Aggiornamenti, Notizie, Piemonte, Ultim'ora

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 17 minuti

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:24 DI LUNEDì 11 NOVEMBRE 2019

ALLE 16:59 DI MERCOLEDì 13 NOVEMBRE 2019

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Addio Elda Lanza, prima presentatrice tv
Aveva 95 anni. Giornalista ed anche scrittrice

TORINO11 novembre 2019 13:24

– La scrittrice e giornalista Elda Lanza, conosciuta al grande pubblico come prima presentatrice della Rai e poi come “nuova signora del giallo italiano” grazie al successo di ‘Niente lacrime per la signorina Olga’ , ‘Il matto affogato’, Il venditore di cappelli ed altri titoli ancora pubblicati dalla casa editrice Salani, è morta a Castelnuovo Scrivia (Alessandria), dove ormai risiedeva da anni, dopo aver vissuto a lungo a Milano.
Ad annunciare la morte lo scrittore e giornalista Mariano Sabatini, che le era amico.
Femminista attiva e convinta aveva studiato alla Cattolica di Milano e poi alla Sorbona di Parigi. Nel 1952 aveva iniziato a lavorare per l’allora tv pubblica, ed era così stata la prima presentatrice televisiva italiana. Tv che poi aveva a lungo frequentato, spesso come opinionista in tema di galateo e buone maniere, suo il best seller ”Signori si diventa le nuove regole dello stile” per Mondadori, fino agli anni recenti e al debutto, nel 2012, come giallista.

Amianto alla Pirelli, una condannaUn anno reclusione ex direttore stabilimento oggi 91enne

TORINO11 novembre 201914:28

– Una condanna e sette assoluzioni: si è concluso così, oggi in Tribunale a Torino, il processo per le morti per esposizioni da amianto negli stabilimenti Pirelli di Settimo Torinese. Sul banco degli imputati otto ex manager dell’azienda. Luigi Penna, 91 anni, direttore dello stabilimento dal 1970 al 1985, è stato condannato a un anno di reclusione per omicidio colposo in seguito al decesso di un operaio. Gli altri sette, accusati a vario titolo di omicidio e lesioni, sono stati assolti: alcuni per non aver commesso il fatto, altri ancora per intervenuta prescrizione.
Il pm Vincenzo Pacileo aveva chiesto condanne dai due ai tre anni di reclusione. Trentotto i casi contestati: 23 decessi avvenuti tra il 2011 e il 2014 e 15 lesioni. Gli operai affetti da mesotelioma e linfoma avevano lavorato nello stabilimento tra la fine degli anni ’60 e la fine degli anni ’90.

Clima e parassiti condizionano raccoltiIn Piemonte male frutta ortaggi e miele. Buoni raccolti cereali

TORINO11 novembre 201914:09

– Gli effetti dei cambiamenti climatici e l’invasione di parassiti fino a pochi anni fa quasi sconosciuti hanno condizionato l’ultima annata agraria in Piemonte. Scarse le produzioni orticole e di frutta, calo del 15-20% della vendemmia, dimezzato il raccolto di nocciole, gravi difficoltà per i produttori di miele. A tracciare il bilancio, come avviene dal 2003, è stata la Confagricoltura Piemonte.
Nel bilancio 2019 soddisfacenti il raccolto di cereali e soia, l’andamento del comparto avicolo (uova, polli e tacchini); registrata la tenuta del prezzo del latte alla stalla e dei bovini da carne; in flessione l’andamento dei prezzi nel comparto suinicolo.
Sul piano politico Confagricoltura “apprezza la piena assunzione di responsabilità della nuova giunta regionale, affinché si possano erogare nei tempi previsti tutte le risorse assegnate al Piemonte nell’ambito del Psr (piano di sviluppo rurale, ndr)”, mentre “lamenta l’inerzia delle istituzioni sul tema dei danni arrecati dalla fauna selvatica”.

Condannata foreign fighter italianaLara Bombonati era stata arrestata nel giugno 2017

ALESSANDRIA11 novembre 201915:08

– E’ stata condannata a 2 anni e 8 mesi Lara Bombonati, la foreign fighter italiana accusata di associazione con finalità di terrorismo. La donna è stata ritenuta colpevole di aver fiancheggiato associazioni terroristiche di matrice islamica mentre era in Siria. Arrestata nel giugno 2017, aveva abbracciato la fede islamica e sposato Francesco Cascio, un combattente italiano che risulterebbe morto in ‘battaglia’.

Cavallerizza, occupazione oltre 12/11Assessore, volontà politica è approvare regolamento beni comuni

TORINO11 novembre 201916:28

– Potrebbe slittare di concerto fra le parti il termine, inizialmente previsto per il 12 novembre, entro cui gli occupanti devono lasciare la Cavallerizza. Lo rende noto l’assessore all’Urbanistica della Città di Torino, Antonio Iaria, nelle comunicazioni al Consiglio comunale sulla vicenda. “Finalmente c’è un progetto culturale-artistico realizzabile, in grado di risolvere i problemi contingenti legati alla sicurezza del complesso”, ha detto Iaria, ribadendo “la volontà politica di approvare il regolamento dei beni comuni”.
Le comunicazioni all’Aula arrivano a meno di un’ora dall’incontro in Prefettura per la firma del verbale d’intesa sul futuro del patrimonio Unesco andato a fuoco nelle scorse settimane.
Quanto alla presenza alla riunione del tavolo, la scorsa settimana, dei consiglieri M5S Viviana Ferrero e Damiano Carretto, la prima cittadina ha ribadito di non ritenere “opportuna la loro partecipazione”. E ha spiegato di non esserne a conoscenza.

Ronaldo già in Portogallo, niente multeBianconero aveva lasciato lo stadio prima di fine Juve-Milan

TORINO11 novembre 201917:10

– Nessuna multa per Cristiano Ronaldo che, sostituito in Juventus-Milan, ha lasciato l’Allianz Stadium prima della fine della partita. E’ quanto si apprende da ambienti vicini alla società bianconera. Nei confronti dell’attaccante, in Portogallo per rispondere alla chiamata della sua Nazionale, non ci saranno dunque provvedimenti disciplinari.

Cavallerizza, intesa su futuro complessoRaggiunto accordo con Città e Prefettura

TORINO11 novembre 201920:39

– C’è intesa sul futuro della Cavallerizza, il complesso monumentale patrimonio Unesco nel centro di Torino gravemente danneggiato da un incendio nelle scorse settimane. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, questa sera Città di Torino, Prefettura e occupanti hanno sottoscritto un verbale d’intesa che permetterà “di partire con la ristrutturazione del bene – spiega la sindaca Appendino – per restituirlo alla cittadinanza”.
L’accordo concede agli occupanti tutta la settimana per lasciare la struttura; per traslocare i materiali avranno a disposizione anche la prossima settimana. “Non si tratta assolutamente di uno sgombero”, precisa il prefetto Claudio Palomba, piuttosto di “un primo passo di fiducia reciproca”, come definisce la firma la sindaca Appendino.
Per proseguire il dialogo sulla Cavallerizza verrà anche istituito un tavolo permanente che si riunirà con cadenza mensile.

SilverSkiff Regatta è un successoVince per la quarta volta olimpionico croato Martin Sinkovic

TORINO12 novembre 201909:54

– E’ una delle gare di resistenza più spettacolari al mondo, il fiume invaso per due giorni dalle barche lungo un tracciato ricco di emozione. Si è chiusa con un successo, di pubblico e partecipanti, anche la 28esima edizione della SilverSkiff Endurance Regatta, che ha visto impegnati a Torino atleti di una trentina di nazioni, tra cui Stati Uniti, Svizzera, Francia, Spagna, Israele ed Emirati Arabi.
La vittoria è andata per la quarta volta al campione olimpico croato Martin Sinkovic, seguito dal portoghese Pedro Fraga e dal fratello di Martin, Valent. Prima tra le donne Valentina Rodini, atleta azzurra qualificata per Tokyo 2020.
Organizzata da un comitato di volontari della Canottieri Cerea, la regata si avvale della collaborazione dei circoli remieri cittadini. E può contare su sponsor del calibro di Ferrero, protagonista nella giornata dedicata ai più piccoli con Kinder Joy of Moving, il progetto di responsabilità sociale volto a sostenere l’attività fisica tra i giovani. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Biella, Day Hospital in segno Pistoletto
La creatività per l’umanizzazione delle cure

TORINO12 novembre 201910:06

– Sono ispirate alla poetica del maestro Michelangelo Pistoletto le sale di attesa del Day Hospital Oncologico dell’ospedale di Biella. Il progetto è del Servizio Formazione e sviluppo Risorse Umane con l’équipe infermieristica del Dipartimento Oncologico e gli insegnanti e allievi del Liceo Artistico ‘G. & Q. Sella’, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, da sempre attenta non solo alle donazioni di strumentazioni ma anche ai progetti di umanizzazione delle cure.
Creatività e cura trovano dunque casa all’ospedale di Biella.
Oltre agli alberi e ai gomitoli sulle pareti, di fronte al banco dell’accoglienza c’è il simbolo del ‘Terzo Paradiso’, intrecciato nei colori dell’Asl BI. Una forma straordinariamente evocativa che il Maestro Pistoletto disegna e declina da 16 anni e che ha recentemente donato per accompagnare Biella verso il prestigioso riconoscimento di ‘Città Creativa’ Unesco: simbolo dell’equilibrio fra natura e artificio, rappresenta un’umanità rinnovata.

Piogge forti e neve a 400-500 metriPiù freddo nel sud del Piemonte. A 2000 metri minime a -8

TORINO12 novembre 201911:48

– Primo assaggio d’inverno giovedì prossimo in Piemonte. Una perturbazione porterà “piogge diffuse e intense” – prevede Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) e neve a 400-500 metri tra Basso Torinese, Cuneese e Astigiano, a 600-800 metri altrove, con temperature minime a 8 alla quota di 2000 metri. Venerdì le condizioni meteo resteranno variabili, “con piogge sparse alternate a parziali schiarite nelle ore centrali della giornata”. La quota neve resterà a 700-800 metri.

Monopattini,Torino avvia sperimentazioneIn zone 30 e piste ciclabili. Appendino, rispettare regole

TORINO12 novembre 201913:25

– Prende il via a Torino la sperimentazione di monopattini e segway. Dopo le polemiche per le multe e, nei giorni scorsi, il primo incidente, da domani questi nuovi mezzi di trasporto potranno viaggiare sulle piste ciclabili e nella cosiddette ‘zone 30′, dove cioè non si possono superare i 30 km orari. Limite, quest’ultimo, che entra in vigore anche nella Ztl centrale.
“Siamo orgogliosi che Torino possa partire con la sperimentazione, si tratta di un progetto in linea con l’obiettivo della micromobilità che ci siamo posti”, afferma la sindaca Chiara Appendino. “La sperimentazione – aggiunge – avrà esito positivo se sapremo rispettare le regole. Auspico che tutti coloro che vi prenderanno parte sentano questa responsabilità”.   Monopattini e segway non potranno invece viaggiare sui marciapiedi e sotto i portici cittadini. “Non è nemmeno consentito procedere contromano – spiega l’assessora ai Trasporti, Maria Lapietra -, farsi trainare da veicoli o circolare in due sullo stesso mezzo. Ogni utilizzo improprio verrà sanzionato”. Le multe variano da 40 a 160 euro, a seconda delle violazioni che verranno contestate. Il decalogo della sperimentazione prevede anche che monopattini e segway debbano riportare la marcatura CE ed essere dotati di segnalatore acustico e limitatore di velocità.   I motori non possono avere una potenza superiore ai 500w e la velocità massima consentita è di 20 km orari. Il parcheggio è consentito nelle aree e negli stalli destinati alle bici e ai motoveicoli. Per guidarli, se minorenni, è obbligatorio possedere la patente. Da mezzora dopo il tramonto, o qualora le condizioni atmosferiche lo richiedano, se i mezzi sono sprovvisti di dispositivi di segnalazione visiva non possono essere utilizzati. Col buio è obbligatorio il giubbotto catarifrangente. Non c’è l’obbligo di indossare il casco, anche se consigliato. Stesso discorso per quanto riguarda l’assicurazione.   La sperimentazione terminerà a fine luglio.

A.Mittal, sciopero a Novi LigureBentivogli,senza siderurgia Italia destinata a deserto industria

ALESSANDRIA12 novembre 201913:24

– Scioperano i lavoratori ex Ilva ArcelorMittal di Novi Ligure (Alessandria) con presidio davanti alla Prefettura di Alessandria. Alla protesta, indetta da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, partecipa Marco Bentivogli, segretario generale della federazione italiana dei metalmeccanici (Fim Cisl). “Senza siderurgia l’Italia è destinata alla desertificazione industriale – dice – La situazione è drammatica”.
Quello di Novi è uno degli stabilimenti più importanti dell’ex Ilva. Indotto compreso, dà lavoro a 1.200-1.300 persone.
“Il Governo ci dia risposte, un segnale forte. Dopo 8 anni di incertezze, speravamo di averla risolta, invece no”, dicono i sindacati dopo essere stati ricevuti in delegazione dal prefetto, Antonio Apruzzese.
Il Consiglio comunale di Novi, intanto, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che impegna sindaco e giunta ad adoperarsi presso il Governo e a partecipare a tutti i tavoli di confronto promossi a ogni livello. Attesa la convocazione di un Consiglio comunale aperto.

Vendeva hashish Dior, preso pusher dandyPolizia sequestra nel centro di Torino 9 chili di stupefacente

TORINO12 novembre 201912:59

– Con abiti firmati e atteggiamento distinto, si aggirava per le vie del centro di Torino per vendere hashish dal marchio Dior. Il pusher, un 48enne di origine algerina incensurato e con permesso di soggiorno dal 2017, è stato arrestato dalla polizia. Gli agenti del commissariato Centro l’hanno fermato mentre si trovava seduto in un bar in piazza Castello e l’hanno bloccato mentre cercava di chiudersi in bagno per liberarsi di tre panetti di hashish di circa 100 grammi ciascuno.
Durante la perquisizione nel suo appartamento, una mansarda in via della Misericordia, i poliziotti hanno sequestrato 85 panetti di stupefacente, 700 euro in contanti e tre cellulari.
“In tutto abbiamo trovato circa 9 chili di hashish che avrebbero fruttato più di ventimila euro – spiega il dirigente del commissariato Centro, Gian Maria Sertorio – Un’operazione che dimostra l’importanza delle pattuglie a piedi: uomini che conoscono il territorio e che non si fanno ingannare dagli stratagemmi degli spacciatori”.

Renzi, darò battaglia per manovra No TaxLeader Iv lancia iniziativa con proposte “Shock” su investimenti

12 novembre 201916:04

– “C’è un dato di fatto oggettivo. La situazione economica del Paese non è rosea. Tutto ristagna. E il problema non è la legge di bilancio – su cui continueremo la nostra battaglia #NoTax – ma la situazione di incertezza sugli investimenti. Per questo do a tutti appuntamento a Torino, venerdì 15 novembre”. Lo scrive Matteo Renzi nella Enews, in cui annuncia l’iniziativa dal titolo “Shock! Le proposte di Italia viva per rilanciare l’economia”.

Visionary Days, tavoli a Torino e GenovaSaracco, brainstorming menti giovani. Chiude Spadafora a Ogr

TORINO12 novembre 201917:04

– Una giornata di brainstorming con 120 tavoli ai quali prenderanno parte 1.500 giovani under 35, il tutto elaborato in tempo reale dall’intelligenza artificiale con l’obiettivo di sviluppare proposte per il pianeta del futuro.
Avverrà il 23 novembre nell’ambito di Visionary Days 2019, duplice appuntamento a Torino e Genova, che in 10 ore porterà alla stesura di un manifesto di 60 pagine, che sarà stampato e distribuito ai partecipanti.
A fine giornata le idee saranno discusse con il ministro della Politiche Giovanili, Vincenzo Spadafora, presente nella sede torinese delle Ogr, in collegamento con la sede genovese di Palazzo Ducale. L’iniziativa, organizzata dall’associazione Visionary fondata da studenti del Politecnico di Torino, si estende per la prima volta a una seconda città. “Sarà una mobilitazione di giovani senza precedenti – dice il rettore del Politecnico, Guido Saracco – per mettere insieme menti fresche e ancora non troppo strutturate, le più fertili sul fronte dell’innovazione”.

Europei corsa campestre in PiemonteCirio, evento mostrerà a tutti nostre competenze e bellezze

TORINO12 novembre 201917:27

– La 28esima edizione degli Europei di corsa campestre, nel 2021, si svolgeranno in Piemonte. La decisione è stata annunciata ad Istanbul. Un “grande successo per il Piemonte”, affermano il governatore, Alberto Cirio, e l’assessore regionale allo Sport, Fabrizio Ricca.
“Questo evento avrà la capacità di attrarre in Regione grandi atleti – aggiungono – e sarà un ottimo palcoscenico per mostrare a tutti le nostre competenze nel gestire gare simili ma anche per mostrare le bellezze paesaggistiche e architettoniche che rendono il Piemonte una grande Regione italiana”.
E’ la quarta volta che l’Italia ospita gli europei di corsa campestre. Più di 600 sportivi sono attesi in Piemonte da tutta Europa. L’evento si svolgerà al Parco della Mandria. “Stiamo studiando una partnership con le Atp Finals – annuncia Alfio Giomi, presidente Fidal – che Torino ospiterà proprio nel 2021.
Il lavoro inizia da subito, nell’ottica di un percorso che vuole portarci agli Europei di Roma 2024”.

Neonato morto, pm ‘assolve’ ospedaleAvvocati madre, no alla chiusura dell’indagine

TORINO12 novembre 201917:56

– Aveva portato il figlio di appena 20 giorni all’ospedale Maria Vittoria e aveva “disperatamente” chiesto che fosse ricoverato perché “stava molto male”: il bimbo fu rimandato a casa con una semplice diagnosi di rinite (e l’indicazione di usare l’aerosol) e morì 54 ore più tardi per gli effetti di una “severa broncopolmonite acuta bilaterale” sorretta da “virus sinciziale”. La procura di Torino ha comunque chiesto l’archiviazione del caso non ravvisando responsabilità da parte del medico che aveva visitato il piccino. Il caso è quello del piccolo Giacinto, deceduto lo scorso 2 febbraio.
La procura afferma che al momento del controllo (la notte del 31 gennaio) “non vi erano elementi clinici che suggerissero un ricovero o immediati approfondimenti diagnostici”. Gli avvocati della mamma di Giacinto, Federico Milano ed Enzo Pellegrin, contestano le conclusioni e chiedono di proseguire le indagini anche perché sono stati gli stessi ispettori del Ministero a sollevare dei dubbi.

Mistero per 2 gatti scomparsi, processoIn tribunale Torino. Uno forse ucciso, ma corpo non si trova

TORINO12 novembre 201920:11

– Un gattino che potrebbe essere stato ucciso, un altro scomparso senza lasciare tracce: è il mistero di cui si sta occupando il tribunale di Torino in un processo a carico di un uomo residente in un paese della provincia. La vicenda si inserisce nel quadro di rapporti non sereni tra due famiglie vicine di casa. I proprietari della bestiola affermano di avere visto l’imputato compiere il delitto (lo avrebbe infilato in un sacco dell’immondizia che poi ha sbattuto violentemente per terra) ma il corpicino della non è mai stato trovato. Per risolvere il caso, il giudice Modestino Villani sta facendo interrogare numerosi testimoni.
L’episodio risale al luglio del 2018. L’imputato, difeso dall’avvocato Stefano Tizzani, proclama di essere innocente e di avere persino sfamato i gattini quando, durante uno dei consueti lunghi periodi di assenza dei proprietari, sono entrati nel suo cortile. Di tenore opposto il racconto dei denuncianti, parte civile con l’avvocato Gian Maria Mosca.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Orologi e gioielli in campo nomadi
Controlli carabinieri per prevenire furti e truffe

TORINO13 novembre 201909:17

– Orologi Rolex, monili in oro e pietre preziose, per un valore di oltre 65mila euro, sono stati sequestrati nelle abitazioni di tre sinti, un uomo e due donne già noti alle forze dell’ordine. L’intervento dei carabinieri al campo nomadi di via Lega e in piazza della Repubblica, a Torino, nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio, in particolare truffe e furti in abitazione. Sequestrati anche attrezzi per l’edilizia e una banconota, palesemente falsa, da 200 euro.
Sono in corso accertamenti per risalire alla proprietà dei preziosi e delle attrezzature edili sequestrate. Per eludere i controlli, le donne hanno nascosto nei reggiseni il tesoro, probabile provento di furto, e hanno finto di sentirsi male.
Nell’ambito degli stessi controlli, in uno stabile di piazza della Repubblica, a Torino, i carabinieri hanno scoperto un allaccio abusivo alla rete elettrica.
Il bilancio dell’attività è di cinque persone denunciate.

Petizione, monumento per vvf QuargnentoAppello vedova vigile fuoco, ricordatelo facendo del bene

ALESSANDRIA13 novembre 201910:05

– Un monumento per rendere omaggio ai tre vigili del fuoco morti nell’esplosione di una cascina a Quargnento, nell’Alessandrino. Lo chiede una petizione online, su change.org, che ha già raccolto qualche centinaia di firme. La richiesta è rivolta alla sindaca di Quargnento, Paola Porzio, che nei giorni scorsi ha annunciato l’intenzione dell’amministrazione di costituirsi parte civile nel processo per la tragedia.
“Non vogliamo, come Comune, che vengano a visitarci per la cascina maledetta, ma perché paese natale del pittore Carlo Carrà, per il quale organizzeremo una grande mostra nel 2021, e per molte altre iniziative – spiega la prima cittadina -. La tragedia purtroppo c’è stata, ma i proprietari della cascina e gli eventuali responsabili non c’entrano nulla col paese”.
Intanto su Fb la vedova di Antonino Candido, Elena Barreca, chiede di ricordare il marito aiutato le persone che hanno bisogno. “Ogni gesto buono – dice – farà felice mio marito i suoi fratelli”.

Intesa, Barbero racconta il RinascimentoSecondo appuntamento con lo storico al Grattacielo di Torino

TORINO13 novembre 201911:02

– Prosegue il ciclo di lezioni di Alessandro Barbero, “Quando l’economia cambia la storia”. Dopo il successo del primo appuntamento, giovedì 14 novembre al grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino lo storico e scrittore tiene la lezione “Il denaro e le donne: Grazia Nasi, una finanziera del Cinquecento”.
Al centro della conferenza il Rinascimento e un’Europa prospera, fondata sul credito e il commercio, cui fa da contraltare una feroce intolleranza religiosa. A Oriente, invece, l’Impero Ottomano offre il quadro di un’economia in stagnazione ma una società relativamente tollerante. Fra questi due mondi operano i banchieri ebrei, protagonisti e vittime dell’epoca. Non solo uomini ma anche donne, come Grazia Nasi, figura emblematica nel racconto dell’epoca.
Si prenota accedendo al sito http://www.grattacielointesasanpaolo.com/news. Allo stesso indirizzo sarà possibile seguire la diretta streaming.

PIEMONTE TUTTE LE NOTIZIE

Allo stesso indirizzo sarà possibile seguire la diretta streaming.

Vigili Torino, Bezzon ritira dimissioniSoddisfatta Appendino, contenta abbia deciso di rimanere

TORINO13 novembre 201911:08

– Emiliano Bezzon resta al comando della polizia municipale di Torino. Il comandante ha chiesto alla sindaca Chiara Appendino di respingere le dimissioni, presentate la scorsa settimana in polemica per le multe ai monopattini. “Non me la sento di lasciare il comando”, ha annunciato Bezzon durante la cerimonia per il 228esimo anniversario di fondazione della polizia municipale subalpina.
“La Città ha bisogno di lei, il suo Corpo ha bisogno di lei – è stata la pronta replica della prima cittadina -. Sono contenta che abbia deciso di rimanere. Sarebbe stato ingiusto. Questa vicenda ci deve insegnare qualcosa: quando si sperimenta qualcosa di nuovo può capitare che ci siamo incomprensioni, bisogna creare coordinamento”.
Proprio oggi a Torino prende il via la sperimentazione di monopattini e segway.

Botte a giovani destra da incappucciatiNella notte a Torino, indaga la Digos

TORINO13 novembre 201914:19

– Due militanti di Aliud, gruppo giovanile di destra, sono stati aggrediti nella notte a Torino da una decina di incappucciati. Le due vittime sono state medicate all’ospedale Martini e hanno riportato diverse fratture.
“Siamo stati pedinati appena usciti dalla sede e raggiunti sotto casa di uno di noi – si legge sulla pagina Facebook di Aliud – Lì è iniziata l’aggressione con calci, pugni e spray al peperoncino. Ci hanno urlato ‘Sparite da San Paolo o la prossima volta non potrete raccontarlo'”. Sull’accaduto indaga la Digos che sta sentendo le parti lese e alcuni testimoni.
Il 27 ottobre 2017, Aliud aveva inaugurato la sede in via Sestriere 9, zona borgo San Paolo. Alcuni esponenti dei centri sociali avevano organizzato una manifestazione antifascista per le vie del quartiere. A quanto si apprende, l’aggressione di ieri notte potrebbe essere la conseguenza di alcuni screzi tra il gruppo di destra, che si dice vicino a Fratelli d’Italia, e alcuni appartenenti ai centri sociali.

Emera in Italia, inaugurata prima RsaA Grugliasco, nel Torinese. Presto 2/a apertura a Sanremo

TORINO13 novembre 201914:15

– Emera, gruppo francese tra i principali player europei nel settore dei servizi assistenziali per gli anziani, sbarca in Italia e inaugura la sua prima RSA negli spazi dell’ex Istituto Suore Missionarie della Consolata, a Grugliasco (Torino). Novantasei posti letto su tre piani più un Nucleo Alzheimer Temporaneo con altri venti posti. L’elemento distintivo del gruppo francese è costituito dall’elevata qualità dei servizi alberghieri, così da offrire ai propri ospiti l’opportunità di assaporare una “nuova vita”.
Il gruppo ha siglato un protocollo di intesa con il Comune di Grugliasco e con l’Agenzia Piemonte del Lavoro per la ricerca di ottanta figure professionali da inserire nella struttura. Al momento sono circa cinquanta, di cui una quindicina di Grugliasco, a lavorare nella Rsa Consolata. Entro fine 2019, Emera aprirà una seconda RSA a Sanremo e prevede di aprire altre strutture in Italia.

Cnn dedica servizio a Museo Auto TorinoIntervista al car designer cui è dedicata una grande mostra

TORINO13 novembre 201914:06

– La Cnn, primo canale all news della storia fondato nel 1980 ad Atlanta negli Usa, dopo avere consigliato Torino come ‘meta insolita’ di un viaggio in Italia nell’estate 2019, è tornata a parlare del capoluogo piemontese con un servizio dedicato al Museo dell’Auto e al talento del car-designer Marcello Gandini.
Lo storico giornalista di automotive Peter Valdes-Dapena ha firmato un servizio dedicato alla Lamborghini Countach, andato in onda lo scorso weekend, e un articolo online, con un’intervista al designer.
Marcello Gandini lo scorso 15 ottobre ha ricevuto il premio Matita d’Oro del Mauto, e il museo gli ha dedicato una grande mostra personale, visitata da 83 mila persone tra il gennaio e il maggio scorsi.

Staminali, 500 donazioni in PiemonteTraguardo con giovane piemontese, ha salvato inglese con tumore

TORINO13 novembre 201913:57

– Il Piemonte taglia il traguardo delle 500 donazioni di cellule staminali emopoietiche di midollo osseo in trent’anni di attività, il 12% delle donazioni totali italiane. L’ultimo caso nei giorni scorsi ha avuto per protagonista un giovane piemontese che, con la donazione, ha salvato un paziente inglese affetto da un grave tumore del sangue. Era l’unico compatibile tra gli oltre 37milioni di donatori iscritti nei registri internazionali.
Nel 32% delle donazioni avvenute nei centri prelievo della Città della Salute di Torino, e degli ospedali di Cuneo e di Alessandria, le cellule donate hanno raggiunto il paziente all’estero. I 500 donatori effettivi sono stati selezionati tra gli oltre 70mila che in questi trent’anni si sono iscritti al registro. Negli ultimi cinque anni, il 70% dei donatori ha meno di 35 anni, il restante 30% meno di 25. Il 73% sono maschi. Il prelievo, che avveniva dalla cresta iliaca del bacino, dal 2005 è possibile dal sangue periferico.

Tv: una Torino inedita per la serie ‘Giustizia per tutti’Riprese fino a febbraio, c’è sostegno Film Commission e Regione

TORINO13 novembre 201914:36

– Un uomo ingiustamente accusato dell’omicidio della moglie che, dopo 10 anni di carcere, prende in mano la sua difesa riuscendo a scagionarsi e poi si mette al servizio di altri per far vincere la verità. Tutto sullo sfondo di una Torino spesso inedita. ‘Giustizia per tutti’ è la serie Tv Mediset, con protagonista Raoul Bova, girata nel capoluogo piemontese con la collaborazione di Film Commission Torino Piemonte e il sostegno della Regione.
Ventuno settimane di riprese, che dovrebbero concludersi a febbraio, per una produzione che vede una grande partecipazione di professionalità del territorio. “Un dato rilevante – dice Maurizio Zaccaro, regista insieme a Eros Puglielli – perché significa rispettare le professionalità del posto, creare un indotto, offrire non solo un impiego per i giovani ma anche fare una grande formazione quadri”.
Per Zaccaro “girare a Torino è sempre molto significativo, abbiamo dedicato molto tempo alla ricerca di posti meno conosciuti, dal centro alla periferia”. E c’è chi, come l’assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Vittoria Poggio, suggerisce di ampliare le location a tutto il Piemonte.
“Il cinema – dice – è un asset di sviluppo molto importante in cui la Regione crede e la presenza di un attore come Bova conferma la valenza di un lavoro che punta sempre più sulla qualità. Torino è un set importante ma tutta la regione ha molte potenzialità da sviluppare”.

Smog, Regione contro Città MetropolitanaE’ grave convocare tavolo senza verificare presenza Regione

TORINO13 novembre 201915:32

– Si fanno tesi i rapporti tra la Regione Piemonte e la Città metropolitana in materia di lotta all’inquinamento atmosferico. L’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati, punta il dito contro il tavolo di coordinamento sulla qualità dell’aria perché convocato in contemporanea ad un altro appuntamento regionale.
“Non è accettabile – sostiene Marnati – che per tre volte consecutive si sia cercato l’incidente pianificando incontri senza verificare la presenza della Regione, che tra l’altro è il principale erogatore di sostegni economici. Questa grave sgrammaticatura istituzionale avrà come conseguenza il fatto che, da ora in avanti, in assenza di scuse formali, agiremo autonomamente”.
“Convocherò personalmente in assessorato il tavolo sulla qualità dell’aria con tutti i sindaci per concordare con loro le misure per la riduzione delle sostanze inquinanti – conclude Marnati -. I sindaci sono i nostri primi interlocutori, e sono qui in assessorato regionale sono a casa loro”.

Ct Portogallo,Ronaldo?Basta storie,gioca’Domani ci sarà mettendosi alle spalle chiacchiere dall’Italia’

LISBONA13 novembre 201916:11

– “Cristiano Ronaldo è motivatissimo, e se l’ho convocato è perché è tutto a posto. Sta bene, e giocherà domani contro la Lituania, lasciandosi alle spalle le chiacchiere che vengono dall’Italia”.
Così, in conferenza stampa a Faro, il ct del Portogallo Fernando Santos che, più che della partita, è costretto a parlare del suo fuoriclasse in corsa per il suo sesto Pallone d’Oro. “Ciò che arriva dall’Italia non lo so – dice ancora Santos -, e certe storie qui non devono arrivare. Lo stesso Ronaldo lascia perdere certe cose e, come ho detto, è pronto e molto motivato per giocare, visto che è anche un eccellente professionista. Tutti lo sanno, e non capisco come possa esserci ancora chi discute uno come lui”.
“In troppi amano inventare storie su di lui – dice ancora Santos -, ci sono milioni di calciatori ma certe chiacchiere le fanno solo su Cristiano. Il quale sta bene e giocherà, ed è questo ciò che ci interessa. E adesso basta,non parlo più di lui, ma solo della partita contro i lituani”.

Torino: Zaza e Parigini recuperati,Si allungano tempi recupero Bonifazi, ancora con mano ingessata

TORINO13 novembre 201916:53

– Il Torino recupera due infortunati: Zaza e Parigini hanno svolto oggi al ‘Filadelfia’ l’intera seduta di allenamento con la squadra. Programma ancora personalizzato invece per Baselli, lavoro solo atletico per Bonizafi i cui tempi di recupero di allungano: ha ancora la mano ingessata, che rimarrà tale ancora per un po’ tanto da rendere improbabile un suo ritorno in campo se non a ridosso delle festività. C’è poi Iago Falque, che continua a seguire le terapie che gli sono state prescritte.
La prossima partita dei granata dopo la sosta sarà all’Olimpico Grande Torino, sabato 23 novembre, contro l’Inter di Antonio Conte.

Annunci
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 19 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:06 ALLE 15:33 DI MERCOLEDì 13 NOVEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Corruzione, 17 misure cautelari
Eseguite dai Carabinieri. Anche illecita gestione Comune Venosa

POTENZA13 novembre 2019 07:06

– Diciassette misure cautelari, emesse nei confronti di ex amministratori e funzionari pubblici, sono in corso di esecuzione da parte dei Carabinieri nell’ambito di un’operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza “su un consolidato sistema di corruzione” per “la gestione e la successiva autorizzazione di pratiche edilizie da parte dell’Ufficio difesa del suolo della Regione Basilicata” e per “l’illecita gestione politico-amministrativa del Comune di Venosa (Potenza)”. Coinvolto – secondo quanto si è appreso – anche l’ex sindaco del Comune oraziano.
I particolari dell’operazione saranno illustrati stamani, alle ore 11, in una conferenza stampa che si terrà negli uffici della Procura della Repubblica di Potenza.

Caos e disagi per neve sulle DolomitiStrade bloccate per alberi caduti, interrotta ferrovia Pusteria

BOLZANO13 novembre 201908:15

– Sulle Dolomiti si registrano forti problemi alla viabilità. In alcune zone dell’Alto Adige nel corso della notte sono caduti fino a 40 centimetri di neve.
Numerose strade sono bloccate per alberi caduti, così anche la linea ferroviaria della val Pusteria. Oltre 200 gli interventi dei vigili del fuoco per liberare le strade, mentre a Bolzano si registrano cantine allagate. I maggiori problemi si registrano in val d’Ega, val Gardena e val Pusteria. Nel pomeriggio è previsto un miglioramento della situazione.

Maltrattamenti a bimbi,arrestate maestreDocumentate da Cc violenze fisiche e psicologiche verso piccoli

CARIATI (COSENZA)13 novembre 201909:24

– Due insegnanti di scuola materna di un asilo privato di Cariati, in provincia di Cosenza, sono state arrestate e poste ai domiciliari dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza supportati da militari del Nas e del Nil con l’accusa di maltrattamenti.
Le indagini hanno documentato una serie di maltrattamenti di natura fisica e psicologica compiuti dalle due donne nei confronti dei bambini, tutti di età compresa tra i due e i cinque anni.

Venezia: acqua alta da record 2 vittimeDanni ingenti, Sindaco verso stato crisi e marea sale ancora

VENEZIA13 novembre 201909:28

– Acqua alta da record a Venezia, nella notte, con 187 cm sul medio mare che ha invaso città ed isole, la seconda per violenza dopo quella del 1966. Due persone sono morte a Pellestrina, una fulminata mentre azionava una pompa idraulica la seconda per un probabile malore. Il Sindaco Luigi Brugnaro è pronto per chiedere lo stato di crisi mentre i danni – chiede ai cittadini di quantificarli – sono ingenti. La furia del vento che ha superato i 100 km orari e la contemporanea marea hanno spinto addirittura vaporetti e imbarcazioni più leggeri sopra le rive invase dall’acqua. Gli approdi per il trasporto pubblico in gran parte sono inagibili.
Scuole chiuse mentre la marea torna a salire anche oggi: prevista in mattinata una massima di 160 cm. Ben 170 gli interventi dei vigili del fuoco nel capoluogo lagunare.

Operazione antidroga Gdf, 19 arrestiOtto percepivano il Reddito di cittadinanza

LAMEZIA TERME (CATANZARO)13 novembre 201909:52

– Operazione antidroga del Comando provinciale di Catanzaro della Guardia di finanza, in collaborazione con altri reparti calabresi delle fiamme gialle, a Lamezia Terme. Sono 19 le ordinanze di custodia cautelare, emesse, per le rispettive competenze, dai gip di Lamezia Terme e dei minorenni di Catanzaro, a carico di altrettante persone di etnia rom, tre delle quali minorenni.
Otto delle persone coinvolte nell’operazione, secondo quanto é emerso dalle indagini, percepivano il Reddito di cittadinanza.
I minorenni destinatari di provvedimenti restrittivi sono tre.
L’attività di spaccio di droga aveva luogo nel quartiere “Ciampa di cavallo” di Lamezia Terme. I reati contestati agli arrestati sono traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Violenta tromba d’aria a P.Cesareo,danniBarche sollevate per centinaia metri. Sindaco,siamo in ginocchio

PORTO CESAREO (LECCE)13 novembre 201909:52

– Una violenta tromba d’aria si è abbattuta su Porto Cesareo, in Salento, provocando danni gravi al porto turistico di Ponente e crolli della parte alta di un pontile in muratura e di muretti di recinzione. Un pontile della darsena, lungo 60 metri, è stato sollevato e trascinato via dal vento e dal mare in burrasca e ha portato con sé tutte le barche ormeggiate. Attualmente vi sono centinaia di barche ammassate: alcune sul molo, otto sono finite nell’area giochi, a circa 300 metri di distanza. I danni più gravi li hanno subiti le barche dei pescatori, molte delle quali erano ormeggiate al pontile sradicato. La frazione di Torre Lapillo è isolata perché allagata. Qui vi sono stati numerosi cedimenti di strutture murarie ed è crollata la parte alta del pontile in muratura che collega Porto Cesareo all’hotel Lo Scoglio che si trova su un isolotto collegato da un pontile alla terraferma.
Per il sindaco, Salvatore Albano, la città “in ginocchio” e “la situazione è tragica”. I danni sono ingenti.

Sindaco S. Lorenzo, restate a casaAmpie zone della valle senza corrente elettrica

BOLZANO13 novembre 201909:55

– “Le strade di montagna non sono percorribili. Restate a casa, anche se manca la corrente elettrica. La sicurezza va prima di tutto”. Lo scrive su Facebook Martin Ausserdorfer, sindaco di San Lorenzo di Sebato in val Pusteria.
Secondo Ausserdorfer, ampie zone della valle attualmente sono senza corrente elettrica. “I tecnici dell’Edyna stanno lavorando già tutta la notte per ripristinare la connessione. Sono stati richiesti rinforzi, la situazione è molto pericolosa. Serve pazienza e sangue freddo”, scrive il sindaco.

Venezia: sott’acqua anche opera BanksyOpera rivendicata su Istagram da artista fantasma

VENEZIA13 novembre 201909:55

– L’acqua alta non risparmia neppure l’opera stencil da muro a spray che a maggio scorso Banksy aveva realizzato a Venezia, nei pressi di Campo Santa Margherita.
Stamane il disegno di street art, che raffigura un bambino nel vento impetuoso di uno sbarco con il giubbotto di salvataggio e con in mano un razzo fluorescente, è finito per buona parte sott’acqua. Il writer aveva rivendicato su Instagram la paternità dell’opera, facendo schizzare alle stelle in valore del’edificio, in parte fatiscente, su cui era stata apposta.

Petizione, monumento per vvf QuargnentoAppello vedova vigile fuoco, ricordatelo facendo del bene

ALESSANDRIA13 novembre 201910:05

– Un monumento per rendere omaggio ai tre vigili del fuoco morti nell’esplosione di una cascina a Quargnento, nell’Alessandrino. Lo chiede una petizione online, su change.org, che ha già raccolto qualche centinaia di firme. La richiesta è rivolta alla sindaca di Quargnento, Paola Porzio, che nei giorni scorsi ha annunciato l’intenzione dell’amministrazione di costituirsi parte civile nel processo per la tragedia.
“Non vogliamo, come Comune, che vengano a visitarci per la cascina maledetta, ma perché paese natale del pittore Carlo Carrà, per il quale organizzeremo una grande mostra nel 2021, e per molte altre iniziative – spiega la prima cittadina -. La tragedia purtroppo c’è stata, ma i proprietari della cascina e gli eventuali responsabili non c’entrano nulla col paese”.
Intanto su Fb la vedova di Antonino Candido, Elena Barreca, chiede di ricordare il marito aiutato le persone che hanno bisogno. “Ogni gesto buono – dice – farà felice mio marito i suoi fratelli”.

Scontri tra ultras in A14, 22 denunceDieci del Padova e 12 del Vicenza, il 22/9 nel Riminese

RIMINI13 novembre 201910:14

– Ventidue ultras, 10 del Padova e 12 del Vicenza denunciati e colpiti da Daspo del Questore di Rimini, per i disordini scoppiati il 22 settembre in un’area di servizio dell’A14, all’altezza di Riccione. I reati contestati sono rissa, possesso e utilizzo di oggetti atti ad offendere, travisamento, danneggiamento, lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate e finalizzate alla resistenza. Dei 22 Daspo, dieci prevedono la prescrizione della firma in occasione delle partite. L’indagine della Digos di Rimini, in collaborazione con quelle di Pesaro, Padova, Vicenza e Perugia, coordinata dal pm Paolo Gengarelli, ha ricostruito i fatti: intorno alle 13 nell’area di servizio Montefeltro Ovest si scontrarono le tifoserie del Vicenza e del Padova in transito per andare ad assistere gli incontri di calcio di serie C Vis Pesaro-Padova e Gubbio-L.R.Vicenza.

Maltempo: abbattuti ulivi secolariDanni gravi a produzione di ortaggi invernali, a canali e serre

BARI13 novembre 201910:30

– Trombe d’aria e bombe d’acqua hanno colpito duramente la Puglia, con un piogge incessanti e raffiche di vento che hanno provocato gravi danni alla produzione di ortaggi invernali, spazzato via le olive e abbattuto alberi, serre e tendoni. “Sono decine gli alberi, anche ulivi secolari strappati dal vento, sradicati o spaccati in due, strutture e muretti ridotti in pezzi, canali esondati e distrutti dalla violenza dell’acqua e del vento, serre e impianti fotovoltaici abbattuti, tendoni demoliti, ortaggi in asfissia”, spiega il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia. In provincia di Lecce danni alle piantine di ulivo resistenti alle xylella, appena piantumate.
“Il vento fortissimo – lamenta Gianni Cantele, presidente di Coldiretti Lecce – ha sferzato le piantine di FS17 appena impiantate ad Ugento. Ingenti i danni perché molti ulivi sono stati piegati dalla forza del vento, mentre altri risultano addirittura sradicati”.

Arrestati 13 ultras della Lazio per gli scontri durante la finale di Coppa ItaliaI fatti risalgono al 15 maggio scorso, in manette anche i responsabili del rogo dell’auto dei vigili

13 novembre 201911:02

La Digos di Roma sta eseguendo 13 ordinanze di misure cautelari nei confronti di appartenenti al gruppo degli ultras laziali “Irriducibili” per gli scontri avvenuti il 15 maggio scorso durante la finale di Coppa Italia.Tra questi ci sono anche i responsabili dell’incendio dell’auto della polizia di Roma Capitale.

Vigili Torino, Bezzon ritira dimissioniSoddisfatta Appendino, contenta abbia deciso di rimanere

TORINO13 novembre 201911:02

– Emiliano Bezzon resta al comando della polizia municipale di Torino. Il comandante ha chiesto alla sindaca Chiara Appendino di respingere le dimissioni, presentate la scorsa settimana in polemica per le multe ai monopattini. “Non me la sento di lasciare il comando”, ha annunciato Bezzon durante la cerimonia per il 228esimo anniversario di fondazione della polizia municipale subalpina.
“La Città ha bisogno di lei, il suo Corpo ha bisogno di lei – è stata la pronta replica della prima cittadina -. Sono contenta che abbia deciso di rimanere. Sarebbe stato ingiusto. Questa vicenda ci deve insegnare qualcosa: quando si sperimenta qualcosa di nuovo può capitare che ci siamo incomprensioni, bisogna creare coordinamento”.
Proprio oggi a Torino prende il via la sperimentazione di monopattini e segway.

Impiccò un cane, condannato a sei mesiPena patteggiata da un 70enne di Bojano

CAMPOBASSO13 novembre 201911:11

– Nel maggio 2017 uccise un cane impiccandolo. Il Tribunale penale di Campobasso, in composizione monocratica, ha condannato un 70enne di Bojano, con il rito del patteggiamento, a sei mesi e sei giorni di reclusione, pena sospesa, e al pagamento delle spese legali per il reato di uccisione di animali. La vicenda era stata denunciata da alcune associazioni, tra cui l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa), le quali, mediante segnalazione di alcuni video, hanno permesso agli inquirenti di raccogliere elementi di prova e formulare l’imputazione a carico dell’uomo. Accertamenti condotti dal Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale dei Carabinieri di Campobasso, su delega della locale Procura, così puntuali e incontrovertibili da indurre l’imputato a presentare istanza di patteggiamento. Nel processo il Giudice ha ammesso la costituzione di parte civile delle associazioni, tra cui l’Oipa, rappresentata e difesa dagli avvocati del foro di Campobasso Massimo Romano e Luca Di Carlo.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Messina Denaro forse in stazione Trapani
Intercettazione nell’inchiesta su tre arresti per droga

PALERMO13 novembre 201911:19

– Il boss latitante Matteo Messina Denaro potrebbe essersi fatto accompagnare nella stazione di Trapani a bordo di una Mercedes da uno dei suoi favoreggiatori.
Il particolare emerge dall’inchiesta della Dda di Palermo che ha portato all’arresto di tre presunti narcotrafficanti. Gli investigatori hanno intercettato l’avvocato Antonio Messina, anziano massone radiato dall’albo per i suoi precedenti, mentre parlava con Giuseppe Fidanzati. Si tratta di uno dei figli del boss dell’Acquasanta, Gaetano Fidanzati, oggi deceduto. I due facevano riferimento ad un “ragazzo” di Castelvetrano, identificato in Francesco Guttadauro, nipote del cuore di Matteo Messina Denaro, che era stato arrestato. In particolare Fidanzati ricordava di un incontro avvenuto alla stazione di Trapani con “Iddu” (lui ndr) che si era fatto accompagnare a bordo di una Mercedes da un certo “Mimmu”. Non è chiaro se “Iddu” sia riferito a Guttadauro o, come invece sospettano gli investigatori, al superlatitante Messina Denaro.

Droga:arrestato con reddito cittadinanzaE’ uno dei tre in cella nell’inchiesta attorno a Messina Denaro

PALERMO13 novembre 201911:19

– Nicolò Mistretta, 64 anni, di Campobello di Mazara, arrestato nell’operazione Eden 3 e accusato di traffico di droga nell’ambito dell’inchiesta che ruota attorno al boss Matteo Messina Denaro, percepiva dallo scorso aprile il reddito di cittadinanza. Il sussidio era di 500 euro al mese. L’uomo non aveva un’occupazione ufficiale. Le vecchie sentenze di condanna del 1998 e del 2001 non precludono la concessione del reddito. Adesso i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria stanno indagando anche su quest’aspetto e verificare se alla luce della sua condizione patrimoniale avrebbe potuto fare richiesta del sussidio.

Picchia la fidanzata incintaArrestato a Bologna dalla Polizia, avvisata da una passante

BOLOGNA13 novembre 201911:29

Ha colpito con calci e pugni, anche sulla pancia, la fidanzata al terzo mese di gravidanza. Per l’aggressione, avvenuta ieri sera in via Quadri a Bologna, la Polizia ha arrestato un ventenne nato in Tunisia, irregolare, accusato di maltrattamenti in famiglia. La ragazza, una 22enne di origine marocchina residente a Bologna, è stata portata all’ospedale Sant’Orsola. A dare l’allarme al 118, che ha poi avvisato la Polizia, è stata una passante che ha visto la giovane a terra, in lacrime e ferita.
Dai primi accertamenti, le percosse non avrebbero causato danni al feto, a differenza di quanto era successo un paio di anni fa.
All’inizio della relazione, secondo il racconto della vittima ai poliziotti, la ragazza era stata costretta ad abortire per le botte ricevute dal compagno.

Venezia: Alajmo ‘Caffè Quadri devastato”Siamo senza corrente, con eventi così capisci impotenza uomo”

VENEZIA13 novembre 201911:29

– Il Gran Caffè Quadri, l’anima veneziana della tristellata famiglia Alajmo delle Calandre di Rubano, è stamane un guscio vuoto affacciato sul silenzio surreale di Piazza San Marco. L’ondata di marea ha invaso le cucine del retro, nonostante la vasca che avrebbe dovuto proteggere dall’acqua, con danni ingentissimi, mentre i locali di piano terra del ristorante firmato da Philippe Starck, affacciati sulla Piazza, sono stati sommersi da 102 centimetri d’acqua. Lo racconta Raffaele Alajmo, spiegando che la traccia dei 187 centimetri che hanno affondato Venezia ieri notte è ancora presente sugli arredi in ottone e sugli stucchi recentemente restaurati e ora danneggiati. “Quando arrivano 50-60 centimetri possiamo farcela – spiega Alajmo – ma con una marea così, con un’onda che sbatteva impazzita contro le nostre vetrine, non c’è stato nulla da fare. Le cucine sono fuori uso, siamo al momento senza corrente”.

Cuoco trovato morto, è omicidioAutopsia conferma delitto avvenuto per asfissia

RAGUSA13 novembre 201911:48

– I carabinieri di Modica, dopo l’autopsia eseguita ieri sul cadavere del cuoco Giuseppe Lucifora, di 58 anni, ritrovato morto nella sua abitazione di Modica, hanno confermato che si tratta di un omicidio. “Il decesso è avvenuto per asfissia indotta da azione violenta altrui”, scrivono i militari. A questo punto la pista privilegiata è quella degli ambienti vicini al cuoco, personaggio noto in città, molto eclettico e istrionico. Non è esclusa la pista del delitto a sfondo sessuale.

Truffe assicurative, arrestato un medicoIndagine Gdf su ospedale Reggio Calabria,c’è anche un paramedico

REGGIO CALABRIA13 novembre 201912:07

– Avrebbero orchestrato delle truffe assicurative incassando rimborsi. Quattro persone, tra cui un medico e un paramedico dell’ospedale di Reggio Calabria, sono stati arrestati e posti ai domiciliari dalla Guardia di finanza. Gli arrestati, B.V., di 54 anni, C.F. (49), F.B. (53) e G.N. (60), sono accusati di falsità in atti pubblici, accesso abusivo a sistemi informatici, violenza privata, danneggiamento fraudolento di beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona.

Molesta turista a Milano, arrestatoRagazza reagisce e l’uomo con un pugno le rompe il sotto nasale

MILANO13 novembre 201912:10

– Un 37enne, inserviente di un McDonald’s di Milano, è stato arrestato dalla polizia per violenza sessuale nei confronti di una turista russa di 26 anni, secondo l’accusa molestata la notte tra il 3 e il 4 novembre scorsi all’interno del fast food in via Paolo Sarpi dopo essere entrata per chiedere aiuto per la connessione wi-fi. La ragazza era in visita in città, aveva preso alloggio in un appartamento in zona e aveva bisogno di Internet per mettersi in contatto col proprietario. Così, attorno alle 2 è passata davanti al McDonald’s dove ha incrociato l’inserviente, un egiziano, al quale ha chiesto a gesti di poter usare la rete. L’uomo l’ha fatta entrare dal retro e le ha offerto cibo, subito dopo ha tentato un approccio sessuale. La giovane ha reagito e nella colluttazione è stata colpita con un pugno al volto che le ha rotto il setto nasale.

Ai domiciliari l’ex sindaco di VenosaStessa misura cautelare anche per due ex assessori

POTENZA13 novembre 201912:11

– L’ex sindaco e due ex assessori del Comune di Venosa (Potenza) – Tommaso Gammone (Pd), Rosa Centrone e Francesco Rosati, che hanno amministrato fino al maggio scorso – sono stati posti agli arresti domiciliari stamani dai Carabinieri, misura che ha interessato altre quattro persone (il gip di Potenza ha deciso il divieto di dimora per altre otto persone), dopo la scoperta di un “consolidato sistema di corruzione”. I particolari dell’operazione sono stati illustrati in una conferenza stampa negli uffici della Procura della Repubblica del capoluogo lucano.

Omicidio-suicidio,grave pure altra donnaAutore delitto 69enne, che si è tolto la vita.Ferita vicina casa

CERIGNOLA (FOGGIA)13 novembre 201912:36

– Omicidio-suicidio poco fa nelle campagne di Cerignola, nel Foggiano, in località Posta Aucello. Un uomo di 69 anni avrebbe ucciso una donna rumena e poi si sarebbe tolto la vita con una pistola. Un’altra donna, pare vicina dei casa dei due, sarebbe rimasta ferita: è stata portata d’urgenza all’ospedale Tatarella di Cerignola. Le sue condizioni sarebbero critiche. Sul posto i carabinieri.

Troupe aggredita da Spada,Pg, modi mafiaConfermare condanna a sei anni

13 novembre 201912:46

– E’ da confermare la condanna a sei anni di reclusione per Roberto Spada, accusato di lesioni aggravate dal metodo mafioso, per aver aggredito, nel 2017, una troupe della trasmissione Nemo ad Ostia (il giornalista Daniele Piervincenzi venne colpito con una testata). Lo ha chiesto il Pg della Cassazione Pasquale Fimiani rilevando che si è trattato di metodo mafioso con gli “indicatori” della intimidazione, tanto che nessuno dei presenti è intervenuto in soccorso delle vittime.

Prof trans licenziata, farò causa scuolaSu Change.org petizione raggiunge 13 mila firme. “Aiutatemi”

13 novembre 201913:02

– “Insegnare è stata la mia più grande passione sin da quando ero piccola: questo sogno è stato spezzato qualche settimana fa, quando sono stata licenziata per discriminazione dalla scuola Kennedy di Roma”, dice Giovanna Vivinetto, insegnante transessuale licenziata lo scorso 14 ottobre dall’Istituto Kennedy di Roma dopo soli 9 giorni di lezioni in un video pubblicato su Facebook da Change.org.
“Ma io – annuncia – non intendo rinunciare al mio sogno: qualche giorno fa ho mandato alla scuola Kennedy una raccomandata in cui contesto le ragioni del mio licenziamento, che ritengo assolutamente improprio ed illegale. E’ il primo passo per fare causa alla scuola” e aggiunge “lotto per tutti coloro che non hanno la forza e il coraggio per esporsi. La transessualità è ancora oggi un tabù, ma insieme possiamo dimostrare che un docente transessuale può, anzi deve essere la normalità. Mi auguro che possiate unirvi a me”. Fino ad ora la sua petizione su Change.org ha superato le 13mila firme.

Allerta per vento su montagna emilianaSui settori appenninici, in arrivo anche altre piogge intense

BOLOGNA13 novembre 201913:03

– Allerta arancione per vento sulle montagne dell’Emilia, attivata da protezione civile e Arpae regionale, dalle 12 del 13 novembre alla mezzanotte del 15.
Nella giornata di domani, 14 novembre, si prevede un intenso flusso di correnti sud occidentali sulla regione, con precipitazioni intense ad iniziare dalla tarda serata sulla fascia appenninica del settore centro-occidentale. Le precipitazioni sono previste persistenti e assumeranno carattere di rovescio o temporale. Dalla tarda sera si intensificherà anche il vento da sud-ovest sui settori appenninici con intensità intorno ai 62-74 km/h e temporaneamente superiore sui crinali centro-occidentali.

Maltempo: Matera tornata alla normalitàGravi problemi all’agricoltura del Metapontino

MATERA13 novembre 201913:14

– Dopo il nubifragio di ieri mattina, con i rioni Sassi trasformati in un fiume in piena, oggi la città di Matera (Capitale europea della Cultura 2019) è tornata alla normalità. I tecnici comunali sono al lavoro per quantificare i danni, che riguardano in particolare la pavimentazione in basolato di via Bruno Buozzi, chiusa solo alle automobili ma non ai pedoni. In Basilicata si contano i danni anche nel Metapontino, dove una tromba d’aria, ieri, ha creato gravi problemi all’agricoltura soprattutto a Policoro (Matera).

Condannata per omicidio è semiliberaCatia Caliti, era in carcere dal 2010, accolta istanza difesa

BOLOGNA13 novembre 201913:31

– Il tribunale di Sorveglianza di Bologna ha concesso la semilibertà a Catia Caliti, condannata in via definitiva a 16 anni per l’omicidio del padre. La donna, 57 anni, era in carcere dal 22 febbraio 2010, quando fu arrestata per aver ucciso il genitore 88enne, a Carpi, in provincia di Modena. Dal 2014 era stata trasferita a Bologna. I giudici hanno accolto l’istanza del difensore, l’avvocato Savino Lupo. Caliti era già stata ammessa al lavoro esterno. Nel 2010 fu bloccata una decina di giorni dopo l’omicidio, incastrata dalle macchie di sangue del padre Guido, trovate su una sua giacca. Secondo gli inquirenti, la donna colpì ripetutamente alla testa il pensionato con un oggetto, che però non è mai stato ritrovato. Il movente individuato fu economico, legato al denaro che la donna aveva sottratto dal conto in banca del padre, approfittando della delega che le era stata data dal genitore.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ergastolano Milano, gip, pianificò tutto
Giudice, ‘con freddezza si cimenta nei crimini e li ostenta’

MILANO13 novembre 201913:40

– Ha approfittato con “freddezza” del permesso premio che gli è stato concesso, ha “ordito l’aggressione”, mascherandosi da operatore del San Raffaele e sapendo che al piano ‘meno 1′ non c’erano telecamere e alla fine, se non fosse stato bloccato dalla polizia, non sarebbe tornato in carcere. E’ questo Antonio Cianci, l’ergastolano 60enne che sabato ha tentato di uccidere un anziano, come scrive il gip Ilaria De Magistris: ha “bisogno” di “cimentarsi” nei crimini e di mostrare, “ostentare” la sua “dominanza criminale”.

Pedofilia, Alta Corte australiana ammette appello del cardinale PellSanta Sede: fiducia nei giudici e vicinanza alle vittime degli abusi

13 novembre 201913:55

Si riapre la battaglia legale sui presunti abusi sessuali su minori contestati al cardinale australiano George Pell, condannato nel suo Paese a sei anni di carcere per pedofilia, con un minimo di tre anni e otto mesi da scontare in carcere, dove attualmente si trova. L’Alta Corte di Australia ha infatti ammesso l’appello del porporato, oggi 78enne, che risponde di abusi sessuali ai danni di due coristi-chierichetti nella cattedrale di Melbourne nel 1996, ma che si è sempre dichiarato innocente. Dopo il ricorso presentato dai legali di Pell, in seguito alla conferma della condanna, lo scorso agosto, da parte della Corte d’Appello di tre giudici dello Stato di Victoria con un voto di due a uno, l’Alta Corte, massima giurisdizione in Australia, ha annunciato di aver deciso di ammettere un ultimo appello, in seduta plenaria di sette giudici.La Santa Sede conferma “la propria fiducia nella giustizia australiana”, ricorda che “il cardinale ha sempre affermato la propria innocenza” e ribadisce “la propria vicinanza a quanti hanno sofferto a causa degli abusi da parte dei membri del clero”.

Rogo libreria, la solidarietà di BolognaLunedì 18 iniziative, letture e dibattiti per ‘Pecora elettrica’

BOLOGNA13 novembre 201914:10

– Undici librerie di Bologna e provincia organizzano ‘Bologna elettrica’ una giornata, per lunedì 18 novembre, di solidarietà e riflessione dopo il rogo della libreria ‘Pecora elettrica’ di Roma, con incontri, dibattiti e letture.
“Mettiamoci insieme – dicono i promotori – senza smettere mai di credere che la cultura sia la soluzione, che le librerie sono e devono essere presidio di questa battaglia. Che le piazze, le città, i paesi, le vie abitate dalle librerie sono luoghi dove nessuno è mai solo e dove tutti sono accolti. Contro i nuovi fascisti, i vecchi razzisti, i perenni criminali vogliamo promuovere una giornata di solidarietà agli amici e lavoratori della libreria La Pecora Elettrica”.
Partecipano le librerie Trame, Ubik Irnerio, La Confraternita dell’Uva (Bologna), Carta Bianca e Arcobaleno, (Bazzano), Biblion (Granarolo dell’Emilia), Lèggere Leggére (Castelmaggiore) Il Mosaico (Imola), SQuiLibrai (San Lazzaro di Savena), Kodama (Budrio) e La Casina delle Storie (Castiglione dei Pepoli).

La neve coglie di sorpresa anche i lamaPieno inverno al maso Kaser a Soprabolzano

OLZANO13 novembre 201914:31

– Originari del Sud America, i lama allevati in provincia di Bolzano non sono nuovi alle temperature invernali. Ma la neve delle ultime ore ha sorpreso anche le decine di esemplari allevati a poca distanza dal capoluogo altoatesino. Pieno inverno al maso Kaser a Soprabolzano, dove Walter Mair gestisce un allevamento con circa 200 lama e alpaca.

Conte, a Venezia situazione drammaticaPremier a Camerino, non mi tratterrò sto andando a Venezia

CAMERINO (MACERATA)13 novembre 201914:48

– “Non mi tratterrò, sto viaggiano per Venezia dove c’è una situazione drammatica, una situazione maltempo che ci preoccupa e fa soffrire le comunità”.
Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo all’apertura del 684/o anno accademico dell’Università di Camerino.

Unicam dedica inaugurazione a SegreRettore, ammirazione, vicinanza, solidarietà. Conte a cerimonia

ANCONA13 novembre 201914:29

– L’Università di Camerino dedica l’inaugurazione del suo 684/o anno accademico alla senatrice a vita Liliana Segre, “esprimendole la propria ammirazione, vicinanza e solidarietà”. Lo ha detto il rettore Claudio Pettinari, nel suo intervento alla cerimonia a cui partecipa anche il premier Giuseppe Conte. L’annuncio di Pettinari è stato accolto da un lunghissimo applauso. “Rifiutiamo la violenza di ogni genere – ha aggiunto il rettore – e le chiediamo 75.190 volte scusa per quello che ha dovuto subire, e che purtroppo continua a subire”. Nel suo intervento Pettinari ha definito “un’opportunità” quella di avere tra i senatori a vita “una straordinaria immensa donna, sopravvissuta testimone di uno tra i più efferati crimini commessi dall’umanità contro l’umanità”.

Mibact, situazione Venezia “complessa e preoccupante”Segretario generale Nastasi, allerta anche a Matera

13 novembre 201913:18

– “Impossibile al momento quantificare i danni al patrimonio artistico di Venezia e in particolare a San Marco, ma la situazione è estremamente complessa e preoccupante”. Lo conferma il segretario generale Mibact Salvo Nastasi che ricorda di aver attivato l’unità di crisi. “Il Ministro Franceschini segue da ieri la situazione passo passo, i soprintendenti sono al lavoro e hanno messo a disposizione tutti i loro restauratori. In attesa delle valutazione stiamo verificando ogni capitolo di spesa del Mibact per fare il punto sui fondi da destinare al patrimonio artistico veneziano”. Nastasi parla da Matera dove oggi si sta inaugurando la nuova stazione ferroviaria progettata da Stefano Boeri.
“Anche qui – spiega- c’è una situazione di allarme che tocca i beni culturali , in particolare i templi ipogei. E anche qui i nostri soprintendenti e tutti i tecnici sono al lavoro per verificare e poi eventualmente quantificare i danni”. Quanto a Venezia, precisa, la situazione è preoccupante, “non solo per il livello raggiunto dall’acqua alta, che al momento è di soli 7 centimetri inferiore a quello raggiunto nell’alluvione del 1966, ma per la quantità di ore in cui i beni artistici, dai preziosissimi pavimenti in marmo della Basilica di San Marco ai rivestimenti lignei, sono rimasti sommersi”. A differenza dell’ultimo allarme di un anno fa, precisa, “L’acqua ha invaso tutta la Basilica e non solo la prima parte”.
Per di più, sottolinea il segretario generale del Mibact, “il maltempo purtroppo è ancora in corso. A Venezia, perché si possa fare una quantificazione reale dei danni al patrimonio bisogna aspettare che l’acqua scenda”.
L’attenzione, intanto, è alta per tutto il territorio italiano: “Ho chiesto ai nostri soprintendenti di tutto il territorio italiano di farci un quadro delle loro situazioni.- conclude Nastasi – Al momento comunque non sono state segnalati altri siti in allarme”.

Venezia:Costa,su clima scelte coraggioseMinistro dell’Ambiente esprime ‘dolore e solidarietà’

13 novembre 201913:17

– Occorrono “scelte di politica economica coraggiosa che questo Governo sta già mettendo in campo con il decreto clima”. Così il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, in merito all’emergenza acqua alta a Venezia esprimendo “dolore per la morte di due persone a Pellestrina” vicinanza al sindaco Brugnaro e al Comune di Venezia, “solidarietà ai veneziani che stanno subendo danni ingenti e forti disagi, e la mia preoccupazione per lo straordinario patrimonio culturale della città”.
Quando si capirà che l’unica grande sfida che tutti insieme dobbiamo affrontare è quella contro i cambiamenti climatici? Quando si riuscirà a fare fronte comune per combattere l’unica grande emergenza che mette in pericolo le nostre vite e quelle delle generazioni future?”, chiede il ministro Costa. E aggiunge: “Dopo Matera, patrimonio mondiale dell’Unesco sommersa dall’acqua, un altro sito Unesco, Venezia e la sua laguna, ne è devastata. Già nel prossimo Cdm valuteremo gli interventi necessari e urgenti.

Venezia:Di Maio, al lavoro per moratoriaVeneti saranno supportati con ogni mezzo

13 novembre 201913:11

– “Venezia è sommersa come mai prima d’ora. Qui è a rischio la vita delle persone – e due purtroppo sono già morte – sono a rischio beni culturali dal valore inestimabile. Gli imprenditori e le associazioni che fanno grande questa regione ci chiedono che si blocchino mutui e contributi. A questa richiesta dobbiamo rispondere subito. Ci metteremo al lavoro immediatamente per una moratoria verso imprese, artigiani, commercianti, famiglie. Venezia e i veneti vanno supportati con ogni mezzo”. Così Luigi Di Maio su facebook.

Mattarella sente sindaci Venezia-MateraCapo Dello Stato chiede informazioni su condizioni delle città

13 novembre 201912:49

– Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha telefonato al sindaco di Venezia Luigi Brugnaro per informarsi delle condizioni della città. Il Capo dello Stato ha chiamato anche il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri per capire la situazione della città.

Pg, condannare a oltre 6 anni ScaroniAnche Eni, confermare il resto delle pene

MILANO13 novembre 201912:11

– Il sostituto Pg di Milano Massimo Gaballo ha chiesto una condanna in appello a 6 anni e 4 mesi per Paolo Scaroni, ex ad di Eni e ora presidente del Milan, che era stato assolto in primo grado nel processo con al centro il caso Saipem-Algeria per presunta corruzione internazionale. Chiesta anche la condanna di Eni (assolta in primo grado) come persona giuridica ad una sanzione pecuniaria di 900mila euro e alla confisca del prezzo del reato, circa 197 milioni di dollari. Per il pg vanno confermate le 7 condanne del primo grado.

Primi indizi ossigeno in atmosfera Marte’Annusato’ dal laboratorio Nasa Curiosity sopra il cratere Gale

13 novembre 201912:01

– La Nasa ha individuato per la prima volta indizi della presenza di ossigeno su Marte nella sua tenue atmosfera. La scoperta è stata fatta al di sopra del cratere Gale dal laboratorio marziano Curiosity, attivo dall’agosto 2012. Gli strumenti di Curiosity hanno misurato negli ultimi tre anni marziani, pari a circa sei anni terrestri, i cambiamenti stagionali dei gas nel cielo sopra il cratere Gale. E hanno, così, ‘annusato’, a sorpresa, variazioni stagionali di molecole di ossigeno, considerato sulla Terra sinonimo di vita.

Conte a Venezia nel primo pomeriggioPremier andrà a vedere situazione emergenza

13 novembre 201912:01

– Il presidente del Consiglio si recherà a Venezia, che è in emergenza per l’acqua alta, nel primo pomeriggio, dopo aver inaugurato l’anno accademico a Camerino. Lo si apprende da fonti di Palazzo Chigi.

Venezia: Salvini, 1 miliardo a emergenzaUsare 1 dei 3 mld che governo vuole regalare a utenti bancomat

13 novembre 201910:49

– “Un patrimonio dell’umanità che il governo non può ignorare: per i danni provocati dal maltempo a Venezia si utilizzi subito uno dei tre miliardi che il governo vorrebbe regalare a chi paga con bancomat o carta di credito” Così il segretario della Lega Matteo Salvini annuncia un altro emendamento alla manovra insieme alla proposta di stanziare 100 milioni per la manutenzione del Mose.

Venezia: emergenza in cdmSottosegretari, la situazione più grave dal ’66

13 novembre 201910:39

– “La situazione di emergenza che si è creata a Venezia in queste ore, la più grave dal 1966, è seguita direttamente dal Governo, che la affronterà nel prossimo Cdm, per valutare gli interventi necessari e urgenti che tutelino la città, la sua laguna e le Comunità che vi vivono”. Così i sottosegretari veneziani, Pier Paolo Baretta e Andrea Martella, che stanno seguendo per il Governo l’evolversi della situazione emergenziale nella laguna veneta.

Uil, senza contratto sciopero della p.a.Barbagallo, su rinnovo siamo già in ritardo

13 novembre 201915:02

– “Senza risposte incroceremo le braccia”. Così il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, parlando di pubblico impiego, nel corso dell’attivo dei quadri e delegati del sindacato. Sul rinnovo del contratto, spiega, “siamo già in ritardo”. Per Barbagallo “non può passare un altro anno inutilmente”. Soprattutto, dice, “servono risorse adeguate”. La Uil, sottolinea il segretario confederale Antonio Foccillo, “è pronta anche allo sciopero generale del settore pubblico se non si ridà dignità al personale”.

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 13 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 08:05 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

ALLE 12:58 DI MERCOLEDì 13 NOVEMBRE 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Lecce non farà ricorso per gol annullato
‘Sottoporremo palesi incongruenze episodio a organi competenti’

LECCE12 novembre 2019 08:05

– Il Lecce conferma di sentirsi danneggiato in merito all’episodio del gol annullato a Lapadula contro la Lazio, ma non presenterà ricorso. Lo ha reso noto lo stesso club, ribadendo comunque “con fermezza di aver subito un grave torto arbitrale” e sottolinea che “in occasione del gol del possibile 2 a 2 realizzato da Lapadula, dapprima convalidato dal direttore di gara e poi annullato a seguito dell’intervento del Var, si è verificata una evidente violazione della regola 14. Il calcio di rigore va ripetuto qualora uno o più giocatori di ciascuna squadra invadano contemporaneamente l’area di rigore prima che il pallone sia in gioco”. Il Lecce “ritiene tuttavia più utile, in luogo di iniziative giudiziarie che oltretutto rischierebbero di arenarsi per cavilli formali, di sottoporre ufficialmente agli organi competenti, in occasione dell’incontro del 19 novembre tra Aia-Can A e le Società di Serie A, le palesi e gravi incongruenze emerse in occasione dell’episodio”.

Lega Serie B discute introduzione varConvocata riunione nazionale club prossima settimana

12 novembre 201910:52

– Il progetto var per la Serie B sarà oggetto della riunione dell’Assemblea ordinaria della Lega calcio della stessa Serie B convocata per lunedì 18 novembre in prima convocazione e martedì 19 in seconda dal presidente Mauro Balata. Fra gli altri punti all’ordine del giorno il budget per la stagione 2019-2020, il marketing.

Napoli, la fuga delle mogli dalle abitazioniVia da casa dopo episodi di furti

NAPOLI12 novembre 201917:07

Dopo l’intrusione in casa Allan, e il furto con scasso ai danni dell’auto di Zielinski, è il momento della paura per le mogli dei giocatori del Napoli che – secondo quanto riportato da alcuni quotidiani – hanno preferito lasciare le rispettive dimore per rifugiarsi altrove.E’ il caso di Thais Allan, al settimo mese di gravidanza, che della paura provata si è fatta portavoce sabato scorso con uno sfogo sui social poi rimosso. La moglie del centrocampista brasiliano, dopo la visita dei ladri a casa, ha scelto di trasferirsi con il marito e i due figli. E’ andata via anche la moglie di Lorenzo Insigne, trasferimento per tutto il tempo in cui il marito sarà impegnato con la Nazionale azzurra.Infine ha scelto di seguire il marito in Polonia, dove si trova per gli impegni della propria Nazionale, Laura Slowiak, moglie del centrocampista Zielinski, anche lui vittima di un episodio di criminalità domenica mattina.

Mondiali U17, Azzurrini ko con BrasileItalia sconfitta 2-0. Tecnico Nunziata: ‘Il futuro sarà radioso’

12 novembre 201912:23

L’Italia è sconfitta 2-0 dai padroni di casa del Brasile ed esce dal Mondiale ai quarti di finale. E’ fatale agli Azzurrini il primo quarto d’ora quando non riesce ad arginare la maggiore velocità e la trama offensiva degli avversari ispirata da Pedro Lucas, dalle folate di Kaio Jorge e gli inserimenti sulla fascia sinistra di Patryk, autore della prima rete dopo appena 6′. Al 40′ è Peglow a chiudere il match con la seconda e definitiva rete. La squadra di Nunziata reagisce ma non concretizza e la stanchezza fisica completa il quadro della sconfitta.Grande la delusione nello spogliatoio ma il tecnico azzurro rincuora i suoi ragazzi: “E’ stato un anno meraviglioso: un secondo posto agli Europei e concluso tra i prime otto squadre al Mondo, Dovete essere fieri di quello che avete fatto e io non smetterò mai di ringraziarvi per i sacrifici e la determinazione che ci avete messo. Questo è solo l’inizio – ha concluso Nunziata – mettete sempre questo entusiasmo e il futuro per voi sarà radioso”.

Inghilterra: Sterling escluso dalla NazionaleDopo gli screzi in Premier, litigio con Gomez in ritiro

LONDRA12 novembre 201917:49

Prima il minaccioso faccia a faccia ad Anfield, poi gli insulti, con rissa sfiorata, nel primo giorno di ritiro dell’Inghilterra. E’ costata l’esclusione dalla nazionale a Raheem Sterling l’accesa lite con il difensore del Liverpool Joe Gomez. La decisione, in vista della gara di qualificazione a Euro 2020 con il Montenegro, è stata presa dallo stesso Ct Gareth Southgate, dopo che gli strascichi polemici del campionato avevano surriscaldato gli animi anche nell’albergo che ospita in questo giorni i Tre Leoni. Un alterco cominciato durante la super-sfida di domenica, tra Liverpool e Manchester City, e degenerato davanti ai compagni di nazionale.Secondo i tabloid ad innescare la scintilla sarebbe stato Sterling, afferrando per il collo il difensore dei Reds, prima che i due venissero separati. Un gesto immediatamente sanzionato da Sterling con l’esclusione dalla prossima partita (ma non l’allontanamento dal ritiro). Inutili le scuse di Sterling, sia con lo stesso Gomez che con i compagni di nazionale.

Bolivia, Maradona sostiene MoralesIl pibe de oro su Instagram posta foto con ex presidente

12 novembre 201912:12

– Diego Armando Maradona scende in campo a sostegno dell’ex presidente boliviano Evo Morales – fuggito in Messico domenica scorsa – postando, sul suo profilo Instagram, una foto che lo ritrae al fianco dell’ex presidente della Bolivia. “Mi dispiace per il colpo di stato orchestrato in Bolivia – scrive l’ex capitano del Napoli e dell’Argentina – Soprattutto per il popolo boliviano e per Evo Morales, una brava persona che ha sempre lavorato per il più umile.
#EvoElMundoEstaContigo”.

Non solo Balotellate, Kean ritarda e è fuori squadra Azzurro ‘recidivo’, Everton lo punisce. Anche Sterling un caso

12 novembre 201917:49

Moise Kean come Mario Balotelli. Non solo dal punto di vista tecnico o perché entrambi hanno Mino Raiola come procuratore, ma anche per ciò che accade fuori dal campo. Il paragone lo fanno alcuni ‘media’ inglesi dopo che l’ex juventino ha chiesto scusa al tecnico dell’Everton Marco Silva per essere arrivato in ritardo alla riunione tecnica (era la seconda volta): per questo Silva lo aveva mandato in tribuna contro il Southampton. Così ora ecco il paragone con Supermario, quello delle ‘balotellate’ e della maglietta “Why always me?” esibita in occasione di un gol segnato ai tempi del Manchester City, quando l’attuale attaccante del Brescia ne aveva combinate di tutti i colori diventando un protagonista dei tabloid. Di Kean, invece, ora il ‘Liverpool Echo’ ricorda che si era dimostrato ritardatario anche con l’under 21 e per questo era stato escluso (insieme a Zaniolo) dall’allora ct Di Biagio. E meno che il giornale della città dei Beatles non ricorda un altro precedente in azzurro, quando nel settembre 2017, per qualche scherzo di troppo nel ritiro dell’Under 19, Kean venne rimandato a casa, assieme a Scamacca, da quel Paolo Nicolato che adesso allena l’under 21.

Ma se non fa più clamore la decisione della polizia del Canton Ticino di sospendere per tre mesi sul suo territorio la patente a Balotelli, per un’infrazione avvolta dalla riservatezza, c’è anche un altro ‘ribelle’, o ex perché Guardiola lo ha rimesso in riga, che a volte si comporta fuori dalle righe. E’ Raheem Sterling, protagonista di un’altra storia che viene dall’Inghilterra. Domenica scorsa il minaccioso faccia a faccia ad Anfield durante Liverpool-Manchester City, poi, ieri, nel primo giorno di ritiro della nazionale inglese in vista delle ultime due partite di qualificazione a Euro 2020, gli insulti, con rissa sfiorata, nel primo giorno di ritiro dell’Inghilterra che è costata l’esclusione dalla nazionale a Sterling, protagonista di una accesa lite con il difensore del Liverpool Joe Gomez. Ed il ct della nazionale dei Tre Leoni si è visto costretto ad escludere Sterling in vista della gara di qualificazione a Euro 2020 con il Montenegro, visto che gli strascichi del big match di domenica avevano surriscaldato gli animi dei giocatori anche nel ritiro della Nazionale.

Secondo i tabloid ad innescare la scintilla sarebbe stato Sterling, afferrando per il collo il difensore dei Reds, prima che i due venissero separati. Un gesto immediatamente sanzionato da Sterling con l’esclusione dalla prossima partita con il Montenegro (ma non l’allontanamento dal ritiro). Inutili le scuse di Sterling, sia con lo stesso Gomez sia con i compagni di nazionale. Scuse poi ribadite anche pubblicamente, tramite un post su Instagram: “Tutti sapete cosa significhi per me Liverpool-City (quattro anni fa Sterling è passato dal Liverpool al Manchester City ndr). Con Joe ci siamo scambiati qualche parola di troppo, ma ora è tutto passato, e guardiamo avanti. Questo sport ti spinge talvolta a cedere alle emozioni, ma sono uomo abbastanza per ammettere quando questo ti porta a dare il peggio di te. Sia io che Gomez sappiamo che sono stati 5-10 secondi di follia, e ce li siamo già lasciati alle spalle. Non rendiamo più grande la cosa e concentriamoci sulla partita di giovedì”. Che sarà la millesima gara internazionale dell’Inghilterra: in caso di vittoria a Wembley la qualificazione a Euro 2020 sarà garantita.

Aic vince ‘premio semplicemente donna’Grazie a progetto #facciamogliuomini contro le violenze

12 novembre 201919:08

– Il prossimo 22 novembre si terrà a Castiglion Fiorentino il Premio internazionale ‘Semplicemente donna’, manifestazione diventata negli anni uno strumento di sensibilizzazione nei confronti di una tematica delicata e attuale come la violenza di genere. Tra i vincitori della 7/a edizione di questo importante riconoscimento c’è anche l’Aic (Associazione Italiana Calciatori) con #FACCIAMOGLIUOMINI, progetto rivolto alla prevenzione e al contrasto della violenza sulle donne. L’obiettivo di questa campagna, sostenuta da sportivi professionisti e non, è di dare un’idea diversa dell’uomo, stravolgendo l’accezione negativa del termine ‘narciso’ per renderlo un simbolo di rispetto. Madrina di #FACCIAMOGLIUOMINI è Elena Sofia Ricci, fortemente voluta da Aic dopo le sue dichiarazioni di gennaio in merito a una violenza subita da bambina. VAI A: CALCIO: RISULTATI E CLASSIFICHE IN TEMPO REALE: DALLA SERIE A, B, C A TUTTI I CAMPIONATI DEL MONDO E MOLTO ALTRO

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Prima volta ‘Goal 50′, premiate 25 donne
In lista rosa primo posto per Rapinoe, tra uomini vince van Dijk

12 novembre 201919:21

– Goal 50 cambia volto e per la prima volta nella storia della prestigiosa classifica, che da sempre ha visto protagonisti i migliori 50 calciatori uomini, quest’anno il riconoscimento va ai 25 calciatori e le migliori 25 calciatrici del mondo negli ultimi 12 mesi. Ad aggiudicarsi il primo posto nella lista “rosa” è la centrocampista statunitense Megan Rapinoe, mentre per gli uomini vince il difensore del Liverpool Virgil van Dijk.
La classifica, stilata da oltre 500 giornalisti di Goal.com – il maggiore portale di notizie sul calcio al mondo e il secondo sullo sport in generale che fa parte del Gruppo DAZN – evidenzia come il calcio femminile sia cresciuto e venga ora considerato al pari di quello maschile. Un’ulteriore conferma dell’importanza della parità di genere anche in ambito sportivo.
Una scelta che è stata apprezzata anche da alcune delle principali squadre femminili di calcio italiane come Inter, Milan e Roma, che hanno realizzato dei video dedicati all’iniziativa.

Via anno accademico, Balata a CamerinoPresidente ad apertura in vista di nuove collaborazioni

12 novembre 201920:42

– Sarà presente anche il presidente della Lega di B Mauro Balata, domani all’Università degli studi di Camerino all’inaugurazione del 683° anno accademico, per il quale l’intervento conclusivo sara’ del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.
Balata testimonierà lo stretto rapporto con Unicam, per un rafforzamento della sinergia per dar vita a future collaborazioni tre le due istituzioni. Ad inaugurare l’anno accademico sara’ il rettore Claudio Pettinari, con un discorso “Universitas: scrupolo e utopia”.

Figc, incontro club-arbitri su VarIl 19/11 ci saranno tecnici e capitani squadre, aperto ai media

12 novembre 201920:45

– Si svolgerà martedì 19 novembre alle ore 12, presso l’Hotel Parco dei Principi a Roma, l’incontro programmato tra i rappresentanti dell’Aia, della Can e delle società di Serie A. Lo rende noto un comunicato della Federcalcio.
Il presidente della Figc Gabriele Gravina, in accordo con il presidente dell’Aia Marcello Nicchi e con il designatore della A Nicola Rizzoli, ha promosso l’organizzazione di un ulteriore incontro formativo tra arbitri, allenatori e capitani delle squadre di Serie A, al quale potranno accedere anche i rappresentanti dei media. L’obiettivo comune è di favorire una più completa ed esaustiva conoscenza del regolamento internazionale e del protocollo Var attualmente in vigore, anche attraverso l’analisi dettagliata da parte del designatore degli episodi verificatisi nelle prime giornate di campionato.

Azzurri: prove anti-BosniaE’ duello Zaniolo-Tonali per sostituire l’infortunato Verratti

FIRENZE12 novembre 201921:01

– Un solo allenamento ma intenso per la Nazionale di Roberto Mancini oggi pomeriggio a Coverciano: il ct ha fatto molte esercitazioni tecnico-tattiche in vista degli ultimi due impegni di qualificazione europea, il 15 novembre a Zenica contro la Bosnia di Dzeko e Pjanic e il 18 a Palermo con l’Armenia. Se la difesa sembra ormai decisa per la trasferta di venerdì, con Donnarumma tra i pali, i rientranti Florenzi e Emerson sulle fasce e la coppia di centrali formata da Bonucci (che alla prossima gara raggiungerà Facchetti per presenze azzurre, a quota 94) e Acerbi, il rebus maggiore riguarda il centrocampo dove al momento appaiono certi della maglia Jorginho e Barella: chi colmerà l’assenza dell’infortunato Verratti? In rampa di lancio uno tra Zaniolo e Tonali, ma non è da escludere Bernardeschi provato molto in quel ruolo durante il raduno di un mese fa. Lo juventino, in ballottaggio con Chiesa, potrebbe però anche formare il tridente offensivo insieme ad uno tra Belotti e Immobile

Daniel Maldini con Milan fino al 2024Firma in sede per attaccante Primavera davanti a papà Paolo

MILANO12 novembre 201921:04

– Dinastia Maldini. Dopo Cesare e Paolo, tocca a Daniel, attaccante classe 2001, a firmare un contratto da professionista con il Milan. Un accordo fino al 2024 siglato a Casa Milan, alla presenza proprio di Paolo Maldini, attuale direttore tecnico del club rossonero, dell’ad Ivan Gazidis e del direttore sportivo, Ricky Massara. Uno scatto poi pubblicato sull’account del vivaio del Milan.

Napoli:Daily Mail,Al Thani offre 560 mlnSecondo tabloid da Qatar pronti ad acquistare club

NAPOLI12 novembre 201921:44

– L’emiro del Qatar Al-Thani avrebbe fatto un’offerta da 560 milioni di euro ad Aurelio De Laurentiis per l’acquisto del Napoli. Lo riporta l’edizione online del quotidiano inglese Daily Mail. Le presunte trattative con possibili acquirenti arabi sono spuntate spesso negli ultimi anni senza però concretizzarsi, ma secondo il quotidiano inglese stavolta De Laurentiis potrebbe cedere.

Serie A: 13 squalificati per un turnoDue giornate di stop a preparatore Torio per insulti a 4/o uomo

12 novembre 201913:16

– Sono 13 i calciatori squalificati in serie A dopo le partite della 12/a giornata, tutti per un turno.
Un comunicato della lega calcio rende infatti noto che il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea, dopo aver esaminato i referti arbitrali, ha fermato per una giornata Malinovskiy dell’Atalanta e Mateju del Brescia, che nel corso dei rispettivi match erano stati espulsi per doppia ammonizione, e i giocatori che erano in diffida e che hanno ricevuto un altro ‘giallo’: Hernani del Parma, Bani e Danilo del Bologna, Bennacer e Calhanoglu del Milan, Castrovilli e Pulgar della Fiorentina, Okaka e Rodrigo Becao dell’Udinese, Cionek e Tomovic della Spal.
Squalificato per due turni il preparatore atletico del Torino Giuseppe Pondrelli “per avere, al 30′ pt, contestato platealmente una decisione arbitrale, nonché per avere, all’atto del provvedimento di espulsione, rivolto al quarto ufficiale un epiteto insultante”.

Bastoni lascia ritiro Under 21Giocatore rientra ad Appiano e svolgerà lavoro personalizzato

12 novembre 201913:23

– Il difensore dell’Inter Alessandro Bastoni ha lasciato il ritiro della Nazionale Under 21 ed è rientrato ad Appiano Gentile. Il giocatore, come annuncia il club nerazzurro sul proprio sito, ha rimediato un trauma contusivo al piede sinistro nella gara di sabato contro L’Hellas Verona. Bastoni svolgerà quindi lavoro personalizzato per questa settimana.

Serie B: 9 squalificati per un turnoLe decisioni del giudice sportivo dopo la 12/a giornata

12 novembre 201913:47

– Sono nove i calciatori squalificati dal giudice sportivo a margine della 12/a giornata della Serie B, tutti per un turno. Si tratta di coloro che nel corso dei rispettivi match erano stati espulsi, ovvero Anibal del Cosenza, Pagliarulo del Trapani, Marconi del Pisa, Burrai del Pordenone, Caldirola del Benevento e Lollo del Venezia. Fermati per un turno anche Gravillon dell’Ascoli, Ricci dello Spezia e Zuculini del Venezia: erano diffidati e hanno ricevuto il ‘giallo’ che ha provocato la squalifica.

Da Orsolini a Castrovilli,sogno avveratoVolti nuovi nell’Italia verde di Mancini. Viola, ‘ci provo’

FIRENZE12 novembre 201914:48

– “Andare all’Europeo? La speranza c’è, sarei ipocrita se dicessi il contrario e questo vale per me come per i miei compagni appena arrivati in Nazionale. Riuscirci sarebbe una bella soddisfazione per noi e per i nostri club”.
Lo ha detto Riccardo Orsolini, classe ’97, uno dei volti nuovi dell’Italia ‘verde’ di Mancini insieme ai coetanei Gaetano Castrovilli e a Andrea Cistana.
“Essere qui è il sogno di ogni bambino, vorrei riuscire a partecipare all’Europeo, cercherò di mettere in difficoltà il ct”, ha detto invece Castrovilli, nuovo gioiello della Fiorentina per il quale Montella ha scomodato il paragone con Giancarlo Antognoni.
Anche Cistana, difensore del Brescia è qui per sfruttare la grande occasione: “da ora fino al termine della stagione cercherò di dare sempre il massimo poi staremo a vedere. Intanto mi godo questo importante riconoscimento”.

Orsolini azzurro,devo molto a MihajlovicAvrei voluto ora dei consigli,ma non ci sentiamo da 2 settimane

FIRENZE12 novembre 201915:04

– “Devo molto a Mihajlovic e avrei voluto tanto avere in questo momento qualche consiglio da lui e una parola di sostegno”. Così l’attaccante del Bologna Riccardo Orsolini nel corso della conferenza oggi dal ritiro azzurro di Coverciano. “E’ una situazione particolare per le vicende di salute del mister, nelle ultime due settimane e mezzo non l’ho sentito per niente, sta affrontando un percorso di riabilitazione importante – ha continuato Orsolini – Appena tornerò a Bologna gli racconterò le emozioni di questo momento”.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Euro 2021: Azzurre battono Malta 5-0, sesta vittoria di fila
Italia a punteggio pieno nel gruppo B

12 novembre 201917:58

L’Italia femminile di calcio centra la sesta vittoria di fila nelle qualificazioni a Euro 2021. A Castel di Sangro le azzurre della ct Milena Bertolini hanno vinto 5-0 contro Malta. L’Italia, anche oggi in maglia verde, guida a punteggio pieno il gruppo B con 18 punti.

Sampdoria, per gennaio si sogna FlorenziI blucerchiati sarebbero pronti, Ranieri ritroverebbe ex allievo

ENOVA12 novembre 201916:18

– La Sampdoria sarebbe in prima fila a gennaio nel caso in cui la Roma decidesse di dare in prestito Alessandro Florenzi. Al momento l’esterno non sta trovando spazio nella formazione titolare, da qui la possibilità che ci possa essere un addio e la società blucerchiata sarebbe disponibile per il prestito del 28enne. Un giocatore che conosce molto bene anche Claudio Ranieri che l’anno scorso lo ha sempre utilizzato dal primo minuto quando era sulla panchina dei giallorossi.

L’Empoli ha esonerato BucchiPer ora squadra affidata al tecnico della Primavera Buscè

EMPOLI (FIRENZE)12 novembre 201916:21

– E’ arrivata anche l’ufficialità nel primo pomeriggio: l’Empoli ha esonerato l’allenatore Cristian Bucchi. Decisiva la sconfitta casalinga contro il Pescara per 1-2. I toscani, dopo essere stati anche primi in classifica, arrivano da tre soli pareggi in sei gare, con due sconfitte esterne e una interna. L’allenamento di oggi pomeriggio è diretto dal tecnico della Primavera Antonio Buscé. Ora il club sta cercando un nuovo tecnico. Dopo aver sondato alcuni nomi, tra cui Davide Nicola, pare che il nome più caldo sia quello di Roberto Muzzi, allenatore in seconda dell’ex tecnico di Empoli e Genoa Aurelio Andreazzoli.

Bosnia-Italia, l’arbitro sarà ScharerLa partita in programma venerdì sera allo stadio di Zenica

12 novembre 201916:35

– Lo svizzero Sandro Scharer è l’arbitro designato per Bosnia-Italia, gara valida per le qualificazioni a Euro 2020 in programma venerdì sera a Zenica.
Assistenti di Scharer saranno Stephane De Almeida e Bekim Zogaj, quarto uomo Alain Bieri.

Figc e Lega A a workshop su razzismoA Casa Milan. Presenti anche Inter, Juventus, Roma e Fa

12 novembre 201917:16

– Il calcio vuole dare una risposta concreta al problema del razzismo negli stadi. E’ con questo spirito che diversi rappresentanti della Figc, della Lega Serie A e delle principali società italiane si sono riuniti oggi pomeriggio a Casa Milan, club promotore dell’iniziativa, per un workshop con lo scopo di affrontare il tema e trovare soluzioni efficaci. Partecipano ai diversi tavoli di lavoro, tra gli altri, l’ad della Lega Serie A Luigi De Siervo, il segretario generale del Settore Giovanile e Scolastico della Figc Vito di Gioia, la campionessa di salto in lungo Fiona May e una delegazione della Football Association, capitanata da Paul Elliott, il presidente dell’organo istituito dalla federcalcio inglese per combattere le diversità e favorire l’inclusione. Tra i rappresentanti dei club italiani ci sono Ivan Gazidis e Zvonimir Boban, il Cfo della Roma, Francesco Calvo, il responsabile del marketing dell’Inter, Luca Danovaro, e Andrea Maschietto, manager del comparto sostenibilità per la Juventus.

Balotelli, divieto di guida in SvizzeraPer un’infrazione alle norme stradali

COMO12 novembre 201920:06

Il calciatore del Brescia Mario Balotelli non potrà guidare veicoli a motore in Svizzera per tre mesi (dal 31 dicembre 2019 al 30 marzo 2020), a causa di un’infrazione alle norme della circolazione stradale commessa nei giorni scorsi in Canton Ticino.La sanzione è stata emessa dalla Sezione ticinese della circolazione, risale al 30 ottobre scorso ed è stata pubblicata sul Foglio ufficiale del Cantone.Oltre al divieto di guidare, il provvedimento prevede anche il pagamento della somma di 100 franchi (circa 90 euro). Come riportano gli organi di informazione ticinesi, le Autorità svizzere hanno usato questo strumento di notifica in quanto non conoscono l’attuale residenza del calciatore.

Conte, chiedo tanto per scrivere storiaTecnico Inter: rischio di perdere chi non tiene ritmo ma serve

MILANO12 novembre 201922:52

– ”La richiesta deve diventare alta per tutti quanti se si vuole scrivere la storia, ovvero vincere.
Perché chi vince, scrive la storia dei club per cui si gioca o per cui si allena”. L’allenatore dell’Inter Antonio Conte, spiega il suo modo di vivere il calcio e il ruolo di allenatore, parlando dall’Arabia Saudita, dal Leadership Development Institute, dove era ospite. Concetti che il tecnico aveva già espresso prima della sfida contro il Verona, spronando il club a dare il massimo. ”La richiesta da parte mia è alta – continua Conte durante il suo intervento – e mi rendo conto che tanti fanno fatica. Quando arrivo in club nuovi non tutti sono abituati al ritmo che tu porto e rischio di perdere qualcuno per strada perché non riesce a sopportare i giri del motore. Ma se l’ambizione è quella di vincere e di cercare di fare qualcosa di importante e scrivere la storia è inevitabile chiedere tanto a se stessi e agli altri. È un modo di lavorare per eccellere e per cercare di vincere”.

Zanetti nella Hall of Fame mondialeA vicepresidente Inter il premio del Salón de la Fama di Pachuca

MILANO13 novembre 201912:25

– Javier Zanetti nella Hall of Fame del Calcio internazionale. Il vice presidente dell’Inter è stato premiato oggi, insieme ad altri campioni e allenatori del passato, col premio del Salon de la Fama di Pachuca. “Il riconoscimento – scrive l’Inter sul proprio sito – è stato conferito dopo una votazione tenutasi ad aprile a Madrid alla quale hanno partecipato giornalisti provenienti da 35 paesi”.

Aggiornamenti, Cinema, Notizie, Spettacoli Musica e Cultura, Ultim'ora

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 57 minuti

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:41 DI DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019

ALLE 10:50 DI MERCOLEDì 13 NOVEMBRE 2019

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Scomparsi, si riparte da caso Mirella Gregori
Con P. Orlandi da 12/11. Sorella Gregori, 36 anni e ancora buio 10 Novembre 2019 12:41

È il 7 maggio 1983, un sabato pomeriggio di primavera. In via Nomentana 91, a Roma, suona un citofono. “Mamma, scendo cinque minuti”, dice Mirella Gregori, 15 anni. Sotto ci sarebbe Alessandro, un compagno delle medie per il quale ha avuto un debole. Mirella scende, sorridente, con la chioma di riccioli scuri e, forse, anche un po’ di batticuore. È l’ultima volta che la mamma la vedrà, perché quel pomeriggio Mirella svanisce nel nulla. Solo 44 giorni dopo, un’altra ragazza incontra lo stesso destino. Sempre a Roma, sempre a 15 anni. È Emanuela Orlandi e da allora le due storie si legano in una fitta rete di misteri. Mai risolti. È con lo speciale sul “caso” di Mirella Gregori che parte la terza stagione di “Scomparsi”, la docu-serie in onda da martedì 12 novembre alle 22 su Crime Investigation (Sky, 119), nuovamente con Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, su e giù per la penisola a incontrare familiari e amici di persone ancora oggi sparite nel nulla. “Quando sentimmo alla tv di Mirella – racconta lui – sembrava una situazione molto lontana da noi. Mio padre disse ‘a noi queste cose non succederanno mai perché non abbiamo una lira’. E invece poche settimane dopo scomparve Emanuela”.
“A che punto siamo? Che dopo 36 anni sto ancora cercando mia sorella”, aggiunge Maria Antonietta Gregori.

Pochissime le certezze, per un mistero che qualcuno custodisce da allora, continuando a proteggere i colpevoli. Ma chi sono? Mirella ed Emanuela sono davvero, come si pensò presto, vittime dello stesso intrigo di terrorismo, servizi e segreti e politica? “I dubbi e le domande sono tanti”, prosegue Maria Antonietta. “Spero davvero che questo speciale sia uno spunto di riflessione per chi vuole e chi può. Per chi c’era, per gli inquirenti, per chi oggi è adulto e potrebbe finalmente liberarsi e parlare”.

Addio Elda Lanza, prima presentatrice della tv

10 novembre 201917:32

La scrittrice e giornalista Elda Lanza, conosciuta al grande pubblico come prima presentatrice della Rai e poi come “nuova signora del giallo italiano” grazie al successo di ‘Niente lacrime per la signorina Olga’ , ‘Il matto affogato’, Il venditore di cappelli ed altri titoli ancora pubblicati dalla casa editrice Salani, è morta questa mattina a Castelnuovo Scrivia, dove ormai risiedeva da anni, dopo aver vissuto a lungo a Milano.
Ad annunciare la morte lo scrittore e giornalista Mariano Sabatini. ”Dopo una brevissima malattia, la prima presentatrice della tv (il termine fu coniato per lei), giornalista e scrittrice, si è spenta con accanto il figlio Max e il marito Vitaliano Damioli a Castelnuovo Scrivia, dove ormai risiedeva.
Questi ultimi dieci anni di intensa amicizia sono stati per me magnifici, impagabili, e sono orgoglioso di averla riportata in tv, visto che dopo averla tenuta a battesimo – dalle trasmissioni sperimentali della Rai nel 1952, e fino agli anni Settanta – se l’erano quasi dimenticata. Era tornata prima su La7 con Benedetta Parodi, e poi dalla Balivo, per una serie di tutorial a Detto fatto su Rai2. Sempre molto apprezzata e amata dal pubblico, per l’ironia, la cultura, la simpatia. Stesso discorso per i romanzi con Salani: oltre 100mila copie vendute.
Fino all’ultimo abbiamo parlato gioiosamente di lavoro, di progetti, di idee e, per fortuna, è riuscita a portare a termine e a vedere pubblicato ‘La farfalla pavone’ per la Lisciani Libri e ‘La Terza sorella” per Salani, entrambi da poco nelle librerie”.
Nata a Milano il 5 ottobre del 1924 aveva compiuto da poco 95 anni vissuti in modo intenso e segnati da tanti incontri con Jean Paul Sartre, Simone de Beauvoir, Walter Chiari, Dario Fo, Giorgio Gaber, Eugenio Montale. Femminista attiva e convinta aveva studiato alla Cattolica di Milano e poi alla Sorbona di Parigi. Nel 1952 aveva iniziato a lavorare per l’allora tv pubblica, ed era così stata la prima presentatrice televisiva italiana. Tv che poi aveva a lungo frequentato, spesso come opinionista in tema di galateo e buone maniere, suo il best seller ”Signori si diventa le nuove regole dello stile” per Mondadori, fino agli anni recenti e al debutto, nel 2012 come giallista..
“Non ho una ricetta, posso soltanto dire come è successo a me.
Sembrava una cosa qualsiasi. Non era una cosa qualsiasi: tumore al pancreas. Sicuramente faccio prima io ad andarmene che questo indesiderato a crescere e a farmi male. Una gara tra me e lui… vincerò io”, aveva scritto qualche giorno fa in un pezzo per il sito web con cui collaborava.

Strike, l’investigatore british nato da J.K RowlingSu Premium Crime, opere firmate con pseudonimo Galbrith

10 novembre 201916:29

La penna di J.K. Rowling non ha creato solo l’universo di Harry Potter, ma anche il detective Cormoran Strike, protagonista dei romanzi polizieschi scritti dietro lo pseudonimo di Robert Galbraith (nome de plume tenuto a lungo segreto e nonostante tutto il personaggio letterario fu subito amato dalla critica , certo una volta svelata l’identità dell’autrice le copie vendute aumentarono di ben il 4 mila per cento). Da queste opere (La via del male. Il richiamo del cuculo, Il baco di Seta e Bianco Letale – tutte edite in Italia da Salani) è nata la serie Strike – che sbarca per sette appuntamenti in prima serata su Premium Crime, ogni martedì dal 2 dicembre. L’investigatore, è un reduce della guerra in Afghanistan dove è stato ferito nel corpo e nello spirito (privo di una parte di una gamba per una ferita). La Rowling figura anche tra i produttori (Strike a debuttato su BBC1 per poi essere distribuita da Hbo negli USA e in Canada). La serie vede protagonista Tom Burke, che nei panni di Cormoran Strike interpreta un ex veterano diventato investigatore privato.
Figlio naturale di una rockstar tossica e schizzata l’uomo, che lavora in un minuscolo ufficio in Denmark Street, a Londra, è dotato di un’eccezionale capacità d’intuizione che, unita all’esperienza maturata nella Special Investigation Branch, lo rendono capace di risolvere casi impossibili. Su Strike vigila la segretaria Robin Ellacott, ventinovenne maga del trucco e del travestimento segretamente invaghita di Strike, ad impersonarla Holly Grainger, già vista ne I Borgia e Patrick Melrose.

Ballestra, viviamo nella frammentarietàIl nuovo romanzo ‘La nuova stagione’

10 novembre 201916:30

– SILVIA BALLESTRA, LA NUOVA STAGIONE (BOMPIANI, PP 273, EURO 17). I paesi del Centro Italia distrutti dal terremoto, le leggende e i miti legati alla terra, la campagna e la città. Silvia Ballestra ci porta in una dimensione sovrannaturale, arcaica, e nello stesso tempo profondamente concreta e attualissima nel suo nuovo romanzo ‘La nuova stagione’ in cui torna a casa, nelle sue Marche, e apre a nuove dimensioni. Un viaggio interiore e fisico partito sull’onda di quello che è successo con il terremoto in luoghi che “sono vicini e lontani nello stesso tempo” dice la scrittrice. “Si parla sempre di Amatrice, Norcia ma ci sono – spiega – tanti altri paesi delle Marche isolati, tristemente dimenticati come Camerino o Arquata del Tronto”. Quest’ultimo si racconta sia nato sulle pietre scagliate dalla Sibilla contro le fate che si attardavano a ballare il salterello con i pastori. “Questo aspetto un po’ magico dei territori volevo coniugarlo con l’oggi, con le monoculture, lo sfruttamento della terra con i veleni, con le coltivazioni intensive” sottolinea la scrittrice che ha esordito nel 1990 nell’antologia “Papergang, Under 25” di Pier Vittorio Tondelli.
“Sono abbastanza divisa tra dimensione cittadina e di paese.
Cerco di tenere insieme le due cose. Mi piacerebbe che in Italia le città dialogassero di più fra loro e con la provincia.
Milano sembra lontanissima da Roma, nelle Marche c’è una netto distacco tra la costa e la campagna, tra nord e sud. C’è una frammentarietà che non so a cosa ci porterà” dice la Ballestra che è originaria di San Benedetto del Tronto e vive a Milano.
Nel romanzo le sorelle Olga e Nadia sono legate alla terra che hanno ereditato e nello stesso tempo non vedono l’ora di disfarsene. Vengono da una famiglia che coltivava i campi ma le cose sono cambiate. Loro se ne sono andate, i loro figli sono cittadini del mondo, eppure provano una grande nostalgia di quei luoghi e, dopo il terremoto, anche un senso di protezione.
Compiono così un doppio viaggio: a ritroso, nella memoria, e poi nel presente, nella vita reale dove sono impegnate a vendere il terreno di famiglia. I possibili acquirenti sono ex mezzadri arricchiti o mezzi imprenditori della frutta dei quali la Ballestra ci regala degli indimenticabili ritratti umoristici.
“Questa è una storia di contraddizioni , in parte anche di una sconfitta. Le protagoniste non vorrebbero liberarsi di quella terra ma non vedono l’ora di vendere. La campagna non è una cosa semplice, è quasi impossibile da gestire ormai” sottolinea l’autrice di ‘Compleanno dell’iguana’, ‘Gli Orsi’ e de ‘La guerra degli Antò’ da cui è stato tratto l’omonimo film diretto da Riccardo Milani.
La scrittrice non lo immaginava ma ha scoperto “che c’è tanta gente che ha un pezzetto di terra, di campo, che apparteneva alla famiglia e ora è diventato un peso. Il nostro è un paese agricolo. La tendenza dagli anni ’70 in poi è stata di andare a inurbarsi. Questa è una storia di contadini”.
Ma qual è la nuova stagione che ci aspetta nell’era dei cambiamenti climatici? E qual è il nostro rapporto con la natura in questi anni di grandi trasformazioni? “Sono una grande fan di Greta Thunberg, sono felicissima che sia apparso questo movimento di giovani attivisti. I temi sono complessi e la loro richiesta è che la politica se ne occupi davvero, senza esitazioni. I ragazzi le risposte le vogliono subito perché in ballo c’è il loro futuro. Greta è stata attaccata perchè è giovane e donna. Le generazioni precedenti non avevano capito l’imminenza del problema” dice la scrittrice.
Voce narrante della storia è la cugina di Olga e Nadia e sono tante le donne de ‘La nuova stagione’, dalla madre delle due sorelle, Liliana, alle tre ex pazze del manicomio di Teramo, Santina, Luigia e Meri, all’omicidio di Giancarla. “Le donne o sono vessate oppure, nella gestione del lavoro a livelli più alti, sono escluse”ì dice la Ballestra. “La cosa che più mi avvilisce è la mancanza di visione del futuro. Mentre i ragazzi ci lavorano, ci pensano, la politica è miope, è sempre sul presente, sul tiriamo a campare” afferma la scrittrice che nel suo ampio tour di presentazioni sarà il 13 novembre al Modo Infoshop a Bologna, il 20 novembre alla libreria Tuba di Roma, il 27 alla Quodlibet diMacerata e il 28 alla Ubik Il Catalogo di Pesaro.

Arriva il Mahabharata in graphic novelL’epopea indiana con testi Carriere e illustrazioni Michaud

11 novembre 201914:23

– Si alleggerisce la maestosa impresa di leggere la mistica saga indiana de ‘Il Mahabharata’ finalmente disponibile in un graphic novel che mantiene la stessa intensità narrativa e forza espressiva.
Ci sono voluti oltre tre anni di grande lavoro da parte del disegnatore e fumettista Jean-Marie Michaud, che ha illustrato in migliaia di tavole i testi del grande sceneggiatore Jean-Claude Carrière , amico di Luis Bunuel, per fare dell’opera letteraria più estesa al mondo un graphic novel di 440 pagine. Circa 15 volte la Bibbia, scritta in sanscrito a partire dal IV secolo a.C., riveduta e arricchita per oltre 700 anni, ‘Il Mahabharata’ arriva nelle nostre librerie per L’ippocampo a cui va il grande merito di averlo pubblicato, nella traduzione dal francese di Fabrizio Ascani, ad un prezzo davvero contenuto (29,90 euro) per l’eccezionale valore del libro che parla di religione, politica, morale e cosmologia ma soprattutto di liberazione ede elevazione spirituale che secondo la tradizione indiana, sono i fini ultimi della condizione umana.
Complesso e labirintico il “grande poema del mondo” racconta la lunga e furibonda lite dinastica che contrappone i Pandava e i Kurava, due clan di cugini composti rispettivamente da 5 e 100 membri. Sedici i personaggi principali tra cui Krishna, manifestazione terrena del dio Vishnu, che per la prima volta nel Mahabharata fa la sua comparsa nella mitologia indiana e sarà lui a rivelare nella Bhagavad Gita, “Il canto del Signore” ,i misteri del rapporto fra Dio e l’uomo e il loro reciproco amore. La vicenda si svolge tremila anni avanti Cristo.
Opera cardine dell’induismo il Mahabharata è stato a lungo misconosciuto in Occidente e da questa straripante epopea sono derivate le migliaia di credenze e leggende dell’anima indiana che imprimono nel cuore degli uomini il Dharma, la sacra legge che governa il mondo.

Cinema: a sorpresa Midway vince a box office UsaSegue Doctor Sleep, che era al top nelle previsioni.

10 novembre 201918:28

– Il film sulla seconda guerra mondiale “Midway” ha segnato una vittoria a sorpresa al botteghino sul sequel di “The Shining” “Doctor Sleep” questo fine settimana. Domenica l’epopea di guerra del regista Roland Emmerich ha guadagnato circa 17,5 milioni di dollari nei cinema nordamericani per conquistare il primo posto nelle classifiche.
Verso il fine settimana, gli esperti si aspettavano che il primo posto andasse alla Warner Bros per “Doctor Sleep”, l’adattamento da Stephen King con Ewan McGregor. Ma ha incassato solo 14,1 milioni di dollari, quando si aspettava un incasso oltre i 25. “Playing With Fire”, diretto da John Cena, ha esordito al terzo posto con 12,8 milioni, mentre la commedia romantica “Lo scorso Natale” con Emilia Clarke ha conquistato il quarto posto con 11,6 milioni.

Cavallaro racconta Sciascia l’ereticoLe battaglie e le lezioni civili di un “siciliano scomodo”

PALERMO11 novembre 201912:18

FELICE CAVALLARO, ‘SCIASCIA L’ERETICO. STORIE E PROFEZIE DI UN SICILIANO SCOMODO’ (Solferino, pag 298, 17,00 euro).
Non era uomo di passioni. Ma di pensieri originali, di intuizioni lucide e di scelte anticonformiste. In una parola: un eretico. E questo è il ritratto di un grande scrittore del Novecento che Felice Cavallaro, giornalista del Corriere della Sera, traccia con un ricco campionario di fatti e ricordi personali nel suo libro “Sciascia l’eretico. Storie e profezie di un siciliano scomodo”, edito da Solferino . A trent’anni dalla scomparsa, le sue lezioni civili tra ragione e diritto mantengono tutta la loro forza e toccano temi cruciali della vita pubblica che appaiono ancora oggi di una bruciante attualità. Cavallaro li ripercorre tutti: dalla mafia che cambia in sintonia con i nuovi interessi criminali alla corruzione, dalle ingiustizie della giustizia al caso Moro, dal difficile rapporto con il Pci agli affilati colpi al sistema di potere della Dc, fino ai “professionisti dell’antimafia”, l’ultimo fronte polemico che Sciascia aveva aperto attirandosi attacchi astiosi e intolleranti. Ci fu anche chi lo pose “fuori dalla società civile” e chi lo definì un “quaquaraquà”, l’ultima categoria umana priva di dignità che Sciascia aveva descritto nel Giorno della civetta. Cavallaro propone una biografia intellettuale e umana di Sciascia vivificata da una conoscenza personale cominciata come vicini di casa nella campagna di contrada Noce a Racalmuto, la Regalpetra che lo scrittore amava e aveva descritto come metafora del Paese, e proseguita lungo gli itinerari del giornalismo. Tra cultura e politica tanti sono gli snodi che lo scrittore ha toccato. E tanti i rapporti intrecciati. Cavallaro ne offre una rassegna ragionata ripescando negli archivi della memoria intanto le tracce delle relazioni intellettuali e degli scambi culturali con Italo Calvino, Pier Paolo Pasolini, Vincenzo Consolo, Gesualdo Bufalino, Enzo ed Elvira Sellerio. Difficile nel caso di Sciascia tracciare un confine tra la dimensione culturale e la lettura politica della società. Il suo metro di giudizio era dato dall’autonomia dell’illuminista volterriano che cercava solo e sempre la verità. E in suo nome era pronto anche a rotture dolorose. Clamorosa quella con Renato Guttuso, che sullo sfondo del caso Moro sfiorò anche Enrico Berlinguer e chiuse il suo dialogo con il Pci così pieno di tormenti per aprire un canale con i radicali di Marco Pannella. Un approdo facilitato dal caso di Enzo Tortora che per Sciascia era diventato l’emblema dell’ingiustizia, il nervo scoperto del sistema Italia. Il libro attraversa la vita dello scrittore, ne racconta battaglie e inimicizie. Descrive l’eredità di un uomo abituato a vivere e a pensare da eretico. L’assenza della sua voce è per Cavallaro un grande vuoto: “Avremmo ancora molto bisogno di Sciascia, del suo pessimismo, del suo moralismo illuminista, del suo ragionamento, delle sue battaglie contro pupi, mezzi pupari e pupari”.

Ligabue, evento 30 anni carriera apre arena CampovoloIl 12 settembre 2020 data unica inaugura RCF Arena Reggio Emilia

11 novembre 201911:19

– ”Campovolo è il posto dove festeggeremo i 30 anni di carriera, è il posto delle nostre feste e delle nostre ricorrenze. Cercheremo di comprimere 30 anni in una serata sola, non sarà facile, anche perchè lo faremo insieme a tutti i musicisti e tutte le band con cui in questi anni ci siamo incrociati. E qua vicino stanno costruendo la fatidica arena dove sarà più facile assistere ai concerti e con quel concerto, il 12 settembre 2020 avremo il piacere di inaugurarla. 12 settembre 2020 30 anni in un giorno”. Così Luciano Ligabue, direttamente da Campovolo, annuncia sui social il concerto-evento del prossimo anno. Festeggerà i 30 anni della sua straordinaria carriera, iniziata nel 1990 con l’album omonimo, e anche i 15 anni dal suo primo mega concerto in quel di Campovolo a Reggio Emilia che negli anni lo ha visto protagonista, più volte, con eventi entrati a pieno titolo nella memoria collettiva della grande musica live italiana. . La Festa si terrà in uno spazio totalmente nuovo e creato rigorosamente ad hoc per la musica al Campovolo, denominato RCF Arena Reggio Emilia, attrezzato per ospitare fino a 100.000 persone (con una pendenza del 5% per garantire una visuale e un’acustica ottimali). Sarà appunto LUCIANO LIGABUE a inaugurare la RCF Arena Reggio Emilia il 12 settembre 2020 (inizio concerto: ore 20.30) in un evento live in data unica (prodotto e organizzato da Riservarossa e Friends & Partners).

Subito in vetta al box office Le ragazze di Wall StreetEntrano al sesto e settimo posto Gli uomini d’oro e Parasite

11 novembre 201912:17

Subito in vetta al box office del week end ‘Le ragazze di Wall Street’, la scanzonata e feroce commedia sull’avidità e il sogno dell’arricchimento facile con Jennifer Lopez nel ruolo dell’esperta spogliarellista Ramona.
Ispirato a una storia vera, il film, secondo i dati Cinetel, guadagna in quattro giorni 1.563.233 euro e fa scivolare al terzo posto ‘La famiglia Addams’ che nel fine settimana ottiene 1.150.218 euro per un totale in due settimane di 4.951.170 euro.
Saldo al secondo posto ‘Il giorno più bello del mondo’di e con Alessandro Siani con 1.278.949 euro per un totale in 2 settimane di 4.753.994 euro. Al quarto posto ancora Joker con Joaquin Phoenix che questo week end guadagna 741.647 euro per un totale in sei settimane di 28.108.1992 di euro.
Tre new entry: al sesto posto ‘Gli uomini doro’ di Vincenzo Alfieri con Fabio De Luigi che ci porta nella Torino degli anni ’70, dove Luigi, conducente del furgone che ogni giorno trasporta i valori degli uffici postali, progetta la rapina perfetta, che si conquista in quattro giorni 428.139 euro, al settimo l ‘esilarante e spietata commedia nera sullo sfondo della Corea di oggi, ‘Parasite’ di Bong Joon Ho, Palma d’oro a Cannes,con 390.093 euro in quattro giorni. E all’ottavo ‘Motherless Brooklyn – I segreti di una città’ di e con Edward Norton e con Bruce Willis, ispirato al romanzo di Jonathan Lethem, ambientato in una New York a ritmo di jazz, che guadagna 361.097 euro in quattro giorni. Balza dal venticinquesimo al nono posto il corale ‘La Belle Epoque’ di Nicolas Bedos, con Fanny Ardant e Daniel Auteuil che nel week end registra 339.214 euro.
Chiude la top ten ‘L’uomo del labirinto’ di Donato Carrisi con Toni Servillo e Dustin Hoffman che guadagna 331.566 euro nel week end per un totale in due settimane di 1.749.145 euro.
Il botteghino italiano scende a 8.928.045 euro con un calo del -48% rispetto allo settimana scorsa e una crescita del 21.41% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

KISS in concerto all’Arena di Verona il 13 luglioTappa italiana per il tour d’addio mondiale della band ‘END OF THE ROAD WORLD TOUR’

11 novembre 201918:48

Dopo una carriera leggendaria durata 45 anni, i KISS annunciano il loro ultimo tour mondiale, END OF THE ROAD WORLD TOUR. La band farà tappa anche in Italia con un’unica data il 13 luglio 2020 nella splendida cornice dell’Arena di Verona.Conosciuti per lo stile unico e inimitabile, i KISS dominano da oltre quattro decadi la scena del rock ‘n’ roll mondiale portando in scena concerti iconici e spettacolari. Entrati a far parte della Rock and Roll Hall of Fame,  hanno venduto oltre 100 milioni di dischi nel mondo.
“Tutto quello che abbiamo costruito e conquistato nelle scorse quattro decadi non sarebbe stato possibile senza i milioni di persone nel mondo che ci seguono e sono venute a vederci nei club, nelle arene e negli stadi durante tutti questi anni. Questa sarà l’ultima celebrazione per tutti coloro che ci hanno già visto e l’ultima occasione per quelli che non lo hanno ancora fatto. Stiamo per salutarvi con il nostro tour d’addio e il più grande show di tutti i tempi. Ce ne andiamo esattamente come siamo arrivati: senza rimpianti e inarrestabili!”.KISSWORLD – THE BEST OF KISS è uscito a gennaio e riunisce 20 dei brani più amati della band in un unico album, tra cui “I Was Made For Lovin’ You”, “Rock and Roll All Nite” e “God Gave Rock ‘N’ Roll To You II” oltre alle hit “Beth” e “Detroit Rock City”.

Cinema: a sorpresa Midway vince a box office UsaSegue Doctor Sleep, che era al top nelle previsioni.

10 novembre 201918:28

– Il film sulla seconda guerra mondiale “Midway” ha segnato una vittoria a sorpresa al botteghino sul sequel di “The Shining” “Doctor Sleep” questo fine settimana. Domenica l’epopea di guerra del regista Roland Emmerich ha guadagnato circa 17,5 milioni di dollari nei cinema nordamericani per conquistare il primo posto nelle classifiche.
Verso il fine settimana, gli esperti si aspettavano che il primo posto andasse alla Warner Bros per “Doctor Sleep”, l’adattamento da Stephen King con Ewan McGregor. Ma ha incassato solo 14,1 milioni di dollari, quando si aspettava un incasso oltre i 25. “Playing With Fire”, diretto da John Cena, ha esordito al terzo posto con 12,8 milioni, mentre la commedia romantica “Lo scorso Natale” con Emilia Clarke ha conquistato il quarto posto con 11,6 milioni.

Cosmesi made in Italy, successo ad Hong Kong, export +23%A Cosmoprof Asia 100 imprese italiane, trend da Cosmetica Italia

11 novembre 201913:33

– La cosmesi made in Italy piace sempre di più nei paesi dell’area del Sud-Est Asiatico e Pacifico.
Nell’ultimo anno l’export dei nostri prodotti di bellezza verso Hong Kong è infatti cresciuto del 23 % superando i 244 milioni di euro. Secondo paese di sbocco la Cina dove l’export italiano nel 2018 è aumentato del 19,3% per un valore di circa 63 milioni di euro.
Le donne asiatiche amano in particolare i prodotti illuminanti e gli sbiancanti per viso e corpo, i profumi e il trucco nostrani.
Le eccellenze di circa 100 imprese italiane sono esposte alla 24esima edizione di Cosmoprof Asia, la più importante fiera delle industrie della bellezza nell’area Asia-Pacifica dal 12 al 15 novembre ad Hong Kong. Oltre 50 imprese sono rappresentate dall’associazione Cosmetica Italia che promuove e sostiene le opportunità di business anche di una ‘Collettiva’ di espositori italiani in collaborazione con ICE Agenzia. L’associazione ha effettuato una puntuale analisi sul mercato del made in Italy ed i trend beauty del mondo asiatico. Spiega Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia: “L’Asia si conferma una importante area di destinazione dei cosmetici italiani e, globalmente, nel 2018 le esportazioni verso il continente asiatico hanno raggiunto un valore di 874 milioni di euro, pari al 18% delle esportazioni di cosmetici made in Italy nel mondo.
Si tratta di un mercato con interessanti prospettive non solo per i grandi volumi generati, ma anche per i costanti ritmi di crescita”. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Colletta National Gallery per comprare Mosè di Gentileschi
Opera vale circa 20 milioni di sterline, al museo ne mancano 2

LONDRA11 novembre 201913:55

– La National Gallery di Londra lancia una raccolta pubblica online di fondi per cercare di mettere insieme il denaro che le manca per completare l’acquisto del Ritrovamento di Mosè di Orazio Gentileschi, unica opera del pittore pisano vissuto fra ‘500 e ‘600 ospitata nelle sue sale.
L’annuncio è stato dato in una nota diffusa dal celebre museo (diretto dall’italiano Gabriele Finaldi). Il quadro, concesso in prestito da ormai una ventina d’anni da un collezionista privato alla Gallery, che vanta un diritto di prelazione ormai in scadenza, è valutata 22 milioni di sterline (oltre 25 milioni di euro). L’istituzione ne deva pagare, sottratte le detrazioni fiscali, quasi 19,5 milioni, ma tra fondi propri, contributi pubblici britannici e soprattutto di grandi sostenitori privati, ne ha in cassa circa 17,4 milioni: i 2 mancanti spera di raccoglierli attraverso singole donazioni private, eseguibili presso il suo sito ufficiale sotto l’hashtag #SaveOrazio.
Altrimenti il quadro potrebbe finire fuori dal Regno Unito.
Il Ritrovamento di Mosè è stato valorizzato dalla National Gallery in esibizioni in cui ha potuto essere proposto al pubblico accanto ad altre opere del barocco italiano di artisti come Caravaggio o Guido Reni. In anni recenti le è stato inoltre affiancato l’autoritratto nelle vesti di Santa Caterina di Alessandria dipinto dalla non meno celebre figlia di Orazio, Artemisia Gentileschi, acquisito nella collezione dello stesso museo londinese. Il quadro ha un legame stretto con la capitale britannica. Fu infatti commissionato attorno al 1630 dopo l’approdo del pittore alla corte di Carlo I d’Inghilterra – ultima e più infelice stagione di una vita segnata in precedenza da un lungo girovagare tra diverse città italiane e quindi da una tappa a Parigi presso la corte del re di Francia – su ordine della regina consorte Enrichetta Maria: per celebrare la nascita in casa Stuart dell’erede al trono, il futuro Carlo II.

Guenzi, da musica a set amo raccontare libertàGira 1/o film da attore. X factor? ‘Formula un po’ anacronistica

1 novembre 201913:56

– Il teatro è il primo amore, che continua a frequentare come attore in diversi spettacoli: poi per Lodo Guenzi sono arrivati la musica come frontman de Lo Stato Sociale, e la televisione, come giudice per una stagione a X factor e due anni da conduttore del Primo maggio. Ora debutta da attore anche al cinema, come protagonista, con Jacopo Costantini e Matteo Gatta, di Dittatura Last Minute, opera seconda di Antonio Pisu prodotta da Genoma Films, in uscita nel 2020. E’ un road-movie ambientato nel 1989 in Romania alla vigilia della caduta del muro, e della fine del regime di Ceausescu.
“Il film indaga sull’unica cosa di cui ha senso parlare anche nelle canzoni, il tema della libertà in tutte e sue le vesti – dice Guenzi, al telefono da Brasov, in Romania dove sono in corso le riprese -. Si racconta un passaggio tra epoche, che ha come centro quell’anno fatidico, il 1989. Il tutto dalla prospettiva di tre 25enni cesenati che partono con la voglia di fare vacanze avventurose e si ritrovano a scoprire cose del mondo che mai avrebbero pensato di conoscere”. La sfida del film “era talmente particolare e rischiosa che è andata un po’ a sovrapporsi alla possibilità di continuare a X factor – dice -. Mi divertirei anche a rifarlo, ma considerando che ormai ogni anno escono almeno una decina di nomi nuovi, capaci di fare subito i sold out e arrivare ai primi posti in classifica, una trasmissione di cover ha qualcosa di leggermente anacronistico.
E’ nei miei progetti tornare a fare tv, ma con un gioco più proprio” .

Segre a Lugano per concerto diretto da Pappanol saluto al maestro e ai musicisti al termine dello spettacolo

11 novembre 201914:00

– Serata di grande musica ieri a Lugano per Liliana Segre, sotto scorta da alcuni giorni dopo le minacce antisemite subite recentemente. La senatrice a vita ha preso posto tra il pubblico che ha gremito il Lac, la principale sala da musica della città, per assistere al concerto diretto da Antonio Pappano con l’Orchestra dell’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia nell’ ultima data della loro trionfale tournèe europea. Liliana Segre, che era in compagnia di una amica, al termine dello spettacolo ha salutato il maestro anglo-italiano e alcuni musicisti che le hanno manifestato la soddisfazione particolare di aver suonato sapendola tra gli spettatori. Nella tournèe, cominciata il 4 novembre a Parigi con un sold out proseguito nei cinque appuntamenti successivi in Svizzera, Pappano ha diretto l’ orchestra nel primo concerto di Liszt con la straordinaria pianista Martha Argerich alla quale in alcune date si è alternato il pianista Francesco Piemontesi per il primo concerto di Chopin, proponendo poi l’ Ouverture da Euryanthe di Weber e la seconda sinfonia di Schumann.

Danza: Natalie Wagner in Puglia tra sensori, app e desideriCoinvolge in progetto interattivo pubblico duetto Human Design

BARI11 novembre 201914:40

– La coreografa svizzera Natalie Wagner è in Puglia per una serie di appuntamenti, al via con una residenza al Lab Urbano Rigenera di Palo del Colle (Bari), che il 15 novembre ospiterà il duetto Human Design, frutto di un progetto tra danza e telecomunicazione. Qui Wagner esamina il desiderio umano di perfezione, “obiettivo irraggiungibile”: un “affare ambivalente, come la vita”, rileva in una nota. Nel portarlo in scena – il 15 alle 19:30, per la rassegna ‘A Maglie Larghe’ di Factor Hill fra arte e scienza – coinvolgerà 10 spettatori volontari, collegati a un’app con dei sensori, che compileranno anche un questionario. La Wagner intende così “ricevere quante più informazioni fisiche dal pubblico durante la performance”, per comprendere come il corpo reagisce a quello che percepisce”, anche se “non esiste una reazione errata o corretta. L’importante è essere lì insieme”. Wagner sarà poi al weekend di formazione del Network Internazionale Danza Puglia il 16 e 17 novembre all’Accademia Kaloc di Modugno (Bari).

Musica: cittadinanza onoraria di Napoli a Bruno VenturiniDe Magistris, un grande interprete della musica partenopea

NAPOLI11 novembre 201915:45

– Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha conferito la cittadinanza onoraria a Bruno Venturini, interprete della canzone napoletana nel mondo.
”E’ una giornata importante per la musica napoletana nel mondo perché viene riconosciuta la cittadinanza onoraria a un grande interprete contemporaneo – ha detto il sindaco de Magistris – un’artista che ha venduto oltre 100milioni di dischi nel mondo cantando Napoli”.Venturini, pseudonimo di Bonaventura Esposito, nato a Pagani, è stato il primo artista occidentale invitato in Cina, ed ha al suo attivo una lunga serie di dischi di platino e d’oro. Una carriera – ha spiegato Venturini – influenzata da Sergio Bruni, Michele Galdieri, Enrico Caruso, Salvatore Di Giacomo, Roberto de Simone che – dice – ”mi ha insegnato la vera musica”. Venturini, negli anni, si è esibito per la famiglia reale inglese, Gorbaciov, Clinton, il re di Spagna, Juan Carlos, e Papa Giovanni II. Per festeggiare il riconoscimento il 13 novembre concerto gratuito al Politeama di Napoli.

Bologna si tinge di ‘giallo’, un festival tra libri e tvIl 16 e 17 novembre appuntamento con Carlo Lucarelli e Vito

BOLOGNA11 novembre 201915:45

– Un festival per riflettere su come letteratura, cinema e tv trattano il ‘giallo’, insieme a esperti e grandi autori tra i quali Carlo Lucarelli e Marco Malvaldi. Il 16 e il 17 novembre, a Bologna, arriva la prima edizione di ‘Giallo Festival’, al Sympò, in via delle Lame 83.
Tra i tanti ospiti anche il regista Alessandro D’Alatri: dopo la serie tv ‘I bastardi di Pizzofalcone’, racconterà in anteprima la nuova fiction a cui sta lavorando. Carlo Lucarelli e Stefano Bicocchi, in arte Vito, sveleranno invece i segreti de ‘L’ispettore Coliandro’. Il comico è anche il protagonista del thriller ‘Buono da morire’: nel libro, scritto dal collettivo bolognese Rems, Vito-Bicocchi si sdoppiano come Dottor Jekill e Mister Hide. Spazio anche alla cronaca con l’incontro sulla Uno Bianca insieme a Carmelo Pecora e Maurizio Matrone, ex poliziotti oggi scrittori. Organizzato dalla Damster-Edizioni del Loggione, col contributo di Bper Banca, ‘Giallo Festival’ ha il patrocinio della Regione e del Comune di Bologna.

A Genova nasce l’archivio del Pci, con inedito Palmiro TogliattiPresidente Fondazione Diesse: ‘Anche fogli clandestini de L’Unità’

GENOVA11 novembre 201919:06

Nessuna operazione nostalgia e tantomeno il ‘come eravamo’ formato museo: l’archivio della Fondazione Diesse che racconta il Partito comunista genovese è un omaggio alla storia del partito dei lavoratori che a Genova ha avuto grande peso culturale, politico e sociale. Nasce in una sede storica che fu del Pci, quella di via Cantore a Sampierdarena che è stato teatro nel 1921 del primo congresso nazionale della Federazione giovani comunisti italiani, la Fgci.
E contiene reperti storici importanti come un inedito di Palmiro Togliatti che si rivolge ai lavoratori genovesi invocando l’unità della sinistra, alcune lettere di Sandro Pertini, foto d’epoca, i documenti falsi di un partigiano che combatté in Spagna la guerra civile tra repubblicani e franchisti.Ci sono anche alcuni fogli ciclostilati de L’Unità, di quello che diventerà un grande quotidiano: “Allora – ha detto il presidente della Fondazione Diesse Ubaldo Benvenuti – chi fosse stato trovato in possesso di quei fogli sarebbe stato arrestato”.
Tra le cose che saranno esposte, le bandiere rosse con la falce e martello, il simbolo dei lavoratori. Tra queste, la bandiera della sezione di Buranello dedicata a Ernesto Jursé, uno dei partigiani massacrati dai fascisti tra il 14 e il 16 gennaio 1944 nella cosiddetta ‘strage del panino e della mela’.L’archivio, che contiene documenti che ripercorrono le trasformazioni del Pci in Pds e Ds, sarà consultabile da chiunque, privati cittadini e studiosi. Con la speranza che chi ha conservato i pezzi di una storia che, volenti o nolenti, appartiene al Paese possa riempire una teca vuota.

Prodigi, cuore e musica in Tv per i bimbi dell’UnicefSu Rai1 il 13/11, con Insinna e Autieri 9 piccoli artisti

12 novembre 201910:09

Dalle periferie del mondo a quelle di casa nostra, seguendo un percorso che parla di sogni e riscatto, passione per l’arte e solidarietà: torna per il quarto anno “Prodigi – La musica è vita”, il programma di Rai1, in collaborazione con Unicef ed EndemolShine Italy, che il 13 novembre andrà in onda in prima serata sulla rete ammiraglia della Rai. Alla conduzione ci saranno Flavio Insinna con Serena Autieri e la ‘mascotte’ Giulia Golia, che l’anno scorso aveva partecipato al programma come cantante, pronti ad accompagnare il pubblico alla scoperta dei 9 giovanissimi, incredibili talenti (i prodigi, appunto) di questa edizione: i ballerini Davide, Eleonora e Rachele, i cantanti Laura, Manuel e Mattia Francesco, i musicisti Emanuele, Filippo e Matteo, tutti dagli 8 ai 15 anni, si esibiranno al cospetto della giuria composta da Arisa (per il canto), Rossella Brescia e Luciano Cannito (per la danza), Peppe Vessicchio (per la musica; il Maestro è anche direttore artistico) e, nel ruolo di segretario speciale, Nino Frassica. I tre finalisti (uno per categoria), scelti dai giurati, si contenderanno una borsa di studio offerta dall’Unicef Italia: a decretare il vincitore assoluto sarà una giuria di 100 esperti. Nel corso della serata, in cui i piccoli artisti saranno accompagnati dall’orchestra giovanile Sesto Armonico diretta dal Maestro Matteo Parmeggiani, ci sarà spazio però anche per il racconto di tante storie di bambini e ragazzi di Paesi in difficoltà che, proprio come i protagonisti di Prodigi, hanno trovato nella musica, nel canto e nella danza più di una passione, ma una strada di speranza per conquistarsi un futuro migliore. Sul palco di Rai1 si esibiranno alcuni bambini di Gambia, Panama e Sierra Leone e ci saranno le testimonianze “sul campo” di tanti ospiti d’eccezione: Roberto Mancini, CT della Nazionale e Goodwill Ambassador Unicef parlerà della sua esperienza in Giordania, i testimonial Geppi Cucciari, Rossella Brescia e Luciano Cannito racconteranno i loro viaggi rispettivamente in Gambia e a Panama, e poi Alessandra Mastronardi, Goodwill Ambassador, parlerà delle famiglie siriane che vivono nei campi per rifugiati in Libano. E poi ancora si esibirà la musicista, educatrice e attivista Sona Jobarteh e verrà trasmesso un video che Ultimo, nuovo Goodwill Ambassador Unicef, ha realizzato con i bambini di una scuola del quartiere San Basilio di Roma, dove il cantante è cresciuto. Come sempre quindi nel format – che ha visto crescere gli ascolti dall’11% della prima edizione al 16% dello scorso anno – lo spettacolo si intreccia alla solidarietà, la gara tra talenti all’amore per gli altri: una ricetta vincente da ogni punto di vista, sia “per i dati commerciali che per quelli ‘solidali’, perché la raccolta fondi e l’indotto che si crea è sempre più importante. Con Prodigi mettiamo in pratica la vocazione del servizio pubblico, quella di offrire l’intrattenimento gradevole e i contenuti importanti”, spiega Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai1. Anche per i conduttori “Prodigi” rappresenta, al di là dell’impegno professionale, un progetto necessario, in cui lavorare con il cuore: “Dopo un anno non pensavo avremmo avuto ancora più filo spinato, guerre e bombe: io che sono un uomo fortunato credo che la fortuna la devi rimettere in circolo”, spiega Flavio Insinna, conduttore dalla seconda edizione, “mi viene naturale dare una mano ed è bello far recuperare al nostro mestiere la dimensione dell’altro, della cura”. “Ci siamo divertiti e commossi: da mamma e da donna ho accettato subito questa opportunità”, dice Serena Autieri, “ho conosciuto talenti straordinari e mi sono messa dalla loro parte perché anche io ho iniziato questo lavoro da bambina”. “Ai bambini in difficoltà l’Unicef offre cura e protezione, ma anche di poter realizzare i propri sogni attraverso l’arte, la musica e la conoscenza”, afferma il presidente Unicef Italia Francesco Samengo, “tutti devono avere le stesse opportunità, a prescindere dal luogo di nascita”. Come sempre, il pubblico potrà sostenere la campagna di raccolta fondi dell’Unicef (promossa dalla Rai dall’11 al 17 novembre) per combattere la malnutrizione infantile e proteggere bambini e adolescenti donando fino al 31 dicembre al numero solidale 45525 (o telefonando al numero 800070606 o sul sito unicef.it/tv).

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

‘Leggiamo al museo!’, 100 eventi in Italia per bimbi e famiglie
Dal 15-17 novembre il nuovo progetto di Kid Pass

11 novembre 201916:04

– Cento eventi in simultanea in musei e spazi culturali di tutta Italia, da Milano a Palermo, che aprono le porte a visite guidate, letture creative e attività condivise dedicate alle famiglie con bambini, per promuovere l’importanza di avvicinarsi alla cultura già dall’infanzia, assieme ai genitori. E’ la prima edizione di Avventure tra le pagine – Leggiamo al museo!, il nuovo progetto di endutainment creato da Kid Pass e promosso dall’associazione Kid Pass Culture, che si svolgerà nel weekend del 15-16-17 novembre.
Tra i principali eventi in programma: a Milano la Veneranda Fabbrica del Duomo propone una lettura interattiva tra opere d’arte e parole, alla GAMeC di Bergamo una lettura animata con albi illustrati alla scoperta dei movimenti artistici del Novecento. A Palazzo Reale di Genova saranno di scena le storie di principi e principesse e una lettura ispirata alle Metamorfosi di Ovidio, a Torino una visita speciale al museo della Basilica di Superga e letture al MAUTO, Museo Nazionale dell’Automobile. A Venezia al Museo Archeologico l’autrice Stella Nosella leggerà il suo nuovo libro della collana Sebastian’s Chroniclesi mentre la Fondazione Querini Stampalia proporrà un’avventura tra mappe e letture che risalgono a più di 400 anni fa.
E ancora, al FICO Eataly World di Bologna, in collaborazione con Mielizia – CONAPI Consorzio Nazionale Apicoltori, all’interno della giostra didattica dell’uomo e degli animali, saranno proposte letture di fiabe speciali sulle api. A Firenze, letture al Museo Galileo e allo Spazio Costanza, in collaborazione con la libreria Cuccumeo. A Roma il Museo Explora invita al bookshop per leggere il libro “Fiabe delle montagne Italiane” di Idalberto Fei. Al Parco Archeologico di Siracusa tre iniziative sulle favole dell’antichità e sulla della filosofia degli antichi greci e a Palermo, a Palazzo Branciforte le avventure dei Pupi siciliani.

‘Pit’ ora cerca fantasmi e emozioni anche al SudParanormal investigation team presenta ‘La casa del pazzo’

NAPOLI11 novembre 201917:20

– Youtubers e ‘cercatori di fantasmi’, Paolo Dematteis e Debora Bedino, 33 e 32 anni, cuneesi, fondatori del PIT (Paranormal Investigation Team), sono alla caccia soprattutto di emozioni, di ‘belle emozioni (che ‘si sentono e non si vedono’), attraverso l’individuazione di ‘entità’. E ora queste ‘entità’ intendono farle venir fuori anche al Sud, a partire da Napoli. Perchè Napoli e molte aree del Meridione sono ricche di storie da raccontare in una dimensione ‘paranormale’ come quella che vorrebbero affrontare per mettersi in contatto con l’entità di Dracula che potrebbe essere presente nel chiostro di Santa Maria La Nova (l’ipotesi, come è noto, è che la tomba del conte Vlad possa essere lì, nel cuore del centro antico della città). Spiegano

in occasione di un ‘firmacopie’ alla Mondadori di Piazza Vanvitelli del loro primo libro ‘La casa del pazzo’ (Sperling & Kupfer), che i primi a essere scettici sono proprio loro: “Noi cerchiamo qualcosa partendo da storie, segnalazioni, racconti popolari.
Intendiamo verificare le ipotesi e le voci con metodo e utilizzando diversi strumenti come il rilevatore di variazioni di campi elettromagnetici, ‘M1’, e lo scansionatore di onde radio, il ‘Black Box’, apparecchio che ha anche la funzione di data base di suoni fonetici”. Scetticismo (“vale sempre il vecchio adagio ‘bisogna aver paura dei vivi non dei morti'”) ma anche paura? “Certo, e tanta” dice Debora come quella che ha avuto nella vicenda ricostruita nel libro.

Musica: da Sting a Bocelli per i 60 del flautista GriminelliIl 20 novembre a Reggio Emilia con Zucchero e Amii Stewart

11 novembre 201917:25

– Il flautista Andrea Griminelli celebra i suoi 60 anni con una parata di stelle in un concerto live il 20 novembre al Palabigi di Reggio Emilia. Insieme a lui artisti come Andrea Bocelli, Sting, Amii Stewart, Sumi Jo, Beppe Carletti, con cui ha condiviso intensi momenti di amore per la musica. Nelle ultime ore si sono aggiunti Zucchero, Renato Zero, Irene Fornaciari, Gheorghe Zamfir. E le sorprese potrebbero non finire qui.
Il palazzetto ha visto esaurire i posti in pochissime ore dalla messa in vendita. Il concerto, non a caso, avverrà nella Giornata Universale dei Diritti dell’Infanzia dell’Onu, celebrata con un coro di voci bianche sul palco, un coro di 50 bambini. Insieme a loro un coro di 150 elementi accompagnati dall’Orchestra Sinfonica Stradivarius. La serata sarà a sostegno di : Core, Apro, Mire e l’Associazione Sol Azul.
In occasione dei suoi 60 anni, in uscita per Decca Universal, l’ultima incisione discografica di Andrea Griminelli dal titolo “Nessun Dorma”, che raccoglie le più grandi arie d’opera arrangiate per Flauto e Orchestra.

Al via campagna ‘C’è vita, in un libro’ per piccoli lettoriLanciata da Mondadori Store

11 novembre 201918:11

– Voce ai piccoli lettori nella nuova campagna per la promozione del libro e della lettura ‘C’è vita, in un libro. La tua’ lanciata da Mondadori Store.
L’iniziativa del network di librerie del Gruppo Mondadori, giunta alla seconda edizione, vuole valorizzare l’esperienza della lettura attraverso testimonianze autentiche.
” Per noi i lettori sono i migliori portavoce di questo messaggio. Quest’anno abbiamo scelto come protagonisti dell’iniziativa i piccoli lettori di oggi, con l’augurio che possano diventare i grandi lettori di domani” ” spiega Francesco Riganti, direttore marketing di Mondadori Retail.
Nato da un’idea dell’artista Mr. Savethewall, il progetto coinvolge più di 40 bambini di età compresa tra i 4 e gli 11 anni, intervistati nel corso di due sessioni speciali di Bookshot, brevi shooting video e fotografici condotti dall’artista con la consulenza della psicologa e psicoterapeuta Stefania Andreoli. Ognuno di loro ha raccontato il proprio libro del cuore, dando vita con le parole e la fantasia alle emozioni suscitate dalla lettura. “Nel tempo ho riflettuto sul fatto che se il suggerimento di leggere mi fosse arrivato da un bambino come me, forse sarebbe stato più credibile e convincente ed io avrei guadagnato tempo prezioso.” spiega Mr. Savethewall. “Va in scena lo spettacolo di chi diventano, come pensano e che mondo interno ricco e intenso sviluppano i nostri figli quando diamo loro l’occasione di essere dei lettori” dice la Andreoli. La campagna, on air dal 15 novembre, sarà declinata su quattro soggetti stampa e video di 30” e 60”, e sarà visibile su quotidiani, magazine, web, Facebook, Instagram, Youtube, in tutte le librerie della Mondadori Store e Mondadoristore.it e sugli schermi digitali nelle stazioni ferroviarie e metropolitane, nei centri commerciali e nei centri urbani. “Si tratta di un progetto molto ambizioso, che ci ha fatto vivere una bellissima esperienza” dice Alessandro Pedrazzini, CEO di Action & Branding.

Bambini Dynamo Camp ‘disegnano’ PostinaZanellato,usati ritagli pelle,beneficenza con asta a Londra

11 novembre 201918:36

– Un’asta di beneficenza a Londra il 14 novembre, per 10 borse, realizzate con l’aiuto di bambini, con ritagli di pelle, come in un gioco. Si concretezza così il progetto che Franco Zanellato, l’imprenditore da 20 anni alla guida di un marchio di pelletteria made in Italy di grande successo, ha deciso di dedicare a Dynamo Camp, l’onlus che offre gratuitamente programmi di terapia ricreativa a bambini e ragazzi, affetti da patologie gravi e croniche. Con sede a Limestre (Pistoia), la struttura è collegata al SeriousFun Children’s Network di camp fondati nel 1988 da Paul Newman e attivi in tutto il mondo.
Proprio i piccoli ospiti del Camp sono stati coinvolti nella realizzazione dei disegni decorativi interni alla borse, partecipando ad un collage su maxi tele 100 x 150 con l’uso di oltre 10.000 tasselli di pelle, in svariate tonalità di colore, tutte ricavate da scarti di taglio. Hanno collaborato anche gli studenti del master in Strategic Design del Poli.

Verso banca digitale per valorizzare manoscritti LeopardiAccordo Università Macerata – Istituto Nazionale Catalogo

MACERATA11 novembre 201919:22

– L’Università di Macerata e l’Istituto Centrale per il Catalogo Unico hanno stipulato una convenzione triennale di collaborazione scientifica per la catalogazione, metadatazione e digitalizzazione dei manoscritti autografi di Giacomo Leopardi non conservati nella Biblioteca Nazionale di Napoli. L’iniziativa si collega con il progetto di ricerca di Unimc “Biblioteca digitale leopardiana”, con una borsa di dottorato, co-finanziata dalla Regione Marche e dalla Fillippetti spa, patrocinata dal Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati, e con il tutoraggio scientifico della prof. Laura Melosi, direttrice della Cattedra Giacomo Leopardi Unimc. Il lavoro di ricerca procederà in sintonia con l’attività nella Biblioteca Nazionale di Napoli e si avvarrà del software MOL-ManusOnLine. Obiettivo dei lavori la costituzione di una banca dati digitale finalizzata alla valorizzazione dei manoscritti autografi di Giacomo Leopardi.

A Genova l’archivio del Pci, con inedito TogliattiPresidente Fondazione Diesse, anche fogli clandestini L’Unità

GENOVA11 novembre 201921:30

– Nessuna operazione nostalgia e tantomeno il ‘come eravamo’ formato museo: l’archivio della Fondazione Diesse che racconta il Partito comunista genovese è un omaggio alla storia del partito dei lavoratori che a Genova ha avuto grande peso culturale, politico e sociale. Nasce in una sede storica che fu del Pci, quella di via Cantore a Sampierdarena che è stato teatro nel 1921 del primo congresso nazionale della Federazione giovani comunisti italiani, la Fgci.
E contiene reperti storici importanti come un inedito di Palmiro Togliatti che si rivolge ai lavoratori genovesi invocando l’unità della sinistra, alcune lettere di Sandro Pertini, foto d’epoca, i documenti falsi di un partigiano che combatté in Spagna la guerra civile tra repubblicani e franchisti. Ci sono anche alcuni fogli ciclostilati de L’Unità, di quello che diventerà un grande quotidiano: “Allora – ha detto il presidente della Fondazione Diesse Ubaldo Benvenuti – chi fosse stato trovato in possesso di quei fogli sarebbe stato arrestato”.
Tra le cose che saranno esposte, le bandiere rosse con la falce e martello, il simbolo dei lavoratori. Tra queste, la bandiera della sezione di Buranello dedicata a Ernesto Jursé, uno dei partigiani massacrati dai fascisti tra il 14 e il 16 gennaio 1944 nella cosiddetta ‘strage del panino e della mela’.
L’archivio, che contiene documenti che ripercorrono le trasformazioni del Pci in Pds e Ds, sarà consultabile da chiunque, privati cittadini e studiosi. Con la speranza che chi ha conservato i pezzi di una storia che, volenti o nolenti, appartiene al Paese possa riempire una teca vuota.

Lara Prescott, dietro le quinte di ZivagoIl romanzo d’esordio della scrittrice americana

12 novembre 201909:52

ARA PRESCOTT, NON SIAMO MAI STATI QUI (DEA PLANETA, PP 446, EURO 18,00). E’ andata a cercare i segreti, le parole non dette. Lara Prescott ha scavato dietro le quinte di un capolavoro della letteratura, di un romanzo più forte della censura, che appartiene a un tempo in cui si credeva che i libri potessero cambiare la storia, ‘Il dottor Zivago’ del Premio Nobel Boris Pasternak. E’ nato così ‘Non siamo mai stati qui’ con cui la scrittrice americana esordisce nella narrativa, pubblicato in Italia da DeA Planeta nella traduzione di Chiara Baffa. Il romanzo è in corso di pubblicazione in 30 paesi e diventerà un film.
“La prima volta ho letto ‘Il dottor Zivago’ al liceo e da allora ogni due anni tornavo a leggerlo ed era sempre un’esperienza diversa. Mi ha accompagnata tutta la vita, ma la scintilla che mi ha spinto a scrivere ‘Non siamo mai stati qui’ è scattata quando mio padre mi ha parlato dei 29 documenti tra circolari e rapporti sulla missione segreta Zivago, resi pubblici dalla Cia nel 2014, da cui si capisce chiaramente come il romanzo sia stato utilizzato come strumento di propaganda, come arma per far cambiare opinione al mondo intero negli anni della Guerra Fredda” spiega la Prescott, 37 anni, che vive a Austin, in Texas, con il marito, è laureata in scienze politiche e ha lavorato a Whashington D.C. come autrice di discorsi politici e poi nella pubblicità.
“Se non avessi letto i documenti secretati non avrei potuto cogliere molti elementi di verità e raccontare la vita delle dattilografe che lavoravano alla sede centrale della Cia, a Whashington. Alcune, come Irina nel libro, muovevano i loro primi passi nel mondo maschile dello spionaggio. Ma nessuno parla più di loro. In questo libro ho voluto rendere giustizia a queste donne cancellate dalla storia” racconta.
Il romanzo si apre nel 1949 a Mosca quando Olga Ivinskaja, la scrittrice e poetessa russa, amante di Pasternak, che ha ispirato il personaggio di Lara, viene prelevata da casa e sbattuta in una cella. Gli uomini con il completo nero vogliono sapere se Pasternak sta lavorando a un’opera sovversiva, che può gettare cattiva luce sul regime sovietico. Nelle 440 pagine del romanzo i capitoli sull’Est si alternano a quelli dedicati all’Ovest dove troviamo la giovane Irina arruolata come dattilografa e presto promossa al ruolo di spia che cerca di aggirare il bando che vieta la pubblicazione di Zivago in Unione Sovietica sfruttando l’arma più sottovalutata, il potere delle parole. “Mi ha sempre affascinata la capacità che hanno le parole di cambiare il cuore e il pensiero delle persone. Per me è stato così quando ho letto Tony Morrison e tanti altri. E anche se oggi non vengono utilizzate dal governo come strumenti di propaganda hanno sempre un grande impatto sulla vita” sottolinea la scrittrice che, non a caso, ha il nome della protagonista del romanzo di Pasternak.
“E’ stata mia madre a sceglierlo. E’ sempre stata una fan del libro e del film su Zivago del ’65 con Omar Sharif e Julie Christie. I miei genitori sono grandi lettori e appassionati di cinema. Sono cresciuta tra i libri” racconta la Prescott che nel suo libro fa riferimento a “eventi reali romanzati”. “E’ vero – dice – che queste giovani donne muovevano i loro primi passi nel mondo maschile dello spionaggio, per quanto riguarda l’Ovest.
Mentre per la parte che si rivolge ad Est mi sono basata su fonti primarie. Ho usato come documento principale l’autobiografia di Olga ‘Prigionieri del tempo’ per cogliere gli elementi più veri e l’essenza dell’amore per Boris. Ma la parte più bella della fiction è quella di poter inventare dettagli, dialoghi” spiega la scrittrice che ha lavorato 4 anni a questo libro facendo ampie ricerche di documentazione sulla storia e il capolavoro proibito di Pasternak che fu pubblicato per la prima volta nel 1957 in Italia da Giangiacomo Feltrinelli. “E’ stato una persona straordinaria e coraggiosa.
Giangiacomo Feltrinelli non ha mai ceduto alle pressioni dell’Unione Sovietica che voleva fermare la pubblicazione” sottolinea la scrittrice. “L’Italia è stata anche il primo paese a comprare il mio libro quando gli agenti hanno aperto l’asta” dice la Prescott che collaborerà al film tratto da ‘Non siamo mai stati qui’. “Non scriverò la sceneggiatura, sarò produttrice esecutiva e consulente. Stanno valutando sia il cast, che gli sceneggiatori e il regista. Mi piacerebbe che ci fossero anche attori emergenti. Certo, se dovessi esprimere un desiderio per Olga vedrei bene Nicole Kidman, per Boris l’attore svedese Alexander Skarsgård e per Irina Emily Watson” racconta la scrittrice e annuncia che ‘Non siamo mai stati qui’ potrebbe diventare anche una serie tv.

Le Mans ’66, quando Ford sfidò la Ferrari e vinseCon Christian Bale e Matt Damon. In sala dal 14 novembre

12 novembre 201909:57

‘Le Mans ’66 – La grande sfida’ di James Mangold, in sala dal 14 novembre con la Fox dopo la premiere di Toronto e alla Festa di Roma e un’anteprima con bolidi d’epoca al Warner Moderno, ti porta dentro la pista e non ti annoia mai nonostante la durata di oltre due ore. Dentro questo sport-movie ad alta velocita’ c’è un pezzo di storia da raccontare alle nuove generazioni: Ford Vs Ferrari.
Siamo negli anni 60 e il marketing della Ford e’ stanco di non avere appeal sul pubblico giovane che vuole la velocita’. Cosi’ Henry Ford 2 si affida all’ex pilota e brillante ingegnere Carroll Shelby (Matt Damon) perche’ progetti un’auto capace di trionfare nell’impresa di vincere alla 24 ore di Le Mans dove il Cavallino Rampante non perde un colpo. Shelby a sua volta chiede aiuto al pilota Ken Miles (Christian Bale), noto per le sue intemperanze ma anche per un fiuto e una competenza eccezionali che, dopo un iniziale scetticismo, accetta la proposta. I due inizieranno a collezionare vittorie in poco tempo dopo la messa a punto della mitica Ford Gt40 che vinse nello stesso anno la 12 ore di Sebring, poi la 24 ore di Daytona e, infine, la fatidica gara di Le Mans del 1966. Ed Enzo Ferrari? E’ interpretato da Remo Girone che mostra tutto il caratteraccio del costruttore di Modena specie quando, rifiutando la proposta d’acquisto della sua fabbrica da parte di Henry Ford, gli dimostra il suo disprezzo e in qualche modo lo sfida. Centrale in questo film, pieno di ritmo e cavalli motore, la lotta tra il corporate thinking della miliardaria Ford e l’artigianato creativo e artistico della Ferrari.
“Con Le Mans ’66 – dice Mangold – volevo fare un film di corse dove le auto non fossero creazioni digitali e dove fossimo davvero sulla pista. Troppi dei nostri film ci fanno addormentare piuttosto che svegliarci e farci pensare alla vita.
Io insomma non voglio anestetizzare il mio pubblico, piuttosto rinuncio a fare film”. E ancora Mangold: “Sono partito da una storia che ho amato subito. Un action movie con tanto di battaglia in pista e una sorprendente serie di eventi che si susseguono. Quel che accade in Le Mans poi non e’ come Rocky, non e’ cosi’ scontato. Eppure in tv – aggiunge – le corse sono spesso noiose. Cosi’ ho cambiato strategia, facendo entrare lo spettatore nell’abitacolo, coinvolgendo chi osserva direttamente nella guida”. E’ stato “bello girare un film interpretando un personaggio universalmente conosciuto come e’ ancora Enzo Ferrari – dice Remo Girone -. Un esempio su tutti per far capire quanto e’ ancora noto. Quando sul set hanno saputo che interpretavo Ferrari non c’e’ stato nessuno che non mi abbia chiesto di fare una foto con lui”. A completare il cast di Le Mans ’66 – La Grande Sfida, Jon Bernthal, Caitriona Balfe, Noah Jupe e Paul Sparks. Il film è tratto dal bestseller Le Mans – La sfida del secolo di A.J. Baime edito in Italia da Sperling & Kupfer.

SPETTACOLI CINEMA MUSICA CULTURA

Rai, slittano le nomine, Boccia attacca il canone

12 novembre 201910:13

Nulla di fatto in cda Rai. Le nomine alle direzioni di rete e alle nuove direzioni di genere create dal piano industriale messo a punto dall’ad Fabrizio Salini sono, come previsto, slittate. A far discutere la politica non è solo la girandola di nomi, ma anche la sorte del canone Rai.
“Non penso sia più tollerabile un canone, al tempo della società digitale, interamente assorbito dalla Rai”, afferma il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia. “Serve una riflessione molto seria sulla crisi in atto delle tv locali – afferma -. Hanno assicurato per quasi cinquant’anni pluralismo nei territori e crescita economica di imprese con dimensioni locali. La stessa crisi vissuta nella raccolta pubblicitaria anche dai quotidiani e in generale da chi investe sull’informazione ma poi trova un mercato condizionato dalla raccolta selvaggia delle multinazionali del web e dagli assetti polverosi del vecchio sistema televisivo”.
E proprio in questi giorni il deputato di Italia Viva, Michele Anzaldi, membro della Commissione di Vigilanza, ha avviato una petizione su Change.org per la riduzione del canone “finché non sarà ristabilito un vero pluralismo in Rai”, che ha raccolto 20mila firme in tre giorni.
E’ però il tema nomine a scaldare il dibattito politico.
Dopo l’atto di indirizzo della Commissione di Vigilanza sul piano industriale Rai, è attesa a San Macuto un’audizione dell’ad Fabrizio Salini. Dopo quell’appuntamento il capitolo nomine potrebbe sbloccarsi. La prossima riunione del consiglio è in programma il 28 novembre, ma non è escluso che arrivi una convocazione prima se si trovasse un’intesa. A Rai2 è prevista, proprio il 28 novembre, l’uscita per scadenza dell’anno di contratto di Carlo Freccero, che dovrebbe lasciare il posto a Ludovico Di Meo. E c’è chi ritiene possibile che in quell’occasione si proceda solo con pochi interventi, prima di una tornata di nomine più complessiva.
Manca ancora l’accordo sui nomi, ma è l’ipotesi che si intervenga sulle testate ad impensierire i partiti di maggioranza e opposizione. In particolare sul Tg1, dove Antonio Di Bella e Franco Di Mare sarebbero in corsa per sostituire Giuseppe Carboni, e sul Tg3, dove Andrea Montanari potrebbe prendere il posto di Giuseppina Parterniti, destinata alla guida della nuova redazione di Rainews. Stefano Coletta appare, invece, destinato a Rai1 e alla nuova direzione Intrattenimento Day Time.
Nel progetto di Salini sono proprio le nuove direzioni di genere, più che le reti, i veri punti cardine della nuova organizzazione. Confermatissima a Rai Fiction Eleonora Andreatta, circolano i nomi di Mario Orfeo per la direzione Approfondimento e di Maria Pia Ammirati per Rai Doc. Oggi in consiglio di amministrazione c’è stata, intanto, l’audizione di Monica Maggioni che guiderà il nuovo canale inglese della tv pubblica.

Fotografia: Jobs, mostra e giornata di studio nel ReggianoForme e spazi del lavoro nella Quarta rivoluzione industriale

12 novembre 201910:58

– Una mostra collettiva su forme e spazi del lavoro nel tempo della Quarta rivoluzione industriale: è Jobs, in programma dal 17 novembre (inaugura il 16) al 22 dicembre all’Ospitale di Rubiera (Reggio Emilia). Promosso da Linea di Confine per la fotografia contemporanea, il progetto di ricerca si propone di contribuire a una maggiore conoscenza delle forme e degli spazi assunti dal lavoro negli ultimi decenni e prevede una giornata di studio aperta al pubblico, il 16 novembre e un concorso fotografico under 35. Con la Quarta rivoluzione industriale, caratterizzata da un forte impulso all’automazione, il lavoro sembra diventato invisibile nei flussi governati dagli algoritmi, ma in realtà ha assunto nuove forme in rapporto alla tecnologia e al territorio, diventato quest’ultimo una vera e propria fabbrica a cielo aperto.La mostra presenta opere prodotte su questo tema da autori e collettivi. Tra loro, Michele Borzoni di Terra Project, con la serie ‘Workforce’, dove la forza lavoro è analizzata in vari contesti lavorativi, dall’Icommerce ai call center, all’impegno di mano d’opera a basso prezzo nei lavori agricoli stagionali (2017); Allegra Martin con la serie ‘I luoghi e i lavori 4.0’ (2017), progetto a cura della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, realizzato in collaborazione con la Fondazione Mast di Bologna; Andrea Paco Mariani, del collettivo SMK VideoFactory, con il video ‘The Harvest’ (2017) realizzato nelle campagne dell’Agro Pontino, dove viene impiegata in lavori agricoli mano d’opera indiana a basso costo; William Guerrieri con la serie ‘Bodies of Work’ (2018), un’indagine sul lavoro e il corpo, in rapporto alla tecnologia, alla Saipem di Marghera e nelle aree circostanti Fincantieri, realizzata per il Comune di Venezia; Andrea Simi, con la serie ‘Poimec’, realizzata su una piccola azienda situata nel Tecnopolo di Moncalieri, in Piemonte, che opera sui mercati internazionali (2019). Esposte anche fotografie provenienti dalla collezione di Linea di Confine.

Teatro: dopo Macbettu Serra rilegge capolavoro di CechovIn prima nazionale a Cagliari “Il giardino dei ciliegi”

CAGLIARI12 novembre 201912:16

– Una sinfonia di voci e suoni per un viaggio tra vita e sogno nella rilettura di Alessandro Serra del capolavoro di Anton Cechov, “Il giardino dei ciliegi”.
In scena in prima nazionale al Teatro Massimo di Cagliari – repliche fino al 16 novembre – ha aperto la stagione del Cedac.
Il visionario spettacolo firmato dal regista del “Macbettu” (Premio Ubu 2017), prodotto da Sardegna Teatro, descrive “la distruzione della bellezza” in nome del progresso e del profitto attraverso le vicende di una nobile famiglia ormai decaduta.
L’ultima opera del grande drammaturgo russo narra la fine di un mondo e le trasformazioni della società nella Russia dell’Ottocento, la crisi dell’aristocrazia e l’ascesa della borghesia in un affresco dove tra futili conversazioni e dissertazioni filosofiche emergono la vacuità e l’inadeguatezza delle classi dominanti. Il giardino dei ciliegi di Alessandro Serra restituisce in un raffinato racconto per quadri, con un linguaggio simbolico ed evocativo, tra dissolvenze cinematografiche e giochi di luci e ombre, lo svolgersi di una silenziosa tragedia e l’incapacità dei protagonisti di agire per impedire la catastrofe. La trama è nota: il ritorno dalla Francia di Ljubov’ Andreevna Ranevskaja, un tempo ricca proprietaria terriera, coincide con la messa all’asta del prezioso giardino. Vani i tentativi d’impedire la vendita, che anzi si risolverà in favore di Lopachin, il mercante, figlio di un servo, in una sorta di giustizia sociale. Nel cast Arianna Aloi, Andrea Bartolomeo, Leonardo Capuano, Marta Cortellazzo Wiel, Massimiliano Donato, Chiara Michelini, Felice Montervino, Fabio Monti, Massimiliano Poli, Valentina Sperlì, Bruno Stori, Petra Valentini.
Una versione inedita e magica del capolavoro di Cechov che “si apre e si chiude in una stanza speciale, ancora oggi chiamata stanza dei bambini”, spiega il regista.

Apre BookCity, a Milano è festa di inclusione con i libri13-17/11 con 1600 eventi, 300 luoghi, 3000 autori, focus Africa

12 novembre 201918:39

Perdersi e ritrovarsi nei libri e nelle parole condivise, nel contesto di partecipazione di una città intera, aperta e inclusiva in ogni suo quartiere, dagli spazi pubblici alle case private, dalle librerie ai musei, perfino nei tram e nelle palestre: torna a Milano dal 13 al 17 novembre BookCity, la manifestazione dedicata al libro e alla lettura, giunta all’ottava edizione. Anche quest’anno BookCity sarà un momento di grande festa – per gli autori e gli editori, ma soprattutto per i lettori – e insieme un’occasione per riflettere sul valore della condivisione, del confronto tra idee diverse e della conoscenza attraverso un menu vario e accattivante, dai numeri esorbitanti: in 5 giorni sono in programma quasi 1600 eventi gratuiti (tra incontri, reading, laboratori e mostre) che coinvolgeranno oltre 3000 autori in circa 300 luoghi diversi, 1400 classi di scuole e 400 volontari.
Promossa dall’assessorato alla cultura del comune di Milano e dall’Associazione Bookcity Milano, costituita da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri e Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, la manifestazione ha la particolarità di essere diffusa a macchia d’olio nei luoghi simbolo della città ma anche in quelli minori e perfino privati: gli eventi si svolgeranno “al Castello Sforzesco, nei teatri e nei musei milanesi, in tutte le università, in vari enti culturali, nelle librerie, nelle scuole e nelle abitazioni: ogni anno riceviamo e sollecitiamo proposte dagli editori, ma sono tantissimi i soggetti che ci chiedono di partecipare spontaneamente”, spiega oggi Piergaetano Marchetti, presidente Associazione BookCity Milano alla presentazione a Roma della manifestazione, “BookCity non è una fiera con gli stand ma è un modo per sviluppare la capacità di parlare con le persone di vari temi, anche piccoli, con un approccio aperto e inclusivo”.
E di inclusione si parlerà per tutta la durata di questo grande appuntamento: non solo con un approccio che guarda al territorio (nessun quartiere viene considerato periferico, perché tutta la città è “attivata”), ma allargando lo sguardo al mondo.
Quest’anno per la prima volta è presente un focus tematico, dedicato alle Afriche, perché tante sono le realtà ancora poco conosciute di un continente spesso osservato con la lente del pregiudizio o dell’assistenzialismo: a parlarne saranno il premio Nobel Wole Soyinka, la scrittrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie e Leonora Miano, accanto a tanti protagonisti di oltre 130 eventi. Si conferma dunque la vocazione internazionale di BookCity, nel corso della quale (proprio nella serata inaugurale del 13 novembre dal titolo “Convivenze”, con Paolo Giordano e Michela Marzano) il sindaco di Milano Sala consegnerà al romanziere basco Fernando Aramburu il Sigillo della Città, e che vedrà la partecipazione di numerosi autori stranieri, tra cui il premio nobel Svjatlana Aleksievic, gli scrittori Cees Nooteboom, Gilles Kepel, Amin Maalouf, ma anche (nell’ambito del progetto “The Friendship Tour”) di 4 star della letteratura britannica, Ken Follett, Lee Child, Jojo Moyes e Kate Moss, in città per raccontare il loro rapporto con la cultura europea nell’era della Brexit. Inoltre, nel progetto Barcellona-Milano, le due città Unesco Creative Cities for Literature lavorano in sinergia per portare alla manifestazione milanese la scena letteraria ed editoriale catalana. La serata conclusiva si svolgerà invece al Teatro dell’Arte, con il concerto “Goethe/Schubert/Beethoven. Parole e Musica” della Filarmonica di Milano.
“BookCity è una piattaforma che accoglie sollecitazioni e contenuti dal basso”, afferma Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano, “massime la diffusione e la partecipazione: non ci sarà un solo quartiere non attivato, da Quarto Oggiaro a Giambellino, anche per abbattere ogni pregiudizio verso le periferie. Ma non sarà tanto un modo per promuovere i libri e gli autori, quanto la bellezza della condivisione dell’esperienza della lettura”.

Arte: Torino, a Palazzo Madama 130 opere raccontano MantegnaDal 12/12 mostra con i capolavori del Rinascimento italiano

TORINO12 novembre 201915:47

– Il percorso artistico di Mantegna, una delle più importanti firme del Rinascimento italiano, in 130 opere, sue e di altri protagonisti dell’epoca, a Palazzo Madama di Torino, dal 12 dicembre al 4 maggio 2020. Dipinti, disegni e stampe dell’artista per decenni alla corte dei Gonzaga, bronzetti, sculture, lettere autografe saranno raccolti nelle sale monumentali, con un percorso preceduto da un’installazione multimediale, dove i visitatori in un video di 15′ potranno vedere, a 270 gradi, opere di Mantegna che, per la loro natura o il delicato stato di conservazione, non possono essere spostate.
I capolavori in mostra a Palazzo Madama sono prestate da musei e altre istituzioni culturali in Italia e a all’estero, tra cui The National Gallery di Londra, Metropolitan Museum di New York, Musée Jacquemart-Andrè di Parigi. La mostra ha un budget di 2 milioni di euro; è promossa da Fondazione Torino Musei e Intesa Sanpaolo e organizzata da Civita, con il contributo, per la comunicazione, della Camera di Commercio.

A Brescia l’attivista curda Zehra DoganOpere create in carcere al centro ‘Avremo anche giorni migliori’

MILANO12 novembre 201916:10

– Sono state tutte create in carcere, dove è stata rinchiusa per 2 anni, nove mesi e 22 giorni con l’accusa di propaganda terrorista per aver postato su Twitter un acquarello tratto da una foto scattata da da un soldato turco, le opere di ‘Avremo anche giorni migliori’, la prima mostra italiana dedicata a Zehra Dogan, artista e attivista curda, fondatrice dell’agenzia giornalistica femminista curda “Jinha”, che aprirà il 16 novembre al Museo di Santa Giulia a Brescia.
Il percorso espositivo riunisce circa 60 opere inedite, tra disegni, dipinti e lavori a tecnica mista, che interessano tutto il periodo della detenzione dell’artista, cui Banksy ha dedicato il più ambito dei muri di Manhattan, il Bowery Wall, con un’opera che la raffigura dietro le sbarre, mentre impugna una matita. Attivista femminista, tra i primi giornalisti ad avere raccolto le testimonianze delle Yazide scampate all’ISIS, Dogan dedica alla rappresentazione della donna la parte più vasta della sua produzione.

Chanel porta a Milano in Goude we trust30 anni di collaborazione, da Vanessa Paradis a saga Chance

12 novembre 201916:12

– “La personalità di Coco Chanel è così viva nel mio inconscio che mi sembra che lei sia sempre presente e che io stia lavorando per il suo spirito. ecco svelato il motivo per il quale appare così spesso nelle mie foto, è così naturale per me” dice Jean Paul Goude, autore e curatore della mostra ‘In Goude We Trust!’, presentata da Chanel, che apre il 15 Novembre a Palazzo Giureconsulti.
Il creativo francese, classe 1940, collabora da 30 anni con Chanel e proprio il suo lavoro per la celebre maison apre la mostra milanese, con i film Égoïste del 1990 e Coco del 1992, nel quale Vanessa Paradis interpreta un uccellino. Un mini-teatro integrato nella galleria presenta So Far So Goude, un film di 90 minuti che offre una panoramica delle ispirazioni e della carriera di Jean-Paul Goude: l’infanzia in Francia, le collaborazioni con la rivista Esquire a New York, il rapporto con Grace Jones, l’incontro con Vanessa Paradis, scelta appena diciottenne nel 1992 per la campagna della fragranza Coco.

Leggenda batteria Steve Gadd a FabrianoIl 30/11 chiude 6/o FabriJazz. Concerti, lezioni e jam session

FABRIANO (ANCONA)12 novembre 201916:17

– Steve Gadd, leggendario batterista che ha prestato la sua tecnica ed il suo feeling a giganti del calibro di Eric Clapton, James Taylor, Chick Corea, Michel Petrucciani, Paul McCartney, Pino Daniele e tanti altri ancora, terrà un concerto al teatro Gentile di Fabriano (Ancona) il 30 novembre alle 21.30. L’esibizione dello Steve Gadd trio, è l’ultimo grande evento per il 2019 nell’ambito del FabriJazz promosso dall’Associazione Fabriano Pro Musica e dal Comune.
Il 28 e 29 novembre, il batterista di Elio e Le Storie Tese, Christian Meyer, terrà due lezioni a Fabriano e Camerino (Macerata): il 28 novembre nell’auditorium della “Marco Polo” organizzato da Fpm ed offerto dal Comune. Il giorno successivo sarà ospite del Comprensivo “Betti”. Con il concerto di Gadd calerà il sipario su FabriJazz 2019: la sesta edizione ha visto aumentare del 40% gli iscritti alle lezioni e concerti sold out ai Giardini del Poio. Apprezzate e partecipate anche le tante jam session in locali del centro storico.

Cnmi pubblica linee guida influencerRegole attuali poco gestibili, aprire dialogo con istituzioni

12 novembre 201916:19

– E’ tra i maggiori utilizzatori dell’influencer marketing, ma il settore della moda ha caratteristiche tali che le regole applicabili in altri campi sono poco gestibili nel mondo del fashion: così Camera Nazionale della Moda Italiana spiega perché ha dato vita a un tavolo di lavoro da cui sono nate le “Linee guida influencer”, elaborate con il supporto degli avvocati Ida Palombella e Federica Caretta di Deloitte Legal – Studio Associato.
Il documento è stato elaborato “con lo scopo di riassumere le best practices attualmente adottate dai brand del settore” ed è “finalizzato ad aprire un dialogo con le istituzioni, anche in vista dell’emanazione di futuri eventuali provvedimenti legislativi in materia, ma anche con i social network maggiormente interessati e gli influencer o loro rappresentanti”.

Musica: rifiuti e scarti diventano strumenti musicaliIn mani 80 ragazzi dell’I.C. Di Capua di Castellammare di Stabia

APOLI12 novembre 201916:27

– Musica ed Ecologia unite nel progetto “Suoniamo la città” finanziato da MiBACT e di SIAE e realizzato in una scuola del napoletano dai musicisti Elisabetta Ferraro e Maurizio Capone. Barattoli, lattine, bidoni, elastici, materiale elettrico e ferroso, tutto diventa suono, ritmo, armonia, musica nelle mani di ottanta ragazzi dell’Istituto Comprensivo Francesco Di Capua di Castellammare di Stabia, retto dalla preside Rosa Vitale, che, per la qualità e la particolarità della proposta artistica, si è aggiudicato l’importante riconoscimento nazionale proposto dal bando pubblico “Per Chi Crea”. Otto mesi di attività per costruire, insieme ai musicisti docenti Rosario Minetti, Antonio Del Prete, Lucio Miele, un percorso di formazione artistica, ma anche di educazione civica, che parte dalla trasformazione di oggetti d’uso comune e rifiuti solidi urbani in strumenti musicali per arrivare alla costituzione di una vera e propria orchestra e alla messa in scena di una serie di spettacoli realizzati e programmati.

I lupi di Ruowang a Napoli, è la natura che si ribella all’uomoMonumentale installazione ‘Wolves coming’ in piazza Municipio

NAPOLI12 novembre 201917:33

– I cento grossi lupi di metallo di Liu Ruowang ‘invadono’ piazza Municipio a Napoli assediando la statua di un guerriero. E’ la monumentale installazione dell’artista cinese Liu Rouwang che inscena in maniera allegorica la ribellione della natura alle devastazioni dell’uomo.
Ogni elemento dell’opera ‘Wolves coming’ pesa quasi tre quintali ed è stata così ideata per offrire momenti di interazione con i passanti che, nonostante vento e pioggia, hanno già cominciato a ‘cavalcare’ e a farsi selfie con i lupi.
L’installazione è stata curata da Matteo Lorenzelli della galleria milanese Lorenzelli Arte, con la collaborazione di Milot e promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli resterà in piazza fino al 31 marzo 2020.

Frozen 2, il futuro è donna e non si arrendeIn sala film Disney con voci di Rossi, Brignano e Sangiorgi

13 novembre 201909:30

Si fa presto a dire “Frozen 2 – Il segreto di Arendelle” e a liquidare il tutto dicendo che, dopo sette anni, arriva in sala dal 27 novembre il sequel del campione di incassi Disney ancora a firma di Chris Buck e Jennifer Lee (ora direttrice creativa della Walt Disney Animation dopo le dimissioni di John Lasseter). In realtà oggi alla conferenza stampa di questo film di animazione si è parlato davvero di tutto, come non accade neppure per i film d’autore: futuro, passato, amore, figli, omosessualità, mondo femminile e rispetto della natura. E tutto nel segno di “il futuro è donna” e del non arrendersi mai. Presenti all’incontro, oltre ai registi, il produttore Peter Del Vecho, l’attrice-cantante Serena Rossi (che dà la voce alla principessa Anna), Enrico Brignano, che presta ancora una volta la voce a Olaf e il cantautore Giuliano Sangiorgi autore de Nell’Ignoto che si sente nei titoli di coda. Questa la storia. Sono trascorsi tre anni da Frozen – Il Regno di Ghiaccio e la cittadina di Arendelle sembra aver trovato la pace. Elsa ha ormai imparato a governare i suoi straordinari poteri di ghiaccio, mentre la sorella Anna è felice di aver trovato in Kristoff l’amore. Ora mentre le due sorelle, il pupazzo di neve Olaf, Kristoff e l’alce Sven stanno giocando, Elsa viene distratta da un canto misterioso che proviene dalla foresta. Una voce angelica che non smette di tormentarla per giorni e giorni. Così per capire da dove viene quella voce la principessa di Arendelle, Anna, insieme ad Elsa e i suoi compagni d’avventura decidono di dirigersi a nord, verso un nuovo regno dove domina l’autunno, per scoprire la causa della morte dei suoi genitori e l’origine del suo incredibile potere.
“Nel primo Frozen – spiega il regista Buck – abbiamo sviluppato i personaggi mentre in questo secondo atto ci siamo divertiti a fare un po’ un musical di Broadway. In questo tipo di film – aggiunge poi – è normale inserire il mondo che ci circonda con la giusta attenzione: sappiamo bene del potere di queste opere sui giovani che le vedono ossessivamente più di una volta”.
“Lo spirito di non arrendersi mai e dell’amore che vince su tutto è certo qualcosa che vogliamo si percepisca in questo film”, dice invece la Lee che glissa però sulla domanda su cosa si prova ad aver preso il posto del mito Lasseter. Sull’eventualità poi di far declinare questa storia di sorellanza in qualcosa a sfondo omosessuale, spiega Lee : “Abbiamo pensato che Elsa non fosse ancora pronta per questo e così ci siamo concentrati sulla sorella”.
Sul fronte voci italiane, Serena Rossi è felice di aver dato la sua alla principessa Anna: “Ho molto amato raccontare la storia di queste due piccole donne e avuto anche voglia di avere un altro figlio e chiamare mia sorella tutti i giorni. E non nascondo – conclude – che ho pianto tantissimo in sala doppiaggio”. “La cosa che più mi ha sconvolto è che non potevo immaginare il lato emozionale di mia figlia Martina – dice Brignano -. Adesso cerca continuamente su Google la voce Olaf e poi sta tutto il giorno a cantare le canzoni del pupazzo di neve”.
Anche per Sangiorgi, è l’orgoglio paterno a prevalere: “Quando crescerà Stellina potrà essere orgogliosa e dire: mio padre lavora per la Disney”.

Gianna Nannini, amore sì ma non sdolcinatoEsce ‘La differenza’, 10 inediti in presa diretta da Nashville

12 novembre 201918:35

C’e’ anche un messaggio rivolto al tempo che passa e in particolare per le donne, nell’ultimo album di Gianna Nannini ‘La differenza’. “Dicono ‘tu dopo i 30 anni non puoi più fare rock perché le donne invecchiano e non le c…ga più nessuno -. ha scherzato oggi – Invece ho dimostrato che sono molto viva soprattutto dopo i 50″.
Cappello in testa, jeans, stivaletti, blusa, Gianna Nannini, 63 anni, sempre diretta ma piena di entusiasmo ha presentato oggi a Milano il suo ultimo album fatto ascoltare in anteprima ai giornalisti con un vinile su un giradischi. Questa è la prima caratteristica che fa la differenza del suo ultimo lavoro, come ha spiegato la stessa artista, in un periodo in cui tutto è affidato al digitale. ”Ho voluto un live in studio, un disco registrato in presa diretta ma con le tecniche di oggi – ha raccontato – senza campionatura e senza overdubus, il metodo in cui si registra uno strumento alla volta”.
Per raggiungere questo è andata a Nashville (”dove non conoscevo né mi conosceva nessuno”) nel Blackbird Studio di John Mc Bride, e nel Tennessee ha trovato il suono che voleva, ”il suono rock nuovo, mio e con la mia identità”. Così è nato l’album, a due anni dall’ultimo, prodotto dalla Sony, in uscita venerdì 15 novembre. Musica registrata in America, riscoprendo che nelle sue radici ”c’e’ sempre stato un sangue bianco-nero”, i testi invece sono stati interamente composti in uno studio Londra.
Una ‘stanza tutta per me’ a Gloucester Road (è anche il titolo di una canzone) che si è cercata quando ha capito che in casa non riusciva a concentrasi con una bimba di 10 anni, la figlia Penelope, che ogni tanto correva da lei e le diceva ‘mamma quando smetti di cantare?”.
“Io non sono una rap ma cercavo un linguaggio molto più diretto e così l’ho trovato – ha spiegato – Ognuno ha il suo blues e il mio nasce dalla cultura popolare”.
Dieci i brani inediti, storie che parlano soprattutto d’amore.
“In realtà sono tutti conflitti d’amore, è un amore incazzato non sdolcinato, noi i meccanismi tossici li creiamo già tra le persone, parte da lì il problema ambientale non perchè ci bombardano di bombe chimiche”.
“Questo è un disco sulle differenze, tutte le differenze che incontri nei rapporti con gli altri perché siamo così diversi che non si riesce ad andare mai d’accordo, ma io non ho paura di guardare, amare, abbracciare chi sa fare la differenza, vorrei riuscire ad abbattere i muri mentali, nelle relazioni con gli altri, cerco di capire la differenza invece di colpevolizzare qualcuno per le sue opinioni diverse bisogna accettarlo proprio per questo”. Insomma ‘il mio è un messaggio – ha aggiunto -fai tu la differenza’. “E qui veniamo fuori anche noi, la musica italiana – ha detto ancora – il nostro Made in Italy ha bisogno di fare la differenza”.
Nel 2020 Gianna, che ha appena ricevuto il Premio Tenco 2019 e tra un paio di giorni sarà ospite a X Factor con il singolo da Berlino, sarà impegnata in un tour europeo in debutto a Londra il 15 maggio. Unica data italiana il 30 maggio allo Stadio Artemio Franchi a Firenze, dove l’artista senese si esibirà per la prima volta.

Arriva Disney+, e si apre la guerra dello streamingLa nuova app di Topolino su dispositivi mobili e smart tv

NEW YORK12 novembre 201918:36

Topolino va in streaming. Walt Disney lancia l’attesa Disney+ e apre una nuova era per l’intrattenimento dei suoi fan. Forte di migliaia di titoli di successo, da The Avengers a Toy Syory, dai Simpsons a X-Men, Topolino punta a strappare a Netflix e alle rivali fasce di mercato anche a grazie a un prezzo competitivo: negli Stati Uniti l’abbonamento costa 6,99 dollari al mese, circa la metà dei 12,99 dollari mensili chiesti da Netflix.
Disney+ – disponibile per ora negli Stati Uniti, in Canada e nei Paesi Bassi, arriverà in Italia nel marzo del 2020 – è un “momento storico per la nostra azienda e segna una nuova era di innovazione e creatività” dice l’amministratore delegato Robert Iger. “Disney+ offre un’eccezionale esperienza di intrattenimento: il nostro archivio di amatissimi film, serie tv e contenuti originali esclusivi di Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic” aggiunge Iger. Con Disney+ Topolino amplia la sua offerta via streaming, finora concentrata su Hulu che continuerà con la sua proiezione e la sua offerta di film destinati a un pubblico adulto o ritenuti troppo ‘rischiosi’ per le tipiche famiglie che accedono ai contenuti di Walt Disney.
Senza interruzioni pubblicitarie, Disney+ è disponibile su varie piattaforme – da Apple a Google, da Amazon a Roku – e consente di impostare profili dedicati per i più piccoli in modo che accedano solo ai contenuti adatti alla loro età.
La discesa in campo di Walt Disney accende la guerra dello streaming, che vede i maggiori colossi della tv e del cinema a caccia di un nuovo pubblico per motivi però diversi. Disney e Warner Media di At&t puntano a reinventare le loro attività core a fronte della fuga dei consumatovi dalla tv tradizionale. Per loro quindi lo streaming è una tassello importante per restare redditizi e crescere. Per Apple, che ha lanciato il suo servizio in streaming agli inizi di novembre, si tratta di un ampliamento dell’offerta e di un ‘esperimento’, secondo alcuni analisti, che può anche fallire senza causare danni alla società. Apple comunque ha dalla sua parte un potenziale vasto pubblico, ovvero i 900 milioni di persone che hanno un iPhone. Per Comcast si tratta invece di non rinunciare all’identità di tv via cavo: Peacock, atteso nel 2020, sarà gratuito ma con limitata pubblicità per i clienti di Comcast. Un approccio quindi per non abbandonare del tutto la tv via cavo ma cercare di ampliare il pubblico e posizionarsi di fronte alla fuga dal tradizionale piccolo schermo. C’è poi l’atteso servizi di HBO Max, che arriverà nel 2020 e che grazie ai suoi titoli e alla capacità di creare contenuti originali di successo fa tremare i rivali.
Sopra a tutti, al momento, c’è Netflix, padrone incontrastato del settore ma quello che dalla concorrenza ha più da perdere.

Sergio Castellitto artigiano in Pezzi UniciSu Rai1 da domenica con Panariello, di Cinzia Th Torrini

FIRENZE13 novembre 201909:29

“Ci tenevo a dar luce a questo mondo che per secoli si è tramandato di padre in figlio.
Attirare l’attenzione su una realtà che è sotto la minaccia di scomparire. E mostrare ad un pubblico più giovane che esiste un’alternativa,ma soprattutto che il lavoro c’è”.
La regista Cinzia Th Torrini ha spiegato nel corso della presentazione nell’Antico setificio di Firenze (dove sono state girate alcune scene) come è nata la sua idea di girare la fiction Pezzi Unici, in onda su Rai1 da domenica 17 novembre in sei prime serate e che vede protagonista Sergio Castellitto nel ruolo di Vanni un artigiano maestro di intaglio e restauratore e Giorgio Panariello in quello del suo amico e vicino di bottega fabbro. Vanni è un uomo che ha perso suo figlio e che indaga su quello che è davvero successo. Un uomo che vede nell’arte l’unica via della riabilitazione per altri ragazzi che, come suo figlio, hanno smarrito la retta via. Oltre a Castellitto (che ha terminato le riprese del suo film come regista e protagonista Il Materiale Emotivo, titolo provvisorio in post-produzione ndr), troveremo anche un più che convincente Giorgio Panariello in un ruolo per lui sicuramente inedito. Alla proiezione, a cui erano presenti la regista e il cast della fiction oltre a diverse istituzioni compreso il sindaco di Firenze Dario Nardella, la direttrice Rai Fiction, Eleonora Andreatta, ha detto: “Noi portiamo la fiction in una bottega artigiana”.
Questa – ha detto Castellitto – è la vera eccellenza. Il mio personaggio, Vanni, offre una possibilità a 5 ragazzi difficili offre una chance anche a se stesso. La condizione del fallito può offrirti l’occasione di costruire personaggi bellissimi.
L’attore è un artigiano: noi “facciamo” i film, e in fondo anche l’attore racconta una storia attraverso la recitazione. Il gesto che facciamo di più è sfiorare gli iPhone… Non tocchiamo più e con le mani, si possono fare tante cose. Vanni è un uomo che tocca”.
“Nei panni di Vanni, il falegname Sergio Castellitto è davvero un ‘pezzo unico’, come lo sono i suoi cinque giovani allievi dal passato difficile, e pure Giorgio Panariello che interpreta Marcello, fabbro un po’ bonario che aiuta l’amico nelle difficoltà. E’ vedovo da molto tempo e ha cresciuto da solo l’unica figlia che però adesso è adolescente e gli renderà la vita complicata innamorandosi dell’uomo sbagliato.La storia, coprodotta da Rai Fiction, Indiana Production e Cassiopea Film Production, è ambientata nel mondo dell’artigianato toscano. Una vicenda che si colora di giallo per la trama che attraversa le sei puntate, che ricostruisce poco a poco la morte del figlio di Castellitto avvenuta anni prima. Suicida, almeno così sembra. E poi ci sono le tinte più accese che raccontano il passato difficile dei cinque “pezzi unici”, che sono ragazzi con una vita complicata alle spalle. E ancora, la funzione “salvifica” del lavoro manuale: nell’insegnare loro il mestiere della falegnameria, Vanni in realtà insegna a questi ragazzi a tornare alla vita. Che poi è quello che riesce a fare lui stesso dopo il lutto, ritrovandosi con cinque nuovi figli e una sorta di nuova famiglia. Nel cast anche Irene Ferri nelle vesti dell’assistente sociale responsabile della casa famiglia dove vivono i ragazzi tutti con storie difficili alla spalle (chi ha commesso un reato, è tossico, non ha una famiglia) e ciascuno ha un sogno.
Per questi giovani, in bilico fra speranza e dannazione, la differenza può farla un corso di artigianato, quello che Lorenzo aveva avviato e che Vanni, per superare il senso di colpa nei confronti del figlio (sa che se si è perso è anche colpa sua), decide di proseguire.
Vanni è un uomo ferito, dai modi burberi ma con qualcosa di autentico da trasmettere, è un maestro di artigianato e di vita che riesce nell’impresa più grande: tirare fuori il talento nascosto di ciascuno dei suoi improbabili allievi.
Ogni episodio concentrerà i sospetti di Vanni su uno dei “Pezzi Unici” svelando, attraverso un uso sistematico del flashback, il dramma personale vissuto dal ragazzo protagonista della puntata e il pezzetto di verità che detiene sulla morte sospetta di Lorenzo.
L’artigianato artistico è un’arena tanto inedita quanto affascinante: a Firenze le botteghe artigiane affondano le radici nella storia. E nelle immagini c’è sempre lei, Firenze, perfetta sintesi di identità italiana e appeal internazionale.
Nel Cast Fabrizia Sacchi (moglie di Vanni che lo ha lasciato dopo la morte del figlio), Marco Cocci, il cognato, e con la partecipazione di Giulio Berruti e Loretta Goggi.

Venezia: Franceschini, ispettori a S.Marco per verifichePronti fondi richiesti da soprintendenza

12 novembre 201918:51

– “Attendiamo gli esiti del sopralluogo degli ispettori del ministero – che avverrà non appena l’attuale fenomeno di acqua alta sarà terminato – ma siamo pronti a finanziare quanto richiesto lo scorso anno dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna per la tutela della Basilica di San Marco”. Così il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini.

Fiorello arriva su Raiplay e con pupazzo Mollica va al topDal 13 novembre in esclusiva sulla piattaforma Rai

12 novembre 201918:54

– Vincenzo Mollica, il giornalista che presta la voce al divertente, ironico e cinico pupazzo dal dissacrante linguaggio giovanile che accompagna Fiorello in Viva RaiPlay! (che da l 13 novembre andrà in onda in esclusiva su RaiPlay dalle 20 e 35 il mercoledì, giovedì e venerdì) è diventato in pochissimi giorni un personaggio cult dei social.
I numeri sono da capogiro: secondo le rilevazioni Nielsen il post pubblicato il 9 novembre scorso sugli account Instagram di Fiorello e Viva RaiPlay! ha generato 35mila interazioni. A spopolare, soprattutto, un duetto tra Fiorello e Mollica sulla musica trap. Non solo: il pubblico di twitter cerca addirittura di capire se il pupazzo si trovi in vendita nei negozi di giocattoli come regalo di Natale. Lo storico volto del Tg1, coinvolto da Fiorello nella nuova avventura, ‘spacca’ e condisce la sua parlata di giovanilismi tipici del linguaggio televisivo contemporaneo. Una partecipazione al programma a cui Mollica presta la sua voce squillante, che, puntata dopo puntata, è diventato via via più dissacrante e sferzante.

Molestie, Andrea Bocelli difende Domingo”Assurdo negare teatri prima di aver verificato le accuse”

MIAMI (USA)13 novembre 201908:41

Il tenore Andrea Bocelli difende fermamente la leggenda dell’opera Placido Domingo, definendo “assurdo” che teatri abbiano annullato le esibizioni della star per accuse di molestie sessuali prima che siano completamente investigate.

“Sono ancora sconvolto da quello che è successo a questo incredibile artista”, ha detto Bocelli. “Non capisco: domani una signora può semplicemente venire e dire ‘Bocelli mi ha molestato 10 anni fa’ e da quel giorno in poi nessuno vuole più cantare con me e i teatri d’opera non mi chiamano più; è assurdo”. Secondo Bocelli inoltre, le persone dovrebbero distinguere tra “la moralità delle figure pubbliche e la loro arte e abilità”.

‘The Report’ la tortura in Usa dopo l’11/11In sala film Amazon di Burns con Adam Driver e la Bening

10 novembre 201916:30

– Le immagini forti ci sono e sono quelle delle torture di ultima generazione: Waterboarding, acqua gelata, incatenamenti, musica heavy metal ad alto volume, privazione del sonno e seppellimento in una cassa piena di insetti. D’altronde ‘The Report’ di Scott Z. Burns, film Amazon in sala il 18, 19 e 20 novembre distribuito da QMI (e poi su Amazon Prime Video dal 29), racconta la storia di un portaborse, idealista quanto basta, che ha svelato il programma di torture che la Cia aveva applicato a 119 detenuti arrestati dopo l’11 settembre. Un programma declinato alla totale sottomissione, umiliazione e dipendenza psicologica dei torturati.
Eroe del film Daniel J. Jones (Adam Driver) un uomo che per sette anni in un buio scantinato ha lavorato, insieme a una piccola squadra, a un rapporto sulla tortura commissionatogli da un gruppo di senatori capitanati dalla democratica Dianne Feinstein (Annette Bening). In tutto 525 pagine, riassunto di un fascicolo ben più grande (6700 pagine), a tutt’oggi secretato, sul controverso programma Cia creato da due psicologi, James Mitchell e Bruce Jessen, senza nessuna esperienza reale di interrogatori, ma per il quale hanno ottenuto un contratto da 80 milioni di dollari.

De Sica, horror-comedy con omaggio a papà’Sono solo fantasmi’ con Buccirosso e Tognazzi

12 novembre 201912:16

‘Sono solo fantasmi’ di Christian De Sica, in sala dal 14 novembre distribuito da Medusa in oltre 400 copie, è uno strano film che mescola horror, commedia e amarcord. Ed è un chiaro omaggio al grande Vittorio De Sica che nel finale compare anche nei panni di un Christian sempre più simile a lui. Non finisce qui, perché tra i protagonisti c’è anche un figlio d’arte non da poco, come Gian Marco Tognazzi, a cui viene affidato, non a caso, il nome del padre, Ugo.
Questa la storia del film che nelle parti horror è davvero da paura. Thomas (De Sica), mago in bolletta, e  Carlo (Carlo Buccirosso), napoletano altrettanto sfigato con moglie e suocero settentrionali che lo disprezzano, sono due fratellastri che si rincontrano a Napoli per la morte del padre Vittorio, giocatore incallito e donnaiolo (di nome e di fatto identico al padre vero di Christian). Qui i due scoprono di avere un terzo fratello,  Ugo (Tognazzi) visibilmente autistico.
L’eredità agognata dai tre sfuma subito a causa dei debiti del padre, e così i fratelli in bolletta si inventano un lavoro: mettere su una ditta di ‘acchiappa fantasmi’.
Tutto sembra andare per il meglio fino a quando lo spirito del padre Vittorio s’impossessa del corpo di Carlo e i tre risvegliano il fantasma della Janara, temibile strega che vuole dare fuoco a Napoli “In realtà volevo fare un remake di ‘Oscar insanguinato’ con me e Boldi intenzionati ad uccidere la Detassis e tutti i critici che non ci hanno dato mai grandi soddisfazioni – dice scherzando De Sica -. Ma poi ho diretto questo mio nono film da regista con tutte le difficoltà nel mescolare commedia e horror. E in questo devo dire grazie a mio figlio Brando che è un vero esperto del genere”. I tratti biografici del film? “Certo che ci sono, come la passione per il gioco, l’eredità complicata e l’essere donnaiolo. Ogni tanto arrivava una telefonata a casa con qualcuno che diceva di essere mio fratello o sorella. Certo che è un omaggio a mio padre – aggiunge – da qui anche l’ispirazione di mettere insieme tre fratelli con madri diverse. Ma mio padre, a parte tante cose, alla fine era un genio. Il vero omaggio a lui sarebbe riuscire a fare finalmente il film La porta del cielo, con la bella storia d’amore tra mio padre e mia madre.
Oggi sono troppo vecchio per interpretare mio padre a 45 anni, ma sarebbe bello fare questo film o con Indiana o con Netflix”.
Ancora De Sica: “Questo è un paese che dimentica troppo facilmente e così ogniqualvolta si parla di mio padre sono felice. L’ho perso a 23 anni e devo dire che mi manca tanto.
Anche lavorando con Gian Marco ho visto che cita il padre almeno tre volte al giorno, ma io e lui abbiamo un vantaggio: se abbiamo nostalgia dei nostri padri possiamo comunque vedere un loro film”.
Gli fa eco Tognazzi: “Credo che in questo film anche per il nome che porto, Ugo, ci sia stato un vero e proprio transfer. E penso proprio che i nostri padri ci abbiano protetto”.

Nuove accuse a Polanski fermano promozione francese di J’accuseDisagio in Francia a pochi giorni da uscita film

PARIGI12 novembre 201915:37

– Disagio in Francia dopo le accuse di stupro mosse da Valentine Monnier contro il regista ottantaseienne Roman Polanski, a due giorni dall’uscita del film ‘J’accuse’ a Parigi e nei cinema d’Oltralpe. L’attore protagonista del film premiato al Festival di Venezia, Jean Dujardin, ha annullato l’intervista prevista ieri sera al telegiornale delle 20 su TF1. Mentre radio France Inter ha fatto sapere che Emmanuelle Seigner, la moglie del regista anch’essa nel cast del film sull’affaire Dreyfus, ha annullato la sua presenza alla trasmissione ‘Boomerang’ prevista oggi.
Cancellati, tra l’altro, i programmi ‘Pop pop pop’ e ‘C à vous’ registrati rispettivamente per radio France Inter e la tv France 5. In entrambi, un altro attore di ‘J’accuse’, Louis Garrel, era stato invitato a promuovere la pellicola ma visti i recenti sviluppi si è preferito soprassedere. Il caso Polanski sembra imbarazzare il cinema francese, rimasto in questi ultimi giorni piuttosto silenzioso. Un atteggiamento in contrasto con i numerosi messaggi di sostegno rivolti invece, la settimana scorsa, all’attrice Adèle Haenel che ha accusato di violenze sessuali un altro regista, Christophe Ruggia, ai tempi in cui era minorenne. Dopo le accuse di Haenel, Ruggia è stato rapidamente escluso dalla Societé des Réalisateurs (ARP).Sul caso di Polanski, l’ARP ha fatto sapere che se dovessero esprimersi “lo farebbero in accordo con i cineasti” membri dell’organizzazione. Anche se “per il momento” non sono previsti consigli di amministrazione. Accusato dalla francese Valentine Monnier di averla violentata 44 anni fa, il regista ha respinto ogni accusa, “con la massima fermezza”. Ma ora la promozione del suo film diventa piu’ difficile.

Cinema: Fabio Volo, essere voce Ailo è fico coi figliIl film di Guillaume Maidatchevsky in sala dal 14 novembre

11 novembre 201909:29

– Volo si mangia Ailo in un sol boccone. L’attore scrittore e conduttore di radio e tv, voce narrante di ‘Ailo – Un’avventura tra i ghiacci’ di Guillaume Maidatchevsky in sala dal 14 novembre distribuito da Adler Entertainment con Italian International Film, nell’incontro stampa a Roma si lascia andare e parla di tutto: figli, educazione, ecologia, libri, radio e tv. Anche se, ovviamente, si parte dal film (già ad Alice nella Città) che racconta l’incredibile viaggio di un piccolo cucciolo di renna tra le meraviglie della Lapponia con i suoi strepitosi paesaggi caratterizzati dalla natura incontaminata. Un film comunque girato in sedici mesi che mostra, passo dopo passo, la lotta per la sopravvivenza del vulnerabile Ailo nel suo primo anno di vita. “Ho visto il trailer del film – dice oggi a Roma Volo – e ho subito accettato anche per il fatto che ho due bambini piccoli, di quattro e sei anni, e so che sarei stato fico per loro quando avrebbero sentito la mia voce”. In Lapponia, dice poi: “Non ci sono mai andato, ma la mia compagna è islandese e così conosco bene quei posti super-puliti e straordinariamente belli”. E l’ecologia? “Non credo che tutti i giovami siano oggi interessati all’ecologia più di tanto. Non sono davvero rivoluzionari perché alla fine non sono connessi con la natura.
Insomma, non abbandoni una bottiglia se vivi tutto l’anno in un posto incontaminato. La prima cosa da fare per essere Green – aggiunge – è andare al supermercato e non comprare prodotti troppi inscatolati. In Italia però non è facile avere un atteggiamento ecologico – continua -, in California, tu trovi dei dispenser per riempire la tua borraccia d’acqua”. Greta Thunberg? “È una ragazzina che si è trovata nel posto giusto al momento giusto. Forse prima ci sono state molte altre Greta, ma nessuno se n’è accorto”. Da Fabio Volo poi una netta distinzione tra le madri di Nord e Sud Europa: “Nei paesi cattolici le madri creano dei figli che restano dipendenti da loro fino a tardi, la madri del Nord, al contrario, danno ai loro figli i mezzi per diventare indipendenti il prima possibile”. Per quanto riguarda i figli di Volo le cose non vanno troppo male: “Non hanno ipad e telefono. Io e mia moglie vogliamo che a tavola siano davvero con noi”. Fabio Volo la tv non ha più voglia di farla:”Ormai ci sono troppi compromessi specie per chi fa anche l’autore. Una volta c’erano i direttori di rete che ti proteggevano. A volte ci vogliono anni per lanciare un programma, penso ad esempio a Giorgio Gori e Le iene, oggi se non fai subito ascolti ti chiudono il programma”. È innovativo il Fiorello di Raiplay? “Fiorello fa solo Fiorello – dice Fabio Volo -, fa le imitazioni di sempre e la grammatica è ancora quella di Alighiero Noschese”. Una curiosità, infine, sul regista di Ailo: “Nato come biologo prima di diventare un cineasta, Guillaume Maidatchevsky ha prodotto documentari per committenze prestigiose come France 2, National Geographic, ZDF e Sky. Il regista ha poi in passato dedicato opere ai lupi, ai babbuini e all’esperienza di Nicolas Barth (il fattore che nel Cantone Svizzero si è impegnato per ridare spazio alla vita selvatica).

Il Traditore ‘Capri International feature film’Premiato Bellocchio. Dal 26 dicembre aspettando gli Oscar

NAPOLI10 novembre 201916:49

– E’ ‘Il Traditore’ di Marco Bellocchio il ‘Capri International feature Film’: il regista dell’opera candidata dell’Italia all’Oscar 2020 (con quattro nomination agli EFA 2019 nelle principali categorie) sarà premiato nel corso della 24esima edizione di Capri,Hollywood in programma sull’Isola azzurra dal 26 dicembre al 2 gennaio. La serata d’onore per il film sul pentito della mafia Tommaso Buscetta, interpretato da Pierfrancesco Favino, potra’ rappresentare un’ulteriore tappa della campagna verso la cinquina per il miglior Film straniero dell’anno (elenco finale atteso per il 13 gennaio). Un’attività in piena evoluzione negli Usa dove la coproduzione Italia-Francia-Germania-Brasile (prodotta da Beppe Caschetto con Ibc Movie, Kavac Film e Rai Cinema e distribuita nella Penisola da 01 Distribution) sarà presentata nell’attesa proiezione di sabato 16 novembre al Teatro Cinese di Hollywood, dopo il successo di critica a New York e in vista dell’uscita del 31 gennaio con Sony Pictures Classic.
”Un premio che assegniamo con particolare convinzione ed entusiasmo – annuncia Marina Cicogna, honorary co-chair per l’Istituto Capri nel Mondo – ‘Il Traditore’ è un grande film che parla al pubblico internazionale, opera di un vero maestro del cinema mondiale sempre ispirato. Un evento artistico che rappresenta l’Italia ai massimi livelli”. ‘Il Traditore’, presentato all’ultimo Festival di Cannes, sfiderà il 7 dicembre a Berlino, per gli Efa – European Film Awards 2019, i film di Almodovar e Polanski tutti con nomination per miglior film, regia, sceneggiatura e attore protagonista.

Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 17 minuti

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:17 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

ALLE 08:43 DI MERCOLEDì 13 NOVEMBRE 2019

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Bankitalia,meno contante contro evasione
Incentivi funzioneranno se semplici e chiari

12 novembre 2019 11:17

– L’incentivo ai pagamenti elettronici può ridurre l’evasione fiscale, anche se il governo non ha messo nero su bianco alcuna emersione di base imponibile: lo ha detto il vice direttore generale di Bankitalia, Luigi Federico Signorini, durante un’audizione sulla legge di bilancio a Palazzo Madama. “E’ plausibile che nel medio periodo esso possa contribuire a ridurre la propensione a evadere”, ha detto Signorini, aggiungendo che “l’incentivo funzionerà bene se si riuscirà ad attuarlo in modo semplice e chiaro”.

Borsa: Milano +0,85%, bene MediasetSvettano Salini Impregilo, Pop.Sondrio, spread cala a 148 punti

12 novembre 201911:53

– Piazza Affari allunga il passo a metà mattina con il Ftse Mib che sale dello 0,85% a 23.689 punti. Di slancio, fuori dal paniere principale, Mediaset (+3,24%) salita al 15% nel gruppo media tedesco Prosieben.
Svetta poi nel credito la Popolare Sondrio (+6,11%) che nel dare la scorsa settimana i risultati ha indicato che è a buon punto nella vendita di un portafoglio da 1 miliardo di npl. E si conferma positiva Salini Impregilo (+4,12%) tra i favoriti per un nuovo contratto in Australia. Mentre lo spread cala leggermente a 148 punti.
Nel risparmio gestito Azimut guadagna l’1,91%. Nel credito buon passo per Unicredit (+1,41% a 12,68%) salita del 38% dai minimi a 9,19% di metà agosto. In ripresa Ubi (+1,67%) dopo la trimestrale sotto le attese, mentre Mediobanca guadagna lo 0,77% in attesa che venga svelato il piano industriale. Deboli A2a (-0,47%) e Prysmian (-0,34%) in attesa dei conti. Sull’Aim prosegue il rialzo della matricola Matica Fintec (+1,66%).

Bio-on, sospesi tutti i pagamentiL’amministratore giudiziario, verifiche su continuità aziendale

BOLOGNA12 novembre 201911:55

– “In attesa di aver concluso tutti i necessari e dovuti approfondimenti, verrà sospeso qualunque tipo di pagamento e quindi, a titolo esemplificativo, i pagamenti dovuti nei confronti di dipendenti, fornitori ed istituti di credito”. E’ quanto fa sapere l’amministratore giudiziario di Bio-on, Luca Mandrioli, nominato dal Tribunale di Bologna dopo che la società bolognese di bioplastiche è finita nell’inchiesta della Procura che accusa i suoi oramai ex vertici aziendali di false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato. In una nota Mandrioli ha spiegato inoltre di aver partecipato, venerdì scorso, all’incontro convocato dalla Regione Emilia-Romagna “nell’ambito delle attività del Tavolo metropolitano di salvaguardia del patrimonio produttivo dell’azienda, dando atto che sono stati avviati gli accertamenti per verificare se sussistono possibili prospettive di continuità aziendale”.

Upb,senza clausola Iva,deficit 2021 2,8%Nell’anno successivo al 2,7%

12 novembre 201911:56

– Senza il contributo delle clausole di salvaguardia su Iva e accise, il deficit italiano “risulterebbe pari al 2,8% del Pil nel 2021 e al 2,7% nel 2022”. Lo ha rilevato il presidente dell’Upb Giuseppe Pisauro durante un’audizione a Palazzo Madama sulla manovra, notando che le clausole vengono disattivate nei due anni dalla manovra solo per un terzo e un decimo rispettivamente.

Banche:Enria, fusioni per digitaleSu Handelsblatt, ‘mito’ richiesta maggiore riserva di capitale

BERLINO12 novembre 201912:09

Le banche dovranno investire una grande quantità di denaro nel loro passaggio al digitale “e non vedo come questo possa accadere senza consolidamento e fusioni”: lo ha detto il presidente del consiglio di Vigilanza della Bce Andrea Enria in un intervento al convegno organizzato da Handelsblatt, “European Banking Regulation”, a Francoforte e ripreso sul quotidiano di oggi. Il problema delle fusioni tra banche di stati diversi è che in diversi stati membri della Ue ci sono norme diverse, ha sostenuto Enria. La valutazione di molti operatori che in una fusione bancaria sia richiesta una riserva di capitale maggiore (capital buffer) “è un mito”, sottolinea Enria. “Noi trattiamo una banca che nasce da una fusione come ogni altra banca” ha detto il presidente della Vigilanza.

Alis,5 mld per sostenibilità in 3 anniGrimaldi con investimenti aziende associate creati 10.000 posti

12 novembre 201912:10

“Le nostre imprese nell’ultimo triennio hanno fortemente investito con fondi propri in sostenibilità: oltre 5 miliardi di euro per nuove navi, nuovi camion, nuovi treni, magazzini di ultima generazione e infrastrutture più moderne, per allinearsi rapidamente ai target imposti dalle normative europee”. Lo ha detto il presidente di Alis, Guido Grimaldi, a margine dell’assemblea generale dell’Associazione Logistica. Nell’ultimo anno, “grazie ai nostri associati abbiamo prodotto un risparmio complessivo per le imprese italiane o straniere che trasportano in tutta Italia e verso l’estero di circa 1 miliardo di euro all’anno, spostando 40 milioni di tonnellate di mezzi pesanti dalla strada al mare e 30 milioni di tonnellate di mezzi pesanti dalla strada al ferro, con una riduzione dei costi complessivi per l’ambiente di circa 1,7 milioni di euro al chilometro”.”I risultati degli investimenti sostenuti dai nostri associati nei tre anni dalla nascita dell’Alis hanno creato occupazione per oltre 10.000 persone”.

Invimit mette sul mercato 144 immobiliSul sito della società anche 13 asset cielo-terra

12 novembre 201912:09

– Invimit, società partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia, ha messo in vendita in 15 diverse città italiane 144 unità immobiliari e 13 asset da cielo a terra, per un valore di partenza di 93 milioni di euro. Dopo una prima selezione di immobili messi in vendita a luglio, “che ha suscitato molto interesse sul mercato, prosegue così a pieno ritmo l’attività di Invimit”, si legge in una nota della società, in cui si precisa che il sito web ha registrato da luglio 2019, data di partenza delle attività di vendita con le nuove modalità, oltre 150.000 accessi a fronte dei circa 10.000 circa dello stesso periodo anno precedente.
Il nuovo elenco di immobili pubblici è accessibile sulla sezione Vetrina immobili del sito INVIMIT e sul sito  IMMOBILIARE.IT, selezionando il territorio di interesse. Le città ad oggi coinvolte nella vendita sono Roma, Milano, Sabaudia, Firenze, Pisa, Bologna, Trieste, Tarvisio, Perugia, Como, Padova, Terni, Vercelli, Lecce, Livorno. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Europa conferma rialzo,Milano +1%
A Parigi svetta Iliad, si consolidano Salini, Pop. Sondrio

12 novembre 201913:13

– Borse europee tutte in positivo a metà giornata con l’indice d’area che sale di quasi mezzo punto trainato da industriali e titoli legati al settore della comunicazione. Londra guadagna lo 0,34%, Parigi lo 0,27% dove prosegue lo strappo di Iliad (+18%) sull’annuncio del piano di buy back da 1,4 miliardi, Francoforte lo 0,62% con la fiducia degli investitori in Germania che balza a sorpresa ai massimi da sei mesi. E continua ad allungare il passo Milano (Ftse Mib +1% a 23.722 punti) mentre Banca d’Italia condivide la stima di crescita dell’economia italiana dello 0,6% contenuta nella legge di bilancio. Nel frattempo il Il Tesoro ha collocato in asta Bot a un anno per 5,5 miliardi di euro con il tasso in rialzo. Lo spread tra btp e bund stabile a 148 punti base. A piazza Affari sempre in luce Mediaset (+3,28) e il boom di Salini (+6,09%) e della Popolare di Sondrio (+8,,5%) sulle attese della vendita del portafoglio npl da 1 miliardo.

A.Mittal, sciopero a Novi LigureBentivogli,senza siderurgia Italia destinata a deserto industria

ALESSANDRIA12 novembre 201913:24

– Scioperano i lavoratori ex Ilva ArcelorMittal di Novi Ligure (Alessandria) con presidio davanti alla Prefettura di Alessandria. Alla protesta, indetta da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, partecipa Marco Bentivogli, segretario generale della federazione italiana dei metalmeccanici (Fim Cisl). “Senza siderurgia l’Italia è destinata alla desertificazione industriale – dice – La situazione è drammatica”.
Quello di Novi è uno degli stabilimenti più importanti dell’ex Ilva. Indotto compreso, dà lavoro a 1.200-1.300 persone.
“Il Governo ci dia risposte, un segnale forte. Dopo 8 anni di incertezze, speravamo di averla risolta, invece no”, dicono i sindacati dopo essere stati ricevuti in delegazione dal prefetto, Antonio Apruzzese.
Il Consiglio comunale di Novi, intanto, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che impegna sindaco e giunta ad adoperarsi presso il Governo e a partecipare a tutti i tavoli di confronto promossi a ogni livello. Attesa la convocazione di un Consiglio comunale aperto.

Da idroponica a tacchi 4.0, top pmi rosaLe 6 finaliste del Gammadonna edizione 2019

12 novembre 201913:29

– Dall’idroponica di nuova generazione ai tacchi ‘4.0’, alla realtà aumentata, alle camerette per bambini, a soluzioni di ingegneria, ai veicoli per il futuro.
Sono 6 le finaliste dell’edizione 2019 del Premio GammaDonna, dedicato alle novità più rappresentative della vitalità imprenditoriale femminile nel paese.
I premi saranno assegnati durante ConneXions for Growth: l’incontro sull’imprenditoria innovativa giovanile e femminile venerdì a Milano organizzato in collaborazione con il Mise e la Commissione europea.
Le 6 storie imprenditoriali finaliste, tra le quali verrà proclamata la vincitrice sono quelle di Giorgia Pontetti di Ferrari Farm – Rieti; Sonja Blanc di Sireg Geotech – Arcore, Silvia Paganini di Tacchificio Villa Cortese – Milano, Martina Cusano di Mukako – Milano, Antonella D’Ercole di Lucana Sistemi di Matera, Massimiliana Carello di BeonD – Torino.
Durante l’evento saranno anche consegnati due riconoscimenti speciali a Federica Agostini e Cecilia Nostro

ArcelorMittal, depositato l’atto di recesso. Gualtieri: ‘La produzione deve continuare’M5s fa muro sullo scudo, tensione nella maggioranza

economia tutte le notizie I dipendenti di Arcelor Mittal pi l’indotto di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, con le Rsu, scioperano per 24 ore con presidio davanti alla fabbrica e davanti alla Prefettura di Alessandria

12 novembre 2019
22:31

Depositato a Milano l’atto di citazione da parte di Mittal sul recesso del contratto. Domani, mercoledì 13 novembre, il presidente del Tribunale assegnerà la causa. E i sindacati scrivono all’azienda: ‘il recesso non fermi il confronto’. ‘L’Ilva deve continuare a produrre e il governo è impegnato collegialmente per questo obiettivo’, dice il ministro Gualtieri, chiedendo ‘il rispetto degli accordi e l’individuazione di una soluzione sostenibile di mercato’. Il premier Conte scrive ai suoi ministri invitandoli ad aprire un ‘cantiere Taranto’ per il suo rilancio, con tutti gli attori istituzionali.
E spunta l’ipotesi di rafforzare i presidi sanitari nella città pugliese. Toni accesi e un clima teso hanno segnato la riunione di Conte con i parlamentari pugliesi del M5s, che si è chiusa con una sostanziale fumata nera sulla questione dello scudo penale per ArcelorMittal.

“C’è fibrillazione” in maggioranza sul dossier ex Ilva. Anche per questo, spiegano fonti parlamentari di diversi partiti, sarebbe in campo l’ipotesi di un vertice, da tenersi magari già domani, per definire una linea unitaria rispetto all’azienda. Al momento una riunione non risulta convocata, ma più d’uno avrebbe sollevato la necessità di fare un punto sulle soluzioni in campo: “In queste ore – spiega la stessa fonte – c’è fibrillazione”. I legali di Arcelor Mittal hanno depositato all’iscrizione a ruolo in Tribunale a Milano l’atto di citazione per il recesso del contratto di affitto, preliminare all’acquisto, dell’ex Ilva. L’atto è già sul tavolo del presidente del Tribunale di Milano Roberto Bichi. Con il deposito, la causa è stata iscritta a ruolo e ora il presidente Bichi dovrà assegnare il procedimento, in base a rigidi criteri tabellari, a una delle due sezioni specializzate in materia di imprese.Il ministro dell’economia Roberto Gualtieri nel corso dell’audizione sulla manovra in Senato ha detto:  “vogliamo il ripristino degli approvvigionamenti, l’Ilva deve continuare a produrre e il governo è impegnato collegialmente per questo obiettivo”. “gli obiettivi di bonifica sono tanto più realizzabili quanto più va avanti il piano industriale, sono strettamente legati”. Il tema all’ordine del giorno per l’Ilva non è la nazionalizzazione, ma “il rispetto degli accordi e l’individuazione di una soluzione sostenibile di mercato e di rilancio, anche per il conseguimento degli obiettivi di bonifica”. Lo ha detto il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, in commissione bilancio. “Piano industriale e ambientale sono strettamente collegati, si deve puntare al ripristino degli approvigionamenti e che l’Ilva continui a produrre. Il governo è impegnato collettivamente e collegialmente a questo obiettivo”.I sindacati dei metalmeccanici “esprimono valutazioni diverse” da ArcelorMittal sul sussistere delle condizioni per rescissione del contratto e retrocessione dei rami d’azienda dell’ex Ilva. Lo scrivono all’azienda ed ai commissari straordinari i segretari generali delle organizzazioni dei metalmeccanici, Fiom, Fim e Uilm, indicando come “urgente l’incontro ed il confronto per discutere sulle prospettive e sul rispetto degli accordi e degli impegni assunti”. Auspicano che la sede sia il ministero dello Sviluppo.

“Se provochi un disastro ambientale, si deve pagare”. Lo ha detto Luigi Di Maio a ‘Fuori dal coro’, che andrà in onda stasera alle 21.30 su Rete 4, parlando dell’ex Ilva, a proposito dello scudo penale.
“Sarebbe un problema enorme per la maggioranza”. Così Di Maio risponde alla domanda su un eventuale emendamento per reintrodurre lo scudo penale presentato da Italia Viva o dal Pd, a proposito del dossier Ilva. Poi ha aggiunto, durante la registrazione di ‘Fuori dal coro’: “Se cominciamo con gli sgambetti, Italia Viva è quella che ha più da perdere”.
“Sono certo che tutto il governo, con unità e compattezza, saprà lavorare da squadra per trovare una soluzione concreta per l’Ilva. Una cosa è certa, nessuno può permettersi di ricattare delle persone su una scelta: vivere o lavorare. Non possiamo rimanere in ostaggio di un’azienda, Mittal deve rispettare gli impegni presi. E vi garantisco che lo Stato si farà rispettare. Da parte M5s c’è tutto il sostegno all’azione collegiale del governo. In questi casi serve lucidità e grande senso di responsabilità”, afferma Di Maio.”No a uno scudo penale sine die. Meglio invece una norma di diritto speciale, una norma ad hoc che potrebbe essere accettabile se avesse una scadenza temporale. Ma affinché questa scadenza sia accettabile, deve essere agganciata a un programma di decarbonizzazione. Questo è quello che ci ha prospettato il ministro Stefano Patuanelli, ma temo che il Movimento potrebbe non restare unito su questo”. L’ha detto il senatore del Movimento 5 Stelle Ugo Grassi.

“Non amiamo le nazionalizzazioni, i problemi non si possono risolvere così” . Lo afferma il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia a margine dell’assemblea di Bergamo. “Le polemiche e le colpe non servono più – aggiunge – aspettiamo che il presidente del consiglio lavori e ci auguriamo e auspichiamo che si trovi una soluzione che coniughi sostenibilità ambientale con la sostenibilità economica e sociale, perché questa è la questione”.”Non è possibile che si continui a parlare solamente del contenzioso giudiziario mentre gli stabilimenti si stanno fermando, con effetti irreversibili per la continuità produttiva. La più grande acciaieria europea da un momento all’altro si spegnerà”. Lo denuncia il segretario generale della Uilm Rocco Palombella che accusa: “la produzione si sta fermando ed è la fine di tutto. Purtroppo – prosegue – tanti esponenti politici, nazionali e locali, parlano del futuro dello stabilimento senza conoscerne il ciclo produttivo”.Sul quotidiano ‘La Repubblica’ è apparsa una lettera del premier ai ministri . Non solo l’ex Ilva, Taranto versa in “una più generale situazione emergenziale”, di fronte a cui “reputo necessario aprire un ‘Cantiere Taranto’, all’interno del quale definire un piano strategico, che offra ristoro alla comunità ferita e che, per il rilancio del territorio, ponga in essere tutti gli strumenti utili per attrarre investimenti, favorire l’occupazione e avviare la riconversione ambientale”.E’ allo studio del ministero della Sanità, a quanto si apprende, un rafforzamento dei presidi del servizio sanitario nazionale sul territorio di Taranto. Il ministro Roberto Speranza potrebbe portare la proposta, su cui si sta lavorando in queste ore, sul tavolo del Consiglio dei ministri di giovedì, nel quale il premier Conte vuole avviare una discussione sul cosiddetto “cantiere Taranto”.

Un presidio di mamme, cittadini e rappresentanti di associazioni del fronte anti-Ilva – che chiedono la chiusura della fabbrica, le bonifiche con il reimpiego degli operai e la riconversione economica del territorio – è annunciato per domani, mercoledì, davanti la Portineria D (ingresso lavoratori) dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto. Una nuova iniziativa, spiegano i promotori, “in difesa del diritto alla salute dei tarantini. In queste ore cruciali per il futuro di Taranto il Governo non può ignorare la voce e le rivendicazioni dei cittadini”.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Gualtieri, asili gratis già da 1 gennaio
Nessun aggravio a contribuenti da unificazione Imu-Tasi

12 novembre 201914:29

– Il rafforzamento del bonus per gli asili nido consentirà “la sostanziale gratuità degli asili nido per la grande maggioranza delle famiglie italiane, importante anche dal punto di vista del sostegno all’occupazione femminile.
Si parlava della misura da settembre” ma scatterà “già dal primo gennaio”. Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in audizione sulla manovra, ricordando che si prevede anche l’aumento dei posti al nido “oggi insufficienti in particolare nel Mezzogiorno”. Nel triennio, ricorda si stanziano 2,8 miliardi in più per la famiglia. Il ministro difende poi l’impianto della manovra (“avremo una riduzione di 7,1 miliardi della pressione fiscale anche rispetto all’anno precedente”) e apre a eventuali modifiche: “penso e auspico che il lavoro parlamentare possa migliorare ulteriormente la manovra salvaguardando l’impianto e gli obiettivi”. Inoltre l’unificazione di Imu-Tasi è costruita in modo da “assicurare l’invarianza di gettito, non si tradurrà in un aggravio per i contribuenti”.

Borsa: bene Europa con future UsaMilano la migliore, seguita da Francoforte, spiccano tecnologici

12 novembre 201914:38

– Proseguono la seduta in positivo le principali Borse europee, coi future Usa in rialzo, mentre continuano i colloqui con la Cina sui dazi, ma anche le proteste a Hong Kong. La migliore resta Milano (+1%) con Bankitalia che conferma le stime di crescita del Paese e lo spread in discesa a 147, seguita da Francoforte (+0,5%) con la fiducia degli investitori in Germania ai massimi da sei mesi. In rialzo anche Londra (+0,4%) col tasso di disoccupazione in discesa, Parigi (+0,2%) e Madrid (+0,1%).
L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 660, guadagna lo 0,2%, con i servizi di telecomunicazione a farla da padrone.
Iliad brilla (+18,1% a Parigi) dopo i conti e l’annuncio di un buyback da 1,4 miliardi e sale anche Vodafone (+3%) dopo la trimestrale.
Spiccano i tecnologici, con crescite per Infineon (+6,5%) e Dialog (+5%) entrambe dopo i conti, mentre va giù Ams (-4,1%) mentre si delinea l’accordo per l’acquisizione di Osram (+2%).
Su anche Deutsche Post (+4,4%) dopo i conti.

In piano Mediobanca 2,5 miliardi ai sociCon buyback e 1,9 miliardi dividendi. Ricavi a 3 miliardi (+4%)

2 novembre 201914:53

– Col nuovo piano Mediobanca offrirà in quattro anni un remunerazione agli azionisti fino a 2,5 miliardi dei quali 1,9 miliardi in dividendi e il restante 0,3-0,6 miliardi tramite il riacquisto e la cancellazione di azioni proprie. Ma la crescita riguarderà anche i ricavi che saliranno del 4% a 3 miliardi. Previsti significativi investimenti nei canali distributivi e aumento degli addetti in tutti i segmenti di attività. A livello di utile l’earning per share è previsto in aumento del 4% a 1,1 euro per azione da 0,93 euro e il Rote si attesterà all’11% dal 10%.
La partecipazione in Generali, pari al 12,91%, continuerà a contribuire in maniera positiva alla creazione dei ricavi e degli utili di Mediobanca, salvo fornire le risorse in caso in una grande acquisizione. Piazzetta Cuccia continuerà a valutare opportunità di crescita tramite acquisizioni.

Petrolio in rialzo a 57,1 dollariQuotazioni salgono dello 0,56%

NEW YORK12 novembre 201915:10

– Il petrolio in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,56% a 57,19 dollari al barile.

Borsa: Milano su (+1,2%) con bancheBene Stm, Mediaset e Poste, brillano Salini e Popolare Sondrio

12 novembre 201915:21

– Piazza Affari continua in rialzo la seduta (+1,2%) e lo spread è verso 146 punti, con le banche che dominano sui guadagni. In cima al listino principale Ubi (+2,9%) dopo i conti, seguita da Unicredit (+2%) e Bper (+1,6%). Brilla la Banca popolare di Sondrio (+11,47% teorico con le contrattazioni bloccate) sulle attese della vendita del portafoglio npl da 1 miliardo. Il Tesoro ha collocato intanto Bot a un anno per 5,5 miliardi di euro con tasso in rialzo e domani ci sarà l’asta dei Btp.
La giornata è buona anche per Stm (+1,9%) e Generali (+1,9%), Cnh, Poste e Azimut (+1,8%). Su anche Fca (+1,5%) e Mediobanca (+1,4%) col piano industriale. Tra i titoli che spiccano fuori dal paniere principale c’è Mediaset (+2%) salita al 15% nel gruppo media tedesco Prosieben (-3,1%). Tra i guadagni maggiori c’è quello di Salini Impregilo (+5,6%) tra i favoriti per un nuovo contratto in Australia, qualche giorno dopo l’aumento di capitale per Progetto Italia. In rosso invece Campari (-0,5%) e A2a (-0,4%).

Wall street apre positiva, Dj +0,06%S&P 500 sale dello 0,10%

NEW YORK12 novembre 201915:40

– Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,06% a 27.712,41 punti, il Nasdaq avanza dello 0,12% a 8.474,48 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,10% a 3.089,93 punti.

Ferrarelle, accordo per sbarco UsaIntesa operativa da gennaio 2020 per bottiglie in vetro

12 novembre 201916:13

– Ferrarelle ha raggiunto un accordo con Danone Waters of America, importatore e distributore nordamericano di acque minerali in bottiglia, per la distribuzione negli Stati Uniti. Lo annuncia una nota della società spiegando che l’intesa sarà effettiva a partire da gennaio 2020, “si concentrerà sulla costruzione del marchio negli Stati Uniti e includerà i formati in vetro di Ferrarelle, che andranno ad ampliare il già ricco portafoglio di marchi Danone Waters of America tra cui Evian”.
“Siamo molto soddisfatti di questo nuovo accordo commerciale.
Ferrarelle opera già su scala internazionale, in oltre 40 Paesi, attraverso l’esportazione delle proprie acque minerali. Questo accordo ci permette di crescere nell’ambito export e di valorizzare la qualità delle nostre acque, da sempre riconosciuta sia in Italia che all’estero”, ha dichiarato il presidente Carlo Pontecorvo.

Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,24%)Il Ftse Mib a 23.782 punti

2 novembre 201917:41

– Chiusura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato l’1,24% a 23.782 punti.

Borsa: Europa chiude positivaFrancoforte la migliore (+0,6%), seguita da Londra (+0,5%)

12 novembre 201918:16

– Chiusura positiva per le principali Borse europee, con Francoforte maglia rosa (+0,65% a 13.283 punti), seguita da Londra (+0,5% a 7.365 punti) e da Parigi (+0,44% a 5.919 punti). Unica in negativo è Madrid (-0,87% a 9.306 punti).

Utile Mediaset a 101 milioni, giù ricaviForte taglio costi, conferma target finanziari per intero 2019

12 novembre 201918:20

– Nei primi nove mesi dell’anno Mediaset ha registrato un utile netto di 101 milioni in forte aumento rispetto ai 27 milioni dello stesso periodo del 2018 e un risultato operativo di 188 milioni rispetto ai precedenti 114, con ricavi in calo a quota 2.030 milioni contro i 2.433 dei primi nove mesi 2018.
I costi operativi sono in calo del 20% e il gruppo per l’intero 2019 conferma la previsione di miglioramento della generazione di cassa, del risultato operativo e dell’utile.
“Nell’ultima parte dell’anno, nonostante il contesto generale di mercato risulti ancora caratterizzato da una persistente bassa visibilità, l’andamento della gestione caratteristica dovrebbe consentire di incrementare i positivi risultati economici conseguiti al termine dei primi nove mesi del 2019”, spiega Mediaset nella nota sui conti dei primi nove mesi.

Mediaset: possibile accordo con VivendiDirettore finanziario, non puntiamo a take over su Prosieben

MILANO12 novembre 201918:58

– “La scadenza è ormai vicina (il 22 novembre, Ndr.) e un accordo è possibile”. Lo afferma il direttore finanziario di Mediaset, Marco Giordani, a proposito del tentativo di conciliazione con Vivendi in atto di fronte al Tribunale di Milano sulla fusione con la controllata spagnola e l’avvio della holding Mfe.
“Il trend” nel procedimento giudiziario “per noi è positivo e siamo aperti a tutto”, aggiunge Giordani rispondendo in ‘conference call’ agli analisti che chiedono se l’accordo con Vivendi possa avere anche risvolti finanziari.
“In Prosieben siamo contenti dell’attuale quota (poco superiore al 15%) e non puntiamo a un take over sul gruppo, ma non posso escludere che in futuro” possa esserci un’ulteriore crescita, dice su un altro fronte Giordani dopo l’aumento della presenza di Mediaset nel gruppo televisivo tedesco.

Borsa: Milano ottimista con bancheGuadagnano Fineco, Azimut, Stm e Enel, rialzi per Mediaset

2 novembre 201918:59

– Ottimista la giornata in Piazza Affari, terminata in rialzo (+1,2%), come il resto delle Borse europee, tranne per la tendenza negativa di Madrid. Le trimestrali hanno condizionato in parte il listino, a partire dalle banche, con lo spread che ha chiuso a 147 punti. La migliore è stata Ubi (+2,7%) coi conti, insieme a Unicredit (+2). Volata per Banca popolare di Sondrio (+13,58%) sulle attese della vendita di 1 miliardo di npl. Il Tesoro intanto ha collocato Bot a un anno per 5,5 miliardi di euro con tasso in rialzo, il giorno prima dell’asta dei Btp.
Bene Fineco (+2,6%), Azimut (+2,5%) e Stm (+2,2%). Su anche Poste (+2,1%) e Mediobanca (+2%) col piano industriale. Su buoni livelli Exor (+1,8%) e Fca (+1,2%), come Enel (+1,8%) e Generali (+1,6%). Mediaset ha guadagnato (+2%) salita al 15% nella tedesca Prosieben (-2,8%). Rialzo per Salini Impregilo (+4,4%) tra i favoriti per un nuovo contratto in Australia. In rosso invece Prysmian (-1,5%) il giorno dei conti, Moncler (-0,6%), Campari e A2a (-0,4%).

Fusione emiliana nella moda,Liu Jo acquista BlumarineI brand di Carpi uniti da Marchi a pochi giorni quota in Coin

12 novembre 201920:43

– Nuovo consolidamento nel mondo della moda attraverso l’unione di due brand giovanili: il patron di Liu-Jo, azienda di abbigliamento nata a Carpi (Modena), Marco Marchi, ha acquistato il brand Blumarine, storico nome della moda nato sempre nella città in provincia di Modena, a Carpi appunto, storico polo del tessile italiano, dai coniugi Anna Molinari e Gianpaolo Tarabini. L’annuncio arriva dopo mesi di indiscrezioni, ed ora l’acquisizione è ufficiale. Di recente lo stesso Marchi aveva dichiarato che il logo Blumarine, fondata nel 1977, “è il sogno di ogni carpigiano”, dando credito alle indiscrezioni che davano per vicinissimo il passaggio di consegne. Al momento non sono noti altri dettagli dell’operazione.
Nei giorni scorsi il numero uno di Liu Jo era entrato nella compagine societaria di un altro storico marchio del Nordest, Coin, la catena di department store italiana. L’imprenditore emiliano ha fatto il suo ingresso nel board del gruppo veneto grazie ad un aumento di capitale che lo porta a detenere una quota pari al 15%. Coin ha ripreso il sentiero della crescita e del riposizionamento con la recente trasformazione dello store di Trieste in quello che e’ diventato il terzo Coin Excelsior, dopo l’apertura di Roma Cola di Rienzo e della shopping destination presso il CityLife Shopping District di Milano. Coin ha proseguito inoltre nel percorso di upgrading verso il segmento premium attraverso una ricerca di brand di tendenza da affiancare ai marchi più affermati. Liu Jo è stata fondata dai fratelli Marco e Vannis Marchi nel 1995 per poi diventare brand iconico soprattutto dopo la campagna pubblicitaria con Kate Moss 2011 e l’apertura del flagship store a Milano, in Corso Vittorio Emanuele.

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,34%)
Nuovi timori su accordo commerciale a breve tra Usa-Cina

TOKYO13 novembre 201901:47

– La Borsa di Tokyo apre la seduta col segno meno, quando continua l’incertezza sull’esito dei negoziati in corso sul commercio internazionale tra le rappresentanze di Cina e Stati Uniti, mentre lo yen arresta la fase di svalutazione. Il Nikkei fa segnare una variazione negativa dello 0,34%, a quota 23.438,94, e una perdita di 81 punti. Sui mercati valutari la divisa nipponica tratta a un livello di 108,90 sul dollaro e con l’euro poco sotto quota 120.

Borsa, Hong Kong apre a -1,12%Deboli anche Shanghai (-0,06%) e Shenzhen (-0,51%)

ECHINO13 novembre 201903:17

– La Borsa di Hong Kong apre la seduta in brusca correzione all’indomani di una nuova giornata di violenti proteste tra manifestanti pro-democrazia e polizia, con i timori che possano proseguire anche oggi: l’Hang Seng cede l’1,12%, a 26.761,16 punti.
In frenata anche Shanghai e Shenzhen, i cui indici Composite perdono, rispettivamente, lo 0,06% (a 2.913,02 punti) e lo 0,51%, a quota 1.613,68.

Petrolio in calo a 56,7 dollari a barileInvestitori in attesa. Brent scende a 61,94 dollari

13 novembre 201908:20

– Quotazioni del petrolio ancora in lieve calo sul mercato after hour di New York con gli investitori alla finestra in attesa di sviluppi sulle trattative nella guerra commerciale tra Usa e Cina. I contratti sul greggio Wti con scadenza a dicembre cede 7 centesimi a 56,7 dollari al barile. Il Brent cede 12 centesimi a 61,97 dollari (+0,4%).

Oro: risale a 1.460 dollari l’onciaIeri discesa fino a 1.445 dollari, prezzo più basso da agosto

13 novembre 201908:22

– Recupera il prezzo dell’oro sui mercati asiatici dopo il calo di ieri a 1.445 dollari l’oncia, il minimo dal 5 agosto scorso. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.460 dollari l’oncia (+0,3%) in attesa di sviluppi nelle trattative nella guerra commerciale tra Usa e Cina.

Bankitalia, -5% produzione e venditeStudio su 5.000 aziende cratere, paragonate a esterne

ANCONA12 novembre 201915:49

– Il terremoto del 2016 che ha colpito il Centro Italia ha causato una contrazione della produzione e delle vendite di oltre il 5% in media d’anno. E’ quanto emerge da una ricerca del Centro Studi della sede di Ancona della Banca d’Italia, che ha analizzato i dati di bilancio di 5.000 aziende nell’area del cratere sismico di Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo, mettendoli a confronto con le performance di altrettante aziende fuori cratere, con caratteristiche simili. Gli effetti si sono attenuati nel 2017.
Penalizzate soprattutto le imprese di piccole dimensioni, operanti nell’agricoltura, nel terziario, nel turismo “che hanno risentito del calo della domanda delle aree colpite, dove la popolazione è diminuita, trasferendosi altrove” ha spiegato Giacinto Micucci. Gli effetti negativi a breve termine hanno interessato tutta l’area del cratere, ma si sono concentrati in particolare nei Comuni più vicini agli epicentri delle scosse del 24 agosto e di fine ottobre 2016.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 2 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 23:25 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

ALLE 07:06 DIMERCOLEDì 13 NOVEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Venezia, anziano fulminato a Pellestrina
Corto circuito innescato dalla marea che gli era entrata in casa 12 Novembre 2019 23:25

– Un anziano di 78 anni è morto fulminato nell’isola di Pellestrina, una delle lingue di terra che dividono Venezia dal mare.
L’episodio è avvenuto mentre sulla laguna si è scaricata la tempesta di vento e pioggia che ha causato l’acqua alta eccezionale nella città lagunare.
A provocare la morte dell’anziano, secondo le prime informazioni, un corto circuito elettrico innescato dalla marea che gli era entrata in casa. I Carabinieri si trovano sul posto, per svolgere accertamenti sull’esatta dinamica dell’incidente.

Venezia, danni a Basilica di San MarcoMarea sommerge edificio per 110 cm, allagata la cripta

VENEZIA13 novembre 201901:17

– Potrebbero essere gravi i danni provocati dall’acqua alta eccezionale alla Basilica di San Marco, gioiello di Venezia.
Dal comando della Polizia municipale si apprende che tutta la cripta è stata sommersa e dentro la basilica, nel momento di picco di marea (187 cm), si misurava dalla pavimentazione quasi un metro e 10 di acqua.

Droga: 41 kg marijuana in congelatoreSequestrata da Gdf Catania, vale oltre 1 mln. Corriere arrestato

CATANIA13 novembre 201906:23

– Un carico di 41 chilogrammi di marijuana del tipo ‘skunk’ che si coltiva in Olanda, per un valore di oltre un milione di euro, è stato sequestrato da militari della Guardia di finanza del Gico di Catania in collaborazione con i Baschi verdi.
La droga era nascosta in un congelatore, appena acquistato in un negozio di elettrodomestici, trasportato su un piccolo furgone guidato da Agatino Bonaccorsi, 62 anni, ritenuto il ‘corriere’, che è stato arrestato. L’uomo era in possesso di una patente di guida falsificata, intestata a una persona realmente esistente, e questo ha fatto scattare i controlli, all’intero di un’area di servizio, che hanno portato al sequestro della droga e all’arresto dell’uomo.
Bonaccorsi è indicato dalle Fiamme gialle come appartenente al clan Pulivirenti: nel maggio 2004, infatti, sottolinea la Gdf, era tra i 19 destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere assieme ai boss Aldo Ercolano, Antonino e Salvatore Pulvirenti e Francesco Stimoli. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Droga: 3 arresti,legati a Messina Denaro
Traffico internazionale stupefacenti, operazione Ros e Gdf

PALERMO13 novembre 201906:39

– Tre persone sono state arrestate nell’ambito di un’inchiesta della Procura distrettuale di Palermo su una associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti che ha operato sotto l’egida di Cosa nostra siciliana e all’ombra del latitante Matteo Messina Denaro.
L’ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip è stata eseguita da carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani e da militari del Gico del nucleo di Polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Palermo. Sono in corso in tutto il territorio nazionale decine di perquisizioni, che vedono impiegati oltre 100 militari dell’Arma e delle Fiamme gialle, supportati da unità cinofile, e riguardano abitazioni e luoghi nella disponibilità degli indagati.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 3 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:59 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

ALLE 06:46 DI MERCOLEDì 13 NOVEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Hong Kong: Ue chiede moderazione a entrambe le parti
‘Trovare una soluzione con dialogo autentico’

BRUXELLES12 novembre 2019 19:59

“La scorsa notte si sono verificati violenti scontri all’università cinese di Hong Kong e in tutta l’isola. L’Ue monitora molto attentamente la situazione” e sottolinea che “è fondamentale che tutte le parti esercitino moderazione”. Lo afferma la portavoce del servizio di azione esterna della Ue, l’ufficio di Mogherini. “Una soluzione dovrebbe essere trovata attraverso un dialogo autentico, la riconciliazione e l’impegno fra le comunità – prosegue la nota -. Tutte le parti devono rinunciare alla violenza e impegnarsi in modo costruttivo negli sforzi di de-escalation”.”Un’indagine approfondita sulla violenza, sull’uso della forza e sulle cause profonde delle proteste è un elemento critico negli sforzi per una de-escalation – continua la nota -. È necessario compiere ogni sforzo per garantire che le elezioni del Consiglio distrettuale del 24 novembre procedano come previsto. Ciò invierà un segnale importante sull’esercizio dei diritti e delle libertà democratiche sanciti dalla Legge fondamentale”.L’Ue attribuisce “grande importanza all’elevato grado di autonomia acquisito a Hong Kong nel quadro di ‘un Paese, due sistemi’. Questo è fondamentale per la prosperità e il benessere futuri di Hong Kong”.Nella nota si ricorda che l’Ue ha “stretti legami commerciali, culturali e interpersonali con Hong Kong. Condividiamo un impegno per le libertà fondamentali, lo stato di diritto e i diritti umani. Siamo pronti a sostenere il governo e il popolo di Hong Kong per garantire una soluzione duratura all’attuale crisi”.

Clima, Aie: cruciale ridurre emissioni”La crescita delle rinnovabili potrebbe non essere abbastanza”

NEW YORK13 novembre 201902:32

– La crescita delle energie rinnovabili accelererà nei prossimi decenni, ma questo potrebbe non essere abbastanza a mettere un tetto alle emissioni del settore energetico prima del 2040. Lo afferma l’Agenzia internazionale per l’energia (Aie).
“Gli attuali piani dei governi porteranno a implicazioni climatiche catastrofiche per il pianeta. Per essere in linea con i target di Parigi c’è bisogno di enormi sforzi per spingere l’efficienza energetica, l’energia rinnovabile e le altre tecnologie di energia pulita”, dice l’Aie.

Molestie, Bocelli difende Domingo”Assurdo negare teatri prima di aver verificato le accuse”

MIAMI (USA)13 novembre 201903:41

– Il tenore Andrea Bocelli difende fermamente la leggenda dell’opera Placido Domingo, definendo “assurdo” che teatri abbiano annullato le esibizioni della star per accuse di molestie sessuali prima che siano completamente investigate.
“Sono ancora sconvolto da quello che è successo a questo incredibile artista”, ha detto Bocelli. “Non capisco: domani una signora può semplicemente venire e dire ‘Bocelli mi ha molestato 10 anni fa’ e da quel giorno in poi nessuno vuole più cantare con me e i teatri d’opera non mi chiamano più; è assurdo”.
Secondo Bocelli inoltre, le persone dovrebbero distinguere tra “la moralità delle figure pubbliche e la loro arte e abilità”.

Google, indagine Usa su privacy pazientiProgetto Nightingale avrebbe raccolto dati senza permesso

NEW YORK13 novembre 201902:07

– Le autorità americane aprono un’indagine del progetto Nightingale di Google in partnership con il secondo operatore sanitario americano, Ascension. Un progetto per la raccolta di dati di milioni di pazienti ignari.
Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali l’Office for Civil Rights del Dipartimento della Salute cercherà di ottenere informazioni su questa raccolta dati per assicurare che rispetti la legge.

Bolivia, Usa:via famiglie dei dipendentiLe autorità americane consigliano di non viaggiare nel Paese

NEW YORK13 novembre 201904:26

– Il Dipartimento di Stato americano alza l’allerta per i viaggi in Bolivia a ‘livello 4’, ovvero non viaggiare, e ordina alle famiglie dei dipendenti governativi di lasciare il paese sudamericano in seguito alle tensioni.
Sconsigliando agli americani di viaggiare nel paese, il Dipartimento di Stato consiglia a coloro che si trovano al momento in Bolivia di lasciare il paese. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Autobomba a Kabul, 7 morti e 7 feriti
Attentato stamani nella capitale afgana non ancora rivendicato

KABUL13 novembre 201906:34

– Un’autobomba è stata fatta esplodere stamattina nella capitale afgana Kabul, uccidendo sette persone e ferendone almeno altre sette.
Il ministero degli Interni afgano afferma che l’esplosione si è verificata nell’area di Qasaba, nel distretto di polizia 15.
Non è ancora chiaro quale fosse l’obiettivo dell’attacco e al momento nessuno ne ha rivendicato la responsabilità, ma sia i talebani che l’Isis sono attivi a Kabul e hanno rivendicato molti precedenti attacchi nella capitale afgana.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 10 minuti

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:30 ALLE 23:25 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Al via master su spiritualità nelle cure
Dedicato a religiosi e laici, con patrocinio della Cei

12 novembre 2019 13:30

– Un master universitario dedicato a cappellani ospedalieri, religiose, ma anche a laici e volontari, che operano negli ospedali e nel mondo della sanità per meglio affiancare e assistere i malati. Si chiama ‘La spiritualità nella cura’, è promosso dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose e dalla Facoltà teologica con il patrocinio della Cei. “Credo che sia necessario un dialogo sempre maggiore con la Curia e con le diverse comunità religiose del territorio sul tema dell’accompagnamento del malato – ha detto il presidente della regione Attilio Fontana -. La malattia non deve essere affrontata solo dall’aspetto scientifico e medico, ma anche con la spiritualità che diventa sempre più importante, perché è cambiata la nostra società e anche i tempi delle malattie, ad esempio con le malattie croniche che costringono tante persone a convivere con la malattia per tanti anni.

Sospesi collegamento in golfo NapoliFermi i mezzi veloci, navigano a singhiozzo navi traghetto

NAPOLI12 novembre 201914:39

– Il forte scirocco che spira in queste ore nel Tirreno Meridionale sta provocando la sospensione di numerose corse di aliscafi e navi per Ischia e Procida, in provincia di Napoli; da metà mattinata infatti i mezzi veloci per le due isole sono rimasti fermi nei porti mentre navigano a singhiozzo le navi.
Il vento da sud est, che soffia a quasi 30 nodi di velocità (e che si prevede in aumento per le prossime ore), rende problematici anche i collegamenti marittimi effettuati con navi traghetto; le compagnie di navigazione confermano le corse fino a metà pomeriggio mentre resta in sospeso l’effettuazione delle ultime della serata, per entrambe le isole.

Maltempo, stop collegamenti per TremitiFerma in porto motonave merci e passeggeri ‘Isola di Capraia’

TERMOLI (CAMPOBASSO)12 novembre 201914:44

– Interrotti i collegamenti via mare tra il porto di Termoli e le Isole Tremiti (Foggia) a causa del maltempo. La motonave merci e passeggeri “Isola di Capraia” oggi non ha effettuato il viaggio verso le Diomedee rimanendo in porto dove sono stati rinforzati gli ormeggi. La Capitaneria ha emesso un avviso di burrasca, inviato a tutti gli operatori marittimi e portuali, valido fino alla serata che prevede mare mosso e vento di sud-est forza 8.

76 incidenti su 100 sulle strade urbaneAci, più pericolose tratto urbano A24 e raccordo Reggio Calabria

12 novembre 201915:18

– Settantasei incidenti su 100 avvengono nei centri abitati, 6 in autostrada e 18 su strade extraurbane; nel 2018 in autostrada è stabile il numero di incidenti, sulle strade extraurbane aumentano gli incidenti ma rimane sostanzialmente stabile il numero di morti (+4% e -0,7%), nei centri abitati diminuiscono sia incidenti che morti (-2,7% e -4,2%), soprattutto nei piccoli centri attraversati da strade extraurbane. Sono i dati che emergono da “Localizzazione degli incidenti stradali 2018” realizzato dall’Aci, che analizza i 37.228 incidenti (1.166 mortali), 1.344 decessi e 59.853 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade della rete viaria principale italiana. Le autostrade urbane risultano quelle con la maggiore densità di incidenti. La Penetrazione urbana della A24, il Raccordo di Reggio Calabria e la Tangenziale Nord di Milano sono le strade sulle quali si verificano più incidenti.
Tra le strade con un numero elevato di investimenti: Aurelia, Adriatica, Casilina.

Segre, a Genova cittadinanza onorariaVerso commissione su intolleranza, razzismo, antisemitismo, odio

GENOVA12 novembre 201916:26

– Il consiglio comunale di Genova ha votato per l’istituzione di una commissione contro odio e intolleranza come quella creata al Senato su proposta dalla senatrice a vita Liliana Segre. Con l’ordine del giorno approvato all’unanimità e accolto da un applauso, si pongono le basi per il conferimento a Segre della cittadinanza onoraria della città di Genova. Dopo una lunga discussione ieri in commissione, maggioranza e opposizione hanno trovato l’accordo sul documento, presentato stamani in capigruppo dal centrodestra, accettato anche dalla minoranza e che ricalca quello della scorsa settimana del consiglio regionale. Il testo esprime solidarietà alla senatrice per gli attacchi, le riconosce “un ruolo fondamentale di preservazione della memoria e il ruolo civico attivo” e impegna il consiglio “a istituire una commissione speciale per il contrasto dei fenomeni di intolleranza e razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza al fine di studiare il proliferare di tali fenomeni nella nostra città”.

Traghetto per Albania fermato a BariProblemi sicurezza e antincendio, a terra 1.730 passeggeri

BARI12 novembre 201916:32

– La Guardia Costiera di Bari ha fermato in porto, emanando un provvedimento, il traghetto passeggeri Aurelia, ex Tirrenia battente oggi bandiera cipriota, con la compagnia Msc Shipmanagement Ltd che aveva informato le autorità di volerlo usare per il servizio Bari-Durazzo verso l’Albania.
Le ispezioni a bordo di ieri – in vista della partenza oggi da Bari con 1.730 passeggeri, rimasti a terra – hanno evidenziato gravi carenze nella sala macchine della nave, riguardanti in particolare le dotazioni antincendio e una non adeguata preparazione dell’equipaggio nella gestione delle emergenze. La Guardia costiera evidenzia così il mancato rispetto della normativa internazionale in materia di sicurezza della navigazione. L’Aurelia potrà salpare solo quando saranno ripristinati gli standard minimi necessari a ricevere il nulla osta alla partenza da parte dell’Autorità Marittima.

Ritrovate monete rubate museo AretinoNascoste sottoterra, denunciati due giovani

CASTIGLION FIORENTINO (AREZZO)12 novembre 201916:53

– Ritrovate le monete e le medaglie antiche, per un totale di 61 pezzi, rubate al museo di Castiglion Fiorentino (Arezzo) il 9 novembre scorso: erano state nascoste sottoterra, in un campo vicino alla chiesa dei Cappuccini sempre a Castiglion Fiorentino. Due i denunciati per il furto, un 19enne e un 23enne, già conosciuti per reati legati agli stupefacenti, individuati dopo indagini di polizia municipale e carabinieri che hanno recuperato il bottino. Uno dei giovani aveva lavorato anni fa al museo dove è avvenuto il furto.
I ladri erano entrati nel museo riuscendo, nonostante l’entrata in funzione del sistema di allarme, a portare via prima di fuggire circa trenta medaglie papali e altrettante monete di una collezione, di ingente valore, donata anni fa da un cittadino di Castiglion Fiorentino.

Maltempo: albero si abbatte su busTragedia sfiorata nel Napoletano,autista in ospedale per lo choc

NAPOLI12 novembre 201916:54

– Tragedia sfiorata poco fa nello stazionamento dei bus CTP di via Fasano, a Pozzuoli (Napoli), dove il forte vento ha abbattuto un albero che è rovinato su un bus fermo. Tanta paura per l’autista che è stato portato in ospedale per essere sottoposto ai controlli dei sanitari.
Secondo quanto rende noto Adolfo Vallini, dell’Usb, al momento dell’incidente l’autista era seduto al posto guida. Sul mezzo, invece, c’erano quattro passeggeri in attesa della partenza. Sul posto è intervenuto il 118 che, successivamente, ha trasportato l’autista in ospedale. Intervenuti anche i vigili del fuoco e la polizia municipale. VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Frode ‘carosello’ da 200 mln, 17 arresti
Inchiesta Gdf Prato, Iva evasa e omessi tributi per 60 milioni

PRATO12 novembre 201918:05

– “Secondo quanto ricostruito abbiamo verificato circa 40 milioni di euro di Iva evasa e omessi tributi di imposta per 20 milioni di euro”, per un volume d’affari fittizi ricostruito di circa 200 milioni di euro: “Ma dagli accertamenti che stiamo continuando a fare si vedrà salire di molto questa cifra”. E’ quanto spiegato dal procuratore di Prato Giuseppe Nicolosi e dal colonnello Massimo Ricciardello, comandante della guardia di finanza pratese in merito a un’inchiesta su una presunto sodalizio illecito operante a Prato, Livorno, Pistoia ed in altre località, dedito da circa sei anni a reiterate ‘frodi carosello’ nel settore del commercio di materie plastiche.
L’operazione ha portato oggi all’esecuzione di 17 misure di custodia cautelare, una in carcere, il resto ai domiciliari, tra Prato, Livorno, Pistoia, Milano e Alessandria, e a 57 perquisizioni eseguite da 160 finanzieri che hanno provveduto anche al sequestro preventivo di beni per oltre 26 milioni di euro. In totale sono 39 gli indagati.

Mollicone, domani udienza preliminareDomani udienza preliminare anche per moglie-figlio ex comandante

ROMA12 novembre 201919:51

– A 18 anni dalla morte di Serena Mollicone, la studentessa di Arce scomparsa e poi trovata morta in un boschetto, forse si riuscirà domani a fare un piccolo passo verso una verità da tempo attesa. Il padre Guglielmo si dice fiducioso e sereno. “Credo nel lavoro svolto in questi anni dalla magistratura inquirente e credo nella giustizia”, dice l’uomo alla vigilia dell’udienza preliminare che dovrà decidere la sorte processuale del maresciallo Franco Mottola, ex comandante della stazione dei carabinieri di Arce, della moglie Anna Maria, del figlio Marco, del maresciallo Vincenzo Quatrale e dell’appuntato Francesco Suprano. Mottola, i suoi familiari e Quatrale sono accusati di concorso in omicidio. Per Quatrale inoltre si ipotizza anche l’istigazione al suicidio del brigadiere Santino Tuzi, mentre l’appuntato Francesco Suprano deve rispondere di favoreggiamento.

Le vietano salire in bus con passeggino, aggredisce l’autistaLui si riserva di denunciarla per interruzione di pubblico servizio

VICENZA12 novembre 201919:17

L’autista di un autobus di linea a Vicenza è stato aggredito da una donna di 30 anni alla quale aveva vietato di salire a bordo perchè aveva il figlio di 18 mesi nel passeggino. Rifiuto motivato con il fatto che sul mezzo era già presente una persona con un passeggino e per ragioni assicurative non sarebbe stato possibile accoglierne a bordo un secondo. La donna è andata in escandescenze, e nel parapiglia avrebbe graffiato al volto il dipendente della Stv. Il fatto è avvenuto su un autobus della linea 5. L’uomo ha chiesto l’intervento dei carabinieri che, giunti sul posto, hanno cercato di riappacificare gli animi, consentendo al mezzo di riprendere la corsa. L’autista si è riservato di denunciare l’accaduto. Ulteriori approfondimenti sono in corso per verificare se nel comportamento della giovane mamma possa essere ravvisata l’eventuale interruzione di pubblico servizio.

Ucciso martellate, il figlio confessaA scoprire il cadavere la figlia dell’uomo,era nella sua azienda

12 novembre 201920:01

– ROMA

– Ucciso a martellate nella sua azienda dal figlio che poi ha confessato. La vittima, un uomo di 76 anni, è stato trovato per terra in un lago di sangue. A scoprire il delitto la figlia che non sentiva il padre dalla mattina. Il figlio, un 38enne con precedenti, ha poi confessato. Indaga la polizia.

Anziano morto nel Barese colpito da ramoIl forte vento ha spezzato un albero del suo giardino

BARI12 novembre 201920:03

– Un anziano di 80 anni, Pasquale Cutecchia, è morto mentre era a piedi vicino al cancello di casa in contrada Malerba ad Altamura (Bari), colpito dal ramo di un albero del proprio giardino spezzato dal forte vento. Sono intervenuti i soccorsi del personale del 118 e dei Carabinieri, giunti sul posto, ma l’anziano è morto sul colpo.
Raffiche e forte pioggia hanno colpito oggi molti comuni del Nord Barese, il Salento e altre località della Puglia, con danni ad alcune strutture e scuole chiuse in diversi comuni, a Taranto anche domani.

Ecco il pasticciotto leccese dedicato a SuperMarioDopo i fatti di Verona. E’ al cacao decorato con il Tricolore

BARI12 novembre 201920:06

Il pasticciotto leccese contro ogni forma di discriminazione. Dopo aver realizzato nel 2008 il ‘pasticciotto Obama’, il pasticciere salentino Angelo Bisconti ha deciso di dedicare a Mario Balotelli un pasticciotto al cacao contro il razzismo, decorato con il Tricolore, per esprimere la sua solidarietà al calciatore dopo i fatti di Verona. E’ stato presentato in un incontro alla Regione Puglia dall’assessore allo Sviluppo economico Mino Borraccino che ha ricordato di aver sollecitato il Consiglio regionale a discutere la proposta di legge contro l’omotransfobia.Nel giugno 2019 l’artigiano ideò il ‘pasticciotto arcobaleno Rainbow’ per celebrare i 50 anni dei moti di Stonewall, che diedero inizio ai movimenti di liberazione del mondo omosessuale. Questa sua creazione ha raggiunto New York, protetta in una teca di resina: sarà il primo oggetto italiano esposto nello Stonewall Inn, il bar in cui cominciarono le rivolte del movimento Lgbt del ’69.

Il pasticciotto leccese dedicato a Ballotelli contro il razzismo

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Iraq: Guerini, italiani feriti portati a Ramstein
“In condizioni stabili. In base aerea per cure specialistiche”

12 novembre 201921:23

“In condizioni stabili e dimessi dal Role3 di Baghdad i cinque militari italiani vittime del grave attentato dello scorso 10 novembre stanno rientrando in Europa.Arriveranno nel pomeriggio a Ramstein, in Germania, presso l’ospedale militare della base aerea degli Stati Uniti, dove riceveranno le migliori cure specialistiche prima del loro rientro in Italia”. Lo comunica in una nota il ministro della Difesa Lorenzo Guerini.Il ministro Guerini “nel confermare la stretta vicinanza alle famiglie dei nostri militari feriti” comunica che è stato messo a disposizione delle famiglie “un C130 dell’Aeronautica Militare per raggiungere i loro cari.”

A dicembre riapre metro Barberini a metàStazione chiusa da scorsa primavera per nodo scale mobili

ROMA12 novembre 201914:34

– La stazione metro di Roma Barberini dovrebbe riaprire ‘a metà’, ovvero solo in uscita, nella prima metà di dicembre. E’ quanto emerso dalla commissione Trasparenza di Roma, presieduta da Marco Palumbo (Pd) che oggi ha audito sul tema rappresentanti di Atac. La centralissima stazione è chiusa dalla scorsa primavera per problemi alle scale mobili a causa dei quali la magistratura aveva disposto il sequestro. Nella riunione della commissione sono emersi i dettagli dell’operazione: a fine ottobre sono stati conclusi i lavori su tre scale mobili. Su una quarta si registra un ritardo di una settimana. E l’Atac ha già inviato lettere al ministero per chiedere i collaudi necessari alla riapertura. La stazione aprirà solo in uscita con quattro scale mobili. A richiederlo, secondo quanto spiegato, sono le caratteristiche della stazione per garantire la sicurezza in caso di evacuazione. Per quanto riguarda le altre due scale mobili sono in corso le pratiche per l’affidamento dei lavori.

Nuove accuse a Polanski fermano promozione francese di J’accuseDisagio in Francia a pochi giorni da uscita film

PARIGI12 novembre 201915:37

– Disagio in Francia dopo le accuse di stupro mosse da Valentine Monnier contro il regista ottantaseienne Roman Polanski, a due giorni dall’uscita del film ‘J’accuse’ a Parigi e nei cinema d’Oltralpe. L’attore protagonista del film premiato al Festival di Venezia, Jean Dujardin, ha annullato l’intervista prevista ieri sera al telegiornale delle 20 su TF1. Mentre radio France Inter ha fatto sapere che Emmanuelle Seigner, la moglie del regista anch’essa nel cast del film sull’affaire Dreyfus, ha annullato la sua presenza alla trasmissione ‘Boomerang’ prevista oggi.
Cancellati, tra l’altro, i programmi ‘Pop pop pop’ e ‘C à vous’ registrati rispettivamente per radio France Inter e la tv France 5. In entrambi, un altro attore di ‘J’accuse’, Louis Garrel, era stato invitato a promuovere la pellicola ma visti i recenti sviluppi si è preferito soprassedere. Il caso Polanski sembra imbarazzare il cinema francese, rimasto in questi ultimi giorni piuttosto silenzioso. Un atteggiamento in contrasto con i numerosi messaggi di sostegno rivolti invece, la settimana scorsa, all’attrice Adèle Haenel che ha accusato di violenze sessuali un altro regista, Christophe Ruggia, ai tempi in cui era minorenne. Dopo le accuse di Haenel, Ruggia è stato rapidamente escluso dalla Societé des Réalisateurs (ARP).Sul caso di Polanski, l’ARP ha fatto sapere che se dovessero esprimersi “lo farebbero in accordo con i cineasti” membri dell’organizzazione. Anche se “per il momento” non sono previsti consigli di amministrazione. Accusato dalla francese Valentine Monnier di averla violentata 44 anni fa, il regista ha respinto ogni accusa, “con la massima fermezza”. Ma ora la promozione del suo film diventa piu’ difficile.

Venezia,marea eccezionale, mobilitazionePiazza san Marco sommersa, marea arrivata a 1,87 cm

12 novembre 201923:06

– “Stiamo affrontando una marea più che eccezionale”, ha detto il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro sull’emergenza acqua alta a Venezia. Brugnaro, in un tweet dice “tutti mobilitati per gestire l’emergenza”. Piazza San Marco è sommersa da un metro d’acqua ed è percorsa solo dalle imbarcazioni delle strutture di protezione civile. Il livello della marea ha toccato quota 183 cm a Punta della Salute alle 22,40. E’ il livello più alto dopo l’alluvione del 1966, quanto si arrivò a un metro e 94 cm sul medio mare.

Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 15 minuti

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 05:54 ALLE 22:24 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Conte: ‘Apriamo un cantiere a Taranto’
‘Istituirò una cabina di regia, presentate le proposte in Cdm’

12 novembre 2019 05:54

Politica tutte le notizie Il premier Conte suona il tamburo della Banda della Marina Militare prima dell’incontro con il Primo Ministro Tunisino, Youssef Chaed

Non solo l’ex Ilva, Taranto versa in “una più generale situazione emergenziale”, di fronte a cui “reputo necessario aprire un ‘Cantiere Taranto’, all’interno del quale definire un piano strategico, che offra ristoro alla comunità ferita e che, per il rilancio del territorio, ponga in essere tutti gli strumenti utili per attrarre investimenti, favorire l’occupazione e avviare la riconversione ambientale”.
E’ quanto scrive il premier Giuseppe Conte in una lettera ai ministri, il cui testo è riportato da Repubblica.
“Il rilancio dell’intera area necessita di un approccio globale e di lungo periodo. La politica deve assumersi la responsabilità di misurarsi con una sfida complessa, che coinvolge valori primari di rango costituzionale, quali il lavoro, la salute e l’ambiente, tutti meritevoli della massima tutela, senza che la difesa dell’uno possa sacrificare gli altri”, evidenzia Conte, che chiama i ministri a presentare subito proposte.
“In vista del prossimo Consiglio dei ministri di giovedì 14 novembre, ti invito, nell’ambito delle competenze del tuo dicastero, ad elaborare e, ove fossi nella condizione, a presentare proposte, progetti, soluzioni normative o misure specifiche, sui quali avviare, in quella sede, un primo scambio di idee”, scrive il premier. La discussione – spiega – proseguirà poi “all’interno della cabina di regia che ho intenzione di istituire con l’obiettivo di pervenire, con urgenza, a soluzioni eque e sostenibili”.
Conte aggiunge che già il ministro della Difesa Lorenzo Guerini “ha comunicato l’intenzione di promuovere un intervento organico per il rilancio dell’Arsenale”, e il ministro per l’Innovazione Paola Pisano “ha rappresentato la volontà di realizzare un progetto di ampio respiro, affinché Taranto possa diventare la prima città italiana interamente digitalizzata”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Zingaretti lancia Liliana Segre Capo dello Stato
‘E’ una grandissima personalità, che si presenta benissimo per il ruolo. E’ un faro e un punto di riferimento della democrazia del nostro Paese’

NEW YORK12 novembre 201908:37

Liliana Segre “e’ una grandissima personalita’, che si presenta benissimo per un ruolo” come quello del presidente della Repubblica. Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. “E’ un faro e un punto di riferimento della democrazia del nostro Paese”, ha aggiunto Zingaretti parlando a New York: “Se non fossi stato qui oggi, probabilmente sarei stato a Milano”.”Il tema della crescita, dello sviluppo, del rilancio dell’economia – ha detto ancora Zingaretti – e’ un tema vero che sarebbe sbagliato rimuovere. Ma e’ anche vero che l’Italia si e’ rimessa sui binari giusti, che sono quelli dello sviluppo e del controllo della spesa pubblica, del rapporto con l’Europa non subalterno ma giusto e questo e’ quello che ha fatto riconoscere ai mercati finalmente la riapertura di una politica seria. Ora al centro va messo il tema dello sviluppo e della crescita e su questo occorre insistere, insistere, insistere”.
“Quello che dobbiamo unire e’ la compatibilità’ di bilancio e la lotta all’ingiustizia sociale e credo che il governo abbia, con la manovra che ha messo in campo, aperto una nuova strada perché si e’ evitata l’Iva, si tagliano le tasse ai redditi più’ bassi, si investono 11 miliardi sulle infrastrutture e si apre una stagione una stagione in cui si passa dagli slogan e dalle stupidaggini a politiche economiche che hanno bisogno di tempo ma sono politiche economiche serie e e che guardano alla lotta per la giustizia sociale”, afferma Zingaretti. “Settanta giorni fa lo spread era a 240 e ora e’ crollato e questo fa risparmiare. Quello che bisogna giudicare – aggiunge Zingaretti – e’ se la via e’ corretta o sbagliata, e io credo che sia corretta, ovvero quella di concertare con i partner europei i livelli della spesa pubblica, in 24 ore d’accordo abbiamo recuperare 14 miliardi di euro di flessibilita’”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE LA SENATRICE A VITA LILIANA SEGRE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Mattarella, caduti in missione vincolo
Sostegno popolo italiano a uomini e donne in aree di conflitto

12 novembre 201909:51

– “L’esempio dei nostri caduti rappresenta un vincolo morale per la continuità del contributo del nostro Paese nei diversi ambiti: le donne e gli uomini presenti nelle diverse aree di conflitto sanno di poter contare sul concorde sostegno del popolo italiano”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in un messaggio al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini in occasione della giornata dedicata ai caduti militai e civili nelle missioni internazionali.

Dadone, capo politico? Valutano iscrittiDi Maio è inamovibile? Decidono gli iscritti

12 novembre 201910:23

– Anche le valutazioni sul capo politico dei Cinque Stelle spettano agli iscritti. A sottolinearlo la ministra pentastellata della P.a, Fabiana Dadone,rispondendo a una domanda nel corso di SkyTg24. A chi, infatti, le chiedeva se l’attuale leader del Movimento, Luigi di Maio, sia da considerare inamovibile, Dadone replica: “Decidono gli iscritti”.

Strage d Nassiriya, Mattarella: ‘I nostri caduti vincolo morale per l’impegno dell’Italia’Sedici anni fa la strage in cui morirono 19 italiani. Il ministro della Difesa Guerini all’Altare della Patria.

12 novembre 201921:27

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha deposto una corona d’alloro all’Altare della Patria in occasione della ‘Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni di pace’, la ricorrenza che cade il 12 novembre giorno della strage di Nassiriya, in Iraq.
In quella che è stata la più grave tragedia per i militari italiani all’estero dalla seconda guerra mondiale, morirono 19 italiani: 12 carabinieri, 5 soldati dell’esercito e due civili.
Dopo la cerimonia all’Altare della Patria, una messa in ricordo dei caduti nella basilica di Santa Maria in Ara Coeli.

“L’esempio dei nostri caduti rappresenta un vincolo morale per la continuità del contributo del nostro Paese nei diversi ambiti: le donne e gli uomini presenti nelle diverse aree di conflitto sanno di poter contare sul concorde sostegno del popolo italiano”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in un messaggio al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini in occasione della giornata dedicata ai caduti militai e civili nelle missioni internazionali.  “In occasione della Giornata dedicata dalla Repubblica al ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali rivolgo – prosegue il Capo dello Stato nel suo messaggio – un deferente pensiero a tutti coloro che hanno perso la vita, impegnati nella pacificazione delle aree di crisi, per sconfiggere il terrorismo e consentire alle popolazioni oppresse un orizzonte di speranza. I conflitti e le tensioni, spesso provocati e sostenuti da forme di terrorismo transnazionale rivolte a sovvertire i principi di convivenza, rispetto dei diritti umani, libertà, vedono impegnata l’intera comunità internazionale per affrontare sfide insidiose contro l’umanità. L’esempio dei nostri caduti rappresenta un vincolo morale per la continuità del contributo del nostro Paese nei diversi ambiti: le donne e gli uomini presenti nelle diverse aree di conflitto sanno di poter contare sul concorde sostegno del popolo italiano”. “Lo slancio e l’altruismo – aggiunge ancora – di quanti hanno donato la propria vita per il bene comune è fonte di riflessione per tutti i cittadini, che nel loro agire quotidiano sono chiamati ad un contributo egualmente prezioso per la civile convivenza e il progresso della comunità nazionale e internazionale. Ai familiari dei caduti esprimo la sentita riconoscenza della Repubblica e i sentimenti della mia affettuosa vicinanza”. VAI ALLE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Scola, scorta a Segre segnale terribile
Problema che mette a nudo carenza educativa a livello europeo

12 novembre 201911:31

– La scorta alla senatrice a vita Liliana Segre “purtroppo è un segno terribile della fatica tremenda che stiamo passando in Europa e anche nel nostro Paese”. Lo ha detto Angelo Scola, arcivescovo emerito di Milano, a margine dell’incontro ‘La spiritualità nella cura’ a Palazzo Lombardia.
“A parte la solidarietà alla senatrice Segre, è un problema che mette a nudo la forte carenza educativa a livello europeo – ha aggiunto Scola – “quindi questo segno, che riporta a uno dei momenti più terribili e tragici della storia del secolo scorso, è da prendere molto sul serio perché e una cosa gravissima”.

Conte convoca vertice maggioranza il 14Alle 18. Folta delegazione, da ministri a capigruppo commissione

12 novembre 201912:52

– Il premier Giuseppe Conte ha convocato giovedì alle 18 una riunione di tutta la maggioranza sui tempi e i modi di discussione della legge di bilancio. A quanto si apprende prenderà parte al vertice, che precede il termine per la presentazione degli emendamenti alla manovra, una delegazione assai folta composta da ministri e sottosegretari competenti, capi delegazione dei quattro partiti, capigruppo, presidenti di commissione e capigruppo in commissione.

Mattarella, dazi contraddicono AlleanzaRuolo della Nato è fondamentale

12 novembre 201912:55

– Il ruolo della Nato e’ fondamentale.
L’Alleanza da decenni e’ fonte di pace e sicurezza e ciò richiede che ogni ostacolo venga superato e assorbito. E la politica dei dazi è contraddittoria con la logica dell’Alleanza atlantica”. Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella ricevendo al Quirinale il presidente portoghese Marcelo Rebelo De Sousa.

Segre,cittadinanza onoraria Pescara 27/1’Da tempo al lavoro con comunità ebraica. Polemiche vergognose’

PESCARA12 novembre 201912:58

– “Il 27 gennaio, Giorno della Memoria, daremo la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, all’Unione delle Comunità Ebraiche (Ucei), a tutti i sopravvissuti dei campi di concentramento e alla Brigata Ebraica”. Lo ha annunciato il sindaco di Pescara Carlo Masci illustrando un ordine del giorno predisposto dalla maggioranza.
Nel corso di una conferenza stampa il sindaco ha parlato di un percorso già avviato da tempo, di “rapporto fortissimo” con la comunità ebraica e si è definito “risentito” per le “vergognose e strumentali” polemiche dei giorni scorsi.

De Micheli,bacio Pd-M5s?Magari in EmiliaMa ci sono dei problemi. Spero Bonaccini ancora governatore

12 novembre 201913:12

– “Mi piacerebbe se il ‘primo bacio’ tra Pd e M5S fosse in Emilia, ma capisco che ci sono dei problemi”. Così la ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli all’assemblea Alis aggiungendo che “con i colleghi dei 5 stelle ho lavorato bene. Ma continuo a rimanere un’emiliano-romagnola che vorrebbe e farà di tutto affinché Bonaccini continui a essere governatore”.

Migranti: Mattarella, è problema dell’UeDe Sousa, presidente Italia ha una visione universale

12 novembre 201915:13

– “Nei colloqui di oggi abbiamo parlato del fenomeno migratorio e nell’ambito della politica dell’Unione europea convinti che questo sia un problema da assumere complessivamente come competenza dell’Unione europea perchè soltanto la Ue ha la possibilità di affrontare i vari aspetti del fenomeno con efficacia. Nessun Paese da solo può farlo con altrettanta efficacia”. Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella al termine di un colloquio al Quirinale con il presidente portoghese Marcelo Rebelo De Sousa. Da parte suo il presidente del Portogallo ha avuto parole di elogio per l’Italia e per lo stesso Mattarella: “ringraziamo l’Italia per l’eroismo e il coraggio con cui ha gestito da sola il dramma dei flussi migratori”, ha detto dal Quirinale.
“Mattarella – ha aggiunto parlando del presidente italiano – ha una visione universale e desidero rendere pubblicamente omaggio alla sua funzione non solo in Italia ma in tutta Europa”.

Ex Ilva: da Conte eletti pugliesi M5SToni accesi sulla sua reintroduzione. In molti fanno muro

12 novembre 201915:22

– Si è svolta stamane, di primo mattino, una riunione del premier Giuseppe Conte con i parlamentari pugliesi del M5S sul dossier dell’ex Ilva.
All’incontro hanno preso parte i ministri Luigi Di Maio, Stefano Patuanelli e Federico D’Incà. I toni si sarebbero accesi sulla questione della possibile reintroduzione di uno scudo per Arcelor Mittal, tema su cui molti parlamentari M5S fanno muro.

Manovra: 40 della maggioranza al verticeL’appuntamento è atteso giovedì sera a Palazzo Chigi da Conte

12 novembre 201915:23

– Sono oltre quaranta gli “invitati” al vertice di maggioranza sulla manovra che si riunirà giovedì sera a Palazzo Chigi. A quanto si apprende, la convocazione alla riunione indetta dal premier Giuseppe Conte, è partita stamane con una email del ministero per i Rapporti con il Parlamento guidato da Federico D’Incà, diretta a tutti i sottosegretari all’Economia, ai capigruppo dei quattro partiti di maggioranza, ai capigruppo in commissione, a Carla Ruocco e Daniele Pesco, presidenti di commissione. In totale sono 37 i destinatari della missiva, tra deputati e senatori. A loro vanno sommati ovviamente il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e i capi delegazione al governo dei partiti. La riunione inizierà dopo il Consiglio dei ministri convocato alle 16.30, nel quale Conte avvierà la discussione sui progetti per il “cantiere Taranto”.

Cav, con Renzi distanza incolmabileDi Mattei ce ne sono molti, forse troppi…

12 novembre 201915:32

– “Di Mattei ce ne sono molti, forse troppi… Auguri a Renzi che però gioca nell’altra metà di campo, la sinistra. Tra noi c’è una distanza assolutamente incolmabile”. Lo afferma il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, partecipando al “Maurizio Costanzo Show”.

Nassiriya: Conte, resta lotta terrorismoL’Italia ricorda e abbraccia chi ogni giorno rischia la vita

12 novembre 201915:33

– “Oggi un pensiero va ai nostri connazionali caduti tragicamente a Nassiriya il 12 novembre 2003. Il nostro Paese tiene vivo il loro ricordo, i loro nomi sono scolpiti nella nostra memoria”. Lo scrive su Fb il premier Giuseppe Conte.
“Questa triste ricorrenza cade a pochi giorni da un altro attacco che ha visto feriti cinque nostri militari. A loro e alle loro famiglie esprimo vicinanza e gratitudine. A tutti i nostri connazionali che, in prima linea, rischiano la vita per garantire la nostra sicurezza, difendere la libertà e affermare la pace, va il riconoscimento del nostro Paese. Le loro famiglie devono sentire l’abbraccio dell’Italia intera. Questa giornata ci spinge a rinnovare con determinazione il nostro impegno nella lotta al terrorismo e a lavorare per stabilizzare le aree di crisi. Un impegno senza colori né confini, che deve vedere tutte le istituzioni unite a livello globale in una battaglia comune”.

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Ex Ilva: Cav, entriamo con nostri soldi
“Non credo ci sia altra soluzione”

12 novembre 201915:33

– “Dall’Ilva come se ne esce? Entrandoci, con i soldi di tutti noi. Non credo ci sia altra soluzione”. Lo afferma il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, partecipando al “Maurizio Costanzo Show”, rispondendo a una domanda sul futuro dell’ex Ilva.

Renzi, tutto ristagna, darò battaglia per manovra No TaxLeader Iv lancia iniziativa con proposte “Shock” su investimenti

12 novembre 201918:13

“C’è un dato di fatto oggettivo. La situazione economica del Paese non è rosea. Tutto ristagna. E il problema non è la legge di bilancio – su cui continueremo la nostra battaglia #NoTax – ma la situazione di incertezza sugli investimenti. Per questo do a tutti appuntamento a Torino, venerdì 15 novembre”. Lo scrive Matteo Renzi nella Enews, in cui annuncia l’iniziativa dal titolo “Shock! Le proposte di Italia viva per rilanciare l’economia”.”E poi – prosegue – due lanci regionali (Sicilia e Toscana) che si preannunciano molto partecipati e dove sarò presente anche io insieme a Teresa Bellanova e Ettore Rosato. Siamo solo all’inizio, il meglio deve ancora venire. Non posso assicurarvi che sarà una sfida facile, ma posso garantirvi che sarà una sfida bellissima”.Infine un passaggio sulla legge elettorale. “Continua – dice il leader di Iv – il caos spagnolo: quattro elezioni in quattro anni e ancora ingovernabilità. Ciò che sta accadendo a Madrid (e a Barcellona) mette in gioco l’idea stessa di democrazia decidente. E crea sempre più distacco tra chi gestisce la res publica e i cittadini. Dovremmo riflettere sul perché il caos spagnolo è un danno all’idea stessa di democrazia europea. Leggo, nel frattempo, che qualche buontempone in Italia propone di copiare la stessa legge elettorale spagnola. Giusto per essere certi dell’ingovernabilità. Lo hanno proposto davvero, non è una barzelletta. Quattro elezioni in quattro anni e noi li prendiamo come modello? Che assurdità!”.Intanto da Washington il leader del Pd Nicola Zingaretti dice: “Bisogna dare forza e sostanza a una manovra economica che permette all’Italia di voltare pagina, questo è l’inizio di una nuova strada che bisogna percorrere”.

Italia:732 apolidi,ma 15 mila invisibiliRapporto Unhcr. Non possono andare a scuola, nè essere visitati

12 novembre 201916:13

– In Italia sono 732 gli apolidi riconosciuti ma la stima delle presenze reali, proprio per la difficoltà di individuarli, oscilla tra le 3000 e le 15 mila persone, provenienti per lo più dalla ex Jugoslavia e arrivate nel nostro Paese quando erano molto giovani oppure nate qui. Ma soprattutto ci vuole tantissimo tempo per ottenere questo status in Italia: è il caso di Dari, 28 anni, che l’ha avuto dopo ben 13 anni di attesa. E’ quanto emerge dal nuovo report dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) dal titolo “L’impatto dell’apolidia sull’accesso ai diritti umani in Italia, Portogallo e Spagna”.

Migranti: prossima settimana ddl modifica Bossi-FiniLo annuncia presidente della Commissione Affari costituzionali

12 novembre 201916:46

La prossima settimana riprende alla Camera l’esame della proposta di legge di iniziativa popolare ‘Ero straniero'”, che modifica la legge Bossi-Fini sull’immigrazione prevedendo la possibilità di permessi di soggiorno regolari per immigrati economici. Lo annuncia il presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia (M5s).”Ripartono la prossima settimana – ha detto Brescia – le audizioni sulla proposta di legge di iniziativa popolare ‘Ero straniero'”. Il testo era stato incardinato un anno fa con la sola illustrazione del testo da parte del relatore Riccardo Magi (+Europa). “Promuovere l’immigrazione regolare, in raccordo con i settori produttivi del Paese – ha detto Brescia – deve essere una risposta strutturale per contrastare illegalità e lavoro nero. Noi diciamo no alle sanatorie del passato e con queste audizioni apriamo in Parlamento il cantiere per un’immigrazione capace di produrre ricchezza per lo Stato e per le nostre imprese”. “Sono tanti a sostenere – ha proseguito – che il decreto flussi annuale non garantisce più i fabbisogni del mercato del lavoro. Lo dimostrano i dati: a inizio luglio erano più di 44mila le domande presentate per i lavoratori stagionali a fronte di 18mila ingressi autorizzati. Domani con un question time in commissione chiederò al Ministero dell’Interno un aggiornamento sul numero di domande presentate. La realtà parla sempre più forte della propaganda” conclude Brescia.

Insularità in Costituzione: Boccia frena”D’accordo su principio ma se si tocca la Carta tempi lunghi”

CAGLIARI12 novembre 201917:20

– “Non per sminuire la richiesta, ma penso che un grande piano ferroviario per la Sardegna valga molto più di qualsiasi convegno o dibattito su modifiche costituzionali”. E’ freddo il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, sulla proposta di legge di iniziativa popolare – ferma in commissione Affari costituzionali del Senato – per l’inserimento del principio di insularità nella Carta Costituzionale.
“Ovviamente – ha spiegato a Cagliari dopo l’incontro con il governatore Christian Solinas – il tema dell’insularità ci vede tutti d’accordo, ma nel caso specifico bisogna toccare la Costituzione e questo richiede un meccanismo piuttosto lungo”.
Di sicuro, ha chiarito il ministro, “dobbiamo dare le gambe all’insularità della Regione sarda. A Sicilia e Sardegna il Paese deve dedicare tempo ed energia: il gap infrastrutturale sulle ferrovie di Sicilia e Sardegna è un debito che hanno tutti gli italiani e che andrebbe onorato”.

“Sei nero”, insultato a scuola. Ma per la maestra è solo “uno scherzo”Lo sfogo del padre su Fb. Il sindaco di Borgaro: “Fare chiarezza”

TORINO12 novembre 201918:31

Preso in giro da una compagna, a scuola, per il colore della sua pelle, ma “la maestra non interviene e spiega che i bambini scherzano”: è lo sfogo sui social del padre di un bambino di 7 anni, di colore, di una scuola elementare di Borgaro, nel Torinese. “Mio figlio – scrive il genitore su Facebook – viene insultato e sbeffeggiato da una compagna di classe che lo chiama nero e gli ricorda che la sua famiglia è nera”.
“Abbiamo informato la maestra, – continua il padre – ma nulla è stato preso in considerazione. Ci viene detto che i bambini scherzano, ma mio figlio piange”. Il genitore chiede che la scuola educhi al rispetto e alla convivenza.
Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Borgaro, Claudio Gambino: “Dopo aver approfondito i fatti – scrive il primo cittadino in un comunicato – chiedo di attendere che la scuola, attraverso la dirigente scolastica con un confronto tra le parti, faccia piena chiarezza sulla vicenda. Inoltre, invito chiunque avesse problematiche di tali gravità da denunciare a farlo attraverso i canali ufficiali, prima fra tutti la dirigente scolastica, e non attraverso i social che possono diventare una gogna mediatica spietata e incontrollabile”.
A quanto si apprende, l’insegnante del bimbo ha informato la preside e convocato le famiglie interessate per un confronto.

Di Maio, A. Mittal rispetti impegniGoverno lavorerà con unità e compattezza troverà soluzione

12 novembre 201920:45

– Sono certo che tutto il governo, con unità e compattezza, saprà lavorare da squadra per trovare una soluzione concreta per l’Ilva. Una cosa è certa, nessuno può permettersi di ricattare delle persone su una scelta: vivere o lavorare. Non possiamo rimanere in ostaggio di un’azienda, Mittal deve rispettare gli impegni presi. E vi garantisco che lo Stato si farà rispettare. Da parte M5s c’è tutto il sostegno all’azione collegiale del governo. In questi casi serve lucidità e grande senso di responsabilità”. Lo afferma Luigi Di Maio

Zingaretti a Washington, stop nuovi daziPuntuali parole del presidente Mattarella

12 novembre 201920:49

– “Sarebbe l’ennesimo, grave errore”: cos’ il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha commentato a Washington l’ipotesi di nuovi dazi dell’ amministrazione Trump sull’Europa, in particolare sul settore dell’auto. “Da questo punto di vista – ha aggiunto – le parole del presidente Mattarella sono molto puntuali e indicano la necessita’ di aprire una stagione diversa, soprattutto nei rapporti tra Usa e Europa”.

Venezia: Franceschini, ispettori a S.Marco per verifichePronti fondi richiesti da soprintendenza

12 novembre 201918:51

– “Attendiamo gli esiti del sopralluogo degli ispettori del ministero – che avverrà non appena l’attuale fenomeno di acqua alta sarà terminato – ma siamo pronti a finanziare quanto richiesto lo scorso anno dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna per la tutela della Basilica di San Marco”. Così il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini.

Curdo arrestato Turchia per ‘Bella Ciao’Legale, ‘problema conciliare diritti umani e legislazione turca’

12 novembre 201916:29

– E’ stato arrestato perché ha postato sul web un video delle combattenti curde, le famose peshmerga, che cantano ‘Bella Ciao’. Gli hanno detto che era un pericoloso sovversivo. Così si è fatto 40 giorni di arresti domiciliari e poi è riuscito a lasciare il Paese. Oggi è in Italia, e denuncia “un accanito controllo” dei sostenitori del governo turco sul web e nella comunità curda in Italia. Il fenomeno delle ‘spie’ è uno dei più spinosi, per i curdi che vivono in Italia. L’asilo politico non li protegge, perché in Turchia hanno le famiglie e quindi vivono come dei fuggitivi.
“Non ho più nemmeno il coraggio di rivendicare le mie opinioni – racconta

uno di loro – Mi sento umiliato”. “Tanti i Curdi in Italia che denunciano questa realtà di intimidazione – spiega Milena Ruffini, avvocato di Busto Arsizio (Varese) specialista in diritto dell’immigrazione -. La difficoltà che incontrano i giuristi è tutelare i diritti umani costituzionali senza entrare in conflitto con la legislazione turca”.

Gualtieri, asili gratis già da 1 gennaioNessun aggravio a contribuenti da unificazione Imu-Tasi

12 novembre 201914:29

– Il rafforzamento del bonus per gli asili nido consentirà “la sostanziale gratuità degli asili nido per la grande maggioranza delle famiglie italiane, importante anche dal punto di vista del sostegno all’occupazione femminile.
Si parlava della misura da settembre” ma scatterà “già dal primo gennaio”. Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in audizione sulla manovra, ricordando che si prevede anche l’aumento dei posti al nido “oggi insufficienti in particolare nel Mezzogiorno”. Nel triennio, ricorda si stanziano 2,8 miliardi in più per la famiglia. Il ministro difende poi l’impianto della manovra (“avremo una riduzione di 7,1 miliardi della pressione fiscale anche rispetto all’anno precedente”) e apre a eventuali modifiche: “penso e auspico che il lavoro parlamentare possa migliorare ulteriormente la manovra salvaguardando l’impianto e gli obiettivi”. Inoltre l’unificazione di Imu-Tasi è costruita in modo da “assicurare l’invarianza di gettito, non si tradurrà in un aggravio per i contribuenti”.

Alis,5 mld per sostenibilità in 3 anniGrimaldi con investimenti aziende associate creati 10.000 posti

12 novembre 201912:04

– “Le nostre imprese nell’ultimo triennio hanno fortemente investito con fondi propri in sostenibilità: oltre 5 miliardi di euro per nuove navi, nuovi camion, nuovi treni, magazzini di ultima generazione e infrastrutture più moderne, per allinearsi rapidamente ai target imposti dalle normative europee”. Lo ha detto il presidente di Alis, Guido Grimaldi, a margine dell’assemblea generale dell’Associazione Logistica. Nell’ultimo anno, “grazie ai nostri associati abbiamo prodotto un risparmio complessivo per le imprese italiane o straniere che trasportano in tutta Italia e verso l’estero di circa 1 miliardo di euro all’anno, spostando 40 milioni di tonnellate di mezzi pesanti dalla strada al mare e 30 milioni di tonnellate di mezzi pesanti dalla strada al ferro, con una riduzione dei costi complessivi per l’ambiente di circa 1,7 milioni di euro al chilometro”.”I risultati degli investimenti sostenuti dai nostri associati nei tre anni dalla nascita dell’Alis hanno creato occupazione per oltre 10.000 persone”.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ultimo aggiornamento

Tempo di lettura: 19 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:20 ALLE 19:59 DI MARTEDì 12 NOVEMBRE 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Gaza, Israele uccide capo della jihad islamica palestinese
Allerta nel sud, sirene di allarme fino a Tel Aviv

TEL AVIV12 novembre 2019 07:20

Decine di razzi sono stati sparati stamane da Gaza verso Israele, secondo prime stime ufficiose.
Sirene di allarme risuonano in una vasta aerea del sud di Israele, fino a Tel Aviv. Migliaia di persone hanno avuto ordine di restare nelle immediate vicinanze di rifugi e di stanze protette nei loro appartamenti, per proteggersi dai razzi palestinesi.
Un’atmosfera di massima allerta si avverte anche nella Striscia di Gaza in seguito alla uccisione da parte di Israele di un leader militare della Jihad Islamica, Baha Abu al-Ata.
Assieme con lui è rimasta uccisa anche la moglie. Due vicini di casa, nel rione Sajaya di Gaza, sono rimasti feriti. Da alcune ore dai minareti delle moschee sono rilanciate invocazioni alla vendetta.
La Jihad islamica palestinese ha confermato la morte del suo comandante militare Baha Abu al-Ata e, in un volantino diffuso a Gaza, promette: “La nostra reazione farà tremare l’entità sionista”. Il leader politico della Jihad islamica, Ziad Nahale, ha affermato secondo i media locali che “Israele ha oltrepassato tutte le linee rosse. Reagiremo con forza”.Un secondo leader della Jihad islamica, Akram Ajuri, è stato oggetto in Siria di un attacco mentre si trovava la scorsa notte a Damasco, vicino all’ambasciata del Libano. Lo riferiscono i media israeliani, che citano informazioni della stampa siriana. La sua sorte non è ancora nota. L’episodio è avvenuto mentre a Gaza Israele attaccava la casa dell’altro leader della Jihad islamica, Baha Abu al-Ata.In seguito al nutrito lancio di razzi da Gaza, la aviazione israeliana ha colpito una installazione della sicurezza interna situata nel Nord della Striscia. Non si ha notizia di vittime. In Israele questa informazione non è stata ancora confermata. Fonti di stampa a Gaza aggiungono che l’Egitto si è attivato per calmare la situazione. Una sua delegazione sarebbe in arrivo in Israele, secondo queste fonti.”Siamo con le forze di sicurezza che hanno lavorato per il successo dell’operazione di questa mattina da molto tempo”. Lo ha detto il presidente israeliano Reuven Rivlin. “So che loro e il governo israeliano che ha approvato l’operazione – ha proseguito – hanno in mente la sicurezza di Israele e solo questo”. LEGGI: BAHA ABU AL-ATA UCCISO DA ISRAELE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Hong Kong, migliaia di nuovo in piazza
All’indomani dei violenti scontri tra manifestanti e polizia

PECHINO12 novembre 201908:06

– Le proteste a Hong Kong continuano anche oggi all’indomani dei violenti scontri tra manifestanti e polizia, con una nuova chiamata allo sciopero generale: migliaia di persone si sono ritrovate nelle strade di Central sfruttando la pausa pranzo, bloccando l’area tra Des Voeux Road Central e Pedder Street, a replicare una mossa già vista ieri. I servizi di trasporto sono tornati sotto pressione, funzionando male e a singhiozzo, mentre piccoli gruppi di giovani attivisti con mascherina sono tornati ad affacciarsi per le strade.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Australia, il martedì nero degli incendiEmergenza senza precedenti, almeno 80 roghi nel sud del Paese

SYDNEY12 novembre 201909:28

– Martedì nero oggi per l’Australia, specie per gli Stati orientali del New South Wales e del Queensland, in preda ad un’emergenza incendi senza precedenti, intensificata oggi da condizioni estreme di alte temperature, zero umidità e venti con raffiche fino a 80kmh. Ad affrontare l’emergenza, un dispiegamento anche questo senza precedenti di più di 3000 vigili del fuoco, accorsi anche da altri Stati e dalla Nuova Zelanda, supportati da 60 aerei cisterna e da unità militari con elicotteri per salvataggi.
Almeno 80 incendi bruciano ancora attraverso lo Stato, di cui 15 fuori controllo, con un fronte di fuoco di circa 1000 km.
Nella serata di martedì alcuni degli incendi sono stati definiti a livello di emergenza, con condizioni di fuoco ‘catastrofiche’, che minacciano aree densamente popolate attorno alle metropoli costiere di Sydney, Newcastle e Wollongong.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Nuove proteste a Hong Kong, la polizia lancia gas lacrimogeniCon gli attivisti molti dipendenti del Financial District. Polemica fra Cina, Stati Uniti e Gran Bretagna

PECHINO12 novembre 201916:54

Le proteste a Hong Kong sono continuate anche oggi con una nuova chiamata allo sciopero generale: migliaia di persone si sono ritrovate nelle strade di Central sfruttando la pausa pranzo, bloccando l’area tra Des Voeux Road Central e Pedder Street, a replicare una mossa già vista ieri. I servizi di trasporto sono tornati sotto pressione, funzionando a singhiozzo, mentre gruppi di giovani attivisti con mascherina sono tornati nelle strade.Nel pomeriggio la polizia ha lanciato gas lacrimogeni per dispedere i manifestanti che si erano radunati a Pedder Street, ai quali si erano uniti molti dipendenti degli uffici del Financial District. Tra gli slogan ascoltati: “Liberate Hong Kong”, “Sciogliete la polizia di Hong Kong, subito!” e il tradizionale “Cinque richieste, non una in meno!”. I manifestanti, inoltre, hanno tenuto cortei spontanei come quello di Kwun Tong su Wai Yip Street.Per quanto riguarda le violenze di lunedì, la polizia ha fatto sapere di aver eseguito 287 arresti, lanciato 255 raffiche di lacrimogeni, 204 proiettili di gomma e 96 granate “spugna”, ovvero dispositivi antisommossa classificati come non letali. La giornata era stata contrassegnata però da due episodi: un ragazzo di 21 anni era stato gravemente ferito dal colpo di pistola sparato a bruciapelo da un agente nel centro della città; mentre in un secondo momento gli attivisti avevano dato alle fiamme un uomo pro-Cina nei Nuovi Territori, al culmine di una lite.Gli Stati Uniti, intanto, hanno espresso “forte preoccupazione” per la violenza crescente ad Hong Kong ed hanno chiesto maggiore misura sia alle forze di sicurezza, sia ai manifestanti. “Condanniamo la violenza di ogni parte – ha detto la portavoce del Dipartimento di Stato, Morgan Ortagus – Esprimiamo vicinanza alle vittime a prescindere dalle loro inclinazioni politiche e invitiamo tutte le parti – polizia e manifestanti – all’esercizio di maggiore moderazione”. Allo stesso modo, la Gran Bretagna ha definito “profondamente inquietante” l’ultima tornata di aspre violenze.Pechino, da parte sua, ha ribadito che la lotta alle violenze e il ritorno dell’ordine sono le priorità per Hong Kong, accusando Stati Uniti e Gran Bretagna di adottare “un doppio standard” nel valutare le vicende dell’ex colonia. Ed è stato confermato il sostegno del governo centrale a quello della governatrice Carrie Lam.

Messico, attacco pirata a nave italianaCi sarebbero marittimi italiani feriti. Farnesina segue il caso

12 novembre 201910:41

– Una nave italiana è stata attaccata stanotte da un gruppo di pirati nel golfo del Messico. Due marittimi italiani sono rimasti feriti in maniera non grave durante l’attacco.

Il primo è stato ferito al ginocchio da una pallottola in uno scontro a fuoco, l’altro è stato colpito in testa con un corpo contundente. L’equipaggio ha respinto l’assalto. Sono nove in totale i marittimi italiani a bordo. L’ unità di Crisi del ministero degli Esteri segue la vicenda “con la massima attenzione e in raccordo con l’ambasciata d’Italia a Città del Messico”. La nave attaccata in Messico è la Remas, della Micoperi di Ravenna, uno dei maggiori contractor dell’industria offshore.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
La Remas è una nave di rifornimento per le piattaforme petrolifere offshore, è lunga 75 metri e con un tonnellaggio di 2.600 tonnellate. E’ stata costruita nel 2011 in Turchia e al momento naviga con bandiera italiana.

Sono nove in totale i marittimi italiani a bordo. “Pensavo di vivere in un film. Mi sono trovato cosparso di sangue non mio. Con questo ragazzo a terra. Mi ha guardato e mi ha detto ‘mi hanno sparato'”. Così racconta le fasi iniziali del drammatico abbordaggio subito da una nave italiana nel Golfo del Messico il primo ufficiale della nave stessa, Alessandro Fiorenza. In quei momenti “non mi ero neanche accorto che dietro di me c’erano i pirati”, continua il racconto che Fiorenza ha fatto in un audio al comandante di rimorchiatore Gianluigi Spinosa, pubblicato in esclusiva da Repubblica.it. “Sono andato in cucina a prendere delle bende. Ho cercato di fermare il sangue con dei fili elettrici, del caricabatterie del telefono”, ma “dei marinai si erano chiusi in una cabina e loro pensavano che io fossi un pirata e non mi aprivano. Allora mi sono preso questo ragazzo ferito e me lo sono tenuto stretto stretto e gli dicevo ‘non ti preoccupare, ti hanno colpito alle gambe’”. Poi, continua Fiorenza, “hanno massacrato di botte un marinaio che stava di guardia. Hanno puntato le pistole in faccia alla gente” ma “sono riuscito a dare l’allarme”, mentre “i pirati passavano dietro di me. Ma non mi hanno fatto nulla, forse hanno capito che stavo soccorrendo un ferito”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

‘Jihadisti via anche senza ok dai Paesi’
Erdogan: ‘uno non ammesso in Grecia? Non è un problema nostro’

ISTANBUL12 novembre 201911:38

– La Turchia continuerà a espellere i foreign fighter dell’Isis anche se i Paesi d’origine non vogliono accettarli. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, facendo riferimento al caso del primo jihadista allontanato ieri, ma non ammesso in Grecia. “Il terrorista americano di Daesh (Isis) rimasto bloccato nella zona cuscinetto al confine con la Grecia – ha sostenuto – non è un nostro problema, le espulsioni continueranno a prescindere”.
“Alcuni Paesi sono entrati nel panico dopo che abbiamo cominciato il processo di rimpatrio dei terroristi stranieri di Daesh (Isis). La Turchia si è preoccupata di questo per anni, lasciamo che ora se ne preoccupino gli altri”, ha dichiarato Erdogan in una conferenza stampa all’aeroporto Esenboga di Ankara prima di partire per gli Usa, dove domani incontrerà alla Casa Bianca il presidente Donald Trump.
Diversi Paesi europei hanno privato della cittadinanza i jihadisti che sono andati a combattere in Siria e Iraq, rendendo
controverso sul piano giuridico il loro rinvio nel Paese d’origine. Nelle prigioni turche ci sono 1.201 foreign fighter
del Califfato, mentre almeno altri 287, in gran parte stranieri, sono stati catturati nel nord della Siria dall’inizio
dell’offensiva turca contro le milizie curde il 9 ottobre scorso.

‘Etichettare prodotti territori Israele’La sentenza arriva dalla Corte di giustizia dell’Ue

BRUXELLES12 novembre 201916:43

– “Gli alimenti originari dei territori occupati dallo Stato di Israele devono recare l’indicazione del loro territorio di origine accompagnata, nel caso in cui provengano da un insediamento israeliano all’interno di detto territorio, dall’indicazione di tale provenienza”: lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue in una sentenza.
Israele respinge in pieno la decisione della Corte di giustizia della Ue, perché, afferma il ministero degli esteri israeliano, “è uno strumento in una campagna politica contro Israele”. Inoltre “riduce le probabilità di raggiungere un accordo di pace e contraddice le posizioni Ue sul conflitto. Rafforza anche le posizioni di gruppi radicali anti-israeliani”.
La Corte si è espressa su un caso che vedeva l’Organisation juive européenne e la Vignoble Psagot contro il Ministro francese dell’Economia e delle Finanze. Secondo i giudici di Lussemburgo, “il fatto di apporre su alcuni alimenti l’indicazione secondo cui lo Stato di Israele è il loro Paese d’origine, mentre tali alimenti sono in realtà originari di territori che dispongono ciascuno di uno statuto internazionale proprio e distinto da quello di tale Stato, che sono occupati da quest’ultimo e soggetti a una sua giurisdizione limitata, in quanto potenza occupante ai sensi del diritto internazionale umanitario, sarebbe tale da trarre in inganno i consumatori”.
Di conseguenza, “la Corte ha dichiarato che l’indicazione del territorio di origine degli alimenti in questione è obbligatoria, al fine di evitare che i consumatori possano essere indotti in errore in merito al fatto che lo Stato di Israele è presente nei territori in quanto potenza occupante e non in quanto entità sovrana”.

Financial Times, primo direttore donna dopo 131 anniRoula Khalaf subentra a Barber a vertice del giornale della City

LONDRA12 novembre 201914:28

Cambio della guardia storico al Financial Times: il giornale britannico, punto di riferimento della City, ha annunciato oggi la nomina del suo primo direttore donna in 131 anni. Si tratta di Roula Khalaf, chiamata a sostituire Lionel Barber, dimessosi dopo un lungo mandato.    L’indicazione di Khalaf rompe un tabù in casa FT sul fronte della parità di genere, ma rappresenta anche un ricambio all’insegna della continuità: la prescelta è infatti una risorsa interna della redazione da 24 anni, già vicedirettore dal 2016, dopo essere stata al timone della rete internazionale del giornale (oltre 100 corrispondenti dislocati nel mondo) e in precedenza essersi occupata delle Primavere Arabe. Sotto la sua guida, più di recente, la testata politico-finanziaria londinese ha poi lanciato ‘Trade Secrets’, un canale verticale d’inchieste sul commercio globale. Khalaf si è detta “onorata” dell’incarico e ha reso omaggio a Barber. Mentre Tsuneo Kita, chairman di Nikkei, colosso giapponese che ha acquisito il FT, ha espresso piena “fiducia” in lei.

ArcelorMittal ferma produzione a Cracovia dal 23 novembreRiprenderà quando le condizioni di mercato lo consentiranno

12 novembre 201915:43

ArcelorMittal ha deciso di procedere con il blocco della produzione a Cracovia. Lo annuncia l’azienda sul suo sito polacco, ricordando che si tratta di una decisione presa a maggio scorso e che sarebbe dovuta partire a settembre, ma che era stata rinviata. ArcelorMittal Polonia, si legge nella nota, “è costretta a interrompere temporaneamente le operazioni primarie a Cracovia il 23 novembre”. Si ripartirà, prosegue la nota, “quando le condizioni del mercato miglioreranno” a sufficienza.

Cuba: storica visita dei reali di SpagnaPer le celebrazioni dei 500 anni della fondazione dell’Avana

L’AVANA12 novembre 201916:44

– I re di Spagna Filippo VI e la consorte, Letizia, sono giunti ieri sera a Cuba in una storica visita che coincide con le celebrazioni dei 500 anni della fondazione della capitale, L’Avana.
L’eccezionalità dell’evento è dovuto al fatto che è la prima volta ufficiale in assoluto dei reali spagnoli nell’isola caraibica.
Filippo VI e Letizia sono stati ricevuti nell’aeroporto internazionale José Martí dal ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez. Sottolineando l’importanza della visita, il ministro del Commercio estero, Bruno Malmierca, ha indicato via Twitter che “la visita a Cuba del re e della regina di Spagna è il riflesso dei forti legami che uniscono i due Paesi in tutti i campi. Sul piano economico la Spagna è uno dei principali partner del nostro Paese, sia per gli scambi commerciali che per gli investimenti e la cooperazione”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Pirati del petrolio, centinaia di assalti nel GolfoIn Messico è la nuova emergenza, schierate le navi da guerra

12 novembre 201917:48

Il Messico, stretto nella tenaglia della guerra tra i cartelli narco che causa migliaia di morti ogni anno, è alle prese da diversi anni con un nuova emergenza criminalità: la pirateria del petrolio, che costa allo Stato quasi un miliardo di dollari l’anno. Il presidente Andrés Manuel López Obrador ha lanciato a inizio 2019 una campagna contro le bande di trafficanti che nell’entroterra perforano gli oleodotti per prelevare carburante da rivendere clandestinamente e al largo attaccano piattaforme, navi cisterna o di rifornimento offshore, come la Remas assaltata oggi.Nelle acque del Golfo del Messico il governo ha schierato le navi della Marina, dopo un anno record, il 2018, in cui gli attacchi dei pirati sono cresciuti vertiginosamente del 310%. Da allora, le navi messicane hanno registrato oltre 300 assalti, per rubare il carburante ma anche macchinari e altri equipaggiamenti che valgono una fortuna sul mercato nero, dai pezzi di motori all’alluminio. Questi pirati moderni si travestono da pescatori, oppure da agenti messicani, e riescono a sfuggire ai controlli dei pattugliatori e degli elicotteri. Il fenomeno si sta rapidamente diffondendo e ai pirati non basta più l’oro nero, tanto che non sono mancati i casi di furti di contante negli assalti sulle piattaforme. Lo scorso aprile un equipaggio di sei persone di un impianto off-shore è stato sequestrato per ore mentre i pirati davano la caccia a qualsiasi cosa di valore, mentre lo scorso settembre sono stati presi di mira i primi turisti.Le barche vengono abbordate, gli ospiti minacciati con le armi e depredati, come mostra il video girato fortunosamente da uno dei turisti con il proprio telefono divenuto virale nel Paese. Ma non è solo il Messico a patire l’emergenza: i pirati sono rispuntati anche nel Mar dei Caraibi. Qui non è il petrolio l’obiettivo ma soprattutto gli yacht di lusso. Gli attacchi, 71 solo lo scorso anno, avvengono soprattutto davanti alle coste del Venezuela, sguarnite dalla crisi politica nel Paese. In un attacco del 2016 venne ucciso un cittadino tedesco, il suo yacht gravemente danneggiato. I pirati, a volto coperto e armati fino ai denti, assaltarono l’imbarcazione ancorata nella Baia di St Vincent a Wallilabou. La stessa baia dove, ironia della sorte, venne girato ‘Pirati dei Caraibi’, che ormai da quelle parti non è più solo il titolo di un film.

Netanyahu, Israele non vuole escalationAbu al-Ata era il principale organizzatore di terrorismo a Gaza

12 novembre 201912:07

– TEL AVIV

– “Israele non è interessato in una escalation. Faremo comunque tutto il necessario per la nostra difesa. Occorre aver pazienza e freddezza”. Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu al termine di una consultazione del consiglio di difesa del governo. “Baha Abu al-Ata era il principale organizzatore di terrorismo a Gaza. Stava per organizzare nuovi attentati. Era come una ‘bomba in procinto di esplodere'”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Aperto a Parigi il Forum della PaceAlla presenza di 30 capi di Stato

PARIGI12 novembre 201912:18

– Si è aperta oggi a Parigi la seconda edizione del Forum della Pace, appuntamento creato l’anno scorso dalla Francia in occasione del Centenario della fine della Grande Guerra.
Ad inaugurare il Forum, i presidenti francese Emmanuel Macron (che ieri sera ha ricevuto una trentina di leader invitati a cena all’Eliseo) e congolese Felix Tshisekedi, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen e il vicepresidente cinese Wang Qishan. La seconda edizione dell’evento vedrà la presentazione di progetti e lo svolgimento di dibattiti, con un accento particolare sul posto dei giovani ai livelli decisionali della politica. In conclusione, saranno adottati una decina di progetti che per un anno avranno il sostegno e l’accompagnamento finanziario e mediatico del Forum. Tema dominante dei laboratori in programma, la difesa del multilateralismo di fronte alla crescita degli “egoismi nazionali” in un mondo sempre più frammentato.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Afghanistan: minivan cade in un burroneHa sbandato sulla neve. Almeno 16 morti

KABUL12 novembre 201912:32

– Almeno 16 persone sono morte questa mattina nel nord della provincia afghana di Baghlan quando il minivan su cui viaggiavano è sbandato su una strada coperta di neve gelata ed è poi precipitato in un burrone.
Secondo quanto ha riferito il capo del Consiglio provinciale Safder Mohsini, le vittime – tra cui donne e bambini – erano in viaggio per Khost wa Freng, dove dovevano partecipare ad una festa di nozze.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Ue, serve rapida de-escalation a Gaza’Per salvaguardare vita e sicurezza di palestinesi e israeliani’

BRUXELLES12 novembre 201912:42

– “Questa mattina, Israele ha condotto un’operazione all’interno di Gaza per colpire un leader della Jihad islamica palestinese. In risposta sono stati lanciati missili da Gaza verso Israele. Il lancio di missili sulle popolazioni civili è totalmente inaccettabile e deve immediatamente cessare. Una rapida e completa de-escalation è ora necessaria per salvaguardare la vita e la sicurezza dei civili palestinesi e israeliani”. Così il portavoce del servizio di azione esterna dell’Ue.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Commissario Francia passa primo scoglio
Via libera alle audizioni dei tre designati Ue tra due giorni

BRUXELLES12 novembre 201912:48

– La commissione Affari giuridici dell’Eurocamera, riunita per valutare i possibili conflitti di interesse dei commissari designati, ha dato il via libera alle audizioni dei candidati di Francia, Romania e Ungheria, in programma il 14 di fronte alle commissioni compenti. Lo riferiscono più fonti all’Eurocamera. Il francese Thierry Breton, candidato commissario all’Industria e Mercato interno, è passato di misura con 12 sì e 11 contrari. Hanno avuto il via libera all’unanimità la romena Adina Valean e l’ungherese Oliver Varhelyi.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Bolivia: Morales verso il MessicoDopo uno scalo in Paraguay

ASUNCION12 novembre 201912:52

– Il presidente dimissionario della Bolivia, Evo Morales, è in volo verso il Messico dopo che il velivolo militare messicano Gulfstream G 550, inviato a prelevarlo nel dipartimento di Cochabamba, ha fatto un lungo scalo tecnico in Paraguay. Lo riferisce il quotidiano Abc Color di Asuncion.
Nella sua pagina online il giornale indica che l’aereo è giunto nell’aeroporto internazionale Silvio Pettirossi di Luque all’1,35 locale per ripartire poco prima delle 5 (le 9 italiane) dopo aver fatto rifornimento di combustibile.
Secondo Edgar Melgarejo, direttore della Direzione nazionale dell’aeronautica civile (Dinac) paraguaiana, nel suo percorso di circa sette ore l’aereo attraverserà Paraguay, Brasile, Perù ed Ecuador prima di arrivare in Messico.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Moldova: sfiduciato il governo SanduCoalizione europeisti-filorussi si spacca su nomina procuratore

MOSCA12 novembre 201912:54

– Il Parlamento moldavo ha sfiduciato il governo dell’europeista Maia Sandu, insediatosi cinque mesi fa. Sandu aveva formato un’inedita coalizione tra le forze europeiste e quelle filo-Cremlino del partito socialista, ma l’intesa si è spaccata su una proposta di riforma della nomina del procuratore generale del Paese. Si sono pronunciati a favore della sfiducia 63 deputati su 101. I partiti hanno ora 90 giorni per formare un nuovo esecutivo, altrimenti si andrà alle urne.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ue: lettera a Londra per il commissarioVon der Leyen sollecita la proposta di un nome

BRUXELLES12 novembre 201912:58

– “Fino ad ora il governo britannico non ha ancora proposto un nome per il candidato commissario e per questo motivo la presidente eletta Ursula von der Leyen ha inviato una nuova lettera al governo di Londra”.
Così la vice portavoce della futura commissione von der Leyen.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Hong Kong, lacrimogeni in Central
Per disperdere manifestanti pro-democrazia e dipendenti uffici

PECHINO12 novembre 201914:23

– La polizia di Hong Kong ha usato nel pomeriggio i lacrimogeni nel centro della città al fine di disperdere i manifestanti pro-democrazia ai quali si erano anche uniti per solidarietà molti dei dipendenti degli uffici del financial district. Il raduno si è concentrato a Pedder Street dove sono stati intonati slogan come “Liberate Hong Kong”, “Sciogliete la polizia di Hong Kong, subito!” e il tradizionale “Cinque richieste, non una in meno!”. I manifestanti hanno tenuto cortei spontanei come quello di Kwun Tong su Wai Yip Street.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna, intesa tra Sanchez e IglesiasIglesias, per formare un governo progressista

12 novembre 201914:56

MADRID

– “E’ un accordo per quattro anni, di legislatura. Sarà basato sulla coesione e la lealtà e aperto al resto delle forze politiche per costruire una maggioranza parlamentare”. Lo ha detto il leader socialista spagnolo Pedro Sanchez alla firma del documento con il leader di Podemos Pablo Iglesias. Si tratta di un ‘pre accordo’ in quanto rimanda le nomine nella formazione dell’esecutivo a dopo il voto di fiducia. “Abbiamo raggiunto un preaccordo per formare un governo di coalizione progressista che combini l’esperienza del Psoe e il coraggio di Unidas Podemos”. Lo ha detto il leader di Podemos Pablo Iglesias in conferenza stampa congiunta con Pedro Sanchez.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Dazi auto Ue, Trump verso rinvio 6 mesiScadenza per decidere mercoledì, già slittata in maggio

NEW YORK12 novembre 201915:01

– Donald Trump dovrebbe rimandare di altri sei mesi la decisione su possibili dazi alle auto europee. Lo riporta Politico citando alcune fonti.
L’amministrazione Trump ha tempo fino a mercoledì per decidere se imporre o meno i dazi. La scadenza era già posticipata per sei mesi in maggio.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Spagna, accordo per un governo Socialisti-PodemosI leader Sanchez e Iglesias hanno firmato l’intesa al Congresso. Le nomine dopo il voto di fiducia

12 novembre 201917:09

Il leader socialista spagnolo Pedro Sanchez e quello di Podemos Pablo Iglesias hanno firmato al Congresso un accordo per la formazione di un governo di coalizione. L’annuncio è stato dato con una conferenza stampa congiunta. “Abbiamo raggiunto un preaccordo per formare un governo di coalizione progressista che combini l’esperienza del Psoe e il coraggio di Unidas Podemos”, ha detto Iglesias, che dovrebbe assumere il ruolo di vicepremier. Si parla di preaccordo in quanto rimanda le nomine della formazione dell’Esecutivo a dopo il voto di fiducia.”È un accordo per quattro anni, di legislatura – ha precisato poi Sanchez – Sarà basato sulla coesione e la lealtà e aperto al resto delle forze politiche per costruire una maggioranza parlamentare. Questo nuovo governo sarà rotondamente progressista perché sarà formato da forze progressiste e lavorerà per il progresso della Spagna e di tutti gli spagnoli. Ciò che non rientrerà saranno l’odio e lo scontro fra gli spagnoli”.Iglesias ha garantito che Sanchez potrà contare sulla lealtà di Unidas Podemos nel prossimo Esecutivo ed ha aggiunto che cercheranno l’appoggio necessario per superare il dibattito sulla fiducia. “Ciò che ad aprile era un’opportunità storica – ha concluso Iglesias – è diventato una necessità storica”.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Siria: raid Israele a Damasco, 2 morti
Sana, presa di mira abitazione dirigente Jihad palestinese

12 novembre 201915:43

– BEIRUT

– È di due morti e 10 feriti il bilancio del raid aereo compiuto alle prime ore del giorno da Israele sulla capitale siriana Damasco. Lo riferisce l’agenzia siriana Sana, secondo cui è stata presa di mira l’abitazione del dirigente della milizia Jihad palestinese Akram Ajoury nel quartiere di Mezze, alla periferia della città.
L’attacco dell’aviazione israeliana, afferma la Sana, è avvenuto alle 4.10 locali (le 3.10 in Italia) e ha colpito la palazzina dove abitava Ajoury. Quest’ultimo è però scampato all’attacco mentre è stato ucciso il figlio Muadh e un altro civile. Tra i 10 feriti c’è la giovane nipote del dirigente palestinese, Battul Ajoury.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Gaza: almeno 4 morti e 18 feritiFra le vittime, il capo militare della Jihad islamica

GAZA12 novembre 201916:07
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
– Sono almeno quattro i palestinesi uccisi oggi a Gaza da attacchi israeliani, mentre altri 18 sono stati feriti. Lo precisano fonti locali. Tra le vittime anche Baha Abu al-Ata, un comandante militare della Jihad islamica, 42 anni, ucciso con la moglie Asma e un ventenne. Più tardi, dopo l’annuncio di nuovi raid da parte del consiglio di Difesa del governo israeliano, un miliziano palestinese è rimasto ucciso nel corso di un attacco israeliano contro una base di lancio di razzi nel nord della Striscia di Gaza. Si chiamava Zaki Aghama ed aveva 25 anni. Mentre continuano con insistenza i lanci di razzi da Gaza verso Israele e gli attacchi aerei di Israele nella Striscia, Israele ha fatto sapere a Hamas che se essa non si unirà al fuoco della Jihad islamica, Israele non colpirà i suoi obiettivi.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Israele boccia decisione Ue su etichetteRafforza le posizioni di gruppi radicali anti-israeliani

12 novembre 201916:49

– TEL AVIV

– Israele respinge in pieno la decisione della Corte di giustizia della Ue sulla indicazione del territorio di origine per gli alimenti prodotti nei territori occupati. Tale decisione, afferma il ministero degli esteri israeliano, “è uno strumento in una campagna politica contro Israele”. Inoltre “riduce le probabilità di raggiungere un accordo di pace e contraddice le posizioni Ue sul conflitto.
Rafforza anche le posizioni di gruppi radicali anti-israeliani”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Usa: Carter, intervento riuscitoRimosso ematoma che premeva sul cervello

WASHINGTON12 novembre 201916:51

– Intervento riuscito per Jimmy Carter a cui è stato rimosso un grosso ematoma che premeva sul cervello, procuratosi durante una recente caduta in casa. “Nessuna complicazione”, ha riferito un portavoce spiegando come l’ex presidente americano resterà ricoverato sotto osservazione per qualche giorno. Carter, 95 anni, è il più longevo degli ex presidenti Usa. Al suo fianco in ospedale l’ex first lady Rosalynn Carter, 92 anni.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Kashmir: dopo 3 mesi, ripartono i treniDue soli viaggi al giorno, tra Srinagar e Baramulla

NEW DELHI12 novembre 201917:02

– I treni hanno ripreso a circolare da oggi in Kashmir, dopo più di tre mesi di sospensione del traffico. Lo ha comunicato ieri il ministro delle Ferrovie, precisando che il servizio riprende in modo parziale, con due soli collegamenti al giorno che connettono Srinagar, (la capitale estiva di quello che era uno Stato ed è diventato, dal 5 dello scorso agosto, una Unione Territoriale, una sorta di provincia), e Baramulla.
Negli ultimi giorni le restrizioni alla circolazione e il coprifuoco, in vigore in Kashmir dai primi di agosto, sono state allentate, ma non completamente sospese, mentre nessun osservatore e nessun giornalista straniero ha finora ottenuto il visto per documentare la situazione reale; unica eccezione, il gruppo di europarlamentari invitati alla fine di ottobre, per una visita privata, da una fondazione molto vicina al governo indiano, che ha base a Bruxelles.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Ragazzo genovese punto da manta, grave
Chiesto volo umanitario per ospedale Maggiore Bologna

GENOVA12 novembre 201917:13

– Un ragazzino genovese di 12 anni è rimasto gravemente ferito in Costa Rica dopo essere stato punto da un Trigone, una specie di manta velenosa, mentre faceva il bagno nella spiaggia di La Mina. Il giovane è paralizzato dal tronco in giù ed è ricoverato nell’ospedale pediatrico della capitale San José. Secondo quanto raccontato dai genitori, che erano con lui, il Trigone avrebbe conficcato l’aculeo sul collo del ragazzino.
I famigliari hanno preso contatto con l’Unità dipartimentale di Chirurgia vertebrale dell’ospedale Maggiore di Bologna, specializzata in questo tipo di traumi e pronta ad accogliere il minorenne per effettuare anche un lunghissimo ciclo di fisioterapia. Per poter permettere al ragazzino, che può viaggiare solo in posizione orizzontale, di tornare in Italia l’ambasciata italiana in Costa Rica ha messo in moto la macchina dei soccorsi, richiedendo un volo umanitario.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
India: torna l’incubo smog a DelhiCause incendi stoppie, polvere e sospensione targhe alterne

NEW DELHI12 novembre 201917:15

– Un nuovo picco di inquinamento si registra nella capitale indiana: da ieri lo smog ha nuovamente ricoperto Delhi di una cappa irrespirabile, “gravemente nociva per la salute”. La concentrazione degli agenti inquinanti nell’aria è risalita oggi su una media di 450 AQI in molte aree della città: le autorità stanno cercando di combatterla con camion cisterna che spruzzano lungo le strade acqua mescolata ad agenti solidificanti, nel tentativo di impedire alla polvere di alzarsi dalle strade per alcune ore. Secondo gli esperti dell’Istituto Centrale di controllo dell’inquinamento, il nuovo picco “da camera a gas” si deve prevalentemente ai venti da nord-ovest che hanno fatto ripiombare su Delhi il fumo degli incendi delle stoppie dagli stati agricoli a nord, l’Haryana e il Punjab.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Venezuela: Maduro ammonisce Trump’Dopo il golpe imperialista in Bolivia, pronti a combattere’

CARACAS12 novembre 201917:34

– Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha avvertito oggi il collega Donald Trump di essere pronto a combattere dopo il “colpo di Stato” di cui, ha assicurato, è stato vittima Evo Morales in Bolivia con la complicità “dell’imperialismo nordamericano”.
Il capo dello Stato venezuelano ha affermato che ora Trump dice che “presto sarà la volta del Venezuela e del Nicaragua. Allerta popolo, andiamo a combattere!”, ha esclamato, proseguendo: “Volete lo scontro? Andremo a questo scontro per la pace, la Patria, la sovranità e per la rivoluzione bolivariana del Venezuela”. Ed ha aggiunto: “La vittoria ci appartiene e lo dimostreremo nelle strade con la nostra unione civico-militare”.
Maduro si è detto certo che “Trump ha dato l’ordine di rovesciare l’indigeno”, assicurando che a Morales “hanno mostrato un fucile per costringerlo a firmare la lettera di dimissioni”, mentre “l’Organizzazione degli Stati americani non ha detto una parola sulle irregolarità di Morales, ma gli ha dato una pugnalata alle spalle”.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Morales in Messico,continueremo la lotta’Tutti hanno il diritto di porre fine all’oppressione’

12 novembre 201918:54

– “E’ necessario continuare la lotta e siamo sicuri che i popoli del mondo abbiano tutto il diritto di liberarsi e porre fine all’oppressione, ma ci sono comunque dei gruppi che non rispettano la vita né tantomeno la patria. E questo farà parte della lotta ideologica culturale e sociale che porteremo avanti”. Lo ha detto il presidente dimissionario della Bolivia, Evo Morales, appena atterrato in Messico.

MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Corte Hong Kong nega l’espatrio a WongL’attivista era invitato in Italia da Fondazione Feltrinelli

PECHINO12 novembre 201918:56

– La richiesta di Joshua Wong di espatrio per un viaggio in Europa è stata rigettata dalla Corte di Hong Kong con una decisione presa l’8 novembre. Lo precisa una nota dell’Ufficio del portavoce del ministero degli Esteri di Pechino rispondendo alla richiesta di chiarimenti in merito alla visita dell’attivista pro-democrazia in Italia su invito della Fondazione Feltrinelli per un evento il 27 novembre a Milano. Wong è in libertà su cauzione.
MONDO TUTTE LE NOTIZIE
Cile:cortei nel Paese,scontri a SantiagoSciopero generale, la polizia usa idranti nella capitale

SANTIAGO DEL CILE12 novembre 201919:05

– Grandi manifestazioni si stanno svolgendo a Santiago, Valparaíso e in altre città del Cile, nell’ambito della convocazione di uno sciopero generale realizzato da lavoratori, studenti, accademici, trasportatori e lavoratori portuali, tra gli altri. Durante la marcia a Santiago, si sono registrati alcuni scontri tra polizia e gruppi di manifestanti, con uso di idranti da parte delle autorità.
Incidenti sono stati registrati anche in altre città.
A Santiago, dove si concentra la maggior parte dei manifestanti, una marcia è partita da Plaza Italia attraverso la via Alameda Bernardo O’Higgins, passando per il palazzo del governo La Moneda. Di fronte alla sede dell’esecutivo, uomini incappucciati hanno lanciato pietre contro gli agenti di polizia, generando forti tensioni. Gli organizzatori della protesta parlano di 300 mila manifestanti a Santiago, mentre il governo ha calcolato la presenza di 80 mila persone in marcia nella capitale.