AOpposition Watch: il MilanAlla scoperta della squadra allenata da Stefano PioliReduce dalla sconfitta interna per 2-1 contro la Lazio, il Milan fino ad ora ha conquistato 13 punti in classifica: 4 vittorie, un pareggio e 6 ko il bilancio. Da quando c’è Stefano Pioli in panchina (al posto di Marco Giampaolo) i rossoneri hanno vinto una gara (Spal), pareggiata un’altra (Lecce) e perse due (Roma e appunto Lazio).Il miglior marcatore è il polacco Piatek con 3 reti (è anche il rigorista della squadra, in alternanza con Kessié), seguito a quota 2 da Chalanoglu e Theo Hernandez. Quest’ultimo è senza dubbio il nuovo volto del Milan che fino ad ora ha inciso di più nella squadra. Francese, classe 1997, è arrivato in estate dal Real Madrid dopo aver giocato nell’ultima stagione nella Real Sociedad. Un terzino sinistro di grande spinta e anche con il fiuto del gol, come dimostrano le due reti già siglate nei primi 11 turni della Serie A. In cabina di regia nelle ultime giornate ha giocato l’algerino Bennacer (che in estate con la sua nazionale ha vinto la Coppa d’Africa), arrivato dall’Empoli al pari di Krunic.La garanzia tra i pali è sempre Donnarumma: il portiere del Milan ha sempre giocato tranne nella trasferta di Marassi sul campo del Genoa, dove scese in campo Reina, parando tra l’altro un rigore a Shone a tempo scaduto. In difesa è Romagnoli la stella, nonché capitano: alla quinta stagione consecutiva all’ombra del Duomo, ha già totalizzato oltre 150 presenze in maglia rossonera.UN ATTACCO NON INCISIVOCon solo il 35% di tiri nello specchio della porta (dato più basso di tutta la serie A) il Milan, sia sotto la guida di Gianpaolo che sotto a quella di Pioli, sta lottando da inizio stagione con una sterilità sotto porta (11 i gol in totale segnati) che rappresenta il vero problema della squadra rossonera determinando l’attuale deludente undicesimo posto in classifica. La svolta voluta dalla società, prima della sfida contro il Lecce all’ottava giornata di campionato, con il cambio della guida tecnica, non ha sortito gli effetti desiderati. La difficoltà nel rendersi pericolosa nella metà campo avversaria è evidente se si prende in considerazione il dato del possesso palla (57% e quarta posizione) dei passaggi (5511 quarta posizione)  e della precisione nel fraseggio (85% quinta posizione): il Milan palleggia dalla propria trequarti con una certa disinvoltura, ma superata la linea mediana la costruzione del gioco non riesce a trovare gli sbocchi necessari per portare alla conclusione i propri attaccanti e soprattutto a metterli nelle condizioni di incidere in area avversaria. Un possesso quindi alquanto sterile che solo nella gara pareggiata in casa contro il Lecce, proprio alla prima panchina di Pioli, è riuscito a produrre in attacco una mole di gioco (19 conclusioni di cui 9 nello specchio) decisamente diverso dal resto della stagione. In quel caso alcune distrazioni difensive hanno impedito ai rossoneri di conquistare i 3 punti, anche se la difesa, in media, non subisce molto (129 in totale i tiri concessi quinta posizione in classifica).Un equilibrio di squadra, quindi, precario, che sembra poter garantire una maggior copertura solo a discapito di una fase offensiva spesso colpevole nell’isolare Çalhanoğlu, Piatek e Suso, che di certo in questo inizio di stagione non stanno attraversando un grande periodo di forma.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 23, i convocati per Juve-Pistoiese09.11.2019 13:30 – in: Juventus U23Under 23, i convocati per Juve-PistoieseI giocatori a disposizione di Pecchia per la partita di domaniDomani alle 15 al Moccagatta Under 23 in campo contro la Pistoiese.Questo l’elenco dei convocati a disposizione di mister Pecchia:1 Nocchi
2 Oliveira Rosa
3 Coccolo
5 Muratore
6 Peeters
7 Lanini
8 Portanova
9 Mota Carvalho
10 Beltrame
11 Olivieri
13 Mulè
15 Toure
17 Zanimacchia
18 Di Pardo
19 Rafia
20 Beruatto
22 Loria
27 Han
29 Frederiksen
30 Siano
31 Selasi
33 Delli Carri
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sarri: «Il Milan è una buona squadra»09.11.2019 14:45 – in: Serie ASarri: «Il Milan è una buona squadra»Le parole del tecnico in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro i rossoneriUltima partita prima della sosta per le nazionali. Domani sera la Juventus affronta all’Allianz Stadium il Milan, match valido per il dodicesimo turno di Serie A. Oggi, in conferenza stampa, Maurizio Sarri ha presentato la sfida.

«Il Milan è una buona squadra che ha ha avuto delle difficoltà nella fase iniziale della stagione. Si sta ricostruendo, ha dei giovani dal futuro importante. Le basi le sta gettando. Noi dovremo giocare con una intensità difensiva diversa. Non riusciamo ancora a chiudere le partite, ma questa squadra ha la forza di cercare la vittoria fino alla fine e spesso è riuscita a trovarla».IL REPARTO OFFENSIVO«Non so ancora se Ronaldo sarà a disposizione. Ieri ha lavorato con i fisioterapisti, vedrò tra oggi e domani mattina come sta. So per certo che non ha niente di grave, solo un piccolo dolore al ginocchio. Higuain ha bisogno di forti motivazioni per rendere al meglio, lo dice la sua storia. Gonzalo sta bene sia fisicamente che mentalmente. Secondo me può fare meglio nell’attacco dell’area di rigore e quindi dal punto di vista realizzativo. Douglas Costa l’altra sera ha fatto bene a decentrarsi, il compito del trequartista è anche quello del sapersi muovere per vie esterne. In questo momento però abbiamo bisogno di un giocatore in quel ruolo che ci dia equilibrio. Sono state sottovalutate dal punto di vista tattico le prestazioni di Bernardeschi».DIFESA E CENTROCAMPO«L’impiego di de Ligt? Valuterò tra oggi e domani. Per quanto riguarda Bonucci, in questo momento la squadra ha bisogno di lui per esperienza, solidità e organizzazione difensiva. Spero di poterlo far riposare in futuro: in questa prima parte della stagione è stato un giocatore determinante. Ramsey è un ragazzo con qualità tecniche importanti, il trequartista moderno ormai è un centrocampista. In un centrocampo solido può fare anche l’interno. Rabiot lo vedo in futuro come vertice basso davanti alla difesa. Adesso è in una fase di ambientamento».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La vigilia del Milan09.11.2019 18:47 – in: Serie ALa vigilia del MilanLe parole di Pioli e i convocati rossoneriAlla vigilia di Juve-Milan, conferenza stampa per Stefano Pioli. «Siamo una squadra giovane ma non immatura e inesperta – ha detto – All’interno dello spogliatoio ci sono giocatori importanti come Biglia, Reina, Suso e Romagnoli, Donnarumma è molto maturo e molto dentro il Milan. Ci manca solo un po’ di convinzione, ma questa arriva solo con i risultati».E ha aggiunto: «La partita con la Juve è una grande sfida, sappiamo che dobbiamo essere concentrati per novanta minuti. Come si ferma un giocatore come Cristiano? Difficile dirlo, ha tante possibilità di farti male, perché è un fenomeno: dovremo cercare di concedergli poco spazio, perché è tra i migliori al mondo»I CONVOCATIPORTIERI Donnarumma A., Donnarumma G., Reina.DIFENSORI Calabria, Caldara, Conti, Duarte, Gabbia, Hernández, Rodríguez, Romagnoli.CENTROCAMPISTI Bennacer, Biglia, Bonaventura, Çalhanoğlu, Krunić, Paquetá.ATTACCANTI Leão, Piątek, Rebić, Suso.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Buon compleanno, Mattia!10.11.2019 00:05 – in: EventiBuon compleanno, Mattia!Perin spegne oggi 27 candeline Giornata speciale per Mattia Perin: oggi è il suo compleanno. Il portiere di Latina spegne infatti 27 candeline.Prima del suo problema alla spalla, sopraggiunto nella scorsa stagione, quando ad aprile si è dovuto fermare per una lussazione, Mattia ha disputato nove presenze in maglia bianconera, nelle quali ha saputo comunque lasciare il segno, mantenendo in cinque occasioni la porta inviolata.Inoltre, con lui in campo, i bianconeri hanno vinto sei partite, grazie anche alle sue parate, arrivate nel 70,4 dei tiri subiti, cifra che sale a 89% se si considerano i tiri da fuori area. Tutti noi gli auguriamo di cuore, oggi, buon compleanno!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In Numbers | Juve-Milan10.11.2019 10:00 – in: Serie AIn Numbers | Juve-MilanLe statistiche in avvicinamento alla gara di questa sera all’Allianz Stadium
# JUVEMILAN36 SU 39 La Juventus ha raccolto 36 punti sugli ultimi 39 disponibili in Serie A nelle sfide con il Milan: unica eccezione lo 0-1 in casa dei rossoneri nell’ottobre 2016 (rete di Manuel Locatelli).QUANTI GOL! Nelle partite tra Juventus e Milan in Serie A si sono segnati 451 gol: in nessuna partita con protagonisti i bianconeri si sono realizzate altrettante reti.IL PUNTEGGIO PIU’ FREQUENTE Il punteggio più frequente tra Juventus e Milan in Serie A è l’1-1, finale di 28 incontri; tuttavia, il più recente risale al febbraio 2012.IMBATTIBILITA’ ALL’ALLIANZ STADIUM Da quando gioca all’Allianz Stadium, la Juventus ha sempre vinto in casa contro il Milan in Serie A: otto successi su otto, con 17 gol all’attivo (2.1 di media a incontro).VITTORIE DI MISURA Nei maggiori cinque campionati europei la Juventus è la squadra ad aver vinto più partite con un solo gol di scarto: otto, sui nove successi totali.LA PARTENZA DEL MILAN 11ª posizione per il Milan, che non è mai partito peggio nell’era dei tre punti a vittoria dopo 11 giornate di Serie A – inoltre i rossoneri hanno perso sei gare, peggior risultato a questo punto della stagione dal 1941/42 (sette in quel caso).SETTE IN OTTO PARTITE Il Milan ha ottenuto sette punti nelle ultime otto partite di campionato: in una serie di otto gare i rossoneri non facevano peggio (sei punti) dall’aprile 2016.LA JUVE NEGLI ULTIMI 30 MINUTI La Juventus è, insieme all’Atalanta, la squadra che ha guadagnato più punti (otto) con gol segnati negli ultimi 30 minuti di gioco in questa Serie A – dall’altra parte il Milan è quella che ne ha persi di più (sette) nello stesso periodo.IN GOL CON I DIFENSORI Solo la Roma (cinque) ha segnato più gol della Juventus (quattro) con i propri difensori in questo campionato.PAULO E IL DIAVOLO Paulo Dybala ha realizzato sei reti contro il Milan in Serie A; solo contro Lazio e Udinese ha fatto meglio (sette): cinque di questi gol sono arrivati in altrettante sfide casalinghe contro i rossoneri (una per gara).
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Andrea Agnelli è “Torinese dell’Anno 2018”!10.11.2019 11:10 – in: EventiAndrea Agnelli è “Torinese dell’Anno 2018”!Il Presidente della Juventus ha ricevuto oggi il riconoscimento alla Camera di Commercio di TorinoLa giornata di Juve-Milan è iniziata, per il nostro Presidente, in modo speciale.Andrea Agnelli ha infatti ricevuto questa mattina, alla Camera di Commercio di Torino, nell’ambito dei premi “Fedeltà al Lavoro e per il Progresso Economico”, l’onorificenza come “Torinese dell’anno 2018”.Un riconoscimento speciale, giunto alla sua 42’ edizione e attribuito ad Agnelli dalla Giunta e dal Presidente della Camera di commercio torinese, Vincenzo Ilotte.«Per la sua visione e la sua capacità imprenditoriale, che gli hanno permesso di sviluppare la Juventus, portandola ad essere una delle prime squadre di calcio al mondo e trasformandola dall’essere una società sportiva tradizionale ad un colosso anche commerciale, con un marchio sapientemente valorizzato, con un Museo in grado di creare un’esperienza emotiva unica e facendola diventare a tutti gli effetti uno dei principali motori dell’economia turistica della nostra Città». Questo il passaggio principale delle motivazioni dell’assegnazione al Presidente del premio, che ogni anno incorona il torinese che maggiormente si è distinto «Offrendo un contributo speciale nel proprio settore di attività: l’economia, l’arte, la scienza o il sociale», e che negli anni è stato assegnato a persone come Gian Luigi Gabetti, Sergio Marchionne (nel 2006), Evelina Christillin.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LE PAROLE DEL PRESIDENTE«Voglio ringraziare tutti voi per avermi onorato di questo riconoscimento – le parole di Andrea Agnelli al momento della premiazione – Sono fermamente convinto che non sia il singolo, ma il gruppo a fare la differenza.Senza la passione, i piani strategici e gli investimenti, partiti nel 2010, la Juventus sarebbe ora una delle tante eccellenze torinesi. Oggi è invece una società leader a livello europeo, che è passata in questi anni da 250 persone occupate, fra tesserati e non tesserati, a quasi 800, con un impatto sociale/occupazionale rilevante sul nostro territorio. Siamo una realtà industriale, nell’accezione moderna del termine, che ha saputo attrarre a Torino oltre 350 milioni di investimenti, per riqualificare e cambiare il volto a una parte del territorio torinese, e siamo un marchio riconosciuto e riconoscibile in tutto il mondo.E, così come è accaduto a tante altre eccellenze nel territorio, come Artissima o la Reggia di Venaria, questo è stato possibile individuando e perseguendo delle priorità, il che significa decidere e non accontentare immediatamente tutti gli stakeholders; ma se a guidare sono le priorità individuate, spesso chi manifesta malcontento oggi, dovrà ricredersi domani, perché la crescita e lo sviluppo saranno garantiti e andranno a beneficio di tutti.Torino e i torinesi sanno procedere per priorità, devono solamente ricordarsene. E oggi questo premio non va ad una persona singola, ma ad un gruppo che ha saputo decidere in base alle priorità».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I convocati per Juve-Milan10.11.2019 13:00 – in: Serie AI convocati per Juve-MilanL’elenco dei giocatori a disposizione di Mister Sarri per la sfida di questa sera all’Allianz StadiumOre 20:45: la Juve scende in campo contro il Milan all’Allianz Stadium. Ecco i convocati per la sfida di questa sera.1. Szczesny
2. De Sciglio
4. De Ligt
5. Pjanic
6. Khedira
7. Ronaldo
8. Ramsey
10. Dybala
11. Douglas Costa
12. Alex Sandro
13. Danilo
14. Matuidi
16. Cuadrado
19. Bonucci
21. Higuain
23. Emre Can
24. Rugani
25. Rabiot
28. Demiral
30. Bentancur
31. Pinsoglio
33. Bernardeschi
77. Buffon
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 19, tris alla Lazio10.11.2019 16:14 – in: PrimaveraUnder 19, tris alla LazioSene, Fagioli e Petrelli stendono i biancocelesti.La Juve centra il terzo successo consecutivo, secondo in campionato. 3-1 alla Lazio a Vinovo, con una prova che conferma la crescita del gruppo. LA PARTITA

I bianconeri impiegano 5 minuti a passare il vantaggio. La fame e la voglia di sacrificarsi di Sene si trasformano subito in gol: pressione sul difensore avversario, recupero palla e rete dell’1-0. La Lazio cerca di riorganizzarsi nell’immediato, la Juve resiste con ordine e prima dell’intervallo trova il 2-0. Sene si guadagna il rigore e Fagioli, dal dischetto, non sbaglia.La ripresa comincia subito con un brivido: rigore per la Lazio. Se lo procura Cerbara, che, però, non riesce a concretizzare e spreca mettendo a lato. Lo scampato pericolo spinge la Juve a salire a caccia del 3-0. Sene lo sfiora, Petrelli lo realizza al 54′, scappando via in contropiede e depositando in porta per il suo terzo gol consecutivo.La gara sembra chiusa, ma gli ospiti non si arrendono e provano ad accorciare le distanze. L’occasione per farlo arriva al 75′, quando Bertini ha un altro rigore a disposizione, ma trova sulla sua strada un super intervento di Israel, che intuisce ed evita il 3-1.Il gol degli ospiti arriva un minuto dopo con il colpo di testa di Franco, bravo, su un corner, a girare il pallone alle spalle di Israel, decisivo poco dopo, nel negare a Bertini il gol che avrebbe potuto riaprire davvero la partita. Da lì in poi, i bianconeri gestiscono bene, portando a casa i tre punti.Prossimo impegno in campionato il 22 novembre contro il Chievo.I COMMENTI«Stiamo avendo un andamento un po’ altalenante. Siamo partiti bene, poi abbiamo avuto un blackout e adesso sono arrivate le tre vittorie consecutive – il commento di miste Zauli – Mi auguro che la squadra si stia conoscendo sempre di più e abbia capito i valori e la lotta necessari per migliorarsi sia singolarmente che come squadra. Queste vittorie ci aiutano a trovare l’autostima e la volontà di continuare a migliorarci negli allenamenti. La strada è ancora lunga. Oggi nel primo tempo abbiamo rischiato poco, poi sul 3-0 abbiamo un po’ abbassato la concentrazione e gli episodi ci sono andati bene. Questo è un aspetto da migliorare ed è un monito che faccio a me stesso, alla squadra e ai ragazzi. Questo è l’unico aspetto da migliorare di una giornata in cui abbiamo fatto tante cose belle».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
≮≯Campionato Nazionale Primavera 1 – 8° Giornata di andata
Campo Ale & Ricky – Vinovo (TO)
Juventus-Lazio 3-1
Marcatori: 5′ pt. Sene (J), 45’+1′ pt. Fagioli (rig.)(J), 9′ st. Petrelli (J), 32′ st. Franco (L)Juventus: Israel, Leo, Anzolin (cap.)(33′ st Verduci), Leone (33′ st Francofonte), Dragusin, Gozzi, Sene (20′ st Penner), Ranocchia (13′ st De Winter), Petrelli (20′ st Gerbi), Fagioli, Stoppa. A disposizione: Garofani, Raina, Bandeira, Vlasenko, Abou,  Sekulov, Da Graca. Allenatore: Lamberto ZauliLazio: Alia (cap.), Kalaj, Ndrecka, Minala, Franco, Petricca, Kaziewicz, Czyz (10′ st Bertini), Zilli, Cerbara (24′ st Russo), Shehu (37′ st Cesaroni). A disposizione: Furlanetto, Marocco, Francucci, Cipriano, Bianchi, Shoti, Moschini. Allenatore: Leonardo Menichini Ammoniti: 34′ pt Ranocchia (J), 5′ st Franco (L), 40′ st Israel (J), 41′ st Bertini (L)Prossimo impegno
Campionato Primavera 1 TIM
Juventus vs. Chievo Verona
Campo Ale&Ricky – Vinovo (To)
Venerdì 22 novembre, ore 16.30
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Under 23 – Juventus-pistoiese match report10.11.2019 17:16 – in: Juventus U23Under 23, al Moccagatta passa la PistoieseIl doppio vantaggio degli ospiti nel primo tempo decide la sfida contro i bianconeri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la vittoria contro l’Alessandria in Coppa Italia Serie C, la Juventus U23 ospita la Pistoiese allo stadio Giuseppe Moccagatta.LA GARALa partenza dei bianconeri è di personalità ma sono gli avversari al 5’ ad avere la prima chance con Gucci, il cui destro secco viene però neutralizzato dal portiere bianconero Loria. La Juve risponde prima, al 14’, con una punizione a giro di Beltrame, deviata sopra la traversa da Pisseri e poi, al 18’, con Han, che si rende pericoloso dalla destra con un diagonale velenoso sul palo più lontano.Sono però gli avversari a passare in vantaggio al 28’ con Llamas, che dal limite, libera un sinistro violento diretto sotto la traversa. E prima dell’intervallo, al 46’, la Pistoiese raddoppia su calcio di rigore con Stijepovic.Nel secondo tempo la Juve cerca il passo giusto per accorciare le distanze. Le occasioni più importanti capitano a Beruatto (65′), il cui sinistro basso sfiora di poco il palo e a Mota Carvalho (84′), che non trova di poco lo specchio della porta in torsione. La porta della Pistoiese rimane però chiusa fino al triplice fischio del direttore di gara.LE PAROLE NEL POST-PARTITA«Potevamo essere più lucidi – commenta Pecchia nel post-gara -, ma faccio comunque i complimenti ai miei perchè in 20 giorni hanno tenuto dei ritmi altissimi e la prestazione di oggi probabilmente è figlia di questo percorso che ci ha tolto energie fisiche e mentali. Adesso c’è la sosta e poi ripartiremo al meglio.»«Il primo tempo è stato segnato da due episodi – le parole di Beltrame a fine gara – ma nel secondo tempo serviva una reazione e c’è stata. Sicuramente è mancata un po’ di precisione, forse dovuta al tour da force dal quale arrivavamo. Questo periodo però ci ha lasciato consapevolezza e fiducia nei nostri mezzi».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ci pensa Dybala
10.11.2019 22:51 – in: Match Report
Ci pensa Dybala
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il guizzo della Joya nella ripresa piega il Milan e permette alla Juve di mantenere la vetta della classifica
Non si sarà forse vista la miglior Juventus della stagione, ma nonostante la prestazione non particolarmente brillante, i bianconeri superano il Milan con naturalezza: nella ripresa, specie dopo gli ingressi di Dybala e Douglas Costa, la sensazione che la giocata decisiva sarebbe arrivata era più forte del disappunto per i troppi errori in fase di manovra e di conclusione. Ed è arrivata in effetti, grazie al guizzo della Joya, che rende vana la generosa prova dei rossoneri.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
RITMI BASSI, POCHE EMOZIONI
Per quanto non viva una serata brillante, la Juve prende comunque subito possesso della metà campo rossonera, anche se non riesce a trovare il ritmo, un po’ per propria imprecisione, un po’ perché il Milan cerca sempre l’anticipo, trovandolo spesso. Così Donnarumma ha poco da fare e al massimo deve respingere un diagonale di Higuain, imbeccato in area da Ronaldo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Rischiando poco, con il passare dei minuti gli ospiti prendono coraggio e iniziativa e sul colpo di testa di Piatek, lasciato libere a centro area, termina a lato, Szczensy deve volare per togliere da sotto l’incrocio quello di Paquetà.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Dalla parte opposta cercano di rispondere Bernardeschi, con un’azione personale conclusa da un sinistro a giro fuori di poco, e Ronaldo, con un tentativo da fuori troppo centrale, ma sono ancora i rossoneri a impegnare maggiormente Szczesny con due sventole di Hernandez e Piatek.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
DECIDE DYBALA
La Juve inizia la ripresa con un atteggiamento più propositivo e Matuidi sfiora il palo con una conclusione dal limite. Sarri richiama Ronaldo e Bernardeschi, inserendo Dybala e Douglas Costa e proprio il brasiliano serve ancora a Matuidi un pallone invitante, calciato sopra la traversa. Il francese lascia poi il posto a Rabiot, ma i bianconeri faticano ancora a trovare precisione e rapidità nella manovra.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Serve un guizzo, una giocata da campione e di quelli, fortunatamente, la Juve ne ha in abbondanza. Uno è senz’altro Dybala che, poco dopo la mezz’ora, sveglia dal torpore l’Allianz Stadium: la Joya scambia con Higuain al limite, lascia sul posto Bennacer con un dribbling secco e, una volta in area, fulmina Donnarumma con un destro rasoterra.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il Milan non si arrende e reagisce con due sventole di Calhanoglu, entrambe intercettate da Szczesny e con un forcing che crea qualche apprensione, ma che la Juve respinge alzando nuovamente il baricentro, sfiorando anche il raddoppio con Higuain e Dybala e legittimando così un successo prezioso, che permette di superare nuovamente l’Inter in classifica e di arrivare alla pausa per le Nazionali da capolista.
JUVENTUS-MILAN 1-0
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
RETI: Dybala 32′ st
JUVENTUS
Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi (25′ st Rabiot); Bernardeschi (16′ st Douglas Costa); Ronaldo (10′ pt Dybala), Higuain
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, Danilo, Rugani, Demiral, Ramsey, Emre Can, Khedira
Allenatore: Sarri

MILAN
G. Donnarumma; Conti, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Paquetà (40′ st Rebic), Bennacer, Krunic (16′ st Bonaventura); Suso, Piatek (21′ st Leao), Calhanoglu
A disposizione: Reina, A. Donnarumma, Calabria, Gabbia, Caldara, Rodriguez, Biglia
Allenatore: Pioli

ARBITRO: Maresca
ASSISTENTI: Preti, Carbone
QUARTO UFFICIALE: Mariani
VAR: Mazzoleni, Ranghetti

AMMONITI: 40′ pt Krunic, 45′ pt Bennacer, 11′ st Cuadrado, 44′ st Hernandez, 46′ st Calhanoglu, 46′ st Suso.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sala stampa | I commenti dopo #JuveMilan
10.11.2019 23:49 – in: Serie A
Sala stampa | I commenti dopo #JuveMilan
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le parole di Sarri, Dybala e Szczesny al termine della sfida contro i rossoneri

Sono Maurizio Sarri, Paulo Dybala e Wojciech Szczesny a prendere la parola al termine della sfida contro il Milan. Queste le loro dichiarazioni
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
MAURIZIO SARRI
«Siamo stati disposti a soffrire, lo spirito era quello giusto. Dovevamo giocare con più qualità perché abbiamo sbagliato molto e regalato palla in diverse situazioni, ma alla fine ha prevalso la voglia di vincere. Quando si giocano sette partite in venti giorni si rischia di arrivare un po’ scarichi a livello nervoso più che fisico. Il Milan ha tirato in porta, ma quasi sempre da fuori area, in difesa abbiamo fatto una buona gara. Higuain? Per noi sta diventando un giocatore fondamentale, che sa dialogare con i compagni di reparto, che si sacrifica ed è sempre disposto all’assist. Ronaldo? Va ringraziato perché si è messo a disposizione pur non essendo in condizioni ottimali. Nell’ultimo mese ha avuto questo fastidio al ginocchio e questo “acciacchino” lo sta un po’ condizionando».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
PAULO DYBALA
«Forse non abbiamo fatto vedere il nostro gioco migliore, ma oggi era importante vincere, perché questi sono punti fondamentali per il campionato. Il Milan è sempre una grande squadra e ha giocatori che possono creare pericoli in qualsiasi momento. È stato bravo Tek (Szczesny NdR) e anche la difesa ha fatto una grande partita. Ho segnato di destro? Nessuno se lo aspetta… Potevo fare solo quello e per fortuna il tiro è uscito bene. La sfida con l’Inter? Ora sembra che il campionato sarà un duello tra noi e loro, ma manca ancora molto».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
WOJCIECH SZCZESNY
«È stata una partita apertissima, il Milan ha giocato molto bene, ma noi abbiamo trovato lucidità davanti alla porta nel finale e abbiamo portato a casa il risultato. Questa sera sono stato impegnato e non capita spesso, ma sono contento di aver aiutato la squadra. La parata più difficile è stata quella su Paquetà, le altre erano si tiri da fuori area. Sono contento di non aver subito gol, preferisco sempre vincere 1-0 piuttosto che 4-3… Per quanto riguarda il campionato non so se sarà un duello con l’Inter. Ci sono tante squadre forti come Atalanta, Roma, Lazio e bisogna farsi sempre trovare pronti per prendere i tre punti».

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

SINTESI JUVENTUS VS MILAN 1-0 VIDEO E RACCONTO DEL MATCH

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

SINTESI JUVENTUS VS MILAN 1-0 VIDEO E RACCONTO DEL MATCH

LA SINTESI DI JUVENTUS VS MILAN GLI HIGHLIGHTS ED IL RACCONTO DELLA PARTITA

SINTESI JUVENTUS VS MILAN

Il guizzo della Joya nella ripresa piega il Milan e permette alla Juve di mantenere la vetta della classifica
Non si sarà forse vista la miglior Juventus della stagione, ma nonostante la prestazione non particolarmente brillante, i bianconeri superano il Milan con naturalezza: nella ripresa, specie dopo gli ingressi di Dybala e Douglas Costa, la sensazione che la giocata decisiva sarebbe arrivata era più forte del disappunto per i troppi errori in fase di manovra e di conclusione.

Ed è arrivata in effetti, grazie al guizzo della Joya, che rende vana la generosa prova dei rossoneri.

SINTESI JUVENTUS VS MILAN

SINTESI JUVENTUS VS MILAN

RITMI BASSI, POCHE EMOZIONI
Per quanto non viva una serata brillante, la Juve prende comunque subito possesso della metà campo rossonera, anche se non riesce a trovare il ritmo, un po’ per propria imprecisione, un po’ perché il Milan cerca sempre l’anticipo, trovandolo spesso. Così Donnarumma ha poco da fare e al massimo deve respingere un diagonale di Higuain, imbeccato in area da Ronaldo.

Rischiando poco, con il passare dei minuti gli ospiti prendono coraggio e iniziativa e sul colpo di testa di Piatek, lasciato libere a centro area, termina a lato, Szczensy deve volare per togliere da sotto l’incrocio quello di Paquetà.

Dalla parte opposta cercano di rispondere Bernardeschi, con un’azione personale conclusa da un sinistro a giro fuori di poco, e Ronaldo, con un tentativo da fuori troppo centrale, ma sono ancora i rossoneri a impegnare maggiormente Szczesny con due sventole di Hernandez e Piatek.

DECIDE DYBALA
La Juve inizia la ripresa con un atteggiamento più propositivo e Matuidi sfiora il palo con una conclusione dal limite. Sarri richiama Ronaldo e Bernardeschi, inserendo Dybala e Douglas Costa e proprio il brasiliano serve ancora a Matuidi un pallone invitante, calciato sopra la traversa. Il francese lascia poi il posto a Rabiot, ma i bianconeri faticano ancora a trovare precisione e rapidità nella manovra.

Serve un guizzo, una giocata da campione e di quelli, fortunatamente, la Juve ne ha in abbondanza. Uno è senz’altro Dybala che, poco dopo la mezz’ora, sveglia dal torpore l’Allianz Stadium: la Joya scambia con Higuain al limite, lascia sul posto Bennacer con un dribbling secco e, una volta in area, fulmina Donnarumma con un destro rasoterra.

SINTESI JUVENTUS VS MILAN

Il Milan non si arrende e reagisce con due sventole di Calhanoglu, entrambe intercettate da Szczesny e con un forcing che crea qualche apprensione, ma che la Juve respinge alzando nuovamente il baricentro, sfiorando anche il raddoppio con Higuain e Dybala e legittimando così un successo prezioso, che permette di superare nuovamente l’Inter in classifica e di arrivare alla pausa per le Nazionali da capolista.

SINTESI JUVENTUS VS MILAN 1-0

RETI: Dybala 32′ st
JUVENTUS
Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi (25′ st Rabiot); Bernardeschi (16′ st Douglas Costa); Ronaldo (10′ pt Dybala), Higuain
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, Danilo, Rugani, Demiral, Ramsey, Emre Can, Khedira
Allenatore: Sarri

sintesi juventus vs milan

MILAN
G. Donnarumma; Conti, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Paquetà (40′ st Rebic), Bennacer, Krunic (16′ st Bonaventura); Suso, Piatek (21′ st Leao), Calhanoglu
A disposizione: Reina, A. Donnarumma, Calabria, Gabbia, Caldara, Rodriguez, Biglia
Allenatore: Pioli

ARBITRO: Maresca
ASSISTENTI: Preti, Carbone
QUARTO UFFICIALE: Mariani
VAR: Mazzoleni, Ranghetti

AMMONITI: 40′ pt Krunic, 45′ pt Bennacer, 11′ st Cuadrado, 44′ st Hernandez, 46′ st Calhanoglu, 46′ st Suso. CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA PIOLI VIGILIA JUVENTUS-MILAN IL VIDEO INTEGRALE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

CONFERENZA PIOLI VIGILIA JUVENTUS-MILAN IL VIDEO INTEGRALE

LA CONFERENZA STAMPA DI PIOLI ALLA VIGILIA DI JUVENTUS-MILAN IL VIDEO INTEGRALE

CONFERENZA PIOLI VIGILIA JUVENTUS-MILAN IL VIDEO INTEGRALE

VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA SARRI VIGILIA JUVENTUS-MILAN IL VIDEO INTEGRALE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

CONFERENZA SARRI VIGILIA JUVENTUS-MILAN IL VIDEO INTEGRALE

LA CONFERENZA STAMPA DI MAURIZIO SARRI ALLA VIGILIA DI JUVENTUS-MILAN, DELLE 14:00 DI SABATO 09 NOVEMBRE 2019

MATCH IN PROGRAMMA ALLE 20:45 DI DOMENICA10 NOVEMBRE 2019

CONFERENZA SARRI VIGILIA JUVENTUS-MILAN IL VIDEO INTEGRALE

VAI A TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI, ESCLUSIVI, DA NON PERDERE!

DALLE 08:46 DI DOMENICA 03 NOVEMBRE 2019

ALLE 12:36 DI GIOVEDì 07 NOVEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

VAI A TUTTE LE NOTIZIE DELLA JUVENTUS

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

TORINO VS JUVENTUS I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

TORINO VS JUVENTUS I VIDEO

TORINO VS JUVENTUS TUTTI I VIDEO DEL MATCH

GLI HIGHLIGHTS, L’INTERVISTA E LA CONFERENZA STAMPA DI MAURIZIO SARRI

TORINO VS JUVENTUS I VIDEO

Oviamente nelle prossime ore, avremo anche tanti altri approfondimenti, come sempre, per il momento la sintesi della partita e le parole del Mister

INTANTO LEGGI ANCHE: JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI

DALLE 08:21 DI GIOVEDì 31 OTTOBRE 2019

ALLE 20:53 DI SABATO 02 NOVEMBRE 2019

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

LEGGI ANCHE: JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

CONFERENZA SARRI VIGILIA TORINO-JUVENTUS VIDEO E TESTO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

CONFERENZA SARRI VIGILIA TORINO-JUVENTUS

LA CONFERENZA STAMPA DIMAURIZIO SARRI ALLA VIGILIA DI TORINO-JUVENTUS IL VIDEO ED IL TESTO, SEMPRE INTEGRALI, COMPLETI ED ASSOLUTAMENTE ESCLUSIVI!

IL VIA DELLA CONFERENZA STAMPA ALLE 14:00 DI VENERDì 01 NOVEMBRE 2019 DALL’ALLIANZ STADIUM

CONFERENZA SARRI VIGILIA TORINO-JUVENTUS VIDEO E TESTO

Domani sera Maurizio Sarri guiderà per la prima volta la Juventus in un derby della Mole. E oggi, in conferenza stampa all’Allianz Stadium, il tecnico bianconero ha presentato la sfida. Ecco, di seguito, le sue parole, accompagnate dal video esclusivo ed integrale della Conferenza Stampa.
CONFERENZA SARRI VIGILIA TORINO-JUVENTUS VIDEO E TESTO

«Non è una gara come le altre, il derby non è mai una partita normale. Mi aspetto un Torino con grandissime motivazioni, questa sfida gli da sempre una carica emotiva importante. Mazzarri è un allenatore che ha fatto benissimo, a Napoli così come adesso con i granata. Non bisogna farsi condizionare dalle ultime partite. Ho una grande considerazione di lui.
Come vivo il derby? Nella maniera più normale possibile».
IL PUNTO SULLA ROSA BIANCONERA
«Non so se domani ci sarà Pjanic, ieri si è allenato a parte. Higuain è un grandissimo giocatore, ha trascorso un anno difficile, ma adesso ha forti motivazioni ed è molto importante. Ramsey in allenamento l’ho visto bene, ma in partita non so ancora quanto possa durare. Se nelle prossime partite dovesse riposare Alex Sandro, a sinistra stiamo provando più De Sciglio che Danilo, dipende però sempre dal match.
Fisicamente la squadra sta bene, sia contro il Lecce che contro il Genoa abbiamo corso più degli avversari».
L’OMAGGIO A SUPERGA
«Quando in passato con le mie squadre sono venuto a giocare in casa della squadra granata a maggio mi è sembrato doveroso andare a rendere omaggio ad un mito dello sport italiano come il Grande Torino. Anche il prossimo maggio salirò a Superga». VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE