Calcio tutte le notizie! Tutte e sempre aggiornate! Da non perdere!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 23 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIIORNATE

DALLE 20:29 DI MARTEDì 02 GIUGNO 2020

ALLE 18:09 DI GIOVEDì 04 GIUGNO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Virologo Bassetti, tifosi allo stadio? si torni a vivere
‘Se aprono cinema…Non si può parlare solo di ricoveri e morti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
20:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Senza calcio, in questi tre mesi, i tifosi hanno riversato le loro preferenze su noi virologi e così si schierano. Il pubblico allo stadio? Questo non lo so, però è evidente che se riaprono cinema e teatri, con i distanziamenti necessari potrebbero riaprire anche gli stadi, ovviamente con le giuste misure. In Italia alcuni stadi hanno la possibilità di fare distanziamento vero”.
Dai microfoni dell’emittente napoletana Radio Marte, il professor Matteo Bassetti, virologo del San Martino di Genova, parla della possibilità di far tornare, in modo parziale, i tifosi negli stadi del calcio. “Spero e mi auguro che arrivi presto la normalità – dice ancora -, c’è bisogno di tornare a parlare di altre cose che non siano il Covid-19 e il calcio è una di questa, non possiamo parlare solo di ricoverati e di morti”. “Io condivido le parole di Zingrillo – sottolinea Bassetti -: il dato di fatto è un’evidenza clinica, il virus si è indebolito, chi critica dovrebbe farsi un giro nei nostri ospedali. Le persone che ricoveravo settimane fa erano già morte, oggi mi chiedono quando tornano a casa. I coronavirus del passato sono diventate poi forme influenzali. Io non voglio dare false speranze, però potrebbe anche darsi che questo virus si sia adattato all’ospite e adesso saremo più capaci di difenderci”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: Infantino,gesti come in Bundesliga? applaudiamo
Presidente Fifa interviene’per evitare dubbi’. E no al razzismo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
22:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per evitare dubbi, in una competizione della Fifa gesti come quelli fatti dai giocatori della Bundesliga meriterebbero un applauso e non una punizione”.
Così il presidente della Fifa, Gianni Infantino, sui fatti di Minneapolis e tutte le manifestazioni e i gesti che ne sono derivati. “Tutti noi dobbiamo dire no al razzismo e a ogni forma di discriminazione – sottolinea Infantino -. Diciamo no alla violenza, in ogni sua forma”. #stopracism #stopdiscrimination #stopviolence
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Brescia: nuova assenza per Balotelli
L’attaccante e il club sempre ai ferri corti
e
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
03 giugno 2020
17:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova assenza, non concordata con il Brescia, per Mario Balotelli che non si è presentato alla seduta delle 9 a Torbole dove ieri sera si era regolarmente recato e dove era stato sottoposto a test atletici di controllo.
L’assenza odierna andrà a questo punto ad aggiungersi al pacchetto di contestazioni già effettuate dal club al giocatore in risposta a una diffida di Mario che chiedeva il reintegro in gruppo. Balotelli non vuole la rescissione che il Brescia ha provato a proporgli e se il club la vuole a questo punto dovrà ricorrere al tribunale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: Cagliari Calcio in lutto per George Floyd
Immagine nera per blackout tuesday nei profili social
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
03 giugno 2020
09:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche il Cagliari in lutto per l’uccisione di George Floyd a Minneapolis che sta scatenando le rivolte negli Stati Uniti. Un’immagine completamente nera con la scritta “Blackout tuesday” è apparsa sui profili Facebook, Twitter e Instagram del club rossoblu. E anche molti giocatori della squadra hanno manifestato la loro solidarietà.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta;decennale Percassi,traguardi inimmaginabili
‘Champions non plus ultra, dalla serie B alle sfide al City’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
03 giugno 2020
09:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo partiti dalla B per arrivare alla Champions, una cosa inimmaginabile, il non plus ultra. Abbiamo rilanciato l’azienda facendo un bel lavoro”.
Antonio Percassi celebra il decennale del secondo avvento alla presidenza dell’Atalanta (la prima volta era stata dal 1990 al febbraio 1994) con una video-intervista realizzata al Gewiss Stadium e messa in onda dal canale YouTube del club.
“Allo stadio dobbiamo ancora intervenire sulla Tribuna Ubi e quindi sulla Curva Sud, poi vogliamo far diventare Zingonia ancora più bella ed efficiente – sottolinea -. E’ cambiato molto da quando siamo arrivati. La nostra è una famiglia di supertifosi atalantini: mio figlio Luca nella sua gestione ha creato un contesto di manager all’altezza della situazione arrivando a grandi risultati grazie al mister, a tutto lo staff tecnico e ai giocatori”.
Percassi non manca di sottolineare il suo leitmotiv stagionale: “Ho sempre detto che il primo obiettivo da raggiungere sarebbe stata la permanenza nella categoria e finora l’abbiamo sempre centrato”. Circa le partite memorabili, una su tutte: “Il massimo della gioia è stata la vittoria fuori con lo Shakhtar a Kharkiv per qualificarci agli ottavi – chiude il presidente nerazzurro -. Poi metto il secondo tempo a Milano contro il Manchester City da cui abbiamo tutto da imparare: ricordo la furbizia nel fermare il gioco dieci minuti dopo l’espulsione del portiere. Abbiamo giocato tante grandi partite, vedi quella con l’Inter a San Siro in questa stagione, che meritavamo di vincere, e in Coppa Italia l’anno scorso contro la Juventus”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salini, con un solo positivo serie A può terminare
Medico esperto Figc, ‘virus sta scemando, regola modificabile’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
20:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Rivedere il punto del protocollo dei 14 giorni di quarantena? Stiamo cercando di capire come evolve la situazione, nelle ultime riunioni ci siamo occupati soprattutto dei protocolli per il calcio femminile e dei dilettanti. La carica virale è molto più bassa, quindi nel tempo la regola potrebbe cambiare. Comunque credo che il campionato possa finire, rimane il problema in caso di isolamento con il nuovo positivo”.
Intervistato dall’emittente napoletana Radio Marte, il professor Vincenzo Salini, esperto di medicina sportiva, primario al San Raffaele di Milano e membro della commissione medico-scientifica della Figc, fa il punto della situazione in base al numero dei contagi, e sui possibili riflessi sul mondo del calcio.
“Con un contagiato si ferma tutto? Se si dovesse fermare più di una squadra sì, con una sola probabilmente ci sarebbe ancora lo spazio per concludere il campionato – sottolinea Salini -.
Dopo tante difficoltà, ora dal punto di vista medico il percorso è sicuramente in discesa, ci sono condizioni cliniche ed epidemiologiche che ci fanno pensare che il virus stia scemando”. “Il Professor Zangrillo, mio collega al San Raffaele, si è esposto in maniera molto importante nei giorni scorsi – sottolinea il membro della commissione medica Figc -. Cos’è successo al virus? Non lo sappiamo. Presumibilmente l’effetto termico ha influito perché i virus durante l’estate riducono la virulenza, o magari è mutato. Al San Raffaele non abbiamo più pazienti da terapia intensiva”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Papin torna in panchina, allenerà nella serie D francese
Chartres annuncia arrivo Pallone Oro ’91, fermo da dieci anni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
02 giugno 2020
21:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Jean-Pierre Papin, attaccante x Marsiglia, Milan e Bayern e vincitore del Pallone ‘Oro nel 1991, torna a fare l’allenatore e ripartirà dalla serie D della sua Francia, la National 2, dove guiderà il C’Chartres. L’annuncio è stato dato dal club che lo ha ingaggiato al posto di Jean-Guy Walemme. Il 56enne ex attaccante era inattivo da dieci anni, avendo ricoperto per l’ultima volta l’incarico di tecnico nel 2010 allo Chateauroux. In precedenza aveva guidato Strasburgo e Lens. Dopo le esperienze di allenatore, aveva lavorato come opinionista per l’emittente BeIN Sports e si era dedicato alla sua fondazione per i bambini cerebrolesi.
“Nel calcio ho avuto belle esperienze e altre meno meno piacevoli, e ci si dimentica facilmente di ciò che è stato – ha commentato Papin spiegando la decisione di ripartire dalla quarta serie -. Le cose vanno veloci, e se sei nel giro e lasci, poi è molto difficile rientrare nell’ambiente. Ora mi metto al lavoro e riparto dal basso, ma è ciò di cui avevo bisogno”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio: trasmessa inchiesta Iene’, Lotito ‘assurdità’
Su caso Zarate programma rinnova invito a replicare
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
22:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A distanza di una settimana dalla messa in onda prevista per martedì scorso, è stata trasmessa questa sera l’inchiesta de ‘Le Iene’, che raccoglie le accuse dell’ex giocatore della Lazio Mauro Zarate, e del suo procuratore Luis Ruzzi: “Tredici milioni del suo ingaggio il presidente Lotito ce li fece avere da una società londinese, per non pagare le tasse”, l’accusa di Ruzzi.
Il manager dell’argentino racconta che Zarate, secondo gli accordi raggiunti con Lotito, dovrebbe ancora avere almeno 3 milioni e mezzo di euro, relativamente al terzo e quarto anno di contratto. Dei 20 milioni di stipendio complessivi che Lotito avrebbe promesso a Zarate, secondo Ruzzi 13 milioni sarebbero dovuti arrivare come intermediazione da una società londinese e per questo il manager accusa il patron biancoceleste di evasione fiscale.
Dopo un lungo botta e risposta tra Le Iene (che hanno rinnovato anche oggi l’invito al patron di replicare) e la società a colpi di comunicati, la Lazio risponde così: “Le cause si fanno nei tribunali, e più di un tribunale si è già occupato delle vicende Zarate, a seguito delle varie iniziative promosse dal Ruzzi, che è sempre rimasto soccombente sia in sede civile che penale”, si legge nell’ultimo comunicato che sottolinea ancora una volta “l’assurdità della vicenda”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ibra in Italia, esame controllo entro 48 ore
Attaccante Milan rientra da Svezia con mascherina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 giugno 2020
17:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zlatan Ibrahimovic è atterrato attorno a mezzogiorno a Malpensa con un volo privato dopo aver trascorso una settimana in Svezia con la famiglia. L’attaccante del Milan svolgerà l’esame di controllo al polpaccio infortunato “nelle prossime 48 ore” ma non oggi. Ibrahimovic, in pantaloncini corti e con il volto nascosto dalla mascherina e dagli occhiali da sole, ha evitato i cronisti per dirigersi a casa con una macchina messa a disposizione dal club.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nardella espone striscione, ‘Io sto con Commisso’
Sindaco Firenze: lavoriamo per bene citta’ e Fiorentina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
03 giugno 2020
14:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Firenze Dario Nardella, nel corso di una conferenza stampa sul tema dello stadio a Palazzo Vecchio, ha mostrato uno striscione con scritto #iostoconRocco, ribadendo il rapporto di stima e collaborazione con il presidente della Fiorentina, dopo che in città erano comparsi striscioni di sostegno al patron viola.
“Anche io – ha affermato – ho fatto il mio piccolo striscione ‘Io sto con Rocco’ perché il rispetto, la collaborazione, l’ammirazione verso Commisso, la sua famiglia, i suoi collaboratori, sono gli stessi del primo giorno. Anzi, sono ancora più grandi così come il mio desiderio di lavorare per il bene di Firenze e della Fiorentina”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Moratti, Inter ha intenzione di tenere Lautaro
Dipenderà da offerta Barcellona, giocare con Messi è motivazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
03 giugno 2020
14:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”E’ difficile dire come andrà questo campionato, sarà tutto una sorpresa. Lautaro distratto dal mercato? Farà bene lo stesso, sarà concentrato sull’Inter.
E’ un ragazzo molto serio. L’Inter ha intenzione di tenerlo, è molto forte e ha un grande potenziale. Ma alla fine dipende dal giocatore e da quello che deciderà lui”: l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, intervistato da Cadena Ser Catalunya parla del futuro dell’attaccante argentino nel mirino del Barcellona. Se resterà o meno in nerazzurro, secondo Moratti, dipende ”anche dall’offerta del Barcellona, lui sta bene all’Inter. Certo che poter giocare al fianco di Messi è sempre una motivazione per un giocatore ambizioso”. L’Inter ha più volte detto di non avere intenzione di cedere il giocatore e che Lautaro lascerà l’Inter solo nel caso in cui sarà pagata la clausola: ”Uno scambio con un giocatore? C’è un certo Messi, che non è male…”, racconta Moratti con un sorriso ”ma non so dire quale giocatore può essere utile all’Inter”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve e Lazio in pole. 43 giorni per corsa scudetto
Dal 20 giugno la serie A torna in campo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2020
17:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
È iniziato il countdown verso il 20 giugno, la data tanto attesa della ripresa della Serie A. Il campionato si è fermato proprio nel momento in cui la lotta per lo scudetto si faceva più avvincente che mai, con Juventus e Lazio separate da appena un punto e con l’Inter in agguato, distante a 9 punti ma con una partita in più da recuperare rispetto alle avversarie. La corsa verso il titolo riprende ora con una maratona serratissima, si giocherà praticamente tutti i giorni fino ad agosto e dopo uno stop che, così lungo, i calciatori non avevano mai sperimentato. Gli esperti di Sisal Matchpoint continuano a indicare la Juventus come principale favorita al titolo, a un rasoterra 1.50. I bianconeri hanno il vantaggio della rosa più ampia rispetto ai biancocelesti, una risorsa importante più che mai in vista di un calendario fittissimo. La squadra di Inzaghi può ancora giocarsela, ma insegue a 3.25. Ancora più indietro l’Inter di Conte, l’impresa scudetto dei nerazzurri si gioca a 9 volte la posta. Cosa ne pensano gli scommettitori? Anche loro non hanno cambiato idea, il 57% è ancora sicuro del nono titolo consecutivo della Juventus, il 22% ha puntato sull’Inter, solo il 10% crede nello scudetto della Lazio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nardella, problema stadi in Italia è uno scandalo
‘Stop nuovi alberghi in tutta Firenze? Possibile una deroga’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
03 giugno 2020
16:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sugli stadi c’è un problema Italia ed è uno scandalo, una vergogna internazionale. Non solo non si riesce a fare stadi nuovi ma è complicato ripensare quelli vecchi. In questo Paese gli unici casi di stadi nuovi sono quelli realizzati su siti preesistenti come lo Juventus Stadium, lo stadio di Udine e quello di Bergamo”.
Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella sottolineando di aver “sempre lavorato con la massima serietà possibile” su questo tema. “In poco più di dieci mesi – ha aggiunto – il mio Comune ha fatto cose che non ha fatto nessuna città in Italia, ovvero una variante urbanistica, una perizia e un bando pubblico per la realizzazione di un nuovo stadio”.
In riferimento a Campo di Marte, dove si trova lo stadio comunale ‘Artemio Franchi’, si tratta di una “delle aree più pregiate di tutta Italia dal punto di vista economico, commerciale e delle aree sportive”. Lo stadio potrà consentire di derogare all’idea alla quale sta lavorando la giunta di Nardella, cioé di non prevedere a Firenze nuovi alberghi non solo in centro ma in tutta la città. Nardella spiega che “è specificato che questa regola si potrà derogare nel caso di connessione con la realizzazione di infrastrutture di interesse pubblico. Per la realizzazione di opere come lo stadio o per la ristrutturazione in questo caso è possibile realizzare opere a compensazione che hanno valore economico e commerciale, come anche alberghi”.
L’obiettivo del sindaco è inserire la norma nel prossimo piano operativo che sarà adottato tra un anno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: sottosegretario,stadi con tifosi?Impossibile
Lozano, ‘tutte le ipotesi prevedono le porte chiuser’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2020
17:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ impossibile, nonostante le pressioni di alcuni club come il Barcellona, che una parte del pubblico torni negli stadi spagnoli. Lo ha detto, dai microfoni di Cadena Ser, la scrittrice Irene Lozano, che nel governo del Premier Pedro Sanchez ricopre l’incarico di sottosegretario con delega allo Sport. “Direi che in queste prime giornate quando ci sarà la ripresa – ha detto la Lozano – sarà impossibile che ci sia il pubblico. E bisogna metterlo bene in chiaro: non si può ancora tornare allo stadio”. “E’ importante dirlo – ha insistito – perché altrimenti si crea confusione. Tutte le ipotesi su cui abbiamo lavorato prevedevano, e prevedono, il calcio a porte chiuse. Si vedrà se in via eccezionale ci potrà essere un’eccezione in futuro”.
Forse quest’ultima frase non è stata detta a caso, perché in Spagna continua a far molto discutere la questione della finale della Coppa del Re per la quale si sono qualificate due squadre basche, Athletic Bilbao e Real Sociedad, arcirivali tra di loro e che assolutamente non vogliono affrontarsi senza pubblico.
Anche federazione e lega vorrebbero che si giocasse con almeno una parte dei tifosi. Per questo la finale non è ancora stata ricollocata in calendario: si attende di capire l’evoluzione dei contagi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: serie B; 17/6 recupero Ascoli-Cremonese
Ripartenza weekend 21/6, 3 ‘infrasettimanali’. Ok 5 sostituzioni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2020
23:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ufficializzato il calendario completo delle 10 giornate rimanenti in serie B. L’assemblea della Lega cadetta, riunita in video conferenza, ha anche dato il via libera, come richiesto dalla Federazione, alle cinque sostituzioni da distribuire in un massimo di tre momenti durante la gara. Stilate le date per la ripartenza, prevista per il weekend del 21 giugno con il recupero della 6/a di ritorno fra Ascoli e Cremonese fissato il 17 giugno.
Tre i turni infrasettimanali, il 30 giugno, il 14 luglio e il 28 luglio, ultima giornata di regular season il primo agosto, inizio dei playoff il 4 agosto e finale di ritorno il 20.
Playout, infine, il 7 e il 14 agosto. Previsti orari pre serali e serali, che saranno comunicati insieme alla programmazione gare delle prime giornate.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: Lukaku “noi neri da nascita con spalle al muro”
‘Black lives matter, continuate a marciare pacificamente’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
13:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Romelu Lukaku si espone ancora una volta contro il razzismo e sul suo profilo Instagram scrive alle donne e agli uomini di colore per ribadire la sua vicinanza e che ‘black lives matter’, ricordando che ”dalla nascita siamo con le spalle al muro ma alcuni di noi ce la fanno”.
”Care donne di colore. Vi adoro! Grazie per mantenere la calma per noi – scrive l’attaccante dell’Inter – in questi momenti di pazzia che siete costrette ad attraversare! Grazie per essere di supporto mentre le nostre spalle sono contro il muro. Siete la nostra spina dorsale e apprezzo ognuna di voi”. Poi si rivolge agli uomini: ”Cari uomini di colore, vi saluto! Molte persone stanno cercando di abbatterci ma siamo ancora in piedi dalla nascita siamo con le spalle al muro ma alcuni di noi ce la fanno. È tempo di unificare e preparare le nuove generazioni e dire loro che possono essere grandiosi! Continuate a marciare pacificamente e continuate a spargere il messaggio. Black lives matter. Fuck racism”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga: niente sanzioni per omaggio a Floyd
Federcalcio tedesca accoglie la richiesta della Fifa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2020
23:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nessuna sanzione per Marcus Thuram del Borussia Moenchengladbach, Jadon Sancho e Achraf Hakimi del Dortmund e Weston McKennie dello Schalke 04, i giocatori di Bundesliga che hanno celebrato le loro reti rendendo omaggio a George Floyd, lo statunitense di colore ucciso da un agente di polizia a Minneapolis. Il comitato di controllo della federcalcio tedesca, accogliendo anche la richiesta avanzata dalla Fifa, ha deciso di non procedere nei loro confronti e che non lo farà nemmeno per coloro che dovessero imitarli in futuro.
“Per evitare dubbi, in una competizione della Fifa gesti come quelli fatti dai giocatori della Bundesliga meriterebbero un applauso e non una punizione”, aveva detto ieri il presidente della federazioni Gianni Infantino. “Tutti dobbiamo dire no al razzismo e a ogni forma di discriminazione – aveva aggiunto -.
Diciamo no alla violenza, in ogni sua forma”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Presidenza Figc, un fondo salva-calcio da 21,7 mln
Piano per B, C, Lnd e donne da approvare a prossimo Consiglio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
13:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un Fondo Salva Calcio per un ammontare di 21 milioni e 700 mila euro in favore delle categorie inferiori alla Serie A. L’iniziativa è stata decisa dal Comitato di presidenza della Figc e attende la sua approvazione al prossimo consiglio federale dell’8 giugno. Su proposta del presidente Gabriele Gravina, l’organo amministrativo della Federcalcio vara un intervento di aiuti in favore dei club, calciatori e tecnici di Serie B, C, Dilettanti e calcio femminile. “Un’iniziativa che non ha precedenti – dice Gravina – una grande assunzione di responsabilità che la Figc prende in favore del sistema calcio nel suo complesso. Si tratta di uno stanziamento diretto la cui entità fungerà sicuramente da volano per la ripresa”. Il piano è in parallelo la Figc sta pianificando in tutti i suoi dettagli la ripartenza del calcio professionistico.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tutti negativi i tamponi per gli arbitri
I test sanitari sono stati effettuati a Sesto Fiorentino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
13:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I tamponi anticovid-19 ai quali sono stati sottoposti gli arbitri di Serie A e Serie B sono tutti negativi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La questione è stata affrontata dall’Aia sulla base del Protocollo sanitario vigente e in collaborazione con una struttura importante su Firenze, Villa Donatello di Sesto Fiorentino.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: DaGrosa, esaminato dossier club in modo preliminare
Ex n.1 Bordeaux: “Siamo una tra opzioni considerate da Pallotta”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
04 giugno 2020
13:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Posso confermare che la Roma è uno dei numerosi club che abbiamo esaminato su una base molto preliminare”. Così Joseph DaGrosa, imprenditore americano e titolare del fondo di private equity General American Capital Partners, accostato di recente alla Roma in merito a un suo potenziale ingresso nel capitale sociale del club giallorosso.
“Penso che forse il nostro coinvolgimento sia stato esagerato dalla stampa italiana – le parole dell’ex presidente del Bordeaux al portale Off The Pitch – Sono sicuro che Pallotta ha molte opzioni e noi siamo solo una di quelle che sta prendendo in considerazione”. VAI ALLO SPORT VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Lotito “mi auguro prevalga il merito sportivo”
Presidente Lazio in Figc dove si è discusso anche di ripartenza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
04 giugno 2020
13:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Un augurio sulla ripresa del campionato? Spero prevalga il merito sportivo”. È quanto dice il presidente della Lazio e consigliere federale Claudio Lotito lasciando il Comitato di presidenza della Federcalcio dove, tra le altre cose, si è discusso anche delle modalità di ripartenza dei campionati professionistici.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Balata, se trend migliora possibile alleggerire quarantena
Presidente Lega Serie B: “Si riparte fiduciosi di concludere”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
13:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La possibile decisione di dimezzare la quarantena riguarda il Cts e la Figc, chiaro che se continuerà il trend positivo, come tutti auspichiamo, immaginiamo che ci potrà essere anche un alleggerimento”. Lo dice il presidente della Lega di B Mauro Balata lasciando il Comitato di presidenza della Figc.
“Facendo tutti gli scongiuri – prosegue – noi ripartiamo con la speranza di finire il campionato. Poi c’è un elemento imponderabile che sfugge al nostro controllo. Speriamo che questo trend positivo continui anche nei prossimi giorni e che possa consentire la ripresa del torneo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro spinge su tecnologia e innovazione digitale
Al via ruolo di incubatore a sostegno 60 start-up calcistiche
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
15:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lega Pro intende diventare un incubatore a sostegno di 60 start-up del calcio su tutto il territorio nazionale. “Stiamo cominciando a farlo” spiega Paolo Carito, responsabile sviluppo strategico, commerciale e marketing della stessa organizzazione, aggiungendo che Lega Pro è gia al lavoro “con grande energia per sviluppare competenze su tecnologia e innovazione”.
Nel secondo dei webinar, organizzati in collaborazione con N3XT Sports, i responsabili marketing, comunicazione e social media delle 60 squadre di Lega Pro “hanno potuto approfondire alcuni dei più importanti casi sull’utilizzo dei dati elaborati dalle analisi sui maggiori siti internet e social media in ambito calcistico, che diventano, una volta compresi i meccanismi di utilizzo, un vero valore aggiunto nel rapporto con gli sponsor e con i tifosi”.
Carito ha aggiunto che sono state illustrate “le possibilità attraverso le quali le società possono migliorare il rapporto con i fan e aumentare il valore che questi rappresentano. È necessario-ha concluso il dirigente- che i Club comprendano appieno le caratteristiche che rendono unici i propri tifosi, e oggi siamo in grado di farlo implementando gli strumenti tecnologici a nostra disposizione.”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: accordo Bologna-Fincantieri per restyling stadio
Affidati i lavori di progettazione e realizzazione al Dall’Ara
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
04 giugno 2020
15:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bologna ha raggiunto un accordo con Fincantieri per la realizzazione del restyling dello stadio.
Lo ha annunciato la società. La partnership è con Fincantieri Infrastructure, controllata del Gruppo Fincantieri, “per la progettazione e la realizzazione dei lavori di riqualificazione e ammodernamento dello stadio Renato Dall’Ara”.
Era questo l’anello mancante che il Bologna attendeva per poi portare le carte in Comune, partner dell’operazione, per presentare, l’atto di indirizzo e la manifestazione di interesse, necessari per dare il via all’iter del restyling
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Diego Costa condannato a sei mesi di carcere
Ha evaso fisco spagnolo. Pagherà multa per evitare il carcere
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
15:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Diego Costa è stato condannato a sei mesi di carcere. Lo scrive il Mundo Deportivo, spiegando che l’attaccante dell’Atletico Madrid si è dichiarato colpevole del reato di evasione fiscale, omettendo di versare nelle case dello Stato 1,1 milioni. Il giocatore di origine brasiliana dovrà pagare una multa per evitare la prigione.
Era stata l’Agenzia delle entrate a denunciare Diego Costa per evasione fiscale nel periodo in cui il centravanti si era trasferito in Inghilterra per vestire la maglia del Chelsea. Il giocatore ha ammesso le proprie colpe e raggiunto un accordo per il pagamento di una sanzione pari a 36 mila euro, ai quali andranno aggiunto altri 500 mila euro. Il club ha deciso di anticipargli uno stipendio, in modo da consentirgli di coprire la spesa. Il reato, secondo il giornale, risale al 2014.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio:ispezioni procura Figc centri allenamento Juve e Samp
Acquisita documentazione sanitaria tamponi e test sierologici
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
15:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si sono da poco concluse le ispezioni del pool della Procura Figc presso i centri di allenamento di Juventus e Sampdoria. Su indicazione del Procuratore Federale, gli ispettori hanno controllato il rispetto del protocollo sugli allenamenti di gruppo e acquisito tutta la documentazione sanitaria relativa ai tamponi e agli esami sierologici cui vengono sottoposti i calciatori.
Nei giorni scorsi il pool della Procura federale aveva eseguito le verifiche nei centri di allenamento di Fiorentina, Lazio, Lecce, Milan, Napoli, Roma, Cagliari e Inter. Le ispezioni proseguiranno a ritmo costante sino alla fine della corrente stagione sportiva.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liverani, Lecce pronto a mini-campionato da Mondiale
Tecnico salentini boccia algoritmo, “non lo trovo intelligente”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
04 giugno 2020
15:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Lecce di Fabio Liverani prosegue a ritmo serrato gli allenamenti in vista della ripresa del campionato. Al Via del Mare, lunedì 22 si ricomincia contro il Milan e il tecnico giallorosso, in una intervista postata sui canali social e sul sito della società, ha fatto il punto della situazione, in vista del tour de force che attende i giallorossi. “Affronteremo un mini campionato, che assomiglia a un Mondiale o un Europeo, che ci costringerà a cambiare qualcosa, sia all’inizio che a gara in corso – commenta Liverani -. Il rischio infortuni in gare così ravvicinate è molto alto per un calciatore che, fermo per oltre due mesi, riparte con uno sforzo incredibile, in gare giocate a temperature alte: come staff metteremo attenzione e programmazione, ma ad incidere molto sarò anche la fortuna”.
Poi pone l’attenzione sui suoi uomini: “Alleno un gruppo responsabile – ammette il tecnico -, professionisti consapevoli del fatto che ci giochiamo qualcosa di unico, la permanenza in A. Intendiamo mantenere la categoria e dobbiamo appianare le differenze con le altre squadre con le nostre qualità: concentrazione, attenzione e voglia di raggiungere un risultato unico”.
Infine una battuta sulla questione dell’annunciato algoritmo, che deciderebbe le retrocessioni in caso di nuovo stop del campionato. Liverani è abbastanza schietto: “Non ho approfondito la questione – dice – non credo sia una cosa intelligente. Trovare soluzioni alternative al risultato del campo non fa bene e quindi non è una cosa che prendo in esame: se dovesse dipendere da me non è una cosa che mi piace”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier league, via libera alle 5 sostituzioni
Ok anche a panchina lunga, nove giocatori invece di sette
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
15:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche la Premier League, in vista della ripresa del campionato dopo lo stop per la pandemia di Covid-19, ha dato il via libera alle cinque sostituzioni ed ha autorizzato la presenza di nove giocatori in panchina anziché sette. “Per il resto della stagione 2019-2020 il numero di sostituti che possono essere utilizzati durante una partita sarà aumentato da 3 a 5”, si legge in una nota nella quale si ricordache questa misura “è conforme alle modifiche provvisorie alle norme fatte del (International Board) il mese scorso”.
Il campionato inglese ripartira’ il prossimo 17 giugno e sono 92 le partite che saranno disputate per portare al termine la stagione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: stop Higuain, escluse lesioni muscolari
Si ferma in allenamento l’attaccante per un problema alla coscia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
04 giugno 2020
16:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stop per Higuain nell’allenamento di oggi della Juventus alla Continassa. L’attaccante argentino – informa la Juventus con un tweet – “ha accusato un risentimento muscolare alla regione posteriore della coscia destra.
Gli esami eseguiti al JMedical hanno escluso lesioni. Le sue condizioni verranno monitorate nei prossimi giorni”. JUVENTUS

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Bundesliga, Bayer cerca punti per posto Champions
Difficile gara in casa con la capolista Bayern Monaco
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
16:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si gioca alla BayArena il big match della 30ma gara della Bundesliga. Si troverano davanti i padroni di casa del Bayer Leverkusen e la capolista Bayern Monaco L’interesse della partita è soprattutto dato dal tentativo dei padroni di casa di fare punti in vista di un piazzamento in zona Champions, mentre non c’è assolutamente storia per la corsa scudetto, ormai saldamente nelle mani del Bayern.
La trasferta non è delle più semplici, ma il pronostico degli esperti di Sisal Matchpoint è a senso unico: nettamente avanti il Bayern Monaco, a 1.48, il successo del Leverkusen è a 5.75, il pareggio vale 4.75. Gli scommettitori si schierano sicuri con la squadra di Flick, che ha il 91% delle preferenze.
Altra sfida interessante in programma è quella tra Borussia Dortmund e Hertha Berlino. I gialloneri puntano a blindare il posto in Champions ma gli ospiti sono in gran forma: da quando il campionato è ripartito infatti, sono imbattuti e hanno conquistato 10 punti su 12 a disposizione, tanto che ora sognano l’Europa League. Con il Lipsia a soli due punti di distanza però, il Dortmund non può permettersi passi falsi e le quote sono dalla sua parte: i gialloneri sono nettamente avanti, a 1.40, per la vittoria degli ospiti si sale a 7.00 volte la posta, il segno X è a 5.00. Sicuri anche gli scommettitori, 9 su 10 hanno puntato sul segno 1 nel match. Occhi puntati su Haland, che dovrebbe tornare titolare dopo la pausa con il Padeborn e il cui gol sembra molto probabile, a 1.48. In alternativa, si può puntare sulla rete di Sancho, autore di una tripletta nella scorsa giornata contro il Padeborn e dato marcatore a 2.00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Estorsioni a Preziosi e al club, indagati 15 ultrà del Genoa
Associazione a delinquere, minacce a giocatori e ad altri tifosi. In cambio della ‘pace’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
04 giugno 2020
13:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Associazione a delinquere, estorsioni, violenza privata e intestazioni fittizie: sono le accuse nei confronti di una quindicina di ultrà del Genoa, indagati dalla Procura di Genova. Secondo quanto ricostruito, il gruppo avrebbe estorto denaro, ma anche altre utilità, al presidente della squadra rossoblù Enrico Preziosi, in cambio di una “pace” della tifoseria organizzata. L’indagine copre gli anni dal 2005 ad oggi. Sono emersi episodi di violenza fisica e psicologica, dentro lo stadio e fuori, verso giocatori, parte della tifoseria ed esponenti del club.
Uno degli indagati è Massimo Leopizzi, che sarebbe a capo della Brigata Speloncia ed era già finito nell’indagine di Cremona sul calcioscommesse e nella clamorosa protesta in Genoa-Siena del 2012, quando i tifosi costrinsero i giocatori a togliersi le maglie “perché indegni”. Ci sono poi Davide Traverso, ex presidente dell’Associazione club genoani, ed Artur Marashi, legato ad ambienti della ‘ndrangheta.
Già nel 2017 il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi era stato sentito in commissione Antimafia sulle violenze della tifoseria organizzata e aveva parlato di “nutrita presenza di pregiudicati ed esponenti della malavita nel tifo organizzato del Genoa” e di “comportamenti che si avvicinano molto a quelli delle organizzazioni di tipo mafioso”. Oltre all’episodio dei giocatori costretti a togliersi le maglie, Cozzi aveva fatto riferimento ad armi e droga sequestrati a un tifoso che li nascondeva in un garage per conto di qualcuno, agli scontri fra tifoserie rivali e all’inchiesta sui ricatti subiti dall’ex allenatore Gasperini e dalla società. Secondo il pm, una parte della tifoseria avrebbe ricattato l’allora allenatore con minacce di contestazioni e pressioni. Fra gli episodi presi in considerazione dagli agenti della Squadra mobile, c’era il litigio consumato fra ultrà e Gasperini sulla presenza negata di alcuni calciatori simbolo della squadra ai raduni dei club.
A Marashi, in contatto con il pluripregiudicato Safet Altic (arrestato nel 2019 dopo una latitanza di tre anni e fresco di condanna a 6 anni per traffici di droga) era stato affidato un servizio per gli ingressi in tribuna Vip: decisione che per la commissione Antimafia destava “perplessità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: è ripartito il campionato portoghese
Portimonense-Gil Vicente 1-0. Ora in campo Famalicao-Porto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2020
23:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con la vittoria per 1-0 del Portimonense sul Gil Vicente è ripartito ufficialmente il campionato portoghese con la Primeira Liga. La rete di Lucas permette ai padroni di casa di cogliere tre punti importanti in chiave salvezza. In campo, ora, c’è il Porto primo in classifica impegnato sul campo del Famalicao.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga: Werder Brema-Eintracht Francoforte 0-3
Apre Andrè Silva: Ilsanker a segno appena entrato in campo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
03 giugno 2020
23:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vittoria in trasferta per l’Eintracht Francoforte che nel recupero della 24/a giornata della Bundesliga ha superato con il punteggio di 3-0 il Werder Brema.
Le reti tutte nella ripresa: ospiti in vantaggio al 16′ con Andrè Silva. Protagonista del finale di partita è l’austriaco Ilsanker che prima firma il raddoppio appena entrato in campo dalla panchina al suo primo pallone toccato e poi nel finale, al 46’, firma la sua doppietta personale con il gol del 3-0.
Una sconfitta pesante per il Werder Brema che resta penultimo in campionato. Per l’Eintracht un deciso balzo verso posizioni di classifica tranquille.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio, tutti negativi i tamponi effettuati sugli arbitri di A e B
I direttori di gara sono ‘in ritiro’ a Coverciano in vista della ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
14:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I tamponi anti-Covid ai quali sono stati sottoposti gli arbitri di Serie A e B, attualmente in “ritiro” nel Centro tecnico federale di Coverciano, sono tutti negativi. I direttori di gara si sono sottoposti anche alle visite mediche per certificare l’idoneità agonistica e ora rimarranno sul posto fino a mercoledì 10 giugno, svolgendo una mini-preparazione in vista del ritorno in campo. L’attività sta coinvolgendo i 22 fischietti del massimo campionato e altri 15 del campionato cadetto, più gli assistenti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, “algoritmo? Stiamo lavorando di fantasia”
Presidente Figc: “Siamo arrivati alla Normale di Pisa…”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
15:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo lavorando di fantasia. Siamo arrivati alla Normale di Pisa per l’algoritmo…”. Lasciando il Comitato di presidenza il presidente della Figc Gabriele Gravina risponde così ai cronisti che gli chiedono novità sul criterio di classifica finale qualora il campionato di Serie A dovesse interrompersi definitivamente dopo la ripresa fissata per il 20 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
No di Griezmann al PSG, vuole restare nel Barcellona
L’attaccante francese non vuole entrare nell’operazione Neymar
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
15:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Antoine Griezmann non vuole andare al Paris Saint-Germain. L’attaccante francese avrebbe rifiutato di trasferirsi al Parco dei Principi nell’ambito dell’operazione che potrebbe portare Neymar al Barcellona. Griezmann, che da quando ha lasciato l’Atletico Madrid per trasferirsi in Catalogna non ha fatto faville, è stato spesso messo in discussione dall’ambiente blaugrana, offrendo prestazioni non in linea con il suo potenziale tecnico. ‘Le Petit Diable’ non è mai entrato completamente in sintonia con Messi e Suarez e, soprattutto ai tempi della gestione Valverde, qualche volta è pure finito in panchina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nicchi, ‘Algoritmo? Una cosa quasi irreprensibile’
N.1 arbitri,interesse di tutti trovare sistema per finire tornei
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
16:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’algoritmo? Lo sta preparando la Federazione, è una cosa quasi irreprensibile. Speriamo di non arrivare a quello ma se ce n’è bisogno c’è anche quello.
L’importante è finire”. Lo ha detto il presidente dell’Associazione italiana arbitri Marcello Nicchi.
“Credo che l’interesse di tutti è quello di cercare nel modo più veloce possibile il sistema per finirli i campionati. Poi tutto il resto se ne può parlare. Ma ho visto che siamo tutti vogliosi e c’è coesione nel dare un contributo per ripartire”, ha specificato Nicchi lasciando il Comitato di presidenza della Figc.
“Ci siamo schiariti le idee sulla ripresa dei campionati di A, B e C, lunedì in consiglio federale ogni lega dirà come partire e quello che fare sulla parte conclusiva dei campionati.
Piani B e C? Noi dobbiamo lavorare sul piano A, poi se non va bene il piano A, vengono gli altri”, ha concluso il capo dell’Aia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Esami Ibrahimovic ok, guarigione senza complicazioni
Nuovo controllo per attaccante Milan tra 10 giorni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
04 giugno 2020
16:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Procede bene e senza complicazioni il processo di guarigione del polpaccio di Zlatan Ibrahimovic.
Lo annuncia il Milan dopo il controllo effettuato oggi dallo svedese. ”AC Milan – si legge in una nota – comunica che Zlatan Ibrahimovic è stato sottoposto oggi ad esame di controllo della lesione del muscolo soleo del polpaccio destro. Il processo di guarigione procede bene senza complicanze. Un nuovo controllo è da prevedere fra una decina di giorni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Serie A: posticipato orario assemblea d’urgenza
Si comincia alle 17.30 in videoconferenza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
16:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’orario di apertura dell’Assemblea della Lega Serie A già convocata, in via d’urgenza e in videoconferenza, per domani venerdì 5 giugno 2020, è posticipato in seconda convocazione alle ore 17.30 (anziché alle ore 11).
Resta fermo, invece, l’ordine del giorno che si riporta di seguito. Verifica poteri; comunicazioni Presidente; comunicazioni AD; comunicato Ufficiale Figc n. 196/A del 20.5.2020: deliberazioni conseguenti in vista del Consiglio Federale dell’8.6.2020; varie ed eventuali.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcagno: “Messi in sicurezza 2 mila giocatori di C”
Vicepresidente Aic: “Figc ci ha assicurato altri stanziamenti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
04 giugno 2020
18:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La costituzione del fondo salvacalcio è un dato molto importante: finalmente abbiamo tradotto all’atto pratico lo stanziamento di 6 milioni da parte della Figc, ai quali va aggiunto il milione da noi già deliberato. Si tratta di un primo stanziamento che metterà in sicurezza 2 mila tesserati della Serie C, in pratica tutti quelli che accedono alla Cassa integrazione”. Così Umberto Calcagno, vicepresidente dell’Assocalciatori.
“Il 70% dei tesserati in Serie C, per le settimane che viene messo in Cassa integrazione, avrà a disposizione questo fondo che copre tutta la differenza dello stipendio, fino ai 50 mila euro lordi, che sono grossomodo 2.500 euro netti – aggiunge il n.2 del sindacato -. Noi oggi abbiamo messo in sicurezza il 70%, ossia la parte più debole del nostro sistema. E’ una cosa non di poco conto, questi soldi distribuiti serviranno anche alla parte apicale del dilettantismo. La Figc ci ha assicurato ulteriori stanziamenti, in modo da dare un ristoro anche ai dilettanti”.
Sulla vicenda dell’algoritmo, Calcagno aggiunge: “Ci auguriamo non debba essere utilizzato, abbiamo dato seguito alla delibera del Consiglio federale. Credo che, in caso di blocco dei campionato, non siano alternative. Speriamo che questo non avvenga. Le ispezioni della Procura? Le abbiamo richieste noi, in seguito all’approvazione dei protocolli”.
“Ripresa in sicurezza significa avere controlli sull’applicazione delle procedure. Ne va della salute, non si parla solo di lealtà sportiva”, conclude.

Annunci
Calcio tutte le notizie sempre aggiornate
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 33 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:43 DI DOMENICA 31 MAGGIO 2020

ALLE 19:30 DI MARTEDì 02 GIUGNO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tommasi: ‘Il no alle partite di pomeriggio non è un capriccio’
Il n.1 dell’Aic: ‘L’augurio è la tarda serata. Serve più recupero per la Coppa Italia’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
31 Maggio 2020
14:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il tema riguarda la tutela della salute e quello degli orari mi auguro non diventi un problema. Mi auguro si faccia una scelta logica, visto che bisognerà giocare tante partite in un breve lasso di tempo con le rose che rischieranno di trovarsi in difficoltà. Mi auguro si vada verso la tarda serata piuttosto che il tardo pomeriggio”. Così il presidente dell’Associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, ai microfoni di ‘Domenica Sport’ su Rai Radio 1.
“Mi auguro non ci siano grossi ostacoli, altrimenti cercheremo di riflettere modalità per evitare questo – ha aggiunto – Non sono capricci o impuntature strumentali. Bisogna mettere nelle migliori condizioni possibili chi dovrà generare lo spettacolo”.
Quanto alla Coppa Italia, Tommasi ha sottolineato che “la perplessità sono i pochi giorni di tempo fra semifinali e finale, anche nella tutela di chi va in campo. Due partite di coppa Italia obbligano le squadre a scendere in campo con le migliori formazioni possibili e questo rischia di far giocare tre partite in poco tempo agli stessi giocatori. Spero si trovi una soluzione per dare più tempo di recupero”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Gol in chiaro? C’e’ un contratto firmato tra le televisioni e la Lega Serie A – ha concluso – L’accordo va tutelato, ma d’altra parte credo sia legittimo da parte del Governo cercare di evitare assembramenti permettendo ai tifosi di poter seguire le partite a casa. Penso si possa trovare una sintesi se broadcaster, Lega e Governo si siederanno insieme. Penso sia normale cercare soluzioni eccezionali in casi eccezionali”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Garitano su panchina Athletic Bilbao fino al 2021
Tecnico ha prolungato di un anno il suo contratto con club basco
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
15:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il tecnico Gaizka Garitano ha prolungato fino al giugno 2021 il suo contratto con l’Athletic Bilbao. Lo ha annunciato oggi il club spagnolo. “Sono molto soddisfatto della fiducia dimostratami dal club”, le parole dell’allenatore dei baschi. Garitano guida l’Athletic dal dicembre 2018. La Liga ripartirà l’11 giugno dopo una pausa di tre mesi a causa della pandemia coronavirus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mings, ‘Premier gioca per soldi, noi non ascoltati’
Difensore Aston Villa: “Siamo solo prodotti di questo gioco”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
15:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Noi giocatori siamo stati gli ultimi ad essere ascoltati”. Dopo quelle di Aguero, Danny Rose e diversi altri, si alza anche la voce di Tyrone Mings, difensore dell’Aston Villa e della nazionale inglese, per protestare contro il modo in cui la Premier League ha deciso di ripartire.
L’ultima ondata di controlli su giocatori e staff non ha rivelato altre positività, ieri il governo inglese ha dato l’ok ufficiale alla ripresa degli eventi sportivi dal 1/° giugno, purche’ a porte chiuse, e la Premier ha gia’ definito per il 17 il ritorno in campo.
“Siamo solo prodotti di questo gioco”, la dura presa di posizione di Mings, in un’intervista al Daily Mail. “La ripresa e’ determinata al 100 per 100 da motivi finanziari, piuttosto che dalla sicurezza e credo che questo tutti lo sappiano vedere”. Mings, come altri suoi colleghi del campionato inglese, si dice “pronto a giocare perché non abbiamo altra scelta. Come giocatori, siamo stati gli ultimi a essere consultati, siamo caduti all’ultimo posto nella scala delle priorità. Ci hanno dato il permesso di tornare allenarci, e ora se la federazione, le Lega, l’Uefa e tutti gli organismi dicono che si torna a giocare, pensate che davvero possa fare la differenza quel che pensano o non pensano i calciatori? A quel punto è solo una scelta: dentro o fuori”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp; Osti percorso nuovo mi aspetto sorprese
Probabilmente giovedì partitella in famiglia 10 contro 10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
31 maggio 2020
17:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I test medici tra domani e martedì, poi la Sampdoria tornerà in campo a Bogliasco per riprendere la preparazione. Fissata una seduta al giorno fino a sabato, mentre giovedì Ranieri potrebbe programmare una partitella dieci contro dieci come ha già fatto questa settimana. Non si possono organizzare amichevoli ma il tecnico anche questa volta farà disputare un test in famiglia per una Sampdoria che mette nel mirino la sfida con l’Inter (recupero della 25esima giornata) che si dovrebbe giocare il 20 giugno.
“Si riparte con nuova forza e nuovo vigore sapendo che avremo davanti 13 partite determinanti per il nostro futuro. Sarà un percorso difficile, come per gli altri, perché è una situazione che non c’è mai stata prima. Si giocherà un calcio diverso a cui non siamo abituati e che porterà sicuramente delle sorprese. Ci stimo allenando molto bene, a buoni ritmi ma senza forzare troppo, è importante arrivare pronti alla nuova ripartenza”, ha detto il direttore sportivo della Sampdoria Carlo Osti in un’intervista a Radio1Rai.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Balotelli,non mi alleno?non sapevo essere invisibile
Supermario polemizza via social su certe sue ‘assenze’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
17:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre in Brasile si torna a parlare di lui come possibile rinforzo per l’attacco di Vasco e Botafogo, Mario Balotelli continua a fare notizia a Brescia.
Oggi l’ex interista, infastidito dalle polemiche sulle sue assenze agli allenamenti della squadra lombarda ha postat una storia su Instagram dedicata a chi ha diffuso certe notizie. “Ma come fate a scrivere che non mi alleno al campo? – sostiene Balotelli -. Ci sono i giornalisti al centro a tutti i miei allenamenti, ovviamente minuti di telecamere!”, commentato Supermario, riferendosi probabilmente al fatto di essersi allenato in due sessioni quotidiane (mercoledì e giovedì) durante la scorsa settimana. Va anche detto che altre volte Balotelli non si è presentato al campo di allenamento, come accaduto questa mattina.
Ma Balotelli ha insistito: “Gli allenamenti sono due al giorno, quasi tutti i giorni! Come si fa a negare l’evidenza? Non pensavo di essere un fantasma invisibile ai teleobiettivi.
Al momento giusto spiegherò per filo e per segno TUTTO e capirete”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Thuram jr. gol in Bundesliga e si inginocchia per Floyd
Il figlio del campione del mondo fa doppietta e imita Kaepernick
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
10:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche in Bundesliga si leva la protesta per la morte di George Floyd, a Minneapolis. Dopo che ieri il centrocampista Usa Weston McKennie, dello Schalke 04, aveva giocato con una fascia al braccio ‘giustizia per George’, oggi Marcus Thuram , 22enne francese del Borussia Moenchengladbach e figlio del campione del mondo ’98, Lilian, si e’ inginocchiato a terra con la testa abbassata dopo il secondo dei suoi due gol segnati all’Union Berlin nel 4-1 della sua squadra. Il gesto richiama la protesta del giocatore di football americano, Colin Kaepernick, che nel 2016 si inginocchiò all’inno Usa in segno di protesta contro le violenze subite dagli afroamericani, e fu poi seguito da molti atleti famosi dei principali sport statunitensi.
La protesta per la morte a Minneapolis di George Floyd dilaga nel mondo. Dopo Thuram jr. del Borussia Moenchengladbach, che si è inginocchiato ‘alla Kaepernick’ dopo aver segnato all’Union Berlino, anche i calciatori dell’altro Borussia, quello di Dortmund , hanno fatto sentire la loro voce. Infatti sia Jadon Sancho che Achraf Hakimi, dopo aver segnato nel 5-1 della loro squadra al Paderborn, hanno mostrato il sottomaglia con la scritta “Giustizia per George Floyd”. Achraf ha anche fatto il gesto delle manette.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liga, si riparte l’11 giugno con il derby di Siviglia
Venerdì stracittadina a Valencia. Poi Barça e Real. Gare anche alle 13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
15:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Liga riprenderà l’11 giugno, alle 22, con il derby di Siviglia fra la squadra che porta il nome della città e il Betis. Lo ha ufficializzato la Lega spagnola. Il giorno dopo, venerdì 12 e sempre per la 28/a giornata, si giocheranno Granada-Getafe e un’altra stracittadina, quella tra Valencia e Levante. Il Barcellona tornerà in campo sabato 13 (ore 22) in trasferta a Maiorca, mentre il Real Madrid domenica 14 ospiterà i baschi dell’Eibar.
Il direttivo della Liga fa notare che sono in programma partite anche alle 13 (nonostante le temperature elevate) e per la data in cui si spera di cominciare la stagione 2020/’21 viene confermata il 12 settembre.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Scaroni: “Ripresa campionato? Penso solo al Piano A”
Presidente Milan: “Rangnick con noi? Abbiamo fiducia in Pioli”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
10:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per adesso sono focalizzato sul Piano A e mi auguro non ci sia bisogno né del Piano B e neppure di quello C. Questo dibattito a me interessa poco, sono focalizzato sul Piano A. L’Europa? Spero di arrivare in Europa attraverso la Coppa Italia ma, se non dovessimo riuscirci, lotteremo in campionato”. Così Paolo Scaroni, presidente del Milan, intervenuto a Radio Anch’io lo sport, in onda su RadioRai.
“Rangnick in rossonero? Non so se arriverà, noi abbiamo fiducia in Pioli, che sta facendo bene ed è un professionista serio. Le scelte di management le fa Gazidis, io non so nemmeno quando parla con altri possibili candidati. Queste scelte le lascio a lui. In questo momento abbiamo fiducia in Pioli e Maldini”, aggiunto il n.1 del club rossonero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino: Djidji, tutto ok ma con il caldo si fatica
Difensore granata:”Derby?Con Juve si pensa a evitare figuracce”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 giugno 2020
11:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Qui va tutto bene, io lavoro normalmente anche se fa caldo, si fa fatica”. Così il difensore del Torino Koffi Djidji in un’intervista al portale francese La Tribune Nantaise. “La prima settimana -racconta il difensore granata – abbiamo fatto tutto individualmente, anche per quanto riguarda gli spostamenti, ognuno arrivava al campo di allenamento con la propria auto. Poi siamo passati a gruppi di 4 su due terreni differenti, piano piano abbiamo aumentato ancora il lavoro”. Djidji ha anche toccato il tema del prossimo derby della Mole: “Ronaldo è un giocatore pazzesco, è gratificante affrontarlo però quando scendi in campo contro la Juve pensi prima a non fare figuracce anche perché è una sfida importantissima”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giulini: “Quarantena in caso di positività preoccupa”
N.1 Cagliari: “Si ricomicia grazie a presidente Figc, Gravina”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
11:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
llo scudetto. La ripresa del campionato? Ci preoccupa il fatto che, in caso di calciatore positivo, tutta la squadra verrà messa in quarantena. Questo vuol dire mettere a serio rischio la fine del campionato. Non capisco il senso di questa cosa”. Così Massimo Giulini, presidente del Cagliari, parlando a Radio Anch’io lo sport, su RadioRai.
“Se si riparte lo dobbiamo al presidente Gravina e, prima di criticare un algoritmo, cerchiamo di capire bene di che si tratta – aggiunge -. Abbiamo l’opportunità di andare verso un calcio più umano, dobbiamo far riaffezionare i tifosi. Il valore dei cartellini è sceso, non quello dei contratti. Dovremo andare in questa direzione. Gli stati chiusi al pubblico? Vorrei che qualcuno mi spiegasse il perché”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: Scaroni, lo stadio è una priorità
N.1 club rossonero:”Sforzo notevole per ridurre costi giocatori”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
11:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il nostro obiettivo è contenere i costi, cercando possibilmente di aumentare i ricavi. Il nuovo stadio di Milano ha la priorità, mi auguro di avere presto notizie positive su questa vicenda. Lo stadio attuale non è un monumento storico, noi conserveremo le vestigia del Meazza, che dunque non sparirà dalla geografia milanese. Però vogliamo costruire uno stadio adatto ai tempi. E’ da considerare un miracolo il fatto che vi siano due azionisti vogliosi di costruire lo stadio più bello del mondo”. Così Paolo Scaroni, presidente del Milan, a Radio Anch’io lo sport, su RadioRai.
“Abbiamo fatto uno sforzo notevole per ridurre i costi – aggiunge -. Riguardo al fair-play finanziario, non vorremmo altre legnate”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Barcellona si riaccende, allenamento al completo
Blaugrana si ritrovano assieme in campo. Il 13 esordio a Maiorca
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Per Quique Setien, allenatore del Barcellona, ma non solo per lui, il giorno più atteso è arrivato. L’allenatore dei blaugrana, dopo diverse settimane di allenamenti separati, ha riunito per una sessione di lavoro l’intero gruppo. I giocatori del Barcellona, che avevano ricominciato singolarmente a tastare l’erba l’8 maggio scorso (dal 14 sono andate in scena le sedute a piccoli gruppi), da mesi non si ritrovavano per un allenamento al gran completo. La seduta si è svolta sul campo Tito Vilanova della Ciutat Esportiva Joan Gamper e si è aperta alle 9,30. Il Barcellona tornerà in campo nella Liga a Maiorca, alle ore 22 di sabato 13 giugno.
Setien avrà 12 giorni per preparare il gran ritorno e oggi ha lavorato con 23 i calciatori, a parte Dembelé, che è ancora out.
In campo, invece, Luis Suarez, che potrebbe essere pronto per la sfida a Maiorca, dopo un lungo stop.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus, Brasile: positivi 16 calciatori del Vasco da Gama
Subito messi in isolamento. Altri tre sarebbero già guariti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
01 giugno 2020
14:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sedici calciatori del Vasco da Gama sono risultati positivi ai test per il coronavirus. Lo ha annunciato il responsabile del settore medico del club carioca Marcos Teixeira, specificando che in tutto, fra personale dipendente di vario tipo, sono stati eseguiti 350 test. I sedici calciatori sono già stati messi in isolamento, ma Teixeira ha rivelato anche che altri tre “erano risultati positivi ma sono già guariti. In ogni caso tutto ciò dimostra che stiamo facendo un grande lavoro sul fronte della salute”.
La notizia rinfocola le polemiche sulla ripresa del calcio in Brasile, chiesta nei giorni scorsi dal presidente Jair Bolsonaro “perché i calciatori sono atleti e giovani, quindi per loro il rischio di contagio è minimo. E poi molti di loro devono giocare per poter guadagnare e mantenere le famiglie”. Ma fra club e Autorità locali non sono pochi quelli che sono in disaccordo con il presidente e quindi si continua a discutere su come e quando ricominciare, forse a luglio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Assemblea Lega B riprende i lavori il 3 giugno
Lasciata aperta il 15 maggio, tra i temi emergenza covid-19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
12:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Riprenderà i propri lavori mercoledì 3 giugno l’assemblea ordinaria della Lega di Serie B, lasciata aperta lo scorso 15 maggio. La riunione è in programma alle 12 dopo che in mattinata si sarà riunito il consiglio direttivo.
Oltre alle comunicazioni del presidente e alle informative del direttore generale al centro dell’incontro le questioni inerenti all’emergenza Covid 19.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Psg su Milinkovic-Savic e Marusic, pronti 80 mln
L’Equipe: Leonardo avrebbe di nuovo contattato la Lazio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
01 giugno 2020
13:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il ds del Psg, Leonardo, ha nuovamente contattato la Lazio manifestando forte interesse per Milinkovic-Savic e Marusic: lo scrive oggi l’Equipe. Il quotidiano sportivo afferma che, dopo essersi assicurato Mauro Icardi, il dirigente brasiliano punta ora Adam Marusic per sostituire Thomas Meunier, che è a fine contratto. Il terzino montenegrino della Lazio, secondo L’Equipe, è inseguito anche dall’Everton. Il suo trasferimento è valutato attorno ai 15 milioni di euro e per la società parigina la ricerca di un terzino destro è diventata la priorità.
A centrocampo, l’interesse non nuovo per Sergej Milinkovic-Savic è stato ribadito. L’idea nuova sarebbe quella di un pacchetto: il centrocampista serbo e il terzino insieme a Parigi per 80 milioni di euro.
Passo indietro del PSG, invece, per il terzino sinistro, quello che dovrebbe sostiuire Layvin Kurzawa, anche lui libero a fine stagione: Leonardo avrebbe congelato le trattative per Theo Hernandez dopo che il Milan gli ha chiesto 50 milioni di euro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc pubblica linee guida per organizzazione partite
Documento di 40 pagine finalizzati al contenimento del Covid-19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
13:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In attesa della pubblicazione ufficiale del nuovo calendario del campionato di Serie A con i relativi orari, la Federcalcio ha reso noto le indicazioni per l’organizzazione delle patite di calcio professionistiche. Il documento di 40 pagine contiene le linee guida per la pianificazione, organizzazione e gestione delle gare a porte chiuse “finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologia da Covid-19”. Vengono anche individuate le azioni di mitigazione dei rischi per la sicurezza di calciatori, staff, arbitri e addetti ai lavori; le categorie dei soggetti ammessi all’organizzazione di gare in modalità a porte chiuse; i percorsi di accesso alle zone di attività; le procedure di allestimento e gestione della produzione televisiva degli incontri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Buffon, energie per ripartire dentro di noi
Portiere bianconero: “Risultati frutto nostro impegno”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 giugno 2020
13:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Gli anni mi hanno insegnato che bisogna sempre trovare in se stessi le giuste energie per ripartire più concentrati di prima”. Gianluigi Buffon ha affidato ai social una riflessione in vista della ripresa della stagione. “I risultati che verranno saranno il frutto del nostro impegno e del nostro lavoro” ha scritto il portiere della Juventus sul proprio account Instagram. JUVENTUS VAI ALLO SPORT

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Torino; Baselli, esami escludono lesione crociato
Infortunio meno grave, trauma distorsivo del ginocchio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 giugno 2020
14:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sembra meno grave del temuto l’infortunio patito in allenamento nei giorni scorsi dal centrocampista del Torino Daniele Baselli. Gli accertamenti clinici hanno appurato che il numero 8 granata si è procurato un trauma distorsivo al ginocchio destro con interessamento legamentoso. Gli esami hanno escluso la temuta lesione del crociato. Per valutare al meglio i tempi di recupero del centrocampista del Torino bisognerà aspettare ancora ulteriori accertamenti, che dovrebbero avvenire già verso la fine di questa settimana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: ispettori Figc ad Appiano, protocollo Inter ok
Controllate procedure, nessun appunto da fare al club
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
01 giugno 2020
14:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gli ispettori della procura Figc hanno raggiunto oggi Appiano Gentile, come già accaduto in altri centri sportivi di Serie A, per controllare il rispetto del protocollo federale necessario per la ripresa degli allenamenti di squadra e del campionato. Gli ispettori non hanno fatto nessun appunto al club nerazzurro le cui regole adottate, quindi, rispettano a pieno il protocollo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, stop Francia è stato giorno più difficile
Presidente Figc: ottenuto risultato importante
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
14:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il giorno più difficile è stato quando la Francia ha deciso di fermare il campionato. Abbiamo mantenuto la barra dritta e siamo andati avanti ottenendo un risultato importante”. Così il presidente della Figc Gabriele Gravina a Radio 24.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, su quarantena valutazione prima del via
N.1 Figc: una norma che crea molta ansia a tutto il movimento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
14:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La quarantena? Il calcio non ha mai chiesto sconti. Abbiamo chiesto a Spadafora di valutare in base alla curva epidemica una settimana prima del via con la Coppa Italia una norma che crea molta ansia a tutto il movimento. Così il presidente della Figc Gabriele Gravina a Radio 24.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, algoritmo stabilisce equità classifica
Presidente Figc: credo che campionato arriverà fino alla fine
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
14:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’algoritmo è un calcolo matematico messo a disposizione per una valutazione che tiene conto delle partite in casa e fuori, dei gol fatti e subiti, anche gli inglesi lo useranno”. Così il presidente della Figc Gabriele Gravina a Radio 24. “E’ un modo per dare un principio di equità alla classifica che deve essere ponderata nel caso di uno stop.
Ma sono ottimista e credo che il campionato non dovrebbe avere grandi sussulti e arrivare fino alla fine” ha sottolineato Gravina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, spero in piccola presenza tifosi allo stadio
Presidente Figc: sarebbe un segnale di speranza per il Paese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
14:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi auguro di cuore di poter vedere per la fine del campionato una piccola presenza allo stadio. E’ impensabile che in uno stadio da 60.000 spettatori non ci possa essere spazio per una percentuale minima con tutte le dovute precauzioni”. Così il presidente della Figc Gabriele Gravina a Radio 24. “Sicuramente è prematuro oggi – aggiunge Gravina – ma potrebbe arrivare un altro piccolo segnale di speranza per il nostro Paese. Sarebbe un modo per ricompensare di tanti sacrifici e sofferenze gli appassionati del calcio italiano”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, bozza calendario 2020-21 consente via 12 settembre
N.1 Figc’Ma con impedimenti possibile riprogrammare stagione’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
15:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sulla base di una bozza di programma già stilata dalla Lega di A mi sembra che il calendario permetta lo svolgimento con partenza dal 12 (settembre, ndr) ma anche più tardi per la stagione 2020-21” Così il presidente della Figc Gabriele Gravina a Radio 24. “Nel caso in cui – aggiunge Gravina – ci dovessero essere degli impedimenti oggettivi, l’articolo 218 del decreto Rilancio consente alla Federazione di andare in deroga ad alcune norme dell’ordinamento sportivo e quindi riprogrammare meglio la stagione 2020-21”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ispettori federali per protocollo anche a Cagliari
Acquisita la documentazione su tamponi e test sierologici
h
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
15:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo Fiorentina, Lazio, Lecce, Milan, Napoli e Roma, il pool ispettivo della Procura Federale costituito per verificare il rispetto dei protocolli sanitari da parte dei club professionisti oggi ha fatto visita all’Inter e anche al Cagliari, nei rispettivi centri di allenamento.
Un comunicato della Figc fa sapere che, oltre a seguire la sessione di lavoro odierna della squadra allenata da Walter Zenga, gli ispettori della Procura Federale hanno acquisito tutta la documentazione medica relativa ai tamponi ed ai test sierologici che devono essere eseguiti con scadenze temporali dettagliate e verificato tutti gli adempimenti previsti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: nuovi ciclo tamponi, Perotti torna in gruppo
Lavoro a parte per Pau Lopez e Zaniolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
01 giugno 2020
15:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo ciclo di tamponi a Trigoria alla ripresa degli allenamenti della Roma dopo il giorno di riposo concesso dal tecnico Paulo Fonseca alla squadra. Per l’allenatore portoghese buone notizie dal campo in vista della ripresa della Serie A: l’argentino Diego Perotti ha recuperato del tutto dal proprio infortunio ed è tornato a lavorare in gruppo. Ancora a parte invece il portiere Pau Lopez (reduce da una microfrattura del polso sinistro) e Nicolò Zaniolo, alle prese con l’ultima parte di riatletizzazione in seguito all’operazione al ginocchio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, prudenza Spadafora dato miglior condizioni per via
Mi auguro con Cts si arrivi a limare qualche piccola restrizione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
15:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Con il ministro Spadafora ho avuto un ottimo rapporto. La sua prudenza ha consentito al calcio di poter arrivare nelle miglior condizioni per poter dire che si può partire”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a Radio 24. “Abbiamo sempre condiviso che il calcio doveva ripartire quando sarebbe ripartito il Paese e il principio di prudenza sulla salute di tutti. Certo è inutile dire che i momenti di tensione ci sono stati perchè c’era voglia di accelerazione. Ma sarebbe stato dannoso per il nostro sistema considerando i rischi di positività. Mi auguro che con la stessa capacità di dialogo e di confronto soprattutto con il Cts si arrivi a limare ulteriormente qualche piccola restrizione che ancora pesa sul nostro capo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Zampa “riaprire stadi? Governo non preclude nulla”
Sottosegretario salute “sentiremo Cts ma decisione è politica”
e
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
16:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Riaprire gli stadi? Non c’è mai stata nessuna preclusione. Eravamo preoccupati per la ripresa, che poi è arrivata. Aspettiamo i dati e vediamo anche se si potrà portare gente agli stadi, con norme di sicurezza assolute.
In ogni caso, il tema per ora non è stato affrontato per niente, il Cts deve occuparsi di una marea di situazioni, ma l’ultima parola spetta alla politica”. Lo ha detto la sottosegretaria al Ministero della Salute, Sandra Zampa, a “Radio Punto Nuovo”.
“Le cose stanno andando molto meglio, il virus pare essere meno pericoloso ma c’è ancora e non bisogna abbassare la guardia – ha proseguito l’esponente del governo -. l’Italia ha lavorato bene ed è stata modello per altri Paesi Europei, indicando una strada. Lasciamoci con un velo di speranza anche sull’apertura parziale degli stadi, porterò questo quesito, ne sarò portavoce”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: Rashford “la società è più che mai divisa”
Attaccante Man United, ‘vite dei neri contano, tutti contiamo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
16:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche un altro nazionale inglese, l’attaccante Marcus Rashford del Manchester United, prende posizione sui fatti di Minneapolis e punta il dito contro ogni forma di discriminazione.
“Ragazzi, so che non mi avete sentito da giorni – il tweet di Rashford -, ma stavo cercando di capire e interpretare cosa sta succedendo nel mondo in questi giorni. Nel momento in cui ho chiesto alle persone di essere unite e lavorare insieme, sembriamo più divisi che mai. Ls società è più che mai divisa, ma tanta gente è rimasta ferita e ha bisogno di risposte”. “Le vite dei neri contano – dice ancora Rashford -, la cultura dei neri conta, la comunità nera conta, tutti contiamo. Rashford segue quindi la linea del compagno di nazionale Jadon Sancho, ala del Borussia Dortmund che ieri dopo aver segnato ha mostrato una maglia con la scritta “Giustizia per George Floyd!” e nel dopopartita ha detto che “non bisogna avere paura di farsi avanti per ciò che è giusto”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio: Lotito non risponderà a Le Iene su caso Zarate
Patron, ‘Inattendibile e infondata, non darò ulteriore risalto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
01 giugno 2020
17:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Lazio Claudio Lotito ha deciso di “non conferire” con il programma ‘Le Iene’ attraverso una possibile replica all’inchiesta che lo vede accusato dall’agente di Mauro Zarate, Luis Ruzzi, di mancati pagamenti di stipendio al calciatore argentino. La puntata del programma era prevista per martedì scorso ed è stata rinviata di una settimana proprio per dare la possibilità di replica al patron biancoceleste.
“Visionato con i Legali il servizio de ‘Le Iene’ – specifica la nota del club biancoceleste – che peraltro è stato già dolosamente diffuso sul web e sui giornali, provocando alla mia persona ed alla Ss Lazio Spa., società quotata in borsa, gravissimi danni, non ritengo di conferire a questo ulteriore risonanza con la mia partecipazione”. “Resta peraltro fermo – conclude la nota di Lotito – che i contenuti lì rappresentati sono del tutto inattendibili ed infondati e che di questo i responsabili saranno chiamati a rispondere nelle competenti sedi penali e civili”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcagno “in C scelta sbagliata sulla ripartenza”
Vicepresidente Aic “pronti a ripresa, attenzione su protocolli”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
17:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La voglia di tornare in campo, nel momento in cui i protocolli lo permettono, non è mai mancata e l’auspicio è che la situazione continui a migliorare. Mi auguro che presto anche la Serie B e la C riescano a ripartire”. Lo ha detto il vicepresidente dell’Aic, Umberto Calcagno, secondo il quale la “è stata una scelta politica sbagliata quella di chiudere la stagione di serie C e non permetterà probabilmente di concludere i campionati con l’attuale format, scaricando su 15 società l’errore commesso dall’assemblea di Lega Pro del 7 maggio. Anche la C poteva proseguire – ha proseguito Calcagno a ‘La politica nel pallone’ su Rai Gr Parlamento – ed invece rischia di essere l’unica lega professionistica a non finirlo”.
“Dietro le quinte abbiamo lavorato tanto e siamo pronti per la ripresa. È stato un periodo molto difficile ma – ha proseguito -, credo che oggi il nostro mondo si sia ricompattato. Non tutti i problemi sono stati risolti e continueremo a lavorare per trovare soluzioni adeguate. Dopo la ripartenza dobbiamo innanzitutto monitorare che i protocolli vengano messi in atto con tutte le misure richieste. A tal proposito si stanno già muovendo una task force e la procura federale con i dovuti controlli”.
Riguardo il problema dei contratti in scadenza al 30 giugno, Calcagno ha detto: “Le indicazioni della Fifa non lasciano molto margine rispetto alla contrattazione individuale. La ripresa dovrà comportare sacrifici per qualcuno, si giocherà per un mese e mezzo in più e di questo si dovrà tener conto. Magari chi ha contratti biennali sarà avvantaggiato, altri dovranno sedersi ad un tavolo e trovare soluzioni con più soggetti”, ha concluso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio; Tare “nuovo Milinkovic? Non dirò mai il nome”
Ds, ‘Piuttosto mi ammazzo. Per progetto serve tempo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
01 giugno 2020
17:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se ho già in mente il prossimo Milinkovic? Non dirò mai il nome, piuttosto mi ammazzo”. È un’anticipazione dell’intervista integrale al ds della Lazio Igli Tare, in onda domani su Sky Sport. Dalla Francia il quotidiano L’Equipe si dice sicuro di un’imminente offerta di 80 milioni del Psg per il serbo e il compagno biancoceleste Adam Marusic. Intanto il ds laziale si dice pronto alle alternative: “Penso – prosegue Tare – e l’esperienza mi ha insegnato, che per fare un progetto tecnico importante serva tempo e pazienza. La storia ci ha dimostrato negli anni che alcuni giocatori sono arrivati tra lo scetticismo ma poi sono diventati importanti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calendari Serie A, 20 giugno recuperi della 25/a giornata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
19:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino-Parma alle 19.30, Verona-Cagliari alle 21.45 di sabato 20 giugno; Atlanta-Sassuolo alle 19.30 e Inter-Sampdoria alle 21.45 di domenica 21 giugno.
Questa la programmazione per la ripartenza del campionato di Serie A, che prevede i recuperi della 25/a giornata, sesta di ritorno, secondo quanto ha reso noto dalla Lega serie A.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: il Lipsia rimonta e passa in casa del Colonia
Nel 2-4 finale a segno anche Schick
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
22:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lipsia in evidenza sul campo del Colonia, dove ha vinto 4-2 nel posticipo della 29/a giornata di Bundesliga. I padroni di casa sono andati in vantaggio per primi con Jhon Cordoba al 7′, ma al 20′ Patrik Schick ha pareggiato ed al 38′ Nkunku ha portato avanti il Lipsia. Timo Werner ad inizio ripresa a siglato il 3-1. Il Colonia ha sperato di riaprire la partita con il gol realizzato da Modeste al 55′, ma due minuti dopo Dani Olmo ha spento ogni velleità di rimonta. Grazie a questo successo il Lipsia risale al terzo posto con 58 punti, due dietro il Borussia Dortmund e nove dietro il Bayern Monaco.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio: Tare, da ripartenza non avremo più vantaggi
Ds: “Il prossimo sarà un mercato povero, servirà tanta fantasia”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
15:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La ripartenza è un punto interrogativo, io mi auguro di riprendere da dove avevamo concluso. Ci saranno difficoltà e, dal 24 giugno, nessuna squadra avvantaggiata. Si diceva lo fossimo noi, perché non avevamo le coppe, ora non più. Giocando ogni tre giorni conteranno mentalità ed entusiasmo, ma anche far ruotare bene la rosa”. Lo dice il ds della Lazio Igli Tare, a Sky Sport.
Secondo Tare, il prossimo sarà un mercato “povero, in cui un cambierà molto per tutti: eventi simili succedono una volta nella vita e dovremo adeguarci con tanta fantasia”, osserva, chiarendo che servirà prima avere chiaro il quadro della stagione futuro. Quanto ai nuovi arrivi, Tare ha ammesso: “A breve verrà annunciato Escalante dall’Eibar che è un giocatore con l’esperienza e le caratteristiche giuste per noi”.
“I prestiti? Non siamo una società che fa questo tipo di operazioni, vogliamo giocatori di proprietà. In una situazione del genere avremmo avuto difficoltà. Per quanto riguarda i giocatori dati in prestito, tranne Durmisi che ha concluso il campionato francese, abbiamo dato la deroga ai club per farli restare fino a fine stagione”, ha aggiunto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: Juan Jesùs,a figli insegno mondo senza barriere
Anche difensore Roma ‘alla Kaepernick’. ‘Nel mondo insieme’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
16:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A mio figlio Dudù, a mia figlia Sofia. Il più grande insegnamento che possiamo passarci l’un l’altro, come un testimone, è che in questo mondo siamo tutti insieme. Senza barriere, senza violenza. Senza razzismo”. E’ il post che il difensore brasiliano della Roma Juan Jesùs ha messo sui social assieme alla sua foto inginocchiato ‘alla Kaepernick’.
Nei mesi scorsi Juan Jesùs è stato fatto oggetto, sempre sui social, di pesanti insulti razzisti, in particolare da parte di un tifoso che poi è stato daspato a vita dalla società giallorossa. Nell’occasione il calciatore aveva commentato così: “ringrazio la Roma, perché ha fatto una cosa molto intelligente.
Tutti sbagliamo ma ognuno deve prendersi le proprie responsabilità”. Intanto le battaglie contro il razzismo e le discriminazioni di ogni genere continuano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FA Cup: c’è piano per finale con 20mila spettatori
Wembley ne può contenere 90mila, distanze sarebbero assicurate
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
14:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’idea lanciata da alcuni tabloid di una finale di FA Cup, la Coppa d’Inghilterra, con apertura parziale al pubblico sta trovando terreno fertile in Inghilterra. L’ha ripresa Sky Sports Gb, aprendo un dibattuto alimentato da dirigenti e opinionisti. Il presupposto da cui si parte è che Wembley, lo stadio (ricostruito nel 2007) che ospita tutte le finali, ha una capienza di 90mila posti e quindi il distanziamento sociale fra tifosi sarebbe garantito.
Così ora l’idea per il match ricollocato in calendario per l’1 agosto, e che si sta discutendo, prevede la presenza di 20mila tifosi, diecimila per ognuna delle squadre finaliste. Per regolamentare l’afflusso allo stadio ci vorrebbe una massiccia presenza di agenti e steward, ma da questo punto di vista è stato assicurato che non ci sarebbero problemi. La parola passa quindi alle autorità politiche e agli esperti del settore sanitario per vedere come tutto ciò possa essere attuabile in base ai dati dei contagi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cairo’Torino con elmetto, unito può ancora far bene’
Presidente granata:momento eccezionale, dobbiamo stare uniti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 giugno 2020
18:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo in un momento eccezionale, quindi tutti noi dobbiamo stare uniti: società, ds, allenatore e giocatori, dobbiamo avere tutti un atteggiamento focalizzato”.
Il presidente del Torino, Urbano Cairo, invita la sua squadra a mettersi “l’elmetto” e a conquistare sul campo una salvezza che, al momento dello stop del campionato, era tutt’altro che sicura.
“Il nostro campionato fin qui è stato troppo di up and down, abbiamo un po’ deluso – ammette il patron granata durante una diretta su Gazzetta.it – Giovedì scorso ho detto ai miei ragazzi che c’è ancora un terzo di campionato da giocare, possiamo ancora fare bene. Mettiamo l’elmetto per una guerra sportiva e facciamo ciò che abbiamo dimostrato di saper fare. Mangiare bene, dormire bene e allenarsi tanto, queste devono essere le regole”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: Chiellini scioccato, ‘come è potuto succedere?”
Difensore: come potrei mai spiegare a mie figlie quanto successo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
01 giugno 2020
19:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le immagini di George Floyd, l’afroamericano ucciso da un poliziotto a Minneapolis, ha turbato Giorgio Chiellini “Ho visto e rivisto quelle immagini. – scrive suo suo profilo Instaram il capitano bianconero – E ho avuto bisogno di tempo. Per pensare. Per riprendermi dallo shock di una violenza di tale portata. Come potrei mai spiegare alle mie figlie quanto successo? Con quali parole? La verità è che non le ho trovate. Nessuna risposta. Solo una domanda, forte quanto la vita strappata a George Floyd: perché? Come è potuto succedere? Perché la storia si ripete? Leggo l’hashtag ‘le vite nere contano’. Non dovrebbe nemmeno esserci bisogno di scriverlo. – prosegue Chiellini – Perché tutte le vite contano.
Di ogni essere umano. Di ogni figlio, bambino, uomo, donna e persona del mondo. Ma se può servire a ribadirlo, se per qualcuno ancora non fosse chiaro: black lives matter. Ora.
Sempre”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega A convoca assemblea d’urgenza il 5 giugno
Previste decisioni in vista Consiglio Federale dell’8 giugno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
01 giugno 2020
20:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Lega di Serie A ha convocato in via d’urgenza una assemblea per il prossimo 5 giugno. Questi i punti all’ordine del giorno dei quali si discuterà: verifica poteri; comunicazioni presidente; comunicazioni AD; comunicato ufficiale Figc 196/A del 20/05/2020 e deliberazioni conseguenti in vista del Consiglio Federale dell’8 giugno 2020
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Real Madrid ufficializza: partite in casa a Valdebebas
Anche per favorire i lavori di ristrutturazione nel Bernabeu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
10:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, ha scritto ai soci del club, annunciando che, nei prossimi giorni, verranno valutate “varie” e “diverse opzioni” sui rimborsi agli abbonati che non potranno seguire le partite della squadra, a causa del provvedimento che vieta agli spettatori l’ingresso negli stadi.
Secondo Marca, Perez ha ufficializzato che le restanti partite della Liga verranno disputate dalla squadra di Zinedine Zidane sul terreno dello stadio Alfredo Di Stefano, a Valdebebas, in modo da favorire il concomitante svolgimento dei lavori di ristrutturazione nel Santiago Bernabeu, il tempio storico della ‘Casa Blanca’.
“Voglio ringraziare, ed esprimere la mia personale gratitudine, ai soci che, con la propria generosità, hanno sostenuto il club, rinunciando ai diritti derivanti dall’interruzione dell’attività agonistica – scrive Perez -. Nei prossimi giorni riceverete una comunicazione con le diverse opzioni offerte agli abbonati per compensare l’importo delle partite della stagione in corso che, come previsto, si disputeranno a porte chiuse. Per questo abbiamo preso la decisione di giocare allo stadio Di Stefano nella nostra ‘ciudad'”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: patron Lilla, stop ai campionati una vera catastrofe
Fojaca: “Prevedibile anche fuga di talenti dal nostro torneo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
10:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In Francia divampa la polemica sullo stop ai campionati a causa della diffusione del Covid-19.
L’Equipe di oggi riporta – fra le altre – le parole di Gerard Lopez Fojaca, patron e presidente del Lilla, che descrive “lo stop ai campionati” imposto dal Governo francese come “una vera e propria catastrofe”, anche per le “conseguenze economiche che mettono in ginocchio tutto il movimento, svuotando le casse delle società”.
Paris Saint-Germain a parte, come conferma il riscatto di Mauro Icardi a cifre quasi inaccessibili visti i tempi (50 milioni, più 10 di bonus), una delle conseguenze della situazione che si verrà a creare è la fuga (praticamente certa) di talenti, che “finisce per impoverire la Ligue 1”, ma “non solo”.
Il Lilla, ma anche il Lione, sono club che dovranno ‘svendere’, per sanare i bilanci dopo lo ‘tsunami’ Coronavirus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cinque giocatori del Barca hanno avuto il Coronavirus
Per l’emittente RAC1 prima del 6 maggio positivi anche 2 tecnici
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
10:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Coronavirus ha lasciato il segno anche dalle parti della Ciutat Esportiva Joan Gamper, quartier generale del Barcellona. Secondo l’emittente RAC1, come riferisce il Mundo Deportivo, cinque giocatori e due tecnici della prima squadra del Barça, nelle scorse settimane avevano contratto il Coronavirus. Secondo le informazioni fornite dalla radio Grupo Godó, si tratta di casi di positività ormai superati. Dai test del 6 maggio scorso è emerso che, nelle settimane precedenti a quella data, pur risultando asintomatici, i cinque giocatori e i due tecnici erano stati positivi al virus, ma in seguito lo avevao superato.
Per il resto, dai test non sono emersi casi di positività al Covid-19, come conferma il fatto – scrive il giornale – che la squadra di Quique Setien si allena a raghi compatti da ieri mattina. Tutti i calciatori stanno bene e sono in grado di preparare la sfida delle Baleari sull’isola di Maiorca in programma sabato 13, con inizio alle 22.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Moussa Dembelé costa tanto, il Chelsea su Werner
Il club londinese va a caccia di un attaccante forte e prolifico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
11:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Daily Mail insiste: Timo Werner è in cima ai pensieri della dirigenza del Chelsea, che va a caccia di rinforzi per l’attacco. Il promettente, e prolifico, attaccante del Lipsia è in corsa per una maglia dei ‘Blues’, ma dovrà sconfiggere la concorrenza di Moussa Dembelé del Lione, la cui valutazione è tuttavia troppo elevata (si parla di 80 milioni solo per il costo del cartellino).
Da questo punto di vista, Werner è nettamente favorito sul collega, poiché la clausola rescissoria del suo contratto è di poco inferiore ai 60 milioni di euro. Dunque, il tedesco potrebbe cambiare maglia al termine di questa stagione.
A lungo l’attaccante classe 1996, nelle scorse settimane, è stato accostato all’Inter per sostituire Lautaro Martinez nel caso in cui l’argentino lasciasse Milano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo i recuperi occhi puntati su Atalanta-Lazio
Il campionato di Serie A è pronto a infiammarsi con un big-match
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
11:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo i recuperi del 20 e 21 giugno, la Serie A si ripresenterà lunedì 22 per il primo turno intero dopo la sospensione. Fra le 10 partite spica il big-matchdi mercoledì 24, al Gewiss Stadium di Bergamo, fra Atalanta e Lazio. I padroni di casa vogliono confermarsi tra le migliori quattro, mentre la Lazio vuole proseguire il sogno-scudetto. I betting analyst di Snai prevedono una sfida incerta: il successo dell’Atalanta si gioca a 2,50, quello dei biancocelesti a 2,55.
Si alza leggermente la quota, 3,40, per il pari. Il match si prevede ricco di gol: un Over 3,5, bancato a 2,35, può andar bene. Atalanta e Lazio sono squadre difficili da rimontare nella ripresa: i bergamaschi in vantaggio sia nel primo che nel secondo tempo (parziale/finale) pagherebbero 4 volte la posta; per i capitolini la quota è più alta, a 4,25. L’equilibrio regna sovrano anche per il risultato finale visto che il 2-1 in favore o di l’una o dell’altra è a 9,75; se gli attacchi dovessero esplodere, con un 3-3, la giocata pagherebbe 30 volte.
Il big-match di Bergamo vedrà due spettatrici interessate, Juve e Inter. I bianconeri volano a Bologna su un campo tradizionalmente amico: infatti, in Serie A non perdono al Dall’Ara dal novembre ’98. Eloquente la quota del ‘2’, a 1,43; l’1 è a 6,00. Quanto all’Inter, dopo il recupero contro la Samp, vuole sfruttare il fattore San Siro contro il Sassuolo: la vittoria dei nerazzurra è a 1,30, quella dei neroverdi vale 8,75. Il pari, risultato uscito solo una volta in 13, pagherebbe 5 volte la posta. Se la Roma, data a 1,45, non dovrebbe aver problemi contro la Samp, quotata 5,75, chi rischia molto è il Napoli, che vola a Verona: Mertens e compagni, vincenti a 2,20, sono in vantaggio sui gialloblù, 2,95, ma devono fare attenzione, perché anche Juve e Lazio sono state bloccate dal Verona.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lautaro-Barcellona, c’è l’accordo sull’ingaggio
Dalla Spagna: firmerà quinquennale. Ma manca intesa con l’Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
11:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Barcellona avrebbe compiuto un altro passo importante per arrivare a Lautaro Martinez. Ne è sicuro il quotidiano Sport, che parla di un accordo raggiunto con lo staff dell’attaccante argentino dell’Inter che, in Catalogna, firmerebbe un quinquennale da 12 milioni a stagione, più bonus. Lautaro, sempre secondo il giornale spagnolo, ha dato l’okay al proprio trasferimento, manca però l’accordo fra le due società sul prezzo del cartellino.
L’argentino ha una clausola da 111 milioni e bisognerà vedere se il Barcellona è in grado di coprirla per intero, o se l’Inter accetterà anche qualche contropartita tecnica. Dal canto suo, il Barca ha chiesto uno sconto al club nerazzurro sul cartellino del giocatore, che però non dovrebbe scendere sotto i 90 milioni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli; lutto per Gattuso, morta la sorella
Scomparsa a 37 anni. Tecnico parte per la Lombardia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
02 giugno 2020
13:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ scomparsa Francesca, la sorella dell’allenatore del Napoli Rino Gattuso. La donna aveva 37 anni e lo scorso febbraio si seppe che era stata ricoverata d’urgenza perché Gattuso la raggiunse subito in Lombardia.
Il tecnico del Napoli è partito per Gallarate dove vive la famiglia della sorella che è deceduta nell’ospedale di Busto Arsizio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: anche il Chelsea in ginocchio per George Floyd
Si Twitter la foto della squadra dei ‘Blues’ in ginocchio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
14:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I giocatori del Chelsea hanno seguito l’esempio dei colleghi del Liverpool, manifestando solidarietà nei confronti di George Floyd, l’afroamericano ucciso da un agente di polizia a Minneapolis. I ‘Blues’, come si vede nella foto pubblicata sull’account ufficiale del club su Twitter, si sono inginocchiati a testa bassa, imitando il movimento dei ‘Black Lives Matter’. L’immagine è stata ‘ritwittata’ dal giocatore Ruben Loftus-Cheek, corredata dalla frase: “Quando è troppo è troppo. Siamo umani, tutti. E insieme siamo più forti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio; Tare, ‘Priorità prolungare Inzaghi’
Ds, ‘Immobile? Rimarrà con noi a lungo. Napoli mai chiesto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
02 giugno 2020
14:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Inzaghi? Per noi è una priorità prolungare la sua permanenza a Roma. Il suo lavoro è sotto gli occhi di tutti e lui rappresenta la storia di questa società: è qui da più di vent’anni e nessuno sente questa maglia addosso più di lui”. È quanto si sente di ammettere il ds della Lazio Igli Tare intervenuto a ‘Il calciomercato che verrà’ su Sky Sport. “Immobile? Il Napoli non ce lo ha mai chiesto. Lui è la Lazio e la Lazio è Immobile, mi auguro rimarrà qui per tanti anni”, assicura il ds biancoceleste.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tare,Milinkovic? Ogni valutazione al momento giusto
Ds, ‘Via solo se offerte accontenteranno club e giocatore’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
14:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il rapporto tra Milinkovic-Savic e la piazza è molto forte, non morirà mai. Ogni situazione, come promesso, sarà valutata al momento opportuno e nel bene di entrambe le parti. Se ci sarà una possibilità che accontenti società e giocatore verrà presa in considerazione, altrimenti saremo felici di vederlo ancora con noi. Quanto vale? Io non sono bravo con i numeri, so solo che è un giocatore di prima fascia”. Così il ds della Lazio Igli Tare intervistato a ‘Il calciomercato che verrà’ su Sky Sport. “Noi non abbiamo bisogno di vendere in questo momento – prosegue Tare – Per i giocatori di prima fascia il prezzo non si abbasserà, diverso sarà per quei calciatori di fascia medio-bassa. Tante società faranno le loro valutazioni in base a come si evolverà il mercato, c’è tanta incertezza. Per tanti non sarà il calciomercato che speravano, ma allo stesso tempo ci sono i presupposti per lavorare con idee chiare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan perde pezzi, dopo Ibra ko anche Duarte
Lo svedese è atteso nelle prossime ore in Italia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
16:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Secondo grave infortunio muscolare per il Milan dalla ripresa degli allenamenti di gruppo. Dopo lo stiramento al soleo di Zlatan Ibrahimovic, si ferma anche Leo Duarte, vittima di un problema al flessore. Il difensore brasiliano ex Flamengo, appena rientrato dalla frattura del calcagno, oggi si è si è sottoposto ai primi accertamenti ecografici che andranno approfonditi nelle prossime ore con una risonanza: si teme uno stop di circa un mese ma una prognosi più precisa verrà fornita a quadro clinico completo.
E’ atteso a ore anche il rientro di Ibrahimovic in Italia: lo svedese, tornato in Svezia per stare con la famiglia, dovrebbe sbarcare a Milano domani ma non è escluso possa prendersi un giorno in più in patria. Ibrahimovic, comunque, non dovrà fare più la quarantena dopo il suo viaggio all’estero e potrà svolgere le terapie per l’infortunio direttamente a Milanello: il suo obiettivo è tornare in campo a inizio luglio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In Bosnia campionato interrotto, Sarajevo è campione
Impossibile riprendere attività agonistica fino al primo luglio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO
02 giugno 2020
17:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In Bosnia-Erzegovina il campionato di calcio di I Divisione è stato definitivamente interrotto per i problemi legati alla pandemia: il Sarajevo, primo in classifica, è stato proclamato campione. Lo ha deciso la Federcalcio locale, come riferito dai media a Belgrado. Una ripresa dell’attività agonistica si è rivelata impossibile, dal momento che nella Republika Srpska (Rs), una delle due entità che compongono il Paese (l’altra è la Federazione croato-musulmana), tutti gli eventi sportivi sono stati vietati almeno fino al primo luglio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona spinga per riapertura parziale Camp Nou
Portale per tifosi che dichiarano di voler assistere a match
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
17:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Barcellona spinge per riaprire in parte il Camp Nou ai propri tifosi, nelle cinque partite che restano da giocare (contro Leganes, Athletic Bibao, Atletico Madrid, Espanyol e Osasuna di Pamplona). Lo riporta il Mundo Deportivo. La Liga, con un progetto a lunga scadenza, lavora alla riapertura parziale degli stadi (30% di tifosi) a settembre, punta alla percentuale del 50% a novembre e al 100% a gennaio 2021, compatibilmente con impreviste appendici del Covid-19. Nell’attesa di provvedimenti ufficiali, il Barca, però, lavorerebbe a una riapertura parziale nell’immediato e pensa – rivela il giornale – a un portale sul quale i tifosi abbonati possono dichiarare di essere disposti (con o senza famiglia) ad assistere a una delle cinque partite restanti.
In caso di eccessive richieste si procederebbe a un sorteggio, tuttavia i 100 mila posti del Camp Nou permettono una gestione ampia degli spazi. Naturalente manca al momento la cosa più importante: l’autorizzazione delle autorità governative e calcistiche.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp, incredibile quanto mi sia mancato calcio
‘E’ la mia passione. Festa per il titolo? Quando sarà possibile’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
17:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono felice di tornare, è incredibile quanto mi sia mancato il calcio, direi tantissimo”.
Intervistato nel corso di ‘Bbc Radio 5 Live Sport’, Jurgen Klopp parla dell’imminente ritorno della Premier League e di quanto “sarà bello vedere di nuovo in azione il mio meraviglioso team”.
“So che il calcio non è la cosa più importante della vita – dice ancora l’allenatore del Liverpool -, però è la mia passione.
Spero che la gente non veda l’ora, perché noi siamo qui”.
Il Liverpool potrebbe conquistare matematicamente il titolo della Premier 2020 già alla sua prima partita dopo il riavvio del campionato, se il Manchester City perderà contro l’Arsenal nel match che gli uomini di Guardiola giocheranno il 17 giugno.
“Non sto a vedere queste cose, ci aspetta tanto lavoro – commenta Klopp – e vogliamo vincere quante più partite possibili”. La tifoseria del Liverpool aspetta il titolo nazionale da 30 anni, come sarà possibile evitare assembramenti e feste per il tiolo? E ci sarà mai la sfilata sul bus scoperto? “Fa piacere pensare certe cose – risponde Klopp -, ma non siamo ancora campioni. Ci siamo vicini,ma il titolo non è ancora nostro. Ci sono 9 partite e 27 punti a disposizione, e noi anche se matematicamente ci bastano due vittorie non vorremo fermarci dopo averle ottenute”. E le feste e la sfilata? “Ci sarà, questo è certo, fra di noi e con la gente quando ci verrà permesso di farlo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: gol Keita Balde, trova tetto a 90 braccianti Senegal
Paga tutto lui, nei giorni scorsi no da tanti hotel in Spagna
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
18:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi sono offerto volontario per aiutarli, visto che non avevano proprio nulla e dormivano sui cartoni. Non sono qui per combattere una guerra morale, sociale, di razza o colore. Ho inviato il denaro necessario affinché abbiamo un tetto sotto cui dormire, da mangiare e vestiti puliti”.
L’ex attaccante della Lazio Keita Balde, nato in Catalogna ma di origini senegalesi (infatti gioca nella nazionale del paese africano), annuncia su Instagram di aver vinto la sua personale battaglia contro razzismo e pregiudizi, e di aver trovato un tetto ai 200 braccianti senegalesi ai quali a Lerida, in Spagna, era stato detto di no da vari alberghi che non avevano voluto ospitarli nonostante l’ex biancoceleste si fosse offerto di pagare tutte le spese. Ora, invece, per 90 di questi lavoratori stagionali, fa sapere il 25enne Keita Balde, una soluzione è stata trovata.
Nei giorni scorsi, dopo che varie strutture avevano rifiutato i lavoratori di colore, il calciatore si era sfogato via social spiegando di stare lottando “per procurare un tetto a chi non lo ha. Siamo in un sistema sgradevole e brutto, in cui affittare una casa o altro genera problemi per il colore della pelle o per il fatto di essere di un altro Paese. Non mi arrenderò e manterrò la mia promessa costi quel che costi! Vi chiedo un po’ di pazienza e forza”. “Abbiamo offerto di pagare in anticipo l’alloggio per 4 mesi – aveva spiegato -ma la maggior parte di ostelli, hotel e alberghi si sono rifiutati per la provenienza delle persone. E’ un chiaro caso di razzismo”. Ora però Keita Balde, attualmente al Monaco, ce l’ha fatta, e i suoi connazionali avranno un tetto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio, Lutto per Rino Gattuso, è morta la sorella
La donna aveva 37 anni. L’allenatore del Napoli è partito per la Lombardia
e
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
02 giugno 2020
19:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una malattia contro cui ha lottato a lungo ma che alla fine l’ha sconfitta. Se n’è andata così Francesca Gattuso, la sorella dell’ex campione del mondo e oggi allenatore del Napoli, morta a soli 37 anni e che lascia il marito e un figlio di tre anni. Francesca era affetta da un male molto grave e aveva già avuto un malore lo scorso 20 febbraio quando il Napoli era impegnato a Genova contro la Sampdoria. Al termine della partita, vinta 4-2 dagli azzurri, Gattuso era stato avvertito e aveva subito lasciato lo stadio per raggiungere la sorella a Gallarate. Particolarmente colpito anche il Milan, dove Francesca Gattuso ha lavorato per anni “Francesca Gattuso ha affrontato la malattia con la stessa carica e la stessa solarità con cui ha vissuto Milanello e il Milan ogni giorno. Rino, il tuo immenso dolore e quello della tua famiglia è anche il nostro. Riposa in pace cara Francesca”. E’ il tweet di cordoglio del Milan per la scomparsa, ad appena 37 anni, di Francesca Gattuso, sorella dell’ex centrocampista e allenatore rossonero. Anche la Fiorentina partecipa al dolore di Gennaro Gattuso per la scomparsa della sorella Francesca a soli 37 anni. ”Il presidente Rocco Commisso e tutta la Fiorentina si stringono
attorno alla famiglia di Rino Gattuso ed esprimono le loro più sincere condoglianze in questo momento di profondo e sconvolgente dolore” il messaggio di cordoglio delclub viola.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Cronache della pandemia – Israele
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
02 giugno 2020
17:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo tre mesi di assenza, dovuti al coronavirus, il calcio professionistico è tornato ieri in Israele. Ma a Gerusalemme, a Haifa e a Tel Aviv i giocatori di sei squadre importanti si sono incontrati in stadi totalmente vuoti, fatta eccezione per il personale dei loro club, per i giornalisti e per i raccattapalle, tutti con mascherine sul volto.
Chi ieri sera si trovava nelle vicinanze dello stadio Ofer di Haifa ha egualmente udito il boato della folla: ma era solo una registrazione rilanciata nell’intento di incoraggiare i calciatori, che ha invece accresciuto la loro malinconia. Un velo di tristezza si avvertiva anche nello stadio Teddy di Gerusalemme dove su un grande schermo sono apparsi i volti di tifosi intenti a seguire la partita via ‘Zoom’. Ma il silenzio delle tribune, hanno detto poi i calciatori, era demoralizzante.
E anche quando hanno segnato goal, non c’era a chi dedicare quel momento di gioia.
Nella partita Maccabi Tel Aviv-Hapoel Haifa (finita 2-0) due attaccanti si sono brevemente abbracciati dopo una rete.
L’abitudine, nota la stampa, ha prevalso sulle secche disposizioni del ministero della sanità.
Per la ripresa del calcio Israele si è ispirato al ‘modello tedesco’ con giocatori chiusi in casa, fatta eccezione per gli allenamenti e le partite. Controlli continui della temperatura sono pure stati previsti, con test obbligatori di coronavirus in caso di febbre. Inoltre gli stadi sono stati disinfettati a fondo. Anche se in questi giorni di relativo relax in Israele le spiagge e i parchi naturali sono affollati, negli stadi è stato mantenuto un vuoto quasi assoluto. Cosa che ha irritato la stampa sportiva.
Malgrado gli allenamenti insufficienti, ieri comunque il calcio israeliano è tornato a sollevare la testa. “Ma è stato come uno spettacolo senza l’orchestra – lamenta Yediot Ahronot -. Il calcio è stato inventato per gli spettatori. Finché il pubblico non sarà di nuovo ammesso, non si potrà dire che sia ripreso davvero”.

Juventus tutti i video sempre aggiornati ed esclusivi
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI! GUARDA!

DALLE 00:51 DI DOMENICA 17 MAGGIO 2020

ALLE 08:56 DI MARTEDì 02 GIUGNO 2020

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

INTANTO LEGGI ANCHE:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus tutte le notizie. Tutte in tempo reale e sempre aggiornate! SEGUILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 45 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:20 DI DOMENICA 17 MAGGIO 2020

ALLE 07:58 DI MARTEDì 02 GIUGNO 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

17 Maggio 2020
Storia | Lo Scudetto del 1982
Vittoria che significa
Seconda Stella!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Classic Match
Juve-Inter 2016
1-0 Juan Cuadrado. GUARDA LA PARTITA INTERA

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juve in the World: Plovdiv
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Gli anni ’60 e la Bulgaria
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Viaggiare per l’Europa e superare le frontiere è la nostra normalità da molti anni, prima che scoppiasse la pandemia che ha portato a un restringimento delle possibilità di movimento. C’è stata un’epoca, durata piuttosto a lungo, nella quale invece il continente era diviso dalla cortina di ferro e l’Ovest e l’Est erano due mondi rigidamente contrapposti, materialmente e ideologicamente. Anche nel calcio, ogni qualvolta ci si doveva confrontare con una squadra del mondo comunista, si oscillava tra il mistero, la scarsità di informazioni e la convinzione di un’alterità radicale che si sarebbe manifestata in campo. E se esistevano scuole di un certo peso e di prestigiosa tradizione – la Cecoslovacchia o l’Ungheria, giusto per citare i Paesi contro i quali l’Italia aveva vinto le finali Mondiali del 1934 o del 1938 -, di alcuni si sapeva davvero ben poco.
Tra questi, c’era la Bulgaria. Ultima del blocco sovietico ad arrivare alla ribalta, come testimonia la prima qualificazione ai Mondiali nel 1962, ha in quel periodo una buona continuità di prestazioni a livello di nazionale (nulla di lontanamente avvicinabile, però, a quella di Hristo Stoichkov del 1994 che approderà alle semifinali a Usa ’94). La Juve ne incrocia un club per la prima volta nel 1960, scendendo in campo contro il Cska di Sofia in Coppa dei Campioni. Poi, vi sono due incontri di Coppa delle Fiere nella seconda città del Paese, Plovdiv, disputati nel 1965 e nel 1969.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Due partite che meritano di essere ricordate al di là del buon risultato conseguito. Come sempre, l’archivio di Hurrà Juventusci guida in un viaggio nel tempo che conserva curiosità che vanno oltre l’interesse puramente sportivo e ci permettono di capire meglio cosa significasse vivere in un mondo fatto di chiusure e conoscenza reciproca molto diversa dagli standard odierni.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL RITRATTO DI DIMITROV
Lokomotiv Plovdiv e Juventus si confrontano nel pomeriggio del 10 marzo del 1965 per la gara di ritorno degli ottavi di finale. Si ripete il risultato dell’andata, 1-1. Non prevedendosi i tempi supplementari, si rende necessario uno spareggio che vedrà i bianconeri prevalere 2-1. Sul mensile caro alla tifoseria della Signora, le foto della partita in Bulgaria e le relative didascalie dicono molto di ciò che colpisce gli osservatori italiani. Intanto, si sottolinea la presenza di una numerosa folla e di come “i campi non sono cintati” (per avere questa situazione comune in molti Paesi stranieri noi abbiamo dovuto aspettare la costruzione dello Stadium…).
La foto dell’ingresso delle squadre in campo ruba l’occhio per lo sfondo. “Sulla torre dell’orologio campeggia la fotografia di Dimitrov, il capo spirituale del popolo bulgaro che campeggia in tutti i negozi, uffici e luoghi pubblici”. Una vera icona per la Bulgaria, quella del primo ministro dall’inizio del secondo dopoguerra alla sua morte, avvenuta nel 1949. Il suo corpo è stato imbalsamato nel mausoleo della capitale e si è potuto vederlo fino al 1990. Infine, c’è anche un titolo che rivendica l’orgoglio juventino, Erano sicuri di batterci: la squadra ha infatti saputo resistere a “un combattimento in piena regola”, peraltro su un “terreno più simile ad una risaia che ad un campo per la pioggia che ha smesso di cadere dopo molti giorni soltanto all’inizio dell’incontro”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Va detto che al contempo, se si insiste sul “carattere piuttosto intimidatorio del gioco bulgaro, per contro deve essere dato atto al pubblico di un comportamento altamente sportivo, difficilmente riscontrabile su campi italiani. Dire che la gente bulgara è stata larga di ospitalità nei confronti degli italiani è dire poco”. Tanto affetto ha anche una spiegazione nel totocalcio locale, che vede in schedina la presenza di partite della Serie A, di conseguenza estremamente popolare. Della Juve molti sanno tanto e anche di più, visto che ai giornalisti italiani vengono poste domande di mercato inerenti alla possibilità dell’acquisto di Garrincha, mitica ala destra del Brasile.
AVVENTURA NELLA BOLGIA
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Si ritorna a Plovdiv quattro anni e mezzo dopo, stavolta forti di una vittoria guadagnata a Torino col risultato di 3-1, maturato dopo un gol lampo dei bulgari al primo minuto. Anche stavolta l’impegno è duro e l’editoriale di Hurràlo illustra in perfetta sintesi:  “ogni partita, specie all’estero e contro avversari scorbutici come i ferrovieri del Lokomotiv, è sempre un’avventura”. Tale in effetti si è rivelata, alla presenza di 25.000 spettatori. Nella bolgia di Plovdiv la Juve fa deragliare il Lokomotivè il titolo che accompagna i dati tecnici dei 90 minuti. Dove si viene a scoprire che i bianconeri vanno al riposo in vantaggio grazie al gol di Leonardi. Nella ripresa è Anastasi a regalare la vittoria dopo il momentaneo pareggio di Vasiliev. Ma che sia una battaglia lo certificano le due espulsioni di Castano e Furino e l’infortunio del portiere Tancredi (botta alla tibia destra) sostituto da Anzolin, che a sua volta subisce una contusione al costato.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 1975: il sedicesimo Tricolore!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Black & White Stories | Altafini e il Derby (County)
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Un mercoledì pomeriggio al Comunale
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono partite che rimangono nel tempo – e nella memoria di chi ha avuto la fortuna di assistervi dal vivo – non solo per l’importanza della posta in palio o  per l’andamento dei 90 minuti e le emozioni che vi sono contenute. A renderle speciali vi è anche il contesto, l’atmosfera, persino la luce di quella giornata. Ed il caso dell’11 aprile 1973 rientra perfettamente in questa ristretta categoria di momenti unici e non solo perché la Juventus si gioca un pezzo di sogno o – per essere più prosaici – l’andata della semifinale di Coppa dei Campioni. Le due contendenti si presentano al cospetto del pubblico alle ore 15.30 di un mercoledì: nei 55.000 presenti sugli spalti è ipotizzabile che la stragrande maggioranza abbia rinunciato a un giorno di lavoro per dedicarsi a un appuntamento immancabile con la propria passione. E che sia davvero enorme basti la foto con i tifosi pericolosamente arrampicati su un traliccio della luce dello stadio.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
“Per vedere la Juve tutto è buono”, recita la didascalia di Hurrà Juventus. Viene da pensare come all’epoca non ci fossero certamente  le norme di sicurezza di oggi (o venissero brutalmente ignorate in occasioni dei big-match).
Juventus contro Derby County si può tradurre anche come Italia contro Inghilterra e non è una forzatura. Sicuramente i confronti tra club non sono riproducibili perfettamente in quelli delle nazionali e viceversa, ma occorre pur sempre ricordare che in quel periodo le squadre non presentavano stranieri (a eccezione di colui che si ritaglierà la parte del protagonista, presente nel nostro Paese da talmente tanto tempo da averci fatto dimenticare di essere brasiliano). E poi, va considerato che solo due mesi dopo, nello stesso scenario del Comunale, gli azzurri sconfiggeranno gli inglesi per la prima volta da quando esiste il calcio, sovvertendo in un bellissimo pomeriggio di giugno l’assioma che li pretende maestri del calcio. Non sarà un caso che in quell’Italia sospinta a gran voce dal pubblico torinese siano presenti quattro juventini, due dei quali – Pietro Anastasi e Fabio Capello – firmano le due reti della storica vittoria.
Come da tradizione, il mensile bianconero racconta Juventus-Derby County attraverso una fitta rassegna stampa che a distanza di anni permette di rivivere il fascino della partita.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
PRIMO TEMPO
Succede poco nella prima parte dell’incontro. E non per ragioni di studio tra le due formazioni, di eccessivo rispetto o tatticismo. L’analisi di Giglio Panza di Tuttosport parte da una considerazione: la Juve soffre “l’azione corale e atleticamente superlativa del Derby County”. Ma la Signora riesce a cambiare l’inerzia della partita dando “un senso alla sua frenesia, proponendo a McFarland e compagni temi di gioco assolutamente imprevedibili”. Tutto nasce da Anastasi, che va a salvare un pallone che sta andando in fallo laterale, vince un contrasto e lo indirizza rapidamente per Altafini. José – il brasiliano, ricordate? – stoppa di destro in corsa e conclude di sinistro imparabilmente. Gianni Brera de Il Giorno vede in questa e altre azioni la sua capacità di caricare “di pratica intelligenza” i pochi palloni che tocca. Due minuti dopo i britannici pareggiano con un gol di Hector, però, si va all’intervallo in una situazione complicata.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
RIPRESA
Al ventesimo minuto la Juve passa nuovamente. Il 2-1 è frutto di una lunga circolazione palla al limite dell’area, fino a quando Causio trova un destro rasoterra che sorprende il portiere. Ma il meglio arriva a 7 minuti dal fischio finale. Un’azione velocissima, con Anastasi che va via all’altezza del cerchio di centrocampo, serve ad Altafini il pallone, secco dribbling e tiro dal limite dell’area, ancora più bello e letale del gol dell’1-0. Italo Cucci, su Resto del Carlino, ne rimane così estasiato da scrivere: “Mi credete se vi dico che il terzo gol di Altafini mi ha colmato di gioia, mi ha addirittura commosso, mi ha fatto capire che il calcio – a volte – può entrarvi anche nell’anima, con dolce violenza, ed esaltarvi, farvi perdere la ragione, farvi trovare d’improvviso tifosi, cioè così vicini alla irrealtà da rasentare la follia?”. Con maggiore freddezza, ma con ancor più convinzione, gli inviati al Comunale convergono nell’idea che il 3-1 sia un risultato troppo stretto per quanto visto e quello più giusto sarebbe stato più rotondo: “Tiriamo le somme: parlare di un 5-1 mancato in parte per precipitazione nel tiro, in parte per mera sfortuna, è dunque tutt’altro che azzardato”, sostiene Alfeo Biagi su Stadio, ripensando a non poche occasioni fallite e a un palo centrato da Causio. Il vantaggio acquisito basterà comunque: in Inghilterra la Juve impatterà 0-0, dimostrando di meritare pienamente il passaggio del turno.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
19 Maggio 2020
«Noi siamo la gente della Juve»: Grazie, Presidente!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Esattamente 10 anni fa Andrea Agnelli assumeva la guida della Juventus

Scrivere la storia significa anticipare il futuro.
Questo è il principio che ha ispirato Andrea Agnelli fin dal primo giorno alla guida della Juventus, esattamente dieci anni fa. Un’avventura da rivivere, momento dopo momento, con questo video, che inizia con una frase storica della Presidenza Agnelli: «Noi siamo la gente della Juve».
E da tutti noi, gente della Juve, arriva un grande grazie. Per quello che siamo tornati a essere, e per quello che saremo.
Fino Alla Fine!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
19 Maggio 2020
Riaprono gli Juventus Store: date e orari
Da lunedì 18 maggio sono nuovamente aperti gli Store di Torino; riapertura da mercoledì 20 per quello di Roma e venerdì 22 per quello di Milano.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
A partire da questa settimana tutti i tifosi e gli appassionati potranno finalmente tornare a visitare gli Juventus Store!
La prima città ad alzare le serrande è stata Torino, con la riapertura di tutti gli store (City Center, Megastore e Lingotto e anche dello Juventus Store presso Mondojuve Shopping Village) ieri, lunedì 18 maggio.
Poi, mercoledì 20 maggio sarà il turno dello Store Roma City Center nella Capitale, seguito dallo Store Milano City Center, che riaprirà invece venerdì 22 maggio.
Gli orari di apertura saranno i seguenti:
·         Torino City Center: 10.30 – 19.00
·         Stadium Megastore: 10.30 – 19.00
·         Torino Lingotto: 10.00 – 20.00
·         Roma City Center: 11.00 – 19.30
·         Milano City Center: 10.30 – 19.00
Nel rispetto della salute dei clienti e del personale, tutti gli Store adottano misure di sicurezza, tra le quali:
• Personale store dotato di mascherine e guanti protettivi monouso;

• Ingresso solo se provvisti di mascherina ben posizionata (a completa copertura di naso e bocca);

• Ingressi scaglionati in base alla dimensione dello store al fine di garantire un adeguato distanziamento interpersonale;

• Distributori di gel igienizzante a disposizione dei clienti e degli addetti alla vendita;

• Barriere protettive in cassa;

• Distanza di sicurezza alle presse.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
19 Maggio 2020
Today @ JTC | 19 maggio
Le immagini dell’allenamento di oggi alla Continassa

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
20 Maggio 2020
Women
#WomenF1rst | Il primo Scudetto delle Juventus Women!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Accade il 20 maggio 2018, a Novara!

20 Maggio 2020
Storia | Il Quindicesimo Scudetto
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il 20 maggio 1973 arrivava per la Juve il tricolore numero 15!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
20 Maggio 2020
Black&White Stories | La prima punizione di Michel
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’estate 1982 e l’attesa di Platini
Black&White Stories | La prima punizione di Michel
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’estate 1982 e l’attesa di Platini
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Chi ha vissuto l’estate del 1982 e tifa Juventus sa benissimo quali giorni siano stati quelli tra giugno e luglio. Gli amanti della Signora, reduci dalla festa del secondo scudetto consecutivo, erano travolti – come tutto il Paese, del resto – dalle incredibili emozioni del Mundial vinto dagli azzurri, dove il contributo di 6 giocatori bianconeri risultava fondamentale. Ma non c’era “solo” una parata di Zoff, un contrasto di Gentile, una discesa di Cabrini, un colpo di tacco di Scirea, un urlo di Tardelli e un gol di Rossi, per racchiudere in un sommario elenco le imprese dei nostri rappresentanti in Nazionale. A rubare gli occhi ci pensavano anche i due nuovi acquisti stranieri che stavano facendo sognare. Zbigniew Boniek e Michel Platini venivano minuziosamente osservati per alimentare il sogno della Juve che ci sarebbe stata, con tutto il carico di aspettative che si portavano dietro anche per quanto di bello stavano mostrando in Spagna con la Polonia e la Francia.
Nel numero di luglio di Hurrà Juventus, Le Roi si guadagnava la copertina con tanto di maglia bianconera che non avrebbe mai vestito, perché è ancora quella con una stella e va aggiornata con la seconda, appena guadagnata e non ancora materialmente cucita. Sfogliando il mensile, uscito in edicola mentre ancora i destini del Mondiale non si erano compiuti, emerge piuttosto chiaramente come dal francese ci si aspetti sopra ogni altra cosa il gesto tecnico per il quale è famoso internazionalmente.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Vladimiro Caminiti lo descrive così: “Attendo di vedere i calci di punizione di Platini dal vivo. Io non mi accontento della televisione. Così sciocco sono, così turineis da amare prima di tutto l’erba degli stadi di via Filadelfia, quell’erba che mi sembra sempre primaverile e lì voglio vedere il francese. Come ho visto in un quarto di secolo i tocchi vellutati e perfidi di Sivori, le bombe di Nestor Combino Miranda, o di Chito Vernazza, voglio vedere Michel Platini mettere il pallone sull’erba, dare la sua occhiata medianica al piazzamento del portiere e fregarlo imparabilmente ed impareggiabilmente con la sua esecuzione”. Probabilmente Camin, oltre ai tanti precedenti elencati,  ha in memoria anche l’amichevole tra azzurri e Bleus giocata a Napoli nel 1978: lì, il 10 transalpino disegna una pennellata impeccabile e trafigge in modo inesorabile il futuro compagno di club Zoff; e poiché gliela annullano, la ripete sull’altro palo e stavolta la rete è regolarissima, oltre che beffarda come solo lui sa essere.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LE PUNIZIONI SONO UN CRONOMETRO
Esiste un segreto per tanta precisione? Prima di venire in Italia, Michel lo racconta a un settimanale non sportivo, Oggi, e Hurràriprende la sua articolata confessione. Intanto, colpisce come il giornalista Willy Molco, che va allo stadio di Saint-Etienne a raccontare l’ultima gara di Platini nel campionato francese, dia una definizione dei suoi calci di punizione mai sentita o letta successivamente: “a noce di cocco”. Per arrivare a battere perfettamente da fermo, c’è tanto lavoro, iniziato dal neo-bianconero già nell’infanzia: “A sette anni colpii per disgrazia una donna, con una pallonata. Lei cadde e finì in ospedale. Arrivarono le guardie, a casa. E da allora volli essere preciso, nel tiro. Mi fissai di colpire bersagli ben determinati. Per ore e ore centravo un albero. Mio padre diceva che la prima qualità di un giocatore è la perfezione nel tiro. Le sveglie si costruiscono subito, ripeteva, ma per preparare un cronometro ci vuole molto tempo. Voleva fare di me un cronometro”.
Il piccolo Michel, non ancora assurto al titolo di “Mozart del calcio” attribuitogli dopo, si esercita come si fa di solito: schiera dei manichini alti 1,85 davanti alla porta, creando delle barriere imperforabili, e calcia centinaia di volte il pallone fin quando non li supera. Un esercizio metodico che lo rafforza in autostima: quando arriva al calcio professionistico, ne ha quanto basta per andare dal capitano del Nancy a chiedergli di affidargli l’incarico. Una richiesta ardita per un minorenne, ma non per uno che si chiama Platini.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA PRIMA IN BIANCONERO
Anche in Italia, una volta vestita la divisa della Juve, Michel si affermerà nella sua specialità, regalandoci un campionario vario e sorprendente. Ed è curioso pensare che per assistere ad una delle sue meraviglie si è dovuto aspettare sette mesi, esattamente in Juventus-Udinese di fine febbraio 1983, a conferma di una reale difficoltà d’adattamento (che poi non gli ha impedito comunque di laurearsi capocannoniere al suo torneo d’esordio). Il bello è che la prima delle sue tante punizioni in gol è più una papera del portiere Corti – “maldestro intervento” lo definisce il servizio RAI – che su un tiro rasoterra non irresistibile si fa passare la palla sotto il corpo. Niente di lontanamente paragonabile alle parole dello scrittore Vassilis Alexakis a proposito dell’emozione regalata dalle parabole da fermo di Platini: “Senza saperlo, avevo da sempre atteso questo gol. Mi apriva le porte di un universo leggero e armonioso dove perfino la geometria diventava seducente“.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
20 Maggio 2020
Storia | Il Tricolore del 2005
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il 20 maggio 2005: è Scudetto numero 28!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
21 Maggio 2020
Storia | Il Tricolore del 2017
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL 21 Maggio 2017 è il giorno dello Scudetto #LE6END!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
21 Maggio 2020
Storia | La Juve torna Campione!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’indimenticabile Scudetto del 1995!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
21 Maggio 2020
La preparazione prosegue al JTC
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ieri tutto il gruppo squadra ha effettuato test diagnostici, che hanno dato esito negativo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Continua il programma di lavoro della Juventus alla Continassa. Da qualche giorno, i calciatori bianconeri effettuano sedute di allenamento individuali a piccoli gruppi, con mantenimento delle distanze.
In applicazione delle indicazioni della Commissione medico scientifica federale della FIGC, ieri tutto il gruppo squadra ha effettuato i test diagnostici che hanno dato esito negativo; in questi giorni riprenderà il lavoro di allenamento con gruppi più numerosi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
21 Maggio 2020
COVID-19, le misure adottate da Juventus
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I provvedimenti adottati da Juventus in ottemperanza ai DPCM ed ai decreti del Ministero della Salute
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
A seguito del DPCM del 17 maggio 2020 recante “misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”,
la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha deliberato di sospendere fino al 14 giugno 2020 tutte le competizioni sportive calcistiche organizzate sotto sua egida.
Juventus continua a monitorare la situazione relativa al Coronavirus (Covid-19) conformandosi alle disposizioni impartite delle Autorità competenti. Pertanto, preso atto dei DPCM e degli altri provvedimenti straordinari ancora in vigore per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus, la Società ha adottato una serie di misure di prevenzione che abbracciano tutte le attività del Club.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
ATTIVITÀ APERTE AL PUBBLICO
Lo Juventus Museum è temporaneamente chiuso al pubblico.
Gli interventi di sanificazione delle superfici dei luoghi di lavoro vengono effettuati con regolarità attraverso l’utilizzo di prodotti disinfettanti a base alcolica od ipoclorito di sodio.
È stata infine operata la sanificazione di ogni sede Juventus, dei pullman delle diverse squadre e di ogni indumento utilizzato dagli atleti tramite tintorie industriali.
JUVENTUS STORE
Gli Juventus Store seguiranno un programma di riapertura.
La prima città ad alzare le serrande sarà Torino, con la riapertura di tutti gli store (City Center, Megastore e Lingotto) in programma lunedì 18 maggio.
Poi, mercoledì 20 maggio sarà il turno dello Store Roma City Center nella Capitale, seguito dallo Store Milano City Center, che riaprirà invece venerdì 22 maggio.
Gli orari di apertura saranno i seguenti:
·        Torino City Center: 10.30 – 19.00
·        Stadium Megastore: 10.30 – 19.00
·        Torino Lingotto: 10.00 – 20.00
·        Roma City Center: 11.00 – 19.30
·        Milano City Center: 10.30 – 19.00.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
ATTIVITà AGONISTICA
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
A seguito del DPCM del 17 maggio 2020,
la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha deliberato di sospendere fino al 14 giugno 2020 tutte le competizioni sportive calcistiche organizzate sotto sua egida.
Prima Squadra Maschile
A decorrere dal 18 maggio u.s. la squadra sta effettuando sedute di allenamento individuali a piccoli gruppi, con mantenimento delle distanze.
In applicazione delle indicazioni della Commissione medico scientifica federale della FIGC, ieri tutto il gruppo squadra ha effettuato i test diagnostici che hanno dato esito negativo; nei prossimi giorni, pertanto, riprenderà il lavoro di allenamento con gruppi più numerosi.
La partita di Champions League fra Juventus e Olympique Lione è rinviata a data da destinarsi

Il Responsabile del Settore Medico, Dott. Stefanini, in ottemperanza a quanto disposto dal Gruppo Scientifico dei medici sportivi di Serie A, ha comunicato, esplicato e disposto per le Prime Squadre Maschile e Femminile le seguenti 21 regole che valgono anche per dirigenti, personale tecnico e addetti ai lavori.
NON BERE DALLA STESSA BOTTIGLIA
Non bere dalla stessa bottiglietta, borraccia, bicchiere né in gara né in allenamento, utilizzando sempre bicchieri monouso o una bottiglietta nominale o comunque personalizzata, e non scambiare con i compagni altri oggetti come asciugamani, accappatoi, ecc.
NON MANGIARE NELLO SPOGLIATOIO
Evitare di consumare cibo negli spogliatoi.
GLI INDUMENTI
Riporre oggetti e indumenti personali nelle proprie borse, evitando di lasciarli esposti negli spogliatoi o in ceste comuni.
I FAZZOLETTI DI CARTA
Buttare subito negli appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati come cerotti, bende, ecc.
LAVARSI LE MANI
Lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile: il lavaggio e la disinfezione delle mani sono decisivi per prevenire l’infezione. Le mani vanno lavate con acqua e sapone per almeno 20 secondi e poi, dopo averle sciacquate accuratamente, vanno asciugate con una salvietta monouso; se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol al 60%.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
SERVIZI IGIENICI
Evitare, nell’utilizzo di servizi igienici comuni, di toccare il rubinetto prima e dopo essersi lavati le mani, ma utilizzare salviette monouso per l’apertura e la chiusura dello stesso.
DISPENSER E DISINFETTANTE
Favorire l’uso di dispenser automatici con adeguate soluzioni detergenti disinfettanti, sia negli spogliatoi, sia nei servizi igienici.
NON TOCCARSI OCCHI, NASO, BOCCA
Non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate.
TOSSIRE NEL BRACCIO
Coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto – preferibilmente monouso – o con il braccio, ma non con la mano, qualora si tossisca o starnutisca.
CAMBIO D’ARIA
Arieggiare tutti i locali il più spesso possibile.
PULIRE TAVOLI, SEDIE, RUBINETTI
Disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, maniglie, docce e servizi igienici con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75%, acido paracetico e cloroformio.
COSA FARE IN PISCINA
In caso di attività sportiva o allenamento in vasca, richiedere un costante monitoraggio dei parametri chimici (cloro o altre soluzioni disinfettanti) e dei parametri fisici (fra cui il pH o la temperatura, che influisce sul livello di clorazione) .
COSA FARE AI PRIMI SINTOMI
Gli atleti che manifestino sintomi evidenti di infezione respiratoria e/o febbre devono immediatamente abbandonare il resto della squadra, possibilmente, isolarsi, e avvisare il medico sociale nelle squadre professionistiche o il responsabile medico della federazione nei raduni federali, che provvederà a rivolgersi, se ne sussistesse l’indicazione, al Numero 112 o al Numero 1500 del Ministero della Salute operativo 24 ore su 24, senza recarsi al Pronto Soccorso.
VACCINARSI CONTRO L’INFLUENZA
Per chi non fosse ancora vaccinato contro l’influenza, ricorrere il più rapidamente possibile il vaccino antiinfluenzale, in modo da rendere più semplice la diagnosi e la gestione dei casi sospetti.
I CONTATTI A RISCHIO
Informarsi dagli atleti e dal personale societario se ci sono stati eventuali contatti in prima persona o all’interno del proprio ambito familiare con persone rientrate da zone a rischio o in quarantena.
LO SCREENING MEDICO SPORTIVO
Utilizzare la visita medico-sportiva quale fondamentale strumento di screening, attraverso un’attenta anamnesi ed esame obiettivo per l’individuazione di soggetti potenzialmente a rischio immunitario o con sintomatologia.
I RADUNI DELLE NAZIONALI
In caso di raduni nazionali o di atleti o di manifestazioni di circuito internazionale autorizzate anche all’estero, prevedere sempre la presenza di un Medico di Federazione che possa valutare clinicamente, a livello preventivo, tutti i partecipanti, identificando eventuali soggetti a rischio e adottando le più idonee misure di isolamento, seguendo adeguate procedure gestionali secondo gli indirizzi del Ministero della Salute.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I MEDICI SOCIALI
Lo staff medico deve monitorare con attenzione i Paesi verso cui si è diretti o da cui si rientra, secondo le indicazioni del Ministero della Salute. La FMSI ha istituito un collegamento diretto e indirizzi di posta elettronica specifica per tutti i Medici Federali, che sono il punto di riferimento delle Società e degli Atleti, per un più efficace coordinamento delle informazioni grazie alla linea diretta fra Ministero della Salute, Ministero dello Sport, Coni e FMSI.
NIENTE PREMIAZIONI
Evitare premiazioni o altre forme di contatto con il pubblico (es. club o manifestazioni varie)
IL RISCHIO DELLE INTERVISTE
Utilizzare un unico microfono nelle interviste da disinfettare ogni volta (quindi non vari microfoni tenuti in mano dal giornalista)
EVITARE IL CONTATTO CON I TIFOSI
Uscire dal centro di allenamento e/o dallo stadio nel bus della squadra o sull’auto privata evitando il contatto fisico con tifosi (es. evitare selfie, autografi e abbracci).
Prima Squadra Femminile
E’ definitivamente sospesa l’attività FIGC della Divisione Calcio Femminile, ad eccezione del Campionato di Serie A e della Coppa Italia. Le giocatrici della Prima Squadra femminile si stanno allenando individualmente presso il JTC di Vinovo.
Under 23
Sospeso il campionato di Serie C; una selezione dei giocatori della Under 23 ha iniziato presso lo Juventus Training Center di Vinovo un programma di allenamenti individuali in vista della probabile ripresa degli allenamenti di gruppo della prima squadra, a cui alcuni di loro verranno aggregati
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Settore giovanile

A seguito del DPCM del 10 aprile 2020, la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha deliberato di sospendere definitivamente dei seguenti Campionati e Tornei giovanili organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico, programmati per la stagione sportiva 2019/2020:
−      Campionati Giovanili Nazionali, Under 18 Serie A e B, Under 17 Serie A e B, Under 17 Serie C, Under 16 Serie A e B, Under 16 Serie C, Under 15 Serie A e B e Under 15 Serie C;
−      Tornei Giovanili a carattere nazionale, fasi interregionali e fasi finali Under 14 PRO e Under 13 PRO;
−      Fasi interregionali e fasi finali dei Campionati Giovanili Nazionali Femminili Under 17 e Under 15.
Settore giovanile maschile
UNDER 19 – Tutte le gare del Campionato Primavera 1 TIM, SONO sospese. Sospesi anche gli allenamenti, rinviata a data da destinarsi la partita di Youth League contro il Real Madrid, prevista inizialmente per l’11 marzo.
UNDER17-UNDER15 – attività ufficiale sospesa.
UNDER14-UNDER13 –  attività ufficiale sospesa.
UNDER12-UNDER7 –  attività ufficiale sospesa.

Settore giovanile femminile
A seguito del DPCM del 10 aprile 2020, la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha deliberato di sospendere definitivamente lo svolgimento del Campionato Nazionale Primavera organizzato dalla Divisione Calcio Femminile.
TUTTE le attività (Under 19 compresa) sono sospese.
ESPORTS
Le gare della sesta giornata del torneo eFootball.Pro, cui la Juventus partecipa con il suo team, inizialmente in programma per sabato 7 marzo, sono rinviate a data da destinarsi
DIPENDENTI
Di seguito, invece, il paragrafo finale sulle sedi di lavoro e i dipendenti, che abbiamo visto insieme a Fabio Tucci, che ci legge
I luoghi di lavoro Juventus sono stati riaperti ai dipendenti, pur con un contingentamento delle presenze: pertanto, si lavora a turni, privilegiando il lavoro agile domiciliare nel rispetto delle norme di legge vigenti.
Attualmente la Sede Principale ospita, a turnazione, un quarto dei dipendenti di Juventus (circa 50 persone).
L’ingresso avviene in modo flessibile da non creare assembramenti in ingresso, fino alle 10.30. All’arrivo viene rilevata la temperatura corporea e vengono consegnati al dipendente i dispositivi di protezione individuale necessari per la settimana lavorativa.
I luoghi di lavoro sono sanificati periodicamente e igienizzati quotidianamente. All’interno degli stessi è obbligatorio l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (mascherine), transitando nelle parti comuni o qualora la distanza di 1,5 m non possa essere rispettata. Tali regole sono contenute in uno specifico protocollo sanitario le cui  norme essenziali sono state riassunte e divulgate, sia attraverso pratiche “Golden Rules”, sia utilizzando un sistema interattivo digitale (comprensivo di F.A.Q.), che tutti i dipendenti hanno ricevuto via e-mail.
Juventus ha anche predisposto un servizio di mental health di supporto psicologico per i dipendenti in questo periodo di crisi dovuta all’emergenza Covid-19
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I dipendenti sono invitati ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni igienico sanitarie di seguito riportate:
• lavarsi spesso le mani e utilizzare le soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
• evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
• evitare abbracci e strette di mano;
• igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
• evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
• non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
• coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
• non assumere farmaci antivirali e antibiotici a meno che siano prescritti dal medico;
• pulire le superfici e gli strumenti aziendali di lavoro con disinfettanti a base di cloro o alcol;
• Mantenere il distanziamento fisico di almeno 1,5 metri;
• Non creare assembramenti.
E’ stata inoltre riaperta, presso la Sede Principale, la Club House interna che accoglie i dipendenti – secondo turnazione e con una limitazione del tempo massimo di presenza – assicurando per chi consuma il pasto un’area per postazione di 4 metri quadrati con una capienza massima di 15 persone.
E’ assicurata inoltre ai dipendenti anche la possibilità del servizio di asporto: i pasti, previa prenotazione, devono essere consumati nella corte esterna della sede, appositamente attrezzata con sedie e tavolini posizionati in modo da garantire il rispetto del richiesto distanziamento fisico.
I locali degli ambienti di lavoro Juventus sono areati e periodicamente sanificati.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
22 Maggio 2020
UCL:
1996: la Champions League!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Quella notte, a Roma!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
22 Maggio 2020
Storia | 1977, lo Scudetto numero 17
Le immagini della vittoria tricolore!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
22 Maggio 2020
Black&White Stories | La cosa più semplice del mondo…
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La sicurezza di Lilian Thuram
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ci sono giocatori che regalano un’impressione di sicurezza e la mantengono coerente nel corso del tempo. Vi riescono attraverso la totale naturalezza con la quale riescono ad esprimere al meglio le proprie doti fisiche. Tanto da far pensare in automatico che la loro dimensione atletica potrebbe essere trasferita tout court in un’altra disciplina e il risultato sarebbe identico. “Battilo tu, uno così, in qualunque sport”, ha scritto Sandro Veronesi a proposito di Thuram, individuando in lui un prodigio di armonia senza paragoni. Lilian ci ha regalato la suggestione che quella calcistica sia stata solo una delle innumerevoli possibilità avute per esprimere tutto il suo talento. Ed è un bene che sia andata così perché vederlo in campo impegnato in recuperi impossibili o in contrasti implacabili è stato uno spettacolo. Sembrava farlo senza sforzo, come se fosse la cosa più semplice del mondo. Solitamente per i difensori non è così. C’è tutta una motivata retorica che li descrive – e li pretende – come guerrieri. Lui no, non aveva bisogno della faccia cattiva per risultare insuperabile.
Peraltro, lo si era capito subito di che pasta fosse fatto. Negli anni di Parma Thuram si è guadagnato una considerazione internazionale partita dopo partita. Anche per il suo modo del tutto particolare di mettersi in mostra nelle situazioni che contano. Lo dicono i gol con la Nazionale francese, gli unici due che ha messo a segno in una carriera fatta di 142 presenze. Li va a fare nientemeno che nella semifinale di France ’98, nella sfida contro la Croazia. E la cosa che più colpisce è che sono due reti quasi identiche, come se – per l’appunto – fosse la cosa più semplice del mondo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Alla Juventus arriva nel 2001, nell’anno delle grandi operazioni di mercato. Gli fa compagnia Gigi Buffon, che con lui davanti si sente ancor più sicuro. E se il portiere straccia i record di quotazione nel suo ruolo (un investimento di lunga prospettiva, si è poi visto…), anche Thuram è fino a quel momento il difensore più pagato. I suoi 29 anni costituiscono una garanzia, non un limite. I 4 scudetti in 5 campionati sono la dimostrazione che il club ha fatto bene a puntare su di lui e che lui aveva ragione a presentarsi a Torino dicendo che “era facile scegliere questa destinazione. Parlando con i miei compagni e con altre persone ho fatto un po’ di domande: sono stato “costretto” a scegliere la Juventus perché è la società migliore che c’è”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Nel gennaio del 2005,Hurrà Juventuslo intervista, registrando un suo alto livello di soddisfazione. A partire dall’avere ritrovato al centro della difesa il partner dei primi tempi in Serie A, Fabio Cannavaro: “Abbiamo trascorso a Parma 5 anni fantastici, giocato assieme tantissime partite. Gli devo tanto perché quando arrivai in Italia ero un ragazzo di 24 anni e lui mi aiutò ad inserirmi in una realtà per me tutta nuova. E’ una persona solare, è sempre allegro, si diverte. Diciamo che se sono diventato quello che sono è grazie a quanto abbiamo vissuto assieme in quegli anni”.
IL VICE-CAPITANO
E’ un leader, Lilian Thuram, non può non esserlo chi riesce a stare su livelli d’eccellenza per lungo tempo. Eppure, c’è in lui una certa ritrosia di fondo a proporsi come tale. Alla sua quarta stagione in bianconero, viene nominato vice-capitano, pronto a indossare la fascia ogni qualvolta non c’è Alessandro Del Piero nell’undici di partenza. Una responsabilità non nuova, ma vissuta diversamente rispetto al passato: “Pensate che quando ero ragazzino, avrò avuto 15 anni, prima di una partita l’allenatore mi promosse capitano. Finita la gara gli dissi che non l’avrei fatto mai più perché mi sentivo diverso dagli altri con quella fascia al braccio. Rifiutai per molto tempo, era una sensazione strana. Poi mi capitò qualche volta a Monaco e a Parma e adesso qui alla Juventus. Ovviamente con gli anni sono cambiato, non mi sento più diverso, ma spesso ripenso a quell’episodio”. Ed a proposito di mister, questo è il ritratto di Fabio Capello, con il quale lavora da pochi mesi: “Mi dà l’idea di essere persona onesta. Non è facile fare delle scelte quando in una squadra ci sono tanti giocatori forti, le cose vanno bene solo quando l’allenatore ha lo stesso atteggiamento con tutti e dice le cose in faccia. Inoltre Capello stimola sempre i giocatori a migliorarsi, cerca di farci capire gli errori, le sue critiche sono sempre costruttive”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
UNO SPOT PER TORINO
Un anno prima delle Olimpiadi invernali del 2006, Thuram è già uno spot per la città. Dei torinesi ama la virtù della “riservatezza”, allineandosi in questo a ciò che raccontano molti giocatori che a Torino vivono senza timori di eccessive intrusioni alla loro privacy. Ma Lilian va oltre e fa un ritratto del luogo in cui vive che farebbe felice l’Assessorato alla Cultura: “Mi piacciono anche il teatro e le mostre. L’anno scorso ho visitato più di una volta quella sull’Africa e ci ho portato anche i miei figli, che ora vorrei accompagnare a fare il giro della Torino sotterranea. Ho visto il Don Chisciotte, ho ascoltato volentieri una rassegna di musica etnica e ho avuto modo di andare all’auditorium del Lingotto, oltre che al Conservatorio e al Regio”.  Dimentica di citare solo un’altra meraviglia: la rete segnata al Milan due anni prima, l’unica della sua avventura in bianconero fatta di 204 partite, in una delle partite più belle vissute nella storia del Delle Alpi.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
22 Maggio 2020
Today @ JTC | 22 maggio
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le immagini dell’allenamento di oggi al Training Center Continassa

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
22 Maggio 2020
Rugani: «Un mese particolare che mi ha dato tanta forza»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La scoperta e la guarigione dal Covid-19, nel mentre la gravidanza della compagna, e poi il ritorno in campo: il difensore bianconero racconta le sue ultime settimane
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato il primo calciatore in Serie A a risultare positivo al Covid-19, ne è guarito, insieme alla compagna, ed è ritornato in campo alla riapertura del JTC, con ancora più forza ed energia positiva.
L’ultimo periodo di Daniele Rugani è stato sicuramente «particolare», come lui stesso l’ha definito ai microfoni di Sky Sport, ai quali ha raccontato gli eventi delle ultime settimane, facendo anche il punto sugli obiettivi futuri.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Sto molto bene, sono di buon umore. Ho passato un “mesetto” particolare, ma l’importante è che sia andato tutto bene e mi ritengo fortunato. E’ iniziato tutto con una dose di paura nell’apprendere la notizia – spiega Daniele, commentando la scoperta della positività al Covid-19 – perché temevo di aver trasmesso la malattia alla mia compagna, che è incinta. Per sicurezza ho deciso di andare subito in ritiro in Continassa ed è stata la cosa migliore e più corretta per tutti; devo ringraziare i Dottori per la loro professionalità e per la bravura nel tranquillizzarci. Sicuramente uscire da questa situazione ha dato, a me e alla mia compagna, moltissima forza ed energia positiva».
«Ho visto la Bundesliga – commenta Rugani in merito alla ripresa dei campionati, iniziata già lo scorso weekend in Germania – e fa strano vedere gli stadi vuoti e i giocatori separati in panchina, ma giustamente bisogna fare il massimo per tornare in campo con la maggior sicurezza possibile, e le misure vanno seguite per la salute di tutti».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
«Il mio obiettivo – spiega il numero 24 – è quello di dare sempre il massimo contributo alla squadra. Dovessimo ricominciare, ci saranno tante partite ravvicinate quindi sarà fondamentale essere pronti ad aiutare, perché vogliamo portare a casa i traguardi collettivi che ci siamo prefissati».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
23 Maggio 2020
The Best | de Ligt, il primo anno in bianconero
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le più belle giocate del campione olandese all’anno di esordio in bianconero

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
23 Maggio 2020
Storia | 1997, lo Scudetto numero 24
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Le immagini della vittoria tricolore!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
24 Maggio 2020
Juve in The World: Bruges
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
1978 e 2005: due gare per due epoche diverse
Il Belgio rientra tra quei Paesi che hanno deciso di interrompere lo svolgimento del campionato in seguito all’emergenza causata dal Coronavirus e di rendere ufficiale la situazione di classifica così come è maturata fino ad oggi. Non si giocheranno pertanto i play-off che designano la squadra campione e il titolo è stato assegnato al Club Bruges, che nella prima fase del torneo ha maturato 15 punti di vantaggio sul Gent, la concorrente più vicina. Per la squadra campione non è una novità trionfare: storicamente solo l’Anderlecht ha vinto più campionati.
Negli incroci con la Juventus – il primo in Coppa dei Campioni, il successivo in Champions League – il teatro della sfida è lo Jan Breydel Stadion. Poco meno di 30.000 posti, è stato costruito nel 1974 ed ha ospitato diversi momenti di ristrutturazione, la più importante delle quali è avvenuta in occasione dell’Europeo del 2000 che il Belgio ha organizzato con l’Olanda. Attualmente in città ferve il dibattito su un’ipotesi di edificazione di una nuova architettura sportiva, per la quale il Bruges costruirebbe un impianto di proprietà in un’area adiacente allo stadio esistente, ampliando la capienza di circa 10.000 unità e implementando l’area con l’inserimento di altri campi da gioco.
Quando la Juve si recò la prima volta, in ragione anche dell’importanza dell’evento – ci si giocava la conquista del biglietto per la finale – la sensazione immediata fu quella di un luogo che riusciva ad aiutare la squadra con la spinta dei suoi tifosi, grazie agli spalti attaccati al terreno di gioco. Anche se non va dimenticato che nel match d’andata il Comunale ruggì probabilmente anche di più, soprattutto nel finale, quando Roberto Bettega riuscì a trovare la via della rete e Antonio Cabrini andò vicino al punto del raddoppio con un’esaltante azione personale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA PRIMA SFIDA
Chi l’ha vissuta, la gara del ritorno non l’ha certo dimenticata. Per il senso d’ingiustizia ad essa collegata e anche per l’andamento beffardo, visto che le due reti dei padroni di casa arrivano in testa e in coda dei 120 minuti che occorrono per decretare chi passa il turno. Su Hurrà Juventus è Angelo Caroli, storica firma nonché ex giocatore bianconero negli anni ’50, a raccontare le fasi salienti. A partire dall’ottima reazione della squadra trovatasi immediatamente in svantaggio: “La Juve non ne rimase traumatizzata. Giocò il suo più bel match all’estero. Dominò le operazioni a centrocampo, ma dimostrò di risentire ancora della psicosi del fuorigioco”. Per opporsi a questa mossa tattica, utilizzata in maniera rigorosa dal Bruges – e più in generale anche dalla nazionale belga – il calcio italiano non aveva ancora trovato le contromisure e gli accorgimenti, forse perché “indignato” moralmente, lo leggeva come una strategia scorretta. Lo si vide anche nell’Europeo due anni dopo, con gli azzurri incapaci di bucare la linea difensiva degli avversari e un Enzo Bearzot a commentare amareggiato per “l’atteggiamento dei belgi: hanno giocato per non perdere e per far ciò si sono dimenticati del pubblico che si attendeva un buono spettacolo”.
Bruges-Juventus si decide a 4 minuti dal termine con la rete del 2-0 ad opera di Vandereycken (futuro genoano) e c’è un che di ulteriormente assurdo perché arriva su contropiede. Prima e dopo, ci sono due decisioni dell’arbitro Eriksson che hanno un peso: il secondo cartellino giallo per Gentile e – soprattutto – il penalty non accordato per fallo su Cabrini, una decisione che fa urlare d’indignazione il pur moderato Bruno Pizzul, telecronista del match: “Il rigore c’era e c’era tutto!”
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
TREZEGOL 100
La “vendetta” viene servita a decenni di distanza. Ci si ritrova nel 2005, stavolta nella gara d’avvio del girone, tre anni prima che a Bruges nasca il Museo delle patatine fritte, considerato dalla Lonely Planet tra i dieci “musei alimentari più strani al mondo”, una tappa curiosa per tutti coloro che si recano nella città nota anche come “Venezia del Nord” per la presenza di una fitta rete di canali.  Non è strano, invece, che la differenza di valori tra le due formazioni si esprima lungo i 90 minuti, dando modo alla Juve di prevalere per 2-1.  In gol vanno Pavel Nedved e David Trezeguet e la rete del francese ha un potente significato simbolico essendo la sua numero 100. Un traguardo che il bomber confessa a Hurrà di avere “accusato”: “Al di là del valore che aveva la prima partita in Champions League, c’era questo centesimo gol che, anche inconsciamente, continuava a girarmi in testa. D’altronde quando ti manca un passo per raggiungere un obiettivo così importante è normale sentirsi un po’ nervoso”. L’importanza della sfida non è paragonabile a quella precedente, anche perché il Bruges non riesce più a emergere nel contesto internazionale, mentre nel 1978 anche nella finale con il Liverpool fu riconosciuto il suo valore ed uscì sconfitto da Wembley solo per effetto di una rete dello scozzese Kenny Dalglish.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
25 Maggio 2020
Black & White Stories | Umberto Colombo, l’uomo che ha imparato a vincere
Un’intervista del 1995
Da sempre nella Juventus c’è una consistente schiera di giocatori che hanno imparato a vincere – per poi proseguire a farlo con continuità – riuscendo a emergere dopo anni non facili. E’ questa una dimostrazione tutt’altro che scontata di carattere, di capacità nel superare quelli che ad un certo punto sembrano limiti invalicabili. Si prendano le prime fasi delle grandi svolte nella storia della Signora, dal primo anno di Marcello Lippi a quello di Antonio Conte: in quei gruppi, non erano pochi i componenti che non avevano mai assaporato il piacere del successo. Anzi, non era piccola la parte di critica che li riteneva inadatti per dare consistenza alle prospettive di rinascita della squadra. Invece – ma non è una sorpresa per chi sa come nel calcio non ci sia mai nulla di definitivo, tanto meno le bocciature – sono stati proprio loro a costituire quello zoccolo duro rivelatosi necessario nel riuscire a dare quel qualcosa in più nel momento topico della stagione. Trovando energie insperate, regalate evidentemente dal desiderio di affermazione maturato nelle lunghe stagioni difficili.
Risalendo indietro nel tempo, una delle figure più significative in tal senso è Umberto Colombo, che proprio in questi giorni – esattamente il 21 maggio – ha appena compiuto 87 anni. Nato a Como, fa il suo esordio in bianconero nel 1954-55, meritandosi subito uno spazio d’attenzione: non è ancora un titolare fisso, ma i numeri parlano per lui perché non sono pochi 5 gol in 19 apparizioni nel suo primo campionato di Serie A. Gli exploit sono figli delle sue doti d’inserimento.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In un calcio non esageratamente dinamico come quello praticato nella sua epoca si fanno notare le sue incursioni da centrocampista, bravo a rimanere freddi quando si presenta davanti al portiere. Sono anni difficili, però, per la squadra. Ma è proprio in questa situazione che Colombo si guadagna la stima necessaria per essere uno dei protagonisti della Juventus che dal 1957 – con l’innesto di John Charles e Omar Sivori – tornerà a trionfare con 3 scudetti in 4 anni, ai quali vanno aggiunte 2 Coppe Italia (e una – davvero storica – la alzerà con la maglia dell’Atalanta).
Nel 1995, quando la sua “seconda vita” è nel campo assicurativo, Hurrà Juventus lo va a incontrare per farsi raccontare la Juventus di ieri e anche quella che si sta apprestando a vivere un grande finale di stagione, impegnata com’è su tre fronti: campionato, Coppa Uefa e Coppa Italia.
LA BELLEZZA DI GIOCARE A CALCIO
C’è una ricetta per essere un calciatore professionista di buon livello, stare 7 anni alla Juventus e mettere in fila 193 presenze? Per Umberto sì: “Ho sempre saputo giocare con passione ed entusiasmo, senza mai pormi un traguardo diverso dal più puro e schietto divertimento”. Oltre alla “vocazione” personale, è fondamentale il contesto nel quale ci si trova: “La società era contraddistinta da un ambiente molto familiare, nel quale regnava una schietta amicizia tra tutti i giocatori, e ciò coinvolgeva anche Sivori, nonostante il suo carattere notoriamente non troppo facile. Eravamo davvero uniti, tant’è che si andava in vacanza insieme e la domenica o il lunedì sera era quasi obbligatoria per tutti i componenti della squadra una capatina alla discoteca “Arlecchino” o al night: venivamo dalla guerra, avevamo tanta voglia di libertà e di divertimento…”. La bellezza dei 20 anni o poco più combinata insieme a una professione bellissima. Volgendo lo sguardo all’indietro, diventa automatico proporre  una riflessione profonda su “un lasso temporale che mi sembra sia durato un secolo, mentre il resto dell’esistenza extracalcistica è volato via in un batter d’occhio…”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA JUVE VINCERA’
Umberto Colombo è stato anche un appassionato opinionista televisivo, uno juventino combattivo in tante trasmissioni. Chiamato a rispondere sulle prospettive della formazione bianconera, appena dopo che ha conquistato il titolo d’inverno del campionato 1994-95, esprime ottimismo e convinzione circa l’esito finale sulla base di tre ragioni. La prima parte dall’esperienza diretta: “Conobbi Lippi qualche anno fa a Bergamo, e già allora mi impressionò favorevolmente. Ma ora lo ritengo ulteriormente migliorato, in quanto mi pare faccia tesoro di ogni esperienza aggiornando continuamente il suo bagaglio tecnico, che è assolutamente completo e di primo ordine”. Quindi si concentra su risorse aggiuntive che il mister ha a disposizione: “I vari Kohler, Baggio e Vialli sono veri e propri allenatori in campo, il che rappresenta un ‘ulteriore garanzia circa il rendimento della squadra”. Infine, la terza riproduce ciò che ha vissuto lui, a poco meno di 40 anni di distanza: “La “rosa” comprende soltanto ottimi giocatori che hanno una gran voglia di vincere qualcosa di importante, e per riuscirci sono certo che faranno gruppo anche fuori dal campo, come succedeva ai nostri tempi”. Come sia andata a finire, è noto a tutti: la Juve di Lippi, esattamente come quella di Colombo, ha conquistato 3 tricolori in 4 anni, per non fermarsi fino a quando non ha centrato tutti gli obiettivi in Europa e nel mondo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
25 Maggio 2020
Today @ JTC | 25 maggio
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Squadra al lavoro alla Continassa!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
26 Maggio 2020
Tanti auguri, Juan!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Cuadrado spegne 32 candeline: buon compleanno, Panita!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Oggi in casa Juve si festeggia il compleanno di uno dei giocatori più rappresentativi di tutto il gruppo.
Parliamo di Juan Cuadrado, che compie 32 anni. Un compleanno che il nostro laterale trascorrerà al lavoro, dopo aver ripreso da qualche giorno gli allenamenti.
In due parole, Cuadra è allegria e qualità. Sono due ingredienti del suo essere campione che fin da subito abbiamo imparato ad amare. Sulla fascia del campo, che sia la destra o la sinistra, Juan non fa mai mancare un apporto fondamentale: un vero e proprio Jolly, che non si tira mai indietro, qualsiasi sia la posizione in cui in quel momento c’è bisogno di lui.
Qualità, assist, gol. E, si diceva, il sorriso: quell’allegria che esplode in un balletto quando c’è da esultare, ma è uno dei suoi tratti distintivi sempre, dentro e fuori dal campo.
Buon compleanno, Panita! Che sia una giornata di grande allegria!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
26 Maggio 2020
Juventus Academy World Cup … at Home!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il torneo internazionale dedicato alle Academy bianconere di tutto il mondo non si ferma e cambia location: anziché a Torino si terrà … online!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Si avvicina il momento di quello che, da calendario, avrebbe dovuto essere l’evento più importante della stagione per il progetto Juventus Academy: la Juventus Academy World Cup.
Quanto è accaduto e sta accadendo in tutto il mondo ha ovviamente reso impossibile replicare, per questo 2020, il grande successo di un evento che lo scorso anno ha portato a Torino oltre 2500 persone tra ragazzi (1000 i giocatori che hanno preso parte alle attività), famiglie e accompagnatori, per un’indimenticabile settimana di calcio, amicizia e divertimento.
Ma l’entusiasmo, la voglia di continuare a condividere e giocare insieme, l’amicizia e il divertimento non si fermano e così seppur in una modalità diversa dal solito, il Club ha deciso di organizzare un’attività che coinvolgerà comunque i ragazzi bianconeri di tutto il mondo.
Quest’anno, dunque, la Juventus Academy World Cup si svolgerà … at Home! In questo modo forse non si potrà avere a Torino i partecipanti ma l’attività verrà portata direttamente nelle case dei ragazzi, in tutti i continenti.
Saranno infatti ben 64 le Juventus Academy che, in base all’età, si sfideranno su differenti tipologie di esercizi, trick e prove di abilità.
Originalità, impegno e, ovviamente, juventinità i parametri richiesti per superare le varie fasi a gironi ed aggiudicarsi il podio. In pieno spirito Academy, non sarà dunque sufficiente conquistare tutte le prove per diventare la vincitrice: occorrerà impegnarsi, collaborare e stupire nel produrre, in ogni fascia di età, i contenuti più interessanti.
Contenuti che verranno condivisi con tutti i tifosi bianconeri, attraverso i canali social di Juventus; un modo per coinvolgere tutti nella partecipazione a questa grande festa bianconera in tutto il mondo.
Un’ulteriore occasione, questa, per rafforzare il messaggio che, sebbene distanti, siamo tutti uniti.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ed è così che in queste settimane in cui, forzatamente, le Academy sono state costrette alla chiusura (eccezion fatta per la sede in Vietnam), i ragazzi si sono cimentati in divertenti challenge con i loro amici e i loro parenti, spaziando dal calcio alla cucina (una delle sfide più divertenti è stata quella della pizza… bianconera)
Al di là delle sfide più creative e fantasiose i ragazzi sono sempre stati seguiti dai loro tecnici e dallo Staff Juventus, che ha preparato per loro piani di lezioni tecniche e allenamenti online che culmineranno con la Juventus Academy World Cup…at home.
Di qui in poi ci si augura che i giovani calciatori possano pian piano tornare a giocare in campo. Ed è importante guardare avanti, con ottimismo: le Juventus Academy stanno infatti cominciando a riaprire, in alcuni luoghi del mondo, come Cina, Australia e Polonia (ovviamente seguendo le  indicazioni delle autorità locali) e i primi Training Camp post emergenza sono confermati, al momento, in Svezia, Repubblica Ceca e Serbia.
Inoltre il progetto Juventus Academy Year Round Training si allargherà ulteriormente: sono previste le aperture negli Stati Uniti (a St Louis), a Londra e a Istanbul.
Infine, in attesa di poter annunciare la vincitrice della Juventus Academy World Cup…at home il team è già al lavoro per l’edizione 2021 del torneo, un evento che non avrà eguali poiché vedrà il ritorno alla realtà di quello che non è semplicemente un evento, bensì un’espressione unica dei valori e della passione bianconera manifestata attraverso il calcio giocato dai ragazzi che in tutto il mondo indossano i colori del Club.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
27 Maggio 2020
Sedici anni fa l’addio al Dottore
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il 27 maggio 2004 ci lasciava Umberto Agnelli
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Una vita per la Juventus e con la Juventus. Umberto Agnelli, il Dottore, ci lasciava sedici anni fa, dopo aver scritto, con eleganza e passione, pagine indimenticabili della nostra storia.
Con lui abbiamo vinto tutto, in un percorso condiviso durato una vita intera e cominciato formalmente nel 1955, quando divenne il più giovane presidente della nostra storia. Ruolo lasciato poi nel 1962 dopo aver conquistato tre Scudetti, tra cui quello della Prima Stella, e due Coppe Italia.
Il suo legame con la Juventus, però, andava oltre i ruoli formali e non si è mai spezzato, risaldandosi ulteriormente nel 1994, quando tornò a occuparsi in prima persona del club e condividere altri momenti indimenticabili, altre vittorie, fino ad arrivare sul tetto d’Europa e del mondo.
Cinque Scudetti, una Coppa Italia, quattro Supercoppe italiane, una Coppa Intertoto, una Supercoppa europea, la Champions League e la Coppa Intercontinentale: queste le aggiunte alla sua lista dei trofei in bianconero.
Una lista ricca, cui aggiungiamo, idealmente, anche tutti i titoli conquistati in questi anni. Dedicati al Dottore, che non dimenticheremo mai.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
27 Maggio 2020
Black&White Stories | I 7-0 in Europa
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La storia di 3 goleade di Coppa
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Nella storia delle competizioni europee ci sono tre partite dove la Juventus, davanti al proprio pubblico, ha travolto gli avversari con ben 7 gol. Coppa delle Coppe, Coppa dei Campioni e Champions League le manifestazioni. 1983, 1986 e 2003 sono gli anni nei quali il Comunale per due volte e il Delle Alpi nell’ultima hanno assistito al tiro a segno ai danni del Lechia Danzica, del Valur e dell’Olympiacos. Polonia, Islanda e Grecia le nazioni dei club. Nel primo e nel terzo caso un po’ di stupore per il divario così ampio è legittimo, tenendo conto di come il calcio polacco fosse in ottima salute all’epoca e di quanti incroci ben più sofferti ci siano stati con l’Olympiacos prima e dopo, valga per tutti quel 3-2 in rimonta vissuto allo Stadium nell’edizione che ci avrebbe poi portato fino alla finale di Berlino.
Ci sono elementi in comune alle tre goleade? Sebbene il campione preso in esame sia ridotto, si possono scorgere situazioni che ricorrono da una gara all’altra? Proviamo a indagare.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I SEGNALI DELLA VIGILIA
Partiamo innanzitutto dalle condizioni di partenza. Contro il Lechia e il Valur, la Juve di Trapattoni fa il suo debutto stagionale in Europa. Legittimo sperare che la pratica si possa indirizzare a proprio favore già nei primi 90 minuti con un risultato corposo (il classico 3-0 in casa), ma di riuscire a rendere praticamente superfluo il match di ritorno non ne parla nessuno. Diverso, invece, è il contesto del match con l’Olympiacos: Lippi si è già guadagnato la qualificazione nel girone e si gioca il primo posto, una differenza di stimoli troppo ampia rispetto a un avversario ultimo in classifica e senza più traguardi da raggiungere.
Che segnali ci sono alla vigilia dell’incontro? Nel 1983 la Juve è reduce da 7 gol segnati all’Ascoli nella prima giornata di campionato tre giorni prima. Ma Jartrebowski, tecnico del Lechia, rivendica una vittoria dei suoi in patria altrettanto significativa (5-0) e si presenta ottimista: “Siamo in forma eccellente e speriamo di superare il turno”. Il Valur, invece, è rappresentante di un calcio che è ancora lontano anni luce dalle straordinarie gesta dell’Islanda dell’ultimo periodo, che l’hanno portata a raggiungere i quarti di finale all’ultimo Europeo e alla sua prima storica partecipazione a un Mondiale nel 2018. Le premesse della sfida con l’Olympiacos sono invece rappresentate dallo stato di forma della Juve, reduce da 3 sconfitte di fila (due in campionato, una in Champions con il Galatasaray). C’è perciò l’esigenza di dover dimostrare che una via d’uscita è possibile e una partita senza particolari tensioni può essere un’occasione da non lasciarsi sfuggire.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’EROE E IL PUNTO DI ROTTURA
Nei 21 gol messi a segno nei 3 incontri, emerge una linea tattica comune: la Juve trova con esagerata facilità la profondità, mettendo a nudo i limiti di una difesa che tiene la linea alta o che comunque non riesce a impedire agli attaccanti bianconeri di trovare spazi favorevoli per presentarsi a tu per tu con il portiere. Nel tiro al bersaglio, poi, vi è la compresenza di più attori, anche se uno dei bomber riesce a conquistare la parte del protagonista.
Nel 1983, Penzo fa il suo esordio in Coppa delle Coppe con un poker di gol, un exploit che illude un po’ sulle sue medie di realizzazione che poi non saranno più all’altezza di così tanta aspettativa. “La Coppa ha la stessa importanza del campionato”, dice alla fine il neo-acquisto bianconero, aggiungendo una sua forte convinzione: “Se poi dovessimo scegliere, io e credo i miei compagni sceglieremmo lo scudetto” (dilemma che verrà spazzato via dalla vittoria nell’una e nell’altra competizione). Con il Valur è Michael Laudrup a eccellere con una tripletta, mischiando una conclusione da fuori di esterno-collo destro che è un capolavoro a due reti di freddezza nordica in area di rigore. Profondamente diverso è il tabellino nel 7-0 all’Olympiacos: la partecipazione al gol è fortemente democratica, con ben 6 autori diversi. L’unico a ripetersi, tanto per cambiare, è David Trezeguet, per lui due reti sono la normalità.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Infine, è interessante constatare in quale momento all’interno delle partite si è determinato il punto di rottura dell’argine avversario facendo capire che la sera sarebbe stata a senso unico. Per il Lechia il crollo è praticamente immediato: a metà del primo tempo passa dall’1-0 al 4-0 in soli 5 minuti. Una situazione non molto diversa per l’Olympiacos, che incassa la prima rete al quattordicesimo minuto ed esattamente nello stesso lasso di tempo successivo ne subisce altre tre. Il Valur frana inesorabilmente, invece, dopo l’ora di gioco: andata al riposo sul 3-0, la squadra islandese sembra tenere nel primo quarto d’ora della ripresa, salvo poi incassare 4 reti nei successivi 18 minuti prima di un finale di “tregua”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
28 Maggio 2020
La Juventus saluta Roberto Sassi
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Arrivato nel 2011, il “Prof” terminerà la sua esperienza in bianconero il 30 giugno prossimo, dopo aver dato un contributo fondamentale ai successi e alla crescita del club
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Per il mondo dello sport e del calcio in particolare è uno dei massimi esperti di preparazione atletica, ma alla Juve, nello spogliatoio o nei corridoi della sede è, e sarà sempre, semplicemente “il Prof”. Roberto Sassi terminerà la sua esperienza in bianconero il prossimo 30 giugno, dopo aver dato un fondamentale contributo a questi anni di successi irripetibili, prima come responsabile del Training Check e poi della Sport Science.
Arrivato alla Juventus nel 2011, dopo le esperienze con il Varese, il Lecce, la Lazio, l’Avellino, il Torino, il Verona, la Salernitana, la Fiorentina, il Valencia, l’Atletico Madrid, il Chelsea, il Parma, la Sampdoria e la Dinamo Mosca, ha avuto un ruolo cruciale nella crescita del club, non solo sotto il profilo sportivo. L’applicazione di metodi di ricerca innovativi e l’istituzione e l’aggiornamento costante dei Corsi di Formazione hanno permesso lo sviluppo di un “metodo Juventus” di preparazione, oggi esteso a tutti gli staff e le formazioni bianconere.
A questo si aggiungono gli otto scudetti, le quattro Coppe Italia e le quattro Supercoppe italiane, conquistate anche grazie alla passione e alla professionalità che Roberto Sassi ha quotidianamente dimostrato.
Ecco allora che, nel momento di salutarlo, tutta la Juventus si unisce nel ringraziarlo per questi anni straordinari e nell’augurargli il meglio per il suo futuro professionale.
«Grazie di tutto Prof!».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
29 Maggio 2020
Trentacinque anni fa, l’Heysel
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
In trentanove persero la vita a Bruxelles, il 29 maggio 1985. Il nostro ricordo.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Sono passati trentacinque anni, ma la memoria di chi c’era, di chi ha assistito dai teleschermi di casa, e anche di chi non era ancora nato ma ha conosciuto i fatti leggendo i libri di storia, è qualcosa che si risveglia, immediatamente, al solo leggere o sentire quella parola.
Heysel.
Quel giorno a Bruxelles c’era il sole. Un sole che stava lasciando sul campo i suoi ultimi raggi, quando proprio su quel campo, e su quegli spalti, prima dell’inizio della Finale di Coppa dei Campioni fra Juve e Liverpool, si consumò l’incredibile.
Si consumò l’orrore.
Successe tutto in pochi istanti: le cariche, la corsa per scappare, quel muro che crolla. E il panico. Una notte, quella di Bruxelles, che si portò via 39 persone, quasi tutte italiane: il più giovane fra loro aveva solo dieci anni.
È alla loro memoria che oggi, come ogni giorno, dedichiamo il nostro raccoglimento, e il nostro dolore.
Perché passano gli anni, ma quella parola continua a evocare in noi lo stesso, immutato dolore.
Heysel.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
29 Maggio 2020
La Serie A riparte: il calendario della Juve!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ufficializzato il calendario di Serie A dall’8ª giornata di ritorno (Bologna-Juve) fino alla 16ª (Udinese-Juve)
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
E’ ufficiale: il calcio italiano ripartirà, e lo farà da giugno, dopo la lunga sosta forzata, dovuta all’epidemia di Covid-19.
In attesa dell’ufficialità relativa alle date di Coppa Italia, la Lega Serie A ha oggi diramato il calendario della Serie A dall’ottava alla sedicesima giornata di ritorno.
Per tutti i bianconeri la data da cerchiare è quella di lunedì 22 giugno (alle ore 21:45), quando la Juve riprenderà il suo cammino in campionato in casa del Bologna.
A luglio invece sono in programma il derby della Mole all’Allianz Stadium (sabato 4 luglio ore 17:15) e le sfide con Milan (martedì 7 luglio ore 21:45 a San Siro), Atalanta (sabato 11 luglio ore 21:45 all’Allianz Stadium) e Lazio (lunedì 20 luglio ore 21:45 all’Allianz Stadium).
Di seguito il calendario completo:
8ª GIORNATA RITORNO – Lunedì 22 giugno ore 21:45 – Bologna-Juventus
9ª GIORNATA RITORNO – Venerdì 26 giugno ore 21:45 – Juventus-Lecce
10ª GIORNATA RITORNO – Martedì 30 giugno ore 21:45 – Genoa-Juventus
11ª GIORNATA RITORNO – Sabato 4 luglio ore 17:15 – Juventus-Torino
12ª GIORNATA RITORNO – Martedì 7 luglio ore 21:45 – Milan-Juventus
13ª GIORNATA RITORNO – Sabato 11 luglio ore 21:45 – Juventus-Atalanta
14ª GIORNATA RITORNO – Mercoledì 15 luglio ore 21:45 – Sassuolo-Juventus
15ª GIORNATA RITORNO – Lunedì 20 luglio ore 21:45 – Juventus-Lazio
16ª GIORNATA RITORNO – Giovedì 23 luglio ore 19:30 – Udinese-Juventus
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
I tifosi della Juventus possono dunque prendere carta e penna e segnarsi gli appuntamenti di un’estate che si annuncia intensa ed emozionante.<

/blockquote>29 Maggio 2020
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ramsey: «Il campo ci è mancato tanto»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La vita in quarantena e la ripresa. Aaron Ramsey racconta come ha vissuto questi ultimi mesi a Torino
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sono passati quasi tre mesi dall’ultima gara disputata dai bianconeri. Tre mesi di quarantena, allenamenti a casa, e poi, il ritorno al JTC Continassa, prima individualmente, e poi, di nuovo in gruppo. Tre mesi che Aaron Ramsey ha raccontato ai microfoni di Sky Sport.
«Sto molto bene – spiega il gallese – Abbiamo iniziato con sedute individuali all’inizio, che era un’esperienza molto strana per come eravamo abituati, ma era la cosa più giusta per la nostra salute e per il rispetto delle regole. Poi siamo tornati ad allenarci in gruppo, ed è stato bello perché è quello che amiamo di più»
Ramsey ha deciso di passare questo periodo interamente in Italia, cercando di trarre il meglio dalla situazione:
«L’Italia è stato uno dei primi paesi ad andare in lockdown e ho deciso di rimanere qui. E’ stato ovviamente difficile rimanere in casa per così tanto tempo, ma ci sono stati anche molti aspetti positivi: tra tutti, il tempo passato con la mia famiglia, per il quale sarò sempre grato».
«Sono molto entusiasta – commenta Aaron, parlando dell’evoluzione della situazione in Italia e della prospettiva del ritorno del calcio giocato – L’Italia ha gestito bene le cose e tutto sta ripartendo pian piano, tornando ad una nuova normalità. Siamo fiduciosi, seguiamo i protocolli e non vediamo l’ora di tornare a giocare. Sarà strano farlo a porte chiuse, come già abbiamo provato con l’Inter, ma è l’unico modo per riuscire a completare la stagione. Ci è mancato tanto il campo e ora ci mancano le partite».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Una partita, quella con l’Inter, nella quale il numero 8 bianconero aveva lasciato il segno con il gol del vantaggio: «Una partita stranissima: una delle più importanti della stagione ma con un’atmosfera insolita. Abbiamo cercato di motivarci al massimo e far vedere tutta la nostra professionalità. E’ stato importante vincere – aggiunge Aaron – perché volevamo tantissimo quei tre punti che ci hanno permesso di tornare in testa alla classifica».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
29 Maggio 2020
+ 39 RISPETTO
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
A 35 anni dalla tragedia di Bruxelles, la Mole Antonelliana si è illuminata per ricordare le vittime di quella follia. Durante il giorno, tante cerimonie di commemorazione
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Mole Antonelliana illuminata con la scritta “+39 RISPETTO” ha concluso anche quest’anno la giornata dedicata alla memoria delle vittime della Tragedia dell’Heysel.
E, come ogni anno, sono state tante le iniziative cui Juventus ha partecipato, in un 29 maggio che per il Club significa memoria e raccoglimento.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina, si è tenuto a Bruxelles,al King Baudouin Stadium, quello che  nel 1985 era lo stadio Heysel, il  “Commemoration 35 years Heysel drama” . La Juventus ha inviato una composizione floreale e una lettera di ricordo da parte del Presidente Andrea Agnelli indirizzata al sindaco della città, Philippe Close. Erano presenti alla cerimonia anche l’Ambasciatore Italiano in Belgio, Elena Basile, l’assessore allo Sport per Bruxelles, Benoit Hellings, e l’ambasciatore del Regno Unito in Belgio, Martin Shearman.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Nel pomeriggio, a più di mille chilometri di distanza, a Reggio Emilia, il Comitato “Per Non Dimenticare Heysel”, rappresentato  dalla Presidente, Iuliana Bodnari e dal Direttivo del Comitato si è riunito davanti al Monumento delle Vittime per depositare l’omaggio floreale della Juventus e leggerne il  messaggio di partecipazione al dolore delle famiglie.
Il Club ha partecipato anche alle commemorazioni tenutesi a Grugliasco, al”Giardino Vittime dell’Heysel”, e a Cherasco, presso il monumento dedicato ai caduti, inaugurato nel 2016 e situato nei giardini del santuario Madonna delle Grazie: Alessandro Siano, portiere della Juventus U23, ha presenziato in entrambe le occasioni, depositando i fiori  inviati dalla società.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Anche lo Juventus Official Fan Club di Grugliasco “Alessio e Riccardo” ha onorato le vittime dell’Heysel, riunendosi in una celebrazione insieme al sindaco di Grugliasco, Roberto Montà, e all’assessore allo sport, Gabriella Borio.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
30 Maggio 2020
Classic Match: Juve-Milan, 2017
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il lampo della Joya decide la sfida da rivivere dal primo all’ultimo minuto GUARDA L’INTERO MATCH!</blockquote>JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
31 Maggio 2020
Juve in the World | Amsterdam
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Una frequentazione che parte da lontano
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Dici Amsterdam e non si può che pensare immediatamente all’Ajax, club con il quale la Juventus ha intrecciato il suo percorso svariate volte, comprese due finali “epocali”: la prima nel 1973, a Belgrado, dove hanno vinto i lancieri; la seconda nel 1996 a Roma, con la Signora ad aggiudicarsi la coppa dalle grandi orecchie ai calci di rigore. Se questi sono due appuntamenti unici, diversi sono stati i viaggi dei bianconeri nella città olandese, a partire dal 1974, nei confronti ad andata e ritorno. Sei gare con un bilancio più che positivo: tre successi, due pareggi e una sconfitta di misura che non ha comunque compromesso il passaggio del turno. Amaro è stato invece l’ultimo atto della Champions League del 1997-98, quando all’Amsterdam Arena – inaugurata due anni prima e oggi ribattezzata in onore del profeta del calcio totale Johan Cruijff – il Real Madrid ha prevalso con la rete di Mijatovic.
A precedere questo fitto quadro di impegni – sparso tra Coppa Uefa, Coppa dei Campioni, Champions League ed Europa League – c’è una gara amichevole molto lontana nel tempo. Risale al 7 settembre 1938, quando il club prepara il campionato rispondendo a una chiamata prestigiosa. Il Comitato dei festeggiamenti per il quarantesimo anno di regno della Regina Guglielmina invita la Juventus a effettuare un’amichevole con la Nazionale olandese (una consuetudine non rara nel tempo, anche a Torino si sono viste rappresentative di un Paese scendere in campo contro i bianconeri). Si può intuire il motivo di così tanta attenzione: gli Orange hanno partecipato ad entrambi i Mondiali vinti dall’Italia nel 1934 e – per l’appunto – nel 1938. Ospitare la Juventus significava pertanto confrontarsi con un bel po’ di giocatori affermati internazionalmente. La formazione bianconera arriva ad Amsterdam passando per Parigi e soggiornandovi una notte (un particolare importante che tornerà successivamente). La gara si conclude 1-1: vanno in vantaggio i bianconeri con Luigi Busidoni; per l’Olanda la rete è di Franciscus van der Veen, un diciannovenne, quasi a indicare come già ai tempi la politica dei giovani fosse la direttrice di un calcio che avrebbe poi trovato una stabile dimensione di vertice a partire dagli anni ’70 e che ha in oggi nel nostro Matthjis de Ligt uno degli esempi più evidenti.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
AMSTERDAM? NO, AJAX
Più volte vi abbiamo raccontato attraverso gli articoli di Hurrà Juventus come insieme all’evento agonistico ci fosse il desiderio di scoprire e narrare la città che lo ospitava. In un mondo molto meno connesso di quanto lo sia oggi, varcare le frontiere coincideva con il passaggio della soglia nella fiaba, la stranezza e le diversità che si proponevano davanti acuivano lo sguardo. Curiosamente, non è il caso di Amsterdam, nonostante di leggende – più o meno “metropolitane” – sull’originalità della città ne esistano in gran numero. Più del luogo, conta il club, il senso rivoluzionario che si porta appresso quell’Ajax delle meraviglie, che dal 1971 al 1974 infila un trittico di successi di fila in Coppa dei Campioni. Perciò, quando l’11 dicembre la Juve va ad affrontare gli olandesi in casa loro, 5 mesi dopo la consacrazione del nuovo calcio proposto anche dalla Nazionale al Mondiale tedesco, il focus d’attenzione è tutto rivolto al merito del confronto. “Cancellato dalla Coppa “il Grande Ajax”, si proclama felici dell’impresa in Coppa Uefa.
E a rafforzare il concetto, si dà spazio ai tifosi bianconeri che si sono gustati dal vivo l’impresa, non prima di avere fatto scalo a Parigi a issare le bandiere bianconere sulla Tour Eiffel,  proprio come dei conquistatori. Gli innamorati della Signora giungono da tutta Europa, tanti sono gli emigrati italiani che Beppe Barletti descrive così: “C’è gente che aspetta un anno per gridare “forza ragazzi, giocate stasera anche per noi, dateci stasera un po’ di gioia per scaldare il nostro cuore nei mesi a venire, quando scenderemo settecento, mille metri sottoterra a cavar carbone, per scaldare il nostro animo nei lettini che ci accoglieranno per riposi troppo brevi, mentre intorno altra gente con idiomi stranieri parlerà di cose che molti di noi non capiscono né vogliono capire”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
AJAX? NO, JUVE
Un anno dopo il trionfo di Roma, la Juve affronta nuovamente l’Ajax in semifinale. La gara di Amsterdam è tra le più belle della storia europea, un manifesto sull’identità della squadra di Lippi. Stavolta gli “olandesi” – se si intende con il termine non un’appartenenza nazionale ma un’attitudine al coraggio, al rinnovamento e alla gioventù – siamo noi, trascinati dai gol della coppia Amoruso-Vieri e dalla sfrontatezza esuberante dei loro 45 anni in due. Hurrà esulta, non aspetta il verdetto del ritorno (ancor più rilevante, un 4-1 implacabile) per celebrare l’impresa. A partire dal riconoscimento del santone ajacide, il tecnico Louis Van Gaal, che dichiara: “Mai visto una squadra così!”. Per proseguire, poi, elencando gli attestati di stima della stampa di ogni dove, dall’Equipe al Daily Mirror, da Le Soir al Pais, dalla Bild Zeitung al De Telegraaf e chiudere con le testate italiane che associano alla Juve termini come “show”, “mito”, “infinita” e “irresistibile”.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
01 Giugno 2020
1967: lo Scudetto numero 13!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La Juve conquista il Tricolore il 1 giugno 1967!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
01 Giugno 2020
Black&White Stories | Francesco Morini, il pirata
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Ritratto dello stopper nel 1972
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Come nascano e come attecchiscano certi soprannomi, quanta fortuna abbiano nel presente e quanto riescano a rimanere nel tempo: tra i tanti aspetti curiosi del mondo del calcio, quello del nuovo “battesimo” che vivono molti giocatori è tra i più intriganti. Anche perché apre diverse strade interpretative. Si prenda il caso di uno dei veterani bianconeri, Francesco Morini, undici anni a difendere la causa della Signora al centro dell’area di rigore, implacabile stopper – oggi si dice difensore centrale – raramente inquadrato da solo perché perennemente attaccato al centravanti da marcare. Il servizio che gli dedica Hurrà Juventus nel febbraio del 1972, è indicativo: la foto che lo vede impegnato in campo è emblematica di cosa fosse la marcatura a uomo. Praticamente, il numero 5 – e Morini è stato il 5 da definizione da dizionario – diventava l’ombra del numero 9: dove andava l’uno, lo seguiva l’altro. Letteralmente, il compito era quello di togliere il respiro.
Non è una conseguenza automatica che uno così venga chiamato con il nome di un pirata. Pensate a Marco Pantani, il Pirata più noto dello sport, ai suoi irresistibili scatti in salita volti a lasciare indietro gli altri a mordere il terreno. Una ricerca della solitudine vincente, esattamente il contrario di Morini, che ti si appiccica addosso e non ti molla più. Morini diventa per tutti Morgan, leggendario ammiraglio, corsaro, politico e per l’appunto pirata gallese del XVII secolo, celebrato da scrittori quali Emilio Salgari e John Steinbeck, immortalato in film di diverse epoche e scelto come nome d’arte dal cantante Marco Castoldi. Raffigurato con il consueto stile dalla caricatura di Franco Bruna, Francesco merita l’accostamento a Morgan per la sua bravura nel depredare gli avversari del pallone. A vederlo così è stato una firma storica del giornalismo italiano che ci ha lasciato recentemente, un grande narratore di calcio perché ne amava l’essenza tecnica: Bruno Bernardi, firma de La Stampa, cuore juventino e acuto spirito d’osservazione.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL FRANCOBOLLO
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Sul mensile bianconero Angelo Caroli celebra l’ottimo periodo di Francesco, che al suo terzo anno alla Juve si appresta a vincere il primo dei suoi cinque scudetti e con 45 presenze registra il suo record di permanenza in campo. “Un vero “pirata” del calcio, un francobollo rompiscatole che è meglio girargli alla larga. Non ha molta grazia (a che serve, dirà lui, l’importante è non far beccare il pallone agli altri!), nel senso che non tira di fioretto; preferisce le piattonate con tanto di spada o di scimitarra. E’ un vero “corsaro” e quando affonda i colpi, attaccante salvati! Ma non è cattivo. Tutt’altro. E’ piuttosto tignoso, appiccicaticcio, asfissiante, ossessivo, spigoloso e, soprattutto, concentrato al massimo”.
Lui conferma il ritratto. Ha 27 anni, una buonissima riserva d’esperienza per sapere descrivere bene la sua carta d’identità calcistica: “Il maggior pregio è quello di concentrarmi sempre, di non sottovalutare nessuna situazione e una grande forza di volontà”. Chi lo ha visto giocare, sa bene che Morgan non tradisce mai, ha nella costanza di rendimento ciò che lo rende un fattore di sicurezza per la squadra e l’allenatore. Da quando è alla Juve, Morini ne ha avuti già quattro e tutti lo hanno considerato un elemento di provata affidabilità. Non solo: uno di loro – Armando Picchi – lo ha inorgoglito con “il più bel complimento che io abbia ricevuto come calciatore”, dicendogli che nel passato glielo avevano dipinto come un “killer” e conoscendolo ha avuto modo  di farsi tutt’altra idea. Pirata sì, ma corretto. Perciò Morgan ce l’ha con certe maldicenze messe in giro da alcuni attaccanti: “Certe denigrazioni i colleghi non dovrebbero neppure sognarsele. Ma il calcio è strano a volte. Come la vita. C’è da aspettarsi di tutto. Io tiro avanti per la mia strada. E a conferma che sono nel giusto, faccio notare che nessun Giudice mi ha mai squalificato. Un bel record, non è vero, per un ammazza-tutti come me?”.
PIRATA A META’
La Juve del 1972 è un gruppo che offre una sensazione molto forte al calcio italiano: stanno emergendo nomi che andranno a costituire l’ossatura della Nazionale negli anni a venire. Morini reclama uno spazio.
“Se ha da puntualizzare qualcosa che non gli va giù, lo fa senza reticenze, però con un tal garbo da sguarnire anche il giornalista armato di veleno”, scrive Caroli, per il quale in definitiva Morgan “è pirata a metà, che non fa male, che sa difendersi; soprattutto dialetticamente, quando la concorrenza tenta l’arrembaggio”. La sua auto-candidatura all’azzurro è giustificata. Gli ci vorrà, però, ancora un anno, prima di indossare la meritata maglia dell’Italia, esordendo il 25 febbraio del 1973 in Turchia in una gara valevole per le qualificazioni Mondiali. Quel giorno il blocco Juve costituisce la spina dorsale della  squadra, come attesta la presenza insieme a Morgan di Dino Zoff, Luciano Spinosi, Giuseppe Furino, Franco Causio, Pietro Anastasi (autore del gol della vittoria) e Fabio Capello.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
01 Giugno 2020
Silvia Piccini guiderà l’Under 19 Femminile
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Cambia la guida tecnica della Primavera: Mister Spugna saluta i colori bianconeri
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
La prossima stagione, sulla panchina dell’Under 19 Femminile ci sarà un volto nuovo. Sarà Silvia Piccini, già allenatrice nel nostro settore giovanile per le categorie Under 11 femminile e Under 9 maschile, a guidare la squadra. A lei, pronta a vivere questa esperienza con l’entusiasmo e con la professionalità che l’hanno sempre contraddistinta, auguriamo fin da subito buon lavoro.
«Apriamo un nuovo ciclo puntando su un gruppo molto giovane con un progetto di crescita biennale – il commento dell’Head of Juventus Women Stefano Braghin -. Abbiamo scelto di affidare il gruppo a Silvia perché ha talento e competenze, ma soprattutto ha dimostrato di essere un’ottima istruttrice e io penso che la crescita di una squadra giovanile passi innanzitutto dal miglioramento individuale».
Silvia raccoglie il testimone di Mister Alessandro Spugna, cui vanno i più sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto in questi anni ricchi di soddisfazioni. Un grazie sia per i risultati ottenuti sul campo, dove la sua Juventus è sempre stata assoluta protagonista, sia per la dedizione e professionalità nell’interpretazione del suo ruolo. Gli rivolgiamo, inoltre, un caloroso in bocca al lupo per la sua prossima avventura professionale. QUI TUTTI I VIDEO BIANCONERI!

Calcio tutte le notizie Tutti gli avvenimenti i fatti i retroscena i risultati il mercato gli approfondimenti sempre aggiornati completi ed affidabili! LEGGI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 21 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 00:38 DI SABATO 30 MAGGIO 2020

ALLE 14:43 DI DOMENICA 31 MAGGIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Calcagno “le partite no di pomeriggio”
Vicepresidente Aic: “Contratti? nessun esterno può influire”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
00:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Cancellare le gare di pomeriggio e giocare su più giorni”: così il vicepresidente dell’Associazione calciatori Umberto Calcagno a Radio Punto Nuovo. “Giocare alle 16-16:30 in certi periodi dell’anno -ha detto Calcagno- diventa un problema al Sud, ma anche altrove. È un modo per tutelare la salute dei calciatori che saranno sottoposti a un tour de force”. Quanto alla possibilità di giocare in due fasce orarie e spalmare le partite da giocare, Calcagno ha ribadito la richiesta di “togliere lo slot del pomeriggio e giocare solo nei due preserali e serali”.
Riguardo ai contratti, per il dirigente dell’Aic “Bisogna capire che cosa si può fare giuridicamente. Se si scrivono cose non sostenibili giuridicamente, diventano anche impugnabili. La mia idea, condivisa da tanti colleghi avvocati, è che non si possa influire su rapporti privatistici di lavoro e che quindi non può esserci un ente esterno che modifichi unilateralmente la durata del contratto”.
Sulla preoccupazione dei calciatori per la Coppa Italia, Calcagno ha detto che “deriva dal fatto che nessuno ha esperienza rispetto a un periodo di inattività così lungo”.
Infine i diritti tv, “possono essere risolti solo dal Governo.
Gli interessi economici in gioco sono elevati e non è giusto che qualcuno si avvantaggi o venga svantaggiato dalla ripresa. La ripresa è funzionale nel far ripartire il sistema, compresa Serie B e Serie C”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari pronto a ripresa, sarà prima volta con Zenga
Sfida il 20 a Verona? Restano nodi Nainggolan Pellegrin
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
30 maggio 2020
15:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari pronto a ricominciare il suo campionato. E partirà il 20 – ancora non è ufficiale ma queste sono le indicazioni – con un recupero, quello della partita mai disputata con il Verona. Per quella gara il Cagliari era andato anche in ritiro qualche giorno a cento chilometri dal Bentegodi: c’era ancora Maran.
Gli allenamenti sono ricominciati da tre settimane: due di sedute individuali, una (più un giorno) di nuovo tutti insieme in gruppo. Il nuovo allenatore Zenga, che non ha mai esordito in campo con il Cagliari, ha a disposizione tutta la rosa ad eccezione di Pavoletti e Faragó, entrambi reduci da interventi operatori. L’allenatore ha voluto con sé anche otto giocatori della Primavera.
Da sciogliere prima della partenza il nodo prestiti e contratti in scadenza il 30 giugno. Il Cagliari ha diversi giocatori in prestito che, in teoria, a luglio dovrebbero alla loro squadra.
Due nomi su tutti: Nainggolan all’Inter e Pellegrini alla Juventus. La proroga è data per scontata: tutto si dovrebbe risolvere nei prossimi giorni, compresa la questione dei contratti in scadenza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Liga stringe i tempi, da lunedì sedute collettive
Campionato spagnolo riparte ufficialmente la sera dell’11 giugno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
15:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio spagnolo si avvia a grandi passi verso la ripartenza. Secondo il Mundo Deportivo, una circolare della Liga informa i dirigenti e i tecnici delle squadre che, da dopodomani, sarà ufficialmente possibile allenarsi in gruppo. Gli allenamenti collettivi sono ovviamente propedeutici alla riapertura del campionato spagnolo che è stata fissata per giovedì 11 giugno, alle ore 22, quando si disputerà il derby dell’Andalusia fra il Siviglia e il Betis. Quest’ultima squadra, prima della lunga sosta, è stata capace di batture sul proprio campo (2-1) il Real Madrid vicecapolista.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Champions: Mahrez, è davvero un buon periodo per vincerla
Il fantasista del Manchester City: “Abbiamo tutto per riuscirci”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
15:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Questo sicuramente può essere un buon momento per vincere la Champions League. Del resto, non ci manca niente: abbiamo una società solida alle spalle, una grande squadra, l’allenatore. Insomma, tutto per riuscire a centrare questo obiettivo. Non so se siamo i migliori, ma sicuramente abbiamo le carte in regola per arrivare a mettere le mani sul trofeo”. Lo ha detto Riyad Mahrez, fantasista algerino del Manchester City, in un’intervista rilasciata al The Guardian.
Tutti vogliono vincere la Champions, ma non tutti possono permetterselo – ha aggiunto -. Sarà una grande sfida fino alla fine”. Parlando della pandemia, che negli ultimi mesi ha fermato il mondo, Mahrez ha aggunto: “E’ stato un periodo un po’ lungo, ma adesso stiamo tornando ad allenarci. Piano, piano ritroveremo la forma migliore”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Positivi al virus, rinviata sfida campionato ucraino
Giocatori e staff Karpaty isolati. Salta match contro Mariupol
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
19:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Karpaty-Mariupol, partita del campionato ucraino in programma domani alle ore 13 italiane, è stata rinviata, perché diversi calciatori e componenti lo staff della squadra di Leopoli (il Karpaty) sono risultati positivi al Coronavirus. Lo annuncia la Federcalcio ucraina, spiegando che le persone affette da Covid-19 sono asintomatiche e che tutte sono state poste in isolamento. La ripartenza del campionato ucraino è prevista domani, la fine è programmata entro la fine di luglio: domani spicca la sfida fra Shakthar Donetsk e Dynamo Kiev, due fra le formazioni più quotate e non solo dentro i confini dell’Ucraina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: Mbappé “giustizia per George”
Anche campione mondo del Psg si unisce via social alle proteste
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
20:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche Kylian Mbappè si unisce al coro di proteste per la morte di George Floyd. Il giovane fuoriclasse del Paris Saint Germain, campione del mondo con la Francia nel 2018, ha postato su Twitter l’hashtag #JusticeforGeorge con l’iconcina di un pugno in segno di protesta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Abascal è il nuovo allenatore dell’Ascoli
Risolto contratto con Stellone, subentra tecnico Primavera
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
30 maggio 2020
20:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Ascoli Calcio, dopo aver risolto ieri consensualmente il contratto con il tecnico Roberto Stellone, oggi ha ufficialmente ha affidato la panchina della prima squadra a Guillermo Abascal, che con la Primavera bianconera ha vinto il campionato nella stagione 2019/20, ottenendo la promozione in Primavera 1.
L’allenatore spagnolo, che aveva guidato la prima squadra dell’Ascoli l’1 febbraio scorso, vincendo a Livorno, guiderà i bianconeri marchigiani per le prossime due stagioni, oltre a quella in corso.
“Il nostro primo obiettivo è avere una mentalità vincente fin dal primo allenamento – le prime parole di Abascal dopo la firma del contratto -. Lavoreremo insieme, ma con la testa libera da tutto quello che è stato vissuto fino ad oggi, dovremo avere determinazione e mente spensierata. Inizia un nuovo campionato e da lunedì riprenderemo gli allenamenti di gruppo, nel rispetto del protocollo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bayern forza-5, ora è a +10 sul Borussia Dortmund
‘Manita’ al Fortuna Duesseldorf e titolo di Germania più vicino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
20:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tutto troppo facile per il Bayern Monaco, che vede avvicinarsi sempre più l’ottavo titolo di Germania consecutivo. La squadra allenata da Hans-Dieter Flick, nel posticipo odierno della 29/a giornata della Bundesliga, ha battuto 5-0 il Fortuna Duesseldorf in un’Allianz Arena ovviamente deserta: ha aperto le marcature un autogol di Jorgensen, dopo 15′, il francese Pavard ha raddoppiato al 29′ e Lewandowski ha calato il tris al 43′. Nella ripresa in gol ancora il centravanti polacco dopo 5′, mentre Davies ha chiuso i conti al 7′. Il Bayern sale a 67 punti e si porta a +10 sul Borussia Dortmund, che giocherà domani – alle 18 – a Paderborn, contro i padroni di casa. Sempre domani, ma alle 15,30, toccherà a Borussia Moenchengladbach-Union Berlino. Lunedì sera la sfida fra Colonia e Lipsia, in programma alle 20,30, chiuderà il programma della giornata.
André Silva non sbaglia un colpo in Bundesliga. L’ex attaccante portoghese del Milan – che ha un’ottima media-gol – spiana la strada al successo dell’Eintracht Francoforte nella Volkswagen Arena di Wolfsburg contro la locale squadra allenata da Oliver Glasner. Finisce 2-1 con la rete appunto di André Silva al 27′ pt su rigore, poi il pari di Mbabu al 13′ st e il gol-partita di Kamada al 40′. Lo Schalke 04 sprofonda e perde ancora (1-0), questa volta in casa, contro il Werder Brema: per gli ospiti in gol al 32′ pt Bittencourt. Nelle altre due partite pomeridiane l’Hertha Berlino ha battuto 2-0 (Dilsosun al 23′ pt e Piatek, altro ex rossonero, al 48′ st) l’Augusta, mentre il Magonza è stato superato in casa (1-0) dall’Hoffenheim, a segno con Bebou al 43′ pt, dopo che al 27′ Zuber aveva fallito un rigore.
ll Bayer Leverkusen si lascia alle spalle la brutta sconfitta con il Wolfsburg e rilancia l’assalto a Lipsia e ‘Gladbach nell’anticipo della 29/a giornata della Bundesliga. A Friburgo decide un ‘colpo’ del talento Havertz al 54′. I padroni di casa del Friburgo non hanno demeritato ma per loro si allontana il sogno Europa League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Riva: “Auguri Cagliari, 100 anni sono tanti”
Video su Facebook dell’ex bomber, ora presidente onorario club
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
21:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ciao, 100 anni son tanti, tanti auguri, forza ragazzi e sempre forza Cagliari”. E’ un Gigi Riva piuttosto commosso, quello che appare in un video postato su Facebook dal figlio Nicola, nel quale l’ex bomber dello scudetto 1969/70 invia un messaggio di auguri alla società rossoblù che oggi compie 100 anni.
Riva, dall’anno scorso, è presidente onorario del club sardo, dopo esserne stato il giocatore più rappresentantivo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giornalisti: morto Beppe Barletti, volto storico della Rai
E’ stato fra i teleprotagonisti di 90′ Minuto e Domenica Sprint
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
30 maggio 2020
21:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giornalismo sportivo piange Beppe Barletti, volto storico della Rai. In pensione dal 1993, avrebbe compiuto 92 anni il prossimo 30 settembre. Celebri i suoi collegamenti da Torino, dove con aplomb tipicamente sabauda raccontava le vicende della Juventus e del Torino per 90′ Minuto e Domenica Sprint, due trasmissioni cult degli anni ’70.
In Rai, dov’era approdato in seguito a una lunga gavetta, si è occupato anche di automobilismo, atletica e basket, ma è stato anche autore di reportage dall’estero o di servizi di cronaca e politica. Tra le sue interviste, anche quella al cardiochirurgo Chris Barnard. Giornalista di una volta, nel senso migliore dell’espressione, fino a qualche tempo fa era una presenza fissa allo Sporting, il circolo torinese della stampa. Tra i primi messaggi di cordoglio, via Twitter, quello del Torino Fc.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Florenzi: “L’inizio a Valencia non è stato facile”
Ex romanista: “Nostro obiettivo la qualificazione in Champions”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
22:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’obiettivo del Valencia è di vincere il maggior numero di partite, siamo pronti a lottare duramente per riuscirci”. Si apre così l’intervista di Alessandro Florenzi, pubblicata dal sito ufficiale del club spagnolo dove gioca.
“Siamo stati a casa per due mesi, ho cercato di sfruttare al massimo questa pausa per allenarmi bene, da alcuni giorni abbiamo riassaggiato il campo e spero di tornare presto in forma – aggiunge l’ex romanista -. L’inizio a Valencia non è stato facile per me: ho giocato tre partite, poi mi sono preso la varicella, quindi è arrivato il Covid-19. Non mi sono potuto godere l’atmosfera di Valencia e quella del Mestalla. Non vedo l’ora di farlo. Non sarà facile giocare senza i nostri tifosi, si è visto come sono affezionati a noi da come hanno atteso fuori dallo stadio l’esito della sfida contro l’Atalanta e da come ci hanno sostenuto. Siamo ansiosi di ricominciare”.
“Il nostro obiettivo è vincere quante più partite possibili, la qualificazione in Champions è alla nostra portata”, conclude.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina;Firenze tappezzata striscioni pro Commisso
Sostegno per il patron anche da tifosi viola Italia ed estero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
31 maggio 2020
11:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tutti con Rocco Commisso. I tifosi della Fiorentina si sono mobilitati a sostegno del presidente viola e della sua battaglia per lo stadio e per investire nel rilancio della squadra.
Numerosi striscioni sono esposti in varie parti di Firenze, dal centro storico al piazzale Michelangelo luogo simbolo della città (con l’hashtag ‘#noi stiamo con Rocco’ firmato dal Centro di coordinamento viola club promotore dell’iniziativa, oltre 14.000 sostenitori affiliati) eppoi in tutta la Toscana e anche il resto d’Italia (da Parma a Gorizia e non solo) come dimostrano le foto postate sui social in queste ore con gruppi di tifosi e gli striscioni in mano o esposti in diverse zone, compresi ponti. Anche dall’estero, dai viola club di New York e Locarno, stanno arrivando manifestazioni di sostegno per Commisso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: primo calciatore morto, boliviano 25enne Guzman
Militava in Serie B, vittime anche pare e zio per il covid-19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
10:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ un calciatore boliviano di seconda Divisione, equivalente alla Serie B italiana, il primo calciatore vittima del coronavirus. Si tratta, secondo quanto riferisce l’edizione online di Marca, di Deibert Frans Roman Guzmán, 25 anni, attualmente in forza al club universitario di Beni.
Il giovane è morto all’inizio di questa settimana a causa del coronavirus ed ha seguito la stessa tragica sorte toccata al padre e a allo zio, con i quali condivideva la residenza, anch’essi vittime del coronavirus.
“Esprimiamo le nostre sincere condoglianze agli amici e alla famiglia di Deibert Roman Guzmán e chiediamo a Dio forza in questi tempi difficili”, ha dichiarato Ángel Suárez, presidente della Federalcio boliviana. VAI ALL’ECONOMIA VAI ALLO SPORT VAI ALLA CRONACA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Udinese; Marino, cosa succede con nuova sospensione?
“Incognita anche sui 92 giocatori in scadenza di contratto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
30 maggio 2020
12:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo soddisfatti delle decisioni assunte: come era negli auspici del presidente Pozzo, il pericolo degli infortuni viene diminuito da questi ulteriori 10 giorni a disposizione per la preparazione fisica. Dopo di che si giocherà ogni tre giorni e sarà una situazione particolare, noi però cerchiamo di prepararci al meglio per affrontare questa particolare sfida di disputare un terzo di campionato in poco più di un mese. Restano delle incognite: non è ancora chiaro come si cristallizzerebbe la classifica nel caso in cui una delle squadre finisse in isolamento e non ci fosse più tempo per terminare il campionato senza rinviare ulteriormente il prossimo. Questo è sicuramente un fattore che andrà stabilito nel più breve tempo possibile”: lo ha affermato il direttore dell’area tecnica dell’Udinese Pierpaolo Marino a Udinese Tv.
“In 10 mesi ci troveremo a disputare un campionato e un terzo, una cosa mai accaduta nella storia del calcio – ha aggiunto -. Tuttavia, sul tavolo rimangono diverse problematiche come il mercato, anche e soprattutto perché attualmente in Serie A ci sono 92 calciatori in svincolo e bisogna vedere in che maniera le società vorranno gestire la situazione. Occorrerà anche vedere se le società e i calciatori accetteranno la proposta di prolungare i contratti di ulteriori due mesi”.
“E’ chiaro che anche l’AIC non dovrà esagerare riguardo le fasce orarie delle partite – conclude il dirigente friulano -.
Già in passato sono stati fatti sacrifici, senza contare poi le partite dei primi turni di Coppa Italia che vengono giocate nei pomeriggi di agosto, quindi non credo che siano questi i problemi reali”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari ha un secolo, in dono un francobollo
Presidente Giulini: “Centenario coincide con 50 anni scudetto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
12:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Compie un secolo di vita la squadra di calcio del Cagliari e in dono ottiene un francobollo. Nella vignetta del valore postale (valido per la posta ordinaria)non compare nessun riferimento iconografico al calcio: per l’illustrazione e’ stato scelto infatti il logo del centenario che ricorda, stilizzato, lo stemma della societa’ con i quattro mori.
Al presidente della società, Tommaso Giulini, e’ stata affidata la realizzazione del testo del bollettino illustrativo dell’emissione: ”Non può essere un caso – scrive Giulini – che il Centenario del Cagliari coincida con i cinquant’anni dalla conquista dello Scudetto, una delle pietre miliari della nostra storia. Quell’impresa, firmata da Gigi Riva e dagli altri immensi bucanieri guidati in panchina da Manlio Scopigno, ha significato la vera svolta non solo del Cagliari, ma anche (e soprattutto) della Sardegna. Tutti si accorsero di noi, assistendo al ruggito e al riscatto di chi nel trionfo guardava avanti, verso un’altra, nuova era”. Giulini aggiunge che il club guarda al futuro, ”facendosi forza con le proprie radici.
Obiettivi da raggiungere, idee, sogni, emozioni e sfide da vivere: in campo e in tutte le varie componenti della Società, ma soprattutto con i nostri tifosi a spingerci grazie ad un amore senza confini. La nostra gente, senza la quale nulla sarebbe possibile”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I giocatori del Bayern si tagliano ancora lo stipendio
Ad aprile la squadra aveva già rinunciato al 20%
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
13:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I calciatori del Bayern Monaco hanno nuovamente rinunciato a una parte del loro stipendio, fino alla fine della stagione per aiutare il club a superare la crisi del coronavirus, ha dichiarato il presidente del Bayern Herbert Hainer al quotidiano Bild. “È molto bello vedere che il nostro team comprende perfettamente la situazione e rinuncerà nuovamente a una parte dello stipendio fino alla fine della stagione”, ha dichiarato Hainer, successore di Uli Hoeness nella carica, senza specificare la percentuale del taglio. Ad aprile, il capitano Manuel Neuer e i suoi compagni di squadra, le stelle del calcio più pagate della Germania, avevano già rinunciato al 20% del loro reddito mensile.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giulini, sarà un campionato strano
“C’è voglia di ripartire. Grazie a giocatori per responsabilità”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
30 maggio 2020
13:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà un campionato strano, pieno di situazioni irrisolte. Ma se noi ci comportiamo come famiglia e saremo in grado di concentraci su noi stessi potremo dare delle grandi soddisfazioni”. Così il presidente del Cagliari Tommaso Giulini a margine dell’annullo filatelico sul francobollo emesso per il centenario del Cagliari in occasione del centesimo compleanno del club nato il 30 maggio 1920. “C’è voglia di ripartire e competere – ha detto Giulini – Non ci aspettavamo di festeggiare così, in questa situazione. Vogliamo ripartire dagli stessi valori di cento anni fa quando in un circolo un gruppo di amici decise di regalare una squadra alla città. Noi vogliamo cercare di fare sempre meglio. Festeggiare il centenario così ci fa sentire anche un maggiore senso di responsabilità”.
Giulini ha già parlato alla squadra di centenario e di ripartenza: “Ho voluto ricordare a tutti che è importante la maglia e lo scudetto – ha detto – non il nome personale dietro.
Perché tutti passeremo, ma questa grande squadra resterà sempre.
Ma ho voluto ringraziare anche i giocatori per il loro senso di responsabilità e per i loro valori. Questi mesi abbiamo lavorato per mantenere la società solida e in sicurezza. Vogliamo fare sempre meglio per questa terra e questo popolo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: festa 100 anni Cagliari, saluto delle navi in porto
Comune imbandierato di rossoblu, previsti eventi social
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
30 maggio 2020
13:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Festa al Comune per i cento anni del Cagliari. L’occasione è stata l’annullo filatelico per il francobollo di Poste Italiane emesso proprio in occasione della ricorrenza. È stato proprio il presidente Tommaso Giulini a timbrare per primo il nuovo francobollo con il logo ideato per la celebrazione. Il cancello del cortile del municipio si è presentato completamente imbandierato con i colori rossoblu.
A mezzogiorno la sorpresa è arrivata dal mare: le sirene delle navi ormeggiate in porto hanno salutato il secolo di vita del club. Un onore di solito tributato a Sant’Efisio, il martire guerriero protettore della Sardegna. Presente per il Cagliari anche il direttore generale Mario Passetti.
“Contenti e orgogliosi di ospitare il Cagliari – ha detto il sindaco Paolo Truzzu – in questa giornata particolare. Lo dico da primo cittadino ma anche da tifoso”.
I festeggiamenti continuano oggi sui social con incontri con i big della storia rossoblu, da Albertosi a Nainggolan.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina “calcio coerente, pronti a ripartire ma vigili
Presidente Figc: “Ora momento delicato della programmazione”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
14:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il calcio ha dimostrato grande coerenza e ne esce rafforzato. Portiamo a casa un grande risultato, siamo però nel momento delicato della programmazione: pronti a ripartire ma vigili, perché sappiamo che i rischi sono sempre molto alti”. Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina ospite di Skysport.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina “convissuto tra mecenatismo e cialtronismo”
N.1 Figc:”Agito con determinazione e prudenza, salute priorità”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
14:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Giovedì ci siamo tolti un peso, con Spadafora incontro in piena armonia. Ma sono state settimane complicate, difficili, ho convissuto con mecenatismo e cialtronismo. Io ho agito con determinazione, ma sempre con grande prudenza per la tutela della salute”. Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, evidenzia ai microfoni di Sky sport le difficoltà incontrate durante l’emergenza coronavirus per arrivare alla ripartenza del calcio italiano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fase 2: Juve; Pjanic ricorda obbligo con mascherina griffata
Mattinata di lavoro per i giocatori alla Continassa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
30 maggio 2020
14:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mattinata di lavoro alla Continassa per la Juventus. Il tecnico Maurizio Sarri ha diretto una seduta tecnico-tattica, tutti presenti. Miralem Pjanic sui social ha sfoggiato la sua nuova mascherina: è griffata Juventus, con la J bella in vista e bianca su sfondo nero. Il centrocampista bosniaco si è immortalato in una storia su Instagram con il nuovo gadget indossato su naso e bocca per prevenire il contagio da coronavirus, come impone il protocollo sanitario.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: Criscito “ora giochiamo 12 finali”
“Non vediamo l’ora di ripartire: il caldo? sarà così per tutti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
14:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Avevamo tanta voglia di ricominciare, ripartiamo da dove ci eravamo fermati e giochiamo al meglio queste 12 finali che ci rimangono”. Domenico Criscito scalpita: tra meno di un mese la serie A torna in campo e il Genoa riprende la corsa per la salvezza.
“Sappiamo di aver fatto grandi partite, ma ora questo dobbiamo lasciarlo alle spalle. Sappiamo di dover affrontare 12 partite che saranno 12 finali per noi – dice il difensore rossoblù ai microfoni di Sky sport – Bisogna continuare come stavamo facendo prima della sospensione. Anche le altre squadre affronteranno le gare nel migliore dei modi e noi dovremo farci trovare pronti.
Stiamo lavorando tanto con Nicola, non vediamo l’ora”. Elogi al tecnico Nicola: “Ci ha trasmesso la grinta che bisogna mettere in ogni gara, le affrontiamo al massimo – continua Criscito -.
Anche chi è arrivato ci ha dato una mano, sono arrivati giocatori importanti come Falque, Masiello e tanti altri e ci hanno aiutato. Quando arrivano i risultati acquisisci consapevolezza e diventa tutto più facile. Ora Nicola è tornato più carico di prima, in allenamento ci trasmette tutta la sua passione e per noi è importante. Non vuole mai che molliamo, quello che facciamo durante la settimana lo ripetiamo in gara.
Avere una persona che ci aiuta così è molto importante”. Si giocherà in piena estate: “Giocare è sempre bello, l’ho fatto anche in Russia a -10 e le ho provate tutte. Non vediamo l’ora di ricominciare, temperature e condizioni a parte. Con il caldo si fa più fatica, ma c’è anche per gli avversari e non abbiamo scuse”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina “Soluzione C campionato? ricorreremo ad algoritmo”
Presidente Figc ,se sospensione momentanea,c’è delibera play off
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
14:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo sempre limitato quello che in tanti hanno invocato come piano B. Il nostro è un progetto strutturale, molto chiaro, contenuto in una delibera di Consiglio Federale che prevede due soluzioni in caso di stop. In caso di sospensione momentanea, faremo ricorso a playoff e playout. È un format più contenuto e leggero che garantisce un risultato per merito sportivo. In caso di sospensione definitiva, ricorreremo a un algoritmo che proporremo al Consiglio Federale l’8 giugno”.
Dai microfoni di Sky Sport, il presidente della Figc spiega come finirà la serie A in caso di conclusione prima della 38/a giornata nell’eventualità ci fossero notizie non positive sul fromnte del coronavirus. “Terrà conto di diversi fattori – spiega Gravina a proposito dell’algoritmo – e sarà comunque legato ai risultati sul campo in modo che si arrivi alla definizione di questo campionato. Sarà una cristallizzazione della classifica, ma in proiezione con la fine del campionato.
Ma spero che non ci sia bisogno di farvi ricorso”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro: 1.000 progetti solidali, calcio dal ‘volto umano’
Raccolta fondi e vendita maglie, tante le iniziative in campo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
16:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio “dal volto umano” della Lega Pro scrive domani il numero 1000 nell’agenda delle iniziative sociali realizzate dai suoi 60 club. Tanti sono infatti – sottolinea una nota – i progetti a carattere solidale, in poco più di 9 mesi, che hanno interessato gli stadi della C, gli ospedali e la ricerca con aiuti concreti per l’emergenza. Di queste sono 500 le azioni sociali promosse dall’inizio dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19.
I primi di marzo è partita la campagna della Lega Pro e dei suoi club denominata “Corriamo assieme verso un nuovo obiettivo”, articolata in più forme: dalla raccolta fondi per la ricerca e per gli ospedali, alla vendita di maglie di giocatori sempre per la raccolta fondi per la ricerca, all’acquisto di un mezzo autoambulanza, alla donazione del sangue da parte di allenatori e capitani fino a giocatori e dirigenti impegnati nella consegna di pacchi alimentari.
In totale, nella stagione, sono 126 i bambini adottati dalla Lega Pro e dalle sue società. Vivono in Bangladesh, Brasile, Colombia, Congo, Eritrea, India e Sri Lanka.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona: Vidal, ci aspettano 11 finali
“Questi due mesi di chiusura sono stati davvero duri”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
17:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci aspettano 11 finali e sappiamo che sarà difficile”. Arturo Vidal, centrocampista del Barcellona, non si nasconde che non sarà un gioco conservare la testa della Liga che riprenderà l’11 giugno. “Riprendere l’allenamento ci ha fatto molto bene. Questi due mesi chiusi sono stati davvero lunghi. Siamo felici di essere in campo con i compagni di squadra. (…) Stiamo riprendendo il ritmo – ha detto il 33enne cileno durante un’intervista video trasmessa dal Barcellona – È stato commovente trovare gli amici dopo questa situazione… Ci siamo raccontati dei nostri periodi di confinamento, cercando di rispettare le distanze di sicurezza”, ha aggiunto Vidal, dopo due mesi senza calcio a causa della pandemia di coronavirus.
Come le altre squadre della Liga e della seconda divisione, il Barcelona potrà riprendere gli allenamenti collettivi da lunedì.
Il campionato spagnolo, sospeso dal 12 marzo, ripartirà con il derby Siviglia-Betis, e si concluderà il 19 luglio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ranieri approva cinque sostituzioni “una gran cosa”
Allenatore Sampdoria, dobbiamo restare sopra soglia salvezza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 maggio 2020
17:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Le cinque sostituzioni? Sono una grande cosa. Il caldo e le partite ravvicinate portano il rischio di sfruttare troppo i calciatori. Quando ci saranno tre partite a settimana lo stress sarà notevole”. Così Claudio Ranieri, tecnico della Sampdoria, parla al media ufficiale della società blucerchiata. È tempo di mettere nel mirino la ripresa del campionato ma un passo alla volta: “Indicazioni mentali? Non ho voluto contrasti, non per il Covid dato che ci fanno tanti test a settimana. Lo scopo era fare rientrare i ragazzi in clima partita lentamente. Ora che sappiamo che il 20 ci sarà la prima partita incrementeremo”. Quando ci sarà il recupero della 25esima giornata con l’Inter a Milano: “Giusto che la prima partita sia il recupero contro l’Inter. Corretto che tutti ci si metta in pari”. Si riparte con l’obiettivo della salvezza: “Gli stimoli a noi non mancano, siamo in piena lotta. Non sappiamo se questa stagione si concluderà: per questo dico sempre ai miei che dovremo essere bravi a rimanere sempre sopra la soglia della salvezza per metterci al riparo da brutti scherzi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sampdoria chiude 2019 con rosso di 13 milioni
Nota club dopo la chiusura del bilancio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
30 maggio 2020
17:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Sampdoria ha pubblicato un comunicato sul proprio sito ufficiale, dopo la chiusura del bilancio relativo all’anno 2019, spiegando che l’esercizio registra una perdita di 13 milioni di euro. “In data 27 maggio 2020 il Consiglio di Amministrazione di U.C. Sampdoria S.p.a. ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2019, con un margine operativo lordo positivo di euro 29.378 migliaia ed una perdita d’esercizio di euro 13.064 migliaia. La perdita dell’esercizio sarà coperta mediante l’utilizzo di riserve disponibili e utili a nuovo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: André Silva non sbaglia, l’Eintracht vola
Squadra Francoforte ok a Wolfsburg. Segna anche Pjatek a Berlino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
18:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
André Silva non sbaglia un colpo in Bundesliga. L’ex attaccante portoghese del Milan – che ha un’ottima media-gol – spiana la strada al successo dell’Eintracht Francoforte nella Volkswagen Arena di Wolfsburg contro la locale squadra allenata da Oliver Glasner. Finisce 2-1 con la rete appunto di André Silva al 27′ pt su rigore, poi il pari di Mbabu al 13′ st e il gol-partita di Kamada al 40′. Lo Schalke 04 sprofonda e perde ancora (1-0), questa volta in casa, contro il Werder Brema: per gli ospiti in gol al 32′ pt Bittencourt. Nelle altre due partite pomeridiane l’Hertha Berlino ha battuto 2-0 (Dilsosun al 23′ pt e Piatek, altro ex rossonero, al 48′ st) l’Augusta, mentre il Magonza è stato superato in casa (1-0) dall’Hoffenheim, a segno con Bebou al 43′ pt, dopo che al 27′ Zuber aveva fallito un rigore. Alle 18,30 il Bayern Monaco capolista in campo in casa contro il Fortuna Duesseldorf.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Minneapolis: giocatore Schalke, fascia al braccio per Floyd
‘Giustizia per George’: così in campo l’americano McKennie
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
30 maggio 2020
18:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche Weston McKennie, centrocampista statunitense che gioca in Germania nello Schalke 04, è ‘sceso in campo’ per protestare contro la morte di George Floyd a Minneapolis, dove è stato soffocato da un poliziotto che lo teneva fermo a terra. Così oggi, nella partita che la sua squadra ha perso in casa per 1-0 contro il Werder Brema, McKennie ha giocato con una fascia bianca a un braccio, con la scritta ‘Giustizia per George’. La foto del giocatore di colore dello Schalke 04 è stata poi rilanciata da molti utenti su Twitter.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Barcellona su Fabian Ruiz se sfuma affare Pjanic
Secondo stampa Spagna centrocampista conteso da blaugrana e Real
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
10:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Se l’affare Pjanic non dovesse andare in porto il Barcellona punterà su Fabian Ruiz. Secondo quanto riporta stamani “Mundo Deportivo”, infatti, è certo che il centrocampista non rinnoverà il suo contratto con il Napoli (che scade nel 2023), ed ora l’ex Betis è conteso dai blaugrana ma anche dal Real Madrid che lo segue da tempo. Secondo il giornale spagnolo se la proposta di rinnovo avanzata dal club partenopeo non sarà accettata, il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis fisserà in 60 milioni di euro la cifra per cedere il giocatore una cifra che però, sottolinea “Mundo Deportivo” il Barcellona non ha intenzione di pagare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma; Perez, possiamo vincere l’Europa league
“Non vediamo l’ora di ripartire. 4/o posto alla nostra portata”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
31 maggio 2020
12:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Credo fortemente che la Roma possa vincere l’Europa League, è una squadra in grado di raggiungere questo obiettivo”. Ai microfoni di Sky Sport Carles Perez fissa gli obiettivi del club giallorosso in vista della ripresa.
“Sia io sia i miei compagni non vedevamo l’ora di ricominciare – le parole dello spagnolo – Siamo felici che adesso ci sia una data, il 20 giugno, per questa ripartenza che ci rende tutti felici e che credo renda felici tutte le persone, in generale, che si auguravano questo nuovo inizio del calcio e del campionato italiano. Stiamo lavorando molto per entrare in forma e farci trovare pronti. Siamo tutti determinati a ripartire forte, convinti di poter raggiungere il traguardo del quarto posto”.
Lo spagnolo guarda anche al futuro: “Mi trovo benissimo e ho ricevuto molto affetto dalla gente. Mi auguro di restare ancora a lungo qui, di segnare molti gol e fare molti assist. Ma alla fine conteranno i risultati e le vittorie della squadra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’economista, ‘ripresa calcio,200 mld di buone ragioni’
Michele Briamonte: valore sport in Ue enorme, conviene a tutti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
12:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Duecento miliardi di buone ragioni per ripartire. Se il campionato italiano di calcio stima che uno stop definitivo sarebbe costato 700 milioni di euro, come ha sottolineato il presidente Figc, Gabriele Gravina, l’Europa intera accoglie la ripresa dei campionati professionistici come una buona notizia, e non solo agonistica. “Non è azzardato dire che oggi la stima possa aggirarsi intorno ai 200 miliardi” di valore aggiunto lordo per l’industria sportiva, dal campione all’indotto turistico, spiega l’avvocato Michele Briamonte, giureconsulto applicato a economia, lavoro e sport.
Ripartire, dunque, vuol dire rinunciare a qualcosa come portatori di interessi particolari sapendo che queste “momentanee esternalità negative saranno ampiamente compensate dal vantaggio generale di riavviare la macchina sport” che, come testimoniano i più recenti studi, nel 2014 contribuiva con 174 miliardi di euro al valore aggiunto lordo dell’UE. Macchina della quale il calcio è il principale volano.
E’ a metà tra l’esortazione e l’appello il pensiero che l’avvocato Briamonte dedica agli attori del pallone che sta per ricominciare a girare, con l’imminente ripartenza della Serie A, “e che potrà fare da innesco ad un circolo virtuoso di introiti che va ben oltre le necessità del singolo” spiega. Per il momento anche senza pubblico negli stadi, “dato che la vendita dei biglietti è da tempo una voce minoritaria nelle entrate dei club”.
Il ritorno dei giocatori e delle partite vere valgono “qualche sacrificio”, che per le società potrebbe tradursi in una limatura dei diritti tv e per i broadcaster nella trasmissione in chiaro dei gol, come richiesto dal ministro Spadafora per evitare assembramenti nei locali pubblici e depotenziare il rischio di contagio.
“Le correlazioni economiche sono molto forti. Considerata l’intera filiera, dal turismo alle infrastrutture come alberghi e stadi, dal betting ai servizi finanziari e ricreativi, dal merchandising al nutrizionismo si arrivava alla cifra di 173,86 miliardi di euro – sottolinea Briamonte – e non è azzardato dire che oggi la stima possa aggirarsi intorno ai 200 miliardi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Messi ‘calcio e vita, nulla sarà più come prima’
Il ’10’ e la pandemia: che dolore perdere cari e non salutarli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
31 maggio 2020
13:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Credo che la cosa peggiore di questa pandemia sia stata la frustrazione di perdere le persone che piu’ si amano e spesso senza neanche poterle salutare: trovo questo profondamente ingiusto”. Leo Messi racconta il suo dolore a El Pais, nel suo settimanale, e confessa di esser convinto “che il calcio non sara’ più lo stesso, dopo, ma non solo il calcio: penso che neanche la nostra vita sara’ piu’ la stessa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: è ufficiale, Inter cede Mauro Icardi al Psg
Club nerazzurro, ringraziamo giocatore e auguriamo il meglio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
31 maggio 2020
13:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
È ufficiale: l’Inter ha ceduto Mauro Icardi al Psg. Il club parigino ha esercitato il diritto di riscatto per l’attaccante argentino che è già legato al Psg con un contratto fino al 2024. ”Il Club – scrive l’Inter nella nota – ringrazia il giocatore per le sei stagioni trascorse insieme e gli augura il meglio per il prosieguo della sua avventura professionale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Juve; D.Costa, conto alla rovescia per il 12 giugno
Brasiliano: “In attesa di calciare il pallone da tre punti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
31 maggio 2020
14:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ha voglia di ricominciare a giocare, Douglas Costa, e attraverso i social il brasiliano della Juventus esterna tutti i suoi desideri: “Truppa della domenica, buongiorno! Siamo già in attesa del 12 giugno per calciare quel pallone da tre punti” il messaggio postato su Twitter. Il trentenne attaccante brasiliano ha già cominciato a puntare il Milan, prima avversaria della squadra di Maurizio Sarri, nella semifinale della Coppa Italia da giocare allo Juventus Stadium per la quale la Lega e’ in attesa dell’ok dal ministro Spadafora alla richiesta di anticipare dal 13 al 12. JUVENTUS

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 216 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:57 DI LUNEDì 18 MAGGIO 2020

ALLE 00:37 DI SABATO30 MAGGIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Pozzo: “Serie A può ripartire, ma solo a fine giugno”
Patron Udinese: “Su rata diritti tv ci si può mettere d’accordo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
09:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Da noi c’è una grande dose di individualismo, di egoismo, qualcuno vuole fare il furbo, giocando con il pallone: io ne ho le prove. Il primo Protocollo, che prevedeva la quarantena ai giocatori per tutta la durata della fase finale del campionato, era impossibile da applicare: per me, e per essere coerenti, c’è bisogno di tutto il mese di giugno per allenarsi bene. A fine giugno, poi, si ricomincia.
Bisogna trovare un accordo. Abbiamo perso tre mesi, non per capriccio, si può spostare tutto”. Lo ha detto il patron dell’Udinese, Giampaolo Pozzo, parlando a Radio Anch’io lo sport, in onda su RadioRai. “Sull’ultima rata dei diritti tv da incassare ci si può mettere d’accordo – aggiunge il patron dell’Udinese, Giampaolo Pozzo – purché si ragioni serenamente, come sta facendo il Governo con il gruppo degli scienziati. Ne stiamo uscendo fuori, ma dobbiamo continuare con la dovuta prudenza, soprattutto nel calcio: abbiamo visto i disastri fatti con le partite di Milano e Valencia”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc: stop fino al 14 giugno. La Serie A resta in stand-by
Il protocollo con le modifiche non è stato ancora esaminato dal Cts
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
15:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre Premier e Liga si apprestano a ripartire con sedute d’allenamento a gruppi, la Serie A continua a rimanere in stand-by a causa del protocollo per la ripresa degli allenamenti collettivi e rischia seriamente di non ripartire prima del 20 giugno. Se mai ripartirà. Sulla base dell’ultimo Dpcm, che prevede la sospensione sino al 14 giugno degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, la Federcalcio è stata costretta a prorogare lo stop dell’attività proprio fino al 14, “nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione delle autorità competenti”.
Restando così le cose, sarebbe infatti impossibile riprendere a giocare il 13 giugno, data indicata da 16 club di Serie A. Da fonti del ministero dello Sport sarebbe emersa la disponibilità ad anticipare di un giorno la fine del divieto, ma la Figc si è adeguata, andando di fatto incontro anche a quei club che avevano chiesto una settimana in più per ripartire.
Intanto, però, il protocollo con le modifiche non è stato esaminato dal Cts (usciranno a breve invece le linee guida per lo sport di base e alcune limature riguardanti le discipline di squadra). Le novità all’attenzione del Cts sono principalmente l’assenza del ritiro durante gli allenamenti, l’aumento della frequenza dei controlli (tamponi ogni 4 giorni) e l’isolamento del gruppo squadra nel caso in cui dovesse verificarsi un positivo al Covid-19.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Figc, che attende sempre la convocazione del premier Conte (molti la aspettano anche in settimana, per i club tra mercoledì e giovedì si saprà se si riparte), spera adesso di ricevere a breve il via libera anche se i tempi per decidere cosa fare della stagione non sono più così stringenti. L’Uefa ha infatti deciso di dare più spazio di manovra alle federazioni nazionali per muoversi. Entro il 25 maggio avrebbero dovuto comunicare a Nyon date, format e regole della ripartenza in vista del comitato esecutivo programmato per il 27. Il meeting, però, è stato posticipato di tre settimane, al 17 giugno, perché in Europa sono diversi i tornei senza ancora certezze sulle date di ripartenza (situazione che ovviamente ha ripercussioni anche sui calendari di Champions ed Europa League).
Nel prossimo consiglio federale, programmato per mercoledì, comunque la Figc ha inserito tra gli argomenti all’ordine del giorno anche le “determinazioni in ordine alle modalità di conclusione dei campionati stagione sportiva 2019-20” oltre alle licenze nazionali per la successiva stagione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nei centri sportivi dei club di Serie A intanto proseguono gli allenamenti ancora a piccoli gruppi scaglionati. Secondo il patron dell’Udinese, Giampaolo Pozzo, “per essere coerenti, c’è bisogno di tutto il mese di giugno per allenarsi bene. A fine giugno, poi, si ricomincia. Bisogna trovare un accordo”. Dello stesso avviso anche il n.1 della Fiorentina, Rocco Commisso: “La salute viene prima di tutto ma cerchiamo di trovare un accordo per ricominciare. Ci sono troppi poteri e troppa burocrazia sulla questione della ripresa del campionato. E non ritengo sia giusto mettere in quarantena tutta la squadra se viene trovato un giocatore positivo. In Germania ad esempio non avviene”. Ma la Bundesliga al momento sembra un mondo a parte.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bayern gol e mascherine, Colonia peluche e tifo contro
In Germania si gioca, bavaresi vincono a Berlino nonostante Var
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
16:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche il Bayern Monaco è tornato in campo nella Bundesliga del post Coronavirus. Lo ha fatto sfruttando il divario tecnico-tattico a proprio favore nei confronti dell’Union Berlino, battuta in casa dai bavaresi per 2-0. A segno il solito Lewandowski (al 40/o gol stagionale) su rigore al 40′ e Pavard di testa all’80’. Con questo risultato il Bayern capolista torna a +4 (58 punti contro 54) sul Borussia Dortmund che ieri aveva travolto lo Schalke 04.
Union-Bayern non è stato un match ricco di emozioni, troppo asettico era il contesto, al punto che per i primi venti minuti si è avuta quasi l’impressione che i 22 giocatori in campo avessero timori di ‘affondare’ i contrasti. Poi il Bayern, pur giocando al piccolo trotto, ha cominciato a muoversi con maggiore convinzione e ha chiuso il match, nel corso del quale c’è stato il primo gol annullato dal Var nell’epoca post Covid 19. Lo aveva segnato Muller al 16′, ma il ‘video referee’ lo ha giudicato in fuorigioco e gli ha impedito di gioire. Lo hanno invece fatto gli autori delle due reti, ma solo toccando il pugno chiuso o i gomiti dei compagni.
Per rispettare le regole del distanziamento, sulla panchina del Bayern c’erano solo il tecnico Flick e i suoi assistenti, con mascherina, mentre le riserve, anche loro ‘mascherate’, hanno preso posto sui sedili delle prime due file di solito riservate al pubblico. Idem per quelli dell’Union, club oggi guidato dall’allenatore in seconda Markus Hoffmann, visto che il suo ‘capo’ Urs Fischer è in quarantena dopo essere rientrato dallo Svizzera, dove si era recato per motivi personali.
Ma oggi è giocato anche a Colonia, dove i locali e il Magonza hanno pareggiato 2-2. Prima dell’inizio, un gruppo di tifosi della squadra di casa, contrari alla ripresa del campionato e alle porte chiuse, hanno inscenato una protesta nei pressi dello stadio mettendo in strada un divano con la scritta “Stadio invece del divano. Siamo contro il calcio-fantasma!”. Affissi anche dei manifesti, color bianco e rosso (gli stessi della squadra) , con lo slogan “I problemi di soldi contano più della tua salute!”. Sugli spalti, per far sentire meno soli i giocatori, la dirigenza del Colonia ha fatto piazzare, in un settore delle gradinate, un ‘mosaico’ di maglie (tante) vecchie e nuove, in parte messe a disposizione da supporter collezionisti dopo appello sui social, e sciarpe e pupazzi di peluche vestiti di biancorosso. Ma non è servito a vincere, e anzi la squadra di casa che vinceva per 2-0 si è fatta raggiungere dagli avversari, nel silenzio generale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Hudson-Odoi viola lockdown e aggredisce una modella
Il talento del Chelsea secondo il Sun sarebbe finito in carcere
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
11:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Callum Hudson-Odoi, con il calcio fermo, riesce ugualmente a far parlare di sé. Il talento del Chelsea è finito nei guai per avere violato il lockdown e per essere stato denunciato da una modella con la quale ha avuto un violento litigio. La notizia è stata pubblicata dal Sun che riferisce di una chiamata ricevuta dalla polizia alle prime ore dell’alba di ieri mattina, nella quale si riferiva del ferimento di una donna. La ragazza è poi finita in ospedale e Hodson-Odoi – secondo quanto riporta il giornale – sarebbe finito in carcere. L’attaccante del Chelsea detiene un altro triste primato: è stato il primo a risultare positivo – fra quelli della Premier – al Covid-19.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dalla Spagna, Lautaro e Pjanic dicono “si” al Barca
In partenza dalla Catalogna cinque giocatori come contropartita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
11:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si apre una settimana decisiva per il calciomercato ai tempi del Coronavirus. Tutto si snoda sull’asse Milano-Torino-Barcellona, coinvolgendo Juventus, Inter e Barcellona. Il Mundo Deportivo pubblica a tutta pagina la notizia che il Barca avrebbe strappato il “si” definitivo a Miralem Pjanic e Lautaro Martinez, per il passaggio in blaugrana.
All’Inter e alla Juventus, il club catalano avrebbe offerto contropartite tecniche di assoluto livello: Rafinha Alcantara, Samuel Umtiti e Arturo Vidal ai nerazzurri, Nelson Semedo ai bianconeri. Il croato Ivan Rakitic, secondo il quotidiano spagnolo, invece, sarebbe stato offerto a entrambi i club.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Karsdorp chiede altra chance, Roma voglio riprovarci
Olandese rientra dal Feyenoord. “Ma in Italia è tutto diverso”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
12:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi restano ancora due anni di contratto con la Roma. Vedremo cosa succederà la prossima estate. Vorrei riprovarci”. Pronto a rientrare a Trigoria dal prestito al Feyenoord, Rick Karsdorp chiede un’altra chance ai colori giallorossi. Il terzino, dopo la chiusura anticipata dell’Eredivisie a causa dell’emergenza sanitaria, ha già concluso la sua stagione. “Certamente non è finita come sognavo.
Avevo riconquistato il posto da titolare, mi sentivo sempre meglio e anche il Feyenoord stava girando bene (era terzo in classifica, ndr). Nessuno saprà mai fino a che punto avremmo potuto davvero arrivare – spiega il giocatore sul sito del quotidiano olandese Algemeen Dagblad -. Il mio obiettivo era fare 40 partite, ovviamente non avevo preso in considerazione il coronavirus. Volevo tornare ai livelli che avevo già raggiungo qui, dopo la pausa invernale c’ero andato molto vicino. E poi avrei voluto vincere la Coppa d’Olanda (la finale tra Feyenoord e Utrecht è stata annullata, ndr). Ad ogni modo, il mondo sembra improvvisamente molto diverso. Nessuno avrebbe potuto immaginare che sarebbe stato così a causa di un virus”. Il terzino chiede una seconda opportunità, ben sapendo che non sarà facile riabituarsi alla Serie A dopo la stagione vissuta a Rotterdam.
“In Italia vivono il calcio in modo completamente diverso. È sempre una questione di tattica – sottolinea -. Per un difensore, quasi nulla è più importante che rispettare la posizione. A volte ci siamo allenati per ore senza palla. Ed è tutto un po’ più individuale rispetto all’Olanda”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Caceres, l’ho avuto senza saperlo
Difensore Fiorentina: “Ora sono negativo e mi sento come nuovo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
18 maggio 2020
17:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Senza saperlo ho avuto il virus in corpo per 60 giorni”. Lo ha ammesso Martin Caceres, nel corso di una diretta Instagram con la comica uruguagia Yisela Paola, in arte Yipio. “Ieri mi hanno fatto il tampone e sono negativo, sto bene e mi sento come nuovo – ha proseguito il difensore della Fiorentina -. Ho avuto qualche sintomo fra il l8 e il 15 marzo, mi stavo allenando a casa e sentivo di avere il fiato corto. Mi hanno detto di mettermi in quarantena e in 20 giorni sarebbe passata”. “Ma non è stato così, evidentemente il virus – ha ironizzato Caceres – si era innamorato di me…”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liga: via agli allenamenti di gruppo, ora 10 per volta
In Spagna da oggi un altro passo verso ripresa del campionato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
17:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Liga procede verso il ripristino della normalità. Dopo la ripartenza della Bundesliga, e nell’attesa che vengano prese decisioni sulla Serie Ada oggi la Liga torna a un parziale allenamento di gruppo. In altre parole ci si potrà allenare a gruppi di 10 calciatori, come indicato dalle direttive della fase-3. Nonostante alcune città, fra tutte Madrid e Barcellona, siano ancora in una fase piuttosto critica dell’emergenza sanitaria, il Governo spagnolo ha conferito una delega alla massima serie, permettendo così a Real Madrid, Atletico Madrid, Getafe, Leganes, Barcellona ed Espanyol Barcellona di potersi allenare come le altre squadre in zone meno colpite dal Coronavirus. Secondo il presidente della Liga, Javier Tebas, il campionato potrebbe ripartire il 12 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Del Piero ricoverato per una colica renale, ora sta bene
‘Incredibile come una cosa di soli 3 mm possa fare così male’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
12:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Alex Del Piero è stato ricoverato d’urgenza, nella tarda serata di ieri, a causa di coliche renali causate da calcoli. E’ stato lo stesso ex giocatore della Juventus, nonché storico testimonial pubblicitario per una nota acqua minerale, a dare la notizia, rassicurando così sulle sue condizioni, con una foto scattata dal letto di un ospedale di Los Angeles, città dove vive da tempo, accompagnata da un breve messaggio: “Ancora non ci credo come una cosa piccola solo 3 mm possa fare così male”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Mkhitaryan, sarebbe bello restare e vincere
Armeno:”Dal primo giorno che sono arrivato mi sono trovato bene”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
18 maggio 2020
17:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dal primo giorno che sono arrivato a Roma mi sono trovato bene, con la squadra, con la città, tutto fantastico. Ovviamente sarebbe bello restare. L’obiettivo principale sarebbe la Champions League, e ovviamente giocare e vincere dei titoli”. Così Henrikh Mkhitaryan nel corso di una intervista promossa dall’ambasciata italiana in Armenia.
“Ho già ottenuto molto in carriera a livello personale, ma per me è il passato. Voglio di più per l’anno prossimo, non mi restano molti anni ma sono sicuro che sto facendo del mio meglio per raggiungere i miei obiettivi – spiega il calciatore arrivato in prestito a Trigoria dall’Arsenal -. Alla fine della tua carriera tutti penseranno a cosa hai fatto per le squadre, cosa hai vinto, come hai giocato. Quindi per me è molto importante lasciare un ricordo positivo: vincere qualcosa, un titolo, fare qualcosa di buono per la squadra”. Parlando della Serie A, poi, Mkhitaryan spiega che “paragonandola al calcio inglese, tedesco e ucraino, ha le sue particolarità. Alcuni la sottovalutano, ma direi che è assolutamente interessante giocare qui. Certo, forse non è come era 20 anni fa, ma sono sicuro che il campionato stia continuando a crescere quindi sono molto felice di essere qui.
Giocare in Italia con questi tifosi è davvero incredibile. Avevo sentito molto sul fatto che i tifosi qui fossero pazzi in senso buono, ma non potevo credere che fosse davvero così. Sono molto soddisfatto di giocare per la Roma e di avere questi tifosi”.
“Dal primo giorno che sono arrivato sono rimasto impressionato da alcuni giocatori, dei livelli che non avevo visto in Germania, Inghilterra o Ucraina. Non farò i nomi ma dico che abbiamo dei grandi talenti, dei grandi calciatori che possono raggiungere livelli altissimi e spero che con le loro qualità potranno aiutare la Roma per raggiungere gli obiettivi” conclude Mkhitaryan.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: allenamenti ancora a gruppetti, domani atteso Ronaldo
Unica eccezione Higuain che tornerà alla Continassa il 30 maggio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
18 maggio 2020
17:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allenamento ancora a piccoli gruppi scaglionati oggi per la Juventus, al centro sportivo della Continassa. Ultimo giorno senza Cristiano Ronaldo che oggi termina il periodo di quarantena dopo il ritorno dal Portogallo: CR7 dovrebbe tornare quindi in campo domani. Nella settimana potranno riprendere anche de Ligt e Szczesny – il giorno previsto è mercoledì . poi Khedira e Matuidi ed infine i sudamericani Danilo, Douglas Costa e Alex Sandro. Unica eccezione Gonzalo Higuain, rientrato in Italia soltanto venerdì scorso: per l’argentino, quindi, niente allenamenti fino al 30 maggio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Parma in ritiro, ds “ragazzi non erano entusiasti”
Faggiano “rispettiamo il protocollo e aspettiamo nuove regole”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
15:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I ragazzi non erano entusiasti, ma faremo così fino a quando non ci saranno nuove regole. Non è una sfida agli altri club, stiamo solo rispettando il protocollo in atto e ci siamo riusciti con tanti sacrifici. Abbiamo scelto di andare in ritiro anticipato perché tanta gente ha lavorato per far sì che il protocollo venisse rispettato”. Così il direttore sportivo del Parma, Daniele Faggiano, prima squadra di serie A ad aver cominciato il ritiro, oggi, nel centro sportivo di Collecchio.
“Se arrivasse un nuovo protocollo potrebbe esserci un liberi tutti – ha sottolineato il dirigente gialloblù a Sky Sport -, ma ne parleremo poi con i calciatori. A Collecchio siamo attrezzati, grazie alle strutture per il settore giovanile possiamo fare anche un lungo ritiro. In ogni caso staremo sempre attenti.
“Siamo pronto all’allenamento collettivo ma dopo due mesi di inattività forzata non penso che faremo subito delle partitelle – ha spiegato ancora Faggiano – Faremo dei test, con l’allenatore si era deciso di non fare un allenamento prolungato solo ma dividerlo in due fasi, mattina e pomeriggio, senza sovraccaricare i calciatori con una seduta lunga”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Governo britannico punta su ripartenza a metà giugno
Oggi in programma un’assemblea generale club della Premier
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
15:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il governo britannico spera che la Premier League possa riprendere a metà giugno. E’ quanto auspicato dal Segretario di Stato per lo sport Oliver Dowden, pur insistendo sul fatto che la “sicurezza pubblica” resta la priorità. “Giovedì ho avuto discussioni molto produttive con la federazione (FA), la Football League (EFL) e la Premier League.
Stiamo lavorando duramente con loro per cercare di tornare, puntando a metà giugno, ma il criterio numero uno sarà di pubblica sicurezza” ha detto a Sky Sport.
La riunione di un’assemblea generale dei club della Premier League è in programma oggi. Dovrebbe votare per approvare una ripresa del protocollo di allenamento che consentirebbe esercizi in piccoli gruppi di 5 già da domani, secondo quanto riferito dalla stampa.
L’ultima partita del massimo campionato inglese si è giocata il 9 marzo, ma la Premier spera di finire la tagione giocando le restanti 92 partite del calendario. Il progetto di ripartenza inizialmente prevedeva un ritorno agli allenamenti colletti da oggi e una ripresa delle partite il 9 giugno, ma è stato accantonato a causa delle riserve sulla sicurezza sanitaria o sulle partite in campo neutro. Ora la data ‘obiettivo’ sarebbe il 12 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Fifa organizzerà evento per raccolta fondi
Infantino “si terrà appena possibile dalla situazione sanitaria”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
15:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non appena la situazione sanitaria lo permetterà”, la Fifa organizzerà un match ufficiale per raccogliere fondi per aiutare a combattere il Covid-19. Dopo aver donato dieci milioni di dollari come contributo alla lotta contro il virus, la federazione internazionale ha annunciato oggi questo progetto a sostegno dell’iniziativa “ACT – Access to Covid-19 Tools accelerator” lanciata sotto l’egida dell’OMS per sostenere su base multilaterale il processo di accelerazione dello sviluppo degli strumenti di diagnostica e terapia e del vaccino.
“Siamo impegnati a organizzare un evento globale per raccogliere fondi non appena la situazione sanitaria lo consente, anche se dovremo aspettare ancora qualche mese”, ha dichiarato il presidente della Fifa, Gianni Infantino. Il presidente della Fondazione Fifa, l’ex rossonero Youri Djorkaeff, ha chiarito che “diversi scenari e progetti sono allo studio, tenendo conto delle raccomandazioni dei governi interessati e delle organizzazioni internazionali”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Salvini,spero non ci sia pregiudizio sul calcio
‘Spadafora ha detto 4 cose diverse in 4 occasioni diverse…’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
16:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il ministro dello Sport Spadafora ha detto quattro cose diverse in quattro occasioni diverse… Spero che non ci sia un pregiudizio, perché il calcio mantiene i campetti di periferia nelle nostre città e se non riparte quello rischiano di chiudere anche i campetti dei bimbi”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, ospite di Un Giorno da Pecora su Radio1 Rai, alla richiesta di un parere sulla volontà del governo di far ripartire il calcio.
“Il sistema calcio muove quattro miliardi di euro e dà lavoro a circa 50mila persone, che portano a casa 1000 euro al mese se va bene”, ha poi ricordato Salvini.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Premier league, da domani allenamenti piccoli gruppi
Club hanno votato all’unanimità. No a contatti tra giocatori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
18:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I club della Premier League hanno dato il via da domani agli allenamenti in piccoli gruppi. La decisione è stata presa all’unanimità – si apprende dalla Bbc – Non saranno possibili contatti tra i giocatori e verrà mantenuta la distanza fisica.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio:slitta Comitato Esecutivo Uefa,in ballo sedi Euro2020
Posticipato al 17 giugno prossimo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
18:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Slitta il Comitato Esecutivo dell’Uefa. L’organo di governo del calcio europeo ha annunciato oggi che il prossimo meeting, originariamente in programma il 27 maggio, è stato posticipato al 17 giugno, “a causa dell’esistenza di alcuni punti aperti riguardanti un piccolo numero di sedi proposte per la riorganizzazione di Euro2020 del prossimo anno”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Formazione per i club di C sulla Cassa integrazione
Ghirelli: “Lavoriamo con il Governo a interventi strutturali”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
18:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Consentire ai club di Serie C di accedere alla Cassa integrazione in deroga, assicurare omogeneità di approccio, mettere a fattore comune le diverse esperienze. È l’obiettivo di formazione della Lega Pro, con il supporto di legali e commercialisti di PwC Tls, che affiancherà le squadre negli aspetti giuridici, amministrativi e gestionali.
Al seminario sono intervenuti, oltre a Gianluigi Baroni, legale di PwC Tls, Gaetano Cippone della direzione centrale Inps e Alfredo Nicifero, vicedirettore della direzione centrale dei rapporti assicurativi Inail. Il decreto rilancio ha consentito agli sportivi, che hanno un reddito massimo di 50 mila euro lordi, di accedere a una misura di assoluta novità per il calcio. “La cassa integrazione in deroga ha il nostro marchio – dice Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro -: due mesi fa ci avrebbero presi per pazzi, se avessimo semplicemente detto che il Governo l’avrebbe prevista. Ora è tutt’altra storia e ciò dimostra credibilità, professionalità e metodo”.
La Cassa integrazione in deroga è un ammortizzatore sociale indispensabile per le squadre di calcio della Serie C. Un intervento fondamentale che dà una boccata d’ossigeno ai club di C e si affianca a un’altra misura importante: la cancellazione del saldo e dell’acconto Irap. “L’Irap è un balzello iniquo per la Lega Pro, storicamente ne chiediamo la cancellazione, l’intervento di Confindustria, è stato determinante. Il primo intervento non contemplava i nostri club, abbiamo lavorato per far sì che ne potessimo beneficiare”.
“Ora – conclude Ghirelli – l’auspicio è di lavorare con il Governo a interventi strutturali, non lasciando indietro le categorie più deboli. Il calcio di territorio è per loro. Con Gravina siamo pronti a lavorare alla riforma dei campionati.
Renderemo noti presto i dati di come la pensano i presidenti di C e si scoprirà la cultura di chi ragiona a sistema, rispetto a chi guarda la riforma dal buco della serratura”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc, mercoledì 20 maggio consiglio federale
All’odg anche le modalità di conclusione della stagione 2019-’20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
18:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tra gli argomenti all’ordine del giorno del Consiglio federale convocato alle 12 di mercoledì prossimo, 20 maggio – oltre all’approvazione dei verbali delle riunioni del 24 febbraio e 10 marzo e alle comunicazioni del Presidente – ci sono i seguenti punti: informativa del Segretario Generale; modifiche regolamentari; nomine di competenza; decreto Presidente Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020: provvedimenti conseguenti; circolare UEFA n. 24 del 24 aprile 2020: determinazioni in ordine alle modalità di conclusione dei campionati stagione sportiva 2019/2020; competizioni ufficiali professionistiche e dilettantistiche stagione sportiva 2019/2020: provvedimenti conseguenti; Licenze Nazionali stagione sportiva 2020/2021; termini tesseramento in ambito professionistico stagione sportiva 2020/2021; ratifica delibere di urgenza del Presidente Federale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Commisso “troviamo accordo per ricominciare”
Il patron viola: Negli Usa non esiste un ministro dello sport…
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
18 maggio 2020
20:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Ci sono troppi poteri e troppa burocrazia sulla questione della ripresa del campionato. La salute viene prima di tutto ma cerchiamo di trovare un accordo per ricominciare”. Così il n.1 della Fiorentina, Rocco Commisso, intervenendo a Mediaset. ”In America non abbiamo il ministro dello Sport, il mio auspicio è che si arrivi ad una decisione che ci permetta di giocare . ha proseguito -. E non ritengo che sia giusto mettere in quarantena tutta la squadra se viene trovato un giocatore positivo. In Germania ad esempio non avviene”.
Quanto al mercato sia in entrata che in uscita ha ribadito: ”Chiesa? Ne riparleremo fra un mese, un mese e mezzo. Voci su Paquetà e Belotti? Per una società come la Fiorentina che fattura meno di 100 milioni di euro è difficile comprare giocatori importanti, bisogna aumentare i ricavi e per questo serve il nuovo stadio, speriamo che mi permettano di farlo. Un giocatore che sogno di portare in viola? Potrei dire Messi, Ronaldo, Mbappé – ha sorriso il patron viola -. Si può sognare ma non si può fare, siamo la Fiorentina mica il Real o il Barcellona e dunque bisogna essere pratici e anche i tifosi devono capirlo. Non è che non vogliamo, è che adesso non possiamo. Al momento non abbiamo deciso nulla riguardo a nuovi giocatori”. Il “Per il centro sportivo ci sarà un ritardo di due mesi, l’obiettivo è finirlo entro il 2021. Per lo stadio, prima si andava fast fast fast, ora si va slow slow slow… Io chiedo di lasciarmelo fare se si vuole bene a Firenze, perché quello che faccio rimarrà lì, non me lo porterò via con me”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga: Werder Brema-Bayer Leverkusen 1-4
26esima giornata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con la vittoria del Bayer Leverkusen in casa del Werder Brema con il punteggio di 4-1, si è conclusa la 26/a giornata della Bundesliga, primo campionato europeo a ripartire dopo l’emergenza coronavirus. Decisiva la doppietta di Havertz nel primo tempo e le reti di Weiser e Demirbay nella ripresa. Di Gebre Selassie l’unico gol dei padroni di casa del Werder.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari, Faragò operato, 2 mesi di stop
Per il rossoblù l’anno scorso intervento all’anca
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
19 maggio 2020
09:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo stop per il centrocampista del Cagliari Paolo Faragó. L’ex Novara ieri sera è stato sottoposto ad intervento chirurgico per sports hernia bilaterale nella clinica Villa Stuart di Roma.
Il calciatore osserverà ora alcuni giorni di riposo prima di iniziare il suo percorso di recupero: la prognosi è di circa due mesi. Non è detto quindi che la stagione per lui sia già finita: potrebbe essere – sempre che si riprenda a giocare da metà giugno – disponibile per le ultime gare di luglio.
Per Faragó dodici mesi molto complicati. Il giocatore rossoblù aveva subito un intervento un anno fa all’anca sempre a Villa Stuart ed era stato fermo circa sei mesi. Poi il ritorno in campo lo scorso ottobre festeggiato addirittura con un gol contro la Spal. Per un totale di dodici presenze in questa stagione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Rakitic, Lautaro? Barcellona vuole sempre il meglio
Centrocampista croato: ‘mi sarebbe piaciuta chiamata Bartomeu..’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
10:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Lautaro? Io, come il Barcellona, voglio sempre i piu’ forti per la mia squadra. E lui e’ uno di quei giocatori, lo abbiamo visto di persona quando abbiamo affrontato l’Inter”. Ivan Rakitic, centrocampista croato del Barca, ‘chiama’ l’attaccante argentino. In un’intervista a Radio Cope, Rakitic che e’ in scadenza di contratto a giugno 2021 e per il quale si e’ parlato dell’interessamento anche di Inter e Juve, lancia anche messaggi al suo club. “Mi sarei aspettato che in questi mesi di quarantena per il Coronavirus Bartomeu mi facesse una chiamata – le sue parole – Nei giorni del lockdown ho parlato con Abidal del possibile ritorno, ma magari c’era altro. Non ho pensieri negativi, quando firmo un contratto il mio pensiero e’ portarlo a termine. Ma ora non penso a quel che succedera’ domani, sono concentrato sulle poche partite di Liga che rimangono da giocare, e poi si vedra’…” Rakitic, che nelle settimane scorse si era detto pronto a correre il rischio di un contagio pur di tornare in campo, ha parlato anche delle ipotesi di ritiri prolungati per prevenire i rischi del contagio da coronavirus. “Non servono a nulla, non ci aiutano in alcun modo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figurine Panini lancia “Euro 2020 Preview”
Il rinvio degli Europei non ferma le nuove collezioni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
11:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il rinvio al 2021 di “UEFA Euro 2020” non ferma le figurine Panini. Ad un anno esatto dall’avvio della 60a edizione del torneo, posticipato all’11 giugno 2021, la casa modenese lancia infatti la nuovissima collezione di figurine “UEFA Euro 2020 Preview”, un’anteprima della manifestazione europea del prossimo anno che vuole rispondere alle sollecitazioni di tanti collezionisti in tutto il mondo di non abbandonare totalmente i piani editoriali originali.
“Nella Panini, la passione per il calcio è viva e forte come la tua”, si legge nell’introduzione dell’album, rivolta a collezionisti e appassionati. “Per questo motivo, speriamo di riempire lo spazio tra oggi e la fase finale di ‘UEFA Euro’ posticipata al 2021 con questo album. E’ il nostro modo di tenere vivo lo sport che tutti amiamo”.
La collezione “UEFA Euro 2020 Preview” è articolata in 568 figurine adesive . La raccolta contiene le 20 Nazionali già qualificate. Per ogni team, sono presenti le immagini di 22 calciatori, oltre a quelle del capitano (in una speciale figurina brillante), del logo ufficiale della Federazione e, in doppia figurina, della formazione schierata e di giocatori in esultanza.
La collezione “UEFA Euro 2020 Preview” contiene pure alcune sorprese. Innanzitutto, sono previste due figurine speciali: la prima è dedicata alla mitica “rovesciata Panini”, mentre la seconda riguarda la campagna “Signs for Equal Game” che la UEFA ha abbinato al torneo rinviato al 2021. Presente nell’album anche la sezione speciale “Euro Fantasy Team”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter, Bayern e Real insieme per ospedali europei
‘European Solidarity Cup’ nel 2021; Zhang, vogliamo ringraziare
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 maggio 2020
12:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter, Real Madrid e Bayern Monaco insieme per le strutture sanitarie che lottano contro il Covid-19. Nasce la ”European Solidarity Cup – Football for Heroes” nel 2021, con l’obiettivo ”di lanciare insieme un messaggio di solidarietà e di sottolineare l’importanza della coesione tra i paesi europei, inviando un aiuto concreto alle strutture mediche e ospedaliere”, si legge nella nota del club nerazzurro. Un torneo all’italiana che prenderà il via quando saranno chiari i calendari di ciascuna squadra e i tifosi potranno tornare allo stadio. ”La pandemia ha colpito con grande forza le popolazioni di tutto il mondo. Il grande impegno del personale sanitario – commenta il presidente dell’Inter Steven Zhang – è stato essenziale per permetterci ora di tornare a guardare al futuro. Con questa iniziativa vogliamo ringraziarli e celebrare il loro lavoro e allo stesso tempo lanciare un messaggio di unità e solidarietà tra le nazioni”. I proventi di tutte le partite saranno devoluti a strutture sanitarie. A Milano si giocherà Inter-Bayern Monaco, a Madrid i nerazzurri sfideranno il Real, mentre a Monaco sarà la volta del Bayern contro gli spagnoli.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: obbligo quarantena, le inglesi rischiano le Coppe
Governo impone stop di 14 giorni a chiunque viene dall’estero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 maggio 2020
12:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’obbligo di quarantena, annunciato dal governo britannico, rischia di compromettere il cammino europeo dei club d’Oltremanica. Da giugno chiunque entrerà nel Regno Unito, ad eccezione di chi proviene dall’Irlanda, dovrà osservare un periodo di due settimane di quarantena.
Una misura precauzionale per minimizzare il rischio contagi.
Inizialmente si pensava che lo sport d’élite sarebbe stato esonerato dalla norma, ma ora che il governo sembra intenzionato a non concedere eccezioni, è scattato l’allarme. Perché in agosto, quando dovrebbero concludersi Champions League e Europa League, i club britannici rischiano – scrive oggi il Sun – di non potervi partecipare. Secondo le future restrizioni sanitarie, infatti, sia Manchester City e Chelsea (impegnate in Champions League) che Manchester United, Wolverhampton e Rangers (in Europa League) non potranno viaggiare all’estero, mettendo in serio dubbio il loro proseguo nel torneo continentale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Capitano del Watford di Pozzo: ‘Io non mi alleno’
Deeney: ‘Non rischio la salute di mio figlio’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
16:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Io non mi alleno”. Dice no alla ripresa del calcio Troy Deeney, capitano del Watford, squadra di Premier League di proprieta’ della famiglia Pozzo, alla guida anche dell’Udinese. Le squadre del massimo campionato inglese riprendono oggi allenamenti a piccolo gruppi dopo lo stop per la pandemia, ma il 31enne Deeney ha detto no. “Basta una persona infetta all’interno del gruppo: mio figlio di 5 mesi ha difficolta’ respiratorie e non voglio metterlo in pericolo”.
Deeney aveva già espresso le sue perplessita’ nella riunione tra Lega e capitani, sottolineando come i calciatori di colore e asiatici corrano statisticamente più rischi degli altri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Ispettori Premier spiano la ripresa allenamenti
Per verificare che ogni club rispetti protocollo sicurezza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 maggio 2020
13:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La ripresa degli allenamenti in Inghilterra verrà monitorata dagli ispettori della Premier League, incaricati di verificare che ogni club rispetti il protocollo di sicurezza. Da oggi i club inglesi hanno ricominciato ad allenarsi in piccoli gruppi, rispettando le norme di distanziamento sociale e una serie di precauzioni igienico-sanitarie per minimizzare il rischio di contagi. Un protocollo d’intesa, in accordo con le linee guida fornite dal governo britannico, sottoscritto da tutte le società del massimo campionato inglese, allo scopo di ritornare in campo nel giro di un mese. Secondo il Times nei prossimi giorni ciascuna delle 20 società riceverà la visita degli ispettori, che dovranno controllare che gli allenamenti (della durata massima di 75 minuti) così come tutte le altre norme previste in questa fase 1, siano rispettate sia dai club che dai giocatori.
In attesa di conoscere la data della ripresa del campionato, con ogni probabilità venerdì 19 giugno, i club devono ancora accordarsi su una serie di precauzioni logistiche, a partite dalla quarantena che i giocatori dovranno osservare prima di tornare in campo. Le autorità sanitarie inglesi vogliono che i giocatori trascorrano almeno due settimane in isolamento prima della ripresa del campionato, una quarantena decisamente più lunga rispetto ai sette giorni fissati dal protocollo di sicurezza adottato in Bundesliga.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp, scudetto 29 anni fa, Mancini: ‘Giorno indelebile’
Società blucerchiata ricorda tricolore, ‘Vinto, visto, vissuto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
19 maggio 2020
16:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Vinto,visto,vissuto”. Sui canali social la Sampdoria ha voluto ricordare così con le immagini più belle di quella giornata lo scudetto conquistato Il 19 maggio del 1991, esattamente 29 anni fa. “Un giorno indelebile nella mia mente”, ha rilanciato Roberto Mancini su Instagram.
L’attuale ct della nazionale italiana di calcio è stato una bandiera blucerchiata dal 1982 al 1997. Un compleanno unico per ‘impresa di un club guidato da Paolo Mantovani come presidente e trascinato in panchina da Vujadin Boskov. Era la penultima giornata di campionato e la Samp vinse 3-0 allo stadio Luigi Ferraris contro il Lecce grazie alle reti di Toninho Cerezo, Moreno Mannini e Gianluca Vialli. Un ricordo anche da parte di Enrico Mantovani, figlio di Paolo, alla presidenza del club dal 1993 al 2000. “Auguri!” la didascalia abbinata ad una foto della Gradinata Nord durante una scenografia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Uefa, deadline del 3 agosto solo una raccomandazione
Le Parisienne rivela una lettera di Ceferin a presidente Lione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
16:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La scadenza del 3 agosto per terminare i campionati nazionali era solo una “raccomandazione” della Uefa e, come riporta il quotidiano francese Le Parisien, lo ha confermato il suo presidente Aleksander Ceferin in una lettera a Jean-Michel Aulas, il presidente del Lione, che ha così un nuovo argomento per contestare l’interruzione anticipata della stagione della Ligue 1, con cui la sua squadra è rimasta fuori dalle coppe europee. L’inizio di agosto è stato finora considerato anche l’orizzonte entro cui concludere la Serie A.
Come emerso dal Comitato esecutivo della Uefa del 23 aprile, il gruppo di lavoro sul calendario composto anche da Eca, European Leagues e Fifpro aveva esaminato due scenari possibili: uno per gestire in parallelo le competizioni sospese per l’emergenza coronavirus; l’altro per completare le partite dei campionati nazionali prima della ripresa, ad agosto, di Champions ed Europa League. Lavorando per la ripartenza a metà giugno, diverse leghe in queste settimane hanno considerato il primo fine settimana di agosto come una deadline. Era indicato così anche nel verbale del consiglio d’amministrazione della Lfp, la lega calcio francese, che il 30 aprile ha chiuso la Ligue 1: “La UEFA (…) chiede pertanto che le competizioni nazionali terminino al più tardi il 3 agosto 2020, fatto che ostacola una possibile ripresa del campionato della Ligue 1 della stagione 2019-2020 quando sarà nuovamente possibile organizzare le partite”.
Ma nella lettera ad Aulas, il presidente della Uefa spiega la scadenza era solo “raccomandata e provvisoria, non ufficiale”.
“La raccomandazione della Uefa – ha precisato Ceferin secondo quanto riportato da Afp – era quindi chiaramente di incoraggiare le federazioni e le leghe nazionali a fare del proprio meglio per completare gli attuali campionati nazionali, sia nel formato originale che in un formato adattato, se necessario”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp: “Non vincere titolo? C’è di peggio nella vita”
Allenatore Liverpool: “Fermare il campionato sarebbe ingiusto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
17:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono cose peggiori nella vita rispetto alla mancata vittoria di un campionato. Molte persone hanno problemi economici e di salute, altri sono morte. I nostri centro sportivi sono luoghi sicuri, nessuno potrà infettarsi al loro interno”. Così Juergen Klopp, allenatore del Liverpool campione d’Europa e del mondo in carica, in un’intervista concessa alla Bild.
Il tecnico tedesco è tornato a parlare di una possibile ripresa del campionato inglese, dove gli mancano pochissimi punti per aggiudicarsi il titolo. “La cosa più importante al momento era affrontare questa crisi, cancellare il campionato sarebbe stato tuttavia ingiusto”, ha concluso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pastore via da Roma, per lui un futuro negli Usa
L’argentino nel mirino dell’Inter Miami e dei Seattle Sounders
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
17:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Javier Pastore non ha fatto breccia nel cuore dei tifosi della Roma, anche a causa dei ripetuti stop per infortunio, ma in Francia continua ad avere diversi estimatori. Tant’è che la stampa transalpina accosta l’ex fantasista di Palermo e Paris Saint-Germain non a una squadra della Ligue 1, ma nientemeno che all’Inter Miami, il club di David Beckham, l’inglese che fu compagno di squadra del ‘Flaco’ argentino proprio al Parco dei Principi.
Tuttavia, secondo i media francesi, Pastore non sarebbe solo nel mirino della squadra della Florida, ma anche di un altro club della MLS: si tratta dei Seattle Sounders.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lobotka: “Mi sento orgoglioso di giocare nel Napoli”
‘Ammiro Mertens e Insigne, da piccolo fan di Ronaldinho’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
19 maggio 2020
18:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il debutto al San Paolo è stato incredibile, i tifosi mi hanno accolto bene e mi sono sentito alla grande. Mi hanno fatto sentire orgoglioso di far parte di questa squadra”. Lo dice Stanislav Lobotka che oggi ha risposto ad alcune domande dei tifosi sui social network del Napoli.
Da quel debutto del 21 gennaio contro la Lazio in Coppa Italia sono passati quattro mesi ma solo due di calcio e il centrocampista slovacco, che ha giocato in azzurro 5 partite, si prepara ora alla ripresa, sperando di sfondare a Napoli dopo aver lasciato il Celta Vigo nel mercato invernale: “Ho visto subito – racconta – che in Italia le squadre sono più difensive rispetto alla Liga spagnola, si coprono per poi sfruttare le ripartenze. In Spagna c’è più libertà”. Lobotka racconta di essere stato da bambino fan di Ronaldinho, mentre dei suoi nuovi compagni cita quattro giocatori: “Chi mi ha impressionato di più? E’ difficile da dire – spiega – perché sono tutti ottimi giocatori, ma se devo fare qualche nome forse dico Mertens, Insigne, Zielinski e Fabian Ruiz”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta: Gosens ambasciatore calcio tedesco
‘Un voto arrivato dalla gente, sono a fianco di nomi importanti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
19 maggio 2020
19:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Atalanta ha riportato una nota sul proprio sito ufficiale su Robin Gosens, votato “Ambasciatore del calcio tedesco 2020”, con un sondaggio online promosso da Deutscher Fussball Botschafter, associazione no profit che promuove iniziative sociali e benefiche. Nel premio, il “Deutscher Fussball Botschafter Publikumspreises 2020”, l’esterno sinistro dei nerazzurri ha preceduto Dzsenifer Marozsán (Lione), Toni Kroos (Real Madrid), Lukas Podolski (Antalyaspor), Ann-Katrin Berger (Chelsea), Leroy Sane (Manchester City), Antonio Rudiger (Chelsea), Benedikt Howedes (Lokomotiv Mosca), Marko Marin (al-Ahli Dschidda), Pascal Gross (Brighton & Hove Albion) e Thilo Kehrer (Psg). Gosens succede al portiere del Barcellona e della Nazionale tedesca Marc-André ter Stegen: “Sono molto felice e orgoglioso, perché è un riconoscimento che viene dato a chi porta in alto il calcio tedesco nel mondo – il commento di Gosens riportato dall’ufficio stampa atalantino -. E vedere i nomi che ho preceduto quest’anno, campioni del calibro di Podolski o Kroos, o che mi hanno preceduto nelle edizioni passate, mi riempie ancora più di orgoglio: vuol dire che stai facendo veramente. Questo premio lo vedo come un frutto del tanto lavoro fatto finora. L’altra cosa che mi rende particolarmente felic, è che il voto è arrivato proprio dalla gente. E poi l’aspetto più importante è lo scopo sociale di questa iniziativa visto che si potrà aiutare anche un’organizzazione benefica a mia scelta”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: positivo Evgeniev, difensore della Dinamo Mosca
Nei giorni scorsi altri 2 calciatori hanno contratto il Covid19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MOSCA
19 maggio 2020
19:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Dinamo Mosca ha annunciato che il difensore Roman Evgeniev è risultato positivo al Coronavirus.
Ieri il Rubin Kazan aveva annunciato la positività al virus del difensore Konstantin Pliev, sebbene il giocatore stia bene.
Anche la Lokomotiv Mosca ha fatto sapere la scorsa settimana che un calciatore tesserato, l’attaccante peruviano Jefferson Farfan, era risultato positivo al nuovo virus. Il campionato di calcio in Russia dovrebbe riprendere il 21 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora: il 28 si decide sulla ripartenza del calcio
E da stasera le linee guida per palestre e centri sportivi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
19:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho appena convocato una riunione per il 28 maggio con il presidente della Figc, Gravina, e con quello della Lega, Del Pino: per quel giorno saremo in grado di decidere se e quando far ripartire il campionato di calcio”: lo ha annunciato il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, a TGsport Rai2. “Vogliamo ripartire, per terminare”, ha aggiunto Spadafora
“Il Comitato tecnico scientifico ha approvato il protocollo della Figc per la ripresa degli allenamenti di squadra dei club di calcio”. Lo ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, ospite di Tg Sport su Rai 2, precisando che tra le variazioni c’e’ quella dei ritiri, non piu’ necessari.
“L’Italia riparte, e’ giusto che riparta anche il calcio”: lo ha detto il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, a TgSport Rai2, annunciando l’ok definitivo alla ripresa degli allenamenti collettivi delle squadre di calcio e una riunione per il 28 maggio per fissare la data di ripartenza della serie A. “Sarebbe stato piu’ facile fare come la Francia, e dire che il campionato era finito – ha aggiunto Spadafora – Sono stato dipinto come il nemico del calcio, all’inizio mi ha dato fastidio, ora mi fa sorridere”.
“Da stasera sul sito del ministero ci saranno le linee guida per la ripresa in sicurezza delle attività nelle palestre e nei centri sportivi, lo sporto di base”. Lo ha detto il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ospite di Tg Sport su Rai 2. Il Cts ha infatti licenziato il testo con le indicazioni, che dovranno essere seguite al fine di tutelare la salute di quanti praticano l’attività sportiva e degli operatori.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Milan, primi tamponi e poi pranzo ‘a distanza’
Giovedì altri esami, se negativi via ad allenamenti collettivi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
19 maggio 2020
19:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prima giornata di tamponi a Milanello. Tutti i giocatori della rosa oggi si sono sottoposti all’esame sul coronavirus e lo rifaranno ancora nei prossimi giorni, probabilmente giovedì. In caso di doppia negatività la squadra potrebbe poi ricominciare ad allenarsi in gruppo con le partitelle, come previsto dal nuovo protocollo. Oggi intanto sono proseguiti gli allenamenti individuali specifici sulla forza, mentre nei prossimi giorni la squadra si concentrerà più sulla tecnica con l’utilizzo del pallone. Tutta la rosa – ad eccezione di Kessie, ancora in quarantena dopo essere rientrato dalla Costa d’Avorio – ha lavorato sia la mattina che il pomeriggio così farà anche domani. La squadra ha pranzato a Milanello: per restare distanziati e non violare alcuna norma, i giocatori hanno mangiato divisi in due sale su due turni, con porzioni monouso da self service e senza camerieri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Uefa lavora a format coppe, ipotesi partite ‘secche’
Quarti e semifinali a eliminazione diretta. Decisione il 17/6
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
19:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I dirigenti dell’Uefa si sono presi qualche giorno di tempo per decidere il format conclusivo delle coppe europee. La data preferita da tanti, per riaprire i giochi in Champions ed Europa League, fino a qualche giorno addietro, era quella del 2 agosto. Da quel momento in poi, nel giro di sole due settimane sarebbero andate in scena le partite dei quarti e le semifinali, mentre le finali sarebbero state fissate rispettivamente il 26 e il 29 agosto.
Nelle ultime ore è ricomparsa l’opzione per abbreviare il tutto ed è tornata in auge l’ipotesi di partite secche sia nei quarti che in semifinale, in modo da risparmiare ai club viaggi continentali. L’unico ostacolo è legato al possibile veto delle tv che detengono i diritti delle coppe. Il nuovo format si concluderebbe, in Champions, con una sorta di Final four da disputarsi a Istanbul, la sede già designata per la finale. Una decisione, rivela il giornale spagnolo Marca – così come per quanto riguarda i nomi delle 12 sedi della fase finale dell’Europeo dell’anno prossimo – dovrebbe essere presa il 17 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina, ok a protocollo allenamenti passo determinante
N.1 Figc:, commissione medica già al lavoro su protocollo campionato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
20:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La validazione del protocollo sugli allenamenti collettivi è un passo determinante nel percorso di ripartenza del calcio in Italia”: lo dice il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, commentando il parere positivo del comitato tecnico scientifico che da’ il via agli allenamenti collettivi e annunciando che la commissione medica della Figc e’ gia’ al lavoro per il protocollo per il via al campionato. “Ho espresso al ministro per lo sport, Vincenzo Spadafora, e al ministro della salute, Roberto Speranza, la mia soddisfazione e quella della federazione per la disponibilità al confronto e la fattiva collaborazione che hanno portato al raggiungimento di questo importante risultato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Castellacci: “Si può ripartire, ma ci diano una data”
‘Ok per il 13 giugno, ora bisogna prendere delle decisioni’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
10:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Si potrà giocare, cercando magari di rischiare il meno possibile. Per poter fare questo bisogna che finalmente vengano proposte quelle famose linee-guida di cui si parla ormai da mesi e che non escono mai fuori in maniera concreta. Devono essere linee-guida che possono essere applicate, altrimenti sono solo carta-straccia. Finora sono stati fatti protocolli non applicabili. Aspettiamo con ansia questi protocolli”. Così il prof. Enrico Castellacci, presidente dell’Associazione Medici del Calcio, parlando a Radio Anch’io lo sport, su RadioRai.
“Sarebbe stato meglio, per portare avanti questo iter e senza burocratizzare – spiega – un tavolo solo, con membri del Governo, della Figc, della Federazione Medico-Sportiva e dell’Associazione medici del calcio. E’ inconcepibile e paradossale che la responsabilità sia data solo al medico. Il medico, la responsabilità civile e penale, ce l’ha nel Dna professionale. I calciatori, che dovrebbero firmare un foglio in cui si attengono alle linee-guida. Non è che il medico può controllare tutto. Ha ragione chi dice che non si possono costringere i calciatori a un’ulteriore quarantena, bisognerà piuttosto responsabilizzarli, cercando di essere un pochino più flessibili ed entrando nella logica tedesca, non in quella della quarantena in caso di un Covid-19”.
“Ricominciare il 13 giugno? Penso si possa fare, ma solo se finalmente si prendono delle decisioni. E’ indispensabile conoscere una data d’inizio per programmare gli allenamenti.
Penso si possa ricominciare e me lo auguro”, conclude.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Scozia, Celtic campione. La stagione non riprende
Classifica stilata in base alla media punti per partite giocate
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 maggio 2020
14:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Celtic ha vinto il suo 51/o titolo nazionale dopo che la Federcalcio scozzese ha deciso di non concludere la stagione a causa dell’emergenza coronavirus.
L’ufficializzazione del nono titolo scozzese consecutivo è arrivata questa mattina, dopo la riunione tra i 12 club della massima divisione, che ha sancito anche la retrocessione degli Hearts. Per stabilire la classifica finale non è stato utilizzato il piazzamento al momento della sospensione, lo scorso 13 marzo, ma la media punti di ciascuna squadra rispetto alle partite giocate, dal momento che non tutte le formazioni avevano disputato lo stesso numero di incontri. Una modalità di calcolo che comunque non ha alterato sostanzialmente la classifica, dal momento che i Celtic potevano contare su 13 punti di vantaggio sui Rangers, secondi, con una sola partita in più disputata.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Vaia “plausibile ripartenza del calcio il 13/6”
Direttore sanitario Spallanzani, un mese per trovare soluzioni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
13:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La data del 13 giugno per la ripresa del calcio e di tutto il mondo dello sport mi sembra plausibile.
Abbiamo un mese di tempo, e quindi altri due quindicine, cioè due periodi di possibili incubazioni e manifestazioni di sintomi del Covid 19 per trovare le soluzioni migliori”. Così Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani di Roma e tra gli esperti che affiancano la Commissione medico scientifica della Figc.
“L’apertura dello sport è il segnale di un Paese che riparte, ma va fatto in sicurezza – aggiunge Vaia -. Il virus lo sconfiggeremo definitivamente con le terapie appropriate e con il vaccino” conclude.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Diaconale torna a parlare, atroce astio contro di me
Portavoce Lazio dopo operazione, ‘finiamo campionato e vinciamo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
18 maggio 2020
18:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A più di due settimane dall’intervento chirurgico alla testa, il portavoce della Lazio Arturo Diaconale torna a parlare e lo fa in un post su Facebook ringraziando per i tanti gesti di “solidarietà e sostegno” nei suoi confronti, ma anche evidenziando “coloro che nel commentare la mia vicenda sui social network mi auguravano la morte tra i più atroci patimenti”.
“Subito dopo l’operazione in cui mi è stata aperta la calotta cranica per rimuovere il malevolo intruso che vi si era insediato – specifica Diaconale – mi era capitato di riflettere sul fatto che la pandemia non aveva generato i tanto attesi, spesso in maniera forzosa, cambiamenti sulla natura di un Paese che ormai si è tendenzialmente consegnato al cinismo spietato e che è spesso poco solidale”.
Diaconale si domanda il perché di così tanto astio: “Solo perché mi ero battuto per sostenere le legittime ragioni della S.S. Lazio di poter concludere regolarmente il campionato puntando ad ottenere un risultato di prestigio già in parte acquisito sul campo? Francamente non sono riuscito ad individuare una proporzione tra l’esercizio del mio lavoro, che è anche passione sportiva, e l’impietosa, livida perfidia, l’ostentata furia al linciaggio che mi si era riversata addosso”.
Concludendo, il portavoce del club biancoceleste sottolinea che “le possibilità di chiudere al meglio il campionato ci sono tutte. Sfruttiamole a fondo contro tutto e contro tutti i pregiudizi. Facciamoli neri! Che la ruota gira e questa volta può andare nella nostra direzione. Forza Lazio e grazie ancora a tutti!”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Samp, Ranieri guida ripresa con la mascherina
Rosa divisa in tre gruppi, subito doppia seduta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
18 maggio 2020
18:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Subito doppia seduta di allenamento per la Sampdoria: prima i test medici per tutti e poi la squadra divisa in tre gruppi e rigorosamente in orari diversi ha raggiunto Bogliasco per iniziare i lavori collettivi ma al massimo per 7/8 calciatori a turno. A coordinare gli allenamenti il tecnico Claudio Ranieri con la mascherina che ritrova Il centro sportivo Mugnaini dopo due mesi. Domani ancora doppia seduta in programma. Intorno alle 9 il primo ad arrivare è stato il difensore centrale Omar Colley, poi è toccato a Linetty, Jankto, Vieira, Leris e Maroni che hanno lasciato l’impianto poco prima dell’ora di pranzo. Presente anche il direttore sportivo Carlo Osti: a tutti prima di entrare nella struttura è stata misurata la temperatura col termo scanner.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Figc, attività sportiva sospesa fino al 14/6
La proroga è stata decisa in base al Dpcm di ieri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
19:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Federcalcio ha deciso di prorogare la sospensione dell’attività sportiva fino al 14 giugno, sulla base del Dpcm del 17 maggio, “nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione della autorità competenti”.
La Figc ha preso atto delle determinazioni assunte nel Dpcm di ieri che prevede la sospensione sino al 14 giugno degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: primo allenamento del Cagliari al centro sportivo
Zenga e staff tecnico con la mascherina, giocatori a distanza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
18 maggio 2020
19:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il tecnico Walter Zenga e collaboratori con la mascherina, i giocatori liberi da dispositivi di protezione, ma a distanza e a piccoli gruppi. È la “fotografia” del primo vero allenamento del Cagliari a due mesi dallo stop provocato dall’emergenza coronavirus. Non solo corsa, ma anche esercizi con la palla. La sensazione è che la squadra rossoblu stia cercando – sempre nel rispetto delle nuove regole – di accelerare i tempi in vista del possibile ritorno in campo che presumibilmente sarà a metà giugno. Importante la parte atletica dopo circa sessanta giorni di stop: i giocatori hanno seguito durante questo periodo un programma individualizzato da casa monitorato anche dallo staff tecnico.
Però il ritorno in campo è sicuramente un’altra cosa. Nei prossimi giorni Zenga dovrà iniziare a impartire ai giocatori disegno tattico e disposizioni personalizzate a una squadra abituata da un anno e mezzo agli schemi di Maran. La giornata era iniziata con una seconda tranche di controlli sanitari dopo quelli dei giorni scorsi. Poi nel pomeriggio la ripresa degli allenamenti. Non è previsto per ora (è uno dei punti controversi del protocollo sanitario) il ritiro ad Asseminello: i giocatori torneranno a casa e si ritroveranno al centro sportivo per la seconda giornata di allenamenti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: test e campo, primo giorno C. Ronaldo dopo quarantena
CR7 ha sostenuto test medici e fisici al JMedical
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 maggio 2020
16:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prima, beve, seduta di allenamento oggi, per Cristiano Ronaldo, tornato alla Continassa, dopo avere trascorso la quarantena d’obbligo dopo il rientro da Madeira. CR7 ha prima sostenuto test medici e fisici al JMedical e si è poi trasferito al campo di allenamento, agli ordini di Maurizio Sarri.
Il portoghese ha poi lasciato il quartier generale bianconero per fare il suo rientro a casa, nella villa sulla collina torinese, a bordo di un Jeep Grand Cherokee.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino domani al Filadelfia, allenamento non cambia
Per i granata ancora sedute individuali e facoltative
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
19 maggio 2020
22:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Torino prosegue i lavori al Filadelfia anche domani, ma il programma di allenamenti reste uguale: nonostante l’approvazione del protocollo di sicurezza, che permette il ritorno alle sedute di gruppo, i granata non cambieranno la propria agenda. Per i ragazzi di Moreno Longo, dunque, le sedute resteranno individuali e, soprattutto, facoltative, con i giocatori che potranno scegliere liberamente se presentarsi o meno ai cancelli del quartier generale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Watford, 1 giocatore e 2 membri staff positivi
Fanno parte dei sei contagiati annunciati dalla Premier
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
11:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nelle ultime ore la Premier League, dopo aver effettuato oltre 700 tamponi, aveva annunciato che sei persone tra giocatori e membri dello staff di tre club diversi erano risultate positive al Covid-19, senza però rivelarne l’identità. Tre di queste persone sono del Watford. Lo rende noto il club di proprietà del patron dell’Udinese Pozzo sul sito ufficiale. Appena ieri il capitano del Watford, Troy Deeney, aveva detto di non volersi allenare, “basta una persona infetta all’interno del gruppo: mio figlio di 5 mesi ha difficoltà respiratorie e non voglio metterlo in pericolo”.
Nella nota ufficiale il club “conferma che tre persone sono risultate positive al virus Covid-19 a seguito di test sul campo di allenamento nelle ultime 48 ore. Di questi tre test positivi, uno è un giocatore e due sono membri dello staff. Tutti e tre hanno chiesto il rispetto della riservatezza medica e, pertanto, il club non nominerà le persone coinvolte. Ora tutti e tre si auto-isoleranno per sette giorni, in linea con i protocolli stabiliti dalle linee guida della Premier League, prima di essere nuovamente testati in un secondo momento. Il rigoroso rispetto delle linee guida della Premier League ha assicurato che il campo di allenamento rimanga privo di virus e un ambiente sicuro in cui i giocatori possano continuare a lavorare. Il club continuerà a collaborare strettamente con il personale interessato e non ci saranno ulteriori commenti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
San Siro: Sala, progetto non mi dispiace ma è tema divisivo
Sindaco: discussione è aperta
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 maggio 2020
13:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A me l’idea che è stata presentata” da Inter e Milan sul nuovo stadio e sulla rifunzionalizzazione di San Siro “non dispiace, ero più freddo all’inizio ma questo progetto lascia molto vedere e San Siro in qualche modo rimane, apre a molti sport con un progetto anche gratuito per la città”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato del progetto presentato dalle squadre per l’area di San Siro nel corso della trasmissione ‘Non è un Paese per giovani’ su Rai Radio 2.
Quello dello stadio “è un tema che sarà divisivo perché sul calcio siamo tutti allenatori e su una questione così ci divideremo, ad oggi è difficile dire a livello di Consiglio Comunale, perché deve passare da lì, come verrà preso – ha aggiunto -. A me il progetto adesso piace di più, ancora non siamo arrivati a una sintesi, perché il tema di discussione sono i diritti volumetrici, è chiaro che le squadre non fanno lo stadio solo per la struttura in sé altrimenti non rientrerebbero dall’investimento ma vogliono fare altro. C’è una discussione aperta”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus:3 casi sospetti,Kaiserslautern ferma allenamento
Club tedesco, saranno soggetti a una quarantena rigorosa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
13:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Kaiserslautern, formazione della terza divisione tedesca, ha sospeso l’allenamento collettivo dopo che sono stati appurati tre casi sospetti di coronavirus. Le tre persone interessate, la cui identità non è stata rivelata dal club della Renania-Palatinato, devono sottoporsi a un nuovo test per confermare l’esito del primo.
Saranno soggetti, così come i compagni a diretto contatto con loro, a una quarantena rigorosa fino a nuovo avviso, specifica il club. A differenza della prima e della seconda divisione, la cui stagione è ripresa lo scorso fine settimana, la terza divisione è stata finora sospesa fino al 30 maggio. La Federcalcio tedesca (DFB) ha già indicato di voler proseguire, ma la questione divide i club, alcuni dei quali chiedono un’interruzione definitiva.
Pioniera in Europa tra i maggiori campionati, la Germania ora ha la pesante responsabilità di indicare la strada. Il successo o il fallimento della sua operazione di “re-start” dimostrerà che lo sport professionistico può ripartire o meno ai tempi del Coronavirus. Per convincere le autorità pubbliche tedesche, i team di prima e seconda divisione hanno concordato di sottoporsi a misure sanitarie draconiane e, in particolare, hanno dovuto isolarsi dal mondo la settimana prima del recupero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Danny Rose, noi trattati come topi da laboratorio
Difensore Newcastle, giocare? Prima una fase di sperimentazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
14:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I giocatori sono trattati come “topi da laboratorio”. La dura presa di posizione è di Danny Rose, difensore del Newcastle, e riflette lo scetticismo di molti protagonisti della Premier League sulla ripresa del campionato a giugno. “La gente vorrebbe che tornassimo a giocare, come se fossimo cavie o topi da laboratorio”, ha detto Danny Rose, attualmente in prestito al Newcastle dal Tottenham, in un podcast radiofonico.
Ieri la prima ondata di test sul coronavirus nei club del campionato inglese ha identificato sei casi positivi su 748 campioni, in tre diversi club, tra cui Watford e Burnley.
I team hanno iniziato questa settimana ad allenarsi in piccoli gruppi. Secondo Danny Rose sarebbe necessario “sperimentare questa fase e vedere se funziona o no” prima di considerare un ritorno alle gare, come avvenuto in Germania lo scorso fine settimana. “Posso immaginare le persone a casa che si dicono: ‘guadagnano così tanto, possono pur ricominciare a giocare’ – ha aggiunto il 29enne, nazionale inglese – Mi chiedo se ne valga la pena. Potrei trovarmi a rischiare la mia salute per il loro divertimento e, a dire il vero, non voglio essere coinvolto in questo genere di cose”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dall’Uefa più tempo per presentare i calendari dei campionati nazionali
La Confederazione europea disponibile a prorogare il termine del 25 maggio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
19 maggio 2020
16:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Non è più perentorio il termine del 25 maggio per presentare all’Uefa i piani di ripartenza dei campionati: le Federazioni dovranno comunicare se e con quale format concluderanno la stagione prima del Comitato esecutivo Uefa del 17 giugno, inizialmente in programma il 27 maggio. Lo precisano fonti Uefa all’indomani dell’annuncio con cui è stata posticipata la riunione dell’organo di governo del calcio europeo.
Nei giorni scorsi, con una nota, l’Uefa aveva spiegato di comprendere “che i piani dettagliati” avrebbero potuto “non essere completamente disponibili” per il 25 maggio “a causa di una serie di vincoli esterni”. Comunque, proseguiva la nota, “l’Uefa si aspetterebbe di ricevere almeno alcune indicazioni sulla potenziale via da seguire prevista dalle Federazioni nazionali e dalle Leghe entro tale data”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier, allenamenti con supervisione degli ispettori
Via libera dei club a sedute per piccoli gruppi, ma sotto controllo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
19 maggio 2020
16:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Premier League muove un altro passo verso il ritorno in campo: da oggi, infatti, i club inglesi hanno potuto ricominciare ad allenarsi in piccoli gruppi, ovvero non più solo individualmente, sempre rispettando le norme di distanziamento sociale e una serie di precauzioni igienico-sanitarie per minimizzare il rischio di contagi. Il tutto grazie al protocollo d’intesa, in accordo con le linee guida fornite dal governo britannico, sottoscritto dalle società, allo scopo di ritornare in campo nel giro di un mese, il cosiddetto “Project Restart”.
“Stringenti protocolli medici dei più alti standard di sicurezza – si legge in un comunicato emesso ieri dalla Premier – garantiranno il ritorno agli allenamenti di tutti i tesserati nella maniera più sicura possibile. La salute e il benessere di tutte le persone coinvolte rappresenta una priorità per la Premier League, e il ritorno sicuro in campo è un processo che procede passo per passo”.
La ripresa verrà monitorata dagli ispettori della Premier League, incaricati di verificare che ogni club rispetti il protocollo di sicurezza. Secondo il Times, dovranno controllare che gli allenamenti (della durata massima di 75 minuti), così come tutte le altre norme previste in questa fase 1, siano rispettate.
Ma in attesa di conoscere la data della ripresa del campionato, con ogni probabilità venerdì 19 giugno, i club devono ancora accordarsi su una serie di precauzioni logistiche, a partire dalla quarantena che i giocatori dovranno osservare prima di tornare in campo. Le autorità sanitarie inglesi vogliono che i giocatori trascorrano almeno due settimane in isolamento prima della ripresa del campionato, il doppio dei sette giorni fissati dal protocollo di sicurezza adottato in Bundesliga.
Non solo: l’obbligo di quarantena deciso dal governo da giugno per chiunque entrerà nel Regno Unito, rischia di ostacolare la partecipazione dei club britannici ai tornei internazionali già ad agosto, quando dovrebbero concludersi Champions ed Europa League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Ceferin, calcio con i tifosi tornerà presto
“Scommetterei che Euro 2020 si giochino? certo, perchè no”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
10:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il calcio non è cambiato dopo la prima o la seconda guerra mondiale, e non cambierà nemmeno a causa di un virus. La gente ha detto molte volte che il mondo non sarà più lo stesso dopo … questo potrebbe essere vero, ma il mio punto di vista è perché non pensare che il mondo sarà migliore dopo questo virus?” così in un’intervista al Guardian il presidente dell’Uefa Alexandr Ceferin, che ha aggiunto: “siamo pronti e seguiremo le raccomandazioni delle autorità, ma sono assolutamente sicuro, personalmente, che il buon vecchio calcio con i tifosi tornerà molto presto”.
Alla domanda se scommetterebbe un milione sul fatto che gli Europei verranno regolarmente giocati nel 2021, Ceferin ha detto: “Sì, vorrei … Non so perché non lo sarebbe. Non penso che questo virus durerà per sempre. Penso che cambierà prima di quanto molti pensano”.
Il numero uno dell’Uefa ha poi aggiunto: “è una situazione grave, ma ora sta andando giù e siamo più cauti. Sappiamo di più sul virus e in generale sono una persona ottimista. Non mi piace questa visione apocalittica secondo cui dobbiamo aspettare la seconda e la terza ondata o anche la quinta ondata … le persone che conosci probabilmente moriranno un giorno, ma dobbiamo preoccuparci oggi? Io non la penso così. Siamo pronti e seguiremo le raccomandazioni delle autorità, ma sono assolutamente sicuro, personalmente, che il buon vecchio calcio con i tifosi tornerà molto presto”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio:Ceferin, tassa su lusso e nuovo fair play finanziario
I prossimi obbiettivi dell’Uefa, a pandemia superata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
10:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una tassa sul lusso e nuove regole sul fair play finanziario: sono i prossimi obbiettivi del’Uefa, quando la situazione di emergenza detytata dalla pandemia consentirà di affrontare le cose con calma. E’ quanto ha detto il presidente dell’Uefa Alexandr Ceferin intervistato dal Guardian.
Sul fair play finanziario il numero uno del calcio europeo ha ribadito che se i club ” non seguono le regole, saranno sempre sanzionati, ma ovviamente pensiamo sempre a come migliorare le nostre normative e, se necessario, adattarci ai nuovi tempi.
Questo non accadrà molto presto ma stiamo pensando di migliorare modernizzando e facendo qualcosa in più sull’equilibrio competitivo”.
“Stiamo anche prendendo in considerazione -ha aggiunto il dirigente sportivo- una sorta di ‘tassa sul lusso’, se possibile. Quindi, ci sono molte idee ma credetemi, durante questi tempi difficili abbiamo smesso di pensare più o meno ai cambiamenti che accadranno in futuro. Ora dobbiamo guidare la nostra nave sulla rotta giusta e siamo vicini a farlo. Quindi, quando le cose si calmeranno, torneremo ai vecchi compiti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: striscione tifosi Genoa contro ripresa campionato
“Stop football” è stato esposto di fronte a Gradinata Nord
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
20 maggio 2020
10:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Continua la protesta dei tifosi del Genoa contro la possibile ripresa del campionato. In mattinata uno striscione “Stop football”, firmato B.S. (Brigata Speloncia, uno dei gruppi della Gradinata Nord) è stato esposto sui cancelli della stessa Gradinata occupata dai supporters più caldi della società rossoblù. Lo striscione di oggi si aggiunge a quello esposto ieri “No al calcio senza tifosi” firmato “5R”.
I gruppi della Gradinata Nord nei giorni scorsi avevano aderito anche al comunicato internazionale , firmato da 150 tifoserie di tutta Europa, contro la ripresa dei campionati nazionali durante il periodo di emergenza sanitaria.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Sibilia,’Aspettiamo Gravina,giornata interlocutoria’
Al via consiglio federale, presenti Lotito, Balata e Ghirelli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
12:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
12:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Vediamo cosa ci dice il presidente Gravina. Se è una giornata decisiva? Diciamo interlocutoria”. È quanto riferisce il presidente della Lega nazionale dilettanti e vicepresidente vicario della Figc, Cosimo Sibilia, all’ingresso in Consiglio federale dove oggi si affronteranno i temi più caldi della stagione interrotta per l’emergenza del coronavirus e sulle possibilità di ripresa dei campionati. Presenti fisicamente al consiglio, oltre al numero uno del calcio italiano, anche il presidente della Lazio e consigliere federale Claudio Lotito, il numero uno della Lega di B Mauro Balata e quello della Lega Pro, Francesco Ghirelli. Gli altri componenti di collegheranno in videoconferenza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Juventus; alla continassa anche Szczęsny e de Ligt
Portiere e difensore sottoposti anche a test medici
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
20 maggio 2020
12:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus ritrova altri due giocatori. Wojciech Szczęsny e Matthijs de Ligt hanno ripreso oggi ad allenarsi alla Continassa. Per il portiere e il difensore test medici e prima sgambata in campo, sotto lo sguardo attento di Maurizio Sarri.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio:Belgio;Martinez prolunga, sarà ct fino Mondiali Qatar
46enne tecnico spagnolo ha raggiunto accordo con federazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
13:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La federcalcio belga e Roberto Martinez hanno raggiunto un accordo per proseguire il loro rapporto.
Il 46enne tecnico spagnolo, in scadenza questa estate, ha firmato un nuovo contratto di due anni e sarà quindi sulla panchina del Belgio per Euro2021, posticipato di un anno a causa della pandemia di Covid-19, e per i Mondiali del 2022 in Qatar.
Martinez, che continuerà a ricoprire anche la carica di direttore tecnico, è giunto alla guida del Belgio sulla scia di Euro 2016, imponendo un gioco offensivo e ottenendo, in 43 match ufficiali, 34 vittorie, 6 pareggi e soltanto 3 sconfitte.
Ex allenatore di Swansea City, Wigan e Everton, ha condotto il Belgio al bronzo ai Mondiali di Russia 2018.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora: ‘Dopo l’epidemia via a una riforma dello sport’
Il ministro assicura: ‘Presto tutti i collaboratori avranno il bonus, mi scuso per il ritardo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
20:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro Vincenzo Spadafora ha illustrato le misure economiche per lo sport in una diretta Facebook:“Il mio primo impegno, superate le prossime settimane e portato a casa il risultato di aver messo in sicurezza tutte le realtà sportive, sarà quello di mettere mano a una riforma vera del mondo dello sport”, ha detto il ministro per lo Sport e le Politiche giovanili. Durante questo lockdown, ha aggiunto, sono emersi “molti dei problemi e delle difficoltà che il mondo dello sport ha da sempre e che in tempi normali nessuno ha mai affrontato”.
“I soldi ci sono e ci sono per tutti – ha poi assicurato a proposito del bonus Covid – Presto tutti i collaboratori sportivi che ne hanno fatto richiesta avranno il bonus di marzo e sarà automatico per tutti anche per aprile e maggio. Su 131.077 richieste, 75mila hanno già ricevuto il bonus di marzo; restano fuori 47.700 persone ed è una cosa di cui mi scuso, ma spero che il Mef trasferisca i soldi a Sport e Salute al massimo la settimana prossima”.
Infine, per gli eventi sportivi cancellati dall’emergenza Covid-19, “esiste la possibilità di ottenere dei voucher. Basterà fare richiesta di rimborso a chi ha emesso il ticket e si otterrà il voucher per il riutilizzo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: Perin, ‘appena ripartiti e già carichi’
Perin, ‘siamo ripartiti e siamo già carichi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
20 maggio 2020
19:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Terzo giorno di allenamenti individuali per i giocatori del Genoa impegnati al centro sportivo Signorini. Dopo le corse ed esercitazioni di lunedì e i test atletici per le rilevazioni funzionali di ieri, oggi è proseguito il lavoro dedicato al ritrovamento della condizione oltre ad alcune fasi nella nuova palestra “dove gli spazi consentono il distanziamento e garantiscono le misure di sicurezza” come ha spiegato la stessa società rossoblù.
Il via libera alla ripresa anche delle sedute collettive ha portato la società a riunirsi nel pomeriggio per valutare il da farsi nei prossimi giorni.
Nel frattempo Mattia Perin direttamente dal proprio profilo Instagram ha lanciato un messaggio: “I compagni, lo staff, il campo, l’adrenalina che torna a scorrere. Siamo appena ripartiti e siamo già carichi!”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dall’Italia alla Svezia, il calcio europeo attende i Governi
Altri 11 campionati pronti a partire su scia della Bundesliga
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
21:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In mezza Europa il calcio è appeso alle decisioni dei governi. Come in Italia, le leghe di altri 13 Paesi attendono il via libera per ripartire fra la fine di maggio e la metà di giugno, sperando di inserirsi nella scia di chi già gioca, come la Bundesliga tedesca (ripartita nello scorso fine settimana), e gli altri 11 campionati pronti a seguirla, in Repubblica Ceca (al via il 25 maggio), Danimarca (28), Polonia (29), Israele, Lituania e Serbia il 30, Austria il 2 giugno, Portogallo il 4, Turchia il 12, Norvegia 16, Russia il 21. Nella mappa disegnata dalla European Leagues all’inizio della fase 2, quella della convivenza con il coronavirus, spiccano poi quattro macchie rosse, in Belgio, Francia, Olanda e Scozia, dove la stagione è stata chiusa anzitempo.
Fra i campionati in stand by, alcuni stanno valutando anche altri format: in Romania, se il via dovesse slittare molto in là dal 13 giugno, sarebbero ridotti da due a uno i turni di playoff per la retrocessione; in Finlandia, dove si vuole ripartire il primo luglio per finire a novembre, si annullerebbero playoff e play out se troppe partite dovessero saltare. Playoff e play out sono invece solo un’extrema ratio per l’Italia, che attende il giorno della verità fra una settimana. L’indomani sarà quello della Svizzera, che ha ipotizzato il via per il 18 giugno, con il protocolli per le partite già pronti.
In Premier League si lavora a piccoli gruppi dal 19 maggio, primo passo verso ripresa a giugno, quando sarà possibile farlo in sicurezza, mentre il campionato di seconda categoria non comincerà gli allenamenti prima di lunedì.
In Spagna si ragiona su vari scenari, il più ottimista per ripartire il 12 giugno. In Grecia ci si allena liberamente dal 18 maggio sui campi all’aperto, e con limitazioni in attesa che il governo dia l’ok alle partite dal 6-7 giugno. Non ci sono date precise nella road map dell’Irlanda del Nord, che valuta vari scenari di ripartenza, da 30 maggio al 27 giugno. Il 30 maggio è l’obiettivo anche dell’Ucraina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tratta ancora con il Governo il calcio in Kazakistan, che ha 4 piani, dall’1 giugno all’1 luglio. A novembre finirebbe anche il campionato in Lettonia, dove si aspetta l’ok del governo.
Manca solo il ‘sì’ dell’esecutivo anche in Svezia, ma i protocolli sono già pronti per giocare dal 14 giugno il campionato, che si chiuderebbe a dicembre.
Molte meno chance di ripartenza in Azerbaijan, dove le città principali sono in quarantena fino al 31 maggio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp: “La ripresa come il primo giorno di scuola”
Allenatore del Liverpool: “Felice per avere rivisto la squadra”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
21:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il ritorno agli allenamenti è stato come per gli alunni al primo giorno di scuola. Ero smanioso come 46 anni fa. Infatti, mi sono svegliato prima del solito, ho indossato la divisa e mi sono recato al campo d’allenamento. E’ stato bello. Ero felice di rivedere i giocatori: tutti erano tutti di ottimo umore e in forma”. E’ il racconto che Juergen Klopp ha fatto del ritorno agli allenamenti con il Liverpool, al sito del club.
Il tecnico dei ‘Reds’ ha poi aggiunto: “Non sappiamo quanto tempo ci sarà per preparare il finale di stagione e la prossima: per forza di cose, la pausa sarà breve. E’ come svolgere il ritiro precampionato, senza però disputare amichevoli, ma solo partite fra di noi”. “Sono contento, perché i giocatori si sono potuti riposare, anche se non è stata proprio una vacanza – ha concluso -. La preoccupazione per il virus c’era, ed era tanta.
Il Protocollo è ottimo, ci alleniamo in posti sicuri, non resta che aspettare buone notizie”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio; Acerbi, con Lotito chiacchierata in famiglia
Difensore, ‘Campionato? Speriamo in qualcosa di grandioso’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
14:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Nei giorni scorsi è andato in scena un semplice colloquio con il presidente dopo due mesi e mezzo che non ci vedevamo, Lotito ha salutato la squadra, è stata una chiacchierata in famiglia. Sono stati toccati tutti gli argomenti a 360 gradi, dagli obiettivi stagionali agli stipendi, è stata una conversazione tra persone mature. Ho letto alcune notizie false, questo mi ha dato molto fastidio: le cose dello spogliatoio devono rimanere nello spogliatoio”. Lo ha rivelato il difensore della Lazio Francesco Acerbi. Quanto all’eventuale ripresa del campionato il difensore laziale si dice convinto: “Dovremo fare il meglio che possiamo – conclude parlando ai microfoni di Lazio Style Radio – abbiamo grande motivazione, stiamo bene tutti, speriamo di compiere qualcosa di grandioso alla ripresa della Serie A. Vedremo come riprenderà il cammino del campionato in generale, sono fiducioso. Dobbiamo adattarci a questa pandemia, quando faremo gol non ci abbracceremo. Ci toccheremo solo i gomiti, all’inizio sarà strano”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: assessore Napoli, apriamo San Paolo a 10.000 bimbi
Borriello,ok idea di far giocare tutto finale stagione al Sud
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
15:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il calcio riparte con grande attenzione e sarebbe bello che nelle Regioni che vanno verso il contagio zero si potessero riaprire gli stadi, cominciando con i bambini sempre rispettando il distanziamento sociale. Penso a diecimila bambini al San Paolo”. Questa la proposta di Ciro Borriello, assessore allo sport del Comune di Napoli.
“Vorrei avere una interlocuzione con il ministro Spadafora – spiega Borriello – su una proposta che dia un segno di fiducia e di entusiasmo e riportare i bambini con le famiglie allo stadio, magari facendo usare un seggiolino su tre, facendo stare vicini solo i nuclei familiari sarebbe molto bello, sempre rispettando le regole. In fondo si sta programmando la ripartenza dei teatri e dei cinema, che sono luoghi chiusi, non vedo perché non ragionare anche su eventi di passione popolare come il calcio”.
Borriello pensa all’esperimento con i bambini e i genitori per la fine di questa stagione anche dovrebbe partire a metà giugno: “Ma mi spaventa – dice – anche l’idea ma del prossimo campionato che si potrebbe giocare a porte chiuse. l’inizio del prossimo.
Si perderebbe una delle cose più belle del calcio. Per questa stagione mi sembra bella anche l’idea di portare il finale di campionato tutto al Sud. Gli atleti sono super controllati e possono spostarsi e il Mezzogiorno potrebbe ospitare le partite nelle Regioni che a giugno arriveranno a zero contagi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gaucci, scudetto Malta è del mio Floriana
Da presidente, Riccardo lotta per assegnazione titolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
20 maggio 2020
15:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mentre il calcio di casa nostra discute se ripartire, c’è un italiano, perugino di adozione, che rivendica uno scudetto “vinto sul campo”: è Riccardo Gaucci, presidente del Floriana, squadra di Malta dove il campionato è stato definitivamente fermato per l’emergenza coronavirus.
“Quando è stato decretato lo stop – spiega – eravamo primi con tre punti di vantaggio sulla seconda, il Valletta. La Federazione ha stabilito che parteciperemo al preliminare per la prossima Champions league ma non ha ancora deciso se assegnarci il titolo. Che noi riteniamo nostro e legittimamente conquistato secondo quelle che sono le norme Uefa”.
“Ho preso la squadra cinque anni fa – rivendica ancora Gaucci – e l’ho portata dall’anonimato a vincere una Coppa di Malta, una Supercoppa e a disputare un altro preliminare di Champions.
Se la Federcalcio locale non ci assegnerà lo scudetto ci rivolgeremo alla Uefa e se necessario alla Fifa. Ma non c’è dubbio che noi quel titolo lo abbiamo conquistato sul campo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zidane: “Giocare meglio che allenarsi, spero di farlo”
Tecnico R.Madrid: “Squadra in forma, ma il campo è altra cosa”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
16:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Questa settimana è stata molto buona, perché possiamo lavorare a piccoli gruppi, fare qualcosa di più anche tatticamente, fisicamente e tecnicamente… Vedo la squadra meglio questa settimana e la prossima andrà ancora meglio”. Così Zinedine Zidane, parlando a Realmadrid tv per la prima volta dopo che i ‘blancos’ sono tornati ad allenarsi.
L’allenatore del Real Madrid ha sottolineato che gli piace lavorare sul campo, “anche se è meglio giocare”. “Speriamo di farlo ancora – ha aggiunto ‘Zizou’ -. Bisogna pensare positivo, perché siamo fortunati a tornare al lavoro qui sul campo. Ci mancano 11 partite e ci prepareremo bene per finire la stagione nel miglior modo possibile. Alla fine l’importante è dare tutto per vincere qualcosa. Questo è il Dna del nostro club, che cerca di vincere sempre qualcosa”.
“Sono felice – ha fatto notare Zidane – di tornare a lavorare con i giocatori, è la cosa più importante dopo 60 giorni. Siamo tutti felici di tornare a Valdebebas. Abbiamo pianificato un tipo di lavoro con i preparatori e anche i giocatori sono felici. A casa hanno lavorato molto bene e, infatti, si vede che sono in forma. Questo era molto importante. Sono felici di essere in grado di allenarsi e di stare insieme”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Aurier va dal barbiere, Tottenham apre indagine
Non è prima violazione norme sul distanziamento dell’ivoriano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
20 maggio 2020
16:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Tottenham avrebbe aperto un’indagine interna sul proprio difensore Serge Aurier, colpevole di aver infranto per la terza volta le rigide regole sul distanziamento richieste in Inghilterra. Ieri Aurier ha pubblicato su Instagram una foto che lo ritrae accanto al suo parrucchiere, Justin Carr, grazie al quale sfoggia un nuovo taglio di capelli. I giocatori non devono avere alcun contatto con persone al di fuori della loro cerchia familiare.
“Stiamo indagando sulle circostanze e considereremo l’incidente in modo appropriato”, ha detto il Tottenham in una nota diffusa oggi.
L’ivoriano non è alla prima violazione delle regole del distanziamento: alla fine di aprile, l’ex difensore di Paris-SG aveva pubblicato un video su Instagram che lo mostrava, il volto mascherato, fare brevi sprint e poi sedersi accanto al suo compagno di squadra Moussa Sissoko, senza rispettare la distanza di sicurezza. I due giocatori si sono poi scusati in un comunicato stampa e hanno fatto una donazione al sistema sanitario britannico. Due settimane prima, lo stesso Aurier si era già filmato mentre faceva jogging fianco a fianco con un amico.
Lo stesso allenatore del Tottenham, Jose Mourinho, ai primi di aprile ha infranto le regole incontrando molti dei suoi giocatori in un parco senza rispettare le distanze.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan, da domani allenamenti in piccoli gruppi
Tamponi finora negativi, dopo il secondo via a partitelle
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 maggio 2020
16:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allenamenti in piccoli gruppi ma nessuna partitella, almeno fino a quanto l’intera seconda tornata di tamponi prevista per domani non avrà dato esito negativo. E’ quanto prevede il programma del Milan, dopo la validazione del protocollo della Figc da parte del Cts.
La squadra oggi si è allenata solo la mattina in sedute individuali ma non nel pomeriggio come invece era nei piani originali di Pioli che ha quindi concesso mezza giornata di riposo. Oggi tra i campi di Milanello è stato reintrodotto il pallone per la prima volta dopo la ripresa. I tamponi fatti nella giornata di ieri all’intera rosa hanno dato tutti esito negativo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giroud prolunga un anno contratto con il Chelsea
Il centravanti resterà a Londra fino al 30 giugno 2021
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
20:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Chelsea ha formalizzato la proroga di un anno del contratto di Olivier Giroud, che unisce l’attaccante francese al club londinese fino al giugno 2021.
L’estensione del contratto per l’attaccante del Blues, 33 anni, era attesa da aprile, ma finora non era stata ufficializzata.
Arrivato a Chelsea nell’inverno del 2018, con 39 gol in 97 presenze, Giroud è il terzo capocannoniere nella storia della nazionale francese, dietro a Michel Platini (41) e Thierry Henry (51).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gasperini ‘Non dimenticherò mai le sirene nel silenzio di Bergamo’
Il tecnico dell’Atalanta al Guardian: ‘In 48 ore siamo passati dall’euforia a un clima di guerra’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
13:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non dimenticherò mai le sirene nel centro di Bergamo”. Oltre due mesi dopo l’esplosione dell’epidemia di coronavirus, Gianpiero Gasperini rivive i momenti drammatici. “Quando tornammo da Valencia, dopo avere giocato il ritorno degli ottavi di Champions, abbiamo avuto l’impressione di ritrovarci in un Paese dilaniato dalla guerra”, racconta il tecnico Atalanta in una lunga intervista al Guardian. Tutto è accaduto così in fretta, in pochi giorni: non si sapeva più cosa poteva accadere. Ricordo che, quando arrivammo a Valencia, trovammo una città in festa, con la gente nelle strade, mentre a Bergamo si parlava già di situazione critica. In 48 ore siamo passati dall’euforia alla paura”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Golf: Rahm omaggia Aduriz “Fra i più grandi dell’A.Bilbao”
Dopo ritiro attaccante basco, la dedica del n.2 mondiale green
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
12:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Si ritira uno dei più grandi attaccanti nella storia dell’Athletic Bilbao, il mio grande amico Aritz Aduriz. E’ stato un onore vederti segnare così tanti gol nella cattedrale del San Mamés, grazie per tutte le gioie che ci hai regalato”. Questo l’omaggio di Jon Rahm, numero 2 del golf mondiale e grande tifoso dell’Athletic Bilbao, ad Aduriz, attaccante classe 1981 di San Sebastian (Paesi Baschi), che ieri ha annunciato il suo addio al calcio giocato. Una scelta “obbligata”, come lui stesso ha annunciato sui social, dettata da motivi fisici.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio; Strakosha, ‘All’inizio tutti faticheranno’
Portiere a radio del club:ho piccolo problema,mi sto riprendendo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 maggio 2020
13:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo un gruppo con qualità, le prime partite saranno importanti, credo che all’inizio tutte le squadre faticheranno a ritrovare il massimo della condizione. Il caldo avrà un peso consistente, l’importante sarà stare bene dal punto di vista fisico”. Lo dice il portiere della Lazio Thomas Strakosha, parlando della possibile ripresa del campionato da concludere tra giugno e agosto.
Al momento, dice il portiere, “ho un piccolo problema ma mi sto riprendendo, non vediamo l’ora di ripartire, aspettiamo la data: viviamo di calcio”. Parlando della Lazio, l’albanese aggiunge: “Siamo cresciuti nella mentalità, il livello tecnico è sempre stato alto, credevamo poco in noi stessi e siamo cresciuti molto da questo punto di vista. All’inizio – le sue parole a Lazio Style Radio – non immaginavamo di lottare per lo Scudetto, l’obiettivo primario è la Champions ma vogliamo mettercela tutta per lottare per il titolo, in silenzio abbiamo acquisito consapevolezza”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bach ‘che strani stadi vuoti, ma felicita’ Bundesliga’
N. 1 Cio: passo dopo passo,mi aspetto ricominci tutto lo sport
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
13:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Aver visto la Bundesliga tornare in campo mi ha reso felice, anche se quegli stadi vuoti fanno un effetto strano…”. Cosi’ Thomas Bach, presidente del Cio di nazionalita’ tedesca, ha commentato il lento ritorno alla normalita’ del calcio. “Il mio auspicio – ha aggiunto Bach, in un’intervista televisiva alla Bbc – e’ che tornino tutti gli altri sport. Certo, mi ha fatto uno strano effetto per i giocatori, deve esser stato strano per loro in quegli stadi vuoti. Ma spero sia il primo passo. Lo sport – ha concluso Bach – deve rispettare le regole come ogni altro settore della nostra vita. Ma in questo modo, lentamente, possiamo tornare indietro e togliere via via le restrizioni, in modo responsabile”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allarme United, virus è costato già 31 mln di euro
Presentato bilancio trimestrale, “il peggio deve ancora venire”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
11:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia di coronavirus è già costata al Manchester United 28 milioni di sterline (circa 31 milioni di euro), ma il buco di bilancio alla fine sarà molto più alto. A lanciare l’allarme è stato lo stesso club della Premier League, presentando i risultati del terzo trimestre aggiornati al 31 marzo, scrive Bbc Sport.
Il direttore finanziario Cliff Baty ha affermato che dovrà restituire 20 milioni di sterline di diritti televisivi alle emittenti, anche se la stagione verrà completata. Inoltre lo United ha perso altri otto milioni nelle ultime tre settimane di marzo, quando sono state rimandate tre partite. Un totale di 11 partite dello United sono state rinviate a causa della pandemia.
Parlando in teleconferenza, Baty ha spiegato che le emittenti televisive della Premier League avrebbero recuperato 20 milioni di sterline dal club a causa dei cambiamenti nelle date e nei tempi di avvio causati dalla pandemia. Con le partite annullate – comprese quelle in Europa League e FA Cup – Baty ha affermato che le entrate della sponsorizzazione sono “diminuite”, così come il merchandising, con il negozio del club all’Old Trafford ancora chiuso.
Lo United non si è sbilanciato su quale sarà il costo finanziario complessivo finale a causa della pandemia, ma Ed Woodward, vicepresidente esecutivo, ha dichiarato che l’impatto maggiore sarà valutabile “nel trimestre in corso e probabilmente oltre”. I ricavi sono diminuiti del 18,7% a 123,7 milioni di sterline. Il debito è aumentato da 124,4 milioni a 429,1 milioni. Il solo rinvio della trasferta in casa del Tottenham, in programma il 15 marzo, è costato quattro milioni di sterline, ha aggiunto Baty.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Aic contro il taglio degli stipendi, Cairo freddo sui playoff
Sindacato dei calciatori insorge. Gravina alla C: inno al gioco
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
21:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il campionato dovrebbe ripartire, che sia il 13 o il 20 giugno lo dirà la prossima settimana il vertice – annunciato come definitivo – tra il calcio e il ministro Spadafora. Certo è che il cammino resta sempre a ostacoli, tra calciatori scontenti del trattamento e club perplessi sulle formule da adottare in caso di stop.
Sull’ipotesi playoff-playout è freddo Urbano Cairo. A fare però un po’ la voce grossa ci pensa proprio l’Aic: “Ci chiedono di tornare in campo e permettono uno stipendio in sei mesi” il messaggio al termine del direttivo del sindacato che respinge le nuove delibere federali per i termini di iscrizione, giudicandole “irricevibili”. “In sostanza le società potrebbero pagare la sola mensilità di maggio alla fine del mese di agosto ed ottenere l’iscrizione al prossimo campionato” sottolinea il sindacato guidato da Damiano Tommasi, che sottolinea la necessità di “intese collettive”. “C’e’ una situazione eccezionale, per il coronavirus, e si pensa di risolverla con le solite logiche: provo a scaricare sull’altro il problema, se possibile anche a fregarlo. E’ questo che mi preoccupa, e direi non solo nel calcio” chiosa Tommasi.
L’Aic denuncia la concreta possibilità di far giocare un finale di campionato a rischio contagio Covid con un solo stipendio in sei mesi: sarebbe il risultato combinato dello stop della Lega agli stipendi (da 2 a 4 mesi) e delle nuove norme sulle iscrizioni al prossimo campionato varate dalla Figc, che escludono dai criteri gli eventuali mesi di contenzioso (marzo e aprile), obbligano al saldo fino al 31 maggio e fissano a dopo le iscrizioni (il 16 ottobre) quello delle tre mensilità’ estive. Risultato, dice il sindacato, club di A che hanno incassato l’80 per cento dei diritti tv e con la ripresa si aspettano il restante 20, scaricano tutto sui giocatori. E se per gli ingaggi top e medi della A la protesta è impopolare, aggiunge il sindacato, musica diversa è per la B e la Lega Pro, dove gli stipendi sotto i 50 mila lordi sono duemila.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I minimi federali (35 mila euro) sono però garantiti dal fondo di solidarietà, fanno osservare in Figc. D’altra parte negli ultimi due anni un solo punto di penalizzazione è stato inflitto per mancati pagamenti di stipendio. E c’è fermento anche in Serie C, sul cui campionato non è stata scritta la parola fine. Come avrebbero invece voluto i club: il messaggio però dalla federazione è chiaro, il risultato va deciso sul campo con i playoff-out. Del resto i soldi le società li hanno avuti “con un apposito piano di sviluppo”, e una serie di contributi per la categoria. Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ai club di Lega Pro ha scritto che “la delibera adottata è un inno al gioco”. Al “desiderio di confrontarsi sul campo, di giocare e competere regolarmente” va unita la “tutela della salute di tutti i protagonisti” dice Gravina.
sottolineando che la ripresa del campionato di C avverrà “solo se nelle prossime settimane i protocolli sanitari divenissero pienamente applicabili anche in Lega Pro”. “La ripresa è impossibile” dicono i medici della C.
In attesa di capire quando ci sarà il nuovo fischio d’inizio della massima serie, tra le società chi in passato aveva spinto per far calare il sipario della stagione di fatto non cambia idea. “Ho votato per la ripresa ma soltanto perché mi sono adeguato al volere della maggioranza e sembra che si riparta davvero, il 13 o il 20 giugno. Ma ho tanti dubbi…” insiste il presidente del Torino, Urbano Cairo – I calciatori temono di farsi male, si allenano piano, se finiamo il 20 agosto tra vacanze e nuova preparazione non si può ripartire prima di ottobre e a giugno ci sono gli Europei”. E poi c’è il capitolo playoff-playout: l’eventuale cambio di format avanzato dalla Figc non scatena entusiasmo. “Se non si può disputare il campionato non si possono fare nemmeno play-off e play-out – aggiunge Cairo – Senza considerare che ci sarebbe la necessità di cambiare le regole in corsa, trovo anche questo molto complicato”. Il cambio in corsa, vista l’eccezionalità della situazione ci sta: i timori riguardano la ripresa vera e propria, l’applicazione del protocollo e le modalità quando si tornerà a giocare proprio. La Serie A si starebbe attrezzando con delle norme proprio per la ripresa tra divieti di protesta con l’arbitro e abolizione delle foto di gruppo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una settimana per conoscere la data di ripartenza e ancora molti nodi da sciogliere.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio femminile in sospeso, Gama: dateci certezze
Serie A ferma a 6 turni dal termine. In Inghilterra grido d’allarme
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
20:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se il calcio pensa di salvare solo gli uomini, e non anche le donne, allora non si salva”.
Effetto della pandemia, anche il Telegraph si schiera – a certezze invertite, e campionati femminili in piena tempesta – dalla parte della ct dell’Italia Milena Bertolini, convinta che “le donne salveranno il calcio”. Ora che da mettere in sicurezza c’e’ tutto il movimento, all’ultimo posto sembrano essere tornate le calciatrici osannate fino a qualche mese fa, come rileva l’editoriale del giornale inglese. E Sara Gama, per l’Italia, lancia un grido d’allarme: “Serve un protocollo ad hoc per la nostra serie A e il professionismo”.
Un paio di settimane al massimo e anche la Serie A femminile conoscerà il proprio futuro. Tuttavia rispetto al massimo campionato maschile, che sembra oramai avviato verso la ripresa, l’incertezza la fa da padrona. I nodi da sciogliere sono legati all’applicabilità dei protocolli sanitari e alla disponibilità di contributi da parte della Federcalcio. In questi giorni ci sarà un confronto con i 12 club iscritti al torneo, ma intanto nel corso del Consiglio federale di ieri il capitano della Nazionale e della Juventus, Sara Gama, in qualità di consigliere in quota atleti per l’Assocalciatori ha chiesto chiarezza sul da farsi. E in funzione dell’auspicata ripresa, spiega, “ci aspettiamo pari tutele sanitarie dei nostri colleghi uomini, che venga redatto un protocollo ad hoc perché quello dei dilettanti per noi non va bene per riprendere. Attendiamo poi anche le risorse per tornare ad allenarci e vivere da professioniste quali siamo”. E questo perché “le calciatrici oggi sono consapevoli di essere professioniste a tutti gli effetti e quindi si aspettano un riconoscimento ufficiale del loro status”.
Al momento, nel panorama dilettantistico, la Serie A femminile è infatti l’unica competizione che non è stata dichiarata chiusa e che resta in sospeso con 37 partite ancora da giocare. “Quello che conta è il salto di qualità – sottolinea Gama -: bisogna approdare al professionismo. Siamo a un bivio, ma nei momenti di crisi ci sono anche grandi possibilità, si può riformare”. La partita resta da giocare e, come ricordato dalla presidente della Divisione calcio femminile Ludovica Mantovani, “la scelta di credere ancora nella conclusione del nostro campionato d’élite, a cui mancano solo 6 giornate, è una sfida che le calciatrici, tra le quali troviamo il patrimonio sportivo della nostra Nazionale A, accoglieranno con entusiasmo vista la loro grinta e dedizione. Questa pausa di riflessione, che pone la nostra Serie A in una situazione unica all’interno della Federazione, deve essere vista come un’opportunità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nel mondo l’attenzione per il settore femminile d’altronde resta alta. La Fifa ad esempio ha messo in conto di spendere un miliardo di dollari fino al 2022 in programmi di sviluppo e proprio oggi ha annunciato una collaborazione col sindacato mondiale (Fifpro) per accelerare la crescita del calcio femminile professionistico e mitigare l’impatto della pandemia di coronavirus. Anche in Inghilterra il tema è di stretta attualità, tanto che il The Telegraph si è apertamente schierato sottolineando il fatto che “se il calcio maschile viene salvato mentre quello femminile è lasciato a se stesso, il calcio non sarà stato salvato affatto. Sarà regredito. L’ascesa del calcio femminile e l’umore favorevole degli ultimi anni si riveleranno un miraggio”. Un grido d’allarme che fa il paio con quello della più forte calciatrice di tutti i tempi, la 34enne brasiliana Marta, che intervistata sempre dal quotidiano britannico ha dichiarato: “Credo che la prossima generazione di calciatrici debba lavorare di più. Dobbiamo continuare a inviare questo messaggio perché abbiamo bisogno di sostegno. Affinché il calcio femminile abbia i diritti, devono perseverare. Non possono arrendersi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conte ritrova l’Inter, via ad allenamenti di squadra
Tamponi ancora negativi, ricominciano le sedute di gruppo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 maggio 2020
19:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Di nuovo insieme ad allenarsi ad Appiano Gentile a distanza di due mesi e mezzo dall’ultima seduta collettiva. L’Inter torna a lavorare a pieno regime sotto le direttive di Antonio Conte. Questa mattina, dopo l’esito negativo di tutti i tamponi a cui squadra e staff tecnico si sono sottoposti ieri – il terzo controllo in meno di un mese per i giocatori -, sono iniziati gli allenamenti di squadra. Tutti presenti alle sedute facoltative in attesa del via libera all’inizio del campionato.
Dopo gli allenamenti a casa, seguendo le direttive dello staff, faticando su tapis roulant e potenziando la muscolatura, correndo nei garage per mantenere la forma e dopo gli allenamenti individuali iniziati l’8 maggio scorso, ora la squadra nerazzurra può tornare a giocare a calcio. A tutti gli effetti una nuova preparazione prende il via. Tutti i giocatori sono a disposizione, anche chi ha dovuto gestire lunghi infortuni come Stefano Sensi. La squadra continuerà a svolgere l’attività sportiva rispettando scrupolosamente il protocollo approvato dal Cts, sottoponendosi periodicamente ai tamponi per tenere sotto controllo lo stato di salute del gruppo.
Anche Conte, dopo due mesi e mezzo di stop, torna a vivere la sua passione più grande: il calcio giocato. L’allenatore intensificherà le sedute con il passare dei giorni. Domani la squadra si ritroverà la mattina ad Appiano, di nuovo insieme, con la palla tra i piedi, mentre resta alta l’attenzione sul futuro di alcuni giocatori. Dalla Spagna continua il corteggiamento verso Lautaro Martinez, con messaggi lusinghieri da parte di Messi, Rakitic e altri giocatori in rosa. Il destino dell’argentino sarà tema caldo della prossima estate, quando si conoscerà anche il futuro dei tanti giocatori in prestito, primo tra tutti Mauro Icardi, ma anche Perisic, Naiggolan, Dalbert, Joao Mario e Lazaro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Aic protesta: ‘Vogliono far giocare senza stipendi’
Il vicepresidente Calcagno: ‘Stavolta qualcuno protesta davvero’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
20:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo sorpresi e fortemente delusi dalle nuove norme per le iscrizioni, che consentono ai club, dalla A alla C, di pagare un solo mese di stipendio, e per di più al netto, di qui alla fine del campionato. Un comportamento assurdo e una norma irricevibile che non abbiamo votato né noi, né gli allenatori”: è la dura presa di posizione di Umberto Calcagno, vicepresidente dell’Assocalciatori, dopo che il Consiglio della Federcalcio ha fissato a fine agosto i termini per le iscrizioni con un vincolo di pagamento, secondo l’Aic, del solo mese di maggio.
“Valuteremo con i calciatori – aggiunge Calcagno – ma per la B e la C siamo seriamente preoccupati: questa è la volta che qualcuno protesta davvero”.
Le norme del governo, fa notare l’Aic, consentono ai club di pagare il netto e non il lordo; in caso di contenzioso (con molti club che non sono intenzionati a pagare marzo e aprile per il lockdown), per l’iscrizione ai prossimi campionati basterebbe di fatto pagare solo il netto di maggio, perché i controlli per le iscrizioni si riferiscono solo agli stipendi fino al 31 maggio e per quelli successivi il termine di controllo è spostato in avanti, a metà ottobre.
“Il combinato delle agevolazioni dello Stato – dice ancora Calcagno – degli eventuali contenziosi e dei controlli ritardati comporterebbe in sostanza questo: che i giocatori si sono allenati a marzo, hanno fatto il lockdown a casa seguendo i programmi dei preparatori, tornano ad allenarsi, giocano fino al 20 agosto, e il rischio concreto è che in cinque mesi e mezzo prendano solo uno stipendio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Come topi da laboratorio’, in Premier c’è chi dice no
Il nazionale Rose: ‘Non siamo cavie’. Ma Aurier infrange le regole
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
20:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Premier League è al lavoro per riprendere il campionato il 12 o il 19 giugno, ma intanto monta il malessere di molti giocatori. “Ci trattano come se fossimo cavie o topi da laboratorio”, è sbottato alla radio Danny Rose, difensore del Tottenham in prestito al Newcastle.
Secondo il 29enne nazionale inglese, prima di ipotizzare un ritorno alle gare, sarebbe meglio “sperimentare questa fase e vedere se funziona o no”, come è stato fatto in Germania con la Bundesliga. “Immagino cosa dice la gente a casa: ‘guadagnano così tanto, possono pure ricominciare a giocare’. Mi chiedo se ne valga la pena. Potrei trovarmi a rischiare la mia salute per il loro divertimento e, a dire il vero, non vorrei essere coinvolto in questo genere di cose”.
Lo scetticismo di Danny Rose sul “Project Restart” della Premier, ferma dal 13 marzo, si somma a quello di altri, come le stelle del Manchester City Sergio Aguero e Raheem Sterling o il capitano del Watford Troy Deeney, che si è rifiutato di allenarsi preferendo non far correre rischi al figlio che soffre di difficoltà respiratorie.
Non giova, poi, la notizia dell’indagine interna aperta dal Tottenham sul proprio difensore Serge Aurier, colpevole di aver infranto le regole sul distanziamento. Ieri, infatti, Aurier aveva pubblicato su Instagram una foto che lo ritrae accanto al suo parrucchiere, grazie al quale sfoggia un nuovo taglio di capelli. Ma ai giocatori è vietato avere alcun contatto con persone al di fuori della cerchia familiare.
Il primo ciclo di test su giocatori e staff della Premier, intanto, ha rivelato 6 casi di positività su 748 prelievi. Tra questi il viceallenatore del Burnley, Ian Woan, e un giocatore e due membri dello staff del Watford.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Neuer rinnova, con il Bayern Monaco fino al 2023
Il portiere tedesco è in Baviera da nove stagioni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
17:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il tormentone legato al futuro di Manuel Neuer finisce qui: il portierone tedesco ha rinnovato il contratto che lo lega al Bayern Monaco, firmando fino al 2023. Lo ha annunciato il club, attuale capolista della Bundesliga.
Neuer, 34 anni, arrivò a Monaco di Baviera nell’estate del 2011, proveniente da Gelsenkirchen, dove aveva difeso i pali dello Schalke 04. E’ stato campione del mondo a Brasile 2014.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Serie A vede luce verde, ‘il 28 decidiamo le date’
Ok del Cts agli allenamenti collettivi. Spadafora: ‘Anche per il calcio è ora di ripartire’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
16:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’Italia riparte, è giusto che riparta anche il calcio”. Dal ministro Vincenzo Spadafora arriva l’attesa luce verde del governo alla ripresa del campionato di Serie A, la cui data resta ancora in bilico fino al 28 maggio, quando il titolare del dicastero dello Sport terrà una riunione con i vertici di Figc e Lega A per decidere “se e quando far ripartire la stagione, per terminarla”.
Il “se” del ministro dice che il calcio non può dare nulla per scontato, ma l’ok alla richiesta di togliere i ritiri chiusi e la riformulazione delle regole per la quarantena in caso di positivi indicano ora una chiara volontà di far ripartire il campionato. Un mattone indispensabile è stato posto con il via libera del Comitato tecnico scientifico al protocollo Figc per la ripresa degli allenamenti collettivi, con importanti indicazioni: sparisce l’obbligo di ritiro preventivo per le squadre, ma scatta la quarantena di 14 giorni in caso di positività, sia per l’eventuale contagiato, sia per tutti gli altri giocatori e membri del gruppo, che possono però continuare ad allenarsi. Per ‘liberare’ un positivo, bisognerà avere due tamponi negativi a distanza di almeno 24 ore l’uno dall’altro, mentre il club ha l’obbligo di provvedere alla sanificazione del centro sportivo e si procederà alla “mappatura degli ulteriori contatti” con il positivo.
Il lavoro della commissione medica della Figc sarà ora volto a preparare il protocollo per le partite, ancora più delicato ma decisivo, una volta ottenuto l’avallo del Cts, per ricominciare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tommasi: ‘Per giocare servono 4 settimane di allenamenti’
Il presidente dell’Aic: ‘E’ il minimo per prevenire possibili infortuni dei calciatori’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
20 maggio 2020
15:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo il via libera agli allenamenti di gruppo per le squadre e l’okay del Comitato tecnico scientifico al protocollo Figc-Lega, l’attenzione si sposta sul 28 maggio, data in cui governo e vertici del calcio potrebbero decidere la ripresa ufficiale del campionato di Serie A. Di ripresa e della situazione complessiva del calcio parla quindi Damiano Tommasi, presidente del sindacato dei calciatori, il quale ribadisce di essere d’accordo sulla “cautela che si sta usando”, in merito alle problematiche connesse alla ripresa.
“La prudenza viene prima di ogni cosa – fa notare Tommasi, intervenuto a Tg Sport su Rai 2- perché a questo punto servono delle vere e proprie certezze dal punto di vista medico e sanitario”. I calciatori “hanno bisogno di giorni per poter ritrovare la condizione” e dunque i tempi “non coincidono con quelli della scienza”. “Speriamo – spiega Tommasi – di poter accelerare nelle prossime settimane. Abbiamo chiesto un organo di controllo che sia in grado di fornire a tutti le stesse garanzie di sicurezza”.
Secondo il presidente dell’Assocalciatori, servono “almeno quattro settimane” di allenamento, “anche se alcuni parlano di sei”. In ogni caso, “almeno quattro servirebbero per evitare infortuni”. “Non voglio porre limiti, ma se vogliamo ripartire, quattro settimane non devono essere un problema; piuttosto, devono rappresentare un punto di forza necessario per tornare in forma. I giocatori? A questo punto non vedono l’ora di tornare in campo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il n.1 dell’Uefa Ceferin: ‘Il calcio vero tornerà molto presto’
‘Abbiamo superato due guerre, supereremo anche un virus’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
20 maggio 2020
18:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio non cambierà dopo la pandemia, neppure le guerre mondiali hanno potuto cambiarlo, ed Euro 2020 – pur posticipato di un anno – si giocherà con assoluta certezza. “Sono pronto a scommeterci un milione”. La rassicurazione arriva da Aleksander Ceferin, presidente dell’Uefa, convinto che il peggio per il calcio continentale sia ormai passato.
Entro maggio, l’Uefa attende le decisioni delle singole Federazioni circa la ripresa dei campionati nazionali – anche se ha già preannunciato una tolleranza che di fatto sposta a metà giugno quel termine -, mentre in agosto è prevista la conclusione di Champions ed Europa League. E per il prossimo anno è atteso il ritorno della terza Coppa. Un calendario che Ceferin conferma in un’intervista con il quotidiano britannico Guardian, nella quale si dice convinto “che il calcio con i tifosi allo stadio tornerà molto presto”.
“Per noi come Uefa la situazione non è allarmante, non ci troviamo nei guai, anche se siamo stati costretti a rimandare gli Europei. Ma ci preoccupiamo anche dei singoli club e dei vari campionati”, ha spiegato il n.1 del calcio continentale, sicuro, nonostante “le notti insonni” nel pieno della crisi da pandemia, che il prossimo anno si potrà disputare l’Europeo. “Non riesco ad immaginare perché non si dovrebbe. Non penso che il virus durerà per sempre. Anzi, penso che la situazione migliorerà prima di quanto in molti pensino”.
Dopo oltre due mesi di sospensione forzata, lo scorso fine settimana la Bundesliga ha inaugurato la ripartenza del calcio europeo, pur se in stadi vuoti e fra stretti controlli sanitari e limitazioni. Ma Ceferin non sembra rinunciare al suo ottimismo: “Non credo siano cambiamenti duraturi. E’ una nuova esperienza, ma quando finalmente ci saremo liberati di questo virus la situazione tornerà alla normalità. Il calcio non è cambiato dopo la Seconda Guerra mondiale, né dopo la Prima; non cambierà neppure per colpa di questo virus. Perché non pensare invece che diventeremo più intelligenti, più consapevoli della nostra fragilità di fronte alla natura? C’è una grande lezione che possiamo imparare da questa pandemia”.
Che non ha modificato i piani del governo del calcio europeo, deciso ad introdurre una terza competizione per club dalla prossima stagione, l’Europa Conference League. “Non ci sarà nessun posticipo del nuovo torneo – conferma Ceferin – Piuttosto, stiamo pensando a come introdurre una sorta di luxury tax per le società più ricche, così da tutelare l’intero sistema calcio. Ora comunque, la priorità è raddrizzare la nave e riprendere la giusta rotta”.
Ma c’è il rischio di entrare in rotta di collisione con la Fifa di Gianni Infantino, che vuole introdurre un Mondiale per club allargato a 24 squadre. “E’ strano – osserva Ceferin – che la stessa persona che auspica minor partite per i calciatori proponga un nuovo torneo. Con Infantino non ci siamo sentiti granché durante la pandemia, ma non voglio rispondergli tramite i media”.
L’ultima considerazione di Ceferin è per i giocatori, difesi dall’accusa di avidità per essersi rifiutati, in molti casi, di auto-ridursi gli stipendi. “E’ il mercato che stabilisce i prezzi e non dimentichiamo che i loro emolumenti generano enormi tasse a favore degli Stati. Sarà interessante vedere come reagirà il mercato dopo questa crisi, se davvero i prezzi si abbasseranno”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Da maglia Piola a pipa Bearzot, Museo calcio compie 20 anni
Gravina: “E’ un patrimonio dello sport italiano”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
12:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Figc ricorda i 20 anni dalla fondazione del Museo del calcio, un luogo che raccoglie i ricordi della storia azzurra ed è la memoria storica della tradizione calcistica nazionale inaugurato a Firenze, accanto al centro federale di Coverciano, il 22 maggio del 2000.
Dalla maglia, poi ricamata dalla madre, con cui Silvio Piola esordì in Nazionale nel 1935 alla divisa indossata da Giacinto Facchetti nel 1968; dalle pipe che il Ct Enzo Bearzot e il Presidente della Repubblica, Sandro Pertini, si scambiarono all’indomani del trionfo del 1982, fino alla tripletta di coppe conquistate dall’Under 21 tra il ’92 e il ’96: oltre 800 cimeli esposti per ripercorrere una storia azzurra lunga 110 anni, che si intreccia con la Storia dell’Italia. “Il Museo del Calcio – ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina – è un patrimonio dello sport italiano, un luogo che custodisce una straordinaria collezione di cimeli tale da renderlo uno dei principali musei tematici in tutta Europa. Il calcio è un gioco che nel corso della sua storia ha assunto caratteri ben più ampi e grazie al Museo, da venti anni, abbiamo l’opportunità di avere un luogo che ci proietti in questa dimensione del ricordo della Nazionale”.
“I vent’anni del Museo del Calcio – evidenzia il vice presidente dell’omonima Fondazione, Matteo Marani – costituiscono un traguardo prestigioso e confermano quanto questo luogo di cultura e storia del pallone sia diventato, nel corso del tempo, un punto fermo per la Federazione, per i visitatori, per le migliaia di studenti che ogni anno lo frequentano e per chi trova qui un solido riferimento per la ricerca storica applicata al calcio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter celebra i 10 anni dalla vittoria del Triplete
Video emozionale sui social, tempo passa le leggende restano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
12:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Il tempo passa, le leggende restano”: l’Inter celebra i dieci anni dalla vittoria del Triplete con un video emozionale postato sui propri social network. Poco meno di tre minuti di ricordi, adrenalina ed esultanze con le immagini dei momenti più salienti della lunga cavalcata nerazzurra fino al trionfo in Champions League che è valso il terzo trofeo dopo Coppa Italia e scudetto. Stankovic, Sneijder, Zanetti, Julio Cesar, Maicon e Cambiasso raccontano con poche parole i momenti decisivi in cui è nata la consapevolezza di poter lottare con i grandi club europei e di poter sognare l’incredibile tenendo sempre i piedi per terra. I gol, gli scontri a centrocampo, la bolgia del Camp Nou, il pugno al cielo di José Mourinho e Lele Oriali, nel video del club nerazzurro c’è il racconto delle grandi emozioni di una stagione storica. ”Solo il tempo può giudicare il tempo e renderlo timeless”, la frase a chiusura che richiama il termine ”timeless”, senza tempo, slogan usato nella campagna di comunicazione dell’Inter nell’avvicinamento all’anniversario del Triplete.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sex dolls, multa record a squadra Corea
Lega coreana, ‘umiliate le fan e danneggiata nostra integrità’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SEUL
21 maggio 2020
06:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ costata una multa record da oltre 80 mila dollari (100 milioni di won) la singolare iniziativa dell’FC Seul, in Corea del Sud, di posizionare sugli spalti delle bambole gonfiabili al posto degli spettatori assenti per le misure anti coronavirus.
La partita doveva giocarsi a porte chiuse e sulle sedie erano state collocate delle bambole con indosso magliette o loghi riferiti ad un venditore di sex toys. Una mossa duramente criticata dalla K-League, che ha accusato il club di avere così “profondamente umiliato le sue fan”. La notizia dell’incidente aveva fatto il giro del mondo. Dopo aver esaminato il caso, la K-League ha accolto la giustificazione secondo cui la società calcistica non sapeva che i manichini fossero giocattoli sessuali, precisando però che “avrebbe potuto facilmente riconoscere la loro funzione usando il buon senso e l’esperienza”. “La polemica su questo episodio – ha concluso la Lega coreana – “ha profondamente umiliato e ferito le fan e danneggiato l’integrità della lega”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mancini ‘ora rischio infortuni, poi partite infinite’
‘Se devo parlare solo da ct stop qui, ma spero si ricominci’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
14:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi sembra ci sia un gran caos. Se dovessi parlare solo da ct spererei che si finisse qui per ricominciare con calma perché poi il prossimo anno ci saranno una serie di partite infinite, e quindi anche i giocatori arriveranno in non so quali condizioni. Detto questo, è anche vero che sono tanti mesi che facciamo una vita molto diversa da quella di prima e quindi la mia speranza è che si possa tornare a giocare a pallone perché è il nostro lavoro, è quello che ci piace di più e che fa divertire la gente”. Il ct azzurro Roberto Mancini, ai microfoni di Roma tv parla della possibile ripresa del campionato ma anche dei riflessi sulla nazionale che, proprio in questi giorni, avrebbe dovuto cominciare il ritiro per Euro 2020.
“Ci sarà qualche infortunio di troppo alla ripartenza – le parole del ct -. Se ripartirà il campionato non credo saranno subito al 100%, ma col passare delle partite ritroveranno un po’ la condizione atletica sperando ci siano meno infortuni possibili”.
“In questo periodo mi è mancato prima di tutto il lavoro perché avremmo dovuto giocare due partite belle e importanti – ha aggiunto – E poi proprio in questi giorni sarebbe iniziato in ritiro per il campionato europeo. Avevamo preso una bella scia, stavamo costruendo e stavamo a un buon punto. Adesso invece ci ritroveremo a settembre e sarà un terno al lotto”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
B.Monchengladbach-Leverkusen, è spareggio Champions
Derby Berlino apre la 27/a giornata della Bundesliga
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
14:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà il derby di Berlino ad aprire la 27esima di Bundesliga. Quella tra Herta e Union sarà senza dubbio una stracittadina inedita senza il pubblico, ma le motivazioni non mancheranno. Il pronostico di Sisal Matchpoint favorisce i padroni di casa dell’Herta Berlino, avanti a 2.35, il successo degli ospiti si gioca a 3.10, il pareggio è a 3.30. Anche gli scommettitori si schierano con l’Herta, il 73% ha scelto il segno 1 nel match. Si prosegue con la sfida tra Borussia Monchengladbach e Bayer Leverkusen, uno scontro diretto per la zona Champions che, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, si presenta molto equilibrata: avanti i padroni di casa a 2.35, dietro di un soffio le Aspirine, a 2.75, il pareggio vale 3.75.
Dopo aver timbrato il cartellino contro l’Eintracht, Plea e Thuram si candidano al gol anche contro il Leverkusen: il primo è dato marcatore a 2.75, il secondo a 3.00. Nel Leverkusen occhi puntati sul giovane talento Havertz: il suo gol è a 3.25. Da non perdere anche Wolfsburg – Borussia Dortmund. Il pronostico pende nettamente dalla parte del Dortmund, a 1.75, si sale a 4.50 per il successo del Wolfsburg, il pareggio vale 3.90. Protagonista assoluto tra le file dei gialloneri, il diciannovenne prodigio Haland. La rete del norvegese sembra scontata anche stavolta, a 1.80 e potrebbe essere di nuovo il marcatore più veloce: la quota da primo marcatore è 4.00. Il Bayern Monaco non vuole fermare la sua marcia verso lo scudetto e il match contro il Francoforte si presenta in discesa. I bavaresi sono nettamente favoriti,1.15, la vittoria degli ospiti all’Allianz Arena è data 16 volte la posta, difficile anche il pareggio, a 8.50.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tamponi al Torino, da domani lavoro in gruppo
Giocatore che aveva contratto Covid rientra prossima settimana
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 maggio 2020
15:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Torino prosegue il cammino verso la normalità: oggi sarà infatti l’ultimo giorno di lavori individuali al Filadelfia. In giornata Belotti e compagni si sottoporranno al tampone, come impone il protocollo, per poi tornare agli allenamenti di gruppo. Longo li ha fissati per domani, quando la squadra tornerà a lavorare insieme senza però poter usare le docce. Dovrà aspettare ancora qualche giorno, invece, il calciatore che aveva contratto il Covid-19: le sue condizioni di salute restano buone, il suo rientro al Filadelfia è previsto la prossima settimana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sibilia, la serie A al 90% riparte il 20 giugno
N’1 Lnd:Dilettanti? Protocollo inapplicabile,prevarrà buon senso
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
15:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se la serie A riparte al 20 giugno al 90%? Si, questa è la strada, ma non dipende da me. Per quanto mi riguarda, spero ci sia una parola conclusiva rispetto quest’iter che ci impegna da mesi”: così ai microfoni di Radio Punto Nuovo il presidente della Lnd e vice presidente della Figc, Cosimo SIbilia. “Abbiamo vissuto una situazione di emergenza, ma penso che il 28 si possa andare verso una decisione”, ha aggiunto – Domani avremo il Consiglio della LND e sarà tutto più chiaro. Faremo le nostre valutazioni, nessuno – o pochi – potranno essere scontenti. Sarà difficile, ma valuteremo tutte le questioni e domani sera uscirà un documento ufficiale.
Il buon senso prevarrà”.
“Abbiamo sempre voluto ragionare in ottica di sistema – ha aggiunto Sibilia – sempre pronti a fare proposte, sempre presenti al tavolo della Federazione e del Governo. Abbiamo portato avanti una posizione lineare, ho sempre detto che se ci fosse stata una minima possibilità di giocare, l’avremmo fatto.
E’ ovvio che dopo il protocollo dei professionisti, questa posizione ha cominciato a vacillare. Il protocollo per noi inapplicabile: non abbiamo centri sportivi, spogliatoi adatti per calciatori di due squadre, strutture sportive che ospitano più partite in un solo giorno”.
Sugli allenamenti il n.1 dei Dilettanti non si sbilancia: “Con tutte le sicurezze del caso, aspettiamo il consiglio del 28 maggio con il ministro e tutte le componenti della Federazione.
Bisogna aspettare l’autorità governativa per capire se ci saranno le condizioni per tornare quantomeno ad allenarsi. Le risposte possono venire solo da chi è preposto: autorità sanitaria e governativa. I dilettanti avrebbero chiuso la stagione i primi di maggio, noi siamo pronti: mentre gli altri riprenderanno il primo settembre, noi lo faremo dal 1 luglio al 30 giugno 2021”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli “medici conoscono realtà concreta”
Presidente Lega Pro: “Faccio come Garibaldi a Teano, obbedisco”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
16:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho letto la presa di posizione dei sessanta medici di Serie C, cosa dire? La catena di comando per Covid-19 era ed è la seguente: autorità sanitaria-governo-Coni-Figc-Leghe. I medici sociali in più hanno la conoscenza della realtà concreta”. Così il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, commenta la posizione dei medici che giudicano impossibile la ripartenza del campionato di Serie C. “Da parte mia – conclude Ghirelli – rispondo come Garibaldi a Teano: obbedisco”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cairo “detto sì a ripartenza,ma tanti dubbi..
“Mi sono adeguato, penso si ricominci: il 13 o il 20”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 maggio 2020
16:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho votato per la ripresa ma soltanto perché mi sono adeguato al volere della maggioranza e sembra che si riparta davvero, il 13 o il 20 giugno. Ma ho tanti dubbi…”. Così il presidente del Torino, Urbano Cairo, ai microfoni di Radio Rai Uno. “In che condizioni saranno i giocatori dopo due mesi e mezzo e quando si comincerà il prossimo anno? I calciatori temono di farsi male, si allenano piano, se finiamo il 20 agosto tra vacanze e nuova preparazione non si può ripartire prima di ottobre e a giugno ci sono gli Europei”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora a maggioranza, impegno per nuove risorse sport
Ministro: 1 miliardo già stanziato per il rilancio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
16:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Un miliardo di euro per lo Sport, il più grande investimento mai realizzato”: così scrive su fb il ministro dello sport Vincenzo Spadafora sottolineando “un piano di rilancio con mezzo miliardo di euro che il Governo ha stanziato con i recenti decreti, ai quali si aggiungono le risorse ordinarie che abbiamo destinato prevalentemente al rilancio del mondo dello Sport dopo questa terribile crisi sanitaria”.
” Mai -prosegue il ministro- lo Stato italiano aveva investito una cifra così importante per il mondo dello sport, un settore che saprà dimostrare di essere un motore per la ripartenza sociale ed economica del Paese”.
Spadafora si appella alle forze politiche soprattutto di maggioranza, ” chiedo di fare il massimo affinché, oltre il mezzo miliardo di risorse aggiuntive già stanziate dal Governo, riescano in sede di conversione del DL Rilancio a trovare nuove e ulteriori risorse per il mondo dello Sport”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli: “La Rappresentativa Lega Pro una palestra di vita”
La Nazionale di Serie C è stata una palestra di vita
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
16:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il 22 maggio 1960, esattamente 60 anni fa, nasceva la Rappresentativa di Lega Pro, la Nazionale di Serie C. “E’ una data che segna la storia del nostro calcio – spiega Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro – che ha percorso con gli anni, i sogni di giovani che hanno calcato palcoscenici prestigiosi. L’emergenza Covid-19 non ci ha permesso di tagliare la torta e ringraziare con questo gesto tutti coloro che hanno vestito la maglia della rappresentativa e tutti gli allenatori che l’hanno guidata. Il ricordo non si è fermato. La Rappresentativa della Lega Pro non è solo calcio e crescita tecnica, ma anche palestra di vita per i giovani e offre loro formazione e condivisione di valori. Sono tante le iniziative sociali che hanno visto protagonisti i nostri azzurri ed è stata fondamentale l’esperienza Universiade”.
La storia degli azzurri della C è ‘fermata’ nel Museo Artemio Franchi, nella sede della Lega Pro, a Firenze, con il gagliardetto che racconta il primo ingresso in campo e la prima vittoria. Gli azzurri, guidati da Giuseppe Galluzzi, sconfissero la Tunisia per 4-0.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zaccarelli: “Playoff? Sarebbe tutta un’altra storia”
‘Ai giocatori si chiederà di essere al top in breve tempo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
17:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ricominciare a giocare è importante per il gruppo, però ci vorrà qualche partita prima di rivedere quello che una squadra aveva dimostrato di poter fare durante il campionato. Mancherà il rodaggio e quello lo si ottiene solo giocando”. Renato Zaccarelli spiega le incognite dello scorcio di stagione post-Coronavirus. L’ex mezzala di punta ed ex allenatore del Torino vinse in Serie B i Playoff, ma “quella volta eravamo alla fine di un campionato. Adesso, invece, le incognite sono tante, perché si arriva da un lungo periodo in cui i calciatori erano a casa”.
“Tutti ripartiranno assieme: chi riuscirà a fare gruppo prima, a ritrovare il ritmo, può fare la differenza – sostiene Zaccarelli, scudettato nel 1976 con i granata, protagonista del Mondiale 1978 in Argentina -. Il colpo di classe del singolo, alla fine, può fare la differenza. A tutti verrà chiesto di essere al top in un breve lasso di tempo. E poi, particolare tutt’altro che secondario, attenzione agli infortuni. Non si può dimenticare com’erano certe squadre prima della sosta e come potrebbero essere adesso. E’ tutto un punto interrogativo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Antiriciclaggio nel gaming, un manuale contro azioni crimine
Prevenzione e contrasto, in un volume norme e tipologie rischi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
17:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il GAMING – Prevenzione e contrasto alle infiltrazioni mafiose è la guida scritta a quattro mani da Antonio Arrotino, Avvocato e giurista d’impresa, AML Manager e MLRO di SKS365 – operante nel mercato italiano del betting – insieme al Professor Ranieri Razzante, Presidente dell’Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio. Un manuale per gli operatori e gli addetti ai lavori che compongono la filiera del gioco in Italia, per raccogliere la normativa vigente, le tipologie di rischio e le misure da adottare per prevenire potenziali inferenze da parte della criminalità.
L’obiettivo che Arrotino e Razzante si sono posti nasce da due considerazioni: le dimensioni del danno che il reato di riciclaggio comporta per il sistema economico italiano – quasi 120mld l’anno – e il fatto che le infiltrazioni criminali avvengono a danno degli stessi concessionari. “Il comparto dei giochi risulta di altissimo interesse per la criminalità. Solo in Italia il gioco illegale vale un quinto della raccolta legale – commenta Arrotino – Tuttavia, sempre di più negli ultimi anni, un contributo fondamentale nel contrasto alla criminalità è arrivato proprio dagli operatori del settore, in primis dai concessionari, che sono diventati autentiche sentinelle di comportamenti illeciti o potenzialmente tali”. “Speriamo che questo testo contribuisca a smontare qualche pregiudizio secondo il quale il comparto del gioco è dominato dalla criminalità laddove, al contrario, la criminalità troverebbe alimento in un mercato non sufficientemente presidiato” ha aggiunto Razzante”.
Il volume è edito da Pacini Giuridica. SKS365 è uno dei principali operatori nel mercato internazionale del betting e gaming, presente anche in quello italiano, online e retail, per il tramite di SKS365 Malta Limited. Attraverso il brand Planetwin365, la società offre ai clienti standard di sicurezza e un’esperienza di gioco variegata sia online, sul sito planetwin365.it, sia offline attraverso una rete retail che conta più di 1000 punti vendita Planetwin365 su tutto il territorio nazionale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: tutti negativi, in gruppo anche Higuain e Rabiot
Proseguono gli allenamenti alla Continassa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 maggio 2020
18:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prove di normalità per la Juventus che, in applicazione delle indicazioni della Commissione medico scientifica federale della Figc, ha sottoposto i giocatori ai test diagnostici per il coronavirus. Gli esami hanno dato esito negativo, per cui in questi giorni potranno riprendere gli allenamenti con gruppi sempre più numerosi. Domani alla Continassa, propri in virtù dei test effettuati, si rivedranno anche Higuain e Rabiot, in anticipo rispetto ai tempi dell’isolamento ma nel rispetto delle norme in vigore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Khedira sicuro, Ronaldo tra i migliori di sempre
“Vuole vincere anche in allenamento, un esempio per tutti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 maggio 2020
18:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Gioco con Ronaldo da sette anni, cinque al Real Madrid e due alla Juventus, ed è uno dei migliori della storia del calcio perché vuole sempre vincere, anche in allenamento, è un esempio per tutti. E’ un campione in campo e anche una splendida persona”. Sami Khedira ha risposto così, su Instagram, alle domande di alcuni dei tifosi sull’attaccante portoghee.
Khedira ha anche svelato il nome dell’allenatore dal quale ha imparato di più: “Ho avuto grandi tecnici ma dico José Mourinho, lui si fidava di me e ci sentiamo ancora oggi”. E sulla strada per diventare calciatore: “Serve il talento, ma anche tanta disciplina e grande entusiasmo: bisogna lavorare duro ogni giorno ed essere sempre concentrati al massimo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Luis Enrique, porte chiuse? Triste come ballare con sorella
A ct Spagna non piace il calcio post pandemia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
19:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giocare a partite a porte chiuse è “più triste che ballare con tua sorella”: a Luis Enrique il calcio post coronavirus senza pubblico non piace. “È molto brutto – le parole del ct della Spagna al programma di basket Colgados del Aro – Ho visto il calcio tedesco ed è avvilente.
Puoi sentire gli insulti e perdere l’intimità dei grandi momenti. Ma è chiaro che questo è un business globale che genera un sacco di soldi e anche se lo spettacolo è molto diverso da quando si gioca col pubblico, può aiutarci a passare il tempo e a superare questa situazione. Se sei un tifoso di calcio o del basket, guardare una partita è sempre interessante”, ha concluso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Altri due positivi alla Dinamo Dresda
Messi in quarantena. Squadra riprenderà allenamenti sabato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
19:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Altri due casi di coronavirus alla Dinamo Dresda che si aggiungono ai tre contagiati delle scorse settimane. Negli ultimi controlli sono emerse le positività di un calciatore e un parente stretto di un membro dello staff tecnico: i due sono stati messi in quarantena. Il resto della squadra, dopo 14 giorni di isolamento per i primi casi di positività riscontrati il 9 maggio, potrà tornare ad allenarsi sabato prossimo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Manchester United: sale l’indebiramento da Covid-19
Club inglese traccia stima dei mancati introiti del trimestre
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
19:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gli effetti negativi del Covid-19 hanno inciso anche sul calcio. Il Manchester United, secondo quanto riporta la Bbc, elencando i report dello stesso club inglese, comunica che la pendemia è costata finora almeno 28 milioni di sterline, con un indebitamento netto nell’ultimo trimestre. Impossibile, dunque, fare stime del 2020, anche in relazione “all’incertezza, oltre che alle conseguenze economiche e finanziarie”.
Il club, inoltre, assieme alle altre società della Premier, dovrà erogare un rimborso di 15 milioni di sterline alle tv, anche se la stagione dovesse essere completata. Il direttore finanziario dei ‘Red devils’, Cliff Baty, ha fatto notare che “le entrate della sponsorizzazione sono diminuite e le vendite al dettaglio sono state affossate, visto che il negozio del club all’Old Trafford è ancora chiuso”. Il rinvio della sfida contro il Tottenham ha provocato un mancato introito di almeno 4 milioni di sterline.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gravina a club di C, ‘il nostro un inno al gioco’
Lettera a presidenti per chiarire ratio della delibera Figc
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
19:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La delibera adottata ieri è un inno al gioco”. Cosi’ il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, motiva in una lettera ai club della Lega Pro la scelta del consiglio federale di portare a termine la stagione dei campionati professionistici, compresa la serie C. Al “desiderio di confrontarsi sul campo, di giocare e competere regolarmente” va unita la “tutela della salute di tutti i protagonisti. Per questo – prosegue Gravina – il percorso che abbiamo tracciato prevede la ripresa regolare del campionato solo se nelle prossime settimane i protocolli sanitari divenissero pienamente applicabili anche in Lega Pro”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Aic “su stipendi stortura, serve accordo collettivo”
Direttivo sindacato calciatori dopo norme Figc su iscrizioni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
19:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo di fronte a una vera e propria stortura”: è la presa di posizione dell’Aic, dopo il direttivo che ha esaminato le nuove delibere federali per i termini di iscrizione, ritenute – ribadisce l’Assocalciatori – “irricevibili”. “In sostanza le società potrebbero pagare la sola mensilità di maggio alla fine del mese di agosto ed ottenere l’iscrizione al prossimo campionato”, dice il sindacato calciatori, che sottolinea la necessità di “intese collettive”.
“È forte la delusione nell’apprendere che i club di tutte le serie professionistiche potrebbero iscriversi al campionato 20/21 a fronte del pagamento di un solo mese di stipendio del periodo marzo-giugno 2020 – sottolinea l’Aic – Si tratta di norme programmatiche irricevibili che hanno trovato la ferma opposizione dei rappresentanti di atleti e tecnici e che pregiudicheranno la tranquillità economica della maggior parte dei tesserati professionisti. La nostra associazione auspica l’adozione di un sistema che favorisca le intese collettive volte a risolvere le problematiche anziché fomentare un contenzioso generalizzato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gama,alla A donne servono protocollo ad hoc e risorse
Capitano Juve e Nazionale: “Ci aspettiamo stesse tutele uomini”
(2)
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
20:03
“Ci aspettiamo pari tutele sanitarie dei nostri colleghi uomini, che venga redatto un protocollo ad hoc perché quello dei dilettanti per noi non va bene per riprendere. E poi attendiamo le risorse per tornare ad allenarci e vivere da professioniste quali siamo”. Sara Gama elenca le richieste provenienti dal calcio femminile in funzione dell’auspicata ripresa della Seria A, sospesa a causa dell’emergenza coronavirus quando mancano sei giornate alla fine del campionato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina, slittano allenamenti di gruppo
Viola si radunano al Centro sportivo, club ‘Bentornati’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
21 maggio 2020
20:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ancora allenamenti individuali per la Fiorentina in attesa dell’ufficialità del nuovo protocollo per il ritorno delle sessioni a gruppi. Il club viola aveva convocato per questo pomeriggio la squadra al centro sportivo ‘Davide Astori’ confidando nella ripresa degli allenamenti collettivi, così non è stato. Ciò nonostante sui canali ufficiali la società ha voluto comunque pubblicare una foto con i giocatori schierati sul campo insieme al tecnico Iachini e i suoi collaboratori, al direttore generale Joe Barone, al ds Daniele Pradè, al responsabile sanitario Luca Pengue e al team manager Alberto Marangon, quest’ultimi tutti con la mascherina.
La fotografia è stata corredata dal messaggio ‘Bentornati’.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nodo stipendi: Briamonte “niente soluzioni individuali”
Giureconsulto “andrebbero vietate,calcio segua esempio Nba”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 maggio 2020
22:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ sempre una cosa saggia copiare da chi può essere considerato un punto di riferimento sia sotto il profilo economico, delle normative e della tenuta del sistema. E l’accordo trovato nell’Nba è equo, intelligente e sufficientemente protettivo che potrebbe essere di ispirazione anche al mondo del calcio”: Michele Briamonte, giureconsulto applicato a economia, lavoro e sport, individua quello che potrebbe essere un percorso per il calcio italiano alle prese con il nodo stipendi che è tornato in primo piano con i calciatori preoccupati per le linee guida della Figc per l’iscrizione ai prossimi campionati, che prevedono la possibilità di avere l’ok anche avendo pagando ai giocatori una sola mensilità da marzo a maggio. Ispirarsi all’Nba ma soprattutto dice no “a soluzioni individuali, andrebbero vietate”, dice. “L’accordo dell’Nba – spiega Briamonte – tiene conto del fatto che gli atleti sono parte dello spettacolo, non sono accidentalia ma l’essenziale e si basa su tre blocchi. E’ stato fissato l’ammontare massimo del sacrificio degli atleti per via della pandemia, individuato nel 25 per cento dei compensi annuali; hanno attribuito una distribuzione matematica di questo 25 % alle partite. Cioè una sorta di riduzione del compenso per ogni partita in meno giocata che è una sorta di condivisione del danno: io ho meno incassi dallo stadio e tu meno incassi dalla prestazione sportiva; e poi, a garanzia dei giocatori hanno individuato un meccanismo finanziario protettivo idoneo, un escrow, un contro corrente vincolato, in cui vengono versati i compensi potenzialmente ridotti e poi a fine stagione a calcoli fatti si vedrà quanto viene trattenuto dai proprietari e quanto rilasciato ai giocatori”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Brescia, torna Balotelli sul campo
L’attaccante non aveva ancora ripreso ad allenarsi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
22 maggio 2020
10:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Riecco Mario Balotelli.
L’attaccante del Brescia si è finalmente presentato al campo di allenamento: per la punta, arrivata al centro sportivo di Torbole alle 9, si tratta della prima seduta di lavoro post lockdown mentre i suoi compagni a livello individuale si stavano già allenando da 8 giorni. Mario invece non aveva segnali di sé ed era nato il classico “caso”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma; Malagò, ‘Friedkin? Coronavirus non ha aiutato’
N.1 Coni, ‘Ma non so se trattativa è saltata’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
11:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non lo so se la trattativa per l’acquisto della Roma tra Pallotta e Friedkin sia terminata, sicuramente il Coronavirus non ha aiutato. Questo è poco ma sicuro”. Lo dice il presidente del Coni e tifoso romanista Giovanni Malagò, intervenuto a Radio Incontro Olympia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Malagò, ‘Presidenti tutti interessati da classifica’
N.1 Coni, ‘Non ci sono buoni e cattivi, è nella natura umana’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
11:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che praticamente tutti i presidenti hanno un condizionamento da posizione in classifica.
Non mi sento di dire che ci sono i buoni e i cattivi. Penso che è nella natura umana che ci possano essere spinte in virtù del fatto che quando si è fermato tutto si stava in zona retrocessione o lottando per lo scudetto”. Lo dice il presidente del Coni Giovanni Malagò intervenuto a Radio Incontro Olympia.
Parlando della Lazio, Malagò non ha mancato di fare i complimenti al patron biancoceleste Claudio Lotito: “Oggi il Centro sportivo di Formello è un centro all’avanguardia e va dato atto a Claudio Lotito, perché fino a pochi anni fa non era così. I presupposti di una grande società partono da lì”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve, anche Rabiot è tornato ad allenarsi
Francese tra gli ultimi a rientrare dopo l’emergenza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
22 maggio 2020
12:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Adrien Rabiot ha ripreso ad allenarsi alla Continassa: il centrocampista francese, tra gli ultimi ad essere rientrati a Torino dopo l’emergenza Coronavirus, è tornato oggi al centro di allenamento bianconero.
Ha potuto bruciare le tappe, evitando le due settimane di isolamento domiciliare per chi rientra dall’estero, grazie ai due tamponi per la ricerca del Coronavirus che hanno dato esito negativo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allarme United, il virus è costato già 31 milioni di euro
Tra diritti tv da restituire e mancati incassi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
12:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia di coronavirus è già costata al Manchester United 28 milioni di sterline (circa 31 milioni di euro), ma il buco di bilancio alla fine sarà molto più alto. A lanciare l’allarme è stato lo stesso club della Premier League, presentando i risultati del terzo trimestre aggiornati al 31 marzo. Il direttore finanziario Cliff Baty ha affermato che dovrà restituire 20 milioni di sterline di diritti televisivi alle emittenti, anche se la stagione verrà completata, a causa dei cambiamenti nelle date e negli orari di inizio delle partite causati dalla pandemia. Netta anche la flessione delle sponsorizzazioni, così come del merchandising, con il negozio del club all’Old Trafford ancora chiuso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Moratti, Inter Triplete? Orgoglio, tenacia e umiltà
Addio Mourinho epilogo giusto, con Zhang buon futuro garantito
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
13:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Penso che orgoglio, tenacia e umiltà siano stati i valori della nostra Champions. Crederci sempre, anche nelle difficoltà, anche in momenti difficili o drammatici come a Kiev contro la Dinamo o al Camp Nou contro il Barcellona. Hanno contato l’esperienza del gruppo storico, la classe dei nuovi innesti e la capacità di un tecnico speciale”.
L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, intervistato da Sport Mediaset, ricorda, nel giorno del decennale dalla vittoria nerazzurra del Triplete, la storica impresa della squadra di cui era patron. Un trionfo, quello in Champions, che ha portato però all’addio di Mourinho. ”Oggi credo che tutto sommato, per quanto strano, fu un epilogo giusto – commenta Moratti – o per lo meno rispondente alle ambizioni personali di un uomo che non puoi frenare o ostacolare. Ecco, purtroppo fu meno giusto il dopo, la scelta dell’immediato successore che per quanto bravo non si sposò con la squadra”. Spiega Moratti parlando di Benitez.
Oggi alla guida del club c’è Steven Zhang di cui Moratti parla sempre bene: ”Con loro il futuro, un buon futuro, è garantito.
Un campione per l’Inter di domani? Godiamoci intanto Eriksen, è un grande giocatore”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: il Manchester United vuole Koulibaly
Daily Express, Solskjaer ha chiesto il centrale del Napoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
14:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il tecnico del Manchester United, Ole Gunnar Solskjaer, è alla ricerca di un forte difensore centrala da agganciare nella prossima finestra estiva del calciomercato ed ha messo gli occhi su Kalidou Koulibaly. Il giocatore del Napoli, scrive il Daily Express, è anzi una delle priorità indicate dal manager norvegese tra i rinforzi da portare all’Old Trafford.
Tanto da aver già girato la sua richiesta all’amministratore delegato del club, Ed Woodward, perché ottenga la firma del nazionale senegalese. Lo United potrebbe però dover fare i conti con la concorrenza di Liverpool e Manchester City. Ma se Solskjaer riuscisse a convincere la dirigenza dello United a presentare un’offerta intorno ai 63 milioni di sterline (circa 70 mln di euro), Koulibaly può essere l’uomo giusto per far fare al reparto arretrato dei Red Davils il salto di qualità.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gremio,offerta Napoli per Everton è 25 milioni
Fonti del club confermano, partenza ‘Cebolinha’ è probabile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
22 maggio 2020
14:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fonti vicine alla presidenza del Gremio hanno confermato ad alcuni media locali che il Napoli ha fatto un’offerta di 25 milioni di euro per Everton, ‘stella’ della squadra di Porto Alegre. La trattativa, nonostante le smentite arrivate dall’Italia, starebbe andando avanti, e se si concretizzerà sarà la seconda cifra più ricca ricevuta dal Gremio per una cessione. Soltanto Arthur è stato pagato di più, perché il Barcellona lo ha acquistato nell’estate del 2018 per 31 milioni di euro, mentre Mario Fernandes, che in seguito ha acquisito la cittadinanza russa, nel 2012 venne pagato 15 milioni di euro dal Cska Mosca.
Everton, detto ‘Cebolinha’ per la rassomiglianza con un personaggio dei fumetti molto amato in Brasile, avrebbe già fatto sapere che l’Italia è una destinazione gradita.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: morto Gigi Simoni
L’ex allenatore aveva 81 anni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
14:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lutto nel mondo del calcio: è morto Gigi Simoni. L’ex allenatore dell’Inter aveva 81 anni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Moratti “gli impedirono di vincere lo scudetto”
“Un grande della storia dell’Inter, per me enorme dolore”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
14:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ stato un grande protagonista della storia dell’Inter: ha vinto una coppa europea molto importante, gli è stato impedito di vincere un campionato che avrebbe assolutamente meritato”. Massimo Moratti ricorda così la figura di Gigi Simoni “tecnico gentiluomo verso il quale – aggiunge l’ex presidente nerazzurro -, provavo grande stima e affetto. La telefonata con la quale poco fa la moglie mi ha avvisato della morte mi ha provocato un dolore immenso”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Inter, ha incarnato interismo più genuino
Calcio perde bravo allenatore e persona meravigliosa,ci mancherà
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
14:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Ci ha lasciati oggi, 22 maggio.
Una data non casuale, la data più interista di tutte”. Inizia così l’omaggio dell’Inter a Gigi Simoni, ex tecnico nerazzurro scomparso oggi a 81 anni, nel giorno del decimo anniversario del Triplete. ”Di Gigi Simoni ricordiamo e ci mancherà tutto. Il suo essere signore, innanzitutto. Un modo di vivere, la vita e il calcio, mai sopra le righe”, scrive la società nerazzurra sul sito.
”Ha incarnato l’interismo più genuino. Sulla panchina nerazzurra arrivò nel 1997, assieme al Fenomeno, Ronaldo. Un binomio, quello Simoni-Ronaldo, che resterà per sempre nel cuore di tutti, non solo degli interisti”, prosegue il club. ”Il 6 maggio 1998 disegnò il suo capolavoro da allenatore. Imbrigliò una grande Lazio e non le diede scampo. Al Parco dei Principi Zamorano, Zanetti e Ronaldo regalarono all’Inter la terza Coppa Uefa in una notte dolcissima e magica”.
”Il mondo del calcio perde un bravo allenatore e una persona meravigliosa. Noi lo ricordiamo così, coi suoi capelli bianchi, sulla nostra panchina, mentre con un sorriso si godeva le magie di Ronaldo, circondato dall’orgoglio e dall’affetto dei tifosi dell’Inter. Ciao Gigi, ci mancherai”, conclude la società nerazzurra nel suo ricordo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho, Dio aveva deciso che la Coppa era nostra
Inter di Moratti faceva sentire a casa, siamo ancora famiglia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
14:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A Madrid c’era la sensazione di non poter perdere. A Kiev all’85’ eravamo fuori dalla Champions, a Barcellona con il rosso a Thiago Motta tutti pensavano fossimo fuori. Ma alla finale si sentiva che la Coppa sarebbe stata nostra. Ho cercato di passare il messaggio giusto ai giocatori, ma Dio aveva deciso che quella Coppa era nostra”: lo racconta Josè Mourinho, in un’intervista a Sky Sport, nel giorno del decimo anniversario della vittoria del Triplete.
“L’Inter di Moratti era un’Inter che aveva la qualità di far sentire la gente a casa. I risultati sono la storia. Qualche volta un presidente, un allenatore, una organizzazione può fare un lavoro fantastico, ma senza risultato non è storia. Il rapporto che ho con i giocatori – racconta lo Special One – con Moratti e con tutti quelli che hanno lavorato è un rapporto giornaliero. Mi fa sentire speciale il fatto di essere uno dei capi di questa squadra. Siamo una famiglia ancora, mentre uno è a Londra, uno in Brasile, uno a Milano… siamo una famiglia e amici per sempre”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni nel calcio ha vinto ricoprendo tutti i ruoli: giocatore, allenatore, dirigente. Ma soprattutto ha lasciato un segno indelebile di stile e sobrieta’ sia nella vittoria che nella sconfitta e senza mai scendere a compromessi per difendere le proprie idee e i propri principi. Una biografia che vuol essere una sorta di vademecum per le generazioni future affinche’ ricordino i veri valori su cui e’ fondato lo sport. Dall’infanzia di Crevalcore agli esordi nella Fiorentina, dal debutto in A con il Mantova all’approdo in Nazionale con il Torino. Il tutto condito da quattro promozioni dalla serie B e la vittoria di una Coppa Italia con il Napoli, unica formazione cadetta ad aggiudicarsi il trofeo. Poi il passaggio naturale dal campo alla panchina del Genoa dove inizia una carriera che lo vede ancora oggi detenere l’invidiabile record di sette promozioni in serie A e raggiungere l’apice con la conquista della Coppa Uefa sulla panchina dell’Inter, primo titolo dell’era Moratti, ottenuto a 58 anni dopo tanta gavetta. Infine il nuovo miracolo da dirigente sportivo nella quiete di Gubbio con due promozioni consecutive e la storica ascesa in serie B.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il mondo del calcio piange la scomparsa di Luigi Simoni, uno degli allenatori più rispettati e amati d’Italia, morto oggi all’età di 81 anni”. In una nota, la Lega di serie A esprime il cordoglio per la scomparsa dell’ex allenatore sottolineando che è stato “grande protagonista della storia del calcio italiano”. “Conosciuto da tutti come ‘Gigi’ – si legge nella nota della Lega di A – dopo aver appeso gli scarpini al chiodo il tecnico di Crevalcore mosse i primi passi in panchina alla guida del Genoa nel 1975, ottenendo l’anno dopo il suo primo incarico la promozione in Serie A. La consacrazione da allenatore risale alla stagione 1997/1998, quando fu scelto da Massimo Moratti per allenare l’Inter, con cui conquistò la Coppa Uefa a Parigi battendo in finale la Lazio. In totale furono 17 i Club guidati da Gigi Simoni in quasi 40 anni di carriera”. “La Lega Serie A porge ai familiari le più sentite condoglianze per la scomparsa dell’amato Gigi, grande protagonista della storia del calcio italiano”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Mihajlovic, con Bologna ero in debito e sono tornato
‘Tra 15 anni magari farò il direttore, adesso amo il mio lavoro’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
22 maggio 2020
15:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Scherzando dico sempre ai miei giocatori che sono liberi di fare tutto ciò che gli dico io”. Le prime vittorie con la Stella Rossa di Belgrado, poi la Lazio, l’Inter, gli allenamenti, il rapporto con Mancini e Boskov e poi la carriera d’allenatore e il segreto per battere le punizioni: “I consigli si possono dare, certe cose le puoi insegnare, però poi dopo devi avere il piede”. Sinisa Mihajlovic ha parlato di calcio, rispondendo in diretta streaming alle domande dei giovani calciatori del Bologna, dall’under 12 alla Primavera: “Ho cominciato a 17 anni e smesso a 37 nell’Inter, ho vinto 16 trofei, tutto quello che c’era da vincere nel calcio, giocando sempre ad alti livelli e in grandi quadre, non c’è stato un momento migliore, mi sono sempre divertito, i 20 anni di calcio sono stati i più belli della mia vita”. Infine pensando al futuro: “Magari fra 15 anni andrò a ricoprire una carica in una società, non da allenatore ma da direttore, quello è un obiettivo che penso di poter raggiungere, ma tra un po’, adesso mi piace il mio lavoro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Pisa, giorno triste per tutti noi
Il ricordo del club che il tecnico portò due volte in Serie A
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PISA
22 maggio 2020
15:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ un giorno triste per tutti noi”.
Così il Pisa calcio ricorda l’allenatore Gigi Simoni, scomparso oggi, con una nota sul sito internet del club nella quale esprime il cordoglio alla famiglia. Simoni, scrive la società nerazzurra, “era un pezzo importante della nostra storia, un ricordo felice per tutti noi, un professionista di altissimo livello capace per ben due volte di portare il Pisa nel Paradiso del calcio italiano guidando squadre di cui ancora, a distanza di molti anni, riusciamo a snocciolare a memoria l’undici iniziale”.
“Nel campionato 1984-85 – ricorda il club nerazzurro – con una cavalcata entusiasmante, dominando e sbaragliando gli avversari e poi nella stagione 1986-87 compiendo una delle più grandi imprese della nostra storia portata a termine nell’indimenticabile trasferta di Cremona. Ma Gigi Simoni è rimasto poi nerazzurro per sempre, legato ai nostri colori, alla nostra passione, alla nostra terra: un legame indissolubile suggellato dall’elezione ad Allenatore del Secolo in occasione dei festeggiamenti per i 100 anni dello Sporting Club”. Per il presidente nerazzurro, Giuseppe Corrado, con la morte di Simoni la “nostra squadra perde un simbolo, dentro e fuori dal campo: il mister resterà per sempre nel cuore di tutti noi e, non appena possibile, lo ricorderemo degnamente all’interno della sua Arena sperando di poter seguire il suo esempio e rivivere insieme ai nostri tifosi le stesse emozioni che lui fu in grado di suscitare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Ghirelli, nelle cose metteva cuore e coraggio
Ha insegnato l’amore per il calcio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
15:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Cuore e coraggio. Sono le due parole che esprimono quello che ho trovato in Gigi Simoni.” così il presidente di Lega pro Francesco Ghirelli ricorda l’ex tecnico dell’Inter (e di molte altre squadre) scomparso oggi all’età di 81 anni.
“Il cuore -ha detto Ghirelli- ce lo metteva sempre e sapeva unire il coraggio nell’affrontare le sfide, prima in campo e poi alla scrivania da dirigente. Il calcio dei valori era la sua base e il suo impegno, quello che lo ha accompagnato per tutta la carriera. Ricordo -ha concluso il presidente di Lega Pro- la sua passione per il calcio e gli occhi che sorridevano quando parlava del pallone. Ha insegnato l’amore per il calcio. A Gigi, uomo di spessore, mi sento di dire grazie per quanto ha dato al calcio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni:cordoglio Lega A, grande protagonista calcio italiano
‘Uno degli allenatori più rispettati e amati’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
15:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il mondo del calcio piange la scomparsa di Luigi Simoni, uno degli allenatori più rispettati e amati d’Italia, morto oggi all’età di 81 anni”. In una nota, la Lega di serie A esprime il cordoglio per la scomparsa dell’ex allenatore sottolineando che è stato “grande protagonista della storia del calcio italiano”.
“Conosciuto da tutti come ‘Gigi’ – si legge nella nota della Lega di A – dopo aver appeso gli scarpini al chiodo il tecnico di Crevalcore mosse i primi passi in panchina alla guida del Genoa nel 1975, ottenendo l’anno dopo il suo primo incarico la promozione in Serie A. La consacrazione da allenatore risale alla stagione 1997/1998, quando fu scelto da Massimo Moratti per allenare l’Inter, con cui conquistò la Coppa Uefa a Parigi battendo in finale la Lazio. In totale furono 17 i Club guidati da Gigi Simoni in quasi 40 anni di carriera”.
“La Lega Serie A porge ai familiari le più sentite condoglianze per la scomparsa dell’amato Gigi, grande protagonista della storia del calcio italiano”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Bergomi,Gigi e quell’Inter avrebbero meritato di più
Il ricordo di ‘zio’ Beppe, “era super nella gestione del gruppo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
15:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Gigi era una grande persona, un grande uomo. Per me è stato importantissimo, mi ha dato l’opportunità di giocare un quarto Mondiale. Lui mi ha detto che eravamo tutti uguali, l’età non contava. Appena ho saputo la notizia ho sentito tutti i miei compagni, quello era un gruppo vero rimasto nella mente dei tifosi dell’Inter”. Beppe Bergoni era il capitano dell’Inter allenata da Simoni e, su Sky Sport dove ora è commentatore, così ha ricordato il tecnico scomparso oggi.
“Conoscevamo i nostri limiti, ma avevamo un giocatore straordinario come Ronaldo che non avevo mai visto così là davanti, però attorno la qualità c’era. Una buona squadra che forse meritava qualcosa in più – ha aggiunto Bergomi – Gigi il secondo anno venne esonerato, ma poteva e doveva avere il diritto di giocare quel quarto di finale col Manchester. Sono convinto che avremmo fatto una figura diversa perché il gruppo era con lui”. “Gigi nella gestione del gruppo è stato super coinvolgendo tutti e facendo sentire tutti importanti. Sapendo che il leader tecnico era Ronaldo” ha sottolineato Bergomi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga, sfida di vertice Borussia-Leverkusen
Match clou è sfida in chiave Champions
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
15:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sfida in chiave Champions domani nel campionato tedesco, dove la partita tra Borussia Monchengladbach e Bayer Leverkusen rappresenta il pezzo forte della 27/a giornata della Bundesliga. Il Borussia padrone di casa attualmente è terzo in classifica, mentre il Bayer occupa la quinta posizione, quindi attualmente fuori dalla zona Champions, ma tra le due formazioni c’è una differenza di soli due punti.
Gli analisti di Snai propendono per quote molto equilibrate.
Leggermente favoriti i neroverdi di Marco Rose, a 2,40 ma il Bayer segue a stretto giro, a 2,75. Alta la quota del pareggio, 3,65. Entrambe sono ripartite con un successo esterno: il Gladbach ha battuto l’Eintracht (1-3), il Leverkusen ha dominato a Brema (1-4) contro il Werder penultimo e ormai quasi spacciato. Si attendono gol ed emozioni, tanto che l’Over plana a 1,50, mentre l’Under si colloca a 2,50.
Sempre domani, scende in campo il Bayern Monaco, reduce dal successo esterno contro l’Union Berlino. Quote rasoterra per la capolista, che ospita l’Eintracht: il segno «1» vale appena 1,15, altissima la quota del pareggio, 8,50, mentre il «2» schizza addirittura a 15. Impegno un po’ più complicato per il Borussia Dortmund, secondo in classifica e di scena a Wolfsburg: i gialloneri sono favoriti, ma a quota più corposa, 1,75, con il successo dei padroni di casa dato a 4,50. Domenica tocca al Lipsia difendere il suo prezioso quarto posto. Le quote Snai confortano la squadra del bomber Timo Werner e dell’ex romanista Schick, impegnata a Magonza: il «2» si gioca a 1,45, il segno «1» sale fino a 6,25.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Torino, perdiamo un amico e un autentico gentiluomo
Il cordoglio del club granata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
22 maggio 2020
15:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ex calciatore granata e poi allenatore del Toro, nella lunghissima carriera di tecnico Gigi Simoni si è ovunque distinto – oltre alle riconosciute competenze – per le sue qualità morali e umane. Il Toro perde un amico, il calcio piange la scomparsa di un autentico gentiluomo”. E’ il messaggio di cordoglio della società granata.
“il Presidente Urbano Cairo e tutto il Torino Football Club – dirigenti, dipendenti, allenatori, calciatori, settore giovanile – profondamente addolorati, esprimono il commosso cordoglio e la vicinanza ai famigliari di Luigi Simoni, mancato oggi all’affetto dei suoi cari e dei suoi tantissimi amici”. Da giocatore ha disputato con il Torino 81 partite dal ’64 al ’67, come tecnico è stata una breve esperienza, nella stagione 2000/2001 con il Torino in serie B: dopo otto giornate fu esonerato, al suo posto Giancarlo Camolese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho “finale a Madrid umile merito della squadra”
Grazie a Branca e Oriali, Moratti guidava tutti al sogno
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
16:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Il merito di tutto è dei giocatori. Io mi sento solo un loro rappresentante. Non mi sento speciale. In quella finale non ho mai pensato a me. Ho sempre pensato a cosa significava quella coppa per Moratti, Zanetti, i giocatori. Ho pensato sempre in modo altruista, mi sentivo speciale per quello. Sono riuscito ad essere più umile. Più attento agli altri. Questi ragazzi hanno avuto questo potere su di me”: lo racconta José Mourinho, a Sky Sport, ripercorrendo l’impresa del Triplete a dieci anni dal trionfo in Champions League. ”Zanetti? Anche in quarantena e senza parrucchiere – sorride Mourinho guardando il video del vicepresidente dell’Inter – ha sempre i capelli top. Era il capitano dei capitani. Lui, Cordoba, Materazzi, Toldo, erano giocatori di cuore, di cuore nerazzurro. La trasmissione dei valori interisti, la trasmissione di un sogno. Grazie anche a Branca e Oriali, hanno fatto un grande lavoro e mi hanno aiutato nelle scelte. Ma l’uomo che guidava tutti al sogno era Moratti ed è stato fondamentale anche per questa ambizione”. Poi José racconta uno dei momenti decisivi, quello della clamorosa rimonta di Kiev: ”Ho visto gente triste e io odio la gente triste quando c’è tanto da giocare. Ho pianto tante volte dopo le grandi vittorie, ma ho pianto solo una volta dopo una sconfitta. All’intervallo sono riuscito a entrare nel cuore dei giocatori”. Poi l’eliminazione del Barcellona: ”Prima della partita mio figlio – che aveva dieci anni- mi disse ‘non mi ricordo la tua prima finale, ora voglio questa finale. Voglio ricordarmela’. Prima della partita racconto alla squadra di mio figlio e dico ai giocatori di pensare a loro. Siamo entrati in campo con la consapevolezza che non lo facevamo solo per noi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Toti “indimenticabile mister galantuomo,ci mancherà”
Presidente della Liguria ricorda il tecnico scomparso
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 maggio 2020
16:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se ne è andato un signore del calcio italiano. Addio grande Gigi Simoni, indimenticabile mister galantuomo. La tua serietà, la tua onestà e la tua eleganza mancheranno al mondo del calcio e a tutti noi”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti oggi pomeriggio via fb ricorda la morte dell’ex allenatore dell’Inter Gigi Simoni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Da Pirlo a Eto’o, 21 campioni cantano per beneficenza
Iniziativa patrocinata da Lega Serie A per Protezione civile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
16:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ventuno calciatori prestano la loro voce a una iniziative benefica e incidono un brano musicale dal titolo ‘Lo stadio in un cassetto’. E’ l’iniziativa, patrocinata dalla Lega di serie A, a cui prendono parte alcuni protagonisti del grande calcio, da Samuel Eto’o a Ciro Ferrara, da Luca Toni a Andrea Ranocchia, da Matteo Darmian a Andrea Pirlo, fino alle calciatrici barbara Bonansea e Elena Linari.
Mettendo per un attimo da parte la timidezza ed anche il timore di non essere all’altezza, tutti si sono buttati in questa sfida e hanno registrato audio e video del brano in casa con i propri smartphone, in momenti di vita di un giorno qualunque, spinti dall’iniziativa di per iniziativa di Warner Chappell Music Italiana e Apollo Records, con la collaborazione di Stars on Field. Il brano, che porta la firma di Giulia Anania, Marta Venturini e Diego Calvetti, sarà lanciato domenica 24 maggio alle 20:45 in contemporanea sui social di tutti i calciatori e calciatrici protagonisti accompagnato dagli hashtag #weareoneteam, #lostadioinuncassetto, #campioniadistanza #sempreconvoi, e dalla mezzanotte il video sarà poi disponibile su tutte le piattaforme digitali.
Gli introiti saranno devoluti al fondo “Sempre con voi” della Protezione Civile per il sostegno ai familiari dei medici e del personale sanitario che hanno perso la vita nella lotta al Covid-19.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: cordoglio Genoa, “uomo e tecnico indimenticabile”
Tecnico rossoblu Nicola, “grazie Mister”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 maggio 2020
16:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Addio a Gigi Simoni, uomo e allenatore meraviglioso, indimenticabile giocatore e tecnico del Genoa. Riposa in pace”. Così il Genoa ha voluto ricordare Gigi Simoni nel giorno della sua scomparsa. Simoni del Grifone è stato prima giocatore per tre stagioni e poi in occasioni differenti tecnico negli anni ’70 e negli anni’80 per un totale di 8 campionati, con due promozioni in serie A conquistate proprio guidando i rossoblù. E lo ha voluto ricordare con un post molto sentito anche l’attuale allenatore del Genoa Davide Nicola. “Un giorno mi dicesti: La signorilità nel calcio è l’unica cosa che conta. Grazie Mister” ha detto il tecnico piemontese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figc “nessuna norma per non pagare stipendi”
“Ricostruzioni imprecise su delibera licenze nazionali”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
17:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con riferimento alle “ricostruzioni imprecise e incomplete riportate su alcuni organi di informazione in merito alle decisioni assunte dal consiglio federale sulle Licenze Nazionali per la stagione 2020/2021”, in una nota la Figc precisa che: “Non è stata approvata alcuna norma che esoneri le società dal pagamento degli stipendi; le mensilità di gennaio e febbraio dovranno essere regolarmente saldate entro il mese di maggio, come da regole già in vigore; per impedire che il processo delle iscrizioni ai prossimi campionati fosse condizionato dai potenziali contenziosi per i pagamenti degli stipendi nel periodo Covid-19, nello specifico quelli di marzo e di aprile, è stato solo deciso di non tenerne conto in sede ammissiva; per garantire i redditi più bassi, è stato stabilito che i contratti al minimo federale dovranno essere interamente onorati entro il 15 luglio dalle società di Serie A, B e C; su proposta del presidente Gravina, la Federazione si è dichiarata disponibile a concorrere economicamente in un fondo di solidarietà ad hoc per i calciatori in difficoltà, sia professionisti che dilettanti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Genoa; negativo anche terzo giro di tamponi
Da domani via agli allenamenti collettivi in casa rossoblù
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 maggio 2020
18:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ultimo giorno di allenamenti individuali in casa Genoa. Dopo la pubblicazione ufficiale delle linee guida per gli allenamenti di gruppo il Genoa da domani riprenderà ad allenarsi in maniera collettiva, seguendo tutte le indicazioni scritte nel regolamento.
Per Criscito e compagni sarà possibile effettuare partitelle dunque oltre che esercizi in gruppo con o senza pallone.
Intanto anche il terzo giro di tamponi effettuato dalla società a giocatori, staff tecnico e dirigenti a contatto con la squadra ha dato esito negativo così come era accaduto per tutti i controllati anche nelle precedenti analisi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: 4-0 all’Union, l’Hertha vince il derby di Berlino
Le reti tutte nella ripresa: apre Ibisevic, chiude Boyata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
22:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il derby di Berlino, la prima stracittadina dell’era post lockdown, se lo aggiudica l’Hertha che batte 4-0 l’Union. Primo tempo senza reti, con i padroni di casa più pericolosi ma mai dominanti. Nella ripresa l’Hertha viene fuori e piazza un uno-due micidiale nel giro di un paio di minuti che di fatto manda al tappeto l’Union: padroni di casa trovano il vantaggio al 6′ grazie ad un colpo di testa di Ibisevic in anticipo su Parensen e poi raddoppio dopo appena un minuto con Lukebakio. Il tris arriva al quarto d’ora grazie ad un bel gol di Cunha.Al 32′ arriva il quarto gol: stavolta è Boyata, che di testa è bravo ad angolare chiudendo definitivamente la partita. Ripartenza felice per l’Hertha, con due vittorie dopo due incontri mentre l’Union ha collezionato due sconfitte. Con questo successo, la squadra di Labbadia allunga in classifica sui “cugini”: l’Hertha sale a quota 34 punti, mentre l’Union resta a 30.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Assosport “attività aiuta salute, ridurre Iva sui prodotti”
Appello al governo da presidente De Ponti: “Rilanciamo consumi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
19:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Per un rilancio dell’attività fisica e un sostegno alle imprese chiediamo al governo che intervenga subito per ridurre l’Iva al 4% sull’acquisto di abbigliamento e articoli sportivi fino al 30 luglio e poi sui costi di fruizione degli impianti e delle palestre, per rilanciare immediatamente i consumi interni”. E’ l’appello alle istituzioni lanciato da Assosport per far ripartire il comparto che risente della crisi causa pandemia. “Veniamo da 3 mesi di inattività sia delle nostre aziende sia della pratica sportiva dei cittadini italiani – dice il presidente di Assosport (Associazione Nazionale fra i Produttori di Articoli Sportivi) Federico De Ponti -. Produzione e mercato fermi hanno messo in ginocchio anche il comparto dell’attrezzo, della calzatura e dell’abbigliamento sportivi.
Centinaia di migliaia di lavoratori in Italia, per un fatturato aggregato pari a 13 miliardi di euro che, in assenza di un rilancio adeguato, rischia di lasciare senza lavoro migliaia di addetti e di mandare in fumo il 20% del volume d’affari”. Tra le richieste l’estensione del bonus affitti “anche alle piccole e medie imprese con fatturato superiore ai 5 milioni di euro, ora ingiustamente escluse”. “Ad essere in pericolo – aggiunge De Ponti – è mezzo milione di lavoratori del settore terziario ed industriale. Siamo convinti che dallo sport possa arrivare un forte impulso alla ripartenza economica del Paese e a quella psicologica degli italiani, ma va aiutato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una Nazionale in campo,Italia alla fase finale di eEuro 2020
Nel weekend si assegna il titolo: ct Mancini, tifiamo per voi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
13:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si assegna nel fine settimana il titolo di eEuro 2020, il primo Campionato Europeo virtuale che si giocherà su Pro Evolution Soccer della Konami su Playstation 4. C’è anche l’Italia tra le 16 finaliste (inserita nel gruppo B con Serbia, Danimarca e Turchia), che si è qualificata vincendo il proprio girone grazie ad un percorso brillante, fatto di otto vittorie, un pareggio e una sola sconfitta.
A conferma delle grandi potenzialità della squadra composta dai quattro eplayer che hanno vinto le selezioni organizzate dalla Figc: Rosario ‘Npk_02’ Accurso, Nicola ‘nicaldan’ Lillo, Carmine ‘Naples17x’ Liuzzi e Alfonso ‘AlonsoGrayfox’ Mereu.
Saranno loro a difendere i colori dell’Italia, che farà il suo esordio domani alle 13.15 con la Danimarca.
A sostenere gli Azzurri con un video messaggio anche un tifoso d’eccezione come Roberto Mancini: “Un grande in bocca al lupo alla eNazionale – le parole del Ct – faremo il tifo per voi.
Fatevi onore e Forza Italia!”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Gravina “ci ha lasciati grande uomo di calcio”
Cordoglio della Federcalcio per la scomparsa dell’ex tecnico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
15:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La FIGC e il presidente Gabriele Gravina si uniscono al cordoglio dei familiari di Gigi Simoni, morto oggi all’età di 81 anni. “Ci ha lasciati un grande uomo di calcio – il ricordo del presidente Gravina – serio e appassionato. Simoni si è contraddistinto, in tutte le categorie che ha allenato, per professionalità e correttezza”.
Dopo aver disputato 368 partite da calciatore, di cui 187 in Serie A con 32 reti all’attivo, e aver vestito le maglie di Mantova, Napoli, Torino, Juventus, Brescia e Genoa, Simoni ha iniziato la sua avventura da tecnico al Genoa in Serie B nella stagione 1974/75, conquistando un anno più tardi la prima delle otto promozioni ottenute nel corso di una carriera lunga e ricca di soddisfazioni, che oltre a quella rossoblù lo ha visto sedere sulle panchine di Brescia, Pisa, Lazio, Empoli, Cosenza, Carrarese, Cremonese, Napoli, Inter, Piacenza, Torino, Cska Sofia, Ancona, Siena, Lucchese e Gubbio.
“Tecnico gentiluomo, dai toni sempre garbati – si legge nella nota della Figc – ha raggiunto l’apice della carriera guidando l’Inter di Ronaldo, con cui ha sfiorato lo Scudetto per poi vincere nel 1998 la Coppa UEFA. Il trofeo, conquistato dopo il successo in una finale tutta italiana con la Lazio, gli permise di essere insignito anche della ‘Panchina d’oro'”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: M5S, “se ne va gentiluomo e grande uomo di sport”
Parlamentari pentastellati ricordano figura ex tecnico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
17:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dal record di promozioni in Serie A, 7 in totale, alla conquista della Coppa Uefa con l’Inter nella stagione 1997/1998. Dalla ‘sua’ Cremonese all’ormai famigerato mancato rigore accordato a Ronaldo per un fallo in area di Iuliano che gli costò lo scudetto coi nerazzurri. Gigi Simoni non è stato soltanto un bravo allenatore – cosa riconosciuta all’unanimità – ma soprattutto un grande uomo di sport. Un gentiluomo, merce rara di questi tempi, dentro e fuori dal campo di gioco. Spiace la sua scomparsa, a 81 anni, per il mondo del calcio è una grave perdita”. Lo dichiarano in una nota congiunta Felice Mariani, Nicola Provenza, Manuel Tuzi e Simone Valente, tutti deputati del MoVimento 5 Stelle.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nicchi, spero che virus insegni etica del rispetto
Presidente Aia, arbitri pronti, aspettiamo protocollo specifico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
17:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ripartenza? Gli arbitri sono come sempre determinanti, sarebbe come giocare senza pallone. L’unica cosa che stiamo facendo da mesi è mantenere forma fisica e mentale per dare il nostro contributo in caso di ripartenza di qualunque campionato. Negli ultimi giorni ci sono state decisioni finalmente puntuali, si sono stabilite date, ci stiamo preparando a questa evenienza. Il 28 saremo convocati dal ministro Spadafora e speriamo che arrivi la data per la ripartenza senza se e senza ma”.
Intervistato da ‘Radio Sportiva’, il presidente dell’Aia Marcello Nicchi auspica che venga fatta chiarezza sul via libera al campionato e ai relativi programmi da rispettare prima che venga fischiato il calcio d’inizio. “Il nostro protocollo? Sulla sala Var ne abbiamo sentite di tutti i colori – dice ancora Nicchi -. Io spero che avremo un protocollo definitivo prima di partire. Gli arbitri verranno trattati come i giocatori e forse addirittura con più attenzione, perché siamo un movimento che si sviluppa a livello nazionale. Ci stiamo già organizzando in accordo con la nostra commissione medica. Quando ci sarà il protocollo definitivo, il dottor Pizzi, che è il nostro rappresentante, ci dirà come muoverci. Per ripartire con arbitri e Var dovremo riprogrammare controlli su 120 persone”. Secondo Nicchi, “gli arbitri, gli assistenti, gli osservatori, sono gente di grande spessore umano e atletico, non si può fare un paragone col passato perché oggi sono professionisti, sono preparatissimi e guidati da dirigenti di grande spessore. Poi se qualcuno si diverte a criticare un arbitro perchè ha sbagliato una decisione, si torna ai vecchi schemi di cui non sentiamo la mancanza. Io spero che questo virus ci insegni a cambiare un po’ gli atteggiamenti e avere più rispetto”.
“C’era bisogno del coronavirus per dire che i giocatori devono mantenere distanza dall’arbitro per una protesta? – sottolinea Nicchi – E’ una questione etica che mi auguro sia assimilata da tutti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli: Politano, obiettivo è vincere la Coppa Italia
12 gare, campionato lungo vogliamo arrivare in Europa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
22 maggio 2020
17:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ importante sapere presto se si ripartirà, noi ci stiamo allenando da dieci giorni, aspettiamo solo l’annuncio ufficiale”. Lo ha detto Matteo Politano. L’esterno azzurro ha sottolineato che gli manca il campo: “Non è stato facile – afferma – soprattutto all’inizio quando il pericolo era tanto. Ci siamo messi a disposizione del governo e della società e siamo rimasti a casa ma lavorando ogni giorno. Lo staff di Gattuso ci inviava gli allenamenti da fare.
Ora con la ripresa degli allenamento la sensazione è stata positiva, siamo un grande gruppo. Giocheremo ogni tre giorni, servirà un grandissimo sforzo. Il clima non ci aiuterà. Per noi sarà una bella sfida”.
Politano si pone obiettivi su tutti e tre i fronti in cui il Napoli è ancora in corsa: “In campionato – dice – ci sono 12 partite da giocare, il torneo è ancora abbastanza lungo, cercheremo di fare quante più vittorie possibile per arrivare in Europa League o in Champions League. In Coppa Italia non sarà facile affrontare l’Inter, anche se abbiamo un piccolo vantaggio sarà una partita difficile. Vincere la Coppa Italia resta il nostro obiettivo principale. In Champions League giocheremo al Camp Nou a porte chiuse, io ci ho giocato due anni di fila, quando lo stadio è pieno fa un certo effetto. Giocare a porte chiuse non è semplice, ci dovremo abituare anche a questo”.
Il Napoli, intanto, è tornato ad allenarsi a piccoli gruppi a Castel Volturno. Gattuso ha diviso gli azzurri in gruppi distribuiti sui 3 campi e alla fine anche la seduta tecnico-tattica si è svolta a piccoli gruppi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Ronaldo, direttore della nostra orchestra
Potevamo e dovevamo fare di più, ma abbiamo vinto insieme
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
17:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Gigi Simoni per me non è stato solo un allenatore. Se oggi penso a lui, penso a un uomo saggio e buono, che non ti ordinava di fare le cose, ma ti spiegava perché quelle cose erano importanti”. Così Ronaldo, il Fenomeno, ricorda l’allenatore scomparso oggi, alle dipendenze del quale ha giocato nell’Inter.
“Penso a un maestro, come in quella foto che facemmo a Natale: lui direttore, noi l’orchestra – ha scritto su Instagram il brasiliano, pubblicando proprio quell’immagine -. Lo ricordo così, con quel sorriso, la sua voce sempre calma, i suoi consigli preziosi. Potevamo e dovevamo vincere di più, ma abbiamo vinto insieme, la cosa che ci raccomandava sempre: grazie mister, mi hai insegnato più di quanto immagini”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora “lunedì da Figc protocollo ripresa Serie A”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ministro: “Ottimista, ok definitivo Cts per gli allenamenti”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
18:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Pochi minuti fa abbiamo pubblicato il protocollo che consente a squadre serie A di riprendere allenamenti. E’ arrivato ok definitivo Cts. Lunedì 25 riceverò dalla Figc il protocollo per ripresa campionato. Mio impegno sarà quello di fare in modo che il 28 si possa già avere l’orientamento del Cts per poi decidere se riprendere e quando.
Voglio essere ottimista per ripresa Paese a anche del campionato. Se riparte l’Italia riparte tutto lo sport e anche lo sport. Linea prudenza ci consente di essere ottimisti”. Così il ministro per lo Sport, Vincenzo Spadafora a La vita in diretta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina; Al via allenamenti a piccoli gruppi
Parte atletica e qualche tiro in porta per i viola
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
22 maggio 2020
18:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In attesa del via libera ufficiale la Fiorentina ha cominciato da oggi a svolgere allenamenti secondo il nuovo protocollo, a piccoli gruppi, sulla scia di quanto starebbero facendo anche le altre squadre.
I giocatori viola si sono radunati al centro sportivo ‘Davide Astori’ dove oltre alla parte atletica hanno effettuato anche qualche esercitazione con tiri in porta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Chicco” Molinari celebra 10 anni Triplete Inter
“Buon anniversario anche a tutti i tifosi”. E omaggio a Simoni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 maggio 2020
18:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dieci anni di Triplete. Buon anniversario all’Inter e a tutti i suoi tifosi. E buon viaggio a mister Simoni, uno dei più interisti di tutti”. Così Francesco Molinari, dal suo giardino di casa a Londra, alle prese con uno swing e con indosso la maglietta dei nerazzurri (la sua squadra del cuore insieme al West Ham), con il numero 18 sulle spalle e la scritta “Chicco” (il suo soprannome), celebra i 10 anni dall’impresa Triplete dell’Inter di Mourinho, omaggiando anche Gigi Simoni, ex allenatore del club (anche ai tempi di Ronaldo il fenomeno), morto oggi all’età di 81 anni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calhanoglu, rispetto Pioli ma Rangnick mi piace
No paura per coronavirus, brutti gli allenamenti individuali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 maggio 2020
20:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Conosco Rangnick attraverso alcuni miei compagni che lo hanno avuto come allenatore. Se arriverà o meno non dipende da me. Io rispetto tutti, sia lui che Pioli. Mi piacciono entrambi”. E’ il pensiero di Hakan Calhanoglu sul possibile arrivo del tedesco come prossimo allenatore del Milan.
Il centrocampista turco, intervistato da Sky Sport, spiega di avere “meno paura” del coronavirus (“ma non ne avevo nemmeno prima”), ammette le “difficoltà” nel preparare la ripresa del calcio per via delle notizie che “cambiano di settimana in settimana” e boccia gli allenamenti individuali: “Non sono il massimo. Mi mancano gli allenamenti di gruppo, mi mancano i compagni, i miei amici”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Castrovilli, ritrovare il pallone mi fa stare meglio
Il centrocampista viola: ‘Felice di aver ripreso ad allenarci’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
22 maggio 2020
20:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Dopo mesi difficili aver ritrovato il pallone mi ha fatto sentire meglio. Quando ho saputo che avremmo ripreso ad allenarci ero sorpreso e felice”.
Lo ha detto Gaetano Castrovilli intervenendo oggi ai microfoni di Radio Bruno. ”Sono motivato e pronto – ha continuato il centrocampista viola, una delle rivelazioni del campionato – l’importante è che ci siano le giuste precauzioni, mi sono preoccupato quando ho saputo del contagio di alcuni miei compagni e ovviamente è stato un sollievo quando ho saputo della loro guarigione, sono stati tutti grandi eroi”. Per lui è pronta la maglia numero 10: ”Quando sento di questa possibilità per il prossimo anno mi emoziono, sarebbe un sogno che si realizza, conosco la storia e l’importanza di questa maglia a Firenze”.
Tra gli obiettivi di Castrovilli c’è anche la casacca azzurra che peraltro ha già indossato in questa stagione, prima che tutto si fermasse per l’emergenza pandemia: ”Ho sentito il ct Mancini, mi ha spiegato come potrebbe svolgersi il programma, è un onore e un sogno per me giocare per l’Italia”. Nel frattempo si impegnerà a crescere sempre di più: ”La prossima stagione voglio riconfermarmi e fare ancora meglio. Sono contento di avere in squadra un campione come Ribéry, per me è un mago.
Quando si è fermato per l’infortunio ci è mancato davvero tanto perché è uno che fa la differenza. Ciò nonostante è una persona umile che ci riempie continuamente di consigli”.
L’attaccante francese in questi giorni è tornato al Centro sportivo dopo il periodo di quarantena e da oggi insieme al resto della squadra ha svolto pur con le dovute precauzioni i primi allenamenti in gruppo, in linea con il nuovo protocollo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Watford, altri due calciatori in isolamento
Annuncio del tecnico Pearson:”Hanno avuto contatti con positivi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
12:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Altri due calciatori del Watford (il club di proprietà della famiglia Pozzo, alla guida anche dell’Udinese) sono in isolamento domiciliare dopo essere stati a stretto contatto con alcune persone che, dopo il test, sono risultati positivi al Coronavirus. Lo ha annunciato l’allenatore Nigel Pearson a Sky Sports UK: “Ci siamo assicurati che le persone trovate positive stiano bene, così come le loro famiglie. Inoltre abbiamo avuto un altro paio di persone che sono state isolate, nonostante siano risultate negative, poiché sono state a contatto con almeno uno dei tre positivi”.
Altri tre tesserati del Watford erano risultati positivi al coronavirus: il calciatore Adrian Mariappa e due componenti dello staff.
Pochi giorni fa il capitano Troy Deeney aveva detto di non volersi allenare, “basta una persona infetta all’interno del gruppo: mio figlio di 5 mesi ha difficoltà respiratorie e non voglio metterlo in pericolo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier: Pochettino sempre più vicino al Newcastle
Ex Tottenham: “Posso guidare anche squadra fuori dalla top 6”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
13:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In Inghilterra sono sicuri: Mauricio Pochettino allenerà il Newcastle. L’ex allenatore del Tottenham – che ha fatto spazio a José Mourinho – si è detto “pronto a rimettersi in gioco”, ammettendo di “ascoltare e valutare tutte le proposte”.
Poi, intervenendo a Sky Sports UK, l’argentino ha aggiunto: “Spero di poter vivere ancora a Londra, amo la Premier, ma sono aperto a qualsiasi possibilità”. Pochettino, che nella passata stagione trascinò gli Spurs alla finale di Champions persa contro il Liverpool, ha conclude ammettendo che “potrebbe anche allenare uno dei club che non rientrano nella top six”, del campionato inglese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp: “Nessuno dei miei è obbligato ad allenarsi”
Tecnico Liverpool: “Lavorare a gruppetti una loro libera scelta”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
13:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho detto ai ‘miei’ calciatori che erano liberi di scegliere, prima di ricominciare ad allenarsi a piccoli gruppi. Ho ricordato loro che, pur avendo un contratto di lavoro con il club, erano sul campo per una libera scelta, nessuno li aveva costretti. Ho detto loro che non obbligavo nessuno allenarsi e che, nel caso in cui avessero scelto di non farlo, non avrebbero ricevute multe, né provvedimenti disciplinari. Avrei rispetto la loro decisione al 100%”. Così Juergen Klopp, ai microfoni di Sky Sports, ha raccontato i primi giorni di allenamenti a gruppi di cinque.
“Comunque, il primo giorno è stato belli ritrovarli – ha aggiunto l’allenatore tedesco del Liverpool campione d’Europa e del mondo in carica -. Sono rimasti fermi per oltre due mesi, ma da loro ho ricevuto impressioni positive”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Setien: “Vidal mi ha detto che vuole restare al Barca”
Tecnico: “Pjanic un grande. Mi piacerebbe allenare anche Neymar”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
13:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sulle questioni personali dei calciatori, e sul loro futuro, non ho alcunché da riferire. Sono concentrato sul mio lavoro e sulle partite che ci restano. Posso solo dire che ho bisogno dell’intera rosa a disposizione, spero che tutti siano in grado di rispondere”. Così Quique Setien, in un’intervista rilasciata a BeIN Sports.
“Vidal? Mi ha detto che vuole restare nel Barcellona – le parole dell’allenatore della squadra blaugrana -. E’ un giocatore incredibile, per fisicità e intensità. Pjanic? A me piacciono i calciatori forti e lui è un grande, come lo sono altri che vengono accostati al Barcellona”.
Infine, su Lautaro e Neymar, il tecnico dei catalani spiega che “ci sono almeno quattro attaccanti in giro che possono adattarsi al nostro gioco e l’argentino lo è”. “Il brasiliano – sottolinea – mi piacerebbe allenarlo, dopo avere allenato Messi”. Infine, Arthur. Va alla Juve? Resta a Barcellona? “Lui ha detto che vuole restare…”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: ad Premier, ripresa campionato a metà giugno
Masters: “Fatto possibile per garantire una ripresa sicura”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
23 maggio 2020
13:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Premier League è sicura – per quanto possibile, considerate la situazione attuale – di tornare in campo a metà giugno. E’ la convinzione del dg della Lega inglese, Richard Masters, nonostante questa settimana – alla ripresa degli allenamenti – sei tesserati di due club siano risultati positivi ai tamponi per il coronavirus. “Abbiamo fatto tutto il possibile per garantire un ritorno in campo sicuro – le parole di Masters in un’intervista alla Bbc -. Pensiamo che ora sia sicuro riprendere a giocare. Ma rispettiamo anche la decisione di quei giocatori (come N’Golo Kané, ndr) che hanno preferito non tornare ad allenarsi”. Sulla data della ripresa del campionato, resta valida l’ipotesi di sabato 13 giugno, o del fine settimana successivo.
Altri due calciatori del Watford (il club di proprietà della famiglia Pozzo, alla guida anche dell’Udinese), intanto, sono in isolamento domiciliare dopo essere stati a stretto contatto con alcune persone che, in seguito al test, sono risultati positivi al Coronavirus. Lo ha annunciato l’allenatore Nigel Pearson a Sky Sports UK.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simoni: Ranieri, persona per bene e brillante centrocampista
Mi ha regalato prima sconfitta in serie A
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 maggio 2020
13:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Gigi Simoni è stato il mio primo avversario in campo, Genoa-Roma, 4 novembre 1973: io debuttavo e proprio lui realizzò il gol decisivo. Sulle strade del pallone ci siamo incrociati tante volte, anche su opposte panchine. Il calcio perde un allenatore di riferimento della scuola di Coverciano e soprattutto una persona per bene, di indiscutibile spessore umano. Abbraccio tutta la famiglia con profondo rispetto nel ricordo di Gigi, brillante centrocampista che mi regalò la prima sconfitta da calciatore di Serie A”. Lo ha detto il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri questa mattina al termine dell’allenamento in mattinata a Bogliasco che ha voluto ricordare mister Simoni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino; Cairo,Vagnati mi stava antipatico ma è bravo
Presentato nuovo ds. N.1 granata “E’ giovane e vuol far bene”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 maggio 2020
13:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi sono contento di potere presentare Vagnati, ma, sono sincero: una volta mi stava un po’ sulle p…”. Così il presidente del Torino Urbano Cairo, all’incontro con la stampa con il nuovo ds granata, ex Spal.
“Nel 2016 – ha ricordato Cairo – ci incontrammo quando il nostro portiere era Alfred Gomis: prendemmo Hart, con Vagnati si mise a trattare Petrachi. E’ stata durissima, mi è stato subito antipatico. Ma quando incontro persone che mi fanno disperare dal punto di vista delle negoziazioni, mi è subito sembrato bravo. Nel tempo abbiamo con la Spal fatto altre operazioni, come Bonifazi e Valdifiori. Ci siamo conosciuti e ne è nato un rapporto positivo. Ho pensato a lui per ciò che voglio per il prossimo anno, tutto è nato così. E’ giovane, è affamato e voglioso di fare bene. Ma ha anche umiltà e atteggiamento giusto, – ha aggiunto il presidente del Toro – non fa voli pindarici ma sta con i piedi per terra. Ci vuole sempre, è una caratteristica che piace anche ai nostri tifosi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Toro: Vagnati, Longo è il miglior allenatore possibile
Il neo ds: “Leggo tanti nomi di tecnici, non fanno bene”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 maggio 2020
13:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Leggo tanti nomi di allenatori, non fanno bene: il bene comune è fare più punti possibile. Siamo convinti di avere, con Moreno Longo, il miglior allenatore possibile per l’obiettivo che abbiamo, abbiamo grande fiducia nel mister e nei ragazzi. Dobbiamo restare vicini a portare a termine la stagione”. Così il nuovo ds granata Davide Vagnati, a proposito della panchina del Torino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Smalling: “Non tornare ad allenarsi è una scelta personale”
Difensore della Roma commenta la situazione di Kantè al Chelsea
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
23 maggio 2020
14:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Non tornare ad allenarsi dopo il lockdown per l’emergenza coronavirus “è una scelta personale”.
La pensa in questo modo il difensore della Roma, Chris Smalling, intervistato dal britannico The Times anche sulla situazione che sta vivendo il collega del Chelsea, N’Golo Kanté, rimasto a lavorare a casa per paura del Covid-19, mentre il resto della squadra ha ripreso ad allenarsi nel centro tecnico di Cobham.
“Siamo rimasti tutti a casa, isolati, siamo usciti solo quando era necessario. Cambiare davvero le cose, e iniziare a praticare sport in modo competitivo con altre persone, preoccuperà tutti – spiega Smalling, al quotidiano inglese -. Posso capire la posizione di tutti quelli che si tirano indietro quando manca la massima chiarezza. Tutti vogliono essere il più informati possibile. Fortunatamente, qui a Roma, ho la sensazione che abbiano questa chiarezza”.
Il centrale arrivato in prestito dal Manchester United, infatti, sottolinea che a Trigoria “ci hanno tenuti al corrente.
Abbiamo avuto incontri regolari con il ceo, Guido Fienga, per parlare delle diverse misure e restando aggiornati. È stato molto utile conoscere le loro discussioni con la Lega e i dottori, e ce lo stanno trasmettendo direttamente. Ecco perché credo che molti giocatori qui si sentano a proprio agio nel tornare, perché conoscono le diverse misure. Conoscono i protocolli di sicurezza”. “È stato tutto elencato, ma se alcuni giocatori in alcuni club non hanno ancora chiara la situazione, allora posso capire che sono un po’ spaventati fino a quando non viene tutto alla luce. Anche io vorrei lo stesso”, conclude Smalling.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese, test negativi, da oggi allenamenti gruppo
Mister Gotti avrà a disposizione l’intera rosa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
23 maggio 2020
14:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Udinese ricomincia da oggi le sedute di allenamento collettive: lo ha annunciato la società friulana precisando che saranno osservate scrupolosamente le norme del protocollo approvato ieri dalle autorità competenti.
Già nel pomeriggio, il tecnico Luca Gotti potrà così ricominciare a dirigere un allenamento a ranghi completi e con l’intera rosa a disposizione.
Il via ibera è stato possibile grazie al fatto che anche gli ultimi test molecolari effettuati su giocatori e staff hanno dato tutti esito negativo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il premier della Spagna: ‘LaLiga riprenderà l’8 giugno’
Annuncio di Sanchez. Il campionato era fermo dal 23 marzo. Tebas: ‘Ripartenza è il risultato del lavoro di tutti’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
17:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Liga torna in campo la settimana dell’8 giugno: Lo ha annunciato il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez. Il campionato spagnolo era fermo dal 23 marzo. a Liga non ha ancora annunciato la data in cui si ricomincerà a giocare ma, come spiegano dalla comunicazione dell’associazione dei club spagnoli, lo farà nei prossimi giorni. Finora è stata indicata come ipotesi per la ripartenza la giornata di venerdì 12 giugno. Il campionato di calcio spagnolo, dopo il lockdown per il coronavirus, ricomincerà dalla 28ma giornata e secondo diverse fonti la prima partita dovrebbe essere il derby fra Siviglia e Betis.
“Siamo molto contenti della decisione, è il risultato del grande lavoro di club, giocatori, allenatori e tutti gli altri soggetti coinvolti. Ma è molto importante seguire le normative sanitarie e l’evolversi della pandemia. Non possiamo abbassare la guardia”. E’ il tweet, pubblicato sul proprio account ufficiale, di Javier Tebas, presidente dell’LFP. Il n.1 della Liga spagnola manifesta la propria soddisfazione dopo l’annuncio del Governo sulla ripartenza della Liga fissata per il week-end dell’8 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cairo, valutare cosa succederebbe con nuovo stop
‘Cambiare le regole in corsa non è mai una cosa buona e giusta’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 maggio 2020
15:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sulla ripresa del campionato “si è scelta una direzione, ma occorre capire quali decisioni verranno prese a livello governativo. Inoltre bisogna valutare cosa succederebbe in caso di nuovo stop. Cambiare le regole in corsa non è mai una cosa buona e giusta”. Così il presidente del Torino Urbano Cairo, alla presentazione del nuovo ds granata Davide Vagnati. “Leggevo di playoff e playout, che esistono già in altri sport, ma sono decisi prima dell’inizio del campionato.
Non si possono cambiare le regole in corsa”, ha aggiunto Cairo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta; anche i dirigenti ‘distanziati’
Spagnolo pubblica su social foto con Percassi e Sartori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
23 maggio 2020
16:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Presenti… ma distanziati”. Su Instagram Roberto Spagnolo, direttore operativo dell’Atalanta, ha pubblicato una foto della sessione mattutina di allenamenti al Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia in cui compaiono (senza mascherina) anche il presidente nerazzurro Antonio Percassi seduto in panchina e il responsabile dell’area tecnica Giovanni Sartori, in piedi a bordocampo come lo stesso Spagnolo.
Il distanziamento minimo dai giocatori, anche per lo staff tecnico, è previsto nella misura di due metri. La squadra ha ripreso gli allenamenti collettivi con la doppia seduta di mercoledì 20.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tebas: “Via della Liga risultato del lavoro di tutti”
Tweet n.1 campionato spagnolo dopo decisione per partenza l’8/6
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
16:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo molto contenti della decisione, è il risultato del grande lavoro di club, giocatori, allenatori e tutti gli altri soggetti coinvolti. Ma è molto importante seguire le normative sanitarie e l’evolversi della pandemia. Non possiamo abbassare la guardia”. E’ il tweet, pubblicato sul proprio account ufficiale, di Javier Tebas, presidente dell’LFP. Il n.1 della Liga spagnola manifesta la propria soddisfazione dopo l’annuncio del Governo sulla ripartenza della Liga fissata per il week-end dell’8 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Galliani, mai aderito a proposta per Serie C a 20
Non ho lanciato alcuna riforma, mi occupo solo del Monza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 maggio 2020
17:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Smentisco in modo totale e assoluto di aver entusiasticamente aderito a una proposta per una Serie C a 20 squadre”. E’ quanto dichiara l’ad del Monza, Adriano Galliani, in merito ad alcune ricostruzioni di stampa. “Non faccio parte del Consiglio federale – spiega il senatore di Forza Italia -, non ho mai fatto nessuna proposta per la riforma del calcio italiano ad alcun consigliere, a partire dal presidente federale Gravina. Mi occupo del Monza, la squadra della città dove sono nato (e che nella prossima stagione dovrebbe giocare in serie B n.d.r.), e quello voglio fare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Borussia Dortmund no-limits, vince anche a Wolfsburg
Gialloneri ora a -1 dal Bayern Monaco capolista che deve giocare
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
17:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nell’attesa che il Bayern Monaco alle 18,30 scenda in casa per affrontare in casa l’Eintracht Francoforte, il Borussia Dortmund torna a fargli sentire il fiato sul collo. La squadra dello svizzero Lucian Favre vince 2-0 nella Volkswagen Arena di Wolfsburg contro i padroni di casa guidati da Oliver Glasner e si porta a -1 da Lewandowski e compagni. Un gol per tempo, Guerreiro al 32′ pt e Hakimi al 33′ della ripresa, regalano il successo ai gialloneri, che salgono così a 57 punti.
La 27/a giornata, che verrà completata domani da tre match (Schalke 04-Augusta alle 13,30, Magonza-Lipsia alle 15,30 e Colonia-Fortuna Dusseldorf alle 18; il derby di Berlino ieri sera è stato stravinto dall’Hertha per 4-0), per il resto, ha regalato il successo (3-1, con doppietta di Havertz e gol di Bender) del Bayer Leverkusen sul campo del Borussia Moenchengladbach, quindi del Werder Brema nello Schwarzwald Stadion di Friburgo (che nel finale si è visto pure annullare un gol a causa di un fuorigioco) per 1-0 grazie alla rete di Bittencourt. Infine, pari con un gol per parte nei primi 9′ fra Paderborn e Hoffenheim.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: prime partitelle e gol per il Cagliari ad Assemini
Dopo ok protocollo allenamenti di gruppo. Ci si rivede lunedì
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 maggio 2020
18:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prime partitelle e primi gol per il Cagliari. Non valgono molto, ma almeno i giocatori ritrovano il sorriso. Ritornano ad Assemini gli allenamenti di gruppo dopo l’ok di ieri al protocollo sanitario per la ripresa del campionato di serie A. Stop dopo cinque giorni agli allenamenti individuali: con la seduta di oggi si ricomincia con il lavoro tradizionale pre Covid. Anche se non è un vero ritorno alla normalità: staff tecnico e sanitario continuano a indossare la mascherina. E si devono rispettare, prima, durante e dopo gli allenamenti, tutte le prescrizioni ribadite dal protocollo. Agli ordini di mister Zenga, i rossoblù hanno svolto prima una fase di riscaldamento. A seguire lavori atletici dedicati allo sviluppo della forza. Il programma della seduta ha previsto poi una serie di partitelle giocate su campi ridotti. E i giocatori hanno ritrovato il gusto del contrasto, del dribbling e qualcuno anche del gol, a quasi tre mesi dall’ultima partita ufficiale con la Roma, Domenica di riposo, la ripresa ad Asseminello è fissata per lunedì mattina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ronaldo porta il figlio alla Continassa, scatti insieme
Esercizi e scatti con Cristiano Jr. nel quartier generale Juve
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 maggio 2020
18:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ospite speciale oggi alla Continassa: tra i bianconeri che si sono alleati agli ordini di Maurizio Sarri, infatti, c’era un ‘intruso’, il figlio maggiore di Cristiano Ronaldo. Al termine della seduta, CR7 ha portato Cristiano Junior sul terreno del quartier generale dei bianconeri. Come testimoniato, sul profilo Instagram del portoghese, papà e figlio hanno effettuato qualche esercizio sugli scatti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Real e Atletico Madrid celebrano ritorno della Liga
Real e Atletico Madrid celebrano ritorno della Liga
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
19:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le due squadre di Madrid, Real e Atletico, celebrano con toni trionfalistici la ripresa della Liga, come annunciato oggi dal premier spagnolo, Pedro Sanchez.
“Vuelve la Liga”, in italiano “Torna la Liga”, accompagnato dall’esultanza del gruppo dei ‘Blancos’, è il tweet che campeggia sull’account ufficiale del club più titolato del mondo.
“Volver es ganar”, “Torniamo a vincere”, è invece il messaggio postato dall’Atletico Madrid, protagonista anche in Champions, dove ha eliminato i campioni in carica del Liverpool negli ottavi, accedendo dunque ai quarti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
2 giugno:’Non Mollare Mai’campioni sport in prima serata Rai
Charity show più connesso storia tv per la Croce Rossa Italiana
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
12:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non Mollare Mai – Storie Tricolori”.
E’ il charity show di nuovissima generazione che martedì 2 giugno, in occasione della Festa Nazionale della Repubblica Italiana e in prima serata su Rai 1 metterà in connessione i grandi campioni dello sport con i volti Rai e i grandi nomi del cinema italiano. Insieme con un unico obiettivo: sostenere la Croce Rossa Italiana attraverso il numero solidale 45505 che sarà attivo dal 27 maggio al 3 giugno 2020 e donazioni con Iban e carta di credito sul sito della Croce Rossa Italiana. “Non Mollare Mai – Storie Tricolori” porterà nelle case degli italiani una serata all’insegna dello sport e delle grandi emozioni collettive: delle appassionanti videochiamate di gruppo tra i campioni e g”li artisti più amati che, attraverso le storie di epiche imprese sportive, porteranno all’attenzione del grande pubblico le azioni quotidiane dei volontari della Croce Rossa Italiana.
Conduttore d’eccezione sarà Alessandro Zanardi che coordinerà gli interventi dei tantissimi ospiti che parteciperanno alla serata. Fabio Cannavaro e Marcello Lippi affronteranno l’importanza di fare squadra, così come Marco Tardelli, Franco Causio e Bruno Conti parleranno con Flavio Insinna di cosa significhi compiere grandi imprese in momenti complicati, addentrandosi nei racconti degli ultimi due Mondiali vinti dalla Nazionale Italiana di Calcio nel 2006 e nel 1982.
Alex Zanardi con Charles Leclerc racconteranno l’adrenalina e la pressione di un esordiente in prima fila e l’impegno nella campagna per Croce Rossa con Lapo Elkann; con Valentino Rossi, il sorriso più famoso del motociclismo, parleranno di cosa significhi affrontare anche le tensioni più grandi aiutati dall’ironia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Premier: uno dei due positivi è del Bournemouth
Giocatore subito in isolamento, squadra continua ad allenarsi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
15:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un giocatore del Bournemouth, la cui identità non è stata resa nota, è uno degli ultimi due positivi al coronavirus in Inghilterra, portando a otto il numero di giocatori infetti in Premier League. “Secondo i protocolli della Premier League per i test positivi, dovrà stare in isolamento per un periodo di sette giorni prima di essere testato in un secondo momento”, ha detto il Bournemouth in una nota.
Per il resto della squadra, le sessioni di allenamento autorizzate martedì scorso continueranno nelle strutture del club, in conformità con le rigide regole decise dall’organo di governo del calcio inglese. “Il campo di allenamento del club rimane un ambiente di lavoro sicuro per i giocatori e il personale, che continueranno a sottoporsi ai test antidroga Covid-19 due volte a settimana”, ha aggiunto il club. La rivelazione di questo caso positivo a Bournemouth arriva dopo che la Premier League ha annunciato due nuovi casi positivi Covid-19, in due diversi club, su 996 persone testate mercoledì, giovedì e venerdì.
Sei persone erano positive durante gli esami precedenti condotti il ;;17 e il 18 maggio su 748 persone che non ha rivelato le loro identità o i loro club. Casi noti includono il difensore di Watford Adrian Mariappa e l’assistente allenatore di Burnley Ian Woan. La ripresa del campionato di calcio inglese è prevista a giugno, nonostante la persistente minaccia del coronavirus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: altro pesante ko per lo Schalke 04
Sconfitto 3-0 in casa dall’Augusta.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
18:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ripresa di Bundesliga da incubo per lo Schalke 04 che, dopo il 4-0 subito dal Borussia Dortmund una settimana fa, è stato sconfitto 3-0 in casa dall’Augusta in uno dei tre incontri odierni validi per la 27/a giornata di campionato. Un nuova battuta d’arresto per la squadra guidata da David Wagner, scivolata ora a due punti dalla zona Europa e tre punti d’oro per gli ospiti, che non vincevano da inizio febbraio.
L’Augusta ha segnato la prima rete a inizio partita, con una punizione di Lowen al 6′, ma solo nella ripresa ha messo al sicuro la vittoria con le reti di Sarenren-Bazee al 31′ e di Cordova nel recupero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spal in marcia per la ripresa, pensando alla salvezza
Petagna “siamo professionisti, motivazioni non mancano”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FERRARA
24 maggio 2020
19:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche la Spal è pronta e domani, al massimo martedì, anche al Centro di via Copparo gli allenamenti torneranno più di squadra che individuali. Col pallone. Con le prime partitelle. Ranghi al completo e mister Di Biagio che deve partire per l’operazione “miracolo salvezza”.
Anche se ancora mancano le certezze su come e quando si ripartirà, per la squadra ferrarese la classifica chiama all’impresa.
“All’inizio – ha detto l’attaccante spallino Andrea Petagna ai microfoni di Raisport – è stato tutto stordente: la gara a porte chiuse di Parma, lo stop, l’isolamento, la preoccupazione per i familiari. Adesso stiamo tornando ad allenarci. Sensazione stranissima all’inizio: a piccoli gruppi, tanta corsa e niente pallone. Tornare sull’erba fisicamente è stato faticoso. Per fortuna adesso possiamo anche fare le partitelle. Da qualche mese è tutto inedito, quindi affronteremo quello che ci capiterà davanti. Siamo professionisti, dobbiamo essere pronti. Viviamo per fare gol sotto la nostra curva, sappiamo quanto Ferrara ci tenga alla salvezza. È tutto più difficile, ma le motivazioni non mancano”.
Per l’attaccante la formula che sarà scelta non è così importante. “Noi – prosegue – abbiamo le carte in regola per salvarci e basta, a prescindere dalla formula. Con Di Biagio stiamo proponendo un ottimo calcio: i nostri valori sono alti e il mister è un valore aggiunto. Da cannoniere mi sento la responsabilità addosso”.
Intanto, per lui, c’è già un futuro a Napoli. “Pensare di giocare al San Paolo mi fa già venire i brividi – dice – sarà un onore essere al fianco di Mertens ed Insigne: li ammiro. Ora però il mio sogno è salvare la Spal, poi penserò al Napoli. E se farò bene queste due cose potrò lottare per conquistare la maglia azzurra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora “arrivato protocollo Figc, giovedì si decide”
Ministro sport: “Diremo se e quando riprenderà il campionato”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
19:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ arrivato dalla Figc il nuovo protocollo per la ripresa del campionato, molto simile a quello degli allenamenti. Giovedì prossimo decideremo insieme con Figc e Lega serie A se e quando riprendere il campionato.” Lo ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, al Tg3
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Valdano elogia Bundesliga, “intelligenza e professionalità”
Ex Real tesse lodi calcio tedesco e lancia “stoccata” a Muller
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
10:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Mi dispiace dire che ogni campionato è accompagnato da un pregiudizio e non avrei mai pensato di dire quello che penso ora: amo il calcio tedesco”: dalle pagine di El Pais Jorge Valdano tesse le lodi della Bundesliga, primo campionato europeo a ripartire dopo la pandemia coronavirus, sottolinenando nella sua rubrica “Il gioco infinito” che “aprire le porte al calcio prima di chiunque altro è solo un nuovo esempio del rigore con cui fanno le cose, e giocare con un senso per lo spettacolo in mezzo alla desolazione di stadi vuoti, è un’esibizione entusiasmante di intelligenza e professionalità”.L’ex Real Madrid ricorda che “dalla nazionale di Klinsmann nel 2006, l’evoluzione è stata costante verso un calcio vario e attraente che non ha perso competitività”.
“Ci sono giocatori più importanti per il risultato che per lo sviluppo del gioco. – scrive Valdano – Questo è il caso di Thomas Müller, che non mi ha mai emozionato, pur riconoscendo la sua efficacia. Nel Bayern di Guardiola era un’interferenza in un progetto calcistico. Müller contribuiva perché, qualunque sia il ruolo da cui parte, gioca per il gol. La verità è che, se riportiamo l’orologio indietro di 30 anni, anche il mio modo di giocare andava in quel verso lì. Nell’ultima giornata Müller è stato inserito nella squadra ideale della Bundesliga, sicuramente i tedeschi vedono cose che io non vedo – conclude l’argentino con una ‘stoccata’ per l’attaccante – Poi ho letto una cronaca di Jonathan Liew su Guardian che mi ha riconciliato con il mio punto di vista: “Thomas Müller è perfetto per la pandemia: un giocatore fantasma per le partite fantasma”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Credito Sportivo finanzierà il restyling del Dall’Ara
Firmato l’accordo tra il Bologna Calcio e la banca dello sport
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
23 maggio 2020
11:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà il Credito Sportivo a finanziare i lavori di resyling dello Stadio Dall’Ara di Bologna. Ad annunciarlo è il club rossoblù: “Bologna Stadio e Istituto per il Credito Sportivo hanno firmato l’accordo di collaborazione per la riqualificazione e l’ammodernamento dello stadio Renato Dall’Ara. Alla banca dello sport è stato affidato il coordinamento delle attività finalizzate alla strutturazione e all’organizzazione del finanziamento, che dovrà contribuire alla composizione del quadro economico necessario a realizzare l’opera”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Veretout: ‘Play-off? sarebbe meglio giocarle tutte’
Centrocampista della Roma: Ma se scelgono così, ok. Ci adatteremo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
17:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
17:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Favorevole ai playoff per completare la stagione? Di questi tempi si sentono molte cose.
Se viene scelta questa formula, perché no. A mio parere, la soluzione migliore sarebbe quella di andare fino in fondo alla competizione e giocare le ultime 12 giornate. Ci adatteremo”.
Così il centrocampista della Roma, Jordan Veretout, nel corso di in un’intervista a Le Parisien. “Vorremmo essere sicuri della ripresa del campionato ma so bene che tutto dipenderà dall’evoluzione della curva di contagio del coronavirus. È difficile quindi avere una data precisa” aggiunge prima di ricordare che i giallorossi hanno anche gli impegni continentali: “Abbiamo in mente anche l’Europa League con un doppio confronto col Siviglia. A causa della diffusione dell’epidemia non abbiamo potuto giocare e non siamo potuti andare in Spagna per l’ottavo di finale d’andata. Abbiamo preso la decisione più saggia”.
La scelta di far giocare a Milano la sfida di Champions tra Atalanta e Valencia coi tifosi sugli spalti viene invece bocciata da Veretout. “Il virus potrebbe essersi diffuso rapidamente in Lombardia. È tutt’altro che un caso che la città di Bergamo si sia ritrovata nel cuore della pandemia con un drammatico numero di morti. È stata una follia permettere al pubblico di assistere a questo incontro” le parole dell’ex giocatore della Fiorentina, ben consapevole dei rischi a cui si va incontro: “I casi positivi registrati in Serie A? Tutti sono colpiti. Gli sportivi non sono risparmiati. Il virus non si ferma alle porte degli spogliatoi. Ci si impegna a rispettare le misure di distanziamento. Non c’è molto altro da fare per proteggersi. Non siamo al sicuro, naturalmente. Puoi andare a fare la spesa ed essere nel posto sbagliato al momento sbagliato contraendo il virus”. Infine, Veretout commenta anche la ripresa della Bundesliga confessando di aver assistito a uno spettacolo “un po’ strano.    Vedere gli stadi vuoti, l’assenza di festeggiamenti, quelle restrizioni dopo un goal. Il calcio è un’emozione da condividere con il pubblico. Non scendiamo in campo per giocare tra di noi”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Partenza Ligue 1 2020/21 ha una data, il 22 agosto
Manca soltanto ok dell’Uefa. La Ligue 2 partirebbe il 23 agosto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
17:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato il primo campionato a fermarsi, adesso ‘rischia’ di diventare il primo ad avere una data per la ripartenza, almeno relativamente alla stagione 2020/21. La Federcalcio francese, infatti, ha deciso – comunicandolo dopo avere sentito il parere delle emittenti tv che detengono i diritti per la trasmissione delle partite – che la Ligue 1 partirà il 22 agosto. Ovviamente si tratta del campionato 2020/21, dal momento che quello di quest’anno è stato definitivamente interrotto per pandemia. La Ligue 2, invece, partirà il giorno dopo, ovvero il 23 agosto.    A questo punto manca solo l’ok dell’Uefa, che deve ancora stabilire le date del via della prossima stagione agonistica.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tifosi di cartone, Moenchengladbach non è mai solo
Il Borussia Park ‘riempito’ dalle immagini dei sostenitori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
17:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Borussia Moenchengladbach, è proprio il caso di dirlo – per usare uno slogan tanto caro ai sostenitori del Liverpool – non cammina mai da solo. Anche ai tempi dei Coronavirus, anche con le tribune degli stadi interdetti agli spettatori. Infatti, la squadra tedesca allenata da Marco Rose, anche oggi, in occasione della sfida casalinga valida per la 27/a giornata della Bundesliga contro il Bayer Leverkusen, è stata ‘accompagnata’ dalle immagini di cartone di numerosissimi tifosi che hanno voluto essere presenti idealmente al match della squadra del cuore, acquistando sul sito ufficiale del club un posto al prezzo di 19 euro.
Il club ha acquisito la foto dei tifosi e riprodotto la loro immagine, posizionandola in corrispondenza del posto acquistato da ciascun tifoso. Un’iniziativa utile per almeno due motivi: raggranellare soldi e ‘riempire’ virtualmente gli spalti del Borussia Park di Moenchengladbach. Non tifosi rumorosi in carne e ossa, ma di cartone. Meglio che niente.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dortmund: ds Zorc ribadisce, in estate via Goetze
L’attaccante tedesco è stato accostato alla Roma e all’Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
18:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mario Goetze, attaccante di 27 anni e autore del gol-partita nella finale del Mondiale in Brasile contro l’Argentina, che regalò alla Germania il quarto titolo iridato della storia, non rinnoverà il contratto in scadenza con il Borussia Dortmund. Lo ha confermato personalmente il ds Michael Zorc, parlando ai microfoni di Sky Sport De.
“Concluderemo il rapporto con Mario Goetze in estate. E’ una decisione presa in sintonia, dopo alcuni colloqui molto sinceri: Mario è davvero un bravo ragazzo”.
Goetze quest’anno con il Borussia Dortmund ha giocato 14 partite nella Bundesliga, segnando 3 gol. Quattro sfide disputate e un assist, invece, in Champions League. Su di lui ci sono anche due squadre italiane, che lo osservano da vicino: Inter e Roma, che possono ingaggiarlo a parametro zero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Federer, “ora non vedo motivi per allenarmi”
Svizzero: “Sarebbe difficile tornare a giocare a porte chiuse”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
17:11
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“In questo momento non mi sto allenando e non vedo motivi per farlo. Sono contento del mio fisico e credo che manchi ancora molto per tornare a giocare.
Ora il tennis non mi manca. Quando il ritorno sarà vicino e avrò un obiettivo per allenarmi sarò super motivato”: Roger Federer in una diretta con Gustavo Kuerten raccolta da Globoesporte ha confessato di aver perso le motivazioni per tornare ad allenarsi.
“Da quando mi sono operato nel 2016 non ero mai stato a casa cinque settimane di seguito”, ha raccontato lo svizzero che causa pandemia ha visto sfumare i suoi obiettivi dell’anno, il torneo di Wimbledon e i Giochi di Tokyo. Parlando poi della possibilità dei tornei a porte chiuse Federer non è sembrato molto entusiasta: “Non riesco a immaginare di giocare in un campo vuoto e spero che non succeda. Speriamo di poter tornare a giocare nelle condizioni migliori, con almeno la metà degli spettatori sugli spalti. Sarebbe molto difficile per me disputare un grande torneo a porte chiuse”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Scherma: ‘Mangiarotti day’, speciale tv a 8 anni dalla morte
Immagini storiche e testimonianze sulla vita del campione
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
12:46
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il 25 maggio di otto anni fa moriva Edoardo Mangiarotti, uno dei grandi di sempre nella storia dello sport italiano.
Tredici medaglie olimpiche: sei d’oro, cinque d’argento e due di bronzo e per ben due volte portabandiera azzurro. E’ questa l’eredità lasciata dall’ultimo grande schermidore bi-arma. Un primato che nessun altro sportivo ha, finora, mai eguagliato.
Nell’ottavo anniversario della sua morte, Federscherma TV, la web tv della Federazione Italiana Scherma, dedica una intera giornata di programmazione speciale, con rubriche e interviste che faranno ripercorrere le imprese, gli insegnamenti e le emozioni del “Re di Spade”.
Il “Mangiarotti Day” inizierà con una rassegna stampa tematica: un viaggio nei giornali che raccontarono le gesta di un mito che oltre che sportivo fu inviato per la Gazzetta dello Sport, alla quale inviava le cronache delle sue stesse gare. Per poi lasciare spazio a un viaggio nella storia del Circolo della Spada Mangiarotti, la società che Edoardo fondò e nella quale plasmò grandi campioni. A guidare questo viaggio tra le pedane del Circolo sarà uno di questi fuoriclasse, Sandro Resegotti, due volte campione del mondo e ora Direttore tecnico della sala.
Nella giornata speciale interverrà anche Gianluigi Saccaro, protagonista e compagno di squadra nella conquista dell’ultimo titolo olimpico di Mangiarotti, quello ottenuto nella spada a squadre ai Giochi Olimpici di Roma1960. “C’era una volta in pedana” ripercorrerà l’epopea dello schermidore e della sua famiglia, nella forma dello storytelling sportivo. Infine, l’intervento delal figlia e di altri testimoni della brillante storia sportia e umana di Mangiarotti.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Usa, atleti stranieri esentati da stop ingressi
Segretario sicurezza Usa: “Americani hanno bisogno di sport”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 maggio 2020
17:07
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gli Stati Uniti esenteranno dai divieti di ingresso nel paese gli atleti stranieri che competono in eventi sportivi professionisti. “Gli americani hanno bisogno di sport. E’ il momento di riaprire l’economia ed è il momento di far tornare al lavoro i nostri atleti professionisti”, ha detto il segretario pro tempore per la sicurezza nazionale, Chad Wolf, secondo quanto riportato dia media americani. In risposta all’emergenza coronavirus, Donald Trump ha imposto divieti di ingresso negli Stati Uniti ai viaggiatori dalla Cina, ma anche dall’Europa e dall’Iran.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallanuoto: ct Campagna, si investa nel periodo estivo
E poi svela, Settebello tornerà in Liguria, a Bergeggi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
23 maggio 2020
17:26
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Ritengo che la pallanuoto debba investire maggiormente sul periodo estivo, può essere un traino anche per la locomotiva turistica del nostro Paese. Già nelle prossime settimane va colta questa occasione, gli spazi esistono” Lo ha detto il commissario tecnico della nazionale italiana di pallanuoto, Sandro Campagna, a Viaggio in Liguria, trasmissione dell’emittente televisiva ligure Primocanale.Campagna ha garantito che il Settebello andrà a Bergeggi: “Recentemente siamo stati a Savona: ovviamente ci farebbe piacere tornare e accogliere l’invito del primo cittadino per fare base proprio nella località balneare dell’isolotto. Anzi, certamente, lo faremo”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Velista dell’anno, in lizza anche Pelaschier e Luna Rossa
L’evento si svolgerà ugualmente e verrà trasmesso in streaming
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
23 maggio 2020
19:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il Velista dell’anno Fiv 2019, che avrebbe dovuto svolgersi a marzo, si farà anche nel 2020.
L’evento verrà trasmesso in streaming dai canali social della Federazione Italiana Vela e attraverso la pagina Facebook de Il Velista dell’Anno FIV, oltre delle riviste di settore partner, seguendo sostanzialmente, la scaletta tradizionale.
L’appuntamento è fissato per giovedì 28 maggio, alle 18,15.
Alberto Acciari, ideatore e organizzatore del premio, insieme al presidente della Federvela, Francesco Ettorre, sarà ospite del presidente Giovanni Malagò, nella sede di rappresentanza del Coni.
Il Velista dell’anno è ideato e organizzato da Acciari Consulting, vede protagonista la Fiv in veste di partner istituzionale, beneficia del patrocinio e del supporto di Confindustria Nautica, oltre che di Mercedes-Benz Vans, in qualità partner tecnico. I finalisti del Velista dell’anno Fiv sono: Ambrogio Beccaria, Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, Marco Gradoni, Mauro Pelaschier, Giulio Calabrò e Giacomo Ferrari, atleti che si sono distinti nel 2019.
Nel corso della serata saranno assegnati il Trofeo Armatore/Timoniere dell’anno-Premio Mercedes-Benz Van, per il quale sono in lizza Gianrocco Catalano, Roberto Lacorte e Alessandro Rombelli; il premio Barca dell’anno-Trofeo Confindustria nautica, per il quale sono in lizza: l’Elan 400 Andromeda, Luna Rossa l’AC 75 del Luna Rossa Prada-Pirelli team e il TP52 Xio. La Fiv premierà gli atleti e i tecnici delle classi olimpiche che hanno conseguito risultati di rilievo internazionale nel 2019.
La giuria del premio, composta da Francesco Ettorre, dal segretario generale del Coni, Carlo Mornati; dal presidente del settore imbarcazioni a vela di Confindustra Nautica, Fabio Planamente, da Alberto Acciari. I vincitori verranno proclamati dopo aver preso atto dei risultati della votazione online.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: la prima staffetta virtuale taglia il traguardo
50X1000 collegata a storica ultramaratona 100 km del Passatore
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
10:52
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La prima Staffetta virtuale ha tagliato il traguardo. Si è conclusa la Staffetta 50X1000, organizzata dal Csi Faenza e dalla ASD Atletica 85 Faenza. La Staffetta è da sempre collegata alla storica ultramaratona 100 km del Passatore.
Partita in diretta, la piattaforma si è collegata con 50 frazionisti, ragazzi delle scuole primaria e secondaria di primo grado dell’Emilia Romagna, coordinati da studio da Giovanni Mazzi e Daniele Menarini. Staffetta corsa per puro spirito sportivo dei più giovani.
La prima frazionista, Anna, ha tenuto a battesimo questo evento sportivo, l’ultima a raccogliere il testimone è stata Emma di Ferrara.
Sempre dallo studio sono partiti i vari contributi video dei Coordinatori di educazione fisica e sportiva delle province dell’Emilia Romagna, di don Alessio Albertini, assistente ecclesiastico nazionale del Centro sportivo italiano, dello sponsor, di campioni come Giorgio Calcaterra, che ha vinto la 100Km del Passatore 12 volte di seguito e segnato il record di 6h25’49, Nikolina Šustid che ha vinto la passata edizione con il record femminile di 7h31’03, Marco Menegardi anche lui vincitore dell’edizione 2019, e nomi come Gabriella Dorio e Stefano Baldini.
“Non poteva mancare questo appuntamento – ha detto Francesco Panigadi, autore del progetto Cinquantapermille, membro del Csi Faenza e dell’ASD Atletica 85 Faenza – Abbiamo varato un progetto per riportare lo sport nelle scuole. C’è un grande desiderio di praticare sport, come testimoniano i dati raccolti durante il lockdown: oltre il 90% dei ragazzi ha fatto sport con un familiare. E noi abbiamo raccolto la sfida”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus:Brignone ‘in pista’, all’asta 12 dei suoi cimeli
Per l’Associazione Sandro Calvesi di Aosta, su E-bay da lunedì
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
11:25
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Federica Brignone scende in pista per dare il suo contributo allo sport ed in particolare a quello dilettantistico, colpito come tanti settori dall’emergenza sanitaria coronavirus in questo drammatico momento che sta vivendo il mondo anche in termini di crisi economica. La campionessa di sci alpino, vincitrice della Coppa del Mondo Generale 2020, con il supporto della piattaforma di aste online eBay, ha deciso di donare 12 cimeli unici tra i quali l’abbigliamento, l’attrezzatura tecnica e tutto ciò che ha utilizzato in questa ultima bellissima e vincente stagione agonistica.
Tra gli oggetti anche l’orologio Breitling e gli sci Rossignol da slalom gigante con i quali ha vinto la coppa di Specialità oltre alla Generale, diventando la prima atleta italiana ad aggiudicarsela, stabilendo il nuovo record di punti italiani superando Alberto Tomba. Oltre ai 12 oggetti messi all’asta su eBay Federica metterà a disposizione la splendida ed imponente Coppa del mondo Generale (in cristallo dal peso di 7 kg e mezzo) a fronte di un’offerta, per essere esposta a rotazione nelle Aziende o Club con l’obiettivo di diffondere un messaggio di ripartenza, vittoria ed energia positiva.
All’asta si partecipa attraverso questo sito “Non Mollare Mai – Storie Tricolori” porterà nelle case degli italiani una serata all’insegna dello sport e delle grandi emozioni collettive: delle appassionanti videochiamate di gruppo tra i campioni e g”li artisti più amati che, attraverso le storie di epiche imprese sportive, porteranno all’attenzione del grande pubblico le azioni quotidiane dei volontari della Croce Rossa Italiana.
Conduttore d’eccezione sarà Alessandro Zanardi che coordinerà gli interventi dei tantissimi ospiti che parteciperanno alla serata. Fabio Cannavaro e Marcello Lippi affronteranno l’importanza di fare squadra, così come Marco Tardelli, Franco Causio e Bruno Conti parleranno con Flavio Insinna di cosa significhi compiere grandi imprese in momenti complicati, addentrandosi nei racconti degli ultimi due Mondiali vinti dalla Nazionale Italiana di Calcio nel 2006 e nel 1982.
Alex Zanardi con Charles Leclerc racconteranno l’adrenalina e la pressione di un esordiente in prima fila e l’impegno nella campagna per Croce Rossa con Lapo Elkann; con Valentino Rossi, il sorriso più famoso del motociclismo, parleranno di cosa significhi affrontare anche le tensioni più grandi aiutati dall’ironia.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: 39 Paesi Europa scendono in campo con Move Week
Uisp capofila in Italia di questa edizione on line
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
12:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Scende in campo Move Week, la più grande manifestazione europea per il movimento, lo sportpertutti e la salute, con 38 Paesi coinvolti e 2.941 città. La manifestazione è promossa da Isca-International Sport and Culture Association in tutta Europa e l’Uisp è l’associazione capofila in Italia. Come previsto, la manifestazione giunta quest’anno alla IX edizione si terrà dal 25 al 31 maggio e si articolerà su vari canali on line, attraverso la pubblicazione di video tutorial e dirette durante tutta la settimana.
Si terranno tre lezioni al giorno in diretta, alle 8 alle 11, e alle 19. Nella mattinata si terranno lezioni con attività a basso impatto/risveglio muscolare/anziani. All’ora di pranzo sono previste attività ad alto impatto/musica e alla sera attività di rilassamento/musica/bambini. “Sarà per l’Uisp un’ulteriore occasione per rilanciare il bisogno di promuovere attività fisica, salute, socialità, partecipazione, per quanto mediate a causa del distanziamento fisico causato dalla crisi sanitaria – dice Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp – All’interno di una dimensione internazionale che sia capace di produrre futuri movimenti verso un modello di sviluppo sostenibile, equo e solidale”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Mazzanti, ci mancherà contatto con appassionati
Ct azzurre “ma va colmata con altri canali”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
13:05
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Ci mancherà il contatto con le persone che seguono lo sport”. Anche la pallavolo, quando ripartirà dopo il lockdown per il coronavirus, dovrà abituarsi a una nuova normalità e questa sarà la principale novità secondo Davide Mazzanti, allenatore della nazionale femminile. “La gente ha bisogno di identificarsi nei propri idoli sportivi e questa mancanza di contatto va sostenuta attraverso altri canali. Per un po’ saremo costretti a fare a meno di tutto questo, ha notato il ct nel corso dell’evento ‘A tutto sport’, trasmesso sui canali social dell’Università Cattolica nell’ambito dell’Open Week Unicatt.
Intervistato dal professor Giorgio Simonelli, Mazzanti ha raccontato il suo modo di concepire il ruolo di allenatore.
“Abbiamo puntato molto sull’autonomia, cioè a lasciare spazio alla creatività delle ragazze dentro una visione di gioco.
Questo modo di giocare la pallavolo ci ha permesso di colmare il gap con le altre nazionali ma ha tirato fuori anche il meglio delle persone, con tutti i vantaggi e gli spigoli annessi, nel senso che abbiamo dovuto anche gestire dei conflitti”, ha notato il coach che con l’Italia ha conquistato l’argento al World Gran Prix e al Mondiale 2018, prima del bronzo all’ultimo Europeo.
Secondo Mazzanti “la creatività è un elemento fortemente educativo. Noi stiamo studiando questo fenomeno con il supporto di neuroscienziati e siamo stati confermati nel fatto che la variabilità è l’elemento rispetto alla condizione normale e che è la situazione di emergenza che permette di essere creativi”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallanuoto: highlander Tempesti ‘in vasca fino a 44 anni’
Portiere rinnova con Ortigia: “E sogno sempre sesta Olimpiade”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
15:24
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Faccio parte di quel gruppo di ragazzi che non capisce quando è giusto farsi da parte…”.
Stefano Tempesti ci scherza su. Tra un paio di settimane d’altronde compirà 41 anni ma di voler appendere la calottina al chiodo proprio non ne vuol sapere. Anzi, l’Airone della pallanuoto italiana ha deciso di accettare la proposta di rinnovo triennale offertagli dall’Ortigia e quindi difenderà i pali fino a 44 anni. “Ho sposato il progetto della società a 360 gradi – dice il campione azzurro -. Mi raggiungerà anche la mia famiglia. E poi vediamo se riesco ad acchiappare Estiarte…”. L’obiettivo infatti resta lo stesso di quando ha deciso di trasferirsi in Sicilia dopo l’addio alla Pro Recco: la sesta Olimpiadi, Tokyo 2021.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato, ritorno-show Tyson: ‘Dio generoso con me’
53enne non sale sul ring da 15 anni: ‘Mai stato così in forma’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
15:23
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il ritorno di Mike Tyson sul ring è sempre più vicino. A 53 anni l’ex campione del ring si prepara a mettere di nuovo i guantoni e mostra al mondo muscoli ancora scolpiti: a confermarlo è stato lo stesso ex campione del mondo dei pesi massimi. “Sono nella miglior forma della mia vita – ha spiegato ‘Iron Mike’, intervenendo nello show radiofonico ‘Young Money’ del rapper Lil Wayne: – Dio è stato misericordioso con me. Mi sento bene e voglio continuare così. Sono 104 kg al momento e mi sto preparando. Mi preparo ad aiutare quelli che sono stati meno fortunati di me, farò questo combattimento caritatevole”.
Queste le motivazioni che hanno spinto Tyson al clamoroso ritorno sul ring: “Guadagnerò questo denaro per aiutare i senzatetto e i bisognosi – ha detto l’americano – Sono stato un clochard e so fino a che punto è difficile. Non c’è tanta gente che riesce a sopravvivere a questa situazione”. A 53 anni, l’ex campione del mondo dei pesi massimi non sale su un ring esattamente da 15 anni, quando nel 2005 fu sconfitto da Kevin McBride, che pose fine alla sua carriera. In gran forma, come dimostrano i video postati sui social, Tyson ha affermato che sfiderà un grande nome della boxe, anche se non sarà necessariamente Evander Holyfield, contro il quale andrebbe in scena una storica rivincita 23 anni dopo il famigerato incontro dell’orecchio staccato: “Abbiamo l’imbarazzo della scelta, non sarà lui per forza – ha spiegato Tyson – Tutti vogliono disputare questo match. Siamo in contatto con molte persone, penso che firmerò il contratto già in settimana. Qualunque sia la mia borsa, la devolverò in beneficenza. Non incasserò un dollaro per questo match, magari lo farà mia moglie che fa parte dell’organizzazione, ma io verserò la mia borsa intera alle persone che mi sono più care”. Il mondo della boxe aspetta di tornare a vedere Tyson sul ring.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Ecclestone vede coppia Hamilton-Vettel in Mercedes
L’ex patron: non ci sono problemi di ego, sarebbe un super team
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
A
24 maggio 2020
15:20
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Vorrei vedere Sebastian su una Mercedes. Sarebbe positivo per la Formula 1 nel suo complesso se potesse competere contro Lewis Hamilton lì. Sarebbe favoloso per gli spettatori”. Parola di Bernie Ecclestone, per 40 anni patron della Formula 1 e amico del pilota tedesco della Ferrari.
Hamilton e Vettel, fatta eccezione per l’incidente a colpi di ruotate a Baku 2017, non hanno mai mostrato particolari screzi nel loro rapporto: “Loro due vanno d’accordo facilmente. Non vedo problemi di ego. Due piloti così eccezionali formerebbero sicuramente un super team. Non riesco ad immaginare che l’impegno di Vettel e Hamilton crei preoccupazioni. E so che Vettel amerebbe sfidare Lewis alla pari” ha detto Ecclestone intervistato dalla tv tedesca Rtl.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Clijsters a 37 anni non si ferma “punto Us Open”
La belga ex n.1 ‘Spero si possa ancora giocare questa stagione”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
17:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La tennista belga Kim Clijsters, che compie 37 anni a giugno, non ha intenzione di porre fine alle sue ambizioni di tornare ai massimi livelli nonostante la crisi di Covid-19. “Spero di poter ancora giocare in questa stagione.
Ma anche se non succederà, ho intenzione di continuare”, ha detto l’ex numero uno al mondo. “Sono sempre motivata. Se gli US Open possono giocarsi, voglio essere pronta. Sarebbe fantastico tornare al campo di Arthur-Ashe, ma sarei anche felice se dovessi giocare al campo 18”, ha aggiunto la campionessa che ha vinto gli US Open nel 2005, 2009 e 2010.
La Clisters, che ha interrotto la sua carriera due volte dopo due maternità, assicura che la sua ambizione non è quella di “partire per un solo anno. Il suo piano va oltre”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nuoto: Magnini pensa al ritorno: ‘Decido dopo l’estate’
Ex campione azzurro presto anche papà: ‘Sarà anno più bello’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
17:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Filippo Magnini non esclude il ritorno. Scagionato dalle accuse di doping e pronto a diventare presto papà, l’ex capitano dell’Italnuoto guarda al futuro con rinnovata fiducia: “Ad oggi è solo un pensiero, a settembre prenderò una decisione. – dice a Skysport Magnini, due ori nei 100 stile vinti in carriera -. Il miracolo, a 39 anni, sarebbe quello di partecipare all’Olimpiade. Lo farei solo per aiutare il mio sport, tra i più colpiti in epoca Covid-19. Il mio ritorno potrebbe riaccendere la luce su questo sport”.
“In questi tre anni ho avuto tante persone del nuoto che mi sono state vicine e ho pensato anche a un ritorno – ha ribadito -. Con il passare dell’età ho capito quali erano gli obiettivi.
Sarà impossibile vincere a Tokyo, ma potrei aiutare il mio sport. Il rinvio dei Giochi poi potrebbe essere un vantaggio, ma avevo smesso perché avevo chiesto tutto al mio fisico e anche psicologicamente ero provato dalla battaglia processuale. Ci sono stati ritorni fallimentari, ma io avrò successo anche solo se aiuterò il mio mondo”. E torna a parlare del caso doping: “Ci sono state molte ingiustizie – sottolinea -. Sono un professionista, chi si dopa è un fuorilegge. Mi hanno accusato di tentato doping 20 giorni prima di un’Olimpiade, ma non sanno che non avrebbe nemmeno fatto effetto. Hanno chiesto 8 anni di squalifica a un atleta mai risultato positivo. Ho lottato 3 anni contro un’ingiustizia”.
Il 2020 lo renderà papà per la prima volta: la sua compagna, Giorgia Palmas è infatti in dolce attesa. “La nascita di un figlio è qualcosa di speciale: ho nuotato per 27 anni, ho vinto tanto, ma sono piccole cose rispetto a questo miracolo – aggiunge Magnini -. Il 2020, nonostante tutto quello che è successo, sarà l’anno più bello della mia vita. Con Giorgia c’è un rapporto speciale, c’era lei nei momenti più duri e abbiamo tanti progetti insieme”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Massa: ‘La situazione di Schumacher è complicata’
L’ex compagno in Ferrari: ‘Sogno e prego che possa migliorare’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
17:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“So come sta Schumacher, abbiamo sempre avuto un rapporto molto stretto. Un po’ meno con sua moglie Corinna, perché veniva raramente a vedere le gare dal vivo. La sua situazione è complicata”. L’ex compagno di Schumi ai tempi della Ferrari, Felipe Massa, parla senza sbilanciarsi dello stato di salute del sette volte campione del mondo di Formula 1. “Rispetto la privacy e se la sua famiglia non vuole rilasciare notizie particolari sul suo stato di salute, perché dovrei farlo io – aggiunge il pilota brasiliano in una intervista a Fox Sport -? Sogno e prego ogni giorno che possa migliorare”.
Massa ha poi parlato del figlio del grande campione, Mick Schumacher. “Anche io sono padre e conosco il significato di un legame simile – spiega Massa -. Sarebbe bello rivedere Michael in un circuito specialmente ora che suo figlio corre. Poter incoraggiarlo, seguirlo, applaudirlo. Sarebbe magnifico”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora “legge di riforma dello sport prima dell’estate”
Ministro, Prevederà anche il professionismo femminile
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
19:51
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Da questa emergenza sono emerse tutte le criticità del mondo del calcio e dello sport in generale che affronteremo in una riforma generale che porteremo in approvazione prima dell’estate, che deve prevedere anche il professionismo femminile”. Così il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, al Tg3.
Rispondendo ad una domanda sul calcio donne, Spadafora ha detto: “Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, sta facendo un ottimo lavoro con il calcio femminile, con Sara Gama e tutte le ragazze. Sto lavorando ad una loro richiesta importante, che deve essere realizzata prima di questa estate cioè la riforma dello sport che deve prevedere anche il professionismo femminile”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Genoa: approvato bilancio, utili oltre 10 milioni
Club, assemblea conferma incarichi a cda, sindaci e revisori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
24 maggio 2020
21:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea dei soci del Genoa, riunita in teleconferenza, ha esaminato e approvato l’esercizio di bilancio, chiuso al 31 dicembre 2019 con un utile pari a 10.230.834 di euro. “L’integrità patrimoniale – fa sapere il club – è stata garantita anche dai versamenti effettuati dall’azionista di riferimento che ha continuato, come sempre avvenuto in passato, a sostenere finanziariamente la società anche nel corso del corrente esercizio”.
L’assemblea, infine, ha confermato gli incarichi all’attuale consiglio di amministrazione, al collegio sindacale e alla società di revisione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Malagò “calcio riparte 13 o 20 giugno? Non è scontato”
Presidente Coni, credo che serva sempre un piano B
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 maggio 2020
22:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Si parte il 13 o il 20 giugno col campionato? Non è così scontato che tutto vada bene. La partita è aperta. Per questo serve forse anche un piano B”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ospite a Che tempo che fa su Rai3. “La diretta gol in chiaro della partite in chiaro, di cui ha parlato oggi il ministro Spadafora, può essere una soluzione per aiutare la ripartenza ed evitare assembramenti. In Germania lo fanno, ma hanno sistemato molte altre cose, come gli accordi con i broadcaster e i calciatori, che qui ancora mancano asciando molti punti interrogativi. Per questo dico che serve prudenza e comunque per seguire chi è più avanti di noi bisogna farlo sotto tutti gli aspetti”, ha detto ancora il n.1 del Coni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Gastaldello ‘finire campionato è una forzatura’
Capitano Brescia: scandaloso giocare d’estate alle ore 16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
09:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Finire questo campionato è una forzatura per me, si va incontro a dei rischi: giocare in estate 12 partite ci porta incontro a rischi incredibili. Giocare alle 16:30 d’estate è scandaloso. Non siamo macchine, siamo esseri umani. Non è giusto dobbiamo dire la nostra”. Ai microfoni di Radio Anch’io lo sport Daniele Gastaldello, difensore del Brescia, di cui è capitano, si dice totalmente contrario al riavvio della Serie A. “Nel resto dell’Italia non si percepisce quello che è successo in Lombardia, molti mi chiedono per strada perchè il calcio debba ripartire, molti hanno perso i loro cari.
Secondo me questo campionato riparte in modo forzato e non sarà mai quello che si concluso a marzo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ulivieri: ‘Il campionato si può concludere regolarmente’
Presidente Aia: stipendi? ‘Salvaguardare contratti più bassi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
09:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Secondo me si potrà concludere regolarmente questo campionato: ci ritroveremo di fronte a situazioni nuove e anomale, ma speriamo di poter arrivare alla fine”. Così il presidente dell’Associazione Italiana Allenatori Renzo Ulivieri a Radio Anch’io lo sport sulla ripartenza del calcio in Italia. “Gli stipendi? Cerchiamo di salvaguardare i contratti più bassi, quelle categorie che guadagnano meno di 1.500 euro al mese. Sono allenatori con i cui stipendi fanno campare le famiglie e ad oggi non hanno visto un soldo. Non mi sembra umano”.
Totalmente contrario al riavvio della Serie A è invece Daniele Gastaldello, difensore del Brescia, di cui è capitano. “Finire questo campionato – dice – è una forzatura per me, si va incontro a dei rischi: giocare in estate 12 partite ci porta incontro a rischi incredibili. Giocare alle 16:30 d’estate è scandaloso. Non siamo macchine, siamo esseri umani. Non è giusto dobbiamo dire la nostra. Nel resto dell’Italia non si percepisce quello che è successo in Lombardia, molti mi chiedono per strada perchè il calcio debba ripartire, molti hanno perso i loro cari. Secondo me questo campionato riparte in modo forzato e non sarà mai quello che si concluso a marzo”. “In questo momento – aggiunge Gastaldello – un giocatore deve stare zitto e giocare, ma non è giusto. Siamo la parte fondamentale del mondo del calcio e dobbiamo dire la nostra. Questo campionato deve fermarsi e su eventuali retrocessioni si deciderà. Io l’ho detto al presidente (Cellino, ndr) che se siamo ultimi dobbiamo retrocedere. Non è che noi del Brescia non vogliamo giocare perchè non vogliamo retrocedere, non è così. Se lo meritiamo dobbiamo retrocedere. Il calcio deve tornare a essere una passione: ci sono altri interessi che prevaricano la passione del calcio “. Sugli stipendi Gastaldello sottolinea che non si deve generalizzare: “l’opinione pubblica crede che siamo dei privilegiati, ma ricordo a tutti quanti che ci sono giocatori di Serie A che guadagnano tanto ma ci sono anche tanti giocatori che guadagnano stipendi al minimo federale e devono mantenere una famiglia. Anche questi sono calciatori, non possono prendere soldi con mesi di ritardo. Non sono tutti uguali a Cristiano Ronaldo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Marca, Llorente verso prestito all’Athletic Bilbao
Club spagnolo dovrà pagare ingaggio da 2,5 milioni di euro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
11:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Fernando Llorente potrebbe presto finire in prestito all’Athletic Bilbao, a casa sua, una destinazione che apprezzerebbe di sicuro”. E’ quanto scrive oggi il quotidiano sportivo spagnolo Marca secondo cui l’attaccante del Napoli potrebbe essere girato al club spagnolo già questa estate a patto che gli venga corrisposto lo stesso ingaggio (2,5 milioni di euro) che il bomber percepisce alla ‘corte’ di Gattuso e De Laurentiis che avrebbero tutta l’intenzione di metterlo sul mercato. A 35 anni e con venti partite con il Napoli sulle gambe – scrive Marca – l’attaccante è considerato in buone condizioni per continuare una carriera che è iniziata con l’Athletic e che lo ha anche portato a difendere i colori della Juventus, del Siviglia, di Swansea e Tottenham, prima di finire a Napoli.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bundesliga, 1-0 al Dortmund: Bayern vicino al 30/o titolo
Bavaresi a +7 in classifica, decisivo un gol di Kimmich
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
27 maggio 2020
14:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern Monaco si impone per 1-0 sul Borussia Dortmund nel big match della 28/a giornata di Bundesliga. La partita tra la prima e la seconda della classifica è stata decisa da un gol di Kimmich al 43′ pt. Con sette punti di vantaggio sul Borussia a sei giornate dal termine della stagione, i bavaresi sono molto vicini alla conquista del 30/o titolo, l’ottavo consecutivo.
Il Wolfsburg vince 4-1 a Leverkusen e interrompe la serie positiva del Bayer, che perde anche il quarto posto in favore del Moenchengladbach andato a pareggiare 0-0 sul campo del Werder Brema in uno dei tre anticipi delle 20.30 della 28/a giornata di Bundesliga. Steffen, Arnold e Pongracic, autore di una doppietta, hanno messo al tappeto il Bayer. Nell’altro incontro, Eintracht Francoforte e Friburgo hanno pareggiato 3-3.
Il ‘Muro giallo’ dei tifosi di casa non c’è, abbattuto dalla pandemia, e al Westfalenstadion di Dortmund quasi indifeso il Bayern Monaco ha strappato una vittoria probabilmente decisiva per la conquista del suo 30/o titolo di Bundesliga, l’ottavo di fila, sull’unico rivale, il Borussia. Il match della 28/a giornata sembrava fatto apposta per dimenticare per qualche ora anche in Germania i drammi e le preoccupazioni, mettendo di fronte la prima e la seconda della classifica. Nonostante la situazione surreale, entrambe hanno dato vita ad una sfida di alto livello, che i campioni in carica hanno vinto con merito, portandosi a +7 in classifica con 6 turni da giocare. Nel pieno rispetto del protocollo anti contagio, la sfida più attesa della stagione di Bundesliga si è svolta a spalti vuoti, con ingressi in campo distinti per le squadre e gran sfoggio di mascherine a bordo campo. Se l’ambiente era asettico, Borussia e Bayern hanno messo in campo tutto quello che avevano, ma i padroni di casa potranno rammaricarsi per sempre dell’assenza del sostegno dei tifosi nella partita più importante dell’anno.
Lucien Favre ha lasciato in panchina l’inglese Sancho, confermando al centro dell’attacco il prodigio Haaland per un duello con il capocannoniere del campionato Lewandowski. Tra i bavaresi, Hans-Dieter Flick ha scelto di schierare Gnabry in attacco al posto di Perisic, confermando invece Coman nel terzetto offensivo. Una scelta che ha pagato, visto che il tedesco e il francese sono stati tra i più intraprendenti della loro squadra.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo un avvio di gara di marca Borussia, con Haaland andato molto vicino al gol, il Bayern ha man mano preso fiducia e campo, trovando il decisivo vantaggio al 43′ quando Kimmich con un gran pallonetto ha beffato Byurki e gettato le basi per la vittoria. Favre nella ripresa ha inserito Sancho e Emre Can al posto di Escono Brandt e Delaney ma è stato sempre il Bayern a comandare il gioco. Haaland ha avuto qualche guizzo, ma poi è stato sostituito, mentre il rivale polacco ha centrato un palo nel finale. Piccolo rammarico prima di esultare con i compagni per un trionfo nel ‘Klassiker’ che vale probabilmente l’ottavo titolo di fila.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sabitzer gol, era lui uno dei positivi del Lipsia
Domenica scorsa è tornato in campo nel 5-0 al Magonza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
13:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Polemiche in Germania per la positività di Marcel Sabitzer, celata dal Lipsia. L’austriaco era risultato positivo a fine aprile, nella prima tornata di test sul coronavirus. Dopo aver osservato un periodo di quarantena, anch’essa riservata, è tornato ad allenarsi e giocare con la sua squadra in Bundesliga. Guarito e recuperato, domenica scorsa Sabitzer ha anche realizzato una rete nel 5-0 contro il Magonza.
Secondo TyCSports, solo ora il club ha rivelato che il centrocampista, 26 anni, era uno dei due casi Covid-19, oltre a un fisioterapista. Dopo 14 giorni di isolamento, entrambi sono in perfette condizioni, come riportato dal giornale tedesco Kicker. Grazie al netto successo esterno il Lipsia è tornato a vincere (aveva pareggiato 1-1 contro il Friburgo in casa nella giornata precedente) e resta in corsa per la Bundesliga, essendo terzo a 54 punti, sette dal leader Bayern Monaco.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: allarme Milan, infortunio Ibra in allenamento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Problema in zona polpaccio per attaccante, rischio lungo stop
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 maggio 2020
14:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si teme un lungo stop per Zlatan Ibrahimovic. Il 38enne attaccante svedese del Milan si è fatto male nella partitella di fine allenamento di questa mattina e domani si sottoporrà ad esami strumentali per valutare l’entità dell’infortunio nella zona del polpaccio. Il Milan spera non si tratti di un problema al tendine, ma solo muscolare. Lo svedese ha lasciato Milanello senza stampelle.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stop al campionato, il Barcellona donne è campione
Federazione ha deciso la sospensione definitiva del campionato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
17:48
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Federcalcio spagnola ha deciso di sospendere definitivamente, e in via ufficiale, i campionati femminili di calcio: il titolo di campione è stato quindi assegnato al Barcellona Femenì. La ragazze in blaugrana si sono pertante qualificate per la prossima Champions League, che disputeranno assieme all’Atletico Madrid, secondo classificato in campionato e a -9 dalle rivali catalane. Sono state promosse in Serie A l’Eibar e il Santa Teresa, portando così a 18 il numero delle squadre che parteciperanno al prossimo campionato. La notizia della sospensione definitiva dei campionati femminili di calcio era già nell’aria da alcune settimane, ma è stata ratificata.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Barcellona: se salta Arthur, alla Juve andrà Dembelé
Interesse dei bianconeri per il francese nell’operazione Pjanic
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
17:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’asse Barcellona-Torino è sempre rovente. In Spagna si continua a parlare con insistenza del possibile scambio fra Pjanic e Arthur, ma non solo: nelle ultime ore, secondo quanto rivela il Mundo Deportivo, si sarebbe registrata una novità che può risultare determinante ai fini del trasferimento del bosniaco al Camp Nou. Sarebbe emerso l’interessamento della Juventus per Ousmane Dembelé, esterno d’attacco francese che il club blaugrana ha prelevato dal Borussia Dortmund per 105 milioni. Nel caso in cui, come sembra, il brasiliano Arthur rifiutasse in maniera definitiva la destinazione bianconera, allora ecco che la Juve potrebbe virare proprio sul francesino Dembelé, come probabile pedina di scambio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Morto a 21 anni ex Primavera Roma Bouasse Perfection
Centrocampista camerunense arrivato in Italia come rifugiato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
25 maggio 2020
17:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Roma piange la scomparsa dell’ex calciatore della Primavera Joseph Bouasse Perfection e si stringe ai suoi cari in questo momento di grande dolore. Sul suo profilo giallorosso il club rende omaggio al 21enne centrocampista di origine camerunense prematuramente scomparso.  Bouasse Perfection è scomparso la scorsa notte a seguito di un arresto cardiaco. Il centrocampista arrivato in Italia come migrante e accolto dall’associazione sportiva dilettantistica ‘Liberi Nantes’ è stato l’ultimo acquisto di Walter Sabatini prima che rassegnasse le dimissioni come diesse dei giallorossi.  Attualmente era sotto contratto con la squadra romena del Cluj.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Llorente a fine anno può tornare all’Athletic Bilbao
Punta Napoli vuole un contratto con lo stesso ingaggio: 2,5 mln
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
17:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fernando Llorente, classe 1985, attaccante del Napoli, sarebbe sul punto di lasciare per la seconda volta l’Italia. Il giocatore ex Tottenham, secondo quanto scrive Marca, accetterebbe di buon grado di finire all’Athletic Bilbao, rimasto orfano dell’esperto Aduriz, che ha lasciato di recente il calcio. L’unico problema è legato all’ingaggio: Llorente gradirebbe lo stesso trattamento che gli riserva il Napoli. Il club di De Laurentiis, infatti, gli garantisce uno stipendio di 2,5 netti a stagione. Se anche la società basca, dove ha giocato fra il 2005 e il 2013, dovesse assicurargli lo stesso ingaggio, Llorente potrebbe fare ritorno a casa, dopo avere girato mezza Europa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atletico Madrid: Joao Felix con un ginocchio ko
E’ il terzo infortunio stagionale per l’attaccante portoghese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
18:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Brutta tegola per l’Atletico Madrid che, come le altre squadre spagnole, prepara la ripartenza della Liga dopo lo stop per pandemia. Joao Felix è finito ko, a causa di un infortunio subito al legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro. L’attaccante di origini portoghesi è stato subito trasferito nella Clinica Universidad de Navarra per gli accertamenti, che avranno il compito di valutare la reale entità del danno subito, peraltro il terzo di una stagione agonistica quantomeno travagliata. La notizia è stata pubblicata dal quotidiano il Mundo Deportivo. Il massimo campionato spagnolo ripartirà nel fine settimana del 12 giugno: potrebbe esserci spazio per un anticipo, il derby andaluso Betis Siviglia-Siviglia, da disputarsi giovedì 11 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pregliasco: “Può ripartire e con una fetta di tifo”
‘Da metà luglio ipotizzabile far entrare persone negli stadi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
19:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il calcio può ripartire a porte chiuse. Stiamo procedendo gradualmente. L’aria condizionata nei cinema abbiamo verificato che non è troppo pericolosa, i comportamenti delle persone lo sono. Allo stadio non c’è gente che ascolta musica classica in religioso silenzio. Se è possibile da metà luglio una piccola fetta di spettatori negli stadi? Si, lo è. Per ridurre al massimo la circolazione del virus è giusto agire con cautela”. Lo ha detto il virologo Fabrizio Pregliasco, parlando a Punto nuovo sport show, su Radio Punto Nuovo.
Pregliasco, che è docente di igiene e medicina preventiva all’università statale di Milano e direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi, ha aggiunto: “Il vaccino in tempi brevi? Spero arrivi presto, ma ancora non sappiamo se questo virus dà un’immunità per lungo o breve periodo. La disponibilità effettiva di un vaccino richiede, come minimo, un anno, un anno e mezzo. Per ora bisogna convivere con il virus. La risalita della curva pandemica? E’ un rischio che esiste e a cui dobbiamo pensare, attrezzandoci per evitare altri dolori. Più contatti, più possibilità di avere dei focolai. La sfida sarà quella di riuscire a individuarli per tempo e a limitarne la diffusione. A oggi possiamo confermare che il contatto stretto è meno di un metro per più di 15′”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Francia: Villas-Boas rimarrà al Marsiglia
Il tecnico ha accettato la proposta del club
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
22:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’allenatore portoghese André Villas-Boas rimarrà la prossima stagione sulla panchina dell’Olympique Marsiglia, per il ritorno della squadra in Champions League. “Dopo diversi incontri nei giorni scorsi con il proprietario del club, Frank McCourt, e con il presidente, Jacques-Henri Eyraud,, André Villas-Boas ha confermato che vuole continuare la sua collaborazione con l’OM per la prossima stagione”, ha detto il club all’agenzia Afp.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Floriana di Gaucci è campione di Malta
Era primo quando campionato è stato interrotto per la pandemia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
25 maggio 2020
22:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Floriana del presidente Riccardo Gaucci è ufficialmente campione di Malta e parteciperà al preliminare della prossima Champions League. Lo ha decretato il Consiglio direttivo della locale Federcalcio.
A Malta il campionato è stato definitivamente interrotto per la pandemia di Covid. Al momento dello stop il Floriana era primo con tre punti di vantaggio sulla seconda, il Valletta. La Federcalcio maltese – si legge sul suo sito – ha quindi deciso che le squadre al primo posto nel momento in cui le competizioni sono state sospese “sono dichiarate vincitrici dei rispettivi campionati”.
“Questo titolo è dei tifosi del Floriana ed è dedicato a mio padre” il commento di Gaucci.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Montenegro, il campionato riprende nel fine settimana
Spettatori ammessi sulle tribune ma in numero limitato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO
26 maggio 2020
15:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In Montenegro il campionato di calcio di prima divisione riprenderà questo fine settimana, alla presenza del pubblico sugli spalti. Come riferiscono i media serbi, il premier montenegrino Dusko Markovic ha detto che gli spettatori saranno in numero contingentato, nel rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza per il contenimento del contagio da coronavirus.
La classifica è guidata dal Buducnost, che ha 11 punti di vantaggio sulla seconda. Alla conclusione del campionato mancano 13 turni.
In Montenegro, che ha una popolazione di poco più di 600mila abitanti, da diversi giorni non si registrano nuovi contagi, né decessi per Covid-19 e nel Paese non vi sono più malati di coronavirus. Il bilancio attuale è di 325 casi e 9 morti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sospiro di sollievo per Ibra, tendine di Achille integro
Per l’attaccante del Milan lesione al soleo del polpaccio destro, nuovo controllo tra 10 giorni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 maggio 2020
20:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un bel sospiro di sollievo per Zlatan Ibrahimovic: l’attaccante del Milan ha riportato una lesione al muscolo soleo del polpaccio destro e “il tendine achilleo – precisa il club – è perfettamente integro”. Un nuovo esame verrà effettuato tra 10 giorni. Si stima uno stop di circa un mese. E’ quindi meno grave di quanto si temeva l’infortunio subìto in allenamento dal bomber svedese. Sarà però difficile vederlo in campo per la ripresa della Serie A, qualora il campionato dovesse ricominciare il 20 giugno.
Questa mattina Ibra si è sottoposto ad accertamenti in una clinica di Milano dopo essersi fermato per il dolore al polpaccio nella
partitella di ieri: accompagnato dal medico sociale del club, ha utilizzato un’uscita secondaria per evitare i cronisti. In precedenza, aveva lanciato un segnale di serenità pubblicando su Instagram il video di una sua partita a Fortnite, videogioco di cui è appassionatissimo e al quale sfida spesso i compagni di squadra.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna: Leganés ed Espanyol rimborsano i tifosi
Abbonamenti estesi gratuitamente alla stagione prossima
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
17:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Abbonamenti della stagione in corso prorogati gratuitamente a quella 2020-’21. E’ quanto hanno deciso e comunicato oggi Leganés ed Espanyol di Barcellona, club che occupano gli ultimi due posti della Liga. “Data l’impossibilità di giocare le rimanenti partite dell’attuale stagione 2019-’20 a porte aperte a causa degli effetti del Covid-19, il Leganés compenserà i suoi abbonati convalidando a costo zero gli attuali abbonamenti per le partite della prossima campagna 2020-’21” si legge sul sito della società. Il rinnovo dell’abbonamento non include le partite della Coppa del Re.
L’Espanyol è andato oltre, offrendo un rimborso del 20% sull’abbonamento in corso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Marino “la ripresa sarà una roulette russa”
Dirigente Udinese, vedo un forte rischio di infortuni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
15:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Io ho definito l’eventuale ripresa del campionato una roulette russa. Sul campo, al fatto di giocare ogni tre giorni si aggiungono tante variabili, con gli infortuni su tutti. Certo lo stop ha creato grossi danni al calcio e si vedranno ancora di più al termine di questa stagione”. Lo ha detto il responsabile dell’area tecnica dell’Udinese, Pierpaolo Marino, a Sky Sport. “Credo che si debba giocare con gioia e dando il massimo, ma queste gare saranno delle incognite pazzesche. Bisognerà partire da zero, come mai accaduto nella storia”, ha affermato invece il direttore sportivo del Cagliari.
Guardando al mercato che verrà, secondo Carli sarà qualcosa di “nuovo e andrà affrontato con la massima positività”. “Avrà forza chi non sarà obbligato a vendere – ha affermato il dirigente rossoblù -. Il giocatore importante, se si muove una squadra top, comunque si sposta. Il problema sarà per chi ha un valore di cartellino tra i 7 e i 10 milioni. Marino ritiene che le compravendite risentiranno della crisi economica ma si aspetta “molti scambi e prestiti. Sarà sorprendente”. Quanto all’incognita sui prestiti e i contratti in scadenza, entrambi prevedono qualche problema: “Se si gioca, si sfora – ha chiarito Carli – io credo che ci debba essere una norma che tutela tutti però non sarà così”. “Qualcuno dovrà rinegoziare un accordo con i club, me lo aspetto. Assisteremo a una lotteria”, ha concluso Marino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Lega, Serie A su Instagram supera 5 mln di follower
In un solo anno si sono aggiunti 1,5 milioni di fan
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
15:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’account ufficiale della Lega Serie A su Instagram @seriea ha aggiunto quota 5 milioni di fan. Il profilo, fa sapere la Lega in un solo anno è cresciuto di ben 1,5 milioni di follower, con oltre 550 post pubblicati da agosto 2019 a oggi.
Su Instagram, come su tutte le altre piattaforme dove è presente, si raccontano la Serie A, la Coppa Italia, la Supercoppa Italiana e le Competizioni Primavera TIM a 360°, a partire dall’aspetto sportivo di tutte le competizioni, fino ad arrivare a quello umano, alle storie, alle leggende, alle curiosità di tutti i protagonisti che rendono unico il nostro Campionato a livello mondiale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio, Lulic: ‘Speriamo di riprendere il mese prossimo’
Capitano ricorda finale derby C. Italia: sempre indimenticabile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
17:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il calcio ci manca, non parlo solo per me o per la nostra squadra. Speriamo che presto possa essere presa la giusta decisione per portare a termine questo campionato. Dopo essere rimasti fermi 60 giorni c’è voglia di giocare, speriamo il prossimo mese di riprendere”. E’ l’auspicio del capitano della Lazio Senad Lulic, ai microfoni di Lazio Style Radio.
L’esterno biancoceleste è ancora alle prese con i postumi dell’operazione alla caviglia: “Ci vorrà ancora un po’ di tempo prima del mio rientro – avverte – mi auguro di tornare presto a fornire il mio contributo alla squadra in questa parte finale di campionato”. In occasione dell’anniversario della vittoria della Coppa Italia del 2013 in finale contro la Roma, l’autore del gol decisivo ricorda: “Sono trascorsi sette anni, più passa il tempo e più mi rendo conto di cosa abbia significato il mio gol, è sempre più indimenticabile”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Duvan Zapata nel mirino dell’Atletico Madrid
Per media spagnoli è candidato ideale a sostituire Diego Costa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
17:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Duvan Zapata è nel mirino dell’Atletico Madrid. Secondo quanto riportano oggi i media spagnoli il colombiano dell’Atalanta è in cima alla lista dei desideri del Cholo Simeone che lo vorrebbe la prossima stagione come sostituto di Diego Costa. Alta la valutazione del club bergamasco disposto a cedere il suo attaccante per una cifra non inferiore ai 60 milioni di euro.
Prima della sospensione del campionato Zapata – reduce da un lungo infortunio con la nazionale colombiana – aveva disputato 15 partite e segnato 11 gol.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zaniolo va di fretta: ‘Duro lavoro paga sempre’
Calciatore scalpita in allenamento, Roma prudente su rientro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
16:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il duro lavoro paga sempre…”. E aiuta a bruciare le tappe. Nicolò Zaniolo va di fretta e spera di potersi rimettere a disposizione di Paulo Fonseca già nel giro di un paio di settimane. Il giovane talento della Roma scalpita in allenamento e, come mostrano le immagini pubblicate sul suo account Instagram, non si risparmia affatto sui campi di Trigoria. Tra esercizi con e senza pallone appare super concentrato e intenzionato a ritagliarsi uno spazio tutto suo nel finale di stagione. Il club ovviamente predica prudenza e non si sbilancia sulla data precisa per l’effettivo ritorno in gruppo di Zaniolo, ma il conto alla rovescia è ormai iniziato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega A, calendario deciso dopo vertice con Spadafora
Su tema tv Consiglio ribadisce, contratti da rispettare
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
19:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio della Lega Serie A, ha deciso di aggiornarsi venerdì sul tema del calendario, all’indomani dell’incontro istituzionale che si terrà con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, in cui si deciderà se e quando si ricomincerà a giocare. E’ quanto si legge in una nota della Lega dopo la riunione in cui sono state analizzate “le diverse ipotesi di calendario che consentano la disputa di tutte le restanti gare di Serie A e di Coppa Italia”. “Per quanto riguarda il rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi”, che non hanno versato l’ultima rata, il Consiglio “ha confermato la linea del rispetto dei contratti, in ottemperanza alle delibere assunte dall’Assemblea dello scorso 13 maggio”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Venerdì assemblea Lega su calendario e tv
All’ordine del giorno anche ‘piano B’ con playoff e playout
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
20:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Se giovedì il governo darà il via libera al campionato, l’indomani potrebbe prendere forma il calendario per portare a termine la stagione. Il tema sarà affrontato infatti dal Consiglio e, subito dopo, dall’Assemblea, convocata d’urgenza alle 11.30. All’ordine del giorno c’è anche l’analisi del ‘piano B’, ossia un format con brevi fasi di playoff e playout nel caso non ci fossero le condizioni per disputare tutte le partite, come previsto dal comunicato dell’ultimo Consiglio della Federcalcio.
L’assemblea affronterà anche il tema dei rapporti con i licenziatari dei diritti tv, Sky, Dazn e Img, che non hanno pagato l’ultima rata della stagione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
1-0 al Dortmund, Bayern vede 30/o titolo Bundesliga
Bavaresi a +7 in classifica, decisivo gol di Kimmich
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
20:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern Monaco si impone per 1-0 sul Borussia Dortmund nel big match della 28/a giornata di Bundesliga. La partita tra la prima e la seconda della classifica è stata decisa da un gol di Kimmich al 43′ pt. Con sette punti di vantaggio sul Borussia a sei giornate dal termine della stagione, i bavaresi sono molto vicini alla conquista del 30/o titolo, l’ottavo consecutivo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Procuratore Figc deferisce Trapani, Catania e Siena
Dopo segnalazione Covisoc su mancati pagamenti stipendi febbraio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
21:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Procuratore federale della Figc, a seguito di segnalazione della Covisoc, ha deferito al Tribunale federale nazionale Sezione disciplinare il Trapani (Serie B) per non aver pagato entro il termine del 16 marzo scorso gli emolumenti di febbraio dovuti a tesserati, dipendenti e collaboratori e comunque per non aver documentato l’avvenuto pagamento. Il procuratore ha deferito inoltre i dirigenti del club siciliano Giuseppe Pace, presidente del cda, e Monica Pretti, consigliere delegato.
Per lo stesso motivo, sono stati deferiti due club di Lega Pro, il Catania e il Siena, e i dirigenti Giuseppe Di Natale e Davide Franco (Catania) e Anna Durio (Siena).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Braida, Lautaro e Pjanic perfetti per il Barcellona
‘Ma pandemia ha complicato trattative, in autunno problemi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
10:45
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lautaro e Pjanic sono perfetti per il Barcellona: ne e’ convinto Ariedo Braida, ds dei tempi d’oro del Milan e negli anni passati consulente di mercato anche per il club catalano. Il dirigente italiano ne ha parlato in un’intervista al El Mundo Deportivo, sottolineando che Lautaro “ha qualita’, talento e senso del gol: ha il profilo adatto per il Barca e poi e’ giovane e puo’ crescere molto”; quanto a Pjanic, “e’ un centrocampista del genere di Xavi o Iniesta, non al loro livello ma con ottimo tocco di palla e grande intelligenza tattica. Tutti e due sono perfetti per il Barcellona”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Deschamps boccia calcio a porte chiuse,’incoerente’
Ct francese, ‘in tribuna c’è rischio maggiore?..’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
27 maggio 2020
10:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Didier Deschamps approva la scelta del calcio francese di fermarsi per la pandemia e non apprezza i campionati a porte chiuse con regole di sicurezza diverse in campo e in tribuna. Lo dice in una lunga intervista a Le Parisien, in cui parla di “immagini incoerenti” che arrivano dalla Bundesliga. “Le partite a porte chiuse – dice Deschamps – le abbiamo già conosciute, per decisione disciplinare, quindi con un carattere punitivo. Una partita di calcio normale si svolge senza restrizioni e consente uno scambio fra i giocatori e il pubblico. Ho guardato la Bundesliga da quando sono riprese le partite in Germania. Certo, assomiglia al calcio. Non parlo del ritmo o dell’intensità delle partite. Ma certe immagini mi sembra molto incoerenti…vedo giocatori che disputano un incontro con tutti gli elementi propri del calcio: in particolare contatti e scontri. E, poi, vedo in tribuna giocatori di riserva con le mascherine a 2 metri di distanza uno dall’altro. Sinceramente, non capisco. Sono nello stesso impianto, possono entrare in campo da un momento all’altro. In tribuna il rischio sarebbe maggiore? Che incoerenza! Non mi piace”. Quanto alla ripresa dei campionati, Deschamps ritiene che essa “risponda, ovviamente, in primo luogo, a una problematica economica”: “guardate le decisioni prese in Spagna e in Inghilterra – spiega – questi due grandi paesi del calcio stanno pianificando la ripresa della Liga e della Premier League ma hanno deciso di non riprendere i campionati femminili, che generano molti meno incassi. E’ tutto lì!”. Lo stop ai campionati in Francia “è una decisione del governo che – sottolinea il ct dei Bleus – mi sembra coerente e saggia. E bisogna accettarla”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Casemiro rinnova, con il Real Madrid fino al 2023
Il centrocampista brasiliano arrivò in Spagna nell’estate 2015
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
11:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il brasiliano Casemiro si lega al Real Madrid fino al 2023. Lo riferisce Marca, sottolineando come la politica del club più titolato del mondo sia quella di non rendere pubblici i rinnovi contrattuali dei propri calciatori.
Il centrocampista, cresciuto nel San Paolo, arrivò al Santiago Bernabeu dal Porto, nell’estate del 2015, divenendo con gli anni una delle colonne portanti del Real Madrid, dopo esserlo divenuto della Nazionale del proprio Paese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Henderson, strano vincere Premier senza tifosi
Capitano Liverpool: la presenza dei tifosi fa la differenza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
11:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vincere un trofeo in Premier League senza tifosi sarebbe “piuttosto strano”: così Jordan Henderson capitano del Liverpool, come riferisce l’edizione online della Bbc.
I Reds erano in vetta alla classifica quando la stagione è stata fermata a causa del coronavirus, a solo due vittorie dalla conquista del titolo, che manca al Liverpool dal lontano 1990.
Henderson sottolinea che i tifosi del Liverpool “fanno una grande differenza e lo sappiamo tutti”.
Il Liverpool e altri club hanno ripreso ad allenarsi la scorsa settimana con protocolli rigorosi in atto, incluso l’allenamento solo in piccoli gruppi, per Henderson le misure sono “sorprendenti” ma hanno fatto sentire i giocatori “al sicuro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dortmund: Haaland si ferma, distorsione al ginocchio
E’ uscito al 72′ della sfida col Bayern dopo scontro con arbitro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
17:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giornata più nera che gialla per il Borussia Dortmund, quella vissuta ieri: oltre alla sconfitta contro il Bayern Monaco, che quasi sicuramente vuole dire rinuncia al titolo di Germania, a beneficio dei rivali, ha dovuto registrare anche l’infortunio di Erling Brut Haaland, il centravanti prelevato in inverno dal Salisburgo. Il bomber norvegese è stato costretto a uscire dal campo zoppicante al 27′ della ripresa, a causa di una distorsione al ginocchio, rimediata dopo uno scontro fortuito con l’arbitro Tobias Stieler.
Nelle prossime ore, Haland, che peraltro occupa il quarto posto nella classifica della Scarpa d’Oro, conoscerà l’entità esatta del danno fisico e saprà se deve o meno fermarsi. In ogni caso, come ha riferito a fine partita l’allenatore del Borussia Dortmund, Lucien Favre, l’infortunio del giocatore non ha nulla a che vedere con la ripresa dell’attività, visto che si tratta di “un fatto traumatico”. Favre si è inoltre detto “fiducioso” sulle condizioni del centravanti. “Non dovrebbe essere nulla di grave”, ha precisato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rush finale della Bundesliga anche su Amazon Prime
L’esperimento è partito il 18 maggio in collaborazione con Dazn
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
12:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio tedesco, che è sbarcato su Amazon il 18 maggio scorso, con la partita fra Werder Brema e Bayer Leverkusen, non lascia, ma raddoppia. Altre partite della Bundesliga, ma anche del campionato di II e III Divisione tedesca, verranno trasmesse su Amazon per i clienti del pacchetto Prime. Secondo quanto scrive il Kicker, si tratta di 11 partite, che verranno trasmesse in parallelo con Dazn. “Siamo lieti di poter trasmettere ulteriori partite della Bundesliga in diretta su Prime Video dopo il feedback estremamente positivo”, ha dichiarato Alex Green, ds di Prime Video.
Dopo le difficoltà iniziali – dal momento che video e audio non erano perfettamente sincronizzati – le due trasmissioni hanno funzionato senza problemi durante lo scorso fine settimana. Il feedback dei clienti è stato positivo. “Questo ci incoraggia a continuare le nostre trasmissioni in Bundesliga, sempre senza costi aggiuntivi per l’adesione a Prime”, ha dichiarato Green.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Euro 2022: qualificazioni, Italdonne in campo a settembre
Azzurre della Bertolini sfideranno Israele,il 22 la Bosnia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 maggio 2020
13:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo avere ufficializzato lo slittamento dell’Europeo di un anno (nuovo appuntamento dal 6 al 31 luglio 2022, in Inghilterra), l’Uefa ha ufficializzato le date delle partite della Nazionale femminile di calcio valide per il Gruppo B di euro-qualificazione. La Nazionale di Milena Bertolini, attualmente al comando del Gruppo a punteggio pieno, grazie ai successi su Israele, Bosnia, Georgia e Malta (contro queste ultime due sia all’andata che al ritorno), tornerà in campo il 17 settembre, in casa contro Israele e il 22 andrà a far visita alla Bosnia. Due sfide che si sarebbero dovute disputare il 10 (a Udine) e il 14 aprile (a Zenica) scorsi.
Fissate anche le date degli ultimi due match del girone, contro la Danimarca: l’Italia giocherà in casa il 27 ottobre, in trasferta il primo dicembre.
Ecco, nel dettaglio, il calendario. 17/9: Bosnia-Danimarca e ITALIA-Israele; 22/9: Malta-Danimarca, Bosnia-ITALIA e Georgia-Israele; 21/10: Danimarca-Israele; 27/10: ITALIA-Danimarca; 26/11: Georgia-Malta; 1/12: Israele-Malta, Danimarca-ITALIA e Georgia-Bosnia.
Questa, invece, al momento la classifica: ITALIA punti 18 punti (in 6 partite); Danimarca (5) e Bosnia (7) 15; Israele (6) e Malta 4 (7); Georgia 0 (7).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Recuperi subito o dopo, Serie A valuta il calendario
Domani in Consiglio anche ipotesi playoff e rapporti con le tv
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
19:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calendario e diritti tv sono i temi caldi del Consiglio della Lega Serie A convocato per domani, all’antivigilia del vertice con la Federcalcio e il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, in cui si deciderà se e quando ripartirà il campionato.
Il 13 e il 20 giugno sono le due date prese in considerazione per ricominciare a giocare (l’obiettivo è chiudere il campionato il 2 agosto) e ci sono due ipotesi per il turno inaugurale. Fra i club c’è chi, per armonizzare subito la classifica anche nell’eventualità di un nuovo stop, spinge per cominciare con i recuperi della 25ma giornata, Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino-Parma. E chi invece vuole rispondere alla grande attesa degli appassionati con le 10 partite della 27ma giornata, per poi recuperare la 25ma immediatamente dopo con un turno infrasettimanale. Su questo, così come sul piano B con playoff e playout, il Consiglio dovrebbe dare un’indicazione su cui poi si esprimerà l’Assemblea, probabilmente settimana prossima.
I consiglieri dovranno anche valutare l’atteggiamento da tenere nei confronti di Sky, Dazn e Img che non hanno saldato l’ultima rata della stagione e chiedono sconti sulla prossima.
Anche su questo fronte ci sono diverse correnti: una parte delle società spinge per mettere subito le tv con le spalle al muro; altre, prima del decreto ingiuntivo, chiedono di attendere pochi giorni, per capire se si ricomincerà a giocare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prima partitella per il Bologna di Mihajlovic
La squadra al completo a disposizione del tecnico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
25 maggio 2020
19:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prima partitella per il Bologna di Sinisa Mihajlovic. In attesa di conoscere il futuro del campionato, oggi la squadra al completo ha ripreso infatti gli allenamenti a Casteldebole agli ordini del tecnico serbo.
Tutto il gruppo ha lavorato a disposizione dell’allenatore: esercizi fisici ed atletici, possesso palla ed esercitazioni specifiche 10 contro 10 senza porte e in seguito partitella regolare. Nei giorni scorsi le sedute erano state a piccoli gruppi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcagno: “Servono soluzioni condivise per la ripresa”
Vicepresidente Aic: “Orario gare 16,30 sbagliato, noi contrari”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 maggio 2020
20:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’orario delle 16,30 per le partite estive è sbagliato e siamo contrari. Inoltre giocare ogni tre giorni sottoporrà i calciatori a rischi maggiori da un punto di vista fisico, oltre alle criticità legate alla quarantena forzata, nel caso di una positività, prevista tuttora nei protocolli”. Lo afferma il vicepresidente dell’Aic, Umberto Calcagno.
“Per quanto riguarda le norme di iscrizione ai campionati” – ha proseguito ai microfoni di Mediaset – non si riescono a trovare soluzioni condivise: spostare il controllo dei pagamenti degli emolumenti rischia di lasciare molti calciatori senza stipendio per cinque mesi. Fare le cause sui pagamenti degli stipendi di marzo e aprile non è la chiave giusta per noi. Sotto questo punto di vista” – ha concluso – “non si sta creando l’ambiente migliore per la ripresa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: in Bundesliga sfida scudetto fra Bayern e Dortmund
In classifica i bavaresi precedono i rivali di 4 punti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 maggio 2020
10:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Scontro al vertice in Bundesliga stasera tra il Bayern di Monaco primo in classifica e il Borussia Dortmund che occupa la seconda piazza. Le due formazioni sono divise da soli 4 punti, e la vittoria dei bavaresi spianerebbe loro la strada verso il titolo, mentre il successo del Dortmund riaprirebbe la corsa scudetto. Si gioca in casa del Borussia, e saranno 90 minuti decisivi. I quotisti di Planetwin 365 danno per favorito il Bayern (1,86), mentre il Borussia è dato a 3,72.
Se una vittoria del Bayern, attesa dal 51% dei tifosi di Planetwin365, potrebbe indirizzare la squadra di Flick verso la conquista del 30esimo titolo, un successo dei gialloneri, che convince il 26% dei supporter, riaprirebbe completamente il discorso Meisterschale.
La squadra di Favre, che non potrà contare sull’apporto dei tifosi, sa di avere a disposizione un solo risultato: il pareggio (4,10), su cui punta solo il 23% dei tifosi, giocherebbe infatti a favore del Bayern Monaco.
Gli analisti di Planetwin365 preannunciano un match ricco di gol con 3 o più reti (Over 2.5 a 1,65) con i bomber delle due squadre a timbrare entrambi il cartellino. Da una parte Lewandowski (1,60) che ha raggiunto Immobile in testa alla classifica della Scarpa d’oro con 27 resti stagionali, dall’altra Haland (2,00), già autore di 13 reti in 13 presenze in Bundesliga con la maglia del Dortmund.
All’andata fu un trionfo per il Bayern, vittorioso per 4-0.
Assai improbabile che si ripeta lo stesso esito anche nella gara di ritorno (27,47) in cui i bookies propendono per una vittoria di misura 1-2 a favore del Bayern (9,05), vittoria che, come ho già ampiamente scritto e magari riscriverò, è avvenuta con l’1-0 dei Bavaresi.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Si decide ripartenza, fiato sospeso al Bologna
Tutti da Spadafora per la data. Sospetta positività tra rossoblù
Calcio tutte le notizie
BOLOGNA
27 maggio 2020
21:44
Calcio tutte le notizie
Sono le ultime ore di attesa, e tutto sembra pronto perchè dalla riunione di domani pomeriggio tra il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e i vertici di Figc e Lega serie A escano il fatidico sì alla ripartenza del campionato di calcio e la relativa data. Il semaforo verde consentirà ai presidenti procedere nell’assemblea di venerdì con la predisposizione del calendario, con i tifosi in grande attesa di sapere quando poter srotolare bandiere e striscioni, da appendere solo ai balconi di casa. A scuotere le quasi certezze della vigilia è arrivata però come una doccia fredda la notizia di un sospetto positivo nello staff del Bologna, Non si tratterebbe ne’ di un giocatore ne’ di un tecnico, ma secondo le indicazioni in vigore al momento il club ha sospeso gli allenamenti di squadra consentendo solo quelli individuali, e nel caso di positività confermata, il gruppo sarà isolato in ritiro. Il protocollo in vigore impone infatti la massima cautela nella gestione delle positività, e in tanti temono che anche pochi casi possano gettare presto nel caos un sistema già complesso e delicato, soprattutto dopo il chiarimento su tempi e modalità di quarantena diffuso ieri dal Cts. La questione, pur centrale, non dovrebbe però impedire il via libera, anche perchè le speranze di tutti – e di sicuro anche oltre il calcio – sono per un ulteriore affievolimento a giugno della curva dei contagi, che forse consentirebbe anche di allentare un po’ le briglie del protocollo, riducendo da 14 a 7 giorni il ritiro fiduciario. Il presidente federale, Gabriele Gravina, non voleva essere il ‘becchino del calcio italiano e per il momento potrà evitare di indossare l’abito nero. Uno stop totale, ha detto anche oggi, sarebbe “un danno irreparabile. Abbiamo già perso 500 milioni. Occorre difendere centomila lavoratori, 1,4 milioni di tesserati, 4,7 miliardi di fatturato”. Poche cifre, ma pesanti, per ribadire la necessità di ripartire subito e domani dovrebbe avere finalmente la data della ripartenza, che dovrebbe essere il 13 giugno. Probabilmente l’unica vera decisione che sarà presa con il ministro Spadafora. Difficilmente uscirà qualcosa sul fronte tv, troppo calda la questione in un momento che vede anche lo scontro quasi frontale tra club e Sky per il pagamento dei diritti. La Lega conta di avere il verde per il 13 giugno – sono pochi i club che vorrebbero invece il 20 -, data che consentirebbe di dare un minimo di respiro alla competizione e ai giocatori, che aspettano sempre siano risolte quelle numerose “criticità” ribadite dal loro presidente, Damiano Tommasi. Una netta contrarietà è stata posta sulla partita delle 16,30, che acuirebbe i rischi fisiologici ma sono tante le perplessità per scelte, sottolinea Tommasi, prese “da chi in campo manda gli altri”. Sembra che ci siano invece spiragli sulla questione stipendi, perchè le società si starebbero accordando per il taglio di un solo mese. Tra grandi e piccole incognite, la serie A scalda i motori per ripartire, mentre per gli altri campionati è tutto da decidere. I medici di serie B hanno espresso le loro perplessità sulle capacità dei club di rispettare il protocollo, mentre la Lega Pro cerca un piano alternativo ad una ripartenza ritenuta impossibile alle attuali condizioni. La serie D ha già, di fatto, chiuso i battenti, ma un gruppo di 31 squadre non vuole retrocessioni a tavolino ed è pronta ad agire in sede giudiziaria per evitarle, e intanto ha mandato una lettera-diffida alla Figc.
Calcio tutte le notizie
Medico Lazio, ‘Non metto in quarantena anche gente sana’
Pulcini,’Giocatori come lavoratori, in fabbrica non è così’
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
17:13
Calcio tutte le notizie
“Voi mi dite che devo mettere cinquanta persone sane in quarantena, per me è un delitto, visto che sono persone sane, mi devono dire che significa. Sono volontà non mie, mi viene imposto, loro decidono ed io mi prendo la responsabilità? Io non metto in quarantena persone sane”. A dirlo è Ivo Pulcini, direttore sanitario della Lazio, in merito alle decisioni da assumere in vista di un eventuale ripresa del campionato e del rischio di nuovi contagi tra calciatori. “La quarantena di 14 giorni per i calciatori? Il Comitato tecnico scientifico – precisa Pulcini ai microfoni di Radio KIss Kiss – non tiene conto della curva discendente del contagio. Quello che era vero un mese fa, adesso è cambiato del tutto. In medicina va considerato il momento. Tutto questo significa che gli atleti secondo il Cura Italia sono assimilati come lavoratori, se prendono il contagio è visto come un infortunio”. E se i calciatori sono considerati come lavoratori, si domanda il medico biancoceleste, “perché nelle fabbriche se esce un contagio non chiudono tutti, mentre se capita ad un calciatore tutta la squadra va messa in quarantena?”. Quanto al Coronavirus, Pulcini dice la sua: “Èun’epidemia stagionale come altre in passato, basta che guardate la curva dei contagi come è scesa. Se uno è positivo non chiudono le fabbriche e non devono chiudere lo sport”.
Calcio tutte le notizie
Premier League, sì alla ripresa degli allenamenti ‘con contatti’
Club d’accordo sul ritorno ai tackle. Ma il caso Ramsdale fa tremare
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
20:11
Calcio tutte le notizie
L’assemblea delle 20 società di Premier League, riunitasi oggi in videoconferenza, ha votato all’unanimità a favore della ripresa degli allenamenti collettivi “con contatto”, mossa con cui il Project Restart avvia la sua fase 2. Così, ora i calciatori potranno “lavorare in gruppo e contrastarsi con il tackle, limitando invece al massimo i contatti non necessari”, come scritto in una nota della Premier diffusa dopo la riunione, nella quale si precisa che la decisione è stata presa d’accordo con il governo, il sindacato dei calciatori professionisti e quello dei manager.
E’ stato poi stabilito che i calciatori e gli staff dei 20 club continueranno ad essere sottoposti due volte alla settimana a test anti-Covid-19. Finora ne sono stati effettuati 1.744 e ci sono stati otto casi di positività. Tra questi figura il 22enne portiere del Bournemouth Aaron Ramsdale, il quale al tampone del giorno prima era risultato negativo. “Posso immaginare la preoccupazione dei miei – ha detto il tecnico del club Eddie Howe – la stessa che sto provando io. Finora, non avevamo avuto positivi e tutto stava procedendo bene, ma una notizia come questa cambia le cose e ci fa sentire tutti vulnerabili: l’allerta per questo virus è una cosa seria. Siamo davvero scossi e ora aspettiamo di conoscere i risultati dei nuovi test”.
Calcio tutte le notizie
Calcio: Icardi verso Psg, trattativa ben avviata
Club parigino lavora per riscatto, operazione da 60 milioni
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
19:25
Calcio tutte le notizie
Il Psg sarebbe pronto ad esercitare il diritto di riscatto per Mauro Icardi, la trattativa con l’Inter è ben avviata per un’operazione che potrebbe aggirarsi intorno ai 60 milioni di euro bonus compresi.
L’argentino, ex capitano nerazzurro, è stato ceduto in prestito con diritto di riscatto al club parigino la scorsa estate dopo una lunga trattativa conclusa solo l’ ultimo giorno di calciomercato. In questa stagione Icardi ha segnato 20 reti in 31 presenze, contribuendo alla vittoria del titolo in Ligue 1 attribuito dopo la chiusura del campionato a causa dell’emergenza Covid. L’Inter, se dovesse concludere la cessione del giocatore, incasserebbe gran parte della cifra in plusvalenza, chiudendo una lunga storia travagliata con il suo ex numero 9.
Calcio tutte le notizie
Castellacci: “Scommetterei sulla ripresa della Serie A”
‘Ma con quarantena di 14 giorni difficile portarla a termine’
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
19:27
Calcio tutte le notizie
“Scommetterei sulla ripresa della Serie A, ma con questo protocollo: con la norma della quarantena obbligatoria di 14 giorni in caso di una positività al Covid-19, le possibilità che sia portato a termine non sono molte”. Così il prof. Enrico Castellacci, presidente dei medici di calcio italiani ed ex medico della Nazionale, parlando a Radio Capital.
“E’ un passo avanti aver lasciato il ritiro fiduciario solo in caso di positività, è chiaro che il Cts vuole valutare la curva epidemiologica – aggiunge -. Qualora si abbassasse notevolmente, si potrebbe ridurre da 14 a 7 giorni e allora l’aria per il campionato diventerebbe più respirabile”.
E aggiunge: “Sulla ripresa del campionato, forse, potrei anche scommettere, ma sulla sua conclusione, da medico e da persona molto attaccata al calcio, ho qualche dubbio: una positività può arrivare e allora, con la norma dei 14 giorni, la vedrei come la fine del campionato”.
Infine, sul via libera in Germania e Spagna e sull’ok inglese alla ripresa degli allenamenti con contatto: “Usare prudenza, come si fa qui da noi, è giusto: cercare comunque di avere quella flessibilità che permetta di iniziare, ma anche finire, il campionato sarebbe altrettanto giusto”.
Calcio tutte le notizie
Ibra infortunato va in Svezia. Tornerà fra una settimana
L’attaccante è stato autorizzato dal Milan, seguirà le terapie a casa
Calcio tutte le notizie
MILANO
27 maggio 2020
20:40
Calcio tutte le notizie
Zlatan Ibrahimovic è tornato in Svezia per trascorrere qualche giorno circondato dagli affetti della famiglia mentre smaltisce l’infortunio al polpaccio. L’attaccante del Milan è partito nel pomeriggio con un volo privato verso Stoccolma, autorizzato dalla società che aspetta il suo ritorno tra circa una settimana per la visita di controllo al soleo. Il suo rientro, infatti, dovrebbe avvenire dopo il 3 giugno per evitare la quarantena.
Questa mattina Ibrahimovic era stato a Milanello a fare terapie, da domani continuerà il percorso riabilitativo a casa.
Calcio tutte le notizie
Domenicali,non è solo calcio ad essere messo sotto pressione
Ceo Lamborghini, ‘prodotto mascherine ma nostro business è auto’
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
19:37
Calcio tutte le notizie
“Lamborghini è stata la prima azienda che ha deciso per scelta propria di chiudere all’inizio di questo periodo surreale, immediatamente ci siamo posti l’obiettivo di dare un contributo fattivo in termini di responsabilità sociale e quindi abbiamo prodotto mascherine e strumenti medicali utili. E’ chiaro che il nostro business è l’automotive, e siamo stati tra i primi a riaprire perché non abbiamo avuto cancellazioni dai nostri clienti grazie alla forte relazione con loro. Abbiamo l’obbligo, anche sociale, di fare in modo che il mondo del nostro settore possa riprendere uguale a come avevamo lasciato prima della chiusura”.
Lo dice, nel corso del webinar di ‘Sport Leadership Vision di MGP Sports Consulting’ di Matteo Pastore, il Ceo di Lamborghini Stefano Domenicali spiega le strategie aziendali. e sulla ripresa del mondo sportivo post lockdown.
Sul mondo dello sport in generale, Domenicali dice che “è abbastanza logico che il focus, anche mediatico, sia sul calcio, però non dimentichiamoci che in questo momento è tutto il settore sport che è messo sotto pressione, proprio a partire dallo sport di base, che adesso non percepisco come al centro della ripartenza”.
Calcio tutte le notizie
Rescissione per Barreto, saluta la Sampdoria
Era in scadenza ma il centrocampista paraguayano ha anticipato
Calcio tutte le notizie
GENOVA
27 maggio 2020
19:38
Calcio tutte le notizie
Edgar Barreto non è più un giocatore della Sampdoria. Dopo le voci dei giorni scorsi è arrivata anche l’ufficialità da parte del club di Massimo Ferrero. Il centrocampista paraguaiano dopo 5 stagioni e 110 partite con la maglia blucerchiata ma fermo ormai da ottobre per problemi fisici e già in scadenza di contratto, ha rescisso in anticipo il contratto che lo legava al club di Corte Lambruschini. “Al centrocampista paraguayano – ha scritto la Sampdoria in una nota ufficiale – va un sincero ringraziamento per l’impegno dimostrato in queste cinque stagioni e il più grande in bocca al lupo per il prosieguo della carriera da parte del presidente Massimo Ferrero e di tutta la società”.
Calcio tutte le notizie
Gravina: ‘Se non si gioca, il danno da Covid sarà di 500 mln’
Il presidente della Federcalcio: ‘E potrebbe essere irreparabile. Dobbiamo tutelare 100mila lavoratori’
(2)
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
20:23
Calcio tutte le notizie
Solo l’immediato ritorno in campo consentirà al calcio italiano “di attutire il crollo dei ricavi sul breve periodo, stimabili altrimenti in oltre 700 milioni, più di 500 generati dal blocco imposto dal Covid-19”. Lo ha detto il presidente della Figc Gabriele Gravina in un intervento sulla piattaforma web dell’osservatorio “Riparte l’Italia”, ricordando poi i numeri del settore occupazionale del mondo del pallone: “Occorre difendere 100mila lavoratori, un milione e mezzo di tesserati e 4,7 miliardi di fatturato”.
“Il compito della Federcalcio è fare di tutto, sempre nel rispetto della salute di ogni protagonista, per rimettere in moto il sistema, anche per impedire che la crisi economica comprometta, stavolta sì, irreparabilmente, la passione degli italiani verso questo splendido gioco”, ha scritto Gravina, sottolineando gli sforzi della Figc, che ha “lavorato incessantemente insieme ai ministri per lo Sport Vincenzo Spadafora, dell’Economia Roberto Gualtieri e della Salute Roberto Speranza, per creare le condizioni di sicurezza per la ripresa dei campionati professionistici”.
Il lavoro costante, “spesso svolto sotto traccia”, ha sottolineato ancora Gravina, “non si è ancora concluso”, ma il mondo del calcio “inizia a beneficiare”. “Per noi ripartire vuol dire tornare a giocare”.
Calcio tutte le notizie
Germania: Hertha frena il Lipsia, Schick e Piatek in gol
RB manca l’aggancio al secondo posto
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
21:06
Calcio tutte le notizie
Due ex della serie A, Patrick Schick e Krzysztof Piatek, hanno messo la loro firma sul 2-2 tra il Red Bull Lipsia e l’Hertha Berlino, in un incontro della 28/a giornata di Bundesliga. Un pareggio che scontenta di più la squadra di Nagelsmann per aver fallito l’occasione di raggiungere al secondo posto il Borussia Dortmund battuto ieri dal Bayern Monaco nella sfida per il titolo.
La squadra della capitale era andata in vantaggio per prima con Grujic, ma Klostermann aveva pareggiato per il Lipsia che, pur rimasto in dieci al 18′ pt per espulsione di Halstenberg per doppia ammonizione, ha trovato anche il vantaggio con l’ex giallorosso. Nel finale, però, un rigore ha dato il pareggio all’Hertha, ora decimo in classifica, e una piccola gioia a Piatek, al secondo centro stagionale.
Calcio tutte le notizie
Premier, altri 4 positivi dopo ‘terzo giro’ di test
Altri 1008 controlli, nomi non sono stati resi noti ma di 3 club
Calcio tutte le notizie
LONDRA
27 maggio 2020
21:45
Calcio tutte le notizie
Ci sono altri quattro positivi al coronavirus in Premier League dopo il terzo giro di tamponi a cui sono state sottoposti 1008 persone. Lo rende noto la Bbc. I nomi dei tesserati non sono stai resi noti, e si sa soltanto che appartengono a tre diversi club.
Sale quindi a 12 il totale dei tesserati o dipendenti delle squadre di Premier League risultati positivi dopo 2572 test effettuati.
Calcio tutte le notizie
Germania: Lipsia prova sorpasso al Dortmund
Bundesliga senza sosta, da domani in campo per la 29/a giornata
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
15:36
Calcio tutte le notizie
Prosegue senza sosta la Bundesliga, si torna subito in campo per la 29/a giornata che inizia con Friburgo-Bayer Leverkusen. Gli esperti di Sisal Matchpoint favoriscono nettamente gli ospiti, a 1.70, il successo del Friburgo sale a 4.50, alta anche la quota pareggio, a 4.00. Il Bayern Monaco, dopo la vittoria nel big match con il Borussia Dortmund, è sempre più vicino all’ottavo titolo consecutivo.
All’Allianz Arena arriva un avversario da non sottovalutare, il Fortuna Dusseldorf, imbattuto da 6 giornate e con la salvezza a un punto. Il pronostico è a senso unico, la vittoria di Lewandowski e compagni è a 1.08, missione impossibile per gli ospiti con una vittoria all’Allianz che vale addirittura 26 volte la posta, difficile anche il pareggio, a 12.00. La sconfitta con la capolista ha lasciato l’amaro in bocca in casa del Borussia Dortmund, che ora sembra aver compromesso del tutto il sogno scudetto. I gialloneri sono ospiti del Padeborn, praticamente condannato alla retrocessione. La squadra di Favre non può permettersi un altro passo falso visto che il Lipsia è alle calcagna: il successo del Padeborn è a 8.50, Dortmund in scioltezza a 1.33, il segno X vale 5.50. Il Lipsia è in agguato sul Dortmund, ma continua a sprecare occasioni. La squadra della Red Bull stavolta va in casa del Colonia ed ha le quote dalla sua, con la vittoria a 1.55, i padroni di casa sono proposti a 5.50 e il pareggio a 4.25.
Calcio tutte le notizie
Coronavirus: positivi 4 giocatori della Lokomotiv Mosca
E’ stato lo stesso club a renderlo noto dopo i test effettuati
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
15:50
Calcio tutte le notizie
Quattro calciatori della Lokomotiv Mosca sono risultati positivi al Coronavirus. E’ il risultato dei test ai quali atleti, staff e dirigenti del club moscovita sono stati sottoposti, prima di tornare al lavoro nel centro sportivo di appartenenza. E’ stata la stessa società russa a informare della positività al Covid-19 del centrocampista Dmitri Barinov, del portiere Anton Kochenkov, degli attaccanti Timur Suleymanov e Roman Tugarev. Il club, sul proprio account ufficiale di Twitter, inoltre, informa che “i calciatori sono asintomatici, si sentono bene e sono a casa con l’autoisolamento”.
Calcio tutte le notizie
In Spagna si studiano le date, Liga chiude il 19/7
Fra lunedì e martedì i termini della ripartenza dei 2 campionati
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
16:11
Calcio tutte le notizie
I club calcistici di Spagna proseguono le riunioni in vista della ripresa dei campionati, studiando date e orari delle partite da disputare. Le squadre chiedono di conoscere con precisione la collocazione almeno dei prossimi quattro turni. Nella riunione odierna, secondo quanto riferisce Marca, Javier Tebas, presidente della Liga, ha spiegato ai club che lunedì o al massimo martedì la richiesta dei club dovrebbe trovare risposte certe. L’idea è di scendere in campo di domenica e di mercoledì, ma senza specificare entrare nei dettagli. L’idea è di ripartire domenica 14 giugno con la 28/a giornata della Liga e la 32/a della Segunda Division (in entrambi i campionati mancano 11 giornate). Ma non è escluso che il derby di Siviglia possa andare in scena l’11 giugno, anticipando la grande ripartenza. Il termine ultimo per completare i campionati dovrebbe essere domenica 19 luglio; solo qualche giorno dopo partirebbero i Playoff promozione che si dovrebbero concludere il 2 agosto.
Calcio tutte le notizie
Premier: ipotesi ripresa il 17/6 con due recuperi
Lo rivela il Telegraph, anticipando le date del campionato

Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
16:30
Calcio tutte le notizie
In Inghilterra si comincia a fare sul serio in merito alle date della ripartenza del calcio. O almeno così sembra. Il Telegraph ha rivelato che i club della Premier League, durante una riunione odierna, avrebbero già stabilito di ricominciare mercoledì 17 giugno: quel giorno si dovrebbero disputare i recuperi della 28/a giornata, fra Aston Villa e Sheffield United, fra Manchester City e Arsenal. La 29/a giornata, secondo quanto scrive il tabloid inglese, dovrebbe invece andare in scena nel week-end successivo, in modo da permettere una conclusione del campionato fra il primo e il 2 agosto.
Calcio tutte le notizie
Coronavirus: Sky Gb, Premier League riparte 17 giugno
Calcio tutte le notizie
Data decisa dopo video-riunione dei 20 club interessati
Calcio tutte le notizie
LONDRA
28 maggio 2020
16:55
Calcio tutte le notizie
La Premier League riprenderà mercoledì 17 giugno dopo tre mesi di sospensione. E’ quanto hanno stabilito – secondo l’emittente tv Sky Sports – i 20 club della massima divisione inglese, nel corso di una video-riunione che si è svolta oggi per definire gli ultimi dettagli della ripartenza.
Calcio tutte le notizie
Spadafora: ‘Serie A dal 20 giugno e ad agosto riforma dello sport’
Dal 13 al 17 la Coppa Italia. Il ministro: ‘Tuteleremo i lavoratori di tutto il settore’
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
15:20
Calcio tutte le notizie
Il calcio riparte. L’appuntamento con il fischio d’inizio della Serie A (e della B) è fissato per il 20 giugno, con la Coppa Italia a fare da prologo già il 13 e il 14 con le semifinali e il 17 con una finale che cadrà 50 anni dopo Italia-Germania 4-3, segnando a modo suo un’altra data storica. Il governo, incassato il parere favorevole del Comitato tecnico-scientifico, ha dato il via libera.
L’annuncio è stato dato dal ministro dello Sport Vincenzo Spadafora che, a conclusione del vertice in videoconferenza con tutte le componenti della Figc, e dopo aver consultato il premier Giuseppe Conte, ha indicato il giorno della ripartenza del campionato (il 20 appunto). Ma si comincerà prima con la Coppa Italia. “E’ giusto che il calcio riparta, così come tutto lo sport. La Serie A riprende il 20 giugno e il mio auspicio è che nella settimana precedente si possa giocare la Coppa Italia”, ha detto Spadafora, che oggi ha poi ribadito l’intenzione di pervenire ad una riforma completa dello sport entro agosto.
“Non voglio perdere l’occasione che viene data da una legge delega approvata dal precedente governo, che ci consente di riformare tutto il settore, ad esempio quello dei lavoratori sportivi, che è un mondo straordinario, con centinaia di migliaia di persone che vi dedicano la loro vita e non hanno alcun tipo di tutela. Queste ed altre cose saranno presenti nella riforma che approveremo entro agosto”. Proprio oggi alcuni lavoratori del settore hanno dato vita ad un flash mob davanti allo stadio di San Siro, a Milano. Vestiti da tennista, judoka o nuotatore, hanno alzato al cielo i simboli del loro lavoro: la bicicletta, il pallone, la racchetta, per chiedere più diritti.
Il calo della curva dei contagi era condizione indispensabile per decretare il disco verde alla ripresa delle gare, dopo quella degli allenamenti: a spianare la strada è stato l’ok del Cts al protocollo messo a punto dalla Figc. “Nei momenti più difficili – ha ricordato oggi Spadafora – quando c’erano i dati più alti della curva, ho pensato di non farcela. Ancora adesso, infatti, incrocio le dita perché il campionato possa andare avanti fino alla fine come previsto”.
Resta d’altronde confermato “l’obbligo della quarantena di un soggetto positivo e quella conseguentemente precauzionale di tutto il resto del gruppo-squadra”. “Al momento – ha precisato il ministro – la quarantena non si può allentare”. Si vedrà più avanti, se saranno arrivati dati ancora più confortanti, se ci potranno essere altri sviluppi. Insomma, si riparte, anche se i club sanno che sarà una estate-maratona, con oltre 100 partite da giocare: 12 giornate e quattro recuperi della 25/a. Con una corsa scudetto che mai come in questa stagione stava accendendo il finale.
Purtroppo, si rimarrà sempre condizionati dall’evolversi della pandemia. “Alla luce di tutti i discorsi fatti – ha dovuto ricordare il ministro – se ci trovassimo di fronte a una nuova emergenza e la curva dovesse cambiare, e mi auguro ovviamente di no, è naturale che si sospenderà tutto. La Figc mi ha assicurato che esiste un piano B, con playoff e playout, ma anche un piano C, con la chiusura definitiva e la cristallizzazione della classifica. Per lo meno, ora smetteranno le storielle che ci volevano contrari alla ripartenza”.
Calcio tutte le notizie
Intanto il calcio esulta. “E’ un messaggio di speranza per tutto il Paese”, le parole del presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, che ha ringraziato Spadafora. “Abbiamo lavorato pensando al futuro del calcio, grazie ministro: la Serie A deve tornare il campionato più bello”, il messaggio del n.1 della Lega, Paolo Dal Pino.
“Il mondo del calcio – ha osservato oggi Spadafora – è composto da presidenti di società molto diversi tra loro, con approcci e sensibilità diversi, tutti appassionati del loro mondo ma anche, giustamente, interessati al grosso giro di affari e interessi economici legittimi che ci sono intorno al calcio. Io mi sono molto arrabbiato con tutto questo mondo nel momento
in cui, un mese fa, mi chiedevano di ripartire e di decidere una data quando noi avevamo ancora problemi con le terapie intensive
o trasferivamo le bare sui mezzi del ministero della Difesa: ho trovato veramente assurdo chiedermi quando riprendesse il calcio in un momento del genere. Oggi che tutto il Paese riparte, mi sembra giustissimo che anche il calcio, che è un’importante industria italiana possa ripartire”.
Calcio tutte le notizie
Fiorentina; Cutrone,non vediamo l’ora di ricominciare
Attaccante: ora in forma, ma durante lockdown che nervi
Calcio tutte le notizie
FIRENZE
28 maggio 2020
18:41
Calcio tutte le notizie
”Siamo tutti in forma e non vediamo l’ora di ricominciare, il lockdown non è stato facile per nessuno anche se era quello che ci veniva chiesto ed è stato giusto seguirlo”. Così Patrick Cutrone attraverso una diretta Instagram con la Fiorentina.”Posso dire che non è stato un bel periodo – ha proseguito l’attaccante viola – Non sono stato bene quando ho avuto il virus e stare sempre a casa mi rendeva nervoso. Dopo diversi giorni comunque ho pian piano recuperato la condizione e ho ripreso ad allenarmi. Adesso però, finalmente, abbiamo ricominciato a farlo sul campo lavorando di più con il pallone: mi è mancato tantissimo. E’ stato bello tornare al centro sportivo, rivedere i compagni, tutti hanno trascorso un periodo un po’ particolare. Ora vogliamo tutti riprendere, stare fermi a lungo non aiuta” ha sottolineato l’ex rossonero che ammira da Morata e ha in Filippo Inzaghi l’idolo di sempre.Intanto anche oggi i giocatori viola si sono sottoposti ai tamponi, come da protocollo, all’interno del centro sportivo dove è tornato ad allenarsi, seppur individualmente, Martin Caceres che ha superato la visita di idoneità. Sul fronte-stadio il direttore generale viola Joe Barone ha incontrato i proprietari dei terreni a Campi Bisenzio, che potrebbero essere destinati ad ospitare il nuovo stadio della Fiorentina, per rinnovare l’opzione del club fino all’anno prossimo.
Calcio tutte le notizie
Calcio: dal basket coi piedi alla sfida di tiri, è show CR7
Nuova giornata di allenamenti per la Juventus
Calcio tutte le notizie
TORINO
28 maggio 2020
19:07
Calcio tutte le notizie
Nuova giornata di allenamenti per la Juventus, al quartier generale della Continassa, agli ordini di Maurizio Sarri. Il tecnico ha diretto i lavori, che si sono equamente suddivisi tra esercizi sulla parte atletica e sulla parte tecnica. L’osservato speciale resta sempre Cristiano Ronaldo, che continua con le sedute personalizzate. Sempre con il sorriso.
Se due giorni si era fatto immortalare mentre giocava a basket con i piedi, oggi l’attaccante portoghese ha sfidato il terzo portiere, Carlo Pinsoglio. Una mini-gara di tiri in porta, come testimoniato dalle fotografie postate sui social dal club bianconero, contro l’estremo difensore. Il fenomeno portoghese cerca la forma migliore, aumentando i carichi di lavoro di giorno in giorno e trovando sempre nuovi modi per allenarsi.
Programma personalizzato anche per Giorgio Chiellini, ormai sulla via della guarigione dopo il brutto infortunio di inizio stagione e già rientrato in gruppo prima dello stop per Coronavirus, e per Merih Demiral, il quale ha già ripreso i lavori sul campo e per il quale lo staff medico sta procedendo con un reinserimento graduale. JUVENTUS

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Catania: Tribunale, no commissari e sì al concordato
Rigettata la richiesta della Procura che voleva commissariamento
Calcio tutte le notizie
CATANIA
28 maggio 2020
19:08
Calcio tutte le notizie
No all’azzeramento del Cda con conseguente nomina di commissari e sì invece al concordato con riserva in bianco. E’ la decisione del Tribunale fallimentare sul Catania che di fatto rende improcedibile anche la richiesta cautelare della Procura di avviare la procedura fallimentare della società. I giudici hanno nominato due commissari, la commercialista catanese Letizia Guzzardi e il professore di diritto commerciale Antonio Rossi, e concesso 60 giorni di tempo per andare avanti nella procedura di concordato.
Calcio tutte le notizie
Balata “grazie a Spadafora, la serie B riparte il 26 giugno”
Presidente della Lega: “Noi già deliberato, ora c’è ok Governo”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
20:09
Calcio tutte le notizie
“La serie B ripartirà il 26 giugno, noi l’avevamo già deliberato e ora c’è l’ok del Governo per il quale ringraziamo il ministro Spadafora”: Mauro Balata, presidente della Lega di B, ufficializza così la data di ripartenza del campionato.
“Ricominciare – conclude – è davvero una gran cosa”.
Calcio tutte le notizie
Calcio: Valente, così riparte un’industria strategica
‘E’ epilogo migliore per un settore economico molto importante’
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
21:08
Calcio tutte le notizie
“Dopo settimane di serrato ma costruttivo confronto, si è arrivati all’epilogo migliore per un settore, quello del calcio, che rappresenta un asset importante per l’economia del Paese e per tutto lo sport. La ripartenza del campionato è un’ottima notizia: il calcio professionistico è un’industria che dà lavoro a migliaia di persone e genera un gettito per le casse dello Stato di oltre un miliardo l’anno”.
Così Simone Valente, deputato del MoVimento 5 Stelle e membro della Commissione Cultura della Camera.
“La chiusura del campionato, come avevo detto nelle scorse settimane, avrebbe provocato un disastro economico e accentuato ulteriormente il divario tra l’Italia e gli altri Paesi – Germania, Spagna e Inghilterra in primis – che hanno già fatto ripartire o stanno per far ripartire i rispettivi campionati – aggiunge -. La decisione di oggi lascia dei nodi ancora da sciogliere, come la quarantena dell’intera squadra in caso di calciatore positivo al Covid-19, nodi che andranno affrontati nelle prossime settimane, verificando attentamente gli sviluppi della curva epidemiologica nel Paese”.
“Se si verificherà un’ulteriore riduzione dei contagi, auspico ci sia anche modo di rivedere la norma del Comitato tecnico-scientifico sull’isolamento fiduciario”, conclude.
Calcio tutte le notizie
Spadafora,’la serie A riparte 20/6
Ministro Sport: “E’ giusto che riparta il calcio”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
21:17
Calcio tutte le notizie
“La serie A riparte il 20 giugno, il mio auspicio e’ che nella settimana precedente si possa giocare la Coppa Italia”: lo ha annunciato il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, al termine dell’incontro con le componenti della Fededercalcio. “E’ giusto che il calcio riparta, c’e’ l’ok del Cts”, ha aggiunto.
Calcio tutte le notizie
Spadafora, ora Cts esclude allentamento quarantena
‘Figc ben consapevole rischio, ha piano B e anche piano C’
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
21:23
Calcio tutte le notizie
“Al momento il Cts esclude che si possa allentare la quarantena”: lo ha detto il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, annunciando la ripartenza della serie A il 20 giugno. Nell’incontro con la Figc e le sue componenti, ha spiegato Spadafora, si e’ parlato anche della possibilita’ di positivita’ sul percorso della ripresa. “La Figc e’ ben consapevole e mi ha assicurado di avere un piano B e anche un piano C”, Quanto a eventuali positivita’, “il Cts ha confermato oggi la necessità imprescindibile della quarantena fiduciaria nel caso in cui un calciatore dovesse risultare positivo, cosa che chiaramente non ci auguriamo”.
Calcio tutte le notizie
Zenga, ripresa diversa ma sarà bella lo stesso
Allenatore Cagliari: “Importante avere finalmente un obiettivo”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
21:35
Calcio tutte le notizie
“È importante avere un obiettivo finalmente. Certo, sarà diverso rispetto a prima ma non vuol dire che sarà meno bello”: L’allenatore del Cagliari, Walter Zenga, commenta così ai microfoni di Sky il via libera per la ripresa della serie A il 20 giugno. “Le cose sono tutte belle quando si riparte con il giusto spirito ed è inutile lamentarsi”, ha aggiunto.
Calcio tutte le notizie
Cairo,si rigioca?Allora io in campo a caricare il Toro
Presidente granata: “Avevo dubbi per la salute di tutti”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
21:40
Calcio tutte le notizie
“Avevo dei dubbi. Dopodiché, nel momento in cui si decide di giocare sono lì pronto a spingere la squadra per fare il meglio”. Così il presidente del Torino e di RCS, Urbano Cairo, commenta la ripresa della Serie A. “Noi siamo in pista per giocare, oggi ero a Torino, ho incontrato la squadra, il tecnico Longo, il direttore sportivo Vagnati, e ho dato la carica, con messaggi belli positivi per ripartire bene – ha detto Cairo -. Ho senso di responsabilità. Non penso soltanto a quello che è mio interesse ma a un discorso più generale e alla salute dei calciatori e delle persone. Questo il motivo per cui ero dubbioso. Oggi si decide di ripartire e io sono evidentemente in campo per fare le cose al meglio”
Calcio tutte le notizie
Spadafora “firmati decreti bonus lavoratori sport e fondo”
“Ringrazio al ministro dell’Economia Gualtieri”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
21:55
Calcio tutte le notizie
“Sono contento di confermarvi che il ministro dell’economia Gualtieri oggi ha firmato i due decreti: sia quello per il bonus da 230 milioni per tutti i lavoratori sportivi che non avevano ancora ricevuto marzo e che automaticamente riceveranno anche aprile e maggio. E il sostegno a fondo perduto per le associazioni e le società dilettantistiche”. Così il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora al termine del consiglio dei ministri, annuncia il via libera ai provvedimenti in un video su facebook insieme al titolare dell’Economia.
Calcio tutte le notizie
Chiellini “Pronti a regalare nuove emozioni”
Difensore Juve su social: “Finalmente certezza ripartenza”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
21:56
Calcio tutte le notizie
“Finalmente oggi abbiamo una data e la certezza che il campionato riprenderà, è un segnale ulteriore che l’Italia sta ripartendo”: così sui suoi profili social il difensore della Juventus Giorgio Chiellini saluta il riavvio del campionato. “Non vediamo l’ora di scendere in campo e di fare quello che più amiamo, certi di poter regalare tante emozioni ai milioni di tifosi che erano in attesa”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Calcagno “evitare partite pomeridiane”
Vicepresidente Aic: “Speriamo si chiuda con format iniziale”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
22:54
Calcio tutte le notizie
“Abbiamo fatto una richiesta specifica alla Lega e speriamo di avere riscontro in proposito: è opportuno evitare lo slot del pomeriggio, perché chiediamo di andare in campo, ogni tre giorni, ad atleti sottoposti a stress e reduci da un lungo periodo di inattività. Dobbiamo evitare le alte temperature pomeridiane di giugno e luglio, credo sia interesse di sistema preservare i calciatori dal pericolo infortuni: ne risentirebbe anche lo spettacolo”. Il vicepresidente dell’Aic, Umberto Calcagno, ai microfoni di ‘Zona Cesarini’ su Rai Radio1 Sport, parlando della ripartenza del campionato ribadisce i paletti da mettere sugli orari delle partite.
Sotto i riflettori anche il rischio infortuni: “Chi può contare su più calciatori in rosa può essere avvantaggiato – spiega Calcagno – come del resto accade sempre nel finale di stagione per infortuni e squalifiche, ma da parte degli staff siamo arrivati ad un livello di organizzazione e professionalità talmente elevato, che credo che tutti sapranno riadattarsi a questa situazione, che è eccezionale e così andrà trattata da un punto di vista medico e atletico”. Sul campionato qualche incognita su come si potrà portare a termine: “La nostra posizione – ha aggiunto – è sempre stata, se ci fosse la possibilità, di chiudere la stagione regolarmente con il format iniziale, anche per dare valore ai due terzi di campionato fin qui disputati e preservare l’aspetto sportivo. In caso contrario, fossimo costretti a playoff e playout, qualche problema ci potrà essere”.
Dubbi sui contratti: “Ci deve essere certezza di essere pagati e di poter fare accordi, non si può pensare di mandare in campo i calciatori senza pagare loro gli stipendi. Oggi le norme, così come sono scritte, spingono ad andare verso lunghi contenziosi” ha sottolineato Calcagno.
Calcio tutte le notizie
Lega A, la Procura di Milano chiede di aprire l’urna dell’elezione di Miccichè nel 2018
Oggi Consiglio e assemblea dei club per decidere le date esatte di campionato e Coppa Italia
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
17:56
Calcio tutte le notizie
Si è conclusa la giornata di riunioni per la Lega Serie A e si attendono comunicazioni sulle date e il calendario per la ripresa del
campionato, all’indomani del via libera del Governo. Oggi, infatti, si sono tenuti il Consiglio e l’assemblea dei 20 club. Nel corso di quest’ultima, l’ad della Lega Luigi De Siervo, e non il presidente Paolo Dal Pino come pareva in un primo momento, ha riferito ai dirigenti delle società la richiesta della Procura di Milano di aprire l’urna con le schede relative all’elezione dell’ex presidente Gaetano Miccichè, avvenuta nel marzo 2018.
L’atto della Procura rientra nell’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli, sull’assemblea in cui fu eletto il banchiere, indicato dall’allora commissario della Lega Giovanni Malagò, presidente del Coni. La richiesta è stata notificata al notaio Giuseppe Calafiori, presso i cui uffici è depositata l’urna elettorale. Come era già emerso, non furono scrutinate le schede messe nell’urna dai club con voto segreto obbligatorio, accompagnato dalle dichiarazioni pubbliche tutte a favore di Miccichè, che aveva bisogno dell’unanimità per superare il conflitto di interessi, in quanto allora presidente di Banca Imi e membro del cda di Rcs. Miccichè si è dimesso dalla presidenza della Lega venti mesi più tardi, a ridosso della chiusura dell’indagine della Procura della Federcalcio, archiviata con riserva.
Accertate le irregolarità denunciate dal presidente del Genoa Enrico Preziosi, il procuratore aggiunto della Figc Giuseppe Chinè non ha riscontrato prova di un dolo che avrebbe fatto scattare i deferimenti, ma ha precisato che il procedimento può essere riaperto a fronte di eventuali nuove risultanze dell’indagine della Procura della Repubblica di Milano.
Tornando al calcio da giocare, ieri è stata definita la ripartenza con le semifinali e la finale di Coppa Italia, fra il 13 e il 17 giugno, una soluzione contestata esplicitamente dal Milan e che lascerebbe perplesse anche Juventus e Inter. Per la ripresa del campionato nel fine settimana del 20-21 giugno, ci sono due ipotesi sul tavolo: ricominciare con i quattro recuperi della 25/a giornata, per riarmonizzare subito la classifica, oppure con i dieci match della 27/a. Da analizzare, poi, il piano B, ossia un format con brevi fasi di playoff e playout nel caso non ci fossero le condizioni per disputare tutte le partite, come previsto dall’ultimo Consiglio della Federcalcio.
All’ordine del giorno, infine, c’erano i rapporti con i licenziatari dei diritti tv che non hanno pagato l’ultima rata della stagione: nei confronti di Sky, la Lega ha deciso per il procedimento di ingiunzione, mentre si stanno valutando le proposte avanzate da Dazn e Img.
Calcio tutte le notizie
Calcio: Tebas “partite Liga trasmesse gratis in case riposo”
N.1 Spagna: “Con Mediapro decisione presa in 15 secondi”
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
12:19
Calcio tutte le notizie
In Italia il dibattito sulla possibile trasmissione in chiaro delle partite del campionato è aperto. In Spagna è stato deciso che le gare saranno trasmesse gratuitamente nelle case di riposo per anziani. Lo ha confermato il presidente de La Liga, Javier Tebas durante la tavola rotonda organizzata oggi da “Marca” dal titolo “Lo sport che verrà”.
“Gli anziani hanno sofferto molto e continuano a soffrire.Con Mediapro che ha i diritti ci sono voluti 15 secondi per decidere”, le parole di Tebas.
L’idea è stata accolta con favore dal colosso Mediapro, come scrive oggi ‘As”. “E’ Un gesto che vuole rompere l’isolamento e la solitudine di pazienti e lavoratori” ha spiegato il gigante delle comunicazioni.
La questione della programmazione televisiva è accesa anche in Spagna. I club, scrive AS, spingono perché le partite della domenica siano programmate in prima serata. Il sindacato calciatori, in accordo con il sindacato mondiale, ha fatto sapere che non giocherà con una temperatura superiore ai 32 gradi o con un tasso di umidità oltre il 70 percento.
Calcio tutte le notizie
Koeman: “Adesso sto meglio, sono stato fortunato”
Ct dell’Olanda ha accusato problemi cardiaci all’inizio del mese
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
15:22
Calcio tutte le notizie
L’allenatore della Nazionale olandese, l’ex centrale difensivo Ronald Koeman, che il 3 maggio scorso era stato ricoverato per problemi cardiaci, ha detto di essere “stato fortunato”, parlando alla tv olandese. “Il mio appuntamento dal cardiologo era stato rinviato per il Coronavirus – ha detto -. Mi chiedo quante persone non siano più in vita, perché il loro appuntamento è stato rinviato”. “Sono stato ricoverato in terapia intensiva, al riparo dal coronavirus – ha raccontato Koeman -. Nella mia famiglia, ci sono stati spesso problemi cardiaci. Ecco perché avevo preso un appuntamento per il 19 marzo. Ma è stato annullato, con le conseguenze che conosciamo. Sono tornato dal cardiologo e poi le cose sono andate bene”.
Il 3 maggio, Koeman, 57 anni, ha accusato dolori al petto dopo un giro in bici. È stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Amsterdam, per essere curato. “Sono tornato a casa a pezzi, avevo dolore al petto, ero bianco bianco in viso e sudavo. Ho pensato: non va bene. Pensavo che sarebbe andata peggio”. Il ct olandese ha poi aggiunto: “Sono tornato dal cardiologo e tutto è andato bene. Mi rendo conto di essere stato fortunato”.
Calcio tutte le notizie
Calcio: Ausilio, Tonali è da Inter, Cavani non è priorità
Ds nerazzurro: “Werner non verrà, seguiamo Cunha dell’Herta”
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
15:45
Calcio tutte le notizie
Tonali “ha le qualità per giocare nell’Inter”, Lautaro “ha una clausola alta che scade il 7 luglio”, Cavani non è una “priorità”. Werner “non verrà”: è un Piero Ausilio a 360 gradi quello che interviene a Sky Sport. Il ds dell’Inter ha toccato i principali temi di calciomercato.
“Lautaro? Abbiamo investito su di lui sin da giovanissimo perché pensavamo fosse pronto per la prima squadra – ha detto – In questi anni è cresciuto molto ed può migliorare ancora grazie a Conte, al sistema di gioco e a un partner come Lukaku. E’ un asset importante per il club, c’è una clausola (111 milioni di euro) per la quale potrebbe andare via ma è molto impegnativa perché ha delle scadenze ben precise e poi è valida fino al 7 luglio. L’Inter non ha necessità di vendere, né vuole vendere i suoi migliori giocatori, ma vuole rinforzarsi”. E l’interesse espresso dal Barcellona? “So che c’è ma noi con loro non abbiamo intavolato nessuna trattativa perché loro conoscono la nostra volontà. Lautaro noi lo immaginiamo all’Inter e comunque ha ancora 3 anni di contratto con noi”. Il ds nerazzurro parla poi di Tonali, oggetto del desiderio di tanti club: “Ha sicuramente le qualità per giocare nell’Inter, non so se ha la qualità economica per essere acquistato. I parametri li ha tutti per essere un giocatore nerazzurro, ma non conosco quelli di Cellino”. Su Timo Werner Ausilio è netto: “A noi è sempre piaciuto ma non verrà, conosco i motivi e sono vari. E’ vero ha una clausola ma non arriverà”, mentre su Cunha dell’Hertha: “Ci interessa, lo stiamo seguendo”.
Ausilio frena poi sull’ipotesi Cavani: “Non è una priorità semplicemente perché il nostro parco attaccanti è formato da Martinez, Lukaku e Sanchez. E soprattutto quest’ultimo adesso ha la possibilità di dimostrare il suo valore e poi valuteremo il da farsi. In più c’è Esposito che è bravo ma è giovanissimo e vedremo se mandarlo a fare esperienza. Quindi staremmo parlando di un quarto attaccante e non è Cavani che abbiamo in mente”.
Calcio tutte le notizie
Leicester esulta, Rodgers ha sconfitto il Covid-19
Secondo la Bbc tecnico non ha subito conseguenze dalla malattia
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
17:01
Calcio tutte le notizie
L’allenatore del Leicester, Brendan Rodgers, ha sconfitto il Coronavirus. Lo riporta la Bbc, precisando che il tecnico non ha subito conseguenze dal Covid-19. Rodgers guida la squadra dove, il 12 marzo scorso, si erano registrati i primi casi di positività in Premier League dopo la diffusione della pandemia. Lo stesso allenatore aveva reso noto il contagio dei calciatori delle ‘Foxes’.
Calcio tutte le notizie
La Liga ripartirà con il derby di Siviglia
Appuntamento l’11/6. Real in campo il 14, Barca a Maiorca il 15
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
17:14
Calcio tutte le notizie
Il derby di Siviglia, in programma giovedì 11 giugno alle 22 fra Siviglia e Betis, riaprirà i battenti della Liga. Appuntamento alle 22, sul terreno dello stadio Sanchez Pizjuan. Venerdì 12 giugno si giocheranno altre due partite (Athletic Bilbao-Atletico Madrid alle 19,30 e Granada-Getafe alle 21,30) e sabato 13 altri tre match.
Il Real Madrid tornerà in campo alle 22 di domenica 14, ospitando i baschi dell’Eibar, mentre il giorno dopo toccherà al Barcellona capolista, che sarà di scena sul campo del Maiorca (alle 21,30). La Liga si chiuderà domenica 19 luglio, con le partite della 38/a giornata.
Calcio tutte le notizie
Parte la terza edizione della Hall of Fame Inter
Tra i candidati anche i giocatori della stagione 2009/2010
Calcio tutte le notizie
MILANO
26 maggio 2020
12:52
Calcio tutte le notizie
Quattro nuovi campioni nerazzurri entreranno a far parte della Hall of Fame dell’Inter: iniziano oggi, fino al 30 giugno, le votazioni della terza edizione.
Potranno esprimere la propria preferenza i tifosi, i giocatori di tutte le squadre nerazzurre, i dipendenti del club, gli Hall of Famer nominati nelle precedenti edizioni e i rappresentanti dei più importanti media nazionali e internazionali. Un’edizione speciale quella del 2020, powered by Pirelli, che vedrà tra i possibili candidati anche i giocatori della rosa 2009/2010 ritirati dall’attività agonistica oltre ai campioni che rientrano nei tradizionali parametri: 60 presenze in gare ufficiali con l’Inter, vinto almeno un titolo e che si sono ritirati da almeno 3 anni dai campi di gioco.
Calcio tutte le notizie
Sampdoria, Southampton offre 15 milioni per Colley
Piace il baby montenegrino Perovic dell’FK Iskra Danilovgrad
Calcio tutte le notizie
GENOVA
26 maggio 2020
17:28
Calcio tutte le notizie
C’è il Southampton sulle tracce del difensore della Sampdoria Omar Colley. Il club inglese lo scorso gennaio aveva inviato alcuni osservatori in Italia per seguire il nazionale del Gambia ritornando a casa con relazioni assolutamente positive per il 27enne che la società blucerchiata aveva acquistato dal Genk nel 2018. Per lui 42 presenze con la Sampdoria. Adesso il Southampton è pronto a mettere oltre 15milioni più bonus per acquistare il cartellino a titolo definitivo. Intanto la società del presidente Massimo Ferrero sta lavorando per portare a Genova un giovane difensore del Montenegro: si tratta di Nemanja Perovic, difensore classe 2002 dell’FK Iskra Danilovgrad.
Calcio tutte le notizie
Juve al completo, sedute in gruppo e piani individuali
Sarri ha tutti a disposizione, preparazione in campo
Calcio tutte le notizie
TORINO
26 maggio 2020
13:03
Calcio tutte le notizie
Juventus al completo negli allenamenti alla Continassa. Il lavoro prosegue tra esercizi atletici, tattica e prime partitelle. Non essendoci ancora le date della ripresa del campionato, il programma per il pieno ritorno alla miglior condizione – precisa la società – prosegue anche con programmi specifici per i singoli. E’ toccato anche a Cristiano Ronaldo che nella seduta di ieri ha seguito un programma a parte, cimentandosi anche, come ha documentato con una story su Instagram, in un canestro realizzato calciando il pallone con i piedi. Oggi la squadra di Sarri si allena di pomeriggio.
Calcio tutte le notizie
L’ex arbitro Gavillucci, ‘verità scomode in un libro’
Sospese Samp-Napoli per cori razzisti su Koulibaly. Esce ‘L’uomo nero’
Calcio tutte le notizie
26 maggio 2020
15:40
Calcio tutte le notizie
Ha arbitrato in Serie A tra il 2013 e il 2018 e viene ricordato soprattutto per aver interrotto, nel maggio di due anni fa, un Sampdoria-Napoli per insulti razzisti rivolti, in particolare, contro il difensore Kalidou Koulibaly. Ora Claudio Gavillucci, a cui circa un mese dopo venne comunicato che non poteva più dirigere nella massima serie, ha deciso di raccontare “le verità di un arbitro scomodo” in un libro da poco uscito per Chiarelettere, ‘L’uomo nero’, scritto dall’ex fischietto di Latina assieme alle giornaliste Manuela D’Alessandro e Antonietta Ferrante.
Come si legge in una presentazione, nel volume c’è il “racconto dell’arbitro che ha osato mettere in discussione un sistema rivelandone ombre, condizionamenti e opacità”. Una testimonianza, quella di Gavillucci, che finì, poi, ad arbitrare nei campetti di provincia, che è “un viaggio nel mondo degli arbitri reso possibile anche grazie alla pubblicazione di documenti inediti”. E che “rivela una realtà finora sconosciuta e risponde alle tante domande che ogni tifoso o appassionato di calcio si pone: esiste una sudditanza psicologica rispetto ai club più blasonati? Quanto incidono i media sulle valutazioni dei direttori di gara? Quanto guadagnano gli arbitri? Che contratti e che tutele hanno? Sono davvero indipendenti? Che cosa ha prodotto l’introduzione del Var?”.
Gavillucci, che fece ricorso alla giustizia sportiva e al Tar con una causa tuttora pendente, “risponde a questi e altri interrogativi conducendo il lettore nelle segrete stanze di una realtà che fa dell’assoluta riservatezza la sua bandiera”. Un libro-denuncia, così lo presenta lui stesso, di “logiche e meccanismi di potere nella cabina di comando del sistema arbitrale”.
Calcio tutte le notizie
Lipsia: Poulsen infortunato, stagione a rischio
Attaccante ha lesione ai legamenti della caviglia destra
Calcio tutte le notizie
26 maggio 2020
18:06
Calcio tutte le notizie
L’attaccante danese del Lipsia Yussuf Poulsen, infortunato alla caviglia destra, non sarà in campo domani contro l’Hertha Berlino e potrebbe saltare il resto della stagione in Bundesliga, ha annunciato il club. Poulsen, 25 anni, “soffre di un infortunio al legamento della caviglia destra, risalente alla vittoria di domenica a Magonza. Sarà assente per un periodo non ancora definito”.
Una risonanza magnetica ha rivelato il danno ai legamenti alla caviglia destra di Poulsen, vittima di un intervento violento all’inizio della partita conclusasi con il successo (5-0) a Magonza. Nonostante il colpo, il robusto attaccante danese ha segnato con un potente colpo di testa ed è rimasto in campo per tutta la partita.
Calcio tutte le notizie
Torino; via alle doppie sedute
Longo alza ritmo, intensificati gli allenamenti
Calcio tutte le notizie
TORINO
26 maggio 2020
18:20
Calcio tutte le notizie
Moreno Longo alza i ritmi delle sedute di Belotti e compagni: il tecnico del Torino, infatti, passa ai doppi allenamenti. Mattina e pomeriggio in campo per i granata, che hanno bisogno di trovare la migliore forma fisica dopo il lungo periodo di stop. Il Filadelfia, dunque, ospiterà i giocatori per due volte al giorno, con il programma quotidiano che verrà studiato di volta in volta.
Calcio tutte le notizie
Fifa-Oms contro violenza domestica, parte campagna #SafeHome
Infantino: “Il calcio può veicolare messaggi importanti”
Calcio tutte le notizie
26 maggio 2020
19:14
Calcio tutte le notizie
Una campagna per sostenere le persone a rischio di violenza domestica. Fifa, Organizzazione Mondiale della Sanità e Commissione Europea fanno cartello e lanciano #SafeHome, iniziativa volta a tutelare soprattutto donne e bambini. Una risposta congiunta delle tre istituzioni al picco di crescita dei casi di violenza: una tendenza “ricollegabile al fatto che le misure di prevenzione alla diffusione del COVID-19 hanno incrementato il rischio per donne e bambini già coinvolti in situazioni di abuso” fa sapere la federcalcio internazionale.
“Insieme all’Oms e alla Commissione Europea, noi chiediamo al mondo del calcio la massima attenzione nei confronti di questa intollerabile situazione che minaccia in modo particolare le donne e i bambini all’interno delle case in cui vivono, laddove queste persone dovrebbero sentirsi felici, sicure e protette”, le parole del n.1 della Fifa, Gianni Infantino. “Non possiamo tacere di fronte a questa problematica che colpisce negativamente così tante persone. La violenza non deve trovare posto fra le mura domestiche, così come non deve esistere nello sport. Il calcio ha la forza di veicolare importanti messaggi sociali e noi, attraverso la campagna #SafeHome, vogliamo garantire che le vittime di episodi violenti possano avere accesso ai necessari servizi di assistenza di cui necessitano”.
“La violenza fisica, sessuale o psicologica non trova spazio nel calcio e non deve trovarlo nemmeno fra le mura domestiche”, ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Calcio tutte le notizie
Lotito e stipendio Zarate, Procura Figc apre inchiesta
Dopo le anticipazioni de “Le Iene” sui pagamenti dell’argentino
Calcio tutte le notizie
26 maggio 2020
19:34
Calcio tutte le notizie
Il capo della procura della federcalcio, Giuseppe Chine’, apprese le anticipazioni del servizio de “Le Iene” relativo alle dichiarazioni di Luis Ruzzi, agente nel 2008 del giocatore laziale Zarate (vengono evidenziate presunte irregolarità nelle modalità di pagamento dello stipendio del calciatore argentino con possibili violazioni della disciplina fiscale e di redazione dei bilanci delle società professionistiche) ha deciso di aprire un procedimento sulle parti in causa, ovvero il calciatore e il legale rappresentante della societa’, il presidente Claudio Lotito. Lo si apprende in ambienti della procura.
“Al riguardo – spiegano in Figc – sarà acquisita la documentazione dell’inchiesta già a suo tempo svolta dalla Procura Federale sulla medesima vicenda e le immagini del servizio annunciato al momento per martedì prossimo”.
Calcio tutte le notizie
Fonseca carica la Roma, ripartiti per giocare e vincere
Tecnico portoghese:Che emozione riavere la squadra tutta assieme
Calcio tutte le notizie
ROMA
26 maggio 2020
22:06
Calcio tutte le notizie
A giorni saprà quando ripartirà il campionato, ma intanto Paulo Fonseca esprime la sua soddisfazione per aver ritrovato a Trigoria la sua Roma per la ripresa degli allenamenti a pieno regime. “Che emozione riavere i miei ragazzi tutti insieme: siamo ripartiti con la stessa motivazione per lavorare, giocare e vincere per tutti i nostri tifosi” scrive sui social l’allenatore portoghese. I giallorossi sono ancora in corsa per il quarto posto che vale l’accesso alla prossima Champions e devono affrontare il Siviglia negli ottavi di Europa League.
Calcio tutte le notizie
Balotelli torna ad allenarsi. Ma la rescissione è vicina
L’attaccante del Brescia ieri aveva disertato la seduta giustificandosi con un mal di pancia
Calcio tutte le notizie
MILANO
27 maggio 2020
14:55
Calcio tutte le notizie
Mario Balotelli è tornato ad allenarsi. L’attaccante del Brescia che ieri aveva disertato la seduta di lavoro personalizzato giustificandosi – in ritardo a detta del club – con un mal di pancia, aveva dato vita all’ennesimo caso che lo riguarda. Non è un mistero, peraltro, che i rapporti con la società di Massimo Cellino siano ormai deteriorati e che non ci sarebbero margini per una ricomposizione. Tanto che si comincia a parlare di rescissione.
Calcio tutte le notizie
Fra Willian e la Juve ci sono Arsenal e Tottenham
Il brasiliano è in scadenza con il Chelsea, suo attuale club
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
17:06
Calcio tutte le notizie
Willian è sempre in cima ai pensieri della Juve che, però, vede complicarsi la trattativa per il possibile arrivo a Torino dell’esterno avanzato brasiliano, attualmente al Chelsea. Secondo il Daily Telegraph, infatti, sul giocatore ci sono altre due squadre londinesi di lunga tradizione, come il Tottenham e l’Arsenal. Il giocatore, nelle scorse settimane, durante una diretta social, ha espresso il desiderio di poter restare a Londra, nel caso in cui la propria avventura nel Chelsea arrivasse ai titoli di coda, come sembra.
Il contratto di Willian, classe 1988, scade il 30 giugno, il valore del suo cartellino si aggira intorno ai 23 milioni di euro.
Calcio tutte le notizie
Shevchenko: “Emozione Milan, fortuna che c’era Ancelotti
‘Berlusconi grande presidente, incredibili i 25 anni rossoneri’
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
15:35
Calcio tutte le notizie
“La mia storia calcistica è partita quando cominciai a lavorare con Lobanowski. Mi ha dato tanto e cambiato tanto. Nel periodo invernale, in ritiro, svolgevamo tre allenamenti al giorno. Ci svegliavamo alle 6,30. Kaladze all’inizio ha fatto una fatica tremenda”. Così Andriy Shevchenko racconta i primi anni di carriera, in un’intervista a Dazn.
L’ex attaccante ucraino ha quindi parlato della propria esperienza al Milan, che lo ha portato anche alla conquista del Pallone d’Oro. “Quando passai in rossonero ero felice – ricorda -. E’ stato un momento speciale. Fu Ibrahim Ba a dirmi se volevo il n.7. Due giorni dopo ricordo che mi chiamò un amico per dirmi che 7 in ebraico si dice ‘Sheva. Disse che mi avrebbe portato fortuna”.
Secondo ‘Sheva’ il ricordo più bello al Milan è legato alla “notte di Champions contro la Juventus”. “Era la prima finale per me – ammette -: è stata la partita più importante della mia vita. Non dimenticherò mai quei 12-15″ in cui da metà campo andai verso il pallone per l’ultimo rigore. In quel momento ripensi a tutta la tua vita. Da quando da bambino avevi un sogno, fino al momento in cui capisci che quel sogno si realizza. Guardai l’arbitro, il pallone e Buffon”.
Per Shevchenko, Berlusconi è stato un “grande presidente, una persona che ha reso incredibili 25 anni della storia del Milan”.
“Non so se succederà ancora di portare il club a un tale livello”, aggiunge.
“Ancelotti? Averlo come allenatore è stata una fortuna per noi, sapeva gestire benissimo il rapporto con i calciatori.
Creava un rapporto sulla fiducia e la condivisione. Non parlava molto, ma il giusto. Ma quando parlava tu lo ascoltavi e lo capivi”, conclude.
Calcio tutte le notizie
Grecia, il governo dice sì: il campionato riparte il 6 giugno
Anche in Super League gare a porte chiuse e sotto severi protocolli
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
18:28
Calcio tutte le notizie
Il campionato di calcio greco riprenderà la prossima settimana, il 6 giugno, ovviamente a porte chiuse. Il via libera è arrivato dal governo di Atene, che ha accolto la richiesta unanime dei club della Super League di portare a termine una stagione interrotta da quasi tre mesi a causa dell’epidemia di coronavirus.
Al momento dello stop, l’Olympiacos era in testa davanti al Paok Salonicco e all’Aek Atene. I play off che determineranno il vincitore del campionato e l’accesso alle Coppe europee dovrebbero essere completati entro il 19 luglio. Le semifinali della Coppa di Grecia (Paok-Olympiacos e Aek-Aris Salonicco) dovrebbero invece essere giocate successivamente.
Le squadre greche sono state autorizzate due settimane fa a riprendere gli allenamenti, ma nel rispetto di un severo protocollo sanitario. Un giocatore positivo ai tamponi verrebbe messo in quarantena a casa e il resto della squadra dovrebbe essere posta in isolamento per cinque giorni. Finora, nessun giocatore è risultato positivo nei test compiuti dopo la ripresa degli allenamenti.
Calcio tutte le notizie
Mancato pagamento degli stipendi, Casertana deferita
Stesso provvedimento al legale rappresentante della società di C
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
16:13
Calcio tutte le notizie
La Casertana, assieme al proprio legale rappresentante Pietro Valori, è stata deferita al tribunale federale della Figc, sezione disciplinare: il club campano deve rispondere di responsabilità diretta e responsabilità propria. Il deferimento è scattato dopo che il procuratore federale ha ricevuto la segnalazione della CO.VI.SO.C.
Il club campano, che milita nel Girone C della Serie A, è stato deferito a titolo di responsabilità diretta, per il comportamento di Pietro Valori, procuratore speciale e legale rappresentante pro-tempore della società, e a titolo di responsabilità propria, per non aver corrisposto, entro il 16 marzo scorso, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, per le mensilità di gennaio e febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla CO.VI.SO.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli stessi emolumenti.
Valori è stato deferito per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver versato, entro il 16 marzo 2020, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di gennaio e febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla CO.VI.SO.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento.
Calcio tutte le notizie
Aia, la Refereerun diventa virtuale
Il 2 giugno ultima tappa iniziativa di solidarietà per l’AIl
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
16:34
Calcio tutte le notizie
La RefereeRUN, il campionato di corsa su strada per arbitri di calcio, diventa virtuale per quella che sarebbe stata l’ultima tappa di questa stagione, ovvero la Run&Smile di Porto San Giorgio (Fermo) di martedì prossimo, 2 giugno. All’evento organizzato dall’Associazione italiana arbitri (Aia) per solidarietà con l’Ail e sostenuto dal presidente, Marcello Nicchi, partecipano arbitri di tutte le categorie, dagli internazionali Daniele Orsato, Gianluca Rocchi e Daniele Doveri, gli internazionali di calcio a 5, del beach soccer, le donne dell’Aia., passando per gli associati della CAN B, CAN C e a scendere fino alle commissioni regionali.
Ogni arbitro potrà coprire il proprio percorso stando a casa o nei parchi e nelle strade e per partecipare sarà sufficiente iscriversi. Il giorno della “gara” i partecipanti potranno postare le loro foto con il pettorale della manifestazione taggando i social ufficiali della RefereeRUN e della Run&Smile usando l’hashtag #RefereeRUN, #VirtualRefereeRUN e #RefereesforAIL.
L’edizione 2019/2020 della RefereeRUN si era aperta domenica 27 ottobre all’Aquila, con la prova speciale a staffetta per sezioni in occasione della Mezza Maratona “L’Aquila Città del Mondo”.
Calcio tutte le notizie
Brescia: Cellino, Balo non è più qui con la testa
Presidente ‘Siamo delusi, ma non è solo colpa sua’
Calcio tutte le notizie
BRESCIA
27 maggio 2020
22:03
Calcio tutte le notizie
“Innanzitutto i tribunali cerco sempre di evitarli… Forse il problema Balotelli è anche ingigantito. Mario è un ragazzo particolare ed è anche scontato che con la testa non sia più con noi, niente di diverso da come è sempre stato”. Parole del presidente del Brescia, Massimo Cellino, intervenuto su Telelombardia sul “caso Balotelli” che ieri non si era presentato all’allenamento, tanto che si è anche cominciato a parlare di rescissione. Sulla domanda diretta Cellino ha glissato e ha parlato di Balotelli sul piano generale: “Perché non ha reso? C’entra anche la sua gestione specie all’inizio quando c’era Corini che gli voleva bene ed è stato anche un po’ viziato. Ad esempio venivano accettati un po’ dei suoi ritardi. È sbagliato imputare tutto solo a Mario, però la delusione c’è e forse c’è anche da parte sua”. E ancora: “Gli volevo bene, speravo che l’aria di casa e la voglia di Nazionale lo facessero andare bene. Siamo tutti delusi”.
Calcio tutte le notizie
Calcio: da Riad pirateria tv, frena acquisto Newcastle
Denuncia Wto contro Arabia influisce su trattativa Premier
Calcio tutte le notizie
LONDRA
28 maggio 2020
14:33
Calcio tutte le notizie
L’acquisto del Newcastle da parte di un consorzio di investitori dell’Arabia Saudita appare sempre più in dubbio, dopo la denuncia dell’Organizzazione mondiale del Commercio che accusa il paese arabo di consentire la trasmissione illegale delle partite della Premier League. Il rapporto stilato dal WTO non verrà pubblicato prima della metà di giugno, ma il quotidiano britannico Guardian già oggi ne rivela il contenuto. Dal quale si evince che lo stato saudita – attraverso il canale televisivo beoutQ – trasmette, senza averne licenza, numerosi eventi sportivi, tra cui anche le partite del massimo campionato inglese. Una chiara infrazione delle regole del mercato, dal momento che i diritti televisivo della Premier per il Medio Oriente sono detenuti dall’emittente qatariota beIn Sport.
Già fortemente criticato da Amnesty International, per la sistematica violazione dei diritti civili in Araba Saudita, il passaggio di proprietà del Newcastle al consorzio Amanda Staveley deve ancora ricevere l’approvazione della Premier League, ma dopo questa ultima rivelazione è molto probabile che non avverrà.
Calcio tutte le notizie
Balata “grazie a Spadafora,la serie B riparte il 20/6”
Presidente della Lega: “Noi già deliberato, ora c’è ok Governo”
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
20:22
Calcio tutte le notizie
“La serie B ripartirà il 20 giugno, noi l’avevamo già deliberato e ora c’è l’ok del Governo per il quale ringraziamo il ministro Spadafora”: Mauro Balata, presidente della Lega di B, ufficializza così la data di ripartenza del campionato.
“Ricominciare – conclude – è davvero una gran cosa”.
Calcio tutte le notizie
Dal Pino, abbiamo pensato solo a difesa futuro calcio
Grazie a Spadafora, Serie A deve tornare il campionato più bello
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
20:27
Calcio tutte le notizie
“Ringrazio il Ministro Spadafora e il suo staff. Abbiamo affrontato con coerenza, determinazione e spirito di servizio un periodo straordinario, complesso e pieno di ostacoli e pressioni, lavorando sempre con un solo pensiero: il bene del calcio e la difesa del suo futuro, che per la Serie A deve significare tornare a essere il campionato più bello del mondo”. Lo dichiara il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, sottolineando che “solo con questo spirito riusciremo a ripagare la passione e l’entusiasmo dei milioni di tifosi che seguono il nostro sport”.
Calcio tutte le notizie
Milan, discutibile Coppa Italia in tre giorni dopo stop
Scaroni, capiamo senso della scelta ma squadre ferme da tre mesi
Calcio tutte le notizie
MILANO
28 maggio 2020
21:58
Calcio tutte le notizie
“Comprendiamo il valore di poter offrire a tutti gli appassionati partite di qualità dopo mesi di lockdown, ma, sotto il profilo sportivo, troviamo discutibile assegnare un trofeo importante come la Coppa Italia con due partite in tre giorni e con le squadre in campo dopo oltre tre mesi di fermo”. Così il presidente del Milan, Paolo Scaroni, esprime le perplessità del club sulla scelta della Lega di riprendere la stagione con il ritorno delle semifinali e la finale di coppa Italia. Il Milan giocherà a Torino con la Juventus dopo l’1-1 dell’andata.
Calcio tutte le notizie
Gravina, ripresa calcio messaggio speranza per Italia
N.1 Figc: progetto responsabilita’,auspico anche per A femminile
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
22:00
Calcio tutte le notizie
“La ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese”; lo dice il presidente della Federcalcio, dopo l’annuncio del Governo che il calcio tornera’ in campo dal 20 giugno. “Sono felice e soddisfatto, è un successo che condivido con il Ministro per lo Sport Spadafora e con tutte le componenti federali. Il nostro è un progetto di grande responsabilità perché investe tutto il mondo professionistico di Serie A, B, C e, auspicabilmente, anche la Serie A femminile”
Calcio tutte le notizie
Tommasi “passo avanti ma risolviamo altre criticità”
‘Vogliamo giocare in sicurezza, ma non è ancora discesa’
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
22:12
Calcio tutte le notizie
“Avere una data certa è di sicuro un passo avanti, ma restano criticità e speriamo di risolverle”: così Damiano Tommasi, presidente dall’Assocalciatori, commenta l’annuncio che la serie A riparte il 20 giugno. “Nel pieno dell’epidemia, avevo parlato di uno Zoncolan da scalare: abbiamo superato ei tornanti, ma non siamo ancora in discesa”, aggiunge Tommasi, specificando che a pesare sulla ripartenza sono i rischi derivanti dalle modalità di quarantena, in caso di nuove positività.
Calcio tutte le notizie
Appendino, Torino ha mai dimenticato vittime Heysel
Il cordoglio della sindaca nell’anniversario della strage
Calcio tutte le notizie
TORINO
29 maggio 2020
09:56
Calcio tutte le notizie
“In 35 anni non abbiamo dimenticato neanche una delle 39 vittime della terribile notte che ha cambiato per sempre il calcio”. Così, sui suoi profili social, la sindaca di Torino Chiara Appendino celebra l’anniversario della tragedia dell’Heysel di Bruxelles in cui la sera del 29 maggio 1985 persero la vita 39 tifosi bianconeri prima della finale di Coppa dei Campioni fra la Juventus e il Liverpool. “Alle loro famiglie – aggiunge la sindaca – mando l’abbraccio di tutta Torino”.
Calcio tutte le notizie
Heysel: Gravina, monito costante per coscienza
Presidente Figc: a distanza di anni la commozione è ancora viva
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
10:30
Calcio tutte le notizie
“La tragedia dell’Heysel è un monito costante per la coscienza del calcio europeo. A distanza di anni la commozione è ancora viva, ricordiamo perché non avvenga mai più un dramma del genere”: il presidente della Figc Gabriele Gravina ricorda così le vittime dell’Heysel nel giorno del 35mo anniversario della strage che il 29 maggio 1985 costò la vita a 39 persone per gli incidenti verificatisi prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool.
Nel novembre 2015, ricorda una nota, in occasione di un’amichevole con il Belgio disputata a Bruxelles, la Figc in accordo con la federazione belga rese omaggio alle vittime della tragedia, con gli Azzurri che deposero una corona di fiori sotto la lapide che riporta i nomi delle persone che persero la vita nella tristemente famosa Curva Z. Insieme ai rappresentanti dell’Associazione dei familiari delle vittime dell’Heysel guidati da Andrea Lorentini, la Federazione ritirò simbolicamente la maglia della Nazionale numero 39, autografata da tutti i calciatori della Nazionale ed esposta al Museo del Calcio di Coverciano.
Calcio tutte le notizie
Heysel; Juve, dopo 35 anni immutato dolore
Il ricordo delle 39 vittime
Calcio tutte le notizie
TORINO
29 maggio 2020
10:06
Calcio tutte le notizie
Trentacinque anni fa si consumava la tragedia dell’Heysel, 39 tifosi della Juventus morti nella calca sulle gradinate prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni contro il Liverpool. Il club bianconero ricorda quella data terribile: “La parola Heysel è una di quelle che mai e poi mai potremo dimenticare”, scrive sul sito sotto la targa di Bruxelles “in memoriam 29-05-85. “Sono passati trentacinque anni, ma la memoria di chi c’era, di chi ha assistito dai teleschermi di casa, e anche di chi non era ancora nato ma ha conosciuto i fatti leggendo i libri di storia, è qualcosa che si risveglia, immediatamente, al solo leggere o sentire quella parola.Heysel”.
“Quel giorno – ricorda la Juventus – a Bruxelles c’era il sole. Un sole che stava lasciando sul campo i suoi ultimi raggi, quando proprio su quel campo, e su quegli spalti, prima dell’inizio della Finale di Coppa dei Campioni fra Juve e Liverpool, si consumò l’incredibile.Si consumò l’orrore.
Successe tutto in pochi istanti: le cariche, la corsa per scappare, quel muro che crolla. E il panico. Una notte, quella di Bruxelles, che si portò via 39 persone, quasi tutte italiane: il più giovane fra loro aveva solo dieci anni. È alla loro memoria che oggi, come ogni giorno, dedichiamo il nostro raccoglimento, e il nostro dolore. Perché passano gli anni, ma quella parola continua a evocare in noi lo stesso, immutato dolore. Heysel”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Riprendono nel weekend campionati Polonia e Ucraina
Legia Varsavia affronta Poznan. Domenica Shakhtar Donetsk-D.Kiev
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
11:25
Calcio tutte le notizie
Dopo la pausa imposta dal COVID-19, in questo weekend ripartono alcuni campionati di calcio tra cui la Ekstrakalasa in Polonia e la Premier League in Ucraina. Il campionato polacco riprenderà dalla 27esima giornata e vede il Legia Varsavia in testa alla classifica con 8 punti di vantaggio sul Piast Gliwice. La capolista (2,59) affronterà il Lech Poznan (2,69), terzi in graduatoria con 42 punti e 11 vittorie. I tifosi, secondo il sondaggio di Planetwin365, vedono leggermente favorito il Legia Varsavia che ottiene il 36% dei consensi mentre il Lech Poznan si ferma al 34%. Della stessa opinione anche i bookies, secondo i quali sarà una singola rete a fare la differenza e il match potrebbe chiudersi 0-1 (9,24) per l’undici di Vukevic. La fine del campionato è prevista a metà luglio e gli scenari sono ancora tutti aperti per decretare il vincitore della competizione: proprio l’anno scorso il Legia Varsavia fu beffato nel girone per il titolo dal Piast Gliwice (1,93) che potrebbe iniziare a risalire la classifica già domani contro il Wisla Cracovia (3,85).
Domenica invece la Premier League Ucraina regalerà ai tifosi uno scontro tra i primi due in classifica: lo Shakhtar Donetsk (1,90), al vertice del torneo con 59 punti, ospiterà allo Stadio Metalist, la Dinamo Kiev (3,70) ferma a 45. Cinque tifosi su dieci di Planetwin365 promuovono gli arancionero mentre solo il 25% confida in un successo della Dinamo Kiev. Per i bookies il vantaggio dello Shakhtar Donetsk potrebbe arrivare durante il secondo tempo: la maggior parte dei gol infatti sono previsti durante gli ultimi 45 minuti di gioco (2,08) e la sfida potrebbe chiudersi 2-1 per lo Shakhtar Donetsk (9,01).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tebas,Liga riprende 11 giugno, prossima stagione 12/9
N.1 LaLiga: “Ripresa importante. Club comunque avranno perdite”
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
11:49
Calcio tutte le notizie
“La Liga riprende, se Dio vuole, l’11 giugno. stiano lavorando perché sia tutto pronto. Il prossimo campionato inizierà il 12 settembre”: Il presidente della Liga, Javier Tebas, intervenuto alla tavola rotonda organizzata da Marca d dal titolo Lo sport che verrà” ha confermato le date della ripresa del campionato in Spagna e quella della prossima stagione. “Speriamo che Madrid e Barcellona passino alla Fase 2.
Ci sono più di 130 persone che stanno lavorando perchè tutto possa essere fatto in un modo nuovo. Viaggi, organizzazione, tutto”.
Tebas ha difeso la posizione di voler tornare il calcio il più presto possibile a beneficio dell’economia nonostante le numerose critiche ricevute: “È importante che la sventura della pandemia non generi una sventura economica – ha sottolineato -.
C’è molta demagogia: non mi ricordo di tutto ciò che abbiamo dovuto sentire che non abbiamo un cuore e cose del genere.
L’industria è molto importante, generiamo l’1,37% del PIL, oltre 185.000 posti di lavoro diretti. Il ritorno del campionato non significa che non avremo perdite milionarie. I nostri club perderanno almeno 700 milioni di euro e dovranno essere recuperati”.
Tebas ha ringraziato la Federcalcio spagnola per l’ok alle partite di lunedì. “Grazie alla RFEF saremo in grado di giocare questi cinque lunedì rimanenti – ha aggiunto – Speriamo che un giorno potremo giocare lunedì e venerdì senza dover negoziare”.
Calcio tutte le notizie
Calcio: Heysel; Spadafora, ricordo strage sempre vivo
Ricordo Ministro sport: “Festa si trasformò in tragedia”
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
12:07
Calcio tutte le notizie
“Il ricordo della strage dell’Heysel resterà sempre vivo nella nostra memoria”: così scrive il ministro del sport Vincenzo Spadafora in un post sul suo profilo facebook.
“35 anni fa una festa dello sport -scrive ancora il ministro- si trasformò in una tragedia dove persero la vita 39 persone e 600 rimasero ferite a causa degli incidenti verificatisi prima dell’inizio della finale di coppa campioni tra Juventus e Liverpool”.
Il post è accompagnato da una foto che ritrae la tribuna dello stadio di Bruxelles nei minuti successivi agli incidenti che causarono la morte dei tifosi italiani.
Calcio tutte le notizie
Zanardi, “la ripresa sarà un bene per il Paese”
“Può aiutare persone ed economia, ma fidiamoci della scienza”
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
12:31
Calcio tutte le notizie
“Se sarà possibile riprendere il campionato di calcio sarà un bene, non solo per quello che lo sport riesce a fare dal punto di vista di ispirazione per le persone, ma anche dal punto di vista economico perché è una grande industria in grado di restituire tanto al nostro Paese”.
Lo dice il campione paralimpico Alex Zanardi, alla presentazione in videoconferenza di ‘Non mollare mai – Storie tricolori’, il charity show in prima serata su Rai 1 il prossimo 2 giugno.
“E’ evidentemente un’occasione di ripartenza per il Paese – prosegue Zanardi – È una decisione più tecnica e spetta a chi di competenza decidere se è possibile ripartire, oppure se non ci sono presupposti. Ci dobbiamo fidare della scienza”.
Calcio tutte le notizie
Ibra flirta con l’Hammarby: ‘Ci vediamo in campo’
Scambio di messaggi fra il bomber del Milan e il club di cui è socio
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
20:13
Calcio tutte le notizie
“Ci vediamo in campo”. E’ l’ennesimo messaggio criptico scritto sui social da Zlatan Ibrahimovic, in risposta ad un tweet dell’Hammarby, il club svedese di cui lui è proprietario al 25% e con cui si è allenato durante il lockdown italiano per il coronavirus. Non è chiaro se l’attaccante del Milan voglia lanciare un indizio di mercato, visto il continuo corteggiamento dell’Hammarby per la prossima stagione, semplicemente creare attesa per la ripresa del campionato svedese, prevista intorno al 14 giugno, oppure dare visibilità al club, le cui prospettive sono molto incerte.
L’Hammarby in queste ore ha infatti invitato i propri tifosi a sottoscrivere l’abbonamento per pianificare il futuro economico del club: “Dobbiamo prepararci al peggio. Potrebbe significare che un’intera stagione si gioca senza folla in tribuna. Le entrate derivanti dagli abbonamenti sono la voce maggiore dei ricavi del club e, se vogliamo sopravvivere a questa crisi, sono necessarie”.
Ibra, attualmente, si trova proprio in Svezia per stare qualche giorno con la propria famiglia e fare terapie per lo stiramento al polpaccio.
Calcio tutte le notizie
Spadafora “ok ripartenza calcio,per agosto riforma sport”
Ministro: “Paese riavviato, giusto anche il pallone”
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
13:13
Calcio tutte le notizie
“Ora che il Paese riparte è giustissimo che anche calcio riparta” Così ai microfoni del Tg 5 il ministro dello sport Vincenzo Spadafora che ha annunciato anche entro agosto “l’approvazione della riforma dello sport”.
Calcio tutte le notizie
Adesso fra Willian e la Juventus c’è pure il PSG
L’attaccante brasiliano è in scadenza di contratto col Chelsea
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
13:19
Calcio tutte le notizie
Mauro Icardi e non solo. Il Paris Saint-Germain si è inserito nella trattativa fra Willian e la Juventus, nel tentativo di soffiare ai bianconeri l’esterno d’attacco in scadenza con il Chelsea. Willian, a fine stagione, non dovrebbe restare a Stamford Bridge e ha in Maurizio Sarri un grande estimatore.
Tuttavia, il club parigino potrebbe presentare un’offerta più alta al brasiliano, come riporta Le10Sport. A quel punto, Willian potrebbe scegliere la strada che porta al Parco dei Principi, dove ritroverebbe – fra gli altri – anche il connazionale Neymar.
Calcio tutte le notizie
Spadafora,ho pensato di non farcela ora incrocio dita
“Speranza che campionato vada avanti fino alla fine”
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
13:24
Calcio tutte le notizie
“E’ giusto che il calcio riparta, soprattutto ora che è possibile farlo in sicurezza e nel rispetto della salute di tutti – le parole del ministro dello sport, Vincenzo Spadafora al Tg5 – Nei momenti più difficili, quando c’erano i dati più alti della curva ho pensato di non farcela. Ancora adesso incrocio le dita perché il campionato possa andare avanti fino alla fine come previsto”.
Calcio tutte le notizie
Premier League, almeno 6 partite in campo neutro
Decise le date della Coppa d’Inghilterra. Covid, guarito Rodgers
Calcio tutte le notizie
LONDRA
29 maggio 2020
18:52
Calcio tutte le notizie
Saranno almeno sei gli incontri di Premier League che si svolgeranno in campo neutro una volta che sarà ripartito il campionato inglese. La decisione di far disputare alcune partite lontano dalle città dei club coinvolti è stata presa per scongiurare il rischio di assembramenti dei tifosi nei pressi degli impianti. La prima partita che si giocherà in campo neutro, e ovviamente a porte chiuse, sarà Manchester City-Liverpool. A seguire, Manchester City-Newcastle, Manchester United-Sheffield United, Newcastle-Liverpool, Everton-Liverpool, così come ogni incontro che potrà garantire al Liverpool la certezza matematica della vittoria della Premier League.
Nel frattempo oggi la Federcalcio inglese ha anche comunicato le date per la conclusione della Coppa d’Inghilterra, che ripartirà dai quarti di finale (27-28 giugno). Le semifinali – che si disputeranno a Wembley – sono in programma il 18 e 19 luglio, mentre la finale è prevista per sabato 1 agosto.
Si guarda comunque con fiducia al futuro: i tifosi potranno tornare ad assistere dal vivo alle partite nel corso della prossima stagione, almeno stando a Richard Masters, direttore generale della Lega inglese, nel corso di un’intervista rilasciata a Sky Sports. “Nessuno – le parole di Masters – può ancora sapere con certezza quando potremo riaprire gli stadi. Ma c’è ottimismo tra i club della Premier che i tifosi potranno tornare sugli spalti nel corso della prossima stagione. Molto probabilmente sarà un ritorno graduale”.
Una buona notizia già ad oggi, infine, è quella della guarigione dal Covid-19 dell’allenatore del Leicester, Brendan Rodgers. Il manager, che non avrebbe subìto conseguenze dall’infezione, guida la squadra dove, il 12 marzo scorso, si registrarono i primi casi di positività in Premier League.
Calcio tutte le notizie
L’Atletico Madrid perde pezzi, out anche Correa
I ‘Colchoneros’ devono già rinunciare al portoghese Joao Felix
Calcio tutte le notizie
28 maggio 2020
13:55
Calcio tutte le notizie
Dopo il portoghese Joao Felix è toccato ad Angel Correa. L’Atletico Madrid di Diego Simeone continua a perdere pezzi a causa di infortuni, dopo la ripresa dell’attività fisica. Gli esami strumentali ai quali è stato sottoposto l’argentino classe 1995 hanno evidenziato una lesione muscolare alla gamba sinistra. Un contrattempo che potrebbe impedire a Simeone di poter contare su Correa per la ripresa della Liga, quando il ‘suo’ Atletico Madrid andrà a far visita all’Athletic Bilbao, sul terreno dello stadio San Mames.
Calcio tutte le notizie
Bologna, negatività confermata: ripartono gli allenamenti
Da oggi la squadra può riprendere il regolare programma
Calcio tutte le notizie
BOLOGNA
29 maggio 2020
20:58
Calcio tutte le notizie
Il secondo e definitivo test di controllo sul componente dello staff tecnico del Bologna che era stato sospettato di essere positivo al coronavirus, ha confermato l’esito negativo. Da venerdì, dunque, la squadra può riprendere il regolare programma di allenamento. Dopo la sospetta positività, infatti, erano scattati dei protocolli di precauzione che avevano riportato la squadra ad allenarsi individualmente.
Calcio tutte le notizie
Il Barcellona blinda Ansu Fati: ‘Non si muove’
La Juve avrebbe voluto inserire il talentino nello scambio con Pjanic
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
14:31
Calcio tutte le notizie
Ansu Fati non si muoverà dal Barcellona. Il club catalano blinda il proprio gioiellino, classe 2002, precisando che l’attaccante non verrà inserito in alcuno scambio. Lo scrive il quotidiano Sport. Il giocatore, che ha parecchi estimatori, sarebbe stato chiesto dalla Juve che, dopo il gran rifiuto di Arthur di trasferirsi a Torino, avrebbe voluto inserirlo nello scambio con Pjanic. Secco, anche in questo caso, il no del Barcellona che si somma a quello del centrocampista brasiliano. A questo punto, i due club dovranno trovare altri accordi per favorire il trasferimento di Miralem Pjanic, che piace molto all’allenatore Quique Setien, meno a Maurizio Sarri: quest’ultimo sogna l’arrivo di Jorginho, che ha avuto al Napoli e poi anche al Chelsea.
Calcio tutte le notizie
Al via Consiglio Lega A su calendari, playoff e tv
Attesa un’indicazione in vista dell’assemblea dei club
Calcio tutte le notizie
26 maggio 2020
17:22
Calcio tutte le notizie
In attesa di sapere giovedì se e quando (il 13 o il 20 giugno) il campionato riprenderà, il Consiglio di Lega Serie A è riunito per discutere del calendario, del ‘piano B’ per proseguire con playoff e playout, nonché del rapporto con i broadcaster, che non hanno saldato l’ultima rata stagionale dei diritti tv.
Fra i club c’è chi, per armonizzare subito la classifica anche nell’eventualità di un nuovo stop, spinge per ricominciare il campionato partendo dai recuperi della 25ma giornata, Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino-Parma. E chi invece preferisce iniziare con le 10 partite della 27ma giornata, per poi recuperare la 25ma immediatamente dopo con un turno infrasettimanale. Su questo il Consiglio dovrebbe dare un orientamento su cui poi si esprimerà l’Assemblea, probabilmente settimana prossima
Calcio tutte le notizie
Bundesliga: Hertha frena Lipsia, Schick e Piatek in gol
RB manca l’aggancio al secondo posto. Schalke ancora ko
Calcio tutte le notizie
27 maggio 2020
23:37
Calcio tutte le notizie
Due ex della serie A, Patrick Schick e Krzysztof Piatek, hanno messo la loro firma sul 2-2 tra il Red Bull Lipsia e l’Hertha Berlino, in un incontro della 28/a giornata di Bundesliga. Un pareggio che scontenta di più la squadra di Nagelsmann per aver fallito l’occasione di raggiungere al secondo posto il Borussia Dortmund battuto ieri dal Bayern Monaco nella sfida per il titolo. La squadra della capitale era andata in vantaggio per prima con Grujic, ma Klostermann aveva pareggiato per il Lipsia che, pur rimasto in dieci al 18′ pt per espulsione di Halstenberg per doppia ammonizione, ha trovato anche il vantaggio con l’ex giallorosso. Nel finale, però, un rigore ha dato il pareggio all’Hertha, ora decimo in classifica, e una piccola gioia a Piatek, al secondo centro stagionale.
Il quadro della 28/ma giornata
Dortmund – Bayern 0-1
Brema – Monchengladbach 0-0
Francoforte – Friburgo 3-3
Leverkusen – Wolfsburg 1-4
Lipsia – Hertha 2-2
Augusta – Paderborn 0-0
Dusseldorf – Schalke 2-1
Hoffenheim – Colonia 3-1
Union Berlino – Magonza 1-1
Calcio tutte le notizie
Juve lavoro e relax, Sarri rinsalda gruppo
Alla Continassa anche Cristiano jr, figlio di Ronaldo
Calcio tutte le notizie
23 maggio 2020
20:35
Calcio tutte le notizie
Il tempo dei dubbi di formazione, del turn over o del modulo migliore sono ancora abbastanza lontani. Per Maurizio Sarri e la Juventus questo è il periodo giusto per lavorare sodo, in attesa che si dissolvano i dubbi sulla ripresa del campionato. Per l secondo giorno consecutivo alla Continassa c’erano tutti i bianconeri, per quel che è dato sapere: dopo il ritorno di Rabiot e Higuain, il tecnico può lavorare sull’intera rosa. Il clima è molto disteso, come si può intuire dai social: Cristiano Ronaldo, ad esempio, ne ha approfittato per ospitare sul campo di allenamento il figlio più grande, Cristiano jr, che si è cimentato in una sfida di scatti sul campo perfetto della Continassa. La compagna Georgina Rodriguez ha invece pubblicato, sul suo account personale, una foto della famiglia intera in pieno relax nella piscinetta interna nella loro villa sulla collina torinese, sotto la volta stellata del soffitto. Il brasiliano Douglas Costa ha mostrato il suo look da pelato, in omaggio a Carequinha, un storico clown e attore molto popolare in Brasile, morto nel 2006 all’età di 90 anni: un artista con una folta chioma che indossava una calotta che lo faceva apparire calvo. Dall’Argentina, intanto, continuano ad arrivare gli echi delle interviste rilasciate da Higuain nel periodo del suo soggiorno nel paese sudamericano. Il flirt con il River Plate, la società che l’ha lanciato nel grande calcio e che lo rivorrebbe a fine carriera, sembra sempre molto attuale. Ma nessuno nutre dubbi che il ‘Pipita’ concluderà con pieno impegno la sua esperienza alla Juventus, ripresa dopo l’approdo di Sarri sulla panchina bianconera. Le notizie di mercato, infine, avvicinano alla Juventus il bomber norvegese Haaland, 20 anni il prossimo 21 luglio, passato l’inverno scorso dal Salisburgo al Borussia Dortmund, club dal quale però potrà svincolarsi, tramite clausola, soltanto nell’estate del 2021.
Calcio tutte le notizie
Premier League verso la ripresa a metà giugno
Ad Masters: “Fatto il possibile per garantire ripresa sicura”
Calcio tutte le notizie
LONDRA
23 maggio 2020
17:09
Calcio tutte le notizie
La Premier League ripartirà, con ogni probabilità, nel giro di un mese, garantendo la massima sicurezza a giocatori e tecnici: una rassicurazione che assomiglia molto ad una promessa, quella di Richard Masters, direttore generale della Lega inglese, “sicuro del piano di ripresa”, nonostante manchi ancora il nulla-osta finale del governo britannico. Risale ormai a più di due mesi fa, per la precisione allo scorso 13 marzo, l’ultima partita della massima divisione inglese. Ma questa settimana, con la ripresa degli allenamenti in piccoli gruppi, il calcio d’Oltremanica ha mosso i primi passi verso la ripresa della stagione. Non è stata ancora fissata una data ufficiale per il ritorno in campo, anche se Masters è convinto che tra il 12 giugno e il weekend successivo, il campionato ripartirà. Nonostante i sei casi positivi registrati in due club, registrati questa settimana. A cui oggi si sono aggiunti altri due giocatori del Watford, finiti in auto-isolamento.
“C’era una certa voglia di ricominciare e l’abbiamo cavalcata – ha spiegato Masters in un’intervista alla Bbc -. E’ fantastico per tutti, a cominciare dai tifosi, vedere i giocatori sui campi d’allenamento”. Non tutti i calciatori, però, hanno ripreso ad allenarsi. Il francese N’Golo Kante e Troy Deeney del Watford sono tra gli ammutinati che – per timore del rischio contagio – hanno preferito non rientrare in gruppo. Una scelta minoritaria che non verrà sanzionata dai rispettivi club di appartenenza.
Calcio tutte le notizie
Calcio: in Giappone campionato riparte il 4 luglio
Dopo quattro mesi di sospensione. Si giocherà a porte chiuse
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
16:10
Calcio tutte le notizie
Il Japan Football Championship riprenderà il 4 luglio a porte chiuse dopo una sospensione di quattro mesi a causa della pandemia di coronavirus. Lo ha annunciato il presidente della J-League Mitsuru Murai. “Abbiamo deciso che le partite della 1a divisione riprenderanno il 4 luglio ma è troppo presto per consentire agli spettatori l’accesso”, ha detto Murai.
Il campionato giapponese era iniziato a febbraio ma è stato sospeso dopo una giornata a causa della pandemia che nel paese ha ucciso 886 persone e fatto registrare 16.647 casi positivi.
La J-League diventerà il secondo campionato professionistico in Giappone a riprendere, dopo quello del baseball, la cui ripresa è prevista per giugno. “Le preoccupazioni non vengono completamente cancellate, ma andrà bene quando tutte le squadre della J-League lavoreranno insieme e competeranno con rispetto”, ha dichiarato Yoichiro Kakitani, giocatore dell’ Osaka.
Calcio tutte le notizie
Polonia, dal 19/6 stadi aperti con 25% spettatori
Annuncio Premier. Campionato riparte stasera a porte chiuse
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
16:14
Calcio tutte le notizie
La Polonia apre parzialmente gli stadi al pubblico. Le partite del campionato di calcio si svolgeranno dal 19 giugno di fronte a una quota di spettatori limitata al 25% della capacità dello stadio: lo ha annunciato il Primo Ministro Mateusz Morawiecki. “I sostenitori potranno tornare (…) e sarà il 19 giugno – ha detto il premier ai giornalisti -Garantiremo che l’accesso alle strutture per la disinfezione, l’acquisto di biglietti, l’arrivo allo stadio non conduca a raduni e che le persone vengano collocate nello stadio in conformità con gli standard sanitari”.
Il presidente della Federcalcio polacca Zbigniew Boniek ha sottolineato che “inizialmente, saranno ammessi solo i tifosi di casa”.
La ripresa del calcio in Polonia è fissata per stasera con le prime due partite che si giocheranno a porte chiuse.
Calcio tutte le notizie
Napoli; Ospina, puntiamo a finale di Coppa Italia
Bello ripartire, poi pensiamo a serie A e notte Barcellona
Calcio tutte le notizie
NAPOLI
29 maggio 2020
17:34
Calcio tutte le notizie
“La ripartenza del calcio è una bella notizia. Speriamo che tutto vada bene e si possa finire il campionato. Ora pensiamo alla Coppa Italia, sappiamo le date, sappiamo come cominceremo e dobbiamo fare bene nell’importante partita di Coppa Italia. Abbiamo queste due settimane prima di ripartire e dobbiamo fare il massimo per arrivare bene a questo match”. Lo ha detto David Ospina a Radio Kiss Kiss Napoli. Il portiere azzurro ha sottolineato l’impegno per provare a vincere la Coppa Italia: “Sappiamo di avere poterla vincere- ha detto – è un bell’obiettivo. Di fronte c’è una squadra forte come l’Inter, ma noi sappiamo di poter raggiungere la finale”. Il portiere colombiano ha parlato anche degli altri due obiettivi stagionali: “In campionato – ha detto – siamo in una media posizione di classifica. Dovremo approfittare di questo momento e seguire il mister per arrivare più in alto possibile. La Champions League a Barcellona? Vediamo prima cosa succede con Coppa Italia e campionato, poi avremo tempo per preparare questa partita speciale. Possiamo fare una grande partita, sappiamo che il Barça ha tantissimi giocatori forti, ma in una partita secca può succedere di tutto”.
Calcio tutte le notizie
Kessie torna in gruppo, doppio tampone negativo
Ispettori Figc a Milanello, soddisfatti per organizzazione
Calcio tutte le notizie
MILANO
29 maggio 2020
17:52
Calcio tutte le notizie
Franck Kessie è tornato ad allenarsi oggi a Milanello dopo aver ricevuto l’esito negativo del doppio tampone a cui si è sottoposto nelle scorse ore. Il centrocampista del Milan ha lavorato da solo e da domani tornerà in gruppo. Ci saranno quindi tutti gli effettivi a disposizione di Pioli, eccezion fatta di Ibrahimovic, rientrato in Svezia per lo stiramento al polpaccio. Oggi gli ispettori della Procura della Figc hanno visitato Milanello, non hanno rilevato alcuna criticità e hanno dato un giudizio positivo sull’organizzazione e sulle misure preventive adottate al centro sportivo per il coronavirus.
Calcio tutte le notizie
106 mln di dollari, Federer il ‘paperone’ dello sport 2020
La classifica di Forbes: lo svizzero precede Ronaldo e Messi
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
18:14
Calcio tutte le notizie
La stella del tennis Roger Federer è in cima alla classifica degli atleti più pagati al mondo quest’anno con 106,3 milioni di dollari (95,5 milioni di euro) di guadagni. E’ quanto emerge dalla classifica stabilita dalla rivista americana Forbes e pubblicato oggi. Il detentore del record di titoli del Grand Slam (20) deve essenzialmente il suo posto ai suoi contratti pubblicitari e alle partnership private, che gli hanno garantito 100 milioni di entrate tra l’1 giugno 2019 e l’1 giugno 2020, il periodo preso in considerazione da Forbes. Il resto, 6,3 milioni di dollari, proviene dai suoi guadagni sul circuito ATP.
Federer è il secondo sportivo attivo dopo Tiger Woods a superare la soglia di 100 milioni di dollari di entrate pubblicitarie in un anno. È la prima volta che il 38enne tennista è in cima alla classifica, grazie in particolare alla sua recente collaborazione con il marchio tessile giapponese Uniqlo, che gli ha garantito 300 milioni di dollari in 10 anni.
Lo svizzero, che era solo quinto nella stessa classifica dell’anno scorso, è un passo avanti rispetto al portoghese della Juventus Christiano Ronaldo, che ha guadagnato 105 milioni di dollari negli ultimi dodici mesi. Nel suo caso, invece, lo stipendio, proveniente dal suo club, la Juventus, è la principale fonte di reddito, con 60 milioni di dollari, mentre i guadagni pubblicitari e promozionali raggiungono i 45 milioni. I primi tre nella classifica si trovano in un ‘fazzoletto’, poiché l’attaccante argentino del Barcelona Lionel Messi è terzo a quota 104 milioni di dollari, di cui 72 milioni di stipendio
Calcio tutte le notizie
Calcio:procura Figc ispeziona allenamenti Lecce,Milan e Roma
Controlli su rispetto protocollo e tamponi
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
19:42
Calcio tutte le notizie
Continuano le verifiche del pool ispettivo della Procura Federale costituito per la verifica del rispetto dei protocolli sanitari presso i centri sportivi delle squadre di Serie A: oggi è stata la volta di Lecce, Milan e Roma, dopo che nella scorsa settimana era toccato a Fiorentina, Lazio e Napoli. Nel corso delle visite, la Procura verifica il rispetto dei protocolli sanitari e lo stato dei centri di allenamento, oltre ad acquisire documentazione relativa ai tamponi ed ai test sierologici che devono essere eseguiti con scadenze temporali dettagliate.
Calcio tutte le notizie
Champions: Uefa valuta ipotesi spostamento finale
Voci di spostamento sede Istanbul, Nyon decide il 17 giugno
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
18:08
Calcio tutte le notizie
L’Uefa sta studiando “tutte le opzioni” per il calendario e il format della Champions League di questa stagione, la cui finale era prevista inizialmente per il prossimo sabato a Istanbul. Il New York Times parla di una rinuncia della citta’turca, vista l’indicazione di giocare a porte chiuse, e fonti di Nyon non lo hanno smentito alla France Press. “SUl calendario e il format tutte le opzioni sono sul tavolo e una decisione potrebbe essere presa nell’Esecutivo del 17 giugno”. Secondo il quotidiano americano, Istanbul sarebbe pronta a rinunciare in cambio di una riassegnazione in altra stagione.
Calcio tutte le notizie
Ligue1 nuova stagione ad agosto, a luglio amichevoli
Il campionato ripartirà con tutto o parte del pubblico
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
19:47
Calcio tutte le notizie
Le partite ufficiali non riprenderanno, mentre quelle amichevoli in vista della prossima stagione ricominceranno da luglio. E’ il caso della Francia che – come scrive Le Parisien – vedrà la stagione 2020-2021 riprendere come concordato il prossimo agosto con partite di preparazione amichevoli a luglio. Secondo la LFP francese, il calcio transalpino si sta ora concentrando su una ripresa della stagione che consenta l’accoglienza di tutto o parte del pubblico nelle condizioni sanitarie che saranno definite con le autorità.
Gli stadi rimarranno chiusi fino al 22 giugno, ma durante gli incontri all’aperto dal 2 giugno è possibile far entrare un massimo di 5000 persone. La Lega calcio francese ha inoltre convalidato un accordo con BeIN Sports per il pagamento del saldo dei diritti internazionali per la Ligue 1 per la stagione 2019-2020. Dopo l’accordo raggiunto con Canal + e BeIN Sports in merito ai diritti audiovisivi nazionali, questa decisione consente di liquidare definitivamente i diritti dovuti dalle emittenti alla LFP per la stagione 2019-2020.
Calcio tutte le notizie
Il Cagliari celebra 100 anni di storia, il ’70 è stato quello d’oro
Il club fu fondato il 30 maggio 1920 dal chirurgo Gaetano Fichera, la svolta arrivò con l’acquisto di Gigi Riva
Calcio tutte le notizie
CAGLIARI
29 maggio 2020
19:59
Calcio tutte le notizie
Una storia lunga cento anni che, a metà strada, è diventata scudetto. Al Cagliari piacciono le cifre tonde e la primavera: il 30 maggio 1920 nasceva, dalle “mani” del chirurgo Gaetano Fichera, il club rossoblù; cinquant’anni dopo, il 12 aprile 1970, arrivava lo scudetto. Un secolo di vita: dai campi dello stallaggio Meloni a quelli, qualche decina di metri più indietro, dello stadio di via Pola, teatro del primo tentativo di raggiungere la Serie A naufragato in uno spareggio promozione perso con la Pro Patria nella stagione 1953/’54.
Una maledizione, quella degli spareggi: il Cagliari dei gemelli sardi del gol Virdis e Piras, perse il treno per la A nel 1976/’77. E retrocesse in B a Napoli, in una gara secca giocata vent’anni più tardi contro il Piacenza. Ma le fortune sono state sempre superiori alle sfortune. Una su tutte: l’acquisto di Gigi Riva nell’estate del ’63. Con lui – che in B esplose nel finale di campionato – il Cagliari conquistò per la prima volta la A. Una toccata e fuga, diceva la classifica di andata del campionato 1964/’65, con il Cagliari ultimo; e poi, invece, quella squadra finì sesta, alle spalle delle big. Sembrava l’apice, ma arrivarono nel 1968/’69 il platonico titolo di campione d’inverno e l’anno dopo lo scudetto vero. Battendo anche il record in difesa, con appena undici gol subiti: nessuno è più riuscito a fare meglio.
Era un Cagliari dei miracoli: per poco, sei undicesimi di quella squadra non riuscirono a vincere anche il Mondiale, sconfitti solo in finale dal Brasile di Pelè. Il declino rossoblù iniziò dopo l’infortunio di Riva in Nazionale contro l’Austria. E nella stagione 1975/’76, con un altro infortunio di Rombo di tuono, il Cagliari precipitò addirittura in B. Riva, pur nelle figurine della Serie cadetta della stagione successiva, in campo non tornò più. L’addio, dopo qualche tiro in porta insieme ai bambini della sua scuola calcio nello sterrato delle Saline, lo diede nell’aprile del ’77.
Successivamente, per il Cagliari alterne vicende: il ritorno tra le big nel ’79 e la nuova retrocessione nell’83. Fino alla caduta in C. A salvare la società dal fallimento fu indirettamente Diego Armando Maradona. Piras segnò il gol che eliminò dalla Coppa Italia ’86 la Juventus e che consentì al Cagliari di giocare la semifinale con il Napoli del Pibe de oro: fu quell’incasso – ama ricordare Piras – a tenere finanziariamente a galla il club sardo.
La rinascita si ebbe con Claudio Ranieri, l’era Cellino, il ritorno in Europa con Mazzone e Francescoli e la semifinale di Uefa con l’Inter. Ancora alti in A e bassi in B. Sino al ritorno nella massima Serie con Gianfranco Zola, nel 2003/’04. Quindi, cinque anni fa, l’acquisto della società da parte di Tommaso Giulini e, qualche mese fa, di nuovo il profumo d’Europa.
Sabato la sorpresa potrebbe essere il suono delle sirene in porto, onore tributato di solito a Sant’Efisio, il santo protettore della Sardegna. Ma in tempi di coronavirus, la ricorrenza si celebrerà a distanza con i social in compagnia di tanti eroi della storia rossoblù: da Albertosi a Nainggolan.
Calcio tutte le notizie
Ipotesi Atalanta-Sassuolo il 19 giugno, la Lega di Serie A decide lunedì
Si partirebbe dai recuperi della 25esima giornata, mentre la finale di Coppa Italia può slittare
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
20:49
Calcio tutte le notizie
Verrà probabilmente definito lunedì il calendario del campionato di Serie A. L’ipotesi al momento più concreta prevede la ripresa per venerdì 19 giugno, con un giorno di anticipo rispetto a quanto annunciato ieri dopo il vertice con il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, e la prima partita dovrebbe essere Atalanta-Sassuolo, a Bergamo, una delle città più colpite dal coronavirus.
Secondo questo piano, quindi, s’inizierebbe con i recuperi della 25/a giornata. Gli altri tre, Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino-Parma, si disputerebbero fra il 20 e il 21 giugno. Fra le ipotesi in discussione, c’è anche la possibilità di far slittare la finale di Coppa Italia, programmata ieri il 17 giugno, confermando invece le semifinali per il 13 e il 14.
Intanto, il numero dei Paesi che hanno fissato la ripartenza aumenta giorno dopo giorno. Svezia e Svizzera sono le ultime ad aggiungersi, rispettivamente il 14 e il 19 giugno. Ieri, oltre all’Italia, era toccato all’Inghilterra. Da notare poi che in Bielorussia il campionato non si è mai fermato, il 9 maggio si è tornati a giocare nelle Isole Far Oer e una settimana dopo in Germania.
Ecco l’elenco delle ripartenze dei campionati europei: 9 maggio Far Oer; 16 maggio Germania; 19 maggio Estonia; 23 maggio Repubblica Ceca e Ungheria; 28 maggio Danimarca; 29 maggio Polonia; 30 maggio Ucraina, Serbia e Lituania; 2 giugno Austria; 3 giugno Portogallo; 5 giugno Slovenia; 6 giugno Croazia e Grecia; 11 giugno Spagna; 12 giugno Turchia; 13 giugno Romania e Slovacchia; 14 giugno Svezia; 16 giugno Norvegia; 17 giugno Inghilterra; 19 giugno Svizzera; 20 giugno Italia; 21 giugno Russia; e 1 luglio Finlandia.
Al contrario, l’Olanda è stata la prima a dichiarare chiusa la stagione lo scorso 24 aprile senza assegnare il titolo, seguita dalla Francia (30 aprile, Psg campione) e poi da Lussemburgo (titolo non assegnato), Belgio (Bruges campione), Cipro (titolo non ancora assegnato) e Scozia (Celtic campione).
Calcio tutte le notizie
Gravina al direttivo Lega Pro, ripensiamo format
Serie C discute su delibera Figc per ripresa campionati
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
20:53
Calcio tutte le notizie
Il Consiglio Direttivo della Lega Pro si è riunito questo pomeriggio alla presenza del presidente Federale, Gabriele Gravina. Nel suo intervento Gravina da un lato ha puntualizzato gli interventi della Federazione a sostegno delle società di Lega Pro e dei loro tesserati, dall’altro ha delineato il percorso tracciato dal consiglio federale con la delibera 196/A dello scorso 20 maggio ai fini della ripresa del campionati delle Leghe professionistiche.
Una delibera quanto mai attuale dopo che nella giornata di ieri il ministro Spadafora ha annunciato che dal prossimo 20 giugno sarà possibile riprendere i campionati. A tal proposito il presidente Figc nell’evidenziare la portata interpretativa dell’art. 218 del Decreto Rilancio che consente alla Federazione di adottare “anche in deroga alle vigenti disposizioni dell’ordinamento sportivo provvedimenti relativi alla prosecuzione e alla conclusione dei campionati professionistici e dilettantistici” ma non di attuare la riforma dei campionati, ha ribadito l’esigenza di ripensare al format dei campionati già dalla stagione sportiva 2021/2022 in un’ottica di sistema all’interno del quale la Lega Pro vedrà valorizzato il proprio fondamentale ruolo di formatrice di giovani talenti.
I consiglieri, dopo aver ringraziato il presidente per la disponibilità dimostrata, si sono confrontati relativamente alle modalità di applicazione per la Lega Pro della delibera 196/A del 20 maggio.
Calcio tutte le notizie
Germania: il Leverkusen passa a Friburgo
Decide la partita un ‘colpo’ del talento Havertz
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
22:39
Calcio tutte le notizie
ll Bayer Leverkusen si lascia alle spalle la brutta sconfitta con il Wolfsburg e rilancia l’assalto a Lipsia e ‘Gladbach nell’anticipo della 29/a giornata della Bundesliga. A Friburgo decide un ‘colpo’ del talento Havertz al 54′. I padroni di casa del Friburgo non hanno demeritato ma per loro si allontana il sogno Europa League
Calcio tutte le notizie
Balotelli in sede, Cellino non lo riceve
L’attaccante ha atteso più di mezz’ora
Calcio tutte le notizie
BRESCIA
29 maggio 2020
21:01
Calcio tutte le notizie
Balotelli-Cellino: il grande gelo continua. Oggi nel tardo pomeriggio era fissato un appuntamento tra l’attaccante e il presidente del Brescia: si pensava che dopo gli ultimi giorni di grandissima tensione, esplosa quando il giocatore non si è presentato a un allenamento non fornendo giustificazioni (secondo la versione del club), tra i due ci fosse voglia di chiarirsi. Invece il presidente delle rondinelle non ha ricevuto il giocatore che dopo circa mezz’ora di anticamera ha lasciato gli uffici della sede dove era arrivato nel tardo pomeriggio.
Mario, con indosso una felpa dell’Italia, era apparso sereno all’entrata e lo stesso all’uscita: tanto che nulla lasciava pensare che con Cellino non si fosse parlato come poi è successivamente trapelato da alcune indiscrezioni.
Calcio tutte le notizie
Lega di Serie A: ‘Si riparte dai recuperi, finale di Coppa Italia il 17 giugno’
Quattro partite tra 20 e 21 ,poi da lunedì via alla 27/a giornata
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
21:10
Calcio tutte le notizie
I club di Serie A hanno votato all’unanimita’ di ricominciare il campionato disputando i quattro recuperi della 25/a giornata (Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino Parma) nel week end del 20-21 giugno e la programmazione della 27/a a partire da lunedi’ 22 giugno. “Inoltre – si legge in una nota della Lega – accogliendo l’auspicio del ministro Spadafora, l’attivita’ sportiva della stagione 2019/2020 riprendera’ da subito con la Coppa Italia, la cui finale e’ programmata per il giorno 17 giugno
Calcio tutte le notizie
Calcio: Spadafora, fa piacere accolto invito su C.Italia
Ministro: sport e il calcio simbolo ripartenza
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
21:16
Calcio tutte le notizie
”La preoccupazione continua a esserci, ma oggi è bene che lo sport e il calcio siano il simbolo di questa ripartenza. E’ bene che si cominci con la Coppa Italia, il 17 giugno avrà anche un valore simbolico. Fa piacere sia stato accolto il mio invito sulla Coppa Italia”. Lo ha detto il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ospite di Tg2Sport. “Saranno tre belle partite – ha aggiunto – e speriamo di essere all’Olimpico per la finale il 17, a 50 anni da una storica partita, Italia-Germania semifinale del mondiale”
Calcio tutte le notizie
Spadafora,match in chiaro? Medio ma pronto a intervento
Ministro: ‘se non si trova modo possibile provvedimento legge’
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
21:25
Calcio tutte le notizie
“Per tutta una serie di motivi credo che debba esserci un segnale. Non escludo un intervento normativo. Cerco prima il dialogo, ma poi mi assumo le mie responsabilità”: Così il ministro dello sport Vincenzo Spadafora a Tg2 Post sulla possibilità di trasmettere una parte della partite in chiaro.
“Ho gia’ avviato i contatti con i broadcaster, proseguirò nei prossimi giorni. Provero’ una mediazione, ma in caso negativo sono pronto ad intervenire”
Calcio tutte le notizie
Spadafora, da 15 giugno ok calcetto e saggi danza
Ministro: mi auguro in prossimo dpcm via libera sport amatoriale
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
21:27
Calcio tutte le notizie
”Mi auguro nel prossimo dpcm si possa aprire tutta la parte dello sport che è ancora ferma, quella amatoriale e di base, dalle partite di calcetto ai saggi di danza”. Così il ministro dello sport Vincenzo Spadafora a Tg2 Post. “Se la curva del contagio continuerà a scendere credo che tutto ripartirà dal 15 giugno”
Calcio tutte le notizie
Calcio:Serbia; Stella Rossa campione, primo titolo in Europa
Il 31/mo, prima volta per Stankovic da allenatore
Calcio tutte le notizie
BELGRADO
29 maggio 2020
21:48
Calcio tutte le notizie
La Stella Rossa di Belgrado ha conquistato oggi il 31/mo titolo di campione di Serbia, il terzo consecutivo, dopo la vittoria per 5-0 sul Rad, altra squadra della capitale. Per l’allenatore Dejan Stankovic si tratta del primo titolo vinto da allenatore. E si tratta anche del primo titolo assegnato in Europa ai tempi del Coronavirus.
La conquista del campionato per la Stella Rossa è avvenuta nel giorno in cui è ripreso il campionato di prima divisione (Superliga) dopo una interruzione di due mesi e mezzo per la pandemia di coronavirus. In classifica la squadra di Stankovic è a quota 72 punti, non più raggiungibile dal Partizan di Belgrado, secondo, nelle tre giornate che restano da giocare.
Calcio tutte le notizie
Samp:Ferrero,sempre detto potevamo ripartire con presupposti
‘Abbiamo avuto tra i 15 e i 17 positivi, non è uno scherzo’
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
22:00
Calcio tutte le notizie
“Siamo felici della ripresa, iniziare il campionato significa che il mostro coronavirus si sta dileguando. Combattevamo contro un nemico invisibile, ma avevo sempre detto che si poteva ripartire con i presupposti giusti”, ha detto il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero a Radio Marte che poi spiega: “L’importante è farlo. La Samp se la giocherà con tutti, ho chiesto di giocare prima i recuperi, magari ci servirebbe anche un po’ di fortuna”. E sul Covid 19 aggiunge: “Siamo stati colpiti, i ragazzi stanno bene. E’ una cosa molto triste, non conosciamo questa malattia. Abbiamo avuto tra i 15 e i 17 positivi, non è uno scherzo”.
Calcio tutte le notizie
Calcio: Icardi ad un passo dal Psg, cessione vicina
Intesa tra i due club per trasferimento a circa 60 milioni
Calcio tutte le notizie
29 maggio 2020
23:49
Calcio tutte le notizie
L’Inter è ad un passo dal cedere Mauro Icardi al Psg. I due club, che da giorni stanno trattando, avrebbero trovato l’intesa per il trasferimento a 50 milioni di euro più 8 milioni di bonus. L’attaccante è legato al club parigino con un contratto fino al 2024 che diventerebbe effettivo una volta esercitato il diritto di riscatto dal Psg.
Il trasferimento è vicino e il club nerazzurro, in caso di definitiva fumata bianca, otterrebbe una plusvalenza pari quasi alla totalità della cifra incassata.

Calcio tutte le notizie! Tutte le notizie di Calcio sempre costantemente approfondite e monitorate e curate! LEGGILE!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 16:59 DI DOMENICA 17 MAGGIO 2020

ALLE 09:57 DI LUNEDì 18 MAGGIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Rummenigge, grazie al Governo ma ora disciplina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 maggio 2020
16:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo ringraziare il Governo per la possibilità di scendere in campo, lo faremo anche con un concetto innovativo. La giornata di ieri ha dimostrato che tutti hanno lavorato bene a livello gestionale. È stato un momento di grande emozione”. Così, dai microfoni di Sky prima dell’inizio della partita contro l’Union Berlino, l’ad del Bayern Monaco Karl Heinz Rummenigge. “Tutti dobbiamo essere felici – ha aggiunto -, ma dobbiamo guardare al futuro ed essere disciplinati”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna: allenamenti individuali, atteso Mihajlovic
A Casteldebole si rivede anche il pallone
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
17 maggio 2020
20:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ripresi gli allenamenti individuali lo scorso 5 maggio, anche lunedì 18 maggio – giorno in cui è in programma la riapertura, sull’onda della Fase 2, di tante attività – il Bologna proseguirà con questa tipologia di allenamento ma in aggiunta, a quanto si è appreso, farà la sua comparsa il pallone. Ad allenarsi, come già accaduto, è atteso anche il tecnico degli emiliani, Sinisa Mihajlovic. Lo scorso 6 maggio, l’allenatore aveva varcato i cancelli del centro di Casteldebole dirigendosi sul campo, correndo e facendo addominali come aveva fatto il giorno prima la squadra. Mihajlovic, al quale in estate era stata diagnosticata la leucemia, è stato sottoposto il 29 ottobre al trapianto di midollo osseo. VAI ALLO SPORT

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Parma conferma decisione,da domani squadra in ritiro
Conferma da ds Faggiano, squadra resterà a Collecchio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 maggio 2020
21:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Aveva annunciato da domani l’inizio del ritiro e, in attesa che si definiscano i protocolli di sicurezza per gli allenamenti di squadra (il Comitato tecnico-scientifico del governo non ha ancora validato il documento del ministero dello Sport), il Parma conferma la decisione presa. “Andiamo in ritiro” spiega il ds del club, Daniele Faggiano. La squadra quindi al termine del lavoro resterà presso il centro sportivo di Collecchio nel rigoroso rispetto delle indicazioni e dei protocolli vigenti a tutela della salute dei tesserati.
Tutti i membri della rosa, dello staff tecnico e i componenti del cosiddetto “gruppo squadra” – per un totale di circa una sessantina di persone – sono già stati sottoposti a tamponi e test sierologici. I due calciatori risultati positivi al primo tampone e negativi al secondo (effettuati nell’arco di 24 ore) sono stati isolati e vengono costantemente monitorati.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Medico Inter, ritiri? Non tutti club hanno strutture
Giocatori hanno voglia di riprendere ma sono preoccupati
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 maggio 2020
22:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Non tutte le società hanno le strutture per garantire un ritiro di 60-70 persone. Noi venerdì abbiamo fatto i test al gruppo che lavora attorno alla squadra, anche di magazzinieri, cuochi e non solo. Noi siamo una società abbastanza importante, figuriamoci club con un peso minore”. E’ il pensiero del responsabile del settore medico dell’Inter Piero Volpi, intervistato da Sky Sport, sul protocollo per la ripresa degli allenamenti di squadra.
”Come si fa a mantenere in ritiro un gruppo chiuso? – dice ancora Volpi – A parte la Juventus, nessuna ha disposizione un hotel. Ho sentito molti nostri giocatori e di altre squadre e sono quasi tutti preoccupati, hanno voglia di riprendere, ma vogliono avere le garanzie di sicurezza che in questo momento non possono essere date”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maldini, maxi-ritiro non sta né in cielo né in terra
Difficile intesa su protocollo, serve tavolo con Figc e governo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 maggio 2020
22:51
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il maxi-ritiro non sta né in cielo né in terra. Non si considera la salute mentale: ai calciatori si chiede di restare blindati dopo 60 giorni di lockdown”. Lo dice Paolo Maldini, ospite della trasmissione Rai ‘Che tempo che fa’. “E’ un’impresa difficilissima trovare un’intesa sul protocollo – sostiene il dt del Milan, guarito dal Covid-19 assieme alla moglie e ai due figli -. In Lega c’è coesione di intenti,ma l’idea va trasferita a Figc e governo: un tavolo a tre lo renderebbe più facile. Dobbiamo provare a ripartire in sicurezza”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maldini, mia storia con Milan non avrà mai fine
Dirigente ‘svicola’ su futuro ma fa riferimento a famiglia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
17 maggio 2020
22:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se resto al Milan? La storia della mia famiglia con il Milan è talmente lunga che difficilmente avrà una fine”. Paolo Maldini, ospite della trasmissione Rai ‘Che tempo che fa’, aggira la domanda sul suo futuro. Il suo ruolo da direttore tecnico rossonero sembra però incompatibile con il sempre più probabile arrivo di Ralf Rangnick a cui, ad inizio settimana, Maldini aveva rivolto l’invito di “imparare il rispetto” prima dell’italiano per le continue dichiarazioni sul Milan, considerate una invasione di campo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Wunderbar’, il mondo applaude ritorno Bundesliga
L’audience tv triplica: 6 milioni di spettatori per la ripresa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 maggio 2020
16:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Wunderbar!”. Mentre l’audience tv tedesca triplica, il mondo del calcio – e non solo – ha salutato con entusiasmo il ritorno in campo della Bundesliga. Quella della Germania è stata la prima grande lega a ripartire, dopo due mesi di stop imposti dal coronavirus.
Grazie alla rigida organizzazione teutonica, è stato un successo. Tutti i protagonisti si sono attenuti al protocollo sanitario, con tanto di sanificazione del pallone prima del via. I giocatori hanno evitato di abbracciarsi in occasione dei gol, limitandosi a tocchi di piede. Unico caso il bacio scoccato da Thuram sulla guancia di un compagno in Borussia Moenchengladbach-Eintracht Francoforte. La Lega ha chiarito che non saranno puniti ed il tecnico Labbadia li ha difesi: “Vietare la gioia non si può”. I tifosi, anche gli ultrà contrari alle porte chiuse, hanno evitato i temuti assedi agli stadi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quotidiano popolare Bild annuncia in prima pagina: “Ecco come il mondo celebra la nostra Bundesliga!”. “E’ stato strano senza i tifosi, come previsto – ha commentato il nazionale tedesco Ilkay Gündogan, ora al City- Ma è bello vedere finalmente il calcio dopo così tanto tempo”. Altri, come Radamel Falcao (Galatasaray), si sono chiesti se le misure sanitarie imposte al calcio tedesco non siano eccessive: “Ci sono davvero buoni motivi per vietare abbracci dopo i goal?”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche sulla stampa internazionale, domina l’entusiasmo per un ritorno alla vita “normale”. “Wunderbar” (“meraviglioso”), titola il quotidiano britannico Mirror. In Francia L’Equipe dedica sei pagine alla Bundesliga. Tornare al calcio giocato non è stato facile e, con una buona dose di ironia, lo ha riconosciuto il ds di Francoforte, Fredi Bobic, commentando i due gol che la sua squadra ha subito nei primi 7′ contro il Moenchengladbach (sconfitta per 3-1): “Eravamo ancora nello spirito del coronavirus e abbiamo rispettato le regole del distanziamento sociale, ma non dovevamo farlo nella nostra area”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I dati audience di ieri parlano di 6 milioni di telespetattori: raddoppiati quelli a pagamento su Sky, ai quali si sommano 2,4 milioni di tifosi collegati al multiplex su un canale gratuito. Oggi si replica. Il Bayern Monaco cercherà in casa dell’Union Berlino di riprendere la marcia verso l’ottavo titolo consecutivo. Intanto ha approfittato della sosta per recuperare il suo capocannoniere, Robert Lewandowski. Nell’altro incontro si affrontano Colonia e Mainz.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve alla Continassa, atteso anche Ronaldo
Maurizio Sarri dirigerà la prima seduta di squadra dopo gli allenamenti individuali dei giorni scorsi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
17 maggio 2020
20:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus attende per domani la ripresa degli allenamenti al completo. I giocatori si ritroveranno alla Continassa, dove Maurizio Sarri dirigerà la prima seduta di squadra dopo gli allenamenti individuali dei giorni scorsi. Dopo i rientri a Torino di Higuain e Rabiot, potrebbe rivedersi anche Ronaldo, che proprio domani termina le due settimane di quarantena obbligatoria in seguito al rientro dal Portogallo. Per gli altri stranieri, invece, servirà ancora qualche giorno di isolamento. Ogni giocatore avrà la sua stanza al JHotel, l’albergo della società vicino ai campi d’allenamento, per cambiarsi e fare la doccia. JUVENTUS

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

L’Udinese: ‘Una follia il campionato dal 13 giugno’
“La nostra posizione è tornare a giocare in condizioni di sicurezza per la salute di giocatori e staff”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
17 maggio 2020
21:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se venisse confermata la data del 13 giugno per la ripartenza del campionato sarebbe una vera e propria follia per i calciatori e le società”: lo ha affermato il responsabile dell’Area Tecnica dell’Udinese Pierpaolo Marino intervenendo in diretta, a “Domenica Sport” di Rai Radio 1. “La nostra posizione è tornare a giocare in condizioni di sicurezza per la salute di giocatori e staff”.
“Una ripresa dell’attività il 13 giugno, come votato dall’assemblea di Lega, creerebbe una gravissima problematica legata agli infortuni che si sta già riscontrando in Bundesliga”, ha aggiunto Marino. “Il campionato tedesco è ripartito ieri dopo 7 settimane di allenamenti e si sono già infortunati seriamente diversi giocatori. La Serie A, addirittura, vorrebbe ripartire dopo 4 settimane non effettive di lavoro ma non sappiamo ancora se da domani ci si potrà allenare in gruppo o individualmente, in quanto le linee guida attuali non sono applicabili in pieno – ha spiegato – Un’eventuale ripresa del campionato il 13 giugno, comporterà, quindi, un rischio infortuni elevatissimo”, ha ribadito Marino in conclusione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ministero Sport, ancora allenamenti individuali
Fonte:

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
‘Cts non ha validato le linee guida 12 maggio’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
17 maggio 2020
20:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tutto come prima per la Serie A, perlomeno per lunedì 18 maggio: il comitato tecnico scientifico non ha validato ancora le linee guida per gli sport di squadra del 12 maggio, e in attesa che avvenga le regole che restano in vigore sono quelle per gli allenamenti individuali. Lo si apprende da una fonte del ministero dello sport che aggiunge: “la validazione da parte del Cts avverrà probabilmente lunedì.  Secondo il punto E del nuovo dpcm finche’ non c’e’ il visto del comitato valgono le regole precedenti”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Pozzo: “Favorevole al via ma in sicurezza”
Patron Udinese: “Si pensi soprattutto a evitare gli infortuni”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
18 maggio 2020
09:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Attorno a noi si è creato un grande equivoco, in nostri medici sono preoccupati dal fatto che non esiste una legislazione in grado di chiarire bene la loro responsabilità penale. Io, da azionista dell’Udinese, non posso risolvere una questione penale: da noi i Tribunali funzionano bene e vogliamo rispettare la legge. Per tranquillizzare medici e dirigenti, la scorsa settimana ho sentito il dovere di scrivere la lettera, che non c’entra niente col fatto di non voler giocare, perché noi vogliamo giocare”. Così il patron dell’Udinese, Giampaolo Pozzo, intevenuto a Radio Anch’io lo sport, su RadioRai.
“Non siamo d’accordo sul fatto di tornare a giocare il 13 giugno, è un insulto all’intelligenza – aggiunge -: se ascoltiamo qualsiasi preparatore atletico dirà che, dopo due mesi di inattività, al calciatore serve minimo un mese di allenamento vero. Oggi ci stiamo ancora allenando con gradualità. Sarebbe opportuno trovare una soluzione logica per giocare, evitando infortuni. Si guarda con trionfalismo alla Germania, ma loro già hanno diversi infortuni e giocano ‘solo’ una partita alla settimana; da noi se ne vogliono giocare due a settimana, dopo esserci allenati 15 giorni. Sono favorevole a ripartire, ma in sicurezza. C’è ancora il tempo, ma facciamolo con il cervello”.

Juventus tutti i video in tempo reale sempre aggiornati ed esclusivi! GUARDA!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, TUTTI I VIDEO DELLA JUVENTUS, Ultim'ora, VIDEO NOTIZIE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTI I VIDEO IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATI ED ESCLUSIVI!

DALLE 08:01 DI GIOVEDì 14 MAGGIO 2020

ALLE 00:51 DI DOMENICA 17 MAGGIO 2020

JUVENTUS TUTTI I VIDEO

INTANTO LEGGI ANCHE: JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Juventus tutte le notizie in tempo reale
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Piemonte, Sport, Ultim'ora

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:37 DI GIOVEDì 14 MAGGIO 2020

ALLE 00:20 DI DOMENICA 17 MAGGIO 2020

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

14 Maggio 2020
07:37
Classic Match | Triplice esordio!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Juve-Venezia 4-0, 2001:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

Storia⎮Lo Scudetto 2006
14 Maggio 2020
Oggi, esattamente 14 anni fa, vincevamo il Tricolore numero 29!:

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Giovedì di allenamenti individuali
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Continuano le sessioni individuali al JTC, dove oggi è rientrato anche Mister Maurizio Sarri
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Proseguono i lavori al JTC. Come nei giorni scorsi, continua il programma di sedute individuali di allenamento.
La novità di giornata è il ritorno di Mister Maurizio Sarri, anche lui presente al centro d’allenamento bianconero.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Bentancur: «Rimettere le scarpe da calcio sensazione bellissima»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Il centrocampista, tra i primi bianconeri a cominciare gli allenamenti individuali in Continassa: «Servirà tempo per ritrovare il ritmo; dobbiamo lavorare al 150%»
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
E’ un Rodrigo Bentancur carico e motivato quello che ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Il centrocampista Uruguayo, che questa settimana ha intrapreso un programma di allenamenti individuali al JTC, ha parlato delle sue sensazioni nel ritornare in campo, ha raccontato di come ha vissuto la quarantena a Torino e ha fatto un punto sulla sua crescita personale.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
IL RITORNO AL JTC
«Ripartire e ritornare in campo è stato bellissimo, una sensazione stupenda rimettere le scarpe da calcio – spiega Rodrigo, che da lunedì, come altri suoi compagni, si allena individualmente al JTC – Sto bene, per fortuna mi sono allenato anche a casa in questo periodo. Non vedo l’ora di ricominciare gli allenamenti in gruppo. Servirà tempo per ritrovare il ritmo, ma sarà bellissimo».
«Dovessimo ripartire – aggiunge il centrocampista -, sicuramente ci saranno delle difficoltà: il caldo, l’assenza dei tifosi che sono importantissimi per noi, e ritrovare il ritmo. Per questo dobbiamo lavorare al 150%. L’aspetto fisico farà la differenza, ma anche la nostra solidità mentale».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA QUARANTENA
«Ho deciso di rimanere a Torino, facendo la quarantena con la mia fidanzata e due miei amici che erano venuti a trovarmi e sono rimasti bloccati qui. Per fortuna è stato qui anche mio zio, che è anche il mio preparatore personale e mi ha “ammazzato” facendomi fare 70 allenamenti personalizzati in 50 giorni, ma mi ha fatto solo bene».
«Ho iniziato a fare qualche corso per migliorare il mio inglese – rivela Benta -, e ho guardato diverse serie. Non mi piace molto far vedere la mia vita sui social, sono riservato e tranquillo».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
SÉ STESSO
«Da ragazzino ammiravo Lampard e Gerrard che giocavano da mezz’ala, e come regista mi è sempre piaciuto Busquets – confessa l’uruguayano -. Ho visto un sacco di loro video e partite e ciò mi è servito per imparare».
«Il mio ruolo? Mi sento a mio agio nel ruolo di regista, ma a centrocampo mi piace ogni ruolo, mazz’ala, o davanti alla difesa. Non fa la differenza per me, l’importante è giocare. Da quando è arrivato, Mister Sarri mi ha sempre dimostrato la sua fiducia e ho cercato di ripagarla, ma devo ancora migliorare tanto».
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
15 Maggio 2020
Your Icon… Your Call! La scelta finale sarà su Socios!
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
L’Icon più votata sarà stampata su una t-shirt limited edition che verrà venduta in tutto il mondo attraverso lo Store Online di Juventus!

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Qualche settimana fa vi abbiamo chiesto di dare sfogo alla vostra arte e alla vostra fantasia, reinterpretando in modo originale l’Icon, il Logo di Juventus.
Avete dato prova di grande creatività, regalandoci tante bellissime interpretazioni della nostra identità visiva: l’elenco delle Icon preferite dagli utenti, che le hanno votate su YourIcon.Juventus.Com, si è adesso ristretto a cinque:

Quindi, siamo all’atto finale. E ancora una volta potrete votare con la piattaforma Socios.com, come avete fatto, per esempio, quando avete deciso la nuova canzone che risuona all’Allianz Stadium ai gol della Juventus, oppure come fate in queste settimane, scegliendo online la partita che volete rivedere ogni mercoledì e domenica, Your Juve Matchday.
Decidete allora quale sarà la “vostra” Icon della Juventus, grazie a Socios.com: la più votata verrà stampata su una t-shirt limited edition venduta in tutto il mondo attraverso lo Store Online di Juventus.
E sarà una votazione in due step: la prima restringerà il campo alle due Icon finaliste, che si sfideranno poi nello scontro finale, sempre su su Socios.com.
Potete cominciare adesso: la votazione è già aperta per tutti i fans che posseggono $JUV Fan Tokens
#YourIcon, your call: vota ora la tua “YourIcon” preferita su Socios.com!  SCARICA L’APP DI SOCIOS.COMJUVENTUS TUTTE LE NOTIZIEBlack And White Stories | La domenica dei Fratelli Bercellino
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
1966, il giorno di Giancarlo e Silvino
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Tra le tante storie di eroi minori ospitate nella lunga vita della Juventus, quella di Silvino Bercellino è tra le più bizzarre. Anche perché all’epoca – metà degli anni ’60 – riuscì a incuriosire parecchio. Non capita spesso di vedere due fratelli giocare a calcio  ad alti livelli, per quanto non manchino esempi illustri. Molti si ricorderanno un Juventus-Piacenza con i due Inzaghi contro, Filippo e Simone, una bella foto di famiglia scattata al Delle Alpi. Ma Giancarlo e Silvino, detti altrimenti Bercellino I e Bercellino II, distanziati di 5 anni per età, hanno avuto il privilegio di vestire la stessa maglia e di militare insieme per due stagioni nella Juventus. Nati a Gattinara, in provincia di Novara, classe 1941 il primo e 1946 il secondo, la loro parabola è stata ben diversa.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Di Giancarlo dice tutto il soprannome: Berceroccia. Difensore arcigno, dotato di un tiro molto potente che sfrutta sulle palle da fermo, siano esse calci di punizioni o penalty, rientra a pieno titolo nello spirito della Juve “operaia” che contrassegna buona parte del decennio con virtù quali lo spirito di sacrificio, il carattere agonistico,  la voglia di emergere. Si andrà a concretizzare il tutto nello scudetto del 1966-67. Un’impresa alla quale contribuirà con un buon monte presenze e con il suo record di gol in campionato, ben 4, l’ultimo dei quali nella gara con la Lazio che determina il sorpasso all’ultima giornata sull’Inter.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Anche Silvino ha un soprannome indicativo: Torero Camomillo. E’ il protagonista molto amato di una canzone dello Zecchino d’Oro, “il matador tranquillo che dorme appena può”, cita il testo. Si sottolinea così una certa propensione a distrarsi durante la partita, salvo poi accendersi improvvisamente e trovare la via della rete con buona frequenza, lui gioca esattamente all’opposto del fratello, fa il centravanti invece dello stopper. Chi ha pensato a lui come a un prodotto del vivaio in grado di rilevare nientemeno che l’eredità di John Charles non può che rimanere deluso, ancor più pensando all’animus pugnandi del gallese, un modello irraggiungibile. Chi invece si limita ad osservarlo con attenzione, registrando il progressivo inserimento del ragazzo nella squadra, ne valuta realisticamente le caratteristiche. Tra questi c’è il Commissario Tecnico della Nazionale Edmondo Fabbri, che lo definisce “un autentico match-winner, l’uomo che risolve di getto con una spigliatezza che incanta, con una naturalezza che ammalia, una gara rognosa”. Parole importanti per un ragazzo di soli 20 anni, una valutazione espressa e dimenticata nel 1966, ultimo anno di Silvino in bianconero e traumatica chiusura della gestione azzurra di Fabbri in seguito alla bruciante uscita di scena dal Mondiale per mano della Corea del Nord.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
LA MEDIA GOL
Vive solo due stagioni in prima squadra Bercellino II. Ed è curioso registrarne la dimensione numerica. A dispetto della presunta indolenza, la media realizzativa è del tutto invidiabile, un gol ogni due apparizioni. Se la quota di presenze fosse ben più ampia, la permanenza insieme al fratello sarebbe garantita. Sono troppo poche 8 reti in 16 gare per fare curriculum in un calcio che non prevede ancora le sostituzioni, o si ha la capacità di ritagliarsi un posto da titolare o si sta nelle retrovie ad aspettare a lungo il proprio turno. E nel giudizio finale, che boccia un giovane promettente ma discontinuo e lo indirizza al Mantova e poi a una carriera in provincia, pesa proprio il tradimento del suo momento d’oro.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Tra febbraio e marzo del 1966, Silvino diventa il personaggio del momento, 6 centri in 4 gare consecutive. Nelle successive 4, arriva l’eclissi e finisce così la sua esperienza in bianconero.
LA PARTITA DEI DUE FRATELLI
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
C’è una gara speciale e bizzarra per la famiglia Bercellino. La racconta Hurrà Juventus nel marzo del 1966, dedicando proprio a Silvino la copertina, raffigurato nel momento in cui calcia un rigore contro il Catania. Con il Varese, che affida la maglia  numero 9 a Roberto Boninsegna, in gol al Comunale, i bianconeri prevalgono 3-1. Sono solo 5.000 gli spettatori presenti: la Juve è lontana dalla vetta, la partita non ha motivazioni di classifica, la giornata è fredda, il terreno è reso fangoso dalla pioggia. La sorte – o più laicamente la precisione – divide i due fratelli. Giancarlo colpisce due legni della porta quando si sposta in avanti per un infortunio che ne condiziona il movimento (una soluzione frequente non essendoci possibilità di cambio). Silvino invece firma la sua prima doppietta in Serie A in apertura e chiusura del secondo tempo.  “Già al primo minuto, in seguito ad un nutrito assalto alla porta varesina, impostato da Del Sol, Bercellino II ebbe la palla buona e realizzò la prima rete che era… maturissima”, racconta il mensile bianconero.
JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE
Infine, “proprio all’ultimo minuto giungeva a premio di una partita tanto sofferta il terzo gol, autore ancora Bercellino II, che ha così ribadito il suo apprezzabile talento di realizzatore”.

JUVENTUS TUTTE LE NOTIZIE

10 motivi per amare…
Puntata di oggi dedicata ad alex Del Piero:

QUI TUTTI I VIDEO BIANCONERI!

Calcio tutte le notizie! Tutte le news del Mondo del Calcio sono qui! Sempre aggiornate! Da non perdere!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 20 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:41 DI MARTEDì 12 MAGGIO 2020

ALLE 17:54 DI GIOVEDì 14 MAGGIO 2020

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Torino si allena, anche Izzo al Filadelfia
Granata proseguono sedute individuali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
12 maggio 2020
17:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nuova giornata di allenamenti al Filadelfia per il Torino, che sotto gli occhi di Moreno Longo prosegue i lavori in vista del possibile ritorno alle sedute di gruppo. Per i giocatori granata, solito programma individuale incentrato sulla parte atletica e aerobica, oltre ad alcuni esercizi con il pallone. Tra i giocatori che si sono presentati al quartier generale granata per le sedute facoltative anche Armando Izzo, che dopo alcuni giorni di lavoro a casa ha deciso di tornare in campo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie B: n.1 Pordenone “basta ostacoli, si deve giocare”
Lovisa:”In Europa regole serie,se uno positivo quello si isola”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
12 maggio 2020
17:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il calcio deve ripartire. A step e in sicurezza”: è l’appello del presidente del Pordenone Calcio, Mauro Lovisa. “Non è possibile che quotidianamente le autorità pongano ostacoli sulla via della ripartenza. Altri Paesi di riferimento in Europa stanno andando avanti in tutto, con regole serie e intelligenti. Qui da noi tante parole, schemi, burocrazia e continui rinvii. Non bisogna vergognarsi di copiare questi modelli”.
Lovisa ricorda che “i presidenti sono i primi a volere la salute dei propri atleti, mentre la tanto sbandierata tutela invocata dalle autorità pare più strumentalizzazione che altro.
Avendo convissuto con il virus credo di sapere bene di cosa parlo, e ho totale rispetto per chi ha sofferto, e soffre, più di me”.
“I calciatori e chi lavora nel calcio vogliono riprendere a giocare, a svolgere quindi il proprio lavoro in sicurezza – assicura – E se qualcuno malauguratamente risulterà positivo, questo e solo questo dovrà essere isolato. Non quindi tutto il gruppo squadra. Come in un’azienda e in un qualsiasi altro posto di lavoro. Senza trovare a tutti i costi dei colpevoli, il presidente e il medico sociale, quando il colpevole, se rispettate scrupolosamente le prescrizioni, è il virus”.
“Se l’obiettivo della politica è invece fermare e affossare il calcio ce lo dicano chiaramente e se ne assumano tutte le responsabilità – conclude Lovisa -. E i presidenti, coloro che nel calcio investono risorse, tempo e passione, motore della terza industria d’Italia, agiranno di conseguenza”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp, anche Gabbiadini torna a Bogliasco
Era stato il primo giocatore blucerchiato contagiato da Covid-19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
12 maggio 2020
17:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A due mesi dalla notizia della positività al Covid 19, Manolo Gabbiadini, tra i primi giocatori del calcio italiano contagiati dal Coronavirus, è tornato stamani a Bogliasco nel quartier generale blucerchiatodove sono previsti allenamenti individuali e facoltativi, solo corsa e addominali: niente pallone. In questi giorni diversi giocatori di Claudio Ranieri hanno deciso di andare a faticare al Mugnaini aspettando la ripresa collettiva. Oggi è toccato anche a Gabbiadini, poco dopo è arrivato anche Antonino La Gumina, anche lui nelle scorse settimane contagiato dal Coronavirus. Sono in buone condizioni i quattro giocatori positivi: di questi uno era già stato contagiato, i cui nomi non sono stati resi noti dal club. Stanno proseguendo la quarantena monitorati dallo staff medico doriano.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zeman, ripartenza serie A? Mi auguro di no
Boemo: “La vedo male. 30mila morti non sono pochi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
18:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Cosa ne penso della ripartenza del calcio italiano? La vedo male, per me non si dovrebbe ricominciare a meno che il virus non scompaia. Se è troppo pericoloso? Trentamila morti non sono pochi”. Zdenek Zeman, ai microfoni di “Un giorno da pecora”, su Rai Radio 1 si dice scettico su una possibile ripresa della serie A.
“Perché il calcio vuole ricominciare? Perché mancano i soldi, per recuperare qualcosa. Ma io penso che la salute sia importante”, le parole del boemo che proprio oggi compie 73 anni.
Quanto alla ripartenza seguendo un protocollo di sicurezza, Zeman si è detto perplesso: “Mah, non si può certo giocare con le mascherine”, le sue parole. E sulla possibilità di fare cinque cambi per le possibili restanti partite ha sottolinea che “è un’altra cosa per cui campionato diventerebbe irregolare. Se si giocano venti partite con tre cambi e altre venti con cinque…le regole devono essere uguali per tutta la stagione”.E il giocare a porte chiuse? “Il calcio è uno spettacolo per la gente. Senza, non ha senso – ha concluso – Se ricominciasse guarderei le partite, ma gli auguro non riparta”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Patron Entella: “Protocollo A? Per noi insostenibile”
Gozzi: “Con quarantena a tutti, campionato come riprende?”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
19:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“In B hanno bisogno di regole certe e che garantiscano la salute non solo dei giocatori ma di tutti i dipendenti della società”. Lo dice il presidente della Virtus Entella Antonio Gozzi. Dopo la riunione tra il Comitato tecnico scientifico e i medici Figc, emerge che “se c’è un positivo tutti vanno in quarantena: ci chiediamo se questo rende possibile la ripresa del campionato”. Perplessità anche sui costi di applicazione dei protocolli: “Tra confinamento e ritiro, voli charter e tamponi, se applicassimo il protocollo della Serie A anche in B – prosegue Gozzi – abbiamo stimato che costerebbe 500 mila euro a società, con un extra per tutto il sistema B tra gli 8 e 10 milioni. Non è sostenibile un sistema di questo tipo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora, per sport 1 miliardo risorse complessive
Erogato bonus già a oltre 75.000 lavoratori settore
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
11:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Complessivamente tra risorse ordinarie e straordinarie arriviamo a circa un miliardo di euro di risorse complessive. Tra queste, il bonus ai lavoratori sportivi. Ad oggi già stato dato il bonus ad oltre 75.000 lavoratori sportivi”. Così il ministro dello sport Vincenzo Spadafora nell’informativa al Senato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Germania: riparte campionato femminile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
20:21
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dal prossimo 29 maggio in Germania il calcio riparte anche al femminile, con la ripresa della ‘Frauen Bundesliga’. Lo ha deciso la federcalcio tedesca (Dfb) dopo una riunione del suo consiglio, in videoconferenza. Condizione necessaria per la ripresa dell’attività è, anche in questo caso, la stretta osservanza del protocollo sanitario che è stato deciso dalle autorità predisposte e che è simile a quello per il campionato maschile.
Al termine della Frauen Bundesliga, prima dello stop, mancavano sei giornate e ora la conclusione è prevista per il 28 giugno. Tutti i match saranno a porte chiuse. Al comando c’è il Wolfsburg con otto punti di vantaggio sul Bayern Monaco. E’ stato anche deciso che la finale della Coppa nazionale si giochi il 4 luglio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern ospita il Francoforte
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
20:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro della 27/ma giornata di Bundesliga
Bayern-Francoforte
Colonia-Dusseldorf
Friburgo – Brema
Hertha – Union Berlino
Magonza – RB Lipsia
Monchengladbach – Leverkusen
Paderborn – Hoffenheim
Schalke – Augusta
Wolfsburg – Dortmund
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il quadro della 28ma giornata di Bundesliga
Augusta – Paderborn ore 20.30
Brema – Monchengladbach
Dortmund – Bayern
Dusseldorf – Schalke
Francoforte – Friburgo
Hoffenheim – Colonia
Leverkusen – Wolfsburg
Lipsia – Hertha
Union Berlino – Magonza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Lipsia a Colonia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
12 maggio 2020
20:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina, migliora situazione dei casi positivi
Intanto club chiude a 872.000 euro raccolta fondi per ospedali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
12 maggio 2020
19:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con 872.000 euro raccolti dal 17 marzo la Fiorentina ha chiuso oggi l’iniziativa ‘Forza e Cuore’ a sostegno degli ospedali Careggi e Santa Maria Nuova di Firenze per poter acquistare strumenti e materiali necessari al personale medico per contrastare il Covid-19.
”Il successo della raccolta ci rende orgogliosi – ha commentato il presidente della Fiorentina Rocco Commisso dai canali ufficiali del club – e dimostra la generosità e l’attenzione di tutta la Famiglia Viola”. Sollievo nel clan viola anche per la situazione dei sei casi di positività emersi dopo i test fatti lo scorso mercoledì: uno dei tre componenti dello staff tecnico-sanitario si è negativizzato e due dei tre giocatori coinvolti sono risultati negativi al primo tampone in attesa a breve del secondo. Intanto Franck Ribéry, rientrato da Monaco di Baviera pochi giorni fa, continua la quarantena e lavora nella sua dimora fiorentina come raccontano le foto postate sui propri profili social.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino: deroga consiglio Lega, via libera Vagnati ds
Ex Spal pronto a cominciare avventura in granata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
12 maggio 2020
19:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La deroga è arrivata dal Consiglio di Lega di oggi, Davide Vagnati ha superato l’ultimo ostacolo prima di approdare al Torino. L’ormai ex direttore sportivo della Spal è pronto per cominciare l’avventura in granata: l’accordo con il presidente Urbano Cairo Cairo era stato trovato già nei giorni scorsi, nei prossimi invece potrebbe arrivare l’annuncio ufficiale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Klopp ‘Messi il migliore, Ronaldo giocatore perfetto’
Le pagelle del tecnico del Liverpool
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
10:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Chi e’ il migliore, Messi o Cristiano Ronaldo? La domanda del calcio moderno e’ arrivata anche a Jurgen Klopp, l’allenatore piu’ in voga del momento. E il tedesco del Liverpool ha sciolto il nodo in modo salomonico.
“Messi e’ il migliore di tutti, ma Cristiano è il calciatore perfetto”.
“La spiegazione è semplice – ha detto Klopp, intervistato dal canale Youtube Freekickerz – Ho giocato contro entrambi, e sono quasi impossibili da marcare: se dovessi dipingere un giocatore perfetto, avrebbe l’altezza, la velocità e lo stacco di Ronaldo.
A ciò si aggiungono la sua professionalità e il suo atteggiamento, e il risultato eccolo, un calciatore perfetto.
Migliore non potrebbe esserci” Quanto a Messi, “lui alla nascita è più piccolo, ma fa sembrare tutto così maledettamente semplice…Per questo mi piace di più come giocatore sul campo. Tutti e due -la conclusione di Klopp- lasciano un’impronta nel calcio che durerà a lungo. Ci sono tanti giovani giocatori con le loro stesse potenzialità, ma giocare a quei livelli per cosi’ tanti anni e’ assolutamente incredibile. Peccato che invecchino anche loro…”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora, eccessivo dibattito intorno mondo calcio
Il ministro dello sport al Senato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
11:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho lavorato in queste settimane per dare risposte al mondo dello sport. Sono consapevole della passione intorno al calcio e dell’importanza del settore, ma ho trovato eccessivo l’inasprimento del dibattito intorno al calcio in un momento come questo”.
Così il ministro dello sport Vincenzo Spadafora nell’informativa al Senato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma; Zaniolo corre a Trigoria, sono tornato
A quattro mesi dal grave infortunio al ginocchio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
13 maggio 2020
11:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono tornato”. In attesa di sapere se e quando la stagione riprenderà dopo lo stop per l’emergenza coronavirus, la Roma ritrova una della sue pedine migliori.
Nicolò Zaniolo sta infatti bruciando le tappe del recupero e, a 4 mesi dall’infortunio al ginocchio, è tornato ad allenarsi sul campo. A certificare i progressi è lo stesso giocatore attraverso due brevi video pubblicati sul suo account Instagram in cui corre a Trigoria. Ovviamente Zaniolo è da solo, senza compagni intorno, come prevede al momento il protocollo di sicurezza (sono consentiti esclusivamente allenamenti individuali). Il numero 22 giallorosso era fermo dallo scorso 12 gennaio, quando in occasione della sfida con la Juventus all’Olimpico riportò la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: nuove regole Bundesliga, vietato sputare
In un documento di 35 pagine le nuove regole
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
13 maggio 2020
13:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vietati gli abbracci come manifestazione di giubilo, nessuna stretta di mano, e andrà “evitata la produzione di saliva (sputi)”. Sono queste alcune delle regole che i calciatori della Bundesliga e della Liga 2 dovranno rispettare, tornando in campo in Germania a porte chiuse sabato 16 maggio, dopo il lungo stop dovuto al Coronavirus. Un regolamento di 35 pagine, di cui riportano i media tedeschi, contiene le nuove norme igieniche.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Primo infortunato in A, frattura polso per Pau Lopez
Incidente in allenamento per portiere Roma, 3 settimane stop
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
13:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Primo infortunato in Serie A dopo la ripresa degli allenamenti: il portiere della Roma Pau Lopez infatti ha subìto la microfrattura del polso durante la seduta di preparazione. Per il giocatore giallorosso si prevedono tre settimane di stop.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Aic, molti giocatori in crisi senza uno stipendio
L’allarme del vicepresidente dell’Associazione calciatori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
13:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La maggioranza dei calciatori guadagna meno di 50mila euro lordi l’anno. Quando si pensa ai calciatori, non si pensa mai a questa maggioranza che sarebbe in crisi rinunciando ad uno stipendio”: così Umberto Calcagno, vicepresidente dell’Associazione calciatori, intervenuto alla diretta Instagram di #casadimarzio.
“Non possiamo non renderci conto di quello che sta vivendo il nostro mondo. Abbiamo la responsabilità per il futuro, ha detto Calcagno. Dobbiamo evitare di iscrivere un domani società che possono garantire il loro impegno durante la competizione”.
Secondo Calcagno “il sistema di distribuzione delle risorse va rivisto. Negli altri Paesi si ragiona su cifre diverse e su proporzioni diverse. Spero che questa situazione porti a riequilibrare il tutto”.
Infine il numero 2 dell’Aic sottolinea che “l’ipotesi dei campi neutri presupporrebbe ritiri infiniti per i calciatori. Anche loro hanno famiglie, figli. Diventerebbe complicato a livello psicologico gestire una simile situazione”.
“Riguardo gli attacchi ricevuti sui bilanci, siamo assolutamente tranquilli. Massima trasparenza come sempre. Chi segue l’Associazione Calciatori sa chi siamo; chi non la segue, si deve informare prima di ascoltare voci esterne”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Bologna lancia la piattaforma solidale WeAreOne2020
Dedicata a progetti per contrastare l’emergenza Covid-19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 maggio 2020
14:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bologna lancia una piattaforma solidale per la ripartenza dopo l’emergenza Covid-19. Si chiama WeAreOne2020 – Ripartiamo Insieme ed è attiva sul sito ufficiale del club http://www.bolognafc.it, dedicata ai progetti promossi dal Bologna per contrastare l’emergenza Covid-19: dalle attività promosse dal club a favore del sistema sanitario, alle bacheche destinate a solidarietà, ristoranti e bar e le iniziative dei partner del club rossoblù. All’interno di questa bacheca i bolognesi potranno scoprire quali sono i locali che, in attesa di una completa ripresa delle attività, hanno attivato un servizio di take-away o delivery, una vetrina virtuale dove ristoranti, pizzerie, bar, pasticcerie, forni e gelaterie di Bologna e provincia potranno apparire gratuitamente compilando il form dedicato.
“In questo momento ci è sembrato opportuno rivolgere la nostra attenzione a temi sociali legati al territorio – spiega l’amministratore delegato rossoblù Claudio Fenucci – La piattaforma solidale WeAreOne2020 – Ripartiamo Insieme ha l’obiettivo di ospitare tutte le iniziative messe in campo dal Bologna e dai suoi partner in questo momento di emergenza e di sostenere il tessuto produttivo locale. Il Bologna è parte integrante e connettiva del territorio, per questo vogliamo dare il nostro contributo per ripartire insieme”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spadafora, ok Figc a osservazioni Cts, via allenamenti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ministro sport: ricevuto la comunicazione del presidente Gravina
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
16:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Prima di venire qui ho ricevuto la comunicazione del presidente della Federcalcio Gravina e mi ha detto che hanno accolto le osservazioni del Cts riadattando il proprio protocollo e quindi consentendo senza altre difficoltà di poter riprendere entro il 18 maggio gli allenamenti (collettivi, ndr)”. Così il ministro dello sport Vincenzo Spadafora nell’informativa alla Camera. “Ora se il campionato riprenderà come tutti auspichiamo sarà grazie al fatto che ci saremmo arrivati mettendo tutto e tutti in sicurezza e non con la fretta irresponsabile o strumentale di chicchesia. Del resto la forte richiesta di ripresa del campionato era del tutto in netto contrasto con una situazione emergenziale”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega A, ripartenza 13 giugno se via libera Governo
Data approvata con il voto di 16 club, quattro erano per il 20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
19:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Se il Governo darà il via libera alla ripresa del campionato, la Lega Serie A ha deciso che si ricomincerà a giocare dal 13 giugno. Per questa data si sono espressi a favore 16 club, mentre quattro hanno votato l’altra ipotesi: quella del 20 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Shevchenko: “Allenare io Milan mio primo pensiero”
‘Ora sono concentrato sull’Ucraina, ma è il club del mio cuore’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 maggio 2020
17:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà sempre il mio primo pensiero tornare al Milan per cercare di essere l’allenatore. Il Milan è dentro al mio cuore, voglio bene ai tifosi e mi piacerebbe un giorno allenare lì. Vedremo quando sarà. Adesso penso solo all’Ucraina, sono concentrato solo sulla mia nazionale”. Andriy Shevchenko si candida alla panchina rossonera, già provata con risultati modesti dai suoi ex compagni di squadra come Seedorf, Inzaghi, Brocchi e Gattuso. “Il Milan oggi – spiega il Pallone d’Oro 2004 in una diretta Instagram con il giornalista Carlo Pellegatti, riferendosi anche allo sfogo di Maldini con Rangnick, il candidato numero uno per il ruolo di allenatore rossonero – deve cercare di finire al meglio questa stagione.
Devono dare tutti il massimo per finire bene la stagione. Poi si vedrà cosa succederà dopo e che futuro avrà il Milan”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega A nomina medico Bologna in Commissione Figc
Colma il vuoto lasciato dal dottor Tavana del Torino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
17:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato scelto Gianni Nanni, medico sociale del Bologna, per rappresentare nella Commissione medico-scientifica della Figc le istanze delle società, che saranno previamente informate in sede assembleare, come spiega una nota. La nomina decisa dall’Assemblea dei club colma il vuoto lasciato dalle dimissioni del medico del Torino, Rodolfo Tavana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve; si rivede Demiral, dopo grave infortunio
Il difensore in campo dopo stop a gennaio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 maggio 2020
18:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tra i diversi bianconeri che nella giornata di oggi si sono alternati sul campo della Continassa c’è anche Merih Demiral: il difensore, dopo il grave infortunio dello scorso gennaio, è tornato ad allenarsi. Al lungo periodo di cure e terapie presso il J Medical, dunque, ora seguirà il ritorno alla normale attività, con l’obiettivo di tornare a disposizione di Maurizio Sarri nel caso in cui la serie A dovesse riprendere. VAI A TUTTE LE NOTIZIE DELLA JUVENTUS

VAI ALLO SPORT VAI ALLE NOTIZIE DI TECNOLOGIA

VAI ALL’ECONOMIA

VAI ALLA POLITICA

VAI ALLA CRONACA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Coronavirus: Sky, ‘Pradè racconta la sua battaglia’
Ds viola rivela sua esperienza in intervista trasmessa domani
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
22:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Volevo ringraziare Daniele #Pradè, il ds della @acffiorentina: ha deciso di raccontare a me e @LucaMarchetti la sua battaglia personale e familiare contro il #Covid19″. Con questo tweet Gianluca Di Marzio di Sky Sport rivela che il dirigente della Viola è stato un altro dei personaggi del calcio che ha contratto il coronavirus. Pradé ne parlerà domani in una lunga intervista che verrà trasmessa dall’emittente.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Funerali Rinaldi rinviati a martedì 19 maggio
Cambio deciso da Prefetto Como per grande afflusso previsto
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 maggio 2020
10:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”I funerali di Andrea Rinaldi si terranno martedì 19 maggio alle ore 15.30 al Centro Sportivo ”Giancarlo Vago” a Cermenate, in provincia di Como”, lo annuncia il Legnano Calcio sul proprio profilo Twitter. Il Prefetto di Como, si legge sul sito del club di cui Rinaldi vestiva la maglia, ha annullato le esequie previste per oggi a causa dell’importante afflusso di persone previste ai funerali che non avrebbe permesso il rispetto delle norme anti-Covid-19.
Il rinvio alla prossima settimana potrebbe essere stato deciso anche in vista dell’allentamento delle norme previsto per lunedì 18 maggio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli: “Soddisfatti per Cassa integrazione a club di Serie C”
‘Boccata d’ossigeno per continuare a svolgere ruolo sociale’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
19:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo soddisfatti che i club di #Serie C possano accedere alla Cassa integrazione in deroga. Una misura del decreto rilancio anticipata dal ministro @vinspadafora. Una boccata d’ossigeno per continuare a svolgere un prezioso ruolo sociale”. Con un post pubblicato sull’account ufficiale della Lega Pro su Twitter, Francesco Ghirelli, presidente della Serie C commenta favorevolmente la decisione del Governo di concedere la Cassa integrazione anche ai lavoratori dei club di Serie C.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nations League: Italia di Mancini favorita nel girone
Azzurri al top, per la Francia il successo del torneo nel mirino
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
19:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con il rinvio dell’Europeo al 2021, le Nazionali si danno appuntamento a settembre 2020, quando scatterà la seconda edizione della Nations League, torneo che chiama a raccolta 55 squadre dell’Uefa. Secondo i quotisti di Planetwin365, la competizione potrebbe finire nelle mani della Francia (4,35), campione del mondo in carica. A contendere il titolo ai transalpini ci penseranno in primis l’Inghilterra (6,75) e il Belgio (7,00), mentre l’Italia è più staccata (9,50).
Quattro gruppi con le migliori Nazionali di calcio per approdare alle finali della Nations League di Serie A, tra cui anche l’Italia. Secondo i bookies gli azzurri (2,15) sono i favoriti del proprio girone, seguiti dall’Olanda (2,30). La squadra di Mancini non scende in campo da novembre, quando travolse l’Armenia 9-1 con un festival di gol difficile da scordare. Il secondo gruppo vede il duello fra Inghilterra (2,10), arrivata in finale durante la scorsa edizione, e il Belgio (2,20). Il terzo girone, invece, è nelle mani della Francia (1,77) con il Portogallo (3,65), vincitore della prima edizione piuttosto staccato. Chiude l’ultimo girone la Spagna (2,10), rincorsa dalla Germania (2,25).
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio: Balotelli, lockdown?non so se stoppo più un pallone
Su Instagram con Matri, ‘scleravo e mangiavo cartone’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
19:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se mi passi un pallone non so se riesco a stopparlo, sono due mesi che non ne tocco uno”. In diretta Instagram con l’ex compagno (In C nel Lumezzane, nel Milan e poi in nazionale) Alessandro Matri, Mario Balotelli racconta la sua vita ai tempi del lockdown: “Le ultime due settimane stavo sclerando, poi ero anche da solo – dice ancora Balotelli -: la figlia ce l’ho a Napoli, il figlio a Zurigo, mia mamma ha una certa età, i fratelli sono in quarantena con i figli, e sono rimasto da solo. Era pesante”. Matri gli chiede cosa mangiasse, e Balotelli risponde così: “non sono ingrassato, per fortuna. I primi tre giorni ho mangiato cartone e pezzi di muro, non so cucinare. Poi ordinavo da fuori per fortuna”.
Quanto agli allenamenti in casa, ‘Supermario’ confessa di essere andato “anche un po’ contro legge: attorno a casa dove c’è il parchetto andavo a fare qualche allungo. Se non hai un tapis-roulant è impossibile”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro: formazione al tempo Coronavirus non si ferma
‘Le buone idee non hanno gerarchia’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
20:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Si è svolto oggi il seminario “Imparare a disimparare: modelli di crescita delle organizzazioni e degli individui”. Hanno partecipato oltre 60 figure di diverse competenze dei club di C tra Presidenti, Segretari generali e Responsabili marketing. Guido Stratta, senior executive partner e direttore Sviluppo, formazione e personale del Gruppo Enel ha affrontato il tema del cambiamento come opportunità, rispondendo alle domande dei rappresentanti dei club.
Durante l’evento, moderato da Livio Gigliuto, vicepresidente di Istituto Piepoli e Direttore dell’Osservatorio Nazionale sulla Comunicazione Digitale, si è parlato, tra i temi sviluppati, di comunicazione interna, di come gestirla per superare “l’abbiamo sempre fatto così”; di come amministrare il personale perché questo sia sempre valorizzato e ne siano comprese le problematiche interpersonali; dell’accettazione delle critiche e di come queste siano spunto per il miglioramento aziendale; di come lo storytelling e la narrazione siano il punto di partenza per la caratterizzazione delle società come asset per eventuali aziende sponsor svincolandole così dal mero legame territoriale.
“Le buone idee non hanno gerarchia”, così si è chiuso il webinar a testimonianza del valore delle idee, che sono alla base di ogni attività e ruolo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Felipe Melo: “Gente muore e Chiellini pubblica libro”
‘Ha problemi con me perché contro Siena gli ho dato una testata’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
13 maggio 2020
20:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Penso che abbia un problema con me perché quando abbiamo giocato contro il Siena gli ho dato una testata. Dopo non abbiamo più parlato, ora ha scritto questo libro e penso che abbia creato questa polemica per venderlo”.
Così Felipe Melo, in diretta Instagram con l’ex portiere dell’Inter Sebastian Frey, torna a parlare di come lo ha giudicato (“è una mela marcia”) Giorgio Chiellini nel libro scritto dl capitano della Juve.
“Ho già detto quello che devo dire, su quello che è successo alla Juve potrei scrivere mille libri – dice ancora Melo -. Non mi ha chiesto scusa, ma non ci sono problemi: ognuno fa quello che vuole, ma poi se ne deve prendere la responsabilità”.
Secondo Felipe Melo, Chiellini “avrebbe dovuto prendere esempio da Javier Zanetti, un grande, che nel suo libro non ha mai parlato della Juve”. Duro il giudizio finale: “tra l’altro, credo che non sia questo il momento per pubblicare un libro, c’è gente che muore”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Coronavirus: Pradè “ho portato il virus in casa mia”
Ds della Fiorentina:Brutto vedere famiglia ammalarsi pian piano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 maggio 2020
11:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ho portato il virus in casa, l’ho trasmesso a mia moglie, a mia figlia, ai miei cognati e ai miei nipoti e soprattutto ai miei suoceri, che sono stati ricoverati per 30 giorni”. E’ quanto ha raccontato Daniele Pradè ai microfoni di Sky Sport. “Il momento più brutto è stato vedere la propria famiglia ammalarsi pian piano, questo è un virus subdolo e bastardo- ha aggiunto il direttore sportivo della Fiorentina rientrato in questi giorni a Firenze – Il messaggio che mi sento di lanciare è che bisogna essere accorti seguendo tutte le precauzioni e le distanze, evitando gli assembramenti. Sarò un portavoce assoluto di questo: se si prendono tutti gli accorgimenti il calcio e in generale lo sport possono essere un giusto veicolo per far capire questa nuova vita. Col virus dovremo convivere finché non verrà trovato un vaccino”. La Fiorentina è stata fra le società di Serie A più colpite dal Covid con 18 contagiati fra giocatori, componenti dello staff tecnico e sanitario, dipendenti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Vagnati ds del Torino, Bava va al settore giovanile
Riorganizzazione nello staff dirigenziale del club granata
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 maggio 2020
11:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio è ancora fermo, ma le società si riorganizzano. Tra queste c’è il Torino di Urbano Cairo, che ufficializza l’ingaggio di Davide Vagnati come direttore sportivo al posto di Massimo Bava, che dopo un anno in prima squadra torna al settore giovanile. La svolta dopo l’addio di Gianluca Petrachi, passato la scorsa estate alla Roma non senza polemiche, e una stagione complicata, dall’esclusione dall’Europa League all’esonero di mister Walter Mazzarri.
Vagnati è stato fino a pochi giorni fa direttore sportivo della Spal, da cui si è separato per approdare al Toro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il PSG torna alla carica per Milinkovic-Savic
Secondo L’Equipe alternativa al laziale è Thomas dell’Atletico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:03
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il nome di Sergej Milinkovic-Savic ricomincia a circolare oltreconfine. E’ L’Equipe a rispolverarlo oggi, accostandolo al Paris Saint-Germain come possibile rinforzo. Il club parigino, secondo il giornale, è a caccia di volti nuovi per la prossima stagione e avrebbe nel mirino due calciatori: Thomas Partney, compirà 27 anni il mese prossimo, centrocampista ghanese che garantisce sostanza e dinamismo, ma anche il serbo della Lazio, protagonista fin qui di una stagione ad alto livello. Thomas ha una clausola rescissoria da 50 milioni, la quotazione di Milinkovic-Savic è invece molto più elevata. E questo, alla fine, potrebbe fare la differenza ai tempi del Coronavirus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Sarri alla Continassa, segue gli allenamenti
Da lunedì sarà al lavoro con tutto il gruppo dei bianconeri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 maggio 2020
12:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anche Maurizio Sarri ha varcato questa mattina i cancelli della Continassa, dove i giocatori della Juventus continuano ad alternarsi sul campo di allenamento. L’allenatore dei bianconeri seguirà i lavori in prima persona, nell’attesa che da lunedì comincino i lavori con tutto il gruppo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inghilterra a un bivio, Mourinho predica cautela
Tecnico Tottenham guida partito degli scettici sulla ripartenza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
In Inghilterra si dibatte sulle date della ripresa della Premier League e aumenta il partito degli scettici: i pareri sono discordanti e José Mourinho è fra quelli che mettono in risalto le problematiche relative alla condizione atletica dei calciatori. Molti di loro manifestano la propria preoccupazione e chiedono risposte prima di tornare ad allenarsi, in seguito alla richiesta di firmare un desclaimer nel caso in cui uno di loro, o un loro familiare, si ammalino.
A proposito di Mourinho, Il Daily Star gli dedica un titolo: “No way says José”, ossia “In nessun modo”, attribuendo il diniego al tecnico del Tottenham. Il Daily Express, invece, apre con una foto di Mourinho e con la frase: “Non così in fretta”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pool Figc verificherà rispetto Protocollo sanitario
Organismo sarà alle dirette dipendenze del procuratore federale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
12:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Figc da oggi ha attivato un pool ispettivo della Procura federale che avrà il compito di verificare il rispetto delle indicazioni contenute nei Protocolli sanitari della Federazione, così come sono stati approvati dal Governo. L’organismo, che è alle dirette dipendenze del procuratore, verificherà che gli allenamenti dei club professionistici a oggi individuali e dal 18 maggio in gruppo, vengano svolti secondo quanto previsto dai Protocolli indicati.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allarme in Turchia, 8 positivi nel Besiktas
Il club di serie A non precisa se ci siano anche giocatori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ISTANBUL
14 maggio 2020
13:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo focolaio di Covid-19 nel calcio turco. Dopo quello emerso nelle scorse ore in un club di serie B, l’Erzurumspor BB, i contagi arrivano nella Superlig, la serie A locale. Il Besiktas di Istanbul, una delle squadre più importanti e titolate del Paese, ha annunciato stamani che 8 suoi membri sono risultati positivi al coronavirus, senza identificarli né specificare se si tratti di calciatori o altro personale del club. In una nota, il medico sociale Tekin Kerem Ulku precisa che i test sono stati effettuati su tutti i dipendenti della società. Il caso accresce ulteriormente l’allarme per la ripresa della Superlig, fissata il 12 giugno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Italiano Aichner vince titolo Wwe
Primo azzurro dopo 43 anni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
14 maggio 2020
13:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Non succedeva dal 30 aprile 1977, da quando il leggendario Bruno Sammartino perse il suo allora Wwwf Championship contro Billy Graham. Ora, più di 43 anni dopo, c’è un italiano con un titolo Wwe in mano. Si tratta di Fabian Aichner, l’altoatesino di Falzes che ieri notte ha conquistato gli Nxt Tag Team Championship, al fianco del tedesco Marcel Barthel contro Matt Riddle e Timothy Thatcher. Gli europei hanno approfittato delle tensioni fra gli ex campioni, con Thatcher che ha abbandonato il compagno di coppia durante il match, lasciandolo 1 contro 2.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Bundesliga riparte con Borussia Dortmund-Schalke 04
Lewandowski del Bayern va a caccia della 26/a rete in campionato
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
13:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Bundesliga ripartirà sabato con il derby della Ruehr, Borussia Dortmund-Schalke 04. I padroni di casa inseguono il titolo, a -4 dal Bayern Monaco capolista.
Prima della sosta hanno vinto 4 partite di fila; al contrario, lo Schalke non vince da 5 match. Gli esperti di Sisal Matchpoint vedono nettamente favorito il Dortmund, la cui vittoria è a 1,50, mentre il blitz degli ospiti vale ben 6 volte la posta: il pari è a 4,25. Il 96% degli scommettitori punta sull’1. Haland è il marcatore più probabile, in gol a 2.00. Il Bayern deve difendere il primo posto nella trasferta di Berlino contro l’Union. Sfida senza storia a guardare le quote, i Bullen hanno messo insieme 4 vittorie consecutive prima dello stop e sono avanti, a 1,22, mentre il successo dei padroni di casa sarebbe un’impresa da 12 volte la posta. Difficile anche il pari, a 6,50. C’è da scommettere sulla voglia di gol di Lewandowski, capocannoniere con 25 reti: il bomber del Bayern è proposto marcatore a 1,44. 9 scommettitori su 10 si schierano con il Bayern Monaco. Vittoria in vista anche per la terza forza del campionato, il Lipsia, che ospita il Friburgo e vuole riprendere con una vittoria, data a 1,30, si sale a 9,00 per il successo ospite, il segno X è 5,25. Il Borussia Moenchengladbach, al quarto posto a -6 dalla vetta, va a Francoforte contro l’Eintracht, reduce da 3 ko di fila: il match, secondo i bookmaker, si presenta equilibrato con gli ospiti favoriti a 2,30 e i padroni di casa a 2,90. Il pari vale 3,50. Il 60% ha scelto la vittoria dei neroverdi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Malagò “Serie A riparte il 13 giugno al 99%
Presidente Coni: “Si sta facendo di tutto per ricominciare”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
13:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Quanta percentuale che la Serie A riparta il 13 giugno? Secondo me il 99 per cento”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò sul riavvio del campionato.
“Si sta facendo di tutto per mettere in condizione il sistema di ricominciare – ha aggiunto il capo dello sport italiano a ‘Non è un Paese per Giovani’ su Radio 2 – Per sapere poi quante chance ci sono che il campionato finisca bisognerebbe avere la palla di vetro”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ds Werder Brema: “Cinque cambi possono snaturare il gioco”
Baumann: “Pensate se una squadra inserisce 4 punte nel finale”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
14 maggio 2020
14:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il direttore sportivo del Werder Brema, l’ex centrocampista Frank Baumann, ha manifestato perplessità sulla norma delle cinque sostituzioni per ciascuna squadra in una partita e, parlando alla Bild, si è detto “indeciso”. La regola, che la Fifa ha ideato per un finale di stagione compresso e stressante, può aiutare a prevenire gli infortuni, dando modo ai calciatori di poter recuperare. “Si, in effetti potrebbe essere molto utile – ha spiegato il ds Baumann – ma non vorrei snaturasse troppo il gioco. Pensate a una squadra che, nel finale di partita, inserisce quattro o cinque attaccanti magari per rimontare un risultato che la svantaggia.
Sarebbe davvero strano per me”.