Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE, SEGUILE, CONDIVIDI,INFORMATI!

DALLE 14:43 DI MARTEDì 17 SETTEMBRE 2019

ALLE 04:55 DI MERCOLEDì 18 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

frode 500mln risparmio energia,7 arresti
Coinvolte 15 società servizi, sequestri per 100 milioni

17 settembre 2019 14:43

– TREVISO

– Usufruivano di rimborsi fiscali per impianti energetici mai fatti i 28 indagati di 15 società di servizi scoperti dalla Guardia di Finanza che ha arrestato 7 persone e sequestrato beni per 110mln di euro tra Treviso,Padova Cosenza e Frosinone.La frode è da 500 mln. Le società incaricate ad ‘evadere’ le pratiche erano evasori totali, oppure presentavano dichiarazioni annuali con valori irrisori; comunque incongrui rispetto a quelli indicati dai clienti.
Le 15 Energy Saving Company avevano attestato falsamente al Gestore dei Servizi Energetici di aver eseguito 3.900 interventi (mai fatti) per la sostituzione di vetri semplici con doppi vetri, isolamento di pareti e coperture per il riscaldamento. In tal modo maturavano il diritto al rilascio di Titoli di Efficienza Energetica, rappresentativi, in sostanza, di un contributo per il risparmio di energia. Artigiani e i loro clienti non sapevano nulla; erano stati ‘rubati’ i dati per fare fatture false.

Nudi a Venezia, maximulta tifosi SlaviaCarabinieri Venezia fermano due in rio vicino a San Marco

VENEZIA17 settembre 201915:06

– Due cittadini della Repubblica ceca sono stati fermati e multati dai Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia dopo essere stati scoperti la scorsa notte mentre facevano il bagno nudi in un rio nei pressi di Piazza San Marco. A segnalare i due, risultati tifosi dello Slavia Praga di passaggio a Venezia e diretti verso Milano dove stasera si gioca la partita tra la squadra ceca e l’Inter, sono stati alcuni passanti. I due uomini, completamente nudi stavano ridendo e scherzando tra di loro, come se nulla fosse, e cercando di attirare l’attenzione della gente, tuffandosi nel rio. Ai militari hanno addotto come giustificazione il fatto che la serata fosse particolarmente calda.
I Carabinieri, dopo averli fatti vestire, li hanno condotti in caserma per gli adempimenti del caso, comminando loro una multa di circa 3.000 euro a testa, in applicazione della sanzione amministrativa prevista per Atti contrari alla Pubblica Decenza.

Roma: Procura apre indagine su bucheControlli su utilizzo di denaro derivante dalle multe

17 settembre 201915:25

– La Procura di Roma ha disposto accertamenti su tutti i Municipi della Capitale per verificare come siano stati spesi i fondi destinati alla manutenzione stradale, per la riparazione delle buche, derivanti dalle multe.
L’istruttoria rientra nel procedimento avviato ad aprile scorso dopo un esposto presentato dal Codacons, secondo cui il denaro proveniente dalle contravvenzioni sarebbero state utilizzate per altre finalità. Al momento il procedimento è senza ipotesi di reato o indagati. Nell’esposto l’associazione di consumatori ipotizza il reato di falso. La procura ha delegato le indagini alla Guardia di Finanza che presto potrebbe trasmettere a piazzale Clodio una prima informativa. L’iniziativa del Codacons è nata dopo una richiesta di accesso agli atti per verificare le voci di spesa dei vari municipi. A quanto si apprende alcuni Municipi hanno messo a disposizione gli atti sulle operazioni di messa in sicurezza delle strade altri hanno negato l’accesso non fornendo all’associazione informazioni.

A Milano verifiche da pm antiterrorismoYemenita 23enne ha ferito un militare e ha urlato ‘Allah akbar’

MILANO17 settembre 201915:26

– Il pool antiterrorismo di Milano, guidato dal pm Alberto Nobili, sta facendo accertamenti su Mahamad Fathe, il 23enne yemenita, irregolare, che stamani ha ferito lievemente al collo (non distante dalla giugulare) un militare, il caporale scelto Matteo Toia, davanti alla Stazione Centrale di Milano con un tagliacarte e ha poi gridato ‘Allah akbar’ mentre veniva bloccato. L’uomo è stato arrestato su disposizione del pm di turno Luca Gaglio per lesioni e violenza a pubblico ufficiale.

Danneggiata auto assessore Comune Foggia’Mai ricevuto minacce’. Terza intimidazione ad amministratori

FOGGIA17 settembre 201915:38

– Sono stati infranti la notte scorsa i cristalli dell’auto, una Toyota Yaris, in uso alla moglie, imprenditrice agricola, dell’assessore alle Politiche abitative e Bilancio del Comune di Foggia, il forzista Antonio Bove. “Mi auguro che sia un atto vandalico, anche perché non ho mai ricevuto minacce”, ha commentato l’assessore, cadendo “dalle nuvole. Non saprei dare una spiegazione logica all’accaduto”. “A quanto ho saputo – ha aggiunto – alcuni testimoni avrebbero visto fuggire via tre giovani con felpe e cappucci armati di mazze. Per infrangere i finestrini hanno invece utilizzato un mattone in tufo”. La zona dov’era l’auto, in via Dante vicino all’abitazione dell’assessore, è controllata da telecamere e i filmati sono al vaglio degli investigatori della Digos. Verso le due del mattino, ignoti hanno infranto il lunotto posteriore, il parabrezza e i finestrini laterali. È la terza intimidazione ad amministratori comunali di Foggia, dopo Giuseppe Fatigato del M5S e Paolo Citro della lista Foggia Vince.

In 5 anni -40% feriti negli stadiDisputate 1.853 gare nel 2018/19, in calo denunce e arresti

17 settembre 201915:56

– Il numero dei feriti negli stadi, tra civili, forze dell’ordine e steward, è quasi dimezzato nelle ultime cinque stagioni calcistiche. A rivelarlo è il Report finale dei campionati professionistici 2018/19 (serie A, B e LegaPro) pubblicato oggi dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno. Nella stagione 2014/15, infatti, si contavano 164 feriti, contro i 101 del 2018/19 con un calo pari a quasi il 40%. In calo anche il numero degli incontri con feriti: si è passati dai 72 di cinque anni fa ai 43 della stagione scorsa, di cui 18 in serie A, 15 in serie B e 10 in LegaPro. In totale sono state disputate 1.853 gare professionistiche, durante le quali sono state impiegate 8.000 unità in meno delle forze dell’ordine rispetto alla stagione 2017/18, con un calo del 4,5%. Le persone denunciate nella passata stagione sono state 757, 400 in meno rispetto all’anno precedente. In calo anche gli arresti, scesi dai 100 del 2017/18 ai 39 del 2018/19.

Finita vacanza rifugio senza smartphoneIn 10 tornati a casa. Psicologo, hanno recuperato consapevolezza

VENEZIA17 settembre 201916:09

– Sono tornati a casa oggi i 10 protagonisti di “Recharge in Nature in the Heart of Dolomites”, selezionati per cinque giorni di attività di rilassamento, equilibrio e concentrazione a 2.000 metri al Rifugio Falier in valle Ombretta, nell’Agordino, senza smartphone né collegamenti con l’esterno.
I dieci partecipanti, Lucas, Fulvio, Stefania, Jozef, Ivana, Valentina, Igor, Michel, Ionela e Ana Carolina, hanno fatto fatica a riprendersi i propri smartphone dati in consegna giovedì scorso. Molto contenti gli organizzatori, tra cui i sette amministratori di Rocca Pietore, Alleghe, Colle Santa Lucia, Livinnallongo, San Tomaso, Taibon e Cencenighe promotori del progetto di marketing. Soddisfatta l’ideatrice della campagna, Emma Taveri, che è ormai certa che “questo posto è davvero magico e i benefici offerti dalla Natura davvero sorprendenti”.

75 candeline per Reinhold MessnerIl Re degli Ottomila festeggia a Castel Firmiano

BOLZANO17 settembre 201916:21

– Il Re degli Ottomila, Reinhold Messner, compie oggi 75 anni e festeggia questa sera il suo compleanno con amici e fan a Castel Firmiano, il grande maniero alle porte di Bolzano che ospita uno dei suoi musei della montagna.
L’altoatesino, che è entrato nella storia dell’alpinismo per essere stato il primo ad aver scalato tutte le 14 vette del mondo oltre gli otto mila metri, ama scherzare di avere “sette vite”, non riferendosi però alla pericolosità delle sue imprese alpinistiche, ma alle numerose passioni che hanno caratterizzato la sua vita: scalatore sulle Dolomiti, alpinista di alta quota, avventuriero nei deserti di ghiaccio, eurodeputato dei Verdi, ideatore di musei della montagna, ma anche autore di libri e film. Recentemente ha reso pubblico la separazione da sua moglie Sabine, dalla quale ha avuto i figli Anna (18), Simon (29) e Magdalena (31 anni).

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Infermiera aggredita in ospedale Bologna
Ausl impegnata per aumentare sicurezza del personale

BOLOGNA17 settembre 201917:09

– Nuova aggressione a una infermiera in servizio al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna. L’episodio, che segue altri avvenuti negli ultimi mesi in strutture sanitarie della città, si è verificato verso le 19.30 di ieri. L’infermiera 27enne è stata strattonata con violenza

dal figlio di un paziente di 55 anni, al quale stava praticando una iniezione di antidolorifico. L’uomo era andato al pronto soccorso in seguito a un incidente stradale nel quale aveva riportato alcune fratture.
Il ragazzo, un 30enne di origine campana, sentendo il padre lamentarsi per il dolore si è avventato contro l’infermiera, che ha riportato lividi e abrasioni guaribili in 7 giorni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 30enne è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio. L’infermiera potrebbe a sua volta denunciarlo per le lesioni subite.

Giorno più caldo nel Torinese, 33 gradiDa domani break temporalesco, massime scendono di 8-10 gradi

TORINO17 settembre 201918:40

– In molte aree del Piemonte oggi è stato il giorno più caldo di settembre, con valori tipici di luglio-agosto: il picco delle temperature registrate dalla rete di stazioni meteo di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) a Verolengo (Torino), nel Chivassese: 32.6. Appena tre decimi in meno, 32.3 a Villanova Solaro (Cuneo), nella pianura tra le province di Cuneo e Torino. Nel centro di Torino massima di 30.6 alla stazione meteo posizionata nei Giardini Reali.
Termometro sopra lo zero anche sul Monte Rosa: massima +1-1 alla Capanna Margherita (4560 metri di altitudine). Ma da domani pomeriggio è previsto un cambiamento, grazie allo spostamento verso l’arco alpino di una depressione dal Baltico. Il termometro scenderà rapidamente – le massime sono previste domani tra i 26 e i 29 gradi, giovedì 20-24, sono attesi temporali che in alcuni casi potranno anche essere di forte intensità.

Prete a processo per abusi in VaticanoPer la vicenda Preseminario S.Pio X.Un altro per favoreggiamento

17 settembre 201918:47

– Il Promotore di Giustizia del Tribunale dello Stato Vaticano, con provvedimenti del 16 e 17 settembre, ha chiesto il rinvio a giudizio rispettivamente di don Gabriele Martinelli, con l’accusa di abusi sessuali che sarebbero avvenuti nel Preseminario San Pio X in anni precedenti il 2012, e di don Enrico Radice, rettore del Preseminario all’epoca dei fatti, con l’accusa di favoreggiamento.
Le indagini, rende noto un comunicato della sala stampa della Santa Sede, “erano state avviate nel novembre del 2017 a seguito di notizie divulgate da organi di stampa. Nonostante i fatti denunciati risalgano ad anni in cui la legge all’epoca in vigore impediva il processo in assenza di querela della persona offesa da presentarsi entro un anno dai fatti contestati, il rinvio è stato possibile in virtù di un apposito provvedimento del Santo Padre del 29 luglio scorso, che ha rimosso la causa di improcedibilità”.

Aumentano matricole in Cattolica, +5%Nuovi spazi nei campus delle 5 sedi dell’ateneo

MILANO17 settembre 201919:00

– Crescono le immatricolazioni all’Università Cattolica del Sacro Cuore. E’ quanto si legge in una nota dell’Ateneo che complessivamente ha registrato un incremento nel numero degli iscritti, tra lauree triennali e a ciclo unico e quelle magistrali, del +5%, in confronto con il settembre 2018.
In particolare l’incremento è stato del +4% per i corsi di laurea triennale e a ciclo unico e del +7% per i corsi di laurea magistrale. L’incremento finale, dopo eventuali trasferimenti e rinunce, secondo stime prudenziali, si attesterà attorno al 3%.
Per fronteggiare il continuo aumento del numero degli immatricolati nelle cinque sedi, l’Università Cattolica sta ampliando la disponibilità per le attività didattiche e le funzioni universitarie, a partire dal campus di Milano che entro il 2021 potrà contare su 1.200 posti studente in più. Nuovi servizi on line sono stati inoltre pensati per gli studenti a partire dal nuovo sito “Studenti Cattolica” a una nuova versione della app iCatt.

Migranti: a Malta 90 presi da G.CostieraPattugliatore isola pronto per il trasbordo

17 settembre 201919:37

– Un pattugliatore maltese – a quanto si apprende – si è avvicinato alle due motovedette della Guardia costiera italiana che sono poco fuori dalle acque maltesi con 90 migranti soccorsi nella notte ed ha comunicato l’intenzione di prendere a bordo le persone salvate, ponendo così fine allo stallo.

Ferisce militare,arrestato per attentatoAccuse anche di tentato omicidio e violenza a pubblico ufficiale

MILANO17 settembre 201920:37

– Al momento l’accusa è di attentato per finalità terroristiche o di eversione, tentato omicidio e violenza a pubblico ufficiale ma il pool antiterrorismo di Milano, guidato dal pm Alberto Nobili, sta scavando nella sua vita per capire se ci siano davvero legami con cellule terroristiche. Mahamad Fathe, il 23enne yemenita che questa mattina ha ferito con un paio di forbici un militare in stazione Centrale, non avrebbe aggiunto nulla per spiegare il suo gesto.
E’ bastata la frase “Allah akbar” urlata dopo l’aggressione a trasformare il caso in un possibile attentato di matrice islamica. Gli investigatori restano molto cauti sul punto, il profilo di Fathe e la modalità sgangherata del suo attacco lasciano molti dubbi sulla natura dell’episodio.

Superenalotto, vinti 66 milioni nel ParmenseA Montechiarugolo, colpaccio con una schedina da 5 euro

BOLOGNA17 settembre 201922:16

Ad un mese dal jackpot dei record da oltre 200 milioni, viene centrato un nuovo 6 al Superenalotto. Questa volta la vincita, da 66 milioni, è stata realizzata a Montechiarugolo, piccolo comune in provincia di Parma. La combinazione vincente è 9, 18, 26, 43, 60, 79. Jolly 57. Superstar 35. E’ stato realizzato con una schedina da 5 euro, con 5 combinazioni.
Il 6 è arrivato nel punto vendita Sisal Tabacchi situato in via Parma, 61 di Montechiarugolo. Il jackpot di stasera è il 14/mo montepremi più alto nella storia del Superenalotto. Si tratta del secondo 6 realizzato nel 2019, a poco più di un mese dalla vittoria del record di Lodi dal valore di oltre 209 milioni di euro, che non è stata ancora riscossa.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Capo indigeno Amazzonia per Nobel PaceAmbientalisti e antropologi fanno nome del leader Kaiapò Raoni

SAN PAOLO17 settembre 201917:05

– Ambientalisti e antropologi hanno lanciato una campagna per nominare il capo indigeno Raoni per il Premio Nobel per la pace del 2020, in riconoscimento della sua lotta per preservare l’Amazzonia e le comunità locali brasiliane. Secondo la Fondazione Darcy Ribeiro, che sostiene la candidatura, “l’iniziativa riconosce i meriti di Raoni Metuktire come leader di fama mondiale, il quale, dall’alto dei suoi 90 anni, ha dedicato la sua vita alla lotta per i diritti degli indigeni e alla preservazione dell’Amazzonia”. Raoni, che appartiene alla tribù Kaiapò ed è un’icona delle popolazioni indigene dell’Amazzonia, divenne noto in tutto il mondo come difensore dell’ambiente negli anni ’80. All’età di 89 anni, Raoni è stato recentemente accolto dal presidente francese, Emmanuel Macron, durante il G7 di Biarritz, nonché da Papa Francesco a Roma. Il leader indigeno ha denunciato gli incendi in Amazzonia e accusato il governo di Jair Bolsonaro di esserne responsabile.

Indagini su furto water d’oro CattelanLa polizia britannica ancora alla ricerca dell’oggetto rubato

LONDRA17 settembre 201916:51

– Un secondo uomo è stato arrestato dalla polizia britannica nelle indagini sul furto del ‘water d’oro’ dell’artista italiano Maurizio Cattelan, rubato la settimana scorsa dalla dimora-museo di Blenheim Palace: storico edificio inglese nella Valle del Tamigi, noto fra l’altro come luogo di nascita di Winston Churchill, in cui era esposto.
Lo ha reso noto oggi la Thames Valley Police, precisando che il sospetto, del quale non è stato reso noto ufficialmente il nome, ha 36 anni, e che l’opera al momento non è stata ancora ritrovata. “Continuiamo a indagare, la nostra priorità è adesso recuperare la refurtiva”, ha detto il capo ispettore detective Steven Jones. Non senza lanciare un nuovo appello a “chiunque sia in possesso d’informazioni” utili a farsi vivo.
L’opera di Cattelan – realizzata in oro massiccio da 18 carati come altre copie identiche in giro per il mondo e ribattezzata provocatoriamente ‘America’ – ha un valore stimato di 5 milioni di euro. Ma era normalmente utilizzabile come toilette.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Barca si schianta a Venezia, 3 morti
Offshore partito da Montecarlo,tra vittime pilota Fabio Buzzi

VENEZIA17 settembre 201923:50

– Tre persone sono morte ed una quarta è rimasta ferita nell’incidente occorso stasera a Venezia ad una potente imbarcazione offshore, proveniente da Montecarlo.
Lo scafo, con il buio fitto, è finito contro la ‘lunata’ – una diga artificiale di massi creata per le opere del Mose – davanti alla diga di San Nicolò del Lido. Tra le vittime c’è il progettista e campione di motonautica Fabio Buzzi, 76 anni. Lo ha riferito

Giampaolo Montavoci, presidente della commissione nazionale offshore e endurance. Le altre vittime sono due piloti inglesi, mentre è rimasto ferito gravemente un altro pilota italiano, Massimo Invernizzi. Buzzi, secondo quanto si è appreso, già detentore del primato, stava tentando di battere il record sulla traversata Montecarlo-Venezia.

Terremoto di magnitudo 3.3 nel CataneseAlle 23:32 con epicentro vicino Bronte, nessun danno

18 settembre 201900:58

– Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 23:32 di ieri in Sicilia, sulle pendici occidentali dell’Etna. Non si segnalano danni a persone o cose.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 7 chilometri di profondità ed epicentro ad altrettanti di distanza dal comune di Bronte.
Nella stessa zona erano già state registrate poche ore prima almeno altre due scosse, una di magnitudo 3.1 alle 20:40 e un’altra di magnitudo 2.5 alle 20:52.

Annunci
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 16 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE, SEGUILE, CONDIVIDILE!

DALLE 07:51 ALLE 14:43 DI MARTEDì 17 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bimbo trovato morto scarpata Alto Adige
A Lana, vicino Merano, testa avvolta in un panno

BOLZANO17 settembre 2019 07:51

– Il corpo senza vita di un neonato è stato trovato da turisti nella scarpata di una stradina a Lana di Sopra, nei pressi di Merano. Come scrive il quotidiano Dolomiten, la testa del maschietto era avvolta in un panno, legato più volte intorno al collo. Il corpicino, ancora con il cordone ombelicale, si trovava sotto un cespuglio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la Croce bianca. La morte – prosegue il giornale – risalirebbe ad alcune ore prima del ritrovamento. La procura di Bolzano ha ordinato l’autopsia.

Esplosione raffineria Eni nel PaveseNuovi incendio a Sannazzaro de’ Burgondi, nessun ferito

MILANO17 settembre 201909:10

– Una esplosione si è verificata questa mattina alle 6.35 alla raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi in provincia di Pavia. Dal luogo si è alzata una alta colonna di fumo. Sul posto le squadre interne anti incendio vigili del fuoco, forze di polizia e tecnici dell’Ats per iniziare il monitoraggio dell’aria. Secondo quanto si è appreso l’esplosione, seguita dalle fiamme, è avvenuta in un impianto che era fermo per un intervento di manutenzione programmata. Il boato si è sentito anche a chilometri di distanza. Sul proprio sito il Comune afferma che “l’allarme sta rientrando, nessun ferito, tutto sotto controllo”. “Alle ore 6,35 circa – si legge -, sì è sentito un forte boato in Raffineria. Abbiamo attivato le procedure interne comunali (Pec). È stato attivato l’allarme interno Eni e ora sta rientrando. Nessun ferito, tutto sotto controllo. Vi terremo aggiornati”. E’ il terzo incidente in tre anni nella raffineria: altri due si sono verificati il primo dicembre 2016 e, meno grave, il 5 febbraio 2017.

Eni: in raffineria cessato allarme’Nessun incendio, in corso valutazione danni’

17 settembre 201909:43

– L’esplosione alla raffineria di Sannazzaro de’ Burgondi è stata “limitata solo a una parte di una linea dell’impianto di gassificazione. L’evento non ha avuto alcuna conseguenza per le persone impiegate negli impianti e ha generato una certa fumosità che si è esaurita nell’arco di dieci minuti. Non si è verificato alcun incendio”. E’ quanto precisa Eni, spiegando che “verificate le condizioni di sicurezza, l’allarme è cessato dopo circa un’ora. Sono in corso le valutazioni per quantificare i danni. La raffineria è in esercizio regolare”.

Mafia: sgominato clan nel SalentoOrdinanza di custodia per 22 appartenenti a un gruppo criminale

LECCE17 settembre 201909:49

– Ordinanza di custodia per 22 appartenenti a un gruppo criminale federato con il clan Tornese della Sacra corona unita, nell’ambito di indagini dei carabinieri del Ros coordinate dalla Procura distrettuale antimafia di Lecce. Si tratta di 22 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, danneggiamento e detenzione e porto abusivo di armi, aggravati dal metodo mafioso. L’operazione é denominata “Armonica”.

Sequestrate sigarette di contrabbandoIn tre interventi Gdf, arrestate sei persone italiane e ucraine

NAPOLI17 settembre 201909:54

– Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Napoli 9 quintali di sigarette di contrabbando: tre diversi interventi nel corso dei quali sono state arrestate sei persone, tre cittadini italiani e tre ucraini.
In particolare, i finanzieri del Gruppo di Nola, nel corso di un controllo su strada, hanno individuato, nascosti in un doppiofondo ricavato nel vano posteriore della cabina guida di un autocarro, 13.800 pacchetti di “Marlboro” di produzione ucraina prive del contrassegno di Stato, per un peso pari a 276 Kg. Arrestati tre ucraini. Sorte analoga hanno avuto anche due napoletani, nei cui confronti la Compagnia di Ottaviano ha sequestrato, tra San Giuseppe Vesuviano e Palma Campania, 345 Kg di tabacchi all’interno di un deposito risultato nella loro disponibilità. Contestualmente la Compagnia di Casalnuovo, dopo aver seguito un furgone il cui conducente, alla vista dei militari, aveva mostrato segni di agitazione, ha sequestrato 25 casse di sigarette “Regina”: per l’uomo disposti i domiciliari.

In raffineria terzo incidente in 3 anniI precedenti a Sannazzaro de’ Burgondi nel 2016 e nel 2017

MILANO17 settembre 201910:02

– Altri due incidenti con incendi e colonne di fumo si sono verificati negli ultimi anni alla raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi. Il primo dicembre 2016 una esplosione causò “una palla di fuoco nel cielo” e devastò l’impianto Est. Come descrissero i testimoni, non vi fu nessun ferito, tranne un operaio leggermente intossicato e fu ordinato alla popolazione di tenere chiuse le finestre a causa dell’alta colonna di fumo provocata dalle fiamme. L’Eni dichiarò il giorno successivo che l’aria non era inquinata. Un altro incidente si verificò dopo poco più di due mesi, il 5 febbraio del 2017. L’incendio, meno grave del precedente, fu domato dai vigili del fuoco del servizio interno e anche in quella occasione non ci furono feriti. Anche in questo secondo incidente, come quello di oggi, avvenne di mattina, poco prima delle 8,40, e interessò l’isola 7 che si trova nella parte vecchia della raffineria, un impianto che lavora greggio.

Migranti: due sbarchi a LampedusaCi sono 210 persone a fronte di una capienza massima per 95

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)17 settembre 201910:03

– Sono complessivamente 56 i migranti che sono arrivati, la notte scorsa, con due diverse imbarcazioni, direttamente al porto di Lampedusa (Agrigento). Prima ne sono arrivati una decina e poi altri 46. Tutti sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove ci sono 210 persone a fronte di una capienza massima per 95. Appena ieri, 69 profughi erano stati trasferiti con il traghetto di linea per Porto Empedocle (Ag) dove sono giunti in serata.

Spari a Napoli, trovati 26 bossoliNella zona dei Quartieri Spagnoli, indagini della Polizia

NAPOLI17 settembre 201910:04

– Ventisei bossoli sono stati ritrovati dalla Polizia nei ‘Quartieri spagnoli’ di Napoli.
Gli agenti sono intervenuti alle ore 4.30 in via Colonna a Cariati – angolo Vico Concordia, nel tratto a monte della centralissima via Roma. Secondo quanto conferma la Polizia non ci sarebbero feriti; indagini sono in corso.
Lo scorso 12 settembre, sempre nei Quartieri spagnoli, furono sequestrati dai carabinieri 5 bossoli.

Mafia: 11 arresti per estorsioneOrganizzazione gestiva servizi vigilanza locali notturni

PALERMO17 settembre 201910:18

– Un’operazione antimafia è stata condotta a Palermo dai Carabinieri, che hanno eseguito un’ordinanza cautelare in carcere nei confronti di 11 persone accusate di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Le indagini, coordinate dalla Dda, hanno fatto emergere gli interessi di Cosa nostra sul controllo e la gestione di locali notturni nel capoluogo e in provincia. L’organizzazione riusciva a controllare i servizi di sicurezza privata nel locali della movida imponendo gli addetti e le tariffe per ogni operatore impiegato.

Corte Conti: da Formigoni e altri 47 mlnSentenza di condanna. Convertiti in pignoramento i sequestri

MILANO17 settembre 201910:23

– La Corte dei Conti della Lombardia ha condannato in solido l’ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, gli ex vertici della Fondazione Maugeri, Umberto Maugeri e Costantino Passerino, la Fondazione stessa, il presunto faccendiere Pierangelo Daccò e l’ex assessore Antonio Simone, al risarcimento di un danno erariale di quasi 47,5 milioni per il caso Maugeri a favore della Regione Lombardia. I sequestri già effettuati, tra cui vitalizi e pensione dell’ex Governatore, sono stati convertiti in pignoramento.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Sindaco: per stavolta è andata bene
‘Vigili del fuoco hanno spento le fiamme in un quarto d’ora’

SANNAZZARO DE’ BURGONDI (PAVIA17 settembre 201910:34

– Il sindaco di Sannazzaro de’ Burgondi, Roberto Zucca, è uno dei tanti, nella cittadina pavese di circa 5.500 abitanti, ad essere stato svegliato di soprassalto questa mattina all’alba dallo scoppio che si è verificato all’interno della raffineria Eni, in un impianto di gassificazione all’isola 7. “E’ stata un’esplosione molto forte – dice – sentita anche nei paesi vicini. Erano le 6,23. Anche se non è scattato l’allarme esterno, abbiamo attivato subito la protezione civile e alle 6,45 ero già in municipio insieme a diversi assessori. Le fiamme sono state domate nel giro di un quarto d’ora dalle squadre interne di vigili del fuoco e la colonna di fumo è rientrata. Abbiamo comunque chiesto l’intervento dell’Arpa per i controlli ambientali. Per stavolta è andata bene”. A Sannazzaro è ancora vivo il ricordo dell’incendio che il primo dicembre 2016 distrusse l’impianto Est: allora il cessato allarme fu dichiarato dopo 16 ore e ci furono danni per centinaia di milioni di euro.

Operaio cade da tre metri, graveTrasportato in eliambulanza nell’ospedale di Catanzaro

SIMBARIO (VIBO VALENTIA)17 settembre 201910:50

– Un operaio è rimasto gravemente ferito e si trova ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale di Catanzaro in seguito alle ferite riportate in un incidente sul lavoro avvenuto a Simbario, nel vibonese. L’uomo stava lavorando su un solaio quando, per cause in via di accertamento, è caduto da un’altezza di circa 3 metri.
L’uomo ha sbattuto la testa a terra. Soccorso dai medici del 118 è stato poi trasportato con l’eliambulanza nell’ospedale catanzarese. L’operaio è tenuto sotto osservazione e al momento la prognosi non è stata ancora sciolta. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del fuoco di Serra San Bruno.

Torna alla Consulta il caso CappatoPreviste due udienze pubbliche, poi la Camera di Consiglio

17 settembre 201911:26

– Punibilità dell’aiuto al suicidio: dopo un anno torna alla Consulta il caso Cappato. E’ questa una delle questioni di maggior rilievo all’esame della Corte costituzionale nella udienza pubblica del 24 settembre prossimo. Seguirà un’altra udienza pubblica il 25 e, nello stesso giorno, una Camera di consiglio.

Violenze baby gang, 5 arresti a VeneziaRagazzi tra 16 e 19 anni,ad agenti avevano reagito con bottiglie

VENEZIA17 settembre 201911:40

– La Squadra mobile di Venezia ha eseguito 5 provvedimenti restrittivi nei confronti di altrettanti ragazzi, due dei quali minorenni, ritenuti responsabili, in concorso, di aggressioni a due coppie di fidanzati nel centro cittadino. Dovranno rispondere, a vario titolo, di minacce, lesioni gravi aggravate, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Del gruppo, una giovane 19enne e due diciottenni sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre un diciottenne – era minore all’epoca dei fatti – e un sedicenne sono stati collocati in comunità. A carico di altri 5 indagati sono state eseguite perquisizioni disposte dall’autorità giudiziaria. Le vittime erano state colpite con calci, pugni e bottiglie di vetro. Solo l’intervento di 4 poliziotti, due dei quali fuori servizio, minacciati, insultati e fatti oggetto a loro volta di lanci di bottiglie di vetro, aveva messo fine all’aggressione.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Frode olio, arresti in Toscana e Puglia
14 indagati in operazione Nas Firenze, numerosi prestanome

FIRENZE17 settembre 201911:54

– Olio di semi reso simile all’olio extravergine di oliva con l’aggiunta sostanze come clorofilla e betacarotene ottenendo un alto profitto illecito. Così una frode scoperta dal Nas di Firenze tra Toscana e Puglia che ha portato all’arresto ai domiciliari di due persone a Cerignola (Foggia) e a Montespertoli (Firenze) per riciclaggio e ricettazione di ingenti quantità di olio di semi etichettato fraudolentemente come olio extravergine di oliva. Ad altri due soggetti di Impruneta e Castelfiorentino è stato notificato il divieto di esercitare l’attività imprenditoriale del commercio di prodotti alimentari per 6 mesi. Nell’inchiesta, coordinata dalla procura di Firenze, ci sono altri 10 indagati (totale 14) tra cui sette prestanome. Le indagini sono state nelle province di Barletta-Andria-Trani, Firenze, Foggia, Pescara, Pisa e Prato.
L’olio di semi veniva modificato con sostanze non dannose per la salute in Puglia e immesso nei circuiti commerciali toscani del settore alimentare.

Picchia moglie, figlio chiama Cc,arrestoPrende a botte moglie 38 davanti a lui e ai due fratelli

GRAVINA DI CATANIA (CATANIA)17 settembre 201912:17

– Un ragazzo di 17 anni ha fatto arrestare il padre che per l’ennesima volta stava malmenando la madre davanti a lui e ai suoi due fratelli di 16 e 4 anni. Il ragazzo ha chiamato il 112 ed ha così permesso ai militari di bloccare l’uomo, di 42 anni. E’ accaduto a Gravina di Catania (Catania), in un’abitazione di Via Fratelli Bandiera. Sul posto è intervenuto anche il 118. L’arrestato, accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce, dopo la convalida del Gip è stato posto ai domiciliari in un’abitazione diversa da quella familiare.

Contadino:”Neonato volutamente nascosto””Ho chiamato il 112. Una vera tragedia”

BOLZANO17 settembre 201912:25

– “E’ una vera tragedia. Che dolore.
Io amo troppo i bambini”. Lo ha detto con la voce rotta dal pianto Oswald Verdorfer, il contadino di Lana che ha trovato il cadavere del neonato sotto un cespuglio a due passi dal suo maso. “Di certo è stato volutamente nascosto”, ha aggiunto.
“Due turisti, dopo essersi fermati nel nostro locale, hanno proseguito per la loro strada. Dopo pochi metri – ha raccontato l’uomo – la donna ha notato qualcosa in un cespuglio e ha chiamato il marito che si è avvicinato e ha capito che si trattava di un bambino. A questo punto mi hanno chiamato e non mi è rimasto altro che chiamare il 112”. “Il corpicino – ha aggiunto con la voce rotta dal pianto – era nascosto sotto il cespuglio, era nudo, ma pulito, un maschietto piuttosto grande.
Io non me la sono sentita di guardare, ero sotto shock. L’uomo invece ha controllato il polso e ha detto che il corpicino era freddo”. “Qui passano tanti turisti, ma proprio non so chi possa avere fatto questo”, ha detto.

Anziana violentata, indagati 2 minorenniI due ragazzi condotti in un centro di prima accoglienza

MESSINA17 settembre 201912:26

– Erano partiti per compiere una rapina e alla fine hanno anche abusato di una donna di 90 anni che aveva tentato di resistere all’aggressione di due minorenni.
Ridotta in gravi condizioni, la donna è stata salvata dalla polizia avvertita dalla figlia e ora è in ospedale per ferite, escoriazioni e fratture multiple. I due ragazzi, uno di 17 anni e l’altro di 14, sono stati individuati e condotti in un centro di prima accoglienza presso il Tribunale per i minorenni di Messina.

Milano, estate più calda ultimo decennioGiornata record il 27 giugno con 37,7 gradi

MILANO17 settembre 201912:33

– A Milano l’estate 2019 è stata la più calda dell’ultimo decennio, a pari merito con il 2017, e la seconda più calda degli ultimi 122 anni dopo quella del 2003.
Sono i dati forniti dall’Osservatorio Meteorologico Milano Duomo.
La temperatura media della stagione compresa tra il primo giugno e il 31 agosto 2019 è stata infatti di 26.5 gradi, superiore di 2.4 gradi alla media di riferimento; il 27 giugno il giorno più caldo (37.7 gradi).
Tutti e tre i mesi sono stati più caldi della norma, ma particolarmente significativo è stato il contributo di giugno, che con 26.2 gradi di media (+3.6 rispetto al dato tipico del periodo) risulta il secondo giugno più caldo dal 1897 a oggi.

Bambina chiusa in auto, Polizia la salvaMadre lasciato chiavi e piccola aveva chiuso portiere da interno

CROTONE17 settembre 201912:39

– Una bambina di 18 mesi chiusa accidentalmente in un’auto parcheggiata sotto il sole è stata salvata dall’intervento del agenti della Questura di Crotone.
L’episodio si è verificato nel pomeriggio di ieri, quando al 113 è giunta la chiamata di una madre disperata per la figlia intrappolata nel veicolo. La mamma ha spiegato ai poliziotti di essere scesa dall’auto lasciando accidentalmente le chiavi all’interno e la piccola, sul seggiolone del sedile anteriore, aveva premuto il tasto di chiusura delle portiere. La presenza di passanti e curiosi ha anche agitato la bambina, che per questo si è messa a piangere. Gli agenti hanno prima allontanato i curiosi cercando di calmare la piccola e poi hanno deciso di rompere il lunotto dell’auto per evitare che i vetri ferissero la bambina. La donna, dopo avere riabbracciato la figlia, visto che stava bene, ha rifiutato l’intervento del 118 cui è dovuto ricorrere, invece, l’agente che ha salvato la piccola ferendosi ad una mano.

Sede Ingv all’Università di CamerinoIstituzionalizzata collaborazione per didattica e ricerca

CAMERINO (MACERATA)17 settembre 201912:57

– L’Istituto di Geofisica e Vulcanologia-Ingv apre una nuova sede presso l’Università degli Studi di Camerino. Approvata dai Consigli di Amministrazione dei due Enti, la sede sarà situata presso la Sezione di Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie di Unicam. Grande soddisfazione del rettore Unicam prof. Claudio Pettinari e del presidente Ingv prof. Carlo Doglioni, che hanno fortemente voluto rafforzare e istituzionalizzare la collaborazione in essere tra i due Enti. “Una grande opportunità per la Geologia e le Scienze dell’Università di Camerino”, afferma il prof.
Emanuele Tondi, docente Unicam, direttore della nuova Sede Ingv.
La collaborazione sarà rivolta all’offerta didattica e all’attività di ricerca su temi specifici d’interesse anche del territorio”. Per l’Ingv, osserva Doglioni, “la collaborazione con enti di ricerca che condividono stessi interessi scientifici è fondamentale per un progresso costante delle ricerche che necessitano della interazione di più discipline”.

Guardia costiera salva 90 migrantiMotovedette italiane verso La Valletta con i soccorsi

17 settembre 201913:03

– Su richiesta delle autorità maltesi, le motovedette della Guardia costiera italiana hanno soccorso la scorsa notte un barchino con a bordo 90 migranti in acque Sar di Malta ma quando la Guardia Costiera ha chiesto a La Valletta di inviare un pattugliatore per il trasbordo delle persone recuperate, Malta ha risposto negativamente. Le navi italiane stanno comunque dirigendosi verso l’isola. Il Centro di coordinamento del soccorso marittimo maltese, informa la Guardia costiera, “dopo aver formalmente dichiarato l’assunzione del coordinamento dell’evento Sar, richiedeva alla autorità italiana la disponibilità e l’impiego di assetti navali a supporto di un proprio pattugliatore che dichiaravano aver dirottato in zona”. Ma una volta terminato il soccorso e aver chiesto un punto d’incontro con il pattugliatore, Malta non ha risposto. Al momento dunque le unità della Guardia Costiera con a bordo i migranti salvati stanno facendo rotta verso Malta in attesa di definizione del luogo di sbarco”.

Facebook deve risarcire azienda italianaGiudici Milano, 350mila euro per aver copiato un’applicazione

17 settembre 201913:11

– Facebook è stata condannata a risarcire con 350mila euro una società dell’hinterland milanese di sviluppo software, la Business Competence, dalla quale il colosso statunitense ha copiato, secondo i giudici, un’applicazione che propone agli utenti bar e ristoranti di loro interesse e vicini. Lo ha deciso la sezione specializzata imprese del Tribunale nel procedimento sulla quantificazione del danno. In primo grado e in appello nel merito la società, con l’avvocato e professore Marco Spolidori, ha già vinto.

Fuggì da Questura, arrestato in SpagnaSquadra Mobile Torino rintraccia gabonese vicino Valencia

TORINO17 settembre 201913:14

– E’ stato rintracciato in Spagna, vicino Valencia, l’uomo che lo scorso 4 giugno a Torino, al termine di un interrogatorio in Questura per una violenza sessuale, era fuggito lanciandosi dal primo piano con un salto di 7 metri.
“E’ stato individuato dopo una ventina di giorni – spiega il dirigente della Squadra Mobile, Marco Martino – Si è atteso che le procedure internazionali ne consentissero la cattura e si è dato carta bianca ai poliziotti spagnoli per l’arresto”.
Gli agenti l’hanno trovato a Torreveja, in una casa vicina a quella della sorella. Per fermarlo la polizia è stata costretta a ammanettargli anche i piedi.
Il 35enne, origini gabonesi, ha detto di chiamarsi Lay Moussa. In Spagna aveva un permesso di soggiorno come Diallo Pape. Calciatore in una squadra dilettantistica del Senegal che si allena a Torino, in una figurina compare col nome Fall Pape Bilal. Era stato fermato con l’accusa di aver violentato una marocchina, ‘merce di scambio per pagare dosi di crack’.

Caduto da terrazzo, riaperta inchiestaFascicolo con ipotesi di morte conseguente ad altri reati

CAGLIARI17 settembre 201913:17

– La Procura di Cagliari ha riaperto il fascicolo sulla morte di Mattia Ennas, il ventenne di Quartu Sant’Elena trovato senza vita all’alba di domenica 25 agosto dopo essere precipitato da un palazzo di via Binaghi, nel quartiere di Mulinu Becciu. Inizialmente l’indagine era stata chiusa indicando il suicidio come causa del decesso, ma ora il pubblico ministero Enrico Lussu ha in mano nuovi elementi per la riapertura del caso.
Tutto è partito dalla denuncia dei genitori del 20enne sulla scomparsa del telefonino e dei documenti del figlio, a cui si sono poi aggiunte una serie di testimonianze raccolte dal padre e dalla madre del ragazzo, che si sono affidati all’avvocato Gianfranco Piscitelli. Al momento non ci sono indagati: la Procura procedere con l’ipotesi di morte in conseguenza di altri reati e di furto.

Aspirante notaio e pusher, nuovo arrestoCondannato a 3 anni e mezzo, continuava a spacciare a Torino

TORINO17 settembre 201913:31

– Nuovi guai per Francesco Maccarone, di giorno aspirante notaio e pusher di notte. Arrestato nel 2017 per spaccio di droga, nelle scorse ore è di nuovo finito in manette. Gli agenti della squadra mobile l’hanno fermato in corso Sebastopoli, a Torino, mentre vendeva 20 grammi di cocaina a un cliente.
Durante la perquisizione nella sua abitazione, i poliziotti hanno trovato altri 20 grammi di droga e un bilancino di precisione. Il 37enne di Grugliasco, che di giorno studiava come notaio e la sera si trasformava in pusher della movida, il 5 marzo 2018 era stato condannato in primo grado a tre anni e sei mesi. Nonostante la decisione del giudice, Maccarone ha continuato a spacciare lasciando però il centro cittadino per spostarsi nel quartiere Santa Rita.
“Mi rincorrono e baciano i piedi come Padre Pio per la qualità di stupefacente che ho”, era solito dire l’aspirante notaio, che è stato arrestato insieme al suo cliente.

Ragazzo eroe ricevuto in Prefettura LodiCardona, ‘gli diciamo grazie per l’esempio che ha dato’

LODI17 settembre 201913:32

– Angel Micael Vargas Fernandez, il 20enne che sabato scorso ha salvato la vita a un bimbo precipitato dal balcone di casa a Casalmaiocco (Lodi), è stato ricevuto dal prefetto di Lodi Marcello Cardona, assieme a diversi sindaci della zona. “Noi diciamo a questo giovane ‘grazie” – ha detto il prefetto – Questa parola racchiude il sentimento di tutti noi, per quello che ha fatto, per l’esempio che ha dato. Tutto parte dalla sua generosità intellettuale, dal suo altruismo. Ma il più importante grazie lo riceverà tra qualche anno, quando il piccolo Kevin capirà cosa gli sia successo. E’ chiaro che a Angel dirà grazie anche lui e sarà il grazie più importante”. Il prefetto ha anche ringraziato la famiglia di Angel per aver scelto l’Italia come posto dove vivere e ha voluto raccontare anche che Angel appena accaduti i fatti, sentendolo non si è vantato ma ha voluto sottolineare come sia stato aiutato da un bambino, che il prefetto ha spiegato di voler incontrare, e da alcuni operai che si trovavano lì vicino.

Procura, segni violenza su neonatoIndagini in corso per ricostruire i fatti

BOLZANO17 settembre 201913:40

– “Il corpo del bambino mostrava segni di violenza”. Lo afferma la procura di Bolzano in una nota dopo aver disposto l’autopsia sul piccolo trovato morto in una scarpata nei pressi di Merano. A scoprire il corpicino “nascosto in un cespuglio”, sottolinea ancora la procura, è stata ieri “una turista tedesca, mentre passeggiava con il cane”. La donna ha avvisato i Carabinieri e sono state avviate immediatamente le indagini. “Sono in corso ulteriori accertamenti per una più approfondita ricostruzione dei fatti” concludono i pm.

Molestie alla ex, arrestato 20enneNonostante denuncia tenta aggressione, fermato dalla Polizia

PARMA17 settembre 201913:47

– Un ragazzo di venti anni di Parma è finito in manette per stalking e resistenza a pubblico ufficiale. Non si era rassegnato alla fine di un flirt, durato solo un paio di mesi, con una ragazza di 19 anni e ad inizio agosto aveva iniziato a molestarla, seguirla per strada arrivando anche ad entrare nel giardino del suo condominio lanciando pietre verso le finestre.
La giovane aveva così presentato una denuncia alla Polizia ma ugualmente sabato, mentre la diciannovenne stava per raggiungere un gruppo di amici in un parco nel centro storico di Parma, il ragazzo si è presentato ed ha tentato di aggredirla. Il ventenne si è data alla fuga ed ha chiamato il 113. All’arrivo di una pattuglia delle Volanti il giovane, che ancora stava molestando la ragazza, ha aggredito anche gli agenti tanto che è stato necessario immobilizzarlo e caricarlo sulla vettura di servizio.

Migranti: Ocean Viking ne soccorre 48, anche un neonatoA 53 miglia da coste libiche su barca in difficoltà

17 settembre 201914:11

La Ocean Viking, nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, ha soccorso 48 migranti su una barca in difficoltà a 53 miglia dalle coste libiche. Ci sono donne, bambini molto piccoli ed un neonato: ora sono tutti a bordo della Ocean Viking che è diretta a verificare un altro possibile intervento di soccorso in mare, informa Msf.Intanto la scorsa notte, su richiesta delle autorità maltesi, unità della Guardia costiera italiana hanno soccorso un barchino con a bordo 90 migranti in acque di responsabilità di Malta. Successivamente, la Guardia Costiera ha chiesto a La Valletta di inviare un pattugliatore per il trasbordo delle persone recuperate, ma Malta per ora ha risposto negativamente. Le navi italiane stanno comunque dirigendosi verso l’isola.Dieci migranti tunisini sono arrivati autonomamente nel porto di Lampedusa alle 2 circa di questa notte, a bordo di un piccolo barchino. Sono scesi dall’imbarcazione seguendo le direttive degli uomini della Capitaneria di porto e successivamente sono stati accompagnati all’interno del centro di accoglienza hot spot dell’isola. Ieri mattina sono stati trasferiti 70 migranti che erano ospitati nel centro di accoglienza con la nave di linea che collega giornalmente Lampedusa con il resto della Sicilia. Anche per oggi sono previsti trasferimenti per cercare di riportare il numero dei migranti a quanti ne possono essere ospitati in sicurezza.

Segrega ex e bimba, poi violenta donnaNel Napoletano uomo aveva già divieto di avvicinamento

NAPOLI17 settembre 201914:11

– Ha tenuto ‘prigioniere’ per 12 ore in auto la sua ex compagna, picchiandola ripetutamente, e la figlia di due anni. Poi, dopo aver girato per la città senza meta, è tornato a casa e lì ha violentato la sua ex. E’ accaduto a Varcaturo, nel Napoletano. Nei confronti dell’uomo c’era già un divieto di avvicinamento alla donna disposto dal Tribunale dopo che per mesi l’aveva perseguitata. Ora il 27enne è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale, sequestro di persona e stalking.

Ultrà Juve, niente Madrid per protestaDopo arresto capi Curva Sud stop alla trasferta in Spagna

TORINO17 settembre 201914:16

– Gli ultrà della Juventus diserteranno gli spalti del Wanda Metropolitano di Madrid, dove domani sera i bianconeri affronteranno l’Atletico Madrid nella prima gara dei gironi della Champions League. Secondo quanto si apprende in ambienti giudiziari, i pochi che, nonostante i costi elevati della trasferta, avevano deciso di seguire la squadra, resteranno a casa in segno di protesta per gli arresti che ieri hanno azzerato i vertici della Curva Sud.

Droga,arrestato uomo vicino a PiscitelliSi tratta di David Barberis

17 settembre 201914:26

– C’è anche un personaggio legato all’ex capo ultras della Lazio, Fabrizio Piscitelli, ucciso in un agguato il 7 agosto scorso a Roma, tra i 21 arrestati nella operazione antidroga di questa mattina. Si tratta di David Barberis, di professione personal trainer, ma secondo gli inquirenti legato a Arben Zogu e Piscitelli con i quali gestiva le piazze di spaccio nella zona di Ponte Milvio e nel centro di Roma. L’operazione della squadra mobile, coordinata dal procuratore facente funzione Michele Prestipino e dal sostituto Nadia Plastina, ha riguardato le zone di spaccio della Maranella, Torpignattara, Fonte Nuova e Pietralata.

Bus fuori strada nel Pescarese, feritiSul posto 118 e Vigili del Fuoco per estrarre persona da lamiere

SPOLTORE (PESCARA)17 settembre 201914:35

– Un autobus di linea della Tua, l’azienda unica del trasporto abruzzese, è rimasto coinvolto in un incidente avvenuto sulla strada provinciale che da Spoltore (Pescara) porta in località Caprara. Il mezzo, carico di passeggeri, sarebbe uscito di strada. Secondo le prime informazioni dei soccorritori ci sono alcune persone ferite. Una ragazzina, in particolare, sarebbe rimasta incastrata tra le lamiere. Sul posto ci sono le ambulanze del 118 e i Vigili del fuoco, intervenuti anche con l’elicottero su cui è stata caricata la persona estratta dalle lamiere. Sul posto anche la Polizia locale di Spoltore. La strada è stata chiusa al traffico.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

LAMPEDUSA: SBARCATI 10 MIGRANTI

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 1 minuto

LAMPEDUSA: SBARCATI 10 MIGRANTI

SONO SBARCATI A LAMPEDUSA IN AUTONOMIA 10 MIGRANTI TUNISINI QUESTA NOTTE, CIRCA ALLE 02:00, A BORDO DI UN PICCOLOBARCHINO

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA” DELLE 07:51 DI MARTEDì 17 SETTEMBRE 2019

LAMPEDUSA: SBARCATI 10 MIGRANTI

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)

– Dieci migranti tunisini sono arrivati autonomamente nel porto di Lampedusa alle 2 circa di questa notte, a bordo di un piccolo barchino.
Sono scesi dall’imbarcazione seguendo le direttive degli uomini della Capitaneria di porto e successivamente sono stati accompagnati all’interno del centro di accoglienza hot spot dell’isola.
Ieri mattina sono stati trasferiti 70 migranti che erano ospitati nel centro di accoglienza con la nave di linea che collega giornalmente Lampedusa con il resto della Sicilia. Anche per oggi sono previsti trasferimenti per cercare di riportare il numero dei migranti a quanti ne possono essere ospitati in sicurezza.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE: Giù da ponteggio, muore operaio Terremoto di magnitudo 3.2 nel Cosentino

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 1 minuto

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE, SEGUILE, CONDIVIDILE!

DALLE 20:16 DI LUNEDì 16 SETTEMBRE 2019

ALLE 02:12 DI MARTEDì 17 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Giù da ponteggio, muore operaio
Lavorava fuori da abitazione, è caduto da 15 metri altezza

BRESCIA16 settembre 2019 20:16

– Un operaio è morto precipitando da un ponteggio. È accaduto a Mura, in Vallesabbia nel Bresciano.
La vittima, 53enne di origini rumene ma residente nel Bresciano mentre la famiglia vive in Romania, stava lavorando all’esterno di un’abitazione quando è caduto da un’altezza di circa 15 metri.

Terremoto di magnitudo 3.2 nel CosentinoDopo la mezzanotte vicino Diamante, nessun danno segnalato

17 settembre 201901:08

– Una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 è stata registrata a 00:39 sulla costa ovest della Calabria, in provincia di Cosenza.
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 273 km di profondità ed epicentro 3 km a sudest di Diamante.
Non si segnalano danni a persone o cose.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 29 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE, SEGUILE, INFORMATI, CONDIVIDILE!

DALLE 08:14 ALLE 20:16 DI LUNEDì 16 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Frode fiscale, arrestati 3 imprenditori
Operazione della Gdf di Parma, sequestri per 10 milioni

PARMA16 settembre 2019 08:14

– Una frode fiscale nel settore metalmeccanico e dell’impiantistica industriale è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Parma, che sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di tre imprenditori della zona. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale ed alle false fatturazioni. Nell’operazione chiamata ‘Efesto’ sono in corso anche sequestri per equivalente, fino a concorrenza delle imposte evase, per oltre 10 milioni, su conti correnti, depositi e immobili riconducibili agli indagati. Le indagini, dirette e coordinate dalla Procura di Parma, hanno consentito individuare un articolato meccanismo di frode con cui il gruppo forniva, a grandi aziende operanti nel territorio emiliano, servizi e manodopera a prezzi concorrenziali.

Drone tra Fori Imperiali e ColosseoDenunciato un turista di 23 anni, sequestrato il velivolo

ROMA16 settembre 201909:47

– Ad una settimana dall’ultimo episodio, un altro drone ha sorvolato l’area monumentale tra Fori Imperiali e Colosseo. A pilotarlo un turista cinese di 23 anni che, ieri pomeriggio, è stato denunciato dai carabinieri del Comando Roma Piazza Venezia.
Sorpreso dagli addetti alla vigilanza privata in servizio nel sito archeologico, il giovane è stato poi fermato dai carabinieri e denunciato. L’accusa è di violazione di divieto di sorvolo. Sequestrati sia il velivolo, munito di telecamera, che il telecomando con il quale il 23enne lo manovrava da remoto.

B.B. King, è per il re del Blues il doodle di GoogleOggi la leggenda della musica avrebbe compiuto 94 anni

16 settembre 201912:21

B. B. King oggi avrebbe compiuto 94 anni. Era nato il 16 settembre del 1925 in Mississippi ed è diventato il Re del Blues.Per omaggiare una leggenda della musica, in occasione dell’anniversario della sua nascita, Google gli dedica un doodle animato.L’addio al grande artista il 15 maggio del 2015 a Las Vegas.
B.B. King, la leggenda del blues che ha ispirato decine di musicisti, ha avuto 60 anni di una carriera che lo ha portato dalle piantagioni di cotone alla leggenda.
Apparteneva a quella straordinaria generazione di musicisti che aveva elettrificato il Blues e lo aveva trasformato in musica urbana ponendo di fatto le basi per quello che oggi è il rock’n’roll: l’influenza esercitata è immensa, a cominciare dai grandi padri del rock inglese che si sono formati studiando nota per nota il repertorio di questi musicisti. Secondo me, di seguito, uno dei suoi brani più significativi:Invece, qui, uno dei suoi Live più emozionanti, sempre secondo me:

Riley B. King (il suo vero nome) è stato uno dei chitarristi più celebri e importanti di sempre: con la sua Lucille (la leggendaria Gibson 335 ribattezzata così, pare, con il nome di una ragazza per la quale due uomini avevano litigato provocando un incendio in cui aveva rischiato di morire) aveva creato uno stile più morbido e chiaramente ispirato al jazz e al rhythm and blues rispetto a quello, decisamente più “rootsie” di gente come Muddy Waters e Howlin’ Wolf. Uno stile fatto di glissati e note lunghe, creato con un inconfondibile tecnica della mano sinistra sul manico.

A questo modo di suonare puramente solistico faceva da contrasto il suo modo di cantare da “shouter”, forgiato sul modello dei cantanti da big band. Musicalmente parlando, si era formato a Memphis. B.B., il suo nome d’arte, era l’abbreviazione di Blue Boy ma in principio era l’abbreviazione di Beale Street Blues Boy: Beale Street a Memphis è la strada dei club di blues e ancora oggi è uno dei luoghi principali del culto di B.B. King. Di questo culto uno degli adepti più devoti è stato Eric Clapton che nel 2000 ha registrato un album con lui e nel 2005 ha partecipato, insieme a Van Morrison, Billy Gibbons, Sheryl Crow, Darryl Hall & John Oates, John Mayer, Mark Knopfler, Glenn Frey, Gloria Estefan, Roger Daltrey, Bobby Bland ed Elton John al disco celebrativo per l’80mo compleanno.

La lista dei personaggi che hanno suonato con lui va da Luciano Pavarotti a Bruce Willis, da Zucchero a David Gilmour, da Slash a Phil Collins passando per il Gotha della musica nera, compresi Ray Charles, Aretha Franklin, Chaka Khan, Bobby Bland ed Etta James con cui ha dato vita a una versione memorabile di “Thrill Is Gone”, il suo più grande successo insieme a “Sweet Little Angel” e alla trascinante versione di “Everyday I Have The Blues”. Certamente uno dei picchi di celebrità lo ha toccato nel 1988 grazie agli U2 che insieme a lui registrarono “When Love Comes To Town”, ai tempi di “Rattle And Hum”. Come molti musicisti neri della sua generazione, a parte le collaborazioni, B.B. King è sempre rimasto fedele a un modo classico di fare musica. Che vuol dire: concerti, concerti, concerti. Era sempre in tournée, si era rassegnato solo da poco a non viaggiare in pullman con i suoi orchestrali e solo perché lo aveva costretto la figlia preoccupata dal suo stato di salute. Un suo concerto era come un appuntamento con un vecchio amico: l’orchestra cominciava a swingare un brano, l’annuncio, l’ingresso in scena sparando note dalla sua Lucille mentre i trombettisti suonavano ballando. Lui sempre sorridente e sudatissimo, con le sue giacche damascate e le manone a dispensare prelibatezze swing, cantava i suoi classici con le tasche piene di quelle spillette a forma di Lucille che per anni sono state uno degli oggetti più concupiti dai fan. Era davvero una leggenda ma non concepiva una vita lontano dal palco: è andato avanti fino all’ultimo, sfidando il diabete e gli acciacchi dell’età e di una carriera lunghissima, vissuta senza gli agi delle star. Lucille non suona più e il mondo ha perso uno degli ultimi grandi di una generazione che ha cambiato la storia della musica.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Neonato morto,forse da madre in scarpata
Nel Beneventano, secondo i Cc lo avrebbe colpito a bastonate

BENEVENTO16 settembre 201910:38

– Un neonato di 4 mesi è stato trovato morto in un fossato lungo al statale Telesina, all’altezza di Solopaca, nel Beneventano. Secondo i carabinieri, una donna di 34 anni – probabilmente la madre – dopo aver urtato con l’auto il guardrail si sarebbe fermata e avrebbe lanciato il neonato nella scarpata. Poi sarebbe scesa nel dirupo e lo avrebbe colpito a bastonate. L’allontanamento della donna, insieme con il piccolo, era stato denunciato qualche ora prima dal convivente nell’Avellinese. La donna è piantonata in ospedale.

Permesso a killer, anche provino calcioCinque in tutto quelli concessi dopo condanna per omicidio

NAPOLI16 settembre 201910:39

– Sono cinque i permessi di uscita dall’istituto penale dov’è ristretto, concessi al giovane neo 18enne condannato per l’omicidio del vigilante Francesco Della Corte. Uno l’ha utilizzato per sostenere un provino per una società calcistica del Beneventano. In un altro ha pranzato con la famiglia in un ristorante dello stesso comune dove si trova il carcere minorile in cui sta scontando la pena e dove ha iniziato un percorso di riabilitazione che, secondo la famiglia del vigilante, non avrebbe ancora prodotto frutti.

Cc ucciso: Natale rinuncia al RiesameResta in carcere. Legale, nuovi atti dalla Procura

ROMA16 settembre 201911:31

– Rinuncia all’udienza del Riesame Gabriel Natale Hjorth, il giovane americano accusato di concorso in omicidio assieme a Finningan Lee Elder del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, ucciso a Roma il 26 luglio scorso. Natale resta, quindi, in carcere. “Una decisione – spiega l’avvocato Francesco Petrelli – perché la Procura ha depositato nuovi atti al ridosso dell’udienza e il nostro assistito ne ha avuto conoscenza dalla tv. La Procura inoltre ci ha comunicato che c’è ancora attività istruttoria in corso e noi a serve tempo per analizzare con i nostri consulenti i documenti agli atti”. La difesa fa riferimento anche ai risultati preliminari dell’attività del Ris che ha individuato impronte di Natale sul pannello del controsoffitto della stanza dell’albergo dove alloggiava con Elder e dove è stato nascosto il coltello utilizzato per colpire il carabiniere.

Genitori, “via le maestre indagate”Scoppia il caso in istituto infanzia a Budoni, in Sardegna

NUORO16 settembre 201911:41

– Inizia l’anno scolastico oggi in Sardegna e i genitori di 15 bambini della scuola dell’infanzia di Budoni, sulla costa nord orientale dell’Isola, dichiarano ‘guerra’ alle due maestre accusate di presunti maltrattamenti sugli alunni, reintegrate in servizio dal tribunale del Riesame di Sassari dopo una misura interdittiva decisa dal Gip di Nuoro.
Attraverso un legale, i genitori – riferiscono i quotidiani L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna – si sono rivolti al ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti con una “richiesta di verifica e adozione di provvedimenti urgenti”.
La stessa missiva è stata inviata al Provveditorato, all’assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Andrea Biancareddu, e al sindaco di Budoni, Giuseppe Porcheddu.
L’obiettivo delle famiglie è quello di ottenere il trasferimento delle due maestre. In caso contrario, sono pronte a portar via i loro figli dalla scuola.

Marco Carta chiede processo abbreviatoIstanza in prima udienza del 20 settembre per furto magliette

MILANO16 settembre 201912:01

– Ha scelto di essere processato con rito abbreviato il cantante Marco Carta, imputato a Milano, assieme ad un’amica, per un furto di magliette avvenuto il 31 maggio alla Rinascente. Furto per il quale era stato arrestato, arresto poi non convalidato dal giudice. L’istanza di abbreviato (processo a porte chiuse sulla base degli atti raccolti e con sconto in caso di condanna) condizionata all’acquisizione delle immagini delle telecamere sarà depositata dal legale Simone Ciro Giordano nella prima udienza del 20 settembre.

Papa: fa cenno a recente crisi, pregatePolitici e vescovi talvolta insultati, ‘qualcuno se lo merita’

CITTA’ DEL VATICANO16 settembre 201912:08

– Chi è al governo “ha la responsabilità di condurre il Paese”: e noi “lo lasciamo solo, senza chiedere che Dio lo benedica?”. Lo ha detto Papa Francesco nell’omelia della messa a Santa Marta ricordando come gli italiani abbiano vissuto da poco “una crisi di governo”.
“Sono sicuro” – ha proseguito – che non si preghi per i governanti, anzi: sembrerebbe che la preghiera ai governanti sia “insultarli”. Ci sono politici ma anche preti e vescovi, ha notato il Papa, che sono insultati, “qualcuno se lo merita”, ha aggiunto, ma ormai è “come un’abitudine”, richiamando quello che definisce un “rosario di insulti e di parolacce, di squalificazioni”. Per il Papa “si deve discutere e questa è la funzione di un Parlamento, si deve discutere ma non annientare l’altro; anzi si deve pregare per l’altro, per quello che ha un’opinione diversa dalla mia”. C’è chi afferma che la “politica è sporca” ma Paolo VI riteneva che fosse “la forma più alta della carità”.

Studenti con boccaglio in 50 cittàFlash mob per dire che “abbiamo l’acqua alla gola”

16 settembre 201912:10

– In 50 città da Padova a Palermo, da Firenze a Roma, Rete degli Studenti Medi e Unione degli Universitari hanno attuato un flash mob davanti alle scuole e alle università con maschera e boccaglio per dire che “Abbiamo l’acqua alla gola”. “Questo per colpa del surriscaldamento globale, ma anche perché annaspiamo in un sistema scolastico sottofinanziato, vecchio e inadatto a rispondere alle nostre esigenze”, dice Enrico Gulluni, Coordinatore dell’Unione degli Universitari. “Il “governo del cambiamento” nell’ultimo anno – prosegue – non ci ha trascinati nell’abisso, riducendo ancora di più gli investimenti in istruzione pubblica e ignorando le grandi mobilitazioni giovanili che chiedevano giustizia climatica. È ora di invertire la rotta”. Per Federico Allegretti, Coordinatore della Rete degli Studenti Medi, questo è il motivo del “perché, oggi siamo davanti alle scuole e alle università di 50 città con maschera e boccaglio. Aderiamo con entusiasmo al al terzo Global Strike for Future del 27 settembre”.

Fioramonti, studenti sappiano innovare’Generazioni future dovranno immaginare un mondo diverso’

SIENA16 settembre 201912:18

– “Abbiamo bisogno di una generazione di studenti che sia capace di innovare, ritengo che le generazioni future dovranno davvero immaginare un mondo ed un’economia diversi, un modello ed un paese diversi”. Così il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti nel giorno della prima campanella in Toscana e in altre regioni d’Italia intervenendo a margine della Siena Summer school on sustainable development organizzata dall’Università di Siena al Santa Chiara Lab. “Conto molto sulla loro capacità creativa e sul loro impegno per poter dare anche a noi che oggi siamo al governo del paese delle idee innovative per come risolvere i problemi” ha aggiunto Fioramonti prima di tenere una lectio magistralis.
“Oggi inizia un percorso formativo che è il momento migliore della vostra vita, investire nella scuola significa investire nei legami sociali, nella capacità di partecipare”, ha concluso il ministro.

Cassazione: no a sorveglianza PapaliaRespinto ricorso Pg Milano per cosiddetto ‘padrino’ Buccinasco

MILANO16 settembre 201912:27

– Nessuna sorveglianza speciale per Rocco Papalia, definito il ‘padrino’ di Buccinasco (Milano), considerato uno dei più importanti capi della ‘ndrangheta al nord e scarcerato nel maggio 2017 dopo 26 anni di detenzione. Lo ha confermato la Cassazione dichiarando “inammissibile” un ricorso della Procura generale di Milano contro una sentenza della Corte d’appello milanese che aveva revocato la misura di prevenzione di pubblica sicurezza, per assenza di pericolosità sociale. Nel frattempo nel luglio 2018 il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha disposto, comunque, per il boss la misura di sicurezza detentiva della “casa di lavoro”, assimilabile al carcere, per due anni. Nel respingere il ricorso della Procura generale la Suprema Corte spiega che i giudici di secondo grado hanno correttamente motivato il no alla sorveglianza speciale chiarendo che “gli elementi significativi della caratura criminale” di Papalia “risalgano agli inizi degli anni duemila” e che ha scontato una “detenzione più che ventennale”.

Maltrattata in famiglia, due denunciatiNel Senese, per la donna è scattato il codice rosso

SINALUNGA (SIENA)16 settembre 201912:30

– I carabinieri di Sinalunga (Siena) hanno denunciato per maltrattamenti in famiglia un 54enne italiano e il figlio 18enne, già con precedenti denunce a carico nonostante la giovane età. La denuncia è scattata a seguito delle dichiarazioni rilasciate dalla moglie 57enne dell’uomo al personale sanitario dell’ospedale Nottola di Montepulciano (Siena), dove la donna si era recata il 3 settembre scorso per una visita a causa delle lesioni subite. Dalle indagini dei carabinieri, anche attraverso l’ascolto di vicini di casa, sono emersi elementi di prova in merito alle condizioni di vita familiare che la donna era costretta a subire. Per la 57enne è stata attivata la procedura del codice rosso, secondo le recenti previsioni di legge.

Dj suicida: periti, si è impiccatoIndagine ter dopo due archiviazioni, per famiglia è stato ucciso

LECCE16 settembre 201913:22

– “Morte asfittica per impiccamento, del tutto attendibilmente di natura suicidaria”. E’ la conclusione che compare sul referto dell’autopsia compiuta a maggio sul corpo riesumato di Ivan Ciullo, in arte Navi, depositata dai periti nominati dalla Procura di Lecce, i medici legali Francesco Introna e Alberto Tortorella. Il corpo del dj salentino fu trovato impiccato ad un albero di ulivo il 22 giugno 2015 nelle campagne di Acquarica del Capo.
Il risultato dell’autopsia è di segno opposto rispetto alle conclusioni a cui erano giunti nei mesi scorsi i consulenti della famiglia del dj, per i quali il giovane sarebbe stato ucciso per strangolamento. I legali della famiglia hanno annunciato il deposito di una memoria tecnica con relative osservazioni per contestare l’esito delle conclusioni dei periti. Sulla base degli accertamenti prodotti dalla famiglia della vittima, l’indagine sulla morte di Ciullo è stata riaperta nei mesi scorsi dopo che per due volte era stata archiviata come suicidio.

Vaccini, primi alunni sardi respintiDivieto di ingresso in istituti d’infanzia a Cagliari

CAGLIARI16 settembre 201912:37

– Primo giorno di scuola in Sardegna. E primi alunni respinti all’ingresso – almeno qualche decina – perché non in regola con i vaccini. Lo conferma il responsabile delle vaccinazioni dell’Ats Gabriele Mereu. “Sono stati giorni caldissimi con gli ambulatori affollati – spiega – Molto spesso si trattava di casi di vaccini non effettuati per distrazione. Ma ci sono stati anche diversi casi di inadempienza. E già da oggi per loro è scattato il divieto di ingresso a scuola”.
Divieto che vale solo per la scuola dell’infanzia, sino ai cinque anni: per i più grandi le porte degli istituti rimarranno aperte. Ma le famiglie saranno inevitabilmente multate. “Bisogna dire però che la Sardegna – sottolinea Mereu – ha numeri molto elevato di vaccinazioni, in alcuni casi eccellenti”. Gli ambulatori dell’ospedale Binaghi di Cagliari sono stati presi d’assalto: in alcuni giorni si è toccato quota 180 persone con oltre trecento vaccinazioni effettuate.

Naufragio bambini,2 ufficiali a giudizioSono i responsabili sale operative Guardia Costiera e Marina

16 settembre 201913:26

– Il gup di Roma ha rinviato a giudizio l’ufficiale responsabile della sala operativa della Guardia Costiera, Leopoldo Manna, e il comandante della sala operativa della Squadra navale della Marina, Luca Licciardi, in relazione al processo sul naufragio dell’ottobre del 2013, dove morirono 268 persone tra cui 60 bambini. Si trattava di migranti siriani che scappavano dalla guerra civile. Ai due imputati il pm Sergio Colaiocco contesta i reati di rifiuto d’atti d’ufficio e omicidio colposo. Il processo è stato fissato al prossimo 3 dicembre davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Roma.

Morta per errata trasfusione di sanguePlasma sarebbe stato scambiato con quello di un altro paziente

VIMERCATE (MONZA)16 settembre 201913:29

– Una donna di 84 anni è morta a seguito di una presunta errata trasfusione di sangue, venerdì scorso all’ospedale di Vimercate, in provincia di Monza.
Il plasma potrebbe essere stato scambiato con quello di un altro paziente. L’ospedale ha confermato il decesso della donna e di aver immediatamente allertato la Procura di Monza, parallelamente all’avvio di un’indagine interna.

L’Aquila, Raduno Alpini a 10 anni sismaEventi ringraziamento a volontari che arrivarono da tutta Italia

L’AQUILA16 settembre 201913:37

– “Tutti insieme 10 anni dopo”, è il motto del IV Raduno “Ricordando il Battaglione Alpini L’Aquila” che, conclusosi ieri nel capoluogo abruzzese, ha visto oltre settemila partecipanti alla sfilata fino alla Basilica di Collemaggio. Il Comitato organizzatore ha aderito alle Celebrazioni nel decennale dal sisma 2009, con il ringraziamento ai volontari della Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini (Ana) che, arrivati da tutta Italia, circa 8.500 fino a dicembre 2009, prestarono servizio all’Aquila e nel cratere.
Quest’anno ricorre anche il centenario della fondazione dell’Associazione Nazionale Alpini (Ana) e il 90/o della Sezione Abruzzi. Agli eventi, nella sede del Consiglio regionale d’Abruzzo, hanno partecipato tra gli altri il presidente nazionale Ana Sebastiano Favero, il comandante delle Truppe Alpine gen. Claudio Berto, il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, il comandante del 9/o Reggimento Alpini Paolo Sandri.

Accerchiato da baby gang e picchiatoVittima un 14enne, l’intervento di un adulto evita la rapina

REGGIO EMILIA16 settembre 201913:44

– Accerchiato e assalito da una ‘baby gang’ che voleva rubargli il telefonino. E’ successo ieri sera Reggio Emilia, nel quartiere Buco del Signore, nella prima periferia: vittima dell’aggressione un ragazzo di 14 anni che stava passeggiando in compagnia di alcuni amici quando hanno incrociato un gruppetto di sei sconosciuti. Questi hanno cominciato a importunarli, chiedendo loro perché li stessero guardando. E poco dopo si sono avvicinati. Il 14enne, scappando, ha imboccato da solo una strada laterale dove è stato raggiunto e messo alle strette dai bulli che pretendevano il suo smartphone. E’ stato bloccato per il collo e ha ricevuto un pugno in faccia. E’ sopraggiunto un adulto, un 49enne, che ha messo in fuga la banda. Il ragazzino poi ha chiamato il padre che ha avvertito la questura, formalizzando una denuncia per tentata rapina.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fototrappole scoprono coltivatori canapa
Cc individuano piantagione nel Bolognese, due arrestati

BOLOGNA16 settembre 201914:02

– Grazie ad alcune fototrappole, usate dai carabinieri forestali per monitorare gli spostamenti degli animali selvatici, sono stati individuati tre uomini che coltivavano, in un’area boschiva lungo le sponde del torrente Sillaro a Monterenzio, sulle colline di Bologna, una piantagione di canapa indiana. Ieri mattina i carabinieri hanno arrestato un 35enne e un 28enne e hanno denunciato a piede libero un 32enne per coltivazione di sostanze stupefacenti. I tre, tutti bolognesi e con precedenti, andavano nel bosco per annaffiare le piante, una dozzina, mimetizzate tra la vegetazione. Ad accorgersi di loro sono stati alcuni residenti che hanno fatto una segnalazione al 112. Gli accertamenti, iniziati i primi giorni di settembre, si sono conclusi con la scoperta dei coltivatori di canapa indiana riconoscibili nelle immagini scattate dalle fototrappole. I carabinieri hanno sequestrato anche strumenti per la coltivazione, semi e le piante.

Bimbo di 18 mesi positivo alla cannabisNon è in pericolo, accertamenti della polizia in corso

MILANO16 settembre 201914:05

– Un bimbo di un anno e mezzo si trova ricoverato all’ospedale, a Milano, perché trovato positivo alla cannabis. Sul piccolo, che non è in pericolo, sono in corso accertamenti da parte dei medici – e sulla vicenda da parte della Polizia di Stato – per capire come abbia fatto ad assumere una sostanza di quel tipo. ieri sera i genitori, vedendo che il bambino non si risvegliava da un sonno profondo che lo aveva colto nel pomeriggio, hanno chiamato il 118 facendolo trasportare all’Ospedale dei Bambini. Lì, dopo i primi esami, è arrivata la diagnosi, con gli esami del sangue positivi ai cannabinoidi. Sia il padre sia la madre hanno escluso di fare uso di droghe. Hanno però detto di avere nei giorni scorsi ospitato un parente noto per essere un consumatore di spinelli.
L’ipotesi è che il piccolo abbia ingerito involontariamente qualche pezzetto di droga, e al momento non ci sono indagati.

Insulti e lancio liquidi a addetto FsNessuna conseguenza per operatore, che sporgerà denuncia

ANCONA16 settembre 201914:22

– Insulti, grida di “Salvini, Salvini”, una benda sugli occhi a mimare la foto del giovane americano arrestato per l’omicidio del carabiniere a Roma e infine il lancio di liquido, vino o birra, contro un operatore di protezione aziendale di Trenitalia a bordo di un treno regionale Ancona-Rimini. In questo modo l’addetto è stato aggredito e insultato da un gruppo di giovani, probabilmente ubriachi, in possesso di biglietto, che sono poi scesi alla stazione di Senigallia, città dove era in programma un evento legato ad un locale. L’episodio, riferiscono oggi i media locali, è avvenuto sabato sera, intorno alle 23 e la notizia si è diffusa tramite un passaparola via Facebook, dal post di una mamma la cui figlia era sul treno. A rendere noti alcuni particolari sono oggi fonti di Trenitalia, sottolineando che l’addetto alla protezione aziendale aveva effettuato operazioni di filtraggio e non stava facendo multe. L’uomo ha già segnalato il caso all’azienda e alla Polfer e sporgerà denuncia.

Offese Mattarella, esposto a leghistaPresentato a Verona da Mao Valpiana del Movimento non violento

VERONA16 settembre 201914:23

– Un esposto contro il deputato della Lega Vito Comencini per le offese rivolte al Presidente della Repubblica durante il raduno di Pontida è stata presentata a Verona da Mao Valpiana, esponente del Movimento non violento.
“Mattarella mi fa schifo” aveva detto il parlamentare leghista.
“Ho depositato alla Procura della Repubblica di Verona, sezione di Polizia Giudiziaria, un ‘Esposto – Notizia di reato’ nei confronti del deputato Vito Comencini, per vilipendio al Capo dello Stato” ha dichiarato Valpiana.

Toscana, tornano a scuola in 500milaAssessore Grieco apre anno inaugurando istituto nell’Aretino

FIRENZE16 settembre 201914:54

– Sono oltre 500mila gli studenti toscani che oggi sono tornati sui banchi di scuola dopo la pausa estiva. La campanella è suonata per 475.898 studenti della scuola dell’infanzia e di quella di secondo grado a cui si aggiungono gli studenti degli istituti paritari, superando così quota 500mila. Secondo i dati della Regione Toscana, gli alunni della scuola per l’infanzia sono 62.144, quelli della primaria 146.684, mentre sono 99.854 gli studenti della secondaria di primo grado e 167.236 di quella di secondo grado. L’assessore toscano all’istruzione Cristina Grieco ha aperto il nuovo anno scolastico inaugurando la nuova sede dell’istituto comprensivo Dante Alighieri di Castelnuovo dei Sabbioni-Cavriglia, in provincia di Arezzo. Inaugurato oggi a Firenze, alla presenza del sindaco Dario Nardella, il complesso della scuola ‘Dino Compagni’, secondaria di primo grado, oggetto di un importante intervento che ha richiesto un investimento di 12 milioni di euro e 540 giorni di lavori.

Si accascia a terra, grave bimbo 6 anniE’ stato rianimato e trasportato in ospedale a Bergamo

BRESCIA16 settembre 201914:56

– Un bambino di sei anni è ricoverato in condizioni disperate all’ospedale di Bergamo dopo che si è accasciato fuori da scuola. È accaduto al termine della mattinata, fuori dalla scuola elementare di Roncadelle (Brescia). Al momento del malore il bambino era con la madre. È stato rianimato e poi trasportato in elicottero in ospedale.

55enne indagato per morti auto in fiammeHa tamponato Mini d’epoca, accusa è omicidio stradale

TORINO16 settembre 201914:59

– E’ stato denunciato per omicidio stradale il 55enne che, ieri sulla Torino-Pinerolo, ha tamponato una Mini Cooper provocandone l’incendio. Nel rogo sono morti il proprietario, Giuseppe Pennacchio di 42 anni, e la figlia di 6 anni appena, Nicole. Salva la moglie e madre delle due vittime, che viaggiava su una seconda Mini con l’altra figlia, di appena 4 mesi. La famiglia si stava dirigendo ad un raduno d’auto d’epoca al castello di Macello, nel Pinerolese.

A Bagnaia scritta contro donneA Viterbo, ‘Se ti ha messo le corna rompi le ossa a tua moglie’

ROMA16 settembre 201915:15

– Un cartello anonimo che incita alla violenza sulle donne è apparso in un parcheggio a Bagnaia, in provincia di Viterbo, nei pressi di un cantiere. C’è scritto, in bianco su sfondo azzurro: ‘Parcheggio riservato agli imbecilli ed ai cornuti”. Poi in piccolo: ‘Ps Ricordati che la madre degli imbecilli è sempre incinta. Ah! Dimenticavo. Se hai problemi di corna (che appaiono disegnate ma non citate, ndr) non prendertela con questo cartello ma torna a casa e rompi le ossa a quella z… di tua moglie”. La foto del cartello si è rapidamente diffusa sui social e sta creando indignazione.
Immediata la reazione dell’assessora regionale alle Politiche sociali ed Enti locai Alessandra Troncanelli: “Mi auguro che le autorità preposte intervengano per una tempestiva rimozione dell’avviso che offende l’intera comunità di Bagnaia e la città di Viterbo.

Salvini,eleggere sindaco in gamba a Roma”Va bene chiunque estratto a sorte da rubrica telefonica”

16 settembre 201915:42

– “Spero che i romani possano eleggere un sindaco in gamba al più presto perché una città bella come Roma è conciata male”. Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini ad Aria pulita su 7gold rivendicando da ministro dell’Interno di aver fatto “l’impossibile”. Come candidato andrebbe bene “chiunque estratto a sorte dalla rubrica telefonica”.

Taxi: a Milano Orsa in stato agitazioneContro la decisione del Comune di concedere 450 nuove licenze

MILANO16 settembre 201916:08

– Il sindacato dei tassisti Orsa ha proclamato lo stato di agitazione a Milano contro la decisione del Comune di concedere 450 nuove licenze per le auto bianche.
Secondo l’Orsa “le proposte avanzate dal Comune di Milano arrecherebbero un danno a tutte le microaziende artigiane e alle cooperative operanti nel settore”.
E così per “ridare dignità alla concertazione e salvaguardare i diritti e la sostenibilità economica” si è decisa l’agitazione. Di conseguenza, “verranno messe in campo tutte le azioni indispensabili a raggiungere gli obbiettivi sopracitati” ha sottolineato il delegato Gianfranco Acquaviva, assicurando che questo verrà fatto “in ossequio alle normative vigenti”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Incidenti lavoro: un morto nel Comasco
Muro ha ceduto in un cantiere edile e l’ha schiacciato

COMO16 settembre 201916:08

– Un operaio di 57 anni è morto oggi in un infortunio sul lavoro in un cantiere a San Bartolomeo Val Cavargna (Como). Secondo i primi rilievi l’uomo, residente a Porlezza, è stato schiacciato dal cedimento di un muro in un cantiere edile per la realizzazione di una pista ciclabile. Per i soccorsi è stato mobilitato l’elicottero del 118 di Sondrio, ma per l’operaio non c’era più nulla da fare. Sull’accaduto è stata aperta un’inchiesta.

No scuola con treccine, 13enne le tagliaDopo polemiche in istituto Napoli, ragazzino cambia look

NAPOLI16 settembre 201916:09

– Le treccine blu elettrico, da domani, saranno solo un ricordo. Il ragazzino di 13 anni a cui la preside ha vietato, lo scorso venerdì di entrare a scuola, la Ilaria Alpi-Carlo Levi di Scampia, periferia nord di Napoli, per la sua acconciatura, ha deciso di tagliare le treccine per mettere tutto e tutti a tacere. “E’ una decisione di mio figlio che dimostra di essere una persona matura”, dice Carla la mamma.
E sulla maturità del ragazzo la madre e la preside dell’Istituto, Rosalba Rotondo, sono d’accordo. “Dopo le lezioni ha chiesto di incontrarmi – racconta la preside – la mia porta è sempre aperta e mi ha detto di avere intenzione di tagliare le treccine, mi ha chiesto scusa per tutto quello che è successo”.
Parole, quelle pronunciate dal ragazzino che, per la preside “sono state di sollievo dopo questi giorni turbolenti. E’ un ragazzino molto intelligente a dicembre si esibirà, con altri alunni, al San Carlo di Napoli. A scuola vogliamo che continui a coltivare la passione per il pianoforte, la musica”.

Papa: sabato 21 settembre ad AlbanoUn ‘murale’ ricorderà la sua visita

CITTA’ DEL VATICANO16 settembre 201916:10

– Papa Francesco sarà sabato 21 settembre ad Albano, comune dei Castelli Romani.
L’arrivo alla Cattedrale è previsto per le 17.15, dove sarà accolto da mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano e dal sindaco Nicola Marini che mostrerà al pontefice il “murale” a ricordo della visita.
Poi in Cattedrale ci sarà un momento di preghiera con i sacerdoti. Alle 18.00 la messa a Piazza Pia. Il rientro in Vaticano è previsto per le 20.00.

Frequenta italiano, padre la picchiaArrestato nel Modenese per maltrattamenti e abusi sessuali

MODENA16 settembre 201916:18

– Maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale nei confronti della figlia appena maggiorenne: sono queste le ipotesi di reato a carico di un 51enne originario di un paese africano e residente a Sassuolo, in provincia di Modena, arrestato dai carabinieri della compagnia di Sassuolo in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal gip, su richiesta del pm Monica Bombana, dopo la denuncia fatta dalla giovane ai carabinieri. Secondo quanto riferito ai militari dell’Arma dalla ragazza, il padre non approvava la frequentazione di sua figlia con un ragazzo italiano e per questo, lo scorso agosto l’avrebbe picchiata con un tubo in gomma, provocandole lesioni tali da dover andare in ospedale. Nella descrizione di quanto accaduto la ragazza ha fatto riferimento ad altri più gravi episodi di maltrattamenti e violenze, anche sessuali, che sarebbe stata costretta a subire dal padre, già dall’età di tredici anni.

Apre la prima farmacia di strada a RomaMedicina Solidale, dotazione di 9mila medicinali

ROMA16 settembre 201916:21

– Apre presso la sede dell’Associazione Vo.Re.Co. Onlus a Roma in Via della Lungara, la prima “Farmacia di strada” per indigenti. Si tratta del progetto nato dalla collaborazione di Medicina Solidale con Assogenerici, Banco Farmaceutico e Fofi, Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. I medicinali verranno distribuiti all’interno di un percorso terapeutico avviato presso l’ambulatorio in Via della Lungara di Medicina Solidale. Medicina solidale stima in quasi 9mila confezioni di medicinali – valore complessivo oltre 88mila euro – la dotazione farmaceutica necessaria che andrà a rifornire un un armadio farmaceutico solidale con analgesici, antipiretici, antiipertensivi e gastrointestinali. Il progetto sperimentale “Farmacia di strada” è stato avviato nel settembre dello scorso anno a Roma dopo la firma di un protocollo d’intesa tra Assogenerici, Fofi, Fondazione Banco Farmaceutico e Medicina Solidale con il supporto dell’Elemosineria Apostolica e in collaborazione con l’Ateneo di Roma Tor Vergata.

Lombardia, bisogna capire cosa successoGallera, subito attivato il centro nazionale sangue

MILANO16 settembre 201916:38

– L’assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera, considera “urgente e doveroso capire e individuare cosa non ha funzionato” nel caso della paziente di 84 anni morta all’ospedale di Vimercate (Monza) dopo una trasfusione sbagliata.
“Per questo – ha spiegato l’assessore in una nota – Regione Lombardia ha attivato immediatamente (venerdì stesso) il Centro Nazionale Sangue, un organismo specifico al quale sono delegate le ispezioni che riguardano l’aspetto trasfusionale. Due specialisti di Regione Lombardia affiancheranno il lavoro degli ispettori in ogni sua fase”.
“Le verifiche – ha aggiunto – prevedono anche l’attivazione immediata di una procedura di ‘Audit’ aziendale, coordinata dal Risk Manager, che dovrà ricostruire tutte le azioni compiute in ospedale, dal ricovero della paziente fino al tragico epilogo”.

Minoli starter Corri la vita FirenzeDomenica 29 settembre. Due percorsi: da 11 km e 5,5 km

FIRENZE16 settembre 201916:48

– Sarà il giornalista Giovanni Minoli a dare il via alla 17/a edizione di ‘Corri la vita’, in programma a Firenze domenica 29 settembre. L’evento, presentato oggi a Palazzo Vecchio, è come sempre all’insegna della solidarietà, con la possibilità di raccogliere fondi per progetti dedicati alla prevenzione e cura del tumore al seno. Come ha spiegato il presidente dell’associazione ‘Corri la vita onlus’ Bona Frescobaldi “anche quest’anno grazie all’impegno di tanti amici abbiamo organizzato un evento ricco di novità, animato come sempre da persone generose e attente, che vogliono testimoniare la propria solidarietà nei fatti e con entusiasmo”. Sono due i percorsi, diversificati per gradi di difficoltà: il primo è di circa 11 chilometri, il secondo di 5,5. Gli iscritti, come da tradizione, potranno visitare gratuitamente mostre e musei durante tutta la giornata semplicemente indossando la maglia di ‘Corri la vita’ o esibendo il certificato di iscrizione.

M5S ‘congela’ la selezione dei candidati per l’UmbriaNomi raccolti tramite la piattaforma Rousseau e ora in attesa di essere valutati.

16 settembre 201916:54

E’ di fatto congelata la selezione delle candidature del Movimento 5 stelle in Umbria per formare la lista per le prossime elezioni regionali e per eventualmente scegliere il candidato presidente. Nomi raccolti tramite la piattaforma Rousseau e ora in attesa di essere valutati.La scelta è legata alla proposta del capo politico del M5s Luigi Di Maio di dar vita a un grande patto civico. Il Movimento è quindi ora in attesa di vedere se ci sarà un candidato presidente per l’Umbria comune e condiviso. In quel caso i nomi proposti per quel ruolo sulla piattaforma saranno accantonati. Se l’intesa non verrà trovata il M5s procederà invece con un suo candidato, Andrea Liberati, ora non ricandidabile, nella scorsa consultazione raggiunse il 14,3% e nell’ Assemblea legislativa vennero eletti due consiglieri.Anche le candidature per la lista verranno esaminate alla luce di quanto scaturirà dal confronto con il Pd e le altre forze.”Non c’è davvero alcuna possibilità che io sia candidato alle elezioni regionali in Umbria”: Brunello Cucinelli ribadisce la sua indisponibilità a guidare un eventuale patto civico al quale potrebbero dare vita M5s e Pd. “Io faccio unicamente il mio mestiere di imprenditore” ha affermato Cucinelli dopo le nuove voci che lo avrebbero voluto candidato.

‘Negoziarono titolo Soekarno’, assoltiIl processo a Bologna, cade anche l’imputazione di riciclaggio

BOLOGNA16 settembre 201917:00

– Cade anche l’ultimo reato rimasto, quello di riciclaggio, nel processo che vedeva 17 persone processate a Bologna con l’accusa di aver cercato di monetizzare con varie banche italiane ed estere un titolo di credito datato 14 agosto 1961 ed emesso dal Credit Suisse a favore dell’ex dittatore indonesiano Soekarno, morto nel 1971, per un importo nominale di 870 milioni di dollari. Gli imputati, uno dei quali difeso dall’avvocato Fausto Bruzzese, sono stati tutti assolti in abbreviato dal Gup Sandro Pecorella. Il pm Morena Plazzi aveva invece chiesto condanne a quattro anni. E’ l’ultimo esito di una vicenda iniziata nel 2011, quando la Guardia di Finanza di Locri a arrestò 20 persone: fu valutato che il titolo avrebbe fruttato quasi 40 miliardi di dollari, all’incasso.
A gennaio 2018 c’era già stata l’assoluzione da parte del tribunale per il reato di associazione a delinquere, mentre truffa e falso erano stati dichiarati prescritti.

Cade da sentiero, morto sulle Tre CimeEscursionista precipita per 15 metri

VENEZIA16 settembre 201917:03

– Un escursionista danese di 70 anni è morto cadendo da un sentiero sulle Tre Cime di Lavaredo, nel territorio comunale di Auronzo (Belluno).
Secondo le prime informazioni, l’uomo è caduto precipitando per circa 15 metri. Sul posto è intervenuto l’elicottero del 118 di Pieve di Cadore (Belluno), che non ha potuto che constatarne la morte. Sull’episodio indaga la Guardia di Finanza.

Mattarella all’AquilaPresidente Repubblica assisterà cerimonie per avvio anno scuola

L’AQUILA16 settembre 201917:05

– Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato all’Aquila per assistere alle cerimonie che daranno, nel decennale del sisma che ha sconvolto il capoluogo abruzzese, il via all’anno scolastico davanti alla scuola primaria Mariele Ventre dell’Aquila.

Cassazione: moglie bigama,niente assegnoAndava spesso in Egitto e lì aveva sposato il marito ‘n.2’

16 settembre 201917:16

– Confermata dalla Cassazione la “colpa” di una moglie romana nella fine del suo matrimonio dopo che il marito, romano anche lui, aveva scoperto che la ‘sua’ Roberta si era sposata, quanto era già la sua legittima consorte, con un egiziano e in Egitto la signora ci andava spesso. Senza successo, la donna ha sostenuto di avere diritto alla casa coniugale e all’assegno di mantenimento. Gli ‘ermellini’, come già i giudici di merito, hanno stabilito che il suo comportamento è stato di “gravità tale da fondare da solo” il giudizio di addebito.

Neonato ucciso, la mamma in carcereDonna è rimasta in silenzio davanti al magistrato

BENEVENTO16 settembre 201917:25

– La giovane mamma che durante la notte avrebbe ucciso il suo neonato lungo la SS 372, nel Beneventano, è stata chiusa nel carcere di Capodimonte di Benevento, dopo essere stata ascoltata dal sostituto procuratore che coordina le indagini sulla morte del bambino. Il neonato era nato circa quattro mesi fa dal rapporto con un uomo con il quale la donna, originaria di Campolattaro (Benevento) convive a Quadrelle, in provincia di Avellino. La donna, affetta da disabilità, non ha fornito spiegazioni sul gesto.

Riapre duomo Mirandola ferito dal sismaSabato la Messa inaugurale dopo i lavori di restauro

MODENA16 settembre 201918:01

– Riapre il duomo di Mirandola, in provincia di Modena, dopo il restaurato eseguito a seguito delle ‘ferite’ del sisma del 2012. Sabato, il 21 settembre, alle 18 sarà celebrata la Messa solenne in occasione della riapertura al culto. Presiederà la liturgia il vescovo emerito di Carpi, monsignor Francesco Cavina.
Un intervento di recupero il cui inizio era stato annunciato da monsignor Cavina, alla presenza di Papa Francesco a Mirandola il 2 aprile 2017, proprio sul sagrato del Duomo. “La messa solenne del 21 settembre – spiega il parroco di Santa Maria Maggiore, don Flavio Segalina – sarà il momento più istituzionale per vivere nella fede la riapertura del Duomo come luogo di culto della comunità mirandolese e, nel contempo, sarà espressione del ringraziamento agli organi competenti e a quanti si sono adoperati, a vario titolo, per la ricostruzione della chiesa”.
Per motivi di spazio ma anche di sicurezza, l’ingresso sarà possibile ad un numero prestabilito di persone, 400 in totale, munite di pass.

Nasconde Hiv e contagia donne, una muoreArrestato per omicidio e lesioni gravissime

PALERMO16 settembre 201918:19

– Ha nascosto per anni di essere malato di Hiv, ha continuato, nonostante la patologia, ad avere rapporti non protetti e ha contagiato almeno quattro donne. Una di loro, l’ex compagna da cui aveva avuto un figlio, è morta.
Una vicenda scoperta dalla procura di Messina che ha chiesto e ottenuto l’arresto dell’uomo, un messinese di 55 anni, ora accusato di omicidio e lesioni gravissime.

Cassonetti a fuoco, vicino volantini MgpEpisodio in Toscana, sigla rivendicò incendio auto Cc a Orgosolo

FIRENZE16 settembre 201918:41

– Due cassonetti sono stati incendiati a Pontassieve (Firenze) e nei pressi sono stati trovati alcuni volantini, firmati con la sigla Mgp, il ‘Movimento giustizia proletaria’, contenenti frasi contro le forze dell’ordine. Sull’episodio nel Fiorentino, che è avvenuto nella notte tra sabato e domenica e che viene reso noto oggi, sono in corso indagini coordinate dal pm Ester Nocera. La stessa sigla era comparsa nel maggio scorso in un comunicato stampa su Internet in cui si rivendicava un attentato incendiario contro l’auto di un carabiniere avvenuto il 20 maggio scorso in Sardegna, a Orgosolo (Nuoro). Nell’incendio è rimasto parzialmente danneggiato anche un furgone, raggiunto dalle fiamme propagatesi dai cassonetti. La sigla Mgp, Movimento giustizia proletaria, compare nel comunicato di rivendicazione dell’attentato incendiario contro l’auto di un carabiniere avvenuto il 20 maggio scorso a Orgosolo (Nuoro), nel giorno dell’inaugurazione della nuova caserma del paese.

Ultrà Juve, ‘La curva Sud è morta’Scritta in corso Grosseto poco lontano dall’Allianz Stadium

TORINO16 settembre 201918:55

– Uno striscione con la scritta “La curva Sud è morta” è stato appeso a Torino, in corso Grosseto, poco lontano dall’Allianz Stadium. Il riferimento è alle misure cautelari disposte dalla Procura di Torino ed eseguite dalla Digos nei confronti dei principali leader ed esponenti di alcuni gruppi ultrà bianconeri. Secondo alcune ipotesi, a srotolare lo striscione potrebbero essere stati alcuni esponenti del gruppo “Drughi giovinezza”.

Questore, Juve-Verona a rischioTifoserie hanno ideologie differenti, prevedibili reazioni

TORINO16 settembre 201919:01

– “Quella di sabato era una partita già attenzionata. Sono due tifoserie con ideologie differenti.
Ora aumentano i rischi perché sono prevedibili reazioni”. Così il questore di Torino Giuseppe De Matteis in vista di Juventus-Verona, che si disputerà sabato prossimo all’Allianz Stadium, prima gara di campionato dopo l’azzeramento dei vertici dei gruppi ultrà juventini finiti nell’inchiesta ‘Last banner’ coordinata dalla Procura di Torino.

Sindaco Bibbiano assediato da troupeUdienza davanti al tribunale della Libertà di Bologna

BOLOGNA16 settembre 201919:03

– E’ rimasto in silenzio davanti ai giornalisti che lo hanno assediato all’uscita del Tribunale di Bologna, il sindaco, sospeso, di Bibbiano (Reggio Emilia), Andrea Carletti, agli arresti domiciliari dal 27 giugno, nell’ambito dell’inchiesta ‘Angeli e demoni’ sui presunti affidi illeciti, per i reati di abuso d’ufficio e falso ideologico. Un silenzio dovuto, hanno spiegato i suoi legali, non alla volontà di sottrarsi alle domande, ma al divieto di comunicare con l’esterno, una prescrizione della misura di custodia a cui è sottoposto. In mattinata per Carletti si è tenuta l’udienza davanti al Tribunale della Libertà, in cui è stata discussa la richiesta di revoca dei domiciliari avanzata dai legali di Carletti, il professor Vittorio Manes e l’avvocato Giovanni Tarquini. Il collegio si è riservato sulla decisione.
Alcune troupe televisive hanno circondato Carletti e i suoi avvocati, seguendoli per qualche centinaio di metri fino a quando non sono saliti a bordo di un taxi.

Ex gip Nardi rinviato a giudizioAccusato essere capo del ‘sistema Trani’ per pilotare processi

LECCE16 settembre 201919:30

– Il gup di Lecce ha disposto il rinvio a giudizio per Michele Nardi, l’ex gip di Trani accusato di essere a capo di un’associazione per delinquere con altri magistrati che truccava i processi al Tribunale di Trani.
Contrariamente a quanto era stato annunciato, Nardi non ha rilasciato alcuna dichiarazione spontanea ritenendo sufficiente quanto dichiarato nella scorsa udienza dall’avvocatessa barese Simona Cuomo che ha detto di non aver mai avuto rapporti diretti con lui ma solo con l’ex pm Antonio Savasta. Insieme a Nardi sono stati rinviati a giudizio l’ispettore di polizia Vincenzo Di Chiaro, Gianluigi Patruno, titolare di una palestra, e Savino Zagaria.
Nardi, l’ex pm Savasta (che si è dimesso dalla magistratura e ha collaborato con gli inquirenti) e Di Chiaro sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari e falso per aver pilotato, in cambio di mazzette, indagini della dalla Procura.

Salvini attacca Lerner e Repubblica, non sono giornalisti ma calunniatoriSolidarietà ai cronisti da Fnsi e M5S. Businarolo: ‘Salvini continua il gioco perverso di legittimare pulsioni razziste e xenofobe’

16 settembre 201919:38

“Questi non sono giornalisti ma spesso e volentieri sono calunniatori”. Quello che il segretario della Lega Matteo Salvini sferra, nella sua intervista ad “Aria pulita” su 7gold, a Gad Lerner e ai giornalisti di Repubblica è un attacco duro che scatena la protesta della Fnsi e della maggioranza giallo-rossa. Commentando gli insulti ricevuti ieri a Pontida da Gad Lerner e l’aggressione al videomaker di Repubblica Antonio Nasso, il leader del Carroccio osserva: “Non si tratta mai male nessuno. A casa mia l’ospite è sacro, ma se uno sputa veleno su una persona per vent’anni…” aggiunge, ricordando poi che “Gad Lerner una volta augurò la mia morte”.  “Non si tocca mai nessuno neanche con un dito – insiste – e chiunque a casa mia è rispettato e riverito”, ma “che Repubblica ogni giorno mi insulti, che Gad Lerner passi la vita a insultarmi, e Saviano, e Tizio e Caio… secondo me il giornalista dovrebbe essere superiore a certe cose…”. Salvini insomma non solo non prende le distanze dai militanti che se la sono presa con i cronisti, ma rincara la dose.E Lerner e il quotidiano Repubblica rispondono. Il primo, ntervistato ai microfoni di “Circo Massimo” su Radio Capital racconta la sua versione dei fatti: “Prima di questi cori, tanti militanti della Lega mi chiedevano i selfie, mi salutavano cordialmente, frequento i loro raduni da una trentina d’anni, poi si forma il coro, e nel coro emergono gli umori, le pulsioni, che individualmente magari nessuno ha il coraggio di esprimerti. Non è successo niente di grave, sono andato lì a fare il mio lavoro, ma rilevo qualche differenza rispetto al passato”. In passato, ricorda il giornalista riferendosi all’ex deputato Cesare Rizzi, “quando anche un parlamentare della Lega diceva nei comizi ‘vedo Lerner e capisco Hitler’ arrivava la mattina dopo la telefonata di Umberto Bossi che diceva ‘quello è un pirla, scusalo, noi non la pensiamo certo così’. Mi è successo più di recente con Giorgetti, che mi ha detto ‘non pensare che questa pulsione razzista e antisemita sia l’espressione della Lega’. Ho l’impressione che invece Salvini ci gongoli e ci marci un po’. Di certo non telefona. Non mi ha chiamato, e diciamo che non mi manca”. Quindi osserva che, secondo lui, il leader della Lega si starebbe preparando “per una traversata del deserto, anche se dichiara di voler tornare al governo fra pochi mesi. Si immagina di nuovo una fase lunga di movimentismo nel quale raccogliere anche l’estrema destra. E già a Roma, davanti a Montecitorio, Casapound e Forza Nuova erano tornati al fianco della Lega e di Fratelli d’Italia”.”Mai insultato, mai minacciato, mai diffamato (e infatti non abbiamo ricevuto querele da parte sua). In realtà abbiamo fatto di peggio: lo abbiamo raccontato”. E’, invece, la risposta della direzione di Repubblica a Salvini pubblicata sul sito. Ed interviene anche il Cdr de ‘L’Espresso’ che esprime solidarietà ai colleghi esprimendo preoccupazione per il fatto che “tutto questo sia avvenuto nella manifestazione ufficiale di un partito che fino a poche settimane fa esprimeva il ministro dell’Interno”.  “La critica non è una calunnia, ma l’espressione di un diritto politico garantito a tutti i cittadini – commenta il Cdr de Il Manifesto – e per i giornalisti è anche un diritto regolato dalla deontologia professionale. I politici che confondono questi piani, lasciano campo libero alle fake news e istigano all’odio per i giornalisti”. “L’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini –  affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della FNSI – non solo non ha chiesto scusa al presidente Mattarella per le ingiurie scagliate da un suo parlamentare, ma ha anche trovato il modo di insultare di nuovo la redazione di Repubblica e Gad Lerner, affermando di essere stato diffamato e provocato dai cronisti. Può dirci quante denunce ha presentato e contro chi? Può farci sapere dove e quando ha vinto una causa per diffamazione? In questi anni ha adempiuto, in qualità di giornalista professionista, ai suoi obblighi in materia di deontologia e di rispetto delle differenze e delle diversità, come previsto dalla Carta costituzionale e dalla legge istituiva dell’Ordine professionale?”.Più soft rispetto all’attacco riservato dal Carroccio ai giornalisti di Repubblica, ma comunque critico, è il tono usato dall’ex ministro Gian Marco Centinaio”: “Condanno, come il 99,9% dei leghisti, apertamente l’insulto a Gad Lerner per la sua fede religiosa. Ritengo però che le contestazioni per quanto affermato in passato su Salvini ci stanno eccome! Se i leghisti la disturbano perché venire a Pontida a provocare?”. Solidarietà arriva invece dal centrosinistra e dal M5S. “Salvini continua il gioco perverso di legittimare pulsioni razziste e xenofobe”, commenta Francesca Businarolo, presidente della Commissione Giustizia della Camera. “Frasi vergognose, insulti vomitati da chi, da settimane, dopo aver interrotto l’esperienza di governo, invoca la Democrazia per tornare al voto” è invece il giudizio del capogruppo del M5S in commissione Politiche Ue della Camera, Sergio Battelli. “Le aggressioni, fisiche e verbali, avvenute ieri a Pontida nei confronti dei giornalisti Antonio Nasso e di Gad Lerner gettano questo Paese nel buio e vanno condannate senza se e senza ma”, afferma Angelo Bonelli, coordinatore dell’Esecutivo Nazionale dei Verdi ed esponente di Europa Verde. “Bisogna distinguere tra i maleducati e un intero movimento politico” è invece l’appello del Governatore della Liguria Giovanni Toti.

Salvini,bimba su palco? Chi se ne fregaDelinquente è chi toglie bimbi a genitori per soldi, altri casi

16 settembre 201916:15

– “Chi se ne frega”: così il segretario della Lega Matteo Salvini ha risposto a una domanda sulle critiche che ha ricevuto per aver portato sul palco di Pontida, una delle bambine di Bibbiano, ospite del programma “Aria pulita” su 7gold. “Non una ma cinquanta bambini – ha aggiunto – Se qualcuno ruba i bambini ai genitori” per un ritorno economico “è lui il delinquente”. Di storie come Bibbiano “ne verranno fuori altre – ha concluso – non solo in Emilia”.

Imma Tataranni, sostituto procuratoreVanessa Scalera protagonista della fiction, su Rai1 dal 22/9

16 settembre 201913:48

– C’è un nuovo sostituto procuratore donna, preparatissima, dal fiuto fine e assai fuori dagli schemi che sta per sbarcare su Rai1: si chiama Imma Tataranni. Chi non ha letto i libri di Mariolina Venezia (editi da Einaudi) da cui è liberamente tratta la fiction – ovvero “Come piante tra i sassi”, “Maltempo” e “Rione Serra Venerdì” – deve sapere che Imma è un sostituto procuratore di Matera, la cui personalità non permette di identificarla con la classica figura della donna di legge, spiega la protagonista Vanessa Scalera a Viale Mazzini (alla presenza del direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta e di tutto il cast).
A prestare il volto a Imma Tataranni è una delle attrici più amate da registi come Marco Bellocchio (Vincere, La bella addormentata), Marco Tullio Giordana (Lea, Nome di Donna) e Nanni Moretti (Mia Madre). Co-prodotta da Rai Fiction ed Itv Movie, con la regia di Francesco Amato, andrà in onda da domenica 22 settembre in sei prime serate.

Spaccio e corruzione,24 arresti,2 agentiDroga e persino pranzi a base di astice nel carcere di Latina

ROMA16 settembre 201913:40

– Oltre a gestire un traffico di sostanze stupefacenti sul territorio pontino una organizzazione criminale aveva costituito un sistema per assicurare le comunicazioni dei detenuti all’esterno e la fornitura di stupefacenti in carcere, grazie alla complicità di due operatori della polizia penitenziaria. Il gip del Tribunale di Latina ha emesso 34 misure cautelari nei confronti di altrettante persone. Due le indagini, denominate “Astice” e “Petrus”, condotte dal Nucleo investigativo del comando provinciale di Latina, iniziate nel 2017 e poi portate avanti grazie alla stretta sinergia con i vertici della polizia penitenziaria di Latina. E’ stato accertato che un ispettore e un agente ricevevano denaro (il primo) e stupefacente (il secondo) per facilitare le comunicazioni tra i detenuti e con persone esterne, per agevolare le richieste di spostamento di cella e per far entrare droga e perfino cibi di un certo tipo nella casa circondariale, tra cui astici che erano stati alla base di un pranzo tra detenuti.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE, SEGUILE, INFORMATI, CONDIVIDILE!

DALLE 19:27 DI DOMENICA 15 SETTEMBRE 2019

ALLE 08:14 DI LUNEDì 16 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Salvini, Roma così per Raggi-Zingaretti
Il leader della Lega a Pontida

PONTIDA (BERGAMO)15 settembre 2019 19:27

– “Roma è conciata così grazie al duo Raggi e Zingaretti”, così Matteo Salvini, incontrando i cronisti, a fianco del palco del pratone di Pontida.

Scontro auto-moto, due mortiSul Gra, a Settebagni. Chiuso un tratto del Raccordo

15 settembre 201919:28

– Due ragazzi, un ventenne alla guida di un’auto e un 27enne su una moto, sono morti stamani sul Grande raccordo anulare. L’incidente è avvenuto in carreggiata interna in corrispondenza del km 22, a Settebagni. Sul posto per i rilievi la polizia stradale. Ancora da chiarire l’esatta dinamica dell’incidente. Un tratto del Grande raccordo anulare è stato chiuso.

Picchia moglie e il figlio lo accoltellaL’uomo aveva tentato di soffocare la donna e di colpirla

15 settembre 201919:44

– Arrestato dai carabinieri di Frascati un 48enne filippino per lesioni personali aggravate, e denunciato per lo stesso reato il figlio 20enne. I Carabinieri, su segnalazione dei sanitari dell’ospedale San Sebastiano Martire di Frascati, sono intervenuti al pronto soccorso dove era stato ricoverato un uomo con alcune ferite d’arma da taglio alla spalla sinistra e al dito della mano, guaribili in 10 giorni. Le indagini hanno permesso di accertare che l’aggressione all’uomo era avvenuta ieri sera in casa. L’uomo è stato ferito dal figlio 20enne intervenuto per difendere la madre. Il 48enne infatti stava picchiando la moglie, connazionale di 43 anni, dopo l’ennesima lite, cercando di soffocarla e colpirla con una doccetta per l’irrigazione, scaraventandola a terra. Il figlio, sentite le urla della madre, è intervenuto per difenderla ma non riuscendo a far desistere il padre dall’aggressione lo ha ferito con un coltello preso in cucina.
La donna è stata medicata e dimessa con una prognosi di 7 giorni.

Uomo accoltellato a Monza, graveSoccorsi chiamati da passanti davanti a un supermercato

MONZA15 settembre 201921:13

– Un uomo di 27 anni è stato ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Niguarda di Milano, dopo essere stato aggredito e ferito a coltellate in un giardinetto a Monza, questo pomeriggio. Ferito, il giovane si è trascinato nel parcheggio di un supermercato, dove è stato soccorso da alcuni passanti che hanno chiesto l’intervento del 118 e dei carabinieri. Lo hanno aggredito in due, colpendolo con due coltelli più volte alla testa e al torace, probabilmente al culmine di una lite la cui motivazione è ancora ignota. L’aggredito, con precedenti per droga, sarà sentito una volta ristabilito. I militari monzesi hanno già acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona, nella speranza di riuscire a identificare i due aggressori.

‘Iso Isetta’ vince Street Show a MilanoKermesse con 180 veicoli organizzata da Comune e Quattroruote

MILANO15 settembre 201921:14

– E’ stata una piccola ma accattivante Iso Isetta del 1954 ad aggiudicarsi il Premio “Best in Show – Heritage Zone” dello Street Show 2019, la manifestazione automobilistica che si è tenuta oggi a Milano. E’ lei l’auto preferita dai visitatori della kermesse, che fin dal primo mattino hanno affollato corso Buenos Aires per la “grande festa dei motori e della mobilità”. Una giuria tecnica, presieduta da Corrado Lopresto, ha invece proclamato le regine delle cinque categorie in gara: per la categoria “Le Regine della Vernasca Silver Flag”: la Fiat 8V (1954); per la categoria “Le Belle di Stresa”: la Fiat X19 (1971); per la categoria “Dalla N alla R – Un arcobaleno di colori”: la Fiat 500 R (1975); per la categoria “Grandi Raid”: Alfa Romeo Spider 2000 (1975); per la categoria “Marche Milanesi”: la Isotta Fraschini Tipo 8 Sort Torpedo Castagna (1966).

Migranti, 3 fermi a Messina per tortureGestivano campo prigionia in Libia, identificati da vittime

PALERMO16 settembre 201906:50

– La Dda di Palermo ha disposto il fermo a Messina di tre persone accusate di sequestro di persona, tratta di esseri umani e tortura. Avrebbero trattenuto in un campo di prigionia libico decine di profughi pronti a partire per l’Italia. Testimoni che li hanno identificati hanno raccontato di essere stati torturati, picchiati e di aver visto morire compagni di prigionia.
I tre gestivano per conto di una organizzazione criminale un campo di prigionia a Zawyia, in Libia, dove i profughi pronti a partire per l’Italia venivano tenuti sotto sequestro e rilasciati solo dopo il pagamento di un riscatto. I fermati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla tratta di persone, alla violenza sessuale, alla tortura, all’omicidio e al sequestro di persona a scopo di estorsione. Al momento del fermo si trovavano nell’hot-spot di Messina. Si tratta di Mohammed Condè, detto Suarez, originario della Guinea, 27 anni, Hameda Ahmed, egiziano, 26 anni e Mahmoud Ashuia, egiziano, 24 anni.

Latina:34 arresti,2 agenti penitenziariaCoinvolti personaggi di spicco della criminalità pontina

16 settembre 201907:42

– Dalle prime ore della mattina è in corso un’operazione, condotta dal comando provinciale dei carabinieri di Latina in collaborazione con la polizia penitenziaria della Casa Circondariale. Sono 34 le misure cautelari emesse dal gip del Tribunale di Latina nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili, a vario titolo, di spaccio di sostanze stupefacenti, corruzione, falso ideologico. Nell’indagine sono coinvolti anche due operatori della locale casa circondariale di Latina (un agente e un ispettore) e personaggi di spicco della criminalità pontina.

Arrestati 12 capi ultras della JuventusAccusati di associazione a delinquere, estorsioni e violenze

16 settembre 201907:00

– Blitz della Polizia nella curva della Juventus: i capi e i principali referenti dei gruppi ultrà bianconeri sono stati arrestati nell’ambito di un’indagine coordinata dalla procura di Torino, che ha portato all’emissione da parte del gip di 12 misure cautelari.
Le accuse nei confronti degli ultras sono, a vario titolo, associazione a delinquere, estorsione aggravata, autoriciclaggio e violenza privata. In corso anche decine di perquisizioni in diverse città italiane. L’indagine, condotta dalla Digos e dal gruppo criminalità organizzata della procura, coinvolge tutti i principali gruppi del tifo organizzato: ‘Drughi’, ‘Tradizione-Antichi valori’, ‘Viking’, ‘Nucleo 1985’ e ‘Quelli… di via Filadelfia’.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 4 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGILE, SEGUILE, INFORMATI, CONDIVIDILE!

DALLE 13:21 ALLE 19:27 DI DOMENICA 15 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Disegni di Pacciani in mostra a Venezia
Fatti in carcere. 150 copie in vendita per beneficenza

VENEZIA15 settembre 2019 13:21

– Undici disegni fatti in carcere da Pietro Pacciani, il contadino ritenuto dagli inquirenti il mostro di Firenze, saranno in mostra a Venezia il prossimo 20 settembre. L’iniziativa, scrive il ‘Gazzettino’, è della galleria ‘Venice Faktory’ che ha chiamato l’evento ‘One solo show’ e metterà in vendita 150 copie dei disegni, il cui ricavato sarà poi devoluto in beneficienza.
I disegni, nessuno osceno in quanto la gran parte è finita sotto sequestro da parte della magistratura, riproducono per lo più animali e fanno parte della proprietà di un criminologo che ha seguito Pacciani come consulente della difesa durante le fasi processuali per i sette duplici omicidi che gli erano stati addebitati. Su disposizione dello stesso Pacciani, gli originali non possono essere venduti e quindi sono state realizzate delle copie, dicono gli organizzatori della rassegna. Secondo le volontà dello stesso Pacciani il ricavato del venduto andrà rigorosamente in beneficienza ed in particolare all’ospedale Meyer di Firenze.

Consegnò pizza al Papa, truffava anzianiFermato a Torino, operazione della squadra mobile di Genova

GENOVA15 settembre 201916:15

– È il 23 marzo del 2015. E Papa Francesco in visita pastorale a Napoli riceve una pizza speciale con i colori del Vaticano: mozzarella di bufala, pomodorini gialli e la scritta “W il Papa”. A consegnare al Pontefice sulla Papamobile la pizza è Vincenzo “Enzo” Cacialli, all’epoca 43 anni, pizzaiolo e imprenditore noto in città perché gestore, insieme ad alcuni soci, della pizzeria “La figlia del Presidente” nel centro storico di Napoli. Cacialli da quel giorno diviene “Il pizzaiolo del Papa” e viene celebrato da giornali e tv, compresa la Cnn. Lunedì scorso Cacialli è stato arrestato dalla squadra mobile di Genova con l’accusa di essere un truffatore seriale di anziane e pensionate. Le indagini dei poliziotti sono scattate dopo una serie di accertamenti condotti nel capoluogo ligure e a Torino, dove il l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato in corso Vittorio Emanuele, per aver raggirato una donna di 85 anni.

Gratteri, Calabria non è terra omertosaA procuratore Dda Catanzaro premio Caposuvero per la legalità

GIZZERIA (CATANZARO)15 settembre 201917:03

– “Come Procura di Catanzaro stiamo dando grande attenzione a questo territorio perché riteniamo che sia stato nel corso degli anni martoriato dalla presenza della ‘ndrangheta”. Lo ha detto il Procuratore della Dda del capoluogo calabrese Nicola Gratteri che a Gizzeria – riporta un comunicato degli organizzatori della manifestazione – ha ricevuto il riconoscimento alla legalità nell’ambito della sesta edizione del Premio Caposuvero.
“Al contempo – ha aggiunto Gratteri – devo dire che da un po’ di anni siamo riusciti a fare cose importanti con forze dell’ordine di primo piano. È la misura di tutto è racchiusa nel dato dei casi denunciati. Questa terra non è omertosa – ha concluso – la gente ha solo bisogno di essere ascoltata”.
Ideato e promosso dalla Proloco di Gizzeria il Premio ha mostrato, in un susseguirsi di immagini, video, interventi e racconti, uno spaccato della Calabria e dei suoi grandi paradossi.

Solidarietà No Tav a attivista Luca AbbàPresidio vicino al traliccio da cui cadde ferendosi nel 2012

TORINO15 settembre 201917:40

– Solidarietà No Tav nei confronti di Luca Abbà, storico attivista del movimento arrestato nelle scorse ore dai carabinieri. Una decina di persone sta protestando in Valle di Susa nei pressi del traliccio della luce da cui, nel 2012, Abbà cadde ferendosi in modo grave durante una protesta contro l’esproprio dei terreni su cui ora sorge il cantiere dell’Alta Velocità.
Abbà deve scontare un anno di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale. La vicenda che ha portato all’ordine di carcerazione risale al 2009 ed è legata ad episodi avvenuti durante lo sgombero, a Torino, di una casa occupata. Per lui, il giudice ha disposto la semilibertà.

Papa, insensato chiudere a migrantiL’incontro di preghiera per la pace di Sant’Egidio a Madrid

CITTA’ DEL VATICANO15 settembre 201918:05

– “È insensato” chiudere “gli spazi, separare i popoli, anzi contrapporre gli uni agli altri, negare ospitalità a chi ne ha bisogno e alle loro famiglie”. Così il Papa in un messaggio all’Incontro Internazionale di Preghiera per la Pace, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, in corso a Madrid. “In questo modo si fa ‘a pezzi’ il mondo, usando la stessa violenza con cui si rovina l’ambiente e si danneggia la casa comune”. Francesco ha allora lanciato un appello: “Quello che stiamo vivendo è un momento grave per il mondo. Tutti dobbiamo stringerci, vorrei dire con un solo cuore e una sola voce, per gridare che la pace è senza confini, senza frontiere. Un grido che sale dal nostro cuore”.
Trent’anni fa, con la caduta del muro di Berlino, cominciava per l’Europa un processo di distensione ma “abbiamo, purtroppo, assistito, con enorme tristezza, allo spreco di quel dono di Dio che è la pace, dilapidato con nuove guerre e con la costruzione di nuovi muri e nuove barriere”.

Muore con parapendio in val di FassaVittima dell’incidente sul Col Rodella è un uomo di 40 anni

TRENTO15 settembre 201918:11

– Un uomo ha perso la vita nel pomeriggio in un incidente con il parapendio in val di Fassa. Il 40enne è precipitato nei pressi del Col Rodella. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso di Trento, ma il paziente era ormai deceduto. Sul posto sono anche intervenuti i carabinieri. Il Col Rodella è una vetta molto frequentata dagli appassionati di parapendio.

Picchiati da banda ragazzini, 5 denunceNella notte a Rimini, la Polizia identifica alcuni minorenni

BOLOGNA15 settembre 201919:12

– Due fratelli minorenni sono stati circondati e aggrediti la scorsa notte da una banda di giovanissimi in via Garibaldi a Rimini. Sono stati colpiti con schiaffi e pugni e al ragazzo è stata strappata una collanina d’oro che aveva al collo.
E’ stato dato l’allarme alla Polizia e gli agenti delle Volanti hanno identificato cinque giovani, tra i 13 e i 17 anni: sono stati denunciati per lesioni e rapina. Le vittime hanno avuto prognosi di 10 giorni. Sono in corso indagini per risalire agli altri componenti del gruppo.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: INFORMATI, LEGGILE, SEGUILE E CONDIVIDILE!

DALLE 10:27 ALLE 13:21 DI DOMENICA 15 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fede in mare, ritrovata per anniversario
Dopo un mese con il metal detector nel fondale ravennate

BOLOGNA15 settembre 201910:27

– Ieri, 14 settembre, sarebbe stato il primo anniversario senza fede al dito per una donna di Faenza (Ravenna): l’anello d’oro, circa un mese fa, era stato perso in mare a pochi metri dalla spiaggia di Punta Marina. Ma proprio nel giorno in cui lei e il marito hanno festeggiato 17 anni di matrimonio è arrivata una telefonata: “Pronto, ho trovato la tua fede”. A chiamare, come racconta il Corriere di Romagna, è Giuseppe Urbinati, 57 anni, per hobby cercatore di oggetti con il metal detector.
La coppia aveva lanciato un appello all’associazione Sos Metal Detector di cui Giuseppe è socio. E, dopo due spedizioni da Rimini alla spiaggia ravennate, il cercatore è riuscito a trovare la fede nel fondale, coperta da pochi centimetri di sabbia, a una profondità di circa 70-80 centimetri. Ha quindi chiamato la coppia faentina per concordare la consegna: “Lo scopo di tutto questo è aiutare la gente. Alla fine, è il gusto di trovare che anima questo hobby”, ha detto al quotidiano.

Anche le mucche hanno la loro MissIn Val di Pejo si sceglie la più bella e si selezionano le razze

15 settembre 201911:09

– Un concorso di bellezza, ma per mucche. Succede nella Val di Pejo (Trento), dove si contano 180 iscritte, 152 “reginette” in gara e 19 aziende rappresentate.
La ‘passerella’ è allestita a Cogolo di Peio dove, durante la Settimana dell’Agricoltura, sfilano vitelle, manzette e giovenche di razza Bruna tra i 10 e i 36 mesi divise in categorie e per età. Meticolosa è la preparazione, come in ogni concorso di bellezza: pulizia del manto dopo i mesi all’aperto, tosatura, pettinatura, acconciatura con lacca e brillantini. Le candidate vengono fatte girare in un ring e, alla fine della gara, il giudice inviato dalla Associazione Nazionale di razza proclama la vincitrice. Sul podio “Miss Val di Pejo”, la sua “riserva” e una terza assoluta cui viene conferito il titolo di menzione d’onore della rassegna.
L’elezione della “Miss a 4 zampe”, qui, non è una novità: le fiere del bestiame sono una tradizione antica, un’occasione per festeggiare gli animali che scendono a valle dai pascoli estivi in alta quota.

Auto in fiamme, morti padre e figliaBimba aveva 6 anni. Madre e sorellina illese su seconda auto

TORINO15 settembre 201912:12

– Un uomo di 42 anni e la figlia di 6 sono morti questa mattina nella loro auto, che ha preso fuoco dopo un incidente stradale. Lo schianto sulla Torino-Pinerolo, all’altezza di Piscina. A dare l’allarme è stata la moglie e madre delle due vittime, che si trovava a bordo di una seconda auto con l’altra figlia di appena quattro mesi.
La famiglia si stava recando ad un raduno d’auto d’epoca con due Mini. All’altezza del chilometro 17, l’auto guidata da Giuseppe Pennacchio ha preso fuoco dopo un tamponamento con una Toyota Yaris. Anche quest’ultima auto ha preso fuoco e il conducente, un 55enne, è ora ricoverato all’ospedale di Pinerolo (Torino).
Sul posto è intervenuta la polizia stradale, impegnata ora a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente, e il 118 con l’elicottero. Per l’uomo e la figlia non c’è stato nulla da fare.
L’autostrada per Pinerolo è chiusa all’altezza di Riva di Pinerolo.

Papa, errato pensare cattivi sono altriAll’Angelus, ‘non crediamoci sempre buoni e giusti’

CITTA’ DEL VATICANO15 settembre 201912:23

– “Sbagliamo quando ci crediamo giusti, quando pensiamo che i cattivi siano gli altri.
Non crediamoci buoni, perché da soli, senza l’aiuto di Dio che è buono, non sappiamo vincere il male”. Lo ha detto il Papa all’Angelus sottolineando che è sbagliato “credere in un dio più rigoroso che misericordioso, un dio che sconfigge il male con la potenza piuttosto che col perdono. Non è così, no, Dio salva con l’amore, non con la forza; proponendosi, non imponendosi”.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 20 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGI, INFORMATI, SEGUI E CONDIVIDI!

DALLE 01:01 ALLE 23:38 DI SABATO 14 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

15enne schiaffeggia disabile,video su Fb
Aggressore identificato e denunciato da polizia postale Catania

CATANIA14 settembre 2019 01:01

– Schiaffeggia un minorenne disabile e gli altri ragazzi presenti ridono. E’ il contenuto di un video postato su Facebook e scoperto dalla polizia postale di Catania che ha individuato l’autore dell’aggressione: un 15enne che è stato denunciato per percosse nei confronti di un disabile. Il minorenne è stato convocato dalla polizia e alla presenza dei genitori ha ammesso le sue responsabilità, ma cercando di sminuire l’accaduto, riconducendolo a uno ‘scherzo’. La sua posizione è al vaglio della Procura per i minorenni di Catania.
Sono in corso indagini sull’autore del video e su chi lo abbia pubblicato sul social network. Dal monitoraggio della polizia postale sembra che il filmato non sia più online. Gli investigatori invitano gli utenti a segnalare la presenza di video di violenze su minorenni, evitandone la divulgazione che potrebbe costituire reato.

A Lampedusa la Ocean Viking, in Italia 24 migranti su 82Salvini: ‘E’ la resa’. Cinquantotto migranti andranno in 5 paesi europei:24 alla Germania, 24 alla Francia, 24 all’Italia, 8 al Portogallo e 2 Lussemburgo

14 settembre 201921:38

Dopo 14 mesi di porti chiusi, l’Italia assegna per la prima volta ad una nave delle Ong un approdo sicuro per accogliere i migranti soccorsi davanti alla Libia: le 82 persone da una settimana a bordo della Ocean Viking sbarcheranno a Lampedusa e verranno poi ridistribuite in cinque Paesi europei. In particolare, secondo quanto si è appreso da fonti di Governo, l’Italia si farebbe carico di 24 profughi, così come la Francia e la Germania; 8 verrebbero ospitati dal Portogallo e due dal Lussemburgo. La decisione del governo sembra dunque porre fine alla politica dei divieti e della guerra alle navi delle organizzazioni umanitarie da parte di Matteo Salvini, che infatti attacca il nuovo esecutivo Pd-M5s: “eccoli lì, porti aperti senza limiti – dice l’ex ministro dell’Interno – questi sono matti, è una resa a chi vuole fare dell’Italia il campo profughi d’Europa”. In realtà la questione è tutt’altro che risolta e non è detto che quando la prossima nave si presenterà davanti alle coste italiane – la stessa Ocean Viking ha già fatto sapere che tornerà immediatamente in zona Sar – le scelte saranno identiche, perché tra gli stessi alleati di governo le posizioni sono ancora distanti.Al Pd che esulta, con Dario Franceschini che parla della “fine della propaganda di Salvini sulla pelle dei disperati in mare”, risponde infatti Luigi Di Maio. “C’è un grande equivoco sul fatto che sia stato assegnato un porto sicuro alla Ocean Viking – puntualizza il ministro degli Esteri – per il semplice motivo che noi lo abbiamo assegnato solo perché l’Europa ha deciso di aderire alla nostra richiesta di prendere gran parte di quei migranti”. Come dire: senza accordo i migranti sarebbero rimasti ancora in mare.L’Italia ha assegnato il ‘place of safety, il porto sicuro, alla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranea e Medici senza frontiere con 82 migranti a bordo.

“Questi sono matti”: il segretario della Lega Matteo Salvini è partito da questo per commentare l’arrivo a Lampedusa della Ocean Viking. “Questa è la resa. Fra le promesse di Conte all’Europa c’era anche questa”, ha aggiunto convinto che si voglia fare dell’Italia “un campo profughi”. Le quote di migranti che Francia e Germania sono disposti ad accogliere sono solo di quelli che hanno diritto d’asilo “che sono il 20%”. “Noi – ha concluso – siamo qui con i nostri amministratori per preparare il no”.”Da voi mi aspetto un rispettoso no. Noi non ci siamo, prima vengono i cittadini italiani”: dal palco dell’assemblea dei segretari della Lega Salvini ha chiesto ai sindaci di dare questa risposta quando dalle prefetture arriveranno richieste di ospitare rifugiati. Un invito che arriva nel giorno in cui “dopo 14 mesi per la prima volta torna in un porto italiano, senza che il governo dica nulla, la nave di una ong. Attenzione”. “Vi chiedo – ha proseguito fra gli applausi – il coraggio dei sì e anche il coraggio dei no”.

Spaccia vicino casa Montalbano,arrestatoDa poliziotti finti bagnanti, aveva 75 gr cocaina negli slip

SANTA CROCE CAMERINA (RAGUSA)14 settembre 201910:27

– Un 38enne, socio dei titolari di un pub che si trova a pochi metri dalla ‘casa’ del ‘commissario Montalbano’, è stato arrestato dalla polizia a Punta Secca, frazione marinara di Santa Croce Camerina, per spaccio di droga. L’uomo è stato bloccato da agenti della squadra mobile della Questura di Ragusa, che si erano finti bagnanti, ai quali ha consegnato 75 grammi di cocaina che nascondeva negli slip. La sostanza stupefacente ha un valore stimato dagli investigatori in 7.00 euro. Dopo l’arresto il 38enne, su disposizione del sostituto procuratore Santo Fornasier, è stato condotto in carcere. La casa di Montalbano è un B&b, reso famoso dalla serie televisiva di Raiuno, totalmente estraneo alla vicenda. “Le indagini erano state avviate su l’ennesima fondamentale segnalazione di alcuni cittadini – sottolinea il capo della squadra mobile di Ragusa, Antonino Ciavola – i luoghi di ‘Montalbano’, e il resto del territorio, vanno protetti da soggetti che tendono a renderlo meno sicuro”.

Giornata Sla, Barbera d’Asti in piazzaIn vendita domenica 15 settembre 15mila bottiglie docg

ASTI14 settembre 201910:55

– Barbera d’Asti docg solidale in 150 piazze italiane, il 15 settembre, per ‘Un contributo versato con gusto’ a favore dell’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica. Sono 15mila le bottiglie che l’assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte, il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, la Fondazione Cassa di risparmio di Asti, l’Unione industriale della Provincia di Asti e VisitPiemonte portano in piazza per la raccolta fondi nata ad Asti 12 anni fa.
“Grazie alla giornata nazionale – dice il presidente nazionale Aisla, Massimo Mauro – Aisla ha potuto aiutare 400 persone in tutta Italia”. Banchetti in Piemonte in oltre 10 piazze. Ad Asti le bottiglie per Aisla si trovano in piazza San Secondo, dove è in corso il Salone nazionale di vini selezionati Douja d’Or. La giornata sulla sla ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed è sostenuta dalla Lega Serie A: nella 3/A giornata del campionato di calcio le squadre scendono in campo con lo striscione di Aisla.

Lascia ordigno bellico in distributoreNel Catanese. Ne aveva annunciato esplosione, arrestato da Cc

PATERNO’ (CATANIA)14 settembre 201910:58

– Ha lasciato sulla colonnina dell’erogatore di carburanti una bomba da mortaio di nazionalità inglese calibro 81 mm/3 pollici, attiva e completa di spoletta, preannunciandone l’esplosione a breve. E’ accaduto la notte scorsa in un’area di servizio in una frazione di Paternò, nel Catanese. L’uomo, un 56enne romeno pregiudicato, è stato arrestato da carabinieri della compagnia di Paternò.
Artificieri antisabotaggio del reparto operativo del comando provinciale dell’Arma di Catania, dopo aver posto in sicurezza l’intera area, hanno neutralizzato e poi rimosso l’ordigno bellico per farlo poi brillare in zona sicura. Sono in corso indagini per ricostruire la personalità dell’arrestato, che è stato condotto in carcere su disposizione della Procura di Catania. Restano non chiare le motivazioni del gesto che, secondo i carabinieri, non sono riconducibili a matrice terroristica o mafiosa, ma più verosimilmente alla sfera privata dell’uomo.

Conte: ‘C’è la svolta, Ue e mercati scommettono sull’Italia”Sulla nuova fase politica e capacità di recuperare il treno della crescita’

14 settembre 201916:56

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte alla Fiera del Levante di Bari per la cerimonia di inaugurazione della 83/a Fiera. Ad accoglierlo al suo ingresso, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente della Puglia Michele Emiliano e i ministri Teresa Bellanova, Francesco Boccia e Peppe Provenzano.”L’Italia resta un Paese di grande attrattività e di straordinaria eccellenza” e questo è “anche fonte di grande responsabilità per tutti i decisori politici, perché questo enorme potenziale può concretizzarsi soltanto se affrontiamo tutti i nodi e le difficoltà che frenano la crescita”, ha detto il premier Giuseppe Conte. “Si tende spesso a sottolineare le criticità, i ritardi e le lacune del nostro sistema Paese rispetto ai partner europei e internazionali.Ma alcuni dati, che ci devono rendere orgogliosi, ci ricordano quanto sia elevato il potenziale del nostro sistema industriale. Siamo primi in Ue per numero di pmi manifatturiere: circa 387 mila, il doppio di Francia e Germania. La nostra vocazione all’export è tale da collocarci nella “top 5″ mondiale dei Paesi con un surplus commerciale manifatturiero superiore ai 100 mld di dollari. Per il secondo anno abbiamo il primato nell’Ue per le misure fiscali a favore di investimenti in business digitali. Tra i comparti più dinamici c’è il design”. Le aziende italiane sanno “specializzarsi in nicchie produttive e di far leva sull’attrattività del made in Italy”.”Durante la mia visita a Bruxelles – ha spiegato Conte -, ho avuto conferma che l’Italia si trova a un punto di svolta, una sfida cruciale. Gode oggi di un prezioso capitale di fiducia che, se sarà speso al meglio, produrrà effetti benefici nel breve, medio e lungo periodo”. Si vede sui mercati che, come si vede dalla “sensibile riduzione dello spread”, “scommettono con forza sulla capacità dell’Italia di recuperare il treno della crescita economica e sulla nuova fase politica”. IL DISCORSO DEL PREMIER CONTE“Le risorse reperite” da calo dello spread, lotta all’evasione, tax expenditures e spending review “potranno contribuire a una significativa riduzione del carico fiscale su famiglie in particolare con medio e basso reddito e le imprese, in particolare quelle che innovano”.
“Il piano straordinario per il Sud, che vogliamo rendere strutturale, si svilupperà lungo quattro direttrici principali: lo sviluppo del capitale fisico, la valorizzazione del capitale umano, il potenziamento del capitale sociale e la cura del capitale naturale”.
“Dobbiamo lavorare ad una robusta azione di semplificazione normativa e ad una riforma della giustizia tributaria, con una robusta alleanza tra amministrazione e cittadini e un’efficace alleanza tra contribuenti e amministrazione per rendere più produttiva la possibilità di alleggerire la pressione fiscale. Su questo aspetto abbiamo una strategia chiara: tutti devono pagare le tasse, ma tutti devono poter pagare meno”.
L’attenzione Ue al “Green New Deal” è “massima” e il “contributo dell’Italia a questo passaggio cruciale della programmazione sociale ed economica europea sarà quello di lavorare affinché gli investimenti verdi da parte degli Stati membri – ha annunciato Conte alla Fiera del Levante -, siano quanto più possibile incentivati. Per questo, chiederemo l’esclusione degli investimenti verdi dal calcolo del deficit, ai fini del rispetto del patto di stabilità e crescita”.
“Con un apposito fondo incentiveremo le imprese che adotteranno prassi socialmente responsabili e che porranno la massima attenzione alla tutela e alla sicurezza dei lavoratori. Non è tollerabile che nei luoghi di lavoro, si possa morire o subire gravi infortuni: perciò nel programma di governo abbiamo rimarcato l’importanza di un piano di prevenzione degli infortuni sul lavoro. Proprio in questi giorni ad Altamura un giovane ha perso tragicamente la vita”.
“L’attività istruttoria è ancora in corso ed è molto complessa ma prendo l’impegno a considerare con la massima attenzione la candidatura di Bari per il G20” che l’Italia ospiterà nel 2021. “Lo devo alla comunità pugliese di cui anche io faccio parte, che è sempre stata molto operosa. E lo devo ai suoi vertici, Emiliano e Decaro che hanno sempre dimostrato grande lealtà e correttezza istituzionale, grande senso di responsabilità”, ha aggiunto ancora Conte alla Fiera del Levante di Bari.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fermati scafisti sbarco a Crotone
Si erano allontanati con tender. Presi a fermata bus per Napoli

CROTONE14 settembre 201911:27

– Sono stati sottoposti a fermo i presunti scafisti dell’imbarcazione giunta mercoledì scorso a poche miglia dalle coste calabresi con 56 migranti a bordo. Si tratta di due cittadini ucraini e di un cittadino russo, M.D., di 43 anni, K.N. (38) e R.S. (21). I tre, accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, sono stati individuati da personale della Squadra mobile e della Guardia di finanza di Crotone. I migranti giunti nel porto di Crotone dopo essere stati trasbordati su una motovedetta della Guardia costiera, hanno raccontato che gli scafisti, giunti in prossimità della costa, si erano allontanati a bordo di un tender. La mattina del 12 settembre, sono stati poi rintracciati nelle vicinanze di un bar mentre, muniti di regolare biglietto, erano in procinto di partire in autobus alla volta di Napoli.

18enne ucciso: concerto-evento a MacomerLanterne e musica a Macomer per dire “Mai più”

NUORO14 settembre 201911:50

– Le mani di Fabiola Balardi, mamma di Manuel, impresse sul murale del centro polifunzionale di Sertinu a Macomer, sono mani di amore e sofferenza ma anche di speranza per lanciare in messaggio forte ai giovani: quello che è successo a suo figlio non deve accadere mai più. E’ stata questa la parola d’ordine del concerto-evento in memoria di Manuel Careddu, il 18enne massacrato a colpi di piccone e badile l’11 settembre del 2018 sulle sponde del lago Omodeo e poi sepolto in un terreno di Ghilarza, dove venne scoperto un mese dopo il delitto.
A un anno dalla tragedia, ieri sera tutto il paese si è ritrovato per ricordare il ragazzo: musica rap e techno ma anche murales dove i ragazzi hanno fissato le impronte delle loro mani. Sullo sfondo la frase “Tra di noi”, titolo di una canzone di Nicholas Frau, fratello di Manuel e cantante di musica trap.
Prima del concerto, organizzato dall’associazione ProPositivo, dal Forum Giovani di Macomer e dal Comune, un momento di riflessione collettiva.

Bimbo precipita, salvato al voloAnche il suo salvatore in ospedale per il contraccolpo

CASALMAIOCCO (LODI)14 settembre 201912:04

– Un bambino di 5 anni è precipitato dal secondo piano di una palazzina ma è stato salvato al volo da un passante.
E’ accaduto nei pressi del distributore di carburante lungo la strada provinciale 159 a Casalmaiocco (Lodi) e il piccolo si trova, ora, in condizioni ritenute non gravi, all’ospedale di Vizzolo Predabissi (Milano) per controlli essendo stato preso al volo da un ventenne a sua volta poi soccorso per essere caduto a terra per il contraccolpo. Il bimbo era stato visto, alcuni secondi prima del volo, muoversi sul cordolo del balcone da alcune persone che erano in attesa nel piazzale sottostante la palazzina, su cui si affacciano il distributore stesso e un autolavaggio. Il ventenne, anche lui ora in ospedale ma in condizioni non gravi, non ha avuto esitazioni: è corso ai piedi dell’abitazione riuscendo, così, a frenare la caduta. Sono in corso indagini e accertamenti da parte dei carabinieri di Lodi.

Spento il maxirogo, resta la pauraAttesa per i dati sull’inquinamento

AVELLINO14 settembre 201912:10

– Spento il vasto incendio che dal primo pomeriggio di ieri ha semi distrutto la Ics, l’azienda che nel Nucleo industriale di Avellino produce contenitori in plastica per batterie, restano i timori per le possibili conseguenze sulla salute e l’ambiente provocate dalla nube tossica che ha stazionato per molte ore sul capoluogo irpino.
Domani si conosceranno i risultati del monitoraggio effettuato dall’Arpac, l’agenzia regionale per l’ambiente, sulla presenza di diossina, mentre per oggi pomeriggio sono attesi quelli relativi alle polveri sottili.
Secondo fonti dell’Arpac, nello spaventoso rogo non sarebbero stati bruciati metalli, a cominciare dal piombo, ma soltanto plastica e pallet. Sulla base dei risultati eventuali successivi provvedimenti a tutela della salute verranno assunti dal Centro Coordinamento Soccorsi, attivato dal Prefetto di Avellino, Maria Tirone, sin dai minuti successivi all’incendio. Oggi sono rimaste chiuse le scuole di ogni ordine e grado in venti comuni, tra cui Avellino.

Espulsa da uomo, rientra da donnaScoperta da impronte digitali mentre chiede permesso soggiorno

REGGIO EMILIA14 settembre 201912:36

– Da uomo era stato espulso, poi una volta diventata donna è rientrata in Italia clandestinamente: ieri una 37enne brasiliana è stata arrestata dalla polizia di Reggio Emilia per reingresso illegale sul territorio nazionale. Si era presentata il 22 luglio all’ufficio immigrazione della questura reggiana per depositare la richiesta di rilascio del permesso di soggiorno, dopo essersi sposata con un italiano il 5 luglio.
Ma, durante la disamina della pratica è emerso che dalla comparazione delle impronte digitali nel database era generato un codice abbinato a un uomo nato in Brasile nel 1982. Gli agenti hanno approfondito e hanno scoperto che a carico della donna, con le precedenti generalità di quando era uomo, c’era un decreto di espulsione emesso il 27 dicembre 2018 dal Prefetto di Padova, eseguito il 22 gennaio scorso con un volo da Malpensa per San Paolo. Aveva il divieto di entrare in Italia per tre anni e così, non avendolo rispettato, sono scattate le manette.

Papa, i populismi sono un pericolo’Mettere al centro gli emarginati, tra loro bimbi non nati’

CITTA’ DEL VATICANO14 settembre 201912:41

– Il populismo è “un pericolo”: lo ha sottolineato Papa Francesco nell’incontro con i vescovi orientali cattolici. “Questo è un pericolo della nostra società: i particolarismi che diventano populismi e vogliono comandare e uniformare tutto”, ha sottolineato il pontefice chiedendo ai presuli che anche la Chiesa locale eviti la “tentazione di chiudersi in sé stessa e di cadere in particolarismi nazionali o etnici escludenti”. Il Papa ha poi sottolineato che occorre mettere al centro gli emarginati e che la carità sana le divisioni anche nella Chiesa.
“Quando ci chiniamo insieme sul fratello che soffre, quando diventiamo insieme prossimi di chi patisce solitudine e povertà, quando mettiamo al centro chi è emarginato, come i bambini che non vedono la luce – ha detto Bergoglio -, i giovani privati di speranza, le famiglie tentate di disgregarsi, gli ammalati o gli anziani scartati, già camminiamo insieme nella carità che sana le divisioni”.

Papa:basta ergastolo e carceri affollate’E’ essenziale garantire vita decorosa e la speranza del futuro’

CITTA’ DEL VATICANO14 settembre 201912:48

– Tra “le difficoltà” delle carceri c’è “in particolare” il problema del “sovraffollamento degli istituti penitenziari, che accresce in tutti un senso di debolezza se non di sfinimento”. “E’ un problema grave”, ha detto il Papa nell’udienza con la Polizia penitenziaria. “Quando le forze diminuiscono la sfiducia aumenta. È essenziale garantire condizioni di vita decorose, altrimenti le carceri diventano polveriere di rabbia, anziché luoghi di ricupero”, ha detto il pontefice. Bergoglio ha poi ribadito il suo appello a rivedere la pena dell’ergastolo: “L’ergastolo non è la soluzione dei problemi, ma un problema da risolvere. Perché se si chiude in cella la speranza, non c’è futuro per la società. Mai privare del diritto di ricominciare”: è l’appello lanciato da Papa Francesco. Sta “ad ogni società” alimentare “la fiammella della speranza”, “fare in modo che la pena non comprometta il diritto alla speranza, che siano garantite prospettive di riconciliazione e di reinserimento”.

Birra fredda, vuole strangolare baristaArrestato a Reggio Emilia, l’uomo ha creato il caos nel locale

REGGIO EMILIA14 settembre 201913:05

– Un 39enne marocchino è stato arrestato per tentato omicidio plurimo per aver aggredito, cercando di strangolarla, una barista e alcune persone che hanno assistito alla scena. È successo nella notte in un bar di Reggio Emilia, frazione Cadè. L’uomo, residente in provincia di Potenza e con precedenti, è entrato nel locale ordinando una birra, ma si è lamentato del fatto che fosse troppo fredda e ha cominciato a insultare la donna dietro al bancone e poi le ha lanciato contro una bottiglia. La barista, cinese, l’ha rincorso con un mattarello, cacciandolo. Ma lui è tornato armato di un’asta metallica e l’ha colpita violentemente per poi arrivare quasi a strangolarla, provocandole lesioni per 40 giorni di prognosi. Diversi avventori hanno tentato di farlo desistere, ma lui li ha aggrediti. Quindi è salito sulla propria auto e ha cercato di investire sia la barista che i clienti. E’ fuggito, ma è stato rintracciato dai carabinieri che lo hanno fermato, non prima che speronasse una pattuglia.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Porta a cc portafogli con 2000 euro
Il giovane ha rifiutato qualsiasi ricompensa dal proprietario

14 settembre 201913:22

– Ieri mattina un cittadino del Bangladesh di 23 anni ha bussato alla caserma dei Carabinieri della Stazione Roma Macao per restituire un portafogli, rinvenuto a terra in via Nazionale, contenente oltre a carte di credito e documenti personali, 2.005 euro in contanti. Il bel gesto del giovane ha consentito ai Carabinieri di contattare, in tempo reale, la persona che l’aveva smarrito e organizzare un incontro in caserma per la restituzione. Così il cittadino bengalese ha avuto il piacere di consegnare il portafogli direttamente al proprietario, un professionista romano, che lo ha ringraziato per l’estrema onestà dimostrata. Il giovane ha anche rifiutato qualsiasi tipo di ricompensa per il suo bel gesto.

Murale pro droga, cancellato a CataniaOperazione congiunta Comune e carabinieri nel rione Librino

CATANIA14 settembre 201913:28

– Un murale inneggiante all’uso di droga, noto come ‘I folletti’, realizzato su un muro di un ingresso di un condominio del rione Librino di Catania è stato cancellato con pittura bianca da operai del Comune in collaborazione con i carabinieri del comando provinciale. Il disegno rappresentava un elfo in mezzo a un giardino incantato intento a fumare una ‘canna’, tenendo anche in mano una pianta di canapa indiana accompagnato dalla scritta: “i folletti del palazzo non amano farsi vedere, svaniscono come se fossero fatti di fumo!”. Il murale è stato utilizzato anche come ‘sfondo’ per video di cantanti neomelodici che nei loro testi esaltano la ‘malavita’ usando pistole, mitra e immagini di spaccio di droga.
Nell’ambito della stessa iniziativa i carabinieri hanno eseguito un controllo del territorio che ha portato a due arresti, cinque denunce, al sequestro di 35 dosi di cocaina e ad emettere una multa per 11mila euro a un panificatore.

Dispersi da ieri,morti due escursionistiDue belgi trovati in zona impervia della Valsesia

ERCELLI14 settembre 201913:30

– I corpi privi di vita di due anziani di nazionalità belga sono stati trovati questa mattina dai vigili del fuoco e dal personale del Soccorso Alpino nei pressi di Rassa, località della Valsesia (Vercelli). Le ricerche della coppia dispersa erano in corso da ieri sera con l’ausilio dei carabinieri e della Guardia di Finanza.
Le salme sono state individuate dopo lunghe ricerche in una zona impervia, e recuperate dall’elisoccorso di Borgosesia. I due turisti belgi erano stati visti l’ultima volta ieri all’ora di pranzo in un ristorante della zona. Ancora da chiarire le cause del decesso dei due escursionisti, anche se non si esclude una caduta accidentale dopo aver imboccato un sentiero sbagliato.

Scimmie in fuga, parco evacuato e disagiRicerche nel veronese, animali erano ancora dentro struttura

VERONA14 settembre 201913:31

– Ha creato disagi anche alla viabilità la fuga di tre scimpanzé che la scorsa notte sono riusciti a uscire dal loro recinto all’interno del Parco Natura Viva di Bussolengo (Verona).
Gli addetti alla ristorazione alle ore 7.00 si sono accorti che mancavano tre animali dall’area dei Primati. La direzione ha deciso quindi di evacuare il parco, applicando le misure di sicurezza, mentre con il supporto dei veterinari sono scattate le ricerche delle tre scimmie, che poi sono state trovate ancora all’interno della struttura, anche se fuori dall’area a loro destinata.
A causa di questo ‘incidente’ il Parco Natura Viva è rimasto chiuso fino a metà mattinata. Secondo quanto si è appreso, la fuga dei tre animali sarebbe stata provocata da un errore umano.

Terrorismo: 5 radicalizzati rimpatriatiDa inizio dell’anno a Imperia, facevano proselitismo in carcere

SANREMO (IMPERIA)14 settembre 201913:42

– Sono cinque i magrebini radicalizzati o a rischio radicalizzazione, che inneggiavano all’Isis, rimpatriati dalla Questura di Imperia, dall’inizio dell’anno. L’ultimo è un 30/enne marocchino, detenuto in carcere a Sanremo. Era arrivato in Italia ai primi del 2000, come clandestino, poi regolarizzato aveva ‘collezionato’ arresti per spaccio e reati contro il patrimonio, commessi soprattutto in provincia di Savona. Nel 2016 è stato indagato dalla Polizia Postale di Imperia, perché sospettato di attività di proselitismo per lo Stato Islamico. Tra gli altri stranieri rimpatriati c’è un tunisino di 47 anni anni, che aveva cercato di ‘sanare’ la sua condizione di clandestinità sposandosi con una cittadina italiana. Detenuto in diverse carceri pare abbia fatto propri i dettami del Daesh, come dimostrato dai disegni rinvenuti nella sua cella. Gli altri sono due tunisini di 26 e 33 anni e un pachistano trentenne, tutti radicalizzati durante la detenzione.

A vela contro barriere della disabilitàIl viaggio di uno skipper disabile e di uno scultore non vedente

BOLOGNA14 settembre 201913:46

– Sante Ghirardi, skipper disabile motorio in carrozzina, e Felice Tagliaferri, scultore non vedente, saranno protagonisti di una navigata in barca a vela da Ravenna ad Ancona, con l’obiettivo di abbattere le barriere mentali e fisiche. Una sfida, ma soprattutto una festa di condivisione, leggerezza e divertimento educativo. Il viaggio comincerà domani, 15 settembre, da Ravenna (Yacht Club, Marina di Ravenna). Sante e Felice salperanno in direzione Cesenatico dove il giorno seguente approderanno in piazza Ciceruacchio. La barca a vela raggiungerà poi Rimini il 17 settembre e infine arriverà al museo tattile ‘Omero’ di Ancona il 20. In tutte le tappe, dalle 17 alle 19, a partire proprio da Ravenna, si potranno incontrare i due protagonisti e saranno in mostra le opere d’arte di Felice, che farà da guida tattile a chiunque voglia sperimentare l’arte ‘in tutti i sensi’.
Verranno esposte anche una dozzina di ricostruzioni 3d delle macchine volanti, e non solo, di Leonardo da Vinci.

Reddito cittadinanza e lavoro,denunciatoControlli dopo che carabinieri lo hanno visto fare l’imbianchino

CATANZARO14 settembre 201914:18

– Percepiva il reddito di cittadinanza ma lavorava a nero. L’uomo, di 51 anni, è stato individuato e denunciato in stato di libertà per illecita percezione del reddito di cittadinanza e truffa aggravata ad ente pubblico dai carabinieri di Borgia. Alcune settimane fa, i carabinieri, durante un controllo in un’attività pubblica, avevano notato l’uomo intento ad effettuare alcuni lavori di tinteggiatura senza avere un regolare contratto di lavoro.
Gli accertamenti successivi condotti dai militari hanno permesso di stabilire che l’uomo percepiva il reddito di cittadinanza, e che, ovviamente, non aveva comunicato la sua attività lavorativa.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Due alpinisti veneti morti sul Sass Maor
Corpi ritrovati stamani, caduti da via Scalet-Biasin

VENEZIA14 settembre 201914:20

– Due alpinisti veneti, di Monselice (Padova) e di Villafranca Padovana, sono stati trovati stamani senza vita sulla parete del Sass Maòr, sulle Pale di san Martino.
Il loro mancato rientro – informa il Soccorso Alpino – era stato segnalato verso le 20.30 di ieri dal gestore del rifugio Velo della Madonna, dove i due avrebbero dovuto trascorrere la notte. Il ritrovamento è avvenuto verso le 7.15 di oggi da parte dell’equipaggio dell’elisoccorso.
Per la cordata è stata fatale una caduta di alcune centinaia di metri mentre stava progredendo sulla via Scalet-Biasin, per cause ancora da accertare. Le due salme sono state ricomposte e recuperate con l’ausilio di quattro Tecnici di Elisoccorso del Soccorso Alpino e due operatori della Stazione Primiero dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino. Dopo il nullaosta del magistrato, sono state elitrasportate alla camera mortuaria di Transacqua (Trento).

Editore Peruzzo bronzo a Europei over 85’Continuo allenamenti per arrivare in categoria 90enni’

4 settembre 201915:50

– E’ probabilmente l’editore ancora in attività più veloce del mondo: Alberto Peruzzo ne ha combinata un’altra delle sue, è arrivato terzo agli Europei di corsa over 85 anni, sulla distanza di 5 chilometri. Con i suoi poco più di 46 minuti è stato superato solo dal connazionale Bruno Baggia e dal tedesco Armin Zosel nella gara che si è disputata, ieri sera, nello stadio di Eraclea in provincia di Venezia.
Nato il 7 maggio del 1934 a Milano, 33 maratone alle spalle, Peruzzo, precursore dell’editoria cartacea e televisiva di massa, continua anche a lavorare: recentemente ha pubblicato una nuova opera in dodici volumi, ‘L’esercito italiano. La storia illustrata dal 1861 a oggi’ uscita in edicola sullo stile di quelle che fecero la sua fortuna. Nonostante la fatica l’atleta evergreen insiste: “Proseguirò gli allenamenti per arrivare nella categoria over 90, corro 5 volte la settimana alternando resistenza e velocità”.

Anm, riforme non siano regolamento contiPoniz, respingere idea che fatti pur gravi delegittimo tutti noi

14 settembre 201917:37

– L’Anm “respinge con forza l’idea che i fatti, pur gravissimi, delegittimino la magistratura tutta, e la sua stessa credibilità”, ha detto Luca Poniz presidente dell’Associazione nazionale magistrati intervenendo all’assemblea generale delle toghe indetta dopo lo scandalo dell’inchiesta di Perugia che ha sconvolto il Csm. Rivolto alla politica e al nuovo governo, Poniz ha aggiunto che l’Anm “respinge con pari forza, ogni iniziativa asseritamente ‘riformatrice’ fondata sull’idea, esplicita od implicita, del ridimensionamento della Magistratura e delle sue prerogative, in una sorta di ‘regolamento di conti’ che non danneggerebbe tanto noi, quanto le istituzioni, le garanzie che la giurisdizione presidia, e dunque i diritti stessi”. Toccando il tema della riforma del sistema elettorale del Csm, Poniz ha ribadito che “il sorteggio comunque lo si contempli costituisce soltanto un vulnus non rimediabile all’autorevolezza del Csm. Questo sosterremo ogni qualvolta sarà richiesto il nostro parere”.

Gareggia nel salto in lungo a 103 anniIl marchigiano Giuseppe Ottaviani, ha iniziato sport a 70 anni

VENEZIA14 settembre 201916:57

– Ha vinto facile – era l’unico in gara nella categoria M100 – ma questo non toglie nulla all’eccezionale prova di sport e di vita dimostrata da Giuseppe Ottaviani, che a 103 anni compiuti ha preso parte ai Campionati Europei Master di Atletica a Jesolo (Venezia). Medaglia d’oro nel salto in lungo, la sua specialità, dove è ‘rientrato’ nelle gare dopo un infortunio. Al termine c’è stata l’ovazione del pubblico, che poi l’ha travolto con le richieste di selfie. Per la cronaca, Ottaviani ha inanellato dapprima tre nulli, poi il quarto salto è stato quello buono, 0.64 centimetri, corretto con un centimetro in più, 0.65, nel sesto e ultimo tentativo. “Sono contento per essere ancora qui – ha commentato Ottaviani – in mezzo agli amici. Lo sport è vita, fa bene alla salute e si può praticare a tutte le età”. In gioventù non era uno sportivo. Ha cominciato con l’agonismo dopo i 70 anni, per sfuggire alla noia della pensione.

Ponte Genova: Benetton pronti iniziativeHolding di famiglia che controlla Atlantia esprime ‘sgomento’

14 settembre 201913:16

– “Alla luce dei recentissimi eventi, Edizione, come azionista di riferimento, prenderà senza esitazione e nell’immediato tutte le iniziative doverose e necessarie, anche a salvaguardia della credibilità, reputazione e buon nome dei suoi azionisti e delle aziende controllate e partecipate”. Lo afferma in una nota l’holding dei Benetton, che detiene il 30,25% di Atlantia, “in relazione alle diverse indagini in corso dopo la tragedia del crollo del ponte Morandi di Genova”.
Edizione esprime “il suo sgomento e il suo turbamento per quanto emerso nelle ultime ore a seguito della doverosa attività svolta dall’Autorità Giudiziaria” e “l’assoluto rispetto per il lavoro svolto dalle Autorità competenti”.
Il titolo Atlantia, dopo le misure cautelari eseguite dalla Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta bis sui report ‘ammorbiditi’ sulle condizioni dei viadotti gestiti dalla controllata Autostrade, ieri ha chiuso in Borsa con un crollo dell’8%.

Caccia: Lombardia, ’60mila le doppiette’Presidente, fetta importante economia e nuove norme corrette

MILANO14 settembre 201916:37

– Domani, domenica, per 60.000 cacciatori lombardi si apre la stagione di caccia che – sottolinea Federcaccia – muove una fetta importante dell’ economia: dalle attrezzature al mantenimento di richiami e dei cani alle tasse ritenute “cospicue”.
Ciascun cacciatore versa 173 euro allo Stato, 65 alla Regione, oltre 55 euro per appostamento e le quote di iscrizioni agli enti di gestione in cui è suddiviso il territorio cacciabile delle province lombarde: in media 140 euro, per miglioramenti ambientali, ripopolamenti e risarcimento dei danni arrecati dalla selvaggina. “La caccia – sottolinea il presidente lombardo di Federcaccia, Lorenzo Bertacchi – è una passione ancora molto viva in Lombardia, dove grazie all’attuale amministrazione quest’anno dovrebbero riaprire gli impianti di cattura e dove sono state approvate modifiche normative apprezzate dal mondo venatorio e non si sono assecondate le richieste di restrizione avanzate dal mondo animalista”.

Terremoto: ActionAid chiede incontro al premier ConteMettere al centro agenda prevenzione e legge per ricostruzione

14 settembre 201916:39

Mettere al centro dell’agenda politica e dell’attività del nuovo esecutivo il tema della prevenzione e mitigazione del rischio e definire una legge organica per la ricostruzione dei territori colpiti dai terremoti. Con questo obiettivo ActionAid, che con la campagna #SicuriPerDavvero ha realizzato in questi mesi un percorso partecipativo con oltre 400 realtà associative e istituzionali, ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, chiedendogli un incontro.    Nel suo discorso sulla fiducia alla Camera – ricorda ActionAid – il Premier ha sottolineato infatti come la messa in sicurezza del territorio italiano sia tra le priorità del nuovo governo.
Lunedì prossimo, inoltre, L’Aquila ospiterà nel cortile della Scuola Primaria “Mariele Ventre” – circolo didattico “Amiternum”, un modulo a uso scolastico provvisorio, la cerimonia nazionale di inaugurazione dell’anno scolastico, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. Lo scorso aprile, in occasione del decennale del terremoto che ha colpito L’Aquila e i comuni limitrofi, ActionAid ha lanciato la campagna #SicuriPerDavvero, con l’obiettivo di arrivare alla definizione di una legge organica sulla prevenzione, la mitigazione del rischio e la messa in sicurezza del territorio, con fondi certi per affrontare le ricostruzioni, a partire da quella pubblica, come le scuole, beni comuni fondamentali per la rinascita delle comunità.

“È fondamentale rendere l’Italia un Paese resiliente, capace di ridurre i rischi, rispondere efficacemente agli shock da disastri naturali, diminuendone gli effetti per la popolazione e per il territorio” scrive ActionAid nella lettera di richiesta di incontro indirizzata al Presidente Conte.

Auto travolge ciclista, un morto a LecceLa vittima un 60enne. Era in coda a gruppo di cicloescursionisti

LECCE14 settembre 201917:22

– Un ciclo-escursionista di 60 anni, di origine belga, è stato travolto ed ucciso mentre, in sella alla sua bici, si trovava nelle campagne di Veglie, in Salento, in coda ad un gruppo di ciclisti stranieri. L’uomo è stato investito da una Citroen C1 alla cui guida vi era un 19enne salentino. La posizione del giovane è al vaglio degli carabinieri.
Dopo essere stato sbalzato al suolo, il ciclista è stato soccorso e condotto con un’autoambulanza del 118 all’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce dove è morto poco dopo. Sul posto hanno compiuto accertamenti i carabinieri e gli agenti della Polizia locale.

Foibe:volantini maestro, caso archiviatoCobas Scuola, aveva esercitato proprio diritto di critica

TRIESTE14 settembre 201918:02

– L’Ufficio Scolastico Regionale del Friuli Venezia Giulia ha archiviato in maniera definitiva il procedimento disciplinare a carico di un docente dell’Isis Nautico “Savoia-Galvani” di Trieste che, nell’aprile scorso, aveva distribuito volantini con foto in bianco e nero in cui viene ritratto Fantozzi e la sua frase “Il film che state per vedere e’ una c….a pazzesca”. Il professore lo aveva fatto, fuori dall’orario scolastico, per contestare, all’ingresso di un cinema di Trieste, la proiezione riservata a circa 300 studenti di Trieste di ‘Red Land – Rosso Istria’, film dedicato alla tragedia delle Foibe. Lo rendono noto con un comunicato i COBAS SCUOLA Trieste, che hanno ricevuto l’informazione dall’Ufficio Scolastico Regionale Fvg.

Ultimo cittadino onorario di Bracciano”Per avere dedicato la sua vita agli altri senza chiedere nulla”

14 settembre 201920:42

– Il Capitano Ultimo cittadino onorario di Bracciano. Oggi, presso il municipio della città alle porte di Roma, il sindaco Armando Tondinelli ha conferito la cittadinanza al colonnello dei Carabinieri Sergio De Caprio, l’ufficiale che arrestò Totò Riina.
Nella motivazione si sottolinea in particolare l’impegno del Capitano Ultimo, che a Roma ha fondato una casa famiglia per dei giovani svantaggiati, nel sociale e in favore degli ‘ultimi’.
La cittadinanza onoraria gli è stata infatti conferita “per avere dedicato la sua intera esistenza agli altri, ai più fragili e ai più deboli senza mai aspettarsi nulla in cambio, svolgendo il proprio servizio con grande semplicità ed umiltà, combattendo contro l’ingiustizia e la criminalità, promulgando, attraverso il suo esempio e la sua condotta di vita, quei valori etici e morali che devono sempre guidare le scelte e le coscienze di tutti i popoli”.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE, APPROFONDITE, DETTAGLIATE, COMPLETE ED UFFICIALI: LEGGI, INFORMATI E CONDIVIDI!

DALLE 17:11 DI VENERDì 13 SETTEMBRE 2019

ALLE 01:01 DI SABATO 14 SETTEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Incendio Avellino, ora è sotto controllo
Vigili fuoco a lavoro, cause da chiarire. Procura apre inchiesta

NAPOLI

13 settembre 2019 17:11

– Il vasto incendio scoppiato poco prima delle 13.30 sul piazzale della “Igs”, impresa che produce contenitori in plastica per batteria di auto nella zona industriale di Avellino è sotto controllo. Lo hanno annunciato i Vigili del Fuoco. Il rogo – le cui cause non sono ancora state accertate ha prodotto una nube nera che non si è ancora dissolta. L’ Arpac (Agenzia regionale per l’ ambiente)sta effettuando monitoraggi sui possibili danni ad ambiente e salute. Tre famiglie, che abitano a poche centinaia di metri dal luogo dell’incendio, sono state precauzionalmente evacuate. Il sindaco di Avellino, come i suoi colleghi dei Comuni compresi nell’ area dell’ incendio si apprestano a varare un’ordinanza di chiusura delle scuole per domani. La Prefettura di Avellino, che ha riunito in permanenza il Centro Coordinamento Soccorsi, ha invitato i residenti a non uscire di casa e a tenere chiuse le finestre.

Incidenti stradali calano,ma più vittimeCrescono le partenze intelligenti degli italiani

13 settembre 201917:14

– Nei mesi di giugno, luglio ed agosto di quest’anno, Polizia di Stato e Carabinieri sono intervenuti su 20.205 incidenti stradali, contro i 19.795 nel 2018. Il numero delle vittime è salito da 516 a 521, mentre le persone ferite sono passate da 14.385 a 14.533. Sono i i dati di Viabilità Italia.
Nella stagione estiva il Centro di coordinamento nazionale in materia di viabilità ha registrato una certa variazione delle abitudini di viaggio con una maggiore attitudine a pianificare gli spostamenti in maniera più consapevole. Le famose partenze intelligenti, insomma. Ciò si è manifestato, in base alle prime informazioni disponibili, attraverso una maggiore ripartizione del traffico nel corso dell’intera estate, non solo con partenze più scaglionate nei giorni a ‘bollino rosso’ e ‘nero’, ma anche con flussi consistenti, e superiori a quelli dello scorso anno, nei giorni feriali.

Pugno durante raid in azienda, mortoNei giorni scorsi a Policoro, il 79enne aveva difeso impiegata

TARANTO13 settembre 201917:15

– E’ morto dopo alcuni giorni di coma Mario Di Cristo, imprenditore campano di 79 anni residente a Palagianello (Taranto) colpito con un violento pugno al volto il 7 settembre scorso mentre tentava di difendere la responsabile di magazzino di un’azienda agricola di Policoro (Matera) da due siciliani, poi arrestati dai carabinieri, che avevano preteso il pagamento di un asserito credito per la consegna di prodotti ortofrutticoli. Nel violento raid a colpi di bastone erano rimaste ferite altre tre persone. La posizione dei due arrestati ora potrebbe aggravarsi. Di Cristo è morto nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Carlo di Potenza, dove era stato trasportato dopo l’aggressione.

Sisma,Conte a Castelsantangelo sul NeraFaccia a faccia con presidente Marche e vertice Comitato sisma

CASTELSANTANGELO SUL NERA (MAC13 settembre 201917:35

– Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è arrivato a Castelsantangelo sul Nera (Macerata). Giunto in prossimità della zona commerciale delocalizzata si è soffermato a parlare con alcuni cittadini e ha preso un caffè in uno dei bar. Il premier adesso sta facendo visita al paese dell’Appennino marchigiano, ridotto da tre anni a un cumulo di macerie e ancora delimitato da una vasta “zona rossa”. Terminato il sopralluogo al borgo terremotato incontrerà il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli e l’intero Comitato istituzionale sisma, composto tra gli altri dai sindaci del territorio e dai presidenti delle Province interessate dal terremoto.

Giovane morì per pugno,condanna a 5 anniOmicidio preterintenzionale, processo con l’abbreviato

PERUGIA13 settembre 201917:43

– Il gup di Spoleto ha condannato a cinque anni e quattro mesi Cristian Salvatori, 34 anni, accusato di omicidio preterintenzionale per avere colpito con un pugno alla testa Emanuele Tiberi, di 29, caduto a terra e poi morto.
L’episodio è avvenuto a Norcia il 29 luglio del 2018. Il processo si è svolto con il rito abbreviato.
Salvatori è sottoposto all’obbligo di dimora in una comunità. Al termine delle loro arringhe i suoi difensori, gli avvocati David Brunelli e Francesco Crisi, ne avevano chiesto l’assoluzione.
L’imputato non ha assistito alla lettura della sentenza.
Nel processo davanti al gup si sono costituiti parte civile i genitori e altri familiari di Tiberi. Anche loro non erano in aula al momento della lettura del dispositivo.

Ai domiciliari autori stupro a ViterboDue ex militanti Casapound. Pm chiesto giudizio immediato

ROMA13 settembre 201917:55

– Ottengono gli arresti domiciliari Francesco Chiricozzi e Riccardo Licci, gli ex militanti di Casapound arrestati per l’accusa di violenza sessuale di gruppo e lesioni aggravate in relazione allo stupro di una donna di 36 anni avvenuto nell’aprile scorso all’interno di un pub a Viterbo. Lo ha disposto il gip. In base a quanto si apprende ai due è stato applicato il braccialetto elettronico. Nei giorni scorsi la Procura ha chiesto per i due il giudizio immediato.

Tolto stomaco ‘per errore’: ‘era malato”Primario sostenne che intervento fu per interesse paziente’

MILANO13 settembre 201918:04

– “Fin dall’inizio, il chirurgo ha sostenuto con la nostra struttura sanitaria di essere intervenuto su un organo malato, nel primario interesse della paziente e nel pieno rispetto di tutte le regole della scienza medica”. Lo spiega il gruppo ospedaliero MultiMedica di Sesto San Giovanni in relazione al caso della donna di 53 anni che, secondo la Procura di Monza e i suoi consulenti, avrebbe subito l’asportazione dello stomaco per una diagnosi errata di tumore maligno.
“In merito al caso che vede la struttura sanitaria citata come responsabile civile nel processo penale a carico di due medici per presunte lesioni colpose nei confronti di una paziente cui fu asportato lo stomaco nel 2016 – si legge in una nota – scossa dai fatti avvenuti presso il suo presidio di Sesto San Giovanni (MI) così come descritti nel capo di imputazione, MultiMedica dichiara di essersi resa fin da subito disponibile a collaborare con la Magistratura”.

Papa:900mila euro asta ‘sua’ LamborghiniFinanzierà anche asilo e seminario ad Haiti dopo sisma del 2010

13 settembre 201918:23

– Il Papa ha incontrato il Presidente della Lamborghini e i responsabili di Omaze che hanno curato la vendita all’asta, per beneficienza, della “Huracan” messa a disposizione dalla casa automobilistica e autografata dal Papa il 15 novembre 2017. Era presente anche il vincitore dell’auto, un cittadino della Repubblica Ceca. E’ stato consegnato al Papa un assegno simbolico di circa 900.000 euro; 200.000 euro saranno per la ricostruzione del seminario e di un asilo ad Haiti, distrutti dal sisma del 2010. Lo riferisce il portavoce vaticano Matteo Bruni. Il Papa, citando il Vangelo di Matteo, ha sottolineato come “la generosità di questo gesto di carità, che raggiunge direttamente i più poveri, corrisponda alle parole del passo evangelico”. Le somme precedentemente versate erano state destinate alla Comunità Papa Giovanni XXIII (donne vittime della tratta); alla Fondazione “Aiuto alla Chiesa che Soffre” per la ricostruzione della Piana di Ninive; alle Associazioni Amici Centrafrica Onlus e Gicam.

Ubriaco contro mano su A14 nel RavennateDenunciato 54enne. Tasso alcolemico cinque volte il limite legge

RAVENNA13 settembre 201918:31

– Con l’auto ha imboccato contromano l’autostrada e per giunta con un tasso alcolemico di 2.5: cioè ben cinque volte il limite di 0.50 consentito dalla legge per mettersi al volante. Un automobilista di 54 anni è stato denunciato ieri notte alle porte di Ravenna dalla Polizia Stradale ravennate inviata sul posto dal centro operativo della Polstrada di Bologna in seguito a diverse segnalazioni di automobilisti per quell’uomo che viaggiava contromano sull’A14 fra l’area di servizio Sant’Eufemia Ovest e lo svincolo per la frazione ravennate di Fornace Zarattini.
Verso le 22.45 la pattuglia, con il sistema “safety-car” per rallentare il traffico ed evitare così incidenti, si è dunque immessa sulla carreggiata dove era stata segnalata la vettura contromano: quindi, in prossimità di Fornace Zarattini, ha intercettato l’auto in questione , una Volkswagen Polo , che nel frattempo si era dovuta fermare a causa del grave danneggiamento di una ruota dovuto alla collisione con il guard-rail centrale.

Omicidio Elisa, difesa chiederà periziaBruzzone, progressiva e gravissima crisi depressiva

BOLOGNA13 settembre 201918:32

– La difesa di Massimo Sebastiani, l’uomo che ha confessato l’omicidio di Elisa Pomarelli, chiederà la perizia psichiatrica. Lo ha annunciato la criminologa Roberta Bruzzone, consulente nominata dalla difesa di Sebastiani.
“Nei due anni precedenti all’evento – ha detto, dopo averlo incontrato in carcere con l’avvocato difensore Mauro Pontini – si è manifestata una progressiva e gravissima crisi di natura depressiva che ha lasciato ampi riscontri sotto diversi profili nella sua vita. Una condizione che lui purtroppo non è stato in grado né di elaborare né di riconoscere, così come nessuno intorno a lui lo ha percepito nella giusta prospettiva”.
“Massimo – ha detto – continua a pensare a lei in maniera sistematica e cronica. La domanda che continua a farsi è ‘non riesco a capire perché l’ho fatto’. All’esito di questo colloquio sono sempre più convinta che la direzione da prendere sia quella della perizia psichiatrica”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Terremotati a Conte, “Contiamo su di te”
Lenzuolo con scritta Castelsantangelo N. durante visita premier

CASTELSANTANGELO SUL NERA (MAC13 settembre 201918:37

– “Conte contiamo su di te” è la scritta apparsa su un lenzuolo bianco esibito da una cittadina di Castelsantangelo sul Nera (Macerata) per accogliere il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Il lenzuolo è stato sorretto dalla stessa donna in un angolo della piazza dove insiste la struttura che ha ospitato il Comitato istituzionale sisma delle Marche, a cui hanno partecipato il premier e, tra gli altri, il presidente della Regione Luca Ceriscioli, e i sindaci del cratere marchigiano.

Mercoledì e venerdì 7 conci in cantiereDue trasporti eccezionali previsti per un totale di sette conci

GENOVA13 settembre 201918:57

– Due nuovi trasporti eccezionali di parti del nuovo Viadotto Polcevera, diretti al cantiere di Levante, sono previsti mercoledì e venerdì prossimo. Nel primo caso i conci trasportati dalla banchina di Arcelor Mittal fino al cantiere del nuovo ponte a Levante, trasporto previsto in strada alle 22, saranno 3 mentre venerdì i conci trasportati saranno 4 e seguiranno lo stesso percorso, già ‘collaudato’ con il primo trasporto. I conci saranno accompagnati da quattro veicoli di scorta tecnica abilitata che saranno di supporto alle pattuglie di Polizia Locale. La viabilità sarà interdetta al passaggio dei convogli dal personale di Polizia Locale.

Ocean Viking: Msf, farli sbarcare’Prima a terra, poi si pensi a dove distribuirli’

13 settembre 201918:58

– “Ci sono 82 persone che hanno subito enormi traumi, chiediamo una soluzione rapida per risparmiar loro altre inutili sofferenze. Sappiamo che i Governi europei stanno cercando un accordo sulla loro distribuzione, ma intanto che si facciano sbarcare”. Così il direttore generale di Medici senza frontiere, Gabriele Eminente, sulla vicenda della Ocean Viking, nave che Msf gestisce insieme a Sos mediterranee e che si trova ad una trentina di miglia da Malta ancora senza un porto sicuro.

Stop omofobia, con Luxuria nel FoggianoDopo episodio di discriminazione in B&B di San Severo

SAN SEVERO (FOGGIA)13 settembre 201919:03

– Trecento persone e Vladimir Luxuria hanno partecipato alla marcia contro l’omofobia che nel pomeriggio a San Severo, dopo un episodio di discriminazione: questa estate la proprietaria di un B&B ha negato l’accesso a una coppia omosessuale.
“Essendo di Foggia – sottolinea Luxuria in veste di attivista del movimento Lgbt – ho sperimentato sulla mia pelle cosa significa l’omofobia e la transfobia, prima ancora che questi termini esistessero. È meraviglioso ritrovare la mia stessa terra che, di fronte a questi episodi di discriminazione sessuale, si indigna”.
Alla manifestazione, patrocinata dal Comune di San Severo e organizzata dall’associazione “Omofobi del mio stivale”, è stata proposta la sottoscrizione di una Carta Etica, un documento “rivolto – spiega Massimo Arcangeli, dell’associazione – agli addetti ai lavori nel campo del turismo e degli esercizi pubblici e a tutte le coscienze disposte a sottoscriverla per dire no ad ogni forma di discriminazione su base sessuale”.

Pilota morì, Lamborghini deve risarcireNel 2013 in Francia. Tribunale, in gara violate norme prudenza

MILANO13 settembre 201920:33

– Il Tribunale civile di Bologna ha condannato Lamborghini spa a risarcire con 450 mila euro, più interessi legali, il padre di Andrea Mamè, pilota milanese di 41 anni morto il 30 giugno 2013 sul circuito francese Paul Ricard a Le Castellet, durante il primo giro di una corsa del ‘Lamborghini Blancpain Super Trofeo’, riservata alle vetture della Casa del Toro. In quella gara, per il giudice, ci fu una “violazione delle norme di prudenza”. Antonio Mamè ha intentato la causa assistito dai legali Marco Baroncini e Silvia Gavioli.
“L’affermazione di responsabilità – dice il legale della Lamborghini Gabriele Bordoni – passa attraverso concetti che respingiamo. Da un lato è. Nella sentenza si parla di una pretesa pericolosità nel circuito di Le Castellet che viceversa è da sempre omologato Fia non solo per le gare del tipo di quella che si era tenuta quel giorno, ma anche per le gare di F1. Difficile immaginarne la pericolosità”.

Raid gioielleria, auto bruciata per fugaSpaccata a Senigallia, forse cinque in azione. Indagano Cc

SENIGALLIA (ANCONA)13 settembre 201920:54

– Un commando formato da almeno cinque persone, vestite con tute scure, guanti e volto travisato, ha assaltato la notte scorsa una gioielleria del Centro commerciale Maestrale a Senigallia, lasciando sul ponte del Cesano un’auto data alle fiamme e un tronco per ostacolare l’intervento delle forze dell’ordine. I malviventi, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Senigallia che indagano sul furto, hanno utilizzato una vettura come ariete per frantumare la vetrata fissa d’ingresso, forzare le teche contenenti oggetti d’oro e poi scappare con un bottino di decine di migliaia di euro. Gli inquirenti esamineranno con cura anche le telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso le sequenze del furto avvenuto verso le 3.30.

Muore altro operaio in LombardiaDopo che ieri sono morti quattro indiani nell’Oltrepò Pavese

LECCO13 settembre 201921:11

– Nuovo incidente mortale sul lavoro oggi in Lombardia, dopo i quattro indiani morti ieri, in un’azienda-allevamento della provincia di Lecco. Un operaio di 38 anni ha perso la vita, schiacciato da un macchinario in una ditta di Rogoredo, frazione di Casatenovo, in Brianza. L’uomo, residente nella zona avrebbe subito gravissime lesioni da schiacciamento da un macchinario utilizzato per trattare le pelli dei conigli. Il 38enne ha riportato un trauma cranico rivelatosi fatale nonostante i tentativi di soccorso messi in atto dal pronto intervento su ambulanza, auto medica ed elisoccorso. E’ stata aperta un’inchiesta dalla Procura di Lecco.
Ieri quattro indiani sono morti in un’azienda agricola di Arena Po, in Oltrepò Pavese. I due fratelli Tarsem e Prem Singh, 45 e 48 anni, titolari dell’azienda, e i loro dipendenti Harminder Singh e Manjinder Singh, 29 e 28, hanno perso la vita in una vasca di compostaggio dei fertilizzanti.

Saluto romano Ramelli:assolti in appelloAnpi, assoluzione è ferita. ‘Profondo sconcerto’ associazione

MILANO13 settembre 201921:18

– Assoluzione in secondo grado a Milano per 16 militanti di estrema destra accusati di apologia di fascismo, per avere partecipato, il 29 aprile 2013, alla commemorazione in ricordo di Sergio Ramelli, il militante di estrema destra del Fronte della Gioventù morto a 18 anni dopo un’aggressione a colpi di chiave inglese da parte di militanti di Avanguardia operaia. La Corte d’Appello di Milano ha ribaltato il verdetto di primo grado del novembre 2015, con cui i giovani sono stati condannati a un mese di carcere a 250 euro di multa. “Grande sconcerto” è stato espresso dall’Anpi, l’associazione dei partigiani: “Questa grave sentenza nonostante la nostra incalzante richiesta di condanne esemplari a chi fa apologia di fascismo, arreca – sottolinea l’ente – ancora una volta una profonda ferita alla nostra Città e alle sue tradizione democratiche e antifasciste”.

Cc ucciso: impronte Natale su pannelloAveva negato di aver avuto a che fare con arma usata da Elder

ROMA13 settembre 201919:13

– I carabinieri del Ris hanno individuato impronte (palmari e digitali) di Christian Gabriel Natale Hjort, accusato di concorso con Finnegan Lee Elder dell’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello, su uno dei pannelli del controsoffitto della camera dell’albergo dove i due alloggiavano e in cui fu occultato il coltello utilizzato da Elder per colpire il carabiniere. La relazione è stata depositata dalla Procura in vista dell’udienza del Riesame.
Secondo gli inquirenti si tratta di un dato importante in quanto Natale ha sempre negato di avere avuto a che fare con l’arma.

Le analisi sono state svolte sui reperti prelevati a inizio agosto nella stanza dell’albergo che dista 80 metri dal luogo della tragica aggressione.Nel controsoffitto era stato rinvenuto il coltello a lama lunga utilizzato per colpire per 11 volte Cerciello. Elder ha confessato di essere lui l’autore materiale dell’omicidio.