Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 07:00 ALLE 11:54 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mafia, 31 arresti del clan Cintorino
Le mani della cosca su business barche da diporto a Isola Bella

CATANIA18 giugno 201907:00

– Blitz della Guardia di finanza di Catania contro il clan mafioso Cintorino, legato alla cosca Cappello e attivo a Calatabiano e nel Messinese tra Giardini Naxos e Taormina. Militari delle Fiamme gialle stanno eseguendo un’ordinanza cautelare nei confronti di 31 indagati: 26 in carcere e 5 ai domiciliari.
Tra i destinatari del provvedimento anche gli attuali reggenti del gruppo. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, estorsioni, usura trasferimento fraudolento di valori e narcotraffico. E’ in corso un sequestro di beni riconducibili al gruppo Cappello-Cintorino e alla ‘famiglia’ Santapaola-Ercolano per un milione di euro: una società di noleggio di acquascooter, un bar e un lido balneare di Giardini Naxos e una ditta attiva nel settore dei lavori edili. Nella rete di attività economiche più redditizie del clan la Dda di Catania indica il business delle escursioni turistiche con barche da diporto nel tratto di mare antistante Isola Bella di Taormina.
Uccide moglie: Cc fermano il maritoProvvedimento Procura Palermo, incongruenze in testimonianze

PALERMO18 giugno 201907:26

– E’ stato fermato per omicidio Marco Ricci, 42 anni, che lo scorso 15 giugno in un negozio di calzature di Carini ha ucciso con colpi di taglierino alla presenza del loro figlio la moglie, Anna Maria Scavo, 36 anni, commessa. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura di Palermo e sarà sottoposto al vaglio della convalida del Giudice per le indagini preliminari nelle prossime ore. Secondo l’accusa, la ricostruzione degli eventi fornita dall’uomo e dal figlio minorenne sarebbe “incongruente con le successive risultanze investigative”, frutto anche di un minuzioso sopralluogo eseguito di carabinieri della sezione Investigazione scientifiche del Nucleo investigativo di Palermo. Ricci è stato trasferito in carcere.
‘Ndrangheta e traffico cocaina,4 arrestiOperazione della Gdf coordinata dalla Dda di Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA18 giugno 201909:30

– Operazione del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza, con il coordinamento della Dda reggina, per l’esecuzione, nelle province di Roma, Reggio Calabria e Sassari, che ha portato all’arresto di quattro esponenti di un gruppo criminale finalizzato al traffico internazionale di eroina, per conto della cosca Bellocco di Rosarno, nel porto di Gioia Tauro con l’apporto di squadre di portuali infedeli. In carcere sono finiti Emanuele Umberto Oliveri, di 32 anni,Domenico Pepé (64), Alessandro Galanti (38), Antonio Ponziani (34) e Alessandro Larosa (41).
L’organizzazione, secondo quanto emerso, si occupava di reperire ed acquistare all’estero, soprattutto in Sudamerica, e di importare in Italia, attraverso navi in arrivo al porto di Gioia Tauro ed in altri porti nazionali e di commercializzare, ingenti quantitativi di cocaina.
Vigile investito,individuato scooteristaÈ un minorenne, denunciato a piede libero

FOGGIA18 giugno 201909:41

– È stato identificato lo scooterista che il 13 giugno ha investito un agente della Polizia locale in via Capitanata a Foggia. E’ un minorenne ed è stato denunciato a piede libero con l’accusa di lesioni gravi, resistenza e omissione di soccorso. Lo scooter, inoltre, è stato posto sotto sequestro. Al momento c’è riserbo da parte della polizia in merito alle indagini. Il ragazzo – secondo prime indiscrezioni – avrebbe confessato di aver visto solo all’ultimo momento il vigile senza riuscire ad evitarlo.
Quella sera l’agente era fermo ad un posto di blocco quando improvvisamente è stato travolto dallo scooter, un Liberty Piaggio, ed è stato trascinato per alcune decine di metri prima di piombare sull’asfalto. A seguito dell’impatto ha riportato un violento trauma cranico e più leggere fratture in diverse parti del corpo. L’agente è tuttora ricoverato agli Ospedali Riuniti di Foggia, le sue condizioni sono in netto miglioramento ma i medici non hanno ancora sciolto la prognosi.
Minore aggredita in androne, un arrestoPolizia, è un uomo scarcerato per fatti analoghi nel 2018

MILANO18 giugno 201909:46

– Avrebbe tentato di abusare di una minorenne, che però è riuscita a fuggire, un uomo di 53 anni arrestato dalla Polizia di Stato di Brescia su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale con l’accusa di tentata violenza sessuale pluriaggravata.
Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile, sono partite alla fine dello scorso aprile dopo la denuncia di un genitore che aveva raccontato che la figlia, di ritorno da un’attività sportiva, era stata seguita da un uomo fino all’interno del suo condominio, dove era stata costretta ad assistere ad atti di autoerotismo. Ma quando lo sconosciuto le ha proposto di appartarsi con lui, era scappata riuscendo a rifugiarsi in casa.
L’arrestato, secondo quanto riferito, era stato scarcerato agli inizi del 2018 dopo aver scontato alcuni anni di carcere per due episodi molto simili risalenti al 2011 e al 2013.
PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSHPAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSH: 4 ITALIANI DI CUI UNO FERITO CON FRATTURE E 2 DONNE PACHISTANEAGGIORNAMENTO IN “MONDO” (CON L’EVOLUZIONE DEL FATTO) DALLE 06:20 ALLE 11:13 DI MARTEDì 18 GIUGNO 2019PAKISTAN: SALVATI GLI ALPINISTI NELL’HINDU KUSHPakistan, salvataggio italiani in corso
Raggiunti a 5 mila metri da elicotteri dell’esercito pachistanoAOSTA18 giugno 2019 06:20– E’ in corso il salvataggio dei membri della spedizione italiana nell’Hindu Kush, nel nord del Pakistan, travolti ieri mattina da una valanga e bloccati a oltre cinquemila metri di quota. Sul posto sono arrivati gli elicotteri dell’esercito pachistano. La slavina ieri ha provocato una vittima, l’alpinista pachistano Imtyaz Ahmmad, e alcuni feriti, tra i quali il capo spedizione, il vicentino Tarcisio Bellò, che ha riportato alcune fratture. Gli altri membri sono Luca Morellato, di Quinto Vicentino (Vicenza) come Bellò, Tino Toldo di Caltrano (Vicenza), Davide Bergamin di Castelfranco Veneto (Treviso) e due donne pachistane: Nadeema Sahar e Sakela Numà.
La vetta inviolata di 5.800 metri a cui il gruppo puntava sarebbe stata ribattezzata con il nome Lions Melvin Jones Peak: una dedica al fondatore del gruppo Lions che supporta Bellò in un progetto umanitario.Pakistan: portati in salvo gli alpinistiMoglie di Bellò, gruppo esperto, non era spedizione commercialeVICENZA18 giugno 201910:46– Sono stati recuperati stamane con l’elicottero e portati in salvo i quattro alpinisti italiani e le due guide pachistane travolti ieri da una valanga mentre si preparavano all’ascesa di una cima nell’area dell’Hindu Kush, nel nord del Pakistan. “Sono stati salvati tutti e stanno raggiungendo il primo centro abitato della valle”, ha detto Isabella Bellò moglie di Tarcisio Bellò il 57enne capo spedizione. “Il gruppo – ha spiegato la donna – è stato raggiunto dall’elicottero direttamente al campo 2 della spedizione a 4.800 metri quota”. “Voglio che si sappia però – ha aggiunto Isabella Bellò – che sono tutti alpinisti molto esperti e prendevano parte a questa spedizione di loro iniziativa, non era una spedizione commerciale ma con obiettivo di solidarietà verso la popolazione locale. Mio marito è stato il primo a portare un vero ponte in acciaio in quella zona del Pakistan”.

Cocaina nel bagaglio di bambina, arrestiTraffico dal Perù verso l’aeroporto di Malpensa, 12 ordinanze

MILANO18 giugno 201909:57

– Trafficanti di droga peruviani senza scrupoli non hanno esitato a usare il bagaglio di una bambina di undici anni che viaggiava come minore non accompagnata per nascondere oltre due chili di cocaina. Ma tutta la fase del trasporto era monitorata dalla Guardia di Finanza di Pavia che con la collaborazione dei colleghi di Malpensa è riuscita a sequestrare il carico introdotto dalla minorenne, inconsapevole, come del resto era la madre a cui poi è stata affidata. Il particolare è emerso nel corso di un’indagine dello Scico (Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata) che ha portato all’esecuzione di 12 ordinanze di custodia cautelare nei confronti degli appartenenti ad un’organizzazione criminale dedita all’importazione di cocaina dal Perù. “È il bilancio della seconda fase dell’operazione ‘Huarango’ – precisa la Gdf – che ha aperto le porte del carcere per 10 peruviani – di cui 5 donne – e 2 uomini italiani, tutti pregiudicati e consentito il sequestro di oltre venti chili di cocaina”.
Coldiretti Puglia, campagne inondate’Scoppiate tubature della bonifica Terre d’Apulia commissariata’

BARI18 giugno 201910:18

– “Centinaia di metri cubi d’acqua stanno inondando le campagne dalle prime luci dell’alba, a causa dello scoppio delle tubature del Consorzio di Bonifica commissariato Terre d’Apulia in Contrada Bocca di Lupo a Minervino”, come “un fiume in piena che sta travolgendo le campagne fino all’Ofanto”. A dare l’allarme è Coldiretti Puglia, facendo sapere di aver chiesto l’intervento immediato del Consorzio e dei Vigili del Fuoco.
“Le tubature del diametro di 1 metro sono in vetroresina ed è la terza volta che scoppiano, riversando sulle campagne una valanga d’acqua con un danno mostruoso sulle colture in corso”, sottolinea Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia: “Grano allettato, oliveti e vigneti allagati, seminativi distrutti, terreni portati via dalla violenza dell’acqua con un fiume in piena che sta travolgendo le campagne fino all’Ofanto, un duro colpo ad un territorio dove sono già evidenti i segnali di dissesto idrogeologico”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Uomo ucciso a fucilate, c’è un fermo
Si tratta di un 60enne. La vittima aveva 35 anni

CAGLIARI18 giugno 201910:20

– C’è un fermo per l’omicidio avvenuto ieri sera nelle campagne tra Sestu e San Sperate, nel Cagliaritano. In manette è finito Aldo Soro, 60 anni, personaggio noto alle forze dell’ordine. È l’uomo che i cittadini di Sestu hanno visto aggirarsi armato di fucile per le vie della cittadina e che poi è stato bloccato all’interno di un bar. Sarebbe lui, secondo gli investigatori, il responsabile dell’uccisione di Antonio Piras, 35 anni, di Sestu.
A quanto pare i due si frequentavano da tempo. Ieri sera sarebbero andati insieme in campagna, in località Terra ‘e Pilloni, forse per sbrigare qualche faccenda. Avrebbero avuto una discussione, una lite alimentata dai fumi dell’alcol, Soro avrebbe imbracciato il fucile ed esploso un colpo che ha raggiunto al petto il 35enne uccidendolo. Avrebbe poi lasciato la zona, raggiungendo il centro di Sestu dove alcuni cittadini lo hanno visto camminare con ancora in mano il fucile. Una persona avrebbe sentito lo sparo e chiamato la polizia.
Si lancia da nave dopo litigio, salvataIrlandese, 43 anni. Il ‘tuffo’ in porto dopo aver bevuto

GENOVA18 giugno 201910:28

– Litiga col marito e si butta in mare dalla nave da crociera Msc Seaview ormeggiata al porto di Genova. E’ successo ieri sera. La donna, irlandese di 43 anni, è stata recuperata dagli uomini della capitaneria di porto e trasferita in codice rosso all’ospedale Galliera. La turista, secondo quanto ricostruito, aveva bevuto e dopo un litigio col marito ha deciso il gesto eclatante lanciandosi nel vuoto da una ventina di metri. La donna è stata medicata ed è fuori pericolo.
Ponte Genova:Bucci,esplosioni il 27 o 28’Sollecitata azienda per detonatore, non possiamo aspettare’

18 giugno 201910:36

– “Penso che faremo tutto il 27.
Stamattina mi hanno detto che devo sollecitare le istituzioni spagnole per l’arrivo del detonatore. Se non sarà il 27 sarà il 28 ma non possiamo più aspettare, ogni giorno è un giorno in meno per il benessere di Genova, non possiamo permetterci il lusso di posticipare”. Lo ha detto il sindaco e commissario Marco Bucci a margine di un convegno in corso a Genova.
Carrozzella in mare, indagata la figliaScena ripresa da telecamere porto, forse distratta da cellulare

CAGLIARI18 giugno 201910:41

– Le telecamere dell’impianto di sicurezza del porto di Teulada (Sud Sardegna) hanno ripreso la morte della donna di 85 anni, caduta in mare con la sedia a rotelle. E proprio dopo la visione di queste immagini, la figlia della donna è stata iscritta per omicidio colposo nel registro degli indagati dal pm Gaetano Porcu. Nel video, secondo quanto si apprende, si vede la donna che accompagnava la madre intenta a scattare e armeggiare con il telefonino. Forse una distrazione, visto che la banchina era in pendenza e la sedia a rotelle si è mossa trascinando l’anziana donna in acqua.
L’85enne, paraplegica, ospite della locale casa di riposo, si era recata nel porticciolo accompagnata dalla figlia che vive ad Aosta e che era tornata in Sardegna per un periodo di vacanza con l’anziana madre. Immediatamente dopo la caduta in mare alcune persone presenti si sono gettate in acqua recuperando il corpo della donna, ma non c’è stato nulla da fare. La donna è morta poco dopo per annegamento.
Morta Nonna Peppa, più anziana d’EuropaLa donna si è spenta nella casa paterna nel Foggiano

POGGIO IMPERIALE (FOGGIA)18 giugno 201910:41

– È morta all’alba Giuseppina Robucci, per tutti Nonna Peppa, ultracentenaria di 116 anni di Poggio Imperiale, nel Foggiano, la donna più anziana d’Italia e d’Europa. Si è spenta nella casa paterna a Poggio Imperiale, dove era stata trasferita una decina di giorni fa quando le sue condizioni di salute erano precipitate. Fino ad allora aveva vissuto a casa della figlia ad Apricena.
“Siamo dispiaciuti, ma al tempo stesso onorati di averla avuta come concittadina”, ha commentato il sindaco di Poggio Imperiale, Alfonso D’Aloisio. Nel 2012 Nonna Peppa era stata insignita del titolo di sindaco onorario, per questo ora è in allestimento la camera ardente nella sala consiliare del Palazzo di Città. E per il giorno dei funerali potrebbe essere proclamato il lutto cittadino.
Nonna Peppa ha vissuto le due guerre mondiali, nata il 20 marzo 1903. Per anni si è occupata, insieme al marito, del bar del paese. Ha avuto cinque figli – tre maschi e due femmine -, nove nipoti e 16 pronipoti.
Abusivismo: demolita villa a LampedusaAll’interno della riserva naturale gestita da Legambiente

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)18 giugno 201910:44

– E’ una villetta, su un unico piano, la casa abusiva che sta per essere demolita a Lampedusa. Ruspe e forze dell’ordine sono già a cala Galera, all’interno della riserva naturale gestita da Legambiente. E’ presente, per l’avvio delle demolizioni degli immobili abusivi, anche il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio. Fu proprio il magistrato, insieme all’allora sindaco Giusi Nicolini, nel marzo del 2017 a sottoscrivere il protocollo d’intesa per le demolizioni dei manufatti abusivi. Le sentenze passate in giudicato, per abusivismo edilizio a Lampedusa, sono 54. In molti casi, non si tratta però di interi immobili da radere al suolo, ma di piccoli abusi. Una ventina i provvedimenti di demolizione notificati negli scorsi giorni.
Alcuni degli ormai ex proprietari hanno già deciso, pare, di procedere autonomamente. Altri invece riceveranno la “visita” delle ruspe dell’impresa che s’è appaltata i lavori.
Anarchici su torre Asinelli, due denunceStriscione e fumogeno in solidarietà di due detenute all’Aquila

BOLOGNA18 giugno 201910:45

– Un 35enne e un 33enne sono stati denunciati ieri sera dalla Digos di Bologna dopo essere entrati nel tardo pomeriggio nella Torre degli Asinelli, uno dei simboli di Bologna.
I due, noti in ambiente anarchico, dovranno rispondere di invasione di edifici, accensione pericolosa aggravata, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento aggravato, poiché commesso su bene di interesse storico. Secondo quanto ricostruito dalla polizia avrebbero danneggiato una finestra del monumento per appendere uno striscione in segno di solidarietà a due detenute in carcere all’Aquila in regime di 41 bis, e avrebbero anche acceso un fumogeno. Durante questa azione dimostrativa in piazza di Porta Ravegnana si sono radunati altri giovani di area anarchica che sono rimasti fino alle 21.30 circa causando disagi al trasporto pubblico.
1,8 mln le famiglie in povertà assolutaIstat, sono il 7% del numero complessivo, al Sud si sale al 10%

18 giugno 201910:47

– Nel 2018, si stima siano oltre 1,8 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta, con un’incidenza pari al 7,0%, per un numero complessivo di 5 milioni di individui (8,4% del totale). Secondo i dati Istat, pur rimanendo ai livelli massimi dal 2005, si arresta dopo tre anni la crescita del numero e della quota di famiglie in povertà assoluta. Le famiglie in condizioni di povertà relativa nel 2018 sono poco più di 3 milioni (11,8%), quasi 9 milioni di persone (15,0% del totale). La percentuale di famiglie che si trova in povertà assoluta nel Mezzogiorno sale al 10%, contro il 5,8% del Nord e il 5,3% del Centro. I minori in povertà assoluta (il 12,6%) sono 1 milione e 260 mila: l’incidenza va dal 10,1% nel Centro fino al 15,7% nel Mezzogiorno dove risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2017.
Violenza sessuale, arrestato 20enneAggredisce prima una ragazza e poi un’altra che riferisce targa

VARESE18 giugno 201911:03

– Un 20enne residente in provincia di Varese è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una coetanea, ieri all’interno della stazione ferroviaria di Sesto Calende (Varese), e di aver tentato poco prima di aggredire una quindicenne.
A quanto emerso il giovane, con la scusa di chiedere una sigaretta, avrebbe avvicinato l’adolescente per poi tentare un approccio. La ragazzina, intuite le sue intenzioni, è scappata e ha chiamato il 112. Mentre una pattuglia raccoglieva la sua testimonianza, il ventenne ha aggredito un’altra giovane, sua coetanea, palpeggiandola nel sottopasso della stessa stazione ferroviaria. La ragazza ha però reagito mettendolo in fuga e riuscendo a inseguirlo memorizzando il numero di targa della sua auto prima che si allontanasse. I carabinieri lo hanno così rintracciato e arrestato pochi minuti dopo.

Da osso perone ricostruita mandibolaOperazione a Torino coordinata da microchirurgo da Fu-Chan Wei

TORINO18 giugno 201911:32

– All’istituto di Candiolo (Torino) una delicata operazione di microchirurgia ha ricostruito la mandibola di una paziente da una porzione di osso del suo perone. La donna, a cui era stata asportata una metastasi al viso, potrà recuperare la piena funzionalità della mandibola, tornando a mangiare e parlare normalmente. L’intervento è stato eseguito dal professor Fu-Chan Wei, direttore del Dipartimento di Chirurgia Plastica Ricostruttiva del Chang Gung Memorial Hospital di Taipei. Il chirurgo, pioniere della microchirurgia moderna, ha all’attivo 26mila interventi, di cui 1600 di ricostruzione mandibolare con fibula rivascolarizzata.
L’operazione si è svolta in collaborazione coi chirurghi di Torino, guidati dal professor Giovanni Succo, direttore di Chirurgia oncologia cervico-cefalica a Candiolo. Wei ha trascorso due giorni all’istituto dove ha tenuto lezione agli specializzandi del nord-Italia, aprendo una finestra sul futuro della microchirurgia in ambito post traumatico e post trattamento oncologico.

Rischi per pochi infermieri in pediatriaAllarme Fnopi, negli ospedali al di sotto standard sicurezza

18 giugno 201910:02

– Secondo gli standard di sicurezza, ogni infermiere dovrebbe seguire 4 pazienti, tuttavia la media negli ospedali pediatrici è di un infermiere per 6,6 pazienti, 2,6 pazienti in più del previsto. Secondo la Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), “per ogni paziente extra il rischio di mortalità a 30 giorni aumenta del 7%. Con due pazienti e mezzo in più arriva al 17-18%. Sommando poi i dati delle attività infermieristiche mancate, il rischio di mortalità per i bambini ricoverati arriva al 25-26%”. “Sono dati che grazie alla buona volontà dei professionisti e alla capacità del management delle aziende non si sono realizzati, ma il livello di allarme è alto e di questo si deve tenere conto al momento della scelta delle politiche di programmazione. Oggi abbiamo una carenza di infermieri in costante aumento”, dice la presidente di Fnopi Barbara Mangiacavalli commentando lo studio presentato in Senato, realizzato da 12 aziende ospedaliere pediatriche aderenti all’Aopi

Camilleri:condizioni critiche ma stabiliIl prossimo bollettino è previsto alle 12

18 giugno 201908:27

– Rimangono critiche ma stabili le condizioni dello scrittore Andrea Camilleri ricoverato da ieri mattina all’ospedale Santo Spirito di Roma. Lo si apprende da fonti sanitarie.
Il prossimo bollettino medico è previsto alle 12.

Fedez, “piccola anomalia” di saluteIl post del rapper su Instagram commuove i fan
18 giugno 201911:35

– Fedez rivela ai fan sul suo profilo Instagram di avere una “piccola anomalia” che gli è stata riscontrata neanche tanto tempo fa e la sua confessione commuove il web. “Sono sempre combattuto se parlare in maniera del tutto onesta di alcuni piccoli ostacoli che sono riuscito a superare diventando papà – scrive il rapper nella premessa – perché oltre a rischiare di essere eccessivamente retorico mi rendo conto che la nostra condizione di privilegio, agli occhi di molti, possa mettere in secondo piano praticamente qualsiasi problema.
Credetemi quando vi dico che i soldi non potranno mai essere la panacea di tutti i vostri mali”. E poi la confessione: “Mesi fa durante una visita di controllo mi è stata riscontrata ‘una piccola anomalia’ che avrebbe potuto preannunciare un male più grande, di quelli con cui ci devi convivere tutta la vita purtroppo)”. Ma il papà di Leone ha chiarito che è “tutto sotto controllo” e si è scusato poi per “l’asciugata”. I fan hanno tirato un respiro di sollievo.

Traffico marijuana,due arresti a TriesteCoppia indagata in concorso per detenzione, trasporto e spaccio

TRIESTE18 giugno 201911:44

– Una coppia di cittadini nigeriani, rispettivamente di 30 e 37 anni, destinataria di un provvedimento di revoca di ritardati arresti emesso dalla Procura di Trieste, è stata rintracciata e arrestata sabato scorso dagli agenti della Squadra Mobile, poiché indagata in concorso per detenzione, trasporto e spaccio di sostanze stupefacenti.
L’operazione si inserisce nell’ambito delle indagini che a fine maggio avevano portato all’arresto a Roma di un cittadino nigeriano ritenuto responsabile di un traffico di marijuana verso il centro e nord Italia. Durante le indagini erano stati sequestrati circa 205 chilogrammi di droga e arrestate in flagranza 13 persone.
Secondo gli investigatori, la coppia si sarebbe occupata dell’approvvigionamento della droga in alcune città del Veneto, in particolare Padova, e del trasporto a Trieste. A partire da gennaio più volte i due erano stati sorpresi con modiche quantità di marijuana al loro rientro in città. La coppia è stata portata nel carcere locale.

Annunci
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE: LEGGILE!

DALLE 18:47 ALLE 23:47 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Occupazione Casapound, danno da 4,6 mln
Inchiesta Corte Conti, 9 dirigenti Demanio-Miur devono risarcire

ROMA17 giugno 2019 18:47 (anche già in “POLITICA”)

– Una occupazione da parte di Casapound, un vero e proprio esproprio di un

palazzo nel cuore di Roma, protratto da oltre 15 anni, che ha generato un danno alle casse dello Stato di 4 milioni e mezzo di euro. Mancate entrate che per i giudici della Corte dei conti di Roma vanno imputate a 9 dirigenti del Demanio e del Miur che con la loro “inerzia” hanno “determinato una perdita economica per le finanze pubbliche”. E’ la sintesi dell’invito a dedurre, paragonabile alla chiusura delle indagini nel procedimento penale, notificato oggi dai magistrati contabili e relativo all’indagine svolta dalla Gdf sul palazzo di sei piani in via Napoleone III, nel rione Esquilino a Roma, da oltre tre lustri quartier generale del movimento di estrema destra. Nella vicenda non è però coinvolta Casapound, in quanto soggetto di diritto privato. A risarcire il danno erariale, per omessa disponibilità del bene e mancata riscossione dei canoni per 15 anni, dovranno essere alcuni dirigenti dell’Agenzia del Demanio e del Miur.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ucciso a fucilate, preso presunto killer
Sarebbe amico della vittima. Era ubriaco, si aggirava con fucile

17 giugno 201923:19

– Delitto questa sera nelle campagne tra Sestu e San Sperate nell’hinterland di Cagliari. Un uomo è stato ucciso con alcuni colpi d’arma da fuoco, a quanto pare un fucile. Il fatto è avvenuto poco prima delle 21. La vittima avrebbe tra i 50 e i 60 anni. Un coetaneo della vittima, A.S.
personaggio noto alle forze dell’ordine, è stato bloccato in un bar di Sestu ed è il principale sospettato del delitto. Da quanto si apprende, alla polizia subito dopo l’omicidio, è arrivata una segnalazione di una persona che si aggirava con un fucile per le vie di Sestu, poi rintracciata nel bar. A quanto pare vittima e presunto assassino erano amici. L’uomo portato in Questura era ubriaco e potrebbe aver avuto una discussione con l’uomo poi ucciso.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, DETTAGLIATE ED APPROFONDITE: SEGUILE!

DALLE 15:07 ALLE 18:47 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

In chiesa con 1,4 chili di marijuana
Agenti della Questura di Bolzano ammanettano un 21enne

BOLZANO17 giugno 2019 15:07

– Agenti della Questura di Bolzano hanno arrestato un nigeriano 21enne che, per scappare ai controlli, si era rifugiato in una chiesa del centro storico con un chilo di marijuana e 1.400 euro in contanti. Il giovane, avendo notato la pattuglia, era entrato nella chiesa dei Domenicani. Gli agenti, nonostante la funzione fosse in atto, agendo con discrezione, hanno trovato il fuggitivo e lo hanno portato in Questura per accertamenti. Qui, all’interno dello zaino sono stati trovati lo stupefacente e i soldi. A questo punto il 21enne, già gravato da una condanna per spaccio di droga, è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Incidenti stradali, due morti nel PaveseVittime una donna di 38 anni e un uomo di 70, due i feriti gravi

PAVIA17 giugno 201916:34

– È di due vittime il bilancio di un incidente stradale avvenuto lunedì mattina lungo la circonvallazione di Gambolò, nel Pavese. La conducente di una Fiesta, Daniela Amolaro, 38 anni, di Gambolò, è deceduta sul colpo. Più tardi, a bordo dell’ambulanza sulla quale i sanitari hanno tentato a lungo di rianimarlo, è stata dichiarata la morte anche del conducente di un furgone Mercedes, Loredano Finotti, 70 anni, di Dorno. Ci sono altri due feriti in gravi condizioni, uno portato in elicottero a Niguarda e uno in ambulanza al San Matteo di Pavia.
Con tavola surf sull’Isarco in pienaVigili urbani di Bolzano fanno uscire surfista in difficoltà

BOLZANO17 giugno 201916:54

– Ha palesemente sottovalutato la forza del fiume Isarco in piena, un uomo che questo pomeriggio si è avventurato nel river surfing a Bolzano. Nei pressi di ponte Loreto il surfista, con l’aiuto di un amico che gli ha lanciato una corda dal ponte, ha tentato di cavalcare le onde del fiume, ma la corrente impetuosa lo ha fatto cadere in acqua più volte e solo a fatica ha recuperato la tavola. A questo punto i vigili urbani sono intervenuti facendolo uscire a riva.
L’impresa ha richiamato la curiosità di numerosi passanti.
Il river surfing viene praticato anche in Alto Adige, soprattutto a Bressanone, ma non con condizioni così estreme come oggi con il fiume ingrossato all’inverosimile per lo scioglimento della neve in quota. Il surfista tiene una corda elastica, legata a un ponte, è in questo modo – in una sorta di mix di surf e sci d’acqua – affronta le onde.
Malore mentre fa il bagno, muore turistaIn acqua con un amico subito dopo il pasto

CAGLIARI17 giugno 201916:56

– Un turista straniero di 37 anni è morto dopo essersi sentito male mentre faceva il bagno nella spiaggia di Scivu, nel comune di Arbus sulla costa occidentale della Sardegna. Da quanto si apprende la vittima si trovava in spiaggia con un amico: dopo aver pranzato i due si sono tuffati in acqua per rinfrescarsi ma si sono subito sentiti male. Un bagnino è riuscito a soccorrere entrambi i turisti riportandoli a riva. È stato richiesto l’intervento del 118 e sul posto sono anche arrivati i carabinieri e la Guardia costiera di Oristano.
Un medico che si trovava in spiaggia ha tentato a lungo di rianimare il 37enne e le operazioni salvavita sono proseguite per altri trenta minuti con i medici del 118, ma per il turista non c’è stato nulla da fare. L’amico non è grave.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Papa in volo sull’Umbria benedice Cascia
Dall’elicottero del pontefice diretto nelle Marche

PERUGIA17 giugno 201917:24

– A bordo dell’elicottero che domenica 16 giugno lo ha condotto nelle Marche, in visita pastorale all’archidiocesi di Camerino-San Severino, papa Francesco ha sorvolato l’Umbria. In modo particolare i collaboratori hanno indicato al Santo Padre, che stava pregando la Liturgia delle Ore, la città di Cascia, patria di santa Rita.
Il pontefice ha benedetto dall’alto la terra di Rita. La foto di Francesco che guarda Cascia è stata scattata dal seguito papale ed inviata sul telefonino dell’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, da mons. Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa pontificia.
“Fa piacere – ha commentato mons. Boccardo – sapere che il Santo Padre nel sorvolare la nostra archidiocesi abbia volto lo sguardo e benedetto quel colle della speranza che è il territorio di santa Rita, conosciuto in tutto il mondo”.
Sisma, tour blogger per rilancio MarcheCinque tappe in aree colpite e video su canali e social network

ANCONA17 giugno 201917:25

– Cinque tappe di altrettanti blogger, accompagnati da influencer locali, in zone terremotate nelle Marche per carpirne e valorizzarne la bellezza non sufficientemente conosciuta e rilanciarla in chiave turistica con video su canali blogger, Marche Tourism e social network. E’ l’iniziativa nell’ambito di Marche Express, 2/a edizione del progetto di Turismo Esperienziale di Confcommercio Marche, quest’anno interamente dedicato ai luoghi del sisma. Gli itinerari sono studiati per toccare tutte le aree terremotate nel Maceratese, Ascolano e Fermano: 18 giugno Macerata, Urbisaglia, Tolentino, Fiastra, Lago di Caccamo e Caldarola; 24-25 giugno Sarnano, Amandola, Force, Montefalcone Appennino- Montelparo; 1-2 luglio Fermo, Monte Vidon Corrado – Montalto Marche; 9-10 luglio Matelica, Castelraimondo, Camerino, Ussita; Visso; 15-16 luglio Ascoli Piceno, Offida , Castignano e Arquata. “Non solo – ha detto l’assessore regionale Moreno Pieroni – ideale vicinanza, ma volontà reale di valorizzare turistica ed economica.
Sfondano vetro banca, rapina 70mila euroMalviventi con pistola e a volto coperto, presi soldi bancomat

FIRENZE17 giugno 201917:35

– Spettacolare rapina in pieno giorno a Firenze ai danni di un’agenzia del Monte dei Paschi di Siena, in via di Soffiano. Quattro banditi, a volto coperto, hanno sfondato con un’auto rubata il vetro antiproiettile della banca facendo la manovra dal retro dell’edificio. Poi, minacciando i dipendenti con una pistola, si sono fatti consegnare 70.000 euro e sono scappati con due scooter. Sono soldi che erano destinati alla ricarica dello sportello bancomat. Non risulta nessun ferito. Indagini e ricerche dei carabinieri sono in corso, anche attraverso l’acquisizione dei filmati. I rilievi sono stati effettuati dalla squadra investigazioni scientifiche di Firenze dell’Arma.
Francesco Totti, l’addio in dieci frasi chiave

Franco Baldini – R

Francesco Totti, nella conferenza stampa al Coni del 17 giugno un addio al veleno alla Roma. Ecco le 10 frasi più significative:-  Ho annunciato con una mail al Ceo della societa’, oggi, le mie dimissioni da dirigente della Roma. E’ un giorno che speravo non sarebbe mai arrivato-  Dico che non e’ stata colpa mia  perche’ non sono mai stato coinvolto in un progetto tecnico. Il primo anno ci poteva stare, ma poi mi ero fatto delle idee
chiare-  Il mio è un arrivederci, non è un addio alla Roma perché vista dall’esterno è impossibile tenere
fuori Totti dalla Roma. Mi dà fastidio e da romanista non penso che possa succedere.-  Adesso prenderò altre strade, e nel momento
in cui un’altra proprietà punterà forte su di me io sarà sempre pronto-  Il futuro? Nel prossimo mese valuterò le tante offerte che mi sono arrivate  e sceglierò col cuore quella che più mi si addice-  È sempre stato un pensiero fisso di alcune persone di levare i romani dalla Roma. Alla fine è prevalsa la verità, sono riusciti a ottenere quello che
volevano-  Il mio rapporto con Franco Baldini? Non c’è mai stato un rapporto e mai ci sarà.  Uno dei due doveva scegliere, e mi sono
fatto da parte io perché troppi galli a cantare non servono in una società, fanno solo casini e danni. E alla fine quando
cantavi da Trigoria non lo sentivi mai il suono, l’ultima parola spettava sempre a Londra. Era inutile dire cose fare, l’ultima
parola spettava ad altri, perciò era tempo perso

–  L’unico allenatore che ho chiamato di persona è stato Antonio Conte. Gli altri nomi che ho letto in
questi giorni, da Gattuso a Gasperini, da De Zerbi a Mihajlovic, sono pura fantasia, anzi fantascienza-  Se vado allo stadio l’anno prossimo? Certo che ci andrò, sono sempre tifoso della Roma. Anzi, sapete che faccio? Prendo Daniele e insieme andiamo a vedere una
partita in Curva Sud-  Se Malagò un giorno dovesse diventare presidente della Roma di certo mi chiamerà. Anche  perché tutti dicono che è mio amico, quindi avrò tutte le porte
aperte, avrò un po’ più di fiducia e di potere

Ubriaco scappa dopo incidente, arrestatoNell’anconetano,43enne ai domiciliari.

55enne in gravi condizioni

OFFAGNA (ANCONA)17 giugno 201917:53

– Guida ubriaco la propria Renault Clio che si scontra con una Fiat 600 e si ribalta, poi scappa a piedi senza prestare soccorso all’altra conducente ferita gravemente. E’ accaduto verso le 7 sulla Sp del Vallone a Offagna. L’uomo, un 43enne di Polverigi, positivo all’alcoltest superiore a 1,5 g/l, è stato rintracciato dai carabinieri del Norm di Ancona in un’area agricola a 700 metri dal luogo dell’incidente dove cercava di nascondersi tra la vegetazione; è stato arrestato – ai domiciliari – per lesioni personali personali gravi, fuga e omissione di soccorso, guida in stato d’ebbrezza e contromano. Ora attende il giudizio per direttissima. La 55enne che guidava l’altra auto è stata trasferita in gravi condizioni dal 118 agli Ospedali Riuniti di Ancona dov’è ricoverata in prognosi riservata. Il 43enne era uscire dall’abitacolo ed era scappato. Le sue ricerche hanno coinvolto anche i carabinieri di Collemarino, la polizia municipale e i vigili del fuoco.
Sisma, papa dona Centro Comunità UssitaVolontà espressa al vescovo di Camerino durante visita

USSITA (MACERATA)17 giugno 201918:17

– “Il Santo Padre ha espresso la volontà di donare ai terremotati un centro di comunità da realizzare a Ussita” nel Maceratese, “paese duramente colpito dai sismi dell’ottobre 2016 e ancora senza spazi sociali”. A riferire la volontà del pontefice, espressa durante la visita a Camerino, l’arcivescovo della diocesi di Camerino-San Severino Marche, mons. Francesco Massara.
“Papa Francesco ha lasciato – ha detto il vescovo – un segno importante per la comunità terremotata, in particolare per quella di Ussita”. “Il gesto di Papa Francesco – ha dichiarato Remo Conti, vicesindaco di Ussita presente all’incontro con il Santo Padre – oltre ad essere un atto di generosità è un segnale religioso ed ideologico: la persona e la comunità vengono prima della ricostruzione materiale degli edifici che, anzi, ne divengono una conseguenza ed una manifestazione”. L’amministrazione comunale e la comunità di Ussita ringraziano il Santo Padre e l’arcivescovo Francesco Massara per il “nobile gesto”.
Cellula al Qaeda a Olbia: due scarceratiIl fratello di uno denuncia ‘strana’ irruzione in appartamento

SASSARI17 giugno 201918:35

– Sultan Khan e suo cugino Imitias Khan, due dei pakistani imputati e poi assolti dall’accusa di far parte di una cellula di Al Qaeda con base a Olbia, che aveva partecipato all’organizzazione di attentati nel Paese asiatico, sono stati scarcerati oggi su disposizione del Tribunale del Riesame di Sassari, che ha accolto le argomentazioni di appello presentate dagli avvocati Luca Tamponi e Vittorio Platì. Nell’ aprile scorso i due commercianti originari del Pakistan erano stati assolti dalla grave accusa di terrorismo, ma condannati a 10 e 8 anni per reati legati a favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Stamattina la scarcerazione con sorpresa: Fazal Khan, fratello di Sultan, arrivato in Sardegna proprio per incontrare il parente da anni a Olbia ed attendere il verdetto del Riesame, ha denunciato ai carabinieri che mentre si trovava a Sassari per l’udienza qualcuno si è introdotto in casa di Sultan nella città gallurese, rovistando fra i suoi bagagli e in ogni angolo della casa.
Fischi a conferenza Teatro Regio TorinoContestazione quando sindaca rimanda risposte su sovrintendente
TORINO17 giugno 201915:42

– Urla e fischi alla presentazione della stagione del Teatro Regio di Torino. Lavoratori e abbonati hanno contestato la sindaca, Chiara Appendino, quando ha detto che avrebbero risposto in separata sede alle domande sul futuro del sovrintendente William Graziosi, in prorogatio fino al 5 luglio e contestato da una buona parte dei dipendenti dell’ente.
“Non è questa la sede per parlare di questo tema che sarà oggetto del prossimo Consiglio di Indirizzo, il 19 giugno”, ha detto Appendino, facendo scattare la contestazione.
“Stiamo cercando di dare delle fondamenta economiche sicure al Regio grazie anche ad un piano di sviluppo che prevede investimenti in 5 anni per 14 milioni di cui 12 già coperti”, ha poi aggiunto. Prima di lei erano intervenuti il sovrintendente Graziosi e il direttore dell’area artistica, Alessandro Galoppini da mesi in rotta. Il primo è stato accolto dal silenzio, il secondo da lunghi applausi. “Terremo conto di tutto – ha dichiarato la sindaca – anche di quanto accaduto oggi”.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE: LEGGILE!

DALLE 10:33 ALLE 15:07 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Omicidio durante lite a festa di paese
Il delitto nel Comasco, nella notte interrogato un sospettato

COMO17 giugno 2019 10:33

– Un giovane è stato accoltellato domenica sera durante una lite a una festa di paese nel Comasco ed è morto poco dopo in ospedale. La vittima, 25 anni, si chiamava Hans Junior Krupe, nato a Como da genitori olandesi, e viveva a Veniano, nel paese di 3mila abitanti in provincia di Como dove è avvenuta l’aggressione.
Secondo i primi accertamenti, il giovane sarebbe stato accoltellato a un fianco durante una lite scoppiata con un gruppo di giovani in una zona appartata del parco comunale dove si teneva la festa del Giugno Venianese. Il 25enne è stato trovato a terra, cosciente ma incapace di chiedere aiuto.
Soccorso dal 118, è stato trasportato all’ospedale Sant’Anna dove i medici del pronto soccorso non hanno potuto far altro che constatarne la morte.
Nel corso della notte i carabinieri hanno a lungo interrogato in caserma un giovane sospettato, ma al momento non sono stati presi provvedimenti restrittivi.
A Napoli ‘stesa’ con 50 colpi pistolaIn rione San Gaetano danni a facciata palazzo e ad auto

NAPOLI17 giugno 201910:55

– Cinquanta colpi di pistola esplosi in aria e la deflagrazione di una bomba carta. E’ quanto si è verificato stamattina nel rione San Gaetano, a Napoli.
L’ordigno, verso le 4.00, è esploso davanti all’ingresso di una palazzina di Via Teano, isolato 8: ha danneggiato alcuni scalini e la facciata del palazzo e sei auto parcheggiate. Poi, ignoti a bordo di uno scooter hanno esploso in aria circa 50 colpi di pistola nella vicina via Vittorio Veneto. Indagano i Carabinieri di Secondigliano.
Gdf, fatture gonfiate trasporti sanitariGdf Pesaro, irregolarità in cooperative.Orari servizi modificati

PESARO17 giugno 201910:37

– Orari modificati nei brogliacci di trasporto anziani e infermi per predisporre i fogli di viaggio e gonfiare le fatture. E’ la condotta contestata dalla Guardia di Finanza di Pesaro a sette persone, tra presidenti, contabili, amministratori e preposti di cooperative di Pesaro e Fano, addette al trasporto sanitario. Nell’indagine “Inflated Rescue”, avviata nel 2007, sono scattate sette denunce per presunte irregolarità e condotte fraudolente rilevate in tre aziende di Fano e Pesaro vincitrici nel 2005 in Ati di un appalto del Servizio sanitario nazionale svolto nel 2013 per il trasporto di persone anziane e affette da gravi patologie dalle abitazioni ai luoghi di cura e ritorno. Secondo gli investigatori avrebbero aumentato illecitamente i costi del servizio rettificando gli orari nei brogliacci di trasporto compilati a fine turno, approfittando il più delle volte della buona fede degli autisti; e avrebbero modificato i documenti ufficiali delle cooperative alla base dell’emissione delle fatture.
Villa confiscata mafia,appello a SalviniImmobile nel Torinese non ancora riutilizzato dopo attentato

TORINO17 giugno 201910:50

– “Il Ministero dell’Interno deve intervenire sulla villa confiscata al narcotrafficante Nicola Assisi e ancora non riutilizzata”. Lo sostiene Davide Mattiello, ex parlamentare e consulente della Commissione Antimafia intervenuto l’altro giorno a San Giusto Canavese, dove Libera ha organizzato un presidio davanti alla villa che, un anno fa, ignoti tentarono di far saltare in aria dopo la confisca.
“L’atto intimidatorio c’è stato e ha reso inagibile l’accesso allo Stato – ha detto Mattiello – un atto intimidatorio che da allora sta continuando a produrre i suoi effetti. E’ grave che il Ministero dell’Interno non faccia almeno rimuovere i danni di quell’attentato. Deve dare un segnale chiaro e non permettere che questo clima minaccioso duri un giorno di più”.
Solo riparati i danni di quell’attentato, infatti, il bene potrà essere restituito alla collettività per un suo riutilizzo a favore delle associazioni del territorio.

Gdf confisca beni per 18 mln a coscaEseguita sentenza Corte d’appello dopo conferma della Cassazione

CATANZARO17 giugno 201911:35

– Il Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Catanzaro ha eseguito la sentenza della Corte d’appello del capoluogo riguardante la confisca dei beni per un valore di 18 milioni di euro a carico di un gruppo di persone accusate di fare parte della cosca di ‘ndrangheta Procopio-Sia-Tripodi, egemone nell’area del soveratese.
I beni oggetto della confisca era stati sequestrati nel 2011 in occasione dell’operazione “Showdown”, scaturita da un’inchiesta della Dda di Catanzaro condotta con il coordinamento dall’attuale Procuratore della Repubblica aggiunto, Vincenzo Capomolla.
I beni confiscati consistono in svariate quote societarie, beni mobili ed immobili in provincia di Catanzaro e varie attività economiche costituite da ditte individuali, nonché da alcune società a responsabilità limitata insieme alla quota parte di un villaggio turistico in fase di realizzazione denominato “San Sostene Resort”.
Sinodo: laici sposati siano pretiPubblicato documento lavoro su Amazzonia, “ma in zone remote”
CITTA’ DEL VATICANO17 giugno 201911:38

– Anche i laici sposati potranno diventare sacerdoti, ma solo in particolari condizioni.
E’ quanto suggerito dal documento di lavoro in vista del Sinodo dell’Amazzonia, in programma in Vaticano dal 6 al 27 ottobre.
“Affermando che il celibato è un dono per la Chiesa – si legge nel documento -, si chiede che, per le zone più remote della regione, si studi la possibilità di ordinazione sacerdotale di anziani, preferibilmente indigeni, rispettati e accettati dalla loro comunità, sebbene possano avere già una famiglia costituita e stabile”. La possibilità di essere ordinati sacerdoti sarebbe dunque riservata ai cosiddetti “viri probati”, uomini sposati dalla fede sicura, che potranno sopperire alla mancanza di sacerdoti in alcune regioni dell’Amazzonia. Nelle 58 pagine del documento si sottolinea come “le comunità hanno difficoltà a celebrare frequentemente l’Eucaristia per la mancanza di sacerdoti”.

Non trova portafogli, 6km contromanoSull’autostrada A21, ritirata patente ad automobilista bulgaro

ALESSANDRIA17 giugno 201912:12

– Sei chilometri di autostrada contromano, sulla A21, per tornare all’area di servizio dove pensava di avere dimenticato il portafogli. Poteva causare una strage la manovra spericolata di un automobilista bulgaro di 46 anni. La polizia stradale della sottosezione di Alessandria Ovest, che lo ha intercettato e fermato, gli ha ritirato la patente e ha fermato per tre mesi l’auto.
L’uomo viaggiava su una Renault Scenic, con a bordo le figlie di 20 e 25 anni. All’altezza di Voghera (Pavia), ha fatto dietrofront, incurante dei gravi rischi che l’inversione poteva far correre a lui e alle sue figlie e agli altri automobilisti.
La segnalazione del centro operativo della Polstrada è stata immediata, così come l’attivazione di una safety car.
Lampeggianti e sirene spiegate una pattuglia, che si trovava nei pressi dell’area di servizio di Tortona, ha bloccato l’auto prima che il gesto si tramutasse in tragedia. Il portafogli che l’automobilista pensava di avere dimenticato era nell’abitacolo dell’auto.
Assalto a blindato, bottino 100mila euroIn azione almeno sei rapinatori con due suv nel Barese
BARI17 giugno 201912:36

– Un furgone portavalori è stato assaltato stamattina sulla corsia sud della A14, tra i caselli di Bari Sud ed Acquaviva delle Fonti, all’altezza di Sannicandro di Bari. Sei rapinatori a bordo di due suv hanno bloccato il blindato con due guardie giurate a bordo, hanno minacciato e sequestrato i vigilanti, ai quali hanno smontato le pistole d’ordinanza, e si sono impossessati di circa 100mila euro in monete. Subito dopo sono fuggiti attraverso un varco creato tagliando il guard-rail. Indagini sono in corso da parte della Polstrada.
Due turiste aggredite a Rimini, un fermoUna delle vittime portata in ospedale per alcune lesioni

SARIMINI17 giugno 201912:46

– Aggressione a sfondo sessuale la scorsa notte sulla spiaggia di Rimini. Vittime due turiste straniere che stavano facendo una passeggiata. Una delle due ragazze sarebbe stata portata da un’ambulanza del 118 in ospedale per alcune lesioni. Un uomo sarebbe stato fermato in seguito all’intervento dei carabinieri del comando provinciale di Rimini.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

SeaWatch:’tornare in Libia?Meglio morire
Uomo salvato a ministro tedesco, ‘non è umano lasciarci in mare’
17 giugno 201912:49

– “Piuttosto che tornare in Libia, preferirei morire. Preferirei dare la mia vita ai pesci piuttosto che essere nuovamente torturato”. Questa la testimonianza di Hermann, uno degli stranieri salvati a bordo di Sea Watch, che si trova nelle acque a sud di Lampedusa a sei giorno dal soccorso senza avere l’autorizzazione a sbarcare.
“Vorrei chiedere a tutti – dice l’uomo in un ideo postato su twitter dalla ong tedesca – una cosa semplice: chi non vorrebbe essere libero nella sua vita? Chi vorrebbe soffrire per tutta la sua vita?. Se oggi ci troviamo in questa situazione non è perche’ noi vogliamo esserci, ma perchè ci siamo ritrovati” “Vorrei- prosegue Hermann – inviare un messaggio al ministro dell’Interno tedesco: per favore, pensi alle vite che stiamo conducendo. Non è umano lasciare le persone morire in mare.
Coloro che ci aiutano, coloro che ci salvano, non sono criminali: salvano le nostre vite. Ci pensi, siamo tutti figli dello steso Dio, dovremmo vivere insieme come amici, come fratelli”.
Si finge bimba su WhatsApp e ne abusa 3Arrestato 48enne incensurato, vittime tra gli 11 e i 13 anni

MILANO17 giugno 201912:56

– Un uomo di 48 anni che utilizzava in modo massiccio WhatsApp e che grazie a un profilo falso da ‘bambina’ ha abusato per tre anni di tre bambine tra gli 11 e i 13 anni, è stato arrestato grazie a una maestra che, attraverso il rapporto di fiducia con un’alunna, ha ottenuto le sue confidenze. L’uomo, residente in provincia di Lodi, è incensurato e soffre da tempo di problemi psicologici: secondo l’accusa, le attirava in casa dove erano costrette a riti e atti sessuali anche tra di loro mentre lui realizzava filmati. Ora si trova in carcere a Milano.

Escort:processo a Cav, no a foto e videoIl giudice ha accolto il rifiuto dei difensori dell’ex premier
BARI17 giugno 201913:00

– La difesa di Silvio Berlusconi, gli avvocati Niccolò Ghedini e Francesco Paolo Sisto, non ha dato il consenso alle riprese audio-video e foto durante le udienze del processo in cui l’ex premier, ora europarlamentare, è imputato per induzione a mentire all’autorità giudiziaria.
In particolare Berlusconi, che non è presente in aula, è accusato di aver pagato l’imprenditore Gianpaolo Tarantini perché mentisse ai pm baresi che indagavano sulle escort portate tra il 2008 e il 2009 nelle sue residenze. Il processo è iniziato oggi nell’ex sezione distaccata di Modugno del Tribunale di Bari dinanzi al giudice Monocratico Flora Cistulli, che ha quindi negato il permesso di fare videoriprese e a scattare foto. Alle udienze i giornalisti potranno quindi assistere, trattandosi di un processo pubblico, ma non potranno fare foto e video. L’istanza era stata presentata da diverse testate, tra le quali Radio Radicale. Nel processo è costituita parte civile la presidenza del Consiglio dei Ministri.

Omicidio nel comasco, fermato confessaRitrovato coltello sporco di sangue, Hans colpito più volte
MILANO17 giugno 201913:08

– Ha confessato Gabriele Luraschi, l’uomo di 47 anni arrestato per l’omicidio di Hans Junior Krupe, 25 anni, avvenuto ieri sera durante una lite a una festa di paese in provincia di Como.
La lite, secondo i Carabinieri che hanno anche trovato un coltello a serramanico ancora sporco di sangue, è avvenuta per ragioni futili. Hans avrebbe importunato Luraschi, anche tirandogli addosso dell’acqua vicino a una fontanella. La lite è poi degenerata fino all’accoltellamento con il coltello, utilizzato più volte contro la vittima.

Bucci, primo pezzo ponte 24-30 giugnoSindaco, stiamo lavorando a massima velocità

GENOVA17 giugno 201913:20

– “La prossima settimana tra il 24 e il 30 giugno arriverà qui il primo pezzo del ponte” nuovo “direttamente da Castellamare di Stabia”. “E’ una cosa importantissima”. Lo ha detto il sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione di ponte Morandi Marco Bucci, a margine della presentazione della Genoa Shipping Week. “Ieri ho incontrati i cittadini di Certosa che mi hanno detto ‘forza’, ‘avanti’ – ha raccontato Bucci -. La stragrande maggioranza dei genovesi è convinta che perché Genova possa ripartire ciascuno si deve assumere i propri rischi. Ogni giorno di ritardo è un giorno in meno per l’economia di Genova tutti quanti desiderano che quel ponte vada giù” il prima possibile. “Siamo lavorando tutti con la massima velocità – ha aggiunto Bucci -. Abbiamo tutti lo stesso obiettivo”. “Il ponte va demolito e ricostruito nel più breve tempo possibile”.
Esplosione in un coiffeur,grave operaioA Paravati, frazione di Mileto. Ferito portato in Centro ustioni

SAMILETO (VIBO VALENTIA)17 giugno 201913:31

– Un operaio, S.C., di 47 anni, é rimasto gravemente ferito in un’esplosione verificatasi a Paravati, frazione di Mileto, nel vibonese, in un negozio di coiffeur in cui stava effettuando alcuni lavori.
Il ferito é stato portato in elicottero dal personale del 118 in un centro per grandi ustionati. La prognosi per lui é riservata.
Secondo quanto é emerso dai primi accertamenti dei vigili del fuoco giunti sul posto, ad esplodere, all’interno del locale, sarebbe stata una bomboletta di schiuma ad espansione utilizzata per effettuare i lavori.
Le indagini per ricostruire quanto é accaduto ed accertare eventuali responsabilità vengono condotte dai carabinieri.
Uccise suocero abusava figlia,a processoGip Milano, giudizio immediato con complice. Omicidio a Rozzano

MILANO17 giugno 201913:42

– E’ stato mandato a processo con rito immediato, davanti alla Corte d’Assise di Milano, il 35enne che nel febbraio scorso a Rozzano, nel Milanese, ha sparato e ucciso il suocero che era indagato per aver abusato della nipotina.
Lo ha deciso il gip Teresa De Pascale che, accogliendo la richiesta del pm Monia Di Marco e dell’aggiunto Letizia Mannella, ha rinviato a giudizio anche il complice dell’omicida.
I due sono finiti in cella per omicidio premeditato aggravato.
Il genero dell’anziano aveva detto: “Ho avuto un black out”.
Turista in bici investito e uccisoIncidente a Grottammare, 69enne umbro travolto da furgone

SAGROTTAMMARE (ASCOLI PICENO)17 giugno 201914:09

– Un turista umbro di 69 anni è morto in un incidente stradale avvenuto a Grottammare (Ascoli Piceno). La vittima era in vacanza nel Piceno: in sella a una bicicletta stava attraversando la strada sul lungomare quando è stato investito da un furgone. Le sue condizioni sono apparse immediatamente gravissime; sul posto è giunta un’eliambulanza per ricoverarlo agli Ospedali Riuniti di Ancona ma non è stato possibile trasferirlo con l’eliambulanza per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute che non hanno consentito ai soccorritori del 118 di stabilizzarlo. Trasferito all’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto il 69enne è deceduto poco dopo. Sulla dinamica dell’incidente mortale indagano i carabinieri.
Cade mentre pulisce vetri, muore 69enneIncidente in casa a Mamoida
NUORO17 giugno 201914:11

– Tragico incidente domestico questa mattina a Mamoiada. Una pensionata del paese, Maria Dessoli, di 69 anni, è morta dopo essere precipitata dal balcone mentre puliva i vetri nella sua casa di via Galilei. Inutili i tentativi di soccorso dei medici del 118 che hanno provato a rianimarla: la donna non ce l’ha fatta, troppo gravi le ferite riportate in seguito a due traumi, cranico e toracico. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Mamoiada: secondo un prima ricostruzione la pensionata sarebbe caduta da una scala su cui era salita per fare le pulizie, tenendo la finestra aperta.

Incidente durante lite: ragazzo a Gip’Ho perso controllo vettura perché strattonato da fidanzata’
TREVISO17 giugno 201914:27

– Christian Barzan non voleva suicidarsi, non intendeva uccidere nessuno e le frasi pesanti via sms alla sua ex ragazza, che lo accusa anche di violenza sessuale, sarebbero legate a un momento particolare di crisi personale e sentimentale. Così si è difeso il giovane nell’interrogatorio di garanzia davanti al Gip. Barzan è agli arresti in ospedale a Treviso, accusato dell’omicidio di una donna, Giuseppina Lo Brutto, morta in un incidente stradale che ha coinvolto a Povegliano l’auto del giovane, che si trovava alla guida e che in quel momento stava litigando con la fidanzata. A parlarne è l’avvocato del ragazzo, Fabio Crea, che ha presentato oggi al giudice anche una memoria scritta. Barzan ha raccontato la sua versione di quanto accaduto nella notte del 7 giugno. Secondo l’avvocato “i due si sono incontrati in un luogo appartato; hanno avuto un rapporto sessuale consenziente poi quando è stato il momento di avviarsi verso casa sono riesplosi i risentimenti tra i due”.

Valanga travolge 4 italiani in PakistanCon loro anche tre pachistani, i soccorsi previsti solo domani
AOSTA17 giugno 201914:54

– Una valanga ha travolto sette alpinisti – quattro italiani e tre pachistani – impegnati in una spedizione in Pakistan. Lo riferiscono soccorritori pakistani.
L’incidente è avvenuto nelle prime ore del mattino, a quota 5.300 metri nella valle di Ishkoman, nel distretto di Ghizer.
L’esercito pachistano sta organizzando una missione di soccorso che però non partirà prima di domani a causa delle condizioni meteo e della lontananza della base dal luogo dell’incidente.

Perde carico in galleria,colto da maloreAgricoltore ricoverato in gravi condizioni a Bressanone

BOLZANO17 giugno 201914:55

– E’ ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Bressanone un agricoltore è stato colto da malore, dopo aver perso in una galleria il carico del suo rimorchio. L’uomo, questa mattina, stava percorrendo con il suo mezzo la galleria della circonvallazione che da Bressanone porta verso Varna, quando dal rimorchio sono cadute alcune casse di frutta. L’agricoltore si è fermato per raccoglierle, quando ha subito un infarto. Sul posto sono intervenuti la Croce bianca e i vigili urbani di Bressanone.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 01:00 ALLE 10:33 DI LUNEDì 17 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Imponevano ‘pizzo’ a imprenditore, presi
Altri due presunti complici sottoposti all’obbligo di dimora

BARI17 giugno 2019 01:00

– Tra il 2016 e il 2019 avrebbero avanzato richieste estorsive al titolare di un’impresa agroalimentare in Santeramo in Colle (Bari): per questi fatti agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari hanno eseguito un provvedimento cautelare a carico di cinque persone, tre arrestate e due sottoposte ad obbligo di dimora.
La misura cautelare è stata eseguita in carcere nei confronti di Pietro Cardinale, di 30 anni, Ilarione Losito, di 43, e Marcello Passarelli, di 34; per altri due presunti complici, di 28 e 54 anni, il gip del Tribunale di Bari ha disposto l’obbligo di dimora a Santeramo ed il divieto di avvicinamento alla vittima. Le indagini della Dda, iniziate dopo la dettagliata denuncia dell’imprenditore nel gennaio del 2019, avrebbero accertato diversi tentativi di estorsione nei confronti della vittima. L’imprenditore fu anche aggredito in un bar dai suoi aguzzini, la sera dell’8 gennaio 2019.
Ancora scosse nel senese, nessun dannoLa più forte a Cetona, magnitudo 2.6

FIRENZE17 giugno 201909:31

– Trema ancora la terra nel senese, a Cetona e San Casciano dei Bagni. Gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato questa mattina tre lievi scosse, la più forte, alle ore 7,41 di magnitudo 2.6 a Cetona a una profondità di 8 chilometri. A questa ne è seguita un’altra alle 7,48 di magnitudo 1.5. A San Casciano dei Bagni la terra ha tremato alle 8,04 con una scossa di magnitudo 2.5 ad una profondità di 11 chilometri. La popolazione ha percepito la terra tremare ma non si registrano danni a cose o persone. Sempre in questa zona nella serata di sabato si erano verificate sette scosse, la più forte di magnitudo 3.4.
De Magistris, benvenuta nave Open Arms’Napoli sostiene ong impegnate a salvare vite umane’

NAPOLI17 giugno 201909:44

– “Ieri pomeriggio ho visitato l’imbarcazione “ammiraglia” della ong Open Arms che abbiamo invitato a Napoli e che si trova ormeggiata nel porto aperto di Napoli. Napoli sostiene le ong impegnate a salvare vite umane nel mar Mediterraneo e che coraggiosamente sono anche testimoni di giustizia per i crimini contro l’umanità commessi da governanti senza scrupoli. Napoli non è né complice né indifferente. Benvenuto Comandante, benvenuto all’equipaggio di donne e uomini di coraggio e dal volto umano”. Lo scrive, su Facebook, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.
Cc travolto e ucciso nel BergamascoInvestimento nella notte, l’automobilista era ubriaco

BERGAMO17 giugno 201909:56

– Un carabiniere è stato travolto e ucciso la notte scorsa da un’auto a un posto di controllo.
L’episodio poco prima delle 3, a Terno d’Isola (Bergamo).
Vittima un appuntato del Nucleo radiomobile di Zogno, Emanuele Anzini, 41 anni, nato a Sulmona (L’Aquila), padre di una bimba che vive in Abruzzo. Un’utilitaria lo ha trascinato per una cinquantina di metri: è morto sul colpo. Al volante un cuoco 34enne di Sotto il Monte, che pare fosse in stato di ebbrezza al momento del fatto ed è stato arrestato per omicidio stradale. Anzini, figlio a suo volta di un carabiniere, stava effettuando dei controlli lungo via padre Albisetti, la strada provinciale che da Presezzo e Bonate Sopra porta a Sotto il Monte Giovanni XXIII. All’automobilista era già stata ritirata la patente nel 2018.
Pedofilia: un arresto nel LodigianoIndagine dei carabinieri coordinati dalla Procura di Milano

SAMILANO17 giugno 201910:08

– Un 45enne è stato arrestato nel Lodigiano dai carabinieri con l’accusa di produzione e detenzione di materiale pedopornografico, violenza sessuale, e corruzione di minorenne. Lo hanno riferito i militari del Comando provinciale di Lodi.
L’uomo è stato arrestato su ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Milano.
I particolari saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà stamani al Comando provinciale di Milano alla presenza del procuratore aggiunto Letizia Mannella.
Aggressione Roma:Salvini,contro violenza”Hanno provato a darmi la colpa anche di questo episodio…”

WASHINGTON17 giugno 201910:27

– “Noi combattiamo contro ogni genere di violenza, che siano comunisti, fascisti, allo stadio…Del resto io faccio il ministro che reprime la violenza, anche se hanno provato a darmi la colpa anche di questo episodio. Ma lasciano perdere, meno male che ero in volo così non mi sono innervosito…”: lo ha detto il ministro degli Interni Matteo Salvini appena sbarcato a Washington commentando l’aggressione a Roma a quattro giovani che indossavano la maglietta del Cinema America.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 10:56 ALLE 17:25 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Truffarono anche Clooney, presi i ‘Bonnie & Clyde italiani’
Erano latitanti in Thailandia, operazione dell’Interpol. Sorvegliati anche con un drone

MILANO16 giugno 2019 10:56 Sono stati arrestati

a Pattaya (Thailandia), dagli agenti dell’Interpol di Roma e di una squadra speciale della Crime Suppression Division della Royal Thai, Francesco Galdelli e Vanja Goffi, ricercati per reati contro il patrimonio, e ribattezzati “Italian Bonnie & Clyde”.Questo perché la coppia ha messo a segno ingenti truffe in Italia, la più eclatante quella a danno della star di Hollywood George Clooney: avevano creato una linea di abbigliamento a nome dell’attore, che non ne sapeva nulla, ed erano per questo stati processati a Milano.L’operazione “Italian Bonnie & Clyde”, è stata portata a termine da una squadra speciale della Crime Suppression Division della Royal Thai Police e dell’Interpol di Roma, coordinata dall’Esperto per la Sicurezza della Direzione Centrale della Polizia Criminale, e in collaborazione con il Nucleo Investigativo dei carabinieri di Milano. La coppia è stata sorvegliata dai poliziotti thailandesi sia con pedinamenti sia con l’aiuto di un drone. I poliziotti hanno così accertato che il vizio di truffare gli altri non era loro passato: negli ultimi tempi vendevano su internet Rolex falsi, prendendosi anche gioco dei poveri truffati ai quali inviano un pacco di sale anziché gli orologi.Il 25 luglio 2014 Galdelli era già stato arrestato nel Dusit Thani Hotel di Pattaya, in un’operazione sempre coordinata dall’Interpol. Il giorno dopo il suo fermo però, nel corso di un processo per rispondere di reati minori riguardanti il suo soggiorno illegale nello Stato, era riuscito a evadere dal Tribunale al termine dell’udienza.L’inchiesta interna, aperta dopo una dura lettera di protesta inviata dall’ambasciatore italiano al capo della Royal Thai Police, aveva scoperto che l’uomo aveva corrotto le guardie carcerarie incaricate del suo trasferimento, pagando loro la somma di 20.000 Thai Baht (circa 500 euro). Tutto il personale della Polizia Penitenziaria riconosciuto responsabile dell’evasione è̀stato poi arrestato e destituito dal servizio.Dopo anni di indagini e grazie ai pedinamenti i poliziotti sono finalmente riusciti ad individuare il loro nascondiglio, un lussuoso villino a Pattaya. Dopo aver circondato l’edificio, i poliziotti hanno fatto irruzione e hanno arrestato la coppia. I due sono stati trasferiti nel Centro di detenzione dell’Immigration Bureau di Pattaya, in attesa dell’estradizione.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Prof suicida, si esamina biglietto
Autopsia ma nessun dubbio su suicidio. Comunità scuola sconvolta

NAPOLI16 giugno 201913:30

– E’ prevista nei prossimi giorni l’autopsia disposta dal pm sul corpo del docente del liceo napoletano che si è ucciso ieri pomeriggio con un colpo di pistola nella cantina della sua abitazione in provincia di Napoli, dove era agli arresti domiciliari con l’accusa di aver compiuto atti sessuali su una studentessa minorenne dell’istituto dove insegnava. Per gli inquirenti non sembrano esserci dubbi sul suicidio. Nello stesso tempo è all’attenzione degli investigatori il biglietto che l’uomo ha scritto prima di togliersi la vita, come riferiscono organi di stampa. Ci sarebbero – ma il riserbo è massimo – pacate considerazioni sulla sua drammatica vicenda personale e giudiziaria e disposizioni a favore della moglie e dei figli. Sconvolta dal gesto la comunità scolastica; ieri sera alcune centinaia di studenti hanno organizzato una veglia spontanea davanti al liceo dove il docente insegnava.
Presidente Marche, papa ridà speranzaCeriscioli, grati visita a Camerino in zone colpite da sisma

CAMERINO (MACERATA)16 giugno 201913:41

– “Buongiorno marchigiani e buona domenica, oggi accogliamo Papa Francesco a Camerino. Il Santo Padre torna di nuovo nelle Marche a visitare le popolazioni colpite dal sisma e a riaccendere la speranza nel nostro territorio. Siamo davvero grati”. Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli sul suo profilo Facebook in merito alla visita di papa Francesco a Camerino nel Maceratese, uno dei centri più grandi colpiti dal sisma del 2016.
Piano sicurezza, oltre 3mila fuori casaPiù di 3mila fuori casa, red zone e security zone a 250 e 300 m.

GENOVA16 giugno 201913:52

– Oltre 3.100 residenti che dovranno lasciare temporaneamente casa, una ‘red zone’ a 250 metri (che dovrà essere completamente sfollata) e a 300 metri (estensione a scopo cautelativo con rimozione di ogni tipo di veicolo fino a cessate esigenze) dal punto dell’esplosione, una terza fascia tra i 300 e i 400 metri interdetta al traffico veicolare, 8 punti di accoglienza, trasferimento volontario in altre strutture di persone anziane, donne incinte, persone con invalidità temporanee. E’ capillare il piano di sicurezza della struttura commissariale previsto per il giorno in cui le microcariche di esplosivo faranno saltare le pile 10 e 11 dell’ex viadotto Morandi. Per adesso è confermata la ‘best option’ del sindaco Marco Bucci per il giorno dell’esplosione: il 24 giugno, tra le 10 e le 11. Per le persone che abbandoneranno temporaneamente casa sono stati allestiti punti di accoglienza al coperto. Ogni nucleo familiare avrà il suo di riferimento. Predisposto da Amt anche un sistema di trasporto pubblico ad hoc.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Migranti, Open Arms nel porto di Napoli
Incontri con cittadini per settimana mondiale del rifugiato

NAPOLI16 giugno 201914:01

– E’ approdato nel porto di Napoli il rimorchiatore della ong Open Arms, che restera’ attraccata allo scalo partenopeo per una serie di incontri con la cittadinanza e le associazioni del territorio in occasione della settimana mondiale del rifugiato. Le porte della nave, si annuncia, saranno aperte a chi vorrà salire a bordo per conoscere la storia dell’Open Arms e l’attività della ong.
L’iniziativa si ripropone di aprire nuove occasioni di dialogo e confronto, mettere al centro la discussione sui diritti umani e sulle loro violazioni. Per sabato 29 giugno a Napoli il sindaco Luigi de Magistris ha promosso il corteo di barche nel segno del Mediterraneo come mare di pace e per rilanciare l’attenzione sul tema della accoglienza dei migranti.

Schianto dopo lite,indagato nipote mortaVisti litigare prima dell’incidente,accusato di omicidio colposo

BERGAMO16 giugno 201916:37

– Ci sarebbe una violenta lite all’interno dell’abitacolo all’origine dell’incidente costato la vita, oggi a mezzogiorno sull’autostrada A4, a una donna di 44 anni, Izabel Pereira Da Gama, brasiliana che viveva in provincia di Bergamo. Poco prima dello schianto della Fiat 500 che la donna guidava, altri automobilisti hanno visto lei e il nipote trentaduenne, seduto al suo fianco e rimasto ferito ma in modo lieve nel successivo incidente, litigare vistosamente. L’auto ha sbandato a destra e sinistra varie volte, fino a schiantarsi con violenza contro il guardrail. La donna è morta sul colpo, il nipote è stato indagato a piede libero dalla polizia stradale di Seriate per omicidio colposo, che sta ricostruendo i dettagli della vicenda.

Schiacciato da una barca, grave 18enneEra in un rimessaggio sulla sponda lombarda del Garda

SABRESCIA16 giugno 201916:

– Un ragazzo dei 18 anni è stato ritrovato in arresto cardiaco e con vistose ferite in un rimessaggio barche a Lonato del Garda, sulla sponda bresciana del Garda.
Stando alle prime ricostruzioni il giovane sarebbe stato schiacciato da una barca sulla quale stava lavorando. E’ stato trasportato in eliambulanza all’ospedale di Brescia e le sue condizioni sono ritenute serie.

Ustionato, 14enne in prognosi riservataFerite terzo grado su 60% corpo. Portato all’Ospedale di Parma
PIACENZA16 giugno 201916:55

– Un ragazzo di 14 anni si trova ricoverato nel reparto grandi ustionati dell’Ospedale Maggiore di Parma a causa di un infortunio domestico. Ieri sera è stato investito da una vampata di fuoco, forse dovuta allo scoppio di una bottiglia di alcol nel bagno dell’abitazione dove vive con la famiglia a Piacenza ma la dinamica e le cause sono ancora al vaglio della Polizia.
Il giovane ha riportato ustioni di terzo grado su circa il sessanta per cento del corpo ed è stato trasportato con l’Eliambulanza nel centro specialistico di Parma dove si trova in prognosi riservata.
Vandali su treno turisti, si fermaCentinaia di persone su banchina, divelti i bordi delle porte

TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI)16 giugno 201916:56

– Vandali in azione sul treno della Circumvesuviana, convoglio costretto a fermarsi con gravi disagi per centinaia di pendolari. Il fatto è accaduto questa mattina, attorno alle 12, su un treno partito da Napoli e diretto a Sorrento con a bordo tanti turisti e pendolari del mare.
Secondo quanto si apprende, il treno diretto nelle località di mare, è stato costretto a fermare la propria corso alla stazione di Pompei-Villa dei Misteri in quanto sconosciuti hanno divelto i bordi ‘sensibili’ delle porte, costringendo il capotreno ad arrestare la corsa in attesa che sul posto giungesse un altro treno per portare i pendolari fino a Sorrento. Un’azione probabilmente frutto anche del sovraffollamento della banchina con centinaia e centinaia di persone in attesa.
Traghetto arenato a Ischia, nessun dannoSi attende arrivo rimorchiatore. Passeggeri a terra con gommoni

NAPOLI16 giugno 201916:59

– Una nave-traghetto della società Gestour, la Lady Carmela, attiva sulla tratta Ischia-Pozzuoli, si è arenata mentre faceva manovra per entrare nel porto di Ischia finendo di chiatta contro due pontili galleggianti.
La nave, con decine di passeggeri a bordo, si è incagliata in un punto in cui il fondale è basso e sono intervenute le unità della Guardia Costiera per mettere in sicurezza le altre barche ormeggiate. Non si registrano danni alla nave né alle altre imbarcazioni ormeggiate nel porto. Il traghetto in questione è attivo sulla tratta Ischia-Pozzuoli da circa una settimana.
Si attende l’arrivo di un rimorchiatore per disincagliare la nave, mentre i passeggeri alla spicciolata vengono condotti a terra a bordo di gommoni.

Pirati strada: ferite ragazze in scooterL’incidente nel Leccese. Grave 22enne alla guida della due ruote

CAVALLINO (LECCE)16 giugno 201917:01

– Grave incidente nel Leccese con due ragazze rimaste ferite: viaggiavano in scooter a Castromediano, frazione del comune di Cavallino, alle porte di Lecce, quando è avvenuto lo scontro con una vettura e il conducente non si è fermato a prestare soccorso.
Il pirata della strada pare fosse al volante di una piccola auto scura. Sono intervenuti i Carabinieri e il 118. Al vaglio, le immagini delle telecamere di alcuni negozi e di un semaforo della zona di via Leuca, dov’è avvenuto l’incidente.
Una 22enne di Lizzanello (Lecce), che era alla guida dello scooter, è ricoverata in rianimazione dopo essere stata operata all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dov’è arrivata in codice rosso anche l’altra ragazza, una 17enne di Cavallino, che ha riportato lesioni meno gravi.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE ED OGGETTIVE

DALLE 09:42 ALLE 10:56 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Appendino, sospetto concorso in peculato
Per consulenza suo portavoce per Salone del Libro

TORINO16 giugno 2019 09:42

– La sindaca di Torino Chiara Appendino ha ricevuto un avviso di garanzia con riferimento alle indagini per la consulenza affidata dalla Fondazione per il Libro al suo ex capo ufficio stampa Luca Pasquaretta, indagato per peculato. Lo ha reso noto, in serata, la stessa sindaca sul suo profilo Facebook.- “Quando,- scrive Appendino – alcuni mesi prima dello svolgimento del Salone del Libro, circolò sui giornali questa ipotesi, risposi in aula a un’interpellanza dichiarando che non era assolutamente intenzione dell’amministrazione procedere in tal senso. Nonostante questa posizione, quella consulenza venne comunque affidata dalla Fondazione”. Appendino aggiunge che “secondo la ricostruzione dei pm, questa consulenza non fu poi svolta dall’interessato e, per questo, viene ipotizzato il peculato. Nel mio caso si ipotizza il ‘concorso’ nello stesso reato poiché, secondo i Pm, la consulenza sarebbe stata affidata e pagata, cito testualmente, con il mio ‘accordo’. Sono tranquilla”, dice, spiegherà tutto.
Troppi rumori, uccide titolare chioscoAnziano spara sotto casa a Palma Campania, altri rimasti ferite

NAPOLI16 giugno 201910:09

– Infastidito dagli schiamazzi provenienti dal chiosco sotto casa, ha preso la pistola e ha sparato. Così a Palma Campania (Napoli) un anziano di 83 anni ha ucciso la scorsa notte il proprietario del chiosco, di 67 anni, deceduto in ospedale per le lesioni riportate. Feriti gravemente anche la figlia e il genero della vittima, soccorsi dal 118 e trasportati negli ospedali di Sarno e Nola. Gli spari dopo una discussione. L’anziano è stato trovato nella sua abitazione, sotto choc. L’arma con la quale ha sparato era regolarmente detenuta. Sequestrate anche altre armi trovate in casa. I Carabinieri hanno bloccato l’anziano e lo hanno arrestato.
Pastore colleziona 6mila campanacciCustoditi in casa ad Orgosolo. L’idea è organizzare una mostra

NUORO16 giugno 201910:12

– Colleziona campane in bronzo per il bestiame da quando era bambino. Ora che ha compiuto 47 anni il cortile della sua casa di Orgosolo (Nuoro) ospita una collezione di oltre 6mila pezzi: un luogo che è diventato quasi un museo.
Aspira così al Guinness dei primati Salvatore Devias, allevatore che ora sconta una pena in carcere. Una passione che ha raccontato su Facebook, nella Pagina del Giardiniere, un amico di Devias, Nicola Dettori, 58 anni, anche lui orgolese, accendendo così i riflettori su questa immensa collezione, ospitata sotto una tettoia appositamente costruita.
“Chi si trova davanti a questa collezione rimane a bocca aperta per la visione di uno spettacolo meraviglioso – ha spiegato

Dettori – Le campane sono tutte appese a dei tubi innocenti in base alla grandezza o in base all’utilizzo. Si tratta di una raccolta straordinaria che va esposta e fatta visitare”. L’idea suggerita alla moglie del proprietario, Pasqualina Battaccone è quella di trasformare la collezione in una mostra.
Papa a terremotati, ‘abbiate speranza’A Camerino. Con casco protezione entra in cattedrale inagibile

16 giugno 201910:22

– “Abbiate speranza, andate avanti”: il Papa lo ha ripetuto a tutte le famiglie delle Sae, le strutture abitative emergenziali, che ha visitato personalmente a Camerino, prima tappa della sua visita nella cittadina in provincia di Macerata, colpita dal sisma di tre anni fa. Sei in tutto, un’intera fila di ‘casette’, diversamente dalle due-tre previste dagli organizzatori. “Sono vicino ad ognuno di voi, prego per voi, perché questa situazione si risolva il più presto possibile. Grazie della vostra pazienza e del vostro coraggio, pregate per me”, ha detto il pontefice.
Poi Francesco è entrato nella cattedrale di camerino, tuttora inagibile, con un casco di protezione accompagnato dai Vigili del Fuoco.
Papa a terremotati,nessuno vi dimentichiA Camerino, passati tre anni, rischio promesse in dimenticatoio

16 giugno 201910:44

– Il Papa ribadisce tutta la sua vicinanza ai terremotati di Camerino: “Sono venuto oggi semplicemente per starvi vicino; sono qui a pregare con voi Dio che si ricorda di noi, perché nessuno si scordi di chi è in difficoltà. Prego il Dio della speranza, perché ciò che è instabile in terra non faccia vacillare la certezza che abbiamo dentro. Prego il Dio Vicino, perché susciti gesti concreti di prossimità”, ha detto il Papa nell’omelia della messa a piazza Cavour. “Sono passati quasi tre anni – ha detto Papa Francesco riferendosi al sisma – e il rischio è che, dopo il primo coinvolgimento emotivo e mediatico, l’attenzione cali e le promesse vadano a finire nel dimenticatoio, aumentando la frustrazione di chi vede il territorio spopolarsi sempre di più”. “Il Signore invece spinge a ricordare, riparare, ricostruire, e a farlo insieme, senza mai dimenticare chi soffre”, ha sottolineato il Papa.           

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 14:23 DI SABATO 15 GIUGNO 2019

ALLE 09:42 DI DOMENICA 16 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Pattugliatore varato al Muggiano
Presenti il ministro Trenta e l’ad di Fincantieri Bono

GENOVA15 giugno 2019 14:23

– E’ stato varato stamani nello stabilimento Fincantieri di Muggiano (La Spezia) il primo pattugliatore polivalente d’altura Paolo Thab di Revel, il primo di sette unità. Sarà consegnato nel 2021. Il Ppa rientra nel piano di rinnovamento delle unità navali della Marina Militare deciso dal Governo e dal Parlamento e avviato con la legge navale nel 2015. Il pattugliatore è adatto a diverse tipologie di azioni, dal pattugliamento alle operazioni di protezione civile sino a nave combattente è stato spiegato. Presenti alla cerimonia il capo di stato maggiore della Marina Militare ammiraglio Valter Girardelli, la ministro della Difesa Elisabetta Trenta, l’ad di Fincantieri Giuseppe Bono. Il pattugliatore è dal punto di vista dell’ armamento ed equipaggiamento un ‘light’, con tecnologia Leonardo.
Lungo 132.5 metri, può accogliere 171 uomini di equipaggio e fornire acqua ed energia elettrica a terra. Madrina della cerimonia la nipote dell’ammiraglio Thaon Di Revel, Irene Imperiali.
Suv contro camion, morto bimbo di 7 anniNel Bolognese, era in macchina con il padre che è rimasto ferito

SABOLOGNA15 giugno 201914:40

– Un bambino di sette anni è morto in un incidente stradale a Pontecchio di Sasso Marconi, nel Bolognese. L’auto guidata dal padre, 37 anni, si è schiantata contro un camion che stava tagliando l’erba su un lato della strada. Il mezzo, a quanto pare, era segnalato, ma l’uomo, alla guida di un suv, non è riuscito a evitarlo e la vettura è finita contro il guard rail.
Per il piccolo non c’è stato nulla da fare. Il padre è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna, in condizioni di media gravità, e sarà sottoposto ad accertamenti. La Polizia municipale di Sasso Marconi è al lavoro per ricostruire esattamente la dinamica. Il tratto di strada è stato temporaneamente chiuso.
Card.Sepe, accogliere chi chiede aiutoNapoli è una città aperta, sono nostri fratelli e sorelle

NAPOLI15 giugno 201914:53

– La “spinta” di Papa Francesco è di “costruire ponti” e “Napoli è una città aperta che sa accogliere”, a differenza di chi “invece di aprire le porte, le ‘inserra’ (chiude a chiave, in dialetto napoletano, ndr.) causando morte”. A parlare è il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, in occasione dell’incontro per illustrare il programma della visita in città, il prossimo 21 giugno, di Papa Francesco, per il convegno “La teologia dopo Veritatis Gaudium nel contesto del Mediterraneo”.
Proprio quel Mediterraneo, ha ricordato il presule, che “nelle parole del Santo Padre non deve essere più un cimitero”. E’ un messaggio, come ha spiegato Sepe, “rivolto a chi istituzionalmente è deputato a rendere questo mare ‘nostrum’, cioè che accoglie chi chiede di essere salvato, soprattutto se sono donne, bambini, malati”. “A nessuno è permesso rifiutare o scartare chi viene da fuori – dice – Sono nostri fratelli e sorelle, noi abbiamo il dovere umano e cristiano di accoglierli”.
Diciassettenne annega nel fiume OglioSi era tuffato per recuperare un pallone, non è più riemerso

BERGAMO15 giugno 201916:46

– Un 17enne è annegato sabato pomeriggio nel fiume Oglio, a Palosco, in provincia di Bergamo.
Il ragazzo, di origini senegalesi e residente a Cenate (Bergamo) era entrato in acqua per recuperare la palla con la quale stava giocando con alcuni amici sulla riva, ma non è più riemerso. A dare l’allarme, gli amici. Il cadavere è stato ritrovato dopo un’ora di ricerche, a quattro metri di profondità e a una quindicina di metri dal punto in cui era stato visto scomparire.
Il ragazzo sarebbe stato tradito da un mulinello, che lo avrebbe trascinato sott’acqua. Gli amici hanno tentato di soccorrerlo, ma la forza della corrente ha prevalso. Sul posto, oltre ai sommozzatori volontari di Treviglio, sono giunti gli uomini del soccorso subacqueo di Milano, una squadra dei vigili del fuoco di Romano di Lombardia, la polizia locale di Palosco, la Croce Rossa di Palazzolo e l’elisoccorso da Milano.
Uccide la moglie e ferisce la figlia, arrestatoL’uomo si era barricato nel negozio dove lavorava la vittima, nel Palermitano

PALERMO15 giugno 201917:32

Un uomo ha ucciso la moglie, commessa in un negozio di calzature in Corso Italia a Carini (Palermo), ed è rimasto barricato nell’esercizio commerciale. L’assassino avrebbe anche ferito la figlia. I vigili del fuoco sono riusciti ad aprire la porta e i carabinieri l’hanno bloccato. Sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasportato la figlia all’ospedale Cervello. Per la moglie non c’è stato nulla da fare.
Guede si prepara prendere seconda laureaDopo quella storia discuterà tesi su narrazione cinematografica

PERUGIA15 giugno 201918:14

– Si prepara a prendere la sua seconda laurea e intanto continua a lavorare all’esterno del carcere di Viterbo Rudy Guede, l’ivoriano condannato a 16 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher. Che ha sempre negato di avere ucciso la studentessa inglese pur ammettendo di essere stato presente in casa al momento del delitto.
Secondo quanto appreso

Guede, che ha già ottenuto la laurea triennale (con 110 e lode) in Scienze storiche del territorio e della cooperazione internazionale, si prepara a discutere la tesi in narrazione cinematografica presso la facoltà di Storia e società dell’Università di Roma Tre. Ha infatti terminato gli esami con una media intorno ai 28 trentesimi.
L’ivoriano è stato da tempo ammesso al lavoro esterno al carcere presso la biblioteca del Centro per gli studi criminologici di Viterbo che lo segue. Ha inoltre usufruito di diversi permessi premio ed è tornato più volte a Perugia ospite della famiglia della sua maestra delle elementari.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE: SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Prof arrestato per abusi, si è ucciso
L’uomo era agli arresti domiciliari in un comune del Napoletano

NAPOLI15 giugno 201918:44

– Si è ucciso sparandosi un colpo di pistola il docente di matematica di un noto liceo di Napoli arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di aver compiuto atti sessuali su due studentesse all’epoca dei fatti quindicenni.
L’uomo, 53 anni, era ai domiciliari nella sua residenza in un comune dell’hinterland partenopeo. Sul posto è giunto il pm di turno. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l’uomo si sarebbe tolto la vita poco dopo le 14 con un colpo d’arma da fuoco dritto al petto. La rivoltella risulta legalmente detenuta.
La notizia si è diffusa sui social suscitando sgomento tra gli ex allievi del professore. No comment dal legale che ne aveva preso le difese, l’avvocato Fulvio Prestieri.
Marò Latorre si sposa, presente ministroPensiero su social a collega Girone, che non può essere presente

BARI15 giugno 201921:43

Fiori d’arancio a Roma per il marò tarantino Massimiliano Latorre: il fuciliere di Marina si è sposato nella Chiesa dell’ordinariato militare della Capitale, ornata di fiori tricolori, con Paola Moschetti, sempre al suo fianco nella querelle internazionale con l’India. Alle nozze ha partecipato il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.Assente, perché non possono avere contatti per il divieto del Tribunale dell’Aja, l’altro marò, Salvatore Girone, che Latorre chiama ‘fratello mio’ in un post sui social: “Caro Salvo, oggi non potremo festeggiare con te il mio matrimonio e di Paola, ma ti assicuro che, se non fisicamente, sarai e sarete tu, Vania, Michele e Martina, con noi”. I due marò, in missione di protezione della nave mercantile italiana Enrica Lexie furono coinvolti il 15 febbraio 2012 nella morte di due pescatori indiani al largo del Kerala, scambiati per pirati. L’8 luglio cominceranno all’Aja le udienze arbitrali che dovranno stabilire se spetti all’India o all’Italia processarli.
Caporalato: 5 arresti cc MantovaOperazione contro il lavoro nero nei campi a Ostiglia

SAMANTOVA15 giugno 201919:21

– Quattro ‘caporali’ e il committente sono stati arrestati dai carabinieri di Mantova nell’ambito di un’operazione contro il lavoro nero nei campi. In un’azienda agricola di Ostiglia, nel Mantovano, con sede legale a Legnago (Verona) i militari dell’arma hanno controllato 56 braccianti gestiti da una cooperativa modenese.
I lavoratori sono risultati in regola con il permesso di soggiorno ma sottopagati, circa 5 euro all’ora. Nessuno, inoltre indossava dispositivi di protezione e non erano mai stati sottoposti alla visita medica preventiva. I quattro ‘caporali’, tre pakistani e un marocchino, che avevano il compito di gestire i braccianti per conto della cooperativa, sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Mantova, mentre il proprietario del fondo agricolo, un agricoltore italiano di 72 anni, è finito agli arresti domiciliari.
Scontro auto-bus, 2 morti nel venezianoE’ un frontale, probabile causa salto corsia vettura

VENEZIA15 giugno 201919:26

– Due persone sono morte in un incidente stradale avvenuto in località Montiron a Tessera nella terraferma veneziana. Secondo una prima ricostruzione dei Vigili del fuoco, un’automobile avrebbe fatto un salto di corsia andando ad incastrarsi sotto un autobus delle linee extraurbane.
Le due vittime sarebbero gli occupanti del mezzo mentre l’autista, per la violenza dell’impatto, è rimasto incastrato nel mezzo. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco, i sanitari del Suem 118 con più ambulanze e le forze dell’ordine.
Muore alpinista donna sul San MatteoCordata travolta da probabile ‘scaricamento’ di neve

VALFURVA (SONDRIO)15 giugno 201920:18

– Una alpinista è morta oggi pomeriggio sulla parete Nord del monte San Matteo, a oltre 3.000 metri di quota nel territorio di Valfurva (Sondrio).
Faceva parte di una cordata di tre alpinisti colpita da un probabile scaricamento di neve che li ha trascinati in basso.
Uno di loro è riuscito a staccarsi e, dopo avere percorso un tratto a piedi, è riuscito a chiedere aiuto. Sul posto l’elisoccorso da Sondrio, con una Delegazione di Valtellina Valchiavenna del Soccorso Alpino e la Guardia di finanza. Dopo un primo sorvolo per valutare la situazione, il mezzo ha imbarcato quattro soccorritori e li ha portati sul luogo dell’incidente. Due alpinisti sono rimasti illesi, purtroppo il terzo, una donna, non è sopravvissuto. L’intervento è terminato intorno alle 19.           

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE E DETTAGLIATE

DALLE 22:05 DI venerdì 14 giugno 2019

ALLE 14:23 DI SABATO 15 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Lascia domiciliari per andare in carcere
Il 25enne fermato dai Carabinieri alla periferia di Matera

MATERA 14 Giugno 2019 22:05

– Nei giorni scorsi era più volte evaso dai domiciliari, allontanandosi volontariamente dalla sua abitazione, prima, e da una comunità di recupero, poi, perché voleva espiare la sua condanna in carcere: fermato di notte dai Carabinieri alla periferia di Matera, il 25enne è stato nuovamente arrestato e trasferito nella casa circondariale della Città dei Sassi. Nelle precedenti occasioni il giovane era stato invece sempre riaccompagnato nella sua abitazione e nella comunità di recupero.
A Modena è il giorno di Amanda KnoxLa 31enne di Seattle parlerà al Festival di giustizia penale

MODENA15 giugno 201910:17

– Oggi a Modena è il giorno di Amanda Knox. Decine di giornalisti accreditati da più Paesi, fotografi e cameraman sono in attesa dell’arrivo della 31enne di Seattle al Forum Monzani dove è in corso il Festival della giustizia penale. Amanda questa mattina parlerà per la prima volta ufficialmente nel suo primo ritorno in Italia dopo l’assoluzione nel processo per l’omicidio di Meredith Kercher. Amanda Knox interverrà sul palco in un dibattito che verte sul tema ‘Il processo penale mediatico’.
Ieri, in platea, si era mostrata infastidita per i flash dei fotografi per poi sciogliersi in commozione nel pomeriggio quando ha ascoltato le testimonianze di alcune vittime di errori giudiziari.
Bonus per e-bike, lunga fila a MateraPer minimizzare traffico nel centro sempre affollato da turisti

MATERA15 giugno 201910:27

– Centinaia di persone, fin dalle prime ore della giornata, si sono presentate al Municipio di Matera – dove si è creata una lunga fila – per presentare la domanda per ottenere il bonus per l’acquisto di e-bike, le biciclette a pedalata assistita.
Negli scorsi giorni, l’amministrazione comunale ha presentato il bando che prevede uno stanziamento complessivo di 250 mila euro che andranno a coprire il 30% dell’acquisto delle bici. Con l’avviso pubblico, il Comune si è posto l’obiettivo di “minimizzare il traffico di auto” soprattutto nel centro storico della Città dei Sassi (Capitale europea della Cultura 2019) affollato quotidianamente da centinaia di turisti.
Appello, sì Castelluccio ma fiori salviPresidente pro loco si rivolge a turisti e visitatori

PERUGIA15 giugno 201910:59

– “Venite a Castelluccio ad ammirare la fioritura, ma non calpestate né i fiori, né le piante della lenticchia”: è l’appello che Diego Pignatelli, agricoltore e presidente della Proloco del borgo, fa,, ai tanti visitatori e turisti che ogni giorno salgono sul Pian Grande per vedere da vicino uno degli spettacoli più suggestivi che la natura possa regalare. “Ogni anno rivolgiamo sempre lo stesso invito di non addentrarsi nei terreni coltivati – aggiunge – ma purtroppo non serve a molto. Così subiamo dei danni e si danneggia la bellezza dei fiori”.
Per gli amanti della fotografia che vogliono entrare nel cuore dei fiori, il presidente dell’Ente suggerisce di utilizzare i “corridoi” che si creano tra un appezzamento di terreno e l’altro, “ma sempre facendo molta attenzione”.
La fioritura a Castelluccio, paese dei Sibillini distrutto dal sisma del 2016, di fatto è iniziata con la nascita delle specie spontanee. Il clou è però atteso tra fine mese e inizio luglio.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE ED AGGIORNATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bimbi maltrattati, interdetta insegnante
Vessazioni in scuola materna nel Salento

LECCE15 giugno 201911:02

– Un’insegnate di scuola materna di 61 anni è stata interdetta per sei mesi dall’esercizio della sua attività per avere maltrattato, minacciato e in alcuni casi malmenato bimbi di tre anni durante le ore di lezione. Il provvedimento, disposto dal gip di Lecce su richiesta della Procura, è stato eseguito dai carabinieri. Una cinquantina gli episodi contestati e almeno 20 i bambini coinvolti. Le indagini sono partite a febbraio dopo la denuncia dei genitori di un bimbo di tre anni che avevano notato un cambio nel comportamento del piccolo che tornava a casa con lividi sulle gambe. Alla loro denuncia si sono aggiunte altre segnalazioni. Su indicazione del pm Donatella Palumbo, quindi, sono state installate telecamere in aula ed è emerso che l’insegnate utilizzava sculacciate, schiaffi, pugni e vessazioni psicologiche con i piccoli. Si sentono urla con offese e minacce ai bambini con frasi del tipo, “se non stai zitto ti ammazzo di botte” seguite da pianti.
L’accusa è di abuso dei mezzi di correzione.
Corpi carbonizzati, da autopsia veritàTra ipotesi anche omicidio-suicidio

15 giugno 201911:12

– Sarà l’autopsia a fornire elementi utili sulla morte dell’uomo e la donna trovati carbonizzati ieri mattina in un’auto a Torvaianica, vicino Roma. Dall’esame potranno emergere eventuali segni di ferite sui corpi e stabilire se sono morti prima che l’auto andasse a fuoco o se sono stati arsi vivi. L’esame, che sarà eseguito al policlinico Tor Vergata nei prossimi giorni, potrà confermare anche l’identità dei due. Si ipotizza si tratti di Maria Corazza, 46enne di Pomezia che usava la macchina in cui sono stati trovati, e l’amico di famiglia 39enne Domenico Raco. Di entrambi non si hanno più notizie. Sulla vicenda indagano i carabinieri che ieri hanno ascoltato, come persona informata sui fatti, il compagno della donna scomparsa. L’uomo ha fornito una sua versione poi riscontrata dagli inquirenti. Ieri mattina con la compagna hanno lasciato la figlia a scuola e poi si sono separati. L’uomo avrebbe poi incontrato un amico in un bar. Non si esclude né la pista del duplice omicidio né quella di un omicidio-suicidio.
Morto in auto a fuoco,per Cc è incidentePompieri trovano corpo carbonizzato dopo spegnimento fiamme

SIENA15 giugno 201911:12

– E’ di un uomo di 53 anni il corpo carbonizzato ritrovato la notte scorsa all’interno di un’auto nei pressi di Monteriggioni (Siena) dai vigili del fuoco dopo aver spento la vettura che era andata in fiamme. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la vittima sarebbe finita fuori strada con l’auto a causa di un malore. Inoltre, in base a una prima ricostruzione, l’auto è finita in un campo con l’erba alta almeno un metro e il motore, rimasto acceso, avrebbe innescato l’incendio per il contatto con la vegetazione.
Alcuni colleghi, con cui il 53enne aveva trascorso la serata, avrebbero riferito ai carabinieri che l’uomo non si sentiva molto bene già prima di salire in auto, circostanza che potrebbe avvalorare l’ipotesi di un malore mentre guidava la vettura.
Bimbi percossi a scuola Corano,2 arrestiIndagini polizia, ‘ma nessun indottrinamento antioccidentale’

SAPISA15 giugno 201911:23

– Percossi con mazze per imparare il Corano. Con l’accusa di maltrattamenti su minori, sono stati arrestati dalla squadra mobile di Pisa due ‘maestri’ di Corano mentre un terzo membro di un’associazione culturale islamica senegalese è stato indagato a Santa Croce sull’Arno al culmine di un’indagine nata per far luce sui comportamenti tenuti in una specie di doposcuola allestito in un appartamento nel centro della cittadina. La casa era frequentata da una sessantina di ragazzini tra 7 e 17 anni e tutti di origine senegalese. In nessun caso comunque la polizia ha riscontrato indottrinamenti antioccidentali. Le due persone arrestate sono in carcere in esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare.
Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore Flavia Alemi, nel centro i due ‘maestri’ avevano il compito di tramandare la tradizione coranica adottando metodi che sono stati giudicati violenti.
Imbarcazione a fuoco in porto di CarraraIncendio in ormeggio, comandante riesce a mettersi in salvo

MARINA DI CARRARA (MASSA CARRA15 giugno 201911:24

– Un incendio ha completamente distrutto un’imbarcazione ormeggiata nel porto di Marina di Carrara (Massa Carrara) la notte scorsa, verso le 1, dove sono intervenuti guardia costiera, vigili del fuoco, un rimorchiatore antincendio che ha trainato il natante in fiamme a una banchina isolata così da non far propagare il fuoco ad altre unità. Secondo le autorità portuali, a bordo c’era solo il comandante che, viste le fiamme, ha lasciato l’unità e si è messo a disposizione dei soccorritori. Ora l’imbarcazione risulta completamente bruciata e semisommersa.
Tuttavia non ci sarebbero inquinamenti da sversamento in mare di carburante, cosa che sarebbe potuta accadere visti i circa 8000 litri di gasolio a bordo.
Falsi coltelli sardi dal PakistanGdf sequestra 1000 “pattadesi” tra Sardegna e Lombardia
SASSARI15 giugno 201911:25

– Un traffico internazionale di falsi coltelli riconducibili alla tradizione sarda è stato sgominato dalla Guardia di Finanza di Sassari tra il Pakistan, la Lombardia e la Sardegna. Il blitz delle Fiamme Gialle, che ha portato al sequestro di circa mille coltelli e alla denuncia di un imprenditore, è scattato a seguito di un primo ritrovamento, a maggio scorso, di “pattadesi” fabbricate in Pakistan e pronte alla vendita in una boutique di souvenir a Golfo Aranci, in Gallura.
I finanzieri, coordinati dalla Procura di Tempio Pausania, hanno concentrato l’attenzione su un imprenditore della provincia di Cagliari, presente su diversi siti di vendita on line e in numerosi negozi dell’isola. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo acquistava i coltelli dal Pakistan per pochi dollari, rivendendoli, poi, ad un prezzo che poteva superare i 400 euro. I falsi coltelli sono stati trovati nell’officina dell’uomo e in vari punti vendita della Sardegna e di Milano.
Trovati nonno e nipoti dispersi in gitaMontevarchi, bimbi troppo piccoli per andare a cercare soccorsi

MONTEVARCHI (AREZZO)15 giugno 201911:28

– Nonno di 63 anni e nipoti, di 5 e 7 anni, si fermano per fare il bagno in un torrente vicino a Montevarchi (Arezzo) ma l’anziano scivola e si frattura il femore. I tre sono rimasti dispersi da ieri fino alle 4.30 di oggi, quando sono stati ritrovati. I bambini, troppo piccoli, non erano in grado di andare a cercare i soccorsi e peraltro la zona non è coperta da segnale telefonico perciò il nonno non poteva avvisare dell’infortunio. I soccorsi li hanno individuati nella zona di Gorgiti. Poi il 118 ha trasportato il nonno in ospedale mentre i bambini, visitati dal medico sul posto, sono risultati in buone condizioni fisiche.
L’allarme è scattato ieri quando i tre non hanno fatto ritorno a casa e quindi i familiari hanno dato l’allarme. Dopo aver battuto l’area dove la famiglia sapeva che vi si erano diretti, vigili del fuoco, carabinieri e volontari dopo molte ore li hanno avvistati lungo un torrente e tratti in salvo in piena notte.
Rifiuti yacht, 10 indagati a RapalloI vertici del porto Riva e gestore cantiere smaltimento rifiuti

GENOVA15 giugno 201911:47

– Dieci persone risultano indagate per traffico di rifiuti legato alla strage degli yacht provocata dalla mareggiata di ottobre a Rapallo. Il pubblico ministero Andrea Ranalli ha iscritto nel registro Andrea Dall’Asta, ad della società che gestisce il porto Carlo Riva, Marina Scarpino, direttore del porto Carlo Riva, Mirko Malziani, responsabile della sicurezza del porto e Pasquale Capuano, imprenditore campano che gestisce un cantiere di smaltimento a Carrara.
Indagate anche sei persone responsabili di piccole aziende che lavorano per quest’ultimo. Secondo i legali della direzione del porto, la struttura risulterebbe vittima di una truffa.
L’inchiesta è nata a maggio dopo il controllo su un tir che usciva dal porto, dove aveva caricato materiale, diretto verso Carrara, ai cantieri gestiti da Capuano. Il conducente era privo della documentazione relativa ai rifiuti. I carabinieri di Santa Margherita decidono di approfondire scoprendo che Capuano lavora a prezzi troppo bassi.
Bimba in auto per fare compere, denunciaCoppia di cittadini indiani è accusata di abbandono di minore

CAGLIARI15 giugno 201911:49

– Hanno chiuso la figlia di cinque anni in auto e sono andati in un negozio a fare acquisti. Una coppia di indiani, residenti nel Cagliaritano, un 38enne e la moglie di 24, sono stati denunciati dalla Polizia per abbandono di minore.
I fatti sono avvenuti alcuni giorni fa, quando un cittadino ha segnalato al 113 la presenza della bambina chiusa in un’auto parcheggiata in via Battisti a Cagliari. Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato sia l’uomo che aveva chiamato il 113 che i genitori della piccola. Secondo quanto riferito ai poliziotti, la bambina, seduta nel seggiolino sui sedili posteriori, sarebbe rimasta da sola per circa una mezz’ora sull’auto con il finestrino anteriore leggermente aperto. I genitori, invece, hanno dichiarato di essersi assentati per non più di 10-15 minuti. Una giustificazione che non è servita a evitare la denuncia.
Peacekeeping, workshop a GenovaEsperti internazionali discutono su stato arte missioni di pace

GENOVA15 giugno 201911:58

– Esperti internazionali a confronto per discutere sull’evoluzione delle operazioni di pace e gli scenari di sicurezza internazionali. Workshop a Genova, da lunedì 17 a mercoledì 19 giugno in camera di Commercio, per mettere a confronto esperti provenienti da tutto il mondo su un tema impegnativo ‘State of the Art? the future of peacekeeping data’. Il workshop, organizzato dal dipartimento di Scienze politiche dell’università di Genova in collaborazione con la Folke Bernadotte Academy, l’agenzia di ricerca del ministero Svedese degli affari esteri, prevede interventi dei maggiori esperti mondiali da 23 diverse istituzioni americane e europee: tra questi Stefano Costalli (Università di Firenze), Paul Diehl (Texas), Michael Gilligan (New York), Lisa Hultman (Uppsala) e Andrea Ruggeri (Oxford). Tra i temi trattati il contenimento dei conflitti e l’analisi statistica sulla sicurezza internazionale, le ricerche e gli approfondimenti inerenti l’evoluzione del peacekeeping e degli scenari di sicurezza mondiali.
Amanda Knox, Guede uccise Meredith’Vorrei incontrare pm e vorrei capisse che non sono un mostro’

MODENA15 giugno 201912:14

– “Il primo novembre 2007, un ladro, Rudy Guede è entrato nel mio appartamento, ha violentato e ha ucciso Meredith. Ha lasciato tracce di dna e impronte. È fuggito dal Paese, processato e condannato. Nonostante ciò un numero importante di persone non ha sentito il suo nome, questo perché pm, polizia e giornalisti si sono concentrati su di me.
Giornalisti chiedevano di arrestare un colpevole. Hanno indagato me mentre Guede fuggiva”. Così Amanda Knox dal palco del Festival della Giustizia penale a Modena. Capelli sciolti, la voce commossa e rotta, più volte, dal pianto e dal bisogno di riprendere fiato e bere un sorso d’acqua.
“Sto pensando al mio pm, Giuliano Minnini – ha detto Amanda – vorrei avere un faccia a faccia con lui, al di fuori del ruolo di buono e di cattiva”. “Spero che, se ciò accadrà, anche lui riesca a vedere che anche io non sono un mostro, ma semplicemente Amanda”.
Giustizia per Meredith? “No”, ha risposto Amanda durante il talk con giornalisti e avvocati, “non è più viva”.
Cittadinanza a Segre,dedico a Mattarella”Capo dello Stato, faro in questo momento in Italia”

SAPALERMO15 giugno 201912:36

– Il sindaco Leoluca Orlando ha conferito la cittadinanza onoraria di Palermo alla senatrice a vita Liliana Segre. La cerimonia è avvenuta a Palazzo delle Aquile. “Voglio dedicare questo momento al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, faro in questo momento in Italia”, ha detto Segre.
Spaccia alle medie, denunciata 14enneAltri 4 studenti segnalati perché assuntori, uno ha 12 anni

MILANO15 giugno 201912:39

– Una 14enne è stata denunciata dai carabinieri al Tribunale dei minori di Brescia per cessione di stupefacenti e un 13enne (quindi non imputabile) è stato segnalato per lo stesso reato. Il tutto – spaccio e consumo di hashish – avveniva nei bagni della scuola media di Cremona che i ragazzi frequentano. Altri 4 studenti (fra i quali un 12enne) sono stati segnalati quali assuntori di stupefacenti.
L’indagine è nata nel gennaio scorso da una segnalazione della scuola dopo che un’insegnante ha scoperto due studenti con un grammo di hashish, subito consegnato ai militari. Dopo una serie di perquisizioni personali sono stati trovati altri 6 grammi della stessa droga.
Nei confronti dei ragazzi, come confermano i carabinieri, la scuola ha adottato, a seconda del comportamento e del grado di coinvolgimento nella vicenda, provvedimenti di carattere disciplinare.
Pm, non credo possibile incontro Amanda”Ci voleva Knox per dire non sono mostro”, afferma Mignini

PERUGIA15 giugno 201913:02

– “Valuterò ma non credo proprio che sia possibile incontrarci”: è la prima reazione del magistrato Giuliano Mignini, che ha coordinato da subito le indagini sull’omicidio di Meredith Kercher alle parole di Amanda Knox. La quale ha detto di volere un faccia a faccia con lui. “E’ stato sostenuto per anni che ero un mostro – ha aggiunto -, ci voleva Amanda Knox per dire che non è vero…”. Mignini, ora alla procura generale di Perugia, ha quindi ribadito di “avere sempre svolto il suo lavoro con onestà”.

In v.Conciliazione ‘Tavolata senza muri’A Roma pranzo per 1300 persone. Eventi solidarietà in 25 città

CITTA’ DEL VATICANO15 giugno 201913:29

– Tutto è pronto in via della Conciliazione per la ‘tavolata senza muri’, una iniziativa di solidarietà che vedrà sedere in una lunga tavola, a pranzo, persone di diverse nazionalità, culture, estrazioni sociali. Il tavolo è lungo 270 metri ed ospiterà 1300 persone sedute. A servire saranno i volontari di diverse associazioni. Iniziative analoghe si terranno in 25 città, da Alessandria a Catania.
Oltre 5mila le persone che verranno ospitate in questi pranzi, un migliaio i volontari, 37 le associazioni nazionali e internazionali che hanno aderito. A promuovere l’iniziativa sono Focsiv, Masci, Caritas; a Roma in collaborazione con il Municipio I; hanno patrocinato gli eventi anche Anci e Uncem.
P.Civile,la baby volontaria d’ItaliaSi chiama Pasqua, ha sei anni ed è di Rutigliano

SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA)15 giugno 201913:30

– “Racconto ai mie amici che mi piace spegnere il fuoco e si fanno tante cose belle”. Lei è Pasqua Dalba ha sei anni ed è la volontaria della protezione civile più piccola d’Italia. Pasqua è di Rutigliano (Bari) ed è presente insieme al padre Giuseppe a San Giovani Rotondo dove si sta svolgendo il Raduno Nazionale del Volontariato di Protezione Civile. Già da quando aveva quattro anni seguiva il papà nelle azioni di volontariato. “Voglio fare volontariato anche da grande”, dice determinata Pasqua. “Nel 2009 abbiamo avuto una disgrazia in casa, ho perso una sorella di 16 anni – racconta il padre Giuseppe, fondatore di un’associazione di volontariato di Rutigliano – Eravamo all’ospedale di Taranto ma non riuscivano a trovare un’ambulanza per portala a casa. Ho promesso a mia sorella che dal giorno dopo avrei aperto un’associazione a Rutigliano con ambulanze, auto mediche e personale specializzato”. “Poi – aggiunge Dalba – è arrivata Pasqua e da allora segue tutti i giorni il papà”.
Portici verso Unesco, graffito più graveLa Polizia denuncia per imbrattamento aggravato due giovani

BOLOGNA15 giugno 201914:05

– I portici di Bologna sono candidati per diventare patrimonio dell’Unesco ed è per questo che realizzare un graffito sotto uno di essi può essere considerato più grave rispetto a un muro ‘normale’. A due giovani sorpresi e denunciati la scorsa notte all’angolo tra via Mazzini e piazza Trento Trieste, nella prima periferia della città, la polizia ha contestato infatti il reato di imbrattamento, ma con l’aggravante che il bene deturpato è ritenuto di interesse storico e artistico. Con questa aggravante, ipotizzata per la prima volta e che dovrà comunque essere confermata dalla Procura, i due ragazzi, 21 e 23 anni, rischiano fino un anno di carcere e tremila euro di multa. Gli agenti sono stati avvisati da un passante. I due writer, incensurati, avevano vergato sul muro un ‘tag’ con grosse lettere dell’alfabeto impresse con vernice bianca e nera.

E’ morto Franco ZeffirelliSu twitter il cordoglio del sindaco di Firenze Nardella

FIRENZE15 giugno 201912:59

– E’ morto Franco Zeffirelli. Il regista aveva 96 anni. “Non avrei mai voluto che arrivasse questo giorno. Franco #Zeffirelli se ne è andato questa mattina.
Uno dei più grandi uomini della cultura mondiale. Ci uniamo al dolore dei suoi cari. Addio caro Maestro, Firenze non ti dimenticherà mai” scrive il sindaco Dario Nardella su twitter.

Amanda Knox, Guede uccise Meredith’Vorrei incontrare pm e vorrei capisse che non sono un mostro’

MODENA15 giugno 201912:14

– “Il primo novembre 2007, un ladro, Rudy Guede è entrato nel mio appartamento, ha violentato e ha ucciso Meredith. Ha lasciato tracce di dna e impronte. È fuggito dal Paese, processato e condannato. Nonostante ciò un numero importante di persone non ha sentito il suo nome, questo perché pm, polizia e giornalisti si sono concentrati su di me.
Giornalisti chiedevano di arrestare un colpevole. Hanno indagato me mentre Guede fuggiva”. Così Amanda Knox dal palco del Festival della Giustizia penale a Modena. Capelli sciolti, la voce commossa e rotta, più volte, dal pianto e dal bisogno di riprendere fiato e bere un sorso d’acqua.
“Sto pensando al mio pm, Giuliano Minnini – ha detto Amanda – vorrei avere un faccia a faccia con lui, al di fuori del ruolo di buono e di cattiva”. “Spero che, se ciò accadrà, anche lui riesca a vedere che anche io non sono un mostro, ma semplicemente Amanda”.
Giustizia per Meredith? “No”, ha risposto Amanda durante il talk con giornalisti e avvocati, “non è più viva”.
Armani veste Italia alle OlimpiadiLa collaborazione dello stilista con il Coni e con il Cip

15 giugno 201913:37

– Giorgio Armani vestirà la squadra italiana ai giochi olimpici e paralimpici di Tokyo 2020. La collaborazione dello stilista con il Coni e con il Cip, il Comitato paralimpico italiano, è stata annunciata in occasione della presentazione della collezione Emporio Armani uomo per la prossima primavera estate. In passerella anche 20 atleti olimpici e 9 paralimpici delle diverse discipline con i capi firmati EA7 Emporio Armani creati appositamente per il podio. “Sono felice di questa collaborazione che rinnova il sodalizio nato nel 2012 – ha detto Giorgio Armani – trovo sempre stimolante cercare nuove soluzioni per le uniformi degli atleti che devono fondere l’eleganza dello stile alla praticità d’uso.
Per l’Italia team a Tokyo ho creato dettagli visivi che sono un omaggio al Giappone, un paese che ammiro da sempre e che mi ha accolto di recente con grande calore”. Ospite della sfilata, in prima fila, il presidente del Coni Giovanni Malagò.         

STAMPA
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:57 ALLE 22:05 DI VENERDì 14 GIUGNO 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Knox ascolta vittime errori e piange
Lacrime per l’intervento di Peter Pringle e Angelo Massaro

MODENA14 giugno 2019 15:57

– Momento di commozione per Amanda Knox mentre al Festival di giustizia penale a Modena ha ascoltato gli interventi di Peter Pringle, irlandese che ha trascorso 14 anni nel braccio della morte accusato di un omicidio dal quale poi è stato scagionato, e di Angelo Massaro, tarantino assolto – e scarcerato – dopo una condanna per omicidio.
Dal palco del Forum Monzani, Pringle e Massaro hanno portato le loro testimonianze. Amanda Knox, seduta in platea accanto al fidanzato Christopher Robinson, ha chiesto un fazzoletto e si è asciugata lacrime, visibilmente commossa. Poi si è stretta in un abbraccio con Pringle al termine dell’intervento e ha scambiato qualche parola con Massaro. Questa mattina, infastidita, si era allontanata dal Forum per la ressa di fotografi. Domattina non potrà però sottrarsi ai riflettori: nel confronto sul ‘processo penale mediatico’, la 31enne di Seattle parlerà in prima persona e per la prima volta, pubblicamente, da quando è tornata in Italia.
Scuola: crescono studenti Dsa, sono 3,2%Certificazioni disgrafia +163,4%, discalculia +160,5%

14 giugno 201916:21

– Il numero di alunni con DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) sul totale dei frequentanti è costantemente cresciuto ed è passato dallo 0,7% del 2010/2011 al 3,2% del 2017/2018.
L’incremento del numero di certificazioni registrato nell’arco degli ultimi quattro anni è notevole: quelle relative alla dislessia sono salite da circa 94 mila a 177 mila, segnando un tasso di crescita dell’88,7%; le certificazioni di disgrafia sono passate da 30 mila a 79 mila, con una crescita del 163,4%. Anche il numero di alunni con disortografia certificata è aumentato notevolmente, passando da circa 37 mila a 92 mila (+149,3%); gli alunni con discalculia sono aumentati da 33 mila a poco meno di 87 mila (+160,5%). I numeri sono stati pubblicati oggi dal Miur nel Focus statistico sugli studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) nelle scuole statali, paritarie e non paritarie.
Sisma, arrestati negano davanti al gipSentiti ad Ascoli funzionario Marche e imprenditrice S.Benedetto

ANCONA14 giugno 201916:21

– Il funzionario della Regione Marche Stefano Mircoli e l’imprenditrice di San Benedetto del Tronto Cristina Perotti, arrestati dalla Guardia di finanza per corruzione e rivelazione d’ufficio nell’ambito di un’inchiesta della procura di Ascoli Piceno sulla gestione delle macerie post sisma nel Piceno e nel Fermano, hanno negato ogni responsabilità per le accuse nell’interrogatorio di garanzia davanti al gip Annalisa Giusti. Solo Mircoli, funzionario dell’ufficio regionale che sovraintende allo smaltimento macerie, difeso all’avv. Massimo Monaldi, ha avanzato richiesta di scarcerazione sulla quale il gip si è riservato. “Non vi è motivo – afferma il legale – che resti detenuto: l’accusa ha sequestrato documenti, materiale informatico, telefonini e account e-mail degli indagati, non sussiste più il pericolo di inquinamento delle prove, tanto più che è stato sospeso dalle mansioni in Regione”.
Il legale della Perotti, avv. Francesco De Minicis si riserva di fare la stessa richiesta.
Sequestrati gadget di Vasco contraffattiNei 6 concerti al Meazza, 52 persone denunciate

MILANO14 giugno 201916:21

– Sono 52 le persone denunciate per contraffazione e ricettazione dalla Polizia locale di Milano nel corso dell’attività di contrasto alla contraffazione svolta allo Stadio di San Siro in occasione dei sei concerti di Vasco Rossi.
Posizionati prevalentemente in piazzale Axum e via Achille Fetonte, i venditori abusivi hanno utilizzato un nuovo metodo per rifornirsi della merce ed evitare di avere vicino a loro una grande quantità di articoli. Utilizzavano infatti come magazzino, condiviso da più persone, auto parcheggiate nei pressi dello stadio. Una tecnica, come sottolinea una nota del Comune, per evitare che di fronte all’intervento della Polizia Locale fosse posto sotto sequestro un gran numero di capi.
Alla fine dell’attività la Polizia Locale ha denunciato 52 persone per contraffazione e ricettazione, ha sequestrato penalmente 2.466 articoli contraffatti, tra cui maglie, cappelli, sciarpe e braccialetti riconducibili all’immagine dell’artista o all’evento musicale.
Morì in ospedale, infermiere condannatoCinque anni e 8 mesi per omicidio colposo con rito abbreviato

ASTI14 giugno 201916:22

– È stato condannato a cinque anni e otto mesi per omicidio colposo Mauro Capra, l’infermiere dell’ospedale di Carmagnola (Torino) accusato della morte di un anziano, Giovanbattista Tuninetti, 87 anni, ricoverato nell’ottobre 2015 nella struttura sanitaria torinese e deceduto per un’iniezione sospetta. È la sentenza di primo grado del processo con rito abbreviato emessa dal giudice del tribunale di Asti, Giorgio Morando.
Capra, difeso da Alberto Cochis e Alessandra Piano, ha sempre respinto ogni accusa. “Attendiamo di conoscere le motivazioni e probabilmente ricorreremo in Appello”, dice la difesa. Il pm Laura Deodato aveva chiesto una condanna a dieci anni di carcere.
Fu una tirocinante a notare il comportamento anomalo di Capra. La direzione sanitaria lo segnalò alla Procura di Asti, che dispose la riesumazione della salma dell’uomo a due mesi dal decesso. L’autopsia rilevò la presenza di Midazolam, farmaco mai prescritto e che risultò letale per l’anziano.
Raggi, 60 mln per manutenzione stradeNei prossimi due anni 9 automezzi dedicati a sorveglianza

ROMA14 giugno 201916:53

– “Nei prossimi 2 anni 60 milioni di euro andranno alla manutenzione ordinaria delle strade di Roma.
Abbiamo avviato un nuovo modello di gestione delle vie della grande viabilità che prevede un sistema integrato di servizi e lavori attivi h24”. Così si Fb la sindaca Virginia Raggi. “E’ il primo grande investimento sulla rete stradale di Grande Viabilità che raccoglie in un sistema unico attività diverse quali la sorveglianza di strade, ponti e gallerie, un call center tecnico, un monitoraggio con strumenti ad alto rendimento tecnologico e la programmazione informatizzata di pronto intervento e manutenzione ordinaria. Previsti 9 automezzi dedicati h24 alla sorveglianza, 48 squadre di operai e mezzi pronti a intervenire nelle emergenze o a effettuare ripristini stradali. Roma Capitale per i suoi 800 Km di strade di Grande Viabilità e 11 milioni di mq di area stradale investirà una cifra, comparativamente, pari a quasi il doppio della media di altre città capoluogo italiane. Lavoro mai fatto prima”, conclude.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE APPROFONDITE ED AGGIORNATE E DETTAGLIATE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Cannabis: dissequestro per shop Caserta
Imprenditore giorni fa si incatenò per protesta

CASERTA14 giugno 201917:40

– Il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha ordinato il dissequestro del negozio Green Planet Grow Shop di Caserta, che vende cannabis light e prodotti per la coltivazione della canapa. L’attività era stata sequestrata il 31 maggio scorso dai carabinieri insieme ad altri tre negozi simili.
Il 27enne Virgilio Gesmundo, titolare e gestore del Green Planet ubicato a via Gemito, pieno centro di Caserta, qualche giorno dopo il sequestro, si era incatenato per protesta davanti al suo negozio, chiedendo che venisse riaperto “perchè non vendo solo infiorescenze, ma anche concimi, e altri prodotti per l’agricoltura”. Il Gip ha accolto l’istanza dei suoi legali, Lorenzo Simonetti e Claudio Miglio, ma Gesmundo per ora non potrà vendere la cannabis light; dovrà attendere che arrivino gli esiti degli esami sui 16 grammi che gli sono stati sequestrati, e che per il 27enne, contengono un livello di thc inferiore alla soglia definita “drogante” dalla legge.

A Foligno sfiorati i 40 gradiTemperature massime intorno ai 38 gradi in gran parte regione

PERUGIA14 giugno 201918:03

– Il grande caldo è arrivato su tutta l’Umbria, con temperature che hanno superato anche i 38 gradi. Secondo i rilevamenti del Centro funzionale della Regione, la città più “bollente” è stata Foligno con 39,6 gradi.
Sopra 38 Bastia Umbra, le zone interne di Castiglione del Lago e Petrignano di Assisi. A Perugia il termometro ha fatto registrare 37,2, mentre a Terni si è fermato a 36,7.
Su tutto il resto dell’Umbria, fatta eccezione per le zone appenniniche – sempre in base ai dati della protezione civile -, le temperature si sono attestate tra i 32 e i 37 gradi.

Temporali in arrivo, allerta in PiemonteSchiarite da domani,domenica torna il tempo stabile e soleggiato

TORINO14 giugno 201918:45

– Ancora allerta maltempo sul Piemonte, dopo una giornata in cui il termometro ha superato i 30 gradi. Secondo le previsioni dell’Arpa, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, l’avvicinarsi di una depressione atlantica dalla Francia sta determinando l’ingresso di aria più fredda e instabile in quota, con temporali di intensità forte o molto forte a nord del Po. Possibili anche grandinate e raffiche di vento. Già dalle prime ore di domani mattina è previsto un miglioramento.
Sempre secondo l’Arpa, domani il cielo sarà irregolarmente nuvoloso, con schiarite in pianura e addensamenti più persistenti a ridosso dei rilievi. Domenica, invece, la rimonta anticiclonica riporterà tempo nuovamente stabile e soleggiato.
Aggredì zio che poi morì, condannataL’uomo fu picchiato due anni fa nella sua casa a Cesenatico
CESENATICO (FORLÌ14 giugno 201919:19

– Il tribunale di Forlì ha riconosciuto colpevole Paola Benini dell’omicidio dello zio Alfredo Benini, 87 anni, ipovedente, aggredito brutalmente il 15 ottobre 2017 nella sua abitazione in centro a Cesenatico e poi morto il 13 maggio 2018 in ospedale non essendosi più ripreso. La donna, che si è sempre professata innocente ed era l’unica imputata, è stata condannata a 24 anni di reclusione, il pm Sara Posa ne aveva chiesti 25. L’uomo fu picchiato con ferocia alla testa, secondo i giudici Paola Benini, 57 anni, prima lo aggredì a mani nude poi con un corpo contundente mentre questi era già riverso a terra gravemente ferito e in una pozza di sangue. Alla base del gesto ci sarebbero stati motivi economici.

Figlio con 15enne:processo ordinario 1/7Giudice ha deciso, non si farà l’abbreviato perché manca un atto

PRATO14 giugno 201919:59

– Niente rito abbreviato (e relativo sconto di un terzo della pena in caso di condanna) ma processo immediato con rito ordinario e prima udienza dall’1 luglio. Lo ha deciso il giudice Francesco Pallini di Prato nel procedimento a carico della donna 31enne imputata di violenza sessuale e atti sessuali sul 15enne da cui ha avuto un figlio. Il giudice ha accolto un’eccezione della parte civile presentata due giorni fa, relativa alla mancanza di una procura speciale. La circostanza vanifica la celebrazione del processo abbreviato come era stato chiesto dalla difesa. Dunque ci sarà un giudizio immediato – senza filtro dell’udienza preliminare ma direttamente a processo – come voleva la procura. Con la donna verrà processato il marito, imputato per aver detto di esser lui il padre del bambino nato dalla relazione della moglie con lo studente 15enne cui impartiva ripetizioni di inglese.

Madre compra scuola per farla vivereAccade nell’imperiese, immobile di proprietà delle suore

VALLECROSIA (IMPERIA)14 giugno 201920:06

– Compra la scuola per non farla chiudere. E’ il gesto di una donna madre di una ragazzina di 14 anni e di un figlio di 8. Lei, Vanessa Crivelli, maestra elementare in altra scuola, ha dato l’annuncio al termine della festa di fine anno scolastico. La scuola è la Sant’Anna di Vallecrosia, di proprietà delle ‘Suore della Carità’ che hanno messo in vendita l’edificio a una cifra milionaria. “Ho promesso a mio figlio che avrei salvato la sua scuola e lo farò”, ha detto la donna. “L’anno scorso mio figlio ha avuto un problema molto serio e mi ha chiesto di salvargli la scuola – ha spiegato Vanessa – Abbiamo lottato tutti insieme, ma varie vicissitudini mi hanno portato a intraprendere questo cammino da sola. Non è facile, ma ho tante persone che mi affiancano e mi danno una mano. Le verifiche dovrebbero essere tutte ultimate. Per fine giugno mi auguro di potervi dare una risposta concreta: è più sì che no ma è tutto in mano alla banca”. La donna ha fatto capire di non essere sola nell’azione.

Incidente nave: porto sarà a Chioggia o a San NicolòToninelli boccia Marghera, troppo pericolosa
VENEZIA14 giugno 201916:55

– “I tecnici hanno filtrato le idee esistenti hanno scelto quelle che potevano essere soluzioni percorribili e abbiamo questi primi documenti che indicano San Nicolò e Chioggia” come possibile futuro per il porto di Venezia ad uso delle Grandi navi. Così il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli dopo un sopralluogo su Venezia per la questioni Grandi navi. No all’ipotesi Marghera, con canale dei Petroli e Vittorio Em. perché impraticabili per manovra, sicurezza e inquinamento definendo l’area “una zona Seveso”. “Fin che ci sono io non posso accettare il rischio – ha detto Toninelli bocciando Marghera – che una nave con a bordo 5/6mila persone vada scontrarsi, non contro una banchina come avvenuto il 2 giugno, ma contro una petroliera o una raffineria: Marghera è una zona rischio Seveso, ci sono raffinerie, petrolchimici e stoccaggi di benzine”.
Da scooter in autostrada a monopattini – LE NUOVE NORME DEL CODICE DELLA STRADATutte le regole previste nel testo unificato in discussione in commissione

14 giugno 201916:02

In autostrada anche con una moto o scooter con 120 di cilindrata. Pattini, monopattini e skate anche sulle aree pedonali. Maggior sicurezza per la circolazione dei ciclisti. Strade protette e con limiti ridotti davanti agli edifici scolastici.Sono alcune delle misure contenute nel testo base con le modifiche al Codice della strada, che la Commissione trasporti della Camera ha messo a punto.Il testo e’ diviso in 9 articoli, che vanno dalle disposizioni in materia di tutela dei soggetti vulnerabili alle disposizioni per la sicurezza stradale, dalle norme per favorire la mobilita’ personale e ciclistica, fino a quelle per veicoli pesanti, macchine agricole e veicoli d’epoca.Una delle novita’ riguarda l’uso di moto e scooter, attualmente ammessi in autostrada solo con cilindrata superiore ai 150 cc: con le nuove modifiche, il divieto di circolazione su autostrade e strade extraurbane viene abbassato sotto i 120 cc. Ma la circolazione sara’ consentita “solo a soggetti maggiorenni” con patente A, B o superiore o da almeno due anni con patente A1 e A2 (ovvero quelle per sedicenni e diciottenni). Per la sicurezza intorno alle scuole, arriva un nuovo tipo di strada: la ‘strada scolastica’, su cui i comuni stabiliranno “limitazioni alla circolazione” almeno negli orari di entrata e uscita, abbassando il limite di velocita’ a 30 km/h o meno e delimitando zone a traffico limitato. Per la sicurezza dei ciclisti viene introdotta la linea di arresto agli incroci, denominata ‘casa avanzata’ (verra’ realizzata almeno 3 metri davanti allo stop, tenendo i ciclisti lontani dai gas di scarico), e vengono fornite alcune indicazioni sul sorpasso di una bicicletta da parte delle auto (“assicurare una maggiore distanza laterale di sicurezza”, che fuori dai centri urbani viene quantificata in 1,5 metri).Via libera, inoltre, alla circolazione di pattini, monopattini e skate sugli itinerari ciclopedonali, aree pedonali e spazi riservati ai pedoni. Proprio per i pedoni, invece, viene codificato che le auto dovranno dare la precedenza non piu’ quando “hanno iniziato l’attraversamento” ma “quando si accingono ad attraversare la strada”; inoltre i pedoni hanno la precedenza quando il traffico non e’ regolato da vigili o semafori. Confermato il divieto di usare smartphone, computer portatili, notebook e tablet durante la guida, pena una multa da 422 a 1.697 euro (quasi quadruplicate dalla attuale sanzione di 161 a 467 euro) e sospensione della patente da 7 giorni a due mesi. Multe che lievitano a 644-2.588 euro se si reitera la violazione nel corso di un biennio.Sono inoltre previste esenzioni dal pedaggio delle autostrade per le ambulanze, i veicoli della protezione civile e delle organizzazioni di volontariato. Per le ambulanze, inoltre, e’ consentito il trasporto di un accompagnatore e viene introdotta la linea rossa per le aree di sosta. Spazi riservati alla sosta sono previsti anche per donne in gravidanza o con bambino fino a 2 anni. E’ poi consentito l’accesso libero alle ztl ai veicoli elettrici. Vengono esentati dall’uso della cintura persone che abbiano subito interventi chirurgici all’addome con certificazione del medico curante. Tra le novita’, poi, la possibilita’ di richiedere l’invio delle multe sulla propria posta certificata, indicando l’indirizzo al momento dell’immatricolazione o delle revisioni.           

STAMPA