Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti

ECONOMIA TUTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 06:45 DI VENERDì 23 AGOSTO 2019

ALLE 03:15 DI SABATO 24 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro in calo a 1,1067 dlr
La moneta unica è scambiata a 118 yen

23 agosto 2019 06:45

– Nei primi scambi della mattinata l’euro perde terreno sia nei confronti del dollaro. In attesa delle dichiarazioni dei banchieri centrali a Jakson Hole, la moneta unica vale 1,1067 dollari contro 1,1080 alla chiusura di Wall Street ieri sera. Rispetto allo yen l’euro è scambiato a 118,00.

Petrolio, lieve rialzo a 55,42 dollariDopo calo di ieri Brent torna sopra i 60 dollari al barile

23 agosto 201908:27

– Dopo il calo di ieri, i prezzi del petrolio tornano lievemente a salire nel mercato after hours. Il greggio Wti, che ieri ha perso lo 0,6%, si è portato a 55,42 dollari con un leggero guadagno di 7 centesimi, mentre il Brent è risalito sopra i 60 dollari, portandosi a 60,06 (+14 centesimi).

Oro scende sotto 1.500 dollari l’onciaOcchi puntati su riunione banchieri a Jackson Hole

23 agosto 201908:29

– Il prezzo dell’oro con consegna immediata si è portato oggi sotto i 1.500 dollari l’oncia, con un calo frazionale dello 0,1% a 1.497 dollari. Le attese degli investitori sono tutte per l’appuntamento dei banchieri centrali a Jackson Hole, da dove arriveranno indicazioni sulle prossime scelte di politica monetaria.

Tenaris, appalto da 2 miliardi di dollari negli EmiratiContratto per cinque anni per la fornitura di tubi e servizi

23 agosto 201910:17

– Il gruppo Tenaris ha ottenuto da Abu Dhabi National Oil Company (Adnoc) un contratto quinquennale per la fornitura di tubi e servizi per un valore di 1,9 miliardi di dollari. Lo rende noto la società evidenziando che “l’accordo può essere prolungato per altri due anni”.L’accordo fa parte di un’iniziativa di Adnoc volta a garantire soluzioni di “approvvigionamento intelligenti – è scritto in una nota – che aggiungono valore alla sua attività di perforazione di petrolio e gas a monte e promuovono investimenti e servizi interni”.Il presidente di Tenaris, Gabriel Podskubka, si è detto soddisfatto e pronto a supportare “Adnoc con prodotti e servizi di alta qualità per il loro ambizioso programma di perforazione.  Siamo molto lieti di vedere riconosciuto il valore che possiamo apportare con le soluzioni Rig Direct in cui collaboriamo a stretto contatto con i clienti, contribuendo a operazioni più sicure ed efficienti”.

Borsa: Asia in rialzo, attesa per FedIn positivo Tokyo (+0,4%), lo yen guadagna terreno sul dollaro

23 agosto 201908:36

– Le Borse asiatiche chiudono in rialzo con gli investitori che attendono il discorso del presidente della Fed americano, Jerome Powell, al simposio di Jackson Hole. Intanto non si attenuano le tensioni diplomatiche tra Giappone e Corea del Sud mentre permangono le incertezze sulle trattative tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale.
Tokyo (+0,40%) archivia la seduta in rialzo, dopo il dato sull’inflazione a luglio. Sul versante monetario lo yen guadagna terreno sul dollaro a un livello di 106,80 mentre è stabile sull’euro a un valore di 118. A mercati ancora aperti sono in positivo Hong Kong (+0,53%), Shanghai (+0,42%). Piatte Shenzhen (+0,05%), Seul (-0,04%) e Mumbai (+0,01%).
Giornata scarna di dati macroeconomici. Dagli Stati Uniti attese le vendite delle nuove abitazioni.

Spread Btp-Bund scende fino a 190 puntiTasso di rendimento del decennale italiano all’1,27%

23 agosto 201908:43

– Lo spread tra Btp-Bund è sceso questa mattina fino a 190 punti base con un tasso di rendimento del decennale italiano dell’1,27%. Il differenziale è poi rapidamente risalito a 193 punti.

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,7%)Indice Ftse Mib a 20.963 punti

MILANO23 agosto 201909:05

– La Borsa di Milano apre in rialzo.
L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,7% a 20.963 punti.

Borsa: Europa apre in rialzoLondra (+0,52%), Parigi (+0,51%), Francoforte (+0,5%)

23 agosto 201909:25

– Le Borse europee avviano la seduta in rialzo, in attesa dell’intervento del presidente della Fed, Jerome Powell, al simposio di Jackson Hole. I mercati guardano con attenzione gli sviluppi della situazione politica italiana, in attesa della formazione di un nuovo governo. Sul fronte valutario l’euro sul dollaro scende a 1,1067 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 avanza dello 0,46%. In rialzo Madrid (+0,55%), Londra (+0,52%), Parigi (+0,51%) e Francoforte (+0,5%).

Borsa: Milano prosegue in rialzoIn positivo Juve e Tim,lo spread tra Btp e Bund apre a 190 punti

23 agosto 201909:46

– La Borsa di Milano prosegue la seduta in rialzo con il Ftse Mib che guadagna lo 0,4% a 20.898 punti. Andamento positivo per le banche, all’indomani della vigilanza della Bce sugli Npl. L’attenzione degli investitori resta sulla situazione politica dopo le consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo. Lo spread tra Btp e Bund ha avviato la seduta a 190 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,27%.
Tra gli istituti di credito marciano in rialzo Banco Bpm (+0,9%), Ubi (+0,8%), Mps (+0,7%) Intesa (+0,5%) e Unicredit (+0,2%). In positivo anche la Juve (+2%), Tim (+0,3%) ed Fca (+0,1%) mentre è debole Mediaset (-0,1%).
Bene Trevi (+4,5%), dopo la decisione della famiglia Trevisani di prendere parte alla manovra di rafforzamento patrimoniale. In rialzo Tenaris (+0,2%) con un contratto negli Emirati Arabi da 1,9 miliardi di dollari.

A Hasbro Peppa Pig e Pj Mask per 4 mldColosso giocattoli cresce con Entertainment One

NEW YORK23 agosto 201910:19

– Hasbro acquista PJ Mask-Super Pigiamini. Il colosso dei giocattoli compra Entertainment One per circa 4 miliardi di dollari, in quella che è una delle maggiori acquisizioni della sua storia. La transazione, tutta in contanti, amplia il portafoglio di Hasbro, nel quale vanno a confluire molti brand internazionali. Oltre a PJ Mask fa capo a Entertainment One anche Pegga Pig.

Trevi, famiglia aderisce a rafforzamentoChiesta risoluzione controversie giudiziarie. Vola in Borsa

23 agosto 201910:16

– La famiglia Trevisani ha deciso di aderire alla manovra di rafforzamento varata dal consiglio d’amministrazione di Trevi, il gruppo di ingegneria di Cesena specializzato in grandi opere del sottosuolo su cui pesano debiti per 700 milioni di euro. Lo rende noto la società al termine della riunione del cda che ha “valutato positivamente l’iniziativa”.La famiglia Trevisani, in proprio e nella qualità di azionisti indiretti del socio Trevi Holding (Thse), ha presentato “un’ipotesi di adesione agli accordi sottoscritti il 5 agosto scorso – è scritto nella nota – per la realizzazione della manovra finanziaria, nonché di risoluzione dei contrasti e delle controversie giudiziarie nel frattempo insorte, subordinatamente all’accettazione di alcune condizioni e previa assunzione adozione o rilascio di ogni determinazione, atto o autorizzazione necessari a renderle legittime nel contesto della procedura di concordato preventivo di Thse”.Dopo l’annuncio, il titolo Trevi guadagna in Borsa il 5%.

Tria, su legge Bilancio e Iva tranquilliConti italiani sono attualmente in ordine

RIMINI23 agosto 201917:47

– “Direi di stare tranquilli, si può fare indipendentemente dalle scelte che verranno fatte: per ogni legge di Bilancio si prendono risorse, si mettono da una parte a o dall’altra, è un problema di scelta politica. Nessun dramma, i conti italiani sono attualmente in ordine”. Lo afferma il ministro dell’Economia uscente, Giovanni Tria. “C’è una stabilità finanziaria raggiunta nuovamente: abbiamo conseguito, e si vede chiaramente dai tassi che paghiamo sul debito, fiducia da parte dei mercati finanziari”, aggiunge Tria dal meeting di Cl.
L’ipotesi di esercizio provvisorio, secondo il ministro, “dipenderà dalle scelte delle forze politiche e del presidente della Repubblica: l’esercizio provvisorio è un’altra di tante questioni, è solo un ritardo della legge di Bilancio”. Più in generale, secondo Tria, “non è l’Italia che rischia una recessione, è l’Europa che rischia una recessione: c’è un problema di possibile crisi economica a livello globale”.

Borsa: Europa avanza e guarda a FedIn rialzo comparto tecnologico, poco mosso l’euro sul dollaro

23 agosto 201911:21

– Le Borse europee proseguono la seduta in territorio positivo. L’attenzione degli investitori è rivolta al discorso che terrà il presidente della Fed, Jerome Powell, al simposio di Jackson Hole. I mercati attendono sviluppi sulle trattative tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale. Sul versante valutario l’euro sul dollaro è poco mosso a 1,1069 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 guadagna lo 0,5%. In rialzo Londra (+0,7%), Parigi e Francoforte (+0,6%) e Madrid (+0,5%). I listini sono sostenuti dal comparto tecnologico (+1,5%) dove si mettono in mostra Wirecard (+2,7%) e Logitech (+1,9%). Bene anche il settore dell’auto (+0,5%) con Renault e Peugeot (+0,6%) e Volkswagen (+0,5%).
In calo i titoli legati al petrolio (-0,1%), con il prezzo del greggio in lieve calo. In rosso Total (-0,3%) e Shell (-0,1%) mentre è piatta Bp (-0,03%).

Fca: Melfi si ferma 30 turni a settembreOggi la comunicazione dell’azienda all’esecutivo di stabilimento

MELFI (POTENZA)23 agosto 201911:49

– A causa dell’andamento del mercato e “più complessivamente” per la “situazione tecnico-produttiva e organizzativa”, la produzione di “500X” e “Jeep Renegade” nello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fca si fermerà per “ulteriori 30 turni di lavoro” nel prossimo mese di settembre.
Lo ha annunciato la Uilm di Basilicata, dicendosi tuttavia “fiduciosa” per gli investimenti avviati nella fabbrica melfitana, “l’adozione delle nuove tecnologie ibride-elettriche e soprattutto l’avvio della produzione, a partire già da settembre”, della nuova Jeep Compass. Saranno determinanti per lo sviluppo dello stabilimento di Melfi, al fine di renderlo sempre più strategico in un mercato più globale”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Invimit mette sul mercato 200 immobili
Acquistabili da privati e imprese. Valore oltre 100 milioni

23 agosto 201911:50

Invimit, società partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia, mette sul mercato fino al 20 settembre 200 immobili pubblici – abitazioni, negozi e uffici – acquistabili da privati e imprese, per un valore di oltre 100 milioni di euro. La vendita rientra nel piano di dismissioni nazionale che affida alla Sgr del Tesoro un obiettivo complessivo di 610 milioni di euro, di cui 500 attraverso la commercializzazione di quote di fondi immobiliari a investitori istituzionali e 110 attraverso la vendita diretta di asset.L’operazione riguarda 8 città italiane: Roma, Firenze, Palermo, Bologna, Pisa, Firenze, Trieste e Sabaudia.

Da big della moda patto per l’ambienteL’annuncio all’Eliseo con il presidente Emmanuel Macron

23 agosto 201911:57

– I rappresentanti di trentadue aziende del settore della moda e del tessile hanno incontrato il presidente francese Emmanuel Macron ed hanno annunciato di aver sottoscritto il Fashion Pact, che sarà presentato ufficialmente ai Capi di Stato che parteciperanno al G7 di Biarritz.
All’incontro all’Eliseo hanno partecipato anche il ministro dell’Economia e delle finanze Bruno Le Maire, del Lavoro Muriel Pénicaud, ed il vice ministro della Transizione ecologica e solidale Brune Poirson.
Ad aprile scorso, in previsione del vertice del G7, Emmanuel Macron aveva affidato a François-Henri Pinault, Presidente e ceo di Kering, il compito di riunire e coinvolgere gli attori più importanti nel campo della moda e tessile, con la finalità di definire obiettivi concreti per ridurre l’impatto ecologico causato dal proprio settore.

Huawei lancia chip Ascend 910Velocità di calcolo fino a 256 TeraFlop, non c’entra con 5G

23 agosto 201912:05

– Huawei lancia il processore Ai Ascend 910, il più potente di sempre, in grado di effettuare operazioni ‘Fp16’ fino a 256 TeraFlop, che comunque “non c’entra con il 5G”. Lo ha annunciato il vicepresidente e amministratore delegato Eric Xu in diretta da Shenzhen. “Abbiamo compiuto grandi progressi dall’annuncio della strategia Ai lo scorso ottobre” , ha detto il manager spiegando che “tutto procede secondo i piani”. “Avevamo promesso un intero portafoglio di prodotti Ai e oggi presentiamo l’Ascend 910 e la piattaforma MindSpore”, ha aggiunto. Tra le caratteristiche di Ascend 910 Ai Xu ha indicato il “consumo inferiore alle attese, pari a 310 watt contro i 350 previsti”. Il vicepresidente ha presentato anche la piattaforma MindSpore Ai che “garantisce la privacy dell’utente perché tratta solo informazioni e dati che sono già stati processati senza interferenze”. “I dati utilizzati dall’utente privato – ha affermato il manager – possono essere protetti anche in un ambiente multipiattaforma”.

La Movida dà lavoro, occupati +3%In Italia +11% in 5 anni, in Lombardia +16%

23 agosto 201915:14

La movida non solo diverte ma dà anche lavoro. Secondo un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi, infatti, negli ultimi cinque anni gli occupati nel settore che va dalla ristorazione, al cinema, passando per alberghi, sport ed eventi sono aumentati dell’11% (circa 3 milioni di occupati in tutto) in 5 anni, del 3% rispetto al 2018, anche se il numero di imprese ha avuto poca variazione. In Lombardia la crescita è stata del 16% con 559 mila addetti e a Milano del 23%. D’altronde sul giro d’affari del settore, che è di poco meno di 150 miliardi di euro, un terzo circa (42 miliardi) è realizzato in Lombardia, 31 miliardi nella sola Milano, prima assoluta a livello nazionale dove è seguita da Roma con 27 miliardi. Le imprese in Italia sono 993 mila, 120 mila in Lombardia.

Borsa:Milano lima rialzo, tengono bancheCorre la Juventus, spread tra Btp-Bund a 195 punti

23 agosto 201913:12

– La Borsa di Milano (+0,1%) lima il rialzo, in linea con gli altri listini europei, mentre si attendono sviluppi sul fronte della formazione del nuovo governo. Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 195 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,31%.
A Piazza Affari corre la Juve (+2,1%) mentre tengono gli istituti di credito con Banco Bpm (+1,3%), Ubi (+0,6%), Mps e Bper (+0,4%), Unicredit (+0,2%). In controtendenza Fineco (-0,3%) e Intesa (-0,1%). Prosegue in rialzo Trevi (+4,7%), dopo che la famiglia Trevisani ha deciso di aderire alla manovra di rafforzamento patrimoniale.
Procedono in territorio negativo Saipem e Tenaris (-0,3%) mentre sono piatte Eni (+0,06%) e Snam (-0,04%). In rosso anche Diasorin (-1,4%) e Poste (-1%).

Borsa: Milano (-0,4%) gira in negativoIn rosso titoli legati a petrolio, spread a Btp-Bund a 196 punti

23 agosto 201914:15

– La Borsa di Milano vira rapidamente in negativo con il Ftse Mib che cede lo 0,4% a 20.707 punti. Lo spread tra Btp e Bund tedesco si attesta a 196 punti con il rendimento del decennale italiano all’1,31%.
A Piazza Affari contrastate le banche con Unicredit e Bper (-0,2%) e Intesa (-0,3%) mentre restano in rialzo Banco Bpm (+1%) e Ubi (+0,2%). Andamento negativo anche per i titoli legati al petrolio con Tenaris (-1,7%), Saipem (-1,5%) ed Eni (-0,5%). Piatte Tim e Mediaset.

Petrolio affonda con dazi Cona, -2,4%Quotazioni scendono a 54,03 dollari

NEW YORK23 agosto 201914:32

– Il petrolio cala a New York dove le quotazioni perdono il 2,4% a 54,03 dollari al barile. A pesare sono i nuovi dazi della Cina sul Made in Usa, che includono una tariffa del 5% sull’import di greggio americano.

Borsa:Europa in calo con dazi Cina a UsaSoffre il comparto delle auto e l’energia

23 agosto 201914:34

– Le Borse europee passano in rosso dopo l’annuncio che arriva da Pechino per nuovi dazi su 75 miliardi di dollari di beni ‘made in Usa’. Milano (-0,9%) è la peggiore del Vecchio continente con le banche passate rapidamente in calo.
Nel Vecchio continente sono in negativo Parigi e Francoforte (-0,2%), piatta Madrid (+0,05%) mentre è in controtendenza Londra (+0,1%). In calo il settore dell’energia (-1,1%), con il prezzo del petrolio, e le banche (-0,1%).
A Piazza Affari Stm è stata sospesa in asta di volatilità mentre cedeva il 4%. Soffrono anche Pirelli (-2,7%), Fca e Cnh (-2%). Male anche i titoli legati al petrolio con Tenaris e Saipem (-2,4%) ed Eni (-1,5%).

Wall Street apre negativa, Dj -0,46%S&P 500 perde lo 0,46%

NEW YORK23 agosto 201915:34

– Apertura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,46% a 26.136,88 punti, il Nasdaq cede lo 0,56% a 7.948,14 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,46% a 2.909,63 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano guida cali con Wall Street
Piazza Affari cede 0,76%, Stm maglia nera

23 agosto 201915:57

– Le Borse europee ampliano i cali con l’avvio negativo di Wall Street dopo l’annuncio della Cina di dazi per 75 miliardi di dollari sulle importazioni di una serie di beni made in Usa, dai semi di soia alle automobili e al petrolio. In attesa del discorso del presidente della Fed, Jerome Powell alle 16, ora italiana, all’incontro a Jackson Hole fra le montagne del Wyoming, Piazza Affari (-0,76%) guida i ribassi (-0,74%): è Stm (-3%), gruppo di semiconduttori particolarmente sensibile alle tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina, a indossare la maglia nera sul listino milanese, seguita da Saipem (-2,3%) e Cnh (-1,7%). Deboli anche Francoforte (-0,34%) e Parigi (-0,30%) mentre resiste in terreno positivo Londra (+0,14%).

Borsa: Europa annulla ribassi con PowellLondra la migliore (+0,6%), Milano in coda (-0,02%)

23 agosto 201917:05

– Il discorso composto, ai banchieri centrali riuniti a Jackson Hole, del presidente della Fed Jerome Powell, che ha parlato di sostegno alla crescita sottolineando al contempo i rischi legati alla scontro commerciale Usa-Cina, limita i danni sui listini che avevano risentito delle misure annunciate da Pechino in risposta ai dazi messi in agenda dal presidente degli Usa Donald Trump. Wall Street annulla il ribasso e le Borse europee si riportano in rialzo con Parigi e Francoforte che guadagnano più dello 0,3% mentre Londra si conferma la migliore (+0,6%). Solo Milano è sotto la parità (-0,02%) anche causa dell’incertezza politica che non ha peraltro effetti evidenti sullo spread Btp-Bund, intorno ai 196 punti base.

Trump annuncia nuovi dazi sul Made in Cina’Cina non avrebbe dovuto imporre altre imposte su Usa. La decisione è stata politicamente motivata

NEW YORK23 agosto 201923:15

Donald Trump annuncia nuovi dazi sul Made In China. A partire dall’1 ottobre saliranno al 30% i dazi su 250 miliardi di dollari di prodotti cinesi sui quali al momento gravano dazi al 25%. Sui restanti 300 miliardi di dollari di prodotti dalla Cina i dazi che scatteranno l’1 settembre saranno al 15% e non al 10%. Lo annuncia il presidente su Twitter aggiungendo che “La Cina non avrebbe dovuto imporre nuovi dazi su 75 miliardi di dollari di prodotti americani”, una decisione “politicamente motivata”. Riesplode con forza la guerra dei dazi tra Usa e Cina all’ombra di una nuova recessione globale e in un venerdì ad altissima tensione che oltre al crollo delle Borse ha visto l’attacco senza precedenti di un infuriato Donald Trump al presidente della Fed Jerome Powell. Un attacco nel quale è incappato nella grave gaffe di definire “nemico”, per la prima volta, il presidente cinese Xi Jinping, con il quale aveva invece finora sempre rivendicato “un eccellente rapporto personale”. E’ stata la Cina a dare oggi fuoco alle polveri con l’annuncio di nuovi dazi su 75 miliardi di dollari di beni made in Usa, in risposta alle simili misure americane che saranno operative in parte dall’1 settembre sull’import di prodotti cinesi. Una mossa annunciata nella serata di Pechino, a ridosso dell’avvio di Wall Street, dove i future hanno mostrato subito segnali di nervosismo, con una modalità “attentamente scelta per colpire i mercati azionari Usa”, ha ammesso Mei Xinyu, esperto affiliato al ministero del Commercio cinese, in un tweet del Global Times, tabloid ultranazionalista del Quotidiano del Popolo. Gli attacchi di Trump a Powell hanno accelerato le perdite dei listini, con il Dow Jones in calo di quasi il 2% e le Borse europee in rosso tra l’1 e il 2%. Non solo: le aziende americane devono “immediatamente iniziare a cercare alternative alla Cina, incluso riportare a casa le loro società e produrre negli Usa”, ha rincarato l’inquilino della Casa Bianca, ordinando alle società di spedizione – incluse FedEx, Amazon, UPS e le Poste americane – di rifiutare le consegne di fentanil dalla Cina. I nuovi dazi cinesi, inclusi nella forchetta del 5-10%, pesano su 5.078 beni Usa, secondo l’Ufficio dei dazi del governo cinese. In aggiunta, le misure al 25% sull’import di auto e al 5% sulle componenti di auto saranno efficaci dal 15 dicembre, dopo la sospensione dello scorso 1 aprile per favorire il dialogo. L’applicazione si articolerà in due fasi: su un primo gruppo di beni, i nuovi dazi saranno del 10% dall’1 settembre, mentre l’aliquota sul secondo gruppo sarà del 5%, effettiva dal 15 dicembre. La risposta cinese è al 10% sugli addizionali 300 miliardi di dollari di beni made in China colpiti in un primo momento dall’1 settembre, con una parte rinviata al 15 dicembre.

Borsa Milano chiude in calo -1,65%Scivolone di Stm (-4,4%) e Cnh (3,3%) per guerra dazi

MILANO23 agosto 201917:50

– Piazza Affari ha chiuso in deciso ribasso. L’indice Ftse Mib ha lasciato sul terreno l’1,65% a 20.473 punti, zavorrato dal tecnologico Stm (-4,47%) e nel settore auto da Cnh (-3,37%) sulla scia delle minacce nella guerra sui dazi fra la Cina e il presidente Usa Donald Trump.

Borsa: Europa chiude negativaLondra limita perdite -0,47%

23 agosto 201918:04

– Chiusura negativa per le principali borse europee. Londra prova a limitare i danni e termina in calo dello 0,47%. Peggio fanno Parigi (-1,14%) e Francoforte (-1,15%).

Spread Btp-Bund chiude a 199,2 puntiRendimento all’1,312%

23 agosto 201918:09

– Lo spread tra Btp e Bund tedesco chiude in rialzo a 199,2 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,312%.

Borsa: Milano maglia nera in EuropaTonfo di Stm, Cnh e Pirelli. Unicredit giù con spread a 199

23 agosto 201918:36

– L’annuncio di Pechino di dazi su importazioni dagli Usa del valore di 75 miliardi di dollari e la risposta minacciosa del presidente Donald Trump, che è tornato anche ad attaccare il numero uno della Fed Jerome Powell dopo il discorso di quest’ultimo a Jackson Hole, hanno dominato l’ultima seduta della settimana. Piazza Affari ha risentito più delle altre borse europee a causa della crisi di governo, con lo spread tornato verso soglia 200 (a 199,2 punti), concludendo col peggior risultato nel Vecchio Continente (-1,65%). A zavorrare l’indice ci hanno pensato Stm (-4,47%), esposta come altri tecnologici alla guerra commerciale tra le due maggiori economie mondiali, e Cnh (-3,37%) insieme a Pirelli (-2,91%) nell’automotive. Le vendite nel finale hanno piegato poi Unicredit (-3,1%) e Fineco (-2,98%). Recordati (+1,19%) e Juve (+1,09%) sono invece tra i pochi titoli controcorrente. Fuori dal paniere principale in luce Trevi (+2,26%) per la pace fra la famiglia azionista e il Cda sul rafforzamento patrimoniale.

Annunci
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 07:19 DI GIOVEDì 22 AGOSTO 2019

ALLE 06:45 DI VENERDì 23 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro in lieve calo a 1,1078 dlr
La moneta unica è scambiata a 117,79 yen

22 agosto 2019 07:19

– Nei primi scambi della mattinata l’euro perde lievemente terreno sia nei confronti del dollaro che dello yen. La moneta unica vale 1,1078 dollari contro 1,1084 alla chiusura di Wall Street ieri sera e 117,79.

Petrolio, Brent stabile sopra 60 dollariPoco mosso anche il greggio Wti a 55,66 dollari

22 agosto 201908:29

– Resta sopra i 60 dollari al barile il prezzo del Brent, il greggio di riferimento europeo. Le quotazioni del greggio sia in America che in Europa sono rimaste sostanzialmente stabili nel corso della notte: il Brent è a 60,20 dollari e il Wti a 55,66 dollari al barile, con un calo di appena due centesimi.

Oro in calo a 1.501,9 dollari l’onciaOcchi puntati su riunione banchieri a Jackson Hole

22 agosto 201908:32

– L’oro rallenta ancora. Il metallo prezioso con consegna immediata è quotato questa mattina in Asia a 1.501,9 dollari l’oncia, dopo aver toccato la scorsa settimana il picco di 1.535 dollari. Le attese degli investitori sono tutte per l’appuntamento di domani dei banchieri centrali a Jackson Hole.

Spread Btp-Bund a 201 punti baseTasso di rendimento del decennale italiano è all’1,32%

22 agosto 201908:36

– Nel secondo giorno di consultazioni al Quirinale per la formazione di un nuovo governo, dopo i minimi di ieri sotto la soglia dei 200 punti base, lo spread tra Btp-Bund apre oggi a 201 punti. Il tasso di rendimento del decennale italiano dell’1,32%.

Borsa:Asia incerta, Europa guarda a FedTokyo +0,05%, Hong Kong -0,89%

22 agosto 201908:38

– Seduta in altalena per le Borse in Asia, con un rally delle materie prime in attesa del discorso finale del presidente della Fed di dimani. Tokyo cauta (+0,05%), Hong Kong in calo dello 0,89%, Shanghai sulla parità e Shenzen che tiene (+0,27%) in terreno positivo. Intanto i futures suglli indici europei scendono guardando alle prossime mosse del presidente americano Donald Trump che continua il suo attacco alla banca centrale.

Borsa: Europa in calo, attese su FedLondra -0,5%, Francoforte -0,4%

22 agosto 201909:27

– Come nelle attese le Borse in Europa aprono tutte in calo. I mercati non hanno digerito i verbali della Fed e aspettano indicazioni dal discorso del presidente Powell domani. Lo Stoxx Europe 600 cede lo 0,2%, l’indice Dax cede lo 0,4%, il Cac lo 0,39% e a Londra, il Ftse 100 perde lo 0,5 per cento. “L’umore del mercato sembra migliorato – commentano gli operatori – ma è ancora tutto molto fragile”.

Borsa: Europa in calo, attese su FedLondra -0,5%, Francoforte -0,4%

22 agosto 201909:27

– Come nelle attese le Borse in Europa aprono tutte in calo. I mercati non hanno digerito i verbali della Fed e aspettano indicazioni dal discorso del presidente Powell domani. Lo Stoxx Europe 600 cede lo 0,2%, l’indice Dax cede lo 0,4%, il Cac lo 0,39% e a Londra, il Ftse 100 perde lo 0,5 per cento. “L’umore del mercato sembra migliorato – commentano gli operatori – ma è ancora tutto molto fragile”.

Sertubi: protesta lavoratori a TriesteStabilimento chiude a novembre. In 70 rischiano posto

TRIESTE22 agosto 201912:24

– “Chiediamo solo dignità”. E’ la richiesta che i dipendenti della Sertubi fanno ai politici locali nel corso di 2 ore di sciopero. “Viviamo una fase di stallo – spiegano Fim Cisl, Rsu e Uilm – perché le multinazionali Duferco e l’indiana Jindal non trovano un accordo. A novembre, questo, unico impianto di produzione di tubi in ghisa in Italia, chiuderà”. A rischio ci sono 70 lavoratori. Circa l’80% della produzione di Trieste è ‘grezzo’ indiano che qui diventa prodotto finito. Le normative europee hanno cambiato alcuni codici doganali che impediscono di rendere il prodotto Made in Ue e dunque lo esclude da bandi e gare di forniture. L’azienda indiana non esclude di mantenere operativo solo il settore commerciale. “Vi esprimo la mia solidarietà, che però non basta. Ci muoveremo insieme per soluzioni che sono complicate”, dice il sindaco Dipiazza. Per il vicepresidente del Consiglio Fvg la “Giunta oggi non c’è però può intervenire, manca un Governo e speriamo che arrivi a breve per dare una risposta”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa:Europa contrastata,Milano in testa
A Piazza Affari in positivo anche comparto auto e Tim

22 agosto 201914:25

– Borse europee contrastate in attesa del simposio di Jackson Hole con l’intervento dei presidenti di Fed e Bce. Sullo sfondo resta la situazione ad Hong Kong e le tensioni tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale.
Nel Vecchio continente è in controtendenza Milano (+0,5%), nel secondo giorno delle consultazioni per la formazione del nuovo governo.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,1%. In rosso Londra (-0,4%) e Parigi (-0,2%) mentre procedono in rialzo Madrid (+0,6%) e Francoforte (+0,1%). Procedono in positivo le banche (+0,7%), dopo le indicazioni della vigilanza bancaria della Bce sugli npl, e le Tlc (+0,3%).
A Piazza Affari corrono le banche con Banco Bpm (+2,1%), Ubi e Unicredit (+1,6%), Mps (+1,5%) e Intesa (+1,4%). In positivo anche Tim (+2,1%), sulle voci per le trattative di un pacchetto calcio e con un nuovo governo che allontana le paure per l’operazione Open fiber. In rialzo anche il comparto dell’automotive con Pirelli (+2%), Fca (+1,1%) e cnh (+0,7%).

Petrolio: in rialzo a Ny a 56,29 dlrQuotazioni salgono dell’1,10%

NEW YORK22 agosto 201915:05

– Il petrolio in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dell’1,10% a 56,29 dollari al barile.

Borsa: Wall Street apre positivaS&P 500 sale dello 0,28%

NEW YORK22 agosto 201915:34

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,28% a 26.278,18 punti, il Nasdaq avanza dello 0,27% a 8.040,16 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,28% a 2.932,90 punti.

Borsa: Milano gira in negativoIn rosso il comparto energia, spread Btp-Bund scende a 196 punti

22 agosto 201917:07

– La Borsa di Milano gira in negativo con il Ftse Mib che cede lo 0,3% a 20.787 punti. A Piazza Affari tengono le banche mentre sono in calo i titoli legati al petrolio. Lo spread tra Btp e Bund scende a 196 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,31%.
Tra le banche si mettono in mostra Banco Bpm (+1,8%), Ubi (+1%), Unicredit (+0,8%). In positivo anche Tim e Mediaset (+0,8%). Marcia in rosso il comparto energetico con Italgas (-1,6%), Snam (-0,3%) ed Eni (-0,2%) mentre è piatta Saipem (-0,05%). Soffre anche il settore del lusso con Moncler (-1,9%) e Ferragamo (-0,7%).

Borsa: Milano chiude in calo (-0,14%)Indice Ftse Mib a 20.816 punti

MILANO22 agosto 201917:45

– La Borsa di Milano chiude in calo.
L’indice Ftse Mib cede lo 0,14% a 20.816 punti.

Borsa: Europa chiude in caloLondra (-1,05%), Parigi (-0,87%), Francoforte (-0,47%)

22 agosto 201918:03

– Le Borse europee chiudono in calo con gli investitori per guardano all’andamento dell’economia globale dopo gli indici Pmi nell’eurozona e negli Usa. Sui listini del vecchio continente pesa anche la retromarcia di Wall Street e l’andamento dei rendimenti fra i Treasury a 10 anni e quelli a due anni. Sullo sfondo resta l’attesa per il simposio di Jackson Hole con gli interventi dei presidenti di Fed e Bce.
L’euro sul dollaro si attesta a 1,1088 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 archivia la seduta in calo dello 0,4%. In negativo Londra (-1,05%), Parigi (-0,87%), Francoforte (-0,47%) mentre è in controtendenza Madrid (+0,17%).

Spread Btp chiude sotto 200 punti baseTorna a livelli pre-crisi di governo

22 agosto 201918:04

– Lo spread tra il Btp e il Bund torna sotto i 200 punti base e sui livelli pre-crisi di governo.
Il differenziale chiude a 195 punti base, col tasso sul decennale del Tesoro all’1,30%.

Borsa: Milano chiude in calo come EuropaIn rosso il settore del lusso,spread Btp-Bund scende a 195 punti

22 agosto 201918:27

– La Borsa di Milano (-0,14%) chiude la seduta in territorio negativo, in linea con gli altri listini europei. I mercati guardano alla situazione economica globale dopo gli indici pmi e attendono il simposio di Jackson Hole dove interverranno i presidenti della Fed e della Bce. Nel secondo giorno delle consultazioni al Quirinale lo spread tra Btp e Bund torna sotto i 200 punti base e sui livelli pre-crisi di governo.
Il differenziale chiude a 195 punti, con il rendimento del decennale italiano all’1,30%.
A Piazza Affari si mettono in mostra le banche, dopo le indicazioni della vigilanza della Bce sugli Npl. In rialzo Banco Bpm (+2,2%), Fineco (+1,4%), Ubi e Unicredit (+1,3%), Intesa (+1%). In positivo anche Tim (+0,7%) e Mediaset (+0,5%).
In rosso il settore del lusso con Moncler (-2,1%) e Ferragamo (-0,8%). Contrastati gli energetici con Italgas (-1,6%), Eni (-0,3%), Saipem (+0,5%) e Tenaris (+1,3%).

Pa: attesa 3mila vincitori, scadono listeA fine settembre stop alle graduatorie per gli idonei 2010-14

22 agosto 201919:05

Sono ancora più di 3 mila i vincitori di concorsi pubblici che aspettano di essere assunti. E’ quanto emerge dal portale del ministero dedicato al monitoraggio delle graduatorie. E’ una questione di tempi, ma le amministrazioni prima o poi devono prenderli. Diverso il discorso per gli idonei. In questi casi la presa in servizio non è un diritto ma solo una possibilità. In lizza ce ne sono 86 mila. Ma il sogno di un posto fisso potrebbe avere i giorni contati. A fine settembre scadono le graduatorie 2010-2014.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Petrolio: chiude in calo a Ny
Quotazioni perdono lo 0,6%

NEW YORK22 agosto 201920:48

– Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,6% a 55,35 dollari al barile.

Borsa: Tokyo, apertura piatta (-0,02%)Cambi: yen si apprezza su dollaro, più debole su euro

TOKYO23 agosto 201902:41

– La Borsa di Tokyo avvia la seduta all’insegna della cautela mentre non si attenuano le tensioni diplomatiche tra Giappone e Corea del Sud. L’indice di riferimento Nikkei apre a quota 20.624,80 (-0,02%). Sul fronte valutario lo yen guadagna terreno sul dollaro, a un livello di 106,40, dopo il dato sul rallentamento della attività manifatturiera negli Stati Uniti, mentre si è indebolito sull’euro, poco sopra a un valore di 118.

Borsa: Hong Kong invariata in aperturaPoco mosse Shanghai (+0,06%) e Shenzhen (+0,05%)

PECHINO23 agosto 201904:29

– La Borsa di Hong Kong apre la seduta invariata, con l’Hang Seng in rialzo di appena 9,16 punti nelle prime battute, a quota 26.057,88, in attesa del discorso di oggi del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell.
L’indice Composite di Shanghai, invece, segna un frazionale aumento dello 0,06%, a 2.885,15 punti, mentre quello di Shenzhen uno dello 0,05%, a quota 1.579,69.

Bce:Npl dimezzati a 587mld,calino di piùI dati al marzo 2019 rispetto ai 1.000 miliardi di novembre 2014

22 agosto 201912:00

– A fine marzo 2019 il volume degli Npl detenuto dalle banche europee si era “quasi dimezzato, collocandosi a 587 miliardi di euro, con un’incidenza degli Npl pari al 3,7%” rispetto ai 1.000 miliardi del novembre 2014. Lo rende noto la Bce che comunque, “malgrado i recenti progressi, ritiene indispensabile l’ulteriore riduzione del livello degli Npl, per risolvere il problema in tempi rapidi, finché le condizioni economiche sono ancora favorevoli”. La Bce ha anche rivisto le aspettative di vigilanza sugli accantonamenti prudenziali per gli Npl delle banche, adeguandosi al nuovo regolamento dell’Ue. La disciplina del “primo pilastro” per i crediti deteriorati, che impone una deduzione dai fondi proprio per le esposizioni deteriorate non sufficientemente coperte da accantonamenti o altre rettifiche, scatterà per gli Npl successivi al 26 aprile.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 9 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 07:26 DI MERCOLEDì 21 AGOSTO 2019

ALLE 07:19 DI GIOVEDì 22 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro in lieve calo a 1,1097 dlr
La moneta unica è scambiata a 118,15 yen

21 agosto 2019 07:26

– Nei primi scambi della mattinata l’euro perde un po’ del terreno guadagnato nella giornata di ieri. La moneta unica europea vale 1,1097 dollari dopo aver superato quota 1,11 alla chiusura di Wall Street ieri sera.
L’euro è sostanzialmente stabile invece rispetto allo yen a 118,15.

Petrolio, Brent supera i 60 dollariSale anche il greggio Wti dopo il calo delle scorte americane

21 agosto 201908:33

– Sale sopra i 60 dollari al barile il prezzo del Brent, il greggio di riferimento europeo. Dopo giorni di avvicinamento, le quotazioni hanno raggiunto i 60,38 dollari (+0,6%), in scia ai dati negativi sul calo settimanale delle scorte americane. A salire è stato quindi anche il prezzo del Wti, quotato a New York a 56,39 dollari, in rialzo dello 0,5%.

Oro, in calo a 1.503 dollari l’onciaDopo il rialzo dello 0,8% registrati ieri

21 agosto 201908:36

– L’oro rallenta e, dopo il rialzo dello 0,8% segnato ieri, perde al momento lo 0,3%. Il metallo prezioso con consegna immediata è così quotato questa mattina a 1.503,22 dollari. Le attese degli investitori sono tutte per l’appuntamento di venerdì dei banchieri centrali a Jackson Hole.

Spread Btp-Bund a 202 punti baseTasso di rendimento del decennale italiano è all’1,34%

21 agosto 201908:41

– Lo spread tra Btp-Bund si mantiene vicino alla soglia dei 200 punti base in attesa dell’avvio, oggi pomeriggio, delle consultazioni al Quirinale. Il differenziale segna 202 punti base, pari ad un tasso di rendimento del decennale italiano dell’1,34%.

Borsa: Asia chiude debole dopo TrumpIn rosso Tokyo (-0,28%), lo yen resta stabile sul dollaro

21 agosto 201908:46

– Le Borse asiatiche chiudono deboli dopo le dichiarazioni del presidente americano Donald Trump sul commercio internazionale. I mercati guardano anche alle tensioni a Hong Kong che rischiano di incidere negativamente su un possibile accordo tra Usa e Cina sul versante dei dazi. In arrivo i verbali dell’ultimo Fomc della Fed.
Archivia la seduta in rosso Tokyo (-0,28%) con lo yen che resta stabile sul dollaro a 106,48 ed in lieve rialzo sull’euro a 118,13. A mercati ancora aperti sono invariate Hong Kong (+0,03%) e Shanghai (-0,01%) mentre è in lieve calo Shenzhen (-0,13%). In rosso Mumbai (-0,3%) mentre è in rialzo Seul (+0,2%).
Sul versante macroeconomico previsti i dati sull’indebitamento del settore pubblico del Regno Unito e dagli Usa le vendite di abitazioni e le scorte di petrolio settimanali.

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,38%)Indice Ftse Mib a 20.562 punti

21 agosto 201909:08

– La Borsa di Milano apre in rialzo dopo l’apertura formale della crisi di governo. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,38% a 20.562 punti.

Borsa: Europa apre in rialzoParigi (+0,29%), Londra (+0,25%), Francoforte (+0,19%)

21 agosto 201909:30

– Le Borse europee avviano la seduta in rialzo in attesa di conoscere il contenuto dei verbali dell’ultimo Fomc della Fed. Si guarda anche al meeting di Jackson Hole dove i presidenti della Fed e della Bce potrebbero annunciare le prossime mosse di politica monetaria. Sullo sfondo ci sono le tensioni a Hong Kong e le dichiarazioni del presidente statunitense Donald Trump sul commercio internazionale.
L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,26%. In positivo Madrid (+0,32%), Parigi (+0,29%), Londra (+0,25%) e Francoforte (+0,19%).

Borsa: Milano avanza (+1,3%)Piazza Affari spinta dalle banche, spread stabile a 202 punti

21 agosto 201909:37

– La Borsa di Milano (+1,3%) avanza e snobba la crisi di governo. Piazza Affari ha avviato le contrattazioni in terreno positivo per poi allungare il passo grazie anche al rimbalzo delle banche. Lo spread tra Btp e Bund si mantiene stabile a 202 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,34%.
Tra gli istituti di credito si mettono in mostra Mps (+2,2%), Banco Bpm (+1,9%), Bper (+1,4%) e Unicredit (+1,1%). Seduta all’insegna dell’ottimismo anche per il comparto dell’auto con Fca (+1,6%), Cnh (+1,5%) e Ferrari (+1,1%). Si muovono in positivo Leonardo (+1,6%), Atlantia (+1,2%) e Tim (+0,8%).
In rosso Mediaset (-0,5%), dopo le indicazioni degli advisor dei fondi in vista dell’assemblea sul riassetto del gruppo. A Madrid è invariata Mediaset Espana mentre a Parigi è in lieve rialzo Vivendi (+0,6%).

Borsa: Europa prosegue in rialzoAumento petrolio spinge titolo energia, i rialzo euro su dollaro

21 agosto 201910:29

– Le Borse europee proseguono in rialzo, in attesa delle novità che potranno arrivare dal simposio di Jackson Hole dove interverranno i presidenti della Bce e della Fed. Corre il comparto dell’auto con Renault (+3,7%) ed Fca (+3,6%), sull’ipotesi che un matrimonio tra i due gruppi non sia ancora tramontato del tutto. Bene anche Peugeot (+1,7%), Daimler (+1%) e Volkswagen (+0,7%).
Nel Vecchio continente si mette in mostra Parigi (+1%). In terreno positivo anche Madrid e Londra (+0,8%) e Francoforte (+0,6%). L’aumento del prezzo del petrolio spinge anche il comparto dell’energia (+1,1%) con Total (+1,2%), Bp (+1,1%) e Shell (+1%). Seduta all’insegna dell’ottimismo per le banche (+0,7%) dove marciano in stabile rialzo Societè Generale (+1,2%), Bnp Paribas (+1,1%), Banco Santander (+1%) e Credit Agricole (++0,9%).
Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in lieve rialzo e si attesta a 1,11 a Londra.

Borsa: Milano allunga ancora (+1,5%)Le banche rimbalzano, stabile lo spread tra Btp e Bund

21 agosto 201910:41

La Borsa di Milano allunga ancora con il Ftse Mib che guadagna l’1,5% a 20.788 punti, in attesa dell’avvio delle consultazioni dopo le dimissioni del premier Giuseppe Conte. Resta stabile lo spread tra Btp e Bund a quota 202 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,36%.
A Piazza Affari corre il comparto dell’automotive. In rialzo Pirelli (+4%), Fca (+3,8%), Exor (+2,8%), Brembo (+2,2%) e Ferrari (+1,5%). In rimbalzo le banche dove si mettono in mostra Fineco (+2,6%), Ubi (+1,8%) ed Mps (+1,2%). L’aumento del prezzo del petrolio spinge anche il settore dell’energia con Saipem (+1,9%), Eni (+1,6%), Snam (+1,5%) e Tenaris (+1,4%).

Quota 100 e Pa. Via da e.locali e sanitàI dati dell’Inps nel primo mese di decorrenza per i ‘pubblici’

21 agosto 201911:17

Sono 10.336 le domande presentate da dipendenti pubblici per andare in pensione con il meccanismo Quota 100, dalle quali emerge che otto dipendenti su 10 in uscita ad agosto provengono dagli enti pubblici e dalla sanità.
E’ quanto emerge dai dati Inps nel primo mese di decorrenza del meccanismo di anticipazione della pensione nel settore delle pubbliche amministrazioni. Da Regioni, Comuni e Province arriva infatti il 55,1% delle domande di pensionamento, con 5.694 domande. Segue la sanità con 2.344 (il 22,7%), soprattutto nel settore dei paramedici, amministrativi e tecnici.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Commercio: un’impresa su 4 è ambulante
Unioncamere, in Campania percentuale più alta, molti stranieri

21 agosto 201911:30

– Un’impresa commerciale su 4 in Italia è ambulante ed oltre la metà degli operatori ‘itineranti’ è straniera. E’ quanto emerge dai dati elaborati da Unioncamere-InfoCamere sulla base del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio. Con oltre 183mila operatori, il 22% delle imprese commerciali del Paese, il commercio in sede mobile si conferma come un canale di vendita sempre più complementare sia al dettaglio in sede fissa che alla grande distribuzione, evidenzia Unioncamere. Il 95% di queste attività (175mila) è costituito da micro-imprese individuali. Il Registro delle imprese mostra che la graduatoria per peso percentuale pone sul podio più alto Castel Volturno (in provincia di Caserta), dove 2 imprese su 3 sul totale delle imprese commerciali del territorio è ambulante. A seguire, troviamo San Giuseppe Vesuviano (Napoli) con il 58,5% e Quartu Sant’Elena (Cagliari) dove si sfiora il rapporto uno a due (49,2%).

Sciopero dei benzinai sardi per 3 giorniIn corteo verso Consiglio, “lavoriamo per 25 euro al giorno”

CAGLIARI21 agosto 201911:31

– Tre giorni di sciopero dei benzinai in Sardegna per protestare contro gli scarsi guadagni dei gestori. Magliette rosse con la scritta “schiavi del caporalato petrolifero”, i benzinai si sono ritrovati sotto i portici di via Roma a Cagliari anche dopo un lungo viaggio: c’è chi è arrivato anche da Sassari e Alghero. Sono i gestori che aderiscono alla sigla Angac.
“Non abbiamo ancora tutti i dati – spiega Adele Cireddu, una delle portavoce della protesta, stazione di servizio di San Vito – ma l’adesione dovrebbe aggirarsi intorno al 30%”. I gestori in Sardegna sono complessivamente 500. “I nostri guadagni – spiega Cireddu – ormai si stanno dimezzando e sono ridotti in media a 2,7 centesimi lordi al litro. Ma c’è anche chi guadagna solo un centesimo”. In soldoni, spiega un altro gestore, stiamo “lavorando per 25 euro al giorno”. C’è anche chi dice di non riuscire ad arrivare a mille euro al mese.

Borsa: Europa tonica, Milano in testaListini sostenuti dal rialzo comparto auto

21 agosto 201912:25

Le Borse europee accelerano con Milano (+1,7%) che guida i listini del Vecchio continente. I mercati guardano alle vicende politiche italiane e sembrano essere fiduciosi sulla formazione di un nuovo governo. Tra gli investitori c’è attesa sulle dichiarazioni che i presidenti della Fed e della Bce faranno nel corso del meeting di Jackson Hole. L’euro sul dollaro si attesta a 1,1096 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 guadagna l’1,1%. Viaggiano in terreno positivo Parigi (+1,5%), Francoforte (+1,2%), Londra (+1,1%) e Madrid (+1%). Il comparto dell’automotive (+2,2%) spinge i listini con Renault (+5%) e Fca (+3,6%), sull’ipotesi che il matrimonio tra i due marchi non sia tramontato. Bene anche Porsche (+2,1%), Volkswagen (+2%), Peugeot (+1,6%).
A Piazza Affari vola Pirelli (+4,6%). Si mettono in mostra anche Exor (+3,3%) e Cnh (+3,2%). Bene le banche con Ubi (+2,9%), Bper (+2%) e Banco Bpm (+1,9%). In rosso Mediaset (-2%) e Amplifon (-0,4%).

Borsa: Ny apre in rialzo, Dj +0,85%Nasdaq +0,92%, S&P 500 +0,86%

NEW YORK21 agosto 201915:36

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,85% a 26.188,90 punti, il Nasdaq avanza dello 0,92% a 8.021,47 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,86% a 2.925,57 punti.

Borsa: Europa sale, Milano +2%In arrivo verbali Fed, al via domani forum Jackson Hole

21 agosto 201915:38

– Confermano il rialzo le borse europee dopo l’avvio positivo di Wall Street e del Nasdaq. C’è attesa per i verbali dell’ultimo Fomc della Fed oggi e per l’avvio domani del convegno mondiale dei banchieri centrali a Jackson Hole (Usa), organizzato dalla Fed di Kansas City, con gli interventi previsti del padrone di casa Jerome Powell e il numero uno della Bce Mario Draghi. Gli investitori puntano poi gli occhi sull’Italia, in vista delle consultazioni delle delegazioni politiche al Quirinale per risolvere la crisi di governo. Milano (Ftse Mib +2%) è la regina dei listini, seguita da Parigi (+1,76%), Francoforte (+1,49%), Londra (+1,24%) e Madrid (+1,16%). In calo a 198,5 punti lo spread, a beneficio dei bancari Ubi (+2,85%), Banco Bpm (+2,355%) e Intesa (+1,85%).
In luce gli automobilistici Pirelli (+4%) ed Fca (+4,15%), che trascina anche Exor (+3,9%).

Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,77%)Indice Ftse Mib a quota punti 20.847 punti

MILANO21 agosto 201917:41

– Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo. L’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,77% a 20.847 punti.

Borsa: Europa chiude bene, Parigi +1,7%In rialzo anche Francoforte (+1,2%) e Londra (+1,1%)

21 agosto 201917:49

– Chiusura positiva per le principali borse europee. Parigi ha guadagnato l’1,7% a 5.435 punti, Francoforte l’1,2% a 11.791 punti e Londra l’1,1% a 7.203 punti.

Spread Btp chiude in calo a 200 puntiTasso all’1,32%

21 agosto 201918:05

– Lo spread tra il Btp e il Bund chiude in calo a 200 punti base dai 206 punti di ieri, con i mercati che credono nella formazione di un nuovo governo. Il tasso sul decennale del Tesoro scende all’1,32%. Nel corso della seduta il differenziale è sceso anche sotto i 200 punti base.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano chiude positiva con Fineco
Spread in calo a 200 punti, attesa per consultazioni Quirinale

21 agosto 201918:25

– Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo, poco sopra alle altre borse europee, nel giorno delle consultazioni al Quirinale per risolvere la crisi di Governo.
L’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,77% a 20.847 punti, favorito dal calo dello spread tra Btp e Bund a quota 200 punti. Pochi scambi anche nel corso della seduta odierna, per 1,6 miliardi di euro, dovuti alla scarsa attività degli investitori in agosto.
In luce Fineco (+4,21%), seguita a distanza da Poste (+2,8%), Ubi Banca (+2%), Bper (+1,73%), e Intesa (+1,01%). In forte rialzo Prysmian (+4,64%) e Pirelli (+3,88%), legata alle evoluzioni della guerra dei dazi insieme a Stm (+1,17%), mentre Fca (+3,34%) ha corso insieme a Exor (+4%) e Cnh (+3,9%), su ipotesi di un ritorno di fiamma del progetto di nozze con Renault (+3,73%), con Torino e Parigi silenti sul tema. Le oscillazioni del greggio (Wti a cavallo della parità) non hanno impedito gli acquisti su Saipem (+2,64%) ed Eni (+1,57%).

Petrolio: chiude in calo a NyQuotazioni perdono lo 0,8%

NEW YORK21 agosto 201920:40

– Il petrolio chiude in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,8% a 55,68 dollari al barile.

Trump attacca manager case auto Ford-Gm’Henry Ford e Alfred Sloan si rigirano nella tomba a vederli’

NEW YORK22 agosto 201901:13

– “I leggendari Henry Ford e Alfred Sloan, i fondatori di Ford e General Motors, si stanno rigirando nella tomba di fronte alla debolezza dei manager delle loro società che vogliono spendere di più su auto non sicure e che costano ai consumatori 3.000 dollari in più”. Lo twitta Donald Trump tornando ad attaccare i vertici della case automobilistiche per aver accolto con freddezza la sua proposta sulle emissioni. Un piano che allenta i paletti dell’era Obama e che ha spinto quattro case automobilistiche a siglare un accordo con la California.

Borsa Hong Kong debole, apre a -0,10%In rialzo invece Shanghai (+0,25%) e Shenzhen (+0,25%)

PECHINO22 agosto 201904:11

– La Borsa di Hong Kong è debole in avvio di seduta: l’indice Hang Seng segna nelle prime battute un calo dello 0,10%, a 26.242,93 punti.
L’indice Composite di Shanghai sale invece dello 0,25%, a 2.887,66 punti, mentre quello di Shenzhen dello 0,25%, a quota 1.576,60.

Banche: pubblicato decreto indennizziMinistero attiva portale. Domande entro 180 giorni

21 agosto 201920:43

Parte l’operazione indennizzi attraverso il Fondo Risparmiatori con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto. Il Mef comunica di aver attivato il portale per la presentazione delle istanze da parte dei risparmiatori. Su fondoindennizzorisparmiatori@consap.it, sarà possibile registrarsi, compilare la domanda, caricare gli allegati richiesti, produrre la domanda compilata in formato pdf da stampare e firmare, caricare la domanda firmata e infine inviarla telematicamente entro 6 mesi dal 21 agosto.

Boccia, rischio possibile recessione’Non conta colore politico’. Confcommercio, rischi da Iva

RIMINI21 agosto 201917:56

“C’è rischio stagnazione e possibile recessione: molte filiere del lusso italiano sono collegate alla filiera tedesca. Il fatto che la Germania non vada bene non è certo un segnale positivo per l’Italia”. Così il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia. Anche per questo “abbiamo davanti a noi una manovra economica che non è affatto semplice. C’è una priorità economica che deve essere affrontata: fare un governo per fare cosa?”, aggiunge Boccia a margine del Meeting di Rimini.
Parlando poi della situazione politica, Boccia ha osservato: “Non ci aspettiamo nessun tipo di governo da un punto di vista del colore politico. Ci aspettiamo in termini economici delle risposte importanti rispetto al futuro”. Sulla crisi di governo interviene anche Confcommercio, che avverte: “Occorre fare presto e bene. Presto per disinnescare il rischio del ricorso all’esercizio provvisorio. Bene per disinnescare il rischio degli aumenti Iva. Il passaggio è stretto. Ma confidiamo nel Presidente della Repubblica”.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 12:54 DI MARTEDì 20 AGOSTO 2019

ALLE 07:26 DI MERCOLEDì 21 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa prosegue debole
Piazza Affari maglia nera, in lieve calo euro su dollaro

20 agosto 2019 12:54

– Le Borse europee proseguono deboli in attesa di Wall Street con i futures girati in negativo. I mercati guardano con apprensione gli sviluppi delle proteste a Hong Kong e attendono che si chiariscano le vicende politiche in Italia. Attesa anche per i verbali dell’ultimo Fomc della Fed che saranno resi noti domani. L’euro sul dollaro è in lieve calo rispetto all’avvio e si attesta a 1,1079 a Londra.
L’indice d’area Stoxx 600 cede lo 0,1%. In negativo Madrid (-0,7%) e Francoforte (-0,1%), piatta Parigi (-0,01%) mentre marcia in rialzo Ftse 100 (+0,4%). Maglia nera per Milano (-0,8%) dove soffrono le banche.
Nel Vecchio continente sono in calo le utility (-1%). In calo anche le Tlc (-0,3%) e la finanza (-0,1%). A Piazza Affari scivolano Mps (-3,5%), Bper (-3,2%), Banco Bpm e Ubi (-3,1%).
Piatta Mediaset (+0,07%), dopo le indicazioni di voto da parte di Iss sul riassetto del gruppo. A Madrid è in calo Mediaset Espagna (-1,4%) mentre a Parigi è debole Vivendi (-0,2%).

Sono 100mila i casalinghi italianiUomini in aumento. Donne giù, 4,187milioni quelle tra 15-64 anni

20 agosto 201914:11

I casalinghi, uomini la cui ‘attività’ sta nel badare alla casa, hanno raggiunto quota 100 mila nella classe 15-64 anni, in cui rientrano le persone in età da lavoro. E’ quanto emerge dai dati Istat aggiornati al primo trimestre 2019. Rispetto alla scorso anno, quando erano 81 mila, l’aumento è del 24,3%. Per non parlare del confronto con l’Italia pre-crisi: oggi sono quattro volte tanti (nel 2007 erano 25 mila). Al contrario le donne che si dichiarano casalinghe tra i 15 e i 64 anni sono 4,187 milioni, in discesa dell’1,6% su base annua e del 17,5% rispetto al 2007.

Borsa: Milano in rosso attende ConteA Piazza Affari soffrono le banche, spread Btp-Bund a 215 punti

20 agosto 201914:55

– La Borsa di Milano prosegue in calo con il Ftse Mib che cede lo 0,9% a 20.528 punti, in attesa delle comunicazioni del presidente del consiglio Giuseppe Conte al Senato e degli sviluppi della situazione politica. A Piazza Affari, ultima in Europa, soffrono le banche mentre lo spread tra Btp e Bund tedesco si attesta ora a 215 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,45%.
In fondo al listino ci sono Bper (-3,6%), Ubi (-3,4%), Mps (-3,3%) e Banco Bpm (-3,1%). In rosso anche Tim e Leonardo (-1,6%) ed Enel (-1,4%). In positivo la Juve (+3,1%) e Prysmian (+1,8%).

Petrolio: in calo a New York a 56,11 dlrPrezzo scende dello 0,18%

NEW YORK20 agosto 201914:55

– Petrolio in calo a New York scambiato a 56,11 dollari al barile (-0,18%).

Borsa: Milano peggiora (-1%)A Piazza Affari sotto pressione le banche

20 agosto 201915:10

– La Borsa di Milano peggiora con il Ftse Mib che cede l’1%, in vista del discorso del Premier Giuseppe Conte al Senato e degli sviluppi sulla situazione politica. A Piazza Affari soffrono le banche con Bper (-3,7%), Mps e Ubi (-3,5%) e Banco Bper (-3,1%). Lo spread tra Btp e Bund tedesco scende a 214 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,44%.

Wall Street apre in calo, Dj -0,10%L’indice S&P500 -0,16%

NEW YORK20 agosto 201915:37

– Apertura in calo per Wall Street col Dow Jones che perde lo 0,10%, il Nasdaq lo 0,20%, l’indice S&P500 lo 0,16%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano in rosso, spread 210 puntiA Piazza Affari in difficoltà le banche

20 agosto 201915:43

– La Borsa di Milano appare nervosa mentre il premier Giuseppe Conte interviene al Senato e, dopo un timido tentativo di ridurre il calo, prosegue in rosso con il Ftse Mib che cede l’1,2% a 20.475 punti. In calo lo spread tra Btp e Bund tedesco che scende a 210 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,40%. A Piazza Affari proseguono in rosso le banche con Bper (-3,4%), Mps e Ubi (-3,2%). Giù anche Leonardo (-1,9%), Tim (-1,8%) ed Enel (-1,4%).

Borsa: Milano riduce calo, cala spreadPiazza Affari in linea con altri listini Europei

20 agosto 201916:23

– La Borsa di Milano riduce il calo con il Ftse Mib che cede lo 0,7% a 20.563 punti, dopo il discorso del Premier Giuseppe Conte al Senato. Si riduce lo spread tra Btp e Bund a 207 punti e migliora l’andamento del comparto bancario. Tra gli istituti di credito in rosso Bper (-2,8%), Mps (-2,7%), Ubi (-1,6%) e Banco Bpm (-1,4%).
Piazza Affari è in linea con gli altri listini del Vecchio continente. In rosso anche Atlantia (-2,5%), Enel (-1,9%) e Leonardo (-1,4%). Procedono in rialzo Amplifon (+2,9%), Juventus (+2,6%), Prysmian (+1,1%), Moncler (+1%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano chiude in calo (-1,11%)
Indice Ftse Mib a 20.485 punti

MILANO20 agosto 201917:46

– La Borsa di Milano chiude in calo nel giorno del discorso del premier Giuseppe Conte al Senato e l’annuncio delle dimissioni. L’indice Ftse Mib cede l’1,11% a 20.485 punti.

Borsa: Europa chiude in caloLondra (-0,90%), Francoforte (-0,55%), Parigi (-0,50%)

20 agosto 201918:02

– Le Borse europee chiudono in calo con gli investitori che guardano alla situazione politica in Italia, dopo le annunciate dimissioni da parte del premier Giuseppe Conte. C’e’ attenzione anche alle vicende di Hong Kong con gli attivisti che rifiutano l’apertura al dialogo da parte della governatrice. Attesa per il meeting di Jackson Hole dove i presidenti della Fed e della Bce potrebbero annunciare le prossime mosse di politica monetaria.
L’indice d’area stoxx 600 conclude la seduta in calo dello 0,68%. In rosso Madrid (-1,25%), Londra (-0,90%), Francoforte (-0,55%) e Parigi (-0,50%).

Spread Btp chiude in calo a 206 puntiTasso all’1,36%

20 agosto 201918:07

– Lo spread tra il Btp e il Bund chiude in lieve calo a 206 punti base dai 208 di ieri sulla scia delle dimissioni annunciate dal premier Giuseppe Conte. Il tasso si attesta all’1,36%.
Nel corso della seduta il differenziale è salito fino ad un massimo di 217 punti base per poi scendere ad un minimo di 200,9 punti.

Borsa: Milano in calo, giù lo spreadA Piazza Affari soffrono le banche, in rialzo la Juve e Amplifon

20 agosto 201918:33

– La Borsa di Milano chiude in calo, in linea con gli altri listini europei, nel giorno in cui il premier Giuseppe Conte annuncia le dimissioni e la crisi di governo. Si riduce lo spread tra Btp e Bund tedesco che, dopo un avvio a 210 punti, chiude le contrattazioni a 206, con il rendimento del decennale italiano all’1,36%.
Piazza Affari, appesantita dall’andamento negativo del comparto bancario, ha tentato di invertire la rotta ma al termine della seduta ha lasciato sul terreno oltre l’1%. In forte calo Mps (-3,5%), Bper (-3,2%), Banco Bpm (-2,5%), Ubi (-2,4%) e Unicredit (-2,2%). Giornata negativa anche per Atlantia che sfiora un calo del 3%, Tim (-2%), Leonardo e Enel (-2%). Cauta Mediaset (-0,1%), dopo le indicazioni di voto contrastanti degli advisor dei fondi per l’assemblea del 4 settembre sul riassetto del Gruppo. A Madrid in calo Mediaset Espana (-3%) mentre a Parigi è debole Vivendi (-0,6%).
Seduta in positivo per la Juventus (+3,7%), Amplifon (+2,9%) e Prysmian (+1%).

Borsa: Hong Kong apre in calo, a -0,27%In perdita anche Shanghai (-0,16%) e Shenzhen (-0,22%)

PECHINO21 agosto 201904:04

– La Borsa di Hong Kong apre la seduta in calo, proseguendo il trend negativo della vigilia in attesa di segnali da Wall Street e degli sviluppi delle guerra commerciale tra Usa e Cina: l’indice Hang Seng segna nelle prime battute una flessione dello 0,27%, a 26.160,54 punti.
L’indice Composite di Shanghai cede lo 0,16%, a 2.875,47 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,22 percento, a quota 1.570,72.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 5 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 04:14 ALLE 12:54 DI MARTEDì 20 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa, Hong Kong debole in avvio
Frena Shanghai (-0,14%), in rialzo Shenzhen (+0,19%)

PECHINO20 agosto 2019 04:14

– La Borsa di Hong Kong apre la seduta in calo, ritracciando dai guadagni della vigilia (+2,17%), i più solidi degli ultimi due mesi: l’indice Hang Seng cede nelle prime battute lo 0,13%, a 26.256,54 punti.
Contrastati, invece, i listini cinesi: il Composite di Shanghai perde lo 0,14%, 2.879,08 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,19%, a quota 1.574,98.

Cambi: euro stabile a 1,1086 dollariLa moneta unica è scambiata a 118,05 yen

20 agosto 201908:20

– Nei primi scambi della mattinata l’euro riguadagna un po’ del terreno perso nella giornata di ieri. La moneta unica europea vale 1,1086 dollari (contro 1,1078 dollari segnati dopo la chiusura di Wall Street ieri sera).
Stabile invece rispetto allo yen a 118,05.

Petrolio stabile a 56 dollari al barileQuotazioni poco mosse dopo aumenti di ieri

20 agosto 201908:25

– Il prezzo del petrolio Wti rimane sostanzialmente stabile dopo l’aumento di 1,34 dollari registrato ieri, assestandosi a 56,21 dollari al barile. Salgono ancora, ma di appena 5 centesimi, invece le quotazioni del Brent, ormai prossimo ai 60 dollari. Il greggio di riferimento europeo, che ieri ha segnato un aumento dell’1,9%, costa 59,79 dollari al barile.

Oro frena, scende sotto 1.500 dollariDopo picco a 1.535 dollari toccato la scorsa settimana

20 agosto 201908:29

– L’oro frena dopo il picco a 1.535 dollari toccato la scorsa settimana. Il metallo prezioso con consegna immediata ha perso ieri l’1,2% e si mantiene oggi sotto la soglia dei 1.500 dollari l’oncia, a 1.496,35 dollari. Le attese degli investitori sono tutte per l’appuntamento di venerdì dei banchieri centrali a Jackson Hole, dove potrebbero essere annunciate nuove misure di stimolo all’economia.

Borsa: Asia positiva, Tokyo +0,55%Futures positivi, prezzi produzione Germania meglio di stime

20 agosto 201908:56

– Seduta positiva per le principali Borse di Asia e Pacifico, nel giorno in cui la governatrice di Hong Kong Carrie Lam ha annunciato una “piattaforma di dialogo” per rispondere alle proteste anti-governative in corso da due mesi e mezzo, mossa che può aiutare il dialogo tra Usa e Cina sui dazi. Tokyo ha guadagnato lo 0,55%, Taiwan lo 0,32%, Seul l’1,11% e Sidney l’1,2%. Contrastate Hong Kong (+0,1%) e Shanghai (-0,13%), ancora aperte insieme a Mumbai (-0,2%).
Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street dopo il rialzo dei prezzi alla produzione in Germania superiore alle stime (0,1% mese su mese e 1,1% su base annua). In arrivo la produzione edile nell’Ue, mentre i primi dati Usa disponibili sono attesi per domani, con le richieste di mutui, le vendite di case e i verbali dell’ultimo Fomc della Fed. In lieve rialzo il dollaro sia sullo yuan che sullo yen, mentre il greggio Wti sale dello 0,4%. Bene a Tokyo i grandi esportatori Sony (+2,54%), Honda (+1,69%), Toyota (+1,32%).

Borsa: Milano apre in calo (-0,2%)Indice Ftse Mib a quota 20.676 punti

MILANO20 agosto 201909:02

– Avvio di seduta negativo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede lo 0,2% a 20.676 punti.

Borsa: Europa apre fiacca, Parigi -0,15%Poco mosse Francoforte (-0,01%) e Londra (+0,06%)

20 agosto 201909:11

– Apertura di seduta fiacca per le principali borse europee. Parigi cede lo 0,15% a 5.363 punti, Francoforte lo 0,01% a 11.713 punti e Londra guadagna lo 0,06% a 7.194 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano giù (-0,2%), risale spread
Occhi su dibattito Parlamento, differenziale sopra quota 212

20 agosto 201909:20

– Piazza Affari è debole (Ftse Mib -0,2%) con lo spread in rialzo a 212,3 punti nel giorno del dibattito in Parlamento sulla crisi di Governo. A soffrire sono soprattutto i bancari Mps (-2%), Bper (-1,9%), Ubi (-1,76%), Banco Bpm (-1,28%), Unicredit (-1%) e Intesa (-0,75%). In rialzo, sul fronte opposto, la Juventus (+2,52%), positiva già nella vigilia, seguita da Moncler (+0,44%). Prese di beneficio invece su Tim (-1,14%), Pirelli (-0,7%) ed Fca (-0,5%). Non favorisce Eni (-0,23%) e Saipem (-0,7%) il lieve rialzo del greggio (Wti +0,16%), mentre, tra i titoli a minor capitalizzazione corre Beghelli (+2,56%) a differenza di Bim (-3,82%), oggetto di realizzi dopo il rally della vigilia.

Borsa: Europa contrastata, Milano -0,1%Occhi su crisi di governo, spread sale a quota 213 punti

20 agosto 201910:19

– Borse europee a due velocità nel giorno del dibattito parlamentare sulla crisi di governo italiana, con lo spread in rialzo a 213 punti. Proprio Milano (-0,1%) e Madrid (-0,2%) sono in territorio negativo a differenza di Parigi (+0,26%), Francoforte (+0,21%) e Londra (+0,4%) dopo un’apertura piuttosto fiacca. Positivi i futures Usa, con i segnali positivi in arrivo da Hong Kong, a partire dalla proposta di “piattaforma di dialogo” della governatrice Carrie Lam per ricomporre le proteste, che possono favorire la ripresa del dialogo tra Usa e Cina sui dazi, ostacolato anche dalla svalutazione dello yuan. Attesi per domani i verbali dell’ultimo Fomc della Fed.
Timidi acquisti sui produttori di microprocessori Ams (+1,64%), Infineon (+0,76%) ed Stm (+0,37%), mentre corre la catena commerciale Casino (+2,12%) in vista di cessioni per 2 miliardi. Segno meno per i bancari Mps (-2%), Bper (-2,1%), Bankia (-1,5%), Ubi (-1,4%), Banco Bpm (-1,05%), Caixabank (-1%) e Unicredit (-0,7%).

Juventus corre in Borsa, rialzo del 5%Titolo già brillante nella vigilia, oggi Demiral incontra stampa

20 agosto 201911:19

– Corre in Borsa la Juventus, che guadagna il 5,2% a 1,56 euro, dopo un congelamento per eccesso di rialzo. Il titolo, maglia rosa del paniere, è stato oggetto di forti acquisti già nella vigilia, quando ha messo a segno un rialzo dell’1,48%. Oggi è previsto un incontro con la stampa a Torino del difensore turco Merih Demiral.

Istat, segnali stagnazione economiaPresidente Blangiardo, da export e occupazione dati positivi

RIMINI20 agosto 201911:19

– “Ci sono segnali che arrivano dalla produzione industriale, piuttosto che dal Pil, che vanno nella direzione di una stagnazione. Ce ne sono altri, legati per esempio all’export e ancor più all’occupazione, almeno in termini quantitativi, che seppur non esaltanti sono quanto meno positivi”. Lo afferma in un’intervista Gian Carlo Blangiardo, presidente dell’Istat, secondo il quale “in generale la partita economica” per l’Italia “è difficile, ma resta aperta”.

Elanco acquista unità veterinaria BayerOperazione in contanti e azioni, chiusura entro metà 2020

20 agosto 201912:24

– Elanco Animal Health, società globale per la salute degli animali con sede nello stato americano dell’Indiana, ha annunciato l’acquisto dell’unità veterinaria di Bayer in un’operazione da 7,6 miliardi di dollari.
Dopo lo spin off dal gruppo farmaceutico Eli Lilly & Co, avvenuto lo scorso anno, Elanco finanzierà l’acquisizione con un mix di contanti e azioni. Bayer AG riceverà 5,32 miliardi in contanti e 2,3 miliardi in azioni ordinarie Elanco Animal Health. La transazione dovrebbe concludersi a metà 2020. Per Bayer, scrive Bloomberg riportando la notizia, l’incasso potrebbe garantire risorse aggiuntive a cui attingere per sanare i potenziali costi derivanti dalle cause contro il diserbante Roundup, ritenuto cancerogeno. Dopo l’annuncio di Elanco, il titolo del gruppo tedesco ha girato in Borsa da negativo a positivo, con un guadagno dello 0,7%.

Savona, errori Draghi, intervenuto tardiQe solo 4 anni dopo crisi, imprese italiane erano già saltate

RIMINI20 agosto 201912:37

– Alcuni interventi in Europa vanno pensati “non come ha fatto Draghi, che se intervieni sul debito pubblico italiano lo fai anche su quello tedesco”. Lo afferma il presidente della Consob, Paolo Savona. “Draghi” inoltre “fece il Quantitative easing nel 2012, quattro anni dopo lo scoppio della crisi, quando molte imprese italiane erano già saltate”, aggiunge Savona intervenendo al Meeting di Rimini. Il numero uno della Consob ha quindi lanciato l’allarme sul debito italiano, “esposto alla speculazione”. Nella nuova legge di bilancio, ha aggiunto, “l’Italia dovrebbe fare un preambolo” che consenta di fatto sforamenti ai parametri europei, ma che permetta al Paese di “campare”, con un “patto che sarebbe credibile” soprattutto se “la Bce sarà aggressiva e l’Italia si impegna a rivedere integralmente la sua struttura di bilancio” in modo che il rapporto debito/Pil si avvicini allo zero.

Borsa: Milano più giù con spread (-0,6%)Mercati guardano a dibattito parlamentare su crisi

20 agosto 201912:44

– Piazza Affari amplia il calo in coda alle altre borse europee (Ftse Mib -0,6%) con lo spread in rialzo a 216,7 punti, poco sotto quota 217, nel giorno del dibattito in Parlamento sulla crisi di Governo. A soffrire sono soprattutto i bancari Ubi e Bper (-3% entrambe), Mps (-2,83%), Banco Bpm (-2,8%), Unicredit (-1,8%) e Intesa (-1%). In rialzo, sul fronte opposto, la Juventus (+4%), positiva già nella vigilia e congelata al rialzo, seguita da Prysmian (+1,88%), Amplifon (+1,14%) e Moncler (+0,9%). Prese di beneficio invece su Tim (-1,4%), Pirelli (-0,8%) ed Fca (-0,3%). Il lieve rialzo del greggio (Wti +0,14%) non favorisce Eni (-0,08%) e Saipem (-1,4%). Cauta Mediaset (-0,37%), dopo le indicazioni di voto contrastanti degli advisor dei fondi alla prossima assemblea del 4 settembre sul riassetto del Gruppo.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 11:37 ALLE 23:23 DI LUNEDì 19 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano regina d’Europa (+1,6%)
Rialzo Spread a 210 punti non ferma Intesa e Unicredit

19 agosto 2019 11:37

– Piazza Affari si conferma positiva (Ftse Mib +1,6%) in testa alle altre piazze europee spinta da Cnh (+3,44%) dopo il rialzo della raccomandazione ad ‘overweight’, ossia acquistare oltre il peso del titolo sull’indice. In luce anche Pirelli (+2,66%), di nuovo oggetto di copertura da parte degli analisti di Exane Bnp, che hanno indicato un prezzo obiettivo di 5,3 euro, il 18% in più di quello effettivo. In progresso Tim (+2,72%), in linea con i rivali europei, mentre i bancari Ubi (+2,8%), Intesa e Unicredit (+2,7% entrambe) proseguono la corsa pur con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in crescita a 210 punti. Bene Eni (+1,46%) e Saipem (+1,87%) favorite dal rincaro del greggio (Wti +0,75%).
Tra i titoli a minor capitalizzazione sprint di Bim (+18,85%) e di Sias (+4,35%) e Astm (+4,13%), che fanno capo al Gruppo Gavio. In recupero Bialetti (+3,69%), prese di beneficio invece su Mediaset (-2,43%) dopo il rally di venerdì scorso.

Borsa: Europa accelera, Milano +1,7%Futures Usa positivi, tra due giorni verbali Fed

19 agosto 201914:57

– Allungano il passo le Borse europee nonostante il report della Bundesbank sul rallentamento dell’economia tedesca. Milano (Ftse Mib +1,7%) si conferma in testa seguita da Francoforte (+1,45%), Parigi (+1,15%), Londra (+1,1%) e Madrid (+0,75%). Gli occhi degli investitori sono puntati su Hong Kong, dove la polizia ha parlato di corteo “generalmente pacifico”, stemperando una tensione che, come ha sottolineato lo stesso presidente Usa Donald Trump, potrebbe bloccare il dialogo sui dazi. Gli acquisti interessano le auto e i produttori di microchip, i più colpiti dalla guerra commerciale. In luce Volkswagen (+2%), Fca (+2,1%), Renault (+2,3%), Peugeot (+1,9%) e Bmw (+1,8%). Bene sul fronte tecnologico Dialog Semiconductor (+4,3%), Infineon (+3,5%) ed Stm (+1,8%). Sprint dei telefonici Iliad (+3,4%), Cellenx (+2,9%) e Tim (+2,47%), mentre in campo bancario, con lo spread a 209,5 punti, corrono Intesa (+2,39%), Unicredit (+2,76%) e Ubi (+2,7%). Bene Commerzbank (+3%), Hsbc (+2%) e SocGen (+1,9%).

Petrolio: in rialzo a NyQuotazioni salgono dello 0,91%

NEW YORK19 agosto 201915:13

– Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,91% a 55,37 dollari al barile.

Borsa: Milano +1,9% con Tenaris e CnhSpread a 209 punti spinge Ubi, Unicredit e Intesa

19 agosto 201915:23

– Piazza Affari accelera ulteriormente (Ftse Mib +1,9%), prima in Europa, in vista dell’avvio degli scambi Usa. Rimbalza Tenaris (+4,2%) dopo i cali dovuti alla crisi in Argentina. La segue a ruota Cnh (+4,1%) dopo il rialzo della raccomandazione ad ‘overweight’ da parte degli analisti di Morgan Stanley. In luce anche Fca (+2,7%) e Pirelli (+2,57%), di nuovo oggetto di copertura da parte degli analisti di Exane Bnp, che hanno indicato un prezzo obiettivo di 5,3 euro, il 18% in più di quello di mercato. Bene Tim (+2,72%), in linea con i rivali europei, mentre lo spread tra Btp e Bund a 209 punti sostiene i bancari Ubi (+3%), Unicredit (+2,9%) e intesa (+2,5%). Bene Eni (+1,7%) e Saipem (+2,3%) favorite dal rincaro del greggio (Wti +1%). Sprint di Bim (+21%), delle società del gruppo Gavio Astm (+4,47%) e Sias (+4,35%) e di Salini Impregilo (+4,2%). Rimbalza Bialetti (+5%), prese di beneficio invece su Mediaset (-1,97%) dopo il rally di venerdì scorso.

Borsa: Wall Street apre positivaS&P 500 sale dell’1,15%

NEW YORK19 agosto 201916:05

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dell’1,20% a 26.211,98 punti, il Nasdaq avanza dell’1,42% a 8.007,25 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,15% a 2.922,86 punti.

Borsa: Europa migliora con Wall StreetFutures Usa positivi, tra due giorni verbali Fed

19 agosto 201916:06

– Ampliano il rialzo le borse europee dopo l’avvio dei listini Usa a partire da Milano (Ftse Mib +1,86%), che conferma il suo primato. La tallonano Francoforte (+1,57%), Parigi (+1,46%), Londra (+1,15%) e Madrid (+0,95%) dopo i segnali distensivi della polizia a Hong Kong, dove la polizia ha parlato di corteo “generalmente pacifico”, riducendo così la tensione tra Pechino e Washington in vista della ripresa delle trattative sui dazi. Acquisti sugli automobilistici Pirelli (+2,7%), Fca (+2,55%), Renault (+2,35%), Peugeot(+2,3%) e Volkswagen (+2,2%). Bene sul fronte tecnologico Dialog Semiconductor (+5,6%), Infineon (+3,6%) ed Stm (+2,8%). Sprint dei telefonici Iliad (+3,5%), Tim (+2,5%) e Cellenx (+2,4%). Lo spread a 210 favorisce Ubi (+3,1%), Unicredit (+2,7%) e Intesa (+2,3%). Bene Commerzbank (+2,2%), Bankia (+2%), SocGen e Hsbc (+2% entrambe).

Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,93%)Indice Ftse Mib a quota 20.715 punti

MILANO19 agosto 201917:43

– Chiusura in forte rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,93% a 20.715 punti.

Borsa: Europa chiude bene, Parigi +1,34%Positive anche Francoforte (+1,32%) e Londra (+1,02%)

19 agosto 201918:00

– Chiusura positiva per le principali borse europee. Parigi ha guadagnato l’1,34% a 5.371 punti, Francoforte l’1,32% a 11.715 punti e Londra l’1,02% a 7,189 punti.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tria vede Di Maio, focus su economiaAl centro rallentamento Germania, rischi Brexit e dazi

19 agosto 201918:15

– Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha incontrato oggi il vicepremier, Luigi Di Maio. Secondo quanto riferiscono fonti del Mef, il titolare del Tesoro sta portando avanti, al rientro dalle vacanze e alla vigilia di giorni fondamentali per la politica, una serie di interlocuzioni per fare il punto sulla situazione economica italiana ed internazionale, dal rallentamento della Germania ai rischi legati alla Brexit e ai dazi Usa-Cina.

Bundesbank: economia tedesca si contraeRischio recessione dopo calo già segnato nel secondo trimestre

BERLINO19 agosto 201918:17

– “La produzione economica complessiva potrebbe di nuovo diminuire leggermente” nella seconda parte del 2019 in Germania: lo ha detto la Bundesbank nel suo report mensile pubblicato oggi.
Gli ultimi dati, diffusi solo pochi giorni fa, avevano fotografato un calo dello 0,1% dell’economia tedesca nel secondo trimestre. Così, se ci fosse una calo anche nel terzo trimestre, la Germania sarebbe di fatto in recessione.

A.Mittal: slitta ancora Dl immunitàAtteso non prima del 21/8, dopo fiducia Governo. Rischi in Aula

19 agosto 201919:03

– Slitta la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del “decreto-imprese”, ribattezzato ‘Salva-Ilva’ perché ridisegna e limita il sistema di immunità penale per manager e proprietari dell’ex-Ilva ora passata ad ArcelorMittal.
Il testo prevede anche misure a sostegno delle imprese in crisi, la tutela di lavoratori precari e dei ‘rider’, la proroga degli ultimi Lavoratori socialmente utili (Lsu). Uscito dal Consiglio dei ministri del 6 agosto con la dicitura “salvo intese”, la sua pubblicazione in G.U. era prevista oggi, ma ora si ipotizza 21-22 agosto, dopo che il Parlamento deciderà il futuro del Governo Conte. C’e’ quindi il rischio che resti imbrigliata nella crisi di Governo come altre misure. Il “salva-Ilva” punta a evitare il rischio del recesso di ArcelorMittal dalla gestione del siderurgico, se non vengono rinnovate entro il 6 settembre le tutele penali: è previsto uno “scudo” attenuato per gli atti in ottemperanza del Piano Ambientale ma, perché scatti, il decreto deve essere pubblicato in Gazzetta.

Svolta big Usa, non solo azionisti, occhio a dipendenti200 grandi aziende, considerare dipendenti e ambiente

NEW YORK19 agosto 201916:00

La priorità non sono solo più gli azionisti: le aziende nelle loro decisioni devono considerare anche il benessere dei loro lavoratori, e non solo il perseguire ciecamente i profitti. Il Business Roundtable, il gruppo che riunisce 200 aziende americane fra le quali Amazon e JPMorgan, manda in pensione il mantra degli azionisti che ha guidato il capitalismo americano per decenni. Gli azionisti, è il nuovo motto, vanno considerati alla pari dei lavoratori, dei clienti, dei fornitori e delle comunità in cui si opera.Le aziende devono “proteggere l’ambiente” e trattare i dipendenti con “dignità e rispetto” nel perseguire profitti di lungo termine agli azionisti, afferma il Business Roundtable, accantonando quel capitalismo sponsorizzato da Milton Friedman e che ha guidato Corporate America per decenni.

Brexit: ‘libera circolazione cittadini Ue finirà il 31/10’Lo paventa la ministra dell’Interno Patel in caso di no deal

19 agosto 201921:05

La ministra dell’Interno britannica Priti Patel intende imporre uno stop immediato alla libera circolazione dei cittadini dell’Ue già dal 31 ottobre, se non ci sarà un accordo con Bruxelles. Lo scrivono diversi quotidiani britannici.
Patel, riferiscono i giornali, attuerebbe il provvedimento come ‘legislazione secondaria’, ovvero un atto che non ha bisogno del passaggio parlamentare. Secondo il Telegraph, funzionari britannici sono intanto andati a Singapore “per capire come funziona un efficiente sistema informatico applicato all’immigrazione”.
Immediate le critiche dei Liberaldemocratici. Il portavoce per gli affari interni Ed Davey ha bollato l’idea come “completamente lontana dalla realtà, un nuovo capitolo nella saga interminabile del disastro che stanno facendo con la Brexit. Che farebbero i cittadini europei che vivono in Gb, magari partiti per un viaggio, quando tentano di tornare?”.
Critiche anche dal gruppo 3Million Campaign, che difende i diritti dei cittadini Ue nel Regno Unito: “Non c’è un sistema pronto. E’ una mossa politica, ma avrà un forte impatto sulla vita delle persone. Aprirà la porta alla discriminazione: che distinzione faranno tra quelli che sono già qui e quelli che arriveranno dopo?”.
Sulla vicenda è intervenuta anche una portavoce di Downing Street, che sottolinea come “l’attuale libertà di movimento finirà il 31 ottobre, quando il Regno Unito lascerà l’Ue. Per esempio, introdurremo immediatamente norme sulla criminalità molto più severe per chi entra nel Regno. Altri dettagli sono in via di definizione. Il primo ministro è stato chiaro, vogliamo un sistema di immigrazione a punti simile a quello australiano”.

Carige: convocata assemblea su aumentoParola ad azionisti su ricapitalizzazione 700 mln e warrant

GENOVA19 agosto 201918:22

E’ stata convocata per il 20 settembre l’assemblea straordinaria di Banca Carige con la proposta di aumentare il capitale per 700 milioni di euro con azioni da offrire in sottoscrizione allo Schema Volontario del Fitd per compensazione delle obbligazioni subordinate della banca detenute, a Cassa Centrale Banca, agli azionisti e allo stesso Fitd. L’assemblea dovrà deliberare anche sull’emissione dei warrant gratuiti previsti dal piano e su modifiche statutarie. Lo annuncia una nota.

Trump: ‘Fed dovrebbe tagliare i tassi di 100 punti”La nostra economia è forte nonostante orrenda mancanza di visione’

19 agosto 201919:29

“La nostra economia è molto forte nonostante l’orrenda mancanza di visione di Jay Powell e della Fed. I tassi della Fed dovrebbero essere ridotti di 100 punti base”. Lo twitta Donald Trump, sottolineando che con un taglio di tale entità l’economia americana andrebbe meglio così come quella globale. Gli analisti prevedono che la Fed ridurrà il costo del denaro in settembre di un quarto di punto. “La nostra economia è molto forte nonostante l’orrenda mancanza di visione di Jay Powell e della Fed. I democratici provano invece a dire che l’economia va male solo per motivi elettorali. Molto egoisti! Il nostro dollaro è così forte che sta facendo del male ad altre parti del mondo. La Fed, in un periodo limitato di tempo, dovrebbe tagliare i tassi di almeno 100 punti base e forse accompagnare il taglio con del quantitative easing” twitta Trump. “Se lo facesse la nostra economia starebbe anche meglio e l’economia mondiale sarebbe rafforzata per il bene di tutti”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread Btp chiude stabile a 208 punti
Tasso all’1,43%

19 agosto 201918:10

– Lo spread tra il Btp e il Bund chiude stabile a 208 punti base, col tasso sul decennale del Tesoro all’1,43%.

Borsa: Milano, chiusura sprint con CnhSpread spinge Unicredit, rialzo greggio favorisce Saipem ed Eni

19 agosto 201918:28

– Chiusura sprint per Piazza Affari (Ftse Mib +1,93%), salita anche del 2%, in testa alle altre borse europee. In calo gli scambi, per 1,76 miliardi di euro di controvalore, in linea con il periodo. Gli acquisti si sono concentrati su Cnh (+5,58%), dopo il rialzo della raccomandazione ad ‘overweight’ da parte degli analisti di Morgan Stanley, mentre Tenaris (+3,8%) si è ripresa dai cali dovuti alla crisi in Argentina. Determinante anche il rialzo del greggio (Wti +1,44%), che ha spinto Eni (+1,79%) e, soprattutto, Saipem (+2,88%). Rimbalzo di Ferragamo (+3,24%) dopo alcune sedute difficili, con le schiarite sulle proteste a Hong Kong, dove secondo i media cinesi c’è una “svolta pacifica”, propizia per i colloqui sui dazi. Lo spread poco sopra i 208 punti ha favorito i bancari Unicredit (+2,43%), Ubi (+2,26%), Banco Bpm (+2,2%) e Intesa (+1,71%).

A.Mittal: slitta ancora la pubblicazione del decreto sull’ immunitàAtteso non prima del 21/8, dopo fiducia Governo. Rischi in Aula

19 agosto 201919:07

Slitta la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del “decreto-imprese”, ribattezzato ‘Salva-Ilva’ perché ridisegna e limita il sistema di immunità penale per manager e proprietari dell’ex-Ilva ora passata ad ArcelorMittal.
Il testo prevede anche misure a sostegno delle imprese in crisi, la tutela di lavoratori precari e dei ‘rider’, la proroga degli ultimi Lavoratori socialmente utili (Lsu). Uscito dal Consiglio dei ministri del 6 agosto con la dicitura “salvo intese”, la sua pubblicazione in G.U. era prevista oggi, ma ora si ipotizza 21-22 agosto, dopo che il Parlamento deciderà il futuro del Governo Conte. C’e’ quindi il rischio che resti imbrigliata nella crisi di Governo come altre misure. Il “salva-Ilva” punta a evitare il rischio del recesso di ArcelorMittal dalla gestione del siderurgico, se non vengono rinnovate entro il 6 settembre le tutele penali: è previsto uno “scudo” attenuato per gli atti in ottemperanza del Piano Ambientale ma, perché scatti, il decreto deve essere pubblicato in Gazzetta.

Petrolio:Ny,chiude in rialzo a 56,21 dlrQuotazioni salgono del 2,4%

NEW YORK19 agosto 201920:38

– Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,4% a 56,21 dollari al barile.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 08:25 ALLE 11:37 DI LUNEDì 19 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cambi: euro stabile a 1,1095 dollari
La moneta unica è scambiata a 118,05 yen

19 agosto 201908:25

– Euro sostanzialmente stabile nei primi scambi della mattinata. La moneta unica europea vale 1,1095 dollari (contro 1,1092 dollari segnati alla chiusura di Wall Street venerdì sera) e 118,05 yen.

Petrolio: prezzo sale a 55,4 dollariTensioni in Medio Oriente spingono anche Brent sopra 59 dollari

19 agosto 201908:30

– Il prezzo del petrolio Wti sale a 55,40 dollari al barile (+1%) dopo l’attacco di un drone a un campo petrolifero in Arabia Saudita. Le tensioni in Medio Oriente spingono anche le quotazioni del Brent che, con un guadagno dell’1,1%, si portano a 59,3 dollari al barile.

Borsa: Asia in rialzo spinta da CinaHong Kong +2%, Shanghai +1,8%, Shenzhen +2,7%

19 agosto 201908:35

– La settimana dei mercati azionari inizia impostata al rialzo, in attesa di indicazioni dai verbali della riunione di luglio della Fed e del forum annuale a Jackson Hole. Prendono la rincorsa gli indici di riferimento in Cina: Hong Kong guadagna il 2,12%, Shanghai l’1,8% e Shenzen il 2,7%, in parte aiutate dal piano di Pechino di riformare il proprio sistema di tassi d’interesse e di abbassare i costi di finanziamento. Listini in rialzo anche a Tokyo (+0,7%) e Sydney (+0,97%) sulla scia della chiusura positiva a Wall Street venerdì e delle dichiarazioni del presidente Donald Trump sugli scambi commerciali con la Cina.

Oro: rallenta corsa, scende a 1.505 dlrDopo picco a 1.535 dollari toccato la scorsa settimana

19 agosto 201908:38

– L’oro rallenta la sua corso dopo il picco a 1.535 dollari toccato la scorsa settimana. Il metallo prezioso con consegna immediata ha perso lo 0,5% scendendo a 1.505,6 dollari l’oncia. Le attese degli investitori sono tutte per l’appuntamento di Jackson Hole, dove venerdì il presidente della Fed Jerome Powell fornirà nuove indicazioni di politica monetaria.

Spread Btp-Bund poco mosso a 205 puntiTasso di rendimento del decennale italiano è all’1,36%

19 agosto 201908:47

– Lo spread tra Btp-Bund è poco mosso questa mattina. Il differenziale tra i titoli di Stato ondeggia sui 205 punti base, livello molto simile a quello di venerdì scorso. Il tasso di rendimento del decennale italiano è all’1,36%.

Borsa Milano +1% con bancheUnicredit e Intesa Sanpaolo +2%

MILANO19 agosto 201909:07

– Apre in rialzo la Borsa di Milano.
Il prim Ftse Mib segna un rialzo dello 0,9% a quota 20.506 ma subito si porta sopra l’1% sostenuto dai titoli bancari. Sugli scudi Banco Bpm (+2,46%), Finecobank (+2,1%), Intesa Sanpaolo (+2%), Unicredit (+2,19%).

Borsa: Europa in rialzo, Parigi +0,9%Rimbalzo tecnico con acquisti su energia e banche

19 agosto 201909:24

– Avvio positivo per le Borse in Europa. I mercati hanno voluto leggere in modo ottimistico le dichiarazioni di Donald Trump sui rapporti commerciali con la Cina, cogliendo il “stiamo parlando molto bene” e tralasciando il “non sono ancora pronto a un accordo”. Parigi guadagna lo 0,9%, Francoforte l’1,05%, Londra lo 0,93 per cento.
Acquisti sull’energia e i petroliferi con Royal Dutch in rialzo dell’1,6% e sulle banche con Hsbc in rialzo dell’1,6 per cento. Secondo gli operatori però è più “un rimbalzo tecnico”.

Ue-19: a luglio inflazione rallenta a 1%Scende anche nei 28 Paesi, dall’1,6% di giugno all’1,4%

BRUXELLES19 agosto 201911:17

– Lo scorso luglio il tasso medio d’inflazione su base annua nei 19 Paesi dell’Eurozona è sceso all’1% contro l’1,3% di giugno. Lo ha reso noto Eurostat. Nel luglio 2018 l’inflazione era al 2,2%. Nell’insieme dei 28 Paesi Ue, il mese scorso l’indice che misura l’andamento dei prezzi al consumo è sceso all’1,4%, rispetto all’1,6% del mese precedente.
Un anno fa l’inflazione media nell’Ue era al 2,2%.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: SEGUILE!

DALLE 09:30 DI SABATO 17 AGOSTO 2019

ALLE 00:05 DI DOMENICA 18 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Cgia, -6.500 aziende artigiane in 6 mesi
Pesano Iva, consumi, accesso al credito. In 10 anni -165mila

VENEZIA17 agosto 2019 09:30

Per il comparto artigiano il 2019 è un anno di contrazione tanto che, secondo la Cgia di Mestre, sono 6.500 le aziende in meno nel solo primo semestre dell’anno.
A pesare negativamente, per la Cgia, sono lo spettro dell’aumento dell’Iva, il calo dei consumi, le tasse, l’accesso al credito. Ad eccezione del Trentino Alto Adige, in tutte le altre regioni italiane il saldo del primo semestre è stato negativo. I risultati più preoccupanti si sono registrati in Emilia Romagna (-761), in Sicilia (-700) e in Veneto (-629). Per la Cgia è una moria, quella delle aziende artigiane, che dura ormai da 10 anni. Tra il 2009 e il 2018, infatti, il numero complessivo è sceso di quasi 165.600 unità.

Crociere: 7 mln passeggeri dai porti UeEurostat 7 mln, superato picco del 2012. Southampton primo porto

17 agosto 201911:52

– Sono 7 milioni i passeggeri che nel 2017 hanno deciso di fare una crociera iniziando il proprio viaggio da un porto dell’Ue. Un dato che segna un nuovo record, superando quello registrato nel 2012, di 6,9 milioni di passeggeri. Lo rileva Eurostat, precisando che è l’Italia il paese più scelto dai viaggiatori per iniziare la propria crociera. Con 1,9 milioni di passeggeri, il Belpaese raccoglie la fetta più consistente delle partenze dai porti Ue (27%), seguita dalla Spagna (1,5 milioni di passeggeri, il 21%), dalla Germania (1,1 milioni di passeggeri, 16%), Regno Unito (1 milione, 14%) e Belgio (0,5 milioni, 7%). Guardando invece ai singoli porti è lo scalo britannico di Southampton a registrare il maggior numero di passeggeri di crociere in partenza (832 mila), seguito da Barcellona (721 mila). Per quanto riguarda i porti italiani, quello con il maggior numero di crocieristi in partenza è Civitavecchia (369 mila), seguito da Savona (299 mila) e Napoli (170 mila).

A Lecce e Sassari è boom crescita impreseUnioncamere-Infocamere, Mezzogiorno in II trimestre fa da traino

17 agosto 201915:03

Lecce e Sassari al vertice della classifica provinciale per tasso di crescita delle imprese nel secondo trimestre 2019. Secondo dati di Unioncamere e InfoCamere, le due province del Mezzogiorno registrano l’incremento relativo più elevato, rispettivamente +0,85% e +0,84%, precedendo di poco Bolzano (+0,83%), Aosta (+0,82%) e Prato (+0,79%). In valori assoluti, però, sono Roma (+3.168) e Milano (+2.570) a segnare i saldi maggiori tra iscrizioni e cessazioni di impresa nel periodo compreso tra aprile e giugno scorsi, precedendo Napoli (+1.636) e Torino (+1.142).
Unioncamere, l’ente guidato da Carlo Sangalli, sottolinea che nel secondo trimestre è il Mezzogiorno a trainare la crescita delle imprese: delle 29mila unità in più che risultano al Registro delle Camere di commercio come saldo tra iscrizioni e cessazioni, quasi 11mila, una su 3, si trovano nelle regioni del Sud.

Statali: ad agosto con Quota 100 via 11 milaSono 9 mila le nuove pensioni anticipate già liquidate

17 agosto 201922:47

Sarebbero circa 11 mila le uscite di dipendenti pubblici che hanno fatto ricorso a Quota 100 con decorrenza da agosto, primo mese utile per andare via dalla P.a attraverso il nuovo meccanismo di pensione anticipata, che somma età e contributi. Gli assegni già liquidati grazie a Quota 100 sono invece circa 9 mila a cui si aggiungerebbero quindi altri 2000 circa. Queste le stime che, a quanto si apprende da fonti, emergono dai dati in possesso dell’Inps. Per il 2019 sono stimate 250 mila uscite e si parla di mezzo milione per i prossimi anni.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGI!

DALLE 08:21 ALLE 19:35 DI VENERDì 16 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Spread Btp Bund apre stabile a 203
Rendimento titolo decennale italiano in calo all’1,3%

16 agosto 201908:21

– Lo spread tra Btp e Bund tedesco resta stabile a 203.7 punti base, i valori della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano scende all’1,32%.

Cambi: euro stabile a 1,1103dollariScambiato a 117,84 yen

16 agosto 201908:25

– Euro pressochè stabile in avvio di giornata sui mercati internazionali. La moneta unica europea è scambiata a 1,1103 sul dollaro. Nei confronti dello yen la moneta unica vale 117,84.

Petrolio: in calo a 55,2449 dollariBrent a 50,01 dollari

16 agosto 201908:32

– Quotazioni del petrolio in apprezzamento sui mercati internazionali, con i contratti sul greggio Wti con scadenza a settembre che segnano un incremento dell’1,41% a 55,24 dollari al barile e il Brent scambiato a Londra a 59,01 dollari (+1,34%).

Oro: in calo a 1.514 dollariGoldman Sachs scommette su rialzo, target a 1.600 dollari

16 agosto 201908:41

– Quotazioni in leggero calo per l’oro, scambiato a 1.514 dollari l’oncia, in calo dello 0,58%.
Intanto Goldman Sachs ha alzato le sue previsioni a 1.600 dollari l’oncia.

Borse Asia positive, Hong Kong +0,9%Volatili su incertezze tensioni commerciali

16 agosto 201908:54

– Seduta altalenante per le Borse in Asia, che si avviano alla quarta settimana consecutiva di ribassi. Resta alta l’incertezza degli investitori davanti alle tensioni commerciali tra Cina e Usa. Chiude stabile il Nikkei (+0,06%) supportato dai conti dei giganti delle tlc e delle società immobiliari. Hong Kong guadagna lo 0,95%, merito dei titoli assicurativi mentre l’indice Shanghai sale dello 0,7% e lo Shenzhen dello 0,7%. A contribuire maggiormente è Ping An Insurance che guadagna il 2,2% ma il maggior rialzo è segnato da Duzhe Publishing&Media (+10,1%)Lo yen si indebolisce leggermente sul dollaro (-0,1% a 106,25 e poco variato lo yuan a 7,05) .

Borsa Milano in rialzo, Ftse Mib +0,3%INdice a 20.083 punti in avvio di seduta

MILANO16 agosto 201909:09

– La Borsa di Milano apre in rialzo.
L’indice Ftse MIb guadagna lo 0,3% a 20.083.

Borsa: Europa in rialzo, vede rimbalzoParigi +0,3%, Francoforte +0,4%

16 agosto 201909:39

– Si impostano al rialzo le Borse in Europa, nell’ultima seduta delal settimana. Parigi apre in rialzo (+0,34%), Francoforte apre in rialzo dello 0,42% e poi sale ancora. A Londra, segnala il Lse, un problema tecnico ha ritardato l’apertura di alcuni titoli. Dai futures si immagina un’apertura in rialzo anche degli Usa. La volatilità è stata alta e “tecnicamente c’è spazio per un rimbalzo” commentano gli operatori.

Cia,100.000 posti da piano agroindustriaScanavino, futuro è territorio, subito reti e infrastrutture

16 agosto 201910:32

– “L’agricoltura in controtendenza cresce per livelli di produzione e occupazione ma il paese è fermo e per farlo ripartire serve un piano che lo doti di infrastrutture e reti adeguate. A partire dai territori”. Non ha dubbi Dino Scanavino, leader della Confederazione italiana agricoltori che sottolinea priorità e urgenze per un settore che nel 2018 ha avuto un valore della produzione di quasi 60 miliardi di euro e lancia le proposte degli agricoltori per un piano agroindustriale strutturato che, spiega, “potrebbe creare fino a 100 mila nuovi posti di lavoro generando Pil e ricchezza”.
Si tratta, spiega Scanavino, di “un intervento straordinario di tutela, manutenzione e gestione sostenibile del Paese, recuperando gli enormi ritardi infrastrutturali e puntando sulla centralità dell’agricoltura”, con un piano, “Il paese che vogliamo” che dal 2 settembre fino al 2020 la Cia presenterà con un road show in tutta Italia.

Borsa: Milano sale, spread spinge bancheSprint Mediaset, giù Fca in controtendenza con il settore

16 agosto 201911:07

– Piazza Affari consolida il rialzo dell’apertura (Ftse Mib +1,2%), dopo la chiusura di Ferragosto.
Lo spread a 205,6 punti, sebbene in crescita rispetto al valore di inizio della seduta, spinge i bancari Mps (+3,38%), Ubi (+2,62%), Bper (+2,49%), Intesa (+2,18%) e Unicredit (+2,23%).
Corrono Enel, insieme alle altre utility in Europa e Leonardo (+3% entrambe), in testa al listino delle blue chips, mentre Fca (-2,48%) è in coda, in controtendenza con il settore dell’auto in Europa, che riprende fiato dopo il segnale distensivo dalla Cina sui disordini a Hong Kong, che potrebbero complicare le relazioni con gli Usa. L’uso dell’esercito per sedare le proteste – viene indicato – è “un’opzione” e il raduno delle forze paramilitari a Shenzhen è per ora “solo un monito”. Bene Stm (+0,9%), legata, come gli altri titoli tecnologici, agli sviluppi della vicenda. Sprint di Mediaset (+5,5%) in vista della prossima assemblea del 4 settembre sulla riorganizzazione del Gruppo.

Re:Cycle, una bici da capsule NespressoSerie limitata, prodotta da svedese Vèlosophy

16 agosto 201912:21

– Una bicicletta fatta con le capsule di alluminio riciclate del caffè: è la sfida ‘sostenibile’ lanciata da Nespresso (Nestlè) insieme al marchio svedese di bicilette Vélosophy. “Mostriamo agli amanti del caffè il potenziale delle loro capsule e spero che la bicicletta RE:CYCLE ispiri le persone a riciclare” ha commentato in una nota il ceo di Nespresso Jean-Marc Duvoisin. “Abbiamo uno scopo chiaro: avere un impatto positivo sul mondo – aggiunge Jimmy Östholm, Ceo e fondatore di Vélosophy – vedo in Nespresso un forte impegno per la sostenibilità, motivo per cui questa è stata la collaborazione dei sogni. Siamo orgogliosi di aver co-creato una bici che affronta il futuro”.
Sarà un’edizione limitata (in vendita solo online a 1.290 euro), realizzata in viola brillante come la capsula di ‘Arpeggio’ uno dei caffè Nespresso più riconoscibili. Inoltre “per ogni bici venduta – si legge in una nota – un’altra verrà regalata a una studentessa in Africa tramite World Bicycle Relief”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Inflazione bassa ma ora traina il Sud
Bari scalza Bolzano. In deflazione città del Centro-Nord

16 agosto 201913:11

Dietro un’inflazione bassa, che a luglio – certifica l’Istat – si è fermata allo 0,4%, qualcosa si muove. Non è più il Nord a registrare i tassi più alti, ma il Sud. L’Italia settentrionale a luglio non va oltre la media nazionale, mentre il Meridione è allo 0,6%, seguito dalle Isole (0,5%). Tra le grandi città spicca Bari (+1,2%), che supera Bolzano (1,0%). Chiude il podio sempre il Mezzogiorno con Catania (0,9%) affiancata da Modena, Trieste e Verona. In deflazione alcune grandi città del Centro-Nord: Bologna (-0,1%), Ravenna, Livorno e Ancona (-0,3% in tutti e tre i casi).
Tra le regioni apre la graduatoria l’Abruzzo (0,9%). Sopra la media anche Puglia (0,8%), Sicilia e Calabria (0,6% in tutte e due). Tra le città il primato di Bari risente probabilmente della spinta che arriva da ristoranti e alberghi (+2,3% contro la media nazionale dell’1,1%) e dagli altri beni e servizi sui prezzi dei quali potrebbe avere inciso anche il passaggio alla carta d’identità elettronica, come è capitato in altri Comuni.

Pronta norma salva-Ilva, atteso decretoTutele legali su singole scadenze Piano. Si punta al 19 in G.U

16 agosto 201913:13

E’ pronta nella sua versione definitiva la norma che introduce delle specifiche tutele legali per gli acquirenti dell’ex Ilva, Arcelor Mittal, legate alle singole scadenze per la realizzazione del Piano ambientale. La norma è contenuta nel decreto imprese approvato dal Consiglio dei ministri del 6 agosto ‘salvo intese’, che ancora non è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. L’obiettivo era quello di pubblicarlo a fine agosto, per dare più tempo alle Camere per convertirlo. Ma ora si starebbe cercando di accelerare e renderlo operativo già dal 19 agosto.

Borsa: Europa sale, Milano +1%Spread risale a 209 punti, attesa fiducia consumatori Michigan

16 agosto 201913:41

– Listini di Borsa positivi in Europa con i futures Usa in rialzo in vista degli indici dell’Università del Michigan sulla fiducia dei consumatori, prevista in calo di 1,4 punti in agosto. In rialzo di circa l’1,1% tutte le piazze, da Francoforte a Madrid, da Parigi a Milano, mentre Londra (+0,65%) appare leggermente più cauta. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi in crescita a 209 punti raffredda l’entusiasmo sui bancari Banco Bpm (+0,74%) e Intesa (+0,4%), mentre Unicredit (+1,1%) ed Mps (+3,6%) fanno meglio. L’ipotesi di una soluzione alternativa all’intervento militare cinese per sedare le proteste in corso a Hong Kong, evitando così ulteriori frizioni tra Usa e Cina, favorisce gli automobilistici Daimler (+1%) e Bmw (+0,8%) a differenza di Fca (-2,59%). Brillanti i produttori di microprocessori Ams (+2,54%), alle prese con l’offerta su Osram (+0,72%), Asm (+2,17%), Infineon (+2,15%) ed Stm (+1,87%). Il rialzo del greggio (Wti +1,25%) spinge Saipem (+1,5%), Lundin (+1%) e Shell (+0,7%).

Giappone primo possessore di titoli UsaTokyo sale a giugno a 1.122,9 mld di dollari contro 1.112,5

PECHINO16 agosto 201914:12

Il Giappone supera di nuovo la Cina e a giugno diventa il principale possessore di titoli di Stato Usa, per la prima volta da ottobre 2016: in base ai dati diffusi dal Dipartimento del Tesoro americano, Tokyo ha aumentato lo scorso mese il suo stock in portafoglio di altri 21,9 miliardi di dollari, a quota 1.122,9 miliardi, contro i 1.112,5 miliardi di Pechino, in rialzo di appena 2,3 miliardi.
La Cina, nell’ambito dello scontro commerciale con gli Usa, ha avuto un approccio meno aggressivo del solito sugli acquisti di del debito sovrano di Washington, alimentando le voci sui mercati di un potenziale disimpegno che, secondo i trader, non trova per ora riscontro. La vendita massiccia di Treasurys è vista come l’arma “nucleare” di Pechino contro gli Usa.
Al terzo posto dei principali creditori stranieri degli Usa si piazza il Regno Unito con titoli per 341,1 miliardi, in aumento sui 323,1 miliardi di maggio.

Borsa: Milano sale, spread spinge bancheSprint Mediaset, giù Fca in controtendenza con il settore

16 agosto 201914:59

– Piazza Affari si mantiene in rialzo (Ftse Mib +1,1%) im vista dell’apertura di Wall Street, i cui futures sono in territorio positivo. Lo spread in rialzo a 208,4 punti, non frena l’entusiasmo sui bancari Mps (+3,15%), Ubi (+2,1%), Unicredit (+1,5%), Bper (+1,1%) e Intesa (+1%). Vola Sprint di Mediaset (+9,3%), con scambi oltre il 6% del capitale, in vista della prossima assemblea del 4 settembre sulla riorganizzazione del Gruppo. Corrono Enel (+4%), insieme alle altre utility in Europa e Leonardo (+3%), mentre Fca (-2,89%) è ultima, in controtendenza con il resto del settore dell’auto in Europa. I titoli dei costruttori vengono spinti altrove dalla cautela con cui Pechino ha parlato di intervento militare a Hong Kong, definendolo solo come una “opzione”. L’uso dell’esercito per sedare le proteste viene infatti visto come un ostacolo al dialogo con gli Usa sui Dazi. Bene Stm (+1,8%), legata, come gli altri titoli tecnologici, agli sviluppi della vicenda.
Contrastate Eni -0,34%) e Saipem (+0,94%).

Mediaset vola in Borsa, scambi fiumePassato di mano oltre il 5,5% del capitale

16 agosto 201915:00

– Accelera Mediaset in Piazza Affari, dove, già brillante in apertura, segna un rialzo del 10% a 3 euro, riportandosi quasi al livello dei massimi recenti dello scorso 20 giugno. Un vero e proprio fiume gli scambi, per 6,6 milioni di pezzi a metà seduta, pari al 5,6% del capitale.
Brillante anche Mediaset Espana (+4,87% a 5,51 euro).
Gli acquisti – ricordano nelle sale operative – precedono le assemblee del 4 settembre per la riorganizzazione del gruppo.

Petrolio: in rialzo a NyQuotazioni salgono dello 0,28%

NEW YORK16 agosto 201915:16

– Il petrolio è in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,28% a 54,61 dollari al barile.

Borsa: Wall Street apre positiva,S&P 500 sale dello 0,78%

NEW YORK16 agosto 201915:36

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,67% a 25.754,56 punti, il Nasdaq avanza dello 0,91% a 7.837,07 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,78% a 2.869,89 punti.

Ok da Cassazione, Aspi riattiva TutorSistema sicurezza riattivato per il controesodo

16 agosto 201915:45

– Autostrade per l’Italia informa che la Corte di Cassazione ha ritenuto del tutto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma in data 10 aprile 2018 aveva ritenuto che il sistema di controllo della velocità media, cosiddetto Tutor, violasse le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft e dovesse essere rimosso. Aspi ha già riattivato le squadre per la reinstallazione del sistema, così da consentirne la messa a disposizione in tempi brevi. Il sistema dovrebbe tornare operativo per il controesodo.

Borsa: Europa tiene, Milano +1,1%Spread a 208 punti, attesa fiducia consumatori Michigan

16 agosto 201915:46

– Si mantengono positive le principali borse europee dopo l’avvio degli scambi a New York, con gli indici sopra la parità. In arrivo la fiducia dei consumatori misurata dall’Università del Michigan, prevista in calo di 1,4 punti. Madrid e Milano (+1,1% entrambe) fanno meglio di Francoforte e Parigi (+0,6%), mentre Londra sale dello 0,4%.
Lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 208 punti non raffredda l’entusiasmo su Mps (+3,6%), Unicredit (+2,43%), Banco Bpm e Intesa (+1,48% entrambe). In luce anche Commerzbank (+2,75%), Sabadell (+2,38%) ed Rbs (+1,9%). Il rialzo del greggio (Wti +1%) spinge il comparto dell’ingegneria petrolifera rappresentato da Saipem (+1,9%), Subsea (+1,2%) e Lundin (+0,9%).

Borsa: Europa migliora, Milano +1,4%Spread a 208 punti, attesa fiducia consumatori Michigan

16 agosto 201916:39

– Allungano il passo le Borse europee insieme a Wall Street, nonostante il calo superiore alle stime della fiducia dei consumatori Usa misurata dall’Università del Michigan. Milano (Ftse Mib +1,4%) è la migliore davanti a Madrid (+1,3%), Parigi e Francoforte (+1,1% entrambe), mentre Londra (+0,4% resta indietro. In lieve calo lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 206,8 punti, con conseguente rialzo Mps (+4,14%), Unicredit (+3,65%), Banco Bpm (+3%) e Intesa (+2%). In luce Commerzbank (+3,5%), Sabadell (+3,23%) e SoicGen (+2,11%). Il rallentamento del greggio (Wti +0,3%) non influisce su Saipem (+1,6%), Subsea (+1,7%) e Lundin (+1%). Contrastate Daimler (+1,58%) ed Fca (-3,45%).

Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,51%)Indice Ftse Mib a quota 20.322 punti

MILANO16 agosto 201917:38

– Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,51% a 20.322 punti.

Borsa: Europa chiude bene, Parigi +1,22%In rialzo anche Francoforte (+1,23%) e Londra (+0,71%)

16 agosto 201917:55

– Chiusura di seduta positiva per le principali borse europee. Parigi ha guadagnato l’1,22% a 5.300 punti, Francoforte l’1,23% a 11.554 punti e Londra lo 0,71% a 7.117 punti.

Borsa:Milano chiude a +1,51%,sprint bancheSprint Mediaset, giù Fca, contrastate Eni e Saipem, sale greggio

16 agosto 201918:09

– Piazza Affari ha chiuso in rialzo (Ftse Mib +1,51% a 20.322) l’ultima seduta della settimana. Dopo la pausa di Ferragosto il listino è stato spinto dallo spread tra Btp e Bund tedeschi sopra quota 208 punti, tra scambi in ripresa per 2,6 miliardi di euro, insoliti per il periodo, grazie ai forti volumi su Mediaset (+9,89%). Il titolo del Biscione è stato protagonista di un rally, tra scambi fiume per oltre 12 milioni di pezzi, pari al 10,2% del capitale, in vista dell’assemblea del prossimo 4 settembre per decidere sul riassetto del Gruppo. Forti acquisti anche sui bancari Ubi (+5,62%), congelata anche al ribasso, Mps (+4,38%), Unicredit (+3,71%) e Intesa (+1,97%). In rialzo Enel (+4,59%), Hera (+2,79%) e Leonardo (+2,9%), mentre Fca (-2,71%) si è mossa in contrasto con le rivali europee. Bene Stm (+2,1%), in linea con gli altri titoli tecnologici, favorite dalla relativa cautela della Cina sulle proteste a Hong Kong. Contrastate Eni (-0,47%) e Saipem (+2,55%), con il greggio in rialzo (+0,8%).

Mediaset: chiusura sprint in Borsa, +9%Passato di mano oltre il 10% del capitale

16 agosto 201918:21

– Chiusura in forte rialzo per Mediaset in Piazza Affari (+9,89% a 3 euro). Il titolo del Biscione è stato protagonista di un rally per l’intera seduta, tra scambi fiume per oltre 12 milioni di pezzi, pari al 10,2% del capitale. Sugli scudi anche Mediaset Espana (+5,5% a 5,54 euro). I soci di entrambe sono convocati in assemblea il prossimo 4 settembre per decidere sul riassetto del gruppo e i forti acquisti potrebbero indicare attività di riposizionamento in vista del voto assembleare.

Hong Kong: si dimette il Ceo di CathayPer l’appoggio dei dipendenti alla manifestazioni pro-democrazia

PECHINO16 agosto 201914:19

– Cathay Pacific ha annunciato le dimissioni del Ceo Rupert Hogg a distanza di pochi giorni dalle aspre critiche della Cina verso la compagnia aerea basata a Hong Kong per l’appoggio del suo personale, tra cui i piloti, alle proteste pro-democrazia dell’ex colonia. In una comunicazione all’Hong Kong stock exchange, Cathay ha detto che Hogg “si è fatto carico delle responsabilità come leader del vettore alla luce dei fatti recenti accaduti”. Il manager è stato sostituito da Augustus Tang, veterano di Swire Group, principale azionista della società.

Bonisoli, con crisi a rischio assunzioni3mila a ottobre, 1000 a dicembre, più investimenti per 10 mln

16 agosto 201913:22

– Con la crisi di governo aperta dalla Lega “sono a rischio alcuni importanti provvedimenti messi in campo dal ministero dei beni culturali, a partire dalle assunzioni di personale” insieme a “investimenti per un totale di 10 milioni di euro in finanziaria”. Lo denuncia in un post video sui suoi social il ministro della cultura Bonisoli: “E’ un danno per il Paese”. Nel concreto, precisa, “Noi abbiamo pronto un concorso ad ottobre per circa 3 mila persone, un concorso per 28 dirigenti sempre ad ottobre, mille assunzioni di funzionari a dicembre e 250 persone che dovrebbero arrivare dai centri per l’impiego”. Tra le norme previste in finanziaria: “30 dirigenti di seconda fascia in più a partire dal 2020. L’incremento del Fondo delle risorse decentrate, l’ex Fua, usando il 5% dei ricavi dei musei statali a beneficio di tutti i dipendenti, del ministero” oltre alla maggiorazione della indennità di amministrazione sempre per i dipendenti Mibac, fondi per la formazione e le qualifiche per gli idonei.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE!

DALLE 13:11 DI MERCOLEDì 14 AGOSTO 2019

ALLE 11:00 DI GIOVEDì 15 AGOSTO 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Milano scivola (-2%) con banche
Negativa tutta Europa, ma Piazza Affari resta la più pesante

14 agosto 2019 13:11

– Piazza Affari peggiora: partita in leggero calo, nel corso della mattinata la Borsa di Milano ha registrato una corrente di vendite sempre più consistente, fino a cedere il 2% in vista di metà seduta. Tutte le Borse europee si stanno indebolendo (Francoforte e Parigi perdono oltre un punto percentuale), ma Milano resta la più pesante con le banche a guidare i ribassi: Banco Bpm, Bper e Unicredit scivolano di oltre tre punti percentuali, Intesa è in calo di oltre il 2%.

Banche: Fabi, online rischia di trasformarle in discountUn decalogo mette in guardia dai rischi

14 agosto 2019 13:11

– Banca tradizionale contro banca online. La Fabi si schiera e in un decalogo elenca i rischi, temendo che l’uso spinto del fintech trasformi il settore in un discount. Le criticità sono: risparmi virtuali sulle tariffe, costi nascosti e trappole, offerte civetta, benefici per i clienti poco chiari, praticità solo apparente, forti limitazioni all’operatività, promozioni aggressive, concessione di prestiti senza adeguata valutazione, vendita mascherata di altri prodotti, assistenza da personale non bancario. “L’uso dell’online spinto all’eccesso corre il rischio di trasformare il settore in un discount del credito con tutto quello che ne consegue per la sicurezza dei risparmiatori e la tutela degli investimenti” afferma il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni presentando la Guida della Fabi.
“La banca tradizionale viene ancora percepita dalla clientela come più sicura e affidabile, perché la consulenza offerta allo sportello resta un punto di riferimento per gli utenti. Anche per questo motivo il prossimo contratto nazionale di lavoro, che stiamo negoziando con l’Abi, dovrà tutelare sia i clienti sia le lavoratrici e i lavoratori bancari” conclude il sindacalista.

Germania: Pil torna in negativo,-0,1%Pesa effetto dazi

14 agosto 2019 13:11

– L’economia tedesca torna sotto zero: il Pil nel secondo trimestre ha segnato un calo dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti, risultando invariato su base annua (+0,4% destagionalizzato). Pesa la gelata dei dazi sul commercio internazionale, e i dati di oggi mettono sotto ulteriore pressione il governo della cancelliera Angela Merkel per fornire uno stimolo di bilancio all’economia. Già nell’ultimo trimestre 2018 il Pil aveva segnato -0,2%, per poi tornare positivo.

Borsa: Europa giù, Francoforte -1,4%A Milano (-1,9%) sempre sotto pressione le banche

14 agosto 201913:16

– Mercati azionari europei tutti in chiaro ribasso a metà giornata dopo i rialzi della vigilia sulla tregua nella guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina: Francoforte cede l’1,4%, Parigi e Madrid l’1,3% mentre Londra scende di circa un punto percentuale. Piazza Affari resta la peggiore, con un calo dell’1,9% dopo aver toccato un ribasso minimo di due punti.
I titoli maggiormente sotto pressione sono quelli industriali, hi tech e delle materie prime, mentre a Milano le vendite si concentrano sempre sulle banche con Unicredit, Banco Bpm, Bper e Fineco in calo di oltre tre punti percentuali. Sulla stessa linea Tenaris e Stm, tiene Mps sulla parità, in controtendenza Mediaset che sale di oltre il 2%.

Usa: allarme bond, s’inverte curva tassiInversione curva anche per i titoli inglesi. Oro vicino a record

14 agosto 201913:15

– I titoli di Stato americani e inglesi lanciano il segnale d’allarme su una potenziale recessione: per la prima volta dal 2007, il tasso dei treasuries statunitensi a dieci anni scende sotto quello dei titoli a due anni. Inversione della curva dei rendimenti anche per i titoli inglesi, per la prima volta dal 2008. Gli investitori anticipano misure decise delle banche centrali. E nell’incertezza, l’oro è a breve distanza dal record segnato ieri (a 1535 dollari), scambiando a 1.508 dollari.

Borsa: Europa cede, Francoforte -2%In Piazza Affari sempre male le banche

14 agosto 201914:12

– Corrente di vendite sulle Borse europee prima dell’avvio di Wall street, i cui futures sono in ampio calo: Francoforte cede oltre il 2%, Parigi l’1,8%, Londra l’1,3%. Scivola ancora Milano, che resta la peggiore e perde il 2,3%, ai minimi della seduta.
Nel Vecchio continente i titoli maggiormente sotto pressione sono quelli industriali, hi tech e delle materie prime, mentre in Piazza Affari restano pesanti soprattutto le banche, con Banco Bpm, Unicredit e Bper che perdono il 4%.

Scontro Lega-M5s su reddito cittadinanzaPentastellati, lo difendiamo con tutte le nostre forze

14 agosto 201920:08

Scontro Lega-M5s sul reddito di cittadinanza. “Il 70% di chi lo chiede probabilmente non ne ha diritto. Bisogna rivedere la misura dando di più a chi ne ha più bisogno e intervenire in favore delle imprese abbassando pesantemente il cuneo per chi assume”, afferma il viceministro leghista all’Economia Massimo Garavaglia. Pronta la risposta del M5s: “Il reddito di cittadinanza è una misura che difendiamo con tutte le nostre forze”. E quella detta da Garavaglia “è la più grande cretinata mai sentita!”.

Petrolio: in netto calo a New YorkPesano timori per economia dopo dati Europa e Cina

NEW YORK14 agosto 201914:53

– Il prezzo del petrolio e’ in netto calo a New York sui timori di un nuovo rallentamento dell’economia dopo gli ultimi dati in Europa e in Cina. Il greggio viene scambiato a 55,18 dollari al barile (-3,36%).

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Ny apre in netto calo
L’indice S&P500 perde l’1,42%

WASHINGTON14 agosto 201915:43

– Apertura in netto calo per Wall Street sui timori di un rallentamento dell’economia globale e di una nuova recessione. Il Dow Jones perde l’1,57%, il Nasdaq l’1,70% e l’indice S&P500 l’1,42%.

Borsa: Milano giù (-2,4%), pesa AtlantiaSpread giù a 214, tensioni Hong Kong minacciano dialogo su dazi

14 agosto 201915:48

– Piazza Affari si mantiene debole (Ftse Mib -2,4%) dopo l’avvio in calo degli scambi Usa. Gli occhi degli investitori, in una giornata i scambi piuttosto fiacchi per 1,11 miliardi di euro di controvalore, sono puntati sulle tensioni a Hong Kong che, in caso di intervento militare cinese, potrebbero inficiare il dialogo sui dazi tra Usa e Cina.
Sotto pressione Atlantia (-3,74%) dopo il rilancio del vicepremier Luigi Di Maio sul ritiro della concessione ad Autostrade durante la commemorazione delle vittime del crollo del ponte Morandi di Genova. Il calo dello spread tra Btp e Bund tedeschi a 214,4 punti non impedisce agli investitori di vendere i titoli bancari a partire da Bper (-4,1%) e Unicredit (-3,47%).
Pesano anche Banco Bpm (-3,53%) e Intesa (-2,17%), mentre Mps (-0,23%) appare poco mossa dopo il rally della vigilia. Giù Pirelli (-3,47%) insieme a Fca (-2,51%) e al resto del comparto auto in Europa. Pesante Stm (-3,24%), oggetto anche di prese di beneficio dopo il rally della vigilia.

Borsa: Europa pesante, Milano -2,6%Greggio in calo sotto la soglia dei 55 dollari

14 agosto 201916:48

– Borse europee pesanti con Wall Street. Milano (-2,6%) è la peggiore dietro a Francoforte (-2,24%), Madrid e Parigi (-2,05% entrambe) e Londra (-1,56%).
Fin dalla mattinata i mercati hanno reagito male al calo del Pil trimestrale tedesco (-0,1%), all’indomani del crollo della fiducia degli investitori in Germania (indice Zew -44 punti). Il clima di incertezza sul fronte della guerra commerciale e valutaria tra Usa e Cina, dopo le aperture che hanno spinto ieri i listini, è appesantito dalle tensioni a Hong Kong. In caso di intervento militare cinese, infatti, potrebbero scattare sanzioni Usa, che renderebbero impossibile il dialogo con Pechino. A questo si aggiunge il calo del greggio (Wti -3,85% a 54,92 dollari al barile), sceso sotto la soglia dei 55 dollari.

Borsa: Milano chiude in calo (-2,53%)Indice Ftse Mib a quota 20.020 punti

MILANO14 agosto 201917:39

– Chiusura in forte calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha ceduto il 2,53% a 20.020 punti.

Borsa: Europa chiude debole, Parigi -2%Segno meno anche per Francoforte (-2,28%) e Londra (-1,42%)

14 agosto 201917:52

– Chiusura in forte ribasso per le principali borse europee. Parigi ha ceduto il 2,08% a 5.251 punti, Francoforte il 2,28% a 11.482 punti e Londra l’1,42% a 7.147 punti.

Borsa:Milano chiude a -2,5%,tiene 20milaIndice Ftse Mib da inizio anno meglio di tedesco Dax

14 agosto 201918:37

– Chiusura pesante per Piazza Affari (Ftse Mib -2,53% a 20.020 punti), ultima in Europa ma solo per un giorno, tra scambi in netta ripresa per 2,19 miliardi di euro. L’indice Ftse Mib si è mantenuto sopra quota 20mila punti, in rialzo del 9,26% da inizio anno, facendo meglio del tedesco Dax (+8,84%). Sotto pressione, nonostante il calo dello spread poco sotto i 217 punti, i bancari Bper (-4,92%), Banco Bpm (-3,92%), Unicredit (-3,74%) e Intesa Sanpaolo (-2,2%). In controtendenza Mps (+0,93%), sull’onda lunga della cessione di crediti deteriorati per 340 milioni di euro. Pesanti i petroliferi Saipem (-4,57%), congelata anche al ribasso, ed Eni (-2,37%), con il greggio (Wti -4,8% a 54,36 dollari al barile) sotto la soglia psicologica dei 55 dollari al barile. In forte calo Stm (-4,47%), oggetto di prese di beneficio dopo il rally della vigilia a seguito del rinvio dei dazi Usa sui prodotti tecnologici cinesi.

Reddito: Inps, al 31 luglio 1,4 mln domandeTridico, i controlli massivi, 600 mila sotto lente Gdf

14 agosto 201917:56

Sono 1.491.935 le domande di Reddito di cittadinanza presentate al 31 luglio. Lo comunica l’Inps.
922.487 sono state accolte, quasi 400mila respinte e circa 170mila in evidenza per ulteriore attività istruttoria. La percentuale di domande respinte è attualmente al 26,8%. Ad oggi vi sono state 1.025 rinunce, mentre circa 32mila nuclei sono decaduti dal beneficio. Soddisfatto il presidente Inps Pasquale Tridico: “I controlli sono stati massivi e preventivi rispetto all’accoglimento delle domande”. “L’azione sinergica delle Amministrazioni dello Stato sta facendo emergere il lavoro nero di chi ha provato comunque a chiedere il reddito, anche se la maggior parte di chi lavora a nero non fa domanda di reddito”, spiega Tridico, evidenziando che “in particolare, la Guardia di Finanza ha a disposizione 600mila beneficiari da noi forniti; di questi esaminerà i profili di rischio, cioè individuerà una piccola parte che, per come selezionata, è anche possibile raggiunga elevate percentuali di irregolarità”.