Economia tutte le notizie! Tutto sull'Economia! NON PERDERLO! TUTTI I FATTI E GLI AVVENIMENTI ECONOMICI SONO QUI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:42 DI DOMENICA 31 MAGGIO 2020

ALLE 18:57 DI LUNEDì 01 GIUGNO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Fisco: Ref, ammanco Tari, per Comuni rischio buco da 3 mld
Con emergenza Covid sempre più famiglie e imprese in difficoltà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
12:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le difficoltà di famiglie e imprese a pagare le tasse di fronte all’emergenza coronavirus potrebbe causare un buco nei bilanci comunali che, solo per la Tari, ammonterebbe ad oltre 3 miliardi di euro. E’ la stima del Ref, contenuta in un approfondimento sulla tassa sui rifiuti.
Il centro di ricerca prevede un generale impoverimento dei nuclei familiari e delle aziende dovuto al deterioramento della situazione occupazionale e dell’attività produttiva. Questo porterebbe molti contribuenti a non pagare uno dei tributi che già registra tra i più alti mancati incassi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: poco mosso a 35,2 dollari al barile
Brent a 37,6 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
01 giugno 2020
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio poco mosse in avvio di settimana dopo il recupero dei giorni scorsi con i contratti sul greggio Wti con scadenza a luglio che oscillano sui 35,27 dollari al barile in pratica senza variazioni rispetto alle quotazioni di venerdì (35,29). Poco mosso anche il Brent che passa di mano a 37,6 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in aumento a 1.743 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici +0,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro aumento sui mercati asiatici con gli investitori che guardano con preoccupazione al crescere della tensione politica in Usa. Il lingotto con consegna immediata guadagna così lo 0,7% e torna sui 1.743 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in calo a 190 punti
Ancora a minimi da aprile. Rendimento decennale italiano 1,45%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana in leve calo per lo spread tra Btp e Bund che segna 190 punti, 2 in meno di venerdì sera. Il rendimento del titolo decennale italiano è all’1,47%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo sul dollaro a 1,1143
Su yen moneta unica a 119,81
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve rialzo sul dollaro in avvio di settimana con la moneta unica scambiata a 1,1143 (1,1104 venerdì alla chiusura di Wall street). Lieve calo invece in confronto dello yen con l’euro a quota 119,81
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica varerà piano per rafforzare solvibilità
Cda prende atto richieste Ivass. Minali chiede 9,6 mln danni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cda di Cattolica Assicurazioni, riunitosi ieri per esaminare la lettera dell’Ivass che chiedeva immediati interventi di patrimonializzazione, “ha preso doverosamente atto delle indicazioni” arrivate dall’autorità di vigilanza e “pertanto, ha dato mandato al management di preparare un piano nei tempi richiesti, al fine di rafforzare la solvibilità del Gruppo”, a cui è stato chiesto, tra l’altro, di procedere a un aumento di capitale da 500 milioni di euro entro fine settembre.
Intanto l’ex amministratore delegato, Alberto Minali, dopo essersi dimesso da consigliere nella serata del 29 maggio, ha fatto pervenire un atto di citazione con cui chiede alla compagnia un risarcimento di 9,6 milioni di euro, motivato con l’ “asserita mancanza di una giusta causa” della revoca delle sue deleghe, avvenuta il 31 ottobre 2019. Cattolica ritiene “infondate” le pretese, “che saranno oggetto di adeguata risposta in sede difensiva”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: Delfin, a Bankitalia richiesta salita al 20%
Holding conferma, notifica depositata il 29 maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Delfin, la holding di Leonardo del Vecchio, conferma: “il 29 maggio è stata depositata presso la Banca d’Italia istanza per l’autorizzazione ad incrementare la partecipazione detenuta da Delfin e dal Cavaliere Leonardo Del Vecchio, rispettivamente in via diretta ed indiretta, in Mediobanca al di sopra della soglia del 10% del capitale sociale e fino all’ulteriore soglia autorizzativa del 20%”.
Il procedimento autorizzativo, salvo sospensione – ricorda nella stessa nota – ha una durata massima di 60 giorni lavorativi dalla data dell’avviso di ricevimento della notifica da parte della Banca d’Italia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Milano apre in rialzo (+1,3%), giù spread, bene banche
Vola Mediobanca, a picco Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
09:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per la Borsa di Milano (+1,3%), con le prese di beneficio delle Borse asiatiche che hanno guidato l’ottimismo della giornata, dopo i cali in seguito alle rinnovate tensioni tra Usa e Cina per le politiche di quest’ultima su Hong Kong. A Piazza Affari il listino principale è quasi interamente positivo. Vola Mediobanca (+12,7%), con la Delfin di Del Vecchio che conferma richiesta di salita al 20%,. Guadagnano Leonardo (+2,6%) e Generali (+2,5%).
Con lo spread Btp- Bund in discesa a 189 punti, guadagnano le banche, da Banco Bpm (+2,6%) a Bper (+2,2%), Ubi (+1,8%) e Intesa (+1,5%). Bene Fca (+1,8%), dopo che nella seduta di fine settimana aveva perso come l’intero comparto in Europa. In ripresa il lusso con Moncler (+1,5%), non Ferragamo (-0,3%).
Stop alla crescita di Diasorin (-1,5%) dopo una serie di sedute in positivo, in lieve perdita Pirelli (-0,4%) e Prysmian (-0,3%). A Picco Cattolica (-13,6%) con l’annuncio del piano per rafforzare la solvibilità e la richiesta di danni dall’ex ad Minali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A. Mittal: uffici chiusi,salta ispezione
Azienda, avevamo avvisato sarebbe stato impossibile oggi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
01 giugno 2020
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È saltata l’ispezione straordinaria dei Commissari dell’Ilva in As nello stabilimento siderurgico di Taranto gestito da ArcelorMittal, che sarebbe dovuta partire questa mattina dopo la segnalazione dei sindacati al prefetto in merito a presunte criticità sugli impianti e alla forza-lavoro utilizzata, considerato il massiccio ricorso alla cassa integrazione con casuale Covid. La multinazionale comunica in una nota che “nella mattinata di oggi si sono presentati ai cancelli di ArcelorMittal di Taranto i commissari straordinari dell’ex Ilva per effettuare una visita ispettiva. Come già ripetutamente comunicato ai medesimi commissari, nella giornata di oggi – aggiunge l’azienda – sarebbe stato impossibile svolgere l’ispezione richiesta in quanto gli uffici aziendali sono chiusi in concomitanza con la festa nazionale di domani 2 giugno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gdo: Nielsen, vendite +6,9% nelle prime tre settimane Fase 2
L’area del Nord Est registra gli incrementi più alti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dall’inizio della Fase 2, nel periodo compreso tra lunedì 4 a domenica 24 maggio, le vendite della Grande Distribuzione Organizzata hanno registrato una crescita pari a +6,9% a parità di negozi. E’ quanto rileva Nielsen Connect Italia.
Per quanto riguarda l’andamento delle vendite per area geografica, il Nord Est registra gli incrementi più alti su base tendenziale: +9,5%, seguito dal Nord Ovest (+6,8%). Leggermente sotto media invece, ma comunque positive, le performance di Sud Italia (+6,5%) e Centro (+5,1%), aree più legate ai flussi turistici.
Con l’inizio della fase 2, la Gdo mostra un “andamento ancora più positivo rispetto al periodo di fine lockdown”, afferma Romolo de Camillis di Nielsen. In particolare, “avvertiamo i primi segnali – aggiunge – di riequilibrio tra i diversi canali distributivi, profondamente impattati dalle restrizioni di mobilità: torna una crescita graduale degli ipermercati, rallenta quella dei piccoli negozi di prossimità, mentre si riconfermano protagonisti Discount e Specialisti Drug. Anche il canale eCommerce mantiene performance di crescita elevate, affermando sempre di più il suo ruolo nel largo consumo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Csc, produzione industriale a maggio -33,8% su anno
Nel secondo trimestre attesa in calo di un quarto sul primo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Molti imprenditori soffrono per la carenza di liquidità a causa del blocco normativo delle attività nei mesi scorsi. Per il momento molti sono costretti a navigare a vista, anche a causa di uno scenario di estrema incertezza sull’economia italiana e internazionale. In assenza di adeguati interventi a sostegno della ripresa del sistema produttivo, nel giro di pochi mesi si rischia l’esplosione di una vera e propria emergenza sociale che renderà ancora più impervia la strada verso l’uscita dall’attuale crisi economica”.
Con le riaperture di maggio la produzione industriale italiana recupera, ma resta lontana dai livelli di un anno fa e nel secondo trimestre è attesa diminuire di circa un quarto rispetto al primo. E’ quanto indica il Centro studi di Confindustria, rilevando che in maggio la produzione è diminuita del 33,8% rispetto ad un anno prima, dopo il -44,3% rilevato in aprile sempre nel confronto annuo. In termini congiunturali, ovvero rispetto al mese precedente, si è avuto un rimbalzo del 31,4% in maggio, dopo una caduta del 24,2% in aprile. La variazione acquisita della produzione industriale nel secondo trimestre è di -27,7% sul primo trimestre, quando era diminuita dell’8,4% sul quarto trimestre 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: Inps, da oggi domande emersione irregolari
Per cittadini italiani o comunitari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ attivo da oggi attivo il servizio per la presentazione delle istanze, da parte di datori di lavoro che intendono dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato irregolare con cittadini italiani o comunitari così come previsto dal decreto Rilancio. Lo si legge sul sito dell’Inps. La regolarizzazione è circoscritta, secondo il decreto Rilancio, ai settori dell’agricoltura, della pesca, dell’assistenza alla persona e del lavoro domestici.
La domanda può essere presentata, esclusivamente in modalità telematica, tramite il servizio dedicato presente all’interno del portale dell’Istituto a questa pagina, a decorrere dal 1° giugno 2020 e sino al 15 luglio 2020″. VAI ALLA POLITICA VAI ALLA CRONACA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Confcommercio, -1,8 mld per autotrasporto con lockdown
Indagine Conftrasporto, natalità imprese -30%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Novecento milioni di chilometri in meno, 1,8 miliardi di fatturato persi, e una denatalità che supera il 30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Sono i dati di Conftrasporto-Confcommercio di marzo aprile, elaborati dall’ufficio studi su indagine periodica Format Research sulle imprese italiane dell’autotrasporto che sottolineano come, si legge in una nota, il settore abbia continuato a lavorare spesso anche in perdita . “non riuscendo a controbilanciare il viaggio di andata (carico) con quello di ritorno (vuoto)”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assoaeroporti: in 3 mesi persi 45 mln passeggeri
Palenzona, agire ora o danni irrecuperabili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo i dati raccolti da Assaeroporti in tre mesi gli aeroporti italiani hanno perso 45 milioni di passeggeri. E’ quanto si legge in una nota dell’associazione che riunisce gli scali italiani, con il presidente, Fabrizio Palenzona che afferma: “i correttivi al Dl Rilancio, le misure che saranno inserite nel Dl Semplificazioni e i prossimi Dpcm sono le ultime occasioni per garantire la mobilità del Paese, ripristinare i collegamenti con l’Europa e il mondo e conservare migliaia di posti di lavoro. Non possiamo lasciarci sfuggire questa occasione: il danno sarebbe irrecuperabile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tonica (+1,2%) in attesa di Wall street
Prosegue corsa Mediobanca, bene Generali, Cattolica -18%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
14:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si riporta vicina ai massimi della seduta, in attesa dell’avvio di Wall street, i cui futures sono incerti: l’indice Ftse Mib sale dell’1,2%, in linea con le migliori Borse europee, e sempre Mediobanca (+8% a 6,3 euro) a guidare il listino dopo la richiesta di Del Vecchio di salire ancora nell’azionariato.
Molto bene anche Cnh e Leonardo (+4,6%), con Banco Bpm che cresce di oltre quattro punti percentuali. Generali, in scia all’interesse per piazzetta Cuccia, è in aumento del 3,8%, mentre Unicredit sale di circa un punto percentuale e Intesa dello 0,8%. Tra i titoli principali di Milano, debole Diasorin, che cede il 5% mentre fuori dal paniere a elevata capitalizzazione prosegue il brusco scivolone di Cattolica, che crolla del 18% dopo l’annuncio del piano che potrebbe comprendere l’aumento di capitale chiesto dall’Ivass.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa forte verso chiusura, Madrid +1,7%
Piazza Affari sulla stessa linea, bene anche Londra e Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
16:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti in chiaro rialzo dopo l’avvio di Wall street: verso la fine della prima seduta della settimana, le Borse più forti sono quelle di Madrid e Milano che salgono dell’1,7%. Con Francoforte chiusa per festività, Parigi è in aumento dell’1,5% e Londra dell’1,2%.
In Piazza Affari, in particolare, sempre molto bene Mediobanca (+8%) dopo la richiesta di Del Vecchio di salire nell’azionariato, seguita da Cnh (+7%), con Leonardo, Banco Bpm e Tenaris che crescono di cinque punti percentuali. In chiaro aumento anche Generali con Atlantia in rialzo oltre il 3%.
Sempre in scivolata, dopo diversi stop in asta di volatilità, Cattolica, che cede il 15%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tassa soggiorno quest’anno varrà “solo” 182 mln
Nel 2019 ne erano stati incassati 622, vari Comuni la sospendono
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
16:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’anno scorso era stata un tesoretto di ben 622 milioni, quest’anno avrà un calo quasi del 71% e raggiungerà soltanto i 182 milioni. A fare il punto sulla amata (dalle amministrazioni comunali) e odiata (dagli operatori turistici e dai viaggiatori) tassa di soggiorno è l’Osservatorio nazionale su questa imposta di Jfc, che specifica però che a pesare non saranno soltanto lockdown e crisi del turismo.
“Il 2020 – spiega Massimo Feruzzi, amministratore unico della società di consulenza e marketing turistico – sarà un anno turismo nazionale, regionale, locale e persino iperlocale con la mobilità limitata e una condizione psicologica che non si allenta. Tutto ciò avrà un effetto sul consumo di vacanza, con budget più limitati del solito e una riduzione della permanenza media. Molte destinazioni, quindi, stanno cercando di trovare soluzioni per sostenere il comparto, mantenere i clienti fedeli e conquistarne di nuovi. Tra le politiche adottate dalle amministrazioni comunali c’è la decisione di sospendere l’imposta di soggiorno per l’intero 2020”.
Una scelta che, se da un lato incide sul “morale” degli operatori, dall’altra crea ulteriori difficoltà ai bilanci comunali. E anche in questo caso si procede in ordine sparso: molte località hanno già assunto o stanno decidendo di sospendere l’imposta per tutto l’anno o per alcuni mesi (da Jesolo a Forte dei Marmi, da Fiuggi a Pescara, da Orvieto a Lucca, da Siena a Pompei, da Vicenza a Vasto, etc.), altre amministrazioni prorogano in avanti il versamento al Comune dell’imposta incassata (da Roma a Rimini, da Venezia a Fiesole, da Alessandria a Lecce, da Ancona a Brescia, etc.). C’è poi chi richiede di restituire le somme versate agli operatori del ricettivo o chi ragiona su una riduzione dell’imposta stessa (ad esempio Arzachena o Vico del Gargano) e chi incrementa gli investimenti di marketing sul turismo utilizzando in maniera più massiccia i fondi ricavati dall’imposta di soggiorno per il sostegno all’economia turistica (ad esempio Sanremo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in netto rialzo, Ftse Mib +1,7%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 18.523 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
01 giugno 2020
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ottima prima giornata di settimana per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dell’1,79% a 18.523 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: chiude di corsa in Borsa (+8%) con Del Vecchio
Dopo richiesta di salire fino al 20%, bene anche Generali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
17:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta molto positiva per Mediobanca in Piazza Affari dopo la richiesta di Del Vecchio di salire nell’azionariato: il titolo di piazzetta Cuccia, molto forte dall’avvio della giornata, è salito dell’8% finale a 6,3 euro dopo aver toccato un massimo a quota 6,6. Molto forti ma non eccezionali gli scambi: sono passate di mano quasi 18 milioni di azioni, pari al 2% del capitale.
Bene anche la seduta per Generali, della quale Mediobanca è la prima azionista: il Leone ha chiuso in Borsa in aumento del 3,2% a 12,89 euro, dopo aver toccato in corso di giornata un massimo a quota 13,07. Tra le banche, forte nel finale Unicredit, che ha chiuso in crescita del 3,1%. Più cauta Intesa, che ha segnato un rialzo finale dell’1,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude bene, Londra +1,5%
In chiaro rialzo anche Parigi e Madrid, chiusa Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari europei tutti molto positivi: Londra ha chiuso in aumento dell’1,53%, Parigi dell’1,43% e Madrid dell’1,74%. Chiusa per festività Francoforte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assoaeroporti: in 3 mesi persi 45 mln passeggeri
Palenzona, agire ora o danni irrecuperabili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo i dati raccolti da Assaeroporti in tre mesi gli aeroporti italiani hanno perso 45 milioni di passeggeri. E’ quanto si legge in una nota dell’associazione che riunisce gli scali italiani, con il presidente, Fabrizio Palenzona che afferma: “i correttivi al Dl Rilancio, le misure che saranno inserite nel Dl Semplificazioni e i prossimi Dpcm sono le ultime occasioni per garantire la mobilità del Paese, ripristinare i collegamenti con l’Europa e il mondo e conservare migliaia di posti di lavoro. Non possiamo lasciarci sfuggire questa occasione: il danno sarebbe irrecuperabile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Csc, produzione industriale a maggio -33,8% su anno
Nel secondo trimestre attesa in calo di un quarto sul primo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con le riaperture di maggio la produzione industriale italiana recupera, ma resta lontana dai livelli di un anno fa e nel secondo trimestre è attesa diminuire di circa un quarto rispetto al primo. E’ quanto indica il Centro studi di Confindustria, rilevando che in maggio la produzione è diminuita del 33,8% rispetto ad un anno prima, dopo il -44,3% rilevato in aprile sempre nel confronto annuo. In termini congiunturali, ovvero rispetto al mese precedente, si è avuto un rimbalzo del 31,4% in maggio, dopo una caduta del 24,2% in aprile. La variazione acquisita della produzione industriale nel secondo trimestre è di -27,7% sul primo trimestre, quando era diminuita dell’8,4% sul quarto trimestre 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio, -1,8 mld per autotrasporto con lockdown
Indagine Conftrasporto, natalità imprese -30%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Novecento milioni di chilometri in meno, 1,8 miliardi di fatturato persi, e una denatalità che supera il 30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Sono i dati di Conftrasporto-Confcommercio di marzo aprile, elaborati dall’ufficio studi su indagine periodica Format Research sulle imprese italiane dell’autotrasporto che sottolineano come, si legge in una nota, il settore abbia continuato a lavorare spesso anche in perdita . “non riuscendo a controbilanciare il viaggio di andata (carico) con quello di ritorno (vuoto)”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: Delfin, a Bankitalia richiesta salita al 20%
Holding conferma, notifica depositata il 29 maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Delfin, la holding di Leonardo del Vecchio, conferma: “il 29 maggio è stata depositata presso la Banca d’Italia istanza per l’autorizzazione ad incrementare la partecipazione detenuta da Delfin e dal Cavaliere Leonardo Del Vecchio, rispettivamente in via diretta ed indiretta, in Mediobanca al di sopra della soglia del 10% del capitale sociale e fino all’ulteriore soglia autorizzativa del 20%”.
Il procedimento autorizzativo, salvo sospensione – ricorda nella stessa nota – ha una durata massima di 60 giorni lavorativi dalla data dell’avviso di ricevimento della notifica da parte della Banca d’Italia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cattolica varerà piano per rafforzare solvibilità
Cda prende atto richieste Ivass. Minali chiede 9,6 mln danni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il cda di Cattolica Assicurazioni, riunitosi ieri per esaminare la lettera dell’Ivass che chiedeva immediati interventi di patrimonializzazione, “ha preso doverosamente atto delle indicazioni” arrivate dall’autorità di vigilanza e “pertanto, ha dato mandato al management di preparare un piano nei tempi richiesti, al fine di rafforzare la solvibilità del Gruppo”, a cui è stato chiesto, tra l’altro, di procedere a un aumento di capitale da 500 milioni di euro entro fine settembre.
Intanto l’ex amministratore delegato, Alberto Minali, dopo essersi dimesso da consigliere nella serata del 29 maggio, ha fatto pervenire un atto di citazione con cui chiede alla compagnia un risarcimento di 9,6 milioni di euro, motivato con l’ “asserita mancanza di una giusta causa” della revoca delle sue deleghe, avvenuta il 31 ottobre 2019. Cattolica ritiene “infondate” le pretese, “che saranno oggetto di adeguata risposta in sede difensiva”.

Annunci
Economia tutte le notizie Tutte le vicende e gli approfondimenti economici sempre aggiornati dettagliati monitorati ed affidabili! LEGGI
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 25 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 22:40 DI GIOVEDì 28 MAGGIO 2020

ALLE 12:42 DI DOMENICA 31 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Wall street chiude in calo, Dj -0,58%
Pesa l’annuncio di una conferenza stampa di Trump sulla Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
28 maggio 2020
22:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Wall Street, che gira in negativo nel finale dopo l’annuncio di una conferenza stampa sulla Cina da parte di Donald Trump. Il Dow Jones ha concluso la seduta perdendo lo 0,58% a 25.400,64 punti, il Nasdaq lo 0,46% a 9.368,99 punti, l’indice S&P500 lo 0,21% a 3.029,73 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre in calo (-0,56%)
Preoccupano tensioni commerciali Cina-Usa, proteste Hong Kong
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
29 maggio 2020
02:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre l’ultima seduta della settimana col segno meno, con gli investitori che guardano al possibile intensificarsi delle tensioni commerciali tra Cina e Usa, insieme agli ultimi sviluppi in atto a Hong Kong, dopo l’approvazione della normativa di Pechino contro la secessione dell’ex colonia britannica. ll Nikkei cede lo 0,56%, a quota 21.793,28 con una perdita di 123 punti. Sul mercato valutario lo yen è stabile a 107,60 sul dollaro, e sull’euro a 119,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a 33,2 dollari al barile
Brent scende a 34,94 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
29 maggio 2020
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York, sulla scia delle incertezze provocate dalle rinnovate tensioni tra Usa e Cina. Il greggio Wti cede l’1,45% a 33,22 dollari al barile mentre il Brent perde lo 0,99% e torna sotto i 35 dollari a 34,94 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: poco mosso a 1.720,8 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici +0,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro poco mosse sui mercati asiatici con gli investitori cauti con le rinnovate tensioni tra Usa e Cina. Il lingotto con consegna immediata avanza leggermente a 1.720,8 dollari l’oncia (+0,1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund in lieve rialzo in apertura a 187 punti
Ancora a minimi da aprile. Rendimento decennale italiano 1,45%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve rialzo per lo spread tra Btp e Bund che segna 187 punti, 3 in più rispetto alla chiusura di ieri ma sempre ai minimi dalla fine di marzo. Il rendimento del titolo decennale italiano è all’1,45%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve rialzo a 1,1099 dollari
Su yen moneta unica a 118,95
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in leggero rialzo in avvio di giornata con la moneta unica che passa di mano a 1,1099 contro il dollaro a fronte della quota di 1,1077 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Nei confronti dello yen l’euro sale a quota 118,95 (+0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in calo su tensioni Usa-Cina
Futures in Europa in ribasso, attesa per mosse Trump
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le tensioni tra Usa e Cina continuano a turbare i mercati azionari. Tokyo ha perso lo 0,18%, Hong Kong lo 0,62%, Seul, Shenzhen e Shanghai sono riusciti a tenere, rispettivamente sulla parità la prima e in leggero rialzo gli indici cinesi dello 0,8% e dello 0,13 per cento. L’Europa si imposta a una giornata di vendite con i futures tutti in negativo, quello sull’Eurostoxx 50 lascia l’1,06% e quello sul Ftse Mib l’1,1 per cento. GLi occhi sono puntati sulla conferenza stampa del presidente Donald Trump che potrebbe annunciare nuovi passi sulla Cina, con un antagonismo alimentato dalla crisi del coronavirus e dalla nuova legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Volkswagen: investe 2 mld nell’auto elettrica in Cina
Tra quote in due società e in un produttore di batterie
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
29 maggio 2020
09:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Volkswagen investirà 2 miliardi di euro in due società cinesi del comparto dell’auto elettrica.
Il gruppo tedesco rileverà il 50% di JAG, controllata dalla statale JAC Motors, e aumenterà il peso della jv JAC Volkswagen dal 50% al 75% per circa 1 miliardo. In aggiunta, si legge in una nota, la compagnia rileverà il 26% di Gotion High-Tech, produttore di batterie, per 1,1 miliardi. La Cina vale il 40% delle vendite globali di Volkswagen ed è il principale mercato delle quattro ruote del pianeta, con la leadership anche nell’elettrico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, Ftse Mib -0,86%
Vendute auto e banche, Fca -2,3%. Bene Diasorin +1,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
29 maggio 2020
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari, come prevedeva l’andamento dei futures, apre in calo sulla scia dell’andamento dei mercati in Asia. Il Ftse Mib in apertura cede lo 0,86% a quota 18.192 con le vendite che si concentrano sul settore auto e sui finanziari.
Fca scivola in calo del 2,3%, Pirelli del 2,2%. Tra le banche Unicredit lascia l’1,89% , Mediobanca il 2,09% e Intesa contiene il calo allo 0,9 per cento. In controtendenza si muove il settore farma con Diasorin che corre in rialzo dell’1,2% e Recordati che guadagna lo 0,55 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte in calo, vendite su auto
Parigi -0,7%, Francoforte -1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
09:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I listini in Europa sono tutti impostati al ribasso, come nelle attese. L’indice Cac-40 a Parigi cede in avvio lo 0,78% a quota 4.733 punti, a Londra il Ftse-100 si posiziona a quota 6.218 mentre a Francoforte il Dax cede l’1,12% a quota 11.649.
L’escalation delle tensioni Usa- Cina condiziona i mercati in attesa della preannunciata conferenza stampa del presidente Donald Trump. L’indice Stoxx Europe 600 cede lo 0,8%, sotto il peso delle vendite che colpiscono case automobilistiche, viaggi e banche. Renault perde il 4,7% dopo aver annunciato una piano per eliminare circa 15 mila posti di lavoro in tutto il mondo e ridurre la capacità produttiva di quasi un quinto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia, relazione annuale di Visco
Il governatore presenta le Considerazioni finali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
10:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alle 10:30 la tradizionale lettura delle Considerazioni finali del Governatore della Banca d’Italia e che quest’anno avverrà seguendo le misure di distanziamento per l’emergenza Covid. Il Governatore Ignazio Visco darà lettura delle Considerazioni finali in occasione della presentazione della Relazione annuale della Banca d’Italia sul 2019. Già in occasione dell’assemblea dei partecipanti al capitale, il 31 marzo, si erano osservate misure di distanziamento limitando il numero di partecipanti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, estrema incertezza, ma insieme ce la faremo
Ma serve dialogo costruttivo, nessuno perda la speranza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza oggi è forte” ma “‘oggi da più parti si dice “insieme ce la faremo”. Lo diciamo anche noi”. Così il governatore di Bankitalia Ignazio Visco sottolineando che non lo si deve dire però “solo con ottimismo retorico, bensì per assumere collettivamente un impegno concreto”. “Serve un nuovo rapporto tra Governo, imprese dell’economia reale e della finanza, istituzioni, società civile; possiamo non chiamarlo, come pure è stato suggerito, bisogno di un nuovo “contratto sociale”, ma anche in questa prospettiva serve procedere a un confronto ordinato e dar vita a un dialogo costruttivo”. Infine un chiaro appello: “Nessuno deve perdere la speranza” dice Visco.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, impatto su banche,pronti a misure preventive
Aumento crediti problematici andrà affrontato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
10:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La “profondità della recessione, nel medio periodo”, “non potrà non avere effetti sui bilanci bancari. L’aumento dei crediti deteriorati andrà affrontato per tempo, facendo ricorso a tutti i possibili strumenti, inclusi quelli per la ristrutturazione e la loro vendita”. Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco nelle considerazioni finali secondo cui ” qualora necessario”, “si dovrà essere pronti a percorrere soluzioni che salvaguardino la stabilità del sistema valutando” “strumenti in via preventiva per banche che versino in una situazione di serie, anche se presumibilmente temporanee, difficoltà”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, fondi Ue non gratuiti, si usino con pragmatismo
L’Italia sfrutti meglio le risorse di quanto ha fatto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ogni paese deve utilizzare le risorse messe a disposizione dalle istituzioni europee con pragmatismo, trasparenza e, soprattutto in maniera efficienze”.
E’ quanto afferma il governatore della banca d’Italia, Ignazio Visco nelle considerazioni finali avvertendo però che “i fondi europei non potranno mai essere ‘gratuiti'” perché “il debito europee è debito di tutti”. Visco definisce l’ultima proposta Ue, del fondo da 750 miliardi “un’opportunità importante”.
“L’Italia – aggiunge inoltre – è chiamata ad uno straordinario sforzo per sfruttare le opportunità offerte meglio di quanto non abbia fatto negli ultimi decenni”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pil Italia primo trimestre -5,3%, su anno -5,4%. Calo eccezionale, peggiore dal ’95
Istat rivede dati al ribasso, rispettivamente -4,7% e -4,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
11:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre del 2020 il Pil dell’Italia è diminuito del 5,3% rispetto al trimestre precedente e del 5,4% nei confronti del primo trimestre del 2019. Lo rileva l’Istat, rivedendo al ribasso le stime preliminari diffuse a fine aprile, che davano il Prodotto interno lordo in discesa del 4,7% su base congiunturale del 4,8% nel confronto annuo. I dati sono corretti per gli effetti di calendario e destagionalizzati.
La variazione acquisita del Pil per il 2020 è pari a -5,5%. Così l’Istat dando conto del risultato che si otterrebbe nel caso in cui in tutti i restanti trimestri dell’anno si registrasse una crescita congiunturale nulla.
Nel primo trimestre del 2020, rispetto al precedente, “tutti i principali aggregati della domanda interna sono in diminuzione, con un calo del 5,1% dei consumi finali nazionali e dell’8,1% degli investimenti fissi lordi”, ha rilevato l’Istat diffondendo i conti economici trimestrali.
Nel primo trimestre del 2020 “si registrano andamenti congiunturali negativi del valore aggiunto in tutti i principali comparti produttivi, con agricoltura, industria e servizi diminuiti rispettivamente dell’1,9%, dell’8,1% e del 4,4%”. E’ quindi stata l’industria ad accusare il colpo più forte.
Le importazioni e le esportazioni nel primo trimestre del 2020 sono diminuite a livello congiunturale, rispettivamente, del 6,2% e dell’8%.
“A trascinare la caduta del Pil è stata soprattutto la domanda interna”, mentre “quella estera, anch’essa in calo, ha fornito un contributo negativo meno marcato”. “Sul piano interno, l’apporto dei consumi privati – si spiega – è stato fortemente negativo per 4 punti e quello degli investimenti per 1,5, mentre un ampio contributo positivo (+1 punto percentuale) è venuto dalla variazione delle scorte”.
L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) a maggio 2020 al lordo dei tabacchi registra una diminuzione dello 0,1% sia su base mensile sia su base annua. Lo rileva l’Istat sulla base delle stime preliminari ricordando che la variazione tendenziale era nulla nel mese precedente. La flessione tendenziale dell’indice generale dei prezzi al consumo è imputabile prevalentemente alla dinamica dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati, che accentuano il loro calo (da -7,6% a -12,2%). L'”inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, registra un aumento (indice dei prezzi da +0.8% a +0.9%) mentre l’indice dei prezzi al netto dei soli beni energetici passa dal +1% al +1,1%. L’inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l’indice generale e a +0,7% per la componente di fondo.
I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona accelerano lievemente la crescita a maggio da +2,5% a +2,6% tendenziale (+0,7% su aprile) mentre quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto registrano una variazione tendenziale nulla (da +0,8% di aprile).
La spesa effettuata dalle famiglie in Italia, sul territorio, ha registrato una diminuzione in termini congiunturali del 7,5%, emerge dai dati dell’Istat sul primo trimestre. Un crollo che risente in particolare della discesa degli acquisti per i beni durevoli (-17,5%), dalle auto ai mobili. Forte il decremento anche per i beni semidurevoli, in cui rientra l’abbigliamento, (-11,4%). Giù pure il dato relativo ai servizi (-9,2%). Molto più contenuta la flessione per i beni non durevoli, classificazione dove sono compresi gli alimentari, (-0,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre del 2020 il Pil dell’Italia è diminuito del 5,3% rispetto al trimestre precedente e del 5,4% nei confronti del primo trimestre del 2019. Lo rileva l’Istat, rivedendo al ribasso le stime preliminari diffuse a fine aprile, che davano il Prodotto interno lordo in discesa del 4,7% su base congiunturale del 4,8% nel confronto annuo. I dati sono corretti per gli effetti di calendario e destagionalizzati.
Si tratta dei dati peggiori dal primo trimestre del 1995, ovvero dall’avvio delle serie storiche ricostruite, per le quali è possibile il confronto. L’Istat calcola anche la variazione acquista del Pil per il 2020. Se nei restanti trimestri dell’anno il dato congiunturale dovesse restare piatto si avrebbe un calo del 5,5%. Andamenti congiunturali negativi del valore aggiunto si rilevano in tutti i principali comparti produttivi, con agricoltura, industria e servizi diminuiti rispettivamente dell’1,9%, dell’8,1% e del 4,4%. Tutti segni meno, ma è evidente come sia stata la manifattura la più colpita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat, a maggio inflazione negativa,prezzi -0,1%
Sia su mese che su anno. Primo calo da ottobre 2016
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
11:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A maggio l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisce, secondo le stime preliminari, dello 0,1% sia su base mensile sia su base annua- Lo rileva l’Istat spiegando che è il primo calo tendenziale da ottobre 2016. La flessione tendenziale dell’indice generale dei prezzi al consumo è imputabile prevalentemente alla dinamica dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati, (-4,2% su aprile, -12,2% sull’anno).
L’inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l’indice generale e a +0,7% per la componente di fondo (al netto dei beni energetici e degli alimentari). I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona crescono del 2,6% sull’anno mentre quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto restano invariati. L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) registra una diminuzione dello 0,2% sia su base mensile sia su base annua.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La spesa delle famiglie in caduta già nel primo trimestre
Istat, -7,5%. Giù acquisti auto, mobili e abbigliamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
11:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La spesa effettuata dalle famiglie in Italia, sul territorio, ha registrato una diminuzione in termini congiunturali del 7,5%. Un crollo che risente in particolare della discesa degli acquisti per i beni durevoli (-17,5%), dalle auto ai mobili. Forte il decremento anche per i beni semidurevoli, in cui rientra l’abbigliamento, (-11,4%). Giù pure il dato relativo ai servizi (-9,2%). Molto più contenuta la flessione per i beni non durevoli, classificazione dove sono compresi gli alimentari, (-0,9%). E’ quanto emerge dai dati dell’Istat sul primo trimestre.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Visco, estrema incertezza, ma insieme ce la faremo
‘Ma serve dialogo costruttivo, nessuno perda la speranza’
APPROFONDIMENTO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
13:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza oggi è forte” ma “‘oggi da più parti si dice “insieme ce la faremo”. Lo diciamo anche noi”. Così il governatore di Bankitalia Ignazio Visco sottolineando che non lo si deve dire però “solo con ottimismo retorico, bensì per assumere collettivamente un impegno concreto”. “Serve un nuovo rapporto tra Governo, imprese dell’economia reale e della finanza, istituzioni, società civile; possiamo non chiamarlo, come pure è stato suggerito, bisogno di un nuovo “contratto sociale”, ma anche in questa prospettiva serve procedere a un confronto ordinato e dar vita a un dialogo costruttivo”. Infine un chiaro appello: “Nessuno deve perdere la speranza” dice Visco.
“Ogni paese deve utilizzare le risorse messe a disposizione dalle istituzioni europee con pragmatismo, trasparenza e, soprattutto in maniera efficienze”. Visco nelle considerazioni finali avverte però che “i fondi europei non potranno mai essere ‘gratuiti'” perché “il debito europee è debito di tutti”. Visco definisce l’ultima proposta Ue, del fondo da 750 miliardi “un’opportunità importante”. “L’Italia – aggiunge inoltre – è chiamata ad uno straordinario sforzo per sfruttare le opportunità offerte meglio di quanto non abbia fatto negli ultimi decenni”
“Nello scenario di base la flessione dell’attività produttiva nel 2020 sarebbe pari al 9%” e nel 2021 il Pil “recupererebbe circa la metà della caduta”. Per Visco “su ipotesi più negative, anche se non estreme (…) il prodotto si ridurrebbe del 13% quest’anno e la ripresa nel 2021 sarebbe molto lenta”. Visco sottolinea che “ci vorrà tempo per tornare a una situazione di normalità, presumibilmente diversa da quella a cui eravamo abituati fino a pochi mesi fa”.
La “profondità della recessione, nel medio periodo”, “non potrà non avere effetti sui bilanci bancari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’aumento dei crediti deteriorati andrà affrontato per tempo, facendo ricorso a tutti i possibili strumenti, inclusi quelli per la ristrutturazione e la loro vendita”. ” Qualora necessario”, “si dovrà essere pronti a percorrere soluzioni che salvaguardino la stabilità del sistema valutando” “strumenti in via preventiva per banche che versino in una situazione di serie, anche se presumibilmente temporanee, difficoltà”.
Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco riconosce che ci siano stati “frizioni” e “alcune lentezze” nell’afflusso della liquidità alle imprese prevista dalle misure del governo dovuta anche alla “mole di domande eccezionale” e “problemi di natura organizzativa e differenze nelle dotazioni informatiche” ma si dice “fiducioso che nelle prossime settimane con la cooperazione di tutti i soggetti coinvolti si registreranno miglioramenti” anche con alcuni emendamenti alla norma.
“Nel quadro macroeconomico del Governo si prevede per il 2020 un disavanzo pari al 10,4 per cento del PIL e un aumento del peso del debito pubblico sul prodotto di 21 punti percentuali, al 156 per cento. Un lascito così pesante impone una presa di coscienza della dimensione delle sfide di fronte a noi”. Nel testo viene spiegato che “con un tasso di crescita dell’economia compreso tra l’uno e il due per cento”, un calo dello spread, e un avanzo primario dell’1,5% “sarebbe sufficiente per ridurre il peso del debito sul prodotto di circa due punti percentuali in media all’anno”.
“Ciò che soprattutto ci differenzia dalle altre economia avanzate è l’incidenza dell’economia sommersa e dell’evasione che si traduce in una pressione fiscale effettiva troppo elevata per quanto rispettano pienamente le regole”. Visco che invita ad “un profondo ripensamento della struttura della tassazione, che tenga contro del rinnovamento di sistema di protezione sociale, deve porsi l’obiettivo di ricomporre il carico fiscale a beneficio dei fattori produttivi”. Per Visco “le ingiustizie e i profondi effetti distorsivi che derivano da evasione e sommerso si riverberano sulla capacità di crescere e di innovare delle imprese; generano rendite a scapito dell’efficienza del sistema produttivo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo attraversando la più grande crisi sanitaria ed economica della storia recente. Da noi, come in molti altri paesi, medici e infermieri hanno dovuto sostenere una pressione senza precedenti. Grazie al loro impegno, prestato in condizioni difficilissime, si sono scongiurate conseguenze ancora peggiori. Ai molti che in questo sforzo sono stati colpiti, alle vittime tutte di questa tragedia, ai loro familiari va il nostro primo pensiero”. Sono le parole del governatore della Banca d’Italia rivolte al personale e alle vittime della pandemia leggendo le Considerazioni Finali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Assoeventi, rischiamo estinzione, persi 26 miliardi
Agende vuote fino al 30 agosto, così in fumo l’80% del fatturato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
12:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il mondo degli eventi “rischia l’estinzione”, gli ultimi dati mostrano agende vuote fino al 30 agosto, con la perdita di dell’80% del fatturato, rispetto al 2019, 26 miliardi di euro andati in fumo. È questo l’allarme del presidente di Assoeventi (l’associazione di Confindustria dei settori Events, Luxury e Wedding), Michele Boccardi, in un’audizione alla Commissione Bilancio della Camera sul dl Rilancio. Si tratta, sottolinea Boccardi ringraziando i deputati per la convocazione,della “prima audizione per un settore che per cinquant’anni non era mai stato considerato”.
Eppure questo comparto “aveva portato l’Italia a eccellere nel mondo”, in particolare nel settore matrimoni, che nel 2019 ha fatturato 10 miliardi di euro. Nel 2020 si dovevano realizzare in Italia 219 mila matrimoni di cui più di 9 mila stranieri, che pur rappresentando il 4,2% degli eventi fatturava il 30% del totale.
“L’unica soluzione possibile, per far sì che questo mondo non si estingua, è un contributo a fondo perduto a tutte le aziende”, dice il presidente di Assoeventi, che immagina un indennizzo del 20% sul differenziale dei ricavi rispetto all’anno 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: conferma Vestager a bad bank mette ali al titolo +15%
Non ci sono ostacoli secondo l’antitrust europeo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
12:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non ci sono ostacoli, secondo l’antitrust europeo alla creazione di una bad bank da parte di Mps e ora manca sola il via libera della Bce. La conferma è arrivata della vicepresidente esecutiva della Commissione e responsabile della concorrenza Margrethe Vestager. Il titolo Mps, sugli scudi già in avvio di seduta, ha accelerato la sua corsa e guadagna intorno a metà seduta il 15,45%va 1,34 euro.
“Da quello che possiamo vedere non è un’operazione di aiuti, è stata decisa prima della crisi Covid – ha detto Vestager – siamo in contatto, abbiamo valutato i livelli, e abbiamo dato conforto agli italiani su questa questione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: in rosso Europa e future Usa, in attesa di Powell
Male petroliferi, banche e auto, greggio in calo e sale l’oro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
13:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in rosso, a metà seduta, le principali Borse europee, come i future Usa, da dove nel primo pomeriggio dovrebbero arrivare una serie di dati macroeconomici, prima che parli il presidente della Fed, Jerome Powell, oltre alle tensioni Usa-Cina, per le quali è stata preannunciata una conferenza del presidente Donald Trump. Nel Vecchio continente, dove l’inflazione a maggio vede una stima in calo allo 0,1%, la peggiore è Madrid (-1,4%), seguita da Francoforte e Londra(-1%), Parigi (-0,8%). Meglio Milano (-0,1%). In rialzo l’oro (+3,2%).
L’indice d’area, Stoxx 600, è in calo (-0,8%). In forte perdita i petroliferi, come Aker (-5,9%), Omv (-5,8%), Repsol (-5,35) e Equinor (-3,5%), col greggio in calo (wti -2,6%). In rosso le banche, in particolare Banco de Sabadell (-8%), Bank of Ireland (-7,4%), Virgin Money (-7,2%), Caixa (-4,6%), non le italiane, con Unicredit (+1%), Ubi (+0,8%) e Intesa (+0,6%), con lo spread a 188. Giù le auto, in particolare Renault (-6%) dopo l’annuncio degli esuberi, meno Peugeot (-3,4%) e Fca (-2,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: 38% di chi ha un mutuo è in difficoltà con le rate
Ad aprile effetto Covid. Picco per lavoratori ristorazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
11:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ad aprile il 38% dei mutuatari ha affermato di avere difficoltà nel pagare le rate a causa dell’epidemia di Covid-19”. E’ questo il dato che emerge dall’indagine straordinaria sulle famiglie condotta dalla Banca d’Italia e riportata nella Relazione annuale di palazzo Koch.
“La percentuale – si rileva – è più elevata tra i lavoratori autonomi e tra quelli impiegati nel settore del commercio e della ristorazione (52% e 64%, rispettivamente)”.
D’altra parte, sottolinea via Nazionale, “l’emergenza sanitaria e i provvedimenti di sospensione delle attività produttive adottati per contenerla hanno determinato un marcato deterioramento della condizione economica per l’insieme delle famiglie”. Le informazioni arrivate dall’indagine, su un campione di oltre 3 mila individui, lo testimoniano.
Gli effetti della pandemia si ritrovano un po’ dappertutto. Tra gli indebitati per finalità di consumo, la quota di quelli in difficoltà nel pagamento delle rate è, in media, del 34%. Le riserve a disposizione di tante famiglie sono limitate: “gli individui che hanno dichiarato di avere accumulato risparmi sufficienti – si legge nella relazione – per i consumi essenziali (cibo, riscaldamento, igiene, ecc.) e, se indebitati, per il pagamento delle rate per non più di tre mesi, sono il 38% del totale; la percentuale sale a oltre il 50% nel caso in cui il soggetto sia un lavoratore con un contratto a termine o il reddito familiare si sia più che dimezzato in conseguenza della pandemia”. Chi può stare più tranquillo, le persone finanziariamente più solide, con risorse sufficienti per fare fronte a queste spese almeno sino alla fine dell’anno, sono invece circa un terzo del totale”. La Banca d’Italia ricorda che per far fronte alle criticità di chi ha un mutuo da pagare sulle spalle il Governo ha rafforzato il Fondo Gasparrini, proprio con i provvedimenti legati all’emergenza Covid. E’ il Fondo a cui possono ricorrere le famiglie indebitate che si ritrovano temporaneamente nell’incapacità di rispettare le scadenze. Inoltre, viene ricordato, “per una parte dei nuclei familiari è anche possibile ottenere la sospensione dei pagamenti o l’allungamento della durata dei prestiti attraverso l’attivazione delle clausole già previste dai contratti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corte Conti: medici in fuga, in 8 anni 9.000 emigrati all’estero
Per trovare occupazione e adeguata retribuzione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
11:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una vera e propria “fuga” dall’Italia per mancanza di posti e bassi stipendi. E’ quella dei medici italiani, in cerca di fortuna all’estero. Secondo quanto riportato dalla Corte dei Conti nell’ultimo Rapporto sul coordinamento della Finanza pubblica, in base ai dati Ocse negli ultimi 8 anni, sono oltre 9.000 i medici formatisi in Italia che sono andati a lavorare all’estero. Regno Unito, Germania, Svizzera e Francia sono i mercati che più degli altri hanno rappresentato una soluzione “alle legittime esigenze di occupazione e adeguata retribuzione quando non soddisfatte dal settore privato nazionale”.
Una condizione che, sottolineano i magistrati contabili, “pur deponendo a favore della qualità del sistema formativo nazionale, rischia di rendere le misure assunte per l’incremento delle specializzazioni poco efficaci, se non accompagnate da un sistema di incentivi che consenta di contrastare efficacemente le distorsioni evidenziate”.
La concentrazione delle cure nei grandi ospedali verificatasi negli ultimi anni e il conseguente impoverimento del sistema di assistenza sul territorio, divenuto sempre meno efficace, ha lasciato la popolazione italiana “senza protezioni adeguate” di fronte all’emergenza Covid. E’ quanto scrive ancora la Corte dei Conti in un approfondimento sulla sanità contenuto nell’ultimo Rapporto sul coordinamento della finanza pubblica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in positivo (+0,2%), bene le banche
Sprint Mps, brilla Diasorin, male le auto e i petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
14:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gira in positivo (+0,2%) la Borsa di Milano a metà seduta, nonostante i dati sul Pil e sui prezzi, mentre in mattinata il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, ha confermato l’incertezza, aggiungendo però: “Nessuno deve perdere la speranza”.
In cima al listino principale Diasorin (+4,2%) come il resto del settore nel Vecchio continente, e vanno bene Enel (+2,4% e Terna. Positive le banche, da Ubi (+1,2%) a Unicredit (+1,1%), Intesa (+0,9%)e Banco Bpm (+0,6%), insieme alla paytech Nexi (+1,3%), con lo spread Btp-Bund a 189 punti. Sprint di Mps (+17,6% a 1,3 euro) su indiscrezioni di un via libera Ue a una bad bank. Bene Poste (+0,6%). Tra i titoli che guadagnano Ferrari (+0,9%), mentre perde Fca (-2,1%) come l’intero comparto in Europa.
In fondo al listino principale Eni (-2,8%), così come scendono Saipem (-1,7%) e Tenaris (-1,3%), col greggio in calo (wti -2,6% a 32,8 dollari al barile) e non se ne avvantaggia Pirelli (-1,7%). Sofferente il lusso, con Ferragamo (-2,1%) e Moncler (-1,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora con petroliferi, auto e banche
Milano la migliore (-0,7%), spread sale a 194 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
17:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiorano le principali Borse europee, insieme a Wall Street, in un clima di rinnovata tensione tra Usa e Cina e in attesa delle parole del presidente Trump e della Fed con Powell. La peggiore è Londra (-2,1%), seguita da Madrid (-1,6%), Francoforte (-1,5%) e Parigi (-1,4%).
Milano resta la migliore (-0,7%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, scende (-1,4%), con energia (-3,6%), finanza (-2,8%) e beni voluttuari (-2,2%) come settori più pesanti. Forti perdite per Repsol (-5,8%), Aker (-5,7%) e Omv (-5,5%), col greggio in calo (wti -0,3% a 33,6 dollari al barile). Male le banche, in particolare Virgin Money (-9,7%), Banco de Sabadell (-8,3%) e Bank of Ireland (-8%). Con lo spread Btp-Bund in salita a 194 punti vanno in ordine sparso le italiane, con Bper (-3,4%), Banco Bpm (-0,9%) e Fineco (-0,7%) in perdita, meglio Unicredit (+0,3%) e Intesa (-0,1%).
Giù le auto, da Peugeot (-5,2%) a Fca (-3,5%) e Daimler (-4,1%), tonfo per Renault (-7,2%) con l’annuncio degli esuberi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri: risorse Ue occasione storica, spendere bene
‘Prematuro parlare di scostamenti aggiuntivi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
18:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ importante spendere bene” le risorse che arriveranno dalla Ue. “E’ una occasione storica, una grande opportunità per rendere l’Italia un paese più moderno e giusto”. Lo ha detto il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, a SkyTg24.

“E’ prematuro parlare di scostamenti aggiuntivi”. Gualtieri ha poi aggiunto che “se servono risorse aggiuntive lo faremo a tempo debito”.

Circa i casi di coronavirus abbiamo “dei numeri in netto miglioramento, che consentono di essere cautamente ottimisti sul futuro”, ha affermato Gualtieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo: Profumo, con dedizione dipendenti sostegno a Paese
Riferisce apprezzamento Borrelli per iniziate solidarietà Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
18:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dallo scorso mese di marzo grazie all’impegno, dedizione e capacità dei dipendenti di Leonardo abbiamo supportato la Protezione Civile con operazioni aeree di solidarietà. Voglio ringraziarvi tutti nuovamente condividendo l’apprezzamento ricevuto dal dottor Borrelli”. La.d. di Leonardo, Alessandro Profumo, si rivolge ai dipendenti con un tweet ricordando l’impegno in azienda per iniziative di solidarietà sul fronte dell’emergenza Covid-19 e riferendo del ringraziamento, rivolto anche a tutti i dipendenti, arrivato espresso capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli.
In Leonardo, accanto a numerose iniziative aziendali, non sono mancate iniziative di solidarietà diretta dei dipendenti.
Lo stesso Alessandro Profumo nei giorni scorsi ha rinunciato al suo bonus 2019 da circa 660mila euro per devolverlo a progetti di solidarietà, e nel farlo ha proposto ai circa 49mila di partecipare, con la massima libertà e nell’anonimato, ad un “impegno comune”.
Dall’inizio delle operazioni aeree di solidarietà messe in campo dall’azienda a metà marzo e fino al completamento delle stesse a fine maggio, Leonardo ha impiegato due aerei (un C-27J Spartan e un ATR-72) e tre elicotteri (un AW139 e due AW189), con l’impegno diretto dei propri piloti e del personale tecnico di assistenza e specialistico. Nel corso delle operazioni di trasporto di sistemi e equipaggiamenti sanitari – mascherine, respiratori, camici, tamponi, reagenti, ventilatori, valvole – sono state accumulate complessivamente oltre 190 ore di volo trasportando quasi 670 metri cubi di materiale raggiungendo da Torino e Malpensa molteplici località distribuite su tutto il territorio nazionale, isole comprese. A questo si aggiunge, oltre a diverse altre iniziative, la realizzazione nel Paese di oltre 900 unità tra valvole in materiale plastico per respiratori, visiere protettive e salva orecchie impiegando tecnologia ‘additive manufacturing’ con stampanti 3D presso stabilimenti Leonardo in Abruzzo, Lazio, Liguria, Puglia e Toscana. ACQUISTA SU AMAZON VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Uber commissariata, capolarato sui rider
Pagati 3 euro a consegna, sfruttati migranti in stato di bisogno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
29 maggio 2020
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano ha disposto l’amministrazione giudiziaria, ossia il commissariamento, di Uber Italy srl, la filiale italiana del gruppo americano, per caporalato, in particolare per lo sfruttamento dei rider addetti alle consegne di cibo per il servizio Uber Eats. Su Uber Italy è in corso un’indagine condotta dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf e coordinata dal procuratore aggiunto Alessandra Dolci e dal pm Paolo Storari.
“La mia paga era sempre di 3 euro a consegna indipendentemente dal giorno e dall’ora”., ha messo a verbale un rider che ha lavorato per il servizio Uber Eats. Per i giudici di Milano, Uber, attraverso società di intermediazione di manodopera, avrebbe sfruttato migranti “provenienti” da contesti di guerra, “richiedenti asilo” e persone che dimoravano in “centri di accoglienza temporanei” e in “stato di bisogno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca: nonostante la crisi, confermati investimenti per Melfi
Aumenta produzione ibrida, cassa integrazione per altri modelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
29 maggio 2020
19:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante “l’impatto dell’emergenza Covid-19 sulla filiera metalmeccanica” diventi “ogni giorno più pesante”, per lo stabilimento Fca di Melfi (Potenza) sono confermati gli investimenti per lo sviluppo dei modelli ibridi di Compass e Renegade, per i quali ci sarà un aumento di produzione. Lo hanno annunciato le segreterie regionali di Fim, Uilm, Fismic, UglM e Aqcf, evidenziando inoltre che il gruppo ha chiesto la cassa integrazione dall’11 giugno al 30 giugno per sopperire alla fermata produttiva delle attività svolte sulla linea Renegade e 500X.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: Cgia, 3 mesi lockdown? evasione dovrebbe essere -25%
Centro studi, se evasori sono autonomi ci si aspetta sia così
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
30 maggio 2020
11:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’evasione fiscale potrebbe essere scesa in questi 3 mesi di lockdown del 25%, ovvero di 27,5 miliardi. Lo afferma la Cgia di Mestre, svelando subito che si tratta di una ‘provocazione’, ovvero una stima basata sul fatto che è considerazione molto diffusa tra l’opinione pubblica che “il popolo degli evasori nel Paese è costituito quasi esclusivamente da autonomi”. Cgia ricorda che le stime Mef parlano di un ‘nero’ di 110 mld l’anno. Dopo 3 mesi di lockdown che ha interessato la gran parte delle piccole e piccolissime attività economiche italiane, a esultare – dice Cgia – sarebbe il fisco che avrebbe visto “diminuire” di 27,5 miliardi di euro l’evasione fiscale. Se fosse vero, aggiunge la Cgia, che il mancato gettito sia riconducibile in massima parte ad attività dove c’è un rapporto commerciale diretto con il cliente finale (edili, idraulici, orafi, elettricisti, parrucchieri, baristi etc.) e che i 3 mesi di chiusura hanno interessato proprio tali attività, l’evasione dovrebbe essere scesa del 25%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzi: consumatori,con emergenza Covid e-book +30%, pc +12%
Unc, in lockdown vere e proprie speculazioni, frutta +13%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
15:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E-book +30,4%, frutta fresca +12,8%, computer +12%. L’Unione Nazionale Consumatori ha elaborato i dati Istat sull’inflazione e stilato la classifica dei prodotti e servizi più rincarati durante l’emergenza Covid, ossia da febbraio, mese dove non c’era ancora il lockdown, a maggio, scoprendo “vere e proprie speculazioni dei prezzi”.
Il record spetta proprio alla voce e-book, con il costo del download aumentato in soli 3 mesi del 30,4%. Al secondo posto la frutta fresca, +12,8% e al terzo gli Apparecchi per il trattamento dell’informazione, ossia computer portatili e fissi, palmari, tablet, notebook con un incremento del 12%. “In pratica, – spiega l’associazione – si è approfittato dello smart working e dell’obbligo degli studenti di seguire le lezioni a distanza, per fare rialzi a danno di lavoratori e famiglie”.
Analoga sorte per gli accessori per apparecchi per il trattamento dell’informazione, ossia monitor e stampanti, che si collocano al quarto posto di questa classifica, salendo dell’11,3%, seguiti dagli apparecchi per la telefonia fissa, +7,7%.
“Insomma, – insiste l’Unione consumatori – a fronte di un indice generale aumentato da febbraio a maggio solo dello 0,1%, c’è chi ha approfittato dei beni che gli italiani hanno dovuto prendere o acquistare maggiormente per via dell’emergenza Coronavirus, per lucrare”. Chiude la top ten la farina (+3,8%), trainata dalla voglia di pizza e di dolci fatti in casa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano annulla perdite Covid, ma 2020 ancora in rosso
Brasca (Alisei Sim), c’è spazio per ulteriore recupero
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
15:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha concluso il mese di maggio annullando le perdite accumulate dal lockdown, quando era crolla ai minimi (Ftse Mib il (12 marzo a 14.894 punti), e si è riportata sopra soglia 18.000, che non vedeva dalla seconda metà di febbraio, prima dell’esplodere della pandemia in Italia.
Ma rispetto agli Stati Uniti dove l’S&P 500 è tornato ai livelli di inizio 2020 (-5,7%) o a Francoforte, che si è mossa sulla stessa scia (-12,5% il calo del Dax dal primo gennaio), il recupero italiano è solo parziale e il bilancio resta ancora in rosso (-22,5% rispetto a 23.836 punti coi quali aveva cominciato l’anno). C’è spazio per crescere ancora? “Da febbraio a metà marzo gli indici sono scesi del 35/40% è l’Italia ha fatto peggio ed è caduta del 44%. Di fatto è successo che il mercato ha approssimato per eccesso una recessione pur spaventosa visto che il calo del Pil quest’anno può arrivare al 20%. Non dico che oggi Piazza Affari abbia uno spazio enorme per crescere ma spazio ce n’ è”, commenta Roberto Brasca, amministratore delegato di Alisei Sim.
“Con quello che è sceso il mercato, le trimestrali a giugno, che saranno terribili, in gran parte sono già state scontate in anticipo. Ci sarà magari il singolo titolo che scenderà del 10% alla diffusione dei conti del secondo trimestre. Ma a partire da luglio la domanda che gl analisti si faranno sarà: quanto riusciremo a recuperare nel 2021 visto che la base di calcolo da cui partiamo è bassa?”, aggiunge il gestore.
“Il mercato italiano ha pochi titoli nei settori che hanno tenuto ossia tecnologici, farmaceutici e alimentari. Nel Ftse Mib ci sono quasi solo banche ed energetici, come Eni, che ha sofferto per il crollo del petrolio. Gli indici vanno a secondo della loro composizione – riprende Brasca -. Ora val forse la pena di riprendere in mano settori meno resistenti che potrebbero beneficiare delle politiche monetarie e fiscali e del ritorno della spesa di famiglie e imprese, condizionato dagli incentivi e dai nuovi comportamenti post-covid. Pensiamo agli automobilistici: dopo il crollo le vendite di auto potrebbero ripartire visto che viaggeremo tutti di meno sui mezzi pubblici”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: riaperte l’82% Pmi ma 30% teme chiusura definitiva
Confcommercio, serrande ancora abbassate in 27% bar e ristoranti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
11:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A due settimane dall’avvio della Fase 2, delle quasi 800 mila imprese del commercio e dei servizi che sono potute ripartire, l’82% ha riaperto l’attività: il 94% nell’abbigliamento e calzature, l’86% in altre attività del commercio e dei servizi ma solo il 73% dei bar e ristoranti. E’ quanto emerge da un’indagine di Confcommercio, in collaborazione con SWG, in cui si evidenzia anche la lettura contraria dei dati: il 18% delle imprese che potevano riaprire non l’ha ancora fatto e la percentuale sale al 27% tra bar e ristoranti.
Soprattutto, per quasi il 30% delle imprese che hanno riaperto, rimane elevato il rischio di chiudere definitivamente a causa delle difficili condizioni di mercato, dell’eccesso di tasse e burocrazia e della carenza di liquidità.
Le dolenti note, spiega l’associazione dei commercianti, emergono dall’autovalutazione degli intervistati sul giro d’affari: già nella prima settimana la media dei giudizi si collocava largamente al di sotto della sufficienza. Nella settimana successiva questi timori si confermano: il 68% degli imprenditori dichiara che i ricavi delle prime due settimane sono inferiori alle aspettative, quando già le aspettative stesse erano piuttosto basse.
La stima delle perdite di ricavo rispetto ai periodi “normali” per oltre il 60% del campione è superiore al 50%, con un’accentuazione dei giudizi negativi nell’area dei bar e della ristorazione, segmento dove si concentrano maggiormente perdite anche fino al 70%.
“Purtroppo, le valutazioni conclusive sono fortemente negative. Fin qui, nell’esplorazione delle due indagini, svolte a distanza di una settimana, emerge una significativa oscillazione dei giudizi tra la voglia di tornare a fare business e percezioni piuttosto cupe sull’andamento dei ricavi, il tutto condito da un esplicito orientamento delle imprese volto a smussare l’impatto delle difficoltà e dei problemi”, segnala Confcommercio. Se nella prima settimana solo il 6% degli intervistati indicava un’elevata probabilità di chiusura dell’azienda, nella seconda ondata di interviste, a fronte di un ragionamento più articolato, il 28% degli intervistati afferma che, in assenza di un miglioramento delle attuali condizioni di business, valuterà la definitiva chiusura dell’azienda nei prossimi mesi. A corroborare questa suggestione intervengono i timori che nel prossimo futuro si dovrà comunque richiedere un prestito (50% del campione), non si sarà in grado di pagare i fornitori (40%) né di sostenere le spese fisse (43%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Settimana dei mercati, riflettori sulla Bce
Giovedì occhi sul Pepp. Venerdì i dati della disoccupazione Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
11:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nella settimana che apre il mese di giugno i mercati con finanziari hanno un appuntamento al quale guardano più di altri. Si tratta, giovedì 4 giugno, della riunione della Bce dalla quale potrebbe uscire, almeno queste sono le attese degli analisti, un aumento fra 500-700 miliardi della portata del Pandemic Emergency Purchase Programme, l’arma messa in campo dalla Banca centrale europea per contrastare gli effetti del coronavirus, a vantaggio in prima battuta di Paesi con un alto debito come l’Italia. Il programma di acquisto, che ha per oggetto titoli di Stato e bond, potrebbe anche venire prolungato al 2021. Ma sarà Christine Lagarde a illustrare eventuali decisioni a riguardo.
Se questo è il lato finanziario e monetario europeo della partita per sostenere le economie piegate dalla pandemia, al di là dell’Oceano la settimana, costellata in entrambi i Continenti da una serie di dati macroeconomici, culminerà venerdì 5 giugno con la pubblicazione del rapporto sull’occupazione Usa di maggio. Dal report potrebbe emergere, stando alle attese del mercato, che gli Stati Uniti hanno perso 7 milioni di posti di lavoro.
Partendo dall’inizio, il primo giorno del mese saranno diffusi gli indici Pmi in Europa e Ism negli Usa sulla fiducia nel settore manifatturiero, per proseguire il 3 giugno con gli indici Pmi servizi e, in Italia, coi dati sulla disoccupazione.
C’è da segnalare poi che lunedì sono chiuse per la Pentecoste le Borse di Francoforte e Zurigo mentre il 2, festa nazionale in Italia, Piazza Affari sarà aperta come gli altri listini. Il 3 giugno tra le operazioni già annunciate prende il via l’opa di Giano, holding di Exor, sul gruppo editoriale Gedi, la prima di una serie di offerte d’acquisto di piccole e medie dimensioni che vedranno partire nel corso di giugno quelle di Investindustrial su Guala Closures e della giapponese Agc su Molmed.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: Del Vecchio chiede alla Bce di salire al 20%
Fonti finanziarie confermano l’anticipazione di Repubblica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
11:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo Del Vecchio ha rotto gli indugi e ha chiesto alla Bce, attraverso Bankitalia, di salire al 20% del capitale di Mediobanca, dalla quota attuale a ridosso del 10%, detenuta attraverso Delfin. Fonti finanziarie confermano l’anticipazione di Repubblica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’obiettivo ultimo del patron di Luxottica, come già emerso dall’ingresso lo scorso autunno con lo sbarco in forze nel capitale di Piazzetta Cuccia, è il futuro di Generali, della quale Mediobanca ha il 13% e Del Vecchio è il secondo socio privato alla spalle di Caltagirone.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 168 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:41 DI LUNEDì 18 MAGGIO 2020

ALLE 22:40 DI GIOVEDì 28 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa conferma corsa, future Usa positivi
Listini guardano ad allentamento lockdown, spread a 233 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
10:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono la settimana in deciso rialzo mentre in molti paesi si allentano le maglie del lockdown per il Covid. I mercati del Vecchio Continente guardano poi ad oltreoceano con i futures su Wall Street decisamente positivi mentre il presidente della banca centrale statunitense Jerome Powell ha indicato che la Fed non pensa a tassi di interesse negativi.
L’indice d’area Stoxx 600 che sale dell’1,8% con tutti i i settori in forte rialzo ed in particolare l’energia. Lo slancio arriva anche dal greggio con il wti tornato sopra i 30 dollari al barile, ai massimi da 2 mesi sulla scia della ripresa graduale delle attività produttive.
Tra i singoli mercati Londra guadagna il 2,14%, Parigi l’1,94%, Francoforte il 2,37%. Milano allunga all’1,42%. Sul fronte dei cambi l’euro resta in lieve rialzo sul dollaro in avvio di settimana La moneta unica passa di mano a 1,081 sul biglietto verde. Lo spread tra btp e bund lima a 233 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano avanza (+1,3%), vola Fca
Avanzano le banche e il lusso, spread Btp-Bund a 232 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,3%) avanza ancora nonostante lo stacco delle cedole di nove società che pesa per lo 0,86% sul listino principale. Piazza Affari è in linea con gli altri listini europei e risente positivamente dell’allentamento del lockdown. Parte tonica la nuova emissione del Btp Italia destinato a contribuire alle spese dello Stato per il coronavirus. Poco mosso lo spread tra Btp e Bund a 232 punti, con il rendimento del decennale italiano all’1,77%.
Vola Fca (+4,6%), dopo la conferma di attività per accedere alla linea di credito, e Unipol (+4,9%). Bene anche Moncler (+3,8%) e Ferragamo (+3,3%). In positivo anche le banche con Unicredit (+1,7%), Intesa (+1,5%), Banco Bpm (+1,6%) e Ubi (+0,6%).
In rosso la gran parte dei titoli delle società che staccano la cedola. Italgas (-4,5%), Generali (-2,2%), Recordati (-1,8%) e Eni (-0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Expo Dubai: Ferro (Ice) è volano ripresa Italia
Rinvio al 1 ottobre 2021 opportunità da cogliere
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il rinvio di Expo Dubai al 1 ottobre 2021 permette ancora di più alle imprese italiane di cogliere le opportunità di business in una fase che sarà di ripresa per la nostra economia dopo la crisi legata alla pandemia globale. Così il Commissariato Italiano per Expo in una nota congiunta con l’Agenzia Ice il cui presidente, Carlo Ferro, ha voluto confermare il senso della collaborazione con un video messaggio rivolto al Commissariato per la Partecipazione dell’Italia e visibile sul sito istituzionale http://www.italyexpo2020.it e sui canali social.
“Quella di Dubai sarà una grande Esposizione Universale, un grande momento, un’opportunità di business per le imprese italiane”, sottolinea Ferro nel video. “L’Ice è a fianco del Commissariato italiano e delle imprese italiane per far incontrare a Dubai il maggior numero possibile di operatori esteri”.
L’Agenzia Ice, l’organismo attraverso cui il governo favorisce il consolidamento e lo sviluppo economico-commerciale delle imprese italiane sui mercati esteri nonché la promozione degli investimenti diretti esteri nel nostro Paese, ha da tempo intrapreso un percorso in questa direzione con il Commissariato per la partecipazione dell’Italia all’Esposizione Universale.
Il claim della partecipazione dell’Italia all’Esposizione Universale, ‘Beauty connects people’, prosegue la nota, ben si addice “al bello e al ben fatto del Made in Italy, che vogliamo comunicare e portare nel mondo sempre di più – aggiunge Ferro – per fare dell’export il driver della ripresa delle imprese come è stato il driver della crescita delle nostre economie in questi anni”.
Già nell’evento “One Year to Go: il sistema d’impresa a Expo 2020”, tenutosi lo scorso ottobre a Roma alla presenza del sottosegretario agli Affari esteri e alla Cooperazione internazionale Manlio Di Stefano, del ministro dello Sviluppo e dell’Ambasciata degli Emirati Arabi Uniti in Italia, Ali Khalifa Al Nuaimi del Commissario generale per l’Italia a Expo Dubai Paolo Glisenti, il presidente dell’ICE Carlo Ferro aveva indicato le linee guida di questa collaborazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta tonica, Milano (+1,3%)
Si guarda a prezzo oro e petrolio, poco mosso l’euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
12:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee restano toniche con il progressivo allentamento del lockdown deciso per contenere la pandemia da covid-19. I mercati ritrovano un clima positivo e guardano agli Stati Uniti dove i futures di Wall Street sono positivi. Fari puntati sull’andamento del prezzo dell’oro e quello del petrolio mentre sul versante valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,081.
In forte rialzo Francoforte (+2,7%) seguita da Londra e Parigi (+2,1%). Bene anche Madrid (+1,5%) e Milano (+1,3%), con quest’ultima che sconta lo stacco delle cedole per 9 società del Ftse Mib.
A Piazza Affari corrono Unipol (+5,4%), Fca e Moncler (+4,1%). In terreno positivo anche le banche dove si mettono in mostra Unicredit (+1,7%) e Intesa (+1,6%). In fondo al listino Italgas (-4,9%), A2a (-3%), Generali (-2,3%) e Recordati (-1,1%). Piatta Eni (+0,07%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Btp Italia corre, domanda sfiora 2 miliardi
A metà giornata, nella prima ora 700 milioni
get name=admarker-icon-tr.png
;
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
12:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Parte bene la nuova emissione del Btp Italia destinato a contribuire alle spese per il Covid. A metà giornata, la domanda sul titolo di Stato a scadenza 5 anni si avvicina ai 2 miliardi. Nella prima ora le richieste ammontavano già a 700 milioni. La precedente emissione, lo scorso ottobre, al primo giorno raccolse sottoscrizioni per un totale di quasi 2 miliardi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2:in Calabria 90mila aziende escluse da accesso credito
Camera commercio Catanzaro, chiuse da lockdown 109mila
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
18 maggio 2020
13:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In Calabria, su 200mila aziende, ne sono rimaste chiuse 109mila e 90mila di queste non avranno accesso al credito per situazioni pregresse o i 2000 euro a fondo perduto”. Così il presidente della Camera di commercio di Catanzaro Daniele Rossi che sottolinea come la “burocrazia è il vero veleno che blocca tutto”. L’Ente catanzarese, prosegue, “ha approvato 3 bandi con 250mila euro per il turismo, 250 per il settore agricolo e 150 per il digitale, con voucher a fondo perduto di 500-1000 euro. Inoltre approveremo un programma triennale da 300mila euro a fondo perduto con voucher per chi ha contratto prestiti per pagare tra il 50 ed il 100% degli interessi”. Intanto, però, nella ristorazione, molti potrebbero non riaprire. “Ad alcuni – dice Rossi – può convenire. Con la riduzione dei posti si riducono gli incassi ma non i costi. E poi c’è da tenere presente l’aspetto emotivo della clientela. Era necessario un indennizzo.
Io ho chiesto un prestito alla banca il 20 aprile ed ancora non ho avuto risposte”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo: no a ricorso Airbus,via libera elicotteri a UsNavy
Può partire produzione Th-119 negli stabilimenti di Filadelfia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
13:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo vince anche l’ultimo round della gara per i nuovi elicotteri da addestramento per le future generazioni di piloti navali americani in Marina, nel Corpo dei Marines e nella Guardia Costiera. Il Government Accountability Office americano ha infatti respinto la protesta presentata in febbraio da Airbus Helicopter sulla decisione della Us Navy di assegnare il contratto del programma ‘Advanced Helicopter Training System’ a Leonardo, un successo strategico per l’azienda italiana dell’aerospazio, difesa e sicurezza che, in questo caso, per la prima volta si è aggiudicata come prime contractor una competizione in campo elicotteristico per la Difesa americana. E’ stato un passaggio chiave sul mercato governativo Usa anche perché poco prima Leonardo si era già aggiudicata la gara dell’Us Air Force per la fornitura di elicotteri per operazioni speciali, in quel caso con Boeing come prime contractor per fornire l’italianissimo elicottero Aw139.
Leonardo, che come molti contractor della Difesa americana non ha interrotto le produzioni durante l’emergenza Covid-19, può ora quindi iniziare la produzione del TH-119 presso nello stabilimento di Filadelfia, in Pennsylvania.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa guadagna con future Usa
In forte rialzo assicurazioni e banche. Spread 233, su le banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
14:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in netto rialzo le principali Borse europee, insieme ai future Usa, in attesa dell’apertura di Wall Street. La migliore è Francoforte (+3,4%), seguita da Parigi (+2,9%), Londra (+2,7%) e Madrid (+2,5%), con Milano (+1,9%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è in rialzo (+2,5%), sostenuto in particolare da energia e industria.
Corrono i petroliferi, col forte rialzo del greggio (wti +9,4 a 32,2 dollari al barile), da Total (+7,5%) a Bp (+5,8%), Repsol (+5,4%) e Royal Dutch (+5,3%). Brillanti le auto, in particolare Daimler (+6,3%) e Volkswagen (+6%), così come i componenti, quali, Valeo (+7,2%) e Faurecia (+7.8%). Positiva la maggioranza delle banche, come Barclays (+4%), Erste Group (+3,9%), Bnp Paribas (+3,7%), con eccezioni come Kbc (-1,8%). Bene le italiane, con lo spread a 233 punti, da Intesa (+2,9%) a Unicredit (+2,7%). Grandi guadagni per le assicurazioni, Unipol (+7%) soprattutto. In lieve ribasso l’oro (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano corre (+2,1%)
Brillano Unipol e Fca, bene il lusso, spread a
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
14:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corre la Borsa di Milano (+2,1%), con in cima al Ftse Mib Unipol (+7,5%) che segue l’andamento del comparto in Europa e Fca (+5,9%) dopo la conferma di mosse per accedere alla linea di credito. In forte rialzo il lusso con Ferragamo (+4,9%) e Moncler (+4,4%). Su i petroliferi, come Tenaris (+4,7%) e Saipem (+4,1%) col netto rialzo del greggio (wti +8,7%). Spread Btp-Bund a 233 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Blackrock: raccolta sostenibili primi 3 mesi a 15,5 mld dollari
Investimenti green reggono a crisi Coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
16:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli investimenti sostenibili reggono alla prova della crisi del Coronavirus e se è probabile a breve termine una riallocazione di parte delle risorse, la sostenibilità si conferma una strategia di investimento vincente .
E’ quanto si legge in sintesi nell’ analisi effettuata da Blackrock con il gigante dei fondi che nel primo trimestre ha raccolto la cifra record di 15,5 miliardi in investimenti sostenibili, “il maggiore dato trimestrale mai registrato per i flussi sostenibili” .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cresce con WS aperta in rialzo
Guadagni per petroliferi, auto e banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
16:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in crescita le principali Borse europee con l’apertura in rialzo di Wall Street e il greggio che corre (wti +11,6% a 32,8 dollari al barile), mentre l’oro è in calo (-1,4%). La migliore è Francoforte (+4%), seguita da Parigi (+3,8%), Londra (+3,2%) e Madrid (+3,2%).
Positiva Milano (+2,1%), con lo spread Btp-Bund a 230 punti e le banche in rialzo, da Intesa (+3,6%) a Unicredit (+3,5%), come nel resto del Vecchio continente, come Barclays (+6,2%) e SocGen (+8%).
L’indice d’area, Stoxx 600, sale (+2,9%), sostenuto soprattutto dall’energia, dove sono i petroliferi a farla da padrone, quali Total (+7%), Bp (+6,2%), Royal Dutch (+5,7%), Neste Oyj e Repsol (+5%). Bene le auto, da Daimler (+7,5%) a Volkswagen (+7,4%). Guadagni per i componenti, come Valeo (+9,4%), e Faurecia (+8,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa vola con Wall Street
Francoforte +4,75%, Milano +2,8%, spread a 225
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
17:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Volano le principali Borse europee, in scia al rally di Wall Street. La migliore è Francoforte (+4,75%), seguita da Parigi (+4,4%), Madrid (+3,8%) e Londra (+3,5%). In forte rialzo anche Milano (+2,8%), con lo spread Btp-Bund sceso a 225 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Btp Italia raccoglie 4,02 mld in primo giorno collocamento
Esordio titolo anti-Covid migliore di precedente edizione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza forte per il Btp Italia che servirà a raccogliere risorse per il contrasto all’emergenza Covid-19. Nel primo giorno del collocamento, dedicato agli investitori retail, il titolo a cinque anni indicizzato all’inflazione e con una cedola minima dell’1,4%, alla chiusura delle contrattazioni, ha raccolto ordini per 4,018 miliardi di euro. L’esordio è stato superiore a quello dell’ultima emissione, datata ottobre 2019, quando il Btp Italia raccolse poco meno di 3 miliardi nel primo giorno e 6,7 miliardi alla chiusura del collocamento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude volando
Francoforte (+5,6%), Parigi (+5,1%), Londra (+4,2%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura con gli indici che volano al rialzo per le principali Borse europee. La migliore è stata Francoforte (+5,67%) a 11.058 punti, seguita da Parigi (+5,16%) a 4.498 punti, Madrid (+4,7%) a 6.779 punti e Londra (+4,29%) a 6.048 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: sprint Milano (+3,2%) con petroliferi
Bene le banche con lo spread a 214, su lusso, industria e Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
18:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sprint d’inizio settimana a Piazza Affari (+3,2%) con le altre Borse europee sulla scia di Wall Street, con la Fed che ha garantito l’impegno contro la crisi, Germania e Francia pronte “a uno sforzo colossale” e l’Italia che avvia le nuove aperture della “fase 2”.Giù l’oro (-1,6%).
A Milano in cima al listino principale Unipol (+8,6%) col favore degli analisti e il comparto brillante nel Vecchio continente. Volata al rialzo per Fca (+8,1%) dopo l’avvio della richiesta di prestito e alle stelle i petroliferi, con Tenaris (+7,6%) e Saipem (+7,1%), più cauta Eni (+1,6%), col greggio in forte rialzo (Wti +11,6%).
Netto calo per lo spread, chiuso a 214 punti, e le banche in piena forma, da Unicredit (+5,9%) a Intesa (+4,9%), Banco Bpm (+4,8%) e Ubi (+3,6%). Frizzante l’industria, con Prysmian (+5,9%) e Buzzi (+5,8%), bene il lusso, con Moncler (+5,3%) e Ferragamo (+5%), e Tim in attesa della trimestrale. Su anche Poste (+3,8%) e Enel (+3,5%).
Tra i pochi titoli in rosso Italgas (-4,1%), A2a (-2,8%), Azimut (-1,5%), Generali (-1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: aeroporto Alghero escluso da riapertura 21 maggio
No dal Mit ma anche da governatore Sardegna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
ALGHERO
18 maggio 2020
19:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad Alghero gli aerei restano a terra. Né il provvedimento del Ministero dei Trasporti, né quello del presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, contemplano l’aeroporto internazionale “Riviera del corallo” tra gli scali per cui è prevista la riapertura dal 21 maggio. Sulle ragioni di tale decisione circolano diverse ipotesi e aleggia un pò di confusione, anche e soprattutto perché i provvedimenti adottati a livello ministeriale e a livello regionale diversificano l’immediato destino dello scalo di Alghero rispetto all’aeroporto internazionale “Costa Smeralda” di Olbia, per il quale al contrario è prevista la riapertura, anche se solo per i voli privati e a determinate condizioni ancora da stabilirsi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Olbia, quarantena arrivi ‘taglia’ ali a voli privati
Corsa contro il tempo per protocollo sanitario
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
18 maggio 2020
19:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il combinato disposto dei provvedimenti assunti nelle ultime 24 ore dal Ministero dei Trasporti e dalla Regione Sardegna in tema di collegamenti aerei contempla la possibilità che dal 21 maggio atterrino a Olbia gli aerei privati. L’immediata apertura della cosiddetta aviazione generale era stata auspicata da Silvio Pippobello, amministratore delegato di Geasar, la società che gestisce il “Costa Smeralda”.
In realtà, però, i giochi non sono ancora fatti: per sbloccare definitivamente la situazione e rendere attuabili le previsioni nazionali e regionali è necessario un protocollo d’intesa sugli aspetti sanitari della ripresa dei voli. Tra gli ostacoli da superare, anzitutto, c’è quello della quarantena prevista sino al 3 giugno per chiunque arrivi in Sardegna.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TK punta a partner o vendita per Ast
Multinazionale valuta soluzioni consolidamento per acciaio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TERNI
18 maggio 2020
21:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo Thyssenkrupp cerca un partner o una vendita per l’Ast di Terni. Lo rende noto il gruppo tedesco in una nota sul suo sito in cui aggiorna la sua strategia industriale. La società spiega che la sovracapacità in Europa è strutturale e “perciò Thyssenkrupp sta verificando possibili soluzioni di consolidamento per l’acciaio ed è aperta a tutte le opzioni”.
La necessità di un consolidamento nel settore dell’acciaio si “è resa ancora più necessaria alla luce dell’emergenza coronavirus”, sottolinea il gruppo tedesco.
“Per Ast, al momento abbiamo una sola certezza, verranno valutate tutte le opzioni capaci di garantire crescita e sviluppo a un’azienda come la nostra, che negli ultimi anni ha dimostrato di essere competitiva sul mercato e in grado di migliorarsi costantemente, anno dopo anno” ha intanto affermato l’amministratore delegato dell’acciaeria ternana, Massimiliano Burelli, in una lettera inviata a tutti i dipendenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in netto rialzo
Fiducia su capacità ripresa economia, avanzamento vaccino
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
19 maggio 2020
02:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la seduta in sostenuto aumento, in scia alla chiusura positiva degli indici azionari Usa, sulle aspettative di un avanzamento della ricerca per la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus, e la riapertura delle attività commerciali. Il Nikkei guadagna l’1,65% a quota 20.465,14, aggiungendo 331 punti. Sul fronte valutario lo yen si indebolisce sul dollaro a 107,30, e sull’euro a 117,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Hong Kong positiva, apre a +2,32%
L’indice Hang Seng sale a 24.489,55 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
19 maggio 2020
03:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta positiva sulla scia dei guadagni di Wall Street, spinti dai risultati positivi sul vaccino in fase di sviluppo contro il Covid-19 e dall’allentamento del lockdown in diverse parti del mondo: l’indice Hang Seng balza nelle prime battute del 2,32%, salendo a 24.489,55 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Shanghai apre a a +0,77%,
Avvio positivo per le Borse cinesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
19 maggio 2020
04:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivo per le Borse cinesi: l’indice Composite di Shanghai sale nelle prime battute dello 0,77%, a 2.897,69 punti, mentre quello di Shenzhen segna un progresso dello 0,80%, a quota 1.815,30.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile all’avvio a 1,0911 dollari
Yen invariato a 107,3
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
07:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per l’euro sui mercati valutari. La moneta unica scambia a 1,0911 dollari con un calo dello 0,03%. Invariato in Asia lo yen a 107,3 (+0,09%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo sale ancora a 1737 dollari
Metallo cresce dello 0,26%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
07:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale ancora il prezzo dell’oro che tocca i 1737 dollari l’oncia, con un aumento dello 0,26%.
L’attenzione degli investitori è rivolta alle mosse della Federal Reserve Usa e agli sviluppi dell’epidemia Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prosegue rialzo, +2,29% a 32,2 dollari
Brent avanza dello 0,29%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
08:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio prosegue il rialzo visto ieri quando ha toccato, seppure brevemente i massimi degli ultimi due mesi per poi ripiegare ma mettere a segno un aumento di oltre l’8%. In avvio di giornata il greggio Wti segna +2,29% a 32,2 dollari mentre il Brent cresce dello 0,29% a 34.91 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in rialzo, Tokyo +1,65%
Futures Europa e Usa positivi, in arrivo fiducia economica Ue
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
08:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse asiatiche positive all’indomani della corsa dei listini occidentali, da Piazza Affari (+3,26%) a Wall Street (+3,29%) sulla scia dell’impegno annunciato dalla Fed contro la crisi e del fondo straordinario da 500 miliardi proposto da Francia e Germania per la ricostruzione in Europa. In Asia prevale però una certa cautela a seguito del calo della produzione industriale giapponese (-3,7%) in linea con le stime, e dei contagi da coronavirus registrati in India, che hanno superato le 100mila unità. Bene Tokyo (+1,65%), Taiwan (+1,12%), Seul (+2,25%) e Sidney (+1,81%). Ancora aperte Shanghai (+0,77%), Hong Kong (+2,1%) e Mumbai (+1,97%). Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street, dopo i dati inglesi sui redditi e sui salari, in linea con le stime, mentre la disoccupazione si è fermata al 3,9%, al di sotto del 4,4% previsto. Vero e proprio crollo invece per le immatricolazioni di auto in Europa. Gli investitori aspettano gli indici Zew sulla fiducia economica in Germania e nell’Ue, nel giorno in cui si riunisce l’Eurogruppo. Dagli Usa sono in arrivo dati sull’edilizia, il Redbook mensile sul commercio e l’intervento del presidente della Fed Jerome Powell davanti alla commissione Economia Congiunta in Parlamento a Washington.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mcc: domande prestiti garantiti a oltre 12 mld
Quasi 5 miliardi per prestiti fino a 25mila euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 268.041 per un importo di oltre 12,2 miliardi di euro le richieste di garanzie pervenute al Fondo di Garanzia fino al 18 maggio. lo comunica Mediocredito Centrale. Di queste domande 237.896 operazioni riferite a finanziamenti fino a 25 mila euro, con copertura al 100% per un importo finanziato di euro 4,9 miliardi, 161 operazioni di riassicurazione con copertura al 100% per finanziamenti di durata fino a 72 mesi e 3.949 operazioni di garanzia diretta con copertura al 90% per finanziamenti di durata fino a 72 mesi. Mcc comunica inoltre che ci sono state 11.946 operazioni di garanzia diretta, con percentuale di copertura all’80%; 6.513 operazioni di riassicurazione, con percentuale di copertura al 90% e 1.808 di rinegoziazione e/o consolidamento del debito con credito aggiuntivo di almeno il 10% del debito residuo e con incremento della percentuale di copertura all’80% o al 90%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: MiIlano apre in rialzo, +1,04%
Indice Ftse Mib a quota 17.587 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 maggio 2020
09:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna l’1,04% a 17.587 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Francoforte +1,28%
Londra +0,67%, Parigi +0,84%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
09:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in rialzo.
Londra segna un +0,67% con il Ftse 100 a 6.088 punti.
Francoforte registra un +1,28% con il Dax a quota 11.200 punti mentre Parigi è a +0,84% con il Cac 40 a 4.536 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in calo, scivolone Tim
Spread oltre 207, tengono Unicredit e Intesa, giù Pirelli ed Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
09:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari gira in calo (-0,5%) dopo il rialzo segnato in apertura. Pesa Tim (-4,7%) che ha diffuso i conti trimestrali ieri a borsa chiusa. Deboli anche Amplifon (-4,5% teorico), congelata per eccesso di ribasso, Saipem (-3,4%) e Pirelli (-2,1%), frenata dai dati sulle vendite di auto in Europa, che penalizzano anche Fca (-1,45%).
Sull’ex-Lingotto pesano anche le prese di beneficio all’indomani del rally dovuto alla richiesta di un prestito da 6 miliardi garantito dal Tesoro. Giù Diasorin (-2,16%), contrastati i bancari con lo spread tra Btp e Bund in rialzo oltre quota 207 punti. Segnano il passo Ubi (-2%) e Banco Bpm (-2,22%), mentre tengono Unicredit (+0,71%) e Intesa (+0,22%). Bene Atlantia (+0,98%), Ferragamo (+0,82%), Exor (+1,14%) ed Enel (+1,43%).
Giù Eni (-1,35%), nonostante il rialzo del greggio (Wti +3,8% a 33 dollari al barile).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa gira in calo, Milano -1%
Spread sale a 212 punti, scivolone Sabadell, Ubi e Banco Bpm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
10:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il dato sulle vendite di auto in picchiata in Europa (-78%) affonda i listini europei, partiti oggi in territorio positivo sulla scia dell’ottimismo della vigilia. Non bastano il rialzo dei futures Usa a frenare le vendite a Milano (-1,1%), Madrid (-1,6%), Parigi (-0,7%), Francoforte (-0,4%) e Londra (-0,3%). Positivi i futures Usa in attesa della fiducia economica (Zew) in Germania e nell’Ue e dagli Usa dei dati sull’edilizia, del Redbook mensile sul commercio e dell’intervento del presidente della Fed Jerome Powell in Parlamento a Washington. A scivolare sono i titoli di Peugeot (-5%), Renault (-4,5%), Valeo ( -4,2%), Fca (-1,77%) e Ferrari (-2,2%). Soffrono i farmaceutici Recordati (-4,25%), Diasorin (-3,4%) e Roche (-1,2%) insieme ai bancari Sabadell (-5,5%), SocGen (-2,87%) e Bbva (-1,3%). In Piazza Affari, con lo spread salito a 212,7 punti, frenano Banco Bpm (-5%), Ubi (-3%) e Bper (-2,8% teorico), congelata al ribasso. Resiste Intesa (-0,5%) e tiene Unicredit (+0,46).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Germania: indice fiducia Zew vola a 51 punti
Dato meglio delle attese per risalita a 30 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
11:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vola la fiducia degli investitori in Germania. A maggio l’indice Zew è schizzato a 51 punti da 28,2 punti di aprile, contro stime per una leggera risalita a 30 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria,primo bilancio sostenibilità in via Astronomia
La dg Panucci lo presenterà domani all’assemblea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
12:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La dg di Confindustria, Marcella Panucci, presenterà domani all’assemblea dell’associazione degli industriali il primo bilancio di sostenibilità di via dell’Astronomia. “Per la prima volta – spiega una nota – Confindustria si racconta attraverso un Report di Sostenibilità, rendicontando le azioni e i progetti che mette in campo ogni giorno nel confronto attivo con le Istituzioni nazionali ed internazionali, con il mondo dell’economia e della finanza, delle parti sociali, della cultura e della ricerca, della scienza e della tecnologia, della politica, dell’informazione e della società civile”. L’obiettivo “è quello di mappare gli effetti di queste attività in termini di valore economico, sociale e ambientale e per stimolare il dialogo costruttivo con gli attori sociali e il mondo della politica e per avvicinare l’opinione pubblica ai temi dell’impresa e dell’economia reale”.
E’ un approfondimento che “si articola su quattro grandi filoni narrativi”, il temi del ‘valore condiviso”, della “crescita economica e sociale”, poi “l’industria”, e il “mondo” per un ruolo “al centro dell’Europa, con una apertura globale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa giù con futures, Milano -1,5%
Spread a 211, pesa crollo mercato auto, attesa per Powell
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
12:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’inatteso balzo dell’indice Zew che misura la fiducia economica in Germania e nell’Ue non è riuscito ad arginare le vendite che da stamane interessano i principali listini europei. Tra gli investitori prevale ancora l’incertezza dopo il crollo del 78% delle immatricolazioni di auto. A fine mattinata gli occhi sono puntati sull’Eurogruppo che si riunisce in videoconferenza, e sull’intervento del presidente della Fed Jerome Powell in commissione parlamentare a Washington. Madrid (-2,44%) è la peggiore preceduta da Milano (-1,5%), Parigi (-1,22%), Francoforte (-0,86%) e Londra (-0,73%), negativi i futures Usa. A scivolare sono Valeo (-6,5%), Renault (-5,6%), Peugeot (-5,1%), Fca (-3%), Ferrari (-2,6%), Daimler (-2,3%) e Pirelli (-4% teorico), congelata al ribasso. Soffrono anche i farmaceutici Recordati (-5,5%), Diasorin (-3,7%) e Roche (-1%). Scivola tra i bancari Sabadell (-9,3%), che non ha smentito indiscrezioni di stampa sulla ricerca di un compratore per un portafoglio da 300 milioni di crediti deteriorati. Segno meno in Piazza Affari per Banco Bpm (-6,5%), Ubi (-4,3%), Intesa (-1,9%) e Unicredit (-1,2%), girata in negativo. Pesante Tim (-6,7%) all’indomani della trimestrale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: Infrastructure ricostruirà porto Rapallo
Aggiudicati anche lavori diga foranea Vado Ligure
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
19 maggio 2020
13:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri Infrastructure S.p.A si è aggiudicata due importanti opere in Italia. Attraverso la controllata Fincantieri Infrastructure Opere Marittime, ha sottoscritto il contratto per la ricostruzione, il rinforzo e l’adeguamento dello storico porto turistico internazionale di Rapallo e inoltre si è aggiudicata in ATI con Fincosit Srl l’assegnazione dei lavori per lo spostamento e l’ampliamento della diga foranea del porto di Vado Ligure, appaltati dall’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale.
Il porto turistico di Rapallo è il primo Marina italiano, progettato e costruito dal pioniere della nautica Carlo Riva nel 1971, e pesantemente danneggiato dalle mareggiate dell’ottobre 2018. I lavori per la ricostruzione metteranno inoltre in sicurezza l’abitato e l’area marina di Rapallo.
L’opera verrà realizzata in 15 mesi dall’inizio dei lavori, nel prossimo mese di giugno.
“Soddisfazione” è stata espressa dall’ad del gruppo, Giuseppe Bono.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano amplia calo (-1,7%), giù Tim e Banco Bpm
Spread scende a 208 punti, scivolone di Pirelli, sprint Enel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Amplia il calo Piazza Affari al traguardo di metà seduta (Ftse Mib -1,7%), frenata da Tim (-.7,4% teorico), congelata al ribasso all’indomani dei conti.
Lo spread in ribasso a 208 punti, ma sopra ai valori segnati in apertura al secondo giorno di collocamento tra i privati del Btp Italia, non argina le vendite che colpiscono Banco Bpm (-6,28%), Bper (-5%) e Ubi (-3,5%), mentre Intesa (-1,2%) appare decisamente più cauta e Unicredit (-0,5%) gira in territorio negativo. Il crollo del mercato automobilistico europeo in aprile (-78%) affossa Pirelli (-6,19%), congelata anche al ribasso, Ferrari (-2,2%) ed Fca (-2%) . Sotto pressione anche Cnh (-3,76%) a differenza di Exor (+2,34%) a monte della catena di controllo. Giù Saipem (-3,78%) ed Eni (-1,77%) nonostante la tenuta del greggio, difficoltà per Italgas (-4,54% teorico), congelata al ribasso, Tenaris (-5,4%), Prysmian (-4,24%) e Campari (-4,17%). Sotto tiro Stm (-3%), sprint di Enel (+2,53%) e Ferragamo (+1,92%), seguite a distanza da Unipol (+0,5%) e Generali (+0,48%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Jojob, auto condivisa soluzione per emergenza
Car pooling abbassa rischio contagio e riduce emissioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 maggio 2020
13:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con la Fase 2 e il ritorno negli uffici e nelle aziende il tema della mobilità casa-lavoro diventa cruciale dal punto di vista sanitario e ambientale.
Nasce da qui la proposta di carpooling aziendale, in due persone per auto, di Jojob: condividendo un’auto – spiega – si evita di sovraccaricare i mezzi pubblici e si abbassa il rischio contagio, si risparmia denaro e si emettono meno CO2 e particolato.
Jojob, servizio che offre alle aziende uno strumento di welfare dal punto di vista della mobilità, prevede equipaggio di due persone, sedute una davanti e una dietro e dotate di dispositivi di sicurezza adeguati (guanti e mascherine), con l’invito di sanificare con regolarità l’abitacolo e di creare degli equipaggi fissi. Per incentivare questo tipo di mobilità, fino alla fine di giugno il servizio sarà messo a disposizione gratuitamente per le aziende e i dipendenti che ne faranno richiesta. “Il problema del contagio sui mezzi di trasporto esiste, ma possiamo mettere in atto soluzioni pratiche ed economiche in grado di ridurre i rischi nella tratta casa lavoro”, spiega Gerard Albertengo, amministratore delegato e fondatore di Jojob. “Crediamo che il carpooling, in due persone per auto, sia la miglior soluzione, da integrare con il trasporto pubblico, per garantire una mobilità sicura ed efficiente in questa fase”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
De Gennaro, Leonardo pietra angolare per industria e sicurezza del Paese
Domani, dopo 7 anni, passaggio del testimone con Luciano Carta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
14:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gianni De Gennaro presiederà domani la sua ultima assemblea come presidente di Leonardo, per passare il testimone dopo sette anni a Luciano Carta designato nuovo presidente dall’azionista di riferimento, il Tesoro.
De Gennaro ripercorre questo lungo percorso in una intervista aI Sole 24 Ore. “Rimasi sorpreso quando mi chiamarono. Mi ero sempre occupato di altro”, dice l’ex capo della Polizia, poi ai vertici dell’intelligence, chiamato nel 2013 alla presidenza di Finmeccanica, il polo italiano dell’aerospazio, difesa e sicurezza che ha poi cambiato nome diventando ‘Leonardo’.
Ricorda, tra l’altro, “l’adozione di un codice e la costituzione di un comitato per l’integrità e l’anticorruzione, la ridefinizione dell’audit e dei flussi informativi, il whistleblowing per le segnalazioni anonime degli illeciti, la rimodulazione del sistema formativo, la comunicazione all’esterno dell’impegno pubblico anticorruzione e il rafforzamento della compliance, cioè la conformità e la correttezza delle procedure”. Sottolinea quanto “l’impresa, per realizzare il profitto, ha bisogno di buona reputazione. Per questo la prevenzione funziona”. Lascia dopo sette anni un gruppo che oggi, dice, “è una doppia pietra angolare: per la sicurezza nazionale e per l’industria del nostro Paese. È essenziale per le persone che ci lavorano. Ed è fondamentale per tutta la comunità italiana. Per definire chi siamo, per definire dove andiamo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa riduce calo, Milano -1,9%
Spread a 209 punti, crollano Renault, Banco Sabadell e Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
14:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riducono il calo le principali borse europee, da Francoforte (-0,2%) a Londra (-0,5%) e Parigi (-0,6%), mentre Madrid (-2,2%) e Milano (-1,9%) si muovono in controtendenza, con lo spread tra Btp e Bund attestato a 209 punti base. Contratati i futures Usa in attesa dell’esito dell’Eurogruppo riunito oggi in teleconferenza, e dopo dati Usa sull’edilizia mediamente in linea con le stime, in attesa dell’intervento del presidente della Fed Jerome Powel in Parlamento a Wasshington. Pesano dopo il crollo delle vendite di auto in Europa (-78%) in aprile, gli automobilistici Renault (-8%), Peugeot (-7,7%), (Fca (-4%), dopo un congelamento, Ferrari (-2,7%) e Pirelli (-5,35%). In calo i bancari Sabadell (-10,6%), alle prese con il problema degli crediti deteriorati, Bbva (-4,85%) e Santander (-4,64%), insieme a Banco Bpm (-7,3%), Bper (-5,5%) e Ubi (-4,34%), penalizzati, secondo l’amministratore delegato d di Banco Bpm Giuseppe Castagna, dalla riapertura delle vendite allo scoperto. Più caute Intesa (-2,1%) e Unicredit (-1,7%), pesante Tim (-7,4%) all’indomani dei conti. Sotto pressione anche Telefonica (-7,6%) ed Orange (-2,3%) a differenza di Vodafone (+1,14%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche: Abi, accelera crescita depositi ad aprile, +6,3%
In calo obbligazioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
15:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelera, ad aprile, la crescita dei depositi bancari. Secondo il rapporto mensile Abi hanno registrato una variazione tendenziale pari a +6,3%, (+5,7% a marzo) segnando un aumento in valore assoluto su base annua di circa 95 miliardi di euro.
L’ammontare dei depositi raggiunge ad aprile 2020 un livello di 1.613 miliardi.
Continua il ribasso delle obbligazioni (-4,7%) . In totale la raccolta bancaria da clientela residente è risultata pari a 1.843 miliardi di euro con un aumento del 4,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cdp, donate ai Carabinieri 2 milioni di mascherine
Palermo, onorati di contribuire al loro lavoro sul territorio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
15:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per garantire alle donne e agli uomini dell’Arma dei Carabinieri di operare in sicurezza a tutela dei cittadini durante l’emergenza sanitaria, il gruppo Cassa depositi e prestiti ha donato 2 milioni di mascherine.
La consegna, avvenuta in tempo rapidi grazie alla collaborazione con il gruppo Alibaba, è avvenuta a Roma, presso il Comando Generale dell’Arma. “Esprimo, a titolo personale e di tutta l’Arma dei Carabinieri, il mio ringraziamento a Cassa Depositi e Prestiti per l’iniziativa assunta a favore dei Carabinieri nonché ad Alibaba per aver collaborato a rendere attiva in tempi rapidi la consegna delle mascherine presso le nostre caserme, incrementando il materiale protettivo già in ciclo”, ha dichiarato il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Giovanni Nistri.
Mentre l’amministratore delegato di Cdp, Fabrizio Palermo, ha affermato: “siamo onorati, come istituzione a servizio del Paese, di poter contribuire al lavoro che i Carabinieri, presidio fondamentale sul territorio per la sicurezza nazionale, svolgono ogni giorno per tutelare tutti i cittadini. E’ molto importante che coloro che operano in prima linea, siano dotati di adeguati dispositivi di protezione individuale”.
“Quest’iniziativa – ha aggiunto Palermo – va oltre le misure di sistema che il Gruppo ha già messo in campo per sostenere le imprese e le pubbliche amministrazioni e testimonia la vicinanza del Gruppo Cdp all’Italia”. Nelle scorse settimane un primo lotto era già stato distribuito ai militari delle Regioni del Nord più colpite dall’emergenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa fiacca dopo Wall street, giù Milano e Madrid
Male Tim e le banche esposte a spread, in rialzo Exor ed Enel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
15:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
no franco tedesco da 500 miliardi per l’emergenza Coronavirus continuano a penalizzare le Borse di Madrid (che cede il 2,5%) e di Milano, che ondeggia attorno a un calo di due punti percentuali anche dopo l’avvio di Wall street.
Con gli altri mercati europei che lasciano sul terreno meno dell’1% e Francoforte che anzi cerca portarsi verso la parità, in Piazza Affari in particolare cede Tim (-8%) dopo i dati deludenti soprattutto sul mercato interno, con le banche che accusano la pesantezza dello spread: Banco Bpm perde il 7% e Bper il 5%. Vendite molto minori sulle ‘big’ Intesa (-2%) e Unicredit (-1,5%), con Recordati (-7%) e Pirelli (-5%) più deboli tra gli industriali. In calo del 3,5% Fca dopo i dati sulle vendite mentre sale dell’1,2% Exor. Positiva tra i titoli a maggior capitalizzazione di Milano anche Enel, in rialzo dell’1,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Milano chiude in forte calo, Ftse Mib -2,1%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 17.034 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 maggio 2020
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta ampiamente negativa per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in ribasso del 2,11% a 17.034 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude debole, Londra -0,7%
In leggero calo anche Parigi, tiene Francoforte, scivola Madrid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
17:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tendenzialmente negativi, ma con intonazioni diverse: Londra segna un calo finale dello 0,78% e Parigi dello 0,89%.
Francoforte ha registrato un rialzo dello 0,15%, mentre Madrid è scivolata con una chiusura in ribasso del 2,51%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Btp Italia raccoglie altri 4,7 miliardi nel secondo giorno
Meglio dei 4 miliardi del debutto, ordini salgono a 8,78 mld. Piazza Affari chiude in forte calo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
20:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Btp Italia anti-Covid ha raccolto altri 4,767 miliardi di euro di sottoscrizioni nel secondo giorno di offerta ai piccoli risparmiatori, superando i 4,018 miliardi di euro raccolti al debutto. Dopo due giorni la sedicesima edizione, il Btp Italia, che verrà offerto ancora domani ai piccoli risparmiatori e giovedì agli investitori istituzionali, ha totalizzato 8,78 miliardi di euro, confermando l’apprezzamento del retail per il titolo indicizzato all’inflazione che offre un rendimento minimo garantito dell’1,4%.
Seduta ampiamente negativa per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in ribasso del 2,11% a 17.034 punti.
Mercati azionari del Vecchio continente tendenzialmente negativi, ma con intonazioni diverse: Londra segna un calo finale dello 0,78% e Parigi dello 0,89%. Francoforte ha registrato un rialzo dello 0,15%, mentre Madrid è scivolata con una chiusura in ribasso del 2,51%.
Lo spread tra Btp e Bund chiude in calo a 209 punti base dai 215 della chiusura di ieri, con il rendimento del decennale italiano all’1,63%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
EasyJet denuncia cyber-attacco a 9 milioni utenti
Non precisata data. Infiltrati dati oltre 2000 carte di credito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 maggio 2020
18:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
EasyJet, compagnia aerea britannica low cost, ha reso noto oggi d’aver subito in data non precisata “un sofisticato cyber attacco” di provenienza per ora ignota attraverso il quale sono stati infiltrati nomi e dati di viaggio di 9 milioni di clienti. L’attacco, denunciato alle autorità e al coordinamento delle agenzie d’intelligence del Regno Unito, ha permesso agli hacker anche di carpire i dati delle carte di credito di 2.208 utenti, frattanto informati. E avviene nel pieno della crisi dei vettori aerei innescata dal coronavirus.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano scivola con Tim, bene Exor
Nel credito giù Banco Bpm e Bper, male Fca, acquisti su Enel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
18:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari restituisce quasi tutto il rialzo della vigilia, soprattutto sulle tensioni per il piano franco-tedesco da 500 miliardi per fronteggiare l’emergenza Coronavirus: l’indice Ftse Mib ha chiuso in ribasso del 2,11% a 17.034 punti, l’Ftse All share in calo del 2,05% a quota 18.638.
Milano con Madrid non a caso è stata la Borsa più pesante in Europa e, tra i titoli principali, il peggiore è stato Tenaris, sceso dell’8,9%, con Tim a ruota in ribasso dell’8,6% a 0,34 euro dopo i dati sotto le stime degli analisti specie nel traffico domestico. Forti vendite anche su Recordati (-8%), con Banco Bpm in negativo finale del 7,3%. Giù anche Campari (-6,1%) e Pirelli (-5,8%), nel credito pesante inoltre Bper in calo del 5,5%. In tenuta Intesa (-1,4%) e Unicredit (-1,3%), sulla stessa linea Atlantia, in rialzo dell’1,2% Enel. Andamento in due direzioni per Fca (in calo del 4,5% dopo i dati di vendita) e per la controllante Exor, che è stata ampiamente la migliore del listino principale con un aumento del 2,2% a quota 44,9 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lino Sonego vince commessa per poltrone 7.211 cinema in Usa
Tra leader mondiali poltrone cinema, stadi, auditorium
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
19 maggio 2020
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Lino Sonego International seating, al confine tra Friuli Venezia Giulia e Veneto, tra le aziende leader mondiali nella produzione di sedie per cinema, stadi e altri impianti, si è aggiudicata una commessa per la fornitura di poltrone al circuito statunitense cinematografico Regal. L’aggiudicazione della commessa, che risale ad alcune settimane fa ma la notizia è stata diffusa solo nelle ultime ore, riguarda le 7.211 sale che la Regal ha nel Nord America.
Sul valore della commessa si mantiene uno stretto riserbo, ma è stato reso noto che la fornitura completa si esaurirà nell’arco di più anni.
La Sonego, di Pianzano di Godega di Sant’Urbano (Treviso), ha sviluppato nel 2019 un fatturato di 15,8 milioni, quasi completamente grazie all’export e conta di chiudere il 2020 a 25/ 30 milioni.Il Ceo, Fabio Sonego, di Sacile (Pordenone), ha indicato che annovera tra i clienti i maggiori circuiti internazionali e catene di cinema come Cineworld (UK), Pathé Gaumont, Cinemonde (Francia), Kinomax e Okko (Russia).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Profumo,mio bonus da a.d Leonardo per un progetto di solidarietà
Scrive ai 49mila dipendenti e li coinvolge con il suo esempio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
20:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alessandro Profumo rinuncia al suo bonus 2019 come a.d. di Leonardo, del valore intorno ai 660mila euro, per devolverlo – a quanto si apprende – ad una iniziativa di solidarietà nell’ambito dell’emergenza Covid-19: sarà rivolte, in particolare, a progetti di sostegno di fronte a situazioni di fragilità economica.
L’amministratore delegato di Leonardo lo ha annunciato con una lettera ai dipendenti, circa 49mila di cui oltre 30mila in Italia: spiega che molte delle persone che lavorano in azienda gli hanno chiesto come poter offrire il loro aiuto. Propone quindi l’opportunità di aderire, con la massima libertà e nell’anonimato, ad un impegno comune, al progetto di solidarietà che verrà individuato in Italia e ad eventuali altri progetti da lanciare nei Paesi in cui la società è presente nel mondo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Confcommercio, prova superata, riaperto 90% negozi
Al via anche 70% ristoranti e bar. Mercati a macchia di leopardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
13:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prova di ripartenza superata per le quasi 800.000 imprese del commercio e dei servizi di mercato che hanno ripreso l’attività dopo oltre due mesi di forzata chiusura. E’ il giudizio di Confcommercio che ha fatto il punto della situazione con le federazioni di settore.
Innanzitutto, FedermodaItalia certifica che oltre il 90% del fashion retail ha riaperto in sicurezza. “Per gli operatori, è stato un po’ come il primo giorno di scuola. Per i clienti, è stato come tornare al piacere di gratificarsi con un acquisto di moda. La partenza per certi aspetti è stata incoraggiante ed ha evidenziato come sia forte il desiderio di ritorno alla normalità con il piacere di effettuare un primo acquisto”, sottolinea l’associazione. Tra i prodotti più richiesti: intimo, pantaloni e camicie, scarpe e accessori.
Nel settore della ristorazione , Fipe nota invece un avvio lento. Il 70% dei bar e dei ristoranti hanno aperto tutti ben equipaggiati di mascherine e gel disinfettanti, ma con personale ridotto: infatti il 40% dei dipendenti sono rimasti a casa, pari a circa 400.000 unità. Tanti sono i titolari che utilizzeranno i divisori all’interno del ristorante soprattutto nell’area cassa quasi nessuno sui tavoli.
Per quanto riguarda i mercati, Fiva-Confcommercio sottolinea come a Roma siano tutti aperti i mercati coperti e su area attrezzata. I mercati periodici, diversamente dal resto della regione, sono ancora chiusi come in Piemonte, Sicilia e in parte della Lombardia, compresa Milano. In Campania resta consentita soltanto l’attività di vendita dei prodotti alimentari. Nel resto del Paese le aperture sono a macchia di leopardo nel senso che sono state autorizzate ma le difficoltà di carattere organizzativo e logistico legate alla necessità di ridefinire i layout mercatali in conseguenza dell’applicazione delle misure di sicurezza stanno creando notevoli difficoltà.
Complessivamente la percentuale dei mercati riaperti con tutte le merceologie si aggira intorno al 50% – 60% del totale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: in picco epidemia +110% certificati malattia
Il dato nella settimana tra l’8 e il 14 marzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
12:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra il 2 febbraio e l’11 aprile, mesi nei quali si è concentrata l’epidemia da Covid i certificati medici di malattia arrivati all’Inps sono stati oltre 6,58 milioni con una crescita del 14% rispetto allo stesso periodo del 2019. Lo rileva l’Inps secondo cui la crescita nel periodo tra l’8 e il 14 marzo è stata del 110% per poi scendere al +59% nella settimana successiva. In Lombardia nella settimana 8-14 marzo i certificati sono cresciuti del 176%.
Nel complesso – segnala l’Inps – nelle 10 settimane di osservazione nelle regioni settentrionali si è registrato un incremento medio del numero di certificati di malattia del 24% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, contro variazioni nel Centro e nel Sud rispettivamente del 5% e del 2%:. Dopo aver raggiunto aumenti totali del 110% e del 59% rispettivamente nelle due settimane che vanno dall’8 al 20 marzo 2020 gli aumenti si sono ridotti fino ad attestarsi nella maggior parte dei casi su valori inferiori ai corrispondenti 2019 (rispettivamente -28% e -45% nelle due settimane tra il 29 marzo e l’11 aprile).
“È ragionevole ritenere – sottolinea l’Istituto – che le misure di contenimento adottate abbiano cominciato a dare i loro frutti a partire dalla fine di marzo, ed inoltre in periodo di lockdown, quando gran parte dei lavoratori ha svolto attività di smart-working, e sono state imposte rigide misure di distanziamento sociale, il diffondersi di malattie stagionali, anche diverse dal virus in esame, sia stato molto inferiore rispetto al 2019. È inoltre ipotizzabile che, in caso di malattia ordinaria, il dipendente abbia evitato di richiedere al medico curante la certificazione per il datore di lavoro, dovendo comunque rimanere presso il proprio domicilio: verosimilmente per malattie lievi si è cercato anche di limitare l’accesso fisico allo studio del proprio medico di base, per evitare possibili contagi sia durante la permanenza nelle sale d’aspetto, che durante la visita che il medico è tenuto ad effettuare prima di emettere il certificato”.
L’Inps riconduce il calo dei certificati per le donne nel settore pubblico all’utilizzo in periodi non di smart working del certificato per altri motivi. Nella settimana tra il 21 e il 28 marzo i certificati delle donne nel settore pubblico sono diminuiti del 36% sullo stesso periodo dell’anno scorso mentre nelle due settimane successive il calo è stato ancora maggiore.
“Sembrerebbe che per le donne del settore pubblico – sottolinea il Report – ci sia stata in periodo di epidemia addirittura una flessione nel numero di certificati inviati. Tale circostanza potrebbe suggerire che le assenze per malattia da parte delle donne del settore pubblico, in alcuni casi non sono riconducibili ad eventi morbosi, ma piuttosto a necessità di assenza dal lavoro per motivi famigliari”.
“Per quanto riguarda i ricoveri infine, è evidente – conclude – che la forte contagiosità del virus ha ridotto drasticamente il loro numero: solo in caso di estrema necessità infatti si è ricorso all’ospedalizzazione dei malati cercando di procrastinare eventuali ricoveri programmati, sia per evitare il diffondersi del virus tra reparti ospedalieri, sia per aumentare la capienza dei reparti dedicati alla cura del virus, e alle aree dedicate alla terapia intensiva di cui, purtroppo, si è verificata una estrema necessità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covip, rendimenti negativi dei fondi nel primo trimestre
Effetto Coronavirus, -5,2% fondi negoziali, -12,1% i Pip
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
18:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I rendimenti dei fondi pensione complementari nel primo trimestre 2020 hanno avuto rendimenti negativi a causa dell’impatto dell’epidemia Covid sull’economia. Al netto dei costi di gestione e della fiscalità – fa sapere la Covip – i fondi negoziali hanno perso il 5,2%; mentre i fondi aperti hanno avuto una flessione del 7,5% e i Pip, i piani individuali pensionistici, di ramo III, caratterizzati in media da una maggiore esposizione azionaria, il 12,1%.
La rivalutazione del Tfr nel periodo è stata del 2%. Se si guarda ai dieci anni trascorsi il rendimento medio dei fondi complementari è stato superiore a quello del Tfr. Le risorse destinate alle prestazioni a fine marzo 2020 – sottolinea la Covip – sono pari a circa 180 miliardi di euro. Il dato non tiene conto delle variazioni nel trimestre dei fondi preesistenti e dei PIP “vecchi”. Il patrimonio dei fondi negoziali, 53,7 miliardi di euro, risulta in diminuzione del 4,3% rispetto a fine 2019 mentre nei fondi aperti sono accumulati 21,6 miliardi di euro (-5,7%) e 35 miliardi nei PIP “nuovi” (-1,4%). “Mostrando comunque una tenuta di fondo – scrive la Commissione a proposito dei rendimenti dei fondi – i risultati delle forme complementari ne hanno risentito. Nel primo trimestre i rendimenti medi sono stati in generale negativi. Ma valutando i rendimenti su orizzonti più propri del risparmio previdenziale, l’impatto della crisi appare più limitato. Nei dieci anni da inizio 2010 a fine 2019, il rendimento medio annuo composto è pari al 3,6% per i fondi negoziali, al 3,8 per i fondi aperti e per i PIP di ramo III, e al 2,6% per le gestioni di ramo I. Nello stesso periodo, la rivalutazione media annua composta del TFR è stata pari al 2%. Aggiungendo ai dieci anni gli ultimi tre mesi, i rendimenti medi annui composti scendono al 3% per i fondi negoziali e i fondi aperti e al 2,4% per i PIP di ramo III; restano pari al 2,5% i prodotti di ramo I. La rivalutazione del TFR nello stesso periodo si conferma al 2%.
Il patrimonio dei fondi negoziali nel primo trimestre 2020 – rileva la Covip – era pari a 53,7 miliardi di euro, in diminuzione del 4,3 per cento rispetto a fine 2019. Nei fondi aperti sono accumulati 21,6 miliardi di euro con una flessione del 5,7%, mentre 35 miliardi sono nei PIP (Piani individuali pensionistici) “nuovi” (-1,4 per cento).
Per tutte le forme, spiega la Covip, il calo delle risorse nel trimestre è spiegato in massima parte dalle perdite in conto capitale a fronte di una sostanziale stabilità dei contributi rispetto al passato. La più contenuta flessione nel caso dei PIP “nuovi” è riconducibile alla valutazione delle attività in base al metodo del costo storico che viene utilizzata per le gestioni di ramo I, che costituiscono la maggior parte del settore.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Auto: -78,3% vendite di aprile in Europa
Acea, mercati tutti in calo. Italia e Spagna i peggiori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 maggio 2020
10:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le vendite di auto nell’Unione Europea più Paesi Efta e Regno Unito hanno subito in aprile – primo mese intero di restrizioni per il Coronavirus – un calo del 78,3%: le immatricolazioni sono state 292.182 a fronte di 1.345.181 dello stesso mese del 2019.
I dati sono dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei. Tutti i mercati registrano una flessione, ma Italia e Spagna sono i mercati con il calo più pesante, rispettivamente -97,6% e -96,5%. Nei quattro mesi del 2020 sono state vendute 3.346.193 auto, il 39,1% in meno dello stesso periodo del 2019.
Fiat Chrysler Automobiles ha invece immatricolato in aprile, in Unione Europea più Paesi Efta e Regno Unito,10.952 vetture, con un calo dell’87,7% rispetto allo stesso mese del 2019. La quota è del 3,7% a fronte del 6,6%. Sono invece quasi 181.500 le auto vendute nei quattro mesi, il 48% in meno dello stesso periodo dell’anno scorso, pari a una quota del 5,4% (era 6,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella ha firmato il Dl Rilancio. Salvini: ‘Centrodestra in piazza’
Il ministro dell’Economia: ‘Il decreto è stato bollinato’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
22:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale a 266 articoli l’ultima versione del decreto Rilancio, bollinata e firmata dal presidente della Repubblica. E salgono anche i fondi destinati alle scuole paritarie che saranno in tutto 150 milioni, di cui 65 per il ristoro delle mancate rette per chi fa servizi di asilo nido o per l’infanzia e 70 milioni per le scuole primarie e secondarie per le mancate rette di studenti fino a 16 anni.
E mentre già arrivano le prime proposte di modifica, il centrodestra passa all’attacco e organizza una manifestazione unitaria per il prossimo 2 giugno.  “Su richiesta dei tanti italiani che ci hanno scritto stiamo lavorando per trovarci insieme in piazza il 2 giugno a Roma, ovviamente con tutte le misure di sicurezza. Saremo senza bandiere ma a fianco degli italiani. Non è possibile che il decreto Rilancio ancora non sia stato pubblicato”, dice Salvini al termine dell’incontro con gli altri vertici del centrodestra.
Ma, mentre la tela del decreto appare sempre più lunga, è di fatto già partita, dall’Inps alle Entrate, la macchina organizzativa che porterà all’attuazione degli interventi più attesi e a velocizzare quelli già esistenti. A cominciare dalle norme sulla Cig. “Con il nuovo decreto la domanda per la cig in deroga si fa direttamente all’Inps e non più alle Regioni – ha rimarcato la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo – l’Inps potrà anticipare il 40% al lavoratore e nel mese seguente erogherà la restante parte. Questo ci consentirà di velocizzare l’intero sistema”.
Norme accelera-pratiche sono previste anche per l’attivazione della liquidità alle imprese attraverso autocerficazioni nelle pratiche con le banche. Scatterà subito, poi, il bonus di 600 euro di aprile per i lavoratori autonomi che hanno già ottenuto il bonus a marzo. Sarà automatico e non bisognerà fare nulla.
Diverso è invece il meccanismo di maggio: i 1.000 euro vengono riconosciuti a chi può dimostrare di aver avuto una riduzione di fatturato: così servirà per questo una circolare attuativa dell’Inps.
Automatica è anche l’attuazione della cancellazione del saldo e dell’acconto Irap per le partite Iva e per le società fino a 250 milioni di fatturato.
Mentre bisognerà attendere la circolare applicativa dell’Agenzia delle Entrate per il contributo a fondo perduto riconosciuto agli autonomi e alle imprese sotto i 5 milioni di fatturato che hanno visto ridursi di due terzi gli incassi. L’obiettivo fissato dalla politica è quello di distribuire questi fondi già agli inizi di giugno e così l’Agenzia dello Entrate è già al lavoro per il varo delle norme attuative.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Non c’è fretta, invece, per le norme che consentiranno di ottenere il superbonus del 110% sui lavori di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici (ecobonus), per la riduzione del rischio sismico (sismabonus) e per interventi di installazione di impianti fotovoltaici e colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. Le norme valgono per le spese sostenute tra il primo luglio 2020 e il 31 dicembre 2021: anzi chi aveva già in corso lavori di questo tipo dovrà fare attenzione alla data di pagamento.
In questo caso, comunque, la circolare dovrà definire anche i limiti dell’intervento che non sono previsti solo per le prime case e che, nelle ultime modifiche del decreto, potrebbero essere estese anche alle seconde case in condominio per evitare che questo blocchi i lavori per l’intero stabile. Se per il bonus baby sitter le norme sono già in gran parte scritte – l’entità raddoppia a 1.200 euro e viene esteso l’utilizzo anche per i centri estivi – sarà invece necessario attendere la circolare applicativa per quello riservato alle colf e badanti (500 euro): quest’ultime dovranno avere un contratto, o più contratti, per almeno 10 ore settimanali.
I tempi di erogazione saranno invece più lunghi per il ‘reddito di emergenza’, il Rem. La domanda per l’assegno, che varierà tra i 400 e gli 800 euro a seconda dell’ampiezza del nucleo familiare, dovrà essere presentata entro giugno e avrà severi paletti di Isee e patrimonio: difficile che il pagamento arrivi prima del mese successivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tutti in pressing su Fca. Gualtieri: chiesti impegni
Provenzano: condizioni prestito chiare. -87,7% vendite in aprile in Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 maggio 2020
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fiat Chrysler Automobiles ha immatricolato in aprile, in Unione Europea più Paesi Efta e Regno Unito, 10.952 vetture, con un calo dell’87,7% rispetto allo stesso mese del 2019. La quota è del 3,7% a fronte del 6,6%. Sono invece quasi 181.500 le auto vendute nei quattro mesi, il 48% in meno dello stesso periodo dell’anno scorso, pari a una quota del 5,4% (era 6,3%).
Intanto mentre non si placa la bufera politica sul prestito da 6,3 miliardi di euro a Fca con le garanzie pubbliche, benedetto dalla Borsa, il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri assicura che lo Stato ha chiesto impegni precisi alla società. “Condizioni aggiuntive e stringenti” sugli investimenti, l’occupazione e il mantenimento della produzione in Italia.
“Abbiamo detto a Fiat che con il prestito ci devono pagare investimenti in Italia”, ha spiegato, e “abbiamo detto ‘no’ a delocalizzazioni. La garanzia dello Stato è legata a queste condizioni”.
Il governo avrebbe dunque già risposto a sindacati e forze politiche che chiedono con forza, quasi all’unisono, che il prestito abbia come condizione l’impegno a garantire l’occupazione negli stabilimenti italiani. Anche il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, dedica alla vicenda un lungo post di Facebook. A Piazza Affari il titolo vola in Borsa e chiude la seduta di apertura della settimana con un +8,19% a 7,79 euro.
“Tutti i prestiti alle imprese, come quello richiesto da Fca, devono avere delle “condizionalità precise: che siano finalizzati, che non ci siano delocalizzazioni, che vengano garantiti i livelli occupazionali, che non si chiudano stabilimenti”, afferma il segretario generale della Cgll, Maurizio Landini. Per la Cisl la richiesta del prestito è “assolutamente legittima, ma – sottolinea la segretaria generale Annamaria Furlan – occorre che ci sia in primo luogo l’impegno al mantenimento dei livelli occupazionali negli stabilimenti italiani. È necessaria anche la verifica puntuale da parte dello Stato che le risorse siano utilizzate esclusivamente per gli investimenti produttivi nel nostro Paese”.
Il ministro Provenzano spiega che “il Governo ha previsto nei vari decreti alcune condizionalità, e precisamente: avere sede legale in Italia, non distribuire i dividendi, impegnarsi a orientare quei finanziamenti a tutelare occupazione e capacità produttiva nel nostro Paese. Fca oggi – osserva – non è (più) un campione industriale italiano ma una multinazionale con investimenti in tutto il mondo, sede legale a Londra e fiscale in Olanda. Nessuno, al di fuori di alcuni alti dirigenti dell’Agenzia delle Entrate e del management internazionale di Fca, conosce con esattezza come sono distribuiti i profitti delle varie filiali e come ripartisce il carico fiscale nei vari paesi in cui opera”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Difende la scelta del governo il capo politico del M5S, Vito Crimi: “Assistiamo al surreale dimenarsi da parte di chi era al governo quando Fca aveva deciso di postare la sua sede all’estero. Se qualcuno ritiene che sia necessario imporre ulteriori condizioni, avanzi una proposta: noi siamo pronti a sostenerla”. “Noi difendiamo l’Italia, lo sviluppo, il lavoro. Questo è il filo conduttore di tutte le nostre azioni. Mai come in questa fase è giusto e necessario mettere in campo tutti gli strumenti possibili per favorire gli investimenti e salvaguardare l’occupazione in Italia”, concorda il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. Non ha dubbi sulla legittimità della richiesta di Fca Matteo Renzi: “Se chiede un prestito alle banche da 6.3 miliardi per investire in Italia e tenere aperte le fabbriche – osserva – questa è una buona notizia. Evocare i ‘poteri forti’ e gli ‘interessi dei padroni’ è ridicolo. Mi sarei preoccupato se non lo avesse fatto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nessun stupore sul fatto da che parte stia Renzi se con Fca o con chi critica la scelta che l’azienda chieda la garanzia dello Stato per il prestito”, commenta il portavoce di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni.
Sulla necessità di uno stretto rapporto tra il prestito ottenuto e il rafforzamento della presenza in Italia insistono anche le forze politiche dell’opposizione. Per Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, “visto che Conte fa un dpcm su qualunque cosa, potrebbe fare un bel decreto per dire quelle risorse le prendi se sono vincolate in Italia. Se no niente”.
Concorda Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, “vista la dimensione della richiesta e gli interessi occupazionali in gioco, spetta allo Stato mettere una condizione chiara: un piano di investimenti nel Paese e una strategia di rilancio adeguata al futuro dell’industria auto e all’attività degli stabilimenti italiani”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal Sure al Mes, gli strumenti anti-crisi dell’Ue
Circa 70 mld di crediti per l’Italia in attesa del Recovery Fund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
19 maggio 2020
17:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il via libera definitivo al Sure, che servirà a finanziare la cassa integrazione dei Paesi Ue, i ministri delle Finanze europei hanno confermato l’arsenale anti-crisi da 540 miliardi di euro che partirà a giugno. Di questa torta, tra Sure, Mes e Bei, si calcola che l’Italia potrebbe avere a disposizione, in termini di crediti agevolati, circa 70 miliardi di euro. Le trattative ora si concentrano tutte sul Recovery Fund e il bilancio 2021-2027, dossier su cui Bruxelles è al lavoro e conta di presentare le sue proposte il 27 maggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ecco in sintesi i principali strumenti sul tavolo.
* SURE. Il meccanismo voluto dalla Commissione Ue per rimpolpare la cassa integrazione dei 27 concederà prestiti agevolati ai governi fino a 100 miliardi, sulla base di 25 miliardi di garanzie che gli Stati verseranno in rapporto al loro contributo al bilancio Ue. Sarà attivo fino al 31 dicembre 2022.
* BEI. La Banca europea per gli investimenti darà vita ad un fondo di garanzia di 25 miliardi per offrire alle Pmi europee liquidità per investimenti fino a 200 miliardi.
* MES. Il fondo Salva-Stati metterà a disposizione una nuova linea di credito da 240 miliardi dedicata alla pandemia. Ogni Paese potrà prendere in prestito fino al 2% del suo Pil per finanziare le spese sanitarie dirette e indirette collegate al Covid-19. I prestiti saranno a condizioni agevolate: scadenza a dieci anni, tasso annuale a 0,1%, costo una tantum di 0,25% e costo annuale di 0,005%. Le richieste potranno essere inviate fino alla fine del 2022.
* BCE. A marzo ha lanciato il nuovo bazooka da 750 miliardi di euro (Pandemic Emergency Purchase Programme – Pepp) per l’acquisto di titoli di Stato. Andrà avanti fino alla fine della crisi del coronavirus e sarà ampliato se necessario.
* RECOVERY FUND. Sul maxi fondo per il rilancio l’Ue è spaccata tra i falchi del Nord e i Paesi del Sud. Servirà ancora tempo per un accordo, ma la carta messa sul tavolo da Angela Merkel ed Emmanuel Macron apre al compromesso: un fondo da 500 miliardi legato al bilancio Ue e finanziato da emissioni di debito comune.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Produzione: Patuanelli, marzo-aprile 200 miliardi in meno
12 miliardi di anticipo alla pubblica amministrazione per pagare le imprese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
16:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Già oggi alcuni settori sono più drammaticamente coinvolti di altri. Ma in generale i dati che abbiamo del valore della produzione a marzo e aprile 2020 rispetto al 2019 indicano circa 200 miliardi di valore della produzione in meno”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, in un’audizione in video conferenza alla Commissione Industria del Senato circa le iniziative di sostegno all’industria, al commercio e al turismo.
“I 12 miliardi di anticipo alla pubblica amministrazione sono le misure più importanti” tra quelle messe in campo dal governo per far fronte “ai debiti nei confronti delle imprese”, ha detto ancora Patuanelli.
“Il costo della potenza elettrica impiegata è molto elevata per le imprese” per cui “si inserisce una misura che per tre mesi considera un contatore virtuale a 3kw per tutte le imprese e questa misura è pari ad un abbattimento delle bollette di 600 milioni di euro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Tokyo apre poco variata (+0,15%)
Attesa dati macro dalla Cina e sviluppi vaccino coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
20 maggio 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia gli scambi all’insegna della cautela, dopo la nuova battuta di arresto a Wall Street, con gli investitori che guardano agli sviluppi delle sperimentazioni del vaccino contro il coronavirus, e in attesa delle indicazioni dalla Cina sui tassi di riferimento delle concessioni dei prestiti. Il Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,15% a quota 20.464,49, aggiungendo 31 punti. Sul mercato dei cambi lo yen è stabile sul dollaro a 107,90, e sull’euro a 117,90.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in lieve rialzo a 32 dollari
Brent sale dello 0,38% a 34,79 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo del petrolio in lieve rialzo a 32 dollari (+0,19%) sui mercati mentre il Brent cresce dello 0,38% a 34,79 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo in lieve aumento a 1747 dollari l’oncia
Metallo sale dello 0,14%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
08:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro in lieve crescita sui mercati. Il metallo con consegna immediata sale dello 0,14% a 1747 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro si rafforza a 1,0943 dollari
Yen stabile a 107.,76
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si rafforza l’euro all’avvio dei mercati. La moneta unica sale dello 0,19% a 1,0943 dollari. In Asia lo yen è stabile a 107,76 (+0,04%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia piatta dopo conferma tassi Cina, corre Sony
In leggero calo i futures sull’avvio dei listini europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari asiatici piuttosto cauti dopo la decisione, largamente attesa, della Banca centrale cinese di mantenere stabile il tasso di prestito di riferimento: tonica Tokyo dopo l’anticipazione secondo la quale Sony Corp sta lanciando un’Opa sulla sua controllata quotata Sony Financial da circa 3,7 miliardi di dollari.
L’indice Nikkei della Borsa nipponica ha infatti chiuso in crescita dello 0,79%, con Sony Financial in aumento del 5%.
Fiacchi i listini dell’area cinese, con Hong Kong che si avvia alla chiusura di qualche frazione sotto la parità, Shanghai in calo dello 0,4% e Shenzhen dello 0,7%. Seul è in rialzo dello 0,3% con l’indice principale e di un consistente 1,7% con il ‘tecnologico’ Kosdaq. Cauta anche Sidney, in aumento dello 0,2%, in crescita attorno al punto percentuale Mumbai.
In leggero calo i futures sull’avvio dei mercati europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, Ftse Mib -0,23%
In lieve ribasso anche l’indice Ftse All share
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 maggio 2020
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza leggermente negativa per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib segna un calo dello 0,23%. Per l’Ftse All share identico ribasso dello 0,23%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte fiacca, Londra -0,40%
In negativo anche i listini di Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti i leggero calo in apertura: Londra segna un ribasso dello 0,40%, Parigi dello 0,53% e Francoforte dello 0,41%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rolls-Royce (turbine) annuncia 9 mila esuberi
Ristrutturazione per far fronte a calo domanda in settore aereo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
09:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il produttore di turbine Rolls Royce ha annunciato 9.000 esuberi, pari al 17,3% dei suoi 52 mila dipendenti, nell’ambito di un piano di riorganizzazione dettato dalla necessità di fare i conti con il calo della domanda nel settore aereo scatenata dal coronavirus.
“L’impatto del Covid-19 su Rolls -Royce e l’intera industria dell’aviazione è senza precedenti. Abbiamo già preso azioni per rafforzare la resistenza finanziaria del nostro business e ridurre gli investimenti nel 2020. E’ però sempre più chiaro che l’attività commerciale nel mercato aerospaziale avrà bisogno di anni per tornare ai livelli visti solo qualche mese fa”, afferma Rolls-Royce.
La riorganizzazione, che punta a tagliare anche le spese degli impianti, delle proprietà e di altre aree di costo, dovrebbe assicurare risparmi annui superiori a 1,3 miliardi di sterline, a fronte di costi una tantum di circa 800 milioni da spesare tra il 2020 e il 2022.
“Sentirsi dire che non c’è più un lavoro per te è una terribile prospettiva” ha commentato il ceo di Rolls-Royce, Warren East. “Ma dobbiamo prendere decisioni difficili per permettere al nostro business di superare questi tempi senza precedenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,5%) con Tim e Banco Bpm
Gruppo Tlc perde un altro 4% dopo lo scivolone di ieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
09:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I primissimi scambi in Piazza Affari confermano la partenza leggermente in negativo: l’indice Ftse Mib cede lo 0,5% con Tim, fortemente penalizzata ieri dai dati soprattutto del trend interno, che scivola ancora e perde il 4% a 0,33 euro.
Vendite anche su Salvatore Ferragamo (-3,5%), Exor (-2,8%, forte invece alla vigilia), e ancora il Banco Bpm, che scende del 2,5% a quota un euro.
Nel paniere principale della Borsa di MIlano, Fca e Ubi banca scendono dell’1,2%, con Intesa in calo di un punto percentuale.
In rialzo invece di un punto percentuale Enel e Recordati, con Diasorin che sale di oltre il 2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa debole, scivolano Milano e Madrid
Piazza Affari ondeggia su una perdita del 2%, giù Tim e Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
10:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mattinata difficile e nervosa per i mercati azionari del Vecchio continente, partiti deboli e progressivamente più pessimisti: Londra perde lo 0,5%, Parigi un punto percentuale, Francoforte lo 0,4%, ma sono ancora Milano (con l’Ftse Mib che ondeggia attorno a perdite del 2%) e Madrid (-1,5%) ad accusare la maggiore corrente di vendite.
Pesano ancora le tensioni sul piano franco tedesco da 500 miliardi per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e in Piazza Affari, in particolare, soffre sempre Tim in calo di oltre il 6% dopo conti che accusano impatti maggiori dal Covid 19 rispetto alle attese. Male Fca, anche fermata in asta di volatilità, in calo di oltre cinque punti, con Exor che scende del 4%. Vendite inoltre sulle banche, specie su Banco Bpm (-4% prima di uno stop in asta), Unicredit e Ubi (-3%). In controtendenza Enel e Recordati in aumento di oltre un punto percentuale e, soprattutto, Diasorin (+4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in altalena, Europa cauta
Deboli Tim, Ferragamo, Saipem e Fca, bene farmaceutici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
10:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue l’incertezza in Piazza Affari: dopo una partenza leggermente negativa, le vendite hanno colpito il listino milanese ma gli indici in breve si sono riportati su cali più contenuti, facendo comunque di Milano la Borsa tendenzialmente più debole in Europa.
L’Ftse Mib cede lo 0,7%, con Tim, Ferragamo, Saipem e Fca sempre pesanti e in calo di circa cinque punti percentuali. Nel credito il titolo peggiore resta Banco Bpm (-4%), mentre Intesa limita le perdite e scende di circa un punto e pezzo. In rialzo di oltre l’1% Enel, bene i farmaceutici Recordati (+2,6%) e Diasorin, che sale di circa quattro punti percentuali.
In Europa Londra e Francoforte ondeggiano attorno alla parità, mentre Parigi e Madrid scendono dello 0,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: ripristina voli New York,Spagna e sud Italia
Dal 2 giugmo. Crescita del 36 per cento rispetto a maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
13:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal 2 giugno Alitalia ripristina il collegamento non-stop fra Roma e New York, i voli con la Spagna (Roma-Madrid e Roma-Barcellona) e i collegamenti diretti fra Milano e il Sud Italia. Lo annuncia una nota della Compagnia, specificando che effettuerà complessivamente il 36 per cento di voli in più rispetto al mese di maggio, operando 30 rotte da 25 aeroporti, dei quali 15 in Italia e 10 all’estero. E la compagnia prevede per il terzo trimestre 2020 una progressione dell’attività attorno al 40% di quanto era stato pianificato prima dell’inizio della pandemia da Covid-19. Lo si legge in una nota secondo cui l’offerta di voli aumenterà in funzione dell’andamento della domanda, che già oggi lascia intravedere una ripresa su alcune direttrici domestiche, e beneficia delle progressive abolizioni da parte dei Paesi stranieri di restrizioni ai voli e ai passeggeri provenienti dall’Italia, nonché di inferiori linee guida disincentivanti i viaggi verso il nostro Paese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano piatta con Europa, bene farmaceutici
Positivi i futures sull’avvio della seduta di Wall street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
12:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari vede la boa di metà giornata contenendo le perdite della mattinata, in un clima meno nervoso: l’indice Ftse Mib cede lo 0,2% con tentativi di portarsi verso la parità. Sulla stessa linea le altre Borse europee, con Londra e Francoforte un po’ più ottimiste in rialzo di qualche frazione di punto mentre Parigi e Madrid si muovono su livelli quasi invariati rispetto a ieri.
A Milano sempre deboli Tim, Ferragamo, Fca e Banco Bpm, in calo attorno ai quattro punti percentuali, in ribasso dell’1,5% Unicredit e di circa un punto Intesa. Forti Enel, Recordati e Nexi tutti in aumento del 2%, con Diasorin che corre e sale attorno al 5%.
Positivi attorno al punto percentuale i futures sull’avvio della seduta di Wall street.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Export: Sace, in 4 mesi, 5,9 mld nuove operazioni (+130%)
Crescono credit e garanzie
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
12:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Primo quadrimestre dell’anno in crescita per Sace , la società che con Simest costituisce il polo per l’internazionalizzazione del gruppo Cdp , con 5,9 miliardi di nuove operazioni finanziate, il 130% in più rispetto allo stesso periodo del 2019 . A trainare, spiega una nota, l’attività di export credit (+157%) . Le operazioni supportate sono aumentate del +17% “con 700 milioni aggiuntivi realizzati tra aprile e marzo, “nonostante la congiuntura economica” mentre le imprese sostenute sono il 3% in più, in particolare del segmento delle pmi che rappresentano oltre l’80% del totale delle aziende servite.
Tra i settori che ne hanno beneficiato maggiormente vi sono comparti tipici del Made in Italy come la meccanica strumentale, l’agroalimentare e gli altri beni di consumo, le infrastrutture e costruzioni, l’oil&gas, l’energetico, il chimico/petrolchimico e il crocieristico. In termini di geografie, è stato registrato particolare dinamismo nel continente americano, in Medio Oriente e Nord Africa e in Africa Subsahariana.
Tra i prodotti a sostegno dell’internazionalizzazione, SACE ha deliberato garanzie a sostegno dei piani di crescita di realtà d’eccellenza provenienti da diversi comparti e Regioni italiane quali: Camozzi (automazione industriale, Lombardia), GTS Rail (trasporti intermodali, Puglia), Mondial Granit (estrattiva-lavorazione della pietra, Sicilia). Spicca in particolare l’andamento delle garanzie finanziarie per le PMI, aumentate sia in termini di volumi (+29%) che di numero di operazioni (+27%). “Anche in questa fase, le imprese italiane hanno mantenuto una forte proiezione internazionale e hanno trovato in Sace un sostegno concreto nei propri progetti di crescita – ha dichiarato l’amministratore delegato di Sace, Pierfrancesco Latini -. Il forte aumento delle operazioni deliberate in questo tradizionale ambito di attività di Sace è il segno del nostro impegno per la competitività del tessuto imprenditoriale ed economico nazionale, nella prospettiva della ripartenza che tutti auspichiamo”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca-Psa: Elkann, avanti secondo tempi previsti
Attraversate molte crisi come Covid, usciti sempre più forti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 maggio 2020
12:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“I lavori per il progetto di fusione 50/50 tra Fca e Psa stanno proseguendo secondo i piani e nei tempi previsti. La ragione strategica di questa combinazione delle due società e dei loro dipendenti è più forte che mai” Lo ha detto John Elkann, presidente di Exor, la holding della famiglia Agnelli, durante l’assemblea degli azionisti. Quanto poi alla situazione del gruppo alle prese con le conseguenze dell’emergenza Covid Elkann ha sottolineato che “attraverso gli anni e le generazioni, abbiamo attraversato molte crisi, tutte diverse, e ne siamo sempre usciti più forti proprio grazie a queste esperienze. I nostri valori coraggio e responsabilità non sono state mai così importanti come oggi, mentre continuiamo a costruire grandi imprese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: dal 2 giugno voli agevolati con la Sardegna
Attesa per conferma cronoprogramma Regione su apertura scali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
20 maggio 2020
12:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il via libera alle riaperture in tutta Italia, dal 2 giugno Alitalia è pronta a ripristinare i collegamenti in continuità territoriale, quindi a pezzi agevolati, tra gli hub di Milano e Roma con gli scali sardi di Cagliari, Olbia e Alghero. Lo fa sapere la compagnia in una nota, mentre è in corso il confronto che tra la Regione Sardegna e le società di gestione dei tre aeroporti sui protocolli sanitari per il ripartenza in sicurezza.
Alitalia prevede quattro collegamenti al giorno tra lo scalo lombardo e quelli dell’Isola, in base agli oneri di servizio pubblico già affidati al vettore. Da Roma, dopo aver già aumentato i voli con Cagliari (da 4 a 6 al giorno), Alitalia – sempre da giugno – collegherà l’hub di Fiumicino anche con Alghero e Olbia. Attualmente questi due scali sono chiusi al traffico commerciale e il croprogramma annunciato dal governatore Christian Solinas prevede la ripartenza dei voli in continuità dall’1 giugno, dal 15 quelli nazionali e dal 25 gli internazionali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta, Milano incerta con Parigi
Attesa per avvio Wall street e piano franco-tedesco anti Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
14:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente piatti in attesa dell’avvio di Wall street e di chiarimenti sull’attuabilità del piano franco-tedesco da 500 miliardi per l’emergenza Covid: Francoforte e Londra salgono dello 0,3%, mentre Milano (Ftse Mib -0,5%) con Parigi e Madrid cedono qualche frazione di punto.
In Piazza Affari, in un clima comunque sempre nervoso, Tim e Ferragamo restano nella corrente di vendite e perdono il 6%, mentre Fca paga anche le tensioni sul maxi prestito con copertura statale e scende di quattro punti percentuali. Con il settore del credito sempre tendenzialmente debole (Banco Bpm -3,5%), nel paniere principale Enel al contrario sale di oltre due punti percentuali e Diasorin del 4,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Natixis rifinanzia impianti fotovoltaici Obton in Italia
Operazione da 48,5mln per impianti in Puglia, Marche e Sardegna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
14:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Natixis ha completato il rifinanziamento da 48,5 milioni di euro di un portafoglio fotovoltaico da 14,1 MW per la società danese Obton.
Il portafoglio comprende 15 impianti fotovoltaici operativi e situati in Puglia, nelle Marche e in Sardegna. I moduli includono il tipo montato a terra (7,7 MW), i tracker (4,1 MW) e da tetto (2,3 MW). Tutti gli impianti sono autorizzati, costruiti e in funzione da almeno 8 anni, oltre che supportati da un Conto Energia di 20 anni che prevede uno schema tariffario di accesso incentivante. Tutti gli impianti utilizzano una comprovata tecnologia fotovoltaica fornita principalmente da produttori di alto livello. Natixis ha agito in qualità di structuring mandated lead arranger, agent e prestatore per la transazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in positivo dopo Wall Street, Milano +0,21%
A Piazza Affari pesanti Tim e Ferragamo, avanza euro su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
16:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee girano in rialzo dopo l’avvio in terreno positivo di Wall Street. I mercati tentano la ripesa in attesa dei chiarimenti sull’attuabilità del piano franco-tedesco da 500 miliardi per l’emergenza Covid. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in ripresa a 1,098 a Londra.
In rialzo Francoforte (+0,66%), Londra (+0,48%), Parigi (+0,18%), Milano e Madrid (+0,21%). I listini del Vecchio continente sono spinti dal comparto dell’hi-tech (+1,1%), energia (+0,9%) e la farmaceutica (+1%).
A Piazza Affari restano pesanti Ferragamo (-6,1%) e Tim (-6,8%). In cima al listino avanzano Diasorin (+4,5%) e Enel (+2,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Air Italy:in dl rilancio spiragli per compagnia e dipendenti
Marcia indietro su continuità 5 anni voli Alitalia con Sardegna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
20 maggio 2020
16:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il decreto rilancio del Governo fa sperare i dipendenti di Air Italy. L’articolo 202 dedicato al trasporto aereo autorizza Alitalia a gestire la continuità territoriale delle Isole. Non solo. “La società – si legge nel provvedimento pubblicato in Gazzetta Ufficiale – può costituire una o più società controllate o partecipate per la gestione dei singoli rami di attività e per lo sviluppo di sinergie e alleanze con altri soggetti pubblici e privati, nazionali ed esteri”.
“Inoltre, può acquistare e prendere in affitto, anche a trattativa diretta, rami d’azienda di imprese titolari di licenza di trasporto aereo rilasciata dall’Ente nazionale per l’Aviazione civile, anche in amministrazione straordinaria”. E’ evidente, dunque, il richiamo alla situazione di Air Italy che potrebbe essere messa salvo insieme ai suoi 1.453 dipendenti, di cui oltre 500 nella sola base di Olbia.
Tornando ai voli agevolati per la Sardegna, nella versione definitiva del decreto si registra una marcia indietro: “Nell’ottica della continuità territoriale, la società stipula apposito contratto di servizio con il ministero dei Trasporti, anche subentrando nei contratti già stipulati per le medesime finalità”. La bozza parlava di contratto “quinquennale”, passaggio ora eliminato probabilmente per evitare possibili scontri con l’Unione europea.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Comune Bergamo-Intesa, già erogati 66 mila euro
Per il Progetto Rinascimento giunte le prime 400 richieste
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 maggio 2020
16:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A distanza di pochi giorni dal lancio del bando del programma “Rinascimento Bergamo” per le spese inderogabili, promosso dal Comune di Bergamo, Intesa Sanpaolo e Cesvi, prosegue con celerità il processo di valutazione delle domande presentate.
Cesvi, responsabile per la gestione del progetto, sta procedendo allo studio e all’analisi delle prime 400 domande – pervenute attraverso il sito dedicato http://www.rinascimentobergamo.it – di cui 44 sono state già valutate e approvate dal comitato tecnico di progetto.
Cesvi ha già provveduto ad erogare la prima parte di fondi relativa alle domande processate e che ammonta a 66.000 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dadone vede la task force, su appalti evitare fuga dalla firma
Le idee per la P.a. Focus su snellimento procedure e digitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
17:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trovare la giusta formula per evitare che funzionari e dirigenti pubblici, viste le responsabilità che su di loro ricadono, ritardino di firmare o proprio non sottoscrivano determinati atti, soprattutto quando si tratta di appalti. E’ questo uno dei temi, a quanto si apprende, emersi nel corso della riunione, in video-call, tra la ministra della P.a, Fabiana Dadone, e la task force guidata da Vittorio Colao, in vista della messa a punto di una relazione per il rilancio del Paese. Si sarebbe parlato anche di snellimento di procedure e digitalizzazione dei pagamenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,05%)
Indice Ftse Mib a 17.213 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 maggio 2020
17:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano accelera nel finale e chiude in rialzo. Il Ftse Mib guadagna l’1,05% a 17.213 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: piano contro covid, Europa chiude in rialzo
Francoforte (+1,34%), Londra (+1,08%), Parigi (+0,87%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
18:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee, dopo un avvio debole, recuperano nel finale di seduta e chiudono in rialzo. I mercati guarda al piano franco-tedesco da 500 miliardi per l’emergenza Covid mentre si valutano le sperimentazioni per un vaccino. Sul fronte valutario è in rialzo l’euro sul dollaro è in ripresa a 1,098 a Londra. In positivo Francoforte (+1,34%), Londra (+1,08%), Parigi (+0,87%) e Madrid (+1,27%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, si guarda a piano Covid
Giù Tim e Ferragamo, spread Btp-Bund a 210 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
18:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano recupera nel finale e chiude in rialzo, in linea con gli altri listini europei. Sui mercati torna l’ottimismo mentre si è in attesa di capire maggiore dettagli circa il piano franco-tedesco da 500 miliardi per l’emergenza Covid e sulle sperimentazioni in corso per trovare un vaccino. Nel giorno in cui il Btp Italia raccoglie quasi 14 miliardi dal retail, lo spread tra il decennale italiano e quello tedesco chiude a 210 punti base, con un rendimento all’1,62%.
A Piazza Affari volano Diasorin (+5,6%), Amplifon (+5%) e Enel (+3,5%). In ordine sparso le banche con Intesa (+0,57%), Unicredit (+0,6%), mentre Banco Bpm (-0,4%) e Bper (-1,7%), piatta Ubi.
In fondo al listino Tim (-7%), Ferragamo (-4,7%) e Fca (-1,6%). Male anche Exor e Saipem (-0,8%) e Ferrari (-0,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria, Carlo Bonomi eletto presidente
Industriali compatti: elezione all’unanimità in assemblea
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
20:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Carlo Bonomi è il nuovo presidente di Confindustria. Lo ha eletto l’assemblea di via dell’Astronomia che con il suo voto, all’unanimità (818 voti a favore ed una sola scheda nulla) come non accadeva da sette presidenze, oggi in sessione privata e a porte chiuse, ha concluso l’iter per la nomina del nuovo leader degli industriali dopo la designazione di Bonomi in Consiglio Generale lo scorso 16 aprile. Carlo Bonomi prende oggi il testimone da Vincenzo Boccia: sarà presidente di Confindustria per il quadriennio da maggio 2020 a maggio 2024.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: da domani riprendono voli privati in scalo Olbia
Chi arriva in quarantena, salvo certificazione tampone negativo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
20 maggio 2020
21:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Superate le ultime criticità per la ripartenza da domani, giovedì 21, dei voli privati all’aeroporto di Olbia. “A margine di questa conferenza stampa – ha annunciato il governatore della Sardegna Chrstian Solinas – sarà sottoscritto il protocollo tra Regione e società di gestione aeroportuale”. Passaggio indicato nell’ultima ordinanza come propedeutico alla ripresa dell’aviazione generale. Su questo l’assessore della Sanità Mario Nieddu ha chiarito che i passeggeri che atterreranno in Sardegna, attraverso lo scalo Costa Smeralda, avranno l’obbligo della quarantena – cesserà soltanto dal 3 giugno -, a meno che non siano in possesso di una certificazione che attesti il tampone negativo. Se così fosse, potranno muoversi liberamente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Rilancio: più posti richiedenti asilo anti-contagio
Possibile utilizzare alloggi del sistema Siproimi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
17:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avere a disposizione più posti per l’accoglienza per evitare il contagio da Coronavirus tra i migranti: lo prevede il decreto Rilancio che fino a 6 mesi dopo la fine dell’emergenza (fissata al momento al 31 luglio) consente di ospitare i richiedenti asilo anche negli alloggi inseriti nel sistema Siproimi (il sistema destinato a chi ha già protezione internazionale e ai minori non accompagnati). Si tratta di strutture più piccole e diffuse sul territorio nelle quali ai migranti saranno comunque garantiti i soli servizi previsti nei centri di accoglienza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa, Tokyo apre in rialzo (+0,50)
Attesa ripresa attività economiche dopo coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
21 maggio 2020
03:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia la seduta col segno più, seguendo l’accelerazione degli indici azionari statunitensi durante la notte, con gli investitori che anticipano il ritiro delle misure cautelative contro il coronavirus e l’apertura delle attività economiche in altre regioni del Giappone. Il Nikkei avanza dello 0,50% a quota 20.698,97, aggiungendo 103 punti. Sul mercato valutario lo yen si indebolisce sul dollaro a 107,60, e sull’euro a 118,10.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in aumento a 34,12 dollari al barile
Anche Brent continua recupero a 36,39 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua il recupero dei prezzi del petrolio dopo i dati sulle scorte Usa in diminuzione: i contratti sul greggio Wti con scadenza a giugno guadagnano l’1,88% a 34,12 dollari al barile. Il brent sale dell’1,79% a 36,39 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: scende a 1.738 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici perde lo 0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in calo sui mercati asiatici in risposta al rafforzarsi del dollaro: il lingotto con consegna immediata cede lo 0,5% a 1.738 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund in lieve rialzo a 212 punti
Rendimento titolo decennale all’1,63%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve rialzo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale sale a 212 punti contro i 210 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è pari all’1,63%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo a 1.0959 dollari
Su yen moneta unica a 118,06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo sul dollaro in avvio delle contrattazioni: la moneta unica europea passa di mano a 1,0959 a fronte della quota di 1,0981 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Sullo yen la moneta unica è in leggero rialzo a 118,06.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: nuove tensioni Trump-Pechino frenano Asia
Deboli future Europa e Wall Street, attesa su discorso Powell
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
08:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse di Asia e Pacifico interrompono il buon passo delle ultime sedute e si mostrano deboli con le nuove tensioni tra Usa e Cina. Il presidente americano, Donald Trump ha attaccato ancora Pechino accusandola di incompetenza e di aver provocato una strage mondiale con la diffusione del Covid-19.
Tra le singole Piazze Tokyo lascia un marginale 0,21%, Hong Kong perde lo 0,32%, Shanghai lo 0,17%, Shenzhen lo 0,54%, Sydney lo 0,41% mentre si mostra controcorrente Seul che guadagna lo 0,56%. Negativi anche i future sull’Europa e Wall Street. Continua il recupero del prezzo del petrolio con il wti a 34,12 dollari.
Sul fronte macro sono previsti l’indice manifatturiero di Francia, Germania, Regno Unito ed eurozona. Dagli Stati Unit sotto la lente le richieste di sussidi di disoccupazione, l’indice di produzione della Fed di Filadelfia ma soprattutto in serata il discorso del presidente della Fed, Powell.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cede in avvio, Francoforte -1,21%
Londra -0,78%, Parigi -1,18%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in flessione. Londra cede lo 0,78% con il Ftse 100 a 6.019 punti.
Parigi perde l’1,18% con il Cac 40 a 4.443 punti mentre Francoforte cede l’1,21% con il Dax a 11.088 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Generali: utile trimestre a 113 milioni, pesano svalutazioni
De Courtois, a novembre investor day per aggiornamento piano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
09:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’utile netto di Generali nel primo trimestre scende a 113 milioni (da 744 milioni dello stesso periodo 2019) per 655 milioni di svalutazioni sugli investimenti legate all’impatto del Covid-19 sui mercati finanziari e del contributo di 100 milioni stanziati dal gruppo per il Fondo per l’emergenza. Confermata comunque la buona redditività del business con l’utile operativo in crescita a 1.448 milioni (+7,6%) mentre a livello patrimoniale il Preliminary Solvency Ratio si attesta a 196% (da 224% di fine 2019) .
Generali farà “un investor day a novembre quando saremo in grado di fornire un aggiornamento sullo stato di avanzamento del nostro piano e sugli obiettivi”, ha preannunciato il general manager del gruppo assicurativo Frederic De Courtois interpellato sui target 2021. “Ci sono tante incertezze e nell’investor day faremo il punto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -1,14%, controcorrente Tim
Spread resta a 212 punti, vendite su Moncler, Stm, Mediobanca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari dopo un avvio in tensione, lima e riduce il calo ma poi torna a perdere l’1,14% con il Ftse Mib che però è sui 17mila punti mentre lo spread tra Btp e Bund resta stabile a 212 punti base.
DI slancio Tim che arriva a guadagnare il 3% per poi ridurre ad un +2,1%. Bene anche Pirelli (+1,16%), Exor (+1,05%). Fuori dal paniere principale recupera Autogrill che sale del 2% con il gruppo della ristorazione i cui ricavi dei primi 4 mesi hanno risentito dell’impatto del Covid, che valuta forme di finanziamento governative mentre oggi l’assemblea è chiamata ad approvare il bilancio e al rinnovo in continuità del cda.
Sul fronte opposto del listino vendite su Stm (-2,67%), Moncler (-2,84%), Mediobanca (-2,49%), Leonardo (-2,57%), Tenaris (-2,32%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue calo, pesa tensione Usa-Cina
Francoforte e Parigi -1,5%, future Wall Street in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
11:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee, in scia all’Asia, pagano le nuove tensioni tra Stati Uniti e Cina dopo che ancora una volta il presidente americano, Donald Trump ha attaccato Pechino accusandola di incompetenza e di aver provocato una strage mondiale con la diffusione del Coronavirus. Lo stoxx 600, l’indice d’area, cede l’1% con informatica, immobiliare e finanza tra i settori più colpiti. I future su Wall,Street sono però in rialzo.
Tra le singole Piazze Londra lascia l’1%, Parigi l’1,5%, Francoforte l’1,55% mentre Milano cede lo 0,92% con il Ftse Mib a 17.055 punti. Lo spread tra btp e bund resta piantato a 212 punti base. Mentre sul fronte dei cambi l’euro passa di mano a 1,0971 dollari. Quanto al petrolio, il wti resta sempre in area 34 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: in Luxottica ‘badge’ per tracciare contatti
Progetto su tamponi sistematici coordinati da professor Crisanti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
11:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Luxottica lancia un piano di tamponi sistematici per i suoi 15mila dipendenti in Italia, con l’introduzione di un ‘algoritmo COVID-19’ di proprietà e la sperimentazione di ‘badge di prossimità’ per tracciare i contatti dei positivi asintomatici, isolando possibili nuovi focolai. Il progetto è stato presentato ai sindacati ed è sviluppato dall’equipe del prof.
Crisanti. Il badge, in particolare, contiene un sensore digitale che segnala il superamento delle distanze, inviando in modo anonimo il dato di contatto a un database centrale.
Con il nuovo progetto “potremo tenere sotto controllo giorno per giorno i punti più vulnerabili della cintura di protezione sanitaria messa a punto dall’azienda e intervenire preventivamente per arginare eventuali problematiche”, spiega Andrea Crisanti del dipartimento di Medicina molecolare dell’Università di Padova e del Laboratorio di Microbiologia e Virologia Università/Azienda Ospedale di Padova, che svilupperà un nuovo Laboratorio COVID-19 realizzato con il contributo iniziale di 1,5 milioni della Fondazione Leonardo Del Vecchio e che potrà gestire a regime fino a 40mila tamponi diagnostici al mese.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta in calo, Milano lima a -0,23%
Pesano tensioni Usa-Cina su Covid, future Wall Street in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
13:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee restano deboli a metà seduta mentre i future su Wall Street si confermano in rialzo nell’attesa del discorso, stasera del presidente della Fed. A pesare sono le rinnovate tensioni tra Stati Uniti e Cina con il presidente Donald Trump che ha lanciato a Pechino una nuova accusa sulla diffusione del coronavirus.
Lo Stoxx 600, l’indice d’area europeo, lascia sul terreno oltre mezzo punto con le vendite che frenano in particolare finanza, energia e titoli legati all’informatica. Tra le singole Piazze Londra perde lo 0,73% mentre il mercato immobiliare britannico paga ad aprile l’effetto lockdown. Parigi cede lo 0,96%, Francoforte l’1,36% con il pmi manifatturiero salito a maggio sotto le attese. Milano segna un -0,23% con il Ftse Mib a 17.173 punti. In evidenza Nexi (+8,55%) con Bloomberg che segnala la ripresa di colloqui con Sia per una fusione. Corre anche Autogrill (+6,55%) i cui ricavi hanno risentito del Covid e valuta forme di finanziamento governative. Giù Generali (-2,6%) dopo la trimestrale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mit, via libera a 455 milioni per manutenzione strade
Spendibili fino al 2033. Entro giugno sarà erogato il 50%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
13:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Approvato in conferenza Stato-città ed autonomie locali il decreto che rende disponibili a Province e Città Metropolitane delle Regioni a Statuto Ordinario e delle Regioni Sardegna e Sicilia, circa 455 milioni di euro “per programmi straordinari di manutenzione della rete viaria, da utilizzarsi dal 2019 al 2033”. Lo rende noto il Mit spiegando che già entro giugno verrà erogato il 50% delle risorse in acconto, reperite nel bilancio del Ministero sul Fondo investimenti 2019.
Si tratta, spiega il Mit, di “una iniezione di liquidità che servirà a sostenere le casse degli enti locali per un settore importante che riguarda la sicurezza dei cittadini e, più in generale, del territorio. Frutto di una raggiunta intesa con l’Associazione nazionale Comuni italiani (Anci) e con l’Unione delle Province d’Italia (Upi), le risorse sono attribuite utilizzando i criteri della consistenza della rete viaria, del tasso di incidentalità e della vulnerabilità del territorio rispetto al dissesto idrogeologico”.
In particolare, la città metropolitana di Roma potrà beneficiare di una somma aggiuntiva di 4 milioni di euro da ripartirsi nelle annualità dal 2020 al 2023.
“Ad oggi, tutte le risorse che il Mit aveva precedentemente stanziato e attribuito per l’anno 2018 nello stesso ambito della sicurezza viaria, sono state effettivamente spese entro giugno 2019 dando prova – sottolinea il ministero – dell’efficacia di questa misura”. Attualmente è in corso il monitoraggio delle risorse assegnate per il 2019. Dall’inizio dell’anno sono state ripartite complessivamente 11 milioni di euro per il periodo 2020-2024.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Btp Italia record, raccolti oltre 22 miliardi contro il Covid
A investitori istituzionali 8,3 miliardi con oltre 19 richiesti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
20:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ record per il Btp Italia destinato a finanziare le spese per l’emergenza covid. Dopo una domanda da parte degli istituzionali, che ha ampliamente superato i 19 miliardi al termine della giornata a loro dedicata, secondo fonti di mercato il Tesoro ha assegnato il titolo indicizzato all’inflazione per un ammontare di 8,3 miliardi. Sommato ai 14 miliardi dei risparmiatori, il valore del nuovo Btp italia arriva a superare i 22 miliardi, una cifra mai toccata nelle precedenti emissioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Assogestioni: nel trimestre deflussi per 12 miliardi
Sulla raccolta impatto da incertezza mercati per covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
14:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’industria del risparmio gestito registra nel primo trimstre deflussi complessivi oltre 12 miliardi di euro a causa delle incetezze dei mercati per il covid.. La flessione della raccolta per le gestioni collettive – segnala Assogestioni in una nota – ammonta a circa 11 miliardi mentre sono pari a 1,2 miliardi le uscite per le gestioni di portafoglio.
Il sistema gestisce un patrimonio di oltre 2.140 miliardi di euro. Il 52% delle masse è investito in gestioni di portafoglio (in sostanza in conti deposito), mentre il restante 48% è impiegato in fondi comuni aperti e chiusi (gestioni collettive).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anas: accordo con Croce Rossa per tutela autotrasportatori
Sulle strade punti informativo sanitari su misure anti-Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
14:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Incrementare la sicurezza di chi viaggia per trasportare le merci. È l’obiettivo del nuovo protocollo d’intesa siglato da Anas (Gruppo FS Italiane) e Croce Rossa Italiana in collaborazione con Albo degli Autotrasportatori.
Il protocollo d’intesa prevede diverse iniziative in favore dei viaggiatori. La prima, operativa già da ieri sul Grande Raccordo Anulare, è “Save the Trucker”, un progetto interamente dedicato agli autotrasportatori, categoria in prima linea durante l’emergenza sanitaria COVID-19, il cui impegno nel garantire in maniera costante l’approvvigionamento dei beni essenziali si è rivelato determinante per la tenuta economica e sociale del Paese.
L’iniziativa si svolgerà, da oggi e fino al 21 giugno 2020, in orari specifici dal lunedì al venerdì, oltre che sul GRA, anche sulla A2 “Autostrada del Mediterraneo” e sulla strada statale E45/3bis “Tiberina”. Lungo questi tracciati sono state istituite, presso alcune aree di servizio e ristoro selezionate tra quelle presenti sulla rete Anas, alcuni punti informativo-sanitari dove i volontari della Croce Rossa Italiana saranno a disposizione degli operatori dell’autotrasporto per effettuare lo screening di temperatura, la consegna gratuita di confezioni di gel disinfettante, la distribuzione gratuita dei DPI, i dispositivi di protezione individuale (come mascherine e guanti di lattice) e per fornire tutte le informazioni relative al Covid-19.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa lima flessione, Milano +0,04%
Spread poco mosso a 213 punti, future Wall Street deboli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
14:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse limano il calo con l’indice d’area Stoxx 600 che perde intorno a mezzo punto con finanziari e investimenti industriali sotto vendita. Tra le singole Piazze Londra cede lo 0,37%, Parigi lo 0,73% mentre Madrid gira in rialzo a +0,26%. Francoforte resta la più pesante (-1,07%) mentre Milano si appiattisce (+0,04%) con il Ftse Mib 17.155 punti. Sui listini pesano le rinnovate tensioni tra Stati Uniti e Cina con il presidente Donald Trump che ha accusato Pechino di incompetenza e di aver provocato una strage mondiale con la diffusione del Covid. I future su Wall Street sono deboli nell’attesa del discorso di Powell stasera. A Piazza Affari sono sotto pressione Tenaris (-3,1%), Generali (-3,18%) dopo la trimestrale e, tra le banche, Banco Bpm (-2,45%) mentre lo spread è poco mosso a 213 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a Ny, +2,66% a 34,37 dollari
Quotazioni del Wti del Texas
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 maggio 2020
15:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,66% a 34,37 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: 772 milioni ore la cig ad aprile, +2.953%
Su aprile 2019; 98% è cassa Covid
r
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Inps ha autorizzato ad aprile oltre 772 milioni di ore di cassa integrazione ad aprile con una crescita del 2953% rispetto allo stesso periodo del 2019. Lo si legge nell’Osservatorio sulla cassa integrazione da quale emerge il boom della cassa ordinaria (+9.509%) e di quella in deroga (+239.056%) legate all’emergenza Covid e un calo della straordinaria (-30,3%). l’Inps sottolinea che il 98% delle ore autorizzate è con causale Covid 19.

L’Inps ha ricevuto a marzo 144.203 domande di disoccupazione con un aumento del 37,2% rispetto a marzo 19. Lo si legge all’Osservatorio dell’Inps sulla cassa integrazione. Una parte consistente delle persone che hanno chiesto il sussidio nel mese ha perso un posto di lavoro stagionale o a termine.

L’Inps ha pagato oggi l’indennità di 600 euro per i lavoratori autonomi per aprile prevista dal decreto Rilancio a 1,4 milioni di persone mentre intende concludere l’operazione pagando 400.000 indennità domani e altri due milioni entro lunedì- Lo fa sapere l’Istituto con una nota. Allo scopo di favorire la tempestività di liquidazione della seconda rata dell’indennità – si legge – il pagamento è stato effettuato attraverso il medesimo strumento di riscossione utilizzato per il pagamento della rata di marzo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Effetto Covid sulle 25 quotate , persi 83 miliardi di valore
Analisi Mediobanca, calo manifattura peggiore ultimi 30 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
17:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia da Covid-19 si abbatte su tutti gli indicatori finanziari delle 25 società industriali e di servizi quotate nel Ftse Mib di Borsa Italiana. E’ quanto emerge da una analisi dell’Area studi di Mediobanca. Le 25 società rappresentano, a fine marzo 2020, il 76% della capitalizzazione complessiva (sono escluse banche e assicurazioni), per un valore di Borsa totale di 288 miliardi.
Nel primo trimestre del 2020 la loro capitalizzazione si è ridotta del -22,4%, con una perdita di 83 miliardi.
Le 25 società quotate analizzate hanno perso complessivamente ricavi per quasi 14 miliardi (-13,7%). Tra i settori, i servizi hanno registrato il minore calo (-8,8%), seguiti dalle energetiche/utilities (-10,5%), mentre il petrolifero con Eni (-25,2%) e la manifattura (-11,8%) riportano le maggiori perdite di fatturato.
La manifattura ha fatto registrare un calo del fatturato avvenuto nel primo trimestre 2020 (-11,8%) è il peggiore degli ultimi 30 anni e l’unico in doppia cifra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: Astoi, senza modifiche a dl imprese al collasso
Per turismo organizzato 8 mld perdite, fondo 25 mln ridicolo
r
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
17:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo arrabbiati, preoccupati e delusi per il decreto Rilancio su cui avevamo risposto tante speranze e e che invece contiene ben poche cose per il nostro settore. Avevano chiesto misure specifiche per il turismo che ha delle specificità e vale più del 13% del pil ma purtroppo su questo tanta propaganda e pochi fatti a sostegno di tante imprese che collasseranno. Il bonus vacanze in realtà alle imprese di sostegno ne dà poco o niente mentre avevamo chiesto un fondo per le imprese. Quello che è stato stanziato per il turismo organizzato, 25 milioni, è francamente ridicolo rispetto al danno di agenzie viaggio e tour operator che nella più rosea delle previsioni sarà almeno di 8 miliardi di euro di fatturato perso (ma potremmo arrivare quasi al doppio). Bisogna portare questo fondo ad almeno 750 milioni di euro, eventualmente recuperando la copertura finanziaria dalla riduzione di una parte di quanto attualmente stanziato per il Tax Credit vacanze, ovvero 2,4 miliardi di euro. Basta pensare che la Francia ha stanziato 18 miliardi per il turismo! “. Il consigliere Pier Ezhaya non nasconde l’amarezza e la preoccupazione di tutti gli associati Astoi Confindustria, che riunisce il 90% dei tour operator italiani. Che aggiunge: “Ci fa rabbia, perché non si capisce il nostro lavoro, non si sono ascoltati i nostri suggerimenti, tanti incontri fatti che poi hanno portato a far sì che facessero di testa loro. Capiamo che il turismo è un mondo molto variegato (hotel, balneari, agenzie viaggi, tour operator etc) ma qui ci lamentiamo tutti”.
L’altra richiesta di Astoi è quella che riguarda il prolungamento degli ammortizzatori sociali fino a dicembre. “Altrimenti cosa faranno le imprese – dice Ezhaya – che hanno i ricavi prossimi allo zero?”. L’Astoi chiede anche che sia eliminato il limite di 5 milioni di euro relativo al credito di imposta per gli affitti anche per il settore del turismo organizzato e degli eventi, così come già previsto per le strutture alberghiere. Sul bonus vacanze Ezhaya ribadisce che la filiera del turismo organizzato beneficerà in modo marginale di questo stimolo e quindi chiede che che se ne usi una parte per il Fondo specifico creato per il turismo organizzato e poi se ne consenta l’utilizzo anche per l’acquisto di pacchetti turistici e servizi turistici collegati.
“Se non interverranno – aggiunge – prevediamo un collasso davvero a breve, già il 18 maggio la metà delle agenzie non ha riaperto perché a fronte di ricavi zero ha preferito non affrontare gli ingenti costi di gestione, sanificazione etc etc. C’è una situazione molto negativa: la normativa è ancora avvolta nella nebbia, tutte le regioni procedono per conto loro e hanno fatto le loro norme (un vero Sudoku per gli operatori!), sugli aeroplani c’è ancora la regola del posto vuoto. Insomma siamo in una situazione in cui non ci si rende conto che per far partire il turismo ad agosto bisognerebbe avere norme certe e tutto pronto oggi e non il 31 luglio. I Paesi stranieri si stanno muovendo molto meglio, l’Egitto ha già emanato tutte le direttive della fase 2 e della fase 3, la Grecia si sta attrezzando e aprirà gli aeroporti il 15 giugno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bellezza e innovazione, ingegneri e architetti a Expo Dubai
Protocollo d’Intesa tra Commissariato e Fondazione Inarcassa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
17:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il mondo degli architetti e degli ingegneri progetta il proprio futuro, aprendo una nuova finestra su un ampio panorama internazionale e cogliendo la grande opportunità di sviluppo professionale rappresentata da Expo Dubai”. E’ quanto si legge in una nota nella quale si annuncia la firma di un protocollo d’intesa tra Fondazione Inarcassa e il Commissariato Generale per la partecipazione dell’Italia ad Expo 2020 Dubai che a seguito dell’emergenza sanitaria è stata posticipata di un anno al periodo che va dal 1° ottobre 2021 al 30 marzo 2022.
Le competenze dell’architettura e dell’ingegneria, indispensabili nello sviluppo sostenibile del pianeta, delle aree urbane esistenti, delle nuove urbanizzazioni, gli strumenti di coesione territoriale, per la protezione della “bellezza” universale, per il miglioramento degli stili di vita e per il “re-design” delle aree metropolitane, anche a seguito di emergenze sanitarie e eventi di “climate change”: sono alcuni dei contenuti del protocollo.
“La partecipazione degli ingegneri e degli architetti liberi professionisti italiani a Expo Dubai – afferma il Commissario Generale Paolo Glisenti – darà, tra l’altro, l’opportunità di un Interessante confronto a livello internazionale, quantomai importante e di attualità nel post-Covid19, sui temi delle nuove urbanizzazioni e in particolare sul futuro delle Città globali che vorranno offrire soluzioni di sicurezza e di sostenibilità nei loro modelli di trasporto, di lavoro e di vita”.
“Nostro compito – spiega il Presidente di Fondazione Inarcassa Egidio Comodo – sarà quello di coinvolgere i professionisti della Fondazione nella realizzazione degli obiettivi del protocollo, di favorirne la partecipazione organizzando eventi, seminari e forum tematici e di promuovere la cooperazione professionale e culturale, gli accordi di collaborazione, i gemellaggi e gli scambi culturali. Expo Dubai si colloca perfettamente, del resto, all’interno di quel percorso di internazionalizzazione che è nel dna di Fondazione Inarcassa e che è rivolto ad aumentare sia le occasioni di conoscenza e di crescita professionale sia le stesse opportunità occupazionali dei propri iscritti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trasporto aereo: distanziamento e mascherina, linee guida Ue
Le regole di Easae Ecdc, distanziamento 1,5 metri ovunque possibile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
15:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mantenere il distanziamento fisico di 1 metro e mezzo ovunque possibile, indossare una mascherina medica in aeroporto e sugli aerei per proteggere gli altri passeggeri, praticare uno scrupoloso e frequente lavaggio delle mani. Sono alcune delle raccomandazioni contenute nelle linee guida messe a punto dall’Agenzia europa per la sicurezza dell’aviazione (Easa) insieme al Centro europeo per la prevenzion e il controllo delle malattie (Ecdc), su incarico della Commissione Ue, per assicurare la sicurezza dei viaggiatori e del personale sugli aerei in vista del ritorno alla regolarità dei voli sugli aerei dopo le forti restrizioni per l’emergenza Coronavirus.
Le linee guida prendono in considerazione tutte le fasi del viaggio del passeggero, specificando le azioni o le misure da prendere, da prima di arrivare all’aeroporto all’imbarco fino alla destinazione finale. Una sezione separata è invece dedicata alla sicurezza del volo per i membri dell’equipaggio. Per quando riguarda la mascherina, il documento ne raccomanda l’utilizzo per tutti negli aeroporti e sugli aerei dal momento in cui entrano nel terminal di partenza fino a quello di arrivo (si ricorda anche che va cambiata ogni 4 ore): esenzioni sono previste per i bambini sotto i 6 anni e per specifici motivi medici. Sugli aerei, oltre alle altre misure di sicurezza e igiene, dove reso possibile dalla quantità di passeggeri, configurazione della cabina e requisiti di massa e bilanciamento, le compagnie devono garantire “nella misura in cui è possibile, il distanziamento fisico tra i passeggeri”. I membri della stessa famiglia o le persone conviventi che viaggiano insieme “possono sedesi vicine”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano manca rimbalzo, chiude a -0,78%
Ftse Mib termina a 17.079 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rimbalzo mancato per la Borsa di Milano. Il Ftse Mib ritraccia sul finale e chiude in calo dello 0,78% a 17.079 punti. Tra i migliori della giornata Nexi (+7,68% a 14,08 euro), As Roma (+6,18% a 0,4 euro) e Rcs (+5,16% a 0,6 euro). Bene, anche come controvalore, Enel (+1,25% a 6,33 euro) e Fc (+0,23% a 7,33 euro). Tra i peggiori invece finiscono Leonardo (-3,57% a 5,24 euro) e Banco Bpm (-3,37% a 1,04 euro)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in calo, Londra -0,86%
A Francoforte il Dax ha perso l’1,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
18:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee, che sembravano aver invertito tendenza, in chiusura sono tornate a navigare in terreno negativo. Parigi ha chiuso a 4.445 punti (-1,15%), a Francoforte il Dax ha perso l’1,4% a 11.065, a Milano il Ftse Mib ha perso lo 0,73% a 17.087 punti e Londra si è fermata in calo dello 0,86% a 6.015 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: a Tokyo apertura piatta (+0,06%)
Riaffiorano timori tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
22 maggio 2020
02:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta poco variata, in scia alla contrazione dei mercati azionari Usa, in attesa dei nuovi segnali che arrivano dalla Cina, in occasione del Congresso nazionale del popolo e la possibile continuazione della tensioni commerciali con Washington. Il Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,06% a quota 20.565,30. Sul mercato valutario lo yen è stabile sul dollaro a 107,60, e sull’euro a 117,80.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Hong Kong a -3,17% in apertura
Dopo l’annuncio della stretta di Pechino al Congresso del popolo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
22 maggio 2020
05:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong crolla del 3,17% sui timori della stretta di Pechino con una nuova legge sulla sicurezza nazionale per stroncare il dissenso: l’indice Hang Seng cede il 3,17%, a 23.510,89 punti. La Cina, ha detto il premier Li Keqiang al Congresso nazionale del popolo, vuole “istituire solidi sistemi giuridici e meccanismi di applicazione per salvaguardare la sicurezza nazionale nelle due regioni amministrative speciali (Hong Kong e Macao) e vedere i governi delle due regioni adempiere alle loro responsabilità costituzionali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hong Kong perde il 4,61% a metà seduta
Dopo l’annuncio di una stretta da parte di Pechino
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
22 maggio 2020
06:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong arriva alla pausa della prima parte della seduta con forti perdite: l’indice Hang Seng segna un tonfo del 4,61%, a 23.160,11 punti, scontando i timori sulla legge sulla sicurezza nazionale che la Cina si avvia a imporre sull’ex colonia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo a 1,0929 dollari
Su yen moneta unica a 117,41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo sul dollaro in avvio delle contrattazioni: la moneta unica europea passa di mano a 1,0929 a contro 1,0949 di ieri sera dopo la chiusura di Wall Street. Sullo yen la moneta unica è in leggero rialzo a 117,41.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzi tornano in calo, -6% su incertezza Cina
Anche Brent scende del 5% a 34,27 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi del petrolio tornano a scendere pesantemente dopo il recupero degli ultimi giorni.
L’incertezza sul futuro dell’economia cinese, che pesa anche sulle piazze asiatiche, ha spinto il Wti in ribasso del 6,3% a 31,79 dollari al barile. Anche il Brent ha registrato un netto calo del 5%, portandosi a 34,27 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: lieve aumento a 1.724 dollari l’oncia
Sale dello 0,1% dopo calo dell’1,2% registrato ieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in lieve risalita sui mercati asiatici: il lingotto con consegna immediata sale dello 0,1% a 1.724 dollari l’oncia dopo il calo dell’1,2% registrato ieri. Lunedì i prezzi sono saliti fino a 1.765 dollari, il massimo da ottobre 2012.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora, spread giù a 210, Milano +0,6%
Frena il petrolio, sprint Fca e Peugeot, timori su Hong Kong
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano le borse europee che riducono il calo a fine mattinata, nonostante i futures Usa in rosso. Milano (+0,6%) è la migliore seguita da Madrid (+0,13%), Parigi (-0,26%), Francoforte (-0,55%) e Londra (-1,19%). In calo lo spread a 210 punti, mentre, in assenza di dati macro oltre alle vendite nel Regno Unito, gli operatori guardano già alla prossima settimana, prima del Week-End lungo di Londra e New York. Proprio martedì 25 sono attesi gli indici Fed di Chicago e Dallas, la fiducia dei consumatori e il Beige Book della Fed sull’attività economica nazionale.
Le difficoltà di Nissan (-2,5% a Tokyo), pronta a tagliare 20mila posti di lavoro si riflettono ancora marginalmente su Renault, che riduce il calo dal 4 allo 0,8%, mentre accelerano Fca (+2,4%) e Peugeot (+2,9%), impegnate nel percorso verso la fusione nel primo trimestre del 2021. Riducono il calo i petroliferi Bp (-1,15%) e Shell (-0,8%), mentre Eni (-0,28%) appare soltanto poco mossa. Difficoltà per i bancari inglesi Hsbc (-4,69%) e Standard Chartered (-2,7%%), esposti su Hong Kong, dove il Governatore ha annunciato l’entrata in vigore della legge sulla sicurezza, con timori di nuovi disordini. In calo anche il lusso da Richemont (-3,5%) a Ferragamo (-1,7%), Moncler (-1,5%) e Cucinelli (-3,5%). In controtendenza Burberry (+2,6%) dopo i conti di fine esercizio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia negativa, pesa Hong Kong
Tassi Giappone invariati, Cina conferma legge sicurezza
r
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
09:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta negativa per le principali borse di Asia e Pacifico nel giorno in cui la Boj ha lasciato invariati i tassi in Giappone, mentre crolla Hong Kong dopo l’annuncio cinese che la legge sulla sicurezza sarà subito operativa. Tokyo ha ceduto lo 0,8%, Taiwan l’1,79%, Seul l’1,41% e Sidney lo 0,96%. In forte calo Hong Kong (-18%), ancora aperta insieme a Shanghai (-1,54%) e Mumbai (-1,17%). Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa di dati dal Regno Unito.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo, -1,07%
Indice Ftse Mib a 17.008 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta negativo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede l’1,07% a 17.008 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, Londra -1,67%
Negative anche Parigi (-1,43%) e Francoforte (-1,53%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
09:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rosso per le principali Borse europee. Londra cede l’1,67% 5.914 punti, Parigi l’1,43% a 4.381 punti e Francoforte l’1,53% a 10.896 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Marcianise, Jabil licenzia 190 addetti allo stabilimento
Fallita la trattativa con sindacati. Provvedimento esecutivo dal 25 maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CASERTA
22 maggio 2020
14:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal 25 maggio prossimo la Jabil, multinazionale americana dell’elettronica, procederà al licenziamento collettivo di 190 dipendenti dello stabilimento di Marcianise, nel Casertano. Lo rende noto la stessa azienda in un comunicato emesso al termine della riunione tenuta in video- conferenza con i sindacati; un tavolo, l’ennesimo dall’inizio della vertenza nel giugno di 11 mesi fa, che non ha partorito novità positive per quei lavoratori del sito di Marcianise che non hanno voluto accettare la ricollocazione in altre aziende o l’esodo incentivato; si auspicava che l’azienda chiedesse una proroga della cassa integrazione in scadenza proprio il 25, o che potessero arrivare buone nuove dal Cda della multinazionale riunitosi negli States, ma così non è stato.
Negli ultimi giorni, una trentina di dipendenti ha accettato in extremis di passare in altre realtà produttive, mentre dall’inizio della vertenza sono stati 160 gli addetti che hanno accettato di andarsene optando per uno dei due strumenti messi a disposizione in alternativa al licenziamento.
Nel giugno del 2019, la Jabil aveva annunciato 350 esuberi su un totale di 700 dipendenti a Marcianise; contava di convincere buona parte dei lavoratori ad accettare l’esodo o la ricollocazione, ma il tempo ormai è scaduto. “Da diversi anni a questa parte – si legge nella nota dell’azienda – il sito Jabil di Marcianise si è dovuto confrontare con un contesto economico sfidante, volumi in calo e risorse sotto-utilizzate. Per affrontare la situazione, Jabil ha lavorato con le organizzazioni sindacali e con gli stakeholder, sia locali sia nazionali, a un programma di outplacement volontario per offrire ai dipendenti un’opportunità di reimpiego in altre imprese locali, interessate ad assumere i dipendenti di Jabil”.
“Queste aziende, che hanno partecipato al programma di reimpiego – si legge sempre nel comunicato della Jabil – hanno fatto richiesta di un numero di lavoratori maggiore rispetto ai dipendenti di Jabil in esubero. Jabil ha reso inoltre disponibili significative risorse economiche sia per i dipendenti, come incentivi all’esodo, sia per le aziende che assumeranno i dipendenti di Jabil, a supporto dei loro business plan. Tutto ciò è stato fatto con l’intento di agevolare il più possibile il processo di ristrutturazione e favorire un esito positivo per tutti. Nonostante questi sforzi e il continuo impegno di Jabil, ad oggi si registra purtroppo un risultato deludente sulle adesioni al reimpiego, nonostante le numerose proposte ricevute, che non ci consente di risolvere il problema”.
I sindacati protestano dicendo che licenziamenti nel perdiodo della pandemia sono ancora più gravi e “inaccettabili” e chiedono l’intervento del Governo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-1,1%), giù Intesa
Pesano Moncler, Pirelli e Ferragamo, calo greggio frena Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
09:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread in rialzo a 214 punti e il calo del greggio (Wti -6,5% a 31,7 dollari al barile) sono i principali ostacoli di Piazza Affari oggi. L’indice Ftse Mib lascia sul campo l’1,1%, frenato da Intesa (-1,5%), Eni (-1,85%) e Saipem (-2%). Con l’entrata in vigore della nuova legge sulla sicurezza e i timori di una ripresa delle tensioni a Hong Kong pesa il lusso con Moncler (-2,63%) e Ferragamo (-2,3%). Segno meno per Pirelli (-2,48%) ed Fca (-1%), in linea con l’andamento dei titoli del settore in Europa, dover Renault cede il 4,4% a causa delle difficoltà di Nissan (-2,5% a Tokyo), pronta a tagliare 20mila posti di lavoro. In campo bancario deboli Bper (-2,5%) e Banco Bpm (-1,4%), più cauta Ubi (-0,5%), stabile Unicredit (+0,08%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in tensione, Milano -0,9%
Futures Usa negativi, scivolone Renault e banche inglesi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
10:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee sotto tensione con il calo del greggio (Wti -6,9%), le difficoltà per il settore auto e il timore di nuove tensioni a Hong Kong dopo l’entrata in vigore della legge sulla sicurezza voluta dalla Cina. Milano (Ftse Mib -0,9%) è la migliore davanti a Madrid (-1%), Parigi (-1,37%), Francoforte (- 1,55%) e Londra (-1,86%), frenata dal calo delle vendite al dettaglio sopra le stime, calcolando i carburanti. In rialzo lo spread a 213,4 punti, segno meno per i futures Usa in assenza di dati macro ed in vista del week-end lungo fino a martedì prossimo, quando la Fed rilascerà il Beige Book sullo stato dell’economia nazionale.
Il settore auto è tra i più colpiti con Renault (-4,36%), che sconta le difficoltà di Nissan (-2,5% a Tokyo), pronta a tagliare 20mila posti di lavoro e portare così il totale mondiale degli esuberi nel comparto sopra le 50mila unità. Giù anche Pirelli (-2,2%) e Volkswagen (-1,5%) a differenza di Fca, che risale fino alla parità e Peugeot (+0,3%). Debole il lusso con Cie (-3,9%) ed Lvmh (-1,8%) , effetto conti invece per Burberry (+2,62%). In campo petrolifero segnano il passo Bp (-2,15%), Shell (-2,1%), Total (-1,5%), Eni, e Saipem (-1,4% entrambe). Sotto pressione i bancari inglesi Hsbc (-5,48%) e Standard Chartered (-4,19%), particolarmente esposti sulla piazza di Hong Kong.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A.Mittal:Usb,sciopero e presidio Taranto
‘Intervenga il Governo, si sta prospettando chiusura fabbrica’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
22 maggio 2020
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sciopero di 24 ore dei lavoratori diretti e dell’appalto del siderurgico ArcelorMittal di Taranto, indetto dall’Usb, con circa 200 persone in presidio davanti alla direzione. “Il governo deve intervenire – sottolinea il coordinatore provinciale Usb, Francesco Rizzo – qui centinaia di lavoratori gridano ‘Arcelor vai via’. C’è un’azienda che sta colando a picco, migliaia di lavoratori in cassa integrazione, lavori Aia sospesi, in un clima che non si viveva nemmeno ai tempi dei Riva, con decine di licenziamenti ingiustificati”, senza contare i “continui ritardi nei pagamenti delle fatture per attività già svolte dalle imprese dell’appalto. Ogni mese abbiamo operai che non percepiscono stipendio e aziende che rischiano il fallimento. E’ inaccettabile. Ora si sta prospettando la peggiore delle ipotesi: la chiusura della fabbrica. Bisogna allontanare Arcelor – sostiene Rizzo – mettendo in sicurezza lo stabilimento e aprendo ad un accordo di programma per Taranto”, salvaguardando lavoro e ambiente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira in rialzo, bene Unicredit
Spread scende a 211, sale Banco Bpm, acquisti su Fca, Eni fiacca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
11:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si porta in territorio positivo (Ftse Mib +0,5%) con lo spread di nuovo in calo a 211 punti. Ne trae vantaggio Unicredit (+3,32%), seguita da Banco Bpm (+1,53%), Ubi (+1,4%), Bper (+1,2%) e Intesa (+1%). In luce anche Fca (+1,7%), che insieme a Peugeot (+1,3%) distanzia i rivali europei . Il calo del greggio (Wti -5,6%) continua a fiaccare Eni ( -0,5%), a differenza di Saipem (+0,4%). Difficoltà per il lusso con Moncler (-1,35%), Ferragamo (-1,25%) e Cucinelli (-3,28%) per i timori di nuove tensioni a Hong Kong contro la legge sulla sicurezza. Nuovo balzo di Diasorin (+3,15%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Abi: 329 mila domande a Fondo garanzia, 15 miliardi
2,3 milioni moratorie per totale finanziamenti di 240 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al 21 maggio le domande di nuova liquidità inviate dalle banche al Fondo di garanzia sono cresciute a 329 mila (+ 26 mila sul giorno precedente) per finanziamenti richiesti di circa 15 miliardi (oltre un miliardo in più rispetto al giorno prima), di cui, fino a 25 mila euro, sono cresciute a 295 mila, per oltre 6 miliardi di euro. Lo annuncia l’Abi indicando che prosegue “l’importante crescita”.
Inoltre le nuove moratorie su prestiti promosse da Abi in accordo con le associazioni di categoria e scaturite dalla legge ammontano a due milioni e trecentomila pratiche per totale di finanziamenti di 240 miliardi di euro, di cui oltre un milione richieste da imprese e quasi un milione duecentomila da famiglie. Tutto questo lavoro in termini di importi, ha prodotto – sottolinea l’Abi – l’accoglimento dell’80% delle domande di moratorie, solo l’uno per cento di non accoglimento, mentre il 19% e’ in corso di esame.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Mit proroga circolazione tir in festivi fino al 2/6
Proroga per fa fronte a emergenza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
12:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato il decreto di proroga della sospensione dei divieti di circolazione sulle strade extraurbane nei giorni 24, 31 maggio e 2 giugno 2020 per i mezzi adibiti al trasporto cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate. E’ quanto si legge in una nota del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture nella quale si precisa che per i servizi di trasporto merci internazionale resta, invece, la sospensione del calendario dei divieti, fino a nuove disposizioni del governo.
La proroga del provvedimento, si legge, è necessaria per far fronte all’emergenza Coronavirus e superare un ulteriore elemento di criticità del sistema dei trasporti non più giustificato dall’attuale riduzione dei flussi di traffico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cciaa Pilover,nel 2020 perdita Pil come intero Veneto
Caduta ricchezza su base nazionale sarà del 9,1%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
22 maggio 2020
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 la perdita della ricchezza su base nazionale sarà del 9,1% e dunque è come se all’Italia venisse meno quella dell’intero Veneto. E’ uno dei dati, in questo caso proveniente dal Fondo monetario internazionale (Fmi), resi noti oggi dai quattro presidenti delle Camere di commercio regionali di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna (regioni per questo identificate con l’acronimo Pilover) durante una conferenza stampa congiunta dedicata a “ruolo e strategie delle Camere di Commercio per affrontare l’emergenza economica del Covid-19”. All’evento, svolto in videoconferenza, erano collegati Gian Paolo Coscia (Piemonte), Gian Domenico Auricchio (Lombardia), Mario Pozza (Veneto) e Alberto Zambianchi (Emilia Romagna). Nell’area delle quattro regioni oggi vive poco meno del 40% della popolazione italiana e opera il 45% dell’occupazione totale, per una creazione di Pil che sfiora il 50%, secondo una crescita media del 4% negli ultimi 10 anni (mentre la media del paese è in flessione del 2,4%). Da qui parte verso i mercati esteri il 64% delle esportazioni nazionali. Secondo il centro studi di Unioncamere, le società di capitali, che generano oltre il 70% dell’occupazione nelle quattro regioni, nel 2020 registreranno un calo di fatturato di oltre il 10%, cioè 172 miliardi in tutto. Il 24% di esse, si prevede, nel corso di quest’anno entrerà in crisi di liquidità. Relativamente alla sola filiera del turismo, nelle regioni del “Pilover” opera circa il 40% delle imprese nazionali, le quali sono responsabili dell’11% del PIl dell’area.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora, Milano +0,6%
Frena petrolio, sprint Fca e Peugeot, timori su Hong Kong
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Migliorano le borse europee che riducono il calo a fine mattinata, nonostante i futures Usa in rosso. Milano (+0,6%) è la migliore seguita da Madrid (+0,13%), Parigi (-0,26%), Francoforte (-0,55%) e Londra (-1,19%). In calo lo spread a 210 punti, mentre, in assenza di dati macro oltre alle vendite nel Regno Unito, gli operatori guardano già alla prossima settimana, prima del Week-End lungo di Londra e New York. Proprio martedì 25 sono attesi gli indici Fed di Chicago e Dallas, la fiducia dei consumatori e il Beige Book della Fed sull’attività economica nazionale. Le difficoltà di Nissan (-2,5% a Tokyo), pronta a tagliare 20mila posti di lavoro si riflettono ancora marginalmente su Renault, che riduce il calo dal 4 allo 0,8%, mentre accelerano Fca (+2,4%) e Peugeot (+2,9%), impegnate nel percorso verso la fusione nel primo trimestre del 2021. Riducono il calo i petroliferi Bp (-1,15%) e Shell (-0,8%), mentre Eni (-0,28%) appare soltanto poco mossa.
Difficoltà per i bancari inglesi Hsbc (-4,69%) e Standard Chartered (-2,7%%), esposti su Hong Kong, dove il Governatore ha annunciato l’entrata in vigore della legge sulla sicurezza, con timori di nuovi disordini. In calo anche il lusso da Richemont (-3,5%) a Ferragamo (-1,7%), Moncler (-1,5%) e Cucinelli (-3,5%). In controtendenza Burberry (+2,6%) dopo i conti di fine esercizio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple produrrà anche in Vietnam per via delle tensioni tra Usa e Cina
Diversifica i Paesi di costruzione di iPhone e AirPods
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
13:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apple avrebbe chiesto ai partner asiatici che costruiscono l’iPhone di spostare parte della produzione dalla Cina al Vietnam e all’India. Lo riferisce il quotidiano taiwanese DigiTimes citando fonti interne all’industria. La mossa punterebbe a diversificare i luoghi di produzione, anche alla luce delle crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina.
Il Vietnam sembra essere il Paese scelto da Apple anche per produrre parte degli auricolari AirPods. A darne notizia è stato due settimane fa il quotidiano giapponese Nikkei, secondo cui la produzione degli AirPods in Vietnam sarebbe iniziata a marzo. La conferma è arrivata negli ultimi giorni da alcuni utenti che su Twitter e forum specializzati hanno mostrato gli AirPods Pro acquistati con la scritta “assemblato in Vietnam”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Usaerospace chiede incontro a governo
Per rilancio linea di credito fino ad 1,5 miliardi di dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
20:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Usaerospace Partners Inc. ha formalizzato una richiesta di incontro ai Ministri Gualtieri, Patuanelli e De Micheli, incontro nel quale intende ribadire – a seguito della promulgazione in Gazzetta Ufficiale del “Decreto Rilancio” – il proprio immutato interesse per la compagnia aerea”. E’ quanto si legge in una nota di Usaerospace nella quale si precisa che la società ” ha, inoltre, formalizzato le sue intenzioni su Alitalia anche al Parlamento della Repubblica” con una lettera alle Commissioni Bilancio e Trasporti di Camera e Senato. Nel comunicato diffuso la compagnia spiega anche di essere già stata autorizzata a contrarre linee di finanziamento “con un importante istituto statunitense fino a un miliardo e mezzo di dollari al fine di sostenere il piano strategico di rilancio di Alitalia”. con un piano che prevede “il basso impatto sui livelli occupazionali nel triennio” e la volontà di posizionare nell’aeroporto di Fiumicino l’hub e la sede direzionale ed amministrativa della Compagnia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da Cciaa “Pilover” impegno 120 mln per imprese
Per Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
22 maggio 2020
15:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Camere di commercio del sistema “Pilover”, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, hanno finora impegnato circa 120 milioni di euro per iniziative di sostegno a favore delle imprese. Ne hanno parlato oggi i presidenti delle Cciaa dell’area, ricordando che il sistema si è mosso non soltanto con risorse finanziarie ma attraverso servizi di altra natura, quali le attestazioni delle “cause di forza maggiore” come giustificazione di mancati adempimenti nei rapporti commerciali. Le Cciaa hanno anche supportato Regioni e Prefetture per l’individuazione dei codici Ateco in base ai quali sono state rilasciate, all’inizio del lockdown, le autorizzazioni in deroga allo svolgimento delle attività produttive. Il progetto “Pilover” è nato all’inizio 2019 come un patto operativo tra le Unioni regionali delle Camere di Commercio delle quattro regioni per consolidato la collaborazione tra gli enti nelle politiche e nei servizi di sistema tra le Cciaa associate nelle singole regioni e a livello interregionale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva con le banche, spread a 208 punti
In corsa Diasorin, male lusso e petroliferi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
17:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Positiva la Borsa di Milano (+1,3%) tra le migliori in Europa, mentre Wall Street è in leggero negativo. A Piazza Affari guadagnano le banche, in particolare Unicredit (+3,5%), Fineco (+2,6%), Ubi e Intesa (+1,9%), non Bper (-0,5%), , con lo spread in discesa a 208 punti. Brillano Diasorin (+5,8%) che prosegue l’ascesa con il test sierologico in Canada e Prysmian (+4%). Tra i titoli in positivo anche Nexi (+3,2%), che rallenta per l’aggregazione con Sia, Generali (+2,5%) il giorno dopo i conti e Fca (+1%), mentre patiscono i rivali europei. Sul filo della parità Tim (+0,01%).
In fondo al listino principale invece il lusso, con Moncler (-2,3%) e Ferragamo (-2,1%), così come perdono i petroliferi, da Saipem (-1,7%) a Eni (-0,6%) e Tenaris (-0,3%), col greggio in forte calo (wti -4,6% a 32,3 dollari al barile), in una giornata in cui i mercati sono condizionati anche dal crollo di Hong Kong per i timori di una nuova legge cinese sulla sicurezza nazionale. Non si avvantaggia Pirelli (-0,5%). Male Leonardo (-1,5%) e Cnh (-0,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,3%)
Il Ftse Mib a 17.316 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato l’1,34% a 17.316 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude debole
Londra (-0,3%), Parigi (-0,02%), Francoforte (+0,07%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura debole per le principali Borse europee. La migliore è stata Madrid (+0,17%%) a 6.697 punti, seguita da Francoforte (+0,07%) a 11.073 punti, Parigi (-0,02%) a 4.444 punti e Londra (-0,4%) a 5.993 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva con banche, balzo Diasorin, giù lusso
Male petroliferi con greggio in calo, pesante Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
18:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di fine settimana positiva per la Borsa di Milano (+1,3%). Le banche hanno sostenuto il listino principale, con lo spread chiuso in discesa a 208 punti, da Unicredit (+4,3%) aFineco (+2,7%), Ubi (+2,4%) e Intesa (+1,5%). Altro balzo per Diasorin (+6,2%) da quando nei giorni scorsi ha avuto il via libera per il test sierologico in Canada.
Brillante Nexi (+3,6%) mentre si allenta l’attività per unirsi a Sia e bene Prysmian (+3,5%) col bilancio di sostenibilità.
Guadagni per Generali (+2,3%) il giorno dopo i conti del trimestre e Exor (+1,6%), con Fca che guadagna (+1%), mentre ci sono frizioni nel comparto per Renault (-2,8% a Parigi), dopo i nuovi esuberi annunciati dal partner Nissan.
Sofferenti i petroliferi, col greggio in calo (wti -2,8% a 32,95 dollari al barile), da Saipem (-1,2%), a Eni (-0,5%) e Tenaris (-0,2%). Nessun vantaggio per Pirelli (-0,3%). Giù il lusso, con Ferragamo (-2,5%) e Moncler (-2%), accusato il crollo di Hong Kong con l’ipotesi di una legge cinese sulla sicurezza nazionale. Pesante Leonardo (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi nel mirino del governo, ‘inaccettabile ultimatum’
Atlantia: ‘Vogliamo risposte’. M5S attacca: ‘Commissariarla’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
21:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Aspi, quelli del crollo del ponte di Genova, che si sono macchiati delle 43 vittime, che non hanno neanche chiesto scusa, quelli lì dei Benetton, che ricattavano il Governo, se ne sono usciti con una novità. Hanno detto: se non ci fate la garanzia dello Stato per avere un prestito anche noi di qualche milIardo di euro, non facciamo gli investimenti. Cioè il ricatto, la logica del ricatto”. Lo afferma il vice ministro delle infrastrutture Giancarlo Cancelleri (M5s) su Facebook. “Ebbene quello che penso e che pensa il M5s: abbiamo perso solo tempo, mi rivolgo alle altre forze di maggioranza, a Iv al Pd, stiamo perdendo tempo revochiamogli le concessioni, questa non è gente seria”.

“Noi un piano ce l’abbiamo, un piano serio che risponde a tutte le critiche di quelli che dicevano che senza la concessione tanti padri di famiglia alla fine perderanno il lavoro. Non perde il lavoro nessuno. Vogliamo commissariare direttamente Aspi, con un commissario di governo. E Spea, che era quella che taroccava i controlli, la sostituiamo con Anas”. “Così non perde il lavoro nessuno – spiega Cancelleri – e allontani la penale che dovremmo riconoscere per la revoca della concessione, perché la metti alla fine come onere di subentro, e intanto fai partire il bando di gara”.

“Il ministro De Micheli ha questo dossier dove ha fatto insieme con Aspi una sorta di trattativa. Non lo conosce nessuno questo dossier, non lo conosce né il M5s né altre forze di governo, né Conte”, sostiene il viceministro delle infrastrutture e trasporti. “Lo ha dichiarato lei sui giornali. Ebbene che lo tirasse fuori, cominciamo a parlarne è inutile che ci giriamo intorno. Quando riusciremo a fare questa discussione? Il tempo è scaduto, perché quando andremo a consegnare il ponte di Genova, quando sarà finito, lo dovremo consegnare a qualcuno e se non sappiamo a chi va la concessione, non sapremo neanche a chi va il contratto di governo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il comunicato stampa di Atlantia ha il sapore di un ultimatum. Premesso che nessuno, ne’ tanto meno Atlantia, può permettersi di minacciare le istituzioni, e’ bene ricordare che determinate decisioni vanno aspettate con rispetto delle istituzioni e di coloro che hanno lavorato senza mai fermarsi alla procedura di caducazione”. Lo fanno sapere fonti del Ministero delle infrastrutture trasporti, precisando che il Dicastero “ha completato il dossier, come già annunciato nei giorni scorsi e in parlamento dalla ministra, e lo ha inviato alla presidenza del consiglio per avviare una discussione e un confronto necessari prima della decisione che avverrà in Consiglio dei ministri, come più volte sottolineato pubblicamente dalla ministra De Micheli”.

“Sarebbe meglio evitare ultimatum e ricatti, lo dico da ligure. Forse i toni sarebbe meglio che cambiassero”. Lo ha detto il vicesegretario del Pd Andrea Orlando, a “L’Intervista di Maria Latella”, su Sky TG24, parlando di Atlantia e dell’intenzione di ridurre gli investimenti.

Il Codacons, sul caso Atlantia, ha chiesto la convocazione di un tavolo tra le parti, aperto ai cittadini nella loro veste di primi fruitori delle autostrade, per definire la vertenza e soprattutto far ripartire investimenti e manutenzione sulla rete, indispensabili per garantire un servizio di qualità e sicuro agli utenti, che pagano i pedaggi. Lo si legge in una nota dell’associazione dei consumatori, che con un’istanza chiede a Governo e Atlantia di chiudere entro 30 giorni la vertenza. “I cittadini ritengono che quanto meno il privato, debba fare tutti i sacrifici necessari anche in dipendenza dei gravi eventi verificatisi da Genova in poi, ma che il Governo – a sua volta – di fronte a proposte di indennizzo del privato, debba assumere chiare posizioni positive o negative ma comunque trattare”, si legge nell’istanza. “Il peggio è il silenzio e il lasciare che il livello giudiziario non debba prevalere perché poi ricadrebbe come danno – a prescindere dall’esito delle vicende giudiziarie – sempre sui cittadini. Per questa ragione e per i prevalenti interessi dei cittadini fruitori dei servizi pubblici autostradali, ci permettiamo di chiedere la urgente – e comunque entro 30 gg – convocazione di una conferenza finalizzata a un accordo di programma che metta fine alle incertezze e definisca in un modo qualsiasi, ma definisca la vertenza salvaguardando i prioritari interessi dei cittadini”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Niente liquidità da Cdp e nemmeno dalle banche attraverso la garanzia Sace. Il downgrade di Autostrade per l’Italia seguito alla norma del Milleproroghe che cambia il valore dei meccanismi di indennizzo in caso di revoca della concessione, ha inceppato tutti i meccanismi creditizi. Così Atlantia ha convocato un consiglio di amministrazione straordinario e dato un’indicazione tranchant alla propria controllata: acceda ai 900 milioni stanziati dalla holding per la sola messa in sicurezza della rete e, contestualmente, blocchi tutti gli altri investimenti: 14,5 miliardi di lavori. E’ un vero e proprio affondo che apre un altro capitolo della sfida tra il governo e la società dei Benetton. Atlantia parla di ”gravi danni” dovuti alle lentezze delle decisioni e alle scelte del milleproroghe che tengono la società sulla graticola anche dei mercati, tanto da aver dato “mandato ai propri legali di valutare tutte le iniziative necessarie per la tutela della società e del Gruppo”. Già, perché agli effetti dell’articolo 35 del milleproroghe, si è aggiunta una recente dichiarazione del viceministro allo Sviluppo Economico, Stefano Buffagni, che ad una domanda sulla richiesta di liquidità attraverso il meccanismo di garanzia dello Stato con Sace ha risposto recentemente, sbarrando la strada: “domandare è lecito, rispondere è cortesia: no grazie!”. Una frase sulla quale il Cda di Atlantia “ha espresso forte preoccupazione” perché si tratta di “affermazioni peraltro contrastanti con lo spirito e il dettato del decreto e basate piuttosto su valutazioni e criteri di natura ampiamente discrezionale e soggettiva verso chi sta dando un importante contributo allo sviluppo infrastrutturale del Paese”. Il nodo è sempre quello: la concessione. Il comunicato diffuso da Atlantia dopo il cda straordinario parte proprio da questa premessa: “non è ancora pervenuta alcuna risposta alla proposta formale inviata da Aspi al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti lo scorso 5 marzo, al fine di trovare una soluzione condivisa relativamente al procedimento di contestazione in corso ormai da quasi due anni”. Questo – aggiunge – nonostante gli oneri per la costruzione del nuovo ponte di Genova, i risarcimenti, le ispezioni alle infrastrutture esternalizzate e che alcuni esponenti di governo hanno dichiarato di aver concluso l’analisi del dossier. “Tale contesto ha determinato e continua a determinare gravi danni all’intero gruppo e genera preoccupazioni sul mercato e a tutti gli stakeholder”. Di fatto dopo il milleproroghe il rating di Aspi è stato portato a “sub investment grade” e così – racconta Atlantia – Cdp “non ha ritenuto di dar corso finora ad alcuna erogazione” per una linea di credito per la quale rimangono oggi inutilizzati 1,3 miliardi. Viene poi ricordato di aver avviato l’istruttoria con alcuni istituti di credito per poter accedere ad un prestito garantito da Sace. Le banche stanno ancora esaminando il dossier che non sarebbe ancora arrivato sul tavolo di Sace ma, dopo le dichiarazioni di Buffagni, la società deve aver ritenuto davvero difficile riuscire ad ottenere liquidità attraverso questa strada, tanto da aver deciso di sospendere i 14,5 miliardi di investimenti.
Sulla vicenda di Aspi “pensiamo che vada messa da parte la demagogia: non si può far morire un’azienda come Atlantia. Aspi deve poter accedere nel rispetto della legge al credito come agli altri. I settori delle autostrade e degli aeroporti sono stati pesantemente colpiti dalla pandemia: vanno sostenuti”. Lo dichiarano fonti qualificate di Italia Viva, sentite al telefono.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Reddito Emergenza,Catalfo, da stamattina 20mila domande
Ministro lavoro su twitter
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
20:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Da questa mattina sono arrivate al sito dell’Inps circa 20.000 domande per il Reddito di Emergenza”. Lo scrive su Twitter la ministra del lavoro Nunzia Catalfo. “Tra gli obiettivi che il Governo si è posto con i provvedimenti finora messi in campo c’è la protezione sociale di lavoratori e famiglie. Andiamo avanti su questa strada” aggiunge.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in calo a Ny, -2% a 33,35 dollari
quotazioni Wti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
22 maggio 2020
20:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono il 2% a 33,35 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hertz dichiara bancarotta in Usa, Canada
Società in crisi causa coronavirus, escluse attività in Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
23 maggio 2020
05:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colosso mondiale dell’autonoleggio Hertz, in crisi per le conseguenze del coronavirus, ha presentato istanza di fallimento negli Stati Uniti e in Canada. Lo ha annunciato la società in una nota.
“L’impatto di COVID-19 sulla domanda di spostamento è stato improvviso e drammatico, causando un brusco calo delle entrate dell’azienda e delle prenotazioni future”, ha dichiarato in un comunicato stampa. Nel deposito del ‘chapter 11’ negli Stati Uniti non sono incluse le attività operative in altre aree, tra cui Europa, Australia e Nuova Zelanda.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cgia, perse 11 mila aziende, a fine anno 100 mila
Trend iniziale nella media ma a fine anno -300 mila posti lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
23 maggio 2020
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In tre mesi in Italia sono state perse quasi 11 mila aziende artigiane e senza aiuti potrebbero diventare 100 mila a fine 2020. A sostenerlo è la Cgia di Mestre, per cui si tratta di un dato negativo, ma in linea con quanto registrato nello stesso arco temporale dei tre anni precedenti. Il peggio dovrebbe arrivare nei prossimi mesi, quando l’effetto economico negativo del Covid si farà sentire con maggiore intensità.
“In questi due mesi e mezzo di lockdown, molti artigiani senza alcun sostegno al reddito sono andati in difficoltà – dice Paolo Zabeo della Cgia – e non sono stati pochi coloro che hanno ipotizzato di gettare la spugna e chiudere definitivamente. Dopo una settimana dalla riapertura totale, invece, lo stato d’animo è cambiato. C’è voglia di lottare, di resistere, di risollevare le sorti economiche della propria attività. Purtroppo, non tutti ce la faranno a sopravvivere con una perdita di almeno 300 mila posti di lavoro a fine anno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da E-R 49mila domande a Inps per Cig in deroga
La Regione ha completato procedura per il 100% delle richieste
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
23 maggio 2020
10:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 49mila domande di Cassa integrazione in deroga in Emilia-Romagna: la Regione ha completato la procedura e consegnato all’Inps il 100% delle richieste arrivate. Richieste che riguardano complessivamente, da Piacenza a Rimini, 157.135 lavoratori, per un totale di oltre 36 milioni di ore. A livello provinciale, è la città metropolitana di Bologna che vede la quota maggiore di domande di Cassa in deroga (12.519), considerando tutte quelle inviate.
Seguono Modena (7.566) e Reggio Emilia (5.225).
I numeri sono riferiti alle domande previste dal decreto 9 del 2 marzo 2020 (Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19) e dal decreto 18 del 17 marzo 2020 (Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19).
Resta aperta la possibilità, per chi non avesse usufruito di tutte e 13 le settimane, di chiedere le rimanenti alla Regione; per quelle previste nel decreto Rilancio (5+4) la richiesta va mandata direttamente all’Inps.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco: precompilata, 20% tasse a sanità, 21% a previdenza
Torna la funzione che calcola a cosa servono le proprie tasse
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
11:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 20% dell’Irpef versato dai contribuenti italiani va a finanziare la sanità, il 21% la previdenza, l’11% l’istruzione e l’8,9% la difesa, l’ordine pubblico e la sicurezza.
Torna con la dichiarazione precompilata 2020 una funzione di servizio che consente di verificare nel dettaglio come ognuno ha contribuito alle spese dello Stato e che è stata voluta dal direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini per alimentare il rapporto di trasparenza e collaborazione tra cittadini e Amministrazione finanziaria.
Ad utilizzarla – spiega una nota dell’Agenzia – potranno essere i contribuenti che presentano la dichiarazione precompilata ma anche coloro che accederanno al proprio ‘cassetto fiscale’.
Come accedere ai dati – I contribuenti che utilizzeranno la Dichiarazione Precompilata 2020, e che hanno presentato una dichiarazione dei redditi nell’anno precedente, visualizzeranno, all’apertura dell’applicazione, un prospetto informativo (grafico e tabella) sulla destinazione delle imposte alle varie voci di spesa. Le informazioni saranno rese disponibili anche sul Cassetto Fiscale. Il sistema calcolerà per ciascun contribuente come l’Irpef versata si ‘spacchetta’ nei diversi settori pubblici.
Dalle pensioni alla sanità dove vanno tutte le tasse che versiamo – Circa il 21% delle tasse pagate dai contribuenti Irpef va a finanziare le pensioni, mentre il 20% la sanità. Al terzo posto l’istruzione, a cui indirizziamo l’11% delle tasse pagate. A seguire, l’8,9% di quanto versato è diretto a sostenere la difesa, l’ordine pubblico e la sicurezza, mentre il 6,09% ha come obiettivo il sostegno all’economia e al lavoro. E ancora, il 4,8% ai trasporti, il 2,4% alla protezione dell’ambiente e il 2,2% alla cultura e allo sport.
La fonte dei dati – Per l’individuazione delle voci di spesa, d’accordo con la Ragioneria Generale dello Stato, si è fatto riferimento alla classificazione COFOG (Classification of the Functions of Government) che rileva le spese indipendentemente dal fatto che si riferiscano a capitoli che fanno riferimento al Bilancio dello Stato o ai bilanci delle Regioni o Enti locali. I dati sono stati elaborati dall’Ispettorato Generale del Bilancio del dipartimento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in leggero rialzo
Banche in ordine sparso, male petroliferi, pesante Renault
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
17:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in leggero rialzo, tranne Londra (-0,3%), le principali Borse europee, in controtendenza con Wall Street, che resta in rosso, dopo che Hong Kong ha fatto segnare un crollo per i timori di una nuova legge cinese sulla sicurezza nazionale. La migliore è Madrid (+0,18%), seguita da Parigi (+0,14%) e Francoforte (+0,05%) sul filo della parità.
Maglia rosa a Milano (+1,2%).
L’indice d’area, Stoxx 600, è negativo (-0,3%).Tra le auto pesante Renault (-2,7%), sulle parole del ministro dell’economia francese, Bruno Le Maire, che ha detto che il gruppo “si gioca il futuro” In rosso beni i petroliferi, col greggio in deciso calo (wti -3,4% a 32,7 dollari al barile), come Equinor (-2,8%), Aker Bp e Polski Koncern (-1,8%). In ordine sparso le banche, tra vanno giù Hsbc (-4,6%), Dnb (-2,7%), Standard Chartered (-2,3%) e Santander Bank Polska (-2,5%), mentre sono in rialzo, Bankinter (+5,8%), Abn Amro (+4%) e Unicredit (+4,7%), con lo spread a 209. Bene l’informatica, con Asm (+4,2%) e Dialog (+3,6%), mentre perde ams (-2,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce rilancia il Qe, ‘pronti a nuove misure a giugno’
Posizione di bilancio Eurozona si è fatta ‘fortemente espansiva’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
23:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le stime messe a punto dallo staf della Bce per l’impatto economico della pandemia sull’Eurozona indicano “che anche una profonda recessione di circa il 5% nel 2020 appare ora un esito favorevole, con scenari più gravi che indicano una contrazione fino al 12% del Pil”. E il consiglio direttivo “dovrà essere pronto ad aggiustare il Pepp e potenzialmente altri strumenti” alla riunione d’inizio giugno, se vedrà che le dimensioni dello stimolo sono inferiore a quanto necessario. Lo scrive la Bce nelle minute del meeting del consiglio direttivo di fine aprile.
Gran parte degli spread dell’Eurozona si sono allargati rispetto al Bund, e a fine aprile “in alcune giurisdizioni gli spread erano tornati temporaneamente, o avevano persino superato i livelli osservati prima dell’annuncio del programma di emergenza pandemica (Pepp)”. E’ uno dei temi discussi dal Consiglio direttivo nella riunione del 29 e 30 aprile, come testimoniano le minute dell’incontro. A contribuire al rialzo degli spread – scrive la Bce – “le aspettative di maggiori necessità di emettere debito e l’alta incertezza che prevale circa l’impatto economico e finanziario della crisi”.
“Le banche centrali da sole possono fare fino a un certo punto, e dunque devono giocare un ruolo centrale le politiche di bilancio”, lo dice, in un podcast diffuso dalla Bce, il membro del comitato esecutivo e capo economista della Bce Philip Lane, che parla di un “grosso shock” per l’economia dell’Eurozona dovuto alla pandemia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inail: 43.000 denunce contagio Covid, 171 morti
La metà dei decessi tra personale sanitario e assistenziale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
21:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 43.000 le denunce di infortunio sul lavoro arrivate all’Inail fino al 15 maggio per contagio da Covid 19. Lo rileva l’Istituto spiegando che sono 171 quelle da infortunio mortale, la metà dei quali concentrati nel personale sanitario e assistenziale.
Le denunce di contagio complessive tra fine febbraio e il 15 maggio sono 43.399, seimila in più rispetto al dato del 4 maggio. I casi di infezione con esito mortale registrati nello stesso periodo sono 42 in più rispetto al monitoraggio precedente. L’età media dei lavoratori che hanno contratto il virus è di 47 anni per entrambi i sessi, ma sale a 59 anni (58 per le donne e 59 per gli uomini) per i casi mortali. Nove decessi su 10, in particolare, sono concentrati nelle fasce di età 50-64 anni (70,8%) e over 64 anni (19,3%). Il 71,7% dei lavoratori contagiati sono donne e il 28,3% uomini, ma il rapporto tra i generi si inverte nei casi mortali. I decessi degli uomini, infatti, sono pari all’82,5% del totale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Volare in sicurezza’, indicazioni Alitalia a passeggeri
Informazioni consultabili sul sito della Compagnia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
FIUMICINO
22 maggio 2020
13:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Volare in sicurezza” è il “vademecum” che Alitalia, che dal 2 giugno peraltro ripristinerà il collegamento non-stop fra Roma e New York, dal 3 giugno da Roma con Barcellona e dal 4 giugno da Roma con Madrid, ha messo in campo, per l’emergenza Covid 19, come “priorità” per passeggeri e personale. Una linea guida, consultabile sul sito ufficiale della Compagnia, con soluzioni di sicurezza adottate in coordinamento costante con le Autorità Sanitarie.
Per mantenere il distanziamento sociale la Compagnia invita i viaggiatori, tra l’altro, dove possibile, ad “effettuare il web check-in oppure ad utilizzare, ove presenti, i chioschi del fast check-in in aeroporto. Durante tutte le operazioni effettuate in aeroporto (check-in, transito, imbarco, sbarco, ritiro dei bagagli, controlli di sicurezza, ecc) è necessario mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno un metro. E, inoltre, indossare una mascherina protettiva fin dal tuo arrivo in aerostazione”.
Alitalia sottolinea inoltre che “tutti gli aeromobili vengono sanificati con prodotti ad alto potere igienizzante ogni giorno e, grazie ai filtri Hepa e alla circolazione verticale, l’aria a bordo è pura al 99.7%, come in una sala sterile.
Inoltre, la distanza interpersonale di almeno un metro è garantita su tutti i voli in accordo alle disposizioni vigenti; è obbligatorio indossare una mascherina di protezione; nel caso in cui ne sia sprovvisto, sarà fornita una di cortesia messa a disposizione dalla Protezione Civile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Abi: 329mila domande a Fondo garanzia, per circa 15 miliardi
Per tranche fino a 25mila euro 295 mila per oltre 6 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
11:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al 21 maggio le domande di nuova liquidità inviate dalle banche al Fondo di garanzia sono cresciute a 329 mila (+ 26 mila sul giorno precedente) per finanziamenti richiesti di circa 15 miliardi (oltre un miliardo in più rispetto al giorno prima), di cui, fino a 25 mila euro, sono cresciute a 295 mila, per oltre 6 miliardi di euro. Lo annuncia l’Abi indicando che prosegue “l’importante crescita”.
Le nuove moratorie su prestiti promosse da Abi in accordo con le associazioni di categoria e scaturite dalla legge ammontano a due milioni e trecentomila pratiche per totale di finanziamenti di 240 miliardi di euro, di cui oltre un milione richieste da imprese e quasi un milione duecentomila da famiglie. Tutto questo lavoro in termini di importi, ha prodotto – sottolinea l’Abi – l’accoglimento dell’80% delle domande di moratorie, solo l’uno per cento di non accoglimento, mentre il 19% e’ in corso di esame.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sviluppo sostenibile: ASviS, ecco il futuro che verrà
Evento live e lancio del sito FUTURAnetwork.eu
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Orientare le scelte, disegnare il futuro” . E’ questo il titolo dell”evento di apertura dell’iniziativa “ASviS Live: tre passi verso il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020”: tre eventi trasmessi in streaming come percorso di avvicinamento alla manifestazione, riprogrammata dal 22 settembre all’8 ottobre a causa dell’emergenza sanitaria. Gli incontri sono stati ideati con l’obiettivo di riflettere insieme sul rilancio del Paese verso un futuro sostenibile e sollecitare il dibattito sulle politiche per cambiare modello di sviluppo nella direzione indicata dall’Agenda 2030. Oggi il primod egli incontri al quale partecipano  il vicepresidente esecutivo della Commissione europea Franz Timmermans, la ministra per le Pari Opportunità̀ e la Famiglia Elena Bonetti, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, l’autore e divulgatore scientifico Piero Angela. La diretta a partire dalle 15.30
Durante  l’incontro, verrà presentato anche il nuovo sito “FUTURA network”, una piattaforma creata dall’ASviS per stimolare la riflessione e il dibattito sui futuri possibili a partire dai temi proposti dall’attualità.
Il 28 maggio sempre alle 15:30 saraà la volta di “Verso una ripresa trasformativa all’insegna della resilienza e della sostenibilità” sull’urgenza di un percorso di trasformazione verso la sostenibilità economica, sociale e ambientale.
Il pomeriggio del 4 giugno alla stessa ora sarà la vota di “Ambiente, salute e società sostenibili: alla scoperta delle connessioni” sulle interazioni tra gli ambienti naturali e quelli antropizzati e sulle loro rispettive vulnerabilità. Per celebrare la Giornata mondiale dell’Ambiente, l’evento ospiterà il collegamento con la Living Chapel, un’installazione realizzata nell’Orto Botanico di Roma.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I tre eventi di ASviSlive vengono trasmessi in streaming sui siti festivalsvilupposostenibile.it e asvis.it, sulla pagina Facebook, sul canale Youtube
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
e sul sito ilsole24ore.com. Inoltre, sarà possibile partecipare al dibattito sui social utilizzando gli hashtag #versoilfestival e #ASviSlive.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 28 maggio sempre alle 15:30 saraà la volta di “Verso una ripresa trasformativa all’insegna della resilienza e della sostenibilità” sull’urgenza di un percorso di trasformazione verso la sostenibilità economica, sociale e ambientale.
Il pomeriggio del 4 giugno alla stessa ora sarà la vota di “Ambiente, salute e società sostenibili: alla scoperta delle connessioni” sulle interazioni tra gli ambienti naturali e quelli antropizzati e sulle loro rispettive vulnerabilità. Per celebrare la Giornata mondiale dell’Ambiente, l’evento ospiterà il collegamento con la Living Chapel, un’installazione realizzata nell’Orto Botanico di Roma.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Notai: ‘Crollano le compravendite di case a marzo, a Milano fino -50%’
Flessioni dal 43% al 47% a Roma, Napoli, Bari e Palermo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
13:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crollo generalizzato del mercato immobiliare nel mese di marzo, nelle maggiori città italiane: si va “da un -25% a Bologna e Firenze, fino a riduzioni di oltre il 50% a Milano, cui spetta il record negativo”. A Roma, Napoli, Bari e Palermo “si registrano flessioni tra il 43% e il 47% circa”. Lo rileva il Consiglio nazionale del Notariato, leggendo i Dati statistici notarili.
L’effetto Coronavirus ha fatto calare i mutui per le abitazioni, nel nostro Paese: dai Dati statistici notarili, infatti, affiora nel marzo 2020 una discesa a Milano del 54,5%, seguita da Verona (-45,5%), Napoli (-41,2%), Bari (-40,7%), poi Palermo -39,2%, Roma e Torino -35,1%. A Firenze (-11,1%) e Bologna (-13,6%) si ravvisano le flessioni minori. “Decisamente disomogeneo l’andamento delle surroghe che, con numeri bassi in senso assoluto (che influenzano quindi le oscillazioni in percentuale), vede inaspettatamente segnare un aumento di oltre il 66% a Firenze e del 27,6% a Bologna, rispetto ad una riduzione del 44,3% a Bari e di oltre il 53% a Cagliari”, sottolineano i notai.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Coldiretti, il turismo perde 20 miliardi
Centrale il ruolo dell’agriturismo senza rischio affollamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
11:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’azzeramento della spesa turistica in Italia, dall’inizio della pandemia, ha avuto un impatto economico devastante, con una perdita di quasi 20 miliardi di euro tra alloggio, ristorazione, trasporto e shopping. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti, in merito all’invito del premier Giuseppe Conte a passare le vacanze in Italia per aiutare il Paese a ripartire nella Fase 2. “In questo contesto l’agriturismo svolge un ruolo centrale per la vacanza made in Italy – afferma il presidente di Trerranostra, Diego Scaramuzza -, perché contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità, per la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne, per garantire il rispetto delle distanze sociali ed evitare affollamento”.
L’associazione ricorda che in quasi 2 comuni italiani su 3 sono presenti strutture agrituristiche, con una netta prevalenza dei piccoli centri, dove nasce il 92% delle tipicità agroalimentari. Secondo Scaramuzza, con l’arrivo della bella stagione, sostenere il turismo in campagna significa anche evitare il pericoloso rischio di affollamenti in città, montagna o al mare. Si può scegliere tra 24 mila strutture rurali, in grado di offrire 253 mila posti letto e quasi 442 mila posti a tavola.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: tra marzo e aprile 47 mila morti in più, al Nord +84%
“Con le dovute cautele possiamo attribuire una gran parte dei maggiori decessi all’epidemia in atto”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
19:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gennaio e febbraio i morti in Italia sono stati 114-514, ovvero 10.148 in meno rispetto ai 124.662 attesi mentre tra marzo e aprile i morti sono stati 156.429, ovvero 46.909 in più rispetto a quelli attesi. Lo rileva l’Inps nello studio “Analisi della mortalità nel periodo di epidemia da Covid-19″ che sottolinea come il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo siano state di 27.938 unità.”Con le dovute cautele – si legge spiegando che il numero dei morti è stabile nel tempo – possiamo attribuire una gran parte dei maggiori decessi avvenuti negli ultimi due mesi, rispetto a quelli della baseline riferita allo stesso periodo, all’epidemia in atto”.
I decessi tra marzo e aprile al Nord sono aumentati dell’84% rispetto alla media degli anni precedenti a fronte di un aumento del 11% al Centro e del 5% al Sud. Il dato è contenuto nello studio dell’Inps sulla mortalità da Covid 19 che sottolinea come nell’intero Paese in media ci sia stato un aumento dei decessi nei due mesi rispetto alla baseline considerata del 43%. L’Inps rileva che le province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza presentano tutte una percentuale di decessi superiore al 200% e che quasi tutto il nord-ovest dell’Italia ha un incremento dei decessi superiore al 50%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl liquidità, oltre 300mila domande al Fondo di Garanzia
Per 13,8 miliardi, tra il 17 marzo ed il 20 maggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
14:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 303.714 per un importo di euro 13.847.253.497,96 le richieste di garanzie pervenute al Fondo di Garanzia tra il 17 marzo ed il 20 maggio. Lo comunicano il ministero dello Sviluppo Economico e Mediocredito Centrale. Di queste 301.240 sono ai sensi del decreto Cura Italia e Liquidità per un importo di euro 13.592.370.702,78.
Tra le più di 301mila domande ai sensi del decreto liquidità, spiega ancora la nota del Mise e del Mediocredito centrale 271.314 operazioni sono riferite a finanziamenti fino a 25 mila euro, con copertura al 100% per un importo finanziato di euro 5.670.422.792,85, per i quali l’intervento del Fondo è concesso automaticamente e possono essere erogati senza attendere l’esito definitivo dell’istruttoria da parte del Gestore.
Inoltre sono 208 le operazioni di riassicurazione con copertura al 100% per finanziamenti di durata fino a 72 mesi; 32 le operazioni con copertura del garante fino al 100% e copertura la 90% del Fondo; 5.077 le operazioni di garanzia diretta con copertura al 90% per finanziamenti di durata fino a 72 mesi; 12.373 le operazioni di garanzia diretta, con percentuale di copertura all’80%; 6.770 le operazioni di riassicurazione, con percentuale di copertura al 90%; 1.953 quelle di rinegoziazione e/o consolidamento del debito con credito aggiuntivo di almeno il 10% del debito residuo e con incremento della percentuale di copertura all’80% o al 90%; 135 riferite a imprese small mid cap con percentuale di copertura all’80% e al 90%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca: a Melfi ripresa completa della produzione su tre turni
Con l’impiego di circa settemila operai
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
21 maggio 2020
09:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo stabilimento di Melfi (Potenza) della Fca ha ripreso oggi l’attività produttiva su tre turni, con l’impiego di circa settemila operai che hanno raggiunto la fabbrica sugli autobus e, molti di loro, sulle automobili.
All’inizio del primo turno, all’alba, l’ingresso degli operai è avvenuto dal cancello “B” dello stabilimento: ognuno distanziato dall’altro e ognuno sottoposto alla misurazione della temperatura. “Siamo soddisfatti – ha detto il segretario regionale della Basilicata della Uilm, Marco Lomio – per la ripresa produttiva della Fca a Melfi. La prima impressione – ha aggiunto – è che anche il sistema del trasporto pubblico abbia retto, con le nuove regole sul distanziamento dei passeggeri”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Imprese: Fabi, 2,5 mln richieste di garanzia entro 2020
Sileoni,più a rischio Pmi Sud. Bene emendamenti e ‘scudo penale’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le richieste di prestiti garanzia pubblica da parte delle piccole e medie imprese italiane e delle partite Iva potrebbero arrivare fino a 2,5 milioni entro fine anno, quando scadranno i termini del Dl Liquidità, su una platea potenziale di 5 milioni di cui, 1,5 milioni sono esclusi in partenza, mentre un altro milione potrebbe restare o per mancanza di requisiti o, al contrario, perché provvisto di mezzi finanziari adeguati.
La stima è della Fabi, secondo cui l’area più sfavorita è il Mezzogiorno, con quasi la metà delle richieste finora presentate (il 47,6%) è circoscritta a Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna. “Alcune banche, per loro convenienze, stanno penalizzando determinati territori e ne stanno favorendo altri: il risultato è che in specifiche aree del Paese, soprattutto del Sud, si sta allargando il rischio usura per le imprese, perché chi non ottiene finanziamenti in banca finisce molto probabilmente in mano alla criminalità organizzata. Sarebbe interessante conoscere i dati relativi ai tempi di erogazione da parte dei singoli gruppi bancari”, commenta il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni.
Secondo Sileoni gli emendamenti al Dl Liquidità dopo i problemi nell’applicazione delle norme, con l’autocertificazione sui dati aziendali che pure non è un vero e proprio ‘scudo penale’, “sono un probabile passo avanti” e “dovrebbero in prospettiva velocizzare le procedure per concedere questo tipo di finanziamento”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Recovery Fund proposto dai 4 Paesi nordici, solo prestiti
Documento Austria, Paesi Bassi, Danimarca e Svezia: riforme e nessuna mutualizzazione debito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
23 maggio 2020
13:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un fondo di emergenza “temporaneo, una tantum” e limitato a due anni, per sostenere “la ripresa economica e la resilienza dei settori sanitari” con un approccio basato su “prestiti a condizioni favorevoli” senza “alcuna mutualizzazione del debito” e in cambio di “un forte impegno per le riforme” nazionali da parte dei beneficiari: è il Recovery Fund proposto da Austria, Paesi Bassi, Danimarca e Svezia in un non-paper inviato alle capitali Ue e a Bruxelles.

“Una recessione così dura richiede proposte ambiziose e innovative come il Recovery Fund. A rischio ci sono mercato interno e i suoi benefici per tutti gli europei. Il documento dei paesi ‘frugali’ è difensivo e inadatto. Serve più coraggio il 27 maggio dalla Commissione europea”. Lo scrive su Twitter il ministro per gli Affari europei, Enzo Amendola, commentando la proposta di Austria, Paesi Bassi, Danimarca e Svezia.

Nel documento presentato da Austria, Paesi Bassi, Svezia e Danimarca i cosiddetti ‘4 frugali’ chiariscono che potranno essere concessi prestiti “a condizioni favorevoli ai Paesi che più ne hanno bisogno”, “limitando” però “il rischio per tutti gli Stati membri”. Pertanto, scrivono, “ciò su cui non possiamo concordare è la creazione di qualsiasi strumento o misura che porti alla mutualizzazione del debito o a significativi aumenti nel bilancio Ue”. Il Fondo d’emergenza, si legge ancora nel non-paper, dovrà essere legato a un bilancio Ue “modernizzato” e farà da “supplemento al pacchetto senza precedenti da 540 miliardi euro già concordati dal Consiglio europeo” con Sure, Bei e Mes. Le spese relative al Covid-19 potranno essere coperte dagli Stati membri attraverso “risparmi nel quadro finanziario pluriennale Ue, riprogrammando” le risorse “nelle aree che hanno meno probabilità di contribuire alla ripresa” economica. I quattro insistono quindi sulla necessità di “riforme” che permettano agli Stati membri di essere “meglio preparati per la prossima crisi”. E fissano altri paletti per il Fondo d’emergenza sottolineando tra l’altro che dovrà essere uno strumento ‘una tantum’ con durata massima di due anni. I fondi, si sottolinea ancora nel documento, dovranno essere usati per sviluppare “ricerca e innovazione”, garantire “maggiore resilienza al settore sanitario” e attuare la “transizione verde” e “digitale” al centro anche del Green Deal Ue. Per tutelare i prestiti da possibili frodi, i 4 Paesi del Nord chiedono un “forte coinvolgimento della Corte dei conti europei, dell’Ufficio Ue anti-frode (Olaf) e della Procura europea (Eppo)”. “Il nostro obiettivo – conclude il documento – è fornire attraverso il bilancio pluriennale Ue finanziamenti temporanei e mirati nonchè offrire prestiti a condizioni favorevoli a chi è stato colpito più duramente dalla crisi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Confesercenti, 72% attività aperte, pochi acquisti
Solo un italiano su tre nei negozi. Il 68% ha lavorato in perdita
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
21:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2 al rallentatore. Il 72% delle imprese è già ripartito, ma ad oggi solo il 29% degli italiani è tornato a servirsi delle  attività che hanno riaperto per acquistare prodotti o servizi. Il weekend, però, potrebbe segnare un’accelerazione: il 26% dei consumatori progetta acquisti proprio per questo fine settimana, il primo del dopo-lockdown.
È quanto emerge da un sondaggio condotto da SWG con Confesercenti su consumatori ed imprese.
L’ancora ridotto movimento dei clienti – è uno dei dati emersi – ha inciso pesantemente sui ricavi della maggior parte delle attività in questi primi giorni di ripartenza.
Complessivamente, il 68% di chi ha riaperto ammette di aver lavorato fino ad ora in perdita, di questi quasi la metà (37%) segnala vendite più che dimezzate rispetto alla normalità. Più in difficoltà ristoranti, trattorie e pizzerie
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: Cancelleri, è un ricatto, via la concessione
Abbiamo piano, va commissariata. De Micheli tiri fuori dossier
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
14:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Aspi, quelli del crollo del ponte di Genova, che si sono macchiati delle 43 vittime, che non hanno neanche chiesto scusa, quelli lì dei Benetton, che ricattavano il Governo, se ne sono usciti con una novità. Hanno detto: se non ci fate la garanzia dello Stato per avere un prestito anche noi di qualche milIardo di euro, non facciamo gli investimenti.
Cioè il ricatto, la logica del ricatto”. Lo afferma il vice ministro delle infrastrutture Giancarlo Cancelleri (M5s) su Facebook. “Ebbene quello che penso e che pensa il M5s: abbiamo perso solo tempo, mi rivolgo alle altre forze di maggioranza, a Iv al Pd, stiamo perdendo tempo revochiamogli le concessioni, questa non è gente seria”.
“Noi un piano ce l’abbiamo, un piano serio che risponde a tutte le critiche di quelli che dicevano che senza la concessione tanti padri di famiglia alla fine perderanno il lavoro. Non perde il lavoro nessuno. Vogliamo commissariare direttamente Aspi, con un commissario di governo. E Spea, che era quella che taroccava i controlli, la sostituiamo con Anas”, spiega Cancelleri.
“Il ministro De Micheli ha questo dossier dove ha fatto insieme con Aspi una sorta di trattativa. Non lo conosce nessuno questo dossier, non lo conosce né il M5s né altre forze di governo, né Conte”, puntualizza ancora il vice ministro. “Lo ha dichiarato lei sui giornali. Ebbene che lo tirasse fuori, cominciamo a parlarne è inutile che ci giriamo intorno. Quando riusciremo a fare questa discussione? Il tempo è scaduto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Jabil, Catalfo: ‘Licenziamenti nulli, li ritiri’
Attivare cig Covid-19. Sindacati, decisione azienda è illegale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CASERTA
23 maggio 2020
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono “radicalmente nulli” i licenziamenti annunciati da Jabil ai 190 lavoratori della sede di Marcianise (Caserta). Lo ha detto, prendendo una posizione netta su una vertenza che si trascina dal giugno del 2019, la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo che ha incontrato il rappresentante italiano della Jabil, Clemente Cillo, e i sindacati, per discutere dell’iniziativa unilaterale assunta dall’azienda. L’iniziativa della Jabil, ha sottolineato la Catalfo, è “assolutamente ingiustificata, sia dal punto di vista sociale sia perché in contrasto con le disposizioni normative adottate dal Governo con il decreto Cura Italia e prorogate con il dl Rilancio. Si tratta di licenziamenti radicalmente nulli – ha poi spiegato -in quanto sono stati intimati oltre il termine che la legge prevede dopo la chiusura della procedura di licenziamento collettivo avviata dall’azienda”.
Le lettere di licenziamento sono già state inviate dalla Jabil ai lavoratori, ed alcune, sono arrivate a destinazione proprio durante la riunione in videoconferenza, e sono state anche mostrate. Il ministro ha chiesto al rappresentante della società di revocare con effetto immediato tutti i licenziamenti, sostituendoli con la richiesta di un ulteriore periodo di cassa integrazione con causale Covid-19, interamente finanziata dallo Stato, nonché di utilizzare altri strumenti recentemente introdotti dal Governo italiano per gestire la fase emergenziale, come il “Fondo nuove competenze”; e ciò al fine di accompagnare il percorso già avviato di ricollocazione dei lavoratori in esubero.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit nel procedimento Antitrust su Ubi-Intesa
Ammesse anche Bper, Cattolica e Fondazione Monte di Lombardia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
20:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit interviene nel procedimento avviato dall’Antitrust sul tentativo di acquisizione di Ubi da parte di Intesa. L’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier, parteciperà all’istruttoria sulla fusione tra la prima e la quarta banca del Paese. Un’operazione in grado di mettere fine alla “sostanziale simmetria” tra i due big del credito, ha avvertito l’Antitrust, accendendo un faro sui rischi per la concorrenza della concentrazione. Al procedimento sono state ammesse anche Bper, Cattolica e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Morto Alberto Alesina, economista e docente di Harvard
Negli Stati Uniti, aveva 63 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
12:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto Alberto Alesina, l’economista e docente dell’Università di Harvard. Aveva 63 anni. E’ accaduto negli Stati Uniti. Forse è stato colto da arresto cardiaco mentre praticava con la moglie hiking, una specie di nordic walking. Lo ha reso noto in un tweet l’economista David Wessel, direttore del Centro Hutchin sulla politica fiscale e monetaria, il quale precisa nel suo messaggio di avere appreso la notizia da un altro economista David Cutler. La morte di Alesina è stata confermata dall’Istituto Bruno Leoni.

Alesina, uno degli economisti italiani più prestigiosi, era un volto noto anche al grande pubblico televisivo ed editorialista autorevole sulla stampa, in particolare sul Sole 24 ore ed il Corriere della Sera. E’ stato uno dei massimi esperti di politica economica e tra i pochi italiani ad essere indicato negli ultimi anni come possibile vincitore del premio Nobel per l’economia.
d
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ricordo Alberto Alesina. I suoi studi e le sue idee hanno arricchito il nostro dibattito economico”. Lo twitta il commissario europeo all’economia, Paolo Gentiloni, ricordando l’economista scomparso negli Stati Uniti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alesina, nato a Broni, in provincia di Pavia, il 29 aprile 1957, è stato professore di economia all’universita’ di Harvard, dove ha anche diretto il dipartimento economico dal 2003 al 2006, visiting professor all’università Bocconi di Milano, dove si era laureato nel 1981, ha anche collaborato con lavoce.info. la testata online guidata da Tito Boeri. Sostenitore di una austerità cosiddetta espansiva per affrontare i periodi di emergenza e a sostegno della crescita che punti cioè più sui tagli selettivi della spesa che sull’aumento delle tasse, ha indicato la via da seguire più nelle grandi riforme e liberalizzazioni piuttosto che col ricorso prioritario all’investimento per le grandi opere.

Durante la crisi del debito sovrano aveva criticato prima la gestione europea della Grecia, spiegando come l’austerity con tagli alle spese sia meglio di quella realizzata con un aumento delle tasse perché costa meno in termini di recessione. Ed aveva successivamente espresso dubbi sulla “infatuazione” che c’è in Italia per le grandi opere, a suo dire “spropositata” considerando il rapporto costi-benefici. Insieme all’economista e amico Francesco Giavazzi aveva espresso durante la crisi dello spread in Italia un decalogo per sostenere l’economia, attraverso lo sblocco del mercato del lavoro con l’introduzione di contratti unici, la sostituzione della cassa integrazione con sussidi di disoccupazione temporanei. Maggiore libertà per imprenditori e lavoratori di fare, se d’accordo, scelte a livello aziendale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli economisti suggerivano, come ricetta per quella particolare situazione di crisi, salari del settore pubblico diversi da regione a regione a seconda del costo della vita Agevolare l’occupazione femminile, una riforma equa delle pensioni di anzianità e della giustizia civile. L’eliminazione di alcuni privilegi garantiti agli ordini professionali, allargare la base imponibile riducendo l’evasione per poter abbassare le aliquote.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ruffini: recuperabili 100 miliardi dai debiti fiscali
Fra evasione fiscale e contributiva persi più di 100 mld l’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
09:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini “è realisticamente recuperabile un decimo” dei vecchi debiti fiscali. “Sembra poco – aggiunge -. ma si tratta di quasi cento miliardi”. Lo dice rispondendo a una domanda in un’intervista a La Stampa.
Il totale dei vecchi debiti è pari a circa 950 miliardi. “In gran parte si tratta di soldi non recuperabili – spiega Ruffini -. Stiamo parlando di aziende fallite, persone decedute, nullatenenti. Sa quanto ci vuole per risalire ad un erede? E come faccio a pignorare la prima casa a una persona che non ha più nulla?”.
Secondo il direttore dell’Agenzia delle Entrate “si tratta di prendere atto che una parte di questi debiti è tale ormai solo sulla carta. Se ci liberassimo di questo inutile onere l’ Agenzia si concentrerebbe meglio sul suo lavoro”. La tragedia del coronavirus “ha aperto la strada a margini fiscali impensabili. A forza di sovrapposizioni, il sistema è diventato iniquo e ha perso la progressività che gli imporrebbe la Costituzione. In Italia fra evasione fiscale e contributiva si perdono per strada più di cento miliardi l’ anno. Con una seria riforma pagheremmo meno e pagheremmo tutti”. Bisognerebbe “riordinare le norme esistenti, eliminare quelle inutili, raccogliere le sette-ottocento leggi e decreti in materia tributaria, magari attraverso un testo unico. Una volta fatto questo, si può passare ad una vera riforma: l’ ultima risale ormai a cinquant’ anni fa”.
I contributi a fondo perduto per le aziende con un giro d’ affari inferiore ai cinque milioni, saranno versati dall’Agenzia dell’Entrate, come previsto dal decreto del governo “entro fine giugno, con bonifico bancario”. Tutte le scadenze fiscali di maggio sono state spostate fra fine giugno e settembre e al momento “non sono previste” altre proroghe”. L’auspicio di Ruffini: “La crisi del Covid non diventi un’opportunità sprecata”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Si attenuano timori su tensioni commerciali tra Cina e Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
25 maggio 2020
02:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana in netto rialzo, con gli investitori che guardano a nuove indicazioni che arrivano dalla Cina in concomitanza con lo svolgimento del Congresso nazionale del popolo, mentre si attenuano i timori di nuove tensioni commerciali tra Pechino e gli Usa. Il Nikkei segna un aumento dell’1,37% a quota 20.667,91, con un guadagno di 279 punti. Sul mercato valutario lo yen è stabile a 107,70 sul dollaro e a 117,50 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: resta sopra 33 dlr nonostante tensioni Usa-Cina
Wti in rialzo dell’1,1%, Brent +0,7% a 35,36 dlr al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
08:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi del petrolio restano ancorati sopra i 33 dollari al barile nonostante l’escalation delle tensioni Usa-Cina durante il fine settimana. Il Wti sale dell’1,1% portandosi a 33,62 dollari al barile, mentre il Brent guadagna lo 0,7% a 35,36 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo a 1,0888 dollari
Su yen moneta unica a 117,29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
08:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in calo sul dollaro in avvio delle contrattazioni: la moneta unica europea passa di mano a 1,0888 contro 1,0904 di venerdì sera dopo la chiusura di Wall Street (-0,11%). Sullo yen la moneta unica è in leggero rialzo a 117,29.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: lieve calo a 1.728 dollari l’oncia
Perdono terreno anche gli altri metalli, palladio -0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in lieve calo sui mercati asiatici: il lingotto con consegna immediata perde lo 0,4% a 1.728 dollari l’oncia. Un sostanziale ottimismo sulle riaperture e sulla lotta al coronavirus diffuso tra gli investitori fa scendere anche i prezzi degli altri metalli preziosi considerati beni rifugio: l’argento perde lo 0,7%, il platino lo 0,4% e il palladio lo 0,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude contrastata, si guarda a Hong Kong
In netto rialzo Tokyo (+1,37%), poco mosso lo yen sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
08:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee contrastate in chiusura di seduta. Gli investitori guardano alle proteste a Hong Kong ed alle nuove indicazioni che arrivano dalla Cina in concomitanza con lo svolgimento del Congresso nazionale del popolo. L’attenzione dei mercati si concentra anche sulle tensioni tra Usa e Cina con il ministro degli esteri di Pechino che avverte sul rischio di una nuova guerra fredda. Chiuse per festività Wall Street e la Borsa di Londra.
Tokyo (+1,37%) conclude le contrattazioni in netto rialzo, con gli investitori che anticipano la revoca dello stato di emergenza in tutto il Paese.. Sul mercato dei cambi lo yen è poco variato a 107,60 sul dollaro. A contrattazioni ancora in corso sono in terreno negativo Hong Kong (-0,47%), Shanghai (-0,11%), Shenzhen (-0,41%) mentre è in terreno positivo Seul (+1,24%) Sul fronte macroeconomico l’attenzione è rivolta alla Germania con il Pil del primo trimestre e l’indice sulla fiducia delle imprese. Dalla Spagna previsto il dato sui prezzi alla produzione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,78%)
Indice Ftse Mib a 17.450 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 maggio 2020
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,78% a 17.450 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, prevale ottimismo per fase 2
Francoforte (+1,01%), Madrid (+1,03%), Parigi (+0,85%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
09:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in rialzo.
Sui mercati prevale l’ottimismo sulla fase 2 nonostante la conferma del calo del Pil tedesco nel primo trimestre. I mercati, orfani di Londra e Wall Street, non subiscono particolari scossoni dopo gli scontri a Hong Kong e la nuova fase di tensioni tra Usa e Cina. Euro in calo sul dollaro a 1,089 a Londra.
L’indice stoxx 600 guadagna lo 0,5%. In avvio di seduta sono in positivo Francoforte (+1,01%), Madrid (+1,03%), Parigi (+0,85%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano riduce rialzo, in calo Atlantia
Tengono le banche, corrono Leonardo e Fca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,3%) riduce il rialzo rispetto all’avvio, in linea con gli altri listini europei. A Piazza Affari pesa Atlantia, (2,5%), che riduce il calo iniziale dopo il rientro agli scambi a seguito di una nuovamente sospesione in asta di volatilità . Tengono le banche mentre corrono Leonardo (+3,4%) e Fca (+2%).
Andamento positivo per il comparto della farmaceutica con Diasorin (+1,8%) e Recordati (+1,7%). Tra le banche si mettono in mostra Banco Bpm (+0,6%), Intesa e Unicredit (+0,4%). In terreno negativo Moncler (-0,8%), Bper (-0,9%) e Azimut (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Safilo: balzo in Borsa (+9%) dopo accordo licenza occhiali
Intesa con Ports per la Cina continentale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
10:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Balzo in Borsa per Safilo dopo l’accordo con Ports di licenza decennale per il design, la produzione e la distribuzione di occhiali da sole e montature da vista per la Cina continentale. Il titolo guadagna il 9% a 0,728 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Atlantia in altalena, prima sospesa poi riammessa agli scambi
Sul titolo pesa la vicenda della concessione ad Aspi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
12:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia torna agli scambi in Borsa dopo una sospensione in asta di volatilità. Il titolo al momento cede il 2,5%, dopo le tensioni nel Governo per la vicenda della concessione ad Autostrade per l’Italia. Atlantia era stata sospesa dopo i primi scambi: il titolo aveva avviato le contrattazioni in terreno negativo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Safilo: accordo per la Cina con Ports, balzo in Borsa
Per design, produzione e distribuzione occhiali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
10:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Safilo, tra i leader mondiali nel design, produzione e distribuzione di occhiali, e Ports (Ports Asia Holding – Hong Kong) annunciano un nuovo accordo di licenza decennale per il design, la produzione e la distribuzione di occhiali da sole e montature da vista. Una notizia che spinge il titolo dell’azienda italiana in rialzo del 9% a 0,728 euro in Borsa a Milano.
L’accordo, valido per la Cina continentale, prevede il diritto di opzione per Safilo di allargare la distribuzione ad altri mercati in base allo sviluppo della domanda e del potenziale del marchio nella categoria eyewear, così da rafforzare ulteriormente la partnership. La prima collezione a marchio Ports sarà lanciata a gennaio 2021.
“La Cina è un mercato strategico fondamentale nei nostri piani di sviluppo – ha dichiarato Angelo Trocchia, ad del Gruppo Safilo – e sappiamo quanto sia importante poter contare su brand nella nostra offerta di portafoglio che abbiano una precisa rilevanza locale per il consumatore, specialmente in Cina”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonus domestici, al via le domande
Inps attiva la procedura per ottenere 500 euro mensili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I lavoratori domestici non conviventi con rapporti di lavoro per almeno 10 ore settimanali possono fare da oggi domanda per il bonus previsto dal dl Rilancio per i lavoratori domestici. Lo si legge sul sito Inps. nel quale si sottolinea che la misura straordinaria di sostegno è stata introdotta per supportare i lavoratori domestici in condizioni di difficoltà economica causata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19. Dopo aver effettuato l’autenticazione al servizio, sono consultabili i manuali che forniscono le indicazioni per la corretta compilazione della richiesta. L’indennità è di 500 euro al mese per aprile e maggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro:fuori da cig,sit-in indotto ex Fiat a Termini Imerese
Sono in 124, sindacati chiedono intervento ministero Lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
25 maggio 2020
11:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rimasti fuori dagli ammortizzatori sociali, perché beneficiari in passato della Naspi, un gruppo di operai ex indotto Fiat sta manifestando in piazza Duomo, a Termini Imerese, davanti al municipio. L’iniziativa è stata organizzata da Fim, Fiom e Uilm che chiedono al ministro del Lavoro una norma ad hoc, come aveva fatto Luigi Di Maio quando aveva la delega allo Sviluppo, “per risolvere una questione drammatica che riguarda 124 lavoratori disperati”.
“Questi lavoratori sono gli unici fuori dalla mobilità in deroga (area di crisi complessa) costituita nel 2017 per salvaguardare gli ex Fiat e indotto – dice il segretario della Fiom siciliana, Roberto Mastrosimone – Gli operai protesteranno fino al raggiungimento del giusto riconoscimento, cioè rientrare nel bacino della reindustrializzazione con la relativa tutela della mobilità in deroga”. La Fiom sostiene che “tra l’altro per la tutela dei lavoratori delle due aree di crisi complessa della Sicilia, Gela e Termini Imerese, ci sono 10 milioni di euro residue e pertanto la risoluzione dell’ingiustizia dipende dal ministero del lavoro”.
Il problema riguarda 62 lavoratori ex Bienne Sud, 18 Manital e 44 Ssa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bayer: accordi su parte 125.000 cause Usa per diserbante
Il titolo vola in Borsa a Francoforte (+7,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
12:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bayer ha raggiunto accordi verbali per risolvere una parte sostanziale delle circa 125.000 cause per cancro per l’uso del diserbante Roundup. Lo riferiscono fonti confidenziali spiegando che sono tra 50.000 e 85.000 gli accordi in questione, che farebbero parte dei 10 miliardi di dollari con cui Bayer prevede di mettere fine a questa battaglia legale, ereditata con l’acquisto di Monsanto.
Dopo l’annuncio il titolo vola in Borsa a Francoforte e guadagna il 7,7% a 62,1 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano avanza (+0,9%), vola Leonardo
Riduce le perdite Atlantia, spread Btp-Bund stabile a 209 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
12:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,9%) avanza, in linea con gli altri listini europei. Sui mercati torna l’ottimismo nonostante la prudenza per la Fase 2 e le nuove tensioni tra Usa e Cina. Stabile lo spread tra Btp e Bund a 209 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,60%.
A Piazza Affari vola Leonardo (+4,9%) insieme ad Amplifon (+4,2%), Bene anche il comparto dell’auto con Fca (+2,2%), Cnh (+3,2%), Ferrari (+1,3%) e Pirelli (+0,6%). Tengono le banche con Unicredit e Banco Bpm (+0,2%).
Riduce le perdite Atlantia (-0,3%), dopo un avvio burrascoso a causa delle tensioni nel Governo per la concessione ad Aspi.
In rosso anche Ubi e Bper (-0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa avanza ancora, Milano (+0,9%)
Bene compagnie aeree e hi-tech, lieve rialzo per euro su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
13:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee avanzano ancora, orfane di Londra e Wall Street, chiude per festività, e nonostante le tensioni tra Usa e Cina ed i timori per una nuova ondata della pandemia da Covid-19. I listini del Vecchio continente sono spinti dal comparto hi-tech (+2%) e dell’immobiliare (+1,7%). Sul fronte valutario in lieve rialzo l’euro sul dollaro a 1,090 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,8%. in rialzo Francoforte (+1,7%), Madrid (+1,9%), Parigi (+1,3%) e Milano (+0,9%). Corrono i trasporti (+1,7%), con le compagnie aeree che guadagnano l’1,8%. Si mettono in mostra Lufthansa (+5,5%) e Ryanair (+1,6%).
A Piazza Affari corrono Leonardo (+5,6%), Amplifon (+4%) e Cnh (+3,5%). Bene Safilo (+5,4%), dopo l’accordo di licenza per la Cina. Riduce ancora le perdite Atlantia (-04%). In rosso anche Fineco (-0,6%), Bper (-0,5%) e Mediolanum (-0,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ivass: relazione annuale si terrà via web il 18 giugno
Per rispetto misure anti Covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
13:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Relazione Annuale sull’attività svolta dall’Ivass nel 2019 e le Considerazioni del Presidente, Daniele Franco, previste il prossimo 18 giugno 2020 alle ore 10.30, saranno pubblicate sul sito web dell’Istituto. E’ quanto informa l’istituto che ricorda come la decisione è stata presa nel rispetto delle misure di protezione in atto per contenere l’emergenza sanitaria da Covid-19. Un breve video-messaggio del Presidente sarà pubblicato sul sito web dell’Istituto e sostituirà la consueta lettura delle Considerazioni in presenza degli ospiti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: agricoltura creativa, dalle api adottate al caciobond
Coldiretti, mix di tradizione e tecnologia per ripartire
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
14:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal disinfettante al rosmarino all’adozione delle arnie, dai caciobond ai kit per costruire il pranzo a domicilio, dalle cantine aperte sul web fino alle siepi anti contagio. Sono tante le idee innovative degli agricoltori per far ripartire il Paese, in un mix di tradizione e tecnologia da nord a sud.
A Monteaperti ad un passo da Siena è possibile adottare un’arnia a distanza per aiutare le api e contribuire alla difesa dell’ecosistema con la possibilità di scegliere il nome della propria Ape Regina, ricevere parte del miele e un certificato di adozione temporanea. In Campania invece, dove c’è stato un crollo degli acquisti di mozzarella di bufala, il Caseificio Morese di Pontecagnano Faiano (Sa) con la Coldiretti ha lanciato i ‘caciobond’, attraverso i quali le persone comprano in anticipo i caciocavalli con latte di bufala per poi consumarlo quando è pronto. In Toscana, invece per affrontare la crisi, vince l’agricosmetica, con il rosmarino che al posto di profumi ora serve per produrre gel disinfettante unito all’alcool alimentare di alcuni liquorifici. Molte aziende si sono dedicate alle consegne a domicilio dei prodotti freschi come in Piemonte dove si può prenotare on line il menu da ritirare o ricevere a casa , con tanto di kit con le istruzioni per preparalo. In Toscana e Sicilia si sono inventati siepi anti contagio per bar, ristoranti, spiagge e locali pubblici con piante e fiori come barriere verdi per bloccare il droplet aereo portatore del virus. In Campania le cantine in collaborazione con Coldiretti hanno lanciato i ‘web wine tasting’, lezioni in diretta on line sulla degustazione del vino e dei formaggi in contemporanea dopo aver spedito a casa i campioni da assaggiare. Per i più piccoli, infine, arrivano i tutorial sul web delle fattorie didattiche per raccontare il mondo che va dai pascoli ai fiori, dai frutti alle erbe.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in forte rialzo, Francoforte +2%
Bene anche Madrid (+1,9%), Parigi (+1,4%) e Milano (+0,9%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
14:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee si mostrano toniche, orfane di Londra e Wall Street, e con la risalite a maggio dell’indice di fiducia delle imprese tedesche. A guidare i listini del Vecchio continente è proprio Francoforte (+2,1%).
In forte rialzo anche Madrid (+1,9%), Parigi (+1,4%) e in coda Milano (+0,9%). Andamento positivo per i comparti dell’hi-tech (+2,3%) e delle costruzioni (+1,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: contro violenza su donne campagna su 7mila Postamat
In azienda fra primi in Europa per attenzione a politiche parità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
17:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste “sostiene le comunicazioni del dipartimento pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri contro la violenza sulle donne ed è al fianco nelle iniziative di sensibilizzazione”. L’azienda comunica con una nota che “sui monitor dei 7000 sportelli Postamat Atm sono visibili i messaggi istituzionali, il numero verde e l’app 1522 per la prevenzione e il contrasto ai fenomeni di violenza, stalking e maltrattamento”. E ricorda che “ha da tempo sottoscritto un protocollo di intesa con il ministero per le Pari opportunità che prevede la realizzazione di iniziative in grado di rendere più efficaci e incisive le campagna di comunicazione promosse e realizzate dal dipartimento, al fine di consentirne una capillare diffusione sul territorio nazionale” ed “in tal modo Poste concorre alla promozione dei principi di pari opportunità, di contrasto di ogni forma di violenza e di discriminazione coerentemente con il suo ruolo di azienda socialmente responsabile”.
Inoltre “Poste prosegue nella realizzazione del proprio piano di attività in materia di sostenibilità che prevede, tra l’altro, iniziative di sostegno al reinserimento lavorativo di donne in uscita dalle case rifugio, avviate a dicembre scorso con la Rete D.i.Re e l’associazione di volontariato Telefono Rosa”. Poste ricorda anche “l’attenzione rivolta dal gruppo alle politiche di parità: è risultata tra le aziende europee che vantano un punteggio più elevato dell’indice di diversità di genere (Gender diversity index, GDI) fra i maggiori gruppi del listino Stoxx Europe 600 per la presenza femminile in posizioni di responsabilità, secondo quanto emerso dall’analisi dell’organizzazione European Women on Boards. La ricerca conferma il peso e il ruolo assunto delle donne in Poste Italiane a tutti i livelli, testimoniata da una presenza pari al 55% della forza lavoro complessiva (69.000 unità), e dal fatto che il 59% degli oltre 12.800 Uffici Postali è affidato alla guida di una donna”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa verso prestito a FCA, poi tocca a Sace e Governo
Martedì sarebbe in programma Cda banca per deliberare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
23:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo si accingerebbe a deliberare la concessione del prestito da 6,3 miliardi di euro a Fca. La vicenda, secondo quanto riporta Bloomberg, sarà discussa nel corso di un consiglio d’amministrazione di Intesa Sanpaolo che sarebbe in programma per martedì. Dopo la decisione della banca, e per la concessione del prestito, sono previsti due ulteriori passaggi che coinvolgono Sace e il Governo.

Il prestito di 6,3 mld garantito dalla Sace a FCA Italia, non va visto “come un favore ai proprietari, ma come un modo di salvaguardare il nostro sistema produttivo, anche perché l’azienda paga le tasse e versa gli stipendi in Italia. Forse si potrebbe studiare, per questi casi, una forma di garanzia finanziaria di livello europeo, coinvolgendo la BCE, ma la politica deve smetterla di interpretare queste operazioni finanziarie come elargizioni ‘pro bono'”. Lo ha detto il presidente della CIDA (Confederazione Italiana Dirigenti d’Azienda), Mario Mantovani, in una intervista a “Reputation Rewiew”.

“Questo tipo di misure che riguardano grandi imprese a livello europeo con una forte presenza in Italia, ricordiamo che FCA impiega nei suoi stabilimenti italiani oltre 55.000 persone in modo diretto e altrettante con l’indotto, non possono essere trattate dalla politica come una elargizione ‘pro bono’. Aiutare le imprese deve essere il compito primario se vogliamo una ripresa economica degna di questo nome. Non si tratta di fare un ‘favore’ ai proprietari – dice il presidente di Cida – ma di salvaguardare il nostro sistema produttivo. Nel caso specifico è vero che Fca ha la sede legale fuori dal territorio nazionale, ma le tasse le paga in Italia come gli stipendi ai suoi dipendenti. Altre grandi aziende di Paesi europei, l’ultimo caso riguarda la Renault, si trovano in grosse difficoltà finanziarie: forse sarebbe il caso di pensare ad un disegno generale che garantisca a questo tipo d’imprese una garanzia finanziaria di livello europeo, ad esempio attraverso la BCE, e non pesare solo sui singoli Stati. La crisi che stiamo attraversando è di livello continentale ed anche le risposte devono essere continentali. Lo slogan che ha imperversato in questi ultimi mesi, e cioè ‘ci si salva tutti insieme’, è ancora più vero se parliamo di economia e sviluppo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude a +1,61%
Ftse Mib a 17.595 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
17:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano chiude in deciso rialzo. Il Ftse Mib registra un +1,61% a 17.595 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa.Europa chiude in forte rialzo
Francoforte +2,87%, Parigi +2,15%, Madrid +2,38%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
18:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in forte rialzo. Francoforte segna un +2,87% con il Dax a 11.391 punti.
Parigi registra un +2,15% con il Cac 40 a 4.539 punti. Mentre Madrid sale del 2,38% con l’Ibex a 6.856 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lufthansa: fondo stabilizzazione approva il pacchetto aiuti
Scholz, salvataggio è una soluzione molto positiva
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
25 maggio 2020
18:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il coordinamento del fondo di stabilizzazione economica tedesco ha approvato il pacchetto di aiuti per il salvataggio di Lufthansa. Questo prevede aiuti per nove miliardi di euro. Lo ha confermato il ministro delle finanze tedesco, Olaf Scholz, definendo quella sul tavolo “una soluzione molto positiva”. Il ministro ha sottolineato che Lufthansa è una “impresa di successo” che ha subito problemi “a causa delle restrizioni del coronavirus”. Al colosso tedesco “serve un ponte per attraversare la crisi e andare avanti”, ha spiegato Scholz.
Intanto la cancelliera tedesca Angela Merkel si sarebbe detta contraria alle condizioni richieste per il salvataggio dalla Commissione Ue, che pianificherebbe di prendere i diritti di decollo e di atterraggio nelle sedi principali di Francoforte e Monaco di Baviera. In una riunione interna al partito di oggi la cancelliera avrebbe detto di non voler essere convinta “troppo” dalla Commissione Ue. “Sarà una battaglia dura” avrebbe aggiunto la cancelliera in riunione, secondo quanto a riferito un partecipante alla riunione della Cdu alla Dpa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: durante lockdown 9 su 10 hanno usato mascherine
Il 72% non è uscito di casa. Lavaggio mani 12 volte a giorno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
19:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nove cittadini su dieci hanno fatto uso di mascherine” durante la Fase 1, in pieno lockdown. Lo rileva l’Istat che ha condotto un’indagine su comportamenti e percezioni dei cittadini tra il 5 e il 21 aprile. Le persone si sono procurate le mascherine in diversi modi: “circa la metà le ha acquistate in una farmacia o in un negozio di sanitaria, il 22,3% riferisce che sono stati parenti o amici a procurargliele, il 17,8% le ha comprate in un altro negozio, il 12,4% le ha fatte in casa o le ha ricevute sempre di fattura artigianale da un conoscente, il 6,5% le ha acquistate su internet”. In media il 72% della popolazione maggiorenne non è uscito di casa durante la giornata, lavandosi le mani quasi 12 volte nell’arco delle 24 ore.
L’Istat rileva, poi, “un’alta la fiducia espressa verso il personale medico e paramedico del Servizio sanitario nazionale con un punteggio medio pari a 9 (in una scala da 0 a 10) e verso la Protezione civile (8,7)”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Istat, dati test già dopo primi 20mila
Blangiardo, campione anticipatorio rispetto a soglia di 150mila
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
19:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Parte oggi l’indagine, che si avvarrà di 150 mila test sierologici, per stimare il numero delle persone che in Italia hanno sviluppato anticorpi al Coronavirus. “La durata complessiva della rilevazione dovrebbe essere di 15 giorni. C’è però un campione anticipatorio di circa 20 mila unità. Su una prima parte dei dati rilevati saremo quindi in grado di fornire delle anticipazioni”, spiega il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Attesa graduale ripresa economia dopo fine emergenza coronavirus
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
26 maggio 2020
02:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia gli scambi col segno più, sulle aspettative di una ripresa graduale dell’economia dopo la revoca dello stato di emergenza decisa ieri in Giappone e con gli investitori fiduciosi sulle sperimentazioni cliniche per l’introduzione di un vaccino contro il coronavirus. Il Nikkei avanza dello 0,86% a quota 20.919,56, con un guadagno di 177 punti. Sul fronte dei cambi lo yen è poco variato a 107,70 sul dollaro e a 117,50 sull’euro.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: risale sopra 34 dollari al barile +3,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spinta da tagli produzione e allentamento lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
08:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio torna sopra i 34 dollari al barile con un balzo del 3,46% dopo che la Russia ha affermato che il mercato potrebbe ribilanciarsi a giugno e luglio grazie ai tagli dei paesi produttori. Le quotazioni sono spinte anche dal progressivo allentamento delle misure di lockdown di diversi paesi nel mondo che faranno risalire i consumi. Sui mercati avanza anche il Brent (+1,97% a 36,23 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile a 1732 dollari l’oncia
Quotazioni metallo in Asia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prezzo dell’oro stabile sui mercati asiatici. Il metallo con consegna immediata passa di mano a 1732 dollari l’oncia (+0,06%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,092
Aumento dello 0,26%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo all’avvio delle quotazioni. La moneta unica passa di mano a 1,092 dollari con un aumento dello 0,26%. Lo yen è quotato 107,89 (+0,17%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia di corsa, bene future Europa e Wal Street
Piano stimolo Giappone spinge listini, attese da vaccino Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico di gran passo con il Giappone che punta a raddoppiare il piano di stimolo per meglio fronteggiare l’emergenza sanitaria del Coronavirus. Circa 1.700 miliardi di euro in cooperazione con la Boj.
E sono i positivi anche i future sull’Europa e su Wall Street. Questi ultimi che salgono con l’americana Novavax che ha annunciato l’avvio della sperimentazione sull’uomo di un potenziale vaccino. Tra le singole Piazze, strappa Tokio con il Nikkei a +2,55%, così come Hong Kong (+2,15%) mentre resta alta l’attenzione sulle tensioni tra Usa e Cina per la legge sulla sicurezza destinata all’ex colonia all’esame del Congresso nazionale del popolo. I rialzo ma più contenuto anche Shanghai (+0,83%) mentre Shenzhen sale dell’1,97% e Seul dell’1,61%.
Sydney sfiora un +3 per cento. I listini guardano più agli Usa con una serie di macro tra cui la fiducia dei consumatori e le vendite di nuove abitazioni ma anche le prime indicazioni della Fed sulla politica monetaria, con la pubblicazione poi domani del ‘beige book’.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +1,20%
Ftse Mib a 17.775 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 maggio 2020
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in deciso rialzo. Il Ftse Mib segna un +1,20% a 17.775 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa avanza con future Wall Street in rialzo
Listini guardano a misure rilancio, attesa da vaccino Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee, in scia all’Asia, confermano il buon passo dell’avvio con l’indice d’area, lo stoxx 600, che guadagna quasi un punto. In luce in particolare finanziari, auto e componentistica ma soprattutto i servizi legati al turismo.
Sempre di slancio i future su Wall Street con l’americana Novavax che ha annunciato l’avvio della sperimentazione sull’uomo di un potenziale vaccino. I listini traggono poi beneficio dalle messa a terra delle misure di rilancio in atto nei diversi paesi con l’allentamento del lockdown. Tra le singole Piazze svetta Londra (+1,78%), chiusa ieri per festività, seguono Milano (+1,1%) , Parigi (+1,22%) e Francoforte (+0,78%) . Lo spread tra btp e bund scende a 198,63 punti base con il rendimento del decennale all’1,53%. Il petrolio resta sopra i 34 dollari al barile con il wti che segna un +3,16 per cento. Sul fronte dei cambi, l’euro si conferma in rialzo sul dollaro con la moneta unica passa di mano a 1,094 sul biglietto verde.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
De Micheli: ‘A metà settimana valutazione su apertura 3 giugno’
Il ministro: ‘Da Aspi nessuna comunicazione formale su investimenti’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
16:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna aspettare i dati, noi abbiamo deciso un metodo con le Regioni, che ci sembra quello più corretto anche nei confronti delle persone – ha detto la ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli a Agorà su Rai3 – , che è il metodo della assoluta e totale trasparenza. Le Regioni ci forniscono giorno per giorno i dati sui contagi e tutti i dati sanitari e il Ministero della salute fa la valutazione dei dati. Quindi a metà di questa settimana si fara una valutazione sulla riapertura dei confini regionali”.
Parlando invece di Autostrade per l’Italia, la ministra ha affermato che “ad oggi al ministero delle Infrastrutture non è arrivata nessuna comunicazione formale che Autostrade per l’Italia non voglia fare gli investimenti. Formalmente nessuno ha scritto che non si realizzeranno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli, da Mittal aspetto piano serio e ambizioso
Accordo 4 marzo non è in discussione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
12:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il piano industriale di ArcelorMittal per il rilancio di Ilva “verrà presentato entro venerdì 5 giugno”. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli nella sua relazione alla Camera riferendo quanto dichiarato ieri da .’a.d. Lucia Morselli al Tavolo ilva.
“Mi aspetto un piano industriale serio, ambizioso, lungimirante che non sia difensivo e conservativo e soprattutto che non metta in discussione l’esito dei complessi negoziati culminati con l’accordo dello corso 4 marzo”. ha detto Patuanelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conferma rialzo, Milano +1,18%
Spread stabile a 200 punti, future Wall Street sempre positivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono a metà seduta in stabile rialzo con l’indice d’area Stoxx 600 che guadagna un punto percentuale con finanziari e immobiliare in testa. I listini confermano quindi il buon passo registrato dall’Asia con diversi Paesi che stanno mettendo in atto piani economici di rilancio consistenti per contrastare gli effetti del Covid-19.
Le Piazze del Vecchio Continente traggono beneficio anche dal rialzo del future su Wall Street con l’americana Novavax che ha annunciato l’avvio della sperimentazione sull’uomo di un potenziale vaccino. Londra guadagna l’1,20%, Parigi l’1,19%, Francoforte lo 0,58%, Milano allunga a +1,18% (Ftse Mib a 17.798 punti) con Leonardo che sale del 6,4%, Stm del 4,95%, Ferragamo del 4,76%, Fca del 4,20%. Lo spread tra btp e bund in area 200 punti base. L’euro resta sopra 1,095 sul biglietto verde così come il petrolio in area 34 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli, player italiani garanzia per Ast
Per ministro “storicamente interessati: Marcegaglia e Arvedi”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
26 maggio 2020
13:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi si pone il problema di dare un nuovo assetto societario a Ast (Acciai Speciali Terni).
Ritengo che la presenza di player italiani possa essere garanzia di non trovarci nuovamente con imprenditori che promettono investimenti nel nostro Paese e poi cercano di chiudere lo stabilimento e di arretrare le loro posizioni”. Così il ministro Stefano Patuanelli parlando alla Camera . ” Oggi dobbiamo attendere mosse di Tyssen – ha detto -. Ci sono almeno 2 soggetti storicamente interessati: Marcegaglia e Arvedi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Thales Alenia Space:progetto in Spagna per satelliti 100% Ue
Microchip più competitivi e per indipendenza tecnologica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
14:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Un progetto guidato da Thales Alenia Space consentirà la creazione di satelliti al 100% europei”. La joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%) “guida dalla Spagna – spiega una nota – un consorzio per un progetto rivoluzionario, ‘Promise’ (PROgrammable MIxed Signal Electronics), che fornirà indipendenza tecnologica all’Europa nelle future missioni spaziali e garantirà la sua competitività nel settore”. Vedrà la luce nel 2022 ed è parte integrante del programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 della Commissione europea.
E’ un progetto, evidenzia la società, che “migliorerà la competitività e l’autonomia dell’industria spaziale europea”.
Punta a “sviluppare una libreria di blocchi progettata e testata per i microchip al fine di ridurre i tempi di produzione di un terzo” per superare una situazione in cui “l’industria aerospaziale europea dipende oggi da paesi extraeuropei come gli Stati Uniti, dove vengono prodotti la maggior parte dei circuiti misti ‘asic’, Application-Specific Integrated Circuit), i chip elettronici considerati il ‘cervelli’ dei satelliti e uno degli elementi più costosi da produrre”. E’ “la prima iniziativa di questa dimensione nel settore, con la partecipazione di aziende in Spagna, Grecia, Francia, Belgio, Portogallo e Finlandia Il team del progetto stima una riduzione dal 20% al 40% dei tempi di consegna per il nuovo ‘Mixed Signal Asic’ completamente basato sulla libreria Promise. In termini di costi, la progettazione e la produzione sarà ridotta di un fattore 5, il che significa che il numero di unità ricorrenti necessarie per rendere redditizio un nuovo progetto passerà da 200 (con la tecnologia attuale) fino a 85. Il progetto ‘consentirà la progettazione di molti dei chip che verranno utilizzati nelle future mega-costellazioni satellitari” con “un volume vicino a 3000 unità in 5 anni”. E’ stato avviato ufficialmente a Tres Cantos (Madrid) lo scorso 24 gennaio 2020 e nonostante l’emergenza Covid-19 i partner hanno già iniziato a lavorare.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa lima, future Usa restano positivi
Milano indietreggia ma poi risale a +1,14%, spread poco mosso
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
14:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee lima i rialzo mentre Milano indietreggia ma poi recupera. I future su Wall Street si confermano positivi con le misure economiche che diversi Paesi stanno mettendo in atto per il rilancio post-Covid e la prospettiva di un vaccino negli Usa.
Piazza Affari guadagna l’1,14% con il Ftse Mib a 17.797 punti con l’evidenza sempre di Leonardo (+6,3%), Ferragamo (+7,5%) e Bper (+6,2%) mentre fuori dal paniere principale strappa Brembo (+8,3%). Tra gli altri listini Londra segna un +1,09%, Parigi lo 0,98% e Francoforte lo 0,65% con l’indice d’area Stoxx 600 che sale di tre quarti di punto con gli acquisti che priviegiano finanziari, investimenti industriali e titoli legati al turismo.
Lo spread tra Btp e Bund resta in area 200 punti, anche il petrolio rimane sui 34 dollari al barile così come, sul fronte dei cambi, l’euro si mostra stabile sul dollaro con la moneta unica che passa di mano a 1,097 sul biglietto verde.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vino: per 41,2% aziende italiane oltre -10% vendite nel 2020
Studio Mediobanca, 60% prevede calo export, 37,5% sopra 10%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
15:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il 63,5% delle aziende vinicole italiane prevede nel 2020 un calo delle vendite. Il 41,2% superiore al 10%, a causa del lock-down del macro settore horeca e per la caduta del commercio mondiale stimata dalla World Trade Organization tra il 15% e il 30%. I dati sono dell’indagine dell’Area studi Mediobanca su 215 principali società di capitali italiane con fatturato 2018 superiore ai 20 milioni di euro e ricavi aggregati di 9,1 miliardi, e 14 imprese internazionali quotate con fatturato sopra 150 milioni e ricavi aggregati di 5,7 miliardi.
Per le esportazioni, il 60% delle imprese si aspetta per il 2020 una flessione delle vendite e, tra queste, il 37,5% superiore al 10%. Un quadro peggiore di quello del 2009, quando il 60,6% delle imprese vinicole subì un calo del fatturato del 3,7%, con cadute oltre il 10% per il 24,2% delle imprese.
Tra vendite nazionali ed estere nel 2020 si stima quindi una contrazione del fatturato di circa 2 miliardi, cioè una riduzione tra il 20% e il 25% rispetto al 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A.Mittal: a Genova raggiunto accordo su produzione
Intesa su aumento e rotazione lavoratori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
26 maggio 2020
16:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato raggiunto un accordo in Arcelor Mittal a Genova, dove da giorni proseguiva la mobilitazione dei lavoratori e delle rappresentanze sindacali contro la decisione di estendere e aumentare la cig covid comunicata per l’ex Ilva. Lo si apprende dalla Uilm e dalla Fim di Genova. “Di notevole importanza è l’aumento dei lavoratori che da 400 passano a 590 e la rotazione che interessa 800 addetti che lavorerebbero 10 giorni su 20 lavorativi” segnala Antonio Apa della Uilm parlando di “buon accordo che rispetto alla sfida del piano industriale che ci verrà presentato tra dieci giorni consente al sito di Genova di avere le carte in regola per giocare un ruolo determinante negli assetti futuri del piano”: “Fim Fiom Uilm hanno prodotto una mediazione possibile con l’auspicio che, nell’assemblea di domani, i lavoratori l’approvino”, conclude Apa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa corre con fiducia ripresa, Milano +1,5%
Bene banche e turismo. Spread 198 alla vigilia recovery fund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si avviano a chiudere in deciso rialzo le Borse europee, con Madrid che sale del 2,3%, Parigi dell’1,6%, Milano dell’1,5%, Francoforte e Londra dell’1,1% mentre a Wall Street il Dow Jones guadagna il 2,7% e l’S&P 500 l’1,9%. Sui mercati prevale la fiducia che il peggio della crisi scatenata dal coronavirus sia alle spalle, con segnali confortanti che arrivano sia dai dati sulla fiducia dei consumatori che dalle vendite di case negli Usa mentre la progressiva uscita dal lockdown di molti Paesi sta riattivando l’economia. Sui listini europei si mettono in luce le banche e i titoli legati al turismo, dalle compagnie aeree agli alberghi. A Milano brillano Bper (+10,2%), Ferragamo (+7,7%) e Leonardo (+6,9%). Lo spread Btp-Bund scende di 9 punti base a 198 punti alla vigilia della proposta della Commissione Ue sul recovery fund.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: Bono, a oggi nessuna cancellazione ordini
‘Compensare con militare rallentamento settore cruise’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
26 maggio 2020
17:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In questi giorni Fincantieri sta “finendo alcune trattative con i clienti” e a “oggi non c’è stata alcuna cancellazione di ordini” nel settore cruise. Lo ha detto l’ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, durante un’audizione in videoconferenza in Commissione Difesa del Senato. “La pandemia – ha ricordato Bono – ha bloccato il settore crocieristico globale” e “la nostra strategia e’ stata quella di fare di tutto per evitare la cancellazione degli ordini”. Per “fare ciò – ha spiegato – abbiamo allungato i tempi di consegna e rallentato di conseguenza l’attivita’ produttiva” evitando “a qualsiasi costo cancellazioni di ordini da parte degli armatori e questo ha comportato un allungamento dei termini di pagamenti e ad oggi non abbiamo avuto nessuna cancellazione di ordini”.
Per uscire dalla crisi provocata dall’emergenza coronavirus e il conseguente rallentamento del settore crocieristico a livello mondiale, ha proseguito l’ad, “il comparto militare gioca un ruolo molto importante”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in forte rialzo (+1,5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Indice Ftse Mib sale 17.860 punti, ai massimi dal 29 aprile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 maggio 2020
17:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in deciso rialzo per Piazza Affari, spinta, al pari delle altre Borse europee, dall’ottimismo sulla ripartenza dell’economia in scia alla progressiva uscita dal lockdown di molti Paesi. L’indice Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in progresso dell’1,5% a 17.860 punti, ai massimi dallo scorso 29 aprile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in forte rialzo con uscita da lockdown
Londra è salita dell’1,24% e Parigi dell’1,46%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
18:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di acquisti sulle Borse del Vecchio Continente, in scia alla progressiva uscita di diversi Paesi dal lockdown e alla fiducia degli investitori sulla ripartenza dell’economia. Francoforte ha chiuso in progresso dell’1% a 11.504 punti, Londra è salita dell’1,24% a 6.067 punti e Parigi dell’1,46% a 4.606 punti. A farla da padrone, sui listini, sono stati i titoli bancari (indice Dj Stoxx di settore +5,3%) e quelli del turismo e delle compagnie aeree.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano regina Europa con banche, Ferragamo, Leonardo
Listini ‘sognano’ ripresa. Spread sotto 200 punti. Male Diasorin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
18:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari si riporta ai massimi da fine aprile, in una seduta positiva per tutti i listini mondiali, rianimati dalla progressiva fine del lockdown e dalla fiducia degli investitori sulla ripartenza dell’economia. Milano è salita dell’1,5%, migliore tra le piazze europee, che hanno resistito alle tensioni tra Usa e Cina e attendono domani la proposta Ue sul recovery fund.
In una seduta che in Europa ha visto correre i titoli di banche e turismo, la maglia rosa di Piazza Affari è andata a Bper (+10,4%), che ha tirato la volata a Mediobanca (+5,7%), Banco Bpm (+4,8%) e Unicredit (+4,4%) con lo spread btp-bund sceso sotto i 200 punti. Nel lusso sprint di Ferragamo (+7,3%) e Moncler (+4,9%) mentre tra gli industriali ha svettato Leonardo (+6,7%), Cnh (+3,5%) e Fca (+3,4%), che ha avuto il via libera di Intesa al prestito da 6,3 miliardi. Recupera Atlantia (+2,9%), in attesa dello showdown con il governo, mentre chiudono in rosso Diasorin (-5,9%), bocciata da Jefferies, Nexi (-2,4%) e le utilities Terna (-0,7%) e Italgas (-0,5%).
Lo spread ha chiuso la seduta a 198 punti, con un rendimento del Btp all’1,54%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca: da cda Intesa Sanpaolo via libera a prestito
La palla ora passa a Sace per la concessione garanzia statale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
18:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il consiglio di amministrazione di Intesa Sanpaolo riunitosi questa mattina, secondo quanto si apprende da fonti finanziarie, ha approvato la delibera relativa al finanziamento in favore di Fca Italy per un importo di 6,3 miliardi di euro, considerato il ruolo fondamentale del finanziamento stesso per la filiera italiana dell’automotive.
L’efficacia della delibera avverrà all’ottenimento della garanzia pubblica, riconosciuta da Sace, pari all’80% dell’ammontare e una volta completato l’iter contrattuale con Fca Italy.
Tale garanzia, ottenuto parere favorevole da Sace, sarà oggetto, fanno rilevare le fonti finanziarie, di decreto del Mef e pubblicato in Gazzetta Ufficiale previa approvazione da parte della Corte dei Conti, così come previsto dal decreto Liquidità dell’8 aprile scorso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Thales Alenia Space: contratto con Airbus per capsula Orion
Vale 75 milioni di euro, produrrà sistemi termomeccanici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
19:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Thales Alenia Space “ha firmato un contratto con Airbus Defence and Space, prime contractor del modulo di servizio europeo della capsula spaziale statunitense Orion, per sviluppare e produrre i sistemi termomeccanici per il terzo modello del ‘European Service Model’ sul veicolo spaziale Orion.” E’ il veicolo di trasporto umano della Nasa per l’esplorazione dello spazio profondo. Il modulo di servizio per Orion sarà sviluppato nell’ambito del contratto Esa e fornirà struttura, propulsione, alimentazione, controllo termico e principali capacità di supporto vitale per il veicolo spaziale americano, spiega la società, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%) “Il contratto ESM 3 firmato oggi da Thales Alenia Space ha un valore di circa 75 milioni di euro. Thales Alenia Space, come subappaltatore di Airbus Defence and Space, svilupperà e fornirà sistemi fondamentali per la terza unità di volo, tra cui protezione strutturale e micrometeorica, controllo termico e stoccaggio e distribuzione dei materiali di consumo”.
“Questo contratto conferma l’elevato livello di Thales Alenia Space nella realizzazione di infrastrutture nel campo dell’ esplorazione e dei trasporti spaziali”, commenta l’a.d. di Thales Alenia Space in Italia, Massimo Comparini: “Riflette anche la lunga esperienza della nostra società nel campo dei voli spaziali umani. Il futuro dell’esplorazione dello spazio dipende dalla robustezza delle tecnologie, dalla sicurezza e dal comfort degli astronauti, le soluzioni Thales Alenia Space sono una sinergia perfetta tra questi tre parametri.”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, il Covid ‘infetta’ il lavoro nel 2020 mezzo milone di posti in meno
Stime Anpal: per riprendere i livelli occupazionali serviranno almeno tre anni con un ritorno a quota 23,36 milioni di lavoratori non prima del 2023
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
11:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’epidemia da Covid 19 avrà effetti pesanti sul lavoro in Italia con una riduzione degli occupati stimata in 500.000 unità nel 2020. Il dato è stato presentato oggi dal presidente dell’Anpal, Mimmo Parisi, in una audizione al Senato ricalcando quello presentato nel Def dal Governo pari al 2,1% dell’occupazione legato al crollo del Pil dell’8% atteso per quest’anno. Secondo l’Anpal alla fine del 2020 quindi gli occupati torneranno sotto quota 23 milioni, a 22,86 milioni mentre l’anno prossimo, grazie al rimbalzo del Pil, il dato recupererà circa 240.000 posti tornando a quota 23,1 milioni.
L’Agenzia non ha chiarito quali sono le tipologie di posti più a rischio ma, grazie anche al blocco dei licenziamenti per cinque mesi previsto dal Governo per fare fronte all’emergenza epidemiologica, saranno i rapporti di lavoro a termine i più penalizzati insieme a quelli stagionali e alle attività di lavoro autonomo. Queste ultime probabilmente avranno una contrazione significativa anche a causa dell’aumento dei costi dovuti alle misure anti Covid e al calo dei consumi atteso.
Venerdì l’Istat diffonderà i dati su occupazione e disoccupazione ad aprile ma è probabile che non si registri ancora un aumento della disoccupazione dato che nel mese le persone erano ancora costrette a casa dal lockdown e quindi di fatto con maggiori difficoltà nella ricerca di un’occupazione.
Quasi sei famiglie su dieci temono di perdere il posto di lavoro secondo il Rapporto annuale Confcommercio-Censis che sottolinea come con il lockdown il 42,3% delle famiglie abbia visto ridursi l’attività lavorativa e il reddito. Il 25,8% ha dovuto sospendere del tutto l’attività – si legge nel Rapporto – mentre il 23,4% è finito in Cig . Circa tre italiani su 10 sanno già che quest’estate non potranno andare in vacanza mentre la metà non ha ancora fatto programmi. Solo il 9,4% del campione ha detto che andrà in vacanza ma con durata e budget ridotti.
Per riprendere i livelli occupazionali pre Covid ci vorranno, secondo le stime Anpal, almeno tre anni con un ritorno a quota 23,36 milioni non prima del 2023. Una delle condizioni per agganciare la ripresa sarà l’utilizzo dei fondi europei previsti per il 2021-2027 (circa 38 miliardi) che potrà costituire, secondo Parisi, “un’ulteriore opportunità di finanziare misure adeguate a fronteggiare la crisi”. Per ritrovare un dato come quello che si avrà a fine anno (22.860.000 occupati circa) bisogna tornare indietro di quattro anni, a novembre 2016 quando gli occupati erano 22,83 milioni).
Di ricadute occupazionali dell’epidemia da Covid 2019 ha parlato in audizione al Senato anche il presidente dell’Inapp, Sebastiano Fadda. Fadda ha sottolineato come il lockdown abbia penalizzato soprattutto le microimprese rispetto a quelle più grandi e ha fatto un’analisi sul cambiamento del lavoro dopo il grande utilizzo del lavoro agile reso più semplice dalle norme varate per l’emergenza. A fine aprile lavoravano da casa oltre 1,8 milioni di lavoratori a fronte di appena 220.000 prima dell’epidemia. “Nutro molti dubbi – ha detto Fadda – sul fatto che in occasione della pandemia si siano realizzate molte esperienze di “smart work”. Purtroppo esistono molti equivoci su questo termine e in realtà ciò che si è verificato è stato principalmente un aumento del “telelavoro”, un forzato aumento dello svolgimento a distanza (praticamente da casa) delle stesse “mansioni” lavorative solitamente effettuate in presenza. E’ necessario sollecitare l’impegno verso una corretta applicazione del principio dello “smart work” che significa lavoro “intelligente”, ma per diventare intelligente non è sufficiente che il lavoro venga svolto da casa anziché in presenza. Esso diventa “intelligente” se diventa il riflesso di un modo nuovo di gestire i processi produttivi, sia di beni che di servizi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura poco variata
Pesano timori di nuove tensioni commerciali Cina-Usa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
27 maggio 2020
02:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia gli scambi all’insegna della cautela, ritracciando dai massimi in tre mesi, con gli investitori che anticipano la possibilità di nuove tensioni geopolitiche tra i governi di Pechino e Washington, in linea con la progressiva riapertura delle attività economiche post-coronavirus. Il Nikkei fa segnare una variazione appena negativa dello 0,08%, a quota 21.253,92. Sul mercato valutario lo yen è poco variato a 107,40 sul dollaro e sull’euro poco sotto a 118.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: frena corsa ma resta sopra 34 dollari
Wti perde 28 centesimi, Brent -0,7% a 35,92 dlr al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi del petrolio americano restano ancorati sopra i 34 dollari al barile nonostante la frenata rispetto alla corsa di ieri. Il Wti perde 28 centesimi portandosi a 34,07 dollari al barile dopo il +3,3% segnato ieri sera, mentre il Brent indietreggia dello 0,7% a 35,92 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in calo a 1,0961 dollari
Su yen moneta unica a 117,85
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in calo sul dollaro in avvio delle contrattazioni: la moneta unica europea passa di mano a 1,0961 (-0,2%). Leggero rialzo invece sullo yen a 117,85 (+0,22%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: terzo giorno di calo, scende a 1.704 dollari l’oncia
Perdono terreno anche gli altri metalli, argento -0,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro ancora in calo sui mercati asiatici: il lingotto con consegna immediata perde terreno per il terzo giorno consecutivo, scendendo dello 0,3% a 1.704 dollari l’oncia. Il sostanziale ottimismo sulle riaperture e sulla lotta al coronavirus diffuso tra gli investitori fa scendere anche i prezzi degli altri metalli preziosi considerati beni rifugio: l’argento perde lo 0,7%, il platino lo 0,7% e il palladio lo 0,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund scende ancora, apre a 196 punti base
Rendimento del decennale italiano all’1,52%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scende ancora lo spread tra Btp e Bund. ll differenziale segna in apertura 196 punti dai 198 della chiusura di ieri con un tasso di rendimento del decennale italiano dell’1,52%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia debole con tensioni Usa-Cina
Cauti future Europa e Wall Street, attese Lagarde e Beige book
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
09:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse di Asia e Pacifico deboli con la sola eccezione di Tokyo (+0,70%) sulla scia di indicazione di un nuovo pacchetto di stimoli fiscali in Giappone. Mentre i future sull’Europa e Wall Street si mostrano in cauto rialzo sulle speranze di una ripresa dell’economia mondiale post lockdown.
Vendite su Shanghai (-0,30%) e Shenzhen (-0,85%) con una nuova discesa dei profitti industriali cinesi e la frenata dello yuan. Calo anche per Hong Kong (-0,89%) sulle tensioni tra Stati Uniti e Cina sulla legge di sicurezza nazionale che Pechino intende applicare nell’ex colonia. Piatta Seul (+0,07%) così come Sydney (-0,09%). Sul fronte macro sotto la lente un intervento in mattinata del presidente della Bce Lagarde e in serata, dagli Stati Uniti, il beige book.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa; Milano apre invariata
Ftse Mib a 17.861 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 maggio 2020
09:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre invariata con il Ftse Mib a 17.861 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in positivo, Parigi +0,34%
Francoforte +0,22%, Londra +0,84%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
09:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in lieve rialzo. Parigi guadagna lo 0,34% con il Cac 40 a 4.621 punti.
Francoforte registra un +0,22% con il Dax a 11.530 punti mentre Londra in avvio è a +0,84% con il Ftse 100 a 6.118 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -0,51% con Nexi e Diasorin
In positivo Atlantia, Fca dopo prestito Intesa, bene Mediobanca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
09:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano è debole con il Ftse Mb che apre invariato e poi gira in negativo (-0,51% a 17.775 punti). Sotto la lente, da una parte, Nexi che cede il 6,7% dopo che si è chiuso il collocamento da parte di Mercury che ha ceduto l’8,8 del capitale per 781 milioni. Ma anche Diasorin (-5,74%) ancora sotto vendita dopo un lungo periodo positivo in scia all’impegno diretto contro il Covid-19. Male anche Stm (-2,92%), A2a (-1,56%), Snam (-1,6%).
Positiva invece Atlantia (+0,62%) dopo le indiscrezioni di stampa di un vertice convocato dal premier Giuseppe Conte che si terrà in mattinata, per affrontare il tema della concessione di Autostrade. Bene anche Fca (+1,11%) dopo il via libera di Intesa Sanpaolo (+0,79%) al prestito dettato dall’emergenza coronavirus. Tra gli altri in luce Mediobanca (+1,6%) ma anche Unicredit (+1,2%). Più cauta Ubi (+0,4%) dopo la decisione di un’azione giudiziale per accertare se le condizioni dell’ops da parte di Intesa siano venute meno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva con Lagarde, Milano gira a +0,2%
Slancio del settore bancario, bene future Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
10:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee confermano il rialzo, con Milano che azzera le perdite e gira in positivo (Ftse Mib +0,20% a 17.894 punti) mentre la presidente della Bce, Christine Lagarde sottolinea che il Covid non provocherà una nuova crisi finanziaria nell’Eurozona.
L’indice d’area Stoxx 600, sale di quasi mezzo punto con i finanziari ed in particolare lo slancio del settore bancario.
Tra le singole Piazze Londra è la migliore (+0,93%). A seguire Parigi (+0,88%) che tiene nonostante l’istituto nazionale di statistica stimi una contrazione dell’economia francese del 20% nel secondo trimestre. Francoforte guadagna invece lo 0,70%.
Per il resto i future su Wall Street proseguono in rialzo nell’attesa, stasera, del ‘Beige book’. Lo spread tra Btp e Bund risale leggermente e sfiora i 199 punti dall’iniziale 196. Il petrolio scende sotto i 34 dollari al barile con il Wti in calo dell’1,51%. Sul fronte dei cambi, l’euro passa di mano a 1,097 sul dollaro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: MIlano allunga con Europa, attesa Recovery Plan
Ftse Mib +0,7%, sfiora 18mila punti, sprint di Fca e banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
11:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano allunga il passo dopo aver girato in positivo. Il Ftse Mib sale dello 0,7% a 17.985 punti.
E allungano anche Londra (+1,03%), Parigi (+1,10%) e Francoforte (+0,95%) sulle attese della proposta di Recovery Plan che oggi la Commissione europea annuncerà.
A Piazza Affari si conferma lo sprint di Fca (+4,15%) dopo il via libera di Intesa Sanpaolo al prestito da 6,3 miliardi. In evidenza poi i bancari con Unicredit (+3,4%), Mediobanca (+3%).
Corsa inoltre di Autogrill (+2,6%), Pirelli (+2,97%), Cnh (+2,63%). Restano sotto vendita Diasorin (-7,8%) e Nexi (-6,6%), quest’ultima dopo la cessione dell’8,8% da parte dell’azionista di controllo Mercury.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Servizi in crisi nel primo trimestre, crollano alberghi e ristoranti
Istat, calo del 6,2% rispetto all’ultima parte del 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
11:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre 2020 l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi è diminuito del 6,2% rispetto al trimestre precedente e l’indice generale grezzo ha registrato una diminuzione tendenziale del 7,2%.
Lo rileva l’Istat spiegando che se il calo tendenziale è simile a quello registrato nel 2008-9 quello congiunturale “non ha precedenti” dall’inizio delle serie storiche (2001).
ll fatturato dei servizi nel primo trimestre registra variazioni congiunturali negative in tutti i settori. In particolare, si registra una diminuzione del 24,8% per i servizi di alloggio e ristorazione, del 6,4% per il trasporto e magazzinaggio, del 6% per il commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli. Nel primo trimestre 2020 si registrano diminuzioni tendenziali per le attività dei servizi di alloggio e ristorazione (-24,1%), per il commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli (-7,8%), per il Trasporto e magazzinaggio (-5,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera su indiscrezioni Recovery Fund
Parigi +2%, Francoforte +1,7%, Milano +1,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
11:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le prime indiscrezioni sul ‘recovery fund’ dell’Europa, con un pacchetto di stimoli fiscali da 750 miliardi, di cui 500 miliardi come aiuti e 250 miliardi come prestiti, spinge i listini. Madrid è la migliore con un rialzo del 2,7%, Parigi accelera e guadagna il 2%, Francoforte l’1,79%, Londra l’1,54% e Milano l’1,33 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, caduta Pil Eurozona a metà strada fra -8 e -12%
Covid non provocherà una nuova crisi Euro. Debito è raccomandato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
12:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Avremo le nuove stime nel giro di pochi giorni, ma è molto probabile che lo scenario più favorevole sia ormai fuori portata e che la caduta del Pil sarà a metà strada fra lo scenario intermedio (-8%) e lo scenario più grave, che è un po’ più di -12%”. Lo ha detto allo European Youth Event 2020 la presidente della Bce, Christine Lagarde, parlando dell’impatto del Covid sul Pil dell’Eurozona nel 2020. Il Pil “calerà più che durante la grande crisi finanziaria: il calo fu fra -4 e -5%, ora sarà probabilmente il doppio.
Dipenderà da quanto velocemente si esce dai lockdown, dalla gradualità della ripresa, dai settori colpiti”. Lagarde, ha anche escluso categoricamente (“No, la risposta è no”) che la pandemia possa provocare un forte indebitamento di alcuni Stati, e una nuova crisi finanziaria dell’Eurozona. “Tutti i Paesi nel mondo hanno dovuto rispondere aumentando il proprio debito”; ha detto Lagarde. “Si sono dovute prendere delle misure di bilancio, qualunque cosa succeda. L’uso del debito non solo è raccomandato, ma è la strada da seguire”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva (+1%),effetto Lagarde e intervento Ue
Sptread scende a quota 192, atteso discorso Von der Leyen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
13:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue in rialzo la seduta di Piazza Affari (Ftse Mib +1,1%), dopo le parole della presidente della Bce Christine Lagarde, che ha definito il debito pubblico come “la strada da seguire” per far fronte alla crisi generata dalla pandemia da Covid 19. Tra gli investitori c’è forge attesa per il discorso della presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen di fronte al Parlamento europeo, con il previsto annuncio dell’importo del fondo Ue per la ricostruzione, noto come ‘Recovery Fund’. Gli acquisti si concentrtano sul comparto dell’auto, da Pirelli ( +6,54%) ad Fca (+4,8%), beneficiaria del prestito di 6,3 miliardi di euro erogato da Intesa Sanpaolo (+4%) e garantito dallo Stato. Lo spread in calo a 192 punti spinge anche Bper (+4,99%), Unicredit (+4,41%) e Banco Bpm (+2,56%). Più cauta Ubi (+1,24%), il cui Cda ha chiesto l’intervento del Tribunale di Milano per invalidare l’Opa di Intesa. Acquisti su Eni (+2,6%), cauta invece e Saipem (+0l,37%), con il greggio Wti in calo dell’1,3%. Soffrono Diasorin (-8,33%), colpita da prese di beneficio dopo un allungo che dura da settimane, e Nexi (-6,6%), che si alinea al prezzo a cui Mercury ha ceduto l’8,8% del capitale seguito di un collocamento accelerato. Bene Exor (+1,87%), sulla scia del prestito concesso a Fca, ed Atlantia (+1,82%), con il vertice a Palazzo Chigi sulla concessione ad Aspi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa accelera dopo proposta bilancio Ue
Madrid +3%, Milano e Parigi +2%, spread giù a 188 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
14:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accelerano all’unisono i principali listini di borsa europei dopo le indiscrezioni sulla proposta di bilancio Ue di 1.100 miliardi di euro fino al 2027. Madrid (+3.%) è la migliore seguita da Parigi (+2,2%) e Milano e Francoforte (+2,% entrambe). Più cauta Londra (+1,5%), che con il bilancio Ue non c’entra nulla. In ulteriore calo a 188,8 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Acea: nessuna incertezza finanziaria significativa per Covid
Auspicabili meccanismi perequativi per fasce clienti più esposti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
14:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Gli ambiti di regolamentazione che disciplinano i business del gruppo Acea non hanno subito significative variazioni in ragione della emergenza Covid. Si deve inoltre precisare che circa l’81% dell’Ebitda del gruppo è generato da attività regulate”. Acea lo sottolinea, tra le risposte alle domande arrivate dagli azionisti in vista dell’assemblea dei soci, che si terrò nella forma semplificata consentita dalla situazione di emergenza, rispondendo a chi chiede ‘quali siano le ragioni per cui, a differenza di tante altre imprese quotate italiane, Acea non prenda in considerazione la possibilità di non distribuire i dividendi’.
“Sono invece i flussi finanziari d’incasso – spiega ancora la società – che potranno subire delle contrazioni nel breve e nel medio periodo, ancorché sia auspicabile considerare vengano posti in essere meccanismi perequativi a supporto delle fasce di clientela maggiormente esposta agli effetti dell’emergenza”.
Mentre “per quanto riguarda i riflessi di natura finanziaria, sia nel breve sia nel medio periodo, non si ravvisano incertezze significative per il gruppo Acea nel far fronte all’emergenza coronavirus e agli effetti che questa potrà ragionevolmente causare, anche in ragione della capacità dell’impresa di continuare a operare come un’entità in funzionamento grazie alla solida struttura finanziaria del gruppo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Olanda smorza entusiasmo Europa, Milano +1,5%
Spread stabile a 188 punti, sprint Renault , Daimler e Peugeot
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
14:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La reazione dell’Olanda che prevede “negoziati lunghi” sulla proposta Ue presentata dalla presidente Ursula Von der Leyen smorza l’entusiasmo iniziale dei listini Ue. Madrid riduce il rialzo al 2,8%, Parigi all’1,9% e Francoforte all’1,7%. In coda Milano(+1,45%) e Londra (+1,4%), che con la Ue non c’entra più nulla. Stabile a 188 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi. Sui vari listini corrono i titoli automobilistici, da Fca (+5,27%), spinta anche dal prestito di 6,3 miliardi garantito dallo Stato, a Pirelli (+6,9%), da Daimler (+8,7%) e Bmw (+7,6%) a Renault (+17,31%), che ha annunciato il rafforzamento dell’alleanza con Nissan e Mitsubishi, e Peugeot (+8,54%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Audizione Ubi Banca all’Antitrust, venerdì Unicredit
Già sentite Intesa, Bper e Fondazione Bml. Oggi anche Cattolica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
14:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Raffica di audizioni dell’Antitrust nell’ambito dell’istruttoria sull’offerta pubblica di scambio lanciata da Intesa su Ubi Banca. Oggi, a quanto si apprende, sono stati sentiti l’istituto guidato da Victor Massiah e il suo socio e partner nella bancassicurazione Cattolica, dopo che ieri erano state ascoltate Bper e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Venerdì toccherà invece a Unicredit che, a sorpresa, ha chiesto di essere coinvolta nel procedimento sulla concentrazione tra la prima e la quarta banca italiana. Venerdì scorso era stata invece Intesa a intervenire per difendere l’Ops.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Renault-Nissan: via a piano rilancio per rafforzare alleanza
Risparmi in investimenti, cooperazione in sviluppo e produzione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
14:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Renault e i partner giapponesi Nissan e Mitsubishi rafforzano l’alleanza e spingono per una maggiore collaborazione nei segmenti sviluppo e produzione per fronteggiare la crisi dell’auto. I costruttori hanno presentato un piano di rilancio che prevede sinergie e riduzione dei costi grazie allo schema ‘leader-follower’ che consente risparmi negli investimenti fino al 40% per i veicoli sviluppati congiuntamente. A Nissan farà capo lo sviluppo della guida autonoma, a Renault quello di auto elettriche e propulsori elettrici mentre Mitsubishi Motors lavorerà sulla tecnologia ibrida ‘plug-in’. Nissan sarà leader in Cina, Nord America e Giappone, Renault in Europa, Russia, Sud America e Nord Africa, Mitsubishi nel sudest asiatico e in Oceania. “Tutti i membri dell’alleanza avranno accesso a tutte le tecnologie chiave “, ha detto Jean-Dominique Senard, presidente dell’Alleanza e di Renault.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a Ny, a 33,75 dollari
Quotazioni perdono l’1,75%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 maggio 2020
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio in calo a New York, dove le quotazioni perdono l’1,75% a 33,75 dollari per azione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +1,39%, Nasdaq +0,13%
S 500 sale dello 0,92%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
27 maggio 2020
15:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dell’1,39% a 25.341,62 punti, il Nasdaq avanza dello 0,13% a 9.354,98 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,92% a 3.020,17 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Infrastrutture: un piano per il futuro,appello 50 accademici
Lanciato da Francesco Karrer con Federbeton-Confindustria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
15:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ripartire dalle infrastrutture per rilanciare l’economia di tutto il paese”: un appello lanciato Francesco Karrer, presidente del comitato scientifico di Federbeton che in Confindustria rappresenta la filiera del cemento, e già presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, è stato – spiega una nota – “sottoscritto da più di 50 accademici e “continua a raccogliere adesioni online”. in un momento in cui “la crisi generata dall’emergenza sanitaria impone scelte chiare e tempestive”. Il documento sollecita “una ripartenza che prenda il via dalle infrastrutture e una politica basata su investimenti nei settori capaci di essere volano per lo sviluppo economico”: ingegneri, economisti, ricercatori e accademici di atenei ed istituti di ricerca in tutta Italia lo hanno sottoscritto “dando vita ad una compagine inedita e trasversale che, per la prima volta, scende in campo per chiedere ai decisori istituzionali un intervento chiaro, tempestivo e risolutivo rispetto all’infrastrutturazione del Paese”.
“Investire nelle infrastrutture – commenta Karrer – significa investire nell’inclusione portando ricchezza nei territori e mettendo l’intera economia nelle condizioni di ripartire. Strade, ferrovie, porti, aeroporti, metropolitane sono la spina dorsale del Paese: connettono le persone ma anche le attività economiche e sociali, rappresentando il fattore abilitante per la circolazione di merci, individui e idee. In assenza di una adeguata rete infrastrutturale, ogni ulteriore misura di sostegno a questo o quel comparto produttivo rischia, in partenza, di perdere efficacia. Senza infrastrutture, ogni ragionamento sul rilancio della competitività del Paese o sull’attrazione di investimenti è destinato ad arenarsi”.
.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene (+1%), spread a 186
Acquisti su Pirelli, Fca ed Eni, scivolone Diasorin e Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
15:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resiste in territorio positivo (+1%) ma dimezza il guadagno registrato dopo l’annuncio della presidente Ursula Von der Leyen sull’intervento complessivo da oltre 3mila miliardi per la ricostruzione dopo l’emergenza Covid. Un colpo di freni dovuto all’annuncio dell’Olanda di “trattative lunghe” per l’approvazione. In calo a 186,9 punti lo spread tra Btp e Bund, a tutto vantaggio di Bper (+6,44%), Unicredit (+5,39%), Intesa (+4%) e Banco Bpm (+2,88%), mentre Ubi (+1,8%), che ha portato in tribunale l’Ops di Intesa, appare più cauta. Sugli scudi gli automobilistici Pirelli (+5,4%) ed Fca (+3,74%), favorita anche dal prestito da 6,3 miliardi garantito dallo Stato, ma in Europa le cose vanno ancora meglio, con il rally di Renault (+16,8%), che ha annunciato il consolidamento dell’alleanza con Nissan e Mitsubishi. Bene Eni (+3,3%), nonostante il calo del greggio (Wti -2,6%), spinta da un report degli analisti di Bloomberg sul settore, che si prepara ad affrontare con forza le difficoltà del secondo trimestre. Scivolone di Diasorin (-12%), congelata anche al ribasso, dopo numerosi rialzi, sull’onda lunga del giudizio degli analisti di Jefferies. Pesante anche Nexi (-7,25%), al di sotto del prezzo del collocamento accelerato dell’8,8% del capitale da parte del fondo Mercury.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Olanda frena entusiasmo Europa, Milano gira in calo
Madrid e Parigi dimezzano rialzo, indici Usa a due velocità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
16:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ durato poco l’entusiasmo dei principali listini europei dopo l’annuncio della presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen di destinare oltre 3mila miliardi alla ricostruzione post-emergenza Covid. L’Olanda ha minacciato “lunghe trattative” per l’approvazione del pacchetto e Milano ha pian piano eroso il rialzo (+2%) fino a girare in calo (Ftse Mib -0,2%). Corsa dimezzata anche per Madrid (+1,7%), Parigi (+1,3%) e Francoforte (+1%), mentre Londra (+0,8%), estranea all’Ue, resta cauta. Contyrtastati Dow Jonbes (+1%) e Nasdaq (-0,6%) a New York. Gli acquisti si concentrano sul settore dell’auto, dopo l’annuncio di Renault (+14,7%) di rafforzare l’alleanza con Nissan e Mitsubishi. Bene anche Nokian (+15,5%), Daimler (+8,5%) , Peugeot (+4,95%), Pirelli (+4,45%) ed Fca (+2,5%), dopo il via libera di Intesa (+2,2%) a un prestito da 6,3 miliardi garantito dallo Stato. In risalita a 189 punti lo spread, senza conseguenze però per Unicredit (+4,64%) e Bper (+3,8%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bollette: prescrivibili in ogni caso consumi oltre 2 anni
Nuova delibera Arera per fatture acqua luce e gas
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
16:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal 1° gennaio 2020 i clienti di energia e gas e gli utenti del servizio idrico integrato possono “in ogni caso” eccepire la prescrizione per importi fatturati relativi ai consumi più vecchi di 2 anni. La novità, introdotta dalla Legge di bilancio 2020, viene integrata da ARERA, adeguando l’informativa ai clienti e agli utenti che venditori e gestori devono inserire all’interno delle fatture, anche in caso di procedure di messa in mora, nonché in caso di risposta ai reclami scritti dei clienti e degli utenti in merito.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crociere, Costa prolunga lo stop fino a fine luglio
Con incertezza provocata da pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
27 maggio 2020
17:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costa proroga lo stop delle crociere di un altro mese: fino al 31 luglio. “La decisione è legata alla incertezza sulla graduale riapertura dei porti alle navi da crociera e le restrizioni che potrebbero essere ancora in atto per gli spostamenti delle persone in relazione alla pandemia globale di Covid-19” spiega con una nota Costa Crociere.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo, Milano contro corrente
Olanda rovina la festa per l’intervento Ue da 3mila miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
17:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in rialzo a parte Milano nel giorno un cui la presidente della Commissione Ue Ursula Van der Leyen ha annunciato un intervento da oltre 3mila miliardi per fare fronte alla crisi generata dall’emergenza Covid. Positive Madrid (+2,19%) e Parigi (+1,56%), più caute Francoforte e Londra (+1% entrambe), in calo Piazza Affari (-0,1%), nonostante lo spread ai minimi da aprile a 190 punti base. A frenare gli entusiasmi iniziali, che hanno portato Milano a guadagnare il 2% e Madrid un punto in più è stata l’Olanda, che ha preannunciato “lunghe trattative” per approvare il pacchetto di aiuti predisposto da Bruxelles. Giornata di festa per Renault (+15,28%), che ha annunciato il rafforzamento dell’alleanza con Nissan e Mitsubishi. Bene anche Nokian (+15,54%), Daimler (+7,8%) e Peugeot (+4,6%). Più caute invece Pirelli (+2,97%) ed Fca (+2,56%), a cui Intesa Sanpaolo (+2,74%) presterà 6,3 miliardi con garanzia dello Stato. Rialzi per Unicredit (+4,8%), Atlantia (+3,9%) ed Eni (+2,2%), deboli invece Diasorin (-12,7%), Nexi (-7,6%), Stm (-5,3%), dopo la guerra tra il presidente Usa Trump e i social network, Amplifon (-3,9%), Snam (-3%) e Saipem (-2,9%). VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

‘Un giovane su 6 ha perso il lavoro nel mondo per l’epidemia’
Analisi iIo, ‘178 milioni di ragazzi nei settori più colpiti’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
17:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia ha un effetto “devastante e sproporzionato” sui giovani lavoratori. Più di un ragazzo su sei ha smesso di lavorare a causa del Covid, secondo un’analisi dell’Ilo (l’Organizzazione mondiale del lavoro). E quelli che sono ancora occupati hanno visto una riduzione del loro orario di lavoro del 23%. Complessivamente, l’emergenza sanitaria sta portando a una perdita stimata nel 10,7% delle ore lavorate nel mondo, nel secondo trimestre 2020, rispetto all’ultimo trimestre del 2019, pari a 305 milioni di posti a tempo pieno.
La quasi totalità dei lavoratori (94%) vive in paese con qualche tipo di misura restrittiva sui luoghi di lavoro per il contenimento dei contagi.
I giovani sono i più esposti a questa crisi per il tipo di attività che svolgono: il 77% è nell’economia informale (la media per gli over 25 è di circa il 60%) e in oltre 4 casi su dieci opera nei settori più colpiti, dove sono occupati 178 milioni di ragazzi. Inoltre, già prima della crisi, c’erano 267 milioni di giovani che non studiavano né lavoravano (i cosiddetti Neet, not in employment, education or training), inclusi quasi 68 milioni di disoccupati.
L’emergenza sanitaria ha reso la vita più difficile anche molti studenti. Metà di loro si aspetta di completare i propri studi in ritardo, mentre il 10% dubita di poterli completare del tutto. Che lavorino o no, dall’inizio della pandemia la maggioranza dei giovani intervistati dall’Ilo racconta di essere diventato vulnerabile ad attacchi di ansia e depressione.
Dall’Ilo arriva quindi un appello a una risposta politica “urgente e su larga scala per evitare danni a lungo termine ai giovani in termini di formazione e prospettive nel mercato del lavoro”. In particolare, c’è la raccomandazione a iniziative mirate sui ragazzi da inserire all’interno di una cornice di politiche del lavoro “inclusive e lungimiranti” e collegata ai piani di rilancio. Il supporto andrebbe incanalato, secondo l’organizzazione, “in quei settori in grado di creare lavoro decente e produttivo”, e affiancato a test diffusi e al tracciamento dei contagi, che possono portare a dimezzare le ore di lavoro perse.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo, +0,28%
Indice Ftse Mib a quota 17.910 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
17:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,28% a 17.910 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fp Cgil, nella P.a smart worker lamentano tecno-stress
Servono accordi sindacali per regolare nuove forme di lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
17:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono nuove forme di stress lavoro-correlato, tra queste quella maggiormente segnalata, che compare in modo più ripetitivo, è il tecno-stress”. Così la segretaria generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino, in occasione di un seminario online organizzato dal sindacato proprio sullo smart working. Secondo Sorrentino occorre “contrattualizzarlo”, con “nuovi percorsi e accordi sindacali”.
Tutto con particolare attenzione, dice, alla protezione dei lavoratori e alla loro “tutela psico-fisica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fraccaro, l’obiettivo è estendere il Superbonus al 2022
Ance, occasione unica per rilancio patrimonio immobiliare
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
17:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Superbonus è attivo dal primo di luglio fino alla fine del 2021, “ma più importante sarebbe riuscire ad estenderlo al 2022 perché dà una soglia temporale non banale e ci permetterebbe di utilizzare il 110% anche per l’abbattimento e la ricostruzione, che oggi è già possibile per le zone del terremoto del Centro Italia”. Lo ha detto il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro, durante il convegno online dell’Ance ‘Superbonus al 110%: case verdi e sicure per città sostenibili’. “Ne sto parlando anche con il Mit e la De Micheli è assolutamente d’accordo”, ha aggiunto, precisando che la norma “è stata immaginata prima del coronavirus perché c’era l’esigenza di dare una risposta forte e rilanciare l’economia interna”. E in quest’ottica i costruttori sottolineano che si tratta di “un’occasione da non perdere”.
“Il nostro patrimonio immobiliare è vecchio, energivero, a rischio sismico e per lo più costruito per il 70% prima degli anni ’73-74. Questo superbonus ci dà la possibilità di arrivare a definire nuovi obiettivi”, ha detto il presidente Ance, Gabriele Buia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, Parigi +1,79%
Positive anche Francoforte (+1,33%) e Londra (+1,29%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per le principali borse europee. Parigi ha guadagnato l’1,79% a 4.688 punti, Francoforte l’1,33% a 11.657 punti e Londra l’1,29% a 6.146 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude a +0,28%, sprint Unicredit
Spread a 191 punti, bene Fca ed Eni, scivolone Diasorin e Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
18:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari ha chiuso in modesto rialzo rispetto alle consorelle europee (+0,28%), tra scambi vivaci per quasi 3,5 miliardi di euro di controvalore, oltre 1,2 in più rispetto alla vigilia. Nel giorno dell’annuncio dell’intervento Ue per la ricostruzione post-Covid da oltre 3mila miliardi i dubbi dell’Olanda, che ha annunciato “lunghe trattative” per l’approvazione, hanno frenato l’entusiasmo raggiunto nell’apice della giornata, quando l’indice Ftse Mib ha segnato un rialzo del 2%.
Attestato sui valori minimi da inizio mese lo spread, che ha chiuso a 191,1 punti. Ne hanno tratto vantaggio Unicredit (+4,68%), Mediobanca (+4,09%) e Intesa (+2,48%), che ha approvato il prestito da 6,3 miliardi garantiti dallo Stato a Fca (+2,81%).l In luce anche Cnh (+3,76%), Eni (+2,13%), nonostante il calo del greggio. Il Cane a 6 zampe è stato spinto da un report degli analisti di Bloomberg sul settore, che si prepara ad affrontare con forza le difficoltà del secondo trimestre. Scivolone di Diasorin (-12,18%), congelata anche al ribasso, dopo numerose sedute in crescita, sull’onda lunga del giudizio degli analisti di Jefferies. Pesante anche Nexi (-7,84%), al di sotto del prezzo del collocamento accelerato dell’8,8% del capitale da parte del fondo Mercury.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sviluppo sostenibile: ASviS, ecco la strada per la ripresa
Il secondo appuntamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
12:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quali sono gli effetti della crisi epidemica sull’economia e come costruire un’Italia sostenibile e resiliente? E’ il tema del secondo evento di ASviS Live “Verso una ripresa trasformativa all’insegna della resilienza e della sostenibilità”, perchè “e’sempre più chiara l’urgenza di intraprendere un percorso di trasformazione, a livello sia aziendale sia macroeconomico, verso la sostenibilità”.
Durante l’incontro in diretta streaming dalle ore 15:30 sui siti e i canali social dell’ASviS, raicultura.it interverranno alcuni dei principali rappresentanti del mondo dell’imprenditoria e del terzo settore per illustrare come i modelli di business stanno evolvendosi. Ma sarà anche l’occasione per discutere, insieme ai rappresentanti sindacali, di lavoro, occupazione e formazione continua. Dopo gli interventi del presidente e del portavoce dell’ASviS Pierluigi Stefanini ed Enrico Giovannini,Alessandro D’Este, Presidente e Amministratore Delegato Ferrero Commerciale Italia, Francesco Giordano, Co – Ceo Commercial Banking Western Europe di UniCredit, Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato di Tim, Marco Pedroni, Presidente di Coop Italia
e Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel si cofnronteranno su Innovazioni dei modelli di business alla luce della crisi, mentre Annamaria Furlan, Segretario Generale Cisl e Virginio Merola, Sindaco di Bologna e Pierangelo Albini, Direttore area Lavoro e Welfare di Confindustria parleranno di Un nuovo futuro per le imprese e il lavoro. Infine con AlleanzaAgisce: alcune pratiche di resilienza trasformative, Giuliana Palmiotta, Rai News 24 ascolterà le opinioni di Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid
Daniela Fatarella, Direttore Generale di Save the Children, Patrizia Lombardi, Presidente della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile, Felice Scalvini, Presidente di Assifero.
Nel corso dell’evento verranno inoltre presentate alcune delle iniziative che gli aderenti dell’ASviS hanno avviato durante la crisi epidemica per contribuire alla ripartenza del Paese, evidenziate nella pagina del portale ASviS dedicata ad #AlleanzaAgisce.
L’incontro sarà anche l’occasione per annunciare la progettazione di un nuovo corso e-learning dell’ASviS dedicato alla trasformazione sostenibile delle imprese, con una visione olistica su tutte le dimensioni della sostenibilità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Jabil: Patuanelli, inaccettabile, cambi atteggiamento
In spregio alle norme esistenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
18:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che sia inaccettabile l’atteggiamento dell’azienda che in spregio alle norme esistenti” ha proceduto con i licenziamenti. “Ha fatto bene la ministra Catalfo a ribadirlo chiaramente e la ministra è in attesa di parlare con il ceo della casa madre. Noi abbiamo mosso anche la diplomazia economica per far capire all’azienda che forse è il caso di avere un atteggiamento diverso”. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli a SkyTg24 Economia, precisando che “purtroppo non” ha ricevuto segnali positivi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Rilancio: Confindustria, manca disegno per ripresa
Dg Panucci alla Camera, ancora gestione emergenza, poco rilancio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
19:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un provvedimento imponente” per dimensioni e risorse, “non mancano interventi positivi, frutto di un costruttivo, seppur tardivo, confronto con il mondo delle imprese” ed è “certamente apprezzabile la definitiva eliminazione delle clausole di salvaguardia”. Per Confindustria , tuttavia, il Dl Rilancio è “ancora fortemente orientato alla gestione della fase emergenziale dell’economia e poco invece al rilancio del sistema produttivo. Manca, infatti, un disegno complessivo per la ripresa”. Ed “è anche carente nel costruire un set di strumenti per la gestione della complessa stagione di crisi industriale che si sta profilando e che avrà pesanti ricadute sul piano occupazionale”. E’ la posizione di Via dell’Astronomia espressa, in audizione alla Camera, dalla dg di Confindustria Marcella Panucci.
Tra molte riflessioni, in una analisi ampia e dettagliata del decreto punto per punto, Confindustria sottolinea anche che “per superare la logica dei mini-interventi aveva suggerito una complessiva rivisitazione dell’Irap. Per questo – indica Panucci – non possiamo che apprezzare la scelta operata con il decreto anche se – avverte – la consideriamo soltanto una prima risposta alle esigenze delle imprese, da completare avviando un processo di totale abrogazione dell’imposta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fs: Eurofima sottoscrive nuove obbligazioni per 200 mln
Emissione finanziata attraverso programma green bond
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
19:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fs Italiane ha finalizzato con Eurofima una nuova emissione obbligazionaria in private placement. Lo annuncia Fs in una nota nella quale si precisa che sono stati sottoscritti i titoli obbligazionari per 200 milioni di euro a tasso variabile e scadenza 20 maggio 2030.
L’operazione è destinata alla copertura di investimenti di Trenitalia nel materiale rotabile, impiegato nel pubblico servizio.
Eurofima finanzia l’emissione di Fs attraverso il proprio programma di green bond, dedicato a investimenti sostenibili nel settore del trasporto ferroviario di passeggeri, promuovendo in Europa il modal shift to rail (ovvero un maggiore ricorso all’ intermodalità a favore dei sistemi ferroviari)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pop.Bari:ok Fitd a salvataggio con 1,17 mld, Mcc 430mln
Ad attuali soci azioni gratis per 30 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
19:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera del Fitd al salvataggio e rilancio della Banca Popolare di Bari con uno stanziamento di 1,17 miliardi di euro, compresi i 364 già anticipati mentre il Mcc, che assumerà il controllo dell’istituto barese, parteciperà con 430 milioni. L’operazione prevede la trasformazione della Popolare in spa e e l’aumento di capitale che dovrà essere approvato dall’assemblea dei soci il 30 giugno.l Fondo interbancario di tutela depositi (Fitd) che raggruppa 151 banche italiane e che verserà 1,17 miliardi per il salvataggio della Banca Popolare di Bari, metterà a disposizione degli attuali soci dell’istituto in maniera gratuita un numero di azioni per un valore di 30 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo sotto i 32 dollari al barile
Brente scende a 34,15 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
28 maggio 2020
08:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York dove il greggio wti scende sotto quota 32 dollari a 31,81 dollari al barile(-3,2%) sull’onda dell’aumento delle scorte. Scende anche il Brent che perde l’1,7% a 34,15 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in aumento a 1.719 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici +0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in lieve recupero sui mercati asiatici. Il lingotto con consegna immediata guadagna lo 0,5% a 1.719 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia contrastata, soffre Hong Kong, bene Tokyo
Deboli listini cinesi con tensioni Usa su ex colonia britannica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta contrastata sui listini asiatici con Hong Kong (-1,32% a seduta ancora aperta) che soffre per le tensioni Usa-Cina sulla nuova legge che mina l’autonomia del’ex colonia britannica col rischio di sanzioni Usa contro Pechino. Ne risentono, ma in modo più lieve, anche gl indici di Shanghai (-0,26%) e Shenzhen (-1,25%) mentre Tokyo (+1,98%) si muove più in linea con la buona chiusura di Wall Street della vigilia, in attesa oggi dei dati della scorsa settimana sulle richieste di sussidi di disoccupazione. Bene anche Sydney (+1,51%) sull’idea che gli effetti del coronavirus sull’economia australiana possa essere meno peggiore delle attese. Incerta Seul (+0,05%) dopo il taglio dei tassi e le promesse di acquisto di bond, se sarà necessario, fatto dalle autorità in Corea del Sud dove nel frattempo si sono registrati nuovi casi di covid, segno che la pandemia necessita di un vaccino per scomparire.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund in calo a 189 punti in apertura
Ancora a minimi da aprile. Rendimento decennale italiano 1,48%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scende ancora lievemente in apertura di giornata lo spread tra Btp e Bund che segna 189 punti dai 191 di ieri sera mantenendosi ai minimi dal mese di aprile. Il rendimento del titolo decennale italiano cala all’1,48%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,1025 dollari
Su yen moneta unica a 118,89
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
08:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo in avvio di giornata con la moneta unica che passa di mano a 1,1025 contro il dollaro a fronte della quota di 1,0998 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Nei confronti dello yen l’euro sale a quota 118,89.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,96%)
Indice Ftse Mib a 18.081 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
28 maggio 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
Il primo indice Ftse Mib guadagna lo 0,96% a 18.081 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Easyjet taglia il 30% dei posti di lavoro
Migliaia a rischio nella compagnia low cost per il covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
11:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
EasyJet taglierà migliaia di posti di lavoro, pari al 30% dei suoi addetti, a seguito del taglio dei voli e del calo della domanda a lungo termine come conseguenza del covid. La compagnia inglese, il secondo maggior operatore europeo low cost, comincerà le consultazioni coi lavoratori sui tagli nei prossimi giorni, secondo quanto riporta una nota. EasyJet ha circa 15.000 addetti, ricorda Bloomberg, il che suggerisce che 4.500 posti sono a rischio.
In linea con le proiezioni Iata, easyJet ritiene che i livelli di domanda di mercato registrati nel 2019 non saranno probabilmente raggiunti nuovamente fino al 2023, si legge nella nota della compagnia aerea che, come preannunciato, riprende a volare il 15 giugno su un numero limitato di rotte. Per quanto riguarda il quarto trimestre di quest’anno, i piani attuali prevedono che easyJet volerà con volumi di circa il 30% rispetto a quelli dello stesso periodo del 2019. La compania low cost prevede poi che le dimensioni della propria flotta a fine 2021 saranno al minimo del range previsto: circa 302 aerei, ovvero 51 in meno rispetto a quanto previsto per la fine del 2021 e comunicato al mercato prima del covid-19. Tale numero includerà un 3-4% circa di aeromobili iin standby, a disposizione per i momenti di picco. La riduzione delle dimensioni della flotta sarà ottenuta attraverso le misure già annunciate, tra le quali il differimento delle consegne di nuovi aerei e la riconsegna di quelli in leasing. “In questo contesto, stiamo pianificando di ridurre le dimensioni della nostra flotta e di ottimizzare il network e le nostre basi. Di conseguenza, prevediamo una riduzione del personale fino al 30% in tutta l’azienda e continueremo a eliminare a tutti i livelli i costi e le spese non essenziali. Nei prossimi giorni avvieremo le consultazioni coi rappresentanti sindacali”, ha affermato Johan Lundgren, Ceo di easyJet dopo aver sottolineato che “Ci rendiamo conto che questi sono tempi molto difficili e che dobbiamo prendere in considerazione decisioni altrettanto difficili che avranno un impatto sul nostro personale, ma vogliamo proteggere quanti più posti di lavoro possibile sul lungo termine”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ferragamo: nuova governance, Norsa vicepresidente esecutivo
Confermata a.d.le Divelec Lemmi, a famiglia indirizzo strategico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
18:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Cda di Salvatore Ferragamo ha definito un nuovo assetto di governance della società, con l’azionista di controllo Ferragamo Finanziaria impegnata nel ruolo di guida e indirizzo strategico dell’azienda e la gestione affidata interamente a figure manageriali. Michele Norsa è stato nominato vicepresidente esecutivo e Ferruccio Ferragamo mantiene la presidenza. Confermati tutti i poteri dell’amministratore delegato Micaela le Divelec Lemmi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sviluppo sostenibile: ASviS, ecco la strada per la ripresa
Il secondo appuntamento
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
12:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quali sono gli effetti della crisi epidemica sull’economia e come costruire un’Italia sostenibile e resiliente? E’ il tema del secondo evento di ASviS Live “Verso una ripresa trasformativa all’insegna della resilienza e della sostenibilità”, perchè “e’sempre più chiara l’urgenza di intraprendere un percorso di trasformazione, a livello sia aziendale sia macroeconomico, verso la sostenibilità”.
Durante l’incontro in diretta streaming dalle ore 15:30 sui siti e i canali social dell’ASviS, su, raicultura.it interverranno alcuni dei principali rappresentanti del mondo dell’imprenditoria e del terzo settore per illustrare come i modelli di business stanno evolvendosi. Ma sarà anche l’occasione per discutere, insieme ai rappresentanti sindacali, di lavoro, occupazione e formazione continua. Dopo gli interventi del presidente e del portavoce dell’ASviS Pierluigi Stefanini ed Enrico Giovannini,Alessandro D’Este, Presidente e Amministratore Delegato Ferrero Commerciale Italia, Francesco Giordano, Co – Ceo Commercial Banking Western Europe di UniCredit, Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato di Tim, Marco Pedroni, Presidente di Coop Italia
e Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel si cofnronteranno su Innovazioni dei modelli di business alla luce della crisi, mentre Annamaria Furlan, Segretario Generale Cisl e Virginio Merola, Sindaco di Bologna e Pierangelo Albini, Direttore area Lavoro e Welfare di Confindustria parleranno di Un nuovo futuro per le imprese e il lavoro. Infine con AlleanzaAgisce: alcune pratiche di resilienza trasformative, Giuliana Palmiotta, Rai News 24 ascolterà le opinioni di Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid
Daniela Fatarella, Direttore Generale di Save the Children, Patrizia Lombardi, Presidente della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile, Felice Scalvini, Presidente di Assifero.
Nel corso dell’evento verranno inoltre presentate alcune delle iniziative che gli aderenti dell’ASviS hanno avviato durante la crisi epidemica per contribuire alla ripartenza del Paese, evidenziate nella pagina del portale ASviS dedicata ad #AlleanzaAgisce.
L’incontro sarà anche l’occasione per annunciare la progettazione di un nuovo corso e-learning dell’ASviS dedicato alla trasformazione sostenibile delle imprese, con una visione olistica su tutte le dimensioni della sostenibilità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Easyjet pensa di tagliare fino al 30% dei lavoratori
4.500 posti a rischio nella compagnia low cost, effetto covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
EasyJet taglierà migliaia di posti di lavoro, fino al 30% dei suoi addetti, a seguito del taglio dei voli e del calo della domanda a lungo termine come conseguenza del covid. La compagnia inglese, il secondo maggior operatore europeo low cost, comincerà le consultazioni coi lavoratori sui tagli nei prossimi giorni. EasyJet ha circa 15.000 addetti, il che suggerisce che 4.500 posti sono a rischio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte positiva, Francoforte +0,76%
In rialzo anche Parigi e Londra
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
09:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio positivo sui listini europei.
Francorte apre in rialzo dello 0,76%, Parigi dello 0,63% mentre Londra alle prime battute segna una crescita dello 0,69 per cento. VAI ALLA CRONACA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Consob: Savona,vecchie regole inadatte se impatti come Covid
Stop poteva deciderlo solo ministro Tesoro, ma io contrario
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
09:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La legislazione vecchia non funziona più”, per intervenire con tempestività ed efficacia sui mercati, in “un sistema finanziario costruito al di fuori dell’ipotesi Covid-19, che non dipende da domanda e offerta ma è una crisi esogena”. Di fronte alla Commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario il presidente della Consob, Paolo Savona, sottolinea così l’esigenza di “mettere mano alla legislazione”. E’ un sistema che di fronte a emergenze straordinarie “non funziona. Non chiedo più poteri ma che ci sia qualcuno che decida e che si prenda la responsabilità”, sottolinea, dopo aver commentato i tempi per lo stop alle vendite allo scoperto: per il primo intervento “abbiamo dovuto chiedere l’opinione dell’Esma”, e per estenderlo per tre mesi una valutazione “collegiale dell board del’Esma” E aggiunge: “Dobbiamo distinguere la speculazione allo coperto dalla speculazione sui titoli” “La speculazione allo scoperto è solo una parte” e ha “avuto un effetto del tutto marginale”. “Se volevamo evitare tutta la speculazione” la possibile soluzione “era la chiusura della Borsa ma il potere anche qui non ce l’ha la Consob ma il ministro del Tesoro”. Savona poi aggiunge una valutazione “personale”: “Ritengo – dice – che la Borsa debba rimanere aperta. Essendo aperte altre Borse il risparmio sarebbe andato là. Non ho esercitato pressioni sulla chiusura della Borsa perchè la ritenevo un errore”, fermare le contrattazioni “significa uscire dall’economia di mercato” e far andare risorse “all’estero”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano avanza (+1,2%), vola Ferragamo
Bene le banche ed Fca, in calo spread Btp-Bund a 189 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
10:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,2%) avanza ancora, in linea con gli altri listini europei. Piazza Affari si mostra tonica all’indomani dell’annuncio del piano europeo per sostenere i Paesi colpiti dal Covid-19. in calo lo spread tra Btp e Bund tedesco a 189 punti, con il rendimento del decennale italiano all’1,48%.
Vola Ferragamo (+11%) con la nuova governance della società.
Bene anche le banche con Bper (+4%), Banco Bpm (+2,5%), Unicredit (+1,6%), Ubi (+1,1%) e Intesa (+1%).
Andamento positivo anche per Fca e Pirelli (+1,8%) e Stm (+1,7%). Nel listino principale sono in rosso A2a (-0,1%) e Cnh (-0,4%).
Avvio positivo sui listini europei. Francorte apre in rialzo dello 0,76%, Parigi dello 0,63% mentre Londra alle prime battute segna una crescita dello 0,69 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat stima 385mila occupati in meno causa lockdown
L”impatto, -1,9% valore aggiunto e 4,1% i consumi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
10:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Stimiamo che in media d’anno l’impatto del lockdown sia di quasi 2 punti di valore aggiunto e di 2,2 punti di occupazione, per poco meno di 400 mila occupati”. Così il direttore per la produzione statistica, Roberto Monducci, in audizione in commissione Lavoro al Senato.
Nel dettaglio, spiega, “la limitazione delle attività produttive fino a tutto aprile determinerebbe su base annua una riduzione dei consumi del 4,1%, del valore aggiunto dell’1,9%, con un’impatto sull’occupazione in base d’anno di circa 385 mila occupati”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro, con il lockdown 400mila occupati in meno
Mai così male la fiducia delle imprese, crolla quella dei consumatori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
13:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla a maggio l’indice di fiducia delle imprese a maggio (51,1), che registra “il valore minimo dall’inizio della serie storica”. Male anche l’indice del clima di fiducia dei consumatori (94,3), al livello più basso da dicembre 2013. Lo rileva l’Istat riprendendo l’indagine interrotta ad aprile. Si tratta dei primi dati post-lockdown.
Le preoccupazioni delle famiglie sembrano più che altro concentrate sulla situazione presente e sul contesto generale. Tengono meglio gli umori riferiti a quel che accadrà nei prossimi mesi e ciò che attenete la sfera individuale. “Il confronto dei dati di maggio con quelli relativi a marzo segnala – scrive l’Istat – flessioni per tutte le componenti del clima di fiducia dei consumatori; la diminuzione è marcata per il clima economico e corrente mentre il clima personale e quello futuro registrano diminuzioni contenute. Il clima economico passa da 94,4 a 71,9, il clima personale cala da 102,4 a 100,9, il clima corrente cade da 104,8 a 95,0 e il clima futuro decresce solo lievemente, passando da 93,3 a 93,1”.
Sul lavoro, spiega il direttore per la produzione statistica Istat, Roberto Monducci, si stima “che in media d’anno l’impatto del lockdown sia di quasi 2 punti di valore aggiunto e di 2,2 punti di occupazione, per poco meno di 400 mila occupati. La limitazione delle attività produttive fino a tutto aprile determinerebbe su base annua una riduzione dei consumi del 4,1%, del valore aggiunto dell’1,9%, con un’impatto sull’occupazione in base d’anno di circa 385 mila occupati”. Le donne occupate sono presenti in molti settori classificati a medio e ad alto rischio rispetto alla possibile esposizione al virus: sulla base della classificazione fornita dall’Inail sui diversi gradi di rischiosità dei settori in cui si opera, si stima che gli occupati uomini lavorino in settori a basso rischio nel 62,9% dei casi, contro il 37% delle donne. Viceversa è più alta la quota di lavoratrici che opera in settori a rischio alto o medio-alto (28% contro 12%)”.
A maggio l’indice di fiducia delle imprese, che misura l’umore del tessuto produttivo italiano, non solo crolla, scendendo al minimo storico, ma subisce una riduzione che porta a un suo quasi dimezzamento rispetto ai livelli pre-Covid. Oggi l’Istat stima un indice al 51,1. Tra gennaio e febbraio l’asticella si collocava oltre un valore pari a 99. A dicembre scorso faceva ancora meglio, sopra quota 100. Già a marzo il calo era stato brusco (79,5). Il morale non ha fatto che abbassarsi, quindi. Anche se non sappiamo cosa sia accaduto ad aprile quando l’Istat, proprio a causa delle difficoltà connesse all’emergenza sanitaria, ha dovuto sospendere l’indagine.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano conferma rialzo (+1,2%), tengono le banche
Prosegue la corsa di Ferragamo con la nuova governance
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
10:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,2%) conferma il rialzo iniziale, in linea con i listini europei. Piazza Affari festeggia dopo l’annuncio del Recovery fund da parte della commissione europea. Prosegue la corsa di Ferragamo (+11%) con la nuova governance.
Andamento positivo per la banche dove si mette in mostra Mediobanca (+1,9%). In rialzo anche Banco Bpm (+1,4%), Bper (+1,1%), Unicredit (+0,9%). In terrenio positivo anche Intesa (+0,3%), con gli analisti di finanziari di Exane Bnp Paribas che la ritengono la banca italiana con il “capitale più solido e i più alti margini di profitto tra gli istituti di credito italiani”.
Corrono anche Saipem (+4,3%), Diasorin (+3,8%), Stm (+3,7%) e Campari (+3,4%). in rosso Eni (-0,8%), Exor (-0,5%) e A2a (-0,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crolla clima fiducia, a maggio tocca il minimo di sempre
Primi dati Istat post lockdown, famiglie e imprese pessimiste
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
11:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scende drasticamente a maggio il clima di fiducia di famiglie e imprese. I primi dati post lockdown misurati dall’Istat (ad aprile le rilevazioni erano state interrotte) mostrano un pessimismo diffuso. L’indice che riguarda i consumatori è diminuito fino a 94,3, il livello più basso da dicembre 2013. La fiducia delle imprese, scesa a 51,1, registra invece “il valore minimo dall’inizio della serie storica”. In particolare, le stime evidenziano una caduta, rispetto a marzo, nel settore dei servizi di mercato (l’indice passa da 75,7 a 38,8), del commercio al dettaglio (da 95,6 a 67,8) e delle costruzioni (da 139,0 a 108,4). Nella manifattura, l’indice di fiducia registra una flessione “relativamente più contenuta”, passando da 87,2 a 71,2, mantenendosi comunque “su livelli storicamente bassi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonomi: ‘A rischio tra 700 mila e 1 milione posti lavoro’
Il presidente di Confindustria: ‘La politica ha zero strategia su dove andare. Ci sono dei nodi fondamentali che dobbiamo affrontare, dall’automotive, al fisco’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
14:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Aspettiamo i dati i dati di fine maggio ma si parla di qualcosa tra i 700 mila e un milione di posti di lavoro che sarebbero a rischio. Poi sono bloccati per decreto ma il rischio c’è”. Così il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, in un incontro di Fondazione Fiera Milano. “In Italia – ha aggiunto – si pensa che il lavoro o l’innovazione si creano per decreto. L’economia è cosa diverse. Quindi o noi liberiamo le risorse o non cresceremo come Paese. I posti di lavoro si creano se ci sono crescita e investimenti”. “Non bisogna pensare che le risorse sono infine – ha aggiunto Bonomi – perchè così non è. E’ giusto sostenere per un certo periodo l’emergenza ma la sensazione è che stiamo immaginano che passata la pandemia torna tutto come prima”. “Si pensa – ha concluso – che si possono sospendere i licenziamenti per legge, come se una legge può mantenere i posti di lavoro, il mercato i clienti. Purtroppo non è così perchè l’economia è altro”.
“Vedo la classe politica, non parlo di Governo, molto concentrata sull’emergenza ma con zero visione e zero strategia su dove dobbiamo andare. Questo mi preoccupa molto”. Lo ha detto il presidente di Confindustria e Fiera Milano, Carlo Bonomi, nel corso di un incontro organizzato dalla Fondazione Fiera Milano. “Ci sono dei nodi fondamentali – ha aggiunto Bonomi – che dobbiamo affrontare oggi. Penso all’automotive, al fisco, che deve essere una leva di competitività e non solo come strumento per il gettito, e il lavoro. Penso anche alle infrastrtutture e le grandi opere e il mondo dell’acciaio”.
“Vedo una politica – ha concluso – che ha delle posizioni diverse anche all’interno degli stessi partiti e quindi diventa tutto difficile e complicato. Abbiamo, quindi, una serie di questioni da affrontare scevri dagli interessi di parte o dividendi elettorali”.
“La giornata di ieri – ha detto ancora Bonomi – ci ha regalato una speranza (circa il recovery fund, ndr) ma non illudiamoci. Io non vorrei che ci illudessimo – ha aggiunto – che questi fondi, abbiamo circa 172 miliardi, arriveranno domani mattina. Sarà un percorso lungo per averli e sarà soggetto a tantissime contrattazioni. Quindi il tema è come prenderemo quei soldi e come saranno spesi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
illy: per riapertura Italia, un caffè omaggio per tutti
Il 3 giugno, nei punti illy e bar partner
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
28 maggio 2020
12:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Un piccolo gesto carino, simbolico e anche concreto in occasione del giorno della riapertura dell’Italia”. Così Massimiliano Pogliani, amministratore delegato di illycaffè, ha definito l’iniziativa che avvierà il 3 giugno prossimo, di offrire un caffè in tutti i punti illy e bar partner d’Italia, ovviamente, “nel rispetto delle regole: distanziamento, mascherina” e altro.
“Siamo tutti concentrati su quando si riapre, però il problema non è solo riaprire ma vincere la diffidenza, la paura – ha spiegato Pogliani – e allora, sperando che le persone tornino nel loro bar preferito, abbiamo pensato a questo piccolo gesto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tirrenia-Moby, medici e infermieri viaggiano gratis
Prenotazioni sino al 15/6 su Sardegna, Sicilia, Corsica e Elba
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
28 maggio 2020
12:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Moby, Tirrenia e Toremar, compagnie del Gruppo Onorato Armatori, hanno deciso di far viaggiare gratis sui loro traghetti tutti gli operatori sanitari, un modo tangibile, spiegano i vertici, per ringranziarli dell’impegno straordinario profuso nell’emergenza coronavirus. Medici, infermieri, addetti ai servizi di pulizia, addetti alle mense ospedaliere e volontari che prenoteranno da oggi al 15 giugno il loro viaggio da effettuarsi entro il 31 dicembre su tutte le destinazioni in Sardegna, Sicilia, Elba e Arcipelago Toscano e Corsica, avranno uno sconto del 100% sul biglietto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano migliore (+1%) d’Europa con Ferragamo
Ma coi futures Usa cauti i listini rallentano
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
12:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari conferma il rialzo (+1%) e fa meglio degli altri listini europei in generali meno sostenuti che alla vigilia dal recovery plan annunciato dalla Ue. Restano i timori sul braccio di ferro fra Usa e Cina sul futuro di Hong Kong coi futures Usa in progresso poco convinto.
A dare la spinta a Milano è Ferragamo (+13,4%) sull’onda del ritorno al vertice del gruppo di Michele Norsa con gli analisti che apprezzano la scelta del manager per rilanciare la società.
Poco conta che settimana prossima il titolo lascerà l’indice Ftse Mib per lasciare il posto a Inwit. Corre anche Diasorin (+3,9%) e recupera Stm (+3,7%) tra i tecnologici che beneficiano delle previsioni sugli utili migliori delle stime diffuse ieri da Micron Technologies. Sul fronte opposto cedono Exor (-1,14%) con Cnh (-0,28%) ed Eni (-0,96%) in una giornata debole per il greggio anche se Saipem guadagna il 5%. Tra i pochi segni meno ci sono Ubi (-0,24% a 2,52 euro) e Intesa (-0,07% a 1,53) impegnate in una battaglia anche mediatica sull’ops. Altrove a Londra (+0,44%) brilla sempre Ryanair (+4,8%) grazie ai tagli del personale per assicurare un futuro alla compagnia. Parigi guadagna lo 0,63%, Francoforte lo 0,34 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italia e Spagna maggiori beneficiari Recovery fund
Segue la Polonia. A Francia e Germania solo aiuti, non prestiti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
28 maggio 2020
13:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con 172,745 miliardi di euro (81,807 miliardi di aiuti e 90,938 miliardi come prestiti) l’Italia è il maggiore beneficiario del pacchetto Recovery Fund, ribattezzato ‘Next generation Ue’, proposto dalla Commissione europea. Il pacchetto include il programma temporaneo React-Ue per potenziare la politica di coesione (55 miliardi), la Recovery and Resilience Facility (560 miliardi), il Fondo per la transizione giusta rafforzato (40 miliardi) e quello per lo sviluppo rurale.
Ecco la ripartizione delle risorse prospettata da Bruxelles: –
– Italia, 172,7 miliardi (81,8 di aiuti, 90,9 di prestiti)
– Spagna, 140,4 miliardi (77,3 di aiuti, 63,1 prestiti)
– Polonia, 63,8 miliardi (37,7 di aiuti, 26,1 prestiti)
– Francia, 38,7 miliardi (solo in aiuti)
– Grecia, 32 miliardi (22,6 aiuti, 9,4 prestiti)
– Romania, 31,2 miliardi (19,6 aiuti, 11,6 prestiti)
– Germania, 28,8 miliardi (solo aiuti)
– Portogallo, 26,4 miliardi (15,5 aiuti, 10,8 prestiti)
– Repubblica Ceca, 19,2 miliardi (8,6 aiuti, 10,6 prestiti)
– Ungheria, 15 miliardi (8,1 aiuti, 7 prestiti)
– Slovacchia, 12,8 miliardi (7,9 aiuti, 4,9 prestiti)
– Bulgaria, 12,4 miliardi (9,2 aiuti, 3,1 prestiti)
– Croazia, 10 miliardi (7,4 aiuti, 2,6 prestiti)
– Paesi bassi, 6,7 (solo aiuti)
– Lituania, 6,3 miliardi (3,9 aiuti, 2,4 prestiti)
– Belgio, 5,5 miliardi (solo aiuti)
– Slovenia, 5,1 miliardi (2,6 aiuti, 2,5 prestiti)
– Svezia, 4,7 miliardi (solo aiuti)
– Lettonia, 4,5 miliardi (2,9 aiuti, 1,6 prestiti)
– Austria, 4 miliardi (solo aiuti)
– Finlandia, 3,5 miliardi (solo aiuti)
– Estonia, 3,3 miliardi (1,8 aiuti, 1,4 prestiti)
– Cipro, 2,5 miliardi (1,4 aiuti, 1,1 prestiti)
– Danimarca, 2,1 miliardi (solo aiuti)
– Irlanda, 1,9 miliardi (solo aiuti)
– Malta, 992 milioni (350 aiuti, 642 prestiti)
– Lussemburgo, 170 milioni (solo aiuti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gl Events, enti pubblici acquistino Lingotto Fiere
Prezzo intorno ai 40 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
28 maggio 2020
13:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il fondo immobiliare legato a Gl Events, proprietario del Lingotto Fiere , vuole vendere alle istituzioni pubbliche, Comune di Torino e Regione Piemonte, il centro fieristico. La cifra richiesta è “inferiore a oltre il 25% rispetto agli importi emersi da transazioni comparabili effettuate di recente”. Secondo quanto si apprende il prezzo si aggira intorno ai 40 milioni di euro.
Il Lingotto Fiere è l’unico centro congressuale e fieristico totalmente privato fra i 50 che Gl Events gestisce in tutto il mondo così come fra i centri fiere italiani ed è quindi un’anomalia. “Oggi questo sostegno ripetutamente sollecitato – spiega la società – è diventato una necessità assoluta. La situazione è infatti aggravata dall’attuale emergenza sanitaria e dalla conseguente crisi economica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano allunga a +1,8%, più forte d’Europa
Londra +0,89%, Parigi +1,01%, Francoforte +0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
13:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano allunga ancora il passo e continua a fare meglio degli altri listini europei all’indomani del Recovery fund annunciato dall’Ue. Il Ftse Mib sale dell’1,8% a 18.232 punti avvicinandosi ai livelli pre-lockdown. Strappa ancora Ferragamo (+13,6%), a seguire Campari (+5,3%), Saipem ((+4,35%). Tra gli altri listini Londra guadagna lo 0,89%, Parigi l’1,01% e Francoforte lo 0,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
‘Aspi con revoca non avrebbe risorse per debiti’
Atlantia: “In caso di revoca della concessione, tutti i creditori di Autostrade per l’Italia potrebbero esercitare il recesso e richiedere il ripagamento immediato dei rispettivi prestiti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
14:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“In caso di revoca della concessione – afferma Atlantia nelle risposte agli azionisti in vista dell’assemblea di domani –  tutti i creditori di Autostrade per l’Italia potrebbero esercitare il recesso e richiedere il ripagamento immediato dei rispettivi prestiti”. Tuttavia, poiché l’art. 35 del Milleproroghe, “ha ridotto considerevolmente e in modo arbitrario l’importo dell’indennizzo previsto in Convenzione unica ed escluso che l’efficacia del provvedimento di revoca sia sottoposto al pagamento dell’indennizzo, Autostrade per l’Italia sarebbe tenuta a ripagare tale ingente ammontare di debiti senza avere le risorse finanziarie necessarie.  Atlantia si è dichiarata disponibile -a seguito del ripristino di una situazione di certezza circa la Convenzione e circa le regole applicabili – a valutare l’ingresso di soci terzi nel capitale di Autostrade per l’Italia nel rispetto dei diritti degli attuali soci di minoranza già presenti nel capitale. Al momento, non essendosi ancora avverate le citate condizioni per l’avvio di una vera e propria trattativa, sono in essere unicamente alcuni contatti preliminari con primari investitori istituzionali nazionali e internazionali interessati a valutare un eventuale investimento nella società, qualora appunto dette condizioni si avverassero”.
“In prospettiva futura il permanere di un rating sub investment grade da parte di tutte le maggiori agenzie di rating renderà più oneroso e potrebbe limitare la capacità di Autostrade per l’Italia di finanziarsi sui mercati dei capitali”. Lo evidenzia Atlantia nelle risposte agli azionisti in vista dell’assemblea di domani. Anche per questa situazione, Atlantia ricorda di aver rilasciato il 24 aprile “una lettera di supporto fino a 900 milioni di euro a favore di Autostrade per l’Italia, a copertura dei fabbisogni finanziari che emergono dal piano di cassa della controllata per il periodo 2020-2021”: un supporto finanziario che – si precisa “sarà solo eventuale e residuale, qualora non si rendessero disponibili per la controllata altre fonti di finanziamento alternative”. Atlantia, si evidenzia, “alla data di redazione del bilancio, dispone di riserve di liquidità per circa 4 miliardi di euro, valore che include circa 3,25 miliardi di euro di liquidità” dall’utilizzo, il 14 gennaio scorso, delle linee revolving disponibili. “Si ricorda inoltre che la società non ha rimborsi di debito in scadenza fino a novembre 2021″.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Landini, 8,5 milioni in smart working, serve un contratto
‘Prima della pandemia erano 500-600 mila i lavoratori ‘a distanza’, ora sono 8,5 milioni”, osserva il segretario della Cgil
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
14:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Prima della pandemia erano 500-600 mila i lavoratori ‘a distanza’, in queste settimane siamo arrivati a 8,5 milioni” di persone in smart working, “una dimensione e una velocità che non ha precedenti. Sindacalmente c’è la necessità di sapere come si agisce sul piano contrattuale per affrontare e tutelare questa condizione”. Lo ha rimarcato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, concludendo l’iniziativa “Reti in comune: contrattare l’innovazione, disegnare la città partecipata”, tornando a sottolineare la centralità del lavoro e della contrattazione e la qualità dell’occupazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ast, nove-12 mesi per vendita o partner
Da attivazione procedura, annuncia ad azienda
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
28 maggio 2020
16:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Richiederà 9-12 mesi, dal momento dell’attivazione, la procedura di cessione o ricerca di nuovi partner per Acciai speciali Terni da parte di ThyssenKrupp: è quanto ha spiegato l’amministratore delegato dell’acciaieria Massimiliano Burelli nella call conference di oggi convocata dal ministero dello Sviluppo economico dopo l’annuncio del disimpegno da parte della multinazionale tedesca. Presenti le sottosegretarie Alessandra Todde e Alessia Morani ed il vicecapo di gabinetto del dicastero Giorgio Sorial, la presidente della Regione Umbria Donatelli Tesei, il sindaco di Terni Leonardo Latini e le segreterie territoriali e nazionali di Fim, Fiom,Uilm, Fismic, Ugl e Usb.
Dall’inconto – in base a quanto si apprende da fonti sindacali – è emerso che procedura non verrà avviata prima di qualche settimana e che sarà seguita da un advisor, anche questo non ancora nominato. Dunque non sono state presentate al momento offerte formali, anche se l’azienda si attende l’interessamento di diversi gruppi internazionali, oltre a quelli italiani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia dice sì a nuovi soci per Autostrade per l’Italia
Con revoca concessione impossibile pagare i debiti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
14:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Atlantia dice sì a nuovi azionisti per Aspi. Nelle risposte agli azionisti in vista dell’assemblea di domani, il gruppo si è dichiarato “disponibile -a seguito del ripristino di una situazione di certezza circa la Convenzione e circa le regole applicabili – a valutare l’ingresso di soci terzi nel capitale di Autostrade per l’Italia nel rispetto dei diritti degli attuali soci di minoranza già presenti nel capitale”.
“Al momento, non essendosi ancora avverate le citate condizioni per l’avvio di una vera e propria trattativa, – ha precisato ancora Atlantia – sono in essere unicamente alcuni contatti preliminari con primari investitori istituzionali nazionali e internazionali interessati a valutare un eventuale investimento nella società, qualora appunto dette condizioni si avverassero”.
Un avvertimento è arrivato peraltro anche sulla revoca della concessione, ipotesi che sembra tuttavia allontanarsi. Se si avverasse, “tutti i creditori di Autostrade per l’Italia potrebbero esercitare il recesso e richiedere il ripagamento immediato dei rispettivi prestiti”. Tuttavia, poiché l’art. 35 del Milleproroghe, “ha ridotto considerevolmente e in modo arbitrario l’importo dell’indennizzo previsto in Convenzione unica ed escluso che l’efficacia del provvedimento di revoca sia sottoposto al pagamento dell’indennizzo, – ha spiegato ancora Atlantia – Autostrade per l’Italia sarebbe tenuta a ripagare tale ingente ammontare di debiti senza avere le risorse finanziarie necessarie”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: Atlantia, prima di nuovi soci certezza norme
Ad, serve una modifica al Milleproroghe
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
16:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sappiamo bene che prima di cercare nuovi soci” per Aspi “è necessario venga ristabilita certezza normativa e regolatoria. Nessun entrerebbe mai in Aspi nelle attuali condizioni, se non per volontà diverse da quelle di un investitore di mercato e a prezzi lontani dal reale valore dell’azienda”. Lo ha detto l’a.d. di Atlantia Carlo Bertazzo. “Nessuno presterà mai un euro ad Aspi fino a che non viene modificato l’art. 35 del Milleproroghe.
Aspi – aggiunge – non può e non vuole assumersi impegni che non sono finanziariamente realizzabili a causa di modifiche normative introdotte in modo unilaterale e retroattive. Sarebbe da irresponsabili”.
“La nostra posizione su Aspi l’ho già detta lo scorso 28 aprile nella call con analisti e investitori sul bilancio 2019 di Atlantia, e cioè che c’è tutto il nostro interesse ad avere partner di minoranza di lungo periodo, nazionali e internazionali, che condividano con noi un progetto industriale. Gliela confermo anche oggi”, ha detto ancora Bertazzo.
In merito ai rumors su una possibile diluizione di Edizione nel capitale di Atlantia (partecipata da Edizione al 30%, ndr), infine, Bertazzo ha risposto: “Non posso commentare intenzioni degli azionisti”, ma sono “favorevole” a eventuali operazioni finalizzate a “portare nel capitale di Atlantia nuovi soci privati di livello nazionale e internazionale con progetti di sviluppo”, così da rafforzare sempre più Atlantia come holding nel mondo delle infrastrutture.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: pil primo trimestre crolla del 5% effetto Covid
Oltre 40 mln senza lavoro da inizio pandemia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
28 maggio 2020
17:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il pil Usa nel primo trimestre dell’anno ha fatto registrare un crollo del 5%, superiore alla contrazione del 4,8% registrata nella prima lettura. Sono i primi effetti dell’emergenza sanitaria sui dati macroeconimici della prima potenza mondiale. Le richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana sono aumentate di 2,12 milioni dopo i 2,44 milioni della settimana precedente. Oltre 40 milioni di americani, circa un lavoratore su quattro, hanno perso il lavoro e fatto domanda per avere i sussidi di disoccupazione dall’inizio della pandemia..
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude a +2,46%
Ftse Mib a 18.351 punti, vicino a livelli inizio lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
17:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in forte rialzo all’indomani del Recovery Fund annunciato dall’Ue. Il Ftse Mib segna un +2,46% a 18.351 punti, su livelli vicino al 9 marzo scorso, ossia all’inizio del lockdown.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo, Parigi +1,76%
Londra +1,21%, Francoforte +1,06%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
17:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono positive.
Londra sale dell’1,21% con il Ftse 100 a 6.218 punti. Parigi registra invece un +1,76% con il Cac 40 a 4.771 punti.
Francoforte è a +1,06% con il Dax a 11.781 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in deciso rialzo con Recovery Fund
Ftse Mib su livelli primi marzo, spread scende a 184 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
28 maggio 2020
19:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta da incorniciare per Piazza Affari che chiude in forte rialzo all’indomani del Recovery Fund annunciato dall’Ue . Il Ftse Mib sale del 2,46% a 18.351 punti, su livelli vicino al 9 marzo scorso, ossia all’inizio del lockdown. Mentre lo spread tra Btp e Bund cala a 184 punti base mantenendosi ai minimi dal mese di aprile. Il rendimento del titolo decennale italiano scende all’ 1,42% Maglia rosa è Ferragamo (+16,3%) dopo che il consiglio d’amministrazione ha definito un nuovo assetto di governance della società. In evidenza poi Pirelli (+8,2%), Campari (+6,5%), Moncler (+5,8%) Tra i bancari strappa Mps (+6,10%), Bene poi Bper (+4,02%), Banco Bpm (+3,79%). In recupero le utility con Italgas che sale del 2,84%. Tra i petroliferi Saipem guadagna il 4,97%. In calo Atlantia (-1,23%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a New York a 33,98 dollari
Aumento del 3,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
28 maggio 2020
20:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per il petrolio a New York scambiato a 33,98 dollari al barile (+3,6%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cinema e tv, ok a protocollo sanitario per la ripresa delle produzioni
Accordo imprese-sindacati, l’obiettivo è ripartire entro fine giugno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
13:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le associazioni delle imprese dell’audiovisivo, Anica (industrie cinematografiche), Apa (produttori audiovisivi), Ape (produttori esecutivi), Lara (agenti e artisti) ed altre e gli organismi sindacali di categoria hanno appena firmato il protocollo sanitario che consentirà la ripresa delle produzioni cinematografiche e audiovisive. Il documento, frutto di un mese di lavoro, sarà ora sottoposto alle istituzioni preposte per la validazione. L’obiettivo di tutto il settore è ripartire con le produzioni entro la fine di giugno.
Il documento prevede in dettaglio i comportamenti, le responsabilità, le procedure da adottare, gli strumenti da utilizzare per evitare la possibilità di contagio da Covid-19 nella delicata fase di ripresa della produzione, in particolare sui set. Il rigore e il buonsenso hanno guidato le parti nel trovare le soluzioni più adatte – alla luce delle conoscenze attuali, delle competenze specifiche per ogni reparto e delle raccomandazioni della comunità scientifica – per garantire la sicurezza nei processi di lavoro della produzione cineaudiovisiva. Il fermo dei set a marzo è stata una scelta di responsabilità di tutti gli operatori coinvolti e le regole condivise per la ripresa testimoniano la convinzione che si può lavorare in sicurezza sui set. La salute di ogni persona è stata al centro dell’interesse di tutte le parti coinvolte, che confermano l’intenzione di tornare a lavorare subito, rimarcando la capacità del settore, in tutte le sue componenti, di concorrere alla crescita del benessere materiale e immateriale del Paese. Il protocollo sarà ora sottoposto alle istituzioni preposte sulla base dell’attuale normativa.
Il testo è stato firmato da Francesco Rutelli (Anica), Giancarlo Leone (Apa), Marco Valerio Pugini (Ape), Gianluca Curti (Cna Cinema e Audiovisivo), Corrado Azzollini (Confartigianato Cineaudiovisivo), Umberto Carretti (Slc-Cgil), Fabio Benigni (Fistel-Cisl), Giovanni Di Cola (Uilcom-Uil), Delegazione troupe commissione sicurezza Slc-Cgil, Delegazione attrici-attori Sai-Slc-Cgil, Stefano Sardo (100Autori), Agi Spettacolo, Claudia Pampinella (Doc/it), Moira Mazzantini (Lara).

Economia tutte le notizie Tutte le vicende e gli approfondimenti economici sempre aggiornati dettagliati monitorati ed affidabili! LEGGI
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:13 ALLE 10:41 DI LUNEDì 18 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Giappone: Pil gennaio-marzo -0,9%
Spesa per consumi nel primo trimestre in calo dello 0,7%
TOKYO
18 maggio 2020
02:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia del coronavirus penalizza ulteriormente l’economia giapponese, che entra ufficialmente in recessione, facendo segnare la seconda contrazione trimestrale consecutiva.
L’entità del calo è tuttavia inferiore alle previsioni. Nel periodo tra gennaio e marzo il Pil segna una flessione dello 0,9% rispetto alle stime di un meno 1,1%. Su base annualizzata il declino é del 3,4%, con una diminuzione dei consumi nel primo trimestre dello 0,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo
Dati sul Pil giapponese nel 1° trimestre migliori del previsto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
18 maggio 2020
02:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana col segno più, seguendo il tentativo di recupero degli indici azionari Usa, e dopo i dati migliori del previsto sul Pil giapponese nel primo trimestre, con una contrazione della crescita meno pronunciata rispetto alle stime.
Il Nikkei avanza dello 0,45% a quota 20.128,04, aggiungendo 90 punti. Sul fronte valutario lo yen è stabile sul dollaro a 107,20, e sull’euro poco sopra a 116.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Hong Kong negativa, -0,26%
L’indice Hang Seng a 23.736,6 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
18 maggio 2020
04:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Hong Kong apre la seduta negativa: l’indice Hang Seng cede nelle prime battute lo 0,26%, a 23.736,67 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Shanghai apre a +0,14%,
Piazze cinesi in leggero rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
18 maggio 2020
04:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse cinesi aprono gli scambi in leggero rialzo: l’indice Composite di Shanghai segna nelle prime battute un rialzo dello 0,14%, a 2.872,52 punti, mentre quello di Shenzhen segna un frazionale rialzo dello 0,09%, a quota 1.810,21.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: wti torna sopra 30 dollari al barile
Al massimo da due mesi. Brent a 33,5 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana in rialzo per le quotazioni del petrolio con il greggio wti che torna sopra i 30 dollari al barile, ai massimi da 2 mesi sulla scia della ripresa graduale delle attività produttive. Il brent tocca quota 33,57 dollari al barile. VAI ALLEL NOTIZIE DAL MONDO VAI ALLA CRONACA VAI ALLA POLITICA VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Oro: sale a 1.762,8 dollari l’oncia
Guadagna l’ 1,10%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in netto rialzo sui mercati asiatici sull’onda dei timori per i tempi della ripresa in seguito all’impatto dell’epidemia del coronavirus. Il lingotto con consegna immediata guadagna così l’ 1,10% a 1.762,8 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in rialzo con dati Pil Giappone
Positiva Tokyo (+0,48%), lo yen si stabilizza sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in terreno positivo, seguendo il tentativo di recupero degli indici azionari statunitensi. Sui mercati torna l’ottimismo con i dati migliori del previsto del Pil giapponese nel primo trimestre.
Sullo sfondo restano le preoccupazioni per i danni dall’economia provocati dal covid-19.
Tokyo (+0,48%) termina la seduta in rialzo. Sul fronte valutario lo yen si stabilizza sul dollaro a 107,20, e sull’euro a un livello di poco superiore a 116. A mercati ancora aperti sono in positivo Hong Kong (+0,32%), Shanghai (+0,45%) e Seul (+0,51%). In forte calo Mumbai (-3%) mentre è piatta Shenzhen (+0,01%).
Sul versante macroeconomico in arrivo i prezzi delle abitazioni nel Regno Unito e l’indice del mercato immobiliare degli Stati Uniti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve rialzo a 1,0825 dollari
La moneta unica vale 116,52 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
08:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’euro in lieve rialzo sul dollaro in avvio di settimana. la moneta unica europea passa di mano a 1,0825 contro il dollaro (1,0809 venerdì sera). Sullo yen la moneta unica vale 116,52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Consob: sospende divieto vendite allo scoperto
Vista la progressiva normalizzazione delle condizioni di mercato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 maggio 2020
08:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alla luce della progressiva normalizzazione delle condizioni generali di mercato, la Consob ha deciso di sospendere il divieto temporaneo all’assunzione di nuove posizioni nette corte e all’incremento delle posizioni nette corte esistenti. La Consob continuerà a monitorare attentamente l’andamento generale dei mercati finanziari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fed: piena ripresa economia Usa solo dopo vaccino
Powell: ‘Non pensiamo a tassi di interesse negativi’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
18 maggio 2020
08:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche se ci sarà un rimbalzo nella seconda metà dell’anno, senza un vaccino per il coronavirus la piena ripresa dell’economia americana non potrà avvenire”: lo ha detto il presidente della Fed Jerome Powell in una intervista alla Cbs, spiegando comunque come la crisi economica provocata dalla pandemia non sarà come la Grande Depressione degli anni ’30, “grazie a una economia forte prima della crisi e delle banche solide”.

“La Fed non sta pensando a tassi di interesse negativi. So che ci sono fan di questa politica, ma per adesso non è qualcosa che stiamo prendendo in considerazione”, ha affermato Powell, senza mai citare il presidente Donald Trump che più volte ha evocato il ricorso a tassi sottozero.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,87%)
Indice Ftse Mib a 16.998 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
18 maggio 2020
09:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
L’indice Ftse Mib avanza dello 0,87% a 16.998 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Europa apre in forte rialzo
Francoforte +2,09%, Parigi +1,95%, Londra +2,19%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in deciso rialzo. Francoforte segna un +2,09% con il Dax a quota 10.683 punti. Parigi sale dell’1,95% con il Cac 40 a quota 4.361 punti mentre Londra registra un +2,19% con il Ftse 100 a 5.926 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano in rialzo, spread stabile
Consob sospende divieto vendite allo scoperto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
09:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,8%) prosegue in rialzo nel giorno dello stacco delle cedole da parte di nove società del listino principale. Il pagamento dei dividendi, secondo i calcoli di Borsa Italiana, peserà sul Ftse Mib per lo 0,86%. Piazza Affari, in linea con gli altri listini europei, risente positivamente della ripartenza delle attività produttive dopo il lockdown provocato dalla pandemia da Covid-19. In cima al listino svettano Ferragamo (+3,7%), Tenaris (+2,4%) e Mediobanca (+2,3%). Bene anche le banche con Intesa (+1,2%), Unicredit, Bper e Banco Bpm (+1,1%) mentre è in controtendenza Ubi (-0,7%). Performance negativa per alcuni dei titoli delle società che staccano il dividendo. Italgas (-5,7%), Generali (-2,2%), A2a (-3,7%), Recordati (-1%) e Eni (-0,5%).

Le Borse europee aprono in deciso rialzo. Francoforte segna un +2,09% con il Dax a quota 10.683 punti. Parigi sale dell’1,95% con il Cac 40 a quota 4.361 punti mentre Londra registra un +2,19% con il Ftse 100 a 5.926 punti.

Avvio di settimana senza nette variazioni per lo spread tra btp e bund che segna 238 punti (237 venerdì a fine giornata). Il rendimento del titolo decennale italiano è all’1,86%.

Avvio di settimana in rialzo per le quotazioni del petrolio con il greggio wti che torna sopra i 30 dollari al barile, ai massimi da 2 mesi sulla scia della ripresa graduale delle attività produttive. Il brent tocca quota 33,57 dollari al barile.

Alla luce della progressiva normalizzazione delle condizioni generali di mercato, la Consob ha deciso di sospendere il divieto temporaneo all’assunzione di nuove posizioni nette corte e all’incremento delle posizioni nette corte esistenti. La Consob continuerà a monitorare attentamente l’andamento generale dei mercati finanziari.
Lo stop alle vendite allo scoperto, in seguito alla decisione di Consob di sospendere il divieto, terminerà alle 23.59 di oggi. Lo si legge nel comunicato dell’Autorità nel quale, si spiega, “dall’implementazione del divieto, la Consob ha osservato una progressiva normalizzazione delle condizioni generali di mercato, a cui tuttavia si è associata una riduzione della liquidità. Alla luce di queste circostanze, la Commissione, in consultazione con l’Esma e con le autorità di Austria, Belgio, Francia, Grecia e Spagna, che hanno adottato misure analoghe, ha deciso di sospendere il divieto alle posizioni nette corte”.
Considerando che la pandemia causata dalla diffusione del Covid-19 e le incertezze legate al suo impatto sull’economia costituissero una seria minaccia alla fiducia degli investitori, il 17 marzo 2020 la Consob – ricorda la Commissione – ha annunciato la decisione di vietare l’assunzione di nuove posizioni nette corte e l’incremento delle posizioni nette corte esistenti per un periodo di 3 mesi.
Alla luce della flessione uniforme dei mercati finanziari e delle significative incertezze sul loro andamento futuro, la Commissione adottando questa misura eccezionale, ha voluto impedire che un incremento delle posizioni nette corte potesse avere un effetto pro-ciclico. La Consob continuerà a monitorare attentamente le condizioni generali di mercato e rimarrà in stretto contatto con le altre autorità. Nel caso le condizioni di mercato lo richiedessero, la Consob si farà portatrice di un’istanza per un’azione coordinata a livello europeo. Rimane, invece, in vigore la decisione dell’Esma che impone un obbligo di notifica delle nuove posizioni nette corte che raggiungono la soglia dello 0,1% del capitale sociale.

Le Borse asiatiche chiudono in terreno positivo, seguendo il tentativo di recupero degli indici azionari statunitensi. Sui mercati torna l’ottimismo con i dati migliori del previsto del Pil giapponese nel primo trimestre. Sullo sfondo restano le preoccupazioni per i danni dall’economia provocati dal covid-19. Tokyo (+0,48%) termina la seduta in rialzo. Sul fronte valutario lo yen si stabilizza sul dollaro a 107,20, e sull’euro a un livello di poco superiore a 116. A mercati ancora aperti sono in positivo Hong Kong (+0,32%), Shanghai (+0,45%) e Seul (+0,51%). In forte calo Mumbai (-3%) mentre è piatta Shenzhen (+0,01%). Sul versante macroeconomico in arrivo i prezzi delle abitazioni nel Regno Unito e l’indice del mercato immobiliare degli Stati Uniti.
L’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia del coronavirus penalizza ulteriormente l’economia giapponese, che entra ufficialmente in recessione, facendo segnare la seconda contrazione trimestrale consecutiva. L’entità del calo è tuttavia inferiore alle previsioni. Nel periodo tra gennaio e marzo il Pil segna una flessione dello 0,9% rispetto alle stime di un meno 1,1%. Su base annualizzata il declino é del 3,4%, con una diminuzione dei consumi nel primo trimestre dello 0,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio, consumi ad aprile -47,6%
Confcommercio,pil maggio rimbalza del 10% ma resta -16% su 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
09:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ad aprile i consumi degli italiani sono crollati del 47,6% e nonostante un rimbalzo del pil del 10% stimato a maggio il prodotto interno lordo rimarrà sempre a un -16% rispetto all’anno precedente. E’ quanto sul legge in una nota dell’ufficio studi di Confcommercio .Ampliando lo sguardo a cosa è accaduto nel periodo di lockdown si rileva nel complesso del secondo bimestre, nel confronto con lo stesso periodo dello scorso anno, un calo del 38,9% dei consumi, dato che si riuscirà a recuperare solo in parte nei prossimi mesi, spiega ancora Confcommercio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prosegue in rialzo nel giorno stacco cedole
Dividenti nove società pesano per lo 0,86% su listino principale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,8%) prosegue in rialzo nel giorno dello stacco delle cedole da parte di nove società del listino principale. Il pagamento dei dividendi, secondo i calcoli di Borsa Italiana, peserà sul Ftse Mib per lo 0,86%. Piazza Affari, in linea con gli altri listini europei, risente positivamente della ripartenza delle attività produttive dopo il lockdown provocato dalla pandemia da Covid-19.
In cima al listino svettano Ferragamo (+3,7%), Tenaris (+2,4%) e Mediobanca (+2,3%). Bene anche le banche con Intesa (+1,2%), Unicredit, Bper e Banco Bpm (+1,1%) mentre è in controtendenza Ubi (-0,7%).
Performance negativa per alcuni dei titoli delle società che staccano il dividendo. Italgas (-5,7%), Generali (-2,2%), A2a (-3,7%), REcordati (-1%) e Eni (-0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Acquistate 50% più 1 azione per 325 milioni di euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
10:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo Vita على Rbm Assicurazione Salute ، وأكملت إغلاق الصفقة وشراء 50٪ بالإضافة إلى سهم واحد مباشرة من مجموعة RBHold Group التابعة لعائلة Favaretto مقابل نقد بسعر 325 مليون يورو. كما تم تأكيد خطة زيادة الاستثمار في رأس المال بنسبة تصل إلى 100٪ من رأس المال ، بشكل تدريجي من 2026 إلى 2029 ، والتي ستتم بسعر الشراء المحدد على أساس تحقيق أهداف النمو المحددة مسبقًا ، وفقًا لصيغة الأسهم والدخل المختلطة .
من خلال هذه الصفقة ، التي أذن بها إيفاس في 16 أبريل الماضي ، تعزز مجموعة Intesa Sanpaolo موقعها في مجال الصحة بشكل كبير ، والتي نمت بنسبة 9.3٪ في إيطاليا في الفترة 2015-1919 ومع المزيد من احتمالات التوسع في السنوات القادمة.
تم تأكيد الشركة الجديدة ، التي ستحمل اسم Intesa Sanpaolo Rbm Salute ، من قبل ماركو فيكيتي في دور المدير العام والمدير العام لشركة التأمين الأولى في قطاع الصحة مع 577 مليون قسط وحصة سوقية بنسبة 18.0٪. 4.

Economia tutte le notizie Tutte le news dal Mondo Economico sempre aggiornate! SEGUILE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:32 ALLE 20:05 DI DOMENICA 17 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Confcommercio, domani ripartenza per 800.000 imprese
Ma per bar e i ristoranti riapertura solo per 7 su 10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 maggio 2020
11:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 800.000 le attività commerciali e dei servizi di mercato che al momento sono ancora in lockdown e da domani potranno alzare le saracinesche in tutto il Paese, anche se tra bar e ristoranti si pensa saranno 7 su 10, quasi 160.000 esercizi, ad aprire. LO scrive la Confcommercio spiegando che una quota significativa delle imprese che sono rimaste ferme riguarda il settore del commercio con ben 240.596, su circa 433.000 totali. Sono ancora chiuse – precisa l’associazione dei commercianti – 72.000 imprese dell’abbigliamento e calzature, 14.000 punti vendita di mobili e sono fermi anche oltre 59.000 ambulanti di beni non alimentari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono oltre 800.000 le attività commerciali e dei servizi di mercato, che finalmente domani possono alzare le saracinesche in tutto il Paese, anche se tra bar e ristoranti si pensa saranno 7 su 10, quasi 160.000 esercizi, ad aprire”. Lo afferma Confcommercio in una nota in cui afferma che “una quota significativa delle 800.000 imprese che sono rimaste ferme riguarda il settore del commercio con ben 240.596, su circa 433.000 totali, e precisamente sono ancora chiuse 72.000 imprese dell’abbigliamento e calzature, 14.000 punti vendita di mobili e sono fermi anche oltre 59.000 ambulanti di beni non alimentari”.
Per quanto riguarda i servizi di mercato – prosegue l’analisi di Confcommercio – le imprese attualmente chiuse sono 583.659 unità e si concentrano nel settore della ristorazione e bar con circa 280.000 imprese, dell’alloggio 31.000 imprese e delle attività artistiche, sportive e di intrattenimento con 73.523 imprese. Significativa – viene messo in evidenza – è anche la sospensione di tutte le agenzie di viaggio e dei tour operator e dei servizi per la cura della persona, quali parrucchieri e trattamenti estetici.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da domani nuovo Btp Italia a 5 anni per spese Covid-19
Risorse per sanità, lavoro e ripresa. Raddoppiato premio fedeltà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
17 maggio 2020
16:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Debutta domani il nuovo Btp Italia, una offerta di titoli che torna ad essere proposta infatti dal 18 al 21 maggio prossimi in un’edizione, si tratta della sedicesima, che questa volta però contribuirà in modo più specifico “alla copertura delle spese legate all’emergenza Covid raddoppia, passando quindi all’8 per mille per chi acquista il bond pubblico all’emissione e lo tiene fino alla scadenza, nel 2025 appunto. ACQUISTA SU AMAZON

Economia tutte le notizie! Tutte le notizie del Mondo Economico sono qui e sempre aggiornate! DA NON PERDERE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 55 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:28 DI GIOVEDì 14 MAGGIO 2020

ALLE 21:29 DI VENERDì 15 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano sotto pressione, -1,5%
Male Medilolanum, Nexi, Leonardo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
10:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Corrente di vendite su Piazza Affari che cede l’1,5% con il Ftse Mib che scende sotto i 17mila punti (16.924). Tra i titoli peggiori Mediolanum (-3,19%), Nexi (-3%), Leonardo (-2,67%), Unicredit (-2,16%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora dopo Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari, al pari delle altre Borse europee, si conferma pesante dopo le indicazioni contenute nel bollettino della Bce. Il Ftse Mib perde il 2,15% a 16.814 punti. Leonardo cede il 5,23%, Cnh il 5,27% e Banca Mediolanum il 4,21%.

Le Borse europee scivola ancora con le incertezze sulla ripresa economica dopo i danni provocati dalla pandemia da coronavirus. In forte calo Londra (-2,4%), Parigi (-2,2%), Francoforte e Madrid (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce: ‘Crollo record del Pil. Pronti a fare quanto serve’
L’Eurotower nel bollettino economico: ‘Crollo record del Pil con la crisi pandemica, secondo trimestre sarà più duro’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
14:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crisi pandemica, che ha arrestato gran parte dell’attività economica, provocherà una caduta del Pil dell’Eurzona compresa fra -5 e -12%: “con la graduale rimozione delle misure di contenimento, si verificherà una ripresa dell’attività economica, la cui rapidità e portata restano tuttavia fortemente incerte”. Lo scrive la Bce nel Bollettino economico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli acquisti di debito con il programma per l’emergenza pandemica (Pepp) “continueranno ad essere effettuati in maniera flessibile nel corso del tempo” e “finché il Consiglio direttivo non avrà ritenuto conclusa la fase critica legata al coronavirus”. Lo scrive la Bce. Il Consiglio “ribadisce il massimo impegno a fare tutto ciò che sarà necessario nell’ambito del proprio mandato per sostenere tutti i cittadini dell’area dell’euro in questo momento di estrema difficoltà”.

Nel primo trimestre del 2020, interessato solo in parte dalla diffusione del virus, il PIL dell’Eurozona ha segnato -3,8% e gli indicatori e e indagini congiunturali segnalano “una contrazione senza precedenti”. I dati di aprile suggeriscono che “tale effetto sarà probabilmente persino più grave nel secondo trimestre”.

“Il deterioramento degli indicatori dei consumi è senza precedenti”: lo scrive la Bce a proposito degli effetti della pandemia e dei lockdown sull’attività economica dell’Eurozona. “Lo shock provocato dal COVID-19 – scrive la Bce nel Bollettino economico – ha prodotto un effetto diretto attraverso il razionamento di diverse componenti di spesa. Gli effetti indiretti dovrebbero concretizzarsi attraverso l’impatto sul reddito, sulla ricchezza e sull’accesso al credito. Inoltre, la domanda repressa può avere un impatto positivo una volta revocate le misure di contenimento. L’impatto nel medio periodo sui consumi privati dipende dalla durata dei lockdown, dal ritmo di allentamento delle misure, dai cambiamenti del comportamento delle famiglie e dall’efficacia delle politiche pubbliche”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ft, necessaria procedura infrazione contro Germania  – “L’Ue deve agire contro la minaccia sollevata dalla corte tedesca”. Lo scrive il Financial Times in un editoriale non firmato a pag. 16 che sostiene la necessità di avviare una procedura d’infrazione contro Berlino. La sentenza della Corte costituzionale tedesca della settimana scorsa, che ha messo in dubbio la legittimità dell’acquisto di titoli di Stato da parte della Bce, mette “a repentaglio l’intero ordinamento giuridico dell’Ue”, si legge. L’editoriale sottolinea che “i giudici tedeschi hanno scelto di ignorare gli obblighi del trattato” dell’Unione e la sentenza equivale a “una dichiarazione unilaterale d’indipendenza costituzionale dall’ordinamento giuridico dell’Ue”. Il pericolo sarebbe anche l’incoraggiamento ad altri Paesi a sfidare la Corte Ue. La Polonia, ad esempio, ha subito colto con favore la decisione tedesca. FT suggerisce quindi di avviare una procedura d’infrazione contro entrambi i Paesi. “La credibilità” della Commissione Ue “è a rischio” ma, avverte, esiste il rischio di far crescere “un sentimento euroscettico”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa scivola ancora, Londra -2,4%
Parigi (-2,2%), Francoforte (-2%), Milano (-1,4%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
11:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee scivola ancora con le incertezze sulla ripresa economica dopo i danni provocati dalla pandemia da coronavirus. In forte calo Londra (-2,4%), Parigi (-2,2%), Francoforte e Madrid (-2%). Performance migliore per Milano (-1,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, un decreto per reggere il colpo e ripartire
L’Italia ce la farà. Giusto ascoltare imprese. Subito i 600 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
11:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con le misure contenute nel dl Rilancio si vuole far sì che l’economia italiana possa “reggere il colpo ma cerchiamo anche di dare sostegno per la ripartenza.
Sono sicuro che l’Italia ce la farà”. Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, a Unomattina su Rai 1.
La “principale misura” di riduzione fiscale per il ministro è lo stop alla rata Irap: “una misura importante di sostegno alle imprese, risultato di un dialogo positivo con l’associazione delle imprese”. E sottolinea: “Un governo che prende misure per lavoratori e imprese deve ascoltare le posizioni di lavoratori e imprese. C’era una richiesta su questo e riteniamo giusto averlo fatto”. Quanto all’indennità per i lavoratori autonomi, “la seconda tranche di 600 euro, arriverà immediatamente, appena il decreto andrà in Gazzetta, senza bisogno di fare domanda: tutti coloro che l’hanno già avuta avranno un secondo bonifico da parte dell’Inps”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: crollo record, pronti a fare di più per economia euro
Panetta, salvaguadia imprese, spesa per investimenti produttivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un crollo record per l’economia dell’Eurozona nel primo trimestre e un secondo trimestre che si preannuncia ancora più duro.
E’ la valutazione d’impatto della pandemia nel bollettino della Bce, che valuta fra il 5 e il 12% il calo del Pil quest’anno con una tempistica e portata della ripresa, attesa una volta che verranno rimosse le misure di contenimento, che restano “fortemente incerte”.
La Bce ribadisce “il massimo impegno a fare tuto ciò che sarà necessario” usando la flessibilità negli acquisti di debito consentita dal programma di emergenza pandemica ‘Pepp’. Quanto al ruolo dei governi, Fabio Panetta, membro del comitato esecutivo a Francoforte, spiega in un’intervista al quotidiano olandese Der Standard: occorre “preservare il potenziale produttivo” difendendo le imprese sane per poter assicurare la sostenibilità del debito in futuro. La spesa, dunque, sia destinata agli investimenti produttivi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa Italiana, confermati Sironi presidente e Jerusalmi a.d
Assemblea dei soci rinnova il consiglio d’amministrazione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea dei soci di Borsa Italiana ha provveduto al rinnovo del consiglio di amministrazione per il triennio 2020-2022, confermando Andrea Sironi presidente, Claudia Parzani vicepresidente e Raffaele Jerusalmi amministratore delegato.
Il Cda sarà composto dai Consiglieri Barbara Alemanni, Alessandro Foti, Lorenzo Guasco, Mark Hoban, Barbara Lunghi, Paolo Marchesini, Massimo Mocio, Ann Giacobbe Neidenbach, Francesco Perilli e Murray Roos.
Il Collegio Sindacale, presieduto da Franco Carlo Papa, è composto da Mauro Coazzoli e Roberto Ruozi nel ruolo di Sindaci Effettivi e Fabio Artoni e Michela Haymar D’Ettory nel ruolo di Sindaci Supplenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -1,6%, tiene Saipem
Ftse Mib sotto i 17mila punti, spread poco mosso a 232 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari, al pari delle altre Borse europee, si conferma pesante a metà seduta dopo le indicazioni contenute nel bollettino della Bce. Il Ftse Mib cede l’1,8% a 16.876 punti mentre lo spread tra btp e bund è poco mosso a 232 punti con il rendimento sul decennale stabile a 1,79%.
Diversi i titoli sotto pressione a partire da Leonardo che lascia sul terreno il 4,18%. Vendite poi su Mediolanum (-3,86%), la paytech Nexi (-3,59%) ma anche Cnh (-3,6%9, Amplifon (-3%).
Resta in luce Saipem (+1,49%) con il petrolio in rialzo ed dopo il nuovo contratto in Nigeria per 2,7 milioni di dollari .
Tiene anche Pirelli (+0,61%) all’indomani della trimestrale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in forte calo, in rosso futures Usa
Pesanti anche le banche e le auto, arretra l’euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono pensanti, dopo il bollettino della Bce e con i futures americani in terreno negativo. Sui listini del Vecchio continente pesano l’energia (-2,4%) e le assicurazioni (-3%). In calo l’euro sul dollaro a 1,079 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede l’1,9%. In profondo rosso Londra (-2,4%), Parigi (-2%), Francoforte e Madrid (-1,8%).
I listini sono appesantiti anche dalle banche (-2,3%) con Barclays (-4,1%), Societe Generale (-3,5%), Bnp Paribas (-3,3%) e Commerzbank (-3%). Andamento negativo anche per le auto (-3,2%) dove soffrono Peugeot (-4,8%), Renault (-4,4%), Daimler (-4,3%) e Volkswagen (-3,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano peggiora e perde il 2,15%
Ftse Mib a 16.814 punti, Leonardo -5,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari peggiora ulteriormente con il Ftse Mib che perde il 2,15% a 16.814 punti.
Leonardo cede il 5,23%, Cnh il 5,27% e Banca Mediolanum il 4,21%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ance, dietrofront Governo su opere pubbliche
Senza accelerazione investimenti impossibile rilancio economia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
13:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Inspiegabile dietrofront del Governo e impossibile rilancio dell’economia se le annunciate misure urgenti sull’accelerazione degli investimenti per far partire le opere pubbliche fossero state eliminate nell’ultimo testo del decreto”, avvertono i costruttori. Per il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, parla del “cosiddetto decreto rilancio” e sottolinea che “non si può parlare di vero rilancio dell’economia senza misure concrete per sostenere gli investimenti pubblici e per sostenere le imprese che devono realizzarli”. “Stando agli ultimi testi circolati – rileva – sarebbe stato espunto dal decreto tutto il capitolo degli appalti pubblici comprese le misure per accelerare gli investimenti e per garantire pagamenti regolari alle imprese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: Italia migliora in lotta per clima, peggiora nei consumi
Quadro complessivamente positivo nel rapporto Sdgs 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
14:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia fa progressi nell’alimentazione e nella lotta ai cambiamenti climatici, passi indietro su consumo e produzione responsabili. L’Istat mostra un “quadro complessivamente positivo” nel Rapporto Sdgs 2020 sugli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu. La percentuale di indicatori con variazione positiva è “alta” per i Goal 2 (Fame zero, 71,4%), e 13 (Agire per il clima, 66,7%) mentre nei Goal 12 (Consumo e produzione responsabili) e 15 (La vita sulla terra) si molti indicatori peggiorano.
In generale, i progressi riguardano il 48,1% degli indicatori per i quali sono disponibili le informazioni sull’ultimo anno (prevalentemente il 2018). Il 29,7% rimangono invariati e il 22,2% segnalano un peggioramento. Rispetto a 10 anni prima gli indicatori in miglioramento sono il 61,1%, il 17,8% risulta invariato e 21,1% peggiora.
“Nel periodo 2010-2018 gli indicatori compositi elaborati per le tre dimensioni fondamentali che caratterizzano gli SDGs mostrano una tendenza generalizzata al miglioramento più accentuata per la parte ambientale e sociale rispetto a quella economica”, sottolinea l’Istat.
“Il costante miglioramento della dimensione ambientale – continua il testo – è stato trainato dai progressi nel settore dell’energia pulita e nel consumo responsabile mentre il miglioramento degli indicatori su salute e istruzione ha guidato il percorso positivo della dimensione sociale: tuttavia, per tutte e due le dimensioni si assiste a un rallentamento nell’ultimo anno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cede con tensioni Usa-Cina, Londra -3,3%
Milano sulla stessa linea. Male Cnh, Leonardo e Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
14:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il bollettino Bce molto pessimista sullo stato dell’economia europea, la Fed che ha escluso di voler spingere i tassi in negativo e ora la previsione di nuove tensioni Usa-Cina dopo che il presidente statunitense Trump ha annunciato che non intende rinegoziare l’accordo sui dazi con Pechino stanno affossando i mercati azionari del Vecchio continente: Londra e Milano cedono il 3,3%, Parigi e Francoforte oltre un punto percentuale.
In Piazza Affari, in particolare, vendite su Cnh che perde oltre il 6%, Leonardo il 5,7% in passaggio in asta di volatilità, Unicredit ed Exor cinque punti percentuali. Tra i titoli a maggior capitalizzazione, tengono Diasorin e Pirelli, che ondeggiano attorno alla parità.

VAI ALLA POLITICA

VAI ALLA CRONACA

VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Covid-19 spaventa italiani, in 6,5 milioni pronti ad assicurarsi per la prima volta su salute e lavoro
Indagine di Facile.it, prima polizza era vista solo come spesa, ora si cerca tutela
14 Maggio 2020
11:28
In tempo di emergenza pandemia, la preoccupazione per la salute e per il posto di lavoro a rischio spinge gli italiani a rivedere il proprio rapporto con il mondo assicurativo. Ben 6,5 milioni di persone sono pronte a sottoscrivere una polizza che prima non avevano considerato e, di queste, circa 3,8 milioni guardano ai prodotti assicurativi sulla salute e 2,4 milioni a quelli che li tutelerebbero in caso di perdita del lavoro, a conferma che la maggiore attenzione ricade proprio sui due ambiti più colpiti dal Covid-19. I dati emergono da una ricerca commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat e.

“Per molti anni gli italiani hanno considerato le assicurazioni come una spesa che, se non obbligatoria come l’Rc auto, andava evitata in ogni modo”, spiega il direttore della comunicazione di Facile.it, Andrea Polo. “Oggi il loro rapporto con le coperture assicurative si sta evolvendo e sono sempre più numerosi coloro i quali capiscono il valore di tutela preventiva di questi prodotti e i dati emersi dall’indagine – dice – lo confermano”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Di solito, si legge nella ricerca, in Italia un prodotto assicurativo che riguarda la perdita del lavoro era legato al mutuo casa. Oggi, a seguito della situazione di difficoltà economica generata dal lockdown, la situazione è cambiata e, ad esempio, sono molti gli italiani che devono fare i conti con un affitto da pagare e l’assenza improvvisa di fondi per farlo. La perdita del lavoro sembra essere un tema che spaventa maggiormente le fasce di età 25-34 e 45-54 anni, dove la percentuale di chi intende sottoscrivere una polizza che tuteli da questa evenienza arriva, rispettivamente, all’8,9% e al 7,6%,a fronte di una media nazionale pari al 5,5%.
Altro ambito per il quale molti italiani hanno manifestato la volontà di sottoscrivere in futuro una assicurazione specifica è quello della salute. Se a livello complessivo sono addirittura più di 3,8 milioni gli italiani che vogliono tutelarsi con una polizza salute o vita, oltre 1,6 milioni di individui vorrebbero sottoscrivere una copertura mirata per il Covid-19.
Nell’ambito della salute, continua Polo, “bisogna considerare due elementi. In primis il fatto che quello della salute sia un tema emotivamente molto delicato, la maggior parte di noi non ha voglia di pensare che qualcosa possa non andare nella propria salute e, quindi, cerca in qualche modo di allontanare da sé questo pensiero. In secundis, dobbiamo ricordare che in Italia abbiamo un sistema sanitario che ci offre cure gratuite, il che fa ritenere a tanti di essere sempre coperti”. Tuttavia, dice ancora il direttore della comunicazione, “oggi è più chiaro a molti che sottoscrivere una polizza vita o una assicurazione salute può aiutare sia noi sia la nostra famiglia in momenti di grave difficoltà e, vista la situazione che tutti noi stiamo vivendo a causa dell’emergenza Covid, questo è diventato palese ad un numero sempre maggiore di Italiani”.
Emerge in modo particolare come, ad essere maggiormente sensibili al tema della salute, siano i più giovani: a fronte di una media nazionale pari all’8,8%, la percentuale di chi vorrebbe sottoscrivere una polizza salute o vita sale al 10,9% nell’età compresa tra i 18 e i 24 anni e addirittura al 12,3% tra i 25 e 34 anni. Al contrario, gli over 65 sono più ‘fatalisti’: tra loro la percentuale di chi ha dichiarato di voler sottoscrivere una polizza che oggi non ha è inferiore al 7%.
“Purtroppo i giovani sanno di avere un futuro lavorativo, e quindi economico, più incerto rispetto a quello che è toccato ai loro genitori. Hanno anche la fortuna di essere meno ingabbiati da retaggi culturali che, vedevano nei prodotti assicurativi non una tutela, bensì una spesa”, spiega ancora Polo. “Ancora una volta i dati della ricerca confermano questo elemento – spiega – e dimostrano come alle fasce più giovani della popolazione risulti chiaro il valore di ‘paracadute’ che può avere una copertura assicurativa di questo genere. Valore infinitamente maggiore del costo da sostenere per il premio”.
“L’emergenza Covid è destinata a lasciare strascichi molto lunghi nelle vite di ciascuno di noi; ha cambiato molte delle nostre abitudini e, forse, ci ha insegnato ad essere più prudenti e a valutare con più attenzioni le opzioni che ci vengono offerte, anche in ambito assicurativo”, conclude Polo.
di Mattia Repetto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2, sondaggio: solo 1 italiano su 2 tornerà nei negozi come prima
14 Maggio 2020
11:30
Dal 18 maggio, quando torneranno ad essere aperte le attività commerciali, poco più della metà degli italiani (53,6%) tornerà come prima nei negozi e meno di due su quattro (42,5%) nei centri commerciali. È quanto emerge da un sondaggio condotto da Izi in collaborazione con Comin & Partners, sulla propensione dei consumatori nei confronti della riapertura ai tempi del Coronavirus.

Il contesto sanitario e normativo penalizza gli esercenti come i consumatori: oltre la metà degli italiani (55%) non frequenterà più come prima i ristoranti e quasi la metà (48%) degli intervistati non tornerà nei bar con la stessa frequenza, rispetto alle abitudini pre Covid-19. C’è anche un dato positivo, secondo il sondaggio da lunedì prossimo più di un italiano su quattro (35,2) tornerà a frequentare i ristoranti “come prima” e quasi due italiani su cinque i bar (42,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Solo un’esigua minoranza sceglierà di non usufruire più dei servizi di bar e ristorazione (rispettivamente il 7,4% e il 7,6%), frutto di un timore alimentato anche dai dubbi sulla sicurezza e la paura del contatto con altre persone. Nonostante ciò, il sondaggio fa emergere, nel complesso, un atteggiamento di fiducia da parte dei consumatori nei confronti della Fase 2.
In particolare, i più coraggiosi sono gli over 55, pronti a riprendere sin da subito alle vecchie abitudini. Circa il 60% si dichiara pronto a tornare a fare shopping e il 45% a fare colazione al bar. A questa fascia d’età sono mancati molto anche i centri commerciali, tanto che il 44% ha voglia di tornare a frequentarli come prima dell’emergenza. Poco incline al ritorno a una pseudo normalità è invece la fascia di età compresa tra i 35 e i 54 anni. Circa il 58% degli over 35 dichiara che andrà meno di prima nei ristoranti e solo due su quattro (43,5%) è pronta a tornare a fare colazione al bar come prima dell’emergenza. Più della metà (53,3%) si recherà invece a fare acquisti nei negozi.
Ancora meno temerari, a sorpresa, i giovani (18-34 anni). In questo caso, più della metà (55,5%) frequenterà meno i ristoranti e lo stesso vale per i bar, per il 52%. In generale, i giovani sono tra coloro che manifestano un atteggiamento più deciso nel voler limitare alcune attività rispetto al periodo precedente al Coronavirus. Il 10%, ad esempio, non tornerà a frequentare più i bar, circa il 9% i ristoranti e l’8% i centri commerciali.
Il sondaggio è stato effettuato sui residenti in Italia e il campione ha incluso 1004 persone oltre i 18 anni, intervistate in modalità Cati-Cawi e stratificate proporzionalmente per classi d’età (18-34; 35-54; 55 oltre). Le Interviste sono state realizzate tra il 12 maggio e il 13 maggio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, a confronto su strategie per la filiera agroalimentare
Webinar con esperti del settore, rappresentanti delle associazioni di categoria e responsabili della sicurezza alimentare
14 Maggio 2020
13:00
Msd Animal Health continua la campagna #AlTuoFianco, pensata per supportare tutti gli attori coinvolti nel campo della salute animale, con un nuovo appuntamento digitale. Per la prima volta, si è voluto rivolgere la discussione al consumatore, con la collaborazione di tutti gli operatori della filiera, tra i quali allevatori e medici veterinari che, con il loro lavoro quotidiano, garantiscono la salubrità e la sicurezza dei prodotti alimentari. Il webinar ‘La filiera agroalimentare ai tempi del coronavirus: prospettive future a seguito dell’emergenza’ ha coinvolto personaggi di spicco del comparto con l’obiettivo di discutere l’impatto dell’attuale emergenza Covid-19 sulla filiera agroalimentare, promuovendo la corretta informazione e facendo chiarezza sulle tematiche più discusse: dal vissuto del consumatore alla riorganizzazione del lavoro nelle aziende della filiera, al ruolo del made in Italy nella futura ripresa.

“I consumatori hanno vissuto tre grandi preoccupazioni: il timore che il virus potesse essere trasmesso dal cibo, la sicurezza degli alimenti di origine animale e l’approvvigionamento personale”, ha raccontato Agostino Macrì, responsabile sicurezza alimentare dell’Unione nazionale consumatori. Sul primo aspetto ha rassicurato Sergio Rosati, del Dipartimento Scienze Veterinarie dell’Università di Torino, mettendo un punto definitivo sulla possibile trasmissione del virus da parte di bovini, suini o pollame: “Le specie di interesse zootecnico non si ammalano, non sieroconvertono, ossia non producono anticorpi, e quindi non giocano nessun ruolo come veicolo di questa infezione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In merito, invece, alla sicurezza degli alimenti di origine animale, gli esperti hanno ricordato che le misure precauzionali del settore alimentare in Italia sono già di per sé stringenti e severe grazie al sistema di Haccp. Tutti i rappresentanti delle associazioni di categoria intervistati si sono trovati d’accordo nel dire che le realtà produttive della filiera agroalimentare sono già organizzate secondo “rigidissime norme igienico-sanitarie”, con un personale già “abituato a mascherine, tute e a seguire misure estremamente restrittive”, aspetto che ha facilitato l’adattamento alla situazione di emergenza.
Sin dai primi giorni, ha spiegato Lara Sanfrancesco, direttore Unaitalia, c’è stato un grande dispiegamento di forze per mettere in sicurezza i lavoratori e applicare protocolli molto stringenti. È stato necessario rallentare i turni, garantire il distanziamento, riconvertire parte della produzione. Tutto questo è stato fatto in tempi molto rapidi e ha significato un grande impegno economico che non è stato riversato sui prodotti ma è stato assorbito dalla filiera, sempre nell’ottica di stare accanto al consumatore.
Questo senso di responsabilità ha garantito un approvvigionamento costante, rispondendo quindi a un’altra delle principali preoccupazioni dei consumatori. Infatti, la produzione di alimenti di origine animale, quali bovini, ovini, avicoli e prodotti caseari, non si è mai fermata. Anzi, soprattutto nella prima fase della pandemia, tutti gli impianti produttivi hanno affrontato una grande richiesta da parte dei consumatori, come ha spiegato François Tomei, direttore di Assocarni. Nonostante il lavoro non sia mai stato interrotto, l’intero comparto ha tuttavia subito notevoli danni. Basti pensare “all’immediata diminuzione di circa il 20-25% della capacità di macellazione a causa delle numerose assenze dei lavoratori nelle aziende che si trovavano nelle zone più colpite”, citata da Davide Calderone, direttore Assica, o alla chiusura del canale Horeca e del Food service – settori che rappresentano il 25% del fatturato delle aziende associate – che ha generato una grossa diminuzione della domanda di prodotti finiti.
Proprio questa chiusura “ha portato a una diminuzione del fatturato del 30%”, ha affermato Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia e amministratore delegato Inalca Spa, che ha offerto uno spaccato importante sulla crisi vissuta dalle eccellenze made in Italy rappresentate dal comparto dei vini, dei salumi – di cui l’Italia è il principale esportatore – e dei formaggi che hanno registrato un calo rispettivamente del -40%, -35% e del -45%, e ha dichiarato una decrescita del 13% sull’export, a causa dell’inattività nei paesi partner delle attività di ristorazione: prime tra tutte quelle in Germania, Stati Uniti e Francia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
È il made in Italy, quindi, ad essere la realtà da preservare e da cui ripartire per far fronte a questa situazione: di questo gli intervistati sono tutti convinti, inclusi i portavoce delle Gdo. Claudio Mazzini, responsabile settore freschissimi Coop Italia, ha raccontato che “per Coop da sempre il made in Italy è un punto fermo, specialmente quando si parla di prodotti freschi e di carni di ogni filiera: basti pensare alle carni avicole, per cui l’approvvigionamento italiano vale il 99,8% del totale”. Ed è da qui che si darà il via alla ripartenza.
“Quello che auspichiamo dalle istituzioni e dal governo è un supporto non in termini di contributi diretti ma di aiuto nella promozione e nella difesa del made in Italy, ricordando che la maggior parte delle aziende agricole italiane non sono grandi gruppi industriali e avrebbero difficoltà a riprendersi qualora la crisi si esacerbasse. E in Italia, quando muore un’azienda agricola, muore con essa una tradizione”, ha detto Claudio Destro, vicepresidente Associazione italiana allevatori e amministratore delegato di Maccarese Spa.
Sul tema del made in Italy una risposta concreta è già arrivata dal Consorzio Sigillo Italiano che, come ha riferito il direttore Giuliano Marchesin, “può divenire un simbolo di eccellenza e qualità italiana immediatamente visibile al consumatore”. Una riprova è la recente esperienza di partnership con la catena il Gigante, dove la vendita di carne a marchio Sigillo Italiano ha registrato un aumento del 15% dall’inizio della pandemia.
Per affrontare le sfide future e continuare a garantire un adeguato rapporto qualità-prezzo dei prodotti italiani, è quindi imprescindibile mettere in atto una logica di sistema, basata su un dialogo costante tra tutti gli attori coinvolti: produttori, catena di distribuzione e consumatori. È esattamente questo lo spirito che guida anche Msd Animal Health Italia, come ha spiegato Paolo Sani, amministratore delegato: “Abbiamo deciso di organizzare un evento come questo con l’obiettivo di fare sistema e creare un’unica voce per rispondere a tutte le incertezze del consumatore, a tutte le domande a cui sta cercando risposta. È questo lo scopo di Msd Animal Health. La nostra sfida è difendere questo mercato, fatto di aziende e persone con alta professionalità che si impegnano giorno dopo giorno per portare cibo sano e buono sulle tavole degli italiani”.
“Nel settore agroalimentare è intuitivo il concetto di One Health, noi vediamo, quindi, la salute a 360 gradi: uomo, animale, ambiente. È un concetto per noi molto importante ed è per questo che stiamo facendo investimenti sia a livello produttivo, sia a livello di ricerca sui singoli prodotti per ridurre il più possibile l’impatto sull’ambiente”, ha concluso Paolo Sani.
Anche il delicato tema ambientale ha trovato spazio nell’ambito dell’incontro, con l’intervento di Giacomo Pirlo, dirigente di ricerca del Crea (Centro di ricerca di zootecnica e acquacoltura di Lodi), che ha condiviso i dati relativi all’Italia per “il contributo di allevamenti e agricoltura alle emissioni di gas serra, che è solo del 7%, al contrario di quanto si legge spesso sul web” e ha concluso affrontando il tema delle PM10 in modo concreto: “Un problema che deve ed è continuamente affrontato per studiarne un miglioramento. Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato infatti delle linee guida per la riduzione delle emissioni e ci sono diverse azioni che possono essere messe in atto”. Un’affermazione che conferma l’impegno costante della filiera, degli allevatori e dei medici veterinari per garantire un sistema virtuoso di benessere per tutti i suoi protagonisti, primi tra tutti consumatori, ambiente e animali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Alimenti di origine animale non pericolosi”
15 Maggio 2020
14:58
“A differenza di quello che potevamo rispondere qualche settimana fa, oggi ci sono dei dati disponibili che ci dicono che gli animali di interesse zootecnico non si ammalano e quindi non giocano ruolo epidemiologico nella diffusione di questa infezione” e, “se è vero che gli animali non si infettano, è vero che i loro prodotti non possono veicolare questo virus: quindi gli alimenti di origine animale sono di fatto alimenti privi di pericolosità, per questo particolare virus”. A chiarirlo Sergio Rosati, docente del dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università di Torino, intervenuto al webinar ‘La filiera agroalimentare ai tempi del coronavirus: prospettive future a seguito dell’emergenza’ organizzato da Msd Animal Health.

“Le specie di interesse zootecnico non si ammalano, non sieroconvertono, ossia non producono anticorpi, e quindi non giocano nessun ruolo come veicolo di questa infezione. Si tratta di un virus di origine animale e la famiglia dei coronavirus è una famiglia grande e ben rappresentata: ci sono virus del raffreddore che colpiscono l’uomo, virus che possono infettare il cane e il gatto, il maiale, il bovino, ma sono entità virali completamente diverse dal virus della Sars. Esistono virus presenti nel mondo animale ma non associabili a questo virus in particolare, che comporta forme respiratorie gravi”, spiega.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo virus – ribadisce – ha origine animale, perché sappiamo che il serbatoio di questi virus respiratori è il pipistrello, non sappiamo se c’è stata una specie intermedia che ha facilitato la trasmissione all’uomo, ma ora è un virus umano trasmesso da uomo a uomo”. Per l’esperto, “è importante, quindi, capire i metodi di trasmissione e se possono interessare superficialmente alcuni oggetti inanimati fra cui alimenti di origine animale e vegetale”.
“L’uomo che presenta questa infezione – ricorda – ha le secrezioni nasali e della faringe infettate. Quando l’uomo parla sputa delle gocce grandi che tendono a cadere al suolo nel giro di breve distanza, chiamate droplet, per questo motivo è opportuno utilizzare una mascherina. Questo è valido nel caso in cui l’uomo sia asintomatico. Nel caso in cui l’uomo avesse invece dei sintomi clinici, ad esempio starnutisce o da colpi di tosse, può generare una nebulizzazione di gocce molto più piccole in grado di percorrere distanze maggiori. Per esempio, se in una corsia di un supermercato c’è una persona asintomatica ma infetta, che compie uno starnuto, può di fatto invadere la corsia del supermercato adiacente, ma sarà sempre l’uomo che contamina qualcosa”.
“L’altro metodo con cui è facile contaminare le sostanze inanimate – prosegue – è la mano: se la mano viene portata al naso o alla bocca contaminando con le secrezioni la superficie stessa della mano e se con quella stessa mano si toccano altri oggetti, la contaminazione favorisce la trasmissione indiretta. In questo caso, gli alimenti possono giocare lo stesso ruolo degli oggetti, come i vestiti o le scarpe; per questo motivo è importante che vengano rafforzate le misure igieniche durante tutta la filiera della produzione degli alimenti. Norme già applicate normalmente, che devono essere però rafforzate perché il personale addetto deve utilizzare i dispositivi di protezione. Le stesse norme devono essere applicate e pretese anche da chi ci serve gli alimenti, per esempio bisogna verificare che chi ci serve gli alimenti non utilizzi poi le mani per toccare il denaro o fare altre cose”.
“Anche il cliente, infine, gioca un ruolo fondamentale: deve entrare al supermercato con la mascherina e utilizzare i guanti monouso messi a disposizione, perché i cibi che noi tocchiamo con le nostre mani possono essere fonte passiva della contaminazione. Il ruolo che può avere un qualsiasi prodotto alimentare ha la stessa funzione che può avere la maniglia di un mezzo di trasporto, per esempio, come qualcosa in grado di veicolare passivamente secrezioni infette che è sempre l’uomo che genera toccando i materiali”, conclude.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: con lockdown emissioni gas climalteranti -2,6%
14 Maggio 2020
15:01
Le misure volte a limitare il contagio da Covid-19 hanno portato, nelle ultime settimane, a un deciso restringimento delle attività di imprese e famiglie. Il lockdown ha implicato la chiusura, parziale o totale, di un elevato numero di attività produttive restringendo allo stesso tempo i comportamenti sociali e di consumo delle famiglie. Se da un lato il lockdown ha avuto un impatto negativo sulle attività economiche, dall’altra ha prodotto effetti positivi sulle emissioni climalteranti e inquinanti. La stima delle riduzioni delle emissioni di gas climalteranti (Ghg) e di Precursori dell’ozono troposferico (Pot) riconducibili al lockdown sarebbe pari rispettivamente al 2,6% e al 4% rispetto allo scenario base di assenza di lockdown. E’ quanto emerge dal rapporto Sdgs 2020 pubblicato oggi dall’Istat.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Macrì (Unc): “Su alimenti essenziale informazione corretta”
14 Maggio 2020
15:07
“Dal mio punto di vista, la risposta al consumatore poteva essere gestita con un migliore approccio, specialmente per quanto riguarda la limitazione di informazioni allarmistiche e la diffusione per contro di un’informazione corretta e rassicurante. Sicuramente il settore agroalimentare non si è trovato in una situazione facile e questo può aver comportato una difficoltà nel rispondere correttamente e reagire alle notizie allarmistiche diramate. I toni drammatici hanno contribuito a esacerbare la percezione della realtà, creando preoccupazione e disorientamento nel consumatore”. Ad affermarlo Agostino Macrì, responsabile sicurezza alimentare Unione nazionale consumatori, intervenuto al webinar ‘La filiera agroalimentare ai tempi del coronavirus: prospettive future a seguito dell’emergenza’ organizzato da Msd Animal Health.

“Per fare un esempio, questo approccio ha suscitato una sensazione di paura della trasmissione del virus anche in coloro che si occupano della manipolazione del cibo, i negozianti per esempio, senza ricordare che esiste già un attentissimo sistema di Haccp che garantisce la sicurezza su tutti gli alimenti”, avverte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“È quindi importante chiarire – sottolinea – che esistono già stringenti e severe misure precauzionali che regolano e tutelano il settore alimentare, tra cui l’autocontrollo, le norme sulle produzioni primarie, inclusi allevamenti e agricoltura, così come la fase successiva di lavorazione e di distribuzione. La richiesta, quindi, di misure integrative per garantire la sicurezza non è necessaria in un settore così regolamentato. Sicuramente una maggiore condivisione delle misure già attive su questo fronte potrà aiutare il cittadino ad orientarsi meglio in questo scenario”.
Per l’esponente dell’Unc, “i consumatori hanno vissuto tre grandi preoccupazioni: l’approvvigionamento personale, l’idea che il virus potesse essere trasmesso dal cibo e la sicurezza degli alimenti di origine animale”.
“In una prima fase, i consumatori hanno avuto paura di non avere cibo a sufficienza. Questo timore ha causato assalti ai supermercati e ha portato il consumatore a fare acquisti poco oculati, spesso preferendo alimenti a lunga conservazione, per esempio il latte, e salumi e formaggi. Questo ha comportato, in alcuni casi, un consumo eccessivo, e un aumento dello spreco alimentare”, ricorda.
“Altra preoccupazione – aggiunge – è stata quella che gli alimenti potessero essere veicolo del virus. Per tranquillizzare il consumatore, abbiamo così redatto un articolo appositamente per chiarire che gli alimenti non possono essere causa di trasmissione del virus e che invece probabilmente un’errata distribuzione degli alimenti di origine animale in Cina ha scaturito il problema di trasmissione di virus. Altre preoccupazioni erano legate agli alimenti di origine animale che venivano considerati da alcuni consumatori come non sicuri”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, “Sostenere il made in Italy’
15 Maggio 2020
15:10
“È difficile non aspettarsi un prossimo semestre difficile, in cui l’impatto economico della pandemia sulla popolazione porterà a privilegiare prodotti a basso costo, penalizzando aziende come Maccarese, che si posizionano in una fascia qualitativa più alta. Quello che auspichiamo dalle istituzioni e dal governo è un supporto non in termini di contributi diretti, ma di sostegno nella promozione e nella difesa del made in Italy, ricordando che la maggior parte delle aziende agricole italiane non sono grandi gruppi industriali e avrebbero difficoltà a riprendersi qualora la crisi si esacerbasse. E sappiamo che, quando muore un’azienda agricola, muore una tradizione: perché è proprio nel lavoro delle Pmi, dei piccoli artigiani e delle piccole realtà storiche, che si sviluppa il made in Italy”. Ad affermarlo Claudio Destro, vicepresidente Associazione italiana allevatori e amministratore delegato di Maccarese Spa, intervenuto al webinar ‘La filiera agroalimentare ai tempi del coronavirus: prospettive future a seguito dell’emergenza’ organizzato da Msd Animal Health.

“Anche in piena emergenza Coronavirus gli allevatori e l’industria di trasformazione del latte non si sono mai fermati, garantendo al settore agroalimentare le forniture”, ricorda sottolineando che “le attività legate all’allevamento e alla produzione casearia sono state sempre considerate dal governo un’attività essenziale e questo ha consentito di garantire continuità nella produzione e nella fornitura di prodotti al consumatore”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Dopo un lieve momento di difficoltà iniziale di alcuni caseifici del Nord, in cui molti addetti sono stati contagiati dal Covid-19, le aziende si sono subito riorganizzate in una rete di solidarietà, organizzandosi tra di loro per gestire il ritiro del latte”, dice.
“Sicuramente a partire dall’11 marzo la chiusura del canale Horeca ha comportato ulteriori difficoltà nella consegna del latte e dei prodotti caseari, senza contare che il consumatore in questo momento ha privilegiato i prodotti a lunga conservazione. In questo contesto, si è cercato di reagire sensibilizzando sia il consumatore sia la Gdo a preferire il made in Italy. Un appello che inizialmente è stato raccolto ma su cui ha poi prevalso la legge di mercato, che privilegia prodotti esteri a basso prezzo, in particolare da Francia e Germania”, osserva.
“Nonostante la fiducia del consumatore nel made in Italy, le attuali difficoltà economiche a cui stanno facendo fronte molte famiglie porteranno a cercare il risparmio, sacrificando la qualità”, avverte.
“Infine, un’ulteriore colpo al nostro settore è derivato dalla diffusione di notizie che legano l’insorgere della pandemia all’inquinamento ambientale causato dalle emissioni degli allevamenti intensivi. Da questo punto di vista, ci teniamo a sottolineare come i nostri allevamenti siano specializzati, protetti e organizzati”, precisa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, in Usa persi 36,6 milioni di posti di lavoro
15 Maggio 2020
15:12
Con 2,98 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione presentate la scorsa settimana il totale degli americani che negli ultimi due mesi ha perso il lavoro nel quadro dell’emergenza coronavirus sale a 36,6 milioni. In pratica, osserva il ‘Financial Times’, in otto settimane sono stati cancellati tutti i posti di lavoro creati dalla maggiore economia mondiale negli ultimi dieci anni, dalla fine della crisi finanziaria globale.

Sebbene il dato della scorsa settimana rappresenti l’incremento più basso da metà marzo, il numero di richieste iniziali di disoccupazione supera le aspettative degli analisti e resta a livelli superiori a quelli osservati durante la crisi finanziaria. L’ultimo dato disponibile mostra un tasso di disoccupazione salito al 14,7 per cento, il più alto dalla seconda guerra mondiale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un ‘cervello’ digitale per la fattoria del futuro
15 Maggio 2020
15:18
Un “cervello” digitale per rendere efficienti le aziende agricole, con il preciso obiettivo di farle diventare sostenibili e completamente autosufficienti dal punto di vista energetico. Entra nell’era 4.0 uno dei cavalli di battaglia della ricerca targata Graded, la “Green Farm”, progetto ideato nel 2015 su un’intuizione degli studenti dell’I.T.I.S. A. Righi di Fuorigrotta, sviluppato e aggiornato con la collaborazione del Dipartimento di Agraria della Federico II, che ha messo a disposizione la propria Azienda Agricola Sperimentale di Castel Volturno.

A lavorare in smart working alla trasformazione digitale dell’“Azienda agricola ecologica” sono due giovani talenti della terza edizione di Digita Academy, Annarita Guarino e Clemente Basilicata, impegnati nel project work dallo scorso 16 aprile, con il supporto di un team interno di cui fanno parte la responsabile organizzativa e operativa dell’azienda Ludovica Landi, Michele Cecere, esperto in gestione energia e responsabile Rinnovabili per Graded, due ex studenti di precedenti edizioni della Digita Academy ora in azienda, Teresa Tarantino (anno accademico 2017-2018) e Gennaro Ardolino (2018-2019), Manfredi Neri (Area Ricerca & Sviluppo) e Giuseppe Gregorini per gli adempimenti burocratici e il coordinamento con il progetto Green Farm.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina il primo giro di boa con la presentazione “Midterm” in modalità virtuale dei risultati raggiunti finora. L’obiettivo finale del progetto battezzato “Digita per Green Farm” è il disegno e la costruzione di una piattaforma hardware e software di gestione delle energie elettrica e termica (“Energy Management System”) che, grazie al supporto di intelligenza artificiale e algoritmi di Machine Learning, consenta di ottimizzare le risorse energetiche rendendo un’azienda agricola più efficiente.
Il progetto pilota “Green Farm” è già in via di implementazione nell’azienda agricola di Castel Volturno che svolge attività di ricerca e studio sull’ottimizzazione dei processi produttivi e sulle strategie innovative in agricoltura sostenibile. I dati risultanti dagli efficientamenti saranno presentati dall’azienda di Vito Grassi al prossimo Expo previsto a Dubai e rinviato al 2021.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Onorato Armatori: con Moby, Tirrenia e Toremar in vacanza in assoluta sicurezza
15 Maggio 2020
16:30
Da sempre, il nostro slogan è ‘La vacanza inizia dal viaggio’. Per Moby, Tirrenia e Toremar è una filosofia di vita quella di coccolare i passeggeri fin dal loro arrivo a bordo e farli stare bene fino al momento in cui tornano a casa dopo le vacanze sulle spiagge più belle d’Italia: Sardegna, Sicilia, Isola d’Elba, Arcipelago Toscano, Isole Tremiti. E anche Corsica. Quest’anno, mantenendo gli standard di sempre a bordo, possiamo aggiornare il nostro motto: ‘La vacanza sicura inizia dal viaggio’.

Le tre Compagnie del Gruppo Onorato Armatori infatti propongono una serie di iniziative per rendere il viaggio verso le più belle località di vacanza, mai così agognato come quest’anno, totalmente sicuro, integrando le disposizioni di legge con una serie di iniziative e comportamenti positivi che rendono le nostre navi il posto migliore per raggiungere le spiagge della villeggiatura.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
rtire da una figura speciale e unica che sarà a bordo di ciascuna delle navi di Moby, Tirrenia e Toremar, oltre ovviamente al medico di bordo: il ‘care manager’, una nuova figura professionale, appositamente formata in questi mesi, a disposizione di tutti i passeggeri per qualsiasi esigenza o necessità dal momento del loro arrivo a bordo a quello dello sbarco: indicazioni sanitarie, mascherine, controllo sul distanziamento negli spazi comuni e a cui rivolgersi per ogni altra questione che riguarda la sicurezza a bordo.
Ma, dal momento dell’imbarco a quello dell’arrivo a destinazione, nessun particolare è stato trascurato: ad inizio di ogni turno sarà misurata la temperatura corporea di ogni membro dello staff di bordo e tutti i componenti dell’equipaggio saranno forniti di mascherine e guanti monouso. Sarà ovviamente garantita la distanza di un metro fra i passeggeri in ogni momento del viaggio, anche nel momento dell’imbarco, dello sbarco, nei garage e sulle scale mobili e gli ascensori di bordo. In particolare, nelle sale poltrone l’accesso sarà contingentato e sarà assicurato il distanziamento con alcuni posti lasciati liberi in modo da garantire le corrette distanze.
Una particolare attenzione è posta ai punti di contatto a bordo fra passeggeri e membri dell’equipaggio e le zone della reception, delle casse e di diretto contatto sono protette da schermature in plexiglass.
Tutti gli impianti di aerazione sono predisposti in modo da garantire il cento per cento di ricambio continuo con l’espulsione dell’aria verso l’esterno, mentre gli spazi pubblici, le sale poltrone e le cabine verranno sanificate costantemente con prodotti specifici e a norma. Inoltre saranno disponibili in varie zone delle navi dispenser con prodotti igienizzanti per le mani e ogni giorno verranno sanificate tutte le chiavi magnetiche delle cabine di bordo. Le stesse procedure di sanificazione costanti delle cabine e di ogni particolare a bordo sono garantite a ciascun elemento della filiera delle forniture: dalle lavanderie che sterilizzano la biancheria a ogni elemento ‘esterno’ che viene utilizzato a bordo.
Particolare attenzione verrà posta a tutti i servizi di bordo, come sempre d’eccellenza e con la solita attenzione alla qualità assoluta del cibo, da sempre uno dei nostri fiori all’occhiello: il self service sarà aperto con un rispetto rigoroso delle distanze sia per il servizio sia ai tavoli e da giugno riapriranno anche tutti i ristoranti di bordo con il servizio à la carte e l’implementazione del servizio in cabina.
“Con queste iniziative – spiega Achille Onorato, amministratore delegato del gruppo di Moby, Tirrenia e Toremar – vogliamo dare ai nostri passeggeri la certezza e la serenità di un viaggio sicuro, che riesca a coniugare la cura che da sempre mettiamo nei servizi di bordo, che sarà garantita anche con le nuove disposizioni, con tutte le azioni positive per arrivare tranquillamente nelle località di villeggiatura più belle del nostro Paese”.
Quindi, oltre ovviamente a rispettare scrupolosamente tutte le norme in materia, aggiunge Onorato, “abbiamo posto in essere ulteriori azioni e iniziative per viaggiare sicuri. Di una in particolare sono particolarmente orgoglioso: quella del ‘care manager’, che sarà una nuova figura essenziale di riferimento per i passeggeri e in più ci permette di assicurare posti di lavoro estremamente qualificati, sempre importanti ma ancor di più in questo momento storico. Un doppio fiore all’occhiello per Moby, Tirrenia e Toremar, per cui passeggeri e dipendenti sono da sempre la priorità”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fisco, ok a invio 730 precompilato
15 Maggio 2020
16:44
Aperto il canale per l’invio del proprio 730 precompilato. È ora possibile accettarlo con i dati inseriti dall’Agenzia, oppure integrarlo. Il tutto online, direttamente da casa utilizzando il pc, il tablet o lo smartphone e accedendo con Spid, le credenziali dell’Agenzia delle entrate, la carta nazionale dei servizi o il pin dispositivo Inps. La scadenza per l’invio sulla piattaforma gestita dal partner tecnologico Sogei, si spiega in una nota, è fissata al 30 settembre 2020. Già 1,3 milioni di cittadini hanno consultato la propria dichiarazione nei primi 9 giorni dal lancio.

Tra i più attivi i cittadini della Lombardia, seguiti da Lazio, Piemonte e Veneto. Al via da oggi anche le modifiche al modello Redditi, che potrà essere inviato dal 19 maggio al 30 novembre. In poco più di una settimana da quando è stata resa disponibile online, 1,3 milioni di cittadini hanno visualizzato la propria dichiarazione dei redditi precompilata per consultare i dati caricati dalle Entrate, per un totale di quasi 2 milioni di accessi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
5 maggio, giorno in cui l’Agenzia delle entrate, con il supporto del partner tecnologico Sogei, ha reso disponibili i modelli in modalità consultazione, i più attivi in termini assoluti sono stati i contribuenti della Lombardia, con 315.814 utenti che hanno fatto l’accesso, seguiti dal Lazio (171.571 utenti), dal Piemonte (124.937) e dal Veneto (123.811).
I contribuenti possono ora accettare, integrare o modificare il proprio 730, già compilato dall’Agenzia delle entrate, e trasmetterlo direttamente dal computer di casa, oppure da tablet e smartphone. Per farlo è necessario essere in possesso delle credenziali dell’Agenzia (nome utente, password e pin dei servizi online) oppure utilizzare quelle dell’Inps, Spid o ancora la carta nazionale dei servizi. Ok alle modifiche anche per il modello Redditi, che potrà essere trasmesso dal 19 maggio al 30 novembre 2020.
Da oggi è disponibile anche una guida dedicata al 730 precompilato, scaricabile dal sito dell’Agenzia. La guida spiega passo passo le procedure da seguire per inviare la propria dichiarazione, da come richiedere le abilitazioni necessarie a come verificare il rimborso spettante, da come annullare un 730 già inviato, se è stato commesso un errore, a come predisporre una dichiarazione congiunta. Inoltre, vengono ricordate tutte le scadenze, le novità di quest’anno e i vantaggi del fai da te. Resta sempre a disposizione dei cittadini il sito InfoPrecompilata, con informazioni, date e scadenze da ricordare e le risposte alle domande più frequenti, e l’assistenza telefonica.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, “anticipo Cig da banche solo per 6 lavoratori su 100”
15 Maggio 2020
17:38
Solo 6 lavoratori su 100 hanno ricevuto l’anticipo della cassa integrazione dalle banche nell’emergenza coronavirus. Uno scenario che i consulenti del lavoro avevano anticipato già a partire da aprile e che, a distanza di un mese, trova conferma nelle risposte di oltre 1.3000 iscritti all’Ordine nel sondaggio ‘Il ruolo delle banche nelle misure a sostegno di imprese e lavoratori’, predisposto dalla Fondazione studi consulenti del lavoro, tra l’11 e il 13 maggio, per valutare le difficoltà operative e procedurali per l’erogazione dei sostegni al reddito e l’accesso ai prestiti garantiti previsti dal cosiddetto Decreto ‘Liquidità’.

Secondo i consulenti del lavoro poca organizzazione delle banche per fronteggiare le richieste, rallentamenti negli iter ma, soprattutto, eccesso e complessità della modulistica da presentare hanno nei fatti annullato le potenzialità di uno strumento che poteva risultare molto utile in questa fase. Con riferimento alla possibilità di anticipo della cassa integrazione per i lavoratori, più della metà del campione evidenzia in primo luogo i ritardi degli istituti di credito per l’evasione della pratica (51,9%), assieme al numero eccessivo di moduli da presentare (50,6%) e allo scarso impegno degli istituti nel rendere realmente efficace questo strumento di sostegno ai lavoratori (48,9%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Anche la poca preparazione a gestire una misura diversa da quelle abituali, in una fase peraltro del tutto eccezionale, ha rappresentato una criticità importante, secondo il 39,7% degli intervistati, ma che probabilmente avrebbe potuto venir meno se i processi e gli iter fossero stati più semplici, secondo i consulenti del lavoro.
Al confronto appaiono molto meno importanti altri aspetti, che pure all’inizio avevano sollevato critiche, quali la poca chiarezza delle procedure (che pure viene segnalata dal 26,7% dei rispondenti), l’indisponibilità dei datori di lavoro a firmare l’atto di benestare con assunzione dell’obbligo solidale (17,9%), l’inappropriatezza del merito creditizio (13%) o la mancata attuazione degli accordi sul territorio che, dopo un mese e mezzo dalla sottoscrizione, viene ancora denunciata da quasi un rispondente su 10 (9,7%).
Per esemplificare quanto l’appesantimento burocratico possa essere stato decisivo nel ritardare l’anticipo della Cassa integrazione ai lavoratori i consulenti sottolineano che, stando a quanto dichiarato dal 78,2% degli intervistati, le banche richiedono tra i vari documenti, copia del Modello SR41: si tratta del modulo che i datori di lavoro devono inoltrare all’Inps per il pagamento della Cig e che la circolare Abi del 23 aprile ha confermato non essere necessario per il perfezionamento delle richieste. Ciò malgrado, continua ad essere diffusamente richiesto sia dagli istituti di credito più noti che dai piccoli.
Nei casi di Cassa integrazione in deroga, tale richiesta allunga di molto i tempi per l’erogazione dell’anticipo, considerato che l’inoltro del modello all’Inps può essere fatto solo dopo aver completato l’iter regionale di autorizzazione. Si spiega così anche la lunghezza dei tempi che intercorrono, spiegano i consulenti del lavoro, tra la presentazione della domanda e l’erogazione dell’assegno, stimata dai consulenti in 50 giornate lavorative, con una variabilità dai 45 del Nord e 47 del Centro ai 65 del Sud.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ftse Mib in calo, spread a 238 pb
14 Maggio 2020
17:34
Grazie ad un miglioramento nella seconda parte, le borse europee limitano le perdite innescate dai timori espressi da Fed e Bce sulle prospettive economiche dei prossimi mesi e dal ritorno in grande stile della tensione sull’asse Washington-Pechino. Secondo il capo scientifico dell’Organizzazione mondiale della Sanità, potrebbero essere necessari fino a 5 anni per arrivare a un punto in cui la pandemia potrà essere considerata sotto controllo.

Dopo il via libera al “Decreto Rilancio” da 55 miliardi di euro, il Ftse Mib si è fermato a 16.867,76 punti, -1,84% sul dato precedente. Nuova seduta di sofferenza per Exor, in rosso del 4,58%. Dopo il mancato passaggio di PartnerRe ai francesi di Covea, oggi le azioni della holding hanno pagato pegno alla notizia che Fiat Chrysler (-2,81%), così come la promessa sposa Peugeot, non distribuirà il dividendo. Per quanto riguarda la fusione, le due case automobilistiche hanno confermato che le attività procedono “positivamente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli industriali -4,04% di Leonardo in scia della decisione di Morgan Stanley di tagliare il prezzo obiettivo da 6,75 a 6,4 euro (oggi le azioni hanno chiuso a 5,47 euro).
Lettera sui bancari: UniCredit ha terminato con un -1,81%, Intesa Sanpaolo ha segnato un -0,72% e Banco BPM un -0,53%. All’interno del paniere principale solo quattro titoli hanno evitato il segno meno: Ubi Banca (perfetta parità), Azimut (+0,91%), Diasorin (+2,61%) e Saipem (+0,77%), che ha annunciato di essersi aggiudicata un contratto da 2,7 miliardi di dollari in Nigeria.
Incremento di oltre tre punti percentuali per il Brent (+3,1% a 30,1 dollari il barile): secondo l’Agenzia internazionale dell’Energia, con il progressivo allentamento delle misure di lockdown, il calo della domanda di greggio potrebbe essere inferiore a quanto stimato inizialmente. Sull’obbligazionario, nuova seduta poco mossa per lo spread con i titoli tedeschi (238 punti base).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Rilancio, Gualtieri: “Misure per rimettere in moto il Paese”
14 Maggio 2020
20:40
”Sostenere l’Italia in questa fase difficile è l’obiettivo del decreto rilancio. Per questo, non solo abbiamo rafforzato e prolungato molti interventi del Cura Italia, ma abbiamo introdotto nuove ed efficaci misure per rimettere in moto il Paese. Lo sguardo rivolto al futuro”. Lo scrive il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, su Twitter.

Il decreto legge rilancio vale 155 miliardi, secondo quanto si legge nello schema che accompagna la dichiarazione di Gualtieri. ”Risorse imponenti per sostenere il lavoro e l’impresa, le famiglie, la sanità, la scuola e l’università. Ora massimo impegno per far arrivare subito le risorse e rilanciare insieme il Paese”, scrive il ministro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’elenco delle misure inserite nel provvedimento si ricorda: 3.500 posti aggiuntivi in terapia intensiva; 5,5 miliardi per salute e sicurezza; fondo di 3,9 miliardi in favore dei comuni, province e città metropolitane; 3 miliardi per turismo e cultura; 1,45 miliardi e 16.000 nuove assunzioni per la scuola; 1,4 miliardi per l’università e la ricerca; eliminata l’Iva sulle mascherine per il 2020.
Seguono gli interventi per singolo settore, a partire dagli ammortizzatori sociali che vengono rifinanziati per: il bonus per gli autonomi e le partite iva che sale fino a 1.000 euro; il reddito di emergenza per le famiglie in difficoltà, l’indennizzo per colf e badanti; proroga di 2 mesi della Naspi in scadenza; sospensione dei licenziamenti.
Per le imprese si interviene con un pacchetto di interventi che comprende: il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione per 12 miliardi di euro; i ristori alle piccole imprese per 6,2 miliardi di euro; la cancellazione della rata irap di giugno per 3,9 miliardi di euro; i contributi per gli affitti e le bollette; il sostegno fiscale alla ricapitalizzazione; le garanzie statali sulle perdite.
Nel pacchetto delle misure fiscali si parte con la cancellazione della clausole di salvaguardia, evitando così l’aumento dell’iva. Sono previsti inoltre: 2 miliardi per l’adeguamento degli ambienti di lavoro; la proroga delle sospensioni dei versamenti fino a settembre; la sospensione dei pignoramenti; lo sconto sulla tassa di occupazione del suolo pubblico; l’ecobonus e sismabonus al 110%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: “A marzo crollo fatturato industria”
14 Maggio 2020
10:40
A marzo – primo mese dell’emergenza coronavirus – prevedibile crollo del fatturato dell’industria che secondo le stime Istat, al netto dei fattori stagionali, è diminuita del 25,8%, rispetto a febbraio e anche degli ordinativi che registrano una marcata riduzione, sia rispetto allo scorso mese (-26,5%), sia nella media del primo trimestre rispetto al quarto trimestre del 2019 (-9,5%). Nella media del primo trimestre dell’anno l’indice complessivo del fatturato registra un calo del 6,6% rispetto all’ultimo trimestre del 2019.

Su base annua, corretto per gli effetti di calendario, il fatturato totale cala del 25,2%, con una riduzione del 27,6% sul mercato interno e del 20,7% su quello estero.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Istat evidenzia infatti come anche la dinamica congiunturale del fatturato sia molto più negativa per il mercato interno, per il quale si rileva una diminuzione del 27,9% mentre il mercato estero registra un calo meno accentuato, pari al 21,9%. Analogamente, la variazione congiunturale degli ordinativi riflette una contrazione delle commesse provenienti dal mercato interno (-29,9%) più marcata rispetto a quella registrata dalle commesse provenienti dall’estero (-21,4%). Quanto ai principali settori, a marzo si rilevano flessioni degli indici del fatturato ampie e diffuse a tutti i settori: -20,1% per i beni intermedi, -20,8% per i beni di consumo, -32,0% l’energia e, infine, 36,2% i beni strumentali. In riferimento al manufatturiero, l’industria farmaceutica registra la crescita tendenziale più rilevante (+9,9%), mentre il settore dei mezzi di trasporto mostra il calo maggiore (-45,7%). Su base annua l’indice grezzo degli ordinativi diminuisce del 26,6%, con riduzioni su entrambi i mercati (-29,3% quello interno e -23,1% quello estero).
L’unica variazione tendenziale positiva si registra nell’industria farmaceutica (+19,5%), mentre il peggior risultato si rileva nell’industria dei mezzi di trasporto (-55,4%). L’Istat osserva come essendo l’Italia il primo paese colpito dall’epidemia in Europa, la contrazione del mercato interno è risultata molto più accentuata rispetto a quello estero. Il calo di fatturato e ordinativi, su base tendenziale, ha raggiunto valori simili a quelli registrati nel momento più acuto della crisi del 2008-2009.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ftse Mib poco mosso in chiusura di ottava
15 Maggio 2020
17:35
Il peggioramento del quadro macroeconomico e le tensioni sull’asse Washington-Pechino continuano a pesare sul sentiment degli operatori che, in chiusura di settimana, hanno privilegiato un atteggiamento prudente. A sostenere l’andamento del Ftse Mib, che si è fermato a 16.852,35 punti (-0,09%) sono stati titoli difensivi come Amplifon (+1,95%), Recordati (+6,05%) e Diasorin (+4,07%). Bene anche il comparto energetico, spinto dalla nuova seduta di guadagni del greggio (Eni ha terminato con un +0,07% e Tenaris ha segnato un +0,63%).

Dopo il +6,65% di ieri, il future con consegna luglio sul Brent in corrispondenza della chiusura dei listini europei passa di mano a 31,7$/barile, quasi 2 punti percentuali in più rispetto a ieri. Sul mercato obbligazionario lo spread tra titoli italiani e tedeschi ha proseguito la sua fase laterale facendo segnare un lieve rialzo a 241 punti base.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i bancari, Intesa Sanpaolo ha terminato in sostanziale parità (+0,01%), UniCredit ha perso l’1,13% e Mediobanca ha lasciato sul parterre poco meno di mezzo punto percentuale (-0,47%). Negativa anche Unipol (-1,5%), che ha chiuso il primo trimestre con un utile in calo di oltre il 20% a 134 milioni.
Dopo le recenti vendite innescate prima dalla mancata vendita di PartnerRe e poi dalla decisione di Fiat Chrysler (+0,49%) di non distribuire il dividendo, ribalzo per Exor, che oggi ha terminato con un +3,13%. Denaro anche su Ferrari (+1,9%).
Secondo gli analisti di Prometeia, il Pil italiano nel 2020 farà segnare un tonfo dell’8,5%, contro il -6,5% stimato un mese fa (da +3,3 a +4,5% la view sul 2021). Sostanzialmente in linea con le indicazioni contenute nel Def, il rapporto tra debito e Pil è stimato al 155,4% (155,7% per il Documento di economia e finanza).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2, Cafiero De Raho: “Subito cig e liquidità o arrivano le mafie”
14 Maggio 2020
17:50
“Ci troviamo in un momento di grande difficoltà economica e di sofferenza per imprese e lavoratori. E da tempo lancio l’allarme di uno Stato che deve stare vicino al cittadino, cittadino imprenditore e cittadino lavoratore. Per riprendersi l’economia ha bisogno che accesso al credito, cassa integrazione, tutto ciò che serve, arrivino al più presto, perché dove non arriva lo Stato arrivano le mafie. Laddove non arriva lo Stato con questo sostengo che è indispensabile per tutti. E non intervenire significa aprire il panorama economico all’ingresso della mafie. Le mafie hanno ricchezze enormi e l’unico problema è quello di collocarle”. E’ l’allarme lanciato dal procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero De Raho, intervenendo alla trasmissione ‘Diciottominuti’ sul sito consulentidellavoro.it e commentando i dati di un sondaggio dei professionisti che testimonia i ritardi delle banche nell’erogazione dell’anticipo della cig e anche dei prestiti sotto i 25mila euro alle banche.

Secondo Cafiero De Raho, le mafie “spesso si mimetizzano in imprese in difficoltà, che non riescono ad accedere al sistema creditizio e sono costrette ad accedere a quello parallelo illegale. Il successivo passo è dover cedere un po’ alla volta la gestione della propria impresa”. E quindi per il procuratore “dovere aiutare le imprese a recuperare il proprio mercato è un obbligo della nostra società, del nostro Stato, è un obbligo perché le conseguenze sarebbero disastrose”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
lunque soggetto che oggi è in condizione di bisogno deve essere aiutato perché laddove non interviene lo Stato intervengono la mafia, la camorra, la ‘ndrangheta attraverso una finta solidarietà e accrescendo il consenso sociale e reclutando anche giovani – scandisce – Per questo lo Stato in questo momento non può venire meno a questo duplice impegno e dovere. Primo liquidità e sostegno economico alle imprese e poi sostegno di solidarietà a tutte le persone che in questo momento soffrono e hanno bisogno”, sottolinea De Raho.
Sulle misure messe in campo dal governo per dare liquidità alle imprese “non c’è alcuna forma di controllo, credo che le banche nell’erogare il credito siano preoccupate anche da questo. Ancora oggi nel dl liquidità non sono previste forme di controllo – rileva ancora – Un controllo che non deve ritardare l’erogazione delle risorse ma ci deve essere. In tutto ciò che si fa senza controllo è chiaro che c’è il rischio dell’interessamento di imprese mafiose o contigue alle mafie. Il governo deve dire che vi saranno dei controlli, deve prevederli”.
De Raho manifesta poi la sua “stima verso tutti i consulenti del lavoro che portano avanti con impegno il loro lavoro, con ad esempio il decreto antiriciclaggio che pone oneri importanti e delicati, con l’adeguata verifica del cliente. Voi rappresentate un ruolo importante per lo Stato”. “Voi condividete difficoltà e insieme tentate di superarle osservando le regole. E su questo aspetto vi vedo molto vicino al mio lavoro e al lavoro di tutti coloro che credono nel miglioramento della società”, conclude il procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni, Cda nomina Descalzi amministratore delegato
14 Maggio 2020
21:10
Il Cda di Eni ha oggi nominato amministratore delegato e direttore generale Claudio Descalzi, al quale ha conferito i poteri di amministrazione della Società con esclusione di specifiche attribuzioni che il Consiglio si è riservato, oltre a quelle non delegabili a norma di legge. Lo rende noto il colosso energetico.

Il Consiglio ha altresì confermato il ruolo centrale della presidente, Lucia Calvosa, nel sistema dei controlli interni, riconoscendole, in particolare, le attribuzioni del precedente Presidente in materia, tra cui la gestione del rapporto gerarchico del Responsabile della funzione Internal Audit nei confronti del Consiglio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre la presidente svolgerà le sue funzioni statutarie di rappresentanza gestendo, in particolare, i rapporti istituzionali della società in Italia, in condivisione con l’ad. Le sono inoltre state conferite le deleghe, previste dallo Statuto, per l’individuazione e la promozione di progetti integrati ed accordi internazionali di rilevanza strategica, in condivisione con l’ad.
Sulla base delle dichiarazioni rese dagli Amministratori e delle informazioni a disposizione della società, il Cda ha accertato in capo a tutti i consiglieri il possesso dei requisiti di onorabilità e l’assenza di cause di ineleggibilità e incompatibilità, come richiesto dalla normativa vigente, nonché il possesso dei requisiti di indipendenza previsti dalla legge, come richiamati dallo Statuto della società, da parte della Presidente Lucia Calvosa e dei Consiglieri Ada Lucia De Cesaris, Pietro A. Guindani, Karina A. Litvack, Emanuele Piccinno, Nathalie Tocci e Raphael Louis L. Vermeir.
Con riferimento ai requisiti di indipendenza del Codice di Autodisciplina, cui Eni aderisce, il Consiglio ha inoltre ritenuto indipendenti, sulla base dei parametri e criteri applicativi raccomandati dal Codice, i Consiglieri De Cesaris, Guindani, Litvack, Tocci e Vermeir.
Calvosa, in conformità a quanto previsto dal Codice di Autodisciplina, non può essere dichiarata indipendente essendo un esponente di rilievo della società. Ai fini delle verifiche di indipendenza, sono stati confermati i criteri descritti nella Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari 2019. Il Collegio Sindacale 2 ha verificato la corretta applicazione dei criteri e delle procedure di accertamento adottati dal Consiglio per valutare l’indipendenza dei propri componenti.
Il Cda ha inoltre nominato i seguenti Comitati. Comitato Controllo e Rischi, con Pietro Guindani come Presidente e i Consiglieri Raphael Vermeir, Ada Lucia De Cesaris e Nathalie Tocci come componenti, tutti non esecutivi e indipendenti; i Consiglieri Pietro Guindani e Raphael Vermeir possiedono l’esperienza in materia contabile e finanziaria o di gestione dei rischi richiesta dal Codice di Autodisciplina; Comitato Remunerazione, con Nathalie Tocci come Presidente e i Consiglieri Karina Litvack e Raphael Vermeir come componenti, tutti non esecutivi e indipendenti; tutti i componenti possiedono la conoscenza ed esperienza in materia finanziaria o di politiche retributive richiesta dal Codice di Autodisciplina.
Il Comitato per le Nomine, con Ada Lucia De Cesaris come Presidente e i Consiglieri Pietro Guindani ed Emanuele Piccinno come componenti, tutti non esecutivi e, in maggioranza, indipendenti; Comitato Sostenibilità e Scenari, con Karina Litvack come Presidente e i Consiglieri Raphael Vermeir, Nathalie Tocci, Filippo Giansante ed Emanuele Piccinno come componenti, tutti non esecutivi e in maggioranza indipendenti.
Il Consiglio ha infine accertato, sulla base delle valutazioni effettuate dal Collegio Sindacale, il possesso dei requisiti di professionalità e onorabilità dei sindaci di cui al D.M. 30 marzo 2000, n. 162, come specificati dall’art. 28.1 dello statuto, nonché dei requisiti di indipendenza previsti dalla legge e ha preso atto di quanto comunicato dal Collegio Sindacale sul possesso da parte dei Sindaci dei requisiti di indipendenza previsti dal Codice di Autodisciplina, del possesso da parte di tutti i sindaci della qualifica di “financial expert ” ai sensi della normativa statunitense, applicabile al Collegio quale “audit committee”, in ragione della quotazione di Eni sul mercato americano e del possesso, per l’organo nel suo complesso, dei requisiti di competenza ai sensi dell’art. 19, comma 3, del D.lgs 39/2010.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bonus bici retroattivo dal 4 maggio
14 Maggio 2020
19:20
”Il bonus per bici e monopattini elettrici da 500 euro – fino al 60% della spesa – sarà retroattivo dal 4 maggio. Basterà registrare lo scontrino di acquisto sul sito del ministero e il rimborso sarà secco”. La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha illustrato le misure per il suo dicastero contenute del decreto rilancio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Riparte Tgv Milano-Parigi, al via una corsa al giorno
14 Maggio 2020
22:30
Sncf Voyages Italia annuncia la graduale ripresa della circolazione dei Tgv tra l’Italia e la Francia. E’ infatti disponibile una corsa giornaliera andata/ritorno tra Milano e Parigi e, per far fronte all’attuale emergenza sanitaria, l’azienda ha adottato una serie di misure di sicurezza, in conformità a quanto previsto dalle autorità francesi e italiane. E’ quanto si legge in una nota che spiega quali saranno le misure di sicurezza per personale e passeggeri.

Oltre a prevedere un sistema di prenotazione a posti “alternati” fino al 2 giugno, per consentire il distanziamento sociale, la compagnia ha messo in campo una serie di misure di prevenzione. A cominciare dall’obbligo di indossare la mascherina senza la quale i passeggeri non saranno autorizzati a salire a bordo anche se in caso di necessità potrà essere fornita dal personale a bordo. Per assicurare la disinfezione delle mani a bordo sono assicurati acqua e sapone nei bagni mentre il gel disinfettante è presente a libero servizio sul percorso in territorio italiano. In caso di mancanza temporanea di acqua e sapone nella tratta in Francia, sarà reso disponibile gel disinfettante per garantire la pulizia delle mani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per quel che attiene alla pulizia dei convogli le attività di sanificazione e pulizia sono state potenziate, aumentandone la frequenza e adattando la tipologia di disinfezione. E anche per garantire il distanziamento sociale i servizi di ristorazione a bordo sono sospesi. Sncf Voyages Italia ricorda inoltre che per recarsi in Francia occorre essere muniti di apposita autodichiarazione, disponibile sul sito del Ministero dell’Interno francese anche in versione digitale. SNCF Voyages Italia infine conferma che fino al 27 maggio, per viaggi fino al 24 giugno, sarà possibile effettuare gratuitamente il cambio o procedere con l’annullamento tramite i canali di acquisto online entro l’orario di partenza del treno indicato nel biglietto oppure successivamente alla data di partenza del treno tramite la pagina Sncf.com dedicata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Inail: “Infortunio non è collegato a responsabilità datore lavoro”
15 Maggio 2020
15:10
“In riferimento al dibattito in corso sui profili di responsabilità civile e penale del datore di lavoro per le infezioni da Covid-19 dei lavoratori per motivi professionali, è utile precisare che dal riconoscimento come infortunio sul lavoro non discende automaticamente l’accertamento della responsabilità civile o penale in capo al datore di lavoro”. A dirlo è l’Inail in una nota.

“Sono diversi – sottolinea – i presupposti per l’erogazione di un indennizzo Inail per la tutela relativa agli infortuni sul lavoro e quelli per il riconoscimento della responsabilità civile e penale del datore di lavoro che non abbia rispettato le norme a tutela della salute e sicurezza sul lavoro. Queste responsabilità devono essere rigorosamente accertate, attraverso la prova del dolo o della colpa del datore di lavoro, con criteri totalmente diversi da quelli previsti per il riconoscimento del diritto alle prestazioni assicurative Inail”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pertanto, “il riconoscimento dell’infortunio da parte dell’Istituto non assume alcun rilievo per sostenere l’accusa in sede penale, considerata la vigenza in tale ambito del principio di presunzione di innocenza nonché dell’onere della prova a carico del pubblico ministero. E neanche in sede civile il riconoscimento della tutela infortunistica rileva ai fini del riconoscimento della responsabilità civile del datore di lavoro, tenuto conto che è sempre necessario l’accertamento della colpa di quest’ultimo per aver causato l’evento dannoso. Al riguardo, si deve ritenere che la molteplicità delle modalità del contagio e la mutevolezza delle prescrizioni da adottare sui luoghi di lavoro, oggetto di continuo aggiornamento da parte delle autorità in relazione all’andamento epidemiologico, rendano peraltro estremamente difficile la configurabilità della responsabilità civile e penale dei datori di lavoro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri: “Capisco la rabbia, aiuteremo tutti”
15 Maggio 2020
07:20
“E’ evidente che le legittime preoccupazioni di una situazione senza precedenti possono generare anche rabbia. Lo capiamo e per questo il Governo è impegnato a sostenere imprese e famiglie, a evitare un aumento delle diseguaglianze, ad aiutare i più deboli”. Ad affermarlo è il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in un’intervista a ‘La Repubblica’, nel sottolineare che “come spesso accade nei momenti più difficili nella nostra storia gli italiani rivelano virtù civili, maturità e spirito di coesione senza precedenti”.

“Sulla Cassa integrazione c’erano lentezze ma ora il cambio è radicale”, assicura il ministro. “La Cassa integrazione è stata erogata in queste settimane a quasi 5 milioni di lavoratori. Ma ci sono state lentezze e inefficienze soprattutto per quella in deroga. Per questo abbiamo varato una riforma radicale del sistema”, sottolinea Gualtieri che, sulla liquidità alle imprese, evidenzia che ora va “meglio” ma chiede alle banche di “fare più in fretta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
nkronos.com/soldi/economia/2020/05/15/gualtieri-capisco-rabbia-aiuteremo-tutti_xR8ToLbMjAf1S3XFzO2VHJ.html

“La manovra da 55 miliardi crea sviluppo. Ci saranno crescita e occupazione”, spiega ancora il ministro nell’intervista. E a chi muove critiche al dl Rilancio per molti interventi a pioggia, il numero uno del Tesoro risponde secco: “Sono critiche sbagliate”.
“In primo luogo – spiega – non sono aiuti a pioggia ma la volontà di non lasciare indietro nessuno in una circostanza così drammatica. E’ una precisa scelta politica del Governo che io rivendico ma è anche una scelta che ha efficacia economica”. Gualtieri sottolinea gli “aiuti alle imprese, alle famiglie e ai lavoratori” e “la ricapitalizzazione delle imprese”. Il ministro evidenzia “gli investimenti massicci sull’efficienza degli edifici” e “un impegno senza precedenti sull’Università e l’assunzione di 4.000 ricercatori” e parla del “più consistente investimento sulla ricerca mai realizzato”. “Sono investimenti sul futuro importanti che mostrano un’idea di sviluppo del Paese eccome” scandisce.
Poi il passaggio sui meccanismi per i fondi europei destinati all’emergenza: “Le conclusioni dell’Eurogruppo sono chiare nel dire che l’unica condizione per accedere ai fondi del Mes è utilizzarli per coprire le spese sanitarie dirette e indirette legate al Covid e per la sua prevenzione”.
“C’e’ stata parecchia confusione da parte di chi diceva che il Mes prevede comunque condizionalità. Le condizionalità ci sono ma dopo il negoziato in Europa sono legate esclusivamente al fatto che i soldi siano utilizzati contro il coronavirus. Non ci sono altre condizioni presenti e future”.
Alla domanda se a questo punto il governo proporrà al Parlamento di usare i 36 miliardi del Mes, questo, risponde il ministro, “costituisce una importante rete di sicurezza, la sua semplice esistenza rappresenta un fattore di stabilità perché è facilmente accessibile e immediatamente a disposizione in una fase in cui tutti i paesi sono chiamati a finanziarsi in modo consistente sui mercati. Un eventuale utilizzo da parte dell’Italia verrà valutato a tempo debito”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Patuanelli: “Imprese che rispettano norme non rispondono di contagi”
15 Maggio 2020
08:50
“Le imprese che rispettano il protocollo e consentono ai lavoratori di lavorare in sicurezza non possono rispondere di contagi che non possono essere dimostrati come avvenuti all’interno dell’azienda, credo che questo sia un principio sacrosanto. Abbiamo individuato alcuni protocolli e altri li stiamo individuando proprio per garantire la massima sicurezza dei lavoratori e degli imprenditori stessi. E’ giusto che l’impresa metta in sicurezza i propri dipendenti ma è il massimo che gli imprenditori possono fare. Il governo e il Parlamento si dovranno occupare di questo tema”. Così Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo economico, ospite di 24 Mattino su Radio 24.

“Il beneficio del taglio dell’Irap – ha aggiunto il ministro – sarà per tutte le imprese che fatturano meno di 250milioni di euro l’anno, esclusi i settori bancario e assicurativo e le pubbliche amministrazioni. Funzionerà semplicemente con l’abrogazione della rata di saldo e di acconto di giugno 2020, quindi sarà automatica perché non dovrà essere pagata la rata e non dovrà essere pagata più, non è uno spostamento ma un’abrogazione. Una misura da 5 miliardi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sul dl Rilancio, “pubblichiamo in Gazzetta tra oggi e domani il decreto da 55 miliardi. Non è un’operazione banale fare un decreto da 55 miliardi, credo sia la manovra finanziaria più ampia fatta nel nostro Paese e che si somma al decreto da 25 miliardi fatto meno di due mesi fa e al decreto liquidità. Parlare di lentezza dell’azione di governo non credo corrisponda ai fatti”.
I tempi delle linee guida per le attività, spiega ancora Patuanelli, sono “normali. Il tempo di azione di ogni Dpcm è stato di due settimane, esattamente come l’ultimo, questo perché bisogna valutare, man mano che il tempo trascorre, gli effetti delle riaperture fatte e il diverso grado di limitazione e distanziamento va parametrato al modo in cui nelle regioni si diffonde il virus, quindi più è alta la diffusione e più restrittive devono essere le misure e viceversa”.
“E’ evidente che non è facile coniugare l’esigenza di distanziamento con quella delle attività, in particolare di ristoranti e bar – continua Patuanelli – anche perché ogni locale commerciale è diverso dall’altro e mettere misure numeriche che valgano per tutti non è facile. Stiamo lavorando in queste ore per ottenere un testo condiviso con le associazioni di categoria e le parti sociali. Sulla parte dei servizi alla persona, la reazione di quel mondo è stata molto positiva rispetto alla proposta fatta dall’Inps e dall’Iss con il Comitato tecnico-scientifico”.
“Sulla parte ristorazione – spiega – stiamo lavorando per avere un protocollo che consenta l’effettiva riapertura di bar e ristoranti”. Quando arriverà? “Le linee guida sono sempre arrivate nel week end precedente alla riapertura. Il 24 aprile abbiamo sottoscritto il protocollo per le riaperture del 27. Quindi, è normale che ci sia in queste ore un dibattito sui testi”.
E sulle misure messe in campo dall’Ue, “io credo che l’Europa debba garantire non prestiti ma fondo perduto. Il Recovery Found è fondamentale e deve arrivare il prima possibile, è una dotazione da almeno 1000 miliardi e deve consentire agli Stati membri di supportare la crescita del loro Paese e delle loro imprese. Ulteriori prestiti non sono necessari”.
“Nel decreto che stiamo per pubblicare in Gazzetta c’è un’operazione molto forte, per cui ringrazio il ministro Speranza, di rafforzamento del nostro servizio sanitario che avrà in dote un 120% in più di posti in terapia intensiva, e 250 milioni allocati sulla sanità. L’importante – ribadisce – è che l’Europa si doti di uno strumento a fondo perduto, dopo di che ci sarà il Parlamento a decidere la cosa migliore per il nostro Paese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crisi coronavirus, pil Germania -2,2% nel primo trimestre
15 Maggio 2020
11:35
Nel primo trimestre il Pil della Germania è sceso del 2,2% rispetto ai tre mesi precedenti a causa dei primi effetti della crisi aperta dalla pandemia di coronavirus. Lo comunica l’ufficio federale di statistica Destatis. A prezzi correnti la riduzione significa che il Pil tedesco è passato dagli 881,8 miliardi del quarto trimestre 2019 agli 847,4 miliardi dei primi tre mesi dell’anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Saccoccia (Asi): “Grande aiuto da satelliti in emergenza”
15 Maggio 2020
12:15
Dai satelliti “arriva un grande aiuto nelle situazioni di emergenza” e “anche per l’emergenza dettata dal nuovo coronavirus”. A scandirlo è stato il presidente dell’Asi, Giorgio Sacoccia, parlando nel corso della diretta web promossa dal’Asi per parlare a tutto campo delle attività spaziali anche mirate alla lotta al Covid-19. Saccoccia ha sottolineato che proprio i satelliti di Osservazione della Terra “hanno fornito dati sul calo dell’inquinamento dovuto al lockdown” e queste informazioni, ha sottolineato, “saranno importanti” anche dopo la crisi sanitaria.

Anche l’Agenzia Spaziale Italiana “sta cercando di fare tutto il possibile per l’emergenza coronavirus”, ha aggiunto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Fase 2, telefonata tra Maggino e ambasciatrice Gb
‘Costruire nuovo paradigma a guida della ripresa economica, attraverso approccio più sostenibile’
15 Maggio 2020
13:20
Si è appena conclusa la telefonata tra Filomena Maggino, consigliere del premier Conte e presidente della Cabina di Regia ‘Benessere Italia’, e l’ambasciatrice britannica in Italia e San Marino, Jill Morris. Al centro del colloquio il tema del benessere e della sostenibilità.

Nel corso della conversazione telefonica l’ambasciatrice Morris ha riconosciuto il valore della decisione del governo di predisporre una Cabina di Regia sul benessere dei cittadini. L’attuale organo di Palazzo Chigi, riconosciuto anche dall’Ocse, ha il compito di sostenere, potenziare e coordinare le politiche e le iniziative del governo italiano per il Benessere Equo e Sostenibile (Bes) e per l’attuazione della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile (SNSvS), nell’ambito degli impegni sottoscritti dall’Italia con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel corso della telefonata, Morris e Maggino hanno sottolineato l’importanza del rinnovamento e della riconsiderazione degli stili di vita che sono messi in discussione a fronte dell’emergenza attuale. Entrambe hanno concordato sulla necessità di costruire un nuovo paradigma a guida della ripresa economica, attraverso un approccio più sostenibile e consapevole anche in vista della futura presidenza congiunta italo-britannica di Cop26.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sassoli: “Serve Fondo ripresa presto”
15 Maggio 2020
14:00
L’approvazione della risoluzione sull’Mff 2021-27 e sul Recovery Fund rappresenta “un messaggio potente da parte del Parlamento Europeo. Abbiamo bisogno che questo progetto di ripartenza sia a disposizione rapidamente”. Lo sottolinea il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, in videoconferenza stampa a Bruxelles.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Profumo (Acri): “Da Fondazioni oltre 80 milioni di euro per l’emergenza”
“Innescate raccolte fondi per altri 50 , anche in Fase 2 nostro contributo sarà importantissimo”
15 Maggio 2020
16:30
Per rispondere all’emergenza del coronavirus, le Fondazioni di origine bancaria “hanno stanziato a oggi oltre 80 milioni di euro e innescato raccolte fondi presso le comunità per altri 50 milioni”. Lo ha detto il presidente di Acri, Francesco Profumo. A queste risorse, ha aggiunto, “si aggiunge un fondo complementare di 500mila euro per ridurre l’onerosità finanziaria dei prestiti”.

“Come sempre – ha spiegato – di fronte alle emergenze, anche nel caso della pandemia, il Terzo settore italiano si è mobilitato senza risparmiarsi. Dal supporto alla gestione della crisi sanitaria all’assistenza alle persone in difficoltà costrette in casa e spesso isolate in particolare gli anziani e disabili, fino alla distribuzione di pasti: tutto quello che il Terzo settore faceva quotidianamente nel nostro Paese – ha detto ancora Profumo – ha continuato a farlo pur tra maggiori difficoltà e rispondendo a richieste crescenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dalle Fondazioni, ha continuato il presidente, è arrivato “il massimo supporto”, come ad esempio “l’anticipo della liquidità alle organizzazioni già vincitrici di bandi e mettendo in campo anche misure straordinarie”. Il sostegno ha interessato anche il Sistema sanitario nazionale nella gestione dell’emergenza, con “l’acquisto di materiali, il supporto per nuovi reparti, favorendo l’arrivo dall’estero dei dispositivi medici necessari e attivando raccolte fondi sui territori”.
Ai fondi stanziati da Acri si aggiunge anche l’attivazione “di un fondo di garanzia, finanziato attraverso il Fondo nazionale iniziative comuni, che ha visto con una dotazione totale di 5 milioni di euro e che è alla base del Prestito Sollievo”, iniziativa avviata con Intesa Sanpaolo che permette finanziamenti agevolati al terzo settore.
“E’ ancora presto per fare valutazioni”, ha spiegato Profumo nel ricordare che ‘Prestito Sollievo’ è attivo solamente dal 30 aprile, ma “sin da subito sono iniziate ad arrivare tante richieste: un segnale che la nostra iniziativa va nella giusta direzione e che, come avevamo previsto, le organizzazioni hanno un grande bisogno di liquidità e lo avranno anche nei prossimi mesi. Con questa iniziativa non intendevamo guardare solo alla risposta all’emergenza, ma anche e soprattutto alla fase della ripartenza, quando l’attività del Terzo settore, non solo in campo sanitario, ma anche culturale, sociale ed educativo sarà preziosissima”, ha spiegato ancora il presidente di Acri.
La fase 2 – Nella fase di ripartenza dopo il lockdown “il contributo delle Fondazioni sarà ancora importantissimo”, ha poi detto Profumo. Nel momento dell’emergenza, ha spiegato, le Fondazioni di origine bancaria “hanno saputo reinventarsi, rimodulando, senza mai interrompere, le loro attività in favore delle comunità. La loro natura di soggetti privati, profondamente radicati nei territori, ha permesso di farlo agevolmente e in tempi rapidissimi”. Ora, ha detto ancora il presidente di Acri, “si tratta di riavviare l’attività in quei settori in cui le Fondazioni intervengono abitualmente e la cui attività è stata bloccata in questi mesi: la cultura, l’istruzione, la ricerca, la sostenibilità e la rigenerazione urbana. Oltre, ovviamente, al presidio del welfare, un campo in cui l’attività non si è mai interrotta anche durante la fase 1”.
Rischio disuguaglianza e nuova povertà – “La crisi rischia di acuire le disuguaglianze. Tutti i soggetti fragili delle nostre comunità, come gli anziani non autosufficienti, i disabili, i detenuti, i migranti, i poveri, i senza tetto, che vivevano in condizioni di grandi difficoltà anche prima della pandemia, oggi sono messi ancor di più alla prova”, ha quindi detto Profumo. “Il Terzo settore – ha spiegato – continua a prestare la propria preziosissima opera di cura e di coesione sociale in condizioni spesso difficilissime. Inoltre, a causa del Covid in molti hanno perso o perderanno il lavoro, e si creeranno nuove povertà, il cui impatto complessivo si chiarirà solo nei prossimi mesi, quando potremo fare i conti”, ha aggiunto.
Sul versante scolastico, ha poi detto, “la didattica a distanza ci svela un aspetto drammatico di questa crisi: le disuguaglianze socio-economiche che lacerano il nostro Paese possono acuirsi in questa fase. Non solo per la carenza di computer o tablet e la scarsa o assente coperture della rete, ma anche alle difficoltà di alcune famiglie di accompagnare i bambini in questo percorso”, ha detto con preoccupazione Profumo. Anche su questo fronte, ha ribadito, “le Fondazioni si sono attivate, acquistando tablet per le scuole, e, attraverso il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, rimodulando i progetti in corso per continuare ad assistere i ragazzi, anche in questa situazione di difficoltà”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Secondo Profumo, “la scuola italiana è arrivata poco preparata a questa crisi, certamente imprevista e dirompente” ma nonostante ciò “il sistema ha retto”. Questo, ha spiegato il presidente di Acri, è stato possibile “grazie alla disponibilità e all’inventiva degli insegnanti e dei dirigenti scolastici, che hanno saputo attivare forme straordinarie di didattica a distanza, spesso con mezzi propri, garantendo così il proseguimento della didattica e alcuni piccoli momenti di aggregazione tra i bambini e i ragazzi costretti in casa dal lockdown. In questa fase, un ruolo importantissimo l’hanno svolto le famiglie, che hanno coadiuvato l’attività degli insegnanti e accompagnato i figli nelle attività”.
L’emergenza in corso, ha detto ancora, “ci ha fatto ancora più capire che la scuola non è solo didattica, ma che svolge anche un’insostituibile funzione di inclusione e di presidio sociale: tutto questo non si può fare da remoto. C’è bisogno di tornare in classe. L’e-learning può integrare la didattica anche in futuro, facendo tesoro dell’esperienza di questi mesi, ma non può sostituire la didattica in presenza, perché la scuola non è riducibile a un luogo in cui si trasferiscono informazioni, ma è uno spazio essenziale di relazioni tra docenti e studenti e tra gli studenti stessi”. La crisi, ha concluso, “ci ha aiutato a rivalorizzare il ruolo sociale della scuola. Non è solo educazione, la scuola è un luogo meraviglioso”.
La risposta del governo all’emergenza – “Il governo italiano, come quelli degli altri Paesi, si è trovato a gestire un’emergenza senza precedenti e ha progressivamente messo in atto misure di risposta, dalla cassa integrazione ai finanziamenti agevolati per le imprese. Certo – ha aggiunto – certo con le difficoltà e i tempi di erogazione che conosciamo”.
“Altre misure sono in via di definizione – ha spiegato – in favore del Terzo settore meridionale: tra queste, raccogliendo una richiesta espressa dalla Fondazione Con il Sud, che questo mondo lo conosce bene, il Governo ha preso un’iniziativa che prevede la concessione di risorse a fondo perduto in favore delle organizzazioni non profit del Mezzogiorno”. C’è poi l’intervento della Cassa Depositi e Prestiti, ha ricordato Profumo, che “ha messo in campo misure straordinarie: dal un lato, avviando una grandissima operazione di rinegoziazione di mutui degli Enti territoriali, dall’altro, mettendo a disposizioni ingenti risorse in favore delle imprese”. Infine l’Europa: “Dopo un inizio incerto, le istituzioni europee hanno deliberato iniziative senza precedenti per rispondere all’emergenza. Ora, sta a noi non sprecare queste opportunità”, ha aggiunto.
Immigrazione e dl Rilancio – Infine, ha detto il presidente Profumo riferendosi alla regolarizzazione degli immigrati che lavorano nell’agricoltura, inserita nel dl Rilancio e voluta fortemente dal ministro Bellanova, “credo che l’iniziativa sia di altissimo valore civile, in una società che si è trasformata prendere un’iniziativa in una fase di emergenza di questo genere è coraggiosa. Credo che il coraggio in queste cose ci voglia. Bisogna vedere con l’occhio corretto quali siano problemi e trovare le soluzioni”, ha concluso Profumo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Caporalato: la giornata dell’’invisibile’ Mohamed
Sveglia alle 4 per raccoglie fragole a 35 euro al giorno, uno dei tanti braccianti irregolari che la ministra Bellanova vuole ‘salvare’
15 Maggio 2020
17:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sveglia nel cuore della notte, alle 4. Poi subito 2 chilometri a piedi, al buio, per raggiungere attraverso campi e fossati, il punto di raccolta sulla strada dove, il furgone gremito di connazionali ma anche di italiani, lo porterà a destinazione, a raccogliere le fragole nelle serre di Strasatti, alle porte di Marsala, in Sicilia. Inizia così la dura giornata di lavoro di Mohamed (nome di fantasia), 28 anni, tunisino. Uno delle centinaia di migliaia di “invisibili”, come li chiama la ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova, ovvero di braccianti agricoli irregolari, fuggiti a fame e angherie dai loro paesi di origine e assoldati nelle campagne italiane, quasi sempre dai caporali.

Gli stessi criminali che estorcono a lui e ad altri compagni di sventura, 5 euro al giorno per essere trasportati sul luogo di lavoro ed essere riportati a casa, nei ‘ghetti’. Una ‘tangente’ obbligata per chi senza permesso di soggiorno e senza contratto, non può permettersi di guidare un’automobile, non avendo neanche la patente o un documento che ne attesti l’identità. Una ‘tassa’ gravosa per chi guadagna, dopo 9-10 ore di lavoro massacrante, appena 35 euro al giorno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mohamed inizia a raccogliere le fragole alle prime luci dell’alba, alle 6 del mattino, nell’ambiente chiuso della serra, tutt’altro che salutare, dove si respira un’aria pervasa dai fitofarmaci sotto l’occhio attento del proprietario dell’azienda agricola.
E’ un lavoro che richiede una certa professionalità e pazienza perché le fragole vanno colte con delicatezza affinché arrivino integre al mercato. Ed è anche molto faticoso: Mohamed sta tutto il giorno piegato, con la schiena curva, perché le fragole crescono e maturano rasoterra. Come lui tanti altri disperati, africani, italiani e anche molte donne romene. Di questi tempi di Covid-19 è più dura che mai, c’è anche preoccupazione per l’aspetto igienico sanitario, perché anche se le distanze tra braccianti possono essere facilmente rispettate, né guanti né tantomeno mascherine vengono fornite dai datori di lavoro.
Alle 12 circa, una breve pausa pranzo con un panino e una bottiglietta d’acqua, quasi sempre ‘elargita’ dai proprietari del fondo, mentre il caldo africano, portato dallo Scirocco comincia a farsi sentire con temperature che già superano i 40 gradi.
A fine giornata, Mohamed rimonta sul furgone, è trafelato. La giornata non è ancora terminata. Un altro viaggio di un’ora per raggiungere, stipato come una sardina, il punto di raccolta della mattina. Una volta sceso deve fare gli stessi 2 chilometri a piedi, percorsi la notte precedente, per raggiungere verso le 18, il casolare abbandonato che condivide con altri 80 ‘invisibili’.
Qui durante il lungo lockdown è dovuto rimanere forzatamente bloccato, senza poter guadagnare e in una promiscuità davvero pesante.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I clandestini, un pericolo anche per la popolazione, sono stati confinati e controllati per impedire loro di uscire a comprare il cibo. Una sopravvivenza che è stata assicurata solo dalle derrate portate dai volontari delle associazioni laiche e cattoliche.
La sera Mohamed va a letto presto, prestissimo. Domani di nuovo sveglia alle 4 per andare a raccogliere le fragole ma, appena sarà finita la stagione, nessuna certezza.
Mohamed dovrà tornare nel ghetto di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani, dove quando c’è il pienone, nella stagione delle olive, a settembre, si arriva a 1.500 presenze nella baraccopoli. Intanto, quasi sicuramente durate l’estate dovrà spostarsi in altre province o addirittura in altre regioni, magari in Puglia a raccogliere pomodori o fino in Trentino Alto Adige a raccogliere le mele. Lì almeno si starà più freschi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2, Garavini (Bper): “Smart working e sicurezza per servizi qualità a clienti”
15 Maggio 2020
17:57
Il vice direttore generale di Bper Banca, Eugenio Garavini
Pubblicato il: 15/05/2020 17:58
Affrontare in sicurezza, per dipendenti e clienti, l’emergenza coronavirus. Riuscendo a coniugare ad essa lo standard di qualità dei servizi precedente allo scoppio della pandemia, con l’utilizzo di strumenti nuovi o riscoprendone altri ancora non valorizzati al meglio. E’ la sfida che ha affrontato in questi mesi Bper Banca, come ha spiegato il vice direttore generale Eugenio Garavini.

“La prima riflessione -spiega- è stata sulla necessità interna di capire come affrontare la situazione. La decisione è stata di verificare se i nostri sistemi di continuità operativa fossero in grado di funzionare: una volta accertato che la struttura dal punto di vista organizzativo era in grado di gestire le funzioni critiche anche a distanza, con tutto ciò che ne conseguiva, abbiamo ritenuto di non avviare uno stato di crisi. Questo ci ha permesso di operare in via normale: è stato il primo passaggio importante”, sottolinea.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il passaggio successivo è stato quello di monitorare la situazione. “Abbiamo quindi costituito -racconta Garavini- un ‘Team emergenza’ che ha avuto lo scopo di raccogliere le funzioni aziendali di ambito affari, risorse umane, organizzazione, e ovviamente del servizio prevenzione e protezione, in modo tale che tutti i pomeriggi, dal 26 febbraio, abbiamo convocato un momento di incontro per fare il punto della situazione, verificare le decisioni e sottoporle agli organi deliberanti che a mano a mano venivano interessati. Si tratta di una struttura che monitora, gestisce e prende le decisioni giorno per giorno”.
E Bper per ridurre al minimo il rischio contagio per i dipendenti ha puntato “sull’operatività in smart working, con l’obiettivo di alleggerire il più possibile le strutture e collaudare allo stesso tempo un meccanismo permesso anche dal Dpcm governativo. La presenza nelle strutture centrali l’abbiamo ridotta pesantemente con punte anche del 90% di chiusure, senza presenza dei colleghi in ufficio, quindi, ma con operatività da casa. Nelle filiali, in cui è più difficile attuare lo smart working perchè c’è il rapporto con la clientela, abbiamo comunque raggiunto percentuali considerevoli di smart working”, aggiunge Garavini.
E l’azienda si è anche impegnata “per potenziare gli strumenti di protezione individuale e di gestione delle strutture. Inoltre abbiamo lavorato a fondo sulla sanificazione dei locali e degli impianti di aerazione e di condizionamento”.
Sicurezza per i dipendenti ma anche per i clienti. “L’altro aspetto importante -sottolinea Garavini- è stato regolamentare l’orario di accesso dei clienti nelle filiali con la modalità dell’appuntamento. Non si tratta solo di un discorso legato all’emergenza, ma di una cultura diversa del rapporto tra banca e la propria clientela. Con l’appuntamento il cliente telefona e sulla base della necessità si verifica cosa fare. Il concetto di appuntamento dà proprio l’idea di un rapporto stretto tra un gestore allo sportello e il cliente stesso. Può avere controindicazioni per chi è abituato ad andare all’improvviso in banca senza telefonare, ma il fatto di far venire in filiale il cliente per potergli offrire servizi di qualità come la consulenza finanziaria o familiare dà la possibilità di creare più confidenza e un rapporto migliore”, aggiunge ancora.
Una soluzione che potrebbe avere un futuro in Bper anche dopo la fine dell’emergenza. “Dovremo verificare -spiega Garavini- se proseguire anche in futuro su questa sperimentazione importante, e studiare come farla diventare ‘comportamento’. Bisogna contemperare le esigenze della banca e del cliente. Ma credo che questo modello possa essere tenuto in considerazione e approfondito”, rimarca.
E ancora sono altri gli strumenti messi in campo dal Gruppo per affrontare l’emergenza. “Abbiamo valorizzato il ruolo del Contact center, svolto con competenza e capacità di relazione, come un aspetto molto importante. L’altro elemento-cardine è la valenza non tanto di novità, ma di comprensione del concetto, di poter fare a meno della presenza fisica in banca per l’operatività corrente. C’è stata una riscoperta da parte del cliente dell’internet banking e dell’operatività degli Atm, non solo per il prelievo ma anche per il versamento. Quei pochi esercizi commerciali che erano aperti durante il lockdown hanno potuto fare versamenti di sera grazie agli Atm evoluti: una nuova modalità utile anche per tutelare la salute fisica. Ecco una lezione, nell’epoca del Covid-19, di cui tenere conto”, sottolinea ancora il vice direttore generale del Gruppo.
“Inoltre abbiamo messo a disposizione una serie di strumenti per l’operatività a distanza dei nostri colleghi per lavorare anche sul mondo finanza e investimenti. Questo è un aspetto importante che riguarda a 360 gradi il risparmiatore”, ricorda Garavini.
E Bper non ha fatto mancare l’impegno per famiglie e imprese. “Bper si è attivato subito con una serie di interventi interni di moratoria, ai quali si sono aggiunte le altre tipologie di moratorie comprese nei Dpcm via via emanati, nel Decreto Cura Italia e nel Decreto liquidità. Questi ultimi due provvedimenti hanno toccato sia il discorso dei finanziamenti a garanzia pubblica sia le anticipazioni della Cig”. “Su questi fronti Bper -aggiunge ancora Garavini- si è attivata con una grande sforzo, anche per superare le problematiche amministrativo-burocratiche che ci sono state nella gestione dell’operatività. Ricordo inoltre che Bper, già pochi giorni dopo lo scoppio della crisi e la chiusura delle attività, era partita con proprie proposta di finanziamento per le famiglie e imprese, con due plafond rispettivamente da 100 milioni e da un miliardo di euro, per supportare immediatamente le necessità di copertura di finanziamenti-ponte a favore della clientela”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E anche i problemi burocratici si stanno risolvendo. “In questi giorni procedono tutte le iniziative avviate con garanzia governativa. Dopo gli annunci servono tempi tecnici e procedurali , non sempre è semplice mettere ‘a regime’ i provvedimenti. Dal mio punto di vista credo che il sistema bancario stia lavorando davvero ‘pancia a terra’, impegnandosi per gestire la situazione e i rapporti. Intanto con la moratoria sui mutui abbiamo dato ossigeno ai privati e alle imprese per garantire l’operatività”, ricorda Garavini.
“Sul fronte solidarietà, poi, sottolineo che tutte le componenti della banca – ovvero gli impiegati, i manager, i top manager, il Consiglio di amministrazione – hanno fatto una scelta precisa avviando una raccolta fondi e autotassandosi a livello personale. A ciò si è aggiunta ‘integrazione da parte di Bper Banca, così abbiamo raccolto due milioni e 400mila euro circa che verranno destinati ad alimentare molte attività di sostegno, donazione e supporto non solo per gli aspetti sanitari, ma anche su progetti che toccano temi diversi come il contrasto alla povertà e il supporto alle scuole con strumenti informatici”, conclude.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Palestre chiuse, “rimborsi per 1,9 miliardi”
15 Maggio 2020
18:03
Se le palestre riapriranno il 25 maggio, il valore complessivo dei rimborsi spettanti agli utenti che hanno sottoscritto abbonamenti in tali strutture ammonta in Italia a quasi 1,9 miliardi di euro. Lo afferma il Codacons, che ha elaborato oggi i calcoli relativi agli indennizzi spettanti ai cittadini in virtù della chiusura degli impianti a causa dell’emergenza coronavirus. Tutte le opzioni facoltative offerte dalla palestre, dai corsi on line all’allungamento dell’abbonamento, ”possono essere scelte dal consumatore come forma di indennizzo, ma non escludono la possibilità degli utenti di chiedere e ottenere rimborsi in denaro”, spiega il presidente Carlo Rienzi.

L’attività di palestre, piscine e centri sportivi di tutta Italia, ricorda il Codacons, è stata sospesa per effetto del dpcm del governo, firmato dal premier, Giuseppe Conte, lo scorso 9 marzo, ricorda l’associazione. Questo ha comportato, nell’ipotesi in cui le strutture potranno riaprire il prossimo 25 maggio, 76 giorni complessivi di chiusura degli impianti, e il diritto degli utenti al rimborso parziale degli abbonamenti (secondo quanto previsto dal codice civile).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Considerato che in Italia il costo medio di un abbonamento annuale in palestra è pari a 450 euro, ogni singolo iscritto ha diritto in media a 94 euro di rimborso, per un valore complessivo di 1,88 miliardi di euro, dal momento che sono circa 20 milioni gli italiani che frequentano le palestre. Il Codacons offre assistenza ai cittadini che intendano chiedere un rimborso per i giorni di chiusura delle palestre, ma anche ai gestori degli impianti che sono stati ”pesantemente danneggiati dall’emergenza” e devono essere ”sostenuti e aiutati dal Governo”, conclude.

Economia tutte le notizie Tutto il mondo economico in un click! INFORMATI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 12 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:42 DI MERCOLEDì 13 MAGGIO 2020

ALLE 10:28 DI GIOVEDì 14 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread Btp-Bund scende a 237 punti base
Rendimento del decennale italiano all’1,82%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
10:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scende lo spread tra Btp e Bund a metà mattina. Il differenziale tra i titoli decennali è a 237 punti, dopo aver aperto a 244 punti base, con un rendimento per il Btp dell’1,82%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio: solo 20% italiani potrà andare in vacanza
Si rischiano centinaia di migliaia di posti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La stagione turistica sarà tutta in perdita. Lo ha detto la Confcommercio in audizione alla Commissione Industria del Senato spiegando che finita l’emergenza sanitaria “ci sarà il problema di riempire le stanze degli alberghi”. Potrà andare in vacanza, ad esclusione di chi ha le seconde case, solo il 20% degli italiani. Nel settore turistico – ha spiegato Alberto Corti, responsabile turismo dell’associazione – a causa dell’emergenza da Covid, le perdite potrebbero essere di 120 miliardi da qui a fine 2020. Con la chiusura delle attività commerciali e turistiche e la difficile ripartenza bloccata dal distanziamento sociale contro il contagio da Covid, secondo l’associazione, potrebbero essere persi oltre 400.000 posti di lavoro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mise, 8.500 domande al giorno per il fondo di garanzia
Lombardia prima regione, gli autonomi ne usufruiscono poco
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
17:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per il fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, dal 17 aprile, ci sono state “una media di 8.500 domande al giorno, con punte in alcuni giorni di 12 mila-anche 20 mila”. Sono i dati, aggiornati all’11 maggio, presentati dalla direttrice generale per gli incentivi alle imprese del ministero dello Sviluppo economico, Laura Aria, in un’audizione alla Commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario sulle iniziative della task force per la liquidità nell’emergenza Coronavirus. Il 78% delle garanzie è stato rilasciato alle micro imprese, il 18,5% alle piccole imprese, il 2,5% alle medie imprese e lo 0,2% alle mid-cap fino a 499 imprese, con la categoria dei lavoratori autonomi, spiega Aria, che “stanno usufruendo meno di questo strumento”. Le più rappresentate sono le imprese diverse dalle ditte individuali (sono il 64%) e le ditte individuali (35%) poi vengono, con lo 0,6%, professionisti e persone fisiche e, con lo 0,4%, studi professionali. Le Regioni ai primi posti sono Lombardia (21,6%), Lazio (10,7%) e Piemonte (7,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ferrari progetta ventilatore polmonare in 5 settimane
Prototipo realizzato con l’Istituto italiano di tecnologia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MARANELLO
13 maggio 2020
16:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un ventilatore polmonare versatile, facile da usare e da assemblare, in grado di ottimizzare il consumo di ossigeno e di essere prodotto in serie utilizzando materiali di facile reperibilità: lo hanno progettato in appena cinque settimane – dall’idea al prototipo – la Scuderia Ferrari Mission Winnow e l’Istituto italiano di tecnologia (Iit).
Il progetto, annunciato oggi in videoconferenza stampa, è stato identificato con il codice ‘FI5′: le lettere sono le iniziali, rispettivamente, della casa di Maranello, dell’istituto di ricerca con sede a Genova, mentre la cifra indica il numero delle settimane che ci sono volute per arrivare all’accensione del prototipo partendo da un foglio bianco. È “open source”, il che significa che chiunque può produrlo: già alcune aziende italiane e straniere (Messico e Usa) hanno contatto Ferrari e Iit per procedere alla certificazione e alla distribuzione. Iit, connesso con tutti i centri di ricerca europei, veicolerà il progetto sulla rete Dih-Hero dedicata alle tecnologie robotiche in sanità.
I requisiti essenziali sono stati messi a punto grazie all’esperienza sul campo raccolta in varie strutture ospedaliere italiane come l’Ospedale Niguarda di Milano e il Policlinico San Martino di Genova. Il Gruppo Camozzi, bresciano, specializzato nell’automazione industriale, ha avuto un ruolo chiave nella scelta di alcuni componenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rosso (-1,9%) con l’Europa
In calo petroliferi e auto. Spread Btp-Bund a 232 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
17:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Forte calo per la Borsa di Milano (-1,9%), come per le altre principali Borse europee, insieme a Wall Street. Soffrono le banche, a partire da Fineco (-3,9%), Unicredit (-3,2%), Bper (-2,5%), Ubi -2,3%), Banco Bpm (-1,6%) e Intesa (-0,9%), con lo spread Btp-Bund a 232 punti. Male le auto, con Fca (-1,7%) e Ferrari (-0,6%) e pesante Exor (-7%). In fondo al listino principale anche i petroliferi, da Tenaris (-3,9%) a Saipem (-1,8%) e Eni (-1,7%), col greggio in calo (wti -1,6% a 25,36 dollari al barile). Pesanti Mediobanca (-3,4%), Poste -3,6%), Stm (-3%) e Prysmian (-2,5%).
Pochi i titoli in positivo: Banca Mediolanum (+2,3%), Cnh (+0,9%) e Terna (+1,2%) sono in cima al Ftse Mib. Più indietro Tim (+0,2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rosso (-1,9%) con l’Europa
In calo petroliferi e auto. Spread Btp-Bund a 232 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
17:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Forte calo per la Borsa di Milano (-1,9%), come per le altre principali Borse europee, insieme a Wall Street. Soffrono le banche, a partire da Fineco (-3,9%), Unicredit (-3,2%), Bper (-2,5%), Ubi -2,3%), Banco Bpm (-1,6%) e Intesa (-0,9%), con lo spread Btp-Bund a 232 punti. Male le auto, con Fca (-1,7%) e Ferrari (-0,6%) e pesante Exor (-7%). In fondo al listino principale anche i petroliferi, da Tenaris (-3,9%) a Saipem (-1,8%) e Eni (-1,7%), col greggio in calo (wti -1,6% a 25,36 dollari al barile). Pesanti Mediobanca (-3,4%), Poste -3,6%), Stm (-3%) e Prysmian (-2,5%).
Pochi i titoli in positivo: Banca Mediolanum (+2,3%), Cnh (+0,9%) e Terna (+1,2%) sono in cima al Ftse Mib. Più indietro Tim (+0,2%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rosso (-2,1%)
Il Ftse Mib a 17.183 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2020
17:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rosso per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha perso il 2,14% a 17.183 punti. In negativo la maggior parte delle piazze europee,
Wall Street procede negativa. Il Dow Jones perde l’1,06% a 23.512,93 punti, il Nasdaq cede lo 0,12% a 8.990,94 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,74% a 2.847,18 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in forte calo
Parigi (-2,8%), Francoforte (-2,5%) e Londra (-1,5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in forte calo per le principali Borse europee, peggiorate con Wall Street, dopo che il presidente della Fed, Jerome Powell, ha parlato di possibili danni a lungo termine per l’economia Usa. La peggiore è stata Parigi (-2,85%) a 4.344 punti, seguita da Francoforte (-2,56%) a 10.542 punti, Londra (-1,51%) a 5.904 punti e Madrid (-1,94%) a 6.631 punti. Pesanti le banche, le auto e i petroliferi, col greggio in forte calo (wti – 2% a 25 dollari al barile) e l’oro rialzo (+0,5%) , a evidenziare le tensioni sui mercati.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni: ok assemblea a bilancio, dividendo 0,86 euro
Nominato nuovo cda, Lucia Calvosa presidente
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
18:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea degli azionisti di Eni ha approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019, chiuso con un utile di 2,9 miliardi. Lo si legge nella nota diffusa al termine della riunione che ha anche approvato il pagamento di un dividendo di 0,86 euro, di cui 0,43 di saldo dividendo con pagamento il 20 maggio, con stacco cedola il 18 maggio e “record date” il 19 maggio.
L’assemblea ha anche deliberato la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione, che durerà tre esercizi, con scadenza alla data dell’Assemblea per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2022. Lo si legge nella nota diffusa al termine del cda.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Enel:possibili impatti Covid breve periodo,non su lungo
Utilities avranno ruolo fondamentale nella ripresa economica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
18:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“La crisi causata dalla pandemia Covid-19 rappresenta un evento senza precedenti, che potrebbe avere impatti nel breve periodo ma non nel posizionamento strategico di medio e lungo periodo”. Lo afferma l’Enel nelle risposte alle domande degli azionisti in vista dell’assemblea di domani. “La strategia del gruppo è infatti basata su un trend di lungo periodo, che non risultano al momento a rischio a causa della crisi. Al contrario – si aggiunge – si ritiene che le utilities giocheranno un ruolo fondamentale nella ripresa economica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Terna: utile trimestre 186 mln, ricavi 567,5 mln (+5,7%)
Ferraris, risultati positivi frutto accelerazione investimenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
18:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Terna ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di gruppo del periodo di 186,6 milioni (+0,3% rispetto allo stesso periodo del 2019) e ricavi per 567,5 milioni (+5,7%). Lo si legge nella nota diffusa dopo il cda che ha approvato i risultati al 31 marzo. L’Ebitda è pari a 434,2 milioni (+3,3%). Gli investimenti ammontano 217,5 milioni (+32,3%).
“I positivi risultati del primo trimestre dell’anno sono frutto del costante processo di accelerazione degli investimenti del Gruppo, a testimonianza del ruolo strategico di Terna nel processo di transizione energetica in atto nel nostro Paese verso la piena integrazione delle fonti rinnovabili.”, spiega l’a.d. Luigi Ferraris.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano pesante con banche e petrolio
Pesanti Mediobanca, Prysmian e Poste. Brilla Diasorin, bene A2a
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
18:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta di metà settimana pesante a Piazza Affari (-2,1%), con la quasi totalità del listino principale in rosso. Sofferenti le banche, da Fineco (-4,1%), Unicredit e Ubi (-3,8%), a Bper (-3,3%), Banco Bpm (-2,2%) e Intesa (-1,9%), con lo spread Btp-Bund chiuso a 233 punti. In linea la paytech Nexi (-3,4%). In fondo al Ftse Mib Exor (-7,2%) con lo stop della cessione di PartnerRe. Pesanti Mediobanca (-4,4%), Prysmian (-4%) il giorno dopo i conti, Stm (-3,8%) e Poste (-4%) con la trimestrale. Pesanti i petroliferi, da Tenaris (-4%) a Eni (-2,1%) nella giornata del nuovo Cda e Saipem (-1,9%), con il calo del greggio (wti -0,6% a 25,6 dollari al barile), che non avvantaggia Pirelli (-1,3%) che ha diffuso i conti. Perdite per Fca (-2,8%), come per il resto del comparto nel Vecchio continente.
Brillante invece Diasorin (+7,4%) che ha rivisto la guidance del 2020, bene A2a (+2,1%), insieme ad altre utility, da Terna (è1,1%) a Italgas (+0,3%), così come Banca Mediolanum (+1,7%) e Recordati (+1,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in ribasso
Cambi: yen si rivaluta su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
14 maggio 2020
02:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la seduta in calo, seguendo la chiusura negativa degli indici azionari Usa dopo le parole del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, sulla adeguatezza di “ulteriori aiuti” pubblici necessari ad uscire dalla crisi innescata dalla pandemia del coronavirus. Il Nikkei cede lo 0,63% a quota 20.138,68, con una perdita di 128 punti. Sul mercato dei cambi lo yen continua a rafforzarsi sul dollaro a un livello di 106,90 e sull’euro a 115,60.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in lieve calo a 1.715 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici -0,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in lieve calo stamani sui mercati internazionali. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.715 dollari l’oncia, in calo dello 0,6% con gli investitori cauti in attesa di segnali più certi sull’ avvio della ripresa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in lieve rialzo a 25,68 dollari al barile
Brent sale a 29,62 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
08:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in leggerissimo rialzo sul mercato after hour di New York dove le quotazioni del greggio Wti guadagnano l’1,54% a 25,68 dollari al barile in attesa di segnali più certi sulla ripresa dell’economia. Il Brent sale dell’1,44% a 29,62 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve calo a 1,0803 dollari
Sullo yen moneta unica a 115,4
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in leggerissimo calo questa mattina all’avvio dei mercati. La moneta unica vale 1,0803 dollari contro gli 1,0817 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street . Sullo yen la moneta è a quota 115,4
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund in lieve rialzo a 235 punti
Rendimento del decennale italiano all’1,80%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre in lieve rialzo a 235 punti base rispetto al livello di 233 punti della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è all’1,80%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Asia chiude in calo, si guarda a mosse banche centrali
In rosso Tokyo (-1,74%), andamento negativo anche per la Cina
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
08:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche archiviano la seduta in rosso in scia con Wall Street dopo le parole del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, sull’incertezza delle prospettive economiche e sugli “ulteriori aiuti” pubblici necessari ad uscire dalla crisi innescata dalla pandemia del coronavirus. Fari puntati anche sull’intervento del governatore della Banca di Inghilterra Andrew Bailey e del bollettino economico della Bce.
Conclude le contrattazioni in calo Tokyo (-1,74%). Sul fronte valutario lo yen si attesta a 106,85 sul dollaro e sull’euro a 115,51. A mercati ancora aperti procedono in rosso Shanghai (-0,75%), Shenzhen (-0,60%), Hong Kong (-1,43%), Seul (-0,80%) e Mumbai (-1,9%).
Sul versante macroeconomico in arrivo i dati sull’inflazione di Germania e Spagna e della bilancia commerciale dall’Italia. E dagli Stati Uniti previste le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione e l’indice dei prezzi dell’importazione.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre a -0,68%
Ftse Mib a 17.065 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari apre in calo. Il primo Ftse Mib segna un -0,68% a quota 17.065 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo
Londra (-1,36%), Francoforte (-1,18%), Parigi (-1,17%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
09:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee in calo in avvio di seduta con gli investitori che guardano ai tempi della ripresa economica dopo i danni provocati dalla pandemia da Covid-19. A incidere negativamente sugli umori dei listini ci sono le parole del presidente della Fed,Jerome Powell, sull’incertezza delle prospettive economiche. Attesa per il bollettino economico della Bce.
Aprono in calo Londra (-1,36%), in attesa dell’intervento del governatore della BoE Andrew Bailey, Francoforte (-1,18%), Parigi (-1,17%) e Madrid (-0,93%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -0,33, in luce Saipem
Diasorin, Leonardo e Nexi tra più pesanti, spread a 234
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
09:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari conferma la debolezza dell’avvio e si mostra in calo così come tutti i listini europei per incertezze economiche legate alla pandemia da Covid.
L’attesa è a bollettino della Bce. Il Ftse Mib cede un marginale 0,33 a 17.128 punti .
Vendite sulla paytech Nexi (-1,4%) . Prese di beneficio su Ferragamo (-1,39%) in rialzo dopo i conti. Tra gli altri titoli negativi Leonardo (-1,4%), Diasorin (-1,28%) e, tra i bancari, Mediolanum (-1,14%), Unicredit (-1,13%) con lo spread tra btp e bund a 234 punti base. Di contro viaggia spedita Saipem (+2,35%) con il petrolio in lieve rialzo. Bene poi Azimut (+1,51%) e Pirelli (+1,22%), quest’ultima dopo la trimestrale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue in calo
In rosso anche le assicurazioni, arretra l’euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
10:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono la seduta in calo con i timori degli investitori sulla ripresa economica. Il Vecchio continente è appesantito dall’andamento dei settori hi-tech (-1,4%) ed energia (-1,3%). In attesa del bollettino economico della Bce, sul versante valutario l’euro sul dollaro è in lieve calo a 1,081 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 perde lo 0,8%. Londra (-1,4%) è la peggiore, seguita da Parigi (-0,8%), Francoforte (-0,7%) e Madrid (-0,7%).
In rosso il comparto dell’auto (-1,3%) con Renault (-2%), Peugeot (-1,9%) e Volkswagen (-1,4%). Nonostante il rialzo del prezzo del petrolio, il comparto dell’energia si muove in terreno negativo con Shell (-2,4%), Bp (-1,1%) e Total (-0,9%).
Il comparto finanziario (-0,8%) è appesantito dalle assicurazioni con Axa (-1,5%) e Allianz (-1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: azienda romagnola di allestimenti progetta spiagge
Cibo sotto ombrellone e distanze secondo disposizioni regionali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
13 maggio 2020
13:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dagli allestimenti fieristici alla riorganizzazione delle spiagge. Così un’azienda romagnola, da anni impegnata nella progettazione di manifestazioni e show-room, si è riorganizzata per intercettare anche i bisogni dei gestori di stabilimenti balneari che devono pianificare la riapertura in base alle recenti disposizioni regionali. Alcuni avrebbero già manifestato interesse.
La Alfiere di Fusignano, ditta con sede nel Ravennate, sta progettando attrezzature per il consumo dei pasti sotto l’ombrellone, per le delimitazioni degli spazi necessari per le distanze di sicurezza, le corsie per i transiti, gli accessi e le uscite, i servizi di sanificazione in spiaggia. I progetti, dopo un sopralluogo, potrebbero essere stilati anche nel giro di tre giorni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Rilancio: arriva “buono mobilità” fino a 500 euro per bici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
08:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per incentivare forme di mobilità sostenibile alternative al trasporto pubblico locale che garantiscano il diritto alla mobilità delle persone nelle aree urbane a fronte delle limitazioni al trasporto pubblico locale operate dagli enti locali per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 si prevede che il ‘Programma sperimentale buono mobilità’ incentivi forme di mobilità sostenibile alternative al trasporto pubblico locale”. Lo si legge nel comunicato stampa del Consiglio dei ministri.
“In particolare, ai residenti maggiorenni nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti è riconosciuto un “buono mobilità”, pari al 60 per cento della spesa sostenuta e comunque non superiore a euro 500, a partire dal 4 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture. Tale “buono mobilità” può essere richiesto per una sola volta ed esclusivamente per una delle destinazioni d’uso previste. Al riguardo, si prevede lo stanziamento di ulteriori 50 milioni di euro per l’anno 2020, per un totale di 120 milioni di euro per tale annualità”. “Per gli anni 2021 e seguenti – prosegue la nota – il Programma incentiva il trasporto pubblico locale e regionale e forme di mobilità sostenibile ad esso integrative a fronte della rottamazione di autoveicoli e motocicli altamente inquinanti. Si prevede che il buono venga riconosciuto per la rottamazione della tipologia di autovetture e di motocicli indicati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020; tale buono può essere impiegato anche per l’acquisto di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel. Inoltre, il decreto amplia la normativa vigente che prevede il finanziamento di progetti per la creazione, il prolungamento, l’ammodernamento e la messa a norma di corsie riservate per il trasporto pubblico locale, ricomprendendo anche le piste ciclabili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Rilancio: 331 milioni alla scuola anche per didattica distanza
Fondi per adattare spazi e aiutare a meno abbienti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
08:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al fine di assicurare la ripresa dell’attività scolastica in condizioni di sicurezza e di garantire lo svolgimento dell’anno scolastico 2020/2021 in modo adeguato alla situazione epidemiologica, il fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche è incrementato di 331 milioni di euro nel 2020. Lo si legge nel comunicato stampa del Cdm.
Le risorse sono destinate ai seguenti interventi: acquisto di servizi professionali, di formazione e di assistenza tecnica per la sicurezza sui luoghi di lavoro, per la didattica a distanza e per l’assistenza medico-sanitaria e psicologica, di servizi di lavanderia, di rimozione e smaltimento di rifiuti; acquisto di dispositivi di protezione e di materiali per l’igiene individuale e degli ambienti, nonché di ogni altro materiale, anche di consumo, in relazione all’emergenza epidemiologica da COVID-19; interventi in favore della didattica degli studenti con disabilità, disturbi specifici di apprendimento ed altri bisogni educativi speciali; interventi utili a potenziare la didattica anche a distanza e a dotare le scuole e gli studenti degli strumenti necessari per la fruizione di modalità didattiche computabili con la situazione emergenziale nonché a favorire l’inclusione scolastica e ad adottare le misure che contrastino la dispersione; acquisto e messa a disposizione, in particolare degli studenti meno abbienti, in comodato d’uso, di dispositivi digitali individuali e della necessaria connettività di rete per la fruizione della didattica a distanza nonché per favorire l’inclusione scolastica e adottare misure che contrastino la dispersione; acquisto e utilizzo di strumenti editoriali e didattici innovativi; adattamento degli spazi interni ed esterni e la loro dotazione allo svolgimento dell’attività didattica in condizioni di sicurezza, inclusi interventi di piccola manutenzione, di pulizia straordinaria e sanificazione, nonché interventi di realizzazione, adeguamento e manutenzione dei laboratori didattici, delle palestre, di ambienti didattici innovativi, di sistemi di sorveglianza e dell’infrastruttura informatica. ACQUISTA SU AMAZON Fai una donazione

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE! SEMPRE AGGIORNATE! DA NON PERDERE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 25 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:15 DI MARTEDì 12 MAGGIO 2020

ALLE 10:42 DI MERCOLEDì 13 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura poco variata
Cambi: yen perde terreno su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
12 maggio 2020
02:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo apre la seduta all’insegna della cautela, in attesa dei dati dall’inflazione in Cina e malgrado il consolidamento dei guadagni per il sesto giorno consecutivo del listino tecnologico americano Nasdaq, che dà slancio al comparto anche in Giappone. L’indice Nikkei segna una variazione appena positiva dello 0,16% a quota 20.423,99, aggiungendo 33 punti. Sul mercato valutario lo yen arretra sul dollaro a 107,50 e al cambio con l’euro a 116,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a 24,46 dollari al barile
Brent sale a 29,82 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo questa mattina sull’onda delle prime riaperture delle attività in diversi paesi. I contratti sul greggio Wti con scadenza a giugno passano di mano a 24,46 dollari al barile ( 24,14 ieris era a New York). Il Brent cresce ancora dello 0,64% a 29,82 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzi in lieve rialzo a 1.700 dollari l’oncia
Il metallo prezioso guadagna lo 0,6%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in live rialzo questa mattina sui mercati internazionali. Il metallo prezioso guadagna lo 0,6% a 1.700 dollari l’oncia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Illimity: in trimestre utile netto a 4,5 milioni di euro
Passera, nonostante Covid-19 dimostriamo nostra dinamicità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Illimity Bank chiude il primo trimestre con un utile netto a 4,5 milioni di euro. Lo rende noto la banca confermando l’attesa di un risultato “positivo per l’esercizio in corso seppur su valori più contenuti rispetto alle aspettative di inizio anno”, per effetto del covid-19.
Gli attivi della Banca sono rimasti sostanzialmente stabili a 3,1 miliardi di euro rispetto al trimestre chiuso il 31 dicembre 2019. I crediti verso la clientela nel trimestre si attestano a 1,66 miliardi rispetto ai 1,64 miliardi di fine 2019. Nel primo trimestre si conferma la “robusta dotazione di liquidità” della Banca, pari a circa 750 milioni di euro.La raccolta diretta da clientela retail e corporate della Banca è ulteriormente cresciuta nel primo trimestre dell’anno, raggiungendo 1,7 miliardi di euro (+7% rispetto al 31 dicembre 2019). Il Cet1 ratio della Banca si attesta al 18,7%.
L’emergenza Covid-19 è una sfida per “tutti noi, per il mondo delle imprese e delle banche. In una situazione senza precedenti, la banca ha peraltro saputo confermare la propria dinamicità, forte di un modello organizzativo e di business snello e altamente tecnologico”, afferma Corrado Passera, ceo di Ilimity.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in lieve calo a 237 punti
Rendimento del decennale italiano all’1,88%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in lieve calo per lo spread tra btp e bund che segna 237 punti, 2 in meno dei 239 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è all’ 1,88%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro poco mosso 1,0815 dollari
La moneta unica vale 116,23 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata poco mosso per l’euro nei confronti del dollaro. La moneta unica vale 1,0815 dollari contro gli 1,0814 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Nei confronti dello yen l’euro è a quota 116,23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre piatta (+0,07%)
Indice Ftse Mib a 17.394 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2020
09:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre piatta. Il primo indice Ftse Mib (+0,07%) si attesta a 17.394 punti.

Le Borse europee aprono in calo con gli investitori che restano cauti sull’andamento della pandemia da Covid-19. La fase di ottimismo per la ripartenza risente dei timori di nuovi contagi e dell’attesa di maggiori dettagli sugli strumenti da utilizzare per dare impulso all’economia. Sul fronte valutario è poco mosso l’euro sul dollaro con la moneta unica che si attesa a 1,0815 sul biglietto verde. In rosso Francoforte (-0,44%), Londra (-0,42%), Parigi (-0,37%). Piatta Madrid (+0,01%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano accelera con le banche, corre Fineco
In calo Eni e Atlantia, in lieve calo lo spread tra Btp e Bund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
09:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,7%) accelera con l’ottimismo sulla fase della ripartenza e l’arrivo di nuove misure di stimolo all’economia. A Piazza Affari si mettono in mostra le banche mentre lo spread tra Btp e Bund apre in lieve calo a 237 punti.
Dopo i primi scambi corrono Fineco (+2,2%) e Prysmian (+2%).
Tra le banche bene Bper (+1,4%), Ubi (+1,3%), Unicredit (+0,9%) e Intesa (+0,7%). Seduta in rialzo anche per Italgas (+0,7%), nel giorno dell’assemblea, e Tim (+1,1%).
In lieve calo Eni (-0,4%), mentre il prezzo del petrolio fa registrare un incremento. In rosso anche Fca (-0,2%) e Atlantia (-0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa gira in positivo con le Tlc
Soffrono assicurazioni e energia. Poco mosso euro su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
10:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee girano in positivo dopo un avvio debole. L’ottimismo per la ripartenza risente dei timori di una nuova ondata di contagi dopo i casi positivi individuati in Cina. I listini del Vecchio continente sono sostenuti dal rialzo delle Tlc (+1%) e dalla farmaceutica (+0,9%). Sul fronte valutario è poco mosso l’euro sul dollaro a 1,0817 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 avanza dello 0,2%. In positivo Londra (+0,2%) e Madrid (+0,4%) mentre sono piatte Francoforte e Parigi (+0,08%). Tra le Tlc si mette in mostra Vodafone (+4,2%), dopo i conti, e Illiad (+3%), dopo i risultati del trimestre.
In rosso il comparto dell’energia (-0,5%), con Bp (-0,4%) e Total (-0,5%). Andamento positivo per le banche (+0,3%) mentre soffrono le assicurazioni (-0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo: Profumo,vogliamo investire ancora su nostro futuro
Target raggiunti o superati, visione chiara percorso strategico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
10:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Due messaggi per me estremamente importanti”. L’a.d. di Leonardo, Alessandro Profumo, li sottolinea in un videomessaggio agli azionisti in vista dell’assemblea che si terrà nella forma semplificata consentita dall’emergenza Covid-19. “Abbiamo raggiunto e in alcuni casi superato gli obiettivi che ci eravamo prefissati e abbiamo una visione chiara del nostro percorso strategico”, dice concludendo un intervento che ripercorre quanto fatto negli ultimi anni, e in particolare nel 2019, si sofferma sulla situazione di emergenza di questi mesi, ma guarda anche avanti.
“Abbiamo fatto scelte consapevoli e coraggiose, e cogliendo opportunità in mercati strategici che possono creare nuove opportunità nel lungo termine in aree chiave o in attività di supporto ai clienti”, dice Profumo, e aggiunge: “Nei prossimi cinque anni vogliamo continuare a investire nel nostro futuro”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, attenzione su andamento pandemia
Francoforte (-0,44%), Londra (-0,42%), Parigi (-0,37%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in calo con gli investitori che restano cauti sull’andamento della pandemia da Covid-19. La fase di ottimismo per la ripartenza risente dei timori di nuovi contagi e dell’attesa di maggiori dettagli sugli strumenti da utilizzare per dare impulso all’economia. Sul fronte valutario è poco mosso l’euro sul dollaro con la moneta unica che si attesa a 1,0815 sul biglietto verde.
In rosso Francoforte (-0,44%), Londra (-0,42%), Parigi (-0,37%). Piatta Madrid (+0,01%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Vettel lascia la Ferrari, il titolo non soffre in Borsa
Il pilota lascerà la scuderia del Cavallino Rampante al termine della stagione sportiva 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
10:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nessun particolare scossone in Borsa per Ferrari dopo l’annuncio che Sebastian Vettel lascerà la scuderia del Cavallino Rampante al termine della stagione sportiva 2020. Il titolo segna un rialzo dello 0,2% a 148 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzina: da stasera sciopero, impianti chiusi in autostrada
Fegica e Figisc, senza risposte governo protesta si estenderà
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
11:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A partire dalle ore 22.00 di questa sera, le aree di servizio autostradali chiuderanno per 48 ore per lo sciopero proclamato per il 13 e il 14 maggio da Fegica Cisl e Figisc-Anisa Confcommercio, per denunciare “la condizione di emergenza economica e sanitaria nella quale continuano ad essere lasciate le imprese di gestione”.
“Davvero incomprensibile – denunciano in una nota congiunta le organizzazioni di categoria – l’atteggiamento indifferente e sordo del Governo, rispetto ad impegni rimasti lettera morta, assunti all’interno di un tavolo negoziale che non si riunisce colpevolmente da oltre un mese.
Non è certo chiudendosi al confronto o sperando che ciascuno – individuo o categoria – se la cavi da sé, con ogni mezzo trovi a sua disposizione, più o meno consentito, che si può contribuire a costruire per il Paese una uscita governata dalla crisi. Per quel che riguarda la categoria -conclude la nota sindacale – in assenza di un cambiamento di rotta del Governo, la protesta e le chiusure per sciopero sono destinate ad estendersi nelle prossime settimane anche al resto della rete distributiva”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:più titoli Stato in portafoglio, a quota 397 mld
Bankitalia, a marzo. Ritorno a livelli di ottobre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
11:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Più titoli di Stato, a marzo, nel portafoglio delle banche italiane. Secondo quanto si ricava dalle tabelle della Banca d’Italia gli istituti di credito hanno aumentato a 397 miliardi i titoli in portafoglio, contro i 383 del mese di febbraio, tornando ai livelli dell’ottobre 2019. La gran parte, come sempre, sono Btp, pari a 290 miliardi di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue in positivo, Milano +0,7%
In rosso futures americani, poco mosso euro su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
11:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono in terreno positivo. I mercati cercano di guardare con ottimismo alla fase della ripartenza anche se incombe il rischio di una nuova ondata di contagi. Con i futures americani in negativo gli investitori guardano anche alle misure che i governi metteranno in campo per stimolare la ripresa economica. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro si attesta a 1,082 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 avanza dello 0,2%. Nel Vecchio continente la migliore è Milano (+0,7%). In positivo anche Londra (+0,6%), Francoforte (+0,1%) mentre è in calo Parigi (-0,2%).
A Piazza Affari corrono Moncler (+2,5%) e Fineco (+2,4%).
Tengono le banche con Ubi (+1,5%), Unicredit (+0,9%), Intesa e Bper (+0,5%). In rosso Diasorin (-2,3%), Atlantia (-1,7%) ed Fca (-1,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale ancora (+1,1%), futures Usa positivi
Volano Tim e A2a, poco mosso lo spread Btp-Bund a 236 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
13:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+1,1%) sale ancora, in linea con gli altri listini europei e con i futures americani passati in terreno positivo. Prosegue poco mosso lo spread tra Btp e Bund a 236 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,86%.
A Piazza Affari vola Tim (+3,5%) e A2a (+3,6%), quest’ultima dopo i risultati del primo trimestre con un utile che cresce dell’8%. Avanzano anche Moncler e Amplifon (+2,9%). Bene le banche con Fineco (+2,3%), Ubi (+1,9%), Unicredit (+1,4%) e Intesa (+1,3%).
In fondo al listino Diasorin (-2,6%), Atlantia (-1,9%), Azimut (-0,2%) e Fca (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa:Asia chiude in calo, timori per nuovi contagi covid-19
Hong Kong (-1,7%) e Tokyo (-0,1%), lo yen arretra sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo con i timori di una nuova ondata di contagi da Covid-19. In rosso la Cina con la frenata dell’inflazione ad aprile, in scia con le misure adottate contro gli effetti della pandemia. Gli investitori guardano con particolare attenzione ai risultati delle trimestrali.
Chiusura in lieve calo per Tokyo (-0,12%) mentre sul fronte dei cambi lo yen arretra sul dollaro a 107,30, e tratta con l’euro a 116,23. A mercati ancora aperti in forte calo Hong Kong (-1,7%) e Mumbai (-2,1%), deboli Shanghai (-0,3%), Shenzhen (-0,1%) e Seul (-0,7%) Sul versante macroeconomico in arrivo dagli Stato Uniti i dati sull’inflazione e sulle scorte settimanali di petrolio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Musk, ‘Tesla riparte, pronto a farmi arrestare’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
12 maggio 2020
02:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Elon Musk alza l’asticella della sfida contro il governo della California e si dice pronto ad essere arrestato pur di far ripartire le attivita’ di Tesla, bloccate dal lockdown in vigore per combattere la diffusione del contagio del coronavirus. “Tesla riprende la sua produzione nello stabilimento di Fremont”, ha twittato il fondatore del gruppo le cui attivita’ sono ferme dal 23 marzo. Musk nel weekend aveva minacciato di spostare la produzione in Texas.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa migliora con future Usa
Giù le auto, in ordine sparso petroliferi col rialzo del greggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
15:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in positivo, coi future di Wall Street, le principali Borse europee, tranne Parigi (-0,4%), che ha bruciato 6 punti di Pil in due mesi. La migliore è Madrid (+1%), seguita da Londra (+0,8%) e Francoforte (+0,3%). In lieve calo l’oro (-0,3%) L’indice d’area, Stoxx 600, + in rialzo (+0,4%). Vanno bene la gran parte delle banche, tra cui Ing (+2,9%), Dnb (+2,7%), Bank of Ireland (+2,7%). Per le italiane, con lo spread a 237 punti, salgono Fineco (+2,4%), Intesa e Unicredit (+1,3%).
Negative le auto, in particolare Renault (-1,8%) e Peugeot (-1,4%) e tra i componenti Faurecia (-2,2%). In ordine sparso i petroligeri, con guadagni per Eni (+1,4%) e Polski Koncern (+1,2%) e perdite per Galp (-1%), col greggio in forte rialzo (wti +4,9% a 25, 3 dollari al barile). Forti le telecomunicazioni, da Tim (+4,8%) a Vodafone (+7,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Accordo Intesa Sanpaolo-Federalberghi per sostegno a imprese
Da sospensione finanziamenti a nuove linee di credito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
15:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa Sanpaolo e Federalberghi hanno sottoscritto un accordo per il rilancio del settore, colpito dalla pandemia da coronavirus. L’iniziativa è parte integrante delle misure straordinarie già avviate da Intesa Sanpaolo a sostegno dell’economia, delle imprese e delle famiglie italiane, anche grazie alle misure varate dal Governo: 50 miliardi di euro di credito complessivo per l’emergenza Covid-19.
Le realtà associate a Federalberghi potranno accedere alle seguenti misure straordinarie tra cui: sospensione straordinaria sino a 24 mesi dei finanziamenti a medio-lungo termine in essere; nuovi finanziamenti per le imprese di tutto il territorio nazionale a supporto della gestione del circolante, attraverso linee di credito aggiuntive rispetto a quelle preesistenti, nella formula del 18 mesi -1 giorno, con sei mesi di pre-ammortamento; supporto per la liquidità rivolto ai clienti Intesa Sanpaolo, e tra questi le imprese associate.
L’accordo sottoscritto con “Federalberghi rappresenta un tassello ulteriore da parte del nostro gruppo a sostegno del rilancio dell’economia del Paese”, afferma Stefano Barrese, responsabile della divisione banca dei territori di Intesa Sanpaolo.
Questo accordo è il “frutto di una intensa collaborazione dettata dallo sforzo comune di voler sostenere le imprese del sistema ricettivo, tra le più provate dalle conseguenze della pandemia da Covid”, afferma Bernabò Bocca, presidente di Federlaberghi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a Ny, a 25,42 dollari
Quotazioni in crescita del 5,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 maggio 2020
15:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale a New York, dove le quotazioni del Wti avanzano del 5,30% a 25,42 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,49%, Nasdaq +0,43%
S 500 sale dello 0,48%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 maggio 2020
15:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,49% a 24.338,01 punti, il Nasdaq avanza dello 0,43% a 9.231,29 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,48% a 2.943,91 punti. VAI ALLA POLITICA VAI ALLA CRONACA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO ACQUISTA SU AMAZON Fai una donazione

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Dl rilancio: Alis, amareggiati, poco per logistica
A settore non bastano ringraziamenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
15:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Un settore strategico ed essenziale come quello del trasporto e della logistica, che non si è mai fermato durante l’emergenza e che sta affrontando notevoli criticità oggettive dovute alla crisi socio-economica, ha bisogno di interventi immediati e strutturali, non solo di ringraziamenti”. Così Marcello Di Caterina, direttore generale di Alis, commenta le bozze del dl rilancio, con particolare riferimento alle misure per i trasporti. “Il nostro popolo prende atto che ad oggi purtroppo le priorità del governo sono state altre, non certo il nostro settore ed il suo rilancio, nonostante lo spirito eroico con il quale le nostre imprese ed i nostri lavoratori hanno affrontato l’emergenza nell’ interesse del Paese”.
“In tutta Europa sono stati introdotti regimi e dati aiuti ai settori del trasporto e della logistica, non a singole imprese, mentre in Italia pare si stia scegliendo di fare il contrario, con la conseguenza di aumentare il gap concorrenziale e le difficoltà degli autotrasportatori e di tutti gli operatori logistici”, continua il direttore dell’associazione che riunisce oltre 1.500 aziende della logistica.
“Al rifinanziamento delle misure incentivanti Marebonus e Ferrobonus, si è aggiunto poco altro. Alis aveva proposto l’istituzione di uno specifico credito di imposta per le imprese del settore, – prosegue il DG di Alis – ma anche misure rapide per risolvere il problema della liquidità e della tassazione sul lavoro, come la decontribuzione per il 2020 o la premialità per le imprese che non hanno usufruito di cassa integrazione e che hanno mantenuto i livelli occupazionali pre-emergenza. Avevamo inoltre proposto, ad esempio, il pagamento immediato delle risorse già stanziate a favore dell’autotrasporto negli anni precedenti e non ancora erogate alle aziende”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Inail-Iss, ecco come staremo in spiaggia e come ceneremo al ristorante. Imprese: linee guida insostenibili
Distanza lettini sulla battigia due metri, negli stabilimenti con prenotazione, 4 metri a cliente in ristoranti, no a buffet
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
20:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Protocolli “insostenibili”, che ridurrebbero di un terzo i posti al ristorante e ancora di più negli stabilimenti balneari, provocando “gravi danni” a tutto il settore. E’ questo, secondo quanto si apprende, il messaggio che stanno dando le associazioni delle imprese al governo, nel corso dell’incontro con il ministro Stefano Patuanelli. Se si volesse davvero riaprire seguendo le indicazioni Inail-Iss, è il messaggio, sarebbe indispensabile sostenere economicamente le imprese nella ripartenza.

Inail e Iss hanno pubblicato due documenti tecnici, uno sulla balneazione, l’altro sulla ristorazione. Nel primo caso si tratta di un’analisi di rischio e presenta le misure di contenimento del contagio nelle attività ricreative di balneazione e in spiaggia. L’altro è un’ipotesi di rimodulazione delle misure nel settore della ristorazione.
ECCO NEL DETTAGLIO:
Piscine chiuse negli stabilimenti – Sarà vietato l’uso delle piscine negli stabilimenti. “Per garantire il corretto distanziamento sociale in spiaggia, si legge, la distanza minima consigliata tra le file degli ombrelloni è pari a cinque metri e quella tra gli ombrelloni della stessa fila a quattro metri e mezzo. È da evitare, inoltre, la pratica di attività ludico-sportive che possono dar luogo ad assembramenti e giochi di gruppo e, per lo stesso motivo, deve essere inibito l’utilizzo di piscine eventualmente presenti all’interno dello stabilimento”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Negli stabilimenti con prenotazione – Stabilimenti aperti con entrata su prenotazione , ombrelloni distanziati di almeno cinque metri, piscine chiuse e igienizzazione dei lettini se si danno a un nuovo utente. “Per consentire un accesso contingentato agli stabilimenti balneari e alle spiagge attrezzate si legge in una nota dell’Inail – viene suggerita la prenotazione obbligatoria, anche per fasce orarie. Si raccomanda, inoltre, di favorire l’utilizzo di sistemi di pagamento veloci con carte contactless o attraverso portali/app web. Vanno inoltre differenziati, ove possibile, i percorsi di entrata e uscita, prevedendo una segnaletica chiara. Per garantire il corretto distanziamento sociale in spiaggia – prosegue – la distanza minima consigliata tra le file degli ombrelloni è pari a cinque metri e quella tra gli ombrelloni della stessa fila a quattro metri e mezzo. È opportuno anche privilegiare l’assegnazione dello stesso ombrellone ai medesimi occupanti che soggiornano per più giorni. In ogni caso è necessaria l’igienizzazione delle superfici prima dell’assegnazione della stessa attrezzatura a un altro utente, anche nel corso della stessa giornata. È da evitare, inoltre, la pratica di attività ludico-sportive che possono dar luogo ad assembramenti e giochi di gruppo e, per lo stesso motivo, deve essere inibito l’utilizzo di piscine eventualmente presenti all’interno dello stabilimento”.
Distanza lettini sulla battigia due metri – Per lettini e sdraie non posizionati sotto l’ombrellone dovrà essere garantita la distanza di almeno due metri. La distanza minima tra le file degli ombrelloni sarà pari a cinque metri mentre sarà di 4,5 metri sulla stessa fila. Sdraio e lettini dovranno essere distanti di almeno due metri e le distanze potranno “essere derogate per i soli membri del medesimo nucleo familiare o co-abitante”. Per le cabine, va vietato l’uso promiscuo ad eccezione dei membri del medesimo nucleo familiare o per soggetti che condividano la medesima unità abitativa. E’ da vietare – si legge nel documento – l’attività ludico sportiva, i giochi di gruppo, le feste e gli eventi. Saranno chiuse le piscine e per la fruizione di servizi igienici e docce andrà rispettato il distanziamento sociale di almeno 2 metri, a meno che non siano previste barriere separatorie fra le postazioni.
Prenotazione mare anche per fasce orarie – Per favorire un accesso contingentato negli stabilimenti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“la prenotazione, anche per fasce orarie, preferibilmente obbligatoria, può essere uno strumento organizzativo utile anche al fine della sostenibilità e della prevenzione di assembramenti, favorendo altresì un’agevole registrazione degli utenti, anche allo scopo di rintracciare retrospettivamente eventuali contatti a seguito di contagi”.
Bambini in spiaggia con distanziamento sociale – “Deve essere garantita vigilanza sulle norme di distanziamento sociale dei bambini in tutte le circostanze”- Lo si legge nel documento Inail-Iss sulla balneazione e gli stabilimenti balneari nella fase due dell’emergenza da Covid 19. Nel documento si ricorda anche che bisogna nel complesso ” evitare promiscuità nell’uso di qualsiasi attrezzatura da spiaggia, possibilmente procedendo all’identificazione univoca di ogni attrezzatura”.
Su spiagge libere decisioni locali – Tenendo conto delle specifiche caratteristiche delle spiagge libere “dovranno essere localmente definite puntualmente le modalità di accesso e di fruizione, individuando quelle più idonee ed efficaci”. Dovranno essere affissi nei punti di accesso alle spiagge libere – si legge – cartelli in diverse lingue contenenti indicazioni chiare sui comportamenti da tenere, in particolare il distanziamento sociale di almeno un metro ed il divieto di assembramento. Va mappato e tracciato il perimetro di ogni allestimento (ombrellone/sdraio/sedia), – ad esempio con posizionamento di nastri – che sarà codificato rispettando le regole previste per gli stabilimenti balneari, per permettere agli utenti un corretto posizionamento delle attrezzature proprie nel rispetto del distanziamento ed al fine di evitare l’aggregazione. Tale previsione permetterà di individuare il massimo di capienza della spiaggia anche definendo turnazioni orarie e di prenotare gli spazi codificati, anche attraverso utilizzo di app/piattaforme on line.Tale modalità favorirà anche il contact tracing nell’eventualità di un caso di contagio. Dovranno poi” essere valutate disposizioni volte a limitare lo stazionamento dei bagnanti sulla battigia per evitare assembramenti”. Devono essere assicurate opportune misure di pulizia della spiaggia e di igienizzazione delle attrezzature comuni, come ad esempio i servizi igienici, se presenti. È opportuno, ove possibile, conclude il documento, affidare la gestione di tali spiagge ad enti/soggetti che possono utilizzare personale adeguatamente formato, valutando altresì la possibilità di coinvolgimento di associazioni di volontariato, soggetti del terzo settore, etc., anche al fine di informare gli utenti sui comportamenti da seguire”.
4 metri a cliente in ristoranti, no a buffet – Lo spazio per ogni cliente nei ristoranti deve più che triplicare passando da 1,2 metri a quattro mentre dovrà essere eliminato il servizio a buffet. Nel documento di Inail e Iss sulla ristorazione si sottolinea anche l’importanza dell’introduzione della prenotazione obbligatoria. ” Il layout dei locali di ristorazione – si legge – andrebbe rivisto garantendo il distanziamento fra i tavoli – anche in considerazione dello spazio di movimento del personale – non inferiore a 2 metri e garantendo comunque tra i clienti durante il pasto (che necessariamente avviene senza mascherina), una distanza in grado di evitare la trasmissione di droplets e per contatto tra persone, anche inclusa la trasmissione indiretta tramite stoviglie, posaterie. Va definito un limite massimo di capienza predeterminato, prevedendo uno spazio che di norma dovrebbe essere non inferiore a 4 metri quadrati per ciascun cliente, fatto salvo la possibilità di adozioni di misure organizzative come, ad esempio, le barriere divisorie. La turnazione nel servizio in maniera innovativa e con prenotazione preferibilmente obbligatoria può essere uno strumento organizzativo utile anche al fine della sostenibilità e della prevenzione di assembramenti di persone in attesa fuori dal locale”. Vanno eliminati – si legge ancora – modalità di servizio a buffet o similari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva con Wall Street aperta in rialzo
Bene banche e petroliferi col greggio. Milano +1,1% spread a 238
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
15:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono la seduta in positivo le principali Borse europee, dopo l’apertura in positivo di Wall Street, mentre i prezzi al consumo negli Usa ad aprile segnano un -0,8%. Fanalino di coda Parigi (-0,3%), che ha perso 6 punti di Pil in due mesi. La migliore è Londra (+1%), seguita da Madrid (+0,9%) e Francoforte (+0,3%). La maglia rosa va però a Milano (+1,1%). L’oro intanto inverte la tendenza e gira in positivo (+0,04%).
L’indice d’area, Stoxx 600, è in rialzo (+0,3%), con un balzo dei servizi di comunicazione (+1,5%), con esempi come Vodafone (+7,4%)e Tim (+5,4%). Bene quasi tutte le banche, in particolare Ing (+3,9%), quelle polacche e in Italia, con lo spread Btp-Bund a 238 punti, soprattutto Fineco (+2,4%), Ubi e Intesa (+1,3%) e Unicredit (+0,9%). Tra i petroliferi, col greggio in corsa (wti +6,2% a 25,6 dollari al barile) spicca Eni (+1,5%) con Polski Koncern (+2,3%) e non patisce Pirelli (+1,7%). Sofferenti le auto, in particolare Renault (-1,7%) e Peugeot (-1,3%), meno Fca (-0,7%) e tra i componenti Faurecia (-2,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dl Rilancio, per sanare i conti vendita straordinaria di immobili pubblici
Ipotesi consistente programma di dismissioni triennale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
16:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
AAA Vendesi patrimonio pubblico: spunta l’ipotesi di una vendita di immobili pubblici per contribuire al risanamento dei conti pubblici italiani e si starebbe lavorando per mettere a punto la norma da inserire nel decreto Rilancio. In particolare l’ipotesi prevedrebbe “un consistente programma di dismissioni immobiliari” fino al 2021.
I beni potrebbero essere sia quelli direttamente in possesso dello Stato, sia quelle degli enti pubblici.
Per favorire il raggiungimento dei risultati verrebbe data la possibilità di utilizzare una pluralità di strumenti per permettere il collocamento sul mercato degli immobili pubblici, anche con procedure straordinarie o attraverso società di gestione di fondi immobiliari. Non viene esclusa anche la possibilità di cessione in blocco, magari tramite società controllate ma fuori dal perimetro della contabilità pubblica, come Cdp.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gdo e farmaceutici si salvano da covid
Report di Mediobanca sui risultati delle multinazionali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
17:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giganti del web, Gdo e case farmaceutiche si ‘salvano’ dal Coronavirus in termini di conto economico, a fronte di un pesante impatto per produttori di aeromobili, colossi petroliferi e della moda. Emerge dal report dell’area studi di Mediobanca nei bilanci del primo trimestre 2020 delle grandi multinazionali. Le ferite si sentiranno alla fine del semestre mentre la ripresa è attesa nella seconda metà dell’anno (in particolare nel quarto trimestre). Le websoft, da Google ad Amazon, sono le uniche a segnare una crescita a doppia cifra dei ricavi (+17,4% sul primo trimestre 2019).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano termina in deciso rialzo (+1,02%)
Indice Ftse Mib a 17.559 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
12 maggio 2020
17:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari termina la seduta in deciso rialzo. L’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,02% a 17.559 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Intesa-Ubi: Antitrust avvia istruttoria su Ops
Acquisizione documenti con Gdf nelle due banche e in Mediobanca
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
16:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Antitrust ha avviato un’istruttoria sull’offerta pubblica di scambio lanciata da Intesa su Ubi Banca per verificare gli effetti sulla concorrenza dell’operazione che potrebbe portare la prima banca del Paese ad acquisire il quarto istituto. Su mandato dell’authority, si apprende da fonti vicine al dossier, la Guardia di Finanza è andata oggi in tarda mattinata nelle sedi di Intesa, Ubi e Mediobanca, advisor di Intesa, per acquisire documenti e informazioni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:da lunedì in filiale anche senza appuntamento
Accordo con sindacati ma si torna indietro se risale contagio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
16:54
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì si potrà tornare ad andare in banca senza appuntamento. In linea con le disposizioni del governo sulla cosiddetta “Fase 2” l’accordo sindacati-Abi siglato oggi prevede ingressi contingentati nelle filiali, anche senza appuntamento, ma con rapporto massimo di uno a uno tra numero di clienti e lavoratori. Scatterà, comunque, immediatamente l’obbligo di prenotazione telefonica e sarà stabilità una riduzione dell’operatività delle agenzie bancarie nelle zone in cui dovesse risalire il contagio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude contrastata, Madrid la migliore +1,36%
Segno meno per Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
18:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta contrastata per le Borse europee. Londra chiude in rialzo (+0,93%) , Francoforte è poco mossa (-0,05%) mentre Parigi retrocede (-0,39%). La migliore è Madrid (+1,36%) seguita da Milano (+1,02%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ferragamo: nel trimestre giù ricavi, ‘rosso’ 41 milioni
Confermati obiettivi di medio e lungo termine
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
20:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre dell’anno il gruppo Salvatore Ferragamo ha registrato ricavi per 222 milioni (-30% rispetto ai 317 milioni del primo trimestre 2019), un risultato operativo lordo di 12 milioni (-82%), un risultato operativo negativo per 36 milioni e un risultato netto negativo di 41 milioni rispetto all’utile di 11 milioni del primo trimestre 2019. La liquidità netta è di 123 milioni e il gruppo “conferma gli obiettivi di medio e lungo termine”.
Nel primo trimestre dell’anno il gruppo Salvatore Ferragamo ha registrato ricavi per 222 milioni (-30% rispetto ai 317 milioni del primo trimestre 2019), un risultato operativo lordo di 12 milioni (-82%), un risultato operativo negativo per 36 milioni e un risultato netto negativo di 41 milioni rispetto all’utile di 11 milioni del primo trimestre 2019. La liquidità netta è di 123 milioni e il gruppo “conferma gli obiettivi di medio e lungo termine”.
La Salvatore Ferragamo “non ritiene di potere formulare previsioni attendibili circa la performance di vendita nei vari mercati e canali distributivi per l’esercizio in corso. In questo contesto, al fine di mitigare gli effetti negativi per il gruppo, che potrebbero derivare dalla crisi generata dalla pandemia, ha avviato una serie di concrete azioni di contenimento delle spese e degli investimenti”, conclude il gruppo della moda.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Trimestrali spingono Fineco, Prysmian e Nexi. Banche più caute
Nonostante ‘ondeggiamenti’ Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Milano segna buona seduta (+1,02%) in un contesto di borse europee contrastate sulla scia dell’ondeggiare di Wall Street per i timori che la pandemia possa finire fuori controllo negli Usa e che una seconda ondata possa riprensentarsi Wuhan.
A brillare è Tim (+5,77%) che recupera il terreno di recente perso dietro ai conti di Vodafone, che hanno dato la spinta alle tlc europee. Le trimestrali premiano anche Fineco (+5,11%) e Prysmian (+4,49%) così come Nexi (+4,41%). Il recupero del greggio non aiuta invece Saipem (-1,78%) e Tenaris (-1,77%).
Fanno peggio Buzzi Unicem (-3,59%) e Recordati (-2%) mentre Ferragamo termina invariata in attesa dei conti diffusi a listino chiuso. Con le spread in diminuzione e rendimenti in calo nell’asta dei bot sono contrastate le banche. Ubi (+1,31%) e Intesa (+0,81%), così come Mediobanca (-1,6%) restano indifferenti alla Gdf mandata dall’antitrust nelle rispettive sedi a prendere documenti sull’Ops: l’authority ha poi fatto sapere a Borsa chiusa di aver aperto un’istruttoria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny
Quotazioni salgono del 6,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
12 maggio 2020
20:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 6,8% a 25,78 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-1,11%)
Cambi: yen più forte su dollaro, stabile su euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
13 maggio 2020
02:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia gli scambi col segno meno, appesantita dalla chiusura negativa degli indici azionari Usa e dai timori degli investitori di una seconda ondata di contagi della pandemia del coronavirus. Il Nikkei cede l’1,11% a quota 20.139,56, lasciando sul terreno 226 punti. Sul mercato valutario lo yen si apprezza sul dollaro a 107,10 ed è stabile con l’euro a 116,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: Wti in calo a 25,6 dollari dopo rally di ieri
Prezzo in ribasso anche per il Brent a 29,5 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Perde fiato la corsa del petrolio che ieri, sul mercato americano, ha messo a segno un rialzo del 6,8%. Il Wti con consegna a giugno perde 19 centesimi portandosi a 25,59 dollari al barile, mentre il Brent con consegna a luglio segna -1,6% a 29,50 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,0853 dollari in avvio
La moneta unica è poco mossa anche rispetto allo yen a 116,26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro sostanzialmente stabile questa mattina all’avvio dei mercati. La moneta unica vale 1,0853 dollari (+0,04%) ed è poco mossa anche rispetto allo yen a 116,26 (-0,04%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund sale a 244 punti in apertura
Rendimento del decennale italiano è all’1,91%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sale lo spread in avvio di giornata.
Il differenziale tra Btp e Bund decennali è a 244 punti, con un tasso di rendimento per i titoli italiani dell’1,91%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile a 1.702 dollari l’oncia
Ieri lieve rialzo dello 0,3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
08:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’oro è stabile questa mattina sui mercati internazionali. Il metallo prezioso vale 1.702 dollari l’oncia, dopo il rialzo dello 0,3% registrato ieri.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste: impatto Covid da marzo, -30% utile trimestre
Del Fante assicura: ‘Saremo all’altezza della sfida’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
08:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste Italiane vede la “performance finanziaria del 2020 impattata a marzo dal lockdown” ma conferma “i principali trend di lungo termine”, e la “traiettoria strategica” del piano ‘Deliver 2020’ che è anzi “accelerata dai trend emergenti”. L’impatto sui conti, da marzo, dell’emergenza Covid-19 pesa sul primo trimestre che si chiude con un utile netto pari a 306 milioni, in calo del 30,2% rispetto allo stesso periodo di un anno prima. Frena la redditività con un risultato operativo (Ebit) in calo del 28,6% a 441 milioni. Tiene il fatturato: -3% a 2,755 miliardi con una crescita dei ricavi da pagamenti e mobile e dai servizi assicurativi che ha mitigato i minori ricavi da servizi finanziari e corrispondenza.
“Sebbene la performance del 2020 sia stata impattata dal lockdown, i recenti eventi hanno accelerato trend emergenti chiave e confermato la direzione strategica del Piano Deliver 2022. Poste Italiane ha affrontato la crisi con un profilo finanziario robusto, con uno stato patrimoniale solido e una forte capacità di generare liquidità grazie al nostro business redditizio”, dice l’a.d. di Poste Italiane, Matteo Del Fante, commentando i risultati del primo trimestre su cui pesa, da marzo, l’impatto dell’emergenza Covid-19. “Nel corso della sua storia – dice – Poste Italiane è sempre stata presente per i propri clienti e per la comunità. Durante questa crisi abbiamo continuato a supportare tutti i nostri stakeholder, rafforzando la nostra reputazione. Poste è un operatore di sistema; il nostro ruolo è diventato più importante e questo si tradurrà in un business più forte e sostenibile. Insieme, saremo all’altezza della sfida.” E l’azienda sottolinea: “Supportiamo le nostre comunità quale pilastro strategico che fornisce servizi essenziali”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia cauta, focus su epidemia. Corre Mumbai con aiuti
In calo solo Tokyo. Occhi a produzione Ue e a parole Powell
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
08:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta poco mossa e in prevalenza con il segno più per le Borse asiatiche, con gli investitori che continuano a monitorare l’andamento della pandemia di coronavirus e fanno i conti con i rischi di una epidemia “fuori controllo”, espressi dal virologo Anthony Fauci, in caso di un’accelerazione nella riapertura degli Usa, le cui parole hanno pesato ieri su Wall Street.
Tokyo ha chiuso in calo dello 0,49%, Hong Kong viaggia poco sopra la parità (+0,06%), mentre Sydney è salita dello 0,35% e Seul dello 0,67%. Positivi i listini cinesi (+0,19% Shanghai e +0,61% Shenzhen) mentre corre la Borsa di Mumbai (+2,5%), spinta dal piano di stimolo dell’economia da 256 miliardi di dollari annunciato dal primo ministro Narendra Modi.
Gli investitori attendono i dati sulla produzione industriale dell’Eurozona a marzo, mentre fanno i conti con il calo del Pil britannico del primo trimestre. Attesa anche per gli aggiornamenti sull’outlook dell’economia Usa che darà il presidente della Fed, Jerome Powell, nel corso di un webinar.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mcc, 175mila domande a Fondo Garanzia per 8,7 miliardi
Oltre 149mila richieste per finanziamenti fino a 25mila euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 175.458 per un importo di 8,67 miliardi di euro le richieste di garanzie pervenute al Fondo di Garanzia tra il 17 marzo (data del decreto Cura Italia) e la giornata di ieri. Lo comunica Mediocredito Centrale spiegando che di queste domande 173.259 sono quelle pervenute proprio ai sensi del Cura Italia e del decreto per la liquidità delle imprese.
Ancora più in dettaglio, sono 149.723 le operazioni riferite a finanziamenti fino a 25 mila euro, con copertura al 100% per un importo finanziato di euro 3,15 miliardi, per i quali l’intervento del Fondo “è concesso automaticamente e possono essere erogati senza attendere l’esito definitivo dell’istruttoria da parte del Gestore”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in deciso calo (-1,17%)
Indice Ftse Mib scende a 17.353 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2020
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in calo per Piazza Affari.
L’indice Ftse MIb ha avviato le contrattazioni in flessione dell’1,17% a 17.353 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa apre pesante, Francoforte -1,4%
Parigi -1,2% e Londra -0,9% dopo seduta negativa di Wall Street
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta pesante per le Borse europee, che scontano la chiusura negativa di Wall Street della vigilia e il dato sul pil britannico, crollato del 5,8% nel primo trimestre. Francoforte ha aperto in calo dell’1,38%, Parigi dell’1,16% mentre Londra cede lo 0,94%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: ricavi del trimestre tengono, utile a 14 milioni
Pubblicità cala in marzo, incerto impatto Covid-19 sull’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2020
09:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo trimestre dell’anno Mediaset ha registrato ricavi netti di 682 milioni rispetto ai 718 milioni del primo trimestre 2019 e il risultato netto consolidato è positivo per 14,6 milioni rispetto ai 36,7 milioni dello stesso periodo del 2019.
Per le conseguenze del Covid-19 “allo stato non è possibile formulare previsioni attendibili circa la durata e gli impatti dell’emergenza sulla gestione e sui risultati consolidati”.
L’assemblea che dovrà votare il bilancio 2019 è stata convocata il 26 giugno.
“I ricavi sono influenzati – spiega Mediaset – dal sensibile rallentamento del mercato pubblicitario iniziato nel mese di marzo”. In Italia, i ricavi pubblicitari televisivi lordi erano cresciuti fino a febbraio del 2,1% rispetto al 2019, mentre considerando anche marzo il trimestre si chiude a 427 milioni rispetto ai 483 milioni dei primi tre mesi 2019. In Spagna i ricavi pubblicitari del Biscione si sono attestati a 202 milioni rispetto ai 223 milioni dell’esercizio precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio: 420.000 posti in meno con 270.000 chiusure
Persa pazienza, non abbiamo visto nulla se non i 600 euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
10:28
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le imprese a rischio nel commercio e nel turismo sono il 10% del totale pari a circa 270.000 mentre i posti di lavoro che potrebbero essere persi con l’emergenza Covid sono 420.000. Lo ha detto Enrico Postacchini, membro di Giunta di Confcommercio in una audizione alla Commissione Industria del Senato.
Confcommercio chiede interventi immediati a ristoro delle perdite subite. “Gli operatori hanno perso la pazienza – ha detto – non hanno visto nulla oltre ai 600 euro”.
La stagione turistica sarà tutta in perdita. Lo ha detto la Confcommercio in audizione alla Commissione Industria del Senato spiegando che finita l’emergenza sanitaria “ci sarà il problema di riempire le stanze degli alberghi”. Potrà andare in vacanza, ad esclusione di chi ha le seconde case, solo il 20% degli italiani. Nel settore turistico – ha spiegato Alberto Corti, responsabile turismo dell’associazione – a causa dell’emergenza da Covid, le perdite potrebbero essere di 120 miliardi da qui a fine 2020.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano scivola (-1,6%) con Exor, Fca e Stm
Male Unicredit, Eni, Atlantia.Tengono Diasorin, Poste, Ferragamo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
09:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari resta pesante dopo i primi scambi, scontando al pari delle altre Borse europee la brutta seduta della vigilia di Wall Street e i timori degli investitori sull’appropriatezza del rimbalzo messo a segno dai listini dai minimi segnati a marzo. Sul listino milanese si registra il tonfo di Exor (-5%) dopo lo stop alla vendita di PartnerRe, mentre scivolano anche Fca (-3,6%), Stm (-3,5%), Leonardo (-3,4%), Cnh (-3,3%), Tenaris (-2,9%) e Atlantia (-2,7%), preda delle incertezze sulla concessione. Tra i bancari male Unicredit (-3%), l’Eni cede il 2,4% con il petrolio che torna a scendere. Appaiate Intesa (-1,5%) e Ubi (-1,4%) dopo il faro acceso ieri dall’Antitrust sull’ops. In controtendenza Ferragamo (+1,6%) nonostante i conti in rosso nel primo trimestre. Bene anche Diasorin (+1,7%), Recordati (+1,1%) e Poste (+0,7%) dopo i conti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gentiloni: ‘Subito Recovery fund da mille miliardi’
Recessione disomogenea minaccia esistenziale per l’Europa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
09:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Serve un recovery fund “da almeno mille miliardi” con fondi già dai “prossimi mesi”. Lo afferma il commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni alla Stampa, che poi sollecita un nuovo strumento per consentire, attraverso l’uso dei fondi Ue, investimenti privati per sostenere le aziende in difficoltà.
Gentiloni spiega chye quella attuale è una recessione dal “carattere disomogeneo”, e sarà tale anche la ripresa. Ed è questa disparità che è “una minaccia esistenziale alle fondamenta dell’Unione”. Sul Mes Gentiloni ammette che una richiesta di gruppo potrebbe essere un buon segnale.

Economia tutte le notizie sempre aggiornate! INFORMATI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 24 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:04 DI SABATO 09 MAGGIO 2020

ALLE 18:39 DI LUNEDì 11 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Dl Rilancio, Rem in due tranche, stop Iva mascherine
Tax credit vacanze fino 500 euro, 150 mln per centri estivi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2020
13:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per le famiglie che non beneficiano di altri sussidi arriva il Rem, il reddito di emergenza, che sarà riconosciuto “in due quote” tra i 400 e gli 800 euro ciascuna in base al nucleo. Lo prevede la bozza del decreto Rilancio ancora suscettibile di modifiche: bozza che disegna un maxi decreto con 258 articoli, con misure che vanno da salute e sicurezza, al sostegno alle imprese e all’economia, alla tutela del risparmio e del settore creditizio.
Nella bozza ci sono, tra l’altro: lo stop all’Iva su mascherine, gel disinfettanti e su tutti i dispositivi di protezione anti-Coronavirus nel 2020; un credito fino a 500 euro in favore dei nuclei familiari con un reddito ISEE non superiore a 35.000 per le vacanze; 150 milioni per potenziare i centri estivi e contrastare la povertà educativa; premi fino a 1000 euro ai dipendenti della sanità; aiuti sotto forma di sovvenzioni per il pagamento dei salari dei dipendenti delle imprese (compresi i lavoratori autonomi) per evitare i licenziamenti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Abi: anticipare la task force, accelerare sulla liquidità
Valutare insieme possibili interventi normativi e tecnologici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
10 maggio 2020
17:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’Abi chiede di anticipare la periodica riunione della Task Force costituita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal Ministero dello sviluppo economico, dalla Banca d’Italia, dal Mediocredito Centrale, dalla Sace e dalla stessa Abi”. Nella riunione, si legge in una nota, l’Abi “chiede di valutare congiuntamente possibili interventi normativi e tecnologici per semplificare, velocizzare ed efficientare le misure per il sostegno di liquidità e le altre misure in favore di imprese e famiglie sia in relazione al dibattito parlamentare per la conversione in legge” del decreto liquidità, “sia in prospettiva del preannunciato decreto Maggio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Settimana mercati: occhi su conti e Pil Germania
In arrivo trimestrali Rcs, Salini, Tim, Pirelli e Brembo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2020
20:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nuova infornata di trimestrali a partire da lunedì prossimo,ma poi tocca alla Germania scoprire le carte con il Pil. Un’occasione per fare il punto e capire gli effetti economici di un’emergenza sanitaria che si è scatenata come un fulmine a ciel sereno a fine febbraio. Dopo il rinvio del giudizio di Moody’s, l’Italia è ora alle prese con il dibattito interno sui provvedimenti per il rilancio dell’economia e sull’uso del Mes mentre prosegue l’attività parlamentare, con l’esame sulla proposta europea di aiuti per l’emergenza Covid in Commissione Esteri a Montecitorio martedì 12, giorno in cui Commissione Industria del Senato esamina il pacchetto di iniziative di sostegno a industria, commercio e turismo varato dal Governo, per aggiornarsi giovedì. Sono previste alla Commissione Lavoro di Palazzo Madama martedì 12 e mercoledì 13 le audizioni dei rappresentanti delle associazioni imprenditoriali e delle cooperative.
Lunedì 11 maggio arrivano le trimestrali di Audi, Henkel, Fineco, Inwit, Brembo, Ascopiave, Rcs, Molmed, Ovs, Bim e Pininfarina. Dal Giappone arriva il report della BoJ, dall’Italia la produzione industriale in marzo insieme ad aste di titoli francesi e Usa. Diverse le trimestrali di martedì 12. Si va da Toyota, Allianz e Honda, a Deutsche Poste, Vodafone, E.On, Engie, Porsche e Poste Italiane. Si aggiungono Nexi, Iliad, Alstom, Eiffage, insieme a Salini Impregilo, Prysmian, Thyssen, Iren, De Longhi e Mediaset. In arrivo anche Ferragamo, Cerved, Cattolica, Bps, Ifis, Guala Closures, Dea Capital, Alstom, Fiera Milano, Allianz e Caltagirone Editoriale. Dalla Cina è attesa l’inflazione, dall’Italia l’asta di Bot a 12 mesi e, dagli Usa, inflazione, redditi, il RedBook sulla Gdo, gli interventi di 2 membri della Fed e le scorte di greggio. Mercoledì 13 tocca alle trimestrali di Terna, Tim, Hera, Commerzbank, Pirelli e Acea. In lista anche Interpump, Erg, Falck , Tod’s, Cementir, Coima Res, Astaldi, Vianini, e Acotel. Dal Regno Unito arrivano investimenti, Pil e produzione. Segue la produzione industriale nell’Ue, insieme ad aste di Bund tedeschi e Btp italiani. Giovedì 14 è il giorno di Deutsche Telekom, Zurich, Rwe, Diasorin, UnipolSai, Edison e Zucchi. Previste anche Banca Generali, Astm, Unipol, Enav, Rai Way, Juventus, Fincantieri, Tip, Saras, Marr, Apollo, Saes Getters, Caltagirone e Cairo, per concludere con Eurotech, Fnm, Immsi, Equita, Lazio, Tiscali e Il Sole 24 Ore. Dalla Francia arriva la disoccupazione, dalla Germania l’inflazione e dall’Italia il saldo della bilancia commerciale, insieme al rapporto mensile della Bce.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dagli Usa sono previste l’inflazione e le richiese di sussidi. Si chiude venerdì 15 con le trimestrali di Stefanel, Exor, Ima, Acsm e della giapponese Sumitomo. Dal Giappone arriva l’inflazione, dalla Cina la produzione industriale, le vendite al dettaglio e la disoccupazione e dalla Germania il Pil trimestrale. Segue quello dell’Ue, insieme a tasso di occupazione, bilancia commerciale e riserve. In arrivo l’inflazione da Francia e Italia, che diffonde anche ordini e vendite industriali. Dagli Usa arrivano le vendite al dettaglio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Nikkei torna a quota 20.000, aspettative su ripresa economia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
11 maggio 2020
02:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo segna un rialzo e torna a quota 20.000 nella prima seduta della settimana, sostenuta dai segnali di apertura del governo di Tokyo al graduale avviamento delle attività commerciali in gran parte delle prefetture dell’arcipelago e alla progressiva ripresa dell’economia. L’indice Nikkei segna un aumento dello 0,68% a quota 20.316,92, aggiungendo 137 punti. Sul mercato valutario lo yen si indebolisce al cambio con il dollaro a 106,90 e sull’euro a 115,80.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro a 1,0837 dollari in primi scambi
La moneta unica vale 115,86 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
08:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ poco mosso questa mattina l’euro nei confronti del dollaro. La moneta unica vale 1,0837 dollari, in calo quasi impercettibile dello 0,018%. Il cambio è invece in rialzo rispetto allo yen, a 115,86 (+0,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Webuild: in short list per ferrovia leggera in Canada
Progetto da 1,15 miliardi euro, in joint venture anche Astaldi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Webuild (Salini Impregilo) è in shortlist un progetto da 1,7 miliardi di dollari canadesi (1,15 miliardi di euro) del Valley Line West Light Rail Transit – LRT di Edmonton, in Canada, la seconda tratta della Valley Line lunga complessivamente 27 chilometri, che sarà attiva tra i quartieri ovest e sud-est della città. Il progetto, una nuova tratta da 14 chilometri, prevede 14 fermate e due stazioni sopraelevate, due attraversamenti di ponti, collegamenti con centri di transito e un punto di scambio con le due linee attuali del sistema della ferrovia leggera. L’opera dovrà essere assegnata entro la metà di ottobre, con i lavori da avviare nel 2021 e da completare entro i successivi sei anni. Webuild è entrata a far parte della short list nella joint venture UrbanTransit, insieme a FCC Construccion e IBI Group. Nella joint venture c’è anche Astaldi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzi in lieve rialzo sopra 1.700 dollari l’oncia
Il metallo prezioso guadagna lo 0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in lieve rialzo questa mattina le quotazioni dell’oro sui mercati internazionali. Il metallo prezioso guadagno lo 0,5% portandosi a 1.705 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Maire Tecnimont: finalizza contratto per impianto in Egitto
Del valore di 550 milioni dollari, per industria fertilizzanti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
08:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Maire Tecnimont attraverso la controllata Tecnimont ha finalizzato con Egypt Hydrocarbon Corporation tutte le condizioni tecniche e commerciali del contratto EPC relativo alla realizzazione di un nuovo impianto di ammoniaca ad Ain Sokhna, in Egitto. Il Gruppo Maire Tecnimont era già stato selezionato come EPC contractor esclusivo, come annunciato lo scorso settembre. Il valore del contratto e’ pari a circa 550 milioni di dollari.
Pierroberto Folgiero, amministratore delegato del gruppo Maire Tecnimont, ha osservato: “Con questo risultato dimostriamo ancora una volta la grande resilienza del nostro core business in un periodo particolarmente sfidante per l’intero mercato.
Siamo inoltre molto orgogliosi di svolgere un ruolo strategico nello sviluppo dell’industria dei fertilizzanti in Egitto con un cliente dal forte spirito imprenditoriale, come EHC”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,93%
Indice Ftse Mib a quota 17.600 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2020
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,93% a 17.600 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre bene, Londra +0,59%
Positive anche Francoforte (+0,4%) e Parigi (+0,25%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
09:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali borse europee. Londra guadagna lo 0,59% a 5.970 punti, Francoforte lo 0,4% a 10.948 punti e Parigi lo 0,25% a 4.561 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano positiva (+1,2%), sprint banche
Acquisti su Mediobanca, Bper, Banco Bpm e Unicredit, cauta Terna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
09:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari consolida il rialzo segnato in apertura (Ftse Mib +1,2%) spinta dal calo dello spread a 231 punti dopo il via libera del Consiglio Europeo al Mes venerdì scorso. In prima linea i bancari Bper (+3%), Banco Bpm (+2,96%), Mediobanca (+2,93%) e Unicredit (+2,63%). Corre anche Poste (+2,92%), più cauta invece Intesa (+2,33%) ed Mps (+2,27%). Acquisti su Fca (+1,9%), sulla scia della corsa degli automobilistici a Tokyo dopo le vendite in aprile, bene Tim (+1,3%) e Saipem (+1,3%), nonostante il ripiegamento del greggio (Wti -2%), più cauta Eni (+0,8%). Piatta Terna (+0,07%), nessun titolo in rosso nel paniere.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa cauta, Milano +0,5%
Attesa per interventi Mersch (Bce), Bostic ed Evans (Fed)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
10:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee caute dopo un rialzo iniziale sulla scia del il via libera al Mes di venerdì scorso.
Se i contagi da coronavirus sembrano diminuire in Europa, dall’Italia è giunto un segnale preoccupante sul fronte della produzione industriale scesa in marzo ben oltre le stime. Milano (Ftse Mib +0,5%) continua a guidare i listini facendo comunque meglio di Londra (+0,4%), Francoforte (+0,2%), Madrid (+01%) e Parigi (-0,2%), girata nel frattempo in negativo. Positivi i futures Usa in attesa degli interventi di Yves Mersch della Bce e dei presidenti della Fed di Atlanta Raphael Bostic e di Chicago Charles Evans. In calo i petroliferi Eni (-0,25%) e Shell (-0,7%) con il greggio che rallenta (Wti -3% a 24 dollari al barile). Acquisti sul settore delle vendite al dettaglio con i colossi Prosus (+3,83%), Ocado (+3,27%), spinta dagli analisti di Berenberg e Kingfisher (+3,14%). Sprint di Renault (+5%) dopo le vendite di auto di Nissan in Giappone a marzo. Bene anche Bmw (+1,87%), più indietro Fca (+0,6%). Occhi su Poste italiane (+3,9%) alla vigilia della trimestrale, mentre il rialzo a 236 dello spread fa rallentare Banco Bpm (+1,79%) e Unicredit (+1,22%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia,fondamentale riavviare economia in 2020-2021
Essenziale credito a imprese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
11:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Riavviare l’economia è fondamentale nella seconda parte del 2020 e 2021″. Lo ha detto il direttore generale di Bankitalia Daniele Franco intervistato all’evento «L’Italia genera futuro» del Corriere della Sera. E’ essenziale che il credito affluisca alle imprese e che vengano adottate misure di sostegno a fondo perduto e per rafforzare il capitale” .Il sistema bancario deve sostenere con forza questo processo, nell’immediato è necessario uno sforzo eccezionale per sostenere la liquidità delle imprese colpite dalla crisi e quindi usare l’ingente liquidità messa a
disposizione dall’eurosistema a tassi irripetibili”. Home Mappa del sito ACQUISTA SU AMAZON Fai una donazione VAI ALLEL NOTIZIE DEL PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano azzera rialzo, giù Eni e Stm
Sprint Recordati, Buzzi, Poste e Diasorin, banche caute
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
11:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari azzera il rialzo e si porta in parità dopo quasi 3 ore di scambi (Ftse Mib +0,07%).
Sale oltre quota 238 punti lo spread a seguito del crollo della produzione industriale italiana a marzo, mentre è ancora da sciogliere il nodo di un’eventuale sottoscrizione del Mes da parte dell’Italia. Le vendite interessano Stm (-1,8%), Exor (-1,2%), Moncler (-1,1%), Atlantia (-1%) e Cnh (-0,8%). Il calo del greggio (Wti -3%) penalizza Eni (-0,7%) e Saipem (-0,45%), mentre scontano il calo dei consumi di energia Terna (-0,66%) ed Enel (-0,35%). Contrastate Fca (-0,2%) e Ferrari (+0,8%), in luce invece Recordati (+4%) e Buzzi (+2,97%) , sull’onda lunga della trimestrale. Bene Poste (+2,2%), che la diffonde domani, Diasorin (+2,24%), Prysmian (+1,6%) e Banco Bpm (+1,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio, 270mila imprese a rischio chiusura definitiva
Nella ristorazione -45 mila
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
12:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono circa 270 mila le imprese del commercio e dei servizi che rischiano la chiusura definitiva se le condizioni economiche non dovessero migliorare rapidamente, con una riapertura piena ad ottobre. E’ la stima dell’Ufficio Studi Confcommercio del rischio di chiusura delle imprese del terziario di mercato.I settori più colpiti sarebbero gli ambulanti, i negozi di abbigliamento, gli alberghi, i bar e i ristoranti e le imprese legate alle attività di intrattenimento e alla cura della persona. Mentre, in assoluto, le perdite più consistenti si registrerebbero tra le professioni (-49 mila attività) e la ristorazione (-45 mila imprese)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste:con impegno Covid prima in Brand Finance Insurance 100
‘Conferma tradizionale vocazione di vicinanza al territorio’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Poste Italiane sale al primo posto nell’aggiornamento 2020 della top-100 mondiale per reputazione del marchio stilata da Brand Finance per il settore assicurativo. “Nella lotta al contrasto della diffusione del contagio da Covid-19, sottolinea l’analisi contenuta nell’edizione 2020 del Brand Finance Insurance 100 – riporta l’azienda – , Poste ha confermato la sua tradizionale vocazione di vicinanza al territorio adottando una serie di misure eccezionali, dal pagamento anticipato delle pensioni con turnazioni in ordine alfabetico con l’obiettivo di evitare affollamenti, alla collaborazione con l’Arma dei Carabinieri per la consegna a domicilio degli assegni pensionistici agli over 75, fino alla collaborazione con le Istituzioni nella distribuzione di maschere protettive alla popolazione”.
Iniziative che ” – rileva Brand Finance – rappresentano investimenti che hanno rafforzato il brand di Poste Italiane, in linea con il business – con l’obiettivo di aumentare la fiducia e l’affidabilità percepite, che sono ingredienti essenziali nei servizi assicurativi, bancari e di corriere espresso – ed in linea con la prospettiva di uscire dalla pandemia con un valore del brand ancora più elevato”.
“Il primato globale di Poste Italiane – commenta l’a.d Matteo Del Fante conferma la qualità dell’offerta di prodotti e servizi e il prestigio internazionale raggiunto dall’azienda, che è stato rafforzato dalla rapidità e dalla flessibilità con la quale abbiamo garantito la continuità di servizi essenziali al Paese e abbiamo risposto ai nuovi bisogni legati all’emergenza prodotta dal Covid 19”. L’azienda segnala anche che “un ulteriore riconoscimento è stato raggiunto nel medesimo periodo attraverso le analisi sulla reputazione effettuate da Rep Track” che “ha riscontrato un ulteriore e significativo incremento degli indici di valutazione di Poste”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa giù con futures, Milano in parità
Spread stabile a 237 punti, calo greggio frena Shell, Bp ed Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
12:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si tinge di rosso il quadro delle principali borse europee, da Parigi (-1,38%) a Francoforte (-0,86%), da Madrid (-0,75%) a Londra (-0,6%), con Milano (-0,06%) che resiste nervosa a cavallo della parità. Girano in calo i futures Usa in assenza di dati rilevanti, mentre sono attesi gli interventi di Yves Mersch, del direttivo della Bce e dei colleghi della Fed di Atlanta Raphael Bostic e di Chicago Charles Evans. I listini reagiscono negativamente al nuovo calo del greggio, che sfiora il 3% e vede il Wti scendere a 24 dollari secchi al barile. Ne risentono Shell (-2,59%), Bp (-2,28%), Total (-1,47%) e, parzialmente, anche Eni (-0,5%). A parte Renault (+3%), spinta dalle vendite di Nissan in Giappone, soffrono gli altri automobilistici, da Peugeot (-1,4%) a Daimler (-0,9%), cauta Fca (-0,04%). In luce il commercio al dettaglio con Prosus (+2,85%), Kingfischer (+2,34%) e Zalando (+2,13%).
Stabile a 237 punti lo spread tra Btp e Bund, con i bancari Banco Bpm (+1,61%), Bper (+1,3%), Intesa (+0,4%), Unicredit ( +0,12%) ed Mps (+1,36%) in ordine sparso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Db Group, pacchi su posti vuoti dei voli passeggeri
Azienda logistica ha noleggiato aerei invece di navi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
11 maggio 2020
13:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scatole e imballi agganciati sui sedili che fino a poche settimane fa erano occupati da passeggeri, prima classe compresa, ora lasciati vuoti per il distanziamento sui voli. Succede all’interno di aerei Boeing 787 ad uso civile, di Alitalia e Neos, noleggiati dalla società della logistica Db Group, di Montebelluna, per far giungere dalla Cina materiale che via nave avrebbe impiegato molto più tempo per giungere a destinazione. Uno dei due voli atterrerà domani sera al ‘Marco Polo’ di Venezia, mentre un primo aereo è già giunto ieri a Malpensa. A bordo dei Boeing hanno “preso posto” parti per resistenzeelettriche, elastici per la fabbricazione di mascherine, pezzi diricambio destinati al distretto veneto dell’automotive, materie prime e componenti per singoli marchi e per altri comparti. ”Numerose aziende hanno finito le scorte, sulle linee di montaggio – spiega il presidente di D.B. Group, Vittorino De Bortoli – e occorre far arrivare con urgenza prodotti che di solito vengono prelevati dal magazzino”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano gira on calo, giù Stm ed Exor
Cala greggio, cauta Eni, spread a 237 frena Unicredit
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
14:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari imbocca la via del ribasso al traguardo di metà seduta (Ftse Mib -0,3%) dopo che la produzione industriale è precipitata di oltre il 28% a marzo.
In calo anche le quotazioni del greggio (Wti -3%), mentre lo spread Btp/Bund si è riportato a 238 punti. Frenano Exor (-2,3%) Stm (-1,8%) e Atlantia (-1,4%), mentre Eni (+0,07%) si riporta di nuovo sopra la parità. Contrastate Fca (-0,5%) e Ferrari (+0,38%), in ordine sparso invece le banche, con Unicredit (+0,06%) e Intesa (-0,16%) a cavallo della parità. Fanno un po’ meglio Ubi (+0,16%), e Banco Bpm (+0,39%), mentre Poste (+1,5%) si prepara alla trimestrale di domani. Effetto conti su Recordati (+3,89%) e Diasorin (+3,65%), insieme a Buzzi (+1,76%) ed Hera (+1,77%). Sprint di Fineco (+3,43%) dopo la trimestrale, poco mossa Tim (+0,23%), deboli Campari (-0,25%) e Brembo (-0,3%), che ha diffudo i conti dei primi 3 mesi. Ferme fino a nuovo ordine le Banco di Sardegna di risparmio, oggetto di un comunicato in arrivo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Eni: 2,6 mld su rinnovabili, valuta paesi emergenti Asia
Obiettivo 3 GW capacità installata al 2023, 5 al 2025
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Nei prossimi quattro anni”, la direzione Energy Solutions di Eni “investirà 2,6 miliardi di euro nelle energie rinnovabili con l’obiettivo di raggiungere una capacità installata di 3 GW al 2023 e 5 GW al 2025. Gli investimenti perseguono una diversificazione geografica e tecnologica; oltre al proseguimento dei progetti in Italia, rafforzeremo la nostra presenza in USA, Africa, Australia e Kazakhstan oltre a valutare il potenziale ingresso in paesi emergenti principalmente in Asia”. Lo afferma l’Eni nelle risposte alle domande degli azionisti in vista dell’assemblea del 13 maggio.
“Le tecnologie maggiormente impiegate sono il solare fotovoltaico e l’eolico onshore; è inoltre previsto l’utilizzo di sistemi di accumulo e lo sviluppo della tecnologia ISWEC per lo sfruttamento del moto ondoso”, spiega la società, precisando che “ad oggi, i nostri investimenti in rinnovabili sono stati finanziati prevalentemente ricorrendo ad equity o, laddove possibile, accedendo a finanziamenti agevolati o dedicati allo scopo; in futuro, per progetti selezionati, non è escluso il ricorso al project financing”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo: in trimestre utile a 29,8 mln (-53%), effetto covid
Ricavi in calo del 13,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
14:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Brembo chiude il primo trimestre dell’anno con un utile netto a 29,8 milioni di euro, in calo del 53,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I calo anche i ricavi a 575,9 milioni (-13,7%). Lo rende noto la società evidenziando che i risultati sono stati “fortemente ondizionati, come era prevedibile, dalla progressiva espansione a livello mondiale della pandemia da Covid-19”.
Il margine operativo lordo (Ebitda) del trimestre ammonta a 102 milioni, rispetto a 134,2 milioni del primo trimestre 2019.
Nell’attuale stato di incertezza circa l’evoluzione della pandemia, le misure che i governi adotteranno e la velocità di ripresa del ciclo economico e del settore automotive in particolare – è difficile formulare previsioni “quantitative sui risultati economico-finanziari del gruppo, ma gli effetti si presumono di entità significativa anche nei prossimi trimestri del 2020”.
Il presidente di Brembo, presidente di Brembo, Alberto Bombassei, si è detto fiducioso del fatto che l’azienda “tornerà a crescere, ancora più forti e determinati, nel medio e lungo periodo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo a New York a 24,95 dollari
Crescita dello 0,85%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
11 maggio 2020
15:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo a New York, col greggio scambiato a 24,95 dollari al barile (+0.85%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Ny apre in forte calo, Dj -0,98%, Nasdaq -0,44%
Indice S in ribasso dello 0,82
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
11 maggio 2020
15:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in calo per Wall Street con il Dow Jones che perde lo 0,98%, il Nasdaq lo 0,44% e l’indice S&P500 lo 0,82%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Gabetti punta su consulenti 4.0 e reti
Gruppo avvia protocollo per riapertura in scurezza
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
15:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dal tour virtuale per visionare un immobile da remoto al servizio di video appuntamento, fino alla piattaforma che consente in modo digitale di fare acquisizioni. Sono alcuni degli strumenti digitali messi in atto da Gabetti durante il lockdown che proseguono nella fase 2 con la riapertura delle agenzie. Accanto a queste iniziative innovative a sostegno delle proprie agenzie (Gabetti, Grimaldi e Professionecasa), il gruppo ha avviato un protocollo dettagliato per la riapertura al pubblico dell’attività e la messa in sicurezza di ambienti, collaboratori e clienti. “In questo periodo non solo non ci siamo fermati, ma abbiamo continuato a guardare avanti, delineando gli scenari futuri con un forte impulso alla definizione delle reti e dei consulenti immobiliari 4.0″afferma il direttore generale del gruppo Gabetti, Marco Speretta. Gli strumenti digitali “potranno di fatto cambiare il modo di lavorare delle agenzie, anche quando si tornerà a pieno regime, facendo un passo in avanti verso il futuro della professione che dipenderà, inoltre, da un incremento dei servizi offerti in agenzia come mutui, assicurazioni, aste immobiliari e soprattutto riqualificazione degli immobili”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rcs: ricavi scendono per Covid, ma conferma prospettive
Risultato trimestre negativo, indebitamento migliora
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
16:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei primi tre mesi dell’anno i ricavi netti consolidati del gruppo Rcs si attestano a 171,3 milioni, in flessione di 34,9 milioni rispetto al 31 marzo 2019, “principalmente per gli effetti dell’emergenza sanitaria”, in particolare per il calo della raccolta pubblicitaria e delle diffusioni dei quotidiani sportivi, oltre al differimento alla seconda parte dell’anno.
Il risultato netto dei primi tre mesi è negativo per 6,1 milioni (positivo per 4,9 milioni al 31 marzo 2019) e riflette gli andamenti dei ricavi e la plusvalenza realizzata mediante la cessione della partecipata spagnola Last Lap. L’indebitamento finanziario netto scende a 108 milioni dai 131 a fine 2019, con Rcs che “ritiene di disporre di leve gestionali adeguate per contrastare gli effetti dell’emergenza sanitaria nel 2020 e confermare quindi le prospettive di medio-lungo periodo del gruppo”.
Rcs segnala che il Corriere della Sera è il “primo quotidiano italiano in edicola e online”, dove ha superato i 300 mila abbonamenti, più che raddoppiati rispetto a marzo 2019.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rosso dopo apertura Wall Street
Male le banche e i petroliferi. Milano -0,2%, spread a 239
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
16:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Peggiorano e sono tutte in rosso le principali Borse europee, dopo l’apertura in negativo di Wall Street, in una giornata in cui è intervenuto Yves Mersch direttivo della Bce a proposito di valuta digitale, mentre sono attesi interventi dei colleghi della Fed di Atlanta Raphael Bostic e di Chicago Charles Evans. La peggiore è Madrid (-1,6%), seguita da Parigi (-1,5%), Francoforte (-1,1%) e Londra (-0,2%).
Come quest’ultima anche Milano (-0,2%), con lo spread Btp-Bund a 239 punti.
L’indice d’area, Stoxx 600, è in calo (-0,8%). Forti cali per le banche, da Bank of Ireland (-16,2%), a Ing (-3,9%), Royal Bank of Scotland (-3,8%), Lloyds (-3,4%). Nonostante una ripresa del greggio (wti +1,8%) male i petroliferi, soprattutto Total e Galp (-1,4%) e Royal Dutch (-1,2%), con eccezioni per Neste Oyj (+1,1%) e Lundin (+1%). Sono in rosso le auto, in particolare Daimler (-2,5%) e Peugeot (-2,3%), tranne Renault (+2%) e Ferrari (+0,03%) sul filo della parità. In perdita i semiconduttori, a partire da Infineon (-3,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in calo (-0,4%)
Spread a 238, banche in ordine sparso. Perde il lusso
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
16:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue in rosso la Borsa di Milano (-0,4%), con l’industria e i petroliferi a pesare sul listino. Perde Leonardo (-2,6%) ed è in calo il lusso, con Moncler (-2,4%) e Ferragamo (-0,7%), con gli analisti che sottolineano come i magazzini siano pieni di invenduto in seguito al lockdown e la difficoltà nella conversione al digitale e nel riconquistare il mercato cinese in patria, vista l’improbabile ripresa a breve dei viaggi. Le banche, con lo spread Btp-Bund a 238, vanno in ordine sparso, con guadagni per Fineco (+4%) coi dati del trimestre, Banco Bpm (+1,1%)e Unicredit (+0,5%), mentre registrano perdite Intesa (-0,5%), Bper e Ubi (-0,6%).
Sul fondo del listino principale i petroliferi, da Tenaris (-1,2%) a Saipem (-0,8%) e Eni (-0,5%), pur col greggio in risalita (wti +1,6%), che penalizza Pirelli (-1,8%). In rosso anche Exor (-2,3%), insieme a Fca (-1,6%). Brillante Recordati (+6,5%) coi conti, a Diasorin (+4,4%) e Poste in attesa della trimestrale l’indomani. Male Terna (-1,9%) e Enel (-1,8%). Giù Brembo (-2,7%) con la trimestrale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa scende, male banche
Pesanti auto e componenti, risale greggio, giù l’oro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
17:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le principali Borse europee proseguono la seduta d’inizio settimana in calo, in una giornata in cui le tensioni Usa-Cina si esprimono sul vaccino per il coronavirus. La peggiore è Madrid (-1,6%), seguita da Parigi (-1,3%), Francoforte (-0,9%) e Londra (-0,3%), con l’oro in leggero calo (-0,4%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, è in calo (-1,6%), con unici comparti positivi i beni di prima necessità e la salute. Perdono la quasi totalità delle banche, da Bank of Ireland (-15,8%) a Banco de Sabadell (-6%), Credit Agricole (-3,4%), Lloyds (-3%). Eccezioni alcune italiane come Fineco (+3,3%) dopo i conti, mentre lo spread è salito a 240.
Pesanti i petroliferi, come Royal Dutch (-2%) e Total (-1,8%), bene Neste Oyj (+1,6%), col greggio in ripresa (wti +o,2% a 24,8 dollari al barile). In rosso le auto, da Daimler (-2,3%)e Peugeot (-2,2%), così come i componenti, come Valeo (-2,6%), con qualche eccezione, come per Renault (+1,2%) e per Faurecia (+1,2%). Male i semiconduttori, da Ams (-4,5%) a Infineon (-3,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo (-0,3%)
Il Ftse Mib a 17.381 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
11 maggio 2020
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in calo per Piazza Affari.
Il Ftse Mib ha perso lo 0,33% a 17.381 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rosso
Madrid (-1,6%), Parigi (-1,3%), Francoforte (-0,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
18:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno chiuso in rosso le principali Borse europee, tranne Londra, rimasta sulla parità (+0,06%) a 5.939 punti. La peggiore è stata Madrid (-1,6%) a 6.672 punti, seguita da Parigi (-1,3%) a 4.490 punti e Francoforte (-0,7%) a 10.824 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia in ordine sparso, Tokyo +1,05%
Calano yen e greggio e oro, in arrivo produzione Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
08:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse asiatiche in ordine sparso, con i contagi da coronavirus in calo in Europa, mentre in Corea si teme la presenza di un nuovo focolaio. Debole lo yen nei confronti di euro, dollaro e sterlina, così come il greggio Wti (-2% a 24,25 dollari al barile) e l’oro (-0,7%). Chiusura positiva per Tokyo (+1,05%), Taiwan (+1,03%) e Sidney (+1,3%), ma non per Seul (-0,54%). Ancora aperte Hong Kong (+1,46%), Shanghai (-0,3%) e Mumbai (+0,69%). Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa della produzione industriale italiana di marzo e degli interventi di Yves Mersch della Bce e dei presidenti della Fed di Atlanta Raphael Bostic e di Chicago Charles Evans. Acquisti a Tokyo sul produttore di Suv Isuzu (+9,96%) e Nissan (+9,32%) dopo le vendite in aprile, sprint di Nippon Steel (+9,69%) dopo la trimestrale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa gira in calo con futures, Milano in parità
Spread stabile a 237 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
14:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si tinge di rosso il quadro delle principali borse europee, da Parigi (-1,38%) a Francoforte (-0,86%), da Madrid (-0,75%) a Londra (-0,6%), con Milano (-0,06%) che resiste nervosa a cavallo della parità. Girano in calo i futures Usa in assenza di dati rilevanti, mentre sono attesi gli interventi di Yves Mersch, del direttivo della Bce e dei colleghi della Fed di Atlanta Raphael Bostic e di Chicago Charles Evans. I listini reagiscono negativamente al nuovo calo del greggio, che sfiora il 3% e vede il Wti scendere a 24 dollari secchi al barile. Ne risentono Shell (-2,59%), Bp (-2,28%), Total (-1,47%) e, parzialmente, anche Eni (-0,5%). A parte Renault (+3%), spinta dalle vendite di Nissan in Giappone, soffrono gli altri automobilistici, da Peugeot (-1,4%) a Daimler (-0,9%), cauta Fca (-0,04%). In luce il commercio al dettaglio con Prosus (+2,85%), Kingfischer (+2,34%) e Zalando (+2,13%). Stabile a 237 punti lo spread tra Btp e Bund, con i bancari Banco Bpm (+1,61%), Bper (+1,3%), Intesa (+0,4%), Unicredit ( +0,12%) ed Mps (+1,36%) in ordine sparso.
Le Borse cinesi chiudono la seduta poco sotto la parità: l’indice Composite di Shanghai si attesta a 2.894,80 punti (-0,02%), mentre quello di Shenzhen cede lo 0,24%, a quota 1.804,74.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Agricoltura: Ismea, cresce il mercato delle polizze agevolate
E’ record da 8,3 miliardi. Pubblicato Rapporto su gestione del Rischio 2020
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
16:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce il mercato delle polizze agevolate con un record di 8,3 miliardi di euro di valori assicurati. Un elemento di novità rappresentato dal conseguimento del primato assoluto in termini di valori assicurati in crescita su base annua del 5,1%. E’ la fotografia scattata da Ismea nel Rapporto sulla gestione del Rischio in agricoltura 2020 per la campagna assicurativa agricola 2019. I numeri confermano, per il terzo anno consecutivo, l’andamento positivo del mercato agevolato.

Complessivamente il mercato ha coinvolto nel 2019 circa 76mila aziende, di cui quasi 64mila nel comparto vegetali, numero, quest’ultimo, che registra un incremento dell’1,2% sul 2018.

La composizione del portafoglio assicurativo – sottolinea l’Istituto – conferma la forte concentrazione dei contratti sulle colture vegetali, la cui quota di mercato si attesta al 72%, contro il 16% della zootecnia e il 12% delle strutture.

Dal Rapporto emerge nel 2019 una maggiore frequenza dei fenomeni meteorologici avversi, con l’ultima annata, la più calda di sempre dopo il record del 2016, che ha mostrato un’intensificazione degli eventi calamitosi.

“In questo contesto – segnala lo studio – non appare più rinviabile una riforma dell’intervento pubblico, con particolare riferimento ai rischi catastrofali, prevedendo l’istituzione di nuovi strumenti di gestione del rischio, come ad esempio un Fondo mutualistico nazionale a tutela di tutte le aziende agricole italiane”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: Bariatti, rammarico per mancato rinnovo
Ma azionista Tesoro decide e ha strategia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
14:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“C’è un po’ di rammarico, è naturale.
Si pensava su una continuità, sapendo che l’ad sarebbe stato cambiato e che si potesse quindi garantire una continuità nella presidenza e nel cda”. Lo afferma la presidente uscente di Mps Stefania Bariatti a chi gli chiede della mancata riconferma da parte del Tesoro. “L’azionista – spiega – ha deciso diversamente e, come abbiamo detto fin dall’inizio, l’azionista sceglie” e sicuramente c’è “una strategia dietro questa modifica così radicale del cda” di cui “dovete chiedere conto a loro”. “Dal punto di vista personale c’è rammarico, metterò a frutto questa esperienza in altri contesti” aggiunge.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confcommercio, 270mila imprese a rischio chiusura
Se le condizioni economiche non dovessero migliorare rapidamente, con una riapertura piena ad ottobre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
14:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono circa 270 mila le imprese del commercio e dei servizi che rischiano la chiusura definitiva se le condizioni economiche non dovessero migliorare rapidamente, con una riapertura piena ad ottobre. E’ la stima dell’Ufficio Studi Confcommercio del rischio di chiusura delle imprese del terziario di mercato.
Quella di Confcommercio è “una stima prudenziale che potrebbe essere anche più elevata perché, oltre agli effetti economici derivanti dalla sospensione delle attività, va considerato anche il rischio, molto probabile, dell’azzeramento dei ricavi a causa della mancanza di domanda e dell’elevata incidenza dei costi fissi sui costi di esercizio totali che, per alcune imprese, arriva a sfiorare il 54%. Un rischio che incombe anche sulle imprese dei settori non sottoposti a lockdown”.
“Su un totale di oltre 2,7 milioni di imprese del commercio al dettaglio non alimentare, dell’ingrosso e dei servizi – viene spiegato nel rapporto dell’Ufficio Studi di Confcommercio – quasi il 10% è, dunque, soggetto ad una potenziale chiusura definitiva. I settori più colpiti sarebbero gli ambulanti, i negozi di abbigliamento, gli alberghi, i bar e i ristoranti e le imprese legate alle attività di intrattenimento e alla cura della persona. Mentre, in assoluto, le perdite più consistenti si registrerebbero tra le professioni (-49 mila attività) e la ristorazione (-45 mila imprese). Per quanto riguarda la dimensione aziendale, il segmento più colpito sarebbe quello delle micro imprese – con 1 solo addetto e senza dipendenti – per le quali basterebbe solo una riduzione del 10% dei ricavi per determinarne la cessazione dell’attività”.
Le stime elaborate incorporano un rischio di mortalità delle imprese “superiore al normale – conclude l’Ufficio Studi – per tener conto del deterioramento del contesto economico, degli effetti della sospensione più o meno prolungata dell’attività, della maggiore presenza di ditte individuali all’interno di ciascun settore e del crollo dei consumi delle famiglie”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Industria: Istat, produzione marzo -28,4% su mese
Crollo del 29,3% rispetto a marzo 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
13:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A marzo 2020 l’indice destagionalizzato della produzione industriale è diminuito del 28,4% rispetto a febbraio, stima l’Istat. Nel primo trimestre dell’anno, il livello della produzione è scesa dell’8,4% rispetto ai tre mesi precedenti. Rispetto a marzo 2019 l’indice è diminuito corretto per gli effetti di calendario del 29,3% (22 giorni contro 21 dello scorso anno). Tutti i principali settori registrano variazioni tendenziali negative.
Le più rilevanti sono quelle di fabbricazione di mezzi di trasporto (-52,6%), industrie tessili e abbigliamento (-51,2%), fabbricazione di macchinari (-40,1%) e metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-37%). Il calo minore si registra nelle industrie alimentari, bevande e tabacco (-6,5%).
A marzo le condizioni della domanda e le misure di contenimento dell’epidemia di COVID-19 hanno determinato un crollo della produzione industriale italiana con una riduzione tendenziale (-29,3%) che è la maggiore della serie storica disponibile (che parte dal 1990), superando i valori registrati nel corso della crisi del 2008-2009. Lo afferma l’Istat aggiungendo che è “senza precedenti anche la caduta in termini mensili dell’indice destagionalizzato”. Tutti i principali settori di attività economica – sottolinea – registrano flessioni tendenziali e congiunturali, in molti casi di intensità inedite: nella fabbricazione di mezzi di trasporto e nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori la caduta congiunturale e tendenziale supera ampiamente il 50%. Relativamente meno accentuato è il calo nelle industrie alimentari, bevande e tabacco che, considerando la media degli ultimi tre mesi mantengono una dinamica tendenziale positiva.
“Riavviare l’economia è fondamentale nella seconda parte del 2020 e 2021”, ha detto il direttore generale di Bankitalia Daniele Franco intervistato all’evento «L’Italia genera futuro» del Corriere della Sera. “E’ essenziale che il credito affluisca alle imprese e che vengano adottate misure di sostegno a fondo perduto e per rafforzare il capitale”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: parrucchieri e ristoranti riaprono a Bolzano
Nei saloni orario prolungato per smaltire liste d’attese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
11 maggio 2020
09:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Da questa mattina in Alto Adige sono aperti parrucchieri, bar e ristoranti, come previsto dalla legge provinciale approvata la scorsa settimana. I saloni stanno ricevendo i primi clienti con orario prolungato, in alcuni casi dalle 7 alle 21, per smaltire le lunghe liste d’attesa. Secondo le direttive provinciali, i parrucchieri indossano mascherine Ffp2, per i clienti basta una mascherina qualsiasi. Dopo un periodo di attività con asporto, riprendono il servizio ai tavoli anche ristoranti e bar, con una distanza minima di due metri fra un tavolo e l’altro. Anche qui obbligo di mascherina. La legge provinciale ha dato via libera anche ai musei, ma il lunedì è tradizionale giorno di chiusura.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: un genitore ‘fragile’ su 7 ha perso il lavoro
Rapporto di Save The Children,. Molte famiglie in difficoltà economiche riducono la spesa alimentare. Inoltre, un minore su 5 più in difficoltà con i compiti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
11:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Come l’emergenza legata all’epidemia di coronavirus ha cambiato la nostra vita? Un rapporto di Save the children,  “Riscriviamo il Futuro. L’impatto del Coronavirus sulla povertà educativa” ha provato a dare alcune risposte.
“Quasi 1 genitore su 7” tra quelli in condizioni socio-economiche più fragili, pari al 14,8%, ha perso il lavoro per via dell’emergenza Covid-19, oltre la metà lo ha perso temporaneamente. “Circa 1 minore su 5” ha più difficoltà a fare i compiti rispetto al passato e, tra i bambini tra gli 8 e gli 11 anni, “quasi 1 su 10” non segue mai le lezioni a distanza o lo fa meno di una volta a settimana.
Il rapporto include un sondaggio “L’infanzia in isolamento” ,realizzato dal 22 al 27 aprile on line, per Save the Children dall’istituto di ricerca 40 dB su un campione di oltre 1000 bambini e ragazzi tra gli 8 e i 17 anni e i loro genitori, che include un 39,9% del totale che si trova in condizioni precarie economicamente anche a causa della crisi dovuta al Coronavirus.
Emerge, inoltre, che più di 6 genitori su 10 stanno facendo i conti con una riduzione temporanea dello stipendio (compresi quanti sono in cassa integrazione o in congedo parentale) tanto che rispetto a prima del lockdown la percentuale di nuclei familiari in condizione di vulnerabilità socio-economica che beneficia di aiuti statali è quasi raddoppiata, passando dal 18,6% al 32,3%. Si tratta di genitori che, nel 44% dei casi, sono preoccupati di non poter tornare al lavoro o cercarne uno perché i figli non vanno a scuola e non saprebbero a chi lasciarli. Sempre dalla ricerca risulta che “circa 1 genitore su 20” ha paura che i figli debbano ripetere l’anno, nonostante le disposizioni ministeriali lo vietino, o che possano lasciare la scuola, dati che tra le famiglie in maggiori difficoltà economica, passano rispettivamente a quasi 1 su 10 e 1 su 12. Quasi la metà delle famiglie con maggiori fragilità (45,2%) vorrebbe “le scuole aperte tutto il giorno con attività extrascolastiche e supporto alle famiglie in difficoltà”, opzione che comunque è gradita dal 39,1% dei genitori intervistati. Mentre sei genitori su dieci (60,3%) ritengono che i propri figli avranno bisogno di supporto quando torneranno a scuola vista la perdita di apprendimento degli ultimi mesi.
L’indagine condotta dal Save The Children mostra come “molto concrete” siano state le conseguenze economiche del Covid-19 sulla vita delle famiglie: quasi la metà di tutte le famiglie con bambini tra gli 8 e i 17 anni intervistate (44,7%) ha dovuto ridurre le spese alimentari e il consumo di carne e pesce (41,3%). Un dato ancora più allarmante – sottolinea Save The Children – se si considera che prima del lockdown il 41,3% delle famiglie più fragili beneficiava del servizio di mensa scolastica per i propri figli e per quasi tutti loro (40,3%) questo servizio era esente o quasi da pagamenti. Una famiglia su tre (32,7%), inoltre, ha dovuto rimandare il pagamento delle bollette e una su quattro (26,3%) anche quello dell’affitto o del mutuo. Il 21,5% delle famiglie non ha potuto comprare medicinali necessari o ha dovuto rinunciare alle cure mediche necessarie per mancanza di soldi. Una famiglia su cinque, infine, è dovuto ricorrere a prestiti economici da parte di familiari o amici e il 15,5% ha dovuto fare conto su aiuti alimentari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in ribasso (-0,3%) con industria
Banche in ordine sparso. Su Diasorin, giù Leonardo e Stm
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
11 maggio 2020
18:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prima di seduta di settimana in perdita per la Borsa di Milano (-0,3%), in attesa del dl rilancio e mentre i dati sull’industria a marzo fanno segnare un crollo peggiore della crisi del 2008-2009. Il comparto è tra i più pesanti a Piazza Affari, con Leonardo (-3,1%), Stm (-2,2%), Brembo (-2,9%) coi conti, insieme a Fca (-1,7%) per le auto, con Exor (-2%). Tra le banche, con lo spread chiuso a 239 punti, guadagni per Fineco (+3,2%) con la trimestrale, Banco Bpm (+1%), Unicredit (+0,5%), non per Intesa (-0,3%), Bper (-1,1%) e Ubi (-1,2%). Giù gli assicurativi con Unipol (-2,1%), meno Generali (-0,8%). Male Terna (-2%) e Enel (-1,9%).
Pesanti i petroliferi, da Tenaris (-1,8%) a Saipem (-0,7%), sulla parità Eni, col greggio in nuovo calo (wti -1%). Soffre Pirelli (-1,6%). In cima al listino principale Recordati (+6,2%) coi conti e Diasorin (+4%). Bene Mediobanca (+3,3%) e Poste (+2,6%) il giorno prima dei conti. Lusso soffocato con Moncler (-1,5%) e Ferragamo -1,4%), con gli analisti a confermare le difficoltà del settore.

Economia tutte le notizie! SEMPRE AGGIORNATE! DA NON PERDERE!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 36 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:57 DI GIOVEDì 07 MAGGIO 2020

ALLE 13:04 DI SABATO 09 MAGGIO 2020

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: poco mosso a 24,14 dollari al barile
Brent a 29,79 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
05:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio poco mosse dopo i rialzi dei giorni scorsi con gli investitori in attesa di segnali più forti di ripresa. I contratti sul greggio wti con scadenza a giugno passano così di mano a 24,14 dollari contro i 23,9 di ieri sera a New York. Poco mosso anche ikl Brent che passa di mano a 29,79 dollari (+0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: Prosieben, pubblicità aprile -40%
Effetti Covid su gruppo di cui Biscione è primo azionista
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediaset: Prosieben, pubblicità aprile -40%
Effetti Covid su gruppo di cui Biscione è primo azionista
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2020
08:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo media tedesco ProSiebenSat.1, del quale Mediaset è ampiamente primo azionista con circa il 25% delle quote, prevede che “le sue attività in tutti i segmenti saranno fortemente influenzate dalla pandemia Covid-19: le ultime due settimane di marzo hanno già visto i primi effetti e nel mese di aprile i ricavi pubblicitari televisivi sono diminuiti di circa il 40% rispetto all’anno precedente”.
Lo si legge nel comunicato nel quale Prosieben conferma i risultati del primo trimestre già rilasciati in via preliminare a fine aprile, quando il gruppo aveva già anticipato parte degli effetti del Coronavirus, il congelamento del dividendo e l’annullamento delle previsioni sull’anno. La società con base in Baviera, tra le maggiori del settore a livello europeo, prevede anche diverse misure di contenimento dei costi per far fronte al prevedibile calo dei ricavi, come una riduzione degli investimenti di circa 50 milioni e il taglio delle spese in information technology e altre uscite ‘operative’, come quelle di viaggio e di consulenza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: poco mosso a 1.687,7 dollari l’oncia
Sui mercati asiatici
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
08:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro poco mosse questa mattina sui mercati asiatici con il lingotto con consegna immediata che passa di mano a 1687, 7 dollari l’oncia. Il rialzo sulla vigilia è dello 0,1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre a 249 punti
Rendimento del decennale italiano all’1,99%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
08:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund apre a 249 punti base questa mattina, uno in più dei 248 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è dell1,99%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile a 1,0797 dollari
Su yen moneta unica a quota 114,7
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
08:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’euro poco mosse in avvio di giornata con la moneta unica che vale 1,0797 dollari (1,0794 ieri sera dopo la chiusura di Wall street). Nei confronti dello yen l’euro è a quota 114,7.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude debole, incertezza su economia globale
Tokyo (+0,28%) in lieve rialzo, lo yen stabile sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
08:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse asiatiche deboli in chiusura di seduta, con gli investitori che guardano all’andamento dell’economia globale con i danni provocati dal Coronavirus.
Fari accesi anche sull’andamento del prezzo del petrolio dopo il nuovo calo registrato a New York.
La Borsa di Tokyo (+0,28%) conclude la prima seduta della settimana all’insegna della cautela, dopo la lunga festività nazionale della Golden Week. Sul mercato valutario lo yen è stabile sul dollaro a 106,30, e sull’euro a 114,70. A mercati ancora aperti sono poco mosse Shanghai (-0,05%), Shenzhen (+0,2%) e Seul (-0,01%). In calo Hong Kong e Mumbai (-0,6%).
Sul fronte macroeconomico la produzione industriale in Germania a marzo è scesa del 9,2%, attesi i dati della Francia e le vendite al dettaglio dall’Italia. Dal Regno Unito prevista la riunione della Bank of England e i prezzi delle abitazioni.
Dagli Stati Uniti in arrivo le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione ed i dati sul costo del lavoro e la produttività.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,56%)
Indice Ftse Mib a 17.255 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2020
09:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in rialzo.
L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,56% a 17.255 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prosegue in rialzo, bene Atlantia e Prysmian
In terreno positivo le banche, spread Btp-Bund a 250 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
09:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (+0,5%) prosegue la seduta in terreno positivo, in linea con gli altri listini europei. Corrono Prysmian (+2,2%) e Atlantia (+1,7%). Lo spread tra Btp e Bund resta poco mosso a 250 punti base, con il rendimento del decennale italiano che sfiora il 2% (1,99%).
A Piazza Affari andamento positivo per le banche con Ubi (+0,7%), Banco Bpm ( +0,2%) e Intesa (+0,1%). Piatta Unicredit (+0,02%), all’indomani del conti del trimestre in rosso per 2,7 miliardi. In positivo anche i titoli legati al petrolio con Saipem (+1,3%), Eni (+0,7%).
Andamento negativo per il comparto dell’auto con Cnh (-2,2%), Fca (-0,16%) e Ferrari (-0,7%). In rosso anche Amplifon (-1,6%) e Pirelli (-1,3%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Benzinai, sciopero 48 ore in autostrada il 13 e il 14
Fegica Cisl e Figisc-Anisa Gestori confermano protesta
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
14:02
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fegica Cisl e Figisc-Anisa Confcommercio hanno confermato lo sciopero di 48 ore delle Aree di Servizio della viabilità autostradale ed assimilabile, già fissato dalle ore 22.00 del prossimo 12 maggio, fino alla stessa ora del 14.
E’ quanto annunciano le associazioni.
“Con una attività che per il suo carattere essenziale non ha potuto chiudere ed a cui non è stato neanche consentito di ridurre orari ed applicare turnazioni per contenere i costi e utilizzare almeno la cassa integrazione, le imprese di gestione, in particolare in utostrada, hanno continuato a garantire il servizio 7 giorni su 7, 24 ore al giorno, malgrado oltre 2 mesi di vendite letteralmente crollate
in media del 92%”, spiegano.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa prosegue positiva, effetto export Cina
In rialzo il comparto del lusso, euro stabile sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
10:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee proseguono la seduta in terreno positivo. Tra gli investitori prevale in senso di ottimismo dopo la crescita a sorpresa dell’export cinese nonostante la pandemia da coronavirus. I segnali negativi sull’andamento dell’economia vengono confermati anche dai risultati delle trimestrali. Sul versante monetario l’euro sul dollaro è stabile a 1,079 a Londra.
Marciano in positivo Londra (+0,4%), Francoforte (+0,7%), Parigi e Madrid (+0,6%). Fari accesi sull’andamento del prezzo del petrolio con il comparto azionario europeo che avanza dell’1,2%. In positivo anche le banche (+0,6%) e l’hi-tech (+0,8%).
Nel Vecchio continente si mostra tonico anche il comparto del lusso con Kering (+2,5%) e Lvmh (+1,7%). Tra le banche procede in rialzo Bpn-Paribas (+1,6%). In calo Allianz (-3,3%), Engie (-1,3%) e Airbus (-1,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Istat: da Covid-19 impatto economico profondo. In calo vendite al dettaglio,-20%
Bloccate 800mila imprese. Da crollo commercio mondiale -3%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
18:25
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’impatto del Covid-19 sull’economia italiana è profondo ed esteso”. Lo rileva l’Istat, nella nota mensile. Dopo le riaperture del 4 maggio le imprese ancora chiuse sono 800 mila, circa una su cinque. Erano quasi la metà in pieno lockdown. Ma a pesare non solo solo le restrizioni prese su base nazionale, il crollo del commercio mondiale da solo sarà responsabile del -3% del Pil italiano nell’anno in corso. Morale pessimista per i frequentatori dei social: “nel corso del mese di aprile, l’indice del ‘social mood’ – che guarda ai tweet – sull’economia ha mostrato un ulteriore peggioramento delle percezioni giornaliere sull’andamento dell’economia, con marginali segnali di inversione di tendenza a fine mese”, fa sapere l’Istat.

“Molte grandi imprese” hanno affiancato alle loro produzioni principali delle specifiche linee dedicate all’emergenza Covid e “alcune realtà più piccole” si sono “totalmente” riconvertite per sfornare mascherine o camici. Parte da qui l’analisi dell’Istat sui sistemi di classificazione delle attività economiche. Studio che identifica 128 prodotti, “rilevanti ai fini della prevenzione e del trattamento” del virus, riconducendoli a 56 categorie, 28 classi e 14 divisioni della classificazione delle attività economiche Ateco2007.
Nel mese di marzo l’Istat stima un calo su febbraio delle vendite al dettaglio pari al 20,5% in valore ed al 21,3% in volume. A determinare l’eccezionale calo sono le vendite dei beni non alimentari, che diminuiscono del 36,0% in valore e del 36,5% in volume, mentre quelle dei beni alimentari sono stazionarie in valore e in lieve diminuzione in volume (-0,4%). Su base tendenziale, a marzo, si registra una diminuzione delle vendite del 18,4% in valore e del 19,5% in volume. Anche in questo caso sono le vendite dei beni non alimentari a registrare il calo maggiore (-36,0% in valore e in volume), mentre risultano in crescita quelle dei beni alimentari (+3,5% in valore e +2,1% in volume). Nel primo trimestre del 2020, le vendite al dettaglio registrano un calo del 5,8% in valore e del 5,9% in volume rispetto al trimestre precedente. Diminuiscono le vendite dei beni non alimentari (-11,6% in valore e -11,5% in volume), mentre le vendite dei beni alimentari registrano variazioni positive (rispettivamente, +2,0% in valore e +1,9% in volume).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A marzo “il commercio elettronico continua ad essere l’unica forma distributiva in costante crescita” il commento dell’Istat ai dati sul commercio. Le misure prese per l’emergenza Covid hanno favorito le vendite nella grande distribuzione che aumentano per “gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare (+5,2%), soprattutto” per i “supermercati (+14,0%), mentre per quelli a prevalenza non alimentare si registra un calo eccezionale (-40,5%). Per gli esercizi specializzati le vendite subiscono una diminuzione ancora più forte (-55,7%)”. Nelle imprese operanti su piccole superfici anche il comparto alimentare è in lieve diminuzione (-1,0%), mentre per quello non alimentare il calo è del 36,6%. Rispetto a marzo 2019, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce del 9,3% per la grande distribuzione e del 28,2% per le imprese operanti su piccole superfici. Le vendite al di fuori dei negozi calano del 37,9% mentre è in crescita sostenuta il commercio elettronico (+20,7%).
“Nel corso del mese di aprile – rileva l’istituto facendo riferimento agli umori, in questo caso volti al pessimismo, emersi dai tweet – l’indice del ‘social mood’ sull’economia ha mostrato un ulteriore peggioramento delle percezioni giornaliere sull’andamento dell’economia, con marginali segnali di inversione di tendenza a fine mese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Clienti +50% su anno precedente
Nuovi clienti +50%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
11:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Numeri in crescita per il Gruppo Tremagi, la holding che controlla le attività dell’operatore elettrico Illumia, che ha chiuso il 2019 con un fatturato di quasi 1 miliardo di euro ( 917,31 milioni) in rialzo rispetto ai 902,67 milioni del 2018 e con un utile a 4,06 milioni contro i 2,95 dello scorso anno (+37%) . Notevole, spiega una nota , l’ aumento dei volumi venduti di gas, con un incremento del 23%. L’ ebitda che si attesta a 22,3 milioni di euro (20 milioni nel 2018). I led venduti dal gruppo hanno segnato un + 11%.
Nel 2019 il numero di nuovi clienti acquisiti , è cresciuto del 50% (dai 113.916 del 2018 ai 170.993 del 2019).
Risultati molto positivi anche per Wekiwi, unico operatore italiano esclusivamente digital di energia elettrica e gas, che ha visto un incremento del 137% del numero di clienti rispetto all’anno precedente e un fatturato pari a 30,56 milioni di euro, con una crescita del 67% rispetto al 2018.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps, perdita 244 milioni in trimestre, pesano rettifiche
Patrimonio e liquidità sopra limiti Solide base contro crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
12:06
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps chiude il primo trimestre con una perdita consolidata di 244 mln di euro, a fronte di un utile di 28 mln di euro conseguito nello stesso periodo del 2019. Lo si legge in una nota. Pesano le rettifiche addizionali non ordinarie per 193 milioni di euro (sia su crediti performing, sia su crediti non performing) legate al nuovo contesto macro e componenti negative non operative per 112 milioni di euro. La banca “puo’ contare su solide basi per affrontare la grave crisi in corso con coefficienti patrimoniali oltre i requisiti regolamentari”. e una “solida posizione di liquidita’ anche dopo il rimborso nel trimestre di 8 miliardi di titoli assistiti da garanzia governativa” .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano solida (+1%) con Enel, debole Cnh
Clima comunque nervoso, attesa per Lagarde e avvio Wall sreet
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
12:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente sempre in rialzo avvicinandosi a metà giornata: Milano e Francoforte sono di qualche frazione le più toniche ondeggiando su un aumento di un punto percentuale, mentre Londra e Parigi salgono dello 0,8% in un clima comunque nervoso. Più cauta Madrid, in crescita dello 0,4%.
Con i futures sull’avvio di Wall street in rialzo e gli operatori in attesa dell’intervento della presidente della Bce Lagarde dopo quello del vice presidente De Guindos, in Piazza Affari forte Enel che cresce del 3,5% a 6,28 euro all’indomani del risultati finanziari del primo trimestre, con Moncler in aumento del 2,9%, Saipem del 2,6% ed Eni in rialzo di due punti percentuali.
Tra i titoli principali fiacca invece Tim poco sotto la parità, in calo dell’1,8% Pirelli, del 2,6% Amplifon e del 2,9% Cnh.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Intesa e Comune Bergamo, 30 milioni a micro imprese
Contributi a fondo perduto e prestiti d’impatto
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
14:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Comune di Bergamo e Intesa Sanpaolo mettono in campo il ‘Programma Rinascimento’ per supportare le micro e piccole attività d’impresa, i piccoli esercizi commerciali e artigianali nella fase della ripartenza.
Previsti anche interventi per lla mobilità. L’operazione, il cui valore complessivo è pari a 30 milioni di euro messi a disposizione dalla banca, prevede contributi a fondo perduto e prestiti d’impatto.
Dopo essere “stati, nostro malgrado, la città simbolo dell’epidemia vogliamo diventare la città simbolo della ripartenza del nostro Paese”, afferma Giorgio Gori, sindaco di Bergamo.
Tra gli interventi previsti dal “programma per il rilancio, condiviso con il Comune di Bergamo, mettiamo per la prima volta in campo uno strumento innovativo, anche a livello internazionale: il prestito d’impatto”, afferma Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +1,08%, Nasdaq +1,35%
S 500 sale dell’1,37%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2020
15:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dell’1,08% a 23.917,30 punti, il Nasdaq avanza dell’1,35% a 8.973,54 punti mentre lo S&P 500 sale dell’1,37% a 2.887,41 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Illumia: in 2019 cresce fatturato, utile a 4 milioni (+37%)
Nuovi clienti +50%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
15:41
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Numeri in crescita per il Gruppo Tremagi, la holding che controlla le attività dell’operatore elettrico Illumia, che ha chiuso il 2019 con un fatturato di quasi 1 miliardo di euro ( 917,31 milioni) in rialzo rispetto ai 902,67 milioni del 2018 e con un utile a 4,06 milioni contro i 2,95 dello scorso anno (+37%) . Notevole, spiega una nota , l’ aumento dei volumi venduti di gas, con un incremento del 23%. L’ ebitda che si attesta a 22,3 milioni di euro (20 milioni nel 2018). I led venduti dal gruppo hanno segnato un + 11%.
Nel 2019 il numero di nuovi clienti acquisiti , è cresciuto del 50% (dai 113.916 del 2018 ai 170.993 del 2019).
Risultati molto positivi anche per Wekiwi, unico operatore italiano esclusivamente digital di energia elettrica e gas, che ha visto un incremento del 137% del numero di clienti rispetto all’anno precedente e un fatturato pari a 30,56 milioni di euro, con una crescita del 67% rispetto al 2018.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta solida, Milano piatta
In Piazza Affari peggiorano le banche, ma bene Nexi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
16:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvicinandosi alla chiusura, Piazza Affari ondeggia attorno alla parità (Ftse Mib +0,1% dopo una frazionale escursione in terreno negativo), facendo peggio delle altre Borse europee che restano chiaramente positive, con Londra che sale dell’1,2%, Parigi dell’1,1% e Francoforte dello 0,9%.
Sui primi spunti delle dichiarazioni della presidente della Bce Lagarde, a Milano il titolo peggiore tra quelli a elevata capitalizzazione resta Cnh (-4%), con Bper che cede il 2,8%, mentre Tim, Intesa e Unicredit perdono due punti percentuali.
Bene invece Nexi (+3,3%), Moncler (+2,9%) ed Enel, che sale del 2,3%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Turismo: Federturismo, Marina Lalli designata presidente
“Settore vive crisi profonda, dal decreto maggio misure serie”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il consiglio generale di Federturismo ha designato con voto telematico (a causa dell’emergenza Covid-19) Marina Lalli, a.d. delle Terme di Margherita di Savoia, al vertice di Federturismo Confindustria per il mandato 2020-2024. La designazione della Lalli, già vice presidente vicario di Federturismo e anche vice presidente di Confindustria Bari Bat e di Federterme, dovrà essere formalizzata dall’assemblea dei soci prevista entro giugno.
“E’ un incarico impegnativo e delicato – dichiara Marina Lalli – che arriva in un momento di grave sofferenza ed emergenza per il turismo e per l’intera economia che rappresenta però una sfida da affrontare con grande energia con l’obiettivo di far ritrovare al settore la forza che merita. Il turismo sta vivendo una crisi senza precedenti e dal decreto di maggio ci aspettiamo misure serie, un aiuto forte alla fiscalità, soldi veri e non solo prestiti. Servono finanziamenti immediati a fondo perduto così come è necessario lo stralcio totale delle imposte dirette per tutto il 2020”.
“Anche l’Europa – conclude – è chiamata a fare la sua parte adottando rapidamente misure straordinarie da affiancare a quelle nazionali che da sole non bastano, prevedendo di destinare a settore del turismo una quota significativa del Recovery Fund”. Home Mappa del sito ACQUISTA SU AMAZON VAI ALLA CRONACA VAI ALLA POLITICA VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano chiude in rialzo, Ftse Mib +0,50%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 17.245 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
07 maggio 2020
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in rialzo dello 0,50% a 17.245 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde,Bce indisturbata da sentenza Karlsruhe,avanti tutta
Circostanze eccezionali richiedono di deviare da convenzioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
18:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Bce va avanti “indisturbata” di fronte alla decisione dei giudizi costituzionali tedeschi di chiedere chiarimenti al Consiglio direttivo in assenza dei quali la Bundesbank non potrà prendere parte agli acquisti di bond col Pspp.
Lo ha detto la presidente dell’Eurotower, Christine Lagarde, durante un webinar ospitato dalla Bloomberg, dopo aver rilevato il “colpo forte” arrecato dallo shock economico della pandemia all’economia europea.
Lagarde ha spiegato che la Bce proseguirà facendo “qualsiasi cosa necessaria nel perseguire il suo mandato”, e quanto agli aspetti istituzionali ha ribadito: “siamo un’istituzione europea responsabile di fronte al Parlamento europeo e guidata dal proprio mandato, la stabilità dei prezzi, e sottoposta alla giurisdizione della Corte di giustizia europea.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce teme seconda ondata virus, tutte misure contro shock
Georgieva (Fmi): cancellazione debiti sarà un tema
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2020
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Una seconda ondata di coronavirus è uno dei maggiori timori del presidente della Bce, Christine Lagarde. “Dobbiamo prendere tutte le misure possibili per superare lo shock”, dice Lagarde in un webinar organizzato da Bloomberg, durante il quale il presidente della Bce, parlando delle due “W” che la preoccupano, cita la “second wave”, seconda ondata, e la “war”, guerra.

La Bce e l’economia dell’euro “stanno fronteggiando circostanze eccezionali, uno shock senza precedenti che non avremmo potuto immaginare. In queste situazioni occorre andare oltre gli strumenti ordinari con soluzioni di natura eccezionale, progettate col giusto grado di deviazione e spazio di manovra”. E Lagarde ha poi aggiunto: “lo stiamo facendo e continueremo a farlo”, anche di fronte ai rilievi dei giudici costituzionali tedeschi.

La Bce “continuerà a fare qualsiasi cosa necessaria nel perseguire il proprio mandato”, e anche dopo la sentenza dei giudici costituzionali tedeschi “proseguiamo indisturbati”. Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde durante un evento online ospitato dalla Bloomberg. “Siamo un’istituzione europea con competenza per l’area euro e sottoposta alla giurisdizione della Corte di giustizia europea”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il Fondo monetario internazionale “necessariamente dovrà prestare attenzione” al tema della ‘debt forgiveness’, ossia della cancellazione, anche parziale, dei debiti dopo lo shock economico del coronavirus. Lo ha detto la direttrice generale del Fmi Christalina Georgieva durante un evento ospitato dalla Bloomberg. “Il debito pubblico salirà di trenta punti percentuali al 96% del Pil mondiale a causa della giusta risposta su vasta scala attraverso misure di bilancio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude bene, Londra +1,4%
Chiaramente positive anche Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
17:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti in rialzo: Londra e Francoforte hanno segnato un aumento finale dell’1,4%, Parigi dell’1,5%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene in attesa rating Italia, bene Nexi
Attesa per Moody’s e Dbrs, nervose le banche, debole Tim
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari positiva ma senza riuscire a tenere il passo delle altre principali Borse europee, in attesa del giudizio dopo l’ultima seduta della settimana di Moody’s e Dbrs sul rating del debito sovrano dell’Italia: l’indice Ftse Mib ha segnato un rialzo finale dello 0,50% a 17.245 punti, l’Ftse All share un aumento dello 0,30% a quota 18.843.
Nel paniere dei titoli a elevata capitalizzazione di Milano e in una seduta caratterizzata da diverse trimestrali, il migliore è stato Nexi che è salito del 3,8% finale a 13,8 euro. Molto bene anche Moncler e Saipem che hanno chiuso in rialzo del 2,6%, con Recordati in crescita del 2,5% ed Exor del 2,2%. Forte Enel (+2%) all’indomani dei conti, con Eni in aumento dell’1,5% sui tentativi di ripresa del petrolio.
Piatta Mediobanca (-0,2%) dopo i conti, nervose diverse banche: Intesa ha ceduto l’1,1%, Banco Bpm l’1,4%, Unicredit un punto percentuale e mezzo, Bper il 2,4%. Debole anche Tim (-2,1%) con Cnh che è stato il titolo peggiore in ribasso finale di tre punti percentuali sotto i 5 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: avvia indagine su prezzi alimentari, non escluse speculazioni
L’obiettivo è ottenere dati su vendita al dettaglio, generi di prima necessità, detergenti e guanti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
18:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Antitrust ha avviato un’indagine preistruttoria inviando richieste di informazioni a numerosi operatori della grande distribuzione per acquisire dati sull’andamento dei prezzi di vendita al dettaglio e dei prezzi di acquisto all’ingrosso di generi alimentari di prima necessità, detergenti, disinfettanti e guanti, “al fine di individuare eventuali fenomeni di sfruttamento dell’emergenza sanitaria a base dell’aumento di tali prezzi”. I maggiori aumenti si riscontrano in aree non interessate da “zone rosse” o da misure rafforzate di contenimento della mobilità, spiega l’Autorità, non escludendo “fenomeni speculativi”.
Le richieste di informazioni, spiega l’Antitrust in una nota, riguardano oltre 3.800 punti vendita, soprattutto dell’Italia centrale e meridionale, pari a circa l’85% del totale censito da Nielsen nelle province interessate. Nello specifico, dalle analisi preliminari svolte dall’Autorità sui dati Istat sono emersi a marzo 2020, per i prodotti alimentari, aumenti dei prezzi rispetto a quelli correnti nei mesi precedenti differenziati a livello provinciale. I maggiori aumenti si riscontrano in aree non interessate da “zone rosse” o da misure rafforzate di contenimento della mobilità.
L’Autorità, prosegue la nota, “ha ritenuto di non poter escludere che tali maggiori aumenti siano dovuti anche a fenomeni speculativi”. Infatti, “non tutti gli aumenti osservati appaiono immediatamente riconducibili a motivazioni di ordine strutturale, come il maggior peso degli acquisti nei negozi di vicinato, la minore concorrenza tra punti vendita a causa delle limitazioni alla mobilità dei consumatori, le tensioni a livello di offerta causate dal forte aumento della domanda di alcuni beni durante il lockdown e dalle limitazioni alla produzione e ai trasporti indotte dalle misure di contenimento dell’epidemia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I principali destinatari delle richieste di informazioni sono: Carrefour Italia, MD, Lidl, Eurospin, F.lli Arena, alcune cooperative Conad (Conad Sicilia, Conad Nord-Ovest, PAC 2000, Conad Adriatico, nonché Margherita Distribuzione), alcune cooperative e master franchisor Coop (Unicoop Firenze, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Liguria, Novacoop, Coop Alleanza 3.0, Tatò Paride), diversi Ce.Di. aderenti a SISA (per esempio SISA Sicilia), SIGMA (per esempio Ce.Di. Sigma Campania) e CRAI (per esempio CRAI Regina).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Air Italy apre alla cassa integrazione
Dopo il confronto coi rappresentanti dei sindacati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
OLBIA
07 maggio 2020
18:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Air Italy apre alla cassa integrazione dei suoi dipendenti. È quanto emerso dal confronto tra Enrico Laghi, uno dei liquidatori della compagnia, Antonio Cuccuini, responsabile relazioni industriali, e i rappresentanti di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti, Anpav, Anpac, Usb, Cobas e Ap. “La settimana prossima l’azienda si incontrerà con i ministeri competenti e verificheranno la sussistenza dei presupposti necessari per accedere alla cig attraverso il Cura Italia”, riferiscono fonti sindacali.
Le sigle hanno poi annunciato che ci sarà un nuovo confronto tra loro e Air Italy. Oggi rappresentanti aziendali e sindacali si sono incontrati per la prima volta dall’11 febbraio, giorno della messa in liquidazione in bonis del vettore. Prima di entrare nel merito delle questioni più urgenti, i sindacati l’hanno sottolineato, definendo la loro convocazione tardiva e criticando l’avvio senza confronto della procedura di mobilità e di licenziamento collettivo. Tornando agli aspetti operativi, Air Italy ha confermato per fine maggio o inizio giugno la cessazione di ogni attività con il completamento delle operazioni di rimborso e di riprotezione dei passeggeri. Massimo riserbo sulla vendita avviata col bando per la manifestazione di interesse nei confronti degli asset aziendali. ” AirItaly conferma di aver ricevuto alcune offerte da soggetti industriali operanti nel trasporto aereo – dicono le sigle – ma nessuna per l’acquisizione dell’intera azienda, solo per gli asset Non aviation e Maintenance”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo
Cambi: yen perde terreno su dollaro ed euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
08 maggio 2020
02:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia l’ultima seduta della settimana in netto aumento, sostenuta dal recupero a Wall Street del listino tecnologico del Nasdaq e del ritrovato ottimismo degli investitori sulle sperimentazioni di un vaccino contro il coronavirus. Il Nikkei avanza dell’1,51% a quota 19.972,30, aggiungendo quasi 300 punti. Sul mercato valutario lo yen si svaluta al cambio con il dollaro a 106,40 e sull’euro a 115,20.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia cresce con ipotesi distensione Cina-Usa
Da media cinesi contatti anti-dazi, positivi i futures europei
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
08:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I mercati azionari asiatici e del Pacifico si apprestano a chiudere la loro ultima seduta della settimana ampiamente in positivo, anche sulla spinta della ricostruzione da parte dei media statali cinesi di un contatto tra rappresentati del dipartimento del Commercio statunitensi e di Pechino per realizzare la prima parte degli accordi di settore in chiave anti-dazi.
In quello che viene vissuto dagli operatori come un tentativo di disgelo tra i due giganti economici, Tokio con l’indice Nikkei 225 segna in chiusura una crescita superiore ai due punti percentuali, Hong Kong e le Borse cinesi un aumento che ondeggia sull’1%. Seul si muove tra rialzi dell’1% dell’indice generale e di due punti del tecnologico Kosdaq, in positivo dello 0,7% Sidney. Piatta Singapore, in lieve calo Giakarta.
Positivi i futures sull’avvio dei listini europei.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: torna a salire, Wti a 23,9 dollari
In rialzo anche il Brent a 29,8 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
08:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I prezzi del petrolio tornano a salire dopo lo stop di ieri. Il Wti americano guadagna nel mercato after hours di New York l’1,5%, portandosi a 23,91 dollari al barile. Il Brent segna invece un +1,2% a 29,80 dollari. Il greggio di riferimento europeo ha registrato questa settimana un rialzo del 13%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro stabile sul dollaro a 1,0841
Poco mosso anche nei confronti dello yen a 115,32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
08:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’euro è poco mosso questa mattina.
La moneta unica vale 1,0841 dollari (+0,06% rispetto a ieri) e 115,32 yen (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: stabile a 1.715 dollari l’oncia
Ieri prezzi in aumento dell’1,8%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stabili questa mattina le quotazioni dell’oro sui mercati internazionali. Il metallo prezioso vale 1.715 dollari l’oncia, in lieve flessione dello 0,1%, dopo aver messo a segno ieri un rialzo dell’1,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre in calo a 240 punti
Rendimento del decennale italiano è all’1,84%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scende in apertura lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale segna 240 punti base dai 246 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano, ieri vicinissimo alla soglia del 2%, è ora all’1,84%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, Ftse Mib +0,99%
Positivo allo stesso modo l’indice Ftse All share
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 maggio 2020
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio in crescita per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna un aumento dello 0,99%, l’Ftse All share un rialzo dell’identico 0,99%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa parte bene, Francoforte +1,1%
In rialzo anche Londra e Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Primi scambi in territorio ampiamente positivo per i mercati azionari del Vecchio continente: Francoforte segna in avvio un rialzo dell’1,1%, con Londra che sale dell’1,4% e Parigi dello 0,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale con Banco Bpm, fiacca Leonardo
Eni positiva dopo conferma rating da parte di Fitch
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
09:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale con Banco Bpm, fiacca Leonardo
Eni positiva dopo conferma rating da parte di Fitch
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
09:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Partenza positiva ma nervosa per Piazza Affari: dopo i primi scambi l’indice Ftse Mib sale dello 0,8%, con Banco Bpm a trainare il listino in crescita dei oltre il 3% dopo i conti.
Molto bene anche Cnh che sale sulla stessa linea, con Saipem in aumento di oltre il 2% ed Eni di un punto percentuale a 8,66 euro dopo la conferma del rating da parte di Fitch a A- e l’outlook stabile.
Tra le banche in avvio Unicredit cresce di circa un punto percentuale mentre Intesa (+0,3%) è più cauta. Fiacca Leonardo che cede circa mezzo punto percentuale dopo aver deciso che un nuovo outlook per il 2020 verrà comunicato ai mercati nel corso dell’anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene (+0,4%) in scia Europa, bene Leonardo
Debole Pirelli, ancora incerto il settore bancario
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
11:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Momento di attesa sulle Borse del Vecchio continente che guardano soprattutto all’Eurogruppo del pomeriggio, mentre minor attenzione si concentra sulle decisioni di Moody’s e Dbrs sul debito sovrano dell’Italia che verranno comunicate a mercati europei chiusi. Londra resta il listino più forte con una crescita dell’1,4%, seguito da Francoforte (+0,8%), Parigi (+0,7%) e Milano, che cresce (Ftse Mib +0,4%) attorno al mezzo punto percentuale.
Piazza Affari comincia a guardare alla boa di metà giornata sfruttando un po’ meglio la minor tensione sui titoli di Stato made in Italy, con Prysmian, Recordati, Atlantia e ora anche Leonardo – partita male ma in progressivo rialzo – che salgono di oltre tre punti percentuali.
Eni ondeggia attorno alla parità, Pirelli cede un punto percentuale e qualche incertezza resta nel settore del credito, con Intesa e Ubi in calo dello 0,6% e Mediobanca dello 0,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Caltagirone: assemblea approva bilancio 2019, stop dividendo
Accolto invito Cda, su cedola possibile assemblea entro l’anno
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
12:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea degli azionisti della holding Caltagirone ha approvato il bilancio 2019. I soci hanno anche accolto l’invito del cda a “a formulare ogni più opportuna valutazione, in ottica prudenziale, in merito all’eventuale approvazione della proposta di distribuzione del dividendo” nel contesto dell’emergenza Covid-10: in assemblea non è stata quindi approvata la distribuzione della cedola. Il cda, comunicando mercoledì la sua valutazione, si era comunque “riservato di convocare, entro la fine dell’anno, l’assemblea ordinaria degli azionisti per la distribuzione di un dividendo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inail, 37.000 contagi sul lavoro, 129 morti
Per infortuni mortali netta prevalenza uomini (82%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
14:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 37.000 le denunce diinfortunio sul lavoro per contagio da Covid 19 mentre le denuncedi infortunio mortale sono 129. Lo fa sapere l’Inail spiegandoche i dati si riferiscono alle denunce arrivate fino al 4 maggioe che si registra un aumento di 9.000 unità rispetto alla primarilevazione diffusa il 21 aprile (31 in più per i casi mortali).Per gli infortuni mortali da Covid 19 c’è una netta prevalenzadelle denunce per uomini (82,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft lancia piano da 1,5 mld per Italia
Prevede espansione partnership con Poste italiane
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft lancia un piano di investimento quinquennale da 1,5 miliardi di dollari in Italia “a supporto dell’innovazione e della crescita locali”, portando anche il primo data center regionale nella penisola. Il progetto si chiama ‘Ambizione Italia #DigitalRestart’ e punterà tra l’altro sull’accesso ai servizi cloud locali, espanderà la partnership con Poste Italiane, avvierà “nuovi progetti di competenze digitali” e smart-working, con attenzione alle Pmi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Leonardo, pronta per il mercato la futura Freccia Tricolore
Rilasciata la certificazione per l’aereo da addestramento M-345
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ottenuta la certificazione iniziale della Direzione Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità, ente certificatore del Ministero della Difesa Italiano, “l’aereo da addestramento M-345 è pronto per il mercato mondiale”. Lo annuncia Leonardo spiegando che sarà “a breve in servizio con l’Aeronautica Militare”. E’ il “futuro aereo della Frecce Tricolori” .
“Il riconoscimento della certificazione iniziale dell’M-345 – commenta il Capo Divisione Velivoli di Leonardo, Lucio Valerio Cioffi – conferma le caratteristiche e le capacità di questo aereo, unico nel suo genere per prestazioni, costi di acquisizione e gestione, proiettando questo aereo a pieno titolo sul mercato internazionale”. E’ un “risultato raggiunto”, dice, grazie alle sinergie con la DAAA e l’Aeronautica in una “ottica di Sistema Paese che si inserisce appieno nel solco dell’eccellenza nell’addestramento riconosciuta a livello internazionale alle Forze Armate italiane”.
La certificazione iniziale dell’M-345, spiega l’azienda, “è il risultato di un programma che ha previsto circa 200 prove in volo e un’intensa attività a terra realizzata anche grazie alla collaborazione dell’Aeronautica Militare e intesa a verificare la rispondenza del velivolo e dei suoi componenti a rigorosi standard di prestazioni e sicurezza”. L’addestratore M-345 “risponde al meglio alle esigenze di formazione dei piloti militari – evidenzia Leonardo – con prestazioni ed efficacia tipiche degli aerei a getto e costi comparabili a quelli dei velivoli a turboelica”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Boom al banco dei pegni, crisi Covid spinge i prestiti a +30%
Aumento rispetto a periodo antecedente lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
14:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La crisi economica generata dall’emergenza Covid e la necessità di liquidità, spingono i prestiti su pegno. Affide, leader europeo e italiano del settore, ha registrato un incremento delle operazioni pari al +30%, tra rinnovi delle polizze e nuovi clienti a livello nazionale, confrontata con il periodo antecedente il lockdown.
Secondo le stime di Assopegno, in Italia usano in media questo servizio tra le 270.000 e le 300.000 persone ogni anno, per un giro d’affari complessivo di circa 800 milioni di euro affidamenti e un taglio medio del prestito di circa 1.000 euro secondo quanto dichiarato da Affide. Il 95% dei beni dati in pegno viene riscattato, mentre il 5% finisce all’asta.
“Il Paese sta vivendo un momento molto delicato. Sappiamo che le persone possono avere bisogno, in poco tempo, di una liquidità imprevista, per questo il credito su stima rappresenta una soluzione ideale” dichiara Andreas Wedenig, Direttore Generale di Affide. che ha studiato una formula di finanziamento ad hoc per i nuovi clienti: dall’11 maggio potranno ricevere un finanziamento, a fronte di un bene impegnato, del corrispettivo valore e fino a un massimo di 1.000 euro, con restituzione gratuita senza costi per un intero mese”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
1200 euro per baby sitter e 12 settimane cig, arriva Dl rilancio
Tax credit fino a 500 euro per le vacanze
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
14:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiamerà “dl Rilancio” il prossimo decreto sul quale il governo è al lavoro per sostenere l’economia – dalle famiglie alle imprese – nella fase di gestione della crisi provocata dal coronavirus. I diversi ministeri hanno inviato le proposte, che sono contenute in un documento di lavoro di oltre 770 pagine, ancora in fase di messa a punto. Si va dal bonus baby sitter che sale a 1.200 euro e diventerebbe spendibile anche nei centri estivi, alla cassa integrazione rinnovata per 12 settimane (e non più 18 come inizialmente ipotizzato). I licenziamenti potrebbero essere ancora sospesi, dopo le norme del Cura Italia, per altri 5 mesi.
I ministeri chiedono anche il rimborso degli abbonamenti di bus, metro e treni e uno speciale tax credit per le vacanze, da modulare in base all’Isee, fino a un massimo di 500 euro. Alla riapertura delle scuole a settembre verrebbero destinati 330 milioni per garantire le necessarie misure di sicurezza. Quasi 1,5 miliardi andrebbero invece a rafforzare l’offerta sanitaria e socio-sanitaria territoriale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ubi Banca: utile 3 mesi sale a 93,6 milioni malgrado Covid
Massiah, conta saper gestire il credito non la dimensione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
15:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ubi Banca ha chiuso il primo trimestre del 2020 con un utile di 93,6 milioni, in crescita del 12,2% rispetto allo stesso periodo del 2019 e più che raddoppiato rispetto ai 38,1 milioni del trimestre precedente. I risultati sono stati conseguiti “nonostante significative rettifiche analitiche aggiuntive”, pari a 50 milioni di euro, “effettuate in modo mirato sulle inadempienze probabili nei settori maggiormente colpiti dalla crisi Covid19”.
Ciò che conta non è “la dimensione in assoluto, ma la capacità di saper gestire il credito nei momenti di grande difficoltà”, ha ossrvato Victor Massiah, ceo di Ubi Banca, destinataria di un’offerta non concordata da parte di Intesa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva, Dj +1,39%, Nasdaq +0,79%
S 500 sale dell’1,13%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 maggio 2020
15:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva nonostante il dato sul mercato del lavoro americano. Il Dow Jones sale dell’1,39% a 24.195,34 punti, il Nasdaq avanza dello 0,79% a 9.054,55 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,13% a 2.914,33 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft: piano da 1,5 mld dollari in Italia con Poste (2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Del Fante, rinnoviamo una partnership di lungo orizzonte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
17:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Microsoft lancia un piano di investimento quinquennale da 1,5 miliardi di dollari in Italia “a supporto dell’innovazione e della crescita locali”, portando anche il primo data center regionale nella penisola. Il progetto si chiama ‘Ambizione Italia #DigitalRestart’ e punterà tra l’altro sull’accesso ai servizi cloud locali, espanderà la partnership con Poste Italiane, avvierà “nuovi progetti di competenze digitali” e smart-working, con attenzione alle Pmi.
Lo si legge in un comunicato dell’azienda.
L’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, commenta “rinnoviamo una partnership di lungo orizzonte che cade in un momento di emergenza nazionale in cui le piattaforme digitali hanno dimostrato concretamente la loro importanza sul piano organizzativo del lavoro, assicurando anche e soprattutto servizi indispensabili alla vita e alla salute delle persone”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa positiva con Wall Street aperta in rialzo
Bene banche, auto e componenti. Milano +1%, spread a 233
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
16:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono positive le principali Borse europee dopo l’apertura in rialzo di Wall Street, nel giorno dell’Eurogruppo. La migliore è Londra (+1,4%), seguita da Francoforte (+1,2%), Parigi (+0,9%) e Madrid (+0,6%). Guadagna anche Milano (+1%), con lo spread Btp-Bund a 233 punti.
L’indice d’area Stoxx 600, è positivo (+0,7%), sostenuto soprattutto da industria, beni voluttuari e servizi di comunicazione. Sono ottimiste quasi tutte le banche, a partire da Bank of Ireland (+2,4%), Ing (+3,6%) , Banco Bpm (+4,4%) e Fineco (+2,5%). Bene le auto, in particolare Daimler (+2,8%) e Peugeot (+2,9%), ancora di più i componenti, come Continental (4,7%) e Dometic (+4,4%).
Col greggio in rialzo (wti +2,4% a 24,1 dollari), vanno a velocità alterne i petroliferi, con rialzi per Aker Bp (+2,7%) e Neste Oyj (1,2%), mentre calano Repsol (-1%) e Galp (-0,9%). In rialzo anche l’oro (+1,5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano guadagna (+0,9%) con banche
Ripresa per i petroliferi, giù Pirelli. Lusso a fasi alterne
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
17:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue positiva (+0,9%) la Borsa di Milano, come il resto delle principali Piazze europee, nel giorno dell’Eurogruppo. Con lo spread Btp-Bund a 234 punti, sono positive le banche, da Banco Bpm (+5,4%) dopo i conti a Fineco (+2,3%), Bper (+1,3%), Unicredit (+1%), Ubi (+0,9%) coi conti e Intesa (+0,8%). In cima al Ftse Mib ci sono Prysmian (+4,7%) e Atlantia (+4,4%), insieme a Cnh (+3,8%) e Buzzi (+3,5%). Bene anche Poste (+1,8%).
Ottimiste le auto in tutto il Vecchio continente e guadagna Fca (+1,4%). Col greggio in rialzo (wti +1,6% a 23,9 dollari), si riprendono i petroliferi, da Tenaris (+0,6%) a Saipem (+0,5%) e Eni (+0,3%), mentre perde Pirelli (-2%). A fasi alterne il lusso, con un calo per Moncler (-1,3%), mentre cresce Ferragamo (+0,9%). In rosso Amplifon (-0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confartigianato, per pmi perdite per 45,6 miliardi
Merletti, ristoro sia proporzionale a fatturato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I dati dell’Ufficio Studi di Confartigianato, aggiornati ad aprile, rilevano che le piccole imprese hanno denunciato un calo del fatturato del 71%, pari a 45,6 miliardi di perdite.
Così l’associazione degli artigiani in una nota.”Sul fronte degli ammortizzatori sociali, chiediamo un’adeguata dotazione di risorse, di almeno un miliardo, per finanziare il Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’artigianato”,chiede il presidente Giorgio Merletti. Gli artigiani chiedono inoltre un ristoro proporzionale al fatturato e misure di calcolo più veloci con il ricorso alle e-fatture
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa ottimista con banche e auto
Mentre a Eurogruppo sarebbe vicino accordo sul Mes
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
17:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono in rialzo le principali Borse europee, mentre l’Eurogruppo sarebbe vicino a un accordo sul Mes. La migliore è sempre Londra (+1,4%), seguita da Francoforte (+1,1%), seguita da Parigi (+0,8%) e Madrid (+0,5%). Positiva anche Milano (+1%), con lo spread Btp-Bund a 233 punti.
L’indice d’area, Stoxx 600, è positivo (+0,7%), coi settori auto e componenti che guadagnano, con Daimler (+4,6%) e Continental (+5,1%) più di tutti. Bene i petroliferi, soprattutto Aker Bp (+3%) e Polski Concern (+3,2%). col rialzo del greggio (wti +2%). In positivo la maggioranza delle banche, a partire da Erste Group (+5,2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in rialzo (1,1%)
Il Ftse Mib a 17.439 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
08 maggio 2020
17:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura in rialzo per la Borsa di Milano. Il Ftse Mib ha guadagnato l’1,13% a 17.439 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude positiva
Londra (+1,4%), Francoforte (+1,3%), Parigi (+1%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
18:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura positiva per le principali Borse europee. La migliore è stata Londra (+1,4%) a 5.935 punti, seguita da Francoforte (+1,35%) a 10.904 punti, Parigi (+1,07%) a 4.549 punti e Madrid (+0,78%) a 6.783 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Ismea, al via cambiale agraria per 30 milioni
Borriello, credito immediato e a tasso zero per dare liquidità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
14:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Decolla la cambiale agraria e della pesca di Ismea fino a 30 mila euro in prestito a tasso zero e senza burocrazia per le imprese. Lo ha annunciato il direttore generale dell’Istituto Raffaele Borriello in video conferenza stampa, dove è stato fatto il punto sul credito in agricoltura al tempo del Covid-19. “Ismea mette a disposizione il suo patrimonio per le imprese agricole, agrituristiche e della pesca – ha spiegato Borriello – erogando direttamente mutui a tasso zero, senza istruttoria e senza burocrazia in una settimana, per assicurare la liquidità necessaria alle imprese”. Da oggi le imprese che hanno subito problemi di liquidità aziendale a causa dell’epidemia, possono beneficiare di credito immediato presentando le domande sul portale di Ismea. Con questo strumento, autorizzato dalla Commissione europea, è possibile accedere ad un prestito che avrà una durata di 5 anni, di cui i primi 2 anni di preammortamento. Questa misura, spiega l’Ismea, si distingue da altri strumenti finanziari per la semplicità della procedura e le tempistiche estremamente ridotte. L’aiuto va a sommarsi alle altre misure straordinarie assunte dall’Istituto nei giorni scorsi, tra cui la sospensione delle rate dei mutui, l’estensione dell’operatività delle garanzie Ismea e l’allungamento dei termini per la partecipazione alla Banca della terra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mediobanca: conferma piano e confida di poter dare dividendo
Nei primi nove mesi 552 milioni di utile (-12%) , effetto covid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
15:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nei nove mesi, chiusi a fine marzo, Mediobanca registra un utile netto di 552,2 milioni, in calo dell’11,8%, mentre nel trimestre il risultato risulta dimezzato a 84,6 milioni. I ricavi si confermano in leggera crescita (+1,2% a 1.907,1 milioni) ma in calo rispetto al trend del primo semestre (+3,8%). Alla fine dell’esercizio 2019/2020, il prossimo giugno, la banca rivedrà la guidance sul dividendo, a causa del mutato scenario per i covid19 ma, come ha detto l’ad Alberto Nagel, confida di poter distribuire una cedola malgrado l’attuale invito alla prudenza dalla Bce. Confermati inoltre gli obiettivi del piano al 2023.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps: Morelli, è tornata sul mercato, ora nuovo piano
Ad uscente, per posizionarsi alla pari con le rivali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
13:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mps “è ora tornata sul mercato” e siamo “riusciti a rilanciare la banca e riposizionarla commercialmente” nonostante un “piano di ristrutturazione massiccio” e gli “oneri” stringenti con le autorità Ue. Questo il commento dell’ad uscente Marco Morelli presentando agli analisti i conti trimestrali. Morelli ha quindi sottolineato come sia ora “Il momento di un nuovo piano industriale” per consentire al gruppo di “posizionarsi alla pari con i nostri rivali” che stanno rivedendo “gli obiettivi” a causa del nuovo quadro economico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A.Mittal, pesa Covid, rosso trimestre a 1,1mld dollari
Significativo deterioramento economia e mercato acciaio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
11:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Arcelor Mittal ha riportato una perdita netta di 1,1 miliardi di dollari nel primo trimestre contro l’utile di 414 milioni dello stesso periodo di un anno fa, a causa del “significativo deterioramento dell’economia e del mercato dell’acciaio”. Lo si legge in una nota secondo cui “di fronte alla grande sfida umanitaria della pandemia del Covid, la principale priorità del gruppo è stata quella di prendere tutte le azioni necessarie per la salvaguardia e il benessere” dei dipendenti. I ricavi sono scesi a 14,8 miliardi di dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre 100mila domande prestiti a Fondo Garanzia pmi
Abi, bene crescita, forte impegno delle banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
11:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 103.282 per un importo di oltre 6 miliardi (6.047.663.327 euro) le richieste di garanzie pervenute al Fondo di Garanzia nel periodo dal 17 marzo al 6 maggio. Lo comunica il Medio credito centrale. Di queste 101.253 sono ai sensi del decreto Cura Italia e Liquidità. E L’Abi “esprime viva soddisfazione” per la nuova accelerazione della crescita quotidiana delle domande. “Questi numeri – si legge in una nota – che crescono giorno per giorno in misura significativa, testimoniano il superamento della fase organizzativa iniziale e il senso di responsabilità del mondo bancario in una fase di straordinario impegno per tutti i lavoratori del settore cui l’Abi rivolge un forte ringraziamento”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ex amministratore Bush guiderà Libra
E’ esperto di terrorismo finanziario, dovrà convincere autorità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
10:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex dell’amministrazione Bush, Stuart Levey, è stato scelto alla guida di Libra, la criptovaluta di Facebook. Esperto in terrorismo finanziario e intelligence finanziaria, Levey inizierà il suo nuovo incarico di amministratore delegato in luglio.
La sua maggiore sfida sarà convincere le autorità di regolamentazione e la politica che la valuta digitale non diventerà un paradiso per gli spacciatori e il riciclaggio di denaro.
“Una delle cose che intendo fare quando inizierà alla Libra Association è vedere nel dettaglio i piani attuali per la compliance finanziaria penale e per tutti gli altri controlli critici”, afferma Levey in un’intervista al Financial Times. La scelta di Levey è un importante passo in avanti per LIbra per operare in modo indipendente da Facebook, il cui iniziale coinvolgimento diretto ha preoccupato le banche centrali e le autorità sul potenziale uso di Libra per propositi illeciti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam: in trimestre utile a 298 milioni (+5,3%)
Investimenti in crescita del 32,5%. Alverà, risultati solidi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
07 maggio 2020
08:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Snam chiude il primo trimestre del 2020 con un utile netto a 298 milioni di euro, in aumento di 15 milioni di euro, pari al 5,3%, rispetto al primo trimestre 2019.
I ricavi sono stati pari a 691 milioni di euro (+8,1% rispetto al primo trimestre 2019).
In crescita anche il margine operativo lordo (Ebitda): 567 milioni di euro (+4,6% rispetto al primo trimestre 2019), grazie ai maggiori ricavi e al controllo dei costi di gestione. Sulla base delle più aggiornate informazioni disponibili, anche in ragione della natura delle attività condotte da Snam, la società prevede “impatti limitati sui target economici e sul programma di investimenti”. Snam ha effettuato investimenti tecnici per 220 milioni di euro, in aumento di 54 milioni di euro, pari al 32,5%, rispetto al primo trimestre 2019.
I risultati del primo trimestre confermano la “solidità del nostro business e il valore delle azioni di sviluppo ed efficienza realizzate negli ultimi anni, anche in difficili contesti di mercato”, afferma Marco Alverà, amministratore delegato di Snam.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Virus sulla sharing economy, Uber taglia 3700 posti
Il 14% del totale. Epidemia presenta a Disney conto da 1,4 mld
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
07 maggio 2020
13:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il coronavirus travolge la sharing economy. A Airbnb che riduce il 25% della sua forza lavoro tagliando 1.900 dipendenti e Lyft che ne sopprime 17%, ‘risponde’ Uber. Descrivendo “giornate brutali”, l’amministratore delegato della app per auto con conducente annuncia una riduzione di 3.700 lavoratori, o il 14% del totale, e avverte: potrebbero esserci ulteriori tagli dei costi. “Stiamo valutando diversi scenari e tutti i costi, sia variabili sia fissi. Vogliamo muoverci rapidamente e trattenere nella società il maggior numero di persone possibile, trattando tutti con dignità e rispetto”, dice Dara Khosrowshahi rinunciando al suo salario di base per quest’anno.
Alla metà di marzo Khosrowshahi aveva messo in guardia gli investitori spiegando come i lockdown stavano riducendo in modo forte le corse condivise, in calo allora del 70% a Seattle, una delle prime città americane a chiudere. Il lockdown si è poi allargato a macchia d’olio in tutti gli Stati Uniti che, in aprile, hanno fermato tutte le attività per cercare di contenere il coronavirus. I mezzi di trasporto pubblici sono considerati uno dei potenziali maggiori veicoli di diffusione del virus e così Uber e le sue rivali si sono praticamente fermate di fronte a una domanda ai minimi.
Il nodo ora è cosa accadrà andando avanti, se i consumatori recupereranno fiducia e se si sentiranno più sicuri su un’auto condivisa che sulla metro o sull’autobus. A pagare caro il prezzo del coronavirus è però anche l’economia tradizionale di Walt Disney. Topolina afferma che l’epidemia ha bruciato 1,4 miliardi di dollari di utile operativo nel primo trimestre, riducendo l’utile netto del 91% a 475 milioni. Pochi colossi a Hollywood sono vulnerabili al coronavirus come Disney, che negli ultimi anni si è affidata ai parchi gioco, alla crociere e ai film per presentare conti in salute mentre il resto dell’industria era in difficoltà. I punti di forza di Topolino si mostrano però ora come una debolezza.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano guadagna (+1,1%) in giorno accordo Mes
In rialzo banche, si riprendono petroliferi. Su Fca, giù Pirelli
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
19:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ultima seduta di settimana chiusa con ottimismo a Piazza Affari (+1,1%), mentre l’Eurogruppo trova l’accordo sul Mes. Hanno guadagnato le banche, con lo spread Btp-Bund chiuso in calo a 238 punti. Brillante Banco Bpm (+5%) il giorno successivo ai conti, bene Fineco (+2,5) dopo i dati della raccolta, Unicredit e Ubi (+1,2%) con i conti trimestrali, Mps (+0,9%) il giorno successivo ai dati del trimestre, Bper (+0,8%) e Intesa (+0,6%). Tra i comparti in evidenza nel Vecchio continente le auto, con Fca in rialzo (+2,2%), meno Ferrari (+0,5%). Rimbalzo per Cnh (+4%) dopo una vigilia in perdita. In cima al listino principale Atlantia (+4,8%) e Buzzi (+3,4%) con i conti del trimestre. Bene Poste (+2,3%) e Leonardo (+1,8%) con pronta la futura Freccia Tricolore.
Col rincaro del greggio (wti +1,7%) hanno ripreso quota i petroliferi, con Eni e Tenaris (+0,8%) e Saipem (+0,7%), mentre ha patito Pirelli (-0,8%). Nel lusso ha sofferto Moncler (-1,5%), non Ferragamo (+0,6%). In rosso Amplifon (-0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fca: a Melfi il 21 maggio ripartirà tutta la produzione
Lo hanno reso noto Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Aqc
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
08 maggio 2020
19:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nello stabilimento Fca di Melfi (Potenza) il prossimo 21 maggio ripartirà tutta la produzione, che era stata sospesa a causa dell’emergenza coronavirus. Lo hanno reso noto i sindacati (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Aqcf) al termine di un call conference con i dirigenti del gruppo automobilistico. La ripresa “sarà articolata su tre turni dal lunedì al venerdì” Dallo scorso 24 aprile, nella fabbrica lucana era tornata a lavorare solo una parte degli operai, in particolare per la ricerca e lo sviluppo dell’ibrido. La ripresa “produttiva della totalità dello stabilimento “va considerata – hanno evidenziato i rappresentanti sindacali – positivamente, perché consentirà il rientro in fabbrica della quasi totalità dei lavoratori”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Fase 2: Maggino, task force ora al lavoro su turismo
Riflettere su nuove modalità più sostenibili
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
08 maggio 2020
20:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Un settore che deve trovare un ascolto e un’attenzione importante rispetto al tema della riapertura è il turismo” che “è all’attenzione della task force”. Lo ha detto Filomena Maggino, consigliere della presidenza del Consiglio a capo della Cabina di Regia ‘Benessere Italia’, e membro della task force per la ‘fase 2’ presieduta da Colao.
Il turismo, secondo la consigliera della presidenza del Consiglio, è un elemento “propulsivo dal punto di vista economico ma anche, se pensiamo alla qualità della vita, un aspetto che consente di coltivare il benessere dei cittadini”.
“Ha una complessità che va tenuta presente”, ha sottolineato Maggino, ma l’emergenza Coronavirus potrebbe essere “l’occasione giusta per riflettere su nuove modalità”: “Se il nostro Paese si facesse promotore di una nuova ottica di turismo più sostenibile, più equo – ha detto – saremmo di grande esempio”.
Secondo la presidente della Cabina di Regia ‘Benessere Italia’, l’Italia è pronta a vacanze a flusso controllato: “Io penso che questa esperienza sia stata importante per gli italiani, che abbia consentito loro di riflettere su tanti aspetti della vita – ha spiegato – e, tra questi, su quello relazionale da una parte e su quello ricreativo dall’altra”. “Ci sono molte città che fino a poco tempo fa erano aggredite dal turismo di massa”, ha aggiunto Maggino e ripensare un turismo che tenga conto dei pericoli del contagio “è già nelle corde dei cittadini”, bisogna soltanto fare in modo che “certe richieste trovino delle risposte”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dbrs conferma rating Italia, da Moody’s esame rinviato
L’agenzia aggiorna il calendario e conferma Baa3. Per Bbrs rating fermo a BBB. “La pandemia test per la resilienza economica italiana”. Incertezza sulle ripercussioni economiche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
08 maggio 2020
22:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia Dbrs conferma il rating BBB (high) dell’Italia ma rivede al ribasso il trend a negativo da stabile. L’agenzia Moody’s invece rinvia l’esame. In una nota comunica di aver aggiornato il suo calendario e che quindi non comunichera’ alcuna decisione sul rating dell’Italia che per ora resta a Baa3 con outlook stabile.
Dbrs invece ha rivisto al ribasso il trend negativo che “riflette la considerevole incertezza sulle ripercussioni economiche” del coronavirus, si legge in una nota di Dbrs, dove si precisa che il sistema bancario è in una posizione più forte rispetto al passato in termini di capitalizzazione. “La pandemia è un test per la resilienza economica italiana”, mette in evidenza Dbrs, precisando che le tensioni politiche difficilmente destabilizzeranno il governo nel breve termine ma molto dipenderà dalla Fase 2.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fiom: “Per ripresa Fca Melfi determinante filiera trasporti”
Dal 21 maggio riguarderà circa seimila lavoratori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
09 maggio 2020
10:05
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Resta determinante, per la garanzia della salute dei lavoratori, la filiera dei trasporti che va garantita a tutti e in sicurezza”: Lo ha scritto – in una nota – la Fiom Cgil, evidenziando che “dal primo turno di giovedì 21 maggio” nello stabilimento Fca di Melfi (Potenza) “riprenderanno le produzioni di tutti i modelli realizzati nello stabilimento”.
“Questa ripresa – hanno aggiunto i dirigenti del sindacato metalmeccanico – interesserà circa seimila lavoratori che lavoreranno su tre turni, da lunedì a venerdì, con produzioni analoghe a quelle che erano impostate prima della fermata ovvero 335 vetture a turno”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Cgia, stop a 28,3 mld tasse in 2020
Artigiani lockdown per Irpef, Ires, Imu
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 maggio 2020
10:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Per la Cgia, adesso il lockdown va applicato alle tasse. Specie a quelle pagate dagli autonomi e dalle piccole e micro imprese con un fatturato fino a 1 milione di euro annuo che, in assenza di un forte taglio dei costi fissi, rischiano di chiudere definitivamente. Lo sgravio nel 2020 per lo stop a Irpef, Ires e Imu ammonterebbe a 28,3 miliardi di euro. Le ditte individuali, i lavoratori autonomi, i liberi professionisti e le società di persone interessate da questa misura di alleggerimento fiscale sarebbero circa 4,9 mln, pari all’89% circa di tutte le attività economiche presenti nel Paese. In termini di gettito si stima che all’erario verrebbero a mancare 28,3 mld: 22,7 mld di Irpef; 4,2 mld di Ires; 779 mln di imposta sostitutiva versata dalle partite Iva che hanno aderito al regime forfettario e 500 mln di Imu sui capannoni. Dalle attività con meno di 1 milione di euro di fatturato, sindaci e presidenti di Regione continuerebbero a incassare le loro spettanze: 3 mld di Irap, 2,5 mld di Imu, 1,6 mld di addizionale regionale Irpef e 610 mln di addizionale comunale Irpef. Nel complesso, per il 2020 dovrebbero versare alle Autonomie locali 7,7 mld di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps, al 7 maggio cig deroga a 121.756 lavoratori
Pagate 57.833 domande su 206.904 autorizzate
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2020
12:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le domande di Cassa integrazione in deroga determinate dalle singole regioni e inviate all’Inps per autorizzazione al pagamento, sono 305.434. Di queste, 206.904 sono state autorizzate dall’ente previdenziale e 57.833 sono state pagate, corrispondenti a una platea di 121.756 beneficiari. Lo si legge sul sito dell’Inps con riferimento ai dati fino al 7 maggio.
Al 3 maggio le domande dalle regioni erano 173.565, di cui 85.046 autorizzate dall’Inps e 29.600 pagate a una platea di 57.975 beneficiari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro, allarme a Bergamo: ‘Qui 90.000 su 160.000 senza ammortizzatori’
Cisl: ‘Attendono pagamenti marzo e aprile. A rischio tenuta sociale’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 maggio 2020
11:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A Bergamo e provincia quasi 90.000 lavoratori attendono il pagamento degli ammortizzatori sociali su 160.000 aventi diritto a marzo e aprile. Emerge da un’analisi del segretario provinciale della Cisl, Danilo Mazzola, che paventa rischi per la tenuta sociale. Circa il 30%, 48.000 lavoratori, attende il pagamento diretto da parte dell’Inps di cassa integrazione ordinaria e assegno ordinario Fis. Altri 20.000 attendono la cassa in deroga e altrettanti dell’artigianato il Fsba.
Di quelli in attesa del Fsba (Fondo di sostegno bilaterale per l’artigianato) ultimi, solo 4.000 hanno ricevuto il mese di febbraio. Nel complesso quindi sono in attesa il 56% degli aventi diritto a una delle forme di ammortizzatori sociali. “La situazione non deve essere sottovalutata – afferma – in quanto sta mettendo in difficoltà milioni di famiglie in Italia e migliaia nella nostra provincia. Pertanto vanno messe in atto tutte le iniziative possibili per accelerare i tempi di pagamento – prosegue Mazzola – andando a sostenere il lavoro che l’Inps è chiamata a effettuare, evitando di perdersi in sterili polemiche. A questa situazione si aggiungerà un secondo periodo, previsto dalla fase 2, che obbligherà ancora all’utilizzo di ammortizzatori sociali: speriamo con numeri diversi rispetto ai mesi precedenti, ma che andranno a sommarsi alle domande a oggi ancora inevase. Una situazione – conclude – che non va sottovalutata, sotto il profilo sociale. Le persone coinvolte sono un numero importante”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: 9,8 milioni di donne occupate, metà sono mamme
Studio consulenti lavoro, 3 milioni con figli minori di 15 anni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2020
12:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Su 9 milioni 872.000 occupate, nel nostro Paese, le mamme “sono circa 5,4 milioni e, di queste, 3 milioni hanno almeno un figlio con meno di 15 anni”.
Nell’emergenza Covid-19 lo ‘smart working’ avrebbe potuto aiutarne molte a conciliare le esigenze lavorative e quelle familiari, soprattutto a causa della chiusura delle scuole: circa la metà (51,1%), infatti, svolge un impiego che potrebbe essere organizzato in modo ‘agile’. Lo si legge in una ricerca della Fondazione studi dei consulenti del lavoro, diffusa alla vigilia della Festa della mamma. In generale, le donne occupate con figli “costituiscono il 54,3%” dell’intera platea di occupati, quelle con prole di età inferiore ai 15 anni ne rappresentano, invece, il 30%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Banche:cresce patrimonio big italiane primo trimestre
Studio First Cisl. Colombani, attuare modello Draghi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
09 maggio 2020
11:30
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aumenta la patrimonializzazione dei primi cinque gruppi bancari italiani nel primo trimestre dell’anno. E’ quanto emerge da uno studio sulle trimestrali presentate questa settimana della First Cisl che sottolinea come aumenti di conseguenza la possibilità di concedere credito a imprese e famiglie. Nei primi tre mesi per le cinque più grandi banche italiane, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca, Unicredit, Banco Bpm e Mps, il Common Equity Tier 1 Ratio (Cet1 Ratio), principale indicatore della solidità patrimoniale, che misura il rapporto tra la componente primaria del capitale di una banca e attivi ponderati per il rischio, si è attestato al 13,76% rispetto al 13,61% del dicembre 2019. “Più munizioni per sostenere l’economia”, ” per sostenere occupazione e capacità produttiva” è necessario il modello individuato dall’ex presidente della Bce, Mario Draghi, dice il segretario generale di First Cisl, Riccardo Colombani.