Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 21 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 21:42 DI MARTEDì 14 MAGGIO 2019

ALLE 00:02 DI GIOVEDì 16 MAGGIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Junior Tim Cup alla finale di C.Italia
Ai protagonisti di Atalanta e Lazio in regalo maglia del torneo

14 maggio 2019 21:42

– Anche quest’anno la Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, sarà presente alla Finale di TIM Cup Atalanta-Lazio in programma domani allo stadio Olimpico. Oggi, nel corso della conferenza stampa di vigilia dell’Atalanta e della Lazio, i due allenatori Gian Piero Gasperini e Simone Inzaghi e i due capitani Alejandro Darìo Gomez e Senad Lulic hanno ricevuto in dono la speciale maglia della Junior TIM Cup con la scritta “Uno di Noi” dai ragazzi presenti. Domani le squadre dell’Oratorio Albino di Albino (Bergamo) e della Parrocchia Natività di Maria Santissima (NMS) di Roma si sfideranno in un’amichevole sotto lo sguardo dei loro beniamini e del pubblico sugli spalti pochi minuti prima il fischio d’inizio dell’atto finale. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale che si terrà a Firenze nell’ultimo weekend di maggio.
Griezmann lascia l’Atletico: ‘5 anni incredibili’Barcellona sarebbe pronto a pagare la clausola per l’attaccante francese

14 maggio 201923:05

La conferma dell’addio di Antoine Griezmann all’Atletico Madrid è arrivata con un post pubblicato sui profili social del club spagnolo nel quale si annuncia che “Griezmann ha comunicato al’Atletico Madrid che non sarà un giocatore biancorosso la prossima stagione”. Sempre attraverso il profilo twitter del club le parole del francese: “Dopo aver parlato con il club, voglio parlare con voi per annunciare la decisione di andar via – dice Griezmann in un video – ho voglia di affrontare nuove sfide, questo è il club che mi ha dato i primi trofei e ho ricevuto tantissimo affetto da parte vostra. Sono stati cinque anni incredibili. Grazie per tutto vi porto nel mio cuore”.Barcellona in vista  – Antoine Griezmann ha deciso dunque di lasciare l’Atletico Madrid. Quella contro il Levante sarà dunque l’ultima partita del francese con la maglia dei Colchoneros, nonostante il recente rinnovo di contratto fino al 2023. Con ogni probabilità sarà il Barcellona la prossima squadra di Griezmann. Il club catalano sarebbe pronto a pagare la clausola del francese che dal primo luglio passerà dagli attuali 200 milioni a 120 (il 20 per cento deve essere versato alla Real Sociedad)

Coppa Italia: è trionfo Lazio, Atalanta rinvia sogno Milinkovic-gol, poi Correa, è settimo trofeo: e vale l’Europa

15 maggio 201923:23

La Lazio ha vinto la Coppa Italia battendo 2-0 (0-0) l’Atalanta nella finale giocata all’Olimpico.”Bellissima serata, davanti ad un pubblico meraviglioso. Ma onore anche all’Atalanta. Una grandissima gara, decisa da episodi che questa volta abbiamo saputo girare a nostro favore”. La vittoria della Coppa Italia non fa dimenticare a Simone Inzaghi che i bergamaschi sono stati avversari degni. “Chi è entrato a partita iniziata ha fatto benissimo – ha aggiunto ai microfoni di Rai1 – E’ una soddisfazione che ci meritiamo per il cammino fatto. La volevamo questa coppa, ce l’abbiamo messa tutta per vincerla e ora ce la godiamo”.Atalanta-Lazio 0-2 finale: 82′ Milinkovic, 90′ Correa. La gara si infiamma nei minuti conclusivi, Lazio cinica e determinata.Atalanta-Lazio 0-2: chiude la gara la Lazio, al 90′ Correa si invola in contropiede, dribbla due avversari e a porta vuota insacca.Atalanta-Lazio 0-1: all’82’ vantaggio della Lazio, Savic stacca in area e di testa insacca sul cross perfetto di Lucas Leiva.Atalanta-Lazio 0-0 fine pt: minuti iniziali di marca biancoceleste, Atalanta vicina al gol. Il palo nega il vantaggio a De Roon.”Molti auguri di guarigione per i vigili urbani che sono rimasti feriti. Mi auguro che episodi di questo genere non debbano più ricorrere perche queste sono manifestazioni in cui ci deve essere una grande festa, non ragioni di scontro, ma di incontro, come logico ci sia in tutte le partite di calcio”. Così la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nell’intervallo della finale di Coppa Italia ai microfoni del vicedirettore di Raisport, Enrico Varriale, sugli incidenti prima del via di Atalanta-Lazio.

Calcio,diritti tv di A venduti nel mondoLa massima Serie calcistica italiana “piace nel mondo”

15 maggio 201913:20

– “I diritti tv della serie A sono stati venduti in questo triennio in tutti i paesi-obiettivo attraverso 56 broadcaster nel mondo”. Lo ha detto Luca Baldanza, vicepresidente del gruppo Img aggiudicatario dei diritti per trasmettere la massima serie all’estero per il triennio 2018/21.
Nel corso del suo intervento al panel ‘AWord’, organizzato dalla Lega Serie A all’Ara Pacis a Roma, Baldanza ha sottolineato che “la Serie A piace nel mondo e bisogna vendere il prodotto calcio insieme al prodotto Italia”. “Ora – ha rilevato – bisogna lavorare sul prossimo ciclo e sedersi a un tavolo per capire le esigenze della Serie A”.
Cairo, ultime gare di A in contemporaneaPresidente Torino: Per le squadre che hanno gli stessi obiettivi

15 maggio 201913:24

– “Sarebbe giusto che nelle ultime tre, quattro giornate si possa avere contemporaneità per le squadre che hanno gli stessi obiettivi. Non è molto giusto avere squadre che giocano sapendo già il risultato della competitor”. Lo dice il presidente del Torino, Urbano Cairo, a margine del panel AWords organizzato dalla Lega di A a Roma.
Cairo, Superchampions è da azzerareNon può essere tolto il merito conquistato sul campo per Europa

15 maggio 201913:56

Quello di una Superchampions “è un progetto mal pensato e che va azzerato, perché non può essere tolto il merito conquistato sul campo per l’accesso in Europa: significherebbe cambiare anche la testa della gente, così come sarebbe un grave affronto ai tifosi giocare l’Europa di sabato e domenica al posto dei campionati nazionali”. Lo dice il presidente del Torino Urbano Cairo al panel ‘AWords’ della Lega di A a Roma. “Squilibrerebbe tutto. Lo vogliono solo in pochissimi club, non si può cambiare tutto per pochissimi”, aggiunge Cairo rimarcando una “totale chiusura” al progetto Uefa ed Eca.
Europeo U21, Rocco Hunt canta per ItaliaIl 21/5 a Milano la presentazione di “Benvenuti in Italy”

15 maggio 201916:42

– Sarà presentato da Figc e Sony martedì 21 maggio a Milano “Benvenuti in Italy”, il singolo di Rocco Hunt che accompagnerà il cammino degli Azzurrini agli Europei Under 21 del prossimo giugno. All’evento parteciperanno il presidente della FIGC Gabriele Gravina e il tecnico della Nazionale Under 21 Luigi Di Biagio, che ascolteranno in anteprima le parole e la musica che accompagneranno l’Italia Under 21 nel cammino europeo, in programma in Italia dal 16 al 30 giugno.
Confronto De Rossi, Ranieri e tifosiA Trigoria centrocampista e tecnico incontrano supporters

15 maggio 201916:59

– Una decina di minuti di colloquio in cui si è discusso della situazione che da ieri tiene banco nella parte romanista della Capitale. Daniele De Rossi, assieme al tecnico Ranieri e al direttore sportivo Massara, sono usciti da Trigoria per incontrare i circa cento tifosi giunti fuori dal centro sportivo per contestare la decisone presa dalla Roma di non rinnovare il contratto in scadenza del capitano giallorosso.
Al termine del faccia a faccia giocatore, allenatore e ds sono rientrati nel centro sportivo mentre i sostenitori romanisti hanno lasciato Trigoria.
Palermo: Orlando a Giorgetti, si rimedi”Impedire che squadra e città siano penalizzate”

PALERMO15 maggio 201917:35

– “Si trovi ogni rimedio, anche normativo, per impedire che la squadra e la città siano penalizzate non da irregolarità o errori dei giocatori o dei cittadini, ma da errori commessi da amministratori societari per altro del passato”. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando al sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega allo sport Giancarlo Giorgetti, a proposito della sentenza di retrocessione emessa in primo grado ai danni del Palermo nell’ambito del processo per irregolarità amministrative del club. Il primo cittadino ha incontrato il sottosegretario nella sede del Coni a Roma.
“L’amministrazione comunale – ha detto Orlando – è al fianco dei tifosi e della squadra”.
Calcio donne: solidarietà azzurreAzzurre donano compenso album a onlus Insuperabili

15 maggio 201917:48

– Prosegue a Coverciano il raduno della Nazionale Femminile in vista della Coppa del Mondo FIFA che si disputerà in Francia dal 7 giugno al 7 luglio. Dopo l’allenamento della mattina le azzurre hanno incontrato i responsabili della Onlus ‘Insuperabili’, a cui hanno devoluto il compenso per i loro diritti di immagine dell’Album di figurine Panini dedicato al Mondiale. La Onlus, insieme ad una squadra di testimonial capitanati da Giorgio Chiellini, favorisce attraverso l’attività in 13 scuole calcio il reinserimento sociale di 520 ragazzi con disabilità cognitivo, relazionale, affettivo emotiva, comportamentale, fisica, motoria e sensoriale. Insieme a quattro ragazzi delle scuole calcio di Firenze e Torino, sono intervenuti per la Onlus il presidente Davide Leonardi e il vice presidente Ezio Grosso. Chiara Marchitelli ha portato il saluto di tutto il gruppo. Il plauso alle azzurre è arrivato anche dal direttore del mercato Italia Panini Antonio Allegra.
De Rossi: Gasparri, Roma indignataSenatore tifoso giallorosso: “Questa gestione è uno scandalo”

ROMA15 maggio 201918:16

– “La gestione di De Rossi è uno scandalo. Roma è indignata, tutti quelli che amano lo sport hanno preso male quello che è accaduto ieri”. Così il senatore Maurizio Gasparri, tifoso della Roma, ai microfoni di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1. Gasparri ha anche declamato un’ode dedicata a Daniele De Rossi, con critiche alla società.
“Affaristi e saltafossi hanno offeso il gran De Rossi – si apre il componimento del senatore -, si calpesta una bandiera tanta gente, Roma intera! E De Rossi ha raccontato com’è stato maltrattato. Tra il cemento ed i milioni si maltrattan le passioni, certo i conti van quadrati, ma i campioni rispettati! Sor Pallotta e i suoi marziani sono proprio disumani”.
Serie B: Giorgetti, aspettare l’appello”A Gravina ho chiesto oggettività giudizio, Palermo caso serio”

15 maggio 201918:22

– “Sul caso Palermo io avrei atteso l’appello, detto che la situazione (del club rosanero, ndr) mi sembra abbastanza seria. Ho chiesto a Gabriele Gravina un atteggiamento di assoluta oggettività rispetto ai giudizi, in linea generale aspettare l’appello deve essere un principio di massima”. Lo dice il sottosegretario con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti, in una conferenza stampa alla sala dei Gruppi alla Camera dei Deputati, intervenendo sul caso Palermo e la conseguente decisione del consiglio direttivo della Lega di B di procedere alla disputata dei playoff e di bloccare invece i playout.
Zappia, calcio e sport centrali per Sky

15 maggio 201920:41

– “Vorrei ribadire che la volontà e l’impegno di Sky Italia nello Sport e nel Calcio italiano sono gli stessi che abbiamo avuto negli ultimi sedici anni, nei quali siamo stati il maggiore e più affidabile investitore nel settore”. L’Amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia

commenta così le dichiarazioni sul futuro del calcio italiano del Presidente della Lega Serie A Gaetano Micciche’, fatte ieri in occasione del panel AWords.
“Siamo pronti – aggiunge Zappia – ad impegnarci in prima linea con la stessa forza e con l’affidabilità di sempre in vista delle prossime scadenze (come ad esempio il nuovo bando della Serie A). Da alcuni mesi Sky ha un nuovo proprietario, Comcast, e l’azienda è ancora più forte e determinata a supportare una continua crescita del business. Un proprietario che possiede anche NBCUniversal e vanta una grande storia di successi nel mondo dello sport a livello globale, di cui comprende molto bene le logiche e che sarà di grande supporto a Sky Italia”.
Calcio: Ajax campione d’OlandaAll’ultima giornata arriva il 34/o titolo

15 maggio 201921:52

Dopo quattro secondi posti consecutivi, l’Ajax ha vinto il 34/o titolo di campione d’Olanda, a parziale consolazione della finale di Champions sfumata. La formazione di Amsterdam lo ha fatto andando ad espugnare 4-1 il terreno del De Graafschap, con le reti di Schoene, Tagliafico e la doppietta di Tadic. Nell’ultima giornata della Eredivisie il PSV Eindhoven, unico che poteva ancora insidiare la squadra allenata da Erik ten Hag, ha vinto in casa (3-1) con l’Heracles. Ma solo un concomitante ko dell’Ajax avrebbe potuto consegnargli il titolo, vista la differenza reti sfavorevole. Classifica finale: Ajax 86 punti, PSV 83. Terzo e staccatissimo (65 punti) il Feyenoord, che ha vinto 4-1 in casa del Fortuna Sittard. Qualche giorno fa l’Ajax aveva vinto la coppa nazionale, battendo in finale il Willem II.
Casellati “calcio sia festa,non scontro”Presidente Senato: “Auguri ai vigili feriti, basta episodi così”

15 maggio 201921:58

– “Molti auguri di guarigione per i vigili urbani che sono rimasti feriti. Mi auguro che episodi di questo genere non debbano più ricorrere perche queste sono manifestazioni in cui ci deve essere una grande festa, non ragioni di scontro, ma di incontro, come logico ci sia in tutte le partite di calcio”. Così la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nell’intervallo della finale di Coppa Italia, sugli incidenti prima del via di Atalanta-Lazio.

C.Italia: opera d’arte contro razzismo”Trittico” di Fugazzotto esposto all’Olimpico

15 maggio 201922:01

– E’ stata svelata durante la finale di Coppa Italia all’Olimpico l’opera realizzata dall’artista milanese Simone Fugazzotto nel corso della partita. Attraverso questa iniziativa, Lega Serie A e Infront vogliono attirare non solo il mondo del calcio ma la società in generale, sui messaggi di integrazione, multiculturalità e fratellanza. “Credo che un artista debba essere in grado di raccontare con la sua visione ciò che gli succede, senza viaggi metafisici – ha dichiarato Simone Fugazzotto -. Mesi fa ho assistito a S.Siro ad uno spettacolo grottesco durante Inter-Napoli: tifosi che fanno il verso della scimmia a giocatori neri avversari. Mi sono sentito talmente umiliato che ho avuto un’idea, proprio in quel momento: avrei dipinto europei, africani e asiatici tutti sotto forma di scimmia”. “Col Trittico ho cercato di raccontare che siamo creature complesse e affascinanti: possiamo essere tristi o felici, cattolici o musulmani ma che quel che determina chi siamo sono le nostre azioni, non il colore della pelle”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Junior Tim Cup alla finale di C.Italia
Ai protagonisti di Atalanta e Lazio in regalo maglia del torneo

14 maggio 2019 21:42

– Anche quest’anno la Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, sarà presente alla Finale di TIM Cup Atalanta-Lazio in programma domani allo stadio Olimpico. Oggi, nel corso della conferenza stampa di vigilia dell’Atalanta e della Lazio, i due allenatori Gian Piero Gasperini e Simone Inzaghi e i due capitani Alejandro Darìo Gomez e Senad Lulic hanno ricevuto in dono la speciale maglia della Junior TIM Cup con la scritta “Uno di Noi” dai ragazzi presenti. Domani le squadre dell’Oratorio Albino di Albino (Bergamo) e della Parrocchia Natività di Maria Santissima (NMS) di Roma si sfideranno in un’amichevole sotto lo sguardo dei loro beniamini e del pubblico sugli spalti pochi minuti prima il fischio d’inizio dell’atto finale. Gli oratori vincitori di ciascun torneo cittadino si contenderanno il trofeo durante la fase Finale che si terrà a Firenze nell’ultimo weekend di maggio.
Griezmann lascia l’Atletico: ‘5 anni incredibili’Barcellona sarebbe pronto a pagare la clausola per l’attaccante francese

14 maggio 201923:05

La conferma dell’addio di Antoine Griezmann all’Atletico Madrid è arrivata con un post pubblicato sui profili social del club spagnolo nel quale si annuncia che “Griezmann ha comunicato al’Atletico Madrid che non sarà un giocatore biancorosso la prossima stagione”. Sempre attraverso il profilo twitter del club le parole del francese: “Dopo aver parlato con il club, voglio parlare con voi per annunciare la decisione di andar via – dice Griezmann in un video – ho voglia di affrontare nuove sfide, questo è il club che mi ha dato i primi trofei e ho ricevuto tantissimo affetto da parte vostra. Sono stati cinque anni incredibili. Grazie per tutto vi porto nel mio cuore”.Barcellona in vista  – Antoine Griezmann ha deciso dunque di lasciare l’Atletico Madrid. Quella contro il Levante sarà dunque l’ultima partita del francese con la maglia dei Colchoneros, nonostante il recente rinnovo di contratto fino al 2023. Con ogni probabilità sarà il Barcellona la prossima squadra di Griezmann. Il club catalano sarebbe pronto a pagare la clausola del francese che dal primo luglio passerà dagli attuali 200 milioni a 120 (il 20 per cento deve essere versato alla Real Sociedad)

Coppa Italia: è trionfo Lazio, Atalanta rinvia sogno Milinkovic-gol, poi Correa, è settimo trofeo: e vale l’Europa

15 maggio 201923:23

La Lazio ha vinto la Coppa Italia battendo 2-0 (0-0) l’Atalanta nella finale giocata all’Olimpico.”Bellissima serata, davanti ad un pubblico meraviglioso. Ma onore anche all’Atalanta. Una grandissima gara, decisa da episodi che questa volta abbiamo saputo girare a nostro favore”. La vittoria della Coppa Italia non fa dimenticare a Simone Inzaghi che i bergamaschi sono stati avversari degni. “Chi è entrato a partita iniziata ha fatto benissimo – ha aggiunto ai microfoni di Rai1 – E’ una soddisfazione che ci meritiamo per il cammino fatto. La volevamo questa coppa, ce l’abbiamo messa tutta per vincerla e ora ce la godiamo”.Atalanta-Lazio 0-2 finale: 82′ Milinkovic, 90′ Correa. La gara si infiamma nei minuti conclusivi, Lazio cinica e determinata.Atalanta-Lazio 0-2: chiude la gara la Lazio, al 90′ Correa si invola in contropiede, dribbla due avversari e a porta vuota insacca.Atalanta-Lazio 0-1: all’82’ vantaggio della Lazio, Savic stacca in area e di testa insacca sul cross perfetto di Lucas Leiva.Atalanta-Lazio 0-0 fine pt: minuti iniziali di marca biancoceleste, Atalanta vicina al gol. Il palo nega il vantaggio a De Roon.”Molti auguri di guarigione per i vigili urbani che sono rimasti feriti. Mi auguro che episodi di questo genere non debbano più ricorrere perche queste sono manifestazioni in cui ci deve essere una grande festa, non ragioni di scontro, ma di incontro, come logico ci sia in tutte le partite di calcio”. Così la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nell’intervallo della finale di Coppa Italia ai microfoni del vicedirettore di Raisport, Enrico Varriale, sugli incidenti prima del via di Atalanta-Lazio.

Calcio,diritti tv di A venduti nel mondoLa massima Serie calcistica italiana “piace nel mondo”

15 maggio 201913:20

– “I diritti tv della serie A sono stati venduti in questo triennio in tutti i paesi-obiettivo attraverso 56 broadcaster nel mondo”. Lo ha detto Luca Baldanza, vicepresidente del gruppo Img aggiudicatario dei diritti per trasmettere la massima serie all’estero per il triennio 2018/21.
Nel corso del suo intervento al panel ‘AWord’, organizzato dalla Lega Serie A all’Ara Pacis a Roma, Baldanza ha sottolineato che “la Serie A piace nel mondo e bisogna vendere il prodotto calcio insieme al prodotto Italia”. “Ora – ha rilevato – bisogna lavorare sul prossimo ciclo e sedersi a un tavolo per capire le esigenze della Serie A”.
Cairo, ultime gare di A in contemporaneaPresidente Torino: Per le squadre che hanno gli stessi obiettivi

15 maggio 201913:24

– “Sarebbe giusto che nelle ultime tre, quattro giornate si possa avere contemporaneità per le squadre che hanno gli stessi obiettivi. Non è molto giusto avere squadre che giocano sapendo già il risultato della competitor”. Lo dice il presidente del Torino, Urbano Cairo, a margine del panel AWords organizzato dalla Lega di A a Roma.
Cairo, Superchampions è da azzerareNon può essere tolto il merito conquistato sul campo per Europa

15 maggio 201913:56

Quello di una Superchampions “è un progetto mal pensato e che va azzerato, perché non può essere tolto il merito conquistato sul campo per l’accesso in Europa: significherebbe cambiare anche la testa della gente, così come sarebbe un grave affronto ai tifosi giocare l’Europa di sabato e domenica al posto dei campionati nazionali”. Lo dice il presidente del Torino Urbano Cairo al panel ‘AWords’ della Lega di A a Roma. “Squilibrerebbe tutto. Lo vogliono solo in pochissimi club, non si può cambiare tutto per pochissimi”, aggiunge Cairo rimarcando una “totale chiusura” al progetto Uefa ed Eca.
Europeo U21, Rocco Hunt canta per ItaliaIl 21/5 a Milano la presentazione di “Benvenuti in Italy”

15 maggio 201916:42

– Sarà presentato da Figc e Sony martedì 21 maggio a Milano “Benvenuti in Italy”, il singolo di Rocco Hunt che accompagnerà il cammino degli Azzurrini agli Europei Under 21 del prossimo giugno. All’evento parteciperanno il presidente della FIGC Gabriele Gravina e il tecnico della Nazionale Under 21 Luigi Di Biagio, che ascolteranno in anteprima le parole e la musica che accompagneranno l’Italia Under 21 nel cammino europeo, in programma in Italia dal 16 al 30 giugno.
Confronto De Rossi, Ranieri e tifosiA Trigoria centrocampista e tecnico incontrano supporters

15 maggio 201916:59

– Una decina di minuti di colloquio in cui si è discusso della situazione che da ieri tiene banco nella parte romanista della Capitale. Daniele De Rossi, assieme al tecnico Ranieri e al direttore sportivo Massara, sono usciti da Trigoria per incontrare i circa cento tifosi giunti fuori dal centro sportivo per contestare la decisone presa dalla Roma di non rinnovare il contratto in scadenza del capitano giallorosso.
Al termine del faccia a faccia giocatore, allenatore e ds sono rientrati nel centro sportivo mentre i sostenitori romanisti hanno lasciato Trigoria.
Palermo: Orlando a Giorgetti, si rimedi”Impedire che squadra e città siano penalizzate”

PALERMO15 maggio 201917:35

– “Si trovi ogni rimedio, anche normativo, per impedire che la squadra e la città siano penalizzate non da irregolarità o errori dei giocatori o dei cittadini, ma da errori commessi da amministratori societari per altro del passato”. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando al sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega allo sport Giancarlo Giorgetti, a proposito della sentenza di retrocessione emessa in primo grado ai danni del Palermo nell’ambito del processo per irregolarità amministrative del club. Il primo cittadino ha incontrato il sottosegretario nella sede del Coni a Roma.
“L’amministrazione comunale – ha detto Orlando – è al fianco dei tifosi e della squadra”.
Calcio donne: solidarietà azzurreAzzurre donano compenso album a onlus Insuperabili

15 maggio 201917:48

– Prosegue a Coverciano il raduno della Nazionale Femminile in vista della Coppa del Mondo FIFA che si disputerà in Francia dal 7 giugno al 7 luglio. Dopo l’allenamento della mattina le azzurre hanno incontrato i responsabili della Onlus ‘Insuperabili’, a cui hanno devoluto il compenso per i loro diritti di immagine dell’Album di figurine Panini dedicato al Mondiale. La Onlus, insieme ad una squadra di testimonial capitanati da Giorgio Chiellini, favorisce attraverso l’attività in 13 scuole calcio il reinserimento sociale di 520 ragazzi con disabilità cognitivo, relazionale, affettivo emotiva, comportamentale, fisica, motoria e sensoriale. Insieme a quattro ragazzi delle scuole calcio di Firenze e Torino, sono intervenuti per la Onlus il presidente Davide Leonardi e il vice presidente Ezio Grosso. Chiara Marchitelli ha portato il saluto di tutto il gruppo. Il plauso alle azzurre è arrivato anche dal direttore del mercato Italia Panini Antonio Allegra.
De Rossi: Gasparri, Roma indignataSenatore tifoso giallorosso: “Questa gestione è uno scandalo”

ROMA15 maggio 201918:16

– “La gestione di De Rossi è uno scandalo. Roma è indignata, tutti quelli che amano lo sport hanno preso male quello che è accaduto ieri”. Così il senatore Maurizio Gasparri, tifoso della Roma, ai microfoni di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1. Gasparri ha anche declamato un’ode dedicata a Daniele De Rossi, con critiche alla società.
“Affaristi e saltafossi hanno offeso il gran De Rossi – si apre il componimento del senatore -, si calpesta una bandiera tanta gente, Roma intera! E De Rossi ha raccontato com’è stato maltrattato. Tra il cemento ed i milioni si maltrattan le passioni, certo i conti van quadrati, ma i campioni rispettati! Sor Pallotta e i suoi marziani sono proprio disumani”.
Serie B: Giorgetti, aspettare l’appello”A Gravina ho chiesto oggettività giudizio, Palermo caso serio”

15 maggio 201918:22

– “Sul caso Palermo io avrei atteso l’appello, detto che la situazione (del club rosanero, ndr) mi sembra abbastanza seria. Ho chiesto a Gabriele Gravina un atteggiamento di assoluta oggettività rispetto ai giudizi, in linea generale aspettare l’appello deve essere un principio di massima”. Lo dice il sottosegretario con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti, in una conferenza stampa alla sala dei Gruppi alla Camera dei Deputati, intervenendo sul caso Palermo e la conseguente decisione del consiglio direttivo della Lega di B di procedere alla disputata dei playoff e di bloccare invece i playout.
Zappia, calcio e sport centrali per Sky

15 maggio 201920:41

– “Vorrei ribadire che la volontà e l’impegno di Sky Italia nello Sport e nel Calcio italiano sono gli stessi che abbiamo avuto negli ultimi sedici anni, nei quali siamo stati il maggiore e più affidabile investitore nel settore”. L’Amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia

commenta così le dichiarazioni sul futuro del calcio italiano del Presidente della Lega Serie A Gaetano Micciche’, fatte ieri in occasione del panel AWords.
“Siamo pronti – aggiunge Zappia – ad impegnarci in prima linea con la stessa forza e con l’affidabilità di sempre in vista delle prossime scadenze (come ad esempio il nuovo bando della Serie A). Da alcuni mesi Sky ha un nuovo proprietario, Comcast, e l’azienda è ancora più forte e determinata a supportare una continua crescita del business. Un proprietario che possiede anche NBCUniversal e vanta una grande storia di successi nel mondo dello sport a livello globale, di cui comprende molto bene le logiche e che sarà di grande supporto a Sky Italia”.
Calcio: Ajax campione d’OlandaAll’ultima giornata arriva il 34/o titolo

15 maggio 201921:52

Dopo quattro secondi posti consecutivi, l’Ajax ha vinto il 34/o titolo di campione d’Olanda, a parziale consolazione della finale di Champions sfumata. La formazione di Amsterdam lo ha fatto andando ad espugnare 4-1 il terreno del De Graafschap, con le reti di Schoene, Tagliafico e la doppietta di Tadic. Nell’ultima giornata della Eredivisie il PSV Eindhoven, unico che poteva ancora insidiare la squadra allenata da Erik ten Hag, ha vinto in casa (3-1) con l’Heracles. Ma solo un concomitante ko dell’Ajax avrebbe potuto consegnargli il titolo, vista la differenza reti sfavorevole. Classifica finale: Ajax 86 punti, PSV 83. Terzo e staccatissimo (65 punti) il Feyenoord, che ha vinto 4-1 in casa del Fortuna Sittard. Qualche giorno fa l’Ajax aveva vinto la coppa nazionale, battendo in finale il Willem II.
Casellati “calcio sia festa,non scontro”Presidente Senato: “Auguri ai vigili feriti, basta episodi così”

15 maggio 201921:58

– “Molti auguri di guarigione per i vigili urbani che sono rimasti feriti. Mi auguro che episodi di questo genere non debbano più ricorrere perche queste sono manifestazioni in cui ci deve essere una grande festa, non ragioni di scontro, ma di incontro, come logico ci sia in tutte le partite di calcio”. Così la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nell’intervallo della finale di Coppa Italia, sugli incidenti prima del via di Atalanta-Lazio.

C.Italia: opera d’arte contro razzismo”Trittico” di Fugazzotto esposto all’Olimpico

15 maggio 201922:01

– E’ stata svelata durante la finale di Coppa Italia all’Olimpico l’opera realizzata dall’artista milanese Simone Fugazzotto nel corso della partita. Attraverso questa iniziativa, Lega Serie A e Infront vogliono attirare non solo il mondo del calcio ma la società in generale, sui messaggi di integrazione, multiculturalità e fratellanza. “Credo che un artista debba essere in grado di raccontare con la sua visione ciò che gli succede, senza viaggi metafisici – ha dichiarato Simone Fugazzotto -. Mesi fa ho assistito a S.Siro ad uno spettacolo grottesco durante Inter-Napoli: tifosi che fanno il verso della scimmia a giocatori neri avversari. Mi sono sentito talmente umiliato che ho avuto un’idea, proprio in quel momento: avrei dipinto europei, africani e asiatici tutti sotto forma di scimmia”. “Col Trittico ho cercato di raccontare che siamo creature complesse e affascinanti: possiamo essere tristi o felici, cattolici o musulmani ma che quel che determina chi siamo sono le nostre azioni, non il colore della pelle”.

L’addio di De Rossi: rabbia tifosi Roma, contestazione a Trigoria Striscioni contro la società fuori dal centro sportivo

ROMA15 maggio 201915:57

Aria di contestazione a Trigoria. Dopo gli striscioni comparsi nella notte per esprimere la delusione e la rabbia da parte della tifoseria giallorossa per la decisone della Roma di non rinnovare il contratto a Daniele De Rossi, nel pomeriggio un centinaio di sostenitori romanisti si è recato fuori dal centro sportivo per manifestare il proprio malcontento. I tifosi hanno esposto un lungo striscione con sopra scritto “As Azienda oggi chiariamo ‘sta faccenda!”, con evidente riferimento al termine utilizzato più volte ieri dall’ad Fienga durante la conferenza stampa per riferirsi alla Roma. Chiari anche i messaggi comparsi su altri due striscioni: “Fatelo firma’” e “Noi l’AS Roma voi azienda… funebre”.
Palermo in C, la protesta dei calciatori”Ci hanno tolto il diritto di sudare per un traguardo”

PALERMO15 maggio 201913:53

– “Sono giorni fondamentali per il futuro del Palermo e della città”. Si è presentato così in sala stampa il capitano del Palermo Nestorovski, guidando tutti i suoi compagni di squadra schierati compatti alle sue spalle, per leggere un comunicato a nome di tutto il Palermo dopo la decisione della Figc di retrocedere la società in serie C.
“Rivendichiamo come calciatori del Palermo -dice il comunicato- il diritto di poterci guadagnare sul campo la vittoria attendendo, quantomeno, la pronuncia della Corte d’Appello Federale. A quel punto accetteremo il verdetto qualunque esso sia. Ma fino ad allora faremo sentire in ogni sede opportuna e possibile la nostra voce perché siamo stati depredati della nostra dignità. Ci hanno tolto il diritto di sudare per un traguardo. Ci facciamo rappresentanti di una città ferita, di persone che hanno voglia di urlare che, in uno Stato di diritto, così non funziona, che non si possono calpestare i diritti con un colpo di penna deciso in potenziale conflitto di interessi.
De Siervo, SuperChampions da correggereAd Lega A, vogliamo rendere migliore proposta Uefa ed Eca

15 maggio 201912:41

– “L’obiettivo nostro è quello di far rendere di molto migliore la proposta, altrimenti temo dovrà esserci una contrapposizione, anche se sempre civile. Ma sono convinto che non ci arriveremo perché prevarrà la ragionevolezza”. Lo dice l’ad della Lega di A, Luigi De Siervo, parlando della Superchampions al panel Awords in corso a Roma.
Tardelli, no a questa SuperChampionsCampione ’82: mi auguro che ci pensino bene

15 maggio 201912:44

– “Mi auguro che sulla superlega ci pensino bene perché sarebbe un danno per il campionato di Serie A, per quelli inferiori ma anche per la Nazionale”. Lo dice il campione del mondo dell”82 Marco Tardelli, al panel Awords organizzato a Roma dalla Lega di A.
Palermo a Figc, bloccare il play offIl presidente del club siciliano: continuano a essere fiduciosi

15 maggio 201913:15

– “Dal Consiglio federale di domani ci aspettiamo la sospensione dei play off. Poi aspettiamo il verdetto del secondo grado di giudizio che diventa quasi definitivo: noi continuiamo, malgrado tutto, a essere fiduciosi”. Lo ha dichiarato il presidente del Palermo, Alessandro Albanese, commentando la decisione del Consiglio direttivo della Lega di B di far partire i playoff escludendo la società rosanero già dopo il verdetto di primo grado del Tribunale federale nazionale della Figc. “Su questo abbiamo detto tanto, stiamo proponendo ricorso per una sospensione cautelare dei play-off – ha proseguito il numero uno del Palermo a margine di una presentazione a Roma – entro oggi verrà depositato il ricorso (alla Corte federale d’appello, ndr) e poi aspetteremo i verdetti”.
Genoa, assemblea tifosi su ingressoGli abbonati di Gradinata Nord domani voteranno decisione

GENOVA15 maggio 201915:44

– Sarà un’assemblea pubblica a decidere domani se i tifosi rientreranno o meno sabato al Ferraris per la sfida tra Genoa e Cagliari. Lo annunciano gli Ultrà del Genoa con una nota ufficiale. “Preso atto con soddisfazione dell’avvenuta nomina dell’advisor, primo concreto tassello verso la vendita della società – scrivono i tifosi – è stato deciso di convocare una nuova assemblea straordinaria per la giornata di Giovedì 16 Maggio alle ore 21 presso la Sala Chiamata del Porto di Genova, aperta a tutti i genoani, abbonati della Gradinata Nord”.
Nell’assemblea verrà presa per votazione “una decisione riguardante il comportamento da tenere sabato”. Per votare bisognerà avere con sé, sottolineano, l’abbonamento di Gradinata Nord. Gli Ultrà ribadiscono che non è un ammorbidimento della contestazione nei confronti della proprietà a cui chiedono la cessione. La nomina di un advisor in tal senso può però far pendere la decisione verso l’ingresso alla gara che potrebbe valere la salvezza.
Palermo: sindaco valuta azioni legali”A tutela risultati sportivi squadra e immagine della città”

PALERMO15 maggio 201916:34

– Dopo la retrocessione in C decisa dal tribunale federale e il mantenimento del calendario dei play off, senza attendere l’esito dell’appello, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha dato formalmente mandato all’Avvocatura comunale di verificare, anche ma non solo in raccordo con la società Palermo Calcio, la possibilità di azioni legali circa la vicenda specifica della società di calcio, “quindi azioni per l’accertamento e la sanzione di irregolarità e allo stesso per la tutela dei risultati sportivi raggiunti dalla squadra”, nonché “per la tutela dell’immagine di Palermo da azioni intraprese da organi ed enti che potrebbero danneggiare la città nel suo complesso”.
Ira Gasperini: “mano Bastos? Gravissimo”Tecnico Atalanta: “Capirei se non ci fosse Var, così è brutto”

15 maggio 201923:34

– “Questa cosa non l’avevo vista, è brutta, bruttissima. E’ un episodio gravissimo. Capirei non ci fosse la Var, potrei giustificare l’arbitro… Dalla panchina non me n’ero accorto nemmeno io, i giocatori me lo avevano detto ma pensavo che fosse uno dei tanti falli di mano involontari che in campionato hanno causato rigori inesistenti. Così invece si va in direzione esattamente contraria”. Gian Piero Gasperini ha perso le staffe rivedendo al rallentatore il fallo di mano del laziale Bastos, peraltro già ammonito, avvenuto quando il risultato della finale di Coppa Italia era ancora sullo 0-0. Se sanzionato, oltre al rigore contro, il fallo avrebbe lasciato la Lazio in 10 per quasi un’ora.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Casellati,invito azzurre da me in Senato
“Come dice la ct dell’Italia, il pallone rinascerà con le donne”

15 maggio 201922:05

– “Non solo le seguirò, ma le riceverò prima che partano per la Francia. Il primo giugno saranno da me al Senato e avrò il piacere di dare loro un in bocca al lupo”.
L’annuncio è arrivato dalla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati che, presente alla finale di Coppa Italia tra Atalanta e Lazio, ha detto che aspetta la nazionale femminile prima della partenza per i mondiali. “Le donne ormai stanno vincendo uno degli ultimi pregiudizi maschili nei confronti di questo sport e, come dice il loro commissario tecnico, Milena Bertolini, il calcio rinascerà attraverso le donne. Sono veramente una grande speranza per lo sport e il calcio italiano”. “Del resto – ha concluso sorridendo, nell’intervista al vicedirettore di Raisport, Enrico Varriale, – nell’Aula dirigo sempre delle grandi squadre di calcio che si confrontano continuamente. Quindi sarà l’occasione per ricevere le giocatrici. Lo sport è cultura, per comunicare agli italiani quel grande senso di solidarietà che restituisce a tutti noi”.
2-0 all’Atalanta,Coppa Italia alla LazioSettimo sigillo per i biancocelesti

15 maggio 201922:58

– La Lazio ha vinto la Coppa Italia battendo 2-0 l’Atalanta nella finale giocata all’Olimpico. Le reti nella ripresa sono state firmate da Correa e Milinkovic-Savic. Per la Lazio è il settimo trionfo in questo torneo.

C.Italia: Gasperini, perso su episodioTecnico Atalanta: “Subito qualità Lazio, è una squadra forte”

15 maggio 201923:10

– “E’ un peccato, ma queste finali sono così. Il momento decisivo della partita è arrivato nella ripresa e su un episodio da calcio d’angolo abbiamo perso”. Gian Piero Gasperini maschera la delusione della Coppa Italia sfumata nello scontro con la Lazio. “Nel secondo tempo stavamo facendo bene, però abbiamo subito la qualità della Lazio che è una squadra forte” ha aggiunto il tecnico.
Ora testa a domenica, perché c’è un posto nella prossima Champions da difendere: “Superiamo questa delusione, anche se il nostro torneo è stata un’esperienza grandissima. passiamo questa notata e poi pensiamo al campionato” ha concluso Gasperini.

Simone Inzaghi, volevamo la Coppa Italia”Onore all’Atalanta, hanno deciso episodi: stavolta per noi”

15 maggio 201923:17

– “Bellissima serata, davanti ad un pubblico meraviglioso. Ma onore anche all’Atalanta. Una grandissima gara, decisa da episodi che questa volta abbiamo saputo girare a nostro favore”. La vittoria della Coppa Italia non fa dimenticare a Simone Inzaghi che i bergamaschi sono stati avversari degni. “Chi è entrato a partita iniziata ha fatto benissimo – ha aggiunto ai microfoni di Rai1 – E’ una soddisfazione che ci meritiamo per il cammino fatto. La volevamo questa coppa, ce l’abbiamo messa tutta per vincerla e ora ce la godiamo”.

Cairo, De Rossi grande ma non lo prendo”E’ ragazzo eccezionale, ma non in linea con i nostri piani”

15 maggio 201914:11

– “Se prenderei De Rossi al Torino? Sicuramente è un grande giocatore con grandi qualità umane, ma cerchiamo di puntare sulle qualità dei giovani. Non è in linea con quello che vogliamo fare adesso ma è un ragazzo eccezionale”. Così il presidente del Torino Urbano Cairo, a margine del panel AWords organizzato a Roma dalla Lega di A.          [print-me title=”STAMPA”]

Annunci
Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 25 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:05 ALLE 21:42 DI MARTEDì 14 MAGGIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

De Rossi annuncia l’addio alla Roma
Col Parma il 26 maggio l’ultima in giallorosso, poi all’estero

ROMA14 maggio 2019 09:05

– Daniele De Rossi ha annunciato l’addio alla Roma a fine stagione, ma non al calcio giocato. Il centrocampista della Roma, in una conferenza stampa a Trigoria, spigherà dove proseguirà la sua carriera. La gara col Parma del 26 maggio all’Olimpico sarà l’ultima di De Rossi in giallorosso.
Ha ufficialmente ereditato la fascia di capitano da Totti a seguito del ritiro dell’ex n.10 nel maggio del 2017. “Quasi 18 anni fa un giovanissimo Daniele De Rossi – ricorda la Roma su twitter – faceva il suo debutto contro l’Anderlecht. Con il Parma all’Olimpico, giocherà la sua ultima partita con la nostra maglia. Sarà la fine di un’era”.
Pallotta, De Rossi cuore della Roma”Ha sempre incarnato il tifoso sul campo con orgoglio”

ROMA14 maggio 201909:32

– “Per 18 anni, Daniele è stato il cuore pulsante dell’AS Roma”. Così il presidente giallorosso James Pallotta nel giorno in cui arriva la notizia ufficiale dell’addio di De Rossi alla Roma al termine della stagione. “Ha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano” prosegue Pallotta in una nota de club di Trigoria. “Ci commuoveremo tutti quando, contro il Parma, indosserà per l’ultima volta la maglia giallorossa e rispettiamo la decisione di proseguire la sua carriera da calciatore, anche se, a quasi 36 anni, sarà lontano da Roma. A nome di tutta la Società – conclude il presidente – voglio ringraziare Daniele per lo straordinario impegno profuso per il Club. Le porte della Roma per lui rimarranno sempre aperte con un nuovo ruolo in qualsiasi momento deciderà di tornare”.

“Mi è stato comunicato ieri, ma io ho 36 anni non sono scemo, e questo mondo lo conosco. Avevo capito se nessuno ti chiama per 10 mesi neanche per ipotizzare un contratto la direzione è quella. Io ho sempre parlato poco, anche quest’anno, un po’ perché non mi piace, non c’era niente da dire e non volevo creare rumori che potevano distrarre”. La conferenza stampa di Daniele De Rossi a Trigoria si è conclusa con un toccante abbraccio tra il centrocampista e i compagni di squadra, presenti al completo e con indosso una maglia speciale della Roma con sulle spalle il simbolo dell’infinito. “Il 27 maggio (giorno successivo all’ultima di campionato col Parma, ndr) vado in vacanza, una cosa che mi è mancata, ho un gran bisogno di non pensare al calcio anche se poi devo trovarmi una squadra – ha concluso De Rossi -. Mai in Italia? Vediamo… è una cosa completamente nuova per me, ne devo parlare con la mia famiglia, col mio procuratore e con me stesso”.

“Oggi è un giorno triste. Oggi si chiude un altro capitolo importante della storia dell’As Roma, ma sopratutto di Roma…della nostra Roma”. Così Francesco Totti nel giorno in cui il club giallorosso ha comunicato la decisione di non rinovare il contratto a Daniele De Rossi. “Voglio solo dirti che sei stato e che rimarrai per sempre il mio fratello di campo acquisito – scrive Totti -. Ti auguro il meglio in ogni cosa che farai…perché sono sicuro che la farai alla grande, come tutto quello che hai fatto finora. Ti voglio bene Dani”.

“Stamattina ho avuto 500 messaggi. Vedrò se c’è qualche offerta, ma al momento non ho direzioni particolari. Io mi sento un calciatore e mi ci sono sentito quest’anno. Ho ancora voglia di giocare a pallone, mi farei un torto a smettere adesso”. Così Daniele De Rossi nella conferenza stampa di addio alla Roma. “La sensazione che si sarebbe potuto andare avanti per uno o due anni c’era, ma sono decisioni che si prendono a livello societario e globalmente: la società è divisa in più parti, sono cose che vanno rispettate e non posso uscire diversamente”.

E’ stata la Roma a comunicare a Daniele De Rossi che non gli sarebbe stato rinnovato il contratto, e da qui la decisione del giocatore di smettere. Ma, gli viene chiesto, non sarebbe stato più giusto che fosse stato il diretto interessato a decidere quando e come smettere? “Un po’ come è successo a Del Piero – risponde – Ho sempre detto anche a Francesco (Totti ndr), la penso uguale anche per Del Piero. Non sono d’accordo su questo, c’è una società che decide se puoi o non puoi giocare. Possiamo discutere 10 ore su quanto sarei potuto essere importante per la squadra, che non li guardo perché altrimenti scoppio, ma qualcuno un punto deve metterlo. Ci siamo parlati poco quest’anno, un po’ mi è dispiaciuto, le distanze a volte creano questo e spero che migliori perché sono un tifoso della Roma. Non posso dire diversamente”.

La gara col Parma del 26 maggio all’Olimpico sarà dunque l’ultima di Daniele De Rossi in giallorosso. De Rossi ha ufficialmente ereditato la fascia di capitano da Totti a seguito del ritiro dell’ex n.10 nel maggio del 2017.
“Quasi 18 anni fa un giovanissimo Daniele De Rossi – ricorda la Roma su twitter – faceva il suo debutto contro l’Anderlecht. Con il Parma all’Olimpico, giocherà la sua ultima partita con la nostra maglia. Sarà la fine di un’era”.
“Per 18 anni, Daniele è stato il cuore pulsante dell’AS Roma”. Così il presidente giallorosso James Pallotta nel giorno in cui arriva la notizia ufficiale dell’addio di De Rossi alla Roma al termine della stagione.
“Ha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano” prosegue Pallotta in una nota de club di Trigoria.
“Prima o poi si chiude sempre un ciclo per un calciatore, ma sinceramente è una cosa che mi sorprende”. Così Paolo Maldini, bandiera e attuale dirigente del Milan, commenta l’addio alla Roma di Daniele de Rossi. “Non me l’aspettavo – dice ancora a margine di un evento della Lega serie A all’Ara Pacis -, ma lui è sempre stato un’anima molto indipendente. Saprà bene quel che fa e quello che vuole, anche se di sicuro è una scelta dolorosa ma il suo amore per la Roma non è certo in discussione”. “Come giocatore e’ sempre stato un capitano di fatto in campo, di grande personalità e grande tecnica, uno dei calciatore che ho più ammirato”.

“Sono convinto che se potesse finirebbe la carriera a Roma”. Marcello Lippi, l’ex ct che lanciò De Rossi in nazionale, parla così dell’addio ai giallorossi di ‘Capitan Futuro’. “Se è responsabilità delle società? Di questo non dico niente, parlo delle mie impressioni perché non ho neanche parlato con Daniele – aggiunge Lippi ai microfoni di Radio Capital – Probabilmente, siccome la voglia di giocare a calcio è ancora grande, ha deciso di andare altrove per non smettere. Ci siamo goduti questa persona straordinaria, un grande campione e un ragazzo fantastico. Ho avuto il piacere e l’onore di farlo esordire in nazionale, e di accompagnarlo fino a diventare campione del mondo. Come ho detto anche per altri ragazzi presenti in quella fantastica avventura del Mondiale vinto nel 2006, qualunque cosa faranno nella vita sicuramente la faranno bene, perché sono uomini veri, con la U maiuscola”. E sul mondiale in Germania Lippi Lippi ricorda che “qualche erroruccio l’ha commesso anche De Rossi, in certi momenti non si è saputo controllare, come in occasione dell’espulsione contro gli Stati Uniti. Rischiò di far finire il suo mondiale. Ha avuto poi la fortuna di essere disponibile per la finale. E contrariamente a quello che pensavano tanti altri che mi dicevano che non meritava di giocare, io lo feci giocare: aveva sbagliato e pagato, c’era bisogno di lui. E ha avuto anche la soddisfazione di segnare uno dei rigori decisivi. E’ un giocatore molto particolare, che ha segnato tanto e si è prestato a tante soluzioni tattiche. Non vedo in questo momento altri giocatori con queste caratteristiche”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Coppa Italia: appello Lotito ai tifosi
Domani la finale Atalanta-Lazio “sia una giornata di sport”

ROMA14 maggio 201911:31

– “E’ indispensabile sottolineare il rispetto delle regole per far sì che quella di domani sia una giornata di spettacolo e di sport. Rispetto delle regole, orgoglio di appartenenza ai colori biancocelesti”. È l’appello che il presidente della Lazio, Claudio Lotito, rivolge ai tifosi in vista della finale di Coppa Italia in programma domani sera allo stadio Olimpico contro l’Atalanta. “Mi auguro che i tifosi abbiano un comportamento consono” ha sottolineato Lotito in una conferenza stampa. “Sia una bella giornata di sport, che la Lazio abbia la giusta cornice, come l’Atalanta. L’immagine è importante per tutti – ha aggiunto Lotito – l’appello è rivolto soprattutto alle tifoserie più agitate. Il lavoro che si farà alla Lazio sarà su tutto il comparto sicurezza che riguarda il club biancoceleste”.
Maldini, scelta De Rossi mi sorprende”Non in dubbio suo amore per la Roma, in campo vero capitano”

14 maggio 201911:56

– “Prima o poi si chiude sempre un ciclo per un calciatore, ma sinceramente è una cosa che mi sorprende”. Così Paolo Maldini, bandiera e attuale dirigente del Milan, commenta l’addio alla Roma di Daniele de Rossi. “Non me l’aspettavo – dice ancora a margine di un evento della Lega serie A all’Ara Pacis -, ma lui è sempre stato un’anima molto indipendente. Saprà bene quel che fa e quello che vuole, anche se di sicuro è una scelta dolorosa ma il suo amore per la Roma non è certo in discussione”.
“Come giocatore e’ sempre stato un capitano di fatto in campo, di grande personalità e grande tecnica, uno dei calciatore che ho più ammirato”.
A Torino parco intitolato a V. MazzolaDecisione della commissione toponomastica in centenario nascita

TORINO14 maggio 201913:49

– La Città di Torino dedica un giardino a Valentino Mazzola. Nell’anno del centenario della nascita, la commissione toponomastica ha approvato all’unanimità la decisione di intitolare allo storico capitano del Grande Torino e della nazionale italiana, l’area verde all’interno di piazza Galimberti, che prenderà quindi il nome di Parco Valentino Mazzola. Una buona notizia per i tifosi del Torino che lo scorso 4 maggio hanno ricordato il 70esimo anniversario della tragedia di Superga.
R.Sensi, De Rossi meritava più rispetto’Ancora peggio dopo aver sentito sue parole,c’era dell’amarezza’

ROMA14 maggio 201918:40

– “E’ una giornata tristissima, da tifosa e da persona che vuole bene a Daniele. Sono ancora più triste dopo aver sentito le sue parole. Questa decisione sarebbe dovuta arrivare ma non in questo momento, non così non sentendo la sua amarezza”. Rosella Sensi, ex presidente della Roma, commenta così l’addio al club giallorosso di Daniele De Rossi, al quale non verrà rinnovato il contratto in scadenza a giugno. “Queste sono cose che mi dispiacciono – dice ancora – e poi mi vengono in mente tanti ricordi, tanti periodi passati insieme, quando rifiutai l’offerta che mi fu fatta per venderlo. Con Daniele se ne andrà via un pezzo di romanità e di appartenenza. Il futuro della Roma non lo posso immaginare, ma penso sia importante che nel calcio rimangano questo simboli e che non si pensi solo al business”. “Credo che Daniele andasse considerato un po’ di più – aggiunge – e rispettato in maniera diversa. La società ha fatto le sue scelte ma uno come lui è molto importante. Daniele è anche una persona sensibile”.
Miccichè, Uefa arrogante su ChampionsPresidente Lega serie A, sottovalutato ruolo Leghe

14 maggio 201918:41

– “Io dico prima vediamo il contratto, poi lo vediamo e daremo delle risposte adeguate. Ma stando così le cose, a quanto emerso finora, credo che sia stato un errore da parte dell’Uefa e dell’Eca non aver interessato subito le più importanti leghe nazionali. E’ stato un atteggiamento arrogante”.
Lo ha detto il presidente della Lega di serie A, Gaetano Miccichè, intervenendo ad un panel nell’ambito dell’evento “Awords”, organizzato della stessa Lega all’Ara Pacis a Roma.
“C’e’ stata una sottovalutazione dei ruoli – ha aggiunto Miccichè -. E le prese di posizione contrarie di questi giorni fanno capire che non sarà una passeggiata”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Giudice ‘grazia’ Cagliari per cori Kean
“Censurabili ma di rilevanza oggettivamente limitata”

14 maggio 201920:15

– Oltre all’Inter anche il Cagliari non si è visto applicare alcuna sanzione dal giudice sportivo, relativamente alla gara interna contro la Juventus del aprile scorso, quella dei buu razzisti da parte dei tifosi rossoblù nei confronti di Kean e Matuidi. In quell’occasione, Gerardo Mastrandrea aveva disposto nuove indagini sull’accaduto arrivando oggi alla determinazione di non procedere ad alcuna sanzione verso il club rossoblù, “rilevato che è emerso che i cori in questione, pur certamente censurabili, hanno avuto durante la gara una rilevanza oggettivamente limitata anche in ordine alla effettiva percezione”.

NOTA DI MAURIZIO BARRA

Bel lragionamento applicare le sanzioni in questo modo, così facendo, in qualche maniera, si giustificano i cori, non importa quanti li fanno: non si fanno e basta, altrimenti un manipolo di teste di… fa ciò che vuole e nessuno, poichè sono ochi, non applica lel sanzioni e li perdona. Con i mezzi che vi sono per trovare questi disgraziati, si tende a giustificarne fatti di razzismo col fatto che non erano così rilevanti. é meglio che non prosegua e mi autocensuri, ma tutto ciò è vergognoso ed indecente.

FINE NOTA DI MAURIZIO BARRA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Uva, Super Champions? No falsi allarmi
Vicepresidente Uefa “non saranno svalutati i tornei nazionali”

14 maggio 201912:16

– “Le Leghe stanno creando un falso allarme perché stiamo facendo delle consultazioni con tutte le parti interessate: le Federazioni – che incontreremo a Budapest venerdì – i club, le Leghe, i giocatori, i supporter. Il merito sportivo non è trattabile, la partecipazione alle competizioni europee sarà sempre per merito sportivo. Non saranno toccati i weekend, non saranno devalorizzati i campionati nazionali”. Così Michele Uva, vicepresidente Uefa, è intervenuto ai microfoni di Rai Radio1Sport sul contestato progetto Uefa-Eca sulla Super Champions. “L’incidenza dei ricavi delle competizioni Uefa sui fatturati delle top Leghe europee è solo del 9% – ha sottolineato Uva – Se fossi la Lega mi concentrerei su investimenti non solo legati ai diritti tv ma anche al prodotto, alle infrastrutture, ai settori giovanili. Ci deve essere un’evoluzione se vogliamo guardare al futuro. Sentire parlare di sciopero non fa piacere, nello sport questa parola non dovrebbe esistere. Stiamo studiando un percorso dal 2024 in avanti”.
Champions: NY Times “City rischia stop”Per giornale verso esclusione 1 anno per fair play finanziario

14 maggio 201912:39

– Il Manchester City rischia l’esclusione dalla Champions League per almeno un anno avendo violato le regole del fair play finanziario. Lo scrive il ‘New York Times’ che avrebbe appreso la notizia da fonti vicine all’Uefa. Il quotidiano statunitense precisa comunque che la sanzione potrebbe essere scontata nella stagione 2020-2021 e non nella prossima. Questo dopo indagini e verifiche, durante quattro mesi, da parte di un’apposita commissione dell’ente calcistico europeo e da parte anche della Football Association, la federcalcio inglese. In particolare il club che ha appena rivinto il titolo della Premier League, e che ora giocherà anche la finale di FA Cup (dopo aver vinto, contro il Chelsea, anche la coppa di Lega), avrebbe commesso violazioni relative ai contratti di sponsorizzazione che, secondo i commissari, testimonierebbero “la malafede” da parte della società. Chi ha condotto le indagini ha fatto riferimento anche ai documenti resi pubblici a suo tempo da ‘Football Leaks’.
Mancini,da Juve qualcosa di irripetibileCt azzurro: “Vincere 8 scudetti consecutivi non succederà più”

14 maggio 201913:00

– “Non è un caso che abbia vinto tanto in questi anni. Il target può essere la Champions League ma anche vincere otto scudetti consecutivi è una cosa enorme e penso che probabilmente non succederà più”. Ne è certo il commissario tecnico della Nazionale italiana, Roberto Mancini, al forum del Corriere dello Sport ‘Il calcio che vogliamo’. “La Juventus ha lavorato molto bene in questi anni – ha aggiunto il ct azzurro – non solo perché ha preso bravi giocatori e ne ha molti anche in panchina. Ha una rosa molto ampia e molto migliore rispetto alle altre squadre. Ha lo stadio, che è una fonte enorme per una società. Ha lavorato molto bene in questi anni anche strutturalmente”.
Idea Gravina, playoff e playout Serie AN.1 Figc: “E’ libro fantascienza, ma ci possiamo confrontare”

14 maggio 201913:04

– “Il calcio sta vivendo una crisi che ha bisogno non tanto di regole ma di un nuovo cambiamento. Deve cambiare verso. In maniera molto provocatoria, avevo parlato di play off e play out in Serie A. E una modalità per aprire un confronto, ma è un’idea che mettiamo sul libro di fantascienza e poi ci possiamo confrontare”. Lo dice il n.1 della Figc, Gabriele Gravina. “Ci può essere una prima fase di campionato con 10 squadre da play off e 10 da play out, poi una seconda fase che genererebbe interesse”.
De Rossi,Lippi,”se potesse, resterebbe”Ct mondiale: “Grande campione, segnò rigore in finale a Berlino”

14 maggio 201913:29

– “Sono convinto che se potesse finirebbe la carriera a Roma”. Marcello Lippi, l’ex ct che lanciò De Rossi in nazionale, parla così dell’addio ai giallorossi di ‘Capitan Futuro’. “Se è responsabilità delle società? Di questo non dico niente, parlo delle mie impressioni perché non ho neanche parlato con Daniele – aggiunge Lippi – Probabilmente, siccome la voglia di giocare a calcio è ancora grande, ha deciso di andare altrove per non smettere. Ci siamo goduti questa persona straordinaria, un grande campione e un ragazzo fantastico. Ho avuto il piacere e l’onore di farlo esordire in nazionale, e di accompagnarlo fino a diventare campione del mondo”. E sul Mondiale in Germania Lippi Lippi ricorda che “qualche erroruccio l’ha commesso anche De Rossi, in certi momenti non si è saputo controllare, come in occasione dell’espulsione contro gli Stati Uniti. Rischiò di far finire il suo mondiale. Ha avuto poi la fortuna di essere disponibile per la finale. in cui segnò un rigore”.
‘Parisien’,Psg vuole Kroos,Isco e BaleI tre sono in uscita da Madrid. Pronti 210 milioni per averli

14 maggio 201913:30

– Il Paris St. Germain ha messo un trio del Real Madrid al centro dei propri obiettivi del mercato estivo. Lo scrive il giornale ‘Le Parisien’, precisando che il principale obiettivo del Psg, richiesto espressamente dal tecnico Tomas Tuchel, è il regista delle ‘merengues’ Toni Kroos.
Ma i francesi punterebbero anche su Bale, in uscita dal Real e al passo d’addio al Bernabeu contro il Betis, e su Isco, un altro del quale l’allenatore del Madrid Zinedine Zidane avrebbe deciso di fare a meno nella prossima stagione.
Il Psg avrebbe anche già stanziato la cifra necessaria per portare i tre sotto la torre Eiffel, e che sarebbe di 210 milioni di euro: 80 per Kroos, 70 per Bale e 60 per Isco. E’ invece da escludere, secondo il quotidiano parigino, che Neymar possa fare il percorso inverso, trasferendosi a Madrid.
De Laurentiis,Gravina controlli i debitiN.1 Napoli, ‘Perché investire tanto e poi avere solo tre cambi?’

14 maggio 201913:38

– “Non si può permettere a qualcuno di spendere più di quanto fattura, bisognerebbe far luce e lo dico a Gravina che si è appena insediato: come si può far ripartire i campionati con gente che ha dei debiti e continua a indebitarsi? Come si fa ad avere dei media che incitano a spendere di più per comprare i grandi giocatori?”. Se lo domanda il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nel corso del forum ‘Il calcio che vogliamo’ organizzato dal Corriere dello Sport a Roma. “Il calcio non è più uno spettacolo per giovani, ma per vecchi – ha aggiunto il patron del club partenopeo – La più grossa cazzata del mondo è comprare giocatori e poter fare solo tre cambi. Ma chi l’ha detto? Chi l’ha scritta questa regola? Siamo industriali o no? Vogliamo innovarci o no? Vogliamo essere dipendenti da Fifa e Uefa oppure solo al mondo del calcio?”.
De Rossi,”io no dirigente,potere a Totti”Potrebbe piacermi allenare: nessun rancore, ma non sono felice”

ROMA14 maggio 201913:40

– “Potrebbe piacermi studiare e fare l’allenatore, per ora mi interessa molto meno fare il dirigente, non mi attira particolarmente perché credo che si possa incidere poco per cambiare le cose. Faccio fare il lavoro sporco a Francesco (Totti, ndr) e spero prenda più potere possibile. Poi se cambio idea, lo raggiungerò”. Così Daniele De Rossi in conferenza stampa a Trigoria nel giorno in cui la Roma ha annunciato la conclusione della sua carriera in giallorosso.
“Non ho rancore, ma certo non posso essere felice, un giorno forse ne parlerò anche col presidente (Pallotta, ndr) e con Franco Baldini. Sono dispiaciuto che ci siamo parlati poco quest’anno ma le distanze creano incomprensioni di questo genere e spero che la società migliori in questo senso” conclude il centrocampista.
Coppa Italia:De Siervo,entusiasmo finaleAd Lega Serie A “sarà spettacolo all’Olimpico, andrà tutto bene”

14 maggio 201913:43

– “Il successo nella vendita dei biglietti dimostra come il pubblico abbia accolto questa finale di Coppa Italia un po’ come le semifinali di Champions. C’è grande entusiasmo, ci sono due squadre che hanno giocato il calcio più bello quest’anno e siamo contenti che sia una finale inedita”. Così l’amministratore delegato della Lega serie A, Luigi De Siervo, a margine di un evento di Dazn nell’ambito di “Aword”, organizzato dalla stessa Lega all’Ara Pacis.
“C’è grande fermento anche perché abbiamo voluto costruire intorno una serie di eventi come questo – ha proseguito De Siervo – ma lo spettacolo più grande sarà all’Olimpico con un bellissimo pre-partita, con tante sorprese, e la cerimonia finale”. “Sono fiducioso che tutto vada bene anche sotto il profilo dell’ordine pubblico – ha proseguito -. Ci sono duemila poliziotti e credo che le istituzioni abbiano tutti gli strumenti per far bene in armonia con le tifoserie. Penso a una grande festa di sport e non temo davvero niente”.
De Rossi, se io ds mi sarei confermatoAddio Roma del giallorosso: “Sereno nell’accettare la decisione”

14 maggio 201913:46

– “Se fossi stato un dirigente gli avrei consigliato altro. Io a un giocatore come me lo avrei rinnovato il contratto, ma sono sereno nell’accettare questa decisione”. Così Daniele De Rossi nella conferenza stampa convocata a Trigoria per spiegare il divorzio a fine stagione con la Roma.
Miccichè, fare meglio su diritti esteri’Tranne Premier League, Serie A alla pari di Liga e Bundesliga’

14 maggio 201913:47

– “Il nostro problema nei confronti della Liga sono i diritti che abbiamo venduto all’estero a meno di loro, e su questo si può fare sicuramente meglio”. È quanto riferito dal presidente della Lega di A, Gaetano Miccichè, al forum ‘Il calcio che vogliamo’ organizzato dal Corriere dello Sport a Roma. “La Premier League è un’altra cosa per tutta una serie di motivazioni”, ha aggiunto Miccichè sottolineando che comunque “il fatturato del calcio italiano è analogo a quello spagnolo e tedesco e superiore a quello francese. Quello spagnolo ha vissuto una situazione unica con Messi e Ronaldo che negli ultimi anni hanno valorizzato il loro prodotto”.
De Siervo,riforma Champions uccide sogno”Business conta ma con equilibrio, Lega pronta a dire no”

14 maggio 201913:50

– “Se quella riforma dovesse essere varata come è stata scritta, cinque grandi campionati nazionali rischiano di diventare quasi irrilevanti. Se pensiamo alla disparità che oggi ha portato la Juve a vincere con largo anticipo il campionato, quella forbice rischia di diventare ancora più grande. La Lega serie A chiede con le altre quattro leghe europee più importanti attenzione ed equilibrio. Se così non fosse, tutte le scelte sarebbero possibili, compresa quella dello sciopero, anche se come più estrema”. Cosi’ l’ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, a margine di un evento di Dazn organizzato a Roma all’Ara Pacis dalla stessa Lega. “Il calcio è business, ma resta sempre e soprattutto sogno di fare l’impresa e vincere contro una squadra più titolata – ha dteto ancora De Siervo -. La rincorsa al super fatturato è legittima ma sembra non siano state valutati gli impatti sulle leghe nazionali e soprattutto sulle piazze. Feste come quelle di domenica a Lecce rischiamo di non vederle più”.
Tommasi, chi lancia giovani è esoneratoN.1 Aic e l’esempio Zaniolo “non si accetta medio-lungo termine”

14 maggio 201913:54

– “Chi lancia i giovani in Italia viene esonerato. Zaniolo lo ha lanciato un allenatore che non è più l’allenatore della Roma e ci sono altri esempi. Non si accetta in Italia il medio-lungo termine”. Lo ha detto il presidente dell’Associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, al Forum ‘Il calcio che vogliamo’ al Corriere dello Sport.
N.1 Figc, ‘Questione sarà approfondita da Consiglio federale’

14 maggio 201914:21

– “E’ nelle prerogative della Lega di B dare seguito alla sentenza (sulla retrocessione del Palermo, ndr) che è esecutiva e proseguire con i playoff. Una riflessione più approfondita dobbiamo farla sui playout, perché mi sembra che il Consiglio direttivo della Serie B non abbia competenza in materia. Per cui sarà questo motivo di approfondimento al prossimo consiglio federale”, in programma giovedì 16 maggio. Lo dice il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, al forum al Corriere dello Sport dal titolo ‘Il calcio che vogliamo’.
Gravina:su playout Lega B non competenteN.1 Figc, ‘Questione sarà approfondita da Consiglio federale’

14 maggio 201914:24

– “E’ nelle prerogative della Lega di B dare seguito alla sentenza (sulla retrocessione del Palermo, ndr) che è esecutiva e proseguire con i playoff. Una riflessione più approfondita dobbiamo farla sui playout, perché mi sembra che il Consiglio direttivo della Serie B non abbia competenza in materia. Per cui sarà questo motivo di approfondimento al prossimo consiglio federale”, in programma giovedì 16 maggio. Lo dice il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, al forum al Corriere dello Sport dal titolo ‘Il calcio che vogliamo’.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Balata ‘Palermo? Fatti gravi,Figc aiuti’
N.1 Lega B, ‘Vicenda per cui ci sto male personalmente’

14 maggio 201914:31

– “Stiamo cercando di strutturare un sistema interno di regole che sia più chiaro e di facile applicabilità. È chiaro che abbiamo bisogno del contributo della federazione. Ci troviamo improvvisamente catapultati in una vicenda che leggendo le carte e leggendo la decisione che è arrivata ieri mentre eravamo riuniti in consiglio direttivo, si tratta di fatti molto gravi di anni antecedenti”. Lo dice il presidente della Lega di B, Mauro Balata, commentando la decisione del Consiglio direttivo della Lega di bloccare la corsa dei playout a seguito della sentenza di condanna alla retrocessione del Palermo per la questione dei presunti illeciti amministrativi del club rosanero tra le stagioni 2014 e 2017. “Questa cosa mi ha afflitto personalmente. Fatti che iniziano tre stagioni prima dovevano essere gestiti diversamente”.
C.Italia: Snai pronostico in equilibrioLa ‘settima’ della Lazio a 1,85, il bis dell’Atalanta a 1,95

14 maggio 201914:33

– Il miglior rendimento dell’Atalanta in campionato avvantaggia, seppur di pochissimo, la squadra di Gasperini, nelle quote sul risultato al 90′. La maggior esperienza della Lazio in partite del genere mette i biancocelesti in una leggera posizione di favore nella scommessa secca su chi alzerà il trofeo nella finale di Coppa Italia. Gli analisti Snai disegnano quindi un pronostico bilanciatissimo in vista della gara di domani sera all’Olimpico. La squadra di Gasperini ha battuto la Lazio in entrambi gli scontri diretti di quest’anno in campionato e sta tenendo un ritmo forsennato (ha vinto cinque di gare di fila in tutte le competizioni e non perde da fine febbraio): è favorita a 2,65 per fare suo il risultato al 90′, contro il 2,70 sugli avversari e il 3,35 sul pareggio. La situazione si ribalta nella giocata su chi alzerà il trofeo: la squadra di Inzaghi, ha già vinto sei Coppe Italia ed è alla sua decima finale: il settimo trionfo è dato a 1,85, il secondo successo atalantino vale invece 1,95.
Gravina “De Rossi da tutelare”Presidente Figc: “Testimone valori encomiabili, cuore di Roma”

14 maggio 201914:38

– “Daniele è un ragazzo straordinario, è stato con me nel 2004 nell’ultimo Europeo Under 21 vinto dall’Italia e sempre con la nostra Nazionale ha vinto l’ultima medaglia olimpica. Daniele è un cuore di Roma, sempre fedele alla Roma e testimone di valori encomiabili, da tutelare e rispettare”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a margine del forum al Corriere dello Sport ‘Il Calcio che vogliamo’, commentando l’annuncio di Daniele De Rossi di lasciare la Roma a fine stagione.
Trofeo Galeazzi a Roma,ecco gli Under 14Trastevere, Ostiamare, Petriana,Lodigiani, c’è tutta la capitale

14 maggio 201914:46

– Entra nel vivo la 33/a edizione del Torneo Galeazzi, organizzato dalla Fondazione Cavalieri di Colombo, in ricordo della figura del Conte Enrico Pietro Galeazzi. Negli Under 14 siamo giunti ai quarti di finale e ci sono le otto qualificate ai quarti, che si affronteranno così accoppiate: Grifone M.-Trastevere, Ostiamare-SVS Roma, Tor Tre Teste-Petriana, Romulea-Lodigiani. Dopo le semifinali, le due vincenti andranno ad affrontare in due gironcini da tre squadre nella fase finale Roma, Frosinone, VJS Vantaa e NK Maribor queste ultime due provenienti rispettivamente da Finlandia e Slovenia. Proseguono invece a gran ritmo le eliminatorie nei Primi Calci e nei Pulcini. Per arrivare sul podio sono complessivamente 99 le gare calcistiche programmate nel torneo, a cui si va ad aggiungere la più importante partita “sociale” che il torneo intende realizzare. Si gioca nei cinque centri sportivi dei Knights of Columbus a Roma, ovvero Pio XI, Lungotevere di fronte al Foro Italico, San Lorenzo, Primavalle e Valle Giulia.
De Laurentiis, spacciatori negli stadiSanta Thatcher mentre noi siamo Paese più corrotto del mondo

14 maggio 201914:54

– “Il calcio inglese ha avuto una santa come la Thatcher mentre da noi il Ministero degli Interni dorme ed è assente da 20 anni e si nasconde dietro un dito, mentre noi abbiamo spacciatori di cocaina nei nostri stadi”. Così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, al forum del Corriere dello Sport ‘Il calcio che vogliamo’. “Parliamo dell’interruzione delle partite? Ci deve pensare il questore? Ma che ne sa il questore – aggiunge De Laurentiis – Paghiamo la Polizia senza che sia negli stadi, e avete anche inventato il problema degli steward che a volte sono collusi con la malavita. Questo è il Paese più corrotto del mondo”.
Micciché, situazione A non così negativaN.1 Lega:”E’ vero che Juve domina, ma in sei lottano per Europa”

14 maggio 201915:14

– “Io non sono convinto che la situazione del calcio italiano e della Serie A sia così negativa. E’ vero che c’è una squadra che sta dominando, la Juventus, ma siamo a due giornate dalla fine del campionato e abbiamo ancora sei squadre che lottano per l’Europa e altre sei che lottano per non retrocedere in Serie B”. Lo ha dichiarato il presidente della Lega di Serie A Gaetano Miccichè nel corso del forum “Il calcio che vogliamo” organizzato presso la sede de ‘Il Corriere dello Sport’ a Roma.
Sloveno Skomina arbitra finale ChampionsTottenham e Liverpool in campo l’1 giugno al Wanda Metropolitano

14 maggio 201915:56

– E’ lo sloveno Damir Skomina l’arbitro designato per la finale di Champions League Tottenham-Liverpool di sabato 1 giugno al Wanda Metropolitano di Madrid. Lo ha reso noto l’Uefa. Collaboratori del direttore di gara saranno gli assistenti Jure Praprotnik e Robert Vukan, anche loro sloveni, mentre il ruolo di quarto uomo è affidato allo spagnolo Antonio Mateu Lahoz. Al Var l’olandese Danny Makkelie che avrà come videocollaboratori Pol van Boekel, Felix Zwayer e Mark Borsch.
Coppa Italia: Atalanta arrivata a RomaPapu Gomez incoraggiato da turisti argentini a Fiumicino

FIUMICINO (ROMA)14 maggio 201916:00

– L’Atalanta, che domani sera allo stadio Olimpico sfiderà la Lazio nella finale di Coppa Italia, è a Roma. Gasperini ed i giocatori sono sbarcati alle 15.20, da un volo charter, all’aeroporto di Fiumicino. I bergamaschi, sotto l’occhio delle forze di polizia, sono poi saliti sul pullman societario, nerazzurro, all’esterno del Terminal 1 partenze, che ha lasciato allo scalo romano pochi minuti dopo. Diversi i curiosi, tra passeggeri ed operatori aeroportuali, che si sono fermati a riprendere con telefonini l’arrivo della squadra e non è mancato l’incitamento di alcuni di chiara fede romanista. Alcuni argentini hanno richiamato a gran voce “Papu” Gomez che, sorridente e sorpreso, si è fermato con loro per dei selfie e per ricevere degli incoraggiamenti.
De Rossi: Nainggolan, storia già vistaTweet di Radja che non dimentica la sua ex squadra

14 maggio 201916:33

– Radja Nainggolan non dimentica la Roma, sua ex squadra alla quale continua a sentirsi legato. Lo dimostra con il tweet con cui commenta l’addio a fine stagione ai colori giallorossi di Daniele De Rossi, al quale la società ha comunicato di non voler rinnovare il contratto. “DDR, Che dire – commenta Nainggolan -. Una storia già vista”. La considerazione del ‘Ninja’ belga sembra un riferimento all’addio dell’altro ex capitano Francesco Totti e, forse, anche alla propria vicenda.
“Insigne non si sente amato abbastanza”Adl “Se vuole andare via non lo posso obbligare a rimanere ”

14 maggio 201916:37

– “Se Insigne giocherà nel Napoli la prossima stagione? Insigne mi risulta che sia un giocatore del Napoli, è napoletano. Ha sempre dimostrato un grande attaccamento alla maglia, se poi questa grande responsabilità di essere anche napoletano gli ha giocato nel passato e gli potrebbe giocare nel futuro una idiosincrasia con quei tifosi, che dico che non sono tifosi, non posso certo obbligarlo a rimanere suo malgrado”. Queste le parole del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. “Lui più volte, quattro anni fa o sei anni fa e anche recentemente prima di accordarci con Raiola, mi ha chiesto di andare via perché non si sentiva amato”, ha aggiunto il patron partenopeo a margine del forum ‘Il calcio che vogliamo’ al Corriere dello Sport’.
“Playoff e playout Serie A inattuabili”De Laurentiis boccia proposta “Quale pepe darebbe?”

14 maggio 201916:41

– “Playoff e playout in Serie A? Secondo me è una proposta inattuabile, quale pepe darebbe?”. È la risposta del patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis all’idea lanciata da Gabriele Gravina sulla possibilità di istituire playoff e playout in Serie A. “Credo che noi dobbiamo fare una seria riflessione su una questione primaria, smetterla solamente di pensare allo stadio reale ma soprattutto pensare allo stadio virtuale – ha sottolineato il numero uno del club partenopeo a margine del forum ‘Il calcio che vogliamo’ organizzato presso la sede del Corriere dello Sport a Roma – perché quando noi ci rivolgiamo allo stadio virtuale parliamo di 20-25 milioni di tifosi in Italia e 300-400 milioni nel mondo. Invece quando parliamo di stadi parliamo di domeniche dove al massimo abbiamo decine di migliaia di presenze”.
De Rossi: Zaniolo “ho pianto””Mi ha accolto come un figlio: sogno è regalargli la Champions”

14 maggio 201917:09

– “Non mi interferisco nelle scelte della società e di Daniele. Perdere un capitano così sarà pesante, io lo ringrazio per avermi accolto e trattato alla Roma come un figlio. Ricordo che ancora prima di arrivare mi ha scritto dicendomi ‘benvenuto nella tua nuova famiglia, io sono il vecchio di casa, sei uno di noi'”. Così Nicolò Zaniolo sull’addio di De Rossi alla Roma. “Non nascondo che qualche lacrima mi è scesa al saluto di oggi – ha aggiunto a margine della cerimonia di consegna del premio ‘Beppe Viola’ al Salone ‘onore del Coni – perché ancora una volta Daniele ha dimostrato quanto conta per la società e per la squadra. È un giocatore assurdo, un leader sia in campo che fuori. La Roma senza di lui perderà tanto. La nostra speranza e il nostro obiettivo è quello di fargli un regalo portando la Roma in Champions. Anche se è difficile ce la metteremo tutta”.
Relazione su cori in ritardo,Inter salvaGiudice sportivo, sette squalificati per un turno

14 maggio 201917:09

– Nessun provvedimento a carico dell’Inter per i cori di denigrazione territoriale segnalati dalla Procura ieri durante Inter-Chievo, posticipo della 36ma giornata di Serie A. Così il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea che ha “deciso di non applicare sanzioni alla società Internazionale in quanto la relazione non è pervenuta nei termini previsti”.
Sono sette i giocatori di Serie A squalificati, tutti per un turno, dal Giudice sportivo dopo la 36ma giornata di campionato.
Si tratta di Bourabia (Sassuolo), Bruno Alves, L.Rigoni (Parma), N.Rigoni (Chievo), Palomino (Atalanta), Radu (Lazio) e Romero (Genoa). Ammende per Inter (10.000 euro), Torino (3.500 euro) e Spal (3.000 euro).
Zaniolo “Vedo mio futuro in giallorosso””A fine stagione ci vediamo, contento di restare alla Roma”

14 maggio 201917:12

– “Il mio futuro? Ho ancora quattro anni di contratto con la Roma, a fine campionato ci metteremo a tavolino con il mio procuratore e la società ma sono sereno e vedo il mio futuro ancora giallorosso. Sono positivo sul mio rinnovo contento di restare alla Roma”. Così Nicolò Zaniolo a margine della cerimonia di consegna del premio Beppe Viola al salone d’onore del Coni.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

De Rossi: Pjanic, sua storia emoziona
Bosniaco su Instagram:”privilegio aver condiviso parte percorso”

TORINO14 maggio 201917:14

– Quella tra Daniele De Rossi e la Roma “è una storia che ti emoziona solo a sentirla raccontare”.
Parole di Miralem Pjanic, centrocampista della Juventus ma con un passato alla Roma insieme a De Rossi, che proprio oggi ha annunciato il suo addio al club giallorosso. “Aver avuto il privilegio di condividerne un pezzo è qualcosa di cui sarò per sempre grato – ha aggiunto il centrocampista bosniaco nel post su Instagram dedicato all’ex compagno -. Buona fortuna Daniele, Brate moj (fratello mio, ndr)”.
De Rossi: Totti, oggi è un giorno triste”Si chiude altro capitolo,Daniele per sempre fratello acquisito”

14 maggio 201917:43

– “Oggi è un giorno triste. Oggi si chiude un altro capitolo importante della storia dell’As Roma, ma sopratutto di Roma…della nostra Roma”. Così Francesco Totti nel giorno in cui il club giallorosso ha comunicato la decisione di non rinovare il contratto a Daniele De Rossi. “Voglio solo dirti che sei stato e che rimarrai per sempre il mio fratello di campo acquisito – scrive Totti -. Ti auguro il meglio in ogni cosa che farai…perché sono sicuro che la farai alla grande, come tutto quello che hai fatto finora. Ti voglio bene Dani”.
Inzaghi “Vinciamola, è nel nostro Dna”C.Italia, tecnico Lazio ‘E’ la strada più corta per l’Europa’

14 maggio 201917:54

– “E’ una partita importantissima, ho la fortuna di avere tanti giocatori in rosa che hanno giocato partite importanti ma ci dobbiamo arrivare molto lucidi e consapevoli di noi stessi. Ce l’abbiamo nel nostro dna questo tipo di partite”. Lo dice il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi alla vigilia della finale di Coppa Italia con l’Atalanta. “Per andare in Europa abbiamo due strade, questa è la più corta e semplice”, ha aggiunto Inzaghi, rivelando che “l’ho detto anche al Presidente Mattarella, queste squadre hanno meritato di arrivare in finale dopo una cavalcata esaltante”.
‘Mio futuro? Ne parliamo alla fine’Tecnico, ‘Non dipende da una partita, decideremo con società’

14 maggio 201917:56

– “Il mio futuro alla Lazio? Penso non si debba decidere da un’unica partita. Verrà deciso a fine campionato tra Inzaghi stesso e la società senza alcun problema.
Questo non è il momento per parlarne”. Lo dice l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, parlando del suo futuro sulla panchina biancoceleste alla vigilia della finale di Coppa Italia contro l’Atalanta.
Giorgetti,droga in stadi?Viminale vigilaSottosegretario risponde a frasi De Laurentiis su spacciatori

14 maggio 201917:57

– “Spacciatori in stadi? Probabilmente ci sono, temo che sia vero, ma il Viminale non dorme, fa quello che fa e con dei risultati ma c’e molto da fare. Noi abbiamo presentato proposte ad hoc ma il Parlamento ha preferito operare con norme ordinarie, ma magari servono interventi più incisivi”.
Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, a margine dell’ evento “Awords” organizzato dalla Lega serie A all’Ara Pacis, commentando le parole del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in merito all’ordine pubblico negli stadi.
Lulic “Vediamo chi corre di più”Capitano Lazio, ‘Io come 26 maggio? Basta che segni qualcuno’

14 maggio 201917:57

– “Abbiamo analizzato la sconfitta in campionato ma domani sarà un’altra partita e cercheremo di non fare gli stessi errori di dieci giorni fa. Serve la testa ma anche la fisicità, se corrono loro, corriamo anche noi. Domani vediamo chi corre di più”. È la sfida lanciata all’Atalanta dal capitano della Lazio, Senad Lulic, alla vigilia della finale di Coppa Italia. A chi gli chiede se sogna di ripetersi in finale dopo il gol decisivo nel derby del 26 maggio 2013 contro la Roma, Lulic replica: “Spero che domani segnerà qualcun altro: non importa chi segna, importa che la vinciamo”. “Siamo pronti – ha concluso – ma per battere l’Atalanta ci servirà qualcosa di più di Cagliari”.
De Rossi: Mancini, giorno triste calcioCt, ‘Provai a portarlo al City ma aveva maglia Roma addosso’

14 maggio 201918:08

– “Sicuramente provo un grande dispiacere perché quando un giocatore dalla sua gioventù gioca per una sola squadra nella sua carriera questa è una cosa particolarissima. È un giorno triste perché non succede spesso nel calcio”. Lo dice il ct della nazionale, Roberto Mancini, parlando dell’addio alla Roma di Daniele De Rossi. “L’ho sempre considerato uno dei migliori centrocampisti al mondo e lo volevo al Manchester City – ha rivelato Mancini a margine della cerimonia di consegna del Premio Beppe Viola al Salone d’Onore del Coni – quell’anno ho pensato che poteva essere il giocatore adatto per noi. Ma non ce l’abbiamo fatta perché lui valeva la maglia della Roma addosso ed è stato impossibile”.
Gasperini, non favoriti ma ci crediamoTecnico Atalanta: Lazio già battuta ma domani è un’altra partita

14 maggio 201919:22

– “Vedo la squadra molto concentrata.
Questa è stata la nostra forza, saperci isolare dal contesto esterno. La Lazio è un avversario forte e averli battuti pochi giorni fa ci ha dato la consapevolezza che possiamo vincere, ma domani è un’altra partita. Si riparte dallo 0-0 e non ci sono favoriti. È una finale imprevedibile, aperta a ogni risultato, una partita alla nostra portata. Abbiamo le nostre chance”. Così il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, alla vigilia della finale di Coppa Italia in programma all’Olimpico.
Nesta, De Rossi tra più forti d’Europa”Grande rispetto nei derby” dice ex capitano della Lazio

PERUGIA14 maggio 201919:42

– “Daniele De Rossi? Uno dei centrocampisti più forti del calcio italiano ed europeo.
Giocatore tecnico, forte, bravo di testa, capace di difendere e di fare gol. Con lui c’è sempre stato un rapporto speciale, ai derby sempre grande rispetto e stima sia con lui che con Francesco Totti”. Così l’ex capitano della Lazio, Alessandro Nesta, nel giorno dell’addio del capitano alla Roma.
“Daniele un mio grande amico e durante i mondiali del 2006 che l’Italia ha vinto in Germania, complice il mio infortunio e la sua squalifica, abbiamo trascorso moltissimo tempo insieme.
Oltre ad essere stato un giocatore fenomenale, uno dei mediani più completi che c’è stato – ha spiegato l’attuale allenatore del Perugia – De Rossi è un ragazzo intelligente e una persona molto piacevole. Dal punto di vista del carattere mi sento molto simile a lui”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Il Genoa è in vendita, nominato advisor
E’ ‘Assietta’, affiancata da un soggetto internazionale

GENOVA14 maggio 201920:34

– Il Genoa è ufficialmente in vendita. Con un comunicato emesso in serata la società del presidente Enrico Preziosi ha annunciato l’advisor che seguirà l’eventuale cessione del club. Proprio la nomina di un advisor era una delle condizioni imposte dalla tifoseria che da settimane ha iniziato una durissima contestazione nei confronti del presidente Enrico Preziosi.
“Il Genoa comunica che è stato conferito mandato ad Assietta spa, società di consulenza finanziaria specializzata in Corporate Finance, quale advisor per la cessione della Società.
A supporto del processo di vendita, l’advisor verrà altresì affiancato da un soggetto avente profilo e network internazionali”.           [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:24 ALLE 16:41 DI GIOVEDì 09 MAGGIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve, presto l’incontro Agnelli-Allegri
Tecnico potrebbe incontrare presidente tra oggi e domani

TORINO 09 maggio 2019 09:24

E’ atteso per oggi, o al più tardi domani, l’incontro tra Massimiliano Allegri e Andrea Agnelli. Ancora poche ore, dunque, e si saprà se le strade dell’allenatore, che ha ancora un anno di contratto, e della Juventus si separeranno o meno. Al momento non sembrano trovare conferma le indiscrezioni secondo cui il tecnico degli ultimi cinque scudetti sia pronto all’addio, con Antonio Conte – ma anche Pep Guardiola – in pole position per sostituirlo. Allegri, 5 scudetti, 4 Coppe Italia e 2 Supercoppe con la Juventus, è alla Continassa per dirigere l’allenamento mattutino di Chiellini e compagni, attesi domenica dalla trasferta contro la Roma ancora a caccia di una qualificazione in Champions League. Tra un allenamento e l’altro, sembra proprio che il tanto atteso momento per “analizzare cosa è andato e non è andato e pianificare il futuro” – come annunciato dallo stesso Allegri nei giorni scorsi – sia ormai arrivato. “Tutti gli anni si dice che vado via e poi resto. E questa volta abbiamo il vantaggio di un mese in più per pianificare”, ha detto Allegri nei giorni scorsi, smentendo qualunque tipo di contrasto con club. “Non c’è assolutamente alcun problema”, aveva detto.Il matrimonio tra Massimiliano Allegri e la Juventus sarebbe ai titoli di coda e pronto a tornare sulla panchina bianconera ci sarebbe Antonio Conte. La voce è stata rilanciata in serata da Repubblica e Stampa on line in apertura, e dai siti di Mediaset, ma secondo fonti vicine alla società bianconera è una notizia priva di fondamento.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

In Champions è dominio britannico
Stampa britannica in estasi dopo la nuova rimonta

LONDRA09 maggio 201912:23

Stampa britannica in estasi dopo l’impresa del Tottenham che ha conquistato la sua prima finale di Champions. Protagonista della vittoria sull’Ajax, Luca Moura, oggi su tutte le prime pagine. “Moura the same” gioco di parole tra il nome del brasiliano e l’espressione inglese che significa “identico”, è il titolo più ricorrente, usato da Daily Star, Daily Express e Sun. Didascalia d’obbligo per ricordare anche il capolavoro del Liverpool, prossimo avversario degli Spurs in finale. Se quello dei Reds era stato ribattezzato “il miracolo di Anfield”, “ora il miracolo è di Moura” apre il Daily Telegraph”. Per Independent “Moura è l’uomo dei miracoli per gli Spurs”. “E’ successo di nuovo”, il titolo scelto dal Times, con doppio riferimento: all’impresa dei Reds contro il Barcellon.
“Puoi fare qualsiasi cosa”, titola il Guardian. Ma quella di Johan Cruyff resterà per sempre la notte di Moura, come ricorda il Mirror, con l’ennesimo gioco di parole: “One Moura miracle”, ovvero “un miracolo in più”.
Lucas: ‘impossibile spiegare, ora tutto possibile’  – “Ora tutto e’ possibile”. Sembra uno spot, invece è la parola d’ordine del Tottenham. E in generale del calcio inglese, che con due rimonte incredibili si è presa per intero la finale di Champions, Liverpool contro Spurs. “Non ho parole per spiegare questo momento – ha raccontato Lucas Moura, eroe del ribaltamento ad Amsterdam ieri sera, alla tv del suo club. Nell’intervallo, quando eravamo sotto di 2-0, ci siamo detti che se avessimo segnato un gol avremmo potuto farcela. E quando ho segnato il primo dei miei tre, abbiamo pensato: ecco…Ora, giocando così, tutto è possibile”. Il riferimento è alla finale del 1° giugno a Madrid, quando il Liverpool partirà da favorito. Sulla carta. “La finale è un sogno, di quelli che si coltivano da bambini”, ha aggiunto il brasiliano. “Questo è il momento migliore della mia carriera: quando all’ultimo secondo mi è arrivato quel pallone, ho calciato e ho visto la rete che si gonfiava, tutto questo e molto altro mi è passato per la testa: sì, è davvero inspiegabile”.

Champions, dopo ko, Ajax crolla in BorsaMalgrado il calo, il titolo è a +52% rispetto all’anno scorso

09 maggio 201910:03

– L’Ajax crolla in Borsa dopo la sconfitta di ieri con il Tottenham che le costa la finale di Champions League. Le azioni della squadra olandese sono precipitate del 21% all’apertura della piazza di Amsterdam, cancellando così il rally, dello stesso valore, che aveva avviato dopo la vittoria a Londra nella partita d’andata.
La sconfitta costa al club olandese un premio extra di 15 milioni di euro, vale a dire circa il 16% dei ricavi rettificati del club del 2018. In ogni caso, malgrado il crollo di oggi, il titolo dell’Ajax guadagna circa il 52% rispetto allo scorso anno.
Presentato ‘L’allenatore in carrozzina’N.1 Coni: Solo sognatore poteva immaginare Milano per invernali

09 maggio 201913:25

– “Se vinciamo le Olimpiadi invernali le città coinvolte avranno grandissimi benefici, anche in termini di abbattimento delle barriere architettoniche”. Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, presentando al Comitato italiano paralimpico il libro sulla storia di Antonio Genovese ‘L’allenatore in carrozzina’, scritto da Artemio Scardicchio. Parlando della candidatura ai Giochi invernali del 2026 di Milano-Cortina, il capo dello sport italiano ha anche rivelato: “Per far sì che Milano si candidasse per le Olimpiadi invernali bisognava avere una buona dote da sognatori, anche se in realtà è stato solo frutto di precedenti di grandi città come Pechino e Torino”.
Massa è l’arbitro di Roma-JuventusFabbri per Cagliari-Lazio, Valeri designato per Inter-Chievo

MA09 maggio 201913:31

E’ Massa l’arbitro designato per Roma-Juventus, posticipo della 36/a giornata di serie A che si giocherà domenica sera alle 20.30. Lo rende noto l’Aia. Per Fiorentina-Milan di sabato è stato scelto Mariani, mentre a dirigere Cagliari-Lazio sarà Fabbri. Valeri a S.Siro per Inter-Chievo. Pairetto arbitro del derby emiliano Bologna-Parma di lunedì prossimo.
Raiola, sospeso perché ho criticato Figc’Decisione per logiche di palazzo,tutelerò mia libertà pensiero’

09 maggio 201914:35

– “Questa sospensione in Italia non è una sorpresa, purtroppo. Personalmente temo sia una decisione ispirata da logiche di palazzo, senza tener conto della realtà.
Suppongo che non mi abbiano ancora perdonato le critiche che avevo mosso alla Figc per lo stato in cui versa il calcio italiano e anche per gli ultimi episodi di razzismo”. Con una dichiarazione

Mino Raiola reagisce alla squalifica di 3 mesi decisa dalla Commissione procuratori sportivi della Figc, che ha fermato per 2 mesi anche suo cugino, Vincenzo Raiola. “Credo che questo possa aver avuto un peso sulla decisione perché mi hanno coinvolto in una storia inventata ad arte con la quale non ho nulla a che fare – spiega il procuratore -. Il diritto e la giustizia dovrebbero sempre prevalere in un ordinamento civile e quindi ho fiducia che a breve tutto verrà chiarito. Non solo chiederò giustizia ma tutelerò anche la mia libertà di pensiero e parola in ogni sede e grado di giudizio”.
Europa League: Chelsea Eintracht, Valencia ArsenalContro Eintracht e Valencia possibile un derby inglese come in Champions

09 maggio 201914:48

Semifinali di ritorno in Europa League con possibile nuovo derby inglese come in Champions. In campo infatti Chelsea-Eintracht e Valencia-Arsenal, con le inglesi in vantaggio sulle rivali. All’andata infatti i londinesi di Sarri hanno pareggiato 1-1 a Francoforte mentre i Gunners hanno battuto gli spagnoli 3-1.Sarri: “Mi piace la Premier,vorrei restare al Chelsea” – “E’ chiaro che vogliamo raggiungere la finale di Europa League, e vincerla, perché ci meritiamo di conquistare un trofeo in questa stagione. In una semifinale devi giocare contro una squadra forte e con giocatori molto forti. È difficile essere favoriti in una semifinale. L’Eintracht? Me lo aspetto molto combattivo, di certo cercherà di vincere la partita”. Così Maurizio Sarri, nella conferenza stampa della vigilia della semifinale di ritorno dell’Europa League contro l’Eintracht Francoforte, in programma domani a Stamford Bridge. L’allenatore dei ‘Blues’ ha inoltre respinto le voci di un possibile trasferimento sulla panchina della Roma, a fine stagione. “L’ho detto e lo ribadisco – le sue parole, in conferenza stampa -: voglio restare qui. Il calcio inglese mi piace molto e mi piace anche l’atmosfera che si respira negli stadi. Mi piacerebbe restare al Chelsea, non ho intenzione di cambiare”.

Serie A: Cagliari LazioBiancocelesti ottavi a 55 punti

09 maggio 201915:22

E’ Fabbri di Ravenna l’arbitro chiamato a dirigere sabato alle 18 Cagliari-Lazio, secondo anticipo della 36/ma giornata di Serie A.In classifica la Lazio è ottava a 55 punti, a -4 dalla coppia Milan-Roma.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Dzeko deluso, ma non molliamo Champions
Bosniaco:Con miei gol in storia Roma? Vero,ma non ho vinto nulla

09 maggio 201915:22

– Un’annata da cancellare che tuttavia può ancora essere parzialmente salvata dal piazzamento in zona Champions League. Edin Dzeko sprona la Roma a credere fino all’ultimo nella corsa al quarto posto anche se le chance per i giallorossi sembrano ridotte all’osso. “Dobbiamo crederci, se non ci crediamo noi è dura. Dobbiamo provare a fare 9 punti altrimenti non ci sono speranze – sottolinea il bosniaco -. Nel calcio può succede tutto, non si deve mai dire ‘non può succedere'”.
“Il pari col Genoa ha complicato tutto” ammette Dzeko, intervistato all’interno del ‘Match Program’ giallorosso in vista della partita contro la Juventus in programma domenica sera all’Olimpico: “È sempre una sfida importante Roma-Juve, anche per loro, con molti stimoli”. A livello personale Dzeko non può fare a meno di dichiararsi insoddisfatto: “Non sono contento della mia stagione (37 presenze con 13 gol e 10 assist, ndr). Doveva andare meglio sia per me che per la squadra”.
Serie A: Fiorentina MilanMassa designato per Roma-Juventus. Valeri a S.Siro per Inter-Chievo

09 maggio 201915:31

E’ Massa l’arbitro designato per Roma-Juventus, posticipo della 36/a giornata di serie A che si giocherà domenica sera alle 20.30. Lo rende noto l’Aia. Per Fiorentina-Milan di sabato è stato scelto Mariani, mentre a dirigere Cagliari-Lazio sarà Fabbri. Valeri a S.Siro per Inter-Chievo.Queste le designazioni arbitrali in vista della 17/a giornata di ritorno di Serie A, in programma nel week end:Atalanta-Genoa (sabato h. 15): Irrati di Pistoia (Marrazzo-Di Vuolo; IV: Abisso; var: Orsato; avar: Vivenzi).Cagliari-Lazio (sabato h. 18): Fabbri di Ravenna (Costanzo-Cecconi; IV: Di Paolo; var: Calvarese; avar: Lo Cicero).Fiorentina-Milan (sabato h. 20.30): Mariani di Aprilia (Posado-Tasso; IV: Marinelli; var: Manganiello; avar: Schenone).Torino-Sassuolo (domenica h. 12.30): Giacomelli di Trieste (Galetto-Rocca; IV: Banti; var: La Penna; avar: Di Iorio).Frosinone-Udinese (domenica h. 15): Pasqua di Tivoli (Bindoni-Mondin; IV: Pezzuto; var: Maresca; avar: Di Liberatore).Sampdoria-Empoli (domenica h. 15): Doveri di Roma (Alassio-Fiorito; IV: Di Martino; var: Chiffi; avar: Tonolini).Spal-Napoli (domenica h. 18): Abbattista di Molfetta (De Meo-Robilotta; IV: Maggioni; var: Piccinini; avar: Liberti).Roma-Juventus (domenica h. 20.30): Massa di Imperia (Meli-Preti; IV: Guida; var: Mazzoleni; avar: Carbone).Bologna-Parma (lunedì 13 h. 19): Pairetto di Nichelino (Valeriani-Bottegoni; IV: Baroni; var: Rocchi; avar: Paganessi).Inter-Chievo (lunedì 13 h. 21): Valeri di Roma (Gori-Prenna; IV: Volpi; var: Di Bello; avar: Ranghetti).

Serie A: Atalanta GenoaIl brasiliano: ‘Genoa ostico, Ibañez bravo ma giovane’

09 maggio 201915:32

“È già molto bello che si parli di Champions riguardo all’Atalanta. Sono fiducioso che i miei compagni affronteranno nel modo giusto le tre partite di campionato che mancano e anche la finale di Coppa Italia”. Rafael Toloi professa un cauto ottimismo sulla chiusura d’annata dei nerazzurri, costretti a fare a meno di lui: “Vivere questo momento magico solo da tifoso è doloroso, soffro più io di chi scende in campo. Sono uno dei veterani, essendo qui da quattro anni: nessuno è più contento di me degli exploit della squadra”, spiega il difensore italobrasiliano, la cui stagione stagione è finita anzitempo con la semifinale di andata a Firenze il 27 febbraio scorso per una lesione prima all’adduttore lungo della coscia sinistra e quindi alla caviglia, operata il 23 aprile per una lesione capsulo-legamentosa. “Porto le stampelle, avevo già vecchi problemi che si sono riacutizzati – prosegue Toloi, 29 anni il prossimo 10 ottobre -. Assistere da fuori è difficile, ma sto seguendo le terapie e spero di essere pronto a lavorare con la palla fin dalla prossima preparazione estiva”. Sul prossimo impegno, con due punti fermi della difesa come Mancini e Masiello squalificati, l’oriundo è netto: “Il Genoa è un ostacolo duro anche perché gli servono punti per assicurarsi la salvezza – chiude -. Gasperini saprà trovare correttivi. Il mio connazionale Roger Ibañez (arrivato a gennaio, ndr)? È bravo, con un buon piede, veloce e tecnico, adatto al nostro gioco. Lavora con noi da qualche mese, è ancora giovane”.

Coppa Italia:Lotito,speriamo colpo codaPresidente Lazio, classifica non rispecchia nostre reali qualità

09 maggio 201915:48

– “Io mi sento di dire che questa è una squadra che può competere alla pari con tutti. Ad oggi purtroppo abbiamo una posizione in classifica che non rispecchia le nostre reali qualità. Mi auguro il colpo di coda finale di Coppa Italia”. Lo dice il presidente della Lazio, Claudio Lotito in un’intervista a Lazio Style Radio, in un passaggio sulla finale del 15 maggio contro l’Atalanta. “Sono onorato di poter rappresentare questa società – fa inoltre sapere Lotito – Siamo partiti con un fatturato di 86 milioni di debiti. Oggi è una società forte economicamente. Sono stati fatti tanti investimenti ai campi sportivi. Ora la Lazio è un club appetibile per i giocatori. Una grande famiglia che può vedere al futuro senza la paura di non esserci domani”.
Politano, Spalletti? Ha un contrattoDobbiamo raggiungere Champions subito, Chievo non regalerà nulla

MILANO09 maggio 201915:51

– ”Siamo a disposizione di Spalletti, che credo resterà visto che ha un altro anno di contratto, e di quello che vorrà fare la società. Conte è un grande allenatore, i numeri parlano per lui, anche se non l’ho mai avuto come allenatore”. Lo ha detto l’attaccante dell’Inter Matteo Politano, intervistato da Sport Mediaset a pochi giorni dalla sfida col Chievo anche sulle voci riguardo la panchina nerazzurra. ”Mancano ancora tre partite, abbiamo questo piccolo vantaggio quindi dobbiamo essere bravi a raggiungere il nostro obiettivo il prima possibile – ha proseguito -. Il Chievo pur essendo già retrocesso non regalerà niente, verranno a Milano senza nulla da perdere, con la testa libera”.Politano poi fa il punto sul riscatto da parte dell’Inter: ”Stiamo lavorando, spero che l’Inter lo porti a termine. Ora pensiamo alle prossime tre partite, sono soddisfatto della mia stagione anche se avrei voluto fare qualche gol in più per aiutare la squadra. Dall’anno prossimo lavoreremo anche per vincere qualcosa”.
Flash mob tifo viola contro Della ValleSabato in via Tornabuoni davanti ai negozi dei proprietari viola

FIRENZE09 maggio 201915:54

– Un ‘Flash Mob’ sabato dalle 16 in via Tornabuoni dove hanno sede i negozi delle aziende di proprietà dei Della Balle: è l’iniziativa ‘”con spirito goliardico e toni civili” lanciata dai club della curva Fiesole dall’Associazione tifosi fiorentini contro la proprietà viola.
“Si tratta di una iniziativa di protesta nei confronti di chi in questi anni ha portato la nostra amata Fiorentina nell’anonimato sportivo”, spiega una nota.
Juve, imminente incontro Agnelli-AllegriSul tavolo l’ipotesi di un rinnovo significativo della rosa

TORINO09 maggio 201916:02

Dopo l’allenamento, Allegri è rimasto alla Continassa, mentre Andrea Agnelli era a Milano per l’assemblea di Lega. Ma l’incontro decisivo tra tecnico e presidente sembra imminente. Voci e indiscrezioni si accavallano, a ogni modo pare assodato che tra le parti restino dei nodi da risolvere, un pò più spessi rispetto alle generiche affermazioni fatte qualche giorno fa da Allegri: “Quando ci vedremo, analizzeremo cosa è andato in questa stagione e in cosa si poteva fare meglio, per avere una squadra come sempre pronta a puntare al successo in tutte le competizioni”. Non sembra solo e tanto una questione economica -quest’anno lo stipendio di Allegri è di 7.5 milioni- quanto di una rosa che va rinnovata: non una rivoluzione, ma più in profondità di quanto si ipotizzasse prima dell’eliminazione ai quarti di Champions.
Arbitro dell’incontro tra Agnelli e Allegri, anche se a distanza, dovrebbe essere Ronaldo, col quale Agnelli si è sicuramente confrontato per avere idee sulla migliore squadra da costruire.
Scaroni, fiducia in tecnico e dirigentiPresidente Milan:”Nonostante tutto siamo a 3 punti da Champions”

SAMILANO09 maggio 201916:

– “Lunedi’ sera a San Siro ho visto segnali positivi dalla squadra, che ha sofferto, lottato, e’ rimasta nella partita nonostante le difficoltà”. Il presidente del Milan, Paolo Scaroni, in una pausa dell’assemblea di Lega confida la sua fiducia per un finale di stagione positivo. “Siamo, nonostante tutto, a tre punti dalla Champions League – aggiunge -, sono fiducioso per questo finale di campionato, con sfide non facili, ma per le quali so che tutto il Club sta lavorando con impegno per conseguire il massimo risultato possibile. Sia l’allenatore che i nostri dirigenti sportivi godono della nostra massima fiducia, anche alla luce della corretta gestione delle criticità più recenti”.
Champions, Lucas “ora tutto è possibile”Goleador Tottenham: ‘gioia indescrivibile ma penso già a finale’

09 maggio 201911:36

“Ora tutto e’ possibile”. Sembra uno spot, invece è la parola d’ordine del Tottenham. E in generale del calcio inglese, che con due rimonte incredibili si è presa per intero la finale di Champions, Liverpool contro Spurs. “Non ho parole per spiegare questo momento – ha raccontato Lucas Moura, eroe del ribaltamento ad Amsterdam ieri sera, alla tv del suo club. Nell’intervallo, quando eravamo sotto di 2-0, ci siamo detti che se avessimo segnato un gol avremmo potuto farcela. E quando ho segnato il primo dei miei tre, abbiamo pensato: ecco…Ora, giocando così, tutto è possibile”. Il riferimento è alla finale del 1° giugno a Madrid, quando il Liverpool partirà da favorito. Sulla carta. “La finale è un sogno, di quelli che si coltivano da bambini”, ha aggiunto il brasiliano. “Questo è il momento migliore della mia carriera: quando all’ultimo secondo mi è arrivato quel pallone, ho calciato e ho visto la rete che si gonfiava, tutto questo e molto altro mi è passato per la testa: sì, è davvero inspiegabile”.
Calcio, assemblea della Lega di Serie AIn odg premio migliori giocatori, nuovo logo e proposta Mediapro

09 maggio 201912:57

– Sarà assegnato in base a un’elaborazione di dati statistici il premio per i migliori calciatori di questo campionato, presentato nell’assemblea dei club, appena iniziata, da parte del nuovo ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, che illustrerà anche il suo piano industriale, nonché l’evoluzione grafica del logo della Serie A. Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, quello del Genoa, Enrico Preziosi, quello del Milan, Paolo Scaroni, l’ad rossonero Ivan Gzidis, e i due ad interisti, Beppe Marotta e Alessandro Antonello, partecipano fra gli altri alla riunione, che ha all’ordine del giorno anche la proposta di Mediapro: un’ipotesi di partnership tecnica con cui il colosso audiovisivo spagnolo – che si muove con i consulenti Marco Bogarelli e Matteo Mammì – affiancherebbe la Lega nella produzione audiovisiva, nella gestione e nella distribuzione, nei confini della Legge Melandri.

Serie D, Avellino-Lanusei scelta RietiNovara sarà sede dell’altro spareggio tra Pergolettese e Modena

09 maggio 201916:26

– – Gli spareggi validi per due posti in Serie C, Avellino-Lanusei e Pergolettese-Modena, si giocheranno domenica 12 maggio rispettivamente alle ore 15 e alle 16.
Lo spareggio del girone G, quindi Avellino-Lanusei, si disputerà allo Stadio “M. Scopigno” di Rieti, quello del girone D al “Silvio Piola” di Novara.
La partita di spareggio valida per l’ammissione ai Play Out del Girone E della Serie D Sinalunghese-Viareggio si giocherà domenica 12 maggio alle ore 16.00 allo Stadio “L. Panigiani” di Tavarnelle Val Di Pesa (Firenze).
In tutte le gare in caso di parità al termine dei 90′ si giocheranno due tempi supplementari. Se persiste l’equilibrio saranno i rigori a decretare la squadra vincente.

Champions, dopo ko, Ajax crolla in BorsaMalgrado il calo, il titolo è a +52% rispetto all’anno scorso

09 maggio 201910:03

– L’Ajax crolla in Borsa dopo la sconfitta di ieri con il Tottenham che le costa la finale di Champions League. Le azioni della squadra olandese sono precipitate del 21% all’apertura della piazza di Amsterdam, cancellando così il rally, dello stesso valore, che aveva avviato dopo la vittoria a Londra nella partita d’andata.
La sconfitta costa al club olandese un premio extra di 15 milioni di euro, vale a dire circa il 16% dei ricavi rettificati del club del 2018. In ogni caso, malgrado il crollo di oggi, il titolo dell’Ajax guadagna circa il 52% rispetto allo scorso anno.           [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 58 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 04:50 DI VENERDì 03 MAGGIO 2019

ALLE 12:48 DI MARTEDì 07 MAGGIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Genoa: i tifosi annunciano contestazione
Preziosi risponde: società sana, trovate voi un advisor

GENOVA03 maggio 2019 04:50

– Contestazione ad oltranza sino a fine stagione, rinnovo degli abbonamenti senza entrare allo stadio anche nel prossimo campionato per non perdere la prelazione. Invito a disdire gli abbonamenti alla pay tv Sky con la causale “perché c’è Preziosi al Genoa” e soprattutto la richiesta ufficiale di nominare un advisor “per dimostrare che vuole vendere realmente il Genoa”. E’ quanto hanno deciso i tifosi dei gruppi organizzati a tarda sera al termine di una assemblea pubblica alla Sala chiamata del porto a cui erano presenti un migliaio di tifosi. Preziosi è stato inoltre invitato “a tornare al Ferraris per vedere dal vivo le prestazioni della squadra, come quella offerta nel derby”.
Il presidente Preziosi ha subito risposto ribadendo “che la società è sana” pur ammettendo errori nella gestione sportiva in questa stagione a partire dai vari cambi di allenatori. Ha chiuso il suo intervento dicendo ai tifosi “trovatemi un cacchio di compratore”.
Ranieri:ora conta Roma,non ego giocatori”Col Genoa molto difficile, Champions sarebbe vittoria di tutti”

03 maggio 201910:58

– “Mancano quattro partite alla fine, tutte molto difficili e particolari. In questo momento quello che conta più è la Roma e non l’ego dei giocatori, quindi chi non gioca titolare non si deve sentire declassato o messo da parte. Faccio appello all’intelligenza dei miei calciatori perché riuscire ad arrivare in Champions sarebbe una vittoria di tutta la Roma, di tutto il gruppo, di tutti i tifosi e della società, al di là di chi giocherà queste quattro partite”. Così Claudio Ranieri in vista della trasferta dei giallorossi a Marassi col Genoa.
‘Lazio si scansa con Atalanta? Io leale’Tecnico Roma Ranieri: “Non mi interessa, a questo ci pensa Lega”

03 maggio 201911:11

– Non è preoccupato da quello che accadrà domenica tra Lazio e Atalanta, ma Claudio Ranieri non ha dimenticato quanto accaduto nove anni fa quando sugli spalti dell’Olimpico i tifosi biancocelesti mostrarono lo striscione ‘Oh Nooo’ dopo la sconfitta con l’Inter, rivale scudetto della sua Roma. La Curva Nord biancoceleste chiese in sostanza alla propria squadra di ‘scansarsi’ per favorire il cammino dei nerazzurri, “e così è stato, così fu” sottolinea il tecnico della Roma a Trigoria. “Si riparla di una situazione simile perché ora c’è l’Atalanta in corsa per la Champions League? A me non interessa, a queste cose ci deve pensare la Lega. Io penso a giocare, ad allenare. Sono sempre stato una persona leale, e questo per me è importante” conclude Ranieri.
Pordenone in B,Tesser prolunga fino 2021Fiducia al tecnico storica promozione: “Un sogno bellissimo”

PORDENONE03 maggio 201911:14

– Sarà Attilio Tesser a guidare il Pordenone nel campionato 2019/2020, il primo storico di serie B per il club neroverde. Un segnale di forte continuità da parte della società del presidente Mauro Lovisa. Il tecnico ha firmato il prolungamento del contratto (che scadeva inizialmente nel giugno 2020) sino al giugno 2021. “Sono felicissimo di proseguire il percorso iniziato lo scorso luglio – sono le parole del tecnico – La promozione in B è un risultato straordinario, quanto meritato per il lavoro svolto da società, squadra e staff. Un premio per tutta la comunità pordenonese, che ci è sempre stata vicina e sta vivendo un sogno bellissimo.
Adesso pensiamo all’ultima giornata di campionato, alla Supercoppa e poi lavoreremo al massimo per la serie B”, ha aggiunto. “Continuare con Tesser è la scelta più naturale e logica per rafforzare il nostro progetto – spiega Matteo Lovisa, responsabile dell’area tecnica dei neroverdi – che si poggia su idee chiare”.
Bertolini, tecnico donna in A? Quasi oraCt Italia ‘ancora pregiudizio allenatrice vista come mamma’

03 maggio 201915:47

– Per vedere un tecnico donna in campo maschile ad alto livello ”direi che i tempi sono maturi, se non come primo allenatore almeno all’interno dello staff”. Lo ha detto la Ct della Nazionale italiana di calcio Milena Bertolini.

”Ci vogliono dirigenti di larghe vedute e – aggiunge la Bertolini – che abbiano il coraggio. Quando si comincia ad andare a livello juniores le donne allenatore a livello maschile spariscono: c’è ancora il pregiudizio che la donna è vista come una mamma”. I social dicono che mi vogliono vedere allenare la Juve?: ”no – scherza la Ct della Nazionale italiana di calcio – la Juve si deve tenere stretta Allegri che è bravissimo”. ”Per la parità di genere nel calcio – aggiunge la Bartolini – ci vuole tempo, occorrerà ancora qualche generazione: tra i giovani il problema è ormai sdoganato, ma per le persone anziane no. Ci vuole tempo”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

Bertolini “Messi talento, CR7 carattere”
Ct Italia donne’Marta per brasiliani è considerata come Neymar’

03 maggio 201915:51

– ”Messi o Ronaldo? Mi piacciono entrambi ma sono diversi. Messi è il talento, il calcio. CR7 ha meno talento, si è costruito ma ha altrettanto talento perchè ha dimostrato a tutti cosa significa credere nelle proprie qualità e perfezionarle. Che carattere”. Lo ha detto la Ct della Nazionale italiana di calcio Milena Bertolini.

”Tra i difensori italiani mi piacevano molto Baresi, poi adoravo Aldair. Io ero un difensore dai piedi duri e Aldair mi piaceva tantissimo”. In campo femminile ”Marta – aggiunge la Bertolini – è la giocatrice al top della maturità purtroppo e la incontriamo noi ai Mondiali, rappresenta un puro talento, lei è il calcio. Tra i brasiliani è messa allo stesso livello di Neymar”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Inter, Vecino salta gara con l’Udinese
Contrattura per uruguaiano, out per sfida al Friuli

MILANO03 maggio 201916:11

– Luciano Spalletti perde Matias Vecino. Il centrocampista dell’Inter ha infatti accusato una contrattura al retto femorale della coscia destra durante l’ultima seduta di rifinitura, come spiegato dalla società nerazzurra in una nota, e per questo non sarà disponibile per la gara di domani contro l’Udinese al Friuli. ”Le sue condizioni saranno valutate giorno dopo giorno”, conclude il club nel comunicato.
A.Della Valle, Firenze merita rispettoPatron viola incontra squadra e dirigenti all’allenamento

FIRENZE03 maggio 201916:24

– Dopo la sconfitta casalinga contro il Sassuolo e il summit societario dell’1 maggio, dove ogni decisione da prendere è stata rimandata al termine della stagione, stamani il patron della Fiorentina Andrea Della Valle è arrivato a Firenze e, al centro sportivo Davide Astori, ha incontrato la squadra insieme al presidente Cognigni, al dg dell’area tecnica, Pantaleo Corvino, e al club manager, Giancarlo Antognoni. Nell’incontro, ai calciatori viola è stata ribadita la necessità di ritornare a fornire prestazioni di livello, come dimostrava la classifica a gennaio – così riporta il comunicato della società viola – quando la Fiorentina era in piena lotta per la zona Europa e tra le prime quattro in Coppa Italia. Andrea Della Valle è tornato anche sulla partita contro il Sassuolo ricordando ai ragazzi che la Fiorentina e la città di Firenze “meritano il massimo impegno” ed è ripartito dopo avere assistito all’allenamento ed aver pranzato con la squadra.
La leggenda del Grande Torino a fumettiA 70 anni da sciagura Superga un’opera singolare di 200 pagine

03 maggio 201916:57

– Il libro sul grande Torino, scritto da Matteo Matteucci e da Franco Ossola (figlio dell’indimenticabile attaccante granata), per la casa editrice Minerva, a 70 anni esatti dallo schianto si Superga, ha una singolarità: è una storia illustrata attraverso la magia del disegno e della parola, che trovano nell’opera una fusione affascinante e struggente. Una carrellata di oltre 200 pagine, con la prefazione di Gian Carlo Caselli, per far rivivere non solo l’avventura sportiva di quella formazione invincibile costruita con sagacia dal presidente Ferruccio Novo, ma anche per tratteggiare la vita intima di atleti come Loik, Gabetto e Valentino Mazzola che, a prescindere dal colore della maglia, furono amati in tutto il Paese per la semplicità. In genere chi vince sempre rischia di suscitare invidie e gelosie. Il volume spiega con dovizia perché quella squadra imbattibile era invece umanamente simpatica. La Minerva ripropone attraverso il ‘fumetto’, dunque in versione originale una storia irripetibile.
Fiorentina: Chiesa salta allenamentoAttacco febbrile per l’attaccante, in dubbio per l’Empoli

FIRENZE03 maggio 201917:17

– Allenamento mattutino per la Fiorentina, sotto gli occhi attenti del patron Andrea Della Valle arrivato in mattinata al centro sportivo ‘Davide Astori’, in vista del derby di domenica a Empoli. Ma con i compagni non si è allenato Federico Chiesa per un attacco febbrile. La sua situazione fisica sarà valutata nelle prossime ore e resta da capire se potrà partecipare all’allenamento di rifinitura domani. Per il momento la sua presenza domenica prossima contro l’Empoli resta in dubbio.
Diritti tv: proposta Mediapro a Lega ADe Siervo presenta piano industriale e premio migliori giocatori

03 maggio 201917:39

– A quasi un anno di distanza dalla battaglia per l’ultimo bando sui diritti tv della Serie A, Mediapro è pronta a un nuovo approccio con la Lega, che il prossimo anno metterà in vendita il triennio 2021-24. All’ordine del giorno dell’assemblea dei club del 9 maggio c’è infatti anche la presentazione della “nuova proposta” di Mediapro “successiva a recenti incontri”. Dopo mesi di trattative e schermaglie legali, gli spagnoli starebbero preparando un accordo piuttosto articolato: ancora la proposta non è definita in un tutti gli aspetti, ma secondo le prime indiscrezioni potrebbe prevedere una partnership tecnica con la prospettiva della realizzazione del canale tematico della Lega, che comunque potrebbe vendere i diritti tv per bando.
Manolas, Champions? Battiamo il GenoaDifensore Roma:C’è qualche rimpianto,ora non dipende solo da noi

03 maggio 201918:21

– “Ci aspettano quattro finali, quattro sfide. Se le vinciamo tutte siamo in Champions League”. Così il difensore della Roma, Manolas, a 48 ore dalla trasferta di Marassi sul campo del Genoa. “Ci aspetta una partita difficile, tosta, contro una squadra che ancora non si è salvata. A Genova facciamo sempre fatica, dobbiamo scendere in campo per vincere.
Se non dovessimo tornare con i tre punti la Champions si allontana… – ricorda -. Rimpianti? Certo che li abbiamo: perdere due gare con la Spal, il pari con il Chievo dal 2-0 e poi Cagliari dallo 0-2 in 9… c’è qualche rimpianto perché saremmo potuti essere già in zona Champions, senza avere pressioni da dietro”. Così il difensore greco intervistato all’intero del match program giallorosso.
C.Italia: finale, esauriti posti curvaGià ceduti 32mila tagliandi, al via seconda fase di prevendita

03 maggio 201918:37

– Cresce l’attesa per la Finale di Coppa Italia tra Atalanta e Lazio, in programma allo stadio Olimpico di Roma il prossimo 15 maggio. I biglietti per le due curve sono andati esauriti in mattinata durante il periodo di prelazione riservato agli abbonati delle due società finaliste, con il totale dei tagliandi venduti che ha superato quota 32mila. Dal pomeriggio è cominciata la seconda fase di vendita, aperta fino alle ore 18 di lunedì 6 maggio per i possessori della Dea Card (sostenitori Atalanta) o del Priority Pass (tifosi Lazio). Dal 7 maggio partirà l’eventuale vendita libera per i biglietti rimasti dopo le prelazioni.
9 club “Palermo fraudolento, va escluso”Esposto di nove società di B a presidenti e Procure Coni e Figc

03 maggio 201918:47

– Nove club di serie B (Benevento,Carpi, Cremonese, Lecce, Padova, Perugia, Pescara, Venezia e Verona) hanno presentato un esposto a presidente e Procura Coni e Figc chiedendo un giudizio immediato di esclusione dal campionato del Palermo, da poco deferito per irregolarità di gestione. I club chiedono subito un giudizio “per salvaguardare la regolarità dei campionati e fornire un ristoro a club pregiudicati dall’illegittima partecipazione del Palermo ai tre campionati a cui si è iscritto fraudolentemente”.
D.Suarez può vincere Champions-E.LeagueIl centrocampista ha giocato sia nel Barcellona sia nell’Arsenal

03 maggio 201918:54

– In un colpo solo può centrare il doppio successo Champions-Europa League. Denis Suarez, centrocampista attualmente in forza all’Arsenal, infatti, fino al 31 gennaio scorso era tesserato con il Barcellona, poi è stato girato ai ‘Gunners’, cambiando casacca. Suarez, nel corso dell’attuale stagione, ha collezionato 2 presenze in Champions con la maglia dei blaugrana (per un totale di 24′) e altrettante in Europa League nelle file dell’Arsenal (28′ giocati). In buona sostanza, poiché sia il Barcellona che l’Arsenal sono in semifinale delle due competizioni Uefa, peraltro con buone possibilità di qualificazione alla finale, Denis Suarez rischia di partecipare ai due successi. Il centrocampista spagnolo, in altre parole, potrebbe mettersi al collo due medaglie in due tornei diversi e potrebbe farlo nella stessa stagione agonistica. Suarez ha inoltre giocato nella Coppa del Re e nella Liga, dunque potrebbe essere inserito nella lista dei giocatori che conquistano l’eventuale triplete.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Derby: Cairo, serve Toro al 120%
“Dobbiamo giocarla come con il Milan”

DOGLIANI (CUNEO)03 maggio 201918:56

– “Abbiamo una partita impegnativa e difficile perché giochiamo in casa di una grande squadra come la Juve. Dobbiamo giocarla come con il Milan al 120% delle possibilità”. Così il presidente del Torino Urbano Cairo a Dogliani, a poche ore dal derby della Mole.
“La Juve sarà attrezzatissima come sempre, dobbiamo fare le cose al meglio fare una grande partita. Il mister l’ha preparata sicuramente bene. Alla fine vedremo”, ha aggiunto Cairo.
Genoa: ricostruito legamento a SturaroIntervento perfettamente riuscito al ginocchio destro

GENOVA03 maggio 201919:10

– Intervento perfettamente riuscito per il centrocampista del Genoa Stefano Sturaro che è stato sottoposto a ricostruzione artroscopica del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con tendine rotuleo. Legamento che il giocatore si era rotto durante la sfida con il Torino subendo una doppia distorsione a ginocchio e caviglia in un contrasto di gioco. Sturaro è stato operato presso la clinica Villa Stuart a Roma dal professor Pier Paolo Mariano e all’intervento ha assistito il responsabile medico del club rossoblù dott. Piero Gatto. “Il centrocampista – ha comunicato la società- resterà nella capitale per la prima fase del protocollo riabilitativo e farà rientro in Liguria dopo le verifiche attestanti un decorso regolare”.
Milan: Caldara operato,recupero 5-6 mesiRicostruito legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro

MILANO03 maggio 201917:56

– “E’ perfettamente riuscito” l’intervento per la ricostruzione con tendine rotuleo del legamento crociato anteriore di Mattia Caldara e “i tempi di recupero sono stimati in 5-6 mesi”. Lo comunica il Milan, spiegando che dopo il trauma contusivo-distorsivo al ginocchio sinistro in un forte scontro di gioco ieri in allenamento, oggi il calciatore, dopo opportuna valutazione clinico-strumentale, è stato operato in artroscopia dal prof. Pier Paolo Mariani alla presenza del medico sociale rossonero Mario Brozzi.
Francia, 3 giornate a MbappèProcedimento per Neymar dopo lite con tifoso

03 maggio 201919:53

Pugno duro della commissione disciplinare francese che ha squalificato per 3 giornate Kylian Mbappé, l’attaccante del Psg espulso nella finale di Coppa di Francia contro il Rennes. Colpevole di una bruttissima entrata su Damien Da Silva, Mbappé vede di fatto sfumare la possibilità di competere per la Scarpa d’Oro, il trofeo che celebra il capocannoniere d’Europa. La classifica al momento è guidata da Leo Messi con 34 gol, davanti a Mbappé con 30. Più distante Fabio Quagliarella (23 reti).  La commissione disciplinare ha poi aperto un procedimento a carico di Neymar dopo l’alterco con un tifoso durante la premiazione e che è sfociata con un pugno al volto del malcapitato.
Palermo: Albanese è il nuovo presidenteLucchesi direttore generale,Foschi confermato direttore sportivo

PALERMO03 maggio 201920:34

– La prima assemblea dei soci del nuovo Palermo, passato stamattina sotto la proprietà di Arkus Network attraverso la società veicolo Sporting Network, ha nominato il nuovo Consiglio di amministrazione che è formato dal presidente Alessandro Albanese, dal vicepresidente Vincenzo Macaione, dall’amministratore delegato Roberto Bergamo, dai consiglieri Attilio Coco e Walter Tuttolomondo. Il Cda ha successivamente nominato direttore generale Fabrizio Lucchesi e confermato Rino Foschi nella carica di direttore sportivo.
Serie A: Juventus-Torino 1-1Granata in vantaggio con Lukic, pari di Cristiano Ronaldo

03 maggio 201922:25

– Juventus e Torino 1-1 (0-1) nell’anticipo della 35/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dell’Allianz Stadium. Il Torino era passato in vantaggio al 18′ del primo tempo con Lukic, ma è stato raggiunto al 39′ del secondo tempo dalla rete di testa di Cristiano Ronaldo.

Allegri: Juve non meritava una sconfitta’Lite con Adani?Dispiace.Accetto critiche, con numeri non vinco’

03 maggio 201923:09

– “Contro il Torino sarebbe stata una sconfitta immeritata, perché la squadra ha disputato una buona partita: devo fare i complimenti ai giocatori, che stanno facendo una stagione straordinaria, lottano sempre e anche domenica a Roma giocheremo un’altra meravigliosa partita. Stiamo facendo giocare dei giovani, che sono bravi e devono migliorare”. Così Massimiliano Allegri, dopo il pareggio con il Torino nell’anticipo, parlando a Sky Sport. “Il Grande Torino ha rappresentato la storia del calcio, nel ’43 batterono il Livorno – aggiunge – domani bisogna commemorare questa tragedia”. Sulla lite con Adani, Allegri ha detto: “Quello che è successo sabato mi è dispiaciuto. Quando parlo su cosa succede in campo non è tutto da buttare, non è da buttare anche quello che ci hanno insegnato i vecchi allenatori. Fare l’allenatore è un mestiere difficile. Accetto le critiche e ascolto tutti. Io ho un dovere verso l’azienda: portare i risultati. Con i numeri non si vince”.
Toro: Mazzarri, un pari che bruciaTecnico granata: “Peccato, perché abbiamo concesso poco a Juve”

03 maggio 201923:10

– “Il pari brucia, alla vittoria ci avevamo fatto il pensiero. Due o tre volte potevamo segnare il secondo gol e magari portavamo la vittoria a casa. Contro queste squadre, se non raddoppi, alla fine il gol lo prendi. Mi dispiace, perché con i cambi potevamo segnare il secondo gol.
Nell’unica volta in cui siamo stati meno attenti, quel fenomeno di Ronaldo ci ha puniti”. Lo ha detto Walter Mazzarri, parlando a Sky Sport, dopo l’1-1 fra Juventus e Torino. “Potevo mettere Aina un po’ prima, ma c’era qualche giocatore che non stava bene, quindi ho aspettato – aggiunge – potevamo segnare un altro gol nel primo tempo. Peccato, perché abbiamo concesso pochissimo alla Juve. Ci sono ancora tre partite, dobbiamo giocarle come abbiamo fatto contro il Milan e stasera”.
Serie A: classificaTutto invariato dopo il derby fra Juventus e Torino

03 maggio 201923:16

– Classifica del campionato di calcio di Serie A dopo Juventus-Torino, anticipo della 35/a giornata: Juventus punti 89; Napoli 70; Inter 62; Atalanta 59; Roma 58; Torino 57; Milan 56; Lazio 55; Sampdoria 48; Sassuolo 41; Fiorentina e Cagliari 40; Spal 39; Bologna e Parma 37; Genoa 35; Udinese 33; Empoli 29; Frosinone 23; Chievo (-3) 15. Chievo retrocesso in Serie B.
Allegri: Il pallone è arte e non scienza’Contro l’Ajax 54% possesso palla, a Madrid vincemmo con il 38%’

03 maggio 201923:35

– “I dati contano relativamente nel gioco del calcio: a Madrid, l’anno scorso, abbiamo avuto il 38% di possesso palla e abbiamo vinto 3-1, mentre contro l’Ajax in casa abbiamo avuto il 54% di possesso palla e hanno vinto loro”.
Così Massimiliano Allegri, parlando a Sky Sport, dopo il pareggio con il Torino. L’allenatore della Juve ha avuto un chiarimento con l’opinionista Adani, con il quale era entrato in polemica dopo il pari con l’Inter. “Quest’anno abbiamo giocato tre partite che considero emblematiche: contro Valencia, Manchester United e Atletico Madrid in casa. La migliore è stata quella contro lo United, ma nessuno se la ricorda, perché abbiamo perso. Milan e Juventus, che ho avuto la fortuna di allenare, sono due società con Dna diversi e che agiscono in contesti diversi. Quelli che vincono sono pochi, il calcio non è una scienza esatta, ma arte”, ha concluso.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

‘Ricordo Grande Torino è sempre vivo’
N.1 Figc Gravina: “Una corazzata invincibile di campioni”

04 maggio 201911:25

– “Sono passati 70 anni ma il ricordo del Grande Torino e di tutte le vittime della tragedia di Superga è sempre vivo. Queste le parole del presidente della Figc, Gabriele Gravina nel giorno del 70/o anniversario della tragedia di Superga in un tweet postato sul profilo ufficiale della Figc.
“Quella granata – ricorda Gravina – è stata una delle squadre più forti di tutti i tempi, una corazzata invincibile formata da campioni che difendevano anche la maglia azzurra e che fece innamorare milioni di italiani. Ha fatto sognare tanti tifosi e tanti bambini cresciuti nel mito di quei giocatori che hanno contribuito a risollevare il morale del Paese dopo gli anni difficili della guerra. Il calcio – conclude il n.1 della Figc – è passione, mito e memoria, tre parole che evocano il ricordo di quel Grande Torino capace di trasmettere ancora oggi emozioni”.
L’Equipe, Mourinho tratta con la Roma’Dà segnali al Psg ma negozia con il club avvicinato dal Qatar’

PARIGI04 maggio 201911:55

– Mentre continua a mandare segnali al Paris Saint-Germain, Josè Mourinho tratta con la Roma, “club avvicinato dal Qatar”: lo scrive oggi L’Equipe, sottolineando che da “accorto businessman”, il portoghese – due volte vincitore della Champions League – negli ultimi tempi ha accreditato l’idea di essere “disponibile” per i parigini, così da coronare finalmente il sogno europeo dell’emiro del Qatar.
Secondo il quotidiano sportivo francese, QSI, proprietaria del Paris Saint-Germain, si interessa alla Roma, che cerca un allenatore. E hanno “moltiplicato gli appuntamenti con Josè Mourinho. Il portoghese non chiude la porta al club allenato da Claudio Ranieri. Recentemente ha parlato, in privato, di posizioni più vicine. Circostanza che ci è stata confermata da persone a lui vicinissime, che parlano anche di altri progetti”.
Il portoghese, secondo le fonti de L’Equipe, “condiziona un eventuale accordo a una qualificazione della Roma in Champions League”.
70 anni Superga: Buffon’eroi immortali’Ex n.1 Juve’E così i ragazzi crederanno che Torino non è morto’

04 maggio 201911:58

– L’ex portiere della Juventus e della Nazionale italiana, Gigi Buffon, ora al Paris Saint Germain omaggia con una frase sul suo profilo twitter il Grande Torino, la squadra scomparsa nel disastro del 1949 a Superga. E lo fa citando Indro Montanelli: “Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto ‘in trasferta’ “.
70 anni Superga:Appendino, simbolo unitàSindaca Torino: la città onora la memoria degli Invincibili

TORINO04 maggio 201912:00

– “Il Grande Torino è un simbolo che unisce generazioni che hanno nel cuore lo sport e la nostra Città e che, in questo ricordo, insieme, celebrano la storia”.
E’ il tweet della sindaca di Torino, Chiara Appendino, in occasione delle celebrazioni per i 70 anni dalla tragedia di Superga.
“La Città di Torino – si legge – onora la memoria degli Invincibili”.
Cairo,Grande Torino fatto storia calcioPresidente granata: “ricordo vivo per tutti i tifosi”

04 maggio 201912:01

– “Il ricordo del Grande Torino è ancora molto vivo. Questa mattina tanti tifosi granata hanno voluto essere qui, al Cimitero Monumentale, per ricordare i caduti di Superga. Andare davanti alle tombe è stato molto toccante. A 70 dalla tragedia il ricordo è ancora vivo, non erano solo campioni che hanno fatto la storia del calcio, ma erano anche grandi uomini. Il ricordo è vivo per tutti i tifosi, non solo per quelli del Torino”: così ai microfoni di Sky Sport il presidente del Torino, Urbano Cairo ricorda i 70 anni della tragedia di Superga. Cairo parla anche del derby di ieri con la Juventus: “E’ stata una gara davvero bella, peccato non aver vinto, ma Cristiano Ronaldo ha fatto un grande gesto tecnico. Il Torino c’è, è vivo, e non sente il peso di certe gare. Questo è segno di crescita, Mazzarri ha trasmesso qualcosa in più”.
Inter: Curva Nord ancora contro IcardiHa atteggiamento superficiale, è personaggio lesivo per squadra

MILANO04 maggio 201912:51

– ”Un giocatore con quel tipo di superficialità caratteriale non può esser parte del futuro dell’Inter. È lesivo per il gruppo”. La Curva Nord dell’Inter attacca ancora Mauro Icardi, con un nuovo messaggio pubblicato sulla propria pagina Facebook.
Juventus: Ronaldo “derby difficile”Chiellini, vogliamo dimostrare essere i più forti fino alla fine

TORINO04 maggio 201912:52

– Per la Juventus, che ha raggiunto il Torino solo all’84’, con un gol di Ronaldo, è stato “un derby difficile. Felice di avere dato il mio contributo”. E’ il pensiero di CR7 su Instragram.
Il capitano bianconero Giorgio Chiellini sottolinea il fair-play nel confronto con i ‘cugini’: “Un terzo tempo davvero INSUPERABILE!, scrive sotto la foto che lo ritrae dopo lo scambio della maglia con il difensore granata De Silvestri.
In un altro post Chiellini esalta anche la Juve: “Questa squadra ha anima e cuore e lo stiamo dimostrando ancora, partita dopo partita. Vogliamo #finoallafine dimostrare di essere i più forti, di meritare questo scudetto e di avere uno slancio positivo per la prossima stagione”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Fazio “Roma in un buon momento”
Il difensore giallorosso ‘A Genova è dura, ma dobbiamo vincere’

04 maggio 201912:54

– “Sarà dura contro il Genoa, loro giocano per la permanenza in Serie A e ci aspettiamo uno stadio caldo. A Genova è sempre difficile giocare, ma dobbiamo andare lì per vincere come squadra compatta e con la voglia di lottare in queste 4 finali per noi molto importanti”. Così il difensore della Roma, Federico Fazio, alla vigilia della trasferta dei giallorossi a Marassi. La formazione allenata da Ranieri è in corsa per il quarto posto che vale l’ultimo pass per qualificarsi alla prossima Champions League.
“La squadra sta in un buon momento, mancano 4 partite alla fine del campionato e saranno 4 finali per raggiungere il nostro obiettivo – sottolinea Fazio intervistato a Sky Sport24 -. Sarà una bella lotta perché ci sono tante squadre per lo stesso posto, ma noi dobbiamo pensare a vincerle tutte. Facendo 12 punti su 12 avremo sicuramente più occasioni delle altre di arrivare all’obiettivo, quindi pensiamo a noi. Dobbiamo pensare alla Roma”.
Napoli: Ancelotti, Insigne vuole restareDa noi nessuna volontà di cederlo, siamo contenti

04 maggio 201913:11

– “Abbiamo fatto un incontro ed è stata espressa la volontà di Insigne di restare e prolungare, ma non c’è mai stata da parte nostra la volontà di cederlo. La settimana è servita a questo e siamo contenti che resterà”. Lo ha detto l’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti alla vigilia della partita contro il Cagliari.
Torino:Ansaldi, a un passo dalla storiaDifensore dopo pari con Juve: “Obiettivo è Europa league”

TORINO04 maggio 201914:02

– “Abbiamo fatto un partitone, anche la Juve ha giocato molto bene. É mancato pochissimo per scrivere la storia”. E’ il commento di Christian Ansaldi dopo il pareggio per 1-1 del Torino all’Allianz Stadium nel derby con la Juventus: “Mancano tre partite, può succedere ancora di tutto in positivo e in negativo – spiega il terzino argentino -. Dobbiamo prendere i punti a disposizione in queste tre partite e continuare a pensare al nostro obiettivo, che è sempre stato l’Europa League. Stiamo facendo bene, dobbiamo continuare a lavorare: credo sia una stagione importante, continuiamo così”.
Ghirelli, Grande Torino nel cuorePresidente Lega Pro ‘unito generazioni e tifosi di ogni squadra’

04 maggio 201914:05

– Nel 70esimo anniversario di Superga, il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha rivolto un pensiero a tutti coloro che persero la vita. “Ci sono date che non si dimenticano, ma soprattutto, ci sono persone che restano nel cuore di tutti e uniscono generazioni e tifosi di ogni squadra come lo sono stati i giocatori del Torino”.
”Nel 70esimo anniversario della strage di Superga ci tenevo a rivolgere un pensiero forte e un ringraziamento – ha aggiunto Ghirelli – a tutti coloro che hanno perso la vita in quel giorno di dolore. Sono proprio loro che hanno scritto pagine speciali della storia del nostro calcio, ma prima di tutto della nostra vita. Il trascorrere del tempo non offusca, anzi rende ancora più forte, chi ha fatto del calcio un ambasciatore di valori”.
Maran, affrontare il Napoli con coraggioTecnico Cagliari”Rinnovo contratto dà soddisfazione e stimoli”

CAGLIARI04 maggio 201914:37

– Cagliari a Napoli con due obiettivi. Uno minimo: raggiungere la salvezza matematica.
L’altro più ambizioso: provare a riconquistare il decimo posto.
Con un Maran in panchina fresco di rinnovo sino al 2022. “Aver ricevuto un attestato di stima da parte del presidente – ha esordito l’allenatore rossoblù in conferenza stampa – mi riempie di soddisfazione e mi dà stimoli. È bello perché si può continuare un percorso iniziato. Questa stagione sarà molto importante anche per il futuro. Ci sono quattro test molto impegnativi. Il futuro passa anche attraverso queste gare.
Dobbiamo consolidare le basi anche attraverso partire come quella di domani a Napoli. Una bella partita al San Paolo sarebbe la chiusura di una settimana perfetta”.
La formazione? “Qualche acciacco – ha detto Maran – ma sono tutti a disposizione, tranne Faragò. A Castro e Klavan diamo ancora qualche giorno. Qualche cambio? Devo fare delle riflessioni”. La sconfitta con la Roma può essere solo un episodio, secondo il mister trentino.
Spinazzola,normale manchi un po’ la fameGiocatore Juve: ‘Abbiamo avuto difficoltà nel primo tempo’

TORINO04 maggio 201914:39

– “Abbiamo avuto difficoltà nel primo tempo, poi il Torino è arretrato e abbiamo avuto spazio. Dopo aver vinto il campionato, manca un po’ la fame di vittorie”. Lo ha detto Leonardo Spinazzola, uno dei protagonisti del derby della Mole, con l’assist per il gol del pareggio di testa di Ronaldo: “Un bel cross, ma devo migliorare, mi sono mangiato un gol incredibile – spiega il laterale bianconero -. Il bilancio della stagione è positivo, nel periodo della sfida con l’Atletico ho giocato due o tre partite molto bene, poi c’è stato un fisiologico adattamento e un calo fisico. Prove per il futuro? Lo spero”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Gasperini, Ranieri? Noi l’obiettivo
‘Siamo davanti e vogliono che cadiamo, noi giochiamo e basta’

BERGAMO04 maggio 201914:44

– “L’obiettivo delle polemiche di Ranieri in realtà è l’Atalanta: siamo davanti e in tanti sperano che noi cadiamo”.
Alla vigilia della partita con la Lazio, Gian Piero Gasperini dice la sua sulle frasi di ieri del tecnico romanista circa la possibilità che i biancocelesti si scansino davanti alla sua Atalanta (59 punti e quarta) come avrebbero fatto nel 2010 quando i giallorossi si giocavano il titolo con l’Inter di Mourinho: “Non ci resta che sorridere e giocare: non ce la prendiamo affatto. Tutti sperano nella combinazione di risultati migliore possibile per sé – spiega l’allenatore nerazzurro -.
Non abbiamo tempo di entrare in questi meccanismi, perché se non facciamo errori non ci prendono e non abbiamo bisogno di guardare in casa d’altri”. Sulla sfida di domani, Gasperini è netto: “La Lazio è forte, la conosciamo. E’ una partita molto attesa e importante per entrambe”.
Inzaghi,Ranieri? Si è già espresso clubTecnico Lazio:’penso che per noi è importante parlare di calcio’

04 maggio 201914:46

– “Per quanto riguarda Ranieri penso che per noi è importante parlare di calcio, si è già espressa in merito la nostra società”.
Lo dice il tecnico della Lazio Simone Inzaghi in merito alle polemiche suscitate ieri dalle parole dell’allenatore della Roma Claudio Ranieri, il quale ha ricordato la corsa scudetto del 2010 e la partita tra Lazio e Inter in cui i nerazzurri vinsero dopo che i tifosi biancocelesti avevano chiesto di ‘scansarsi’ ai loro giocatori. La società biancoceleste ha parlato di frasi “gravi” invocando l’intervento della Lega.
Inzaghi,con Atalanta decisiva per EuropaTecnico Lazio, domani è gara importantissima, serve cattiveria

04 maggio 201914:51

– “Domani non è importante ma importantissima, è decisiva per la nostra corsa all’Europa.
Affronteremo con rispetto una squadra forte ma siamo consapevoli che siamo altrettanto forti”. Lo dice il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia del match di campionato di domani contro l’Atalanta all’Olimpico, antipasto della finale di Coppa Italia che si giocherà tra le due squadre il 15 maggio. “Servono convinzione, cattiveria e coraggio fino alla fine – ha spiegato Inzaghi – Loro stanno facendo grandissime cose negli ultimi tre anni, come la Lazio. Non perdono da dieci turni, servirà una grande prestazione. Mancano ancora quattro partite e vedremo chi arriverà davanti alla fine”.
Fiorentina:Montella,giochiamo per onoreTecnico viola: Chiesa non si allena ma partirà per Empoli

FIRENZE04 maggio 201915:12

– “Prima ancora che per la classifica dobbiamo giocare per l’onore: lunedì contro il Sassuolo siamo stati impotenti e questo non deve più accadere”. Lo ha detto Vincenzo Montella alla vigilia del derby contro l’Empoli, che cade in un momento particolarmente delicato per la Fiorentina a digiuno di vittorie in campionato da ben 10 partite.
“Mi emoziona sempre tornare a Empoli – ha dichiarato il tecnico viola – adesso però conta fare bene e giocare per il nostro orgoglio, per i nostri tifosi, per la nostra proprietà che sta soffrendo come mai. Stiamo già lavorando per il futuro ma ora conta chiudere bene la stagione: l’obiettivo è riaccendere l’entusiasmo e la fiducia, io sono tornato a Firenze proprio perché ho fiducia ed entusiasmo”. Quanto a Chiesa, alle prese con la febbre, verrà di sicuro convocato ma sulla sua disponibilità verrà deciso soltanto domani mattina insieme allo staff medico.
Miccichè,tramandare valori Grande TorinoN.1 Lega serie A: “Cresciuto nel mito di quella squadra”

04 maggio 201915:53

– “Sono cresciuto nel mito di quella squadra, la mia giovinezza è stata permeata dal ricordo dei grandi Campioni scomparsi a Superga. Il fatto che dopo così tanti anni l’Italia intera li ricorda con commozione testimonia il segno profondo che sono stati in grado di lasciare nei cuori di ognuno di noi”: così il presidente della Lega di serie A, Gaetano Miccichè ha voluto ricordare gli “invincibili” del Grande Torino.
“Il nostro calcio necessita che i valori del Grande Torino affiorino in tutti i calciatori – ha sottolineato il n.1 della Lega di A – la lealtà, la correttezza, l’amicizia che li legava, a noi spetta l’onore e il compito di tramandarli di generazione in generazione alimentando la memoria dei più giovani”.
Prandelli, con Roma è partita ‘gajarda’Importante sarà non perdere la fiducia durante tutto il match

GENOVA04 maggio 201916:02

– “Sarà una partita molto ‘gajarda’ e intensa e speriamo che non vinca il migliore”. Cesare Prandelli presenta così la sfida tra Genoa e Roma. “In questo momento le motivazioni sono straordinarie: la Roma vuole arrivare in Champions, noi rimanere in serie A. Loro sono molto più forti di noi ma se saremo squadra li metteremo in difficoltà”. Gara che vedrà proseguire la protesta dei tifosi rossoblù che non entreranno allo stadio. “E’ un argomento delicato che non possiamo affrontare con una battuta e i tifosi ci hanno diffidato dal parlarne”. La tifoseria in un comunicato aveva invitato la squadra a non fare appelli al pubblico. Di fronte una Roma diversa da quella dell’andata. “In queste ultime partite – spiega Prandelli – abbiamo notato che c’è maggior compattezza tra i reparti, è una squadra molto quadrata anche da un punto di vista del gioco nella fase difensiva. In quella offensiva mi sembra abbia dato maggiore responsabilità a Dzeko”.
Non dobbiamo perdere fiducia,il nostro problema principale è quello”.
Giampaolo, miglioriamo punti anno scorsoTecnico sul futuro: ‘Incontrerò club prima di fine campionato’

GENOVA04 maggio 201916:34

– Sfumata l’Europa, la Sampdoria progetta il futuro e fissa il nuovo obiettivo. “Se migliorare il punteggio dell’anno scorso deve essere un traguardo, lo è”, spiega il tecnico blucerchiato Marco Giampaolo. La Samp finì 10/a a 54 punti, ora, a 4 giornate dal termine ne ha 48.
“L’asticella l’abbiamo alzata sull’Europa perché pensavamo potesse rappresentare un motivo di crescita per la squadra. Un po’ l’ho forzata, un po’ ho avuto la sensazione di starci dentro a quella situazione, non ho bluffato su quello che era il percorso della squadra. Ho alzato l’asticella prima perchè ritenevo fosse producente per tenere alto il livello di autostima e creare condizioni psicologiche e mentali di ambire a quel tipo di obiettivo”. Alla squadra manca qualcosa per fare il salto di qualità. “Ne parleremo con la società. Ci siamo dati appuntamento nell’ultima settimana prima della fine del campionato, fra Chievo e Juve, e lì faremo il punto”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Celtic come Juve, 8/o scudetto di fila
Per i biancoverdi è anche 50/o titolo, ora la Coppa nazionale

04 maggio 201916:48

– GLASGOW

– Celtic Glasgow come la Juventus.
Infatti i ‘Bhoys’ sono campioni di Scozia per l’ottavo anno consecutivo. La differenza con i bianconeri è che invece per i biancoverdi è il 50/o scudetto della loro storia contro i 37 della Juve. Un’altra enorme differenza, la fa il Campionato: quello Italiano è assai più competitivo e tattico e difficile, quindi, da ciò si evince, che gli scudetti Bianconeri hanno il doppio di peso e merito. Il Celtic ha avuto la matematica certezza del titolo grazie al successo di oggi per 3-0 contro l’Aberdeen, con reti di Lustig, Simunovic e Edouard.
Ora la squadra di Glasgow avrà la possibilità anche di fare il ‘Treble’ la tripletta, campionato, Coppa di Scozia e Coppa di Lega, per il terzo anno consecutivo:; nel 2019 ha già vinto Coppa di Lega e campionato, manca la finale di Coppa di Svozia che giocherà il 25 maggio contro gli Hearts.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Andreazzoli, venga solo chi ci crede
Tecnico “Peccato mancanza contemporaneità” tra club a rischio B

EMPOLI (FIRENZE)04 maggio 201917:07

– Contro la Fiorentina l’Empoli è condannato a vincere per sperare in una miracolosa, ma ancora possibile salvezza. “Voglio esser realista, è ovvio che ci crediamo. Chi non lo fa è bene che non entri al Castellani. Ma siamo anche razionali, continuare a fare a meno di giocatori importanti tutti nello stesso reparto è fastidioso.
Tuttavia il tempo, se uno è abituato a vedere il bicchiere mezzo pieno, ti aiuta”. Tra gli infortunati ci sono Dell’Orco e Silvestre ma “quest’ultimo dovrebbe recuperare, è una buona notizia”. Infine sulla non contemporaneità delle partite fra pretendenti allo stesso obiettivo Andreazzoli dice: “Siamo figli e anche dipendenti delle tv e degli impegni, ma a fine campionato non va bene scendere in campo sapendo i risultati degli altri. Se si gioca in contemporanea nessuno è penalizzato”.
70 anni Superga, centinaia in DuomoLa giornata del ricordo aperta al Cimitero e chiusa al colle

TORINO04 maggio 201917:36

– Lunga giornata in omaggio al Grande Torino, a 70 anni dalla scomparsa. Primo appuntamento in mattinata al cimitero monumentale ai sepolcri degli ‘Invincibili’, con la benedizione del cappellano granata, don Riccardo Robella. Nel pomeriggio centinaia di tifosi hanno partecipato alla messa in Duomo. Seduti nel coro della cattedrale i dirigenti, lo staff tecnico e la squadra attuale al gran completo, guidata dal presidente Cairo; ai lati dell’altare anche i familiari delle vittime del 1949 e tanti piccolissimi giocatori delle giovanili del Toro.
Don Robella ha simboleggiato la tragedia di Superga rompendo un vaso e distribuendone i cocci. “Tutti devono portare nel cuore un coccio di quella squadra che non potrà rinascere, ma potrà risorgere. A ognuno spetta il compito di ricomporre quel vaso pieno di grandi valori, ricordando però che nessuno è portatore esclusivo della memoria, che va condivisa”. La squadra è poi salita a Superga per la commemorazione, con la lettura dei nomi delle 31 vittime.
Tifosi Genoa proseguono contestazioneUltrà: confermato sciopero. Advisor? Ci stiamo lavorando

GENOVA04 maggio 201917:44

– Come annunciato durante l’assemblea pubblica di giovedì, i tifosi del Genoa hanno confermato in un comunicato congiunto a firma che “proseguiranno coerentemente la contestazione irrevocabile nei confronti di Enrico Preziosi. Ci ritroveremo di fronte alle due entrate della Gradinata Nord a partire dalle ore 16.00 e non entreremo al Ferraris, chiediamo a tutti di presidiare gli ingressi”.
La tifoseria inoltre, rispondendo alla provocazione di Preziosi di trovare loro stessi un advisor per la cessione del club, non si è tirata indietro: “garantiamo che al più presto gli forniremo notizie al riguardo – hanno scritto -, rendendoci disponibili ad ogni situazione che possa accelerare una sua auspicata e auspicabile uscita di scena definitiva, lontano dai nostri colori”.
Montella “Prima vincere, poi il futuro”‘Credo a questa proprietà, ha voglia di rivalsa’. Dubbio-Chiesa

FIRENZE04 maggio 201918:27

– A Empoli per interrompere il digiuno di successi che in campionato dura da 10 partite: è l’obiettivo di una Fiorentina in crisi e pure con Chiesa in dubbio: il talento viola, febbricitante, ha saltato anche l’allenamento odierno e pur convocato (”Ha voglia di esserci” ha detto Montella) solo domani mattina su indicazioni dei medici verrà presa una decisione. ”Con la squadra sono stato chiaro, non dobbiamo più ripetere gare come quella di lunedì quando siamo stati impotenti – ha detto il tecnico – Non siamo matematicamente salvi? Ipotesi remota, prima che per la classifica bisogna giocare per l’onore. Col Sassuolo abbiamo toccato il punto più basso, ora dobbiamo tirare fuori tutto per vincere, per i nostri tifosi e per la proprietà che sta soffrendo”. E che, ha assicurato, ha voglia di ripartire. ”Di Andrea Della Valle ieri mi ha colpito l’entusiasmo, l’ho visto carico come non mai. Capisco la delusione dei tifosi ma il mio entusiasmo e la mia fiducia in questa proprietà sono totali”, ha concluso.
Un Boateng in Vaticano, Altomonte volaClericus Cup, Opus Dei protagonista grazie a sacerdote Ghana

ROMA04 maggio 201919:37

– Nella Clericus Cup esultano le squadre qualificate ai quarti di finale. Ai Guanelliani e al Collegio Spagnolo tra le 8 sorelle del Mondiale della Chiesa promosso dal Csi, si sono aggiunte altre tre pretendenti alla Coppa con il Saturno. Vincono e superano il girone Altomonte, San Paolo Apostolo e North American Martyrs. Per questi ultimi, gli statunitensi campioni in carica, facile il 2-0 odierno sui Missionari della Consolata. Per le altre due formazioni l’ “ascensione” ai quarti è tutt’altro che facile. Il collegio sacerdotale dell’Altomonte per la prima volta si qualifica ai quarti battendo il Pio Latinoamericano. Avanti 2-0 l’Altomonte con reti di Gova e dell’indiano Kurian, raggiunto nella ripresa da un destro del croato Bagavac e da una punizione del peruviano Perez, l’Altomonte segna il 3-2 con Eric Boateng Asare, il capitano ghanese, che risolve in mischia regalando un successo storico al Collegio dell’Opus Dei. Ha invece il sapore della rivincita la vittoria del San Paolo, 2-1 sulla Gregoriana.
4-0 al Chievo,Spal matematicamente salvaDoppietta Felipe, Floccari e Kurtic regalano salvezza anticipata

04 maggio 201919:53

– La Spal ha battuto 4-0 il Chievo in uno degli anticipi della 35ma giornata di Serie A, disputato al Bentegodi di Verona. Grazie a questo successo, gli estensi sono matematicamente salvi, con 3 giornata di anticipo dalla fine del campionato. Match quasi a senso unico fin da subito, con Felipe che porta avanti gli ospiti già all’8′. Nella ripresa poi la squadra di Semplici, sette successi nelle ultime nove partite, cala il tris che chiude la partita: FloccARI (2′ st), ancora Felipe (10′ st) e Kurtic 36′ st).
“La Spal ha fatto qualcosa di storico”Semplici “Futuro? Vediamo, presupposti per andare avanti”

VERONA04 maggio 201920:44

– E’ festa grande per la Spal di Leonardo Semplici. E le parole del tecnico della Spal sottolineano il momento. “Abbiamo fatto qualcosa di storico, non era scontato salvarsi. Devo ringraziare la fiducia di società e presidente, il valore non soltanto tecnico ma anche morale. E’ una soddisfazione straordinaria”. Subito la domanda sul suo futuro. “Staremo a vedere – taglia corto Semplici – la cosa principale era raggiungere l’obiettivo e siamo andati oltre ogni aspettativa. A fine stagione mi riunirò con la società, credo ci siamo i presupposti per andare avanti. Poi decideremo insieme anche in base ad obiettivi. Il mio percorso è particolare, dalla Serie C fino alla seconda salvezza in Serie A. Mi auguro che nel mio futuro possa allenare delle squadre ancora più ambiziose, ora è il momento di gustarsi questa salvezza”.
Chievo: Di Carlo “Io sono disponibile””Chievo club importante, ci sarà progetto per tornare in A”

VERONA04 maggio 201920:47

– Mimmo Di Carlo commenta amaramente la sconfitta del Chievo. “Abbiamo fatto un buon primo tempo, l’uscita di Depaoli ci ha condizionato. Avevano un po’ di titolari fuori, se devo essere sincero i nostri giovani hanno fatto molto bene. Dal 60′ in poi la Spal ha messo in campo più forza, ha meritato la vittoria, mi dispiace per il risultato un po’ troppo pesante. Il mio futuro? Questa e’ una squadra che aveva bisogno di essere allenata in una certa maniera, finiamo il campionato nel migliore dei modi. Questa società è importante, ci sarà il progetto per tornare in A, io sono disponibile”.
Samp: Chabot sarà erede AndersenPraticamente definito difensore tedesco acquisto dal Groningen

GENOVA04 maggio 201921:15

– Primo tassello per la Sampdoria del prossimo anno, praticamente definito l’acquisto del 21enne difensore tedesco Julian Chabot. I blucerchiati avrebbero bruciato altri club italiani, un affare che si dovrebbe chiudere sulla base di 3,5 milioni. Quest’anno ha collezionato 28 presenze con la maglia del Groningen, gli scout della Sampdoria lo hanno seguito per diversi mesi prima di passare all’attacco.
E potrebbe essere l’erede di Joachim Andersen, difensore centrale e gioiello della Sampdoria che piace ai molti club disposti ad investire oltre 40 milioni per il danese.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Bayern Monaco più vicino al 29mo titolo
A due giornate dal termine, bavaresi a +4 sul Dortmund

04 maggio 201921:31

– Il Bayern Monaco ha le mani sul suo 29mo titolo di Bundesliga. La squadra di Nico Kovac ha battuto 3-1 l’Hannover nella 32ma giornata di campionato e ha approfittato anche del pareggio del Borussia Dortmund, suo immediato inseguitore, fermato sul 2-2 sul campo del Werder Brema. In classifica i bavaresi guidano con 74 punti contro i 70 del Dortmund, quando mancano due giornate alla fine del torneo.
Udinese-Inter 0-0Nerazzurri frenano corsa Champions, bianconeri punto salvezza

04 maggio 201922:29

– Finisce a reti inviolate tra Udinese e Inter nel terzo anticipo della 35ma giornata di Serie A. Alla ‘Dacia Arena’ bianconeri e nerazzurri si dividono un punto al termine di una partita non bella ma intensa e con poche occasioni da rete. Alla luce di questo risultato, la squadra di Spalletti sale a 63 punti in classifica (a +5 sulla Roma 5/a e che gioca domani, in chiave Champions), mentre l’Udinese va a 34 punti in classifica, cinque in più dell’Empoli in campo domani.
Premier:Origi riporta Liverpool in testaNewcastle battuto 3-2,gol vittoria belga a 86′,Salah infortunato

04 maggio 201922:46

– Un gol del belga Origi, entrato in campo al posto dell’infortunato Salah, permette al Liverpool di tornare momentaneamente in vetta alla Premier dopo la 37ma giornata di campionato, in attesa del posticipo del Manchester City, impegnato lunedì sera contro il Leicester. In calssifica adesso i Reds comandano con 94 punti contro i 92 dei Citizens.
Al ‘St James Park’, casa del Newcastle di Rafa Benitez, la squadra di Jurgen Klopp vince 3-2 al termine di una gara palpitante. Due volte avanti (van Dijk 13′ e Salah 28′), i Reds sono stati ripresi due volte (Atsu 20′ e Rondin 54′), prima del sigillo finale del giovane attaccante belga (86′).
In coda giochi invece ormai fatti. La sconfitta casalinga del Cardiff (2-3 contro il Crystal Palace) costa la retrocessione in Championship alla squadra gallese che si aggiunge a Fulham e Huddersfield.
Diego Simeone allo stadio di EmpoliTecnico Atletico assiste alla partita del figlio con Fiorentina

EMPOLI (FIRENZE)05 maggio 201912:57

– Suo figlio in campo titolare, lui in tribuna in un box privato. Diego Pablo Simeone è al Castellani per seguire da vicino il figlio Pablo che scende sul terreno dello stadio di Empoli a fianco di Muriel, viste le non buone condizioni di Chiesa. L’allenatore ha il giorno libero, ieri il suo Atletico Madrid ha perso 3-0 a Barcellona contro l’Espanyol.
Gattuso, futuro? Mio obiettivo Champioms Società non mi ha detto nulla,dimissioni non nel mio modo essere

MILANO05 maggio 201914:28

– “Oggi il mio obiettivo è andare in Campions, ho due anni di contratto. La parola dimissioni non fa parte del mio modo di essere. Vado avanti, il mio obiettivo è portare la squadra in Champions, il resto non conta nulla”. Così Rino Gattuso ha glissato sul suo futuro al Milan. “Sento dire che il prossimo anno vado via – ha notato alla vigilia della sfida con il Bologna -. A me la società non ha detto nulla. Nel poco che leggo ci sono cose assurde, perché c’è grande intesa e rispetto con Leonardo e Maldini”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Empoli-Fiorentina 1-0, decide Farias
Azzurri tengono vivo sogno salvezza, Udinese a +2, male i Viola

EMPOLI05 maggio 201914:35

– Con una grande prova di orgoglio l’Empoli batte la Fiorentina 1-0 e tiene ancora vico il sogno salvezza. Grazie ai tre punti conquistati oggi al ‘Castellani’, la squadra di Aurelio Andreazzoli sale a 32 punti, due in meno dell’Udinese quart’ultimo. Nel lunch match della quart’ultima giornata di campionato, i toscani vincono grazie a una rete di Farias (6/o centro stagionale) al 9′ della ripresa, su assist di Di Lorenzo. Male i viola, senza successo per l’11ma gara di fila e senza nerbo: Chiesa, influenzato alla vigilia, è entrato solo nella ripresa al posto di Mirallas, dando un po’ di brio davanti ma stoppato da un super Dragovski autore di interventi prodigiosi. Da quando è arrivato Montella al posto di Pioli, i Viola hanno ottenuto un solo pareggio in campionato, oltre l’eliminazione in Coppa Italia e, tra l’altro, non ancora matematicamente salvi.
Mihajlovic, pronti per ultimo scatto’Milan attraversa difficoltà, abbiamo un vantaggio psicologico’

BOLOGNA05 maggio 201915:52

– Contro il Milan, domani a San Siro, il Bologna scenderà in campo per fare “l’ultimo scatto” e agguantare la salvezza. Un traguardo alla portata, rispetto alla situazione di qualche mese fa e che – se raggiunto – non sarà forse “un miracolo ma quasi un mezzo miracolo”, sì. Così, alla vigilia della sfida del Meazza, Sinisa Mihajlovic, carica il suo Bologna, tra le squadre più ‘calde’ del campionato e pronto a prendersi, sul campo, tre punti fondamentali per la permanenza in Serie A. “Fino a oggi abbiamo fatto tanto – osserva l’allenatore in conferenza – ma in realtà non abbiamo fatto ancora nulla: dobbiamo raggiungere questo obiettivo che è sempre più vicino ma ci manca quell’ultimo scatto. Domani abbiamo già la possibilità di essere salvi. Sappiamo che dobbiamo incontrare una squadra che sta attraversando un momento di difficoltà e per questo abbiamo un vantaggio psicologico nei loro confronti”.
Gattuso, visto squadra incazzosaViTecnico Milan, “ora dimostri che non siamo morti”

MILANO05 maggio 201916:00

– “Ho deciso io il ritiro, la società mi ha appoggiato. Ho visto una squadra che si è allenata bene, incazzosa. Ora bisogna dimostrarlo sul campo. Un ritiro di cinque giorni non è il massimo, non garantisce che possano uscire cose positive, ma dovevamo tutti assumerci le responsabilità”. Così l’allenatore del Milan, Rino Gattuso, ha spiegato la scelta presa dopo il ritardo di Bakayoko martedì all’allenamento: “Sono contro i ritiri, li abolirei anche prima della partita, preferirei incontrarci tutti a pranzo e poi andare allo stadio. Poi ci sono delle regole. Se si rompe qualcosa, e qualcuno fa come gli pare, si possono adottare altre soluzioni”. “Ora – ha detto alla vigilia della sfida con il Bologna – mi aspetto dalla squadra la voglia di far vedere a tutti che non siamo morti. La squadra si può ancora rifare”.
Andreazzoli, giocato solo per vittoriaMontella, ‘mancata tranquillità, forse questo non fa fare gol’

EMPOLI (FIRENZE)05 maggio 201916:13

– L’orgoglio di Andreazzoli, la preoccupazione di Montella. Al termine del derby toscano Empoli-Fiorentina i due allenatori si salutano in sala stampa, e i due stati d’animo sono agli antipodi. “Noi cercavamo un riscatto personale – dice Andreazzoli, tecnico dell’Empoli -, non giocavamo per la classifica, ma per la vittoria. Volevamo avere una soddisfazione per noi e per il pubblico. Giocare il derby e vincerlo non è mai facile. Siamo soddisfatti per quello che abbiamo avuto. Ora ci interessa la classifica”. Già, la classifica: “Non si sistema ma mette gli altri sotto pressione che non è indifferente a questo punto del campionato – spiega il tecnico empolese. Chi non è venuto allo stadio ha perso un’occasione”. Il messaggio di Andreazzoli è chiaro: “Ci crederemo fino alla fine, vogliamo provarci. Se sarà ‘morte’ vogliamo morire da vivi”.
Montella, “Non meritavamo di perdere””Ritiro? A che serve se ognuno se da solo col suo smartphone?”

05 maggio 201916:17

– Vincenzo Montella è deluso dopo l’ennesima debacle della sua Fiorentina: “Dispiace per i ragazzi che ce la stanno mettendo tutta – dice in conferenza dopo il ko di Empoli – Non meritavamo di perdere, ci sono delle situazioni che non vanno per il verso giusto. La squadra ha creato tanto anche oggi, forse manca un po’ di tranquillità. Forse è questo non ti fa fare gol. Ci prendiamo le critiche, anche forti. La squadra sta provando a giocare, non è nemmeno fortunata”. A chi gli chiede se sia il caso di andare in ritiro: “Il ritiro? Una volta era fatto per stare insieme, per fare gruppo. Oggi ognuno sta per i fatti suoi, da solo col suo smartphone”.
Tris del Chelsea, Sarri ora è 3/oLoftus-Cheek, David Luiz e Higuain blindano posto Champions

05 maggio 201917:18

– Il Chelsea vince 3-0 contro il Watfird e balza al terzo posto in classifica di Premier a una giornata dal termine del campionato. Succede tutto nella ripresa con i gol di Loftus-Cheek (3′), David Luiz (6′) e Higuain (30′). Cin questi tre punti i Blues salgono a 71 punti, uno in più del Tottenham 4/o e a +5 sull’Arsenal che deve giocare nel pomeriggio in casa contro il Brighton.
2-2 col Sassuolo, Frosinone in serie BMatematicamente retrocesso a 3 giornate da fine campionato

REGGIO EMILIA05 maggio 201917:28

– Sassuolo e Frosinone hanno pareggiato 2-2: in forza di questo risultato, il Frosinone e’ matematicamente retrocesso in Serie B, a tre giornate dalla fine del campionato.
I ciociari vanno infatti a 24 punti, in penultima posizione, e non possono più raggiungere l’Udinese quart’ultima a quota 34.
Inzaghi, abbiamo due strade per l’EuropaTecnico Lazio “Atalanta ha meritato, è stata più lucida”

05 maggio 201917:29

– “In Europa penso che ci arriveremo, abbiamo due strade per farlo: o attraverso la Coppa Italia o col settimo posto. Siamo a due punti da Milan e Torino, con 9 punti ancora a disposizione, si può fare”. Così il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi dopo il ko interno contro l’Atalanta che ha pregiudicato definitivamente la corsa Champions. “La Lazio deve centrare un posto Uefa – ha aggiunto il tecnico a Sky – siamo rammaricati per la sconfitta ma dobbiamo reagire subito.
Abbiamo approcciato bene la partita, siamo andati in vantaggio, ma in questa partite non basta svolgere il compitino. L’Atalanta ha maritata, è stata più lucida, noi abbiamo commesso errori individuali che abbiamo pagato cari, errori del genere non possiamo permetterceli”.
Gasperini ‘grande impresa, ci crediamo”‘Tra un posto in Champions e Coppa Italia scelgo il primo…’

05 maggio 201917:40

– “La vittoria di oggi in casa Lazio e’ stata una grande impresa: credevamo in un posto in Champions, ora ci crediamo ancora di più”. Cosi’ Giampiero Gasperini commenta il 3-1 all’Olimpico che avvicina la sua Atalanta a un posto in Champions. “In questo campionato, difficilissimo, eravamo partiti per un posto in Europa League – ha raccontato il tecnico dei bergamaschi, a Sky – Poi dopo il pari in casa con l’Empoli siamo andati a vincere a Napoli e abbiamo cominciato a crederci”. Ma cosa sceglierebbe tra un posto in Champions e la vittoria della Coppa Italia? “L’avevo gia’ detto: io sceglierei il posto in Champions. I trofei non sono solo le coppe in bacheca, per l’Atalanta giocare quella coppa sarebbe molto importante”.
Giampaolo “O cresciamo o non resto qui”‘Un altro anno nell’anonimato no: ne parleremo col club’

05 maggio 201917:42

– “Ho gia’ parlato con la societa’: un altro anno nell’anonimato, il prossimo, non ci sto a viverlo. In questi tre anni siamo cresciuti, ora ci serve uno step ulteriore o altrimenti non e’ proponibile che io rimanga qui”. Cosi’ Marco Giampaolo, tecnico della Samp, parla del suo futuro dopo il pari in casa Parma. “Non gioco su due tavoli – ha detto il tecnico dei doriani a Sky – Con la società ho parlato, ho detto quel che penso: abbiamo ceduto tanti giocatori importanti, chi e’ restato ha lavorato bene, chi ha fatto scouting ha trovato buone alternative. Ma ora dobbiamo crescere, altrimenti cosa resto a fare? Piuttosto, sono disposto anche a stare un anno fermo”.
Entella promosso in serie B. Padova e Carpi retrocedono in Lega Pro Gol Mancosu all’89’ regala salto categoria. Piacenza Ko a Siena

05 maggio 201917:54

Padova e Carpi salutano la serie B: ai veneti non è bastato il pareggio (3-3) in casa del Benevento per evitare la retrocessione in Lega Pro mentre gli emiliani sono usciti sconfitti (1-0) dalla sfida con il Livorno.Dopo Pordenone e Juve Stabia, anche la Virtus Entella sale in serie B. Nel caso della squadra ligure, si tratta di un ritorno nella serie cadetta dopo un solo anno di ‘purgatorio’ in C. La promozione dell’Entella è arrivata in modo rocambolesco, all’ultima giornata, grazie al successo di misura (1-0, rete di Mancosu all’89’) per 1-0 sulla Carrarese e alla contemporanea sconfitta, 2-0, della capolista Piacenza sul campo della Robur Siena. Così l’Entella ha effettuato il sorpasso, vincendo il campionato con un punto di vantaggio sui rivali, 75 contro 74. Quanto al Piacenza, ora inseguirà la promozione nei playoff.

“belin come gioca bene l’Atalanta”Striscione dei tifosi Genoa a Preziosi in ricordo ex tecnico

GENOVA05 maggio 201918:31

– Riuscita a metà la protesta degli ultras del Genoa che anche oggi hanno presidiato le entrate del Luigi Ferraris lasciando però entrare chi voleva assister alla partita con la Roma. Molti quelli che hanno preferito entrare per sostenere la squadra che sta lottando per la salvezza matematica. Nella Nord, ‘casa’ degli ultras genoani, manca il cuore del tifo rossoblù ma gli spalti non sono deserti. I tifosi proseguono con le critiche al presidente Preziosi giocando, oggi, la carta dell’ironia: lo striscione attaccato alla balaustra recita così: ‘belin come gioca bene l’Atalanta’, chiaro riferimento al benservito che Preziosi dette 3 anni fa all’allora tecnico Gasperini. Da quel momento, mentre Gasperini faceva le fortune dell’Atalanta, sono iniziati, secondo i tifosi, i guai del Genoa.
Serie A, i risultati: Lazio-Atalanta 1-3, Parma-Sampdoria 3-3, 2-2 col Sassuolo, Frosinone in serie B I ciociari vanno a 24 punti, in penultima posizione, e non possono più raggiungere l’Udinese quart’ultima a quota 34

05 maggio 201919:54

Serie A, i risultati della 35/a giornata. Atalanta batte Lazio 3-1. Parma e Sampdoria 3-3. Sassuolo e Frosinone hanno pareggiato 2-2: in forza di questo risultato, il Frosinone e’ matematicamente retrocesso in Serie B, a tre giornate dalla fine del campionato. I ciociari vanno infatti a 24 punti, in penultima posizione, e non possono più raggiungere l’Udinese quart’ultima a quota 34.

LE CRONACHE DELLE PARTITE

Lazio-Atalanta 1-3 Lazio-Atalanta 1-3 finale: Parolo 3′, Zapata 22′, Castagne 58′, Wallace (aut) 76′. Bene l’Atalanta, che consolida il quarto posto.Lazio-Atalanta 1-3: al 31′ del st, terzo tempo sul primo palo di Djimsiti, che svetta piu’ in alto di Wallace e supera Strakosha.Lazio-Atalanta 1-2: al 13′ del st, il Papu Gomez crossa al centro, a rimorchio arriva Castagne, che con il destro deposita in rete.Lazio-Atalanta 1-1 fine pt: Parolo 3′, Zapata 22′. Duplice fischio di Calvarese, cala il sipario sulla prima frazione di gioco.Lazio-Atalanta 1-1: al 22′ del pt, Zapata ha il tempo di agganciare il pallone e freddare Strakosha da pochi passi con un diagonaleLazio-Atalanta 1-0: al 3′ del pt, Parolo calcia con il sinistro di controbalzo trovando una traiettoria imprendibile per Gollini.Parma-Samp 3-3Parma-Sampdoria 3-3 finale: Gazzola 2′, Quagliarella 28′ e 61′, Defrel 38′, Kucka 67′, Bastoni 71′. Espulsi Colley e Kucka.Parma-Sampdoria 3-3: al 26′ del st, Audero respinge la schiacciata di Iacoponi, sulla ribattuta il piu’ lesto di tutti e’ Bastoni.Parma-Sampdoria 2-3: al 22′ del st, sciocchezza di Colley che abbatte Siligardi in piena area, dal dischetto Kucka trova l’incrocioParma-Sampdoria 1-3: al 16′ del st, Kucka perde il pallone sulla trequarti, Praet apparecchia per la doppietta di Quagliarella.  Parma-Sampdoria 1-2 fine pt: Gazzola 2′, Quagliarella 28′, Defrel 38′. Duplice fischio al Tardini, la Samp ribalta il risultato.Parma-Sampdoria 1-2: al 38′ del pt, conclusione di Jankto respinta da Sepe che compie una gran parata, ma sul tap-in c’e’ Defrel.Parma-Sampdoria 1-1: al 28′ del pt, tocco col gomito di Dimarco nell’area del Parma, Quagliarella trasforma il penalty pe il pari.Parma-Sampdoria 1-0: al 2′ del pt, Gervinho punta la porta della Samp, e a centro area trova Gazzola che proprio non puo’ sbagliareSassuolo-Frosinone 2-2Sassuolo-Frosinone 2-2 finale: Sammarco 8′, Paganini 36′, Ferrari 66′, Boga 78′. I ciociari retrocedono aritmeticamente in Serie B.Sassuolo-Frosinone 2-2: al 33′ del st, traversone basso di Pol Lirola per il taglio in area di rigore Boga che manda in rete.Sassuolo-Frosinone 1-2: al 21′ del st, Bourabia serve Ferrari, che in posizione regolare stoppa e calcia battendo Sportiello.Sassuolo-Frosinone 0-2 fine pt: Sammarco 8′, Paganini 36′. Il Sassuolo crea ma il Frosinone capitalizza, risultato a sorpresa.Sassuolo-Frosinone 0-2: al 36′ del pt, corner di Ciano, pallone sul primo palo per Paganini che manda alle spalle di Consigli.Sassuolo-Frosinone 0-1: all’8′ del pt, Pinamonti lavora di sponda per Paolo Sammarco, che calcia in diagonale di prima intenzione.

Ranieri,ci serviva vittoria non molliamo”E’ stata una partita difficilissima ma lo sapevamo”

05 maggio 201920:29

– “Peccato, perché ci servivano i tre punti, ma non molliamo”: così, ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore della Roma, Claudio Ranieri commenta il pareggio dei giallorossi in casa del Genoa.
“Sono stati bravi loro a non mollare mai. È stata una partita difficilissima e lo sapevamo – le parole del tecnico – Peccato su quel calcio d’angolo, ci siamo fatti sorprendere. Romero é già al quarto gol in queste situazioni. Lo stavamo schermando ma è riuscito a rimanere da solo e a saltare di testa”.
Arsenal solo pari, Chelsea in ChampionsGunners perdono altra occasione,al Tottenham 4/o basterà 1 punto

05 maggio 201920:55

– L’Arsenal non va oltre il pareggio (1-1) interno contro il Brighton e ‘regala’ la qualificazione anticipata al Chelsea nella prossima Champions League. La squadra di Unay Emery sale infatti a quota 67 (5/o posto), a -4 dai Blues che oggi hanno vinto 3-0 e sono a 71, irraggiungibili quando manca solo una giornata al termine della Premier. Al 4/o posto c’è il Tottenham, a cui basterà un punto nell’ultimo turno per centrare l’ingresso nell’Europa che conta.
2-1 al Cagliari, Napoli blinda 2/o postoPartenopei a quoita 73 a +10 sull’Inter a 3 giornate dalla fine

05 maggio 201922:38

– Napoli batte Cagliari 2-1 in uno dei posticipi della 35/a giornata del campionato di serie A. Con questa vittoria il Napoli raggiunge quota 73 punti e, a tre giornate dalla fine del campionato, ha 10 punti di vantaggio sulla terza in classifica, l’Inter, ed è dunque aritmeticamente 2/o e qualificato per la Champions league.
Rabbia Cagliari, ds, Var è barzellettaCarli: “Per noi 1 punto è vitale, ci sentiamo presi in giro”

95 al mese Iva escl

– “Così la Var è una barzelletta. Io lo ritengo uno strumento straordinario ma spiegatemi il rigore dato al Napoli, voglio capire cosa si è inventato l’addetto al Var.
E’ allucinante. Un punto per noi del Cagliari è vitale”. Così ai microfoni di Sky sport il ds del Cagliari Marcello Carli manifesta la rabbia dei sardi per il rigore concesso al Napoli.
“Il gruppo è devastato, l’allenatore è stato espulso. Per noi questa era una finale di Coppa di Campioni. Siamo incazzati neri. Ci sentiamo presi in giro”, ha concluso Carli.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Cairo, Torino non vende i suoi gioielli
Presidente conferma squadra con “puntello in una o 2 posizioni”

06 maggio 201910:22

– Nella prossima stagione il Torino terrà tutti i suoi gioielli da Belotti a tutti gli altri, e prenderà solo qualche rinforzo. Lo ha detto il presidente del club granata Urbano Cairo ai microfoni di Radio anch’io sport.
“L’anno scorso, avendo tenuto tutti, il bilancio è un pò peggiorato, ha spiegato Cairo. Ma ce l’abbiamo fatta per i cinque anni precedenti a tenere il bilancio in positivo e speriamo di farcela anche per il prossimo”. “C’è la volontà di tenere i migliori giocatori e anche possibilmente di puntellare la squadra in quella posizione o due, in cui è giusto tentare di migliorare” ha aggiunto Cairo, secondo il quale è una scelta che si richiama a quella del Grande Torino che “ebbe quasi gli stessi 10/undicesimi per quattro stagioni. Quella è un pò la strada maestra. Quando hai giocatori ottimi, che per di più lavorano con un tecnico bravissimo come Mazzarri, con valori condivisi, tutto diventa straordinario. Perciò l’obbiettivo è quello, l’anno scorso ce l’ho fatta a tenere tutti”.
Cairo “non mi piace progetto Superlega””Vado a riunione per capire se cose che ho sentito sono vere”

06 maggio 201910:24

– Il progetto della Superlega europea di calcio di cui domani si parlerà a Madrid in una riunione cui sono stati invitati i rappresentanti dei club europei “non piace affatto” al presidente del Torino Urbano Cairo. “A Madrid è molto importante esserci e essere decisi, ha detto Cairo. Ho sentito cose che non mi piacciono affatto, perché sarebbero un modo per sviluppare un calcio di elite che esclude la grande base delle squadre; un calcio dove le squadre sarebbero scelte, come unte dal Signore, quindi una competizione che per me risulterebbe impoverita”. Il presidente del Torino è insoddisfatto anche da un altro elemento: “La Superlega -ha spiegato- dovrebbe giocare sabato e domenica, relegando i campionati al martedì o mercoledì; le squadre ricche lo diventerebbero di più, e le altre perderebbero appeal. Per chi ama il calcio,i campanili, le sfide, questa scelta non rispetta il popolo italiano. I campionati devono essere tutelati”.
Torino, Cairo “Champions più lontana””Finchè la matematica lascia spazio continueremo a inseguirla”

06 maggio 201910:26

– Il Torino vede allontanarsi la possibilità di agguantare un posto in Champions ma “finchè la matematica lascia aperto uno spazio, noi continueremo a inseguirla”. Così il presidente del Toro Urbano Cairo ai microfoni di Radio anch’io sport. “Mancano poche partite alla fine del campionato, ha sottolineato Cairo, i punti disponibili sono soltanto 9 e l’Atalanta si è molto staccata. Insomma, è più complicato. Ma noi faremo i conti alla fine. Pensiamo a ogni partita come abbiamo fatto con il Milan e la Juve. Se valessero solo i punti del girone di ritorno, come in Argentina, saremmo quarti. Mancano però tre partite fondamentali. Quindi, testa bassa e dritti sui pedali fino alla fine. Poi faremo i conti, è la stessa filosofia che ho applicato quando ho cercato di fare altre cose nel mondo dell’impresa”.
Cairo, stupito da voci su ds PetrachiCon il ds “c’è un contratto fino al 2020, resterà con noi”

06 maggio 201910:49

– Il presidente del Torino Urbano Cairo è “stupito di tanti articoli e di tante voci” attorno alla vicenda del ds granata Gianluca Petrachi. Lo ha dettolo stesso Cairo ai microfoni di Radio anch’io sport, rispondendo a una domanda sulle voci che danno Petrachi in uscita dal club. Cairo ha aggiunto che Petrachi ha un contratto “fino al 2020 e non avendone mai parlato credo che resterà con noi. Ci fosse qualcosa di vero su queste voci, Petrachi me ne avrebbe parlato sicuramente, visto anche il rapporto che abbiamo da nove anni”.
Wanda Nara, foto con Icardi? solo lavoroVivo di questi shooting, non si cancellano 130 gol

06 maggio 201910:52

– “Le foto scattate insieme a Icardi? È lavoro, nient’altro”. Wanda Nara, moglie-manager di Mauro Icardi, ha commentato così gli scatti hot insieme al marito pubblicati negli ultimi giorni sui social. Sono state fatte in bianco e nero, nessun riferimento o messaggio – ha aggiunto durante Tiki Taka -. Io con Instagram lavoro, vivo di questi shooting e Mauro non ha nessun problema. Non è stato il momento giusto? Non scegliamo noi quando pubblicare le foto, comunque ne mancano ancora due da mettere online. La partita con l’Udinese? C’era un rigore su Mauro, ha il piede nero, non so come mai non siano andati a rivederlo al Var”. Rispondendo poi ad alcuni commenti su Instagram, Wanda Nara ha spiegato: “Per uno shooting fotografico non si cancellano 130 gol e non ha dimenticato come si gioca -le sue parole. Solo lui può dire se è felice e io faccio quello che lo rende felice.
Ricorda che è lui a scegliere, ti assicuro che ci sono pochi uomini veri come lui”.
Inter, in estate amichevole con il PsgLa sfida contro i francesi il prossimo 27 luglio a Macao

MILANO06 maggio 201910:56

– Nuova tappa in Asia per la prossima tournée estiva dell’Inter. I nerazzurri infatti sfideranno il Paris Saint-Germain il prossimo 27 luglio a Macao per l’International Super Cup al Macau Taipa Olympic Sports Center.
”Un’altra occasione che avvicinerà le grandi squadre europee e in particolare l’Inter agli appassionati in Asia”, spiega la società in un comunicato sul proprio sito. La gara contro i francesi si aggiungerà a quelle che l’Inter disputerà in Asia contro Manchester United (20 luglio a Singapore) e Juventus (data e luogo da definire) per l’International Champions Cup, mentre la sfida contro il Tottenham (4 agosto) si giocherà a Londra.
Catania: via Novellino, torna SottilTecnico si congeda dopo dieci partite, quattro le vittorie

CATANIA06 maggio 201912:41

– Walter Novellino non è più l’allenatore del Catania. Il tecnico di Montemarano è stato esonerato dopo il pareggio casalingo con il Rieti che ha concluso la stagione regolare degli etnei, piazzatisi quarti nel girone C di Serie C e attesi ora dai play off. Novellino si congeda dai rossazzurri dopo sole dieci partite. Il suo score è di 4 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, per un totale di 15 punti. Al posto di Novellino la dirigenza ha richiamato Andrea Sottil, esonerato dopo la sconfitta di Viterbo e ancora vincolato al club catanese da un contratto triennale.
Torino: Cairo, Belotti va confermatoPresidente granata, vogliamo dar continuità a questa squadra

TORINO06 maggio 201913:32

– “Belotti è il nostro capitano, è un giocatore molto importante. Per noi il fatto di confermarlo per un lungo periodo è una cosa importante, ma ne parleremo a tempo debito”. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, risponde così sul rinnovo del contratto dell’attaccante granata. “L’obiettivo è quello di dare continuità ai risultati di quest’anno – spiega il patron granata – Abbiamo un mister che ha trasmesso alla squadra grandi conoscenze, consentendole di essere compatta, forte, e di crescere. Credo giusto confermarla tutta. Anche il Grande Torino è rimasto quasi immutato e questo la dice lunga su quanto sia importante la continuità quando hai giocatore forti, come credo che abbiamo oggi”.
Alla fine del campionato mancano tre giornate. “Abbiamo tre partite importanti, dobbiamo cercare di disputarle al meglio per chiudere in bellezza un campionato positivo – conclude Cairo – Champions o Europa League? Quando mi pongo un obiettivo tendo a non parlarne, ma a fare cose per cercare di ottenerlo…”.
Appendino,Grande Torino simbolo riscatto”Un mito pacifico e portatore di valori da tramandare”

TORINO06 maggio 201913:32

– Il Grande Torino è stato “un simbolo del riscatto di una città e di un intero Paese ma anche un simbolo che attraversa i tempi”. La sindaca di Torino Chiara Appendino ha commemorato così, nell’Aula del Consiglio comunale, i 70 anni della tragedia di Superga e “una leggenda sportiva senza la quale Torino non sarebbe la stessa”. Con il Grande Torino “lo sport ha contribuito a dare speranza, a unire tutti intorno a un obiettivo, a sentirsi di nuovo patria – ha aggiunto la prima cittadina -. È stato un mito pacifico e positivo portatore di valori che vanno tramandati e custoditi”. Anche per il presidente del Consiglio Comunale Francesco Sicari, capitan Valentino Mazzola e compagni hanno rappresentato “il calcio come vorremmo immaginarlo, lo sport che unisce, il rispetto, il senso di appartenenza oltre le tifoserie e la fede calcistica. Erano lo sport come dovrebbe essere sempre”.
Fiorentina, il rammarico del sindacoSindaco, ‘serve una squadra che sia all’altezza della città’

FIRENZE06 maggio 201913:41

– “I tifosi non si meritano una squadra così: si meritano invece una squadra che sia all’altezza delle aspettative di questa città, e all’altezza della storia di questa città”. Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, a proposito della crisi della Fiorentina, che con la sconfitta di ieri nel derby con l’Empoli è arrivata a undici partite consecutive senza vittorie in campionato.
Nardella ha parlato di “dispiacere profondo” per la situazione, a margine di un’iniziativa elettorale in città. “Io non mando messaggi diretti a nessuno – ha aggiunto, rispondendo a chi gli chiedeva se avrebbe portato questo messaggio alla proprietà e alla dirigenza del club viola – le mie posizioni sono chiare, le ho sempre ribadite. E’ anche vero che non voglio usare il sentimento dei tifosi in questo periodo di campagna elettorale, e quindi tengo per me alcune valutazioni. Detto questo, ripeto: i tifosi meritano una squadra e un progetto all’altezza di questa città”.
Champions: Brych arbitra Ajax-TottenhamMercoledì sfida per la finale, domani Cakir per Liverpool-Barca

06 maggio 201913:45

– Sarà l’arbitro tedesco Felix Brych a dirigere, mercoledì prossimo ad Amsterdam, il ritorno della semifinale di Champions League tra Liverpool e Tottenham (andata 1-0 per gli olandesi). Brych sarà coadiuvato dai connazionali Mark Borsch e Stefan Lupp (assistenti), Deniz Aytekin (quarto ufficiale), Bastian Dankert e Marco Fritz (Var e aVar).
La prima sfida del penultimo appuntamento del torneo, Liverpool-Barcellona di domani a Liverpool (andata 3-0 per gli spagnoli), sarà invece diretto dal turco Cuneyt Cakir.
Champions, Klopp e l’idea della rimonta”Giallorossi con loro in gol all’andata”. Out Salah e Firmino

06 maggio 201913:47

– “Salah ha avuto una commozione cerebrale. Ora sta meglio ma non è abbastanza in forma da un punto di vista medico e domani non sarà a disposizione, e anche Firmino”: così il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp, nella conferenza stampa alla vigilia della semifinale di ritorno di Champions contro il Barcellona, dopo il 3-0 subito all’andata.
Possibile una rimonta come quella della Roma un anno fa, che dopo aver perso 4-1 si era qualificata vincendo 3-0 al ritorno? “Non ci dobbiamo pensare e poi i giallorossi all’andata avevano segnato due gol”, ha risposto Klopp.
Salernitana: esonerato GregucciSquadra in ritiro a Roma, contatti con Menichini

SALERNO06 maggio 201913:55

– La Salernitana ha sollevato dell’incarico il tecnico Angelo Gregucci. L’allenatore pugliese ha pagato a caro prezzo la sconfitta casalinga subita ieri sera contro il Cosenza che ha messo a rischio la permanenza in serie B del club campano, ora sestultimo. Insieme a Gregucci è stato esonerato anche l’allenatore in seconda Giuseppe Ton. La società ha fatto sapere di aver “temporaneamente affidato la guida tecnica a Luigi Genovese”. Nel pomeriggio la squadra raggiungerà Roma dove preparerà in ritiro la sfida contro il Pescara. Nel frattempo dirigenza e proprietà lavorano per individuare il successore di Gregucci: contatti con Leonardo Menichini.
Serie C

Ghirelli, segnato nuovo percorsoConclusa stagione regolare: “Punti fermi da cui ripartire”

06 maggio 201914:27

– “Abbiamo dato una nuova direzione al nostro calcio. Siamo ad una svolta e viene segnato un nuovo percorso che mette al centro la sostenibilità economica e le regole”. Il presidente della Lega pro, Francesco Ghirelli, fa il bilancio del campionato di Serie C, a conclusione della stagione regolare. “Si è concluso uno dei più difficili e travagliati per le vicende del passato che ci hanno permesso di scendere in campo con tutte le squadre solo dal 4 novembre – ricorda Ghirelli -. Dal punto di vista tecnico è stato di appeal e combattuto tanto che ha determinato l’ultima promozione all’ultima giornata”. “Ci sono punti fermi, fondamentali per ripartire – continua il n.1 della Lega pro – come le 5 promozioni in B e le 5 retrocessioni, rispetto a 4 e 9: una piccola riparazione del torto subito, la riammissione dei club virtuosi, la scelta di valorizzare la formazione di giovani calciatori a partire da quelli dei nostri club, le nuove regole per le ammissioni al campionato”.
Al via raduno mondiale per le azzurreRosucci: “Non andiamo in Francia solo per partecipare”

FIRENZE06 maggio 201915:28

– L’avventura della nazionale femminile per il mondiale in Francia è cominciata ufficialmente oggi a Coverciano, con la prima fase del raduno: 26 le giocatrici convocate dalla ct Milena Bertolini, nel gruppo mancano però quelle della Juventus e della Fiorentina che si aggregheranno da mercoledì. Il clima è di grande entusiasmo e voglia di fare bene in una competizione, la più importante e prestigiosa, a cui l’Italia mancava da venti anni. “Siamo felicissime di cominciare questa avventura – ha dichiarato Martina Rosucci, l’unica giocatrice bianconera già al raduno – Non andiamo in Francia solo per partecipare, il massimo sarebbe vincere il mondiale.
Sappiamo però che non sarà affatto facile, le avversarie sono forti, ma intanto noi siamo state brave a innescare attorno a questa nazionale passione e curiosità, i risultati finora ottenuti sono conseguenza di tutto questa”.
Torino, Cairo: “Per il prossimo anno non vendo nessuno” “C’è la volontà di tenere i migliori giocatori, arriverà qualche rinforzo”

06 maggio 201915:35

Nella prossima stagione il Torino terrà tutti i suoi gioielli da Belotti a tutti gli altri, e prenderà solo qualche rinforzo. Lo ha detto il presidente del club granata Urbano Cairo ai microfoni di Radio anch’io sport. “L’anno scorso, avendo tenuto tutti, il bilancio è un po’ peggiorato, ha spiegato Cairo. Ma ce l’abbiamo fatta per i cinque anni precedenti a tenere il bilancio in positivo e speriamo di farcela anche per il prossimo”.”C’è la volontà di tenere i migliori giocatori e anche possibilmente di puntellare la squadra in quella posizione o due, in cui è giusto tentare di migliorare” ha aggiunto Cairo, secondo il quale è una scelta che si richiama a quella del Grande Torino che “ebbe quasi gli stessi 10/undicesimi per quattro stagioni. Quella è un pò la strada maestra. Quando hai giocatori ottimi, che per di più lavorano con un tecnico bravissimo come Mazzarri, con valori condivisi, tutto diventa straordinario. Perciò l’obbiettivo è quello, l’anno scorso ce l’ho fatta a tenere tutti”.

Serie A, Napoli-Cagliari 2-1Con questa vittoria i partenopei sono aritmeticamente al secondo posto e qualificati per la Champions league.

06 maggio 201916:19

Napoli batte Cagliari 2-1 in uno dei posticipi della 35/a giornata del campionato di serie A. Con questa vittoria il Napoli raggiunge quota 73 punti e, a tre giornate dalla fine del campionato, ha 10 punti di vantaggio sulla terza in classifica, l’Inter, ed è dunque aritmeticamente 2/o e qualificato per la Champions league. (LA CRONACA DELLA PARTITA) 2-1: al 53′ st Insigne spiazza Cragno e trasforma il rigore concesso dopo check VAR. Espulso Ionita nell’azione.
1-1: al 40′ st Mertens stacca altissimo e di testa, con bella torsione, schiaccia la sfera verso la rete di Cragno.
0-1: 18′ st, azione spettacolare, Barella di tacco serve all’indietro Pavoletti che di destro in diagonale insacca.
0-0 fine pt: match condotto dai partenopei, sardi mai pericolosi. Occasioni migliori per Younes 16′ e Mertens 23′

Scudetto 2006: Collegio Coni, inammissibile il ricorso JuveCalciopoli, lite infinita sul tricolore assegnato all’Inter

06 maggio 201919:45

Il Collegio di garanzia del Coni, presieduto da Franco Frattini, ha dichiarato inammissibile il ricorso della Juventus sullo scudetto 2005/2006 assegnato dopo Calciopoli all’Inter dall’allora commissario straordinario della Figc, Guido Rossi.  A distanza di 13 anni dallo scandalo che sconvolse il calcio italiano è andato in scena l’ultimo atto su Calciopoli. Innanzi all’ultimo grado di giustizia sportiva, a sezioni unite l’avvocato della Juventus Luigi Chiappero ha chiesto una decisione definitiva sulla revoca o meno dello scudetto del 2005/06 assegnato all’epoca all’Inter dal commissario Guido Rossi, decisione di fatto non revocata dall’allora consiglio federale della Figc e successivamente dall’allora Tnas nel 2011, che si dichiarò non competente nonostante la dura relazione dell’allora pm federale Stefano Palazzi alla luce delle nuove intercettazioni che coinvolgevano anche l’allora dirigente nerazzurro Giacinto Facchetti.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Champions: verso finale Barcellona-Ajax
Quote Snai nette sull’esito delle due semifinali

06 maggio 201916:32

– Ajax con un piede già in finale di Champions League nelle valutazioni degli analisti Snai all’antivigilia del ritorno di semifinale con il Tottenham.
Nelle quote, gli olandesi viaggiano a 1,30, contro il 3,40 degli inglesi. La differenza è marcata anche nelle scommesse sulla gara di mercoledì alla Johann Crujiff Arena: l’Ajax è favorito a 2,15, si punta invece a 3,30 sugli Spurs. La quota più alta è sul pareggio, a 3,70. Giudizio ancora più sbilanciato sulla semifinale di domani ad Anfield Road, dove il Liverpool deve ribaltare il ko per 3-0 rimediato una settimana fa al Camp Nou contro il Barcellona. Gli analisti Snai e danno a 11 la qualificazione dei Reds, contro il bassissimo 1,03 sui catalani avanti. Più bilanciate, però, le quote sulla gara secca: la squadra di Klopp è favorita a 2,40, a 3,70 il pareggio, mentre vale 2,80 il successo del Barça.
Samp, se va via Giampaolo, Pioli in poleIl tecnico blucerchiato incontrerà dirigenza entro fine mese

GENOVA06 maggio 201916:40

– Potrebbe essere Stefano Pioli il candidato numero uno nel caso in cui si dovessero separare le strade di Sampdoria e Marco Giampaolo. Le parole del tecnico blucerchiato nel dopo gara di Parma sono state chiare: “Ho già parlato con la società: un altro anno nell’anonimato, il prossimo, non ci sto a viverlo. Piuttosto, sono disposto anche a stare un anno fermo”. Il tecnico ha un contratto in scadenza nel giugno 2020, quindi sarebbe disponibile anche a lasciare un anno di ingaggio. Intanto a Roma si intensificano le voci di un suo possibile arrivo sulla panchina dei giallorossi. Comunque sia dirigenza doriana e Giampaolo si incontreranno nella settimana che precederà l’ultima gara di campionato. Intanto però si studiano le alternative: la prima è quella che porta a Pioli.
Piace ma ha un ingaggio pesante Eusebio Di Francesco e c’è l’opzione che porta anche a Roberto Donadoni. Da non scartare l’idea l’emergente come Leonardo Semplici che ha fatto benissimo con la Spal.
Cairo,no a SuperLega per ‘ricchi eletti”Vantaggi per pochi club e danni per giocatori, tifosi e media’

06 maggio 201917:04

– “Preoccupa questa SuperLega per ricchi eletti dal Signore, è un po’ contro il principio dello sport secondo cui chi è bravo e fa bene le cose può emergere. Con questo fantomatico progetto, poi diventa difficile scardinare il meccanismo a inviti, nemmeno fosse una cena di gala”. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha ribadito così la sua netta contrarietà al progetto di riforma delle coppe europee sostenuto dall’Eca guidata dal n.1 della Juventus, Andrea Agnelli. Il tema è al centro di un incontro organizzato oggi e domani a Madrid dall’European Leagues. “Vado là per capire, perché si sa poco. Per quello che si sa sono ipotesi negative – ha spiegato Cairo -. Si impoverirebbero i campionati nazionali facendo giocare le coppe europee nel fine settimana. Non a caso, molte leghe sono preoccupate”.
Wanda a Capello,anche tuoi giocatori hotMoglie Icardi contro ex tecnico, anche Beckham e Cannavaro ‘hot’

MILANO06 maggio 201917:28

– Nuova polemica per Wanda Nara. La moglie-manager di Mauro Icardi ha infatti replicato all’attacco di Fabio Capello sul tema delle foto hot con l’ex capitano nerazzurro postate sui social. ”Non ho mai avuto un giocatore che faceva queste cose, nelle mie squadre non so se poi sarebbe riuscito a entrare nello spogliatoio, non sarebbe stata accettata”, le parole dell’ex allenatore di Milan e Juventus ieri sera a Sky Calcio Show. Frasi a cui Wanda Nara ha replicato oggi su twitter, pubblicando le foto di Beckham e Cannavaro con Capello ai tempi del Real Madrid e alcuni scatti hot dei due giocatori. ”Caro Fabio Capello, come allenatore hai tutta la mia stima, ma da opinionista ad opinionista ti ricordo qualche giocatore Top che è riuscito ad entrare nel tuo spogliatoio facendo ‘queste cose’.
Dieci anni fa potevano avere qualcosa di strano, oggi no!”, ha aggiunto Wanda Nara.
Cies: Sancho già vale 150 ml, Zaniolo 68Giallorosso 3/o tra U20 più costosi, Donnarumma 6/o, Kean 20/o

06 maggio 201917:59

– C’è anche Nicolò Zaniolo sul podio degli Under20 che oggi nel mondo hanno il valore di mercato più alto. A stilare la classifica dei talenti del domani, dei futuri crack del calcio è il Cies, l’Osservatorio Internazionale di Studi dello Sport, che ‘vede’ al primo posto Jadon Sancho, esterno inglese del Borussia Dortmund, valutato ben 150,3 milioni, seguito dal centrocampista dell’Arsenal, Matteo Guendouzi, con 70,1 milioni che precede di un soffio il talento giallorosso che l’Istituto dell’Universita’ di Neuchatel valuta 67,4 milioni. Il classe 1999 precede altri talenti in erba come il tedesco del Bayer Leverkusen, Kai Havertz (64,3) e Declan Rice del West Ham (64,2). Per quanto riguarda altri italiani, Donnarumma è 6/o con 59,4 milioni e lo juventino Moise Kean 20mo con 20,3 milioni. 49mo posto per Pietro Pellegri, attualmente al Monaco, con 9 milioni.
Ronaldo a Madrid, relax giocando a golfSfida per il campione della Juventus, e vince anche sul green

06 maggio 201918:22

– Relax sul green per Cristiano Ronaldo che, a Madrid, approfittando dei giorni di riposo concessi alla Juventus da Massimiliano Allegri, ha dedicato del tempo alla sua nuova passione: il golf. Sfida nella sfida tra il campione portoghese, in coppia con Miguel Paixao (ex compagno di squadra nello Sporting Lisbona), e il duo composto dal giornalista Edu Aguirre e il preparatore atletico Tony Garcia Jimenez. Con il match vinto proprio da CR7 e Paixao. Il cinque volte Pallone d’Oro avrebbe scoperto la passione per il green proprio a Torino.
Champions: Klopp “Barca? Non pensiamo ad una rimonta come quella della Roma””Giallorossi con loro in gol all’andata”. Out Salah e Firmino

06 maggio 201915:35

“Salah ha avuto una commozione cerebrale. Ora sta meglio ma non è abbastanza in forma da un punto di vista medico e domani non sarà a disposizione, e anche Firmino”: così il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp, nella conferenza stampa alla vigilia della semifinale di ritorno di Champions contro il Barcellona, dopo il 3-0 subito all’andata.Possibile una rimonta come quella della Roma un anno fa, che dopo aver perso 4-1 si era qualificata vincendo 3-0 al ritorno? “Non ci dobbiamo pensare e poi i giallorossi all’andata avevano segnato due gol”, ha risposto Klopp.

Casillas lascia l’ospedaleIl portiere del Porto mercoledì scorso ha avuto un infarto

06 maggio 201915:52

– Iker Casillas è stato dimesso dall’ospedale di Oporto dove era stato ricoverato mercoledì scorso in seguito ad un infarto. Il numero 1 del Porto è apparso visibilmente emozionato e sul futuro ha detto “non so cosa mi riserverà, l’importante è stare qui”.
“Qualche giorno mi è capitato un evento che può capitare a tutti ed è toccato a me, ma siamo qui – ha detto il portiere spagnolo visibilmente emozionato – Sono stato molto fortunato.
Mi sono sentito molto toccato da tutti quelli che si sono preoccupati per me. Ringrazio per tutto il sostegno che è venuto dalla rete. Sto molto meglio. Ora dovrò stare a riposto un paio di settimane o un paio di mesi. Ma è lo stesso, l’importante è esserci. Migliaia e migliaia di persone mi hanno mandato messaggi e risponderò a tutti perché ora avrò tempo. Non so cosa mi riserverà il futuro, l’importante è stare qui”.
Fifa best award: 2 nuovi premi per donneA settembre a Milano anche riconoscimenti per miglior team e n.1

06 maggio 201916:08

– Nell’anno del Mondiale femminile, la Fifa ha deciso di accelerare ancora sulla strada della parità di genere nel calcio introducendo due nuovi premi nell’ambito del Fifa best awards 2019, la cui cerimonia di consegna è prevista il 23 settembre prossimo a Milano. Per la prima volta quest’anno saranno premiate anche la miglior numero 1 e il miglior team femminile, portando così a undici il totale dei riconoscimenti assegnati. “La Fifa è certa che la Francia ospiterà quest’anno un’edizione innovativa della Coppa del Mondo femminile, quindi non posso pensare a un momento migliore per presentare questi nuovi premi – afferma il vice segretario generale Fifa, Zvonimir Boban, come riporta il sito ufficiale della federazione -. È ancora un altro passo nella giusta direzione per aumentare il profilo del calcio femminile”.
Conte, al 60% allenerò in ItaliaEx ct a ‘Le Iene’ “Priorità un club che mi permetta di vincere”

06 maggio 201916:10

– Il futuro di Antonio Conte “sarà al 60% in Italia, al 30% all’estero e al 10% fermo ad aspettare”. Lo rivela il diretto interessato, libero dopo l’esperienza al Chelsea, in un’intervista che andrà in onda domani 7 maggio in prima serata a ‘Le Iene’ e di cui il programma di Italia1 ha anticipato alcuni stralci. Attaccato alla ‘macchina della verità’, alla domanda se la prossima stagione allenerà in Italia, Conte ha risposto che “ci sono buone probabilità, come anche che allenerò all’estero. Ma c’è anche la probabilità di restare fermo. La priorità è andare in una società che mi permetta di lottare per vincere”, ha aggiunto Conte prima di dare le percentuali: “60% di probabilità che resto in Italia, 30% che vado all’estero e 10% che rimango ad aspettare”.
Atalanta, via a demolizione curva NordComincia restyling stadio Bergamo, presente anche sindaco Gori

BERGAMO06 maggio 201921:29

– Una passerella verso la gru con le note di “We will rock you” dei Queen sullo sfondo, poi la prima “pinzata” alla Curva Nord, in demolizione da qui ai prossimi 4 giorni per poi essere ricostruita come prima delle tre tranches del restyling dello stadio di Bergamo. È stato il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, a compiere il primo atto simbolico della ricostruzione dell’impianto cittadino davanti a 1500 sostenitori in Curva Sud più 500 invitati in tribuna centrale. Quindi, i palloncini neri e azzurri liberati in cielo con l’abbattimento delle inferriate e qualche gradinata in cima al settore: “È una serata speciale, ringrazio il sindaco Giorgio Gori che ha sposato questo progetto rendendolo possibile – ha detto Percassi -. Sarà un settore moderno e funzionale, finalmente avremo una struttura coperta per ospitare il cuore del tifo nerazzurro. Da domani cominceràl’abbattimento della curva, tra 4 giorni si vedrà la skyline di Città Alta perché sarà tutta giù. Presente anche il Sindaco Giorgio Gori.
Scintille fra Bakayoko e Gattuso”Io non mi sono mai rifiutato di entrare in campo”

MILANO07 maggio 201911:01

– “Non accetto mi si faccia passare per un giocatore che si è rifiutato di entrare in campo quando l’allenatore gliel’ha chiesto e che non ha rispettato il suo club e i suoi compagni di squadra”. Così su Twitter Tiemoué Bakayoko, poche ore dopo Milan-Bologna di ieri sera, in cui il francese ha avuto un battibecco col tecnico Gattuso. “Non ho mai rifiutato di entrare” ha scritto Bakayoko, inquadrato ieri mentre insultava Gattuso: “lui si è rivolto a me con termini che non mi aspettavo e io stavo solo ripetendo le sue parole”.
Suarez, assenze Liverpool? Cambia poco’Nostra maniera giocare rimane la stessa. Qui anni meravigliosi’

06 maggio 201918:50

– “Per me è qualcosa di molto speciale tornare qui”, dice Luis Suarez, ex idolo del Kop dal 2011 al 2014 e che domani sera torna da avversario con la maglia del Barcellona. “Se sono arrivato al calcio d’elite lo devo al Liverpool, e qui ho vissuto momenti meravigliosi. Sarà bello calpestare questo campo indossando un’altra maglia”. All’andata Suarez ha segnato, esultando normalmente: farà altrettanto qui, se dovesse andare nuovamente a segno? “Tutti sann l’importanza di segnare in un semifinale e ad Anfield – commenta -, però qui non esulterei, per una forma rispetto”. Il Liverpool sarà penalizzato dalle assenze di Salah e Firmino ma per Suarez “cambia poco, perché abbiamo un nostro modo di giocare e rimane quello. E poi loro sono una squadra piena di internazionali, quindi i sostituti degli assenti saranno all’altezza. Ad esempio, Salah è un calciatore di caratura mondiale, però Sturridge, Shaqiri e Origi hanno anche loro tanta qualità”.
Tommasi, in Champions per meritocraziaRischio tolga spazio a leghe nazionali e aumenti gap tra squadre

06 maggio 201918:53

– ”La nuova Champions allargata? I criteri d’accesso devono rimanere legati ai campionati nazionali, non bisogna togliere il sale dalle competizioni. Le wild card non devono esistere a discapito della meritocrazia”.
Lo ha detto il presidente dell’Aic Damiano Tommasi, intervenendo sulla riforma della Champions League, tema al centro di un incontro organizzato oggi e domani a Madrid dall’European Leagues. ”Il concetto di giocare più partite di alto livello è condiviso da molti, in primis dai calciatori”, ha proseguito Tommasi al termine dell’assemblea generale dell’Aic a Milano.
”Serve fare attenzione alla salute dei giocatori e sulla distribuzione delle risorse: non vogliamo che le nuove coppe tolgano spazio ai tornei nazionali e amplino il gap già esistente tra le squadre. Se una squadra, come avviene oggi nelle principali leghe, vince il campionato con più di 10 punti di vantaggio significa che c’è qualche problema”, ha concluso il presidente dell’Aic.
Valverde, non dobbiamo pensare ad andata’Attaccheremo e giocheremo per vincere. Ricordo Roma ci sprona’

06 maggio 201918:57

– “Il risultato della partita di andata non cambia le cose, non dobbiamo pensarci. Dobbiamo preparare questa sfida di Anfield come se la settimana scorsa non avessimo giocato, e pensare come se questa fosse una sfida unica in cui ci giochiamo la finale. Dobbiamo attaccare e pensare a vincere”.
Così Ernesto Valverde, tecnico del Barcellona, alla vigilia della semifinale di ritorno della Champions, contro il Liverpool. Sull’assenza di Salah, Valverde dice che “anche noi abbiamo le nostre, penso a Dembelè che non ci sarà domani e quasi sicuramente anche nell’eventuale finale”. A caricare il Barcellona sarà anche il ricordo dell’anno scorso a Roma. “E’ una cosa che abbiamo ben chiara – dice Valverde -, perché certe esperienze servono, e l’anno scorso a Roma non stavamo bene. Ma il bello del calcio è che ti dà sempre un’altra opportunità”.
Pallotta “Stadio? Ha tempi del Colosseo””Nessuno sa quanto ci sia voluto ma ci stiamo avvicinando”

ojdKFnxpo6ptPwctoBr…cli

– Il nuovo stadio della Roma come il Colosseo, e non solo perché ne trae ispirazione nel design. Da Miami, dove è stato ospite del summit annuale ‘Sports Decision Maker’, James Pallotta ironizza sui tempi necessari alla costruzione dell’impianto che dovrà sorgere a Tor di Valle.
“Nessuno sa quanto ci sia voluto per costruire il Colosseo, ma ci stiamo avvicinando” le parole del presidente giallorosso, sempre in attesa di novità dal Comune per il via libera ai lavori. Le vicende giudiziarie che hanno coinvolto prima il costruttore Luca Parnasi e poi il presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, hanno rallentato l’iter amministrativo proprio in prossimità dell’approvazione della variante al Piano Regolatore e della convenzione urbanistica.
Battibecco Gattuso-Bakayoko in panchinaBiglia ko, francese non è pronto ad entrare, va in campo Mauri

MILANO06 maggio 201922:14

– Un battibecco tra Gattuso e Bakayoko anima la panchina del Milan durante il posticipo con il Bologna.
Al 26′ Biglia chiede il cambio per un colpo alla schiena, Gattuso invita Bakayoko ad entrare ma il francese chiede tempo per ultimare il riscaldamento. Gattuso si infuria e inserisce José Mauri, che non gioca dal 21 gennaio. Il Milan è reduce da 5 giorni di ritiro per il ritardo di Bakayoko all’allenamento di mercoledì scorso. Come si può ricostruire dalle immagini, il duro botta e risposta tra Gattuso e Bakayoko è avvenuto al momento della sostituzione di Biglia. Il tecnico sceglie il francese per la sostituzione e gli chiede di togliersi giacca e tuta, ma Bakayoko replica di non essere pronto perché deve ancora riscaldarsi. Gattuso si inalbera, chiama Jose Mauri e lo fa entrare. Intanto si avvicina a Bakayoko, battendo il dito alla tempia come a dire “tu sei pazzo”, il centrocampista risponde con quello che sembra essere un insulto in inglese e Gattuso gli dice “ci vediamo dopo” mimando il gesto con la mano.
Milan-Bologna 2-1 nel posticipoRossoneri vincono con reti Suso e Borini e agganciano la Roma

MILANO06 maggio 201922:38

– Milan-Bologna 2-1 nel posticipo della 35/a giornata della Serie A, giocato questa sera a San Siro. Queste le reti: nel pt 37′ Suso; nel st 22′ Borini, 27′ Destro. Espulsi al 30’st Paquetà per proteste, al 50’st Sansone per doppia ammonizione, al 51’st Dijks per proteste. Con questo successo i rossoneri agganciano la Roma al 5/o posto, con 59 punti.

Borini, sangue per vincere queste sfide’Successo che vuol dire tanto. Gattuso-Bakayoko?ci pensi società

06 maggio 201923:14

– “Questa vittoria vuol dire tanto, non dico tutto, però, vuol dire che abbiamo avuto sempre carattere, mi esce anche sangue dal naso. Questo deve succedere a ogni partita, deve uscire il sangue per vincerle”. Così Fabio Borini, ‘guerriero’ del Milan e autore del secondo gol rossonero di oggi, dopo il posticipo contro il Bologna.
Ora il Milan crede ancora alla Champions League? “Tutto è fattibile – risponde -. Ci siamo detti che bisogna lavorare duro, continuare a lottare e stare uniti, perché solo stando uniti si vincono le partite, solo così”.
Sulla lite Gattuso-Bakayoko, che non è voluto entrare, il jolly rossonero dice che “è entrato José Mauri, che ha fatto una grande partita. Quindi, il resto per me va gestito nello spogliatoio e basta. José Mauri ha dimostrato che, pur giocando pochissimo, è uno che da sempre tutto, ha fatto grandissime cose e anche lui ci ha fatto vincere la partita”.

Man City vince e torna leader PremierPremier,un gol di capitan Kompany salva Guardiola con Leicester

06 maggio 201923:14

– Etihad Stadium con il fiato sospeso fino al 25′ st della sfida fra Manchester City e Leicester, posticipo della 37/a giornata (la penultima) della Premier League. Infatti la squadra di casa attacca ma non riesce a passare, così a risolvere la situazione pensa il capitano Kompany, difensore finora a secco in questo campionato, che inventa un tiro da fuori sul quale Schmeichel non ha scampo.
Così ora, a un turno dalla fine, i Citizens tornano in testa con 95 punti e una lunghezza sul Liverpool. Nell’ultima giornata la formazione di Pep Guardiola giocherà sul campo del Brighton, mentre il Liverpool se la vedrà con il Wolverhampton.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Foggia-Perugia 1-0 nel posticipo di B
Un rigore trasformato da Greco decide il match dello ‘Zaccheria’

06 maggio 201923:19

– Foggia batte Perugia 1-0 nel posticipo della 18/a giornata di ritorno del campionato di Serie B giocato allo stadio Zaccheria. Rete decisiva di Greco su rigore al 30′ st. Il penalty era stato concesso dall’arbitro Di Paolo per un fallo in area di Sgarbi (entrato tre minuti prima al posto di El Yamiq) su Mazzeo.
Bakayoko: ‘Vaffa a Gattuso? Ho solo ripetuto sue parole’ La versione del centrocampista: “Io non mi sono mai rifiutato di entrare in campo”

MILANO07 maggio 201912:07

“Non accetto mi si faccia passare per un giocatore che si è rifiutato di entrare in campo quando l’allenatore gliel’ha chiesto e che non ha rispettato il suo club e i suoi compagni di squadra”. Così su Twitter Tiemoué Bakayoko, poche ore dopo Milan-Bologna di ieri sera, in cui il francese ha avuto un battibecco col tecnico Gattuso. “Non ho mai rifiutato di entrare” ha scritto Bakayoko, inquadrato ieri mentre insultava Gattuso: “lui si è rivolto a me con termini che non mi aspettavo e io stavo solo ripetendo le sue parole”.

“È da alcune settimane che si parla di me sulla stampa, ma ho deciso di non dire nulla e di lavorare. D’altra parte, quello che è successo questa sera e l’interpretazione che si sta cercando di dare mi costringe a reagire immediatamente” ha scritto Bakayoko in un lungo messaggio in francese pubblicato nella notte su Twitter. “Non accetto che mi si faccia passare per un giocatore che si è rifiutato di entrare in campo – continua – quando l’allenatore gliel’ha chiesto e che non ha rispettato il suo club e i suoi compagni di squadra. Perché io partendo dalla panchina ero pronto a dare me stesso al 200%, anche se avessi giocato 5 minuti”. “Quando Lucas (Biglia, n.d.r.) ha iniziato ad avere dolore in campo – è la versione del giocatore, arrivato in estate al Milan in prestito con diritto di riscatto dal Chelsea – mi è stato chiesto di prepararmi nel caso ci fosse stata una sostituzione. Così mi sono preparato immediatamente e mi sono riscaldato per 2-3 minuti al massimo. Poi mi è stato chiesto di tornare in panchina. Tutto succede fra il minuto 23 e il 26. Quando mi siedo in panchina l’allenatore mi parla in termini inaspettati e ripeto solo le sue parole. Niente di più. Sia chiaro: non ho mai rifiutato di entrare in gioco o di andare a scaldarmi. Mi sembra che le immagini parlino da sole. Avevo solo un desiderio, di entrare in campo e aiutare i miei compagni come ho sempre fatto e come farò fino alla fine della stagione. Forza Milan”.

Il Milan torna in corsa per la Champions League grazie alla vittoria 2-1 sul Bologna ma deve affrontare l’ennesimo caso di una spogliatoio turbolento. Tra Bakayoko e Gattuso volano parole grosse in panchina quando Biglia – che lascia San Siro in stampelle – chiede il cambio al 26′ e il francese, probabilmente stizzito per la panchina, si rifiuta di entrare subito e chiede più tempo per riscaldarsi. Gattuso è inviperito ma a fine partita cerca di smorzare le polemiche, anche se lo sguardo tradisce la rabbia verso il comportamento del centrocampista, con cui domani mattina ci sarà probabilmente un confronto alla ripresa degli allenamenti a Milano: ”Sono affari nostri, ci ha messo un po’ di più a riscaldarsi e ho scelto Mauri – dice l’allenatore dei rossoneri -. Ho aspettato 8 minuti, non si era ancora messo il parastinchi ma finisce là. E’ capitato anche a me di mandare a quel paese un allenatore. A me possono dire di tutto, mandarmi a quel paese ma non bisogna mancare di rispetto allo spogliatoio. Voglio chiuderla nello spogliatoio e parlare la mia lingua, quella che in tv non si può usare. Quello che ci diremo lo sentiranno tutti. Ora pensiamo alla vittoria e non a disperdere energie su altre cose. Dopo il derby ne abbiamo combinate abbastanza: la lite tra Kessie e Biglia, la maglia di Acerbi. Dobbiamo dare priorità al Milan, a chi ci paga, ai tifosi e non all’ego. I voti li daremo a fine stagione, vedremo chi si è comportato bene e male”. Gattuso crede ancora alla Champions: ”E’ una vittoria importante, siamo a tre punti dal quarto posto. Sapevamo delle difficoltà per il momento non brillantissimo, si sapeva che c’era da soffrire. Nei giocatori c’era tanta rabbia nei miei confronti per la decisione dura di tenerli lontani dalle famiglie, volevo vedere la stessa rabbia in campo e sotto questo aspetto la squadra ha saputo battagliare”. Sinisa Mihajlovic è invece arrabbiato sia per il risultato negativo che per le due espulsioni nel finale: ”Abbiamo fatto un’ ottima gara, nel primo tempo meritavamo noi di andare in vantaggio – spiega l’allenatore del Bologna -. Quando non sfrutti le occasioni prima o poi paghi e infatti abbiamo preso gol. Siamo riusciti ad accorciare le distanze, ma poi sono successi dei casini in campo. Una sconfitta che dispiace, soprattutto per i due rossi perchè nella prossima partita ci giochiamo gran parte della stagione. Questo mi fa arrabbiare molto di più”. “Potevamo far gol, è stato bravo Donnarumma ma la prestazione c’è stata – conclude Mihajlovic -. Il campionato non è ancora finito e c’è bisogno di tutti. Il perché del nervosismo? La squadra voleva vincere, ci ha provato fino alla fine”.

Leonardo, Bakayoko?se sbagliato, pagheràMolto bersagliato in questo periodo ma interverremo su errori

06 maggio 201923:58

– “Quello di Bakayoko sarà un caso che verrà discusso internamente senza pubblicizzare i provvedimenti.
Lui è stato troppo bersagliato in questo periodo, sono state troppo evidenziate certe cose. Non può essere carino vivere quello che sta vivendo lui. Poi gli errori sono errori e interverremo. Ha tante cose positive, ma se sbaglia, paga. Come tutti. Non dobbiamo intervenire ogni volta ma è vero che sono successe tante cose. Ma si sono risolte internamente. Tutti insieme, da Gazidis a me e Maldini, con Gattuso. Non può diventare tutto un processo pubblico”. Lo dice il direttore tecnico del Milan, Leonardo, dopo la partita contro il Bologna, riferendosi alla lite tra Gattuso e Bakayoko.

Giorgetti,Super Champions? no globalismo’Crescita Nba impressionante, ha messo in crisi altri tornei’

07 maggio 201912:09

– “Il rischio è che con la Super Champions tutte le risorse si concentreranno inevitabilmente a quel livello depauperando i campionati nazionali”.
Così il sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti al termine della call al Coni con le federazioni internazionali invernali collegate da Brisbane per la candidatura ai Giochi Invernali del 2026. “Bisogna stare attenti e un po’ prudenti – ha aggiunto -: la crescita impressionante dell’Nba ha distrutto e messo in crisi gli altri tornei, la dimensione del globalismo è rischiosa e va affrontata con cautela tenendo fermo il principio del merito sportivo”.           [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:16 DI MERCOLEDì 01 MAGGIO 2019

ALLE 03:23 DI GIOVEDì 02 MAGGIO 2019

CALCIO

A Barcellona arrestati 6 tifosi dei Reds
Tensioni e scontri con la polizia prima di semifinale d’andata

BARCELLONA01 maggio 2019 19:16

– Tensioni nel prepartita di Barcellona-Liverpool, semifinale di andata di Champions League: la polizia catalana ha annunciato di aver arrestato sei tifosi inglesi, colpevoli di aver lanciato oggetti contro le forze dell’ordine. Un ufficiale di polizia ha riportato ferite lievi. I media spagnoli danno intanto ampio spazio alle immagini di un altro gruppo di tifosi dei Reds, che si divertono ridendo a gettare un turista in una fontana di Barcellona

CALCIO

Per Vertonghen controlli neurologiciBelga del Tottenham: ‘non è andata come volevo, ma ora a posto’

01 maggio 201921:40

– Sara’ sottoposto a controlli neurologici Jan Vertonghen, dopo l’infortunio di ieri nella semifinale d’andata tra Tottenham e Ajax. Il difensore belga si era scontrato con il suo compagno Toby Alderweireld, aveva riportato un taglio al naso e dopo che i medici avevano fermato l’emorragia aveva provato a tornare in campo ma dando evidenti segni di instabilita’. Oggi il Tottenham ha diffuso un comunicato per rispondere alle polemiche sul rischio di un impiego incauto: il giocatore “aveva risposto con lucidita’ alle domande e ai test di controllo immediato e non ha mai perso conoscenza”. Oggi nuovi test, e una serie di esami nei prossimi giorni.
“Faremo ricorso anche ad un consulto indipendente: Jan sarà visitato da un neurologo specializzato in atleti di elite, nella giornata di domani”. Su twitter, il messaggio di Vertonghen: “Ieri la partita non e’ andata come avrei voluto, ma oggi e’ tutto a posto: dico grazie a tutte e due le tifoserie per i messaggi di sostegno che mi hanno inviato”.
Calcio: Brescia torna in A dopo 8 anniRisalita per Cellino. Salvini: ‘Bentornati amici’

01 maggio 201921:59

– Un gol di Dessena, ex del Cagliari, al 37′ del primo tempo della partita con l’Ascoli basta per vincere e coronare la cavalcata del Brescia che torna in serie A dopo 8 anni. E’ un ritorno anche per Massimo Cellino, ex presidente del Cagliari poi divenuto proprietario del Leeds per poi tornare al calcio italiano attraverso la serie cadetta. Il Brescia e’ promosso con due giornate d’anticipo sulla fine del campionato, e l’impresa porta la firma del tecnico Eugenio Corini e di Sandro Tonali, giovane e talentuoso regista che a molti ricorda Pirlo: ‘Bentornati amici del Brescia’, twitta Matteo Salvini. In campo i giocatori portano in trionfo Corini e poi cantano con i tifosi sotto la curva. Poi festa per le strade della città
CALCIO

Champions: Barcellona-Liverpool 3-0Al Camp Nou Suarez e Messi firmano la semifinale d’andata

01 maggio 201923:05

– Il Barcellona batte 3-0 (1-0) il Liverpool nella semifinale di andata di Champions League, e ipoteca la finale. Al Camp Nou, i gol sono stati segnati al 26′ del primo tempo da Suarez, al 30′ e al 37′ del secondo da Messi, che ha così raggiunto quota 600 gol in carriera con la maglia del Barcellona. Standing ovation del Camp Nou per Messi, al secondo gol, una punizione da 25 metri sotto l’incrocio dei pali. Il ritorno il 7 maggio ad Anfield Road.CALCIO

Champions: Messi ‘gol spettacolare, ma ho avuto fortuna..”Potevamo segnare di più, non e’ finita ancora’

01 maggio 201923:19

– “E’ vero, potevamo segnare di piu’, e non e’ finita. Ma dobbiamo essere felici di questa partita”: Leo Messi, grande protagonista del 3-0 al Liverpool nella semifinale d’andata di Champions, sembra non accontentarsi. E nell’immediato dopo partita pensa già al ritorno. Pero’ si gode il suo secondo gol, il numero 600 in blaugrana, una strepitosa punizione. “E’ vero – ha detto l’argentino, a bordo campo a partita appena finita – e’ stata una rete spettacolare. Ma sono stato anche fortunato a pescare quell’angolo…”. Messi ha parlato delle difficolta’ create dal Liverpool: “Nel primo tempo siamo stati superiori, poi loro hanno creato diverse occasioni in cerca del gol che li avrebbe rassicurati: siamo stati bravi a resistere, e poi andare a cercare la seconda rete dopo la sofferenza”. E’ stata una partita “dai ritmi altissimi, ora siamo stanchissimi”. E sul 2-0, Messi ha esultato facendo segno di smetterla al pubblico. “Avevano fischiato Coutinho, non è giusto: dobbiamo stare uniti per vincere quel che ci resta da vincere..”. Ovvero la Champions.   –

Sarri ‘Eintracht forte, dura per finale’
Domani semifinale d’andata, il Chelsea senza Ruediger operato

01 maggio 201921:44

– “Dobbiamo avere il massimo rispetto per l’Eintracht Francoforte: andare in finale sara’ durissima”.
Maurizio Sarri si prepara col suo Chelsea alla prima delle due semifinali di Europa League. “Loro – ha detto il tecnico italiano del rivale tedesco di domani – sono una squadra molto dinamica, forte in casa ma anche in trasferta”. Sarri deve rinunciare Ruediger, operato e fuori per i prossimo tre mesi. Lo sostituira’ Cristensen. Problemi anche per Chaill, che non si e’ allenato, “ma spero recuperi per il ritorno”. Occhio anche al campionato: “Dobbiamo assolutamente andare in Champions, ma arrivare quarti in Premier non e’ cosa facile…”

[print-me title=”STAMPA”]
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 18:29 DI MARTEDì 30 APRILE 2019

ALLE 07:07 DI MERCOLEDì 01 MAGGIO 2019

CALCIO

Atletico Madrid, Felipe sostituirà Godin
Trattativa in dirittura d’arrivo per il centrale del Porto

30 aprile 2019 18:29

– Sarà Felipe Monteiro, 29enne centrale del Porto, a raccogliere l’eredità di Diego Godin destinato a giocare nell’Inter la prossima stagione. L’operazione viene data in dirittura d’arrivo dai giornali spagnoli che parlano di “negoziati tra l’Atletico e il club portoghese a buon punto” e di “accordo imminente”. L’ufficialità, scrive oggi ‘Marca’, dovrebbe arrivare dopo il 25 maggio, all’indomani della finale di Coppa del Portogallo. Felipe Monteiro, brasiliano di 29 anni, è un centrale di grande esperienza e che ha anche esordito nella nazionale verdeoro di Tite. Con una clausola di rescissione di 50 milioni, Felipe ha il contratto col il Porto in scadenza nel 2021.
Incidente bus in Turchia, muore Sural nazionale ceco Schick: ‘Riposa in pace, amico’. Da Scirea a Sala, quanti drammi

30 aprile 201918:58

Il ritorno da una trasferta in Anatolia si è trasformato in tragedia per un gruppo di giocatori dell’Alyansport, squadra della serie A turca: il minibus sul quale viaggiavano si è ribaltato nei pressi di Alanya e nell’incidente l’attaccante della nazionale ceca Josef Sural è rimasto ucciso ed altri sei compagni risultano feriti ma non sarebbero in pericolo di vita. Grande sgomento nel mondo del calcio per la tragica fine di Sural. Una tragedia che allunga la triste serie di incidenti mortali di calciatori.Per non parlare delle storie-simbolo di Superga o della Chapecoense, è ancora forte la commozione per la vicenda di Emiliano Sala, l’ex attaccante del Cardiff che il 21 gennaio scorso è precipitato nel Canale della Manica con l’aereo che lo stava trasportando a Cardiff, dove avrebbe giocato dall’inizio di questa stagione. Tra gli incidenti d’auto, tra i più dolorosi per il calcio italiano quello che costò la vita a Gaetano Scirea, nel settembre del 1989 in Polonia.E’ del lontano ’67 la tragedia di Gigi Meroni, leggenda del Torino, falciato da Attilio Romero, un signore che era suo tifoso e decenni dopo sarebbe diventato presidente dei club granata. Oggi e’ un altro presidente a esprimere cordoglio. “Un grande dolore”, dice Hasan Cavusoglu, numero 1 dell’Alyanspor, spiegando che i giocatori avevano noleggiato un minibus privato di lusso al termine del match pareggiato ieri 1-1 sul campo del Kayserispor.Sural è morto in ospedale, dove era stato trasportato. Nazionale della Repubblica ceca dal 2013, si era unito al club nel mercato invernale di gennaio. Undici partite e un gol segnato nella sua breve esperienza in Turchia e prima parentesi all’estero, tappa preceduta dal biennio nella Capitale ceca (25 reti in 80 presenze con la fascia di capitano e l’italiano Andrea Stramaccioni come allenatore) ma soprattutto dalle cinque stagioni allo Slovan Liberec: 43 i centri complessivi realizzati in biancazzurro da Sural protagonista anche in Europa League, numeri che gli avevano garantito la chiamata della Nazionale. “Una disgrazia nello sport ma soprattutto una disgrazia umana. Il nostro pensiero è con l’Alanyspor, i feriti ed i familiari di Josef Sural. Riposa in pace”, ha twittato il difensore del Real Madrid e capitano della nazionale spagnola Sergio Ramos. Tanti i messaggi di cordoglio, tra cui la Uefa e Patrick Schick che con Sural ha condiviso l’esperienza in Nazionale: “Riposa in pace Pepo”.

Atalanta fa sul serio, c’è aria di Champions I nerazzurri ok anche senza Ilicic, e arriva stadio sponsorizzato

30 aprile 201922:05

Lazio e Juventus fuori casa, Genoa e Sassuolo tra le mura amiche ma in affitto, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, visto che da oggi fino al 22 settembre è in cantiere il restyling della Curva Nord. Il calendario dice che l’Atalanta ha almeno due ostacoli in salita su quattro tra sé e il traguardo finale di una stagione storica. La classifica, dopo il posticipo con l’Udinese del lunedì sera, racconta di un quarto posto che vorrebbe dire qualificazione alla Champions. In campo, la squadra di Gasperini con l’Udinese ha dimostrato di poter fare a meno della fantasia di Ilicic, risolutore da penultimo passaggio a Napoli e in gol dal dischetto nella semifinale di ritorno di Coppa Italia con la Fiorentina nel doppio 2-1 la settimana scorsa. E’ bastato inserire per il primo tempo pieno, al rientro dal tunnel, il 2001 Piccoli (esordiente due lunedì fa con l’Empoli) per dare peso all’attacco innescando l’uno-due per il rigore del vantaggio conquistato da Masiello e realizzato da de Roon, uomo ovunque del camaleontismo tattico dell’uomo in panchina, scalato in difesa per oltre mezzora nel secondo tempo con sequela contestuale dalla trequarti in mediana di Pasalic, autore del bis. Fuori la programmazione di un futuro da palcoscenici nobili prosegue incessante, sul modello dei club europei che contano.

Juve sogna Guardiola, rebus Conte: è mercato allenatoriContatto Agnelli-Pep, ma Allegri potrebbe restare. Milan su Di Francesco

aprile 201919:21

Mercato allenatori in fermento, a cominciare dalla Juventus, perché al di là delle parole dette da Andrea Agnelli e Massimiliano Allegri non è ancora certo che il tecnico degli ultimi cinque scudetti rimanga nella Torino bianconera. Non a caso, ci sarebbe stata una telefonata di Agnelli a Pep Guardiola all’indomani dell’eliminazione del Manchester City dalla Champions. Ed è proprio il catalano il grande sogno della dirigenza juventina. Bisogna anche tenere conto che Allegri ha ancora un anno di contratto con la Juve e che se dovesse rimanere chiederà che venga prolungato di altri dodici mesi.
All’Inter il futuro di Luciano Spalletti dipende dall’entrata in Champions League. Se i nerazzurri giocheranno nell’Europa che conta il tecnico attualmente in carica dovrebbe rimanere, anche perché, risultati a parte, sarebbe molto oneroso mandarlo via, visto che ha altri due anni di contratto per sé e il suo numeroso staff. Nel Milan sembra destinata a concludersi l’esperienza di Rino Gattuso in panchina, anche se dovesse raggiungere la Champions. Come nuovo allenatore milanista prende corpo l’ipotesi di Eusebio Di Francesco, che sembrava destinato alla Fiorentina prima dell’arrivo di Vincenzo Montella. A Milanello avevano pensato anche a Maurizio Sarri, però l’ex ‘nocchiero’ del Napoli (dove rimarrà sicuramente Carlo Ancelotti) avrebbe fatto capire di voler rimanere al Chelsea.
A Roma il sogno di tutti è diventato Antonio Conte, che ha avuto degli incontri con la dirigenza giallorossa e che a Trigoria ritroverebbe l’amico, e conterraneo, Gianluca Petrachi, il cui arrivo in giallorosso è stato deciso non dal consulente Franco Baldini ma dal presidente James Pallotta dopo un colloquio con lo stesso Petrachi che c’è stato a Boston. Conte rimane comunque in attesa anche di eventuali sviluppi in casa Inter (Beppe Marotta aveva pensato a lui, prima che prendesse corpo l’ipotesi della conferma di Spalletti) e Psg, dove se non rimane Thomas Tuchel in pole position c’è Josè Mourinho. L’ex ct azzurro piaceva molto al Bayern Monaco, dove però adesso hanno deciso di confermare Niko Kovac.
Alla Lazio dovrebbe rimanere Simone Inzaghi, ma c’è chi sostiene che il presidente Claudio Lotito potrebbe avvicendarlo nel caso perdesse la finale di Coppa Italia e mancasse la qualificazione in Europa. A quel punto prenderebbe corpo la candidatura, gradita alla tifoseria, di Sinisa Mihajlovic che sta facendo miracoli con il Bologna. A vari club piace Roberto De Zerbi, ma l’allenatore del Sassuolo ha fatto capire che per ora non ha ricevuto proposte concrete. Al Genoa non dovrebbe rimanere Cesare Prandelli, ma Enrico Preziosi non ha ancora scelto il sostituto. Infine l’Atalanta, che cercherà di tenersi stretto quel Gian Piero Gasperini che a Bergamo ha trovato l’ambiente ideale.
Klopp, anche Liverpool vuole la finale”Un pareggio al Camp Nou non sarebbe un brutto risultato”

30 aprile 201920:58

– “Il Barcellona non è solo Messi, ha grande qualità. Sono già campioni. A inizio stagione Messi ha detto che voleva riportare qui la coppa e questa è una dichiarazione pericolosa per noi, ma anche noi vogliamo la finale”: così l’allenatore del Liverpool, Jurgen Klopp, alla vigilia della semifinale d’andata di Champions league.
“Un pareggio non sarebbe un brutto risultato – dice – In molti sono venuti a Barcellona con un piano in testa e poi sono stati mandati al tappeto. Non potrei essere più elettrizzato all’idea di sfidare il Barcellona. Spero di contagiare i giocatori con il mio entusiasmo”. “Fra tutti i giocatori che ho visto, Messi è il numero uno – aggiunge Klopp -, e io ho allenato parecchi buoni giocatori. Mio padre ha sempre detto che il migliore era Pelé, ma ero troppo giovane per vederlo dal vivo”. L’unico dubbio di Klopp sulla formazione da schierare domani riguarda Firmino, recuperato in extremis: “Se sarà al 100% giocherà. Si è allenato bene con la squadra, domani prenderemo una decisione”.
Milan: discorso Gazidis a squadraL’ad e Leonardo abbracciano Gattuso dopo aver assistito a seduta

MILANO30 aprile 201921:15

– L’ad del Milan Ivan Gazidis ha tenuto un breve discorso alla squadra alla ripresa degli allenamenti, dopo la sconfitta con il Torino, e la giornata di riposo in cui la società ha confermato la fiducia a Rino Gattuso per provare a conquistare la qualificazione alla Champions League nelle ultime quattro giornate di campionato. Gazidis ha seguito l’allenamento assieme al direttore generale dell’area tecnico-sportiva, Leonardo, ed entrambi hanno abbracciato Gattuso prima di lasciare Milanello, come raccontano le immagini del video pubblicato dal club su Instagram.
A tre punti dal quarto posto occupato dall’Atalanta, il Milan lunedì prossimo sarà impegnato a San Siro contro il Bologna.
Intanto la società ha annunciato il prolungamento fino al 2023 del contratto del portiere classe 2000 Alessandro Plizzari.
Parma e Samp in campo a maglia invertiteDomenica doriani in casacca crociata,emiliani gialloblucerchiati

GENOVA30 aprile 201922:38

– Parma e Sampdoria scenderanno in campo a maglie invertite, ovvero maglie speciali che evocano le divise dell’avversario. L’iniziativa verrà messa in pratica domenica al Tardini in occasione del confronto tra le due squadre, ed è stata promossa dai due club per celebrare il gemellaggio che da tempo lega Parma e Sampdoria e nacque tra le due tifoserie nasce nei primi anni ’90. Così è nata l’iniziativa speciale di domenica, quando la Sampdoria scenderà in campo con una speciale rivisitazione della casacca crociata mentre il Parma utilizzerà una versione gialloblù della maglia blucerchiata. “#Blucrociati – Not just colours” è il nome dell’iniziativa che vedrà due tra le divise italiane più iconiche mescolare i propri simboli mantenendo però la propria identità attraverso i colori storici.
Una storia fatta di grandi sfide sul campo e di una lunga amicizia sugli spalti. Da quasi 30 anni, mentre le due squadre lottano per vincere, le due tifoserie danno prova di rispetto reciproco, amore e passione.
Champions: Tottenham-Ajax 0-1Agli olandesi la semifinale di andata con un gol di van de Beek

30 aprile 201923:02

– L’Ajax ha battuto 1-0 il Tottenham nell’andata della semifinale di Champions League giocata a Londra. Decisivo il gol di Donny van de Beek al 15′ del primo tempo. La gara di ritorno è in programma ad Amsterdam l’8 maggio.
Eriksen,un grande Ajax per colpa nostraDanese Tottenham,nei primi 45’eravamo senza atteggiamento giusto

AROMA30 aprile 201923:41

– “Secondo me, li abbiamo fatti sembrare più forti di quelli che sono. Non siamo scesi in campo con l’atteggiamento giusto. Volevamo giocare in modo più diretto, ma non ci siamo riusciti”. Così il grande ex di Tottenham-Ajax, Christian Eriksen, esprime la propria delusione per il risultato di oggi a Londra. “Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio – aggiunge il danese degli Spurs -, ma prima dovevamo gestire in modo migliore la palla e pressare di più.
Nessuno all’intervallo voleva ripetere il primo tempo, ce lo siamo detti e abbiamo cambiato registro”.
Ten Hag, mio Ajax davvero impressionanteTecnico olandesi,’grande performance, De Ligt è incredibile’

01 maggio 201900:02

– “E’ stata una grande performance della mia squadra, soprattutto nei primi 20 minuti, in cui sono rimasto davvero impressionato. Abbiamo segnato un gol importante, fuori casa. Nella ripresa il Tottenham era più in partita, ma noi abbiamo lottato come loro. Questo è soltanto il primo tempo”. L’allenatore dell’Ajax Erik Ten Hag sottolinea i meriti dei suoi dopo la vittoria sul campo del Tottenham.
“Qual è la cosa più bella? Il risultato, che è tutto – dice ancora Ten Hag -. Abbiamo vinto contro di loro e questo è fantastico. Abbiamo superato un altro limite, fatto un altro passo in avanti. Siamo stati bravi dopo l’ottimo inizio a difenderci bene”. Su De Ligt che ad appena 19 anni è il leader della squadra, il suo allenatore dice che “è incredibile davvero. E’ uno dei leader della squadra, quando lo vedi ti dà fiducia, tutta la squadra ha fiducia. Per come difende, per come contrasta gli avversari”. “Alla squadra ho fatto i complimenti – conclude -, ma ho ricordato che era finito solo il primo tempo”.

Fiorentina crisi, mai così male da quasi 20 anni Primo maggio vertice società sulla situazione della squadra

SA30 aprile 201922:

La crisi della Fiorentina sarà al centro di una riunione prevista per il 1 maggio tra la proprietà e i dirigenti. Obiettivo cercare di capire le ragioni del crollo, con la squadra scivolata al 12/mo posto e senza vittorie in campionato da 10 gare, e gestire questo difficile finale di stagione, con i tifosi sempre più delusi e arrabbiatiFiorentina crisi, mai così male da quasi 20 anni – Neppure nella stagione del fallimento, 2001-02, la Fiorentina era rimasta a secco di vittorie in campionato per 10 gare di fila. Allora la striscia negativa si fermò a 9, stavolta è arrivata già in doppia cifra (5 pareggi e altrettante sconfitte) dopo il ko interno il Sassuolo. Inevitabile il malcontento sempre più crescente dei tifosi e non solo quelli della curva Fiesole da tempo in aperta contestazione contro i Della Valle e delusi, dopo ieri, anche dall’atteggiamento dei giocatori per i qui potrebbe scattare il ritiro anticipato in vista del derby con l’Empoli. Pure la parte cosiddetta più moderata della tifoseria, rappresentata dal Centro di coordinamento viola club, ha annunciato iniziative di protesta contro la proprietà, sollecitata a dire cosa intende fare per il futuro del club: cessione o rilancio? Nell’attesa il popolo viola contesta il presidente esecutivo Cognigni e il dg dell’area tecnica Pantaleo Corvino, destinatario anche di un maxi striscione apparso oggi in zona stadio: ‘Corvino servo perfetto le plusvalenze il costo progetto’. Sotto accusa la campagna acquisti deludente, la gestione votata da anni all’autofinanziamento, l’abbassamento sempre più drastico del monte ingaggi, l’eventualità sempre più certa che a giugno se ne vadano i migliori, a partire da Federico Chiesa.          [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:52 ALLE 18:29 DI MARTEDì 30 APRILE 2019

CALCIO

Roma: lesione all’adduttore, stop Kluivert
Giovane olandese si è infortunato nella gara con il Cagliari

30 aprile 2019 00:52

Justin Kluivert si iscrive alla lunga lista di calciatori della Roma ko per infortunio muscolare dall’inizio della stagione. L’esterno in occasione della gara vinta all’Olimpico col Cagliari ha infatti accusato una lesione di primo grado all’adduttore destro che lo mette quasi sicuramente tra gli indisponibili per la trasferta di Marassi col Genoa in programma domenica. Oggi il calciatore olandese, alla ripresa degli allenamenti, ha svolto solamente terapie a Trigoria, mentre il connazionale Karsdorp è rientrato in gruppo.
Seduta individuale invece per De Rossi e Santon.
Klopp, “il Camp Nou non è un tempio””Solo uno stadio un po’ più grande”. La replica, “Nostro forte”

30 aprile 201914:29

– Barcellona-Liverpool si gioca domani sera nella capitale catalana ma la semifinale di Champions è già cominciata tra i due club via social. Complice le dichiarazioni del tecnico dei Reds, Jurgen Klopp, che ha definito il ‘Camp Nou’ “un po’ più grande del nostro stadio, accoglie più persone e sarà sicuramente pieno contro di noi, però è sempre uno stadio, non un tempio”. Parole che non sono passate inosservate al club blaugrana che attraverso i canali social ha cercato di motivare i propri tifosi in vista del supermatch: la risposta sta in un video, postato dal Barca sull’account twitter, in cui si vede il ‘Camp Nou’ da diversi punti di vista, mescolando le immagini con alcuni flashback dei trionfi del Barca contro il Manchester United nella gara di ritorno dei quarti di finale con i gol di Leo Messi, la festa dei giocatori e dei tifosi. Il tutto accompagnato da una frase ad effetto: “Questo è il Camp Nou. Questa è la nostra casa, il nostro tempio, la nostra fortezza”.
Atalanta, ‘Gewiss Stadium’ la nuova casaPartnership di 6 stagioni con multinazionale bergamasca

BERGAMO30 aprile 201914:47

– Lo stadio di Bergamo, di proprietà dell’Atalanta (vincitrice del bando comunale il 10 agosto di due anni fa) e interessato alla prima (Curva Nord) delle tre tranches di restyling da oggi fino al 22 settembre, si chiamerà Gewiss Stadium. Lo ha annunciato tramite il proprio sito web ufficiale la società bergamasca, specificando che la partnership con la multinazionale dell’elettrotecnica con sede a Cenate Sotto (Bergamo) prenderà il via nella stagione 2019-2020 proseguendo per le successive cinque. “Siamo onorati di aver fatto il nostro ingresso sul palcoscenico più importante dello sport italiano al fianco di Atalanta”, ha detto Luca Bosatelli, Vice Presidente e CEO di Gewiss. Soddisfatto dell’intesa Luca Percassi, a.d. nerazzurro: “Un’altra eccellenza del territorio bergamasco unisce il suo nome a quello dell’Atalanta. Gewiss affiancherà la nostra Società in un progetto che sta a cuore a tutti i nostri tifosi quale è la riqualificazione dello stadio”.
70 anni Superga, messa in Duomo TorinoLa commemorazione ufficiale la mattina al Cimitero monumentale

TORINO30 aprile 201914:49

– Messa solenne nel Duomo di Torino, nel 70/o anniversario della tragedia di Superga. La funzione verrà celebrata sabato 4 maggio alle 15.30. La commemorazione ufficiale del Grande Torino si terrà invece al mattino, alle 10, al Cimitero Monumentale del capoluogo piemontese con la benedizione da parte di don Riccardo Robella, cappellano del Torino calcio, dei sepolcri che sono stati recentemente restaurati a cura del Circolo Soci.
Il pellegrinaggio a Superga è previsto dopo la messa solenne: alle 17 raccoglimento davanti alla lapide dietro la Basilica sulla collina torinese: verranno letti i 31 nomi delle vittime del 4 maggio 1949: calciatori, dirigenti, tecnici, giornalisti e membri dell’equipaggio.
Ecco come sarà il nuovo San PaoloAvanti secondo programma i lavori per la sostituzione sediolini

NAPOLI30 aprile 201915:33

– Mentre i lavori per la sostituzione dei sediolini vanno avanti da programma, i tifosi del Napoli possono farsi già un’idea di come sarà il loro stadio una volta terminata l’opera di maquillage. Eccoli i rendering che l’associazione temporanea di imprese aggiudicataria dei lavori ha consegnato in queste ore al commissario straordinario per le Universiadi Gianluca Basile e che svelano il nuovo volto dello stadio che ospiterà la cerimonia di apertura dell’Universiade, in programma il 3 luglio, oltre alle gare di atletica leggera. È stato ottenuto, come richiesto, l’effetto pixellato con cinque colori (azzurro, blu, grigio, bianco e giallo) per i nuovi seggiolini, con predominio dell’azzurro che richiama il blu e grigio della pista d’atletica. Nell’impianto di Fuorigrotta procedono secondo crono programma i lavori per la sostituzione dei seggiolini ed è già stato completato l’impianto di illuminazione e l’impianto audio.

CALCIO

MONDIALI DONNE:

26 azzurre a Coverciano
Prime convocazioni della ct Bertolini

30 aprile 201916:18

– Sono 26 le azzurre convocate dal ct della Nazionale femminile, Milena Bertolini, per la prima fase del raduno in vista dei mondiali di Francia del prossimo giugno.
L’Italia si ritroverà da domenica 5 a venerdì 10 maggio al Centro Tecnico Federale (le calciatrici di Juventus e Fiorentina, impegnate domenica scorsa a Parma nella finale di Coppa Italia, che si aggregheranno al gruppo mercoledì 8 maggio): uniche eccezioni la centrocampista bianconera Martina Rosucci e il portiere della Fiorentina Francesca Durante, che raggiungeranno Coverciano già nella serata di domenica.
Venerdì 10 maggio, dopo un test in famiglia con la Nazionale Under 23 Femminile, Milena Bertolini diramerà le convocazioni per la seconda settimana di raduno a Coverciano (12-17 maggio).
Izzo, Toro contro la Juve senza pauraDerby sempre bello da giocare, alti in classifica ancora di più

TORINO30 aprile 201916:27

– Contro la Juventus “dobbiamo giocare senza paura, mettendoci quel pizzico di follia in più che serve”. Armando Izzo, una delle colonne del Torino approdato in zona Europa, indica l’approccio per il derby della Mole che si giocherà venerdì sera all’Allianz Stadium. “Il derby – dice il difensore granata in un’intervista a Sky Sport24 – è sempre bello da giocare, stando in alto in classifica lo è ancora di più. La Juve ha vinto lo scudetto, è una squadra di campioni, ma dobbiamo affrontarla senza timori. Perché, – conclude Izzo – se vogliamo raggiungere grandi traguardi, le paure dobbiamo togliercele dalla testa”.
Paratici premiato dirigente dell’annoDs Juve ‘Football Leader’, riconoscimento da giuria allenatori

NAPOLI30 aprile 201916:42

– Il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici ha vinto il Premio Football Leader come dirigente dell’anno e lo ritirerà nel corso della manifestazione in programma a Napoli dal 3 al 5 giugno. La giuria, composta dagli allenatori iscritti all’AIAC e dai direttori delle testate giornalistiche sportive nazionali, ha attribuito a Fabio Paratici il riconoscimento per essere stato “il principale artefice – si legge nella motivazione – del colpo del secolo, l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus, e per aver guidato l’area sportiva del club che ha centrato lo storico ottavo scudetto consecutivo, dimostrando competenza, leadership e straordinarie capacità manageriali”. A Napoli sarà premiato anche il procuratore Claudio Vigorelli. Paratici e Vigorelli riceveranno il premio nel corso della cerimonia di premiazione ufficiale che si terrà il 4 giugno a Napoli.

CALCIO

Serie A: 13 squalificati per un turno
Ammenda di 20mila euro per tecnico Torino Mazzarri

30 aprile 201917:03

Il giudice sportivo ha squalificato per una giornata 13 calciatori di serie A, dopo le partite della 34/a giornata di campionato. Si tratta di Alessio Romagnoli del Milan (al quale è stata anche inflitta una ammenda di 1.500 euro); Gaston Ramirez, Jacopo Sala e Lorenzo Tonelli (Sampdoria), Federico Barba e Mehdi Leris (Chievo); Samir (Udinese), Senad Lulic (Lazio); Ibrahima Mbaye e Roberto Soriano (Bologna); Emiliano Moretti (Torino), Federico Peluso (Sassuolo), Francesco Vicari (Spal).
Una ammenda di 20mila euro è stata inflitta all’allenatore del Torino Walter Mazzarri “per avere all’ 8’del secondo tempo, nonostante i ripetuti richiami, contestato l’operato arbitrale con grida e plateale gestualità e all’atto del provvedimento di allontanamento, continuato ad assumere tale atteggiamento; con recidiva specifica reiterata”.
Champions: Suarez, Barcellona vuole la Coppa”Eliminazioni concenti negli ultimi tre anni, ora vinciamo”

30 aprile 201917:06

“Sono passati anni dall’ultima volta che abbiamo giocato in semifinale di Champions League e adesso vogliamo raggiungere il nostro obiettivo”. Così l’attaccante del Barcellona, Luis Suarez, alla vigilia della semifinale contro il Liverpool. “Quest’anno siamo tornati ai livelli che il club ci chiede – ha aggiunto l’uruguaiano, tra l’altro un’ex della partita (ha giocato con i Reds dal 2011 al 2014) – siamo sulla strada giusta. La Champions non è una competizione normale ma un torneo speciale che vogliamo vincere. Un torneo dove non puoi distrarti un secondo, perché la paghi cara”, ha aggiunto Suarez ricordando che “dopo essere stati eliminati ai quarti negli ultimi tre anni adesso vogliamo vincere. Nell’ultima partita contro il Manchester United, dall’ atmosfera del ‘Camp Nou’ abbiamo avuto la sensazione che il pubblico voglia vederci sollevare quella coppa”.
Juve: Cuadrado, 8/o titolo straordinario”Motivazioni sempre al massimo, sarei molto felice di rimanere”

TORINO30 aprile 201917:06

– “Sento la gente che parla di fallimento della Juve. Non è così: è vero che siamo finiti fuori dalla Champions, ma abbiamo vinto l’ottavo scudetto consecutivo, una cosa straordinaria”. Così Juan Cuadrado sulla stagione bianconera. Quest’anno il colombiano è stato a lungo ai margini per infortunio ed è tra i bianconeri più motivati nel finale di stagione: “Ma tutti noi alla Juve abbiamo sempre motivazioni – puntualizza l’attaccante bianconero – non ci poniamo mai un tetto e vogliamo sempre migliorarci. Così è stato a Milano contro l’Inter, lo sarà nel derby di venerdì prossimo. Quanto a me, – conclude Cuadrado – alla Juve sto bene, sarei molto felice di rimanere”.
Progetto Integrity Tour in casa TorinoBelotti “Essere informati è la migliore prevenzioni possibile”

30 aprile 201917:07

– L’Integrity Tour 2019, che vede impegnati Lega Serie A, Sportradar e Istituto per il Credito Sportivo per rafforzare la cultura della legalità nel mondo del calcio e diffondere i veri valori dello sport fa tappa in Piemonte. Allo Stadio Filadelfia e allo Stadio Olimpico si sono svolti oggi due workshop, uno dedicato alla prima squadra del Torino e l’altro alla Primavera e Under 17. “A nome di tutti i miei compagni ringrazio per il workshop organizzato oggi per noi su un tema sempre di attualità come quello della lotta alle frodi sportive – ha detto il capitano granata, Andrea Belotti – Essere informati e quindi preparati è la miglior prevenzione sui possibili rischi e pericoli che possiamo incontrare sulla nostra strada. Credo che sia stato molto importante coinvolgere anche i ragazzi del Settore Giovanile: loro sono il nostro futuro, i calciatori ma soprattutto gli uomini di domani, ed è fondamentale che abbiano le opportune conoscenze”.
Alluvione Pollino,donazione Lega Serie BPresidente Balata “Legame club con territorio valore importante”

30 aprile 201917:31

– Ventimila euro per contribuire alla valorizzazione del Parco del Pollino sono stai decisi dall’ Assemblea della Lega di Serie B dopo la tragica alluvione della scorsa estate, che provocò 10 morti. Una scelta presa anche per mostrare vicinanza a un territorio, quello di Cosenza, che fa parte della famiglia della Serie B. Queste le finalità che avevano portato ad agosto il presidente Mauro Balata insieme a quelli delle società cadette a promuovere una raccolta fondi per manifestare la propria solidarietà al Cosenza calcio e ai luoghi della sua provincia, martoriarti dal tragico evento. L’assegno sarà consegnato dal presidente Balata in occasione di Cosenza-Venezia. ‘Il nostro campionato ha valori importanti, uno di questi è il legame che ogni club ha con il proprio territorio – sottolinea Balata – Un rapporto che prescinde dal dato sportivo e che ha profili sociali e radici profondi. La Lega B ha il compito di alimentare questa relazione e l’iniziativa di Cosenza ne è un esempio virtuoso”.
Chelsea, stagione finita per RudigerInfortunio al menisco per ex Roma

30 aprile 201917:52

– Stagione finita anzitempo per Antonio Rudiger, lo sfortunato difensore del Chelsea infortunatosi domenica nel match contro il Manchester United. L’ex Roma ha riportato una lesione del menisco al ginocchio sinistro e già oggi dovrebbe essere operato a Roma dal professore Mariani.
Rudiger salterà così le ultime due partite di Premier, nonchè la doppia semifinale di Europa League con l’Eintracht e l’eventuale finale.
Valverde, contro Liverpool pause vietateTecnico Barcellona: serviranno 2 grandi partite, Messi è carico

30 aprile 201918:23

“Qui non c’è alcun obbligo di vincere la Champions, ma certamente desideriamo conquistare dei trofei. Non posso dire se sia la partita più importante della mia carriera, perché io amo sdrammatizzare le cose, ma conosco molta gente che cambierebbe il proprio posto con il mio”. E’ la vigilia di Barca-Liverpool, semifinale di andata di Champions che domani farà registrare il tutto esaurito al Camp Nou e che molti considerano una finale anticipata. “Non potremmo concederci neppure dieci minuti di ‘non gioco’ – spiega il tecnico Ernesto Valverde – perché loro sono una squadra che in quel lasso di tempo ti può fare molto male. Il Liverpool è una formazione potente, che fa un gran pressing, gioca a ritmo altissimo e un reparto offensivo straordinario. Contro di loro bisognerà fare non una buona partita ma due”. Messi come sta? “Ultimamente si è riposato più del solito però era molto carico e ho visto che teneva molto al fatto di chiudere presto il discorso del campionato. Ora è pronto per quest’altra sfida”.          [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:25 ALLE 17:19 DI DOMENICA 28 APRILE 2019

CALCIO

Pjanic “Juve in campo sempre motivata”
Chiellini “ancora una volta abbiamo dimostrato il nostro valore”

TORINO28 aprile 2019 05:25

– “Una partita mai banale in cui abbiamo dimostrato ancora una volta il nostro valore”. Giorgio Chiellini è soddisfatto della prova della Juventus e del suo ritorno in campo dopo il problema al polpaccio che l’ha estromesso nel doppio confronto con l’Ajax. “Avanti così” ha aggiunto il capitano bianconero nel suo post su Instagram pubblicato dopo il fischio finale.
“Due gol e un assist bellissimi perché un derby d’Italia che si rispetti non merita niente di meno”: gli fa eco Miralem Pjanic, autore del bellissimo assist di tacco che ha liberato Ronaldo in occasione del gol del pareggio. “Non parliamo – ha aggiunto il regista bosniaco su Instagram – di mancanza di motivazioni, perché questa squadra ha motivazioni sempre. Si scende in campo per ottenere il massimo. Sempre”.
“Una gara dura” secondo il centrocampista tedesco Emre Can, ma chiusa con “un buon punto guadagnato” la considerazione finale del jolly bianconero, in grado di giocare sia in difesa che a metà campo.
Atalanta: Gasperini, viaggiamo forteSfida all’Udinese: ‘Nessuna fatica può frenarci, ci crediamo’

ZINGONIA28 aprile 201914:19

– “Viaggiamo forte da tanti mesi: non ci sono fatiche e pesi mentali che possano porci dei freni”.
Alla vigilia del match casalingo con l’Udinese, Gian Piero Gasperini carica la sua Atalanta, negando la stanchezza per le due rimonte vittoriose a Napoli e con la Fiorentina tra lunedì e giovedì: “Abbiamo inaugurato benissimo una settimana importante e, a parte Toloi, stiamo tutti bene – spiega il tecnico nerazzurro -. Siamo attenti, siamo pronti e abbiamo fiducia, altrimenti non rimonteremmo le gare. Episodi a parte, crediamo sempre nella possibilità di ribaltare il risultato”.
Il tecnico mette comunque in guardia i suoi: “Noi abbiamo bisogno di vincere per fare classifica, non andiamo avanti a pareggi”. La chiosa è una consapevolezza della forza del gruppo: “Vedo i miei molto consapevoli e motivati. L’elettricità che si percepisce in città e tra i tifosi deve servire per ricaricarci le energie, senza farci prendere troppo dall’euforia”.
Serie A: Frosinone-Napoli 0-2Mertens e Younes in gol, ciociari a un passo dalla retrocessione

FROSINONE28 aprile 201914:30

– Il Napoli ha battuto il Frosinone 2-0 (1-0) nell’anticipo dell’ora di pranzo della 34/a giornata della Serie A. Un gol per tempo di Mertens e Younes decidono la sfida tra gli azzurri, che salgono a quota 70 punti in classifica, e i ciociari, ormai ad un passo dalla matematica retrocessione.
calcio:donne,Juve vince la Coppa Italia2-1 a Fiorentina,bianconere bis dopo scudetto.Gol Ekroth-Cernoia

28 aprile 201916:07

– Dopo lo scudetto anche la Coppa Italia. La Juventus femminile si prende il secondo trofeo, chiudendo la stagione in bellezza: a una settimana dal successo in campionato, le bianconere si prendono la coppa nazionale, la prima in campo femminile per la Juventus, battendo la Fiorentina 2-1. E’ festa allo stadio Tardini di Parma, dove la squadra di Rita Guarino ha avuto la meglio sulle viola – principali rivali anche nella corsa allo scudetto – grazie alle reti di Ekroth e Cernoia, a segno nel primo tempo. Fiorentina a caccia del riscatto nella ripresa, ma il gol di Bonetti non basta per ribaltare il risultato. “Complimenti alla Juventus per la vittoria e a tutte due le squadre artefici di una stagione straordinaria – le parole del Presidente della Figc, Gabriele Gravina -; il successo di questa finale conferma come il calcio femminile sia finalmente una realtà nel nostro Paese. Come Federazione ci abbiamo creduto, ci crediamo e siamo consapevoli che ci sia ancora molto da lavorare”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ancelotti: qui niente gente da 10 mln’Progetto Napoli c’è, è chiaro: dobbiamo investire sui giovani”

28 aprile 201916:08

– “Perché si respira questa negatività nei confronti di una squadra che si sta consolidando? Sinceramente non me lo spiego. Questa società è già consolidata da prima che arrivassi io. Deve essere chiaro a tutti che qui il giocatore che guadagna 10 milioni di euro non può arrivare e quindi dobbiamo investire su ragazzi giovani. Questa è la realtà del Napoli”. Così Carlo Ancelotti, dopo la vittoria sul Frosinone, parla del clima di contestazione al suo Napoli.
“Lavoriamo per dare soddisfazioni a tutti” ha aggiunto il tecnico.
Ancelotti, giocatori Napoli impegno topTecnico sorpreso da cori tifosi: “Tutti professionali sempre”

28 aprile 201916:09

– “I giocatori erano un po’ dispiaciuti. Resto sorpreso anche io, a questi giocatori si può rimproverare di tutto, ma non impegno e professionalità. Non solo quest’anno, ma anche negli anni scorsi mi è sembrato irreprensibile. E’ una sorpresa per me”. Carlo Ancelotti non nasconde l’amarezza per quei cori di contestazione che dal settore ospiti dello Stirpe sono volati a fine gara contro il Napoli. Dries Mertens, a segno col Frosinone, sembra chiedersi ‘perché’ dal labiale delle immagini tv proprio nel siparietto con i tifosi a fine gara. Già stamattina nel centro di Napoli e al porto due striscioni contro il tecnico Ancelotti e il presidente De Laurentiis hanno espresso la delusione e l’arrabbiatura di molto tifosi per la stagione del Napoli senza trofei. Dopo l’eliminazione dalla Champions e lo scivolone casalingo di domenica scorsa con l’Atalanta, oggi i partenopei sono tornati alla vittoria, ma evidentemente, almeno per una parte dei tifosi, non è bastato a far tornare il sereno.
Napoli contestato,ultrà rifiutano magliaRilanciata casacca Callejon: dagli spalti “Meritiamo di più”

NAPOLI28 aprile 201916:20

– Duro gesto di contestazione degli ultras del Napoli a Frosinone nei confronti della squadra, nonostante la vittoria. A fine gara, i giocatori azzurri si sono avviati verso il settore ospiti per salutare i tifosi. Callejon che si è tolto la maglia e l’ha lanciata in tribuna per i supporter, ma chi l’ha presa l’ha rilanciata verso lo stesso giocatore. Dal settore si è poi levato un coro “meritiamo di più”. Gli altri azzurri hanno rinunciato a lanciare le proprie maglie ai tifosi e hanno raggiunto lo spogliatoio.
Napoli, striscioni contro il club’Carletto ultimo prescelto per prendere in giro tutti’

28 aprile 201910:14

“Carletto l’ultimo prescelto per prendere in giro tutti senza un vero progetto”. Questo lo striscione che sostenitori del Napoli hanno affisso questa notte nel luogo simbolo della città, Piazza del Plebiscito. Uno striscione lunghissimo per attaccare direttamente il tecnico azzurro Ancelotti e il presidente del Napoli De Laurentiis. Lo stesso striscione è stato affisso stanotte anche in via Marina, su uno dei muri che separa la strada dall’area portuale di Napoli.    Già alla vigilia della sfida di Europa League all’Arsenal, erano stati esposti striscioni con la scritta “Pretendiamo la coppa Uefa” a cui Ancelotti aveva risposto in conferenza stampa che è sbagliato “pretendere” ma che lui e la squadra avrebbero assicurato il massimo impegno.
Udinese: Tudor, a Bergamo sarà battagliaSpero che l’Atalanta abbia lasciato qualche energia mercoledì

UDINE28 aprile 201913:44

– “Domani a Bergamo ci aspetta una battaglia contro una squadra di grande qualità che gioca per la Champions. Noi vogliamo fare una bella figura, una bella prestazione, consapevoli delle nostre qualità, confrontandoci con una delle squadre più forti del campionato”.
Il tecnico dell’Udinese Igor Tudor presenta così, nella consueta conferenza stampa della vigilia, il posticipo di domani contro l’Atalanta. “Spero che possa aver pagato qualcosa in termini di energie mentali dopo la gara di coppa”, commenta ancora Tudor guardando in casa avversaria, consapevole allo stesso tempo che “vincere, fare cose buone”, come conquistare un biglietto per la finale di Coppa Italia, “può darti anche energia”. “Dobbiamo guardare a noi stessi. E’ su questo che possiamo lavorare. I giocatori stanno bene, abbiamo lavorato bene questa settimana. Finalmente una settimana lunga. Ho visto la squadra bene”, conclude.          [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:35 DI SABATO 27 APRILE 2019

ALLE 05:25 DI DOMENICA 28 APRILE 2019

CALCIO

Inzaghi,Europa passa anche da campionato
Tecnico Lazio ‘6 finali, non dipendiamo solo da Coppa Italia’

ROMA27 aprile 201915:35

– “Il nostro obbligo è quello di sapere che mancano sei partite e devono essere sei finali. Non dobbiamo dipendere esclusivamente dalla coppa l’Italia ma l’Europa la vogliamo anche dal campionato. Non dobbiamo mollare un centimetro”. Lo dice l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia della trasferta di Genova contro la Sampdoria.
Sulle condizioni dei biancocelesti domani a Marassi, assenti Milinkovic e Luis Alberto e con un Immobile ancora a secco di gol, Inzaghi precisa: “Immobile a S.Siro ha fatto una grandissima partita. Ha recuperato bene, così come Correa. Anche Caicedo sta bene, devo fare delle scelte. A centrocampo domani assieme a Leiva e Parolo potrebbe giocare Cataldi”.
Sampdoria: Giampaolo, saluto SabatiniAllenatore, grande rispetto per l’uomo e il professionista

GENOVA27 aprile 201915:38

– “Ho grande rispetto per Walter sia come uomo che come professionista. Come uomo ho trovato una persona sempre diritta e come professionista molto preciso e preparato, per questo mi fa piacere salutarlo anche a nome di tutto il mio staff”. L’allenatore della Sampdoria Marco Giampaolo ha voluto salutare così, a margine della conferenza stampa al Mugnaini, Walter Sabatini, l’ex dirigente blucerchiato che si è dimesso sabato scorso al termine di una violenta lite con il presidente Ferrero dopo la disfatta per 3-0 a Bologna.
“Mi piace ricordare soprattutto una cosa che lui ci ha detto e cioè che la Sampdoria in questi mesi gli ha dato le motivazioni per andare avanti e riprendersi dopo i suoi problemi di salute – ha spiegato Giampaolo -. Con le prestazioni della Sampdoria si è tirato su e ha voluto farcelo sapere in privato, questo è un complimento alla squadra. Gli faccio un grande in bocca al lupo per il futuro”.
Colpo West Ham, Tottenham ko in casaDomani sfida United-Chelsea, Arsenal fa visita al Leicester

27 aprile 201919:25

– Con la testa alla semifinale Champions con l’Ajax, il Tottenham si fa battere 1-0 in casa dal West Ham, resta terzo a 70 punti e dà qualche speranza alle inseguitrici di riaprire la lotta per due posti che contano in Premier League. Nel loro nuovissimo stadio, gli Spurs non offrono una prestazione memorabile e agli ospiti basta una rete di Antonio al 22′ st per portare a casa i tre punti. Lo sguardo va a domani, clou della 36/a giornata, quando il Chelsea, che è a quota 67, affronterà il Manchester United in una gara da dentro o fuori per la squadra di Solskjaer, mentre l’Arsenal (66) farà visita al Leicester.
Serie A: Roma-Cagliari 3-0Subito in gol Fazio e Pastore poi Kolarov, giallorossi quarti

27 aprile 201919:56

– La Roma batte il Cagliari 3-0 nel secondo anticipo della 34/a giornata di serie A e sale momentaneamente al quarto posto in classifica, a +2 su Milan e Atalanta che giocano tra domani e lunedì. La squadra di Ranieri va in gol subito, al 5′ con Fazio di testa e all’8′ con Pastore, ponendosi nelle migliori condizioni per controllare i poco motivati rossoblù e creando varie occasioni per aumentare il bottino. Ne sfrutta una nel finale Kolarov, all’ottavo centro stagionale.
Roma, Ranieri: “Se viene Conte vado io a prenderlo all’aeroporto”Il tecnico giallorosso: “Superfelice se Antonio dovesse arrivare al mio posto”

27 aprile 201921:58

“Io guardo al bene della Roma, non a me stesso, e se si parla di Antonio tanto di cappello, lo vado a prendere all’aeroporto”. Così Claudio Ranieri sulla possibilità che Antonio Conte alleni la Roma il prossimo anno. L’attuale tecnico giallorosso, al termine del 3-0 sul Cagliari è sincero: “Se da tifoso romanista vorrei Conte al mio posto il prossimo anno? Sì, lo vorrei, ma sono l’ultimo a saperlo. Comunque se viene Antonio io sono superfelice”.
3-1 all’Empoli, Bologna ‘vede’ salvezzaSoriano,Orsolini e Sansone replicano a Pajac e inguaiano toscani

27 aprile 201917:37

– Tra il Bologna e la serie A c’è di mezzo solo l’aritmetica, ma al Dall’Ara è comunque festa salvezza. I rossoblù battono l’Empoli 3-1 in rimonta, con le firme di Soriano, Sansone e Orsolini che rispondono alla rete di Pajac che aveva portato in vantaggio i toscani. Ma la vittoria del Bologna significa soprattutto più otto sul terzultimo posto, a quattro giornate dal termine. E con i rossoblu festeggiano anche le altre concorrenti alla salvezza, perché con la sconfitta di Bologna l’Empoli ha, a questo punto, un piede in serie B: i toscani sono a quattro lunghezze dalla 17/a posizione, e a questo punto la situazione si fa complicatissima.
Mazzarri,Milan farà gara vita,noi di piùTecnico Torino non si fida, crisi rossoneri? Daranno il massimo

TORINO27 aprile 201917:51

– “Mi fido poco del Milan, una squadra molto forte che domani farà la partita della vita. Noi dovremo farla più di loro, per la nostra crescita e per la nostra gente”. Walter Mazzarri non crede nella crisi dei rossoneri. “Sono sicuro che tutti i giocatori sono con Gattuso e che domani daranno il massimo. Non c’è da aspettarsi nessun vantaggio, anzi”, afferma il tecnico del Torino alla vigilia di una partita che può valere l’Europa.
Mazzarri, il Torino deve fare i fatti’Domani sarà la prima di cinque finali, la più importante’

TORINO27 aprile 201918:24

– “Partite come queste fanno salire l’adrenalina, ti fanno essere orgoglioso del tuo lavoro. Ma non faccio i proclami, preferisco i fatti alle parole. Nel calcio alzare la testa è pericoloso”. Walter Mazzarri descrive così la vigilia di Torino-Milan, sfida dal sapore d’Europa che i granata non assaporavano da tempo. “Domani sarà la prima di cinque finali, la più importante – spiega il tecnico granata -. Sono curioso anche io di capire cosa succederà: se dovessimo giocare come contro Atalanta e Sampdoria, riusciremo a mettere in difficoltà anche il Milan”. “Speriamo di fare quello che dobbiamo fare, non mi piace dirlo prima, voglio aspettare prima di dire certe cose. Bisogna parlare poco e fare tanti fatti”.
Totti, Conte? Chiunque farebbe follie…Dirigente Roma: “Scelta tecnico non dipenderà da pass Champions”

ROMA27 aprile 201918:27

– “Antonio Conte è uno degli allenatori più forti d’Europa, è un vincente e dovunque è andato ha vinto.
Penso che qualunque squadra farebbe follie per lui. Adesso si parla della Roma, ma anche dell’Inter, del Bayern Monaco… Ci sono parecchie squadre su di lui”. Così Francesco Totti sulla possibilità che la Roma possa avere l’ex tecnico del Chelsea sulla panchina della Roma il prossimo anno. “E’ normale che quando puoi avere un allenatore così forte hai un progetto che ha più possibilità di essere vincente perché questi allenatori quando arrivano non dico che hanno carta bianca ma hanno tanto per poter far bene. Se la scelta dell’allenatore è legata alla Champions League? No, non dipende dalla qualificazione, questo lo posso assicurare” aggiunge poi il dirigente giallorosso prima della gara col Cagliari.
Dortmund ko, assist-titolo per il BayernBorussia sconfitto 4-2 in casa, Monaco a +4 se vincerà domani

27 aprile 201918:51

– Inattesa sconfitta per il Borussia Dortmund in casa contro il pericolante Schalke 04 che rischia di mettere la parola fine alle speranze dei gialloneri di strappare il titolo di Bundesliga al Bayern Monaco. La squadra allenata dallo svizzero Lucien Favre ha perso 4-2 dopo essere andata in vantaggio per prima con Goetze, subendo le reti di Caligiuri e Sane nel primo tempo e ancora di Caligiuri nella ripresa. Witsel nel finale ha accorciato le distanze ma un Borussia ridotto in nove dalle espulsioni di Reus e Wolf intorno all’ora di gioco non ha potuto altro che subire la quarta rete, segnata da Embolo.
Domani il Bayern sarà ospite a Norimberga e in caso di vittoria si porterà a +4 in classifica con sole tre giornate ancora da giocare. Sugli altri campi, il Lipsia batte 2-1 il Friburgo e rafforza il suo terzo posto, mentre il Francoforte, quarto, pareggia 0-0 con l’Hertha Berlino e rischia di essere raggiunto dal Borussia Moenchengladbach, atteso dallo Stoccarda.
Mihajlovic, Bologna deve battere MilanTifosi gli chiedono di restare e lui, ‘prima l’aritmetica”

BOLOGNA27 aprile 201918:55

– Bologna praticamente salvo, a più otto sull’Empoli e con lo scontro diretto favorevole: “E chi l’avrebbe detto, due mesi fa: era inimmaginabile. Abbiamo ripreso alcune squadre e altre possiamo raggiungerle e superarle. Dobbiamo continuare così”, racconta Mihajlovic, che incassa l’amore e la preghiera di riconferma da parte del pubblico, che al 90’ intona il coro ‘Resta con noi, Sinisa resta con noi’. Mihajlovic rilancia – “Non siamo ancora aritmeticamente salvi, dobbiamo vincere a San Siro col Milan” – e alla richiesta di restare non se la sente ancora di dare risposte certe: “Prima la salvezza aritmetica, poi affronteremo ogni discorso. Prima parlo con la mia società”.
Serie A: Inter-Juventus 1-1Cristiano Ronaldo fa gol n.600 in club e risponde a Nainggolan

AROMA27 aprile 201922:26

– Finisce pari 1-1 (1-0) il derby d’Italia tra Inter e Juventus giocato questa sera al Meazza per uno dei posticipi della 34/a giornata del campionato di Serie A.
Ad aprire le marcature il gol al 7′ pt di Nainggolan, pari dei campioni d’Italia con Cristiano Ronaldo al 62′, gol che porta il portoghese alla quota record di 600 reti segnate in squadre di club.

CR7 segna contro Inter, 600 gol con clubNumeri da record per l’attaccante, a quota 27 in bianconero

27 aprile 201922:09

Seicento volte Cristiano Ronaldo: il fuoriclasse della Juve, trova il gol del pari (1-1) contro l’Inter al 17′ della ripresa, con un sinistro dalla distanza imprendibile per Handanovic e raggiunge i 600 gol in carriera con i club. Numeri incredibili per Cr7: 450 con il Real Madrid (in 438 presenze) 118 con il Manchester, 27 con i bianconeri e cinque con lo Sporting.

CALCIO

Messi piega il Levante,26/o titolo Barca
E’ l’ottavo in 11 stagioni, decimo per il fuoriclasse argentino

27 aprile 201922:39

– Non poteva essere che Leo Messi a mettere la firma sulla vittoria che assicura al Barcellona il 26/o titolo della Liga, e il suo decimo personale, con tre giornate di anticipo sulla fine del campionato. Dopo la vittoria dell’Atletico Madrid sul Valladolid, ai blaugrana servivano tre punti al Camp Nou contro il Levante per mantenere nove punti di vantaggio su colchoneros, perdenti nei confronti diretti.
L’argentino non ha mancato l’appuntamento, segnando il gol dell’1-0 finale al 17′ della ripresa, suo 34/o in campionato. Il Barcellona ha vinto otto volte il campionato nelle ultime undici stagioni.
Chiellini, dimostrato essere i più fortiCon CR7 si parte con un gol di vantaggio, fondamentale per Juve

AMILANO27 aprile 201922:51

– ”Abbiamo dimostrato anche questa sera di essere i più forti, con tutto il rispetto per l’Inter, abbiamo stravinto il campionato. La vera Juventus l’abbiamo vista nel secondo tempo”. Lo dice Giorgio Chiellini, ai microfoni di Dazn, dopo il pareggio per 1-1 contro l’Inter.
”Dobbiamo toglierci di dosso il pensiero di quello che sarebbe potuto essere – aggiunge Chiellini, con un chiaro riferimento all’eliminazione dalla Champions – e che invece non è. Più giochiamo e meglio è, buttiamo via scorie e un po’ di delusione che fa parte del gioco”. Chiellini elogia poi Cristiano Ronaldo, protagonista del gol del pareggio: ”Con lui si parte sempre in vantaggio, siamo fortunati ad averlo con noi. Aiuterà la Juventus a vincere ancora”.
Spalletti,primo tempo padroni,poi calatiA Juve è bastato un minimo spazio per sistemare risultato

MILANO27 aprile 201923:00

– ”Nel primo tempo abbiamo prodotto una netta padronanza. Siamo arrivati ad essere insidiosi in diverse situazioni. Dovevamo mantenere la stessa qualità di palleggio nella ripresa ma non ce l’abbiamo fatta, nella loro aggressività siamo stati meno qualitativi. A loro è bastato un minimo spazio per sistemare la partita”. E’ l’analisi nell’immediato post-partita dell’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, dopo il pareggio contro la Juventus. ”L’Inter – aggiunge Spalletti, ai microfoni di Dazn – ha disputato una buona partita, siamo in un periodo dove a squadra si è resa conto di avere caratteristiche ben precise. Quando ci sono momenti di difficoltà, di fatica dobbiamo riuscire a fare blocco davanti all’area e non siamo ancora bravissimi in questo”.
Allegri,ho Cristiano Ronaldo,sono feliceSofferte palle inattive, nella ripresa avevamo partita in mano

27 aprile 201923:08

– ”Ho Cristiano Ronaldo e sono contento. E’ importante avere un giocatore così, dopo il gol sbagliato si è arrabbiato molto, poi ha giocato un’altra partita”. Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, coccola CR7, autore del gol del pareggio contro l’Inter e della 600esima rete nei club dove ha militato. ”Nel primo tempo – ammette Allegri, ai microfoni di Dazn – abbiamo sofferto le palle inattive, potevamo subire il 2-0: poi abbiamo atto un bel secondo tempo. Stasera mi sono divertito. L’Inter è forte, lotta per la Champions: noi avevamo gli uomini contati, faccio i complimenti ai ragazzi. Stasera quando avevamo la partita in mano abbiamo smesso di allargare il gioco e l’Inter è ripartita tre volte. Bisogna continuare con qualità e migliorare l’ultimo passaggio. C’è da fare i complimenti a tutti, ho chiesto ai ragazzi di giocare puliti nel secondo tempo: bisogna migliorare la qualità del passaggio, dobbiamo presentarci più davanti al portiere”.
Allegri litiga con Adani e lascia tvTecnico’tutti teorici’.Opinionista’zitto lo dici a tuo fratello’

27 aprile 201923:31

– Lite in diretta tra il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri e l’opinionista Sky Daniele Adani nel post partita del derby d’Italia. L’allenatore bianconero si innervosisce quando la discussione si concentra sull’analisi tattica. ”Siete tutti teorici – sbotta Allegri – Adani sei il primo che legge i libri e di calcio non sai niente.
Non hai mai fatto l’allenatore, sei lì dietro e non sai cosa succede. Ora stai zitto, parlo io che sono l’allenatore che ha vinto sei scudetti”. Adani replica innervosito: ”No fermo fermo, stai zitto lo dici a tuo fratello”. La discussione si accende, i toni si alzano, vola anche qualche parolaccia ”non rompere i cogl…”, fino a quando Allegri abbandona il microfono e lascia il collegamento.           [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:00 ALLE 15:35 DI SABATO 27 APRILE 2019

CALCIO

Spalletti “per me l’Inter è il calcio”
Interisti emblema tifosi, mai barattare loro presenza

MILANO27 aprile 2019 01:00

– ”Per me l’Inter rappresenta il calcio. Un calcio in cui non è ammesso avere dei limiti rispetto alle proprie ambizioni”. Luciano Spalletti racconta così il mondo nerazzurro, lo fa in un’intervista riportata nel matchday programme per la partita contro la Juventus di questa sera.
”Nessun risultato positivo – continua – dovrà mai essere considerato un punto d’arrivo per un club importante come il nostro”.
San Siro questa sera sarà tutto esaurito, ennesima dimostrazione dell’attaccamento del popolo nerazzurro alla squadra. ”Userei proprio gli interisti come esempio per descrivere il significato della parola ‘tifosi’ – spiega Spalletti -. La loro presenza accanto ai nostri colori non è mai oggetto di scambio, non la si baratta per nulla al mondo. Chi indossa questa maglia lo deve tenere bene a mente”.

CALCIO

Gattuso:’Milan spento, ritroviamo anima’
Da mesi si parla di futuro mio e giocatori, ora conta solo club

MILANO27 aprile 201913:20

– “In questo momento siamo spenti, in tutti i sensi, sta mancando l’anima. Oggi parlare non serve a nulla, servono fatti e risultati. Dobbiamo tornare ad avere un’anima”. Così Rino Gattuso sullo stato del suo Milan, alla vigilia della sfida col Torino: “Bisogna far capire ai giocatori che si deve essere uniti, fare qualcosa in più, senza pensare al proprio orticello ma con una testa sola. Da mesi si parla del futuro di tanti giocatori, del mio. Nell’ultimo mese dobbiamo pensare solo al futuro dell’Ac Milan”.
Calcio, Pogba vuole andare al RealSecondo As il francese ha già accordo con merengues

27 aprile 201913:24

– Paul Pogba ed il Real Madrid sono vicinissimi: secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo As, il francese ha chiesto alla dirigenza del Manchester United di essere ceduto al club merengue con il quale ha già raggiunto un accordo per l’ingaggio nella misura di 12 milioni netti a stagione. Secondo As, Pogba vuole accelerare l’operazione per evitare di diventare il “tormentone” del calciomercato estivo, come accadde nel 2016 all’epoca del suo passaggio dalla Juventus al Manchester United e soprattutto perché punta a vincere qualcosa di importante e non ritiene che ciò sia possibile restando con i Red Devils, di qui la decisione di scegliere il Real di Zidane che punta sul francese e su altri colpi di mercato (anche Hazard è tra gli obiettivi del club madridista pronto a rinunciare a Gareth Bale) per costruire la squadra per la prossima stagione.
Atalanta, ultima gara in vecchio stadioDal 30 lavori restyling. Curva Nord ricostruita per settembre

BERGAMO27 aprile 201913:34

– Atalanta-Udinese, lunedì 29 aprile, sarà l’ultima partita dei bergamaschi nel loro stadio così com’è adesso. Poi inizierà la prima tranche del restyling triennale dell’ormai ex “Atleti Azzurri d’Italia”, partendo dalla demolizione e ricostruzione della Curva Nord.
“Lunedì 29, dalla mezzanotte dopo la partita, il cantiere inizia ufficialmente, dal 30 aprile e 6 maggio ci sarà lo smantellamento servizi e impianti – spiega Roberto Spagnolo, direttore operativo del club nerazzurro e coordinatore unico dei lavori per Stadio Atalanta srl, che ha rilevato l’impianto dal Comune. Il 6 maggio la prima ‘pinzata’ alla curva, il 7 via alla demolizione del settore intero, l’intenzione è chiudere i lavori il 22 settembre”. Contro Genoa e Sassuolo, ultimi due incontri stagionali in casa, si giocherà a Reggio Emilia.
Gattuso, razzismo? sono rimasti al 1800Bakayoko vuole lasciare l’Italia? Si trova bene qua

MILANO27 aprile 201913:41

– “Sono d’accordo con Reina, qualcuno sembra rimasto al 1800. Non tutti quelli che vengono allo stadio la pensano così. Bakayoko era stato avvertito ed è stato molto bravo, non ha perso la testa”. Il tecnico del Milan Rino Gattuso è tornato sui cori razzisti dei tifosi della Lazio nei confronti di Tiemoué Bakayoko. “Come sta Bakayoko? L’ho visto bene, poi è normale che quanto accaduto in coppa Italia è stato documentato, ci sono foto, immagini – ha sottolineato -. E’ una roba che sento dire da voi che lui vuole andare via. Ha fatto una stagione importante, si trova bene in Italia”.
Montella “ora pensiamo al Sassuolo”Tecnico: qui c’è voglia di rilanciarsi e fare calcio

FIRENZE27 aprile 201913:42

– “La delusione è tanta dopo la sconfitta con l’Atalanta in Coppa Italia, ma adesso dobbiamo ripartire, bisogna tornare a vincere, per noi, per i tifosi, per l’orgoglio e per Firenze che non è una città banale. Poi faremo tutte le valutazioni per programmare il futuro”. Così Vincenzo Montella in vista della partita di lunedì al Franchi con il Sassuolo. La Fiorentina, persa la possibilità di accedere alla finale di Coppa Italia, è rimasta senza obiettivi, ma il tecnico viola sprona i suoi a sfruttare queste ultime gare per tornare al successo. “Sensazione dai Della Valle? Vedo una proprietà che ha voglia di costruire o ricostruire a seconda dei casi – ha risposto Montella -. C’è voglia di rilanciarsi e di fare calcio, così come non è scontato il fuggi fuggi dei giocatori migliori a partire da Federico Chiesa”.
Gattuso, deluso più da me stesso”Pensavo di entrare meglio nella loro testa, ma non ho mollato”

MILANO27 aprile 201913:44

– “Sono deluso più di me stesso che dei miei giocatori”. Lo ha ammesso Rino Gattuso, facendo autocritica nel momento più delicato per il suo Milan. “Un allenatore deve essere bravo a trasferire quello che pensa. E sono deluso perché in questi momenti mi aspettavo di entrare meglio nella testa dei miei giocatori. Si può sbagliare a livello tecnico ma non deve mancare la veemenza, e questo ci sta mancando”, ha spiegato alla vigilia dello scontro diretto per la Champions con il Torino, negando però di sentirsi rassegnato: “Le sceneggiate le facevo da giocatore, non devo fare del cinema per mostrare che sono arrabbiato. Se qualcuno pensa che ho mollato e non ci credo, non è assolutamente vero”. Nella corsa al quarto posto, ha aggiunto, “sembra che stiamo giocando a ‘ciapa no’, la differenza la farà la voglia, la capacità di soffrire”.
Ancelotti, Insigne non convocatoTecnico:affaticamento muscolare. Dispiaciuto ma guarda avanti

NAPOLI27 aprile 201914:49

– “Lorenzo non ci sarà domani per un affaticamento muscolare. E con lui sarà assente anche Allan.
Insigne si è allenato bene e conosce benissimo la sua strada per essere al top. Mi spiace che non possa essere in campo perché avrebbe già dimostrato domani tutta la sua voglia di far bene.
E’ solo dispiaciuto dei fischi, ma ha la forza e la qualità per guardare avanti, ma non c’è alcun caso”. Così in conferenza stampa Carlo Ancelotti su Insigne che non è tra i convocati per la gara di domani a Frosinone.
Ancelotti, chiudiamo momento negativoClub soddisfatto, unico rammarico l’eliminazione da Coppa Italia

27 aprile 201914:17

NAPOLI

– “Vogliamo chiudere in fretta questo momento negativo, concentrarci per blindare il secondo posto il più in fretta possibile con quello che sappiamo fare, una bella partita, vincere e pensare alle prossime. Il secondo posto resta un obiettivo”. Lo ha detto il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti alla vigilia della gara contro il Frosinone. “Ho grande supporto dal club che fa un’analisi positiva dell’anno – ha spiegato il tecnico analizzando gli ultimi risultati negativi della squadra – Il resto sono chiacchiere.
Vedo un ambiente un po’ troppo negativo, che parla di fallimento, ma nessuno ha detto all’inizio che avremmo vinto campionato e Champions. L’unico rammarico forse è la Coppa Italia, ma nel campionato siamo competitivi perché arrivare secondi con tutte le squadre che faticano ad arrivare quarte è già un ottimo risultato. Parteciperemo alla Champions”.
Giampaolo “Samp deve alzare l’asticella”Tecnico su sfida con la Lazio: “non giocheremo con le infradito”

GENOVA27 aprile 201914:56

– Con l’Europa League più lontana, la Samp cerca l’ultimo aggancio domani al Ferraris con la Lazio ma Marco Giampaolo pensa a come alzare l’asticella per il futuro.
“Se arriveremo settimi sarebbe un ottimo campionato. Se non sarà così sarebbe buono ma avremo qualcosa su cui riflettere” sottolinea. “Non si tratta di mancanza di volontà, spesso ci sono delle difficoltà. Il salto di qualità mentale dipende da tutti: allenatore, giocatori, club. Quell’uno che fa trentuno contiene tutto: faremo delle riflessioni per capire se può arrivare quell’uno. Alla squadra non posso rimproverare nulla, non dobbiamo rassegnarci a fare un campionato da 8/o-12mo posto.
Io non posso fare più quel campionato lì”. Secondo il tecnico la Samp “deve avvicinarsi alle squadre che stanno più in alto e capire come raggiungere quell’obiettivo. Ci sta un pò di delusione ma si deve ragionare su quel qualcosa che ci può mancare per essere completi. Non affronteremo queste ultime partite con le infradito saremmo punto e a capo”.
Atalanta, Gori “stadio è per la città””Maxischermo davanti al Comune per la finale di Coppa Italia”

BERGAMO27 aprile 201915:02

– “Bergamo è presa a esempio per gestione e vendita, che rappresentano un unicum rispetto a Juve e Udinese che invece hanno ottenuto la concessione sul lunghissimo periodo”: così il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha difeso la vendita dello stadio a privati. “Dall’inizio del mandato amministrativo eravamo convinti della bontà della scelta di mantenere lo stadio in città come uno degli strumenti per tenerla viva”, ha aggiunto Gori, replicando poi alle accuse di aver favorito la società nerazzurra: “Sul prezzo di vendita (base d’asta di 7,826 mln, ndr) c’è stata una perizia, l’iter procedurale è passato in Comune 5 volte ed è un intervento rivolto alla città, mentre l’Atalanta è l’acquirente. Il parcheggio sotto la Curva Sud, tranne per le partite, sarà aperto ai cittadini, ed è solo un esempio di come il progetto sia stato pensato anche a servizio del quartiere”. Infine, sulla sfida alla Lazio: “per la finale di Coppa Italia, ma in ogni caso maxischermo in piazza davanti al Comune”.           [print-me title=”STAMPA”]