Salvato daino caduto in canale
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

SALVATO DAINO CADUTO IN CANALE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

SALVATO DAINO CADUTO IN CANALE

è STATO SALVATO DAI VIGILI DEL FUOCO IL DAINO CADUTO IN UN CANALE A CREDARO (BERGAMO)

DELLE 22:55 IN “CRONACA/ULTIM’ORA” DI LUNEDì 18 MAGGIO 2020, AGGIORNATO ALLE 06:08 DI MARTEDì 19 MAGGIO 2020

SALVATO DAINO CADUTO IN CANALE

Un esemplare di daino caduto in un canale all’altezza di via Dei Dossi a Credaro (Bergamo) è stato recuperato e salvato dai vigili del Fuoco, L’intervento è avvenuto intorno alle 19:30: in seguito ad una segnalazione: i Vigili del fuoco della centrale di Bergamo e del distaccamento di Dalmine con l’Aps e il furgone SFA (soccorritori fluviali) hanno recuperato il daino e, una volta portato in salvo, lo hanno consegnato alla polizia provinciale. Home Mappa del sito

Annunci
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

MORTO UN ALTRO DELFINO: è IL DICIASSETTESIMO DALL’INIZIO DI LUGLIO, IN TOSCANA

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

MORTO UN ALTRO DELFINO

TROVATO MORTO UN ALTRO DELFINO IN TOSCANA, DA INIZIO ANNO SONO PIù DI 30

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA” DELLE 21:36 DI GIOVEDì 01 AGOSTO 2019

MORTO UN ALTRO DELFINO

FIRENZE

– Continua la moria di delfini in Toscana, oggi ne è stato ritrovato un altro spiaggiato a San Rossore (Pisa). Lo comunica l’agenzia ambientale Arpat spiegando che si tratta di un tursiope. E’ il 17mo caso dall’inizio di luglio mentre dall’inizio dell’anno se ne contano oltre 30.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

PANDA GIGANTE CURATO TORNA IN LIBERTà

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

PANDA GIGANTE CURATO TORNA IN LIBERTà

PANDA GIGANTE CURATO TORNA IN LIBERTà, DOPO 10 SETTIMANE DI CURE, è ACCADUTO IN CINA

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 00:31 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

PANDA GIGANTE CURATO TORNA IN LIBERTà

CHENGDU

– Un panda gigante che si era ammalato ed era stato salvato da alcuni abitanti, è tornato in libertà dopo 10 settimane di cure. L’animale era stato trovato il 5 aprile dai contadini della Contea di Jiuzhaigou, situata nella Provincia sudoccidentale di Sichuan.
Il Centro di Ricerca di Chengdu per l’Allevamento dei Panda Giganti aveva inviato un gruppo di due veterinari e un allevatore per soccorrere il raro animale nella Contea di Jiuzhaigou.
Il gruppo aveva esaminato l’esemplare, una femmina adulta con un’età presumibilmente compresa tra i 7 e gli 8 anni vedendola gravemente disidratata, e diagnosticandole numerose patologie, tra cui disturbo elettrolitico, acidosi metabolica, infezione, anemia e disfunzioni cardiache.
Dopo più di due mesi di trattamento intensivo e assistenza, l’assunzione di cibo e lo stato mentale del panda sono migliorati gradualmente. Ora l’animale pesa 85 chilogrammi, una cifra superiore di 10 chilogrammi rispetto all’inizio delle cure.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

GIRAFFA APRIL NON PARTORIRà PIù

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

GIRAFFA APRIL NON PARTORIRà PIù

LA GIRAFFA APRIL NON PARTORIRà PIù HA AVUTO 5 CUCCIOLI

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 02:00 DI VENERDì 07 GIUGNO 2019

GIRAFFA APRIL NON PARTORIRà PIù

April, la giraffa che ha affascinato gli spettatori di tutto il mondo con due gravidanze e nascite su Youtube – l’ultima delle quali vissuta in diretta da 300mila persone – non resterà più incinta.
Jordan Patch dell’ Animal Adventure Park di Harpursville, nello stato di New York, ha annunciato su facebook che la diciassettenne April inizierà ad assumere contraccettivi da venerdì e che il team del parco ha deciso di farla uscire dal programma di procreazione dopo la nascita del suo quinto cucciolo, Azizi, avvenuta a marzo. Nel 2017 April ha attirato oltre 232 milioni di visualizzazioni durante un periodo di sette settimane prima di dare alla luce Tajiri.
Patch ha anche annunciato che il programma di procreazione del parco zoo continuerà con Johari ed Oliver, l’ex compagno di April.
April d’ora in poi vivrà con con Tajiri e Azizi.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO: Usa: jogger strangola puma a mani nude Nel Colorado, ai piedi delle Montagna Rocciose

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

MONDO

AGGIORNAMENTO DELLE 10:00

DI MERCOLEDì 06 FEBBRAIO 2019

MONDO

Un jogger negli Stati Uniti ha ucciso, strangolandolo a mani nude, un puma che lo aveva attaccato alle spalle lungo una pista ai piedi delle Montagna Rocciose, nel Colorado.
Secondo quanto riporta il Telegraph, l’uomo era sul versante occidentale del monte Horsetooth, a poco più di 100 km a nordovest di Denver, quando ha sentito il felino dietro di se’ ed è stato attaccato.
Il puma ha puntato dritto sulla testa del malcapitato mordendogli il viso e le braccia, ma l’uomo ha respinto l’attacco difendendosi con gli avambracci ed è riuscito a saltare sul dorso dell’animale e a strangolarlo.
Le autorità, inizialmente scettiche sul resoconto del jogger, hanno confermato la sua versione dei fatti e la necroscopia ha indicato che il puma – un “giovane” esemplare di circa 40 chili – è morto soffocato.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 04:45 ALLE 09:28

DI LUNEDì 31 DICEMBRE 2018

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Nissan, esteso fermo ex presidente Ghosn
Rimarrà in prigione in Giappone fino all’11 gennaio

TOKYO31 dicembre 201804:45

– Il tribunale di Tokyo ha deciso di estendere il periodo di fermo dell’ex presidente della Nissan-Renault-Mitsubishi Motors, Carlos Ghosn, fino all’11 gennaio, su richiesta del pubblico ministero, in base alle ultime accuse di illeciti finanziari.
Bangladesh, larga vittoria per la HasinaLa premier uscente potrà formare il suo terzo governo

DACCA31 dicembre 201805:42

– L’alleanza al governo in Bangladesh guidata dalla premier Sheikh Hasina ha vinto a larga maggioranza le elezioni di ieri. Lo rende noto la commissione elettorale.
L’alleanza guidata dalla Lega popolare bengalese ha vinto 288 seggi, ha reso noto il segretario della commissione Helal Uddin Ahmed alla fine dello spoglio elettorale.
Il Partito nazionale guidato dall’ex presidente H.M.Ershad ne ha conquistati 20, mentre l’alleanza dell’opposizione guidata dal noto avvocato Kamal Hossain ne ha avuti solo sette. La larga maggioranza ottenuta consente alla Hasina di formare il suo terzo governo consecutivo.
Le opposizioni hanno respinto l’esito del voto, con Hossain che ha definito l’elezione farsesca e ha chiesto che una nuova consultazione venga svolta sotto l’autorità di un “governo apartitico”.
Filippine: 68 morti per maltempoFrane e inondazioni causate da forti piogge

31 dicembre 201808:34

– E’ salito ad almeno 68 vittime il bilancio delle frane e delle inondazioni provocate in questi giorni da forti piogge nelle Filippine.
Secondo quanto riporta oggi il Guardian, 57 persone sono morte nella regione di Bicol, a sudest di Manila, e altre 11 sull’isola di Samar (centro est).
Le piogge sono dovute ad una forte depressione tropicale – denominata ‘Usman’ – che ha colpito la parte settentrionale e centro-orientale del Paese.
Secondo Claudio Yucot, direttore dell’ufficio della protezione civile di Bicol, il bilancio delle vittime è destinato a salire perche’ molte aree non sono state ancora raggiunte dalle squadre dei soccorsi.
Usa: leone uccide addetta centro naturaAnimale abbattuto, in centro naturalistico North Carolina

WASHINGTON31 dicembre 201808:50

– Un leone è scappato dal recinto di un centro naturalistico di Burlington (North Carolina) e ha ucciso una addetta alla pulizie. L’animale è stato abbattuto per consentire il recupero della donna gravemente ferita, che però è morta poco dopo. Lo rende noto il Conservators Center. La vittima faceva parte di un team specializzato e stava pulendo l’area quando il leone è uscito dallo spazio che si supponeva chiuso. Sulla vicenda è stata aperta un’indagine. La struttura è stata aperta nel 1999 e ospita oltre 80 animali, tra cui 14 tra leoni e tigri. Dal 2007 organizza tour per i visitatori, che sono oltre 16 mila l’anno.      [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Notizie, Tecnologia, Ultim'ora

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 10:44 ALLE 11:56

DI MERCOLEDì 19 DICEMBRE 2018

TECNOLOGIA TUTTE LE NOTIZIE

Amazon, realtà virtuale nello shopping
Arrivano funzioni Scout, AR View e 360 View

19 dicembre 2018 10:44

– Amazon inserisce la realtà virtuale nello shopping. Con gli strumenti Scout, AR View e 360 View si potranno vedere ad esempio i prodotti per la casa (cucina, sala da pranzo, camera da letto, giardino), con animazioni 3D direttamente all’interno della nostra abitazione. In particolare, Amazon View, grazie ala realtà aumentata permette di visualizzare gli oggetti nell’ambiente attraverso l’app di Amazon. La funzione 360 view consente di vedere l’anteprima dei prodotti a 360 gradi, da ogni angolatura nella pagina prodotto su Amazon.it. E Scout fa ricevere suggerimenti personalizzati semplicemente mettendo un like oppure un dislike alla foto.

“Con le nuove funzionalità sarà possibile vedere numerosissimi elettrodomestici e oggetti di arredo nella dimensione e scala reale all’interno dell’ambiente in cui verranno posizionati prima ancora di acquistarli, permettendo in questo modo un risparmio di tempo e denaro”, spiega Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon.it.
Cuccia ‘tech’ ripara da fuochi artificioCreata da Ford, usa tecnologia per la cancellazione del rumore

19 dicembre 201811:10

– Una cuccia hi-tech che mette al riparo non solo dal freddo e dalla pioggia, ma anche dal rumore dei fuochi d’artificio. A progettarla è la casa automobilistica Ford, che ha preso in prestito la tecnologia di cancellazione del rumore usata su veicoli, cuffie e auricolari per proteggere i cani dallo spavento causato dai giochi pirotecnici. Il funzionamento è semplice: quando i microfoni all’interno della cuccia rilevano le esplosioni dei fuochi d’artificio, il sistema audio incorporato emette frequenze opposte che annullano, o comunque riducono in modo significativo, il rumore dei fuochi. A coadiuvare la tecnologia c’è anche l’uso del sughero ad alta densità, ideale per l’insonorizzazione.

La cuccia – spiega Ford in una nota – è ispirata al sistema di cancellazione del rumore usato sul Suv Edge. Al momento è un prototipo, e inaugura una serie di iniziative, chiamate “interventi”, che applicano le conoscenze del settore automotive alla risoluzione dei problemi quotidiani.
Google Assistente prevede ritardi voliInformerà gli utenti prima delle compagnie aeree

19 dicembre 201811:09

– L’assistente virtuale di Google prevede i ritardi aerei e, a breve, ce li comunicherà di sua iniziativa, anche se non lo chiediamo. In un post sul suo blog, la compagnia ha affermato che già da alcuni mesi usa l’intelligenza artificiale e una serie di dati per prevedere se un volo sarà in orario. Nel caso di ritardi, a partire dalle prossime settimane Google Assistente li notificherà in modo proattivo, senza cioè aspettare che gli venga chiesto.

Quando l’uso dell’apprendimento automatico, abbinato allo storico dei voli, dà come risultato una probabilità di almeno l’85% che il volo sia in ritardo, Google avverte l’utente prima ancora che la compagnia aerea comunichi il posticipo del decollo. Finora questa informazione era fornita se si poneva la domanda all’assistente vocale – “Ehi Google, il mio volo è in orario?”, ad esempio – mentre nel prossimo futuro il ritardo sarà notificato direttamente sullo smartphone.

Musk, primo tunnel sotto Los AngelesServirà a evitare il ‘traffico che distrugge l’anima’

19 dicembre 201811:43

– Elon Musk ha svelato un tunnel sotto Los Angeles, il primo di una rete progettata per evitare il “traffico che distrugge l’anima”. L’imprenditore miliardario ieri sera ha chiamato alcuni reporter invitandoli per mostrare e sperimentare il primo segmento – lungo 1,14 miglia, 1,83 km – realizzato dalla società Boring Company che ha aperto due anni fa.
Si tratta del primo passo per spostare il traffico cittadino sottoterra, dove secondo il progetto si viaggerà fino a 240 km all’ora. L’idea di Musk è di creare stazioni in cui le auto entrano in una sorta di ascensore e scendono nei tunnel, posti a circa nove metri di profondità. In futuro, ha spiegato, queste reti di tunnel saranno sotto molte città nel mondo, e ospiteranno veicoli autonomi ed elettrici per trasportare anche pedoni e ciclisti.
Il costo complessivo del primo segmento di tunnel – dagli scavi all’illuminazione e all’aerazione – è di 10 milioni di dollari, ha dichiarato Musk evidenziando l’economicità dell’opera. Scavare un miglio di tunnel con metodi tradizionali, ha detto, costa fino a un miliardo e richiede dai tre ai sei mesi di lavori.      [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 06:20 ALLE 10:42

DI MARTEDì 18 DICEMBRE 2018

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Xi: ora nuovo miracolo economico cinese
“Impressioneremo il mondo, nessuno può dirci cosa fare”
PECHINO18 dicembre 2018, 06:20
Il presidente cinese Xi Jinping promette “un nuovo miracolo, persino più grande, che impressionerà il mondo”.
Commemorando i 40 anni d’apertura e riforme alla base del “miracolo” utile a sollevare dalla povertà 740 milioni di persone e portare Pechino al ruolo di seconda economia mondiale, Xi ha ricordato che “con una civilizzazione di oltre 5.000 anni “nessuno può dire alla Cina quello che deve o non deve fare”.
Avanti con apertura e riforme, no a “egemonia” e a “crescita a spesa di altre nazioni o rinuncia al nostro passo”.

Nuova Zelanda: uccise 50 mila mucche
Altrettante aspetta la stessa sorte, per eliminare micoplasma

SYDNEY

18 dicembre 201808:15

– Oltre 50 mila mucche sono state uccise e altre 50 mila attendono la stessa sorte, nel tentativo della Nuova Zelanda di diventare il primo paese al mondo a debellare la malattia bovina Mycoplasma bovis, una condizione che causa aborti e polmonite, anche se non presenta rischi agli esseri umani e alla sicurezza del latte e della carne. Dovendo affrontare un numero crescente di casi sospetti in allevamenti attorno al Paese, il governo ha voluto tentare quello in cui che nessun altro paese è riuscito: un’eliminazione di massa parzialmente finanziata con denaro pubblico.
Il piano sembra stia funzionando. “In questa fase abbiamo fiducia che l’approccio adottato per eliminare la malattia sia quello giusto e restiamo impegnati a continuare”, ha detto la prima ministra Jacinda Ardern. Secondo un gruppo di consulenza tecnica, “è stato compiuto un progresso sostanziale” da quando è stato avviato il provvedimento lo scorso maggio e il piano di eliminazione è considerato fattibile.
Yemen: la tregua a Hudayda reggeMedia locali descrivono una situazione di calma tesa

BEIRUT18 dicembre 201810:21

– E’ una calma tesa quella che si respira a Hudayda, porto yemenita sul Mar Rosso, teatro da stanotte di una tregua tra forze lealiste filo-saudite e insorti Huthi considerati vicini all’Iran. Lo riferiscono fonti sul terreno citate da media panarabi.       [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Scienza, Ultim'ora

CONTINUA STRAGE DI CETACEI SPIAGGIATI

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

CONTINUA STRAGE DI CETACEI SPIAGGIATI

AGGIORNAMENTO DELLE 08:33

DI VENERDì 30 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

CONTINUA STRAGE DI CETACEI SPIAGGIATI

Nuova Zelanda, 51 balene arenate e morte
Nemmeno una settimana fa altre 145 si erano spiaggiate

ULTIM’ORA TUTTE LE NOTIZIE

SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

WELLINGTON

– Nuova strage di cetacei spiaggiati in Nuova Zelanda: cinquantuno balene pilota sono morte dopo essersi arenate, meno di una settimana dopo che altre 145 e nove orche pigmee sono morte in due episodi analoghi.
Stavolta sono state 90 le balene che si sono spiaggiate a Hanson Bay nelle remote isole Chatham. Quando lo staff del dipartimento per la conservazione è arrivato sul posto una quarantina erano riuscite a ritirarsi ma per le altre non c’è stato nulla da fare.
Le isole Chatham si trovano a circa 800 chilometri ad est delle isole principali della Nuova Zelanda e ospitano circa 600 persone.     [print-me title=”STAMPA”]