Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:42 DI GIOVEDì 21 NOVEMBRE 2019

ALLE 08:27 DI VENERDì 22 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Alitalia: Conte,non salvarla con “toppe”
‘Governo si impegnerà per soluzione industriale di mercato’

21 novembre 2019 14:42

– Sul caso Alitalia “ci deve essere una via di uscita, dobbiamo trovare una soluzione. Oggi c’è una scadenza, alla fine della scadenza faremo le valutazioni del caso. Il governo si impegnerà perché ci sia una soluzione industriale di mercato perché un salvataggio con qualche toppa e delle soluzioni provvisorie lascia il tempo che trova e non offre la possibilità di sviluppo che vogliamo offrire al paese”.
Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte al termine dell’incontro a Milano con il sindaco Giuseppe Sala e la sua giunta rispondendo alle domande dei giornalisti.

A.Mittal: Conte, tratto se azienda resta”Domani incontro potrebbe non essere risolutivo”

21 novembre 201914:53

– L’incontro di domani con Arcelor Mittal “potrebbe non essere risolutivo” secondo il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che porterà “una posizione molto chiara”. Conte ha definito “inaccettabile” l’iniziativa giudiziaria di Arcelor, ma ha detto di essere “cento volte disponibile a sedersi a un tavolo” in presenza di assicurazioni sul fatto che l’attività non sarà dismessa.

L.elettorale: via libera a referendumOra atti alla Consulta

21 novembre 201916:14

– Con ordinanza depositata ieri l’ufficio centrale della Cassazione ha dato il via libera -per quanto di sua competenza- al quesito referendario per l’abolizione della quota maggioritaria del ‘Rosatellum’, proposto da otto consigli regionali guidati dalla Lega e dal Centrodestra. Adesso gli atti passano alla Consulta.

A.Mittal: iniziati pagamenti fornitoriAutotrasportatori, resta presidio fino al saldo delle fatture

ARANTO21 novembre 201916:07

– “L’azienda ha mostrato disponibilità, ha avviato i pagamenti e sono arrivati i primi bonifici. Nelle prossime 48 ore dovrebbero esserci tutte le valute dei pagamenti” nei termini definiti: “il 70% del fatturato agli autotrasportatori, il 100% delle fatture scadute all’indotto”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Taranto, Antonio Marinaro, dopo un incontro con la dirigenza di A.Mittal, a proposito dei pagamenti alle aziende dell’indotto che da 4 giorni protestano dinanzi alle portinerie dell’ex Ilva.
L’azienda aveva annunciato ieri che avrebbe sbloccato i pagamenti ma questa mattina gli autotrasportatori e le aziende dell’indotto, lamentando ritardi, si erano comunque mobilitate per il quarto giorno consecutivo di presidio davanti allo stabilimento.

Conte con Segre visita Memoriale ShoahIl presidente del Consiglio, ‘un’esperienza forte, è terribile’

21 novembre 201917:19

– Visita del presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Memoriale della Shoah di Milano, dedicato al ricordo delle vittime dell’Olocausto. Ad accogliere il premier al Memoriale è stata la senatrice a vita e sopravvissuta ai campi di sterminio, Liliana Segre, insieme al presidente del Memoriale Roberto Jarach e al prefetto di Milano, Renato Saccone. All’interno del memoriale si trova il Binario 21 da cui partivano i treni con i deportati e da dove è partita per la prigionia anche Liliana Segre. “È stata una esperienza dal punto di vista mentale molto forte. È terribile”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha commentato la visita al Memoriale della Shoah in compagnia di Liliana Segre.

M5S: Di Maio, ammetto difficoltàBisogna mettere a posto alcune cose

1 novembre 201917:24

– “Sicuramente il Movimento è in un momento difficoltà e lo ammetto prima di tutto io. C’è bisogno di mettere a posto alcune cose”. Così il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio in una conferenza stampa al Senato. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Maturità: Fioramonti, aboliremo le buste
Lo ha annunciato in anteprima a Skuola.net il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti

21 novembre 201920:20

“Aboliremo le buste. Manterremo i materiali ma le buste saranno eliminate”. Lo ha annunciato in anteprima a Skuola.net il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, durante una videochat con il portale per studenti, dicendo di aver appena firmato una circolare che apporterà i nuovi cambiamenti all’esame di Stato 2020. “Non vogliamo che l’esame di Stato sia un motivo di stress – continua Fioramonti – Questo non fa bene a nessuno. Gli studenti devono andare all’esame fieri della propria preparazione. Non vogliamo trabocchetti.

IL VIDEO“La commissione manterrà una serie di materiali che serviranno a far partire l’esame. Ma, anziché sorteggiarlo come in una lotteria si sapranno prima quali saranno gli argomenti scelti. Che verranno proposti agli studenti per far iniziare l’orale. Quei materiali saranno a disposizione degli studenti prima dell’inizio dei colloqui”, ha detto il ministro. Sopprimendo le buste, viene meno un “elemento di ulteriore nervosismo che veniva creato attorno a questa lotteria”. E “ci sarà un sistema più trasparente, più coordinato, che rasserena la commissione e mette lo studente a proprio agio”. “Non voglio che l’esame di Stato diventi una corsa al massacro. Gli studenti devono sapere che l’unica cosa che serve è la preparazione. L’esame di Stato è momento di confronto e valutazione e non una roulette. Non siamo al Casinò”, ha concluso il ministro.
“Verrà reintrodotto il tema storico nella prima prova scritta dell’esame di Maturità”, ha confermato il ministro Fioramonti. “Ho voluto ascoltare la voce dei docenti”, ha sottolineato il ministro, precisando che il tema di storia “sarà nella seconda tipologia di tracce, obbligatoriamente come una delle opzioni”.”Non ci saranno altri cambiamenti alla maturità”, ha poi assicurato, spiegando che “il decreto ufficiale con le materie e quant’altro uscirà come sempre a inizio anno”. “La mia idea di scuola è quella di non cambiare ma di mantenere. Ho voluto mantenere l’impianto generale dell’esame. Evitiamo che ogni ministro che si siede al ministero cambi qualcosa”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Varata nuova Giunta Regione Umbria
Presidente Tesei ha firmato decreti nomina assessori

ERUGIA21 novembre 201920:06

– Varata la Giunta regionale dell’Umbria presieduta da Donatella Tesei, che guida la coalizione di centro destra.
Ne fanno parte il vice presidente Roberto Morroni è esponente di Forza Italia, della quale è stato capolista, eletto, alle elezioni regionali; Paola Agabiti Urbani, che ha guidato la lista Tesei presidente, i leghisti Luca Coletto, ex sottosegretario nel primo Governo Conte e già assessore alla Sanità in Veneto, ed Enrico Melasecche Germini, attuale assessore comunale a Terni, e l’esterno Michele Fioroni, assessore a Perugia, considerato vicino all’area di Fratelli d’Italia.
E a FdI appartiene Marco Squarta già indicato per la presidenza dell’Assemblea legislativa.

Segre: ‘Sarei pronta a guidare commissione contro l’odio’ La senatrice al Corriere: ‘Ma non mi arrendo facilmente, anche se a quasi 90 anni finisci bersagliata da insulti e sotto scorta’

22 novembre 201908:21

“Se a quasi 90 anni finisci bersagliata da insulti e sotto scorta, credo sia normale chiedersi ‘ma chi me l’ha fatto fare’. Ma non mi arrendo facilmente”. Intervistata dal Corriere della Sera, parla così la senatrice a vita Liliana Segre, che racconta di trovarsi alla sua età a condurre un’esistenza che non avrebbe mai immaginato. Ma si dice pronta, se dovesse arrivarle la proposta, a presiedere la Commissione parlamentare contro l’odio. E sul suo incontro con Salvini, spiega, ‘abbiamo scelto la riservatezza per evitare strumentalizzazioni politiche’.

Annunci
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 8 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:56 ALLE 14:42 DI GIOVEDì 21 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ue: Salvini, con Mes banche a rischio
Salve invece le francesi e le tedesche, Lega si opporrà

21 novembre 201909:56

– “Moscovici dice che il Mes salverebbe le banche? Sì, quelle francesi e tedesche. Il Mes metterebbe iin crisi le nostre banche e farebbe pagare a noi la crisi delle banche tedesche e francesi. Non per niente il presidente dell’Abi e il governatore di Bankitalia sono preoccupati, hanno capito che col Mes rischiamo un bis del disastro del bail in.
Questo attacco alla democrazia e al risparmio italiani non deve passare e, come sempre ha fatto, la Lega si opporrà, in ogni sede ed in ogni maniera. Conte e il governo di sinistra da che parte stanno?”. Così Matteo Salvini.

Ue: Ruocco, su Mes fiducia in ConteNo a strumentalizzazioni che creano divisioni nel governo

21 novembre 201910:45

– “Do piena fiducia al presidente Giuseppe Conte e al ministro Roberto Gualtieri nel tutelare gli interessi del sistema-Italia e garantire la resilienza dell’eurozona, intervenendo nell’ambito di tutte le istituzioni competenti. No alle strumentalizzazioni che mirano, per interessi di basso cabotaggio, più che a tutelare il Paese di fronte ad un tema così sensibile, solo a creare contrapposizioni all’interno del Governo e della maggioranza parlamentare che lo sostiene. Questo non fa bene all’Italia e al progetto di Paese che stiamo realizzando con serietà e costanza, giorno dopo giorno”. Così Carla Ruocco, presidente della Commissione Finanze alla Camera dei Deputati, interviene nel dibattito sul Meccanismo Europeo di Stabilità.

A. Mittal: Fico, no a scudo penalePer azienda è pretesto ma ha motivazione di essere

AREZZO21 novembre 201910:59

– “Rispetto all’Ilva va detto chiaramente: lo scudo penale è un pretesto per Mittal” per “dire ‘voglio annullare il contratto'”, mentre “sappiamo tutti che lo scudo penale non ha nessuna motivazione di essere rispetto al contratto”. Così il presidente della Camera Roberto Fico, ha risposto a una domanda sull’ex Ilva, a margine dell’assemblea Anci ad Arezzo.

Migranti, Open Arms: ‘Soccorsa barca con 73 persone a bordo. Molti minori soli’Volontari a bordo dell’imbarcazione spagnola, ‘sono 24′

21 novembre 201911:48

Open Arms ha soccorso all’alba una barca alla deriva con 73 persone a bordo. Lo annuncia la stessa Ong su Twitter spiegando che sul natante ci sono “69 uomini, 4 donne, 2 bimbi di 4 e 3 anni e 24 minori che viaggiavano soli”.I volontari riportano anche “casi di shock traumatico, ustioni di secondo e terzo grado, ferite da armi da fuoco, ipotermia grave, disidratazione”. Sul barcone soccorso questa mattina all’alba da Open Arms ci sono “tanti minori che stanno viaggiando completamente soli”. A riferirlo sono due volontari di Emergency, Gabriella e Ahmed, rispettivamente infermiera e mediatore culturale a bordo dell’imbarcazione dell’ong spagnola che ha tratto in salvo 73 persone al largo della Libia, a 50 miglia a nord di Az Zawiya.

Renzi, Salvini? Ognuno va per sua stradaImportante ci sia tono civile. Spero diventi un po’ più moderato

21 novembre 201911:55

– “Penso che sia importante un tono civile nel confronto, spero che Salvini diventi un po’ più moderato ma ognuno per la sua strada”. Lo afferma Matteo Renzi parlando a Uno Mattina.

Calenda lancia Azione, contro i populisti’Vogliamo ricacciarli ai margini. Consentiremo la doppia tessera’

21 novembre 201913:32

Carlo Calenda lancia sui social e in Rete il suo movimento, Azione, che viene presentato anche alla sede della Stampa estera a Roma. ‘Azione – Per una democrazia liberal-progressista’ è il titolo del manifesto del soggetto politico dell’europarlamentare, ex ministro, uscito dal Pd dopo l’alleanza con il M5S. “Ora basta! L’Italia è un grande Paese”, si legge nel testo, “nessuna maledizione ci condanna a dover scegliere tra i disastri dei populisti e quelli dei sovranisti”.
Il nome Azione richiama le “nostre radici culturali e politiche, quelle del liberalismo sociale e del popolarismo di Sturzo”.
“Azione diventerà il pilastro di un grande Fronte Repubblicano e Democratico capace di ricacciare populisti e sovranisti ai margini del sistema politico – viene spiegato -.
Per questo consentiremo la doppia tessera. Non vogliamo escludere ma al contrario tenere le porte ben aperte. Il nostro obiettivo non è frammentare, ma lavorare per l’unità e il rinnovamento delle forze liberal democratiche”. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte, ampliare disciplina golden power
Fare in modo che servizi siano conformi a standard di sicurezza

21 novembre 201912:00

– “Il perimetro della sicurezza nazionale si estende e bisogna disegnare una architettura legislativa avanzata”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte a Milano all’evento l’Intelligence per le imprese.
Come ad esempio “ampliando – ha aggiunto – la disciplina della golden power in settori strategici per fare in modo che servizi come il 5G siano conformi a standard di sicurezza il più possibili elevati”.

Manovra: Meloni, da FdI 523 emendamentiGoverno crea deficit, mette tasse e non fa investimenti

21 novembre 201912:03

– “Sono 523 gli emendamenti che Fratelli d’Italia presenterà alla manovra”. Lo annuncia la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni in una conferenza stampa al Senato, aggiungendo: “Questa è una manovra che crea deficit, mette tasse e non ci sono investimenti”. Tra le modifiche proposte, una per l’abolizione del reddito di cittadinanza: “Per noi non è una soluzione giusta”, ha detto Meloni.

Renzi, non contro governo ma stop tasseE ribadisce il no di Italia Viva a quota 100 e r.cittadinanza

1 novembre 201912:03

– Non indebolisco il governo ma Italia Viva chiede di non aumentare le tasse. Lo afferma Matteo Renzi palando a Uno Mattina. l’ex premier ribadisce poi la sua contrarietà a quota 100 e al reddito di cittadinanza.

Legge elettorale: Rosatellum sarà superatoDerby in riunione di ieri, Rosatellum sarà superato

21 novembre 201912:37

Una riunione ancora interlocutoria ma dalla quale sembra prevalere una certezza: il Rosatellum andrà in soffitta. E i modelli su cui i partiti di maggioranza sceglieranno sono due: o il doppio turno, su cui ha insistito il Pd, o un proporzionale sul quale però è aperta la discussione sulla soglia di sbarramento. E’ l’esito, a quanto si apprende, del vertice di maggioranza di ieri sera sulla legge elettorale.Per il proporzionale, sempre a quanto si apprende, si sono schierati M5s, Iv e LeU.Il Pd ha insistito nella riunione per il doppio turno, modello considerato “il più logico e funzionale delle soluzioni possibili” e chiarito che il proporzionale può prenderlo in esame solo con certezze assolute sulla forte selettività dello sbarramento, esplicito o implicito che sia. Sembra abbastanza convenuto tra tutti il fatto che l’attuale sistema elettorale, il Rosatellum, sarà superato anche perchè con la riduzione del numero dei parlamentari, osservano alcune fonti di maggioranza, sarebbe fonte di assurdità.”Mi dimisi da capogruppo Pd in polemica con l’Italicum voluto da Renzi. Penso che sia saggio partire da una impostazione di tipo proporzionale per mettere in sicurezza il sistema”. Lo afferma il ministro della Sanità e segretario di Articolo 1 Roberto Speranza dell’impostazione che dovrebbe avere la nuova legge elettorale.

Regionali:M5s E.R, ci sia nostra listaMandare i cittadini nelle Istituzioni è nel dna del Movimento

BOLOGNA21 novembre 201912:52

– “Il Movimento sta attraversando una fase di cambiamento. Ma mandare i cittadini nelle istituzioni è nel suo dna. Per questo vi invitiamo a votare ‘no’ al quesito proposto su Rousseau per permettere la presentazione della lista M5s alle prossime Regionali in Emilia-Romagna”. E’ il messaggio postato sulla pagina Facebook dei Cinque Stelle della Regione. Nel post si ricorda che “tanti attivisti e portavoce dell’Emilia-Romagna in questi mesi hanno manifestato la volontà che il M5s si presenti alle elezioni regionali in programma per il prossimo 26 gennaio”.

Aiello, mio profilo oggetto valutazione”Prematuro entrare nel merito, mio impegno rimane vivo”

CATANZARO21 novembre 201913:09

– “Il Paese vive una fase delicata della propria vita democratica, in cui la personalizzazione del dibattito politico schiaccia idee e programmi. Ciò vale in modo particolare in Calabria”. Lo afferma, in una dichiarazione, Francesco Aiello, ordinario di Politica economica dell’Università della Calabria, di cui nei giorni scorsi si é parlato come possibile candidato del Movimento 5 stelle alla presidenza della Regione Calabria.
“Da qualche giorno – aggiunge Aiello – sto ricevendo sollecitazioni da giornalisti, colleghi e cittadini che chiedono di esprimermi su una mia possibile candidatura in qualità di presidente della Regione Calabria. A tale proposito, confermo che il mio profilo è oggetto di valutazione da parte di diversi parlamentari del Movimento 5 stelle. Tuttavia, non avendo ancora ricevuto alcuna investitura ufficiale, mi sembra prematuro rilasciare dichiarazioni di merito. Rimane vivo il mio impegno nella direzione di mantenere alta la qualità del dibattito sul futuro della Calabria”.

Mattarella, limiti etici per tecnologiaDa innovazione opportunità che richiedono approfondimenti

21 novembre 201912:08

– È “essenziale definire i limiti etici dello sviluppo della tecnologia attraverso la condivisione di approcci che, affermando la posizione di centralità dell’uomo, contribuiscano all’attuazione piena dei principi fondanti della civiltà”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato alla conferenza sullo statuto etico e giuridico dell’intelligenza artificiale organizzato dalla Fondazione Leonardo. “Il veloce avanzamento dell’innovazione tecnologica costituisce una preziosa opportunità per il progresso umano, con impatti significativi sul tessuto sociale, economico e culturale, che richiedono approfondite considerazioni”, si legge ancora nel messaggio.

Rifiuti Roma, è scontro Raggi-ZingarettiSindaca, indichi sito entro oggi. Governatore, deve farlo lei

ROMA21 novembre 201912:09

– Ennesimo scontro tra Virginia Raggi e Nicola Zingaretti sulla questione discarica a Roma. La sindaca ha inviato una lettera urgente al presidente della Regione e, per conoscenza, ai ministri dell’Interno e dell’Ambiente, chiedendo di “indicare senza indugio e non oltre la data” di oggi “un sito alternativo” dove conferire circa 1.100 tonnellate al giorno di scarti di rifiuti, “onde scongiurare una grave crisi nella raccolta” a seguito della chiusura della discarica di Colleferro. Immediata la replica del Governatore. “Siamo alle solite. E’ noto a tutti, a me, al ministro, che la legge prevede che devono essere l’amministrazione comunale o Ama a individuare il sito in cui conferire i rifiuti – scrive – e la Regione, entro le sue competenze, qualora fosse necessario, a autorizzare il conferimento”. Zingaretti ha chiesto un intervento urgente altrimenti – ha detto – “si rischia veramente un’emergenza drammatica”.

Segre: hackerato sito sindaco SestoPolemica per no consiglio comunale a cittadinanza onoraria

21 novembre 201913:07

– Una foto a tutto schermo della senatrice Liliana Segre. Questo compare sul sito ufficiale del sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, dopo la polemica nata in seguito al no del consiglio comunale di dare la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita.

Barca con 74 migranti giunge a LampedusaPersone, forse del Bangladesh, portate in centro accoglienza

ALERMO21 novembre 201913:10

– Una barca in legno è approdata questa mattina, verso le 6, a Lampedusa con 74 migranti. Il natante è entrato a Cala Pisana. I migranti sono scesi a terra e subito sono stati accompagnati dai carabinieri nel centro di accoglienza. Sembra siano tutti provenienti dal Bangladesh.

Manifesto delle sardine: ‘Populisti la festa è finita’ Si parte stasera a Sorrento e si chiude domenica 1/12 a Milano

BOLOGNA21 novembre 201914:12

“Cari populisti, lo avete capito. La festa è finita”. Si apre così il manifesto “Benvenuti in mare aperto” che le ‘sardine’, il movimento nato da quattro ragazzi di Bologna – Giulia, Andrea, Roberto e Mattia – lanciano dalla pagina Facebook ufficiale e con cui puntano a coordinare e promuovere tutti gli altri eventi e flash mob sul territorio nazionale. “Noi siamo le sardine, e adesso ci troverete ovunque. Benvenuti in mare aperto”, concludono.Intanto gli organizzatori bolognesi del movimento che nei giorni scorsi ha riempito piazza Maggiore a Bologna e piazza Grande a Modena in opposizione alla Lega e a Matteo Salvini, hanno annunciato, sui canali social, dieci nuove iniziative.Si comincia stasera a Sorrento (Napoli). Nel fine settimana gli appuntamenti già previsti sono per domani a Palermo, per sabato a Reggio Emilia e Perugia, per domenica a Rimini.
La prossima settimana le ‘sardine’ saranno a Parma (lunedì 25), Firenze, Napoli e Ferrara (sabato 30) e Milano (domenica 1).”Ho simpatia per chiunque manifesti democraticamente per le proprie idee, ma i libri me li scelgo da solo. Credo di avere il diritto di farlo”. Così il leader della Lega Matteo Salvini ha risposto a Sorrento (Napoli) ad una domanda di una giornalista sulla intenzione annunciata dal movimento delle “sardine ” di offrirgli dei libri da leggere.

Papa su prostituzione, sfigurata dignitàNell’omelia della messa a Bangkok tocca piaga turismo sessuale

BANGKOK21 novembre 201914:20

– Papa Francesco tocca la piaga della prostituzione, anche minorile, legata al turismo sessuale, piaga particolarmente sentita in Thailandia. “Penso in particolar modo a quei bambini, bambine e donne esposti alla prostituzione e alla tratta, sfigurati nella loro dignità più autentica”, ha detto nell’omelia della messa allo Stadio nazionale di Bangkok sottolineando che “fanno parte della nostra famiglia” e occorre aiutarli “a comprendere la vicinanza di Dio” perché sono “i beati”. Il Papa ha richiamato l’attenzione sulle tante fragilità, dalla droga allo sfruttamento dei pescatori, dai migranti agli anziani lasciati soli. A seguire la messa 60mila fedeli.

Stasera cena Conte-ministri dopo CdmAppuntamento serve a fare squadra

21 novembre 201914:12

Il premier Giuseppe Conte ha invitato questa sera a cena, a quanto si apprende, i ministri dopo la riunione del Consiglio dei ministri. L’appuntamento, viene spiegato da più di una fonte governativa, serve a “fare squadra”. Al momento gli invitati non sembrano ancora sapere dove si svolgerà la cena.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 15:20 DIMERCOLEDì 20 NOVEMBRE 2019

ALLE 04:31 DI GIOVEDì 21 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ue:Conte riferirà su Mes 10/12 in Senato
Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo di palazzo Madama
20 novembre 2019 15:20

– Il premier Giuseppe Conte riferirà il 10 dicembre al Senato sul Mes (Meccanismo europeo di stabilità), il cosiddetto fondo salva Stati europei. L’ha deciso la conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. Lo stesso giorno erano già previste comunicazioni del premier in vista del Consiglio europeo del 12 e 13 dicembre. Come ha poi spiegato il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci, a quell’informativa si aggiungerà anche la questione Mes.

A. Mittal: Conte, cambi atteggiamentoVenerdì porto determinazione paese in cui si rispettano regole

0 novembre 201915:59

– Venerdì porterò la determinazione di un presidente del Consiglio di un Paese del G7 dove si viene e si rispettano le regole: non ci si può sedere e firmare un contratto e dopo qualche mese iniziare un’attività di dismissioni per andare via. Mi auguro che possa capire questa situazione e assumere un atteggiamento ben diverso da quello preannunciato nell’incontro precedente”. Lo dice il premier Giuseppe Conte a margine dell’assemblea dell’Anci ad Arezzo.

Manovra: Conte, con Ue nessun problemaLegge di bilancio solida e ragionevolmente espansiva

0 novembre 201916:02

– Sull’accoglienza dell’Ue alla manovra “siamo fiduciosi. Abbiamo messo in piedi una manovra che, in un quadro complesso, riesce a dare più soldi ai cittadini, alle famiglie, alle imprese, ai lavoratori, tenendo in ordine i conti. E’ una manovra solida e ragionevolmente espansiva. Con Bruxelles non avremo problemi”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte a margine di un evento Anci ad Arezzo.

Conte, su Mes delirio collettivoAbbiamo avuto vertici di maggioranza con massimi esponenti Lega

20 novembre 201916:07

– “Oggi abbiamo scoperto che c’è un negoziato che è da un anno in corso: il delirio collettivo sul Mes è stato suscitato dal leader dell’opposizione, lo stesso che qualche mese fa partecipava ai tavoli discutendo di Mes, perché abbiamo avuto vertici di maggioranza con i massimi esponenti della Lega, quattro incontri” e ora c’è chi scopre che era al tavolo “a sua insaputa”. Lo dice il premier Giuseppe Conte a margine dell’assemblea dell’Anci ad Arezzo.

Salvini, su Mes Conte bugiardo”Cosa teme? Ha forse svenduto i risparmi degli italiani?”

20 novembre 201916:23

– “Il signor Conte è bugiardo o smemorato. Se fosse onesto direbbe che a quei tavoli, così come a ogni dibattito pubblico, compresi quelli parlamentari, abbiamo sempre detto di no al Mes. Non è difficile da ammettere e del resto, se necessario, ci sono numerose dichiarazioni a testimonianza della contrarietà espressa da tutti i componenti della Lega, ministri compresi, su questo argomento. Cosa teme il presidente del Consiglio? Ha forse svenduto i risparmi degli italiani?”. Così il leader della Lega Matteo Salvini. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tasse non pagate? Comune pignora conti
Norma in manovra riforma riscossione. Ad ora “escluse le multe”

20 novembre 201917:15

– I Comuni e le Province potranno riscuotere le imposte locali e le entrate patrimoniali non pagate con le stesse regole dell’agenzia per la riscossione nazionale. Lo prevede una norma della manovra che, a quanto si legge nella nota studi del Senato, esclude le multe stradali. In sostanza sarà possibile per i Comuni, che avranno accesso ai dati dell’Anagrafe tributaria, procedere ad azioni esecutive come il pignoramento di parte del conto corrente o dello stipendio o il fermo dell’auto.

Prorogata l’inchiesta su FontanaSu richiesta dei pm. Governatore si difese rivendicando nomina

MILANO20 novembre 201917:41

– E’ stata prorogata di altri sei mesi, come deciso dal gip di Milano Raffaella Mascarino su richiesta della Procura, l’indagine aperta lo scorso maggio per abuso d’ufficio nei confronti del Governatore lombardo Attilio Fontana per una nomina in un organismo regionale del suo ex socio di studio, Luca Marsico.
Fontana, interrogato lo scorso 13 maggio e difeso dal legale Jacopo Pensa, aveva rivendicato come una sua scelta quella nomina del suo ex socio di studio legale ad un incarico, da 11.500 euro all’anno, come componente del Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti al Pirellone: non voleva disperdere le sue competenze, aveva affermato il Governatore e, poi, tra le varie possibilità che si erano presentate aveva scelto per lui la più vicina alle sue passate esperienze e anche la meno lucrosa. Gli inquirenti dovranno decidere, al termine degli accertamenti, se chiedere il processo per il Governatore o l’archiviazione.

Sesto, solidarietà ma non cittadinanza’Alla senatrice nostra solidarietà ma non strumentalizzazioni’

MILANO20 novembre 201920:07

– “Alla senatrice Segre va tutta la nostra solidarietà per gli insulti ricevuti sul web, ma è inconcepibile che venga usata dall’opposizione per strumentalizzazioni puramente politiche: ecco perché abbiamo bocciato la mozione per il conferimento della cittadinanza onoraria”: così Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni (Milano), ha spiegato perchè è stata bocciata la proposta avanzata dal M5S di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita.
“Una proposta di questo tipo – ha aggiunto il sindaco – non può e non deve essere lanciata sul tavolo di discussione per motivi politico-emozionali, come provocazione, sminuendo il ruolo di Liliana Segre e svilendo il concetto stesso di cittadinanza onoraria”. Il 10 dicembre – ha proseguito Di Stefano – parteciperò alla manifestazione che organizzerà l’Anci a Milano per dimostrare vicinanza alla senatrice Segre con un gesto concreto e non solo a parole”.

M5s, al voto su Rousseau la partecipazione alle RegionaliLa scelta agli iscritti su Emilia-Romagna e Calabria

0 novembre 201921:47

“Ci siamo confrontati. Abbiamo consultato le persone che portano dalla prima ora sulle spalle questo Movimento, e tutti concordano che serva un momento di riflessione, di standby. Ma decidiamo insieme. È quindi il momento di chiederci se questa grande mobilitazione di crescita e rigenerazione sia compatibile con le attività elettorali. Per questo abbiamo deciso di sottoporre agli iscritti la decisione riguardante la partecipazione alle imminenti elezioni regionali in Emilia-Romagna e in Calabria”. Lo annuncia il blog del M5S.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Caso Forti: Di Maio segue vicenda
‘Obiettivo è revisione processo o che sconti pena in Italia’

20 novembre 201915:48

– Il ministro Di Maio segue con grande attenzione il caso del connazionale Enrico ‘Chico’ Forti, arrestato dalle Autorità statunitensi nel 1998 e condannato all’ergastolo nel 2000 da un Tribunale della Florida con l’accusa di omicidio premeditato. Lo riferisce la Farnesina in una nota in cui si spiega che in questi anni Forti ha potuto contare su un’assistenza continua da parte delle autorità consolari italiane. Nel 2016 si è riusciti ad ottenere il suo trasferimento in un penitenziario più facilmente raggiungibile dal personale del Consolato Generale, nei pressi di Miami. I contatti dell’Ambasciata e del Consolato con Forti e con i suoi legali sono costanti e vengono effettuate periodiche visite in carcere per verificare. Sul piano giudiziario, dopo che la sentenza di condanna è divenuta definitiva nel 2010 a seguito del rigetto di tutti i ricorsi in appello, l’obiettivo è ottenere dalle Autorità Usa una revisione del processo o la possibilità per Forti di poter scontare la sua pena in Italia

Infrastrutture: De Micheli, nel 2020 un colpo ai cantieri

AREZZO20 novembre 201917:17

– “Molte opere non sono sbloccate perché non sono mai state decise, ma solo raccontate. La politica sulle opere deve spesso prendere decisioni che non soddisfano tutti. Questa una quota di responsabilità nazionale, ma a volte ci sono problemi anche locali”. Lo ha detto parlando di Infrastrutture, a margine dell’assemblea nazionale Anci, il ministro Paola De Micheli.
Per De Micheli la semplificazione si farà attraverso il regolamento unico “che dovremmo chiudere entro metà dicembre”. E “le risorse che mettiamo sia direttamente sugli interventi infrastrutturali dei Comuni sia come ministero delle Infrastrutture, daranno nel 2020 un colpo alla riapertura dei cantieri abbastanza significativo”. La prima verifica sarà a giugno, ha aggiunto.

Segre, Sindaco di Biella: ‘Sono stato un cretino, ma speculazione indegna”Lei è patrimonio dell’umanità e le chiedo scusa’

AREZZO20 novembre 201920:42

“Io sono stato un cretino, lo ammetto, e chiedo scusa alla Segre e a Greggio, però su questa cosa è stata fatta una speculazione indegna da parte di tutti quanti e mi dispiace. Il risultato è stato negativo, ingiustamente. Una grandissima sciocchezza che è diventata una cosa nazionale. La Signora Segre non ha bisogno che arrivi il Sindaco di Biella a darle la cittadinanza, è un ‘patrimonio dell’umanità’ e le chiedo ancora scusa. L’ho invitata anche a Biella per la Giornata della Memoria e non c’è nulla contro di lei”. Lo ha detto il sindaco di Biella Claudio Corradino ai microfoni di “Stasera Italia” – in onda questa sera alle ore 20.30 su Retequattro.”Questa vicenda – aveva detto in mattinata – è nata male, per un errore di comunicazione che abbiamo fatto. Si sono messe insieme due questioni che non hanno nulla a che fare. Sono separate. La casualità temporale è che da tre mesi stiamo lavorando con Ezio Greggio e l’altro giorno è arrivata una mozione” su Liliana Segre. “Ezio Greggio ha reagito così perché è uomo di spettacolo e vuole tenersi fuori – ha detto il primo cittadino a margine dell’assemblea Anci ad Arezzo – però non era intenzione di nessuno far del danno alla senatrice Segre che, ricordo, era stata invitata a Biella un mese e mezzo fa. Io sono dalla sua parte”. “Non si è votato ancora nulla, questo è il grande inganno. In realtà noi abbiamo deliberato da tempo, da tre mesi, di dare la cittadinanza a Greggio che comunque ha fatto del bene al territorio biellese e l’altro giorno è arrivata una mozione di un gruppo di minoranza che voleva la cittadinanza per la Segre.Con un metodo un po’ sbagliato, perché una cosa del genere andava condivisa con tutt il consiglio e abbiamo detto di no per quello. Sono due cose separate. Non abbiamo detto di no alla Segre, abbiamo detto di no a una mozione della minoranza”.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:46 ALLE 15:20 DIMERCOLEDì 20 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scontro sul fondo Salva-Stati, Di Maio, no a una riforma che stritola Italia
Clima politico positivo, non roviniamolo con slogan elettorali

20 novembre 2019 08:46

Il premier “non ha firmato nulla”, e il vertice che i parlamentari M5s chiedono non è contro di lui, ma è giusto fare il punto. Luigi Di Maio interviene con un’ intervista in apertura del Corriere sulla vicenda del meccanismo di stabilizzazione finanziaria europea: “una riforma del Mes che stritola l’Italia non è fattibile”. E dopo le parole del leader dem Zingaretti che sollecitava a ‘trovare un’anima’, dice di vedere un clima positivo, ma invita a non rovinarlo con slogan per l’elettorato. Dopo la manovra, spiega, nel 2020 avanti su salario minimo, conflitto di interessi e riforma della sanità.

In arrivo l’ok della Commissione Ue alla manovraLa prossima revisione a maggio, resta il nodo del debito

20 novembre 201909:18

Annunciato già la settimana scorsa dallo stesso commissario agli Affari economici Pierre Moscovici, arriva oggi senza sorprese il via libera di Bruxelles alla manovra. Non ci saranno richieste di correzioni dei conti, né rinvii a nuovi giudizi. E la formula della promozione sarà quella di rito, che sottolinea un rischio di deviazione significativa dagli impegni per il 2020, definisce la bozza sostanzialmente rispettosa delle regole. Il faro della Ue resterà comunque acceso, perché il debito italiano continua a crescere. E qualora il Parlamento dovesse stravolgere le misure inviate a Bruxelles, la Ue avrà modo di valutare e poi trarre le sue conclusioni la prossima primavera. Quando al timone ci sarà Paolo Gentiloni. Con la pubblicazione delle opinioni sulle leggi di stabilità la Commissione Ue conclude per il 2019 il ciclo del Semestre europeo, cioè il periodo di valutazione dei conti pubblici. L’anno scorso, per l’Italia, il ciclo si protrasse ben oltre novembre perché la manovra fu rigettata, avendo sforando tutti i target concordati. Si aprì quindi un intenso negoziato al quale prese parte non solo il ministro dell’Economia Giovanni Tria ma lo stesso premier Giuseppe Conte, e che si concluse poco prima di Natale. A dicembre il Governo riuscì ad evitare l’apertura di una procedura per debito eccessivo, non senza le polemiche sollevate dai Paesi del Nord come l’Olanda, che chiese spiegazioni alla Commissione, non convinta dalla sua decisione di graziare Roma. Il problema della procedura si ripresentò in primavera. In extremis, con una correzione dei conti in corso d’anno, l’Italia disinnescò la procedura a luglio. Ma da settembre, con il nuovo Governo che ha avviato una diversa dialettica con la Ue, il clima è cambiato. Più volte Moscovici ha ricordato il buon rapporto che lo lega al ministro Gualtieri, con il quale in questi mesi ha discusso costantemente della manovra 2020. Dialogo che ha consentito anche di dare il via libera alla sua richiesta di flessibilità per circostanze eccezionali pari a 0,2 punti di Pil. Del resto, i numeri del deficit 2020 quest’anno non preoccupavano: il Governo lo vede al 2,2%, la Commissione al 2,3%, una discrepanza facilmente colmabile grazie proprio ai margini di spesa accordati. Margini sui quali la Commissione dovrà comunque fare una valutazione ex post, cioè una volta che i fondi saranno effettivamente stanziati e spesi.

Patuanelli: Ilva e Alitalia i tavoli più complessiTavoli aperti sono 149 in media sui 5 anni. 102 attivi da 3 anni

20 novembre 201914:10

“Ilva e Alitalia sono i due tavoli più complessi fra quelli aperti al Mise sulle crisi industriali”. Così il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli riferendo alla Camera sui tavoli di crisi aperti al Ministero dello Sviluppo Economico. “I tavoli aperti al Mise sono 149 ad oggi e sono in linea con gli ultimi 5 anni, il cui dato medio è di 151” ha aggiunto Patuelli. “Centodue sono attive da più di 3 anni e il 28% è aperto da più di 7 anni. Ma – ha spiegato in un altro passaggio – le crisi di molte piccole aziende non arrivano al Mise”.

Via libera della maggioranza alla riforma del processo civilePer il penale servirà aggiornamento. Bonafede porta due proposte

20 novembre 201909:48

Via libera della maggioranza alla riforma del processo civile, che arriverà la settimana prossima in Consiglio dei ministri. “E’ una riforma importantissima che chiedono i cittadini e le imprese e che è fondamentale che per gli investimenti”, ha sostenuto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede ricordando come si dimezzino “i tempi del processo”.Per il penale, il GUardasigilli ha portato al tavolo due proposte: una prevede la possibilità per chi è assolto in primo grado di chiedere una corsia preferenziale per l’appello; la seconda una forma di agevolazione dell’indennizzo nel caso di sforamento dei termini previsti.Sul penale le forze politiche hanno chiesto una riflessione, quindi ci sarà un nuovo aggiornamento, ha detto il ministro. Il sottosegretario dem, Andrea Giorgis: ‘Non abbiamo ancora trovato soluzioni condivise’.

Mattarella, molto da fare per i bambiniGrazie a Onu riconosciuti diritti minori

20 novembre 201910:06

– Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata Internazionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Trenta anni fa l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approvava la convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza riconoscendo i diritti umani dei bambini, dei fanciulli e dei ragazzi, la necessità di politiche e strumenti adeguati a tutelarne la vulnerabilità e promuoverne la crescita. Grazie a quanto fatto, le condizioni in cui vivono bambini e ragazzi hanno registrato nel mondo e nel nostro Paese progressi importanti”. Tuttavia “molto resta ancora da fare per i bambini che vivono in contesti difficili o in condizioni di fragilità e nell’implementazione dei diritti basilari in un mondo in trasformazione”.

A. Mittal: Lezzi, mai sì a scudoSe devo fare le stesse cose che ha fatto Renzi torno a casa

20 novembre 201911:12

– “Sarebbe un passo indietro imbarazzante”. Lo afferma la senatrice 5 stelle Barbara Lezzi in un’intervista a Circo Massimo, su Radio Capital, a proposito della reintroduzione dello scudo penale per Arcelor Mittal. “Abbiamo a mio avviso – prosegue – convintamente tolto questo scudo penale che è un’aberrazione giuridica, una cosa incivile. Perché un’impresa dovrebbe lavorare al di sopra della legge? Non ho votato lo scudo neanche da ministro, e sono orgogliosa di averlo fatto. Non lo voterò mai, non cambio idea. Se devo fare le stesse cose che ha fatto un Renzi qualsiasi, io torno dignitosamente a casa. Se devo tirare a campare meglio tornare a casa, c’è vita anche fuori dal Parlamento”.

Conte parla all’assemblea annuale dell’Anci: ‘Lo Stato non faccia più cassa a danno Comuni’ Segui la DIRETTA dell’evento

20 novembre 201914:28

Il premier Giuseppe Conte è arrivato al centro congressi di Arezzo, dove interverrà all’assemblea nazionale dell’Anci. Il presidente del Consiglio ha salutato il presidente Antonio Decaro, sindaco di Bari, e le altre autorità presenti all’esterno per accoglierlo. Non ha fatto dichiarazioni ai giornalisti, entrando in fiera.”Dobbiamo superare la stagione dei tagli lineari, che ha privato i territori di risorse preziose. Lo Stato non deve più far cassa a danno dei Comuni”, ha detto il premier nel suo intervento.

“Abbiamo una grave emergenza per le periferie e dobbiamo occuparcene al più presto in modo efficace. In prospettiva dobbiamo rendere strutturale il fondo periferie”.
“Rispetteremo l’impegno” in legge di bilancio per “abbassare i tassi di interesse sui mutui” dei Comuni, ha detto Conte. “Prevediamo di individuare, con apposito decreto del ministero dell’Economia, criteri efficaci per ridurre la spesa per i mutui a carico degli enti locali”, ha aggiunto. “E qui il meccanismo sarà l’accollo e la ristrutturazione degli stessi da parte dello Stato”.

“Non possiamo rassegnarci a un’Italia a più velocità”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, nel suo intervento all’assemblea Anci ad Arezzo. “Se restituiremo alla bellezza anche i territori interni, con infrastrutture adeguate, potremo far conoscere al mondo il Paese più bello”, ha aggiunto.

“A fronte di una sommatoria di responsabilità che non possono essere racchiuse in previsioni normative, le risorse umane e materiali purtroppo non sono sufficienti, tanto più nei Comuni più piccoli, che soffrono strutturalmente – ormai da troppi anni – una intollerabile carenza di mezzi e di personale”, ha affermato Conte. “Quando la spending review – ha aggiunto – non si limita a eliminare sprechi e contenere inefficienze, ma finisce per incidere sulla funzionalità dei servizi prestati alla collettività è chiaro che diventa tanto più elevato il rischio di sfibrare il tessuto sociale”. E questo può “alimentare sfiducia e scoramento dei cittadini nei confronti delle istituzioni, percepite sempre più distanti dai loro bisogni”. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Casellati, investire nella famiglia
Servono norme a rendere compatibile ruolo genitore e lavoratore

20 novembre 201911:16

– “Per invertire la tendenza del calo progressivo delle nascite e dell’invecchiamento della popolazione, “occorre partire da un dato incontrovertibile: investire nella famiglia, investire nella genitorialità, significa prima di tutto investire sul futuro dell’umanità”.
L’ha detto il presidente del Senato Elisabetta Casellati nel suo intervento al convegno sull’emergenza denatalità in corso a Palazzo Madama interrotto, in questo passaggio, da un applauso del pubblico in sala Koch. “Le misure economiche e fiscali a sostegno delle famiglie e della natalità approvate in questi anni hanno certamente contribuito ad alleggerire i costi delle famiglie, specie di quelle più bisognose – ha continuato il presidente – Ma è necessario che queste misure, oltre a essere stabilizzate in una prospettiva di lungo periodo, siano affiancate da interventi di ordine organizzativo. Norme volte, in particolare, a rendere concretamente compatibile il ruolo di genitore e quello di lavoratore”.

Ieri sera vertice Berlusconi-SalviniSul tavolo prossime candidature alle regionali

20 novembre 201912:23

– Incontro ieri sera a palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi ed il leader della Lega Matteo Salvini.
Sul tavolo la scelta dei candidati alle prossime elezioni regionali.

Garante, Giornata Infanzia per SilviaOggi ragazzi in aula Consiglio. Nobili, riportarla a casa

ANCONA20 novembre 201913:10

– Il Garante dei diritti Marche Andrea Nobili ha dedicato alla 24enne Silvia Romano, rapita un anno fa in Kenya dove lavorava come cooperante soprattutto con i minori, la giornata in Consiglio regionale in occasione del 30/o anniversario della firma della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo. Un’iniziativa promossa con il presidente dell’Assemblea Antonio Mastrovincenzo e con quello di Unicef Marche Italo Tanoni che ha portato in aula rappresentanti dei Consigli comunali dei ragazzi di varie città, tra cui Fano, Senigallia, Ascoli Piceno, Grottammare, Camerano, della consulta giovani di Montemarciano, oltre a sindaci e assessori di alcuni dei 23 Comuni della Rete Città Sostenibili Amiche dei Bambini.
“Silvia è stata rapita un anno fa – ha detto Nobili – ancora non sappiamo nulla, lavorava con una struttura di Fano. Spero che le istituzioni facciano il possibile affinché questa ragazza, che come altri rappresenta la parte migliore del Paese, si possa riportare in Italia”.

Casellati, calo nascite è Sos nazionalePresidente Senato cita dati Istat in convegno su denatalità

0 novembre 201913:37

– “La trasformazione socio demografica da molto tempo interessa il nostro Paese; il suo progressivo invecchiamento generazionale e il calo delle nascite ha acquisito, specie negli ultimi anni, le proporzioni di un’autentica emergenza nazionale. Secondo i più recenti dati pubblicati dall’Istat, nel 2017 sono stati iscritti in anagrafe per nascita 458.151 bambini, oltre 14 mila in meno rispetto al 2016 e oltre 26 mila in meno rispetto al 2015. Se si considera il triennio 2014-2017, le nascite sono diminuite di circa 45 mila unità, mentre sono quasi 120 mila in meno rispetto al 2008.
Un dato destinato ad aggravarsi anche quest’anno. Tutto questo porta l’Istat ad affermare che la fase di calo della natività, innescatasi nel 2008 e proseguita con andamento negativo costante, ha ormai assunto caratteristiche strutturali”. Così il presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto il convegno sull’emergenza denatalità in corso a Palazzo Madama.

Manovra:50 emendamenti Lega su sicurezzaIl ‘pacchetto’ vale circa 3 miliardi di euro

20 novembre 201913:45

– La Lega presenta, in una conferenza stampa a Montecitorio alla presenza di Matteo Salvini, 50 emendamenti alla manovra sulla sicurezza. Il ‘pacchetto’, hanno spiegato i firmatari, vale circa tre miliardi di euro.

Conte, Stato non faccia cassa su Comuni”Dobbiamo superare la stagione dei tagli lineari”

AREZZO20 novembre 201913:46

– “Dobbiamo superare la stagione dei tagli lineari, che ha privato i territori di risorse preziose.
Lo Stato non deve più far cassa a danno dei Comuni”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte nel suo intervento all’Anci ad Arezzo.

M5S, Berlusconi è il Re degli evasoriVanta il record di frequentazione dei tribunali

20 novembre 201913:49

– “Dopo aver passato in rassegna alcuni casi di grandi evasori, oggi ci occupiamo di un ‘grande protagonista’ dell’aggiramento del fisco: Silvio Berlusconi, l’esponente delle istituzioni che vanta il record di frequentazione dei tribunali. Nell’agosto del 2013 l’ex cavaliere di Arcore venne condannato a 4 anni di detenzione per frode fiscale. 3 dei 4 anni gli sono stati scontati per via dell’indulto del 2006. Di che frode parliamo? 368 milioni di dollari di fondi neri incassati dalle società offshore di Berlusconi negli anni ’90. Ma grazie a una delle tante leggi ad personam, quella che porta il nome di Cirielli, l’accusa del processo ha potuto contestare solo 7,3 milioni di euro. Tutto il resto è andato in fumo per colpa della solita prescrizione su misura”. Lo denuncia il Movimento 5 Stelle sul blog illustrando “il meccanismo fraudolento” del “profeta della rivoluzione liberale e del ‘meno tasse per tutti'”.

Maltempo:Conte, giovedì proposte in CdmNon vi lasceremo soli, senza alcuna distinzione

20 novembre 201913:59

– “Lasciatemi rivolgere, un pensiero a Venezia, a Matera e ai tanti altri Comuni, da Nord a Sud, colpiti dagli eventi metereologici avversi di questi giorni. Al riguardo, senza alcuna distinzione, stiamo raccogliendo tutte le richieste”. Lo ha assicurato il premier Giuseppe Conte, in tema maltempo e di dichiarazioni di stato di emergenza.
“Giovedi’ abbiamo un ulteriore Consiglio dei ministri in cui porteremo tutte le richieste che ci sono pervenute e che abbiamo istruito: non vi lasceremo soli”.

Salvini ospite di Skuola.netLa diretta streaming

20 novembre 201914:16

Il leader della Lega ospite di Skuola.net

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Emiliano, su Stefanazzi attendo indagine
Il governatore,al momento nessuna conferma accuse Capo gabinetto

BARI20 novembre 201914:37

– “Da una attenta analisi della vicenda che sta interessando il mio capo di Gabinetto non emerge allo stato alcun elemento a conferma delle ipotesi accusatorie. La magistratura ha il diritto/dovere di svolgere tutte le verifiche necessarie, ricordo anche in favore dell’indagato, e quindi si rimane in attesa di conoscere l’esito tutti gli accertamenti per le eventuali determinazioni di mia competenza”. Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in merito all’indagine che coinvolge il Capo di gabinetto Claudio Stefanazzi, sua moglie, Milena Rizzo, e l’imprenditore barese Vito Ladisa per una presunta truffa relativa ad un corso di formazione finanziato dalla Regione.

Gse, ai Comuni 190 mln incentivi da 2012Per la riqualificazione degli edifici con il conto termico

AREZZO20 novembre 201914:06

– Sfiorano 190 milioni di euro in sette anni gli incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici riconosciuti ai Comuni da Gse, il Gestore dei servizi energetici, su un totale di 723 milioni tra privati e pubblica amministrazione. Le domande dei Comuni, secondo i dati presentati all’assemblea dell’Anci, dal 2012 a novembre 2019, sono state 8.341: 1.929 hanno riguardato scuole, 3.165 edilizia ex IACP-Istituto autonomo case popolari e le restanti altri edifici.
Gli incentivi in Conto Termico – che consentono di recuperare fino al 65% dell’investimento in 3-5 anni e mettono a disposizione della P.A. 200 milioni di euro l’anno – hanno generato lavori di riqualificazione energetica dei Comuni per 822 milioni di euro, nel periodo 2012-2019. In particolare per le scuole, gli incentivi hanno attivato investimenti per la riqualificazione da parte dei Comuni per quasi 500 milioni di euro.

Cdp, recuperata dimensione territorialeCassa è patrimonio di tutti, paino 2019-2021 cambio passo

AREZZO20 novembre 201913:57

– “Nell’ultimo piano industriale abbiamo voluto recuperare una dimensione territoriale. Eravamo presenti solo a Roma, oggi abbiamo deciso di essere presenti in tutta Italia”. Lo ha detto Fabrizio Palermo, amministratore delegato di Cassa depositi e prestiti intervenendo a un panel con alcuni sindaci all’assemblea nazionale di Anci in corso ad Arezzo. “Cassa depositi e prestiti – ha detto Palermo – è un patrimonio di tutti che può mettere a sistema due fattori fondamentali: dimensione finanziaria e operatività sul territorio”.
“Per Cassa depositi e prestiti il piano industriale 2019-2021 – ha proseguito – rappresenta un cambio di passo, una nuova spinta che vuole fare leva su innovazione, inclusione e sostenibilità con un approccio del tutto nuovo, basato su un rapporto più solido con il territorio, sulla volontà di ‘fare rete’ e sulle competenze finanziarie e industriali che rendono cassa depositi e prestiti un’istituzione unica nel contesto nazionale”.

Gabrielli a commemorazione AnnarummaI parenti del poliziotto ucciso 50 anni fa, ‘sognava dei figli’

MILANO20 novembre 201915:00

– Antonio Annarumma era “l’orgoglio” della sua famiglia. “Sognava dei figli” raccontano i suoi parenti che hanno partecipato alla commemorazione per il 50mo dalla morte dell’agente a cui ha partecipato anche il capo della Polizia, Franco Gabrielli. L’agente morto a 22 anni negli scontri di via Larga a Milano, è stato ricordato nella caserma milanese a lui intitolata con una messa. Presenti anche il prefetto, Renato Saccone e il questore Sergio Bracco.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 9 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:30 ALLE 23:57 DI MARTEDì 19 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte: lotta all’evasione è battaglia di giustizia sociale
‘Manovra orientata verso crescita duratura’

19 novembre 2019 11:30

“Lottare contro l’evasione fiscale non è solo doverosa applicazione della legge – ha detto il premier Giuseppe Conte parlando alla cerimonia di inaugurazione dell’anno di studi della Guardia di Finanza -. È una battaglia che attiene alla cultura, all’etica (pubblica e privata), ma anche alla giustizia sociale, perché consente di liberare risorse per il welfare, a beneficio dei nostri anziani, delle persone con disabilità, dei più poveri, dell’istruzione, della ricerca, della sanità”.

La manovra “mette in atto una chiara strategia di politica economica, che si articola essenzialmente nella riduzione del carico fiscale, negli investimenti per la crescita e la sostenibilità ambientale e sociale e nelle misure per le famiglie e il welfare”. Una manovra che “tende a essere moderatamente espansiva, orientata verso una crescita duratura e strutturale”, sostiene il premier.”Realizziamo il più grande taglio di tasse degli ultimi tempi rispetto allo scenario a politiche invariate, in un quadro di finanza pubblica complicato. Chi dice il contrario o è un bugiardo o è in malafede”, ha scritto poi su facebook Conte.

Poste, sostenibilità parte integranteAzienda riunisce stakeholder, scriviamo insieme strategia 2020

9 novembre 201911:30

– “Se non mettiamo accanto alla performance finanziaria anche un percorso sostenibile sarà difficile per la nostra azienda poter replicare in futuro una crescita finanziaria così significativa”, sottolinea l’Ad di Poste Italiane, Matteo Del Fante, sottolineando risultati e riconoscimenti già ottenuti e gli “obiettivi concreti” che l’azienda vuole ora raggiungere sul fronte della sostenibilità e nell’ambito del piano industriale Deliver 2020. Un percorso che l’azienda vuole condividere con tutti gli stakeholder: “Scrivere insieme la strategia di sostenibilità 2020. E’ a loro che Matteo Del Fante si rivolge direttamente: sono più di 400 riuniti oggi a Roma da Poste per la terza edizione del ‘forum multistakeholder’.

A..Mittal: perquisizioni e sequestriGdf acquisisce documenti su movimento merci,ordini, manutenzione

TARANTO19 novembre 201911:31

– Perquisizioni e sequestri da parte della guardia di finanza sono in corso negli uffici di Taranto di Arcelor Mittal da parte della guardia di Finanza.
L’intervento è stato disposto su delega della procura di Taranto nell’ambito dell’inchiesta avviata dopo l’esposto presentato dai commissari dell’ex Ilva in amministrazione straordinaria. A quanto si apprende, la guardia di finanza su delega della procura di Taranto, sta acquisendo documentazione, anche in forma digitale, di tutto quanto abbia attinenza con movimento di merci, ordini, e stato di manutenzione degli impianti, in base a quanto segnalato alla Procura nell’esposto presentato dai commissari. L’inchiesta, tutt’ora contro ignoti, riguarda presunte condotte illecite di ArcelorMittal in particolare in merito alle ipotesi di reati di ‘Distruzione di mezzi di produzione’ e di ‘Appropriazione indebita’ perchè, secondo la denuncia il magazzino del siderurgico sarebbe stato svuotato rispetto alla merce che vi era al momento della consegna.

Lufthansa, non investiamo in AlitaliaA.d ribadisce, prima ristrutturare compagnia, poi valuteremo

19 novembre 201912:57

– “Abbiamo sempre detto che vogliamo prima vedere un’Alitalia ristrutturata, poi considereremo un investimento”. Lo ha ribadito l’amministratore delegato di Lufthansa, Carsten Spohr, smentendo, secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, le indiscrezioni su un’iniezione di capitale fino a 200 milioni di euro nella compagnia italiana.
Lufthansa, scrive ancora Bloomberg, avrebbe comunicato al governo italiano che la visione strategica per Alitalia è più importante che un’eventuale iniezione di capitale.

Mattarella inaugura anno alla SissaRuffo, ricerca non si disinteressi di impatto su società

TRIESTE19 novembre 201912:24

– E’ stato inaugurato alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 41/o anno accademico della Scuola internazionale di studi avanzati (Sissa) di Trieste. Mattarella, accolto dal Governatore Fvg, Massimiliano Fedriga, dal sindaco, Roberto Dipiazza, e dal direttore della Sissa, Stefano Ruffo, ha detto che è “immensamente limitata la nostra conoscenza della realtà”, come dimostra la scienza, riferendosi alla prolusione tenuta poco prima dal filosofo Telmo Pievani sulla serendipità. Il Capo dello Stato si è soffermato anche sulla “libertà della scienza e della ricerca”. Per Ruffo, “il mondo della ricerca non si può più disinteressare dell’impatto sulla società e deve prestare attenzione al trasferimento della conoscenza al mondo produttivo”.

M5S, vertice maggioranza sul MesTrattativa sia trasparente. Riforma su strada da scongiurare

19 novembre 201914:57

– “Il Parlamento aveva dato un preciso mandato al Presidente del Consiglio. La discussione sul Mes deve essere trasparente, il Parlamento non può essere tenuto all’oscuro dei progressi nella trattativa e non è accettabile alcuna riforma peggiorativa. Oggi è chiaro, invece, che la riforma del Mes sta andando proprio nella direzione che il Parlamento voleva scongiurare. Chiediamo al Capo Politico di far convocare un vertice di maggioranza, perché sul Mes noi non siamo d’accordo”. Lo affermano in una nota i deputati M5S della commissione Finanze. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Casellati, è allarme su durata processi
Serve confronto collaborativo per risolvere problemi

BOLOGNA19 novembre 201915:05

– Dati “allarmanti”, oltre a quelli riferiti alle persone che hanno subito una detenzione illegittima, “sono quelli sulla durata dei processi: secondo gli ultimi monitoraggi sullo stato delle pendenze penali, pubblicati dal Ministero della giustizia, circa il 20% dei procedimenti incardinati nei Tribunali e oltre il 40% di quelli presso le Corti d’Appello sarebbe infatti a rischio di legge Pinto”. Lo ha detto il presidente del Senato Elisabetta Casellati, durante la sua lectio magistralis alla Spisa di Bologna. “E qui – ha aggiunto – l’anomalia è ancora più grave perché non coinvolge solo i diritti dell’imputato. Anzi, il mancato rispetto del principio costituzionale della ragionevole durata del processo nuoce soprattutto alle aspettative e ai diritti parti offese”.
Dobbiamo essere consapevoli, ha concluso, di dover dare attuazione alle garanzie costituzionali. Questa è la direzione: quella di una piena condivisione dei problemi e di un confronto collaborativo sulle possibili soluzioni per porvi rimedio”.

Conte, GdF scopre 13mila evasori totaliTra gennaio 2018 e maggio 2019 16mila reati, sequestrati 9 mld

19 novembre 201915:06

– “Tra il gennaio del 2018 e il maggio del 2019 sono stati più di un milione e mezzo gli interventi ispettivi conclusi dai Reparti della Guardia di Finanza. Sono stati riscontrati quasi 16 mila reati fiscali e avanzate proposte di sequestro per circa 9 miliardi di euro. Importanti i risultati conseguiti dal Corpo anche nel settore del contrasto alle frodi all’Iva, le cosiddette frodi “carosello”, in quello dei carburanti e delle indebite compensazioni di debiti tributari e previdenziali con crediti IVA fittizi”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’anno di studio della Guardia di Finanza.
“Con particolare riguardo – ha aggiunto Conte – al contrasto all’economia sommersa sono stati individuati più di 13 mila soggetti sconosciuti al Fisco, evasori totali, che hanno evaso complessivamente 3,4 miliardi di IVA. Le frodi scoperte dai Reparti a danno del bilancio nazionale e comunitario sono state pari a oltre 1,7 miliardi di euro”.

Zingaretti, segnali positivi su A.MittalNon bisogna permettere in alcun modo che Arcelor se ne vada

9 novembre 201915:09

– “Non bisogna permettere in alcun modo che Arcelor se ne vada, in queste ore ci sono segnali positivi, si riapre un dialogo, secondo me insistendo così si può risolvere. L’Italia non deve dividersi anche sull’Ilva”. Lo ha detto il segretario Pd Nicola Zingaretti al Maurizio Costanzo Show che andrà in onda domani sera su Canale 5.

Zingaretti, Pd difenda prima le persone”La solitudine crea sfiducia e uccide la speranza”

19 novembre 201915:11

– “La forza che difende prima le persone: deve essere questa l’identità del Pd, troppe si sono sentite sole negli ultimi anni. La solitudine crea sfiducia e uccide la speranza. La cosa più pericolosa è la frase ‘tanto non c’è niente da fare'”. Lo ha detto il segretario Pd Nicola Zingaretti al Maurizio Costanzo Show che andrà in onda domani sera su Canale 5.

Scontro Salvini-Conte sul Mes. Leader Lega: ‘Premier riferisca’ M5s: ‘Vertice di maggioranza’. I 27 audizione di Gualtieri

19 novembre 201919:30

Il leader della Lega, Matteo Salvini, attacca il premier Giuseppe Conte sulle modifiche del Fondo salva-stati europeo (Mes): ‘Conte subito in Parlamento a dire la verità, il Sì alla modifica del Mes sarebbe la rovina per milioni di italiani e la fine della sovranità nazionale’. I deputati M5S della commissione Finanze chiedono a Di Maio di convocare un vertice di maggioranza sul Mes perché ‘il Parlamento non può essere tenuto all’oscuro dei progressi nella trattativa e non è accettabile alcuna riforma peggiorativa’. Il Mef informa che il ministro Gualtieri sarà in audizione, da lui richiesta, il 27 novembre in Commissione Finanze al Senato.Sulla ratifica della revisione del Meccanismo Europeo di Stabilità il Parlamento è sovrano, sottolineano fonti di governo tornando sulle polemiche relative al Mes. Polemiche che Conte respinge visto che sul tema – si sottolinea – non c’è alcuna emergenza. Del resto – si rimarca – Conte già a giungo ha chiarito al Consiglio Ue che la revisione del Mes va inserita in un pacchetto di riforme. Senza una “logica del pacchetto”, quindi, Roma, al Consiglio Ue di dicembre, punterà al rinvio della riforma, per la quale serve un ok unanime.Sul Mes “il Parlamento ha approvato una risoluzione, a luglio, e il governo è tenuto a rispettare quella risoluzione in assenza di risoluzioni diverse, punto – ha detto l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti -. E’ una cosa molto semplice”. Giorgetti si è detto “preoccupato per le notizie che ci arrivano dall’Europa: sembra che l’Italia sia d’accordo su un testo diverso sul Mes. Questo – afferma – sarebbe molto grave perché il Parlamento si è espresso e si è espresso molto chiaramente”.

Manovra: Zingaretti, troveremo sintesiNessuna tensione, miglioreremo la legge di Bilancio

9 novembre 201916:20

– “Sono ottimista e fiducioso che si apra una fase di sintesi per arrivare a un punto di equilibrio” in maggioranza “che non stravolga ma rafforzi la manovra. Non vedo tensioni fra governo e maggioranza, serve una fase di confronto”. Lo ha detto Nicola Zingaretti, segretario Pd, parlando dei rapporti di maggioranza sul tema manovra. “Ora si apre una fase di confronto che affrontiamo con serenità e determinazione per migliorare la manovra”.

Salvini, non metto bocca su Giunta umbra”Non spetta a me, ci stanno lavorando” dice segretario Lega

TERNI19 novembre 201916:20

– “So che per sabato, quando saremo in mezzo agli umbri, la squadra ci sarà. Ma io non ci metto assolutamente bocca”: così Matteo Salvini ha parlato a Terni della formazione della prossima Giunta regionale guidata dalla presidente Donatella Tesei, che guida la coalizione di centro destra. Il 23 novembre il leader della Lega e la governatrice saranno a un’iniziativa nel capoluogo umbro con i consiglieri per “ringraziare” i cittadini del risultato elettorale.
“Non spetta a me – ha ribadito Salvini – fare o costruire giunte. So che ci stanno lavorando”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Regionali: Zingaretti,sì alleanze larghe
Siano competitive e coinvolgano anche il civismo

19 novembre 201916:22

– “Bisogna lavorare per costruire le alleanze più larghe e competitive, che coinvolgano anche il civismo”. Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, parlando delle elezioni regionali. “Poi – ha aggiunto – le alleanze le decidono i candidati presidenti, in forte rapporti con i territori”.

Calabria,elezioni si terranno 26 gennaioLo ha annunciato il presidente Oliverio all’inizio del Consiglio

EGGIO CALABRIA19 novembre 201917:35

– Le elezioni regionali in Calabria si svolgeranno il 26 gennaio del 2020. Lo ha annunciato il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, all’inizio dell’odierna seduta del Consiglio. Oliverio ha riferito di avere fissato la data delle elezioni d’intesa col presidente della Corte d’appello di Catanzaro, Domenico Introcaso, previo parere del presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto.
“La data – ha detto il presidente Oliverio – coincide con le elezioni che si svolgeranno in un altra regione. Una scelta che consentirà di utilizzare per le operazioni elettorali la piattaforma del Ministero dell’Interno, con una razionalizzazione delle spese. Prima del sessantesimo giorno antecedente alle elezioni, provvederò ad emanare il decreto d’indizione della consultazione”.
“In relazione a queste scelte – ha detto ancora il Governatore – ho proposto in Giunta l’approvazione dell’Esercizio provvisorio, lasciando libero solo il capitolo relativo alle spese elettorali”.

Fedriga-Cerar, più controlli al confinePattugliamenti congiunti contro immigrazione clandestina

CAPODISTRIA (SLOVENIA)19 novembre 201919:31

– “Il confine non ci divide ma ci unisce, come la collaborazione sui pattugliamenti congiunti della zona di frontiera per contrastare l’immigrazione clandestina che abbiamo deciso di ampliare anche con nuove tecnologie. E’ un problema la cui complessità richiede un intervento sistemico a livello europeo e non può essere risolto dall’esclusiva buona volontà di Fvg e Slovenia”. Così il governatore Fvg Massimiliano Fedriga dopo un incontro con il vicepremier sloveno e ministro Esteri Miroslav Cerar.

Decaro rieletto presidente dell’AnciAssemblea a Arezzo con Mattarella,’comuni base della Repubblica’

REZZO19 novembre 201919:54

– Il sindaco di Bari Antonio Decaro è stato rieletto presidente dell’Anci. L’assemblea congressuale nazionale dell’Associazione dei Comuni italiani riunita ad Arezzo lo ha confermato per acclamazione, come unico candidato.
All’assemblea di Arezzo è intervenuto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “I Comuni non sono la periferia della Repubblica ma la base della Repubblica. Costituiscono un tratto essenziale della nostra identità nazionale e, posti come sono alle radici dell’ordinamento, lo alimentano in virtù della rappresentatività e della maggiore vicinanza con le concrete comunità di vita. Per questo non può esistere un’efficace strategia pubblica che escluda i Comuni o che li tenga ai margini”. “Ai Comuni – ha detto il Capo dello Stato ai sindaci – sono stati chiesti sacrifici rilevanti negli anni più duri del risanamento. Adesso, anche al fine dello sviluppo generale dell’Italia, devono essere posti nelle condizioni di rispondere alle domande delle rispettive comunità”.

Primo confronto si accende su sanitàFair play nel dibattito in tv fra Bonaccini e Borgonzoni

BOLOGNA19 novembre 201923:22

– Si è acceso sulla questione della sanità, anche se è rimasto nell’ambito del fair play, il primo confronto televisivo fra i candidati alla presidenza della’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini del Pd e Lucia Borgonzoni della Lega, andato in onda a ‘Cartabianca’ su Rai3.
“Non dobbiamo mai accontentarci – ha detto Bonaccini – ma il governo giallo-verde ha definito l’Emilia-Romagna la migliore sanità d’Italia. Anche noi abbiamo problemi, ma io la sanità dell’Emilia-Romagna la difendo e finché ci sono io i poveri saranno trattati come i ricchi”.
Borgonzoni, invece, ha puntato il dito soprattutto sulla lunghezza delle liste d’attesa. “Abbiamo segnalazioni da moltissimi cittadini – ha detto – è penalizzato chi abita in zone disagiate e comunque un anziano non può andare a 60 km da casa sua”.

Alitalia, sindacati: il 13/12 stop di 24 ore del trasporto aereoSigle sindacali chiedono a tutte aziende applicazione contratto

19 novembre 201919:52

Sciopero nazionale di 24 ore del trasporto aereo venerdì 13 dicembre. Lo hanno proclamato Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo. Alla base della protesta, il perdurare della crisi di Alitalia, la situazione del comparto del trasporto aereo, per il quale i sindacati chiedono a tutte le aziende l’applicazione del contratto di settore, e il rifinanziamento del Fondo di Solidarietà del trasporto aereo.”Abbiamo sempre detto che vogliamo prima vedere un’Alitalia ristrutturata, poi considereremo un investimento”, ha ribadito l’amministratore delegato di Lufthansa, Carsten Spohr, smentendo, secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, le indiscrezioni su un’iniezione di capitale fino a 200 milioni di euro nella compagnia italiana. Lufthansa, scrive ancora Bloomberg, avrebbe comunicato al governo italiano che la visione strategica per Alitalia è più importante che un’eventuale iniezione di capitale.”Preso atto della mancanza di significative evoluzioni” nelle problematiche rappresentate il 15 ottobre scorso, Atlantia “informa che allo stato non si sono ancora realizzate le condizioni necessarie per l’adesione della società al Consorzio finalizzato alla presentazione di un’eventuale offerta vincolante su Alitalia”. Così la nota in cui si precisa che “resta in ogni caso ferma la disponibilità a proseguire il confronto per l’individuazione del partner industriale e per la definizione di un business plan condiviso, solido e di lungo periodo per il rilancio di Alitalia”.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:55 ALLE 11:30 DI MARTEDì 19NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Zingaretti: ‘Non si può governare insieme da avversari, basta litigi’
Il segretario del Pd: ‘Se qualcuno adesso vuole correre da solo, gli italiani lo puniranno’

19 novembre 2019 07:55

Il governo non ha ancora un’anima, e se non la trova rischia: finirebbe come nel film Wargames, senza vincitori. E in questo caso la vittoria andrebbe a Salvini. L’avvertimento agli alleati arriva dal segretario dem Nicola Zingaretti, intervistato in apertura da Repubblica. Troppe liti, non si può governare insieme da avversari, aggiunge il leader del Pd chiedendo a questo punto una svolta. Perché ‘se qualcuno si illude adesso di fare la corsa da solo, e in modo strumentale, gli italiani lo puniranno’

Renzi: ‘Niente elezioni o regaliamo il Paese alla Lega’Il leader di Italia Viva: ‘Rilanciamo le infrastrutture e sblocchiamo i cantieri’

19 novembre 201910:07

‘Andare a votare oggi significa regalare a Salvini il Paese, il Quirinale, i pieni poteri’. Intervistato dal Corriere, il leader di Italia viva Matteo Renzi manda questo messaggio al Pd, aggiungendo che la sua compagine non ha paura di nulla, ma farà di tutto per eleggere un presidente della Repubblica non sovranista. E dopo la manovra non serve un rimpasto, aggiunge, ma si devono rilanciare le infrastrutture, sbloccando i cantieri. ‘La crescita zero fa male alle aziende – spiega – e fa crescere il rapporto debito/Pil. Si sblocchino i 120 miliardi che sono fermi nei cassetti’.

Migranti: Salvini indagato ad Agrigento per caso Open Arms Per sequestro di persona. Fascicolo già trasmesso a Palermo

19 novembre 201910:56

Il leader della Lega Matteo Salvini è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Agrigento per sequestro di persona e omissioni di atti d’ ufficio. L’ accusa – scrive la Repubblica- riguarda il caso dei 164 migranti salvati il primo agosto scorso dalla Open Arms, a cui fu vietato dall’allora ministro dell’Interno l’ingresso nelle acque italiane. La nave rimase 20 giorni ferma davanti a Lampedusa, poi furono i pm , in seguito a un’ ispezione a bordo, a ordinare lo sbarco d’urgenza. Il fascicolo è già stato trasmesso alla procura di Palermo, competente a valutare le ipotesi di reato che dovranno essere sottoposte al tribunale dei ministri: entro 15 giorni l’ufficio giudiziario guidato da Francesco Lo Voi dovrà decidere se confermare le ipotesi di reato, riformularle o chiedere l’archiviazione. Si tratta del bis del caso Diciotti: anche allora a indagare Salvini fu il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio.

“Mi domando se in Procura ad Agrigento non abbiano cose più serie di cui occuparsi. Usano denaro pubblico, prima o poi mi verrà voglia di chiedere conto di come lo usano. È la seconda, la terza, la quarta, la quinta inchiesta. Ho fatto quello che gli italiani mi chiedevano di fare, ho difeso i confini, inizio a essere stufo”. Lo ha detto, arrivando al 19/o Congresso nazionale del Sap a Rimini, il segretario della Lega, Matteo Salvini, sulla vicenda della Open Arms per cui risulta indagato dalla Procura agrigentina.

Sala, va tentata ogni strada per Silvia’Sembra ormai certo che è prigioniera in Somalia’

MILANO19 novembre 201909:57

– “Domani è esattamente un anno dal rapimento della nostra concittadina Silvia Romano e sembra ormai certo che è prigioniera in Somalia”. Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ricordando l’anniversario del rapimento della giovane cooperante milanese rapita in Kenya un anno fa. “Leggo che è al vaglio l’ipotesi di una Rogatoria Internazionale. Insieme alla famiglia chiedo che si continui a tentare ogni strada per riportarla a casa subito”, ha concluso. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Trenta, mio marito ha presentato rinuncia per la casa
‘Spero che questo atto di amore serva a tacitare la schifezza mediatica che è caduta su di me’

19 novembre 201910:11

“Mio marito, che è il titolare dell’alloggio ,pur essendo tutto regolare e non essendoci nulla che ci debba far sentire in imbarazzo, per salvaguardare la serenità della famiglia, sta presentando istanza di rinuncia per l’alloggio, l’ha già fatto .Spero che questo atto di amore serva a tacitare la schifezza mediatica che è caduta su di me”. Lo ha detto intervistata da Radio 24 l’ex ministra della Difesa, Elisabetta Trenta.

“Lasceremo l’appartamento nel tempo che ci sarà dato per poter fare un trasloco e poter rimettere a posto la mia vita da un’altra parte”, ha aggiunto Trenta a Radio24, che ha detto di pretendere “rispetto” per sè. “Sono una donna di Stato e ho fatto dell’etica la base della mia vita”, ha affermato tra l’altro.

“Non sono stata trattata bene ma nei valori del M5S ci credo, non ho nessuna intenzione di lasciare il Movimento. Mi è dispiaciuto che prima di parlare e giudicare nessuno mi ha chiamata per chiedermi come stanno le cose. La mia faccia è pulita, non smetterò di fare politica e di essere del Movimento. Ma forse una pausa di riflessione me la prendo, non ho deciso nulla”. Lo ha detto l’ex ministra della Difesa sulle critiche che le sono state rivolte da Luigi Di Maio e da altri esponenti del M5S per la vicenda della casa. “Credo che Di Maio, con cui ho parlato, abbia capito le mie ragioni- ha affermato tra l’altro- Io sono un militare e so che prima di comandare le persone ci si parla, so che un comandante difende i propri uomini”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte all’inaugurazione dell’anno di studi 2019/2020 della Guardia di Finanza 19 Novembre  2019 11:28 VIDEO DIRETTA

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:56 DI LUNEDì 18 NOVEMBRE 2019

ALLE 07:55 DI MARTEDì 19 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Sì della Camera a decreto ministeri
209 i voti contrari a riorganizzazione ministeri

18 novembre 2019 14:56

– L’Aula della Camera conferma la fiducia al governo sul dl ministeri. I voti a favore sono stati 311, 209 i contrari. L’Assemblea di Montecitorio passa ora all’esame degli ordini del giorno sul provvedimento.

Il decreto riguarda il riordino dei ministeri per i Beni culturali, delle Politiche agricole, Sviluppo economico, degli Esteri, di Infrastrutture e trasporti e dell’Ambiente.

Autonomia: Boccia, non trasforma RegioniDistinzione netta. Legge quadro sarà cintura sicurezza per tutti

RIESTE18 novembre 201916:06

– Con l’autonomia differenziata “le Regioni a Statuto ordinario non diventano Regioni a Statuto speciale”: “è scolpito nella Costituzione”. Lo ha ribadito il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, durate un incontro con il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, oggi a Trieste. “Il dibattito pubblico sull’autonomia – ha osservato Boccia – aveva fatto percepire questa trasformazione rivoluzionaria. Ci sarà una trasformazione anche importante, e io sono per dare molte più competenze amministrative alle Regioni a Statuto ordinario, ma la distinzione sarà molto netta e chiara”.
L’autonomia, ha concluso, “la faremo bene e soprattutto rispettando le decisioni popolari, come in Lombardia e Veneto.
La vicenda veneta dal punto di vista culturale è ancora più importante e ci deve far riflettere. Penso che stiamo facendo un ottimo lavoro e il 28 novembre con la legge quadro chiuderemo un accordo che tiene insieme tutto il Paese”.

Manovra: 900 gli emendamenti PdProposte riduzioni per le due tasse

8 novembre 201916:09

– Il Pd ha depositato in commissione Bilancio al Senato circa 900 emendamenti alla legge di bilancio.
Lo si apprende da fonti Dem. Un emendamento a prima firma di Andrea Marcucci prevede infatti che l’imposta sulla sugar tax sia ridotta da 10 a 8 euro a ettolitro e da 0,25 euro a 0,20 euro per chilogrammo, per i prodotti da diluire. Inoltre si chiede di far slittare l’imposta al primo febbraio.Una plastic tax da 0,80 euro al chilo invece che da un euro e che esclude prodotti realizzati con materiale riciclato.

Manovra: da Iv 230 emendamentiSiamo per parità tra generazioni

18 novembre 201916:11

– “Noi di Italia Viva diciamo due no, a quota 100 e alle tasse, e tanti sì: ai giovani, alle famiglie, al lavoro, alla sfida della sicurezza ambientale, all’equità sociale, allo sviluppo economico. Siamo per la parità delle generazioni oltre che di genere”. Così i capigruppo di Iv Maria Elena Boschi e Davide Faraone annunciano i circa 230 emendamenti alla manovra al Senato. “La nostra principale “ossessione” è “no Tax”: gli emendamenti” propongono l’abolizione totale delle microtasse (plastic, sugar, auto aziendali ecc)”. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Di Stefano (M5S), Trenta vada via subito
“Movimento come il nostro non può tollerare una cosa del genere”

8 novembre 201917:14

– “La vicenda dell’abitazione del Ministro Trenta? Penso che la doveva abbandonare già da tempo, un movimento come il nostro non può tollerare una cosa del genere”. Lo dice a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Manlio Di Stefano, sottosegretario agli Affari Esteri ed esponente del M5S. “La Trenta deve certamente andar via subito, se poi il marito ha diritto ad un alloggio fa la richiesta e si mette in lista d’attesa”, ha aggiunto Di Stefano a Rai Radio1.

L.elettorale: M5s lancia le preferenzeConfronto su proporzionale con soglia alta o su doppio turno

18 novembre 201917:15

Seconda riunione di maggioranza sulla legge elettorale; l’appuntamento è stato fissato per domani sera alle 20, dopo il termine dei lavori parlamentari. Ad animare l’incontro sarà la richiesta di M5s di prevedere le preferenze e non brevi listini bloccati, come invece gli altri partiti della maggioranza ipotizzavano. Dopo che mercoledì scorso erano stati eliminati dal tavolo alcuni modelli, la maggioranza si sta confrontando o su un proporzionale con soglia alta o su un doppio turno nazionale. Quest’ultimo è preferito dal Pd, mentre M5s insiste sul proporzionale.Già nell’ultima riunione i rappresentanti pentastellati avevano accennato al fatto che il Movimento chiede la reintroduzione delle preferenze, e nei colloqui bilaterali di questi giorni il concetto è stato ribadito. In caso di adozione di un sistema proporzionale con soglia alta, si ragionava invece a dei collegi plurinominali con listini di massimo quattro nomi.

Manovra: 4550 emendamenti in commissioneMole emendamenti dai partiti alla legge di bilancio in Senato

18 novembre 201917:27

Sono circa 4550 gli emendamenti alla manovra, secondo quanto si apprende, presentati dai gruppi parlamentari alla manovra in commissione Bilancio al Senato.

Calabria, c’è nome del candidato M5SParentela, “figura di altissimo profilo”. Riserbo su identità

CATANZARO18 novembre 201921:12

– C’è un possibile candidato presidente M5S alla Regione Calabria. Nome che i deputati calabresi hanno fatto a Luigi Di Maio, ma sul quale c’è riserbo.
Si evince da una nota del coordinatore della campagna elettorale Paolo Parentela. “A dispetto di voci e interpretazioni – afferma – la rappresentanza parlamentare ha mostrato compattezza integrale all’incontro con Di Maio, volto a proseguire il percorso avviato per le regionali. Il nostro candidato è figura di altissimo profilo, su cui convergiamo uniti e concordi”. Di Maio – prosegue Parentela – “ha potuto constatare che non ci sono fratture e dissapori nell’intera deputazione calabrese.
Pertanto, in attesa che anche il garante del Movimento condivida le nostre proposte, come è giusto che sia, continueremo a concentrarci sul programma e a dialogare con le tante espressioni della Calabria che vuole voltare pagina”.

A.Mittal: Tribunale,non fermare impiantiI commissari ex Ilva, da gruppo violenza e minacce

18 novembre 201917:17

– Claudio Marangoni, il presidente della sezione specializzata in materia d’impresa del tribunale di Milano che ha fissato per il prossimo 27 novembre l’udienza sul ricorso cautelare dei commissari ex Ilva, ha invitato ArcelorMittal “a non porre in essere ulteriori iniziative e condotte in ipotesi pregiudizievoli per la piena operatività e funzionalità degli impianti” dello stabilimento siderurgico. Lo si legge in una nota del presidente del Tribunale Roberto Bichi.
Nel ricorso cautelare d’urgenza dei commissari dell’ex Ilva si legge che l’iniziativa di ArcelorMittal di sciogliere il contratto di affitto “nulla c’entra con le giustificazioni avanzate”, “essa è invece semplicemente strumentale alla dolosa intenzione di forzare con violenza e minacce un riassetto” dell’obbligo contrattuale “precedentemente negoziato (…) che il gruppo (…) evidentemente non ritiene più rispondente ai propri interessi”. Lo scioglimento del contratto, secondo i commissari, “determinerebbe danni sistemici incalcolabili”.

A.Mittal sospende spegnimento impiantiIn attesa della sentenza del Tribunale di Milano

TARANTO18 novembre 201920:12

– “L’azienda ha appena convocato i coordinatori di fabbrica e ha comunicato che sospende la procedura di spegnimento impianti e riapre gli uffici commerciali, per la vendita del prodotto, in attesa della sentenza del Tribunale di Milano. L’Afo2 al momento resta attivo”. Lo afferma Giuseppe Romano, segretario generale Fiom Cgil Puglia e Taranto, dopo le comunicazioni ricevute a Taranto da ArcelorMittal.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 7 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 09:05 ALLE 14:56 DI LUNEDì 18 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Manovra, 400 emendamenti M5s, stop a tasse su bioplastica
Bozza proposta di modifiche, via anche su tutti monouso sanitari. Misiani: ‘Modifiche profonde plastic tax e auto. Cercheremo di aiutare gli enti locali, soffrono sui bilanci’

18 novembre 2019 09:05

“Sto lavorando con il ministro dell’Economia Gualtieri perché voglio ridurre ancora di più le tasse, come ad esempio quella sulle auto aziendali. Faccio un appello ai gruppi parlamentari di maggioranza a collaborare con il governo, perché tutti ci si impegni a raggiungere questo risultato”. Così in un colloquio con “Il Corriere della Sera”, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che nel giorno degli emendamenti in Commissione alla legge di Bilancio, si rivolge alle forze di maggioranza: “Completiamo l’opera e chiudiamo il cerchio, possiamo essere ancora più ambiziosi”. Il premier replica a quelli che ritiene attacchi strumentali sulla ‘manovra delle tasse’: “Dopo i notevoli sforzi fatti da tutti noi con la sterilizzazione delle clausole Iva per 23 miliardi, non posso accettare la falsità che questa possa essere descritta come una manovra che aumenta le tasse. La pressione fiscale infatti non è aumentata. Deve vincere la verità, contro le mistificazioni e le menzogne”. Stando ai calcoli del governo, le tasse sono “appena il 5 per cento” di una Finanziaria da 30 miliardi. E qui Conte ricorda le “numerose misure a favore delle famiglie e delle imprese, i tre miliardi ai lavoratori e i tre come superbonus”.E il ministro degli Esteri Luigi Di Maio su Rtl ha spiegato di “sentire di poter accogliere l’appello del presidente consiglio, che ha detto: dobbiamo fare di più sull’abbassamento tasse, è un obiettivo ambizioso però io ci sto. Dobbiamo ridurre le tasse aumentando il taglio degli sprechi, oggi pomeriggio ho una riunione con i ministri del movimento, abbiamo delle idee da mettere sul tavolo”.”Stiamo lavorando bene sui punti concreti come la legge di bilancio, abbiamo mantenuto la promessa di non aumentare l’iva – ha detto poi il ministro degli Esteri rispondendo ad una domanda sul rapporto tra cinque stelle e Pd all’interno del Governo., tolto il superticket, aumentiamo un pochino il netto in busta paga. Quando si tratta di affrontare temi concreti il governo provvede e anche i gruppi parlamentari stanno lavorando bene”.”Il contratto di governo è più efficace, anche con il Pd siamo forze che hanno storie diverse, il contratto ti permette di scrivere cosa fare e cosa no”, ha detto ancora Di Maio rispondendo ad una domanda sulla formula del contratto di governo stilato con il leader della Lega Matteo Salvini. Con il quale però Di Maio assicura di aver chiuso l’esperienza politica: “Nella vita come in politica io mi fido fino a prova contraria: l’8 agosto è arrivata la prova di slealtà nei confronti del paese, la prova è arrivata e con me ha chiuso”.Sul canone Rai, Di Maio ha detto che “l’obiettivo è ridurlo, poi non spariamo cifre perché stiamo parlando di 2 miliardi di euro circa, ridurlo garantendo sempre che la Rai possa essere più indipendente possibile. La gente ci dice: se è governata dai partiti non lo vogliamo pagare, se garantite, facendo una legge, che la politica la smette di nominare i vertici della Rai, allora lo paghiamo”.”In Parlamento lavoreremo per migliorare una serie di norme del decreto fiscale e del disegno di legge di bilancio, dialogando con i gruppi parlamentari e le forze economiche e sociali. Ripenseremo profondamente alcune misure come quelle sulla tassazione delle auto aziendali e la plastica monouso”, ha detto Antonio Misiani, viceministro Pd all’economia. “Cercheremo di aiutare gli enti locali, che beneficeranno di stanziamenti senza precedenti per gli investimenti ma continuano a soffrire difficoltà per la parte corrente dei loro bilanci”, aggiunge.LE PROPOSTE DI MODIFICA – Escludere dalla nuova plastic tax i prodotti monouso in plastica biodegradabile o quelli che contengono almeno il 25% o il 50% di plastica riciclata. Sono alcuni degli emendamenti M5S alla manovra, parte di un pacchetto di oltre 400 proposte di modifica che saranno depositate in commissione Bilancio al Senato. Si chiede anche di esentare tutti i dispositivi sanitari monouso, non solo le siringhe e di ridurre al 5% l’imposizione sulla cancelleria di plastica (come le penne).Vuoto a rendere non solo per il vetro ma anche per i contenitori di plastica per acqua e bibite, saponi, detersivi, shampoo, e pure per le lattine, è un’altra delle proposte per ridurre l’uso della plastica. Tra gli emendamenti anche una detrazione fino a 1000 euro per chi installa a casa i filtri per l’acqua (e 5mila per chi li mette in bar e ristoranti), un ecobonus per alberghi e strutture ricettive ‘eco-sostenibili’ e un programma ‘Mangiaplastica’ con incentivi ai Comuni che installano ecocompattatori.La Chiesa cattolica paghi l’Imu sui suoi immobili adibiti a bar, ristoranti, alberghi e anche sugli ospedali, chiede un altro emendamento alla manovra firmato dal 5S Elio Lannutti. Nella proposta di modifica si chiede anche che la Chiesa paghi gli arretrati tra il 2006 e il 2012.

Manovra: Misiani, faremo modificheCercheremo di aiutare gli enti locali, soffrono sui bilanci

18 novembre 201911:36

– “In Parlamento lavoreremo per migliorare una serie di norme del decreto fiscale e del disegno di legge di bilancio, dialogando con i gruppi parlamentari e le forze economiche e sociali. Ripenseremo profondamente alcune misure come quelle sulla tassazione delle auto aziendali e la plastica monouso”. Lo scrive Antonio Misiani, viceministro Pd all’economia, sulla manovra. “Cercheremo di aiutare gli enti locali, che beneficeranno di stanziamenti senza precedenti per gli investimenti ma continuano a soffrire difficoltà per la parte corrente dei loro bilanci”, aggiunge.

Manovra: Salvini, incapaci al governoConte scrive a deputati per tagliare tasse da lui inventate

8 novembre 201911:51

– “Quel genio di Conte ha scritto ai parlamentari chiedendo di aiutarlo a tagliare le tasse che lui si è inventato. Siamo al surreale abbiamo al governo pericolosi incapaci che prima si levano meglio è, non per ma ma per il Paese”. Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini in diretta facebook.

Conte, con Cdp Italia di domaniNon guardiamo Cassa come mero strumento soluzioni contingenti

18 novembre 201912:09

– “Il Governo non intende guardare a Cdp come a un mero strumento per risolvere questioni contingenti e di breve periodo. Vogliamo, al contrario, adottare – con il contributo di Cassa – una prospettiva di ampio respiro, per progettare l’Italia di domani, identificando le direttrici dello sviluppo sulle quali poter costruire nuova occupazione, aprire nuovi mercati, implementare nuove idee per l’innovazione tecnologica e digitale”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte intervenendo all’inaugurazione delle celebrazioni per il 170/o anniversario di Cdp.

Conte, Cdp esempio Italia che investeCassa ha unito esigenza solidità a dinamismo in mercato

18 novembre 201912:17

“Sin dalla sua fondazione, nel 1850, Cassa Depositi e Prestiti ha saputo interpretare – attraverso la sapiente e oculata gestione del risparmio degli italiani – l’esigenza di certezza, solidità e stabilità di cui il Paese ha sempre avuto bisogno. Nello stesso tempo, Cassa è stata un operatore economico capace di muoversi sul mercato con uno straordinario dinamismo, sempre orientato al futuro, alle sfide che il Paese, nel corso dei decenni, ha affrontato per accrescere la sua produttività e la sua competitività”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte intervenendo all’inaugurazione delle celebrazioni per il 170/o anniversario di Cdp. “Possiamo affermare, senza rischiare la retorica, che Cassa è – senza dubbio – il miglior esempio dell’Italia che investe su se stessa”, aggiunge.

IL PREMIER CONTE all’inaugurazione delle celebrazioni per il 170/o anniversario di Cdp

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

M5S, Chiesa paghi Imu e arretrati
Su bar, ristoranti, alberghi e anche ospedali

18 novembre 201912:35

– La Chiesa cattolica paghi l’Imu sui suoi immobili adibiti a bar, ristoranti, alberghi e anche sugli ospedali. Lo chiede un emendamento alla manovra del MoVimento 5 Stelle a firma di Elio Lannutti. Nella proposta di modifica si chiede anche che la Chiesa paghi gli arretrati tra il 2006 e il 2012.

Maltempo: Conte, attenzione massimaE ringrazia i Vigili del Fuoco e volontari Protezione civile

18 novembre 201912:39

– C’è la “massima attenzione della protezione civile e del governo” sull’allerta meteo in Italia.
“Ne approfitto per ringraziare la macchina dei soccorsi, in particolare l’opera dei vigili del fuoco e dei volontari della Protezione Civile”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte intervenendo all’inaugurazione delle celebrazioni per il 170/o anniversario di Cdp e soffermandosi sull’emergenza maltempo in Italia.

Governo: Di Maio vede ministri M5SPunto con titolari dicasteri e sottosegretari alla Farnesina

18 novembre 201912:49

– Una riunione dei ministri M5S con il capo politico Luigi Di Maio, a quanto si apprende, è prevista oggi nel tardo pomeriggio alla Farnesina. Il ministri degli Esteri farà un punto sull’azione di governo con la squadra di ministri e sottosegretari pentastellati.

Svastiche su monumento caduti a GenzanoLa condanna di LeU E Pd, ‘c’è un clima infame’

18 novembre 201914:16

– “A Genzano i conigli dell’estrema destra hanno disegnato con lo spray svastiche, simboli dell’ideologia nazista, sotto la targa dei caduti di guerra. E’ ora che questi individui siano assicurati alla giustizia e che siano perseguiti con determinazione i reati dell’apologia di fascismo”. Così in una nota il capogruppo LeU in Consiglio regionale del Lazio Daniele Ognibene. “Genzano ha una storia ben precisa che affonda le sue radici nei valori dell’antifascismo e della Resistenza. Le scritte inneggianti a un passato, che torna sempre più prepotente, sulla parete dedicata ai martiri della città rappresentano l’ennesimo preoccupante episodio che caratterizza un clima sempre più infame che non si può sottovalutare”. E’ quanto scrive in una nota il segretario del Pd provincia di Roma, Rocco Maugliani, in merito alle svastiche e croci celtiche ritrovate sul monumento ai Caduti.

A Milano targa per AnnarummaSala, ‘città matura per affrontare percorso pacificazione’

MILANO18 novembre 201914:17

– Dopo 50 anni dalla sua morte Milano rende omaggio con una targa ad Antonio Annarumma il poliziotto del reparto celere ferito a morte nel corso di violenti scontri in via Larga il 19 novembre 1969, mentre prestava servizio durante una manifestazione. Allo scoprimento erano presenti il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il Questore, Sergio Bracco, e il prefetto Renato Saccone. “Una targa o una lapide sono sempre qualcosa di più, cioè un abbraccio della città – ha detto il sindaco -: noi milanesi vogliamo essere uomini e donne che fanno della memoria non un esercizio, che è giusto, ma una occasione per migliorare e per costruire la città del futuro”. “Penso che Milano abbia la maturità per riflettere su quel momento, quel periodo storico non è stato un periodo né da cancellare né da glorificare, è stato uno dei passaggi della città. La pacificazione non va fatta perché è un obbligo ma perché è il frutto di un percorso, di una riflessione, e la nostra città ha quella maturità necessaria per affrontarla”.

Matera: “Riconoscere stato di emergenza”Il sindaco: “La situazione è tornata a normalità, servono fondi”

MATERA18 novembre 201912:23

– La Giunta comunale di Matera ha approvato la delibera di richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza e di calamità naturale “a causa degli eccezionali eventi atmosferici dell’11 e del 12 novembre”, con i rioni Sassi inondati da fango e detriti. Il sindaco, Raffaello De Ruggieri, ha sottolineato che “la situazione in città è tornata alla normalità: l’ondata di maltempo ha però creato delle difficoltà che difficilmente sono superabili con la dotazione finanziaria ordinaria del Comune di Matera”.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 6 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 14:20 DI DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019

ALLE 00:32 DI LUNEDì 18 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Prete che diffamò Salvini, non mi piego
Don Giorgio, ‘Salvini ha detto il falso sotto giuramento’

MILANO17 novembre 201914:20

– “Condannatemi ancora nei tribunali uscirò sempre a testa alta, ‘onorato’ di aver dato per lo meno fastidio al potere, e di aver suscitato qualche allarme tra la massa che pensa solo a campare”. “Spezzatemi pure ma non mi piegherò!”: così ha scritto sul proprio sito don Giorgio De Capitani, condannato a Lecco per diffamazione dopo una querela di Matteo Salvini.
“I miei difensori hanno evidenziato che Salvini ha detto il falso sotto giuramento” ha scritto il sacerdote sottolineando che “hanno evidenziato che mi ha accusato di un reato grave, sapendo bene che non avevo istigato nessuno ad ucciderlo”.
“Né le querele né le condanne mi frenano – sottolinea l’ex parroco di Monete di Rovagnate (Lecco) – anzi servono a stimolarmi con maggiore determinazione”. Don Giorgio è stato condannato lunedì scorso a seguito di una querela di Matteo Salvini.

Papa: a pranzo con i poveri in Vaticano, “riunione di amici”Francesco ha offerto il pranzo a 1.500 persone indigenti in occasione della Giornata Mondiale dei Poveri

CITTA’ DEL VATICANO17 novembre 201915:06

“Che Dio ci benedica tutti in questa riunione di amici, in questo pranzo, le famiglie nostre. Grazie. Buon pranzo”. Così papa Francesco, all’inizio del convivio nell’Aula Paolo VI, si è rivolto alle 1.500 persone indigenti che partecipano con lui al pranzo per la Giornata Mondiale dei Poveri. Il povero dà fastidio, l’indifferenza aumenta la disparità. “Nella smania di correre, di conquistare tutto e subito, dà fastidio chi rimane indietro. Ed è giudicato scarto: quanti anziani, quanti nascituri, quante persone disabili, poveri ritenuti inutili”. Così il Papa nella messa in San Pietro per la Giornata Mondiale dei Poveri che ha aggiunto: “Si va di fretta, senza preoccuparsi che le distanze aumentano, che la bramosia di pochi accresce la povertà di molti”.   “Il cristiano, come non ricerca il ‘subito’ ma il ‘sempre’, così non è un discepolo dell”io’, ma del ‘tu’. Non segue, cioè, le sirene dei suoi capricci, ma il richiamo dell’amore, la voce di Gesù”. Così il Papa commentando il Vangelo in cui “un secondo inganno da cui Gesù vuole distoglierci” è “la tentazione dell’io”: “Non basta l’etichetta ‘cristiano’ o ‘cattolico’ per essere di Gesù. Bisogna parlare la stessa lingua di Gesù, quella dell’amore, ‘la lingua del tu'”. “I poveri sono preziosi agli occhi di Dio perché non parlano la lingua dell’io: non si sostengono da soli, con le proprie forze, hanno bisogno di chi li prenda per mano – ha quindi affermato -. Ci ricordano che il Vangelo si vive così, come mendicanti protesi verso Dio. La presenza dei poveri ci riporta al clima del Vangelo, dove sono beati i poveri in spirito”. Allora, ha proseguito, “anziché provare fastidio quando li sentiamo bussare alle nostre porte, possiamo accogliere il loro grido di aiuto come una chiamata a uscire dal nostro io, ad accoglierli con lo stesso sguardo di amore che Dio ha per loro”. Il pranzo dei poveri in Vaticano, menù senza carne maiale “Che Dio ci benedica tutti in questa riunione di amici, in questo pranzo, le famiglie nostre. Grazie. Buon pranzo”. Così papa Francesco, all’inizio del convivio nell’Aula Paolo VI, si è rivolto alle 1.500 persone indigenti che partecipano con lui al pranzo per la Giornata Mondiale dei Poveri. Al pranzo di papa Francesco  viene servito un menù senza carne di maiale, per permettere la partecipazione anche a chi professa religioni che non la ammettono. Lo ha reso noto mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio della Nuova Evangelizzazione, il dicastero che cura l’organizzazione della Giornata Mondiale istituita dal Pontefice. “Qui non c’è carne di maiale, anche gli altri ospiti possono mangiare tranquillamente tutto”, ha detto Fisichella all’inizio del pranzo.Il menù servito nell’occasione conviviale, da camerieri in giacca bianca, comprende un primo a base di pasta al forno, un secondo a base di pollo con contorno di purè. Sulla tavola, oltre alle bottiglie d’acque, aranciata e coca cola. Per finire, frutta, dolce e caffè. La pasta è offerta da La Molisana, che ha fornito anche i pacchi-dono per tutti gli ospiti, insieme alla Coldiretti che ha donato confezioni di olio. Al tavolo presidenziale col Papa siedono in tutto venti persone. Alla sinistra di Francesco un senzatetto italiano di Domodossola, che ha atteso il Pontefice col viso rigato di lacrime. Papa Francesco è entrato in processione nella Basilica di San Pietro, dove ha presieduto la messa in occasione della terza Giornata Mondiale dei Poveri, da lui stesso istituita. Alla celebrazione hanno partecipato numerose persone povere ed indigenti, insieme ai volontari che li accompagnano e ad esponenti delle numerose realtà caritative che li assistono quotidianamente. Hanno concelebrato con il Papa cardinali, vescovi e sacerdoti. Dopo la messa, e dopo la recita dell’Angelus in Piazza San Pietro, il Papa ha partecipato al pranzo con i poveri nell’Aula Paolo VI, allestita per l’occasione una grande sala da pranzo con 150 tavoli per un convivio festivo in loro onore. I 1.500 poveri provengono da Roma, dalle diocesi del Lazio, oltre che da diverse diocesi d’Italia. Al termine, a tutti i partecipanti saranno offerte in dono confezione di pasta e di olio. Contemporaneamente, a Roma e in Italia così come nel resto del mondo, le parrocchie e le realtà di volontariato aderenti all’iniziativa hanno offerto  analoghi pranzi alle persone indigenti. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Rai, violati gli account dei vertici aziendali
Nei giorni scorsi resa nota l’intrusione informatica nell’account bancario di Sigfrido Ranucci

17 novembre 201918:08

Alcuni mesi fa gli account dei vertici aziendali della Rai sono stati oggetto di attacchi informatici, che sono stati prontamente denunciati alle autorità competenti. Non è chiaro se gli episodi siano o meno, in qualche maniera, collegati. Nei giorni scorsi la Federazione nazionale della Stampa italiana e Usigrai avevano reso noto che “la banca di Sigfrido Ranucci ha informato il conduttore di Report che il suo account bancario è stato violato da un hacker operante in un Paese dell’Est europeo. L’attività di spionaggio sarebbe stata finalizzata ad acquisire dati personali relativi all’identità, alla residenza, ai familiari. Tra i dati violati anche quelli aziendali, in particolare mail e cellulare. Elementi preoccupanti che appaiono ancora più inquietanti se collegati alle polemiche e alle minacce ricevute dalla redazione di Report dopo le documentate inchieste relative proprio alle fabbriche dell’odio e alle multinazionali delle fake news che, non casualmente, hanno la loro sede anche nei paesi dell’Est. Siamo certi che gli apparati di sicurezza individueranno mandanti ed esecutori e li segnaleranno alle autorità competenti, chiunque essi siano e ovunque operino. Fnsi ed Usigrai condivideranno e sosterranno tutte le iniziative che Sigfrido Ranucci e la redazione di Report decideranno di promuovere in tutte le sedi, compresa quella giudiziaria”.

Casa dell’ex ministra Trenta al marito militare, è polemicaSul caso dell’abitazione mantenuta dopo l’uscita dal governo.  Lei, ne ho diritto

ACERRA (NAPOLI)17 novembre 201920:02

Elisabetta Trenta, ex ministro della Difesa nell’esecutivo gialloverde, vive ancora nell’alloggio “di servizio” che le era stato assegnato quando era al governo. Lo denuncia il “Corriere della Sera”, in prima pagina, scatenando una bufera politica. Tutti, anche il suo partito, i Cinque Stelle, le chiedono di lasciare l’appartamento. Ma lei tiene il punto, spiegando che la casa è stata riassegnata al marito, militare, avendone pieno diritto, in osservanza di ogni regola. Ovviamente sono i partiti dell’opposizione di centrodestra i più duri ad attaccarla. Maurizio Gasparri trae spunto da questa vicenda per definire i pentastellati “moralisti ‘un tanto al chilo’ bugiardi ed ipocriti”. Anche un’altra esponente azzurra, Licia Ronzulli , parla di “doppia morale grillina”.Secondo Luigi Di “sicuramente il marito avrà diritto a quell’alloggio. Ma è opportuno che in questo momento la ministra, dopo aver avuto tre mesi di tempo per lasciarlo, lasci quell’alloggio. Poi il marito farà la richiesta per ottenere l’alloggio come tutti gli ufficiali dell’Esercito seguendo la normale graduatoria. É la cosa più corretta da fare””Urlano ‘onestà’ ma pensano solo a occupare le poltrone e, a quanto pare, gli appartamenti di servizio”. accusa la senatrice di Forza Italia. “I privilegi sono ‘di casa’ per i grillini”, è il commento sarcastico di Fratelli d’Italia. Irritato anche il Pd: il capogruppo dem al Senato, Andrea Marcucci chiede all’ex ministra di chiarire “velocemente” e annuncia una interrogazione urgente. Infine la presa di distanza che fa più rumore, quella del suo partito che, per voce di Stefano Buffagni, le chiede esplicitamente di lasciare l’appartamento.”Ho letto stamattina la notizia dell’ex Ministro Trenta sull’immobile di pregio assegnato al marito, in cui vive. Ho altresì letto – sottolinea il viceministro allo Sviluppo economico – la risposta dell’ex Ministro Trenta: formalmente pare anche ineccepibile, ma non è da 5 stelle! Noi siamo nati con un’altra missione, stare nei palazzi rischia sempre di contaminarci, di cambiarci ed è contro questa “droga” che dobbiamo tenere alta l’attenzione”. “Non sono mai stato un giustizialista – prosegue Buffagni – e capisco che durante il mandato possano nascere esigenze funzionali. Ma se fosse stato uno del Pd o uno della Lega ad assegnare al marito una casa di quel genere da tenere anche dopo il mandato cosa avremmo detto?”.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:47 DI SABATO 16 NOVEMBRE 2019

ALLE 02:58 DI DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Sala, 10/12 marcia contro odio in Italia
Sindaco, ‘vogliamo spersonalizzare ne parlerò a senatrice&

MILANO16 novembre 2019 12:47

– “Vogliamo una manifestazione senza bandiere politiche, se una volta tanto si riesce male non fa.
Ovviamente prende spunto dalla situazione di Liliana Segre, però noi la vogliamo anche un po’ spersonalizzare. Oggi chiamerò Liliana e gliene parlerò. La nostra vuole essere una battaglia contro l’odio”. Lo ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala parlando della marcia dei sindaci contro il razzismo e l’antisemitismo che si terrà il 10 dicembre in città.
“Io al partito dei sindaci non ho mai creduto e non credo. Ma che i sindaci siano insieme” su questi temi “mi sembra una cosa giusta” ha detto Sala. “Penso e mi auguro che arriveranno sindaci da tutte le parti politiche, anche Salvini stesso ha detto ‘i nostri è bene che ci siano’. Vedremo” ha aggiunto.
Tra i sindaci che hanno già aderito all’iniziativa, Sala ha elencato quelli di Bari, di Pesaro, Latina, Siracusa, Belluno e “credo anche Nardella e Appendino”.

Guida per chi si trasferisce a MilanoSindaco Sala, per studenti ma anche per chi scappa da guerra

MILANO16 novembre 201916:44

– Adesso a Milano c’è una nuova guida, accessibile online, che aiuta ad orientarsi chi si trasferisce in città da altre regioni, o da altri Paesi. Una guida con indicazioni sui servizi e sugli adempimenti da compiere che è stata realizzata dal Comune in collaborazione con Bloomberg Associates in diverse lingue: oltre all’italiano, anche inglese, spagnolo, arabo, cinese e a breve francese.
Il sindaco Giuseppe Sala, insieme all’assessore alle Politiche sociali Gabriele Rabaiotti, l’ha presentata questa mattina al Pirelli HangarBicocca, durante l’incontro ‘Colazione con il sindaco’, tradizionale momento del sabato che Sala dedica alle periferie.
D’altronde a Milano gli stranieri rappresentano il 19% dei residenti, una percentuale più alta di circa dieci punti rispetto alla media nazionale che nelle previsioni salirà entro il 2036 al 21,2%. Solo guardando all’università sono 19.500 gli studenti non italiani, circa il 10% del totale degli iscritti agli atenei milanesi. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Governo, Zingaretti: ‘Nessuna tentazione di staccare la spina’. Di Maio: ‘Abbiamo evitato Salvini tax’
Zingaretti: ‘Nessuna tentazione di staccare la spina. Pd si batte per una vocazione unitaria, evitiamo le polemiche’

16 novembre 201914:55

“Questo è un governo che si è messo insieme per fare in modo che non aumentasse l’Iva”. Così Luigi Di Maio parlando con i giornalisti a Casoria (Napoli). “Abbiamo scongiurato quella che possiamo definire la Salvini tax – ha aggiunto Di Maio – 600 euro in più a famiglia nel 2020 perché quel signore aveva fatto cadere il Governo”. “Così come non gliel’abbiamo data vinta sul taglio dei parlamentari – ha detto il capo politico di M5S – perché la Lega aveva fatto cadere il governo anche per evitare il taglio dei parlamentari”.”Sulla partecipazione alle elezioni in Emilia-Romagna decideremo nei prossimi giorni. Questo vale anche per la Calabria”, ha spiegato poi Di Maio ha risposto alla domanda di un giornalista sulla presenza delle liste di M5S alle prossime elezioni regionali. “Il 26 gennaio si vota in Calabria ed Emilia, poi c’è il turno di maggio o aprile per le altre sei regioni”. “Dobbiamo presentarci dove siamo pronti, perche dove non siamo pronti dobbiamo essere onesti con i cittadini” ha concluso Di Maio.”Per il M5S non è un momento semplice – ha poi aggiunto -. Abbiamo bisogno di un grande momento di riflessione in cui stabilire una nuova carta dei valori e dei nuovi obiettivi. Sono passati dieci anni e in dieci anni è cambiato tutto”. Intervistato su Sky Tg24 a Bologna, Nicola Zingaretti è intervenuto sul governo: “Non abbiamo alcuna tentazione di staccare la spina al governo.

Siamo la forza che con maggiore determinazione sostiene le scelte che si fanno insieme. Bisogna motivare l’esistenza del governo, le idee sono una cosa positiva, ma evitiamo polemiche che logorano la percezione di una squadra che lavora per l’Italia. Noi ci battiamo per una vocazione unitaria”. “Un Pd molto più partecipato emerge in questa tre giorni di Bologna – ha detto il segretario dem -, un Pd che discute del futuro con schiettezza, senza litigare, per una proposta politica per il futuro dell’Italia. Da domani con il nuovo statuto avremo un partito molto più aperto, con i circoli, le adesioni online, i gruppi tematici, un Pd che si apre alla partecipazione”.